SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI OFFERTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI OFFERTA"

Transcript

1

2 SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI OFFERTA di KC Funds SICAV p.l.c. con riferimento all offerta di Azioni per gli Investitori di Libra Fund un comparto di KC Funds SICAV p.l.c. un organismo di investimento collettivo organizzato come società di investimento multicomparto a responsabilità limitata con capitale variabile ai sensi del diritto della Repubblica di Malta e autorizzato dall Autorità dei Servizi Finanziari di Malta con Numero di Autorizzazione SV 251 ai sensi della Legge sui Servizi di Investimento, Capitolo 370, del diritto di Malta quale Fondo per Investitori Professionali rivolto a Investitori Qualificati. Il presente Supplemento non può essere distribuito se non accompagnato dal Documento di Offerta della Società e deve essere letto congiuntamente al medesimo documento. 23 settembre

3 INDICE CARATTERISTICHE PRINCIPALI E DEFINIZIONI 3 OBIETTIVI, POLITICHE E RESTRIZIONI DI INVESTIMENTO 5 Obiettivo di investimento 5 Politiche di investimento 5 Restrizioni agli investimenti 5 Modifiche agli obiettivi, alle politiche e alle restrizioni di investimento 5 FUNZIONARI E DIRIGENTI 6 Gli amministratori 6 Il segretario della società 6 Società di Gestione 6 Il gestore del portafoglio 6 La banca depositaria 6 L agente amministrativo 7 La società di revisione 7 COMMISSIONI, ONERI E SPESE 8 Commissione di sottoscrizione 8 Commissione di amministrazione 8 Commissione di gestione degli investimenti 8 Commissione di performance 8 Commissioni della banca depositaria 9 Commissione di rimborso 9 FATTORI DI RISCHIO 10 Mercati emergenti / paesi emergenti 10 Investimenti a reddito fisso 10 Titoli di debito a basso rating o privi di rating 10 Rischio di inadempienza della controparte 10 Rischio del valore monetario 10 Rischio del ciclo economico 10 Rischio paese 10 Rischio psicologico del mercato 11 Rischio di regolamento 11 Rischio fiscale 11 Rischio valutario 11 Rischio di oscillazione dei tassi di interesse 11 Contratti a termine su valute estere 11 Rischi di concentrazione 11 Commissioni di performance 11 ACQUISTO E VENDITA 12 Periodo di offerta iniziale 12 Procedura di sottoscrizione 12 Rimborso di azioni 12 Metodologia di valutazione 12 2

4 Caratteristiche Principali e Definizioni Fondo Obiettivo di Investimento Libra Fund L obiettivo di investimento del Fondo consiste nel ricercare rendimenti assoluti con volatilità ridotta, investendo principalmente in titoli di debito quotati. Valuta del Fondo Euro ( ) Prezzo di Offerta Iniziale 100 per Azione Periodo di Offerta Iniziale Il periodo di offerta iniziale delle Azioni per gli Investitori del Fondo avrà inizio il 10 dicembre 2012 e terminerà il 30 giugno 2013, salvo chiusura anticipata o posticipata dagli Amministratori. Quota Minima di Impegno Giorno di Negoziazione Giorno di Valutazione Giorno di Rimborso Amministratori Società di Gestione General Manger Italian Branch Agente Amministrativo Società di Revisione Banca Depositaria Commissione di Sottoscrizione Quota Minima di Partecipazione Sottoscrizione Minima Aggiuntiva Commissione di Gestione degli Investimenti Commissione di Performance 1 milione di, ossia l importo minimo complessivo di sottoscrizione per le Azioni per gli Investitori richiesto dal Fondo nel Periodo di Offerta Iniziale. Il giorno seguente alla fine del Periodo di Offerta Iniziale, alla fine di ciascun mese civile, e nel caso in cui non sia un Giorno Lavorativo, il Giorno Lavorativo successivo disponibile. Il giorno seguente alla fine del Periodo di Offerta Iniziale, alla fine di ciascun mese civile, e nel caso in cui non sia un Giorno Lavorativo, il Giorno Lavorativo successivo disponibile. Ciascun Giorno di Negoziazione. Stefano Lorato, Michale Feltham-Moro e Frank Chetcuti Dimech. Pairs Tech Capital Management LLP Italian Branch Stafano Lorato Valletta Fund Services Limited Deloitte Audit Services Limited Banca Akros Il 3% dell importo ricevuto per le sottoscrizioni, salvo importo ridotto dal Consiglio di Amministrazione o a cui il medesimo abbia rinunciato. La Commissione di Sottoscrizione non è applicabile alla data del presente Supplemento o equivalente in altra valuta o equivalente in altra valuta. La Commissione di Gestione degli Investimenti è fissata all 1,5% annuo calcolato sul Valore Patrimoniale Netto delle Azioni per gli Investitori in ciascun Giorno di Valutazione. La Commissione di Gestione degli Investimenti dovrà essere calcolata e pagata mensilmente. La Commissione di Performance è fissata: al 20% dell incremento percentuale del Valore Patrimoniale Netto delle Azioni per gli Investitori sopra il 5% in ciascun Giorno di Valutazione; Non si applicherà alcuna Commissione di Performance nel caso in cui l incremento del Valore Patrimoniale Netto sia inferiore al 5%. La Commissione di Performance sarà calcolata e maturerà su base mensile e sarà congelata e pagata su base mensile. 3 KC FUNDS

