Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO"

Transcript

1 Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO Anno XXIV n 2 N O T I Z I A R I O Poste Italiane S.p.a. - Spediz.in Abbonam. Post. - D.L.353/2003 (conv.in L.27/02/04 n. 46) art.1, comma 2 DCB Bergamo MARZO / APRILE 2014 Il prossimo mese di maggio si terranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale del Collegio, quadriennio 2014/2018. Tutti gli iscritti all Albo, con esclusione dei componenti la Commissione Elettorale, sono eleggibili ed hanno il diritto-dovere di votare per l elezione del nuovo Consiglio. Gli iscritti, cui è stata notificata la delibera di sospensione per morosità, potranno essere ammessi al voto solo se avranno sanato la loro posizione debitoria. Chi, soprattutto se giovane, voglia mettere a disposizione un poco del suo tempo ed abbia molta voglia di lavorare per la categoria elabori eventualmente un suo programma e si candidi. CALENDARIO IMPEGNI ELETTORALI Lunedì 19 Maggio 2014 Termine ultimo per la presentazione delle candidature e dei programmi di cui all art. 2 del Regolamento per le elezioni. Mercoledì 28 Maggio 2014 ore 23,59 Prima convocazione Assemblea annuale e di fine mandato presso la Sede del Collegio Via G. e G. Paglia n 27. Sabato 31 Maggio 2014 ore 10,00 Seconda convocazione Assemblea annuale e di fine mandato. Per motivi organizzativi e per la scelta della location è richiesta obbligatoriamente la registrazione del proprio nominativo alla Segreteria del Collegio comunicando l adesione entro il prossimo 23/5/14 a Al termine apertura del seggio elettorale e votazione per rinnovo del Consiglio Direttivo. Come previsto dal Nuovo Regolamento Formazione Continua, ai partecipanti verranno accreditati n 3 crediti formativi di carattere deontologico Martedì 3 Giugno 2014 ore 18,00-20,00 Proseguimento delle votazioni presso la Sede del Collegio Mercoledì 4 Giugno 2014 ore 9,00-12,00 Proseguimento delle votazioni presso la Sede del Collegio Giovedì 5 Giugno 2014 ore 16,00-18,00 Proseguimento delle votazioni presso la Sede del Collegio Al termine, chiusura elezioni e scrutinio dei voti. Venerdì 6 Giugno 2014 ore 8,00 Pubblicazione risultati elezioni sul sito web del Collegio. Sabato 7 Giugno 2014 ore 9,00-12,00 Eventuali votazioni di ballottaggio e scrutinio voti presso la Sede del Collegio, Via Paglia n 27, per l elezione dei Consiglieri che non hanno ottenuto il quorum richiesto dalla legge. Si ritiene che sarà valida l Assemblea in seconda convocazione

2 COMUNICAZIONE IMPORTANTE Come riportato in prima pagina, nella settimana dal 31 Maggio al 5 Giugno 2014 si terranno le elezioni dei Consiglieri del Collegio Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati della Provincia di Bergamo. I risultati saranno tempestivamente pubblicati sul sito del Collegio Venerdì 6 Giugno Non essendoci i tempi tecnici per avvisare gli elettori con normale corrispondenza cartacea, si invita a consultare il sito per verificare la necessità di esprimere l eventuale voto di ballottaggio (previsto per Sabato 7 Giugno 2014 con orario 9:00 12:00). Per coloro che hanno comunicato un indirizzo di posta elettronica, sarà inviata una lettera di convocazione nel caso ricorresse tale possibilità. E sempre possibile contattare telefonicamente la Segreteria del Collegio al n 035/ per constatare l occorrenza della seconda tornata elettorale. CONSIGLIO DEI PROBIVIRI Si coglie l occasione per ricordare che, in occasione delle prossime operazioni elettorali per il rinnovo del Consiglio Direttivo, si procederà anche alle operazioni di voto per la nomina del Consiglio dei Probiviri, oggi composto dai Colleghi Gianluigi Pelliconi e Pasquale Marcarelli. Sono fin d ora accolte le candidature, che dovranno essere recapitate alla Segreteria del Collegio. Il Consiglio dei Probiviri è concepito nell intento di operare la composizione amichevole tra due soggetti in lite tra loro ed iscritti al Collegio di Bergamo; la celebrazione del rito richiede un costo estremamente contenuto e si garantisce l emissione della sentenza in tempi brevi. Direttore responsabile: Per. Ind. Ezio Carissoni - Consiglio dei Probiviri pag. 2 - Scheda per candidatura Commissario d esame 2014 pag. 3 - Ricerca / Offerta lavoro pag. 3 - Circolare EPPI - Chiarimenti per Totalizzazione pag. 4 - Calendario attività Collegio Periti pag. 5 - Comunicazioni varie pag. 6 Comitato di redazione: Per. Ind. Giuseppe Rubino Per. Ind. Ivan Folli Autorizzazione Tribunale di Bergamo nr. 35 del 23/11/1990 Sede Sociale e Redazione: Collegio dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati Via G. e G. Paglia, Bergamo Tel. 035/ Fax 035/ Posta elettronica Sito Internet Fotocomposizione e Stampa: Corponove Editrice S.r.l. Via Baioni, 18/a Bergamo 2

3 ESAMI DI STATO DI ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DI PERITO INDUSTRIALE - Sessione 2014 Come per le precedenti sessioni di esami di Stato di abilitazione, anche per l attuale sarà necessario segnalare i professionisti candidati a far parte delle Commissioni esaminatrici, specificando se sono liberi professionisti o dipendenti. Per praticità, riportiamo di seguito lo schema fornito dal Ministero dell Istruzione al Consiglio Nazionale, attraverso il quale dovranno essere comunicati i dati relativi a ciascun libero professionista o dipendente candidato ad assumere l incarico di commissario d esame. Resta comunque confermata la procedura adottata nella precedente sessione, esplicata nel prot. 602 del 14 giugno 2000, e la necessità di fornire la documentazione completa relativa a coloro che sono dipendenti. Tenuto conto che le segnalazioni degli aspiranti Commissari dovranno essere fornite al Ministero competente entro il 15 Giugno 2014, si chiede di attivarsi sin d ora per inviare i dati. Cognome e nome Nato/a il a codice fiscale Indirizzo cap Residente in Telefono Iscritto/a all'albo dal al Collegio Provinciale di specializzazione Settore di provenienza Indirizzo amministrazione Libero professionista Dipendente amministrazione Sede di servizio Cond. all'autorizzazione SI NO Tipo di contratto Qualifica Estremi disposizione Per il personale docente gli estremi sono: art. 508 comma 15 D.L. 297/94 RICERCA - OFFERTA LAVORO La ECI S.p.A. cerca tecnici esperti per potenziamento struttura tecnica, sul territorio della Regione Lombardia. Si richiede: formazione tecnica laurea in ingegneria o diploma di perito industriale elettrotecnico, pluriennale esperienza nel settore degli impianti elettrici e delle verifiche ai sensi del DPR 462/01 o CEI 64-8, automunito, serietà, determinazione e spirito organizzativo. Si prevede formazione ed affiancamento. Le candidature prive dei sopracitati requisiti non saranno prese in considerazione. Inviare curriculum dettagliato completo di autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi del DLgs. 196/2003 e smi all indirizzo mail 3

