BOLGARE. informa Notiziario del Comune di Bolgare a cura dell Amministrazione Comunale CENTRO STORICO, STRADE E PARCHI. BOLGARE SI FA BELLO... n.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BOLGARE. informa Notiziario del Comune di Bolgare a cura dell Amministrazione Comunale CENTRO STORICO, STRADE E PARCHI. BOLGARE SI FA BELLO... n."

Transcript

1 BOLGARE n.12 informa Notiziario del Comune di Bolgare a cura dell Amministrazione Comunale Anno 7 - n. 12 Luglio Autorizzazione Tribunale di Bergamo n. 54 del Direttore Responsabile: Luca Serughetti - Realizzazione grafica GF Studio - Editore e Stampa Algigraf Srl CENTRO STORICO, STRADE E PARCHI. BOLGARE SI FA BELLO... Corso di educazione stradale Il REAL BOLGARE vola in seconda categoria Pranzo sociale di ferragosto 2012 I N Q U E S T O N U M E R O

2 La Giunta Comunale Orari di ricevimento Amministratori Serughetti Luca - Sindaco Assessore Lavori Pubblici e Ambiente Lunedì riceve solo su appuntamento Mercoledì Sabato Redolfi Luciano Vice Sindaco - Edilizia Privata - Urbanistica Mercoledì Sabato Gli altri giorni su appuntamento Asperti Pietro Assessore Sport - Tempo Libero Politiche Giovanili Sabato Gli altri giorni su appuntamento Foglieni Stefano Assessore Politiche Sociali Lunedì Tutti i giorni su appuntamento Lupini Alessandra Assessore Cultura e Istruzione Mercoledì Tutti i giorni su appuntamento Gritti Marco Assessore Bilancio e Attività Produttive Lunedì Tutti i giorni su appuntamento Orari di apertura al pubblico degli uffici comunali UFFICI Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Anagrafe Protocollo Ragioneria Segreteria Tributi Uff. Tecnico / / / /18.30* 09.00/ /13.00 *Ufficio protocollo solo per ricezione documenti 09.00/12.00* *Ufficio protocollo solo per ricezione documenti Polizia Locale / / / / / / /12.00 Tecnico Edilizia Privata 9.00/ / / /12.00 Tecnico Nuove Opere 16.30/18.30 Ufficio ICI 9.00/ /13.00 Assistente Sociale /13.00 su appuntamento 16.30/ / Notiziario del Comune di Bolgare

3 il Sindaco Luca Serughetti Piano di Azione per l Energia Sostenibile È stato approvato definitivamente dal Consiglio Comunale il Piano di Azione per l Energia Sostenibile nell ambito del Patto dei Sindaci, l iniziativa della Commissione Europea volta alla sostenibilità ambientale. Il Piano (scaricabile per intero dal sito comunale) prevede numerose azioni in campo ambientale ed energetico per le strutture pubbliche, private e produttive, coinvolgendo anche la mobilità del territorio. È un impegno che dura fino al 2020 e che in parte é già in attuazione come nel caso degli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili che, grazie alla sensibilità delle aziende e all iniziativa comunale rivolta ai privati, ha consentito al Comune di Bolgare di salire al terzo posto nella classifica provinciale subito dopo Bergamo e Treviglio!! È un impegno che coinvolge e richiede la collaborazione di tutto il territorio bolgarese con possibilità di finanziamenti dalla Comunità Europea. Il sindaco Luca Serughetti Notiziario del Comune di Bolgare - 3

4 il Sindaco Luca Serughetti FOTOVOLTAICO PER TUTTI Conclusa positivamente la prima fase dell iniziativa Fotovoltaico per tutti che ha visto l installazione di circa 50 impianti sui tetti dei privati a costo zero. Ora l iniziativa riparte per dare la possibilità ad altri di installare gratuitamente un impianto fotovoltaico sul tetto della propria abitazione senza altri costi e riducendo del 50% la bolletta elettrica. Per informazioni rivolgersi all ufficio tecnico comunale POLO SCOLASTICO Proseguono gli interventi per il completamento del nuovo Polo Scolastico con altri interventi sia di riqualificazione che di nuova realizzazione. È completata la progettazione del nuovo ingresso coperto che prevede la realizzazione di una piccola piazza, mentre è in fase di progettazione la nuova biblioteca. Iniziano invece i lavori di riqualificazione energetica con una piccola rete di teleriscaldamento interna al polo scolastico con unica centrale che potrà fornire energia anche alla nuova biblioteca e al futuro auditorium, ma anche al municipio e suola dell infanzia. È in dirittura di arrivo anche l installazione di ulteriori 20kwh di energia da fotovoltaico per rendere autonoma la scuola primaria mentre sono in esecuzione le sistemazioni dei bagni della primaria e secondaria. CANTIERI Le nuove attrezzature ed i lavori al parco Nochetto I lavori realizzati su Via Papa Giovanni XXIII 4 - Notiziario del Comune di Bolgare

5 Edilizia privata e urbanistica a cura del Vice Sindaco Luciano Redolfi Dal Comune gli incentivi per valorizzare il centro storico Il Consiglio comunale ha approvato il regolamento comunale per gli incentivi al recupero edilizio del centro storico. La finalità di questo regolamento è di migliorare non solo l aspetto esteriore degli edifici situati nel centro storico, ma anche recuperare l abitabilità delle strutture in particolare stato di degrado, migliorando la vivibilità e favorendo i rapporti sociali tra le persone in quello che rappresenta il cuore delle comunità civili. Il regolamento si articola su tre tipologie di intervento con diverse possibilità di contributi: nella prima si analizzano quelle che riguardano edifici in particolare stato di abbandono e degrado, non utilizzati, che comportano recupero di volumetrie ai fini abitativi. In questo caso verrà erogato un contributo sino al 100% degli oneri concessori previsti; la seconda tipologia prevede un contributo di 500 euro a fondo perduto per il ripristino delle facciate. Tale contributo salirà fino a euro nel caso si provveda anche alla sostituzione dei contorni delle aperture sulla facciate, secondo le modalità previste dall ufficio tecnico; Per ultimo è previsto un contributo di euro per la manutenzione ordinaria volta al recupero di unità residenziali non abitate purché sia previsto l adeguamento dei servizi igienici e degli impianti tecnologici, oltre che alla sostituzione dei serramenti. Per maggiori informazioni si può scaricare il regolamento dal sito internet comunale oppure rivolgersi all Ufficio Tecnico del comune. Il regolamento è entrato in vigore a partire dal primo gennaio 2012 e ha durata annuale. L obbiettivo principale che l ammini- strazione comunale di Bolgare vuole cogliere con l approvazione del regolamento per gli incentivi al recupero edilizio all interno del centro storico, è quello di rivalutare e riqualificare quella parte del paese che rappresenta il cuore della nostra comunità. La tendenza invece, abbastanza generalizzata, è quella di un degrado sempre maggiore dei centri storici, quando invece dovrebbero essere il punto di riferimento della loro collettività. Proporlo in un momento di forte crisi economica come quello che stiamo attraversando, vuole essere anche un tentativo per dare, a livello locale e compatibilmente con le nostre possibilità e forze, un aiuto per le imprese operanti sul territorio. Il regolamento, proprio anche per questa valenza economica, avrà durata annuale affinché gli eventuali benefici siano immediatamente riscontrabili, a vantaggio di tutti. Notiziario del Comune di Bolgare - 5

6 Edilizia privata e urbanistica a cura del Vice Sindaco Luciano Redolfi Variante al PGT: ecco perché Ma oltre a queste motivazione c è ne un altra che, per quanto ci riguarda è forse la più importante e quella che, a nostro avviso, era altrettanto urgente da attuare. Mi riferisco al meccanismo della perequazione/compensazione, che la legge 12/2005 della regione Lombardia introduce come novità sostanziale nella pianificazione del territorio. La legge 12/2005 manda per così dire in pensione i Piani Regolatori Generali e li sostituisce con i PGT, i quali contengono al loro interno concetti innovati, tra i quali la programmazione concertata, la sostenibilità ambientale, la perequazione e la compensazione. Vediamo di chiarire cosa sono questi due ultimi. È abbastanza scontato dire che una variante al Piano di Governo del Territorio, come questa che stiamo portando avanti, nasce da necessità politiche ma nella sostanza, come andremo a vedere, assume prevalentemente natura tecnica non prevedendo variazioni di destinazione d uso dei suoli di grande importanza, tanto che l autorità competente non ha ritenuto necessario venisse sottoposta alla Valutazione Ambientale Strategica. La variante nasce dalla necessità di acquisire maggiore area da destinare a servizi, nello specifico per aumentare l area destinata alla realizzazione dei nuovi impianti sportivi e per permettere la realizzazione di una viabilità riservata a pedoni e ciclisti, che andrà a collegare quella già realizzata contestualmente all attuazione dei PA al centro del paese, al resto del paese. Quindi una variante necessaria per centrare gli obiettivi dichiarati nel nostro programma elettorale e che noi riteniamo siano stati il motivo per il quale la maggioranza, quasi assoluta, dei cittadini di Bolgare hanno voluto premiarci con il loro voto. Dovendo pertanto mettere mano allo strumento di pianificazione urbanistica, abbiamo approfittato per fare ulteriori valutazioni, andando a definire nuove aree di interesse pubblico dove si possa prevedere nel medio termine la realizzazione di nuovi impianti a servizio della collettività, e apportando piccoli ritocchi sia alla viabilità veicolare che alla destinazione dei suoli, cercando nel contempo di eliminare possibili lacune presenti e gettando le basi per importanti sviluppi futuri, ma solo ed esclusivamente al fine di potenziare i sevizi rispetto a quelli che attualmente ci sono. Altrettanto ovvio che alcune delle varianti inserite nascono da indicazioni pervenute da privati, in quanto, una volta avviato l iter della procedura di variante, la legge prevede che i cittadini, gli enti e tutte associazione operanti sul territorio possano far pervenire le loro indicazioni a riguardo. Inoltre, nella sostanza, una buona metà dei punti che costituiscono la variante, non sono altro che correzione di errori cartografici presenti nel PGT in vigore, aggiornamento di PA che da in attuazione si sono conclusi, che da convenzionati sono andati in attuazione, su aree a standard di PA regolarmente eseguite e prese in carico dalla pubblica amministrazione, quindi un adeguamento dello stato di fatto attuale rispetto a quanto era al momento dell approvazione del PGT vigente. COMPENSAZIONE La compensazione è il principio secondo cui l'amministrazione comunale in cambio della cessione gratuita di un'area sulla quale intende realizzare un intervento pubblico può concedere al proprietario del suolo un altro terreno in permuta o della volumetria che può essere trasferita su altre aree edificabili. Questa volumetria è liberamente commerciabile. PEREQUAZIONE Per perequazione urbanistica si intendono due concetti tra loro distinti. Il principio secondo cui i vantaggi derivanti dalla trasformazione urbanistica devono essere equamente distribuiti tra i proprietari dei suoli destinati ad usi urbani e il principio secondo cui questi vantaggi debbano essere condivisi con la comunità dotandola, senza espropri e spese, di un patrimonio pubblico di aree a servizio della collettività Ad avviso degli estensori dei PGT comunali, ancora si fa fatica a familiarizzare con questi nuovi concetti e molte amministrazione operano ora come si operava all epoca dei PRG semplicemente chiedendo monetizzazioni in cambio della trasformazione dei suoli, con il rischio di chiedere troppo e rendendo inattuabile l intervento, in particolare oggi con la grave crisi economica che stiamo attraversando, quindi facendo desistere chi vuole intervenire, oppure chiedendo troppo poco penalizzando in questo caso la collettività. 6 - Notiziario del Comune di Bolgare

7 edilizia privata e urbanistica Ed è proprio per fare chiarezza su questo aspetto che abbiamo ritenuto fondamentale, non solo perché la collettività abbia il giusto vantaggio da una trasformazione di suolo che penalizza tutti dal punto di vista ambientale, ma anche perché il privato che intende procedere con l attuazione di un piano non si trovi caricato di un onere eccessivo, trovare il sistema per rendere finalmente funzionale questa meccanismo garantendo nel contempo il massimo della trasparenza e della equità. Per questo motivo siamo intervenuti sulle volumetrie assegnate ai PA e su quelle assegnate alle zone perequative e di compensazione, riducendo il valore minimo di volumetria dei PA (da 1 a 0.8 mc/mq) ma con l obbligo di sviluppare almeno 0.9mc/mq sino ad un massimo consentito di 1.2mc/mq. Ovvio che la differenza tra 0.8 e 0.9 minimo deve essere compensata portando all amministrazione quelle aree che nel PGT vengono campite come aree di perequazione. Nel contempo abbiamo ridotto la volumetria assegnata alle zone di perequazione portandola da 0.5 a 0.3 mc/mq con lo scopo evidente di acquisire maggiori superfici da ogni singolo intervento. Questo onere, che si misura in mc e si trasforma poi in mq di area da portare all amministrazione comunale, e che va da un minimo di 0.1 ad un massimo di 0.4, è quanto viene chiesto a chi attua un PA. L onere è tanto più gravoso quanto più speculativo è l intervento. Ad una prima valutazione può sembrare un imposizione molto pesante ma vi assicuro che, anche da un punto di vista economico, poco cambia rispetto ad ora perché quanto si va a chiede sostituisce quanto si è sempre chiesto come standard qualitativo da monetizzare o da concretizzare in opere. Con una differenza di non poco conto e cioè che ora tutti sapranno esattamente quanto dare alla collettività in cambio del vantaggio indubbio ricevuto sempre dalla collettività, che ha trasformato urbanisticamente i loro terreni di proprietà rendendoli edificabili. Certamente potrebbe sorgere spontanea una domanda a questo punto, ed è la seguente: ma come mai, a distanza di così poco tempo vi siete resi conto che i parametri edificatori erano inadeguati? Beh, non credo che sia solo Bolgare a trovarsi in questa situazione ma tutti i comuni che per primi, virtuosamente voglio sottolineare, si sono dotati di questo strumento di pianificazione urbanistica. Mi permetto di mettere in rilievo che ci sono ancora tantissimi comuni che addirittura non hanno neppure adottato il loro PGT, mentre Bolgare, lo voglio ripetere ancora una volta, è stato uno dei primi. Paradossalmente essere stati tra i primi, ha di fatto reso presto inadeguato il nostro PGT per due motivi principali - la legge 12/2005 ha subito dal 2008 ad oggi sette modifiche od integrazioni, alcune molto significative - la situazione economica presente tra il 2005 e il 2008, periodo che vede l entrata in vigore della legge 12/2005 e la stesura del nostro PGT, era decisamente diversa rispetto all attuale e i parametri indicati all epoca oggi sono decisamente non più sostenibili Ritengo doveroso che un Ammi ni - strazione comunale debba essere pronta a leggere e ad attuare le dovute modifiche rispetto a quelli che sono stati cambiamenti eccezionali e che hanno interessato non solo la nostra nazione ma tutto il mondo industrializzato. Ed è quello che abbiamo cercato di fare noi, leggere quelle che sono state le ripercussioni generate dalla crisi economica intervenendo in maniera mirata sugli indici edificatori e cercare di rendere concreto e funzionale quel meccanismo della perequazione che diversamente sarebbe assolutamente sterile con grave danno alla collettività. Le variazioni apportate ai documenti che strutturano il PGT recepiscono inoltre le modifiche ed integrazioni varie alle quali è stato sottoposto il testo iniziale della legge 12 e con il quale noi ci siamo confrontati all epoca, oltre ai contenuti dei regolamenti sia provinciali che regionali, che vincolano i Piani locali, e che paradossalmente, nel caso del Piano Territoriale Regionale, nascono successivi alla legge di programmazione del territorio. Altra novità importante è la riduzione della volumetria assentita negli ambiti consolidati che da 1,8mc/mq passa a 1,5mc/mq. Perché questa decisione? Vero è che da un punto di vista strettamente legato alla riduzione del consumo di territorio sarebbe stato più logico mantenere una volumetria più alta negli ambiti consolidati ma Bolgare, rispetto ad altri comuni, in effetti dispone di molta superficie destinata edificazione ad oggi ancora largamente inutilizzata. Pertanto non ha l impellente necessità di concentrare negli ambiti consolidati volumetria, che andrebbe invece a creare problemi per via delle dotazione di servizi inadeguata, in particolare alla viabilità e ai parcheggi. Sarà sicuramente una considerazione da farsi nel momento in cui gli ambiti di trasformazione andranno a saturarsi, e io penso ci vorranno ancora parecchi anni perché questo avvenga e nel frattempo avremo modo magari di dotare l ambito consolidato di maggiori servizi e di rendere meno impattante un futuro aumento di volumetrie al suo interno. Pertanto, tra un po di anni, una volta completata l edificazione consentita attualmente, probabilmente si renderà necessario un cambio di strategia rivedendo al rialzo le volumetrie in ambiti consolidati. Bolgare, anche grazie alla disponibilità di aree da edificare vorrebbe puntare su una edificazione più di qualità che quantità, e con questi accorgimenti noi pensiamo di avere dato un segnale importante da parte dell Amministrazione comunale, condiviso da tutto il gruppo consigliare di maggioranza, nel voler raggiungere questo obiettivo, ponendo rimedio, nel limite di quanto ci è stato possibile, alla forse eccessiva apertura alle zone di trasformazione urbanista attuata in passato. Non scordiamo di fare un ultima considerazione: riduzione di volumetria vuol dire riduzione del numero teorico di abitanti insediabili e quindi una minor fabbisogno di servizi, con risparmio anche economico per le finanze del comune. Notiziario del Comune di Bolgare - 7

8 8 - Notiziario del Comune di Bolgare

9 edilizia privata e urbanistica Assessorato all Edilizia Privata ed Urbanistica Relazione al bilancio Consuntivo anno 2011 Lo scorso anno, leggendo la relazione al bilancio 2010, avevamo affermato che si era trattato di un anno particolarmente difficile, per via della crisi economica che aveva colpito tutte le nazioni industrializzate, Italia compresa. Ebbene il 2011 si è dimostrato ancor più difficile, con ripercussioni evidentissime anche sull attività dell edilizia locale, il che ha provocato una riduzione sensibile degli oneri concessori che il comune ricava da essa. Tanto per avere un idea sulle cifre in questione, nel 2009 il Comune di Bolgare aveva introitato oneri per circa euro, nel 2010 si sono ridotti a per arrivare ai del Parliamo quindi di una riduzione di euro dal 2009 al 2011, riduzione che diventa ancora maggiore se andiamo indietro fino al 2008 e 2007, ricordando a tutti che, piaccia o no, i Comuni si sostengono anche attraverso gli oneri edificatori introitati. Se pur largamente prevista, è venuta pertanto a mancare una considerevole fonte di entrate che, assieme alle altre, ha inciso non di poco nelle scelte che abbiamo dovuto fare, rendendo oltremodo difficile l operato di tutti noi amministratori di enti comunali. Sicuramente amministrare in periodi come questi è molto più complicato di quanto fosse tre/quattro anni fa, quando il patto di stabilità non esisteva e la crisi economica, pur se già percepita, ancora non aveva manifestato tutti i riflessi negativi che poi si è portata con sè. Nel 2011 l ufficio Edilizia Privata ed Urbanistica del Comune di Bolgare ha provveduto, tra l altro, a: - rilascio di 91 permessi di costruire - rilascio di 52 denuncie di inizio attività - rilascio di 21 autorizzazioni ambientali - rilascio di 55 certificati di destinazione urbanistica verifiche effettuate per opere in corso e/o agibilità - rilascio di 43 idoneità alloggiative - 62 sopralluoghi per idoneità alloggiative e/o richieste di residenza Sono state convocate e regolarmente tenute 9 commissioni per il paesaggio con l esame di 58 pratiche edilizie. Nel 2011 è stata adottata la prima variante al PGT comunale, con tutti i passaggi previsti dalla legge. È stato realizzato il SIT comunale (Sistema Informativo Territoriale), in funzione del quale è stata reso obbligatoria la produzione in formato digitale degli elaborati allegati alle pratiche presentate Sempre in funzione del SIT comunale è stato richiesto a tutti i professionisti di produrre in formato digitale gli allegati alle pratiche da loro presentate a partire dall anno È stato inoltre approvato il regolamento per gli incentivi agli interventi di recupero degli edifici nel centro storico. Vorrei, in questa sede, cogliere l occasione per ringraziare il personale dell Ufficio Tecnico comunale per l impegno profuso e per i risultati raggiunti. L Assessore all Edilizia Privata e Urbanistica Luciano Redolfi Notiziario del Comune di Bolgare - 9

10 Istruzione e Cultura a cura dell Assessore Alessandra Lupini CULTURA, IL COMUNE CONFERMA L AMPIO VENTAGLIO DI INIZIATIVE L amministrazione comunale di Bolgare continua a puntare su un ampio ventaglio di iniziative culturali. Nell ultimo decennio il quadro è cambiato profondamente: da un contesto caratterizzato da eventi e manifestazioni sporadiche, si è passati a un quadro ricco e articolato, caratterizzato da un fortissimo incremento dell offerta di iniziative. Purtroppo il periodo di crisi perdura da qualche anno e non ha una matrice esclusivamente economica. É una crisi di sistema, che tocca sia il sociale che la politica. Ma questa amministrazione comunale ha scelto di andare oltre proponendo numerose iniziative culturali di ogni genere, per tutti i dodici mesi dell anno. Crediamo che la missione di ogni buona Amministrazione sia quella di migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. Investire in cultura ci sembra un passo importante in questa direzione. E anche nel 2012 l Amministrazione Comunale di Bolgare rinnova questo impegno. L importo complessivo destinato alla gestione delle attività culturali previste per il 2012 ammonta a euro. Le iniziative sono molteplici e ce ne sono davvero per tutti i gusti e per tutte le età. Ecco alcune delle attività culturali in parte già iniziate: il corso di astronomia, di informatica, le iniziative Ad osservare il Sole e Ad osservare le Stelle ; mentre per gli amanti della musica ci sono i corsi di chitarra, pianoforte, violino. Per i più golosi non potevano mancare il corso di cucina, quello di pasticceria e di educazione al buon bere. Anche nel 2012 verranno riproposte le iniziative svolte negli anni precedenti come I Sabato sera, il Pic- Nic al parco, i cinema all aperto e la rassegna Dicembre coi Fiocchi. BIBLIOTECA, DAL 2005 È CRESCIUTO IL PATRIMONIO LIBRARIO E I PRESTITI I numeri parlano chiaro: la biblioteca di Bolgare ha assunto negli ultimi anni una considerevole importanza sia come punto di prestito e consultazione, sia come punto di riferimento socio-culturale. Dal 2005 al 2011 gli utenti iscritti e i prestiti librari effettuati sono cresciuti in modo esponenziale. Si è passati da 627 utenti iscritti nel 2006 ai 759 dello scorso anno. É stato netto l incremento relativo ai prestiti: nel 2005 sono stati mentre nel 2011 si è arrivati a Il bilancio, in questo senso, è più che positivo: nell arco di sei anni il numero dei prestiti è raddoppiato. Riteniamo, quindi, di dover potenziare il funzionamento della nostra biblioteca e di incrementare ulteriormente il patrimonio librario. In questa direzione sono già stati fatti passi in avanti negli ultimi anni: nel 2005 la biblioteca di Bolgare aveva 11 mila libri mentre lo scorso anno L amministrazione comunale vuole fare di più e con questo obiettivo ha destinato la somma di 7 mila euro per l acquisto di libri e riviste. ANNO 2011 ADULTI RAGAZZI ENTI TOTALE MASCHI FEMMINE Servizio Dotazione libraria Prestiti Iscritti Notiziario del Comune di Bolgare

11 istruzione e cultura PUBBLICA ISTRUZIONE - PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO 2012 Se non potessimo sapere, conoscere, imparare impazziremmo. La conoscenza è vita e verità, senza essa non ci rimane che il nulla e il vuoto. (NTS) Con il Piano per il diritto allo Studio per l anno 2012 l Amministrazione Comunale desidera fornire alla collettività tutti quegli strumenti atti a garantire l effettiva attuazione del diritto allo studio. Se si pensa che la scuola è il fulcro per un futuro migliore, nessuna Amministrazione può esimersi dal compito di predisporre il Piano per il Diritto allo Studio. Qui di seguito si illustrano in forma sintetica, i principali interventi finalizzati a promuovere, migliorare e sostenere questa preziosa realtà, che è la scuola. L Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Alessandra Lupini RIEPILOGO GENERALE PDS 2012 SERVIZIO TRASPORTO ALUNNI ,00 ASSISTENZA EDUCATIVA DIVERSAMENTE ABILI ,00 FORNITURA TESTI SCOLASTICI ,00 MENSA SCOLASTICA ,00 ALTRE ATTIVITÀ ,00 BORSE DI STUDIO 4.000,00 SCUOLA MICRONIDO + MATERNA ,00 SCUOLA PRIMARIA ,00 SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO ,00 SPESE ORDINARIE (Elettricità-metano-telefonia) ,00 TOTALE GENERALE ,00 CORSO DI EDUCAZIONE STRADALE ANNO 2011/12 Per l anno scolastico 2011/12 la Polizia Locale di Bolgare ha deciso, con l Amministrazione Comu - nale, di realizzare un corso teorico e pratico di educazione stradale per le classi quinte delle scuole elementari, coordinato e seguito dalla maestra Manuela Capelli. A supporto delle lezioni l Amministrazione Comunale ha provveduto alla realizzazione di un manuale sintetico intitolato Il codice amico, che raggruppa le norme basilari di comportamento sulla strada pubblica, che è stato distribuito a tutti gli alunni di tutte le classi di scuola elementare in occasione delle vacanze natalizie Il predetto corso di educazione è stato suddiviso in due parti, una teorica di tre lezioni tenutesi nel mese di dicembre 2011 e una pratica che si è svolta nei giorni 7, 9 e 10 maggio Nelle lezioni teoriche i ragazzi erano interessati e molto coinvolti nell illustrazione e spiegazione delle norme, dei segnali, dei comportamenti da tenere etc... poi si interagiva coi bambini per valutare quanto era stato recepito delle spiegazioni. Al termine... via libera alle domande dove i bambini si scatenavano a chiedere di tutto, ponendo i quesiti e le casistiche più complicate! Nelle giornate di maggio invece gli incontri pratici si sono tenuti sempre a scuola ma all aperto e durante queste lezioni i bambini hanno mostrato le conoscenze acquisite sia delle norme di comportamento sia della segnaletica. In questa ultima parte i bambini si sono destreggiati nell effettuazione di un circuito da percorrere in bicicletta, predisposto con la collaborazione dalla Polisportiva Bolgare sezione ciclismo e del Comitato Regionale Lombardo FCI., dimostrando l abilità nel muoversi con il velocipede percorrendo tratti di curve, strettoie, gincane... (e non c è niente di meglio che imparare sul campo soprattutto in tre belle giornate di caldo e sole). Il corso è stato di sicuro successo e l esperienza assolutamente positiva. I bambini imparano velocemente e quanto apprendono ora gli resta per la vita, ben sperando per il loro futuro di utenti della strada attenti e consapevoli, di persone rispettose delle regole e con senso civico. Un Augurio di cuore a loro, per tutto. Agente di Polizia Locale Pronat Simona Notiziario del Comune di Bolgare - 11

12 Sport e Politiche Giovanili a cura dell Assessore Pietro Asperti Il REAL BOLGARE vola in seconda categoria Ed eccoci qua a tre anni dalla nostra fondazione ad incoronare il nostro grande obiettivo. Partita bellissima, emozionante in un finale di play-off, dove in soli novanta minuti si è giocata la crescita di tre anni. Prima di fare i doverosi ringraziamenti, riportiamo di seguito degli stralci del nostro TekelNews Magazine for A.S.D. Real Bolgare, pubblicato settimanalmente dal nostro CR1, dove vengono riassunte tutte le emozioni della finale e della stagione che hanno vissuto i nostri ragazzi: VITTORIA VITTORIA VITTORIA E ABBIAMO VINTO NOI! Come dimenticare questa giornata ricca di emozioni e di felicità. Come dimenticare la vittoria nella finale dei play-off. LA NOSTRA VITTORIA. Come dimenticare i festeggiamenti fatti e quelli che faremo... Che storia! Come dimenticare, però, l inizio di questa stagione segnata dalla tanta fatica e soprattutto dal dolore, un dolore vero che ha colpito nel profondo uno di noi ed in particolare noi stessi. Come dimenticare il dolore del nostro Mirko, il nostro leone dal cuore d oro e come dimenticare lo stesso dolore provato da Manuel che ha colpito tutti noi a prescindere dalla squadra di appartenenza in cui si gioca, in quanto facciamo parte tutti di una stessa grande famiglia che è l A.S.D. Real Bolgare. Come dimenticare le fatiche e gli sforzi fatti, sforzi fatti tutti assieme. Come dimenticare il nostro girone di andata IMBATTUTI, vi ricordate? Che storia!!! Come dimenticare le parate di Matteo che spesso ha tolto le castagne dal fuoco. Come dimenticare il rigore segnato dal Buse contro l Adrarese. Come dimenticare la prestazione di Mirko a Tavernola ed il suo goal nella semifinale dei play-off. Come dimenticare la bravura e la dedizione di Bito. Come dimenticare gli incitamenti di Super Mario Agazzi. Come dimenticare la visione di gioco di Talle. Come dimenticare l assidua presenza sugli spalti delle Nostre Girls. Come dimenticare l intelligenza tattica di Nedim. Come dimenticare l ultima nostra foto di squadra. Come dimenticare le cronache. Come dimenticare la grinta del nostro Gigi guardalinee. Come dimenticare quel famoso martedì sera dove l allenamento è andato a farsi benedire ma ci siamo parlati a viso aperto, chissà forse è stata la svolta. Come dimenticare la bravura, l attenzione ma soprattutto la pazienza del nostro mister che spesso ci parlava da fratello maggiore. Come dimenticare le importanti parole del nostro presidente, quelle che erano le parole di un padre. Come dimenticare il nostro emozionante urlo di battaglia BOLGARE! Cavolo come lo abbiamo urlato forte nelle ultime due partite... E per chiudere in bellezza non dimentichiamoci il nostro capitano Capitan Aceti che nei tempi supplementari in finale play-off svetta più in alto di tutti ed incorona un goal che realizza il nostro sogno. Un grazie di cuore veramente a tutti a partire dall amministrazione comunale e dall oratorio che mette a disposizione gli impianti sportivi, agli sponsor che nonostante i periodi di difficoltà economica non ci hanno voltato le spalle, ai nostri tifosi che hanno sempre seguito ogni nostra partita, a tutti i genitori a partire dalla Scuola Calcio fino alla Prima Squadra che hanno sempre collaborato, prestato servizio, seguito i propri figli con amore e dedizione, ai nostri atleti che hanno creduto in noi fin dall inizio ed hanno avuto la forza ed il coraggio di creare quello che siamo riusciti ad essere ed a conquistare, ai nostri allenatori e collaboratori per l impegno, la passione e la serietà. Ed ora non ci rimane che festeggiare perché quello che siamo riusciti a creare l abbiamo costruito con le nostre forze ed il Vostro aiuto. Ci abbiamo creduto sempre e non ci siamo mai arresi UN GRAZIE A TUTTI BOLGARE! 12 - Notiziario del Comune di Bolgare

13 Sport e Politiche Giovanili MANIFESTAZIONI CICLISTICHE Lo scorso Sabato 23 Giugno 2012 si sono svolte, presso il Campo Sportivo di via Manzoni, a Bolgare, due importanti manifestazioni ciclistiche: il 13 Trofeo Pietro Rocca a.m. e il 9 Trofeo Ugo Verri a.m.. Numerose le persone affluite da tutta la Bergamasca, sono stati infatti circa 200 gli atleti che hanno preso il via alle otto gare in programma; ciò a dimostrare che i tanti sforzi organizzativi della nostra società sono meritatamente ripagati. Affluenza ed organizzazione perfette quindi, ma vediamo come sono andate le gare Per le categorie maggiori, la G5 e la G6, maschili e femminili, in palio vi era il titolo di Campione Provinciale nella specialità Corsa a punti. La giornata è iniziata subito positivamente per gli atleti di casa, poiché Andrea Berzi (Pol. Bolgare ASD) si è riconfermato leader della specialità, e a pochi passi dal podio, c erano anche i compagni di squadra Fabio Chiodini e Liam Cattaneo. Una nota di merito va alla neo-ciclista Cristina Freri, che con tanto impegno, ha saputo tenere alti i colori della nostra società. Per le categorie inferiori, dalla G1 alla G4, il trofeo Verri Ugo a.m. prevedeva la prova di Primi sprint. Nonostante la numerosa concorrenza, tutti gli atleti di casa hanno saputo onorare la nostra pista, come meglio non avrebbero potuto fare. Bravi quindi Matteo, Stefano, Gabriele, Elia, Manuel, Mirko, Fabio, Manuel, Simone ed Alberto e Brave a Irene, Cristina, Katia e Greta. Ricordiamo il quinto posto di Elia Agustoni (G2), bravo ad inserirsi tra i tenacissimi atleti di Brembilla e la splendida prestazione di Greta Tebaldi (G4), seconda assoluta, ad un soffio dalla piazza d onore, meritatamente conquistata da Andrea Nava (Pol. Albano Ciclismo). Non possiamo che sottolineare con piacere il dominio, nella classifica femminile in G4, delle atlete di casa Greta Tebaldi, Irene Chiodini, Cristina Lazzaroni e Katia Calvi, si sono infatti classificate nell ordine al primo, secondo, quarto e quinto posto. La classifica finale ha visto trionfare nella categoria maschile la Gi-Effe Fulgor Iper di Seriate, a seguire due società a pari merito: l Unione Ciclistica Ossanesga e la Pol. Bolgare; in quella femminile, sul gradino più alto del podio sono salite le atlete di Villongo, a seguire Ossanesga e Bolgare. Un doveroso ringraziamento va a tutti quei volontari che si sono prestati per l ottima riuscita della manifestazione, all amministrazione comunale, alle famiglie Rocca e Verri e alla ditta O.M.B. di Brignoli Fiorino per il supporto economico, senza il quale nulla, purtroppo, si potrebbe organizzare. ADDIO A PIETRO GUARNIERI: MEZZO SECOLO DI PASSIONE E IMPEGNO A SERVIZIO DELLO SPORT Ha lasciato in eredità ai giovani i valori più autentici dello sport: Pietro Guarnieri si è spento a dicembre, all età di 72 anni, dopo mezzo secolo di volontariato nelle associazioni sportive di Bolgare. Tutto cominciò nel 1966 quando esplose la sua grande passione per lo sport: in quell anno Pietro Guarnieri fu pioniere della Polisportiva locale e negli anni successivi diventò Giudice di Gara Fidal. Significativa fu la sua dedizione al mondo dell atletica. Si aggiudicò incarichi provinciali e regionali, in particolare come responsabile delle gare organizzate in montagna. Nel 2004 la Federazione nazionale dell atletica lo incoronò Quercia d oro di primo grado. Due anni dopo, nel 2006, arrivò per lui un altro importante riconoscimento: la benemerenza della Fidai Gruppo Giudici di gara. Nel 2009 il Comune di Bolgare gli ha assegnato il premio per i meriti sportivi ottenuti. Oggi il Gruppo Atletica di Bolgare ha una settantina di ragazzi tesserati. Nei giovani atleti dell'associazione rivive il valore educativo dello sport in cui Pietro Guarnieri ha creduto fortemente. Notiziario del Comune di Bolgare - 13

14 Politiche Sociali a cura dell Assessore Stefano Foglieni Bolgare Sociale Nonostante il calo dei fondi destinati ai comuni, la nostra amministrazione continua a investire importanti e crescenti risorse in campo sociale. Oltre euro rappresentano le previsioni di spesa in questo settore per il Non meno necessario crediamo sia lo sforzo culturale che vogliamo continuare a promuovere, direttamente o in concerto con altre realtà pubbliche e private del territorio, nel campo dell informazione e della prevenzione rivolte alla nostra comunità. La perdurante crisi favorisce le tensioni sociali, talvolta facilitanti il nascere di forme di dipendenza che si manifestano sul versante dell alcolismo, delle droghe, del gioco d azzardo (come le slot machine da bar), dirette a colpire le diverse categorie sociali, ed in particolare le fasce socialmente e culturalmente più deboli. Nel recente incontro che gli amministratori dell Ambito di Grumello hanno avuto proprio nel nostro comune con il Direttore Generale dell ASL di Bergamo, Dottoressa Azzi, e i suoi dirigenti, concernete lo stato dei fatti e le prospettive della collaborazione socio-sanitaria tra amministrazioni comunali e Asl, abbiamo come comune di Bolgare, tra le altre cose, chiesto a gran voce di rafforzare la collaborazione nel campo della prevenzione, strumento su cui puntare per attenuare i bisogni del futuro. ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO Il Comune di Bolgare ha istituito l Albo comunale delle Associazioni di Volontariato, per riconoscere e valorizzare l associazionismo locale. Sono oltre una trentina i gruppi costituitisi senza fini di lucro che operano nell ambito culturale - educativo, in quello solidale e socio- assistenziale, in quello sportivo e ricreativo, in quello della tutela ambientale e nell'associazionismo d'arma. Questa iniziativa si colloca in continuità con quanto avviato dall amministrazione comunale in questi anni, a partire dal lavoro svolto dal Laboratorio di Idee per le Politiche Sociali. L' Albo comunale delle Associa zioni di Volontariato verrà pubblicato sul sito internet del Comune di Bolgare, e conterrà anche i recapiti utili per chi volesse contattarle per avere informazioni ed eventualmente iscriversi. Le associazioni interessate sono state interpellate dal Comune ed informate delle modalità di iscrizione. CONTRO IL DISAGIO ECONOMICO Sono stati distribuiti nel mese di gennaio importi per complessivi 5000 euro, provenienti dal fondo sociale per famiglie colpite dalla crisi economica, secondo criteri e parametri stabiliti dalla Provincia di Bergamo, destinati a nuclei familiari che soffrono le difficoltà legate alla crisi economica che stiamo attraversando. Una nuova somma che si è aggiunta alle altre che il Comune di Bolgare già stanzia per contrastare il disagio economico sociale presente nella nostra comunità. INCONTRO PUBBLICO Si è svolto il 22 marzo, presso l aula consiliare del municipio, l interessante incontro avente per tema: CONOSCI LA MEDIAZIONE FAMILIARE? Un opportunità per la famiglia in crisi. L iniziativa, organizzata dal Comune di Bolgare, ha avuto come relatori la Dr.ssa Gloria Marella (avvocato) e la Dr.ssa Erika Savio ( psicologa). Argomento certo delicato, riguardante il tentativo di risolvere o attenuare i conflitti in caso di separazione o divorzio. Sono state illustrate le possibilità della mediazione per raggiungere accordi che consentano un rapporto più sereno tra ex coniugi e tra questi ed i loro figli, rispettandone gli interessi morali e materiali. PRANZO SOCIALE DI FERRAGOSTO 2012 Mercoledì 15 agosto si terrà, presso la sede del Gruppo Alpini, il tradizionale appuntamento riservato e offerto gratuitamente ai residenti che nel corso del 2012 compiono 68 anni o più. Si ricorda che per poter partecipare al pranzo è necessario iscriversi ritirando, anche delegando qualcuno per questo, il biglietto di invito presso il comune di Bolgare Notiziario del Comune di Bolgare

15 Politiche Sociali AUGURI SPECIALI Nello scorso mese di gennaio Bolgare ha festeggiato il suo primo centenario, il Signor Luigi Toccagni (per tutti Gige), 100 anni portati con lo stile e la signorilità che da sempre lo caratterizzano. Per l occasione i familiari hanno deciso coprire le spese del pranzo sociale dell Epifania, riservato agli anziani del paese, organizzato dal Comune di Bolgare. Cogliamo quindi l occasione di ringraziarli per il gesto generoso e la sensibilità dimostrata, altresì per augurare nuovamente al nostro Gige tanti anni vissuti con la lucidità e la serenità che ancora oggi l accompagnano. FESTA DEL VOLONTARIATO 2012 Si è tenuta domenica 8 luglio, presso il Parco Nochetto, la Festa del Volontariato La seconda edizione di questo evento, promosso dal Comune di Bolgare e dalle Associazioni del territorio che partecipano al Laboratorio di idee per le Politiche Sociali, si è caratterizzata, oltre che per la presenza di gazebo informativi delle varie associazioni, anche per la partita di calcio benefica che ha visto contrapporsi la rappresentanza dell Associazione Commercianti di Bolgare ed ex giocatori dell ATALANTA (Il ricavato dell incontro, 290 euro, è stato devoluto all ASOB di Bolgare, per la sistemazione della nuova sede). L iniziativa di quest anno si è svolta in collaborazione con la festa dell Associazione Culturale per la Solidarietà, che ringraziamo per l ospitalità e il pranzo offerto ai volontari, ai giocatori e ai ragazzi e ragazze diversamente abili della nostra comunità. NUOVA SEDE UFFICIO MINORI E FAMIGLIE Dal mese di gennaio il Comune di Bolgare, già capofila e sede dell Ufficio di Piano dell Am bito, ospita anche gli Uffici del Servizio Minori e Famiglie di Ambito, collocati nell ultimo piano della sede municipale. Una soluzione che ha permesso di concentrare il luogo di lavoro, facilitandone comunicazioni e controllo, in uno spazio più ampio e protetto. Questo è stato possibile grazie alla disponibilità che il Comune di Bolgare ha offerto a questo settore del bisogno sociale, così delicato e importante hai fini della qualità della vita di alcuni giovani e delle loro famiglie. BOLGARE SOLIDALE Oltre 5000 euro sono stati raccolti a Bolgare dall iniziativa di vendita del formaggio della solidarietà, proveniente dai caseifici rovinati dal recente terremoto in Emilia Romagna. L iniziativa, proposta e curata dal Maestro Giacomo, si è distribuita nell arco di tre settimane, a partire dalla Notte Bianca del 30 giugno. Grazie alla collaborazione di tanti ( Comune, Gruppo Alpini, ragazzi del Nochinfest, associazione Culturale per la Solidarietà, Associazione Cacciatori, ASoB, Comunità Educante) si è raggiunto un traguardo importante, caratterizzato da una forte partecipazione all acquisto da parte di tanti Bolgaresi e non. INIZIATIVA SCEGLI OGGI Anche il Comune di Bolgare ha aderito alla campagna Scegli Oggi, convenzionandosi con ASL di Bergamo, in collaborazione con l AIDO. All Ufficio Anagrafe è possibile consultare il materiale informativo e, scegliendo di compilare l apposito modulo, formalizzare il proprio consenso o dissenso alla donazione degli organi. Scopo dell iniziativa è quello di dare ai cittadini la possibilità di esprimere la propria volontà in un momento di serenità emotiva ed in seguito ad una corretta informazione, facilitando emotivamente i propri familiari in caso di necessità ma anche potenzialmente aiutare chi ne ha bisogno. IN MEMORIA DEL MAESTRO GIUSEPPE VALLI LA MUSICA ERA LA SUA LINFA A sette mesi dalla sua scomparsa, Giuseppe Valli viene ricordato come il Maestro di musica per eccellenza: anche a lui, come a Pietro Guarnieri, l amministrazione comunale ha dedicato il premio civico Fuori dal Comune. A Giuseppe Valli Bolgare deve la nascita del Corpo musicale, associazione di cui fu direttore per oltre vent anni, dal 1963 al La storia della banda di Bolgare cominciò nel 1963 insieme a lui: fu Giuseppe Valli che gettò le fondamenta del gruppo insieme a 18 strumentisti pionieri. Anno dopo anno l organico del corpo musicale andò completandosi e nel 1978 raggiunse gli oltre 50 musicanti. L amore per la musica ha impegnato Giuseppe Valli a 360 gradi: per decenni fu il direttore della Schola Cantorum del paese e nel 1982 fondò il coro Fiordaliso. Notiziario del Comune di Bolgare - 15

16 16 - Notiziario del Comune di Bolgare

17 Bilancio e Attività Produttive a cura dell Assessore Marco Gritti Commercio attività produttive ed agricoltura NEGOZIO PIÚ BELLO? IL COMUNE TI PREMIA!! Con apposita delibera del Consiglio Comunale n. 29 del 26 Settembre scorso l Amministrazione ha approvato un apposito quanto innovativo regolamento teso a promuovere e sostenere una riqualificazione sostanziale del tessuto economico e commerciale del territorio comunale. Di seguito un breve sunto degli articoli contenuti nel Regolamento per meglio comprenderne la portata. Art. 1 Gli obiettivi sono, come detto, di promuovere e sostenere la riqualificazione delle attività commerciali presenti sul territorio comunale per una sempre miglior offerta qualitativa nell ottica di vicinanza alle piccole realtà commerciali ed artigianali; Art. 2 L ambito di applicazione è tutto il territorio comunale e lo scopo del regolamento è erogare ai negozi che abbiano innovato il proprio interno (vetrina compresa) un contributo finanziario pari al 100% della TOSAP e TIA pagate nel Art. 3 L agevolazione consiste nell erogazione finanziaria di un contributo pari a quanto l attività commerciale verserà nel 2012 come TOSAP e TIA moltiplicata per tre. Art. 4 Il presente regolamento è cumulabile con altri tipi di incentivi previsti dallo stesso Ente o da altri Istituti pubblici e privati. Art. 5 I soggetti beneficiari del presente regolamento sono i titolari di nuove attività commerciali/artigianali aventi superficie di vendita inferiori a mq 150 che abbiano diretto contatto con il pubblico inteso come consumatore finale ovvero che, se già esistenti, abbiano realizzato una corposa ristrutturazione interna del negozio che ne migliori l immagine e la funzionalità. Art. 6 I soggetti che intendono avvalersi del contributo descritto devono presentare apposita domanda entro il termine di 60 gg dall inizio dell attività ovvero prima di ristrutturare/rinnovare il locale allegando idonea documentazione comprovante l impegno di spesa. Art. 7 La verifica dei requisiti soggettivi in capo ai richiedenti ed oggettivi relativi al negozio sarà esclusivo appannaggio di apposita commissione giudicatrice nominata con Delibera di Giunta composta da tre membri competenti del settore. Il responso della Commissione verrà rilasciato in forma scritta entro 30 gg dall inoltro della richiesta o dalla conclusione dei lavori e sarà definitivo insindacabile ed inoppugnabile. Art. 8 Il comune di Bolgare tutela, nelle forme ritenute più idonee, che il trattamento dei dati personali in suo possesso si svolga nel rispetto dei diritti, delle libertà fondamentali nonché della dignità delle persone. Art. 9 Copia del presente regolamento sarà tento e disposizione del pubblico affinché ne prenda visione e pubblicato secondo le norme vigenti. Art. 10 Il regolamento avrà durata di un anno con decorrenza dal 01 Gennaio SECONDA EDIZIONE DEL PMI DAY - INDUSTRIAMOCI Incoraggiata dal grande interesse manifestato dagli studenti durante l edizione dello scorso anno, Gualini Lamiere International e L Artigianabottoni, di Bolgare, hanno aderito con entusiasmo alla 2 a Giornata Nazionale delle Piccole e Medie Imprese, organizzata da Confindustria. Sabato 26 novembre, oltre 120 studenti del terzo anno delle scuole medie inferiori di Bolgare e Chiuduno, hanno potuto visitare gli stabilimenti delle due aziende scoprendo per ognuna le proprie specializzazioni. In linea con lo spirito dell iniziativa organizzata da Confindustria, le due aziende aderenti, attraverso il PMI DAY INDUSTRIAMOCI, vogliono trasmettere agli studenti un immagine di impresa moderna, dinamica, al passo con l evoluzione tecnologica e votata all internazionalizzazione dei suoi mercati di sbocco. Il territorio bergamasco come sappiamo è ricco di imprese di questo tipo che vedono nei giovani la generazione futura di imprenditori, di manager e di operai specializzati, attraverso i quali dare continuità allo sviluppo virtuoso delle aziende e del settore manifatturiero, in un mercato che diventa sempre più globalizzato e, dunque, competitivo. Quest anno una novità importante. Gli studenti che hanno fatto visita alla due aziende hanno assistito anche ad una presentazione fatta parzialmente in inglese: un ulteriore segnale che anche le PMI pensano in grande e guardano oltre i confini nazionali. Notiziario del Comune di Bolgare - 17

18 Bilancio e Attività Produttive a cura dell Assessore Marco Gritti ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI BOLGARE RINNOVO DELLE CARICHE E NUOVO PRESIDENTE Passaggio di mano all interno dell Associazione Commercianti di Bolgare Uniti per il Commercio con la nomina di un nuovo presidente (al posto del dimissionario Bonomelli) e di un direttivo sostenuto da forze nuove. Nel dettaglio ecco i nuovi nomi con le cariche di riferimento: RAGUSO CRISTIAN Presidente, CAPOFERRI CRISTIAN Vice Presidente, TOCCAGNI SANTINO Tesoriere, ARPINI KATIA Addetta alla Segreteria, COMOTTI GIANBATTISTA Consi gliere, BARCELLA PAOLO Consigliere, BREDA DANIELA Consigliere, MOIOLI LUCA Consigliere e BREVI LOUIS Consigliere. Nominati anche i rappresentanti delle singole categorie: COMOTTI GIANBATTISTA per gli alimentaristi, NATASCIA MEDOLAGO per i bar, MARTINA ROBERTA per i parrucchieri, DANIELA BREDA per l ab bi gliamento, GIGETTO GAFFORELLI e CRISTIAN CAPOFERRI per le attività altre. Al Presidente ed al direttivo vanno i migliori auguri di buon lavoro da parte dell Amministrazione di Bolgare. ASSESSORATO AL BILANCIO EQUILIBRIO DI BILANCIO SINONIMO DI VIRTUOSITÀ Ogni anno il Consiglio Comunale approva una specifica delibera denominata Ricognizione stato attuazione programmi e salvaguardia equilibri di bilancio. Questo adempimento, obbligatorio per tutti gli enti, al di là dell aspetto formale risulta essere un momento importante per fare il punto della situazione e saggiare la bontà dell azione intrapresa dall amministrazione. Anche per l anno 2011 era stato formalizzato tale provvedimento, nel quale non solo si dava atto del permanere degli equilibri, bensì si rilevava un probabile avanzo economico positivo di circa euro ,00. Con l approvazione del rendiconto 2011, avvenuta nello scorso mese di maggio, la previsione positiva si è concretizzata in un avanzo economico pari a Euro ,89 sicuramente sintomo di una sana gestione, frutto di un costante contenimento della spesa corrente e di un attento monitoraggio delle entrate correnti (entrate tributarie + trasferimenti + entrate extratributarie). EQUILIBRIO ECONOMICO - RENDICONTO ANNO 2011 ENTRATE PRIMI TRE TITOLI ,83 SPESE DEL TITOLO PRIMO (Spese correnti) ,86 DIFFERENZA ,97 TITOLO 3 SPESA ,08 AMMORTAMENTO MUTUI (Inclusa estinzione anticipata) ,11 SITUAZIONE RISULTANTE OO.UU. PARTE CORRENTE 0 AVANZO PER RIMBORSO ANTICIPATO MUTUI* ,00 AVANZO ECONOMICO ,89 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE ,74 * L avanzo di amministrazione di euro ,00 è stato utilizzato per l estinzione anticipata di 4 mutui. Da evidenziare che, nonostante i trasferimenti statali in costante calo ed una generalizzata ristrettezza di fondi, negli ultimi consuntivi del comune di Bolgare si è registrato un trend positivo che ha visto ridurre significativamente l utilizzo degli oneri di urbanizzazione per la parte corrente Notiziario del Comune di Bolgare

19 bilancio e attività produttive EQUILIBRIO ECONOMICO O DI PARTE CORRENTE - RENDICONTI Entrate titolo I , , ,46 Entrate titolo II , , ,86 Entrate titolo III , , ,85 Entrate Totale titoli (I+II+III) , , ,17 Spese titolo I (spese correnti) , , ,55 Rimborso prestiti parte del Titolo III , , ,20 Differenza di parte corrente (D=A-B-C) , , ,42 Utilizzo avanzo di amministrazione per spesa corrente ,00 Entrate diverse destinate a spese correnti di cui: ,01 Contributo per permessi di costruire ,01 Entrate correnti destinate a spese di investimento di cui: Proventi da sanzioni per violazioni al codice della strada Saldo di parte corrente al netto delle variazioni (avanzo economico) , ,42 L auspicio è di continuare con questa tendenza positiva nonostante le previsioni, per i bilanci futuri degli enti locali, non siano delle più rosee. IMU IN SINTESI - COSA CAMBIA E COME FUNZIONA Il Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201 (Salva Italia) come modificato dalla Legge di conversione n. 2014/2011 ha anticipato l'imposta Municipale Propria a decorrere dall'anno L'IMU, che sostituisce l'ici, ha i medesimi presupposti impositivi ossia il possesso di fabbricati, terreni agricoli e aree edificabili a qualsiasi uso destinati. L aliquota ordinaria fissata dal decreto Salva Italia è lo 0,76% (mentre quella deliberata dal Comune di Bolgare è del 0,86%), ma il prelievo diventa più leggero per le prime case, perché l aliquota scende allo 0,4% e c è una detrazione di 200 euro. Solo per le annualità 2012 e 2013 la detrazione dell'abitazione principale è maggiorata di 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni a condizione che dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale. Di fatto il bonus per i figli allarga il numero delle prime case che hanno un IMU pari a zero. Con la sola detrazione di 200 euro, infatti, sono esenti dall imposta sull abitazione principale le unità immobiliari con una rendita catastale minore o uguale a 297,62 euro. Con un figlio l asticella si alza a 372,03 euro, con due figli a 446,43 euro e con tre a 520,84 euro. Per l IMU, peraltro, la nozione di abitazione principale è più ristretta rispetto a quella che aveva ai fini dell esenzione ICI. É indispensabile, infatti, che nell immobile il contribuente dimori abitualmente e abbia al contempo la residenza anagrafica. Deve inoltre trattarsi di un unica unità immobiliare iscritta in catasto o ascrivibile come tale. In linea di principio, dunque, in presenza di due unità autonomamente accatastate l abitazione principale può essere solo una delle due. Le pertinenze tassate come la prima casa, inoltre, possono essere al massimo una per ogni categoria catastale C2 (magazzini), C/6 (autorimesse) e C/7 (tettoie), senza alcun potere comunale sul punto. Sono inoltre molto limitati i casi delle unità assimilate all abitazione principale. Scompare la fattispecie della casa concessa in uso gratuito a parenti, che era prevista anche nel regolamento del comune di Bolgare. L altra grande novità dell IMU riguarda la tassazione dei fabbricati rurali, da sempre esenti dai tributi comunali. Le unità abitative rurali, se abitazioni principali, saranno tassate allo stesso modo. Per i fabbricati strumentali, invece, è prevista un aliquota ridotta dello 0,2% che i Comuni possono diminuire fino allo 0,1%. I pagamenti dell IMU vengono effettuati solo con modello F24 in due rate di pari importo con scadenza 16 giugno e 16 dicembre o in unica soluzione entro il 16 giugno. Quest'anno la scadenza dell'acconto slitta al 18 giugno 2012 in quanto il 16 giugno cade di giorno prefestivo, quella del saldo al 17 dicembre 2012 in quanto il 16 dicembre è giorno festivo. La sola imposta IMU relativa all'abitazione principale e la sua pertinenza può essere versata in 3 rate: 1/3 entro il 16 giugno, 1/3 il 16 settembre, 1/3 il 16 dicembre. Soggetto attivo dell imposta è il Comune ma una quota di imposta pari al 50% dell'importo calcolato su tutto il parco immobiliare comunale con aliquota base dello 0,76%, al netto del gettito derivante da "abitazioni principali" e "pertinenze", fabbricati rurali ad uso strumentale e senza tener conto delle detrazioni e delle modifiche alle aliquote è riservata allo Stato. Notiziario del Comune di Bolgare - 19

20 @ Associazioni Agricoltori É arrivata l estate!!!! La stagione più laboriosa per i contadini... arare, erpicare, seminare, irrigare... e tanti altri lavori. Per questo motivo la ormai tradizionale Festa dell agricoltura si è svolta all inizio di maggio, in modo che tutta l associazione degli agricoltori ha potuto lavorare alla sua organizzazione con ottimo risultato. Ringraziamo anche tutta la popolazione per avere condiviso con noi questi giorni di festa. Il presidente degli agricoltori desidera ringraziare tutti i contadini di Bolgare che, come lui, lavorano la poca terra rimasta intorno a noi. Teniamo un po tutti più pulito l esiguo verde che ci circonda. Il presidente della sezione di Bolgare Luigi Lorini Il karate Bolgare in evoluzione Il Karate Club Shotokan Bolgare ringrazia i 62 iscritti; è affluenza annuale maggiore registrata negli oltre 17 anni di attività della palestra. Gli atleti spaziano da un età di 7 fino ai 45 anni e dalla cintura bianca alla cintura nera. Come ogni anno la partecipazione alle competizioni è stata molto attiva e stimolante soprattutto per le giovani promesse; a dimostrazione di ciò il club si è classificato al 5 posto nel campionato provinciale confrontandosi con altre 17 società e al 4 posto nel campionato regionale scontrandosi con oltre 32 società. Sulle alte cime del trentino, in data , si è svolto il Gran Premio Nazionale a Rovereto. Barcella Ilenia e Grigis Lorenzo si sono classificati al 3 posto nelle rispettive categorie nazionali; Alfonsi Carole si è classificata al 2 posto e infine ha conquistato il titolo di campionessa nazionale Brigati Debora. Per la prima volta quest anno, la partecipazione si è estesa anche a livello mondiale in occasione della competizione svoltasi a Brescia il Tra i 1500 partecipanti alcuni dei nostri 9 atleti hanno ottenuto i seguenti risultati: Grigis Lorenzo 8 classificato, Grossi Stefano 6 classificato, Brigati Debora 4 classificata e Maccalli Allison è stata proclamata vice campionessa mondiale. Infine Carinelli Laetitia è riuscita a strappare il titolo di campionessa mondiale lasciandosi alle spalle ben 40 atleti tra i 10 e i 12 anni, provenienti da ogni parte del mondo. In data con grande soddisfazione del maestro Grossi Stefano, degli atleti partecipanti, degli arbitri e dei genitori di tutti i ragazzi si è svolta per il secondo anno consecutivo la gara del circuito provinciale organizzata a Bolgare nella palestra delle scuole medie. Dalle 9.00 alle si sono esibiti ben 290 karateki in kata (forma) e in kumite (combattimento) in un atmosfera di grande armonia e serenità dovuta alla perfetta organizzazione. Il nostro Club ha inoltre partecipato ad un altra importante competizione : ha raccolto fondi per un totale di euro 850,00 devoluti ad Elisa, una bimba bisognosa di cure mediche specialistiche all estero. A livello di formazione il nostro gruppo si è presentato con 5 atleti al corso istruttori e allenatori organizzato dal C.S.I. in collaborazione con il CONI; da Gennaio a Maggio il gruppo ha partecipato a lezioni teoriche e pratiche tenutesi da dottori e professionisti del settore per approfondire e migliorare l insegnamento e la pratica del Karate. Come allegra conclusione di un anno di crescita insieme il si è svolta una pizzata collettiva alla quale hanno partecipato più di 90 persone fra atleti, genitori e accompagnatori. Il maestro Grossi Stefano è orgoglioso di avere un gruppo così numeroso, affiatato, competitivo e compatto e coglie l occasione per ringraziare tutti gli atleti con i rispettivi genitori e gli istruttori che collaborarono nell insegnamento di questa preziosa arte. A.So.B. Credere nel karate come sport significa vivere bene. Credere nel karate come arte significa vivere in eterno perché qualcuno si ricorderà sempre del tuo spirito artistico. Stefano Grossi Il 2011 è stato l anno del 10 anniversario della fondazione dell Associazione A.So.B. (Aiuto Solidarietà Bolgare) degnamente festeggiato con la manifestazione dello scorso Maggio Cosa c era di meglio per festeggiare il traguardo raggiunto se non con il partire con un altra iniziativa simbolo di un impegno che ci avrebbe interessato anche ed almeno per i 10 anni futuri? Ci siamo fatti ed abbiamo fatto alla Comunità di Bolgare un grande regalo: abbiamo acquistato una casa, che sarà la Casa della nostra sede e, se la Comunità di Bolgare lo desidererà, sarà anche la casa della Solidarietà e delle Associazioni. Parliamo della casa degli eredi F.lli Terzi ubicata in Via Roma ormai disabitata e resasi disponibile alla vendita. Grazie all intuizione e alla perseveranza di alcuni ns. volontari, siamo arrivati nel momento giusto ad offrire la ns. disponibilità all acquisto della casa ai proprietari che sono stati veramente e sinceramente felici che l acquirente fosse l A.So.B., una associazione di volontariato. Ci siamo intestati sul bene il 5 dicembre L acquisto è stato finanziato da noi stessi (dalla ns. Associazione) facendo un mutuo presso una Banca locale e che sarà restituito in 10 anni. É stata e continua ad essere una bella scommessa che non ci fa paura ed è segno della nostra volontà a fare, a crescere, ad essere attivi e presenti nella nostra Comunità di Bolgare. Anche l Amministrazione e la Parrocchia hanno condiviso la ns. scelta e ci hanno incoraggiato a farla. Adesso ci rimane da completare il pagamento e di sistemare la Casa primo fra tutto il cortile e l ingresso per consentire al più presto il parcheggio dei nostri 4 mezzi ora parcheggiati in strada. A tutti i bolgaresi chiediamo collaborazione ed aiuto in 20 - Notiziario del Comune di Bolgare

Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO

Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO COMUNE DI BAREGGIO Imposta Unica Comunale (I.U.C.) ISTRUZIONI VERSAMENTO IN ACCONTO Con la legge di Stabilità 2014 (L. 147 del 27/12/2013) è stata istituita, con decorrenza 1 gennaio 2014, la I.U.C. (Imposta

Dettagli

Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015

Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015 Comune di Ossona GUIDA AL CALCOLO ACCONTO IMU E TASI 2015 SI AVVISA CHE I PAGAMENTI IN ACCONTO (50% DELL IMPOSTA DOVUTA) CON SCADENZA 16 GIUGNO 2015 DI IMU E TASI DOVRANNO ESSERE EFFETTUATI UTILIZZANDO

Dettagli

CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it. Mini-guida IMU 2012

CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it. Mini-guida IMU 2012 mod-tribici-015-06.doc5 rev. 6 del 31/05/12 CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it Mini-guida IMU 2012 NOVITA RILEVANTI:

Dettagli

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici?

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici? Che cosa è l IMU Come contattare l Ufficio Tributi É la nuova imposta, istituita in via sperimentale dall anno 2012, che sostituisce l imposta comunale sugli immobili (ICI). Chi la paga I cittadini che

Dettagli

TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI

TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI COMUNE DI ANCONA TASI TRIBUTO COMUNALE PER I SERVIZI INDIVISIBILI GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER L ANNO 2014 1 - Cos è la TASI pag. 2 2 - Presupposto d imposta e soggetti passivi pag. 2 3 - Definizione di

Dettagli

I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012

I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012 COMUNE DI TRIUGGIO Provincia di Monza e Brianza I.M.U. VERSAMENTO RATA SALDO ENTRO il 17/12/2012 Gentile Contribuente, le aliquote per il calcolo del saldo IMU sono cambiate rispetto alle aliquote che

Dettagli

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - INFORMATIVA ANNO 2014 - Scopo della presente guida è fornire istruzioni pratiche sull'applicazione dell'imu, quale componente patrimoniale della IUC, la cui disciplina

Dettagli

ABITAZIONE IN USO AI FAMILIARI

ABITAZIONE IN USO AI FAMILIARI COMUNE DI MAGNAGO (Provincia di Milano) - Servizio Tributi - INFORMATIVA I.U.C. ANNO 2014 Con la Legge n. 147 del 27dicembre 2013 (Legge di stabilità per l anno 2014) all articolo 1 comma 639 è stata istituita,

Dettagli

COMUNE DI MONTIANO. Relazione di Giunta al Rendiconto 2013

COMUNE DI MONTIANO. Relazione di Giunta al Rendiconto 2013 COMUNE DI MONTIANO Relazione di Giunta al Rendiconto 2013 PARTE 1 Aprile 2014 - Introduzione 2 - Quadro previsioni definitive B. P. 2013.....6 - Quadro confronto entrate correnti 2012-2013..7 - Quadro

Dettagli

IMU INSERTO STACCABILE

IMU INSERTO STACCABILE IMU SCHEDE INFORMATIVE PER LA GUIDA AL CALCOLO DELL ACCONTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU ANNO 2012 valevole per il contribuente residente e dimorante nel Comune di Piazzola sul Brenta per il solo

Dettagli

COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como

COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como COMUNE DI FINO MORNASCO Provincia di Como Estratto dal Registro delle Deliberazioni del Consiglio Comunale N. 16 cod. Ente 10558 Oggetto: DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE E DETRAZIONE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE

Dettagli

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA L art. 13 del Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011 cd Manovra Monti o decreto salva Italia convertito con modificazioni dalla Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 - ha anticipato l istituzione dell Imposta

Dettagli

COMUNE DI CESENA. Servizio Tributi

COMUNE DI CESENA. Servizio Tributi COMUNE DI CESENA SETTORE ENTRATE TRIBUTARIE E SERVIZI ECONOMICO FINANZIARI Servizio Tributi TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI ( IUC-TASI ) - ANNO 2015 L art. 1, comma 639, della Legge n. 147/2013 (c.d.

Dettagli

IMU e TASI: le novità 2014

IMU e TASI: le novità 2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 122 28.04.2014 IMU e TASI: le novità 2014 Sugli immobili diversi dall abitazione principale il carico fiscale si farà sentire. Categoria: Imposte

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI MOLTENO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 38 del 25.10.2012 Modificato con deliberazione di

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC)

IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) Con la legge di Stabilità 2014 Legge 27.12.2013 n.147 è stata istituita dal 1 gennaio 2014 l imposta unica comunale (IUC) basata su due presupposti impositivi: il primo costituito

Dettagli

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014. Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014. Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014 COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 Prot. n. 24405/2014 1 Nota informativa aggiornata alla data del 5/08/2014 E istituita con decorrenza dal 1 gennaio

Dettagli

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 1) IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) La Legge di Stabilità 2014 n. 147 del 27 dicembre 2013 (articolo 1 commi da 639 a 731) ha istituito, a partire dal 1/01/2014, l Imposta

Dettagli

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE

SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE SIENA SINTESI MANOVRA MONTI INDICE 1. MONETA ELETTRONICA PER LE PENSIONI 2. LIBRETTI DI DEPOSITO AL PORTATORE BANCARI O POSTALI 3. I.S.E.E. 4. DETRAZIONI RISTRUTTURAZIONI ED INTERVENTI PER RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici?

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici? Che cosa è l IMU Come contattare l Ufficio Tributi É la nuova imposta, istituita in via sperimentale dall anno 2012, che sostituisce l imposta comunale sugli immobili (ICI). Chi la paga I cittadini che

Dettagli

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014

COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia Ufficio Tributi IUC IMPOSTA UNICA COMUNALE ANNO 2014 Prot. n. 24405 1 E istituita con decorrenza dal 1 gennaio 2014 l imposta comunale (IUC), con la Legge 27/12/2013,

Dettagli

INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria

INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria CITTA DI CASTELLEONE Provincia di Cremona INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO 2015 N.B. Dal 2014 l IMU per ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE continua ad applicarsi

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 15 GENNAIO 2008 Informativa n. 10 ULTERIORI NOVITÀ

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI

IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI IMPOSTA MUNICIPALE UNICA LINEE GUIDA PER I CITTADINI Con l approvazione dell Art.13 del D.L 201/2011 detto Decreto salva Italia, entrerà in vigore in via sperimentale, già a partire dal 01/01/2012, l IMU

Dettagli

INFORMATIVA IUC Imposta Municipale Propria (IMU) ACCONTO ANNO 2015 ACCONTO IMU 2015

INFORMATIVA IUC Imposta Municipale Propria (IMU) ACCONTO ANNO 2015 ACCONTO IMU 2015 INFORMATIVA IUC Imposta Municipale Propria (IMU) ACCONTO ANNO 2015 SOGGETTI IMU L imposta è dovuta dai PROPRIETARI e dai TITOLARI DI DIRITTI REALI (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) per

Dettagli

COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI

COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI IMU - TASI SI RENDE NOTO che entro la scadenza del 16 giugno 2015 deve essere effettuato il versamento della prima rata dell Imposta Municipale propria

Dettagli

Imposta MUnicipale propria Informazioni utili

Imposta MUnicipale propria Informazioni utili COMUNE DI VANZAGO I M U Imposta MUnicipale propria Informazioni utili Il Decreto Legge n 201 del 6 Dicembre 2011, convertito in Legge 22 Dicembre 2011 n 214, ha abrogato l Imposta Comunale sugli Immobili

Dettagli

INFORMATIVA IMU 2013 Imposta municipale propria Modalità per il calcolo del SALDO

INFORMATIVA IMU 2013 Imposta municipale propria Modalità per il calcolo del SALDO CITTÀ DI CAMPOSAMPIERO PROVINCIA DI PADOVA INFORMATIVA IMU 2013 Imposta municipale propria Modalità per il calcolo del SALDO NOVITÀ rispetto all acconto 2013 Il decreto legge n. 133 del 30/11/2013 ha stabilito

Dettagli

TASI TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI 2014

TASI TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI 2014 TASI TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI 2014 L art. 1, comma 669, della legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e s.m.i.), come modificato dall art. 1 del D.L. 16/2014, ha istituito la TASI

Dettagli

COMUNE DI MERATE IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) 2015

COMUNE DI MERATE IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) 2015 COMUNE DI MERATE IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) 2015 Dal 1 gennaio 2014 la Legge n. 147 del 27.12.2013 (Legge di Stabilità 2014) ha istituito l Imposta Unica Comunale, di seguito denominata IUC, basata

Dettagli

Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE

Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: VERSAMENTO DEGLI ACCONTI DI NOVEMBRE Il prossimo 30 novembre scade il termine ultimo per il versamento della seconda (o unica) rata di acconto, delle imposte dei redditi

Dettagli

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina COMUNE DI F O R M I A Provincia di Latina Piazza Municipio 0771/7781 - fax 0163/771680 2012 PREMESSA Il Comune di Formia, con la presente informativa, intende fornire al Cittadino/Contribuente uno strumento

Dettagli

INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili

INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili ALIQUOTE E DETRAZIONI Fattispecie Aliquota Detrazione Abitazione principale e relative pertinenze (Solo categorie A/1, A/8 e A/9) Abitazione principale

Dettagli

SOGGETTI PASSIVI DELL IMU. I soggetti tenuti al pagamento dell imposta sono:

SOGGETTI PASSIVI DELL IMU. I soggetti tenuti al pagamento dell imposta sono: SOGGETTI PASSIVI DELL IMU I soggetti tenuti al pagamento dell imposta sono: il proprietario d immobili ovvero il titolare di diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi;

Dettagli

I.U.C. ( Imposta unica municipale )

I.U.C. ( Imposta unica municipale ) I.U.C. ( Imposta unica municipale ) La Legge 27/12/2013, n 147, ha istituito, con decorrenza 1 gennaio 2014, la IUC, Imposta comunale sugli immobili, composta da tre distinti tributi: IMU, TASI, TARI.

Dettagli

Informativa Aliquote Tasi e Imu 2015 Acconto Tasi/Imu: l ulteriore proroga del termine per la deliberazione dei bilanci preventivi dei comuni al 30

Informativa Aliquote Tasi e Imu 2015 Acconto Tasi/Imu: l ulteriore proroga del termine per la deliberazione dei bilanci preventivi dei comuni al 30 Informativa Aliquote Tasi e Imu 2015 Acconto Tasi/Imu: l ulteriore proroga del termine per la deliberazione dei bilanci preventivi dei comuni al 30 luglio 2015 ha quale naturale conseguenza che i comuni

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Guida per i contribuenti all applicazione dell Imposta Municipale Propria (IMU)

COMUNE DI CASOREZZO. Guida per i contribuenti all applicazione dell Imposta Municipale Propria (IMU) COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano Per qualsiasi chiarimento, informazione e delucidazione in merito l Ufficio Tributi è a disposizione negli orari di apertura al pubblico tel 029010012 fax 0290296960

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO DELL I.M.U. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO DELL I.M.U. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI SAN CANZIAN D ISONZO AREA ECONOMICO FINANZIARIA UFFICIO TRIBUTI Pieris Largo Garibaldi, 37 34075 SAN CANZIAN D ISONZO (GO) Tel: 0481/472350-369-354 Fax: 0481/472334 e-mail: tributi@comune.sancanziandisonzo.go.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Aree fabbricabili Art. 3 Abitazione principale definizione Art. 4 Pertinenze dell abitazione

Dettagli

INFORMATIVA IMU anno 2012

INFORMATIVA IMU anno 2012 COMUNE DI BUSSO 86010 PROVINCIA DI CAMPOBASSO CF 00172190704 Via Alessandro Manzoni, 5 Tel. 0874 / 447133 Fax 0874/447951 INFORMATIVA IMU anno 2012 La informiamo che dal 1 gennaio 2012 l ICI (Imposta Comunale

Dettagli

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

Via Martiri d Istia, 1 58020 Scarlino (GR) www.comune.scarlino.gr.it Partita Iva 00186560538 Codice Fiscale 80001830530

Via Martiri d Istia, 1 58020 Scarlino (GR) www.comune.scarlino.gr.it Partita Iva 00186560538 Codice Fiscale 80001830530 IL COMUNE DI SCARLINO - PER L'IMU 2012 - INFORMA: che, l'art. 13 del D.L. n. 201/2011 ha introdotto in via sperimentale l IMU (Imposta municipale propria). In attesa della delibera comunale di approvazione

Dettagli

V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ

V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ @@ cüéä Çv t w w ctwéät @@ I.M.U. Imposta municipale propria anno 2013 NOVITA 2013 Con il Decreto legge 30 novembre 2013, n. 133, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 281

Dettagli

IMU 2012 Una guida per calcolare e pagare la nuova imposta

IMU 2012 Una guida per calcolare e pagare la nuova imposta IMU 2012 Una guida per calcolare e pagare la nuova imposta Cari cittadini, abbiamo preparato una guida con le informazioni più importanti per capire cos è l IMU, quanto dovete versare e come si compila

Dettagli

COMUNE DI CAGNANO AMITERNO PROVINCIA DI L AQUILA. Ufficio Tributi. Avviso alla cittadinanza Imposta Unica Comunale - I.U.C.

COMUNE DI CAGNANO AMITERNO PROVINCIA DI L AQUILA. Ufficio Tributi. Avviso alla cittadinanza Imposta Unica Comunale - I.U.C. COMUNE DI CAGNANO AMITERNO PROVINCIA DI L AQUILA Ufficio Tributi Avviso alla cittadinanza Imposta Unica Comunale - I.U.C. Il Comune di Cagnano Amiterno con deliberazione di Consiglio Comunale n. 12 del

Dettagli

PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012

PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012 PRIMA NOTA INFORMATIVA per il calcolo dell acconto dell Imposta Municipale Propria IMU Anno 2012 L art. 13 del Decreto Legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito con modificazioni in Legge n. 214 del 22.12.2011,

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

COMUNE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI

COMUNE DI ROSETO DEGLI ABRUZZI IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) linee guida PREMESSA L'art. 13 del D.L. 6.12.2011, n. 201, convertito, nella Legge 22.12.2011, n. 214 (Cd. Decreto salva Italia), così come, da ultimo, modificato dal

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE

COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE COMUNE DI GAGLIANO DEL CAPO PROVINCIA DI LECCE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) (Approvato con Deliberazione Consiliare n. 22 del 09.09.2014) La Tassa

Dettagli

Delibera n.5 del 28.04.2014 OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) - COMPONENTI IMU E TASI INDIRIZZI

Delibera n.5 del 28.04.2014 OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) - COMPONENTI IMU E TASI INDIRIZZI Delibera n.5 del 28.04.2014 OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE (IUC) - COMPONENTI IMU E TASI INDIRIZZI Sentita la relazione del responsabile del servizio finanziario che espone le componenti della IUC, precisandone

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE

BILANCIO DI PREVISIONE Comune di Cernusco Lombardone BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2015 al 19 maggio 2015 www.comune.cernuscolombardone.lc.it BILANCIO COME FUNZIONA Il bilancio di previsione del Comune risulta in pareggio: il

Dettagli

COMUNE DI CARUGO Provincia di COMO

COMUNE DI CARUGO Provincia di COMO COMUNE DI CARUGO Provincia di COMO I.M.U. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2013 Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 22 del 24/09/2013, sono state confermate per il versamento dell Imposta Municipale

Dettagli

INFORMATIVA I.M.U. SALDO 2013 1

INFORMATIVA I.M.U. SALDO 2013 1 COMUNE DI SANTA MARIA DI SALA Provincia di Venezia Piazza XXV Aprile, 1 30036 Tel 041.486788 Fax. 041.487379 C.F. / P.IVA 00625620273 WEB: www.santamariadisala.gov.it/ - EMAIL info@comune-santamariadisala.it

Dettagli

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI APPROFONDIMENTI CONFRONTO IMU E ICI ESEMPI DI CALCOLO IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 L istituzione dell IMU è anticipata,

Dettagli

INFORMAZIONI AI CONTRIBUENTI

INFORMAZIONI AI CONTRIBUENTI (Istituita con Legge 27.12.2013, n. 147) INFORMAZIONI AI CONTRIBUENTI per IMU-TARI-TASI a cura del Servizio Tributi 1 PRESUPPOSTI IMPOSITIVI: IMU: è un imposta di natura patrimoniale, dovuta dal possessore

Dettagli

COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it MINI-GUIDA IMU 2014

COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it MINI-GUIDA IMU 2014 mod. TribIci-015 rev. 4 del 05/14 COMUNE DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it MINI-GUIDA IMU 2014 La Legge 27/12/2013

Dettagli

MODIFICATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 37 DD. 26.09.2013. Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4.

MODIFICATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 37 DD. 26.09.2013. Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI ED ENTI PUBBLICI E PRIVATI, AI SENSI DELL ART. 7 DELLA L. R. 31. 07. 1993. N. 13. MODIFICATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

CHI DEVE PAGARE L'IMU:

CHI DEVE PAGARE L'IMU: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Il Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23, recante disposizioni in materia di federalismo fiscale municipale, ha istituito con gli articoli 8 e 9 la nuova Imposta municipale

Dettagli

L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili;

L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili; COMUNE DI STRA UFFICIO TRIBUTI Cos'è l'imu L'Imu è l'imposta municipale propria che, dall'1 gennaio 2012, ha sostituito, per la componente immobiliare l'ici - Imposta comunale sugli immobili; Chi paga

Dettagli

INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria

INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria INFORMATIVA - IMU 2015 Imposta Municipale Propria ALIQUOTE E DETRAZIONI ANNO 2015 In assenza della delibera aliquote 2015, il calcolo in acconto va eseguito con le aliquote 2014 N.B. Dal 2014 l IMU per

Dettagli

INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2013. Novità acconto 2013

INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO 2013. Novità acconto 2013 Comune di Piacenza Servizio Entrate INFORMATIVA IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) ANNO Novità acconto Con il D.L. n. 102/ il legislatore ha escluso dal pagamento dell acconto dell IMU: le abitazioni principali

Dettagli

INFORMATIVA IUC COMPONENTI IMU E TASI 2015

INFORMATIVA IUC COMPONENTI IMU E TASI 2015 DI ROVERE VERONESE Provincia di Verona P.zza V. Emanuele 12 37028 Rovere Veronese (VR) C.F. 80010130237 P.IVA 01686350230 AREA AMMINISTRATIVO CONTABILE SETTORE TRIBUTI E COMMERCIO 045/7835014 fax 045/6518004

Dettagli

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili La nuova imposta è composta da tre tributi: Tassa sui servizi indivisibili - TASI Imposta Municipale Unica - IMU Tassa sui rifiuti - TARI TASI Tassa sui Servizi Indivisibili L Amministrazione Comunale

Dettagli

INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili

INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili A decorrere dal 1 gennaio 2014 è in vigore l imposta unica comunale (IUC) che si compone: dell imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale,

Dettagli

FAQ IMU/TASI PROBLEMI APPLICATIVI DI CARATTERE GENERALE

FAQ IMU/TASI PROBLEMI APPLICATIVI DI CARATTERE GENERALE FAQ IMU/TASI Di seguito vengono messe a disposizione le risposte ad alcune domande frequentemente poste all amministrazione finanziaria da contribuenti, operatori professionali e dai soggetti che realizzano

Dettagli

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2014

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2014 GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2014 La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e s.m.i.) ha istituito la IUC (Imposta Unica Comunale) di cui la TASI (Tributo per i servizi comunali

Dettagli

COMUNE DI PETRELLA SALTO - INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili Tributo Servizi Indivisibili Tributo Servizi Indivisibili

COMUNE DI PETRELLA SALTO - INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili Tributo Servizi Indivisibili Tributo Servizi Indivisibili COMUNE DI PETRELLA SALTO - INFORMATIVA - TASI 2014 Tributo Servizi Indivisibili Tributo Servizi Indivisibili Tributo Servizi Indivisibili A decorrere dal 1 gennaio 2014 è in vigore l imposta unica comunale

Dettagli

INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. Novità rispetto all anno 2012

INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. Novità rispetto all anno 2012 INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Ai sensi dell articolo 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, a partire dal 1.01.2012 è stata anticipata,

Dettagli

COMUNE DI TORRITA DI SIENA Provincia di Siena

COMUNE DI TORRITA DI SIENA Provincia di Siena COMUNE DI TORRITA DI SIENA Provincia di Siena COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero Data Oggetto 72 15/05/2015 TASI Tributo sui servizi indivisibili anno 2015 - Proposta al Consiglio di modifica

Dettagli

Informativa Aliquote Tasi e Imu 2016

Informativa Aliquote Tasi e Imu 2016 Informativa Aliquote Tasi e Imu 2016 Acconto Tasi/Imu: Con la delibera n.10 per l IMU e n.11 per la Tasi, il Consiglio Comunale ha approvato, sostanzialmente confermando quelle dell anno precedente, le

Dettagli

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI FARRA DI SOLIGO PROVINCIA DI TREVISO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - INFORMATIVA ANNO 2015 - Scopo della presente guida è fornire istruzioni pratiche sull'applicazione dell'imu, quale componente patrimoniale della IUC, la cui disciplina

Dettagli

AREE FABBRICABILI valore venale in comune commercio al 1 gennaio dell' anno di imposizione moltiplicato per i mq. dell'area AREE RESIDENZIALI

AREE FABBRICABILI valore venale in comune commercio al 1 gennaio dell' anno di imposizione moltiplicato per i mq. dell'area AREE RESIDENZIALI IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) - ANNO 2013 Il D.L. 201/2011 convertito con la Legge 214/2011 all' art. 13 ha previsto l anticipazione dell Imposta Municipale Propria (IMU) in via sperimentale a decorrere

Dettagli

La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015)

La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015) La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015) LA DENOMINAZIONE L imposta unica comunale, comunemente conosciuta come IUC, si basa su due presupposti impositivi: il primo costituito dal possesso

Dettagli

CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U.

CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. (Approvato con Deliberazione Consiliare n 15 del 14/05/2013 e successive

Dettagli

Comune di Refrontolo Provincia di Treviso

Comune di Refrontolo Provincia di Treviso ------ IMPOSTE COMUNALI AN 2015 COMUNE DI PIEVE DI SOLIGO Aggiornato al 12 maggio 2015 Con Legge n. 147/2013 è stata istituita, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l'imposta Unica Comunale - IUC - che comprende

Dettagli

Comune di San Pietro in Gu

Comune di San Pietro in Gu Comune di San Pietro in Gu Originale Provincia di Padova Prot. N. Deliberazione N 2 del 11/04/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA

Dettagli

Guida all acquisto della casa

Guida all acquisto della casa Comprare casa senza sorprese Guida all acquisto della casa Gli aspetti fiscali I documenti da controllare I passi da compiere A cura di Roberto Spalti Introduzione Prima di acquistare Il contratto preliminare

Dettagli

HELP ICI. 1. Servizi di visualizzazione. 2. Dichiarazione di variazione ICI

HELP ICI. 1. Servizi di visualizzazione. 2. Dichiarazione di variazione ICI 1. Servizi di visualizzazione HELP ICI Lo stato di aggiornamento della Banca Dati comunale relativamente alle varie tipologie di dati è la seguente: Dichiarazioni Presentate fino all'anno: 2007 (*) Comunicazioni

Dettagli

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA LE PRINCIPALI NOVITÀ 2013 DELL IMU

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA LE PRINCIPALI NOVITÀ 2013 DELL IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria (IMU), la cui istituzione è stata anticipata in via sperimentale dal decreto legge n. 201/2011 Salva Italia, convertito

Dettagli

IMU SINTESI DI COME SI APPLICA

IMU SINTESI DI COME SI APPLICA IMU SINTESI DI COME SI APPLICA Riferimenti legislativi Art. 13, DL n. 201/2011 Artt. 8 e 9, D.Lgs. n. 23/2011 D.Lgs. n. 504/92 Art. 4, DL n. 16/2012 Circolare MEF 18.5.2012, n. 3/DF PRESUPPOSTO IMPOSITIVO

Dettagli

COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI Care concittadine e cari concittadini, le difficoltà che stiamo vivendo in ciascuna delle nostre famiglie, a causa della crisi economica, hanno una risonanza amplificata

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute.

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute. COMUNE DI BOMARZO Provincia di Viterbo IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute.. Dal 1 gennaio 2012

Dettagli

i commi da 669 a 702 del l'articolo 1 della legge n. 147/2013, recanti la disciplina della TASI componente della IUC destinata alla copertura dei

i commi da 669 a 702 del l'articolo 1 della legge n. 147/2013, recanti la disciplina della TASI componente della IUC destinata alla copertura dei Deliberazione originale della Giunta Comunale N. 75 del Reg. Data 27 giugno 2014 OGGETTO: proposta ALIQUOTE TASI E IMU L anno duemilaquattordici, il giorno ventisette del mese di giugno alle ore 13.00,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) COMUNE DI LUMARZO Provincia di Genova IMPOSTA UNICA COMUNALE - IUC REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) (art. 1, comma 682, legge 27 dicembre 2013, n. 147) (approvato

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL OPUSCOLO II RATA per la stampa 23-11-2012 8:19 Pagina 1 IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DEL SALDO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA OPUSCOLO II RATA per la stampa 23-11-2012 8:19 Pagina 2 Imposta municipale

Dettagli

Comune di Balvano Provincia di Potenza Servizio Finanziario e Tributi

Comune di Balvano Provincia di Potenza Servizio Finanziario e Tributi Comune di Balvano Provincia di Potenza Servizio Finanziario e Tributi Tel. 0971 / 992014 0971/992002 - Fax 0971 / 992163 A decorrere dal 1 Gennaio 2012 viene istituita l imposta municipale propria IMU,

Dettagli

COMUNE DI ARQUÀ POLESINE

COMUNE DI ARQUÀ POLESINE COMUNE DI ARQUÀ POLESINE PROVINCIA DI ROVIGO REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI // Allegato alla deliberazione C.C. n. 33 del 29/11/2005 // REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE

Dettagli

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Comune di Cisliano IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria (IMU), la cui istituzione è stata anticipata in via sperimentale dal decreto legge n.

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. INDICE ART. 1 - FINALITA ART. 2 - ABITAZIONE PRINCIPALE ART. 3 PERTINENZE ART. 4 - FABBRICATI NON ULTIMATI, COLLABENTI O SOGGETTI AD

Dettagli

V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ

V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ V ààõ w w fxäätéétçé WxÇàÜÉ @@ cüéä Çv t w w ctwéät @@ I.M.U. Imposta municipale propria anno 2015 COS E L I.M.U. L I.M.U. è l Imposta municipale propria che ha sostituito l I.C.I., Imposta Comunale sugli

Dettagli

Comune di Castel Sant Angelo

Comune di Castel Sant Angelo Comune di Castel Sant Angelo Istruzioni per il pagamento dell IMU Il decreto legge n. 201/2011 Salva Italia, convertito con modificazioni dalla legge n. 214/2011 e s.m. ha anticipato al 1 gennaio 2012

Dettagli

Comune di Sardara Provincia del Medio Campidano S e r v i z i o T r i b u t i

Comune di Sardara Provincia del Medio Campidano S e r v i z i o T r i b u t i Comune di Sardara Provincia del Medio Campidano S e r v i z i o T r i b u t i IUC TASI anno 2016 la TASI nel Comune di Sardara è dovuta solo per i fabbricati strumentali all attività agricola; SCADENZE

Dettagli

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 CHI DEVE PAGARE:

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 CHI DEVE PAGARE: (Aggiornata al 27/05/2015) GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e s.m.i.) ha istituito la IUC (Imposta Unica Comunale) di cui la TASI (Tributo

Dettagli

COMUNE DI SAN GIMIGNANO

COMUNE DI SAN GIMIGNANO COMUNE DI SAN GIMIGNANO SETTORE SERVIZI FINANZIARI Servizio Attività di Bilancio e Tributi IMU IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ACCONTO 2012 Le seguenti informazioni sull IMU si riferiscono a quelle attualmente

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZI SOCIALI Presentazione I Servizi Sociali sono impegnati ad assicurare alle persone ed alle famiglie interventi che consentano di godere di un adeguata qualità della vita.

Dettagli

COMUNE DI MARANO LAGUNARE Provincia di Udine

COMUNE DI MARANO LAGUNARE Provincia di Udine COMUNE DI MARANO LAGUNARE Provincia di Udine DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE COPIA N. 12 Seduta del 16/05/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA - DETERMINAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI D'IMPOSTA

Dettagli