5 Commissione di Rimborso Investitore Idoneo Il 3% del Valore Patrimoniale Netto delle Azioni per gli Investitori rimborsate, salvo importo ridotto dal Consiglio di Amministrazione o a cui il medesimo abbia rinunciato. La Commissione di Rimborso non è applicabile alla data del presente Supplemento. Un investitore che soddisfi uno o più dei seguenti criteri: 1. una persona giuridica il cui patrimonio netto superi l importo di o che sia parte di un gruppo il cui patrimonio netto superi l importo di ; 2. un ente sprovvisto di personalità giuridica di persone o associazioni il cui patrimonio netto superi l importo di ; 3. un trust laddove il valore netto del patrimonio del medesimo superi l importo di ; 4. una persona fisica, o in caso di persona giuridica, la maggioranza del suo Consiglio di Amministrazione, o in caso di partnership, il suo General Partner, che vanti un esperienza ragionevole nell acquisto e/o nella cessione di: a. fondi di natura o profilo di rischio simile; b. proprietà della medesima natura della proprietà o di una parte sostanziale della proprietà alla quale il fondo in questione si riferisce; 5. una persona fisica il cui patrimonio netto, considerato congiuntamente o disgiuntamente da quello del coniuge, superi l importo di ; 6. un dipendente senior o Amministratore di un fornitore di servizi del fondo; 7. un parente o amico stretto dei Promotori, nel limite di dieci persone totali per fondo; 8. un entità avente (o che sia parte di un gruppo avente) 3,75 milioni di o più di attivi in gestione discrezionale, che investa per proprio conto; 9. l investitore si qualifichi come un Fondo per Investitori Professionali rivolto a Investitori Qualificati o Straordinari; 10. un entità (persona giuridica o partnership) interamente detenuta da persone o entità che soddisfino qualsiasi dei criteri summenzionati e che sia utilizzata come veicolo di investimento da tali persone o entità. A condizione che, in caso di titolari congiunti, tutti i titolari soddisfino individualmente la summenzionata definizione. 4 KC FUNDS

6 Obiettivi, Politiche e Restrizioni di Investimento Obiettivo di Investimento L obiettivo di investimento del Fondo consiste nel ricercare rendimenti assoluti con volatilità ridotta, investendo principalmente in titoli di debito quotati. Politica di Investimento Il Fondo si adopererà per conseguire il proprio obiettivo, investendo principalmente in titoli di debito quotati su base infragiornaliera e, in periodi di volatilità ridotta, su base overnight. A seconda delle condizioni di mercato, il Fondo può inoltre investire in liquidità e strumenti del mercato monetario. Gli investimenti del Fondo non saranno limitati in termini di area geografica o ad alcun mercato o settore specifico. Il Fondo può ricorrere all uso di tecniche e strumenti finanziari derivati per un efficiente gestione del portafoglio. In aggiunta, il Fondo può coprire la propria esposizione valutaria sottoscrivendo future, opzioni, derivati e operazioni interbancarie su valute, ivi comprese vendite allo scoperto e strategie di acquisto di opzioni. Restrizioni agli Investimenti Il Fondo non è soggetto a restrizioni di leva finanziaria o di assunzione prestiti. Modifiche agli Obiettivi, alle Politiche e alle Restrizioni di Investimento L Obiettivo di Investimento del Fondo può essere modificato in qualsiasi momento solo mediante Delibera Ordinaria dei titolari delle Azioni per gli Investitori del Fondo, ivi comprese le azioni che non comportano alcun diritto di voto ai sensi dei termini dell Atto Costitutivo e dello Statuto della Società. Le modifiche all Obiettivo di Investimento entreranno in vigore dopo che tutte le richieste di rimborso (che dovranno pervenire entro la data della suddetta assemblea generale) saranno state soddisfatte. Gli Amministratori possono modificare, a loro esclusiva discrezione, le Politiche di Investimento e le Restrizioni agli Investimenti summenzionate, a condizione che qualsiasi modifica sostanziale venga comunicata agli Azionisti del Fondo con un preavviso di almeno quindici (15) Giorni Lavorativi dall entrata in vigore della stessa. 5 KC FUNDS

7 Funzionari e Dirigenti Gli Amministratori Informazioni sul Consiglio di Amministrazione della Società sono reperibili al capitolo intitolato Funzionari e Dirigenti del Documento di Offerta. Il Segretario della Società Informazioni sul Segretario della Società sono reperibili al capitolo intitolato Funzionari e Dirigenti del Documento di Offerta. Società di Gestione Pairs Tech Capital Management LLP Italian Branch Stefano Lorato General Manger Italian Branch I dati di contatto della società di gestione sono: Pairs Tech Capital Management LLP Italian Branch Via Torino 61, Milano Tel.: Fax: www. pairstech.it Il Gestore del Portafoglio Il Comitato di Investimento ha nominato Stefano Lorato (e/o qualsiasi altra persona che il Comitato di Investimento possa nominare di volta in volta, con l approvazione della MFSA) quale Gestore del Portafoglio responsabile della gestione ordinaria degli attivi del Fondo. Ulteriori informazioni in merito ai doveri del Gestore del Portafoglio sono disponibili al capitolo intitolato Gestore del Portafoglio del Documento di Offerta. La Banca Depositaria La Società ha nominato Banca Akros quale Banca Depositaria con la responsabilità di prestare servizi di custodia, negoziazione titoli e pagamento degli strumenti finanziari con riferimento al Fondo e custodia degli attivi del Fondo. La Banca Depositaria non dovrà avere un ruolo di monitoraggio. La Banca Depositaria è registrata presso la Consob (Italia). Banca Akros fa parte del Gruppo Banca Popolare di Milano. La Banca Depositaria ha diritto di percepire commissioni dalla Società; informazioni in merito sono riportate al capitolo intitolato Commissioni, Oneri e Spese del presente Supplemento. Le commissioni e gli oneri della Banca Depositaria sono soggette a variazioni e rinegoziazioni da parte della Società, effettuate di volta in volta. L accordo con la Banca Depositaria (l Accordo di Banca Depositaria ) prevede che il Fondo debba risarcire la Banca Depositaria, le sue controllate, affiliate, associate, banche depositarie, i suoi intestatari e agenti e qualsiasi amministratore, funzionario, dipendente o agente di qualsiasi delle entità summenzionate per qualsiasi perdita, danno, costo, spesa, commissione, onere, azione legale, causa, procedimento giudiziario, denuncia o istanza che possa essere avanzato nei confronti di ciascuno di essi o che ciascuno di essi possa subire o sostenere in relazione al conto, ai servizi o a qualsiasi istruzione, salvo i casi in cui i medesimi insorgano direttamente per grave negligenza, colpa o frode della Banca Depositaria. Essa è un prestatore di servizi del Fondo e, in quanto tale, non si assume alcuna responsabilità in merito al contenuto del Documento di Offerta e del presente Supplemento, agli investimenti del Fondo, alle performance del Fondo o di qualsiasi altro fondo o titolo in cui il Fondo investa né per qualsivoglia altra questione che non sia specificata nell Accordo di Banca Depositaria. Essa non sarà tenuta a determinare e/o a garantire che le Azioni per gli Investitori siano commercializzate e vendute in conformità a tutte le leggi in materia di titoli e altre leggi applicabili. La Banca Depositaria non sarà tenuta a garantire che le operazioni di investimento siano conformi agli obiettivi e alle politiche di investimento riportate nel presente Supplemento. La nomina della Banca Depositaria rimarrà in essere fino a cessazione da parte di una delle parti, comunicata all altra mediante notifica scritta con preavviso di novanta giorni lavorativi. 6 KC FUNDS

8 I dati di contatto della Banca Depositaria sono: Banca Akros, Viale Eginardo 29, Milano (Italia) Tel.: Fax: L Agente Amministrativo Informazioni sull Agente Amministrativo sono reperibili al capitolo intitolato Funzionari e Dirigenti del Documento di Offerta. La Società di Revisione Informazioni sulla Società di Revisione sono reperibili al capitolo intitolato Funzionari e Dirigenti del Documento di Offerta. 7 KC FUNDS

