Utenza fragile: Anziani e non autosufficienti. Dipartimento ASSI - U.O. Anziani e Cure Domiciliari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Utenza fragile: Anziani e non autosufficienti. Dipartimento ASSI - U.O. Anziani e Cure Domiciliari"

Transcript

1 Utenza fragile: Anziani e non autosufficienti Dipartimento ASSI - U.O. Anziani e Cure Domiciliari ASL di Brescia - Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, Brescia

2 a cura di: Dott.ssa Fausta Podavitte Direttore del Dipartimento ASSI Dr. Ernesto Giacò Responsabile U.O. Anziani e Cure Domiciliari Viale Duca degli Abruzzi, 15 - edificio 4 Telefono fax Mail: 2

3 Introduzione Si è ritenuto utile riassumere in un unico documento, le informazioni più indicative relative ai servizi per anziani e persone malate non autosufficienti, seppur già rintracciabili sia sul sito dell Asl sia nella Carta dei Servizi. L auspicio è quello di renderle di ancor più facile consultazione per gli addetti ai lavori che, parte della rete, assumono anche il ruolo d invianti alle UCAM, di segnalatori di bisogni e di partecipanti dell approccio multidimensionale. I servizi per gli anziani e per i malati non autosufficienti sono organizzati in stretto collegamento tra loro, in modo da offrire la risposta più adeguata ai bisogni specifici di ogni persona. L obiettivo è di permettere alle persone malati non autosufficienti di rimanere il più possibile a vivere con la propria famiglia, garantendo loro la miglior qualità di vita possibile. SIGLARIO UCAM - Unità di Continuità Assistenziale Multi-dimensionale CeAD - Centro di Assistenza Domiciliare ADI - Assistenza Domiciliare Integrata, VSS - Voucher socio-sanitario - Credit, Enti accreditati - per erogare il voucher socio sanitario CDI - Centri diurni integrati RSA - Residenze sanitario-assistenziali HP - Hospice Residenziale SDAR - Servizio Distrettuale di Assistenza Residenziale Comunità Residenziali per Anziani 3

4 UCAM - Unità di Continuità Assistenziale Multidimensionale Sono delle équipe funzionali multi professionali che hanno l'obiettivo di supportare la famiglia, il Medico di Medicina Generale (MMG) o il Pediatra di Libera Scelta (PLS), attraverso la continuità clinica, terapeutica ed assistenziale alle persone bisognevoli di assistenza complessa e/o non autosufficienti. L UCAM si avvale di varie figure professionali quali Medico del Distretto, Infermiere esperto, Assistente Sociale in collaborazione con MMG, PLS e con il supporto di Specialisti come Geriatra, Fisiatra, Palliatore e altri Specialisti. Inoltre collabora con i Comuni/Ambito Territoriale. Il servizio è gratuito e viene attivato su richiesta del Medico di Medicina Generale/Pediatra di Libera Scelta, che hanno la responsabilità clinica del loro assistito, oltre che da un familiare, U.O. Ospedaliere, altre U.O.I. del Distretto, dal Servizio Sociale comunale/ambito competente. L UCAM accoglie la richiesta, valuta le necessità, definisce gli obiettivi e propone i Servizi da attuare, concordandoli con l utente e/o la sua famiglia. Autorizza i servizi di assistenza domiciliare integrata tramite voucher s.s. e credit, verificandone l andamento. Inoltre è supporto nelle scelte degli altri servizi della rete, in particolare per quanto riguarda le RSA. I Riferimenti UCAM dell Asl di Brescia, formalizzate con delibera n 261 del , sono presenti in ciascuna DGD (Direzione Gestionale Distrettuale) al mese di febbraio 2011: UCAM della DGD n 1 - Distretto di Brescia città Responsabile Dr.ssa G. Gaido Sede UCAM Viale Duca degli Abruzzi, 13 Brescia Telefono con segreteria attiva 24h/24 (*) Fax (*) (*) Ricezione telefonica dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 9,00-12,30 e 14,00-15,30 Orari e modalità di accesso del pubblico dal lunedì al venerdì (non festivi): ore 9,00-12,30 accesso libero; ore 14,00-15,30 su appuntamento Comuni afferenti: Brescia, Collebeato Brescia - Via Paganini, 1 tel fax Brescia - Via Lottieri, 2 tel fax Brescia - Via Baracca, 33 tel fax Brescia - Via Marchetti, 1 tel fax Brescia - Viale Duca Abruzzi, 13 tel fax

5 UCAM della DGD n 2 - Distretto di Gussago, Rezzato Responsabile Dr.ssa M. Corti Sede UCAM Via F.lli Kennedy, Rezzato Telefono con segreteria attiva 24h/24 (*) Fax (*) (*) Ricezione telefonica dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 9,00-13,00 e 14,00-15,00 Orari e modalità di accesso del pubblico dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 9,00-12,00 accesso libero ore 14,00-15,30 su appuntamento Comuni afferenti: Distretto di Gussago: Berlingo, Castegnato, Castelmella, Cellatica, Gussago, Ome, Ospitaletto, Rodengo Saiano, Roncadelle, Torbole Casaglia, Travagliato. Distretto di Rezzato: Azzano Mella, Borgosatollo, Botticino, Capriano del Colle, Castenedolo, Flero, Mazzano, Montirone, Nuvolento, Nuvolera, Poncarale, Rezzato, S. Zeno Naviglio. Punto Logistico di Supporto Distretto di Gussago - Via Richiedei, 8/B tel fax UCAM della DGD n 3 - Distretto di Valtrompia Responsabile Dr.ssa L. Zanetti Sede UCAM Via Beretta, 3 - Gardone Valtrompia. Telefono con segreteria attiva 24h/24 (*) Fax (*) (*) Ricezione telefonica dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 11,00-15,00 Orari e modalità di accesso del pubblico dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 10,00-13,00 su appuntamento Comuni afferenti Bovegno, Bovezzo, Brione, Caino, Collio, Concesio, Gardone Valtrompia, Irma, Lodrino, Lumezzane, Marcheno, Marmentino, Nave, Pezzaze, Polaveno, Sarezzo, Tavernole s/mella, Villa Carcina. Punti Logistici di Supporto Sarezzo - P.le Europa, 16 tel fax Lumezzane - Via Cav. U. Gnutti, 4 tel fax Tavernole s/m - Via Don G. Amadini, 43 tel fax

6 UCAM della DGD n 4 - Distretto di Iseo, Palazzolo s/o, Chiari Responsabile: Dr.ssa A. Borsari Sede UCAM Piazza Martiri della Libertà, 25 - Chiari Telefono con segreteria attiva 24h/ Fax (*) (*) Ricezione telefonica dal lunedì al venerdì (non festivi): ore 10,30-13,00 e 14,00-15,30 Orari e modalità di accesso del pubblico dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 10,30-13,00 e 14,00-15,30 (accesso libero) Accesso su appuntamento in altri orari da concordare Comuni afferenti Distretto di Iseo: Cortefranca, Iseo, Marone, Monte Isola, Monticelli B., Paderno FC., Paratico, Passirano, Provaglio d Iseo, Sale Marasino, Sulzano, Zone. Distretto di Palazzolo: Adro, Capriolo, Cologne, Erbusco, Palazzolo s/o., Pontoglio. Distretto di Chiari: Castelcovati, Castrezzato, Cazzago S. Martino, Chiari, Coccaglio, Comezzano, Cizzago, Roccafranca, Rovato, Rudiano, Trenzano, Urago d O. Punti Logistici di Supporto Iseo - Via Giardini Garibaldi, 2 tel fax Palazzolo s/o - Viale Lungo Oglio Battisti, 39 tel fax UCAM della DGD n 5 - Distretto di Orzinuovi, Leno, Montichiari Responsabile: Dr.ssa G. Roncali Sede UCAM Piazza Donatori di Sangue, 1 - Leno Telefono con segreteria attiva 24h/24 (*) Fax (*) (*) Ricezione telefonica dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 8,00-12,30 e 13,30-17,00 Orari e modalità di accesso del pubblico dal lunedì al venerdì (non festivi ore 8,30-12,30 e 14,00-16,00 (accesso libero) Comuni afferenti Distretto di Orzinuovi: Barbariga, Borgo S. Giacomo, Brandico, Corzano, Dello, Lograto, Longhena, Maclodio, Mairano, Orzinuovi, Orzivecchi, Pompiano, Quinzano d/oglio, San Paolo, Villachiara. Distretto di Leno: Alfianello, Bagnolo Mella, Bassano Bresciano, Cigole, Fiesse, Ghedi Gambara, Gottolengo, Isorella, Leno, Manerbio, Milzano, Offlaga, Pavone Mella, Pontevico, Pralboino, San Gervasio Bresciano, Seniga, Verolanuova, Verolavecchia. Distretto di Montichiari: Acquafredda, Calcinato, Calvisano, Carpenedolo, Montichiari, Remedello, Visano. Punti Logistici di Supporto Orzinuovi - Viale Marconi, 27 tel fax Montichiari - Via G. Falcone, 18 tel fax

7 UCAM della DGD n 6 - Distretto del Garda, Vallesabbia Responsabile: Dr.G. Montagnoli Sede UCAM Viale Landi, 5 - Salò Telefono con segreteria attiva 24h/ (*) Fax (*) Ricezione telefonica dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 9,00-12,30 e 13,30-17,00 Orari e modalità di accesso del pubblico dal lunedì al venerdì (non festivi) ore 9,00-12,30 e 13,30-17,00 (accesso libero e su appuntamento) Comuni afferenti Distretto del Garda: Gardone Riviera, Gargnano, Limone, Magasa, Tignale, Toscolano Maderno, Tremosine, Valvestino, Salò, San Felice del Benaco, Puegnago; Bedizzole, Calvagese della Riviera, Desenzano del Garda, Lonato del Garda, Manerba del Garda, Moniga del Garda, Padenghe, Polpenazze, Pozzolengo, Sirmione, Soiano del Lago. Distretto di Vallesabbia: Agnosine, Anfo, Bagolino, Barghe, Bione, Capovalle, Casto, Gavardo, Idro, Lavenone, Mura, Muscoline, Odolo, Provaglio Valsabbia, Paitone, Pertica Alta-Bassa, Preseglie, Prevalle, Roè Volciano, Sabbio Chiese, Serle, Treviso Bresciano, Vallio Terme, Vestone, Villanuova s/ Clisi, Vobarno. Punti Logistici di Supporto Desenzano d/garda - Complesso Polifunzionale "Le Vele" - Edificio 5 - Via Adua, 4 tel fax Vestone - Via Reverberi, 2 tel fax Gavardo - Via Andrea Gosa, 83 tel fax (*) I messaggi in segreteria telefonica, i fax e le vengono scaricati ad ogni inizio turno di ricezione telefonica 7

8 CeAD - Centro di Assistenza Domiciliare Il CeAD, sancito con la DGR VIII/10759 del , è presente in ciascuno dei 12 Distretti/Ambiti e rappresenta il luogo in cui si integrano le competenze del personale dell'asl (UCAM) con quelle degli operatori sociali del Comune in modo da garantire all utente un piano assistenziale individuale (PAI) unico ed integrato. Nel territorio dell ASL, forte è la collaborazione con i comuni per rispondere in modo coordinato, ai bisogni socio-assistenziali e socio-sanitari della popolazione tramite un sistema a rete di servizi domiciliari e residenziali. Obiettivi di questa collaborazione sono l appropriatezza d'uso dei servizi disponibili, l'utilizzo ottimale delle risorse, l'erogazione di un'assistenza che sia percepita come unica, complessiva e continuativa da parte dell'utente e della sua famiglia. I servizi di assistenza domiciliare di competenza dell ASL (ADI tramite Voucher sociosanitario e Credit) possono integrarsi con quelli comunali (SAD con ASA, pasti e lavanderia, telesoccorso, trasporti, contributi economici, buono sociale ecc.). L UCAM si impegna a coinvolgere anche gli operatori del Comune, in base al bisogno evidenziato. In funzione della tipologia dei servizi di assistenza domiciliare da erogare, verranno fornite le informazioni in merito alla eventuale documentazione da presentare. Il servizio è gratuito. Sedi CeAD (aggiornata al ) DGD Sede Orario apertura al pubblico Telefono 1 BRESCIA Viale Duca degli Abruzzi, 13 lunedì-venerdì (accesso libero) (solo su appuntamento) GUSSAGO c/o Distretto Via Richiedei, 8/B + Sedi comunali lunedì-venerdì (accesso libero) (su appuntamento) lunedì-venerdì direttamente 9,00-13,00 segreteria telefonica 14,00-15,00 8

9 DGD Sede Orario apertura al pubblico Telefono 3 REZZATO c/o Distretto Via F.lli Kennedy, Sedi Comunali lunedì-venerdì (accesso libero) (su appuntamento) lunedì-venerdì direttamente 9,00-13,00 segreteria telefonica 14,00-15,00 4 GARDONE VALTROMPIA Via Beretta, 3 lunedì-venerdì (solo su appuntamento) ISEO c/o Distretto Sebino Via Giardini Garibaldi, 2 lunedì-venerdì e (altri orari su appuntamento) Fax PALAZZOLO S/OGLIO c/o Distretto Monte Orfano V. Lungo Oglio C. Battisti, 39 lunedì-venerdì e (altri orari su appuntamento) Fax CHIARI c/o Distr. Oglio Ovest Piazza Martiri Libertà, 25 lunedì-venerdì e (altri orari su appuntamento) Fax ORZINUOVI c/o Distretto Bassa Bresciana Occ. V.le Marconi, 27 + Sedi Comunali lunedì-venerdì (accesso libero) (solo su appuntamento) LENO c/o Distretto Bassa Bresciana Centrale P.zza Donatori Sangue, 1 e Sedi Comunali lunedì-venerdì (accesso libero) (solo su appuntamento) MONTICHIARI c/o Distretto Bassa Bresciana Orientale Via Falcone, 18 e Sedi Comunali lunedì-venerdì (accesso libero) (solo su appuntamento) SALO' c/o Distretto Garda Via Landi, 5 lunedì-venerdì (accesso libero) (solo su appuntamento) VESTONE c/o Distretto ValSabbia Via Reverberi, 1 lunedì-venerdì (accesso libero); (solo su appuntamento)

10 A.D.I. - Assistenza Domiciliare Integrata Le cure domiciliari, nate tempo fa come sistema aspecifico di cura scarsamente tutelante, sono divenute un importante forma di assistenza, di protezione capace di allungare la permanenza delle persone malate e non autosufficienti, di tutte le età, al proprio domicilio e di utilizzare con oculatezza le strutture residenziali. L erogazione delle cure domiciliari attraverso voucher socio-sanitario e credit è subordinata al Piano di Assistenza Individualizzato (PAI), centrato sulla valutazione dei bisogni complessivi della persona fragile e redatto dagli operatori competenti dopo che è stata effettuata la valutazione del paziente Tipologie di cure domiciliari per livelli di intensità a. estemporanea: interventi domiciliari occasionali dedicati ai pazienti che necessitano di prestazioni sporadiche (es. prelievi ecc) b. credit mensile: assegno virtuale per l acquisto di prestazioni esclusivamente sanitarie erogate da caregiver professionali (es. interventi riabilitativi) c. voucher socio-sanitario: assegno virtuale per l acquisto di prestazioni socio sanitarie erogate da caregiver professionali d. credit/voucher flessibili: superiori o inferiori al mese a seconda della complessità della situazione e della intensità dei bisogni assistenziali Il voucher socio sanitario ed il credit prevedono una rivalutazione mensile della situazione di ogni paziente e la conseguente conferma o chiusura dell intervento. Nel Distretto sono disponibili tutte le informazioni relative al Servizio. L ADI viene attivata dal MMG, PLS in accordo con le UCAM. Di seguito vengono elencate anche le attività più significative garantite dai Comuni a sostegno della domiciliarità: a. SAD: ASA/OSS, pasti a domicilio, servizio lavanderia b. Servizi trasporti c. Buono sociale, aiuto economico mensile a favore di soggetti deboli gestiti a domicilio con importi secondo decisione comunale 10

11 Enti Accreditati per l erogazione del voucher socio sanitario e territorio di intervento (aggiornato al 08/04/2011) Enti Accreditati Distretti d intervento Società Cooperativa Sociale Onlus Il Pellicano Fondazione Ospedale e Casa di Riposo N. P. Richiedei di Gussago La Rondine società cooperativa Sociale Onlus Vallesabbia Solidale S.c.r.l. 12 Cooperativa sociale - Soc. Coop. a r.l. Onlus Loggia Cooperativa sociale Serena 8 Fondazione S. Angela Merici 11 Struttura erogatrice Distretto n. 1 1 Struttura erogatrice Distretto n. 3 3 Struttura erogatrice Distretto n. 4 4 Struttura erogatrice Distretto n. 7 7 Struttura erogatrice Distretto n. 8 8 Struttura erogatrice Distretto n. 9 9 Fondazione Don Ambrogio Cacciamatta Onlus Iseo Medicasa Italia S.p.a Cooperativa Sociale Società Dolce Casa di Riposo Ghedi 9 Casa di Riposo Salò 11 Progetto Salute Domus Salutis Fondazione Casa Industria 1 Studio Infermieristico Associato Orceano Vivisol Srl Studio Fisioterapico Gallina Raphael

12 C.D.I. - Centri Diurni Integrati Sono rivolti agli anziani non autosufficienti, trasportabili, ben inseriti in famiglia che possono beneficiare di interventi assistenziali, come igiene personale, sanitari (infermieristici e riabilitativi) e psico sociali. Tutti i CDI nell ASL di Brescia sono aperti per almeno 5 giorni la settimana per circa 8 ore al giorno e oltre. E prevista una retta giornaliera che varia a seconda dei CDI. Per ottenere il servizio è possibile contattare l UCAM o il CeAD o il Servizio Sociale del Comune o direttamente al CDI che daranno tutte le informazioni necessarie per perfezionare la domanda. In molti territori è garantito anche il Servizio Trasporti. Sono presenti 48 CDI così distinti nei 12 Distretti: Distretto n 1 Brescia città Comuni afferenti: Brescia, Collebeato Denominazione Sede Ente Gestore Posti accreditati CDI c/o ex Scuola Elementare Achille Papa Brescia Fondazione Brescia Solidale 25 CDI c/o Centro S. Giovanni di Dio FBF Fra Pietro Ghidini Brescia Ordine Ospedaliero di S. Giovanni di Dio Fatebenefratelli 25 CDI c/o RSA Casa Industria CDI Primavere c/o Leonardo Arvedi Brescia Fondazione Casa di Industria 30 Brescia Fondazione Brescia Solidale 25 Totale distretto n

13 Distretto n 2 Brescia ovest Comuni afferenti: Berlingo, Castegnato, Castelmella, Cellatica, Gussago, Ome, Ospitaletto, Rodengo Saiano, Roncadelle, Torbole Casaglia, Travagliato. Denominazione Sede Ente Gestore Posti accreditati CDI c/o RSA Casa di Riposo Nobile Paolo Richiedei Gussago Il Gabbiano Società Cooperativa Sociale 28 CDI c/o Residenza Socio Sanitaria Tilde Luigi Colosio Rodengo Saiano Cooperativa Sociale Genesi arl 15 CDI Villa dei Gelsi Torbole Casaglia Fondazione Pompeo e Cesare Mazzocchi Onlus 15 Totale distretto n Distretto n 3 Brescia est Comuni afferenti: Azzano Mella, Borgosatollo, Botticino, Capriano d/ Colle, Castenedolo, Flero, Mazzano, Montirone, Nuvolento, Nuvolera, Poncarale, Rezzato, S.Zeno Naviglio Denominazione Sede Ente Gestore Posti accreditati Fondazione Casa di Riposo per Anziani di Botticino Onlus Botticino Fondazione Casa di Riposo per anziani di Botticino Onlus 15 Fondazione Pio Ricovero Inabili al Lavoro Onlus Castenedolo Fondazione Pio Ricovero Inabili al Lavoro Onlus 15 CDI Giancarlo Serioli Rezzato Azienda Speciale Evaristo Almici 16 CDI c/o RSA Andrea Fiorini onlus Mazzano Casa di Riposo Andrea Fiorini Onlus 30 Totale distretto n Distretto n 4 Valle Trompia Comuni afferenti: Bovegno, Bovezzo, Brione, Caino, Collio, oncesio, Gardone Valtrompia, Irma, Lodrino, Lumezzane, Marcheno, Marmentino, Nave, Pezzaze, Polaveno, Sarezzo, Tavernole, Villa Carcina. Denominazione Sede Ente Gestore Posti accreditati Fondazione Casa di Riposo Bovegno Casa di Riposo S.Giovanni Onlus 12 S. Giovanni Onlus CDI Bovezzo Comune di Bovezzo 20 Sandro Giacomazzi CDI c/o Casa di Riposo Concesio Azienda Speciale 15 Azienda Speciale RSA di Concesio RSA di Concesio CDI Gardone Fondazione di Cura Città di Gardone 15 Giulia Lenzi/Suor Scolastica Valtrompia Valtrompia Onlus CDI c/o RSA Lumezzane Fondazione Le Rondini 20 Le Rondini Città di Lumezzane Onlus CDI c/o Casa di Riposo Villa Fiori Nave Fondazione Villa dei Fiori RSA Onlus 15 CDI c/o Comunale Madre Teresa di Calcutta CDI c/o Casa di Riposo Villa dei Pini Onlus Sarezzo Comune di Sarezzo 10 Villa CArcina Fondazione Colturi Villa dei Pini 15 Onlus Totale distretto n

14 Distretto n 5 Sebino Comuni afferenti: Corte Franca, I seo, Marone, Monteisola, Monticelli B. Paderno F.C, Paratico, Passirano, Provaglio d'iseo, Sale Marasino, Sulzano, Zone. Denominazione Sede Ente Gestore Posti accreditati CDI Gerico Clusane di Iseo Fondazione Comunità Mamrè Onlus 20 CDI Passirano Passirano Fondazione don Ambrogio Cacciamatta 19 CDI Paratico Paratico Comune di Paratico 15 Totale distretto n Distretto n 6 Monte Orfano Comuni afferenti: Adro, Capriolo, Cologne, Erbusco, Palazzolo S/Oglio, Pontoglio. Denominazione Sede Ente Gestore Posti accreditati CDI c/0 Casa di riposo di Capriolo Don Capriolo Fondazione Casa di riposo di Capriolo 15 Gaudenzio Martinazzoli Don Gaudenzio Martinazzoli CDI Trenzano Trenzano Fondazione Insieme Trenzano 30 Onlus CDI Palazzolo s/oglio Palazzolo Comune di 15 s/oglio Palazzolo s/oglio CDI c/o Casa di Riposo Villa Serena Pontoglio s/oglio Fondazione Villa Serena 15 Totale distretto n Distretto n 7 Oglio ovest Comuni afferenti: Castelcovati, Castrezzato, Cazzago S.M, Chiari, Coccaglio, Comezzano, Cizzago, Roccafranca, Rovato, Rudiano, Trenzano, Urago d'oglio. Ente gestore Sede Ente Gestore Posti CDI c/o Casa di Riposo Maggi Castrezzato Fondazione Centro Servizi per Anziani 10 Casa di Riposo Maggi Onlus CDI c/o RSA Mazzocchi Coccaglio Fondazione 15 Pompeo e Cesare Mazzocchi CDI c/o RSA Pietro Cadeo Chiari Istituto Pietro Cadeo Onlus 20 CDI c/o Fondazione Lucini Cantù Rovato Fondazione Lucini Cantù Onlus 15 Totale distretto n

15 Distretto n 8 Bassa Bresciana Occidentale Comuni afferenti: Barbariga, Borgo S.Giacomo, Brandico, Corzano, Dello, Lograto, Longhena, Maclodio, Mairano, Orzinuovi, Orzivecchi, Pompiano, Quinzano d'oglio, S. Paolo, Villa Chiara. Ente gestore Sede Ente Gestore Posti CDI c/o Villa Giardino di Orzinuovi Onlus Orzinuovi Fondazione Villa Giardino Onlus CDI/ Betulla Lograto Associazione Comunità Mamrè Onlus CDI di S. Paolo San Paolo Comune di San Paolo 20 Totale distretto n Distretto n 9 Bassa Bresciana Centrale Comuni afferenti: Alfianello, Bagnolo Mella, Bassano Bresciano,Cigole, Fiesse, Gambara, Ghedi, Gottolengo, Isorella, Leno, Manerbio, Milzano, Offlaga, Pavone M., Pontevico, Pralboino, S.Gervasio Bresciano, Seniga, Verolanuova, Verolavecchia. Ente gestore Sede Ente Gestore Posti CDI c/o Casa di Riposo Paolo VI Onlus Bagnolo M. Fondazione Paolo VI RSA 20 Onlus CDI c/o RSA Cami Alberini onlus Gottolengo Fondazione Centro Servizi Assistenziali 10 Cami Alberini Onlus CDI c/o Casa di Riposo G.B. Valotti Isorella Fondazione Casa di Riposo 10 G.B.Valotti Onlus CDI c/o RSA Giroldi Forcella Ugoni Pontevico Fondazione Giroldi Forcella Ugoni 20 CDI c/o Ricovero Vecchi Longini Morelli Pralboino Fondazione Onlus Longini Morelli 20 CDI c/o RSA Gambara Tavelli Verolanuova Fondazione Gambara Tavelli Onlus CDI c/o Casa di Riposo di Manerbio Manerbio Fondazione Casa di Riposo di Manerbio Onlus CDI c/o Fondazione Casa di Riposo di Ghedi Fondazione Casa di Riposo di Ghedi Ghedi Onlus Onlus Totale distretto n Distretto n 10 Bassa Bresciana Orientale Comuni afferenti: Acquafredda, Calcinato, Calvisano, Carpenedolo, Montichiari, Remedello, Visano. Ente gestore Sede Ente Gestore Posti CDI c/o Casa di Soggiorno per Anziani Montichiari Azienda Servizi Sociali di Montichiari 20 Totale distretto n

16 Distretto n 11 Garda Comuni afferenti: Bedizzole, Calvagese Riviera, Desenzano d/garda, Gardone Riviera, Gargnano, Limone, Lonato, Magasa, Manerba, Moniga, Padenghe, Puegnago, Polpenazze, Pozzolengo, Salò, S. Felice d/benaco, Sirmione, Soiano, Tignale, Toscolano, Tremosine, Valvestino. Ente gestore Sede Ente Gestore Posti accreditati CDI c/o Casa di Soggiorno per Anziani Bedizzole Casa di soggiorno Anziani 20 Onlus CDI c/o Casa di Riposo S.Angela Merici Desenzano Fondazione S. Angela Merici 15 Onlus d/garda CDI c/o RSA Casa di Riposo di Salò Residenza degli Ulivi Salò Fondazione RSA Residenza degli Ulivi 20 Totale distretto n Distretto n 12 Valle Sabbia Comuni afferenti: Agnosine, Anfo, Bagolino, Barghe, Bione, Capovalle, Casto, Gavardo, Idro, Lavenone, Mura, Muscoline, Odolo, Provaglio Valsabbia, Paitone, Pertica Alta, Pertica Bassa, Preseglie, Prevalle, Roè Volciano, Sabbio Chiese; Serle; Treviso Bresciano; Vallio Terme; Vestone; Villanuova S/Clisi, Vobarno. Ente gestore Sede Ente Gestore Posti CDI c/o Casa di Riposo B. Bertella Sabbio Chiese Comune di Sabbio Chiese 8 CDI c/o Opera Pia Ricovero Valsabbino A. Passerini CDI c/o Casa di Riposo Irene Rubini Falck Onlus Vestone Fondazione Angelo Passerini 30 Vobarno Fondazione RSA Falck Totale distretto n

17 RSA - Residenze sanitario-assistenziali Le RSA, già Case di Riposo, sono delle strutture residenziali che accolgono le persone anziane, con parziale o totale non autosufficienza. Il loro compito è di garantire una qualificata assistenza per le persone anche totalmente compromesse nel livello di autonomia, stimolare gli interessi e le relazioni sociali, garantendo la qualità di vita quando l'anziano non autosufficiente non è più in grado di rimanere al proprio domicilio. Tutte le RSA accolgono anche pazienti affetti da Demenza, oltre che in Stato Vegetativo (SV) o affetti da Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA). Alcune strutture garantiscono ricoveri di sollievo per brevi periodi di tempo, rispondendo ad un bisogno transitorio della persona e/o della sua famiglia. Per ottenere informazioni ed accesso al servizio, è possibile rivolgersi all UCAM o al CeAD del Distretto di residenza, al Servizio Sociale (S.S.) del Comune di Residenza oppure alle RSA. La scelta della/e RSA di gradimento avviene sulla base della disponibilità dei posti letto. Dove esiste la lista unica di accesso alle RSA, l interessato, o un suo familiare, presenta la richiesta all'unità di Continuità Assistenziale Multi-dimensionale (UCAM), che dopo la valutazione, inserisce il nominativo dell'interessato nella lista per l'accesso ai posti letto nelle RSA, con ordine di priorità determinato dalla gravità clinica e/o sociale della situazione. Per il costo, è prevista una retta a carico dell ospite o della famiglia che varia a seconda della RSA. Nel territorio dell ASL di Brescia, sono presenti 86 - RSA accreditate e nelle tabelle successive, vengono suddivise per Distretto. Inoltre sono evidenziati i territori in cui è attiva la lista unica di accesso. 17

18 Elenco RSA per Distretto Distretto n 1 Brescia città Comuni afferenti: Brescia, Collebeato Ente gestore Sede posti letto 2010 posti letto di sollievo Fondazione Brescia Solidale (Arici Sega) Brescia 48 Fondazione Brescia Solidale (Villa Elisa) Brescia 62 Fondazione Brescia Solidale (L. Arvedi) Brescia 45 Fondazione Casa di Dio Onlus (Luzzago) Brescia 120 Fondazione Casa di Dio Onlus (Casa di Dio) Brescia 130 Fondazione Casa di Dio Onlus (La Residenza) Brescia 95 Fondazione Casa di Dio Onlus (Livia Feroldi) Brescia 80 Fondazione Casa Industria Onlus Brescia Fondazione Pasotti Cottinelli Onlus Brescia 54 Istituto Figlie di San Camillo Roma/Brescia 41 Fondazione Paola di Rosa Onlus (RSA Villa di Salute) Brescia 155 Totale distretto n Distretto n 2 Brescia ovest (è attiva la lista unica di accesso) Comuni afferenti: Berlingo, Castegnato, Castelmella, Cellatica, Gussago, Ome, Ospitaletto, Rodengo Saiano, Roncadelle, Torbole Casaglia, Travagliato. Ente gestore Sede posti letto 2010 Del Cenacolo Soc. Coop. Sociale Onlus Berlingo 18 Il Gabbiano Soc. Coop. Sociale Onlus Pontevico 94 Fondazione Serlini RSA O.N.L.U.S. Ospitaletto 69 Genesi Impresa Sociale Soc. Coop. Sociale Onlus Rodengo Saiano 100 Fondazione Residenza Berardi Manzoni O.N.L.U.S Roncadelle 36 Casa di Riposo Don Angelo Colombo Fondazione Onlus Travagliato 90 posti letto di sollievo Totale distretto n Distretto n 3 Brescia est (é attiva la lista unica di accesso) Comuni afferenti: Azzano Mella, Borgosatollo, Botticino, Capriano del Colle, Castenedolo, Flero, Mazzano, Montirone, Nuvolento, Nuvolera, Poncarale, Rezzato, San Zeno Naviglio. Ente gestore Sede posti letto 2010 Fondazione Casa di Riposo per Anziani di Botticino nlus Botticino 62 Fondazione Pio Ricovero Inabili al Lavoro Onlus Castenedolo 67 Azienda Speciale Evaristo Almici Rezzato 55 Fondazione Paola di Rosa (RSA Paola di Rosa) Brescia 43 Residenze Anni Azzurri srl Milano/Rezzato 166 Fondazione Casa di Riposo Francesco e Beniamino Porta Nuvolera 20 Casa di Riposo. Andrea Fiorini Onlus Mazzano 70 posti letto di sollievo Totale distretto n

19 Distretto n 4 Valle Trompia (è attiva la lista unica di accesso) Comuni afferenti: Bovegno, Bovezzo, Brione, Caino, Collio, Concesio, Gardone Valtrompia, Irma, Lodrino, Lumezzane, Marcheno, Marmentino, Nave, Pezzaze, Polaveno, Sarezzo, Tavernole, Villa C.. Ente gestore Sede posti letto 2010 posti letto di sollievo Fondazione Casa di Riposo S. Giovanni Onlus Bovegno 40 Azienda Speciale RSA di Concesio Concesio 40 Fondazione di Cura Città di Gardone VT Onlus Gardone VT 90 1 Fondazione Le Rondini Citta di Lumezzane Onlus Lumezzane Fondazione Villa Fiori RSA Onlus Nave Fndazione Istituto Bregoli Onlus Pezzaze 47 Comune di Sarezzo Sarezzo 48 Fondazione Colturi Villa dei Pini Onlus Villa CArcina 72 Totale distretto n Distretto n 5 Sebino (è attiva la lista unica di accesso) Comuni afferenti: Corte Franca, Iseo, Marone, Monteisola, Monticelli Brusati, Paderno Franciacorta, Paratico, Passirano, Provaglio d'iseo, Sale Marasino, Sulzano, Zone. Ente gestore Sede posti letto 2010 Fondazione F.lli Guerini Onlus Iseo 40 Compagnia S. Orsola Figlie di S. Angela Brescia 20 Comune di Sale MArasino Sale Marasino 60 Fondazione Don Ambrogio Cacciamatta Onlus Iseo 60 posti letto di sollievo Totale distretto n Distretto n 6 Monte Orfano (è attiva la lista unica di accesso) Comuni afferenti: Adro, Capriolo, Cologne, Erbusco, Palazzolo s/oglio, Pontoglio. Ente gestore Sede posti letto 2010 Fondazione O.P. Delbarba Maselli Dandolo Onlus Adro 95 Fondazione Casa di Riposo Don Gaudenzio Martinazzoli Capriolo 54 Fondazione Martinelli Granata Piantoni Onlus Cologne 50 Fondazione Don F. Cremona Onlus Palazzolo s/oglio 70 Fondazione Villa Serena Onlus Pontoglio 54 posti letto di sollievo Totale distretto n Distretto n 7 Oglio ovest (è attiva la lista unica di accesso) Comuni afferenti: Castelcovati, Castrezzato, Cazzago S.M, Chiari, Coccaglio, Comezzano, Cizzago, Roccafranca, Rovato, Rudiano, Trenzano, Urago d'oglio. Ente gestore Sede posti letto 2010 posti letto di sollievo Comune di Castelcovati Castelcovati 29 Fondazione Centro Servizi per Anziani C. di R.Maggi Onlus Castrezzato 45 2 Fondazione Istituto Pietro Cadeo Onlus Chiari 145 Fondazione Pompeo e Cesare Mazzocchi Onlus Coccaglio 70 Fondazione Lucini Cantù Onlus Rovato 50 Comune di Rudiano Rudiano 31 Fondazione Bandera - Vezzoli Onlus Urago d Oglio 28 Totale distretto n

20 Distretto n 8 Bassa Bresciana Occidentale (è attiva la lista unica di accesso) Comuni afferenti: Barbariga, Borgo S.Giacomo, Brandico, Corzano, Dello, Lograto, Longhena, Maclodio, Mairano, Orzinuovi, Orzivecchi, Pompiano, Quinzano d'oglio, S. Paolo, Villa Chiara. Ente gestore Sede posti letto 2010 Fondazione Uccelli Bonetti Onlus Barbariga 33 Fondazione Villa Giardino di Orzinuovi Onlus Orzinuovi 98 Fondazione Carlo Frigerio Onlus Orzivecchi 35 Fondazione Casa di Riposo Villa G. Padovani Onlus Quinzano Totale distretto n. 8 posti letto di sollievo Distretto n 9 Bassa Bresciana Centrale (è attiva la lista unica di accesso) Comuni afferenti: Alfianello, Bagnolo Mella, Bassano Bresciano,Cigole, Fiesse, Gambara, Ghedi, Gottolengo, Isorella, Leno, Manerbio, Milzano, Offlaga, Pavone M., Pontevico, Pralboino, S.Gervasio Bresciano, Seniga, Verolanuova, Verolavecchia. Ente gestore Sede posti letto 2010 posti letto di sollievo Fondazione Casa di Riposo R.S.A. Paolo VI onlus Bagnolo Mella 102 Fondazione Dante Cusi Onlus Gambara 40 Fondazione Casa di Riposo Onlus Ghedi 93 Fonazione Onlus C.S.A. Cami Alberini Gottolengo 70 Fondazione G.B. Valotti Onlus Isorella 40 Fondazione Casa di Riposo Onlus Manerbio 84 Fondazione Giroldi Forcella Ugoni Pontevico 122 Fondazione Ist. Bassano Cremonesini Dis. Psic. Onlus Pontevico 180 Fondazione Onlus Longini Morelli di Pralboino Pralboino 75 1 Fondazione Nobile Annibale Maggi Via Onlus Seniga 42 Fondazione Gambara Tavelli Onlus Verolanuova 125 Totale distretto n Distretto n 10 Bassa Bresciana Orientale Comuni afferenti: Acquafredda, Calcinato, Calvisano, Carpenedolo, Montichiari, Remedello, Visano Ente gestore Sede posti letto 2010 Fondazione Casa di Riposo Onlus Calcinato 79 Fondazione Casa di Riposo Beata Cristina Onlus Calvisano 56 Fondazione S.Maria del Castello Onlus Carpenedolo 117 Azienda Servizi Sociali di Montichiari Motichiari 81 posti letto di sollievo Totale distretto n

ORGANICO RELIGIONE CATTOLICA INFANZIA E PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

ORGANICO RELIGIONE CATTOLICA INFANZIA E PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ORGANICO RELIGIONE CATTOLICA INFANZIA E PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Comuni Istituzioni scolastiche Docenti a ruolo Abbinamenti formazione cattedra Docenti a incarico Completamento catterda BRESCIA

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Delibera di Giunta - N.ro 1999/1378 - approvato il 26/7/1999 Oggetto: DIRETTIVA PER L' INTEGRAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI E SANITARIE ED A RILIEVO SANITARIO A FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITI

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI CURE DOMICILIARI E ANALISI DEL DECRETO COMMISSARIALE N. 1/2013 Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari Annalisa

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

6032 6/7/2012 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE

6032 6/7/2012 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE 6032 6/7/2012 Identificativo Atto n. 248 DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, CONCILIAZIONE, INTEGRAZIONE E SOLIDARIETA' SOCIALE DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLA SPERIMENTAZIONE DEL NUOVO MODELLO DI VALUTAZIONE DEL

Dettagli

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali)

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Ausl Roma H UO Assistenza Domiciliare, Senescenza Disabilità Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Troverai altre utili informazioni

Dettagli

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO

DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, SOLIDARIETA' SOCIALE E VOLONTARIATO CIRCOLARE REGIONALE del 15/01/2014 - N 1 OGGETTO: PRIME INDICAZIONI ATTUATIVE DELLA DGR N. 1185/2013 CON SPECIFICO RIFERIMENTO ALLE DGR

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Piano di progetto Premessa: La proposta toscana per il progetto sulla non autosufficienza Cap. 1: I percorsi, gli attori e le azioni

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI Fondazione di partecipazione dei Comuni di Casole d Elsa Colle di Val d Elsa Poggibonsi San Gimignano Radicondoli REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI - 1- INDICE Premessa... 5 Titolo Primo

Dettagli

+ + + Servizi e Risorse Umane. per Aziende Private e Pubbliche

+ + + Servizi e Risorse Umane. per Aziende Private e Pubbliche c o r d u s i o + + + Servizi e Risorse Umane per Aziende Private e Pubbliche La Nostra Storia e i nostri Servizi Con oltre 250 professionisti la Cordusio Servizi S.C.P.A. opera su tutto il territorio

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA COMUNE DI PERTICA ALTA PROVINCIA DI BRESCIA Codice ente Protocollo n. 10388 DELIBERAZIONE N. 33 in data: 28.10.2014 Soggetta invio capigruppo Trasmessa al C.R.C. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Indice Premessa 2 Capitolo I: introduzione 1. Il contesto normativo: la legge 328/2000 3 2. La ricognizione 6 Sintesi dei principali risultati Capitolo II:

Dettagli

Progetto Insieme si può

Progetto Insieme si può Progetto Insieme si può Network dei servizi sociali Lavoro di cura, badanti, politiche dei servizi Milano, 17 aprile 2007 e.mail insieme.roma@libero.it Sito del progetto www.insiemesipuo.net GLI OBIETTIVI

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Linee guida sociosanitarie rivolte a persone anziane e disabili in condizioni di fragilità

Linee guida sociosanitarie rivolte a persone anziane e disabili in condizioni di fragilità Advancing Integration for a Dignified Ageing Progetto AIDA Linee guida sociosanitarie rivolte a persone anziane e disabili in condizioni di fragilità Linee guida sociosanitarie rivolte a persone anziane

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

REGOLAMENTO REGIONALE 16 aprile 2015, n. 12

REGOLAMENTO REGIONALE 16 aprile 2015, n. 12 60 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 56 suppl. del 22 04 2015 REGOLAMENTO REGIONALE 16 aprile 2015, n. 12 Regolamento regionale Presidi territoriali di recupero e riabilitazione funzionale dei

Dettagli

2 La residenzialità per anziani non autosufficienti

2 La residenzialità per anziani non autosufficienti LE POLITICHE SOCIO-SANITARIE. PARTE PRIMA. I SERVIZI PER LE PERSONE ANZIANE NON AUTOSUFFICIENTI 2 La residenzialità per anziani non autosufficienti L invecchiamento della popolazione e il progressivo diffondersi

Dettagli

AVVISO AGLI UTENTI. Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate

AVVISO AGLI UTENTI. Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate AP AU nr. 11/2015 AVVISO AGLI UTENTI Data emissione 21 Gennaio 2015 Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate Si informa la Gentile Clientela che a partire

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013

BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013 2013 BILANCIO SOCIALE COOPERATIVA SOCIALE ITAL ENFERM LOMBARDIA ONLUS 31/12/2013 1. Premessa 1.1 Lettera agli stakeholder 1.2 Metodologia 2. Identità dell organizzazione 2.1 Informazioni generali 2.2 Attività

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Regolamento interno Residenze Sanitarie Assistenziali. (Allegato alla Carta dei Servizi)

Regolamento interno Residenze Sanitarie Assistenziali. (Allegato alla Carta dei Servizi) Regolamento interno Residenze Sanitarie Assistenziali (Allegato alla Carta dei Servizi) REGOLAMENTO INTERNO RSA ************* TITOLO 1 OGGETTO, FINALITA, CARATTERISTICHE Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale Da riportare su carta intestata Mod. 1 sez A Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ENTI DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO 14 PER

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel.

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel. Denominazione Anna Lapini - Povere glie dalle Sacre Stimmate Il Gignoro - C.S.D. Diaconia Valdese orentina L. F. Orvieto - Suore Passioniste Paolo VI - glie della carità di San Vincenzo de Paoli Santa

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

DELLA REGIONE DELL UMBRIA

DELLA REGIONE DELL UMBRIA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 59 del 27 dicembre 2006 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01419/019 Servizio Anziani e Tutele CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 71 approvata il 2 aprile 2015 DETERMINAZIONE:

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica

Azienda ULSS n. 9 Treviso Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ULSS9 Azienda ULSS n. 9 Dipartimento di Prevenzione Servizio Igiene e Sanità Pubblica ELEZIONI EUROPEE E AMMINISTRATIVE DEL 25 MAGGIO 2014 DESIGNAZIONE dei DIRIGENTI MEDICI AUTORIZZATI al RILASCIO dei

Dettagli

MODALITA DI ACCESSO AGLI HOSPICE AUSL DELLA ROMAGNA - RAVENNA

MODALITA DI ACCESSO AGLI HOSPICE AUSL DELLA ROMAGNA - RAVENNA Dr. Montanari Luigi Responsabile Unità OperaAva Semplice di Cure PalliaAve Infermiere Ama3 Piero Coordinatore InfermierisAco e Tecnico Hospice Lugo Infermiera Cima6 Maria Giulia Coordinatore InfermierisAco

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE

GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE GLOSSARIO DELLE FUNZIONI NEL SETTORE SOCIALE 1. GENERALITÁ Il Glossario delle Funzioni l settore sociale descrive i servizi associati alle Funzioni l settore sociale, definiti ed identificati sulla base

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2,

ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2, COMUNE DI GAVARDO (Provincia di Brescia) ATTO SOGGETTO A REGISTRAZIONE IN CASO D USO AI SENSI DELL ART. 6 DEL D.P.R. 26 APRILE 1986, N. 131, E DELL ART. 2, PARTE SECONDA, PUNTO 1, DELLA TARIFFA ALLEGATA.

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare

Project Work. La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Project Work La campagna di sensibilizzazione sull affido familiare Autori Barbara Gastaldin, Elisabetta Niccolai, Federica Lodolini Servizi ASP Seneca Distretto Pianura Ovest, Servizio Sociale Minori

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

VILLA FRANCIA CASA DI RIPOSO CON REPARTO PROTETTO

VILLA FRANCIA CASA DI RIPOSO CON REPARTO PROTETTO Distretto Di Casalecchio Di Reno CASA DI RIPOSO CON REPARTO PROTETTO Carta dei Servizi Il testo della Carta dei servizi è stato condiviso dal Gruppo Tecnico costituito ai sensi della L.R. 377/2004, istituito

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA LIMITAZIONI AL PROGETTO: Si escludono missioni, soggiorni e trasferimenti temporanei di sede dei volontari in Italia e all'estero

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ ESAMI DEL SANGUE Per sottoporsi agli esami del sangue non è in genere necessaria la prenotazione (salvo dove diversamente indicato). Per eseguire gli esami è possibile recarsi, con la ricetta del medico

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

COMUNE DI VILLACHIARA. Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI

COMUNE DI VILLACHIARA. Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI COMUNE DI VILLACHIARA Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART TIME, DELLE INCOMPATIBILITA E DEI SERVIZI ISPETTIVI (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 174 del 22/10/1997,

Dettagli

Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia

Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia Schema di disegno di legge recante norme relative alle persone non autosufficienti, alle politiche sociali e alla famiglia Art. 1 (Delega al Governo in materia di protezione sociale e cura delle persone

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE dott. Renato Mason, nominato con D.P.G.R. n. 245 del 31.12.2007 Servizio Sanitario Nazionale - Regione del Veneto AZIENDA UNITÀ LOCALE SOCIO - SANITARIA N. 8 Sede Legale: Via Forestuzzo, 41 Asolo (TV) Comuni: Altivole, Asolo, Borso del Grappa, Caerano di San Marco,

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA EROGATI DAL SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI DELL AMBITO DISTRETTUALE URBANO

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

STER-FAR/SIAD FLUSSO INFORMATIVO REGIONALE DELLE PRESTAZIONI DOMICILIARI, RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI

STER-FAR/SIAD FLUSSO INFORMATIVO REGIONALE DELLE PRESTAZIONI DOMICILIARI, RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI STER-FAR/SIAD FLUSSO INFORMATIVO REGIONALE DELLE PRESTAZIONI DOMICILIARI, RESIDENZIALI E SEMIRESIDENZIALI SOMMARIO CRONOLOGIA VARIAZIONI... 3 PRESENTAZIONE DEL DOCUMENTO... 7 OBIETTIVI... 7 STRUTTURA DEL

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli