BRAND IDENTITY GUIDELINE DI BASE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BRAND IDENTITY GUIDELINE DI BASE"

Transcript

1

2

3 3 INDICE 1. INTRODUZIONE 2. LOGO 3. CARATTERI TIPOGRAFICI 4. COLORI 5. FOGLIO A4 CON LOGO

4 4 1. INTRODUZIONE

5 5 1. INTRODUZIONE Dal 1936, la Mission che anima il nostro lavoro quotidiano è contribuire allo sviluppo delle comunità su tutto il territorio nazionale attraverso un approvvigionamento energetico sicuro, efficiente e sostenibile. Offriamo a tutte le zone non raggiungibili dalle reti tradizionali un alternativa energetica sicura e innovativa, al servizio sia degli ambienti domestici che delle realtà industriali. Il nostro nome, il nostro logo e i nostri colori sono il primo elemento visibile e tangibile della nostra presenza e della nostra offerta. In un mercato come quello in cui operiamo e in un contesto in continua evoluzione è quindi fondamentale essere sempre e costantemente protagonisti, anche con un identità visiva forte e coordinata che, costruendo sugli elementi grafici della nostra storia, si rinnovi proiettandosi verso il futuro. Oggi, grazie all evoluzione del nostro logo, vogliamo raccontarci, raccontare Liquigas, sottolineando ancora di più la nostra lunga storia e presenza sul territorio insieme al nostro futuro. Abbiamo quindi introdotto una nuova tag line (o pay off): Da sempre l energia di domani Per far sì che la comunicazione di Liquigas, e in particolare del nostro logo e tag line (o pay off), sia sempre coordinata e coerente su qualsiasi canale o supporto, abbiamo creato questo documento di Brand Identity Guideline di base. Il presente documento vuole quindi porsi come momento di condivisione di un asset importante qual è la nostra Brand Identity e, al contempo, uno strumento operativo per utilizzare e declinare correttamente il nostro logo, la tag line (o pay off) e tutti gli elementi grafici principali che caratterizzano la nostra identità di marca. Il documento è dunque diviso in quattro principali sezioni: logo, caratteri tipografici, colori e foglio A4 con logo. All interno di ciascuna sezione sono riportate le indicazioni da seguire a livello operativo, per produrre una comunicazione coerente, omogenea ed efficace.

6 6 2. LOGO

7 7 2. LOGO Il logo Liquigas è costituito dalla parola Liquigas definita logotipo, dalla linea sottostante quest ultimo e dalla frase Da sempre l energia di domani definita tag line (o pay off). Il logotipo Liquigas è il risultato di una ricerca grafica originale perciò non esiste un carattere tipografico rispondente o adatto a imitarlo. Questa versione del logo è la più riconoscibile e immediatamente associabile a Liquigas, è quindi la versione prioritaria da utilizzare, nel rispetto delle indicazioni d uso riportate nelle prossime pagine.

8 8 2. LOGO COSTRUZIONE e AREA DI RISPETTO Il logo è stato costruito sulla base di un disegno tecnico qui riportato, in modo da condividere lo schema di progettazione del logo e poterlo tenere presente al momento dell utilizzo del logo. Il logo deve essere sempre ben visibile e riconoscibile all interno del contesto in cui è inserito, non deve mai confondersi all interno di uno sfondo e deve essere ben leggibile anche se di piccole dimensioni. Per questo motivo si raccomanda di mantenere sempre l area di rispetto attorno a tutto il logo, come illustrato nell immagine attraverso la linea tracciata in rosso: quest area non può essere occupata o invasa con testi e/o altri elementi grafici o immagini. Rispettando questi accorgimenti, infatti, viene garantita una migliore percezione visiva e il massimo impatto del logo. L area di rispetto del logo Liquigas è calcolata partendo dalla griglia di costruzione del logo. La dimensione di riferimento X, che corrisponde all altezza del font della tag line, viene riportata su tutti i lati del logo, delimitando l area di rispetto.

9 9 2. LOGO DIMENSIONI Usare la linea sotto il logotipo e la tag line dai 45 mm in poi. Non usare la linea sotto il logotipo e la tag line per loghi inferiori o uguali a 45 mm. La misura di riproduzione minima del logo è pari a 20 mm. Il logo è stato sviluppato in modo tale da assicurare la sua leggibilità anche nei formati più piccoli. È tuttavia importante tenere presente che a partire da una dimensione pari a 45 mm è opportuno usare la versione del logo senza linea e senza tag line (o pay off). La dimensione minima consigliata, senza linea e senza tag line (o pay off), pari a 20 mm è la più piccola dimensione alla quale è possibile riprodurre il logo. Al di sotto di tale misura il logo risulta di difficile leggibilità e riconoscibiità: riproduzioni del logo al di sotto di questa misura potrebbero quindi rivelarsi problematiche e inefficienti.

10 10 2. LOGO USI NON CONSENTITI DEL LOGO È vietata la riproduzione del logo Liquigas nelle modalità di seguito indicate. LOREM IPSUM Non inserire il logo all interno di una frase. TRONOMIA Non usare il logo per creare nuove Non legare il logo ad un altro simbolo. Non applicare l ombra al logo. Non cambiare i colori del logo. Non tradurre la tag line (o pay off) in altre lingue.

11 11 2. LOGO USI NON CONSENTITI DEL LOGO È vietata la riproduzione del logo Liquigas nelle modalità di seguito indicate. LIQUIGAS Non cambiare la font del logo. Non inserire il logo in un riquadro. Non inserire il logo in uno sfondo colorato chiuso in un riquadro bianco. Non estrudere o applicare effetti 3D. Non deformare il logo. Non inserire elementi grafici all interno della gabbia del logo.

12 12 3. CARATTERI TIPOGRAFICI

13 13 3. CARATTERI TIPOGRAFICI Come accennato nelle pagine precedenti, il logotipo Liquigas è il risultato di una ricerca grafica originale perciò non esiste un carattere tipografico rispondente o adatto a imitarlo. La tag line (o pay off) è scritta utilizzando il carattere tipografico, detto anche font, Raspoutine.

14 14 3. CARATTERI TIPOGRAFICI Raspoutine Classic Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz ,;:!? &/* Raspoutine Medium Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz ,;:!? &/* Raspoutine DemiBold Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz ,;:!? &/*

15 15 3. CARATTERI TIPOGRAFICI Il font Raspoutine è caratterizzato da grazie e da una forma lievemente tondeggiante, che esprimono al contempo accoglienza e adattabilità. La leggera inclinazione verso destra denota inoltre una spinta verso il futuro. Le caratteristiche del font riprendono quindi alcune delle peculiarità di Liquigas: la capacità di rispondere (accoglienza) alle esigenze dei propri clienti laddove altri fornitori di energia non riescono (adattabilità), così come la ricerca e l innovazione continua (spinta verso il futuro).

16 16 4. COLORI

17 17 4. COLORI I colori Liquigas sono il verde e il blu nella versione CMYK indicate di seguito. Su sfondi neri il logo deve essere usato nella versione in negativo. È importante tenere presente che non è consentito: distanziarsi dai colori qui definiti, usare combinazioni di colori diverse, usare altri colori. C: 23 M: 0 Y: 65 K: 0 / Pantone 374 C: 100 M: 65 Y: 0 K: 30 / Pantone 288 C: 63 M: 52 Y: 51 K: 100 Nero 70%

18 18 4. COLORI SFONDI Versione con linea e tag line con sfondo verde. Versione con linea e tag line con sfondo blu. Versione con linea e tag line bianco/nero negativo. Versione con linea e tag line biaco/nero positivo.

19 19 4. COLORI SFONDI Versione senza linea e tag line con sfondo verde. Versione senza linea e tag line con sfondo blu. Versione senza linea e tag line bianco/nero negativo. Versione senza linea e tag line biaco/nero positivo.

20 20 5. FOGLIO A4 CON LOGO

21 21 5. FOGLIO A4 CON LOGO POSIZIONAMENTO LOGO Primary version Dimensione carta: 210 x 297

22 22 5. FOGLIO A4 CON LOGO POSIZIONAMENTO LOGO Bleed version Dimensione carta: 210 x 297

23

24

Elementi base. Introduzione

Elementi base. Introduzione Introduzione 1 Il logotipo Regione Liguria, i suoi colori e i caratteri tipografici costituiscono gli elementi della nostra identità. Riprodotti e usati con precisione, coerenza e con le giuste proporzioni

Dettagli

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA USO ESTERNO

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA USO ESTERNO MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA USO ESTERNO Premessa SOMMARIO Il Logotipo rappresenta il primo strumento di comunicazione visiva di una azienda, ne esprime i valori e ne garantisce la rapida riconoscibilità.

Dettagli

M A N U A L E D I D E N T I T À V I S I V A

M A N U A L E D I D E N T I T À V I S I V A M A N U A L E D I D E N T I T À V I S I V A U T I L I Z Z O D E L M A N U A L E Questo manuale, in formato, contiene informazioni necessarie per un corretto utilizzo del marchio UNICAR. La riproduzione

Dettagli

INDICE / INDEX COSTRUZIONE / CONSTRUCTION... 1 VERSIONI CROMATICHE / CHROMATIC VERSIONS... 3 AREA DI RISPETTO / SAFE AREA... 7

INDICE / INDEX COSTRUZIONE / CONSTRUCTION... 1 VERSIONI CROMATICHE / CHROMATIC VERSIONS... 3 AREA DI RISPETTO / SAFE AREA... 7 CORPORATE IDENTITY 2016 INDICE / INDEX COSTRUZIONE / CONSTRUCTION... 1 VERSIONI CROMATICHE / CHROMATIC VERSIONS... 3 AREA DI RISPETTO / SAFE AREA... 7 DIMENSIONI MINIME / MINIMUM SIZE... 9 APPLICAZIONI

Dettagli

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIOSKI

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIOSKI MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIOSKI IL MARCHIO COLORI ISTITUZIONALI NERO CMYK: 0-0-0-100 RGB: 0-0-0 PANTONE 485 CVP CMYK: 0-95-100-0 RGB: 227-34-25 POSITIVO MARCHIO IN BIANCO/NERO NEGATIVO

Dettagli

Articolo UNO. Manuale di utilizzo del logotipo.

Articolo UNO. Manuale di utilizzo del logotipo. Articolo UNO. Manuale di utilizzo del logotipo. Logotipo. Versione principale Il nome e il simbolo, di matrice tipografica, richiamano chiaramente il primo articolo della costituzione italiana. L utilizzo

Dettagli

L O G O B I O L O G I C O U E

L O G O B I O L O G I C O U E IL LOGO BIOLOGICO UE IL LOGO BIOLOGICO UE INTRODUZIONE Due noti simboli formano la base del logo biologico UE: la bandiera europea, simbolo ufficiale dell Unione Europea dal 1986, e una foglia, usata in

Dettagli

FARMACIA DEI SERVIZI FEDERFARMA

FARMACIA DEI SERVIZI FEDERFARMA Elementi Base FARMACIA DEI SERVIZI FEDERFARMA Versione 1.0 Maggio 2017 Elementi Base FARMACIA DEI SERVIZI FEDERFARMA Versione 1.0 Maggio 2017 Guida alla consultazione IL NUOVO MARCHIO FARMACIA DEI SERVIZI

Dettagli

150 Anniversario del Sistema Camerale. Manuale d identità visiva Logo Impresa Storica d Italia 1. Elementi base

150 Anniversario del Sistema Camerale. Manuale d identità visiva Logo Impresa Storica d Italia 1. Elementi base 150 Anniversario del Sistema Camerale Manuale d identità visiva Logo Impresa Storica d Italia 1. Elementi base Bozza 1 - febbraio 2012 A. Elementi Base Glossario Allineamento Disposizione degli elementi

Dettagli

FONDAZIONE AGOSTINO DE MARI. Logo Manual

FONDAZIONE AGOSTINO DE MARI. Logo Manual FONDAZIONE AGOSTINO DE MARI Logo Manual Versione 2.0 - Marzo 2016 Il logotipo Agostino Maria De Mari: il vescovo di Savona che nel 1833 con il suo impegno sociale ed economico, contribuì alla rinascita

Dettagli

MANUALE D USO E IMMAGINE COORDINATA

MANUALE D USO E IMMAGINE COORDINATA Allegato B MANUALE D USO E IMMAGINE COORDINATA Sommario introduzione... 3 note generali sull utilizzo... 4 il marchio... 4 marchio con scritta istituzionale... 5 colori istituzionali... 5 caratteri tipografici...

Dettagli

Manuale di utilizzo del Marchio VIBUR

Manuale di utilizzo del Marchio VIBUR Manuale di utilizzo del Marchio VIBUR Indice 1 Struttura del Marchio 2 Versione del Marchio positiva 3 Versione del Marchio negativa 4 Versione del Marchio a colori 5 Versione del Marchio a colori su fondo

Dettagli

Manuale d'uso per il marchio territoriale Lago di Garda Trentino

Manuale d'uso per il marchio territoriale Lago di Garda Trentino Manuale d'uso per il marchio territoriale Lago di Garda Trentino 2.2 COLORI PANTONE 661 C C 97 R 30 M 82 G 66 Y 19 B 135 K 5 PANTONE 661 2995 C C C 67 R 0 M 20 G 164 Y 0 B 228 K 0 PANTONE 661 368 C C 54

Dettagli

Brand manual. Linee guida per l uso

Brand manual. Linee guida per l uso Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Indice Concept del simbolo 4 Declinazioni del marchio 6 Struttura del logo e carattere 7 Proporzioni e distanze minime di rispetto 8 Codici cromatici

Dettagli

ARCHITETTURE PER IL TUO BUSINESS

ARCHITETTURE PER IL TUO BUSINESS ANALISI E OBIETTIVI - LINEE GUIDA PER L IDEAZIONE DEL LOGO 02 ANALISI DELL AZIENDA Specializzata nella progettazione e nella creazione di allestimenti fieristici, Allestidea propone stand di design che

Dettagli

Linee guida per la comunicazione del piano. Elementi base dell identità visiva

Linee guida per la comunicazione del piano. Elementi base dell identità visiva Linee guida per la comunicazione del piano Elementi base dell identità visiva 2 Associazione Gruppo di Azione Costiera Nord Sardegna Elementi base dell identità visiva - Versione 1.01-31/07/2014 Realizzato

Dettagli

MANUALE D USO DEL MARCHIO

MANUALE D USO DEL MARCHIO MARCHIO ISTITUZIONALE 3 A - In questa versione il logotipo verrà indicato come LOGO PRINCIPALE. Logotipo principale, completo dei segni grafici distintivi delle quattro Linee di Attività. COMPOSIZIONE

Dettagli

Terre di Siena carbon free Terre di Siena carbon free 2015 Copertina

Terre di Siena carbon free Terre di Siena carbon free 2015 Copertina Terre di Siena carbon free 2015 Copertina Corporate identity + normativa Terre di Siena carbon free 2015 Terre di Siena carbon free 2015 A1 A2 A3 A4 A5 A6 A7 A8 A9 A10 A11 Versione positiva colore Versioni

Dettagli

Manuale d uso del logo e dell immagine coordinata

Manuale d uso del logo e dell immagine coordinata Manuale d uso del logo e dell immagine coordinata INDICE 3 BRAND CONCEPT 5 E CLAIM 11 VERSIONI COLORE DEL 16 LEGGIBILITÀ 17 ERRORI 18 CARATTERI TIPOGRAFICI 19 CROMATISMI 21 APPLICAZIONI 24 INFO E CONTATTI

Dettagli

Manuale Operativo Cinzia Latorre

Manuale Operativo Cinzia Latorre H A RR odc k FRe sat iiv N al Manuale Operativo Cinzia Latorre HARD IL NOME E IL MARCHIO Hard Rain è una rassegna dedicata alla musica rock. Il suo ambizioso obiettivo è quello di unire i più grandi classici

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Filippi Giovanni. Filippi Giovanni. Grafica:

MANUALE OPERATIVO. Filippi Giovanni. Filippi Giovanni. Grafica: MANUALE OPERATIVO Filippi Giovanni Grafica: filippigiovannirieti@libero.it Filippi Giovanni filippigiovannirieti@libero.it SOMMARIO 1. FASE DI PROGETTAZIONE 1.1 Scansione dell immagine 3 1.2 Descrizione:

Dettagli

EULAKES. Manuale d USO del Logo RIFERIMENTO PER L IDENTITÀ VISIVA

EULAKES. Manuale d USO del Logo RIFERIMENTO PER L IDENTITÀ VISIVA EULAKES Manuale d USO del Logo RIFERIMENTO PER L IDENTITÀ VISIVA indice indice introduzione Comunicazione efficace: conoscenza e rispetto delle regole condivise 3 cosa è Eulakes 4 il logo 5 caratteristiche

Dettagli

VIVA Valle d Aosta unica per natura MANUALE D USO DEL MARCHIO

VIVA Valle d Aosta unica per natura MANUALE D USO DEL MARCHIO VIVA Valle d Aosta unica per natura MANUALE D USO DEL MARCHIO VIVA Valle d Aosta unica per natura MANUALE D USO DEL MARCHIO Regione Autonoma Valle d Aosta Assessorato Agricoltura e Risorse Naturali Dipartimento

Dettagli

BRAND BOOK. manuale d uso del brand Varese #DoYouLake?

BRAND BOOK. manuale d uso del brand Varese #DoYouLake? BRAND BOOK manuale d uso del brand Varese #DoYouLake? Chi siamo #DoYouLake? è il brand di Camera di Commercio di Varese e della sua azienda speciale Promovarese. Il Marchio, in collaborazione con i vari

Dettagli

manuale grafico Varese LGBTI - All rights reserved - Version

manuale grafico Varese LGBTI - All rights reserved - Version manuale grafico 2016 il logo Il logo Arcigay Varese è costituito da due elementi: il simbolo della Torre Civica di Varese e il logotipo Arcigay Varese. Entrambi sono stati disegnati seguendo proporzioni

Dettagli

COMPANY MANUAL AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO

COMPANY MANUAL AGENZIA REGIONALE DEL TURISMO Versione aggiornata il 20.02.2015 LOGO Carattere tipografico del Logo è il GILL SANS MT. GILL SANS Colori utilizzati Il colore istituzionale è il Blu PANTONE 296 C C 100 M 18 Y 0 K 85 R 5 G 38 B 62 HEX

Dettagli

Agosto 2012 Bollettino Ufficiale della Repubblica di San Marino Parte Ufficiale Doc. V.1. Allegato 3 Manuale d uso - Stemma ufficiale

Agosto 2012 Bollettino Ufficiale della Repubblica di San Marino Parte Ufficiale Doc. V.1. Allegato 3 Manuale d uso - Stemma ufficiale Allegato 3 Manuale d uso - Stemma ufficiale Allegato 3 Manuale d uso - Stemma ufficiale sezione 1 Logotipo Repubblica di San Marino Logotipo Repubblica di San Marino 3 Il logotipo Repubblica di San Marino

Dettagli

A. Elementi base Versione 1.6 - Giugno 2006

A. Elementi base Versione 1.6 - Giugno 2006 A. Elementi base Versione 1.6 - Giugno 2006 A. Elementi base Indice Premessa Glossario Marchio/Logo 01 Versione positiva Camere di Commercio 02 Versione positiva Unioni Regionali 03 Versione positiva Aziende

Dettagli

Esclusivamente in caso di utilizzo di anagrafiche fornite da Elenchi Telefonici, il file della grafica dovrà riportare la seguente dicitura:

Esclusivamente in caso di utilizzo di anagrafiche fornite da Elenchi Telefonici, il file della grafica dovrà riportare la seguente dicitura: Per poter sfruttare al meglio i sistemi di stampa offset ed ottenere risultati ottimali e soddisfacenti è necessario attenersi alle seguenti impostazioni: Formato dei file I file inviati per la stampa

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA RETI DEI SERVIZI DEL TERZIARIO BANCHE - ASSICURAZIONI - RISCOSSIONI - AUTHORITIES. versione /02/2016

FEDERAZIONE ITALIANA RETI DEI SERVIZI DEL TERZIARIO BANCHE - ASSICURAZIONI - RISCOSSIONI - AUTHORITIES. versione /02/2016 versione 1.0 16/02/2016 CORPORATE IDENTITY 2016 INDICE / INDEX COSTRUZIONE / CONSTRUCTION VERSIONI CROMATICHE / CHROMATIC VERSIONS AREA DI RISPETTO / SAFE AREA DIMENSIONI MINIME / MINIMUM SIZE APPLICAZIONI

Dettagli

Design Diamo forma alle vostre idee

Design Diamo forma alle vostre idee Design Diamo forma alle vostre idee REDEFINING BRAND DESIGN Agenzia di design & comunicazione Servizi Brand strategy Progettazione grafica Campagne pubblicitarie Design & restyling logo vettoriale Corporate

Dettagli

CORPORATE IDENTITY. Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Progettazione della Segnaletica

CORPORATE IDENTITY. Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Progettazione della Segnaletica CORPORATE IDENTITY Accademia Albertina di Belle Arti di Torino Progettazione della Segnaletica Accademia Albertina di Belle Arti di Torino Progettazione della segnaletica dell Accademia Albertina Esame

Dettagli

FORUM EDUCAZIONE AMBIENTALE NEI PARCHI DEL LAZIO. Concept & Graphic Design by

FORUM EDUCAZIONE AMBIENTALE NEI PARCHI DEL LAZIO. Concept & Graphic Design by FORUM EDUCAZIONE AMBIENTALE NEI PARCHI DEL LAZIO Concept & Graphic Design by Un immagine chiara e riconoscibile contribuisce in modo determinante a rafforzare l identità dei ogni Azienda o Ente e a trasmetterne

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER L USO DEL LOGO MIA Congregazione della Misericordia Maggiore di Bergamo

MANUALE OPERATIVO PER L USO DEL LOGO MIA Congregazione della Misericordia Maggiore di Bergamo 12.2014 MANUALE OPERATIVO PER L USO DEL LOGO MIA Congregazione della Misericordia Maggiore di Bergamo IL LOGO Caratteristiche generali Varianti di utilizzo Caratteri tipografici Manuale operativo per

Dettagli

IL LOGO. il logo. manuale di immagine coordinata SISSA

IL LOGO. il logo. manuale di immagine coordinata SISSA IL LOGO il logo 3 ELEMENTI BASE Il logo è costituito dall unione di elementi iconici e testuali: la barca e la citazione dantesca (motto) ma per seguir virtute e canoscenza, inscritti in un ovale che si

Dettagli

BASIC GUIDELINES EUROPEE DAL 1910 LINEA GUIDA OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA.

BASIC GUIDELINES EUROPEE DAL 1910 LINEA GUIDA OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA. QUALITÀ LOGO E DEBEER COMPETENZA REFINISH BASIC GUIDELINES EUROPEE DAL 1910 LINEA GUIDA OPERATIVE PER L APPLICAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA www.de-beer.com 1 2 LOGO DEBEER INDICE REFINISH LOGO 4 BASIC

Dettagli

CORPORATE IDENTITY GUIDE. Guida all utilizzo del marchio Apindustria Vicenza 1.0

CORPORATE IDENTITY GUIDE. Guida all utilizzo del marchio Apindustria Vicenza 1.0 CORPORATE IDENTITY GUIDE Guida all utilizzo del marchio Apindustria Vicenza 1.0 Introduzione La presente guida ha lo scopo di fornire agli utenti interni e ai propri interlocutori esterni indicazioni e

Dettagli

Certificazione. un valore da comunicare.

Certificazione. un valore da comunicare. Certificazione. un valore da comunicare. DNV Business Assurance Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione Manuale d uso Luglio 2011 1. Introduzione. Comunicare la certificazione al mercato Le certificazioni

Dettagli

Manuale immagine coordinata

Manuale immagine coordinata Manuale immagine coordinata Logo 03 Colori 04 Margini di rispetto 05 Applicazioni del logo 06 Divieti 07 Caratteri istituzionali 08 Uso congiunto con logo unina 10 Coordinato di cancelleria 11 Totem e

Dettagli

TITOLO MARCHIO ARTIGIANI IN LIGURIA: MANUALE D USO

TITOLO MARCHIO ARTIGIANI IN LIGURIA: MANUALE D USO TITOLO : MANUALE D USO LA FILOSOFIA DEL MARCHIO Il Marchio progettato è racchiuso in una forma ovale, crea una perfetta armonia con l inconfondibile forma della Regione Liguria. I colori sono quelli del

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER L USO DEL LOGO E DELLE SUE APPLICAZIONI VER REV. 0 DEL 22/06/2016 VERSIONE FORNITORI

MANUALE OPERATIVO PER L USO DEL LOGO E DELLE SUE APPLICAZIONI VER REV. 0 DEL 22/06/2016 VERSIONE FORNITORI MANUALE OPERATIVO PER L USO DEL LOGO E DELLE SUE APPLICAZIONI VER. 1.0 - REV. 0 DEL 22/06/2016 VERSIONE FORNITORI Indice 1. Logo... 03 1.1 Riduzione, positivo / negativo... 04 1.2 Costruzione... 05 1.3

Dettagli

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA 13 Aprile 2015 INDICE IL MARCHIO LINKEM, I COLORI E I CARATTERI 03 Logo Linkem 04 Area di rispetto 05 Costruzione del Logo 06 Utilizzo 07 Versioni 08 Versioni canale tecnico

Dettagli

CREAZIONE DI DATI PER LA STAMPA CON MICROSOFT WORD 2007

CREAZIONE DI DATI PER LA STAMPA CON MICROSOFT WORD 2007 CREAZIONE DI DATI PER LA STAMPA CON MICROSOFT WORD 2007 Questa guida non garantisce la creazione corretta dei dati per la stampa. Essa serve piuttosto come aiuto. Qualora non avessi familiarità con la

Dettagli

COMUNICARE UN IMPEGNO, COMUNICARE UN RISULTATO CERTIQUALITY

COMUNICARE UN IMPEGNO, COMUNICARE UN RISULTATO CERTIQUALITY COMUNICARE UN IMPEGNO, COMUNICARE UN RISULTATO MANUALE DI UTILIZZO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE CERTIQUALITY P e r u n a m i g l i o r e q u a l i t à d e l l a v i t a ED 00 011015 Premessa Congratulandoci

Dettagli

GUIDELINES E015 Versione novembre 2012

GUIDELINES E015 Versione novembre 2012 GUIDELINES E015 Versione 2.0 20 novembre 2012 E015 - Guidelines 3 INTRODUZIONE E015, Digital Ecosystem powered by Expo Milano 2015 è una piattaforma digitale integrata attraverso la quale le imprese possono

Dettagli

Agesci Guidonia Uno. Presentazione del nuovo luogo di gruppo: Il logo Il logo esteso Varianti ammesse I colori L utilizzo

Agesci Guidonia Uno. Presentazione del nuovo luogo di gruppo: Il logo Il logo esteso Varianti ammesse I colori L utilizzo Agesci Guidonia Uno Presentazione del nuovo luogo di gruppo: Il logo Il logo esteso Varianti ammesse I colori L utilizzo Gruppo Scout Agesci Guidonia Uno Piazza Lauretana 1 www.guidoniauno.it info@guidoniauno.it

Dettagli

PRESENTAZIONE NUOVO LOGO CAMMINO DI CANNETO

PRESENTAZIONE NUOVO LOGO CAMMINO DI CANNETO PRESENTAZIONE NUOVO LOGO CAMMINO DI Premessa In queste pagine viene presentato lo studio grafico che ha portato alla realizzazione del nuovo logo, evocativo dell'immagine del Cammino di Canneto A tal fine,

Dettagli

Brand Identity Guidelines

Brand Identity Guidelines 1. Brand Identity Guidelines Contenuti P. 3 P. 4 P. 5 INTRODUZIONE AL PROGETTO CULT CITY CHI PUÒ UTILIZZARE IL BRAND E QUANDO DEVE ESSERE UTILIZZATO GLI ACCORDI DI PARTNERSHIP Affiancamento loghi partner

Dettagli

manuale d identità visiva San Raffaele Cittadella della Carità

manuale d identità visiva San Raffaele Cittadella della Carità manuale d identità visiva San Raffaele Taranto della Dott.ssa Vanessa Capozza MARCHIO ISTITUZIONALE della Dott.ssa Vanessa Capozza Il SIMBOLO 3 Elementi base Pellicano Sembra che l uccello bianco d Egitto

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. CategoriE di utilizzatori. 02.Applicazioni

INDICE INTRODUZIONE. CategoriE di utilizzatori. 02.Applicazioni IMMAGINE COORDINATA INDICE INTRODUZIONE 01. PRESENTAZIONE LOGO MARCHIO [i colori] MARCHIO [Bianco e Nero] MARCHIO [Font] & [DIMENSIONI MINIME] MARCHIO [uso scorretto] Applicazioni istituzionali Comunicazioni

Dettagli

Guida all uso del logo MANDARINA DUCK

Guida all uso del logo MANDARINA DUCK Guida all uso del logo MANDARINA DUCK Fabrizio Schiavi Design per Sartoria Comunicazione www.fsd.it 29-03-00 Il logo Il logo su fondo positivo e negativo Pantone 109 Pantone 404 Pantone 109 Pantone 404

Dettagli

BRAND IDENTITY GUIDELINES

BRAND IDENTITY GUIDELINES BRAND IDENTITY GUIDELINES 1. CONTENUTI P. 3 P. 6 P. 7 INTRODUZIONE AL BRAND inlombardia 1. Logo misure e dimensioni 2. Applicazioni Scorrette 3. Colori inlombardia INTRODUZIONE AL PROGETTO SAPORE INLOMBARDIA

Dettagli

IDENTITÀ VISUALE LINEE GUIDA: PROGRAMMI PER GIOVANI LEADER 547H-IT (315)

IDENTITÀ VISUALE LINEE GUIDA: PROGRAMMI PER GIOVANI LEADER 547H-IT (315) IDENTITÀ VISUALE LINEE GUIDA: PROGRAMMI PER GIOVANI LEADER 547H-IT (315) 18 marzo 2015 2 Allineamento delle nostre linee guida con gli elementi visivi per avvicinare ancora di più al Rotary i nostri programmi

Dettagli

Indicazioni utili per la corretta applicazione dei loghi istituzionali

Indicazioni utili per la corretta applicazione dei loghi istituzionali Indicazioni utili per la corretta applicazione dei loghi istituzionali 107 Regole principali per l uso del marchio regionale Le informazioni che di seguito vengono riportate hanno lo scopo di aiutare gli

Dettagli

Lo Stemma del Comune di Udine

Lo Stemma del Comune di Udine Lo Stemma del Comune di Udine Lo stemma del Comune di Udine è quello identificato all art. 3 dello Statuto Comunale vigente, secondo la descrizione araldica formalmente riconosciuta. Stemma: d argento

Dettagli

Sorgent.e Holding brand identity standard

Sorgent.e Holding brand identity standard Sorgent.e Holding brand identity standard Index our signature... 5 our logotype... 7 space... 9 limited...11 tipography...13 color...15 image style... 17 holding logos... 19 3 symbol logotype sorgent.e

Dettagli

Dal punto di vista delle scelte cromatiche, si consiglia l uso del blu per i materiali relativi a eventi di carattere più istituzionale.

Dal punto di vista delle scelte cromatiche, si consiglia l uso del blu per i materiali relativi a eventi di carattere più istituzionale. Note generali per la realizzazione dei materiali di comunicazione relativi a convegni, conferenze, seminari etc. che si svolgono presso l ateneo di Palermo Per la realizzazione dei materiali di comunicazione

Dettagli

Comune di Serramazzoni

Comune di Serramazzoni Manuale d uso del City Brand Con il contributo di: Banca Il si è dotato di un City Brand: il City Brand è l'inizio di un percorso per trasformare un luogo,, in una destinazione. Introduzione Il City Brand

Dettagli

Piccolo formato FILO REFE»Consigli e indicazioni per la preparazione di file corretti per la stampa.

Piccolo formato FILO REFE»Consigli e indicazioni per la preparazione di file corretti per la stampa. Piccolo formato FILO REFE»Consigli e indicazioni per la preparazione di file corretti per la stampa. Formati file accettati I file devono essere in scala 1:1 e salvati in formato PDF (non protetto da password)

Dettagli

PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO

PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO LA FILOSOFIA DEL SIMBOLO La zona circolare rappresenta la comunità dei periti industriali. Il segno all interno del cerchio raffigura le qualità

Dettagli

L emblema europeo MANUALE GRAFICO FONTE: CONSIGLIO D EUROPA COMMISSIONE EUROPEA

L emblema europeo MANUALE GRAFICO FONTE: CONSIGLIO D EUROPA COMMISSIONE EUROPEA 5 L emblema europeo MANUALE GRAFICO FONTE: CONSIGLIO D EUROPA COMMISSIONE EUROPEA Fondo Sociale Europeo QCS e PON - Piano di comunicazione 2000-2006 CONSIGLIO D EUROPA - COMMISSIONE EUROPEA LA BANDIERA

Dettagli

Tetrapyramis. organizza Halloween. Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici

Tetrapyramis. organizza Halloween. Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici Tetrapyramis organizza Halloween Gara di giochii logici a squadre per Istituti scolastici Autore: Data: Durata: Categoria: Sito web: ALBERTO FABRIS giovedì 9 ottobre 05,.30 6.00 (orario server Italia)

Dettagli

Parte III Brand management

Parte III Brand management Parte III Brand management Cap.7 Marca e comunicazione Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 7 Marca e comunicazione Il significato della

Dettagli

LA CREAZIONE DELLA BRAND IDENTITY

LA CREAZIONE DELLA BRAND IDENTITY LA CREAZIONE DELLA BRAND IDENTITY BRAND IDENTITY BRAND Nome, segno, simbolo utilizzato per identificare i prodotti e i servizi delle aziende e per differenziare questi stessi prodotti e servizi da quelli

Dettagli

Lo scopo è di rimarcare l'identità visiva su tutte le pubblicazioni sia di carattere istituzionale, sia di carattere tecnico o divulgativo.

Lo scopo è di rimarcare l'identità visiva su tutte le pubblicazioni sia di carattere istituzionale, sia di carattere tecnico o divulgativo. M. Editoria Indice Premessa 01 Formati e griglia d impaginazione 02 Griglia d impaginazione del formato UNI A4 (210 x 297 mm) 03 Griglia d impaginazione del formato UNI A5 (148 x 210 mm) 04 Griglia d impaginazione

Dettagli

Sommario MARCHIO VALTELLINA STANDARD MARCHIO VALTELLINA IMPRESA MARCHIO VALTELLINA DECLINAZIONI SETTORIALI 54-58

Sommario MARCHIO VALTELLINA STANDARD MARCHIO VALTELLINA IMPRESA MARCHIO VALTELLINA DECLINAZIONI SETTORIALI 54-58 M A N U A L E D U S O D E L M A R C H I O V A L T E L L I N A Sommario 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. MARCHIO VALTELLINA STANDARD MARCHIO VALTELLINA IMPRESA MARCHIO VALTELLINA DECLINAZIONI SETTORIALI MARCHIO

Dettagli

I grafici a torta. Laboratorio con EXCEL. 1 Come si costruisce un grafico a torta

I grafici a torta. Laboratorio con EXCEL. 1 Come si costruisce un grafico a torta I grafici a torta 1 Come si costruisce un grafico a torta In un gruppo di 130 persone è stata condotta un indagine per sapere quale è la lingua più parlata, oltre l italiano. Gli intervistati potevano

Dettagli

Manuale d uso del logotipo

Manuale d uso del logotipo Manuale d uso del logotipo Manuale d uso del logotipo Le linee guida per l'applicazione del logotipo UNIONE COMUNI LOGUDORO contenute in questa normativa di base devono essere seguite rigorosamente. Non

Dettagli

Manuale d uso dello stemma dell UCML. design: Danae project s.r.l. Natascia Bascherini

Manuale d uso dello stemma dell UCML. design: Danae project s.r.l. Natascia Bascherini Manuale d uso dello stemma dell UCML ELEMENTI BASE STEMMA Lo stemma è costuituito dal simbolo della Statua Stele composta da 13 fasce di colore differenti e dal profilo in negativo dello skyline delle

Dettagli

Corporate identity manual

Corporate identity manual Corporate identity manual Dal punto di vista strettamente operativo l'immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell'azienda e si sviluppa e si declina su tutte le applicazioni funzionali,

Dettagli

Manuale di applicazione del logo Dexibell logo application manual

Manuale di applicazione del logo Dexibell logo application manual Manuale di applicazione del logo Dexibell logo application manual Introduzione / Introduction Utilizzando gli elementi presenti all interno di questa guida sarà possibile ottenere uno standard di comunicazione

Dettagli

Obiettivi di ogni azienda: Come raggiungerli? Qualunque sia il tuo obiettivo devi: Successo. Fatturato. Creare un brand riconoscibile.

Obiettivi di ogni azienda: Come raggiungerli? Qualunque sia il tuo obiettivo devi: Successo. Fatturato. Creare un brand riconoscibile. Obiettivi di ogni azienda: Come raggiungerli? Successo Fatturato Vendite Conoscenza di marca Qualunque sia il tuo obiettivo devi: Creare un brand riconoscibile Presentarti nel modo migliore Farti conoscere

Dettagli

Come misurare la declinazione della parete utilizzando il programma Orologi Solari

Come misurare la declinazione della parete utilizzando il programma Orologi Solari Come misurare la declinazione della parete utilizzando il programma Orologi Solari Un passo fondamentale per il progetto di un orologio solare verticale è la misura della declinazione della parete. Orologi

Dettagli

1. Il logo biologico dell UE deve essere conforme al seguente modello:

1. Il logo biologico dell UE deve essere conforme al seguente modello: 5-5.1 IL LOGO LOGICO DELL UE- REQUISITI GRAFICI Il logo biologico dell UE, di cui all art. 25 par. 1 del Reg CE 834/07, può essere utilizzato nell etichettatura, presentazione e pubblicità di prodotti

Dettagli

LE MASCHERE. Maschera standard. Maschera semplice. Questa maschera però non consente di nascondere alcuni campi e visualizza i record uno ad uno.

LE MASCHERE. Maschera standard. Maschera semplice. Questa maschera però non consente di nascondere alcuni campi e visualizza i record uno ad uno. LE MASCHERE Inserire i dati direttamente in tabella non è agevole. Questa operazione normalmente viene svolta utilizzando le maschere. I vantaggi offerti dalle maschere sono: Aspetto grafico più accattivante

Dettagli

Word Formattazione del testo. Samuele Mazzolini

Word Formattazione del testo. Samuele Mazzolini Word Formattazione del testo Samuele Mazzolini Imposta pagina Potrebbe essere utile per certi documenti impostare la pagina in orizzontale invece che in verticale. Questo è possibile con il comando Imposta

Dettagli

TEPA SPORT GUIDELINE INDICE LOGOTYPE GUIDELINE INDICE. pag 04 INTRODUZIONE

TEPA SPORT GUIDELINE INDICE LOGOTYPE GUIDELINE INDICE. pag 04 INTRODUZIONE INDICE INTRODUZIONE pag 04 TEPA 01 01.1 Elementi del marchio 01.2 Restyling del logo 01.3 Utilizzo su fondo chiaro 01.4 Utilizzo su fondo scuro pag 06 pag 07 pag 08 pag 09 TEPA 02 02.1 Area di rispetto

Dettagli

manuale di identità visiva visual identity manual

manuale di identità visiva visual identity manual manuale di identità visiva visual identity manual identità visiva Cold Car La creazione di un sistema d identità rappresenta il primo passo per il corretto utilizzo del marchio. Assieme al logo, l articolazione

Dettagli

Il logo di Ateneo, linee guida per l uso corretto

Il logo di Ateneo, linee guida per l uso corretto Il logo di Ateneo, linee guida per l uso corretto 1. Storia del logo 2. Finalità e oggetto 3. Ambiti di applicazione 3.1 Uso interno 3.2 Attività editoriali 3.3 Studenti 3.4 Uso esterno 3.5 Patrocinio

Dettagli

COMPITI VACANZE ESTIVE con o senza sospenzione del giudizio 1BG ALUNNI PROMOSSI. ALUNNI con SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO

COMPITI VACANZE ESTIVE con o senza sospenzione del giudizio 1BG ALUNNI PROMOSSI. ALUNNI con SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO ALUNNI PROMOSSI Realizzare le TAVOLE DISPARI: TAVOLA 01 TAVOLA 03 TAVOLA 05 TAVOLA 07 TAVOLA 09 TAVOLA 11 ALUNNI con SOSPENSIONE DEL GIUDIZIO Realizzare le TAVOLE DISPARI e PARI TAVOLA 01 TAVOLA 02 TAVOLA

Dettagli

Carta di Ottawa per la promozione della salute

Carta di Ottawa per la promozione della salute Carta di Ottawa per la promozione della salute 1 Conferenza Internazionale sulla Promozione della Salute del 1986 per stimolare l azione l a favore della Salute per Tutti per l anno l 2000 e oltre Promozione

Dettagli

Manuale per loghi speciali DAN Europe

Manuale per loghi speciali DAN Europe Manuale per loghi speciali DAN Europe Chi è autorizzato ad utilizzare questi loghi del DAN Europe? Logo DAN Training Tutti gli Instructor ed Instructor Trainers del DAN sono autorizzati ad usare il logo

Dettagli

GUIDA AL LOGO LOGO GUIDELINES

GUIDA AL LOGO LOGO GUIDELINES Logo Logo 1 Il logo può essere posizionato all interno di un fondo di qualsiasi colore, non uniforme o fotografico, purché rimangano inalterati i colori, l immediata percezione visiva e la leggibilità

Dettagli

Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia

Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo in Italia Primi Orientamenti Comitato permanente di promozione del turismo in Italia Riunione del 13 gennaio 2016, Roma Il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo

Dettagli

Manuale di applicazione

Manuale di applicazione Manuale di applicazione Nuova agricoltura italiana Indice 4. Logotipo 5. Costruzione del logotipo 6. Costruzione del marchio 7. Area di rispetto 8. Colore 9. Versione in positivo bianco/nero 10. Versione

Dettagli

ITALIA-FRANCIA MARITTIMO

ITALIA-FRANCIA MARITTIMO MARITTIMO IT FR MARITIME Fondo Europeo di Sviluppo Regionale DICEMBRE 2015 MANUALE D IMMAGINE COORDINATA del Programma Interreg ITALIA-FRANCIA MARITTIMO 2014-2020 Intro Questo manuale è il documento di

Dettagli

Linee guida di utilizzo del marchio

Linee guida di utilizzo del marchio Linee guida di utilizzo del marchio Indice 1. Marchio + logotipo 1.1 Caratteristiche generali 1.2 Schema costruttivo del marchio + logotipo 1.3 Dimensioni minime del marchio + logotipo 1.4 Colori e valori

Dettagli

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo Introduzione Il presente Manuale elenca le modalità di applicazione del Marchio dei Musei Civici Fiorentini su prodotti editoriali e pubblicitari relativi

Dettagli

Stampare fedelmente i colori del marchio

Stampare fedelmente i colori del marchio Stampare fedelmente i colori del marchio con un set di inchiostri fissi La stampa con spettro cromatico esteso offre l equivalente della stampa a tinte piatte, ma senza costi di produzione. Una sfida per

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO 6 agosto 2012 n.3

REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO 6 agosto 2012 n.3 REPUBBLICA DI SAN MARINO REGOLAMENTO 6 agosto 2012 n.3 Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 16, commi 1 e 2, della Legge 5 dicembre 2011 n.190; Vista la deliberazione

Dettagli

3 - Uso accessibile del colore

3 - Uso accessibile del colore 3 - Uso accessibile del colore di Michele Diodati michele@diodati.org http://www.diodati.org La linea guida 2 delle WCAG 1.0 2 di 14 Dice molto sinteticamente: Don't rely on color alone, ovvero Non basatevi

Dettagli

LOGO (ex art. 7 della L.R. 24/12/2004, n. 37)

LOGO (ex art. 7 della L.R. 24/12/2004, n. 37) giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 960 del 05 giugno 2012 pag. 1/6 GIUNTA REGIONALE - ASSESSORATO ALLE POLITICHE DEL TERRITORIO, DELLA CULTURA, DELLO SPORT E DEGLI AFFARI GENERALI Segreteria

Dettagli

SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA

SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA Versione 2.1. Maggio 2014 ELEMENTI BASE Versione 2.1. Maggio 2014 ELEMENTI BASE INDICE DELLA SEZIONE IL MARCHIO.............................

Dettagli

Regione Abruzzo - Direzione Sviluppo onomico e del urismo Marchio per la segnaletica di servizio Bed and Breakfast.

Regione Abruzzo - Direzione Sviluppo onomico e del urismo Marchio per la segnaletica di servizio Bed and Breakfast. Regione Abruzzo - Direzione Sviluppo onomico e del urismo Marchio per la segnaletica di servizio Bed and Breakfast naturalmente tuo IL MARCHIO Composizione del Logo-Marchio Il marchio è costituito da più

Dettagli

Il marchio e la corporate image

Il marchio e la corporate image Il marchio e la corporate image Communication and graphic design department Giuditta Albesiano lo sviluppo grafico valori comunicativi riferimenti evoluzione segno sviluppo valori connessione crescita

Dettagli

Sezione V COLLANA EDITORIALE V.1

Sezione V COLLANA EDITORIALE V.1 Sezione V COLLANA EDITORIALE V.1 V.2 COLLANA EDITORIALE V.a PUBBLICAZIONE RILEGATA (formato A4) pag. V. 5 V.b PUBBLICAZIONE RILEGATA (formato A5) pag. V. 10 V.c BOX CON SCHEDE AD ANELLI pag. V. 15 V.3

Dettagli

Questo materiale è reperibile a questo indirizzo:

Questo materiale è reperibile a questo indirizzo: Questo materiale è reperibile a questo indirizzo: http://diego72.altervista.org/ Microsoft office 2007 - PowerPoint 2007 Come iniziare Dopo aver lanciato l applicazione, Home -> Diapositive -> Layout e

Dettagli

ANCCEM Convegno Nazionale Torino, 31 maggio 2013 Relazione Gabriele Centazzo. Il visionario IL VISIONARIO. Pagina 1 di 30

ANCCEM Convegno Nazionale Torino, 31 maggio 2013 Relazione Gabriele Centazzo. Il visionario IL VISIONARIO. Pagina 1 di 30 Il visionario IL VISIONARIO Pagina 1 di 30 Il nostro paradigma è fuori equilibrio Pagina 2 di 30 Pagina 3 di 30 Futuro economico dei giovani Pagina 4 di 30 LA SOCIETA BASATA SULL AUMENTO DEL CONSUMO LUBRIFICANTE

Dettagli

NORMATIVA GRAFICA università di bologna

NORMATIVA GRAFICA università di bologna università di bologna ALMA MATER STUDIORUM UniversitÁ DI BOLOGNA LOGOTIPO università di bologna 3. Varianti d'utilizzo 3.1 Colore Il colore da utilizzare per il logotipo dell'università di Bologna è il

Dettagli

Manuale di immagine grafica coordinata del piano generale della comunicazione 2007

Manuale di immagine grafica coordinata del piano generale della comunicazione 2007 Manuale di immagine grafica coordinata del piano generale della comunicazione 2007 Tavole 1. 16 Marchio logotipo, Caratteri e colori istituzionali, le Parole chiave Tavole 17. 47 Gabbie modulari e esempi

Dettagli