9 Commissioni, Oneri e Spese In aggiunta alle commissioni, agli oneri e alle spese di cui al capitolo intitolato Commissioni, Oneri e Spese del Documento di Offerta, la Società dovrà sostenere, per conto del Fondo, le commissioni, gli oneri e le spese riportati di seguito che incideranno sul Valore Patrimoniale Netto del Fondo. Commissione di Sottoscrizione Il Fondo avrà la facoltà di applicare una Commissione di Sottoscrizione del 3% dell importo investito. Questa Commissione di Sottoscrizione sarà dedotta da qualsiasi pagamento ricevuto attraverso una richiesta di sottoscrizione di Azioni per gli Investitori e il saldo al netto di tale deduzione e della deduzione dei Diritti e degli Oneri indicati di seguito sarà utilizzato per sottoscrivere le Azioni per gli Investitori. Gli Amministratori determineranno il beneficiario di tale Commissione di Sottoscrizione e possono rinunciare in toto o in parte, a loro esclusiva discrezione, a tale Commissione di Sottoscrizione, e/o riconsentire e/o pagare integralmente o parzialmente la Commissione di Sottoscrizione a intermediari autorizzati o ad altre persone, a seconda di quanto essi possano determinare. La Commissione di Sottoscrizione non è applicabile alla data del presente Supplemento. Commissione di Amministrazione L Agente Amministrativo riceverà, per la prestazione dei propri servizi al Fondo, ai sensi dell Accordo di Amministrazione, una commissione di amministrazione basata sui parametri indicati di seguito: Dimensione del Fondo % del Valore Patrimoniale Netto < di 25 milioni di 0,180% annuo > a 25 milioni di e fino a 75 milioni di 0,160% annuo qualsiasi importo superiore a 75 milioni di 0,140% annuo Si applicherà una commissione minima annua pari a Commissione di Gestione degli Investimenti Le Azioni per gli Investitori saranno soggette a una Commissione di Gestione degli Investimenti dell 1,5% annuo del Valore Patrimoniale Netto pagabile su base mensile. La Commissione di Gestione degli Investimenti sarà pagata al Comitato di Investimento e/o al Gestore del Portafoglio e/o al Consiglio di Amministrazione e/o una quota minima della stessa sarà pagata a titolo di dividendo ai titolari delle Azioni per i Soci Fondatori, nelle proporzioni che il Consiglio di Amministrazione possa determinare. La Società può utilizzare parte della Commissione di Gestione degli Investimenti per retribuire eventuali business introducer. Commissione di Performance In aggiunta alla Commissione di Gestione degli Investimenti, il Fondo è soggetto a una Commissione di Performance basata sulla performance del Fondo (la Commissione di Performance ) con riferimento a ciascun mese (un Periodo di Calcolo ). La Commissione di Performance dovuta sarà pari al: 20% dell incremento percentuale del Valore Patrimoniale Netto per Azione durante un Periodo di Calcolo moltiplicato per il Valore Patrimoniale Netto per Azione alla fine del periodo (al lordo della deduzione della Commissione di Performance) e il numero medio di Azioni emesse, acquisito in ciascun momento di valutazione, durante quel Periodo di Calcolo, quando l incremento percentuale del Valore Patrimoniale Netto per Azione è superiore al 5%; Non è dovuta alcuna Commissione di Performance nel caso in cui, durante un Periodo di Calcolo, l incremento percentuale del Valore Patrimoniale Netto per Azione sia inferiore al 5%. Qualora la Commissione di Performance con riferimento a un qualsiasi mese fosse negativa, essa sarà riportata a nuovo e dedotta da qualsiasi Commissione di Performance positiva relativa a investimenti nei mesi successivi. D altro canto, qualora la Commissione di Performance con riferimento a un qualsiasi mese fosse positiva, essa sarà congelata. La Commissione di Performance sarà calcolata su base mensile e congelata e pagata su base mensile. 8 KC FUNDS

10 La Commissione di Performance sarà pagata al Comitato di Investimento e/o al Gestore del Portafoglio e/o al Consiglio di Amministrazione e/o una quota minima della stessa sarà pagata a titolo di dividendo ai titolari delle Azioni per i Soci Fondatori, nelle proporzioni che il Consiglio di Amministrazione possa determinare. Commissioni della Banca Depositaria La Banca Depositaria addebiterà commissioni per i propri servizi di esecuzione su ciascun contratto da evadere in conformità ai tassi prevalenti di mercato concordati tra la Società e la Banca Depositaria. Commissione di Rimborso Il Fondo avrà la facoltà di applicare una Commissione di Rimborso del 3% del Valore Patrimoniale Netto delle Azioni per gli Investitori rimborsate, salvo importo ridotto dal Consiglio di Amministrazione o a cui il medesimo abbia rinunciato. La Commissione di Rimborso sarà trattenuta dal Fondo. La Commissione di Rimborso non è applicabile alla data del presente Supplemento. 9 KC FUNDS

11 fattori di rischio I rischi applicabili al Fondo sono elencati al capitolo intitolato Fattori di Rischio del Documento di Offerta. In aggiunta, al Fondo si applicano i seguenti rischi: Mercati emergenti / Paesi emergenti Nei mercati emergenti, che talvolta possono essere soggetti a principi contabili, di revisione e di rendicontazione finanziaria e ad altri requisiti di divulgazione non uniformi, che normalmente si riscontrano sui mercati più consolidati, il pubblico potrebbe disporre di minori informazioni sugli emittenti. I mercati emergenti potrebbero registrare un volume di contrattazioni sostanzialmente inferiore e i titoli di alcune società dei paesi emergenti potrebbero essere meno liquidi e più volatili dei titoli dei mercati più consolidati. In aggiunta, le prassi di mercato in relazione al regolamento delle operazioni in titoli e alla custodia degli attivi nei mercati emergenti possono comportare un rischio maggiore di perdite del Fondo. Le economie dei paesi emergenti potrebbero basarsi, in misura prevalente, su un numero ridotto di settori e potrebbero essere vulnerabili alle variazioni delle condizioni commerciali ed evidenziare livelli elevati di debito o inflazione. Gli investitori devono essere consapevoli del fatto che un qualsiasi rallentamento registrato dalle economie dei paesi emergenti potrebbe incidere negativamente sul servizio e sul pagamento definitivo degli investimenti del Fondo. Investimenti a reddito fisso Il valore dei titoli a reddito fisso in cui il Fondo può investire registrerà oscillazioni contrarie ai livelli generali dei tassi di interesse. In caso di riduzione dei tassi di interesse, è plausibile attendersi un aumento del valore dei titoli a reddito fisso del Fondo. Analogamente, in caso di aumento dei tassi di interesse, è plausibile attendersi una flessione del valore di tali titoli. Titoli di debito a basso rating o privi di rating I titoli di debito sono soggetti al rischio che l emittente possa non adempiere al pagamento del capitale e/o degli interessi. I prezzi dei titoli di debito sono inversamente correlati alle variazioni dei tassi di interesse e, pertanto, sono soggetti al rischio di oscillazioni del prezzo di mercato. Una parte del portafoglio del Fondo potrebbe essere costituita da strumenti a cui sia stato attribuito un rating di qualità creditizia inferiore a investment grade da agenzie di rating riconosciute a livello internazionale o privi di rating. Sebbene questi titoli possano fornire utili e redditi superiori, essi implicano un rischio superiore rispetto ai titoli investment grade. Questi titoli comportano un esposizione significativa al rischio poiché non si hanno certezze in merito alla capacità dell emittente di pagare gli interessi e il capitale in conformità ai termini delle obbligazioni. Eventuali variazioni nei rating di credito di un titolo di debito o della capacità presunta dell emittente di effettuare il pagamento del capitale e degli interessi potrebbero altresì incidere sul valore di mercato del titolo. Gli strumenti di debito a basso rating o privi di rating offrono generalmente un rendimento attuale più elevato rispetto ai titoli con rating superiore, ma comportano normalmente un rischio maggiore. Rischio di inadempienza della controparte Il Comparto può subire perdite dovute all inadempimento da parte di terzi delle obbligazioni derivanti da contratti derivati conclusi con il Comparto. Rischio del valore monetario L inflazione può ridurre il valore degli investimenti del Fondo. Il potere d acquisto del capitale di investimento si contrae se il tasso di inflazione è superiore al rendimento offerto dagli investimenti. Rischio del ciclo economico Si tratta del rischio di perdite sul prezzo del titolo dovute al fatto di non aver tenuto conto, o di non aver tenuto sufficientemente conto, degli sviluppi economici nelle decisioni di investimento e, pertanto, l investimento nei titoli viene effettuato in momenti sbagliati o i titoli vengono detenuti in una fase sfavorevole del ciclo economico. Rischio paese Gli investimenti in paesi con condizioni politiche instabili sono soggetti a rischi particolari. Ciò può velocemente condurre a oscillazioni significative dei prezzi. I rischi comprendono restrizioni sui cambi, rischi di trasferimento, moratorie o embarghi. 10 KC FUNDS

12 Rischio psicologico del mercato Stati d animo, opinioni e voci incontrollate possono provocare un significativo calo di prezzo in un titolo, anche quando la situazione degli utili e le prospettive future della società nella quale si investe non sono necessariamente cambiate in misura sostanziale. Il rischio psicologico del mercato ha un effetto particolarmente forte sulle azioni. Rischio di regolamento In questo caso il Fondo è esposto a una possibile perdita dovuta al fatto che un operazione può non essere regolata come previsto, poiché una controparte non paga o consegna o poiché si verificano perdite dovute a errori personali nel regolamento di un operazione. Rischio fiscale L acquisto, la detenzione o la vendita di quote del Fondo può essere soggetta a normative fiscali (ad esempio, deduzioni della ritenuta fiscale) al di fuori del paese di domicilio del Fondo. Rischio valutario Quando il Fondo detiene attivi denominati in valuta(e) estera(e), è esposto a un rischio valutario diretto (a condizione che le posizioni in valuta siano state coperte). Una flessione nei tassi di cambio conduce a una perdita di valore degli investimenti in valuta estera. Al contrario, il mercato dei cambi offre anche opportunità di utile. Oltre ai rischi diretti, esistono anche rischi valutari indiretti. Le società attive a livello internazionale sono più o meno fortemente dipendenti dall andamento dei tassi di cambio, che può avere un incidenza indiretta sull andamento dei prezzi degli investimenti. Rischio di oscillazione dei tassi di interesse Quando il Fondo investe in titoli fruttiferi, è esposto al rischio di oscillazione dei tassi di interesse. Se il livello dei tassi di interesse di mercato aumenta, i prezzi dei titoli fruttiferi nel portafoglio del Fondo possono registrare una flessione sostanziale. Ciò è maggiormente vero se il Fondo detiene interessi fruttiferi aventi una scadenza residua più lunga con rendimento normale. Contratti a termine su valute estere Gli attivi del Fondo possono essere negoziati in contratti a termine su valute estere. In questo rapporto, il Fondo si impegnerà per contratto con una controparte ad accettare la consegna futura di una particolare valuta. Sebbene il mercato valutario non sia considerato necessariamente più volatile di qualsiasi altro mercato di materie prime, si constata un minor grado di protezione da eventuali inadempienze nella contrattazione a termine delle valute, dal momento che tali contratti a termine non sono garantiti da una borsa valori o da una stanza di compensazione. In aggiunta, il Fondo può sottoscrivere operazioni a pronti per acquistare o vendere materie prime con una controparte come mandante. Tali operazioni a pronti prevedono un regolamento a due giorni e non sono coperte da un deposito in garanzia. Tali operazioni possono essere stipulate in relazione allo scambio di operazioni fisiche. Come accade sul mercato dei contratti a termine, il mercato a pronti è un mercato di mandanti e pertanto non esiste alcuna stanza di compensazione a garanzia della performance. Al contrario, il Fondo è soggetto al rischio di incapacità, o rifiuto, della controparte ad adempiere agli obblighi del contratto sottostante. Rischi di concentrazione Il Fondo può essere totalmente investito in una classe di strumenti finanziari e tale concentrazione potrebbe causare una perdita proporzionalmente superiore rispetto al fatto che il Fondo sia investito in diverse classi di strumenti finanziari. Commissioni di Performance Il diritto a percepire una Commissione di Performance dal Fondo potrebbe creare un incentivo per assumersi impegni nelle strategie di investimento e condurre a investimenti più speculativi di quanto non accadrebbe in assenza di tali commissioni. Inoltre, l aumento del NAV utilizzato come base di calcolo delle Commissioni di Performance potrebbe essere comprensivo di utili realizzati e non realizzati alla fine del periodo di calcolo e, di conseguenza, le Commissioni di Performance potrebbero essere pagate su utili non realizzati che successivamente potrebbero non essere mai realizzati dal Fondo. La Società non gestisce un conto di perequazione né qualsiasi altro metodo per garantire un trattamento uguale per il pagamento della Commissione di Performance a prescindere dalla tempistica della richiesta di sottoscrizione o di rimborso delle Azioni per gli Investitori del Fondo. Di conseguenza, all atto dell acquisto o del rimborso di Azioni per gli Investitori del Fondo, gli Azionisti potrebbero indirettamente pagare poco o troppo un rateo di sottoperformance o sovraperformance. 11 KC FUNDS

13 Acquisto e Vendita Le Azioni per gli Investitori sono azioni ordinarie, liberamente trasferibili e, fatto salvo quanto diversamente precisato, godono di uguali diritti e partecipano in ugual misura ai proventi del Fondo. La Società non distribuirà dividendi sulle Azioni per gli Investitori ed eventuali proventi saranno accumulati sul prezzo del Fondo. Periodo di Offerta Iniziale Il Periodo di Offerta Iniziale delle Azioni per gli Investitori del Fondo avrà inizio il 10 dicembre 2012 e terminerà il 30 giugno 2013, salvo chiusura anticipata o posticipata dagli Amministratori (il Periodo di Offerta Iniziale ), nel caso in cui la Quota Minima di Impegno sia stata raggiunta o meno, fatta salva l approvazione della MFSA. Le Azioni per gli Investitori sono offerte al prezzo di 100 per Azione durante il Periodo di Offerta Iniziale e, successivamente, in qualsiasi Giorno di Negoziazione, al Valore Patrimoniale Netto per Azione. La Commissione di Sottoscrizione, pari a un massimo del 3%, salvo importo ridotto dal Consiglio di Amministrazione o a cui il medesimo abbia rinunciato, sarà dedotta da qualsiasi pagamento ricevuto attraverso una richiesta di sottoscrizione di Azioni per gli Investitori e il saldo al netto di tale deduzione sarà utilizzato per sottoscrivere le Azioni per gli Investitori. Gli Amministratori determineranno il beneficiario di tale Commissione di Sottoscrizione e possono rinunciare in toto o in parte, a loro esclusiva discrezione, a tale Commissione di Sottoscrizione, e/o riconsentire e/o pagare integralmente o parzialmente la Commissione di Sottoscrizione a intermediari autorizzati o ad altre persone, a seconda di quanto essi possano determinare. Procedura di sottoscrizione Le richieste di sottoscrizione di Azioni per gli Investitori devono essere presentate dagli Investitori Idonei per mezzo del Modulo di Sottoscrizione fornito a tale scopo dalla Società (Appendice I e Appendice II). Gli investitori devono attenersi alla procedura di sottoscrizione specificata nella sezione intitolata Procedura di sottoscrizione del capitolo intitolato Acquisto e Vendita del Documento di Offerta. Le richieste di sottoscrizione per Azioni per gli Investitori non saranno accettate a meno che, all atto della prima sottoscrizione, l importo investito non sia pari o superiore alla Quota Minima di Partecipazione oppure, all atto di una sottoscrizione successiva da parte di un titolare di Azioni per gli Investitori, l importo investito non sia pari o superiore alla Sottoscrizione Minima Aggiuntiva. Le sottoscrizioni saranno negoziate al Valore Patrimoniale Netto per Azione nel Giorno di Negoziazione applicabile. Rimborso di Azioni Le richieste di rimborso devono essere presentate per mezzo del Modulo di Rimborso fornito a tale scopo dalla Società (Appendice III). Le richieste di rimborso non saranno accettate a meno che il valore delle Azioni per gli Investitori da rimborsare non sia pari o superiore all Importo Minimo di Rimborso. Gli investitori devono attenersi alla procedura di rimborso specificata nella sezione intitolata Rimborso di Azioni per gli Investitori del capitolo intitolato Acquisto e Vendita del Documento di Offerta. Al Fondo non si applica alcuna Commissione di Rimborso. I rimborsi saranno negoziati al Valore Patrimoniale Netto per Azione nel Giorno di Negoziazione applicabile. Metodologia di valutazione Il calcolo del Valore Patrimoniale Netto del Fondo sarà condotto in conformità alle disposizioni delle Appendici I e II del Documento di Offerta. 12 KC FUNDS

14 KC FUNDS Sicav p.l.c. TG Complex, Suite 2, Level 3, Brewery Street, Mriehel, BKR Malta T: Fax: Pairs Tech Capital Management LLP Italian Branch Via Torino 61, Milano T.: Fax:

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA

Fortune. Strategia per l esercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti. Unifortune Asset Management SGR SpA Unifortune Asset Management SGR SpA diritti inerenti agli strumenti finanziari degli OICR gestiti Approvata dal Consiglio di Amministrazione del 26 maggio 2009 1 Premessa In attuazione dell art. 40, comma

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo

ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC. Seconda Appendice al Prospetto informativo ABSOLUTE INSIGHT FUNDS PLC Seconda Appendice al Prospetto informativo La presente Seconda Appendice costituisce parte integrante e deve essere letta contestualmente al prospetto informativo, datato 17

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

ATTO DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA

ATTO DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA ATTO DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA LA BANCA D ITALIA E LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETA E LA

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy

Contratto di Assicurazione sulla Vita Unit Linked Life Portfolio Italy CREDIT SUISSE LIFE & PENSIONS AG (ITALIAN BRANCH) Via Santa Margherita 3 Telefono +39 02 88 55 01 20121-Milano Fax +39 02 88 550 450 REA Registro Imprese di Milano n. 1753146 C.F. Part. IVA 04502630967

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale

Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori. Documentazione Informativa e Contrattuale Contratto Unico per la Prestazione dei Servizi di Investimento ed Accessori Documentazione Informativa e Contrattuale Sommario INFORMAZIONI GENERALI SULLA BANCA, SUI SERVIZI D INVESTIMENTO E SULLA SALVAGUARDIA

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE

D E X I A Q U A N T MODULO DI SOTTOSCRIZIONE Il presente modulo è l unico valido ai fini della sottoscrizione in Italia delle classi di azioni dei comparti dell OICVM Dexia Quant, Società d investimento a capitale variabile di diritto Lussemburghese

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli

autoregolamentazione protocollo di autonomia per la gestione dei conflitti d interessi English version included

autoregolamentazione protocollo di autonomia per la gestione dei conflitti d interessi English version included autoregolamentazione protocollo di autonomia per la gestione dei conflitti d interessi English version included 1 protocollo di autonomia per la gestione dei conflitti d interessi English version included

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE 28.12.2006 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 379/5 REGOLAMENTO (CE) N. 1998/2006 DELLA COMMISSIONE del 15 dicembre 2006 relativo all applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato agli aiuti d

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita

Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita Uno Assicurazioni SpA Gruppo Lungavita PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla Covip con il n. *** Nota informativa per i potenziali aderenti

Dettagli

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili

Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili Aviva Top Valor Contratto di Assicurazione a Vita Intera a Premio Unico a Prestazioni Rivalutabili IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: Scheda Sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA

REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA REGOLAMENTO DELLA BANCA D ITALIA E DELLA CONSOB AI SENSI DELL ARTICOLO 6, COMMA 2-BIS, DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA LA BANCA D ITALIA E LA CONSOB VISTO il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n.

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l.

Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. General Terms and Conditions of Condizioni Generali di Contratto per la vendita e fornitura di prodotti e servizi Lauterbach S.r.l. Articolo I: Disposizioni Generali 1. I rapporti legali tra il Fornitore

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI GUIDA PRATICA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI (CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA TELEMATICA) Versione 1.3 del 26/11/2012 Sommario Premessa... 3 1 Introduzione... 4 1.1 Il contesto normativo...

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust:

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust: DICHIARAZIONE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D. LGS. N. 231 DEL 21 NOVEMBRE 2007 IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO MODULO DI IDENTIFICAZIONE E DI ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (AI SENSI DEGLI ARTT. 18 E 19

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati

BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia. Condizioni Definitive alla Nota informativa dei Prestiti Obbligazionari denominati BANCA CARIGE S.p.A. Cassa di Risparmio di Genova e Imperia Sede legale in Genova, Via Cassa di Risparmio, 15 Iscritta all Albo delle Banche al n. 6175.4 Capogruppo del Gruppo CARIGE iscritto all albo dei

Dettagli

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO

8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA COMMISSIONE PER LO STATO DELLA CITTA DEL VATICANO N. XVIII LEGGE DI CONFERMA DEL DECRETO N. XI DEL PRESIDENTE DEL GOVERNATORATO, RECANTE NORME IN MATERIA DI TRASPARENZA, VIGILANZA ED INFORMAZIONE FINANZIARIA, DELL 8 AGOSTO 2013 8 ottobre 2013 LA PONTIFICIA

Dettagli

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value A cura Alessio D'Oca Premessa Nell ambito dei principi che orientano la valutazione del bilancio delle società uno dei

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli