DISTRETTO SOCIOSANITARIO 4 ALBENGANESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISTRETTO SOCIOSANITARIO 4 ALBENGANESE"

Transcript

1 DISTRETTO SOCIOSANITARIO 4 ALBENGANESE Alassio, Albenga, Andora, Arnasco, Casanova Lerrone, Castelbianco, Castelvecchio di Rocca Barbena, Ceriale, Cisano Sul Neva, Erli, Garlenda, Laigueglia, Nasino, Onzo, Ortovero, Stellanello, Testico, Vendone, Villanova d Albenga, Zuccarello 5 Ambiti Territoriali Sociali Superficie territoriale di circa 302 kmq ASL 2 SAVONESE Dipartimento Cure Primarie ed Attività Distrettuali - Distretto Sanitario Albenganese -

2 CARTA DEI SERVIZI SOCIOSANITARI DEL TERRITORIO Pubblicazione a cura di: Distretto Sociosanitario n 4 Albenganese Direttore Sanitario Dr. Antonio Bortolaso

3 INDICE Pagina INFORMAZIONI GENERALI Il Territorio, il Distretto Sociosanitario, Gli Ambiti Territoriali Sociali 8 Indirizzi e recapiti telefonici del Distretto Sociosanitario, degli ATS e delle Sedi Comunali Servizi Sociali e Socio Sanitari Distrettuali 11 Informazioni sull I.S.E.E. 13 Amministratore di Sostegno 13 Elenco CAF 14 I.N.P.S. 15 ACCESSO AI SERVIZI SOCIOSANITARI Sportelli di Cittadinanza 17 Sportello Integrato Sociosanitario 18 Centro per l Impiego 19 I.N.P.S. 20 I.N.A.I.L. 20 Dipartimento Cure Primarie ed Attività Distrettuali 10 Servizio Medicina di Base e Specialistica 22 Ambulatori Specialistici 23 Sedi Centro Unico di Prenotazione (C.U.P.) 27 Centro Prelievi Ematochimici 27 Elenco dei Medici di Medicina di Base 28 Elenco dei Medici Specialisti Pediatri di Libera Scelta 36 Farmacie Convenzionate de Distretto Sanitario Albenganese 37 3

4 DISTRETTO SANITARIO ALBENGANESE SERVIZI PER L AUTONOMIA DELLA PERSONA DISABILE Sportello di Informazione sulla Disabilità 40 Certificazioni di Invalidità Civile e Handicap 41 Assistenza Scolastica e Ausili Didattici 42 Inserimento Lavorativo Persone Disabili (SILD) 42 Contributi Abbattimento Barriere Architettoniche 43 Unità di Valutazione Multidisciplinare 43 Riabilitazione 44 Centro Riabilitativo Il Deltaplano 44 Centro Filtro Giovani 44 SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA Certificazioni di Invalidità Civile ed Handicap 45 Indennità di Accompagnamento 46 Fondo Regionale per la non autosufficienza 47 Servizio di Assistenza Protesica 48 INVECCHIAMENTO ATTIVO (L.R. 48 del 3/11/2009) Anziani Socialmente Utili 49 Centri Ricreativi per Anziani 49 Elenco Centri Ricreativi per Anziani 49 Progetti 50 Trasporto Sociale 51 SERVIZI DOMICILIARI Assistenza Domiciliare 52 Telesoccorso e Telecompagnia 54 Pasti Caldi a Domicilio 54 4

5 CENTRI DIURNI E RESIDENZE Centri Diurni per Disabili 55 Alloggi Protetti 55 Strutture Residenziali per Disabili 55 Elenco Strutture Residenziali per Disabili 55 Residenze per Anziani 56 Hospice 58 Servizi Socio-Educativi per l Infanzia e l Adolescenza STRUTTURA SEMPLICE ASSISTENZA CONSULTORIALE Consultorio Familiare 60 Servizi per la Prima Infanzia 63 Elenco Servizi per la Prima Infanzia 63 Sostegno Educativo 64 Affido Familiare ed Educativo 64 Campi Solari 65 Elenco Campi Solari 65 Centri di aggregazione per Ragazzi 65 SERVIZI A SOSTEGNO DELLA GENITORIALITA Mediazione Familiare 66 Adozione Nazionale ed Internazionale 67 Sostegno Psicologico 68 Assistenza Pediatrica Consultoriale 68 Assistenza Ostetrico-Ginecologica 69 Servizio di Neuropsicopatologia dell Età Evolutiva 69 Comunità per donne e madri con bambini 70 5

6 SERVIZI DI SOSTEGNO ECONOMICO Assegno di Maternità 71 Assegno al Nucleo Familiare numeroso 71 Agevolazioni Fiscali, Tariffarie ed Esenzioni 72 Contributi per il pagamento degli affitti 72 Interventi di Sostegno al Reddito 72 Dipartimento Di Salute Mentale e Dipendenze Struttura Complessa di Salute Mentale 74 Centri per i Disturbi dell Alimentazione e dell Adolescenza 76 Servizio Tossicodipendenza-Ser.T 77 Gruppi di Auto-Aiuto 78 Dipartimento Di Prevenzione Struttura Semplice Igiene e Sanità Pubblica 80 Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (P.S.A.L.) 80 Igiene degli Alimenti e Nutrizione 81 Servizio Veterinaria 81 Ospedale Civile S. M. Misericordia 82 Ricovero Ospedaliero 83 Ricovero in regime di Day Hospital e Day Surgery 83 GUIDA TELEFONICA AI SERVIZI 84 6

