L UNIVERSO DELLE SCIENZE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L UNIVERSO DELLE SCIENZE"

Transcript

1 BIG BANG_C_081-5_volumi 20/01/11 10:20 Pagina 1 9 mm Il corso Il Libro digitale Un manuale a misura di studente, in coerenza verticale con i contenuti acquisiti nella scuola primaria, in cui schemi e immagini costituiscono parte integrante dell apprendimento Un percorso orizzontale interdisciplinare di Educazione Ambientale, Educazione alla salute, Scienze applicate Laboratori semplici, facili da realizzare, dove si impara come fare guardando i video del Libro digitale Consente di utilizzare sullo schermo del computer e sulla LIM ogni pagina del volume Correda gli argomenti con video di approfondimento, filmati delle esperienze di laboratorio, gallerie di immagini, mappe ed esercizi interattivi Online su Animazioni e aggiornamenti L UNIVERSO DELLE SCIENZE L uomo Volume A Volume B Volume C Volume D La vita + Libro digitale A La materia e l energia + Libro digitale B L uomo + Libro digitale C Lo spazio e il tempo + Libro digitale D ISBN Guida per l insegnante ISBN Percorso semplificato di scienze ISBN Il Percorso semplificato è scaricabile gratuitamente dal sito Big Bang Vol. A + Libro digitale A + Vol. B + Libro digitale B + Vol. C + Libro digitale C + Vol. D + Libro digitale D (8 elementi indivisibili) ISBN C L uomo COMPOSIZIONE DEL CORSO L UNIVERSO DELLE SCIENZE Ezia Nicoletti - Paola Peretti - Gabriella Somaschi L uomo Ezia Nicoletti - Paola Peretti Gabriella Somaschi

2 Ezia Nicoletti - Paola Peretti Gabriella Somaschi L UNIVERSO DELLE SCIENZE L uomo

3 internet: Redattore responsabile: Tecnico responsabile: Progetto grafico: Copertina: Redazione: Impaginazione: Disegni: Francesca Rizzo Gianluigi Ronchetti Tiziana Pesce, Marco Ponsero (Capoverso srl, Torino) Tiziana Pesce Paolo Bianco, Valentina Caccavale (Capoverso srl, Torino) Filippo Cabiddu, Marco Ponsero, Andrea Coniglio, Maria Rita Cilia (Capoverso srl, Torino) Sonia Giubertoni, Giovanni Bertazzoli, Stefano Mazzola, Daniele Gianni Paolo Cassinis (Capoverso srl, Torino) Art Director: Nadia Maestri Proprietà letteraria riservata 2011 De Agostini Scuola SpA Novara 1ª edizione: febbraio 2011 Printed in Italy Le fotografie di questo volume sono state fornite da: Foto De Agostini Editore Picture Library; istockphoto; Corbis; Getty Images Foto e video dei laboratori: Gianni Oliva CEDAM Scuola è un marchio registrato e concesso in licenza da Wolters Kluwer Italia s.r.l. a De Agostini Scuola SpA. Illustrazioni di copertina: istockphoto cromosomi Sandra Baker/Getty Images, cellule, istockphoto Schede di Scienze applicate: Silvia Bencivelli L Editore dichiara la propria disponibilità a regolarizzare eventuali omissioni o errori di attribuzione. Nel rispetto del DL 74/92 sulla trasparenza nella pubblicità, le immagini escludono ogni e qualsiasi possibile intenzione o effetto promozionale verso i lettori. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte del materiale protetto da questo copyright potrà essere riprodotta in alcuna forma senza l autorizzazione scritta dell Editore. Fotocopie per uso personale del lettore possono essere effettuate nei limiti del 15% di ciascun volume dietro pagamento alla SIAE del compenso previsto dall art. 68, comma 4, della legge 22 aprile 1941 n.633. Le riproduzioni ad uso differente da quello personale potranno avvenire, per un numero di pagine non superiore al 15% del presente volume, solo a seguito di specifica autorizzazione rilasciata da AIDRO Corso di Porta Romana, Milano Eventuali segnalazioni di errori, refusi, richieste di chiarimento/funzionamento dei supporti multimediali o spiegazioni sulle scelte operate dagli autori e dalla Casa Editrice possono essere inviate all indirizzo di posta elettronica Stampa: Deaprinting (Novara) Ristampa Anno

4 Big Bang IL TUO VIAGGIO NELL UNIVERSO DELLE SCIENZE I quattro grandi temi delle scienze I volumi del tuo corso descrivono nel titolo i quattro grandi temi delle scienze: La vita (le caratteristiche degli esseri viventi e l ambiente in cui vivono) La materia e l energia (la struttura, le proprietà e le trasformazioni della materia e le leggi che regolano i fenomeni naturali) L uomo (le funzioni dell uomo e gli apparati che le svolgono) Lo spazio e il tempo (l universo, la Terra e la storia evolutiva) Ogni volume è articolato in itinerari; ciascuno di essi sviluppa un argomento in una o più unità. III

5 Leggere, osservare, imparare Ogni unità del tuo libro tratta un argomento specifico. Per ogni argomento ci sono: parole per descriverlo con un linguaggio scientifico; immagini, video e animazioni per vederlo ; esperimenti per verificare quello che viene affermato. Gli argomenti sono esposti in maniera semplice e schematica; gli esempi tratti dalla realtà quotidiana ti aiutano a comprendere anche i concetti più astratti. Le parole chiave sono evidenziate in neretto, le definizioni e i concetti principali in rosso. Zoom delle immagini trapezio deltoide bicipite gran pettorale obliquo esterno retto dell addome tricipite sartorio quadricipite adduttore lungo gastrocnemio L osservazione di fatti e fenomeni, anche attraverso la lettura delle immagini (che nel Libro digitale puoi ingrandire), consente di fissare i concetti scientifici. IV

6 Video Molte sono le cose da leggere e da imparare e ancor più sono le cose da scoprire e fare tue osservando. Nel Libro digitale i video e le animazioni ti aiutano a comprendere meglio gli argomenti trattati. Animazioni V

7 I LABORATORI La verifica sperimentale di quanto hai studiato è fondamentale per imparare a ragionare come uno scienziato. Attraverso l analisi di differenti situazioni problematiche, proposte sia con sequenze fotografiche sul libro cartaceo sia in formato video sul Libro digitale, potrai acquisire quella capacità di formulare ipotesi e proporre strategie risolutive che sta alla base del metodo scientifico. Video dei laboratori Verificare, rielaborare, applicare I sono momenti di sosta lungo il percorso che ti aiutano a memorizzare gli argomenti e a fissare i collegamenti logici attraverso il completamento di una mappa concettuale (che puoi fare anche sul Libro digitale). Per verificare la padronanza dei contenuti, la conoscenza dei linguaggi specifici, la capacità di osservare, rielaborare e applicare i concetti come fanno i veri scienziati, puoi esercitarti attraverso le numerose e diversificate attività. Le tue competenze Avrai notato che negli studi dentistici è affisso un cartello che avvisa le donne in gravidanza di segnalare al medico il loro stato prima di effettuare una radiografia. Sai dire perché? Le tue competenze Nel corso della trattazione, ti vengono suggerite riflessioni relative a situazioni e fenomeni della vita reale che ti invitano a formulare ipotesi e trovare risposte utilizzando le conoscenze e le abilità acquisite. Audiosintesi Esercizi in più Le audiosintesi delle unità e gli esercizi in più che trovi sul Libro digitale ti aiutano a ripassare e a prepararti alla verifica. VI

8 Diventare responsabili, progettare Le schede di Scienze applicate propongono l analisi di applicazioni delle conoscenze scientifiche in ambito tecnologico. Costituiscono un occasione per uscire dall astrazione del sapere scientifico e cogliere il collegamento tra le leggi del mondo della natura e il modo di pensare e progettare proprio del mondo tecnologico. Nella rubrica Ora tocca a te trovi proposte operative. Che cosa fai se 1 2 Che cosa mangi se hai fame nel pomeriggio? Che merenda consumi? Confronta la tua dieta con i consigli che hai letto. Quali comportamenti adotti, tra quelli elencati? ORA TOCCA A TE Leggi l etichetta della tua merendina: sono indicati additivi? Confrontali con gli additivi usati per fare una crostata in casa e rifletti sulle differenze. Le rubriche PER APPROFONDIRE sviluppano alcuni aspetti più complessi degli argomenti trattati. La scheda Tu e la salute ti propone spunti di riflessione e approfondimento per aiutarti ad acquisire comportamenti responsabili nei confronti dell ambiente e della salute. Ciascuna scheda si chiude con una rubrica, intitolata Che cosa fai se oppure Rifletti, che ti invita a esprimere le tue considerazioni in relazione a situazioni che ti si possono presentare nella vita di tutti i giorni. VII

9 VolC_Indice_BZ1_I-XIV :53 Pagina VIII Indice Il simbolo indica i materiali attivabili dalle pagine del Libro digitale. L uomo e il movimento 1 Il sostegno, il movimento e il rivestimento 1. Com è organizzato il corpo umano? 2 2. Il sostegno e il movimento 4 3. Il sistema scheletrico Quali funzioni svolge? Quali tessuti lo formano? Le ossa 7 5. Lo scheletro dell uomo Lo scheletro del capo Lo scheletro del tronco Lo scheletro degli arti superiori Lo scheletro degli arti inferiori 6. Le articolazioni VIDEO: Lo scheletro 11 Tu e la salute Proteggi il tuo scheletro 7. Il sistema muscolare Quali funzioni svolge? Quali tessuti lo formano? 8. I muscoli VIDEO: Le fibre muscolari VIDEO: I muscoli Muscoli volontari e muscoli involontari Tipi di muscolo Alcuni muscoli lavorano in coppia Il carburante dei muscoli Il rivestimento Quali funzioni svolge l apparato tegumentario? La pelle Gli annessi cutanei Le ghiandole cutanee I peli Le unghie 24 Tu e la salute Il sole è tuo amico 25 Scienze applicate Gli arti bionici 27 Scienze applicate Pezzi di ricambio 28 Scienze applicate I muscoli artificiali 29 Scienze applicate Vedere le ossa: la radiografia 30 Scienze applicate Manteniamo la temperatura 31 Scienze applicate Un altra pelle: trapianti e pelli artificiali 32 LABORATORIO 1 Scopri la composizione delle ossa 33 LABORATORIO 2 Costruisci un modello per ogni tipo di articolazione 34 LABORATORIO 3 Costruisci un modello dei muscoli antagonisti 35 LABORATORIO 4 Evapora e raffredda 35 LABORATORIO 5 Osserva le impronte digitali 36 VIDEO: La pelle VIDEO: Laboratorio VIDEO: Laboratorio VIDEO: Laboratorio AUDIOSINTESI DELL U NITÀ I N PIÙ: ESERCIZI INTERATTIVI VIII

10 VolC_Indice_BZ1_I-XIV :53 Pagina IX Indice L uomo e l energia 2 La nutrizione 1. Principi nutritivi e alimenti VIDEO: Principi nutritivi e alimenti Un alimentazione corretta Gli alimenti e l energia L apparato digerente Quali funzioni svolge? 3. La digestione Prima tappa: la bocca Seconda tappa: dalla faringe all esofago VIDEO: I denti L igiene e la cura dei denti Terza tappa: lo stomaco Ultima tappa: l intestino 52 Tu e la salute 4. L assorbimento Il fegato e il pancreas Fegato Pancreas Hai bisogno di energia! Mangia in modo sano Tu e la salute Hai letto l etichetta? Tu e la salute Come conservi i cibi? Scienze applicate Gli additivi alimentari Scienze applicate La tecnologia in cucina Scienze applicate Latte a prova di bacillo Scienze applicate Guardare dentro l apparato digerente LABORATORIO 1 Ricerca i principi nutritivi negli alimenti LABORATORIO 2 Che cosa succede nello stomaco? LABORATORIO 3 Emulsiona i grassi con la bile LABORATORIO 4 Solo alcune sostanze vengono assorbite Tu e la salute Tu e la salute VIDEO: Lo stomaco VIDEO: L intestino VIDEO: Laboratorio VIDEO: Laboratorio VIDEO: Laboratorio AUDIOSINTESI DELL U NITÀ I N PIÙ: ESERCIZI INTERATTIVI 3 La respirazione 1. Perché respiriamo? L apparato respiratorio VIDEO: La respirazione Quali funzioni svolge? Com è formato? La respirazione I volumi respiratori 4. Gli scambi dei gas respiratori IX

11 VolC_Indice_BZD_I-XIV :01 Pagina X Indice Il fumo uccide: difenditi Respiro in bomboletta LABORATORIO 1 Costruisci un modello dei polmoni LABORATORIO 2 Quante volte respiri? LABORATORIO 3 Misura la tua capacità respiratoria LABORATORIO 4 Confronta l aria inspirata e quella espirata Tu e la salute Scienze applicate VIDEO: Laboratorio VIDEO: Laboratorio VIDEO: Laboratorio AUDIOSINTESI DELL U NITÀ I N PIÙ: ESERCIZI INTERATTIVI 4 Il trasporto e la difesa 1. Il trasporto L apparato circolatorio Quali funzioni svolge? 3. Il sangue VIDEO: Il sangue I gruppi sanguigni Il fattore Rh I vasi sanguigni Il cuore Il ciclo cardiaco PER APPROFONDIRE Il funzionamento del cuore 6. La circolazione 7. Il sistema linfatico VIDEO: La circolazione Quali funzioni svolge? 8. La difesa Come si difende l organismo? 9. Il sistema immunitario La fagocitosi La produzione di anticorpi La memoria immunologica Il contagio. Come avviene? Come evitarlo? Tu e la salute Le vaccinazioni e la sieroprofilassi Tu e la salute Le allergie Scienze applicate Un cuore nuovo Scienze applicate L elettricità nel cuore Scienze applicate Le banche del cordone ombelicale LABORATORIO 1 Misura il tuo battito cardiaco LABORATORIO 2 Costruisci un modello del cuore e della circolazione Tu e la salute VIDEO: Laboratorio AUDIOSINTESI DELL U NITÀ I N PIÙ: ESERCIZI INTERATTIVI 5 L escrezione X VIDEO: Il cuore 1. L escrezione L apparato escretore 106

12 VolC_Indice_BZ1_I-XIV :54 Pagina XI Indice Quali funzioni svolge? I reni La struttura del nefrone 4. La depurazione del sangue PER APPROFONDIRE Quando i reni non funzionano bene AUDIOSINTESI DELL U NITÀ I N PIÙ: ESERCIZI INTERATTIVI Le funzioni di controllo e i cinque sensi 6 Il controllo e la percezione 1. Il sistema nervoso Quale tessuto lo forma? Come vengono trasmesse le informazioni? VIDEO: I neuroni VIDEO: Il sistema nervoso centrale e periferico 2. Il sistema nervoso centrale L encefalo Il midollo spinale Il sistema nervoso periferico Il sistema nervoso autonomo Il sistema endocrino 120 Che cosa sai sulle droghe? Tu e la salute Alcol? No grazie! Tu e la salute Il doping Tu e la salute La percezione dell ambiente esterno La vista VIDEO: La vista VIDEO: L udito L occhio Come funziona la vista? 8. L udito L orecchio Come funziona l udito? Il controllo dell equilibrio 9. Il tatto La pelle 10. L olfatto La mucosa olfattiva 11. Il gusto La lingua Due lenti sul naso Scienze applicate Sensi artificiali Scienze applicate VIDEO: L olfatto VIDEO: Il gusto XI

13 VolC_Indice_BZ1_I-XIV :54 Pagina XII Indice Il cervello che lavora Il cervello che dorme Leggi e ricorda Metti alla prova i tuoi riflessi Che cos è il punto cieco? Come si forma l immagine tridimensionale? Senti il rumore della sveglia? Fai la mappa della tua sensibilità Che cos è l assuefazione agli odori? Come riconosci gusti diversi? Il sapore è diverso? Scienze applicate Scienze applicate LABORATORIO 1 LABORATORIO 2 LABORATORIO 3 LABORATORIO 4 LABORATORIO 5 LABORATORIO 6 LABORATORIO 7 LABORATORIO 8 LABORATORIO VIDEO: Laboratorio AUDIOSINTESI DELL U NITÀ I N PIÙ: ESERCIZI INTERATTIVI La riproduzione e l ereditarietà 7 La riproduzione 1. La riproduzione L apparato riproduttore maschile I gameti maschili: gli spermatozoi 3. L apparato riproduttore femminile I gameti femminili: gli ovuli Il ciclo ovarico e il ciclo mestruale Il ciclo ovarico Il ciclo mestruale Come avviene la fecondazione? La gravidanza e il parto La gravidanza Il parto 7. Perché nascono i gemelli? La pubertà Tu e la salute I metodi contraccettivi Tu e la salute Le malattie trasmesse per via sessuale Scienze applicate Tecniche di fecondazione LABORATORIO 1 Ragazzi e ragazze Tu e la salute VIDEO: La fecondazione AUDIOSINTESI DELL U NITÀ I N PIÙ: ESERCIZI INTERATTIVI XII

14 VolC_Indice_BZ1_I-XIV :54 Pagina XIII Indice 8 La genetica 1. La nascita della genetica Che cosa studia la genetica? Gli esperimenti di Mendel Le leggi di Mendel La dominanza incompleta PER APPROFONDIRE Quali sono i caratteri dominanti nell uomo? La genetica moderna I cromosomi I geni 3. Come si riproducono le cellule? La mitosi La meiosi 4. Come si determina il sesso? Il DNA La struttura del DNA La duplicazione del DNA PER APPROFONDIRE Il test del DNA 6. Le mutazioni PER APPROFONDIRE PER APPROFONDIRE Che cos è la sindrome di Down? Le malattie ereditarie La diagnosi delle malattie genetiche Scienze applicate La copia di me Scienze applicate Le cellule staminali LABORATORIO 1 L uso delle tabelle in genetica LABORATORIO 2 Costruisci un modellino del DNA LABORATORIO 3 Come si può estrarre il DNA? Glossario 184 Indice analitico 187 Scienze applicate VIDEO: Laboratorio VIDEO: Laboratorio AUDIOSINTESI DELL U NITÀ I N PIÙ: ESERCIZI INTERATTIVI XIII

15

16 ITINERARIO L uomo e il movimento 1 Il sostegno, il movimento e il rivestimento METE DA RAGGIUNGERE CONOSCERE Le funzioni e la struttura dell apparato locomotore e dell apparato tegumentario SAPERE Classificare le ossa in base alla loro forma Distinguere i vari tipi di articolazione Spiegare il funzionamento di un muscolo Riconoscere i muscoli volontari e involontari Classificare le ghiandole cutanee

17 1 ist2_ Il sostegno, il movimento e il rivestimento 1. Com è organizzato il corpo umano? L uomo, come tutti gli esseri viventi, presenta una struttura che ha come unità fondamentale la cellula. Nel corpo umano esistono vari tipi di cellule, che si differenziano a seconda della funzione che svolgono e che si organizzano in tessuti. Due o più tessuti possono formare una struttura, detta organo, che svolge una specifica funzione. Più organi costituiscono un apparato; se gli organi sono costituiti da tessuti molto simili, il loro insieme viene detto sistema. Il complesso degli apparati e dei sistemi costituisce il corpo umano. Cellula. La cellula è l unità fondamentale degli esseri viventi. Nel corpo dell uomo ci sono molti tipi di cellule, che svolgono funzioni diverse. Tessuto. Un tessuto è l insieme di più cellule simili tra loro e specializzate a compiere una determinata funzione. Tessuto epiteliale Funzione di protezione Tessuto connettivo Funzione di riempimento e sostegno Tessuto nervoso Funzione di conduzione di stimoli Tessuto muscolare Funzione di movimento Ogni tipo di tessuto ha un compito ben definito: protezione, sostegno, movimento, conduzione degli stimoli. 2 cuore Organo. Un organo è una struttura formata da due o più tessuti che, nel loro insieme, svolgono una determinata funzione. Per esempio, il cuore è l organo che fa circolare il sangue in tutto il corpo.

18 Il sostegno, il movimento e il rivestimento 1 mano TESTA o CAPO cranio faccia avambraccio braccio ARTO SUPERIORE torace addome TRONCO coscia Corpo umano. Nel nostro corpo sono riconoscibili tre parti: la testa (o capo), il tronco e gli arti (due superiori e due inferiori). gamba piede ARTO INFERIORE Apparato o sistema. Apparati e sistemi sono formati da più organi che, nel loro insieme, concorrono allo svolgimento di una funzione complessa. Negli apparati gli organi sono costituiti da tessuti diversi, mentre nei sistemi da tessuti molto simili. L apparato circolatorio, per esempio, è formato dal cuore, dai vasi sanguigni e dal sangue, che insieme svolgono il compito di trasportare sostanze a tutte le cellule del corpo. Apparato circolatorio 3

19 L uomo e il movimento 2. Il sostegno e il movimento Il tuo corpo può mantenersi in posizione eretta, camminare, correre e saltare grazie all intervento di due sistemi di organi che svolgono le loro funzioni in collaborazione: il sistema scheletrico e il sistema muscolare. Il sistema scheletrico e il sistema muscolare vengono riuniti in un unico apparato: l apparato locomotore. APPARATO LOCOMOTORE Sistema scheletrico È formato dalle ossa, collegate tra loro da giunture dette articolazioni. Sistema muscolare È costituito da muscoli che, inseriti sulle ossa, ne permettono i movimenti. 3. Il sistema scheletrico Quali funzioni svolge? Il sistema scheletrico: sostiene il corpo; protegge organi interni come il cervello, il cuore, i polmoni; rappresenta una riserva di sali minerali (soprattutto di calcio), che vengono prelevati dall organismo quando ne ha necessità; produce cellule del sangue: il midollo osseo rosso contenuto all interno delle ossa svolge questa funzione. 4

20 Il sostegno, il movimento e il rivestimento 1 Quali tessuti lo formano? Il sistema scheletrico è formato da due tipi di tessuto: il tessuto osseo e il tessuto cartilagineo. Tessuto osseo. Le ossa sono organi vivi, formati da un tipo di tessuto connettivo, il tessuto osseo. Le cellule di tale tessuto, dette osteociti, sono contenute in piccole cavità della sostanza intercellulare, che è costituita da osseina e sali minerali. L osseina è una sostanza organica che dona elasticità al tessuto, mentre i sali minerali (soprattutto fosfato e carbonato di calcio) contribuiscono a rendere le ossa resistenti e solide. Il tessuto osseo è di due tipi: tessuto osseo compatto e tessuto osseo spugnoso. L osso è rigido o elastico? LABORATORIO 1 Tessuto osseo compatto È costituito da lamelle di sostanza intercellulare che formano anelli concentrici intorno ai canali di Havers, cunicoli nei quali sono contenuti le terminazioni nervose e i vasi sanguigni, necessari per il rifornimento di sostanze nutritive e per l eliminazione di sostanze di rifiuto. osteociti Tessuto osseo spugnoso È caratterizzato da un aspetto poroso. Le lamelle si intersecano formando un reticolo nel quale è contenuto il midollo osseo rosso, che ha la funzione di produrre le cellule del sangue. Questa struttura spugnosa, nella quale si alternano molti spazi vuoti, è il giusto equilibrio tra solidità e leggerezza. Se le ossa fossero piene, lo scheletro peserebbe quattro volte di più, rendendo difficile il movimento. lamelle canale di Havers tessuto osseo compatto tessuto osseo spugnoso Tessuto cartilagineo. Il tessuto cartilagineo è un tessuto connettivo le cui cellule, dette condrociti, sono immerse nella sostanza intercellulare, costituita per la maggior parte da collagene. La consistenza di tale tessuto, resistente ma flessibile, lo rende adatto alle parti dello scheletro che devono essere elastiche, come la parte anteriore della gabbia toracica, che deve adattarsi agli atti respiratori (nell inspirazione si dilata e nell espirazione si restringe). Nell embrione le ossa sono formate da tessuto cartilagineo, che viene progressivamente sostituito da tessuto osseo. collagene condrociti tessuto cartilagineo 5

21 L uomo e il movimento Ripasso attivo Leggi e completa inserendo i termini dati. condrociti sostegno del corpo spugnoso osseina cartilagineo osteociti... svolge le funzioni di protezione degli organi interni riserva di sali minerali Il SISTEMA SCHELETRICO produzione di cellule del sangue TESSUTO OSSEO che può essere formato da cellule dette... e sostanza intercellulare costituita da... e sali minerali è costituito da tessuto connettivo di due tipi TESSUTO OSSEO COMPATTO TESSUTO... TESSUTO OSSEO... formato da cellule dette... e sostanza intercellulare costituita da collagene Fai il punto su conoscenze e abilità 1 Completa la sequenza, che rappresenta l organizzazione del corpo umano. CELLULA... ORGANO... o... CORPO UMANO 2 3 Qual è la differenza tra apparato e sistema? Completa lo schema con i termini opportuni. TESTA CORPO UMANO TRONCO ARTI ARTO SUPERIORE ARTO INFERIORE Scegli la risposta corretta. A. I canali di Havers sono strutture presenti nel tessuto osseo a. compatto. b. spugnoso. B. All interno dei canali di Havers sono presenti a. terminazioni nervose e vasi sanguigni. b. midollo rosso. 5 6 Quale funzione svolge il midollo rosso e dove si trova?

22 Il sostegno, il movimento e il rivestimento 1 4. Le ossa Le ossa che formano lo scheletro sono circa 200 e hanno forma e dimensioni diverse a seconda delle funzioni che devono svolgere. Nello scheletro si distinguono tre tipi di ossa: ossa lunghe, ossa corte e ossa piatte. OSSA LUNGHE periostio: membrana che riveste l osso In queste ossa la dimensione della lunghezza prevale su larghezza e spessore. Presentano una parte centrale cilindrica, detta diafisi, e due estremità rotondeggianti, definite epifisi. Sono ossa lunghe le ossa degli arti superiori e inferiori. tessuto osseo compatto epifisi diafisi epifisi vaso sanguigno tessuto osseo spugnoso tessuto osseo spugnoso con midollo osseo rosso OSSA CORTE cavità ossea che contiene il midollo giallo, ricco di grassi OSSA PIATTE Hanno le tre dimensioni molto simili. Sono formate da due strati di tessuto osseo compatto che racchiudono uno strato di tessuto osseo spugnoso. Sono ossa corte le vertebre, il calcagno, le ossa della mano e del piede. calcagno Hanno lunghezza e larghezza quasi equivalenti e uno spessore ridotto. Sono costituite da due lamine di tessuto osseo compatto al cui interno si trova tessuto osseo spugnoso. Sono ossa piatte le ossa del cranio, le scapole e lo sterno. osso parietale vertebra scapola osso compatto osso spugnoso osso compatto osso spugnoso 7

23 L uomo e il movimento 5. Lo scheletro dell uomo Nello scheletro dell uomo si riconoscono tre parti fondamentali: il capo, il tronco, gli arti. Scheletro del capo È formato da: scatola cranica; ossa della faccia. CAPO scatola cranica ossa della faccia Scheletro del tronco È formato da: colonna vertebrale; gabbia toracica. TRONCO gabbia toracica colonna vertebrale ARTO SUPERIORE Scheletro degli arti Si divide in: scheletro degli arti superiori; scheletro degli arti inferiori. ARTO INFERIORE 8

24 Il sostegno, il movimento e il rivestimento 1 Lo scheletro del capo La scatola cranica è formata da ossa piatte perfettamente saldate tra loro che proteggono il cervello. osso frontale osso parietale Le ossa della faccia costituiscono la parte anteriore del capo. Sono anch esse saldate tra loro, a eccezione della mandibola, che è l unico osso mobile del capo. osso temporale osso occipitale vertebra atlante cavità orbitale ossa nasali cavità nasali mascella Le tue competenze Perché i motociclisti hanno l obbligo di indossare il casco? mandibola Lo scheletro del tronco La colonna vertebrale è formata da trentatré ossa corte, le vertebre, sovrapposte le une alle altre. La sovrapposizione dei fori presenti nelle vertebre forma il canale vertebrale, che contiene il midollo spinale. regione cervicale con 7 vertebre che formano il collo La gabbia toracica protegge il cuore e i polmoni ed è formata da dodici paia di costole (o coste), che si articolano nella parte posteriore con le vertebre e nella parte anteriore (solo le prime dieci) con lo sterno. Le ultime due paia di costole non si collegano allo sterno e sono dette libere. cervicali (7) dorsali (12) regione dorsale con 12 vertebre che si articolano alle costole cartilagine sterno costola lombari (5) regione lombare con 5 vertebre sacrali (5) coccige (4-5) regione sacrale con 5 vertebre fuse a formare l osso sacro regione coccigea con 4 o 5 vertebre prive di foro vertebrale vertebre dorsali costole libere La colonna vertebrale, osservata di lato, ha una forma simile a una doppia S. 9

25 L uomo e il movimento Lo scheletro degli arti superiori Lo scheletro degli arti superiori si articola a quello del tronco con due paia di ossa, scapole e clavicole, che formano il cinto scapolare. L osso del braccio è un osso lungo, detto omero. Lo scheletro dell avambraccio è costituito da due ossa: il radio e l ulna. Una caratteristica importante della mano è il pollice completamente opponibile: la capacità del pollice di muoversi lateralmente permette di afferrare gli oggetti con precisione. È proprio questa caratteristica che differenzia la mano dell uomo da quella di altri primati (per esempio il gorilla): lo sviluppo della funzionalità della mano è stato uno dei fattori determinanti nell evoluzione della nostra specie. braccio avambraccio mano clavicola scapola omero radio ulna cinto scapolare Il radio e l ulna si uniscono all omero nell articolazione del gomito. carpo metacarpo falangi Lo scheletro degli arti inferiori Lo scheletro degli arti inferiori si articola allo scheletro del tronco per mezzo del cinto pelvico, che è formato da tre ossa saldate insieme: ileo, ischio e pube. L insieme del cinto pelvico, dell osso sacro e del coccige costituisce il bacino. Le ossa del bacino presentano diversità nei due sessi: nel maschio sono più strette, mentre nella femmina sono più sviluppate in larghezza. La struttura del piede è diversa da quella della mano: nel corso dell evoluzione, con la conquista della stazione eretta, le dita si sono accorciate e il pollice ha perso la capacità di opporsi alle altre dita, mentre la pianta si è allungata e la curvatura dell arco plantare si è accentuata per sostenere il peso del corpo. cinto pelvico Le ossa del bacino vertebra ileo osso sacro pube ischio coscia gamba piede testa del femore femore Il perone e la tibia si uniscono al femore nell articolazione del ginocchio. perone tibia tarso metatarso coccige femore falangi 10

26 Il sostegno, il movimento e il rivestimento 1 6. Le articolazioni Le ossa sono unite per mezzo di giunture dette articolazioni. In base al movimento che permettono, si possono classificare in articolazioni mobili, semimobili e fisse. Come funzionano le articolazioni? LABORATORIO 2 Articolazioni mobili. Consentono alle ossa di effettuare ampi movimenti. Sono di questo tipo le articolazioni del ginocchio e del gomito. L articolazione del ginocchio è mobile. La zona di contatto fra le ossa è rivestita da cartilagine ed è avvolta da un involucro: la capsula articolare. Al suo interno il liquido sinoviale nutre la cartilagine e svolge azione lubrificante. Le ossa vengono tenute unite dai legamenti, strisce di tessuto connettivo resistente ed elastico. femore cartilagine rotula legamenti: tengono unite le ossa perone tibia Articolazioni semimobili. Consentono movimenti limitati per la presenza di legamenti e di capsule articolari che congiungono le ossa. Le vertebre hanno questo tipo di articolazione: in particolare, esse sono separate da un disco di cartilagine, detto disco intervertebrale, che funge da ammortizzatore. Articolazioni fisse o suture. Le ossa sono perfettamente incastrate tra loro e non consentono pertanto alcun movimento. È il caso delle ossa del cranio che, saldate insieme, formano la scatola cranica. vertebra disco intervertebrale 11

Sistema scheletrico. Due sono i tessuti: tessuto osseo tessuto cartilagineo.

Sistema scheletrico. Due sono i tessuti: tessuto osseo tessuto cartilagineo. SISTEMA SCHELETRICO Sistema scheletrico Sistema scheletrico è formato da 205 ossa e ha delle funzioni importanti: sostiene il corpo e permette il movimento protegge gli organi delicati (cervello, cuore,

Dettagli

IL SISTEMA SCHELETRICO

IL SISTEMA SCHELETRICO IL SISTEMA SCHELETRICO Il sistema scheletrico è una complicata impalcatura interna che svolge tre importantissime funzioni: sostiene il corpo e consente di mantenersi in posizione eretta; protegge gli

Dettagli

PERCORSO 3 Il sostegno e il movimento

PERCORSO 3 Il sostegno e il movimento PERCORSO Il sostegno e il movimento di Elena Ballarin Riferimento al testo base: A. Acquati, Con gli occhi dello scienziato, volume, unità 8, pp. - / volume C, unità, pp. 08-7 Destinatari: scuola secondaria

Dettagli

Sistema scheletrico. - ossa. - cartilagini. Il sistema scheletrico è fatto da: - articolazioni. Nel tessuto osseo

Sistema scheletrico. - ossa. - cartilagini. Il sistema scheletrico è fatto da: - articolazioni. Nel tessuto osseo Sistema scheletrico - ossa Il sistema scheletrico è fatto da: - cartilagini - articolazioni Nel tessuto osseo ci sono tante lamelle e in mezzo ci sono le cellule chiamate osteociti. I vasi sanguigni passano

Dettagli

CORPO UMANO. CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO ADDOME ARTI SUPERIORI AVAMBRACCIO BRACCIO ARTI INFERIORI MANO

CORPO UMANO. CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO ADDOME ARTI SUPERIORI AVAMBRACCIO BRACCIO ARTI INFERIORI MANO CORPO UMANO CAPO o TESTA TRONCO ARTI CRANIO FACCIA ARTI SUPERIORI ARTI INFERIORI TORACE ADDOME AVAMBRACCIO BRACCIO MANO COSCIA GAMBA PIEDE EPIDERMIDE Strato corneo Strato germinativo Ghiandole sebacee

Dettagli

Sostegno e locomozione

Sostegno e locomozione Sostegno e locomozione Uno scheletro è un apparato che deve svolgere almeno le seguenti funzioni: sostenere il corpo permettere il movimento proteggere organi interni Uno scheletro può essere: Idroscheletro

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI SCIENZE CLASSE PRIMA. INDICATORI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE 1. Esplorare e descrivere oggetti e materiali

SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI SCIENZE CLASSE PRIMA. INDICATORI COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE 1. Esplorare e descrivere oggetti e materiali SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI SCIENZE CLASSE PRIMA INDICATORI 1. Esplorare e descrivere oggetti e materiali 2. Osservare e sperimentare sul campo Sviluppa atteggiamenti di curiosità verso il mondo circostante

Dettagli

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO

CONOSCERE IL PROPRIO CORPO CONOSCERE IL PROPRIO CORPO Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

EDUCAZIONE POSTURALE

EDUCAZIONE POSTURALE EDUCAZIONE POSTURALE Le statistiche dicono che 8 persone su 10 hanno sofferto o soffrono di mal di schiena; questo fenomeno è in aumento anche tra i giovani e le cause principali, sulle quali si può intervenire,

Dettagli

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA

SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Carlo Scataglini SCIENZE FACILI PER LA CLASSE QUINTA Il corpo umano, il Sistema Solare

Dettagli

CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA

CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA CURRICOLO IN VERTICALE di SCIENZE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CLASSE SECONDA SAPERI CONTENUTI Fisica: - La Luce - Le onde e i suoni - Meccanica (forze, leve, moti) Chimica: - Principi di chimica generale

Dettagli

VERIFICA La struttura generale e il rivestimento

VERIFICA La struttura generale e il rivestimento ERIICA La struttura generale e il rivestimento Cognome Nome Classe Data I/1 ero o also? Gli organismi unicellulari sono costituiti da tessuti In un organo ci sono tessuti di tipo diverso Un sistema è costituito

Dettagli

tessuto muscolare 600 l apparato locomotore

tessuto muscolare 600 l apparato locomotore SISTEMA MUSCOLARE INDICE Muscolo striato Muscolo liscio Muscolo cardiaco Come si contrae un muscolo I muscoli scheletrici lavorano in coppia I muscoli del capo e del collo I muscoli del tronco I muscoli

Dettagli

LESIONI SCHELETRICHE

LESIONI SCHELETRICHE LESIONI SCHELETRICHE LESIONI MUSCOLO - SCHELETRICHE Anatomia dell APPARATO SCHELETRICO Lo scheletro umano è costituito da 208 ossa di diversi tipi: OSSA BREVI (es.vertebre) OSSA PIATTE (es. SCAPOLA, BACINO)

Dettagli

Scienze Fisiche, Chimiche e Naturali

Scienze Fisiche, Chimiche e Naturali Scienze Fisiche, Chimiche e Naturali Finalità: 1. Sviluppare un metodo di lavoro scientifico 2. Favorire lo sviluppo di capacità critiche e di autonomia di pensiero 3. Maturare il proprio senso di responsabilità

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE. Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO. a.s.

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE. Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO. a.s. ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE Roberto Valturio RELAZIONE FINALE E PROGRAMMA SVOLTO a.s. 2O13-2014 Materia : Chimica e Biologia Classe : II sez. B Rimini,05/06/2014

Dettagli

SCIENZE. Il Sistema Circolatorio. Chi sono? il testo:

SCIENZE. Il Sistema Circolatorio. Chi sono? il testo: 01 Chi sono? Uno è piccolo come una mosca, l altro è grande come un giocatore di basket, ma in tutti gli esseri viventi il cibo che essi mangiano (assorbono) e l aria (ossigeno) che respirano devono andare

Dettagli

SISTEMA NERVOSO E ORGANI DI SENSO

SISTEMA NERVOSO E ORGANI DI SENSO Unità SISTEMA NERVOSO E ORGANI DI SENSO Il sistema nervoso Un uomo viaggia in autostrada. E molto attento: guarda le auto che gli stanno davanti, guarda lo specchietto retrovisore, controlla la velocità,

Dettagli

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce

La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce 4. Esercizi raccomandati La semplice serie di esercizi di seguito suggerita costituisce una indicazione ed un invito ad adottare un vero e proprio stile di vita sano, per tutelare l integrità e conservare

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE Opera TRAUMI LO SCHELETRO FUNZIONE: DI SOSTEGNO DI MOVIMENTO DI PROTEZIONE ORGANI INTERNI (es: cranio/cervello) EMOPOIETICA (midollo osseo, produzione cellule sangue) DI DEPOSITO (riserva di Sali, Calcio)

Dettagli

L APPARATO CIRCOLATORIO

L APPARATO CIRCOLATORIO L APPARATO CIRCOLATORIO Tutte le cellule del nostro corpo hanno bisogno di sostanze nutritive e di ossigeno per svolgere le loro funzioni vitali. Così, esiste il sangue, un tessuto fluido che porta in

Dettagli

LA NATURA E LA SCIENZA

LA NATURA E LA SCIENZA LA NATURA E LA SCIENZA La NATURA è tutto quello che sta intorno a noi: le persone, gli animali, le piante, le montagne, il cielo, le stelle. e tante altre cose non costruite dall uomo. Lo studio di tutte

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di materiali per fare funzionare il nostro corpo È il carboidrato

Dettagli

www.addiospalladolorosa.it

www.addiospalladolorosa.it Addio Spalla Dolorosa Copyright 2014. AddioSpallaDolorosa.it. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo manuale o dei suoi documenti inclusi possono essere utilizzati, riprodotti o trasmessi

Dettagli

Le biblioteche raccontate a mia fi glia

Le biblioteche raccontate a mia fi glia La collana Conoscere la biblioteca si rivolge direttamente agli utenti delle biblioteche per spiegare, con un linguaggio semplice, il ruolo e i diversi aspetti di questo servizio. Per tali caratteristiche

Dettagli

RUNNING. il re degli allenamenti

RUNNING. il re degli allenamenti Naturale, dimagrante, ottima per tonificare il cuore e il sistema circolatorio. E soprattutto a costo zero. La corsa è un training senza eguali e le giornate di questo periodo, tiepide e gradevoli, invitano

Dettagli

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti.

IL VIAGGIO DEL CIBO. Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. IL VIAGGIO DEL CIBO Quando arrivano nel corpo, gli alimenti compiono un lungo viaggio di trasformazione per diventare nutrienti. Dalla bocca passano nello stomaco e da qui all intestino per poi venire

Dettagli

SISTEMA NERVOSO. Il sistema nervoso controlla e regola tutte le funzioni dell organismo.

SISTEMA NERVOSO. Il sistema nervoso controlla e regola tutte le funzioni dell organismo. SISTEMA NERVOSO In tutti gli animali, il sistema nervoso è la rete di coordinamento e controllo che riceve tutte le informazioni, le interpreta e risponde ad esse in vari modi. Il sistema nervoso controlla

Dettagli

Il corpo in movimento

Il corpo in movimento Istituto Comprensivo Rignano Incisa Laboratorio del Sapere Scientifico Il corpo in movimento Lo scheletro Scuola primaria classi quinte Plessi di Rignano e Massa Anno scolastico 2013-2014 Collocazione

Dettagli

SCIENZE E TECNOLOGIA

SCIENZE E TECNOLOGIA SCIENZE E TECNOLOGIA COMPETENZE Dimostra conoscenze scientifico-tecnologiche che gli consentono di analizzare dati e fatti della realtà e di verificare l'attendibilità delle analisi quantitative e statistiche

Dettagli

Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO

Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO Il mal di schiena non è una malattia ma un sintomo, il segnale che qualcosa non va, anche se non è sempre facile capire con esattezza cosa. Quasi a tutti capita

Dettagli

Movimento e benessere per la nostra schiena

Movimento e benessere per la nostra schiena Movimento e benessere per la nostra schiena Siamo fatti così... Corso di ginnastica posturale correttiva Sciolze 2011 La colonna vertebrale rappresenta la struttura portante del nostro corpo ed è capace

Dettagli

Scoprire il corpo umano tra esperimenti e giochi

Scoprire il corpo umano tra esperimenti e giochi Scoprire il corpo umano tra esperimenti e giochi Istituto Comprensivo di Majano e Forgaria (UD) Katia Iacuzzo STRUMENTO DIDATTICO Verifica degli apprendimenti La verifica scritta è stata assegnata alla

Dettagli

Come tutti ben sappiamo il copro umano è costituito in gran parte da ossa e muscoli. Insieme costituiscono l apparato scheletrico muscolare.

Come tutti ben sappiamo il copro umano è costituito in gran parte da ossa e muscoli. Insieme costituiscono l apparato scheletrico muscolare. L APPARATO SCHELETRICO MUSCOLARE Come tutti ben sappiamo il copro umano è costituito in gran parte da ossa e muscoli. Insieme costituiscono l apparato scheletrico muscolare. Le ossa Le funzioni principali

Dettagli

Scienze. Classe 2^ Scuola Secondaria

Scienze. Classe 2^ Scuola Secondaria Classe 2^ Scuola Secondaria Scienze COMPETENZA DI RIFERIMENTO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE Osservare, analizzare e descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e agli aspetti della vita

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA SCIENZE COMPETENZE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA SCIENZE COMPETENZE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA SCIENZE COMPETENZE - L alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede succedere. - Esplora i

Dettagli

CURRICOLO DI SCIENZE della scuola primaria

CURRICOLO DI SCIENZE della scuola primaria CURRICOLO DI SCIENZE della scuola primaria CURRICOLO DI SCIENZE al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI SCIENZE al termine della classe seconda della scuola primaria...3 CURRICOLO

Dettagli

CONOSCERE IL CORPO UMANO PARTE 2. DOCENTE: Prof. ssatozzi Carla CLASSE: 1G/Sport A.S. 2007-2008

CONOSCERE IL CORPO UMANO PARTE 2. DOCENTE: Prof. ssatozzi Carla CLASSE: 1G/Sport A.S. 2007-2008 CONOSCERE IL CORPO UMANO PARTE 2 DOCENTE: Prof. ssatozzi Carla CLASSE: 1G/Sport A.S. 2007-2008 24 APPARATO SCHELETRICO Lo scheletro umano, formato da circa 206 ossa (circa il 20% del nostro peso corporeo),

Dettagli

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli.

Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. Questi atleti possono scattare e correre grazie allo scheletro e ai muscoli. LE FUNZIONI DEL CORPO UMANO Questo nuotatore ha la bocca aperta. Perché? Perché deve coordinare i movimenti del corpo con una

Dettagli

SCIENZE. Il Sistema Nervoso. Il sistema nervoso. il testo:

SCIENZE. Il Sistema Nervoso. Il sistema nervoso. il testo: 01 Il sistema nervoso Il sistema nervoso è formato da tante parti (organi) che lavorano per far funzionare perfettamente il nostro corpo (organismo). Il sistema nervoso controlla ogni nostro movimento,

Dettagli

Le ossa e i muscoli. Per saperne di più. Nella terra e nello spazio. Immagini del corpo umano

Le ossa e i muscoli. Per saperne di più. Nella terra e nello spazio. Immagini del corpo umano Le ossa e i muscoli Le ossa Le ossa sono formate da tessuto osseo compatto e spugnoso. All interno delle ossa c è il midollo irrorato dai vasi sanguigni. I muscoli I muscoli dello scheletro sono collegati

Dettagli

Appunti di Anatomia 1

Appunti di Anatomia 1 Appunti di Anatomia 1 Emiliano Bruni (info@ebruni.it) 12 marzo 2012 Titolo: Appunti di Anatomia 1 Autore: Emiliano Bruni (info@ebruni.it) Oggetto: Appunti di Chimica organica con cenni di inorganica per

Dettagli

APPARATO LOCOMOTORE OSSA SISTEMA SCHELETRICO ARTICOLAZIONI SISTEMA MUSCOLARE

APPARATO LOCOMOTORE OSSA SISTEMA SCHELETRICO ARTICOLAZIONI SISTEMA MUSCOLARE APPARATO LOCOMOTORE SISTEMA SCHELETRICO SISTEMA MUSCOLARE OSSA ARTICOLAZIONI FUNZIONI LOCOMOTORIA: consente la postura e il movimento FORMA E SOSTEGNO AL CORPO LE OSSA: PROTEGGONO LE PARTI INTERNE DANNO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: SCIENZE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: SCIENZE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA DISCIPLINA: SCIENZE - CLASSE PRIMA L alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede succedere. Esplora i fenomeni

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N 4 A BAROLINI VIA R PALEMONE, 20 CAP 36100-0444 500094-0444 504659 - segdidattica@ic4baroliniit CODICE FISCALE 80016410245

Dettagli

SCIENZE SCUOLA PRIMARIA

SCIENZE SCUOLA PRIMARIA SCIENZE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA 1 I CINQUE SENSI 1. Osservare il funzionamento del proprio corpo per riconoscerlo come organismo complesso 2. Osservare e riconoscere alcune caratteristiche dei corpi

Dettagli

Il corso di italiano on-line: presentazione

Il corso di italiano on-line: presentazione Il corso di italiano on-line: presentazione Indice Perché un corso di lingua on-line 1. I corsi di lingua italiana ICoNLingua 2. Come è organizzato il corso 2.1. Struttura generale del corso 2.2. Tempistica

Dettagli

More information >>> HERE <<<

More information >>> HERE <<< More information >>> HERE

Dettagli

Breve guida per il paziente con insufficienza renale cronica

Breve guida per il paziente con insufficienza renale cronica Quando l insufficienza renale ti fa perdere l equilibrio, Fosforo Calcio cosa puoi fare per controllare il fosforo Breve guida per il paziente con insufficienza renale cronica ASSOCIAZIONE NAZIONALE EMODIALIZZATI

Dettagli

L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO

L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO L APPARATO CARDIO-CIRCOLATORIO L' APPARATO CARDIOCIRCOLATORIO è un sistema complesso costituito dal cuore e da una serie di condotti, i vasi sanguigni dentro i quali scorre il sangue. Il modo più semplice

Dettagli

Cittadinanza e Costituzione

Cittadinanza e Costituzione Cittadinanza e Costituzione Anno Scolastico 20010/11 Progetto di Cittadinanza e Costituzione Finalità Essere cittadini di un mondo in continuo cambiamento ha come premessa il conoscere e il porre in atto

Dettagli

Full version is >>> HERE <<<

Full version is >>> HERE <<< Full version is >>> HERE

Dettagli

Scuola Primaria di Campoformido

Scuola Primaria di Campoformido Scuola Primaria di Campoformido Classe Prima A UA L ambiente di vita di Gesù nel periodo della sua infanzia Religione Cattolica e Laboratorio di Intercultura Matematica e Scienze Religione Cattolica -

Dettagli

Regole fondamentali e posture

Regole fondamentali e posture Regole fondamentali e posture Propongo adesso sotto forma schematica una serie di input basilari, da tenere sempre presenti ogni volta che mi accingo a proporre uno stiramento: - I nostri muscoli sono

Dettagli

Fantavolando PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE: CRESCERE BENE

Fantavolando PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE: CRESCERE BENE Fantavolando PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE: CRESCERE BENE Premessa: Studi recenti hanno messo in luce come, anche in Italia, stia ormai emergendo il problema dell obesità infantile. Come è noto si

Dettagli

La valutazione morfologica dell apparato scheletrico La tecnica d esame

La valutazione morfologica dell apparato scheletrico La tecnica d esame La valutazione morfologica dell apparato scheletrico La tecnica d esame Lo scheletro è una delle strutture più precoci e facili da vedere in un feto. Diviene visibile agli ultrasuoni appena le ossa sono

Dettagli

Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI

Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI Prof. Massimiliano Lattanzi L ALLENAMENTO MUSCOLARE TRA AGONISTI E ANTAGONISTI la corsa, come qualsiasi altro movimento del nostro corpo è una sinergia di forze e allungamento un gioco di muscoli agonisti

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

La candela accesa. Descrizione generale. Obiettivi. Sequenza didattica e metodo di lavoro. Esperimenti sulla crescita delle piante

La candela accesa. Descrizione generale. Obiettivi. Sequenza didattica e metodo di lavoro. Esperimenti sulla crescita delle piante Esperimenti sulla crescita delle piante unità didattica 1 La candela accesa Durata 60 minuti Materiali per ciascun gruppo - 1 candela - 1 vaso di vetro - 1 cronometro - 1 cannuccia - fiammiferi - 1 pezzo

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI SAN MARINO Anno Scolastico 2013/2014

CIRCOLO DIDATTICO DI SAN MARINO Anno Scolastico 2013/2014 CIRCOLO DIDATTICO DI SAN MARINO Anno Scolastico 2013/2014 RICERCA-AZIONE Insegnare per competenze: Lo sviluppo dei processi cognitivi Scuola Elementare Fiorentino DESCRIZIONE DELL ESPERIENZA Docente: Rosa

Dettagli

Indicazioni per l insegnante

Indicazioni per l insegnante Indicazioni per l insegnante Tutto ciò che reca le tracce del vivere umano può diventare fonte di informazione sul passato. Ivo Mattozzi Le tracce: ogni cosa che ci circonda ha delle tracce, tracce del

Dettagli

Alberto Viale I CROMOSOMI

Alberto Viale I CROMOSOMI Alberto Viale I CROMOSOMI DA MENDEL ALLA GENETICA AL DNA ALLE MUTAZIONI I cromosomi sono dei particolari bastoncelli colorati situati nel nucleo delle cellule. Sono presenti nelle cellule di ogni organismo

Dettagli

Competenza : 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

Competenza : 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO SCIENZE Competenza : 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Descrittori Descrittori 1.1.1 E in grado di comprendere testi e altre fonti di informazione

Dettagli

AIPEF Aziende Italiane Poliuretani Espansi Flessibili

AIPEF Aziende Italiane Poliuretani Espansi Flessibili AIPEF Aziende Italiane Poliuretani Espansi Flessibili le qualità del poliuretano espanso flessibile www.aipef.it numero 22 Maggio11 il Materiale Tipologie 1 il Materiale Traspirabilità 2 il Processo 5

Dettagli

Il rischio cancerogeno e mutageno

Il rischio cancerogeno e mutageno Il rischio cancerogeno e mutageno Le sostanze cancerogene Un cancerogeno è un agente capace di provocare l insorgenza del cancro o di aumentarne la frequenza in una popolazione esposta. Il cancro è caratterizzato

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE SCIENZE

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE SCIENZE (AL TERMINE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA) /ESPERIENZE LA CONOSCENZA DEL MONDO L alunno osserva con curiosità lo svolgersi dei più comuni fenomeni, ne immagina e ne verifica le cause, rendendosi sempre più

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI (Titolo VI del D. Lgs. 81/2008 s.m.i.) INDICE 1. SOLLEVARE E TRASPORTARE 3 1.1. LA RMATIVA 3 2. EFFETTI SULLA SALUTE 4 3. PRINCIPI DI PREVENZIONE 4 3.1. MOVIMENTI 4 3.2.

Dettagli

CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA

CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA CERVICALGIA ESERCIZI DI FISIOTERAPIA Esercizi di fisioterapia Il tratto cervicale è la prima parte della colonna vertebrale. Quando si parla di cervicalgia si intende un dolore a livello del collo che

Dettagli

Attività didattiche. Gli alimenti: impariamo a degustarli e riconoscerli. Paola Viesi

Attività didattiche. Gli alimenti: impariamo a degustarli e riconoscerli. Paola Viesi Attività didattiche Gli alimenti: impariamo a degustarli e riconoscerli w w w. f o n d a z i o n e s l o w f o o d. i t Premessa Qui di seguito trovi tre proposte di attività per imparare a conosce, distinguere

Dettagli

DELLA BUONA SALUTE. Libro da colorare

DELLA BUONA SALUTE. Libro da colorare L DELLA BUONA SALUTE Libro da colorare A per ACQUA pulita Usala tutti i giorni per lavarti e per bere. B come BISOGNA NON PARLARE con gli sconosciuti. Mai entrare nell auto di uno sconosciuto, mai seguirlo

Dettagli

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA

15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA International Pbi S.p.A. Milano Copyright Pbi SETTEMBRE 1996 15 MINUTI AL GIORNO PER EVITARE IL MAL DI SCHIENA Introduzione I muscoli e le articolazioni che danno sostegno alla nostra schiena spesso mancano

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 5 Nuova adozione RELAZIONE DI PROPOSTA PER LA SCELTA E L ADOZIONE DEL/I LIBRO/I DI TESTO PER LE CLASSI PRIMA A, B, C, D (ANNI SCOLASTICI 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018) Le sottoscritte insegnanti

Dettagli

Prof.ssa: R. M. Dierna. Materia: Scienze naturali. Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016

Prof.ssa: R. M. Dierna. Materia: Scienze naturali. Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016 Prof.ssa: R. M. Dierna Materia: Scienze naturali Classe: IV Corso: Liceo Scientifico a.s.: 2015/2016 All inizio dell anno scolastico si è verificato lo stato delle conoscenze e l accertamento dei prerequisiti,

Dettagli

SVILUPPO DEL CORPO: l esercizio fisico stimola la respirazione e la circolazione, quindi le cellule sono nutrite meglio, e le loro scorie sono più

SVILUPPO DEL CORPO: l esercizio fisico stimola la respirazione e la circolazione, quindi le cellule sono nutrite meglio, e le loro scorie sono più La motricità nello sviluppo e nel comportamento del bambino Tutti gli autori sono d accordo nel riconoscere che l esercizio fisico ha un importanza fondamentale per lo sviluppo del corpo, della mente e

Dettagli

Quanti animali! Mettiamo ordine

Quanti animali! Mettiamo ordine Quanti animali! Mettiamo ordine Quando... Classe III mangia, è mangiato Quanto... 3 mesi CON... Italiano Educazione all immagine Matematica COME... Immagini chiare e dettagliate Filmati :EARTH,OCEANI,LIFE

Dettagli

CONSIGLI PER POTENZIARE L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA

CONSIGLI PER POTENZIARE L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA CONSIGLI PER POTENZIARE L APPRENDIMENTO DELLA LINGUA Possiamo descrivere le strategie di apprendimento di una lingua straniera come traguardi che uno studente si pone per misurare i progressi nell apprendimento

Dettagli

ABC della sicurezza sul lavoro

ABC della sicurezza sul lavoro Straniero, non estraneo ABC della sicurezza sul lavoro Opuscolo informativo per i lavoratori stranieri e le loro famiglie Edizione 2009 Questo opuscolo è stato realizzato da INAIL Direzione Centrale Comunicazione

Dettagli

SICURF@D: istruzioni per l uso

SICURF@D: istruzioni per l uso : istruzioni per l uso : istruzioni per l uso Indice 1. Premessa 2 2. La registrazione 2 3. L accesso all area per utenti registrati 2 4. La consultazione dei manuali 3 5. L utilizzo degli strumenti di

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE 2 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

2.2.4 Distanze di sicurezza UNI EN ISO 13857:2008, UNI EN 349:1994

2.2.4 Distanze di sicurezza UNI EN ISO 13857:2008, UNI EN 349:1994 2.2.4 Distanze di sicurezza UNI EN ISO 13857:2008, UNI EN 349:1994 2.2.4.1 Descrizione L uso delle distanze di sicurezza rappresenta un modo per garantire l integrità fisica dei lavoratori in presenza

Dettagli

PAR A A R M A OR O F R I F SMI

PAR A A R M A OR O F R I F SMI PARAMORFISMI LA COLONNA VERTEBRALE IL RACHIDE È COMPOSTO DA NUMEROSI SEGMENTI SOVRAPPOSTI L UNO ALL ALTRO, LE VERTEBRE. È MOLTO FLESSIBILE È COSTITUISCE UN SOSTEGNO STABILE, MOBILE ED ELASTICO PER TESTA,

Dettagli

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Anziani - IRCCS in Forma

I.N.R.C.A. Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Anziani - IRCCS in Forma Il movimento è fondamentale per il soggetto anziano per mantenere o riacquistare l indipendenza e l autosufficienza. Spesso l atteggiamento della persona di una certa età è di sfiducia e rassegnazione:

Dettagli

PROGETTAZIONE DISCIPLINARE DI DIPARTIMENTO

PROGETTAZIONE DISCIPLINARE DI DIPARTIMENTO Progettazione disciplinare di dipartimento Pag. 1 di 5 ANNO SCOLASTICO 2013-2014 PROGETTAZIONE DISCIPLINARE DI DIPARTIMENTO TECNOLOGIA classe prima FINALITA OBIETTIVI GENERALI Le finalità educative (obiettivi

Dettagli

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro

In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro In forma tutto l anno! Semplice programma di ginnastica sul luogo di lavoro Introduzione Che si lavori seduti o in piedi, la mancanza di movimento legata a una postura statica prolungata può a lungo andare

Dettagli

PRIME LETTURE Materiali per leggere e fare insieme. con Il mondo del Signor Acqua. Gita alla fattoria di Agostino Traini

PRIME LETTURE Materiali per leggere e fare insieme. con Il mondo del Signor Acqua. Gita alla fattoria di Agostino Traini PRIME LETTURE Materiali per leggere e fare insieme con Il mondo del Signor Acqua. Gita alla fattoria di Agostino Traini INDICAZIONI DIDATTICHE Agostino Traini Illustrazioni dell autore serie Il mondo del

Dettagli

I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene.

I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. Tema 2. Corpo umano 29 I segnali sensoriali (vista, udito, gusto, odorato, tatto) arrivano al cervello attraverso A. i muscoli. C. le arterie. B. i nervi. D. le vene. 30 Quale delle seguenti NON è una

Dettagli

MagnaGræcia di Catanzaro. Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio

MagnaGræcia di Catanzaro. Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio Università degli Studi MagnaGr MagnaGræcia di Catanzaro Corso di Anatomia Umana a.a. 2007/2008 Prof.ssa G.Vescio Organizzazione e struttura generale del corpo Livelli di organizzazione, terminologia e

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LE DONNE KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema delle donne è così composto: - 1 attività

Dettagli

IL CUORE NORMALE. La sua circolazione e il suo sviluppo

IL CUORE NORMALE. La sua circolazione e il suo sviluppo CAPITOLO THE NORMAL HEART: Its circulation and development 1 IL CUORE NORMALE La sua circolazione e il suo sviluppo Il cuore e i polmoni sono situati nel torace, protetti dallo sterno, dalla gabbia toracica

Dettagli

Tessuto epiteliale Tessuto connettivo Tessuto muscolare Tessuto nervoso TESSUTO

Tessuto epiteliale Tessuto connettivo Tessuto muscolare Tessuto nervoso TESSUTO Tessuto epiteliale TESSUTO Ogni cellula del nostro organismo ha lo stesso patrimonio genetico ma, allora, perché ogni cellula è diversa da un altra? Del messaggio genetico ricevuto ogni cellula legge un

Dettagli

L APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO

L APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO L APPARATO MUSCOLO SCHELETRICO L APPARATO LOCOMOTORE OSSA-ARTICOLAZIONI MUSCOLI OSSA-ARTICOLAZIONI Il sistema scheletrico garantisce le funzioni di: Sostegno rigido (le ossa danno forma al corpo e gli

Dettagli

Lo scheletro umano è composto da 205 ossa, ha delle funzioni importanti per il nostro corpo,perché sostiene il nostro corpo,ci permette di muoverlo e

Lo scheletro umano è composto da 205 ossa, ha delle funzioni importanti per il nostro corpo,perché sostiene il nostro corpo,ci permette di muoverlo e Lo scheletro umano è composto da 205 ossa, ha delle funzioni importanti per il nostro corpo,perché sostiene il nostro corpo,ci permette di muoverlo e protegge i nostri organi,sopratutto quelli delicati

Dettagli

La Prevenzione del Rischio da MMC. Introduzione. Newsletter 08/2014

La Prevenzione del Rischio da MMC. Introduzione. Newsletter 08/2014 Codroipo, lì 15 settembre 2014 Prot. 4714LM La Prevenzione del Rischio da Movimentazione Manuale dei Carichi MMC Introduzione Newsletter 08/2014 ECONSULTING del dott. Luciano Martinelli Via Roma, 15 int.

Dettagli

SCIENZE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

SCIENZE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA SCIENZE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA COMPETENZA ABILITA' (L'alunno è in grado di) CONOSCENZE (L'alunno sa) SCHEMATIZZAZIONI E MODELLIZZAZIONI Riconoscere i 5 sensi e gli organi ad

Dettagli

Relazione per l adozione del testo L AVVENTURA DEL LETTORE versione compatta con espansioni multimediali di S. Beccaria - I. Bosio - E.

Relazione per l adozione del testo L AVVENTURA DEL LETTORE versione compatta con espansioni multimediali di S. Beccaria - I. Bosio - E. Scuola Anno scolastico Sezioni Relazione per l adozione del testo L AVVENTURA DEL LETTORE versione compatta con espansioni multimediali di S. Beccaria - I. Bosio - E. Schiapparelli Edizioni il capitello,

Dettagli

QUESTO E IL NOSTRO CUORE

QUESTO E IL NOSTRO CUORE QUESTO E IL NOSTRO CUORE Classe V Scuola Primaria Fase di engage Per comprendere meglio alcuni significati che collegano la pratica motoria alla salute del nostro cuore, in questa fase la classe viene

Dettagli

Guida per i nuotatori

Guida per i nuotatori Guida per i nuotatori Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull

Dettagli

SE MANGIO COTOLETTA CADO SUI SASSI LA PANCIA M INGROSSA E CASCANO LE OSSA NON PRENDO MEDICINE. BEVIAMO L ARANCIATA

SE MANGIO COTOLETTA CADO SUI SASSI LA PANCIA M INGROSSA E CASCANO LE OSSA NON PRENDO MEDICINE. BEVIAMO L ARANCIATA RAP SANO ASCOLTA IL RAP SE MANGIO COTOLETTA DOPO UNA CORSETTA NELLA FRUTTA VITAMINE NON PRENDO MEDICINE. SE MANGIO CARBOIDRATI TRA DOLCI E SALATI IO ACCUMULO ENERGIA E POI VOLO VIA. MANGIO CEREALI E MI

Dettagli