TESSUTO EPITELIALE TESSUTO CONNETTIVO TESSUTO MUSCOLARE TESSUTO NERVOSO. Epiteli di rivestimento Epiteli ghiandolari Epiteli sensoriali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TESSUTO EPITELIALE TESSUTO CONNETTIVO TESSUTO MUSCOLARE TESSUTO NERVOSO. Epiteli di rivestimento Epiteli ghiandolari Epiteli sensoriali"

Transcript

1 TESSUTO EPITELIALE TESSUTO CONNETTIVO TESSUTO MUSCOLARE TESSUTO NERVOSO Epiteli di rivestimento Epiteli ghiandolari Epiteli sensoriali Tessuto connettivo pr. detto Tessuto adiposo Cartilagine Osso Sangue e linfa Muscolo striato scheletrico Muscolo striato cardiaco Muscolo liscio Neuroni Cellule gliali (nevroglia, glia)

2 stroma parenchima

3 Riepilogo: sulla superficie del corpo Epidermide + derma = cute (epitelio pavim. strat. cheratinizzato) in un organo cavo Epitelio di rivestimento + lamina propria = tonaca mucosa Derma lamina propria

4 TESSUTO CONNETTIVO Cellule + Matrice extracellulare A. Tessuto connettivo embrionale 1. Tessuto connettivo mesenchimale 2. Tessuto connettivo mucoso (es. gelatina di Wharton del cordone ombelicale; polpa dentaria nella vita postnatale) B. Tessuto connettivo propriamente detto 1. Tessuto connettivo lasso o areolare (es. ipoderma, lamina propria delle mucose, sottomucosa, stroma degli organi pieni) 2. Tessuto connettivo denso a) Connettivo denso irregolare (es. derma) b) Connettivo denso regolare 1) fibroso (es. tendini, legamenti) 2) elastico (es. parete arterie) 3. Tessuto reticolare (es. membrana basale, impalcatura dei linfonodi, del midollo osseo e del muscolo liscio 1. Tessuto adiposo C. Tessuto connettivo specializzato Connettivi specializzati 1. Cartilagine 2. Osso 3. Sangue e linfa

5 MATRICE EXTRACELLULARE CELLULE FISSE MIGRANTI Sostanza amorfa Componente fibrillare (con funzione strutturale) Fibroblasti, fibrociti Adipociti Condroblasti, condrociti Osteoblasti, osteociti Proteoglicani (con funzione adesiva) Glicoproteine (con funzione di ancoraggio) Collagene Elastina Globuli bianchi del sangue (Granulociti, linfociti, monociti) Plasmacellule Macrofagi tissutali Mastociti

6 glicosaminoglicano (GAG) formati da polimeri di unità disaccaridiche di aminozuccheri

7 Volume di una molecola di acido ialuronico idratato a paragone di altre molecole con alto PM Matrice extracellulare: componente amorfa

8 Proteoglicano (proteina + GAG)

9 GLICOPROTEINE

10 Matrice extracellulare: componente fibrillare COLLAGENE

11 Matrice extracellulare: componente fibrillare Es: fibre di collagene nel derma

12 Matrice extracellulare: componente fibrillare Struttura delle fibre di collagene

13 Derma dello scalpo

14 Derma del palmo della mano

15 fibrociti Tendine t. connettivo denso a fibre parallele

16 Matrice extracellulare: componente fibrillare Fibre reticolari = collagene non associato in fasci

17 Matrice extracellulare: componente fibrillare collagene Tessuto connettivo embrionale

18

19 Lamina basale

20 Fibre reticolari: tessuto linfoide (impalcatura di sostegno per i linfociti; es. linfonodo)

21

22

23 Matrice extracellulare: componente fibrillare Fibre elastiche vena arteria tonaca media delle arterie

24 tonaca media delle arterie Struttura della fibra elastica: fibrillina + elastina Tonaca intima Tonaca media Tonaca avventizia Sindrome di Marfan

25

26 Tre foglietti primitivi: ectoderma mesoderma entoderma mesenchima

27 La cellula mesenchimale: capostipite di tutte le cellule del connettivo + Elementi figurati del sangue

28 Fibroblasti: responsabili della sintesi e secrezione delle molecole della sostanza intercellulare aminoacidi Fibroblasti al TEM

29 Macrofagi o Istiociti: cellule migranti, attive nel riconoscimento di antigeni estranei all organismo Macrofago vitale Macrofago morto

30 ma anche cellule fisse Sistema dei fagociti mononucleati: Cellule macrofagiche residenti in vari distretti del corpo

31 Macrofagi come APC (dall inglese antigen presenting cell = cellula presentante l antigene) Antigene (proteina ripiegata)

32 Mastociti: responsabili delle reazioni allergiche Granuli contenenti eparina, istamina, proteasi neutre e fattore chemiotattico per gli eosinofili Febbre da fieno Asma

33

34 uniloculare (Grasso bianco) Tessuto adiposo Multiloculare (Grasso bruno)

35

36 Tessuto cartilagineo Cartilagine ialina Cartilagine elastica Cartilagine fibrosa Tessuto osseo Lamellare Alamellare Compatto Spugnoso

37 Cartilagine ialina cellule (condroblasti, condrociti, condroclasti) sostanza intercellulare

38 CARTILAGINE composizione Proteoglicani 15% Collagene 15% Acqua 65% Condrociti 5%

39 pericondrio

40 Pericondrio responsabile dell accrescimento e del mantenimento della cartilagine Strato fibroso esterno Strato interno cellulare (cellule condrogeniche o condroblasti)

41 Condrociti nelle loro lacune: gruppi isogeni

42 matrice cartilaginea componente amorfa: Proteoglicani (detti aggrecani) Glicoproteine adesive (condronectina) componente fibrosa: Collagene (di tipo II)

43 La cartilagine ialina costituisce anche il disco epifisario delle ossa in accrescimento

44

45 La cartilagine ialina riveste le superfici articolari delle ossa

46 Cartilagine elastica (padiglione auricolare, parete della tuba uditiva, epiglottide) pericondrio

47 Cartilagine fibrosa (dischi, menischi, sinfisi pubica)

48 TESSUTO OSSEO Lamellare Alamellare (nel periodo embrionale e durante i processi riparativi)

49 L ossificazione inizia nel feto

50 Composizione dell osso Matrice 98% 30% organica 70% inorganica o minerale Cellule 2% Parte inorganica: calcio e fosforo sotto forma di cristalli di idrossiapatite Parte organica comp. amorfa: proteoglicani (aggrecani) glicoproteine (osteonectina) comp. fibrosa: collagene (di tipo I)

51

52 Cellule dell osso Osteoblasti Osteociti Osteoclasti

53 cellule osteoprogenitrici o osteoblasti spicola ossea

54 Osteoblasti in attività

55 Organizzazione osso spugnoso: Lamelle parallele tra loro ma non organizzate in osteoni

56

57 osso normale osteoporosi

58 ORGANIZZAZIONE OSSO COMPATTO: Lamelle parallele tra loro organizzate in osteoni

59 Organizzazione osso compatto: Lamelle concentriche tra loro organizzate in osteoni

60 Tre ordini di lamelle organizzate in maniera concentrica: Lamelle circonferenziali Lamelle degli osteoni Lamelle del sistema interstiziale (o breccia ossea)

61

62 Le fibre collagene sono parallele tra loro all interno di ciascuna lamella e sono disposte perpendicolarmente tra lamelle adiacenti

63 Osteociti nelle lacune Canalicoli ossei che contengono i prolungamenti citoplasmatici degli osteociti, connessi tra loro da giunzioni comunicanti

64 lacuna nucleo Prolungamenti citoplasmatici Canalicoli ossei Osteocita in una lacuna ossea

65 Osteoclasti si formano nel midollo osseo e derivano dai monociti del sangue La loro attività è controllata dall ormone paratiroideo

66 Osteoclasti Ematossilina/eosina Osteoclasto al SEM

67

epitelio semplice composto

epitelio semplice composto I tessuti 1 Che cos è un tessuto Un tessuto è un raggruppamento di cellule aventi forma struttura e funzioni simili, tenute insieme da una sostanza intercellulare più o meno abbondante e di composizione

Dettagli

Prefazione Presentazione dell edizione italiana

Prefazione Presentazione dell edizione italiana INDICE V Capitolo 28 Indice Autori Prefazione Presentazione dell edizione italiana XI XIII 1 LA CELLULA 1 La cellula 1 Nucleo 7 Citoplasma 17 Complesso di Golgi 21 Mitocondri 24 Lisosomi 28 Perossisomi

Dettagli

CORPO UMANO. CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO ADDOME ARTI SUPERIORI AVAMBRACCIO BRACCIO ARTI INFERIORI MANO

CORPO UMANO. CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO ADDOME ARTI SUPERIORI AVAMBRACCIO BRACCIO ARTI INFERIORI MANO CORPO UMANO CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO FACCIA ARTI SUPERIORI ARTI INFERIORI TORACE ADDOME AVAMBRACCIO BRACCIO MANO COSCIA GAMBA PIEDE EPIDERMIDE Strato corneo Strato germinativo Ghiandole sebacee

Dettagli

-tessuto connettivo propriamente detto, -tessuto cartilagineo, -tessuto osseo, -sangue e linfa. I tessuti connettivali svolgono molteplici funzioni:

-tessuto connettivo propriamente detto, -tessuto cartilagineo, -tessuto osseo, -sangue e linfa. I tessuti connettivali svolgono molteplici funzioni: TESSUTI CONNETTIVALI I tessuti connettivali sono costituiti da cellule polimorfe (autoctone e non autoctone) e da sostanza intercellulare (componente amorfa o fondamentale e componente fibrillare). I tessuti

Dettagli

La biostimolazione, alcuni passaggi obbligati. Durante l invecchiamento

La biostimolazione, alcuni passaggi obbligati. Durante l invecchiamento La biostimolazione, alcuni passaggi obbligati Durante l invecchiamento L invecchiamento è l incapacità di organi, tessuti, cellule e molecole a mantenere la propria integrità funzionale e strutturale perturbata

Dettagli

PROCESSI REGRESSIVI DELLA MATRICE EXTRACELLULARE

PROCESSI REGRESSIVI DELLA MATRICE EXTRACELLULARE PROCESSI REGRESSIVI DELLA MATRICE EXTRACELLULARE Accumulo anomalo di molecole di varia natura nella matrice extracellulare Disorganizzazione del tessuto interstiziale Perdita di funzionalità dell interstizio

Dettagli

Le cellule del corpo non vivono isolate ma si organizzano a formare tessuti

Le cellule del corpo non vivono isolate ma si organizzano a formare tessuti Le cellule del corpo non vivono isolate ma si organizzano a formare tessuti I tessuti studio dei tessuti: è compito dell I STOLOGIA (dal greco istos, tela e logos, discorso). I tessuti UN TESSUTO: è formato

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz

www.fisiokinesiterapia.biz www.fisiokinesiterapia.biz Il tessuto osseo Prof. Fulvio Vitiello malattie metaboliche dell'osso 1 Il tessuto osseo: tessuto connettivo specializzato Funzione meccanica supporto della struttura corporea

Dettagli

Tessuti biologici e approcci di Tissue Engineering. Docente: Prof. Alessandro Sannino

Tessuti biologici e approcci di Tissue Engineering. Docente: Prof. Alessandro Sannino Tessuti biologici e approcci di Tissue Engineering Docente: Prof Alessandro Sannino 1Definizione di tessuto biologico 2Strategie dell ingegneria dei tessuti 3Composizione della matrice extracellulare 4Tipi

Dettagli

Le Distrofie muscolari colpiscono i muscoli scheletrici del paziente

Le Distrofie muscolari colpiscono i muscoli scheletrici del paziente Le Distrofie muscolari colpiscono i muscoli scheletrici del paziente Le Distrofie muscolari colpiscono i muscoli scheletrici del paziente Distrofia dei cingoli Le diverse distrofie dipendono da mutazioni

Dettagli

La pelle: principi di Anatomia e Fisiologia. Maurizia Ghilardi Specialista in Dermatologia e Venereologia

La pelle: principi di Anatomia e Fisiologia. Maurizia Ghilardi Specialista in Dermatologia e Venereologia La pelle: principi di Anatomia e Fisiologia Maurizia Ghilardi Specialista in Dermatologia e Venereologia Elementi di Anatomia La cute Riveste completamente il corpo umano: è uno degli organi più estesi

Dettagli

PROCESSI DI ADESIONE ED ACCRESCIMENTO DEI TESSUTI: BIOMOLECOLE DI INTERESSE APPLICATIVO

PROCESSI DI ADESIONE ED ACCRESCIMENTO DEI TESSUTI: BIOMOLECOLE DI INTERESSE APPLICATIVO Interazione tra Biomateriali e Tessuti Anno Accademico 2004/2005 PROCESSI DI ADESIONE ED ACCRESCIMENTO DEI TESSUTI: BIOMOLECOLE DI INTERESSE APPLICATIVO Premessa Negli ultimi 20 anni, indagini in campo

Dettagli

Biologia della Leadership un neurone fa l azienda? Oscar Pepino, Riccardo Conturbia, Michela Pepino

Biologia della Leadership un neurone fa l azienda? Oscar Pepino, Riccardo Conturbia, Michela Pepino Biologia della Leadership un neurone fa l azienda? Oscar Pepino, Riccardo Conturbia, Michela Pepino Indice Introduzione Conclusioni 2 Introduzione Intendiamo sfruttare il paradigma del corpo umano e delle

Dettagli

VERIFICA La struttura generale e il rivestimento

VERIFICA La struttura generale e il rivestimento ERIICA La struttura generale e il rivestimento Cognome Nome Classe Data I/1 ero o also? Gli organismi unicellulari sono costituiti da tessuti In un organo ci sono tessuti di tipo diverso Un sistema è costituito

Dettagli

«Vita, morte e miracoli della cellula staminale»

«Vita, morte e miracoli della cellula staminale» «Vita, morte e miracoli della cellula staminale» Prof.ssa Gabriella Vannelli Sezione di Anatomia Umana e Istologia Dipartimento di Medicina Sperimentale e Clinica Firenze, 13 marzo 2015 Il lungo e affascinante

Dettagli

1. Biologia del tessuto osseo Pag. 3

1. Biologia del tessuto osseo Pag. 3 La legge n. 382 del 11/7/80 riguardante il riordinamento della docenza universitaria prevede, al I comma dell articolo 73, che al fine del conseguimento del titolo di Dottore di Ricerca il dottorando,

Dettagli

Fonti di cellule staminali pluripotenti: Le cellule staminali possiedono 2 caratteristiche principali: -La massa cellulare interna della blastocisti.

Fonti di cellule staminali pluripotenti: Le cellule staminali possiedono 2 caratteristiche principali: -La massa cellulare interna della blastocisti. possiedono 2 caratteristiche principali: Fonti di cellule staminali pluripotenti: -Si autorinnovano a lungo termine. -Danno origine a tutti i tipi di cellule differenziate. -La massa cellulare interna

Dettagli

www.fisiokinesiterapia.biz I compartimenti staminali nei tessuti: sede, meccanismi, potenzialità terapeutiche

www.fisiokinesiterapia.biz I compartimenti staminali nei tessuti: sede, meccanismi, potenzialità terapeutiche www.fisiokinesiterapia.biz I compartimenti staminali nei tessuti: sede, meccanismi, potenzialità terapeutiche Le cellule staminali dell epidermide Il follicolo pilifero contiene cellule staminali multipotenti

Dettagli

Anatomia e fisiologia della cute. Prof. Benvenuto Giannotti Dipartimento Scienze Dermatologiche Università di Firenze. Cos è la pelle?

Anatomia e fisiologia della cute. Prof. Benvenuto Giannotti Dipartimento Scienze Dermatologiche Università di Firenze. Cos è la pelle? Anatomia e fisiologia della cute Prof. Benvenuto Giannotti Dipartimento Scienze Dermatologiche Università di Firenze Cos è la pelle? 1 Pelle o cute E una membrana (struttura epitelioconnettivale) che riveste

Dettagli

IMMUNOLOGIA. L IMMUNOLOGIA studia i meccanismi messi in atto dal sistema immunitario nella protezione dell'organismo.

IMMUNOLOGIA. L IMMUNOLOGIA studia i meccanismi messi in atto dal sistema immunitario nella protezione dell'organismo. IMMUNOLOGIA L IMMUNOLOGIA studia i meccanismi messi in atto dal sistema immunitario nella protezione dell'organismo. L'IMMUNOPATOLOGIA analizza i casi in cui il sistema immunitario non funziona correttamente:

Dettagli

Costituente principale: Pollo Costituente principale: Agnello Difesa Immunitaria Nutrizione bilanciata Acidi Grassi Essenziali Salute dell apparato dentale Salute del sistema digerente Salute del sistema

Dettagli

Citochine dell immunità specifica

Citochine dell immunità specifica Citochine dell immunità specifica Proprietà biologiche delle citochine Sono proteine prodotte e secrete dalle cellule in risposta agli antigeni Attivano le risposte difensive: - infiammazione (immunità

Dettagli

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli.

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. LE FUNZIONI DEL CORPO UMANO Questo nuotatore ha la bocca aperta. Perché? Perché deve coordinare i movimenti del corpo con una

Dettagli

1. Capacità di autorinnovamento illimitato

1. Capacità di autorinnovamento illimitato 1. Capacità di autorinnovamento illimitato 2. Capacità di dare origine in risposta a stimoli adeguati e specifici a cellule progenitrici di transito dalle quali discendono popolazioni di cellule altamente

Dettagli

CELLULE NON DIFFERENZIATE Si replicano continuamente non specializzate. CELLULE DIFFERENZIATE Specializzate a volte non Si dividono

CELLULE NON DIFFERENZIATE Si replicano continuamente non specializzate. CELLULE DIFFERENZIATE Specializzate a volte non Si dividono CELLULE STAMINALI CELLULE NON DIFFERENZIATE Si replicano continuamente non specializzate CELLULE DIFFERENZIATE Specializzate a volte non Si dividono Le cellule staminali sono delle cellule in grado di

Dettagli

Sistema endocrino 6. Metabolismo del calcio e del fosfato, ormone paratiroideo, calcitonina, vitamina D

Sistema endocrino 6. Metabolismo del calcio e del fosfato, ormone paratiroideo, calcitonina, vitamina D Sistema endocrino 6. Metabolismo del calcio e del fosfato, ormone paratiroideo, calcitonina, vitamina D Prof. Carlo Capelli Fisiologia Generale e dell Esercizio Facoltà di Scienze Motorie, Università di

Dettagli

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Carlo Scataglini SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Il corpo umano, il Sistema Solare

Dettagli

cenni di anatomia del testicolo

cenni di anatomia del testicolo cenni di anatomia del testicolo Il gamete maschile è rappresentato della spermatozoo la produzione e maturazione del gamete maschile avviene nel testicolo Il testicolo fa parte dell apparato riproduttivo

Dettagli

APPARATO TEGUMENTARIO

APPARATO TEGUMENTARIO APPARATO TEGUMENTARIO Comprende: CUTE ANNESSI CUTANEI - E il sistema più esteso dell organismo umano; riveste con continuità l intera superficie corporea e a livello degli orifizi degli apparati digerente,

Dettagli

Calcio, fosforo e magnesio

Calcio, fosforo e magnesio Calcio, fosforo e magnesio Calcio (Ca 2+) elemento più abbondante del corpo umano (dopo O, C, H, N) 1200 g in totale nell uomo adulto di cui 99% nello scheletro Fosforo (P) 850 g totali nel corpo umano

Dettagli

Anatomia Umana Capitolo 22

Anatomia Umana Capitolo 22 L APPARATO CARDIOVASCOLARE: I VASI E LA CIRCOLAZIONE Martini Timmons Anatomia Umana Capitolo 22 COLORE ROSSO: SANGUE OSSIGENATO COLORE BLU: SANGUE NON OSSIGENATO APPARATO CARDIOVASCOLARE: SISTEMA CHIUSOCHE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLTÀ DI FARMACIA. Dipartimento di Scienze del Farmaco

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLTÀ DI FARMACIA. Dipartimento di Scienze del Farmaco UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA FACOLTÀ DI FARMACIA Dipartimento di Scienze del Farmaco DOTTORATO DI RICERCA IN SCIENZE FARMACEUTICHE XXIV ciclo Dott.ssa Lucia Crascì Valutazione dell attività antinfiammmatoria

Dettagli

Modificazioni anatomiche e funzionali nell invecchiamento fisiologico

Modificazioni anatomiche e funzionali nell invecchiamento fisiologico Modificazioni anatomiche e funzionali nell invecchiamento fisiologico L invecchiamento è un processo che nel singolo individuo si accompagna a cambiamenti anatomo- strutturali a carico dei diversi tessuti

Dettagli

Approfondimento Biologia IN QUESTO NOSTRO APPROFONDIMENTO SI PARLERÀ DEI SEGUENTI ARGOMENTI: CELLULE STAMINALI & BIOTECNOLOGIE

Approfondimento Biologia IN QUESTO NOSTRO APPROFONDIMENTO SI PARLERÀ DEI SEGUENTI ARGOMENTI: CELLULE STAMINALI & BIOTECNOLOGIE Approfondimento Biologia IN QUESTO NOSTRO APPROFONDIMENTO SI PARLERÀ DEI SEGUENTI ARGOMENTI: CELLULE STAMINALI & BIOTECNOLOGIE Cellule staminali Le cellule staminali sono cellule primitive,dotate della

Dettagli

Osteointegrazione. Definizione della American Academy of Implants Dentistry:

Osteointegrazione. Definizione della American Academy of Implants Dentistry: Osteointegrazione 1 Osteointegrazione Definizione della American Academy of Implants Dentistry: "Contatto che interviene senza interposizione di tessuto non osseo tra osso normale rimodellato e un impianto

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ. Osservazioni di osso equino al microscopio elettronico a scansione e alla microtomografia 3D

ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ. Osservazioni di osso equino al microscopio elettronico a scansione e alla microtomografia 3D ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ Osservazioni di osso equino al microscopio elettronico a scansione e alla microtomografia 3D Rossella Bedini (a), Pietro Ioppolo (a), Raffaella Pecci (a), Perla Filippini (a),

Dettagli

Organi, sistemi, apparati del corpo umano

Organi, sistemi, apparati del corpo umano Organi, sistemi, apparati del corpo umano -Per organo si intende una parte del ns. corpo di forma definita, separabile e costituita da vari tessuti. Gli organi sono raggruppati in sistemi o apparati. -Il

Dettagli

Medicina rigenerativa e Nanomateriali

Medicina rigenerativa e Nanomateriali Medicina rigenerativa e Nanomateriali Paolo Milani Dipartimento di Fisica dell'università di Milano Focus Medicina Rigenerativa e Nanomateriali Definizione di Medicina Rigenerativa La Medicina Rigenerativa

Dettagli

L'ITALIANO PER LA BIOLOGIA: I MACROFAGI

L'ITALIANO PER LA BIOLOGIA: I MACROFAGI L'ITALIANO PER LA BIOLOGIA: I MACROFAGI ATTIVITÀ 1: IL LESSICO Materiale didattico: - fotografia del testo a pag. 2 ingrandita e proiettata alla lavagna. Agli studenti viene consegnato un foglio con: -esercizio

Dettagli

Danno tessutale. Infiammazione. Meccanismo di difesa. Circoscrizione Eliminazione Riparazione agente agente danni eziologico eziologico tessutali

Danno tessutale. Infiammazione. Meccanismo di difesa. Circoscrizione Eliminazione Riparazione agente agente danni eziologico eziologico tessutali Danno tessutale Infiammazione Meccanismo di difesa Circoscrizione Eliminazione Riparazione agente agente danni eziologico eziologico tessutali Guarigione Danno tessutale Infiammazione Meccanismo di difesa

Dettagli

BIOLOGIA BIOLOGIA. Processi e modelli di. Progetto Genesis. Processi e modelli di BIOLOGIA. Claudia Borgioli Sandra von Borries.

BIOLOGIA BIOLOGIA. Processi e modelli di. Progetto Genesis. Processi e modelli di BIOLOGIA. Claudia Borgioli Sandra von Borries. Processi e modelli di BIOLOGIA B per il secondo biennio dei nuovi licei Il libro digitale per LIM e PC/MAC oltre 40 animazioni sui fenomeni scientifici oltre 30 presentazioni multimediali esercitazioni

Dettagli

Downloaded from. www.immunologyhomepage.com. Migrazione cellulare

Downloaded from. www.immunologyhomepage.com. Migrazione cellulare Downloaded from www.immunologyhomepage.com Migrazione cellulare Migrazione dei leucociti I leucociti migrano nei diversi tessuti dell organismo l interazione tra le cellule migranti e le cellule dei tessuti

Dettagli

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza

Le cellule staminali: una risorsa..una speranza AVIS NAZIONALE/REGIONALE MARCHE Ancona, 31 Ottobre 2008 Il Sistema Trasfusionale tra necessità e disponibilità Le cellule staminali: una risorsa..una speranza Prof.ssa Gabriella Girelli Sapienza Università

Dettagli

FONDAMENTI DI BIOLOGIA DELLO SVILUPPO

FONDAMENTI DI BIOLOGIA DELLO SVILUPPO FONDAMENTI DI BIOLOGIA DELLO SVILUPPO Grazyna Ptak, PhD, DSc Dipartimento di Scienze Biomediche Comparate Università degli Studi di Teramo Il ciclo della vita: gli stadi dello sviluppo animale 1. specificazione

Dettagli

David Sadava Craig H. Heller Gordon H. Orians William K. Purves David M. Hillis. Biologia.blu PLUS. Il corpo umano con Biology in English SCIENZE

David Sadava Craig H. Heller Gordon H. Orians William K. Purves David M. Hillis. Biologia.blu PLUS. Il corpo umano con Biology in English SCIENZE 4 David Sadava Craig H. Heller Gordon H. Orians William K. Purves David M. Hillis Biologia.blu PLUS Il corpo umano con Biology in English SCIENZE David Sadava Craig H. Heller Gordon H. Orians William K.

Dettagli

Con il supporto cellulare e la regolazione degli organi siamo ora al 3 livello o pilastro del trattamento omotossicologico. Il supporto organico è

Con il supporto cellulare e la regolazione degli organi siamo ora al 3 livello o pilastro del trattamento omotossicologico. Il supporto organico è Con il supporto cellulare e la regolazione degli organi siamo ora al 3 livello o pilastro del trattamento omotossicologico. Il supporto organico è assolutamente essenziale nelle malattie croniche e negli

Dettagli

PLACENTA E ANNESSI EMBRIONALI

PLACENTA E ANNESSI EMBRIONALI Dipartimento di Scienze Ginecologiche, Ostetriche e della Riproduzione PLACENTA E ANNESSI EMBRIONALI Prof. Nicola Colacurci LA PLACENTA Annesso embrionale insieme con: Liquido amniotico Funicolo i l ombelicale

Dettagli

Liceo LEONARDO DA VINCI Casalecchio di Reno (BO) PROGRAMMA SVOLTO a.s.2012/13

Liceo LEONARDO DA VINCI Casalecchio di Reno (BO) PROGRAMMA SVOLTO a.s.2012/13 Liceo LEONARDO DA VINCI Casalecchio di Reno (BO) PROGRAMMA SVOLTO a.s.2012/13 Materia: BIOLOGIA Prof. : FERRARI FIAMMETTA Classe e indirizzo: 5 L scientifico con sperimentazione di Scienze ISTOLOGIA Principali

Dettagli

Indice. Traduttori. Ringraziamenti PRIMA SEZIONE TESSUTI DURI E TESSUTI MOLLI DEL CAVO ORALE 1

Indice. Traduttori. Ringraziamenti PRIMA SEZIONE TESSUTI DURI E TESSUTI MOLLI DEL CAVO ORALE 1 Indice Prefazione Traduttori Ringraziamenti XIII XV XVII PRIMA SEZIONE TESSUTI DURI E TESSUTI MOLLI DEL CAVO ORALE 1 1. Metabolismo del calcio e del fosfato 3 L importanza del calcio nell organismo 3 Bilancio

Dettagli

Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa

Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa Uni-ATENeO "Ivana Torretta" - Anno Accademico 2013-2014 Cellule staminali Cosa sono, come si ottengono e qual è il loro uso nella terapia rigenerativa Caterina Bendotti Dept. Neuroscience caterina.bendotti@marionegri.it

Dettagli

L embrione si sviluppa grazie agli scambi tra sangue materno e fetale. Problema: come fare in modo che sangue materno e fetale restino separati ma

L embrione si sviluppa grazie agli scambi tra sangue materno e fetale. Problema: come fare in modo che sangue materno e fetale restino separati ma L embrione si sviluppa grazie agli scambi tra sangue materno e fetale. Problema: come fare in modo che sangue materno e fetale restino separati ma non troppo distanti tra loro? LA PLACENTA E formata dalla

Dettagli

Capitolo 3. COMPARAZIONE TRA PERIMPiANTO E PERIODONTO. a cura di Vittoria Perrotti

Capitolo 3. COMPARAZIONE TRA PERIMPiANTO E PERIODONTO. a cura di Vittoria Perrotti Capitolo 3 - Comparazione tra PERIMPiANTO E periodonto Capitolo 3 COMPARAZIONE TRA PERIMPiANTO E PERIODONTO a cura di Vittoria Perrotti 33 Implantologia Pratica Introduzione La stabilità a lungo termine

Dettagli

Cellule, tessuti, organi ed apparati

Cellule, tessuti, organi ed apparati LE CELLULE UMANE Il corpo umano contiene circa 100 000 miliardi di cellule che si uniscono a formare i tessuti e più tessuti formano organi come i muscoli, il cervello, il fegato, ecc. EMBRIOLOGIA-UNIPG

Dettagli

IMMAGINI DI MICROSCOPIA ELETTRONICA A SCANSIONE

IMMAGINI DI MICROSCOPIA ELETTRONICA A SCANSIONE UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE Facoltà di Medicina e Chirurgia Clinica Odontostomatologica Direttore Prof. Antonio D Addona Odontoiatria per Pazienti con bisogni speciali Pazienti Pediatrici Ematoncologici

Dettagli

DIFFERENZIAMENTO DELLE CELLULE MUSCOLARI

DIFFERENZIAMENTO DELLE CELLULE MUSCOLARI DIFFERENZIAMENTO DELLE CELLULE MUSCOLARI Testi di riferimento: Alberts B. et al. Biologia molecolare della cellula - Ed. Zanichelli Gilbert S.F. Biologia dello sviluppo - Ed. Zanichelli COS E UNA CELLULA

Dettagli

ELEMENTI DI FISIOPATOLOGIA DEL SISTEMA IMMUNITARIO

ELEMENTI DI FISIOPATOLOGIA DEL SISTEMA IMMUNITARIO ELEMENTI DI FISIOPATOLOGIA DEL SISTEMA IMMUNITARIO FUNZIONI DEL SISTEMA IMMUNITARIO difesa contro le infezioni difesa contro i tumori riconoscimento dei tessuti trapiantati e di proteine estranee CD34

Dettagli

Cellule staminali. Emanuele Nasole

Cellule staminali. Emanuele Nasole Cellule staminali Emanuele Nasole Società Italiana di Medicina Subacquea e Iperbarica Docente Master di II Livello in Medicina Subacquea e Iperbarica - Univ-Palermo - Sede di Trapani Servizio di VUNOLOGIA

Dettagli

REGENOTERAPIA. La terapia attiva, non invasiva. Che cos è la REGENOTERAPIA. Elementi su cui si fonda la REGENOTERAPIA. Settori d applicazione:

REGENOTERAPIA. La terapia attiva, non invasiva. Che cos è la REGENOTERAPIA. Elementi su cui si fonda la REGENOTERAPIA. Settori d applicazione: REGENOTERAPIA La terapia attiva, non invasiva Settori d applicazione: FISIATRIA/FISIOTERAPIA ORTOPEDIA MEDICINA SPORTIVA MEDICINA RIABILITATIVA ODONTOIATRIA Approfondimenti e Apparecchiature per la Regenoterapia:

Dettagli

Funzioni delle proteine del sangue:

Funzioni delle proteine del sangue: PROTEINE DEL SANGUE Funzioni delle proteine del sangue: 1. Funzioni nutrizionali 2. Regolazione dell equilibrio acido base 3. Ripartizione dell acqua nei vari distretti 4. Funzione di trasporto 5. Coagulazione

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

L apparato tegumentario

L apparato tegumentario L apparato tegumentario... o di rivestimento protegge il nostro corpo e permette gli scambi con l esterno, è formato da pelle o cute + annessi cutanei La pelle riveste tutta la parte esterna del corpo.

Dettagli

BIOMATERIALI IN CAMPO ORTOPEDICO

BIOMATERIALI IN CAMPO ORTOPEDICO a scuola di scienze della vita Liceo Scientifico N. Tron Schio (VI VI), 3 Dicembre 2009 Patologie ossee e nuovi materiali protesici BIOMATERIALI IN CAMPO ORTOPEDICO Dott.ssa Sabrina Semeraro Dip. Scienze

Dettagli

APPARATO CIRCOLATORIO

APPARATO CIRCOLATORIO APPARATO CIRCOLATORIO 1 FUNZIONI F. respiratoria e nutritiva F. depuratrice F. di difesa (trasporto di O 2, principi alimentari...) (trasporto di CO 2 e altre sostanze di scarto) (nei confronti dei batteri

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

INFIAMMAZIONE CRONICA. Dott.ssa Erminia La Camera

INFIAMMAZIONE CRONICA. Dott.ssa Erminia La Camera INFIAMMAZIONE CRONICA Dott.ssa Erminia La Camera INFIAMMAZIONE CRONICA CARATTERISTICHE GENERALI 1) Persistenza dello stimolo irritante 2) Presenza contemporanea di processi di infiammazione, di demolizione

Dettagli

E caratterizzata da 2 processi fondamentali:

E caratterizzata da 2 processi fondamentali: LA QUARTA SETTIMANA EVENTI IV a SETTIMANA E caratterizzata da 2 processi fondamentali: 1) la crescita e l organizzazione dei derivati dei tre foglietti embrionali, che portano alla formazione degli abbozzi

Dettagli

*(capitolo estratto integralmente dal libro Lesioni dei tessuti molli in medicina dello sport Lachmann S. Ed. Momento medico)

*(capitolo estratto integralmente dal libro Lesioni dei tessuti molli in medicina dello sport Lachmann S. Ed. Momento medico) Massaggio 21-03-1977 6:20 Pagina 13 ROBERTO DAGANI Capitolo I TESSUTO CONNETTIVO, FLOGOSI E PROCESSI RIPARATIVI* *(capitolo estratto integralmente dal libro Lesioni dei tessuti molli in medicina dello

Dettagli

Cellule impiegate nell Ingegneria dei tessuti

Cellule impiegate nell Ingegneria dei tessuti Cellule impiegate nell Ingegneria dei tessuti La cellula La cellula è l unità strutturale e funzionale più piccola degli esseri viventi capace di esistenza indipendente. La cellula in genere interagisce

Dettagli

Regione cerniera monomero regione cerniera

Regione cerniera monomero regione cerniera Regione cerniera Tutte le Ig, sia quelle secrete che quelle presenti sulla membrana plasmatica dei linfociti B, sono costituite da quattro catene proteiche, due pesanti (H, da heavy, in rosso nel disegno)

Dettagli

UNIVERSITA DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITA DI BARI ALDO MORO UNIVERSITA DI BARI ALDO MORO Scuola di specializzazione in Fisiopatologia della riproduzione degli animali domestici (Direttore: Prof. Giovanni M Lacalandra) Disciplina: Morfologia ed anatomia topografia

Dettagli

Cos è una cellula staminale

Cos è una cellula staminale Cos è una cellula staminale Le cellule staminali sono cellule primitive non specializzate dotate della singolare capacità di trasformarsi in qualunque altro tipo di cellula del corpo. Esistono 4 tipi di

Dettagli

PARATORMONE, CALCITONINA, CALCITRIOLO, MELATONINA

PARATORMONE, CALCITONINA, CALCITRIOLO, MELATONINA PARATORMONE, CALCITONINA, CALCITRIOLO, MELATONINA OMEOSTASI DEL CALCIO E SUA REGOLAZIONE TRE ORMONI: PARATORMONE /PTH CALCITRIOLO CALCITONINA Klinke cap 11.7 Le paratiroidi L ormone paratiroideo o PTH

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ANATOMIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ANATOMIA G. CIGNA G. BARUFFI F. GARELLI Via di Curazza 15 12084 MONDOVÍ tel. 0174/42601 fax 0174/551401 A.S. 2014/15 Classe 1 ODO A Docente: Prof. Angelo Lotrecchiano LIBRI DI TESTO ADOTTATI Anatomia, fisiologia

Dettagli

Tratta bene il tuo corpo con Napo Lezione 1 La pelle

Tratta bene il tuo corpo con Napo Lezione 1 La pelle Tratta bene il tuo corpo con Napo Lezione 1 La pelle (7 9 anni) Presentazione dell unità didattica Non è mai troppo presto per presentare ai bambini i concetti base sulla sicurezza che per gli adulti sono

Dettagli

Amminoacidi e Proteine

Amminoacidi e Proteine Amminoacidi e Proteine Struttura generale di un α-amminoacido R = catena laterale AMMINOACIDI (AA) CELLULARI Gli amminoacidi presenti nella cellula possono essere il prodotto di idrolisi delle proteine

Dettagli

Source: Florida Institute for Reproductive Science and Technologies

Source: Florida Institute for Reproductive Science and Technologies Staminali: concetti, risultati ti e problemi Lo zigote La prima divisione cellulare Source: Florida Institute for Reproductive Science and Technologies Blastula 5 giorni dopo la fertilizzazione Source:

Dettagli

MEDICINA RIGENERATIVA CELLULARE Il progresso delle cellule staminali

MEDICINA RIGENERATIVA CELLULARE Il progresso delle cellule staminali Uni-ATENeO "Ivana Torretta" - Anno Accademico 2010-2011 MEDICINA RIGENERATIVA CELLULARE Il progresso delle cellule staminali Caterina Bendotti Dip. Neuroscienze Nerviano, 10 Febbraio 2011 Da dove originano

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELLE LESIONI CARTILAGINEE. Christian Carulli

IL TRATTAMENTO DELLE LESIONI CARTILAGINEE. Christian Carulli IL TRATTAMENTO DELLE LESIONI CARTILAGINEE Christian Carulli PRIMA CLINICA ORTOPEDICA - UNIVERSITA DI FIRENZE STRUTTURA COMPLESSA ORTOPEDIA GENERALE 1 AOU CAREGGI Direttore: Prof. Massimo Innocenti CARTILAGINE

Dettagli

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza

ITI ENRICO MEDI. Programmazione. Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza ITI ENRICO MEDI Programmazione Materia:Igiene - Anatomia - Fisiologia - Patologia Classe Terza L insegnamento di Igiene, Anatomia, Fisiologia e Patologia, in particolare, vuol far acquisire agli alunni:

Dettagli

CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI. - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO

CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI. - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO CORSO DI PRIMO SOCCORSO PER LA FORMAZIONE DI NUOVI VOLONTARI - sessione teorica - IL CORPO UMANO : L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO IL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO L'apparato cardiocircolatorio è costituito

Dettagli

L apparato cardio-vascolare. Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive

L apparato cardio-vascolare. Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive L apparato cardio-vascolare Dr.ssa Federica Sozio U.O. Malattie Infettive L apparato cardiovascolare è costituito dal cuore e dai vasi sanguigni, nelle cui cavità il sangue circola in continuazione. Il

Dettagli

Università degli Studi di Padova

Università degli Studi di Padova Università degli Studi di Padova Facoltà di Ingegneria Corso di laurea triennale in Ingegneria Biomedica Tesi di laurea Identificazione del tumore della pelle: applicazioni correnti e introduzione ad una

Dettagli

VALE ORO: TESSUTO ADIPOSO

VALE ORO: TESSUTO ADIPOSO VALE ORO: TESSUTO ADIPOSO AGE CONTROL La nuova dimensione Salute Benessere Bellezza CELLULE STAMINALI DAL TESSUTO ADIPOSO - 2 - Salute, agilità fisica, fitness mentale e gioia di vivere CELLULE STAMINALI

Dettagli

L apparato circolatorio. Prof.ssa Paola Sirigu

L apparato circolatorio. Prof.ssa Paola Sirigu L apparato circolatorio COME SIAMO FATTI? Il nostro corpo è composto da milioni e milioni di cellule. Le cellule che svolgono funzioni simili sono organizzate in tessuti. Un insieme di diversi tessuti

Dettagli

CARTILAGINE ARTICOLARE

CARTILAGINE ARTICOLARE 2009 CARTILAGINE ARTICOLARE I Antonio Gigante Clinica Ortopedica Università Politecnica delle Marche Ancona - Italy CARTILAGINE ARTICOLARE Tessuto che ricopre le superfici articolari e grazie alle proprietà

Dettagli

Argomento della lezione

Argomento della lezione Argomento della lezione Le molecole d adesione intercellulare: definizione Le famiglie delle molecole d adesione: Selectine Integrine ICAM Espressione e funzione MOLECOLE DI ADESIONE INTERCELLULARE Le

Dettagli

Citoscheletro Microtubuli

Citoscheletro Microtubuli PROPRIETA DEI MICROTUBULI, FILAMENTI INTERMEDI E FILAMENTI DI ACTINA Citoscheletro Microtubuli Biotec _ 2011 Da G. Karp, BIOLOGIA CELLULARE E MOLECOLARE, 3a ed, CORRETTA Microtubuli Microfilamenti Filamenti

Dettagli

Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del

Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del Il cuore è l'organo centrale dell'apparato circolatorio, funge da pompa capace di produrre una pressione sufficiente a permettere la circolazione del sangue Ciascuna di queste due parti è divisa in senso

Dettagli

ISTOLOGIA 14 MARZO Cellule isolate nel nostro corpo sono molto rare, cellule che presentano medesima forma, funzione origine embriologica si associano a costituire i tessuti, tessuti che nonostante i tanti

Dettagli

B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013. CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future. CHIARA FORONI, Ph.D.

B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013. CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future. CHIARA FORONI, Ph.D. B.A.M.C.O MANTOVA 28 GENNAIO 2013 CELLULE STAMINALI E MALATTIE NEURODEGENERATIVE: stato dell arte e prospettive future CHIARA FORONI, Ph.D. Sì, ma io sono così confusa Sai, quando ero una piccola cellula

Dettagli

INGEGNERIA TISSUTALE E CELLULE STAMINALI MESENCHIMALI: PROTOCOLLO SPERIMENTALE DI RIGENERAZIONE PARODONTALE. PRIMA PARTE

INGEGNERIA TISSUTALE E CELLULE STAMINALI MESENCHIMALI: PROTOCOLLO SPERIMENTALE DI RIGENERAZIONE PARODONTALE. PRIMA PARTE INGEGNERIA TISSUTALE E CELLULE STAMINALI MESENCHIMALI: PROTOCOLLO SPERIMENTALE DI RIGENERAZIONE PARODONTALE. PRIMA PARTE TISSUE ENGINEERING AND MESENCHIMAL STEM CELLS: EXPERIMENTAL PROTOCOL OF PERIODONTAL

Dettagli

1 Capitolo 19. Ipersensibilità immediata

1 Capitolo 19. Ipersensibilità immediata 1 Capitolo 19. Ipersensibilità immediata Alcune malattie umane sono causate da risposte immunitarie ad antigeni ambientali che portano alla differenziazione CD4 + T H 2 e alla produzione di anticorpi IgE

Dettagli

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona.

Glossario. Allogeniche Indica le cellule ottenute da un donatore e idonee per l'infusione in un'altra persona. Glossario Il seguente glossario è stato concordato da numerose nazioni europee coinvolte nel progetto Eurocet con l intento di armonizzare la terminologia utilizzata nel settore della donazione e del trapianto

Dettagli

cosmetici 20-10-2004 10:19 Pagina 1

cosmetici 20-10-2004 10:19 Pagina 1 cosmetici 20-10-2004 10:19 Pagina 1 cosmetici 20-10-2004 10:19 Pagina 2 Linea Zenox Prodotti di rilassamento cutaneo in alternativa al Botox. Zenox è la prima alternativa cosmetica in medicina estetica

Dettagli

LA RIPARAZIONE TESSUTALE NORMALE E PATOLOGICA

LA RIPARAZIONE TESSUTALE NORMALE E PATOLOGICA LA RIPARAZIONE TESSUTALE NORMALE E PATOLOGICA Dott.ssa Vera Bignone La cute e le sue funzioni Per poter capire l importanza della riparazione tessutale è necessario un breve accenno alla cute ed alla sua

Dettagli

Introduzione alla progettazione dei dispositivi biomedici

Introduzione alla progettazione dei dispositivi biomedici Introduzione alla progettazione dei dispositivi biomedici Obiettivi della lezione: apprendere le modlità secondo le quali si sviluppa il percorso progettuale di dispositivi medici. Acquisire familiarità

Dettagli

Le proteine. Le proteine sono macromolecole che presentano differenze funzionali e strutturali

Le proteine. Le proteine sono macromolecole che presentano differenze funzionali e strutturali Le proteine Le proteine sono macromolecole che presentano differenze funzionali e strutturali LE PROTEINE HANNO FUNZIONI BIOLOGICHE DIVERSE enzimi proteine di trasporto proteine strutturali proteine di

Dettagli

Obiettivo: tutelare sempre il diritto della madre a conservare il proprio sangue del cordone ombelicale per uso autologo e al tempo stesso garantire

Obiettivo: tutelare sempre il diritto della madre a conservare il proprio sangue del cordone ombelicale per uso autologo e al tempo stesso garantire Obiettivo: tutelare sempre il diritto della madre a conservare il proprio sangue del cordone ombelicale per uso autologo e al tempo stesso garantire la possibilità di donare tale sangue per uso allogenico

Dettagli

Università degli Studi di Milano

Università degli Studi di Milano Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina e Chirurgia Scuola di Dottorato di Ricerca in SCIENZE FISIOPATOLOGICHE, NEUROPSICOBIOLOGICHE E ASSISTENZIALI DEL CICLO DELLA VITA (LOR) Ciclo XXVI NUOVE

Dettagli