7 Dipartimento Cure Primarie ed Attività Distrettuali 7

8 Il territorio Il Distretto Sociosanitario Gli Ambiti Territoriali Sociali Il Distretto Sociosanitario è la dimensione territoriale in cui si integrano i Servizi Sociali dei Comuni con i Servizi Sanitari e Sociosanitari dell Azienda Sanitaria Locale. L Asl 2 Savonese è suddivisa in quattro distretti, di cui fa parte il Distretto Sociosanitario 4 Albenganese. Il Distretto Sociosanitario 4 Albenganese è governato dal Comitato dei Sindaci e coordinato dall Unità Distrettuale composta dal direttore sociale e dal direttore sanitario. L accesso ai Servizi Sociosanitari avviene attraverso lo Sportello Integrato Sociosanitario. Il Distretto Albenganese è suddiviso in 5 Ambiti Territoriali Sociali. La sede di ciascuno è presso il Comune capofila: Albenga, Alassio, Andora, Ceriale e Settore Ispettorato Agrario Regionale ex Comunità Montana. L Ambito Territoriale Sociale è la sede di erogazione dei Servizi Sociali. Al suo interno opera una équipe, guidata da un Assistente Sociale Coordinatore. L accesso ai servizi dell Ambito Territoriale Sociale avviene attraverso lo Sportello di Cittadinanza Nella tabella sono indicati gli Ambiti Territoriali Sociali del Distretto Albenganese ed i Comuni che ne fanno parte. 8

9 Distretto Sociosanitario n 4 Albenganese Ambito Territoriale Sociale COMUNI Ats 15 Comune di Andora Ats 16 Comune di Alassio Ats 17 Comune di Albenga Ats 18 Settore Ispettorato Agrario Regionale (ex Comunità Montana) Arnasco, Casanova Lerrone, Castelbianco, Castelvecchio di R.B., Cisano S.N., Erli, Garlenda, Laigueglia, Nasino, Onzo, Ortovero, Stellanello, Testico, Vendone, Villanova d Albenga, Zuccarello Ats. 19 Comune di Ceriale La numerazione degli Ambiti Territoriali Sociali e dei Distretti Sociosanitari è stata data dalla Regione Liguria 9

10 Distretto Sociosanitario n 4 Albenganese: Viale Martiri della Libertà, 1 Albenga tel telefax Via Trieste, 54 Albenga tel /09 telefax Ambiti Territoriali Sociali: Comuni Indirizzo Telefono 15. Ats Andora Via Cavour, Fax Ats Alassio Piazza della Libertà Fax Ats Albenga Viale Martiri della Libertà Fax Ats (ex Comunità Montana) Comune capofila Laigueglia via Genova Laigueglia Mercoledì dalle ore 8.30 alle ore Fax Indirizzi e Recapiti telefonici 19. Ats Ceriale Piazza Nuova Italia, Tel Fax Sedi delle Amministrazioni Comunali Comune Indirizzo Telefono Andora Via Cavour Alassio Piazza della Libertà Albenga Piazza S. Michele Arnasco Piazza IV Novembre Casanova Lerrone Via Roma Castelbianco Via Veravo Castelvecchio R.B. Via Provinciale Erli Via Piemonte Garlenda Via Roma Laigueglia Piazza S. Matteo Nasino Via Montegrappa Onzo Via Capitolo Ortovero Via Roma Stellanello Via Roma Testico Piazza IV novembre Vendone Via al Capoluogo Villanova d Albenga Via Albenga Zuccarello Via A. Tornatore Cisano s/neva Via A. Colombo Ceriale Piazza Nuova Italia

11 I Servizi Sociali del Distretto Socio Sanitario I servizi sociali sono l insieme degli interventi rivolti alle persone per assicurarne la protezione e la promozione sociale. L obiettivo è prevenire, rimuovere o ridurre le condizioni di bisogno e di disagio individuale e familiare, derivanti da inadeguatezza di reddito, difficoltà sociali e condizioni di non autonomia. E compito dei Comuni, attraverso gli Ambiti Territoriali Sociali, provvedere all offerta dei servizi, insieme ad altri soggetti che costituiscono la rete di protezione sociale, associazioni di volontariato ed enti di promozione sociale, cooperative sociali, fondazioni, organismi religiosi, patronati ed altri soggetti privati. Gli Ambiti Territoriali Sociali collaborano inoltre con i Servizi Sociosanitari della Asl (Azienda Sanitaria Locale) per garantire al cittadino con problemi di salute, una continuità di cura attraverso l integrazione tra interventi sociali ed interventi sanitari. Alla costruzione della comunità solidale partecipano anche le persone e le famiglie, attraverso forme di auto-aiuto, buon vicinato e cittadinanza attiva. A chi è rivolto Ai Servizi Sociali illustrati nella presente Guida possono accedere i residenti nei Comuni del Distretto, cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in possesso di permesso di soggiorno. Ogni cittadino può rivolgersi ad uno degli Sportelli di Cittadinanza del proprio Ambito Territoriale Sociale. Ai servizi di informazione e consulenza invece può accedere chiunque. Hanno la precedenza nell accesso ai servizi i soggetti in condizione di povertà, i soggetti fragili che per inabilità di ordine fisico o psichico non sono in grado di provvedere alle proprie esigenze, i soggetti con difficoltà di inserimento nella vita sociale e nel mercato del lavoro, nonché i soggetti per i quali l autorità giudiziaria richiede un intervento assistenziale. (vedi pag. 72) Costi I servizi possono essere gratuiti o a pagamento. Per i servizi a pagamento sono previste riduzioni o esenzioni in base alla condizione economica del richiedente, documentata con l ISEE. 11

12 I Servizi sociosanitari Distrettuali I servizi sociosanitari sono interventi rivolti a persone che presentano problematiche di tipo sociale unite a problematiche di tipo sanitario. Queste condizioni richiedono interventi che siano in grado di assumere l'insieme dei problemi della persona e dei suoi familiari. In alcuni casi si tratta di affrontare problematiche di non autosufficienza legate all'invecchiamento o a gravi disabilità. In altri l'obiettivo è sostenere la donna nella procreazione e nella maternità. In altri casi ancora le persone presentano problemi di salute mentale o dipendenza. Alcuni interventi mirano a sostenere la persona con disabilità nel proprio percorso di autonomia. Gli interventi sociosanitari si articolano in servizi di informazione e consulenza, servizi ambulatoriali, domiciliari, semiresidenziali e residenziali, di inserimento sociale e lavorativo. A chi è rivolto Ai Servizi Sociosanitari possono accedere tutte le persone in relazione al proprio bisogno di salute. Costi Il costo dei Servizi Sociosanitari è di solito composto da una quota sociale ed una quota sanitaria (All. C del DPCM 29/11/2001). Alcuni servizi sono gratuiti al cittadino. Per altri, come ad esempio gli inserimenti in struttura residenziale, la quota sanitaria è pagata dalla Asl, mentre la quota sociale spetta al cittadino. Per la quota sociale è possibile un intervento parziale o totale del Comune di residenza, in base alla condizione economica del richiedente, documentata con l ISEE Dove Sportelli di Cittadinanza dell Ambito Territoriale Sociale di residenza (vedi pag. 10) Sportello Integrato Sociosanitario ubicato in Via Trieste, 54 Tel Orari al pubblico: lunedì e venerdì dalle ore alle ore martedì dalle ore alle ore

13 Informazioni sull ISEE ISEE è l abbreviazione di Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Si tratta di un sistema nazionale per misurare la situazione economica delle famiglie. Viene utilizzato come criterio di accesso ad alcuni servizi e per ottenere agevolazioni tariffarie basate sulla condizione economica. Per il calcolo dell ISEE sono necessarie informazioni sulla propria condizione reddituale e patrimoniale. Ai fini della valutazione della situazione economica si fa riferimento al nucleo familiare composto dal richiedente medesimo, dai soggetti con cui convive e da quelli considerati a carico del nucleo. A chi è rivolto Tutte le persone che sono tenute a presentare la certificazione ISEE per accedere ai servizi o per ottenere agevolazioni tariffarie. Costo E possibile ottenere gratuitamente il calcolo dell ISEE presso gli sportelli dei Centri di Assistenza Fiscale (CAAF) presenti sul territorio. Documenti richiesti Per poter calcolare il valore ISEE del nucleo è necessaria la documentazione relativa alla composizione del nucleo familiare, ai redditi, ai patrimoni mobiliari ed immobiliari, alle condizioni di invalidità e ad alcune tipologie di spese (mutuo, affitto, assicurazioni, ): Autocertificazione o stato di famiglia Fotocopia Carta d Identità del dichiarante Codici fiscali dell intero nucleo familiare Eventuale attestazione invalidità civile (L. 104/92) Eventuale contratto d affitto regolarmente registrato Premi pagati fino al 31/12 dell anno antecedente per i contratti di assicurazione mista sulla vita Reddito: ultimo modello CUD o 730, 740 o UNICO di ogni componente del nucleo familiare titolare di reddito Terreni e fabbricati: servono i dati catastali e la dichiarazione del valore di ciascun immobile posseduto al 31/12 dell anno precedente la dichiarazione stessa, ricavato dalla denuncia dell ICI o del mod. 730, 740, UNICO Se esiste un mutuo occorre dichiarare il capitale residuo ancora da versare Beni mobili: dichiarazione del valore complessivo dei depositi in c/c bancario o postale (al netto degli interessi) e il valore nominale degli investimenti (in azioni, titoli di Stato, obbligazioni, certificati di deposito e altro) al 31/12 dell anno precedente. Codice IBAN (obbligatorio) della banca o posta o intermediario che gestisce il patrimonio mobiliare Tutti i dati vengono inseriti in una banca dati presso l INPS. In caso di dichiarazioni non veritiere, le prestazioni saranno revocate e scatteranno le denunce alla Autorità Giudiziaria. Amministratore di Sostegno L amministratore di sostegno è una persona incaricata dal Tribunale per la gestione del patrimonio di coloro che non sono in grado di occuparsene autonomamente. Lo Sportello di Cittadinanza offre un servizio di orientamento ed accompagnamento burocratico per aiutare le famiglie che necessitano di indicazioni per la nomina di un amministratore di sostegno da parte del Tribunale competente del territorio (Tribunale di Savona). Gli operatori avviano le procedure idonee affinché un parente o una persona esterna di fiducia possa essere nominato. 13

14 E possibile rivolgersi a qualunque Centro di Assistenza Fiscale (CAAF) presente sul territorio. Si consiglia di contattare l ufficio telefonicamente per conoscere i giorni e gli orari di ricevimento: Città Denominazione Indirizzo Telefono CAMERA DEL LAVORO -CGIL CISL -CAAF Via Mazzini 64 CNA ARTIGIANI CONSULENZA Srl Via Trieste Largo Paganini, CONFARTIGIANATO ALBENGA CSA Via Mameli 14/ CONF. ITALIANA AGRICOLTORI Via Dalmazia I.R.I.P.A. COMITATO PROVINCIALE Via Dalmazia Elenco CAF ALBENGA FED. PROV. COLT.DIRETTI E.P.A.C.A. Via Dalmazia PATRONATO A.C.L.I. Viale Martiri U.G.L. Via Dr. Beffa 11 U.I.L. - ITAL Via M. Lengueglia UNIONE PROV.LE AGRICOLTORI SV Via Patrioti C.A.A.F. 50 & PIU Largo Paganini 1 ALASSIO CAMERA DEL LAVORO CGIL CONFARTIGIANATO ALASSIO CSA Via Milite Ignoto Viale L. Da Vinci CONFESERCENTI Via L. Sollai PLURISERVICE Via L. Sollai ALBERGATORI ALASSIO C.N.A. SERVIZI Srl Via Carminati 102 Via Gibb CONFARTIGIANATO P.zza S. Caterina ANDORA CENTRO SVILUPPO AZIENDALE C.S.A. P.zza S. Caterina

15 I.N.P.S. DOVE Albenga, Via Noberasco, 8 (adiacente Ospedale S.M.Misericordia) Telefono Fax: ORARI Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Dalle ore 8.30 alle ore N Verde dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore Sabato dalle ore 8.00 alle ore

16 Distretto Sanitario Albenganese Accesso Ai Servizi Socio Sanitari 16

17 Sportelli di cittadinanza Gli Sportelli di Cittadinanza sono la porta di ingresso per i cittadini che vogliono conoscere ed utilizzare i servizi sociali e sociosanitari presenti sul territorio. Forniscono informazioni sulle associazioni di volontariato e di promozione sociale presenti nel territorio. Il personale degli Sportelli ha il compito di accogliere le richieste dei cittadini che necessitano di informazioni, consulenza ed accompagnamento sociale. Le/gli assistenti sociali che operano presso lo Sportello di Cittadinanza svolgono attività di segretariato sociale: offrendo informazioni e consulenza sulle opportunità e sui servizi sociali e sociosanitari accogliendo le richieste di aiuto ed attivando specifici interventi di sostegno alle persone, in particolare assistenza domiciliare, sostegno socio - educativo, aiuto personale e familiare. I colloqui si svolgono in ambienti riservati e rispettosi della privacy delle persone. L assistente sociale esamina la richiesta di assistenza e, a seguito di un attenta valutazione sociale, attiva in accordo con l utente gli interventi necessari. Attraverso incontri periodici il personale dello Sportello verifica l andamento delle attività avviate. Qualora le persone abbiano serie difficoltà di spostamento, gli incontri ed i colloqui potranno svolgersi a domicilio del richiedente. Allo Sportello di Cittadinanza si accede negli orari di ricevimento libero o su appuntamento. Il servizio si rivolge a tutti ed è gratuito. In tutti gli Ats del Distretto Socio-Sanitario Albenganese sono presenti gli Sportelli di Cittadinanza con le sedi ed i recapiti di seguito indicati. CITTA INDIRIZZO TELEFONO E FAX ALBENGA ALASSIO ANDORA CERIALE V.le Martiri della Libertà, Albenga P.zza della Liberta, Alassio Via Cavour, Andora P.zza Nuova Italia, Ceriale Tel /5/6 Fax Tel Fax Tel /75 Fax Tel Fax SETTORE ISPETTORATO AGRARIO REGIONALE (EX COMUNITA MONTANA): Arnasco, Casanova L. Castelbianco, Castelvecchoi R.B., Erli, Garlenda, Laigueglia, Nasino, Onzo, Ortovero, Stellanello, Testico, Vendone, Villanova d Albenga Via Niccolari, 9/ Albenga (Non esiste centralino) Telefono

