EACEA 13/2006. [traduzione italiana a cura di MEDIA Desk Italia] "MEDIA PLUS ( ) LINEE GUIDA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EACEA 13/2006. [traduzione italiana a cura di MEDIA Desk Italia] "MEDIA PLUS (2001-2006) LINEE GUIDA"

Transcript

1 Un programma dell Unione Europea BANDO PER PROPOSTE EACEA 13/2006 [traduzione italiana a cura di MEDIA Desk Italia] "MEDIA PLUS ( ) LINEE GUIDA ALLA PRESENTAZIONE DI PROPOSTE PER OTTENERE UN SOSTEGNO FINANZIARIO i2i Audiovisual 1

2 INDICE DEI CONTENUTI 1. INTRODUZIONE 3 2. OBIETTIVI 3 3. CALENDARIO 5 4. BUDGET DISPONIBILE 5 5. CRITERI DI ELEGGIBILITA 6 6. CRITERI DI ESCLUSIONE 9 7. CRITERI DI SELEZIONE CRITERI DI ASSEGNAZIONE CONDIZIONI FINANZIARIE SUB-CONTRAENTI ED ACQUISIZIONE DI SERVIZI ESTERNI (APPALTO) PUBBLICITA STRUTTURA GIURIDICA PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE 17 2

3 1. INTRODUZIONE 1.1. Fondamento giuridico Il presente Bando per Proposte è in linea con la Decisione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 novembre 2006 N. 1718/2006/EC (Gazzetta Ufficiale L.327, 24/11/2006 P ) concernente l attuazione di un programma di sostegno al settore audiovisivo europeo (MEDIA 2007). La Commissione Europea è responsabile dell attuazione del Programma MEDIA e competente sulle decisioni di assegnare singole sovvenzioni dal budget dell Unione Europea. Tuttavia, l Agenzia Esecutiva Istruzione, Audiovisivo e Cultura amministra il Programma MEDIA in nome e sotto il controllo della Commissione Europea. La sezione responsabile per l attuazione del Bando per Proposte è l Unità Programma MEDIA, in seno all Agenzia Esecutiva Istruzione, Audiovisivo e Cultura (l Agenzia ). Il presente Bando è indirizzato agli operatori europei le cui attività contribuiscono alla realizzazione degli obiettivi del Programma MEDIA come descritti nella suddetta Decisione del Consiglio. Tali linee guida spiegano come presentare una candidatura con l obiettivo di ottenere un contributo finanziario comunitario. 2. OBIETTIVI 2.1. Obiettivi del programma Nel settore dello sviluppo, gli obiettivi specifici del programma sono i seguenti: a) promuovere, attraverso un sostegno finanziario, lo sviluppo di progetti di produzione (fiction per il cinema o la televisione, documentari di creazione, opere di animazione per il cinema o la televisione, opere che valorizzino il patrimonio audiovisivo e cinematografico), presentati da società indipendenti, in particolare piccole e medie imprese (PMI), destinati al mercato europeo ed internazionale; b) promuovere, attraverso un sostegno finanziario, lo sviluppo di progetti di produzione che utilizzino le nuove tecnologie di creazione, di produzione e di diffusione Obiettivi del sostegno "i2i Audiovisual" i2i Audiovisual" si propone di facilitare l'accesso delle società di produzione cinematografica e audiovisiva ai finanziamenti messi a disposizione dagli istituti bancari e le finanziarie, sostenendo parte dei costi delle garanzie richieste da tali istituti bancari e finanziarie e/o parte dei costi (interessi passivi) del finanziamento bancario. 3

4 2.3 Priorità del presente Bando per Proposte Modulo 1: Sostegno ai costi per le "Assicurazioni" ("Insurance") di un budget di produzione Le polizze assicurative specifiche per il settore audiovisivo costituiscono garanzie supplementari per gli istituti bancari e le finanziarie allo scopo di tutelarsi contro il rischio legato all'attività di produzione cinematografica e audiovisiva. Tale modulo si propone di co-finanziare i costi di tali polizze assicurative specifiche sostenendo una parte dei premi assicurativi richiesti, e allo stesso tempo facilitando l'accesso ai finanziamenti offerti dagli istituti bancari e le finanziarie. Percentuale massima di intervento comunitario: 50% del costo per la polizza di assicurazione - 60% per i Paesi a debole capacità audiovisiva e fino ad un importo massimo di euro a progetto. Modulo 2: Sostegno ai costi per la "Garanzia di buon fine" ("Completion Guarantee") di un budget di produzione Ottenere una "Garanzia di buon fine" ("Completion Guarantee") è spesso l elemento chiave per gli istituti bancari e le finanziarie per decidere se concedere un finanziamento per la realizzazione di un'opera cinematografica e/o audiovisiva. Per gli istituti bancari, le finanziarie e gli investitori tale garanzia consente di ridurre il rischio legato al finanziamento di un'opera audiovisiva Di conseguenza ciò facilita l accesso al finanziamento bancario. Tale modulo ha lo scopo di co-finanziare il costo della "garanzia di buon fine" ("Completion Guarantee"), sostenendo una parte del premio per tale garanzia ed allo stesso tempo facilitando l'accesso ai finanziamenti degli istituti bancari e delle finanziarie. Percentuale massima di intervento comunitario: 50% del costo della "garanzia di buon fine" - 60% per i Paesi a debole capacità audiovisiva - e fino ad un importo massimo di euro a progetto. Modulo 3: Sostegno ai costi per gli "Oneri finanziari" ("Financing Costs") di un budget di produzione Tale modulo ha lo scopo di ridurre gli oneri finanziari ("Financing Costs") legati al finanziamento da parte degli istituti bancari e delle finanziarie. L'importo del sostegno sarà calcolato secondo le condizioni del contratto di finanziamento bancario e la stima dei costi finanziari eleggibili. Percentuale massima di intervento comunitario: L'importo del contributo comunitario nell'ambito del Modulo 3 non potrà essere superiore al 50% del costo degli oneri finanziari eleggibili effettivamente sostenuti dalla società - 60% per i Paesi a debole capacità audiovisiva - e fino ad un importo massimo di euro a progetto. 4

5 3. CALENDARIO Le domande di candidatura devono essere inviate all Agenzia entro la seguente data di scadenza (fa fede il timbro postale): - 2 febbraio 2007, per i progetti con inizio tra il 1 luglio ed il 31 dicembre (Vedi la sezione 13 del presente Bando per Proposte per una descrizione dettagliata della metodologia da seguire per la presentazione della domanda di candidatura). I candidati saranno informati entro 4 mesi dalla data di scadenza per la presentazione delle domande di candidatura riguardo la decisione dell Agenzia di concedere loro o meno un contributo finanziario. Tale decisione sarà inappellabile. In caso un progetto non venga selezionato, l Agenzia ne informerà il candidato al più presto per iscritto, motivando le ragioni di tale decisione secondo i criteri stabiliti nel presente Bando per Proposte. I beneficiari riceveranno un contratto da concludere con l Agenzia il più rapidamente possibile ed al più tardi 5 mesi dopo la relativa data di scadenza. (La tempistica di pagamento anticipato è descritta nella sezione 9.1 qui di seguito). Il periodo d eleggibilità dei costi da includere nel budget del progetto inizia dalla data della firma del contratto con l istituto bancario o la finanziaria (compagnia d'assicurazioni o società concedente una garanzia di buon fine) o dalla data in cui il primo pagamento relativo a tali contratti è stato fatto, e termina al più tardi trenta mesi dopo tale data. In nessun caso, il periodo d eleggibilità dei costi potrà cominciare prima del 1 luglio I rapporti finanziari finali ( Final Financial Reports ) relativi ai contratti firmati con i beneficiari devono essere presentati al più presto, subito dopo la fine dell'azione, ed al più tardi tre mesi dopo la data di scadenza del periodo di eleggibilità dei costi definita nel contratto con l Agenzia. 4. BUDGET DISPONIBILE Il budget massimo disponibile per il co-finanziamento di progetti nell'ambito del presente Bando per Proposte è di 1,3 milioni di euro. L Agenzia si riserva il diritto di non assegnare il totale dei fondi disponibili (budget). L'importo del contributo finanziario concesso a ciascun progetto non può superare il 50% (o 60% per i Paesi a debole capacità audiovisiva) del totale dei costi eleggibili (così come definito nella sezione 9 qui di seguito). Il contributo massimo disponibile nell'ambito del presente Bando per Proposte è di euro a progetto e di euro a società. Una stessa società può presentare un massimo di due progetti nell'ambito del presente Bando per Proposte. 5

6 Le società che abbiano ottenuto un sostegno finanziario nel quadro del Bando per proposte 03/2006 possono presentare solamente un progetto nell ambito del presente Bando per Proposte. L'importo del contributo finanziario assegnato a progetto verrà determinato nei limiti delle risorse di budget disponibili e secondo i criteri di selezione e di assegnazione. 5. CRITERI DI ELEGGIBILITA Le domande di candidatura che rispondano ai seguenti criteri verranno considerate eleggibili e saranno oggetto di valutazione. 5.1 Società eleggibili Società di produzione indipendente Una società di produzione indipendente è una società di produzione audiovisiva che non abbia un controllo maggioritario da parte di una emittente televisiva, sia in termini di azionariato, che in termini commerciali. Viene considerato controllo maggioritario quando più oltre il 25% del capitale sociale di una società di produzione appartiene ad una sola emittente televisiva (50% quando sono coinvolte più emittenti) oppure quando, per un periodo di tre anni, oltre il 90% del fatturato di una società di produzione è stato realizzato con una stessa emittente televisiva. L Agenzia si riserva il diritto di applicare tali criteri tenendo conto delle specifiche caratteristiche dell industria di produzione audiovisiva dei singoli Paesi partecipanti al Programma MEDIA. Società di produzione europea Una società la cui attività principale è la produzione audiovisiva e che sia registrata in uno degli Stati Membri dell'unione Europea o nei Paesi partecipanti al Programma MEDIA, così come definito nella sezione 5.2 qui di seguito, e che sia di proprietà, e continui ad essere di proprietà, sia direttamente, sia attraverso partecipazione maggioritaria, di cittadini degli Stati Membri dell'unione Europea. 5.2 Paesi eleggibili Il presente Bando per Proposte è aperto alle società di proprietà maggioritaria di cittadini/azionisti provenienti dai seguenti Paesi e registrate in uno di questi Paesi: - Stati Membri dell'unione Europea, - Paesi Membri dello Spazio Economico Europeo/SEE partecipanti al Programma MEDIA (Islanda, Liechtenstein, Norvegia, e Svizzera), - La Svizzera, soggetta alla conclusione del nuovo accordo di cooperazione con tale Paese nel quadro del Programma MEDIA N.B. Tutti i Paesi partecipanti al programma MEDIA sono considerati come Paesi a debole capacità di produzione audiovisiva, ad eccezione di Francia, Italia, Germania, Regno Unito e Spagna. 6

7 5.3. Attività eleggibili Tutti i progetti (fiction, animazione o documentario di creazione) rispondenti alle condizioni di seguito fissate: - l'opera deve essere prodotta maggioritariamente da società stabilite in uno o più Paesi partecipanti al Programma MEDIA, e - l'opera deve essere stata realizzata con una partecipazione significativa di professionisti che siano cittadini/residenti negli Stati partecipanti al Programma MEDIA. La partecipazione si intende significativa quando l'opera raggiunge un totale di almeno 10 punti sulla base della tabella sottostante (o, nel caso di documentari o di film d'animazione, quando l'opera ottiene il maggior numero di punti, se il totale è inferiore a 19): + Punti Regista 3 Sceneggiatore 3 Compositore Musiche 1 Attore/Attrice protagonista (primo ruolo) 2 Attore/Attrice (secondo ruolo) 2 Attore/Attrice (terzo ruolo) 2 Direttore della Fotografia 1 Direttore artistico/production Designer 1 Direttore della fotografia 1 Montaggio 1 Suono 1 Luoghi di riprese 1 Laboratorio 1 TOTALE 19 Non sono eleggibili le opere a carattere pubblicitario, pornografico, razzista o facenti l'apologia della violenza. Categorie di opere I progetti di produzione appartenenti alle seguenti categorie sono eleggibili: - le opere di fiction la cui durata minima è di 50 minuti; - le opere di animazione la cui durata minima è di 24 minuti; - i documentari di creazione la cui durata minima è di 25 minuti, per la televisione o il cinema, sia opere singole che serie. Saranno inoltre applicati i seguenti criteri di eleggibilità: 7

8 Per il Modulo 1: Costi di Assicurazione I candidati eleggibili per il Modulo 3 possono richiedere un sostegno anche per i costi di assicurazione. Il candidato deve fornire una polizza assicurativa firmata, che copre la fase di pre-produzione, di produzione o di post-produzione del progetto, per un importo minimo di euro. I progetti provenienti dai Paesi a debole capacità audiovisiva non eleggibili per il Modulo 3 sono eleggibili per il Modulo 1, a condizione che i candidati forniscano una polizza assicurativa firmata, che copra le fasi di pre-produzione, di produzione o di post-produzione del progetto, per un importo minimo di euro. Per il Modulo 2: Garanzia di buon fine Il candidato deve fornire una garanzia di buon fine sottoscritta per il progetto. Per il Modulo 3: Oneri finanziari Il candidato deve avere un contratto di credito bancario (di finanziamento) allo scopo di finanziare il progetto: - sia con un istituto partner della BEI (si veda Annex VIII), - sia con qualsiasi altro istituto bancario o finanziaria, per le società di produzione che beneficiano di un sostegno MEDIA allo sviluppo di cataloghi di progetti (Slate Funding) e/o per quei progetti provenienti dai Paesi a debole capacità audiovisiva. Ai fini del presente Bando per Proposte, sono considerati contratti di credito (di finanziamento) tutti i contratti di finanziamento firmati con un istituto bancario o finanziaria (es. sconto, gap financing ecc.). Il presente Bando per Proposte riguarda progetti con budget di produzione finanziato almeno al 50% da fonti europee. La produzione del progetto presentato dovrà essere iniziata non prima del 1 luglio 2006, ossia il primo giorno di riprese non deve aver avuto luogo prima del 1 luglio I costi legati a polizze assicurative, garanzia di buon fine e contratti di finanziamento bancario concernenti i progetti che iniziano dopo il 1 luglio 2006, ma firmati prima di tale data, non saranno eleggibili che a partire dal 1 luglio In caso di co-produzione, la società candidata deve essere il produttore maggioritario. Se la società candidata non è il produttore maggioritario, deve essere la società firmataria del(i) contratto(i) con l'(gli) istituto(i) finanziario(i). In tutti i casi, la società candidata deve essere delegata dai co-produttori per concludere qualsiasi contratto con l Agenzia. I progetti che hanno beneficiato di un sostegno comunitario alla trasmissione TV (TV Broadcasting) non sono eleggibili Domande di candidatura eleggibili Le domande di candidatura devono essere inviate alla Agenzia entro il 2 febbraio 2007 (fa fede il timbro postale). Solo le domande di candidatura presentate utilizzando i formulari di candidatura officiali, che includono il budget di produzione preventivo ( Summary Forecast Production Budget ) ed il piano finanziario ( Financial Plan ), forniti rispettivamente nell Annex V.a e V.b, saranno prese in considerazione. Qualora una società presenti due progetti nel corso di uno stesso Bando per Proposte, dovranno essere presentate due domande di candidatura, distinte per ciascun progetto. 8

9 Le domande di candidatura devono: - rispettare le presenti linee guida ed essere correttamente ed integralmente compilate; - presentare un budget dettagliato, in pareggio e senza errori di calcolo, rispettando tutte le condizioni stabilite nelle sezioni da 9 a 13 del presente Bando per Proposte; - includere tutte le dichiarazioni sull'onore concernenti le informazioni legali e finanziarie; - includere tutti i documenti richiesti nella check-list. 6. CASI DI ESCLUSIONE I candidati devono attestare di non trovarsi in nessuna delle situazioni descritte negli articoli 93 e 94 del Regolamento Finanziario applicabile al budget generale delle Comunità Europee (Regolamento del Consiglio EC, Euratom, n 1605/2002 del 25 giugno 2002) ed elencate qui di seguito: Saranno esclusi dalla partecipazione al Presente Bando per Proposte i candidati che: a) siano in fase o che siano oggetto di una procedura di fallimento, di liquidazione, di amministrazione controllata o di concordato preventivo, di cessazione di attività, o che si trovino in situazioni analoghe risultanti da procedure della stessa natura esistenti nelle legislazioni e nei regolamenti nazionali; b) siano stati oggetto di una condanna passata in giudicato relativa alla propria condotta professionale; c) siano stati riconosciuti colpevoli di grave condotta professionale scorretta, con tutti i mezzi che il potere giudiziario possa ritenere; d) non abbiano rispettato i propri obblighi relativi al pagamento dei contributi sociali o al pagamento delle imposte secondo le disposizioni legali del Paese di appartenenza o quelle del Paese mandatario del servizio o ancora quelle del Paese dove il progetto viene realizzato; e) siano stati oggetto di una condanna passata in giudicato per frode, corruzione, partecipazione ad organizzazioni criminali o ad altre attività illegali che arrechino danno agli interessi finanziari delle Comunità; f) in seguito ad altra procedura di concessione di un sostegno o procedura di appalto finanziate dal budget comunitario, siano stati dichiarati gravemente inadempienti per non aver rispettato i loro obblighi contrattuali. I candidati non potranno ricevere alcun finanziamento se si trovano in una delle seguenti situazioni al momento della procedura di ottenimento delle sovvenzioni: a) si trovino in una situazione di conflitto di interessi; b) si siano resi colpevoli di false dichiarazioni nel fornire le informazioni richieste dalla Agenzia quale condizione di partecipazione al relativo Bando per Proposte o che non abbiano fornito tali informazioni. Secondo gli Articoli da 93 a 96 del Regolamento Finanziario, potranno essere comminate dall Agenzia sanzioni amministrative e finanziarie nei confronti dei candidati che si siano resi 9

10 colpevoli di false dichiarazioni, o che siano stati dichiarati gravemente inadempienti per non aver rispettato obblighi contrattuali nell ambito di precedenti contratti o gare di appalto ( calls for tender ). Allo scopo di rispettare le presenti disposizioni, il candidato deve firmare una dichiarazione sull'onore che attesti che lo stesso non si trovi in nessuna delle situazioni riportate negli articoli 93 & 94 del Regolamento Finanziario. Tale dichiarazione è inclusa nei formulari di candidatura nell Annex III. 7. CRITERI DI SELEZIONE I criteri di selezione permettono di valutare la capacità del candidato di portare a termine il progetto proposto. I candidati devono disporre di fonti di finanziamento solide e sufficienti per mantenere la propria attività durante il periodo di realizzazione del progetto per il quale il sostegno viene richiesto. I candidati devono possedere le competenze e le qualifiche professionali richieste per portare a buon fine il progetto proposto. I candidati dovranno presentare una dichiarazione sull'onore, compilata e firmata, che attesta la sua integrità morale, così come la sua capacità finanziaria e operativa di realizzare il progetto presentato. Un modulo di dichiarazione è disponibile nell'annex III dei formulari di candidatura Capacità operativa Allo scopo di poter valutare la capacità operativa, la società candidata è tenuta a fornire, al momento della presentazione della candidatura, i seguenti documenti: - il curriculum vitae del legale rappresentante della società e dei principali collaboratori dell'equipe di creazione del progetto e dei responsabili della gestione della società; - uno storico delle attività della società relative agli ultimi due anni di attività. 7.2 Capacità finanziaria Allo scopo di poter valutare la capacità finanziaria, i candidati devono fornire, i seguenti documenti, quale parte della domanda di candidatura: - i rendiconti annuali, completi, (bilancio, conto economico e analisi...) dell'ultimo esercizio finanziario disponibile, certificati da un esperto/ revisore contabile indipendente abilitato; - una corretta e completa scheda ( Financial Capacity Form ) relativa alla capacità finanziaria della società candidata (Form II.b.) che includa le cifre basate sui più recenti rendiconti disponibili, completi e certificati. Il candidato attesta che tali cifre sono esatte e verificabili. Tali informazioni saranno necessarie alla valutazione della stabilità finanziaria e della capacità di co-finanziamento della società candidata; - la scheda ( Bank Identification Form ) d'identificazione bancaria (Form I.b.) debitamente compilata e firmata dal candidato, da una parte, e firmata e certificata dalla banca, dall'altra. 10

11 Tale formulario deve obbligatoriamente riportare le firme originali dei rappresentanti (legali) della società candidata e della banca. N.B.: Se sulla base dei documenti forniti, la Agenzia ritiene che la capacità finanziaria non sia provata o sia insoddisfacente, essa può: - rifiutare la domanda di candidatura - richiedere informazioni complementari - richiedere una garanzia bancaria - proporre un contratto che comprenda una contribuzione finanziaria, ma senza versare un pre-finanziamento (ossia, che preveda il pagamento di tutto il contributo comunitario proposto dopo approvazione dei consuntivi finali ( Final Reports ) presentati al termine dell'azione). 8. CRITERI DI ASSEGNAZIONE L Agenzia deciderà se concedere contributi finanziari sulla base dei seguenti criteri elencati che daranno i punteggi qui di seguito elencati. Tutte le domande di candidatura che rispondono ai criteri di eleggibilità e di selezione saranno classificate sulla base dei seguenti criteri di assegnazione: Progetti che beneficiano di un sostegno MEDIA allo sviluppo di cataloghi di progetti ( Slate Funding ) per i grandi Paesi e/o di singoli progetti e/o Nuovi Talenti per i Paesi a debole capacità audiovisiva Progetti con un contratto di credito (finanziamento) da parte di un istituto bancario partner della BEI per i grandi Paesi o da parte di qualsiasi istituto bancario o finanziaria per i Paesi a debole capacità audiovisiva Progetti provenienti da Paesi a debole capacità audiovisiva Progetti provenienti dai nuovi 12 Paesi Membri dell'unione Europea Progetti con una dimensione europea: più di un Paese coinvolto nella produzione Co-produzione che copra più di un territorio linguistico 10 punti 10 punti 10 punti 5 punti 3 punti 2 punti (per ogni lingua ufficiale) Nei limiti del budget disponibile, ai progetti che totalizzino il maggior punteggio, sulla base della tabella sopra riportata, verrà concesso un contributo finanziario. Nel caso in cui più progetti totalizzino lo stesso punteggio, sarà preso in esame dal Comitato di valutazione il seguente criterio: Qualità delle strategie di distribuzione e di marketing 0-5 punti 11

12 NB: Nell'ambito del presente Bando per Proposte, tutti i Paesi partecipanti al Programma MEDIA (così come definito nella sezione 5.2) sono considerati a debole capacità di produzione audiovisiva, fatta eccezione per la Francia, l'italia, la Germania, il Regno Unito e la Spagna. 9. CONDIZIONI FINANZIARIE Il contributo finanziario concesso nell'ambito del presente Bando per Proposte sarà sotto forma di sovvenzione, come definito dall Articolo 9.3 della Decisione 1718/2006/EC del Consiglio. Le sovvenzioni comunitarie sono un incentivo alla realizzazione di progetti che si fondano sul principio di co-finanziamento. Qualora il progetto venga selezionato, verrà firmato un contratto tra l Agenzia ed il beneficiario, attraverso il quale il beneficiario si impegna a consentire allo staff dell Agenzia, allo staff dei Revisori della Corte dei Conti delle Comunità Europee, o alle persone da questi autorizzate, regolare accesso nei luoghi o immobili dove il progetto è stato portato avanti ed a tutti i documenti relativi alla gestione tecnica e finanziaria dell'attività. L'accesso di persone autorizzate dall Agenzia potrà essere soggetto ad accordi sulla privacy, tra l Agenzia ed il beneficiario. Il beneficiario accetta inoltre che l Agenzia e la Corte dei Conti delle Comunità Europee, così come le persone da questi autorizzate, possano verificare l'utilizzo che viene fatto del contributo finanziario, conformemente al Regolamento Finanziario del 25 giugno 2002, e successive modifiche, applicabile al budget generale delle Comunità Europee, per tutta la durata del progetto e per un periodo di 5 anni dalla data della sua conclusione. Il beneficiario si impegna a far accettare gli stessi obblighi anche a suoi eventuali partners. Il controllo dell Agenzia o della Corte dei Conti delle Comunità Europee o di qualsiasi persona da questi autorizzata può essere effettuato sulla base dei documenti o sul posto. La Commissione/Agenzia non è vincolata, per il solo fatto di selezionare un particolare candidato, a concedere un sostegno finanziario di entità uguale a quella richiesta (dal beneficiario). L'ottenimento di un contributo non conferisce alcun diritto per gli anni successivi. L'importo concesso non potrà in alcun caso essere superiore a quello richiesto. La somma di tutti gli importi inclusi nel budget preventivo come Producer s investment (investimento del produttore) è considerata come definitivamente assicurata. L'importo del contributo finanziario concesso dall Agenzia a ciascun progetto selezionato sarà determinato secondo i costi sostenuti e la natura del progetto in funzione dei seguenti criteri: - le condizioni stipulate nel contratto di credito (finanziamento), le polizze assicurative ed il contratto di garanzia di buon fine; - il budget di produzione, il piano finanziario e il calendario di realizzazione del progetto; - (all occorrenza), la corretta esecuzione da parte del produttore di precedenti contratti nell ambito dei Programmi MEDIA II e MEDIA Plus (rispetto dei budget di produzione presentati) 12

13 L'importo massimo del contributo finanziario assegnato è di euro a progetto. In ogni caso, l'importo totale del contributo finanziario non potrà superare il 50% dei costi eleggibili rispettivamente per il Modulo 1, il Modulo 2 ed il Modulo 3 o il 60% dei costi eleggibili per i progetti provenienti dai Paesi a debole capacità audiovisiva. Cumulo dei moduli per progetto Il produttore può richiedere un sostegno cumulato per uno stesso progetto nell ambito del Modulo 1, del Modulo 2 e del Modulo 3. Se è possibile ottenere il massimo di euro nell'ambito di un solo modulo, il cumulo dei moduli non sarà possibile. Il tetto minimo del contributo finanziario resta di euro a progetto. Cumulo dei progetti per società Il produttore ha la possibilità di presentare al massimo due progetti. I contributi finanziari saranno tuttavia calcolati progetto per progetto. In ogni caso, l'importo massimo del contributo finanziario concesso sarà di euro per società. Budget e Piano di Finanziamento Tutti i candidati devono presentare i loro budget ed i loro rapporti finanziari esclusivamente in Euro. I candidati di quegli Stati non aderenti alla Unione Monetaria Europea ( Euro zone ), devono convertire il loro budget ed il loro piano finanziario utilizzando il tasso di cambio ufficiale in vigore all'inizio del mese durante il quale la domanda di candidatura viene presentata. Tali tassi di cambio possono essere ottenuti presso i MEDIA Desks e le Antenne nazionali e sul sito della Commissione Europea all'indirizzo: Per qualsiasi budget finale ( Final Budget ) e piano finanziario ( Financial Plan ) da presentare, il tasso di cambio da utilizzare è quello in vigore all'inizio del mese nel corso del quale il rapporto è redatto. Il tasso esatto utilizzato deve essere indicato nello spazio previsto a tale scopo sul formulario del budget ( Budget Form ). Tutti i totali e sub-totali calcolati in Euro devono essere arrotondati a l'unità più prossima (ad esempio: ,49 euro = euro e ,50 euro = euro). Il budget di produzione preventivo ( Forecast Production Budget ) ed il piano finanziario ( Financial Plan ) devono essere in pareggio. Il budget di produzione preventivo ( Forecast Production Budget ) ed il piano finanziario ( Financial Plan ) saranno allegati al contratto firmato tra l Agenzia ed i candidati selezionati. Per quanto riguarda il budget di produzione preventivo ( Forecast Production Budget ), i candidati devono prestare particolare attenzione alla stima dei costi preventivi. I costi preventivi sovrastimati non saranno accettati. Qualsiasi contributo dell Agenzia non può avere generare alcun profitto di qualsiasi natura per i beneficiari (Si definisce profitto l avere ottenuto un eccesso di entrate in rapporto ai costi). Qualsiasi profitto darà luogo ad una riduzione proporzionale dell'importo del contributo definitivo assegnato. Il beneficiario informerà l Agenzia per iscritto di qualsiasi trasferimento tra voci di costo eleggibili che implicano una variazione superiore al 10%. I beneficiari si impegnano ad informare l Agenzia di tutte le modifiche significative del piano finanziario, del budget di produzione e del calendario di realizzazione del progetto per tutta la durata del contratto con l Agenzia. 13

14 9.1 Modalità di pagamento In caso di approvazione definitiva da parte dell Agenzia, un contratto di finanziamento (in euro) che specifica le condizioni ed il livello di finanziamento dell Agenzia, sarà concluso tra l Agenzia e il beneficiario. Gli originali di tale contratto dovranno essere firmati e rinviati all Agenzia, che firmerà per ultima. Il pagamento del contributo comunitario, di norma, si effettuerà in due tranches: - 70% alla firma del contratto tra l Agenzia e la società di produzione; - il saldo dopo presentazione ed approvazione da parte dell Agenzia del rapporto finanziario finale ( Final Financial Report ), che includa le fatture e/o i il rendiconto delle spese certificati dall'organismo interessato (compagnia d'assicurazioni, istituto di credito o società emittente una garanzia di buon fine). Allo scopo di poter autorizzare un pagamento da parte dell Agenzia, potranno essere richieste ai candidati informazioni supplementari al momento della presentazione del budget finale di produzione ( Final Production Budget ) e del piano finanziario ( Financial Plan ). L ammontare di tale contributo finale dipenderà dagli effettivi costi sostenuti dal beneficiario. All occorrenza, al beneficiario verrà richiesto di rimborsare qualsiasi surplus già pagato come parte del pre-finanziamento iniziale. Il beneficiario dovrà fornire prova della corretta esecuzione dell azione sostenuta, della data di scadenza del contratto e certificare l'importo (o gli importi) pagato (i) per tale azione. Il contributo finanziario concesso non potrà superare i euro a progetto, e il 50% dei costi eleggibili rispettivamente per il Modulo 1, il Modulo 2 ed il Modulo 3. (60% per i Paesi a debole capacità audiovisiva). Le verifiche verranno effettuate progetto per progetto. I beneficiari si impegnano ad informare l Agenzia di tutte le modifiche significative del piano finanziario, del budget di produzione e del calendario di realizzazione del progetto per tutta la durata del contratto con l Agenzia. 9.2 Doppio finanziamento Un progetto può portare alla concessione di un solo finanziamento al beneficiario a valere sullo stesso budget comunitario. Il progetto proposto dal candidato non può ricevere un doppio finanziamento per la stessa azione. I candidati devono indicare (all interno della domanda di sostegno) qualsiasi altra domanda di candidatura per un sostegno finanziario che essi abbiano presentato o presenteranno alle Comunità Europee durante lo stesso anno, indicando per ciascun sostegno il Programma Comunitario interessato e l ammontare del sostegno. 9.3 Condizioni Generali relative all eleggibilità dei costi Per poter essere inclusi nella domanda di candidatura e nei budgets finali presentati alla Agenzia, nel quadro del presente Bando per Proposte, tutti i costi devono: - essere specificati nel budget di produzione preventivo [ Forecast Production Budget ] (fornito nell Annex V.a del presente Bando per Proposte) 14

15 - essere ragionevoli e necessari per la realizzazione del progetto; così come conformi ai principi di una sana gestione finanziaria, in particolare per quanto concerne il rapporto costo/efficacia; - essere generati durante il periodo di eleggibilità dei costi. 9.4 Costi eleggibili I soli costi considerati eleggibili sono quelli che siano: - direttamente legati alla produzione dell'opera in questione; - realmente sostenuti dal beneficiario o dai co-produttori dell'opera; - identificabili e verificabili sulla base di documentazione giustificativa; - registrati nella contabilità o nei documenti fiscali del beneficiario o dei co-produttori; - sostenuti nel periodo di eleggibilità dei costi. Le categorie di costi eleggibili sono chiaramente indicate alle voci di costo 7.1 Assicurazioni ( Insurance ), 7.2 "Garanzia di buon fine" ("Completion Guarantee") e 7.3 Oneri finanziari ( Financial Costs ) della sezione del budget di produzione ("Production Budget") del formulario di candidatura, (Annex V.a). Tali costi sono eleggibili a partire dalla data di firma del relativo(i) contratto(i) o dalla data in cui il primo pagamento relativo a tali contratti è stato fatto. Tuttavia, nel compilare il documento "budget di produzione" ("Production Budget"), i candidati devono prestare particolare attenzione ai seguenti punti: Alla voce 7.1 Assicurazioni ( Insurance ): sono eleggibili solamente quelle polizze assicurative legate allo specifico progetto per il quale è stato richiesto il sostegno (preproduzione, produzione, E&O, post-prodzione). Non sono eleggibili le assicurazioni di responsabilità rispetto a terzi relative alla società in generale. Alla voce 7.3 Oneri Finanziari ( Financing costs ), relativi ai finanziamenti bancari: sono eleggibili solamente gli oneri direttamente legati ai contratti di finanziamento per il progetto presentato. I beneficiari di un sostegno comunitario devono inoltre tenere una contabilità analitica chiara dei costi per ciascun progetto sostenuto. Le procedure contabili del beneficiario devono permettere la riconciliazione diretta dei costi ed entrate dichiarati in relazione al progetto sostenuto, con i corrispondenti documenti giustificativi e con la contabilità della società. Tutti i costi diversi da quelli indicati alle voci 7.1, 7.2 e 7.3 sono ineleggibili 9.5 Costi ineleggibili I seguenti costi sono ineleggibili: - Tutti i costi diversi da quelli indicati alle voci 7.1, 7.2 e 7.3 sono ineleggibili, - Ritorno sull investimento; - Debiti ed oneri debitori; - Previsioni di perdite o di future potenziali passività, - Altri interessi debitori (per finalità diverse dal finanziamento del progetto), - Debiti incerti, - Perdite di cambio, - IVA, a meno che il beneficiario possa dimostrare che non sia in grado di recuperarla, 15

16 - Costi dichiarati dal beneficiario e coperti da altre azioni o programmi di lavoro che ricevano un finanziamento comunitario, - Spese eccessive o sconsiderate. 10. SUB-CONTRAENTI ED ACQUISIZIONE DI SERVIZI ESTERNI (APPALTO) Quando la realizzazione del progetto/azione richieda un appalto/sub-appalto, il beneficiario e, all occorrenza, i suoi partner devono indire una gara tra i candidati potenziali e attribuire l appalto al miglior offerente, vale a dire a colui che abbia presentato il miglior rapporto qualità-prezzo, nel rispetto dei principi di trasparenza, di uguaglianza di trattamento per i concorrenti e assenza di conflitto di interessi. 11. PUBBLICITA Tutte le sovvenzioni concesse durante ogni anno fiscale dovranno essere pubblicate sul sito Internet delle Istituzioni Europee nel corso dei primi sei mesi del successivo anno fiscale, nell ambito del budget sotto il quale sono state concesse. Tali informazioni potranno anche essere pubblicate su qualsiasi altra idoneo mezzo, compresa la Gazzetta Ufficiale. Con il permesso del candidato beneficiario (salvo che tali informazioni minaccino la sua sicurezza o pregiudichino i suoi interessi commerciali), l Agenzia pubblicherà le seguenti informazioni: - il nome ed indirizzo del beneficiario - l oggetto del finanziamento - l ammontare concesso e il tasso percentuale del finanziamento. A tutti i candidati beneficiari è richiesto di menzionare chiaramente il sostegno dell Unione Europea in qualsiasi pubblicità o nel corso delle attività per le quali la sovvenzione è stata concessa. Inoltre, a tutti i candidati beneficiari è richiesto di esporre chiaramente il nome ed il logo del Programma MEDIA Plus, su tutte le pubblicazioni ed i materiali pubblicitari prodotti per qualsiasi progetto al quale sia stato assegnato un contributo di co-finanziamento. I loghi ed il testo riguardante il sostegno del Programma MEDIA verranno forniti dall Agenzia. Qualora tale condizione non sia pienamente rispettata, l ammontare del contributo dell Agenzia provvisoriamente concesso potrà essere annullato. 12. STRUTTURA GIURIDICA L Agenzia potrà sottoscrivere un accordo solamente sulla base di valida documentazione che attesti la natura giuridica dei candidati, sia che si tratti di una società (società privata, associazione, ecc.) o di una persona fisica. I candidati devono pertanto fornire copie aggiornate dei seguenti documenti (comprese copie di tutte le modifiche dello statuto, gli emendamenti recenti, i documenti legali di registrazione, i verbali 16

17 di nomina del direttore, dei membri del Consiglio d Amministrazione, degli azionisti, o altri rappresentanti legali): - Un formulario di identificazione bancaria, debitamente compilato, e firmato tanto dal legale rappresentante del candidato che da un rappresentante della banca (Annex I.b). I candidati devono controllare che tutti i dettagli inclusi nel formulario siano a) completi b) corretti e coerenti con le informazioni certificate nei relativi documenti legali; - Un formulario Legal Entity (Annex I.c), debitamente compilato e firmato. Tali formulari possono essere scaricati nella lingua del Paese del candidato dal seguente sito Internet della Commissione: - Una copia del Certificato di registrazione rilasciato dalla competente Autorità (ad esempio, Estratto Camera di Commercio Registro delle Imprese, Gazzetta Ufficiale ecc.), nonché una copia del certificato di attribuzione della Partita IVA, così come dello Statuto (che includano prova del numero di registrazione, la ragione sociale completa della società, la sede sociale, la data ed il luogo di registrazione). Vedi Annex IX. Inoltre: - Nel caso in cui la persona autorizzata a firmare qualsiasi contratto con la Agenzia non sia quella indicata nei suddetti documenti del precedente paragrafo, dovrà essere fornita una lettera o procura (firmata da uno dei legali rappresentanti dell organismo) che conferisca loro l autorità di sottoscrivere contratti con la Agenzia a nome dell organismo. 12. PROCEDURA DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE 13.1 Pubblicazione Il presente Bando per Proposte è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea ed è accessibile sul sito Internet, al seguente indirizzo: nonché, nelle rispettive lingue, sui siti MEDIA dei singoli Paesi aderenti al Programma, che per l Italia: (MEDIA Desk Italia) e (Antenna MEDIA Torino) (vedi sezione 13.5 che segue) 13.2 Formulari di candidatura Le domande di candidatura devono essere presentate utilizzando i Formulari di Candidatura ufficiali (compreso il Budget Form ed il Financial Plan Form, forniti negli Annex V.a e V.b) che devono essere scaricati dai siti Internet indicati nella sezione Le domande di candidatura devono essere dattiloscritte (programma di scrittura per PC/MAC) e presentate di preferenza in inglese o francese Presentazione delle domande di candidatura Le domande di candidatura devono essere presentate: 17

18 al più tardi entro il 3 febbraio 2007 per i progetti iniziati tra l 1 luglio ed il 31 dicembre 2006, ossia per quel(i) contratto(i) con le istituzioni bancarie o le finanziarie che siano stati sottoscritti tra l 1 luglio ed il 31 dicembre In tutti i casi, la produzione del progetto, ossia il primo giorno di riprese, deve aver luogo non prima del 1 luglio Verranno prese in considerazione solamente le domande di candidatura che utilizzino i formulari ufficiali (Annexes I-VII) e siano state correttamente ed integralmente compilate, e che includano un Budget Preventivo di Produzione ("Forecast Production Budget") ed un Piano Finanziario ("Financial Plan"), completi ed in pareggio, [ossia il totale delle entrate ed il totale delle uscite dovrà essere uguale]. Tali formulari di candidatura ufficiali sottoscritti e compilati dovranno essere accompagnati da copie di tutti i documenti allegati indicati nella check-list che è inclusa ai formulari di candidatura. Le domande di candidatura devono essere presentate in una sola copia non fascicolata. Le domande di candidatura incomplete (comprese le domande che non forniscano tutti i documenti richiesti nella check-list, inclusa nei formulari di candidatura) e le domande di candidatura presentate dopo il relativo termine di scadenza verranno respinte. Tutti i plichi contenenti domande di candidatura devono chiaramente riportare la dicitura: CALL FOR PROPOSALS 13/2006 i2i AUDIOVISUAL. Tutte le domande di candidatura devono essere inviate per posta raccomandata o per corriere espresso o consegnate a mano (a spese della società proponente) entro il 2/02/2007 (fa fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Education, Audiovisual and Culture Executive Agency (EACEA) MEDIA Programme Mr. Costas Daskalakis BOUR 3/30 Avenue de Bourget 1 B-1049 Brussels BELGIUM Le proposte recapitate a mano devono essere consegnate entro le ore del relativo giorno di scadenza. Le domande di candidatura inviate per fax o non saranno accettate. Nessun emendamento / modifica alla domanda di candidatura sarà accettata successivamente al ricevimento da parte dell Agenzia. Tuttavia, l Agenzia si riserva il diritto di richiedere informazioni supplementari ai candidati per chiarire aspetti della domanda. I candidati dovranno dare pronta ed integrale risposta a tali richieste. I candidati saranno informati (attraverso ricevuta di ritorno) del ricevimento della propria domanda di candidatura entro 10 giorni lavorativi successivi al ricevimento. Le domande di candidatura ineleggibili non saranno prese in considerazione dall Agenzia per un contributo. I candidati riceveranno lettera che indica le ragioni di tale ineleggibilità. I candidati saranno informati appena possibile riguardo la decisione dell Agenzia di concedere loro o meno un contributo finanziario. Tale decisione sarà inappellabile. 18

19 Le domande di candidatura selezionate saranno oggetto di un analisi finanziaria. In tale quadro la Agenzia potrà richiedere informazioni supplementari o garanzie ai candidati prima di prendere qualsiasi decisione finale riguardo la concessione del finanziamento. I candidati dovranno dare pronta ed integrale risposta a tali richieste. I candidati beneficiari si impegnano a realizzare il progetto come presentato nel formulario di candidatura. Nessun dossier o documentazione presentata verrà restituito ai candidati al termine della procedura di valutazione e selezione Regole applicabili - Regolamento del Consiglio (EC Euratom) n 1605/2002 del 25 giugno 2002 concernente le Regole Finanziarie applicabili ai budget delle Comunità Europee - Regolamento del Consiglio (EC Euratom) n 2342/2002 del 23 dicembre 2002 (attuazione delle regole concernenti Il Regolamento del Consiglio) - Regolamento 1261/2005 della Commissione del 20 luglio 2005 di modifica del regolamento 2342/2002 del 23 dicembre 2002 ed emendato dal Regolamento 1248/2006 della Commissione del 7 agosto 2006 sul Regolamento Finanziario applicabile al bilancio generale delle Comunità Europee - Decisione n. 1718/2006/EC del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 novembre 2006 in materia di implementazione di un programma di supporto per il settore audiovisivo europeo (MEDIA 2007) 13.5 Contatti Per qualsiasi ulteriore informazione si prega contattare: In Italia MEDIA Desk Italia c/o A.N.I.C.A. Viale Regina Margherita, Roma Tel Fax o: Antenna MEDIA Torino c/o FERT Piazza Carignano, Torino Tel Fax oppure, a Bruxelles Education, Audiovisual and Culture Executive Agency (EACEA) Eleni Chandrinou BOUR 3/38 B-1049 Brussels Tel.: Fax:

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo VADEMECUM Finanziamenti diretti europei Come redigere un progetto di successo redazione: Petra Sevvi, Renata Tomi Info Point Europa della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Europa Ufficio

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

MODULO DI CANDIDATURA

MODULO DI CANDIDATURA MODULO DI CANDIDATURA Gentile Signora/Egregio Signore, troverà in allegato la candidatura di [nome del fornitore di servizi] in risposta all invito a manifestare interesse relativo ai fornitori di dati

Dettagli

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II

Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II 2015/S 082-144972 Fornitura di un'unità di gestione del programma per l'attuazione del programma TradeCom II Bando di gara relativo a un appalto di servizi Ubicazione tutti i paesi ACP 1.Riferimento della

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI E PREMI PER LA DIVULGAZIONE DEL LIBRO ITALIANO E PER LA TRADUZIONE DI OPERE LETTERARIE E SCIENTIFICHE,

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 46 che, all articolo 14, ha istituito il Fondo speciale rotativo per l innovazione tecnologica; Visto il decreto-legge 22 giugno

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA C 17/10 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 20.1.2015 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Linee guida EACEA 03/2015 Iniziativa Volontari dell Unione

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee Scuole Europee Ufficio del Segretario generale Segretariato Generale Rif. : 2009-D-422-it-5 Orig. : FR Versione: IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e

Dettagli

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010

Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19, della Legge 240/2010 Art. 1 - Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i procedimenti di selezione,

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO ------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO Gli Stati firmatari della presente convenzione, coscienti della

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI

CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI CONVENZIONE EUROPEA SULL'ESERCIZIO DEI DIRITTI DEI MINORI Adottata dal Consiglio d'europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 Preambolo Gli Stati membri del Consiglio d'europa e gli altri Stati, firmatari

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE VISTO il decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell economia

Dettagli

Direttive comunitarie che coordinano le seguenti procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici:

Direttive comunitarie che coordinano le seguenti procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici: Versione finale del 29/11/2007 COCOF 07/0037/03-IT COMMISSIONE EUROPEA ORIENTAMENTI PER LA DETERMINAZIONE DELLE RETTIFICHE FINANZIARIE DA APPLICARE ALLE SPESE COFINANZIATE DAI FONDI STRUTTURALI E DAL FONDO

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020)

LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020) LINEE GUIDA PER LA PARTECIPAZIONE AI PROGRAMMI A GESTIONE DIRETTA DELL UNIONE EUROPEA (2014-2020) PREMESSA Per l attuazione delle proprie politiche la Commissione europea finanzia un ampio numero di programmi/strumenti

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI

TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA ED IL REGNO DELL'ARABIA SAUDITA SULLA RECIPROCA PROMOZIONE E PROTEZIONE DEGLI INVESTIMENTI La Repubblica Italiana ed il Regno dell Arabia Saudita desiderando intensificare

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito

Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito Il mio ricorso alla CEDU: Come presentarlo e in che modo lo stesso viene gestito La Corte dichiara inammissibili la maggior parte dei ricorsi senza esaminarli nel merito, a causa del mancato rispetto dei

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli