RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI. n. 04/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RISPOSTE AI QUESITI PIU FREQUENTI. n. 04/2013"

Transcript

1 n. 04/2013 Si pubblicano le risposte ai quesiti fiscali più frequenti pervenuti ai Servizi Centrali del Caf che si ritiene possano essere d interesse e utilità per lo svolgimento della campagna fiscale 2013 SOMMARIO 4.1 Deducibilità dei Contributi consortili obbligatori Cud Inps:presenza contemporanea giorni di lavoro dipendente/pensione Cud Inps: presenza dei soli giorni di lavoro dipendente 4.3 detrazione spese acquisto dispositivi medici detrazione 36%-50% - immobili danneggiati da eventi calamitosi detrazione 36%-50% - rateizzazione spese condominiali detrazione 36%-50% - causale errata nel bonifico Cedolare Secca - Acconti avvisi di irregolarità Cedolare Secca - Acconti pagati con F24 dai contribuenti 1

2 4.1 Contributi consortili obbligatori D: da alcuni giorni ci è giunta notizia da vari studi di commercialisti ed ora anche da un giornale che il consorzio di bonifica possa essere indicato in 730 solo relativamente ai fabbricati affittati e quindi imponibili ai fini IRPEF. E' vero quindi che per gli immobili adibiti ad abitazione principale e sfitti o dati in uso gratuito, causa la non rilevanza IRPEF non è più possibile scaricare il consorzio di bonifica? R: a seguito dell introduzione dell IMU i redditi degli immobili non locati non concorrono alla formazione del reddito imponibile. Fanno eccezione solo il reddito agrario dei terreni e gli immobili esenti da IMU come ad esempio i terreni situati in zone di collina e di montagna (circolare n. 9 del 14 giugno 1993) i quali sono esclusi dall'imposta municipale. Spostandoci alla problematica relativa agli oneri per i quali spetta la deduzione, la nozione basilare è appunto la deducibilità dal Reddito Complessivo. Le istruzioni ministeriali precisano che vanno indicati al rigo E26 solo i canoni, livelli, censi e altri oneri gravanti sui redditi degli immobili che concorrono a formare il reddito complessivo, compresi i contributi ai consorzi obbligatori per legge o in dipendenza di provvedimenti della pubblica amministrazione; sono in ogni caso esclusi i contributi agricoli unificati. La ratio della norma è permettere al contribuente di dedurre gli oneri che gravano sul reddito: è quindi logico che mancando un reddito imponibile non può esserci un onere deducibile. In conclusione: per i redditi degli immobili esclusi da tassazione Irpef non è possibile portare in deduzione l onere relativo al consorzio di bonifica come si è fatto fino allo scorso anno. 2

3 4.2.1 Cud Inps: presenza contemporanea giorni di lavoro dipendente/pensione D: nel Cud dell Inps sono stati valorizzati sia i giorni di lavoro dipendente che quelli da pensione. Come deve essere inserito nel quadro C? R: in alcune casistiche (ad esempio per i dipendenti prima in mobilità e poi in pensione) i redditi sono stati erogati dall Inps e quindi è stato elaborato un solo Cud. In questi casi è necessario leggere attentamente le annotazioni del Cud stesso dove saranno riportati distintamente sia il reddito di lavoro dipendente che quello di pensione e per ognuno saranno indicati i rispettivi giorni di competenza. Dovranno quindi essere compilati due distinti righi nel quadro C sulla base di quanto scritto nelle annotazioni Cud Inps: presenza dei soli giorni di lavoro dipendente D: ho un Cud dell Inps con valorizzato il solo campo dei giorni di lavoro dipendente; nel quadro C, però, se indico il codice 1 (redditi da pensione) mi fa inserire i giorni solo nel campo relativo ai giorni da pensione. R: l'inps in talune fattispecie, qualora alla formazione del reddito concorre reddito da pensione integrativa, applica le detrazioni di reddito previste per lavoro dipendente anziché quelle per pensioni in ossequio alle disposizioni vigenti. In questi casi nel quadro C si dovrà inserire il reddito con il codice 2 (redditi da lavoro dipendente) in modo tale che in sede di liquidazione della dichiarazione vengano correttamente applicate le detrazioni spettanti come lavoro dipendente e non come pensione (se anche si volesse forzare la procedura utilizzando il codice 1 dei redditi da pensione i controlli sogei scarterebbero la dichiarazione per errore bloccante). 3

4 4.3.1 detrazione spese acquisto dispositivi medici D: vorrei chiarimenti in merito alla documentazione necessaria per la detrazione dei dispositivi medici e sull obbligo della marcatura CE. R: la Circolare 20/2011 dell Agenzia delle Entrate ha precisato che per la detrazione delle spese è necessario che: a) il prodotto rientri nella definizione di dispositivo medico in base alle previsioni dei decreti legislativi 507/92 46/97 332/2000; b) dallo scontrino o dalla fattura risulti il soggetto che sostiene la spesa e la descrizione del dispositivo medico; c) i dispositivi medici siano dichiarati conformi in base alle normative vigenti e perciò vengono marcati CE dal fabbricante in base alle direttive europee di settore. In merito al punto a) nella Circolare 20/2011 è stato fornito un elenco dettagliato dei dispositivi medici di uso comune e pertanto se il dispositivo è nell elenco in allegato ci si deve limitare solo alla verifica dei punti successivi - cioè del punto b) e del punto c) -. La problematica ricorrente è proprio la verifica in sede di dichiarazione della marcatura CE posto che il dichiarante non sempre porta la scatola del dispositivo o il cosiddetto bugiardino conservato all interno della confezione. L Agenzia delle Entrate in risposta ad una specifica richiesta di consulenza giuridica presentata da Confcommercio su tale argomento (prendendo anche spunto dalla Circolare 19/2012 in riferimento alla risposta 2.4 acquisto macchina ultrasuoni ) ha precisato che il soggetto che vende il dispositivo medico può assumere su di se l onere di individuare i prodotti che danno diritto alla detrazione integrando le indicazioni da riportare sullo scontrino fiscale/fattura con la dicitura prodotto con marcatura CE. 4

5 Inoltre solo nel caso in cui il dispositivo medico sia diverso da quelli di uso comune elencati nella Circolare 20/2011 oltre alla suddetta dicitura ( prodotto con marcatura CE ) è anche necessario che sia indicata il numero della direttiva comunitaria di riferimento per comprovare che il dispositivo sia conforme alle norme vigenti detrazione 36%-50% - immobili danneggiati da eventi calamitosi D: volevo avere conferma se la detrazione del 36/50 % per i soli immobili danneggiati a seguito eventi calamitosi introdotta dal 2012 spetta solamente alle unità residenziali o anche alle altre categorie catastali (esempio C1). R: dal 01/01/2012 è stato introdotto il nuovo art. 16 bis del Tuir il quale alla lettera c) prevede che siano detraibili le spese sostenute per gli interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi... semprechè sia stato dichiarato lo stato di emergenza, anche anteriormente alla data di entrata in vigore della presente disposizione. Ad oggi l Agenzia delle Entrate non ha fornito alcun chiarimento ulteriore e si è quindi posto il problema se l agevolazione in oggetto fosse limitata, in questa specifica casistica, a tutti gli immobili o solo a quelli residenziali. Dal tenore letterale della norma sembrerebbe che siano agevolati gli interventi effettuati su tutti gli immobili (quindi anche ad un immobile categoria C1). Poiché ad oggi non è ancora intervenuto alcun chiarimento ufficiale si ritiene che, al momento, per le dichiarazioni del corrente anno si possano portare in detrazione le spese sostenute per gli interventi realizzati in via generale sugli immobili, anche non residenziali, sulla base dell interpretazione letterale della norma e dei chiarimenti evidenziati dall Agenzia delle Entrate sul proprio sito. Nello specifico l AE all interno del proprio sito nella parte riservata alle Schede Informative delle Agevolazioni fiscali alla voce 5

6 Ristrutturazioni edilizie ---- Condizioni per chiedere la detrazione ---- riporta la seguente descrizione in merito agli interventi agevolabili: le spese sostenute per la ricostruzione o il ripristino di un immobile - anche non residenziale - danneggiato a seguito di «eventi calamitosi» (previa dichiarazione dello stato di emergenza). Ovviamente qualora intervenissero diversi chiarimenti da parte dell Amministrazione finanziaria ne daremo comunicazione su punto d incontro detrazione 36%-50% - rateizzazione spese condominiali D: sono stati eseguiti dei lavori condominiali per il pagamento dei quali è stato stabilito un piano mensile di versamenti per ogni condomino; tale piano prevede rate mensili fino al febbraio 2014; se il contribuente paga tutta la somma che gli compete entro il 30 giugno 2013, può godere della detrazione del 50% sull'intera somma? R: la detrazione del 50% compete per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno Dal 01 luglio 2013 la detrazione tornerà al 36% (vedi anche l Approfondimento Fiscale n. 02/2013). In relazione al quesito posto, vige il "principio di cassa". Per gli interventi effettuati sulle parti comuni dell edificio, il beneficio compete con riferimento alla "data" di effettuazione del bonifico da parte dell amministrazione del condominio. Sarà l amministratore che nell attestazione delle spese di riparto, terrà conto dell importo effettivamente detraibile, tenuto conto dei bonifici pagati entro il 30 giugno 2013 facendosi carico di darne specifica indicazione nell attestazione. La detrazione delle spese di ristrutturazione per i lavori condominiali avviene, infatti, unicamente sulla base dell attestazione regolarmente rilasciata dall amministratore del condominio. 6

7 4.4.3 detrazione 36%-50% - causale errata nel bonifico D: volevo sapere se sia valido un bonifico per spese di ristrutturazione con la causale errata. R: in merito alla detrazione del 36%-50 %, il riferimento normativo corretto da indicare nel bonifico è l'art. 16 bis del TUIR DPR 917/1986. L Agenzia delle Entrate, in risposta a un interpello di un contribuente relativamente alla agevolazione del 36%, con la risoluzione n. 55/E del 7 giugno 2012, ha chiarito che tale detrazione relativa agli interventi di ristrutturazione edilizia, non può essere riconosciuta se la causale del bonifico bancario non contiene il riferimento normativo alla Legge di riferimento il codice fiscale degli ordinanti e il numero di partita IVA del beneficiario del pagamento. La mancanza di tali dati, infatti, pregiudica alle banche e alla società Poste italiane la possibilità di effettuare il prelievo del 4% a titolo di acconto dell imposta sul reddito dovuto dai beneficiari. In sostanza l Agenzia delle Entrate ha chiarito che se la dicitura è errata e la Banca o la Posta non hanno potuto effettuare la ritenuta del 4% (a causa dell'errore nella causale) la detrazione in via tassativa non è ammessa. In queste casistiche è possibile però ripetere il bonifico. Nulla ha invece detto l'ae se la dicitura è parzialmente errata o incompleta ma si riferisce sempre a spese di ristrutturazione e/o di riqualificazione energetica e tale errore non ha comunque impedito alla Banca o Posta di operare la ritenuta del 4%. In attesa che l'ae dia una sua definitiva interpretazione possiamo prendere a riferimento i precedenti orientamenti in merito a questioni similari dai quali emerge, in via generale, un'interpretazione estensiva a favore del contribuente 7

8 (ad esempio la Circolare 20/2011 prevede che ai fini della detrazione l'elemento centrale è il "soggetto che materialmente sostiene la spese" ammettendo che se anche l'intestazione della fattura è errata questo non comporta la perdita della detrazione). In conclusione: ad oggi non abbiamo ancora un'interpretazione ufficiale in merito tuttavia dagli orientamenti passati si può desumere che: a) il soggetto che materialmente sostiene la spesa è quello che ha diritto alla detrazione; b) la mancata ritenuta del 4% da parte della banca o della posta causata dall errata indicazione della causale nel bonifico determina la perdita del diritto alla detrazione. Nel nostro caso se l'indicazione della causale contenesse degli errori non rilevanti che non hanno comunque impedito alla banca/posta di effettuare la ritenuta correttamente, si ritiene che l'errore possa essere considerato di natura meramente "formale" e che la detrazione possa essere comunque accordata. Ad esempio se la causale del bonifico fosse: Interventi di ristrutturazione edilizia Legge 449/1997 si ritiene che la detrazione possa essere ammessa. Al contrario se la causale del bonifico fosse generica (ad esempio: Saldo fattura n.. per lavori effettuati) non si ritiene spetti la detrazione. Come detto vista l assenza di ulteriori indicazioni se l'ae dovesse dare una diversa interpretazione, ne daremo comunque pronta comunicazione Cedolare Secca Acconti 2011 avvisi di irregolarità D: abbiamo ricevuto diversi avvisi di Irregolarità in riferimento all acconto della cedolare secca per l anno 2011 come possiamo fare a controllare se sono corretti? 8

9 R: Per il solo anno 2011 era prevista una particolare disciplina in merito al versamento degli acconti. In particolare era dovuto un acconto pari al 85% dell imposta dovuta per tale anno (acconto poi ridotto al 68% con il DPCM del 21/11/2011). L acconto andava versato in due rate per i contratti in corso al 31 maggio 2011 ed in unica soluzione nel mese di novembre per i contratti con decorrenza successiva al 31 maggio Visto che la casistica si è presentata anche in altri Uffici nella nuova sezione dell Area Attività Fiscali e Prestazioni sociali troverai un foglio di lavoro excel all interno di - FAQ e Modulistica denominato Prospetto di calcolo acconto cedolare anno 2011 Sarà sufficiente inserire negli appositi spazi il canone mensile ed i giorni di durata del contratto per avere in automatico i calcoli degli acconti da versare per il 2011 e poter così verificare la correttezza dell avviso di irregolarità ricevuto Cedolare Secca - Acconti 2012 pagati con F24 dai contribuenti D: un contribuente dal 1 giugno 2012 ha optato per la cedolare secca e ha già versato con il modello F24 entrambi gli acconti. Per il saldo 2012 può pagare direttamente con il 730 o deve fare un altro pagamento con il modello F24? R: in riferimento ai redditi da cedolare, si precisa che per il solo anno 2011 andava versato un acconto sulla base della disciplina transitoria introdotta dal Provvedimento dell Agenzia delle Entrate del 07/04/2012. Per l'anno 2012 i contribuenti che hanno optato per questa tipologia di tassazione provvedono al pagamento dell'imposta direttamente in sede di dichiarazione dei redditi. Resta inteso che se il contribuente in via preventiva ha versato a titolo di acconto 2012 parte dell'imposta sostitutiva dovuta, tramite l'indicazione delle somme versate a tale titolo nel quadro F del 730/2013 conguaglierà direttamente il saldo per differenza. 9

Il punto di pratica professionale. Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione

Il punto di pratica professionale. Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione Il punto di pratica professionale Novità modello 730/2013: come cambiano le modalità di compilazione della dichiarazione a cura di Carlo Cavalleri e Sergio Deangelis Consulenti del Lavoro in Genova Da

Dettagli

Oggetto: LE NOVITÀ DEL MODELLO 730/13

Oggetto: LE NOVITÀ DEL MODELLO 730/13 Villadose, 19 aprile 2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LE NOVITÀ DEL MODELLO 730/13 Da una prima valutazione generale, possiamo affermare che la dichiarazione dei redditi 2013, per quanto concerne

Dettagli

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013

Roma, 22 Gennaio 2013. Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI. Circolare n. 05/2013 Roma, 22 Gennaio 2013 Prot. n. 58/2013/CDA/SS/GN Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI Circolare n. 05/2013 Oggetto: nuovo Modello 730/2013, redditi 2012: principali caratteristiche Con il provvedimento

Dettagli

Circolare 11/E del 21/05/2014

Circolare 11/E del 21/05/2014 Fiscal Flash La notizia in breve N. 95 22.05.2014 Imposte sui redditi: i chiarimenti delle Entrate Circolare 11/E del 21/05/2014 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico L Agenzia delle Entrate fornisce

Dettagli

Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013

Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013 Novità modello 730/2013 e modello Unico Persone Fisiche2013 (Fascicolo1) Roma, 26 marzo 2013 RAPPORTO TRA IMU E IRPEF EFFETTI SUI REDDITI DEI TERRENI E DEI FABBRICATI RAPPORTO IMU -IRPEF REDDITI FONDIARI

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012

Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le novità del modello 730/2012 e del modello Unico Persone fisiche 2012 (fascicolo 1) Roma, 9 marzo 2012 Le principali novità di quest anno Cedolare secca sulle locazioni Immobili di interesse storico-artistico

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DEL PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE DATI IDENTIFICATIVI Sono riportati il codice fiscale, il cognome e il nome o la denominazione del sostituto d'imposta o del CAF o del professionista abilitato

Dettagli

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012

Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Circolare N.52 del 06 Aprile 2012 Modello 730/2012. Il 30 Aprile è la scadenza per chi ha scelto di presentare la dichiarazione al proprio sostituto di imposta Modello 730/2012: il 30 aprile 2012 è la

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 13 maggio 2011. Oggetto: IRPEF Risposte a quesiti. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 13 maggio 2011. Oggetto: IRPEF Risposte a quesiti. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 20/E Roma, 13 maggio 2011 Direzione Centrale Normativa Oggetto: IRPEF Risposte a quesiti Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa - Ufficio Redditi Fondiari e di Lavoro Via Cristoforo

Dettagli

RISOLUZIONE N. 74/E ESPOSIZIONE DEL QUESITO

RISOLUZIONE N. 74/E ESPOSIZIONE DEL QUESITO RISOLUZIONE N. 74/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 agosto 2015 OGGETTO: Interpello art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 - Condominio minimo - Detrazione spese per interventi edilizi - art. 16-bis

Dettagli

BREVE GUIDA ALLE NOVITA 730/2013 REDDITI 2012

BREVE GUIDA ALLE NOVITA 730/2013 REDDITI 2012 BREVE GUIDA ALLE NOVITA 730/2013 REDDITI 2012 L IMU sostituisce, per la componente immobiliare, l Irpef e le relative addizionali in riferimento ai redditi fondiari relativi ai beni locati. Sono comunque

Dettagli

Soggetto interessato. Intestazione documento di spesa

Soggetto interessato. Intestazione documento di spesa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 319 03.12.2015 Bonus ristrutturazione: detrazione fiscale delle spese Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% La detrazione fiscale delle

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

Le novità del modello 730/2015

Le novità del modello 730/2015 Le novità del modello 730/2015 16 aprile 2015 Relatore: Dott.ssa Stefania Signetti Servizio: Nome servizio Pag. 1 Modello 730-3 e modello pre-compilato 2 Frontespizio- stato civile 3 Frontespizio dati

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Recupero edilizio: ampliato il raggio d azione dell agevolazione Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità

Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità Modelli di dichiarazione 2012: in sintesi le novità a cura di Fabio Bonicalzi (*) Sul sito Internet dell Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati i Provvedimenti di approvazione dei seguenti modelli

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012

Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del 2012 Mod. 730: tutte le novita` e le scadenze del di Saverio Cinieri (*) L ADEMPIMENTO L Agenzia delle Entrate ha approvato il Mod. 730/ che permette ad alcune categorie di contribuenti (per lo piu` lavoratori

Dettagli

Modello 730 integrativo. di pagine 1 1 COGNOME NOME CODICE FISCALE

Modello 730 integrativo. di pagine 1 1 COGNOME NOME CODICE FISCALE AGENZIA DELLE ENTRATE MOD. 730-2 PER IL C.A.F. O PER IL PROFESSIONISTA ABILITATO REDDITI 2014 Modello 730 integrativo RICEVUTA DELL AVVENUTA CONSEGNA DELLA DICHIARAZIONE MOD. 730 E DELLA BUSTA CONTENENTE

Dettagli

Modello730/2014: analisi delle principali novità

Modello730/2014: analisi delle principali novità A cura di Celeste Vivenzi Modello730/2014: analisi delle principali novità Premessa generale E' stato approvato dall'agenzia delle Entrate con un provvedimento del 15 gennaio 2014 il nuovo Modello 730

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI INCENTIVI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF DEL 50% IN COSA CONSISTE? Limitatamente al settore della climatizzazione, l agevolazione consiste nel riconoscimento

Dettagli

INFORMATIVA VIA E-MAIL GENNAIO 2014

INFORMATIVA VIA E-MAIL GENNAIO 2014 INFORMATIVA VIA E-MAIL GENNAIO 2014 Illustrissimi soci, confidiamo farvi cosa gradita nel comunicarvi le principali novità giuridiche e fiscali di inizio anno, per la cui elaborazione dobbiamo ringraziare

Dettagli

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo.

Il provvedimento ha approvato anche i modelli 730-1, 730-2, 730-3, 730-4, e 730-4 integrativo. Fiscal Flash La notizia in breve N. 150 31.05.2013 : arriva la proroga fino al 10 giugno Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: 730 I contribuenti avranno più tempo per consegnare il modello per dichiarare

Dettagli

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA'

Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati. Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Centro di Assistenza Fiscale Dipendenti e Pensionati Modello 730/2015 LE PRINCIPALI NOVITA' Le principali novità contenute nel modello 730/2015 sono le seguenti: - il CUD è stato sostituito dalla Certificazione

Dettagli

STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI

STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI STUDIO MARCOZZI DOTTORI COMMERCIALISTI 20121 MILANO - VIA FOSCOLO, 4 TEL. 02-874163 FAX 02-72023745 email: studio.marcozzi@tin.it Luigi Marcozzi, Revisore Contabile Attilio Marcozzi, Revisore Contabile

Dettagli

OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78

OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 CIRCOLARE n. 40/E Direzione Centrale Normativa Alle Direzioni regionali e provincial Roma, 28 luglio 2010 OGGETTO: Ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto dell imposta sul reddito - articolo 25 decreto-legge

Dettagli

Tassazione Immobili e attività all estero dopo le istruzioni dell Agenzia delle Entrate

Tassazione Immobili e attività all estero dopo le istruzioni dell Agenzia delle Entrate Torino, Giovedì 20 settembre 2012 Tassazione Immobili e attività all estero dopo le istruzioni dell Agenzia delle Entrate Ristrutturazioni edilizie Luca Asvisio 1 Intro La detrazione IRPEF connessa agli

Dettagli

IRPEF: ESERCITAZIONI SULLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. Dott.ssa Raffaella Sponsillo

IRPEF: ESERCITAZIONI SULLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI. Dott.ssa Raffaella Sponsillo IRPEF: ESERCITAZIONI SULLA DICHIARAZIONE DEI REDDITI Dott.ssa Raffaella Sponsillo IRPEF (D.P.R. 22 DICEMBRE 1986 N. 917) DEFINIZIONE: IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE CARATTERISTICHE: IMPOSTA

Dettagli

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI

DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI IMPOSTE E TASSE IMPOSTE DIRETTE SOMMARIO schema di sintesi approfondimenti video FISCO del 23.10.2013 n. 0376-775130 www.ratiofad.it DETRAZIONE PER ACQUISTO DI MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI D.L. 4.06.2013,

Dettagli

Ristrutturazione: la documentazione delle spese

Ristrutturazione: la documentazione delle spese Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 40 17.11.2014 Ristrutturazione: la documentazione delle spese Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% Come noto per fruire della

Dettagli

Le spese di recupero del patrimonio edilizio - Parte I

Le spese di recupero del patrimonio edilizio - Parte I Le spese di recupero del patrimonio edilizio - Parte I Autore: Dott. P. Pirone La detrazione ai fini IRPEF Le spese sostenute per la ristrutturazione di immobili possono essere portare in detrazione dall

Dettagli

Dottore Commercialista

Dottore Commercialista DECRETO SEMPLIFICAZIONI: DAL 2015 NUOVO MODELLO 730 PRECOMPILATO a cura del Dott. Vito SARACINO e in Bitonto (BA) Il D.Lgs. 21.11.2014, n. 175 pubblicato sulla G.U. del 28 novembre 2014 ed entrato in vigore

Dettagli

Modello 730/2015 novità

Modello 730/2015 novità Modello 730/2015 novità Saverio Cinieri Dottore Commercialista Revisore Contabile Giornalista pubblicista Agg. 24/03/2015 1 Principali riferimenti normativi Provvedimento del Direttore dell Agenzia delle

Dettagli

FAQ dell Agenzia delle Entrate disponibili sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it ed aggiornate al mese di gennaio 2015

FAQ dell Agenzia delle Entrate disponibili sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it ed aggiornate al mese di gennaio 2015 FAQ dell Agenzia delle Entrate disponibili sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it ed aggiornate al mese di gennaio 2015 BONUS RISTRUTTURAZIONI Si può usufruire della detrazione per i lavori di ristrutturazione

Dettagli

Il bonus arredi per il 2015

Il bonus arredi per il 2015 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 132 23.04.2015 Il bonus arredi per il 2015 Categoria: Irpef Sottocategoria: Detrazione 36% Come noto la Legge di Stabilità 2015 ha prorogato fino

Dettagli

ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013

ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013 ALLEGATO D CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2013 Istruzioni per lo svolgimento degli adempimenti previsti per l assistenza fiscale da parte dei sostituti d imposta, dei professionisti

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2014

MODELLO 730-3 redditi 2014 07-07-0 MODELLO 70- redditi RE-00-00000077 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata DICHIARAZIONE Ufficio: UFFICIO VIA BISMANTOVA Pr. Archiv.: 77 PRECOMPILATA 70 rettificativo

Dettagli

Le novità dei modello UNICO 2013. DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate

Le novità dei modello UNICO 2013. DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate Le novità dei modello UNICO 2013 DC SAC Modulistica Agenzia delle entrate Le novità del modello UNICO 2013 Persone fisiche Fascicolo 1 ARGOMENTI PRINCIPALI Tra le principali novità del modello Unico PF

Dettagli

Novità del modello 730/2012 redditi 2011

Novità del modello 730/2012 redditi 2011 Novità del modello 730/2012 redditi 2011 A cura del dott. Andrea Baratta Frontespizio e Familiari a carico E stata introdotta una casella denominata situazioni particolari per evidenziare particolari condizioni

Dettagli

E MIGLIORAMENTI FONDIARI. CIRCOLARE N.12 Prot. n.712 CB/ev Roma, 22 aprile 2013

E MIGLIORAMENTI FONDIARI. CIRCOLARE N.12 Prot. n.712 CB/ev Roma, 22 aprile 2013 ASSOCIAZIONE NAZIONALE BONIFICHE, IRRIGAZIONI E MIGLIORAMENTI FONDIARI Membro dell European Union of Water Management Associations CIRCOLARE N.12 Prot. n.712 CB/ev Roma, 22 aprile 2013 E-mail A TUTTI GLI

Dettagli

AVVISO AI CONTRIBUENTI MOD. 730/2011

AVVISO AI CONTRIBUENTI MOD. 730/2011 Albo Caf dipendenti e pensionati n.70 AVVISO AI CONTRIBUENTI MOD. 730/2011 Il 730 è il modello - pdf per la dichiarazione dei redditi dedicato ai lavoratori dipendenti e pensionati. Presentare il modello

Dettagli

Il regime della cedolare

Il regime della cedolare STUDIO Russo commercialisti Ai Clienti dello Studio RUSSO Il regime della cedolare secca Il calcolo della tassazione agevolata e le modalità di opzione alla luce dei chiarimenti di prassi in materia. Il

Dettagli

Roma, 22 ottobre 2001

Roma, 22 ottobre 2001 RISOLUZIONE N. 163/E Roma, 22 ottobre 2001 OGGETTO: Istanza di interpello n..2001, ai sensi dell articolo 11, della legge n. 212 del 2000, presentato dal Signor in ordine all assoggettabilità all imposta

Dettagli

L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4

L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4 Focus di pratica professionale di Roberto Chiumiento L assistenza fiscale e l obbligo della ricezione telematica dei risultati dei conguagli nel modello 730-4 I termini dell assistenza fiscale Com è noto

Dettagli

APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012

APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012 APPROVAZIONE MODELLO PER L ANNO 2012 Con i provvedimenti dell Agenzia delle entrate 15.1.2013 e 4.3.2013 è stato approvato in via definitiva (rettifiche comprese), il modello 730/2013 per l adempimento

Dettagli

Prot. 173/2013. Milano, 30-09-2013. Circolare n. 94/2013. AREA: Circolari, Fiscale

Prot. 173/2013. Milano, 30-09-2013. Circolare n. 94/2013. AREA: Circolari, Fiscale Prot. 173/2013 Milano, 30-09-2013 Circolare n. 94/2013 AREA: Circolari, Fiscale Interventi di efficienza energetica, di ristrutturazione edilizia - Acquisto di mobili: Detrazione Circolare dell Agenzia

Dettagli

Foglio interno per l informazione agli iscritti

Foglio interno per l informazione agli iscritti Marzo 2008 In allegato inviamo copia della circolare n. 2/2008 emessa dalla Cassa Mutua Nazionale per il Personale delle Banche di Credito Cooperativo ed avente per oggetto Trattamento fiscale dei contributi

Dettagli

Servizio INFORMATIVA 730

Servizio INFORMATIVA 730 SEAC S.p.A. - 38100 TRENTO - Via Solteri, 74 Internet: www.seac.it - E-mail: info@seac.it Tel. 0461/805111 - Fax 0461/805161 Servizio INFORMATIVA 730 04 APRILE 2008 Informativa n. 31 NUOVE DETRAZIONI:

Dettagli

INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI

INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI INDICE LE FINALITA E GLI ASPETTI GENERALI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO NELLE IMPOSTE DIRETTE:LE TIPOLOGIE DI VIOLAZIONI IL RAVVEDIMENTO OPEROSO E IL MODELLO 770 IL MODELLO F24 E CODICI TRIBUTO MAGGIORMENTE

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Reg. Imprese di TARANTO n. 02581080732 - REA n. 156216 e-mail: info@studioformat.it sito web: http://www.studioformat.it

Reg. Imprese di TARANTO n. 02581080732 - REA n. 156216 e-mail: info@studioformat.it sito web: http://www.studioformat.it Circolare 05/2013 Sava lì 20.09.2013 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi OGGETTO: BONUS MOBILI 2013 Gentile Cliente, la presente per informarti che il 18/09/2013 è stata pubblicata una circolare esplicativa

Dettagli

Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII - N. 2/ 2013

Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII - N. 2/ 2013 ORIENTAMENTI FISCALI Ad uso degli Uffici Caaf50&Più e strutture convenzionate Anno VIII - N. 2/ 2013 730/2013: le novità Come ogni anno, anche il modello 730/2013 presenta alcune significative novità.

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina

AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE. a cura di Paola Martina AGEVOLAZIONI FISCALI SULLE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE a cura di Paola Martina RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 1 co, 87 Legge di stabilità 2014 D.L. 4 giugno 2013 n. 63, convertito, con modifiche, dalla L. 3

Dettagli

L e n u ove d e t r a z i o n i p e r l a c a s a d e l D e c r e t o S v i l u p p o 2 01 2

L e n u ove d e t r a z i o n i p e r l a c a s a d e l D e c r e t o S v i l u p p o 2 01 2 L e n u ove d e t r a z i o n i p e r l a c a s a d e l D e c r e t o S v i l u p p o 2 01 2 Con il Decreto 147 del 26 giugno 2012 convertito in legge ad agosto, sono cambiate le regole inerenti la detrazione

Dettagli

MODELLO 730-3 redditi 2013

MODELLO 730-3 redditi 2013 LUBSAL0 LUBRANO DI DIEGO SALVATORE MODELLO 730-3 redditi 03 prospetto di liquidazione relativo all'assistenza fiscale prestata Modello N. Impegno ad informare il contribuente di eventuali comunicazioni

Dettagli

Il Modello UNICO per persone fisiche

Il Modello UNICO per persone fisiche Immacolata Di Rienzo (Commercialista in Caserta) Il Modello UNICO per persone fisiche Persone fisiche non esercenti attività di lavoro autonomo Persone fisiche esercenti attività di impresa o di arti e

Dettagli

RISOLUZIONE N. 46/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente

RISOLUZIONE N. 46/E. OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente RISOLUZIONE N. 46/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 maggio 2010 Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica - ART. 51, comma 4, lett. b), Tuir - Prestiti concessi al personale dipendente Con

Dettagli

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO

DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO DAL CALCOLO DELL IMPOSTA AL CONGUAGLIO IL MODELLO 730-3: La STRUTTURA e i DATI IDENTIFICATIVI. Le sezioni del prospetto di liquidazione 730-3 Il risultato dell elaborazione dei dati esposti nel modello

Dettagli

ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015

ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015 ALLEGATO C CIRCOLARE PER LA LIQUIDAZIONE ED IL CONTROLLO DEL MOD. 730/2015 Istruzioni per lo svolgimento degli adempimenti previsti per l assistenza fiscale da parte dei sostituti d imposta, dei professionisti

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - NOZIONI GENERALI. Sezione Seconda - INTERVENTI AGEVOLABILI

INDICE. Sezione Prima - NOZIONI GENERALI. Sezione Seconda - INTERVENTI AGEVOLABILI INDICE Premessa... pag. 9 Novità alla disciplina intervenute nel 2011...» 9 Struttura del testo...» 11 Sezione Prima - NOZIONI GENERALI Immobili interessati... pag. 14 Immobili residenziali...» 15 Parti

Dettagli

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti

Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015. Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Circolare N. 72 del 14 Maggio 2015 Modello Unico PF/2015: inizia la raccolta documenti Soggetti interessati Sono obbligati alla presentazione della dichiarazione dei redditi (Mod. Unico PF 2015) i contribuenti

Dettagli

Oggetto: Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 5/E dell 11 Marzo 2013: rapporto tra IMU e imposte sui redditi - chiarimenti

Oggetto: Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 5/E dell 11 Marzo 2013: rapporto tra IMU e imposte sui redditi - chiarimenti Roma, 18 Aprile 2013 Prot. n.: 333/2013/CDA/SS/GN Ai Corrispondenti C.A.F. UIL S.p.A. LORO SEDI Circolare n. 20/2013 Oggetto: Circolare dell Agenzia delle Entrate n. 5/E dell 11 Marzo 2013: rapporto tra

Dettagli

MODELLO 730/2013 NOVITÀ

MODELLO 730/2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 9/2013 del 14 marzo 2013 MODELLO 730/2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Quadro del Modello 730/2013 2. Contribuenti che possono utilizzare il Modello 730/2013

Dettagli

L Agenzia delle Entrate chiede i documenti attestanti il diritto a detrazioni o deduzioni fiscali

L Agenzia delle Entrate chiede i documenti attestanti il diritto a detrazioni o deduzioni fiscali CIRCOLARE A.F. N. 75 del 22 Maggio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi L Agenzia delle Entrate chiede i documenti attestanti il diritto a detrazioni o deduzioni fiscali Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N.44 del 12 Marzo 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Recupero edilizio e riqualificazione energetica: per la maxi detrazione pagamenti entro il 30.06.2013 Gentile cliente,

Dettagli

OGGETTO: Modalità di recupero dell Irpef versata e non dovuta QUESITO

OGGETTO: Modalità di recupero dell Irpef versata e non dovuta QUESITO RISOLUZIONE N. 71/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 febbraio 2008 OGGETTO: Modalità di recupero dell Irpef versata e non dovuta Con l istanza di interpello di cui all oggetto, concernente

Dettagli

INFORMATIVA N. 19/2013. Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate -

INFORMATIVA N. 19/2013. Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate - STUDIO RENZO GORINI DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE COMO 25.9.2013 22100 COMO - VIA ROVELLI, 40 TEL. 031.27.20.13 www.studiogorini.it FAX 031.27.33.84 E-mail: segreteria@studiogorini.it INFORMATIVA

Dettagli

BONUS FISCALE 50% RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E IMPIANTI ELETTRICI

BONUS FISCALE 50% RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E IMPIANTI ELETTRICI BONUS FISCALE 50% RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE E IMPIANTI ELETTRICI Con il decreto sviluppo 1 approvato dal Governo nel mese di giugno 2012, il bonus fiscale previsto in generale dalla legge 2 per le ristrutturazioni

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

DETRAIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI CON RIFERIMENTO AI RIGHI E7 ED E8

DETRAIBILITÀ DEGLI INTERESSI PASSIVI CON RIFERIMENTO AI RIGHI E7 ED E8 Servizio INFORMATIVA 730 INFORMATIVA N. 31 Prot. 3261 DATA 20.04.2007 Settore: Oggetto: Riferimenti: IMPOSTE SUI REDDITI Le regole di detraibilità degli interessi passivi su mutui con riferimento ai righi

Dettagli

Le novità del modello 730/2014

Le novità del modello 730/2014 Le novità del modello 730/2014 Sono state pubblicate e disponibili per la consultazioni sul sito dell Agenzia delle entrate le bozze del modello 730/2014 e le relative istruzioni. Numerose sono le novità

Dettagli

Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità

Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità CIRCOLARE agosto 2013: Novità Fiscali della Legge 90/2013 di conversione del DL 63 del 4/6/2013 e altre novità La legge n. 90 del 3/8/2013 di conversione del DL n. 63 del 4 giugno 2013 ha introdotto alcune

Dettagli

Gli oneri. Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ

Gli oneri. Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ Gli oneri Capitolo 10 10.1 CONCETTI GENERALI 10.2 GLI ONERI DEDUCIBILI 10.3 GLI ONERI DETRAIBILI 10.4 VISTO DI CONFORMITÀ 10.5 LA RATEIZZAZIONE DELLE SPESE 10.6 LE DIVERSE TIPOLOGIE DI ONERI GLI ONERI

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di gennaio 14 Santa Lucia di Piave, lì 7 gennaio 14 Oggetto: : Finanziaria 2014 prima parte È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Finanziaria 2014 (Legge 27.12.2013, n. 147) c.d. «Legge

Dettagli

CIRCOLARE N. 39/E. OGGETTO: IRPEF - Risposte ad ulteriori quesiti relativi a deduzioni e detrazioni

CIRCOLARE N. 39/E. OGGETTO: IRPEF - Risposte ad ulteriori quesiti relativi a deduzioni e detrazioni CIRCOLARE N. 39/E Direzione Centrale Normativa Roma, 1 luglio 2010 OGGETTO: IRPEF - Risposte ad ulteriori quesiti relativi a deduzioni e detrazioni 2 INDICE INDICE...2 PREMESSA...3 1. SPESE RELATIVE ALL

Dettagli

Roma, 04 marzo 2010 CIRCOLARE N. 4 / 2010

Roma, 04 marzo 2010 CIRCOLARE N. 4 / 2010 Roma, 04 marzo 2010 CIRCOLARE N. 4 / 2010 e p.c. Agli Iscritti Alle Casse Rurali/Banche di Credito Cooperativo Alle Federazioni locali ed Enti Collegati Agli Enti Centrali Ai Membri del Comitato Amministratore

Dettagli

Segreteria Provinciale di Cremona - Lodi - Mantova Viale Trento e Trieste, 54-26100 CREMONA 0372/596811 fax 0372/596850 www.fimcremona.

Segreteria Provinciale di Cremona - Lodi - Mantova Viale Trento e Trieste, 54-26100 CREMONA 0372/596811 fax 0372/596850 www.fimcremona. Segreteria Provinciale di Cremona - Lodi - Mantova Viale Trento e Trieste, 54-26100 CREMONA 0372/596811 fax 0372/596850 www.fimcremona.com 730-2013 LE NOVITÀ FISCALI Cremona, 20 Febbraio 2013 Principali

Dettagli

RISOLUZIONE N. 99/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 99/E QUESITO RISOLUZIONE N. 99/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 08 aprile 2009 OGGETTO: Istanza di interpello Spese di ristrutturazione nell ambito della determinazione del reddito di lavoro autonomo

Dettagli

L energia per uscire dalla crisi:

L energia per uscire dalla crisi: L energia per uscire dalla crisi: La riqualificazione e l efficienza energetica: obiettivi ambientali e obblighi di legge le opportunità per la riqualificazione energetica degli edifici Claudio Degano

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie

Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie Le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e le ristrutturazioni edilizie Dott.ssa Elisa Salvadeo energetico e ristrutturazioni edilizie 1 La circolare ministeriale 13/E del 09.05.2013 ha fornito

Dettagli

La ristrutturazione edilizia

La ristrutturazione edilizia La ristrutturazione edilizia Le novità 2014 sulle detrazioni CASA DOLCE CASA È UN PROGETTO REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DI Le detrazioni per la ristrutturazione Ristrutturando il proprio immobile, o parti

Dettagli

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI

ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI ACCONTI, RITENUTE, ECCEDENZE e ALTRI DATI GLI ACCONTI PAGATI La compilazione del quadro F del 730 Il quadro F del modello 730 si compone di 8 sezioni nelle quali sono riportati i seguenti dati: Sezione

Dettagli

I dossier fiscali. Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e -

I dossier fiscali. Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e - I dossier fiscali Telefisco 2014 - Le risposte dell Agenzia delle Entrate - Circolare 14 maggio 2014, n.10/e - Maggio 2014 SOMMARIO Deducibilità IMU... 3 Bonus mobili... 3 Rivalutazioni beni d impresa...

Dettagli

CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI

CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI CONTRIBUTI PER L ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI Legge n. 13 del 09/01/1989 e circolare ministeriale Ministero dei Lavori Pubblici n. 1669 del 22/06/1989 La Legge n. 13

Dettagli

AGEVOLAZIONI FISCALI E CONTRIBUTI (aggiornamento al 9 gennaio 2007)

AGEVOLAZIONI FISCALI E CONTRIBUTI (aggiornamento al 9 gennaio 2007) AGEVOLAZIONI FISCALI E CONTRIBUTI (aggiornamento al 9 gennaio 2007) Via Guido Rossa, 8-50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel. 055.366500 - Fax. 055.360009 info@prismascensori.it www.prismascensori.it p.iva 04929480483

Dettagli

RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+

RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+ RIGO E37-1 SOSTITUZIONE FRIGORIFERI E CONGELATORI CON APPARECCHI CLASSE A+ L art 1, comma 353, Legge n. 296/2006 ha introdotto una nuova detrazione dall Irpef per la sostituzione di frigoriferi, congelatori

Dettagli

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista

Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista Mod. 730/2015 quadro C: bonus IRPEF e Certificazione Unica Saverio Cinieri - Dottore commercialista e pubblicista ADEMPIMENTO " NOVITA " FISCO I contribuenti che possiedono redditi di lavoro dipendente,

Dettagli

DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO

DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO IL PUNTO FISCALE DI FINE ANNO: OPPORTUNITA, CRITICITA E RIFLESSIONI DETRAZIONE SUL RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO Walter Cerioli 18 dicembre 2013 Sala Orlando

Dettagli

Redditi da dichiarare. Oneri detraibili e deducibili

Redditi da dichiarare. Oneri detraibili e deducibili MEMORANDUM SINTETICO SULLA DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE Per maggiori informazioni contattare direttamente lo Studio Il contribuente deve sempre esibire la documentazione necessaria per permettere ai professionisti

Dettagli

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013

La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 La dichiarazione dei redditi 2014, relativa al periodo d imposta 2013 Modello 730: provvedimento di approvazione del 15 gennaio 2014; provvedimento di modifica del 10 marzo 2014. Modello UNICO Persone

Dettagli

IMU ed imposte sui redditi

IMU ed imposte sui redditi I Dossier Fiscali IMU ed imposte sui redditi I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate (C.M. 5/E/2013) SOMMARIO IMU ed imposte sui redditi... 3 IMU in sostituzione dell IRPEF Effetti sui singoli redditi...

Dettagli

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quinto video

Le agevolazioni fiscali per la tua casa. Quinto video Quinto video 1 Nel secondo video abbiamo parlato dei lavori per i quali spetta l agevolazione In questo terzo video parleremo invece di: 1. Gli adempimenti richiesti 2. Come fare i pagamenti 3. La ritenuta

Dettagli

Inserti di Gruppo. Il 730/2015 Precompilato. A chi interessa. Quali informazioni contiene. DIRCREDITO Gruppo Banca Popolare di Vicenza

Inserti di Gruppo. Il 730/2015 Precompilato. A chi interessa. Quali informazioni contiene. DIRCREDITO Gruppo Banca Popolare di Vicenza Associazione Sindacale dell Area Direttiva e delle Alte Professionalità del Credito ed Enti assimilati delle Società Assicurative e delle Agenzie Esattoriali Inserti di Gruppo Il 730/2015 Precompilato

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell assistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro 0 MODELLO GRATUITO CONTRIBUENTE

Dettagli

La dichiarazione precompilata

La dichiarazione precompilata L INNOVAZIONE DEL MODELLO FISCALE La dichiarazione precompilata Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 18 dicembre 2014 1 Cambia radicalmente il paradigma DAL MODELLO: «Mi dica, poi io verifico

Dettagli

Comunicazioni e documenti da conservare

Comunicazioni e documenti da conservare I chiarimenti dell Agenzia in materia di detrazione delle spese per recupero edilizio/risparmio energetico (circolare n. 19/2012 Agenzia delle Entrate) Con la circolare n. 19/E del 01.06.2012 l Agenzia

Dettagli

S T U D I L E G A L I E T R I B U T A R I A S S O C I A T I STUDIO ASSOCIATO FRANCESCO GUIDI

S T U D I L E G A L I E T R I B U T A R I A S S O C I A T I STUDIO ASSOCIATO FRANCESCO GUIDI S T U D I L E G A L I E T R I B U T A R I A S S O C I A T I STUDIO ASSOCIATO FRANCESCO GUIDI VIALE BRUNO BUOZZI, 102 00197 ROMA TEL. 06 32 25 274 - FAX 06 32 25 047 segreteria@gggtaxlegal.it GIACOMO CAVALLO

Dettagli

IN QUESTO NUMERO. Autorità anticorruzione: modalità operative per lo svolgimento delle attività istituzionali dell Autorità.

IN QUESTO NUMERO. Autorità anticorruzione: modalità operative per lo svolgimento delle attività istituzionali dell Autorità. N. 21 26 maggio 2014 Reg. Tribunale di Milano n. 51 del 1 marzo 2013 IN QUESTO NUMERO Autorità anticorruzione: modalità operative per lo svolgimento delle attività istituzionali dell Autorità. Ministero

Dettagli