ELENCO DELLE AREE DI INSEGNAMENTO PER LAUREATI DI MATERIE NON MILITARI INCLUSE NEI CORSI IN PROGRAMMAZIONE PRESSO LA SCUOLA TLC FFAA DI CHIAVARI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ELENCO DELLE AREE DI INSEGNAMENTO PER LAUREATI DI MATERIE NON MILITARI INCLUSE NEI CORSI IN PROGRAMMAZIONE PRESSO LA SCUOLA TLC FFAA DI CHIAVARI"

Transcript

1 ELENCO DELLE AREE DI INSEGNAMENTO PER LAUREATI DI MATERIE NON MILITARI INCLUSE NEI CORSI IN PROGRAMMAZIONE PRESSO LA SCUOLA TLC FFAA DI CHIAVARI TRA L'01/01/2016 E IL 31/12/2016 AREA FORMATIVA / TIPOLOGIA DI CORSO (*) DENOMINAZIONE DEL CORSO / MATERIE DI INSEGNAMENTO (*) (**) DURATA IN PERIODI DIDATTICI (per sessione) Numero di sessioni presunte (***) TOTALE PERIODI MACRO AREA TLC TRANSPORT& NETWORKING COMUNICAZIONI SATELLITARI E SISTEMA SICRAL COMUNICAZIONI A BANDA LARGA TRASMISSIONE DATI VOICE OVER IP RETI MANET E SISTEMI SDR MPS MT-301-F PONTI RADIO Pagina 1 di 25

2 TELEMATICI ARMA DEI CARABINIERI Elettronica e Radioelettronica; Elettronica Digitale; Comunicazioni a Banda Larga; Radioelettronica 2 Allegato "A-l" all'avviso di Selezione n. 01/ Richiami di Matematica MASTER & CORSI UNIVERSITARI La propagazione in atmosfera terrestre Esempio di tratta in ponte radio MACRO AREA INFORMATICA REFERENTE INFORMATICO IT ADMINISTRATOR Hardware LAN e servizi di rete Uso esperto della rete Sistemi Operativi Sicurezza Informatica LINGUAGGI MYSQL -LINGUAGGIO SQL E GESTIONE DATABASE OPEN-SOURCE on line MACRO AREA E-LEARNING SOFTWARE & APPLICATIVI E-LEARNING PIATTAFORMA E-LEARNING MOODLE on line (*) Tratto dal Catalogo Corsi Scuola TLC FF AA anno 2016 (in fase di approvazione) - (**) Vedere pagg. successive PROGRAMMI degli argomenti/materie oggetto di trattazione - (***) In funzione delle esigenze formative ICT dell'amministrazione Difesa e delle relative coperture finanziarie per l'anno Pagina 2 di 25

3 PROGRAMMI DEI CORSI / MATERIE /ARGOMENTI PER LAUREATI CORSO: COMUNICAZIONI SATELLITARE E SISTEMA SICRAL PROGRAMMA Concetti generali sulle comunicazioni via satellite Tipologie di orbite satellitari Configurazione di un sistema di comunicazione via satellite Regolamenti delle radiocomunicazioni Meccanica orbitale Meccanica dell'orbita satellitare; Parametri Kepleriani Moto della Terra Controllo dell' assetto dell' orbita satellitare Perturbazioni dell'orbita satellitare Effetti del moto del satellite sulle radiocomunicazioni Generalità sulla comunicazioni satellitari Sottosistemi satellitari Effetti delle anomalie di propagazione sui radiocollegamenti via satellite Prestazioni e disponibilità di collegamenti via satellite Dimensionamento di collegamenti Terra-Satellite-Terra Tipologie di accesso multiplo: Tecniche di multiplazione Tecniche di accesso multiplo o FDMA; o TDMA: Standard Mil /183; o CDMA o DVB-RCS Tecniche di modulazione numerica Richiami sulle modulazioni numeriche Prestazioni di un sistema di modulazione numerica Elementi di modulazioni numeriche in ambito SATCOM; Degradazioni delle prestazioni dovute a distorsioni e interferenze Codifica di canale nei sistemi satellitari Caratteristiche generali dei codici per i controllo degli errori Codici a blocchi e convoluzionali Interleaving Prestazioni Descrizione sistemi satellitari "rigenerativi" Analisi del Link Budget dei sistemi rigenerativi Descrizione dei sistemi satellitari non rigenerativi // Pagina 3 di 25

4 CORSO: COMUNICAZIONI A BANDA LARGA PROGRAMMA la sicurezza delle comunicazioni Introduzione l'architettura di sicurezza X.800 attacchi Servizi Meccanismi sicurezza computazionale tecniche di comunicazione a spettro espanso Banda e bitrate Il codice di dispersione Codici pseudo casuali La funzione di autocorrelazione bilanciamento. consecutività. Generatore di codice pseudo casuale Direct Sequence Spread Spectrum (DS-SS). Guadagno di processo di un sistema DS-SS. DS-SS: acquisizione del sincronismo DS-SS: caratteristiche LPI e AJ DS-SS e accesso multiplo Frequency Hopping Guadagno di processo di un sistema FH-SS FH-SS: acquisizione del sincronismo FH-SS: caratteristiche LPI e AJ FH-SS e accesso multiplo Jamming Margin DS-SS e FH-SS: aspetti operativi Altre tecniche Spread Spectrum: Time Hopping e Chirp Time hopping(th-ss) Chirp codifica del segnale vocale codifiche basate su forma d'onda e codifiche parametriche. codifiche basate su forma d'onda. Pulse Code Modulation (PCM) Codifiche differenziali e predittive - DPCM Modulazione Delta (DM) e sue varianti Codifiche parametriche o model-based: La generazione del segnale vocale La predizione lineare; Il vocoder LPC-n Codificatori Analysis by Sinthesys (ABS) La codifica LTP-RPE Blocco LPC; LTP; RPE Trasmissione dei parametri e bitrate. Decodifica. Multiplazione TDM; standard di multiplazione di 1 livello, 2 livello, 3 e 4 livello PDH standard di multiplazione di 1 livello, 2 livello, 3 e 4 livello SDH Rete di trasporto ATM ATM e comunicazioni a larga banda ; Il protocollo B-ISDN; Caratteristiche di ATM Confronto ATM- TDM Servizi a larga banda in ATM La rete di comunicazioni ATM La pila protocollare dello standard ATM; Livello fisico; Livello ATM; Livello servizi; Il livello ATM: la cella ATM Interfacce del livello ATM; PUBLIC USER NETWORK INTERFACES (UNI); PRIVATE USER NETWORK INTERFACES (UNI); NETWORK-TO-NETWORK INTERFACES (NNI); PRIVATE-NETWORK NODE INTERFACES (PNNI) Gestione del traffico ATM: cell multiplexing Instradamento per circuiti virtuali: Virtual Path e Virtual Channel Connessioni e segnalazione Tipologie di traffico; CBR; VBR;UBR; ABR Quality of service in ATM Manutenzione e gestione al livello ATM ATM Adaptation Layer (AAL) ATM Testing codifica di canale Generalità. codici a blocco. tipologie di codici a blocco codice a ripetizione codice a Parità checksum e CRC Codici di Hamming e matrice generatrice. peso e distanza minima di un codice binario lineare Pagina 4 di 25

5 Codice di Golay. codice di Reed-Solomon. I codici convoluzionali. Decodifica a massima verosimiglianza. Capacità di rivelazione e correzione di un codice Codici con interallacciamento (Interleaving). II bit scrambling Modulazioni numeriche; ASK; PSK; FSK; QAM; Modulazione multi portante DMT Sistemi xdsl ADSL; HDSL;SDSL;VDSL Struttura della trama ADSL Ridondanza della trama ADSL Il DSLAM ( DSL Access Multiplexer) ADSL e ISDN Sistemi WiFi Standard IEE Standard IEE b ( WiFi) Standard IEE a ( WiFi 5) Standard IEE g Standard IEE WI MAX 3G LTE il sistema GSM L'evoluzione della telefonia mobile in Italia. Il GSM: tecniche di codifica audio. GSM: tecniche di codifica di canale Accesso al canale. La protezione delle informazioni // Pagina 5 di 25

6 CORSO: TRASMISSIONE DATI PROGRAMMA Tecniche di codifica Codifica di Sorgente,( Codifiche parametriche e non parametriche) Codifica di Linea (C. Codirezionale, C. AMI 50 e AMI 100, C. Differenziale bifase, C. HDB3) Codifica di Canale a rivelazione di errore ; CRC4 Codifica di canale a correzione di errore ( Codifiche Sistematiche, codifiche Convoluzionali) Fondamenti di trasmissione Dati Spettro elettromagnetico Mezzi trasmissivi guidati Generalità sulle reti dedicate e commutate Generalità sui tipi di collegamento ( Punto-Punto/ Punto-Multipunto) Generalità sui tipi di trasmissione ( Seriale, Asincrona, Sincrona) Concetto di rete; Reti a commutazione di circuito, di messaggio e di pacchetto; Generalità sulle LAN, MAN e WAN; Cenni su Internet ed Intranet. Tecniche di multiplazione Multiplazione statistica e deterministica FDM ( cenni) TDM ( Standard ITU-T gerarchia PDH Europea, Standard EUROCOM, Gerarchia SDH) CDM ( cenni) Implementazione di flussi PDH su reti ATM Implementazione di flussi SDH su reti ATM Generalità sui concentratori Protocolli di Comunicazione Protocollo Ethernet Protocolli di rete ( X.25, X.75, X.32) Protocolli IP/TCP/UDP Tecniche di Modulazione e Demodulazione Numeriche ASK FSK PSK ( 2PSK, QPSK, SQPSK, DQPSK) QAM Modulazioni Codificate a Traliccio TCM Modulazione OFDM Classificazione e normalizzazione dei Modem Modem in Banda Fonica Modem a Larga Banda Modem in Banda Base Standard di comunicazione ( ITU-T V21, V23, V26, V29, V32, V32bis, V34, V90) // Pagina 6 di 25

7 CORSO : VOICE OVER IP PROGRAMMA Trasferimento e commutazione delle informazioni, cenni sulle tipologie di segnalazione e di multiplazione. Rete di telecomunicazioni; concetti di multiplazione Standard EUROCOM e ITU-T. Protocollo ISDN, Lo stack TCP/IP Pila ISO/OSI (Cenni) nozioni di indirizzamento IP Le Prestazioni di un modo di trasferimento Grado di integrità informativa Grado di trasparenza temporal Efficienza di utilizzazione delle risorse Grado di flessibilità di accesso Termini di QoS su rete IP. Delay, Jitter, Loss Protocolli di trasporto su rete IP User Datagram Protocol (UDP) Transmission Control Protocol (TCP) Real Time Protocol (RTP) Real Time Control Protocol (RTCP) Network Address Translator (NAT) NAT Traversal; Analisi comparativa delle soluzioni di NAT Traversal (STUN, UDP/TCP HOLE PUNCHING, MEDIAPROXY RTP PROXY) Codifica Audio e Pacchettizzazione: G.711, G.723.1, G.726, G.728, G.729, GSM 6.10, ilbc, Speex Standard H.323 RAS, Q931, H245; H225 Gateway; Gatekeeper, Multipoint Control Unit; terminali H323 Esempio di segnalazione completa La Telefonia in evoluzione: sviluppo delle tecniche di voip, introduzione al voice gateway, definizioni e parametri essenziali per la implementazione di servizi real time. Protocollo di segnalazione SIP Messaggi di una comunicazione SIP SIP Express Router (SER) : Supporto MySql ENUM SIP Express Media Server (SEMS) : Applicazioni, Videoconferenze Elementi di una struttura VOIP Analisi delle tecnologie più rilevanti per il Voice over IP Tecnologie proprietarie e non proprietarie // Pagina 7 di 25

8 CORSO: RETI MANET E SISTEMI SDR PROGRAMMA RETI MANET 1. Reti Wireless ad hoc 2. Protocolli di accesso multiplo 3. Routing multi-hop 4. Sistemi di trasporto intelligenti e reti interveicolari (VANET) 5. Reti di Sensori Wireless 6. Protocolli nelle Wireless Sensor Network 7. Lo standard IEEE Le reti Manet come base di sistemi di "Data Fusion" 9. Algoritmi di stima e detection distribuita 10. Simulazione seriale e parallela di sistemi Manet SDR 1. Concetti introduttivi sulle" Universal Radio" 2. Antenne riconfigurabili per applicazioni SDR 3. Problematiche relative agli "ADCS OF SDR" 4. Vantaggi e utilità delle architetture SDR rispetto ai sistemi radio tradizionali; evoluzione di architetture, piattaforme radio, Sezione RF e conversione D / A Filtering, algoritmi di decimazione e di interpolazione, Elaborazione in banda, modulazione-demodulazione Forme d'onda a banda larga: OFDM) 5. Da SDR a Radio Cognitive (architetture); Spectrum sensing 6. Dalla Cognitive Radio alle Cognitive Networks" 7. Applicazione "NI USRP" Software Defined Radio 8. Esigenza operativa per la Software Defined Radio Nazionale 9. Requisiti tecnici di riferimento delle Forme d'onda: // Pagina 8 di 25

9 CORSO: MPS PROGRAMMA Rete di trasporto ATM ATM e comunicazioni a larga banda ; Il protocollo B-ISDN; Caratteristiche di ATM Confronto ATM-TDM Servizi a larga banda in ATM La rete di comunicazioni ATM La pila protocollare dello standard ATM; Livello fisico; Livello ATM; Livello servizi; Il livello ATM: la cella ATM Interfacce del livello ATM; PUBLIC USER NETWORK INTERFACES (UNI); PRIVATE USER NETWORK INTERFACES (UNI); NETWORK-TO-NETWORK INTERFACES (NNI); PRIVATE-NETWORK NODE INTERFACES (PNNI) Gestione del traffico ATM: cell multiplexing Instradamento per circuiti virtuali: Virtual Path e Virtual Channel Connessioni e segnalazione Tipologie di traffico; CBR; VBR;UBR; ABR Quality of service in ATM Manutenzione e gestione al livello ATM ATM Adaptation Layer (AAL) ATM Testing IP su ATM CLIP: architettura e protocolli Evoluzione dei backbone per il trasporto di IP VC Multiplexing Backbone IP/ATM: architettura // Pagina 9 di 25

10 CORSOMT-301-F PROGRAMMA Struttura della trama Delta.. Cenno sulla codifica Delta e sul concetto di multiplazione struttura della trama PCM. Cenno sulla codifica PCM e sul concetto di multiplazione codici di linea(codirezionale,differenziale bifase, HDB3, AMI ), Standard di multiplazione plesiocrona EUROCOM 1 liv Cenni sull'isdn ( interfaccia base a 144 Kb /s e interfaccia primaria a 2048 Kb/s). Cenni protocollo TCP-IP. descrizione dei livelli della pila ISO/OSI; Cenno alla struttura del pacchetto ethernet per informazioni dati o multimediali; indirizzamento: esempi di indirizzamento IP e subnettizzazione. Cenni sulla commutazione a circuito Cenno alla Matrice di commutazione e Segnalazione modalità di trasferimento: circuito virtuale datagramma. Cenni sulle LAN, MAN,WAN. // Pagina 10 di 25

11 CORSO PONTI RADIO PROGRAMMA Generalità sulla struttura di un collegamento in Ponte Radio Modulazioni adottate nei Ponti radio numerici ( FSK, PSK TCM) commento schema a blocchi generico di un ponte radio (B.B.- F.I.- R.F.): multiplazione, scramble dei dati, interliving dei dati, filtro trasversale; modulazione e amplificazione selettiva; amplificatori di potenza e brancing. influenza dell'amplificatore di potenza sul parametro S/(N+I). Canale di propagazione Visibilità e zone di FRESNEL Esempi di tratte in visibilità con primo elissoide di FRESNEL libero o con ostacolo a coltello. calcolo del link-budget di una tratta in ponte radio. Esempi di tratte delle Rete Numerica Interforze. Modelli del canale a cammini multipli Contromisure ed equazione del collegamento Regioni di FUORI SERVIZIO per distorsione di un segnale. Cenno alla normativa G826. Codifica di linea Cenni sulle tecniche in diversità di spazio e di frequenza. Misure e verifiche funzionali con la strumentazione in dotazione sulla operatività dell'apparato. // Pagina 11 di 25

12 CORSO: TELEMATICI ARMA DEI CARABINIERI PROGRAMMA Elettronica e Radioelettronica a. Generatori di F.E.M. (1) concetto; (2) descrizione circuitale e funzionale. b. Onde acustiche ed elettromagnetiche (1) concetto; (2) descrizione e caratteristiche (3) utilizzo e sviluppo. c. Elettromagnetismo. (1) concetti generali; (2) descrizione dei fenomeni; (3) applicazioni utilizzo e sviluppo. d. La capacità elettrica. (1) concetti generali; (2) descrizione tecnologica e funzionale; (3) applicazioni e utilizzo e sviluppo. e. La legge di Ohm generalizzata. (1) richiami sulla legge di OHM e sue applicazioni; (2) concetti generali; (3) applicazioni circuitali. f. Principi di Kirchoff (1) concetti generali (2) applicazioni e sviluppi circuitali. g. Principio delle sovrapposizioni degli effetti (1) concetti generali (2) applicazioni e sviluppi circuitali. h. Generatori di corrente e di tensione (1) concetti generali (2) applicazioni e sviluppi circuitali. (3) differenze, comparazioni e uso tra i generatori. i. Teorema di Thevenin (1) concetti generali (2) applicazioni e sviluppi circuitali. j. Circuiti in corrente alternata: (1) grandezze sinusoidali; (2) rappresentazione vettoriale e simbolica; (3) i bipoli; (4) circuito elettrico con bipoli serie e parallelo; (5) cenni sulle curve di risonanza; (6) risoluzione delle reti; (7) potenza nei circuiti; (8) il trasformatore; Pagina 12 di 25

13 (9) gli accumulatori. k. I quadripoli (1) Quadripoli e modelli; (2) Definizione di base sui quadripoli e loro classificazione (parametri Z, Y,e trasmissione); (3) Impedenza d'ingresso e d'uscita di un quadripolo; (4) Guadagno in tensione e in corrente di un quadripolo; (5) I decibel (6) Guadagno di Potenza; (7) Approfondimento: Rumore nei quadripoli attivi l. I fenomeni transitori (risposta nel dominio del tempo): Analisi qualitativa di: carica e scarica di un condensatore; (1) carica e scarica di un induttore; (2) circuiti a resistenza e capacità di impiego comune(circuiti CR ed RC); (3) fenomeni transitori nei circuiti R -L; m.. I Filtri passivi (1) Risposta in frequenza di un quadripolo; (2) Circuiti R-C e C-R (filtro passa basso e filtro passa alto) filtri R -L ed L-R (3) Filtri C -L e L-C; (4) Filtri passa banda ed elimina banda (5) Caratteristiche dei filtri (6) Altre tipologie di filtro n. Teoria dei semiconduttori giunzione P-N: (1) Semiconduttori, caratteristiche chimico-fisiche; (2) Purificazione dei semiconduttori per uso elettronico; (3) Semiconduttori intrinseci; (4) Semiconduttori drogati di tipo P e di tipo N; (5) Tecniche di formazione della giunzione; (6) caratteristiche e descrizione del comportamento delle giunzioni; o. Diodi a semiconduttore. (1) Il diodo a giunzione; (2) Caratteristiche di un diodo a giunzione; (3) Il punto di lavoro del diodo: (4) la potenza dissipata dal diodo; (5) considerazioni pratiche sul diodo; (6) Il diodo zener; (7) Il diodo varicap; (8) Il diodo led; (9) Utilizzo di un diodo come limitatore, raddrizzatore di picco, fissatore (clamper) (10) Duplicatore di tensione; (11) Altre applicazioni del diodo. p. Alimentatori a diodi: (1) Raddrizzatore a doppia semionda; (2) Raddrizzatore a ponte di Greatz; (3) Generalità sugli alimentatori (alimentatori switching, convertitori DC/DC); (4) studio quantitativo dell'alimentatore a doppia semionda e ingresso capacitivo; (5) stabilizzatori a diodo zener; (6) studio dei parametri di un alimentatore (potenza, rendimento differenze tra le varie tipologie costruttive); (7) Criterio di progetto di un alimentatore. Pagina 13 di 25

14 q. Componenti a semiconduttore (1) diodi per usi speciali; (2) led; (3) SCR, TRIAC, DIAC. (4) Circuiti integrati ; (5) CCD (dispositivi a scorrimento di carica). r. Il transistor bipolare BJT: (1) Generalità di un transistor bipolare ; (2) Principio di funziona mento (le correnti nel BJT); (3) Equazioni fondamentali di un transistor; (4) Curve caratteristiche di trasferimento; (5) Circuito con transistor, studio grafico funzionamento in statica; (6) Transistor BJT come amplificatore ed interruttore (tempi di commutazione); (7) Potenza dissipata da un transistor nelle varie configurazioni di utilizzo; (8) Lettura di un data-sheet di un transistor. s. Amplificatori per piccoli segnali. Polarizzazione e stabilizzazione (1) Il transistor come amplificatore; (2) Principali caratteristiche dell'amplificatore e classi di amplificazione; (3) Usi ed applicazione degli amplificatori; (4) Amplificatore differenziale. t. Circuiti applicativi a transistors (1) Emitter follower; (2) Connessione darlington; (3) Invertitore di fase; u. Il transistor ad effetto di campo JFET e MOS (1) generalità di un transistor ad effetto di campo; (2) usi ed applicazione di transistor ad effetto di campo Elettronica Digitale Aritmetica binaria; Operazioni binarie; Porte Logiche; Algebra di Boole; Mappa di Karnaugh; Classificazione dei circuiti integrati Vari tipi di flip flop. Contatori e divisori. Registri a scorrimenti. Sommatori. Comparatori. ALU. Multiplexer. Decoder ed encoder. Memorie. Comunicazioni a banda larga; Tecniche di conversione dei segnali analogici; PCM-Delta-codifiche parametriche Multiplazione TDM; gerarchie PDH Tecnologia SDH: Architettura di multiplazione, struttura della trama, contenitori virtuali, mappatura overhead e payload Pagina 14 di 25

15 Analisi di maschere di segnali in Banda Base con velocità 2/8/34 Mbps (plesiocroni) utilizzando oscilloscopio digitale Agilent Esempi di apparati e reti SDH Modo di trasferimento asincrono ATM Il livello fisico in ATM, concetto di VP/VC, PVC, SVC Switch ATM e cross connect ATM I livelli di adattamento ATM: AAL Qualità del servizio in ATM Trasporto di flussi IP su ATM Trasporto di celle ATM su un VC-4 SDH Struttura dei sistemi di trasmissione su fibra ottica Struttura delle reti WDM cenni di MPLS Codifiche di sorgente, codifica di linea, codifica di canale (FEC) Decodifica Hard e Soft La modulazione OFDM, trasmissioni radio a banda larga, il multipath. Applicazioni:ADSL, WI FI, WI MAX, 3G, LTE. Radioelettronica 2 a. Risposta in frequenza degli amplificatori generalità; concetto di banda passante; concetto di guadagno; Frequenza di taglio e banda passante di un amplificatore; Gli amplificatori operazionali, applicazioni e generalità; Lettura dei data sheet degli amplificatori operazionali; Le classi di amplificazione degli amplificatori; Gli amplificatori operazionali e le principali applicazioni. b. Acquisizione e processo di segnali: Trasduttori conversione delle grandezze fisiche; Conversione Analogico Digitale /Digitale Analogica; c. Tecniche di Modulazione analogica: A) La modulazione di ampiezza Generalità sulla modulazione; Teoria della modulazione di ampiezza; Generazione della modulazione ed utilità; Trasmissione a portante soppressa e trasmessa; Trasmissione a banda laterale unica. B) La demodulazione di ampiezza Generalità sulla rivelazione; Teoria sulla rivelazione; rivelazione per onda modulata a portante soppressa e trasmessa. C) La modulazione di fase e frequenza Generalità sulla modulazione; Il legame tra la fase e frequenza; Metodo di realizzazione della modulazione di frequenza e Modulatore di frequenza; D) La demodulazione di fase e frequenza I discriminatori più utilizzati per la realizzazione della demodulazione di frequenza. d. Sistemi Di Trasmissione Analogici A) Radioricevitore e trasmettitore a modulazione di ampiezza a portante trasmessa e soppressa: Generalità e schema a blocchi di un ricevitore ed un trasmettitore; Concetto di eterodina e supereterodina; Descrizione dei blocchi che costituiscono un radioricevitore ed un trasmettitore. B) Radioricevitore e trasmettitore a modulazione di frequenza : Generalità e schema a blocchi di un ricevitore ed un trasmettitore; Descrizione dei blocchi che costituiscono un radioricevitore ed un trasmettitore. e. Rumore E Distorsione Nelle Modulazioni Analogiche Rumori di origine terrestre e di origine esterna; Rumore termico; Rumore prodotto dai circuiti elettrici; Comparazioni e considerazioni fra la ricezione in AM e in FM. f. Il PLL (anello ad aggancio di fase) circuiti collegati; Introduzione al PLL Il PLL in condizioni statiche; Il PLL in regime sinusoidale g. Tecniche di modulazione dei segnali digitali A) La modulazione digitale Generalità: cenni sulle codifiche in banda base; Cenni: Tipologie si codifiche di canale (per la compressione la correzione d'errore); Pagina 15 di 25

16 Cenni:Tipologie di codifica di linea in banda base e traslata Codici di linea: modulazione con portante sinusoidale: ASK; FSK ; PSK ; DPSK; QAM; Applicazioni e sviluppi //. Pagina 16 di 25

17 CORSO REFERENTE INFORMATICO PROGRAMMA HARDWARE DEL PC Introduzione al PC La scheda madre Il BIOS Il processore La memoria Bus di comunicazione Risorse di sistema Interfacce Memoria di massa Visualizzazione Stampanti Hardware di rete L'alimentazione del sistema Installazione di nuovo hardware Diagnosi e risoluzione dei problemi Tendenze del futuro SISTEMI OPERATIVI SO Fondamenti Installazione del SO Il processo di avvio Organizzazione del SO Usare, configurare, aggiornare il SO Gestione del disco Ottimizzare le prestazioni del disco Gestione della memoria Installazione e aggiornamento di nuovo hardware e software Comunicazione Verificare le prestazioni e monitorare gli eventi Diagnosi e risoluzione dei problemi LAN E SERVIZI DI RETE Reti: fondamenti Componenti e architetture di rete Software di rete: installazione e configurazione Installazione e configurazione della scheda di rete Protocolli di comunicazione Gestione account: utenti e gruppi Condivisione di risorse e gestione autorizzazioni Gestione stampanti di rete Sicurezza e protezione dati nella rete Utilità e strumenti di amministrazione di rete Servizi Internet Connettività con Internet Configurazione e aggiornamento della rete Diagnosi e risoluzione dei problemi Pagina 17 di 25

18 USO ESPERTO DELLE RETI Reti informatiche: introduzione storica Modello di riferimento OSI Livello fisico Livello di collegamento dati Livello di rete Livello di trasporto Livello di sessione Livello presentazione Applicazioni: o TELNET e FTP o Risorse sul Web o Posta Elettronica o Applicazioni di gruppo o Controllo di accesso e condivisione o Applicazioni innovative o Controllo di rete Configurazione di basso livello: o Connettere un computer ad una rete o Installazione di una scheda di rete o Driver di periferiche o Configurazione IP o Configurazione Netbios, NETBEUI,SMB e CIFS Utilizzo e configurazione dei servizi di rete: o Impostazione di un web browser o Impostazioni e utilizzo avanzato o Utilizzo FTP o Condivisione di risorse Risoluzione dei problemi & analisi del traffico di rete Aspetti legali e Cenni sulla sicurezza SICUREZZA INFORMATICA Introduzione alla sicurezza delle informazioni Crittografia Autenticazione e controllo degli accessi Disponibilità dei dati e delle risorse Codice maligno Infrastrutture a chiavi pubbliche (PKI) Network security: o Reti wireless o Servizi o Controllo degli accessi o Gestione dei log o Sicurezza dei servizi Web o Sicurezza dei servizi di posta elettronica o Firewalls o Intrusion detection Virtual private network Aspetti sociali, etici e legali della sicurezza informatica // Pagina 18 di 25

19 CORSO: MASTER UNIVERSITARIO DI FOTONICA PROGRAMMA TECNICHE MATEMATICHE Richiami di Analisi Reale Funzioni Trigonometriche; proprietà e formule fondamentali Derivate di funzioni trigonometriche Integrali indefiniti e definiti di funzioni trigonometriche Funzioni periodiche Funzioni pari e dispari Funzioni a due variabili: derivate parziali, differenziabilità Richiami di analisi complessa Rappresentazione dei numeri complessi Funzioni trigonometriche complesse Funzioni complesse Continuità, derivabilità, olomorfia Condizioni di Cauchy-Reimann, armonicità Singolarità Dominio e ordine di connessione Teorema e formule di Cauchy Concetto di residuo. Teorema dei Residui Calcolo pratico dei residui Distribuzioni ( cenni) Concetto generale Limite e derivata in senso distribuzionale La funzione a gradino U(t) La funzione Rect(t) La funzione di Dirac 6(t) Prodotto di convoluzione; significato e proprietà Segnali periodici a tempo continuo Analisi armonica dei segnali periodici Sviluppo in serie di Fourier in forma polare Sviluppo in serie di Fourier in forma complessa Sviluppo in serie di Fourier in forma rettangolare Il criterio di Dirichlet Spettri di ampiezza e di fase Proprietà dello spettro di un segnale reale periodico Sintesi di un segnale con un numero limitato di armoniche Segnali aperiodici a tempo continuo Dalla serie di Fourier all'integrale di Fourier Proprietà della trasformata di Fourier Teoremi sulla trasformata di Fourier Teorema di linearità Teorema di dualità Teorema del ritardo Teorema del cambiamento di scala teorema della modulazione Teorema di derivazione e integrazione Teorema del prodotto Teorema della convoluzione Trasformata di Fourier di funzioni pari e dispari Trasformata del prodotto di convoluzione Trasformata di Laplace ( unilatera e bilatera) Definizione, dominio di convergenza Proprietà della trasformata Trasformata del gradino u(t), della funzione rect(t) della delta di Dirac. Trasformata del prodotto di convoluzione Legame tra la trasformata di Fourier e la trasformata di Laplace Proprietà del valore finale e iniziale Modalità operative per il calcolo dell'antitrasformata di Laplace Trasformata Zeta Definizioni - segnali a tempo discreto- dominio di convergenza Proprietà della Trasformata Zeta Z-Trasformate fondamentali Metodi di antitrasformazione Pagina 19 di 25

20 Segnali discreti a tempo finito e infinito Poli della trasformata Zeta e durata nel tempo // CORSO: MASTER CORSI UNIVERSITARI PROGRAMMA PONTI RADIO TATTICI E CAMPALI La propagazione in atmosfera terrestre Effetti della SUPERFICIE TERRESTRE Effetti dell'atmosfera Effetti della IONOSFERA Esempio di tratta in ponte radio Assorbimento; Modello di previsione ITU-R Rifrazione atmosferica; cammini multipli Diffrazione // Pagina 20 di 25

21 Corso MYSQL - LINGUAGGIO SQL E GESTIONE DATABASE OPEN-SOURCE Introduzione ai RDBMS: o Il modello relazionale o La teoria o Introduzione a MYSQL e la famiglia dei prodotti Download e installazione di MYSQL: o Il sito di MYSQL o MYSQL per Windows o MYSQL per Linux Amministrazione di MYSQL su S.O. Linux o Avvio e arresto dei servizi o Configurazione di base o Modifica della configurazione o Troubleshooting Amministrazione di MYSQL su S.O. Windows: o Avvio e arresto dei servizi o Configurazione di base o Modifica della configurazione o Troubleshooting Il client MYSQL: o Configurazione e gestione dei processi client Gestione degli utenti e sicurezza: o Funzionamento dell'access Control System di MYSQL o La tabella degli utenti o La tabella dei database o La tabella degli host o Gestione dei privilegi degli utenti o Gestione della password dell'amministratore Tipi di Tabelle: o Comprendere la differenza tra i diversi Storage Engine: MYISAM INNODB Archive Federated Memory ecc Tipi di dati: o Tipi di dati numerici o Tipi di dati caratteri e stringhe o Tipi di dati text e binario o Tipi di dati date and time Creazione e gestione di database: o Creazione e gestione di database da linea di comando o Creazione e gestione di database con il tool PHPMYADMIN Creazione e gestione di tabelle: o Tabelle, campi e record o Concetti di chiave primaria e foreign key o Creazione, modifica ed eliminazione di tabelle Interrogazioni del database: o Le query o Il comando SELECT o Le clausole opzionali : DISTINCT e GROUP BY Ordinamenti: o Come ordinare il risultato delle query Operatori e funzioni: o Operatori di confronto o Operatori aritmetici o Operatori logici o Altri operatori Inserimento, modifica e cancellazione dei dati: o L'istruzioni INSERT o L'istruzioni UPDATE o L'istruzione DELETE Le operazioni di JOIN tra tabelle: o I diversi tipi di JOIN o CROSS JOIN o INNER JOIN o OUTER JOIN Le subquery: o La nidificazione delle subquery o Utilizzo delle subquery che restituiscono più valori o Utilizzo delle subquery che restituiscono più colonne Pagina 21 di 25

22 Le viste: o Creazione, modifica ed eliminazione delle viste o Opzioni di creazione delle viste: WITH CHECK OPTION e CASCADED Gli indici: o Indicizzare i dati o Le varie tipologie di indici o Utilizzo degli indici Gestione di function, procedure e trigger: o Utilizzo delle stored function o Utilizzo delle stored procedure o Utilizzo dei trigger Il concetto di transazioni e lock: o MYSQL e le transazioni o SAVEPOINT o Controllo delle transazioni e dei lock Backup e Recovery: o Backup dei database e delle tabelle o Restore dei database e delle tabelle Manutenzione del database: o Comandi per la manutenzione del database Pagina 22 di 25

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante

Circuiti Elettrici. Schema riassuntivo. Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante Circuiti Elettrici Schema riassuntivo Leggi fondamentali dei circuiti elettrici lineari Assumendo positive le correnti uscenti da un nodo e negative quelle entranti si formula l importante La conseguenza

Dettagli

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof.

Trasmissione Seriale e Parallela. Interfacce di Comunicazione. Esempio di Decodifica del Segnale. Ricezione e Decodifica. Prof. Interfacce di Comunicazione Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica I semestre 03/04 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ 2 Trasmissione

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione

TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA. 1 Fondamenti Segnali e Trasmissione TRASMISSIONE DATI SU RETE TELEFONICA Fondamenti Segnali e Trasmissione Trasmissione dati su rete telefonica rete telefonica analogica ISP (Internet Service Provider) connesso alla WWW (World Wide Web)

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione

Elementi di rete che permettono lo scambio dei messaggi di segnalazione SEGNALAZIONE Segnalazione e sistemi di segnalazione Segnalazione Messaggi tra elementi di una rete a commutazione di circuito (apparecchi di utente e centrali o fra le varie centrali) che permettono la

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO

I.T.I. A. MALIGNANI UDINE CLASSI 3 e ELT MATERIA: ELETTROTECNICA PROGRAMMA PREVENTIVO CORRENTE CONTINUA: FENOMENI FISICI E PRINCIPI FONDAMENTALI - Richiami sulle unità di misura e sui sistemi di unità di misura. - Cenni sulla struttura e sulle proprietà elettriche della materia. - Le cariche

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Web Conferencing Open Source

Web Conferencing Open Source Web Conferencing Open Source A cura di Giuseppe Maugeri g.maugeri@bembughi.org 1 Cos è BigBlueButton? Sistema di Web Conferencing Open Source Basato su più di quattordici componenti Open-Source. Fornisce

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

Architettura dei Calcolatori

Architettura dei Calcolatori Architettura dei Calcolatori Sistema di memoria parte prima Ing. dell Automazione A.A. 2011/12 Gabriele Cecchetti Sistema di memoria parte prima Sommario: Banco di registri Generalità sulla memoria Tecnologie

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Voice Over IP NAT Traversal

Voice Over IP NAT Traversal Voice Over IP Traversal Giorgio Zoppi zoppi@cli.di.unipi.it Tecnologie di Convergenza su IP a.a.2005/2006 VoIP Traversal 1 57 Tecnologie di Convergenza su IP Che cosa è il (Network Address Translation?

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE

TELECOMUNICAZIONI (TLC) Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Trasduttore. Attuatore CENNI DI TEORIA (MATEMATICA) DELL INFORMAZIONE TELECOMUNICAZIONI (TLC) Tele (lontano) Comunicare (inviare informazioni) Comunicare a distanza Generico sistema di telecomunicazione (TLC) Segnale non elettrico Segnale elettrico TRASMESSO s x (t) Sorgente

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

FUNZIONAMENTO DI UN BJT

FUNZIONAMENTO DI UN BJT IL TRANSISTOR BJT Il transistor inventato nel 1947, dai ricercatori Bardeen e Brattain, è il componente simbolo dell elettronica. Ideato in un primo momento, come sostituto delle valvole a vuoto per amplificare

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired???

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired??? GSM - GPRS Introduzione alle reti radiomobili Wireless Vs Wired L unica differenza sembra consistere nel mezzo trasmissivo radio, eppure: Le particolari caratteristiche del mezzo trasmissivo hanno un grosso

Dettagli

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1

SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 SMARTCARD Studente: Elvis Ciotti Prof: Luciano Margara 1 Introduzione SmartCard: Carta intelligente Evoluzione della carta magnetica Simile a piccolo computer : contiene memoria (a contatti elettrici)

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte

Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte Data Sheet Adattatore telefonico Cisco SPA 112 a due porte VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Cisco SPA 122 ATA con router

Cisco SPA 122 ATA con router Data Sheet Cisco SPA 122 ATA con router Servizio VoIP (Voice over IP) conveniente e ricco di funzionalità Caratteristiche Qualità vocale e funzionalità telefoniche e fax associate al servizio VoIP (Voice

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

GSM: Global System for Mobile communications

GSM: Global System for Mobile communications GSM: Global System for Mobile communications Sommario Introduzione Architettura di rete Tecnologia radio Canali GSM Procedure Introduzione Introduzione GSM è il primo standard di comunicazione cellulare

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Cenni di Elettronica non Lineare

Cenni di Elettronica non Lineare 1 Cenni di Elettronica non Lineare RUOLO DELL ELETTRONICA NON LINEARE La differenza principale tra l elettronica lineare e quella non-lineare risiede nel tipo di informazione che viene elaborata. L elettronica

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MOD PROGRAMMAZIONEDISCIPLINARE REV.00del27.09.13 Pag1di5 PROGRAMMAZIONEDIDATTICADISCIPLINARE Disciplina:_SISTEMIELETTRONICIAUTOMATICIa.s.2013/2014 Classe:5 Sez.A INDIRIZZO:ELETTRONICAPERTELECOMUNICAZIONI

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Progetto di un alimentatore con Vo = +5 V e Io = 1 A

Progetto di un alimentatore con Vo = +5 V e Io = 1 A Progetto di un alimentatore con o +5 e Io A U LM7805/TO IN OUT S F T 5 4 8 - ~ ~ + + C GND + C + C3 3 R D LED Si presuppongono noti i contenuti dei documenti Ponte di Graetz Circuito raddrizzatore duale

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Fig. 1 - L apparato radio CNR2000

Fig. 1 - L apparato radio CNR2000 EO ESCLUSIVA L articolo descrive la strategia seguita nella progettazione e realizzazione della funzionalità di Frequency Hopping per un apparato radio preesistente: la radio tattica CNR2000, di produzione

Dettagli