LABORATORIO ANALISI BRIANZACQUE RAPPORTI DI PROVA. Acque destinate al consumo umano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LABORATORIO ANALISI BRIANZACQUE RAPPORTI DI PROVA. Acque destinate al consumo umano"

Transcript

1 LABORATORIO ANALISI BRIANZACQUE RAPPORTI DI PROVA Acque destinate al consumo umano Anno 217

2 Via F.lli Bandiera, Seregno tel Rapporto di prova N 1117 del 7/3/217 Codice di accettazione campione: POT17_196GIUSSANO Oggetto sottoposto a prova: Acqua destinata al consumo umano Cliente: Brianzacque Settore Acquedotto Via Novara 27 - Cesano Maderno Dati forniti dal cliente Codice Identificativo Punto di Prelievo Punto di Prelievo: Comune: Acqua di: 1517R1p S.Giovanni Bosco GIUSSANO RETE Note: Prelevatore: Procedura campionamento : Brenna Ambrogio A cura del cliente Data prelievo: 28/2/217 Data di ricevimento campione: 28/2/217 Data inizio analisi: 28/2/217 Data fine analisi: 3/3/217 Descrizione campione: Prelievo eseguito dal cliente. Il campione, prelevato in più aliquote in adeguati contenitori, si presenta integro ed idoneo all'effettuazione dell'analisi. Altre indicazioni: 6Colore * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BJA 21 - Metodo a 6Odore * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BAA 26 - Metodo qualitativo 6Concentraz. Ione idrogeno APAT CNR IRSA 26 Man Conduttività Rapporti ISTISAN 27/31 Met BDA 22 6Cloruri 6Torbidità * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BLA 3 6Calcio 6Nitrati 6Nitriti 6Ammoniaca APAT CNR IRSA 43 Man METODO A1 6Durezza totale APAT CNR IRSA 32 APAT CNR IRSA 24 - Metodo A Man unità Hazen < 1 Hazen (incolore) Nessun odore rivelabile Unità ph 7,4,2 6,5-9,5 µs.cm-1a 2 C mg / l Cl 15,4 1,6 2 mg / l SiO2 <,5 mg / l Ca 86,1 7, mg / l NO3 15,1 1,7 mg / l NO2 <,4, mg / l NH4 <,5, F 29,8 2,2 Consigliato tra 15 e Pagina 1 di 3 Rapporto di prova N 1117

3 6Residuo secco a 18 C * Rapporti ISTISAN 27/31 Met.BFA.32 6Solfati 6Ferro 6Fosfati 6Cadmio 6Cromo Totale 6Piombo * 6Alluminio 6Magnesio 6Potassio * 6Sodio 6Carbonio totale organico ( TOC ) Rapporti ISTISAN 27/31 Met BIA 29. 6Boro 6Fluoruri 6Manganese 6Rame 6Zinco 6Nichel * 6Vanadio 6Cloriti 6Clorati mg / l massimo consigliato mg / l SO4 32,6 3,7 2 µg / l Fe 8,7 3,9 2 mg / l PO4 <,8 µg / l Cd <,3 5, µg / l Cr 1,1 µg / l Pb < 1 1 µg / l Al < 6 2 mg / l Mg 2,3 2,9 mg / l K 1,5,4 mg / l Na 12,6 1,9 2 mg / l C,4,6 mg / l B <,1 1, mg / l F <,1 1, µg / l Mn 3,9 2,5 mg / l Cu <,1 1, µg / l Zn 36 µg / l Ni < 1 2 µg / l < 3 mg / l,5,2,2 mg / l <,5 Pagina 2 di 3 Rapporto di prova N 1117

4 E5 Il presente rapporto di prova si riferisce unicamente al campione pervenuto in laboratorio.tale rapporto non deve essere riprodotto parzialmente, senza l approvazione scritta del laboratorio. I campioni esaminati, salvo specifici accordi, vengono eliminati 5 giorni dopo la trasmissione del rapporto di prova. I valori di incertezza contenuti nel presente documento sono relativi ad un livello di probabilità P=95% e un fattore di copertura K=2. Nel caso di prove microbiologiche l'incertezza è da intendersi come "intervallo di fiducia" La somma di composti organoalogenati è gestita secondo quanto indicato nel documento Rapporti ISTISAN 4/15 [1] Se riportato nel campo l'acronimo "" = valore di incertezza non calcolato I limiti di legge si riferiscono al D.lgs n.31, del 2 febbraio '1 Documento firmato con firma elettronica dal Responsabile delle Analisi o suo delegato. Analisi eseguita dal settore Reflui e Rifiuti * = Prova non accreditata da Accredia Pagina 3 di 3 Rapporto di prova N 1117

5 Laboratorio Microbiologia Via Antonio Canova, 3 29 Monza Tel Codice di accettazione campione: Rapporto di prova N 1118 del 7/3/217 POT17_196GIUSSANO Oggetto sottoposto a prova: Acqua destinata al consumo umano Cliente: Brianzacque Settore Acquedotto Via Novara 27 - Cesano Maderno Dati forniti dal cliente Codice Identificativo Punto di Prelievo Punto di Prelievo: Comune: Acqua di: 1517R1p S.Giovanni Bosco GIUSSANO RETE Note: Prelevatore: Procedura campionamento : Brenna Ambrogio A cura del cliente Data prelievo: 28/2/217 Data di ricevimento campione: 28/2/217 Data inizio analisi: 28/2/217 Data fine analisi: 2/3/217 Descrizione campione: Prelievo eseguito dal cliente. Il campione, prelevato in più aliquote in adeguati contenitori, si presenta integro ed idoneo all'effettuazione dell'analisi. Altre indicazioni: Tipo di Prova e Metodo di riferimento Risultato [1] Intervallo di fiducia 7Clostridium perfringens * ISO 14189:213 7Batteri Coliformi a 37 C UNI EN ISO 938-2:214 7Escherichia Coli UNI EN ISO 938-2:214 7Enterococchi UNI EN ISO :23 7Conteggio colonie a 36 C UNI EN ISO 6222:21 UFC/1 ml Organismo non rilevabile MPN/1 ml,,, 3,7 MPN/1 ml,,, 3,7 UFC/1 ml Organismo non rilevabile UFC/ml 5 stimate, massimo consigliato E5 Il presente rapporto di prova si riferisce unicamente al campione pervenuto in laboratorio.tale rapporto non deve essere riprodotto parzialmente, senza l approvazione scritta del laboratorio. I campioni esaminati, salvo specifici accordi, vengono eliminati 5 giorni dopo la trasmissione del rapporto di prova. I valori di incertezza contenuti nel presente documento sono relativi ad un livello di probabilità P=95% e un fattore di copertura K=2. Nel caso di prove microbiologiche l'incertezza è da intendersi come "intervallo di fiducia" [1] Se riportato nel campo l'acronimo "" = valore di incertezza non calcolato I limiti di legge si riferiscono al D.lgs n.31, del 2 febbraio '1 Documento firmato con firma elettronica dal Responsabile delle Analisi o suo delegato. Analisi eseguita dal settore Reflui e Rifiuti * = Prova non accreditata da Accredia Pagina 1 di 1 Rapporto di prova N 1118

6 Via F.lli Bandiera, Seregno tel Rapporto di prova N 1119 del 7/3/217 Codice di accettazione campione: POT17_11GIUSSANO Oggetto sottoposto a prova: Acqua destinata al consumo umano Cliente: Brianzacque Settore Acquedotto Via Novara 27 - Cesano Maderno Dati forniti dal cliente Codice Identificativo Punto di Prelievo Punto di Prelievo: Comune: Acqua di: 1517R11p Scuola Mat. Paina GIUSSANO RETE Note: Prelevatore: Procedura campionamento : Brenna Ambrogio A cura del cliente Data prelievo: 28/2/217 Data di ricevimento campione: 28/2/217 Data inizio analisi: 28/2/217 Data fine analisi: 3/3/217 Descrizione campione: Prelievo eseguito dal cliente. Il campione, prelevato in più aliquote in adeguati contenitori, si presenta integro ed idoneo all'effettuazione dell'analisi. Altre indicazioni: 8Colore * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BJA 21 - Metodo a 8Odore * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BAA 26 - Metodo qualitativo 8Concentraz. Ione idrogeno APAT CNR IRSA 26 Man Conduttività Rapporti ISTISAN 27/31 Met BDA 22 8Cloruri 8Torbidità * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BLA 3 8Calcio 8Nitrati 8Nitriti 8Ammoniaca APAT CNR IRSA 43 Man METODO A1 8Durezza totale APAT CNR IRSA 32 APAT CNR IRSA 24 - Metodo A Man unità Hazen < 1 Hazen (incolore) Nessun odore rivelabile Unità ph 7,7,2 6,5-9,5 µs.cm-1a 2 C mg / l Cl 23,3 2,2 2 mg / l SiO2 <,5 mg / l Ca 12, 8,1 mg / l NO3 32,3 3,2 mg / l NO2 <,4, mg / l NH4 <,5, F 35,3 2,5 Consigliato tra 15 e Pagina 1 di 3 Rapporto di prova N 1119

7 8Residuo secco a 18 C * Rapporti ISTISAN 27/31 Met.BFA.32 8Solfati 8Ferro 8Fosfati 8Cadmio 8Cromo Totale 8Piombo * 8Alluminio 8Magnesio 8Potassio * 8Sodio 8Carbonio totale organico ( TOC ) Rapporti ISTISAN 27/31 Met BIA 29. 8Boro 8Fluoruri 8Manganese 8Rame 8Zinco 8Nichel * 8Vanadio 8Cloriti 8Clorati mg / l massimo consigliato mg / l SO4 26,3 3,1 2 µg / l Fe 12,9 4,3 2 mg / l PO4 <,8 µg / l Cd <,3 5, µg / l Cr 1,7 1, µg / l Pb < 1 1 µg / l Al < 6 2 mg / l Mg 24, 3,3 mg / l K 1,7,4 mg / l Na 14,9 2,1 2 mg / l C <,3 mg / l B <,1 1, mg / l F <,1 1, µg / l Mn < 1 mg / l Cu <,1 1, µg / l Zn < 17 µg / l Ni < 1 2 µg / l < 3 mg / l <,4,2 mg / l <,5 Pagina 2 di 3 Rapporto di prova N 1119

8 E5 Il presente rapporto di prova si riferisce unicamente al campione pervenuto in laboratorio.tale rapporto non deve essere riprodotto parzialmente, senza l approvazione scritta del laboratorio. I campioni esaminati, salvo specifici accordi, vengono eliminati 5 giorni dopo la trasmissione del rapporto di prova. I valori di incertezza contenuti nel presente documento sono relativi ad un livello di probabilità P=95% e un fattore di copertura K=2. Nel caso di prove microbiologiche l'incertezza è da intendersi come "intervallo di fiducia" La somma di composti organoalogenati è gestita secondo quanto indicato nel documento Rapporti ISTISAN 4/15 [1] Se riportato nel campo l'acronimo "" = valore di incertezza non calcolato I limiti di legge si riferiscono al D.lgs n.31, del 2 febbraio '1 Documento firmato con firma elettronica dal Responsabile delle Analisi o suo delegato. Analisi eseguita dal settore Reflui e Rifiuti * = Prova non accreditata da Accredia Pagina 3 di 3 Rapporto di prova N 1119

9 Laboratorio Microbiologia Via Antonio Canova, 3 29 Monza Tel Codice di accettazione campione: Rapporto di prova N 112 del 7/3/217 POT17_11GIUSSANO Oggetto sottoposto a prova: Acqua destinata al consumo umano Cliente: Brianzacque Settore Acquedotto Via Novara 27 - Cesano Maderno Dati forniti dal cliente Codice Identificativo Punto di Prelievo Punto di Prelievo: Comune: Acqua di: 1517R11p Scuola Mat. Paina GIUSSANO RETE Note: Prelevatore: Procedura campionamento : Brenna Ambrogio A cura del cliente Data prelievo: 28/2/217 Data di ricevimento campione: 28/2/217 Data inizio analisi: 28/2/217 Data fine analisi: 2/3/217 Descrizione campione: Prelievo eseguito dal cliente. Il campione, prelevato in più aliquote in adeguati contenitori, si presenta integro ed idoneo all'effettuazione dell'analisi. Altre indicazioni: Tipo di Prova e Metodo di riferimento Risultato [1] Intervallo di fiducia 9Clostridium perfringens * ISO 14189:213 9Batteri Coliformi a 37 C UNI EN ISO 938-2:214 9Escherichia Coli UNI EN ISO 938-2:214 9Enterococchi UNI EN ISO :23 9Conteggio colonie a 36 C UNI EN ISO 6222:21 UFC/1 ml Organismo non rilevabile MPN/1 ml,,, 3,7 MPN/1 ml,,, 3,7 UFC/1 ml Organismo non rilevabile UFC/ml presenti ma < massimo consigliato E5 Il presente rapporto di prova si riferisce unicamente al campione pervenuto in laboratorio.tale rapporto non deve essere riprodotto parzialmente, senza l approvazione scritta del laboratorio. I campioni esaminati, salvo specifici accordi, vengono eliminati 5 giorni dopo la trasmissione del rapporto di prova. I valori di incertezza contenuti nel presente documento sono relativi ad un livello di probabilità P=95% e un fattore di copertura K=2. Nel caso di prove microbiologiche l'incertezza è da intendersi come "intervallo di fiducia" [1] Se riportato nel campo l'acronimo "" = valore di incertezza non calcolato I limiti di legge si riferiscono al D.lgs n.31, del 2 febbraio '1 Documento firmato con firma elettronica dal Responsabile delle Analisi o suo delegato. Analisi eseguita dal settore Reflui e Rifiuti * = Prova non accreditata da Accredia Pagina 1 di 1 Rapporto di prova N 112

10 Via F.lli Bandiera, Seregno tel Rapporto di prova N 1121 del 7/3/217 Codice di accettazione campione: POT17_198GIUSSANO Oggetto sottoposto a prova: Acqua destinata al consumo umano Cliente: Brianzacque Settore Acquedotto Via Novara 27 - Cesano Maderno Dati forniti dal cliente Codice Identificativo Punto di Prelievo Punto di Prelievo: Comune: Acqua di: 1517R12p Scuola Via Alessandria GIUSSANO RETE Note: Prelevatore: Procedura campionamento : Brenna Ambrogio A cura del cliente Data prelievo: 28/2/217 Data di ricevimento campione: 28/2/217 Data inizio analisi: 28/2/217 Data fine analisi: 3/3/217 Descrizione campione: Prelievo eseguito dal cliente. Il campione, prelevato in più aliquote in adeguati contenitori, si presenta integro ed idoneo all'effettuazione dell'analisi. Altre indicazioni: Colore * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BJA 21 - Metodo a Odore * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BAA 26 - Metodo qualitativo Concentraz. Ione idrogeno APAT CNR IRSA 26 Man Conduttività Rapporti ISTISAN 27/31 Met BDA 22 Cloruri Torbidità * Rapporti ISTISAN 27/31 Met BLA 3 Calcio Nitrati Nitriti Ammoniaca APAT CNR IRSA 43 Man METODO A1 Durezza totale APAT CNR IRSA 32 APAT CNR IRSA 24 - Metodo A Man unità Hazen < 1 Hazen (incolore) Nessun odore rivelabile Unità ph 7,4,2 6,5-9,5 µs.cm-1a 2 C mg / l Cl 16,4 1,7 2 mg / l SiO2 <,5 mg / l Ca 91,4 7,4 mg / l NO3 12,3 1,5 mg / l NO2 <,4, mg / l NH4 <,5, F 31,7 2,3 Consigliato tra 15 e Pagina 1 di 3 Rapporto di prova N 1121

11 Residuo secco a 18 C * Rapporti ISTISAN 27/31 Met.BFA.32 Solfati Ferro Fosfati Cadmio Cromo Totale Piombo * Alluminio Magnesio Potassio * Sodio Carbonio totale organico ( TOC ) Rapporti ISTISAN 27/31 Met BIA 29. Boro Fluoruri Manganese Rame Zinco Nichel * Vanadio Cloriti Clorati mg / l massimo consigliato mg / l SO4 44,1 4,9 2 µg / l Fe 5,4 3,6 2 mg / l PO4 <,8 µg / l Cd <,3 5, µg / l Cr < 1 µg / l Pb < 1 1 µg / l Al 7,3 3,1 2 mg / l Mg 21,6 3, mg / l K 1,6,4 mg / l Na 11,4 1,7 2 mg / l C,61,8 mg / l B <,1 1, mg / l F <,1 1, µg / l Mn 7,7 3, mg / l Cu <,1 1, µg / l Zn 39 µg / l Ni < 1 2 µg / l < 3 mg / l,7,2,2 mg / l,7,2 Pagina 2 di 3 Rapporto di prova N 1121

12 E5 Il presente rapporto di prova si riferisce unicamente al campione pervenuto in laboratorio.tale rapporto non deve essere riprodotto parzialmente, senza l approvazione scritta del laboratorio. I campioni esaminati, salvo specifici accordi, vengono eliminati 5 giorni dopo la trasmissione del rapporto di prova. I valori di incertezza contenuti nel presente documento sono relativi ad un livello di probabilità P=95% e un fattore di copertura K=2. Nel caso di prove microbiologiche l'incertezza è da intendersi come "intervallo di fiducia" La somma di composti organoalogenati è gestita secondo quanto indicato nel documento Rapporti ISTISAN 4/15 [1] Se riportato nel campo l'acronimo "" = valore di incertezza non calcolato I limiti di legge si riferiscono al D.lgs n.31, del 2 febbraio '1 Documento firmato con firma elettronica dal Responsabile delle Analisi o suo delegato. Analisi eseguita dal settore Reflui e Rifiuti * = Prova non accreditata da Accredia Pagina 3 di 3 Rapporto di prova N 1121

13 Laboratorio Microbiologia Via Antonio Canova, 3 29 Monza Tel Codice di accettazione campione: Rapporto di prova N 1122 del 7/3/217 POT17_198GIUSSANO Oggetto sottoposto a prova: Acqua destinata al consumo umano Cliente: Brianzacque Settore Acquedotto Via Novara 27 - Cesano Maderno Dati forniti dal cliente Codice Identificativo Punto di Prelievo Punto di Prelievo: Comune: Acqua di: 1517R12p Scuola Via Alessandria GIUSSANO RETE Note: Prelevatore: Procedura campionamento : Brenna Ambrogio A cura del cliente Data prelievo: 28/2/217 Data di ricevimento campione: 28/2/217 Data inizio analisi: 28/2/217 Data fine analisi: 2/3/217 Descrizione campione: Prelievo eseguito dal cliente. Il campione, prelevato in più aliquote in adeguati contenitori, si presenta integro ed idoneo all'effettuazione dell'analisi. Altre indicazioni: Tipo di Prova e Metodo di riferimento Risultato [1] Intervallo di fiducia 1Clostridium perfringens * ISO 14189:213 1Batteri Coliformi a 37 C UNI EN ISO 938-2:214 1Escherichia Coli UNI EN ISO 938-2:214 1Enterococchi UNI EN ISO :23 1Conteggio colonie a 36 C UNI EN ISO 6222:21 UFC/1 ml Organismo non rilevabile MPN/1 ml,,, 3,7 MPN/1 ml,,, 3,7 UFC/1 ml Organismo non rilevabile UFC/ml presenti ma < massimo consigliato E5 Il presente rapporto di prova si riferisce unicamente al campione pervenuto in laboratorio.tale rapporto non deve essere riprodotto parzialmente, senza l approvazione scritta del laboratorio. I campioni esaminati, salvo specifici accordi, vengono eliminati 5 giorni dopo la trasmissione del rapporto di prova. I valori di incertezza contenuti nel presente documento sono relativi ad un livello di probabilità P=95% e un fattore di copertura K=2. Nel caso di prove microbiologiche l'incertezza è da intendersi come "intervallo di fiducia" [1] Se riportato nel campo l'acronimo "" = valore di incertezza non calcolato I limiti di legge si riferiscono al D.lgs n.31, del 2 febbraio '1 Documento firmato con firma elettronica dal Responsabile delle Analisi o suo delegato. Analisi eseguita dal settore Reflui e Rifiuti * = Prova non accreditata da Accredia Pagina 1 di 1 Rapporto di prova N 1122

A B C D E F G Cloro residuo/biossido di cloro Cloro residuo/biossido di Cloro residuo/biossido di cloro Cloro residuo/biossido di cloro

A B C D E F G Cloro residuo/biossido di cloro Cloro residuo/biossido di Cloro residuo/biossido di cloro Cloro residuo/biossido di cloro Rev. 05 del 08/04/2014 Pag. 1 di 5 D.L. 31/01 D.G.R. 28/05/03 Controlli sistematici Indicativamente mensili A B C D E F G Cloro /biossido di cloro Cloro /biossido di Cloro /biossido di cloro Cloro /biossido

Dettagli

Rapporto di Prova N. 694/15

Rapporto di Prova N. 694/15 Parma 11/02/2015 Spett.le 19036:2006/Amd.1:20O9 con fattore di copertura k=2 corrispondente ad un Ammonio (come NH4) M.U. 2363:09 procedimento A

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 5 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque destinate al consumo umano, di piscina Conta di Legionella spp (compresa Legionella pneumophila) UNI EN ISO 11731-2: 2008 Acque destinate al

Dettagli

Il controllo ufficiale delle acque potabili nell industria alimentare ed i parametri individuati dalle linee guida

Il controllo ufficiale delle acque potabili nell industria alimentare ed i parametri individuati dalle linee guida Il controllo ufficiale delle acque potabili nell industria alimentare ed i parametri individuati dalle linee guida Luciana Ropolo Torino,23 gennaio 2013 12.03 Lab. VCO (Omegna) 09.03 Lab. Biella (Ivrea)

Dettagli

QUALITÀ DELL ACQUA. Aggiornamento Giugno 2015

QUALITÀ DELL ACQUA. Aggiornamento Giugno 2015 AGRIGENTO Cloro residuo libero 0,14 mg/l Cl₂ 0,2 (*) Conc. ioni idrogeno (ph) 8 unità di ph 6,5-9,5 Conducibilità elettrica a 20 C 496 µs/cm a 20 C 2500 Fluoruri 0,4 mg/l F 1,5 Cloruri 23 mg/l Cl 250 Nitrati

Dettagli

23/03/2016. Signature Not Verified. Firma Digitale. a cura del servizio prelevatore. Dati Anagrafici. Accettazione a cura dello Sportello di: BOLOGNA

23/03/2016. Signature Not Verified. Firma Digitale. a cura del servizio prelevatore. Dati Anagrafici. Accettazione a cura dello Sportello di: BOLOGNA Sezione Provinciale di Bologna Laboratorio Integrato Resp.: Dott.ssa Maria Antonietta Bucci Sabattini via F.Rocchi,19 40138 Bologna tel. 051.396211 fax. 051.342642 e-mail aoobo@cert.arpa.emr.it Signature

Dettagli

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A.

SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. SERVIZIO di CAMPIONAMENTO ed ANALISI RIGUARDANTI ARIA, ACQUE, SEDIMENTI, SUOLO e PERCOLATO c/o IMPIANTI della Valle Umbra Servizi S.p.A. ALLEGATO E al capitolato d'oneri ELENCO PREZZI LOTTO 1 Matrice Parametro

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14

RAPPORTO DI PROVA N. 702/14 Data emissione: 23 settembre 2014 Committente: RUGGERI SERVICE SpA - Strada Statale 275 Maglie Leuca, Muro Leccese(LE) Sito di provenienza: Stabilimento di Muro Leccese Matrice dichiarata: Emissioni in

Dettagli

L acqua potabile nel comune di Vanzago

L acqua potabile nel comune di Vanzago L acqua potabile nel comune di Vanzago Introduzione Scopo di questa relazione è descrivere la qualità dell acqua fornita dall acquedotto di Vanzago, quale risulta dai controlli effettuati nel corso del

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO DEL 2 FEBBRAIO 2001 n. 31

DECRETO LEGISLATIVO DEL 2 FEBBRAIO 2001 n. 31 DECRETO LEGISLATIVO DEL 2 FEBBRAIO 2001 n. 31 Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano Articolo 1 - Finalità Il Decreto Legislativo n. 31 del 02/02/2001

Dettagli

Elenco Prove e Servizi

Elenco Prove e Servizi Pagina 1 di 7 Elenco Prove e Servizi AGGIORNAMENTO 21.09.2014 Pagina 2 di 7 Parametri PER ALIMENTI Bacillus cereus UNI EN ISO 7932:2005 Bacillus spp UNI EN 15784:2009 Conta Campylobacter spp ISO 10272-1:2006

Dettagli

LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013

LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013 LISTINO ANALISI CHIMICHE LABORATORIO GENESI srl ANNO 2013 All.MQ_4.4_02 rev.00 del 30.03.2013 Pagina 1 di 23 MATRICE: ACQUE PARAMETRO METODO PREZZO ph APAT CNR IRSA 2060 Man 5,00 Conducibilità elettrolitica

Dettagli

Utilizzeremo un kit analitico per valutare la qualità dell acqua potabile delle nostre case, scuole e fontanelle cittadine.

Utilizzeremo un kit analitico per valutare la qualità dell acqua potabile delle nostre case, scuole e fontanelle cittadine. Acqua in brocca Ciao! Io sono LABBY e vi farò da guida per l analisi dell acqua del vostro rubinetto! Utilizzeremo un kit analitico per valutare la qualità dell acqua potabile delle nostre case, scuole

Dettagli

ANALISI CHIMICHE ED ELABORAZIONE DATI

ANALISI CHIMICHE ED ELABORAZIONE DATI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE A. PANELLA REGGIO CALABRIA CORSO DI PERFEZIONAMENTO ANALISI CHIMICHE ED ELABORAZIONE DATI ANALISI DEI VINI ANALISI DELLE ACQUE DESTINATE AL CONSUMO UMANO Progetto realizzato

Dettagli

ALLEGATO A BANDO DI GARA

ALLEGATO A BANDO DI GARA ALLEGATO A BANDO DI GARA SERVIZIO DI CAMPIONAMENTO E CONTROLLO ANALITICO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI IMPIANTI DI POTABILIZZAZIONE, DEPURAZIONE, NONCHÉ TRATTAMENTO E SMALTIMENTO RSU/RSA DI PROPRIETÀ DEL CONSORZIO

Dettagli

Le analisi chimiche dell acqua del fiume Padrongianus Scienze Integrate Chimica

Le analisi chimiche dell acqua del fiume Padrongianus Scienze Integrate Chimica Le analisi chimiche dell acqua del fiume Padrongianus Scienze Integrate Chimica Nell ambito del Progetto relativo all esame dell ecosistema costituito dal Parco Fluviale del Padrongianus sono stati coinvolti

Dettagli

Acqua dell'acquedotto di Asti

Acqua dell'acquedotto di Asti Acqua dell'acquedotto di Asti di parametro 0 Concentrazione ioni idrogeno ph 7,68 6,5-9,5 Cloro residuo libero mg/l 0,09 0,2 (valore consigliato) Durezza totale F 24,8 15-50 (valori consigliati) Residuo

Dettagli

COMUNE DI CAVALLASCA. 07 Ottobre 2014. Esiti analisi eseguite su rete di distribuzione acquedotto. comunale,

COMUNE DI CAVALLASCA. 07 Ottobre 2014. Esiti analisi eseguite su rete di distribuzione acquedotto. comunale, CAP 22020 (CO) TEL. 031 210455 - FAX 031 536439 N. Part. Iva 00516340130 07 Ottobre 2014 Esiti analisi eseguite su rete di distribuzione acquedotto comunale, campioni di acqua prelevati in data 29 Settembre

Dettagli

TARIFFARIO PRESTAZIONI

TARIFFARIO PRESTAZIONI Pag 1 Regione Siciliana Azienda Sanitaria Provinciale n 7 Ragusa L a b o r a t o r i o d i S a n i t à P u b b l i c a Viale Sicilia, 7 97100 Ragusa Tel. Direzione 0932-234705 Tel. Laboratorio 0932-234712

Dettagli

MANUALE GESTIONE QUALITÀ Laboratorio Analisi

MANUALE GESTIONE QUALITÀ Laboratorio Analisi 1,1,1-Tricloroetano Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,1,2-Tricloroetano Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,1-Dicloroetilene Acqua APHA SMEW ed 22nd 2012, 6200/B 1,2,4-Triclorobenzene Acqua APHA

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI Codice DESCRIZIONE U.m. PREZZO Codice A) MANO D'OPERA F.1 A.1 Chimico, biologo (laureato iscritto all'ordine) F.2 Chimico, biologo ora 42,80 ( Euro/ora quarantavirgolazero) A.2 Tecnico

Dettagli

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA

COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA COMUNE DI BAGNARA DI ROMAGNA PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO FOGNARIO DI DEPURAZIONE E DEGLI SCARICHI MAGGIO 2001. TITOLO I...4 FINALITA DEL REGOLAMENTO...4 ART.1 Oggetto del regolamento...4 ART. 2 Ambito

Dettagli

MATERIALE O PRODOTTO DA PROVARE DENOMINAZIONE DELLA PROVA RIFERIMENTO NORMA

MATERIALE O PRODOTTO DA PROVARE DENOMINAZIONE DELLA PROVA RIFERIMENTO NORMA MATERIALE O PRODOTTO DA PROVARE DENOMINAZIONE DELLA PROVA RIFERIMENTO NORMA ACQUE POTABILI, MINERALI, SUPERFICIALI, DI, LIQUIDI DI DISSOLUZIONE ACQUE POTABILI, MINERALI, SUPERFICIALI, DI, LIQUIDI DI DISSOLUZIONE

Dettagli

ANALISI MICROBIOLOGICHE E CHIMICHE DELLE ACQUE DI EMODIALISI DISCIPLINARE. (D.D.G. Arpa Piemonte n. 130 del 12/12/2011) Premessa

ANALISI MICROBIOLOGICHE E CHIMICHE DELLE ACQUE DI EMODIALISI DISCIPLINARE. (D.D.G. Arpa Piemonte n. 130 del 12/12/2011) Premessa ANALISI MICROBIOLOGICHE E CHIMICHE DELLE ACQUE DI EMODIALISI DISCIPLINARE (D.D.G. Arpa Piemonte n. 130 del 12/12/2011) Premessa Le Linee guida su acque e soluzioni per dialisi pubblicate sul Giornale Italiano

Dettagli

Acque superficiali destinate ad uso potabile: controlli analitici e classificazione.

Acque superficiali destinate ad uso potabile: controlli analitici e classificazione. Acque superficiali destinate ad uso potabile: controlli analitici e classificazione. Relatore: Pietro Salvadori Responsabile U.O. Acque Potabili Dip. ARPAM Pesaro Ancona, 17 ottobre 2003 Il controllo delle

Dettagli

ACQUA DI PROVA RAPPORTO DI PROVA N 457/15. SPETT. SANUSLIFE INTERNATIONAL GMBH/SRL Manötsch 15 39053 KARNEID (BZ) 12/01/2015.

ACQUA DI PROVA RAPPORTO DI PROVA N 457/15. SPETT. SANUSLIFE INTERNATIONAL GMBH/SRL Manötsch 15 39053 KARNEID (BZ) 12/01/2015. RAPPORTO DI N 457/15 Data emissione 12/01/2015 SPETT. SANUSLIFE INTERNATIONAL GMBH/SRL Manötsch 15 39053 KARNEID (BZ) Report test efficienza filtri prove chimiche Riferimento: RdP 5440/14 e 5442/14 accettazione

Dettagli

La gestione del Servizio Idrico Integrato di Rimini e la qualità dell acqua potabile

La gestione del Servizio Idrico Integrato di Rimini e la qualità dell acqua potabile ECOMONDO 07 novembre 2008 venerdì La gestione del Servizio Idrico Integrato di Rimini e la qualità dell acqua potabile Ing. Pierpaolo Martinini Responsabile Reti Hera Rimini Srl Principali fonti del territorio

Dettagli

ANALISI ACQUA POTABILE ACQUEDOTTO DI ERBA e ALBAVILLA

ANALISI ACQUA POTABILE ACQUEDOTTO DI ERBA e ALBAVILLA Pag. 1 di 8 ANALISI ACQUA POTABILE ACQUEDOTTO DI ERBA e ALBAVILLA Premessa: La città di ERBA, dal punto di vista idrico, è suddivisa in 4 zone: - zona 1 frazione di Carpesino, Arcellasco, Crevenna, Buccinigo:

Dettagli

Acqua Minerale Naturale oligominerale fonte SAN BENEDETTO -naturale-

Acqua Minerale Naturale oligominerale fonte SAN BENEDETTO -naturale- Descrizione o modifica NOME COMMERCIALE ACQUA MINERALE NATURALE MARCHIO SAN BENEDETTO FORMATO TMC TERMINE MINIMO DI CONSERVAZIONE Naturale 2 Litri PET 18 Mesi 1.5 Litri PET 18 Mesi 1 Litri PET 18 Mesi

Dettagli

RAPPORTO DI PROVA N. 3717/15

RAPPORTO DI PROVA N. 3717/15 Spett.le P3 SRL VIA SALVO D'ACQUISTO, 5 35010 RONCHI DI VILLAFRANCA (PD) Sigla del campione SFRIDI E SCARTI DI LAVORAZIONE PANNELLI POLIURETANICI COMPOSTI Numero accettazione 3717 Campione ricevuto 08/07/2015

Dettagli

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152)

PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Commissario Delegato per l Emergenza Bonifiche e la Tutela delle Acque in Sicilia PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE DELLA SICILIA (di cui all'art. 121 del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n 152) Censimento

Dettagli

QUALITA ACQUE SOTTERRANEE

QUALITA ACQUE SOTTERRANEE APAT Agenzia per la Protezione dell Ambiente e per i Servizi Tecnici QUALITA ACQUE SOTTERRANEE Lo stato di qualità ambientale dei corpi idrici sotterranei è definito sulla base dello stato quantitativo

Dettagli

COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE. La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare. Mario Tomasoni. Brescia 16.12.

COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE. La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare. Mario Tomasoni. Brescia 16.12. COMUNE DI BOVEZZO LE ACQUE DELLA RETE IDRICA COMUNALE La Qualità I Controlli La Sicurezza Alimentare Mario Tomasoni Brescia 16.12.2013 IL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO NEL GRUPPO A2A Il Gruppo A2A gestisce

Dettagli

EMISSIONI IN ATMOSFERA

EMISSIONI IN ATMOSFERA EMISSIONI IN ATMOSFERA RAPPORTO DI PROVA Rif. AMB-2014/2714 Insediamento: ZOLA PREDOSA TELERISCALDAMENTO SRL - VIALE DELLO SPORT, 101 - ZOLA PREDOSA - BO Committente: ZOLA PREDOSA TELERISCALDAMENTO SRL

Dettagli

Scritto Chimica generale 13.02.2012 Gruppo A

Scritto Chimica generale 13.02.2012 Gruppo A Scritto Chimica generale 13.02.2012 Gruppo A 1. Calcolare il ph di una soluzione ottenuta mescolando 12.0 ml di una soluzione 1.00 M di nitrato di calcio, 150 ml di una soluzione 1.00 M di acido cloridrico,

Dettagli

Indicazioni operative per La Misurazione dei fumi e dei gas durante la attività di saldatura

Indicazioni operative per La Misurazione dei fumi e dei gas durante la attività di saldatura Indicazioni operative per La Misurazione dei fumi e dei gas durante la attività di saldatura Scheda n 1 Giugno 2010 1 Norme di riferimento: UNI EN 10882-1:2002: Campionamento delle particelle in sospensione

Dettagli

DECRETO 10 febbraio 2015. (GU n.50 del 2 3 2015) criteri di valutazione delle caratteristiche delle acque minerali. naturali.

DECRETO 10 febbraio 2015. (GU n.50 del 2 3 2015) criteri di valutazione delle caratteristiche delle acque minerali. naturali. MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 10 febbraio 2015 Criteri di valutazione delle caratteristiche delle acque minerali naturali. (15A01419) (GU n.50 del 2 3 2015) IL MINISTRO DELLA SALUTE Visto il decreto legislativo

Dettagli

Risultati della caratterizzazione dei fumi

Risultati della caratterizzazione dei fumi Progetto Produzione di energia e sostanza organica dai sottoprodotti del vigneto Risultati della caratterizzazione dei fumi Paolo Giandon ARPAV Dipartimento Provinciale di Treviso Biella, 24 settembre

Dettagli

Laboratorio Biomasse - Elenco delle analisi

Laboratorio Biomasse - Elenco delle analisi Laboratorio Biomasse - Elenco delle analisi 1 - Analisi per la caratterizzazione energetica e chimico-fisica dei materiali 1.1 - Biomasse solide * 1 Umidità CEN/TS 14774 Ceneri a 550 C CEN/TS 14775 Potere

Dettagli

CAMPIONAMENTO DEL SUOLO

CAMPIONAMENTO DEL SUOLO CAMPINAMENT DEL SUL Metodo Nei tre anni di durata del progetto è stato effettuato un solo campionamento del suolo da tutte le 6 AdS di Livello IIA-B, esattamente tra la fine di Maggio e Giugno 1996. Il

Dettagli

Esperienze di caratterizzazione delle componenti inorganiche in deposizioni umide e secche nei pressi di un impianto di incenerimento

Esperienze di caratterizzazione delle componenti inorganiche in deposizioni umide e secche nei pressi di un impianto di incenerimento Esperienze di caratterizzazione delle componenti inorganiche in deposizioni umide e secche nei pressi di un impianto di incenerimento Brescia, Auditorium del Museo Civico di Scienze Naturali 5 giugno 2014

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 6 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acqua sotterranea, superficiale potabile, Acqua di scarico, percolato Idrocarburi totali come n-esano APAT CNR IRSA 5160B2 Man 29 2003 Acque di scarico

Dettagli

SPERIMENTAZIONE della cartografia dei valori di fondo. gestione delle terre e rocce da scavo. Bologna, 2 Aprile 2014

SPERIMENTAZIONE della cartografia dei valori di fondo. gestione delle terre e rocce da scavo. Bologna, 2 Aprile 2014 SPERIMENTAZIONE della cartografia dei valori di fondo dei metalli pesanti, a supporto della gestione delle terre e rocce da scavo Bologna, 2 Aprile 2014 Cos è il contenuto di fondo naturale? (art. 1 comma

Dettagli

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda N 1 di 9 PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 1 2 3 Acque destinate al consumo umano, acque naturali Clostridium perfringens UNI EN ISO 19458:2006 + Rapporti ISTISAN 2007/5 Pag 48 Met ISS A 005A, Rapporti

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO LABORATORIO DI SANITA PUBBLICA Via Cadorna, 8-22100 COMO

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO LABORATORIO DI SANITA PUBBLICA Via Cadorna, 8-22100 COMO LAB N 1301 Membro degli Accordi di Mutuo Riconoscimento EA, IAF e ILAC DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO LABORATORIO DI SANITA PUBBLICA Via Cadorna, 8-22100 COMO UNI EN ISO 9001:2008 IL DIRETTORE LSP

Dettagli

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0

ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Scheda 1 di 11 ELENCO PROVE ACCREDITATE - CATEGORIA: 0 Acque destinate al consumo umano Alluminio UNI EN ISO 12020:2002 Batteri coliformi a 37 C Rapporti ISTISAN 2007/5 pag 58 Met ISS A 006B Cadmio UNI

Dettagli

L ACQUA DEL NOSTRO RUBINETTO Buona, sicura, da non sprecare.. 4 Novembre 2008

L ACQUA DEL NOSTRO RUBINETTO Buona, sicura, da non sprecare.. 4 Novembre 2008 L ACQUA DEL NOSTRO RUBINETTO Buona, sicura, da non sprecare.. 4 Novembre 2008 L acqua, come l aria che respiriamo, è indispensabile alla vita di ogni uomo e rappresenta quindi un bene prezioso, da proteggere

Dettagli

Acque superficiali: Campionamento analisi chimiche Relatore: Dr. Ferdinando De Rosa

Acque superficiali: Campionamento analisi chimiche Relatore: Dr. Ferdinando De Rosa Acque superficiali: Campionamento analisi chimiche Relatore: Dr. Ferdinando De Rosa salute e il tempo libero Riferimenti normativi D.Lgs 152 dell 11 maggio 1999 modificata e integrata con il D.Lgs 258

Dettagli

Valori misurati dei parametri inquinanti nelle stazioni della rete regionale di monitoraggio delle acque superficiali

Valori misurati dei parametri inquinanti nelle stazioni della rete regionale di monitoraggio delle acque superficiali settore ambiente servizio acque, suolo e protezione civile Valori misurati dei parametri inquinanti nelle stazioni della rete regionale di monitoraggio delle acque superficiali Allegato 1 Mantova, novembre

Dettagli

LA TERRA E LA CHIMICA: LA TAVOLA PERIODICA DEGLI ELEMENTI ELEMENTI E COMPOSTI

LA TERRA E LA CHIMICA: LA TAVOLA PERIODICA DEGLI ELEMENTI ELEMENTI E COMPOSTI I.I.S. A. PACINOTTI IST. TECNICO STATALE INDUSTRIALE Antonio PACINOTTI IST. TECNICO STATALE per GEOMETRI "Giorgio MASSARI" http://www.iispacinottive.it/ Via Caneve, n. 93 30173 - Mestre (VE) tel. 041 5350355

Dettagli

SOMMARIO. Parametri microbiologici. Lo stato dell acqua nel lazio Servizi per il privato Modalità di richiesta del preventivo e consegna del campione

SOMMARIO. Parametri microbiologici. Lo stato dell acqua nel lazio Servizi per il privato Modalità di richiesta del preventivo e consegna del campione LE ACQUE POTABILI 1 SOMMARIO 1 Le acque potabili 3 2 Che cosa dice la legge 4 3 Il sistema di distribuzione dell acqua potabile La tutela della risorsa idrica 5 6 7 6 Il sistema dei controlli e il ruolo

Dettagli

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI.

1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. PAGINA 1 di 6 1 - ATTREZZATURE, ADDITIVI, MEZZI DI PROTEZIONE, ECC. NECESSARI. QUANTITA 1 Flacone acido solforico H 2 SO 4 (25%) (P.A.) 1 Flacone acido nitrico HNO 3 concentrato (65%) (SUPRAPUR x ANALISI

Dettagli

Servizio Qualità Acqua Erogata

Servizio Qualità Acqua Erogata Servizio Qualità Acqua Erogata SERVIZIO DI CAMPIONAMENTO, ANALISI CHIMICHE, BIOLOGICHE ED ECOTOSSICOLOGICHE DI ACQUE E DI SEDIMENTI DEI SISTEMI IDRICI CAPITOLATO SPECIALE Allegato n.2: elenco delle metodiche

Dettagli

Codice archivio : AND00008i Rapporto di Prova: 14.00839. L'Analista

Codice archivio : AND00008i Rapporto di Prova: 14.00839. L'Analista INFORMAZIONI CLIENTE Azienda ZUCCARO GIORGIO AZ. AG Indirizzo C.da Laccata, snc C.A.P 87010 Località Lauropoli Provincia COSENZA ACQUA IRRIGAZIONE Campione Campione 2 Coltura Non specificato Substrato

Dettagli

INDICE GENERALE. CAPITOLO 1 PARAMETRI CHIMICO-FISICI... pag. 7 CAPITOLO 2 COSTITUENTI INORGANICI NON METALLICI... 29

INDICE GENERALE. CAPITOLO 1 PARAMETRI CHIMICO-FISICI... pag. 7 CAPITOLO 2 COSTITUENTI INORGANICI NON METALLICI... 29 INDICE GENERALE INDICE GENERALE CAPITOLO 1 PARAMETRI CHIMICO-FISICI... pag. 7 CAPITOLO 2 COSTITUENTI INORGANICI NON METALLICI... 29 CAPITOLO 3 PARAMETRI CHIMICI-METALLI... 57 CAPITOLO 4 PARAMETRI ORGANICI...

Dettagli

03 - Unità di misura, tabelle di conversione

03 - Unità di misura, tabelle di conversione 0 0 - Unità di misura, tabelle di conversione - Tabella unità di misura sistema internazionale - Tabelle di conversione - Tabelle pesi specifici e temp. di fusione - Tabelle filettature - Tabelle pesi

Dettagli

Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016)

Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016) Dipartimento della sanità e della socialità LABORATORIO CANTONALE Tariffario per analisi di acqua potabile (Stato 7.1.2016) Prestazioni di servizio del laboratorio cantonale per analisi di acqua potabile.

Dettagli

La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: affidabilità dei risultati d analisi.

La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: affidabilità dei risultati d analisi. R&C Lab S.r.l. La caratterizzazione analitica delle terre e rocce da scavo: rintracciabilità come garanzia di affidabilità dei risultati d analisi. Dr. Dino Celadon Responsabile Ricerca & Sviluppo Ambientale

Dettagli

CEREALI E DERIVATI. Cereali in granella Tecniche di analisi d immagine 30. Cereali e derivati. Grano duro, semola e sfarinato integrale UNI 10277

CEREALI E DERIVATI. Cereali in granella Tecniche di analisi d immagine 30. Cereali e derivati. Grano duro, semola e sfarinato integrale UNI 10277 N 01 16 sett. 13 N 0 DATA ANALISI SINGOLE ED ANALISI COMPLETE MATRICE METODI PAG. 1 di 8 PREZZO IVA esclusa. Bianconatura, striminzimento, volpatura e stima della resa in semola CEREALI E DERIVATI Cereali

Dettagli

PROVINCIA DI NUORO Direzione Generale - Ufficio di Piano

PROVINCIA DI NUORO Direzione Generale - Ufficio di Piano Allegato III Determinazione n.634 del 05/03/2010 PROVINCIA DI NUORO Direzione Generale - Ufficio di Piano ALLEGATO AIA : III Alla Determinazione N. 634 DEL 05/03/2010 Autorizzazione Integrata Ambientale

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLA SARDEGNA ARPAS Direzione generale PIANO DI MONITORAGGIO AMBIENTALE DELLA LAGUNA DI SANTA GILLA E DELLO STAGNO DI CAPOTERRA FASE I CAMPIONATURA ED

Dettagli

Servizi Consulenze Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I

Servizi Consulenze Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I Servizi Analisi Ambientali i S.C.A. s.n.c. - Analisi ambientali e alimentari, formazione I CARATTERIZZAZIONE CHIMICO-FISICA DI SEDIMENTI FLUVIALI PER SOSPETTA PRESENZA DIIDROCARBURI PRESSO LA FOCE DEL

Dettagli

Caratterizzazione chimico fisica delle biomasse legnose

Caratterizzazione chimico fisica delle biomasse legnose Caratterizzazione chimico fisica delle biomasse legnose Rossana Cerioni SIBE Srl Spin-Off dell Università Politecnica delle Marche BIOENERGY - Verona, 4 febbraio 2010 COMPONENTI DELLA BIOMASSA SOLIDA Aspetti

Dettagli

P5.03-02 INDICE DISINFEZIONE/DECONTAMINAZIONE. Rev. 0 del 20.01.14 Pag. 1 di 8 1. SCOPO 2. RESPONSABILITA 3. RIFERIMENTI NORMATIVI

P5.03-02 INDICE DISINFEZIONE/DECONTAMINAZIONE. Rev. 0 del 20.01.14 Pag. 1 di 8 1. SCOPO 2. RESPONSABILITA 3. RIFERIMENTI NORMATIVI Rev. 0 del 20.01.14 Pag. 1 di 8 INDICE 1. SCOPO 2. RESPONSABILITA 3. RIFERIMENTI NORMATIVI 4. STRUMENTI UTILIZZATI 5. MODALITA' OPERATIVE 6. VERIFICA DECONTAMINAZIONE MODULI ALLEGATI: M01 P.5.07-01 Accettazione

Dettagli

L acqua potabile nel comune di Cerro Maggiore

L acqua potabile nel comune di Cerro Maggiore L acqua potabile nel comune di Cerro Maggiore Introduzione Scopo di questa relazione è descrivere la qualità dell acqua fornita dall acquedotto di Cerro Maggiore, quale risulta dai controlli effettuati

Dettagli

CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ACQUA NELLA RETE ACQUEDOTTISTICA DELL OSPEDALE DI CHACAS (PERU ) Riccardo Bigoni riccardo.bigoni@ing.unibs.

CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ACQUA NELLA RETE ACQUEDOTTISTICA DELL OSPEDALE DI CHACAS (PERU ) Riccardo Bigoni riccardo.bigoni@ing.unibs. CONTROLLO DELLA QUALITA DELL ACQUA NELLA RETE ACQUEDOTTISTICA DELL OSPEDALE DI CHACAS (PERU ) Riccardo Bigoni riccardo.bigoni@ing.unibs.it Descrizione del progetto Partner: O.M.G. (Operazione Mato Grosso)

Dettagli

La qualità dell acqua distribuita dal civico acquedotto di Brescia

La qualità dell acqua distribuita dal civico acquedotto di Brescia La qualità dell acqua distribuita dal civico acquedotto di Brescia Conferenza stampa del 28 febbraio 2014 Mario Tomasoni I PUNTI DI MONITORAGGIO DELL ACQUA DISTRIBUITA Punti di controllo totali: 26 Circoscrizione

Dettagli

Struttura Semplice Siti Nucleari

Struttura Semplice Siti Nucleari DIPARTIMENTO TEMATICO RADIAZIONI ATTIVITA DI CONTROLLO IN RELAZIONE AL RINVENIMENTO DI FUSTI INTERRATI PRESSO IL SITO FN-SO.G.I.N. DI BOSCO MARENGO (AL) Relazione tecnica n. 8/SS21.02/2014 Redazione Verifica

Dettagli

QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE. Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010

QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE. Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 QUALITA DELL ACQUA DELLE PISCINE Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 Stefano Pieroni Montecatini Terme 22 ottobre 2010 QUALITA DELL ACQUA Fin dall antichità l uso ricreativo e terapeutico

Dettagli

RICHIESTA DI ALLACCIO ALLA RETE FOGNARIA CONSORTILE

RICHIESTA DI ALLACCIO ALLA RETE FOGNARIA CONSORTILE Consorzio Industriale Provinciale Cagliari Sede Legale e Recapito Postale: Viale Diaz, 86 09125 CAGLIARI tel 070 2481 fax 070 247411 www.cacip.it Sede Legale e Recapito Postale: Viale A. Diaz, 86 09125

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

ACQUA. RUOLO: - assimilazione - disassimilazione. FUNZIONI: - solvente - veicolante - termoregolatrice - apporto di sali minerali

ACQUA. RUOLO: - assimilazione - disassimilazione. FUNZIONI: - solvente - veicolante - termoregolatrice - apporto di sali minerali ACQUA RUOLO: - assimilazione - disassimilazione FUNZIONI: - solvente - veicolante - termoregolatrice - apporto di sali minerali DISPONIBILITA ¾ del pianeta ricoperti da acqua < 3% dolce 0,6 % falde freatiche

Dettagli

ACQUA MINERALE DAL RUBINETTO

ACQUA MINERALE DAL RUBINETTO Pagina 1 di 5 ACQUA MINERALE DAL RUBINETTO A Roma l'acqua del rubinetto di casa non solo è potabile ma risulta minerale, salutare, economica e pronta per essere bevuta. Dopo il convegno di Venezia dedicato

Dettagli

2) Descrizione del monitoraggio della qualità dell acqua

2) Descrizione del monitoraggio della qualità dell acqua Valutazione del rischio igienico associato al pericolo e individuazione dei limiti critici Il Piano di autocontrollo deve basarsi sull analisi e valutazione del rischio, applicando in ogni fase o processo

Dettagli

Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Esame di Chimica Analitica e Complementi di Chimica Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012

Corso di Laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche Esame di Chimica Analitica e Complementi di Chimica Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012 Modulo di Chimica Analitica 8 Novembre 2012 1. Una soluzione viene preparata sciogliendo1210 mg di K 3 Fe(CN) 6 in 775 ml di acqua. Calcolare: a) la concentrazione analitica di K 3 Fe(CN) 6 b) la concentrazione

Dettagli

CARAFFA FILTRANTE - APPARECCHIATURA AD USO DOMESTICO PER IL TRATTAMENTO DI ACQUE POTABILI

CARAFFA FILTRANTE - APPARECCHIATURA AD USO DOMESTICO PER IL TRATTAMENTO DI ACQUE POTABILI CARAFFA FILTRANTE - APPARECCHIATURA AD USO DOMESTICO PER IL TRATTAMENTO DI ACQUE POTABILI Migliora il gusto dell acqua riducendo il cloro e alcune sostanze sgradevoli La cartuccia filtrante ha una capacità

Dettagli

POP 03 PROCEDURA DI CAMPIONAMENTO DI ACQUE SUPERFICIALI, REFLUE E POTABILI

POP 03 PROCEDURA DI CAMPIONAMENTO DI ACQUE SUPERFICIALI, REFLUE E POTABILI REV 0 1 di 7 POP 03 PROCEDURA DI CAMPIONAMENTO DI ACQUE SUPERFICIALI, REFLUE E POTABILI DATA REDAZIONE VERIFICA APPROVAZIONE 20/06/2011 REV 0 2 di 7 SOMMARIO 1 RIFERIMENTI 3 2 DEFINIZIONI 3 3 SCOPO E CAMPO

Dettagli

Laboratorio CONSUL AB S.r.l. analisi chimiche e consulenze ambientali RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014

Laboratorio CONSUL AB S.r.l. analisi chimiche e consulenze ambientali RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014 Spett.le AUTOSERVIZI DE ZEN MICHELE s.a.s. Via del Capitello, 5 31011 Asolo (TV) RAPPORTO DI PROVA N. : 586/14/M DEL: 26/03/2014 DATI IDENTIFICATIVI DEL CAMPIONE N richiesta Prove : 2014 0586 Del : 17/03/2014

Dettagli

Laboratorio Analisi Dott. Massimo Tinti. Via Roma 262, 09037 SAN GAVINO MONREALE (VS) 0709338384-0709376608 e.mail: lab.tinti@gmail.

Laboratorio Analisi Dott. Massimo Tinti. Via Roma 262, 09037 SAN GAVINO MONREALE (VS) 0709338384-0709376608 e.mail: lab.tinti@gmail. Laboratorio Analisi Dott. Massimo Tinti Via Roma 262, 09037 SAN GAVI MONREALE (VS) 0709338384-0709376608 e.mail: lab.tinti@gmail.com www.laboratoriotinti.com CARTA DEI SERVIZI Revisione 8 del 14/09/2014

Dettagli

Acquedotto di Roé Volciano:

Acquedotto di Roé Volciano: Acquedotto di Roé Volciano: Sintesi dell infrastruttura; Descrizione del Piano di controllo interno; Documento Controlli chimici e microbiologici anno 2012. Pagina - 1 - di 6 1. Premessa La gestione del

Dettagli

ACQUA componente più abbondante dell organismo fabbisogno più abbondante riserve più limitate

ACQUA componente più abbondante dell organismo fabbisogno più abbondante riserve più limitate ACQUA componente più abbondante dell organismo fabbisogno più abbondante riserve più limitate L ORGANISMO ANIMALE NON SOPRAVVIVE ALLA PERDITA DEL 10% DI ACQUA Permette la vita, che può essere considerata

Dettagli

Le acque potabili di acquedotto Dipartimento ARPAT di Firenze Edificio C -1 Piano Via Ponte alle Mosse 211 22 novembre 2010 1

Le acque potabili di acquedotto Dipartimento ARPAT di Firenze Edificio C -1 Piano Via Ponte alle Mosse 211 22 novembre 2010 1 Francesco Mantelli - Dipartimento ARPAT di Firenze f.mantelli@arpat.toscana.it Acque potabili: normativa di riferimento, requisiti di qualità e impiego dei sistemi di trattamento Giornata informativa Le

Dettagli

DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT)

DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT) DAISY S.R.L. Discarica per rifiuti non pericolosi sita in località San Procopio, S.P. 12 Km 4 76121 Barletta (BT) A.I.A. n.124 del 09.12.2008 Relazione Annuale Gennaio Dicembre Data 28/01/14 Rev: 0 Pagina

Dettagli

Allegato 1: CAMPIONAMENTO_ ACQUE

Allegato 1: CAMPIONAMENTO_ ACQUE Pag. 1 di 10 INDICE 1 RIFERIMENTI 2 2 DEFINIZIONI 2 3 PERSONALE AUTORIZZATO 2 4 MATERIALE DA UTILIZZARE 2 4.1 Analisi microbiologiche 2 4.2 Analisi Chimiche 3 5 MODALITA OPERATIVE 3 5.1 Campionamento acque

Dettagli

Normativa di riferimento acqua destinata al consumo umano

Normativa di riferimento acqua destinata al consumo umano Normativa di riferimento acqua destinata al consumo umano Direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano Decreto Legislativo n 31 del 2/02/2001 e ss.mm.ii. Decreto Dirigenziale

Dettagli

Prove di combustione

Prove di combustione Giornata Dimostrativa del Progetto BioTec Analisi delle tecniche di combustione e ricerca sui processi di produzione di biocombustibili da biomasse agro-forestali Prove di combustione Andrea Cristoforetti

Dettagli

6060 0,1 0,1-0,3 0,1 0,35-0,6 0,3-0,6 0,15 0,05 0,1 RESTO 6030 0,1 0,35 0,1 0,45-0,9 0,2-0,6 0,1 0,1 0,1 RESTO

6060 0,1 0,1-0,3 0,1 0,35-0,6 0,3-0,6 0,15 0,05 0,1 RESTO 6030 0,1 0,35 0,1 0,45-0,9 0,2-0,6 0,1 0,1 0,1 RESTO PROFILI ESTRUSI IN LEGA DI ALLUMINIOPRIMARIO EN AW 6060 (AlMgSi 0,5) EN AW 6063 (A1MgSi1) STATO METALLURGICO: T6, SOLUBILIZZATO, TEMPRATO ED INVECCHIATO ARTIFICALMENTE NORMATIVE E TOLLERANZE DIMENSIONALI

Dettagli

9 RELAZIONE ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEL GOLFO DELLA SPEZIA PER IL DRAGAGGIO DELLO SPECCHIO ACQUEO ANTISTANTE TERMINAL RAVANO

9 RELAZIONE ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEL GOLFO DELLA SPEZIA PER IL DRAGAGGIO DELLO SPECCHIO ACQUEO ANTISTANTE TERMINAL RAVANO 9 RELAZIONE ATTIVITA DI MONITORAGGIO DEL GOLFO DELLA SPEZIA PER IL DRAGAGGIO DELLO SPECCHIO ACQUEO ANTISTANTE TERMINAL RAVANO Campagne di monitoraggio Marzo - Ottobre 2012 INDICE 1 INTROduZIONE... 3 2

Dettagli

30-lug-15. RENDINA Ambiente Srl STRADA VICINALE MONTELUNGO - ZONA INDUSTRIALE SAN NICOLA di MELFI (PZ)

30-lug-15. RENDINA Ambiente Srl STRADA VICINALE MONTELUNGO - ZONA INDUSTRIALE SAN NICOLA di MELFI (PZ) Rapporto di prova n Descrizione Accettazione Data Inizio prove Impianto: Emissioni gassose 150599 18-giu-15 Data fine prove 30-lug-15 Pagina 1\7 Spettabile: AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE

Dettagli

22 marzo 2013 RAPPORTO SULLA QUALITA DELL ACQUA DISTRIBUITA DALL ACQUEDOTTO DI CAMPOBASSO 2009 2010 2011 2012

22 marzo 2013 RAPPORTO SULLA QUALITA DELL ACQUA DISTRIBUITA DALL ACQUEDOTTO DI CAMPOBASSO 2009 2010 2011 2012 Il RAPPORTO SULLA QUALITÀ DELL ACQUA DISTRIBUITA DALL ACQUEDOTTO COMUNALE DI CAMPOBASSO è a cura di Giovanni TUCCI - Michaela ANTENUCCI - Giuseppe GRANIERO - Luca D AGNILLO (Idrosfera Srl Unipersonale

Dettagli

Progetto Europeo MixBioPells

Progetto Europeo MixBioPells Progetto Europeo MixBioPells Dario Molinari CTI Cremona, 19/03/2011 Supported by: Partecipante Sigla Paese Ambito German Biomass Research Centre Bioenergy 2020+ GMBH Technical Research Centre of Finland

Dettagli

Piergiuseppe Calà Direzione Generale del Diritto alla Salute Regione Toscana

Piergiuseppe Calà Direzione Generale del Diritto alla Salute Regione Toscana Piergiuseppe Calà Direzione Generale del Diritto alla Salute Regione Toscana LE ALTERNATIVE POSSIB ILI: LE ACQUE CONFEZIONA TE Seminario L ACQUA POTABILE IN CASA Informazioni sulle sce lte possibili per

Dettagli

Designazione delle leghe d'alluminio

Designazione delle leghe d'alluminio Designazione Famiglia ed elementi base EN 73-1 EN 73- Ex UNI Nuova UNI EN UNI alfanumerica Commerciale Italia Serie 1000 Al EN AW-100A EN AW-Al 99, 9001/ 73-3 P-Al99. Alluminio 99, EN AW-011 EN AW-Al CuBiPb

Dettagli

QUALITY. Analisi delle acque. via Volturno, 2-90138 Palermo - Tel. 091 279111 - Fax 091 279228 www.amapspa.it - e-mail: info@amapspa.it.

QUALITY. Analisi delle acque. via Volturno, 2-90138 Palermo - Tel. 091 279111 - Fax 091 279228 www.amapspa.it - e-mail: info@amapspa.it. QUALITY SE R VI C E Analisi delle acque via Volturno, 2-90138 Palermo - Tel. 091 279111 - Fax 091 279228 www.amapspa.it - e-mail: info@amapspa.it Pronto AMAP 800 915333 AMAPTEL (autolettura contatori)

Dettagli

30.7.2008 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 201/37

30.7.2008 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 201/37 30.7.2008 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 201/37 ALLEGATO «Bosnia-Erzegovina Nota: in virtù dell'articolo 1 del presente regolamento, l'articolo 18 del regolamento (CE) n. 1013/2006 si applica

Dettagli

Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D.Lgs. 02-02-2001 n. 31 Attuazione della direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano. Pubblicato nella Gazz. Uff. 3 marzo 2001, n. 52, S.O. D.Lgs. 2 febbraio 2001, n.

Dettagli

TARIFFARIO. (DICA_LIA/DOC.95.301 agg. 4 del 08.08.2013) Verifica e approvazione: Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale.

TARIFFARIO. (DICA_LIA/DOC.95.301 agg. 4 del 08.08.2013) Verifica e approvazione: Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale. Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale ( agg. 4 del 08.08.2013) Verifica e approvazione: Il Responsabile di Laboratorio prof. Michele. Giugliano Il Direttore Prof. Gianpaolo Rosati Pagina 1 di

Dettagli

Esperienza n 6: Determinazione della DUREZZA dell acqua di rubinetto

Esperienza n 6: Determinazione della DUREZZA dell acqua di rubinetto Obiettivo: Determinare la durezza dell acqua di rubinetto tramite titolazione complessometrica con EDTA. Durezza dell acqua: Quantità di ioni polivalenti disciolti nell acqua (principalmente Ca e Mg, ma

Dettagli