18 Il Distretto Sociosanitario organizza l accesso unificato alle prestazioni, attraverso lo Sportello integrato Sociosanitario. Le funzioni dello Sportello integrato, sono riassumibili in: Informazione e consulenza Orientamento sulla scelta delle prestazioni Segnalazione al servizio competente per la presa in carico Raccolta ed elaborazione dati Lo Sportello ha i suoi punti di accesso presso gli Sportelli di Cittadinanza collocati negli Ambiti Territoriali Sociali e può anche essere collegato alla rete degli Sportelli Sociali attivati da enti pubblici, da soggetti del Terzo Settore, da patronati e dal privato sociale. E un attività di front office e di back office. Per il front office è necessaria una contestuale presenza di operatori dei Comuni e dell ASL. Non sono previsti tempi di attesa. PROFESSIONALITÀ COINVOLTE NELL ACCOGLIENZA: Sportello Integrato Socio Sanitario A chi è rivolto ASSISTENTE SOCIALE del comparto sociale del Distretto Sociosanitario n. 4 Albenganese ed OPERATORE AMMINISTRATIVO del Distretto Sanitario 4/ A.S.L 2 Savonese. Ricevimento al pubblico in compresenza, per fornire risposte sociosanitarie quanto più esaustive e complete (risposte multidimensionali). PRESTAZIONI OFFERTE: Gestione Fondo Regionale Non Autosufficienza (FRNA): Interventi a favore della non autosufficienza di cui all art. 46 ex L.R. 12/96 e D.G.R. n del 20/10/2006: valutazione della non autosufficienza, stesura di progetti individualizzati di assistenza (P.I.A.) e loro monitoraggio, erogazione della misura economica a sostegno delle famiglie Gestione richieste per soggetti anziani di residenzialità in regime di convenzionamento con S.S.N. c/o le Residenze Protette convenzionate ASL 2 Savonese Gestione Elenco Assistenti Familiari in collaborazione con CARITAS DIOCESANA sede di Albenga (informativa recapiti e disponibilità lavorative); Gestione Rimborsi Alimenti per Nefropatici Gestione rimborsi Farmaci di fascia C per malattie rare Ritiro domande per rimborso vaccini antiallergici Ritiro domande per rimborso modifica strumenti di guida SEGRETARIATO SOCIOSANITARIO relativo a: Informativa e rilascio modulistica per l ammissione alla rete dei servizi di assistenza sociosanitaria territoriale per soggetti anziani: Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.), Nucleo Demenze, Cure Palliative, Residenze Protette (R.P.),Centri Diurni; o Informativa, rilascio modulistica e ritiro richieste di: semi residenzialità (centri diurni) e residenzialità, ammissione alla rete dei Servizi di assistenza riabilitativa territoriale (trattamenti ambulatoriali, assistenza domiciliare, accesso ai servizi di inserimento lavorativo) per soggetti disabili Informativa Diritti Disabili: esempio richiesta di montascale, Contrassegno Invalidi Civili per auto, e Posto auto riservato Informativa e rilascio modulistica per richiesta di ausili e protesi per l Assistenza dei Disabili Informativa per richiesta Invalidità Civile, Aggravamento/Accompagnamento, L.104/92 Informativa Sedi ed Orari Sportelli di Cittadinanza dei Comuni e dei Servizi A.S.L. n. 2 Savonese, Patronati, Centro per l impiego e INPS Informativa e Pubblicizzazione Servizio Mediazione Familiare Informativa e Pubblicizzazione Gruppi Di Auto Aiuto Per Genitori di Adolescenti Informativa e Pubblicizzazione Sportello Antiviolenza Donne Artemisia Gentileschi Il servizio si rivolge a tutte le persone, in particolare anziane o con disabilità, che necessitino di Costi Il servizio è gratuito. Dove Albenga, Via Trieste n. 54 Tel Fax Orari Lunedì e Venerdì dalle ore alle ore Martedì dalle ore alle ore

19 Centro per l'impiego I Centri per l'impiego hanno l'obiettivo di favorire l'incontro tra domanda e offerta di lavoro. In particolare offrono: Informazione e consulenza: sul mercato del lavoro sulle opportunità di lavoro e formazione sulle tipologie contrattuali e le agevolazioni disponibili per le aziende sulla documentazione e le comunicazioni obbligatorie da inviare in caso di assunzione di personale da parte di un impresa Orientamento: colloqui individuali di primo orientamento finalizzati alla rilevazione delle competenze acquisite nella scuola e nei percorsi di formazione e lavoro sostegno nella ricerca attiva del lavoro Incontro Domanda e Offerta di Lavoro: inserimento delle candidature nella banca dati provinciale (Sistema Informativo Lavoro della Regione Liguria) per l'eventuale segnalazione alle imprese interessate all'assunzione di personale servizi di preselezione per le imprese che ricercano persone da impiegare nelle proprie attività Auto consultazione: offerte di lavoro e di formazione provenienti dal settore pubblico e privato pubblicazioni specializzate per favorire l'orientamento formativo-professionale A chi è rivolto Cittadini in cerca di lavoro e imprese che richiedono un supporto nella selezione ed assunzione di personale. Sono previsti servizi dedicati ai lavoratori con disabilità. Indirizzo Centro per l Impiego Albenga, Via Regione Bagnoli 39 (loc. Serre). Tel Fax Orari dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore martedì e giovedì dalle ore alle ore

20 I.N.P.S. DOVE Albenga, Via Noberasco, 8 (adiacente all Ospedale S. M. Misericordia) Telefono Fax: ORARI Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì dalle ore 8.30 alle ore N Verde dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore Sabato dalle ore 8.00 alle ore I.N.A.I.L. DOVE Albenga, Via Noberasco, 8 (adiacente all Ospedale S. M. Misericordia) Telefono Fax: ORARI Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.30 alle ore il Martedì dalle ore 8.30 alle ore e dalle ore alle ore pec 20

21 Distretto Sanitario Albenganese Dipartimento Cure Primarie ed Attività Distrettuali 21

22 Servizio Medicina di Base e Specialistica Indirizzo La struttura che ospita gli uffici della Medicina di Base è situata presso l Ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga in viale Martiri della Foce n. 40 Albenga Tel Fax Orari Orario al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore martedì e giovedì anche dalle ore alle ore Si svolgono le seguenti attività Anagrafe assistiti e gestioni correlate compreso settore autorizzativo: scelte revoche del medico di famiglia esenzioni tickets per patologia rimborsi vari per visite occasionali, nefropatici, T.B.C. autorizzazioni prestazioni di particolare impegno professionale autorizzazioni trasporti in ambulanza Assistenza all estero: autorizzazioni assistenza indiretta all estero D.M prestazioni all estero (ex art. 34 regolamento C.E.E. 574/72) E112 e similari ( il modello E111 per i Paesi CEE è stato sostituito dalla tessera sanitaria Europea inviata da Roma ). Addebiti casse estere Rapporti con casse estere Iscrizioni cittadini stranieri Distacco lavoratori italiani estero L Assistenza specialistica è svolta presso gli ambulatori situati nell Ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga. 22

23 AMBULATORI SPECIALISTICI AMBULATORIO DI OCULISTICA SPECIALISTA Dr.ssa FERRANDO M.PIERINA Dr. PESSINA ROBERTO Dr. COCCO MASSIMO Dr.ssa BORGHI ELISABETTA GIORNO LUNEDI MARTEDI MERCOLEDI GIOVEDI VENERDI AMBULATORIO DI ODONTOIATRIA SPECIALISTA Dr. CUCINOTTA FRANCO Dr. CASALE LORENZO GIORNO MARTEDI MERCOLEDI GIOVEDI AMBULATORIO DI CHIRURGIA PEDIATRICA SPECIALISTA EQUIPE MEDICA CH PEDIATRICA S. PAOLO SAVONA GIORNO VENERDI 1 volta al mese su appuntamento AMBULATORIO DI GINECOLOGIA SPECIALISTA Dr. LOVISETTI CARLO GIORNO GIOVEDI' 23

24 AMBULATORIO DI OTORINOLARINGOIATRA SPECIALISTA Dr. MANGINO PIERO GIORNO MARTEDI MERCOLEDI AMBULATORIO DI PEDIATRIA SPECIALISTA EQUIPE MEDICA PEDIATRIA OSPEDALE DI S. CORONA GIORNO GIOVEDI AMBULATORIO DI NEUROLOGIA SPECIALISTA GIORNO Dr.ssa CANEPA CINZIA GIOVEDI AMBULATORIO DI CHIRURGIA PLASTICA SPECIALISTA GIORNO Dr. GERVASIO NICOLA GIOVEDI AMBULATORIO DI PSICHIATRIA SPACIALISTA GIORNO Dr. FIZZOTTI CARLO GIOVEDI 24

25 AMBULATORIO DI PSICOLOGIA SPECIALISTA PSICOLOGI CENTRO SALUTE MENTALE ALBENGA GIORNO LUNEDI AMBULATORIO DI ORTOPEDIA SPECIALISTA Dr. LAVA PIER FEDERICO GIORNO MARTEDI AMBULATORIO DI REUMATOLOGIA SPECIALISTA EQUIPE MEDICA OSPEDALE DI SAVONA GIORNO MERCOLEDI 25

26 Assistenza Infermieristica Ambulatoriale L assistenza infermieristica ambulatoriale ( misurazione pressione. piccole medicazioni, terapia iniettiva intramuscolare in quest ultimo caso è necessario la richiesta sul ricettario medico ) senza appuntamento viene svolta: Albenga c/o Ospedale Santa Maria di Misericordia in Viale Martiri della Foce, 40 Tel. 0182/ Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore Villanova d Albenga in via Martiri della Libertà, 15 tel. 0182/ orario: dal lunedì al venerdì dalle ore alle ore Ambulatorio di Logopedia Dr.ssa Panero Antonella Servizio Recupero Rieducazione Funzionale Fisiokinesiterapia Albenga c/o Ospedale Santa Maria di Misericordia in Viale Martiri della Foce, 40 Tel. 0182/ dal lunedì al venerdì Appuntamenti tramite C.U.P. solo per adulti con problemi di voce, di linguaggio e di deglutizione Albenga: presso Ospedale S. Maria di Misericordia Viale Martiri della Foce tel. 0182/ dal lunedì al venerdì Appuntamenti per prima visita ambulatoriale, tramite C.U.P. Andora: C.F.T. via Doria, 1 tel. 0182/ La richiesta di prestazioni medico specialistiche Ambulatoriali deve essere redatta: Dal Medico di Famiglia Dal Medico Specialista 2. Il cittadino può scegliere l ambulatorio dove desidera farsi curare; le prenotazioni possono essere effettuate presso: Prestazioni Medico Specialistiche Ambulatoriali Gli Uffici CUP (centro unico di prenotazione) della A.S.L. I Reparti Ospedalieri (limitatamente ad alcune specialità) Le Farmacie che espongono l apposito contrassegno Presso gli Ambulatori dei MEDICI di famiglia collegati con il Cup Web. Presso il Call Center: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore n per il telefono fisso n per i cellulari. 3. Modalità di prenotazione delle visite specialistiche, esami diagnostici e pagamento ticket La prenotazione avviene presso il CUP, con la presentazione della richiesta del medico e l autocertificazione dei redditi. L operatore comunica la data, l ora ed il luogo dell appuntamento fissato per la prestazione richiesta, l eventuale pagamento del ticket deve essere effettuato prima o al momento della prestazione. Se la prenotazione è fatta allo sportello il pagamento è contemporaneo se dovuto. Gli utenti che sono esenti ticket totali a qualsiasi titolo e anche con esenzioni parziali ( in questo caso solo le prestazioni sanitarie per la patologia corrispondente ), dopo aver prenotato al CUP la prestazione sanitaria richiesta, possono accedere direttamente al servizio erogante. Il cittadino che per qualunque causa non può presentarsi all appuntamento fissato, è obbligato ad avvisare il CUP o Call-Center per tempo (almeno tre giorni prima) per evitare il pagamento del ticket, come riportato dalla vigente normativa. 26

27 L ELENCO DEGLI UFFICI CUP E DEI PUNTI PRELIEVI PRESENTI NEL DI- STRETTO: Il CUP ED IL PUNTO PRELIEVI ALBENGA sono situati in due diverse sedi: Ospedale S. Maria di Misericordia di Albenga Via Martiri della Foce, 40 orario di apertura CUP: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 7.30 alle ore martedì e giovedì dalle ore 7.30 alle ore orario di apertura punto prelievo: dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore sabato dalle ore 7.30 alle ore Le Sedi del Centro Unico di Prenotazioni ( C.U.P.) del Distretto e dei punti prelievi Albenga Salute via Cavour, 8 ad Albenga tel orari apertura CUP: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore Punto prelievi: dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 9.30 Il CUP ED IL PUNTO PRELIEVI di ALASSIO sono situati presso: Alassio Salute Vico della chiusetta, 12 Telefono orari apertura CUP: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore Punto prelievi: dal lunedì al venerdì dalla 7.00 alle 8.30 Inoltre nei giorni festivi e prefestivi viene svolta la Continuità Ambulatoriale Assistenziale dalle ore 9.00 alle ore PUNTO PRELIEVI di CERIALE presso la sede della Croce Rossa Via Tagliasacchi n 93 - Tel Orario: lunedì dalle ore 7.00 alle ore 8.30 per utenti esenti ticket o con ticket già pagato. PUNTO PRELIEVI di VILLANOVA D ALBENGA Via Martiri n 15 Tel Orario: martedì, giovedì e venerdì dalle ore 7.30 alle ore 8.30 Il ticket sui prelievi, se dovuto, può essere pagato sul momento prima di fare il prelievo stesso. PUNTO PRELIEVI di CISANO SUL NEVA presso Cisano Salute - Via Colombo, 53 - Tel orario: mercoledì dalle ore 7.30 alle ore 8.30 per prenotazione prelievi; lunedì dalle ore 7.30 alle ore 8.30 per i prelievi. PUNTO PRELIEVI di ARNASCO c /o Ambulatorio Medico ( Palazzo Comunale ) Tel Orario: martedì dalle ore 7.30 alle ore solo residenti. RICHIESTA DI PRESTAZIONI URGENTI Il Medico deve indicare le priorità cliniche sul Ricettario Unico Regionale (ricetta rossa) indicandole con la seguente dicitura: U URGENTE: da garantire entro un massimo di 3 giorni (tale urgenza deve essere gestita tra Medico Prescrittore e Medico della Struttura che eroga la prestazione) B BREVE: da garantire entro 10 giorni D DIFFERITA: da garantire entro 30 giorni per le prime visite ed entro 60 giorni per le prestazioni diagnostiche. P PROGRAMMATA: senza priorità, da garantire entro 365 giorni La Carta dei Servizi dell A.S.L. n. 2 Savonese stabilisce che il paziente che arriva in Ospedale con la richiesta di prestazione URGENTE, durante l orario delle visite, deve rivolgersi al reparto di competenza, mentre nelle ore fuori orario, deve rivolgersi al Pronto Soccorso, dove verrà decisa la modalità di erogazione della prestazione. 27

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Invalido dal 33% al 73%

Invalido dal 33% al 73% Invalido dal 33% al 73% Definizione presente nel verbale: "Invalido con riduzione permanente della capacità lavorativa in misura superiore ad 1/3 (art. 2, L. 118/1971)". Nel certificato può essere precisata

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI

REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI Fondazione di partecipazione dei Comuni di Casole d Elsa Colle di Val d Elsa Poggibonsi San Gimignano Radicondoli REGOLAMENTO UNICO DI ACCESSO AI SERVIZI SOCIALI - 1- INDICE Premessa... 5 Titolo Primo

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

MODALITA DI PRENOTAZIONE

MODALITA DI PRENOTAZIONE DIPARTIMENTO DI SANITA PUBBLICA MEDICINA DELLO SPORT MODALITA DI PRENOTAZIONE U.O.C.- CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT DI 2 LIVELL O CASALECCHIO DI RENO AMBULATORI DI 1 LIVELLO Per prenotare le visite di

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

A relazione dell'assessore Monferino:

A relazione dell'assessore Monferino: REGIONE PIEMONTE BU32 09/08/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 30 luglio 2012, n. 45-4248 Il nuovo modello integrato di assistenza residenziale e semiresidenziale socio-sanitaria a favore delle

Dettagli

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna

Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi dell'azienda USL di Ravenna Carta dei Servizi La presente Carta dei servizi è stata realizzata a cura di: - Qualità e Accreditamento dell

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA SOGGIORNI A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2015 in favore dei figli o orfani ed equiparati - dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti

IL NUOVO ISEE. Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti IL NUOVO ISEE Innovazioni principali: un quadro di sintesi Impatti per enti erogatori e utenti Consorzio MIPA 2 Indice IL NUOVO ISEE: UN QUADRO D'INSIEME Riferimenti del nuovo Isee e ambiti di applicazione

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA

PQ 31G/ PROCEDURA REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Pag. 1 di 5 REGOLAMENTO DI ACCOGLIENZA ED ACCESSO ALLA RSA DON GIUSEPPE CUNI DI MAGENTA Oggetto Art. 1 Il Servizio Art. 2 L Utenza Art. 3 La domanda di Accoglienza Art. 4 Il Processo di Accoglienza Art.

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

Carta dei Servizi Sociali e Sociosanitari

Carta dei Servizi Sociali e Sociosanitari Carta dei Servizi Sociali e Sociosanitari Comune della Spezia A cura del Centro di Responsabilità dei Servizi Sociosanitari del Comune della Spezia Assessorato alle Politiche Sociali, della Salute e della

Dettagli

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006)

Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Legge Regionale 23 Novembre 2006, n. 20. Istituzione del fondo regionale per la non autosufficienza. (BUR N. 34 del 9 dicembre 2006) Art.1 (Oggetto e finalità) 1. La Regione con la presente legge, in armonia

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Approvato con. D.C.C. n.17/2008

Approvato con. D.C.C. n.17/2008 Approvato con. D.C.C. n.17/2008 REGOLAMENTO UNICO PER L ACCESSO AL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIO -ASSISTENZIALI E PER LA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI E DELLE PRESTAZIONI

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Piano di progetto Premessa: La proposta toscana per il progetto sulla non autosufficienza Cap. 1: I percorsi, gli attori e le azioni

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI

A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri. La documentazione. Dall ICF alla DF al PDF al PEI A cura dei Supervisori SSIS-Sostegno Modena. E.Tarracchini V.Bocchini A.Barbieri La documentazione Dall ICF alla DF al PDF al PEI La Diagnosi Funzionale (DF) 1. Utilizzo degli items di ICF nella definizione

Dettagli

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose.

RESIDENZA LE ROSE SCHEDA SERVIZIO DATI ANAGRAFICI STRUTTURA. Residenza LE ROSE. Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD. info@residenzalerose. RESIDENZA LE ROSE DATI ANAGRAFICI STRUTTURA SCHEDA SERVIZIO Residenza LE ROSE DENOMINAZIONE Via delle Rose, 7 35034 Lozzo Atestino PD INDIRIZZO CAP CITTÀ PROVINCIA 0429 644544 TELEFONO info@residenzalerose.net

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE

INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE INFORMAZIONI SUL CONTRAENTE PER LA VALUTAZIONE DEL RISCHIO RCT/RCO Parma, ottobre 2013 2 INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Ragione sociale Pedemontana Sociale - Azienda Territoriale per i Servizi alla

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ

ESAMI DEL SANGUE GIORNI DEI PRELIEVI DISTRETTO SEDE MODALITÀ ESAMI DEL SANGUE Per sottoporsi agli esami del sangue non è in genere necessaria la prenotazione (salvo dove diversamente indicato). Per eseguire gli esami è possibile recarsi, con la ricetta del medico

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali)

Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Ausl Roma H UO Assistenza Domiciliare, Senescenza Disabilità Manuale informativo per l accesso alle Cure Domiciliari ed ai servizi integrativi (residenziali e semiresidenziali) Troverai altre utili informazioni

Dettagli

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Approvato con atto deliberativo n. 105 del 29.3.2011 REGOLAMENTO AZIENDALE per la DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE per il Personale Dipendente dell Area del COMPARTO FINALITA : Il presente

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Delibera di Giunta - N.ro 1999/1378 - approvato il 26/7/1999 Oggetto: DIRETTIVA PER L' INTEGRAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI E SANITARIE ED A RILIEVO SANITARIO A FAVORE DI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ASSISTITI

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI CONSORZIO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI (Approvato con Deliberazione dell Assemblea Consortile n. 04 del 28/04/2014)

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Indice Premessa 2 Capitolo I: introduzione 1. Il contesto normativo: la legge 328/2000 3 2. La ricognizione 6 Sintesi dei principali risultati Capitolo II:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI INTERVENTI, AI SERVIZI E ALLE PRESTAZIONI DI NATURA SOCIALE, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVA EROGATI DAL SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI DELL AMBITO DISTRETTUALE URBANO

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli