COMMENTARI. Contratti. Formulario CoMmentato. Con Cd-Rom. a cura di Francesco Macario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMMENTARI. Contratti. Formulario CoMmentato. Con Cd-Rom. a cura di Francesco Macario"

Transcript

1 ESTRATTO COMMENTARI Contratti Formulario CoMmentato Con Cd-Rom a cura di Francesco Macario

2 CONTRATTI FORMULARIO COMMENTATO con Cd-Rom a cura di Francesco Macario I PLUS COMPLETEZZA: l Opera fornisce le formule e gli schemi dei contratti tipici e atipici, compresi i modelli accolti di recente nella prassi e introdotti dalle ultime riforme legislative, maggiormente utilizzati in ogni ambito dell attività commerciale. La casistica in materia è estremamente vasta e comprende anche i modelli della pratica internazionale (ad es. il contratto di buy back ) e quelli più attuali, quali l assistenza informatica e medico sanitaria, Call and put option, Financial futures e il contratto di Call Center (Tele-assistenza). Le formule sono state selezionate in considerazione delle ricadute pratiche e delle implicazioni nell attività commerciale. IMPOSTAZIONE, ogni formula è corredata da: a) l indicazione delle fonti normative; b) un inquadramento sistematico d autore sintetico e completo che tratta le caratteristiche essenziali del contratto e i profili di problematicità; c) una rassegna delle questioni giuridiche più controverse risolte dalla giurisprudenza di legittimità e di merito; d) una bibliografia essenziale che fornisce la selezione delle opere più utili per la pratica e le fonti classiche per eventuali approfondimenti. UTILITA : il taglio pratico-scientifico e la struttura dell Opera rendono il Formulario uno strumento di rapida e completa consultazione nella delicata fase della redazione degli accordi contrattuali. L Opera si rivolge a diverse figure professionali: avvocati, commercialisti, operatori bancari, assicurativi e finanziari, consulenti aziendali e giuristi di impresa.

3 Piano dell opera 1 PIANO DELL OPERA Accollo di debito Accordi di ristrutturazione dei debiti Affitto di azienda Affitto di fondo rustico Agenzia Amministrazione condominiale Anticipazione bancaria Anticresi Apertura di credito Appalto Assicurazione contro il furto Assicurazione contro l incendio, le dispersioni di acque ed i danni a beni materiali Assicurazione della responsabilità civile Assicurazione privata contro gli infortuni Assistenza informatica Assistenza medico-sanitaria Associazione in partecipazione Associazione temporanea di imprese Atto costitutivo di fondazione Brokeraggio Buy-back Catering e banqueting Cessione del credito Cessione di azienda Cessione di azioni Cessione di quote sociali Collocamento di strumenti finanziari Commissione Comodato Compromesso e clausola compromissoria Concessione di ipoteca Concessione di know-how Concessione di vendita Conto corrente Contratto autonomo di garanzia Contratto d opera Contratto d opera intellettuale Contratto di Call center (o Tele-assistenza) Contratto di consulenza Contratto di edizione Contratto di manutenzione Contratto di utilizzazione del computer Contratto di viaggio Contratto estimatorio Contratto preliminare di vendita Cooperazione tecnologica Delegazione Deposito Engineering Factoring Fideiussione Financial future Forfaiting Franchising Intermediazione finanziaria Leasing finanziario Lettera di patronage Leveraged buy out Licenza di brevetto Licenza di marchio Locazione

4 2 Piano dell opera Mandato Mandato di credito Mediazione Merchandising Mutuo Noleggio Opzione finanziaria (Call and put option) Outsourcing Patti parasociali Pegno Permuta Prestito di titoli Procacciamento d affari Pronti contro termine Proposta di concordato fallimentare Proposta di concordato preventivo Rendita perpetua Rendita vitalizia Riporto Sequestro convenzionale Somministrazione Spedizione Sponsorizzazione Subappalto Subfornitura Swap Transazione Trasporto di cose Trasporto di persone Vendita a campione Vendita a prova Vendita alternativa Vendita con facoltà alternativa Vendita con patto di prelazione Vendita con patto di riscatto Vendita con riserva di gradimento Vendita con riserva di proprietà Vendita di cosa altrui Vendita di cosa futura Vendita di cose mobili Vendita di eredità Vendita di hardware Vendita di immobili Vendita di multiproprietà Vendita di prodotti agricoli e alimentari Vendita sottoposta a condizione

5 Hanno collaborato 3 HANNO COLLABORATO PROF.SSA ADRIANA ADDANTE Professore aggregato nell Università di Foggia; Avvocato in Bari PROF. GIUSEPPE COLANGELO Professore aggregato nell Università della Basilicata AVV. ALESSANDRA ANGIULI di Bari; Avvocato in Bari PROF. VINCENZO COLONNA Professore aggregato nell Università di Foggia AVV. CAMILLA BALDASSARRE Dottoranda di ricerca nell Università di Bari; Avvocato in Taranto AVV. FRANCESCO CORLETO Dottore di ricerca nell'università di Macerata; Avvocato in Bari AVV. SERGIO BARBARO Dottore di ricerca nell'università di Bari; Avvocato in Taranto AVV. MARIELLA CUCCOVILLO di Foggia; Avvocato in Trani AVV. MARCO BELLEZZA Dottorando di ricerca nell'università di Bari; Avvocato in Bari AVV. FRANCESCA DARDES Assegnista di ricerca nell Università di Bari; Avvocato in Bari AVV. CLAUDIA MORGANA CASCIONE Assegnista di ricerca nell Università di Roma 3; Avvocato in Bari AVV. MICHELE DELLA CHIESA di Bari; Avvocato in Bari AVV. CHIARA CAVAJONI Assegnista di ricerca nell'università d Milano; Avvocato in Milano AVV. FIAMMETTA CERIO di Bari; Avvocato in Bari AVV. COSIMO DI BITONTO Avvocato in Milano AVV. LORETTA DI GIOVANNI di Bari; Avvocato in Bari

6 4 Hanno collaborato DOTT.SSA ROSA FUNCIELLO Cultore della materia nell Università di Roma 3 AVV. CINZIA MARSEGLIA di Foggia; Avvocato in Foggia DOTT.SSA AMARILLIDE GENOVESE Ricercatore confermato nell Università di Bari AVV. RACHELE MARSEGLIA Borsista di post dottorato nell'università di Bari; Avvocato in Bari PROF. MASSIMILIANO GRANIERI Professore aggregato nell Università di Foggia DOTT.SSA GIULIA OREFICE Dottorando di ricerca nell'università di Pisa AVV. EZIO GUERINONI di Milano; Avvocato in Milano DOTT.SSA LEA LIDIA LAVITOLA Foro di Milano DOTT.SSA MARIA CECILIA PAGLIETTI Ricercatore nell Università di Roma 3 AVV. MARIA PASTORE Dottoranda di ricerca nell Università di Bari; Avvocato in Taranto AVV. FEDERICO GUGLIELMO LELLA Dottore di ricerca nell Università di Bari; Avvocato in Taranto DOTT. GIANLUCA PETTI di Foggia; Magistrato onorario in Foggia AVV. DANIELA MAFFEI di Bari; Avvocato in Bari AVV. ARTURO PIRONTI Assegnista di ricerca nell Università di Foggia; Avvocato in Foggia AVV. VIVIANA MANCINELLI di Bari; Avvocato in Taranto DOTT.SSA FRANCESCA PULITI Cultore della materia nell Università di Roma 3 AVV. BENEDETTA MANFREDONIA Assegnista di ricerca nell Università di Bari; Avvocato in Bari AVV. PAOLA QUARTICELLI di Foggia; Avvocato in Foggia

7 Hanno collaborato 5 PROF. AVV. MARIANO ROBLES Professore aggregato nell Università di Bari; Avvocato in Bari DOTT. MARCO ROSSETTI Magistrato applicato all'ufficio Massimario della Corte di cassazione AVV. VALERIO SANGIOVANNI di Heidelberg; Avvocato in Milano e Rechtsanwalt in Francoforte sul Meno AVV. LORENZO SCARANO di Bari; Avvocato in Taranto PROF. MARIA STEFANIA SCARDIGNO Professore aggregato nell Università di Bari AVV. ANNA TODESCAN Avvocato in Roma AVV. AURORA TORELLI Dottoranda nell Università di Milano Bicocca; Avvocato in Lucera AVV. FRANCESCO TOSCHI VESPASIANI Avvocato in Firenze DOTT. ENZO MARIA TRIPODI Coordinatore INDIS-Unioncamere DOTT.SSA MARIALETIZIA VARRICCHIO Cultore della materia nell Università di Roma 3 AVV. ELISABETTA VIANELLO Avvocato in Bologna DOTT. FRANCESCO SCARONGELLA Dottorando di ricerca nell Università di Foggia PROF. DOMENICO VITI Professore associato nell Università di Foggia AVV. DARIO SCARPA Avvocato in Napoli DOTT.SSA VERA VOZZA Dottoranda di ricerca nell Università di Bari AVV. ALBERTO MARIA SCHIAVONE Avvocato in Milano AVV. SERGIO SISIA Avvocato in Milano

8 6 CONTRATTI FORMULARIO COMMENTATO Fonti normative: Artt c.c. FIDEIUSSIONE A) INQUADRAMENTO SISTEMATICO: 1. Profili strutturali e funzionali della fideiussione - 2. Forma e prova della fideiussione - 3. Carattere accessorio della fideiussione - 4. I rapporti tra creditore e fideiussore - 5. I rapporti tra fideiussore e debitore - 6. Fideiussio fideiussionis: natura e responsabilità del fideiussore di secondo grado - 7. L istituto della confideiussione e il beneficio della divisione fra più fideiussori - 8. Fideiussione omnibus e determinabilità dell oggetto. Le modifiche della l , n. 154 e il problema dei rapporti preesistenti - 9. L estinzione della fideiussione. 1. Profili strutturali e funzionali della fideiussione 1 Sebbene l art c.c. non offra una definizione di fideiussione, limitandosi a descrivere una delle parti del rapporto obbligatorio (il fideiussore), è innegabile la sua riconducibilità nell alveo delle garanzie personali (di cui la fideiussione rappresenta l archetipo) anche in virtù dell uso dell avverbio personalmente. Altrettanto inequivoco è il riferimento alla manifestazione di volontà del debitore riconducibile, secondo l orientamento prevalente, a una proposta contrattuale, sufficiente a impegnare il fideiussore, pur in mancanza di accettazione da parte del creditore, secondo lo schema del contratto unilaterale da concludersi ex art c.c.; ove invece si ravvisino nell offerta del fideiussore gli estremi della promessa, il modello generale di riferimento non potrà che essere quello della promessa unilaterale ex art c.c. [per tutti, v. MACARIO (20), 127 s.]. Dato comune ad entrambe le impostazioni è comunque rappresentato dall estraneità del debitore al perfezionamento del contratto, che si ricava a fortiori dal c. 2 dell art c.c., nella misura in cui si ribadisce l efficacia della fideiussione, anche se il debitore non è a conoscenza, nonché dalla norma che disciplina il regresso del fideiussore ex art c.c., attribuendo al garante solvens il diritto di rivalersi sul debitore principale, indipendentemente dalla conoscenza che questi abbia dell esistenza di un rapporto di garanzia. 2 Quanto alla natura del contratto, da ricondurre alla categoria dei contratti a e- secuzione differita [FRAGALI (16), 33; GIUSTI (17), 85], è da escludere

9 Fideiussione 7 l inquadrabilità della fideiussione nel novero dei rapporti lato sensu di durata, poiché nella fideiussione, a differenza di quanto accade nei rapporti di durata, l elemento temporale, limitandosi a fissare il momento dell esecuzione, non incide sulla funzione del contratto, dal momento che il rapporto di garanzia realizza la sua funzione tipica, nel senso di rafforzare la tutela al creditore, sin dal momento della sua costituzione [per tutti, MACARIO (20), 59]. 2. Forma e prova della fideiussione 1 Pur non richiedendo formule sacramentali, la volontà diretta a prestare fideiussione deve essere espressamente dichiarata e risultare senza incertezze e ambiguità [sulla chiarezza e inequivocità della manifestazione di volontà: FRAGALI (16), 184; G. BOZZI (4), 211 s.]. Secondo la dottrina dominante, dunque, che rinviene la ratio dell art c.c., nel consentire al fideiussore di rendere una dichiarazione frutto di una decisione ponderata [così, RAVAZZONI (31), 37] e - di conseguenza - nel privare di ogni rilevanza le dichiarazioni non caratterizzate dalla serietà dell impegno di garantire, come, ad esempio, raccomandazioni o semplici pareri resi da terzi al creditore sulla solvibilità del debitore [in tale seconda direzione, CICCAGLIONE (9), 618], la forma scritta non sarebbe necessaria. 2 Quanto al regime probatorio, l opinione dominante è nel senso dell ammissibilità della prova presuntiva. Poiché il negozio di fideiussione è a forma libera, secondo l orientamento dottrinale e giurisprudenziale prevalente la fideiussione può essere accertata con qualsiasi mezzo di prova, ivi compresa la prova per presunzioni [in tal senso, già nel vigore del codice civile del 1865: CAMPOGRANDE (6), 189 s.; successivamente, v. FRAGALI (16), 138, contra BIANCA (2), 475]. 3. Carattere accessorio della fideiussione 1 La centralità del principio di accessorietà nella disciplina della fideiussione e- merge agevolmente dal complesso delle vicende inerenti il rapporto fideiussorio, condizionate dal legame intercorrente tra l obbligazione fideiussoria e principale, al punto che quest ultima influenza le sorti della prima dalla fase geneti-

10 8 CONTRATTI FORMULARIO COMMENTATO ca sino alla fase estintiva [negli stessi termini, in dottrina, v. RAVAZZONI (31), 52]. Nella fase genetica, costituisce applicazione del principio di accessorietà l art c.c. La norma prevede l invalidità dell obbligazione di garanzia nell ipotesi di invalidità dell obbligazione principale, con l unico limite dei casi in cui la fideiussione sia prestata dall incapace. Il problema della derogabilità dell art c.c. è stato affrontata in maniera più corretta dalla dottrina rispetto all approccio più semplicistico della giurisprudenza [MACARIO (20), 211], impostando la questione in termini di qualificazione del contratto. In quest ultima direzione, argomentando dall indefettibilità del principio di accessorietà, taluno deriva la qualifica del contratto con clausola di sopravvivenza come contratto atipico, ovvero come nuovo tipo di contratto con causa di garanzia [in tal senso, PORTALE (29), 1047 ss.; NATUCCI (26), 15 s.; contra, a favore della tesi che ravvisa nella clausola in esame una mera deroga all accessorietà, restando, peraltro, inalterata la natura del contratto di fideiussione: FRAGALI (16), 63; CAMPOBASSO (6), 140 s.]. Lo stretto collegamento fra il rapporto principale e quello accessorio determina altresì l identità dell oggetto dell obbligazione garantita e di quella fideiussoria, ai sensi dell art c.c. [MACARIO (20), 185]. In ossequio al principio di accessorietà che informa la disciplina della fideiussione in tutti i suoi aspetti, l estinzione dell obbligazione principale determina l estinzione dell obbligazione accessoria. Il principio di accessorietà - corroborato da quello di solidarietà (su cui v. infra) - dell obbligazione fideiussoria è pure alla base della regola posta dall art c.c. in tema di rapporti fra fideiussore e creditore, secondo cui il fideiussore può opporre al creditore tutte le eccezioni che spettano al debitore principale, salva quella derivante dall incapacità. (Omissis) B) FORMULE F115 FIDEIUSSIONE 1. Oggetto della fideiussione Il Signor. dichiara di prestare, come presta, fideiussione in via solidale e indivisibile, per sé o successori, per il pieno e puntuale adempimento di tutte le obbligazioni assunte da con il presente contratto o comunque da esso nascenti fino alla completa estinzione delle stesse, in specie per la restituzione del capitale erogato, per il pagamento dei relativi interessi, anche di mora, ed accessori, per il rimborso delle spese e in genere per

11 Fideiussione 9 qualsiasi altro titolo anche accessorio che si riferisca al presente contratto e all'allegato " ". 2. Estensione della fideiussione La presente fideiussione viene prestata sino a concorrenza dell'importo complessivo di Euro... La fideiussione rimarrà ferma e valida in avvenire, senza bisogno di ulteriori interventi o dichiarazioni del "fideiussore", anche nella ipotesi che l'istituto consentisse proroghe dei pagamenti oppure consentisse eventuali liberazioni, restrizioni o sostituzioni delle eventuali altre garanzie ad esso Istituto conferite con il contratto di finanziamento o successivamente, restando l'istituto anche esonerato dal darne comunicazione al "fideiussore". L Istituto non è tenuto a comunicare al fideiussore la situazione debitoria della impresa finanziata e le sue variazioni, salvo che esso fideiussore richieda di volta in volta sulla situazione suddetta. 3. Escussione Per quanto ad abbondanza il "fideiussore" dichiara espressamente di rinunciare al beneficio della previa escussione della "impresa finanziata" e si obbliga a versare all'istituto, invece della "Impresa finanziata" stessa, dietro semplice invito dell'istituto a mezzo di lettera raccomandata ed entro trenta giorni dall'invito medesimo e anche prima della realizzazione, da parte dell'istituto medesimo, delle eventuali altre garanzie che lo stesso potesse a qualunque titolo detenere, quanto dovuto dalla "Impresa finanziata" nel caso che questa mancasse, per qualsiasi motivo, alla puntuale esecuzione degli obblighi assunti. Resta inoltre convenuto che, in deroga all'art c.c., l Istituto è dispensato dall'onere di agire contro la debitrice principale e gli altri coobbligati entro i termini previsti dalla predetta norma. Luogo, ; data... Firme...

12 10 CONTRATTI FORMULARIO COMMENTATO F116 CONDIZIONI GENERALI UNIFORMI RELATIVE ALLE FIDEIUSSIONI SENZA INDICAZIONE DI LIMITE MASSIMO A GARANZIA DI QUALUN- QUE OPERAZIONE BANCARIA (FIDEIUSSIONE OMNIBUS) (1) Spett. le. Con la presente, (vi comunico di costituirmi fideiussore) oppure (vi comunichiamo di costituirci fideiussore) del Signor. e dei suoi successori o aventi causa, sino alla concorrenza dell importo di Euro per l adempimento delle obbligazioni verso codesta banca, dipendenti da operazioni bancarie di qualunque natura, già consentite o che venissero in seguito consentite al predetto nominativo o a chi gli fosse subentrato, quali, ad esempio, finanziamenti sotto qualsiasi forma concessi, aperture di credito, aperture di crediti documentari, anticipazioni su titoli, su crediti o su merci, sconto o negoziazione di titoli cambiari o documenti, rilascio di garanzie a terzi, deposito cauzionali, riporti, compravendita titoli e cambi, operazioni di intermediazione o prestazioni di servizi. La fideiussione garantisce inoltre qualsiasi altra obbligazione che il debitore principale si trovasse in qualunque momento ad avere verso codesta banca in relazione a garanzie già prestate o che venissero prestate dallo stesso debitore a favore di codesta banca nell interesse di terzi, fermo restando per le garanzie fideiussorie quanto previsto dall art c.c. La presente fideiussione è regolata dalle seguenti condizioni: 1. Oggetto della garanzia La fideiussione garantisce tutto quanto dovuto dal debitore per capitale, interessi, anche se moratori ed ogni altro accessorio, nonché per ogni spesa anche di carattere giudiziario ed ogni onere tributario. 2. Solidarietà e indivisibilità delle obbligazioni Le obbligazioni derivanti dalla fideiussione nei confronti della banca si intendono assunte in via solidale e indivisibile anche per gli eventuali aventi causa a qualsiasi titolo dal fideiussore stesso.

13 Fideiussione Recesso dalla garanzia Il recesso del fideiussore della garanzia non è efficace nei confronti della banca finché questa non abbia ricevuto la relativa comunicazione inviata a mezzo di lettera raccomandata, telegramma, telefax oppure la stessa sia stata presentata allo sportello presso cui è intrattenuto il rapporto e. (2) Il fideiussore risponde, oltre che delle obbligazioni del debitore in essere al momento in cui il recesso è efficace nei confronti della banca, ai sensi del precedente c. 1, di ogni altra obbligazione che venisse successivamente a sorgere o a maturare esclusivamente in dipendenza dei rapporti esistenti al momento suindicato. Per quanto concerne i rapporti di apertura di credito intrattenuti col debitore, il fideiussore può recedere dalla fideiussione, con l effetto che il fideiussore stesso sarà tenuto in ogni caso a garantire il debito esistente al momento in cui il recesso medesimo è divenuto efficace ai sensi del precedente c. 1 e sia decorso il termine di presentazione degli assegni emessi dal debitore e ancora in circolazione. 4. Informazioni sull andamento del rapporto garantito Il fideiussore avrà cura di tenersi al corrente delle condizioni patrimoniali del debitore e, in particolare, di informarsi presso lo stesso dello svolgimento dei suoi rapporti con la banca. La banca è comunque tenuta, a richiesta del fideiussore, a comunicargli entro i limiti dell importo dallo stesso garantito, l entità dell esposizione complessiva del debitore, quale ad essa risultante al momento della richiesta, nonché, previo ottenimento da parte del fideiussore del consenso scritto del debitore principale, ulteriori informazioni concernenti l esposizione stessa. Indipendentemente da quanto disposto dal precedente c. 2, la banca comunica al fideiussore - nei limiti e alle condizioni ivi previsti - le medesime informazioni con cadenza.. e secondo le modalità di comunicazione indicate nell allegato modulo. 5. Pagamento del fideiussore

14 12 CONTRATTI FORMULARIO COMMENTATO Il fideiussore è tenuto a pagare immediatamente alla banca, a semplice richiesta scritta, quanto dovutole per capitale, interessi, spese, tasse ed ogni altro accessorio. In caso di suo ritardo nel pagamento, il fideiussore è tenuto a corrispondere alla banca gli interessi moratori nella stessa misura ed alle stesse condizioni previste a carico del debitore. L eventuale decadenza del debitore dal beneficio del termine si intenderà automaticamente estesa al fideiussore. Dell avvenuta decadenza la banca dà tempestiva comunicazione al fideiussore. 6. Recesso dal rapporto garantito La banca esercita la facoltà di recedere dai rapporti con il debitore secondo le modalità e i termini contrattualmente previsti. 7. Efficacia della fideiussione La fideiussione ha pieno effetto indipendentemente da qualsiasi garanzia, personale o reale, già esistente o che fosse in seguito prestata a favore della banca nell interesse del debitore medesimo. Quando vi sono più fideiussori, ciascuno di essi risponde per l intero ammontare del debito, anche se le garanzie sono state prestate con un unico atto e l obbligazione di alcuno dei garanti è venuta a cessare o ha subito modificazioni, per qualsiasi causa e anche per remissione o transazione da parte della banca. 8. Invio della corrispondenza al fideiussore L invio al fideiussore di lettere, le eventuali notifiche e qualunque altra dichiarazione o comunicazione della banca - anche relative al presente contratto - saranno fatti al fideiussore con pieno effetto all ultimo indirizzo comunicato per iscritto. 9. Segnalazione della garanzia Il fideiussore autorizza espressamente la banca a segnalare la presente fideiussione, se richiesta, alla società di revisione incaricata dal debitore del controllo contabile e della certificazione dei suoi bilanci.

15 Fideiussione Clausola non applicabile ai consumatori Alla fideiussione prestata da un soggetto che riveste la qualità di consumatore ai sensi dell artt bis, c. 2 c.c., a favore di un soggetto che rivesta la medesima qualità fatto salvo diverso specifico accordo in tal senso con il fideiussore stesso non si applica quanto previsto dall art. 5, c. 1 (pagamento a semplice richiesta ). Luogo, ; data... Firme... Note: (1) È riprodotta la traccia di fideiussione omnibus concordata tra ABI e associazione dei consumatori, come emendata a seguito del Provvedimento della Banca d Italia , n. 55 (Circolare ABI, , n. 4231). (2) La clausola va integrata prevedendo il termine trascorso il quale diviene efficace nei confronti della banca la comunicazione di recesso. C) GIURISPRUDENZA: 1. Fideiussione: caratteri generali - 2. Carattere accessorio della fideiussione. La c.d. clausola di sopravvivenza. Oggetto e reviviscenza della fideiussione - 3. Rapporti tra più fideiussori: fideiussione solidale - 4. Fideiussione del fideiussore (o fideiussione di secondo grado) e fideiussione al fideiussore. Confideiussione - 5. Fideiussione omnibus - 6. Estinzione della fideiussione. 1. Fideiussione: caratteri generali 1 Sotto il profilo soggettivo, si segnala la nota sentenza della Suprema Corte che ha concluso per l applicabilità dell art. 33 c. cons. inerente la disciplina sulle clausole vessatorie nei contratti con i consumatori, ove la fideiussione acceda ad un contratto avente ad oggetto la cessione di beni o la prestazione di servizi [C , n , RFI 2005, voce Fideiuss. e mand. cred., n. 22]. In altra ipotesi, la Cassazione ha concluso per l efficacia della clausola di deroga alla competenza territoriale, trattandosi di un fideiussore, amministratore unico della società garantita [C , n. 314, FI 2001, I, 1589, nt. PALMIERI; GC 2001,

16 14 CONTRATTI FORMULARIO COMMENTATO 2149, nt. DI MARZIO]. Si ricorda che la Cassazione ha concluso per l inapplicabilità della disciplina sulle clausole vessatorie ai contratti di fideiussione bancaria stipulati anteriormente, stante il principio generale di irretroattività della legge [C n , RFI 2003, voce Contratto, n. 353]. Si segnala ancora per la peculiarità sotto il profilo soggettivo, una recente sentenza della Corte [C , n , BBTC 2008, II, 4099, nt. BARILLÀ], nella cui massima si legge: "[l]a società di persone, anche se sprovvista di personalità giuridica, costituisce un distinto centro di interessi e di imputazioni di situazioni sostanziali e processuali, dotato di una propria autonomia e capacità processuale. In forza di tale autonomia, così come è legittimato ad agire in giudizio per gli interessi della società e far valere diritti, ovvero per contestare eventuali obblighi ad essa ascritti, è esclusivamente il soggetto che riveste la qualità di legale rappresentante, e così come riguardo ad esse è configurabile una responsabilità degli amministratori nei confronti dei singoli soci, oltre che verso la società, allo stesso modo deve ritenersi che la fideiussione prestata dal socio a favore della società, proprio per effetto della rilevata autonomia patrimoniale e della distinzione di sfere giuridiche, rientra tra le garanzie prestate per le obbligazioni altrui, secondo lo schema delineato dall art c.c.". 2 Quanto al profilo strutturale, l estraneità del debitore alla vicenda perfezionativa del contratto è affermazione assolutamente consolidata in giurisprudenza [C , n , RFI 2006, voce Fideius. e mand. cred., n. 13; C , n. 8064, GI 1993, I, 1, 1296; C , n. 2456, GC 1985, I, 466]. Va da sé che, ove non espressamente contemplate nel contratto, non possano assumere rilievo le intese tra fideiussore e debitore [C n. 1525, BBTC 1985, II, 467]. 3 In ordine ai requisiti formali, la giurisprudenza - sia di merito che di legittimità - maggioritaria esclude, anzitutto, che sia indispensabile la forma scritta, purché la volontà del fideiussore di obbligarsi in luogo d altri risulti percepibile al creditore in maniera inequivocabile, ovvero senza possibilità di dubbio [C , n. 8471, RFI 1994, voce Fideius. e mand. cred., n. 21; T Milano , BBTC 1988, II, 532; C n. 4314, RFI 1974, voce Fideius. e mand. cred., n. 7, che sostiene la necessità di espressioni atte ad esteriorizzare immediatamente e direttamente, in modo chiaro ed inequivoco, la volontà del garante di adempiere l obbligazione analoga a quella del debitore ; risalendo indietro nel tempo: C , n. 2309, RFI 1954, voce Fideiussione, n. 7;

17 Fideiussione 15 nella giurisprudenza di merito, da ultimo, v. C App. Cagliari , RGSarda 2005, n. 87, nt. CORRIAS]. Sono perciò ammessi tutti i mezzi di prova [C , n. 8922, RFI 1998, voce Fideiuss. e mand. cred., n. 21; C , n , GI 1994, I, 1, 1649, la cui massima così recita: "la garanzia personale che, ai sensi dell art c.c., il mediatore può prestare per l adempimento delle prestazioni di una delle parti del contratto concluso per il suo tramite, è regolata dai principi propri della fideiussione e, ai sensi dell art. 1937, deve, quindi, risultare da una volontà espressa: che, cioè, anche se non sono necessarie la forma scritta o le formule sacramentali, sia espressamente manifestata in un patto del quale è possibile la prova con ogni mezzo, ed anche, quindi con testimoni o per presunzioni"]. Scendendo nel dettaglio dei singoli mezzi di prova per l ammissibilità del deferimento del giuramento suppletorio è una sentenza di legittimità risalente [C , n. 2820, RFI 1954, voce Fideiussione, n. 9], mentre nel senso dell ammissibilità della prova presuntiva è la giurisprudenza dominante [C , n , RFI 2007, voce Fideiuss.e mand. cred., n. 16; C , n , GI 1994, I, 1, 1649, nt. PERNAZZA; C , n. 2369, FI 1985, I, 2383, nt. PROTO PISANI; T Milano , BBTC 2006, II, 545]. (Omissis). D) BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE: (1) ARU, Della fideiussione, Obbligazioni, Com. DF, II, 2, 1949; (2) BIANCA, Diritto civile, V, La responsabilità, Milano, 1994; (3) BONFATTI, Effetti diretti ed indiretti della disciplina della trasparenza sulle fideiussioni bancarie, DBMF 1994, I, 3; (4) BOZZI G., La fideiussione, le figure affini e l anticresi, Tr. RES, XIII, 2ª ed., Torino, 2007, 207 ss.; (5) CAMPOBASSO, Coobbligazione cambiaria e solidarietà disuguale, Napoli, 1974; (6) CAMPOGRANDE, Trattato della fideiussione nel diritto odierno, Torino, 1902; (7) CARBONE, La fideiussione. Rassegna di dottrina e giurisprudenza, DG 1958, 321; (8) CHIANALE, voce Fideiussione, DI civ.,vii, Torino, 1992, 254; (9) CICCAGLIONE, voce Fideiussione, EGI, VI, Milano, 1903; (10) DI MAJO, La nullità, in DI MAJO-FERRI-FRANZONI, Il contratto in generale, Tr. BES., XIII, 7, Torino, 2002, 31; (11) DI SABATO, Fideiussione e negozi di assunzione del debito altrui: criteri d interpretazione, RDC 1961, II, 490; (12) DOLMETTA, Fideiussioni chiuse e legge sulla trasparenza: una massima della Cassazione, BBTC 1993, II, 240; (13) D ORAZI FLAVONI, Fideiussione, mandato di credito, anticresi, Tr. GSP, Milano, 1961; (14) FALASCHI, L art c.c.: fideiussione e mandato di credito, FI 1958, IV, 185; (15) FALQUI MASSIDDA, voce Fideiussione, EGT, XIV, Roma, 1989; (16) FRAGALI, Della Fideiussione, Com. S.B., Bo-

18 16 CONTRATTI FORMULARIO COMMENTATO logna-roma, 1968; (17) GIUSTI, La fideiussione ed il mandato di credito, Tr. CM, XVIII, 3, Milano, 1998; (18) GRIPPO-PACCHI-PASQUARIELLO-VALIGNANI, Le garanzie personali, Tr. BES., XI, 1, Torino, 2007; (19) LOBUONO, I contratti di garanzia, Tr. CNN, Napoli, 2006; (20) MACARIO, Garanzie personali, Tr. SAC., Torino, 2009; (21) MARICONDA, Fideiussione omnibus, irretroattività della novella, clausola a prima richiesta, CG 1993, 695; (22) MASTROPAO- LO-CALDERALE, Fideiussione e contratti di garanzia personale, in AA.VV., I contratti di garanzia, a cura di F. MASTROPAOLO, Tr. RG, Torino, 2006; (23) MICCIO, Della fideiussione, Com. Utet, IV, Torino, 1959, 408; (24) MONTICEL- LI, Garanzie personali, Tr. CNN, III, 19, Napoli, 2005; (25) MORETTI, La fideiussione, GSDCC, Torino, 1980, 51; (26) NATUCCI, Astrazione causale e contratto autonomo di garanzia, Padova, 1992; (27) PETTI, La fideiussione e le garanzie personali del credito, 2ª ed., Padova, 2006; (28) PONTIROLI, voce Fideiussione omnibus, DI civ., agg., Torino, 2000, 373 ss. ; (29) PORTALE, Fideiussione e Garantievertrag nella prassi bancaria, in Le operazioni bancarie, a cura di ID., Milano, 1978, II, 1052 ss.; (30) RAVAZZONI, Sulla c.d. polizza fideiussoria, FI 1958, I, 1311; (31) ID., Le garanzie dell obbligazione, Parma, 1993; (32) RIVOLTA, Le nuove disposizioni sulla fideiussione, RDC 1992, II, 675; (33) RUBINO, Obbligazioni alternative. Obbligazioni in solido. Obbligazioni divisibili ed indivisibili, Com. S.B., Bologna-Roma, 1957; (34) SACERDO- TI, Aspetti delle assicurazioni delle cauzioni nel mercato assicurativo italiano, ASS 1956, I, 278; (35) SALVESTRONI, La solidarietà fideiussoria, Padova, 1977; (36) ID., Fideiussioni speciali atipiche o miste e solidarietà attenuata, BBTC 1982, I, 1085; (37) STOLFI, Natura giuridica dell assicurazione cauzioni, ASS 1958, I, 61; (38); TAMBURRINO, Appunti sulla natura e sulla disciplina della cosiddetta assicurazione fideiussoria, ASS 1970, I, 523; (39) TOMMASINI, voce Invalidità (dir. priv.), ED, XXII, Torino, 1992, 575.

19 Della stessa collana: Codici - Codice di procedura civile commentato a cura di C. Consolo - Codice penale commentato a cura di E. Dolcini e G. Marinucci - Codice di procedura penale commentato a cura di A. Giarda e G. Spangher - Codice commentato del fallimento diretto da G. Lo Cascio - Codice commentato delle società a cura di L. De Angelis, G. Bonfante, D. Corapi, R. Rordorf, V. Salafia - Codice del processo amministrativo commentato a cura di R. De Nictolis Formulari - Lavoro - Formulario commentato a cura di A. Maresca, R. Romei, L. Failla, M. Brisciani, P. Rausei - Diritto di famiglia - Formulario commentato a cura di M. Trimarchi, P. Corder - Processo civile. Il processo di cognizione - Formulario commentato a cura di C. Consolo, V. Mariconda, P. Pototschnig - Processo civile. Il processo di esecuzione - Formulario commentato a cura di C. Consolo, M. Ferro - Processo civile. I procedimenti speciali - Formulario commentato a cura di C. Consolo, V. Mariconda - Atti difensivi penali - Formulario commentato a cura di S. Corbetta e G. Spangher - Atti societari - Formulario commentato a cura di V. Salafia I Contratti Mensile di dottrina, giurisprudenza e pratiche contrattuali Periodicità: mensile Direzione scientifica: Umberto Breccia, Ugo Carnevali, Giovanni D Amico, Francesco Macario, Claudio Scognamiglio Comitato di redazione: Christian Romeo Grazie all ampia rilevanza data alla giurisprudenza, alla contrattualistica nazionale e internazionale e alle problematiche connesse all arbitrato, la Rivista fornisce una risposta autorevole, completa e tempestiva all esigenza informativa in materia. Particolare attenzione è dedicata all analisi dei profili applicativi della disciplina del contratto in generale e delle singole fattispecie, compresi gli aspetti fiscali. La rubrica Dibattiti mette a confronto i massimi Esperti del settore su tematiche di particolare interesse e offre spunti di riflessione utili ad agevolare e alimentare la discussione con i lettori. Arricchiscono la Rivista, gli Itinerari della giurisprudenza e gli Osservatori di giurisprudenza di legittimità e di merito.

20 CONTRATTI FORMULARIO COMMENTATO con Cd-Rom 2011, pagg. 2432, 150,00 a cura di Francesco Macario Per maggiori informazioni ed acquisti, rivolgersi a: - il suo agente di zona per conoscere la sua agenzia di riferimento: Ipsoa tel Cedam tel UTET Giuridica tel (0,14 al minuto iva inclusa) - la sua libreria professionale di fiducia per indicazioni sulla libreria più vicina: il servizio librerie tel il servizio informazioni commerciali: tel fax per il suo acquisto on line TIMBRO

Parte Prima LE OBBLIGAZIONI

Parte Prima LE OBBLIGAZIONI INDICE SOMMARIO Parte Prima LE OBBLIGAZIONI Capitolo I Le obbligazioni 1. La nozione di obbligazione.... 3 2. Le obbligazioni naturali.... 8 3. Complementarità e complessità delle posizioni... 10 4. La

Dettagli

Indice sommario. Parte Prima Profili generali

Indice sommario. Parte Prima Profili generali Indice sommario Introduzione (di Vincenzo Cuffaro) XI Parte Prima Profili generali Capitolo I (di Antonio Di Biase) 3 Le disposizioni generali 1. La fideiussione: inquadramento generale. La «personalità»

Dettagli

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione

Indice sistematico. Parte I Il contratto di leasing. Introduzione Introduzione Parte I Il contratto di leasing 1 Premessa... 15 2 Il leasing nelle sue diverse forme... 16 3 Il leasing operativo e le sue principali caratteristiche... 17 4 Limiti soggettivi per le società

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO GARANZIE RICEVUTE INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO GARANZIE RICEVUTE INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa - Iscritta all albo delle Società Cooperative n. A166229 Sede legale: via D. Alighieri, 2-31022 Preganziol (TV) Tel: 0422/6316

Dettagli

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N.

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Fac simile FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Finpiemonte S.p.A a garanzia della quota di contributo a fondo perduto a titolo di

Dettagli

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N.

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Modello 2 FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Finpiemonte S.p.A a garanzia della quota di contributo a fondo perduto a titolo di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA

FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA FOGLIO INFORMATIVO PER LE PRINCIPALI GARANZIE CHE ASSISTONO LA LOCAZIONE FINANZIARIA DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI (D.LGS.

Dettagli

CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO

CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO INDICE-SOMMARIO XI PREFAZIONE Capitolo Primo IL CODICE CIVILE E LE ALTRE FONTI DEL DIRITTO PRIVATO 1 Presentazione 2 1.1. Diritto privato e diritto pubblico 5 1.2. Fonti del diritto privato 6 1.3. La Costituzione

Dettagli

Prefazione... 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3

Prefazione... 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3 INDICE Prefazione... XVII I LA VENDITA 1 La vendita... 3 1.1 Introduzione al contratto di vendita... 3 2 Obbligazioni del compratore... 7 2.1 Il prezzo: aspetti generali e modalità di adempimento... 7

Dettagli

INDICE SOMMARIO DEL VOLUME

INDICE SOMMARIO DEL VOLUME INDICE SOMMARIO DEL VOLUME Indice per articoli... pag. IX Indice bibliografico...» XV ANTONIO ALBANESE LIBRO QUARTO DELLE OBBLIGAZIONI CAPO VIII DELLA CESSIONE DEL CONTRATTO...» 1 Indice analitico delle

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie... Pag. XI. Capitolo I LA FIDEIUSSIONE IN GENERALE

INDICE SOMMARIO. Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie... Pag. XI. Capitolo I LA FIDEIUSSIONE IN GENERALE Abbreviazioni delle Riviste e delle Enciclopedie... Pag. XI Capitolo I LA FIDEIUSSIONE IN GENERALE 1. La garanzia personale nel diritto romano... Pag. 1 2. Il Codice napoleonico e la codificazione italiana

Dettagli

L imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio / lungo termine alle imprese

L imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio / lungo termine alle imprese Fabrizio Molteni L imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio / lungo termine alle imprese Milano, 25 novembre 2014 1 Inquadramento generale (1/2) Ogni operazione di finanziamento determina normalmente

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR)

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO Sezione I Informazioni sulla banca -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) Alla data del 01/10/2009 BANCA DI RIPATRANSONE CREDITO

Dettagli

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO TIPO di AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO D AFFITTO D AZIENDA Tra i signori: A..., di seguito concedente, nato a..., il..., codice fiscale..., partita IVA..., residente in..., via..., nella sua qualità

Dettagli

SCHEMA DI POLIZZA FIDEJUSSORIA

SCHEMA DI POLIZZA FIDEJUSSORIA PO FESR Campania 2007/2013 Obiettivo Operativo 2.4 Credito e Finanza Innovativa Migliorare la capacità di accesso al credito e alla finanza per l impresa per gli operatori economici presenti sul territorio

Dettagli

4. Cosa può essere oggetto di conferimento nella s.p.a.? Disciplina dei conferimenti in denaro e dei conferimenti di beni in natura o crediti.

4. Cosa può essere oggetto di conferimento nella s.p.a.? Disciplina dei conferimenti in denaro e dei conferimenti di beni in natura o crediti. Le società di capitali 89 anche se non iscritte, vengono ad esistenza pur assumendo la condizione di società irregolari. In particolare, la società in nome collettivo non registrata è irregolare per tutto

Dettagli

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO per la concessione di spazi dei locali destinati alla somministrazione di alimenti e bevande posti all interno del Nuovo Palazzo

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO RISOLVO TUTTO Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe Taranto - Società Cooperativa Via Vittorio Emanuele s.n. 74020

Dettagli

LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI.

LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI. 1 LA FORZA VI COLA TE DEL CO TRATTO E GLI EFFETTI TRA LE PARTI. Art. 1372 c.c.: forza vincolante del contratto. Contenuto: autonomia privata + fonti di integrazione: legge (anche buona fede), usi ed equità,

Dettagli

CircolariABI 27.2. 2001 1. serie Legale n. 12. BILANCI BANCARI (pos. 1205)

CircolariABI 27.2. 2001 1. serie Legale n. 12. BILANCI BANCARI (pos. 1205) BILANCI BANCARI (pos. 1205) Bilanci delle banche con strumenti finanziari quotati sui mercati regolamentati Richiesta di informazioni ai sensi dell art. 114 del d.lgs. 24 febbraio 1998 n. 58 Premessa La

Dettagli

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE Tra le sottoscritte parti: CASALE SPORTIVA SRL, con sede in Mirandola (MO), Via Giovanni Pico, 51, p. iva

Dettagli

carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria)

carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria) carta intestata assicurazione/banca SCHEMA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Fideiussione bancaria/polizza fideiussoria) (indicare denominazione e indirizzo completo della filiale/agenzia emittente la garanzia) Riferimento

Dettagli

SCRITTURA PRIVATA ATTO DI TRANSAZIONE. Tra

SCRITTURA PRIVATA ATTO DI TRANSAZIONE. Tra SCRITTURA PRIVATA ATTO DI TRANSAZIONE Tra - *************** S.p.a., con sede legale in ******* (***), Via ******* n. ***, C.F. ************, in persona del Presidente del C.d.A. e legale rappresentante

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro Spa, tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Sito web

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SENZA RISCHIO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO DECOLLO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y SLOVACCHIA CONTRATTI COMMERCIALI IN SLOVACCHIA di Avv. Francesco Misuraca Contratto di agenzia in Slovacchia La disciplina degli art. 577 e seguenti del Codice commerciale slovacco regola un contratto

Dettagli

Garanzie del creditore

Garanzie del creditore Q Ed. Ipsoa - Francis Lefebvre GARANZIE DEL CREDITORE 799 Garanzie del creditore SOMMARIO Sez. 1 - Fideiussione... 5909 A. Conclusione della fideiussione... 5914 B. Funzionamento... 5965 C. Estinzione...

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO Tra: Sviluppo Lazio S.p.A. (di seguito Sviluppo

Dettagli

FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N.

FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N. Fac simile Spettabile Luogo, data FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N. _ Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Regione Piemonte a garanzia dell erogazione della quota di finanziamento erogato

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

Importo della rata mensile per un capitale di: 30.000,00

Importo della rata mensile per un capitale di: 30.000,00 IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE ANNUNCIO PUBBLICITARIO Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe Taranto - Società Cooperativa Via Vittorio Emanuele s.n. 74020 San Marzano di San

Dettagli

MAYORA STUDI GIURIDICI SALERNO

MAYORA STUDI GIURIDICI SALERNO MAYORA STUDI GIURIDICI SALERNO CORSO ANNUALE MAGISTRATURA ORDINARIA - VII EDIZIONE ANNO DI FORMAZIONE 2015-2016 PROGRAMMA L intento del corso è di fornire ai partecipanti il metodo e gli strumenti necessari

Dettagli

DISCIPLINA DELL AZIENDA

DISCIPLINA DELL AZIENDA Prefazione alla seconda edizione....................... VII Prefazione alla prima edizione........................ IX Avvertenze................................ XIII PARTE PRIMA DISCIPLINA DELL AZIENDA

Dettagli

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO 1. Definizioni Nell ambito delle presenti Condizioni di Finanziamento, ciascuno dei seguenti termini, quando viene scritto con l iniziale maiuscola, sia al singolare che al

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA

FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA Data: 31.05.2015 FOGLIO INFORMATIVO (Trasparenza delle operazioni di prestito e finanziamento D. Lgs. 1/9/1993 n.385-delibera CICR 4/3/2003) CREDITI DI FIRMA FINWORLD s.p.a. GARANZIE PROVVISORIE PER LA

Dettagli

COLLEGIO DI MILANO FATTO

COLLEGIO DI MILANO FATTO COLLEGIO DI MILANO composto dai signori: - Prof. Avv. Antonio Gambaro Presidente - Prof.ssa Antonella Sciarrone Alibrandi Membro designato dalla Banca d'italia - Prof. Avv. Emanuele Lucchini Guastalla

Dettagli

DIREZIONE BILANCIO FINANZA E TRIBUTI SETTORE GESTIONE BILANCIO FINANZIARIO APPUNTI IN MATERIA DI FIDEIUSSIONI

DIREZIONE BILANCIO FINANZA E TRIBUTI SETTORE GESTIONE BILANCIO FINANZIARIO APPUNTI IN MATERIA DI FIDEIUSSIONI DIREZIONE BILANCIO FINANZA E TRIBUTI SETTORE GESTIONE BILANCIO FINANZIARIO APPUNTI IN MATERIA DI FIDEIUSSIONI PREMESSA Il presente lavoro vuole essere un piccolo riassunto dei principali aspetti che è

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO ALLEGATO 4.1 FOGLIO INFORMATIVO Redatto in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente ed in particolare ai sensi dell art. 16 della legge 108/1996, del titolo VI del T.U. Bancario e successive

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Finanziatore Indirizzo Telefono Sito web BANCA

Dettagli

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI

TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CARATE BRIANZA Società Cooperativa

Dettagli

consulenza alle Imprese a 360

consulenza alle Imprese a 360 consulenza alle Imprese a 360 Ai gentili clienti Loro sedi Circolare del 15 gennaio 2010 Oggetto: ULTIMI CHIARIMENTI MORATORIA BANCHE L ABI ha di recente fornito importanti chiarimenti in tema di moratoria

Dettagli

MODELLO DI FIDEIUSSIONE BANCARIA [SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA]

MODELLO DI FIDEIUSSIONE BANCARIA [SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA] MODELLO DI FIDEIUSSIONE BANCARIA [SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA] Spett.le Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del mare Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile, il Clima e l

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONTROLLO SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

ALLE BANCHE CONCESSIONARIE ALLA CONFINDUSTRIA ALL ABI ALL A.N.I.A.

ALLE BANCHE CONCESSIONARIE ALLA CONFINDUSTRIA ALL ABI ALL A.N.I.A. Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE ECONOMICA DIREZIONE GENERALE PER L INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITA IMPRENDITORIALI Prot. 43138 del 21 dicembre 2012 ALLA AGENZIA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI A MEDIO LUNGO TERMINE GARANTITI DA PEGNO SU VALORI MOBILIARI

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI A MEDIO LUNGO TERMINE GARANTITI DA PEGNO SU VALORI MOBILIARI FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI A MEDIO LUNGO TERMINE GARANTITI DA PEGNO SU VALORI MOBILIARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Esperia S.p.A., Sede Legale: Via Filodrammatici, 5-20121 Milano - Capitale Sociale

Dettagli

Art. 1 Oggetto e procedura dell appalto. Art. 2 Norma di salvaguardia. Art. 3 Normativa di riferimento. Art. 4 Vincolatività delle offerte

Art. 1 Oggetto e procedura dell appalto. Art. 2 Norma di salvaguardia. Art. 3 Normativa di riferimento. Art. 4 Vincolatività delle offerte Università per Stranieri di Siena CAPITOLATO D ONERI APPALTO PER LA CONTRAZIONE DI UN MUTUO IPOTECARIO TRENTENNALE A TASSO FISSO PER UN IMPORTO COMPRESO FRA UN MINIMO DI EURO 13.635.204,00 ED UN MASSIMO

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 1 marzo 2013. Prot. n.

CIRCOLARE N. 2/E. Roma, 1 marzo 2013. Prot. n. CIRCOLARE N. 2/E Direzione Centrale Normativa Roma, 1 marzo 2013 Prot. n. OGGETTO: Articolo 13-ter del DL n. 83 del 2012 - Disposizioni in materia di responsabilità solidale dell appaltatore - Circolare

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE ANNUNCIO PUBBLICITARIO MUTUO CHIROGRAFARIO OFFERTO AI CONSUMATORI TASSO INDICIZZATO ALL' EURIBOR 3M/360 260-261 Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe

Dettagli

[SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA / IMPRESA DI ASSICURAZIONI / SOCIETÀ DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA]

[SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA / IMPRESA DI ASSICURAZIONI / SOCIETÀ DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA] Allegato 3 Schema di fideiussione [SU CARTA INTESTATA DELLA BANCA / IMPRESA DI ASSICURAZIONI / SOCIETÀ DI INTERMEDIAZIONE FINANZIARIA] Spett.le Ministero dell ambiente e della tutela del territorio e del

Dettagli

PEGNO SU STRUMENTI FINANZIARI TITOLI CARTACEI BENI O CREDITI VALORE DELL INSIEME

PEGNO SU STRUMENTI FINANZIARI TITOLI CARTACEI BENI O CREDITI VALORE DELL INSIEME Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. PEGNO SU STRUMENTI FINANZIARI TITOLI CARTACEI BENI O CREDITI VALORE DELL INSIEME Sezione I - Informazioni

Dettagli

INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - a...il...c.f......e residente. a...via......n..., tel..., C.F./P.IVA.

INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - a...il...c.f......e residente. a...via......n..., tel..., C.F./P.IVA. INCARICO DI MEDIAZIONE PER VENDITA IMMOBILIARE - IN ESCLUSIVA - ART. 1 - CONFERIMENTO DI INCARICO Con il presente contratto TRA,...nato a...il...c.f......e residente a...via......n..., tel..., oppure Società.,

Dettagli

Regolamento dell Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna B. Ubertini in materia di brevetti.

Regolamento dell Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna B. Ubertini in materia di brevetti. Regolamento dell Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell Emilia Romagna B. Ubertini in materia di brevetti. Titolo I Disposizioni generali Art. 1 (Oggetto) 1. Il presente regolamento

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO. Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) CALCOLO ESEMPLIFICATIVO DELL'IMPORTO DELLA RATA - RINNOVO CASA NON SOCI

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO. Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) CALCOLO ESEMPLIFICATIVO DELL'IMPORTO DELLA RATA - RINNOVO CASA NON SOCI IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE Banca di Credito Cooperativo di MARINA DI GINOSA Viale Ionio s.n. 74025 Ginosa (Frazione Marina di Ginosa) Tel.: 099-8272411 Fax: 099-8272490 Sito web: www.bccmarinadiginosa.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA

FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Buonabitacolo Soc. Coop. Sede legale in Buonabitacolo,via S.Francesco Tel.: 0975-91541/2 Fax:

Dettagli

Premessa... 5. Parte I

Premessa... 5. Parte I INDICE SOMMARIO Premessa... 5 Parte I PERSONE GIURIDICHE - MATRIMONIO - SUCCESSIONI - DIVISIONI USUFRUTTO - SERVITÙ E DIRITTO DI SUPERFICIE - OBBLIGAZIONI 1. Atto costitutivo di associazione culturale

Dettagli

RISCOSSIONE ESATTORIALE NOVITA, QUESTIONI CONTROVERSE E SOLUZIONI PRATICHE

RISCOSSIONE ESATTORIALE NOVITA, QUESTIONI CONTROVERSE E SOLUZIONI PRATICHE MASTER RISCOSSIONE ESATTORIALE NOVITA, QUESTIONI CONTROVERSE E SOLUZIONI PRATICHE Napoli, 25 settembre, 9, 23 ottobre, 6 e 20 novembre 2015 Obiettivi Il Master ha la finalità di fornire agli operatori

Dettagli

Variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse, commissioni e spese) ove contrattualmente previsto.

Variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse, commissioni e spese) ove contrattualmente previsto. Foglio informativo relativo all' APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE Sezione I - Informazioni sulla Banca Banca di Credito Cooperativo di Tarsia (CS) soc. coop. Sede legale e amministrativa: Tarsia (CS),

Dettagli

CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA

CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA CONTRATTO DI CESSIONE D AZIENDA Con la presente scrittura privata, da autenticarsi da parte di notaio ai sensi dell art. 2703 cod. civ. e in ossequio alle previsioni della legge 12 agosto 1993, n. 310,

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO. tra

BOZZA DI CONTRATTO. tra BOZZA DI CONTRATTO tra la società TRM S.p.A., con sede in Torino, in via Livorno n. 60, Partita Iva n., in persona dell Amministratore Delegato, sig.bruno Torresin (qui di seguito denominata TRM ) - da

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia

FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia FOGLIO INFORMATIVO del 01/01/2010 Numero 6 aggiornato al 02/07/2013 Relativo al rilascio di garanzia INFORMAZIONI SUL CONFIDI CONFIDI IMPRESE TOSCANE Società Cooperativa di garanzia collettiva dei fidi

Dettagli

Aprile 2016. Acquisto di crediti da parte di imprese di recupero: norme e dubbi pratici

Aprile 2016. Acquisto di crediti da parte di imprese di recupero: norme e dubbi pratici Aprile 2016 Acquisto di crediti da parte di imprese di recupero: norme e dubbi pratici Giuseppe Roddi Premessa Da circa 85 anni il recupero crediti è disciplinato dalla legge e sottoposto al controllo

Dettagli

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione Allegato 3 fidejussione bancaria o polizza assicurativa REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO ATTIVITA PRODUTTIVE Finanziamento agevolato nell ambito dell Asse VII, Linea di Intervento 7.1.1.3 del P.O.R. F.E.S.R.

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Numero verde

Dettagli

Ritardi di Pagamento

Ritardi di Pagamento Ritardi di Pagamento Recepimento Direttiva Late Payments Direttiva 2011/7/UE (Late Payments) Recepita con decreto legislativo 9 novembre 2012, n. 192, recante Modifiche al decreto legislativo 9 ottobre

Dettagli

Foglio Informativo Mutuon Srl

Foglio Informativo Mutuon Srl Foglio Informativo Mutuon Srl Redatto in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente ed in particolare ai sensi dell art.16 della legge 108/1996, del titolo VI-bis del T.U. Bancario e successive

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO

QUANTO PUÒ COSTARE IL CREDITO IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE ANNUNCIO PUBBLICITARIO PRESTITO RISOLVO TUTTO Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe Taranto - Società Cooperativa Via Vittorio Emanuele s.n. 74020

Dettagli

LEZIONE 10 GENNAIO 2014

LEZIONE 10 GENNAIO 2014 LEZIONE 10 GENNAIO 2014 SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA> Come noto, è un ente dotato di personalità giuridica che rientra nel novero delle società di capitali. La riforma ha portato un integrale revisione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

agevolazione prevista dal citato DPR n. 601 del 1973, art. 15, la quale come tutte le disposizioni che prevedono delle agevolazioni tributarie, è

agevolazione prevista dal citato DPR n. 601 del 1973, art. 15, la quale come tutte le disposizioni che prevedono delle agevolazioni tributarie, è RISOLUZIONE N. 121/E Roma, 13 dicembre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Imposta sostitutiva sui finanziamenti a medio e lungo termine DPR 29 settembre 1973, n. 601, articoli 15 e seguenti Contratti

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Prodotto offerto da Banca Nazionale del Lavoro tramite Agenzia Finanziatore Indirizzo Telefono Sito web BANCA

Dettagli

CORSO DI MAGISTRATURA. Le lezioni di Roberto GAROFOLI

CORSO DI MAGISTRATURA. Le lezioni di Roberto GAROFOLI CORSO DI MAGISTRATURA Le lezioni di Roberto GAROFOLI Marco FRATINI DIRITTO CIVILE Volume primo II edizione Aggiornato a: - Divieto del patto commissorio nella più recente giurisprudenza: Cass. civ., Sez.

Dettagli

Fiscal News N. 103. La rilevazione del finanziamento soci. La circolare di aggiornamento professionale 24.03.2015. Premessa

Fiscal News N. 103. La rilevazione del finanziamento soci. La circolare di aggiornamento professionale 24.03.2015. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 103 24.03.2015 La rilevazione del finanziamento soci Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Sotto il profilo giuridico l ordinamento

Dettagli

CONDIZIONI ECONOMICHE

CONDIZIONI ECONOMICHE FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO PER NON CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DELLA MARCA CREDITO COOPERATIVO SOCIETA COOPERATIVA Via G.Garibaldi, 46 - C.P. 47-31010 Orsago TV- Tel. 0438/9931

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811 Fax: 0535/83112

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 69/001

FOGLIO INFORMATIVO N. 69/001 INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al PRESTITO AGRARIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo al PRESTITO AGRARIO FOGLIO INFORMATIVO relativo al PRESTITO AGRARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MASSAFRA SOCIETA COOPERATIVA Via Mazzini, 65 74016 Massafra (TA) Tel.: 0998805055 Fax: 0998806251

Dettagli

Roma, 23 gennaio 2009

Roma, 23 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 15/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 23 gennaio 2009 OGGETTO: Interpello ai sensi dell articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Imposta di bollo sulle comunicazioni riguardanti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA

FOGLIO INFORMATIVO DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA FOGLIO INFORMATIVO Pagina 1 di 5 RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia Documento n 05 - data ultimo aggiornamento APRILE 2010

Dettagli

E. FRASCAROLI SANTI GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Un nuovo procedimento concorsuale, CEDAM, Padova, 2009

E. FRASCAROLI SANTI GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Un nuovo procedimento concorsuale, CEDAM, Padova, 2009 E. FRASCAROLI SANTI GLI ACCORDI DI RISTRUTTURAZIONE DEI DEBITI Un nuovo procedimento concorsuale, CEDAM, Padova, 2009 Chiara Nappini Assegnista di ricerca in diritto commerciale nell Università di Siena

Dettagli

RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 INFORMAZIONI SULLA BANCA

RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 INFORMAZIONI SULLA BANCA RINEGOZIAZIONE MUTUI A TASSO VARIABILE EX ART. 3 D.L. N. 93/2008 SEZ. I) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA (codice ABI 5387.6) Società cooperativa con sede legale e amministrativa

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CESSIONE DEL QUINTO DELLA RETRIBUZIONE DIPENDENTI PRIVATI Condizioni valide dal 27/02/2013 al 31/03/2013

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CESSIONE DEL QUINTO DELLA RETRIBUZIONE DIPENDENTI PRIVATI Condizioni valide dal 27/02/2013 al 31/03/2013 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CESONE DEL QUINTO DELLA RETRIBUZIONE DIPENDENTI PRIVATI Condizioni valide dal 27/02/2013 al 31/03/2013 1. Identità e contatti del finanziatore /intermediario del credito

Dettagli

Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine

Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine Si comunicano l elenco degli oggetti per l iscrizione a ruolo Vedi pagine 1 Stato della persona e diritti della personalità 1.10.001 Interdizione 1.10.002 Inabilitazione 1.10.011 Diritti della personalità

Dettagli

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003)

FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) FOGLI INFORMATIVI (ai sensi della delibera CICR del 4.3.2003) PRESTITO MICROCREDITO CONVENZIONE ABI - CEI INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BRESCIA,

Dettagli

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1 Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra XY, società di diritto italiano, con sede in via n iscritta al Registro delle Imprese di n Partita

Dettagli

(MUCH03a) Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa

(MUCH03a) Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa (MUCH03a) INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa Piazza Risorgimento, 16-82029 San Marco dei Cavoti (BN) Tel.:

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO CONVENZIONE DIPENDENTI AZIENDE CLIENTI BCC

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO CONVENZIONE DIPENDENTI AZIENDE CLIENTI BCC INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo al MUTUO CHIROGRAFARIO CONVENZIONE DIPENDENTI AZIENDE CLIENTI BCC Banca di Credito Cooperativo di Sassano SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale: 84038 Sassano

Dettagli

RISOLUZIONE N. 119 /E

RISOLUZIONE N. 119 /E RISOLUZIONE N. 119 /E Direzione Centrale Normativa Roma, 31 dicembre 2014 OGGETTO: Interpello ordinario, art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Tassazione decreto ingiuntivo con enunciazione di fideiussione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM FOGLIO INFORMATIVO MUTUO SLALOM SEZIONE 1. INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione sociale: UniCredit Banca per la Casa S.p.A. capitale sociale Euro 483.500.000,00 i.v. Codice ABI 03198.9 Banca iscritta

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO relativo al servizio di EFFETTI CAMBIARI A GARANZIA INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI

Dettagli

IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI

IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI IL RISCHIO USURA NELLA CONCESSIONE DEI FINANZIAMENTI BANCARI TRA RESPONSABILITA CIVILI E PENALI Milano, martedì 18 marzo 2014 Spazio Chiossetto, Via Chiossetto 20 DESTINATARI Il workshop è rivolto a banche

Dettagli

(MUCH08) Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa

(MUCH08) Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa (MUCH08) INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO Banca di Credito Cooperativo di San Marco dei Cavoti e del Sannio Calvi Società Cooperativa Piazza Risorgimento, 16-82029 San Marco dei Cavoti (BN) Tel.:

Dettagli

ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI

ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI Pag. 1 / 5 Foglio Informativo ANTICIPI SU CREDITI E FATTURE COMMERCIALI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero verde 800.41.41.41 (e-mail

Dettagli