F-PACE MANUALE DELL'UTENTE. Jaguar Land Rover Limited Pubblicazione N. JJM

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "F-PACE MANUALE DELL'UTENTE. Jaguar Land Rover Limited Pubblicazione N. JJM"

Transcript

1 F-PACE MANUALE DELL'UTENTE Pubblicazione N. JJM

2 L Introduzione INTRODUZIONE AL PRESENTE MANUALE Si raccomanda di leggere con attenzione la documentazione per il proprietario/l'utente fornita unitamente al veicolo. IMPORTANTE Le informazioni contenute nel presente manuale trattano tutte le varianti e gli optional del veicolo, alcuni dei quali potrebbero non essere in dotazione su questo veicolo. Data la periodicità della stampa di questo tipo di pubblicazioni, il manuale può includere la descrizione di alcuni optional che saranno disponibili solo in futuro. Gli optional, l'hardware e il software del veicolo sono studiati per il mercato in cui il veicolo è destinato ad essere commercializzato. Se il veicolo viene immatricolato o utilizzato in un'altra area geografica, potrebbero essere necessarie alcune modifiche per adeguarlo alle condizioni e alle normative locali. Jaguar Land Rover Limited non è responsabile dei costi di eventuali modifiche. Ciò potrebbe influire sulle condizioni della garanzia. Le informazioni contenute nella presente pubblicazione risultano corrette al momento di andare in stampa. Eventuali modifiche future relative al design del veicolo potrebbero richiedere l'aggiunta di supplementi alla documentazione. Gli aggiornamenti sono anche consultabili sul sito Internet Ai fini dello sviluppo del prodotto, ci riserviamo il diritto di modificare le caratteristiche, la progettazione o la dotazione della vettura in qualsiasi momento senza preavviso e senza l'assunzione di alcun obbligo. È vietata la riproduzione o la traduzione anche parziale della presente pubblicazione senza preventiva autorizzazione, salvo errori ed omissioni. SIMBOLI UTILIZZATI NEL PRESENTE MANUALE Le avvertenze di sicurezza indicano una procedura da osservare scrupolosamente oppure informazioni a cui va riservata una particolare attenzione per evitare il rischio di lesioni personali. Le segnalazioni contrassegnate dal titolo Attenzione indicano una procedura da osservare scrupolosamente oppure informazioni a cui va riservata particolare attenzione per evitare il rischio di danni al veicolo. Il simbolo del riciclaggio identifica gli articoli che devono essere smaltiti in modo sicuro per evitare danni all'ambiente. Questo simbolo indica elementi da smaltire in maniera appropriata poiché contengono sostanze nocive. Per lo smaltimento, consultare un concessionario/ riparatore autorizzato e/o l'ente locale preposto. Questo simbolo identifica le funzioni che possono essere regolate, disattivate o attivate da un concessionario/riparatore autorizzato. Tutti i diritti riservati. Pubblicato da. 2

3 Introduzione VIDEO INFORMATIVI Il presente manuale include una selezione di codici QR che, quando vengono analizzati tramite un'app per smartphone, collegano lo smartphone ai relativi video informativi. Nota: la visualizzazione di questi video risulta ottimizzata se si utilizza una connessione Internet ad alta velocità o una connessione 4G. 3

4 L 4

5 Sommario Introduzione...2 Panoramica dei comandi...6 Accesso al veicolo...8 Uscita dal veicolo...22 Sedili anteriori...28 Sedili posteriori...32 Poggiatesta...35 Volante...38 Cinture di sicurezza...40 Sicurezza dei bambini...45 Airbag...54 Gruppo strumenti...61 Spie...67 Luci esterne...73 Luci abitacolo...77 Tergicristalli e lavavetri...79 Specchietti retrovisori...82 Monitoraggio dei punti ciechi...84 Meccanismo di apertura porta garage...88 Cristalli...91 Vani portaoggetti...95 Bagagliaio...97 Traino Avviamento del motore Stop/Start intelligente Cambio Sospensioni Freni Controllo della stabilità Limitatore di velocità Comando della velocità di crociera Controllo velocità adattativo Modalità di guida Sistema di controllo della progressione Sistemi di assistenza alla guida Schermo a sfioramento Sistema multimediale Riscaldamento e ventilazione..179 Sensori di parcheggio Sistema di parcheggio automatico Telecamere Telefono Bluetooth Sistema di navigazione Comando vocale InControl Carburante e rifornimento carburante Manutenzione Pulizia del veicolo Controlli dei livelli dei liquidi Batteria del veicolo Fusibili Pneumatici Monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) Kit di riparazione pneumatici Sostituzione di una ruota Recupero del veicolo Dopo una collisione Etichette del veicolo Specifiche tecniche Servizio Garanzia Assistenza stradale Omologazione Indice

6 L Panoramica dei comandi COMANDI PER LA GUIDA Nota: i numeri tra parentesi fanno riferimento al numero della pagina contenente ulteriori informazioni. 1. InControl Protect - Chiamata di assistenza ottimizzata (220). 2. Tettuccio (91). 6

7 Panoramica dei comandi 3. Tendina parasole del tettuccio (91). 4. InControl Protect - SOS Chiamata di emergenza (220). 5. Luce di lettura anteriore (77). 6. Luce di cortesia dell'abitacolo anteriore (77). 7. Menu HOME dello schermo a sfioramento (163). 8. Menu Impostazioni generali o Parcheggio automatico dello schermo a sfioramento (163 o 195). 9. Disattivazione audio o parcheggio assistito (163 o 189). 10. Accensione/spegnimento dello schermo a sfioramento o telecamera periferica (163 o199). 11. Selezione modalità multimediale (167). 12. Menu multimediale (167). 13. Telefono (201). 14. Menu audio o navigazione (207 o 163). 15. Luci esterne e comandi del computer di bordo (73/63). 16. Levetta di passaggio alle marce basse (120). 17. Gruppo strumenti e centro messaggi (61). 18. Volante riscaldato (39). 19. Levetta di passaggio alle marce alte (120). 20. Comandi tergicristalli/lavavetri (79). 21. Schermo a sfioramento. 22. Lampeggiatori di emergenza. 23. Comandi aria condizionata (A/C) (179). 24. Accensione/spegnimento del sistema audio e comando volume (167). 25. Selettore marce rotativo (120). Per i veicoli con selettore del cambio manuale (123). 26. Controllo dinamico della stabilità (DSC) (131). 27. Modalità di guida (149). 28. Freno di stazionamento elettrico (EPB) (128). 29. Controllo della progressione (154). 30. Stop/Start intelligente (118). 31. START/STOP (114). 32. Velocità di crociera (137), Controllo della velocità adattativo (ACC) (139), o Limitatore di velocità (133). 33. Dispositivo di regolazione del volante (38). 34. Avvisatore acustico. 35. Comandi del sistema audio, comando vocale e telefono (167/218/168). 36. Livellamento dei fari alogeni (76). 37. Comando illuminazione abitacolo (78). 38. Apertura del cofano (244). 39. Sistema di avvertenza uscita corsia (158). 40.Sbloccaggio/apertura del cofano del bagagliaio (14). 41. Regolazione retrovisore/ripiegamento elettrico dei retrovisori (82). 42. Comandi cristalli (91). 43. Isolamento lunotto (91). 44. Chiusura/apertura delle portiere (24). 45. Memoria della posizione sedile conducente (31). 7

8 L Accesso al veicolo SBLOCCAGGIO DEL VEICOLO I portatori di dispositivi medici devono mantenere una distanza minima di 22 cm (8,7 pollici) tra il dispositivo e un qualsiasi trasmettitore montato sul veicolo. Questo serve ad evitare la possibilità di interferenze tra il sistema e il dispositivo. L'interferenza potrebbe causare il malfunzionamento del dispositivo medico impiantato, provocando lesioni gravi o mortali. Per ulteriori informazioni sulla posizione dei trasmettitori del sistema antifurto, vedere 316, UBICAZIONE DEI TRASMETTITORI DELLA CHIAVE SMART. 8

9 Accesso al veicolo Al fine di prevenire l utilizzo accidentale o non autorizzato, non lasciare mai bambini o animali incustoditi nel veicolo. Il veicolo può essere messo in funzione quando la Smart Key è al suo interno. Nota: il raggio d'azione della Smart Key varia considerevolmente a seconda delle condizioni atmosferiche e di eventuali interferenze da parte di altri dispositivi trasmittenti. Nota: se si sbloccano per 10 volte a breve distanza di tempo una portiera o il portellone del bagagliaio, il dispositivo di bloccaggio viene disattivato per circa 1 minuto. Il veicolo ha in dotazione 2 Smart Key. Le Smart Key fungono da telecomando per il sistema di bloccaggio e il sistema antifurto e consentono di bloccare, sbloccare e guidare il veicolo senza dover utilizzare una chiave convenzionale. Vedere 11, SISTEMA DI ACCESSO SENZA CHIAVE, 22, BLOCCAGGIO SENZA CHIAVE e 114, AVVIAMENTO DEL MOTORE. Ogni Smart Key presenta inoltre una chiave di emergenza alloggiata dietro un coperchio scorrevole. 1. Bloccaggio: premere per bloccare il veicolo. Il veicolo viene chiuso con bloccaggio singolo. In alcuni mercati, una seconda pressione attiva la doppia chiusura del veicolo. Vedere 22, CHIUSURA SINGOLA, 22, DOPPIA CHIUSURA. Se installati e abilitati, gli specchietti retrovisori esterni a ripiegamento elettrico si chiuderanno. Vedere 82, SPECCHIETTI RETROVISORI ESTERNI. Tenere premuto per attivare la chiusura globale. Vedere 25, CHIUSURA GLOBALE. 2. Sbloccaggio: esercitare una breve pressione per sbloccare il veicolo e disinserire l allarme. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano due volte per indicare che il veicolo è sbloccato e che l'allarme è disinserito. Le luci dell'abitacolo si illuminano per agevolare l'accesso al veicolo. Se installati e attivati, gli specchietti retrovisori esterni con ripiegamento elettrico si apriranno. Tenere premuto per attivare l'apertura globale. Vedere 13, APERTURA GLOBALE. 3. Bagagliaio: premere brevemente per rilasciare/aprire/chiudere il bagagliaio. Se il veicolo è bloccato e l'allarme inserito, tutte le altre portiere restano chiuse e l'allarme esterno rimane inserito quando il veicolo è aperto, ma i sistemi di rilevamento intrusione e inclinazione sono disabilitati fino a quando il veicolo non viene nuovamente chiuso. In fase di chiusura, se il veicolo è già bloccato e l'allarme è già inserito, i lampeggiatori di emergenza lampeggeranno dopo pochi secondi per confermare che il sistema di allarme totale è nuovamente inserito. Quando il veicolo viene bloccato attraverso doppia chiusura, viene emesso un segnale acustico. Vedere 14, APERTURA E CHIUSURA DEL PORTELLONE. 9

10 L Accesso al veicolo Nota: prima della chiusura, assicurarsi di non lasciare la Smart Key all'interno del veicolo. È possibile che la Smart Key non venga rilevata nel caso in cui si trovi in un contenitore metallico, se è schermata da un dispositivo con display LCD retroilluminato, ad esempio laptop, smartphone, ecc., o se il veicolo si trova in un'area con interferenze di radiofrequenza (RF) localizzate. Se la Smart Key non viene rilevata all'interno del veicolo, si verifica il bloccaggio del veicolo. Il veicolo NON si sblocca automaticamente. Il veicolo può essere sbloccato soltanto con un'altra Smart Key valida. 4. Allarme antiaggressione: Tenere premuto per 3 secondi (o premere 3 volte nel giro di 3 secondi) per attivare l'avvisatore acustico e i lampeggiatori di emergenza. Se rimane attivo per più di 5 secondi, l'allarme può essere annullato. Premere il pulsante e tenerlo premuto per 3 secondi (o premerlo 3 volte entro 3 secondi). L'allarme antipanico, inoltre, viene annullato se è presente una Smart Key valida quando si preme il pulsante START/STOP. 5. Luci di avvicinamento: Per avvicinarsi al veicolo quando si è al buio, premere l'interruttore se si desidera attivare le luci di avvicinamento. Premere nuovamente l'interruttore per disattivarle. L'intervallo di ritardo preimpostato della luce di avvicinamento è di 30 secondi. È possibile configurare questo periodo di ritardo per ottenere una durata dell'illuminazione compresa tra 0 e 240 secondi. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. 6. Accesso alla chiave di emergenza: fare scorrere il coperchio laterale, quindi rimuoverla. 7. Chiave di emergenza: rimuovere e aprire. 8. Coperchio della serratura della portiera: se la Smart Key non riesce ad aprire il veicolo, inserire il corpo della chiave nella fessura alla base del coperchio della serratura della portiera del conducente. Esercitare una leggera pressione verso il basso sul lato superiore del coperchio e sollevare delicatamente il corpo della chiave. Prestando attenzione, ruotare il coperchio della serratura della portiera verso l'alto per scoprire le alette di ritegno. 9. Serratura portiera: inserire il corpo della chiave nella serratura rimasta esposta e ruotare per azionarla. L'allarme continua a suonare fino a quando la Smart Key non viene posizionata in modo corretto per disinserire l'allarme. Vedere 115, FUNZIONE DI RISERVA PER L'AVVIAMENTO SENZA CHIAVE. 10

11 Accesso al veicolo Nota: quando si sostituisce il coperchio della serratura della portiera, individuare innanzitutto le alette di ritegno superiori. Premere verso il basso e verso l'interno per individuare la singola aletta di ritegno inferiore. L'aletta scatta in posizione bloccata. Verificare che il coperchio sia fissato in modo saldo. Un coperchio non saldo potrebbe cadere quando il veicolo è in movimento. 10. Sistema di accesso/uscita senza chiave: le maniglie esterne delle portiere hanno sensori di bloccaggio e di sbloccaggio distinti. Il sensore di sbloccaggio è situato sulla superficie interna della maniglia. Nota: la Smart Key sostitutiva può essere richiesta esclusivamente presso un concessionario/riparatore autorizzato. Il concessionario/riparatore autorizzato richiederà di esibire un documento d'identità e di proprietà del veicolo. In caso di furto o smarrimento di una Smart Key, rivolgersi immediatamente a un concessionario/riparatore autorizzato. ENTRATA DA UN SOLO PUNTO/ DA PIÙ PUNTI Premere il pulsante di sbloccaggio; il veicolo si sblocca in uno dei 2 modi: 1. Entrata da un solo punto: sblocca solo la portiera del conducente. È necessario premere una seconda volta per sbloccare le altre portiere e il bagagliaio. 2. Entrata da più punti: sblocca tutte le portiere e il bagagliaio alla prima pressione. Per passare dalla modalità di accesso da un singolo punto alla modalità di accesso da più punti (o viceversa), premere contemporaneamente i tasti di bloccaggio e sbloccaggio per 3 secondi. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano due volte per confermare la modifica. Questa funzione può anche essere impostata attraverso il menu impostazioni. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: se viene emesso un avviso acustico quando si sblocca il veicolo potrebbe essere presente un guasto dei sensori di allarme. Rivolgersi il prima possibile a un concessionario/riparatore autorizzato. SISTEMA DI ACCESSO SENZA CHIAVE Il sistema di accesso senza chiave permette di aprire il veicolo a condizione che una Smart Key si trovi nel raggio di 1 metro dalla maniglia della portiera o dall'interruttore del bagagliaio. Nota: la Smart Key potrebbe non essere rilevata qualora si trovi all'interno di un contenitore metallico oppure se dovesse essere schermata da un dispositivo con uno schermo LCD retroilluminato, ad esempio uno smartphone, un laptop (anche se all'interno della borsa per il trasporto), una console per videogiochi, ecc. Tenere la Smart Key lontano da questi dispositivi quando si esegue l'accesso senza chiave, il bloccaggio senza chiave o l'avviamento senza chiave. Nota: è sufficiente che il conducente abbia con sé la Smart Key oppure che questa si trovi in una scatola o valigetta non metallica. Non è necessario esporla o maneggiarla. 11

12 L Accesso al veicolo Il sensore del sistema di accesso senza chiave è posizionato sulla superficie interna della maniglia della portiera. Afferrare e tirare la maniglia della portiera per aprirla. Il veicolo si sblocca, il sistema di allarme si disinserisce e i lampeggiatori di emergenza lampeggiano due volte a conferma dell'avvenuto sbloccaggio. Se gli specchietti retrovisori a ripiegamento elettrico opzionali sono abilitati, tornano nella posizione normale. Nota: se l'impostazione corrente del sistema antifurto è l'entrata da un solo punto e viene aperta per prima una portiera diversa da quella del conducente, si sbloccano tutte le portiere. Quando si entra nel veicolo e tutte le portiere sono chiuse, viene eseguita una scansione dell'abitacolo per stabilire se è presente una Smart Key valida. Se non viene rilevata nessuna Smart Key valida, sul centro messaggi verrà visualizzato SMART KEY NON TROVATA. In tal caso, utilizzare una Smart Key valida per eseguire la funzione di riserva per l'avviamento senza chiavi. Vedere 115, FUNZIONE DI RISERVA PER L'AVVIAMENTO SENZA CHIAVE. Il sistema antifurto installato su questo veicolo rientra nella categoria Thatcham 1 approvata e soddisfa i requisiti dei regolamenti della UE 97/116 e quelli della direttiva UE 95/56 CE. ATTIVITÀ CHIAVE La chiave Attività è composta da una cinghia da polso concepita per svolgere diverse attività, ad esempio il nuoto, quando la Smart Key risulta inopportuna o difficile da tenere al sicuro. Quando la chiave Attività viene indossata sul polso, la Smart Key può rimanere all'interno del veicolo. Quando la chiave Attività è abilitata, il veicolo viene bloccato e messo in sicurezza e le Smart Key eventualmente presenti nel veicolo vengono disabilitate. Chiave Attività - bloccaggio È necessario disinserire l'accensione. Dopo l'uscita dal veicolo e la chiusura dell'ultima portiera aperta, l'antenna della chiave Attività viene abilitata per 30 secondi. L'antenna è situata dietro la lettera "J" del logo Jaguar sul portellone. In questo intervallo di tempo l'utente deve posizionare la cinghia da polso della chiave Attività sulla lettera "J". Al termine dell'abbinamento di sicurezza, il veicolo si blocca e viene attivato il sistema antifurto. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano per confermare l'operazione. Se installati e attivati, gli specchietti retrovisori esterni a ripiegamento elettrico si chiuderanno. Nota: quando il veicolo viene bloccato con la chiave Attività le eventuali Smart Key rimaste nel veicolo vengono disabilitate. Dopo una sequenza di bloccaggio con la chiave Attività, le eventuali Smart Key fuori dal veicolo restano abilitate. 12

13 Accesso al veicolo Chiave Attività - sbloccaggio Quando si torna al veicolo, l'antenna può essere riattivata premendo una volta l'interruttore di sbloccaggio del portellone. L'antenna si attiva quindi per 30 secondi, tempo che consente all'utente di posizionare nuovamente la cinghia da polso della chiave Attività sulla lettera "J". Quando l'antenna riconosce la chiave Attività, il veicolo si sblocca e disattiva il sistema antifurto. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano per confermare l'operazione. Se installati e attivati, gli specchietti retrovisori esterni a ripiegamento elettrico si apriranno. Nota: quando il veicolo viene sbloccato con una chiave Attività, le eventuali Smart Key presenti nel veicolo si riattivano. APERTURA GLOBALE Tenere premuto il pulsante di sbloccaggio sulla Smart Key per 3 secondi per sbloccare il veicolo e aprire tutti i finestrini. Per annullare l'apertura globale, premere uno dei pulsanti della Smart Key oppure azionare gli interruttori dei finestrini sulla portiera del conducente. Per interrompere l'apertura di un determinato cristallo, azionare il relativo alzacristalli. Nota: l'apertura globale può essere abilitata e disabilitata tramite il menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. MODALITÀ DI ACCESSO ALL ABITACOLO Quando la portiera viene aperta utilizzando la chiave Smart o il sistema di accesso senza chiave, il sistema elettrico del veicolo passa alla modalità di accesso all'abitacolo. Entrano così in funzione i seguenti sistemi: Memoria delle posizioni di guida. Regolazione del sedile e del piantone dello sterzo. Luci abitacolo e luci esterne. Centro messaggi. Presa di alimentazione ausiliaria. BLOCCASTERZO Il veicolo può essere dotato di un bloccasterzo elettronico, che si blocca e si sblocca contemporaneamente al sistema di chiusura del veicolo. Inoltre, si blocca automaticamente dopo un determinato intervallo di tempo se si disinserisce l'accensione e se la Smart Key viene rimossa dal veicolo. Durante il recupero di un veicolo con il carro attrezzi, la Smart Key deve rimanere a bordo del veicolo stesso, in modo tale che il bloccasterzo resti sbloccato. Eventuali guasti del bloccasterzo vengono segnalati dalla visualizzazione del messaggio Piantone dello sterzo bloccato sul centro messaggi. Se si verifica tale condizione: 1. Bloccare e sbloccare il veicolo con la Smart Key. 2. Provare di nuovo a sbloccare il bloccasterzo, ruotando delicatamente il volante verso destra e verso sinistra. Nota: questa situazione potrebbe verificarsi se il piantone dello sterzo è sotto carico, ad esempio, se il veicolo è parcheggiato con lo sterzo completamente bloccato, la posizione del volante potrebbe spingere inavvertitamente uno pneumatico anteriore contro un marciapiede, ecc. Se il problema persiste, rivolgersi immediatamente a un tecnico qualificato. 13

14 L Accesso al veicolo TRASMETTITORI DEL SISTEMA A CHIAVE SMART I portatori di dispositivi medici devono mantenere una distanza minima di 22 cm tra il dispositivo e un qualsiasi trasmettitore montato sul veicolo. Questo serve ad evitare la possibilità di interferenze tra il sistema e il dispositivo. L'interferenza potrebbe causare il malfunzionamento del dispositivo medico impiantato, provocando lesioni gravi o mortali. Ulteriori informazioni sulla posizione dei trasmettitori del sistema antifurto sono disponibili nella sezione delle specifiche tecniche. Vedere 316, UBICAZIONE DEI TRASMETTITORI DELLA CHIAVE SMART. APERTURA E CHIUSURA DEL PORTELLONE Il dispositivo di bloccaggio è esposto quando il portellone è aperto. Non tentare di chiudere manualmente il dispositivo di chiusura, dato che potrebbe essere eseguita automaticamente la "chiusura assistita" intrappolando oggetti o parti del corpo. Assicurarsi che vi sia spazio sufficiente al di sopra e nella parte posteriore della vettura prima di azionare il portellone. Se lo spazio fosse insufficiente, il veicolo potrebbe venire danneggiato. Non azionare il portellone se su questo è montato un portabiciclette. Prima di azionare il portellone, rimuovere le biciclette e/o il portabiciclette. 1. Sblocco del portellone: premere per sbloccare, quindi sollevare il portellone per aprirlo. Nota: l'apertura esterna del portellone funziona se tutte le portiere sono sbloccate e il selettore del cambio è in posizione di parcheggio (P). Se il selettore delle marce è in posizione di folle (N), l'apertura esterna può essere azionata solo se tutte le portiere sono sbloccate e l'accensione è in modalità di accesso all'abitacolo o è disattivata. Non funziona se il selettore del cambio è in qualsiasi altra posizione. Il portellone può essere sbloccato anche utilizzando i metodi seguenti: Interruttore di apertura portellone interno. Premendo il pulsante di sbloccaggio del portellone sulla Smart Key. Nota: il portellone non si apre se il veicolo si sta muovendo a una velocità equivalente o superiore a circa 5 km/h (3 mph). 14

15 Accesso al veicolo Chiusura del portellone: una volta che il portellone, chiudendosi, raggiunge la posizione più bassa, esegue automaticamente una "chiusura assistita" portandosi nella posizione di chiusura completa. Non sbattere il portellone. Nota: se non viene rilevata alcuna Smart Key valida entro 1 m della parte posteriore del veicolo, viene emesso un avviso acustico per indicare un errore di bloccaggio e il portellone si riapre dopo circa 3 secondi. Nota: se si lascia inavvertitamente la Smart Key all'interno del bagagliaio, con il veicolo bloccato e l'allarme inserito, viene emesso un avviso acustico per indicare un errore di bloccaggio, quindi il portellone si riapre dopo circa 3 secondi. La chiave Smart potrebbe non essere rilevata qualora si trovi in un contenitore metallico oppure se dovesse essere schermata da un dispositivo con un display LCD retroilluminato, ad esempio uno smartphone, un computer portatile (anche quando all'interno della borsa per il trasporto), una console per videogiochi, ecc. Nota: assicurarsi che il portellone sia completamente chiuso prima di lasciare la vettura incustodita. I segnali visibili e acustici indicano se il veicolo è bloccato e l'allarme è inserito. Se non vi sono segnali visibili o acustici quando si chiude il portellone, il veicolo potrebbe non essere protetto. APERTURA E CHIUSURA DEL PORTELLONE AD AZIONAMENTO ELETTRICO Prima di aprire il portellone, assicurarsi che nelle vicinanze non vi siano persone le cui parti del corpo potrebbero restare intrappolate dal movimento dello stesso. Notare che l azione di "chiusura assistita" non include la funzione di rilevamento degli ostacoli. Esiste sempre il rischio di lesioni gravi o mortali, anche in presenza di un sistema di rilevamento degli oggetti. Il dispositivo di bloccaggio è esposto quando il portellone è aperto. Non tentare di chiudere manualmente il dispositivo di chiusura, dato che potrebbe essere eseguita automaticamente la "chiusura assistita" intrappolando oggetti o parti del corpo. Assicurarsi che vi sia spazio sufficiente al di sopra e nella parte posteriore della vettura prima di azionare il portellone. Se lo spazio fosse insufficiente, il veicolo potrebbe venire danneggiato. Non azionare il portellone se su questo è montato un portabiciclette. Prima di azionare il portellone, rimuovere le biciclette e/o il portabiciclette. 15

16 L Accesso al veicolo 1. Apertura/chiusura portellone: premere per aprire, arrestare, invertire la direzione o chiudere il portellone. Nota: l'interruttore di sbloccaggio esterno del portellone funziona se tutte le portiere sono sbloccate e il selettore del cambio è in posizione di parcheggio (P). Se il selettore del cambio è in posizione di folle (N), l'interruttore di sbloccaggio esterno funziona soltanto se tutte le portiere sono sbloccate e l'accensione è in modalità di accesso all'abitacolo oppure è disinserita. Non funziona se il selettore del cambio è in qualsiasi altra posizione. 2. Interruttore di chiusura portellone: premere per chiudere/arrestare il portellone. Il portellone può essere aperto anche utilizzando i metodi seguenti. Interruttore di sbloccaggio interno del portellone. Premendo il pulsante di sbloccaggio del portellone sulla Smart Key. Nota: l'interruttore di sbloccaggio portellone interno e il pulsante di sbloccaggio portellone sulla Smart Key non possono essere utilizzati per chiudere il portellone. Dopo che il portellone si è aperto raggiungendo l altezza impostata, può essere sollevato o abbassato manualmente. Se il portellone non si dovesse aprire o chiudere correttamente, chiuderlo manualmente e premere nuovamente l'interruttore di sbloccaggio del portellone. Una volta che il portellone, chiudendosi, avrà raggiunto la posizione di chiusura, eseguirà la "chiusura assistita" portandosi nella posizione di chiusura completa. Se il veicolo era stato bloccato in precedenza, l'allarme si inserisce nuovamente. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano per confermare lo stato dell'allarme. Potrebbe anche essere emesso un segnale acustico di conferma. Nota: se durante l'apertura o la chiusura del portellone si preme uno degli interruttori del portellone, ogni movimento viene interrotto. Tuttavia, se si preme un interruttore durante la fase di "chiusura assistita", la richiesta di apertura viene ignorata. 16

17 Accesso al veicolo Rilevamento di oggetti durante l'apertura: se viene rilevato un oggetto che potrebbe interferire con l'apertura del portellone, il movimento di quest'ultimo viene interrotto. Rimuovere eventuali ostruzioni e premere nuovamente l interruttore del portellone per aprirlo. Rilevamento di oggetti durante la chiusura: se viene rilevato un oggetto che potrebbe interferire con la chiusura del portellone, quest'ultimo interrompe il proprio movimento invertendo la direzione fino a raggiungere la posizione di apertura completa, qualora sia possibile. Viene emesso un avviso acustico per indicare un errore di bloccaggio. Rimuovere eventuali ostruzioni e, se il portellone è aperto, premere nuovamente l'interruttore del portellone per chiuderlo. Se il portellone non è aperto, premere un interruttore di apertura del portellone per aprirlo e rimuovere le eventuali ostruzioni. Una volta che le ostruzioni sono state rimosse, premere l'interruttore di chiusura del portellone per chiuderlo. Nota: se il veicolo non rileva una SmartKey valida entro 1 m dalla parte posteriore del veicolo, il portellone non si chiude elettricamente. Viene emesso un avviso acustico per indicare un errore di bloccaggio. Nota: se il portellone viene chiuso manualmente, il veicolo cerca una chiave Smart valida. Se non viene rilevata una Smart Key entro 1 m dalla parte posteriore del veicolo o se una Smart Key rimane all'interno del veicolo, viene emesso un avviso acustico per indicare un errore di bloccaggio e il portellone si riapre dopo circa 3 secondi. Nota: se si lascia inavvertitamente la Smart Key all'interno del bagagliaio, con il veicolo bloccato e l'allarme inserito, viene emesso un avviso acustico per indicare un errore di bloccaggio, quindi il portellone si riapre dopo circa 3 secondi. La chiave Smart potrebbe non essere rilevata qualora si trovi in un contenitore metallico oppure se dovesse essere schermata da un dispositivo con un display LCD retroilluminato, ad esempio uno smartphone, un computer portatile (anche quando all'interno della borsa per il trasporto), una console per videogiochi, ecc. ALTEZZA DI APERTURA DEL PORTELLONE L'altezza massima di apertura può essere impostata come si desidera: 1. Aprire il portellone fino a raggiungere la posizione desiderata come altezza massima. Premere uno dei comandi del portellone per arrestare il movimento nella posizione desiderata. Se desiderato, la posizione finale può essere raggiunta manualmente. 2. Assicurarsi che il portellone sia fermo per almeno 3 secondi. 3. Tenere premuto l interruttore di chiusura del portellone per 10 secondi per impostare l altezza massima di apertura. 4. Chiudere il portellone, quindi aprirlo nuovamente per verificare che si apra all'altezza impostata. Nota: se, dopo aver eseguito il punto 3 della procedura, il portellone si chiude automaticamente, l impostazione dell altezza desiderata non è stata eseguita. Ripetere la procedura, assicurandosi di rispettare tutti i punti. 17

18 L Accesso al veicolo Per reimpostare l'altezza massima di apertura ripetere la procedura; tuttavia, quando il portellone raggiunge l'altezza corrente impostata, spostarlo manualmente in posizione completamente aperta prima di premere e tenere premuto il pulsante. In caso di tensione insufficiente della batteria o di rilevamento di più oggetti, il portellone elettrico potrebbe perdere la memoria della posizione. Il funzionamento ad azionamento elettrico potrebbe risultare inibito. Per reimpostare il portellone: 1. Chiudere il portellone manualmente. 2. Premere un interruttore di sbloccaggio. 3. Lasciare che il portellone esegua il suo movimento azionato elettricamente fino a raggiungere la posizione completamente aperta o la posizione precedentemente impostata. 4. Premere e rilasciare l interruttore di chiusura. 5. Lasciare che il portellone esegua la completa manovra di chiusura ad azionamento elettrico. La memoria programmata del portellone è ora ripristinata. PORTELLONE CON GESTURE CONTROL Assicurarsi che vi sia spazio sufficiente al di sopra e nella parte posteriore del veicolo prima di azionare il portellone. Se lo spazio fosse insufficiente, il veicolo potrebbe venire danneggiato. Non azionare il portellone se su questo è montato un portabiciclette. Prima di azionare il portellone, rimuovere le biciclette e/o il portabiciclette. I sensori posizionati nelle parti esterne del paraurti posteriore riconoscono il movimento di un piede al di sotto del livello del paraurti e consentono il movimento di apertura e chiusura automatico del portellone elettrico. Avvicinarsi al veicolo ed eseguire un movimento simile a un leggero calcio richiamando la gamba. Questo movimento deve avere una durata compresa tra 1 e 2 secondi e deve essere eseguito nel raggio di una delle due aree dei sensori, come illustrato. Quando tale movimento viene riconosciuto dal veicolo, se eseguito correttamente, gli indicatori di direzione lampeggiano e il portellone si aziona. Nota: se l'accensione è inserita, il portellone funziona ma gli indicatori di direzione non lampeggiano. Se viene emesso un avviso acustico, il portellone non funziona. 18

19 Accesso al veicolo Prima di mimare il movimento di un calcio, assicurarsi che l'area sia stabile e non scivolosa. Non toccare lo scarico del veicolo. Potrebbe essere caldo e provocare lesioni. Nota: è necessario che vi sia una Smart Key valida in un raggio di 1,2 m dal portellone. La chiave Smart potrebbe non essere rilevata qualora si trovasse in un contenitore metallico oppure se dovesse essere schermata da un dispositivo con uno schermo LCD retroilluminato, ad esempio uno smartphone, un laptop (anche se all'interno della borsa per il trasporto), una console per videogiochi, ecc. Tenere la chiave Smart lontano da questi dispositivi quando si aziona il portellone elettrico ad accesso facilitato. Nota: determinate condizioni possono compromettere le prestazioni dei sensori e il movimento sotto il paraurti potrebbe non essere rilevato. Se ciò dovesse accadere, utilizzare l'interruttore interno di sbloccaggio del portellone o il pulsante di sbloccaggio del portellone sulla Smart Key. Controllare il funzionamento del portellone con Gesture Control quando il veicolo si trova in una nuova posizione. Apertura accidentale: in circostanze eccezionali, e se la Smart Key si trova in un raggio di 1,2 m dal portellone, il portellone elettrico potrebbe aprirsi in modo accidentale a causa di: Lavaggio del veicolo/uso di dispositivi di pulizia ad alta pressione. Oggetti in movimento al di sotto dei sensori del paraurti posteriore. Sostituzione di una ruota posteriore. BLOCCAGGIO PORTIERE ALLA PARTENZA Il bloccaggio alla partenza blocca automaticamente tutte le portiere quando il veicolo raggiunge una velocità impostata. Questa funzione può essere abilitata/disabilitata tramite la voce Bloccaggio alla partenza nel menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: premendo il tasto di sbloccaggio o bloccaggio sulla portiera del conducente o del passeggero anteriore dopo che si è verificato il bloccaggio alla partenza, quest'ultimo viene escluso per il viaggio corrente. Vedere 24, SERRATURE E LEVE DI SBLOCCAGGIO DELLE PORTIERE. 19

20 L Accesso al veicolo SOSTITUZIONE DELLA BATTERIA DELLA CHIAVE SMART La necessità di sostituire la batteria è segnalata da una notevole riduzione del raggio d'azione e dalla comparsa del messaggio BATTERIA SMART KEY SCARICA sul centro messaggi. Per sostituire la batteria: 1. Rimuovere il coperchio facendolo scorrere nella direzione delle frecce. 2. Usare la chiave di emergenza per staccare il corpo della Smart Key. 3. Inserire una nuova batteria tipo CR2032 (disponibile presso il proprio concessionario/riparatore autorizzato), con il lato positivo (+) rivolto verso l'alto. Nota: evitare di toccare la nuova batteria. L'umidità e l'unto delle dita possono ridurne la durata e corrodere i contatti. Nota: se il messaggio di avvertenza relativo alla batteria scarica rimane presente, ciò indica che la batteria di ricambio non è nuova. Rimontare le parti in ordine inverso, assicurandosi che si innestino correttamente in posizione. Smaltimento batteria: le batterie contengono sostanze nocive e devono essere smaltite correttamente. Per lo smaltimento, consultare un concessionario/riparatore autorizzato e/o l'ente locale preposto. CURA DELLA CHIAVE SMART Al fine di prevenire l'utilizzo accidentale o non autorizzato, non lasciare mai la Smart Key incustodita nel veicolo. Non lasciare mai bambini o animali incustoditi nel veicolo. Il veicolo può essere messo in funzione quando la Smart Key è al suo interno. Non esporre la chiave a calore eccessivo, polvere o umidità ed evitare che entri a contatto con liquidi. Non esporre la Smart Key alla luce solare diretta. Il numero della chiave di emergenza è riportato su un etichetta fissata alla chiave. Staccare l'etichetta e conservarla al sicuro, ma non all'interno del veicolo. Il raggio d'azione della Smart Key varia considerevolmente a seconda delle condizioni atmosferiche e di eventuali interferenze da parte di altri dispositivi trasmittenti. 20

21 Accesso al veicolo Nota: la radiofrequenza usata dalla Smart Key potrebbe essere usata anche da altri dispositivi (ad esempio apparecchiature mediche). Tale condizione potrebbe impedire il corretto funzionamento della Smart Key. 21

22 L Uscita dal veicolo CHIUSURA SINGOLA Prima di uscire dal veicolo, assicurarsi sempre che sia selezionata la marcia corretta per il parcheggio, che il motore sia spento, che il freno di stazionamento elettrico (EPB) sia inserito e che la Smart Key sia stata rimossa dal veicolo. Per bloccare il veicolo e inserire l'allarme perimetrale, premere brevemente il tasto di bloccaggio sulla Smart Key. Vedere 25, ALLARME PERIMETRALE. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano per confermare l'operazione. Il bloccaggio singolo chiude il veicolo e impedisce l apertura delle portiere dall esterno. Le portiere possono tuttavia essere sbloccate e aperte dall'interno del veicolo. Nota: questa impostazione è utile, ad esempio, quando si viaggia su un traghetto, quando si devono lasciare nel veicolo degli animali oppure quando occorre lasciare aperto un finestrino e così via. Nota: mettere sempre al sicuro il veicolo quando lo si lascia incustodito. Se possibile, mettere sempre al sicuro il veicolo secondo il massimo livello di sicurezza disponibile. DOPPIA CHIUSURA Non eseguire mai la doppia chiusura del veicolo se a bordo vi sono persone, bambini o animali. In caso di emergenza, infatti, non sarebbero in grado di scendere dal veicolo e le squadre di soccorso non riuscirebbero a liberarli in tempi brevi. Premere due volte in 3 secondi il tasto di bloccaggio sulla Smart Key per effettuare la doppia chiusura del veicolo e inserire il sistema di allarme totale. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano due volte a conferma dell'avvenuta operazione e viene emesso il segnale di doppia chiusura. La doppia chiusura blocca il veicolo e impedisce l'apertura delle portiere sia dall'interno che dall'esterno. Con la doppia chiusura non è possibile sbloccare né aprire le portiere dall interno del veicolo. Questa funzione offre una sicurezza aggiuntiva qualora si debba lasciare incustodito il veicolo. Non è possibile aprire il veicolo neanche rompendo un cristallo e azionando le serrature delle portiere dall'interno dell'abitacolo. La doppia chiusura attiva inoltre il sistema di allarme totale. Vedere 26, ALLARME TOTALE. Nota: in questo stato, un cristallo o un tettuccio aperti potrebbero causare l'attivazione dell'allarme a causa del movimento delle correnti d'aria. Prima di attivare la doppia chiusura del veicolo, assicurarsi che siano completamente chiusi. BLOCCAGGIO SENZA CHIAVE Non eseguire mai la doppia chiusura del veicolo se a bordo vi sono persone, bambini o animali. In caso di emergenza, infatti, non sarebbero in grado di scendere dal veicolo e le squadre di soccorso non riuscirebbero a liberarli in tempi brevi. 22

23 Uscita dal veicolo La Smart Key potrebbe non essere rilevata qualora si trovi all'interno di un contenitore metallico oppure se dovesse essere schermata da un dispositivo con uno schermo LCD retroilluminato, ad esempio uno smartphone, un laptop (anche se all'interno della borsa per il trasporto), una console per videogiochi, ecc. Tenere la Smart Key lontano da questi dispositivi quando si esegue l'accesso senza chiave, il bloccaggio senza chiave o l'avviamento senza chiave. Nota: il veicolo non si blocca automaticamente. Nota: anche la presenza di monete nella stessa tasca della Smart Key potrebbe influenzare il rilevamento di quest'ultima. Nota: il bloccaggio senza chiave si attiva solo se la Smart Key viene rilevata all'esterno del veicolo. Se non è presente una Smart Key, non si verifica alcun bloccaggio. 1. Zona del sensore di bloccaggio: per eseguire il bloccaggio singolo del veicolo, toccare una sola volta il sensore di bloccaggio senza afferrare la maniglia della portiera. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano una volta per confermare il bloccaggio. Per attivare la doppia chiusura del veicolo, toccare due volte in 3 secondi il sensore di bloccaggio, senza afferrare la maniglia della portiera. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano due volte per confermare (il secondo lampeggio sarà più lungo). Potrebbe anche essere emesso un segnale acustico di conferma (se abilitato). Nota: non inserire le dita nella parte posteriore della maniglia mentre si tocca il sensore. In caso contrario, si impedirà il bloccaggio del veicolo. Nota: quando si blocca il veicolo attraverso il bloccaggio senza chiave, se una o più portiere, il cofano o il bagagliaio non sono completamente chiusi o se l'accensione È INSERITA, il veicolo NON si blocca. Non vi è NESSUN segnale di avvertimento acustico di errore di bloccaggio. I lampeggiatori di emergenza NON lampeggiano e gli specchietti retrovisori a ripiegamento elettrico (se in dotazione e abilitati) NON si ripiegano. Controllare che tutte le portiere, il cofano e il bagagliaio siano chiusi correttamente. Assicurarsi che l accensione sia disinserita e bloccare nuovamente il veicolo. Se l'errore di bloccaggio persiste, rivolgersi al proprio concessionario/riparatore autorizzato. CONFERMA DEL BLOCCAGGIO Se non si è sicuri che il veicolo sia bloccato e l'allarme inserito (con bloccaggio singolo o doppia chiusura), premere il tasto di bloccaggio sulla Smart Key oppure, se è in dotazione il sistema di accesso senza chiave, toccare un sensore di bloccaggio della maniglia della portiera esterna. I lampeggiatori di emergenza lampeggiano una volta per indicare e confermare lo stato di bloccaggio corrente. 23

24 L Uscita dal veicolo Nota: se il veicolo non è ancora bloccato e l'allarme non è inserito, premere una volta il tasto di bloccaggio per eseguire il bloccaggio singolo del veicolo. SERRATURE E LEVE DI SBLOCCAGGIO DELLE PORTIERE ERRORE DI BLOCCAGGIO Quando si blocca il veicolo con la Smart Key, si può verificare un errore di bloccaggio nel caso in cui: Una o più portiere, il cofano o il bagagliaio non sono completamente chiusi. L'accensione è inserita. Una Smart Key viene lasciata all'interno del veicolo. Nel caso di simili inconvenienti, il veicolo NON si blocca e viene emesso un segnale acustico a indicare un errore di bloccaggio. I lampeggiatori di emergenza NON lampeggiano e gli specchietti retrovisori esterni a ripiegamento elettrico (se abilitati) NON si ripiegano. Controllare che tutte le portiere, il cofano e il bagagliaio siano chiusi correttamente. Assicurarsi che l accensione sia disinserita e bloccare nuovamente il veicolo. Se l'errore di bloccaggio persiste, rivolgersi al proprio concessionario/riparatore autorizzato. 1. Con tutte le portiere chiuse, premere l'interruttore principale di blocco per bloccare tutte le portiere e il portellone del bagagliaio. 2. Premere l'interruttore principale di sblocco per sbloccare tutte le portiere e il portellone del bagagliaio. 3. Tirare la leva della portiera per sbloccare/aprire la portiera. Azionando la leva su una delle portiere anteriori verranno sbloccate tutte le portiere. Nota: se il veicolo è stato bloccato con la chiave Smart, azionando la leva di sbloccaggio interna della portiera si sblocca solo quella portiera. Se si apre la portiera, si attiva l allarme acustico. 24

25 Uscita dal veicolo Nota: la funzione Serratura di sicurezza per bambini delle portiere posteriori disattiva gli interruttori e le maniglie di bloccaggio e di sbloccaggio delle portiere posteriori. Vedere 45, SERRATURE PER LA SICUREZZA DEI BAMBINI. RIBLOCCAGGIO AUTOMATICO E REINSERIMENTO DELL'ALLARME Se una portiera o il bagagliaio non vengono aperti entro 40 secondi dal momento in cui il veicolo viene sbloccato con la Smart Key, tutte le portiere si bloccheranno di nuovo automaticamente nella modalità utilizzata la volta precedente e l'allarme verrà nuovamente inserito. Questa azione costituisce una misura precauzionale per proteggere il veicolo in caso di sbloccaggio involontario. CHIUSURA GLOBALE Prima di azionare la chiusura globale, assicurarsi che non siano presenti bambini, animali o corpi estranei negli spazi lasciati dai finestrini rimasti aperti. Con tutte le portiere chiuse, tenere premuto per 3 secondi il tasto di bloccaggio della Smart Key. Il veicolo viene chiuso con bloccaggio singolo e l'allarme perimetrale viene immediatamente inserito. Dopo 3 secondi, gli eventuali finestrini aperti si chiuderanno. La chiusura globale senza chiave (se abilitata) può essere azionata se il conducente ha con sé una chiave Smart valida oppure se questa si trova in una valigetta o in una borsa non metallica. Attivarla toccando per 3 secondi il sensore di bloccaggio della portiera. Il veicolo viene chiuso con bloccaggio singolo e l'allarme perimetrale viene immediatamente inserito. Nota: i finestrini si chiuderanno solo fino a quando si toccherà il sensore di bloccaggio della portiera. Per chiudere completamente il veicolo, continuare a toccare il sensore di bloccaggio della portiera fino a quando tutti i finestrini sono completamente chiusi. Nota: è possibile abilitare e disabilitare la chiusura globale tramite la voce Impostazioni veicolo del menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. ALLARME PERIMETRALE Non apportare modifiche o aggiunte al sistema antifurto. Tali modifiche potrebbero causare anomalie al sistema. Il sistema di allarme perimetrale (esterno) si inserisce quando il veicolo è chiuso con il bloccaggio singolo. Vedere 22, CHIUSURA SINGOLA. Una volta inserito, il segnalatore acustico del sistema di allarme si attiva se: Apertura di cofano, bagagliaio o portiera. Il tasto START/STOP del motore viene premuto senza una Smart Key valida presente. La batteria della vettura è scollegata. Si tenta di scollegare la sirena dell'allarme. 25

26 L Uscita dal veicolo Si tenta di scollegare il segnale acustico alimentato a batteria. ALLARME TOTALE Il sistema di allarme totale si inserisce quando il veicolo viene bloccato con la doppia chiusura. Vedere 22, DOPPIA CHIUSURA. Una volta attivato, il sistema di allarme entra in funzione nei casi seguenti: Apertura di cofano, bagagliaio o portiera. Viene rilevato il movimento nell'abitacolo del veicolo, incluse le correnti d'aria. Il veicolo viene sollevato o inclinato. Una delle aree delle vetrate è rotta. Se il veicolo è dotato di segnalatore acustico alimentato a batteria, il sistema di allarme entra in funzione anche nei casi seguenti: La batteria della vettura è scollegata. Si tenta di scollegare la sirena dell'allarme. Si tenta di scollegare il segnale acustico alimentato a batteria. Nota: un cristallo o un tettuccio aperti potrebbero causare l'attivazione dell'allarme a causa del movimento delle correnti d'aria. Prima di attivare la doppia chiusura del veicolo, assicurarsi che siano completamente chiusi. INSERIMENTO ALLARME PASSIVO In alcuni mercati è possibile che sia installata la funzione di inserimento allarme passivo. Se abilitata, tale funzione inserisce automaticamente il sistema di allarme perimetrale 60 secondi dopo la chiusura della portiera del conducente, a condizione che siano chiusi anche il cofano, il bagagliaio e tutte le altre portiere. L'accensione deve essere disinserita e non vi devono essere Smart Key valide all'interno del veicolo. La funzione di inserimento allarme passivo non blocca il veicolo, ma impedisce l'accesso al bagagliaio tramite gli interruttori di sbloccaggio interni o esterni. Se è montato uno sportellino del bocchettone di rifornimento del carburante con funzione di bloccaggio, anche questo si blocca. La funzione di inserimento allarme passivo può essere attivata/disattivata da un concessionario/riparatore autorizzato. SENSORE DI INCLINAZIONE Se in dotazione e con allarme inserito, il sensore di inclinazione rileva qualsiasi variazione dell'angolazione del veicolo rispetto al suolo. Quando l'allarme è inserito e il veicolo è bloccato tramite doppia chiusura, una variazione significativa dell'angolazione del veicolo attiverà l'allarme. Nota: il sensore di inclinazione è un sensore allarme. I sensori allarme possono essere attivati/disattivati (per un solo ciclo di allarme) dal menu Impostazioni del veicolo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. 26

27 Uscita dal veicolo SEGNALE ACUSTICO ALIMENTATO A BATTERIA In alcuni mercati è previsto un segnale acustico alimentato a batteria separato. Il segnalatore acustico si attiva se si tenta di scollegare la batteria del veicolo o la sirena dell'allarme mentre il sistema di sicurezza è inserito. DISATTIVAZIONE DELL'ALLARME UNA VOLTA SCATTATO Se si inserisce l'allarme, è possibile disinserirlo in uno dei seguenti metodi: 1. Premere il tasto di sbloccaggio sulla Smart Key. 2. Aprire una portiera effettuando l accesso senza chiave. 3. Premere il tasto START/STOP con una Smart Key posizionata correttamente. Vedere 115, FUNZIONE DI RISERVA PER L'AVVIAMENTO SENZA CHIAVE. La causa dell'ultima attivazione dell'allarme può essere visualizzata nel centro messaggi. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. BLOCCAGGIO DI EMERGENZA Nel caso in cui la batteria sia scarica o il sistema di bloccaggio sia guasto, è necessario bloccare ciascuna portiera manualmente. Per tale procedura, è necessario il corpo della chiave di emergenza. Vedere 8, SBLOCCAGGIO DEL VEICOLO. Nota: non lasciare mai il corpo della chiave di emergenza nel veicolo durante la procedura di bloccaggio di emergenza. 1. Aprire una portiera e individuare il coperchio di accesso della serratura di emergenza sul bordo della portiera. Sul coperchio è presente una icona di blocco in rilievo. Inserire la chiave di emergenza nella fessura del coperchio, ruotare in senso antiorario il coperchio per sganciarlo, quindi tirare per rimuovere dalla portiera. Conservare il coperchio di accesso al sistema di bloccaggio in un luogo sicuro. 2. Inserire in modo deciso la chiave nella serratura del sistema di bloccaggio di emergenza. Una spinta decisa attiva il meccanismo di bloccaggio della portiera. Rimuovere il corpo della chiave di emergenza. 3. Rimontare il coperchio di accesso al sistema di bloccaggio di emergenza e ruotarlo in senso orario per fissarlo saldamente. 4. Chiudere la portiera e verificare che sia bloccata. Ripetere la procedura per tutte le portiere sbloccate. GUASTI DEI SENSORI Se i sistemi di sicurezza rilevano un guasto di un sensore di sicurezza, viene emesso un segnale acustico di errore dall'allarme quando si sblocca il veicolo. In questo caso, rivolgersi a un rivenditore/riparatore autorizzato per la riparazione. 27

28 L Sedili anteriori SEDILI A REGOLAZIONE MANUALE Non regolare il sedile se il veicolo è in marcia. In questo modo si può perdere il controllo del veicolo e provocare lesioni personali. 1. Regolazione in avanti e all'indietro. 2. Regolazione dell'altezza del sedile. 3. Regolazione dell'inclinazione dello schienale. 28

29 Sedili anteriori SEDILI ELETTROCOMANDATI Non regolare il sedile se il veicolo è in marcia. In questo modo si può perdere il controllo del veicolo e andare incontro a lesioni personali. Nota: il funzionamento dei sedili dipende dalla specifica del veicolo. 1. Regolazione della lunghezza del cuscino. 29

30 L Sedili anteriori 2. Regolazione dell'imbottitura (gonfiaggio/sgonfiaggio). 3. Regolazione del supporto lombare. Premere la parte superiore del pulsante per sollevare. Premere la parte inferiore del pulsante per abbassare. Premere la parte anteriore del pulsante per gonfiare. Premere la parte posteriore del pulsante per sgonfiare. 4. Regolazione dell'inclinazione dello schienale. 5. Regolazione dell'altezza. 6. Regolazione in avanti e all'indietro. 7. Regolazione dell inclinazione anteriore del cuscino. Per regolare i sedili occorre che la Smart Key si trovi a bordo del veicolo e l'accensione sia inserita. Per informazioni su come regolare i poggiatesta anteriori, vedere 35, POGGIATESTA ANTERIORI. Se il sedile incontra un ostacolo quando è in movimento, il sedile si blocca e per un eventuale ulteriore movimento sarà necessario reimpostarlo. Per reimpostare il sedile: 1. Rimuovere l'ostacolo. 2. Regolare il sedile sul punto dove il movimento è limitato. 3. Tenere premuto l'interruttore per almeno 2 secondi per escludere la limitazione. POSTURA CORRETTA Il guidatore e il passeggero anteriore non devono viaggiare con lo schienale completamente inclinato. Non regolare il sedile se il veicolo è in marcia. I sedili, i poggiatesta, le cinture di sicurezza e gli airbag contribuiscono tutti alla protezione degli occupanti. L'uso corretto di questi componenti offre una maggiore protezione. Pertanto, osservare sempre i punti seguenti: 1. Sedere in posizione eretta con la base della colonna vertebrale posizionata il più lontano possibile. Per ottenere il massimo grado di protezione offerto dalla cintura di sicurezza in caso di incidente, non inclinare eccessivamente il sedile. 2. Non avvicinare troppo il sedile del guidatore al volante. Si raccomanda di tenere preferibilmente una distanza minima di 254 mm tra lo sterno e il coperchio dell'airbag del volante. Mantenere il volante nella posizione corretta con le braccia leggermente piegate. 3. Regolare il poggiatesta in modo tale che la sua sommità si trovi al di sopra della linea mediana del capo. 30

31 Sedili anteriori 4. Posizionare la cintura in modo che sia a metà del tratto tra il collo e la spalla. Stringere la cintura trasversalmente ai fianchi, all'altezza delle anche e non di traverso sullo stomaco. Assicurarsi che la propria posizione di guida sia comoda e consenta di mantenere il pieno controllo del veicolo. MEMORIA DELLE POSIZIONI DI GUIDA Le posizioni del sedile del conducente, del piantone dello sterzo e degli specchietti retrovisori esterni possono essere salvate nella memoria del veicolo. Dopo aver regolato le posizioni del sedile del conducente, del piantone dello sterzo e degli specchietti retrovisori esterni, memorizzare le impostazioni come indicato di seguito: 1. Premere il tasto di impostazione memoria (M) per attivare la funzione di memoria. La spia LED si accende a conferma dell'avvenuta selezione. 2. Premere uno dei tasti di preselezione entro 5 secondi per memorizzare le impostazioni correnti. Sul centro messaggi viene visualizzato un messaggio di conferma, accompagnato da un segnale acustico a conferma dell'avvenuta memorizzazione delle impostazioni. Nota: una posizione del sedile può essere memorizzata soltanto durante il periodo di 5 secondi. Nota: quando si salva una nuova posizione nella memoria, le eventuali precedenti impostazioni vengono sovrascritte. RICHIAMO DI UNA POSIZIONE MEMORIZZATA Prima di attivare la memoria sedile, assicurarsi che l'area immediatamente circostante il sedile sia priva di ostacoli e che tutti gli occupanti siano lontani dalle parti in movimento. Premere il tasto appropriato di preselezione memoria. Sul centro messaggi viene visualizzato RICHIAMO IMPOSTAZIONI DI MEMORIA 1 (2 o 3). 31

32 L Sedili posteriori SICUREZZA DEI SEDILI POSTERIORI Non consentire mai a un passeggero, in nessuna circostanza, di viaggiare nel vano bagagliaio. Gli occupanti del veicolo devono essere seduti correttamente e indossare sempre la cintura di sicurezza quando il veicolo è in marcia. Se si usano le cinture di sicurezza per assicurare un oggetto e non un passeggero, assicurarsi che le cinture non vengano danneggiate o esposte a bordi affilati. REGOLAZIONE DELLO SCHIENALE RIPIEGAMENTO DEI SEDILI POSTERIORI E RIPRISTINO DELLA POSIZIONE NORMALE Tutti gli oggetti trasportati a bordo del veicolo devono essere adeguatamente fissati. Eventuali oggetti non fissati possono causare lesioni gravi o mortali in caso di collisione o di una manovra improvvisa. Prestare sempre attenzione alle etichette e alle avvertenze di sicurezza applicate sui sedili posteriori. Le etichette contengono informazioni su come ripiegare e riportare in posizione i sedili in maniera sicura. Prima di ripiegare un sedile posteriore, assicurarsi che il sedile non sia occupato e che nessuno abbia poggiato parte del corpo sul cuscino del sedile. In particolare, quando una sezione del sedile è già piegata, assicurarsi che gli altri occupanti non si avvicinino all'area del sedile che viene ripiegato poiché vi è il rischio di schiacciamento e gravi lesioni. Fare attenzione a non schiacciarsi le dita durante il sollevamento e l'abbassamento degli schienali dei sedili posteriori. Gli schienali dei sedili posteriori sdoppiabili e reclinabili possono essere ripiegati parzialmente o completamente. Premere la parte posteriore dell'interruttore per reclinare lo schienale. Premere la parte anteriore dell'interruttore per spostare lo schienale in posizione eretta. 32

33 Sedili posteriori Per ripiegare uno schienale del sedile posteriore: 1. Abbassare completamente i poggiatesta. 2. Tirare il fermo di sbloccaggio dello schienale, quindi abbassare lo schienale. Per sollevare lo schienale: sollevare lo schienale finché non si blocca in posizione completamente sollevata. Gli schienali dei sedili possono essere sbloccati anche dall'interno del bagagliaio: 1. Tirare il fermo di sbloccaggio dello schienale, presente in entrambi i lati del bagagliaio. 2. Spingere in avanti lo schienale del sedile. 33

34 L Sedili posteriori Lo schienale centrale può essere sbloccato separatamente. Tenere premuto il pulsante per sbloccare lo schienale centrale, quindi ripiegarlo in avanti. Nota: la cintura di sicurezza centrale della seconda fila è dotata di una funzione di bloccaggio per impedirne l'eccessiva fuoriuscita quando lo schienale viene ripiegato completamente. Per ripristinare questa funzione dopo aver ripiegato lo schienale e averlo riportato nella posizione verticale, estrarre il nastro fino all'arresto, quindi riavvolgerne una piccola parte. La cintura di sicurezza funzionerà nel modo normale. Quando si sollevano gli schienali dei sedili, assicurarsi che il meccanismo di bloccaggio sia innestato completamente. Quando si sollevano gli schienali, assicurarsi che le cinture di sicurezza vengano riavvolte correttamente nella parte anteriore dello schienale e che non rimangano intrappolate dagli schienali o dal meccanismo di bloccaggio. Il mancato rispetto di queste istruzioni può causare danni alla cintura di sicurezza, con conseguente necessità di montarne una nuova. Prima di mettersi alla guida, assicurarsi che i poggiatesta siano fissati e correttamente regolati per ciascun occupante dei sedili. Vedere 36, POGGIATESTA POSTERIORI. 34

35 Poggiatesta POGGIATESTA ANTERIORI I poggiatesta sono progettati per sostenere il capo e non la parte posteriore del collo. Il poggiatesta deve essere posizionato correttamente in modo da limitare il movimento all indietro del capo in caso di collisione o di frenate brusche. A veicolo fermo, regolare il poggiatesta in modo che la parte superiore sia alla stessa altezza della parte superiore della testa dell'occupante del sedile. Se i poggiatesta non sono regolati correttamente, il rischio di gravi lesioni o morte in caso di incidente può aumentare. Non regolare mai i poggiatesta quando il veicolo è in movimento. Non guidare e non trasportare altri passeggeri se i sedili occupati sono sprovvisti di poggiatesta. Se i sedili sono sprovvisti di poggiatesta correttamente regolati, il rischio di gravi lesioni al collo può aumentare. 1. Per sollevare il poggiatesta: tirarlo verso l'alto finché non scatta e si blocca in posizione. Nota: non tentare di sollevare il poggiatesta oltre la terza posizione di regolazione. 2. Per abbassare il poggiatesta: tenere premuto il pulsante sulla parte laterale, quindi fare pressione verso il basso. Per rimuovere il poggiatesta, sollevarlo nella posizione più alta. 1. Tenere premuta la sede che si trova sullo schienale di ciascun lato del poggiatesta. 2. Con l'ausilio di una seconda persona, sollevare il poggiatesta ed estrarlo dallo schienale. Riporre sempre in un luogo sicuro i poggiatesta eventualmente rimossi. Per rimontare il poggiatesta: Verificare che il poggiatesta sia rivolto nella direzione corretta. Inserire gli steli del poggiatesta nelle sedi che si trovano sullo schienale, quindi spingere verso il basso finché non si avverte uno scatto. Regolare il poggiatesta in base all'occupante del sedile. 35

36 L Poggiatesta POGGIATESTA POSTERIORI I poggiatesta sono progettati per sostenere il capo e non la parte posteriore del collo. Il poggiatesta deve essere posizionato correttamente in modo da limitare il movimento all indietro del capo in caso di collisione o di frenate brusche. A veicolo fermo, regolare il poggiatesta in modo che la parte superiore sia alla stessa altezza della parte superiore della testa dell'occupante del sedile. Se i poggiatesta non sono regolati correttamente, il rischio di gravi lesioni o morte in caso di incidente può aumentare. Non regolare mai i poggiatesta quando il veicolo è in movimento. Il poggiatesta può essere fatto ruotare in avanti o indietro. Per garantire una maggiore protezione in caso di collisione, il poggiatesta deve essere regolato in modo tale che sia il più vicino possibile alla parte posteriore del capo dell'occupante del sedile. Non guidare e non trasportare altri passeggeri se i sedili occupati sono sprovvisti di poggiatesta. Se i sedili sono sprovvisti di poggiatesta correttamente regolati, il rischio di gravi lesioni al collo può aumentare. 1. Per sollevare: tirare il poggiatesta verso l alto finché non scatta e si blocca in posizione. 2. Per abbassare: tenere premuta la ghiera di bloccaggio, quindi spingere il poggiatesta verso il basso. 36

37 Poggiatesta Se necessario, i poggiatesta posteriori possono essere rimossi (ad esempio, per montare seggiolini per bambini di dimensioni maggiori). Nota: questa operazione richiede l'intervento di due persone. Per rimuovere un poggiatesta: 1. Con il poggiatesta in posizione completamente sollevata. Premere la *linguetta di rilascio sotto la ghiera dello stelo e, contemporaneamente, premere il tasto sull'altra ghiera dello stelo. *Per individuare la linguetta di rilascio, fare pressione verso il basso sul materiale del sedile nell'area mostrata in figura. 2. A questo punto è necessario l'intervento di una seconda persona per estrarre il poggiatesta. Riporre sempre in un luogo sicuro i poggiatesta eventualmente rimossi. Gli oggetti non fissati correttamente potrebbero essere lanciati all'interno del veicolo, colpendo e ferendo i passeggeri. Per rimontare il poggiatesta: Verificare che il poggiatesta sia rivolto nella direzione corretta. Inserire gli steli del poggiatesta nelle sedi che si trovano sullo schienale, quindi spingere verso il basso fino a quando non si avverte uno scatto. Regolare il poggiatesta in base all'occupante del sedile. 37

38 L Volante REGOLAZIONE DEL VOLANTE Non regolare mai la posizione del volante mentre il veicolo è in movimento. Non utilizzare i dispositivi di sicurezza montati sul volante nei veicoli con piantone dello sterzo ad azionamento elettrico. Il movimento del piantone dello sterzo in modalità entrata o uscita potrebbe comportare il danneggiamento del veicolo oppure causare lesioni agli occupanti. Piantone di sterzo elettrico I veicoli con piantone dello sterzo elettrico possono essere regolati per modificare l'inclinazione e la distanza del volante: Spostare il comando in avanti o all'indietro per regolare la distanza del volante. Spostare il comando verso l'alto o verso il basso per regolare l'inclinazione del volante. Nota: il piantone dello sterzo ad azionamento elettrico continua a muoversi fino al rilascio del comando o finché il piantone dello sterzo non avrà raggiunto la sua posizione minima o massima. Con la memoria delle posizioni di guida si possono memorizzare e richiamare fino a 3 diverse posizioni del volante, insieme alle rispettive posizioni del sedile e degli specchietti retrovisori esterni. Vedere 31, MEMORIA DELLE POSIZIONI DI GUIDA. Piantone dello sterzo manuale I veicoli con piantone dello sterzo manuale possono essere regolati per modificare l'inclinazione e la distanza del volante: Per sbloccare il piantone dello sterzo, ruotare il comando in senso antiorario fino al raggiungimento del finecorsa. Regolare manualmente il piantone dello sterzo alla distanza/posizione inclinata del volante desiderata. Per bloccare il piantone dello sterzo, ruotare il comando in senso orario fino al raggiungimento del finecorsa. Nota: si sentirà un clic che conferma il bloccaggio del piantone dello sterzo. 38

39 Volante MODALITÀ ENTRATA E USCITA RISCALDAMENTO VOLANTE Con il comando del piantone dello sterzo elettrico nella posizione AUTO, il piantone dello sterzo si sposta per agevolare l'entrata e l'uscita dal veicolo. All'apertura della portiera del conducente il sistema solleva il piantone dello sterzo nella posizione più elevata, per agevolare l'uscita dal veicolo. Quando viene chiusa la portiera del guidatore e l'accensione viene inserita, il sistema riporta il piantone dello sterzo nella posizione precedente. Nota: se la posizione del piantone dello sterzo viene regolata durante l'operazione di entrata o di uscita, il movimento automatico si interrompe. Per evitare lo spostamento automatico del piantone dello sterzo, ruotare il comando in senso orario portandolo sulla posizione alternativa. Nota: se si porta l'interruttore del piantone dello sterzo su una posizione diversa da AUTO con il piantone dello sterzo nella posizione di uscita, il piantone dello sterzo tornerà nella posizione precedente alla chiusura della portiera del conducente e all'inserimento dell'accensione. Per attivare il riscaldamento del volante, premere l'interruttore. Premere nuovamente per spegnerli. 39

40 L Cinture di sicurezza USO DELLE CINTURE DI SICUREZZA 1. Posizionamento della cintura di sicurezza: tirare dolcemente la cintura assicurandosi che la posizione assunta sul sedile e quella del sedile stesso siano corrette. La cintura di sicurezza posizionata correttamente deve passare trasversalmente alla clavicola, al centro tra il collo e l'estremità della spalla. Se possibile, i passeggeri dei sedili posteriori devono regolare la posizione del proprio sedile in modo da ottenere la stessa posizione della cintura di sicurezza. 2. Per allacciare la cintura di sicurezza: con la cintura di sicurezza correttamente posizionata, inserire la linguetta metallica nella fibbia più vicina. Premere fino ad udire uno scatto. per sganciare la cintura di sicurezza, premere il pulsante rosso. Nota: Per sganciare la cintura di sicurezza, è consigliabile afferrare e trattenere la cintura prima di premere il pulsante di sbloccaggio. In questo modo si evita che la cintura si ritragga troppo rapidamente. Non utilizzare fermi o dispositivi per il comfort che possono causare allentamenti nel sistema delle cinture di sicurezza. Non devono essere apportate modifiche o aggiunte, da parte dell'utente, che impediscano l'entrata in funzione dei dispositivi di regolazione delle cinture di sicurezza per recuperare il lasco o che impediscano la regolazione del complessivo della cintura di sicurezza per recuperare il lasco. Una cintura di sicurezza allentata riduce notevolmente il livello di protezione degli occupanti in caso di incidente. Le cinture di sicurezza sono state progettate per appoggiarsi sulla struttura ossea del corpo e devono essere indossate in posizione ribassata trasversalmente sulla parte anteriore del bacino oppure sul bacino, torace e sulle spalle, a seconda del caso; evitare di indossare il tratto a bandoliera della cintura sulla regione addominale. Regolare le cinture di sicurezza con la massima aderenza, senza trascurare il comfort, in modo che possano fornire il livello di protezione per il quale sono state progettate. Una cintura di sicurezza allentata offre una protezione di gran lunga ridotta a chi la indossa. Assicurarsi che tutti gli elementi scorrevoli di posizionamento delle cinture siano regolati di modo da non presentare alcun allentamento. Non indossare la cintura con le cinghie attorcigliate. 40

41 Cinture di sicurezza Ogni complessivo cintura di sicurezza deve essere usato solo da un occupante; è pericoloso allacciare la cintura di sicurezza intorno a un bambino seduto in grembo a un passeggero. Viaggiare con lo schienale inclinato aumenta il rischio di gravi lesioni o di morte in caso di collisione o brusca frenata. Inclinando il sedile, si riduce notevolmente la protezione del sistema di ritenuta (cinture di sicurezza e airbag). Per funzionare correttamente, le cinture di sicurezza devono essere aderenti ai fianchi e al torace. Più lo schienale è inclinato, maggiore è la possibilità che il collo di un occupante colpisca il tratto diagonale della cintura di sicurezza. I conducenti e i passeggeri devono sempre stare seduti appoggiandosi bene al sedile, con le cinture correttamente allacciate e con gli schienali in posizione eretta. L'airbag del sistema di sicurezza occupanti supplementare (SRS) è progettato per incrementare l'efficacia totale delle cinture di sicurezza. Non le sostituisce. Le cinture di sicurezza devono essere sempre indossate. In ogni viaggio, anche breve, tutti gli occupanti del veicolo devono indossare la cintura di sicurezza. Il mancato rispetto di questa precauzione aumenta in maniera significativa il rischio di lesioni personali gravi o mortali in caso di incidente. Non indossare mai solo il nastro inferiore o solo il tratto diagonale della cintura di sicurezza di una cintura di sicurezza a tre punti. Entrambe queste operazioni sono estremamente pericolose e possono aumentare il rischio di lesioni. UTILIZZO DELLA CINTURA DI SICUREZZA IN GRAVIDANZA In gravidanza: posizionare il nastro inferiore in modo che risulti comodo, trasversalmente ai fianchi e sotto all'addome. La parte diagonale della cintura di sicurezza deve essere posizionata tra i seni e sul lato dell'addome. Posizionare la cintura di sicurezza in modo corretto, per la sicurezza sia della madre che del feto. Evitare di indossare solo il nastro inferiore e di viaggiare seduti sullo stesso utilizzando solo il nastro superiore. Entrambe queste operazioni sono estremamente pericolose e possono aumentare il rischio di lesioni gravi in caso di incidente o di frenata brusca. 41

42 L Cinture di sicurezza Non collocare alcun oggetto tra il corpo e la cintura di sicurezza nel tentativo di attutire l'impatto in caso di incidente. Può risultare pericoloso e ridurre l'efficacia della cintura di sicurezza nella prevenzione delle lesioni. PRETENSIONATORI DELLE CINTURE DI SICUREZZA I pretensionatori delle cinture di sicurezza vengono attivati in combinazione con il sistema di sicurezza occupanti supplementare (SRS) e forniscono una protezione aggiuntiva nell eventualità di un violento impatto frontale. Essi riducono automaticamente il grado di allentamento delle cinture di sicurezza per limitare il movimento in avanti degli occupanti dei sedili. Nota: il sedile centrale posteriore non è dotato di pretensionatore della cintura di sicurezza. I pretensionatori delle cinture di sicurezza si attivano soltanto una volta e devono poi essere sostituiti. La mancata sostituzione dei pretensionatori diminuisce l'efficacia degli airbag SRS nel ridurre il rischio di lesioni gravi o mortali in caso di incidente. Dopo ogni impatto, fare controllare, e se necessario sostituire, le cinture di sicurezza e i pretensionatori da un rivenditore/ riparatore autorizzato. SICUREZZA DELLE CINTURE Ciascun sedile nel veicolo dispone di una cintura di sicurezza dedicata. Ciascuna cintura di sicurezza è progettata per un singolo occupante del sedile, di età superiore ai 12 anni o con una massa corporea superiore a 36 kg. Gli occupanti di età o massa corporea inferiore devono utilizzare un apposito sistema di ritenuta per bambini. Vedere 47, POSIZIONAMENTO DEL SEGGIOLINO PER BAMBINI. Tutte le cinture di sicurezza (eccetto quella del sedile centrale posteriore) sono dotate di un limitatore di carico. Questo aiuta a regolare l'eccessivo tensionamento di una cintura di sicurezza in caso di grave collisione, riducendo in questo modo la possibilità di lesioni agli occupanti. Se un nastro è logorato, contaminato o danneggiato, la cintura deve essere sostituita. È essenziale sostituire l intero complessivo dopo che è stato indossato in una grave collisione, anche se il danno non risulta evidente. Se sulle cinture di sicurezza si rilevano danni, tracce di usura, tagli, difetti o segni di un funzionamento inadeguato, portare immediatamente il veicolo presso un concessionario/riparatore autorizzato per un controllo. Non usare il veicolo se le cinture di sicurezza non funzionano correttamente. 42

43 Cinture di sicurezza Le cinture di sicurezza devono essere ispezionate o sostituite esclusivamente da personale qualificato. Tutte le parti di ricambio devono essere conformi almeno alla specifica della dotazione originale del veicolo. In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. Non tentare di eseguire interventi di manutenzione, riparazione, sostituzione, modifica o manipolazione su alcun componente delle cinture di sicurezza del veicolo, altrimenti queste potrebbero diventare inefficaci. Prestare attenzione a non contaminare il nastro con prodotti per la pulizia, olio o sostanze chimiche, in particolar modo con l'acido della batteria. È possibile pulire il nastro in modo sicuro con acqua e sapone neutro. Le cinture di sicurezza contaminate potrebbero non funzionare correttamente in caso di collisione e pertanto non possono essere considerate affidabili. Se si usano le cinture di sicurezza per assicurare un oggetto e non un passeggero, assicurarsi che le cinture non vengano danneggiate o esposte a bordi affilati. Non frapporre oggetti duri, fragili o affilati tra il corpo e la cintura di sicurezza. In caso di collisione, la pressione su tali elementi può provocarne la rottura, determinando lesioni gravi o mortali. CONTROLLI SULLE CINTURE DI SICUREZZA Nota: se il veicolo è parcheggiato su una superficie non piana, il meccanismo delle cinture di sicurezza può bloccarsi. In questo caso non si tratta di un guasto e la cintura di sicurezza deve essere estratta delicatamente dall'attacco superiore. Controllare a intervalli regolari le cinture di sicurezza, verificando l eventuale presenza di sfrangiature, tagli o segni di usura sul nastro e le condizioni e la sicurezza del meccanismo, delle fibbie, dei regolatori e dei punti di montaggio. Con la cintura di sicurezza allacciata, dare un breve strattone al nastro in prossimità della fibbia. La fibbia deve rimanere bloccata saldamente. Con la cintura di sicurezza slacciata, srotolare completamente la cintura. Verificare che si srotoli in modo scorrevole, senza intoppi o strattoni. Lasciare ritrarre completamente la cintura, verificando nuovamente che funzioni in modo scorrevole. Srotolare parzialmente la cintura di sicurezza, quindi trattenere la piastra della linguetta e dare un breve strattone in avanti. Il meccanismo deve bloccarsi e impedire un ulteriore srotolamento. Se una qualsiasi delle cinture di sicurezza non soddisfa questi criteri, contattare immediatamente un concessionario/ riparatore autorizzato. 43

44 L Cinture di sicurezza AVVERTENZA CINTURA DI SICUREZZA NON ALLACCIATA Il sistema di segnalazione delle cinture di sicurezza anteriori e posteriori avvisa il conducente se la cintura di sicurezza di un sedile occupato non è allacciata o se viene slacciata durante il viaggio. La funzione di avvertenza cintura di sicurezza non allacciata si attiva quando il veicolo è in movimento e la cintura del conducente non è allacciata. A seconda del mercato, si accende la spia nel quadro strumenti e viene emesso un segnale acustico. Vedere 68, CINTURA DI SICUREZZA (ROSSA). I segnalatori acustici e visivi applicabili alla funzione di avvertenza cintura di sicurezza non allacciata dipendono dal mercato per soddisfare i requisiti dei singoli mercati. I segnali di allarme possono inoltre cambiare se il veicolo è fermo o se la velocità del veicolo supera una soglia prestabilita. In alcuni mercati, la funzione di avvertenza cintura di sicurezza non allacciata viene applicata anche al sedile passeggero anteriore. Un'icona visualizzata sul centro messaggi indica quali cinture di sicurezza sono allacciate alla partenza e segnala se una cintura di sicurezza viene allacciata o slacciata durante la guida. 2. Rosso - la cintura di sicurezza, nella posizione indicata, è stata slacciata con l'accensione del veicolo inserita. Questa spia diventa grigia dopo 30 secondi. 3. Grigia - la cintura di sicurezza non è allacciata. Nota: le spie vengono visualizzate per 30 secondi ogni volta che si verifica un cambiamento di stato, ad esempio se viene slacciata o allacciata una cintura di sicurezza, o se una portiera viene aperta e poi chiusa. Viene inoltre emesso un avviso acustico nelle seguenti condizioni: La cintura di sicurezza di un sedile anteriore occupato non viene allacciata o viene slacciata durante la marcia. Una cintura di sicurezza posteriore viene slacciata. Nota: se si appoggia un oggetto pesante sul sedile del passeggero anteriore, si potrebbe attivare la funzione di segnalazione delle cinture di sicurezza. Si consiglia di fissare eventuali oggetti posti sul sedile del passeggero anteriore usando la cintura di sicurezza. Ogni posto a sedere è rappresentato dall icona di un passeggero, il cui colore indica lo stato della cintura di sicurezza: 1. Verde - la cintura di sicurezza, nella posizione indicata, è allacciata. 44

45 Sicurezza dei bambini SERRATURE PER LA SICUREZZA DEI BAMBINI Se si devono trasportare bambini sul sedile posteriore, si raccomanda di disattivare le maniglie interne delle portiere posteriori. Premere il pulsante sulla portiera del conducente per attivare le serrature di sicurezza per bambini e per inibire gli alzacristalli posteriori. Se attive, la spia LED del pulsante si illumina e nel centro messaggi viene visualizzato un messaggio di conferma. Per disattivare, premere nuovamente il pulsante. La spia LED si spegne e nel centro messaggi viene visualizzato un messaggio di conferma. SEGGIOLINI PER BAMBINI Per una sicurezza ottimale, i bambini devono viaggiare sempre nella parte posteriore dell'abitacolo e quindi si sconsiglia l'uso del sedile del passeggero anteriore. Tuttavia, qualora fosse indispensabile far viaggiare il bambino davanti (cosa non consentita in Australia), spostare completamente all'indietro il sedile e far sedere il bambino in un seggiolino per bambini rivolto in avanti omologato. Non utilizzare seggiolini per bambini rivolti indietro; in caso di attivazione, l'airbag potrebbe urtare il seggiolino e causare gravi lesioni. Non utilizzare un seggiolino per bambini rivolto in avanti finché il bambino che lo utilizza non avrà superato il peso minimo di 9 kg e sarà in grado di stare seduto autonomamente. Fino all'età di due anni, la colonna vertebrale e il collo dei bambini non sono sufficientemente sviluppati e possono subire lesioni in caso di collisione frontale. Non permettere ai passeggeri di viaggiare tenendo i bambini o i neonati tra le braccia o in grembo. La forza d'urto in caso di incidente può aumentare il peso effettivo del corpo fino a trenta volte, rendendo impossibile trattenere il bambino in modo da proteggerlo. I bambini devono viaggiare sempre in appositi seggiolini, adatti all'età e alla corporatura, per ridurre il rischio di lesioni gravi o mortali in caso di incidente. 45

46 L Sicurezza dei bambini I bambini possono essere esposti a gravi rischi in caso di incidente se i relativi sistemi di ritenuta non sono adeguatamente fissati nel veicolo. Attenersi sempre scrupolosamente alle istruzioni fornite con il seggiolino per bambini. In genere, per i bambini è necessario l'uso di un seggiolino ausiliario adatto all'età e alla corporatura, che permetta di indossare e allacciare correttamente la cintura di sicurezza, riducendo il rischio di lesioni in caso di incidente. I bambini possono essere esposti a gravi rischi in caso di incidente se i relativi sistemi di ritenuta non sono adeguatamente fissati nel veicolo. Non usare seggiolini per bambini del tipo che si aggancia allo schienale del sedile. Questo tipo di seggiolino non può essere fissato in maniera soddisfacente e in genere non offre un grado di sicurezza adeguato per il bambino. Le cinture di sicurezza di cui è dotato il veicolo sono concepite per gli adulti e i bambini più grandi. Ai fini della sicurezza, è molto importante che tutti i neonati e i bambini al di sotto di 12 anni viaggino seduti in un seggiolino e con un sistema di ritenuta adatto alla loro età e corporatura. Nel caso in cui sia indispensabile trasportare il bambino sul sedile del passeggero anteriore (e la legislazione nazionale lo consenta), Jaguar Land Rover Limited consiglia di procedere ai seguenti preparativi prima di montare il sistema di ritenuta per bambini. Disattivare l'airbag del passeggero anteriore. Vedere 56, DISATTIVAZIONE DELL'AIRBAG PASSEGGERO. Regolare lo schienale del sedile in posizione eretta per supportare il sistema di ritenuta per bambini. Regolare il sedile del passeggero anteriore spostandolo completamente all'indietro. Regolare il supporto lombare sulla posizione minima. Regolare il cuscino del sedile nella posizione più elevata. Se è prevista la regolazione dell inclinazione anteriore del cuscino, eseguire tale regolazione ponendolo nella posizione più bassa. Pericolosissimo! Non montare un sistema di ritenuta per bambini rivolto indietro su un sedile protetto da airbag antistante! Non utilizzare MAI un sistema di ritenuta per bambini rivolto indietro su un sedile protetto da un AIRBAG ATTIVO antistante; il BAMBINO correrebbe un rischio elevato di LESIONI GRAVI o MORTALI. Questo simbolo, apposto sull estremità della plancia lato passeggero, segnala la pericolosità di utilizzare un seggiolino per bambini rivolto all indietro sul sedile del passeggero anteriore qualora sia installato e attivo il relativo airbag. 46

47 Sicurezza dei bambini Questo simbolo, apposto sull'aletta parasole lato passeggero, segnala la pericolosità di utilizzare un seggiolino per bambini rivolto all'indietro sul sedile del passeggero anteriore qualora il relativo airbag sia installato e attivo. Solo per Taiwan NON trasportare neonati o bambini piccoli sul sedile del passeggero anteriore. Non montare MAI un sistema di ritenuta per bambini rivolto all'indietro su un sedile protetto da un AIRBAG ATTIVO; il bambino correrebbe un rischio elevato di LESIONI GRAVI o MORTALI. Questo simbolo, apposto sull'aletta parasole lato passeggero, segnala la pericolosità di utilizzare un seggiolino per bambini rivolto all'indietro sul sedile del passeggero anteriore qualora il relativo airbag sia installato e attivo. POSIZIONAMENTO DEL SEGGIOLINO PER BAMBINI Le statistiche sugli incidenti indicano che i bambini sono più sicuri se viaggiano seduti su un sistema di sicurezza adeguato, fissato a un sedile posteriore. In ogni viaggio, anche breve, tutti gli occupanti del veicolo devono utilizzare le cinture di sicurezza (o gli appositi sistemi di ritenuta per bambini). Il mancato rispetto di questa precauzione aumenta in maniera significativa il rischio di lesioni personali gravi o mortali in caso di incidente. Le informazioni fornite nella tabella sono corrette al momento di andare in stampa. Tuttavia, la disponibilità dei sistemi di ritenuta per bambini può variare. Rivolgersi al proprio concessionario/riparatore autorizzato per conoscere le disposizioni più aggiornate. Nota: le informazioni contenute nella tabella seguente potrebbero non essere applicabili a tutti i paesi. In caso di dubbi sul tipo e sul montaggio dei seggiolini per bambini, rivolgersi a un concessionario/ riparatore autorizzato. Nota: le normative che regolano la modalità e la posizione dei bambini per il trasporto a bordo dei veicoli sono soggetti a modifiche. È responsabilità del conducente attenersi a tutte le norme vigenti in materia. 47

48 L Sicurezza dei bambini Categoria di peso 0 = Fino a 10 kg - da 0 a 9 mesi 0+ = Fino a 13 kg - da 0 a 18 mesi I = Da 9 a 18 kg - da 9 mesi a 4 anni II = Da 15 a 25 kg - da 4 a 9 anni III = Da 22 a 36 kg - da 8 a 12 anni U = Adatto ai sistemi di ritenuta di classe universale omologati per l uso in questa categoria di peso. * Prima di utilizzare un sistema di ritenuta per bambini in questa posizione, verificare sempre che l'airbag del passeggero anteriore sia disattivato. Vedere 56, DISATTIVAZIONE DELL'AIRBAG PASSEGGERO. Per poter alloggiare il sistema di ritenuta per bambini, il sedile del passeggero anteriore deve essere posizionato completamente all'indietro, il cuscino del sedile deve trovarsi nella posizione più elevata e lo schienale deve essere regolato in posizione eretta. Se il poggiatesta è stato rimosso, assicurarsi di rimontarlo prima che il sedile venga usato da un passeggero. Posizioni di seduta Passeggero anteriore* U U U U U Posteriore esterno** U U U U U Posteriore centrale** ** Veicoli dotati di sedili della seconda fila regolabili: regolare lo schienale in posizione verticale in modo da supportare il sistema di ritenuta per bambini. U U U U U 48

49 Sicurezza dei bambini Posizioni di seduta del sistema di ritenuta per bambini ISOFIX Categorie di peso riportate sul sistema di ritenuta per bambini Culla portatile 0 = Fino a 10 kg - da 0 a 9 mesi 0+ = Fino a 13 kg - da 0 a 18 mesi I = Da 9 a 18 kg - da 9 mesi a 4 anni II/III = Da 15 a 36 kg - da 4 a 12 anni Classe dimensionale F G E E D C D C B B1 IUF = Adatto ai sistemi di ritenuta per bambini ISOFIX rivolti in avanti di classe universale, omologati per l uso in questa categoria di peso. A - Elementi di montaggio ISO/L1 ISO/L2 ISO/R1 ISO/R1 ISO/R2 ISO/R3 ISO/R2 ISO/R3 ISO/F2 ISO/F2X ISO/F3 Sedili esterni della seconda fila X X IL IL IL IL IL IL IUF IUF IUF Posizioni di seduta del sistema di ritenuta per bambini i-size Posizione di seduta - - Sistema di ritenuta per bambini raccomandato - - Britax/Römer Baby-Safe Plus con Baby-Safe ISOFIX Base Britax/Römer Baby Duo Plus IL = Questi sistemi di ritenuta per bambini ISOFIX appartengono alle categorie specifiche del veicolo, limitate o semiuniversali. X = Non adatto all installazione di sistemi di ritenuta per bambini ISOFIX appartenenti a questa categoria di peso. Sistema di ritenuta per bambini i-size Passeggero anteriore X Posteriore esterno lato sinistro i-u Posteriore esterno lato destro i-u - Posteriore centrale X 49

50 L Sicurezza dei bambini i-u = Idoneo per sistemi di ritenuta per bambini universali i-size, rivolti in avanti e all'indietro. X = Posizione di seduta non idonea per sistemi di ritenuta per bambini universali i-size. Nota: le età indicate sono approssimative. In caso di dubbi, prendere in considerazione il peso e non l'età del bambino per scegliere un seggiolino per bambini adeguato. Quando si monta un seggiolino per bambini sul sedile posteriore, il sedile anteriore deve essere spostato in avanti e verso l'alto per montare un seggiolino per bambini rivolto all'indietro. Quando si riposiziona il sedile anteriore, fare attenzione che il sedile non vada a premere su nessuna parte del seggiolino per bambini. In caso di montaggio di un seggiolino per bambini rivolto all indietro, lo spazio disponibile per gli occupanti dei sedili anteriori sarà ridotto. Veicoli dotati di sedili della seconda fila regolabili: regolare lo schienale in posizione verticale in modo da supportare il sistema di ritenuta per bambini. SEGGIOLINI PER BAMBINI CONSIGLIATI Peso/età del bambino Categorie 0 e 0+ Posizioni per seggiolini ISOFIX raccomandate Britax/Römer Baby Safe Plus Con base ISOFIX Baby- Safe Categoria Britax/Römer I Duo Plus Categorie Britax/Römer II e III Kid Plus Posizioni per seggiolini non ISOFIX raccomandate Britax/Römer Baby Safe Plus Britax/Römer Duo Plus Britax/Römer Kid Plus oppure Britax/ Römer KIDFIX XP ELENCO DI CONTROLLO DEL SISTEMA DI RITENUTA PER BAMBINI Ogni volta che a bordo del veicolo viaggia un bambino, attenersi alle seguenti disposizioni: Utilizzare sistemi di ritenuta appropriati. Attenersi rigorosamente alle istruzioni fornite dal produttore del sistema di sicurezza occupanti. Regolare l'imbracatura di ciascun bambino ogni volta prima di partire. Verificare che sia stato eliminato tutto il lasco dalla cintura di sicurezza per gli adulti. Al momento del montaggio del seggiolino ISOFIX/i-Size, fissare sempre l'ancoraggio superiore (se compatibile con il tipo di sedile). 50

51 Sicurezza dei bambini Verificare sempre che il sistema di ritenuta dei bambini sia fissato in modo sicuro. Non vestire il bambino con indumenti voluminosi, non inserire oggetti o imbottiture tra il bambino e il sistema di ritenuta. Controllare a intervalli regolari l'idoneità e la condizione dei sistemi di ritenuta per bambini. Se il sistema di ritenuta risulta inadatto, oppure se sono presenti tracce visibili di usura o danni, sostituirlo immediatamente. Dare il buon esempio indossando sempre la cintura di sicurezza. Nei seggiolini per bambini dotati di una gamba di supporto, regolare la gamba in modo tale che poggi saldamente sul pavimento. Per alcuni seggiolini per bambini potrebbe essere necessario rimuovere il poggiatesta per garantire una maggiore stabilità. Dopo avere rimosso il seggiolino per bambini, rimontare sempre il poggiatesta. SEGGIOLINI AUSILIARI Nel caso in cui un bambino sia troppo grande per utilizzare un seggiolino di sicurezza per bambini, ma ancora troppo piccolo per indossare correttamente la cintura di sicurezza a 3 punti di ancoraggio, si consiglia l uso di un seggiolino ausiliario per garantire la massima sicurezza. Seguire le istruzioni del costruttore per il montaggio e l'uso, quindi regolare la cintura di sicurezza per adattarla al cuscino. Se il seggiolino ausiliario è dotato di connettori ISOFIX, questi devono essere utilizzati insieme alla cintura di sicurezza per gli adulti per fissare il seggiolino ausiliario laddove appropriato. INSTALLAZIONE DEL SISTEMA DI RITENUTA PER BAMBINI ISOFIX Non montare un sistema di ritenuta per bambini ISOFIX o i-size nella posizione del sedile posteriore centrale. Le barre di ancoraggio non sono progettate per trattenere un sistema di ritenuta ISOFIX o i- Size in questa posizione. Se un poggiatesta viene rimosso per montare un sistema di ritenuta per bambini, ricordare sempre di bloccarlo prima di riporlo. Dopo avere rimosso il sistema di ritenuta per bambini, rimontare sempre il poggiatesta se era stato rimosso. AVVERTENZA: i punti di ancoraggio per bambini sono stati progettati per sostenere solo i carichi esercitati da sistemi di ritenuta per bambini montati in modo corretto. Non utilizzare mai tali punti di ancoraggio per le cinture di sicurezza per adulti per attaccarvi imbracature o per fissare al veicolo altri oggetti o attrezzature. Entrambe le posizioni dei sedili posteriori esterni si prestano all'installazione di sistemi di ritenuta ISOFIX e i-size. 51

52 L Sicurezza dei bambini Per installare un sistema di ritenuta per bambini ISOFIX/i-Size procedere come segue: 1. Questo simbolo è riportato su un coperchio di accesso rimovibile per indicare la posizione dei punti di ancoraggio ISOFIX/i-Size. 2. Individuare l'apposita cavità nella parte superiore di ciascun coperchio di accesso, quindi tirarlo leggermente in avanti per sganciarlo e smontarlo. In questo modo sarà possibile accedere alle barre di ancoraggio inferiori del veicolo. Nota: conservare i coperchi di accesso in un luogo sicuro e rimontarli quando il sistema di ritenuta per bambini viene rimosso dal veicolo. 3. Far scivolare il seggiolino per bambini in posizione e fissare il meccanismo di bloccaggio alle barre di ancoraggio ISOFIX/i-Size. Verificare che il sistema di ritenuta per bambini sia fissato in modo sicuro. Per questa prova, cercare di tirare il seggiolino allontanandolo dal sedile e provare a ruotarlo lateralmente. Anche se il sistema di ritenuta all'apparenza è sicuro, si dovranno comunque controllare ancora visivamente i punti di ancoraggio per verificare che siano fissati correttamente. Se il sistema di ritenuta per bambini non dovesse essere ancorato correttamente, vi è un rischio notevole di lesioni per il bambino in caso di incidente o di una frenata d'emergenza. Nota: verificare sempre che, se è prevista una cinghia di ancoraggio superiore, questa sia installata e serrata correttamente. Nota: nei sistemi di ritenuta per bambini dotati di una gamba di supporto, regolare la gamba in modo tale che poggi saldamente sul pianale. MONTAGGIO DEI SISTEMI DI RITENUTA DEI BAMBINI CON PUNTI DI ANCORAGGIO Seguire sempre le istruzioni del produttore del seggiolino o del sistema di ritenuta per bambini per il montaggio delle cinghie di ancoraggio. Per montare il seggiolino o il sistema di ritenuta per bambini, fare passare sempre la cinghia di ancoraggio sopra la sommità dello schienale e sotto il poggiatesta. Se un poggiatesta viene rimosso per montare un sistema di ritenuta per bambini, ricordare sempre di bloccarlo prima di riporlo. 52

53 Sicurezza dei bambini Qualora si debba montare un seggiolino o un sistema di ritenuta per bambini sul posto a sedere centrale, il bracciolo centrale deve essere riposto nel suo alloggiamento (ripiegato nel sedile). Il veicolo è equipaggiato con punti di ancoraggio dietro ai telai dei sedili della seconda fila. Utilizzare i punti di ancoraggio per fissare le cinghie dei seggiolini o dei sistemi di ritenuta per bambini. Nota: è previsto un punto di ancoraggio per la posizione centrale del sedile. Non utilizzare questo punto di ancoraggio con un seggiolino per bambini ISOFIX. Montare sempre i punti di ancoraggio superiori e serrarli correttamente. Installare la cinghia di ancoraggio come indicato di seguito: 1. Montare il sistema di ritenuta per bambini saldamente su uno dei posti a sedere posteriori. 2. Far passare la cinghia di ancoraggio sopra lo schienale, sotto il poggiatesta e tra lo schienale e la copertura del vano di carico. 3. Fissare il gancio della cinghia di ancoraggio al punto di ancoraggio sullo schienale del sedile. Assicurarsi che il gancio della cinghia di ancoraggio sia orientato correttamente, come indicato. 4. Serrare la cinghia di ancoraggio seguendo le istruzioni del produttore. 53

54 L Airbag AIRBAG 1. Airbag passeggero anteriore. 2. Airbag laterali sedili anteriori. 3. Airbag a tendina. 4. Airbag guidatore. Nota: la posizione generica degli airbag montati sul veicolo è contrassegnata dalla parola AIRBAG. Rivolgersi sempre a un concessionario/ riparatore autorizzato nei seguenti casi: Se un airbag si gonfia. Se la parte anteriore o le fiancate del veicolo subiscono danni. Se una qualsiasi parte del sistema di ritenuta supplementare (SRS) degli airbag mostra segni di crepe o danni, incluso il rivestimento che ricopre gli airbag. Se si accende la spia color ambra degli airbag. Gli impatti ad alta velocità possono causare lesioni gravi o mortali indipendentemente dagli equipaggiamenti di sicurezza montati sul veicolo. Guidare sempre con prudenza e buon senso, in base alle caratteristiche del veicolo, alle condizioni della strada e del tempo, senza superare i limiti di velocità prescritti. 54

55 Airbag Sia il guidatore che i passeggeri, qualunque sia la posizione assunta sul sedile, devono indossare sempre le cinture di sicurezza. Il sistema di sicurezza occupanti supplementare (SRS) non può offrire protezione contro determinati tipi di impatto. In queste circostanze, l'unica protezione viene offerta dalla cintura di sicurezza, purché posizionata correttamente. FUNZIONAMENTO DEGLI AIRBAG Gli airbag forniscono una protezione supplementare solo in alcuni tipi di collisione e non sostituiscono in alcun modo l'obbligo di indossare la cintura di sicurezza. Tutti i passeggeri, in tutte le posizioni di seduta, devono sempre indossare la cintura di sicurezza, indipendentemente dalla presenza o meno di un airbag. Per consentire il corretto funzionamento degli airbag, il rivestimento del tetto e i rivestimenti dei montanti delle portiere devono essere in buone condizioni, montati correttamente e privi di ostruzioni. Segnalare al più presto al proprio concessionario/riparatore autorizzato la presenza di eventuali danni, tracce di usura o montaggio non corretto affinché possa provvedere a un controllo e all'eventuale riparazione. Gli airbag si gonfiano ad alta velocità e questo può provocare abrasioni al viso e altre lesioni. Per ridurre al minimo il rischio di lesioni, assicurarsi che tutti gli occupanti del veicolo indossino le cinture di sicurezza posizionate in modo idoneo, siedano correttamente sui sedili e tengano il proprio sedile nella posizione più arretrata possibile. Il gonfiaggio degli airbag avviene istantaneamente e non può proteggere dagli effetti di impatti secondari. In queste circostanze, l'unica protezione viene offerta dalla cintura di sicurezza, purché posizionata correttamente. L'attivazione degli airbag dipende dalla rapidità con cui cambia la velocità dell'abitacolo in seguito alla collisione. Le circostanze che interessano una collisione (velocità del veicolo, angolo d'urto, tipo e dimensione dell'oggetto colpito, ecc.) possono variare in modo considerevole e influenzano di conseguenza la velocità di decelerazione. Gli airbag e il sistema di sicurezza occupanti supplementare (SRS) non sono progettati per entrare in azione in seguito a: Tamponamenti. Urti anteriori di minore entità. Urti laterali di minore entità. Frenate brusche. Superamento di cunette e buche. Pertanto è possibile provocare danni superficiali al veicolo di considerevole entità senza tuttavia provocare l azionamento degli airbag. 55

56 L Airbag Gli impatti ad alta velocità possono causare lesioni gravi o mortali indipendentemente dagli equipaggiamenti di sicurezza montati sul veicolo. Il sistema di ritenuta supplementare (SRS) degli airbag non può offrire protezione da determinati tipi di impatto. In queste circostanze, l'unica protezione viene offerta dalla cintura di sicurezza, purché posizionata correttamente. OSTRUZIONE AIRBAG Non ostruire il funzionamento degli airbag posizionando parti del corpo od oggetti in contatto con, o vicino ai moduli degli airbag. Se l'airbag si gonfia, eventuali oggetti o parti del corpo potrebbero interferire con il gonfiaggio o sobbalzare all'interno della vettura, causando lesioni agli occupanti. I passeggeri non devono ostruire il funzionamento degli airbag posizionando i piedi, le ginocchia o altre parti del corpo od oggetti in contatto con, o vicino ai moduli degli airbag. Non collocare oggetti tra il modulo dell'airbag e l'occupante del sedile. Se l'airbag si gonfia, eventuali oggetti o parti del corpo potrebbero interferire con il gonfiaggio o venire sbalzati all'interno del veicolo, causando lesioni agli occupanti. Non utilizzare fodere dei sedili non omologate o fodere aggiuntive che non sono state progettate per l'uso con gli airbag. In caso di dubbi, rivolgersi al proprio concessionario/riparatore autorizzato. Verificare che rimanga sempre uno spazio tra il fianco del veicolo, il capo e il torace. Ciò consente agli airbag a tendina e a quelli laterali montati sui sedili di gonfiarsi senza ostacoli. Non fissare o posizionare oggetti in contatto con, o vicino al rivestimento del tetto, agli schienali dei sedili anteriori o alla copertura dell'airbag che potrebbero interferire con il gonfiaggio dell'airbag o sobbalzare all'interno della vettura, causando lesioni agli occupanti. Se ostruiti, gli airbag non possono attivarsi correttamente. Esempi di ostruzione: Qualsiasi parte del corpo di un passeggero a contatto con la copertura di un airbag o in prossimità di questa. Oggetti posati sulla copertura di un airbag o in prossimità di questa. Abiti, tendine parasole o altri materiali appesi alle maniglie di appiglio. Abiti, cuscini o altri materiali che coprono gli airbag montati sui sedili. Fodere dei sedili non omologate da Jaguar o non appositamente progettate per l uso con gli airbag montati sui sedili. Questo elenco non è esaustivo ed è responsabilità del guidatore e dei passeggeri assicurarsi che gli airbag non vengano in alcun modo ostruiti. DISATTIVAZIONE DELL'AIRBAG PASSEGGERO (Esclusa Australia) Nota: la disattivazione dell'airbag del passeggero anteriore è dipendente dal mercato. 56

57 Airbag L'airbag del passeggero deve essere disattivato solo se sul sedile del passeggero anteriore è montato un sistema di ritenuta per bambini. I dati e le statistiche relativi alle prove d'urto indicano che la posizione più sicura per un bambino è in un seggiolino per bambini correttamente montato sul sedile posteriore del veicolo. Non utilizzare un sistema di ritenuta per bambini su un sedile posto di fronte a un airbag funzionante. In questo modo, il bambino corre un rischio elevato di lesioni gravi o mortali in caso di incidente. L'airbag passeggero anteriore può essere attivato e disattivato tramite i comandi interattivi posti sul quadro strumenti a veicolo fermo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Selezionare Airbag passeggero dal menu Impostazioni del veicolo, disponibile nel Menu principale. Il testo e il grafico visualizzati mostrano lo stato Airbag attivato o Airbag disinserito corrente. Selezionare Cambiare impostaz. per passare da un'opzione all'altra. Una spia di stato dell'airbag, montata sul pannello di controllo a soffitto (come illustrato), indica lo stato operativo dell'airbag passeggero come mostrato nella tabella che segue. Impostazione Airbag disinserito Airbag attivato Stato dell'airbag passeggero Disattivato Attivato Visualizzazione spia AIRBAG PASSEGGERO DISINSERITO AIRBAG PASSEGGERO ATTIVATO* * Visualizzato per 60 secondi, quindi scompare. Ricordare di attivare nuovamente l'airbag non appena si smonta il seggiolino per bambini dal sedile del passeggero anteriore. Il mancato rispetto di questa precauzione espone il passeggero che occupa il sedile anteriore al rischio di lesioni gravi o mortali in caso di incidente. Per controllare lo stato operativo dell'airbag del passeggero anteriore, assicurarsi che l'accensione sia inserita e che sia trascorso il periodo di 8 secondi della spia di controllo della lampadina. Non montare un sistema di ritenuta per bambini sul sedile del passeggero anteriore se la spia dell'airbag rimane costantemente accesa ad accensione inserita. L airbag del passeggero deve essere disattivato solo se sul sedile del passeggero anteriore è montato un seggiolino per bambini rivolto all indietro. 57

58 L Airbag AIRBAG ANTERIORI Gli airbag del passeggero anteriore e del conducente possono attivarsi a seconda della violenza dell'impatto frontale. AIRBAG LATERALI Gli airbag laterali sono progettati per proteggere la regione del torace e si attivano solo in caso di impatto laterale e solo sul lato dell'impatto. AIRBAG A TENDINA Gli airbag a tendina si gonfiano in caso di impatto laterale e di ribaltamento, offrendo una maggiore protezione dalle lesioni al capo che potrebbero altrimenti risultare molto gravi. Affinché gli airbag a tendina si attivino correttamente, il rivestimento del tetto e il rivestimento del montante A devono essere integri e montati correttamente. Qualsiasi danno o montaggio sospetto deve essere segnalato a un concessionario/ riparatore autorizzato affinché proceda a un controllo. Nota: gli airbag a tendina non si gonfiano come conseguenza di soli urti frontali o posteriori. EFFETTI DELL'ATTIVAZIONE DEGLI AIRBAG Quando l'airbag si gonfia, viene prodotta una polvere sottile. È una condizione normale e non indica un funzionamento difettoso. La polvere può causare irritazione alla pelle e dovrà essere lavata accuratamente via dagli occhi e da eventuali tagli o abrasioni. Questa polvere può causare difficoltà respiratorie in persone che soffrono di asma o di altri problemi respiratori. In tal caso, uscire dal veicolo non appena è possibile farlo in condizioni di sicurezza o aprire il finestrino affinché entri aria fresca. Se i problemi respiratori persistono, consultare un medico. L attivazione degli airbag è accompagnata da un rumore molto forte che potrebbe causare disturbi e perdita temporanea dell udito. Dopo il gonfiaggio, alcuni componenti dell airbag raggiungono temperature estremamente elevate. Non toccare i componenti dell'airbag fino a quando non si sono raffreddati sufficientemente. Dopo il gonfiaggio, gli airbag anteriori e laterali montati sui sedili si sgonfiano immediatamente. Questo assicura un effetto cuscinetto graduale per gli occupanti e inoltre impedisce che la visuale del conducente sia oscurata. 58

59 Airbag SPIA AIRBAG La spia airbag viene visualizzata nel quadro strumenti e si accende per il controllo delle lampadine quando viene inserita l'accensione. Vedere 69, AIRBAG (AMBRA). La spia indica un potenziale guasto nel sistema di ritenuta del veicolo, che potrebbe causare lesioni gravi o morte in caso di incidente grave. Se la spia segnala la presenza di un guasto nel sistema, non usare un sistema di ritenuta dei bambini sul sedile del passeggero anteriore. Se si verifica una delle condizioni elencate di seguito per le spie, fare controllare immediatamente il veicolo dal proprio concessionario/riparatore autorizzato. La spia non si accende quando viene inserita l'accensione. La spia non si spegne entro 6 secondi dall'inserimento dell'accensione. Quando viene inserita l accensione, la spia si accende in un momento diverso da quello in cui avviene il ciclo di prova delle lampadine. Quando viene inserita l'accensione, un'unità di comando diagnostica controlla la reattività dei circuiti elettrici del sistema. Gli elementi del sistema di ritenuta supplementare (SRS) includono: Spia SRS. Dispositivo di collegamento rotativo. Moduli airbag. Pretensionatori delle cinture di sicurezza (cinture di sicurezza dei sedili anteriori e posteriori esterni). Interruttori delle fibbie delle cinture di sicurezza anteriori. Sensore di posizione della pista di scorrimento del sedile anteriore. Unità di comando diagnostica degli airbag. Sensori d'urto e di ribaltamento. Cablaggio airbag. Spia di stato airbag. INFORMAZIONI SULLA MANUTENZIONE DEGLI AIRBAG I sistemi telefonici devono essere installati esclusivamente da personale qualificato e con una buona conoscenza del funzionamento e dei requisiti dei veicoli dotati di sistema di sicurezza occupanti supplementare (SRS). In caso di dubbi, richiedere informazioni al concessionario/ riparatore autorizzato. Non tentare di regolare, riparare, sostituire, modificare o manipolare le parti del sistema di ritenuta supplementare (SRS). Questo vale anche per i cablaggi o i componenti in prossimità dei componenti del sistema di ritenuta supplementare (SRS). Così facendo, si potrebbe innescare il sistema, oppure lo si potrebbe mettere fuori uso. Non usare apparecchiature per prove elettriche, né altri dispositivi, in prossimità dei componenti o dei cablaggi del sistema di ritenuta supplementare (SRS). Così facendo, si potrebbe innescare il sistema, oppure lo si potrebbe mettere fuori uso. Per motivi di sicurezza, tutte le operazioni di seguito riportate devono essere eseguite esclusivamente da un concessionario/riparatore autorizzato o da personale adeguatamente qualificato: 59

60 L Airbag Smontaggio o riparazione di cablaggi o componenti in prossimità di un qualsiasi componente del sistema di ritenuta supplementare (SRS). Montaggio di apparecchiature e accessori elettrici o elettronici. Modifica della parte anteriore o laterale esterna del veicolo. Montaggio di accessori sulla parte anteriore o laterale del veicolo. Rivolgersi sempre a un concessionario/ riparatore autorizzato nei seguenti casi: Se un airbag si gonfia. Se la parte anteriore o le fiancate del veicolo subiscono danni. Se una qualsiasi parte del sistema di ritenuta supplementare (SRS) con airbag mostra segni di crepe o danni, incluso il rivestimento che ricopre gli airbag. MODIFICHE DEL VEICOLO PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI Gli occupanti disabili che potrebbero richiedere modifiche al veicolo devono contattare un concessionario/riparatore autorizzato prima di apportarle. 60

61 Gruppo strumenti GRUPPO STRUMENTI Uno dei due tipi di quadro strumenti sarà in dotazione sul veicolo. Un tipo prevede quadranti tradizionali su entrambi i lati di uno schermo centrale, l'altro è dotato di uno schermo intero che comprende entrambi i quadranti. La configurazione delle due tipologie di quadro strumenti è simile. 1. Tachimetro. 2. Menu e centro messaggi. Nota: è possibile modificare in base alle proprie preferenze la visualizzazione di quest'area del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. 3. Contagiri. 4. Indicatore livello carburante. Non consentire mai che si esaurisca il carburante, in tal caso il motore potrebbe subire danni. Se si accende la spia color ambra della riserva carburante, fare rifornimento non appena possibile. La distanza approssimativa ancora percorribile con il carburante rimasto può essere verificata tramite la funzione Autonomia del computer di bordo. Accanto al simbolo della pompa di alimentazione appare una freccia puntata verso il lato del veicolo su cui si trova il bocchettone carburante. 5. Indicatore della temperatura. La guida del veicolo con il motore surriscaldato può provocare gravi danni al motore. Se l ago indicatore raggiunge la linea rossa il motore si sta surriscaldando. Arrestare il veicolo non appena le condizioni di sicurezza lo permettono e lasciare girare il motore al minimo finché la temperatura non diminuisce. Se dopo diversi minuti la temperatura non è ancora scesa, spegnere il motore e lasciarlo raffreddare. Se il problema persiste, rivolgersi immediatamente a un tecnico qualificato. Nota: se si verifica un surriscaldamento del motore, la potenza del motore può risultare notevolmente ridotta e il sistema dell'aria condizionata (A/C) può smettere di funzionare. Questa è una normale strategia di funzionamento che mira a ridurre il carico sul motore e a favorirne il raffreddamento. 61

62 L Gruppo strumenti MENU DEL GRUPPO STRUMENTI Il menu del quadro strumenti permette di configurare una serie di funzioni e di impostazioni di visualizzazione del veicolo. Ai fini della sicurezza, azionare o regolare il sistema soltanto quando è possibile farlo senza correre rischi. Per visualizzare e navigare nel menu del quadro strumenti, azionare il comando del menu sul volante. 1. Comando del menu sul volante: premere MENU per attivare il menu, quindi procedere come segue: Per scorrere un elenco, premere le frecce su/giù. Premere e rilasciare la freccia destra, oppure premere OK, per visualizzare un sottoelenco. Premere e rilasciare la freccia sinistra per tornare al menu precedente. Tenere premuto la freccia sinistra per chiudere il menu. Premere il pulsante OK per selezionare la voce di menu evidenziata. 2. Scorrere le opzioni di menu come necessario: A seconda del quadro strumenti presente sul veicolo (61, GRUPPO STRUMENTI), le opzioni del menu saranno le seguenti: Recenti (solo per quadro strumenti a schermo intero). Nota: questa voce del menu viene visualizzata soltanto se è collegato un telefono. Preferiti o Coda (solo per quadro strumenti a schermo intero). Nota: questa voce del menu dipende dalla sorgente multimediale selezionata. Telefono (solo per quadro strumenti a schermo intero). Assist. conducente. Computer di bordo. Impostazioni display. Display head-up (HUD). Impostazioni veicolo. Prima di apportare qualsiasi modifica in Impostazioni del veicolo, assicurarsi di aver letto e compreso a fondo gli argomenti/le sezioni corrispondenti del manuale dell'utente. In caso contrario, si potrà incorrere in lesioni gravi o mortali. Informazioni veicolo. Nota: disponibile solo prima dell'avviamento del motore. 62

63 Gruppo strumenti MESSAGGI DI AVVERTENZA E INFORMAZIONE Non ignorare i messaggi di avvertenza e prendere i dovuti provvedimenti al più presto possibile. Il mancato rispetto di questa raccomandazione può comportare gravi danni al veicolo. Se si elimina il messaggio, un'icona di avvertenza rossa o color ambra rimane accesa finché non si elimina la causa del messaggio. Per informazioni relative ai singoli messaggi, al loro significato e agli interventi eventualmente necessari, consultare la relativa sezione di questo manuale. Se è attivo più di 1 messaggio, ciascuno viene visualizzato in sequenza per 2 secondi in base all'ordine di priorità. Nota: i messaggi vengono visualizzati in ordine di importanza. Ai messaggi di avvertenza più importanti viene assegnata la massima priorità. I messaggi di avvertenza sono accompagnati da un segnale acustico e accanto al testo del messaggio può apparire il simbolo del manuale. I messaggi di avvertenza rimangono visualizzati finché non viene corretta la condizione che ha provocato il guasto oppure finché non viene eliminato il messaggio con pulsante OK sul comando di menu del volante. COMPUTER DI BORDO La memoria del computer di bordo archivia i dati relativi a un viaggio, o a una serie di viaggi, fino a quando non viene riazzerata. Sono disponibili 3 memorie di viaggio, Viaggio A, Viaggio B e Viaggio Auto. È possibile specificare la memoria di viaggio che si desidera visualizzare utilizzando il menu del quadro strumenti. USO DEL COMPUTER DI BORDO Il computer di bordo è in grado di visualizzare diverse informazioni per il conducente. Una breve pressione (di 1 secondo o meno) del pulsante i consente di visualizzare il menu del computer di bordo sul quadro strumenti. Le opzioni disponibili sono le seguenti: Contenuto display: consente di selezionare il tipo di informazioni da visualizzare nel quadro strumenti. Banca dati viaggi: consente di selezionare Viaggio A, Viaggio B o Viaggio Auto. Pulsante Viaggio Auto: consente di gestire la selezione del viaggio. Unità: consente di selezionare le unità metriche o imperiali. Per azzerare il valore selezionato per il computer di bordo, tenere premuto il pulsante i per 2 secondi. È possibile azzerare i valori di distanza, velocità media e consumo medio di carburante per il Viaggio A e il Viaggio B. Impostare il display del computer di bordo in modo da visualizzare il tragitto che si desidera azzerare, quindi tenere premuto il tasto fino a visualizzare il messaggio azzeramento viaggio. 63

64 L Gruppo strumenti Non è possibile ripristinare manualmente la funzione Viaggio Auto. Questa viene azzerata automaticamente ogni volta che si inserisce l'accensione. È possibile aggiungere contemporaneamente tragitti diversi per registrare un viaggio più lungo o rimuoverli insieme. Premere il pulsante i per più di 1 secondo quando vengono visualizzati i valori di Viaggio auto relativi a distanza, velocità media e consumo medio di carburante. Sullo schermo viene visualizzato il messaggio Aggiungere ultimo viaggio o Rimuovere ultimo viaggio. Premere il pulsante i per più di 1 secondo per selezionare l'opzione desiderata. Le informazioni relative al viaggio precedente vengono aggiunte, o rimosse, dal viaggio corrente e viene visualizzato il nuovo totale. Questa operazione può essere effettuata ogni volta che lo si desidera prima del disinserimento dell'accensione. CONTACHILOMETRI PARZIALE Distanza percorsa dall'ultimo azzeramento della memoria. Il valore massimo consentito è di 9.999,9 (chilometri o miglia). Se tale distanza viene superata, il computer di bordo si azzera automaticamente. AUTONOMIA Questa voce indica la distanza prevista, in miglia o chilometri, che il veicolo potrebbe ancora percorrere con il carburante rimasto, presupponendo che il consumo di carburante e lo stile di guida rimangano costanti. VISUALIZZAZIONE METRICA / IMPERIALE / MISTA È possibile cambiare l'unità di misura dei valori visualizzati dal computer di bordo tra sistema metrico, imperiale e misto dal menu Computer di bordo del centro messaggi. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: la visualizzazione della temperatura può essere selezionata in C (Celsius) o F (Fahrenheit), indipendentemente dall'unità di misura metrica o imperiale. SPIA DEL TAGLIANDO Attraverso il centro messaggi si riceve la segnalazione, sotto forma di distanza ancora da percorrere o tempo rimasto, che sta per giungere il momento di effettuare un intervento di manutenzione periodico. Una volta superati la distanza o il tempo, il display visualizza un valore negativo (-) per indicare che è stata superata la data prevista per l'intervento di manutenzione. Possono essere visualizzate una o entrambe le scadenze dell'intervento di manutenzione periodico (distanza e tempo). I dettagli sul prossimo intervento di manutenzione sono disponibili nel menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. 64

65 Gruppo strumenti DISPLAY HEAD-UP (HUD) La funzione del display head-up (HUD) proietta le informazioni per il conducente sul lato interno del parabrezza. Ai fini della sicurezza, azionare o regolare il sistema soltanto quando è possibile farlo senza correre rischi. Le informazioni visualizzate sono le seguenti: 1. Marcia attualmente selezionata, oppure, 2. La modalità di accodamento è attiva. Vedere 140, INSERIMENTO MODALITÀ ACCODAMENTO. 3. Velocità di crociera impostata. 4. Velocità di crociera/controllo della velocità adattativo (ACC) attivo. 5. Riconoscimento segnali stradali (TSR), limite di velocità identificato. Vedere 160, RICONOSCIMENTO DEI SEGNALI DEL TRAFFICO. 6. Attuale velocità del veicolo. 7. Istruzioni di navigazione dettagliate. L'HUD può essere controllato mediante l'opzione Display head-up (HUD) nel menu del quadro strumenti. Per ulteriori informazioni, vedere 160, RICONOSCIMENTO DEI SEGNALI DEL TRAFFICO. Una volta selezionato, il menu offre una serie di opzioni, tra cui: Accensione/spegnimento dell'hud. Selezione delle informazioni visualizzate all'interno del parabrezza. La posizione del display. La luminosità del display. È importante che la posizione del display sia impostata correttamente. La posizione corretta dipende da una serie di condizioni, tra cui anche l'altezza del conducente e la posizione del sedile. Nota: prima di impostare la posizione dell'hud, assicurarsi che il sedile del conducente sia posizionato correttamente. Vedere 30, POSTURA CORRETTA. Il livello dell'hud deve essere impostato in orizzontale, entro la visuale del conducente. Per impostare la posizione del display, selezionare Posizione dal menu Display head-up (HUD) e seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo. Utilizzare il pulsante di memorizzazione della memoria del sedile conducente (M) per memorizzare le preferenze. Vedere 31, MEMORIA DELLE POSIZIONI DI GUIDA. 65

66 L Gruppo strumenti La luminosità del display viene impostata automaticamente adattandosi alle condizioni di luce ambiente. La luminosità può essere regolata manualmente secondo le proprie preferenze selezionando Luminosità dal menu Display head-up (HUD). Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo, quindi premere OK per confermare. L'HUD è collegato alle impostazioni delle unità del computer di bordo. Se il consumo di carburante è impostato su mpg, l'hud sarà in miglia. Se il consumo di carburante è impostato su km/l, l'hud sarà in chilometri. Vedere 64, VISUALIZZAZIONE METRICA / IMPERIALE / MISTA. Nota: a temperature estreme, l'hud viene visualizzato dopo un tempo più lungo dall'avviamento. In questo modo si garantisce che l'hud funzioni sempre a una temperatura ottimale. Nota: l'immagine completa dell'hud potrebbe non essere visibile mentre si indossano occhiali da sole con lenti polarizzate. Nota: non posizionare oggetti sull'hud, che si trova sopra il quadro strumenti accanto al parabrezza. Se è necessario effettuare la pulizia, vedere 259, PULIZIA DI SCHERMI E DISPLAY e seguire le stesse istruzioni di pulizia. 66

67 Spie SPIE E INDICATORI Non ignorare le spie o gli indicatori. Prendere gli opportuni provvedimenti non appena possibile. Il mancato rispetto di questa precauzione può provocare lesioni gravi o letali, o comportare gravi danni al veicolo. Le spie ROSSE indicano avvertenze prioritarie. Un'avvertenza prioritaria deve essere analizzata immediatamente dal guidatore o da un tecnico qualificato prima di continuare. Le spie color AMBRA e GIALLO indicano avvertenze secondarie. Alcune indicano che un determinato sistema del veicolo è in funzione, altre segnalano che il guidatore deve intervenire e quindi rivolgersi al più presto a un tecnico specializzato. Le spie VERDI e BLU nel gruppo strumenti indicano lo stato dei sistemi. PROVA LAMPADINE La prova delle lampadine delle spie si avvia quando il sistema di accensione viene inserito e dura 3 secondi (eccetto per la spia airbag che rimane accesa per 6 secondi). Se dopo tale periodo una delle spie rimane accesa, accertarne la causa prima di mettersi alla guida. Alcune spie sono associate a messaggi visualizzati nel centro messaggi. Nota: la prova esclude alcune spie, ad esempio i fari abbaglianti e gli indicatori di direzione. Nota: se un rimorchio dotato di luci a LED è collegato alla presa del rimorchio, il controllo della lampadina potrebbe non essere eseguito. BATTERIA IN CARICA (ROSSA) Si accende per il controllo delle lampadine quando si inserisce l'accensione e si spegne una volta che il motore si è avviato. Se la spia rimane accesa o se si accende durante la guida, indica la presenza di un guasto nel sistema di carica della batteria e sul centro messaggi viene visualizzato un messaggio. Rivolgersi urgentemente a un tecnico qualificato. FRENI (ROSSA) Si accende brevemente per il controllo delle lampadine quando si inserisce l'accensione. Se la spia si accende durante la guida, sospettare un livello insufficiente del liquido freni o un guasto al sistema di distribuzione elettronica dell'azione frenante (EBD). Fermare il veicolo non appena le condizioni di sicurezza lo consentono e controllare e rabboccare il liquido dei freni se necessario. Se la spia rimane accesa, prima di proseguire richiedere l'intervento di un tecnico qualificato. MESSAGGIO DI AVVERTENZA CRITICA (COLORE ROSSO) Si accende quando sul centro messaggi è presente un'avvertenza di importanza critica. 67

68 L Spie TEMPERATURA MOTORE (ROSSA) Si accende quando la temperatura del motore è troppo elevata. Inoltre, sul centro messaggi sarà visualizzato il messaggio SURRISCALDAMENTO MOTORE. Arrestare il veicolo non appena le condizioni di sicurezza lo consentano e richiedere l'intervento di un tecnico qualificato prima di proseguire. AVVERTENZA DI USCITA DALLA CORSIA (LDW) (ROSSA) Se il sistema di avvertenza uscita corsia (LDW) rileva che il veicolo ha oltrepassato una delle linee di demarcazione della propria corsia di marcia, senza che sia stato attivato il rispettivo indicatore di direzione, la spia della corsia corrispondente si illumina in rosso. Tale segnalazione è accompagnata anche da una vibrazione del volante. PRESSIONE OLIO BASSA (ROSSA) Se la spia lampeggia o si accende durante la guida, fermare il veicolo non appena le condizioni di sicurezza lo consentano e spegnere immediatamente il motore. Controllare e rabboccare il livello dell'olio se necessario. Avviare il motore; se la spia rimane accesa, spegnerlo immediatamente e richiedere l'intervento di un tecnico qualificato prima di proseguire. FRENO DI STAZIONAMENTO (ROSSA) Si accende quando il freno di stazionamento elettrico (EPB) è inserito correttamente. Se la spia lampeggia, è stato rilevato un guasto. Rivolgersi urgentemente a un tecnico qualificato. CINTURA DI SICUREZZA (ROSSA) La spia si accende, accompagnata da un segnale acustico, quando il veicolo è in movimento e la cintura di sicurezza di uno dei sedili anteriori occupati non è allacciata. La luce si spegne quando la relativa cintura di sicurezza è stata allacciata. Nota: gli oggetti presenti sul sedile del passeggero anteriore potrebbero attivare la funzione di avvertenza cintura di sicurezza non allacciata. Si consiglia di fissare eventuali oggetti posti sul sedile del passeggero anteriore usando la cintura di sicurezza. Vedere 40, USO DELLE CINTURE DI SICUREZZA. 68

69 Spie SISTEMA DI ILLUMINAZIONE ANTERIORE ADATTATIVO (AFS) (AMBRA) Si accende in caso di guasto del sistema di illuminazione anteriore adattativo (AFS). I fari continueranno a funzionare, ma questa funzione non potrà essere utilizzata correttamente. Rivolgersi a un tecnico specializzato non appena possibile. AIRBAG (AMBRA) Si accende per il controllo delle lampadine, quando si inserisce l'accensione, e si spegne dopo 6 secondi. Se la luce si accende nuovamente, dopo il controllo delle lampadine o durante la guida, è presente un guasto del sistema degli airbag. Rivolgersi a un tecnico specializzato non appena possibile. SISTEMA FRENANTE ANTIBLOCCAGGIO (ABS) (AMBRA) Se le spie dei freni e del sistema frenante antibloccaggio (ABS) sono accese contemporaneamente, non guidare il veicolo fino a quando non viene riparato il guasto, poiché l'impianto frenante potrebbe non funzionare correttamente. Questo potrebbe, a sua volta, causare la perdita di controllo del veicolo provocando incidenti. Rivolgersi immediatamente a un tecnico specializzato. È responsabilità del conducente assicurarsi sempre di guidare il veicolo in modo appropriato in base alle condizioni prevalenti. Si accende brevemente per il controllo delle lampadine quando si inserisce l'accensione. Se la spia rimane accesa o se si accende durante la guida, nel sistema ABS è presente un guasto. Guidare con cautela, evitando di frenare a fondo, e richiedere urgentemente l'intervento di un tecnico qualificato. LIMITATORE AUTOMATICO DI VELOCITÀ (ASL) (AMBRA) Si accende quando il Limitatore automatico di velocità (ASL) è attivo. FRENI (AMBRA) Si accende brevemente per il controllo delle lampadine quando si inserisce l'accensione. Se la spia si accende dopo che il motore si è avviato o durante la marcia, sospettare l'usura delle pastiglie dei freni o un guasto al sistema del servofreno di emergenza (EBA). Il veicolo può ancora essere guidato, purché con cautela, ma si consiglia di rivolgersi urgentemente a un tecnico qualificato. 69

70 L Spie CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) (AMBRA) Lampeggia quando la funzione di controllo dinamico della stabilità (DSC) è attiva. In caso di guasti, rimane accesa e sul centro messaggi è visualizzato il testo DSC NON DISPONIBILE. Il veicolo può ancora essere guidato, ma senza l'assistenza del sistema DSC. Rivolgersi a un tecnico specializzato non appena possibile. CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) DISINSERITO (AMBRA) Si accende quando la funzione di controllo dinamico della stabilità (DSC) è spenta. Entra in funzione un segnale acustico e sul centro messaggi viene visualizzato un messaggio di conferma. MOTORE/TRASMISSIONE (AMBRA) Si accende brevemente per il controllo delle lampadine quando si inserisce l'accensione. Se la spia si accende quando il motore è in funzione, è presente un guasto relativo alle emissioni nel motore o nella trasmissione. È possibile continuare a guidare il veicolo, che può tuttavia passare alla modalità di emergenza "limp home", con una possibile riduzione delle prestazioni. Rivolgersi a un tecnico specializzato non appena possibile. Se la spia si accende quando il motore è in funzione, ridurre la velocità e rivolgersi urgentemente a un tecnico qualificato. TEMPERATURA ESTERNA (AMBRA) Si accende quando la temperatura esterna è talmente bassa che la strada potrebbe essere ghiacciata. MODALITÀ ACCODAMENTO (AMBRA) La spia si accende quando il sistema di controllo della velocità adattativo (ACC) si trova nella modalità accodamento. MESSAGGIO DI AVVERTENZA/ INFORMAZIONI GENERICHE (COLOR AMBRA) Si accende quando sul centro messaggi viene visualizzato un messaggio di avvertenza non critica o un messaggio informativo. CANDELETTE (AMBRA) Si accende quando l'accensione è inserita, per indicare che le candelette sono attive. LIMITATORE DI VELOCITÀ INTELLIGENTE (ISL) (AMBRA) Si accende quando il limitatore di velocità intelligente (ISL) è attivo. 70

71 Spie SPIA BASSO LIVELLO CARBURANTE (AMBRA) ABBAGLIANTI AUTOMATICI (AHB) (VERDE) Si accende quando il livello del carburante è basso. Fare rifornimento non appena possibile. La freccia mostra su quale lato del veicolo individuare lo sportellino del bocchettone di rifornimento del carburante. SISTEMA DI CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE (AMBRA) Si illumina per confermare che il sistema di controllo della progressione è abilitato. FENDINEBBIA POSTERIORI (AMBRA) Si accende quando sono accesi i fendinebbia posteriori. SISTEMA DI MONITORAGGIO DELLA PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI (TPMS) (GIALLA) La spia del sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) si accende, accompagnata da un messaggio sul centro messaggi che avvisa il conducente che uno o più pneumatici presentano una pressione significativamente insufficiente. Arrestare il veicolo non appena possibile e in condizioni di sicurezza, quindi controllare la pressione degli pneumatici e gonfiarli alla pressione consigliata. La spia lampeggia per indicare un guasto al sistema. La spia si accende quando la funzione abbaglianti automatici (AHB) è commutata su abbaglianti. COMANDO VELOCITÀ DI CROCIERA (VERDE) La spia si accende quando il comando della velocità di crociera o il controllo della velocità adattativo (ACC) sono attivi. INDICATORI DI DIREZIONE (VERDE) Quando vengono azionati gli indicatori di direzione, la spia corrispondente lampeggia. Se una lampadina degli indicatori di direzione è bruciata e si seleziona l'indicatore corrispondente, sarà emesso un ticchettio e la spia lampeggerà a una velocità doppia rispetto a quella normale. ALLARME AVANTI (VERDE) Questa spia si accende quando l'allarme avanti è attivo. FENDINEBBIA ANTERIORI (VERDE) Si accende quando sono accesi i fendinebbia anteriori. 71

72 L Spie CAMBIO MARCIA (VERDE) La spia di cambio marcia si accende brevemente quando si raggiunge il punto di cambio marcia consigliato (passaggio alla marcia superiore). La spia di cambio marcia non si accende se la velocità di crociera è attiva e non viene esclusa premendo il pedale dell'acceleratore. Nota: questa spia funge solo da riferimento. È responsabilità del conducente assicurarsi sempre di guidare il veicolo in modo appropriato in base alle condizioni prevalenti. STOP/START INTELLIGENTE (VERDE) Si illumina quando il motore viene spento dal sistema Stop/ Start intelligente. Nota: gli altri segnali normalmente associati a un arresto del motore non si accendono durante l'arresto per via del sistema Stop/Start intelligente. AVVERTENZA DI USCITA DALLA CORSIA (LDW) (VERDE) Le linee di demarcazione della corsia riconosciute si illuminano in verde mentre quelle non riconosciute si illuminano in grigio. La luce si illumina in grigio per confermare l'attivazione del sistema di avvertenza uscita corsia (LDW). LUCI DI POSIZIONE (VERDE) Si accende quando le luci di posizione sono accese. INDICATORI DI DIREZIONE DEL RIMORCHIO (VERDE) Si accende per il controllo delle lampadine quando si inserisce l'accensione e si spegne una volta che il motore si è avviato. Se è attaccato un rimorchio, la spia lampeggia insieme alla spia degli indicatori di direzione. Se la spia non lampeggia, la lampadina di un indicatore di direzione del rimorchio potrebbe essere guasta. Nota: se il rimorchio agganciato e collegato è dotato di luci LED, il controllo delle lampadine non può essere eseguito. ABBAGLIANTI (BLU) Si accende quando gli abbaglianti vengono accesi o vengono fatti lampeggiare. MODALITÀ DI ACCODAMENTO DISATTIVATA (GRIGIO) Si accende quando il sistema del controllo della velocità adattativo (ACC) viene disattivato. 72

73 Luci esterne COMANDO DELLE LUCI 1. Con i fari accesi, premere il comando allontanandolo dal volante per selezionare i fari abbaglianti. La spia del quadro strumenti si illumina. Vedere 72, ABBAGLIANTI (BLU). Nota: non usare i fari abbaglianti nelle situazioni in cui potrebbero abbagliare altri automobilisti. 2. Tirare il comando verso il volante e rilasciarlo per eseguire il lampeggio con gli abbaglianti. Gli abbaglianti rimangono inseriti per tutto il tempo che si trattiene la leva dell interruttore. 3. Luci di posizione: ruotare il comando in questa posizione per accendere le luci di posizione. La spia del quadro strumenti si illumina. Vedere 72, LUCI DI POSIZIONE (VERDE). 4. Fari: ruotare il comando in questa posizione per accendere i fari. 5. AUTO: con le luci automatiche selezionate, quando la luce ambiente inizia a diminuire e l'accensione è inserita, le luci di posizione, i fanalini di coda, i fari anabbaglianti e le luci della targa si accendono automaticamente. Si possono attivare inoltre lo spegnimento ritardato dei fari, gli abbaglianti automatici (AHB) e la funzione di rilevamento dei tergicristalli. Nota: condizioni di scarsa luminosità esterna causate dal brutto tempo possono provocare l attivazione delle luci automatiche. 6. Fendinebbia anteriori: funzionano solo se sono selezionate le luci di posizione, i fari o le luci automatiche. Ruotare la ghiera verso l'esterno e rilasciarla. La spia del quadro strumenti si illumina. Vedere 71, FENDINEBBIA ANTERIORI (VERDE). Per spegnere i fendinebbia anteriori: ruotare la ghiera in direzione opposta al volante e rilasciarla. 73

74 L Luci esterne 7. Fendinebbia posteriori: funzionano solo se sono selezionate le luci di posizione, i fari o le luci automatiche. Ruotare la ghiera verso il volante e lasciarla andare. La spia del quadro strumenti si illumina. Vedere 71, FENDINEBBIA POSTERIORI (AMBRA). Per spegnere i fendinebbia posteriori: ruotare nuovamente la ghiera verso il volante e rilasciarla. In caso di guasto di una lampadina, ricordare che alcune lampadine possono essere sostituite soltanto da un concessionario/riparatore autorizzato. Vedere 245, SOSTITUZIONE DI UNA LAMPADINA. LUCI DIURNE Con il comando delle luci in posizione OFF o in posizione AUTO e in condizioni di luce che non richiedono l'accensione dei fari, le luci diurne si accendono automaticamente nei seguenti casi: Il motore sia avviato. Il selettore del cambio non è nella posizione di parcheggio (P) (cambio automatico). Il freno di stazionamento elettrico (EPB) non è inserito, a seconda del mercato. La funzione luci diurne può essere disattivata o attivata da un concessionario/riparatore autorizzato, salvo diversa disposizione di legge. SPEGNIMENTO RITARDATO DEI FARI Questa funzione è attiva ogni volta che il comando delle luci è sulla posizione AUTO (5) e l'accensione è disinserita. I fari rimangono accesi per un massimo di 240 secondi. Nota: il ritardo può essere modificato attraverso il menu Impostazioni del veicolo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Le luci di cortesia possono essere spente in qualsiasi momento premendo il pulsante dei fari sulla Smart Key. ABBAGLIANTI AUTOMATICI Questa funzione attiva e disattiva automaticamente gli abbaglianti in specifiche condizioni di illuminazione della strada e in assenza di luci proiettate da altri veicoli. Il sistema è attivo solo quando la luce ambiente scende al di sotto di un livello predefinito. Affinché gli abbaglianti automatici (AHB) si attivino, è necessario che il comando delle luci sia posizionato su AUTO (5), con i fari anabbaglianti selezionati. La spia del quadro strumenti si accende quando si seleziona l'ahb. Vedere 71, ABBAGLIANTI AUTOMATICI (AHB) (VERDE). L'AHB si attiva solo quando la velocità del veicolo supera i 40 km/h (25 mph). Il sistema si disattiva se la velocità del veicolo scende al di sotto di 24 km/h (15 mph). Per selezionare manualmente gli abbaglianti, spostare il comando illuminazione sulla posizione fascio di luce abbagliante. Per tornare alla funzione AHB, riportare il comando delle luci in posizione centrale. 74

75 Luci esterne Per passare manualmente dagli anabbaglianti agli abbaglianti, portare il comando delle luci sulla posizione di lampeggio (2); in questo modo la funzione AHB sarà annullata. Per tornare al sistema AHB, spingere il comando delle luci nella posizione dei fari abbaglianti (1), quindi riportarlo in posizione centrale. Per disattivare il sistema AHB, ruotare il comando delle luci dalla posizione AUTO alla posizione fari. Questa funzione può essere attivata/ disattivata tramite i menu del quadro strumenti Impostazioni del veicolo e Abbaglianti automatici. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Il sistema AHB può essere influenzato dalle seguenti condizioni: Segnaletica stradale con elevato potere riflettente. Utenti della strada poco illuminati, ad esempio ciclisti o pedoni. Condizioni atmosferiche avverse, ad esempio pioggia o nebbia. Sensore sporco od oscurato. Parabrezza sporco, danneggiato o appannato. Veicoli che sopraggiungono in senso opposto parzialmente oscurati da una barriera centrale. Parabrezza con ghiaccio o brina. Nota: in condizioni invernali, avere cura di sbrinare il parabrezza. Nota: non è possibile fare affidamento sul sistema per attivare o disattivare gli abbaglianti in tutte le circostanze possibili. Il conducente ha la responsabilità di verificare che i fari vengano sempre utilizzati correttamente. Nota: assicurarsi che i sensori rivolti in avanti, posizionati sul retro dello specchietto retrovisore, non siano bloccati né ostruiti. VIDEO INFORMATIVO RILEVAMENTO DEL TERGICRISTALLO Se è selezionata la funzione luci automatiche e i tergicristalli rimangono in funzione per 20 secondi o più, le luci di posizione, i fanalini di coda e i fari si accendono automaticamente. Allo spegnimento dei tergicristalli, le luci si spengono automaticamente 2 minuti più tardi. FARI - CONDENSA In presenza di determinate condizioni atmosferiche può verificarsi l'appannamento dei vetri dei fari. Ciò non influisce sulle prestazioni delle luci e scompare durante il normale funzionamento. FARI - GUIDA ALL'ESTERO La configurazione del fascio di luce dei fari è adatta per guidare su entrambi i lati della strada. Non è necessaria alcuna regolazione meccanica né sono previste decalcomanie esterne. 75

76 L Luci esterne LIVELLAMENTO FARI Utilizzare il comando rotativo per impostare la posizione dei fari alogeni al livello corretto per il carico effettivo del veicolo. Il comando si trova sulla plancia inferiore lato guidatore. Nota: non disponibile per tutti i mercati. Carico del veicolo Solo guidatore Guidatore e passeggero sul sedile anteriore Guidatore e passeggeri su tutti i sedili Peso lordo del veicolo (GVW) massimo Carico massimo sull'assale posteriore Posizione interruttore LIVELLAMENTO DEI FARI - A LED E ALLO XENO I fari allo xeno e i fari a LED dotati di funzione di livellamento automatico non necessitano di una regolazione manuale. Il veicolo non presenta un comando rotativo sul pannello della plancia SISTEMA DI ILLUMINAZIONE ANTERIORE ADATTATIVO (AFS) Quando si affronta una curva con i fari accesi, l AFS regola i fasci di luce in modo da offrire una migliore illuminazione nella direzione di marcia. Il sistema AFS è disattivato nei seguenti casi: Viene selezionata la retromarcia (R). Il veicolo sia fermo. Se viene rilevato un guasto al sistema, i fari tentano di spostarsi sulla posizione centrale, quindi rimangono in tale posizione. Si accende quindi la spia AFS per indicare che è presente un guasto. Vedere 69, SISTEMA DI ILLUMINAZIONE ANTERIORE ADATTATIVO (AFS) (AMBRA). Se si accende la spia, rivolgersi non appena possibile a un concessionario/riparatore autorizzato. 76

77 Luci abitacolo LUCI ABITACOLO 1. Luci vano gambe anteriore. 2. Lampada del cassetto portaoggetti: aprire per accendere. 3. Luci specchietti di cortesia: sollevare il lembo dell'aletta parasole per accendere. 4. Luci vano gambe posteriore. 5. Luci di lettura anteriori: toccare brevemente il trasparente per attivarle/ disattivarle. 6. Luce di cortesia abitacolo anteriore: toccare brevemente il trasparente per attivare/disattivare. 7. Luci di cortesia/luci di lettura abitacolo posteriore: premere l'interruttore per attivare/disattivare. 77

78 L Luci abitacolo 8. Luci bagagliaio. Tutte le luci abitacolo (eccetto le luci del cassetto portaoggetti e dello specchietto di cortesia) si accendono automaticamente quando il veicolo è sbloccato o se si apre una portiera. Si spengono dopo circa 20 secondi dopo la chiusura di tutte le portiere o quando si blocca il veicolo. Per attivare/disattivare l'illuminazione automatica delle luci abitacolo, continuare a toccare il trasparente della luce abitacolo anteriore (6) finché la spia non lampeggia. Sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio LUCI ABITACOLO DISINSERITE o LUCI ABITACOLO AUTOMATICHE a seconda dei casi. Nota: le luci d'ingombro sottoporta (montate alla base di ciascuna portiera) e le luci del bagagliaio si attivano automaticamente quando si apre una portiera o il bagagliaio. Lo stato di attivazione/disattivazione dell'illuminazione automatica delle luci abitacolo non influisce sul funzionamento di queste luci. INTENSITÀ DELLE LUCI DELL ABITACOLO Utilizzare il comando rotativo per regolare l'intensità dell'illuminazione della strumentazione. Le luci esterne devono essere accese mentre si effettuano le modifiche. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. LUCE AMBIENTE La luce ambiente può essere regolata per colore e intensità dal menu Funzioni extra sullo schermo a sfioramento. Vedere 166, FUNZIONI EXTRA. Le luci esterne devono essere accese mentre si effettuano le modifiche. MODALITÀ DI EMERGENZA STEALTH La modalità di emergenza Stealth abbassa il livello di illuminazione dell'abitacolo per facilitare la guida notturna. È possibile abilitare la modalità di emergenza Stealth tramite il menu Funzioni extra dello schermo a sfioramento. Vedere 163, COMANDI SCHERMO A SFIORAMENTO. Una volta abilitata, la modalità di emergenza stealth viene attivata spegnendo lo schermo a sfioramento tramite il pulsante on/off. Vedere 163, COMANDI SCHERMO A SFIORAMENTO. Se al momento dello spegnimento dello schermo a sfioramento sussistono le condizioni notturne, l illuminazione dell interruttore dell abitacolo e la retroilluminazione del quadro strumenti vengono ridotte automaticamente alla luminosità minima. La modalità di emergenza stealth viene disattivata quando le condizioni notturne non sussistono più o se lo schermo a sfioramento viene riacceso. Nota: il comando dell'illuminazione dell'abitacolo non funziona quando è attiva la modalità di emergenza Stealth. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. 78

79 Tergicristalli e lavavetri FUNZIONAMENTO DEI TERGICRISTALLI Non azionare i tergicristalli sul parabrezza asciutto. Prima di azionare i tergicristalli, rimuovere la neve, il ghiaccio o la brina eventualmente presenti sul parabrezza, attorno alle spazzole e ai bracci dei tergicristalli, nonché sul sottoparabrezza. Per evitare danni al cofano, non sollevare i tergicristalli quando si trovano nella normale posizione di parcheggio. Vedere 253, POSIZIONE DI SERVIZIO DEI TERGICRISTALLI. Prima di entrare in un autolavaggio, accertarsi che i tergicristalli siano disattivati. Se i tergicristalli vengono azionati durante il lavaggio del veicolo, potrebbero verificarsi dei danni al meccanismo. 1. Veicoli con un sensore pioggia: rilevamento automatico della pioggia. I tergicristalli anteriori rispondono e si adattano automaticamente alle condizioni di pioggia, selezionando la frequenza di tergitura appropriata per le condizioni ambientali prevalenti. La sensibilità del sistema può essere regolata ruotando la ghiera (2). Veicoli senza un sensore pioggia: tergitura intermittente. L'intervallo di tempo tra ciascuna passata può essere regolato ruotando la ghiera (2). 2. Veicoli con un sensore pioggia: ruotare la ghiera per regolare la sensibilità del rilevamento automatico della pioggia quando è selezionata la posizione (1). Più alta è la posizione di sensibilità, più reattivo sarà il sistema. In caso di selezione della modalità di rilevamento automatico della pioggia o quando si aumenta la sensibilità, il sistema effettua una tergitura a passata singola. Veicoli senza un sensore pioggia: ruotare la ghiera per regolare l'intervallo di tempo tra ciascuna passata quando è selezionata la posizione (1). Al crescere del valore impostato le passate diventano più frequenti. Nota: la frequenza di tergitura aumenta in funzione della velocità del veicolo. 3. Tergitura continua a bassa velocità. 4. Tergitura continua ad alta velocità. 5. Passata singola sul parabrezza, oppure tenere premuto per ulteriori passate continue. 79

80 L Tergicristalli e lavavetri 6. Tergi/lavaparabrezza: tirare e rilasciare il pulsante per azionare i tergiparabrezza e il lavaparabrezza. Dopo il rilascio del comando, i lava/ tergicristalli effettuano ancora 2 passate. Dopo alcuni secondi, una passata finale rimuoverà ogni eventuale residuo di liquido lavavetri dal parabrezza. Se è necessario altro liquido lavavetri, tirare e trattenere il comando lava/tergicristalli in posizione. Nota: i tergicristalli anteriori non funzionano se il cofano è aperto. Nota: tirando e rilasciando brevemente si azionano solo i lavacristalli anteriori. 7. INT: tergilunotto, funzionamento a intermittenza. La frequenza di tergitura aumenta all'aumentare della velocità del veicolo. 8. ON: tergilunotto, funzionamento continuo. 9. Tergi/lavalunotto: tenere premuto e rilasciare per azionare il tergilunotto e il lavalunotto. Il tergicristallo funziona secondo un ciclo predefinito per ridurre al minimo il gocciolamento quando si rilascia il pulsante. Se è necessario altro liquido lavavetri, tenere premuto il tasto. Nota: quando si seleziona la retromarcia (R) e i tergicristalli anteriori sono in funzione, il tergicristallo posteriore si attiva. Nota: il tergicristallo posteriore non funziona quando il portellone è aperto. Nota: le eventuali macchie lasciate dai tergicristalli dopo il lavaggio del veicolo potrebbero essere dovute a cera o ad altri residui. In questo caso, pulire il cristallo con il liquido del lavavetro raccomandato. Vedere 311, LUBRIFICANTI E LIQUIDI. Nota: in caso di tergicristalli usurati, il parabrezza non viene più pulito efficacemente e la funzione di rilevamento automatico della pioggia risulta ridotta. Sostituire sempre le spazzole dei tergicristalli usurate o danneggiate il prima possibile. La posizione di servizio dei tergicristalli consente lo spostamento degli stessi per la sostituzione delle spazzole. Vedere 253, POSIZIONE DI SERVIZIO DEI TERGICRISTALLI. Nota: se le spazzole dei tergicristalli si bloccano o si inceppano, un disgiuntore elettronico può interrompere temporaneamente il funzionamento dei tergicristalli. In tal caso, disattivare i tergicristalli e disinserire l'accensione del veicolo non appena sia sicuro farlo. Eliminare eventuali ostruzioni e liberare le spazzole dei tergicristalli prima di inserire nuovamente l'accensione. SENSORE PIOGGIA Il sensore pioggia è montato all'interno del parabrezza, dietro lo specchietto retrovisore. Il sensore è in grado di rilevare la presenza e la quantità di acqua sul parabrezza e di attivare automaticamente i tergicristalli secondo necessità. Nota: all'accensione, il sistema potrebbe non rilevare le gocce di pioggia statiche. In tal caso, utilizzare la passata singola per pulire il parabrezza. Nota: la funzione del sensore pioggia tergicristallo può essere attivata/ disattivata tramite il menu Impostazioni del veicolo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Per attivare i tergicristalli sensibili alla pioggia, portare il comando dei tergicristalli/lavavetri nella posizione AUTO. Il comportamento del sistema può essere regolato in base alle preferenze del guidatore ruotando la ghiera (2). 80

81 Tergicristalli e lavavetri Nota: con il comando dei lava/tergicristalli ruotato in posizione AUTO, i tergicristalli non funzionano se una delle portiere anteriori è aperta. Nota: in condizioni asciutte e spesso soleggiate, le interferenze alla visuale e l'accumulo di sporco sul parabrezza potrebbero causare inavvertitamente l'attivazione dei tergicristalli. Per evitarlo, in presenza di tali condizioni si consiglia di riportare i comandi dei tergicristalli/ lavavetri nella posizione OFF. MODALITÀ DI FUNZIONAMENTO DIPENDENTE DALLA VELOCITÀ Se la velocità del veicolo scende al di sotto di 8 km/h (5 mph) con i tergicristalli in funzione, questi passano alla velocità di funzionamento immediatamente inferiore. Quando la velocità del veicolo supera gli 8 km/h (5 mph), i tergicristalli ritornano automaticamente alla velocità originariamente selezionata. I veicoli senza sensore pioggia aumentano anche la frequenza del tergicristallo anteriore intermittente quando la velocità del veicolo aumenta. Questa funzione può essere attivata/disattivata da un concessionario/riparatore autorizzato. PASSATA FINALE Se è configurata la funzione di passata finale, i tergicristalli rimangono in azione alcuni secondi dopo la conclusione di un ciclo di lavaggio/tergitura per rimuovere le eventuali gocce residue dal parabrezza. Questa funzione può essere attivata/disattivata da un concessionario/riparatore autorizzato. LAVAFARI Il lavafari elettrico funziona automaticamente con il lavaparabrezza e solo se i fari sono accesi e se nel serbatoio è presente una quantità sufficiente di liquido lavavetri. Il lavafari entra in funzione ogni quarto azionamento del lavavetro, a patto che i fari siano ancora accesi e siano trascorsi circa dieci minuti dall ultimo lavaggio dei fari. Spegnendo e riaccendendo i fari, oppure disinserendo e quindi reinserendo l'accensione, si reimposta il ciclo. Vedere 73, COMANDO DELLE LUCI, o 114, SPEGNIMENTO DEL MOTORE. 81

82 L Specchietti retrovisori SPECCHIETTI RETROVISORI ESTERNI 1. Regolazione dello specchietto retrovisore sinistro. 2. Regolazione dello specchietto retrovisore destro. 3. Ripiegamento elettrico e ritorno alla posizione originale: premere entrambi i tasti contemporaneamente. Questa funzione viene disattivata quando si supera la velocità di 110 km/h (70 mph). Nota: se gli interruttori dovessero essere azionati ripetutamente, entrerà in funzione un dispositivo di esclusione termico che disabilita temporaneamente la funzione di ripiegamento elettrico. Nota: i riscaldatori degli specchietti retrovisori entrano in funzione automaticamente in base alla temperatura esterna e al funzionamento del lunotto termico. Nota: gli specchietti retrovisori esterni sono progettati con un certo grado di protezione da eventuali urti. Se un retrovisore dovesse essere urtato accidentalmente o ripiegato manualmente verso l'interno, il relativo corpo si disimpegna dal meccanismo di ripiegamento. Per impegnare nuovamente il meccanismo, ripiegare e quindi riportare il retrovisore nella posizione originale utilizzando l'interruttore. 82

83 Specchietti retrovisori Gli specchietti possono essere regolati e ripiegati quando l'accensione è inserita e per un massimo di 5 minuti dopo il disinserimento dell'accensione, a condizione che non venga aperta la portiera del guidatore. Premere il pulsante appropriato per selezionare lo specchietto da regolare; la spia LED del pulsante si illumina per confermare il lato attivo. Usare quindi il joystick per regolare il vetro dello specchietto, Nota: a seconda del tipo di trasparente utilizzato, potrebbe essere difficile valutare accuratamente le distanze facendo ricorso soltanto agli specchietti. Gli specchietti possono essere configurati in modo da ripiegarsi automaticamente quando si blocca il veicolo e riprendere la posizione originale quando il veicolo viene sbloccato. Questa funzione può essere attivata/ disattivata da un concessionario/riparatore autorizzato. Se gli specchietti dovessero essere accidentalmente spostati in seguito a un urto (e quindi ne rimanesse solo uno ripiegato), premere entrambi i pulsanti contemporaneamente per risincronizzarli. Nota: se gli specchietti sono stati ripiegati usando gli interruttori, non torneranno nella posizione originale allo sbloccaggio del veicolo. Nota: tramite la funzione di memoria della posizione di guida, è possibile memorizzare e richiamare fino a 3 diverse posizioni degli specchietti retrovisori esterni. Vedere 31, MEMORIA DELLE POSIZIONI DI GUIDA. INCLINAZIONE DEGLI SPECCHIETTI IN RETROMARCIA Gli specchietti possono essere configurati in modo che quando viene selezionata la retromarcia (R), lo specchietto retrovisore esterno lato passeggero si regoli automaticamente offrendo un miglior angolo di visualizzazione per la retromarcia. La posizione inclinata degli specchietti è una posizione preimpostata. In R, è possibile regolare gli specchietti ma non è possibile salvare la nuova posizione. Nota: la posizione inclinata preimpostata dello specchietto non può essere modificata. Quando si sposta il selettore del cambio dalla posizione di retromarcia R, oppure se la velocità del veicolo supera i 12 km/h (7,5 mph) durante la retromarcia, lo specchietto retrovisore torna alla posizione precedente. La funzione di inclinazione dello specchietto in retromarcia può essere attivata/disattivata tramite il menu Impostazioni del veicolo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. 83

84 L Monitoraggio dei punti ciechi MONITORAGGIO PUNTI CIECHI (BSM) Il monitoraggio dei punti ciechi (BSM) è una funzione che va a integrare, e non a sostituire, l'utilizzo degli specchietti retrovisori esterni e dello specchietto retrovisore dell'abitacolo e uno stile di guida in condizioni di sicurezza. Il sistema potrebbe non funzionare a tutte le velocità e in tutte le condizioni atmosferiche e stradali. Il sistema BSM potrebbe non essere in grado di rilevare tutti i veicoli e potrebbe rilevare oggetti quali guardrail, ecc. Guidare sempre in modo sicuro e utilizzare gli specchietti retrovisori esterni e quello all'interno dell'abitacolo per evitare incidenti. Il sistema BSM non corregge gli eventuali errori di valutazione della guida. L'efficienza dei sensori radar può essere compromessa da fango, pioggia, brina, ghiaccio, neve o spruzzi provenienti dalla acqua sollevata dal passaggio di veicoli sulla superficie stradale. Questi fenomeni potrebbero influire negativamente sulla capacità del sistema di rilevare un veicolo/ oggetto presente nel punto cieco. Verificare che i simboli di avvertenza e gli indicatori sugli specchietti retrovisori esterni non siano coperti da adesivi o altri oggetti. Non applicare adesivi od oggetti sul paraurti posteriore, poiché potrebbero interferire con i sensori radar. Il sistema BSM monitora l'area immediatamente adiacente al veicolo, che il conducente non può vedere facilmente. Il sistema utilizza un radar su ciascun lato del veicolo per identificare un oggetto o un veicolo in fase di sorpasso all'interno dell'area dei punti ciechi della vettura. Il sistema non considera gli oggetti che potrebbero essere fermi o che si muovono nella direzione opposta, ecc. 1. Area dei punti ciechi del conducente. 2. Simbolo di avvertenza di colore ambra acceso nello specchietto retrovisore esterno: rilevato veicolo in fase di sorpasso. 3. Spia di colore ambra accesa nello specchietto retrovisore esterno: il sistema BSM non è attivo. 84

85 Monitoraggio dei punti ciechi Se il sistema BSM rileva un veicolo o un oggetto in fase di sorpasso, sullo specchietto retrovisore esterno corrispondente si accende una spia color ambra. Questa funzione avvisa il conducente della presenza di un potenziale pericolo nel punto cieco del veicolo e, quindi, della pericolosità di un eventuale cambio di corsia. Il radar monitora l'area che, partendo dallo specchietto retrovisore esterno, si estende all'indietro per 6 metri (20 piedi) dalle ruote posteriori e fino a 2,5 metri (8 piedi) dal fianco del veicolo (larghezza corrispondente a una normale corsia della carreggiata). Il sistema BSM è progettato per funzionare con la massima efficienza durante la guida su strade a più corsie. Nota: questo sensore radar è approvato in tutti i paesi che aderiscono alla direttiva RTTE (apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione). Nota: il sistema BSM copre l'area corrispondente alla larghezza fissa di una corsia. In caso di corsie più strette di una corsia di carreggiata tipica, potrebbero essere rilevati oggetti in movimento nelle corsie non adiacenti. Nota: se vengono rilevati veicoli in sorpasso su entrambi i lati contemporaneamente, le spie si accendono su entrambi gli specchietti. Il sistema BSM si inserisce e attiva automaticamente quando il veicolo procede a una velocità superiore a 10 km/h (6 mph) in marcia avanti. Quando il sistema si attiva, esegue un autocontrollo, durante il quale le icone di avvertenza negli specchietti si illuminano in modo alternato per un breve lasso di tempo. La spia color ambra (3) rimane accesa finché la velocità di avanzamento del veicolo non ha superato i 10 km/h (6 mph). Il sistema BSM viene disattivato automaticamente e una spia di colore ambra si accende sullo specchietto retrovisore esterno quando: Viene selezionata la retromarcia (R). La posizione di parcheggio (P) è selezionata per i veicoli con cambio automatico. La velocità del veicolo è inferiore 6 km/h (4 mph). Il sistema BSM può essere attivato o disattivato attraverso il menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: il sistema BSM viene disabilitato quando viene collegato un rimorchio. RILEVAMENTO VEICOLO IN AVVICINAMENTO il sistema di rilevamento veicolo in avvicinamento è una funzione che va a integrare, e non a sostituire, uno stile di guida sicuro e l'utilizzo degli specchietti retrovisori esterni e dello specchietto retrovisore dell'abitacolo. L'efficienza dei sensori radar può essere compromessa da fango, pioggia, brina, ghiaccio, neve o spruzzi provenienti dalla acqua sollevata dal passaggio di veicoli sulla superficie stradale. Ciò può influire sull'affidabilità di rilevamento di un veicolo in avvicinamento. Il sistema di rilevamento veicoli in avvicinamento non corregge gli eventuali errori di valutazione della guida. 85

86 L Monitoraggio dei punti ciechi Verificare che i simboli di avvertenza e gli indicatori sugli specchietti retrovisori esterni non siano coperti da adesivi o altri oggetti. Non applicare adesivi od oggetti sul paraurti posteriore, poiché potrebbero interferire con i sensori radar. 1. Il sistema di rilevamento veicoli in avvicinamento controlla l'area retrostante e ai lati del veicolo fino a una distanza massima di 70 m e per circa 2,5 m da ciascun fianco del veicolo (larghezza corrispondente a una normale corsia della carreggiata). 2. Se viene rilevata la presenza di un veicolo in rapido avvicinamento, l'icona di avvertenza color ambra lampeggia sul rispettivo specchietto retrovisore esterno per indicare un potenziale pericolo. 3. Quando il veicolo rilevato raggiunge l'area dei punti ciechi monitorata dal sistema BSM, l'icona di avvertenza color ambra si accende fissa e il sistema BSM prosegue il suo normale funzionamento. In aggiunta alle funzionalità offerte dal sistema BSM, il sistema di rilevamento veicoli in avvicinamento monitora un'area più ampia dietro al veicolo. Il sistema di rilevamento veicoli in avvicinamento è progettato per funzionare al meglio su strade a più corsie con traffico scorrevole ed entra in funzione a velocità superiori a 10 km/h (6 mph) quando è inserita una marcia avanti. Nota: se vengono rilevati veicoli in rapido avvicinamento su entrambi i lati contemporaneamente, le icone di avvertenza color ambra lampeggiano su entrambi gli specchietti. Nota: il sistema di rilevamento veicolo in avvicinamento copre l'area corrispondente alla larghezza fissa di una corsia. In caso di corsie più strette di una corsia di carreggiata tipica, potrebbero essere rilevati oggetti in movimento nelle corsie non adiacenti. Nota: il sistema di rilevamento veicoli in avvicinamento viene disattivato quando il veicolo sta affrontando una curva a stretto raggio. Nota: il sistema di rilevamento veicoli in avvicinamento viene disattivato automaticamente quando si collega un rimorchio. 86

87 Monitoraggio dei punti ciechi Nota: quando il sistema BSM è disattivato, anche il sistema di rilevamento veicoli in avvicinamento viene disattivato. Nota: questo sensore radar è approvato in tutti i paesi che aderiscono alla direttiva RTTE (apparecchiature radio e apparecchiature terminali di telecomunicazione). SENSORI BSM Il sistema BSM viene disattivato automaticamente se uno dei sensori viene completamente oscurato; una spia puntiforme color ambra compare sullo specchietto retrovisore esterno e sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio SENSORE PUNTI CIECHI OSTRUITO. Nota: il sistema inizia a verificare l'eventuale presenza di ostruzioni che oscurino i sensori soltanto nel momento in cui la velocità del veicolo supera i 10 km/h (6 mph) e impiega almeno 2 minuti trascorsi a velocità superiore a tale limite per stabilire se un sensore è ostruito. Se i sensori si bloccano, controllare che non vi siano oggetti che oscurano il paraurti posteriore e che non vi sia presenza di ghiaccio, brina e sporco. Se viene rilevato un guasto in uno dei sensori radar, una spia puntiforme di color ambra compare nello specchietto retrovisore esterno e sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio MONITORAGGIO DEI PUNTI CIECHI NON DISPONIBILE. Nota: anche se il guasto rilevato riguarda il sensore radar su un solo lato del veicolo, l'intero sistema viene disattivato. Se il guasto è temporaneo, il sistema riprende a funzionare correttamente dopo aver spento e riacceso il motore. In caso di guasto al sistema, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. 87

88 L Meccanismo di apertura porta garage RICETRASMETTITORE A RADIOFREQUENZA (RF) In alcuni Paesi, il ricetrasmettitore a radiofrequenza (RF) è anche noto come HomeLink Universal Transceiver. Il ricetrasmettitore RF è situato nello specchietto retrovisore. È possibile programmarlo in modo da trasmettere i segnali di tre telecomandi diversi, che possono essere utilizzati per azionare porte di garage, cancelli di ingresso, illuminazioni domestiche, sistemi di sicurezza o altri dispositivi remoti con azionamento a radiofrequenza. Non usare il ricetrasmettitore RF con meccanismi di apertura della porta del garage sprovvisti di un dispositivo d'arresto e di inversione del movimento, come richiesto dalle normative per la sicurezza. Durante la programmazione del ricetrasmettitore RF per il meccanismo di apertura della porta del garage o per il cancello di ingresso, assicurarsi che l'area sia sgombra da oggetti o persone. In questo modo si evitano potenziali lesioni o danni dovuti all'attivazione del cancello o della porta del garage durante la programmazione. È possibile che si verifichino interferenze in questo dispositivo se azionato in prossimità di un trasmettitore con stazione mobile o fissa. È probabile che le interferenze compromettano il funzionamento del telecomando e del ricetrasmettitore RF. Per ulteriori informazioni, vedere 90, INFORMAZIONI E ASSISTENZA. PRIMA DELLA PROGRAMMAZIONE Se si deve programmare un dispositivo remoto per il quale è necessario premere più volte il tasto del telecomando, scollegare il dispositivo durante il processo di programmazione per evitare possibili guasti al motorino. Per ottenere risultati ottimali, inserire una batteria nuova nel telecomando prima di effettuare la programmazione. Se il ricevitore del dispositivo remoto è dotato di un'antenna, accertarsi che questa sia completamente estesa. PROGRAMMAZIONE Per programmare il ricetrasmettitore RF: 1. Inserire l'accensione del veicolo. 2. Posizionare il telecomando a una distanza compresa tra 25 e 75 mm dallo specchietto retrovisore. 3. Tenere premuti contemporaneamente il tasto memoria sul telecomando e il tasto memoria desiderato sul ricetrasmettitore RF. Una spia LED, che si trova sul lato sinistro del retrovisore, inizia a lampeggiare lentamente. 4. Quando il LED inizia a lampeggiare velocemente, rilasciare entrambi i tasti. 88

89 Meccanismo di apertura porta garage Per azionare il dispositivo remoto, tenere premuto per 2 secondi il tasto memoria programmato sul ricetrasmettitore RF. Se il LED rimane acceso in modo costante, il ricetrasmettitore RF è stato programmato correttamente e il dispositivo remoto funziona. Nota: potrebbe essere necessario premere fino a tre volte il tasto sul ricetrasmettitore RF. Se il dispositivo remoto non funziona e il LED lampeggia velocemente, saranno necessarie ulteriori programmazioni. Queste fasi di programmazione aggiuntive potrebbero richiedere l'assistenza di un'altra persona: 1. Individuare il tasto smart/ apprendimento programma sul dispositivo remoto che si desidera programmare. Nota: il nome e la posizione di questo tasto possono variare a seconda del produttore del dispositivo remoto. 2. Premere e rilasciare il tasto smart/ apprendimento programma e, entro 30 secondi, tenere premuto il tasto memoria desiderato sul ricetrasmettitore RF per 2 secondi. Nota: potrebbe essere necessario tenere premuto per 2 secondi il tasto memoria sul ricetrasmettitore RF altre due volte. Nota: alcuni sistemi di cancelli d'ingresso richiedono di premere ripetutamente (ciclicamente) il tasto del telecomando ogni 2 secondi nel corso della programmazione. In questo caso, continuare a tenere premuto il tasto memoria sul ricetrasmettitore RF fino a quando il LED lampeggia rapidamente. Ora è necessario programmare il ricetrasmettitore RF. Ripetere le fasi di programmazione se si desidera aggiungere ulteriori dispositivi remoti al ricetrasmettitore RF. Per azionare un dispositivo remoto programmato, tenere premuto il relativo tasto memoria sul ricetrasmettitore. Rilasciare il tasto quando il dispositivo inizia a funzionare. RIPROGRAMMAZIONE DI UN SINGOLO TASTO DEL MECCANISMO DI APERTURA PORTA GARAGE Per programmare un dispositivo remoto sul tasto memoria di un ricetrasmettitore RF programmato precedentemente: 1. Tenere premuto il tasto memoria desiderato del ricetrasmettitore RF. Dopo circa 20 secondi, il LED inizia a lampeggiare lentamente. 2. Seguire le istruzioni riportate dal punto (2) in poi, come descritto in PROGRAMMAZIONE. CANCELLAZIONE DI TUTTE LE PROGRAMMAZIONI Per cancellare tutte le programmazioni dal ricetrasmettitore RF: 1. Inserire l'accensione del veicolo. 2. Tenere premuti contemporaneamente i tasti memoria 1 e 3 sul ricetrasmettitore RF. Dopo circa 10 secondi, il LED del ricetrasmettitore RF inizia a lampeggiare. A questo punto, rilasciare entrambi i tasti memoria sul ricetrasmettitore RF. Tutte le programmazioni vengono cancellate dal ricetrasmettitore RF. 89

90 L Meccanismo di apertura porta garage Nota: non tenere premuti i tasti per più di 20 secondi. INFORMAZIONI E ASSISTENZA In caso di vendita del veicolo, si raccomanda di cancellare tutte le programmazioni dal ricetrasmettitore RF. Per informazioni sulla gamma di dispositivi remoti compatibili o per ottenere assistenza, contattare un rivenditore/ riparatore autorizzato. In alternativa, visitare il sito Web HomeLink: Nota: conservare il telecomando originale per esigenze di programmazione futura. Nota: il produttore non è responsabile di eventuali interferenze radio o TV causate da modifiche non autorizzate apportate a questa apparecchiatura. Tali modifiche potrebbero annullare il diritto da parte dell'utente di utilizzare l'apparecchiatura. 90

91 Cristalli CRISTALLI ELETTRICI 1. Alzacristalli elettrici: Nota: ciascun interruttore presenta un funzionamento a 2 stadi. Tenere premuto/tirato leggermente per il funzionamento manuale fino a raggiungere la posizione desiderata. In alternativa, premere/tirare completamente e rilasciare per attivare l'azionamento automatico a tocco singolo. L'azionamento a tocco singolo può essere arrestato in qualsiasi momento azionando nuovamente l'interruttore. Premere la parte anteriore dell'interruttore per aprire parzialmente/completamente. Tirare la parte anteriore dell'interruttore per chiudere parzialmente/completamente. Nota: i finestrini rimangono funzionanti per 5 minuti dopo lo spegnimento del motore, a condizione che non venga aperta nessuna delle portiere. Assicurarsi che la chiave Smart non rimanga all'interno del veicolo. In questo modo si impedisce che i finestrini e il tettuccio possano essere azionati involontariamente, causando lesioni agli occupanti. Prima di azionarli, rimuovere qualsiasi traccia di ghiaccio dai finestrini. 2. Isolatore del finestrino posteriore e serrature per la sicurezza dei bambini. Vedere 45, SERRATURE PER LA SICUREZZA DEI BAMBINI. 91

92 L Cristalli Se a bordo viaggiano dei bambini seduti sui sedili posteriori, utilizzare l'interruttore di isolamento per impedire il funzionamento dei finestrini posteriori. 3. Tettuccio: Nota: la parte anteriore e posteriore dell'interruttore presenta un funzionamento a 2 stadi. Tenere premuto leggermente per il funzionamento manuale fino a raggiungere la posizione desiderata. In alternativa, premere completamente e rilasciare per attivare l'azionamento a tocco singolo. L'azionamento a tocco singolo può essere arrestato in qualsiasi momento premendo nuovamente l'interruttore. Con il tettuccio chiuso, premere la parte posteriore dell'interruttore per sollevare parzialmente/ completamente il tettuccio in posizione inclinata. Premere nuovamente la parte posteriore dell'interruttore per aprire parzialmente/completamente il tettuccio. Nota: se la tendina parasole del tettuccio è chiusa, l'interruttore del tettuccio apre anche la tendina durante l'azionamento del tettuccio. Con il tettuccio aperto, premere la parte anteriore dell'interruttore per chiudere parzialmente/ completamente il tettuccio. Per evitare danni accidentali, assicurarsi che l'eventuale carico sul portapacchi non ostacoli l'apertura del tettuccio. 4. Tendina parasole del tettuccio: Nota: la parte anteriore e posteriore dell'interruttore presenta un funzionamento a 2 stadi. Tenere premuto leggermente per il funzionamento manuale fino a raggiungere la posizione desiderata. In alternativa, premere completamente e rilasciare per attivare l'azionamento a tocco singolo. L'azionamento a tocco singolo può essere arrestato in qualsiasi momento premendo nuovamente l'interruttore. Premere la parte posteriore dell'interruttore per aprire parzialmente/completamente. Premere la parte anteriore dell'interruttore per chiudere parzialmente/completamente. La tendina parasole del tettuccio può essere aperta ogni qualvolta necessario, ma può essere chiusa solo quando il tettuccio è chiuso. Se il tettuccio è parzialmente chiuso, la tendina parasole del tettuccio si chiude solo parzialmente nella stessa posizione. Se la tendina parasole del tettuccio incontra una resistenza durante la chiusura, si arresta e (in base alla posizione in cui si trova) si apre parzialmente o completamente per consentire la rimozione dell'ostruzione e impedire lesioni personali o il danneggiamento del meccanismo. Tenere premuta la parte anteriore dell'interruttore entro 10 secondi dall'apertura parziale o totale per escluderla. Nota: se si avverte una risonanza o un rimbombo quando si apre uno dei finestrini posteriori, abbassare il finestrino anteriore adiacente di circa 25 mm per eliminare l'inconveniente. 92

93 Cristalli PROTEZIONE ANTI- INTRAPPOLAMENTO CRISTALLI Prima di chiudere un cristallo o il tettuccio, verificare che nessuno dei passeggeri abbia introdotto una parte del corpo in una posizione dove potrebbe restare intrappolata. Anche in presenza del sistema anti-intrappolamento, esiste sempre il rischio di gravi lesioni o incidenti anche mortali. La chiusura di un cristallo o della tendina parasole del tettuccio su qualsiasi parte del corpo può provocare gravi lesioni alla persona. La protezione anti-intrappolamento è progettata per interrompere il movimento del cristallo se viene rilevata la presenza di un ostacolo o di resistenza al movimento. Controllare il finestrino e la relativa apertura e rimuovere gli ostacoli eventualmente presenti. La procedura di esclusione è la seguente: 1. Provare a chiudere il cristallo. La funzione di anti-intrappolamento impedisce la chiusura e abbassa il cristallo. 2. Entro 10 secondi, provare di nuovo ad alzare il cristallo. La funzione di antiintrappolamento impedisce la chiusura e abbassa il cristallo. 3. Provare a chiudere il cristallo per la terza volta, questa volta mantenendo l interruttore nella posizione di chiusura. Il cristallo si solleva finché si tiene premuto l'interruttore. Tenere premuto l'interruttore fino alla chiusura completa. Nota: se questa procedura non riesce a eliminare l'ostruzione, o se i finestrini non funzionano correttamente, potrebbe essere necessario reimpostarne il funzionamento. Vedere 254, REIMPOSTAZIONE DEI CRISTALLI. MECCANISMO ANTI- INTRAPPOLAMENTO TETTUCCIO Prima di chiudere il tettuccio, assicurarsi che nessuno degli occupanti abbia introdotto una parte del corpo in una posizione in cui potrebbe restare intrappolata. Anche in presenza del sistema antiintrappolamento, esiste sempre il rischio di gravi lesioni o incidenti anche mortali. Se il tettuccio incontra una resistenza durante la chiusura, si arresta e (in base alla posizione in cui si trova) si apre parzialmente o completamente per consentire la rimozione dell'ostruzione e impedire gravi lesioni personali o il danneggiamento del meccanismo. Tenere premuta la parte anteriore dell'interruttore, entro 10 secondi dall'apertura totale o parziale per escludere il meccanismo antiintrappolamento. Se il tettuccio non funziona correttamente, potrebbe essere necessario reimpostarlo. Vedere 253, REIMPOSTAZIONE DEL TETTUCCIO. 93

94 L Cristalli PARABREZZA AD ATTENUAZIONE SOLARE Questo tipo di parabrezza filtra la luce solare facendola passare attraverso uno speciale strato laminato. Le schede di azionamento elettronico, come le schede prepagate per il pedaggio autostradale o le etichette di identificazione a radiofrequenza (RF), possono essere fissate nelle posizioni dedicate all'interno del parabrezza. Se queste schede sono posizionate in qualunque altra parte di un parabrezza ad attenuazione solare, gli scanner elettronici potrebbero non riconoscerle. La posizione di fissaggio si trova nella parte superiore del parabrezza come mostrato, vicino allo specchietto retrovisore interno. Nota: la scheda ad azionamento elettronico deve essere nella posizione appropriata, sul lato guidatore del parabrezza. Nota: in alternativa, è possibile utilizzare transponder installati sulla base della targa anteriore, a seconda del mercato e della disponibilità. 94

95 Vani portaoggetti VANI PORTAOGGETTI Assicurarsi che gli oggetti riposti a bordo del veicolo siano ben fissati e non si possano muovere. In caso di incidenti, frenate brusche o cambi di direzione repentini del veicolo, gli oggetti non fissati possono causare gravi lesioni. 1. Cassetto portaoggetti: tirare la maniglia di sbloccaggio per aprire. Il cassetto portaoggetti può essere bloccato/sbloccato utilizzando la chiave di emergenza, montata nella chiave Smart del veicolo. Vedere 8, SBLOCCAGGIO DEL VEICOLO. 2. Portabicchieri anteriori. Non bere né usare i portabicchieri durante la guida. 95

96 L Vani portaoggetti 3. Vano portaoggetti: tenere premuto il pulsante di sbloccaggio, quindi sollevare per aprire il coperchio del vano portaoggetti. Per chiudere, abbassare il coperchio, quindi premere leggermente per innestare il fermo. 4. Portabicchieri posteriori: tirare la linguetta nella parte superiore del bracciolo del sedile posteriore ritratto e abbassare. 5. Vano portaoggetti portiera anteriore. 6. Tasche portamappe sedile anteriore. 7. Vano portaoggetti portiera posteriore. PRESE DI ALIMENTAZIONE AUSILIARIE Utilizzare esclusivamente accessori omologati. L uso di qualsiasi altra apparecchiatura può danneggiare il sistema elettrico del veicolo e/o causare lo scaricamento della batteria. In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. Il motore deve essere acceso in caso di utilizzo prolungato degli accessori. In caso contrario, si potrebbe scaricare la batteria. Nota: le prese di alimentazione possono essere utilizzate per alimentare accessori omologati con un consumo massimo di 120 W. 1. Presa di alimentazione anteriore o accendisigari. 2. Prese di alimentazione centrale e posteriore. 3. Presa di alimentazione del bagagliaio. 96

97 Bagagliaio TRASPORTO DI BAGAGLI Non consentire mai a un passeggero, in nessuna circostanza, di viaggiare seduto nel bagagliaio. Gli occupanti del veicolo devono essere seduti correttamente e indossare sempre la cintura di sicurezza quando il veicolo è in marcia. Assicurarsi sempre che gli oggetti trasportati a bordo del veicolo siano saldamente fissati. COPERTURA DEL VANO DI CARICO Non disporre mai oggetti sulla parte superiore della copertura del vano di carico. In caso di incidente o di manovra brusca, gli oggetti non fissati possono causare lesioni gravi o mortali. Per evitare qualunque possibile danno alla superficie superiore della copertura del vano di carico, assicurarsi che non rimanga nulla incastrato tra le due metà quando si ripiega la copertura. Per rimuovere la copertura del bagagliaio: 1. Sganciare le due cinghie dai perni del portellone. 2. Tirare indietro la copertura del vano di carico per sganciare i perni di bloccaggio. 3. Sollevare la copertura del vano di carico estraendola dalle guide dei perni di bloccaggio. Stoccaggio della copertura Non riporre la copertura del vano di carico nel veicolo senza fissarla. In caso di incidente o di manovra brusca, la copertura del vano di carico può causare lesioni gravi o mortali. Per i veicoli senza ruota di scorta, riporre la copertura del vano di carico ripiegata nell'apposita area di stoccaggio sotto la copertura del pianale del vano di carico. 97

98 L Bagagliaio Rimontaggio del coperchio Per riporre la copertura: 1. Dopo aver sollevato e rimosso la copertura del pianale del vano di carico, ripiegare la copertura e collocarla nel vano portaoggetti come mostrato in figura. 2. Per evitare che le cinghie di sollevamento rimangano impigliate e per non danneggiare la copertura del vano di carico, posizionare le fascette nelle fessure dedicate. 1. Individuare i perni di bloccaggio sulla copertura del vano di carico nelle fessure della guida. 2. Spingere indietro la copertura del vano di carico per bloccarla in posizione. 3. Montare le cinghie di sollevamento della copertura del vano di carico sui perni del portellone. 4. Tirare leggermente verso il basso le cinghie finché non scattano in posizione. 98

99 Bagagliaio PUNTI DI ANCORAGGIO PER I BAGAGLI Tutti gli oggetti trasportati a bordo del veicolo devono essere adeguatamente fissati. 1. Ganci per le borse: i ganci per le borse devono essere utilizzati soltanto per oggetti leggeri. 2. Occhielli di ancoraggio fissi: utilizzati per fissare in modo più sicuro gli oggetti grandi. Se sono presenti degli occhielli di ancoraggio regolabili, ruotare prima in senso antiorario il tasto di bloccaggio per sbloccare il meccanismo. Premere il tasto e farlo scorrere fino alla posizione richiesta nella guida del bagagliaio. Rilasciare il tasto per bloccarlo in posizione. Muovere leggermente l'occhiello di ancoraggio fino a quando non si sente un clic. L'occhiello di ancoraggio è ora in posizione. Ruotare il tasto in senso orario per bloccarlo. Nota: è possibile acquistare una gamma di accessori omologati per il fissaggio dei bagagli presso un concessionario/ riparatore autorizzato. 99

100 L Traino PESI DI TRAINO Per informazioni dettagliate circa il peso lordo del veicolo (GVW), i pesi sugli assali e il carico del bagagliaio del veicolo, vedere 312, PESI. Nota: anche il peso sul gancio di traino del rimorchio dovrebbe essere considerato per il calcolo del peso lordo del veicolo. Rimorchi non frenati (massa di traino massima ammessa) Rimorchio frenato (massa di traino massima ammessa) Massa/carico verticale statico massimi tecnicamente ammessi del punto di aggancio del veicolo Peso massimo sul gancio di traino* Peso di traino lordo (GTW) Solo Europa: quando si traina un rimorchio, il GVW massimo consentito può essere incrementato di un massimo di 100 kg, a condizione che la velocità su strada sia limitata a 100 km/h (62 mph) o meno. Nota: per il calcolo del carico sull'assale posteriore, tenere presente che è necessario sommare il peso sul gancio di traino del rimorchio, il carico nel bagagliaio del veicolo, il peso sul portapacchi e il peso dei passeggeri dei sedili posteriori. Versione motore/trasmissione Tutti i veicoli Veicoli con cambio manuale Veicoli con cambio automatico Tutti i veicoli Tutti i veicoli Diesel 2.0L (Trazione posteriore (RWD) con cambio manuale) Peso (kg) Diesel 2.0L (Trazione integrale (AWD) con cambio manuale) Diesel 2.0L (AWD con cambio automatico) Benzina 3.0L Diesel 3.0L *Per ogni kg aggiunto oltre i 100 kg al peso del gancio della sfera di traino, È NECESSARIO rimuovere lo stesso peso dal carico utile del veicolo. In questo modo si avrà la certezza che il GVW e i pesi sull'assale posteriore non vengano superati. Nota: per ogni metri di aumento di altitudine sopra il livello del mare, il peso di traino lordo deve essere ridotto del 10%. Nota: per ulteriori informazioni, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato e indicare il Numero di identificazione veicolo (VIN). Vedere 308, UBICAZIONE DELLE ETICHETTE. 100

101 Traino OPZIONI PER LA SFERA DI TRAINO Per questo veicolo, sono disponibili le seguenti opzioni relative alla sfera di traino: 1. Sgancio rapido, sfera di traino staccabile. Vedere 103, MONTAGGIO DELLA SFERA DI TRAINO STACCABILE. 2. Sfera di traino ad azionamento ed estrazione elettrica. Vedere 104, SFERA DI TRAINO AD AZIONAMENTO ELETTRICO. 3. Barra di traino del gancio di traino (solo Australia). Vedere 104, GANCIO DI TRAINO. Nota: le opzioni relative alla sfera di traino dipendono dal mercato e dalla specifica del veicolo. CONTROLLO DELLA STABILITÀ DEL RIMORCHIO (TSA) Quando è attaccato un rimorchio, il sistema di controllo della stabilità del rimorchio (TSA) rileva automaticamente se questo inizia a sbandare. Il sistema provvede quindi a ridurre gradualmente la velocità del veicolo diminuendo la potenza del motore e inserendo i freni per aiutare il conducente a riprendere il controllo del veicolo. Il sistema TSA non funziona in caso di ripiegamento del rimorchio. La capacità del sistema TSA può essere ridotta durante la guida su fondi sdrucciolevoli. Nota: il TSA non funziona se è disattivo il sistema di controllo dinamico della stabilità (DSC). ASSISTENZA ALL'ATTACCO DEL RIMORCHIO L'assistenza all'attacco del rimorchio è una funzione selezionabile dall'utente che può facilitare la procedura di manovra del veicolo verso l'attacco del gancio di traino. Vedere 199, SISTEMA DI TELECAMERE SURROUND. Usare la funzione di assistenza all'attacco del rimorchio mentre si esegue la retromarcia verso il gancio di traino. Procedere come indicato di seguito: 1. Inserire la retromarcia (R) per visualizzare automaticamente un'immagine della vista posteriore sullo schermo a sfioramento. 2. Toccare l'icona Impostazioni per visualizzare il menu IMPOSTAZIONI DELLA TELECAMERA. 3. Selezionare ON nel menu Assistenza all'attacco del rimorchio per attivare la visualizzazione delle linee guida. 101

102 L Traino 4. Eseguire la retromarcia con il veicolo verso il rimorchio. 5. Non appena il veicolo arriva a una distanza minima di 600 mm dal gancio di traino del rimorchio, il sistema aziona automaticamente lo zoom per ingrandire l'inquadratura. 6. Continuare la manovra con cautela, finché il veicolo non si sarà avvicinato sufficientemente al rimorchio. RETROMARCIA RIMORCHIO Nota: perché siano attive le indicazioni per la retromarcia del rimorchio, è necessario che sul rimorchio collegato sia presente un adesivo di riferimento che deve essere applicato secondo precise istruzioni. Rivolgersi al proprio rivenditore/riparatore autorizzato per ulteriori informazioni. Nota: è possibile che questa funzione non sia utilizzabile con tutti i tipi di rimorchi. La Vista retromarcia rimorchio si attiva quando un connettore elettrico del rimorchio viene collegato correttamente alla presa del veicolo; l'accensione deve essere disinserita durante il collegamento e lo scollegamento. Nota: affinché il sistema rilevi il collegamento, dopo aver attaccato il rimorchio alla presa elettrica, è necessario aprire e chiudere la portiera del conducente. La retromarcia rimorchio visualizza la traiettoria prevista, sia del veicolo, sia del rimorchio, con linee guida colorate sullo schermo a sfioramento. Quando viene rilevato il collegamento del rimorchio, sullo schermo a sfioramento vengono visualizzate delle indicazioni che guidano il conducente tra i menu applicabili per selezionare un profilo esistente per il rimorchio o creare un profilo per un nuovo rimorchio. Nota: se il collegamento del rimorchio non viene rilevato, il processo di impostazione può essere richiamato manualmente tramite il sistema di telecamere periferico. Vedere 199, SISTEMA DI TELECAMERE SURROUND. Quando si collega un nuovo rimorchio, le schermate di impostazione presentano al conducente una serie di opzioni di configurazione per il rimorchio collegato. Al termine, sarà necessario guidare il veicolo con il volante in posizione di marcia rettilinea per tarare il rimorchio. Lo stato viene visualizzato sullo schermo a sfioramento. Al termine, selezionare OK. Nota: la vista retromarcia rimorchio non deve essere utilizzata fino al completamento della taratura del rimorchio. Quando si seleziona una configurazione per il rimorchio (oppure si crea una configurazione per un nuovo rimorchio), la vista retromarcia rimorchio viene automaticamente visualizzata sullo schermo a sfioramento quando si seleziona la retromarcia (R). La Vista Retromarcia rimorchio può essere impostata su Telecamera posteriore oppure su Telecamere retrovisore laterale. 102

103 Traino MONTAGGIO DELLA SFERA DI TRAINO STACCABILE Montare la sfera di traino staccabile come indicato di seguito: 1. Rimuovere la protezione dal supporto del veicolo e riporla nell'area di stivaggio della sfera di traino. 2. La sfera di traino può essere montata solo quando la leva di bloccaggio si trova nella posizione sbloccata (parte rossa in vista). 3. Inserire la sfera di traino nella barra di traino e spingere con decisione verso l'alto fino a quando la sfera di traino si blocca in posizione. 4. Ruotare la leva di bloccaggio verso di sé fino a visualizzare la parte verde. 5. Rimuovere la protezione dalla fessura della chiave. 6. Inserire la chiave e ruotarla in senso orario per bloccare la sfera di traino, quindi estrarre la chiave e rimontare la protezione. Conservare la chiave in un luogo sicuro. Non superare il peso gancio massimo per la sfera di traino staccabile. Vedere 100, PESI DI TRAINO. 103

104 L Traino Quando non è richiesto l'utilizzo immediato della sfera di traino staccabile, quest'ultima deve essere rimossa dalla barra di traino e conservata nel luogo appropriato. GANCIO DI TRAINO Quando si seleziona una sfera di traino del gancio di traino (per una barra di traino del gancio di traino), è necessario rispettare le dimensioni indicate di seguito: 1. La dimensione massima è 230 mm. 2. La dimensione minima è 100 mm. Rivolgersi a un rivenditore/riparatore autorizzato per ottenere le informazioni più aggiornate. RIMOZIONE DELLA SFERA DI TRAINO STACCABILE Rimuovere la sfera di traino staccabile come indicato di seguito: 1. Inserire la chiave e ruotarla in senso antiorario per sbloccare. 2. Estrarre la chiave, quindi, sorreggendo la sfera di traino, premere e girare la leva di bloccaggio in avanti per rilasciarla. 3. Rimuovere la sfera di traino dalla barra di traino e riporla nell'area di stivaggio del bagagliaio. SFERA DI TRAINO AD AZIONAMENTO ELETTRICO Prima di attivare la sfera di traino ad azionamento elettrico, assicurarsi che: Il rimorchio sia sganciato. Tutti i collegamenti elettrici del rimorchio siano scollegati. Il veicolo sia fermo con il freno di stazionamento elettrico (EPB) inserito. La trasmissione del veicolo sia impostata sulla posizione di parcheggio (P) o di folle (N). Il mancato rispetto delle suddette condizioni impedisce il funzionamento della sfera di traino ad azionamento elettrico. Nota: se la sfera di traino ad azionamento elettrico non funziona correttamente, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. È possibile riporre/estrarre la sfera di traino ad azionamento elettrico tramite la funzione extra Barra di traino sullo schermo a sfioramento. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo. Vedere 166, FUNZIONI EXTRA. 104

105 Traino È inoltre possibile riporre/estrarre la sfera di traino ad azionamento elettrico tramite i tasti posizionati nel bagagliaio. 1. Pulsante della sfera di traino ad azionamento elettrico: premere e rilasciare per estrarre la sfera di traino ad azionamento elettrico. Premere e rilasciare nuovamente per riporre la sfera di traino ad azionamento elettrico. Mentre la sfera di traino ad azionamento elettrico viene estratta o riposta, la spia LED sul lato del pulsante lampeggia lentamente. Inoltre viene emesso un segnale acustico. Una volta estratta, la spia LED smette di lampeggiare e rimane accesa. Una volta riposta, la spia LED smette di lampeggiare e rimane accesa per 2 secondi, quindi si spegne. Per arrestare il movimento della sfera di traino ad azionamento elettrico, premere il pulsante della sfera di traino. Per ripristinare la sfera di traino ad azionamento elettrico, premere nuovamente il relativo pulsante. Durante l'operazione di ripristino, la sfera di traino ad azionamento elettrico verrà riposta completamente e quindi estratta completamente. Se durante il funzionamento della sfera di traino ad azionamento elettrico, viene rilevata un'ostruzione, il movimento della sfera di traino si arresta. La spia LED lampeggia più rapidamente, accompagnata da un segnale acustico della durata di 2 secondi. Una volta che l'ostruzione è stata rimossa, premere il pulsante della sfera di traino per reimpostarla. Se si guida il veicolo con la sfera di traino né completamente estratta né completamente riposta, sarà emesso un segnale acustico per 10 secondi. Non trainare con la sfera di traino in questo stato. 105

106 L Traino Se la sfera di traino non viene estratta in caso di temperatura estremamente bassa, tenere premuto il pulsante della sfera di traino per 10 secondi per avviare l'operazione di stivaggio. In caso di funzionamento imprevisto, premere il pulsante della sfera di traino ad azionamento elettrico per reimpostarla. Assicurarsi che la sfera di traino ad azionamento elettrico sia completamente estratta prima di collegare un rimorchio. 2. Pulsante di controllo delle lampadine del rimorchio: premere per avviare una sequenza di controllo delle luci del rimorchio e del veicolo di 3 minuti. Per eseguire il controllo, tutte le luci del veicolo devono essere spente, l'accensione disinserita e il freno di stazionamento elettrico (EPB) azionato. Nota: il controllo delle lampadine del rimorchio può essere attivato con lo schermo a sfioramento, attraverso la funzione extra Barra di traino. Il disinserimento dell'accensione causa anche lo spegnimento dello schermo a sfioramento. Premere il pulsante di attivazione/disattivazione dell'audio per riaccendere lo schermo a sfioramento. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo. Le luci del veicolo e tutte le luci del rimorchio si azionano contemporaneamente per consentire un controllo visivo di tutte le luci. La sequenza di 3 minuti può essere interrotta in qualsiasi momento premendo nuovamente il pulsante di controllo delle lampadine del rimorchio, accendendo manualmente le luci del veicolo oppure inserendo l'accensione. Nota: questa funzione di controllo si limita a consentire a un osservatore di verificare che le luci siano accese. Durante tale controllo, il veicolo non esegue alcuna misurazione e le luci guaste del rimorchio non mostrano alcun errore. COLLEGAMENTO ELETTRICO DEL RIMORCHIO Collegare alla presa del rimorchio soltanto connettori elettrici omologati e in buone condizioni. La presa del rimorchio della sfera di traino staccabile deve essere estratta (2) e riposta (1) manualmente, come illustrato. La presa del rimorchio della sfera di traino ad azionamento elettrico innesta e disinnesta automaticamente la sfera di traino ad azionamento elettrico. 106

107 Traino Quando viene eseguito il collegamento elettrico del rimorchio e vengono utilizzati gli indicatori di direzione del veicolo, la spia del rimorchio lampeggia in sincronia con gli indicatori di direzione. Vedere 72, INDICATORI DI DIREZIONE DEL RIMORCHIO (VERDE). Se, quando viene utilizzato un indicatore di direzione del veicolo, il simbolo non lampeggia, controllare il collegamento del rimorchio e intraprendere le azioni necessarie per assicurarsi che gli indicatori di direzione del rimorchio siano funzionanti. Funzione Luci di arresto Indicatori di direzione* Luci di posizione laterali/luci posteriori* Luci di retromarcia Fendinebbia Alimentazione a batteria permanente Alimentazione accensione *Per ogni lato. Carico minimo Amp 0,25 0,25 CONTROLLI PRINCIPALI SUL TRAINO Non superare mai il peso lordo del veicolo (GVW), il peso massimo sull'assale posteriore, il peso massimo del rimorchio e il peso sul gancio di traino. Il superamento di uno qualsiasi di questi limiti può dare luogo a una situazione di instabilità e alla conseguente perdita di controllo del veicolo Le informazioni riportate nella tabella seguente aiutano a confermare se un rimorchio o un pannello luci con luci a LED risultano compatibili con questo veicolo. Se tali condizioni non vengono rispettate, il veicolo non rileverà il collegamento elettrico di un rimorchio o un panello luci con luci a LED. Watt 0,25 0, Carico massimo Amp 10 5* 5* Watt * 60* Non disporre a cappio la catena o il cavo di sicurezza sulla sfera di traino, in quanto vi è il rischio che scivoli via. Per mantenere la stabilità del veicolo, il carico anteriore del rimorchio deve essere regolato a circa il 7% del peso lordo del rimorchio/della roulotte (con un valore minimo del 4%). Per trainare un rimorchio con più di un assale, caricare il rimorchio in modo da ottenere una distribuzione del peso uniforme tra gli assali. 107

108 L Traino Per il calcolo del peso del rimorchio carico, ricordare di includere il peso del rimorchio più il peso del carico. Se il carico può essere diviso tra veicolo e rimorchio, in genere caricando più peso sul veicolo, si ottiene una migliore stabilità. Non superare i limiti di peso del veicolo. Aumentare la pressione degli pneumatici posteriori del veicolo trainante ai valori previsti per le condizioni di carico massimo del veicolo. Assicurarsi di utilizzare un cavo di sicurezza, una catena di sicurezza o un accoppiamento secondario adatti. Per informazioni a tal riguardo, consultare le istruzioni del costruttore del rimorchio. Collegare sempre il cavo o la catena di sicurezza al punto di collegamento previsto. Non disporlo a cappio sulla sfera di traino. Verificare che la sfera di traino sia ben salda. Controllare il funzionamento di tutte le luci del rimorchio. TRAINO DI UN RIMORCHIO Non superare mai il peso massimo del veicolo o del rimorchio. Il superamento del peso massimo può accelerare il processo di usura del veicolo, con il rischio di danneggiarlo. Può inoltre influenzare negativamente la stabilità e la frenata del veicolo, con conseguente perdita di controllo e aumento della distanza di frenata che possono determinare il ribaltamento o una collisione. Montare solo accessori di traino approvati dal produttore del veicolo. Questi accessori sono progettati per garantire la maneggevolezza e la stabilità del veicolo, se usati correttamente e in base le istruzioni del produttore. Non usare mai gli occhioni di traino o i punti di ancoraggio per trainare il rimorchio. Non sono infatti progettati per questo scopo e possono cedere e provocare lesioni gravi o mortali. Nota: una riduzione delle prestazioni del sistema di aria condizionata (A/C) è normale in condizioni di traino di carichi pesanti. Nota: la potenza del motore si riduce sempre in condizioni di altitudine elevata. A metri sul livello del mare e per ogni metri aggiuntivi, sottrarre il 10% dal peso di traino lordo (GTW). Vedere 100, PESI DI TRAINO. Lo schermo a sfioramento può visualizzare una vista retromarcia rimorchio per facilitare la retromarcia del veicolo se è agganciato un rimorchio. Vedere 199, SISTEMA DI TELECAMERE SURROUND. 108

109 Traino ACCESSORI MONTATI SU SFERA DI TRAINO Prima di montare un accessorio sulla sfera di traino, assicurarsi che l'utilizzo di tale accessorio su questi veicoli sia stato approvato dal costruttore del veicolo. L'impiego di dotazioni non adatte può comportare gravi danni alla sfera e alla barra di traino. Prima di montare un accessorio sulla sfera di traino, attenersi alle seguenti linee guida: 1. Gli accessori fissati non devono sporgere di più di 700 mm dalla sfera di traino. 2. Il centro di gravità delle dotazioni montate e del carico combinati non deve superare una distanza di 390 mm dalla sfera di traino. Il peso massimo a questa distanza non deve superare 82,4 kg. Nota: le forze esercitate dal carico sul gancio di traino del rimorchio e dagli accessori montati sulla sfera di traino sono di natura differente, di conseguenza a entrambi si applica un limite separato. Nota: si consiglia di utilizzare esclusivamente accessori approvati dal costruttore del veicolo. PUNTI DI ATTACCO E DIMENSIONI DELLA BARRA DI TRAINO Nota: queste dimensioni si riferiscono all'attrezzatura di traino autorizzata ufficialmente dal costruttore del veicolo. 109

110 L Traino Barra di traino:staccabile 110

111 Traino Dimensione Millimetri

112 L Traino Barra di traino estraibile 112

113 Traino Dimensione Millimetri

114 L Avviamento del motore AVVIAMENTO DEL MOTORE Non avviare mai il motore, né lasciare il motore in funzione, se il veicolo si trova in uno spazio chiuso. I gas di scarico sono velenosi e se respirati possono causare perdita di conoscenza e morte. Se il motore non si avvia, non continuare ad azionare il motorino di avviamento perché in tal modo si scarica la batteria. Il convertitore catalitico potrebbe inoltre subire danni a causa del passaggio di carburante incombusto attraverso lo scarico. Nota: la chiave Smart potrebbe non essere rilevata qualora si trovasse in un contenitore metallico oppure se dovesse essere schermata da un dispositivo con uno schermo LCD retroilluminato, ad esempio uno smartphone, un laptop (anche se all'interno della borsa per il trasporto), una console per videogiochi, ecc. Tenere la chiave Smart lontano da questi dispositivi quando si esegue l'accesso senza chiave o la procedura di supporto del sistema di avviamento senza chiave. Per avviare il motore: 1. Assicurarsi che all'interno del veicolo sia presente una chiave Smart valida. 2. Assicurarsi che il cambio sia in posizione di parcheggio (P) o folle (N). 3. Cambio automatico: premere con decisione il pedale del freno. Trasmissione manuale: premere con decisione il pedale della frizione. 4. Premere e rilasciare il tasto START/ STOP del motore. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. Nota: per i veicoli con motore diesel, il periodo di ritardo prima che abbia inizio l'avviamento sarà più lungo in presenza di basse temperature ambiente, a causa del prolungato funzionamento delle candelette. Durante questo periodo di ritardo prolungato, il pedale del freno deve rimanere premuto. Una volta che il motore si è avviato, è possibile rilasciare il pedale del freno (o della frizione) se le condizioni di sicurezza lo consentono. SPEGNIMENTO DEL MOTORE Quando si spegne il motore, il veicolo deve essere fermo. Assicurarsi che il freno di stazionamento elettrico (EPB) sia inserito e che il cambio sia in posizione di parcheggio (P) (cambio automatico) o folle (cambio manuale). Premere e rilasciare il tasto START/STOP del motore. Il motore si arresta. Inoltre, il sistema di accensione del veicolo si disattiva. Per spegnere il motore con il veicolo in marcia: Si consiglia di non spegnere il motore con il veicolo in marcia. Tuttavia, se dovesse presentarsi una situazione in cui vi sia l'urgenza di spegnere il motore, attenersi alla seguente procedura. 1. Tenere premuto il pulsante START/ STOP del motore per più di 2 secondi, oppure 2. Premere e rilasciare il tasto START/ STOP del motore due volte nel giro di 3 secondi. In entrambi i casi, il messaggio Pulsante di arresto motore premuto viene visualizzato nel centro messaggi. 114

115 Avviamento del motore INSERIMENTO DELL'ACCENSIONE Per inserire il sistema di accensione del veicolo senza avviare il motore: 1. Cambio automatico: assicurarsi che all'interno del veicolo sia presente una chiave Smart valida e che il pedale del freno non sia premuto. Se si premere il pedale del freno quando il pulsante START/STOP del motore è premuto, il motore si avvia. Cambio manuale: assicurarsi che all'interno del veicolo sia presente una chiave Smart valida e che il pedale della frizione non sia premuto. Se si preme il pedale della frizione quando il pulsante START/STOP del motore è premuto, il motore si avvia. 2. Tenere premuto il tasto START/STOP del motore finché non si saranno illuminate le spie sul quadro strumenti. 3. Rilasciare il tasto START/STOP del motore. RIAVVIAMENTO IN MARCIA Se il motore si spegne mentre il veicolo è in movimento, può essere eseguito un riavviamento in marcia mediante: Cambio automatico: selezionando la posizione di folle (N) e premendo il pulsante START/STOP del motore. Cambio manuale: premendo con decisione il pedale della frizione e premendo contemporaneamente il pulsante START/STOP del motore. Nota: il pulsante START/STOP del motore viene inibito per 2 secondi dopo lo spegnimento del motore. FUNZIONE DI RISERVA PER L'AVVIAMENTO SENZA CHIAVE Se il veicolo è stato sbloccato con il corpo della chiave di emergenza, oppure se il veicolo non rileva la chiave Smart, è necessario usare la funzione di riserva per l'avviamento senza chiavi per disinserire l'allarme e avviare il motore. La funzione di riserva per l'avviamento senza chiave può essere utilizzata soltanto se sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio Smart Key non riconosciuta - Riposizionare o Posizionare come in figura e Premere il pulsante di avviamento. 1. Poggiare la chiave Smart contro il lato del piantone dello sterzo con i tasti rivolti verso l'esterno. Nota: sul piantone dello sterzo sono presenti dei segni che facilitano l'individuazione della posizione corretta. 2. Tenendo la chiave Smart in posizione: 115

116 L Avviamento del motore Cambio automatico: premere con decisione il pedale del freno. Cambio manuale: premere con decisione il pedale della frizione. 3. Premere e rilasciare il tasto START/ STOP del motore. Quando il motore si è avviato, rilasciare il pedale del freno (cambio automatico) oppure il pedale della frizione (cambio manuale), se le condizioni di sicurezza lo consentono. Se la chiave Smart non viene riconosciuta o se il motore non si avvia, rivolgersi a un rivenditore/riparatore autorizzato. VIDEO INFORMATIVO SE IL MOTORE NON SI AVVIA Tutti i veicoli Se il motore non si avvia quando si preme il pulsante START/STOP del motore e il veicolo è stato recentemente coinvolto in una collisione, rivolgersi a un tecnico qualificato. Se il motore non si avvia e all'interno del veicolo si trova una chiave Smart valida, effettuare un controllo per determinare la causa di questo evento. Per farlo: 1. Inserire l'accensione del veicolo. Vedere 115, INSERIMENTO DELL'ACCENSIONE. 2. Verificare se vi sono spie accese sul quadro strumenti e messaggi di avvertenza nel centro messaggi. Se necessario, rivolgersi a un tecnico qualificato. Vedere 67, SPIE E INDICATORI e 63, MESSAGGI DI AVVERTENZA E INFORMAZIONE. 3. Disinserire l'accensione del veicolo. In alternativa, se il motore non si avvia, potrebbe essere necessario reimpostare il sistema di allarme. Per reimpostare il sistema di allarme, bloccare e sbloccare il veicolo. Vedere 8, SBLOCCAGGIO DEL VEICOLO. Se il motore continua a non avviarsi, rivolgersi a un rivenditore/riparatore autorizzato. Solo veicoli a benzina Se il motore continua a non avviarsi, effettuare le seguenti operazioni: 1. Assicurarsi che all'interno del veicolo sia presente una chiave Smart valida. 2. Assicurarsi che il cambio sia in posizione di parcheggio (P) o folle (N). 3. Tenere premuto il pulsante START/ STOP del motore finché non si saranno illuminate le spie sul quadro strumenti. 4. Tenere premuto il pedale del freno (cambio automatico) oppure il pedale della frizione (cambio manuale). 5. Procedendo lentamente, premere il pedale dell'acceleratore, quindi mantenerlo premuto in posizione completamente abbassata. 6. Premere e rilasciare il tasto START/ STOP del motore. Inizia l'avviamento del motore. 7. Quando il motore si avvia, rilasciare il pedale dell'acceleratore. 116

117 Avviamento del motore Quando il motore si è avviato, rilasciare il pedale del freno (cambio automatico) oppure il pedale della frizione (cambio manuale), se le condizioni di sicurezza lo consentono. Se il motore continua a non avviarsi, rivolgersi a un rivenditore/riparatore autorizzato. RISCALDATORI MONOBLOCCO L'installazione di un riscaldatore monoblocco non elimina la necessità dell'antigelo. L'avviamento del motore risulta più difficoltoso quando la temperatura ambiente è molto bassa. Nelle aree geografiche in cui la temperatura è spesso inferiore a -10 C (14 F), si consiglia di montare un riscaldatore del monoblocco. Il riscaldatore del monoblocco è dotato di un connettore isolato sulla parte anteriore del veicolo che è collegato a un'alimentazione di corrente tramite un apposito cavo di prolunga. Se necessario, il riscaldatore può rimanere in uso per tutta la notte. In genere, un riscaldatore del monoblocco utilizza tra 0,4 e 1 kw l'ora. Per ulteriori informazioni, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. 117

118 L Stop/Start intelligente STOP/START INTELLIGENTE Il sistema Stop/Start intelligente è progettato per migliorare l'efficienza del carburante e si attiva automaticamente all'inserimento dell'accensione del veicolo. A meno che non sia necessario per supportare altri sistemi del veicolo, il motore si spegne se il veicolo è fermo, ad esempio ai semafori. Quando si rilascia il pedale del freno e si seleziona una marcia, il motore viene riavviato automaticamente. Nota: disattivare sempre il sistema Stop/ Start intelligente prima di affrontare dei guadi. L'inosservanza di questa precauzione potrebbe causare danni al veicolo. Durante il funzionamento del sistema Stop/Start intelligente, la relativa spia si accende. Vedere 72, STOP/START INTELLIGENTE (VERDE). Per attivare l'arresto automatico del motore, fermare il veicolo da una velocità superiore a 4 km/h (2,5 mph). Applicare una pressione frenante sufficiente ad assicurare che il veicolo sia fermo. Sui veicoli con cambio manuale è necessario selezionare la posizione di folle, inoltre il pedale della frizione deve essere completamente rilasciato. Per attivare un riavvio automatico del motore nelle vetture dotate di cambio automatico, rilasciare il pedale del freno con la posizione Drive (D) o Sport (S) selezionata. Per il cambio manuale, il motore si riavvia quando il pedale della frizione è completamente premuto, prima della selezione di una marcia. Il motore si riavvia anche al verificarsi di una delle seguenti condizioni: Il sistema Stop/Start intelligente è disattivato. Il pedale dell'acceleratore è premuto (solo veicoli con cambio automatico). Una levetta di selezione marcia del cambio automatico viene usata per selezionare una marcia. Viene selezionata la retromarcia (R). Aumenta la richiesta da parte del sistema di comando della climatizzazione. La velocità del veicolo supera il valore di 1 km/h (0,5 mph) circa. Il livello di carica della batteria del veicolo diventa insufficiente. Le seguenti condizioni impediscono l'arresto automatico del motore: Una levetta di selezione marce del cambio automatico viene usata per selezionare una marcia. La temperatura esterna è inferiore a 0 C circa. La temperatura esterna è superiore a 40 C circa. Il motore non ha raggiunto la propria temperatura di esercizio. La cintura di sicurezza del conducente non è allacciata. Il sistema di comando della climatizzazione richiede il funzionamento del motore, ad esempio, in modalità di sbrinamento. Il livello di carica della batteria del veicolo è insufficiente. Il sistema Stop/Start intelligente è disattivato. 118

119 Stop/Start intelligente DISATTIVAZIONE DEL SISTEMA STOP/START INTELLIGENTE Per disattivare il sistema Stop/ Start intelligente, premere il pulsante Stop/Start intelligente. Per ulteriori informazioni, vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. Per confermare lo spegnimento del sistema, il LED del pulsante si spegne e sul centro messaggi viene visualizzato temporaneamente Stop/Start automatico Off. Se si preme il pulsante stop/start in presenza di un guasto del sistema, viene visualizzato brevemente il messaggio Stop/start automatico non disponibile nel centro messaggi. Nota: se il pulsante del sistema Stop/Start intelligente viene premuto mentre è in corso un arresto automatico del motore, il motore si riavvia. Nota: il sistema Stop/Start intelligente si riattiva immediatamente al successivo inserimento dell'accensione del veicolo. USCITA DEL CONDUCENTE Nota: la funzione di uscita del conducente è disponibile solo se il sistema Stop/Start intelligente è abilitato. Per evitare che il veicolo possa essere lasciato inavvertitamente nella condizione di guida, il veicolo rileva se il conducente non è presente e disinserisce automaticamente il sistema di accensione. Se viene selezionata la modalità di marcia (D), Sport (S) o folle (N), la funzione di uscita del conducente disinserisce l'accensione del veicolo nelle seguenti condizioni: Tutti i veicoli: la cintura di sicurezza del conducente non è allacciata. Solo veicoli con cambio automatico: si rilascia il pedale del freno. Solo veicoli con cambio manuale: si apre la portiera lato conducente. Se viene selezionata la posizione di parcheggio (P), la funzione di uscita del conducente disinserisce l'accensione del veicolo se la cintura di sicurezza del conducente non è allacciata. Una volta inserita l'accensione, se necessario, è possibile bloccare il veicolo. Vedere 23, CONFERMA DEL BLOCCAGGIO. 119

120 L Cambio CAMBIO AUTOMATICO Sul centro messaggi viene visualizzato lo stato di selezione marcia del selettore marce rotativo e delle levette del selettore del cambio sul volante (cambio sequenziale). Quando si avvia il motore, il selettore marce rotativo si solleva dalla posizione abbassata, di riposo e il cambio rimane in posizione di parcheggio (P). 1. Per selezionare la posizione di marcia avanti (D), folle (N), retromarcia (R) o parcheggio (P), premere il pedale del freno, quindi ruotare il selettore marce rotativo nella posizione desiderata. La spia corrispondente, accanto al selettore del cambio, si accende a conferma dell'avvenuta selezione. Quando si trova in posizione D, il cambio marcia è completamente automatico. I punti di cambio marcia sono determinati dalla posizione del pedale dell'acceleratore e dalla velocità corrente del veicolo. 120

121 Cambio Per ottenere una rapida accelerazione (kickdown) con il cambio in posizione D, premere rapidamente il pedale dell'acceleratore fino a fondo corsa. Quando non viene premuto il pedale dell'acceleratore, viene ripristinato il normale cambio delle marce automatico. Nota: se si applica pressione sul selettore del cambio prima che venga premuto il pedale del freno, la marcia selezionata potrebbe non essere disponibile. In tal caso, rimuovere la pressione dal selettore del cambio e assicurarsi che il pedale del freno venga premuto, quindi selezionare nuovamente la marcia desiderata. 2. Per selezionare la modalità Sport (S) da D, premere il selettore del cambio e ruotarlo su S. La relativa spia, accanto al selettore del cambio, si accende a conferma dell'avvenuta selezione. Nota: prima di selezionare la posizione D, R, N o P, assicurarsi che il veicolo sia fermo e che i freni siano inseriti. Il cambio rimane più a lungo nelle marce più basse, migliorando le prestazioni ai medi regimi. Per deselezionare la modalità S, ruotare nuovamente il selettore delle marce su D. 3. Levette del selettore del cambio Sequential Shift: consentono la selezione manuale delle marce, mentre il selettore si trova in posizione D o S. Tirare leggermente la levetta sinistra per passare alle marce basse o tirare leggermente la levetta destra per passare alle marce alte. Nota: è possibile configurare le levette di selezione marce per essere attive sia in modalità D sia in modalità S oppure solo in modalità S tramite il menu Impostazioni veicolo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Il Sequential Shift può risultare efficace in caso di rapide accelerazioni e applicazione del freno motore. Una spia di cambio marcia si accende brevemente quando si raggiunge il punto di cambio marcia (passaggio alla marcia superiore) consigliato. Vedere 72, CAMBIO MARCIA (VERDE). Se il selettore marce rotativo rimane nella posizione D, viene mantenuto l'uso temporaneo della modalità di selezione manuale delle marce mentre il conducente accelera, decelera, affronta una curva o continua a richiedere cambi marcia tramite le levette al volante. Nota: nel caso sia necessario un uso continuativo delle levette del selettore del cambio Sequential Shift, selezionare S. 4. Per cambiare manualmente la marcia, tirare brevemente la corrispondente levetta di selezione marce sul volante. Per uscire dalla modalità di selezione manuale delle marce, tenere tirata la levetta di passaggio alla marcia superiore per circa un secondo (per tornare direttamente al funzionamento automatico in D o S) o, se in posizione S, ruotare il selettore marce rotativo in posizione D. 121

122 L Cambio Per evitare lesioni, verificare sempre prima di scendere dal veicolo che il selettore marce rotativo sia in posizione P, che il motore sia spento, che il freno di stazionamento elettrico (EPB) sia inserito e che la Smart Key sia stata rimossa dal veicolo. Non selezionare mai la posizione di parcheggio P quando il veicolo è in movimento. In caso contrario, si possono provocare gravi danni al cambio. Non selezionare mai R quando il veicolo si muove in avanti. In caso contrario, si possono provocare gravi danni al cambio. Non selezionare mai una marcia avanti mentre il veicolo si muove all indietro. In caso contrario, si possono provocare gravi danni al cambio. Non accelerare a vuoto o lasciare girare il motore a una velocità superiore al normale regime del minimo mentre si seleziona la posizione D oppure R oppure a veicolo fermo, indipendentemente dalla marcia selezionata. In caso contrario, si possono provocare gravi danni al cambio. Non lasciare il veicolo fermo con una marcia inserita e il motore in funzione. Se si prevede di lasciare il motore al minimo per periodi prolungati, selezionare sempre P o N e inserire il freno di stazionamento elettrico (EPB). Il veicolo può muoversi all'improvviso con qualsiasi altra posizione del cambio selezionata. Non usare N per il recupero del veicolo. Se il movimento del selettore rotativo è impedito, rimuovere l'ostacolo e avviare il motore. Il selettore del cambio dovrebbe sollevarsi. La mancata fuoriuscita del selettore marce rotativo, anche in assenza di ostacoli, indica la presenza di un guasto nel sistema. Il selettore del cambio può essere ancora utilizzato in posizione abbassata, ma è necessario considerare che allo spegnimento del motore non potrà selezionare automaticamente la posizione P. La posizione P deve essere quindi selezionata manualmente. Fare riparare il guasto da un rivenditore/riparatore autorizzato appena possibile. MODALITÀ DI EMERGENZA LIMP-HOME Se il veicolo rileva la presenza di un guasto al sistema di trasmissione, sul centro messaggi viene visualizzato un messaggio di avvertenza e potrebbe essere disponibile solo un numero limitato di marce. Se possibile, il veicolo deve essere guidato con cautela al più vicino luogo sicuro. In questo caso, rivolgersi a un tecnico qualificato. Nota: le prestazioni del veicolo risulteranno inoltre ridotte e il conducente deve tenerne conto durante la guida. Viene inoltre disabilitato l'uso delle levette di selezione marce sul volante. Alcuni guasti del cambio possono causare il bloccaggio del selettore del cambio nella posizione in cui si trova fino a quando non viene disinserita l'accensione. Uno stato della marcia che lampeggia nel centro messaggi indica che non è possibile selezionare la marcia richiesta dal conducente. In questo caso, selezionare N, quindi selezionare nuovamente il cambio marcia desiderato. 122

123 Cambio Se il cambio non consente ancora la selezione della marcia richiesta, contattare il proprio concessionario/riparatore autorizzato. CAMBIO MANUALE Non tentare mai di selezionare la retromarcia (R) quando il veicolo procede in avanti. La selezione della retromarcia R in tali condizioni può provocare danni gravi e riparazioni costose per il veicolo. I veicoli con cambio manuale sono dotati di una funzione automatica, progettata per assistere il conducente nelle partenze da fermo. Durante le ripartenze, il regime motore può aumentare leggermente. Se si preme ancora il pedale dell'acceleratore, il regime motore è controllato fino a un limite massimo, in base a quanto viene premuto il pedale dell'acceleratore. Una volta completata la manovra, il normale controllo del regime motore tornerà completamente al conducente. Quando si raggiunge il punto di cambio marcia consigliato, si accende una spia di cambio marcia. Vedere 72, CAMBIO MARCIA (VERDE). 123

124 L Sospensioni DINAMICA ADATTATIVA La dinamica adattiva monitora costantemente e regola automaticamente le sospensioni del veicolo in base allo stile di guida corrente. Se si accende questa spia e sul centro messaggi viene visualizzato GUASTO DINAMICA ADATTIVA, potrebbe verificarsi una riduzione del comfort di guida. Vedere 70, MESSAGGIO DI AVVERTENZA/ INFORMAZIONI GENERICHE (COLOR AMBRA) e vedere anche 67, SPIE E INDICATORI. Se il guasto persiste, contattare un rivenditore/riparatore autorizzato. 124

125 Freni INFORMAZIONI IMPORTANTI Non lasciare appoggiato il piede sul pedale del freno mentre il veicolo è in marcia. Non procedere mai in discesa a motore spento. Per poter disporre della piena azione del servofreno, è necessario che il motore sia acceso. A motore spento i freni continuano a funzionare ma è necessaria una pressione molto maggiore per azionarli. Se la spia rossa dei freni si accende, accostare e fermare il veicolo in un luogo sicuro non appena possibile e rivolgersi a un tecnico qualificato. Vedere 67, FRENI (ROSSA). Se la spia ambra dei freni si accende, guidare con cautela, evitando di frenare a fondo e rivolgersi a un tecnico qualificato. Vedere 69, FRENI (AMBRA). Non posizionare mai tappetini non omologati o altri oggetti sotto i pedali. L'ostruzione potrebbe limitare la corsa del pedale e ridurre l'efficacia della frenata. La guida sotto una pioggia scrosciante o in presenza di acqua può avere un effetto negativo sull'efficacia della frenata. In queste circostanze si raccomanda di premere leggermente i freni a intermittenza, per farli asciugare. Non premere ripetutamente il pedale del freno in qualunque momento, in quanto, così facendo, il sistema non funziona più e lo spazio di arresto può aumentare. PENDENZE RIPIDE Se il veicolo è fermo su una pendenza molto ripida e sdrucciolevole, potrebbe iniziare a slittare anche con i freni inseriti. Questo accade perché, senza la rotazione delle ruote, il sistema frenante antibloccaggio (ABS) non è in grado di determinare il movimento del veicolo. Per rimediare a questa situazione, rilasciare brevemente i freni per consentire una certa rotazione delle ruote. Quindi, inserire nuovamente i freni affinché l ABS possa acquisire il controllo delle ruote. SERVOFRENO DI EMERGENZA (EBA) Se il conducente inserisce rapidamente i freni, il sistema del servofreno di emergenza (EBA) amplifica automaticamente la forza di frenata, al fine di arrestare il veicolo il più velocemente possibile. Se il conducente inserisce lentamente i freni, ma a causa delle condizioni di guida il sistema frenante antibloccaggio (ABS) agisce sulle ruote anteriori, il sistema EBA aumenta la forza frenante affinché venga applicato il controllo dell'abs anche alle ruote posteriori. Il sistema EBA cessa di funzionare non appena si rilascia il pedale del freno. La condizione di guasto del sistema EBA è indicata dall'accensione della spia dei freni di color ambra e dalla visualizzazione nel centro messaggi di un messaggio di avvertenza. Guidare con cautela, evitando di frenare a fondo e richiedere urgentemente l'intervento di un tecnico qualificato. Vedere 69, FRENI (AMBRA). Nota: in caso di brusca frenata, i lampeggiatori di emergenza si attivano automaticamente. 125

126 L Freni DISTRIBUZIONE ELETTRONICA DELLA FORZA FRENANTE (EBD) Il sistema di distribuzione elettronica della forza frenante (EBD) controlla il bilanciamento della forza di frenata applicata alle ruote anteriori e posteriori, al fine di mantenere al massimo l'efficienza della frenata. Se il veicolo ha un carico leggero (ad esempio il solo conducente a bordo), l'ebd riduce la forza di frenata applicata alle ruote posteriori. Se il veicolo trasporta un carico ingente, l'ebd aumenta la forza frenante sulle ruote posteriori. La condizione di guasto del sistema EBD è indicata dall'accensione della spia dei freni e dalla visualizzazione nel centro messaggi di un messaggio di avvertenza. Arrestare il veicolo lentamente e in un luogo sicuro, e rivolgersi a un tecnico qualificato. Vedere 67, FRENI (ROSSA). ASSISTENTE DI FRENATA DI EMERGENZA (AEB) Il sistema di frenata di emergenza autonoma (AEB) utilizza telecamere rivolte in avanti per rilevare i pedoni e i veicoli presenti, oltre ad altri oggetti target Euro NCAP certificati. Il sistema non è stato progettato per rilevare altri oggetti, inclusi target approvati non industriali. Il sistema AEB è soltanto un dispositivo di ausilio alla guida. Il conducente è tenuto a guidare sempre con prudenza e attenzione, in condizioni di sicurezza per il veicolo, gli occupanti e gli altri utenti della strada. Il conducente deve osservare tutti i cartelli stradali, la segnaletica stradale e le potenziali situazioni di frenata d'emergenza e agire di conseguenza. Per poter funzionare, il sistema AEB deve essere in grado di rilevare un'immagine chiara dell'oggetto e di determinarne il movimento. Se una di tali condizioni non si verifica, è possibile che il sistema AEB non funzioni. In ogni viaggio, anche breve, tutti gli occupanti del veicolo devono indossare la cintura di sicurezza. Il mancato rispetto di questa precauzione aumenta in maniera significativa il rischio di lesioni personali gravi o mortali in caso di incidente. Nota: non tutti i veicoli sono dotati del sistema AEB. Se non si è sicuri che questo sistema sia presente sul proprio veicolo, rivolgersi al concessionario/riparatore autorizzato di fiducia. Il sistema AEB utilizza telecamere rivolte in avanti, posizionate al di sopra dello specchietto retrovisore, che consentono di riconoscere un rischio imminente di collisione con un veicolo che precede. Esso rileva inoltre se vi è un rischio imminente di investire un pedone che sta attraversando la strada. Nella maggior parte dei casi, il sistema AEB riduce la gravità di un impatto. In alcuni casi, il sistema AEB arresta il veicolo prima dell'impatto. 126

127 Freni Nota: l'efficienza del sistema AEB dipende dalle condizioni del fondo stradale, dell'impianto frenante e degli pneumatici del veicolo, oltre che dalla velocità del veicolo stesso. Nota: affinché il sistema AEB possa funzionare correttamente, assicurarsi che il parabrezza sia ben pulito e che la visuale della telecamera non sia ostruita da etichette, adesivi o altri oggetti. Nota: se si sostituisce il parabrezza del veicolo o se la telecamera posizionata al di sopra dello specchietto retrovisore viene spostata o sostituita, è necessario tarare nuovamente il sistema AEB. Rivolgersi al proprio concessionario/riparatore autorizzato. Nota: si consiglia di disattivare il sistema AEB durante la guida fuoristrada. Se necessario, è possibile disattivare il sistema tramite il menu Assistenza alla guida del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Il sistema AEB si riattiva immediatamente al successivo inserimento dell'accensione del veicolo. Nota: se i veicoli sono parcheggiati all'aperto, in piena luce solare e a temperature ambiente elevate, la telecamera rivolta in avanti del sistema AEB può raggiungere una temperatura interna di 99 C. In queste condizioni, nel centro messaggi compare il messaggio di avvertenza AEB non disponibile e il sistema AEB non funziona. Quando la telecamera rivolta in avanti si raffredda a meno di 88 C, viene ripristinato il funzionamento normale e il messaggio di avvertenza scompare. Nota: all'avviamento iniziale del veicolo, è possibile che il sistema AEB richieda un periodo di inizializzazione prima di essere pienamente funzionante. Tale condizione è indicata da un messaggio nel centro messaggi. Durante questo periodo, l'efficienza del sistema AEB è limitata. Rilevamento di un veicolo Il sistema AEB di rilevamento dei veicoli è attivo quando il veicolo viaggia a una velocità compresa tra 5 km/h (3 mph) e 80 km/h (50 mph). Se rileva il rischio di una collisione imminente con un veicolo che precede, il sistema inserisce automaticamente i freni. Se la velocità del veicolo è compresa tra 35 km/h (22 mph) e 80 km/h (50 mph), il sistema AEB visualizza anche un messaggio di avvertenza nel centro messaggi. Tale messaggio compare poco prima che i freni vengano inseriti automaticamente. Nota: i messaggi di avvertenza del sistema AEB sono collegati alla funzione Allarme avanti. Se la funzione Allarme avanti viene disattivata, vengono disabilitati anche i messaggi di avvertenza AEB. Una volta che il sistema AEB ha arrestato il veicolo, i freni vengono inseriti automaticamente solo per qualche secondo. Trascorso tale periodo, il conducente deve riprendere il pieno controllo del veicolo. Se il sistema AEB inizia a innestarsi, il conducente può escluderlo utilizzando il volante o l'acceleratore. Ciò provoca il disinserimento del sistema AEB. Questa operazione consente di assicurare il pieno controllo del veicolo da parte del conducente. Il sistema AEB non funziona se: Il controllo dinamico della stabilità (DSC) è disattivato. La velocità della vettura è inferiore a 5 km/h (3 mph) o superiore a 80 km/h (50 mph). L'oggetto rilevato non è identificato come un veicolo. Il sistema AEB potrebbe non funzionare se: 127

128 L Freni Il veicolo sta affrontando una curva. Le telecamere rivolte in avanti sono sporche oppure ostruite. La visibilità è limitata a causa di condizioni atmosferiche avverse (ad esempio pioggia intensa, nebbia, neve, ecc.). Rilevamento dei pedoni Il sistema AEB di rilevamento dei pedoni è attivo quando il veicolo viaggia a una velocità compresa tra 5 km/h (3 mph) e 60 km/h (37 mph). Se rileva il rischio di una collisione imminente con un pedone che sta attraversando la strada, il sistema inserisce automaticamente i freni. Se la velocità del veicolo è compresa tra 40 km/h (25 mph) e 60 km/h (37 mph), il sistema AEB visualizza anche un messaggio di avvertenza nel centro messaggi. Tale messaggio compare poco prima che i freni vengano inseriti automaticamente. Nota: i messaggi di avvertenza del sistema AEB sono collegati alla funzione Allarme avanti. Se la funzione Allarme avanti viene disattivata, vengono disabilitati anche i messaggi di avvertenza AEB. Una volta che il sistema AEB ha arrestato il veicolo, i freni vengono inseriti automaticamente solo per qualche secondo. Trascorso tale periodo, il conducente deve riprendere il pieno controllo del veicolo. Se il sistema AEB inizia a innestarsi, il conducente può escluderlo utilizzando il volante o l'acceleratore. Ciò provoca il disinserimento del sistema AEB. A questo punto il conducente deve riprendere il pieno controllo del veicolo. Oltre a quanto indicato in precedenza per il rilevamento dei veicoli, il sistema di rilevamento pedoni non funziona se: La velocità del veicolo è superiore a 60 km/h (37 mph). L'oggetto rilevato non è identificato come un pedone. L'oggetto rilevato è alto meno di 1 metro. Il sistema non è riesce a stabilire che l'oggetto target è un pedone se, ad esempio, trasporta un oggetto di grandi dimensioni. FRENO DI STAZIONAMENTO ELETTRONICO (EPB) Il freno di stazionamento elettrico (EPB) agisce sulle ruote posteriori; la sicurezza del parcheggio del veicolo dipende pertanto dal fatto che queste si trovino su una superficie dura e stabile. Non fare affidamento sull'efficacia dell'epb se le ruote posteriori sono state immerse in fango o acqua. 128

129 Freni 1. Con l'accensione inserita, premere il pedale del freno e spingere verso il basso l'interruttore EPB. In questo modo si rilascia l'epb. 2. Per attivare l'epb, tirare l'interruttore EPB verso l'alto e rilasciarlo. La spia del freno di stazionamento si illumina a conferma della selezione. Vedere 68, FRENO DI STAZIONAMENTO (ROSSA). Nota: la spia rossa del freno di stazionamento rimane accesa per almeno 10 secondi dopo che l'accensione è stata disinserita. Per i veicoli dotati di cambio automatico, l'epb si inserisce automaticamente quando è selezionata la posizione di parcheggio (P). Nota: per evitare l azionamento automatico, a veicolo fermo tenere premuto l'interruttore EPB nella posizione di rilascio prima di selezionare la posizione P. L'EPB viene inserito automaticamente se si disinserisce l'accensione e la velocità del veicolo è inferiore a 3 km/h (2 mph). Nota: per evitare l azionamento automatico, a veicolo fermo tenere premuto l interruttore EPB nella posizione di rilascio. Nel giro di 5 secondi, disinserire l accensione e tenere premuto l interruttore EPB per altri 2 secondi. Se l'epb viene azionato a una velocità inferiore a 3 km/h (2 mph), il veicolo si ferma bruscamente. Le luci di arresto non si accendono. La guida del veicolo con l'epb applicato, può causare seri danni al sistema frenante. Se il veicolo è fermo con l EPB inserito e il cambio si trova in prima o retromarcia, premendo il pedale dell'acceleratore si disinserisce gradualmente l EPB e il veicolo può partire senza difficoltà. Con il cambio automatico, quando si cambia marcia dalla posizione di parcheggio (P) con l'epb inserito, questo viene automaticamente disinserito per consentire una partenza fluida. Nota: il rilascio automatico dell'epb è possibile soltanto con la portiera del conducente chiusa oppure con la cintura di sicurezza del conducente allacciata. Per escludere il rilascio automatico dell'epb, tirare verso l'alto l'interruttore dell'epb e mantenere la posizione. In caso di emergenza, se la velocità del veicolo è superiore a 3 km/h (2 mph), tirando e trattenendo l'interruttore dell'epb si ottiene una riduzione controllata della velocità, a condizione che il pedale dell'acceleratore venga rilasciato. Ciò può essere utilizzato per arrestare completamente il veicolo. La spia dei freni lampeggia, viene emesso un segnale acustico e nel centro messaggi viene visualizzato un messaggio di avvertenza. Le luci di arresto si accendono. Rilasciando l'interruttore dell'epb oppure premendo il pedale dell'acceleratore, l'epb si disinserisce. Se il sistema rileva un guasto all'epb, la spia color ambra dei freni si accende e contemporaneamente viene visualizzato un messaggio di avvertenza nel centro messaggi. Se il sistema rileva un guasto mentre l'epb è in funzione, la spia rossa del freno di stazionamento lampeggia e viene visualizzato un messaggio di avvertenza sul centro messaggi. 129

130 L Freni SEGNALE DI ARRESTO D EMERGENZA (ESS) Il sistema del segnale di arresto di emergenza (ESS) attiva automaticamente i lampeggiatori di emergenza in caso di frenata di emergenza, per avvisare gli altri utenti della strada e ridurre quindi il rischio di collisioni. ASSISTENZA ALLA PARTENZA IN SALITA L'assistenza alla partenza in salita si attiva quando si affronta una salita partendo da fermi. Quando si rilascia il pedale del freno, l'assistenza alla partenza in salita rilascia in modo fluido la pressione del freno, consentendo al veicolo di mettersi in marcia senza muoversi all'indietro. Eventuali guasti al sistema di assistenza alla partenza in salita saranno segnalati dall'accensione della spia del Controllo dinamico della stabilità (DSC) e dalla visualizzazione di un messaggio nel centro messaggi. Vedere 70, CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) DISINSERITO (AMBRA). 130

131 Controllo della stabilità CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) il controllo dinamico della stabilità (DSC) non può compensare errate valutazioni del guidatore. Il conducente è tenuto a guidare sempre con prudenza e attenzione, in condizioni di sicurezza per il veicolo, gli occupanti e gli altri utenti della strada. Il DSC si attiva automaticamente all'inserimento dell'accensione. Esso migliora la stabilità del veicolo in situazioni di guida critiche. Inoltre, identifica stili di guida instabili, quali sottosterzo o sovrasterzo, e contribuisce a mantenere il controllo del veicolo agendo sulla potenza del motore e applicando i freni sulle singole ruote. Quando i freni vengono applicati, potrebbe essere generata della rumorosità. In caso di rilevamento di rotazione delle ruote, il sistema interviene per riprendere il controllo del veicolo riducendo la potenza del motore e applicando i freni sulle singole ruote. Questa azione contribuisce a migliorare l'accelerazione. Vedere anche 70, CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) (AMBRA). TRACDSC La funzione TracDSC è un'impostazione alternativa del controllo dinamico della stabilità (DSC), con interventi ridotti del sistema. L'uso non appropriato del sistema TracDSC potrebbe compromettere la sicurezza del veicolo. TracDSC consente di ottimizzare le impostazioni del sistema DSC per ottenere la massima trazione in condizioni ambientali avverse e fondi stradali diversi, ad esempio neve compatta, ghiaia e sabbia. Ciò contribuisce ad aumentare la trazione disponibile, senza compromettere del tutto i vantaggi del controllo DSC. Il sistema TracDSC deve essere utilizzato solo se necessario in base alle condizioni prevalenti. Quando la funzione TracDSC è attivata, la trazione può aumentare, anche se la stabilità può essere ridotta rispetto al DSC normale. Il sistema TracDSC con interventi ridotti sul sistema consente inoltre un'esperienza di guida più coinvolgente e concentrata. Condizioni in cui l'impostazione TracDSC potrebbe essere utile o necessaria: Per esaltare al massimo il coinvolgimento del guidatore. Avanzare in condizioni ambientali avverse e fondi stradali diversi, ad esempio neve compatta, ghiaia e sabbia. Quando sono montati i dispositivi di trazione da neve, il sistema DSC deve essere disattivato. PASSAGGIO DAL SISTEMA DSC AL SISTEMA TRACDSC E VICEVERSA Per passare da DSC a TracDSC, tenere premuto il tasto OFF del DSC (presente sulla console centrale) per meno di 3 secondi. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. Il centro messaggi visualizza temporaneamente TracDSC o DSC ON. 131

132 L Controllo della stabilità La spia di disattivazione del sistema DSC si accende quando il sistema TracDSC è attivo, a conferma dell'avvenuto disinserimento del sistema DSC. Vedere 70, CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) DISINSERITO (AMBRA). La spia DSC lampeggia quando è attivo il sistema DSC o TracDSC (se si verifica questa condizione, il comando della velocità di crociera si disinserisce automaticamente). Vedere 70, CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) (AMBRA). DISATTIVAZIONE DEL SISTEMA DSC Se si dovesse disattivare inopportunamente il controllo dinamico della stabilità, la sicurezza potrebbe risultare compromessa (DSC). Nella maggior parte delle condizioni di guida, e in particolar modo su strada normale, si consiglia di non disattivare il DSC. Per disinserire il sistema DSC, tenere premuto il pulsante DSC OFF per più di 3 secondi. Sul centro messaggi viene visualizzato DSC OFF e viene emesso un breve segnale acustico. Anche la spia di disattivazione del sistema DSC si accende a conferma dell'avvenuto disinserimento del sistema. Vedere 70, CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) DISINSERITO (AMBRA). ATTIVAZIONE DEL SISTEMA DSC Per inserire il sistema DSC, premere e rilasciare il pulsante DSC OFF. Il sistema DSC si inserisce e sul centro messaggi viene visualizzato temporaneamente DSC ON. La spia di disattivazione del sistema DSC si spegne a conferma dell'attivazione del DSC. Vedere 70, CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) DISINSERITO (AMBRA). Nota: quando si spegne e si riaccende il motore, il sistema DSC ritorna sempre allo stato DSC ON, indipendentemente dalla modalità selezionata. La spia DSC lampeggia se è attivo il sistema DSC (se si verifica questa condizione, il comando della velocità di crociera si disinserisce automaticamente). Vedere 70, CONTROLLO DINAMICO DELLA STABILITÀ (DSC) (AMBRA). TRAZIONE INTEGRALE (AWD) La trazione integrale (AWD) consente di ottimizzare la trazione e la stabilità del veicolo su fondi stradali non uniformi/su strade scivolose e in condizioni avverse. Il veicolo varia automaticamente lo stato tra AWD e Trazione posteriore (RWD) per adattarsi alle condizioni prevalenti. Lo stato corrente può essere visualizzato attraverso la funzione aggiuntiva SUITE ASI (All Surface Information) sullo schermo a sfioramento. Vedere 166, FUNZIONI EXTRA. Se si rileva un guasto al sistema AWD, sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio di avvertenza Solo trazione a 2 ruote - Trazione ridotta. In questo caso è ancora possibile guidare il veicolo, con la massima cautela e solo in modalità RWD. Se il guasto persiste, contattare un concessionario/riparatore autorizzato appena possibile. 132

133 Limitatore di velocità PANORAMICA DEL LIMITATORE DI VELOCITÀ I limitatori di velocità costituiscono esclusivamente un sistema di assistenza alla guida. Il conducente deve assumersi la responsabilità di guidare con la dovuta cautela e attenzione, e in modo da garantire sicurezza per il veicolo, gli occupanti e gli altri utenti della strada. Esistono due sistemi di limitatore di velocità: il limitatore automatico di velocità (ASL) e il limitatore di velocità intelligente (ISL). Una volta attivo, l'asl consente di impostare la velocità massima che il conducente non desidera superare. Una volta attivo,l'isl limita la velocità massima del veicolo al limite di velocità su strada in vigore al momento. Le informazioni relative al limite di velocità vengono fornite dal sistema di navigazione e dal sistema di riconoscimento dei segnali del traffico (TSR). Per passare tra i sistemi del limitatore di velocità e i sistemi di controllo della velocità di crociera, premere il tasto LIM sul volante. I sistemi non possono essere utilizzati simultaneamente. All'inserimento dell'accensione del veicolo, lo stato precedente, sia della velocità di crociera sia del limitatore di velocità, viene automaticamente selezionato. Quando in modalità di limitatore di velocità, per selezionare i sistemi tenere premuto il tasto CAN sul volante. La spia ASL si accende quando l'asl è selezionato, vedere 69, LIMITATORE AUTOMATICO DI VELOCITÀ (ASL) (AMBRA). La spia ISL si accende quando l'isl è selezionato, vedere 70, LIMITATORE DI VELOCITÀ INTELLIGENTE (ISL) (AMBRA). I sistemi possono essere selezionati anche attraverso il menu del quadro strumenti (vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI). Nota: a seconda delle specifiche del veicolo, il punto di regolazione del limitatore di velocità verrà visualizzato sotto forma di contrassegno sul tachimetro o sotto forma di numero nel centro messaggi. Il punto di regolazione del limitatore può essere anche visualizzato nel display head-up, se abilitato. Vedere 65, DISPLAY HEAD-UP (HUD). COMANDI DEL LIMITATORE AUTOMATICO DI VELOCITÀ (ASL) In determinate condizioni, ad esempio su una discesa ripida, la velocità del veicolo può superare il limite di velocità impostato. Questo accade perché l'azione frenante del motore non riesce a mantenere o ridurre la velocità del veicolo. 133

134 L Limitatore di velocità Nota: il limitatore automatico di velocità (ASL) funziona esclusivamente a velocità comprese tra 30 km/h (19 mph) e la velocità massima del veicolo. Il limite di velocità può essere impostato sia a veicolo in movimento sia a veicolo fermo. Nota: è inoltre possibile escludere momentaneamente l'asl premendo il pedale dell'acceleratore sul pianale (kickdown). L'ASL sarà quindi escluso finché la velocità del veicolo non scenderà al di sotto del punto di regolazione del limitatore. 1. SET+: premere per impostare o aumentare il limite di velocità. Il limite di velocità impostato viene visualizzato sul centro messaggi. Quando si imposta una velocità, il motore risponde normalmente fino alla velocità impostata. 2. Premere (-) per ridurre il limite di velocità. Il limite di velocità impostato viene visualizzato sul centro messaggi. 3. RES: premere per ripristinare il funzionamento dell'asl. L'ASL viene ripristinato soltanto se la velocità del veicolo è inferiore alla velocità impostata o superiore a 30 km/h (19 mph). Se tali criteri non sono soddisfatti, sul centro messaggi viene visualizzato un apposito messaggio. 4. CAN: premere per interrompere il funzionamento dell'asl. L'ASL viene escluso finché non si preme il pulsante SET+ oppure il tasto RES. COMANDI DEL LIMITATORE DI VELOCITÀ INTELLIGENTE (ISL) Il sistema ISL è soltanto un dispositivo di ausilio alla guida. È responsabilità del conducente guidare con la dovuta cautela e attenzione, nel rispetto della legge e in modo da garantire la sicurezza per il veicolo, gli occupanti e gli altri utenti della strada. Il conducente deve comunque osservare tutti gli altri cartelli stradali, la segnaletica stradale e le situazioni che non vengono rilevate o riconosciute dal sistema di riconoscimento segnali traffico (TSR). In determinate condizioni, ad esempio su una discesa ripida, la velocità del veicolo può superare il limite di velocità impostato. Questo accade perché l'azione frenante del motore non riesce a mantenere o ridurre la velocità del veicolo. L'ISL utilizza le informazioni sul limite di velocità fornite dal sistema TSR e dal sistema di navigazione. Se non è disponibile un limite di velocità valido, l'isl viene disattivato e il limitatore si imposta in maniera predefinita sull'asl. 134

135 Limitatore di velocità Quando l'isl è attivo e limita la velocità e se viene rilevato un limite di velocità superiore alla velocità corrente del veicolo, il veicolo inizia immediatamente ad accelerare fino a raggiungere il nuovo limite superiore, purché il conducente intervenga sufficientemente sul pedale dell'acceleratore. Se si preme il tasto RES prima che il veicolo abbia raggiunto il nuovo limite, l'accelerazione del veicolo sarà più rapida. Se l'isl è attivo e la velocità rilevata è inferiore alla velocità corrente del veicolo, il veicolo inizia immediatamente a decelerare fino a raggiungere il nuovo limite inferiore (entro i limiti già citati sulla sua capacità di decelerare). Se si preme il tasto RES prima che il veicolo abbia raggiunto il nuovo limite, la decelerazione del veicolo sarà più rapida. Premendo l'acceleratore sul pianale fino a fondo corsa (kick-down), l'isl sarà escluso. Se la velocità del veicolo supera il limite di velocità di oltre 3,5 km/h (2 mph) (ad esempio, lungo una discesa il veicolo acquista slancio), sul centro messaggi viene visualizzato un segnale. Se il conducente non interviene, quando la velocità del veicolo supera il limite di velocità di 7 km/h (5 mph) per 4 secondi, sarà emesso un segnale acustico. 1. SET+: premere per aumentare il punto di regolazione del limite di velocità a incrementi, fino a un massimo di 10 km/h (6 mph) oltre il limite di velocità consentito. Tenere premuto il tasto per impostare l'offset massimo oltre il limite di velocità consentito. 2. Premere (-) per diminuire il punto di regolazione del limite di velocità a incrementi, fino a un massimo di 10 km/h (6 mph) al di sotto del limite di velocità consentito. Tenere premuto il tasto per impostare l'offset massimo al di sotto del limite di velocità consentito. Nota: le regolazioni del punto di regolazione del limite di velocità vengono impostate fino al disinserimento dell'accensione. Il passaggio dal sistema ISL al sistema ASL, e viceversa, causa la reimpostazione delle impostazioni di offset. 3. RES: premere per attivare l'isl per la prima volta in un ciclo di guida. L'ISL si trova in modalità stand-by e vi resta fino alla pressione del tasto RES. Quando il veicolo accelera per raggiungere un limite di velocità superiore, premere il tasto RES per aumentare la velocità di accelerazione. Quando il veicolo decelera per raggiungere un limite di velocità inferiore, premere il tasto RES per aumentare la velocità di decelerazione. Inoltre, premendo il tasto SET+ si attiva l'isl. 4. CAN: premere per impostare l'isl in modalità stand-by. Limitazioni del sistema ISL: 135

136 L Limitatore di velocità I limitatori di velocità costituiscono funzioni accessorie. È sempre responsabilità del conducente rispettare il limite di velocità previsto dalla legge. Il sistema può essere accurato solo quanto i sistemi TSR/di navigazione ed è disponibile soltanto se il TSR invia informazioni valide sui limiti di velocità. Assicurarsi sempre che le informazioni del sistema di navigazione siano aggiornate. Quando non esistono informazioni valide sui limiti di velocità, l'icona di limite di velocità viene sostituita con tre trattini (- - -). L'ISL viene disattivato e il limitatore tornerà per impostazione predefinita su ASL. In questo caso, il conducente deve riattivare l'isl tenendo premuto il tasto CAN (4) oppure mediante il menu del quadro strumenti. I limiti di velocità vengono riconosciuti entro un massimo di 30 metri prima di superare un segnale del limite di velocità. La decelerazione del veicolo è limitata al freno motore. Se si lascia scendere la velocità del veicolo al di sotto di un limite di velocità in diminuzione, il conducente dovrà anche applicare i freni. L'ISL risponde esclusivamente a un limite di velocità massima di 130 km/h (80 mph). Per l'eventuale segnalazione da parte del TSR circa limiti di velocità superiori a 130 km/h (80 mph), l'isl imposta la velocità del limitatore su illimitata. Nota: per tutti i mercati è impostato lo stesso limite. Il punto di regolazione del limite di velocità più basso possibile è pari a 30 km/h (19 mph). Eventuali limiti di velocità inferiori a questa velocità causano l'impostazione della velocità del veicolo a 30 km/h (19 mph). Nel centro messaggi verrà visualizzato il messaggio VALORE DI RIFERIMENTO FUORI GAMMA. L'ISL funziona con prestazioni/precisione inferiori se: La visibilità delle telecamere rivolte in avanti (situate al di sopra dello specchietto retrovisore) vengono ostruite, ad esempio, da adesivi, detriti, fango, ecc. La visibilità delle telecamere rivolte in avanti è ridotta a causa delle difficili condizioni atmosferiche, ad esempio, pioggia intensa, nebbia, neve, ghiaccio, ecc. Il sistema di navigazione non funziona correttamente (ad esempio a causa di una scheda SD mancante o rotta). I dati della mappa/di navigazione non sono aggiornati. 136

137 Comando della velocità di crociera USO DEL COMANDO DELLA VELOCITÀ DI CROCIERA In determinate condizioni, ad esempio su una discesa ripida, la velocità del veicolo può superare la velocità di crociera impostata. Questo accade perché l'azione frenante del motore non riesce a mantenere o ridurre la velocità del veicolo. Potrebbe essere richiesto l'intervento del guidatore. il sistema di comando della velocità di crociera viene attivato da comandi posizionati sul volante. Il guidatore può inoltre intervenire in qualunque momento utilizzando il pedale del freno o quello dell'acceleratore. 1. LIM: premere per passare dal sistema del limitatore di velocità al sistema di comando della velocità di crociera. I sistemi non possono essere utilizzati simultaneamente. In modalità di limitatore di velocità, si accenderà la spia del limitatore di velocità pertinente. Vedere 133, PANORAMICA DEL LIMITATORE DI VELOCITÀ. La selezione del comando della velocità di crociera è confermata dallo spegnimento della spia del limitatore di velocità. Il comando della velocità di crociera resta in modalità di standby fin quando non viene premuto il pulsante SET +. Nota: Il sistema di comando della velocità di crociera funziona solo a velocità del veicolo superiori a 32 km/h (20 mph). All'inserimento dell'accensione del veicolo, lo stato precedente, della velocità di crociera o del limitatore di velocità, viene richiamato automaticamente e reso attivo. La velocità impostata non viene richiamata. 2. SET+: premere per impostare la velocità o aumentare la velocità impostata. La spia del comando della velocità di crociera si accende per confermare l'attivazione (vale a dire non più in modalità di standby). Vedere 71, COMANDO VELOCITÀ DI CROCIERA (VERDE). Nota: in base alla specifica del veicolo, la velocità impostata sarà visualizzata sotto forma di indicatore sul tachimetro o in forma numerica nel centro messaggi. La velocità impostata può essere visualizzata anche nel Display head-up (HUD), se abilitato. Vedere 65, DISPLAY HEAD-UP (HUD). La velocità di crociera può anche essere aumentata con l'acceleratore. Una volta raggiunta la velocità desiderata, premere il tasto per impostare e mantenere la nuova velocità, quindi rilasciare l'acceleratore. Nota: il comando velocità di crociera può essere inserito solo a velocità superiori a 30 km/h (18 mph). 137

138 L Comando della velocità di crociera 3. RES: premere per ripristinare la velocità impostata. Il guidatore deve usare il tasto RES solo se è consapevole della velocità impostata e intende ripristinarla. 4. Premere (-) per diminuire la velocità impostata. 5. CAN: premere per annullare e mantenere in memoria la velocità impostata. La velocità di crociera viene inoltre annullata se si preme il pedale del freno, se si porta il selettore del cambio sul folle (N) o se è attivata la modalità di guida dinamica. Vedere 149, MODALITÀ DINAMICA. Nota: premendo il pedale dell'acceleratore per più di 5 minuti, il comando della velocità di crociera viene annullato. 138

139 Controllo velocità adattativo PANORAMICA DEL CONTROLLO VELOCITÀ ADATTATIVO Il sistema di controllo della velocità adattativo (ACC) è progettato per mantenere una determinata distanza dal veicolo che precede oppure una data velocità su strada in assenza di veicoli antistanti più lenti. È possibile impostare una velocità tra 32 km/h (20 mph) e 180 km/h (112 mph). Nota: sui veicoli con motore 3.0L, il limite superiore è di 200 km/h (124 mph). Il sistema agisce regolando la velocità del veicolo tramite il controllo del motore e i freni. Il controllo velocità adattativo (ACC) non è un sistema di avvertenza o di prevenzione delle collisioni. Inoltre, il funzionamento del sistema ACC non è influenzato da: Pedoni oppure oggetti presenti sul fondo stradale. Veicoli che sopraggiungono nella stessa corsia. Il sistema ACC utilizza un sensore radar che proietta un fascio di onde radar direttamente davanti al veicolo in modo da rilevare eventuali ostacoli. Il sensore radar è montato dietro il logo al centro della griglia frontale, in modo da non ostruire il campo visivo del raggio radar. Nota: assicurarsi che l'area sia mantenuta pulita e priva di ostruzioni, ad esempio, adesivi, detriti, fango, neve, ghiaccio, ecc. Leggere la nota seguente prima di utilizzare il sistema ACC: Utilizzare il sistema ACC esclusivamente in condizioni favorevoli, ossia su strade a scorrimento veloce con traffico canalizzato. Non utilizzarlo su percorsi che prevedono svolte improvvise o strette, ad esempio in prossimità di spartitraffico, incroci, aree di parcheggio con numerosi veicoli o aree frequentate anche da pedoni. Non utilizzare in caso di scarsa visibilità, in particolare in presenza di nebbia, pioggia fitta, acqua sollevata dal passaggio di veicoli o neve. Non utilizzare il sistema su strade ghiacciate o scivolose. Sarà responsabilità del guidatore rimanere vigile, guidare in maniera sicura e avere sotto controllo il veicolo in qualsiasi momento. Mantenere sempre la parte anteriore del veicolo sgombra da sporcizia, stemmi metallici o altri oggetti, inclusi gli elementi protettivi nella parte anteriore del veicolo, che potrebbero impedire il funzionamento del sensore. UTILIZZO DEL SISTEMA ACC Il sistema di controllo della velocità adattativo (ACC) si attiva attraverso i comandi posizionati sul volante. Il conducente può inoltre intervenire in qualsiasi momento utilizzando il pedale del freno o dell'acceleratore. 139

140 L Controllo velocità adattativo 1. LIM: premere per passare dal sistema del limitatore di velocità al sistema ACC e viceversa. I sistemi non possono essere utilizzati simultaneamente. In modalità di limitatore di velocità, si accenderà la spia del limitatore di velocità pertinente. Vedere 133, PANORAMICA DEL LIMITATORE DI VELOCITÀ. La selezione del sistema ACC è confermata dallo spegnimento della spia del limitatore di velocità. Il sistema ACC resta in modalità di standby fino a quando non viene premuto il pulsante SET +. Nota: il sistema ACC funziona solo a velocità del veicolo superiori a 32 km/h (20 mph). All'inserimento dell'accensione del veicolo, lo stato precedente, dell'acc o del limitatore di velocità, sarà richiamato e attivato automaticamente. La velocità impostata non viene richiamata. 2. SET +: premere per definire la velocità attuale del veicolo quale velocità impostata. La spia del sistema ACC si accende per confermare l'attivazione (vale a dire non più in modalità di standby). Vedere 71, COMANDO VELOCITÀ DI CROCIERA (VERDE). Mentre il sistema ACC è attivato, premendo ulteriormente il pulsante si aumenta la velocità impostata oltre la velocità attuale del veicolo. La velocità del veicolo aumenta progressivamente per raggiungere la nuova velocità impostata. Nota: in base alla specifica del veicolo, la velocità impostata sarà visualizzata sotto forma di indicatore sul tachimetro o in forma numerica nel centro messaggi. La velocità impostata può essere visualizzata anche nel Display head-up (HUD), se abilitato. Vedere 65, DISPLAY HEAD-UP (HUD). 3. RES: premere per ripristinare la velocità impostata del sistema ACC dopo che questo è stato disinserito. 4. Premere per ridurre la distanza nella modalità di accodamento. Vedere 140, INSERIMENTO MODALITÀ ACCODAMENTO. 5. Premere (-) per diminuire la velocità impostata. La velocità del veicolo diminuisce progressivamente per raggiungere la nuova velocità impostata. 6. Premere per aumentare la distanza nella modalità di accodamento. 7. CAN: premere per annullare e mantenere in memoria la velocità impostata. INSERIMENTO MODALITÀ ACCODAMENTO Nella modalità di accodamento il veicolo potrebbe non rallentare automaticamente fino all'arresto e non sempre rallenta abbastanza rapidamente da evitare una collisione. Dopo avere selezionato una velocità impostata, il conducente può rilasciare l acceleratore mantenendo la velocità su strada impostata. 140

141 Controllo velocità adattativo Quando un veicolo antecedente si immette nella stessa corsia di marcia del veicolo interessato o quest'ultimo è preceduto da uno più lento sulla stessa corsia, la velocità del veicolo viene regolata automaticamente fino a quando la distanza dal veicolo antistante non corrisponde all'impostazione della distanza. Il veicolo è ora in Modalità accodamento. La spia della modalità di accodamento si accende per confermare che questa modalità è in funzione (vedere 70, MODALITÀ ACCODAMENTO (AMBRA)). Sul centro messaggi, la distanza impostata viene visualizzata con un'icona contenente un veicolo preceduto da una serie di barre. Il veicolo mantiene quindi la distanza costante dal veicolo antistante fino a quando non si verifica una delle condizioni seguenti: Il veicolo che precede raggiunge una velocità superiore a quella impostata. Il veicolo che precede esce dalla corsia o dal campo visivo. Viene selezionata una nuova impostazione di distanza. Se necessario, i freni vengono inseriti automaticamente in modo da rallentare il veicolo e mantenere la distanza dal veicolo antistante. La frenata massima inserita dal sistema ACC è limitata e può essere esclusa dall'intervento del guidatore sui freni, se necessario. Nota: il sistema ACC viene disattivato se il conducente preme il pedale del freno. Se il sistema ACC calcola che il livello di frenata massima non è sufficiente, viene emesso un avviso acustico mentre il sistema ACC continua a frenare. Nel centro messaggi viene visualizzato il messaggio RIPRENDERE CONTROLLO VEICOLO. Intervenire immediatamente. In modalità di accodamento, il veicolo ritorna automaticamente alla velocità impostata quando la strada è libera, ad esempio quando: Il veicolo antecedente raggiunge una velocità superiore a quella impostata oppure cambia corsia. Si decide di cambiare corsia o prendere un'uscita della strada principale. Il guidatore deve intervenire, se necessario. Se si utilizza un indicatore di direzione, il sistema ACC riduce la distanza dal veicolo che precede per rispondere più rapidamente alla manovra anticipata. Se la manovra non viene effettuata, il sistema ripristina la distanza impostata in pochi secondi. Questo tipo di riposta avanzata potrebbe non verificarsi qualora l'acc la giudichi inadeguata, ad esempio se la vettura si trova già troppo vicino al veicolo che lo precede o se ha già impegnato l'altra corsia. MODALITÀ ACCODAMENTO DISATTIVATA La modalità di accodamento può essere disattivata tenendo premuto il pulsante dei comandi di riduzione della distanza sul volante, fino a quando sul centro messaggi non viene visualizzata l'icona della modalità di accodamento DISATTIVATA, vedere 72, MODALITÀ DI ACCODAMENTO DISATTIVATA (GRIGIO). La spia della modalità di accodamento (ambra) si spegne. 141

142 L Controllo velocità adattativo Nota: per il sistema ACC, l'impostazione predefinita è la modalità di accodamento attivata, pertanto, la modalità di accodamento disattivata viene annullata automaticamente se il sistema ACC non viene utilizzato per un periodo prolungato e quando viene disinserita l'accensione. Per RIATTIVARE la modalità di accodamento, premere brevemente uno dei pulsanti di aumento/diminuzione della distanza. Le impostazioni della distanza precedenti vengono ripristinate e la spia (ambra) della modalità di accodamento si accende. MODIFICA DELLA DISTANZA IMPOSTATA PER LA MODALITÀ ACCODAMENTO È responsabilità del guidatore selezionare una distanza appropriata alle condizioni di guida. Sono disponibili quattro impostazioni di distanza. L'impostazione selezionata per la distanza viene visualizzata sul centro messaggi quando si azionano i relativi tasti di regolazione. Ogni distanza viene indicata sul centro messaggi da una barra aggiuntiva davanti all'icona del veicolo. Dopo avere inserito l'accensione, l'impostazione della distanza predefinita (tre) viene selezionata automaticamente, pronta per il funzionamento del sistema ACC. ESCLUSIONE DELLA VELOCITÀ E DELLA MODALITÀ ACCODAMENTO Ogni volta che il conducente esclude il controllo della velocità adattativo (ACC) premendo il pedale dell'acceleratore, il sistema ACC non inserisce automaticamente i freni per mantenere la distanza dal veicolo antistante. La velocità e la distanza impostate possono essere escluse premendo il pedale dell'acceleratore quando si viaggia a una velocità costante o in modalità accodamento. Se il veicolo si trova in modalità di accodamento quando viene escluso il sistema ACC, la relativa spia si spegne e sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio SUPERAMENTO VELOCITÀ IMPOSTATA. Quando l acceleratore viene rilasciato, la funzione ACC viene riattivata e la velocità del veicolo torna a quella impostata oppure a una velocità inferiore se la modalità di accodamento è attiva. ASSISTENZA ACCODAMENTO La funzione di assistenza accodamento è un miglioramento del controllo della velocità adattativo (ACC) che, quando è attivo, consente di seguire un veicolo antecedente fino al suo arresto. È progettata per l'uso durante la marcia su corsie di strade principali che richiedono sterzate minime. Se il veicolo che precede rallenta fino a fermarsi, la funzione di assistenza accodamento provvede ad arrestare il proprio veicolo e lo mantiene fermo. 142

143 Controllo velocità adattativo A veicolo fermo, la funzione di assistenza accodamento richiede l'azionamento del freno di stazionamento elettrico (EPB) nei seguenti casi: Il guidatore disattiva la funzione di assistenza accodamento. Il veicolo rimane fermo per più di 3 minuti. Viene rilevata l'intenzione del guidatore di lasciare il veicolo. Viene riscontrato un malfunzionamento. Quando il veicolo che precede riparte, una breve pressione sull'acceleratore riattiva il controllo ACC. A velocità estremamente ridotte, la funzione assistenza accodamento potrebbe comandare l'arresto a causa di oggetti fissi, ad esempio quando il veicolo antistante cambia corsia per evitare un ostacolo. Il radar del veicolo non è sempre in grado di distinguere tra un veicolo fermo e un oggetto fisso quale un segnale stradale, una tubatura di scarico o una barriera temporanea. Ciò potrebbe causare la frenata imprevista o un annullamento e, se opportuno, il conducente può intervenire. DISINSERIMENTO ACC AUTOMATICO Il sistema ACC si disinserisce ma la memoria non viene cancellata quando: Viene premuto il pulsante ANNULLA. Si preme il pedale del freno. Si seleziona la posizione di folle (N). Si attiva il controllo dinamico della stabilità (DSC). Si attiva il controllo elettronico della trazione (ETC). La differenza tra la velocità attuale del veicolo e la velocità impostata è eccessiva. Il pedale dell'acceleratore viene usato per un periodo troppo lungo per accelerare oltre la velocità impostata, ad esempio più di 5 minuti. Vedere 142, ESCLUSIONE DELLA VELOCITÀ E DELLA MODALITÀ ACCODAMENTO. Si raggiunge la velocità massima del veicolo. Si raggiunge il regime massimo del motore: giri/min per un motore diesel e giri/min per un motore a benzina. Il sistema ACC si disinserisce e la memoria viene cancellata quando: Si disinserisce il sistema di accensione. Si verifica un guasto nel sistema ACC. RIPRISTINO DELLA VELOCITÀ E DELLA MODALITÀ ACCODAMENTO Il guidatore deve usare il tasto RES solo se è consapevole della velocità impostata e intende ripristinarla. Premendo il tasto RES dopo che è stato annullato il controllo della velocità adattativo (ACC), ad esempio dopo una frenata, il sistema ACC si riattiva, a condizione che non sia stata cancellata dalla memoria la velocità impostata. Verrà ripristinata la velocità impostata originariamente (a meno che il veicolo che precede non provochi l'attivazione della modalità di accodamento), che sarà visualizzata sul centro messaggi. La funzione Assistenza accodamento può essere ripristinata a velocità superiori a 10 km/h (6 mph). 143

144 L Controllo velocità adattativo Nota: quando viene ripristinata la velocità impostata, il tasso di accelerazione è influenzato dalla distanza impostata nella modalità di accodamento. Una distanza più ridotta implica un'accelerazione maggiore. Nota: quando la velocità impostata viene ripristinata durante una curva su strada, l'accelerazione viene ridotta. Una curva più stretta determina un'ulteriore riduzione dell'accelerazione. Tenere sempre presente che le funzioni ACC e Assistenza accodamento sono progettate per l'uso in circostanze che richiedono sterzate minime. SUGGERIMENTI PER LA GUIDA CON IL SISTEMA ACC In alcune situazioni, il sistema ACC potrebbe indicare al guidatore la necessità di un suo intervento. Viene quindi emesso un segnale acustico, accompagnato dal messaggio RIPRENDERE CONTROLLO VEICOLO sul centro messaggi, nel caso in cui il sistema ACC rilevi quanto segue: Un errore avvenuto mentre il sistema era attivo. L'insufficienza della sola frenata massima del sistema ACC. Nota: il sistema ACC funziona solo quando il selettore delle marce si trova su (D) o Sport (S). Nota: quando il sistema ACC è inserito, il pedale dell'acceleratore rimane nella posizione sollevata. Rilasciare completamente il pedale per consentire il normale funzionamento del sistema ACC. Nota: quando il sistema ACC applica i freni, le luci dei freni del veicolo si accendono. Nota: laddove montato, il sistema Stop/ Start intelligente potrebbe entrare in funzione durante un arresto di Assistenza accodamento. Premere il pedale dell'acceleratore più a lungo del normale per riavviare il motore e ripartire. ERRORI DI RILEVAMENTO DEL FASCIO RADAR 144

145 Controllo velocità adattativo Possono verificarsi errori di rilevamento nei seguenti casi: 1. Quando non si guida allineati rispetto al veicolo antecedente. 2. Quando un altro veicolo si sposta gradualmente nella corsia impegnata dal veicolo interessato. L'altro veicolo verrà rilevato soltanto quando sarà passato completamente nella corsia impegnata dal veicolo interessato. 3. Quando si entra o si esce da una curva. 4. Quando si procede intorno a un veicolo fermo. Ciò potrebbe generare confusione sul veicolo da seguire. 5. Quando il veicolo antecedente cambia corsia. Ciò potrebbe generare confusione sul veicolo da seguire. In queste situazioni, il sistema ACC potrebbe funzionare in modo imprevisto. Il guidatore deve rimanere vigile e intervenire se necessario. MALFUNZIONAMENTO DEL SISTEMA ACC Se si verifica un guasto durante il funzionamento nella modalità di controllo della velocità adattativo (ACC) o di accodamento, il sistema ACC si disinserisce e non può essere utilizzato fino a quando il guasto non sia stato riparato. Sul centro messaggi, viene visualizzato brevemente RIPRENDERE CONTROLLO VEICOLO, successivamente sostituito dal messaggio CONTROLLO VELOCITÀ CROCIERA NON DISPONIBILE. Se in qualsiasi momento si verifica un malfunzionamento del sistema ACC o di un altro sistema correlato, viene visualizzato il messaggio CONTROLLO VELOCITÀ CROCIERA NON DISPONIBILE. Non è possibile attivare il sistema ACC in nessuna modalità. Accumuli di sporcizia, neve o ghiaccio sul sensore radar o sulla copertura possono impedire il funzionamento del sistema ACC. Anche l'installazione di una protezione frontale della vettura o di adesivi metallizzati può influire sul funzionamento del sistema ACC. Se tale condizione si verifica nella modalità comando velocità di crociera (ACC)/accodamento, viene emesso un segnale acustico e viene visualizzato per un breve istante il messaggio RIPRENDERE CONTROLLO VEICOLO. Viene quindi visualizzato il messaggio SENSORE RADAR OSTRUITO. Nota: gli stessi messaggi possono essere visualizzati anche durante la guida su strade extraurbane dove è presente un ridotto numero di oggetti che il radar possa rilevare. L'eliminazione dell'ostruzione consente al sistema di riprendere a funzionare normalmente. Se l'ostruzione è presente quando il sistema ACC non è attivo (ad esempio alla partenza o con il sistema ACC spento), verrà visualizzato il messaggio SENSORE RADAR OSTRUITO. Gli pneumatici diversi da quelli consigliati per il veicolo possono avere una circonferenza diversa. Ciò può compromettere il funzionamento del sistema ACC. FUNZIONE DI ALLARME AVANTI Il sistema Allarme avanti potrebbe non reagire ai veicoli che si muovono lentamente. 145

146 L Controllo velocità adattativo La funzione Allarme avanti utilizza lo stesso sensore radar del controllo della velocità adattativo (ACC). Valgono le stesse limitazioni per quanto riguarda le prestazioni. Vedere 139, PANORAMICA DEL CONTROLLO VELOCITÀ ADATTATIVO. La funzione Allarme avanti consente il rilevamento e la segnalazione limitati di oggetti antistanti con il veicolo in avanzamento. Quando la funzione è attiva, una spia viene visualizzata nel quadro strumenti. Vedere 71, ALLARME AVANTI (VERDE). Se viene rilevato un veicolo o un oggetto nell'area di sensibilità definita dall'utente, viene emesso un segnale acustico e sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio ALLARME AVANTI. In questo caso, è richiesto immediatamente l'intervento appropriato del conducente. La sensibilità della funzione Allarme avanti può essere regolata quando l'acc è disattivato. Per ridurre la sensibilità, premere il pulsante sui comandi dell'acc. Vedere il punto (5), UTILIZZO DEL SISTEMA ACC. Quando viene premuto, l'impostazione corrente viene visualizzata nel centro messaggi, accompagnata dal messaggio ALLARME AVANTI < ---- >. Premere nuovamente il pulsante per ridurre la sensibilità. Per aumentare la sensibilità, premere il pulsante SET + sui comandi dell'acc. Vedere il punto (2), UTILIZZO DEL SISTEMA ACC. Quando viene premuto, l'impostazione corrente viene visualizzata nel centro messaggi, accompagnata dal messaggio ALLARME AVANTI < ---- >. Premere nuovamente il pulsante SET + per aumentare la sensibilità. Nota: la nuova impostazione della funzione Allarme avanti viene mantenuta quando si disinserisce l'accensione del veicolo. La funzione Allarme avanti può essere attivata e disattivata tramite il menu Assistenza alla guida nel quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: se la funzione Allarme avanti è spenta, anche i messaggi di avvertenza Frenata di emergenza autonoma (AEB) sono disattivati. Vedere 126, ASSISTENTE DI FRENATA DI EMERGENZA (AEB). SERVOFRENO DI EMERGENZA AVANZATO Il sistema del Servofreno di emergenza avanzato potrebbe non reagire ai veicoli che si muovono lentamente e non reagirà ai veicoli fermi o a quelli che viaggiano in direzione opposta. I messaggi di avvertenza potrebbero non apparire nel caso in cui la distanza dal veicolo che precede fosse molto esigua o in caso di movimenti molto ampi del volante o dei pedali (ad esempio quando si cerca di evitare una collisione). Il sistema utilizza lo stesso sensore radar del controllo della velocità adattativo (ACC) e della funzione allarme avanti; valgono quindi le stesse limitazioni per quanto riguarda le prestazioni. Il Servofreno di emergenza avanzato viene installato soltanto sui veicoli dotati di sistema ACC e funziona anche se il sistema ACC e l'allarme avanti sono disinseriti. 146

147 Controllo velocità adattativo Il servofreno di emergenza avanzato è disponibile a velocità superiori a 7 km/h (5 mph) circa. Garantisce una migliore risposta di frenata in situazioni di emergenza, in cui si rileva l'approssimarsi a un veicolo antecedente. Se il rischio di collisione aumenta dopo la visualizzazione dell'avvertenza ALLARME AVANTI, il servofreno di emergenza avanzato viene attivato. I freni vengono inseriti automaticamente in modo delicato, in preparazione a una frenata brusca (ciò potrebbe essere avvertito dal conducente). Premendo quindi rapidamente il pedale del freno, viene applicata la frenata completa, anche se la pressione sul pedale è leggera. Vedere 125, SERVOFRENO DI EMERGENZA (EBA). Nota: le prestazioni dei freni migliorano soltanto se il conducente interviene sui freni. In caso di guasto al sistema, sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio ALLARME AVANTI DISATTIVATO. Il veicolo può ancora essere guidato e l'impianto frenante continua a funzionare, ma senza il Servofreno di emergenza avanzato. Per correggere il guasto, rivolgersi a un rivenditore/riparatore autorizzato. FRENATA DI EMERGENZA INTELLIGENTE Il sistema di frenata di emergenza intelligente (IEB) potrebbe non reagire ai veicoli che si muovono lentamente. Il sistema IEB non reagisce in caso di veicoli fermi o che non viaggiano nella stessa direzione del veicolo. I messaggi di avvertenza potrebbero non comparire e la frenata automatica potrebbero non essere implementata nel caso in cui la distanza dal veicolo che precede fosse molto esigua o in caso di movimenti molto ampi del volante o dei pedali, ad esempio quando si cerca di evitare una collisione. Il sistema IEB utilizza lo stesso sensore radar del controllo della velocità adattativo (ACC) e dell'allarme avanti. Valgono le stesse limitazioni delle prestazioni. Vedere 139, PANORAMICA DEL CONTROLLO VELOCITÀ ADATTATIVO. Il sistema di frenata di emergenza intelligente (IEB) è installato soltanto sui veicoli dotati di controllo della velocità adattativo (ACC) e funziona anche se il sistema ACC e l'allarme avanti sono disinseriti. Lo scopo della funzione IEB è ridurre la velocità di impatto con un veicolo più lento antecedente, nei casi in cui non è possibile evitare la collisione. La funzione IEB è disponibile a qualsiasi velocità. Se si verifica un rischio imminente di collisione, viene emesso un segnale acustico. Se non è possibile evitare la collisione, il sistema IEB applica i freni alla massima pressione. Dopo l'attivazione del sistema IEB, sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio Sistema IEB attivato e viene inibito l ulteriore funzionamento del sistema finché questo non viene ripristinato da un rivenditore/ riparatore autorizzato. Nota: la distanza necessaria per rallentare o arrestare il veicolo dipende dalle condizioni degli pneumatici del veicolo e dal fondo stradale. 147

148 L Controllo velocità adattativo Se il sensore radar è ostruito, ad esempio a causa di neve o pioggia battente, o in caso di guasto del sistema, sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio Sistema IEB non disponibile. Il veicolo può ancora essere guidato e l impianto frenante continua a funzionare, ma senza il freno di emergenza intelligente. Se si ritiene che il sensore radar non sia effettivamente bloccato, rivolgersi a un rivenditore/ riparatore autorizzato. 148

149 Modalità di guida FUNZIONAMENTO DELLE MODALITÀ DI GUIDA Utilizzare i tasti ubicati sulla console centrale per spostarsi tra le varie modalità di guida. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. La spia LED della modalità di guida selezionata si accende a conferma della selezione. Il centro messaggi visualizza inoltre l'icona della modalità di guida (tranne per la modalità normale) e un messaggio di conferma temporaneo. Nota: il passaggio da una modalità di guida all'altra comporta la modifica di varie impostazioni del veicolo; ad esempio, selezionando una diversa modalità di guida si potrebbe produrre un cambio del regime motore, mentre quando il pedale dell'acceleratore viene tenuto premuto in modo costante, la sospensione dinamica adattiva e lo sterzo potrebbero risultare più rigidi o morbidi. Queste variazioni non sono estreme, ma tuttavia avvertibili. MODALITÀ DINAMICA La modalità di guida dinamica coordina i sistemi di controllo del veicolo per offrire un'esperienza di guida ad alte prestazioni, consentendo di sfruttare appieno il potenziale del veicolo. Le reazioni del veicolo sono mirate a coinvolgere maggiormente il conducente in un'esperienza di guida precisa e sportiva. Nota: la modalità dinamica rimane selezionata per circa 6 ore dopo il disinserimento dell'accensione, dopo di che, se ancora necessaria, dovrà essere selezionata nuovamente. Nota: surante la selezione manuale delle marce, con la modalità di guida Dinamica selezionata e il cambio in posizione Sport (S), i passaggi alle marce sono controllati interamente dal conducente. Il cambio automatico non esegue automaticamente il passaggio alla marcia superiore, anche se si raggiunge il regime motore (giri/min) massimo. La spia di cambio marcia si illumina brevemente nel centro messaggi quando si raggiunge il punto di cambio marcia (passaggio alla marcia superiore) consigliato. Vedere 72, CAMBIO MARCIA (VERDE). NORMALE Una volta selezionata la modalità di guida normale, tutti i sistemi del veicolo tornano alle normali impostazioni. Quando non sono più richieste altre modalità di guida, deve essere selezionata la modalità di guida normale. MODALITÀ ECO La modalità ECO modifica le impostazioni del veicolo per ridurre il consumo di carburante e agevolare uno stile di guida più efficiente. 149

150 L Modalità di guida La risposta del pedale dell'acceleratore e i cambi marcia automatici vengono regolati per agevolare uno stile di guida efficiente e permettere il risparmio di carburante. La selezione della modalità ECO comporta anche la modifica di alcune impostazioni del riscaldamento e della ventilazione del veicolo: I sedili riscaldati vengono disattivati.* I sedili climatizzati vengono disattivati.* Il riscaldamento del volante viene disattivato.* L'attivazione automatica del parabrezza termico sarà impostata su Off. L'intensità del ventilatore automatico viene impostata sul valore basso. Nota: * queste caratteristiche dipendono dalla specifica del veicolo. Anche il volume audio può essere regolato se l'impostazione corrente è un volume alto. se necessario, il guidatore può escludere queste modifiche tramite il normale funzionamento di ciascuna funzione o impostazione di menu. Nota: la modalità ECO può altresì apportare lievi variazioni alla velocità di riscaldamento/raffreddamento dell'abitacolo, nonché alla quantità di aria di ricircolo. Quando si seleziona la modalità ECO, viene visualizzata una valutazione istantanea dello stile di guida nel centro messaggi. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Vengono così confrontati lo stile di guida corrente con lo stile di guida consigliato dal sistema ECO. Il sistema ECO-data offre una serie di funzioni che forniscono ulteriori dati sull'efficienza del veicolo e indicazioni per la stessa. È possibile accedere al menu dati ECO tramite il menu Funzioni extra sullo schermo a sfioramento. Vedere 166, FUNZIONI EXTRA. Nota: il sistema Eco-data inizia a registrare i dati solo dopo che il veicolo ha percorso almeno 1 km (0,6 mph). Nota: il sistema Eco-data monitora solo i comandi imposti dal guidatore. Tutti i comandi automatici provenienti dal veicolo, ad esempio la forza applicata dal sistema di controllo della velocità adattativo (ACC) sul pedale dell'acceleratore e sul pedale del freno, non vengono misurati. I dati che non vengono misurati e registrati saranno visualizzati in grigio sul display del centro messaggi. AdSR (ADAPTIVE SURFACE RESPONSE) Nota: per i veicoli senza la modalità di guida AdSR (Adaptive Surface Response), vedere 151, PIOGGIA /GHIACCIO/NEVE. La modalità di guida AdSR rileva le differenti superfici e aiuta a migliorare la stabilità del veicolo in condizioni di scarsa e buona tenuta di strada. Si consiglia di selezionare la modalità di guida AdSR in condizioni atmosferiche avverse, quali neve, ghiaccio e strade bagnate e su superfici come erba e ghiaia. La modalità di guida AdSR consente al veicolo di procedere in maniera più dolce e controllata, evitando così sbandamenti e migliorando la marcia in condizioni avverse. 150

151 Modalità di guida Nota: la modalità di guida AdSR rimane attiva anche dopo aver disinserito l'accensione. Se la modalità di guida AdSR non è più necessaria, occorre deselezionarla. Per migliorare le manovre alle basse velocità e in caso di partenze da fermo, vedere 151, AVVIO AD ATTRITO RIDOTTO. Anche gli pneumatici invernali e gli pneumatici quattro stagioni migliorano la stabilità del veicolo in condizioni atmosferiche avverse. Vedere 285, USO DEGLI PNEUMATICI INVERNALI. PIOGGIA /GHIACCIO/NEVE Nota: per i veicoli senza la modalità di guida pioggia/ghiaccio/neve, vedere 150, AdSR (ADAPTIVE SURFACE RESPONSE). La modalità di guida pioggia/ ghiaccio/neve migliora la stabilità del veicolo in condizioni di scarsa tenuta di strada. La modalità di guida pioggia/ghiaccio/ neve consente al veicolo di procedere in maniera più dolce e controllata, evitando così pattinamenti e rendendo la marcia più sicura in condizioni avverse. Nota: non è possibile attivare la modalità di guida pioggia/ghiaccio/neve contemporaneamente alla modalità Dinamica. Nota: la modalità di guida pioggia/ ghiaccio/neve rimane attivata anche dopo aver disinserito l'accensione. Se la modalità di guida pioggia/ghiaccio/neve non è più necessaria, occorre deselezionarla. Anche gli pneumatici invernali e gli pneumatici quattro stagioni contribuiscono a migliorare la stabilità del veicolo in condizioni climatiche avverse. Vedere 285, USO DEGLI PNEUMATICI INVERNALI. AVVIO AD ATTRITO RIDOTTO In condizioni avverse, un avvio ad attrito ridotto può ulteriormente migliorare le manovre alle basse velocità e nelle partenze da fermo. L'avvio ad attrito ridotto è una funzionalità supplementare che può essere attivata/ disattivata attraverso lo schermo a sfioramento. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo. Vedere 166, FUNZIONI EXTRA. Nota: nei veicoli a trazione integrale (AWD), l'accesso alla funzione di avvio ad attrito ridotto avviene tramite la funzione aggiuntiva SUITE ASI (All Surface Information) sullo schermo a sfioramento. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo. Si consiglia di attivare la modalità di guida pioggia/ghiaccio/neve o la modalità AdSR (Adaptive Surface Response). Vedere 151, PIOGGIA /GHIACCIO/NEVE o 150, AdSR (ADAPTIVE SURFACE RESPONSE). Nota: alcuni veicoli potrebbero essere dotati della modalità di guida AdSR anziché della modalità Pioggia/Ghiaccio/ Neve. Nota: la funzione di avvio ad attrito ridotto si aziona anche se è selezionata la modalità di guida normale. Vedere 149, NORMALE. Per consentire l'attivazione della funzione di avvio ad attrito ridotto, è necessario assicurarsi che: Il veicolo sia fermo. Il pedale dell'acceleratore sia completamente rilasciato. La modalità di guida pioggia/ghiaccio/ neve (o AdSR) o Normale è attivata. 151

152 L Modalità di guida La funzione di controllo della progressione non sia attiva (questa funzione non è disponibile su tutti i veicoli). Vedere 154, UTILIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE. La funzione di avvio ad attrito ridotto funziona solo a velocità inferiori a 30 km/h (18 mph). Se viene superato il valore della velocità massima, la funzione di avvio ad attrito ridotto viene disattivata. La funzione di avvio ad attrito ridotto viene disabilitata anche se: La funzione di controllo della progressione è attiva. La modalità di guida ECO o Dinamica è selezionata. Il pedale dell'acceleratore viene premuto rapidamente fino a fondo corsa (kickdown). Viene rilevato un guasto al sistema. In questo caso viene visualizzato un messaggio di avvertenza sul centro messaggi e sullo schermo a sfioramento. 152

153 Modalità di guida DINAMICA CONFIGURABILE I veicoli con dinamica configurabile consentono la configurazione delle impostazioni della modalità dinamica di guida tramite lo schermo a sfioramento per le caratteristiche selezionate, con la possibilità di scegliere tra impostazioni Normal e Dynamic. Per selezionare questa funzione aggiuntiva, vedere 163, COMANDI SCHERMO A SFIORAMENTO. 1. Informazioni sull'indicatore di stato: Dynamic o Normal. 2. Motore: toccare per selezionare l'impostazione Dynamic o Normal. 3. Impostazioni personali: toccare per attivare/disattivare le impostazioni dell'utente. 4. Impostazioni di fabbrica: toccare per attivare/disattivare. 5. Vengono visualizzate le funzioni dinamiche selezionate. 6. Sterzata: toccare per selezionare l'impostazione Dynamic o Normal. 7. Descrizione della funzione: toccare per visualizzare. 8. Sospensione: toccare per selezionare l'impostazione Dynamic o Normal. 9. Cambio marcia: toccare per selezionare l'impostazione Dynamic o Normal. 153

154 L Sistema di controllo della progressione PANORAMICA DEL SISTEMA DI CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE Il sistema di controllo della progressione può aiutare il conducente nelle manovre su superfici sdrucciolevoli. Il sistema funziona quando si procede in avanti o in retromarcia a basse velocità, ad esempio in fase di partenza da fermo, su superfici in salita o in discesa e durante la guida su fondi instabili/scivolosi quali ghiaccio, neve, erba, ghiaia, sabbia, fango e così via. Nota: questa funzione è nota anche come ASPC (All Surface Progress Control) oppure ATPC (All Terrain Progress Control). UTILIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE Il pulsante di controllo della progressione è situato nella console centrale. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. Nota: per attivare la funzione è necessario che la cintura di sicurezza del conducente sia allacciata e che tutte le portiere siano completamente chiuse. Per attivare il sistema di controllo della progressione, premere e rilasciare il pulsante. La spia LED del pulsante si illumina e una spia si accende nel quadro strumenti a conferma dell'avvenuta attivazione. Vedere 71, SISTEMA DI CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE (AMBRA). Premere e rilasciare nuovamente il pulsante di controllo dell'avanzamento per disabilitare il sistema. La spia LED del pulsante e la spia del controllo della progressione si spengono a conferma dell'avvenuta disattivazione. Quando l'accensione è disinserita, il sistema di controllo della progressione viene disattivato. Se è attivato, il sistema di controllo della progressione torna per impostazione predefinita alla modalità di controllo della guida in discesa (vale a dire il sistema limita la velocità in discesa del veicolo, utilizzando dei freni). la modalità di controllo della guida in discesa deve essere usata nel caso in cui il veicolo debba affrontare una discesa: Selezionare la posizione richiesta dal selettore marce rotativo. Nota: è possibile utilizzare qualsiasi posizione del selettore del cambio, inclusa la posizione di Folle (N). Rilasciare il freno di stazionamento elettrico (EPB) o il pedale del freno, per consentire alla gravità di far avanzare il veicolo, fino alla velocità di funzionamento minima di 3,6 km/h (2,2 mph). Il controllo della progressione mantiene questa velocità fino a quando il sistema non rileva l'utilizzo del pedale dell'acceleratore, del pedale del freno o del pulsante della velocità di crociera SET+ situato sui comandi sul volante. Nota: La modalità di controllo della guida in discesa viene ripristinata dopo aver rilasciato il pedale dell'acceleratore o il pedale del freno. Nota: il controllo della progressione passa alla modalità di funzionamento completo quando rileva l'uso del pulsante della velocità di crociera SET+ situato sui comandi sul volante. Vedere 156, IMPOSTAZIONI DEL SISTEMA DI CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE. 154

155 Sistema di controllo della progressione La modalità di funzionamento completo deve essere utilizzata per tutte le altre manovre che richiedono l'uso del controllo della progressione, ad esempio, mentre si affronta una salita o si effettua una partenza in piano, e così via. La modalità di funzionamento completo controlla la velocità del veicolo mediante l'utilizzo di entrambi i freni e della coppia motore. Nota: la modalità di funzionamento completo non si attiva se il selettore del cambio si trova nella posizione di folle (N). In questo caso viene visualizzato un messaggio nel centro messaggi. Nota: mentre si usa il pulsante SET+ a veicolo fermo, tenere premuto il pedale del freno. Il sistema di controllo della progressione può essere attivato anche premendo e rilasciando il pulsante mentre il veicolo è in movimento, senza doversi fermare o applicare il pedale del freno. La velocità corrente del veicolo viene quindi utilizzata come velocità impostata. Quando il sistema di controllo dell'avanzamento è abilitato e il pedale del freno viene rilasciato completamente, il sistema fornisce un'assistenza controllata e progressiva affinché il veicolo possa: Partire da fermo in una marcia avanti o in retromarcia in piano, in salita o in discesa. Eseguire manovre a bassa velocità in una marcia in avanti o in retromarcia. Eseguire una progressione e mantenere una velocità target ridotta (impostata), da 3,6 km/h (2,2 mph) a 30 km/h (18,6 mph). Nota: se vengono premuti a fondo i freni durante il funzionamento del controllo della progressione, il sistema esce dalla modalità di funzionamento completo ed entra nella modalità di controllo della guida in discesa. Nota: una leggera e delicata pressione del pedale del freno, durante il funzionamento del controllo della progressione, riduce la velocità target (impostata) del veicolo. Quando il pedale del freno viene rilasciato completamente, il sistema di controllo della progressione mantiene la velocità corrente al momento del rilascio del pedale del freno. Nota: il conducente può escludere il sistema di controllo della progressione in qualsiasi momento con l'uso del pedale del freno o del pedale dell'acceleratore. Nota: se la velocità del veicolo supera 30 km/h (18,6 mph), il sistema di controllo della progressione viene interrotto e il sistema passa alla modalità di stand-by, finché la velocità del veicolo è inferiore a 30 km/h (18,6 mph). Nota: se il veicolo supera la velocità di 80 km/h (50 mph), il sistema di controllo dell'avanzamento viene disabilitato. Se necessario, il sistema dovrà essere nuovamente inserito mediante il pulsante di controllo della progressione. Il conducente deve sempre mantenere il controllo completo dello sterzo e dei freni. 155

156 L Sistema di controllo della progressione Nel caso in cui la temperatura dei freni del veicolo superi i normali limiti di funzionamento, sul centro messaggi viene visualizzato un messaggio di avvertenza. Il sistema di controllo della progressione quindi diminuirà gradualmente il suo intervento fino a diventare temporaneamente inattivo. Una volta che i freni tornano alla normale temperatura di funzionamento, il messaggio scompare e il sistema di controllo della progressione riprende a funzionare normalmente, secondo necessità. Non tentare di affrontare una discesa molto ripida se il sistema di controllo della progressione non è abilitato o se viene visualizzato il messaggio di avvertenza. IMPOSTAZIONI DEL SISTEMA DI CONTROLLO DELLA PROGRESSIONE Quando il sistema di controllo della progressione è attivato, la velocità target (impostata) del veicolo può essere impostata e regolata tramite i pulsanti della velocità di crociera, ubicati sul lato destro del volante. Vedere 137, USO DEL COMANDO DELLA VELOCITÀ DI CROCIERA. SET+: mentre il veicolo è in movimento, premere per attivare il sistema di controllo della progressione, per riconoscere che la velocità target desiderata del veicolo deve essere impostata e regolata. Premerlo ripetutamente (o premerlo e tenerlo premuto) per aumentare la velocità target, fino a una velocità massima di 30 km/h (18,6 mph). In alternativa, durante l'avanzamento, premere il pulsante SET+ per impostare la velocità corrente del veicolo. Nota: quindi, a veicolo fermo, premere e tenere premuto il pedale del freno e contemporaneamente usare il pulsante SET+. Nota: una leggera pressione del pedale dell'acceleratore esclude temporaneamente la velocità target impostata. Quando il pedale dell'acceleratore viene rilasciato completamente, il sistema di controllo della progressione torna alla velocità target selezionata precedentemente. Nota: a seconda delle specifiche del veicolo, la velocità impostata verrà visualizzata come un indicatore sul tachimetro o nel centro messaggi. Set (-): premere ripetutamente (oppure premere e tenere premuto) per ridurre la velocità target del veicolo, fino a una velocità minima di 3,6 km/h (2,2 mph). Nota: anche una leggera pressione del pedale del freno riduce la velocità target del veicolo. Quando il pedale del freno viene rilasciato completamente, il sistema di controllo della progressione mantiene la velocità corrente al momento del rilascio del pedale del freno. Se si preme il pedale del freno quando il sistema di controllo della progressione è attivo, si potrebbe avvertire una leggera pulsazione attraverso il pedale del freno. CAN: premere per attivare la modalità di controllo della guida in discesa del sistema di controllo della progressione. RES: se la velocità target del veicolo è stata ridotta applicando delicatamente il pedale del freno, premere per tornare alla velocità impostata. Il guidatore deve usare il tasto RES solo se è consapevole della velocità impostata e intende ripristinarla. 156

157 Sistema di controllo della progressione Quando il veicolo viaggia a una velocità compresa tra 30 km/h (18,6 mph) e 80 km/h (50 mph), il funzionamento del controllo della progressione viene sospeso e il sistema entra in modalità standby. La spia del controllo della progressione lampeggia. Il sistema di controllo della progressione torna a funzionare quando la velocità del veicolo scende al di sotto dei 30 km/h (18,6 mph). Se la velocità del veicolo supera gli 80 km/h (50 mph), il sistema di controllo della progressione viene disabilitato e la relativa spia si spegne. Se necessario, il sistema deve essere nuovamente attivato. 157

158 L Sistemi di assistenza alla guida AVVERTENZA DI USCITA DALLA CORSIA (LDW) Il sistema di avvertenza uscita corsia (LDW) è soltanto un dispositivo di ausilio alla guida. È il guidatore che deve assumersi la responsabilità di guidare con scrupolo e attenzione, con uno stile che garantisca sicurezza per il veicolo, gli occupanti e gli altri utenti della strada. Il conducente è tenuto comunque a rispettare tutti i segnali stradali e la segnaletica orizzontale. L'interruttore LDW è situato nel pannello interruttori inferiore della plancia sul lato del conducente. Premerlo per attivare/ disattivare il sistema LDW. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. Se la funzione è attiva, sul centro messaggi si illuminerà una spia come conferma. La posizione del veicolo nella corsia viene visualizzata graficamente, nella spia, con modifiche ai colori dell'icona della corsia e alla direzione del veicolo. Il sistema può anche essere disattivato/ attivato tramite il menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: quando l'accensione viene disinserita e inserita nuovamente, le impostazioni del sistema LDW restano quelle impostate in precedenza. Il sistema LDW si avvale della telecamera rivolta in avanti, collocata nella base dello specchietto retrovisore. Nota: assicurarsi che l'area del parabrezza di fronte allo specchietto retrovisore interno sia mantenuta pulita e priva di ostruzioni, ad esempio, adesivi, detriti, fango, neve, ghiaccio, ecc. Se il veicolo supera una delle linee di demarcazione della corsia che sta percorrendo, senza avere attivato l'indicatore di direzione appropriato, il sistema LDW avverte il conducente con i seguenti metodi: Vibrazione al volante. Figure visualizzate nel centro messaggi. Nota: il sistema LDW si limita a fornire messaggi di avvertenza al conducente. Non fornisce assistenza durante il cambio di direzione del veicolo e non attiva alcun sistema del veicolo. Nota: il sistema LDW non è in grado di rilevare i bordi della strada privi di linee di segnaletica orizzontale. La sensibilità del sistema LDW può essere regolato su Sensibilità elevata o Sensibilità normale tramite l'opzione Assistenza alla guida nel menu del quadro strumenti. Vedere 61, GRUPPO STRUMENTI. Quando è impostato su Sensibilità normale, il sistema LDW elimina tutte le avvertenze, se rileva uno dei seguenti interventi del conducente: Utilizzo del pedale dell'acceleratore. Movimento significativo del volante. Utilizzo dei freni. Attivazione dell'indicatore di direzione appropriato. Se è impostato su Sensibilità elevata, il sistema LDW non elimina i messaggi di avvertenza, anche se viene rilevato l'intervento del conducente (a meno che non venga utilizzato l'indicatore di direzione appropriato). 158

159 Sistemi di assistenza alla guida Se il sistema LDW rileva un guasto oppure non è disponibile, sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio di avvertenza/informazione generale (ambra). Vedere 70, MESSAGGIO DI AVVERTENZA/INFORMAZIONI GENERICHE (COLOR AMBRA). Limitazioni del sistema di avvertenza uscita corsia Quando è impostato su Sensibilità elevata, il sistema LDW è attivo tra 50 km/h (30 mph) e 180 km/h (112 mph). Quando è impostato su Sensibilità normale, il sistema LDW è attivo tra 60 km/h (40 mph) e 180 km/h (112 mph). La corsia in uso deve essere più ampia di 2,5 m. Non vengono generati avvisi se l'indicatore di direzione corretto è attivo. Non attivo quando si guida su un fondo stradale non riconosciuto, ad es. quando non è presente segnaletica orizzontale. Anche le seguenti condizioni possono influire sulle prestazioni del sistema LDW: Guida in condizioni avverse. Ad esempio, nebbia fitta, pioggia, neve, ecc. Segnaletica orizzontale scolorita, danneggiata o temporanea, ad esempio per lavori stradali, ecc. Guida verso luci molto intense/ lampioni. Guida molto prossima ad un altro veicolo. Deviazioni strette della strada e relative pendenze. SISTEMA DI ASSISTENZA AL MANTENIMENTO DI CORSIA (LKA) Il sistema di assistenza al mantenimento di corsia (LKA) rappresenta soltanto un ausilio alla guida. Il conducente deve assumersi la responsabilità di guidare con la dovuta cautela e attenzione, e in modo da garantire sicurezza per il veicolo, gli occupanti e gli altri utenti della strada. Il conducente è tenuto comunque a rispettare tutta la segnaletica orizzontale. Il sistema LKA costituisce un miglioramento del sistema di avvertenza di uscita dalla corsia (LDW). Aiuta a mantenere il veicolo nella corsia della carreggiata che sta impegnando al momento, ad esempio durante la guida su strade a più corsie. Quando il veicolo si avvicina eccessivamente alla segnaletica orizzontale su uno dei due lati, senza che vengano utilizzati gli indicatori di direzione, al volante viene applicata automaticamente una lieve forza di rotazione. Tale forza, avvertita dal conducente, serve a segnalare che è necessario intervenire sullo sterzo. È possibile escludere la forza di rotazione per fare un cambio di corsia senza utilizzare gli indicatori di direzione. In occasione dell'esclusione di tale forza e quando si cambia corsia senza utilizzare gli indicatori di direzione, si attiveranno gli avvisi del sistema LDW. Vedere 158, AVVERTENZA DI USCITA DALLA CORSIA (LDW). 159

160 L Sistemi di assistenza alla guida Quando il sistema LDW è attivo, è possibile selezionare il sistema LKA attraverso Assistenza alla guida nel menu del quadro strumenti. La sensibilità della forza di rotazione del volante può essere regolata tramite Impostazioni LKA, Sensibilità, quindi selezionare Sensibilità elevata o Sensibilità normale. Quando l'accensione viene nuovamente disinserita e inserita, viene riattivata l'ultima selezione effettuata per LDW/LKA. Una bassa pressione degli pneumatici e/o il disallineamento dello sterzo influiscono sul sistema LKA, poiché entrambi sono fattori che richiedono una regolazione costante dello sterzo. L'LKA viene disattivato automaticamente quando viene rilevato un guasto. Viene inoltre visualizzato un messaggio nel centro messaggi. Se il guasto persiste anche dopo aver disinserito e inserito nuovamente l'accensione, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. MONITORAGGIO DELLA STANCHEZZA DEL CONDUCENTE (DDM) Lo scopo del sistema DDM (Driver drowsiness monitoring, Monitoraggio della stanchezza del conducente) è la valutazione della tecnica di guida del conducente ricercando eventuali segni di stanchezza. Se il sistema rileva che il conducente è stanco, sul quadro strumenti viene visualizzata l'avvertenza, Fare una pausa!, per 1 minuto, insieme a un segnale acustico. Se il conducente continua a guidare per più di 15 minuti ignorando la prima avvertenza, viene visualizzata un'ulteriore avvertenza. L'avvertenza continua a lampeggiare fino a quando non viene premuto il tasto OK sul comando di menu del volante. Il sistema DDM è sempre attivo quando la velocità del veicolo è compresa tra 60 km/h (37 mph) e 180 km/h (112 mph). È possibile disattivare il sistema DDM attraverso Assistenza alla guida nel menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. In caso di guasto al sistema DDM, nel centro messaggi viene visualizzata un'icona di avvertenza. Il DDM tornerà attivo una volta rettificato il problema. Se il guasto persiste anche dopo aver disinserito e inserito nuovamente l'accensione, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. RICONOSCIMENTO DEI SEGNALI DEL TRAFFICO Il sistema di riconoscimento segnali stradali rappresenta solo un dispositivo di ausilio alla guida. Il conducente deve assumersi la responsabilità di guidare con la dovuta cautela e attenzione, e in modo da garantire sicurezza per il veicolo, gli occupanti e gli altri utenti della strada. Il conducente è tenuto comunque a rispettare tutti i segnali stradali e la segnaletica orizzontale. 160

161 Sistemi di assistenza alla guida Il sistema di riconoscimento segnali stradali utilizza la telecamera rivolta in avanti ubicata nello specchietto retrovisore. Questo rileva i segnali dei limiti di velocità, i cartelli di divieto di sorpasso e i segnali di velocità variabile e visualizza sul centro messaggi i relativi simboli della segnaletica rilevata. Anche i segnali stradali con informazioni supplementari, come ad esempio i limiti di velocità ridotta, vengono rilevati e confrontati con i sistemi operativi del veicolo. Questo può portare alla visualizzazione di messaggi nel centro messaggi. Per le strade sprovviste di segnaletica, vengono visualizzate le informazioni relative ai limiti di velocità provenienti dal sistema di navigazione. Nota: se la navigazione su strada normale non è disponibile, il sistema di riconoscimento segnali stradali utilizza solo la telecamera. Nota: assicurarsi che l'area del parabrezza di fronte allo specchietto retrovisore sia mantenuta pulita e priva di ostruzioni, ad esempio, adesivi, detriti, fango, neve, ghiaccio, ecc. Il sistema di riconoscimento segnali stradali può essere attivato e disattivato attraverso Assistenza alla guida nel menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. La voce "senso di marcia" può essere selezionata anche nel menu del quadro strumenti. Per impostazione predefinita, questa voce deve essere impostata sul senso opposto rispetto al "senso di marcia", per cui, se il veicolo presenta la guida a sinistra, il "senso di marcia" è la guida a destra. Quando il veicolo viene guidato in un Paese in cui la guida è sul lato opposto rispetto alla guida tradizionale, è necessario azzerare la voce "senso di marcia". Nota: quando l'accensione è disinserita, riportare la voce "senso di marcia" all'impostazione predefinita. Il sistema funziona fino a una velocità massima di 250 km/h (155 mph). Le 3 funzioni di base del sistema di riconoscimento segnali stradali sono le seguenti: Rilevamento del limite di velocità: nel centro messaggi viene visualizzato un segnale corrispondente. Limite di velocità: quando la velocità del veicolo è superiore (o uguale) al limite di velocità rilevato, nel centro messaggi viene visualizzato un anello lampeggiante di colore rosso, attorno al segnale del limite di velocità visualizzato. L'allarme velocità può essere attivato o disattivato oppure è possibile regolarlo per visualizzare 3 diverse impostazioni: Quando la velocità della vettura è pari al limite di velocità rilevato. Quando la velocità del veicolo supera di almeno 10 km/h (5 mph) il limite di velocità rilevato. Quando la velocità del veicolo supera di almeno 20 km/h (10 mph) il limite di velocità rilevato. Divieto di sorpasso: se viene rilevato un segnale di divieto di sorpasso, il sistema visualizza anche il segnale corrispondente nel centro messaggi. Nota: il sistema di riconoscimento segnali stradali non è in grado di rilevare la segnaletica orizzontale o situazioni senza segnaletica, ad esempio attraversamenti di binari, ecc. 161

162 L Sistemi di assistenza alla guida Limiti del sistema di riconoscimento dei segnali del traffico Il sistema può fornire informazioni falsate o funzionare in modo non corretto nelle seguenti condizioni: La voce "senso di marcia" non è stata impostata correttamente nel menu del quadro strumenti. L'area del parabrezza davanti alla telecamera è coperta da un'etichetta, è appannata, è sporca, è coperta da neve o fango, ecc. Viaggi in condizioni atmosferiche avverse. Ad esempio, nebbia fitta, pioggia, neve, ecc. Si sta viaggiando in un'area non coperta dal sistema di navigazione. Guida verso luci molto intense/ lampioni. Segnaletica nascosta o coperta. Segnaletica stradale non conforme. Le informazioni di navigazione non sono corrette. 162

163 Schermo a sfioramento COMANDI SCHERMO A SFIORAMENTO Ai fini della sicurezza, azionare, regolare o visionare il sistema soltanto quando è possibile farlo senza correre rischi. Non regolare i comandi dello schermo a sfioramento e non lasciarsi distrarre dal sistema durante la guida del veicolo. In caso di uso prolungato dello schermo a sfioramento, tenere sempre acceso il motore. La mancata osservanza di questa istruzione potrebbe comportare lo scaricamento della batteria del veicolo, impedendo l'avviamento del motore. Evitare di versare o spruzzare liquidi sullo schermo a sfioramento. Nota: il display dello schermo a sfioramento e il numero di pagine della schermata variano a seconda delle specifiche del veicolo. Nota: lo schermo a sfioramento rimane attivo fino al disinserimento dell'accensione e all'apertura della portiera del conducente. 1. Pulsante Home: premere per selezionare la schermata HOME. 2. Pulsante Impostazioni: premere per selezionare il menu IMPOSTAZIONI GENERALI, vedere 165, IMPOSTAZIONI GENERALI. Se il veicolo è dotato della funzione di parcheggio automatico, vedere 194, SISTEMA DI PARCHEGGIO AUTOMATICO. 3. Icone di stato: quando è collegato un telefono, vengono visualizzati il livello di carica della batteria e la potenza del segnale di rete, Una volta selezionata questa opzione, viene inoltre visualizzata l'indicazione TA. Vedere 168, IMPOSTAZIONI SUPPORTI MULTIMEDIALI. 4. Multimedia: toccare lo schermo o premere il tasto per selezionare la schermata del sistema multimediale. Se il sistema multimediale è già attivato, toccare per selezionare la sorgente multimediale corrente. 163

164 L Schermo a sfioramento Nota: quando il sistema è attivo, vengono visualizzate le informazioni correnti del dispositivo riprodotto. 5. Orologio: l'orologio può essere regolato tramite l'opzione Sistema nel menu IMPOSTAZIONI GENERALI. 6. Climatizzazione: toccare per selezionare la schermata CLIMATIZZAZIONE. Vedere 179, CLIMATIZZAZIONE. 7. Titolo della schermata. 8. Sorgente multimediale: toccare per selezionare la schermata delle SORGENTI multimediali. 9. Telefono: toccare lo schermo o premere il pulsante per selezionare la schermata TELEFONO. Vedere 201, PANORAMICA DEL SISTEMA DEL TELEFONO. 10. Impostazioni di navigazione/ multimediali: toccare lo schermo o premere il pulsante per selezionare il sistema di navigazione. Verrà visualizzato il percorso di destinazione corrente o la schermata MENU NAV. Vedere 207, IL SISTEMA DI NAVIGAZIONE. Per i veicoli senza sistema di navigazione, premere per visualizzare il menu IMPOST. MULTIM. Vedere 168, IMPOSTAZIONI SUPPORTI MULTIMEDIALI. 11. Freccia destra: toccare la freccia o scorrere il dito sullo schermo per selezionare la schermata successiva sulla destra. Nella schermata HOME, è presente la schermata FUNZIONI EXTRA. Vedere 166, FUNZIONI EXTRA. 12. Icona Impostazioni: toccare per selezionare il menu IMPOSTAZIONI GENERALI. 13. Indicatore schermate: indica il numero di schermate disponibili. Il pallino pieno indica la posizione della schermata correntemente visualizzata. 14. Freccia sinistra: toccare la freccia o scorrere il dito sullo schermo per selezionare la schermata successiva sulla sinistra. 15. Pulsante di accensione/telecamera: premere per attivare/disattivare lo schermo a sfioramento. Se il veicolo è dotato delle telecamere periferiche, lo schermo a sfioramento può essere spento nelle FUNZIONI EXTRA. Vedere 199, SISTEMA DI TELECAMERE SURROUND. 16. Pulsante Muto/Assistenza parcheggio: premere per disattivare l'audio. Se il veicolo è dotato delle funzioni di parcheggio assistito, vedere 189, USO DEL SISTEMA DI ASSISTENZA PARCHEGGIO. USO DELLO SCHERMO A SFIORAMENTO Non esercitare una pressione eccessiva quando si selezionano le voci sullo schermo a sfioramento. Definizioni dei vari gesti di tocco dei pulsanti e di sfioramento dello schermo contenuti all'interno del presente manuale: Toccare: premere brevemente la superficie dello schermo con la punta di un dito. Tenere premuto: toccare la superficie dello schermo per un periodo di tempo prolungato. Scorrere con il dito: spostare la punta di un dito sulla superficie dello schermo in un movimento lineare rapido. 164

165 Schermo a sfioramento Trascinare: toccare un oggetto e spostarlo con la punta di un dito sulla superficie dello schermo senza perdere il contatto. CURA DELLO SCHERMO A SFIORAMENTO Non usare detergenti abrasivi per pulire lo schermo a sfioramento. Per conoscere i prodotti detergenti omologati, contattare un concessionario/riparatore autorizzato. IMPOSTAZIONI GENERALI La schermata IMPOSTAZIONI GENERALI è suddivisa in categorie. Toccare per visualizzare l'elenco delle impostazioni per il sistema desiderato: Sistema. Display. Sistema multimediale. Bluetooth. Telefono. Navigazione. Wi-Fi. Clima. Nota: l'elenco varia a seconda delle specifiche del veicolo. IMPOSTAZIONI SISTEMA La schermata IMPOSTAZ. SISTEMA è suddivisa in categorie e viene selezionata tramite il menu IMPOSTAZIONI GENERALI: Lingua. Ora e data. Impostazioni del volume. Unità di misura: miglia o chilometri. Visualizza automaticamente l'incontrol: avvia automaticamente l'incontrol Apps quando uno smartphone viene collegato alla porta USB. Segnale acustico. Animazioni. Scorrimento testo automatico. Screensaver. Menu principale dinamico. Elimina tutti i dati personali. Nota: l'elenco varia a seconda delle specifiche del veicolo. SELEZIONE DELLA MODALITÀ VALET La modalità Valet permette all addetto di un parcheggio di guidare e bloccare il veicolo, senza consentire l accesso al bagagliaio. La modalità Valet, inibisce inoltre il funzionamento dello schermo a sfioramento, per impedire l'accesso ai numeri di telefono o agli indirizzi del sistema di navigazione. Ogni volta che viene utilizzata la modalità Valet, è necessario immettere un numero personale di identificazione (PIN). Per selezionare la modalità Valet: 1. Toccare Valet in FUNZIONI EXTRA. 2. Inserire un PIN a 4 cifre facile da memorizzare. Il sistema chiederà di confermare il PIN. Se si desidera cancellare il PIN, selezionare Elimina. Se il PIN viene cancellato, o se viene immesso in modo errato, viene visualizzato un messaggio con la richiesta di digitarlo nuovamente. 3. Il messaggio Modalità valet attivata viene visualizzato per indicare che il PIN è stato accettato. 165

166 L Schermo a sfioramento Ora il bagagliaio è chiuso in modo sicuro nella modalità Valet e viene visualizzata la schermata Modalità valet attivata. DESELEZIONE DELLA MODALITÀ VALET Per deselezionare dalla modalità valet: 1. Quando si entra nuovamente nel veicolo, selezionare Valet in FUNZIONI EXTRA. 2. Inserire il PIN a 4 cifre e toccare il tasto funzione OK. Viene visualizzato il messaggio Modalità valet disattivata per indicare che il PIN è stato accettato. Il bagagliaio torna nella condizione del sistema antifurto precedentemente impostata. Lo schermo a sfioramento viene abilitato. Nota: qualora si dimenticasse il PIN, la modalità Valet potrà essere disattivata soltanto dal proprio concessionario/ riparatore autorizzato. FUNZIONI EXTRA Toccare Funzioni extra per lanciare l'applicazione desiderata o la schermata delle impostazioni: Climatizzazione temporizzata. Telecamere. Dati ECO: il sistema ECO-data è progettato per aiutare il conducente a ottimizzare il consumo di carburante fornendo sullo schermo i dati del veicolo. Valet. Illuminazione ambiente. Hotspot Wi-Fi. Spegnimento dello schermo. Suite ASI (All Surface Information). Barra di traino. Predellini estraibili. Nota: il numero di funzioni extra varia a seconda della specifica del veicolo. 166

167 Sistema multimediale COMANDI DEI SUPPORTI MULTIMEDIALI Ai fini della sicurezza, azionare, regolare o visionare il sistema soltanto quando è possibile farlo senza correre rischi. L'esposizione continuata a livelli audio elevati (più di 85 decibel) può danneggiare l'udito. 1. Supporti multimediali: toccare per selezionare il sistema multimediale; oppure, se il sistema multimediale è già attivo, toccare per selezionare la sorgente multimediale corrente. 2. Pulsante delle sorgenti multimediali: premere per selezionare l elenco delle SORGENTI multimediali. Toccare la sorgente multimediale desiderata dall'elenco: Radio FM. Radio AM. Radio DAB. Bluetooth*. USB*. ipod*. AUX. Nota: *nell'elenco delle sorgenti verrà visualizzato un solo dispositivo portatile Bluetooth collegato. Pertanto, prima di selezionare un dispositivo, il dispositivo portatile sorgente deve essere collegato o abbinato (tramite Bluetooth) al veicolo. 3. Pulsante dei supporti multimediali: premere per selezionare il sistema multimediale. 167

168 L Sistema multimediale 4. Icona Impostazioni: toccare per selezionare il menu IMPOSTAZIONI GENERALI, quindi selezionare Supporti multim. per visualizzare la schermata IMPOST. MULTIM. Vedere 168, IMPOSTAZIONI SUPPORTI MULTIMEDIALI. 5. Comando accensione/volume: premere per attivare/disattivare il sistema multimediale; ruotare per regolare il livello del volume. Nota: il sistema multimediale funziona sia con l accensione inserita sia disinserita, tuttavia si spegne quando si disinserisce l'accensione. Se necessario, accendere nuovamente il sistema multimediale. COMANDI AUDIO SUL VOLANTE 1. Aumento volume: premere per aumentare il volume relativo a una modalità audio. 2. Diminuzione volume: premere per diminuire il volume relativo a una modalità audio. 3. Ricerca indietro: premere per cercare indietro sulla frequenza fino alla stazione radio precedente, oppure per selezionare il brano precedente sulla sorgente multimediale prescelta. 4. Ricerca avanti: premere per cercare in avanti sulla frequenza fino alla stazione radio successiva, oppure per selezionare il brano successivo sulla sorgente multimediale prescelta. 5. MODALITÀ: premere ripetutamente per scorrere tra tutte le sorgenti multimediali disponibili o collegate. VIDEO INFORMATIVO IMPOSTAZIONI SUPPORTI MULTIMEDIALI Per visualizzare il menu IMPOSTAZIONI SUPPORTI MULTIMEDIALI, selezionare Supporti multimediali dal menu IMPOSTAZIONI GENERALI. Il menu IMPOSTAZIONI SUPPORTI MULTIMEDIALI include le seguenti opzioni: Annuncio sul traffico: attivazione/ disattivazione. Suono: selezionare per visualizzare IMPOSTAZIONI AUDIO. Radio: queste opzioni di impostazione variano in base alla sorgente radio selezionata. Vedere 170, COMANDI RADIO AM/FM oppure 172, COMANDI RADIO DAB. 168

169 Sistema multimediale IMPOSTAZIONI AUDIO Per regolare le impostazioni di Balance/ Fader: 2. Toccare l'icona per spostarsi dalla schermata Balance/Fader alla schermata Bass/Mid/Treble. Per regolare lo Speed dependent volume, selezionare tra le seguenti opzioni: Off, Low, Mid o High. Toccare le frecce per spostare il punto focale del suono nell area desiderata del veicolo. In alternativa, toccare il punto focale del suono e trascinarlo nella posizione desiderata oppure toccare un punto qualsiasi sul simbolo grafico del veicolo e rilasciare. Per tornare all'impostazione predefinita, toccare il punto focale del suono. Per regolare le impostazioni di Bass/Mid/ Treble: Toccare + o - per regolare i bassi, i medi o gli acuti. In alternativa, toccare la barra di scorrimento e trascinarla o toccare un punto qualsiasi della barra e rilasciarlo. Per passare dalle impostazioni Balance/ Fader alle impostazioni Bass/Mid/Treble: 1. Toccare l'icona per spostarsi dalla schermata Bass/Mid/Treble alla schermata Balance/Fader. 169

170 L Sistema multimediale COMANDI RADIO AM/FM 1. Stazioni: toccare per selezionare l'elenco delle stazioni per la sorgente radio scelta. 2. Sorgente: toccare per selezionare l'elenco delle sorgenti multimediali. Vedere 167, COMANDI DEI SUPPORTI MULTIMEDIALI. 3. Icone di stato: quando è collegato un telefono, vengono visualizzati il livello di carica della batteria e la potenza del segnale di rete, Una volta selezionata questa opzione, viene inoltre visualizzata l'indicazione TA. 4. Ricerca indietro: toccare per la ricerca automatica indietro sulla frequenza della stazione radio precedente. Il tasto di ricerca indietro sul volante può essere utilizzato anche per passare alla stazione radio precedente. Nota: in alcuni mercati, sono disponibili ulteriori opzioni per abilitare la sintonizzazione manuale. 5. Il nome e la frequenza della stazione selezionata. 6. Ricerca avanti: toccare per la ricerca automatica in avanti sulla frequenza della stazione radio successiva. Il tasto di ricerca avanti sul volante può essere utilizzato anche per passare alla stazione radio successiva. Nota: in alcuni mercati, sono disponibili ulteriori opzioni per abilitare la sintonizzazione manuale. 7. Immagine della banda di frequenza (se disponibile). 8. Informazioni provenienti dalla stazione selezionata. 9. Stazioni radio predefinite: 170

171 Sistema multimediale Toccare per sintonizzarsi sulla stazione memorizzata sul canale predefinito. Toccare a lungo per memorizzare la stazione corrente sul tasto predefinito. 10. Frecce di preselezione: toccare per scorrere le stazioni preselezionate. 11. Icona Impostazioni: toccare per selezionare il menu a comparsa IMPOSTAZIONI. Selezionare Supporti quindi Radio, dove è possibile attivare/ disattivare le seguenti funzionalità: Sintonizzazione manuale. Radiotext (solo FM). Frequenza alternativa (AF) (solo FM). Regionalizzazione (solo FM). Nota: le opzioni delle impostazioni possono variare a seconda del mercato. Solo Messico L'uso delle apparecchiature radio è soggetto alle due condizioni che seguono: 1. Il dispositivo/sistema non causa interferenze dannose. 2. Il dispositivo o il sistema devono accettare qualunque interferenza, incluso qualunque funzionamento indesiderato. 171

172 L Sistema multimediale COMANDI RADIO DAB 1. Stazioni: toccare per selezionare l'elenco delle stazioni disponibili nella banda di frequenze selezionata. 2. Sorgente: toccare per selezionare l'elenco delle sorgenti multimediali. 3. Icone di stato: quando è collegato un telefono, vengono visualizzati il livello di carica della batteria e la potenza del segnale di rete, oltre ai TA (annunci sul traffico), se l'opzione è selezionata. 4. Ricerca indietro: toccare per la ricerca automatica indietro sulla frequenza della stazione radio precedente. Il tasto di ricerca indietro sul volante può essere utilizzato anche per passare alla stazione radio precedente. 5. Ricerca indietro: toccare per la ricerca automatica indietro sulla frequenza del gruppo radio precedente. 6. Il nome del gruppo radio selezionato. 7. Il nome della stazione radio selezionata. 8. Ricerca avanti: toccare per la ricerca automatica in avanti sulla frequenza del gruppo radio successivo. 9. Ricerca avanti: toccare per la ricerca automatica in avanti sulla frequenza della stazione radio successiva. Il tasto di ricerca avanti sul volante può essere utilizzato anche per passare alla stazione radio successiva. 10. Immagine della banda di frequenza (se disponibile). 11. Informazioni provenienti dalla stazione selezionata. 12. Stazioni radio predefinite: Toccare e rilasciare per sintonizzarsi sulla stazione radio memorizzata su quel canale predefinito. 172

173 Sistema multimediale Toccare e tenere premuto per memorizzare la stazione radio corrente su quel canale predefinito. 13. Frecce di preselezione: toccare per scorrere le stazioni preselezionate. 14. Icona Impostazioni: toccare per selezionare il menu a comparsa IMPOSTAZIONI. Selezionare Supporti quindi Radio, dove è possibile attivare/ disattivare le seguenti funzionalità: Radiotext. Frequenza alternativa (AF) DAB L-Band. VIDEO INFORMATIVO COLLEGAMENTI DEI DISPOSITIVI PORTATILI I dispositivi portatili possono essere collegati all'hub di collegamento, ubicato nel vano portaoggetti. Tra i dispositivi portatili compatibili sono inclusi: Dispositivi di memorizzazione di massa USB (ad esempio le chiavette di memoria). I dispositivi devono utilizzare il formato file FAT o FAT32. ipod (sono supportati i dispositivi ipod Classic, ipod Touch, iphone e ipod Nano; non si garantisce la piena funzionalità di dispositivi meno recenti). Non si garantisce la piena funzionalità per l'ipod Shuffle. Dispositivi ausiliari (i dispositivi audio personali, i lettori MP3, tutti i dispositivi ipod). Nota: i dispositivi ausiliari non sono dotati di comando per lo schermo a sfioramento. Se si collega un ipod, un dispositivo di memorizzazione di massa o un dispositivo con tecnologia Bluetooth wireless, utilizzare lo schermo a sfioramento per azionare il dispositivo ed effettuare ricerche al suo interno. Scollegare l'ipod quando si lascia il veicolo. In caso contrario, la batteria dell'ipod potrebbe scaricarsi. Nota: il sistema multimediale riproduce file MP3, WMA e AAC. Per ottimizzare la qualità della riproduzione, si raccomanda di utilizzare la compressione lossless per i file su USB o su ipod. In caso contrario, si raccomanda di usare un bitrate minimo di 192 kb/s per i file compressi (si consiglia vivamente un bitrate più alto). Nota: ipod è un marchio di fabbrica della Apple Computer Inc., registrato negli USA e in altri Paesi. Nota: alcuni lettori MP3 hanno un file system proprietario che non è supportato da questo sistema. Per utilizzare il proprio lettore MP3, è necessario impostarlo sulla modalità Dispositivo USB amovibile oppure Dispositivo di memorizzazione di massa. Si potrà ascoltare solo la musica aggiunta al dispositivo in questa modalità. Per un elenco dei dispositivi con tecnologia Bluetooth wireless compatibili, consultare il sito Web Jaguar all'indirizzo: 173

174 L Sistema multimediale I dispositivi con tecnologia Bluetooth wireless elencati sono stati sottoposti a prove di compatibilità con i veicoli Jaguar. Le prestazioni variano in base alla versione del software del dispositivo e allo stato della batteria. I dispositivi sono garantiti dal relativo produttore e non dalla garanzia del veicolo. COLLEGAMENTO DI UN DISPOSITIVO PORTATILE Leggere le istruzioni del produttore del dispositivo prima di collegarlo al sistema multimediale. Assicurarsi che il dispositivo sia adatto e attenersi alle istruzioni relative al suo collegamento e funzionamento. Il mancato rispetto di questa precauzione potrebbe danneggiare il sistema multimediale del veicolo o il dispositivo ausiliario. I dispositivi portatili possono essere collegati al Media Hub, ubicato nel vano portaoggetti della console centrale. Vedere 95, VANI PORTAOGGETTI. 1. Slot per scheda SD solo per comandi vocali e navigazione. Nota: il sistema multimediale non consentirà di riprodurre musica o visualizzare le immagini salvate da una scheda SD. 2. Presa USB. 3. Presa AUX da 3,5 mm. Non collegare alla porta USB dispositivi diversi dai lettori multimediali. Nota: utilizzare il cavo fornito insieme al dispositivo portatile per collegarlo alla presa USB. Nota: non è possibile utilizzare un hub USB per collegare più di un dispositivo USB al sistema multimediale. Nota: i dispositivi collegati alle porte USB vengono caricati durante l'uso, ma i dispositivi completamente scarichi non potranno funzionare. Nota: in alcuni casi, se un iphone è collegato tramite un cavo USB per riprodurre la musica e anche a un dispositivo con tecnologia Bluetooth wireless per altre funzioni telefoniche, l'audio viene trasferito soltanto tramite l'ultima porta collegata. Ad esempio, se il collegamento al dispositivo con tecnologia Bluetooth wireless è stato l'ultimo collegamento effettuato all'iphone e viene collegato il cavo ipod, l'audio non sarà trasmesso tramite gli altoparlanti collegati al cavo ipod. Le informazioni su titolo del brano e orario saranno ancora visualizzate sul display. L uscita audio dagli altoparlanti è garantita solo se l utente sceglie la modalità audio sul dispositivo con tecnologia Bluetooth wireless. Per risolvere questo problema, scollegare e ricollegare il cavo USB del dispositivo o aprire l'applicazione Musica sull'iphone, selezionare l'icona Bluetooth, quindi selezionare Connettore dock sulla finestra a comparsa. Se si collega un ipod, la riproduzione prosegue dal punto in cui era stata interrotta, a condizione che la batteria dell'ipod sia in buone condizioni di carica. 174

175 Sistema multimediale Nota: opzioni quali Ripeti e Mix si riferiscono al dispositivo attualmente utilizzato per la riproduzione. Non si applicano a un eventuale dispositivo successivo. La presa AUX da 3,5 mm consente di collegare apparecchi aggiuntivi (ad es. uno stereo portatile, un lettore MP3, un'unità di navigazione portatile, ecc.) al sistema multimediale. Nota: l'ipod Shuffle può essere collegato attraverso la presa AUX. 175

176 L Sistema multimediale COMANDI DEI DISPOSITIVI PORTATILI I seguenti dispositivi portatili possono essere utilizzati con il sistema multimediale: ipod, USB, AUX e dispositivi con tecnologia Bluetooth wireless. Nota: i dispositivi ausiliari non sono dotati di comandi per lo schermo a sfioramento. 1. Elenco brani: toccare l'elenco dei brani dal dispositivo collegato. 2. Sfoglia: toccare per selezionare la schermata del menu dell'elenco degli elementi della sorgente musicale o audio desiderata del dispositivo collegato: Playlist, Artisti, Album, Canzoni, ecc. 3. Source: toccare per selezionare la schermata del menu delle sorgenti multimediali. Nota: la sorgente multimediale deve essere collegata al veicolo prima che possa essere visualizzata nell'elenco delle sorgenti multimediali. 4. Icone di stato: quando è collegato un telefono, vengono visualizzati il livello di carica della batteria e la potenza del segnale di rete, Una volta selezionata questa opzione, viene inoltre visualizzata l'indicazione TA. 5. Visualizzazione delle informazioni: visualizza informazioni riguardanti la musica o l'audio in riproduzione. 6. Immagine del display: Se disponibile, viene visualizzata la copertina dell'album per il brano corrente in riproduzione. 176

177 Sistema multimediale Quando un video (solo da una sorgente USB collegata) è in riproduzione, viene visualizzata un'immagine. 7. Barra di avanzamento: trascinare il punto o toccare la linea per procedere in avanti o indietro nel brano. 8. Icona Impostazioni: toccare per selezionare il menu a comparsa IMPOSTAZIONI. Selezionare Supporti multimediali o Bluetooth attraverso l'opzione Impostazioni. 9. Riproduzione continua: toccare per attivare la riproduzione continua del brano corrente. 10. Passa al brano successivo/esegui scansione in avanti: toccare per passare all'inizio del brano successivo oppure tenere premuto per eseguire la scansione in avanti del brano corrente. La riproduzione riprende quando il pulsante viene rilasciato. 11. Pausa/riproduci: toccare per mettere in pausa la riproduzione. Sfiorarlo di nuovo per riprendere la riproduzione. 12. Passa al brano precedente/esegui scansione all'indietro: toccare per tornare all'inizio del brano corrente, oppure tenere premuto per eseguire la scansione indietro del brano corrente. La riproduzione riprende quando il pulsante viene rilasciato. 13. Shuffle: toccare per riprodurre casualmente i brani dalla cartella MP3, dalla cartella USB o dalla playlist ipod corrente. USO DI UN DISPOSITIVO PORTATILE Se si adopera un dispositivo di memoria di massa USB o un ipod omologato, è possibile controllare la riproduzione tramite i comandi sullo schermo a sfioramento. Se si sta utilizzando un dispositivo con tecnologia Bluetooth wireless, è possibile controllare la riproduzione tramite lo schermo a sfioramento, sebbene taluni comandi non siano disponibili. Se si sta utilizzando un dispositivo portatile tramite la presa AUX, è necessario controllare la riproduzione dal dispositivo stesso. È sconsigliato l'uso di un'unità a disco rigido tramite il collegamento USB mentre il veicolo è in marcia. Tali dispositivi non sono progettati per essere usati a bordo di un autoveicolo e potrebbero rimanere danneggiati. COLLEGAMENTO DI PIÙ DISPOSITIVI Non collegare alla porta USB dispositivi diversi dai dispositivi audio. È possibile collegare all interfaccia dei dispositivi portatili più dispositivi contemporaneamente, passando da uno all altro tramite l elenco Modalità. Selezionare ipod, USB, Bluetooth o AUX per passare da una modalità all'altra. Il dispositivo connesso per primo rimane quello attivo fino a quando non si sceglie di cambiarlo. 177

178 L Sistema multimediale Se, dopo essere passati al dispositivo appena collegato, si torna al primo dispositivo, la riproduzione riprende dal punto in cui era stata interrotta (solo USB e ipod). Nota: non è possibile utilizzare un hub USB per collegare più di un dispositivo USB al sistema multimediale. Nota: i dispositivi collegati alle porte ipod e USB vengono caricati durante l'uso, ma i dispositivi completamente scarichi non potranno funzionare. ABBINAMENTO E COLLEGAMENTO DI UN DISPOSITIVO BLUETOOTH Per ulteriori informazioni sull'abbinamento e sul collegamento di un dispositivo Bluetooth, vedere 204, INFORMAZIONI BLUETOOTH e 204, ABBINAMENTO E COLLEGAMENTO DI UN TELEFONO O DI UN DISPOSITIVO BLUETOOTH. Per ulteriori informazioni sulla tecnologia Bluetooth wireless, vedere 204, INFORMAZIONI BLUETOOTH. LICENZA Dolby, Pro Logic e il simbolo della doppia D sono marchi registrati di Dolby Laboratories. Prodotto su licenza a fronte dei brevetti statunitensi: 5,451,942; 5,956,674; 5,974,380; 5,978,762; 6,487,535 e altri brevetti statunitensi e internazionali rilasciati e in corso di rilascio. DTS e il simbolo sono marchi registrati, i loghi DTS 2.0+ Digital Out e DTS sono marchi registrati di DTS, Inc. Il prodotto include il software. DTS, Inc. Tutti i diritti riservati. Prodotto su licenza di Dolby Laboratories. 178

179 Riscaldamento e ventilazione CLIMATIZZAZIONE Per accedere alla schermata CLIMATIZZ. ANTERIORE, toccare Clima sulla schermata del menu HOME. Vedere 163, COMANDI SCHERMO A SFIORAMENTO. 1. Clima: toccare per selezionare la schermata CLIMATIZZ. ANTERIORE. 2. Sedili: toccare per selezionare la schermata del menu SEDILI. 3. Climatizzazione posteriore: toccare per selezionare la schermata del menu CLIMAT. POSTER.. 4. Climatizzazione temporizzata: toccare per selezionare il menu CLIMA TEMPORIZZATO. Vedere 183, CLIMATIZZAZIONE TEMPORIZZATA. 5. Icona di accensione: toccare per attivare/disattivare il sistema di comando della climatizzazione. 6. Distribuzione dell'aria sul parabrezza: toccare per accendere/spegnere. 7. Distribuzione dell'aria: toccare per selezionare l'area superiore (distribuzione a livello del viso) o inferiore (distribuzione a livello del corpo / dei piedi). 8. Sinc. temp.: selezionare per sincronizzare le impostazioni di climatizzazione dei passeggeri anteriori e posteriori a quelle del conducente. 179

180 L Riscaldamento e ventilazione 9. Icona Impostazioni: toccare per selezionare il menu IMPOSTAZIONI GENERALI, quindi selezionare Clima per visualizzare la schermata IMPOST. CLIMATIZZ Aumento della temperatura: premere ripetutamente per aumentare la temperatura per il lato anteriore sinistro del veicolo. 11. Sinc: premere per sincronizzare le impostazioni delle zone di climatizzazione del conducente e del passeggero anteriore. Sui veicoli dotati di comando della climatizzazione posteriore, premere per selezionare la modalità AUTO (vedere 16) per il lato sinistro. 12. Parabrezza termico: premere per accendere e spegnere. 13. Lunotto termico: premere per accendere e spegnere. Nota: il parabrezza e il lunotto termici funzionano soltanto quando il motore è in funzione. Non applicare etichette sul lunotto termico. Non raschiare e non usare materiali abrasivi per pulire la superficie interna del lunotto. 14. Distribuzione dell'aria: premere per selezionare la distribuzione dell'aria desiderata tramite la schermata CLIMATIZZAZIONE ANTERIORE. 15. Premere per selezionare il menu Sedili riscaldati/climatizzati. Vedere 182, SEDILI RISCALDATI e 182, SEDILI CLIMATIZZATI. 16. Modalità AUTO: premere per attivare/ disattivare la modalità totalmente automatica. A seconda delle specifiche del veicolo, le varie opzioni per la modalità AUTO possono essere impostate attraverso il menu IMPOST. CLIMATIZZ Aumento temperatura: premere ripetutamente per aumentare la temperatura per il lato anteriore destro del veicolo. 18. Riduzione temperatura: premere ripetutamente per ridurre la temperatura per il lato anteriore sinistro del veicolo. 19. Ricircolo: premere per attivare il ricircolo temporizzato (il ricircolo temporizzato funziona per 4 minuti) oppure tenere premuto per attivare il ricircolo continuo. Premere nuovamente per spegnerli. Nota: l'uso prolungato alle basse temperature può provocare l'appannamento dei cristalli. 20. Sbrinamento massimo: premere per attivare/disattivare lo sbrinamento massimo del parabrezza. 21. Riduzione velocità ventilatore: premere per ridurre la velocità del ventilatore. 22. Aumento velocità ventilatore: premere per aumentare la velocità del ventilatore. 23. MAX A/C: premere per attivare/ disattivare la modalità dell'aria condizionata (A/C) massima. 24. A/C: premere per attivare/disattivare il sistema dell'aria condizionata (A/C). 25. Riduzione temperatura: premere ripetutamente per diminuire la temperatura per il lato anteriore destro del veicolo. 180

181 Riscaldamento e ventilazione Nota: alcuni pulsanti sono dotati di una spia LED che si accende per confermare la selezione. Cassetto portaoggetti refrigerato La temperatura del cassetto portaoggetti può essere controllata attraverso il diffusore presente nel cassetto portaoggetti. Ruotare in senso antiorario per aprire il diffusore o in senso orario per chiuderlo. Nota: la temperatura del cassetto portaoggetti può essere diminuita solo se il motore è in funzione e l'aria condizionata (A/C) è attiva. VIDEO INFORMATIVO IMPOSTAZIONI DI CLIMATIZZAZIONE Per visualizzare il menu IMPOST. CLIMATIZZ., selezionare Clima dal menu IMPOSTAZIONI GENERALI. Vedere 179, CLIMATIZZAZIONE. Sensibilità auto: il sensore di qualità dell'aria, per il ricircolo automatico, può essere impostato su Basso, Medio o Alto. Selezionare Off per disattivare il ricircolo automatico. Auto elettrica: la velocità del ventilatore per il funzionamento automatico può essere impostata su Bassa, Media o Alta. Vetro autoriscaldato: è possibile attivare/disattivare il funzionamento automatico del parabrezza termico e/ o del lunotto termico. Nota: la selezione della modalità di guida ECO potrebbe modificare automaticamente alcuni stati e impostazioni di questi menu (a seconda delle selezioni precedenti). Vedere 149, MODALITÀ ECO. RICIRCOLO AUTOMATICO Se è montato un sensore di qualità dell'aria, il sistema di comando della climatizzazione monitora il livello di inquinamento esterno dell'aria e, se questo raggiunge una determinata soglia, seleziona il ricircolo. Questa funzione è attiva solo se abilitata nel menu IMPOST. CLIMATIZZ. Anche la sensibilità del ricircolo può essere modificata nel menu IMPOST. CLIMATIZZ. Vedere 181, SENSORE DI QUALITÀ DELL'ARIA. Premendo il tasto di ricircolo non si disattiva il ricircolo automatico. SENSORE DI QUALITÀ DELL'ARIA La sensibilità del sensore di qualità dell'aria può essere regolata tramite lo schermo a sfioramento: 181

182 L Riscaldamento e ventilazione 1. Toccare l'icona relativa alle impostazioni per selezionare il menu a comparsa IMPOSTAZIONI, quindi selezionare Clima per visualizzare la schermata IMPOST. CLIMATIZZ.. 2. Toccare i tasti funzione sullo schermo per aumentare/diminuire la Sensibilità auto. Per disattivare il rilevamento della qualità dell'aria, toccare Off. SEDILI RISCALDATI Nota: i riscaldatori dei sedili consumano una quantità significativa di corrente della batteria. I dispositivi funzionano soltanto quando il motore è in funzione. Nota: se in dotazione, i sedili posteriori riscaldati (non climatizzati) possono essere azionati soltanto tramite i pulsanti sul retro della console centrale. Premere il pulsante del relativo sedile posteriore riscaldato per accendere il riscaldatore del sedile desiderato all'impostazione massima. Le 3 spie LED sul pulsante si accendono. Premere una seconda volta per impostare il sedile riscaldato a un livello medio. Si accendono 2 spie LED. Premere una terza volta per impostare il sedile riscaldato al livello più basso. 1 spia LED si accende. Premere una quarta volta per spegnere il dispositivo. SEDILI CLIMATIZZATI Nota: i sedili riscaldati/climatizzati funzionano soltanto se il motore è in funzione. Toccare il tasto funzione Sedili anteriori dal menu CLIMATIZZAZIONE ANTERIORE oppure premere il pulsante Sedile riscaldato/climatizzato. Nota: viene visualizzato il menu SEDILI ANTERIORI. Nota: un'icona del sedile, nella parte superiore dello schermo a sfioramento, cambia colore per indicare lo stato dei sedili climatizzati: rosso per il funzionamento del riscaldamento e blu per il funzionamento della ventilazione con aria fresca. Funzionamento del riscaldamento Toccare l'icona con la freccia verso l'alto per attivare i sedili climatizzati sull'impostazione di temperatura massima (3 barre rosse). Toccare l'icona con la freccia verso il basso una o due volte per ridurre l'impostazione di temperatura (2 e 1 barre rosse). Toccare la freccia verso il basso una terza volta per spegnere il sedile climatizzato. Funzionamento della ventilazione con aria fresca Toccare l'icona con la freccia verso il basso per attivare i sedili climatizzati sull'impostazione di temperatura minima (3 barre blu). Toccare l'icona con la freccia verso l'alto una o due volte per aumentare la temperatura (2 e 1 barre blu). Toccare la freccia verso l'alto una terza volta per spegnere il sedile climatizzato. Selezione della zona del sedile La selezione ripetuta del tasto funzione Zona del sedile consente di scorrere tra 3 opzioni: sedile completo, solo cuscino o solo schienale. 182

183 Riscaldamento e ventilazione RISCALDATORE AUSILIARIO Il veicolo può essere dotato di un riscaldatore ausiliario alimentato dal carburante prelevato dal serbatoio. Il riscaldatore ausiliario funziona a basse temperature ambiente e contribuisce a riscaldare il liquido di raffreddamento del motore per migliorare le prestazioni del riscaldatore. Inoltre, esso può essere controllato dal sistema di comando della climatizzazione temporizzato o dal telecomando della climatizzazione temporizzata (se presente). Se il riscaldatore ausiliario è in funzione, possono essere visibili fumi di scarico che fuoriescono dalla parte anteriore inferiore del veicolo. Questa condizione è normale e non deve destare preoccupazione. Non mettere in funzione il riscaldatore ausiliario quando si rifornisce di carburante il veicolo. I vapori combustibili possono innescare un incendio o un'esplosione. Non mettere in funzione il riscaldatore ausiliario quando il veicolo si trova in spazi chiusi. L'accumulo di fumi altamente tossici può provocare la perdita di conoscenza o la morte. CLIMATIZZAZIONE TEMPORIZZATA Il sistema di climatizzazione temporizzata crea nell'abitacolo una temperatura confortevole prima dell'utilizzo del veicolo oppure mantiene una determinata temperatura quando si lascia il veicolo per un breve periodo. Il sistema di climatizzazione temporizzata è dotato di opzioni di comando per la configurazione temporizzata e manuale tramite lo schermo a sfioramento oppure può essere azionato a distanza tramite il telecomando della climatizzazione temporizzata. In base alla temperatura esterna, il sistema di climatizzazione temporizzata stabilisce automaticamente se aspirare aria esterna all'interno per raffreddare l'abitacolo oppure se azionare il riscaldatore ausiliario per riscaldarlo. Inoltre, in caso di temperature ambiente basse, il riscaldatore ausiliario contribuisce a migliorare la temperatura del liquido di raffreddamento del motore per ottimizzare le prestazioni del riscaldatore e dell'avviamento. Nota: quando il riscaldatore è in funzione, possono essere visibili fumi di scarico che fuoriescono dalla parte anteriore inferiore del veicolo. Questa condizione è normale e non deve destare preoccupazione. Non mettere in funzione il sistema di climatizzazione temporizzata quando si rifornisce di carburante il veicolo. I vapori combustibili possono innescare un incendio o un'esplosione. Non mettere in funzione il sistema di climatizzazione temporizzata quando il veicolo si trova in spazi chiusi. L'accumulo di fumi altamente tossici può provocare la perdita di conoscenza o la morte. La climatizzazione temporizzata potrebbe non funzionare o disattivarsi automaticamente nelle seguenti condizioni: Se il livello del carburante è insufficiente. Il livello di carica della batteria del veicolo è insufficiente. 183

184 L Riscaldamento e ventilazione Se la temperatura del refrigerante è pari o superiore al valore richiesto. COMANDI CLIMATIZZAZIONE TEMPORIZZATA SCHERMO A SFIORAMENTO Lo schermo a sfioramento può essere utilizzato per preimpostare i tempi di attivazione oppure per azionare manualmente il sistema. Per impostare un programma di climatizzazione temporizzato: Selezionare Clima temporizzato dalla schermata CLIMATIZZ. ANTERIORE o dalla pagina FUNZIONI EXTRA. Selezionare Timer 7 giorni (1) o Evento sing. (2). Una volta selezionato, toccare IMPOSTA (3). Timer 7 giorni: selezionare il giorno, quindi selezionare l'ora di inizio (ore e minuti) per ciascuna delle 2 impostazioni utilizzando le frecce. Questi orari possono essere impostati anche per Tutta la settimana. Quando il sistema è in funzione, il LED del pulsante AUTO o A/C del comando della climatizzazione lampeggia. AUTO indica che il motore o l'abitacolo sono riscaldati. A/C indica che l'abitacolo è ventilato. La scelta del funzionamento è determinata automaticamente dal sistema a seconda della temperatura esterna. Nota: il sisse il sistema di comando dellatema blocca il funzionamento se si avvia il motore. Evento sing.: impostare l'ora di inizio e toccare IMPOSTA. Nota: l'ora viene visualizzata nel formato a 12/24 ore in base alla selezione effettuata nel menu IMPOSTAZ. SISTEMA. Vedere 165, IMPOSTAZIONI SISTEMA. Se si avvia il motore, il ciclo di riscaldamento corrente viene annullato. Il ciclo di riscaldamento programmato può comunque essere annullato toccando il relativo tasto funzione (1 o 2) nel menu CLIMA TEMPORIZZATO. 184

185 Riscaldamento e ventilazione USO DEL TELECOMANDO DI CLIMATIZZAZIONE TEMPORIZZATA 1. Tasto ON (accensione). 2. Tasto OFF (spegnimento). 3. Indicatore di funzionamento a LED (diodo ad emissione luminosa). 4. Antenna. Nota: evitare di toccare l'antenna quando si preme il pulsante ON o OFF. Il telecomando ha un raggio di azione di circa 100 metri. Non è necessario puntare il telecomando verso il veicolo. Tenere premuto il tasto ON per circa 2 secondi. La spia di funzionamento LED segnala i vari stati e condizioni del sistema di climatizzazione temporizzata a distanza: Quando si preme un pulsante, il LED si accende in verde e indica lo stato seguente: Una serie di brevi lampeggi verdi: richiesto funzionamento del riscaldatore. 12 lampeggi verdi prolungati: riscaldatore acceso. 12 lampeggi rossi prolungati: riscaldatore spento. 18 lampeggi rossi brevi (in gruppi di 3): nessuna comunicazione con il ricevitore. 12 lampeggi rossi brevi: errore. Se la spia di funzionamento LED emette 6 lampeggi rossi brevi alla pressione di un pulsante, la batteria nel telecomando deve essere sostituita. Vedere 186, SOSTITUZIONE DELLE BATTERIE DEL TELECOMANDO. Il programma della climatizzazione temporizzata a distanza continuerà per minuti per poi spegnersi automaticamente al fine di evitare lo scaricamento della batteria del veicolo. Inoltre, si spegne automaticamente se viene avviato il motore. Nota: il telecomando della climatizzazione temporizzata funziona solo una volta per ogni avviamento del motore per evitare lo scaricamento della batteria. TELECOMANDI AGGIUNTIVI È possibile programmare telecomandi aggiuntivi di azionamento del riscaldatore. Sul veicolo si possono programmare fino a un massimo di 4 telecomandi. Contattare il concessionario/riparatore autorizzato per acquistare i telecomandi aggiuntivi e farli programmare per il veicolo. 185

186 L Riscaldamento e ventilazione SOSTITUZIONE DELLE BATTERIE DEL TELECOMANDO Con la parte anteriore del telecomando rivolta verso l'alto, premere sul retro del coperchio di accesso e spingerlo a fondo per estrarlo ed aprire il vano della batteria. Si noti che la batteria deve essere inserita con il lato positivo rivolto verso l'alto. Estrarre la batteria usata e, mantenendo la polarità corretta, inserire una batteria CR2032 nuova da 3 volt. Allineare e riposizionare il coperchio nella posizione originale. 186

187 Riscaldamento e ventilazione SISTEMA DI CLIMATIZZAZIONE POSTERIORE 1. Regolazione della temperatura: selezionare la freccia rossa per aumentare la temperatura e la freccia blu per diminuirla. La temperatura impostata viene visualizzata sopra le frecce. 2. Distribuzione dell'aria al livello pedana: toccare per attivare/disattivare. 3. Distribuzione dell'aria al livello viso: toccare per attivare/disattivare. 4. Ausiliario: toccare per attivare/ disattivare il ventilatore ausiliario posteriore. 5. Auto: toccare per attivare/disattivare il funzionamento automatico. 6. Bloc. pan. pos.: selezionare per disabilitare gli interruttori di comando della climatizzazione posteriore per impedire ai passeggeri dei sedili posteriori di regolare le impostazioni della climatizzazione posteriore. Selezionare nuovamente per riattivare i comandi. La climatizzazione posteriore può essere regolata grazie ai comandi situati nella console centrale posteriore. 1. Comandi della temperatura: ruotare per regolare la temperatura. La temperatura viene visualizzata sullo schermo a sfioramento anteriore, nel menu CLIMAT. POSTER.. 2. Velocità ventilatore: ruotare per regolare la velocità del ventilatore. 187

188 L Riscaldamento e ventilazione 3. Comando AUTO: premere per attivare o disattivare il funzionamento automatico. 4. Ventilatore ausiliario posteriore: premere per attivare/disattivare. 5. Comandi temperatura sedili: premere la freccia rossa per aumentare la temperatura e la freccia blu per diminuirla. 6. Comandi zona del sedile climatizzato: premere per selezionare la ventilazione su sedile intero, solo cuscino del sedile o solo schienale. 7. Distribuzione dell'aria al livello pedana: premere per attivare o disattivare. 8. Distribuzione dell'aria al livello viso: premere per attivare o disattivare. Nota: Alcuni pulsanti sono dotati di una spia LED che si accende per confermare la selezione. Nota: oltre ai comandi selezionabili, il menu CLIMATIZZAZIONE POSTERIORE visualizza simboli che indicano lo stato delle funzioni di riscaldamento e ventilazione. Nota: se il sistema di comando della climatizzazione è disattivato, la pressione del pulsante posteriore AUTO lo attiva. Nota: se il sistema è in modalità sbrinamento, tutti i comandi posteriori sono disabilitati e non arriva alcun flusso d aria agli occupanti dei sedili posteriori. 188

189 Sensori di parcheggio USO DEL SISTEMA DI ASSISTENZA PARCHEGGIO 1. Interruttore dei sensori di parcheggio. Ubicato accanto allo schermo a sfioramento. 2. Aree di rilevamento dei sensori di parcheggio. 3. Aree di rilevamento del sensore di comando della distanza di parcheggio 360. I sensori di parcheggio e di PDC 360 non rilevano la presenza di oggetti in movimento, ad esempio bambini e animali, fino a quando questi non vengano a trovarsi pericolosamente vicino al veicolo. Durante la manovra, prestare sempre la massima attenzione. I sensori di parcheggio e di PDC 360 potrebbero non rilevare determinati ostacoli, ad esempio pali di larghezza ridotta o piccoli oggetti vicini al suolo. Gli oggetti che si trovano al di sopra del livello del sensore potrebbero non essere rilevati. Ad esempio, quando ci si avvicina a una piattaforma, la parte sporgente della stessa non viene rilevata. Se sul retro del veicolo sono montati degli accessori, prestare particolare attenzione durante le manovre in retromarcia. I sensori posteriori segnalano esclusivamente la distanza tra il paraurti e l'ostacolo o l'accessorio, se rilevata. Nota: se un rimorchio viene collegato a una presa del rimorchio approvata da Jaguar Land Rover, i sensori posteriori vengono disabilitati. 189

190 L Sensori di parcheggio I sensori di parcheggio e il sistema PDC 360 forniscono assistenza al conducente durante le manovre del veicolo in spazi ristretti. Se attivo, il rilevamento di oggetti nella parte anteriore, laterale o posteriore del veicolo viene visualizzato sullo schermo a sfioramento. I 4 sensori laterali forniscono un monitoraggio per il comando della distanza di parcheggio a 360 lungo i lati del veicolo. Quando il veicolo passa accanto a un oggetto che rientra nella portata di rilevamento del sensore, i sistemi integrati del veicolo calcolano la sua traiettoria all'interno dell'area monitorata dal comando della distanza di parcheggio 360. Quando viene rilevato un oggetto, il sistema emette un segnale acustico la cui frequenza aumenta man mano che il veicolo si avvicina all'oggetto. Il segnale acustico diventa costante quando l'ostacolo si trova a una distanza di 300 mm dal veicolo. Quando il veicolo è fermo, i sensori non sono in grado di rilevare oggetti/persone che si avvicinano lateralmente. Inoltre, all'avviamento del veicolo, il veicolo non dispone di alcuna informazione da parte dei sensori rispetto a oggetti/persone presenti lateralmente. In queste due situazioni, sullo schermo a sfioramento viene visualizzato il simbolo! in queste zone di rilevamento virtuale. I sensori anteriori, laterali e posteriori esterni monitorano un'area di 1,2 metri attorno al veicolo. I sensori posteriori interni monitorano un'area di 1,8 metri posteriormente al veicolo. I sensori di parcheggio e il sistema PDC 360 si attivano automaticamente quando si seleziona la retromarcia (R). Se viene selezionata una marcia avanti mentre il sistema è attivo, i sensori anteriori e anteriori laterali rimangono attivi fino a quando la velocità del veicolo non raggiunge i 16 km/h (10 mph); a quel punto il sistema viene disattivato. Nota: per abilitare manualmente i sensori anteriori e laterali in direzione di marcia avanti, premere l'interruttore dei sensori di parcheggio per meno di 3 secondi. La spia LED si illumina a conferma della selezione. Premere nuovamente l'interruttore per disabilitare temporaneamente l'uso di questa impostazione. La spia LED si spegne a conferma della selezione. Nota: I sensori di parcheggio si disattivano se la velocità del veicolo supera i 16 km/h (10 mph). Nota: I sensori devono essere mantenuti puliti affinché possano funzionare in modo preciso ed efficiente. Vedere 255, SENSORI E TELECAMERE. GUASTO AL SISTEMA DI ASSISTENZA PARCHEGGIO Se si rileva un guasto al sistema, viene emesso un tono lungo e acuto e la spia dell'interruttore inizia a lampeggiare. Inoltre, viene visualizzato un messaggio relativo ai sensori di parcheggio sullo schermo a sfioramento. Rivolgersi il prima possibile a un rivenditore/riparatore autorizzato. TELECAMERA POSTERIORE È responsabilità del guidatore rilevare ostacoli e stimare la loro distanza dal veicolo durante la retromarcia. La telecamera potrebbe non rilevare la presenza di certi oggetti sporgenti o barriere che potrebbero danneggiare il veicolo. 190

191 Sensori di parcheggio La telecamera deve essere mantenuta pulita e priva di detriti oppure ostruzioni, ad esempio adesivi, detriti, foglie, fango, neve, ghiaccio, brina o insetti. in caso contrario il calcolo potrebbe risultare impreciso o errato. La telecamera posteriore, montata sopra la targa posteriore, assicura un'immagine dell'area situata dietro il veicolo, a supporto delle manovre in retromarcia. Quando si seleziona la retromarcia (R), sullo schermo a sfioramento viene automaticamente visualizzata una schermata con un'immagine grandangolare a colori del retro del veicolo. Nota: i veicoli dotati di sistema di telecamere periferico possono suddividere l'immagine della vista posteriore sullo schermo per avere una visuale a 360. Vedere 163, COMANDI SCHERMO A SFIORAMENTO. La telecamera posteriore fornisce un'immagine dell'area retrostante del veicolo per agevolare le manovre in retromarcia. Sovrapposte all'immagine sono presenti delle linee guida per la retromarcia e l'indicazione sui sensori attivi. Nota: la visualizzazione dell'immagine ripresa dalla telecamera posteriore ha la priorità rispetto alla schermata del parcheggio assistito. Per annullare in qualunque momento la visualizzazione delle immagini riprese dalla telecamera posteriore, premere il pulsante Menu principale o il tasto funzione Indietro. 1. Linea tratteggiata: la larghezza di manovra sicura del veicolo (inclusi gli specchietti retrovisori esterni). 2. Linea continua: la traiettoria proiettata basata sulla posizione corrente del volante. 3. Attivazione dei sensori di parcheggio: viene visualizzata un'area colorata, per indicare quali sensori posteriori sono stati attivati. 4. Linee guida per l'accesso al bagagliaio: non oltrepassare questo limite in retromarcia se si desidera accedere al bagagliaio. Nota: la qualità delle immagini visualizzate dalle telecamere può variare in base alle diverse condizioni di luce. Per regolare le impostazioni della telecamera posteriore in retromarcia (R), toccare qualsiasi punto dello schermo a sfioramento per visualizzare le opzioni dell'utente. 191

192 L Sensori di parcheggio Nota: i menu e le icone delle opzioni utente differiscono sui veicoli con solo telecamera posteriore o sistema di telecamere periferico. Per i veicoli dotati soltanto di una telecamera posteriore, toccare una delle opzioni utente, quindi l'icona indietro: Toccare per abilitare o disabilitare le linee guida del parcheggio automatico. Toccare per attivare/disattivare gli elementi grafici attivi relativi al sensore/ai sensori. Toccare per attivare o disattivare le linee guida di assistenza all'attacco del rimorchio. Utilizzare questa funzione per facilitare le manovre per l'attacco del gancio. Come linea guida per la retromarcia viene visualizzata una singola linea. Vedere 101, ASSISTENZA ALL'ATTACCO DEL RIMORCHIO. Per i veicoli dotati di sistema di telecamere periferico: 1. Assistenza all'attacco del rimorchio: selezionare OFF o ON. Vedere 101, ASSISTENZA ALL'ATTACCO DEL RIMORCHIO. 2. Assistenza al parcheggio: selezionare OFF o ON. 3. Immagini parcheggio assistito: selezionare OFF o ON. 4. Vista dall'alto PDC: selezionare OFF o ON. La visualizzazione sullo schermo a sfioramento dell'immagine ripresa dalla telecamera posteriore viene interrotta in uno dei seguenti casi: Una marcia avanti è selezionata per più di cinque secondi. Viene selezionata una marcia avanti e/o la velocità del veicolo è superiore a 18 km/h (11 mph). RILEVAMENTO TRAFFICO IN RETROMARCIA Il sistema di rilevamento traffico in retromarcia (RTD) è una funzione che va ad integrare, e non a sostituire, uno stile di guida sicuro e l'utilizzo degli specchietti retrovisori esterni e dello specchietto retrovisore dell'abitacolo. Nota: il sistema RTD viene disattivato automaticamente quando il sistema di parcheggio automatico è attivo. Oltre alle funzionalità offerte dal sistema telecamera posteriore, il sistema RTD fornisce segnalazioni al conducente relativamente a veicoli in movimento, su entrambi i lati, che potrebbero risultare pericolosi durante le manovre in retromarcia. 192

193 Sensori di parcheggio 1. L'icona di avvertenza color ambra lampeggia nel corrispondente specchietto retrovisore esterno e viene emesso un segnale acustico per indicare la presenza di un veicolo in movimento. 2. Quando il sistema RTD è disattivato, su entrambi gli specchietti retrovisori esterni compare un punto di color ambra. 3. Sulla schermata della telecamera posteriore o dei sensori di parcheggio viene visualizzata un'avvertenza sui lati corrispondenti della schermata. Per passare dalla schermata della telecamera posteriore a quella dei sensori di parcheggio e viceversa, toccare l'immagine della telecamera o l'icona Telecamere. Il sistema può essere attivato o disattivato tramite il menu del quadro strumenti. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. SENSORI DI RILEVAMENTO TRAFFICO IN RETROMARCIA Il sistema RTD si disattiva automaticamente se uno dei sensori viene oscurato parzialmente o completamente. La spia luminosa puntiforme color ambra si accende sugli specchietti retrovisori esterni, mentre sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio Sensore traffico in retromarcia ostruito. Controllare che nulla oscuri il paraurti posteriore e che su quest'ultimo non siano presenti ghiaccio, brina, neve, fango e sporco. Se viene rilevato un guasto in un sensore radar, una spia luminosa puntiforme color ambra compare sugli specchietti retrovisori esterni, mentre sul centro messaggi viene visualizzato Rilevamento del traffico in retromarcia non disponibile. Nota: anche se il guasto rilevato riguarda il sensore radar su un solo lato del veicolo, l'intero sistema viene disattivato. Se il guasto è temporaneo, il sistema riprende a funzionare correttamente dopo aver spento e riacceso il motore. In caso di guasto, consultare il proprio rivenditore/riparatore autorizzato. 193

194 L Sistema di parcheggio automatico SISTEMA DI PARCHEGGIO AUTOMATICO Il park assist è una funzione che agevola le manovre di ingresso e uscita del veicolo da un parcheggio in parallelo e perpendicolare. Il Park Assist assume il controllo dello sterzo del veicolo per effettuare le manovre. Il conducente deve mantenere il pieno controllo di acceleratore e freni per tutta la durata della manovra con il sistema di parcheggio automatico. Nota: per annullare in un qualsiasi momento una manovra del Park Assist, trattenere o ruotare il volante oppure premere il tasto del Park Assist. Il Park Assist comprende 3 diverse funzioni: 1. Parcheggio in parallelo: per entrare in retromarcia in uno spazio di parcheggio parallelo al veicolo. 2. Parcheggio perpendicolare: per entrare in retromarcia in uno spazio di parcheggio con un'angolazione di 90 rispetto al veicolo. 3. Uscita dal parcheggio: per uscire da uno spazio di parcheggio in parallelo. Tutte le istruzioni del Park Assist vengono visualizzate sul centro messaggi. I sensori di parcheggio automatico potrebbero non rilevare la presenza di oggetti in movimento, ad esempio un bambino o un animale, fino a quando questi non vengano a trovarsi pericolosamente vicino al veicolo. Durante la manovra, prestare sempre la massima attenzione e usare sempre gli specchietti. Il parcheggio automatico è soltanto un dispositivo di ausilio alla guida. È il conducente che continua ad avere la responsabilità di guidare con scrupolo e attenzione durante le manovre di parcheggio. 194

195 Sistema di parcheggio automatico I sensori del Park Assist potrebbero non rilevare determinati ostacoli, ad esempio pali di larghezza ridotta, piccoli oggetti in prossimità del suolo, recinzioni a rete e, in alcune circostanze, biciclette o motociclette parcheggiate lungo il marciapiede. Gli oggetti che si trovano al di sopra del livello del sensore potrebbero non essere rilevati. Ad esempio, quando ci si avvicina a una piattaforma, la parte sporgente della stessa non viene rilevata. Mantenere tutti i sensori puliti e privi di detriti od ostruzioni, ad esempio foglie, fango, neve, ghiaccio, brina o insetti. In caso contrario il calcolo da parte dei sensori potrebbe non essere preciso o non corretto. Il Park Assist non deve essere utilizzato se: Viene utilizzata temporaneamente una ruota di scorta. Un sensore o un paraurti è danneggiato quanto basta a influire sul punto di montaggio del sensore. Un sensore viene ostruito da oggetti fissati al veicolo, ad esempio rivestimenti del paraurti, portabiciclette o adesivi. Il veicolo viene utilizzato per trasportare un carico che sporge oltre il perimetro del veicolo stesso. Nota: quando si utilizza il park assist, tutte le portiere e il bagagliaio devono essere ben chiusi. Nota: durante una manovra con park assist, il sistema di sensori di parcheggio rimane attivo e viene emesso un segnale acustico in caso di rilevamento di oggetti in prossimità del veicolo. VIDEO INFORMATIVO SELEZIONE DEL SISTEMA DI ASSISTENZA AL PARCHEGGIO Il pulsante del park assist si trova accanto allo schermo a sfioramento. Una breve pressione del pulsante attiva il sistema e provoca l'accensione del LED del pulsante. Utilizzare il pulsante del park assist per scorrere le 3 funzioni relative disponibili: Una prima pressione attiva il sistema e seleziona il Parcheggio parallelo. Una seconda pressione seleziona il Parcheggio in perpendicolare. Una terza pressione seleziona Uscita parcheggio. Una quarta pressione disattiva il sistema e provoca lo spegnimento del LED del pulsante. Il nome della funzione selezionata viene visualizzato nel centro messaggi. Seguire le istruzioni e gli avvisi mostrati sul centro messaggi per completare la manovra richiesta. USO DEL PARCHEGGIO AUTOMATICO Per assistenza durante il parcheggio, selezionare il Parcheggio in parallelo o il Parcheggio in perpendicolare. 195

196 L Sistema di parcheggio automatico A mano a mano che il veicolo procede in avanti, il sistema valuta le dimensioni dei potenziali spazi disponibili per il parcheggio. Nota: affinché il Park Assist esegua la ricerca correttamente, mantenere una distanza tra il veicolo e la fila di veicoli parcheggiati/ostacoli tra cui si intende parcheggiare il veicolo compresa tra 0,5 m e 1,5 m. Nota: alla prima attivazione, il sistema di parcheggio automatico cerca uno spazio sul lato del veicolo in corrispondenza del passeggero anteriore. Per cercare uno spazio di parcheggio sul lato del guidatore, segnalare la svolta in tale direzione (utilizzando l'indicatore di direzione). Nota: la funzione di ricerca automatica del sistema di parcheggio automatico si attiva a velocità inferiori a 30 km/h (18 mph). Quando si seleziona il park assist, la funzione di ricerca automatica potrebbe aver già rilevato uno spazio adatto. Sul centro messaggio viene visualizzato il relativo messaggio. Quando viene rilevato uno spazio adatto, viene emesso un breve tono di conferma e sul display del centro messaggi viene visualizzato un messaggio. Nota: se il sistema Park Assist rileva che gli altri veicoli sono troppo vicini ai lati per eseguire una manovra di parcheggio, lo spazio verrà rifiutato, anche se è grande abbastanza per il veicolo. Il conducente ha comunque la possibilità di disattivare il Park Assist e tentare la manovra manualmente. Per assistenza in fase di uscita dallo spazio di parcheggio, selezionare Uscita dal parcheggio. Affinché la funzione Uscita dal parcheggio possa funzionare correttamente, il veicolo deve essere parcheggiato in uno spazio dove gli altri veicoli oppure oggetti sono: Parcheggiati davanti al veicolo. Parcheggiati davanti o dietro al veicolo. Nota: la funzione Uscita dal parcheggio funziona solo quando il veicolo è stato parcheggiato in parallelo. La funzione Uscita dal parcheggio non consente manovre da uno spazio di parcheggio perpendicolare. Non eseguire una manovra di uscita dal parcheggio fino alla visualizzazione del messaggio Marcia avanti con cautela sul centro messaggi. Per tutte e 3 le funzioni del park assist, seguire le istruzioni visualizzate nel centro messaggi fino al completamento della manovra di parcheggio o uscita dal parcheggio. Sebbene il veicolo assuma il controllo durante l'ingresso o l'uscita dal parcheggio, il conducente deve mantenere il pieno controllo dei pedali di freno e acceleratore durante tutta la manovra. Nota: se il veicolo supera la velocità di 6 km/h (3 mph) durante la manovra di parcheggio, il Park Assist visualizza il messaggio Velocità eccessiva (Ridurre la velocità), fino a quando la velocità del veicolo non scende sotto i 6 km/h (3 mph). Se la velocità del veicolo supera i 7 km/h (4 mph), il parcheggio automatico si disattiva. Se viene rilevato un guasto al sistema, viene emesso un segnale acustico continuo e nel centro messaggi viene visualizzato un messaggio. Rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. 196

197 Sistema di parcheggio automatico LIMITAZIONI DEL SISTEMA DI PARCHEGGIO AUTOMATICO Il sistema Park Assist è una funzione che va ad integrare e non a sostituire uno stile di guida sicuro e attento. Il conducente è sempre responsabile e deve quindi garantire manovre in retromarcia sicure. Il parcheggio automatico potrebbe fornire risultati errati se: Variazione delle dimensioni e della forma degli spazi di parcheggio dopo che il sistema ha eseguito la misurazione. Ad esempio, per la presenza di marciapiedi irregolari o ricoperti di foglie, neve, ecc. Quando il veicolo viene utilizzato per trasportare un carico che sporge oltre il perimetro del veicolo. I sensori sono disallineati a causa di un impatto o una collisione non grave. Il veicolo è stato riparato o alterato in modo non approvato dal concessionario/riparatore autorizzato. Sul veicolo sono installati ruote o pneumatici non omologati. Uno dei veicoli parcheggiati ha un'attrezzatura collegata come ad esempio piattaforme, spazzaneve o gru idrauliche di dimensioni ridotte. Lo spazio di parcheggio si trova in un angolo o in curva. I sensori sono sporchi o ricoperti di fango, ghiaccio o neve. In caso di nebbia, pioggia o neve. Su fondi stradali sconnessi come ad esempio sulla ghiaia. In presenza di una barra o un gancio di traino. È collegato un rimorchio. Nota: in caso di collegamento di un rimorchio alla presa rimorchio approvata da Jaguar Land Rover, il sistema di parcheggio automatico viene disabilitato. Se si incontra un ostacolo sottile o cuneiforme. Se si incontra un ostacolo sopraelevato e/o sporgente, come ad esempio terrazzi o rami. Se si incontra un ostacolo con spigoli o bordi appuntiti. RISOLUZIONE DEI PROBLEMI DEL SISTEMA DI ASSISTENZA PARCHEGGIO La funzione Park Assist non ricerca uno spazio di parcheggio: Il sistema potrebbe non essere attivo. Il veicolo potrebbe procedere a una velocità superiore a 30 km/h (18 mph). I sensori potrebbero essere ricoperti o parzialmente oscurati da detriti, fango, ghiaccio o neve. 197

198 L Sistema di parcheggio automatico La funzione di parcheggio automatico non rileva uno spazio di parcheggio: I sensori potrebbero essere ricoperti o parzialmente oscurati da detriti, fango, ghiaccio o neve. Lo spazio potrebbe non essere sufficientemente largo oppure sul lato opposto del veicolo potrebbe non essere disponibile spazio sufficiente per eseguire la manovra. Il veicolo potrebbe essere stato condotto oltre 1,5 m dalla fila dei veicoli parcheggiati. Il veicolo potrebbe essere stato condotto entro 41 cm dalla fila dei veicoli parcheggiati. Il veicolo potrebbe essere stato azionato in retromarcia. Il sistema di parcheggio automatico cerca uno spazio per il parcheggio solo quando il cambio del veicolo è in posizione di marcia avanti (D). L'angolo di attacco potrebbe non essere adeguato. Il Park Assist non ha posizionato il veicolo in modo preciso all'interno dello spazio disponibile: Potrebbe essere stati soddisfatti uno o più criteri di limitazione del sistema. Vedere 197, LIMITAZIONI DEL SISTEMA DI PARCHEGGIO AUTOMATICO. 198

199 Telecamere SISTEMA DI TELECAMERE SURROUND È responsabilità del conducente rilevare ostacoli e stimare la loro distanza dal veicolo durante le manovre. Per attivare il sistema di telecamere periferico, premere il tasto Surround sullo schermo a sfioramento. In alternativa, selezionare FUNZIONI EXTRA nel Menu principale, quindi Telecamere. Vedere 166, FUNZIONI EXTRA. 1. Immagine a schermo condiviso sul lato sinistro. 2. Freccia di selezione telecamera. 3. Freccia di selezione telecamera (evidenziata quando selezionata). 4. Vista panoramica: toccare per visualizzare una vista a 360 del veicolo e delle immediate vicinanze utilizzando tutte e quattro le telecamere. 5. Immagine a schermo condiviso sul lato destro. 6. Toccare per selezionare il menu IMPOSTAZIONI DELLA TELECAMERA. Assistenza all'attacco del rimorchio: selezionare ON o OFF. Guida sensori di parcheggio: selezionare ON o OFF. Grafica parcheggio assistito: selezionare ON o OFF. 199

200 L Telecamere Vista dall'alto PDC 360 : selezionare ON o OFF. 7. Toccare per selezionare Assistenza rimorchio. Prima di procedere al traino, selezionare per aggiungere un rimorchio al sistema oppure selezionare un rimorchio già immesso nel sistema. Per aggiungere un rimorchio, seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo. 8. Toccare per selezionare Parcheggio assistito. Vedere 189, USO DEL SISTEMA DI ASSISTENZA PARCHEGGIO. 9. Toccare per selezionare le Telecamere periferiche. È possibile visualizzare contemporaneamente massimo 2 inquadrature (anziché una vista a 360 ). Per cambiare un'inquadratura della telecamera se sono selezionate 2 viste, occorre prima di tutto deselezionarne una. 10. Toccare per ingrandire a schermo intero oppure per ottenere un'inquadratura più ampia. 11. Toccare per disattivare il volume dei segnali acustici di parcheggio. Le quattro telecamere utilizzate dal sistema di telecamere periferico si trovano al centro della griglia frontale, sopra la targa e sotto ciascuno dei degli specchietti retrovisori esterni. Nota: assicurarsi che queste aree vengano mantenute pulite e prive di occlusioni, ad esempio, adesivi, detriti, fango, neve, ghiaccio, ecc. Vedere 255, SENSORI E TELECAMERE. La qualità delle immagini visualizzate dalle telecamere può variare in base alle diverse condizioni di luce. Scelte rapide telecamera La funzione del tasto del sistema di telecamere periferico sullo schermo a sfioramento varia in base alla marcia selezionata e alla velocità su strada del veicolo e fornisce le seguenti opzioni: Con il cambio in retromarcia (R): Premere una volta per selezionare la vista Incrocio posteriore. Premere due volte per selezionare la Vista incrocio a T. Premere una terza volta per tornare alla vista Incrocio posteriore. Con la marcia avanti, a una velocità inferiore a 10 km/h (6 mph): Premere una volta per selezionare la Vista incrocio a T. Premere due volte per selezionare la vista Incrocio posteriore. Premere una terza volta per tornare alla Vista incrocio a T. In posizione di folle (N) o di parcheggio (P): Premere una volta per selezionare Vista panoramica. Premere due volte per selezionare la Vista incrocio a T. Premere una terza volta per selezionare la vista Incrocio posteriore. 200

201 Telefono PANORAMICA DEL SISTEMA DEL TELEFONO Per informazioni sul collegamento di un telefono o di un dispositivo Bluetooth. Vedere 204, ABBINAMENTO E COLLEGAMENTO DI UN TELEFONO O DI UN DISPOSITIVO BLUETOOTH. Per informazioni sulla compatibilità dei telefoni cellulari, vedere 204, COMPATIBILITÀ DEI TELEFONI. Nota: alcune caratteristiche del sistema telefono funzionano solo se la scheda SD fornita con il veicolo è inserita correttamente nell'apposito slot. Vedere 174, COLLEGAMENTO DI UN DISPOSITIVO PORTATILE. 1. Cambia dispositivo: toccare per cercarne uno nuovo o passare a un altro telefono o dispositivo abbinato. 2. Messaggi: toccare per selezionare i messaggi ricevuti oppure creare un nuovo messaggio. 3. Contatti: toccare per selezionare l'elenco dei contatti del telefono collegato. Scorrere l'elenco o utilizzare i tasti alfanumerici (A-C, D-F e così via) per cercare il contatto più rapidamente. 4. Elenchi chiamate: toccare per accedere all'elenco delle chiamate del telefono collegato. 5. Tastiera: toccare per visualizzare la tastiera. 6. Icona dell'intensità del segnale di rete: indica l'intensità del segnale nella posizione corrente. 201

202 L Telefono 7. Icona del livello di alimentazione della batteria: indica l'alimentazione della batteria residua del telefono collegato. 8. Display dello stato: visualizza il numero o il contatto selezionato. 9. Tastiera: viene visualizzata dopo aver selezionato Tastiera. 10. Nome del telefono: selezionare per visualizzare il nome del telefono collegato. 11. Rete: visualizza il fornitore di rete del telefono collegato. 12. Chiamate perse: indica le eventuali chiamate perse. 13. Nuovi messaggi: indica che sono stati ricevuti dei nuovi messaggi. 14. Impostazioni: toccare per visualizzare il menu Impostazioni generali. Selezionare Telefono per le seguenti opzioni: Annuncio di messaggio in arrivo: attivare/disattivare. Aggiorna rubrica: selezionare per aggiornare la rubrica del telefono collegato. 15. Toccare per effettuare o rispondere a una chiamata (pulsante verde) oppure toccare per terminare una chiamata (pulsante rosso). COMANDI SUL VOLANTE 1. Premere per rispondere a una chiamata in entrata. Premere per effettuare o terminare una chiamata. 2. Premere per aumentare il volume durante una chiamata. 3. Premere per diminuire il volume durante una chiamata. SICUREZZA DEL TELEFONO Anche se si utilizza la funzione Bluetooth Hands-Free, l'uso del telefono cellulare durante la guida è comunque pericoloso, poiché distoglie l'attenzione del conducente dalle situazioni che si creano nel traffico. Se si desidera utilizzare il telefono, fermarsi in un luogo adatto dove non si costituisce pericolo o intralcio per gli altri veicoli. I conducenti devono parlare al cellulare esclusivamente quando è possibile farlo in condizioni di sicurezza e se tale utilizzo non distrae il conducente. 202

203 Telefono I conducenti non devono mai scrivere messaggi di testo durante la guida. Scrivere messaggi di testo durante la guida distoglie l'attenzione del conducente dalla strada e ne possono derivare incidenti che possono causare lesioni gravi o mortali. Spegnere il telefono nelle aree a elevato rischio di esplosione. Rientrano in questa categoria le stazioni di rifornimento, i garage, le aree di stoccaggio carburante, gli stabilimenti chimici e i luoghi in cui l'aria contiene vapori di carburante (ad esempio, il cofano vano motore aperto di un veicolo) sostanze chimiche o polveri metalliche. Il telefono potrebbe causare un'esplosione o un incendio. Quando è in uso il telefono, il funzionamento dei pacemaker cardiaci o degli apparecchi acustici potrebbe risultare compromesso. Consultare un medico o il produttore per sapere se tali dispositivi utilizzati dal guidatore o dai passeggeri siano sufficientemente protetti contro l'energia ad alta frequenza. L'associazione produttori di apparecchi medicali (HIMA, Health Industry Manufacturers' Association) raccomanda di mantenere una distanza minima di 15 cm (6 pollici) tra l'antenna del telefono wireless e il dispositivo pacemaker, per evitare possibili interferenze con il pacemaker. Queste raccomandazioni sono in linea con le ricerche indipendenti e le raccomandazioni di utilizzo di Wireless Technology Research. Riporre sempre il telefono in un luogo sicuro. In caso di incidente, gli oggetti non fissati possono causare lesioni. VOLUME DELLE CHIAMATE Il volume delle chiamate viene regolato tramite il comando volume del sistema audio. Se il sistema audio è in funzione durante una chiamata, la modalità sistema audio viene azzerata per tutta la durata della chiamata. RICEZIONE DI MESSAGGI DI TESTO Quando viene visualizzata una schermata a comparsa con un messaggio di testo in arrivo, toccare il pulsante Mostra. Viene visualizzata una schermata con le seguenti opzioni: Rispondi: toccare per selezionare una schermata dove è possibile inserire e inviare una risposta. Nota: questa opzione è disponibile solo quando il veicolo è fermo. Modello: toccare per selezionare un elenco di possibili risposte (ad esempio, Sì, No, Grazie!, Arriverò un po' in ritardo, ecc.) Selezionare la risposta desiderata. Leggi ad alta voce: toccare affinché il messaggio venga letto come un messaggio audio. 203

204 L Bluetooth INFORMAZIONI BLUETOOTH Bluetooth è il nome della tecnologia a radiofrequenza (RF) a corto raggio che consente la comunicazione senza fili tra dispositivi elettronici. Nota: i logo e i marchi riportanti la dicitura Bluetooth sono di proprietà della Bluetooth SIG, Inc. ed eventuali usi di tali marchi da parte della Jaguar Land Rover Limited sono protetti da licenza. Il sistema con tecnologia Bluetooth wireless di Jaguar supporta Bluetooth Hands-Free Profile (HFP), Advanced Audio Distribution Profile (A2DP), Audio Video Remote Control Profile (AVRCP) e Message Access Profile (MAP). Nota: i profili HFP e A2DP/AVRCP possono essere collegati in maniera indipendente, per cui è possibile collegare un telefono tramite uno di essi, collegando contemporaneamente un dispositivo portatile tramite l'altro. Prima di usare il sistema telefonico con tecnologia Bluetooth wireless del veicolo, è necessario abbinare e collegare il proprio dispositivo con tecnologia Bluetooth wireless al sistema del veicolo. Questa procedura può essere eseguita in due modi: dal telefono al veicolo (metodo preferenziale) oppure dallo schermo a sfioramento al telefono. Se uno dei due metodi non funziona, provare l altro. Ogni volta che si inserisce l'accensione, il sistema del veicolo cerca di stabile una connessione con l'ultimo telefono collegato. Dal momento che i telefoni cellulari offrono un'ampia gamma di caratteristiche audio e di riduzione delle eco, potrebbero trascorrere alcuni secondi prima che il sistema telefonico del veicolo si adatti offrendo prestazioni audio ottimali. Per ottenere ciò, potrebbe essere necessario ridurre leggermente il volume dell'impianto audio e la velocità della ventola. COMPATIBILITÀ DEI TELEFONI Per un elenco dei dispositivi con tecnologia Bluetooth wireless compatibili, accedere al sito Web Jaguar all'indirizzo: Nella sezione Proprietari, fare riferimento a Connettività Bluetooth. Nota: i dispositivi con tecnologia Bluetooth wireless elencati sono stati sottoposti a prove di compatibilità con i veicoli Jaguar. Le prestazioni variano a seconda della versione del software del telefono, delle condizioni della batteria, della copertura e del gestore della rete. I dispositivi sono garantiti dal relativo produttore e non da Jaguar Land Rover Limited. ABBINAMENTO E COLLEGAMENTO DI UN TELEFONO O DI UN DISPOSITIVO BLUETOOTH Un telefono o un dispositivo abbinato possono essere collegati per impieghi diversi; telefono o musica. Di norma, l'abbinamento deve essere eseguito solo una volta. Quando l'accensione è inserita, il veicolo prova automaticamente a ricollegarsi a un telefono o a un dispositivo Bluetooth abbinato precedentemente, se questo si trova nella portata del veicolo. 204

205 Bluetooth Se non avviene una connessione automatica o se occorre collegare un nuovo telefono o dispositivo, attenersi a uno dei metodi di abbinamento seguenti: Abbinamento tramite telefono o dispositivo (metodo preferenziale): 1. Inserire l'accensione e assicurarsi che lo schermo a sfioramento sia attivo. 2. Selezionare Impostazioni generali, quindi Bluetooth. 3. Dall'elenco, selezionare Rendi il sistema individuabile. 4. Sul proprio telefono o dispositivo, attivare la connessione del dispositivo con tecnologia Bluetooth wireless. Utilizzando il proprio telefono o dispositivo, cercare e selezionare il collegamento Bluetooth del veicolo (per ulteriori informazioni, consultare le istruzioni d'uso del telefono o dispositivo). 5. Sul telefono o sul dispositivo compare una chiave di accesso numerica. Se questo numero corrisponde al numero sullo schermo a sfioramento, toccare Sì oppure premere Abbinamento sul telefono o dispositivo. Abbinamento tramite lo schermo a sfioramento 1. Sul proprio telefono o dispositivo, attivare la connessione del dispositivo con tecnologia Bluetooth wireless. Verificare che il telefono o il dispositivo sia nella modalità Discoverable (scopri) della tecnologia Bluetooth wireless, talvolta detta anche modalità Find me (trovami) (per ulteriori informazioni, vedere le istruzioni d'uso del telefono o del dispositivo). 2. Inserire l'accensione e assicurarsi che lo schermo a sfioramento sia attivo. 3. Selezionare Impostazioni generali, quindi Bluetooth. 4. Selezionare Cerca dispositivi Bluetooth. 5. Il sistema cerca di rilevare un dispositivo o un telefono e, se presente, il telefono o il dispositivo viene visualizzato sulla schermata. 6. Selezionare il dispositivo richiesto. Se il telefono o il dispositivo non viene trovato, viene visualizzato il messaggio NESSUN DISPOSITIVO TROVATO. Nota: l'elenco dei telefoni/dispositivi può contenere fino a 4 voci. 7. Sul telefono o sul dispositivo compare una chiave di accesso numerica. Se questo numero corrisponde al numero sullo schermo a sfioramento, toccare Sì. 8. Una volta avvenuto l'abbinamento, il telefono o il dispositivo compare sull'elenco del dispositivo collegato e sulla schermata TELEFONO. Appare anche nella sezione Bluetooth, Elenco dei dispositivi abbinati. 205

206 L Bluetooth VIDEO INFORMATIVO 3. Selezionare il telefono o il dispositivo da cancellare. 4. Dall'elenco, selezionare Elimina abbinamento. Il telefono o il dispositivo viene eliminato dal sistema. CAMBIO DEL TELEFONO O DISPOSITIVO COLLEGATO Adottando la medesima procedura, è possibile abbinare al veicolo fino a 4 telefoni cellulari o dispositivi. Tuttavia, è possibile collegarne e utilizzarli come telefono o dispositivo solo 2 alla volta (1 come telefono e 1 per i servizi multimediali). Per collegare un telefono diverso abbinato al veicolo: 1. Inserire l'accensione e accertarsi che lo schermo a sfioramento sia attivo. 2. Selezionare Impostazioni generali, quindi Bluetooth. 3. Selezionare Elenco dei dispositivi abbinati. 4. Toccare il tasto funzione Telefono o il tasto hardware Telefono. Dalla schermata del menu TELEFONO, selezionare Cambio dispositivo. 5. Appare un menu. Selezionare un dispositivo abbinato dall'elenco. CANCELLAZIONE DI UN TELEFONO O DISPOSITIVO ABBINATO Per eliminare un telefono o un dispositivo dal sistema: 1. In Impostazioni generali, selezionare Bluetooth. 2. Dall'elenco, selezionare Elenco dei dispositivi abbinati. 206

207 Sistema di navigazione VIDEO INFORMATIVO IL SISTEMA DI NAVIGAZIONE Le istruzioni di navigazione si basano sulla visualizzazione di mappe e istruzioni di direzione sullo schermo a sfioramento e possono essere integrate, se necessario, con una guida vocale. Il sistema di navigazione sfrutta i segnali provenienti dai satelliti del GPS (Global Positioning System) unitamente alle informazioni provenienti dai sensori del veicolo e ai dati memorizzati sulla scheda SD, per determinare la posizione effettiva del veicolo. Grazie a questa combinazione di fonti di dati, il computer di navigazione del veicolo consente all'utente di pianificare e seguire una mappa con l'itinerario per raggiungere la destinazione desiderata. Lo schermo a sfioramento viene utilizzato per controllare la navigazione tramite la visualizzazione di menu, messaggi e mappe. Utilizzare il sistema solo quando è possibile farlo in tutta sicurezza. Nota: il sistema di navigazione montato sul veicolo non supporta gli allarmi per gli autovelox. Rispettare sempre le norme del codice stradale. L'osservanza dei segnali stradali e delle norme locali sul traffico ha sempre la priorità. Il sistema di navigazione serve puramente da ausilio alla navigazione. In particolare, il sistema di navigazione non può essere utilizzato come guida all'orientamento in condizioni di scarsa visibilità. I segnali GPS possono talvolta essere interrotti a causa di barriere fisiche, come gallerie e strade, che passano sotto autostrade elevate. Tuttavia, i sensori di direzione e di velocità del veicolo limitano al minimo eventuali ripercussioni sul sistema di navigazione. Una volta superato l'ostacolo, il sistema riprenderà a funzionare normalmente. In determinate condizioni la posizione del veicolo visualizzata sullo schermo a sfioramento può non essere corretta. Ciò si può verificare nei seguenti casi: Quando si guida su una rampa a spirale all'interno di un edificio. Quando si guida sotto o su strade elevate. Quando si guida tra edifici alti. Quando due strade sono vicine e parallele. Il veicolo è stato trasportato a un'altra destinazione. Dopo che la vettura è stata ruotata su una piattaforma girevole. La batteria della vettura è stata scollegata. 207

208 L Sistema di navigazione SCHEDA DI NAVIGAZIONE SD Il lettore per scheda SD della navigazione è situato nel vano portaoggetti della console centrale. Vedere 95, VANI PORTAOGGETTI. Assicurarsi che la scheda SD sia posizionata correttamente nel lettore per scheda prima di utilizzare il sistema di navigazione. Per gli aggiornamenti delle mappe del sistema di navigazione, visitare il sito Web: oppure contattare un concessionario Jaguar. Nota: se per qualunque motivo la scheda SD viene espulsa mentre il sistema di navigazione è in funzione, assicurarsi di riposizionare correttamente la scheda SD nel lettore e, quando richiesto, toccare il tasto funzione Riprova sullo schermo a sfioramento. USO DEL SISTEMA DI NAVIGAZIONE Ai fini della sicurezza, azionare, regolare o visionare il sistema soltanto quando è possibile farlo senza correre rischi. Il sistema di navigazione non sostituisce la guida sicura e richiede comunque scrupolosità e attenzione. I guidatori non devono pensare che una funzione possa correggere gli eventuali errori di valutazione della guida. È responsabilità del guidatore rimanere vigile, guidare in maniera sicura e avere sotto controllo il veicolo in qualsiasi momento in base alle condizioni prevalenti. È responsabilità del guidatore anche stabilire il livello di sicurezza dell'itinerario consigliato dal sistema di navigazione. Il sistema di navigazione potrebbe non funzionare nel modo corretto in tutte le circostanze. Non permettere che il sistema distragga il conducente quando il veicolo è in movimento. La distrazione del conducente può causare incidenti e provocare lesioni gravi o mortali. Per accedere al sistema di navigazione, premere il tasto Navigazione o toccare l'area Navigazione sulla schermata CASA. In questo modo viene indicata la posizione corrente del veicolo. Toccare l'icona del menu di navigazione per visualizzare la schermata MENU NAV. Al primo utilizzo del sistema, a questo punto è necessario impostare le preferenze personali nell'area IMPOSTAZIONI DI NAVIGAZIONE. Tali impostazioni verranno applicate ogni volta che viene utilizzato il sistema di navigazione. Nota: il sistema di navigazione rimane attivo fino al disinserimento dell'accensione e all'apertura della portiera del conducente. 208

209 Sistema di navigazione MENU PRINCIPALE 1. Dove devo andare?: toccare per visualizzare un elenco di opzioni per l'impostazione di una destinazione. Vedere 211, DOVE DEVO ANDARE?. 2. Vista mappa: toccare per visualizzare la schermata della mappa. 3. Preferiti: toccare per visualizzare l'elenco delle destinazioni memorizzate. 4. Icona delle impostazioni: toccare per selezionare il menu a comparsa IMPOSTAZIONI, quindi selezionare Navigazione per visualizzare la schermata IMPOSTAZIONI DI NAVIGAZIONE. Vedere 211, IMPOSTAZIONI. 5. Arresta guida: toccare per annullare la guida dell'itinerario corrente. 6. Emergenza: toccare per visualizzare un elenco dei servizi di emergenza. Vedere 212, EMERGENZA. 7. Informazioni: toccare per visualizzare le voci seguenti: Traffico, Dove mi trovo e Computer di bordo. 209

210 L Sistema di navigazione SCHERMATA DELLA MAPPA 1. Icona menu di navigazione: toccare per selezionare MENU NAV. 2. Icona menu Itinerario: toccare per selezionare il menu ITINERARIO. 3. Icona Destinazione: toccare per impostare una destinazione selezionata. 4. Icona Informazioni: toccare per visualizzare le informazioni relative a un punto di interesse (PDI) o le informazioni sul traffico. 5. Icona zoom: toccare per ridurre lo zoom. 6. Scala zoom: trascinare l'indicatore lungo la scala per aumentare o ridurre lo zoom oppure toccare la linea sulla posizione desiderata. 7. Icona Zoom: toccare per aumentare lo zoom. 8. Ora di arrivo prevista (ETA) e distanza restante alla destinazione: toccare per passare al tempo restante alla destinazione. 9. Icona della manovra successiva: manovra successiva e distanza da percorrere prima della manovra successiva. Toccare per ascoltare la guida vocale per la manovra successiva. 10. Icona delle impostazioni: toccare per selezionare il menu a comparsa IMPOSTAZIONI, quindi selezionare Navigazione per visualizzare la schermata IMPOSTAZIONI DI NAVIGAZIONE. Vedere 211, IMPOSTAZIONI. 210

211 Sistema di navigazione 11. Posizione e direzione correnti del veicolo. 12. Indicatore itinerario. IMPOSTAZIONI Per visualizzare il menu IMPOSTAZIONI DI NAVIGAZIONE: toccare l'icona impostazioni per selezionare il menu a comparsa IMPOSTAZIONI e quindi Navigazione. Il menu delle impostazioni di navigazione comprende le seguenti opzioni: Avvertenza limite di velocità. Nota: quando la funzione di avvertenza del limite di velocità è attiva, essa registra soltanto il limite di velocità ufficiale per la strada che si percorre. Non registra eventuali limiti di velocità temporanei (ad esempio, limiti di velocità per lavori stradali, traffico intenso, nebbia, ecc.). Inoltre, i limiti di velocità mostrati sono validi solo fino all'ultimo aggiornamento delle mappe. Nota: la funzione di avvertenza del limite di velocità non è disponibile sui veicoli dotati di sistema di riconoscimento segnali stradali. Guida. Vedere 211, IMPOSTAZIONI - GUIDA. Ordinamento dell'elenco dei PDI. GPS: selezionare per impostare il formato delle coordinate. Modalità di visualizzazione mappa: selezionare per impostare Giorno, Notte o Automatica come opzione. Visualizzazione mappa: selezionare 2D o 3D. Orientamento. Via corrente. Zoom auto. Mostra icone dei PDI. Elenco icone dei PDI (disponibile soltanto quando è selezionata la voce Mostra icone dei PDI). Incidenti TMC. Velocità e flusso. Modelli della città 3D. Punti di riferimento 3D. Modello Digital Terrain. Aree verdi. Ferrovie. Zone della città. Nomi dei fiumi. Informazioni sul sistema. IMPOSTAZIONI - GUIDA Toccare l'opzione Guida del menu IMPOSTAZIONI per visualizzare le seguenti opzioni: Riproduci guida vocale. Raccomandazioni sulle corsie. Vista incrocio. Modalità itinerario TMC. Tipi di TMC da evitare: selezionare per ATTIVARE/DISATTIVARE quanto segue: Incidenti. Chiusure. Flusso del traffico. Restringimenti di carreggiata. Altro. Evita (disponibile solo durante la guida). DOVE DEVO ANDARE? Per impostare una destinazione, selezionare Dove devo andare? nel MENU NAV. per visualizzare le seguenti opzioni: 211

212 L Sistema di navigazione Indirizzo: toccare per visualizzare le seguenti opzioni: Immettere Città. Inserisci il CAP. Inserisci il paese. Recenti: selezionare per visualizzare un elenco delle destinazioni recenti. Toccare la destinazione desiderata scegliendola dall'elenco. Punto di interesse (PDI): selezionare per visualizzare l'elenco dei PDI di posti e luoghi pubblici. Preferiti: selezionare per visualizzare un elenco delle destinazioni preferite. Torna a casa: selezionare per inserire la destinazione come proprio indirizzo di casa o per selezionare un indirizzo di casa predefinito. Incrocio: selezionare e inserire l'area desiderata (Città, Cittadina, ecc.) seguita dal nome di 2 strade per trovare un incrocio come destinazione. Coordinata geografica: selezionare per inserire come destinazione una coordinata geografica conosciuta. È possibile trovare una coordinata geografica su un ricevitore GPS portatile, su una mappa o nel sistema di navigazione. Punto sulla mappa: usare per selezionare una destinazione direttamente dalla schermata della mappa. Selezionando un tratto di strada o un'icona, è possibile inserire rapidamente una destinazione senza digitare il nome della città o la strada. Centro città: selezionare per inserire il nome di una città. Il sistema di navigazione calcola un itinerario fino al centro della città inserita. Città più vicine: selezionare per visualizzare un elenco delle città più vicine. Numero di telefono: selezionare e inserire un numero di telefono conosciuto come destinazione. PUNTI DI INTERESSE (PDI) Per selezionare un PDI come destinazione: in Dove?, toccare Punto di interesse per visualizzare l'elenco seguente: Modifica zona di ricerca: toccare per cambiare la zona tramite le opzioni dell'elenco seguente: Intorno a me. Destinazione vicina (disponibile soltanto durante la guida di un itinerario). In una Città. Lungo l'itinerario (disponibile soltanto durante la guida di un itinerario). Tutte le categ. Stazioni di rifornimento. Ristoranti. Hotel. Sportelli ATM/Banche. Immettere Nome. Una volta trovato il PDI desiderato, toccare per selezionarlo come destinazione. EMERGENZA Sulla schermata del MENU NAV., selezionare Emergenza per visualizzare il seguente elenco di opzioni di emergenza: Ospedale: cercare il percorso verso un ospedale vicino alla posizione corrente. Polizia: cercare il percorso verso una stazione di polizia vicina alla posizione corrente. 212

213 Sistema di navigazione Posizione: selezionare per visualizzare i dettagli relativi alla posizione corrente. Salva: selezionare per salvare la posizione corrente come preferita. Per cercare un qualsiasi servizio di emergenza elencato: 1. Selezionare il servizio di emergenza desiderato. 2. Utilizzare una delle seguenti categorie per trovare il servizio di emergenza: Nome. Distanza. 3. Selezionare dall'elenco il servizio di emergenza desiderato e toccare Sì per confermare la destinazione. 4. Se la guida per una destinazione è già attiva, il sistema chiede di selezionare una delle seguenti opzioni: Annulla itinerario precedente. Aggiungi come prima destinazione. Aggiungi come ultima destinazione. IMPOSTAZIONE DI UNA DESTINAZIONE SELEZIONATA Una volta selezionata la destinazione, sono disponibili quattro opzioni: Sì: consente di accettare la destinazione selezionata e avviare la guida. Opzioni: durante il calcolo di un itinerario, è possibile selezionare varie opzioni. Prima di accettare l'itinerario desiderato, toccare Opzioni per visualizzare il seguente elenco di opzioni: Rapido. Corto. Economico. Itinerario alternativo. Andata e ritorno. Selezionare l'opzione desiderata dall'elenco. Evita: durante il calcolo di un itinerario, è possibile impostare il tipo di strada da evitare. Prima di accettare l'itinerario desiderato, toccare Evita per visualizzare un elenco di opzioni da evitare. Selezionare l'opzione desiderata dall'elenco. Salva: durante il calcolo di un itinerario, la destinazione può essere salvata come preferita. Prima di accettare l'itinerario desiderato, toccare Salva per salvare il percorso nei Preferiti. ICONE DEI TASTI FUNZIONE Se viene visualizzato un elenco di destinazioni, possono essere visualizzate le seguenti icone: Toccare questa icona per modificare il testo o eliminare la destinazione dall'elenco. Toccare questa icona per cambiare l'ordine delle destinazioni dell'elenco. Utilizzare le frecce su e giù per spostare la destinazione nella posizione desiderata. Toccare nuovamente l'icona per registrare la nuova posizione. 213

214 L Sistema di navigazione TERMINI E CONDIZIONI DI NAVIGAZIONE I dati ("Dati") sono forniti esclusivamente per uso personale e interno e non possono essere rivenduti. Essi sono protetti dai diritti d'autore e sono soggetti ai seguenti termini e condizioni concordati tra cliente, da una parte, e Jaguar Land Rover Automotive PLC ( Jaguar Land Rover ) e i suoi concessori di licenza (compresi i rispettivi concessori di licenza e fornitori) dall'altra parte HERE. Tutti i diritti riservati. I Dati relativi alle aree del Canada includono informazioni ottenute con l'autorizzazione delle autorità canadesi, quali: Her Majesty the Queen in Right of Canada, Queen's Printer for Ontario, Canada Post Corporation, GeoBase, Department of Natural Resources Canada. HERE detiene una licenza non esclusiva concessagli da United States Postal Service per la pubblicazione e la vendita di informazioni ZIP+4. United States Postal Service I prezzi non sono stabiliti, controllati o approvati da United States Postal Service. I seguenti marchi e registrazioni sono di proprietà di USPS: United States Postal Service, USPS e ZIP+4. I dati relativi al Messico includono alcuni dati forniti dall'instituto Nacional de Estadística y Geografía. 214

215 Sistema di navigazione Termini e condizioni Soltanto per uso personale: l'utente accetta di utilizzare i presenti Dati insieme al sistema di navigazione Jaguar Land Rover esclusivamente a fini personali e non commerciali, nel rispetto delle condizioni di licenza e non per agenzie di servizi, time-sharing e altri scopi simili. Di conseguenza, fatte salve le limitazioni evidenziate nei paragrafi che seguono, l'utente accetta di non riprodurre, copiare, modificare, decompilare, disassemblare, creare lavori derivati o decodificare qualsiasi porzione di tali Dati, e non è autorizzato a cederli o distribuirli in nessuna forma e per nessuno scopo, salvo quanto permesso dalle leggi inderogabili. Limitazioni: fatti salvi i casi in cui l'utente sia stato espressamente autorizzato da Jaguar Land Rover e senza alcuna limitazione al paragrafo precedente, l'utente non può (a) utilizzare questi Dati con qualsiasi prodotto, sistema o applicazione installati o altrimenti collegati o in comunicazione con i veicoli, in grado di effettuare navigazione del veicolo, posizionamento, spedizione, guida del percorso in tempo reale, gestione della flotta o applicazioni simili: o (b) con o in comunicazione con qualsiasi dispositivo di posizionamento o qualsiasi dispositivo informatico o elettronico mobile in collegamento wireless, inclusi, in via esemplificativa, cellulari, palmari e portatili, pager e assistenti personali digitali o PDA. I Dati potrebbero contenere informazioni imprecise o incomplete a causa del tempo intercorso, dei cambiamenti delle circostanze, delle fonti usate e della natura stessa della raccolta di dati geografici completi, con possibili risultati errati. Nessuna garanzia: i presenti Dati sono forniti all'utente "così come sono" e l'utente si impegna a utilizzarli a proprio rischio. Jaguar Land Rover e i suoi concessori di licenza (e i rispettivi concessori di licenza e fornitori) non rilasciano alcuna dichiarazione o garanzia, siano esse esplicite o implicite, dovute per legge o altro, relative, in via esemplificativa, a contenuto, qualità, accuratezza, completezza, efficacia, affidabilità, idoneità per uno scopo particolare, utilità, utilizzo o risultati ottenibili da questi Dati, o circa il fatto che i Dati o il server non presentino interruzioni o siano privi di errori. Clausola di esclusione della garanzia: Jaguar Land Rover Automotive PLC E I SUOI CONCESSORI DI LICENZA (INCLUSI I RISPETTIVI CONCESSORI DI LICENZA E FORNITORI) DECLINANO QUALSIASI GARANZIA, ESPLICITA O IMPLICITA, RELATIVA ALLA QUALITÀ, ALLE PRESTAZIONI, ALLA COMMERCIABILITÀ, ALL'IDONEITÀ PER UNO SCOPO PARTICOLARE O ALLA NON VIOLAZIONE. In alcuni stati, territori e paesi non sono ammesse talune esclusioni di garanzia; pertanto la validità dell'esclusione di cui sopra potrebbe non essere applicabile per tutti gli utenti. 215

216 L Sistema di navigazione Esclusione di responsabilità: Jaguar Land Rover Automotive PLC E I SUOI CONCESSORI DI LICENZA (INCLUSI I RISPETTIVI CONCESSORI DI LICENZA E FORNITORI) NON SARANNO RITENUTI RESPONSABILI NEI CONFRONTI DELL'UTENTE PER ALCUN RECLAMO, RICHIESTA O AZIONE, INDIPENDENTEMENTE DALLA NATURA DELLA CAUSA DI DETTO RECLAMO, RICHIESTA O AZIONE, AVANZATI IN CASO DI: PERDITA, LESIONE O DANNO, DIRETTO O INDIRETTO, DERIVANTI DALL'UTILIZZO O POSSESSO DELLE INFORMAZIONI; PERDITA DI PROFITTI, RICAVI, CONTRATTI O RISPARMI; QUALSIASI ALTRO DANNO DIRETTO, INDIRETTO, INCIDENTALE, SPECIALE O CONSEQUENZIALE RISULTANTE DALL'UTILIZZO O DALL'INCAPACITÀ DI UTILIZZARE QUESTE INFORMAZIONI; QUALSIASI DIFETTO DELLE INFORMAZIONI; VIOLAZIONE DEI PRESENTI TERMINI E CONDIZIONI, SIANO ESSI RISULTANTI DALL'ADEMPIMENTO DEL CONTRATTO, DA AZIONI LESIVE O CORRELATI A UNA GARANZIA, ANCHE QUALORA Jaguar Land Rover Automotive PLC O I SUOI CONCESSORI DI LICENZA SIANO STATI INFORMATI DELLA POSSIBILITÀ DI TALI DANNI. In alcuni stati, territori e paesi non sono ammesse talune esclusioni di responsabilità o limitazioni di danni, pertanto quanto sopra potrebbe non essere applicabile per tutti gli utenti. Controllo dell'esportazione: Jaguar Land Rover Automotive PLC non esporterà alcun dato e alcun prodotto diretto da esso derivante, salvo in conformità e con tutte le autorizzazioni e approvazioni richieste dai regolamenti, norme e leggi sull'esportazione inclusi, in via esemplificativa, i regolamenti, le norme e le leggi imposti dall'office of Foreign Assets Control e dal Bureau of Industry and Security, entrambi facenti parte del Ministero del Tesoro statunitense. Nella misura in cui tali leggi, norme o regolamenti non vincolano HERE al rispetto degli obblighi di seguito riportati in merito al rilascio e alla distribuzione dei Dati, una tale inadempienza sarà considerata giustificata e non rappresenterà una violazione del presente accordo. Intero contratto: i presenti termini e condizioni costituiscono l'intero contratto tra Jaguar Land Rover Automotive PLC (e i suoi concessori di licenza, inclusi i rispettivi concessori di licenza e fornitori) e l'utente relativamente all'oggetto indicato e sostituiscono interamente ogni eventuale accordo scritto o verbale preesistente tra le parti avente lo stesso oggetto. 216

217 Sistema di navigazione Legge applicabile: i termini e le condizioni di cui sopra saranno disciplinati dalle leggi dei Paesi Bassi, senza riferimento alcuno (i) alle disposizioni sul conflitto di leggi, oppure (ii) alla Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di beni, che è esplicitamente esclusa. L'utente accetta di sottomettersi alla giurisdizione dei Paesi Bassi per ogni eventuale controversia, reclamo e azione legale derivanti o in relazione ai Dati forniti ai sensi del presente contratto. Utenti finali governativi: se i Dati vengono acquisiti da o per conto del governo degli Stati Uniti o di qualsiasi altro ente che richieda o eserciti diritti simili a quelli solitamente rivendicati dal governo degli Stati Uniti, tali Dati - considerati un "bene commerciale" secondo la definizione di 48 C.F.R. ( FAR ) sono concessi in licenza in base alle presenti condizioni per l'utente finale e ogni copia dei Dati consegnati o comunque forniti deve essere contrassegnata e debitamente integrata con il seguente "Avviso di utilizzo" ed essere trattata conformemente all'avviso stesso: Avviso di utilizzo NOME DELL'APPALTATORE (PRODUTTORE/FORNITORE): HERE INDIRIZZO DELL'APPALTATORE (PRODUTTORE/FORNITORE): presso Nokia 425 West Randolph Street, Chicago, Illinois Questi Dati sono un "bene commerciale" secondo la definizione di FAR e sono soggetti alle condizioni per l'utente finale HERE - Tutti i diritti riservati. Se l'ufficiale Contraente, l'agenzia governativa federale o qualsiasi funzionario federale si rifiutano di utilizzare la legenda qui fornita, essi sono tenuti a informare HERE prima di richiedere ulteriori diritti o diritti alternativi nei Dati. 217

218 L Comando vocale USO DEL COMANDO VOCALE Nota: il sistema di comando vocale è stato progettato per riconoscere una serie di lingue diverse. Tuttavia, Jaguar non può garantirne la compatibilità con qualsiasi tipo di accento nell'ambito della medesima lingua. Per la prova della compatibilità del sistema vocale con un particolare tipo di accento, rivolgersi al concessionario/ riparatore autorizzato. Nota: il sistema di comando vocale non funziona se la scheda SD fornita con il veicolo non è inserita correttamente nello slot per scheda SD. Vedere 174, COLLEGAMENTO DI UN DISPOSITIVO PORTATILE. Per avviare una sessione vocale, premere brevemente il pulsante vivavoce dei comandi sul volante. L'elenco Teleprompter appare sullo schermo a sfioramento. Per annullare una sessione vocale, tenere premuto il pulsante vivavoce. Nota: premere brevemente il pulsante vivavoce durante una sessione vocale per interrompere il feedback audio. Attendere il segnale acustico prima di impartire il comando successivo. Elenco Teleprompter: questo elenco fornisce i feedback e i comandi disponibili per ogni fase della sessione vocale. Simbolo vivavoce: questo simbolo indica che è disponibile un comando. Prima di pronunciare il comando, attendere che appaia il simbolo e che venga emesso il segnale acustico. Nota: poiché i comandi vengono elencati prima che il sistema sia pronto all'ascolto, è importante attendere la visualizzazione del simbolo vivavoce prima di pronunciare un comando. Pronunciare la parola Annulla, in qualsiasi momento, per annullare il comando vocale corrente. Nota: tutte le voci delle funzioni elencate possono essere attivate anche toccando la relativa voce nell'elenco dei comandi. Un elenco delle funzioni disponibili può essere visualizzato pronunciando il comando vocale Altri comandi. In alternativa, pronunciando il comando Tutti i comandi (o selezionandolo tramite lo schermo a sfioramento), si abilitano le istruzioni audio e video da impartire in ordine sequenziale, partendo dai Comandi di navigazione per arrivare poi alle altre funzioni disponibili. Il sistema di comando vocale interagisce con l'utente per visualizzare singolarmente gli elenchi delle funzioni. Pronunciare (oppure selezionare) Comandi di navigazione o Comandi telefonici: in questo caso, saranno letti e visualizzati soltanto i comandi relativi alla funzione richiesta. COMANDI VOCALI PER I PDI DELLA NAVIGAZIONE Per richiedere la visualizzazione dei punti di interesse (PDI), dire Trova il prossimo con una delle seguenti categorie di PDI: 218

219 Comando vocale Trova il prossimo (Stazione di rifornimento/carburante) Trova il prossimo (Sosta/parcheggio) Trova il prossimo ([rivenditore] Jaguar) Trova il prossimo (Ospedale) Trova il prossimo (Campo da golf) Trova il prossimo (Ufficio di informazioni turistiche) Trova il prossimo (Ristorante) Trova il prossimo (Centro commerciale) Trova il prossimo (Hotel/Motel) Trova il prossimo (dire il nome di un marchio) della categoria di PDI. Nota: la sequenza di parole Trova il prossimo deve essere seguita immediatamente da una categoria. 219

220 L InControl PANORAMICA DI INCONTROL InControl utilizza la tecnologia del veicolo per telefoni cellulari e smartphone per stabilire il collegamento remoto del veicolo a una serie di servizi e funzioni utili. Nota: per ulteriori informazioni, visitare il sito Web Nella casella di ricerca, digitare guida introduttiva utilizzando l'incontrol. Selezionare il primo link visualizzato. Funzioni InControl: InControl Protect. Remote Essentials. Chiamata di emergenza SOS. Chiamata di assistenza ottimizzata. Procedura di prova ERA GLONASS. InControl Connect. InControl Apps. Hotspot Wi-Fi Remote Premium. InControl Secure. Tracciamento del veicolo rubato. Se l'account non è stato registrato in precedenza dal concessionario o se il veicolo è usato, è necessario visitare il sito Web per creare un account. Dopo la creazione dell'account InControl, seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo per collegare il proprio account InControl al veicolo e attivare i servizi sul veicolo. Nota: non è possibile garantire ovunque una connettività del 100% alla rete. Nota: è responsabilità del proprietario dell'account eliminare l'account di InControl associato al veicolo quando la proprietà del veicolo stesso cambia. INCONTROL PROTECT InControl Remote Essentials Nota: prima di utilizzare InControl Remote Essentials, è necessario scaricare sul proprio telefono la Jaguar InControl Remote App. Sono supportati i telefoni iphone e Android. Vedere 227, APP INCONTROL 1. Cercare la Jaguar InControl Remote App nell'apple App Store o in Google Play Store. 2. Nell'elenco dei risultati, selezionare la Jaguar InControl Remote App e installarla. 3. Una volta completata l'installazione, avviare il programma di lancio e selezionare l'icona Jaguar InControl Remote. 4. Seguire le istruzioni della Guida rapida introduttiva per completare la configurazione. Nota: Apple e iphone sono marchi commerciali registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi. App Store è un marchio di servizio di Apple Inc. Nota: Google Play Store è un marchio registrato di Google Inc. L'InControl Remote App consente di comunicare in remoto con il proprio veicolo per controllare il livello del carburante e l'autonomia stimata, per visualizzare i registri di viaggio e lo stato di portiere e finestrini. L'ultima posizione di parcheggio del veicolo è visibile insieme alle direzioni per raggiungerla. La pagina Stato del veicolo è la schermata iniziale per l'app. Da qui è possibile spostarsi alle pagine Stato antifurto, Viaggi, Assistenza o Impostazioni. 220

221 InControl La schermata Stato antifurto visualizza lo stato aperto/chiuso di portiere e finestrini e l'impostazione corrente dell'allarme. La schermata Viaggi visualizza i viaggi più recenti completati. Nota: questa funzione può essere abilitata/disabilitata attraverso la schermata Impostazioni dell'incontrol. Nota: è possibile visualizzare, cancellare o scaricare i viaggi memorizzati come file con estensione.csv per facilitare il rimborso delle spese aziendali. La schermata Assistenza visualizza il VIN e il numero di targa del veicolo. Inoltre, questa schermata consente di chiamare direttamente il Centro di Assistenza (in caso di guasto) e il call center per il tracciamento (in caso di furto del veicolo). La schermata Impostazioni consente di attivare/disattivare o stato del sistema antifurto del veicolo e la registrazione dei viaggi. Inoltre, consente l'accesso all'account InControl. Nota: la disponibilità e le funzionalità delle caratteristiche della Jaguar InControl Remote App dipendono dalle specifiche del veicolo e dal luogo di utilizzo del veicolo stesso. SOS Chiamata di Emergenza Sono presenti due stati della SOS Chiamata di Emergenza: funzionamento manuale e automatico. In caso di collisione in cui si siano gonfiati gli airbag, viene inviata una chiamata di emergenza ai servizi di emergenza. Nel caso in cui non sia avvenuta una collisione ma si ha comunque bisogno dell'assistenza di emergenza, è possibile utilizzare manualmente il pulsante della chiamata di emergenza. In entrambi gli stati, il pulsante lampeggia in arancione fino a quando i servizi di emergenza non rispondono alla chiamata, a quel punto smette di lampeggiare. La posizione del veicolo, i dati personali e la natura del problema vengono acquisiti automaticamente e i servizi di emergenza appropriati vengono inviati nel luogo dove si trova il veicolo. È possibile mettersi in contatto con il personale dei servizi di emergenza in qualsiasi momento premendo il pulsante. Il pulsante della chiamata di emergenza è situato nella console superiore. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. Premere e rilasciare il coperchio del pulsante per rendere il pulsante disponibile. Il pulsante viene illuminato da un LED rosso. Premere il pulsante per 2 secondi per effettuare una chiamata diretta ai servizi di emergenza. Dopo l'uso, riposizionare il coperchio del pulsante premendolo in posizione. Nota: se il veicolo si trova in un paese straniero, la SOS Chiamata di Emergenza viene comunque effettuata, ma la posizione e i dettagli del veicolo non vengono inviati automaticamente. 221

222 L InControl Questa funzione include 2 batterie di backup che mantengono il pieno funzionamento del sistema, nell'eventualità che la batteria del veicolo venga scollegata o sia fuori uso. Le batterie sono garantite per 3 anni. Quando è necessario sostituire le batterie, sul centro messaggi viene visualizzato SOS Limited. Per la sostituzione delle batterie, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. Se viene rilevato un guasto nel sistema SOS Chiamata di Emergenza, sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio SOS Limited. In questo caso, è ancora possibile guidare il veicolo, ma è necessario rivolgersi a un concessionario/ riparatore autorizzato appena possibile. Chiamata di assistenza ottimizzata Il pulsante della chiamata è situato nella console superiore. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. In caso di guasto, premere e rilasciare il coperchio del pulsante per rendere il pulsante disponibile. Il pulsante verrà illuminato da un LED bianco. Premere il pulsante per 2 secondi per effettuare una chiamata diretta al Centro di Assistenza. Il pulsante lampeggia finché il Centro di Assistenza non risponde alla chiamata, a quel punto il colore del LED diventa arancione. I dettagli e la posizione del veicolo vengono trasmessi automaticamente. Il Centro di Assistenza invia assistenza stradale alla posizione indicata. Il personale richiamerà per confermare il tempo di arrivo previsto. Quando la spia lampeggia, premere il pulsante per rispondere alla chiamata. Dopo l'uso, riposizionare il coperchio del pulsante premendolo in posizione. Procedura di prova per la risposta di emergenza in caso di incidente (ERA GLONASS). Applicabile solo a Russia, Bielorussia e Kazarkhstan. Questa procedura di prova determina se il sistema funziona correttamente. Assicurarsi che siano soddisfatte le seguenti condizioni prima di avviare la procedura: Il freno di stazionamento elettrico è inserito. Il veicolo è fermo da almeno 1 minuto. L'accensione viene inserita o il motore è in funzione. Non è in corso una chiamata di risposta di emergenza. Assicurarsi di essere in un'area con una buona ricezione della rete. Premere il pulsante per le chiamate di assistenza per almeno 3 secondi, ma per meno di 10 secondi. Dopo 3 secondi e mentre si preme il pulsante per le chiamate di assistenza, premere anche il pulsante per le chiamate di emergenza per almeno 3 secondi. Il LED del pulsante della chiamata lampeggia in un colore ambra fino a quando non termina la procedura di prova. Una chiamata viene eseguita automaticamente per determinare lo stato attuale del sistema. Se il sistema è guasto, viene visualizzato Sistema SOS non disponibile nel centro messaggi. 222

223 InControl Se tutte le condizioni di preparazione sono soddisfatte e viene visualizzato questo messaggio, rivolgersi al proprio concessionario/riparatore autorizzato. Nota: questo messaggio viene visualizzato anche in assenza di ricezione di rete. Spostare il veicolo in una zona con buona ricezione e ripetere la prova. La procedura di prova termina dopo 5 minuti se l'accensione è disinserita o se il veicolo viene guidato per oltre 300 metri. Nota: se la procedura di prova si ripete, assicurarsi che ci sia un ritardo di almeno 5 minuti prima di ripetere la prova. INCONTROL REMOTE PREMIUM L'InControl Remote Premium App migliora Remote Essentials App con l'aggiunta di: Avvisatore acustico e lampeggianti. Identifica la posizione del veicolo facendo lampeggiare le luci e attivando l'avvisatore acustico. Climatizzazione a distanza. Attivazione a distanza del comando della climatizzazione per ottenere una determinata temperatura prima di raggiungere il veicolo. Blocco/sblocco a distanza del sistema di sicurezza del veicolo. Blocco o sblocco a distanza del veicolo. Azzeramento dell'allarme a distanza del sistema di sicurezza del veicolo. Si riceve un avviso quando l'allarme suona, con la possibilità di azzerarlo a distanza. Riattivazione del veicolo. Programmare un tempo di riattivazione per i sistemi del veicolo. Nota: la disponibilità e le funzioni delle caratteristiche dell'app InControl Remote Premium dipendono dalla specifica del veicolo e dall'area in cui lo si utilizza. Bip e lampeggio La pagina Stato del veicolo è la schermata iniziale per l'app. Con Remote Premium, a questa schermata viene aggiunta la funzione Avvisatore acustico e lampeggianti. Quando le luci lampeggiano e l'avvisatore acustico suona, individuare il proprio veicolo è più facile. Nota: è responsabilità del conducente attenersi a tutte le norme in vigore in materia di uso degli avvisatori acustici del veicolo. 223

224 L InControl Controllo climatizzatore a distanza La pagina Controllo climatizzatore a distanza consente al motore di un veicolo dotato di cambio automatico di essere avviato a distanza e di rimanere in funzione fino a 30 minuti per raggiungere una temperatura dell'abitacolo confortevole prima che il conducente entri nel veicolo. Premere il pulsante di avviamento del motore nella pagina del Controllo climatizzatore a distanza e inserire un PIN. È possibile impostare una temperatura target. La climatizzazione a distanza non funziona se esiste una delle seguenti condizioni: Il livello del carburante del veicolo è basso. Il livello di carica della batteria del veicolo è basso. Il veicolo non è chiuso. È aperto un finestrino, una portiera, il cofano o il bagagliaio. Il motore è stato avviato manualmente. È presente un errore di sistema in uno dei sistemi del veicolo. È stato rilevato un tentativo di furto. L'allarme del veicolo sta suonando. È stato rilevato un incidente. I lampeggiatori di emergenze sono accesi. Il cambio automatico non è nella posizione di parcheggio (P). Si preme il pedale del freno. Nota: alcuni mercati potrebbero vietare l'uso dell'avviamento a distanza del motore. è responsabilità del conducente sapere se questa funzione può essere utilizzata legalmente. Nota: questa funzione è disponibile anche per i veicoli dotati di sistema di climatizzazione temporizzata. Se la configurazione del veicolo (ad esempio, versione di motore o trasmissione) non supporta l'avviamento a distanza del motore, o se il veicolo è stato prodotto in un mercato con restrizioni legali sull'uso dell'avviamento a distanza del motore, il sistema di climatizzazione temporizzata può essere utilizzato per supportare il precondizionamento dell'abitacolo. Antifurto del veicolo Remote Premium aggiunge ulteriori funzionalità alla pagina Sicurezza del veicolo, consentendo all'utente di bloccare e sbloccare il veicolo a distanza. Se non è possibile bloccare o sbloccare il veicolo, sullo schermo verrà visualizzato un messaggio di errore. Per una maggiore sicurezza, questa funzione necessita dell'inserimento di un codice PIN. Quando si blocca il veicolo a distanza, il livello di sicurezza sarà quello massimo consentito dal mercato in cui il veicolo è destinato a essere commercializzato. Nota: in alcuni mercati, la chiusura a distanza dei finestrini non è consentita. Quando viene sbloccato a distanza, il veicolo si blocca nuovamente dopo 45 secondi se non viene aperta alcuna portiera o altra apertura. Se si riceve un avviso di allarme, l'allarme del veicolo può essere azzerato dalla posizione corrente. 224

225 InControl Nota: indipendentemente da quale schermata è visualizzata in un dato momento, se l'allarme del veicolo suona, viene visualizzata una schermata a comparsa con un'opzione che consente di ripristinare l'allarme. L'allarme può essere ripristinato anche mediante la schermata Antifurto del veicolo. Nota: È responsabilità del conducente conoscere la posizione del veicolo e assicurarsi che sia chiuso. Riattivazione del veicolo Il sistema InControl Remote entra in una modalità di risparmio energetico 96 ore dopo l'ultimo arresto del motore. Tale accorgimento serve a preservare la durata della batteria del veicolo. Se il veicolo rimane parcheggiato per un periodo prolungato, ad esempio perché si è in vacanza o in viaggio per lavoro, è possibile utilizzare la funzione di Attivazione del veicolo disponibile sull'app. Questa funzione attiva il sistema InControl Remote nella data selezionata. È possibile scegliere qualunque data entro un intervallo di 30 giorni. Una volta impostata la funzione di Riattivazione del veicolo, il sistema InControl Remote entra nella modalità di risparmio energetico dopo 60 ore. L'alimentazione della batteria viene quindi riservata alla riattivazione. Nota: non è possibile impostare la funzione Riattivazione del veicolo se il sistema InControl Remote non è attivo. SICUREZZA INCONTROL Se il veicolo viene spostato illegalmente, il centro di tracciamento del veicolo rubato avvisa immediatamente l'utente e collabora con la polizia per localizzare la posizione esatta del veicolo. In alternativa, utilizzare l'app Jaguar InControl Remote o il numero di telefono presente sul sito Web InControl per contattare il centro di tracciamento del veicolo rubato. L'InControl Secure utilizza la tecnologia di tracciamento che si attiva automaticamente in caso di: Tentativo di manomissione del veicolo. Spostamento del veicolo con l'accensione disinserita (ad esempio, trainato). Suono dell'allarme del veicolo per più di 30 secondi. Tentativo di disturbo del segnale GSM (sistema globale di comunicazione mobile) Scollegamento dell'antenna GSM. Scollegamento dell'antenna GNSS (sistema di navigazione satellitare globale). Scollegamento della batteria del veicolo. Quando il veicolo viene trasportato, riparato o sottoposto a manutenzione, è necessario abilitare la modalità di trasporto o la modalità di manutenzione. È possibile eseguire questa operazione utilizzando l'app Jaguar InControl Remote, oppure tramite il sito Web InControl. Ciò impedisce la generazione di avvisi antifurto automatici durante gli interventi di manutenzione sul veicolo. 225

226 L InControl Nota: una volta impostate, le modalità Trasporto o Assistenza devono essere aggiornate ogni 10 ore, o più spesso se necessario. WI-FI INCONTROL L'hotspot dell'incontrol Wi-Fi consente la connessione a Internet a bordo utilizzando una connessione 3G. Utilizzando l'antenna montata sul tetto, aumenta l'affidabilità della connessione 3G continua durante la marcia. Si ottiene una maggiore potenza di connessione dati in confronto a uno smartphone usato all'interno del veicolo, poiché la struttura in metallo del veicolo limita la ricezione dei dati. Nota: questa funzione richiede l'app Jaguar InControl Remote. Vedere 220, INCONTROL PROTECT. Nel supporto per la scheda SIM deve essere inserita una scheda SIM 3G solo dati, detta a volte SIM solo Internet o SIM Mobile Broadband. Il lettore di schede SIM utilizza un'interfaccia "Mini-SIM". Se la scheda SIM ha dimensioni differenti, ad esempio è una "Micro-SIM", è necessario utilizzare un adattatore o una scheda SIM diversa. Nota: se la scheda SIM è stata usata in precedenza ed è stato impostato un PIN (Personal Identification Number), è necessario rimuoverlo prima di utilizzare la scheda SIM nel veicolo. Il supporto per scheda SIM si trova nella parte inferiore del ripiano portaoggetti posteriore nel bagagliaio. 1. Premere il pulsante per sbloccare il supporto per scheda SIM. 2. Rimuovere il supporto dal vano per la SIM. 3. Inserire la scheda SIM nel supporto e reinserire il supporto nel vano per la SIM. Spingerlo delicatamente indietro per chiudere completamente. 4. La porta USB è destinata solo alla manutenzione. Assicurarsi che la scheda SIM sia posizionata correttamente nel supporto. Il mancato rispetto di questa precauzione può danneggiare la scheda SIM o il lettore di schede SIM. Impostazioni Wi-Fi L'InControl Wi-Fi può essere attivato o disattivato dallo schermo a sfioramento. Dalla schermata del Menu principale dello schermo, accedere alla/e schermata/e del menu Funzioni extra, quindi selezionare Hotspot WiFi. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Schermo a sfioramento sul presente manuale. La schermata Hotspot WiFi consente di visualizzare l'id e la password della rete Wi-Fi. Consente inoltre di regolare le impostazioni base di sistema. È possibile definire diverse impostazioni avanzate, tra cui la modifica della password di protezione e la configurazione dell'apn (Access Point Name) accedendo al menu Router hotspot Wi-Fi presente sul proprio dispositivo mobile. Per accedere al menu del router hotspot Wi-Fi: 1. Nella schermata Hotspot WiFi, selezionare Guida. 226

227 InControl 2. Sullo schermo a sfioramento viene visualizzato l'indirizzo del router hotspot Wi-Fi. Copiare l'indirizzo sul browser Internet del dispositivo mobile. Sul dispositivo mobile viene visualizzato il menu del router hotspot Wi-Fi. Effettuare l'accesso utilizzando i dettagli visualizzati nella schermata Guida. Icone Wi-Fi 1. Connettività di rete per telefono cellulare 3G. 2. Connettività di rete per telefono cellulare 2G. 3. Connessione. 4. Nessuna connessione di rete per telefono cellulare. 1. Hotspot Wi-Fi attivo. 2. Inizializzazione hotspot Wi-Fi. APP INCONTROL L'applicazione InControl consente di azionare applicazioni per smartphone attraverso lo schermo a sfioramento del veicolo. Prima di utilizzare InControl Apps, scaricare l'app Jaguar InControl Apps dall'apple App Store o da Google Play Store. Nota: non tutti gli smartphone sono compatibili con l'app Jaguar InControl Apps. Controllare l'elenco degli smartphone compatibili e delle App supportate nella sezione InControl del sito Web 1. Cercare l'app Jaguar InControl Apps nell'apple App Store o in Google Play Store. 2. Dall'elenco dei risultati, selezionare Jaguar InControl Apps ed eseguire l'installazione. 3. Una volta completata l'installazione, avviare il programma e selezionare l'icona Jaguar InControl Apps. 4. Seguire le istruzioni della Guida rapida introduttiva per completare la configurazione. Nota: la disponibilità e le funzioni dell'app dipendono dalla specifica del veicolo e dal mercato in cui esso viene utilizzato. Nota: le app non sono adatte per l'uso durante la guida; le app di gioco non vengono ad esempio visualizzate sullo schermo a sfioramento quando il veicolo è in movimento. Nota: Apple e iphone sono marchi commerciali registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi. App Store è un marchio di servizio di Apple Inc. Nota: Google Play Store è un marchio registrato di Google Inc. 227

228 L InControl Quando successivamente si seleziona l'app Jaguar InControl Apps, la vista Apps mostra 2 elenchi di App compatibili: App non installate e App installate. Le app nell'elenco App non installate possono essere aggiunte in qualsiasi momento. Scorrere verso destra per visualizzare l'elenco completo. Toccare l'app richiesta e installarla. La nuova app compare nell'elenco App installate. La vista Layout veicolo mostra come vengono visualizzate le app installate sullo schermo a sfioramento del veicolo. L'ordine delle app può essere modificato qui. Toccare un'icona e trascinarla nella posizione desiderata. Il menu Opzioni consente di cambiare la Zona, fornendo l'accesso alla Guida rapida introduttiva e include un elenco di FAQ. Per visualizzare un'app sullo schermo a sfioramento del veicolo, collegare il telefono alla presa USB InControl del veicolo, situata nel vano portaoggetti della console centrale; a tale scopo, utilizzare il cavo USB fornito con il telefono stesso. Vedere 174, COLLEGAMENTO DI UN DISPOSITIVO PORTATILE. Accertarsi che il telefono venga abbinato tramite la connessione al dispositivo wireless Bluetooth. Vedere 178, ABBINAMENTO E COLLEGAMENTO DI UN DISPOSITIVO BLUETOOTH. Sullo schermo a sfioramento, selezionare l'opzione InControl Apps, quindi Visualizza o Impostazioni Bluetooth. Nota: per stabilire una connessione con il veicolo, lo smartphone deve essere collegato alla porta USB InControl e sullo schermo a sfioramento deve essere visualizzato il menu Home. 228

229 Carburante e rifornimento carburante PRECAUZIONI DI SICUREZZA Evitare di esporre i vapori a qualsiasi potenziale fonte di accensione, in quanto l'incendio e l'esplosione risultanti possono provocare gravi lesioni o incidenti anche mortali. Durante il rifornimento di carburante, spegnere il motore. Durante il rifornimento di carburante, spegnere tutti gli apparecchi elettronici personali, quali cellulari o lettori musicali. VEICOLI CON MOTORE A BENZINA Utilizzare carburante di alta qualità conforme alle specifiche definite dallo standard EN 228 (o standard nazionale equivalente). Non utilizzare carburanti con piombo, con prodotti sostitutivi del piombo (ad esempio, a base di manganese) o con additivi poiché possono danneggiare i sistemi di controllo delle emissioni con conseguente decadimento della garanzia. NUMERO DI OTTANO Motore a benzina (V6) 3.0L Perché il proprio veicolo possa fornire prestazioni, consumo di carburante e guidabilità ottimali, il costruttore del veicolo consiglia di utilizzare benzina super senza piombo con un numero di ottano minimo di 95 RON. Motore a benzina (I4) 2.0L Per assicurare prestazioni, consumo di carburante e guidabilità ottimali, questi veicoli richiedono l'utilizzo di benzina super senza piombo con un numero di ottano minimo di 95 RON. Se non è disponibile benzina super senza piombo, è possibile utilizzare benzina senza piombo con un numero di ottano inferiore, fino a un minimo di 91 RON, ma ciò può ridurre le prestazioni del motore, aumentare il consumo di carburante e causare un percepibile battito in testa e altri problemi di guidabilità. Non usare carburanti con un numero di ottano inferiore a 91 RON, in quanto possono danneggiare gravemente il motore. Nota: un lieve ed occasionale battito in testa del motore in fase di accelerazione o in salita è accettabile. Se si avverte un forte battito in testa del motore anche quando si usa carburante del numero di ottano raccomandato o se il battito si verifica durante la marcia a velocità costante su strade pianeggianti, rivolgersi al proprio concessionario/ riparatore autorizzato. La mancata osservanza di tale indicazione rappresenta un uso improprio del veicolo, di cui il costruttore non è responsabile. In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato di zona. Come alternativa alla benzina senza piombo normale a 95 RON, è possibile utilizzare benzina Superverde Plus a 98 RON, se disponibile. ETANOLO È possibile usare miscele contenenti fino al 10% di etanolo (E5 e E10). Questo veicolo non è adatto ad essere utilizzato con carburanti contenenti una percentuale di etanolo superiore al 10%. 229

230 L Carburante e rifornimento carburante Non utilizzare carburanti E85, con contenuto di etanolo all'85%, in quanto possono causare gravi danni al motore e al sistema di alimentazione del carburante. Assicurarsi che il carburante abbia un numero di ottano non inferiore a quello raccomandato per la benzina senza piombo. La maggior parte dei conducenti non noterà alcuna differenza di funzionamento con carburanti contenenti etanolo. Se si avvertono differenze, ripristinare l'uso di benzina senza piombo convenzionale. METANOLO Se possibile, evitare l'uso di carburante contenente metanolo. L'impiego di carburanti contenenti metanolo può causare gravi danni al motore e al sistema di alimentazione del carburante che potrebbero non essere coperti dalla garanzia. METIL-TER-BUTILETERE (MTBE) È possibile usare benzina senza piombo contenente il composto ossigenato noto col nome di MTBE, purché la percentuale di MTBE rispetto al carburante convenzionale non superi il 15%. L'MTBE è un composto a base di etere derivato dal petrolio, utilizzato da diversi raffinatori come sostanza che migliora il numero di ottano del carburante. VEICOLI CON MOTORE DIESEL Utilizzare solo carburante diesel di alta qualità conforme allo standard europeo EN590 o equivalenti. Questi motori sono in grado di funzionare con una miscela contenente fino al 7% di biodiesel, in conformità con lo standard europeo EN590. Si consiglia di non utilizzare una miscela con una percentuale di biodiesel maggiore. In base alla posizione geografica, la qualità e le specifiche dei carburanti diesel possono variare in modo significativo. Si consiglia di utilizzare carburante di elevata qualità o comunque della migliore qualità disponibile. Il carburante di alta qualità assicura una maggiore durata dei componenti del motore. I carburanti di qualità inferiore contengono livelli più elevati di zolfo, sostanza che danneggia i componenti del motore. Usando carburante di scarsa qualità, il motore emetterà dallo scarico un fumo leggermente colorato. Si sconsiglia l uso prolungato di additivi. Non aggiungere paraffina né benzina ai carburanti diesel. Se il veicolo viene rifornito per errore con un tipo di carburante errato (ad esempio benzina invece di diesel), non tentare di avviare il motore. Rivolgersi immediatamente a un rivenditore/riparatore autorizzato. Il costruttore del veicolo declina ogni responsabilità per i danni causati dall'utilizzo del veicolo con un tipo di carburante errato. 230

231 Carburante e rifornimento carburante CONTENUTO DI ZOLFO Per i veicoli dotati di un sistema di post-trattamento dei gas di scarico con filtro antiparticolato per diesel (DPF), il contenuto massimo di zolfo del carburante non deve superare lo 0,005% (50 parti per milione), in conformità allo standard EN590- EU4 o agli standard della World Wide Fuel Charter (WWFC), Carta mondiale dei combustibili. Il contenuto di zolfo del carburante diesel usato sui veicoli non dotati di filtro DPF non deve superare lo 0,3% (3000 parti per milione). In alcuni paesi, il carburante diesel potrebbe contenere livelli di zolfo più elevati e in questo caso è necessario eseguire gli interventi di manutenzione periodici a intervalli ravvicinati per ridurne gli effetti sui componenti del motore e del sistema di post-trattamento dei gas di scarico. In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato per richiedere un consiglio. L'impiego di carburante non conforme alle specifiche può causare seri danni al motore e/o al sistema di post-trattamento dei gas di scarico, che potrebbero non essere coperti dalla garanzia. In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato per richiedere un consiglio. DEF (DIESEL EXHAUST FLUID) Per quanto riguarda la conformità ai requisiti sulle emissioni di scarico, alcuni veicoli con motori diesel sono dotati di un serbatoio contenente DEF (Diesel Exhaust Fluid). Il DEF è noto anche come AdBlue, AUS 32 e ARLA 32. Nota: l'utilizzo corretto del sistema DEF, come indicato nel presente manuale, è obbligatorio per legge. Guidare un veicolo su cui è in uso un DEF con le specifiche errate può costituire un reato penale. Il consumo di DEF può presentare notevoli variazioni a seconda delle condizioni e dello stile di guida, ma il consumo medio è pari a circa 1 litro ogni 1600 chilometri. La distanza fino al successivo riempimento DEF può essere visualizzata sul centro messaggi tramite il menu Informazioni veicolo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: quando il livello di DEF si abbassa, sul centro messaggi viene visualizzata un'apposita notifica. Si consiglia di rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato per un rabbocco di DEF alla prima opportunità. Quando il livello di DEF diventa insufficiente, sul centro messaggi viene visualizzata la distanza percorribile residua. Il DEF deve essere rabboccato prima che l'intervallo della distanza diventi pari a zero. In caso contrario, il veicolo non si avvia e la spia motore/trasmissione (ambra) si accende. Vedere 70, MOTORE/ TRASMISSIONE (AMBRA). Se viene visualizzato un messaggio di avvertenza relativo al DEF con una spia rossa, rivolgersi a un tecnico qualificato appena possibile. Questi messaggi includono malfunzionamenti del sistema, liquido non corretto e di qualità scadente. È possibile aggiungere DEF nel serbatoio seguendo la procedura di rabbocco; tuttavia, si raccomanda di effettuare un rifornimento completo alla prima opportunità. 231

232 L Carburante e rifornimento carburante Una bottiglia di dimensioni standard (1,89 litri), per il riempimento senza perdite di DEF è la quantità minima necessaria per riavviare il motore. Le bottiglie per il riempimento sono disponibili presso il concessionario/riparatore autorizzato. Durante il riempimento, assicurarsi che venga utilizzata la specifica corretta di DEF. L'utilizzo di liquido non corretto, può comportare gravi danni al veicolo. Non avviare il motore. Rivolgersi immediatamente a un rivenditore/riparatore autorizzato. Vedere 311, LUBRIFICANTI E LIQUIDI. Non usare le pistole erogatrici di DEF utilizzate per i veicoli commerciali. Il sistema non è progettato per essere riempito alla pressione e alla portata erogate da tali pompe, e può quindi verificarsi un danno. Il liquido DEF può avere un odore sgradevole e macchiare abiti e tappezzeria. Quando si esegue la procedura di rabbocco, prestare attenzione a non rovesciare il liquido. In caso di fuoriuscita, sciacquare immediatamente con acqua pulita. Quando si utilizza il DEF, leggere le precauzioni di sicurezza riportate sull'etichetta. Il DEF deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini. Il DEF deve essere riposto nel contenitore originale, in un luogo fresco, asciutto e ben ventilato. Rispettare le raccomandazioni del produttore relative alla manipolazione e alla conservazione. Per eseguire una procedura di rabbocco di DEF: Individuare il serbatoio DEF. Vedere 260, UBICAZIONI DEI BOCCHETTONI DI RIFORNIMENTO LIQUIDI. Rimuovere il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio ruotandolo in senso antiorario. 1. Posizionare la bottiglia di riempimento sull'apertura del tappo del bocchettone di rifornimento e ruotarla fino a quando non è bloccata in posizione. 2. Premere la base della bottiglia di riempimento fino a quando tutto il liquido non viene versato nel serbatoio. 3. Ruotare la bottiglia di riempimento in senso antiorario e rimuovere il tappo. 4. Sostituire il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio, girare manualmente in senso orario finché non sarà serrato. Nota: a temperature estremamente basse, ovvero inferiori a -10 C, il DEF potrebbe congelarsi nel serbatoio rendendo difficile il rifornimento. Si consiglia di portare il veicolo in un ambiente più caldo, ad esempio un garage, per aumentare la temperatura ambiente e scongelare il DEF prima di tentare un rabbocco. In tali condizioni, potrebbe essere necessario guidare per almeno 1 ora prima che il messaggio di basso livello DEF scompaia. 232

233 Carburante e rifornimento carburante Nota: durante l'avviamento e lo spegnimento del motore, le pompe del liquido DEF potrebbero avviarsi e poi spegnersi. Questa è una condizione di funzionamento normale e non deve destare alcuna preoccupazione. Nota: se la spia motore/trasmissione (ambra) si accende dopo un rabbocco, il motore deve essere avviato (mettere in moto per circa 30 secondi) e arrestato. Eseguire questa operazione per 3 volte di seguito. VIDEO INFORMATIVO ESAURIMENTO DEL CARBURANTE Evitare di rimanere senza carburante. In caso di esaurimento del carburante, sono necessari almeno 4 litri per riavviare il motore. Vedere 234, SPORTELLINO DEL BOCCHETTONE DI RIFORNIMENTO CARBURANTE. Prima di tentare di riavviare il motore dopo avere effettuato il rifornimento, occorre lasciare il veicolo con l'accensione inserita per 5 minuti. È necessario guidare il veicolo per una distanza da 1,5 a 5 km, in modo da ripristinare i sistemi di monitoraggio e gestione del motore. Alcuni veicoli con motore diesel sono dotati di un dispositivo di protezione da errato rifornimento di carburante attivo, ad esempio uno sportellino visibile metallico nel collo del bocchettone di rifornimento. Questi veicoli richiedono l'utilizzo dell'imbuto di emergenza fornito in dotazione con il veicolo per riempire il serbatoio del carburante con una tanica. Per aprire il dispositivo di protezione da errato rifornimento di carburante attivo, inserire completamente e in modo corretto l'imbuto nel collo del bocchettone di rifornimento. Vedere anche 235, DISPOSITIVO DI PROTEZIONE DA ERRATO RIFORNIMENTO PER I VEICOLI DIESEL ATTIVO. Nota: se si rimane senza carburante, si consiglia di richiedere assistenza qualificata. PRESENZA DI ACQUA NEL CARBURANTE Se sul centro messaggi viene visualizzato il messaggio ACQUA NEL CARBURANTE CONSULTARE IL MANUALE, significa che nella vaschetta del filtro carburante si è raccolta una quantità eccessiva di acqua. Rivolgersi quanto prima a un concessionario/riparatore autorizzato, per far svuotare la vaschetta del filtro carburante. 233

234 L Carburante e rifornimento carburante MOTORI DIESEL I veicoli con motore diesel hanno impianti che potrebbero impedire il completo svuotamento del serbatoio del carburante, causando invece l'ingresso di aria nel sistema di alimentazione del carburante. Quando il carburante raggiunge il livello minimo, il sistema attiva la modalità a potenza ridotta (cioè il motore non funziona in maniera ottimale). Questa condizione è seguita dall'arresto del motore dopo circa 1,6 km (1 mph). Questa funzione impedisce che il sistema di alimentazione del carburante funzioni a secco, danneggiando di conseguenza il veicolo. Se l'indicatore del livello del carburante indica un livello del carburante basso o se si accende la spia di basso livello del carburante, è necessario rifornire il serbatoio del carburante il prima possibile, aggiungendo almeno 4 litri di carburante. Vedere 71, SPIA BASSO LIVELLO CARBURANTE (AMBRA). Se la funzione di protezione del sistema si attiva, è necessario rifornire il veicolo, quindi riavviare il motore utilizzando la procedura seguente: 1. Con il pedale del freno premuto (sui veicoli con cambio automatico) o con il pedale della frizione premuto (sui veicoli con cambio manuale), tenere premuto il tasto del motore START/STOP e avviare il motore per 5 secondi. Vedere 6, COMANDI PER LA GUIDA. 2. Rilasciare il tasto START/STOP. 3. Con il pedale del freno premuto (sui veicoli con cambio automatico) o con il pedale della frizione premuto (sui veicoli con cambio manuale), premere e rilasciare il tasto START/STOP per avviare il motore. Il motore deve avviarsi entro circa 5 secondi. Nota: se il motore non si avvia, prima di ripetere la procedura dall'inizio, attendere 10 secondi con l accensione inserita. Non far girare il motore per l'avviamento per oltre 30 secondi consecutivi. SPORTELLINO DEL BOCCHETTONE DI RIFORNIMENTO CARBURANTE Prendere nota di tutte le avvertenze e le istruzioni riportate sull'etichetta apposta sulla superficie interna dello sportellino del bocchettone di rifornimento del carburante. 1. Premere e rilasciare il lato posteriore dello sportellino per sbloccarlo. 234

235 Carburante e rifornimento carburante 2. Aprire lo sportellino. L etichetta sul lato interno dello sportellino indica il corretto carburante per il veicolo. 3. Per svitare il tappo, ruotarlo in senso antiorario. 4. Riporre il tappo sull apposito labbro presente nella parte superiore del braccio della cerniera, come mostrato. Nel rimontare il tappo, ruotarlo in senso orario fino ad avvertire lo scatto del dente di arresto. Per chiudere lo sportellino del bocchettone di rifornimento, spingerlo fino a bloccarlo saldamente. BOCCHETTONE DI RIFORNIMENTO CARBURANTE Durante il rifornimento di carburante, assicurarsi che i cristalli, le portiere e il tettuccio siano tutti completamente chiusi, soprattutto se a bordo del veicolo sono presenti bambini piccoli o animali. Non tentare di riempire il serbatoio del carburante oltre la sua capacità massima. Se si parcheggia il veicolo su una strada in pendenza, alla luce diretta dei raggi solari o in presenza di una temperatura esterna elevata, l'espansione nel serbatoio può dare luogo alla fuoriuscita del carburante. Controllare attentamente le indicazioni presso il distributore del carburante per essere sicuri di usare il tipo di carburante corretto per il rifornimento. Assicurarsi che l'ugello della pompa sia inserito a fondo nel collo del bocchettone di rifornimento. In caso di rifornimento con un tipo di carburante errato, è essenziale rivolgersi a un tecnico qualificato prima di avviare il motore. Le pompe delle stazioni di rifornimento sono munite di un sensore automatico di interruzione dell erogazione per evitare fuoriuscite di carburante. Riempire il serbatoio lentamente fino a quando la pistola erogatrice non interrompe automaticamente l'alimentazione. Non riempire il serbatoio oltre questo punto. Nota: le pompe di rifornimento per i veicoli commerciali erogano carburante a una portata superiore al normale. La velocità di rifornimento più elevata può dare luogo all interruzione prematura del rifornimento e al versamento del carburante. Si raccomanda di utilizzare esclusivamente le pompe di rifornimento destinate ai normali veicoli. DISPOSITIVO DI PROTEZIONE DA ERRATO RIFORNIMENTO PER I VEICOLI DIESEL ATTIVO 235

236 L Carburante e rifornimento carburante Alcuni veicoli con motore diesel sono dotati di un dispositivo di protezione da errato rifornimento attivo. Tale dispositivo consiste di uno sportellino in metallo presente nel collo del bocchettone di rifornimento che evita il rifornimento nel serbatoio del carburante di carburante errato, ad esempio benzina. Lo sportellino in metallo risulta visibile quando si rimuove il tappo del bocchettone di rifornimento del carburante. Il dispositivo di protezione da errato rifornimento attivo si sgancia automaticamente se agganciato correttamente e se la pistola erogatrice della pompa di alimentazione del gasolio è inserita completamente e in modo corretto nel collo del bocchettone di rifornimento carburante del veicolo, come illustrato. Nota: per il rifornimento con una tanica di carburante, vedere 233, ESAURIMENTO DEL CARBURANTE. DISPOSITIVO DI PROTEZIONE DA ERRATO RIFORNIMENTO PER I VEICOLI DIESEL PASSIVO Alcuni veicoli con motore diesel sono dotati di un dispositivo di protezione da errato rifornimento passivo, incorporato nel collo del bocchettone di rifornimento carburante. Se la pistola erogatrice a bocca stretta (installata sulle pompe che erogano benzina senza piombo) viene inserita fino in fondo nel collo del bocchettone di rifornimento carburante del veicolo, il dispositivo di protezione da errato rifornimento passivo si attiva per chiudere il collo del bocchettone di rifornimento carburante. In questo caso, per disattivare il dispositivo di protezione da errato rifornimento di carburante sarà necessario utilizzare l'attrezzo di riposizionamento fornito in dotazione con il veicolo. Nota: il dispositivo di protezione da errato rifornimento di carburante passivo potrebbe non attivarsi se la pistola erogatrice della benzina è inserita solo parzialmente. Quando viene attivato il dispositivo di protezione da errato rifornimento passivo, può verificarsi una fuoriuscita di carburante dal collo del bocchettone di rifornimento. Nota: è responsabilità del guidatore rifornire il veicolo con carburante del tipo corretto. Il dispositivo di protezione da errato rifornimento passivo riduce esclusivamente il rischio di rifornire il veicolo di carburante errato. Nota: il becco del bocchettone di rifornimento di alcune taniche e le pompe di carburante più vecchie potrebbero far scattare il dispositivo di protezione da errato rifornimento passivo. 236

237 Carburante e rifornimento carburante Quando è attivo il dispositivo di protezione da errato rifornimento di carburante passivo, nel collo del bocchettone di rifornimento è visibile uno sportellino giallo. In questo modo si evita il flusso nel serbatoio del carburante. Prima di proseguire il rifornimento con il carburante corretto, è necessario reimpostare il dispositivo di protezione da errato rifornimento. L'attrezzo di riposizionamento è ubicato nel kit attrezzi del veicolo. Attenersi alle seguenti istruzioni per l'attrezzo di riposizionamento: 1. Inserire l'attrezzo di riposizionamento con i denti rivolti in alto, il più possibile in profondità nel collo del bocchettone di rifornimento carburante. 2. Posizionare i denti spingendo verso il basso la parte superiore dell'attrezzo di riposizionamento. 3. Con la sommità dell'attrezzo premuta verso il basso e i denti impegnati, tirare lentamente l'attrezzo estraendolo dal collo del bocchettone di rifornimento, per riposizionare il dispositivo. Non ruotare il dispositivo una volta che i denti sono stati impegnati. Nota: una volta reimpostato, la parte gialla del dispositivo di protezione da errato rifornimento passivo non deve più essere visibile nel collo del bocchettone di rifornimento carburante. Riporre l'attrezzo di riposizionamento nel kit attrezzi del veicolo. CAPACITÀ DEL SERBATOIO Evitare il rischio di esaurire il carburante e non guidare mai intenzionalmente il veicolo se l'indicatore del livello del carburante indica che il serbatoio è vuoto. Quando si rifornisce di carburante il veicolo dopo che l'indicatore del livello del carburante indica che il serbatoio è vuoto, potrebbe non essere possibile aggiungere la quantità di carburante massima, dato che sarà presente una piccola quantità residua nel serbatoio del carburante. Vedere 315, CAPACITÀ. 237

238 L Carburante e rifornimento carburante CONSUMO DI CARBURANTE I valori relativi al consumo di carburante sono stati calcolati utilizzando le procedure di prova UN ECE R101 (ROW) e CE 715/2007, come modificato dal documento 2015/45 (Europa). Versione 3.0L diesel (300 CV) - automatico - Trazione integrale (AWD) 2.0L diesel (180 CV) - automatico - AWD 2.0L diesel (180 CV) - manuale - AWD 2.0L diesel (180 CV) - manuale - Trazione posteriore (RWD) 3.0L benzina (340 e 380 CV) - automatico - AWD CICLO URBANO Livello di emissioni EU6b EU6b EU6b EU6b EU6b, EU5, EU4, EU2 Il ciclo di prova urbano viene effettuato con avviamento a freddo e comprende una serie di accelerazioni, decelerazioni e periodi di guida a velocità costante e di funzionamento al minimo del motore. La velocità massima raggiunta durante la prova è di 50 km/h (30 mph) con una velocità media di 19 km/h (12 mph). Ciclo urbano Ltr/100 km 6, ,0 5,7 12,2 In condizioni di impiego normale, i valori effettivi di consumo di carburante di un veicolo possono differire da quelli ottenuti nel corso della procedura di prova, ad esempio perché influenzati dalla tecnica di guida, dalle condizioni della strada e del traffico, da fattori ambientali, dalle condizioni e dal carico del veicolo. Ciclo extraurbano Ltr/100 km 5,6 4,7 4,7 4,5 7,1 Ciclo combinato Ltr/100 km 6,0 5, ,9 8,9 CICLO EXTRA-URBANO Emissioni di CO₂ g/km La prova del ciclo extra-urbano viene effettuata subito dopo la prova del ciclo urbano. Circa metà della prova è costituita da una guida a velocità costante, mentre la parte restante consiste in una serie di accelerazioni, decelerazioni e motore a regime minimo. La velocità massima della prova è di 120 km/h (75 mph) e la velocità media è di 63 km/h (39 mph). La prova viene condotta su una distanza di 7 km. 238

239 Carburante e rifornimento carburante CICLO COMBINATO Il valore del ciclo combinato risulta dalla media dei risultati dei cicli di prova urbano ed extraurbano, corretta in modo da tenere conto delle diverse distanze percorse durante le due prove. Per ulteriori informazioni sul valore dei consumi di carburante e delle emissioni di scarico, visitare il sito Web della Vehicle Certification Agency (VCA) all'indirizzo 239

240 L Manutenzione RODAGGIO Questo veicolo è costruito con metodi di fabbricazione a elevata precisione ma le parti mobili del motore devono comunque assestarsi tra loro. Questo processo si verifica principalmente nei primi km di utilizzo. Durante questo periodo di rodaggio di km, osservare e seguire le istruzioni riportate di seguito: Non utilizzare l'accelerazione massima in fase di avviamento e durante la guida normale. Non superare regimi motore (giri/min) elevati prima che il motore abbia raggiunto la massima temperatura di esercizio. Evitare di affaticare il motore facendolo funzionare con una marcia troppo alta a bassa velocità. Aumentare gradualmente il regime motore e la velocità su strada. Evitare il funzionamento continuo con regime motore alto e arresti improvvisi. Evitare frequenti avviamenti a freddo per coprire brevi distanze. Percorrere preferibilmente tragitti più lunghi. Non partecipare a sessioni su circuiti di prova, corsi di guida sportiva o simili. ARIA CONDIZIONATA Non consentire mai a nessuno, se non a personale qualificato e addestrato, di riparare, smontare o sostituire alcuna parte del sistema dell'aria condizionata (A/C). Assicurarsi che non vi siano fuoriuscite di refrigerante. Tutte le parti di ricambio per il sistema dell'aria condizionata devono essere nuove ed equivalenti alla dotazione originale del costruttore. Tutte le parti di ricambio devono essere conformi allo standard SAE. Per ricevere consulenza rivolgersi al proprio rivenditore/riparatore autorizzato. Il sistema A/C utilizza il refrigerante HFO- 1234yf (R-1234yf) (tetrafluoropropene) a basso potenziale di riscaldamento globale (GWP). Il sistema A/C è sigillato e presenta un tasso di perdite inferiore al 3% annuo. Su un'etichetta all'interno del cofano può essere utilizzato il seguente simbolo relativo al liquido refrigerante. Simbolo A/C. Simbolo del lubrificante. Attenzione. Refrigerante infiammabile. Necessario tecnico abilitato per la manutenzione dell'aria condizionata. 240

241 Manutenzione MANUTENZIONE A CURA DEL PROPRIETARIO Il calo marcato o improvviso del livello dei liquidi o l'usura non uniforme degli pneumatici deve essere immediatamente segnalato a un tecnico qualificato. Oltre alla manutenzione periodica, è prevista una serie di semplici controlli da attivare più frequentemente. CONTROLLI GIORNALIERI Funzionamento di luci, avvisatore acustico, indicatori di direzione, tergicristalli, lavavetri e spie. Funzionamento di cinture di sicurezza e freni. Verificare se sono presenti depositi di liquidi sotto il veicolo che potrebbero indicare una perdita. La fuoriuscita di gocce di condensa dall impianto dell aria condizionata (A/C) è normale. CONTROLLI SETTIMANALI Livello dell'olio motore. Livello del liquido di raffreddamento del motore. Livello liquido freni. Livello del liquido del servosterzo. Livello del liquido lavavetro. Pressione e condizioni degli pneumatici. Azionare l'aria condizionata (A/C). Nota: se il veicolo viene guidato per periodi prolungati ad alte velocità, controllare il livello dell'olio motore più frequentemente. FILTRO DI SCARICO I veicoli diesel dotati di filtro antiparticolato per diesel (DPF) offrono un controllo delle emissioni più efficiente. Le particelle presenti nei gas di scarico vengono raccolte nel filtro di scarico durante la guida normale. La pulizia del filtro di scarico, operazione nota anche come rigenerazione, avviene automaticamente ogni km circa, a seconda delle condizioni di guida e richiede che il motore abbia raggiunto la normale temperatura di esercizio. Questa operazione di pulizia automatica si verifica quando il veicolo procede a una velocità costante compresa tra 60 km/h e 112 km/h (40 mph e 70 mph). Questo processo impiega normalmente minuti. È possibile che il processo di pulizia automatica avvenga anche a velocità del veicolo inferiori, tuttavia, a una velocità media di 50 km/h (30 mph), il processo richiederà più tempo. Pulizia automatica del filtro di scarico Determinate condizioni di guida (ad esempio, frequenti percorsi per brevi distanze, traffico lento o in climi freddi) potrebbero non essere sufficienti per avviare la pulizia automatica del filtro di scarico. Se questo si verifica, viene visualizzata un'icona di avvertenza nel centro messaggi, con stati che possono essere indicati nel modo seguente: Ambra: è necessaria la pulizia automatica del filtro di scarico. Guidando a una velocità superiore a 60 km/h (40 mph) per 20 minuti la pulizia del filtro dovrebbe iniziare. 241

242 L Manutenzione Nota: la mancata osservanza dell'approccio di guida sopra indicato per attivare la pulizia automatica del filtro potrebbe comportare una riduzione delle prestazioni del veicolo. L'icona del filtro di scarico di colore ambra sarà infine sostituita da un'icona del filtro scarico rossa che indica la necessità di sostituire il filtro. Verde: la pulizia automatica del filtro di scarico è stata completata. Rosso: il filtro di scarico è pieno; contattare un concessionario/ riparatore autorizzato non appena possibile. Nota: si può notare un lieve aumento temporaneo del consumo di carburante durante la pulizia automatica del filtro di scarico. Nota: se si utilizza regolarmente carburante diesel ad alto contenuto di zolfo, lo scarico potrebbe emettere fumo all'inizio del processo di pulizia automatica. Ciò è dovuto alla combustione del deposito di zolfo e non deve destare alcuna preoccupazione. Se possibile, utilizzare esclusivamente carburante diesel a basso contenuto di zolfo. SISTEMA ANTIFURTO Non apportare modifiche o aggiunte al sistema antifurto. Tali modifiche potrebbero causare anomalie al sistema. SISTEMA DEGLI AIRBAG I componenti che costituiscono il sistema airbag sono sensibili alle interferenze elettriche o fisiche, ognuna delle quali può facilmente danneggiare il sistema e causare un funzionamento involontario o un guasto al modulo dell'airbag. Per evitare guasti del sistema airbag, consultare sempre il proprio rivenditore/ riparatore autorizzato prima di montare uno degli elementi indicati di seguito: Apparecchiature elettroniche, quali telefoni cellulari, ricetrasmettitori o sistemi di intrattenimento di bordo. Accessori fissati alla parte anteriore del veicolo. Apportare qualsiasi modifica alla parte anteriore del veicolo. Apportare qualsiasi modifica che comporti l'asportazione o la riparazione di cablaggi o componenti in prossimità di uno qualsiasi dei componenti del sistema dell'airbag, compreso il volante, il piantone dello sterzo, la strumentazione o i pannelli della plancia. Apportare qualsiasi modifica ai pannelli della plancia o al volante. PARTI DI RICAMBIO E ACCESSORI Il montaggio di componenti e accessori non omologati o l esecuzione di modifiche o conversioni non autorizzate può risultare pericoloso e avere ripercussioni sulla sicurezza del veicolo e degli occupanti, oltre che invalidare i termini e le condizioni della garanzia del veicolo. Jaguar Land Rover Limited declina ogni responsabilità in caso di incidenti letali, lesioni personali o danni alla proprietà che potrebbero verificarsi quale diretto risultato del montaggio di accessori non omologati o di conversioni non autorizzate sui veicoli. 242

243 Manutenzione Tutte le parti di ricambio per il sistema dell'aria condizionata (A/ C) devono essere nuove ed equivalenti alla dotazione originale del produttore del veicolo e conformi alle norme SAE. Per ricevere consulenza rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. Questo simbolo può essere apposto su un'etichetta sotto il cofano e si riferisce al liquido refrigerante dell'aria condizionata. Il simbolo identifica sostanze chimiche estremamente infiammabili con un punto di infiammabilità e di ebollizione estremamente basso e gas che si incendiano a contatto con l'aria. DINAMOMETRI PER LA PROVA SU STRADA (RULLI DI COLLAUDO) È essenziale che qualsiasi prova con il dinamometro venga effettuata esclusivamente da personale qualificato che abbia familiarità con la prova con il dinamometro e con le procedure di sicurezza previste dai rivenditori/riparatori autorizzati. SICUREZZA IN GARAGE Se il veicolo è stato usato di recente, non toccare il motore, i componenti del sistema di scarico e di raffreddamento fino a quando il motore non si è raffreddato. Non lasciare mai il motore avviato in uno spazio privo di ventilazione: i gas di scarico sono tossici ed estremamente pericolosi. Non effettuare interventi sotto la vettura usando soltanto il martinetto per sorreggerla. Il martinetto è progettato esclusivamente per la sostituzione delle ruote. Non lavorare mai sotto la vettura usando il martinetto come unico sostegno. Utilizzare sempre cavalletti di supporto di adeguata capacità prima di introdurre parti del corpo sotto il veicolo. Tenere mani e indumenti lontani da cinghie di trasmissione, pulegge e ventole. Alcune ventole potrebbero continuare a funzionare o mettersi in funzione anche dopo l'arresto del motore. Rimuovere gioielli e bracciali in metallo prima di eseguire interventi nel vano motore. Non toccare cavi o componenti elettrici mentre il motore è avviato o l'accensione del veicolo è inserita. Impedire nel modo più assoluto che attrezzi o parti metalliche del veicolo entrino a contatto con i cavi o i morsetti della batteria. OLIO MOTORE USATO Il contatto prolungato con l'olio motore può dare luogo a gravi malattie della pelle, come dermatite e tumori della pelle. Lavarsi sempre accuratamente dopo il contatto. È vietato inquinare i canali di scolo, i corsi d acqua o il terreno. Servirsi dei centri di smaltimento autorizzati per smaltire l'olio usato e le sostanze chimiche tossiche. 243

244 L Manutenzione APERTURA DEL COFANO VANO MOTORE 3. Controllare che entrambi i ganci siano innestati provando a sollevare la parte anteriore del cofano. COPERTURE SOTTO IL COFANO VANO MOTORE RIMOZIONE 1. Tirare la maniglia situata nel vano gambe lato anteriore sinistro per sbloccare il dispositivo di chiusura del cofano. 2. Spingere verso l'alto la leva del gancio di sicurezza ubicata sotto al punto centrale del cofano, quindi sollevare quest ultimo. CHIUSURA DEL COFANO VANO MOTORE Non guidare se il vano motore è trattenuto solo dal gancio di sicurezza. 1. Abbassare il cofano vano motore fino a quando il gancio di sicurezza non si innesta. 2. Con entrambe le mani, esercitare una pressione verso il basso sul cofano vano motore fino a sentire lo scatto della chiusura. Aprire il cofano e attenersi alla seguente procedura: 1. Premere leggermente all'indietro e tenere premuta la linguetta di ritegno anteriore del coperchio. 2. Sollevare il coperchio e farlo scorrere in avanti per rilasciare le linguette di posizionamento posteriore. COPERTURE SOTTO IL COFANO VANO MOTORE RIMONTAGGIO Aprire il cofano e attenersi alla seguente procedura: 244

245 Manutenzione 1. Individuare le linguette di posizionamento posteriori del coperchio nel pannello del veicolo. 2. Premere leggermente il coperchio verso il basso per innestare la linguetta di ritegno anteriore nel pannello del veicolo. Nota: il coperchio deve essere montato a filo e allineato al pannello del veicolo. IMPIANTO DI ALIMENTAZIONE Non permettere mai a nessuno, se non a un tecnico qualificato e addestrato, di smontare o sostituire alcuna parte dell'impianto di alimentazione. Tenere sempre lontano dal vano motore scintille e fiamme libere. Indossare indumenti di protezione inclusi, ove possibile, guanti realizzati in materiale robusto. SOSTITUZIONE DI UNA LAMPADINA Se le luci esterne sono state spente da poco, lasciare alle lampadine il tempo di raffreddarsi. Maneggiandole quando sono ancora molto calde, le lampadine e potrebbero causare lesioni personali. Per evitare lesioni personali, a causa di una possibile corrente elettrica residua, assicurarsi di non toccare i connettori elettrici o i circuiti stampati durante la sostituzione della lampadina. Sostituire sempre le lampadine con il tipo e la specifica corretta. In caso di dubbi, contattare il proprio concessionario/riparatore autorizzato. Prima di tentare la sostituzione di una lampadina, assicurarsi che l'accensione sia disinserita e che la luce interessata sia spenta. Se il circuito rimane in tensione, può verificarsi un corto circuito in grado di danneggiare il sistema elettrico del veicolo. 245

246 L Manutenzione Specifiche della lampadina Non tutte le lampadine sono sostituibili. È possibile sostituire le lampadine seguenti: Versione Fari alogeni Fari alogeni Fari allo xeno Fendinebbia posteriori Descrizione lampadina Anabbaglianti/abbaglianti Luci diurne Tutte le altre luci sono unità diodi ad emissione luminosa (LED) o allo xeno e devono essere sostituite o sottoposte a manutenzione esclusivamente da personale qualificato. Indicatore di direzione anteriore Indicatore di direzione anteriore La sostituzione o manutenzione delle lampade allo xeno deve essere eseguita esclusivamente da personale qualificato. FARI ALLO XENO Per innescare il gas e i vapori metallici presenti all interno delle lampadine allo xeno, è necessaria alta tensione. Il contatto con questa tensione può causare gravi lesioni. La sostituzione o manutenzione delle lampade allo xeno deve essere eseguita esclusivamente da personale qualificato. Le unità con fari allo xeno funzionano a una temperatura molto elevata. Assicurarsi che le unità delle luci si siano raffreddate prima di toccarle. Le unità luci allo xeno contengono mercurio, che è altamente tossico e può essere estremamente nocivo. Lampadina fendinebbia posteriori Specifica HIR2 W21/5W PWY24W PWY24W H21W Per conoscere le corrette modalità di smaltimento delle unità luci allo xeno, rivolgersi a un rivenditore/riparatore autorizzato oppure agli organismi locali preposti. 246

247 Manutenzione LAMPADINA ALOGENA ANABBAGLIANTI E ABBAGLIANTI Vedere 245, SOSTITUZIONE DI UNA LAMPADINA. Per impedire il movimento del veicolo ed evitare lesioni personali, assicurarsi che il freno di stazionamento elettrico (EPB) sia inserito. 1. Per consentire un maggiore accesso, avviare il motore e girare lo sterzo fino a finecorsa. Disinserire l'accensione. 2. Ruotare il coperchio sulla carrozzeria di circa 45 gradi in senso antiorario per sganciare, quindi tirare per rimuoverlo. 3. Ruotare il coperchio del faro di circa 45 gradi in senso antiorario per sganciarlo, quindi tirare per rimuoverlo. Nota: prendere nota dell'orientamento del coperchio per agevolarne il rimontaggio. 4. Ruotare il portalampada di circa 45 gradi in senso antiorario per sganciare, quindi tirare per rimuoverlo. Nota: prendere nota dell'orientamento del portalampada per agevolarne il rimontaggio. 5. Rilasciare i fermi e scollegare il connettore elettrico. Nota: prendere nota dell'orientamento della lampadina per agevolarne il rimontaggio. Per montare la nuova lampadina, eseguire la procedura di smontaggio in ordine inverso. Prima di guidare il veicolo raddrizzare lo sterzo. SOSTITUZIONE DELLE LAMPADINE DELLE LUCI DIURNE - FARO ALOGENO Vedere 245, SOSTITUZIONE DI UNA LAMPADINA. 247

248 L Manutenzione Smontaggio del filtro dell'aria Il filtro dell'aria deve essere rimosso per consentire l'accesso all'unità portalampada/lampadina delle luci diurne lato sinistro su tutte le versioni di motore. Lo stesso vale per il lato destro nei veicoli con motore 3.0L. Aprire il cofano e attenersi alla seguente procedura: 1. Tirare leggermente la linguetta di ritegno/tubo del liquido di raffreddamento per staccarla dal filtro dell'aria. 248

249 Manutenzione Nota: non esercitare una forza eccessiva, poiché così facendo si potrebbe danneggiare il tubo del liquido di raffreddamento. 2. Ruotare continuamente in senso antiorario il bullone del fermo del tubo dell'aria per allentarlo e staccarlo. Nota: non rimuovere il fermo del tubo dell'aria. 3. Premere verso l'alto e mantenere la linguetta alla base del collegamento elettrico, quindi tirarla leggermente per staccarla dal filtro dell'aria. 4. Ruotare continuamente in senso antiorario il bullone di fissaggio del filtro dell'aria per rimuoverlo. 5. Tirare leggermente il tubo dell'aria superiore per staccarlo dal filtro dell'aria. 6. Staccare leggermente il tubo dell'aria inferiore per staccarlo dal filtro dell'aria. 7. Sollevare l'alloggiamento del filtro dell'aria, per staccare le 2 linguette di posizionamento/fissaggio. Nota: se i gommini restano attaccati al filtro dell'aria, smontarli e rimontarli sulla carrozzeria del veicolo prima di rimontare il filtro dell'aria. 8. Smontare il filtro dell'aria dal veicolo. Osservare la posizione del tubo del liquido di raffreddamento, del cablaggio elettrico e di entrambi i tubi dell'aria durante lo smontaggio e il rimontaggio del filtro dell'aria. Invertire la procedura di smontaggio per rimontare il filtro dell'aria. 249

250 L Manutenzione Rimozione della lampadina delle luci diurne Aprire il cofano e attenersi alla seguente procedura: 1. Ruotare in senso antiorario il coperchio del faro di circa 45 gradi per staccarlo, quindi tirare leggermente per rimuoverlo dal faro. Nota: prendere nota dell'orientamento del coperchio per agevolarne il rimontaggio. 2. Individuare il portalampada delle luci diurne. 3. Ruotare il portalampada in senso antiorario di circa 45 gradi. 4. Tirare per rimuovere il portalampada dal faro, quindi accedere alla lampadina. Nota: prendere nota dell'orientamento dell'unità portalampada/lampadina per agevolarne il rimontaggio. Per montare la nuova lampadina, eseguire la procedura di smontaggio in ordine inverso. SOSTITUZIONE DELLE LAMPADINE DEGLI INDICATORI DI DIREZIONE ANTERIORI Vedere 245, SOSTITUZIONE DI UNA LAMPADINA. Sui veicoli con motore 3.0L, il filtro dell'aria deve essere rimosso per consentire l'accesso al faro lato sinistro e al faro lato destro. Vedere le informazioni sulla rimozione del filtro dell'aria, 247, SOSTITUZIONE DELLE LAMPADINE DELLE LUCI DIURNE - FARO ALOGENO. 250

251 Manutenzione Lampadina indicatore di direzione del faro alogeno 1. Ruotare il coperchio del faro di circa 45 gradi in senso antiorario per sganciarlo e rimuoverlo. Nota: prendere nota dell'orientamento del coperchio per agevolarne il rimontaggio. 2. Individuare la lampadina dell'indicatore di direzione. 3. Tirare il portalampada per estrarlo dal faro. Nota: prendere nota dell'orientamento del portalampada per agevolarne il rimontaggio. 4. Estrarre la lampadina dal portalampada. Nota: prendere nota dell'orientamento della lampadina per agevolarne il rimontaggio. Per montare la nuova lampadina, eseguire la procedura di smontaggio in ordine inverso. 251

252 L Manutenzione Lampadina indicatore di direzione del faro allo xeno SOSTITUZIONE DELLE LAMPADINE DEI FENDINEBBIA POSTERIORI Vedere 245, SOSTITUZIONE DI UNA LAMPADINA. 1. Ruotare il coperchio del faro di circa 45 gradi in senso antiorario per sganciarlo e rimuoverlo. Nota: prendere nota dell'orientamento del coperchio per agevolarne il rimontaggio. 2. Tirare il portalampada per estrarlo dal faro. Nota: prendere nota dell'orientamento del portalampada per agevolarne il rimontaggio. 3. Estrarre la lampadina dal portalampada. Nota: prendere nota dell'orientamento della lampadina per agevolarne il rimontaggio. Per montare la nuova lampadina, eseguire la procedura di smontaggio in ordine inverso. Se il veicolo è stato usato di recente, non toccare i componenti dell impianto di scarico finché il motore non si è raffreddato. È possibile accedere all alloggiamento del fendinebbia posteriore da sotto e da dietro il paraurti posteriore. Il portalampada è un unità in plastica nera in cui è alloggiata la lampadina. Non sono necessari attrezzi ma potrebbe essere utile una torcia elettrica. 1. Per rimuovere il portalampada, premere verso l interno le alette esterne dell unità in plastica nera e tirare il portalampada per estrarlo dall alloggiamento. 2. Per staccare il portalampada dal connettore elettrico, spingere prima verso l alto il dispositivo di fissaggio del connettore. 3. Premere il meccanismo di rilascio e allo stesso tempo tirare per staccare il connettore dal portalampada. Nota: all interno del portalampada sono presenti tre linguette di posizionamento. Quando si monta la nuova lampadina, le linguette devono combaciare correttamente con il connettore. La procedura di montaggio è l inverso della procedura di smontaggio. Assicurarsi che il dispositivo di fissaggio del connettore sia spinto verso il basso e che la lampadina sia posizionata saldamente all interno dell alloggiamento del fendinebbia. 252

253 Manutenzione POSIZIONE DI SERVIZIO DEI TERGICRISTALLI Per evitare danni al cofano, non sollevare le spazzole del tergicristallo quando si trovano nella normale posizione di parcheggio. Nota: la Smart Key deve restare a bordo del veicolo durante la sostituzione delle spazzole dei tergicristalli. Prima di sostituire una spazzola tergicristalli, portare i bracci tergicristalli nella posizione di "servizio", come indicato di seguito. 1. Assicurarsi che l'accensione sia disinserita. 2. Inserire l'accensione, quindi disinserirla nuovamente. 3. Premere immediatamente il comando del lavavetro/tergicristallo, portandolo nella posizione più bassa (come per comandare una tergitura a passata singola, vedere 79, FUNZIONAMENTO DEI TERGICRISTALLI), e mantenerlo in tale posizione mentre si reinserisce l'accensione. I tergicristalli si spostano nella posizione di servizio. 4. Una volta installate le nuove parti, disinserire l'accensione. In questo modo, i tergicristalli torneranno nella posizione di parcheggio. Nota: montare esclusivamente spazzole del tergicristallo di ricambio identiche a quelle della specifica originale. Nota: sostituire le spazzole dei tergicristalli attenendosi alle istruzioni del produttore. REIMPOSTAZIONE DEL TETTUCCIO Accertarsi che le condizioni elencate di seguito siano soddisfatte prima di eseguire la procedura di reimpostazione del tettuccio: La temperatura dell'aria ambiente deve rientrare nell'intervallo compreso tra 5 e 65 C. Il veicolo deve essere fermo. La batteria del veicolo è sufficientemente carica e i collegamenti elettrici sono in buone condizioni. Reimpostare il tettuccio nel modo seguente: 1. Inserire l'accensione. 253

254 L Manutenzione 2. Chiudere completamente il tettuccio e la tendina parasole manualmente. Rilasciare gli interruttori. Vedere 91, CRISTALLI ELETTRICI. Prima di chiudere il tettuccio, assicurarsi che nessuno degli occupanti abbia introdotto una parte del corpo in una posizione in cui potrebbe restare intrappolata. Anche in presenza del sistema antiintrappolamento, esiste sempre il rischio di gravi lesioni o incidenti anche mortali. Vedere 93, MECCANISMO ANTI- INTRAPPOLAMENTO TETTUCCIO. 3. Tenere premuto a fondo il lato anteriore dell'interruttore del tettuccio per 10 secondi per avviare il ciclo di reimpostazione. Continuare a tenere premuto il lato anteriore dell'interruttore del tettuccio. Nota: se l'interruttore viene rilasciato, l'intera procedura deve essere ripetuta. 4. Il ciclo di reimpostazione: Aprirà completamente la tendina parasole. Aprirà e chiuderà completamente il tettuccio. Chiuderà completamente la tendina parasole. Il sistema anti-intrappolamento viene disabilitato durante il ciclo di reimpostazione. Assicurarsi che nessuno degli occupanti abbia introdotto una parte del corpo in una posizione in cui potrebbe restare intrappolata. 5. Una volta che il ciclo di reimpostazione è stato completato e la tendina parasole si è fermata, rilasciare l interruttore. Il tettuccio e la tendina parasole possono ora essere azionati normalmente. REIMPOSTAZIONE DEI CRISTALLI È necessario reimpostare i finestrini se la batteria si scarica, viene scollegata oppure se l'alimentazione elettrica viene interrotta. Una volta ripristinata l alimentazione, reimpostare i cristalli come segue: 1. Chiudere completamente il cristallo. 2. Rilasciare l'interruttore, sollevarlo nella posizione di chiusura e mantenerlo in questa posizione per 2 secondi. 3. Rilasciare l interruttore. 4. Ripetere la procedura di sollevamento e rilascio altre due volte. 5. Verificare il corretto funzionamento manuale e automatico dell'alzacristalli. Vedere 91, CRISTALLI ELETTRICI. 6. Ripetere la procedura per ciascun cristallo. Nota: durante la procedura di reimpostazione dei cristalli, si consiglia di lasciare il motore avviato per avere sempre a disposizione almeno 12 volt di corrente. ESTINTORE In alcuni mercati, per rispettare la legislazione locale vengono montati degli estintori. Si noti che è responsabilità del proprietario accertarsi che l'estintore venga sottoposto a manutenzione secondo le istruzioni del produttore. È inoltre responsabilità del proprietario accertarsi che la pressione si trovi a un livello operativo adatto, come indicato dal manometro. Utilizzare esclusivamente estintori approvati dal produttore del veicolo. 254

255 Pulizia del veicolo PULIZIA DELLA CARROZZERIA Per evitare danni al veicolo quando si utilizza un servizio di pulizia dell'abitacolo, assicurarsi di comunicare agli addetti le istruzioni di pulizia contenute nel manuale dell'utente. Non usare mai prodotti detergenti non approvati per l uso sui veicoli. Per evitare danni al cofano, non sollevare i tergicristalli quando si trovano nella normale posizione di parcheggio. Vedere 253, POSIZIONE DI SERVIZIO DEI TERGICRISTALLI. Dopo la pulizia dell esterno del veicolo (in particolare se si è usato un dispositivo di lavaggio a pressione), si consiglia di guidare il veicolo per un breve tratto per fare asciugare i freni. Alcune idropulitrici ad alta pressione hanno una potenza sufficiente a penetrare nelle guarnizioni delle portiere e dei finestrini, danneggiando i rivestimenti e le serrature. Non puntare mai il getto d'acqua direttamente sull'aspirazione dell'aria motore, sulle aspirazioni dell'aria riscaldatore, sulle alette di raffreddamento del radiatore, sulle guarnizioni della carrozzeria o su qualsiasi altro componente che potrebbe rimanere danneggiato. Non indirizzare il getto d'acqua direttamente sui soffietti o sulle guarnizioni in gomma presenti sui giunti delle sospensioni. Assicurarsi che il getto d'acqua si trovi a una distanza di almeno 300 mm dai componenti del veicolo. SENSORI E TELECAMERE Durante il lavaggio del veicolo, evitare di dirigere il getto d acqua ad alta pressione direttamente sui sensori e le telecamere. Non usare materiali abrasivi né oggetti duri o affilati per pulire i sensori e le telecamere. Utilizzare esclusivamente shampoo omologato per veicoli. I sensori del parcheggio automatico e del parcheggio assistito devono essere tenuti puliti affinché possano funzionare in modo preciso ed efficiente. Se necessario, le telecamere devono essere pulite con un panno inumidito con una piccola quantità detergente per vetri. VERNICIATURA Le sostanze corrosive, ad esempio gli escrementi di uccelli, possono danneggiare le parti verniciate del veicolo, pertanto devono essere tempestivamente rimosse per prevenire qualsiasi danno. USO DELL AUTOLAVAGGIO AUTOMATICO Si sconsiglia l'uso di autolavaggi automatici, dispositivi di lavaggio a getto e spazzole elettriche. VANO MOTORE Non usare un getto ad alta pressione o un dispositivo di lavaggio a getto di vapore nel vano motore. Assicurarsi che il serbatoio liquido freni venga mantenuto sempre asciutto. Usare solo un panno pulito e asciutto per pulire il serbatoio e il tappo di rifornimento del liquido freni. 255

256 L Pulizia del veicolo DOPO LA GUIDA FUORISTRADA Dopo la guida fuoristrada, assicurarsi quanto prima che il sottoscocca del veicolo sia pulito. Per evitare di danneggiare il rivestimento protettivo, pulire soltanto l interno del cristallo del tettuccio con un panno morbido. Non raschiare il vetro, non usare fluido detergente abrasivo. Verificare che le aree attorno alle prese d'aria e alla griglia anteriore siano pulite e prive di detriti. Prestare particolare attenzione alla griglia inferiore e al radiatore. Il mancato rispetto di questa precauzione può provocare il surriscaldamento del motore e quindi gravi danni. RUOTE CON CERCHI IN LEGA Per la pulizia dei cerchi, utilizzare soltanto prodotti detergenti approvati. SUPERFICI IN VETRO Pulire il lunotto con un panno morbido, per evitare di danneggiare l elemento riscaldatore. Non raschiare il vetro, non usare fluido detergente abrasivo. I vetri degli specchietti retrovisori possono facilmente subire dei danni. Lavarli con acqua saponata. Non utilizzare prodotti di pulizia abrasivi o raschietti metallici per rimuovere il ghiaccio. LUNOTTO Per evitare di danneggiare gli elementi riscaldanti quando si pulisce il lunotto dall interno, utilizzare solo un panno soffice inumidito o una pelle di daino. Non usare solventi o oggetti taglienti per pulire il cristallo. DEFLETTORE ARIA DEL TETTUCCIO Pulire periodicamente la retina del deflettore aria con una soluzione neutra di acqua e sapone, oppure con shampoo per auto. Sostenere il lato sottostante della retina con un panno morbido, quindi spazzolare delicatamente la retina usando una spazzola dalle setole morbide. RIMOZIONE DI GRASSO E CATRAME Per eliminare grasso o catrame, utilizzare il prodotto di pulizia per catrame Jaguar Tar Remover o alcol denaturato. Anche l acqua ragia è efficace, ma non deve essere usata sulla gomma, in particolar modo sulle spazzole dei tergicristalli. Dopo avere utilizzato alcol denaturato o acqua ragia, assicurarsi che l'area interessata venga lavata immediatamente con acqua e sapone per rimuovere ogni traccia della sostanza adoperata. LUCIDATURA Evitare l'uso di lucido per cromature o altri detergenti abrasivi sulla brillantatura del veicolo. 256

257 Pulizia del veicolo Si raccomanda di lucidare il veicolo a intervalli regolari, utilizzando un prodotto per lucidatura Jaguar e un panno lucidante. PULIZIA DELL'ABITACOLO Alcuni prodotti detergenti contengono sostanze nocive e, se usati non correttamente, possono nuocere alla salute e causare danni all abitacolo. Leggere accuratamente le istruzioni del costruttore. Per evitare danni al veicolo quando si utilizza un servizio di pulizia dell'abitacolo, assicurarsi di comunicare agli addetti le istruzioni di pulizia contenute nel manuale dell'utente. PULIZIA DI INTERRUTTORI E COMANDI Utilizzare un panno morbido, asciutto e non lanuginoso per la pulizia di interruttori e comandi. Non esercitare una pressione eccessiva durante questa operazione. Non spruzzare liquidi direttamente sulla superficie di interruttori e comandi. Non utilizzare prodotti chimici, solventi e prodotti per la pulizia domestica. Durante la pulizia, non lasciare che oggetti taglienti o abrasivi entrino in contatto con i componenti. SELLERIA IN TESSUTO Non usare mai sapone, ammoniaca, candeggina o altri prodotti di pulizia per superfici dure. Non usare il liquido per la selleria sulle apparecchiature elettriche, come gli interruttori sulla plancia. Quando si eseguono le pulizie in prossimità delle apparecchiature elettriche, quali gli interruttori, assicurarsi che i liquidi non penetrino nelle aperture intorno ai componenti, tra i pannelli o nel rivestimento. Utilizzare il liquido di pulizia selleria Jaguar attenendosi alle istruzioni riportate di seguito. Evitare di bagnare eccessivamente. SELLERIA IN PELLE Per impedire la formazione di sporco persistente e di macchie, ispezionare regolarmente il rivestimento dei sedili e pulirlo ogni uno o due mesi nel modo descritto di seguito. Rimuovere la polvere fine dalle superfici dei sedili con uno straccio pulito, umido e non colorato. Girare frequentemente il panno utilizzando le parti pulite per evitare un azione abrasiva sulla superficie della pelle. Evitare di bagnare eccessivamente. Se non fosse sufficiente, usare un panno precedentemente immerso in acqua calda e sapone e quindi strizzato. Usare solo sapone neutro delicato. Per le aree molto sporche, usare il detergente approvato da Jaguar specifico per superfici in pelle. Asciugare e strofinare con uno straccio morbido e pulito, cambiando spesso la superficie di applicazione. 257

258 L Pulizia del veicolo Utilizzare il detergente approvato da Jaguar specifico per superfici in pelle più volte l'anno per mantenere inalterato l'aspetto e la morbidezza della pelle. Il detergente nutre e idrata la pelle e contribuisce a migliorare la pellicola protettiva superficiale che protegge dalla polvere e da altre sostanze. Non usare solventi. Non usare detergenti, lucido per mobili o prodotti di pulizia per la casa. Questi prodotti possono dare un risultato iniziale soddisfacente, tuttavia il loro utilizzo provoca un rapido deterioramento della pelle e annulla la garanzia. Jaguar consiglia un set di prodotti di base specificamente selezionati per il tipo di pelle del veicolo. Gli abiti scuri possono macchiare i sedili di pelle esattamente come accade con altre superfici di arredamento. Gli oggetti appuntiti quali cinture, cerniere lampo, rivetti, ecc. possono lasciare graffi e segni permanenti sulle superfici in pelle. Liquidi quali tè, caffè o inchiostro eventualmente rovesciatisi possono lasciare macchie indelebili se non vengono rimossi immediatamente. Prima di avvalersi di un servizio di pulizia esterno, assicurarsi che sia al corrente di queste istruzioni e che le applichi scrupolosamente. RIMOZIONE DELLE MACCHIE È possibile rimuovere la maggior parte delle macchie sui tessuti in lana, se questi vengono trattati immediatamente, prima che la macchia si asciughi. La maggior parte delle macchie può essere trattata con uno dei seguenti tre detergenti: il liquido di pulizia selleria Jaguar, un liquido per la pulizia a secco o acqua pulita. Seguire le istruzioni riportate sulla confezione. CINTURE DI SICUREZZA Evitare che nel meccanismo delle cinture di sicurezza penetrino acqua, prodotti detergenti o pezzi di tessuto. Qualsiasi sostanza che dovesse penetrare nel meccanismo può compromettere le prestazioni della cintura di sicurezza in caso di collisione. Estrarre completamente le cinture di sicurezza, quindi usare acqua calda e sapone non detergente per la pulizia. Lasciare asciugare le cinture di sicurezza naturalmente mentre sono completamente estese ed evitare che si riavvolgano fino a quando non sono completamente asciutte. Nota: durante la pulizia delle cinture di sicurezza, controllare che il nastro della cintura non presenti danni o usura. Segnalare eventuali tracce di usura o danni a un concessionario/riparatore autorizzato, che eseguirà la rettifica necessaria. PROTEZIONI DEI MODULI AIRBAG Le protezioni degli airbag devono essere pulite esclusivamente con un panno morbido leggermente inumidito e una piccola quantità di liquido di pulizia selleria. Eventuali sostanze che dovessero penetrare nel meccanismo possono impedire la corretta attivazione dell airbag durante un incidente. 258

259 Pulizia del veicolo MOQUETTE E TAPPETINI È possibile eliminare segni o macchie strofinando leggermente con una soluzione delicata di acqua tiepida e sapone. Per le macchie più ostinate, utilizzare uno dei prodotti per la pulizia della moquette disponibili in commercio. PULIZIA DI SCHERMI E DISPLAY Non usare il liquido per la selleria sulle apparecchiature elettriche, come gli interruttori sulla plancia. Quando si eseguono operazioni di pulizia in prossimità di apparecchiature elettriche come gli interruttori, accertarsi che i liquidi non penetrino nelle fessure presenti intorno ai componenti, oppure tra i pannelli o nel rivestimento. Pulire con panno soffice e asciutto. Non usare prodotti chimici, né detergenti per uso domestico. Evitare di toccare lo schermo a sfioramento con oggetti appuntiti, duri o abrasivi. Evitare di esporre lo schermo a sfioramento alla luce diretta del sole per lunghi periodi. Per evitare che si verifichino errori, avere cura di portare a contatto con lo schermo a sfioramento un solo dito alla volta in qualunque momento. Non applicare una pressione eccessiva. SPAZZOLE DEI TERGICRISTALLI Non applicare una pressione eccessiva. È necessario mantenere le spazzole dei tergicristalli pulite utilizzando una spugna o un panno inumiditi e morbidi. GETTI DEL LAVAVETRO OTTURATI Non azionare i getti del lavavetro durante lo sbloccaggio o la regolazione. Il liquido lavavetro può provocare irritazione agli occhi e alla pelle. Leggere e osservare sempre le istruzioni del produttore del liquido lavavetro. Se un getto lavavetro si ottura, utilizzare un filo metallico sottile e inserirlo nel getto per sbloccarlo. Una volta sbloccato il getto, ricordare di estrarre completamente il filo metallico. RITOCCO DI PICCOLI DANNI DELLA VERNICIATURA Ispezionare le parti verniciate a intervalli regolari, verificando l eventuale presenza di danni. Le scheggiature dovute al pietrisco, le screpolature o i graffi profondi sulla verniciatura o sulla carrozzeria devono essere riparati immediatamente. Il metallo esposto si corrode rapidamente e, se non appositamente trattato, può necessitare di costose riparazioni. 259

260 L Controlli dei livelli dei liquidi UBICAZIONI DEI BOCCHETTONI DI RIFORNIMENTO LIQUIDI 1. Serbatoio del liquido freni/frizione. Situato sotto il lato guidatore sotto la copertura del cofano. Vedere 244, COPERTURE SOTTO IL COFANO VANO MOTORE RIMOZIONE. 2. Astina di livello dell'olio motore (2.0L diesel). 3. Tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio del liquido di raffreddamento del motore. 4. Tappo del bocchettone di rifornimento dell'olio motore (3.0L benzina). 5. Tappo del bocchettone di rifornimento dell'olio motore (2.0L diesel). 6. Tappo del bocchettone di rifornimento olio motore (3.0L diesel). 7. Tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio del liquido lavavetro. Quando si effettuano interventi nel vano motore, attenersi sempre alle precauzioni di sicurezza. Vedere 243, SICUREZZA IN GARAGE. Non avviare il motore e non guidare il veicolo se esiste la possibilità che una perdita di liquido venga a contatto con una superficie calda, ad esempio il tubo di scarico. Rivolgersi immediatamente a un tecnico specializzato. 260

261 Controlli dei livelli dei liquidi Il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio DEF (Diesel Exhaust Fluid) si trova all'interno dello sportellino del bocchettone di rifornimento del carburante. Vedere 231, DEF (DIESEL EXHAUST FLUID). CONTROLLO DEL LIVELLO DELL'OLIO MOTORE Controllare spesso il livello dell'olio motore e rabboccarlo secondo necessità con olio del tipo e della viscosità corretti per il motore. Controllare l'olio motore settimanalmente. Se si dovesse rilevare un calo significativo o improvviso del livello dell olio, rivolgersi a un tecnico qualificato. Non lasciare mai che il livello dell'olio scenda al di sotto del segno inferiore sull'astina di livello o dell'indicatore di livello dell'olio. Se viene visualizzato il messaggio PRESSIONE OLIO MOTORE BASSA nel centro messaggi, spegnere il motore non appena sia possibile farlo in condizioni di sicurezza e rivolgersi a un tecnico qualificato. Non avviare il motore fino a quando la causa non sarà stata corretta. Motori con un'astina di livello Prima di controllare il livello dell'olio motore assicurarsi che: Il veicolo sia fermo e il freno di stazionamento elettrico (EPB) sia inserito. Il veicolo sia parcheggiato in piano. L olio motore sia freddo. Nota: se risulta necessario controllare il livello dell olio a motore caldo, spegnere il motore e lasciare riposare il veicolo per 5 minuti per consentire all olio di defluire nella coppa. Non avviare il motore. A questo punto è possibile controllare il livello dell'olio, procedendo come segue: 1. Estrarre l astina di livello e pulirne l estremità con un panno che non lascia pelucchi. 2. Inserire di nuovo fino in fondo l astina ed estrarla per controllare il livello dell olio. Se il livello dell'olio è più vicino al segno superiore sull'astina di livello, non aggiungere olio. 261

262 L Controlli dei livelli dei liquidi Se il livello dell'olio è inferiore alla metà, aggiungere 0,5 litri di olio. Ricontrollare il livello e aggiungere altro olio, se necessario. Se il livello dell'olio è al di sotto del segno inferiore, aggiungere 1,8 litri di olio. Quando l'olio ha raggiunto il livello corretto sull'astina di livello, attendere 5 minuti e ricontrollare. Motori senza un'astina di livello Questi motori sono dotati di un sistema di monitoraggio elettrico. Quando il motore è acceso o il veicolo è in movimento, il livello dell'olio motore non viene monitorato. Prima di controllare il livello dell'olio motore assicurarsi che: Il veicolo sia fermo e il freno di stazionamento elettrico (EPB) sia inserito. Il veicolo sia parcheggiato in piano. L'olio motore abbia raggiunto la temperatura di esercizio normale (l'olio deve essere caldo). Messaggio OK Riempito Eccessivamente Bassa Estremamente basso Aggiungere XX litri Intervento Verificare che il motore sia rimasto spento per 10 minuti, poiché il sistema non può fornire una lettura precisa finché il livello dell'olio non si è stabilizzato. A questo punto è possibile controllare il livello dell'olio, procedendo come segue: 1. Disinserire l'accensione (non avviare il motore). 2. Selezionare Livello olio dal menu Informazioni veicolo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. L'indicatore del livello dell'olio motore viene visualizzato sul centro messaggi. L'indicatore mostra il livello dell'olio. I messaggi a destra dell'indicatore consigliano l'intervento eventualmente necessario. Non è necessario alcun intervento. Rivolgersi immediatamente a un tecnico specializzato. Non guidare il veicolo perché questo potrebbe causare seri danni al motore. Aggiungere 1,5 litri di olio, quindi ricontrollare il livello. Rivolgersi immediatamente a un tecnico specializzato. Aggiungere la quantità di olio consigliata nel motore, quindi ricontrollare il livello. 262

263 Controlli dei livelli dei liquidi Messaggio Non Disponibile GUASTO AL SISTEMA DI MONITORAGGIO LIVELLO OLIO MOTORE RABBOCCO DELL'OLIO Intervento La garanzia del veicolo può essere annullata in caso di danni causati dall'uso di olio non conforme alle specifiche richieste. L'utilizzo di olio non conforme alle specifiche richieste può determinare un'usura eccessiva del motore, un accumulo di morchia e di depositi e un aumento delle emissioni inquinanti. Inoltre, il motore si potrebbe guastare. Vedere 311, LUBRIFICANTI E LIQUIDI. L'aggiunta di una quantità eccessiva di olio può provocare gravi danni al motore. Rabboccare l'olio in piccole quantità e ricontrollare il livello per assicurarsi di non riempire eccessivamente il motore. È essenziale utilizzare un olio con le specifiche corrette e accertarsi che sia adatto per le condizioni climatiche in cui deve essere impiegata la vettura. 1. Ruotare il tappo del bocchettone di rifornimento olio in senso antiorario per rimuoverlo. 2. Per i motori con un'astina: Aggiungere olio per mantenere il livello tra i segni MIN e MAX sull'astina di livello. Il livello dell'olio si sta stabilizzando. Disinserire l accensione, attendere 10 minuti, quindi ricontrollare il display del livello dell olio. Rivolgersi immediatamente a un tecnico specializzato. Nota: la quantità approssimativa di olio necessaria per passare dal livello MIN al livello MAX sull'astina di livello è pari a 1,8 litri. 3. Per i motori con sistema di monitoraggio elettrico: Aggiungere olio in base a quanto indicato nei messaggi relativi all'indicatore di livello olio motore sul centro messaggi. 4. Asportare ogni traccia di olio versato durante il rabbocco. 5. Controllare nuovamente il livello dell olio dopo 5 minuti. 6. Rimontare il tappo del bocchettone di rifornimento dell'olio ruotando in senso orario. CONTROLLO DEL LIVELLO DEL LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO Se messo in funzione senza liquido di raffreddamento, il motore subisce gravi danni. Se si nota una perdita persistente di liquido di raffreddamento, rivolgersi immediatamente a un tecnico qualificato. Il livello del serbatoio del refrigerante deve essere controllato almeno una volta alla settimana (più spesso in caso di elevato chilometraggio o condizioni di esercizio particolarmente gravose). Controllare sempre il livello a sistema freddo. 263

264 L Controlli dei livelli dei liquidi Verificare che il livello del liquido di raffreddamento si mantenga tra i contrassegni MIN e MAX situati sul lato del serbatoio di espansione. Se il livello si è abbassato improvvisamente o se ha subito un calo notevole, fare esaminare il prima possibile il veicolo da un rivenditore/riparatore autorizzato. RABBOCCO DEL LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO Non rimuovere mai il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio del liquido di raffreddamento se il motore è molto caldo. La fuoriuscita di vapore o acqua bollente può provocare gravi lesioni personali. Svitare il tappo del bocchettone di rifornimento lentamente, lasciando fuoriuscire la pressione prima di toglierlo completamente. L antigelo è altamente infiammabile. Evitare che l antigelo entri in contatto con fiamme libere o altre sorgenti di innesco, ad esempio, il motore caldo, in quanto ciò potrebbe provocare un incendio. L antigelo è tossico e può essere letale se ingerito. Tenere i contenitori sigillati e fuori dalla portata dei bambini. Se si sospetta un ingestione accidentale, rivolgersi immediatamente a un medico. Se si viaggia in aree geografiche in cui la rete idrica contiene sale, ricordare di portare sempre una riserva di acqua dolce (piovana o distillata). Il rabbocco con acqua salata provoca gravi danni al motore. L'uso di un antigelo non omologato influisce negativamente sul sistema di raffreddamento del motore, e pertanto sulla durata di quest'ultimo. 264

265 Controlli dei livelli dei liquidi L'antigelo danneggia le superfici verniciate; tamponare immediatamente il liquido eventualmente versato con un panno assorbente e lavare l'area con una miscela di shampoo per auto e acqua. L'utilizzo di prodotti anti-perdite nel sistema di raffreddamento causa danni al veicolo. L'anticongelante contiene importanti inibitori della corrosione. La percentuale di anticongelante nel liquido di raffreddamento deve essere mantenuta al 50% ± 5% per tutto l'anno, non solo in condizioni di clima freddo. Per assicurare che vengano mantenute le proprietà anticorrosive del liquido di raffreddamento, controllare il contenuto di antigelo una volta all anno e sostituirlo completamente ogni dieci anni, indipendentemente dalla distanza percorsa. Il mancato rispetto di questa precauzione può dare luogo alla corrosione del radiatore e dei componenti del motore. La densità relativa di una soluzione al 50% di antigelo a 20 C è pari a 1,068 e assicura una protezione contro il gelo fino a -40 C. 1. Togliere il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio del liquido di raffreddamento ruotandolo in senso antiorario. 2. Rabboccare fino al contrassegno MAX sul lato del serbatoio del liquido di raffreddamento. Utilizzare una miscela costituita al 50% da acqua e al 50% da antigelo. Vedere 311, LUBRIFICANTI E LIQUIDI. Nota: in caso di emergenza, e solo se l'antigelo omologato non è disponibile, rabboccare il sistema di raffreddamento con acqua pulita, tenendo però presente che il veicolo sarà meno protetto dal gelo. Non rabboccare o rifornire con formule di antigelo convenzionali. In caso di dubbi, consultare un tecnico qualificato. 3. Rimontare il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio del liquido di raffreddamento ruotandolo in senso orario fino ad avvertire lo scatto del dente di arresto del tappo. CONTROLLO DEL LIVELLO DEL LIQUIDO FRENI/FRIZIONE Se la corsa del pedale del freno risulta insolitamente lunga, oppure se si nota una perdita consistente di liquido dei freni, rivolgersi immediatamente a un tecnico qualificato. La guida in tali condizioni può dare luogo a un allungamento della distanza di frenata oppure al guasto completo dei freni. Il liquido freni è altamente tossico; tenere i contenitori sigillati e fuori dalla portata dei bambini. Se si sospetta un'ingestione accidentale di liquido, rivolgersi immediatamente a un medico. Se il liquido entra in contatto con la pelle o gli occhi, risciacquare immediatamente con abbondante acqua pulita. Il liquido freni è altamente infiammabile. Evitare che il liquido freni entri in contatto con fiamme libere o altre sorgenti di innesco (ad esempio il motore caldo). Non guidare la vettura se il livello del liquido è sceso al di sotto del segno MIN. 265

266 L Controlli dei livelli dei liquidi Se la quantità di liquido nel serbatoio dei freni scende al di sotto del livello consigliato, sul quadro strumenti si accende una spia rossa. Vedere 67, FRENI (ROSSA). Nota: se la spia si accende mentre il veicolo è in marcia, arrestarlo non appena le condizioni di sicurezza lo consentono, azionando i freni con delicatezza. Controllare e rabboccare il livello del liquido, se necessario. Con il veicolo parcheggiato in piano, controllare il livello del liquido almeno una volta alla settimana oppure più frequentemente in caso di chilometraggio elevato o condizioni di funzionamento gravose. 1. Rimuovere la copertura sotto il cofano vano motore sul lato del conducente. Vedere 260, UBICAZIONI DEI BOCCHETTONI DI RIFORNIMENTO LIQUIDI e 244, COPERTURE SOTTO IL COFANO VANO MOTORE RIMOZIONE. 2. Controllare il livello del liquido dei freni nel relativo serbatoio. Il livello deve essere compreso tra il contrassegno MIN e il contrassegno MAX. Nota: durante l uso normale, è possibile che il livello del liquido scenda leggermente a causa dell usura delle pastiglie dei freni, ma non dovrà comunque scendere al di sotto del contrassegno MIN. RABBOCCO DEL LIQUIDO FRENI/FRIZIONE Impiegare sempre un liquido dei freni con le specifiche corrette. Vedere 311, LUBRIFICANTI E LIQUIDI. Il liquido dei freni danneggia le superfici verniciate. Tamponare immediatamente con un panno assorbente l'eventuale liquido rovesciato e lavare l'area con una miscela di shampoo per autoveicoli e acqua. Utilizzare esclusivamente liquido nuovo prelevato da un contenitore sigillato ermeticamente; i liquidi provenienti da contenitori aperti oppure precedentemente spurgati dal sistema contengono umidità che influenza negativamente le prestazioni e pertanto non devono essere utilizzati. Non rabboccare il livello del liquido freni fino al contrassegno massimo, a meno che siano state sostituite le pastiglie dei freni. In caso di dubbio, rivolgersi a un tecnico qualificato. 1. Rabboccare il serbatoio del liquido dei freni almeno fino al segno del livello minimo. 2. Rimontare il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio del liquido dei freni ruotandolo in senso orario. 3. Rimontare la copertura sotto il cofano vano motore. Vedere 244, COPERTURE SOTTO IL COFANO VANO MOTORE RIMONTAGGIO. 266

267 Controlli dei livelli dei liquidi CONTROLLO DEL LIVELLO DEL LIQUIDO LAVAVETRO Evitare che il liquido lavavetro venga a contatto con fiamme libere o sorgenti di innesco. Se il veicolo viene utilizzato a temperature inferiori a 4 C, utilizzare un liquido lavavetri con protezione antigelo. Usare solo liquido lavavetro omologato. Prestare attenzione a non provocare versamenti, in particolare se si utilizza una concentrazione non diluita o molto alta. In caso di versamento del liquido, lavare immediatamente con acqua l'area interessata. Il serbatoio del liquido lavavetro alimenta i getti del lavaparabrezza e del lavalunotto e i getti lavafari. Controllare e rabboccare il livello del serbatoio almeno una volta alla settimana. Rabboccare sempre con liquido lavavetri in modo da impedirne il congelamento. Periodicamente, azionare gli interruttori del lavavetro per controllare che gli ugelli siano liberi e orientati adeguatamente. RABBOCCO DEL LIQUIDO LAVAVETRO Ripristinare il livello del liquido lavavetri come indicato di seguito: 1. Pulire il tappo del bocchettone di rifornimento del serbatoio del liquido lavavetri prima di rimuoverlo, al fine di evitare l ingresso di sporcizia nel serbatoio. 2. Rimuovere il tappo del bocchettone di rifornimento carburante. 3. Rabboccare fino a quando il liquido non risulta visibile nel collo del bocchettone. 4. Rimontare il tappo del bocchettone di rifornimento. 267

268 L Batteria del veicolo SIMBOLI DI AVVERTENZA DELLA BATTERIA Tenere lontano dalla batteria fiamme libere o altre fonti di accensione in quanto la batteria può emettere gas esplosivi. Per proteggere gli occhi da eventuali spruzzi di acido, ricordare di indossare una protezione adeguata per gli occhi se si deve lavorare in prossimità della batteria o la si deve maneggiare. Per prevenire il rischio di lesioni, tenere lontani i bambini dalla batteria. Tenere presente che la batteria può emettere gas esplosivi. La batteria contiene un acido estremamente corrosivo e tossico. Consultare il manuale prima di maneggiare la batteria. MANUTENZIONE DELLA BATTERIA Se l elettrolito della batteria viene a contatto con gli occhi, con la pelle o con gli indumenti, togliere gli indumenti contaminati e lavare la pelle e gli occhi con un'abbondante quantità di acqua. Richiedere immediatamente assistenza medica. Se ingerito, l elettrolito della batteria può essere letale, rivolgersi immediatamente a un medico. Non collegare direttamente ai morsetti della batteria apparecchiature da 12 V. Questo collegamento può generare scintille, con il conseguente rischio di esplosione. Quando la batteria è collegata al veicolo, è necessario che i tappi degli elementi e il tubetto di sfiato siano sempre in posizione. Assicurarsi che il tubo di sfiato sia privo di ostruzioni e non sia schiacciato. Il mancato rispetto di questa precauzione può provocare un accumulo di pressione nella batteria, con conseguente esplosione. La batteria produce gas esplosivi e infiammabili. Non esporre a fiamme libere o scintille. Non tentare mai un avviamento d emergenza (con i cavi ausiliari), né caricare o provare ad avviare un veicolo se la batteria è congelata. Rischio di esplosione. Rimuovere gioielli e bigiotteria in metallo prima di apprestarsi a lavorare su una batteria o nelle sue vicinanze e impedire in qualsiasi momento che attrezzi metallici o componenti del veicolo possano venire a contatto con i morsetti della batteria. Gli oggetti metallici possono dare luogo a scintille e/o cortocircuiti, con il rischio di esplosione. 268

269 Batteria del veicolo Evitare che i poli o i morsetti della batteria vengano a contatto con la pelle. Il piombo e i relativi composti in essi contenuti sono tossici. Lavarsi sempre le mani accuratamente dopo avere maneggiato la batteria. Il veicolo è dotato di una batteria Absorbed Glass Matt (AGM). Nota: le batterie AGM sono sigillate in modo permanente e non richiedono manutenzione. Non cercare di aprire o di rimuovere la parte superiore di una batteria AGM. COLLEGAMENTO DEI CAVI DI AVVIAMENTO DI EMERGENZA Rimuovere tutti i gioielli in metallo prima di lavorare su una batteria o nelle sue vicinanze o sui morsetti della batteria. Impedire che oggetti metallici o componenti del veicolo possano venire a contatto con la batteria o con i morsetti della batteria. Gli oggetti metallici possono dare luogo a scintille e/o cortocircuiti, con il rischio di esplosione. Evitare che i poli o i morsetti della batteria vengano a contatto con la pelle. Il piombo e i relativi composti in essi contenuti sono tossici. Lavarsi sempre le mani accuratamente dopo avere maneggiato la batteria. Non esporre la batteria a fiamme libere o a scintille, in quanto la batteria produce gas infiammabile ed esplosivo. Non collegare i cavi di avviamento di emergenza a qualsiasi morsetto della batteria sul veicolo. Questo collegamento può generare scintille, con il conseguente rischio di esplosione. Inoltre potrebbe anche causare danni al sistema di ricarica. Non tentare mai un avviamento d emergenza (con i cavi ausiliari), né caricare o provare ad avviare un veicolo se la batteria è congelata. Rischio di esplosione. Le parti rotanti del motore possono causare gravi lesioni. Prestare la massima attenzione quando si eseguono interventi in prossimità di componenti rotanti del motore. Prima di tentare di avviare il veicolo, assicurarsi che sia stato inserito il freno di stazionamento elettronico (EPB), oppure bloccare adeguatamente le ruote con dei cunei. Per i veicoli con cambio automatico, assicurarsi che sia selezionata la posizione di parcheggio (P). Per interventi in prossimità della batteria, indossare occhiali di protezione adatti. Durante il normale utilizzo, le batterie emettono una quantità di gas esplosivo sufficiente a causare una violenta esplosione in grado di causare gravi lesioni, per tanto tenere scintille e fiamme libere lontane dalla batteria. Assicurarsi che non vi sia alcun contatto fisico tra il veicolo di soccorso e quello in panne, a parte i cavi di avviamento di emergenza. Assicurarsi che eventuali ausili per la batteria o di avviamento batteria siano dispositivi da 12 V. 269

270 L Batteria del veicolo Scollegare i cavi di collegamento di emergenza prima di azionare qualsiasi apparecchiatura elettrica. Nota: prima di collegare i cavi di collegamento ai morsetti ausiliari del veicolo in panne, assicurarsi che i collegamenti ausiliari del veicolo di soccorso siano corretti e che tutte le apparecchiature elettriche siano state spente. Aprire il cofano e individuare la scatola fusibili nella parte anteriore del vano motore. Vedere 273, UBICAZIONE DELLE SCATOLE DEI FUSIBILI. 1. Rilasciare il coperchio del morsetto ausiliario, posizionato all'estremità della scatola dei fusibili del vano motore. 2. Rilasciare il coperchio del morsetto ausiliario e posizionarlo su un lato. Attenersi alla procedura riportata di seguito per collegare e scollegare i cavi di collegamento: 1. Collegare un'estremità del cavo di collegamento positivo (rosso) al morsetto positivo ausiliario del veicolo di soccorso. Nota: consultare il manuale del veicolo di soccorso per conoscere la posizione del morsetto ausiliario. 2. Collegare l'altra estremità del cavo di collegamento positivo (rosso) al morsetto ausiliario positivo del veicolo in panne. 3. Collegare un'estremità del cavo di collegamento negativo (nero) al morsetto negativo ausiliario del veicolo di soccorso. Nota: consultare il manuale del veicolo di soccorso per conoscere la posizione del morsetto ausiliario. 4. Collegare l'altra estremità del cavo di collegamento negativo (nero) al morsetto ausiliario negativo del veicolo in panne. Nota: controllare che tutti i cavi siano lontani dai componenti in movimento e che tutti e quattro i collegamenti siano ben saldi. 5. Avviare il motore del veicolo di soccorso e lasciarlo girare al minimo per alcuni minuti. 6. Avviare il motore del veicolo in panne. 270

271 Batteria del veicolo Nota: non attivare alcun circuito elettrico sul veicolo che era in panne fino a quando non sono stati rimossi tutti i cavi di collegamento. 7. Lasciare girare al minimo il motore di entrambi i veicoli per alcuni minuti. 8. Spegnere il motore del veicolo di soccorso. 9. Scollegare il cavo di collegamento negativo (nero) dal veicolo in panne. 10. Scollegare il cavo di avviamento di emergenza negativo (nero) dal veicolo con la batteria carica. 11. Scollegare il cavo di collegamento positivo (rosso) dal veicolo in panne. 12. Scollegare il cavo di avviamento di emergenza positivo (rosso) dal veicolo di soccorso. Rimontare i coperchi di accesso ai morsetti positivi ausiliari e chiudere il cofano. COLLEGAMENTO DI UN DISPOSITIVO DI AUSILIO ALL'AVVIAMENTO Per avviare il veicolo utilizzando un dispositivo di ausilio all'avviamento o una batteria asservita, seguire le istruzioni riportate di seguito. 1. Collegare il cavo di collegamento positivo (rosso) al morsetto positivo ausiliario del veicolo. 2. Collegare il cavo di collegamento negativo (nero) al morsetto negativo ausiliario del veicolo. 3. Accendere il dispositivo di ausilio all'avviamento. 4. Avviare il motore e lasciarlo girare al minimo. 5. Scollegare il cavo di collegamento negativo (nero) dal morsetto ausiliario del veicolo. 6. Spegnere il dispositivo di ausilio all'avviamento. 7. Scollegare il cavo di collegamento positivo (rosso) dal morsetto ausiliario del veicolo. RIMOZIONE DELLA BATTERIA DEL VEICOLO Per rimontare la batteria dopo che è stata rimossa, sono necessari degli attrezzi speciali, pertanto, lo smontaggio e il rimontaggio della batteria devono essere effettuati solo da personale qualificato. Contattare il proprio rivenditore/riparatore autorizzato. CARICA DELLA BATTERIA DEL VEICOLO Se la batteria del veicolo necessita di essere caricata, deve essere rimossa dal veicolo. Contattare il proprio rivenditore/ riparatore autorizzato. Lo scollegamento, la rimozione e la sostituzione della batteria devono essere effettuati solo da personale qualificato. Contattare il proprio rivenditore/riparatore autorizzato. Le batterie usate contengono sostanze nocive e devono essere smaltite in maniera appropriata. Per lo smaltimento, consultare il proprio rivenditore/ riparatore autorizzato e/o l'ente locale preposto. 271

272 L Batteria del veicolo SOSTITUZIONE DELLA BATTERIA DEL VEICOLO Se la batteria del veicolo necessita di essere sostituita, deve essere rimossa dal veicolo. Contattare il proprio rivenditore/ riparatore autorizzato. Lo scollegamento, la rimozione e la sostituzione della batteria devono essere effettuati solo da personale qualificato. Contattare il proprio rivenditore/riparatore autorizzato. Le batterie usate contengono sostanze nocive e devono essere smaltite in maniera appropriata. Per lo smaltimento, consultare il proprio rivenditore/ riparatore autorizzato e/o l'ente locale preposto. EFFETTO DELLO SCOLLEGAMENTO Lo scollegamento della batteria può influenzare una serie di sistemi del veicolo, specialmente se prima dello scollegamento la carica della batteria è insufficiente. Ad esempio, l'allarme potrebbe scattare, in base al suo stato, quando la batteria viene scollegata. Se l'allarme inizia a suonare, utilizzare normalmente la Smart Key per disinserire il sistema antifurto. Può essere necessario tarare nuovamente i cristalli perché funzionino correttamente. SISTEMA DI MONITORAGGIO BATTERIA Il sistema IPSM (Intelligent Power System Management) controlla costantemente la condizione della batteria principale del veicolo. Se si verifica uno scaricamento eccessivo della batteria, il sistema inizia a spegnere i sistemi elettrici non essenziali per proteggere la batteria. Se il sistema IPSM calcola che la condizione della batteria non rientra nei parametri impostati, è possibile effettuare delle azioni di 2 livelli. Entrambi i livelli sono accompagnati da un messaggio sullo schermo a sfioramento e, in caso di messaggio di avvertenza relativo alla batteria scarica, anche sul centro messaggi. Gestione energia: viene visualizzato sullo schermo a sfioramento se il motore non è in funzione e le caratteristiche del sistema provocano uno scaricamento eccessivo della batteria. Dopo 3 minuti, il sistema IPSM inizia a spegnere i sistemi del veicolo. Il normale funzionamento del sistema viene ripristinato all'avviamento del motore. Batteria scarica - Avviare il motore: viene visualizzato sullo schermo a sfioramento e sul centro messaggi se il motore non è in funzione. Dopo 3 minuti, il sistema IPSM inizia a spegnere i sistemi del veicolo. Il normale funzionamento del sistema viene ripristinato all'avviamento del motore. Avviare il motore soltanto se ciò è possibile in condizioni di sicurezza. Nota: se viene visualizzato il messaggio Batteria scarica - Avviare il motore, guidare il veicolo per almeno 30 minuti a temperature superiori a 0 C o per almeno 60 minuti a temperature inferiori a 0 C. Ciò consente il ripristino della carica della batteria a un livello accettabile. Se il normale funzionamento del sistema non viene ripristinato dopo un nuovo spegnimento del motore, la batteria potrebbe non essere stata sufficientemente ricaricata. Riavviare il motore se le condizioni di sicurezza lo consentono. Se i problemi persistono, contattare il proprio concessionario/riparatore autorizzato. 272

273 Fusibili UBICAZIONE DELLE SCATOLE DEI FUSIBILI Quando si toglie il coperchio di una scatola fusibili, provvedere alla protezione della scatola dall'umidità e rimontare il coperchio prima possibile. Sono presenti 5 distinte scatole fusibili nel veicolo, ciascuna contenente fusibili che proteggono un diverso gruppo di circuiti. 1. Scatola fusibili parte anteriore del vano motore: Sollevare il coperchio del morsetto positivo ausiliario. Tenere premuti i fermi di fissaggio del coperchio della scatola fusibili e sollevare il cofano per aprirlo. 2. Scatola fusibili parte posteriore del vano motore: Rimuovere il coperchio sotto il cofano tirandolo e premendo leggermente il fermo di fissaggio e sollevandolo per sganciarlo. Vedere 244, COPERTURE SOTTO IL COFANO VANO MOTORE RIMOZIONE. Tenere premuto il fermo di fissaggio della scatola fusibili per sollevarlo e tirare per rimuoverlo. 3. Scatola fusibili dell'abitacolo, situata sul montante "A" lato destro sotto la plancia: Utilizzare un attrezzo idoneo per sganciare e rilasciare il bordo posteriore del pannello e tirarlo per rimuoverlo. 273

274 L Fusibili Nota: prendere nota dell'orientamento del pannello per agevolare il rimontaggio. 4. Scatola fusibili superiore del bagagliaio: È possibile accedere alla scatola fusibili rimuovendo il pannello di accesso del bagagliaio lato destro. Per la rimozione, tirare sul bordo posteriore del pannello di accesso. Nota: questa scatola fusibili dispone inoltre di fusibili di ricambio e attrezzo per l'estrazione dei fusibili. 5. Scatola fusibili inferiore del bagagliaio. È possibile accedere alla scatola fusibili rimuovendo il pannello del pianale del bagagliaio e il kit attrezzi della ruota di scorta. Vedere 298, SOSTITUZIONE DI UNA RUOTA. SCATOLA FUSIBILI DEL VANO MOTORE Scatola fusibili anteriore del vano motore Nº fusibile Potenza (A) Colore del fusibile Marrone Marrone Marrone - - Verde - - Rosso Blu SOSTITUZIONE DEI FUSIBILI Si consiglia di installare fusibili di ricambio omologati, dello stesso tipo e amperaggio, oppure fusibili con specifiche identiche. L'uso di fusibili errati può danneggiare il sistema elettrico del veicolo e provocare un incendio. Se il fusibile sostitutivo si brucia dopo il montaggio, fare controllare il sistema dal proprio rivenditore/ riparatore autorizzato. Nota: si raccomanda che i relè vengano sostituiti solo da personale qualificato. Prima di sostituire un fusibile, disinserire sempre l'accensione e il circuito elettrico interessato. Circuito Motorino del faro lato sinistro. Fari. Motorino del faro lato destro. - - Lavafari elettrico. - - Fendinebbia anteriori. Pompa acqua intercooler. 274

275 Fusibili Scatola fusibili posteriore del vano motore Nº fusibile Potenza (A) Colore del fusibile Blu Blu Rosso Blu Blu Rosso Blu Trasparente Giallo Giallo Giallo - - Marrone Marrone Blu Verde Blu Trasparente Circuito Sistema di gestione motore Sistema di gestione motore Selettore del cambio. Sistema di alimentazione del carburante. Sistema di gestione del motore (2.0L diesel, 3.0L benzina). Selettore del cambio. Sistema di alimentazione del carburante. Sistema di gestione del motore (3.0L diesel). Sistema di gestione del motore (2.0L diesel. 3.0L diesel). Raffreddamento del motore. Supporti motore. Sistema di gestione del motore (2.0L diesel, 3.0L benzina). Raffreddamento del motore. Supporti motore. Sistema di gestione del motore (3.0L diesel). Sistema di gestione motore Sensori scarico. Sensori di scarico (2.0L diesel, 3.0L benzina). Sensori scarico (3.0L benzina). - - Pompa acqua intercooler. Sistema di gestione motore Monitor motorino di avviamento. Gestione dell'alimentazione elettrica. Modulo di comando cambio (TCM). 30 Verde Motorino di avviamento. Sistema di gestione del motore (benzina 3.0L). Scatola di rinvio. Pompa di alimentazione. 275

276 L Fusibili SCATOLA FUSIBILI DELL'ABITACOLO Nº fusibile Potenza (A) Colore del fusibile Giallo Marrone Marrone Marrone Marrone Giallo Giallo Giallo Giallo Verde Verde Giallo Giallo Giallo - Marrone Marrone Blu - Giallo Giallo Trasparente Trasparente Trasparente Trasparente - - Circuito Tettuccio apribile. Interruttore pedale freno. Immobilizzatore. Presa diagnostica. Segnale acustico alimentato a batteria. Presa di alimentazione ausiliaria della seconda fila. Presa di alimentazione ausiliaria del vano portaoggetti. Sedile anteriore sinistro. Sedile anteriore destro. Sedile anteriore sinistro. Sedile anteriore destro. Predellini. Presa di alimentazione ausiliaria anteriore. Reclinazione del sedile posteriore. - Alimentazione elettrica. Antenna maniglie portiere. Avvisatori acustici. - Sedile conducente riscaldato/climatizzato. Sedile passeggero anteriore riscaldato/ climatizzato. Rosso Modulo portiera anteriore destra. Modulo portiera posteriore sinistra. Modulo portiera posteriore destra. Modulo portiera anteriore sinistra. - - Riscaldamento del volante. 276

277 Fusibili Nº fusibile Potenza (A) Colore del fusibile Circuito Marrone Giallo Marrone Marrone Blu Rosso SCATOLA FUSIBILI DEL BAGAGLIAIO Scatola fusibili superiore del bagagliaio Nº fusibile Potenza (A) Colore del fusibile Giallo Marrone Giallo Giallo Rosso Rosso Marrone Trasparente Rosso Trasparente Rosso Rosso Rosso Sistema di accesso senza chiave. Sistema di accesso senza chiave. Pedaggio stradale Singapore. Sistema di controllo della pressione degli pneumatici (TPMS) Aria condizionata (A/C). Presa USB. - Circuito Presa di alimentazione ausiliaria del bagagliaio. Sedili riscaldati posteriori. Sedile posteriore riscaldato sinistro. Sedile posteriore riscaldato destro. Sospensioni dinamiche adattative Differenziale elettronico. Centro messaggi. Gestione dell'alimentazione elettrica. Presa del rimorchio. DEF (Diesel Exhaust Fluid, fluido di scarico diesel) Rosso Marrone DEF. Specchietto retrovisore. Monitoraggio dei punti ciechi (BSM). Telecamera: Sistema di intrattenimento. Riscaldamento del volante. Display head-up (HUD). Telecamera: 277

278 L Fusibili Nº fusibile Potenza (A) Colore del fusibile Circuito - Marrone Giallo - Rosso - Blu - Giallo - Blu Verde Verde Verde Marrone Scatola fusibili inferiore del bagagliaio Numero fusibile Potenza (A) Colore del fusibile Blu Rosso - Rosso Blu Blu - - Controllo della velocità adattativo (ACC). Presa del rimorchio. - Telematica. - Interruttori della portiera del conducente. Sedile guidatore. Interruttori del sedile conducente. Sedile del passeggero anteriore. - Presa di alimentazione ausiliaria posteriore. - Tergicristallo posteriore. Barra di traino estraibile. Rimorchio. Sistema di alimentazione del carburante. Cofano del bagagliaio elettrico. Pompa del gasolio. Circuiti protetti Schermo a sfioramento. Quadro del sistema di climatizzazione. Amplificatore audio Navigazione. Sintonizzatore TV. Unità principale audio. Pannello connettori dispositivi portatili

279 Fusibili Numero fusibile Potenza (A) Colore del fusibile Blu Giallo Circuiti protetti Riscaldamento e ventilazione. Riscaldatore ausiliario. 279

280 L Pneumatici MARCATURE DEGLI PNEUMATICI 1. P indica che si tratta di uno pneumatico per autovetture. Questo indice non è sempre indicato. 2. La larghezza dello pneumatico, da un bordo all altro della parete laterale, in millimetri. 3. Il rapporto di aspetto, detto anche profilo, indica il rapporto in percentuale tra l'altezza della parete laterale e la larghezza del battistrada. Quindi, se la larghezza del battistrada è 205 mm e il rapporto di aspetto è 50, l'altezza della parete laterale sarà 102 mm. 4. R indica che si tratta di uno pneumatico a tela radiale. 5. Il diametro del cerchione è espresso in pollici. 6. L'indice di carico per lo pneumatico. Questo indice non è sempre indicato. L'indice di carico e la velocità nominale su tutti gli pneumatici di ricambio devono essere conformi, come minimo, alla specifica della dotazione originale del produttore fornita con il veicolo (tranne che per pneumatici invernali approvati, vedere 285, USO DEGLI PNEUMATICI INVERNALI). In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. 7. La velocità nominale denota la velocità massima alla quale lo pneumatico può essere utilizzato per periodi prolungati. Vedere 281, VELOCITÀ NOMINALE. 280

281 Pneumatici 8. Dati di produzione standard dello pneumatico, che possono essere usati per eventuali richiami degli pneumatici o per altri processi di controllo. La maggior parte di questi dati si riferisce al produttore, al luogo di produzione, ecc. Gli ultimi quattro numeri indicano la data di produzione. Ad esempio, il numero 3106 indica che lo pneumatico è stato fabbricato la 31ª settimana del M+S o M/S indica che si tratta di uno pneumatico di tipo invernale, idoneo all'uso con neve e fango. 10. Il numero di tele, nell'area del battistrada e nella parete laterale, indica il numero di strati di materiale gommato che compongono la struttura dello pneumatico. Sono fornite informazioni anche sul tipo di materiale usato. 11. Indicatore di usura: uno pneumatico che indica 400, ad esempio, durerà il doppio rispetto a uno pneumatico che indica L'indice di trazione indica le prestazioni di frenata dello pneumatico su un fondo stradale bagnato. Quanto maggiore è l'indice, tanto migliori sono le prestazioni di frenata. Gli indici dal più alto al più basso sono: AA, A, B e C. L'indice di trazione assegnato a questo pneumatico si basa sui test di trazione in frenata rettilinea e non include l'accelerazione, la marcia in curva, l'hydroplaning o la trazione di picco. 13. Carico massimo trasportabile dallo pneumatico. 14. Indice di resistenza al calore: gli indici di resistenza al calore degli pneumatici sono A, B o C, dove A corrisponde alla massima resistenza al calore. Questo indice si riferisce a uno pneumatico gonfiato alla pressione corretta e utilizzato entro i limiti di velocità e di carico corrispondenti. 15. La pressione massima di gonfiaggio dello pneumatico. Questo valore di pressione non deve essere usato per la guida normale. Vedere 284, APPIATTIMENTI. VELOCITÀ NOMINALE Valore di fusione Velocità, km/h (mph) Q R S T U H V W Y 160 (99) 170 (106) 180 (112) 190 (118) 200 (124) 210 (130) 240 (149) 270 (168) 300 (186) MANUTENZIONE DEGLI PNEUMATICI Non guidare il veicolo se uno pneumatico è danneggiato, eccessivamente consumato o gonfiato in modo non corretto. Evitare di contaminare gli pneumatici con i liquidi della vettura poiché possono causare danni allo pneumatico. 281

282 L Pneumatici Evitare di fare girare a vuoto le ruote a grande velocità. Le forze generate possono danneggiare la struttura dello pneumatico, dando luogo all insorgere di un difetto. Qualora la rotazione delle ruote fosse inevitabile a causa di una perdita di trazione (ad esempio, su neve profonda) non superare la velocità di 50 km/h (30 mph). Non superare la pressione massima indicata sulla parete laterale dello pneumatico. Controllare a intervalli regolari tutti gli pneumatici del veicolo (incluso quello di scorta), verificando l'eventuale presenza di danni, usura e deformazioni. In caso di dubbi circa le condizioni di uno pneumatico, farlo controllare immediatamente presso un centro di riparazione pneumatici o un rivenditore/ riparatore autorizzato. PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI La pressione degli pneumatici, incluso quello di scorta, deve essere controllata a intervalli regolari, a freddo, utilizzando un manometro di precisione. Eseguire il controllo della pressione solo a pneumatici freddi, dopo che il veicolo è rimasto fermo per più di tre ore. Se uno pneumatico, quando è caldo, presenta un valore uguale o inferiore alla pressione di gonfiaggio a freddo, significa che è gonfiato in modo insufficiente e può rappresentare un pericolo. Non guidare mai il veicolo se la pressione degli pneumatici non è corretta. La pressione insufficiente causa una flessione eccessiva e un'usura irregolare degli pneumatici. Una pressione eccessiva compromette l'assetto di marcia e causa l'usura disuniforme degli pneumatici e una scarsa manovrabilità del veicolo. Non guidare il veicolo se uno pneumatico è forato. Anche se lo pneumatico sembra gonfio, potrebbe essere pericolosamente sgonfio e continuare a sgonfiarsi. Sostituire o rivolgersi a un gommista autorizzato. Un gonfiaggio insufficiente riduce l'efficienza del carburante e la durata del battistrada e può influire negativamente sulla manovrabilità e sulla capacità di arresto del veicolo. Se il veicolo è rimasto parcheggiato alla luce diretta del sole o se è stato usato con temperature esterne molto alte, non diminuire la pressione degli pneumatici. Portare il veicolo all'ombra e lasciare raffreddare gli pneumatici prima di ricontrollare la pressione. 282

283 Pneumatici Le pressioni degli pneumatici consigliate sono riportate su un'etichetta applicata sul montante B del lato del conducente. Aprire la portiera del conducente per accedere all'etichetta della pressione degli pneumatici. Durante il controllo e la regolazione della pressione degli pneumatici, tenere sempre presente il carico del veicolo. Controllare gli pneumatici, inclusa la ruota di scorta, per verificarne la condizione e la pressione una volta la settimana e prima di lunghi viaggi. Se si controlla la pressione degli pneumatici mentre il veicolo si trova in un'area coperta o protetta, ad esempio un garage, e poi si guida il veicolo a temperature esterne più basse, la pressione può risultare insufficiente. Con il tempo si verifica naturalmente un leggero calo di pressione. Se questo supera 0,14 bar (2 psi, 14 kpa,) alla settimana, far individuare e risolvere il problema da personale di assistenza qualificato. In caso sia necessario controllare la pressione degli pneumatici a caldo, si deve tenere conto che i valori risulteranno aumentati di massimo 0,3-0,4 bar (4-6 psi, kpa). In questi casi, non ridurre la pressione degli pneumatici ai valori della pressione di gonfiaggio a freddo. Lasciare raffreddare completamente gli pneumatici prima di regolarne la pressione. Per controllare e regolare le pressioni degli pneumatici attenersi alla procedura seguente: Nota: assicurarsi che sia impostata la pressione degli pneumatici corretta in base al carico del veicolo. Per evitare di danneggiare le valvole, non applicare una forza eccessiva o una forza laterale sul manometro/dispositivo di gonfiaggio. Per evitare danni alle valvole del sistema TPMS, si consiglia di non utilizzare dispositivi rigidi di gonfiaggio degli pneumatici. In questo modo si evita il rischio di applicare sulla valvola una pressione localizzata o laterale eccessiva. 1. Svitare il cappuccio dalla valvola. 2. Fissare saldamente alla valvola il manometro o il dispositivo di gonfiaggio. 3. Leggere la pressione degli pneumatici sul manometro e aggiungere aria, se necessario. 4. Se si aggiunge aria allo pneumatico, staccare il manometro e riattaccarlo prima di leggere la pressione. Il mancato rispetto di questa precauzione può portare a ottenere un valore impreciso. 283

284 L Pneumatici 5. Se la pressione dello pneumatico è troppo alta, staccare il manometro e fare uscire aria premendo il centro della valvola. Rimontare il manometro sulla valvola e controllare la pressione. 6. Ripetere la procedura aggiungendo o togliendo aria secondo necessità, fino ad ottenere la pressione corretta. 7. Reinserire il cappuccio sulla valvola. VALVOLE DEGLI PNEUMATICI Tenere sempre ben avvitati i cappucci sulle valvole per evitare l'ingresso di acqua o sporcizia. Durante il controllo della pressione degli pneumatici, verificare che le valvole non perdano aria. Non piegare o ruotare le valvole quando si collega un flessibile a pressione o un manometro al fine di evitare possibili danni. PNEUMATICI DI RICAMBIO Montare sempre pneumatici di ricambio dello stesso tipo e, se possibile, della stessa marca e con lo stesso tipo di battistrada degli originali. L'indice di carico e di velocità su tutti gli pneumatici di scorta deve essere conforme almeno alla specifica della dotazione originale (OE), fornita dal produttore del veicolo. In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. Non scambiare gli pneumatici del veicolo tra di loro. Qualora sia inevitabile utilizzare pneumatici non consigliati, assicurarsi di leggere e rispettare scrupolosamente le istruzioni del produttore degli pneumatici. Se sono montati pneumatici dedicati con una velocità nominale inferiore (ad esempio, pneumatici invernali), è necessario guidare il veicolo entro il limite di velocità degli pneumatici. Per ulteriori informazioni rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. Nei mercati che richiedono l'esposizione di un'etichetta della velocità massima dello pneumatico, questa deve essere posizionata entro il campo visivo del guidatore. Tali etichette sono disponibili presso il rivenditore degli pneumatici. Assicurarsi che il sensore del sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) non venga danneggiato durante la sostituzione di uno pneumatico. Quando il battistrada ha raggiunto un livello di circa 2 mm, gli indicatori di usura cominciano ad affiorare sulla superficie del battistrada. Come indicatore visivo compare un nastro di gomma continuo trasversale al battistrada. Gli pneumatici devono essere sostituiti in treni di quattro. Qualora ciò non risultasse possibile, sostituire gli pneumatici a coppie (anteriori e posteriori). Quando si sostituiscono gli pneumatici, occorre sempre provvedere all'equilibratura e al controllo dell'allineamento delle ruote. APPIATTIMENTI In aree con temperature esterne elevate per periodi prolungati, le pareti laterali degli pneumatici del veicolo possono diventare più cedevoli. Se il veicolo rimane fermo per lunghi periodi, può verificarsi una leggera deformazione degli pneumatici in corrispondenza del punto di appoggio. Questo fenomeno è noto come appiattimento. 284

285 Pneumatici Si tratta di un normale comportamento degli pneumatici. Al momento di guidare il veicolo, si potrebbero tuttavia avvertire delle vibrazioni causate dal suddetto appiattimento. La condizione migliora regolarmente con il chilometraggio. Per ridurre al minimo i fenomeni di appiattimento mentre il veicolo è fermo per periodi di tempo prolungato, è possibile aumentare la pressione degli pneumatici al massimo, come indicato sulla parete laterale dello pneumatico. Prima della guida, riportare gli pneumatici alla pressione di esercizio specificata; Vedere 282, PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI. DEGRADO DEGLI PNEUMATICI Con il passare del tempo, gli pneumatici si degradano a causa degli effetti dei raggi ultravioletti, delle temperature estreme, dei carichi elevati e delle condizioni ambientali in genere. Si raccomanda di sostituire gli pneumatici almeno ogni sei anni a partire dalla data di produzione, sebbene possa essere necessario sostituirli più frequentemente. USO DEGLI PNEUMATICI INVERNALI Nota: gli pneumatici M+S (fango e neve) offrono un certo livello di prestazioni durante la stagione fredda. Le lettere M+S sulla parete laterale dello pneumatico indicano uno pneumatico "per tutte le stagioni", progettato per essere usato tutto l anno, anche in presenza di basse temperature, neve e ghiaccio. In molti paesi esiste una legislazione che impone l uso di pneumatici invernali durante certi periodi dell anno. Nota: gli pneumatici invernali hanno spesso una velocità nominale inferiore rispetto a quelli della dotazione originale, e occorre pertanto guidare il veicolo entro il loro limite di velocità. Per ulteriori informazioni rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. Nei mercati che richiedono l'esposizione di un'etichetta della velocità massima dello pneumatico, questa deve essere posizionata entro il campo visivo del guidatore. Tali etichette sono disponibili presso il rivenditore degli pneumatici. Questo simbolo identifica gli pneumatici invernali, da utilizzare se è richiesta una trazione invernale ottimale, o se il veicolo deve essere utilizzato nelle condizioni invernali più estreme. Le pressioni degli pneumatici indicate sull'etichetta informativa degli pneumatici del veicolo sono intese per qualsiasi condizione e si riferiscono agli pneumatici della dotazione originale. Con pneumatici di velocità nominale inferiore, le pressioni consigliate sono adatte solo per velocità inferiori a 160 km/h (100 mph). Gli pneumatici invernali devono essere montati su tutte e quattro le ruote. Per garantire una trazione ottimale, gli pneumatici devono essere usati per almeno 160 chilometri su strade asciutte prima di essere usati su neve o ghiaccio. L'uso di pneumatici invernali dedicati può richiedere un cambio di dimensioni delle ruote, a seconda della misura delle ruote montate originariamente. Sostituire tutte e 4 le ruote. 285

286 L Pneumatici Se gli pneumatici sono dotati di valvole in gomma di tipo standard, la spia del sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) lampeggia per 75 secondi, per poi rimanere accesa fissa. Sul centro messaggi viene visualizzato GUASTO SIST. MONITOR. PRESS. PNEUM. Se si rimontano le ruote e gli pneumatici originali, è necessario guidare il veicolo per un breve tragitto per reimpostare il sistema TPMS e spegnere la spia. Nota: per informazioni sugli pneumatici invernali omologati, rivolgersi al proprio concessionario/riparatore autorizzato. USO DELLE CATENE DA NEVE Le catene da neve devono essere utilizzate esclusivamente in caso di neve abbondante e compatta. Quando si utilizzano le catene da neve, è necessario disinserire il controllo dinamico della stabilità (DSC). Non superare mai 50 km/h (30 mph) quando sono montate le catene da neve. Non montare mai le catene da neve sul ruotino di scorta. Le catene da neve approvate dal produttore del veicolo possono essere utilizzate per migliorare la trazione su fondo stradale compatto, in caso di abbondanti nevicate. Se risulta necessario montare le catene da neve, osservare i punti seguenti: Utilizzare solo catene da neve omologate dal produttore del veicolo. Solo le catene da neve approvate dal produttore del veicolo sono state collaudate per assicurare che non provochino danni al veicolo. Rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato per ulteriori informazioni. Le ruote e gli pneumatici montati devono essere conformi alle specifiche della dotazione originale del produttore del veicolo. Ciò contribuisce a migliorare le prestazioni dei dispositivi di trazione. Vedere 280, MARCATURE DEGLI PNEUMATICI. Non montare mai le catene da neve sulla ruota di scorta per uso temporaneo. Si raccomanda di leggere, comprendere e rispettare sempre le istruzioni del costruttore delle catene da neve. Prestare particolare attenzione alle istruzioni relative alla velocità massima e al montaggio. Non appena le condizioni lo permettono, smontare le catene da neve per evitare di danneggiare gli pneumatici o il veicolo. Nota: quando sono montate catene da neve, selezionare modalità di guida pioggia /ghiaccio/neve e disinserire il sistema DSC. Vedere 151, PIOGGIA /GHIACCIO/NEVE e 132, DISATTIVAZIONE DEL SISTEMA DSC. 286

287 Pneumatici DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ PER GLI PNEUMATICI (SOLO INDIA) Tutti gli pneumatici importati soddisfano i requisiti del Bureau of India Standards (BIS) e sono conformi ai requisiti fissati dal regolamento Central Motor Vehicle Rules (CMVR) nel Gli pneumatici sono identici a quelli forniti come equipaggiamento originale (OE) sui modelli Jaguar, omologati al 100% per il mercato indiano. 287

288 L Monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) SISTEMA DI CONTROLLO DELLA PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI (TPMS) Il sistema TPMS fornisce solo un avvertenza di pressione bassa e non provvede a gonfiare nuovamente gli pneumatici. La pressione degli pneumatici deve essere controllata a intervalli regolari, a freddo, utilizzando un manometro di precisione. Il sistema TPMS NON è in grado di rilevare eventuali danni agli pneumatici. Controllare regolarmente le condizioni degli pneumatici. Quando si gonfiano gli pneumatici, fare attenzione a non piegare o danneggiare le valvole del sistema TPMS. Assicurarsi sempre che la testina di gonfiaggio sia allineata correttamente allo stelo della valvola. Per evitare danni alle valvole del sistema TPMS, si consiglia di non utilizzare dispositivi rigidi di gonfiaggio degli pneumatici. In questo modo si evita il rischio di applicare sulla valvola una pressione localizzata o laterale eccessiva. Nota: gli accessori non omologati possono interferire con il sistema. In questo caso, nel centro messaggi viene visualizzato il messaggio GUASTO DEL SISTEMA MONITORAGGIO PRESSIONE PNEUMATICI. Nota: tipi diversi di pneumatici possono influire negativamente sulle prestazioni del sistema TPMS. Sostituire gli pneumatici seguendo sempre le istruzioni. Il sistema TPMS esegue un monitoraggio costante della pressione degli pneumatici per ciascuna ruota. Le ruote di scorta per uso temporaneo (se presenti) non sono monitorate. Le ruote dotate di sistema TPMS possono essere identificate visivamente da una valvola e da un controdado esterno in metallo (1). Tutte le ruote Jaguar non dotate di sistema TPMS sono dotate di una valvola di gomma (2). Controllare regolarmente la pressione degli pneumatici a freddo, provvedendo a correggerla dove necessario. La presenza del sistema TPMS non elimina la necessità di eseguire questo controllo. La spia di bassa pressione degli pneumatici si illumina quando uno o più pneumatici presentano una pressione significativamente insufficiente. Vedere 71, SISTEMA DI MONITORAGGIO DELLA PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI (TPMS) (GIALLA). Fermarsi e controllare quanto prima la pressione degli pneumatici, gonfiandoli alla pressione consigliata in base alle condizioni di carico del veicolo. 288

289 Monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) CONTROLLO DELLA PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI Il quadro strumenti può essere utilizzato per la visualizzazione della pressione degli pneumatici del veicolo. I valori della pressione degli pneumatici possono essere letti tramite il menu Informazioni veicolo. Per ulteriori informazioni, vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: le unità di pressione degli pneumatici possono essere configurate per la visualizzazione in bar, psi o kpa tramite i menu Informazioni veicolo e Informazioni pneumatici. Quando selezionati, vengono visualizzati gli ultimi valori di pressione a conosciuti degli pneumatici e le pressioni consigliate (tra parentesi). Nota: se uno degli pneumatici o una delle ruote vengono rimossi, il valore della pressione degli pneumatici potrebbe non essere corretto. Guidare il veicolo per almeno 15 minuti per tarare nuovamente il sistema. RICERCA DELLA PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI CONSIGLIATA Il quadro strumenti può essere utilizzato per la visualizzazione delle pressioni degli pneumatici a freddo. È possibile accedere alla tabella dei valori di pressione degli pneumatici tramite i menu Informazioni veicolo e Informazioni pneumatici. Per ulteriori informazioni, vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. In base alle specifiche del veicolo, è possibile che vengano visualizzati valori differenti in base alle diverse condizioni di guida, ad esempio per la guida a elevata velocità o per il trasporto di carichi ingenti. CARICO DEL VEICOLO Il sistema TPMS può essere regolato su carico normale (leggero) o carico pesante, attraverso i menu del quadro strumenti, Informazioni veicolo, Informazioni pneumatici e Impostazioni carico TPM. L'accensione deve essere inserita senza avviare il motore. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Se le pressioni degli pneumatici vengono impostate su carico normale (leggero), il sistema TPMS deve essere regolato per adattarsi al carico del veicolo e alle relative pressioni pneumatici consigliate. Quando l'accensione è inserita, sul centro messaggi viene visualizzato un messaggio TPMS che indica quale impostazione di carico viene monitorata. Nota: l'impostazione TPMS deve corrispondere al carico del veicolo. Durante il normale uso del veicolo, ad esempio, con un massimo di tre occupanti, deve essere utilizzata l'impostazione di carico Normale (leggero). Quando il carico del veicolo supera il normale uso e rientra nel peso lordo del veicolo (GVW), ad esempio, più di tre occupanti, deve essere utilizzata l'impostazione di carico Pesante. Nota: verificare che le pressioni degli pneumatici siano corrette per il carico del veicolo interessato. Vedere 282, PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI. I menu del quadro strumenti, Informazioni veicolo e Pressioni pneumatici, possono essere utilizzati per controllare le pressioni degli pneumatici correnti del veicolo. 289

290 L Monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) SOSTITUZIONE DELLA RUOTA DI SCORTA E DELLO PNEUMATICO DI DIMENSIONI NORMALI Il sistema riconosce automaticamente qualsiasi variazione della posizione delle ruote. Il veicolo deve rimanere fermo per 15 minuti durante la sostituzione di ruota e pneumatico, al fine di assicurare che il sistema sia in grado di rilevare la modifica. Dopo avere guidato a una velocità superiore a 25 km/h (16 mph), qualunque avvertenza di sgonfiaggio deve scomparire entro circa 5 minuti. Nota: a seguito di riparazioni a una ruota di scorta di dimensioni normali con il sistema di monitoraggio della pressione degli pneumatici, la spia del sistema TPMS potrebbe illuminarsi se il gonfiaggio dello pneumatico non viene eseguito in prossimità del veicolo. In questo caso, gonfiare nuovamente lo pneumatico entro 5 metri dal veicolo. SOSTITUZIONE DELLO PNEUMATICO E DELLA RUOTA DI SCORTA PER USO TEMPORANEO Se è montata la ruota di scorta, il sistema riconosce automaticamente il cambiamento di posizione delle ruote. Dopo avere guidato per circa 10 minuti a velocità superiore a 25 km/h (16 mph), viene visualizzato il messaggio PRESSIONE PNEUM. ANT./POST. DESTRO/SINISTRO NON MONITORATA accompagnato dall'accensione della spia. La spia lampeggia e quindi rimane accesa fissa. L'utilizzo prolungato della ruota di scorta determina l'attivazione del messaggio GUASTO SIST. MONITOR. PRESS. PNEUM. Questa sequenza di visualizzazione del sistema TPMS viene attivata a ogni ciclo di accensione fino a quando la ruota di scorta per uso temporaneo non viene sostituita da una ruota di scorta di dimensioni normali dotata di sensore TPMS. Nota: se in uso, sostituire sempre il ruotino di scorta per uso temporaneo prima di effettuare una ricerca guasti sul sistema TPMS. 290

291 Kit di riparazione pneumatici KIT DI RIPARAZIONE PNEUMATICI In caso di dubbi sulla corretta esecuzione delle istruzioni, rivolgersi a un concessionario/ riparatore autorizzato prima di effettuare una riparazione. Per i veicoli non dotati di ruota di scorta, sarà disponibile un kit di riparazione degli pneumatici sotto il pannello del pianale del bagagliaio. Vedere 298, SOSTITUZIONE DI UNA RUOTA. Il kit di riparazione degli pneumatici può essere utilizzato per la riparazione di un solo pneumatico forato ed è assolutamente necessario leggere la sezione specifica di questo manuale prima di tentarne la riparazione. Il kit di riparazione degli pneumatici ripara la maggior parte delle forature di diametro massimo di 6 mm, se la foratura si trova entro l'area del battistrada A. Vedere 291, INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA DEL KIT DI RIPARAZIONE PNEUMATICI. Nota: il sigillante usato nel kit di riparazione pneumatici ha una durata di conservazione prestabilita e la data di scadenza è indicata sul flacone di sigillante. Assicurarsi di sostituire il flacone prima della data di scadenza. Assicurarsi inoltre che il sigillante sia stato sostituito dopo ogni uso. 1. Compressore. 2. Flacone di sigillante. 3. Attrezzo di riposizionamento. Vedere 236, DISPOSITIVO DI PROTEZIONE DA ERRATO RIFORNIMENTO PER I VEICOLI DIESEL PASSIVO. 4. Adattatore per i dadi di fissaggio ruota antifurto. 5. Occhione di traino. INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA DEL KIT DI RIPARAZIONE PNEUMATICI Alcuni danni degli pneumatici non possono essere riparati, o possono esserlo solo parzialmente, a seconda dell'entità e del tipo di danno. Qualsiasi perdita di pressione dagli pneumatici può compromettere seriamente la sicurezza del veicolo. Non utilizzare il kit di riparazione se lo pneumatico è stato danneggiato guidando con una pressione di gonfiaggio insufficiente. A - Area del battistrada. Usare il kit di riparazione pneumatici solo per riparare danni presenti nel battistrada (A). 291

292 L Kit di riparazione pneumatici Non usare il kit di riparazione degli pneumatici per riparare i danni presenti sulla parete laterale di uno pneumatico. Non superare la velocità di 80 km/h (50 mph) quando si viaggia con uno pneumatico riparato. La distanza massima percorribile con uno pneumatico riparato è di 200 km. Quando è montato uno pneumatico riparato, guidare con prudenza ed evitare frenate e manovre brusche. Utilizzare il kit di riparazione pneumatici solo per il veicolo con il quale è stato fornito. Non utilizzare il kit di riparazione per scopi diversi dalla riparazione dello pneumatico. Durante l'utilizzo, non lasciare mai il kit di riparazione incustodito. Utilizzare il kit di riparazione esclusivamente a temperature comprese tra -30 C e +70 C. Durante l'utilizzo, tenere sempre bambini e animali a una distanza di sicurezza dal kit di riparazione. Non posizionarsi direttamente accanto al compressore quando è in funzione. Prima di gonfiare uno pneumatico, controllare la sua parete laterale. Non gonfiare lo pneumatico se sono evidenti crepe, danni o deformazioni. Mentre si gonfia uno pneumatico, osservare la sua parete laterale. Se sono evidenti crepe, deformazioni, rigonfiamenti o danni analoghi, spegnere il compressore e sgonfiare lo pneumatico. Lo pneumatico non deve più essere utilizzato. USO DEL KIT DI RIPARAZIONE PNEUMATICI Evitare che il sigillante (contenente lattice di gomma naturale) venga a contatto con la pelle. Prima di tentare la riparazione dello pneumatico, assicurarsi che il veicolo sia parcheggiato in modo sicuro, il più lontano possibile dal traffico in circolazione. Accertarsi che il freno di stazionamento elettrico (EPB) sia inserito e che il cambio si trovi nella posizione di parcheggio (P). Non tentare di rimuovere oggetti estranei, come chiodi, viti e altro dallo pneumatico. Tenere sempre il motore avviato durante l'uso del compressore, a meno che il veicolo non si trovi in uno spazio chiuso o poco ventilato in quanto potrebbe causare asfissia. Per evitare il surriscaldamento, non azionare il compressore in modo continuo per più di 10 minuti. Nota: tutti i guidatori e gli occupanti del veicolo devono sapere che su uno pneumatico del veicolo è stata eseguita una riparazione provvisoria. Devono essere messi al corrente anche delle particolari condizioni di guida imposte quando si usa uno pneumatico riparato. 292

293 Kit di riparazione pneumatici PROCEDURA DI RIPARAZIONE Prima di gonfiare uno pneumatico, controllare la sua parete laterale. Se sono presenti crepe, rigonfiamenti o danni simili, non tentare di gonfiare lo pneumatico. Mentre il compressore pompa, non sostare direttamente a fianco dello pneumatico. Osservare la parete laterale dello pneumatico. Se compaiono crepe, rigonfiamenti o danni simili, spegnere il compressore e far uscire l'aria per mezzo della valvola limitatrice di pressione. Lo pneumatico non deve più essere utilizzato. Se la pressione di gonfiaggio dello pneumatico non raggiunge 1,8 bar (26 psi, 180 kpa) entro 7 minuti, lo pneumatico ha probabilmente subito un danno irrimediabile. Non è possibile eseguire una riparazione temporanea e il veicolo non deve essere guidato fino a quando lo pneumatico non viene sostituito. 1. Aprire il kit di riparazione pneumatici e staccare l'etichetta della velocità massima. Attaccare l'etichetta sulla plancia nel campo visivo del conducente. Prestare attenzione a non coprire la strumentazione o le spie. 2. Svolgere il cavo di alimentazione del compressore e il flessibile di gonfiaggio. 3. Svitare il tappo arancione dal ricevitore del flacone di sigillante e il tappo del flacone. 4. Avvitare il flacone nel ricevitore (in senso orario) fino a serrarlo. Nota: avvitando il flacone sul ricevitore si fora il sigillo del flacone. Dopo aver montato il ricevitore, un dente di arresto ne impedisce l'estrazione. 5. Togliere il cappuccio della valvola dallo pneumatico danneggiato. 6. Togliere il cappuccio protettivo dal flessibile di gonfiaggio e collegare il flessibile di gonfiaggio alla valvola dello pneumatico. Assicurarsi che il flessibile sia saldamente avvitato. 7. Assicurarsi che l'interruttore del compressore sia in posizione Off (O). Inserire il connettore del cavo di alimentazione in una presa di alimentazione ausiliaria. Vedere 96, PRESE DI ALIMENTAZIONE AUSILIARIE. A meno che il veicolo non si trovi in uno spazio chiuso, avviare il motore. 8. Accendere il compressore portando l'interruttore in posizione (l). 9. Gonfiare lo pneumatico a un minimo di 1,8 bar (26 psi, 180 kpa) e un massimo di 3,5 bar (51 psi, 350 kpa). Nota: quando si pompa il sigillante attraverso la valvola dello pneumatico, il sigillante potrebbe fuoriuscire dal punto della foratura nel corso del processo di sigillatura e la pressione può aumentare fino a 6 bar (87 psi, 600 kpa). La pressione scende di nuovo dopo circa 30 secondi. Rimuovere immediatamente il sigillante in eccesso. Il mancato rispetto di questa precauzione può determinare un residuo superficiale difficile da rimuovere. 10. Durante il gonfiaggio, spegnere brevemente il compressore per controllare la pressione dello pneumatico con il manometro montato sul compressore. 293

294 L Kit di riparazione pneumatici Nota: il gonfiaggio dello pneumatico non deve richiedere più di 10 minuti. Non utilizzare lo pneumatico se dopo 10 minuti non ha raggiunto la pressione minima. 11. Una volta gonfiato lo pneumatico alla pressione richiesta, spegnere il compressore. Se lo si desidera, il motore può essere spento dopo che il compressore è stato a sua volta spento. 12. Staccare il connettore di alimentazione dalla presa di alimentazione ausiliaria. 13. Staccare il flessibile di gonfiaggio dalla valvola dello pneumatico svitandolo il più velocemente possibile (in senso antiorario). 14. Rimontare il cappuccio protettivo del flessibile di gonfiaggio e il cappuccio della valvola dello pneumatico. 15. Assicurarsi che il kit di riparazione pneumatici (inclusi i tappi del flacone e del ricevitore) sia collocato in modo sicuro sul veicolo. È necessario utilizzare il kit per controllare la pressione degli pneumatici dopo circa 3 km, quindi assicurarsi che sia facilmente accessibile. 16. Guidare immediatamente la vettura per circa 3 km per consentire al sigillante di coprire la superficie interna dello pneumatico e sigillare la foratura. CONTROLLO DELLA PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI DOPO LA RIPARAZIONE Se durante la guida del veicolo si avvertono vibrazioni, sterzate anomale o rumori, diminuire immediatamente la velocità. Guidare con estrema cautela a velocità ridotta fino al raggiungimento del primo luogo sicuro per fermare il veicolo. Esaminare visivamente lo pneumatico e controllarne la pressione. Se è presente qualsiasi segno di danno o deformazione dello pneumatico oppure se la pressione dello pneumatico è minore di 1,3 bar (19 psi, 130 kpa), non continuare a guidare. Rivolgersi a un centro di riparazione pneumatici o a un concessionario/riparatore autorizzato per ricevere suggerimenti in merito alla sostituzione dello pneumatico dopo aver utilizzato il kit di riparazione degli pneumatici. 1. Guidare il veicolo per 3 km, quindi fermarsi in un luogo sicuro. Eseguire un esame visivo delle condizioni dello pneumatico. 2. Assicurarsi che il contenitore del sigillante sia nella sua posizione originaria. 3. Avvitare il connettore del flessibile in maniera ben salda sulla valvola dello pneumatico. 4. Rilevare la pressione degli pneumatici con il manometro. 294

295 Kit di riparazione pneumatici 5. Se la pressione dello pneumatico riparato è maggiore di 1,3 bar (19 psi, 130 kpa), regolarla sul valore corretto. Non continuare a guidare se lo pneumatico presenta segni di danneggiamento o deformità o se la pressione degli pneumatici è inferiore a 1,3 bar. 6. Assicurarsi che l interruttore del compressore sia in posizione di spegnimento (O), quindi inserire il connettore del cavo di alimentazione nella presa di alimentazione ausiliaria. Se il veicolo si trova in un area ben ventilata, avviare il motore. 7. Accendere il compressore (I) e gonfiare lo pneumatico alla pressione corretta. Vedere 282, PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI. 8. Per controllare la pressione degli pneumatici, spegnere il compressore e rilevare la pressione con il manometro. 9. Quando il compressore è spento, se la pressione dello pneumatico è troppo alta, scaricare la quantità di pressione richiesta per mezzo dell'apposita valvola di sfogo. 10. Una volta che lo pneumatico è stato gonfiato alla pressione corretta, spegnere il compressore e staccare la spina di alimentazione dalla presa. Nota: l'uso del sigillante del kit di riparazione pneumatici può causare messaggi di errore e letture errate da parte del sistema di monitoraggio pressione pneumatici (TPMS). Pertanto, utilizzare il manometro del kit di riparazione pneumatici per controllare e regolare la pressione di gonfiaggio dello pneumatico danneggiato. 11. Svitare il connettore del flessibile di gonfiaggio dalla valvola dello pneumatico, quindi rimontare il cappuccio protettivo del connettore del flessibile. 12. Assicurarsi che il kit di riparazione degli pneumatici sia riposto in modo sicuro nel veicolo. 13. Guidare fino al centro di riparazione pneumatici più vicino o fino al concessionario/riparatore autorizzato per procedere al montaggio di uno pneumatico sostitutivo. Prima che venga smontato lo pneumatico, informare il centro di riparazione che è stato usato il kit di riparazione degli pneumatici. 14. Dopo il montaggio del nuovo pneumatico, è necessario sostituire il flessibile per il gonfiaggio dello pneumatico, il ricevitore e il flacone di sigillante. Smaltire nei normali rifiuti domestici solo i flaconi di sigillante vuoti. I flaconi contenenti ancora sigillante e il flessibile per il gonfiaggio degli pneumatici devono essere smaltiti presso un centro pneumatici specializzato o presso il proprio concessionario/ riparatore autorizzato, in conformità alle normative locali vigenti sullo smaltimento dei rifiuti. 295

296 L Sostituzione di una ruota NORME DI SICUREZZA PER LA SOSTITUZIONE DI UNA RUOTA Prima di sollevare il veicolo o cambiare una ruota, assicurarsi di leggere e rispettare le seguenti avvertenze: Arrestare sempre il veicolo in un luogo sicuro, fuori dalla carreggiata e lontano dal traffico. Non sollevare il veicolo se questo si trova su una grata metallica o su un tombino. Verificare che il veicolo sia appoggiato su un terreno compatto e pianeggiante. Assicurarsi che il martinetto sia poggiato su un terreno compatto e in piano. Inserire il freno di stazionamento elettrico (EPB) e selezionare la posizione di parcheggio (P). Accendere i lampeggiatori di emergenza. Assicurarsi che le ruote anteriori siano in posizione di marcia rettilinea e inserire il bloccasterzo. Staccare dal veicolo l'eventuale rimorchio o roulotte. Assicurarsi che tutti i passeggeri e gli animali siano scesi dal veicolo e che si trovino in un luogo sicuro, lontano dall'autostrada. Disporre il triangolo segnaletico a una distanza adeguata dietro il veicolo, rivolto verso i veicoli che sopraggiungono. Togliere la ruota di scorta prima di usare il martinetto, per evitare di destabilizzare il veicolo una volta sollevato. Non disporre mai alcun oggetto tra il martinetto e il terreno oppure tra il martinetto e il veicolo. AVVERTENZA - ASSICURARSI CHE NESSUNO INTRODUCA EVENTUALI PARTI DEL CORPO SOTTO AL VEICOLO QUANDO QUESTO È SOSTENUTO SOLTANTO DAL MARTINETTO. Prestare attenzione nell'allentare i dadi della ruota. Qualora non fosse applicata correttamente, la chiave a tubo potrebbe scivolare via e i dadi della ruota potrebbero cedere improvvisamente. In entrambi i casi, il movimento inaspettato può causare lesioni. Sollevare la ruota di scorta e togliere la ruota forata con cautela. Le ruote sono pesanti e possono provocare lesioni se maneggiate incautamente. Posizionare sempre il martinetto restando a fianco del veicolo, in linea con il punto di sollevamento appropriato. Non sollevare il veicolo a meno che la testa del martinetto non sia completamente impegnata nel punto di sollevamento. Sollevare la vettura applicando il martinetto soltanto nei punti di sollevamento approvati. Il martinetto è progettato esclusivamente per la sostituzione delle ruote. Non lavorare mai sotto la vettura usando il martinetto come unico sostegno. Utilizzare sempre cavalletti di supporto di adeguata capacità prima di introdurre parti del corpo sotto il veicolo. Non avviare o fare girare il motore quando la vettura è sorretta soltanto dal martinetto. 296

297 Sostituzione di una ruota Bloccare sempre la ruota diagonalmente opposta a quella da cambiare utilizzando l apposito cuneo incluso nel kit attrezzi. Applicare il cuneo sul davanti di una ruota anteriore o sul retro di una ruota posteriore. Se si solleva una delle ruote posteriori da terra, la selezione della posizione di parcheggio della trasmissione (P) non impedirà al veicolo di spostarsi ed eventualmente scivolare dal martinetto, poiché il freno di stazionamento elettrico (EPB) agisce solo sulle ruote posteriori. Se è inevitabile sollevare il veicolo su una lieve pendenza, disporre i cunei sul lato a valle di due ruote opposte. Sarà necessario un cuneo supplementare. Verificare sempre che gli pneumatici di ricambio siano della classe corretta e presentino le specifiche richieste per il veicolo interessato, quali indice di carico, dimensioni, velocità massima ammessa. Dopo l uso, riporre correttamente il kit attrezzi nel vano portaoggetti sotto il pianale. 297

298 L Sostituzione di una ruota SOSTITUZIONE DI UNA RUOTA Per i veicoli che non sono dotati di ruota di scorta, vedere 291, KIT DI RIPARAZIONE PNEUMATICI. 1. Pannello del pianale del bagagliaio: sollevare il bordo posteriore, quindi tirare per rimuoverlo. 2. Bullone di fissaggio del ruotino di scorta. 3. Chiave a tubo per ruota. 4. Occhione di traino. 5. Cuneo di bloccaggio ruota. 6. Complessivo martinetto: attenersi alle istruzioni stampigliate sul martinetto. 7. Adattatore per i dadi di fissaggio ruota antifurto. 8. Sulla parte inferiore del veicolo sono presenti 4 punti di sollevamento. Su ogni copertura sottoporta sono presenti due tacche triangolari. Questi punti indicano la posizione per il martinetto. Non sollevare il veicolo sotto i predellini o i tubi laterali. Nota: se il veicolo è dotato di predellini estraibili, i predellini devono trovarsi in posizione di estrazione per consentire l'accesso ai punti di sollevamento. Per estrarre i predellini, selezionare Accesso al tetto dal menu PREDELLINI ESTRAIBILI. Vedere 166, FUNZIONI EXTRA. 298

299 Sostituzione di una ruota Togliere la ruota di scorta prima di usare il martinetto, per evitare di destabilizzare il veicolo una volta sollevato. Vedere 301, IMPORTANTE USO DELLA RUOTA DI SCORTA e 300, RIMOZIONE DELLA RUOTA DI SCORTA. Prima di sollevare il veicolo, consultare tutte le avvertenze riportate all'inizio di questa sezione del Manuale dell'utente. Prima di sostituire una ruota, leggere e osservare le avvertenze, vedere 296, NORME DI SICUREZZA PER LA SOSTITUZIONE DI UNA RUOTA. Sollevare il veicolo utilizzando solo i punti di sollevamento descritti, altrimenti si rischia di danneggiare il veicolo. Prima di sollevare il veicolo, utilizzare la chiave a tubo per allentare i dadi della ruota da sostituire con un mezzo giro in senso antiorario. Utilizzare il cuneo di bloccaggio ruota. Vedere 301, USO DEI CUNEI PER FERMARE LE RUOTE. 1. Aprire il portellone. Vedere 14, APERTURA E CHIUSURA DEL PORTELLONE. 2. Sollevare il bordo posteriore, quindi tirare per rimuovere il pannello del pianale del bagagliaio. 3. Ruotare in senso antiorario la piastra di bloccaggio centrale della ruota di scorta per sganciarla e ruotare in senso antiorario la placchetta superiore del bullone centrale per rimuovere completamente il complessivo piastra/ bullone di fissaggio. Vedere 300, RIMOZIONE DELLA RUOTA DI SCORTA. 4. Rimuovere la ruota di scorta e il kit attrezzi del veicolo. 5. Montare i cunei di bloccaggio della ruota corrispondente. Vedere 301, USO DEI CUNEI PER FERMARE LE RUOTE. Assicurarsi che il cuneo di bloccaggio della ruota sia completamente innestato tra lo pneumatico e il fondo stradale. 6. Utilizzare la chiave a tubo per ruota per allentare i dadi ruota, ruotando di mezzo giro in senso antiorario. Non rimuovere i dadi ruota fino a quando il veicolo non viene sollevato in modo sicuro e affidabile con il martinetto. 7. Posizionare il martinetto sotto il relativo punto di sollevamento. Nota: evitare che il martinetto possa venire a contatto della soglia in qualsiasi altro punto, dato che potrebbe provocare dei danni. 8. Ruotare la leva del martinetto in senso orario per sollevarla finché la testa del martinetto non sarà inserita nel punto di sollevamento. Assicurarsi che la base del martinetto sia completamente in contatto con la superficie stradale. 9. Sollevare il veicolo azionando il martinetto con un movimento lento e costante. Evitare movimenti bruschi e a strattoni, in quanto possono destabilizzare il veicolo o il martinetto. 10. Fermarsi non appena lo pneumatico si stacca dal suolo. 11. Rimuovere i dadi della ruota allentati e porli tutti insieme in un luogo da cui non possano rotolare. 12. Smontare la ruota e metterla da parte. Non appoggiare la ruota sulla faccia esterna per non danneggiarne la finitura. 299

300 L Sostituzione di una ruota 13. Montare la ruota di scorta sul veicolo, allineando questa ai prigionieri della ruota del veicolo e facendola scorrere sul mozzo. 14. Rimontare i dadi della ruota e serrarli leggermente nella sequenza mostrata in figura. Assicurarsi che la ruota sia montata correttamente e in modo uniforme sul mozzo, verificando che ciascun dado ruota sia in una posizione simile. 15. Verificare che lo spazio sotto il veicolo sia privo di ostacoli, quindi abbassare il veicolo lentamente e senza strattoni. 16. Una volta appoggiate tutte e quattro le ruote a terra e tolto il martinetto, serrare a fondo i dadi della ruota nella sequenza indicata in figura, alla coppia corretta di 125 Nm. Nota: se non è possibile serrare i dadi della ruota sostitutiva alla coppia corretta, provvedere il prima possibile. Se la ruota di scorta ha il cerchio in lega, estrarre il tappo centrale dalla ruota smontata servendosi di un attrezzo adatto senza bordi affilati o taglienti. Con la sola pressione delle mani, spingere il tappo centrale nella ruota di scorta appena montata. Controllare e regolare la pressione degli pneumatici appena possibile. Vedere 282, PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI. Nota: esaminare occasionalmente il martinetto e pulire e ingrassare le parti soggette a movimento, in particolare la filettatura, per impedirne la corrosione. RIMOZIONE DELLA RUOTA DI SCORTA Togliere la ruota di scorta prima di usare il martinetto, per evitare di destabilizzare il veicolo una volta sollevato. Le ruote sono pesanti e possono provocare lesioni se maneggiate incautamente. Agire con la massima cautela nel sollevare, abbassare o maneggiare le ruote. Fissare sempre la ruota di scorta o la ruota smontata nella posizione corretta, servendosi del bullone di fissaggio. Non riporre la ruota mentre il veicolo è ancora sollevato sul martinetto. Dopo aver sostituito la ruota, fissare sempre gli attrezzi, il martinetto e la ruota sostituita nelle posizioni di stivaggio corrette. Tali oggetti, se non riposti correttamente, possono essere scagliati in aria in caso di incidente o di ribaltamento, con il rischio di provocare lesioni gravi o mortali. 300

301 Sostituzione di una ruota Estrarre sempre la ruota di scorta prima di sollevare il veicolo. Sollevare e fissare il pannello del pianale del bagagliaio: 1. Ruotare costantemente in senso antiorario la piastra di bloccaggio del centro della ruota di scorta per sganciarla. 2. Ruotare costantemente in senso antiorario la placchetta superiore del bullone centrale per rimuoverla completamente. Per il rimontaggio, eseguire la procedura di smontaggio in ordine inverso. Nota: prima di rimuovere la ruota di scorta, prendere nota della posizione in cui è riposta. La ruota da sostituire deve essere riposta correttamente e saldamente in posizione. USO DEI CUNEI PER FERMARE LE RUOTE Prima di sollevare il veicolo, fermare con i cunei la ruota diagonalmente opposta a quella da rimuovere. Bloccare sempre le ruote con cunei adatti allo scopo. Applicare il cuneo sul davanti di una ruota anteriore o sul retro di una ruota posteriore. Assicurarsi che il cuneo di bloccaggio della ruota sia completamente innestato tra lo pneumatico e il fondo stradale. Se è inevitabile sollevare il veicolo su una pendenza, disporre i cunei sul lato a valle delle due ruote dell'assale che non verrà sollevato. Un cuneo di bloccaggio ruota è contenuto nel kit attrezzi della ruota di scorta del veicolo. DADI DI FISSAGGIO RUOTA ANTIFURTO Non usare attrezzi pneumatici né attrezzi elettrici per smontare o rimontare il dado di fissaggio della ruota. In caso contrario, si potrebbe danneggiare il dado di fissaggio della ruota o l'adattatore. I dadi di fissaggio della ruota antifurto possono essere rimossi e installati solo mediante l'apposito adattatore fornito nel kit attrezzi, vedere 298, SOSTITUZIONE DI UNA RUOTA. Nota: alla consegna del veicolo nuovo, l adattatore può essere riposto nel cassetto portaoggetti. Estrarlo e riporlo nel kit attrezzi appena possibile. Nota: sul lato dell'adattatore è stampigliato un numero di codice. Assicurarsi che il numero venga registrato nello schedario di servizio fornito con la documentazione del veicolo. Citare questo numero qualora sia necessario ordinare un ricambio. IMPORTANTE USO DELLA RUOTA DI SCORTA Attenersi alle istruzioni riportate sull etichetta di avvertenza applicata sulla ruota di scorta per uso temporaneo. Il mancato rispetto di questa precauzione può causare instabilità del veicolo e/o il cedimento degli pneumatici. Se in dotazione, la ruota di scorta è destinata SOLO ALL'USO TEMPORANEO. Quando viene montata la ruota di scorta, guidare con cautela. Montare al più presto una ruota con relativo pneumatico delle dimensioni originali. Non montare più di una ruota di scorta alla volta. 301

302 L Sostituzione di una ruota Quando è montata la ruota di scorta, non superare gli 80 km/h (50 mph). La ruota di scorta per uso temporaneo deve essere gonfiata a 4,2 bar (60 psi, 420 kpa) e non è riparabile. Quando si usa il ruotino di scorta, il controllo dinamico della stabilità (DSC) deve essere attivo. La funzione TracDSC deve essere disinserita quando si utilizza il ruotino di scorta. Sul ruotino di scorta non si possono montare dispositivi di trazione quali le catene da neve. 302

303 Recupero del veicolo METODO DI RECUPERO DEL VEICOLO Il metodo consigliato per il recupero o il trasporto del veicolo prevede l'impiego di un carro attrezzi o di un rimorchio progettati specificatamente per questo impiego. Assicurarsi che il recupero/ trasporto della vettura venga eseguito da personale di assistenza adeguatamente qualificato e che la vettura sia fissata correttamente. Prima di iniziare il recupero, il personale addetto al medesimo deve attivare il disinserimento della posizione di parcheggio della trasmissione. Questa procedura è descritta in una pubblicazione separata destinata al personale di servizio. In caso di mancata attivazione di tale sblocco, è possibile che la trasmissione venga danneggiata in modo grave. Durante il recupero del veicolo, la chiave Smart deve rimanere all'interno del veicolo e l'accensione deve essere inserita per garantire che il piantone dello sterzo non si blocchi. Nota: se si deve scollegare la batteria del veicolo, è necessario sbloccare innanzitutto il piantone dello sterzo. Non è possibile sbloccare il piantone dello sterzo con la batteria scollegata. Questo veicolo non deve essere trainato su tutte e 4 le ruote e non deve essere recuperato con le ruote anteriori o posteriori sospese. In caso contrario, si possono provocare gravi danni al cambio. OCCHIONE DI TRAINO ANTERIORE L'occhione di traino sulla parte anteriore del veicolo è progettato solo per il recupero su strada. Se utilizzato per altri scopi, può danneggiare il veicolo e provocare gravi lesioni. Osservare la massima cautela nello spostare o nel trainare il veicolo. Vi sono rischi di lesioni gravi o di morte. L'occhione di traino è posizionato sotto il pannello del pianale del bagagliaio. Il punto di traino anteriore è situato dietro un piccolo pannello di accesso nel paraurti anteriore. Per montare l'occhione di traino: 1. Premere il bordo inferiore del pannello di accesso del paraurti anteriore per rilasciare il fermo di fissaggio, quindi rimuovere il coperchio. Nota: prendere nota dell'orientamento del coperchio di accesso per agevolarne il rimontaggio. 303

304 L Recupero del veicolo 2. Posizionare il punto di traino attraverso il paraurti anteriore e avvitare in senso antiorario l'occhione di traino nel punto di traino, fino a quando non è ben saldo. Nota: far passare la chiave a tubo per ruota del veicolo attraverso l'occhione di traino in modo che funga da leva per facilitare la rotazione dell'occhione di traino fino a quando non viene serrato a fondo. Per rimontare il pannello di accesso, allineare l'aletta nella cavità del paraurti, quindi premere leggermente il bordo opposto per inserire il fermo di fissaggio. Staccare l'attrezzatura di traino osservando la massima cautela. Il veicolo può spostarsi con il rischio di gravi lesioni personali. OCCHIONE DI TRAINO POSTERIORE L'occhione di traino sul lato posteriore del veicolo è progettato solo per il recupero su strada. Se utilizzato per altri scopi, può danneggiare il veicolo e provocare gravi lesioni. Osservare la massima cautela nello spostare o nel trainare il veicolo. Vi sono rischi di lesioni gravi o di morte. L'occhione di traino è posizionato sotto il pannello del pianale del bagagliaio. Il punto di traino posteriore è situato dietro un piccolo pannello di accesso nel paraurti posteriore. Per montare l'occhione di traino: 1. Premere il bordo inferiore del pannello di accesso del paraurti posteriore per rilasciare il fermo di fissaggio, quindi rimuovere il coperchio. Nota: prendere nota dell'orientamento del coperchio di accesso per agevolarne il rimontaggio. 2. Posizionare il punto di traino attraverso il paraurti posteriore e avvitare in senso antiorario l'occhione di traino nel punto di traino, fino a quando non è ben saldo. Nota: far passare la chiave a tubo per ruota del veicolo attraverso l'occhione di traino in modo che funga da leva per facilitare la rotazione dell'occhione di traino fino a quando non viene serrato a fondo. Per rimontare il pannello di accesso, allineare l'aletta nella cavità del paraurti, quindi premere leggermente il bordo opposto per inserire il fermo di fissaggio. 304

305 Recupero del veicolo Staccare l'attrezzatura di traino osservando la massima cautela. Il veicolo può spostarsi con il rischio di gravi lesioni personali. RECUPERO FUORISTRADA Nel caso in cui gli occhioni di traino debbano essere utilizzati per il recupero fuoristrada, è essenziale seguire un corso di guida fuoristrada che illustri le tecniche di recupero fuoristrada. Ulteriori informazioni sulla guida fuoristrada sono disponibili sul sito Web: DISINSERIMENTO DELLA POSIZIONE DI PARCHEGGIO DELLA TRASMISSIONE Assicurarsi che il veicolo sia fissato con i cunei di bloccaggio delle ruote, inserire il freno di stazionamento elettrico (EPB) o premere con decisione il pedale del freno (sono necessarie 2 persone). Il mancato rispetto di questa precauzione potrebbe causare il movimento inaspettato del veicolo e provocare lesioni gravi o mortali. Quando si recupera il veicolo, è fondamentale che il meccanismo di disinserimento della posizione di parcheggio della trasmissione sia attivo. In questo modo si blocca la trasmissione nella posizione di folle (N) e si impedisce la selezione automatica della posizione di parcheggio (P). Il personale addetto al recupero deve attivare lo sblocco della posizione di parcheggio della trasmissione prima di iniziare il recupero. Questa procedura è descritta in una pubblicazione separata destinata al personale di servizio. In caso di mancata attivazione di tale sblocco, è possibile che la trasmissione venga danneggiata in modo grave. Al termine del trasporto del veicolo, è necessario disattivare il meccanismo di disinserimento della posizione di parcheggio della trasmissione. 305

306 L Dopo una collisione PRIMA DI AVVIARE IL MOTORE O RIPRENDERE LA GUIDA Se il veicolo è rimasto coinvolto in una collisione, prima di avviare il motore o di mettersi alla guida, è necessario farlo controllare da un concessionario/riparatore autorizzato oppure da personale di assistenza qualificato. Nota: il veicolo è dotato di un pulsante SOS Chiamata di Emergenza e di un pulsante di chiamata in caso di guasto, vedere. REGISTRAZIONE DEI DATI EVENTI Questo veicolo è dotato di un registratore dei dati eventi (EDR, Event Data Recorder). Lo scopo principale di un EDR è registrare i dati in particolari condizioni di collisione o prossime a una collisione, ad esempio attivazione di un airbag o impatto con un ostacolo sulla strada; i dati registrati risulteranno quindi utili per comprendere come i sistemi del veicolo hanno reagito all'evento. L'EDR è progettato per registrare i dati relativi alla dinamica del veicolo e ai sistemi di sicurezza per un breve lasso di tempo, in genere 30 secondi o meno. L'EDR montato su questo veicolo è progettato per registrare dati quali: Modalità di funzionamento dei diversi sistemi del veicolo al momento dell'evento. Se le cinture di sicurezza del guidatore e del passeggero erano allacciate. Se e in che misura il guidatore ha premuto il pedale dell'acceleratore e/o del freno; e La velocità del veicolo. Questi dati possono contribuire a una migliore comprensione delle circostanze in cui si sono verificati gli incidenti e le eventuali lesioni. Nota: i dati EDR vengono registrati dal veicolo solo in caso di collisioni di una certa entità; l'edr non registra alcun dato in condizioni di guida normali e non registra dati personali, quali nome, sesso, età, luogo dell'incidente. Tuttavia, terze parti, ad esempio le forze di polizia, potrebbero associare i dati EDR ai dati personali che vengono normalmente acquisiti in caso di incidente durante la fase investigativa. Per leggere i dati registrati da un EDR, è necessario utilizzare speciali apparecchiature e avere accesso al veicolo e all'edr. Oltre al costruttore del veicolo, terze parti, ad esempio le forze di polizia, dotate di tali speciali apparecchiature e di accesso al veicolo o all'edr, possono leggere queste informazioni. Solo Corea del Sud Questo veicolo è dotato di un registratore dei dati eventi (EDR). L'EDR memorizza le informazioni di guida nel momento in cui si verifica un incidente (velocità di guida, applicazione del pedale del freno e del comando dell'acceleratore, ecc.), permettendo di confermare le informazioni memorizzate. Le informazioni fornite dall'edr contribuiscono a ricostruire la dinamica dell'incidente. 306

307 Dopo una collisione REGISTRAZIONE DEI DATI DI SERVIZIO I registratori dei dati di servizio sono in grado di raccogliere e registrare le informazioni diagnostiche sul veicolo. Queste informazioni includono dati sulle prestazioni o lo stato di diversi sistemi e moduli del veicolo, come il motore, la valvola a farfalla, lo sterzo o i freni. Al fine di procedere a una diagnosi e a una manutenzione corrette del veicolo, il rivenditore/riparatore autorizzato può consultare le informazioni diagnostiche del veicolo tramite un collegamento diretto allo stesso. 307

308 L Etichette del veicolo UBICAZIONE DELLE ETICHETTE Le etichette di avvertenza presenti sul veicolo che recano questo simbolo indicano di non toccare o regolare i componenti prima di avere letto le relative istruzioni nel manuale. Le etichette che recano questo simbolo indicano che il sistema di accensione utilizza tensioni molto elevate. Non toccare i componenti dell'accensione mentre l'accensione è inserita. Altre etichette informative possono essere situate nelle posizioni illustrate di seguito: 1. Etichetta pesi vettura e numero di identificazione veicolo (VIN): situata alla base del montante B del lato del conducente. Nella stessa posizione è situata anche la targhetta con i dati di fabbricazione del veicolo (solo veicoli australiani). Il VIN può essere anche visualizzato sul centro messaggi tramite i menu Informazioni veicolo e VIN veicolo. Vedere 62, MENU DEL GRUPPO STRUMENTI. Nota: nelle comunicazioni con un concessionario/riparatore autorizzato, può essere necessario indicare il numero VIN. 2. Etichetta pressione degli pneumatici: situata alla base del montante B dal lato del conducente. 3. Etichetta di avvertenza airbag: situata nella parte centrale del montante B. 4. Etichetta airbag: situata sulle alette parasole. 5. Etichetta airbag passeggero: situata all'estremità del pannello della plancia lato passeggero. 6. VIN: stampigliato su una targhetta, visibile attraverso la parte inferiore sinistra del parabrezza. 7. Numero di serie del motore: stampigliato sul lato posteriore sinistro dell'alloggiamento del motore. 8. Etichetta numero di serie del motore: situata sulla parte superiore del motore. Rimuovere il coperchio del motore per facilitare l'accesso. 9. Etichetta aria condizionata (A/C): situata sulla piattaforma di bloccaggio del cofano lato sinistro. 10. Etichetta emissioni di scarico: situata sul lato inferiore del cofano. 308

309 Etichette del veicolo 11. Numero VIN: stampigliato sulla torretta della sospensione. 12. Etichetta specifiche del carburante: situata sul lato interno dello sportellino del bocchettone di rifornimento del carburante. 13. Etichetta simboli di avvertenza della batteria: situata sul lato superiore della batteria principale del veicolo, sotto il pannello del pianale del bagagliaio. Per avere la certezza che il veicolo e le relative funzioni vengano utilizzati in modo sicuro, è importante avere familiarità con questi argomenti. Per ulteriori informazioni, utilizzare l indice alla fine del presente manuale per consultare i relativi argomenti. 309

310 L Specifiche tecniche SPECIFICHE DEL MOTORE Versione motore Numero di cilindri Cilindrata (cc) Rapporto di compressione Diesel 2.0L :1 Benzina 3.0L ,5:1 Diesel 3.0L ,1:1 Nota: per ulteriori informazioni, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato e indicare il Numero di identificazione veicolo (VIN). Vedere 308, UBICAZIONE DELLE ETICHETTE. 310

311 Specifiche tecniche LUBRIFICANTI E LIQUIDI Prodotto Olio motore DEF (Diesel Exhaust Fluid, fluido di scarico diesel) Versione Diesel 3.0L Benzina 3.0L Diesel 2.0L Diesel Liquido freni/ frizione Tutti i veicoli Liquido lavavetri Liquido di raffreddamento del motore Tutti i veicoli Tutti i veicoli Specifica In caso di dubbi circa la specifica richiesta di un lubrificante o liquido, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato. Castrol EDGE Professional è l'unico olio motore consigliato da Jaguar. Olio SAE 5W-30 conforme alla specifica Jaguar Land Rover STJLR SAE 0W-20 conforme alla specifica Jaguar Land Rover STJLR Olio SAE 0W-30 conforme allea specifica Jaguar Land Rover STJLR AdBlue conforme allo standard ISO Il liquido di scarico diesel è anche noto come DEF, AdBlue, AUS 32 e ARLA 32. Si consiglia di utilizzare liquido dei freni Jaguar. Se non è disponibile, è possibile utilizzare liquido dei freni conforme alle specifiche DOT4 ISO 4925 di classe 6. Liquido lavavetro con protezione antigelo, da diluire con acqua pulita secondo quanto riportato sul flacone. Miscela al 50% di acqua e al 50% di antigelo conforme alla specifica STJLR di Jaguar Land Rover. 311

312 L Specifiche tecniche PESI Versione Benzina 3.0L (340 CV) Benzina 3.0L (380 CV) Diesel 3.0L Diesel 2.0L (RWD con cambio manuale) Diesel 2.0L (AWD con cambio manuale) Diesel 2.0L (AWD con cambio automatico) Peso del veicolo da (kg) ¹Il peso massimo ammesso del veicolo, inclusi tutti i passeggeri e il carico trasportato (ad esempio peso nel bagagliaio, del portapacchi, dotazioni supplementari, ecc.). ² Non è possibile raggiungere contemporaneamente il peso massimo sia sull'assale anteriore sia sull'assale posteriore, in quanto si supererebbe il limite GVW. Assicurarsi che il peso nel bagagliaio non superi il carico massimo sull'assale posteriore o il GVW. Il carico massimo sul tetto consentito, incluso il peso di portapacchi/barre del tetto, è di 75 kg. Nel calcolo del GVW deve essere incluso il carico sul tetto. Peso lordo del veicolo (GVW)¹ (kg) Carico massimo sull'assale anteriore² (kg) Carico massimo sull'assale posteriore² (kg) Si consiglia di utilizzare esclusivamente accessori approvati dal costruttore del veicolo. In caso di dubbi, rivolgersi a un concessionario/riparatore autorizzato prima di montare portapacchi/barre del tetto o di trasportare un carico sul tetto. Per i pesi di traino, vedere 100, PESI DI TRAINO. 312

313 Specifiche tecniche DIMENSIONI Rif Descrizione Larghezza (inclusi gli specchietti retrovisori) Larghezza (con gli specchietti ripiegati) Carreggiata - Anteriore Versione Tutti i veicoli Tutti i veicoli Tutti i veicoli Altezza (inclusa l'antenna sul tetto) Tutti i veicoli Carreggiata - Posteriore Passo Lunghezza (inclusa la base della targa) Profondità di guado massima La velocità di guado massima è pari a 7 km/h Tutti i veicoli Tutti i veicoli Tutti i veicoli Tutti i veicoli mm Diametro di svolta (da marciapiede a marciapiede) Angolo di attacco Tutti i veicoli Tutti i veicoli ,9 metri 25,0 313

314 L Specifiche tecniche Rif Descrizione Angolo di dosso rampa Angolo di uscita posteriore Versione Tutti i veicoli mm 20,4 Veicoli senza barra di traino 25,7 Sfera di traino ad azionamento elettrico estratta Sfera di traino staccabile in dotazione 18,2 18,6 314

315 Specifiche tecniche CAPACITÀ Rif. Serbatoio (utilizzabile) Rifornimento di olio motore e cambio del filtro DEF (Diesel Exhaust Fluid, fluido di scarico diesel) Serbatoio del liquido lavavetro Sistema di raffreddamento del motore Sistema di raffreddamento del motore (veicoli con riscaldatore alimentato a carburante) Sistema di raffreddamento del motore (veicoli con riscaldatore posteriore) Le capacità indicate sono approssimate e servono solo come riferimento generale. Tutti i livelli devono essere controllati in base ai contrassegni di livello o alle informazioni visualizzate sul centro messaggi, a seconda dei casi. Versione Benzina 3.0L Diesel 3.0L Diesel 2.0L Benzina 3.0L Diesel 3.0L Diesel 2.0L Diesel Tutti i veicoli Benzina 3.0L Diesel 3.0L Diesel 2.0L Benzina 3.0L Diesel 3.0L Diesel 2.0L Benzina 3.0L Diesel 3.0L Diesel 2.0L Capacità (litri) ,0 7,0 6,0 17 5,65 7,7 9,2 7,7 8,2 (34) 9,7 8,2 (34) 8,7 10,2 (27,7) 8,7 315

316 L Specifiche tecniche UBICAZIONE DEI TRASMETTITORI DELLA CHIAVE SMART 1. Trasmettitore plancia dell'abitacolo. 2. Trasmettitore pianale anteriore dell'abitacolo. 3. Trasmettitori delle maniglie delle portiere anteriori. 4. Trasmettitore pianale centrale dell'abitacolo. 5. Modulo veicolo senza chiave. 6. Trasmettitori delle maniglie delle portiere posteriori. 7. Trasmettitore pianale posteriore dell'abitacolo. 8. Trasmettitore tetto dell'abitacolo posteriore. 9. Trasmettitore bagagliaio. I portatori di dispositivi medici (ad esempio pacemaker) devono mantenere una distanza minima di 22 cm tra il dispositivo e un qualsiasi trasmettitore montato sul veicolo. Questo serve ad evitare la possibilità di interferenze tra il sistema e il dispositivo. 316

317 Specifiche tecniche DICHIARAZIONI SULLE NORME RELATIVE ALLO SPETTRO DELLE FREQUENZE RADIO Servizio 4 m VHF 2m VHF TETRA UHF Bluetooth Telematica stradale Telematica stradale Banda di frequenza MHz MHz MHz MHz ,5 MHz MHz GHz Uscita massima 30 W/CW 40 W/AM Posizione dell antenna Condizioni specifiche In qualsiasi punto della parte in metallo del tetto. 30 W/CW In qualsiasi punto della 40 W/AM parte in metallo del tetto. 10 W/CW 10 W/PM 10 W/CW 10 mw 2 W eirp 2 W eirp In qualsiasi punto della parte in metallo del tetto. In qualsiasi punto della parte in metallo del tetto. In qualsiasi punto del veicolo. In qualsiasi punto in prossimità di un'area chiusa da vetrata che non contenga antenne o vetro conduttivo. In qualsiasi punto in prossimità di un'area chiusa da vetrata che non contenga antenne o vetro conduttivo. Trasmettitore, cablaggio e installazione dell antenna in base ai requisiti ISO/TS Trasmettitore, cablaggio e installazione dell antenna in base ai requisiti ISO/TS Trasmettitore, cablaggio e installazione dell antenna in base ai requisiti ISO/TS Trasmettitore, cablaggio e installazione dell antenna in base ai requisiti ISO/TS Trasmettitore, cablaggio e installazione dell antenna in base ai requisiti ISO/TS Trasmettitore, cablaggio e installazione dell antenna in base ai requisiti ISO/TS Trasmettitore, cablaggio e installazione dell antenna in base ai requisiti ISO/TS Solo Corea del Sud La trasmissione omnidirezionale e la trasmissione punto-multipunto sono vietate dalla legge. 317

318 L Servizio ORGANIZZAZIONE DELL'INTERVENTO Affinché il veicolo possa offrire sempre prestazioni eccellenti, è necessario recarsi periodicamente presso un concessionario/ riparatore autorizzato per gli interventi di manutenzione ordinaria. Per semplificare la procedura: Fissare un appuntamento, se non si tratta di un'emergenza, specificando i dettagli relativi al proprio veicolo e la natura dell'intervento richiesto. Dove disponibile, il concessionario riesaminerà lo storico online degli interventi di manutenzione (OSH) per stabilire la manutenzione richiesta. All'arrivo presso il centro di assistenza: Fornire il proprio nome e indirizzo, e un numero di telefono al quale si può essere contattati durante il giorno. Questo è importante nel caso sorgano dubbi o venga determinata la necessità di interventi aggiuntivi. Spiegare nel modo più esauriente possibile i dettagli dell'intervento di manutenzione o di riparazione richiesto. Per propria informazione è importante anche: Chiedere se l'intervento di manutenzione o di riparazione è a proprio carico e, se lo è, chiedere i dettagli dei costi e confermare il metodo di pagamento preferito. Chiedere quando potrà essere ritirato il veicolo o, in alternativa, concordare un'ora e un luogo per la consegna. Nota: quando viene restituito il veicolo, assicurarsi che il concessionario fornisca una copia della stampa più recente dell'osh. Per i mercati in cui l'osh non è disponibile, assicurarsi che le apposite pagine relative alla registrazione degli interventi siano completate correttamente. DIFETTI DI SICUREZZA (SOLO PER L'AUSTRALIA) I produttori e i distributori di motori sono vincolati dal Codice di condotta uniforme per il Richiamo dei veicoli a motore e/o delle parti. Vengono controllati e riparati, gratuitamente, i veicoli sui quali vengono individuati possibili difetti relativi alla sicurezza. Jaguar Land Rover si occupa scrupolosamente di realizzare dei veicoli sicuri in strada e le possibilità che il veicolo sia soggetto a un richiamo per difetto di sicurezza durante il ciclo di vita sono molto ridotte. Tuttavia, qualora si verifichi un evento che interessa il modello acquistato, è nell'interesse dell'acquirente rispettare i suggerimenti indicati in qualsiasi lettera che si potrebbe ricevere. Può essere necessario coinvolgere il proprio concessionario per eseguire un controllo sul veicolo. Contattare il proprio concessionario e prendere un appuntamento non appena possibile. Il concessionario registra i dettagli di riferimento relativi a eventuali lavori effettuati su una decalcomania che verrà applicata sul montante A anteriore destro, che forma la parte circostante l apertura della portiera anteriore destra. Tale decalcomania, una volta applicata, non deve essere rimossa. 318

319 Servizio STORICO ONLINE DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE (OSH) Il sistema dello storico online degli interventi di manutenzione è stato introdotto per sostituire completamente la stampa delle pagine "Registrazione degli interventi" nella documentazione per il proprietario. Lo storico degli interventi di manutenzione del veicolo viene ora memorizzato su un sistema centralizzato accessibile e modificabile da un concessionario/riparatore autorizzato tramite Internet. L'OSH registrerà ogni intervento di manutenzione programmato e comprenderà tutti i prodotti che devono essere ispezionati o sostituiti in periodi di tempo prolungati. È importante attenersi agli intervalli di manutenzione raccomandati per non inficiare l'attuale validità della garanzia del produttore. Uno storico online degli interventi di manutenzione aggiornato fornirà la necessaria "prova di manutenzione" qualora sia necessario un intervento in garanzia. Dopo ciascun intervento di manutenzione esteso e programmato, il concessionario/ riparatore autorizzato aggiornerà lo storico online degli interventi di manutenzione del veicolo. Sarà inoltre fornita una copia stampata della registrazione completa, come prova dell'avvenuta esecuzione dell'intervento di manutenzione necessario. Poiché l'osh è memorizzato in modo sicuro per l'intero ciclo di vita del veicolo, può essere visualizzato online in qualsiasi momento. Aiuta a migliorare il valore del veicolo usato e ogni futuro proprietario potrà ottenere uno storico affidabile degli interventi di manutenzione. Qualsiasi rivenditore/riparatore autorizzato può fornire una stampa aggiornata dell'osh del veicolo; la stampa contiene inoltre i dettagli su come registrare e visualizzare l'osh del proprio veicolo. Per qualsiasi domanda in merito al sistema OSH, contattare il concessionario/ riparatore autorizzato o il distributore Jaguar per il proprio mercato. Il distributore può anche essere contattato tramite il sito Internet Jaguar. Nota: l'osh non è disponibile in tutti i mercati. Per questi mercati viene fornita la pubblicazione "Registrazione degli interventi". Vedere 321, REGISTRAZIONE DEGLI INTERVENTI. REQUISITI DI MANUTENZIONE Durante l'intero ciclo di vita del veicolo, è necessario eseguire degli interventi di manutenzione periodici. Nel quadro strumenti di determinati modelli è presente una spia del tagliando. Se è necessario un intervento di manutenzione, quando si preme il commutatore di accensione viene visualizzato il relativo messaggio. A seconda del tipo e dello stile di guida al quale viene sottoposto il veicolo, la spia potrebbe visualizzare un messaggio relativo alla manutenzione richiesta prima di raggiungere il chilometraggio riportato sul Programma interventi di manutenzione periodici. 319

320 L Servizio Gli intervalli di manutenzione indicati nei programmi sono solo indicativi. Sul display del centro messaggi del veicolo verrà visualizzata la distanza effettiva ancora percorribile prima del tagliando successivo. Eseguito l'intervento, la funzione di conteggio del centro messaggi viene reimpostata. La spia del tagliando non viene attivata in tutti i mercati. Nei mercati in cui non viene attivata, è necessario utilizzare il Programma intervalli di manutenzione corrispondente come guida alla manutenzione ordinaria. Gli interventi di manutenzione devono essere eseguiti al raggiungimento della scadenza o del chilometraggio previsto (a seconda della circostanza che si verifica per prima), come riportato nel Programma intervalli di manutenzione corrispondente. In caso di condizioni di guida gravose, sul centro messaggi non vengono visualizzati gli intervalli di manutenzione. CONTENUTO DEGLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE Il contenuto preciso di ciascun intervento di manutenzione varia da modello a modello e anche in base all'età del veicolo, al chilometraggio e all'utilizzo o meno in condizioni gravose. Gli interventi di manutenzione applicabili al veicolo interessato sono elencati sulla Scheda di controllo della manutenzione utilizzata dal concessionario/riparatore autorizzato. Nota: alcuni fornitori del servizio potrebbero utilizzare una propria scheda di controllo, con livelli differenti di interventi di assistenza. Solitamente, il livello più elevato corrisponde ai requisiti Jaguar Land Rover Limited. SOSTITUZIONE DEI LIQUIDI Il liquido dei freni e di raffreddamento del motore (soluzione di acqua e antigelo) devono essere sostituiti completamente a intervalli specifici. Il concessionario/ riparatore autorizzato sostituirà i liquidi in occasione della manutenzione programmata appropriata. Nota: la sostituzione dei liquidi prevede costi aggiuntivi di manodopera e di materiali. Potrebbe essere necessario sostituire anche alcuni componenti del sistema frenante. Gli intervalli sono sensibilmente più lunghi di quelli indicati nella tabella Programma intervalli e sono riportati nella Scheda di controllo della manutenzione. VEICOLI BLINDATI Questi veicoli devono essere sottoposti a manutenzione ogni km oppure ogni 6 mesi. CONDIZIONI DI GUIDA GRAVOSE Se un veicolo viene utilizzato in condizioni di guida gravose, i requisiti di manutenzione dovranno essere soddisfatti ad intervalli inferiori. Potrebbero infatti essere necessari degli interventi di manutenzione giornalieri volti a garantire nel tempo il funzionamento sicuro e affidabile del veicolo. Il mancato rispetto dei programmi di manutenzione raccomandati può causare danni o usura prematura del motore e potrebbe annullare la garanzia. Per determinati mercati potrebbero essere previsti dei requisiti di manutenzione particolari. Verificare con il concessionario/ riparatore autorizzato o con l'importatore. Le condizioni gravose comprendono: Guida nella polvere e/o nella sabbia. 320

321 Servizio Guida su strade con fondo sconnesso e/o fangoso. Guadi frequenti. Guida frequente ad alte velocità in presenza di temperature ambiente superiori a 50 C. Guida frequente in climi estremamente freddi con temperature inferiori a -40 C. Guida frequente in montagna. Traino frequente di rimorchi. Guida in aree in cui vengono usati sale o altri materiali corrosivi sul fondo stradale. Per ricevere consulenza rivolgersi al proprio rivenditore/riparatore autorizzato. REGISTRAZIONE DEGLI INTERVENTI Per i mercati in cui è disponibile lo storico online degli interventi di manutenzione (OSH), la pubblicazione della registrazione degli interventi consente di conoscere gli interventi di manutenzione ordinaria eseguiti sul veicolo. Queste informazioni sono importanti e possono influire sul diritto alla garanzia. Assicurarsi sempre che, al completamento di ciascun intervento di manutenzione, sul foglio di registrazione appropriato vengano apposti il timbro e la firma. REGISTRAZIONE DEGLI INTERVENTI SOSTITUTIVA Se il libretto di registrazione degli interventi viene perso e non è disponibile uno storico online degli interventi di manutenzione, è possibile ordinare una pubblicazione sostitutiva tramite Internet all'indirizzo: o da un concessionario/riparatore autorizzato. Lo schedario sostitutivo è visibilmente diverso dalla versione originale. La copertina e il frontespizio riportano il titolo modificato. Il testo a pagina 2 spiega perché viene utilizzato lo schedario sostitutivo. Su ogni pagina interna è indicata la dicitura "SOSTITUTIVO". Gli schedari in stile originale non sono disponibili per l'acquisto. Questa è una misura adottata per contrastare i tentativi di truffa volti a riprodurre lo storico degli interventi di manutenzione di un veicolo. Non dimenticare di ricopiare nello schedario sostitutivo i dati registrati alla pagina Informazioni sul veicolo. PROGRAMMA DEGLI INTERVALLI DI MANUTENZIONE I riferimenti A e B nei programmi degli intervalli di manutenzione si riferiscono al tipo di intervento da eseguire in corrispondenza di tale chilometraggio/ scadenza. 321

322 L Servizio PROGRAMMA INTERVALLI DI MANUTENZIONE 1 - A PARTIRE DALL'ANNO MODELLO 17 Si applica ai seguenti paesi: Andorra, Australia, Austria, Belgio, Botswana, Brunei, Bulgaria, Canarie, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Gibilterra, Gran Canaria, Grecia, Hong Kong, Ungheria, Islanda, Indonesia¹, Irlanda, Israele, Italia, Corea del Sud, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Macau, Macedonia, Malta, Messico, Moldavia, Monaco, Namibia, Paesi Bassi, Antille Olandesi, Nuova Caledonia, Nuova Zelanda, Norvegia, Filippine, Polonia, Portogallo, Romania, Serbia, Singapore, Slovacchia, Slovenia, Sudafrica, Spagna (continente), Svezia, Svizzera, Tahiti, Taiwan, Thailandia Turchia, Regno Unito. ¹ Per tutti i motori diesel è necessario eseguire la manutenzione ogni km o dopo 12 mesi*. Benzina 3.0L e diesel 3.0L Tagliando A Km o 12 mesi* Tagliando B km o 12 mesi* dopo il precedente Tagliando A Tagliando A km o 12 mesi* dopo il precedente Tagliando B Diesel 2.0L Ripetere la sequenza dal primo Tagliando B *a seconda della circostanza che si verifica per prima. Tagliando A Km o 24 mesi* Tagliando B km o 24 mesi* dopo il precedente Tagliando A Tagliando A km o 24 mesi* dopo il precedente Tagliando B 322

323 Servizio PROGRAMMA INTERVALLI DI MANUTENZIONE 2 - DALL'ANNO MODELLO 17 Si applica ai seguenti paesi: Afghanistan, Albania, Algeria, Angola, Anguilla, Antigua e Barbuda, Argentina, Armenia, Aruba, Azerbaijan, Bahamas, Bahrain, Bangladesh, Barbados, Bielorussia, Belize, Benin, Bermuda, Bhutan, Bolivia, Bosnia-Erzegovina, Isole vergini britanniche, Burkina Faso, Cambogia, Camerun, Capo Verde, Isole Cayman, Repubblica centrafricana, Ciad, Cile, Colombia, Costa Rica, Costa d'avorio, Cuba, Gibuti, Dominica, Repubblica Dominicana, Equador, Egitto¹, El Salvador, Guinea equatoriale, Eritrea, Etiopia, Isole Falkland, Figi, Gabon, Gambia, Georgia, Ghana, Grenada, Guadalupa, Guatemala, Guinea (Conakry), Guinea-Bissau, Guyana, Haiti, Honduras, India, Iraq¹, Giamaica, Giordania, Kazakistan, Kenya¹, Kosovo, Kuwait, Kirghizistan, Laos, Libano, Liberia, Libia, Madagascar, Malawi, Malesia, Mali, Martinica, Mauritius, Mayotte, Mongolia, Montenegro, Montserrat, Marocco, Mozambico, Myanmar (Birmania), Nepal, Nicaragua, Niger, Nigeria, Oman, Pakistan¹, Palau, Palestina, Panama, Papua Nuova Guinea, Paraguay, Perù, Qatar, Riunione, Russia, Ruanda, Santa Kitts e Nevis, Santa lucia, San Vincent e Grenadine, Arabia Saudita, Senegal, Seychelles, Sierra Leone, Somalia, Sri Lanka, Sudan, Suriname, Siria¹, Tanzania, Trinidad e Tobago, Tunisia, Isole Turks e Caicos, Uganda, Ucraina, Emirati Arabi Uniti, Uruguay, Uzbekistan, Venezuela, Vietnam, Yemen, Zambia, Zimbabwe. ¹ Per tutti i motori diesel è necessario eseguire la manutenzione ogni km o ogni 6 mesi*. Tutti i motori Tagliando A Km o 12 mesi* Tagliando B Km o 12 mesi* dopo il precedente Tagliando A Tagliando A Km o 12 mesi* dopo il precedente Tagliando B Ripetere la sequenza dal primo Tagliando B *a seconda della circostanza che si verifica per prima. Nota: per i veicoli utilizzati in condizioni gravose, si raccomandano cambi dell'olio più frequenti. VEICOLI DA ROTTAMARE (ELV) In alcuni mercati, Jaguar Land Rover ha stabilito un programma globale volto a soddisfare i requisiti di riciclaggio del veicolo e la normativa sui veicoli da rottamare (ELV, End of Life Vehicle). In conformità con le direttive di mercato applicabili e la legislazione locale, Jaguar Land Rover ritirerà tutte le batterie del motorino di avviamento dei veicoli venduti e dei veicoli in vendita (indipendentemente dalla data della prima immatricolazione del veicolo) alla fine del ciclo di vita, assicurandosi che vengano trattate nel rispetto dell'ambiente. 323

324 L Servizio Individuare il punto di riciclaggio o di ritiro più vicino e rivolgersi al concessionario per informazioni su Termini e Condizioni. In alternativa, visitare il sito Web 324

325 Garanzia RESPONSABILITÀ DEL PROPRIETARIO L'uso e la manutenzione corretti consentono di risparmiare sui costi di riparazione. Recarsi presso un riparatore autorizzato per l'esecuzione di interventi di riparazione in garanzia non appena possibile dopo il rilevamento di un eventuale difetto. In questo modo, sarà possibile ridurre al minimo le conseguenze del guasto sul veicolo e limitare l entità degli interventi di riparazione richiesti. Assicurarsi che tutta la documentazione relativa agli interventi di manutenzione o assistenza venga conservata con il veicolo. DICHIARAZIONE SULLA PROTEZIONE DEI DATI Jaguar Land Rover Limited rispetta la privacy di ogni individuo. Le informazioni raccolte sul cliente saranno utilizzate per soddisfare le sue richieste, per adempiere ai contratti conclusi con il cliente, per informarlo sui nuovi prodotti e servizi o per migliorare la qualità dei servizi prestati ai clienti. Le informazioni sui clienti saranno trattate in conformità alle leggi vigenti sulla protezione dei dati e nel rispetto della direttiva 95/46/CE dell'unione europea. Potrebbero essere condivise con Jaguar Land Rover e con le sue società affiliate o consociate, con i concessionari e riparatori autorizzati, con le agenzie e altre società che forniscono servizi ai clienti. Le informazioni sul cliente non saranno divulgate a terzi, ad eccezione di quanto sopra descritto o qualora la legge lo richieda. In questo caso, adotteremo qualsiasi provvedimento finalizzato a garantire che eventuali società di terzi che gestiscano le informazioni del cliente, lo facciano in conformità con le rispettive leggi vigenti sulla protezione dei dati. Su base anonima, potremo condividere le informazioni generali sui modelli comportamentali del cliente con soci o altre parti, ma in maniera tale che non sia possibile identificare il singolo cliente. Eventuali informazioni personali fornite a Jaguar Land Rover Limited o ai suoi concessionari o riparatori autorizzati saranno memorizzate in formato elettronico criptato su un server sicuro, al fine di impedire l'accesso non autorizzato da parte di altre persone. Il nostro obiettivo è garantire che i dati personali archiviati siano aggiornati, pertinenti e non eccessivi e che tali informazioni non vengano conservate per un periodo più lungo del necessario. Il cliente ha il diritto di visualizzare in qualsiasi momento i propri dati archiviati e di correggere qualsiasi eventuale imprecisione, inoltre può scegliere di non ricevere ulteriori comunicazioni da parte di Jaguar Land Rover Limited e delle sue società affiliate o consociate. In questo caso, è possibile contattare il proprio concessionario di zona o (se diverso) il concessionario presso il quale è stato acquistato il veicolo. 325

326 L Garanzia CONTROLLI DI QUALITÀ Il veicolo è stato sottoposto a controlli di qualità ad ogni fase del processo di produzione. Il controllo finale è stato effettuato da ispettori dedicati per accertarsi che il veicolo sia stato prodotto rispettando i livelli di eccellenza richiesti da Jaguar Land Rover Limited. GARANZIA E DIRITTI DEL CONSUMATORE La presente garanzia è una garanzia del costruttore che integra, ma non pregiudica, i diritti legali dell'utente derivanti dal contratto di acquisto stipulato con il concessionario, rivenditore del veicolo, o previsti dalle norme nazionali in materia di beni di consumo. Ottenimento dell'assistenza in garanzia Nel caso in cui il veicolo richieda un intervento di assistenza coperto dalla garanzia, è sufficiente contattare il riparatore autorizzato più vicino. Trasferimento della garanzia I vantaggi della garanzia continueranno a essere validi indipendentemente da eventuali passaggi di proprietà. COPERTURA DELLA GARANZIA DURANTE I VIAGGI Jaguar Land Rover Limited dispone di una vasta rete di centri di assistenza dislocati in tutto il mondo. Le riparazioni coperte dalla garanzia Jaguar Land Rover possono essere effettuate da qualsiasi riparatore autorizzato. GARANZIA DEL PRODUTTORE Qualora il veicolo richieda un intervento di riparazione o di sostituzione a causa di un difetto di fabbricazione, la parte oggetto dell'intervento verrà riparata o sostituita a titolo completamente gratuito da qualsiasi riparatore autorizzato Jaguar Land Rover, indipendentemente da eventuali passaggi di proprietà del veicolo intervenuti durante il periodo di copertura. TERMINI DELLA GARANZIA DEL PRODUTTORE Termini di garanzia: 3 anni o prima se le limitazioni di chilometraggio applicabili sono valide in determinati mercati. Il concessionario sarà in grado di fornire dettagli al riguardo. In tutti casi di riparazioni in garanzia effettuate dai riparatori autorizzati Jaguar Land Rover verranno utilizzate parti originali omologate Jaguar Land Rover. Tutti i ricambi smontati diventeranno proprietà di Jaguar Land Rover Limited. Nota: le normative locali possono escludere questa condizione. Tutti i ricambi montati in occasione di interventi durante il periodo di garanzia sono coperti per tutta la durata rimanente della garanzia originale. Nota: gli pneumatici sono coperti da una garanzia separata fornita dalla casa costruttrice degli stessi. Il concessionario autorizzato Jaguar Land Rover fornirà comunque assistenza in caso di problemi relativi agli pneumatici. 326

327 Garanzia GARANZIA SULLE SUPERFICI VERNICIATE Qualora le superfici verniciate della carrozzeria del veicolo richiedano interventi imputabili a difetti dei materiali o di applicazione, ogni riparazione necessaria verrà eseguita a titolo completamente gratuito da qualsiasi riparatore autorizzato Jaguar Land Rover, indipendentemente da eventuali passaggi di proprietà del veicolo intervenuti durante il periodo di copertura. Termini di garanzia: in base alla garanzia del produttore ma con chilometraggio illimitato. GARANZIA SULLA PROTEZIONE ANTICORROSIONE Qualora una qualsiasi parte della carrozzeria del veicolo venga perforata dalla corrosione dovuta alla ruggine, i pannelli perforati verranno riparati o sostituiti del tutto gratuitamente da qualsiasi riparatore autorizzato Jaguar Land Rover, indipendentemente da eventuali passaggi di proprietà del veicolo. Termini di garanzia: 6 anni, chilometraggio illimitato. Nota: per "perforazione" si intende un foro che attraversa la carrozzeria, provocato dalla corrosione dall'interno all'esterno o dal basso verso l'alto e dovuto a difetti di fabbricazione o dei materiali. Ai fini di questa Garanzia, per "carrozzeria" si intendono i pannelli in metallo, che comprendono le portiere, il cofano, il vano motore e il bagagliaio, i parafanghi, i sottoporta, i portellini, il tetto, il pianale, i telai e i longheroni; sono esclusi tuttavia gli elementi come le rifiniture cromate, i paraurti, le modanature, le cerniere e le ruote. GARANZIA SULLE PARTI DI RICAMBIO E SUGLI ACCESSORI Sull'acquisto di ricambi e accessori originali Jaguar Land Rover esiste una garanzia separata. Qualora una qualsiasi parte o accessorio originale debba essere riparato o sostituito a causa di un difetto dei materiali o di fabbricazione, il ricambio o accessorio in oggetto verrà riparato o sostituito in modo del tutto gratuito da qualsiasi riparatore/concessionario autorizzato. Nei casi in cui la parte o l'accessorio vengano riparati o sostituiti secondo i termini di questa garanzia da un riparatore/concessionario autorizzato, non verrà addebitato al cliente alcun costo di manodopera per tale riparazione o sostituzione. Tuttavia, se l'intervento non viene effettuato da un riparatore/ concessionario autorizzato, non verrà concesso alcun contributo per il costo di manodopera. Nota: gli accessori e le parti originali sono stati appositamente progettati per soddisfare gli standard di sicurezza e affidabilità Jaguar Land Rover. Si raccomanda pertanto di utilizzare per il proprio veicolo esclusivamente accessori e parti originali. Gli accessori e le parti non originali non sono stati né collaudati né approvati da Jaguar Land Rover e, nonostante il costante monitoraggio del mercato, Jaguar Land Rover non è in grado di valutarne l'idoneità e la sicurezza, né separatamente né se installati sui propri veicoli. 327

328 L Garanzia Durata della garanzia sugli accessori e sulle parti originali Jaguar Land Rover La garanzia decorre dalla data di consegna del ricambio o dell'accessorio del veicolo ed è valida per un periodo di 12 mesi, oppure per il periodo indicato dalle leggi approvate nel mercato locale o per la durata di esercizio indicata per il ricambio o l'accessorio del veicolo, a seconda di quale evento si verifichi per ultimo. Tutti i ricambi o gli accessori del veicolo montati nell'ambito delle riparazioni in garanzia sono coperti per la parte restante del periodo di garanzia originale. Nota: le batterie originali Jaguar Land Rover sono coperte da una garanzia di 3 anni con chilometraggio illimitato. ACCESSORI MONTATI SU UN VEICOLO NUOVO Gli accessori originali Jaguar Land Rover (esclusi gli articoli in omaggio), montati da un concessionario autorizzato entro 1 mese o dopo 1600 chilometri (a seconda della circostanza che si verifica per prima) dalla prima messa in servizio del veicolo, godono delle medesime condizioni e del medesimo periodo di garanzia del produttore. GARANZIA SUL SISTEMA DI CONTROLLO DELLE EMISSIONI Jaguar Land Rover Limited garantisce che i propri veicoli sono progettati, costruiti ed equipaggiati per essere conformi al momento della vendita a tutte le normative sul controllo delle emissioni in vigore al momento della produzione, certificando inoltre l'assenza di difetti nei materiali o nella fabbricazione che potrebbero impedirne la conformità a tali norme. Durante il periodo di garanzia sul sistema di controllo delle emissioni, le eventuali parti difettose coperte dalla presente garanzia verranno riparate, sostituite o registrate senza alcun addebito, a condizione che il difetto non sia attribuibile a uso improprio del veicolo oppure alla mancata manutenzione. Il concessionario sarà in grado di illustrare i termini della garanzia. RIPARAZIONE DI DANNI IN SEGUITO A INCIDENTE Nel caso in cui sia necessario riparare la carrozzeria del veicolo a seguito di danni dovuti a incidenti, il riparatore autorizzato Jaguar Land Rover sarà in grado di assicurare che tutte le riparazioni verranno eseguite da un centro di riparazione della carrozzeria approvato da Jaguar Land Rover, utilizzando esclusivamente tecniche di riparazione, materiali e parti originali approvati da Jaguar Land Rover. Ciò garantirà il proseguimento della garanzia sulle parti di carrozzeria riparate per il restante periodo di Garanzia sulla protezione anticorrosione. RIPARAZIONI DELLA CARROZZERIA IN ALLUMINIO Alcuni modelli integrano la tecnologia più avanzata nella struttura della carrozzeria in alluminio. Ai centri specializzati per la carrozzeria e la verniciatura dei veicoli Jaguar Land Rover fornisce un'assistenza tecnica completa. I centri per la carrozzeria e la verniciatura garantiscono uno standard operativo elevato e sono dotati di tutte le apparecchiature e gli attrezzi necessari per riparare i veicoli Jaguar Land Rover. 328

329 Garanzia QUALI SONO LE VOCI NON COPERTE DALLA GARANZIA DEL PRODUTTORE? Jaguar Land Rover Limited non offre garanzia e non si assume alcuna responsabilità qualora le riparazioni o le sostituzioni di parti o accessori, o altri interventi al veicolo, siano il risultato diretto di quanto riportato di seguito: Modifiche apportate a veicolo, componenti, parti o accessori, incluse eventuali modifiche di potenziamento delle prestazioni del motore, in particolare chip tuning, non autorizzate da Jaguar Land Rover Limited. Normale usura. Include le pastiglie dei freni, i dischi dei freni e ogni altro componente di attrito (elenco non esaustivo). Difetti o danni causati in seguito all'utilizzo del veicolo in eventi motoristici sportivi, oppure per qualsiasi altro scopo diverso dal normale uso, privato o commerciale. Danni ascrivibili a negligenza, incidente, alluvione oppure a uso o montaggio improprio. Danni imputabili al guasto di un'altra parte presente sul veicolo. Danni provocati durante la manutenzione. Mancata esecuzione di una corretta manutenzione del veicolo, di componenti o accessori, in base alle istruzioni e ai programmi di manutenzione di Jaguar Land Rover. Mancato uso di ricambi o di oli/ lubrificanti/liquidi specificati da Jaguar Land Rover durante una riparazione in garanzia (o di ricambi di qualità equivalente durante una riparazione da un concessionario autorizzato). Nota: il mancato utilizzo di oli/ lubrificanti/liquidi del tipo specificato può causare un guasto meccanico e il rifiuto della richiesta di rimborso da parte di Jaguar Land Rover. Il componente o l'accessorio del veicolo coperti dalla garanzia sui ricambi risulta danneggiato a seguito del guasto di un altro componente. Guasto di un ricambio non approvato e/o guasto o uso improprio di un prodotto o di un accessorio non raccomandato da Jaguar Land Rover. Inoltre, le garanzie di Jaguar Land Rover sul veicolo o sui ricambi non includono eventuali danni indiretti causati dall installazione o dall uso di tali ricambi, prodotti o accessori. Modifica o rimozione del numero di identificazione veicolo (VIN), oppure modifica illecita del chilometraggio indicato dal contachilometri. Rifornimento o rabbocco effettuato con carburante errato, ad esempio l'uso di benzina in un motore diesel. O danni conseguenti a un errato rifornimento di carburante. Alterazione del veicolo, di un ricambio o di un accessorio contrariamente alle specifiche di Jaguar Land Rover. Uso di carburanti alternativi o con specifiche non approvate da Jaguar Land Rover per il veicolo. 329

330 L Garanzia Uso di additivi supplementari e agenti di lavaggio per il carburante o l olio motore (a meno che tale utilizzo non sia stato specificato come parte dei requisiti di manutenzione Jaguar Land Rover). Il veicolo, così come è stato costruito, non soddisfa le specifiche operative di un mercato al quale non era destinato, inclusi gli eventuali requisiti legali o le restrizioni imposte dal Governo o da altro ente. Le conseguenze di modifiche apportate al veicolo per l'omologazione ai requisiti legali o locali di un mercato a cui non era destinato, salvo autorizzazione da parte di Jaguar Land Rover Limited. Nota: ove applicabile, un riparatore autorizzato Jaguar Land Rover può eseguire, a spese del cliente, le modifiche autorizzate per soddisfare i requisiti legali o di funzionamento di un mercato. QUALI SONO LE VOCI NON COPERTE DALLA GARANZIA SULLE SUPERFICI VERNICIATE E SULLA PROTEZIONE ANTICORROSIONE? Jaguar Land Rover Limited non si assume alcuna responsabilità per eventuali riparazioni o sostituzioni necessarie come conseguenza diretta di: Mancata manutenzione della superficie verniciata e dell'allestimento della carrozzeria mediante regolari interventi di pulizia in conformità alle istruzioni di Jaguar Land Rover Limited. Mancata riparazione di danni alla superficie verniciata, o dovuti alla corrosione. Fattori che esulano dalla sfera di controllo di Jaguar Land Rover Limited, come eventi naturali (inclusi sale, inquinamento industriale, danni provocati dal maltempo, pioggia acida, escrementi di uccelli) e danni (inclusi la scheggiatura da pietrisco, i graffi e l'impiego di prodotti di pulizia non idonei). Riparazioni di fortuna con materiali o metodi di riparazione non approvati da Jaguar Land Rover Limited. Alterazioni del veicolo rispetto alle specifiche tecniche originali di Jaguar Land Rover. QUALI SONO LE VOCI NON COPERTE DALLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA? Durante una NORMALE manutenzione programmata, i componenti deteriorabili soggetti a regolazioni o sostituzione non sono coperti dalla garanzia, a meno che la causa dell'intervento non sia attribuibile a un difetto di fabbricazione. I componenti che rientrano in questa categoria per tutti i modelli sono i seguenti: Lubrificanti Filtro olio Filtro carburante Filtro dell'aria Filtro antipolline (se pertinente). Cinghie di trasmissione Candele (solo motori a benzina) Batterie per Smart Key (per alcuni modelli, verificare presso il proprio concessionario/riparatore autorizzato). 330

331 Garanzia Nota: la garanzia Jaguar Land Rover è valida fino alla prima sostituzione prevista dal programma di manutenzione di quel particolare componente. Il periodo di copertura di un qualsiasi componente non supera i limiti di durata e di chilometraggio previsti dalla garanzia del produttore. Riparazione, sostituzione e regolazione fino al primo intervento di manutenzione programmata Alcune parti che devono essere riparate, sostituite o regolate hanno una durata limitata. Tali parti sono garantite da difetti di fabbricazione per un periodo di copertura che dura fino alla prima manutenzione periodica e la include, oppure per 12 mesi, a seconda della circostanza che si verifica per prima. Le parti e le regolazioni che rientrano in questa categoria per tutti i modelli sono le seguenti: Spazzole dei tergicristalli Batterie per Smart Key (controllare con il proprio concessionario/riparatore autorizzato). Tutte le lampadine (luci sia interne che esterne). Fanno eccezione - Le lampadine dei fari allo xeno e dell'illuminazione della strumentazione/plancia, che sono invece garantite per l'intera durata della garanzia del produttore Regolazioni che includono ma non sono limitate a: regolazioni dei fari e dei pannelli incernierati, serraggio delle sospensioni, regolazioni della geometria dello sterzo, controlli del sistema di emissioni/alimentazione del carburante, lubrificazione e regolazione del cavo del freno di stazionamento, allineamento ed equilibratura delle ruote. Nota: le pastiglie dei freni, i dischi dei freni e ogni altro componente di attrito sono garantiti contro difetti di fabbricazione per la durata della garanzia del produttore. ALTRE ESCLUSIONI Le garanzie Jaguar Land Rover escludono qualsiasi responsabilità per dispendi di tempo, disagi, mancanza del mezzo di trasporto o qualsiasi altro danno indiretto o conseguente che il cliente (o altra persona) dovesse subire come conseguenza di un difetto coperto dalle garanzie. 331

332 L Assistenza stradale ASSISTENZA STRADALE Il programma di assistenza stradale offre assistenza completa nelle situazioni di emergenza legate all'uso del veicolo, dal blocco a causa di un guasto o di un incidente, alle emergenze meno gravi, ad esempio forature. I vantaggi del programma di assistenza stradale sono disponibili per tutto il periodo di garanzia del produttore. Numeri di contatto Per contattare Jaguar Assistance basta chiamare il numero corrispondente al paese in cui il veicolo è stato immatricolato: Paese Australia Austria Bahrain Bielorussia Belgio Croazia Repubblica Ceca Danimarca Egitto Estonia Finlandia Francia Numero di telefono Se si chiama dall'estero Se si chiama dall'estero: Se si chiama dall'estero: Se si chiama dall'estero Paese Germania Grecia Ungheria India Italia Giordania Kazakistan Corea (Sud) Kuwait Lettonia Libano Lituania Lussemburgo Marocco Paesi Bassi Norvegia Numero di telefono Se si chiama dall'estero: Se si chiama dall'estero: Se si chiama dall'estero Se si chiama dall'estero (01) Se si chiama dall'estero Se si chiama dall'estero Se si chiama dall'estero

333 Assistenza stradale Paese Oman Polonia Portogallo Qatar Repubblica d'irlanda (R.O.I) Romania Russia Arabia Saudita Slovacchia Slovenia Spagna Svezia Svizzera Tunisia Turchia Numero di telefono Se si chiama dall'estero Se si chiama dall'estero Se si chiama dall estero: Se si chiama dall'estero Se si chiama dall'estero Se si chiama dall'estero: Se si chiama dall'estero: Se si chiama dall'estero Paese Ucraina Emirati Arabi Uniti (UAE) Regno Unito Veicolo del corpo diplomatico e militare degli Stati Uniti d'america in Europa Numero di telefono Se si chiama dall'estero Se si chiama dall estero: Se in Germania Se si chiama dall'estero Quando si chiama, è necessario disporre delle seguenti informazioni: Il proprio nome La propria posizione Numero di targa o numero di telaio Una breve descrizione dell'incidente Un recapito telefonico. Se la vettura è stata coinvolta in un incidente stradale, sarà richiesto di descrivere la gravità del danno e di fornire i dettagli di eventuali terze parti coinvolte. CONDIZIONI GENERALI È possibile che in alcuni casi vengano applicate restrizioni economiche. Fare riferimento alla sezione Utenti del sito Web per ulteriori dettagli. 333

334 L Assistenza stradale I paesi partecipanti in Europa, sono Andorra, Austria, Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca (a esclusione delle isole Faroe), Estonia, Finlandia (a esclusione delle Aland), Francia, Germania, Gibilterra, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Monaco, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia, Portogallo, Repubblica d Irlanda, San Marino, Slovacchia, Slovenia, Spagna (comprese le Isole Baleari e le Canarie), Svezia, Svizzera e Turchia. I paesi partecipanti in Medio Oriente e Nord Africa (MENA) sono: Bahrein, Egitto, Giordania, Kuwait, Libano, Marocco, Oman, Qatar, Arabia Saudita, Tunisia, Emirati Arabi Uniti. Per consentire la verifica dei dati forniti nei casi di chiamate incomplete o non chiare, le conversazioni telefoniche con Jaguar Assistance vengono registrate. Tali registrazioni possono essere utilizzate a scopo di formazione del personale. 334

335 Omologazione DICHIARAZIONI DI CONFORMITÀ 335

336 L Omologazione 336

337 Omologazione 337

338 L Omologazione 338

339 Omologazione 339

340 L Omologazione 340

341 Omologazione 341

Fusibili UBICAZIONE DELLE SCATOLE DEI FUSIBILI

Fusibili UBICAZIONE DELLE SCATOLE DEI FUSIBILI UBICAZIONE DELLE SCATOLE DEI FUSIBILI 319 Quando si toglie il coperchio di una scatola fusibili, prestare attenzione a proteggere la scatola dall umidità e rimontare il coperchio il prima possibile. È

Dettagli

Telecomando mobile HP (solo in determinati modelli) Guida utente

Telecomando mobile HP (solo in determinati modelli) Guida utente Telecomando mobile HP (solo in determinati modelli) Guida utente Copyright 2008 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows e Windows Vista sono entrambi marchi registrati o marchi di Microsoft Corporation

Dettagli

AR42.46-P-0005TX Impedire l'autotest SBC e far aderire le pastiglie dei freni, senza STAR DIAGNOSIS

AR42.46-P-0005TX Impedire l'autotest SBC e far aderire le pastiglie dei freni, senza STAR DIAGNOSIS AR42.46-P-0005TX Impedire l'autotest SBC e far aderire le pastiglie dei freni, senza STAR 23.3.06 DIAGNOSIS TIPO 211, 219 con Sensotronic Brake Control (SBC) TIPO 230 t1 almeno 30 secondi t2 almeno 15

Dettagli

Strumentazione PANORAMICA DEL GRUPPO STRUMENTI. Gruppo strumenti

Strumentazione PANORAMICA DEL GRUPPO STRUMENTI. Gruppo strumenti Strumentazione PANORAMICA DEL GRUPPO STRUMENTI Gruppo strumenti 1 2 3 4 E85173 6 5 1. Contagiri. 2. Indicatore della temperatura. 3. Indicatore del livello del carburante. 4. Tachimetro. 5. Contachilometri

Dettagli

Telecomando mobile HP (solo in determinati modelli) Guida utente

Telecomando mobile HP (solo in determinati modelli) Guida utente Telecomando mobile HP (solo in determinati modelli) Guida utente Copyright 2008 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows e Windows Vista sono marchi registrati negli Stati Uniti di Microsoft Corporation.

Dettagli

Telecomando (solo su alcuni modelli)

Telecomando (solo su alcuni modelli) Telecomando (solo su alcuni modelli) Guida utente Copyright 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows e Windows Vista sono marchi o marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti

Dettagli

Passeggino sport per bambini Coccolle Favo C 306

Passeggino sport per bambini Coccolle Favo C 306 Passeggino sport per bambini Coccolle Favo C 306 MANUALE DI MONTAGGIO E UTILIZZO Avvertenze! Leggere attentamente le istruzioni prima dell'uso. La sicurezza del vostro bambino dipende dal uso corretto

Dettagli

Quick Guide smart city-coupé e smart cabrio. smart - un marchio DaimlerChrysler

Quick Guide smart city-coupé e smart cabrio. smart - un marchio DaimlerChrysler Quick Guide smart city-coupé e smart cabrio smart - un marchio DaimlerChrysler In breve >> Questa Quick Guide illustra sommariamente i più importanti elementi e le funzioni principali della Vostra smart

Dettagli

INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI

INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI CITROËN INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA PROXIA CD 31 DIREZIONE POST- VENDITA DOCUMENTAZIONE TECNICA FILIALI / CONCESSIONARI VN CITROËN - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI

Dettagli

DIP SWITCH 1-4 LED 2 LED 1. SW1 pulsante di programmazione SEQUENZA DI PROGRAMMAZIONE MODALITÀ FUNZIONAMENTO SCHEDA

DIP SWITCH 1-4 LED 2 LED 1. SW1 pulsante di programmazione SEQUENZA DI PROGRAMMAZIONE MODALITÀ FUNZIONAMENTO SCHEDA MODALITÀ FUNZIONAMENTO SCHEDA SWITCH 1-4 LED 2 LED 1 SW1 pulsante di programmazione Nota: questo è il modo in cui si vedono i con la morsettiera posizionata in alto. Quando il piccolo interruttore bianco

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI

MANUALE DI ISTRUZIONI MANUALE DI ISTRUZIONI COIN SORTER CS4PN/CS8PN ATTENZIONE! Per la vostra sicurezza si prega di leggere attentamente le istruzioni riportate nel presente manuale:- Non utilizzate la macchina in condizioni

Dettagli

INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI. FILIALI CONCESSIONARI VN CITROËN - Addetto Preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITROËN

INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI. FILIALI CONCESSIONARI VN CITROËN - Addetto Preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITROËN CITROËN DIREZIONE POST-VENDITA DOCUMENTAZIONE TECNICA INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI FILIALI CONCESSIONARI VN CITROËN - Addetto Preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITROËN -

Dettagli

INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI

INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI CITROËN INFODIAG STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA PROXIA CD 29 DIREZIONE POST- VENDITA DOCUMENTAZIONE TECNICA FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITROËN - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI

Dettagli

Manuale D uso MultiBox

Manuale D uso MultiBox Manuale D uso MultiBox COMANDI DELLA MACCHINA 1) INTERRUTORE GENRALE: ruotando l interruttore generale dalla posizione 0 alla posizione 1 il quadro elettrico viene alimentato. 2) PANNELLO TOUCHSCREEN:

Dettagli

Attivazione a distanza delle funzioni di visibilità e illuminazione

Attivazione a distanza delle funzioni di visibilità e illuminazione Funzione Funzione Le seguenti funzioni di visibilità e illuminazione si possono attivare a distanza: Per maggiori informazioni sull'illuminazione consultare i documenti Disattivazione delle luci di guida

Dettagli

Moduli di memoria Guida per l'utente

Moduli di memoria Guida per l'utente Moduli di memoria Guida per l'utente Copyright 2009 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le sole garanzie per

Dettagli

HARVIA GRIFFIN INFRA. Centralina di controllo

HARVIA GRIFFIN INFRA. Centralina di controllo HARVIA GRIFFIN INFRA Centralina di controllo 31032009 Le presenti istruzioni per l installazione e l utilizzo sono dirette ai proprietari e agli incaricati della gestione di cabine a infrarossi, radiatori

Dettagli

Grazie per aver acquistato un cronometro a intervalli GYMBOSS minimax.

Grazie per aver acquistato un cronometro a intervalli GYMBOSS minimax. www.gymboss.com Grazie per aver acquistato un cronometro a intervalli GYMBOSS minimax. *** Rimuovere la pellicola protettiva dal lato anteriore del cronometro. Accensione Premere qualsiasi pulsante. Spegnimento

Dettagli

Accensione e spegnimento Ogni volta che l impianto viene acceso, anche i diffusori si accendono e la spia luminosa diventa di colore verde.

Accensione e spegnimento Ogni volta che l impianto viene acceso, anche i diffusori si accendono e la spia luminosa diventa di colore verde. BeoLab 4 Guida Funzioni di base 3 Dopo aver installato i diffusori secondo la modalità descritta nelle pagine successive, collegare l intero impianto alla rete di alimentazione. La spia luminosa diventa

Dettagli

Manuale di servizio. Kit di calibrazione termometro per fornetto i-thermo 163M e i-thermo 163L Release software Th 3.xx

Manuale di servizio. Kit di calibrazione termometro per fornetto i-thermo 163M e i-thermo 163L Release software Th 3.xx Manuale di servizio Kit di calibrazione termometro per fornetto i-thermo 163M e i-thermo 163L Release software Th 3.xx Man_STCi_01_IT_th_3_xx_REV1 16/07/2014 Indice 1 FUNZIONAMENTO TERMOMETRO STCI-01...

Dettagli

DISPLAY A CRISTALLI LIQUIDI J-LCD

DISPLAY A CRISTALLI LIQUIDI J-LCD DISPLAY A CRISTALLI LIQUIDI J-LCD 1 INDICE 1. Introduzione...3 2. Aspetto e dimensioni......3 2.1 Materiale e colori......3 2.2 Dimensioni display...3 3. Descrizione funzioni e pulsanti......4 3.1 Breve

Dettagli

Sbloccaggio selettivo con il telecomando Premere una volta sul lucchetto

Sbloccaggio selettivo con il telecomando Premere una volta sul lucchetto 73 CHIAVE CON TELECOMANDO Sistema che consente l'apertura o la chiusura centralizzata del veicolo tramite serratura o a distanza. Garantisce anche la localizzazione e l'avviamento del motore del veicolo,

Dettagli

TRANSPONDER DI PROGRAMMAZIONE 3067

TRANSPONDER DI PROGRAMMAZIONE 3067 TRANSPONDER DI PROGRAMMAZIONE 3067 Versione: Settembre 2006 Indice 1.0 INTRODUZIONE. 3 2.0 SCHEDA DI SICUREZZA. 3 3.0 ISTRUZIONI PER LA PROGRAMMAZIONE. 4 3.1 Messaggi di errore 4 3.2 Prima programmazione

Dettagli

SEGGIOLINO AUTO PER BAMBINI C628 SEGGIOLINO ORO

SEGGIOLINO AUTO PER BAMBINI C628 SEGGIOLINO ORO SEGGIOLINO AUTO PER BAMBINI C628 SEGGIOLINO ORO MANUALE DI ISTRUZIONI Pag 1 Grazie per aver acquistato il nostro seggiolino auto. La sicurezza, il comfort e la facilità del uso definiscono questo seggiolino

Dettagli

ES-D1A. Rilevatore di movimento wireless. www.etiger.com

ES-D1A. Rilevatore di movimento wireless. www.etiger.com ES-D1A Rilevatore di movimento wireless www.etiger.com IT Contenuto della confezione 1 x Rilevatore di movimento PIR 1 x Staffa di supporto 1 x Manuale d uso 1. Finestra di rilevamento 2. Spia LED 3. Staffa

Dettagli

MANUALE D'USO SPECIFICHE DEL PRODOTTO

MANUALE D'USO SPECIFICHE DEL PRODOTTO MANUALE D'USO SPECIFICHE DEL PRODOTTO Risoluzione immagine fissa: [12M] 4000x3000/ [8M] 3264x2448/ [5M] 2592x1944/[2M] 1600x1200 Risoluzione Video Clip: [HD] 1280 x 720 / [640] 640 x 480 Formati di file:

Dettagli

WUEWUE. Manuale Istruzioni LEGGERE ATTENTAMENTE E CONSERVARE PER FUTURE CONSULTAZIONI. passeggino leggero

WUEWUE. Manuale Istruzioni LEGGERE ATTENTAMENTE E CONSERVARE PER FUTURE CONSULTAZIONI. passeggino leggero WUEWUE passeggino leggero Manuale Istruzioni LEGGERE ATTENTAMENTE E CONSERVARE PER FUTURE CONSULTAZIONI MANUALE ISTRUZIONI WUEWUE AVVISO IMPORTANTE IMPORTANTE: PRIMA DELL USO LEGGERE ATTENTAMENTE QUESTO

Dettagli

MANUALE ISTRUZIONI M077. è un prodotto di Lorenz spa

MANUALE ISTRUZIONI M077. è un prodotto di Lorenz spa MANUALE ISTRUZIONI M077 è un prodotto di Lorenz spa legenda OD09016 (OROLOGIO SUBACQUEO MULTIFUNZIONE SPORT LCD) Profondità d immersione Temperatura Cronometro Retroilluminazione EL 5 allarmi sveglia

Dettagli

Altri sensori. HLR-f. Rilevatore ottico di fumo DATI TECNICI: CODICE

Altri sensori. HLR-f. Rilevatore ottico di fumo DATI TECNICI: CODICE Altri sensori HLR-f DATI TECNICI: - Sensore ottico di fumo HLR-F capace di rilevare e segnalare la presenza di fumo e di incendi - batteria inclusa - Funzionamento stand alone con led ed avvisatore acustico

Dettagli

Guida alla stampa. Caricamento dei vassoi. Guida alla stampa. 1 Estrarre completamente il vassoio.

Guida alla stampa. Caricamento dei vassoi. Guida alla stampa. 1 Estrarre completamente il vassoio. Pagina 1 di 11 Guida alla stampa In questa sezione viene descritto come caricare il vassoio da 250 fogli, il vassoio da 550 fogli nonché l'alimentatore multiuso. Comprende inoltre informazioni sull'orientamento

Dettagli

Uso del pannello operatore

Uso del pannello operatore Questa sezione fornisce informazioni sul pannello operatore della stampante, sulla modifica delle impostazioni e sui menu del pannello operatore. È possibile modificare la maggior parte delle impostazioni

Dettagli

PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA

PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA PRECAUZIONE PER L UTILIZZO E AVVERTENZE PER LA SICUREZZA Dopo aver tolto l imballaggio assicurarsi dell integrità dell apparecchio. In caso di dubbio non utilizzare l apparecchio e rivolgersi al centro

Dettagli

SlimCool - Manuale d uso. Manuale d uso

SlimCool - Manuale d uso. Manuale d uso I Manuale d uso 1 Introduzione Grazie per aver scelto l erogatore d acqua SlimCool. Per un corretto utilizzo Vi consigliamo di leggere attentamente il presente manuale prima di procedere all installazione

Dettagli

MONITOR A COLORI 14 con selettore 2 ingressi (37CM) Mod. LEE-130M2 Cod Manuale di utilizzo

MONITOR A COLORI 14 con selettore 2 ingressi (37CM) Mod. LEE-130M2 Cod Manuale di utilizzo MONITOR A COLORI 14 con selettore 2 ingressi (37CM) Mod. LEE-130M2 Cod. 559591002 Manuale di utilizzo Leggere attentamente il Manuale di Utilizzo, prima dell installazione 1 ATTENZIONE PERICOLO DI SCOSSE

Dettagli

Moduli di memoria. Numero di parte del documento: 393521-062. Questa guida descrive come espandere la memoria del computer.

Moduli di memoria. Numero di parte del documento: 393521-062. Questa guida descrive come espandere la memoria del computer. Moduli di memoria Numero di parte del documento: 393521-062 Dicembre 2005 Questa guida descrive come espandere la memoria del computer. Sommario 1 Aggiunta o sostituzione di moduli di memoria 2 Effetti

Dettagli

MANUALE DELL UTENTE v. 1.0 AKCT-510 TELECOMANDO PORTACHIAVI

MANUALE DELL UTENTE v. 1.0 AKCT-510 TELECOMANDO PORTACHIAVI MANUALE DELL UTENTE v. 1.0 AKCT-510 TELECOMANDO PORTACHIAVI DESCRIZIONE Il telecomando portachiavi AKCT-510 consente di accendere/spegnere con la massima comodità i dispositivi di illuminazione collegati

Dettagli

Parti della fotocamera

Parti della fotocamera Parti della fotocamera. Pulsante otturatore. Stabilizz.. Pulsante di accensione 4. Flash 5. Porta USB / Morsetto uscita video 6. Luce autoscatto 7. Obiettivo 8. Microfono 9. Spia di funzionamento 0. Pulsante

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE DVR H264 4ch 8ch AITDVAX440H - AITDVAX840H GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE 1.1. Contenuto dell imballo DVR CD Telecomando Guida rapida all installazione Cavo di alimentazione Adattatore Viti Batterie Nota:

Dettagli

>> GUIDA RAPIDA PER L'UTENTE

>> GUIDA RAPIDA PER L'UTENTE >> GUIDA RAPIDA PER L'UTENTE Panoramica interna b 9 8 a c d 7 j f e 5 4 h g k a Maniglia interna porta [4] b Interruttori alzacristalli elettrici [4] c Interruttore chiusura centralizzata [4] d Interruttore

Dettagli

Guida per il paziente

Guida per il paziente Guida per il paziente Appartiene a: Icare HOME (Modello: TA022) GUIDA PER IL PAZIENTE TA022-035 IT-3.1 3 Introduzione Questa guida insegna come utilizzare il tonometro Icare HOME. Accertarsi di leggere

Dettagli

Pulsanti Volume iphone 5C

Pulsanti Volume iphone 5C 1 Passo 1 Rimuovere le due viti Pentalobe 3,8 millimetri accanto al connettore Fulmine. 2 3 Passo 2 I due passaggi successivi dimostrano usando l' isclack, un ottimo strumento per l'apertura in sicurezza

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA SICUREZZA

ISTRUZIONI PER LA SICUREZZA MANUALE D USO 1 ISTRUZIONI PER LA SICUREZZA Pericolo: le istruzioni precedute da questo simbolo devono essere osservate con attenzione particolare dall utente per evitare danni alla propria persona o danni

Dettagli

Kit di riparazione pneumatici

Kit di riparazione pneumatici Kit di riparazione pneumatici KIT DI RIPARAZIONE PNEUMATICI In caso di dubbi sulla corretta esecuzione delle istruzioni, rivolgersi al proprio concessionario/riparatore autorizzato prima di effettuare

Dettagli

Telecomando ainfrarossi

Telecomando ainfrarossi ManualeUtente Telecomando ainfrarossi 1096 www.guidosimplex.it Gentile Cliente, grazie per aver acquistato un dispositivo Guidosimplex. Come tutti i nostri prodotti, questo dispositivo, è stato progettato

Dettagli

MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI

MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI www.bruelmotion.com SICUREZZA NOTE IMPORTANTE: Per garantire la sicurezza è necessario effettuare una corretta installazione,

Dettagli

KEYSTONE. OM2 - EPI 2 Attuatore elettrico a quarto di giro: batteria di emergenza al litio (9V) Manuale di istruzione.

KEYSTONE. OM2 - EPI 2 Attuatore elettrico a quarto di giro: batteria di emergenza al litio (9V) Manuale di istruzione. KEYSTONE Indice 1 Modulo Opzionale 2: batteria di emergenza al litio (9V) 1 1.1 Funzione del modulo Batteria di emergenza al litio 1.2 Costruttore 2 Installazione 2 3 Schema elettrico della scheda OM2

Dettagli

MVR1N REGISTRATORE AUDIO DIGITALE MANUALE UTENTE - 1 -

MVR1N REGISTRATORE AUDIO DIGITALE MANUALE UTENTE - 1 - REGISTRATORE AUDIO DIGITALE MANUALE UTENTE - 1 - - 2 - REGISTRATORE AUDIO DIGITALE 1. Introduzione A tutti i residenti dell Unione Europea Importanti informazioni ambientali relative a questo prodotto

Dettagli

Dock Ricarica Assemblato iphone 3G

Dock Ricarica Assemblato iphone 3G 1 Passo 1 Rimuovere le due 3,7 millimetri Phillips # 00 viti dalla fine connettore dock di iphone. 2 3 Passo 2 Rimuovere la maniglia in metallo dalla ventosa. E 'più facile e sicuro grip base della ventosa

Dettagli

Jabra Link 850. Manuale per l utente.

Jabra Link 850. Manuale per l utente. Jabra Link 850 Manuale per l utente www.jabra.com IndIce 1. Panoramica del prodotto...3 1.1 Jabra LINK 850...3 1.2 Accessori opzionali...4 2. CONNETTERE Jabra LINK 850...5 2.1 Connettere l alimentazione...5

Dettagli

CENTRALINE CARATTERISTICHE TECNICHE:

CENTRALINE CARATTERISTICHE TECNICHE: CENTRALINE CARATTERISTICHE TECNICHE: PRESSIONE DI UTILIZZO: DA 1 A 10 BAR ALIMENTAZIONE: BATTERIA ALKALINA 9 V (TIPO 6LR61) DISPOSITIVO ANTIALLAGAMENTO: CHIUSURA AUTOMATICA IN CASO DI BATTERIA SCARICA

Dettagli

2000 s.r.l. REFRIGERAZIONE - INDUSTRIALE - COSTRUZIONE - APPARECCHIATURE -

2000 s.r.l. REFRIGERAZIONE - INDUSTRIALE - COSTRUZIONE - APPARECCHIATURE - REFRIGERAZIONE - INDUSTRIALE - COSTRUZIONE - APPARECCHIATURE - RICA chiller (RiCh2k - V1.5) Manuale di Montaggio e Funzionamento Indice 1 Caratteristiche... 3 2 Funzionamento... 3 2.1 Pannello... 3 2.1.1

Dettagli

TIMER DI IRRIGAZIONE ELETTRONICO

TIMER DI IRRIGAZIONE ELETTRONICO TIMER DI IRRIGAZIONE ELETTRONICO Manuale d uso www.rainbird.eu 33 1. INTRODUZIONE: TIMER DI IRRIGAZIONE RAIN BIRD WTA 2875 Grazie per aver scelto Rain Bird. Si raccomanda di leggere attentamente le istruzioni

Dettagli

Programmatore Serie PRO

Programmatore Serie PRO Programmatore Serie PRO Manuale d uso e di programmazione Grazie per aver scelto il programmatore Rpe serie PRO a batteria. Il programmatore serie PRO è dotato della tecnologia di programmazione più moderna

Dettagli

JABRA BOOST. Manuale dell utente. jabra.com/boost

JABRA BOOST. Manuale dell utente. jabra.com/boost Manuale dell utente jabra.com/boost 2014 GN Netcom A/S. Tutti i diritti riservati. Jabra è un marchio registrato di GN Netcom A/S. Tutti gli altri marchi indicati nel presente documento sono proprietà

Dettagli

Sharpdesk V3.5. Guida di installazione: Edizione con chiave del prodotto. Versione 1.0

Sharpdesk V3.5. Guida di installazione: Edizione con chiave del prodotto. Versione 1.0 Sharpdesk V3.5 Guida di installazione: Edizione con chiave del prodotto Versione 1.0 Diritti d autore I diritti d autore del presente software appartengono a Sharp Corporation. La riproduzione, l adattamento

Dettagli

Rilevatore di caduta per anziani. Guida per l utente

Rilevatore di caduta per anziani. Guida per l utente FATE Rilevatore di caduta per anziani Guida per l utente 1 Indice 1. Il sistema FATE COME SI USA IL SISTEMA FATE p.3 TIPI DI ALLARME INVIATI DAL SISTEMA FATE p.5 MESSAGGI DI AVVISO DEL TELEFONO CELLULARE

Dettagli

Guida dell'utente per il trasferimento dei dati tra fotocamere

Guida dell'utente per il trasferimento dei dati tra fotocamere Fotocamera digitale Canon Guida dell'utente per il trasferimento dei dati tra fotocamere Sommario Introduzione.................................... 1 Trasferimento delle immagini tramite una connessione

Dettagli

ROM Upgrade Utility (RUU)

ROM Upgrade Utility (RUU) ROM Upgrade Utility (RUU) Prima dell'aggiornamento verificare quanto segue 1. il cavo USB è collegato direttamente al PC; 2. le modalità Standby e Sospensione del PC sono disattivate; 3. Tutte le applicazioni

Dettagli

Termometro Infrarosso 1000 C

Termometro Infrarosso 1000 C Doppio laser + Termocoppia tipo K Termometro Infrarosso 1000 C Modello : TM-969 Istruzioni d uso 1 / 7 TM-969_05/14 - Descrizione comandi Fig. 1 3-1 Tasto emissività 3-2 Tasto Giù 3-3 Display LCD 3-4 Tasto

Dettagli

Risoluzione di problemi, domande e segnalazione di errori frequenti relative al sistema di sollevamento letto serie

Risoluzione di problemi, domande e segnalazione di errori frequenti relative al sistema di sollevamento letto serie Project 2000 srl Via Antonio Vivaldi, 40/a 50041 Calenzano (Firenze), Italy Tel. +39 055 8825239 Fax +39 055 8878086 Risoluzione di problemi, domande e segnalazione di errori frequenti relative al sistema

Dettagli

ACNSEM3L. I - Centralina controllo semafori a due o tre luci F - Centrale de contrôle pour les feux GB - Control unit for traffic lights

ACNSEM3L. I - Centralina controllo semafori a due o tre luci F - Centrale de contrôle pour les feux GB - Control unit for traffic lights ACNSEM3L I - Centralina controllo semafori a due o tre luci F - Centrale de contrôle pour les feux GB - Control unit for traffic lights Versione base 1 Versione con trasformatore Versione con trasformatore,

Dettagli

OPEL Vivaro Manuale di uso e manutenzione

OPEL Vivaro Manuale di uso e manutenzione OPEL Vivaro Manuale di uso e manutenzione Contenuto Introduzione... 2 In breve... 6 Chiavi, portiere e finestrini... 21 Sedili, sistemi di sicurezza... 45 Oggetti e bagagli... 71 Strumenti e comandi...

Dettagli

Casio Exilim EX-Z70 obiettivo di attrezzi per pulizia "Errore Lens" Sostituzione

Casio Exilim EX-Z70 obiettivo di attrezzi per pulizia Errore Lens Sostituzione Casio Exilim EX-Z70 obiettivo di attrezzi per pulizia "Errore Lens" Sostituzione Questa guida fornisce le indicazioni passo-passo per esporre gli ingranaggi lenti per la pulizia. Scritto Da: Paul Fallon

Dettagli

>> GUIDA RAPIDA PER L'UTENTE

>> GUIDA RAPIDA PER L'UTENTE >> GUIDA RAPIDA PER L'UTENTE Panoramica interna a Maniglia interna porta [4] b Interruttori alzacristalli elettrici [4] c Comando bloccaggio alzacristalli elettrici* [4] d Interruttore chiusura centralizzata*

Dettagli

Sommario CONDIZIONATORE COMANDO REMOTO A FILO MANUALE D USO. Modello KJR-12B

Sommario CONDIZIONATORE COMANDO REMOTO A FILO MANUALE D USO. Modello KJR-12B Sommario CONDIZIONATORE COMANDO REMOTO A FILO MANUALE D USO Modello KJR-12B Vi ringraziamo per aver acquistato un condizionatore MIDEA. Vi suggeriamo, prima di utilizzarlo, di leggere attentamente il presente

Dettagli

HQ-CHARGER61 CARICABATTERIE RAPIDO HQ 3-IN-1 CON OPZIONEINGRESSO USB

HQ-CHARGER61 CARICABATTERIE RAPIDO HQ 3-IN-1 CON OPZIONEINGRESSO USB ITALIANO MANUALE PER L'UTENTE HQ-CHARGER61 CARICABATTERIE RAPIDO HQ 3-IN-1 CON OPZIONEINGRESSO USB PRIMA DI EFFETTUARE LA RICARICA, LEGGERE LE ISTRUZIONI Manuale del proprietario Leggere attentamente il

Dettagli

MANUALE DI USO. Aemca FSX International Ltd. Limited

MANUALE DI USO. Aemca FSX International Ltd. Limited MANUALE DI USO Aemca FSX International Ltd. Limited 1. INFORMAZIONI IMPORTANTI CARICA DELLA BATTERIA PER 12 ore prima di utilizzarlo. NON LASCIARE MAI la batteria scarica. Si raccomanda di caricare ogni

Dettagli

Version /03/02. Manuale Utente. Pocket Cloud Router DIR-879

Version /03/02. Manuale Utente. Pocket Cloud Router DIR-879 Version 1.00 2016/03/02 Manuale Utente Pocket Cloud DIR-879 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE AC1900 Wi-Fi DIR-879 ADATTATORE DI ALIMENTAZIONE 12V / 2A CAVO ETHERNET CAT5 CONSENTE DI COLLEGARE IL ROUTER AL PC

Dettagli

Italiano DENVER CRP-716

Italiano DENVER CRP-716 DENVER CRP-716 Italiano FUNZIONI E CONTROLLI 1. SCHERMO 2. SPEGNIMENTO AUTOMATICO DISPLAY 3. AUMENTO VOLUME / SVEGLIA 2 ON /OFF 4.

Dettagli

Importante. Contenuto della scatola

Importante. Contenuto della scatola Quick Guide imagic Importante Per una corretta installazione del prodotto è necessario seguire passo passo le istruzioni contenute in questa guida. Non utilizzare nessun altro alimentatore al di fuori

Dettagli

Manuale aggiornamento modulo comando al volante

Manuale aggiornamento modulo comando al volante 07/11 MAN AGG CV.PPTX Manuale aggiornamento modulo comando al volante Le informazioni tecniche incluse nel seguente manuale sono da ritenersi puramente indicative, e l azienda produttrice non si assume

Dettagli

Guida all uso. Nokia N93i-1

Guida all uso. Nokia N93i-1 Guida all uso Nokia N93i-1 2 Tasti e componenti Pieghevole chiuso ISSUE 2 IT, 9253931 Numero di modello: Nokia N93i-1. D ora in poi definito Nokia N93i. 1 Fotocamera principale e obiettivo. Il dispositivo

Dettagli

Baby Cam Wireless a 2,4GHz con Monitor TFT da 2,4"

Baby Cam Wireless a 2,4GHz con Monitor TFT da 2,4 Guida rapida Baby Cam Wireless a 2,4GHz con Monitor TFT da 2,4" Modello: DENVER BC-241 www.denver-electronics.com www.facebook.com/denverelectronics I. Aspetto Telecamera Induzione fotosensibile Lente

Dettagli

CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLI SCORREVOLI 12/24V

CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLI SCORREVOLI 12/24V CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLI SCORREVOLI Manuale di installazione e uso Q26 12/24V dc Centrale di gestione per cancello scorrevole 12Vdc - 24Vdc Programmazione semplificata del ciclo di funzionamento

Dettagli

Indice. Uso del telecomando Beo4, 3. Tasti Beo4 in dettaglio, 4 Uso quotidiano e avanzato dei tasti del Beo4

Indice. Uso del telecomando Beo4, 3. Tasti Beo4 in dettaglio, 4 Uso quotidiano e avanzato dei tasti del Beo4 Beo4 Guida Indice Uso del telecomando Beo4, 3 Tasti Beo4 in dettaglio, 4 Uso quotidiano e avanzato dei tasti del Beo4 Personalizzazione del Beo4, 5 Aggiunta di un "tasto" supplementare Spostamento di tasti

Dettagli

Periferiche esterne. Guida per l'utente

Periferiche esterne. Guida per l'utente Periferiche esterne Guida per l'utente Copyright 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Windows è un marchio registrato negli Stati Uniti di Microsoft Corporation. Le informazioni contenute in

Dettagli

1. Selettore Lato Apparecchio 2. Aumento del Volume. 3. Diminuzione del Volume 4. Muto / Attivo. 5. Modifica Memoria. 6.

1. Selettore Lato Apparecchio 2. Aumento del Volume. 3. Diminuzione del Volume 4. Muto / Attivo. 5. Modifica Memoria. 6. TELECOMANDI M a n u a l e d i i s t r u z i o n i 5 6. Selettore Lato Apparecchio. Aumento del Volume Il telecomando SurfLink è sempre acceso e pronto per funzionare insieme ai suoi apparecchi acustici.

Dettagli

Istruzioni per l uso Geberit AquaClean 5000

Istruzioni per l uso Geberit AquaClean 5000 Eliminazione guasti PERICOLO Pericolo di morte per scossa elettrica Non aprire né riparare mai l'apparecchio di propria iniziativa Non sostituire mai il cavo elettrico di propria iniziativa Contattare

Dettagli

Q71S. 230V ac Q71S. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLI SCORREVOLI Manuale di installazione e uso. Centrale di gestione per cancello scorrevole 230V ac

Q71S. 230V ac Q71S. CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLI SCORREVOLI Manuale di installazione e uso. Centrale di gestione per cancello scorrevole 230V ac Q71S CENTRALE DI GESTIONE PER CANCELLI SCORREVOLI Manuale di installazione e uso 230V ac Q71S Centrale di gestione per cancello scorrevole 230V ac Programmazione semplificata del ciclo di funzionamento

Dettagli

Manuale di configurazione di

Manuale di configurazione di Manuale di configurazione di Il presente manuale contiene istruzioni su come configurare rapidamente mimio Xi per l'uso interattivo immediato con un proiettore. 1 Verifica del contenuto della confezione

Dettagli

REGOLATORE DI CARICA PER PANNELLI SOLARI

REGOLATORE DI CARICA PER PANNELLI SOLARI MANUALE UTENTE REGSOL50A REGOLATORE DI CARICA PER PANNELLI SOLARI 12/24V-50 A (cod. REGSOL50A) La ringraziamo per aver acquistato questo regolatore di carica per applicazioni fotovoltaiche. Prima di utilizzare

Dettagli

Controller pilota H5000 Guida di riferimento rapido

Controller pilota H5000 Guida di riferimento rapido Controller pilota H5000 Guida di riferimento rapido IT 1 4 5 6 2 3 7 8 Tasti 1 2 3 4 5 6 7 8 Tasto MODE: modificare la modalità dell'autopilota/scorrere verso l'alto nelle opzioni di menu/incrementare

Dettagli

K07 (cod. PXDGK07) K07C (cod. PXDGK08) Tastiera Grafica a colori V1.0. Guida rapida.

K07 (cod. PXDGK07) K07C (cod. PXDGK08) Tastiera Grafica a colori V1.0. Guida rapida. K07 (cod. PXDGK07) K07C (cod. PXDGK08) Tastiera Grafica a colori V1.0 Guida rapida www.dias.it Descrizione Grafica segna una nuova pietra miliare per tastiere utilizzate nel campo della sicurezza. Con

Dettagli

Problemi di stampa. Qualità di stampa. Alimentazione della carta

Problemi di stampa. Qualità di stampa. Alimentazione della carta Alcuni problemi sono di facile risoluzione. Se la stampante non risponde, verificare che: la stampante sia accesa; il cavo di alimentazione sia inserito; gli altri dispositivi elettrici siano collegati

Dettagli

MANUALE di Installazione DECODER modello EDISION per NUOVI EVENTI VIRTUALI IMPIANTI SATELITTARI

MANUALE di Installazione DECODER modello EDISION per NUOVI EVENTI VIRTUALI IMPIANTI SATELITTARI MANUALE di Installazione DECODER modello EDISION per NUOVI EVENTI VIRTUALI IMPIANTI SATELITTARI LNB e/o SCR Ed. 2 del 01/09/2016 ~ 1 ~ Sommario Sommario 1. Introduzione... 3 1.1 Contenuto della confezione...

Dettagli

Esecuzione di chiamate vocali Esecuzione di una chiamata vocale utilizzando la tastiera 1.

Esecuzione di chiamate vocali Esecuzione di una chiamata vocale utilizzando la tastiera 1. Accensione di Avaya A175 Desktop Video Device Per accendere Avaya A175 Desktop Video Device, tenere premuto il pulsante di alimentazione situato sul lato del dispositivo, sino a quando viene visualizzato

Dettagli

TABELLONE ELETTRONICO MOD. C WP4 ISTRUZIONI PER L USO

TABELLONE ELETTRONICO MOD. C WP4 ISTRUZIONI PER L USO TABELLONE ELETTRONICO MOD. C WP4 ISTRUZIONI PER L USO Complesso elettronico di segnalazione dati Mod. C WP4 Il ns. tabelloni elettronici sono in grado di gestire la visualizzazione dei dati relativi a

Dettagli

VL118USB SET DI ALIMENTAZIONE PORTATILE USB 5-IN-1 MANUALE UTENTE

VL118USB SET DI ALIMENTAZIONE PORTATILE USB 5-IN-1 MANUALE UTENTE SET DI ALIMENTAZIONE PORTATILE USB 5-IN-1 MANUALE UTENTE SET DI ALIMENTAZIONE PORTATILE USB 5-IN-1 1. Introduzione A tutti i residenti nell Unione Europea Importanti informazioni ambientali relative a

Dettagli

MultiBoot Guida per l'utente

MultiBoot Guida per l'utente MultiBoot Guida per l'utente Copyright 2006 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Le informazioni contenute in questo documento sono soggette a modifiche senza preavviso. Le sole garanzie per i prodotti

Dettagli

Libretto d istruzioni. Refrigeratore/ Riscaldatore/ Gasatore

Libretto d istruzioni. Refrigeratore/ Riscaldatore/ Gasatore Libretto d istruzioni Refrigeratore/ Riscaldatore/ Gasatore 1 PRECAUZIONI non aprire la macchina senza l intervento di un tecnico specializzato; inserire la spina fino infondo nella presa accertarsi che

Dettagli

Simboli & Messaggi Fare riferimento al Manuale per l uso di MyStar Extra per le istruzioni per l uso complete.

Simboli & Messaggi Fare riferimento al Manuale per l uso di MyStar Extra per le istruzioni per l uso complete. Simboli & Messaggi l uso Modalità dello strumento Diario Medie Stima di A1c Impostazioni Classificazione Frecce di tendenza Visualizzazione delle medie (Modalità diario ) (Modalità medie ) (e Modalità

Dettagli

Altoparlante HP Roar Plus. Altre funzionalità

Altoparlante HP Roar Plus. Altre funzionalità Altoparlante HP Roar Plus Altre funzionalità Copyright 2014 Hewlett-Packard Development Company, L.P. Microsoft, Windows e Windows Vista sono marchi registrati negli Stati Uniti del gruppo di società Microsoft.

Dettagli

1 electrosuisse. Lavori Lavori di manutenzione

1 electrosuisse. Lavori Lavori di manutenzione 1 electrosuisse Lavori di Pericoli non elettrici Basi SEV 1122: Misure di protezione nelle installazioni a bassa tensione contro i pericoli non elettrici in impianti di produzione e tecnici di esercizio.

Dettagli

Materiali e colore: Funzioni e tasti: Il display LCD03 offre molte funzioni per la vostra guida:

Materiali e colore: Funzioni e tasti: Il display LCD03 offre molte funzioni per la vostra guida: MANUALEDISPLAYLCD-03 Materiali e colore: Il display LCD03 da 4, è RETROILLUMINATO, può offrire molte funzioni per il vostro piacere di guida. L involucro è progettato per funzionare correttamente da -20

Dettagli

Modello DVA30 Sensore Tensione e Corrente AC. Manuale d Istruzioni

Modello DVA30 Sensore Tensione e Corrente AC. Manuale d Istruzioni Modello DVA30 Sensore Tensione e Corrente AC Manuale d Istruzioni Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'igrometro Extech DVA30. Questo strumento è fornito completamente testati e calibrati

Dettagli

Lampada fluorescente compatta

Lampada fluorescente compatta SSensor da parete PIR IP55 MSA10 Descrizione Dispositivo di controllo e comando dotato di sensore di luminosità e movimento per la gestione dell illuminazione. Il dispositivo ha un grado di protezione

Dettagli

per diesel (DPF) Diesel senza filtro antiparticolato per diesel (DPF)

per diesel (DPF) Diesel senza filtro antiparticolato per diesel (DPF) Specifiche tecniche SPECIFICHE DEL MOTORE Descrizione Diesel Benzina Numero di cilindri 4 4 Cilindrata 2.179 cc 1.999 cc Ordine di accensione 1 3 4 2 1 3 4 2 Rapporto di compressione 15,8:1 10:1 LUBRIFICANTI

Dettagli

Sigma XT. Centrale di comando Spegnimento. Manuale Utente. Codice modelli K11031M2, K11031F2. DOCUMENTO K (Man-1091)

Sigma XT. Centrale di comando Spegnimento. Manuale Utente. Codice modelli K11031M2, K11031F2. DOCUMENTO K (Man-1091) Sigma XT Centrale di comando Spegnimento Manuale Utente Codice modelli K11031M2, K11031F2 DOCUMENTO K7247-03 (Man-1091) Issue 01 Sept. 2005 Edizione italiana 6/06 Condizione di allarme incendio LED di

Dettagli

Tastiera elettronica a combinazione con logica separata

Tastiera elettronica a combinazione con logica separata Pagina1 Tastiera elettronica a combinazione con logica separata Introduzione: La tastiera elettronica (mod. VE002-11) è una tastiera a combinazione numerica per l'automazione di elettroserrature e carichi

Dettagli

AIRBAG -> SMONTAGGIO - RIMONTAGGIO. Dati Procedura. Dati Veicolo. Dettagli Procedura

AIRBAG -> SMONTAGGIO - RIMONTAGGIO. Dati Procedura. Dati Veicolo. Dettagli Procedura AIRBAG -> SMONTAGGIO - RIMONTAGGIO Dati Procedura Descrizione: SMONTAGGIO/RIMONTAGGIO CRUSCOTTO Mese/Anno: dal 7/2007 al 0/0 Dati Veicolo Veicolo: FIAT - NUOVA 500 (150) - 1.2 Ber 3p/b/1242cc Mese/Anno:

Dettagli