4 RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO LA CIRCOLARE RICEVUTA DALL EPPI CON ALCUNI CHIARIMENTI IN MERITO ALLA TOTALIZZAZIONE. Egregi Presidenti, Egregi Consiglieri, in occasione di alcuni recenti Eppiincontri, nel corso dei quali erano stati allestiti degli EPPI- POINT, punti cioè di assistenza diretta agli iscritti, è emerso che la problematica più ricorrente è quella della totalizzazione. Il percorso lavorativo di tanti nostri iscritti è caratterizzato da una posizione previdenziale frammentata tra diversi enti. Sovente, infatti, si ha a che fare con soggetti che sono oltre che libero professionisti titolari di impresa artigiana (ed in quanto tali tenuti alla contribuzione presso la Gestione Artigiani e Commercianti dell Inps); oppure insegnanti (ed in quanto tali assoggettati alla contribuzione previdenziale prima presso l Inpdap ed adesso presso l Inps) o lavoratori dipendenti (assicurati presso l Inps), od anche titolari di contribuzione presso la Gestione Separata Inps (ad esempio i collaboratori coordinati e continuativi che svolgevano la carica di amministratore presso società che nulla hanno a che vedere con la libera professione di perito industriale). In questo contesto previdenziale estremamente articolato, le preoccupazioni palesate possono principalmente ricondursi a sei fattispecie: 1) Esiste un limite di anzianità contributiva maturata presso una determinata gestione al di sotto del quale non si può chiedere la totalizzazione? 2) In ipotesi di contribuzione in un medesimo anno sia all Eppi che all Inps cosa succede? 3) E possibile totalizzare anche gli anni maturati presso la Gestione Separata Inps? 4) Quando si deve presentare la domanda di totalizzazione? 5) A chi va presentata la domanda di totalizzazione? 6) Conviene sempre scegliere la totalizzazione? Premettendo che i nostri uffici stanno elaborando un vademecum che possa fornire nei limiti della complessità della materia della quale parliamo e delle diverse fattispecie che interessano gli iscritti che difficilmente possono essere ricondotte a casi tipizzabili vi rimetto, punto per punto, le risposte di primo livello che possono essere date agli iscritti: 1) Non esiste più il limite, originariamente fissato in 5 anni e quindi ridotto a tre anni (dalla legge 247/2007), di contribuzione minima accreditata presso ciascuna singola gestione per accedere alla totalizzazione. L articolo 24, comma 19, della legge 214/2011 ha, infatti, con effetto dal 1 gennaio 2012 soppresso anche il limite dei 3 anni. Ciò significa, dunque, che qualsiasi sia il periodo maturato lo stesso sarà utilizzabile in sede di totalizzazione dei diversi spezzoni contributivi. 2) In ipotesi in cui nel medesimo anno solare si sia assicurati sia presso l Eppi che, ad esempio, presso l Inps (ma il principio vale qualunque siano gli enti previdenziali coinvolti), ai fini dell anzianità contributiva (quell anzianità, cioè, necessaria per verificare il raggiungimento del limite complessivo dei 20 anni necessari per il pensionamento di vecchiaia, e dei 40 anni e 3 mesi per il pensionamento di anzianità requisiti al 2014) l anno riconosciuto è sempre uno e non vale quindi doppio. Ai fini del calcolo del trattamento pensionistico spettante saranno, invece e normalmente, considerate entrambe le contribuzioni accreditate. 3) Sì, è possibile totalizzare i periodi contributivi accreditati presso la Gestione Separata Inps. Non esistono limiti in tal senso sempre che si tratti di enti di previdenza obbligatori cosiddetti di primo pilastro, quelli cioè che assicurano la pensione di base. Per questa ragione, ad esempio, non possono essere totalizzati (né tanto meno ricongiunti) i contributi accreditati presso l Enasarco: si tratta, infatti, in questo caso, di un ente che eroga trattamenti pensioni- 4

5 stici integrativi (ulteriori rispetto alla pensione base) agli agenti di commercio. 4) La domanda di totalizzazione va presentata quando risultino maturati i requisiti anagrafici e di contribuzione previsti dalla normativa tempo per tempo vigente. I requisiti per l accesso alla pensione di vecchiaia totalizzata nel 2014 sono 65 anni e 3 mesi (anagrafico) e 20 anni di contribuzione: dal momento in cui si maturano entrambi il richiedente percepirà la pensione decorsi 18 mesi (cosiddetto spazio finestra), senza liquidazione di arretrati. Il requisito per la pensione di anzianità in totalizzazione, sempre per il 2014, è invece aver maturato 40 e 3 mesi di contribuzione: dal momento in cui si matura questo requisito il richiedente percepirà la pensione decorsi 21 mesi (cosiddetto spazio finestra), senza liquidazione di arretrati. 5) La domanda di totalizzazione va presentata all ultimo ente presso il quale si contribuisce. E così, sempre a titolo di esempio, se un iscritto ha contribuito sino al 1980 all Inps e dal 1996 è iscritto ad Eppi, presenterà la domanda a noi. Sarà, comunque, in ogni caso l Inps a pagare la pensione totalizzata: l Eppi, infatti, determinerà la pensione spettante all iscritto sulla base del montante previdenziale maturato alla decorrenza del trattamento e liquiderà quanto dovuto all Inps, che poi provvederà ad eseguire un unico pagamento frutto della quota Eppi e di quella Inps. 6) Non è possibile dare una risposta univoca proprio in ragione della particolarità che ogni posizione racchiude in sé: per una valutazione puntuale occorre disporre di molteplici informazioni, rinvenibili dai diversi enti previdenziali coinvolti. In linea di principio si può affermare, per quanto riguarda il normale pensionamento di vecchiaia, che se si è già maturato il diritto al trattamento in ognuno degli enti coinvolti è preferibile chiedere le enne diverse liquidazioni senza ricorrere alla totalizzazione e questo per evitare di subire lo spazio finestra che imporrebbe, nel nostro caso, la perdita di 18 mesi di pensione. Se, cioè, si sono maturati i requisiti per il pensionamento di vecchiaia anche ad esempio in Inps tanto vale aspettare di poter esercitare il relativo diritto quando sarà possibile (i lavoratori dipendenti possono percepire dal 1 gennaio 2013 la pensione a 66 anni e 3 mesi) e percepire al 65 anno d età la pensione Eppi (che non prevede spazi finestra). Con l augurio che queste brevi note possano esservi d aiuto nell importante compito di rapporto che avete con i vostri e nostri iscritti, vi saluto cordialmente IL PRESIDENTE Per. Ind. Florio Bendinelli ATTIVITA Coordinatori: Battaglia Rubino coadiuvato da tutti i Consiglieri Merisio Rubino Consiglieri Locatelli Facchin Consiglieri Mecca Battaglia De Nicola Facchin Merisio 2014 CONSIGLIO DIRETTIVO GRUPPO STUDIO Area ELETTRICA COMITATO REDAZIONE NOTIZIARIO COMMISSIONE ALBO GRUPPO STUDIO Area TERMOTEC. GRUPPO CHIMICA, AMBIENTE e SICUREZZA COMMISSIONE PARCELLE Ore 19,00 ore 20,00 ore 20,30 MAGGIO LE DATE E GLI ORARI INDICATI POSSONO SUBIRE VARIAZIONI 5

6 COMUNICAZIONI VARIE 1) INDICE NAZIONALE DEI PREZZI AL CONSUMO Da gennaio 2011 l ISTAT ha aggiornato l anno di base degli indici mensili, che ora è al 2010 (prima era al 1995). Pertanto il calcolo automatico delle variazioni è indispensabile al momento solo fino a dicembre Per informazioni o calcoli storici fino al gennaio 2011, si può contattare direttamente l ISTAT al seguente indirizzo: https://contact.istat.it/ INDICE MARZO 2014 = 107,2 (Base 2010 = 100) Variazione percentuale rispetto mese di MARZO 2013 = + 0,3 % Variazione percentuale rispetto mese di MARZO 2012 = + 1,9 % 2) ACQUISIZIONE CONSENSO PRIVACY SU PIATTAFORMA WEBALBO Si informano gli iscritti che dalla piattaforma WEBALBO è attivo il modulo on-line per il consenso della privacy; non solo si adempie a quanto richiesto dalla normativa (D.Lgs. 196/2003) ma la finalità è di dare la massima visibilità al professionista; infatti il consenso rilasciato permette la pubblicazione sulla piattaforma di tutti i riferimenti dell interessato; inoltre si potrà autorizzare la ricezione di corrispondenza dagli enti di riferimento della categoria, come la rivista OPIFICIUM, fogli informativi, il quotidiano ITALIAOGGI oppure le newsletter pubblicate a livello nazionale o dai singoli Collegi. 3) CANCELLAZIONE DALL ALBO Per procedere con la cancellazione dall Albo, l interessato dovrà presentare alla Segreteria del Collegio, la richiesta di cancellazione in carta semplice allegando il timbro, la tessera e copia della quietanza di pagamento della quota associativa dell anno in corso tassativamente entro e non oltre il 31 dicembre (Farà comunque fede la data del timbro postale). 4) RITIRO ATTESTATI DI FREQUENZA DEI CORSI FORMATIVI Ricordiamo agli iscritti che hanno partecipato ai vari incontri tecnici organizzati, che sono disponibili gli attestati. Per il ritiro, provvedere personalmente durante gli orari di apertura della Segreteria, dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 13:00. 5) BOLLETTINO DEI PREZZI INFORMATIVI DELLE OPERE EDILI -ANNO 2013 La C.C.I.A.A. di Bergamo segnala che è in vendita (presso l Ufficio Provveditorato - Largo Belotti n 16 e la sede distaccata di Treviglio) il volume unico per l anno 2013 del Bollettino dei Prezzi informativi delle Opere Edili edito in collaborazione con l A.N.C.E. di Bergamo, Associazione Costruttori Edili. L edizione del Bollettino 2013 è disponibile anche in Internet e può essere importata in programmi di gestione prezzi e di calcolo del computo metrico che leggano i formati ASCII e XML. Per accedere al servizio, è necessario abbonarsi presso l Ufficio Provveditorato ( e collegarsi al sito DIFENDI IL TUO TITOLO - PARTECIPA ALLA VITA DEL COLLEGIO 6

Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO

Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO Anno XXIV n 4 N O T I Z I A R I O Poste Italiane S.p.a. - Spediz.in Abbonam. Post. - D.L.353/2003 (conv.in L.27/02/04 n. 46)

Dettagli

Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO

Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO Anno XXIV n 3 N O T I Z I A R I O Poste Italiane S.p.a. - Spediz.in Abbonam. Post. - D.L.353/2003 (conv.in L.27/02/04 n. 46)

Dettagli

CALENDARIO ELETTORALE

CALENDARIO ELETTORALE ELEZIONI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA E DEL CONSIGLIO REGIONALE di domenica 31 maggio 2015 CALENDARIO ELETTORALE Questa pubblicazione contiene il calendario delle operazioni relative all elezione del Presidente

Dettagli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli Visti: l articolo 15 dello Statuto nazionale del Partito Democratico; gli articoli 4, 5, 6, 7 dello Statuto regionale del PD dell Umbria; l articolo 12 del Regolamento per l elezione del Segretario e dell

Dettagli

REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014

REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014 REGOLAMENTO AGI NAZIONALE APPROVATO NELL ASSEMBLEA NAZIONALE 18 MAGGIO 2014 Art. 1 Sede (Art. 1 dello Statuto) La Sede può essere trasferita su delibera dell Assemblea Straordinaria. Quando ricorra motivo

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGETTO PER LO SVILUPPO DELLA RIFORMA ISTITUZIONALE ELEZIONE DEGLI ORGANI DEL COMUN GENERAL DE FASCIA COMUNI DI CAMPITELLO DI FASSA/CIAMPEDEL-CANAZEI/CIANACEI- MAZZIN/MAZIN-MOENA/MOENA-

Dettagli

la Direzione Regionale del PD Puglia riunita a Bari il 4 OTTOBRE 2013, ai sensi dell articolo 4,5,7,8 dello Statuto regionale, approva il seguente

la Direzione Regionale del PD Puglia riunita a Bari il 4 OTTOBRE 2013, ai sensi dell articolo 4,5,7,8 dello Statuto regionale, approva il seguente Visti: l articolo 15 dello Statuto nazionale del Partito Democratico; l articolo 4, 5, 7, 8 dello Statuto regionale del PD Puglia; il regolamento Elettorale dei circoli, delle Unioni cittadine e provinciali.

Dettagli

ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE ISIA di FIRENZE INDUSTRIAL DESIGN

ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE ISIA di FIRENZE INDUSTRIAL DESIGN MINISTERO DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ALTA FORMAZIONE E SPECIALIZZAZIONE ARTISTICA MUSICALE E COREUTICA ISTITUTO SUPERIORE PER LE INDUSTRIE ARTISTICHE ISIA di FIRENZE INDUSTRIAL DESIGN Via degli Alfani,

Dettagli

IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE REGOLAMENTO PER GLI ESAMI DI STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DI GEOMETRA (D.M. 15.3.86 in G.U. n. 117 del 22.5.86, modificato con D.M. 14.7.87 in G.U. n. 168 del 21.7.87)

Dettagli

Federazione Ginnastica d'italia. Prot. 12332/AG/lc del 28/09/2004

Federazione Ginnastica d'italia. Prot. 12332/AG/lc del 28/09/2004 Prot. 12332/AG/lc del 28/09/2004 Agli Atleti maggiorenni tesserati Ai Tecnici tesserati e, p.c. Ai Comitati e Delegati Regionali Al Consiglio Direttivo Federale Oggetto: Convocazione elezioni in data 30

Dettagli

di Basilicata 1. (CONVOCAZIONE DEL PROCEDIMENTO ELETTORALE) 2. (ELETTORATO ATTIVO E PASSIVO)

di Basilicata 1. (CONVOCAZIONE DEL PROCEDIMENTO ELETTORALE) 2. (ELETTORATO ATTIVO E PASSIVO) REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA DELL UNIONE PROVINCIALE DI POTENZA E DI MATERA, DEI SEGRETARI E DEI COMITATI DIRETTIVI DI CIRCOLO 1 La Direzione Regionale del Partito Democratico

Dettagli

CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA INDUSTRIALE SOFTECH: ICT PER LE IMPRESE

CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA INDUSTRIALE SOFTECH: ICT PER LE IMPRESE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Ateneo fondato nel 1175 CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA INDUSTRIALE SOFTECH: ICT PER LE IMPRESE Modena, il 21/11/2014 Prot. N 319 (Avviso al pubblico)

Dettagli

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale dei Servizi Elettorali. Circolare n. 40 / 2014 Roma, 26 settembre 2014

DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale dei Servizi Elettorali. Circolare n. 40 / 2014 Roma, 26 settembre 2014 Circolare n. 40 / 2014 Roma, 26 settembre 2014 AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA NELLE REGIONI EMILIA-ROMAGNA E CALABRIA LORO SEDI AI PREFETTI DELLA REPUBBLICA DI PALERMO - TRAPANI AI COMMISSARI DEL GOVERNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE

REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE REGOLAMENTO PER I CONGRESSI DI CIRCOLO, PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI SEGRETARI PROVINCIALI, DEL SEGRETARIO E DELL ASSEMBLEA NAZIONALE (Approvato dalla Direzione del 7 Ottobre 2013) PREMESSA Il

Dettagli

MODALITA' DI ISCRIZIONE ALL'ELENCO PUBBLICISTI COLLABORATORI DI GIORNALI E PERIODICI

MODALITA' DI ISCRIZIONE ALL'ELENCO PUBBLICISTI COLLABORATORI DI GIORNALI E PERIODICI ORDINE DEl GIORNALISTI Consiglio Regionale delle Marche.- Via Leopardi 2 ANCONA MODALITA' DI ISCRIZIONE ALL'ELENCO PUBBLICISTI COLLABORATORI DI GIORNALI E PERIODICI Sono pubblicisti coloro che svolgono

Dettagli

Articolo 2 Lo scopo dell ARI Associazione Restauratori d Italia, è quanto previsto e definito all art.3 dello Statuto

Articolo 2 Lo scopo dell ARI Associazione Restauratori d Italia, è quanto previsto e definito all art.3 dello Statuto REGOLAMENTO DELL A.R.I. ASSOCIAZIONE RESTAURATORI D ITALIA Approvato dall assemblea straordinaria dei soci il 16-02-2015. Articolo 1 Il presente Regolamento Interno, redatto dal Consiglio Direttivo ai

Dettagli

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ENZO FERRARI

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ENZO FERRARI Modena, il 14/03/2014 Prot. N 402 (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ENZO FERRARI VISTO il DPR 22 dicembre 1986 n. 917; VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168; VISTO il Decreto

Dettagli

U.D.A.I. REGOLAMENTO ELETTORALE DELLA UNIONE DEGLI AVVOCATI D ITALIA SEZIONE DISTRETTUALE DI BARI

U.D.A.I. REGOLAMENTO ELETTORALE DELLA UNIONE DEGLI AVVOCATI D ITALIA SEZIONE DISTRETTUALE DI BARI REGOLAMENTO ELETTORALE DELLA SEZIONE DISTRETTUALE DI BARI Art. 1- Indizione delle elezioni. Il Presidente dell Associazione, su delibera del consiglio direttivo distrettuale, indice le elezioni per il

Dettagli

Prot. n. 2007003192/EL/AREA II Torino, 23 marzo 2007

Prot. n. 2007003192/EL/AREA II Torino, 23 marzo 2007 Prot. n. 003192/EL/AREA II Torino, 23 marzo Ai signori Sindaci e Commissari Straordinari dei Comuni della Provincia Ai Signori Segretari Comunali dei Comuni della Provincia Ai Signori Presidenti delle

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Liceo Scientifico Linguistico Statale Paolo Giovio - Como Prot. n. 5585/C16 Anno scolastico 2015-2016 Como, li 26.09.2015 Comunicazione n. 39 Alle Studentesse, agli Studenti e alle loro Famiglie Ai Docenti Ai Docenti collaboratori del dirigente scolastico Al

Dettagli

Prot. n. 626 Modena, il 31 maggio 2016. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA MARCO BIAGI

Prot. n. 626 Modena, il 31 maggio 2016. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA MARCO BIAGI Prot. n. 626 Modena, il 31 maggio 2016 Pos. n. 13/co.co.co. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA MARCO BIAGI VISTO il DPR 22 dicembre 1986 n. 917; VISTA la legge 9 maggio 1989,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia-Direzione Generale UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA CIRCOLARE N. 1 Prot. N.91 Foggia, 15 gennaio

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno grandi frecciate sulle pensioni con cambiamenti rilevanti per l accesso. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2013,

Dettagli

la seconda votazione ha inizio il giorno

la seconda votazione ha inizio il giorno AVVISO DI CONVOCAZIONE PER LE ELEZIONI PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA TOSCANA Ai sensi del combinato disposto della Legge 18 febbraio 1989, n. 56 'Ordinamento della professione

Dettagli

Quota A - pagamento contributi 2010

Quota A - pagamento contributi 2010 Flash portale giugno 2010 Quota A - pagamento contributi 2010 Il 30 giugno scade la seconda rata del contributo di Quota A. Qualora l avviso pervenga dopo la scadenza di una o più rate, il pagamento delle

Dettagli

REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE

REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE REGOLAMENTO DEI GIOVANI IMPRENDITORI EDILI DELL ANCE - Approvato dal Consiglio Direttivo dell ANCE il 28 aprile 1992 - Modificato dal Consiglio Direttivo dell ANCE il 29 aprile 1993 - Modificato dal Comitato

Dettagli

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE E METODI DELL INGEGNERIA

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE E METODI DELL INGEGNERIA Prot. N 968 Reggio Emilia, il 19.11.2015 (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE E METODI DELL INGEGNERIA VISTO il DPR 22 dicembre 1986 n. 917; VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168;

Dettagli

IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO. D E C R E T A Art. Unico

IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO. D E C R E T A Art. Unico UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Ufficio Selezione ed Assunzione del Personale Via Università 4, Modena Tel.: 059/2056503 2056548-6075- Fax: 059/2056507 e-mail : ufficio.selezioneassunzione@unimore.it

Dettagli

Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO

Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO Collegio dei PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DI BERGAMO Anno XXI n 1 N O T I Z I A R I O Poste Italiane S.p.a. - Spediz.in Abbonam. Post. - D.L.353/2003 (conv.in L.27/02/04 n. 46)

Dettagli

Discipline a scelta attive in più Corsi di Laurea. 2 25 Dal 12/10/2015 al 30/09/2016

Discipline a scelta attive in più Corsi di Laurea. 2 25 Dal 12/10/2015 al 30/09/2016 Dipartimento di Architettura BANDO N 3 PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO PER L A.A. 2015/2016 Visto l art. 23 della Legge n.240 del 30/12/2010; Vista la Legge 23 dicembre 1996, n. 662; Visto

Dettagli

LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE

LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE GESTIONE EX INPDAP BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE LA RIFORMA DEL LAVORO PUBBLICO: NUOVI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E DI GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Prot. n. 32122-I/7 Rep.

Dettagli

Regolamento gruppo giovani

Regolamento gruppo giovani Regolamento gruppo giovani Art.1 Costituzione E costituito presso l Associazione Costruttori Salernitani, con sede presso la stessa, il Gruppo Giovani Imprenditori Edili della Provincia di Salerno. Art.2

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE CON PROCEDURA COMPARATIVA PER COLLABORATORE PROFESSIONALE - INFERMIERE

AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE CON PROCEDURA COMPARATIVA PER COLLABORATORE PROFESSIONALE - INFERMIERE Sede Via Brescia, 207-26100 Cremona centralino: 0372 533511 P.E.C.: protocollo@pec.cremonasolidale.it AVVISO PUBBLICO PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE CON PROCEDURA COMPARATIVA PER COLLABORATORE

Dettagli

Città di Fossano. Provincia di Cuneo-Ufficio Censimento. 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI (Ottobre 2011 Gennaio 2012)

Città di Fossano. Provincia di Cuneo-Ufficio Censimento. 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI (Ottobre 2011 Gennaio 2012) Città di Fossano Provincia di Cuneo-Ufficio Censimento 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI (Ottobre 2011 Gennaio 2012) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER SOLI TITOLI PER FORMAZIONE

Dettagli

IL DIRETTORE DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE INTERMECH MO.RE

IL DIRETTORE DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE INTERMECH MO.RE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA CENTRO INTERDIPARTIMENTALE PER LA RICERCA APPLICATA E I SERVIZI NEL SETTORE DELLA MECCANICA AVANZATA E DELLA MOTORISTICA Strada Vignolese, 905 41125 Modena

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM

REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM REGOLAMENTO PER IL RINNOVO DELLE CARICHE APAM 1. Premesse 1.1 Il presente documento, regolamento interno di A.P.A.M., ha la finalità di coordinare le operazioni preparatorie ed elettorali relative alle

Dettagli

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHEOLOGICI Via San Rocco, 3 75100 MATERA tel. 0835/1971427- fax 0835/1971441 SCADE IL 24/7/2014

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHEOLOGICI Via San Rocco, 3 75100 MATERA tel. 0835/1971427- fax 0835/1971441 SCADE IL 24/7/2014 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA BASILICATA POTENZA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN BENI ARCHEOLOGICI Via San Rocco, 3 75100 MATERA tel. 0835/1971427- fax 0835/1971441 Prot. n. 762 del 16/7/2014 SELEZIONE PUBBLICA

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2015, in modo schematico e il più chiaro possibile. Spero di esservi riuscito. Ringrazio

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE FIDAS VERONA

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE FIDAS VERONA REGOLAMENTO REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE FIDAS VERONA PARAGRAFO 1 L associazione Fidas Verona è formata dall aggregazione delle associazioni di donatori volontari di sangue aderenti alla Fidas e operanti

Dettagli

Si precisa, ai sensi dell art. 27 del D.Lgs. 198/2006, che i posti si intendono riferiti ad aspiranti dell'uno e dell'altro sesso.

Si precisa, ai sensi dell art. 27 del D.Lgs. 198/2006, che i posti si intendono riferiti ad aspiranti dell'uno e dell'altro sesso. Bando di mobilità volontaria ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. n. 165/2001 per la copertura di n. 4 posti di categoria giuridica C, a tempo indeterminato e pieno, profilo professionale Assistente servizi

Dettagli

(Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE INTERMECH MO.RE

(Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL CENTRO INTERDIPARTIMENTALE INTERMECH MO.RE CENTRO INTERDIPARTIMENTALE PER LA RICERCA APPLICATA E I SERVIZI NEL SETTORE DELLA MECCANICA AVANZATA E DELLA MOTORISTICA Strada Vignolese, 905 41125 Modena Tel. Direzione 059/2056150 Fax 059/2056126 Tel.

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI Gli articoli riportati, qualora manchi una diversa precisazione, si riferiscono al Testo unico delle leggi regionali sulla composizione ed elezione degli organi delle

Dettagli

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA VITA

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA VITA Modena, il 12.03.2015. Prot. N 669 IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA VITA (Avviso al pubblico) VISTO il DPR 22 dicembre 1986 n. 917; VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168; VISTO il Decreto

Dettagli

A tutti i soci iscritti alla Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti - Sezione Provinciale di Firenze LORO SEDI

A tutti i soci iscritti alla Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti - Sezione Provinciale di Firenze LORO SEDI A tutti i soci iscritti alla Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti - Sezione Provinciale di Firenze LORO SEDI Oggetto: convocazione Assemblea ordinaria dei soci Cara consocia, caro consocio, come vuole

Dettagli

Elezioni organi collegiali a livello di istituzione scolastica (A.S. 2015/2016) IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Elezioni organi collegiali a livello di istituzione scolastica (A.S. 2015/2016) IL DIRIGENTE SCOLASTICO Via Ambrogi- 57023 (Li) - Tel. 0586 684263-684840 - 681515 Fax 0586 684185 Prot. n. AGLI ALUNNI AI GENITORI AI DOCENTI AL PERSONALE ATA Elezioni organi collegiali a livello di istituzione scolastica (A.S.

Dettagli

COORDINATORE SETTORE RISORSE UMANE

COORDINATORE SETTORE RISORSE UMANE SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI ED ESAMI PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI NEI SEGUENTI PROFILI DEL LIVELLO 7 POSIZIONE PARAMETRALE INIZIALE B DEL CCNL FEDERAMBIENTE: COORDINATORE SETTORE

Dettagli

IL Direttore. E M A N A Art. Unico

IL Direttore. E M A N A Art. Unico Prot. n. 196 del 30 marzo 2016 Modena, il 30/03/2016 (Avviso al pubblico) IL Direttore VISTO il DPR 22 dicembre 1986 n. 917; VISTA la legge 9 maggio 1989, n. 168; VISTO il Decreto legislativo 30 marzo

Dettagli

Regolamento della Consulta degli Studenti

Regolamento della Consulta degli Studenti Regolamento della Consulta degli Studenti TITOLO I Definizioni Art. 1 Natura, Composizione, Funzioni. 1. La Consulta degli Studenti, di seguito denominata Consulta, è l organo elettivo di rappresentanza

Dettagli

Prot. n. 1511 / II - 2 del 05/03/2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO RILEVATO

Prot. n. 1511 / II - 2 del 05/03/2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO RILEVATO I.I.S.S. MEDITERRANEO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PULSANO-MARUGGIO VIA CHIESA, 49 74026 PULSANO (TA) Tel./Fax 099-5337341-0995337241 Tel./Fax 099-676687 (Maruggio) Prot. n. 1511 / II -

Dettagli

Contributi volontari per il 2008: le precisazioni Inps Aldo Forte Esperto in materia previdenziale

Contributi volontari per il 2008: le precisazioni Inps Aldo Forte Esperto in materia previdenziale Contributi volontari per il 2008: le precisazioni Inps Aldo Forte Esperto in materia previdenziale L Inps, con circolare 17 aprile 2008, n. 50, dirama tutti i numeri concernenti i versamenti volontari

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE, METABOLICHE E NEUROSCIENZE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE, METABOLICHE E NEUROSCIENZE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE BIOMEDICHE, METABOLICHE E NEUROSCIENZE Modena, il 08/02/2013 Prot. N 150 (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE

Dettagli

Prot. N 3203/C14 Milano, 22 settembre 2015 AVVISO PUBBLICO BANDO DI RECLUTAMENTO ESPERTO ESTERNO MADRELINGUA INGLESE IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. N 3203/C14 Milano, 22 settembre 2015 AVVISO PUBBLICO BANDO DI RECLUTAMENTO ESPERTO ESTERNO MADRELINGUA INGLESE IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLE PRIMARIE E SECONDARIE DI PRIMO GRADO TEODORO CIRESOLA V. LE BRIANZA

Dettagli

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PER LE ELEZIONI COMUNALI DEL 10 MAGGIO 2015

CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PER LE ELEZIONI COMUNALI DEL 10 MAGGIO 2015 Regione autonoma Trentino Alto Adige GIUNTA REGIONALE Ufficio elettorale Elezioni amministrative Mod. 28-el. Per i comuni della Provincia di Trento CALENDARIO DELLE OPERAZIONI ELETTORALI PER LE ELEZIONI

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE Allegato a) Prot. N 841 Pos. N 21 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI ECONOMIA AZIENDALE Modena, il 6 dicembre 2011 (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI ECONOMIA

Dettagli

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009

Notizie Flash. Quota A - pagamento contributi 2010. Contributi di riscatto. Quota B - redditi professionali 2009 Notizie Flash Quota A - pagamento contributi 2010 Il 30 giugno è scaduta la seconda rata del contributo di Quota A. Qualora l avviso sia pervenuto dopo la scadenza di una o più rate, il pagamento delle

Dettagli

Detti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione.

Detti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione. AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO LIBERO PROFESSIONALE DI MEDICO DA ASSEGNARE ALL AMBULATORIO CODICI MINORI DEL PRONTO SOCCORSO DELL OSPEDALE DI LODI Si rende noto che in esecuzione

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Decio Celeri Lovere (BG) Liceo Classico Scientifico Artistico CIRCOLARE N 15 PROT.N. 1684/A19 DEL 17/09/2014

Istituto Istruzione Superiore Decio Celeri Lovere (BG) Liceo Classico Scientifico Artistico CIRCOLARE N 15 PROT.N. 1684/A19 DEL 17/09/2014 CIRCOLARE N 15 PROT.N. 1684/A19 DEL 17/09/2014 ALL ALBO AGLI ATTI ALLA COMMISSIONE ELETTORALE AI DOCENTI AL D.S.G.A. AGLI A.T.A. AI GENITORI AGLI ALUNNI VISTO: l ordinanza ministeriale N. 215 del 15/07/1991

Dettagli

Ufficio Territoriale del Governo. Prot. 2014-003782/Area II Torino, 31 marzo 2014

Ufficio Territoriale del Governo. Prot. 2014-003782/Area II Torino, 31 marzo 2014 Prot. 2014-003782/Area II Torino, 31 marzo 2014 Ai Signori Sindaci e Commissari Straordinari, Signori Segretari Comunali e Signori Ufficiali Elettorali dei Comuni della provincia LORO SEDI Ai Signori Presidenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 17 Agli Enti di Patronato

CIRCOLARE N. 17 Agli Enti di Patronato ISTITUTO Roma lì, 23/05/2005 NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori delle

Dettagli

Prefettura di Rovigo Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Rovigo Ufficio Territoriale del Governo CIRCOLARE N. 17/2014 Prefettura di Rovigo TRAMITE PEC Rovigo, (data del protocollo) All. 1 - AI SIGG. SINDACI DEI COMUNI DELLA PROVINCIA L O R O S E D I - AI SIGNORI PRESIDENTI DELLA COMMISSIONE E SOTTOCOMMISSIONI

Dettagli

Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna n. 178 del 25/6/2014

Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna n. 178 del 25/6/2014 Pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia Romagna n. 178 del 25/6/2014 Scadenza: 10 LUGLIO 2014 In esecuzione della deliberazione n. 553 del 29/5/2014 adottata dal Direttore Generale l Azienda

Dettagli

BANDO MASTER DI II LIVELLO IN GESTIONE ETICA DELLE RISORSE UMANE. PHILOSOPHICAL COUNSELING E JOB PERFORMANCE REQUISITI DI AMMISSIONE

BANDO MASTER DI II LIVELLO IN GESTIONE ETICA DELLE RISORSE UMANE. PHILOSOPHICAL COUNSELING E JOB PERFORMANCE REQUISITI DI AMMISSIONE BANDO MASTER DI II LIVELLO IN GESTIONE ETICA DELLE RISORSE UMANE. PHILOSOPHICAL COUNSELING E JOB PERFORMANCE REQUISITI DI AMMISSIONE Il Master, aperto a tutti i laureati delle discipline umanistiche, è

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA VITA

DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA VITA DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA VITA Prot. N 606 Modena, il 13.06.2013 (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA VITA VISTO il DPR 22 dicembre 1986 n. 917; VISTA la legge 9 maggio

Dettagli

Ufficio Territoriale del Governo. Prot. n. 2014-003667/EL/Area II Torino, 28 marzo 2014

Ufficio Territoriale del Governo. Prot. n. 2014-003667/EL/Area II Torino, 28 marzo 2014 Prot. n. 2014-003667/EL/Area II Torino, 28 marzo 2014 Ai Signori Sindaci e Commissari Straordinari, Signori Segretari Comunali e Signori Ufficiali Elettorali dei Comuni della provincia LORO SEDI Ai Signori

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO A. PACINOTTI - PONTEDERA -

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO A. PACINOTTI - PONTEDERA - ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER L INDUSTRIA E L ARTIGIANATO A. PACINOTTI - PONTEDERA - Prot. n.0004689/a1 Pontedera li 06/11/2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO il Piano dell Offerta formativa per l

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A

REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A REGOLAMENTO PER LA ELEZIONE R.S.U./R.L.S. Gruppo A2A Premessa Il presente regolamento è riferito alle elezioni RSU/RLS del Gruppo A2A (perimetro ex-aem) sulla base delle previsioni dell accordo sottoscritto

Dettagli

BANDO MASTER DI II LIVELLO IN GESTIONE ETICA DELLE RISORSE UMANE. PHILOSOPHICAL COUNSELING E JOB PERFORMANCE PREMESSA

BANDO MASTER DI II LIVELLO IN GESTIONE ETICA DELLE RISORSE UMANE. PHILOSOPHICAL COUNSELING E JOB PERFORMANCE PREMESSA Dipartimento Civiltà antiche e moderne Polo Annunziata - Messina BANDO MASTER DI II LIVELLO IN GESTIONE ETICA DELLE RISORSE UMANE. PHILOSOPHICAL COUNSELING E JOB PERFORMANCE PREMESSA Viste le deliberazioni

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale BANDO PER L AMMISSIONE ALLA PRATICA FORENSE PRESSO L'AVVOCATURA DELL'INPS

Istituto Nazionale Previdenza Sociale BANDO PER L AMMISSIONE ALLA PRATICA FORENSE PRESSO L'AVVOCATURA DELL'INPS Istituto Nazionale Previdenza Sociale BANDO PER L AMMISSIONE ALLA PRATICA FORENSE PRESSO L'AVVOCATURA DELL'INPS L Istituto Nazionale Previdenza Sociale - I.N.P.S. pubblica il presente bando per l ammissione

Dettagli

Via del Vecchio Politecnico,7-20121 Milano. T el. 02.7600.2015 F ax 02.7602.0494

Via del Vecchio Politecnico,7-20121 Milano. T el. 02.7600.2015 F ax 02.7602.0494 Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza Passione tenace per la prevenzione efficace Via del Vecchio Politecnico,7-20121 Milano T el. 02.7600.2015 F ax 02.7602.0494 www.aias-sicurezza.it

Dettagli

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO U.O. GESTIONE RISORSE UMANE

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CATANZARO U.O. GESTIONE RISORSE UMANE RIAPERTURA TERMINI AVVISO PUBBLICO, PER TITOLI, PER LA FORMULAZIONE DI UNA GRADUATORIA VALEVOLE PER INCARICHI E/O SUPPLENZE DI PERSONALE CON PROFILO PROFESSIONALE E POSIZIONE FUNZIONALE DI DIRIGENTE MEDICO

Dettagli

IL REGOLAMENTO DELLE ELEZIONI. Ogni biennio il Presidente pro tempore convoca l assemblea degli iscritti

IL REGOLAMENTO DELLE ELEZIONI. Ogni biennio il Presidente pro tempore convoca l assemblea degli iscritti IL REGOLAMENTO DELLE ELEZIONI 1 Ogni biennio il Presidente pro tempore convoca l assemblea degli iscritti all albo degli avvocati, a mezzo di manifesti da affiggersi all interno del Palazzo di Giustizia

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER SOLI TITOLI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO MEDIANTE CONTRATTO DI DIRITTO PRIVATO

PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA PER SOLI TITOLI PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI INSEGNAMENTO MEDIANTE CONTRATTO DI DIRITTO PRIVATO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA TUSCIA ----------------------------- DISUCOM Dipartimento di Scienze Umanistiche della Comunicazione e del Turismo Prot. n... DATA DI AFFISSIONE ALL ALBO UFFICIALE DELL UNIVERSITA

Dettagli

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel., chiede di essere iscritto/a al Registro Praticanti Avvocati per trasferimento dall Ordine

Dettagli

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME ENTE DI PREVIDENZA SPAZIO RISERVATO ALL ENTE Comunicazione obbligatoria ai sensi del Decreto Legislativo 103/96 da inviare all Ente entro e non oltre il 15.9.2014 EPPI 03/2013 COGNOME NOME CODICE FISCALE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI STUDI LINGUISTICI E CULTURALI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI STUDI LINGUISTICI E CULTURALI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI STUDI LINGUISTICI E CULTURALI Modena, 19.06.2014 Prot. N 196 Pos. N 10 BANDO Inglese per docenti CLIL/B1-B2 DIDATTICA (Avviso al pubblico)

Dettagli

Notizie Flash giugno 2011

Notizie Flash giugno 2011 Notizie Flash giugno 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

PROVINCIA DI TARANTO

PROVINCIA DI TARANTO PROVINCIA DI TARANTO Codice Fiscale 80004930733 AVVISO DI MOBILITA ESTERNA AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. N. 165/2001 PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO DI FUNZIONARIO AMMINISTRATIVO CAPO UFFICIO STAMPA

Dettagli

AVVISO PER I COLLEGHI

AVVISO PER I COLLEGHI AVVISO PER I COLLEGHI Il Consiglio Direttivo ha stabilito, nel verbale del 23.02.2006, che le domande di iscrizione verranno prese in considerazione nel corso delle sedute di Consiglio solo se presentate

Dettagli

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA. Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede

AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA. Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede AL CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI POTENZA Il/La sottoscritto/a nato/a a il residente in CAP via tel. chiede di essere iscritto/a al Registro dei Praticanti Avvocati. Il/La sottoscritto/a consapevole

Dettagli

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME

SPAZIO RISERVATO ALL ENTE NOME ENTE DI PREVIDENZA 222 info@ SPAZIO RISERVATO ALL ENTE Comunicazione obbligatoria ai sensi del Decreto Legislativo 103/96 da inviare all Ente entro e non oltre il 15.9.2014 EPPI 03/2013 COGNOME NOME CODICE

Dettagli

Roma, 7 ottobre 2009 Prot. CNPI Prot. EPPI Oggetto: Posta elettronica certificata (PEC) /GJ/ff 5927 /FB/mm 11324

Roma, 7 ottobre 2009 Prot. CNPI Prot. EPPI Oggetto: Posta elettronica certificata (PEC) /GJ/ff 5927 /FB/mm 11324 CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati Ai

Dettagli

STATUTO (approvato dall assemblea straordinaria dei soci il 22 marzo 2015) Costituzione Sede

STATUTO (approvato dall assemblea straordinaria dei soci il 22 marzo 2015) Costituzione Sede STATUTO (approvato dall assemblea straordinaria dei soci il 22 marzo 2015) Costituzione Sede Art. 1 È costituita a norma dell art. 36 e segg. del codice civile, un associazione denominata ALBO PROFESSIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA

REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE DEL PARTITO DEMOCRATICO A ROMA Il presente regolamento disciplina le modalità di costituzione del Partito Democratico nelle realtà territoriali della città di Roma. Si prevedono

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE Pag. 1 a 5 Dalla data di approvazione del nuovo statuto SIED, il 21 marzo 2013 (data registrazione 26 marzo 2013): sino al 31 dicembre 2013 la quota associativa è di euro 60,00 per i soci di età compresa

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

BANDO PUBBLICO N. 2/2013

BANDO PUBBLICO N. 2/2013 Prot. n.978/2013/up Venezia-Lido, 23 dicembre 2013 BANDO PUBBLICO N. 2/2013 Concorso Pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di 01 posto a tempo indeterminato di Operatore Socio Sanitario Cat.

Dettagli

Con l Europa investiamo sul vostro futuro!

Con l Europa investiamo sul vostro futuro! I S T I T U T O D I I S T R U Z I O N E S E C O N D A R I A S U P E R I O R E E L E N A D I S A V O I A P I E R O C A L A M A N D R E I AOOODGAI-676 del 23-01-2014 - C1-FSE-2014-200 Prot.n. 2852/C44 Bari,

Dettagli

Notizie Flash Luglio 2011

Notizie Flash Luglio 2011 Notizie Flash Luglio 2011 Terremoto Abruzzo sospensione riscossione contributi Il decreto legge del 29 dicembre 2010, n. 225 (c.d. milleproroghe ), convertito con modificazioni dall art. 1, comma 1, L.

Dettagli

Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014. Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di TORINO

Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014. Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di TORINO Prot. 2014004149 Area II/Elett. Torino, 11 aprile 2014 Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Regionale presso la Corte d Appello di Al Sig. Presidente dell Ufficio Centrale Circoscrizionale presso il

Dettagli

Articolo 1 Oggetto. Articolo 2 - Requisiti per l ammissione

Articolo 1 Oggetto. Articolo 2 - Requisiti per l ammissione Avviso di mobilità volontaria esterna riservato a dipendenti di amministrazioni pubbliche di cui all art. 1, comma 2, del D.Lgs. 165/2001 e soggette a vincoli diretti e specifici in materia di assunzione,

Dettagli

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI

Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Partito Democratico del Trentino REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER IL FUNZIONAMENTO DEI CIRCOLI TERRITORIALI Approvato dall Assemblea provinciale il 13 giugno 2011 1 REGOLAMENTO PER LA FONDAZIONE E PER

Dettagli

VADEMECUM PER LA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE PER TRASFERIMENTO

VADEMECUM PER LA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE PER TRASFERIMENTO 1 di 3 VADEMECUM PER LA PRESENTAZIONE DELLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE PER TRASFERIMENTO La richiesta di iscrizione per trasferimento va presentata: corredata di tutti i documenti alla segreteria di codesto

Dettagli

SCADENZIARIO DELLE PRINCIPALI OPERAZIONI PER LE ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI. del 31 maggio 2015

SCADENZIARIO DELLE PRINCIPALI OPERAZIONI PER LE ELEZIONI REGIONALI E COMUNALI. del 31 maggio 2015 ... MARZO (giorno di pubblicazione del decreto)... MARZO (5 giorno successivo alla data di pubblicazione del decreto) Domenica 5 APRILE ( 56 giorno precedente la data delle votazioni) Da Lunedì 6 APRILE

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c.

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI. e, p.c. Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Prestazioni e Contributi Direzione Prestazioni Previdenziali MESSAGGIO N. 1 DEL 15/02/2008

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

REGOLAMENTO SICC. 1. I Soci che contravvengono a quanto stabilito possono essere assoggettati al disposto dell Art. 11.

REGOLAMENTO SICC. 1. I Soci che contravvengono a quanto stabilito possono essere assoggettati al disposto dell Art. 11. REGOLAMENTO SICC Art. 1 1. L espressione senza scopo di lucro significa che i proventi dell attività dell Associazione e gli eventuali avanzi di gestione non possono essere distribuiti ai Soci, ma devono

Dettagli

Prot. N 3568 Napoli, 19 dicembre 2013

Prot. N 3568 Napoli, 19 dicembre 2013 Scuola Secondaria di Primo Grado CARLO POERIO Distretto 41 - Corso Vittorio Emanuele n 124-80121 Napoli tel. Fax 081 / 761 31 22 e mail namm07800v@istruzione.it cod. mecc. NAMM07800V cod. fisc. 80061370633

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale. Regione Emilia-Romagna AZIENDA U.S.L. DI IMOLA

Servizio Sanitario Nazionale. Regione Emilia-Romagna AZIENDA U.S.L. DI IMOLA Servizio Sanitario Nazionale Regione Emilia-Romagna AZIENDA U.S.L. DI IMOLA AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI N. 3 INCARICHI LIBERO- PROFESSIONALI DI MEDICO GENERICO ADDETTO ALL EFFETTUAZIONE DI CONTROLLI

Dettagli