CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO"

Transcript

1 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO Anno Accademico PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLE IMPRESE TURISTICHE MODULO I Lezione 1 PCO Problematiche gestionali e catena del valore Le sintesi di bilancio ORGANIZZAZIONE EVENTI Insieme di attività organizzate per consentire lo svolgimento di EVENTI CONGRESSUALI: riunioni di insiemi di persone che intendono confrontarsi su particolari argomenti in una specifica località diversa dall ambiente abituale Sinonimi: CONGRESSO, CONVEGNO, EVENTO AGGREGATIVO, EVENTO dinternazionale el Programmazione e controllo Modulo I - 1

2 QUALIFICAZIONE EVENTI Analisi Multidimensionale Argomento Tipologia del promotore Caratteristiche dei partecipanti Numerosità dei partecipanti Modalità di realizzazione Durata Occasionalità o frequenza Tipologia di destinazione QUALIFICAZIONE EVENTI Caratteristiche qualitative delle persone: provenienza regionale, nazionale, internazionale; appartenenza ad un gruppo scientifico, professionale, associativo, sportivo, religioso o ad un impresa Numerosità dei partecipanti: OCI: eventi con almeno 50 partecipanti; ICCA (International Congress & Conventions Association Amsterdam 1963): eventi ripetitivi con almeno 50 partecipanti di almeno 3 paesi diversi UIA (Union International Associations Bruxelles 1907: eventi internazionali con almeno 400 partecipanti, di cui 40% stranieri di non meno di 5 nazionalità diverse Letteratura internazionale: da 5 a più di 4000 dinternazionale el 2

3 Argomento: QUALIFICAZIONE EVENTI interesse spontaneo di un gruppo scientifico, professionale, associativo, sportivo, religioso; interesse indotto da un promotore; temi scientifici, medici, sociali, politici, religiosi, economici, ludici, gastronomici etc. Tipologia di destinazione e di sede: Località turistiche; Città d arte; Città metropolitane; Città minori; dinternazionale el Alberghi; Centri congressi; Padiglioni fieristici; Università; Altro QUALIFICAZIONE EVENTI Tipologia di promotore: Imprese Associazioni Enti pubblici Durata: Un giorno Due giorni Una settimana; Alcuni mesi ; Frequenza: Occasionali Ricorrenti annuali Ricorrenti biennali Ricorrenti quadriennali 3

4 QUALIFICAZIONE EVENTI Modalità tecniche di realizzazione: Congressi: relatori autorevoli per aggiornamento su un tema, più sessioni in un unico ambiente, aperti a numerosi iscritti Conferenze: relatori di diverse discipline in ambienti ampi con partecipazione ampia e aperta Tavole Rotonde: gruppi di esperti con discussione su temi specialistici e professionali con partecipazione ristretta Assemblee: membri di un gruppo associativo discutono su argomenti interni, con frequenza regolare in un unico ambiente Seminari: relatori con forti competenze su un argomento con finalità di arricchimento professionale, a partecipazione contenuta e occasionali Simposi: esperti di un settore scientifico elaborano indirizzi di ricerca, a partecipazione ristretta e su invito Workshop: Approfondimenti di un tema tecnico per specialisti dinternazionale el GLI ATTORI DELLA DOMANDA DOMANDA INIZIALE PROMOTORE SOGGETTI ATTIVI DELLA DOMANDA SISTEMA DI OFFERTA SISTEMA DI OFFERTA EVENTO DOMANDA INTEGRATIVA PATROCINANTI ESPOSITORI PARTECIPANTI SPONSOR DOMANDA FINALE SOGGETTI PASSIVI DELLA DOMANDA 4

5 EVENTO COME SERVIZIO Attrattive della destinazione Intrattenimento Immagine della destinazione Altri servizi SLOCE Trasporto Viaggi Sistema locale Occasione d incontro e di comunicazione Offerta congressuale esterna Ospitalità alberghiera Organizzazione Sistema locale SLOCI Offerta congressuale interna Ristorazione Allestimenti e servizi Sede PRODOTTO CONGRESSUALE GLOBALE LE AZIENDE DELL OFFERTA ENTI LOCALI LOCALI APT ASSOCIAZIONI ASSOCIAZIONI CONVENTION CONVENTION BUREAU BUREAU OPERATORI SERVIZI DI SERVIZI AUDIOVISIVI AUDIOVISIVI ORGANIZZAZIONI ORGANIZZAZIONI GOVERNATIVE GOVERNATIVE TRADUTTORI ED ED INTERPRETI INTERPRETI EVENTO PROFESSIONAL CONGRESS CONGRESS ORGANIZER (PCO) (PCO) GESTORI DI SEDI GESTORI DI SEDI CONGRESSUALI IMPRESE IMPRESE ALBERGHIERE IMPRESE DI IMPRESE DI ALTRE IMPRESE ALTRE IMPRESE RISTORAZIONE DI SERVIZI AGENZIE IMPRESE DI DI IMPRESE DI DI AGENZIE DI TRASPORTI IMPRESE ALLESTI DI VIAGGIO ALLESTIMENTI FIERISTRICI FIERISTRICI 5

6 PROFESSIONAL CONGRESS ORGANIZER Specifiche realtà d impresa che organizzano professionalmente EVENTI Scelgono e coordinano gli elementi dell offerta più idonei a soddisfare le esigenze della domanda di uno specifico evento RUOLO DEI PCO NELL OFFERTA DOMANDA INIZIALE PROMOTORE IMPRESE DI SERVIZI AUDIOVISIVI AZIENDE DELL OFFERTA GESTORI DI SEDI CONGRESSUALI IMPRESE DI ALLESTIMENTI FIERISTICI TRADUTTORI ED INTERPRETI SERVIZI AZIENDE DELL APT - DOMANDA FINALE E INTEGRATIVA PCO PARTECIPANTI APT PCO EVENTO ALBERGHI ENTI LOCALI IMPRESE DI TRASPORTI ESPOSITORI SPONSOR ASSOCIAZIONI IMPRESE DI RISTORAZIONE ORGANIZZAZIONI GOVERNATIVE AGENZIE DI VIAGGI CONVENTION BUREAU Informazioni e/o servizi Input Richieste e informazioni Output Input 6

7 La creazione di un EVENTO segue un processo che ripercorre le fasi del ciclo di vita di un progetto Identificazione Progettazione Finanziamento Acquisizione dell evento Acquisto dei servizi componenti Sviluppo del programma Commercializzazione dell evento Operatività Chiusura dell evento Il processo si svolge in un periodo di tempo più o meno lungo dipendente dalla tipologia di evento (1 mese 2 anni) Identificazione In contatti preliminari con il promotore vengono chiariti: scopi dell evento, argomento, caratteristiche dei partecipanti, modalità tecniche di realizzazione, date auspicabili, durata, tipologia di destinazione, servizi indispensabili, servizi accessori, dinternazionale el 7

8 Progettazione Formulazione di proposte dettagliate sulle caratteristiche di tutti gli elementi che andranno a comporre l evento: data dell evento, programma, linea grafica, allestimenti, cartellonistica, ufficio stampa, materiale di corredo, impianti tecnici audio e video, accoglienza, ristorazione intrattenimento programma accompagnatori Corso di laurea trasporti in Finanziamento Analisi di fattibilità economico-finanziaria dell evento a cura di promotore e PCO. Si distinguono eventi: autofinanziati, finanziati da unico committente, misti 8

9 Acquisizione dell evento Ottenimento formale dell incarico dal soggetto promotore da parte del PCO e stesura di un contratto che regola i rapporti fra le parti. Si distinguono tre tipologie di rapporto: Evento affidato al PCO, Evento ceduto al PCO, Evento cogestito da promotore e PCO Evento AFFIDATO al PCO E un appalto di servizi. Il PCO è un prestatore di servizi nei confronti di un «committente titolare» Ricavi per i PCO Fee Costi PCO Propri costi di gestione I costi di realizzazione dell evento sono a carico del committente titolare. Anche se fatturati al PCO vengono poi recuperati 9

10 Evento CEDUTO al PCO Con un contratto atipico, il PCO acquista la titolarità dell evento concordando con il promotore la concessione del rischio economico e trasformando l iniziativa dell ideatore in una propria iniziativa imprenditoriale. Ricavi per i PCO Costi PCO Quote, sponsorizzazioni, stand espositivi, eventuale integrazione del promotore Costi di realizzazione dell evento e corrispettivo pagato al promotore per l acquisizione dell evento Evento COGESTITO Il PCO assume insieme al promotore il rischio imprenditoriale dell evento e il diritto di sfruttamento economico del progetto viene suddiviso fra due soggetti. Con associazione in partecipazione il PCO è titolare dell evento è associante e a fronte di un apporto attribuisce al promotore associato una partecipazione agli utili o alle perdite Ricavi per i PCO Quote, sponsorizzazioni, stand Costi per i PCO Costi di realizzazione Con cointeressenza il PCO è titolare dell evento e riconosce al promotore una partecipazione agli utili o alle perdite senza corrispettivo Ricavi per i PCO Quote, sponsorizzazioni, stand Costi per i PCO Costi di realizzazione Nelle joint-venture il promotore è titolare dell evento e il PCO partecipa all iniziativa al 50% a fronte delle proprie capacità tecnico-organizzative Ricavi per i PCO Partecipazione agli utili Costi per i PCO Eventuale partecipazione alle perdite 10

11 Acquisto dei servizi componenti Sede e strutture alberghiere, Interventi di relatori Testimonial Servizi ristorativi Altri Sviluppo del programma Vengono stabiliti in modo definitivo tutti gli elementi dell offerta (data, luogo, sede, tema, relatori, calendario dei lavori, intrattenimento, attività accompagnatori, modalità di alloggio) e formulati in via definitiva i prezzi per le diverse categorie di clienti dinternazionale el 11

12 Commercializzazione dell evento Ricerca le adesioni degli eventuali patrocinanti, sponsor ed espositori e dei potenziali partecipanti Patrocinanti potenziali Enti territoriali e Associazioni di categoria Sponsor potenziali Espositori potenziali Partecipanti potenziali Imprese interessate all evento da contattare direttamente Imprese interessate all evento da contattare direttamente Pubbliche relazioni e pubblicità Operatività Controllo delle prestazioni ed assistenza alle diverse frange di clientela dell evento dai giorni immediatamente precedenti per tutta la durata dell evento Ispezioni agli allestimenti Dotazione sale Controllo forniture Ricezione fatture Accoglienza partecipanti Servizio informazioni Cassa Relazioni con la stampa Corso di Controllo laurea in tempi 12

13 Chiusura evento Esecuzione ultimi adempimenti e valutazione economica finanziaria e qualitativa dell evento Spedizione atti Pagamento fornitori Incasso dal committente Determinazione risultato Analisi qualità TEMPI OTTIMO BILANCIAMENTO DELLE FORZE OTTIMO COSTI OTTIMO I PCO devono gestire la complessità, bilanciando le problematiche tecnicoproduttive con il rispetto dei tempi ed il reperimento delle risorse economicofinanziarie in condizioni di economicità dinternazionale el QUALITÀ 13

14 LA CATENA DEL VALORE IN UN PCO Attività infrastrutturali Gestione risorse umane Gestione tecnologie Analisi dei mercati di vendita Gestione relazioni esterne con CB e mercati di vendita Gestionerelazioni esterne con SLOC V A L O R E Procacciamento Progettazione Negoziazione con il promotore Acquisto servizi Sviluppo programma Vendita a partecipanti sponsor espositori Assistenza PCO - LA SINTESI DI BILANCIO Situazione Patrimoniale ATTIVO ATTIVO IMMOBILIZZATO Software Licenze Concessioni Immobili Automezzi Macchine elettroniche Software Depositi cauzionali PASSIVO E NETTO PATRIMONIO NETTO PASSIVO CONSOLIDATO ATTIVO CIRCOLANTE Magazzino materiali Anticipi a fornitori Crediti verso committenti Crediti verso Clienti Partecipanti Crediti verso sponsor Crediti verso patrocinanti Crediti verso espositori Titoli Cassa Banca PASSIVO CORRENTE Debiti verso fornitori di servizi Debiti verso committenti Acconti da clienti 14

15 PCO LA SINTESI DI BILANCIO Conto Economico: le voci dipendono dalle modalità di «acquisizione degli eventi» EVENTO AFFIDATO I Ricavi sono le Fee per l appalto. I costi di realizzazione dell evento sono a carico del committente titolare. Anche se fatturati al PCO vengono poi recuperati EVENTO COGESTITO La titolarità viene suddivisa Costi e ricavi si differenziano secondo: Associazione in partecipazione Cointeressenza Joint venture EVENTO CEDUTO Il PCO è titolare dell evento. Ricavi sono tutti quelli che derivano dall evento I costi di realizzazione dell evento sono a carico del PCO, insieme all eventuale costo di acquisizione dell evento PCO CONTO ECONOMICO EVENTO AFFIDATO Senza sostenimento di costi in proprio Con sostenimento di costi in proprio Costi Ricavi Costi Ricavi Propri costi di gestione Fee Costi per beni e servizi acquistati in nome proprio, propri costi di gestione Fee, recupero costi beni e servizi sostenuti in proprio 15

16 PCO - LA SINTESI DI BILANCIO Conto Economico EVENTI AFFIDATI senza sostenimento di costi in nome proprio Costi del lavoro Costi pubblicità COSTI RICAVI FEE (Commissioni per eventi) Ricavi gestione atipica Costi generali e amministrativi Ricavi finanziari Costi gestione atipica Costi finanziari Oneri tributari REDDITO NETTO PCO - LA SINTESI DI BILANCIO Conto Economico EVENTI AFFIDATI con sostenimento di costi in nome proprio COSTI Costi per beni e servizi sostenuti in nome e per conto proprio Costi del lavoro Costi pubblicità Costi generali e amministrativi Costi gestione atipica Costi finanziari Oneri tributari FEE (Commissioni per eventi) Recupero costi sostenuti in nome e per conto proprio Ricavi gestione atipica Ricavi finanziari RICAVI REDDITO NETTO 16

17 PCO CONTO ECONOMICO EVENTO CEDUTO Costi Costi per realizzazione evento, corrispettivo pagato al promotore per la cessione dell evento, altri costi di gestione Ricavi Quote di partecipazione, sponsorizzazioni, ricavi per stand espositivi dinternazionale el PCO - LA SINTESI DI BILANCIO Conto Economico EVENTI CEDUTI COSTI Costi per beni e servizi sostenuti in nome e per conto proprio Costi per acquisizione titolarità di eventi Costi del lavoro Costi pubblicità Costi generali e amministrativi Costi gestione atipica Costi finanziari Oneri tributari REDDITO NETTO RICAVI Ricavi per quote di partecipazione Ricavi per sponsorizzazioni Ricavi da vendite spazi espositivi Ricavi gestione atipica Ricavi finanziari 17

18 PCO CONTO ECONOMICO Associazione in partecipazione EVENTO COGESTITO Cointeressenza Joint-venture Costi Ricavi Costi Ricavi Costi Ricavi Costi per realizzazio ne evento Quote Sponsorizz azioni Stand Costi per realizzazio ne evento Quote Sponsorizz azioni Stand Eventuale partecipazi one alle perdite Partecipazi one agli utili Partecipazione agli utili per il promotore PCO - LA SINTESI DI BILANCIO Conto Economico EVENTI COGESTITI IN ASSOCIAZIONE IN PARTECIPAZIONE (TITOLARITA ) COSTI Costi per beni e servizi sostenuti in nome e per conto proprio RICAVI Ricavi per quote di partecipazione Costi del lavoro Costi pubblicità Costi generali e amministrativi Costi gestione atipica Costi finanziari Oneri tributari REDDITO NETTO Ricavi per sponsorizzazioni Ricavi da vendite spazi espositivi Ricavi gestione atipica Ricavi finanziari dinternazionale el 18

19 PCO - LA SINTESI DI BILANCIO Conto Economico EVENTI COGESTITI IN COINTERESSENZA (TITOLARITA ) COSTI Costi per beni e servizi sostenuti in nome e per conto proprio RICAVI Ricavi per quote di partecipazione Costi del lavoro Costi pubblicità Costi generali e amministrativi Costi gestione atipica Costi finanziari Oneri tributari REDDITO NETTO Ricavi per sponsorizzazioni Ricavi da vendite spazi espositivi Ricavi gestione atipica Ricavi finanziari dinternazionale el PCO - LA SINTESI DI BILANCIO Conto Economico EVENTI COGESTITI IN JOINT VENTURE (SENZA TITOLARITA ) COSTI Costi del lavoro RICAVI Ricavi gestione atipica Costi pubblicità Costi generali e amministrativi Costi gestione atipica EVENTUALE PARTECIPAZIONE A PERDITE PARTECIPAZIONE AGLI UTILI Ricavi finanziari Costi finanziari Oneri tributari REDDITO NETTO dinternazionale el 19

CONTO ECONOMICO ALBERGO IL FARO

CONTO ECONOMICO ALBERGO IL FARO 1. Dato il bilancio dell albergo Il Faro, eseguire la riclassificazione dello Stato Patrimoniale secondo i modelli finanziario per l analisi della liquidità e di pertinenza gestionale e la riclassificazione

Dettagli

Dato il seguente bilancio riclassificato: SITUAZIONE PATRIMONIALE DI LIQUIDITA' PCO EVENTI STELLARI

Dato il seguente bilancio riclassificato: SITUAZIONE PATRIMONIALE DI LIQUIDITA' PCO EVENTI STELLARI Dato il seguente bilancio riclassificato: SITUAZIONE PATRIMONIALE DI LIQUIDITA' PCO EVENTI STELLARI Attività immobilizzate Patrimonio Netto Software 33.000 Capitale sociale 400.000 Immobili 700.000 Fondo

Dettagli

LA GESTIONE AZIENDALE

LA GESTIONE AZIENDALE LA GESTIONE AZIENDALE GESTIONE = insieme delle operazioni che l impresa effettua, durante la sua esistenza, per realizzare gli obiettivi perseguiti dal soggetto economico. ESERCIZIO = parte di gestione

Dettagli

altri servizi generali, quali pulizie, allacciamento energia o specifici, a richiesta del cliente, accessori al noleggio dello stand (allestimenti,

altri servizi generali, quali pulizie, allacciamento energia o specifici, a richiesta del cliente, accessori al noleggio dello stand (allestimenti, RISOLUZIONE N. 367/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 ottobre 2008 OGGETTO: Interpello articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Articolo 7, comma 4, lettera b) del D.P.R. 26 ottobre

Dettagli

La valutazione delle immobilizzazioni immateriali

La valutazione delle immobilizzazioni immateriali CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle immobilizzazioni immateriali Seconda lezione 1 DEFINIZIONE condizioni produttive controllate dall impresa, utili per l esercizio della sua gestione

Dettagli

La riclassificazione del bilancio d esercizio

La riclassificazione del bilancio d esercizio La riclassificazione del bilancio d esercizio Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani), Mc Graw-Hill 2001, cap. 4 1 Il bilancio pubblico. Il sistema informativo di bilancio secondo

Dettagli

Concetto di patrimonio

Concetto di patrimonio Concetto di patrimonio Il patrimonio o capitale si può definire, in prima approssimazione, come l insieme l dei beni a disposizione del soggetto aziendale in un determinato momento; in un accezione più

Dettagli

Progettiamo e realizziamo ogni aspetto di un evento.

Progettiamo e realizziamo ogni aspetto di un evento. Progettiamo e realizziamo ogni aspetto di un evento. Adria Congrex, Professional Congress Organizer del gruppo PA, grazie all esperienza quarantennale all interno della cooperativa, è un punto di riferimento

Dettagli

SINTEMA retail services RETAIL

SINTEMA retail services RETAIL SINTEMA retail services RETAIL Servizi in outsourcing per lo sviluppo e la gestione di una rete di punti vendita: contabilità, paghe, bilanci, adempimenti fiscali e societari, servizi di controlling, legali,

Dettagli

L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5

L analisi dei flussi finanziari. 1. I flussi finanziari 1/5 focus modulo 4 lezione 50 La gestione finanziaria La correlazione tra investimenti e finanziamenti L analisi dei flussi finanziari 1. I flussi finanziari I flussi finanziari che hanno origine dall attività

Dettagli

servizi per l organizzazione

servizi per l organizzazione Fondata nel 1999 da Patrizia Pala Cariello, con al suo attivo l esperienza derivante da anni di collaborazione con un importante azienda milanese del settore, Congress Studio Venezia International si propone

Dettagli

Corso per Tecnico in. organizzazione eventi e. congressi

Corso per Tecnico in. organizzazione eventi e. congressi Corso per Tecnico in organizzazione eventi e congressi Il Corso, altamente operativo, ha l obiettivo di formare giovani professionisti interessati ad operare nel contesto dell organizzazione Eventi e Congressi

Dettagli

L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche

L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche Facoltà ECONOMIA (Sede di Rimini) Corso ECONOMIA DELL IMPRESA Classe L-18 Scienze dell economia e della gestione aziendale L-33 Scienze economiche Obiettivi formativi specifici del corso e descrizione

Dettagli

TURISMO CONGRESSUALE APPLICAZIONI ED OPPORTUNITA

TURISMO CONGRESSUALE APPLICAZIONI ED OPPORTUNITA TURISMO CONGRESSUALE APPLICAZIONI ED OPPORTUNITA LE ORIGINI L attività congressuale nasce dall umana propensione a riunirsi e mettere a confronto esperienze e culture diverse. Simposio deriva infatti dal

Dettagli

GESTIONE DEL SIMPOSIO AFI

GESTIONE DEL SIMPOSIO AFI PER LA QUALITA 05 21/01/2013 1 8 GESTIONE DEL SIMPOSIO AFI 1. Scopo 2. Campo d applicazione 3. Attività e Responsabilità 4. Flusso delle attività 5. Valutazione della soddisfazione dei Soci e degli Sponsor

Dettagli

COMPANY PROFILE AZIENDA CERTIFICAZIONI

COMPANY PROFILE AZIENDA CERTIFICAZIONI COMPANY PROFILE AZIENDA Aristea presente sul mercato dal 1988 offre un ampia gamma di servizi nel settore dell organizzazione congressuale, della gestione di associazioni, dell editoria e della consulenza

Dettagli

Organizzatore di congressi

Organizzatore di congressi identificativo scheda: 16-023 stato scheda: Validata Descrizione sintetica Il Tecnico dei servizi fieristico-congressuali si occupa dell ideazione, progettazione e organizzazione di eventi quali convegni,

Dettagli

(Cash Flow Statements)

(Cash Flow Statements) RENDICONTO FINANZIARIO IAS 7 (Cash Flow Statements) 1 SOMMARIO Concetti generali sul Rendiconto Finanziario Come si fa a redigere un Rendiconto Finanziario? 2 1 Concetti generali sul Rendiconto Finanziario

Dettagli

1. Redigere il BUDGET GLOBALE del PCO MEETING sulla base dei seguenti dati: 40.000

1. Redigere il BUDGET GLOBALE del PCO MEETING sulla base dei seguenti dati: 40.000 1. Redigere il BUDGET GLOBALE del PCO MEETING sulla base dei seguenti dati: Il budget degli eventi rileva : Ricavi da vendite spazi espositivi 66.000 Ricavi da Fee 120.000 Ricavi da sponsorizzazioni 86.000

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI

STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI STUDIO DI SETTORE SG82U ATTIVITÀ 74.40.1 - STUDI DI PROMOZIONE PUBBLICITARIA ATTIVITÀ 74.14.5 - PUBBLICHE RELAZIONI Aprile 2002 1 STUDIO DI SETTORE SG82U Numero % sugli invii Invii 8.416 Ritorni 4.988

Dettagli

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti

Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario. anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti Il Bilancio e i Principi Internazionali IAS-IFRS: Il Conto Economico e il Rendiconto finanziario anno accademico 2007-2008 Valentina Lazzarotti 1 Il Conto Economico Il prospetto di CE può essere redatto:

Dettagli

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3

Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Profilo professionale: PROMOTORE CONGRESSUALE Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 SENSIBILIZZAZIONE DEI GRUPPI DI INTERESSE ORGANIZZAZIONE DI CONGRESSI, SEMINARI, MEETING, CONVENTION,

Dettagli

Introduzione Azienda ed organizzazione

Introduzione Azienda ed organizzazione Introduzione Azienda ed organizzazione 1 L AZIENDA E IL SUO AMBIENTE AZIENDA: sistema aperto che instaura rapporti di input e output con l ambiente esterno, sociale e naturale Condizioni fondamentali per

Dettagli

REQUISITI QUALITATIVI DI BASE PER L OFFERTA CONGRESSUALE

REQUISITI QUALITATIVI DI BASE PER L OFFERTA CONGRESSUALE REQUISITI QUALITATIVI DI BASE PER L OFFERTA CONGRESSUALE Criteri selettivi per i soggetti che partecipano alle iniziative promozionali Considerando che il Convention Bureau Italia ha come principale obiettivo

Dettagli

Turismo congressuale e Meeting Industry*

Turismo congressuale e Meeting Industry* Turismo congressuale e Meeting Industry* Fonti: Marketing degli Eventi, Promoveneto Giancarlo Leporatti, consulente congressuale Osservatorio Congressuale Italiano Stefan Marchioro Economia applicata al

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

L equilibrio finanziario

L equilibrio finanziario L equilibrio finanziario La riclassificazione del bilancio d esercizio Prof. Andrea Calabrò E-mail: andrea.calabro@uniroma2.it Il bilancio pubblico Il Bilancio è il documento contabile in cui trovano rappresentazione

Dettagli

PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014

PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014 PIANO DEI CONTI - STATO PATRIMONIALE - ALER LODI - ANNO 2014 ELENCO VOCI CONTABILI 2013 2013 sp1 ATTIVO 63.654.073,00 60.522.723,00 10 CREDITI PER CAPITALE DI DOTAZIONE DELIBERATO DA VERSARE 10.01 Crediti

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it

LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it LA RICLASSIFICAZIONE DELLO STATO PATRIMONIALE a cura Giuseppe Polli giuseppe_polli@virgilio.it è disponibile un semplice ed utilissimo software sull analisi di bilancio predisposto dall autore in vendita

Dettagli

SPESE di RAPPRESENTANZA, PUBBLICITÀ e SPONSORIZZAZIONE PRINCIPI di DEDUZIONE dal REDDITO d IMPRESA

SPESE di RAPPRESENTANZA, PUBBLICITÀ e SPONSORIZZAZIONE PRINCIPI di DEDUZIONE dal REDDITO d IMPRESA Circolare informativa per la clientela n. 22/2013 dell'11 luglio 2013 SPESE di RAPPRESENTANZA, PUBBLICITÀ e SPONSORIZZAZIONE PRINCIPI di DEDUZIONE dal REDDITO d IMPRESA In questa Circolare 1. Spese di

Dettagli

Dott. Maurizio Massaro

Dott. Maurizio Massaro Dott. Maurizio Massaro Ph. D. in Scienze Aziendali Ricercatore Universitario nell Università degli Studi di Udine 05, Ragioneria 1 La misurazione della performance economicofinanziaria. I sistemi fondati

Dettagli

SITUAZIONE PATRIMONIALE DI LIQUIDITA' TO KIATOUR

SITUAZIONE PATRIMONIALE DI LIQUIDITA' TO KIATOUR SITUAZIONE PATRIMONIALE DI LIQUIDITA' TO KIATOUR ATTIVITA' PASSIVITA' e NETTO Attività Immobilizzate Capitale Netto Sistemi hardware e sofware 76.000 Capitale sociale 800.000 Immobili 990.000 Fondo di

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI & ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI Sede in VIA N. COLAJANNI 4-00100 ROMA Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Immobilizzazioni I. Immateriali 24.229

Dettagli

Piano dei conti per competenza

Piano dei conti per competenza Piano dei conti per competenza PATRIMONIALE: da prima apertura contabile movimento i conti con saldo diverso da zero al 31 dicembre dell anno precedente. Il conto Patrimoniale, attivo e passivo, evidenzia

Dettagli

REQUISITI QUALITATIVI DI BASE DELL OFFERTA CONGRESSUALE Per la partecipazione alle attività promozionali del progetto Italia for Events

REQUISITI QUALITATIVI DI BASE DELL OFFERTA CONGRESSUALE Per la partecipazione alle attività promozionali del progetto Italia for Events REQUISITI QUALITATIVI DI BASE DELL OFFERTA CONGRESSUALE Per la partecipazione alle attività promozionali del progetto Italia for Events Qualificare l Offerta: stabilire i criteri selettivi per i soggetti

Dettagli

Le analisi di bilancio per indici

Le analisi di bilancio per indici Riclassificazione e interpretazione Le analisi di bilancio per indici di Silvia Tommaso - Università della Calabria Obiettivo delle analisi di bilancio è quello di ottenere informazioni adeguate a prendere

Dettagli

Fondazione ABIO Italia Onlus. Nota integrativa al bilancio 31.12.2008

Fondazione ABIO Italia Onlus. Nota integrativa al bilancio 31.12.2008 Fondazione ABIO Italia Onlus Nota integrativa al bilancio 31.12.2008 Signori Consiglieri, a corredo dello stato patrimoniale e del rendiconto gestionale redatti con riferimento al periodo 01.01.08-31.12.08,

Dettagli

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A.

ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A. ACQUE DEL BASSO LIVENZA PATRIMONIO S.P.A. Sede ad Annone Veneto (VE), Viale Trieste, n. 11 Capitale sociale: 7.993.843, i.v. Codice fiscale, partita IVA e n. di iscrizione al Registro delle Imprese di

Dettagli

3.2 ANALISI DELLA CONCORRENZA Riferimento al prodotto/servizio offerto ed ai collegati prodotti sostitutivi

3.2 ANALISI DELLA CONCORRENZA Riferimento al prodotto/servizio offerto ed ai collegati prodotti sostitutivi MODELLO DI BUSINESS PLAN Schema esemplificativo per la redazione del piano d impresa 1) CURRICULUM VITA DEI PROPONENTI O SOCI DELL IMPRESA 2) DESCRIZIONE DEL PROGETTO 2.1 DESCRIZIONE ANALITICA DEL PRODOTTO/SERVIZIO

Dettagli

ALLEGATO D - REQUISITI SPECIFICI DI CUI ALL ARTICOLO 4, COMMA 1, LETT. C) DEL BANDO

ALLEGATO D - REQUISITI SPECIFICI DI CUI ALL ARTICOLO 4, COMMA 1, LETT. C) DEL BANDO ALLEGATO D - REQUISITI SPECIFICI DI CUI ALL ARTICOLO 4, COMMA 1, LETT. C) DEL BANDO Premessa. I seguenti requisiti specifici sono richiesti solo per le categorie specificamente indicate e sono aggiuntivi

Dettagli

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET

IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET IL PROCESSO DI CONSOLIDAMENTO DEI BUDGET Il sistema di pianificazione aziendale integrato. 1. Scenari ambientali, previsionali generali, bilanci passati Riferimenti ambientali Posizionamento strategico

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015. I.P.S.A.0.R. di SASSARI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015. I.P.S.A.0.R. di SASSARI PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2014/2015 DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA I.P.S.A.0.R. di SASSARI Il docente di Diritto e Tecniche amministrative della struttura ricettiva

Dettagli

INDICE. Pagina 1 di 11 Economia e gestione delle aziende ristorative 2 Selezione a cura di Marcello Sanci

INDICE. Pagina 1 di 11 Economia e gestione delle aziende ristorative 2 Selezione a cura di Marcello Sanci INDICE LA GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE RISTORATIVE... 2 Il fabbisogno finanziario:concetto e problematiche... 3 Definizione di fabbisogno finanziario... 3 Le fonti di finanziamento... 3 Scelta tra

Dettagli

LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE

LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE SOCIETÀ DI PERSONE La base imponibile Irap delle imprese individuali e delle società di persone, secondo quanto stabilito dall

Dettagli

Lezione Imprese congressuale a.a. 2008/09

Lezione Imprese congressuale a.a. 2008/09 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Lettere e Filosofia Lezione Imprese congressuale a.a. 2008/09 Prof.ssa Claudia M. Golinelli L Evento Gli eventi sono tutti uguali o è distinguere in

Dettagli

Corso di Laurea in Economia Internazionale del Turismo ECONOMIA AZIENDALE. le regole del gioco. 12 DOMANDE da 3 PUNTI

Corso di Laurea in Economia Internazionale del Turismo ECONOMIA AZIENDALE. le regole del gioco. 12 DOMANDE da 3 PUNTI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA - Sede di ASSISI Corso di Laurea in Economia Internazionale del Turismo ECONOMIA AZIENDALE Primo Esonero Recupero 27 GENNAIO 2011 Fila U Candidato: (Cognome e Nome ) le

Dettagli

Regolamento. Premessa. Articolo 1. Gli Affiliati

Regolamento. Premessa. Articolo 1. Gli Affiliati Regolamento Premessa Premesso che il contenuto del documento Informazioni utili per affiliarsi al Sicilia Convention Bureau fa integralmente parte del presente Regolamento, si sottolinea: - che la missione

Dettagli

DIAMO ALLE GIOVANI IMPRESE

DIAMO ALLE GIOVANI IMPRESE DIAMO ALLE GIOVANI IMPRESE UN OPPORTUNITÀ PER IL FUTURO MODULO DI VALUTAZIONE DELLA NUOVA INIZIATIVA IMPRENDITORIALE PER ACCESSO AI SERVIZI DEGLI INCUBATORI DI IMPRESA DI: GROSSETO SCARLINO MASSA MARITTIMA

Dettagli

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani.

Curriculum Vitae. Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418, 06.37512249, Fax 06.3700307 e-mail alessandro.morani@studiomorani. Curriculum Vitae Nome e Cognome: Alessandro Morani Luogo e data di nascita: Roma, 25 ottobre 1965 Stato civile: coniugato Professione: Dottore Commercialista Studio: Roma, 00195, Via Oslavia, 28 Tel. 06.3724418,

Dettagli

RICHIESTA DI ADESIONE AL CIRCUITO DI CREDITO COMMERCIALE in Moneta Complementare VENEX

RICHIESTA DI ADESIONE AL CIRCUITO DI CREDITO COMMERCIALE in Moneta Complementare VENEX RICHIESTA DI ADESIONE AL CIRCUITO DI CREDITO COMMERCIALE in Moneta Complementare VENEX Al Comitato Promotore di VEN-EXCHANGE Via Niccolò Tommaseo, 69 35131 - Padova (PD) Il sottoscritto nato a residente

Dettagli

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI

5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI 5.1. LA STRUTTURA DEL MASTER BUDGET: BUDGET OPERATIVI, FINANZIARI E DEGLI INVESTIMENTI Master Budget: insieme coordinato e coerente dei budget operativi, finanziari e degli investimenti è rappresentato

Dettagli

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE

Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE Creazione e Start-up di NUOVEIMPRESE I servizi del sistema camerale emiliano romagnolo per il sostegno alla creazione e allo start up di impresa» Bologna, 14 dicembre 2015 L iniziativa Creazione e start-up

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

ASSOCIAZIONE L.E.O. ONLUS Via Pietro Castelli n. 77-98100 Messina Codice Fiscale: 02956900837 Partita I.V.A.: 02956900837

ASSOCIAZIONE L.E.O. ONLUS Via Pietro Castelli n. 77-98100 Messina Codice Fiscale: 02956900837 Partita I.V.A.: 02956900837 ASSOCIAZIONE L.E.O. ONLUS Via Pietro Castelli n. 77 98100 Messina Codice Fiscale: 02956900837 Partita I.V.A.: 02956900837 SITUAZIONE PATRIMONIALE AL 30 GIUGNO 2009 ATTIVO A) CREDITI VERSO ASSOCIATI PER

Dettagli

Allegato D CONCEDENTE

Allegato D CONCEDENTE Allegato D CONCEDENTE FinBard S.p.a. Loc. Grand Chemin, 34 11020 - Saint-Christophe(AO) Telefono: +39.0165.230053 - Fax: +39.0165.236214 finbard@netvallee.it www.infobard.it OGGETTO: CONCESSIONI-CONTRATTO

Dettagli

L ANALISI DELLA GESTIONE E DELL ANDAMENTO DELLE IMPRESE TURISTICHE

L ANALISI DELLA GESTIONE E DELL ANDAMENTO DELLE IMPRESE TURISTICHE L ANALISI DELLA GESTIONE E DELL ANDAMENTO DELLE IMPRESE TURISTICHE VEDREMO TRE ESEMPI TIPICI: 1. LE AZIENDE ALBERGHIERE 2. I TOUR OPERATOR 3. LE AGENZIE DI VIAGGIO 1 1. LE AZIENDE ALBERGHIERE ALCUNI ASPETTI

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi La scelta di intraprendere

Dettagli

STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010

STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2010 Attivo 31-dic-10 31-dic-09 A) CREDITI VERSO ASSOCIATI PER 1.200 900 VERSAMENTO QUOTE B) IMMOBILIZZAZIONI 2.194 1.757 I - Immobilizzazioni immateriali 1.146 847 1) Costi

Dettagli

Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio

Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio Capitolo 4 Parte I Contabilità e Bilancio 4. 1. Attività istituzionale Definizione. L Attività istituzionale è lo scopo per il quale l associazione si è costituita, uno scopo che non può essere di natura

Dettagli

PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE. Bilancio al 31/12/2014

PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE. Bilancio al 31/12/2014 Reg. Imp. (PA) 05158460823 Rea (PA) 238772 PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del socio unico Comune di Palermo Sede in Via Resuttana

Dettagli

Bando d iscrizione per l aggiornamento dell Albo dei Fornitori per l acquisizione in economia di beni e servizi

Bando d iscrizione per l aggiornamento dell Albo dei Fornitori per l acquisizione in economia di beni e servizi Bando d iscrizione per l aggiornamento dell Albo dei Fornitori per l acquisizione in economia di beni e servizi approvato dal CdA del 12/03/2014 verbale n. 4/2014 I.R.VA.T. Istituto per la Valorizzazione

Dettagli

KEYFIN SOLUZIONI FINANZIARIE di Micali Roberto

KEYFIN SOLUZIONI FINANZIARIE di Micali Roberto KEYFIN SOLUZIONI FINANZIARIE di Micali Roberto PROFESSIONISTI DEL CREDITO FIDEJUSSIONI 2a EDIZIONE 2011 FIDEIUSSIONI DA NOI INTERMEDIATE 1. Vendita sulla carta di immobili da costruire o in corso di costruzione

Dettagli

LE ORGANIZZAZIONI DI GESTIONE DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE Modelli ed esempi internazionali e nazionali

LE ORGANIZZAZIONI DI GESTIONE DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE Modelli ed esempi internazionali e nazionali LE ORGANIZZAZIONI DI GESTIONE DELLE DESTINAZIONI TURISTICHE Modelli ed esempi internazionali e nazionali Stefan Marchioro Docente Economia applicata al Turismo, Università di Padova Seminario L ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano Il piano economico-finanziario Ruolo e inquadramento dello strumento Il piano economico-finanziario (PEF) costituisce una parte di un più ampio strumento di formalizzazione di un idea imprenditoriale :

Dettagli

Coadiuvare il responsabile nelle attività connesse alla programmazione e organizzazione delle mostre.

Coadiuvare il responsabile nelle attività connesse alla programmazione e organizzazione delle mostre. Servizio Mostre Coadiuvare il responsabile nelle attività connesse alla programmazione e organizzazione delle mostre. Coadiuva il Responsabile nel rendere attuativi e operativi i progetti messi a punto

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana

Modello e Teoria del Bilancio di Esercizio ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO. Normativa italiana ALLOCAZIONE DI VALORI NEGLI SCHEMI DI BILANCIO Normativa italiana 1. Allocazione di valori nello Stato patrimoniale Si proceda all individuazione delle poste di Stato patrimoniale nelle quali trovano iscrizione

Dettagli

PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE. Bilancio al 31/12/2012

PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE. Bilancio al 31/12/2012 Reg. Imp. (PA) 05158460823 Rea (PA) 238772 PALERMO AMBIENTE S.P.A. IN LIQUIDAZIONE Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte del socio unico Comune di Palermo Sede in Via Resuttana

Dettagli

CORSO GRATUITO CONTABILITA ORDINARIA E DEL PERSONALE SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA

CORSO GRATUITO CONTABILITA ORDINARIA E DEL PERSONALE SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA CORSO GRATUITO SEDI E CONTATTI CONTABILITA ORDINARIA ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato da professionisti provenienti

Dettagli

A.L.E.R. PAVIA. Bilancio al 31/12/2013

A.L.E.R. PAVIA. Bilancio al 31/12/2013 A.L.E.R. PAVIA Sede in VIA PARODI 35-27100 PAVIA (PV) Bilancio al 31/12/2013 Stato patrimoniale attivo 31/12/2013 31/12/2012 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti (di cui già richiamati )

Dettagli

FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO. Bilancio al 31/12/2014

FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO. Bilancio al 31/12/2014 Sede in VIA SAN FRANCESCO DA PAOLA, 3-10123 TORINO (TO) Fondo di dotazione Euro 100.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A)

Dettagli

BILANCIO AL 31.12.2010

BILANCIO AL 31.12.2010 ASSOCIAZIONE DYNAMO CAMP ONLUS Via Ximenes n.716 51028 San Marcello Pistoiese (PT) BILANCIO AL 31.12.2010 ATTIVO Esercizio 2010 Esercizio 2009 A) CREDITI VERSO ASSOCIATI PER VERSAMANTO QUOTE B)IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio

La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio 1 di 6 La gestione aziendale, il reddito e il patrimonio Come possono essere classificate le operazioni di gestione? La gestione aziendale è l insieme coordinato di operazioni attraverso le quali l impresa

Dettagli

SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL. Bilancio al 31/12/2014

SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL. Bilancio al 31/12/2014 SANITASERVICE AZIENDA POLICLINICO DI BARI SRL Società soggetta a direzione e coordinamento di AZ. OSPEDALIERO UNIVERSITARIA POLICLINICO DI BARI Società unipersonale Sede in PIAZZA GIULIO CESARE 11 - BARI

Dettagli

b) Organizzazione di eventi, seminari, workshop, conferenze stampa, missioni in Italia e all estero, per un importo fino a 200.

b) Organizzazione di eventi, seminari, workshop, conferenze stampa, missioni in Italia e all estero, per un importo fino a 200. Proteus Azienda speciale della Camera di Commercio di Napoli per l artigianato e la piccola impresa Bando d iscrizione all Albo dei Fornitori per l acquisizione in economia di beni e servizi Le imprese

Dettagli

Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a

Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a UNITÀ B La gestione e i suoi risultati: il patrimonio e il reddito Biblioteca di Telepass + 2 o biennio TOMO a La gestione delle aziende di produzione: settori e profili di analisi Documento Esercizi Operazioni

Dettagli

Introduzione al concetto di azienda e alle operazioni di gestione

Introduzione al concetto di azienda e alle operazioni di gestione Introduzione al concetto di azienda e alle operazioni di gestione 1 L attività economica L attività umana diventa attività ECONOMICA quando comporta l uso di beni, risorse ovvero di mezzi scarsi, per la

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 3 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 6 dicembre 2007 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

SERGIO ALABISO TEMPORARY MANAGER

SERGIO ALABISO TEMPORARY MANAGER TEMPORARY MANAGER Il Business Plan Temporary Manager La difficoltà non sta nel credere nelle nuove idee, ma nel fuggire dalle vecchie. John Maynard Keynes Che cosa e e a cosa serve E un documento volto

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10

TEMI SPECIALI DI BILANCIO. Il rendiconto finanziario OIC 10 TEMI SPECIALI DI BILANCIO Il rendiconto finanziario OIC 10 Parma, 1 Ottobre 2014 1 Indice 1. Finalità del principio 3 2. Ambito di applicazione 4 3. Definizioni 5 4. Contenuto e struttura 6 5. Classificazione

Dettagli

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale. Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale. Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran Marco Rosati Responsabile Funzione Desk Italia CONFINDUSTRIA - Roma, 8 ottobre 2015

Dettagli

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO

Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO Allegato A - ELENCO DOCUMENTAZIONE RICHIESTA PROGETTI DI RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO PRECOMPETITIVO 1) SPESE RENDICONTATE IN A) Personale Per le spese A.1 Personale dipendente i documenti richiesti

Dettagli

Esercitazione di Economia aziendale

Esercitazione di Economia aziendale Esercitazione di Economia aziendale Il bilancio di previsione per la programmazione economica e finanziaria: il caso Olistar S.r.l. Corso di Economia aziendale Presentazione della situazione aziendale

Dettagli

I CONVEGNI di Quotidiano Immobiliare

I CONVEGNI di Quotidiano Immobiliare Fondi Immobiliari per la Ristrutturazione del Debito Martedì 11 maggio 2010 NCTM - Studio Legale Associato Via Agnello, 12 - MILANO > Le opportunità offerte dai Fondi Immobiliari per la ristrutturazione

Dettagli

IL CONTRATTO DI RETE - BREVI CENNI LA RETE DI IMPRESE: CARATTERISTICHE E OPPORTUNITA

IL CONTRATTO DI RETE - BREVI CENNI LA RETE DI IMPRESE: CARATTERISTICHE E OPPORTUNITA IL CONTRATTO DI RETE - BREVI CENNI LA RETE DI IMPRESE: CARATTERISTICHE E OPPORTUNITA 1 IL CONTRATTO DI RETE NORMATIVA E PRASSI Articolo 3, commi 4-ter e 4-quater D.L. 10 febbraio 2009 n. 5 (convertito

Dettagli

31/12/2014. Bilancio d esercizio al NAVIGLI LOMBARDI S.C.A.R.L. Esercizio dal 01/01/2014 al 31/12/2014. Bilancio d Esercizio

31/12/2014. Bilancio d esercizio al NAVIGLI LOMBARDI S.C.A.R.L. Esercizio dal 01/01/2014 al 31/12/2014. Bilancio d Esercizio Bilancio d esercizio al 31/12/2014 Esercizio dal 01/01/2014 al 31/12/2014 Sede in Via Taramelli 26, 20124 MILANO MI Capitale sociale euro 100.000 i.v. Cod. Fiscale 04191340969 Iscritta al Registro delle

Dettagli

Srl La predisposizione del piano finanziario

Srl La predisposizione del piano finanziario Srl La predisposizione del piano finanziario 1 Srl stato patrimoniale al 31/12/24 Attività Passività Software e licenze 55., 22., Impianti generici 15., 28., Mobili ed arredi 124., 12., Macchine elettroniche

Dettagli

Master in Congress Management. & Marketing degli Eventi LONDRA

Master in Congress Management. & Marketing degli Eventi LONDRA Master in Congress Management & Marketing degli Eventi LONDRA La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, che svolge istituzionalmente e con continuità annuale progettazione, gestione ed organizzazione

Dettagli

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE

IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE IL BILANCIO EUROPEO LO STATO PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI V/S SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI B) IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI

Dettagli

Bplanning. Manuale d uso. Indice

Bplanning. Manuale d uso. Indice Bplanning Manuale d uso Indice Desk... 2 Assumption... 3 Linee Prodotto... 4 Personale... 4 Investimenti... 5 Ammortamenti... 6 Finanziamenti... 7 Imposte... 7 Conto Economico input... 8 Stato Patrimoniale

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE ALLEGATO A ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E PERIFERIE, DIPARTIMENTO POLITICHE PER LA RIQUALIFICAZIONE DELLE PERIFERIE U.O. AUTOPROMOZIONE SOCIALE ACCESSO ALL INCUBATORE DI IMPRESE START FORMULARIO DI PRESENTAZIONE

Dettagli

Ideaturismo è una rete di esperti e specialisti, con lunghi anni di esperienza nel settore management e consulenza del turismo privato e pubblico,

Ideaturismo è una rete di esperti e specialisti, con lunghi anni di esperienza nel settore management e consulenza del turismo privato e pubblico, Ideaturismo è una rete di esperti e specialisti, con lunghi anni di esperienza nel settore management e consulenza del turismo privato e pubblico, nel commercio e nella consulenza strategica per enti pubblici.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014. I.P.S.A.0.R. di SASSARI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014. I.P.S.A.0.R. di SASSARI PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA A.S. 2013/2014 DIRITTO E TECNICHE AMMINISTRATIVE DELLA STRUTTURA RICETTIVA I.P.S.A.0.R. di SASSARI Il docente di Diritto e Tecniche amministrative della struttura ricettiva

Dettagli

MERCANTI E BANCHE. 2 Convegno Internazionale sul Mercato dell Arte. San Marino, 8 novembre 2013

MERCANTI E BANCHE. 2 Convegno Internazionale sul Mercato dell Arte. San Marino, 8 novembre 2013 MERCANTI E BANCHE 2 Convegno Internazionale sul Mercato dell Arte San Marino, 8 novembre 2013 1 Il sistema dell arte a San Marino L arte nei suoi aspetti culturali e di mercato può costituire una risorsa

Dettagli

PIANO STRATEGICO «BANCA START UP»

PIANO STRATEGICO «BANCA START UP» UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FOGGIA Dipartimento di Economia Cattedra Strategia e Organizzazione degli Intermediari Finanziari Prof. Stefano Dell Atti Relazione di Tommaso Gozzetti Presidente di Imprebanca

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di ricettività Sequenza di processo Gestione e coordinamento dei

Dettagli

3. CONTABILITA GENERALE

3. CONTABILITA GENERALE 3. CONTABILITA GENERALE II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 1 Scritture di gestione Si distinguono le seguenti rilevazioni contabili: A. scritture relative agli acquisti; B. regolamento

Dettagli

II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI

II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI CONTABILITA GENERALE 16 II) SCRITTURE DI GESTIONE A) SCRITTURE RELATIVE AGLI ACQUISTI 3 novembre 2005 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 II) Scritture di gestione

Dettagli

COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO

COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO Circolare N. 28 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 14 aprile 2009 COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO Una tra le più ricorrenti problematiche inerenti la chiusura di bilancio

Dettagli

BILANCIO DI ESERCIZIO AL 30/09/2013

BILANCIO DI ESERCIZIO AL 30/09/2013 FONDAZIONE CARNEVALE VIAREGGIO PIAZZA MAZZINI 22-55049 VIAREGGIO (LU) Codice fiscale 01218810461 Partita iva 01218810461 Codice CCIAA LU Numero R.E.A. 126615 Capitale Sociale 0,00 non i.v. Forma giuridica

Dettagli