I corridoi controllati e lo sdoganamento in mare: un opportunità per il sistema marittimo, portuale e logistico italiano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I corridoi controllati e lo sdoganamento in mare: un opportunità per il sistema marittimo, portuale e logistico italiano"

Transcript

1 SMART PORT Progetti all avanguardia e standard emergenti per lo sviluppo competitivo dei porti e la sicurezza del lavoro I corridoi controllati e lo sdoganamento in mare: un opportunità per il sistema marittimo, portuale e logistico italiano Forum internazionale Innovazione e cooperazione per lo sviluppo del cluster marittimo del Mediterraneo Napoli, 26 giugno 2014

2 La banchina Italia per rilanciare il sistema Paese Seamless supply chain per rispondere in modo rapido, efficiente ed efficace ai cambiamenti del mercato e alle sfide della globalizzazione STRENGTHS I punti di forza L'Italia ha una posizione geografica strategica 8000 km di coste per una piattaforma logistica naturale S WEAKNESSES - Punti di debolezza un offerta portuale frammentata THREATS Le minacce Normative e processi di business non coerenti T O W OPPPORTUNITIES Le opportunità Fare gioco di squadra per integrare i processi e ridurre i tempi in tutte le fasi della catena logistica cosa hanno fatto le dogane Copyright

3 Ciclo di import/export - la dogana è solo un anello della catena Soluzione: processi condivisi con un mare di attori BANCHINA PIAZZALE VARCO Agente marittimo Pilota di bordo Terminalista Agenzia delle Dogane Polizia di frontiera Spedizioniere doganale Capitaneria di Porto Ormeggiatore Gruista di banchina Guardia di Finanza Carabinieri Gestore magazzini Autorità Portuale Servizi tecnico nautici Gruista di piazzale Sanità marittima e veterinaria portuale Altri operatori portuali Vettore ferroviario Vigili del Fuoco Servizi di sorveglianza Guardia ai fuochi 3 OGA Integratore di sistemi Logistici (MTO) Vettore su strada

4 Il sistema informativo AIDA: declinazione di ecustoms Punti di forza: Telematizzazione e parallela reingegnerizzazione dei processi di servizio e delle attività correlate per modellarli sulle opportunità di semplificazione derivanti dall ICT Reingegnerizzazione basata sull approccio single-window/one-stop-shop (integrazione dei processi ed unificazione dei controlli) Fruibilità dei servizi telematici formazione/informazione on line costante ascolto via web delle imprese per la rilevazione dei fabbisogni e la misurazione dell efficacia dell azione Accesso telematico generalizzato ai servizi erogati ed alle informazioni gestite 4

5 AIDA: un sistema interattivo che collega operatori ed enti Dogane Accise P.A. Governo Laboratori chimici Direzioni Regionali ELABORAZIONE REPORTS Altri enti EDI INFO INFO knowledge E-learning INFO Dialoga con organismi nazionali e comunitari. Le informazioni desunte dai processi doganali sono messe a disposizione via rete agli enti interessati o competenti. Qualità e quantità delle merci, valore, modalità di trasporto, paesi/province di provenienza e di destinazione, sono alcuni dei dati acquisiti e utilizzati per il monitoraggio e l analisi dei flussi commerciali. Ditte Operatori Utenti sdoganamento on-line in cui sono integrati i controlli Partners europei Dogane EU interoperabilità secondo paradigma Single window e One stop shop

6 Tracciabilità documentale full digital Completata la digitalizzazione delle dichiarazioni doganali Completata la telematizzazione dei manifesti merci, trasformando in opportunità i vincoli imposti dal c.d. emendamento sicurezza ENS NA Entry Notifica MMA Manifesto TS CD Temporanea Summary di Merci Custodia Declaration Arrivo Arrivate Dichiarazione Doganale MMA + NA + TS ENS - ITEM ENS Record di apertura (A), dichiarato l entry key della ENS Record merce in sbarco (B), riportato l MRN - ITEM della ENS MMA ITEM Campo 40 del DAU (Documento Amministrativo Unico) riporta Dichiarazione sommaria/documenti precedenti Dichiarazione doganale 6

7 KPI in AIDA Key Performance Indicator per misurare la completa digitalizzazione del processo Nel 2013 il 96,82% delle dichiarazioni doganali (oltre 15 milioni) è stato svincolato dal Circuito di Controllo Automatizzato in un tempo compreso tra 12 secondi e 5 minuti migliorando allo stesso tempo l efficacia dei controlli nell 82,47% dei casi le operazioni di import/export vengono effettuate in procedura domiciliata/semplificata, vale a dire senza la necessità di presentare fisicamente le merci in dogana AEO only NO-STOP CUSTOMS Nota n del 22/6/012: sdoganamento telematico in procedura domiciliata per export tutti i giorni dalle 1.00 alle (H23) 7

8 emanifest nei Porti: già una realtà in Italia

9 Qual è il tempo "complessivo" di sdoganamento? In assenza di efficace coordinamento i costi della frammentazione ricadono sulle imprese e la colpa sulle dogane Azione prioritaria del Piano nazionale della logistica Ministero dello Sviluppo Economico compatibilità elettromagnetica Ministero degli Esteri autorizzazione per armamenti marchi, qualità e sicurezza prodotti CITES Ministero delle Politiche Agricole e Forestali Ministero delle Infrastrutture e Trasporti omologazioni La Banca Mondiale ha stimato fino a 73 documenti per dichiarazione doganale, emessi da più di 20 enti In Italia fino a 68 documenti controlli in capo a 18 enti Ministero della Salute sanitari e veterinari 9

10 Single Window + OneStopShop = portale per l interoperabilità tra amministrazioni e con gli operatori https://aidaservizi.agenziadogane.it Portale per l interoperabilità SPCoop Ministero della Salute Altri Ministeri Le informazioni ottenute interagendo con il portale per l interoperabilità possono essere fruite anche attraverso lo scambio di messaggi XML via Web Services (System-To-System) Internet Operatore Economico AIDA Dichiarazione inviata telematicamente ERP Integrazione dei sistemi gestionali (ERP) degli operatori con il sistema doganale per ridurre costi e tempi di interazione 10

11 Punti di forza dello Sportello Unico Doganale - sezione Sportello Unico Doganale: Progettare e realizzare modelli di interoperabilità una regia di convergenza, metodo operativo per giungere nel breve periodo a sostanziali semplificazioni e riduzioni dei costi, attraverso una stretta collaborazione tra le Amministrazioni indirizzata ad una digitalizzazione coordinata ed integrata dei procedimenti di rispettiva competenza Risultati Drastica riduzione di tempi e costi per imprese e Pubblica Amministrazione One Stop Shop: controlli unificati, più efficaci ed efficienti basati sull analisi dei rischi 11

12 Doing Business 2013 Recupero di performance Grazie alla digitalizzazione dei processi doganali sono state recuperate quattro posizioni nell indicatore Trading across borders del rapporto Doing Business 2013 della Banca Mondiale (http://www.doingbusiness.org/data/exploreeconomies/italy) Doing Business 2014: trasmesso a Banca d Italia report sulle semplificazioni intervenute nel 2012, Sportello Unico compreso, digitalizzazione supply chain, 12

13 Il piano operativo dell' Agenzia delle dogane L Italia attrae correnti di traffico in misura non corrispondente alle potenzialità derivanti dalla sua posizione geografica strategica Nel breve periodo, a infrastrutture date, praticare soluzioni basate su infrastrutture immateriali per ridurre tempi e costi del CICLO IMPORT/EXPORT Istituito un tavolo tecnico fra Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e Comando Generale delle Capitanerie di Porto per il coordinamento delle iniziative finalizzate alla semplificazione del ciclo import export Come ridurre il time release complessivo Completa tracciabilità della merce inoltrata nella catena logistica (monitoraggio documentale delle merci) + Riuso coordinato delle piattaforme di monitoraggio nazionali dei mezzi di trasporto e dei sistemi territoriali - aeroporti/porti/interporti/autoporti- (monitoraggio fisico ) 13

14 . Direttiva 65/2010 : Non reinventare la ruota Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Capitanerie di porto NAVE Sportello Marittimo Direttiva 65/2010 (in attesa del DM) PMIS Manifesti FAL Sicurezza Info su Pre-clearing Rilascio nave (chiusura del MMP) Agenzia delle Dogane DPCM 242/2010 AIDA MERCE 18 AMMINISTRAZIONI Adempimenti demandati alla varie autorità nazionali dalla regolamentazione ONCE Info nave IMO/FAL Altre formalità ENS/EXS Cargo Manifest Import/Export NSW - EU Directive 2010/65 Operatori Economici Adempimenti demandati alla autorità doganale dalla regolamentazione dell Unione 14

15 . Direttiva 65/2010 : Non reinventare la ruota FAL Sportello Sportelli in rete integrazione Marittimodei processi, razionalizzazione dei flussi Direttiva 65/2010 informativi per ridurre adempimenti (in attesa del DM) DPCM 242/2010 PMIS Gioco Info su Pre-clearing di squadra AIDA Rilascio nave (chiusura Per il progetto dell Unione ems (electronic Maritime del MMP) MERCE Simplification) avviata collaborazione con Comando Generale Capitanerie di Porto predisposizione di un Master Plan for the Maritime Single Window ENS/EXS NAVE Adempimenti demandati alla varie autorità nazionali dalla regolamentazione ONCE Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Capitanerie di porto Info nave IMO/FAL Altre formalità Manifesti Sicurezza Cargo Manifest Import/Export NSW - EU Directive 2010/65 Operatori Economici Agenzia delle Dogane 18 AMMINISTRAZIONI Adempimenti demandati alla autorità doganale dalla regolamentazione dell Unione 15

16 Sdoganamento in mare: riduzione del time release Le dichiarazioni doganali possono essere depositate SOLO se la Capitaneria assicura di avere la nave sotto controllo La Capitaneria segnala deviazioni per evitare sbarchi non autorizzati o manomissione delle merci Grazie alla Sportello Unico Doganale, la Dogana e altre Amministrazioni possono anticipare l'analisi dei rischi in modo da avere tempi per lo svincolo minori o nel caso, indirizzare le merci alle aree per l ispezione fisica Stato delle attivazioni Attivo Genova La Spezia In via di attivazione Venezia Ravenna Napoli Civitavecchia Livorno

17 Lo sdoganamento in mare: l integrazione con le Capitanerie di porto Capitaneria di Porto Agenzia delle Dogane Responsabile Manifesto Operatore economico T0 - la nave lascia l ultimo porto che precede l approdo T1 Inizio monitoraggio della nave da parte dei sistemi della Capitaneria di Porto Invio degli estremi del manifesto in corso di composizione utili all identificazione della nave da monitorare La capitaneria di porto comunica l acquisizione del monitoraggio della nave con i propri sistemi Manifesto NON convalidabile Comunica volontà di effettuare sdoganamento in mare indicando il numero del manifesto in corso di composizione L Agenzia delle Dogane rende convalidabile il manifesto Passaggio stato X >> I L operatore convalida il manifesto e conosce lo stato delle partite di temporanea custodia (A3). Se dichiarabili presenta la dichiarazione con il riferimento a tali partite T2 - Ingresso in porto fine del monitoraggio La capitaneria di porto comunica la fine del monitoraggio coincidente con la presentazione della nave alle ostruzioni portuali, ecc. La Dogana e il gestore TC conoscono la destinazione (terminal container o magazzino di temporanea custodia) e lo stato dei container (partite A3) prima dello sbarco Le merci scaricate sono immediatamente indirizzabili ai controlli o al dryport o all uscita (svincolate) Istruzioni per l attivazione sperimentale dello sdoganamento in mare diramata con nota n dell Agenzia delle Dogane e dei Monopoli del 25 ottobre 2013 Sperimentazione in corso presso 17 i porti di Genova e La Spezia

18 Risultati dopo i primi mesi di sperimentazione TEMPI CERTI per pianificare le operazioni di movimentazione e trasferimento intermodale dei container RIDUZIONE DI COSTI E TEMPI grazie ad una riduzione del dwell time - a La Spezia da 5,5 a 3,5 giorni - a Genova da 5 a 4 giorni

19 Prime valutazioni sullo sdoganamento in mare Fruibilità della procedura Piena soddisfazione di importatori e intermediari Miglioramento del ciclo di sbarco conoscendo in anticipo se la merce è svincolata o soggetta ad un controllo i contenitori possono essere immediatamente indirizzati all uscita o alle aree di verifica Riduzione dei tempi di permanenza dei contenitori in porto Tempo di sdoganamento (Time Release) negativo per i contenitori svincolati Aumento competitività della portualità nazionale 19

20 Anche per il transito lo sdoganamento in mare Regime all importazione, inclusa l introduzione in deposito 63077/RU del 16/06/2014 Attivazione sperimentale della procedura di sdoganamento in mare. Integrazioni a seguito dei primi risultati della sperimentazione operativa in corso In procedura ordinaria e domiciliata Messaggio IM Indicare nel campo 15 Preclearing il valore 1 Inserire la dicitura SDOGANAMENTO IN MARE nella casella 31 Riportare gli estremi della partita A/3 generata dal MMA nella casella 40 delle dichiarazioni doganali di esito Regime di transito per le merci in ingresso In procedura ordinaria e domiciliata Messaggio ET Indicare il codice di nomenclatura combinata delle merci Inserire la dicitura SDOGANAMENTO IN MARE nella casella 31 Riportare gli estremi della partita A/3 generata dal MMA nella casella 40 Per le dichiarazioni di Transito, con tale indicazione, il dichiarante attesta che per tali merci non è richiesto il controllo di altri Presidi che intervengono nell attività di sdoganamento o attesta che per le medesime i richiamati Presidi provvedono al rilascio del Nulla Osta astenendosi dalla verifica fisica della merce. 20

21 Sdoganamento in mare: miglioramenti effettuati Nuovo messaggio di risposta IRISP con stato del manifesto X o I al fine di rendere noto il momento dal quale è possibile inviare il record Z di chiusura/convalida del MMA. Ogni variazione intervenuta nello stato del manifesto genererà un nuovo messaggio IRISP. Registrazione del momento esatto (ore e minuti) di apertura, chiusura del manifesto e di convalida della partita di A3. aspetti in corso di valutazione Superamento vincolo di destinazione diretta della nave (sono noti esiti controlli Safety&Security e controlli doganali) - apposizione di sigilli RFID a container FROB - Foreign Remaining On Board Cargo (caricati su navi con scali intermedi), sigilli RFID necessari per i super fast corridor ). 21

22 Punti di riferimento sul territorio Potenziati i presidi presso le dogane operative Presso ogni ufficio il cluster marittimo può fare riferimento alla task force costituita per lo Sportello Unico Contatto diretto e tempestivo in loco per la risoluzione di eventuali criticità 22

23 Verso un time release negativo: la testimonianza dei corrieri aerei Nota prot. n del 14/7/2009 inerente la procedura semplificata per la presentazione anticipata delle dichiarazioni Nota prot. n del 23 dicembre 2010 Pre-clearing in volo. Nuove regole sulla presentazione delle dichiarazioni doganali di importazione relative a merci spedite per via aerea. Modalità operative per talune categorie di operatori Da 3 giorni a 7 ore circa il 70% del tempo risparmiato assicurando Safety&Security 23

24 Le innovazioni per l efficienza della supply chain La disponibilità anticipata dei dati dei manifesti di carico e delle informazioni di sicurezza, costituisce prerequisito essenziale per dar corso ad ulteriori innovazioni tecnologiche e procedurali Espandere le frontiere tecnologiche grazie all etracking (GPS, RFid, etc.) come valore aggiunto Sportello Unico Doganale Sdoganamento in mare Digitalizzazione della supply chain 24

25 Infrastrutture immateriali convergenza, integrazione, riuso Sviluppare infrastrutture immateriali che implicano investimenti contenuti e la possibilità di cogliere nel brevissimo periodo notevoli benefici Condividere processi informatici standardizzati che facilitino la diffusione delle conoscenze sulle regole (drastica riduzione dei costi di transazione derivanti dall incertezza procedurale), sulle opportunità aperte e stimolino l investimento in innovazione

26 Velocizzazione/razionalizzazione del ciclo portuale: riuso dei sistemi di sicurezza portuali e integrazione con i Port Community System per tracciabilità e controllo a 360 Varco d accesso area portuale Accesso all area doganale Imbarco Ingresso all area portuale Il mezzo di trasporto o container viene sottoposto al controllo di sicurezza tramite: controllo manuale telecamere lettori RFId Acquisizione automatica delle informazioni associate: - al veicolo (lettura della TARGA) - allo stato doganale delle merci trasportate (container) PCS Dogana Verifica automatica di: stato degli adempimenti doganali ammissibilità dei documenti Terminal Adempimenti doganali Dogana Instrada in tempo reale il container all imbarco, al terminal o alle formalità doganali UIRNet 26

27 Il Trovatore : giocare d anticipo Nel quadro delle iniziative per rilanciare la competitività del sistema logistico nazionale il Trovatore individua processi innovativi supportati da tecnologie RFId (Radio-Frequency Identification) per la suggellatura dei container; la verifica a distanza delle merci dallo sbarco a destinazione; l ottimizzazione della catena logistica Siglato ad agosto 2008 un accordo di collaborazione con il Joint Research Center (Centro Comune di Ricerca) della Commissione europea, per definire standard per RFID e processi per la tracciabilità e rintracciabilità delle merci. L accordo è in fase di rinnovo ed ampliamento. Accordo con JRC necessario per la certificazione comunitaria delle soluzioni individuate. Tracciabilità e rintracciabilità a tutto campo Siglato a marzo 2009 un accordo con UIRNet S.p.A. per sviluppare una rete informatica di controllo e monitoraggio della movimentazione della merce per l import (dallo sbarco alla destinazione finale) e per l export (dal luogo di carico all imbarco. DIGITALIZZAZIONE DELLA SUPPLY-CHAIN Sviluppare politiche di attrazione sfruttando il ruolo di apripista nell ambito della dogana elettronica paneuropea: realizzare infrastrutture immateriali per disporre di una piattaforma logistica virtualmente illimitata; estendere la rete di controllo oltre i confini comunitari x favorire lo sviluppo di nuove rotte commerciali 27

28 Dai corridoi controllati ai Fast Corridor per EXPO Corridoio Controllato per il monitoraggio fisico e documentale delle merci percorso - dall area portuale (porto di sbarco/imbarco) ad un nodo logistico autorizzato (luogo di destinazione/partenza) - dei mezzi adibiti al trasporto delle le merci destinate ad EXPO controllati da una piattaforma logistica e/o software Collegamento su strada con veicolo monitorato dalla piattaforma UIRNet Collegamento ferroviario treni navetta In corso studio per interoperabilità con la Piattaforma Logistica Integrata (PIL) di Ferrovie dello Stato Adempimenti documentali sostituiti da monitoraggio fisico

29 Elementi tecnici operativi per la Banchina lunga/lunghissima Presentazione del manifesto Intervento dell autorità doganale nel porto Arrivo della nave e scarico delle merci Responsabile MMA Trasmette il manifesto indicando il codice del magazzino di TC presso il dryport e segnalando che le merce è destinata ad EXPO Convalida il manifesto (Trasmette record di chiusura Z): le partite A3 diventano dichiarabili Monitora lo stato delle A3 per eventuali controlli sicurezza COLLOQUIO GESTORI TC REQUISITO IMPRESCINDIBILE AIDA Agenzia delle Dogane Registrazione della presa in carico delle A3 nel magazzino di TC di destinazione Effettua nel porto gli eventuali controlli Safety&Security (Common Risk Criteria) Arrivo a destinazione Terminalista dryport Monitora le A3 di propria competenza grazie al colloquio Gestori TC Scarico delle merci da treno o camion per introdurle nel magazzino Verifica eventuali segnalazioni di anomalie del percorso lungo il corridoio controllato Usa il Colloquio Gestori TC per registrare le merci che entrano in magazzino 29 Terminalista portuale Fast corridor Vettore Agenzia delle Dogane Gestore Piattaforma Logistica Inoltro delle merci nel corridoio controllato con: - camion (UIRNET) - treno navetta Il sistema informativo AIDA registra l uscita dall area portuale e monitora il mezzo di trasporto

30 Elementi tecnici operativi per il corridoio controllato porto - dryport Invio della dichiarazione - tracciato IM Analisi dei rischi Circuito di Controllo Doganale Operatore chiede l autorizzazione all uscita dagli spazi doganali Operatore AEO che opera in domiciliata Trasmette la dichiarazione tracciato IM indicando il luogo autorizzato dove vuole che sia effettuata la visita delle merci (campo 30.1 del nuovo tracciato IM) ed evidenziando che le merci sono destinate ad EXPO Arrivo a l luogo di visita Terminalista dryport Scarico delle merci da treno o camion per introdurle nel luogo domiciliato per la visita doganale AIDA Il sistema AIDA comunica - all operatore se la merce è svincolabile o non vincolabile - al funzionario l esito del circuito doganale di controllo Fast corridor Operatore AEO che opera in domiciliata Se la dichiarazione è esitata VM dal CDC avvia l iter per la movimentazione presso il luogo domiciliato esterno al porto Vettore Agenzia delle Dogane Gestore Piattaforma Logistica Inoltro delle merci nel corridoio controllato con: - camion (UIRNET) - treno navetta Il sistema informativo AIDA registra l uscita dall area portuale e monitora il mezzo di trasporto Verifica eventuali segnalazioni di anomalie del percorso lungo il corridoio controllato 70372/RU del 24 giugno

31 Reg. (UE) 1315/ orientamenti dell'unione per lo sviluppo della rete transeuropea dei trasporti Art. 46 Governance dei corridoi della rete centrale 1. Per ciascun corridoio della rete centrale il coordinatore europeo competente, è assistito nell'espletamento dei suoi compiti relativi al piano di lavoro e alla sua attuazione da un segretariato e da un forum consultivo (in seguito denominato "Forum del corridoio"). D'intesa con gli Stati membri interessati, il Forum del corridoio è istituito e presieduto dal coordinatore europeo. Gli Stati membri interessati convengono sulla composizione del Forum del corridoio per la parte che li concerne del corridoio della rete centrale. 2. Con l'accordo degli Stati membri interessati il coordinatore può istituire e presiedere gruppi di lavoro relativi ai corridoi incentrati su: a) integrazione modale, b) interoperabilità, c) sviluppo coordinato dell'infrastruttura nelle tratte transfrontaliere. "interoperabilità": la capacità, comprese tutte le condizioni regolamentari, tecniche e operative, dell'infrastruttura di un modo di trasporto di consentire i flussi di traffico sicuri e ininterrotti, atti a conseguire i livelli di rendimento richiesti per detta infrastruttura o modo; 31

32 Progetti finanziati dalla Commissione Europea: verso corridoi efficienti ed sicuri Individuare modelli di business per migliorare l'intermodalità e l'integrazione dei processi tra i diversi soggetti coinvolti nella catena logistica e nel momento doganale al fine di semplificare le procedure e ridurre tempi e costi Altre collaborazioni: Tiger, MedNet, Miele Contain Progetto in corso Realizzazione di un sistema europeo per la sorveglianza dei container rispetto a vincoli normativi e standard tecnologici ed individuazione di nuovi modelli di business e di gestione della sicurezza dei container WIDERMOS B2MOS ANNA Kick off in novembre 2013 Soluzioni innovative per migliorare la catena logistica Safety & Security Sostenibilità ambientale Governance dei corridoi TEN-T e Mos Reti intermodali efficienti Interoperabilità e Cooperazione per i corridoi controllati Monitoraggio documentale e fisico (identificazione dei container, antieffrazione e monitoraggio dei mezzi di trasporto) 32

33 Dagli sviluppi verticali all integrazione orizzontale realizzare l infrastruttura centrale di interscambio tra i sistemi di monitoraggio nazionale del traffico navale (PMIS/VTS), del traffico ferroviario (PIL) e della Piattaforma per la rete logistica nazionale (PLN) Interscambio di dati e servizi tra le piattaforme logistiche di rilevanza nazionale & le piattaforme logistiche territoriali con riduzione di tempi e costi della logistica Vettori SISTRI Piattaforma Integrata della Logistica - PIL AIDA PCS PMIS/VTS UIRNet - Piattaforma Logistica Nazionale 33

34 Soluzione: condividere i processi e soluzioni innovative per monitorare i container (tracking& tracing) Standard europei per definire l interoperabilità di processi, applicazioni, piattaforme, tecnologie e-seals elementi chiave per - attuare una global supply chain per integrare e agevolare lo scambio delle informazioni - semplificare lo sdoganamento e il flusso dei veicoli 34

35 Grazie per l attenzione!

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA

LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA GESTIONE DELLA PROCEDURA DOMICILIATA DI ACCERTAMENTO DOGANALE (IMPORTAZIONE-ESPORTAZIONE) PRESSO IL SITO DELL OPERATORE ECONOMICO. VANTAGGI OPERATIVI EXPORT

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

1. LE SEMPLIFICAZIONI NECESSARIE PERCHE IL SISTRI SIA UN SISTEMA A PORTATA DELLE IMPRESE 2

1. LE SEMPLIFICAZIONI NECESSARIE PERCHE IL SISTRI SIA UN SISTEMA A PORTATA DELLE IMPRESE 2 SISTRI 1. LE SEMPLIFICAZIONI NECESSARIE PERCHE IL SISTRI SIA UN SISTEMA A PORTATA DELLE IMPRESE 2. I NODI NORMATIVI E INTERPRETATIVI CHE ANCORA IMPEDISCONO IL CORRETTO FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI TRACCIAMENTO

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Il ruolo del Centro di Assistenza Doganale per la competitività del Sistema Italia nel commercio internazionale

Il ruolo del Centro di Assistenza Doganale per la competitività del Sistema Italia nel commercio internazionale Il ruolo del Centro di Assistenza Doganale per la competitività del Sistema Italia nel commercio internazionale a cura del Centro di Ricerca sulla Logistica LIUC-Università Cattaneo Milano, gennaio 2013

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE

FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE FATTURAZIONE ELETTRONICA, LA RIVOLUZIONE NON PUO ATTENDERE A cura di Gerardo De Caro: La fatturazione elettronica obbligatoria verso la Pubblica Amministrazione Executive Summary Il formato fattura PA

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) OPERATORI DI MAGAZZINO

AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) OPERATORI DI MAGAZZINO Manuale per la formazione di: AGENTI SPEDIZIONIERI (o Pianificatori di trasporti multimodali) & OPERATORI DI MAGAZZINO Redatto come parte del progetto CENTRAL Qualifiche Professionali nell ambito dei Trasporti

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Progetto I-Bus Telecontrollo Bus Turistici e pagamento elettronico dei permessi Sintesi Roma Servizi per la mobilità ha messo a punto un sistema di controllo

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA ITALIA ALLEGATO III ELEMENTI SALIENTI DELLA PROPOSTA DI SI.GE.CO 2014 2020 SOMMARIO 1. Principi generali dei sistemi di gestione e controllo (FESR, FSE, FEAMP)... 3 1.1 Autorità di gestione... 3 1.1.1

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE DECRETO 15 febbraio 2010. Modi che ed integrazioni al decreto 17 dicembre 2009, recante: «Istituzione del sistema di controllo della tracciabilità

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI

POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO. Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI Master universitario in GESTIONE DEI SISTEMI LOGISTICI POLO UNIVERSITARIO SISTEMI LOGISTICI DI LIVORNO Dipartimento di Ingegneria Civile e Industriale OBIETTIVI E CARATTERISTICHE GENERALI Il Master è rivolto

Dettagli

Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese.

Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 245 del 19 ottobre 2012 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Allora CESAR fa per VOI!

Allora CESAR fa per VOI! www.cesar-online.com Se siete una società di logistica o di trasporti Se avete accesso a Internet Se siete clienti di Cemat, Hupac, Kombiverkehr, Novatrans o TRW Allora CESAR fa per VOI! CESAR Information

Dettagli

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS)

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente per uso personale e non per una distribuzione commerciale. Eventuali copie dovranno

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 \ Premessa L obiettivo generale I settori chiave di intervento La cittadinanza digitale Il welfare e la salute Il fisco L edilizia L impresa Gli strumenti

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Business Process Reengineering

Business Process Reengineering Business Process Reengineering AMMISSIONE ALL'ESAME DI LAUREA Barbagallo Valerio Da Lozzo Giordano Mellini Giampiero Introduzione L'oggetto di questo lavoro riguarda la procedura di iscrizione all'esame

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Verifica della corretta applicazione del Regolamento Import-Export

Verifica della corretta applicazione del Regolamento Import-Export Verifica della corretta applicazione del Regolamento Import-Export Dott.ssa Luigia Scimonelli ISS - Min. del lavoro, della salute e delle politiche sociali Roma, 26 novembre 2008 Indice Convenzione di

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli