CAPITOLATO CONTRATTO DI MUTUO RILASCIATO DI IW BANK S.P.A

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO CONTRATTO DI MUTUO RILASCIATO DI IW BANK S.P.A"

Transcript

1 CAPITOLATO CONTRATTO DI MUTUO RILASCIATO DI IW BANK S.P.A Parte Prima Articolo1- Definizioni Nel presente CAPITOLATO: con il temine Finanziamento è indicata l operazione creditizia che si è perfezionata con la firma del Contratto di mutuo Fondiario e costituzione di ipoteca al quale questo Capitolato è allegato; con il termine Parte Mutuataria è indicato il soggetto beneficiario del finanziamento con il termine Garante è indicato il soggetto che presta le garanzie reali (ipoteca), sia esso la Parte Mutuataria e/o terzi, nonché il terzo prestatore di garanzie personali (fideiussore) con il termine Terzo datore di ipoteca è indicato il soggetto, diverso dalla Parte Mutuataria, che presta garanzie reali (ipoteca) Articolo 2 - Verità ed autenticità delle dichiarazioni. La parte Mutuataria e il Garante confermano che le comunicazioni fatte e la documentazione presentata alla Banca sono autentiche. Danno atto e garantiscono, inoltre, che dopo la presentazione della domanda di finanziamento la loro situazione finanziaria patrimoniale non ha subito modifiche in senso peggiorativo. Articolo 3 - Solidarietà ed indivisibili degli obblighi Tutte le obbligazioni a carico della Parte Mutuataria e del garante previste nel contratto di finanziamento e nei relativi allegati, ivi compreso questo Capitolato, sono assunte con il vincolo della solidarietà e della indivisibilità nei riguardi dei loro successori o aventi causa, che sono pertanto obbligati con questi vincoli insieme alla Parte Mutuataria e al Garante stessi. Vincolo di solidarietà significa che la Banca può chiedere il pagamento di tutto il suo credito a ciascuno dei debitori. Vincolo di indivisibilità significa che gli obblighi non si dividono fra i successori ( es.pio eredi), quindi non è possibile adempiere per la propria parte ( es.pio: se gli eredi sono due non è consentito che uno di essi rimborsi la sua metà di debito) Articolo 4 - Suddivisione in quote del finanziamento e frazionamento dell ipoteca. In caso di ipoteca concessa su un edificio o complesso condominiale la Parte Mutuataria e i suoi eredi o aventi causa possono chiedere che il finanziamento sia suddiviso per quote e che, di conseguenza, l ipoteca sia frazionata. In questo caso le quote del finanziamento e dell ipoteca graveranno sulle singole porzioni o unità dell immobile ipotecato. Il frazionamento dovrà rispettare le norme urbanistiche/edilizie e i criteri adottati dalla Banca anche secondo la valutazione delle singole porzioni immobiliari da frazionare. Salvi i diritti riconosciuti dall Art. 39 del T.U.B, la Banca può acconsentire alla richiesta di suddivisione e frazionamento presentata da soggetti che siano in mora nel pagamento delle rate previste dal contratto di finanziamento Articolo 5 - Obblighi della Parte Mutuataria La Parte Mutuataria deve: a) comunicare subito alla Banca mediante lettera raccomandata: - ogni variazione del proprio codice e domicilio fiscale o della propria residenza - ogni evento che possa determinare variazione della consistenza patrimoniale, propria o dei garanti, rispetto al momento del finanziamento b) consentire indagini tecniche amministrative e controlli fatti dalla banca, sia direttamente che mediante consulenti esterni, fino alla completa estinzione del finanziamento c) comunicare alla Banca l assunzione di altri finanziamenti d)comunicare alla banca, insieme all eventuale terzo datore di ipoteca, l avvenuto trasferimento a terzi della

2 proprietà dell immobile ipotecato, o la costituzione sullo stesso di un diritto reale di godimento, mediante lettera raccomandata entro 15 ( quindici) giorni dalla data dell atto, insieme ad una copia autentica dell atto stesso; e) rilasciare o sgombrare da persone e/o cose l immobile ipotecato, e cosi pure l eventuale Terzo datore di ipoteca, anche se essi lo occupano o abitano personalmente, nel caso in cui venga immesso nel possesso il custode, l amministratore giudiziario, il curatore fallimentare o l acquirente in sede di esecuzione forzata promossa dalla Banca f) stipulare gli atti o i patti aggiunti o eseguire le formalità richieste dalla Banca, se necessari o opportuni, in relazione al finanziamento, per la ricognizione, la migliore identificazione o l accertamento dell immobile ipotecato, sia per confermare le garanzie reali convenute, sia per rettificare errori od omissioni. La Parte Mutuataria fin d ora autorizza gli annodamenti, le trascrizioni, le iscrizioni e le inserzioni conseguenti. Articolo 6 - Obblighi relativi agli immobili ipotecati La Parte Mutuataria, l eventuale datore di ipoteche i loro eredi o aventi causa devono: - mantenere in buono stato gli immobili ipotecati a garanzia del mutuo e fare tutte le riparazioni necessarie per la loro conservazione e miglioramento - non fare alcunché che possa menomare il valore del suddetto immobile - giustificare, a richiesta della Banca, il regolare pagamento di ogni imposta o tassa che possa avere una relazione diretta o indiretta con il finanziamento, o con la sua erogazione - comunicare alla Banca ogni mutamento che, anche senza colpa, avvenisse negli immobili, compresi i casi di demolizione, anche solo parziale, sia pure per ristrutturazione e/o ricostruzione. La Parte Mutuataria, l eventuale datore di ipoteca i loro eredi o aventi causa devono: - non locare gli immobili ipotecati, nemmeno in parte, con contratti di durata superiore a quella minima di legge senza un esplicito consenso della Banca - non cedere, vincolare o riscuotere anticipatamente, in tutto o in parte, i canoni provenienti dalla locazione degli immobili ipotecati - non cambiare la destinazione e la consistenza degli immobili ipotecati senza esplicita autorizzazione della Banca - non alterare la condizione giuridica degli immobili, né costituire servitù passive o modificare e/o aggravare quelle in essere - comunicare alla Banca entro 15 ( quindici) giorni ogni turbativa nel possesso o contestazione del diritto di proprietà degli immobili da parte di terzi e ogni mutamento che per qualunque causa, avvenga negli immobile ipotecati, compresa l espropriazione per pubblica utilità La Banca potrà ispezionare gli immobili ipotecati tramite persona di sua fiducia, con la massima assistenza e disponibilità da parte della Parte Mutuataria e dell eventuale datore di ipoteca Articolo 7 Ispezione dell immobile e Diminuzione di garanzia Su richiesta della banca la Parte Mutuataria dovrà dare una congrua integrazione della garanzia ipotecaria o un altra idonea garanzia. In mancanza, dovrà restituire parzialmente la somma Mutuataria, in via anticipata. Ciò può avvenire se: 1) si determina, per qualsiasi causa, il deprezzamento dell immobile ipotecato in misura tale da ridurre il margine di garanzia accertato in fase di erogazione del mutuo, o la rendita netta degli immobili da non risultare più sufficienti a coprire le rate del residuo di mutuo 2) si accerti che la Parte Mutuataria abbia nascosto l esistenza di debiti per imposte, tributi, di qualsiasi genere e natura, aventi diritto di prelazione rispetto al credito della Banca 3) la banca reputi, in caso di espropriazioni per pubblico interesse o di servitù coattive, che i restanti immobili ipotecati non sono sufficienti a garantire il residuo mutuo. Articolo 8 - Rimborso anticipato di finanziamento La Parte Mutuataria può rimborsare il finanziamento, in tutto in parte, prima della sua naturale scadenza, se: a. ha già ottenuto lo svincolo integrale del ricavo del finanziamento dall eventuale deposito cauzionale, o l integrale erogazione del finanziamento stesso;

3 b. ha rispettato gli obblighi che dipendono dal contratto e da questo Capitolato e ha pagato ogni somma dovuta alla banca relativa al finanziamento; c. ne fa richiesta scritta, mediante raccomandata, con un preavviso di almeno 30 giorni; d. corrisponde alla banca nella data indicata, oltre al residuo della capitale da restituire, anche le quote interessi maturate e l eventuale commissione prevista dal contratto di finanziamento per l operazione di rimborso ( parziale o totale) anticipato. Articolo 9 Accollo In caso di trasferimento a terzi dell immobile ipotecato, con Accollo del mutuo, la Parte Mutuataria deve: comunicarlo alla Banca entro 15 giorni dalla data dell atto, mediante lettera raccomandata, allegando alla comunicazione copia autentica dell atto. In mancanza di tale comunicazione gli avvisi di pagamento e le relative quietanze saranno intestate e rilasciate unicamente all intestatario del mutuo. In virtù dell art I comma del Cod.Civ, la Banca si riserva la facoltà di non aderire all accollo comunicatole. In virtù dell art II comma del Cod.Civ, per la Parte Mutuataria l accollo produce liberazione solo e solamente se la Banca rilasci specifica dichiarazione scritta dell avvenuta adesione. In virtù dell art III comma del Cod.Civ, l invio di avviso di pagamento e di altra certificazione al soggetto accollante il mutuo, costituisce liberazione per la Parte Mutuataria solo e solamente se la Banca ha rilasciato specifica dichiarazione scritta dell avvenuta adesione. Articolo 10 - Risoluzione del contratto e decadenza del beneficio del termine In virtù dell art del CC, la Banca ha diritto di risolvere il contratto di mutuo se: - la Parte Mutuataria ritarda il pagamento per sette volte, anche se non consecutive. A tal fine costituisce ritardato pagamento quello effettuato tra il trentesimo e il centottantesimo giorno dalla scadenza della rata; - la Parte Mutuataria, salvo quanto definito al precedente punto, non effettua il pagamento anche di una sola rata del finanziamento. La rata si considera non pagata se il pagamento avviene dopo il centottantesimo giorni dalla sua scadenza. Tale condizione risolutiva ha effetto anche in caso di rata pagata in parte; - i beni ipotecati, diversamente da quanto dichiarato dalla Parte Mutuataria o dal datore di Ipoteca, non risultino di piena proprietà e di completa disponibilità del datore di ipoteca o non siano liberi da servitù non apparenti vincoli e oneri pregiudizievoli, o da trascrizioni che possano pregiudicare o semplicemente diminuire la garanzia ipotecaria a favore della Banca; - la Parte Mutuataria subisce nel corso della vita del finanziamento protesti, compia atti che provochino pregiudizi alla propria consistenza patrimoniale o capacità di rimborso del debito o è sottoposta a procedure concorsuali; - i beni ipotecati sono sottoposti a procedimenti conservativi o esecutivi o a ipoteche giudiziali; - si verifichi la falsità della documentazione fornita alla banca, nonché delle comunicazioni fatte alla Banca, sia in fase si istruttoria sia nel corso della vita del finanziamento; - si accerti che la Parte Mutuataria abbia nascosto l esistenza di debiti per imposte, tributi, di qualsiasi genere e natura, aventi diritto di prelazione rispetto al credito della Banca, sanzioni per opere edilizie o installazioni di impianti eseguite senza la dovuta autorizzazione o altri vincoli che possano diminuire la forza della garanzia originariamente concessa; - la Parte Mutuataria non rimborsa puntualmente gli oneri tributari derivanti dal finanziamento, o dalla costituzione delle richieste garanzie al finanziamento. Oneri che pur se assolti dalla Banca restano in capo alla Parte Mutuataria; - La Parte Mutuataria o i terzi Garanti non rispetti anche uno solo degli obblighi di questo capitolato. In caso di decadenza o di risoluzione del contratto, la Banca può esigere il rimborso immediato di ogni credito, potendo agire nei confronti della Parte Mutuataria e del Garante senza alcuna preventiva formalità e comunicazione. Sull importo di tale credito non è consentita la capitalizzazione periodica degli interessi, permangono però tutte le garanzie prestate dalla Parte Mutuataria e dal garante con la sottoscrizione del contratto di finanziamento. In caso di contestazione i libri e le altre scritture contabili della Banca fanno piena prova nei confronti della parte Mutuataria. Articolo 11 - Norme della fideiussione La fideiussione eventualmente prestata nel contratto di mutuo segue le seguenti condizioni:

4 - La fideiussione garantisce ogni somma dovuta dalla Parte Mutuataria alla Banca per capitale, interessi, ivi compresi quelli di natura moratoria, ed ogni altro accessorio e spesa, anche se di carattere giudiziario o tributario derivante dal finanziamento. - Le obbligazioni derivanti dalla fideiussione sono solidali ed indivisibili, anche nei confronti dei successori ed aventi causa. - La fideiussione rimane efficace fino al completo adempimento delle obbligazioni garantite. Non è data facoltà al Fideiussore di recedere alla propria garanzia - La fideiussione garantirà anche le obbligazioni derivanti da eventuali rinnovi o proroghe totali o parziali del finanziamento. In tal caso è fatto diritto al fideiussore di garantire tali obbligazioni, mediante lettera raccomandata 15 giorni prima la scadenza originaria prorogata. - I diritti assegnati alla banca, dalla fideiussione restano integri fino a totale estinzione di ogni suo credito, senza che la Banca debba Promuovere un azione legale contro la Parte Mutuataria, il fideiussore, il Garante o qualsiasi altro obbligato, entro i termini dell art del Cod.Civ, che si intende derogato. - Il fideiussore, su semplice richiesta della Banca, anche contro la volontà della Parte Mutuataria, è tenuto a pagare subito alla Banca le quote di capitale, le quote di interessi, spese, tasse ed ogni altro accessorio. In caso di ritardo penderanno sul fideiussore anche gli interessi moratori calcolati nella misura e nelle condizioni previste a carico della Parte Mutuataria. L eventuale decadenza della Parte Mutuataria dal beneficio del termine si intenderà estesa anche al fideiussore. - Se le obbligazioni garantite risultano invalide, la fideiussione si intende estesa a garanzia della restituzione delle somme comunque erogate. - In caso di più fideiussori, ognuno risponde per l intero ammontare del debito, anche se l obbligazione di alcuno di essi è venuta a cessare o ha subito modificazione per qualsiasi causa e natura. - Il fideiussore autorizza la Banca a comunicare la propria fideiussione, se richiesto, alla società di revisione incaricata dalla Parte Mutuataria del controllo contabile e della certificazione dei propri bilanci. Articolo 12 - Presenza di più garanzie La fideiussione e la garanzia ipotecaria hanno pieno effetto a prescindere da qualsiasi garanzia, personale o reale, o altro diritto esistente o che sorga in seguito a favore della Banca in assistenza ai debiti garantiti; in deroga agli articoli 1955 e 2869 del Cod.Civ, esse conserveranno pieno effetto anche se le garanzie o i diritti sopra elencati diminuissero o cessassero a causa del creditore Se il fideiussore ha in precedenza prestata un altra fideiussione, da solo o con altri soggetti, nell interesse della Parte Mutuataria, la presente fideiussione non sostituisce né annulla quella precedente, che conserva piena validità. La presente fideiussione viene rilasciata in aumento o in cumulo di quella precedente, senza effetto di novazione. Articolo 13 - Compensazione La Banca può compensare con il debito della Parte Mutuataria la somma non ancora svincolata dall eventuale deposito cauzionale o altre somme ancora dovute alla Parte Mutuataria in relazione sia a questo finanziamento che ad altri finanziamenti ad essa intestati, seguendo l imputazione dei pagamenti regolati dall articolo successivo. La compensazione è prevista in questi casi : 1. la Banca ha maturato il diritto di dichiarare la Parte Mutuataria decaduta dal beneficio del termine 2. la banca può chiedere la risoluzione del contratto di finanziamento 3. la Parte Mutuataria è in arretrato con i pagamenti La Banca darà immediata comunicazione alla Parte Mutuataria della intervenuta compensazione. E fatta salva la compensazione di legge ai sensi dell art I comma del Cod.Civ Articolo14 - Imputazione dei pagamenenti In caso di più rapporti di debito nei suoi confronti la Banca imputerà i pagamenti del cliente, prima alla quota capitale del debito più antico e poi alla quota interessi dello stesso debito, dandone pronta comunicazione al debitore. Articolo 15 - Cessione del Credito e delegazione di Pagamento È facoltà della Banca di cedere Terzi il credito derivante dal finanziamento, ivi connesse garanzie e privilegi, mediante semplice comunicazione al debitore, cha vale da notifica ai sensi dell articolo 1264 del Cod.Civ. Su esplicito consenso della Banca, la Parte Mutuataria può fare cessioni o delegazioni del ricavo del finanziamento e

5 delle somme depositate presso la Banca in conseguenza dello stesso. Articolo 16 Documentazione La Banca si fa carico di custodire, fino ad estinzione del mutuo, tutta la documentazione prodotta o da prodursi a corredo della richiesta e la gestione del mutuo. Articolo 17 - Legge applicabile, foro competente e lingua utilizzata I rapporti disciplinati dal contratto di finanziamento e dai suoi allegati sono regolati dal diritto italiano Tutte le comunicazioni tra la Banca e la Parte Mutuataria avvengono in lingua italiana. Articolo18 - Procedure di reclamo/ricorso extragiudiziali Per eventuali contestazioni la Parte Mutuataria all Ufficio Reclami della stessa o, se ne ricorrono i presupposti all Ombudsam Giurì bancario, seguendo la modalità indicata nel documento Avviso sulle principali norme di trasparenza presente sul sito internet della Banca. Parte II Articolo1 - Operazione con mezzi di comunicazione a distanza La Banca mette a disposizione della Parte Mutuataria, che accetta, i propri mezzi di comunicazione, quali il sito internet, di seguito denominato il Sito, ed il proprio servizio di call center, per effettuare operazioni di interrogazione e disposizioni ( ad es.per cambio domicilio, cambio corrispondenza). Per eseguire tramite Sito o Call Center tutte le interrogazioni o disposizioni previste dal contratto, la Parte Mutuataria deve utilizzare le chiavi di accesso ( Username; Password; Password dispositiva Codice Cliente Pin 1 e Pin 2), di seguito denominati Codici già in suo possesso per le operazioni di interrogazione e disposizione sul conto corrente IW Bank, che il cliente ha scelto come conto di appoggio del mutuo. La Parte Mutuataria resta responsabile della custodia e del corretto uso di tali codici e ne risponde del loro indebito uso, anche in caso di smarrimento e furto. La Banca non risponde dell uso indebito dei Codici da parte di soggetto non legittimati, se la Parte Mutuataria non ne ha comunicato il loro smarrimento e non ha tempestivamente richiesto il blocco e provveduto alla loro modifica. Per consentire le operazioni la Banca è tenuta solo a verificare l identità e la legittimazione ad operare esclusivamente sulla base della corrispondenza dei Codici La Banca può sospendere il collegamento telematico al Sito e telefonico al Call Center, in qualsiasi momento per ragioni connesse alla sua efficienza e sicurezza, dandone preavviso se possibile. Articolo 2 - Rapporti cointestati Ciascun intestatario del finanziamento opera in maniera disgiunta, con piena liberazione della banca, anche nei confronti dell altra parte. Articolo 3- Autorizzazione permanente di addebito in conto corrente bancario Con la sottoscrizione del contratto di finanziamento la Parte Mutuataria autorizza la Banca ad attivare un servizio di addebito permanente, fino all estinzione del debito, esclusivamente su un conto della Banca indicato dal cliente all atto della richiesta di mutuo o successivamente. Il cliente prende atto che al servizio sono applicate le condizione economiche e normative stabilite dal contratto di conto corrente. Articolo 4 - Comunicazione Periodiche La Parte Mutuataria può consultare e acquisire su supporto durevole la situazione contabile del finanziamento erogato

6 collegandosi alla sezione dedicata del Sito o chiamando il call center della Banca Almeno una volta all anno la Banca metterà a disposizione della Parte Mutuataria sul Sito una comunicazione analitica sullo svolgimento del rapporto ( rendiconto ). È data facoltà al cliente di effettuare il salvataggio di tale comunicazione su supporto durevole. La Banca comunicherà, mediante tecniche di comunicazione a distanza, la disponibilità di tali dati. In mancanza di opposizione scritta a cura della Parte Mutuataria il rendiconto si riterrà approvato trascorsi 60 giorni, dalla ricezione di tale comunicazione. Articolo 5 - Invio di comunicazione al Cliente Ove non escluso esplicitamente dalla legge, la Parte Mutuataria consente che le comunicazioni della Banca possano essere effettuate mediante informativa pubblicata sul Sito o trasmesse mediante tecniche di comunicazione a distanza, quali a titolo esemplificativo telegramma, fax, , sms. Articolo 6 - Diligenza Cause di esclusione della responsabilità Causa di forza maggiore Il sito è attivo 24 ore al giorno per tutto l anno, salvo cause non imputabili alla Banca, quali scioperi, interruzione delle energia elettrica, difficoltà o impossibilità di comunicazione e/o altri impedimenti non superabili con la diligenza richiesta dall art II comma del Cod.Civ. In tutti questi casi, la Banca non può essere ritenuta responsabile dei danno causati alla Parte Mutuataria

Documento di Sintesi IW MUTUO TASSO VARIABILE

Documento di Sintesi IW MUTUO TASSO VARIABILE Documento di Sintesi IW MUTUO TASSO VARIABILE PAG 1/5 Documento di Sintesi delle condizioni contrattuali ed economiche relative al servizio IW Mutuo TASSO VARIABILE Documento n 01 relativo alle condizioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Articolo 1 - Oggetto 1.1. Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci in conformità all'articolo 7 dello statuto sociale. 1.2. Tale

Dettagli

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa REGOLAMENTO DEI PRESTITI SOCIALI Art. 1 - Definizione dei prestiti sociali 1. I depositi in denaro effettuati da soci esclusivamente per il conseguimento dell oggetto sociale con obbligo di rimborso per

Dettagli

FINANZIAMENTO A MEDIO-LUNGO TERMINE PRESTITO ARTIGIANCASSA

FINANZIAMENTO A MEDIO-LUNGO TERMINE PRESTITO ARTIGIANCASSA Finanziamento a medio-lungo termine ai sensi degli artt. 10 e 38 del D. Lgs. 1 settembre 1993, n. 385 eventualmente agevolato ai sensi della legge 25 luglio 1952. n. 949 e/o di altre leggi agevolative

Dettagli

ANTICIPAZIONE FONDIARIA

ANTICIPAZIONE FONDIARIA Pag. 1 / 6 Foglio Informativo 1.1.7 Prodotti della Banca Finanziamenti Anticipazione Fondiaria INFORMAZIONI SULLA BANCA ANTICIPAZIONE FONDIARIA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 A) LOCATORE CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO ex art. 2, comma 1, l. 09.12.1998, n. 431 COGNOME E NOME, nato a Luogo (CO) in data data e residente in Luogo(CO), Indirizzo e n. civico, C.F. Se società:

Dettagli

FINANZIAMENTO IPOTECARIO IN CONTO CORRENTE

FINANZIAMENTO IPOTECARIO IN CONTO CORRENTE Pag. 1 / 5 Finanziamento ipotecario in conto corrente FINANZIAMENTO IPOTECARIO IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena N verde

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007

FOGLIO INFORMATIVO. MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 FOGLIO INFORMATIVO Mod.01/07 MUTUO FINALIZZATO ASSISTITO DA GARANZIA FIDEIUSSORIA (Contratto Capitale 5) Aggiornamento del 1 aprile 2007 Sezione 1 - Informazioni sull Intermediario finanziario Denominazione

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l..

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. COPIA PER IL RICHIEDENTE CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. Il sottoscritto.............., codice fiscale., nato a......, il / /, domiciliato

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO GARANZIE RICEVUTE INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO

FOGLIO INFORMATIVO GARANZIE RICEVUTE INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CENTROMARCA BANCA CREDITO COOPERATIVO Società Cooperativa - Iscritta all albo delle Società Cooperative n. A166229 Sede legale: via D. Alighieri, 2-31022 Preganziol (TV) Tel: 0422/6316

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE CONTRATTO DI CREDITO RIMBORSABILE MEDIANTE RILASCIO DI DELEGAZIONE DI PAGAMENTO PRO-SOLVENDO DI QUOTE DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato)

MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO E FONDIARIO PRIMA CASA destinato all acquisto di abitazione principale (Tasso Indicizzato) Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA

Dettagli

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO

CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO 1. Definizioni Nell ambito delle presenti Condizioni di Finanziamento, ciascuno dei seguenti termini, quando viene scritto con l iniziale maiuscola, sia al singolare che al

Dettagli

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2

schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 COMUNE DI AVIO Provincia di Trento Rep. n. - Atti Privati soggetti a registrazione schema di CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE AD USO STUDIO MEDICO SABBIONARA, STUDIO MEDICO N. 2 omissis Tutto ciò premesso

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLA PENSIONE IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE Finanziatore Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR)

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO Sezione I Informazioni sulla banca -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) Alla data del 01/10/2009 BANCA DI RIPATRANSONE CREDITO

Dettagli

Foglio Informativo Credito al consumo destinato ai consumatori

Foglio Informativo Credito al consumo destinato ai consumatori Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0817976411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO per la concessione di spazi dei locali destinati alla somministrazione di alimenti e bevande posti all interno del Nuovo Palazzo

Dettagli

FINANZIAMENTO PER FAMIGLIE FONDO NUOVI NATI

FINANZIAMENTO PER FAMIGLIE FONDO NUOVI NATI Pag. 1 / 5 Foglio Informativo FinanziamentI Finanziamento per famiglie FINANZIAMENTO PER FAMIGLIE FONDO NUOVI NATI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100

Dettagli

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO

INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO Aggiornato al 01/04/2015 IDENTITA E CONTATTI DEL FINANZIATORE INFORMAZIONI PUBBLICITARIE PRESTITO CONTRO CESSIONE DEL QUINTO DELLO STIPENDIO, SALARIO, COMPENSO Finanziatore Credito Emiliano SpA Iscrizione

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Ipotecario per il credito al consumo tasso variabile

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Ipotecario per il credito al consumo tasso variabile 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO ALLE FAMIGLIE CREDITO AMICO

MUTUO CHIROGRAFARIO ALLE FAMIGLIE CREDITO AMICO Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. MUTUO CHIROGRAFARIO ALLE FAMIGLIE CREDITO AMICO Riservato a Soci persone fisiche (alla data richiesta

Dettagli

COMUNE DI GAVARDO CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

COMUNE DI GAVARDO CAPITOLATO SPECIALE D ONERI COMUNE DI GAVARDO PROV. DI BRESCIA INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO DI CREDITO PER LA EROGZIONE DI MUTUO DI IMPORTO PARI AD EURO 751.000,00 CIG: 5957655C6C CAPITOLATO SPECIALE D ONERI ART. 1 Oggetto dell appalto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO DI CREDITO PER LA CONTRAZIONE DI MUTUO CHIROGRAFARIO CON GARANZIA FIDEJUSSORIA DEL COMUNE DI SIRMIONE CAPITOLATO SPECIALE D ONERI Pagina 1 di 5 ART. 1 Oggetto dell appalto è

Dettagli

MUTUO FONDIARIO/IPOTECARIO TASSO FISSO Riservato a Clienti Privati (Consumatori)

MUTUO FONDIARIO/IPOTECARIO TASSO FISSO Riservato a Clienti Privati (Consumatori) Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. MUTUO FONDIARIO/IPOTECARIO TASSO FISSO Riservato a Clienti Privati (Consumatori) Sezione I - Informazioni

Dettagli

Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale.

Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale. Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da soci persone fisiche in conformità all'art. 4 dello Statuto Sociale. Tale raccolta, da impiegare esclusivamente per il conseguimento

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE

CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE CONTRATTO DI LOCAZIONE COMMERCIALE Con la presente scrittura privata: il locatore Comune di Cairate con sede in Cairate (Va), Piazza Libertà n 7,codice fiscale 00309270122, nella persona di., nato a il

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Fondiario per il credito al consumo BCC ROMA tasso variabile

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Fondiario per il credito al consumo BCC ROMA tasso variabile 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO DECRETO DELEGATO 5 maggio 2010 n.87 (Ratifica Decreto Delegato 26 marzo 2010 n.58) Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto il Decreto Delegato 26 marzo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati Emergenza Alluvione INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811

Dettagli

FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO

FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. FINANZIAMENTI EXPORT/IMPORT IN VALUTA ESTERA E/O EURO Sezione I - Informazioni sulla Banca Cassa Rurale

Dettagli

Contratto di locazione ad uso non abitativo. L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso

Contratto di locazione ad uso non abitativo. L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso Contratto di locazione ad uso non abitativo L anno duemilasette il giorno 03 del mese di maggio a Borgio Verezzi presso la Sede Comunale tra Per un parte il sig. Terragno Roberto nato il 19.11.1958 a Finale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati

FOGLIO INFORMATIVO. Prestito Personale a Privati FOGLIO INFORMATIVO Prestito Personale a Privati INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811 Fax: 0535/83112

Dettagli

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F.

95 00146 1.750,00 07456230585 620609 R.E.A. C.F. REGOLAMENTO INTERNO della FUTURHAUS Società Cooperativa Edilizia a r.l. Sede in Roma Lungotevere di Pietra Papa, 95 00146 Capitale Sociale versato e sottoscritto Euro 1.750,00 Iscritta al n. 07456230585

Dettagli

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 www.granterre.it Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

MUTUI IPOTECARI DESTINATI A PRIVATI MUTUO A TASSO FISSO

MUTUI IPOTECARI DESTINATI A PRIVATI MUTUO A TASSO FISSO Foglio Informativo n MP03 aggiornamento n 002 data ultimo aggiornamento 27.10.2003 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FOGLIO

Dettagli

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute.

Tutti i soci sono tenuti alla massima e più scrupolosa osservanza delle norme in esso contenute. REGOLAMENTO DEI DEPOSITI DEI SOCI PREMESSA Il presente regolamento interno ha come scopo la disciplina dei conferimenti in denaro, a titolo di prestito, effettuati dai soci per il conseguimento dell oggetto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO Art.1 Oggetto dell accordo a- Le parti stipulano alle condizioni descritte un contratto della durata di un anno per i servizi espressamente scelti dal CLIENTE,

Dettagli

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI

REGOLAMENTO PER I PRESTITI SOCIALI COOPERATIVA EDIFICATRICE LAVORATORI TONOLLI SOCIETA' COOPERATIVA Sede in Via G. Rotondi, 41/A - 20037 PADERNO DUGNANO (MI) Cod. Fisc. 83002100150 - Partita IVA 00985970961 Lega 1104 REA 877488 Reg. Impr.

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Ipotecario per il credito al consumo tasso fisso

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE. Mutuo Ipotecario per il credito al consumo tasso fisso 1. Identità e contatti della Banca Finanziatore Indirizzo BCC DI ROMA VIA SARDEGNA, 129 00187 - ROMA (RM) Telefono 06/5286 1 Email info@roma.bcc.it Fax 06/52863305 Sito web www.bccroma.it 2. Caratteristiche

Dettagli

AVVISO DI CESSIONE. a parziale rettifica del precedente n. IG - 08255. pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Parte II n. 105 del 4-9-2008 * * * * *

AVVISO DI CESSIONE. a parziale rettifica del precedente n. IG - 08255. pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Parte II n. 105 del 4-9-2008 * * * * * AVVISO DI CESSIONE a parziale rettifica del precedente n. IG - 08255 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Parte II n. 105 del 4-9-2008 * * * * * UniCredit BpC Mortgage S.r.l Sede sociale in Piazzetta Monte

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO ORDINARIO (Tasso Indicizzato)

MUTUO CHIROGRAFARIO ORDINARIO (Tasso Indicizzato) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO ORDINARIO (Tasso Indicizzato) Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società

Dettagli

Contratto di locazione commerciale per attività industriale

Contratto di locazione commerciale per attività industriale Contratto di locazione commerciale per attività industriale Addì ***, in *** sono presenti: - ***, con sede legale in ***, P. IVA ***, nel presente atto rappresentata da ***, C.F. ***, residente in ***,

Dettagli

Condizioni generali di Noleggio

Condizioni generali di Noleggio Condizioni generali di Noleggio 1. Oggetto del contratto Il Contratto ha per oggetto la fornitura del servizio di noleggio di articoli di puericultura e relativi accessori (di seguito Bene o Beni ) tra

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STADI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STADI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STADI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi INFORMAZIONI SULLA BANCA NFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Sant Angelo Corso Vittorio Emanuele n. 10-92027

Dettagli

INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO FINANZIARIO PER L EROGAZIONE DI MUTUO IPOTECARIO DI IMPORTO PARI AD EURO 600.000,00 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO FINANZIARIO PER L EROGAZIONE DI MUTUO IPOTECARIO DI IMPORTO PARI AD EURO 600.000,00 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI INDIVIDUAZIONE DI ISTITUTO FINANZIARIO PER L EROGAZIONE DI MUTUO IPOTECARIO DI IMPORTO PARI AD EURO 600.000,00 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI ART. 1 Oggetto dell appalto è la somministrazione di servizio

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE

CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE PER IMMOBILI AD USO DIVERSO DALL ABITAZIONE Art. 1 Con la presente scrittura privata da valersi ad ogni effetto di legge tra le parti, la ditta individuale xxxx di xxxxx Claudia,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE. Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE. Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art. 1) Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche che giuridiche) in conformità all'art. 18 lettera 4 dello

Dettagli

Finanziamenti Convenzionati Aziende - CONFIDI - Rilancio attivita' produttive

Finanziamenti Convenzionati Aziende - CONFIDI - Rilancio attivita' produttive Foglio N. 2.22.1.MC informativo Redatto in ottemperanza alla deliberazione CICR del 4 marzo 2003, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n 72 del 27 marzo del 2003 e delle Istruzioni di Vigilanza emanate

Dettagli

CONTRATTO DI MUTUO. art. 1) OGGETTO DEL CONTRATTO E MODALITA DI EROGAZIONE DEL MUTUO

CONTRATTO DI MUTUO. art. 1) OGGETTO DEL CONTRATTO E MODALITA DI EROGAZIONE DEL MUTUO CONTRATTO DI MUTUO regolato dalle disposizioni sul credito fondiario previste dal Testo Unico delle leggi in materia bancaria e creditizia - D.lgs n. 385 del 01/09/1993 (che di seguito verrà indicato come

Dettagli

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento -

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento - RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE - regolamento - SCOPI E FUNZIONAMENTO DELLA SEZIONE Articolo 1 In attuazione dell Articolo 1 dello Statuto Sociale ed ai sensi di quanto prescritto dalle leggi, dalle deliberazioni

Dettagli

CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso)

CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso) FOGLIO INFORMATIVO CREDITO AL CONSUMO (Tasso Fisso) Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società Coop. Sede legale

Dettagli

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE

CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE CONVENZIONE PER COSTRUZIONE E SUCCESSIVA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA ADIBIRE A PALESTRA POLIVALENTE Tra le sottoscritte parti: CASALE SPORTIVA SRL, con sede in Mirandola (MO), Via Giovanni Pico, 51, p. iva

Dettagli

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI SCHEMA CONTRATTO DI CONCESSIONE ALLEGATO - C COMUNE DI LUCOLI (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE DI STRUTTURE MOBILI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO

FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SUL MEDIATORE CREDITIZIO ALLEGATO 4.1 FOGLIO INFORMATIVO Redatto in conformità a quanto previsto dalla normativa vigente ed in particolare ai sensi dell art. 16 della legge 108/1996, del titolo VI del T.U. Bancario e successive

Dettagli

Foglio Informativo Mutuo Chirografario a Imprese

Foglio Informativo Mutuo Chirografario a Imprese Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0817976411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

MUTUO FONDIARIO / IPOTECARIO

MUTUO FONDIARIO / IPOTECARIO Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. MUTUO FONDIARIO / IPOTECARIO Sezione I - Informazioni sulla Banca Cassa Rurale di Trento - Banca di Credito

Dettagli

7/a sub. 1 Foglio comparativo dei mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale

7/a sub. 1 Foglio comparativo dei mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 7/a sub. 1 Foglio comparativo dei mutui ipotecari per l acquisto dell abitazione principale INFORMAZIONI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STATI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STATI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO A STATI DI AVANZAMENTO LAVORI Mutui Edilizi INFORMAZIONI SULLA BANCA NFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Sant Angelo Corso Vittorio Emanuele n. 10-92027

Dettagli

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO

RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO RACCOLTA DI PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO 1 SCOPI E FUNZIONAMENTO ARTICOLO 1 In attuazione dell art. 4 dello Statuto Sociale ed ai sensi di quanto prescritto dalle leggi, dalle deliberazioni del Comitato

Dettagli

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011

ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO. Rep. n /Atti Privati del 2011 Filiale Emilia Romagna ATTO DI SUBLOCAZIONE AD USO DIVERSO DA QUELLO ABITATIVO Rep. n /Atti Privati del 2011 L anno 2011 addì del mese di, presso la sede dell Agenzia del Demanio Filiale Emilia Romagna

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

2. Il conto di risparmio cooperativo è nominativo ed intestato al Socio che ne ha richiesto l apertura.

2. Il conto di risparmio cooperativo è nominativo ed intestato al Socio che ne ha richiesto l apertura. Articolo1 (Istituzione del servizio) 1. In esecuzione dell articolo 4, comma 5, punto e) e dell articolo 34 dello Statuto Sociale della Cooperativa Edificatrice Ferruccio Degradi S.c.r.l. viene istituito

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO CASA

MUTUO IPOTECARIO CASA scheda prodotto MUTUO IPOTECARIO CASA rilascio del 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO IPOTECARIO CASA Tipologia di prodotto: Clientela di destinazione: Profili di utilizzo: MUTUO IPOTECARIO CASA CONSUMATORE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art. 1 Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti dai soci (sia persone fisiche che giuridiche) in conformità all'art. 37 dello Statuto

Dettagli

MUTUI IPOTECARI DESTINATI A PRIVATI MUTUO A TASSO VARIABILE

MUTUI IPOTECARI DESTINATI A PRIVATI MUTUO A TASSO VARIABILE Foglio Informativo n MP04 aggiornamento n 002 data ultimo aggiornamento 27.10.2003 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115 e segg. T.U.B. FOGLIO

Dettagli

FOTOVOLTAICO INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO

FOTOVOLTAICO INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO Pag. 1 / 5 INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO BIVERBANCA S.p.A. Via Carso 15-13900 Biella Numero verde 800.06.63.45 (e-mail biverbk@biverbanca.it. / sito internet www.biverbanca.it) N. iscrizione Albo

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO COMPARATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE

FOGLIO INFORMATIVO COMPARATIVO relativo ai MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE. ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO COMMERCIALE ai sensi degli artt. 27 e seguenti della legge n 392/78 Il giorno / /200 con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge IL LOCATORE: nato/a

Dettagli

Cassa Lombarda S.p.A. 2 di 7

Cassa Lombarda S.p.A. 2 di 7 Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 7 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO A TASSO VARIABILE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: CASSA LOMBARDA SPA Sede legale: Via Alessandro Manzoni, 12/14 20121 MILANO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO GARANTITO DAL FONDO DI GARANZIA PMI L. 662/96.

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO GARANTITO DAL FONDO DI GARANZIA PMI L. 662/96. FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO GARANTITO DAL FONDO DI GARANZIA PMI L. 662/96. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello, 55

Dettagli

Mutuo Ipotecario Aziende a Tasso Fisso

Mutuo Ipotecario Aziende a Tasso Fisso Foglio N. 2.04.0.MC informativo Redatto in ottemperanza alla deliberazione CICR del 4 marzo 2003, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n 72 del 27 marzo del 2003 e delle Istruzioni di Vigilanza emanate

Dettagli

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA

AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA AVVISO PRESTITO PERSONALE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA L AVVISO RIGUARDA LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS.385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO T.U.B.) E DALLE ISTRUZIONI

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO. La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO. La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO DIVERSO La Sig.ra FAVERIO dott.ssa ALICE, che interviene al presente atto in qualità di Responsabile dell Area amministrativa finanziaria del COMUNE DI FINO MORNASCO, C.F./P.IVA

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI

CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI CONTRATTO DI LOCAZIONE IMMOBILE ADIBITO AD USO DIVERSO DA QUELLO DI ABITAZIONE POSTI AUTO SITI IN REGISTRO SCRITTURE PRIVATE N REP. N. L anno duemila, il giorno del mese di, in Novate Milanese presso e

Dettagli

ARPAB AGENZIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA BASILICATA - POTENZA OGGETTO: CONTRATTO DI MUTUO DI COMPLESSIVI

ARPAB AGENZIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA BASILICATA - POTENZA OGGETTO: CONTRATTO DI MUTUO DI COMPLESSIVI ALLEGATO F 1 ARPAB AGENZIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DELLA BASILICATA - POTENZA OGGETTO: CONTRATTO DI MUTUO DI COMPLESSIVI 4.000.00,00 PER L ACQUISTO DI UN IMMOBILE DA DESTINARSI A SEDE DEL DIPARTIMENTO

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Farmafactoring S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Via Domenichino, n 5 20149 Milano Numero di telefono al quale il

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Foglio Informativo Mutui Fondiari Tasso BCE

Foglio Informativo Mutui Fondiari Tasso BCE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0819776411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani

COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani COMUNE DI PANTELLERIA Provincia di Trapani Oggetto: convenzione disciplinante modalità per la concessione di finanziamenti ai dipendenti da parte di banche ed intermediari finanziari con delegazione convenzionale.

Dettagli

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede

TRA. - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice Fiscale n. 94164020482 e Partita Iva n. 05913670484, con sede CONTRATTO DI LOCAZIONE L anno duemila e questo dì del mese di in Firenze CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA FATTA IN TRE ORIGINALI TRA - l Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario, Codice

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997)

REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE (APPROVATO DALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI DEL 17.10.1997) REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Art.1 Art.2 Art.3 Oggetto Il presente regolamento

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53

MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53 FOGLIO INFORMATIVO _Riserve} MUTUO CHIROGRAFARIO L.P.21/1992, PIANO STRAORDINARIO 2006-2007 L.P.20/2005 ART. 58 E PIANO STRAORDINARIO 2009 L.P. 23/2007 ART. 53 {N_Aggiornamento} Data aggiornamento: 02/02/2011

Dettagli

Prestito chirografario

Prestito chirografario BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI FORNACETTE S.C.R.L. Sede Legale e amministrativa: via Tosco Romagnola n. 101/A Fornacette (PI). Tel. 0587281111 fax 0587281242. Codice ABI 08562.1 Iscritta all albo delle

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI FOGLIO INFORMATIVO MUTUO FONDIARIO Aggiornamento nr. 5 del 1 gennaio 2010 INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA STABIESE S.p.A. Sede Legale ed Amministrativa in Via Ettore Tito 1, 80053 Castellammare di Stabia

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA

FOGLIO INFORMATIVO DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA FOGLIO INFORMATIVO Pagina 1 di 5 RELATIVA AL CONTRATTO DI PRESTITO CON RITENUTA DELEGATA Redatto secondo le istruzioni di vigilanza di Banca d Italia Documento n 05 - data ultimo aggiornamento APRILE 2010

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431)

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (stipulato ai sensi dell art.2, comma 1, L.9 dicembre 1998, n.431) TRA: la Signora ROSSI MARIA nata a ROMA (RM) il 03/08/1966 domiciliata in ROMA (RM), VIA DELLE

Dettagli

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede

Dati e qualifica soggetto incaricato dell offerta fuori sede Cassa Lombarda S.p.A. 1 di 7 FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO A TASSO VARIABILE Il presente Foglio Informativo è rivolto ai clienti non Consumatori e ai clienti Consumatori che intendono richiedere

Dettagli

Documento n. 398/001. Accordo ABI- Associazioni dei consumatori per la sospensione della quota capitale dei crediti alle famiglie.

Documento n. 398/001. Accordo ABI- Associazioni dei consumatori per la sospensione della quota capitale dei crediti alle famiglie. per la sospensione della quota capitale dei crediti alle famiglie. 1. Accordo per la sospensione dei crediti alle famiglie. L art.1, comma 246, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (c.d. Legge di Stabilità

Dettagli

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA

PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA PIANO FAMIGLIE SOSPENSIONE MUTUI AVVISO ALLA CLIENTELA Si avvisa la gentile clientela che questa Banca ha aderito all Accordo tra ABI e associazioni dei consumatori per la sospensione (per 12 mesi) dei

Dettagli

MUTUO FONDIARIO PRIMA CASA

MUTUO FONDIARIO PRIMA CASA MUTUO FONDIARIO PRIMA CASA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Anagni Società Cooperativa Piazza G. Marconi n. 17-03012 ANAGNI (FR) Tel.: 0775 73391 - Fax: 0775 728276 Email: ba_info@bancanagni.it

Dettagli

PROPOSTA DI ADESIONE AL SERVIZIO CONTO CORRENTE WEB

PROPOSTA DI ADESIONE AL SERVIZIO CONTO CORRENTE WEB BANCA IFIGEST S.p.A. Piazza Santa Maria Soprarno, 1-50125 Firenze - Reg. Impr. Firenze n. 03712110588 - REA 425733 Codice Fiscale 03712110588 - Partita IVA 04337180485 Aderente al Fondo Interbancario per

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONDOMINIO

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONDOMINIO FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CONDOMINIO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via del Macello 55 39100 Bolzano Tel.: 0471 996111 Fax: 0471 979188 gsinfo@bancapopolare.it

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO CON CONTRIBUZIONE AGEVOLATA AI SENSI DELLA L.P. 23.08.1993 N. 18

MUTUO CHIROGRAFARIO CON CONTRIBUZIONE AGEVOLATA AI SENSI DELLA L.P. 23.08.1993 N. 18 Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. MUTUO CHIROGRAFARIO CON CONTRIBUZIONE AGEVOLATA AI SENSI DELLA L.P. 23.08.1993 N. 18 Sezione I - Informazioni

Dettagli

OGGETTO: Finanziamenti: ritardo o mancato pagamento delle rate

OGGETTO: Finanziamenti: ritardo o mancato pagamento delle rate Informativa per la clientela di studio N. 80 del 06.07.2011 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Finanziamenti: ritardo o mancato pagamento delle rate Con la stesura del presente documento informativo

Dettagli

Mutuo ipotecario GRADUATO LINEA CASA Versione: 2011/2 Data: 13/04/2011

Mutuo ipotecario GRADUATO LINEA CASA Versione: 2011/2 Data: 13/04/2011 Deutsche Bank Mutui S.p.A. con socio unico Deutsche Bank S.p.A. - Sede Sociale e Direzione Generale: Via Melchiorre Gioia, 8, 20124 Milano Capitale Sociale 48.000.000 Partita IVA 08226630153 iscritta all

Dettagli

Luogo e data PREMESSO CHE

Luogo e data PREMESSO CHE FIDEIUSSIONE A GARANZIA DEGLI OBBLIGHI DI CUI ALL ART. 4 DELLA LEGGE 28 GIUGNO 2012, N. 92 Spett.le Istituto Nazionale della Previdenza Sociale INPS.. Luogo e data PREMESSO CHE a) L art. 4, comma 1, della

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI. Capitolo 2 LE OPERAZIONI DI CREDITO FONDIARIO

INDICE SOMMARIO. Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI. Capitolo 2 LE OPERAZIONI DI CREDITO FONDIARIO INDICE SOMMARIO Introduzione... Elenco delle principali abbreviazioni... XIII XV Capitolo 1 L OPERATIVITAv DI CREDITO FONDIARIO: PROFILI STORICI E LEGISLATIVI 1.1. Evoluzione storica del credito fondiario...

Dettagli