FONDAZIONE DELLA COMUNITA' BERGAMASCA ONLUS Via Papa Giovanni XXIII n Bergamo BG - Codice Fiscale Bilancio al 31/12/2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDAZIONE DELLA COMUNITA' BERGAMASCA ONLUS Via Papa Giovanni XXIII n. 106 24121 Bergamo BG - Codice Fiscale 95119790160. Bilancio al 31/12/2011"

Transcript

1 FONDAZIONE DELLA COMUNITA' BERGAMASCA ONLUS Via Papa Giovanni XXIII n Bergamo BG - Codice Fiscale Bilancio al 31/12/2011 STATO PATRIMONIALE Attivo Variazione IMMOBILIZZAZIONI IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Software IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Mobili e attrezzature ufficio Macchine elettroniche ufficio (313) Impianti telefonici (609) IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE Azioni Credito Bergamasco Azioni UBI Banca ATTIVO CIRCOLANTE ( ) CREDITI PER LIBERALITA' DA RICEVERE (84.750) Fondazione Cariplo (84.750) ALTRI CREDITI (223) Crediti v/erario per ritenute (653) Acconti imposte Crediti Diversi AZIONI ( ) Azioni Telecom Azioni A2A ( ) Azioni ENI ORD ( ) Azioni Banco Popolare (42.434) Azioni ENEL ( ) OBBLIGAZIONI ( ) Obbligazioni Diverse ( ) FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO (42.586) Fondo Pramerica Euro Cash (50.139) Fondo Capital top Plus ALTRE ATTIVITA' FINANZIARIE Intesa S.P. Private Banking Titoli di Stato ( ) Titoli Ubi Banco Brescia (99.744) Intesa Sanpaolo Private Banking gestione integrata ( ) Altre attività finanziarie DENARO E VALORI DI CASSA Cassa contanti DEPOSITI BANCARI E POSTALI ( ) Banca Intesa istituzionale ( ) Popolare di Bergamo Credito Bergamasco (35.173) Banca Prossima UBI (51.635) Banco Posta (610) Banca Intesa ( ) Monte dei Paschi Bilancio al 31/12/2011 Pagina 1

2 Banca Private 3 mesi RATEI E RISCONTI ATTIVI (15.839) RATEI E RISCONTI ATTIVI (15.839) Ratei Attivi (15.451) Risconti attivi (387) TOTALE ATTIVO (49.556) STATO PATRIMONIALE Passivo Variazione PATRIMONIO NETTO FONDO DI DOTAZIONE Fondo di dotazione FONDI PATRIMONIALI Sfida Cariplo ( ) Patrimonio comune Fondi Area di Interesse ( ) Fondo Area Geografica (80.000) Fondo San Narno ( ) Fondi con Diritto di Utilizzo RISERVE Fondo Rafforzamento patrimonio Fondo Credito Bergamasco Fondo di Dotazione Sfida Cariplo ( ) Patrimonio comune Fondo San Narno (6.455) Fondo Area Geografica (1.039) Fondi Area di Interesse (1.847) Fondi con Diritto di Utlizzo (5.169) 0 DISPONIBILITA' ( ) DISPONIBILITA' SUI FONDI ( ) disponibilità varie ( ) Territoriali Fondo di Dotazione Fondo Rafforzamento patrimonio Fondo patrimonio comune Fondi Area di Interesse (2.903) Fondo Area Geografica (5.158) Fondo San Narno ( ) Fondi con Diritto di Utlizzo (38.918) DISPONIBILITA' ATTIVITA' EROGATIVE (38.238) Disponibilità per bandi (8.820) Disponibilità per altri progetti (29.418) DISPONIBILITA' PER GESTIONE (15.140) Risorse già allocate (34.852) Disponibilità per spese di gestione TFR DEBITI PER CONTRIBUTI ANCORA DA PAGARE Bilancio al 31/12/2011 Pagina 2

3 Debiti per contributi ancora da pagare VERSO FORNITORI Fornitori vari Fornitori fatture da ricevere (136) TRIBUTARI (3.447) Per ritenuta IRPEF (730) Imposte IRES (1.269) Imposta sostitutiva rivalutazione TFR 0 15 (15) Ritenuta d'acconto 4% su erogazioni (1.433) VERSO ISTITUTI DI PREVIDENZA E SICUREZZA SOCIALE (392) Per ritenuta INPS (408) Per ritenuta INAIL NEI CONFRONTI DEL PERSONALE Debiti per retribuzioni Debiti per contributi ente bilaterale commercio LIBERALITA' IN ATTESA DI ACCETTAZIONE Liberalità in attesa di accettazione ALTRI DEBITI Creditori diversi RATEI E RISCONTI PASSIVI RATEI E RISCONTI PASSIVI Ratei passivi TOTALE PASSIVO (49.556) VARIAZIONI PATRIMONIO NETTO Variazione Patrimonio netto ( ) da gestione reddituale (36.368) da apporti patrimoniali ( ) CONTI D'ORDINE CONTI D'ORDINE Fondo presso la Fondazione Cariplo Beni di terzi in comodato Bilancio al 31/12/2011 Pagina 3

4 CONTO ECONOMICO Variazione A) GESTIONE FINANZIARIA E PATRIMONIALE I) PROVENTI FINANZIARI E PATRIMONIALI DA DEPOSITI BANCARI E POSTALI (12.474) Interessi su C/C bancari (12.474) DA INVESTIMENTI MOBILIARI ( ) Interessi su titoli ( ) Plusvalenze (86.799) Dividendi (29.185) RIVALUTAZIONE TITOLI E PARTECIPAZIONI Rivalutazione titoli Totale (I) ( ) II) ONERI FINANZIARI E PATRIMONIALI SVALUTAZIONE TITOLI E PARTECIPAZIONI Svalutazioni su titoli di proprietà (39.441) Minusvalenze su titoli di proprietà COSTI BANCARI (20.812) Commissioni e spese bancarie (20.799) Commissioni e spese postali - 13 (13) IMPOSTE SULL'ATTIVITA' FINANZIARIA E PATRIMONIALE (64.964) Imposta sostitutiva su interessi (33.498) Imposta sostitutiva su capital gain (28.289) Imposta di bollo Ritenute a titolo d'imposta su interessi conti correnti (3.216) Totale (II) Risultato economico della gestione finanziaria e patrimoniale (I-II) A ( ) *) Destinato alle erogazioni **) Destinato a attività gestite direttamente (22.447) ***) Destinato a patrimonio o riserve (14.033) B) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI PROVENTI STROARDINARI (6.320) Sopravvenienze attive (6.320) ONERI STRAORDINARI (14.903) Sopravvenienze passive (14.903) Risultato economico delle partite straordinarie (B) (1.000) (9.583) *) Destinato alle erogazioni **) Destinato a attività gestite direttamente (1.000) (9.583) ***) Destinato a patrimonio o riserve C) ATTIVITA' DI RACCOLTA FONDI LIBERALITA' Bilancio al 31/12/2011 Pagina 4

5 Liberalità per attività istituzionale Liberalità per gestione Totale della raccolta fondi (C) *) Destinato alle erogazioni **) Destinato a attività gestite direttamente ***) Destinato a patrimonio o riserve (50.401) D) ALTRE DISPONIBILITA' ATTIVITA' EROGATIVA CONTRIBUTI REVOCATI (32.635) Totale altre disponibilità per l'attività erogativa (D) (32.635) E) TOTALE DISPONIBILITA' PER EROGAZIONI (A*+B*+C*+D) F) ATTIVITA' EROGATIVA PER ATTIVITA' ISTITUZIONALI Erogazioni istituzionali PER ATTIVITA' CONNESSE (23.000) Erogazioni connesse (23.000) Totale delle erogazioni (F) Aumento o (riduzione) dei fondi per erogazioni (E-F) (4.691) (30.977) TOTALE DISPONIBILITA' PER ATTIVITA' DIRETTA (A**+B**+C**) G) ATTIVITA' GESTIONE RETRIBUZIONI Retribuzioni personale Contributo ente bilaterale commercio ACCANTONAMENTI TFR Accantonamenti TFR CONTRIBUTI PREVIDENZIALI E ASSICURATIVI Contributi INAIL Contributi INPS RIMBORSI SPESE 318 (318) Rimborsi personale 318 (318) ALTRI COSTI PERSONALE 11 (11) Altri costi 11 (11) SERVIZI (1.142) Telefono e trasmissione dati Postali Energia elettrica (467) Pulizia Locali Bilancio al 31/12/2011 Pagina 5

6 Assicurazioni Composizioni tipografiche (1.206) Contributi associativi (2.000) Spese pubblicitarie Spese per convegni (campagne di sensibilizzazione e diffusione risultati) (1.306) Canone software Canone sito internet (288) Spese condominiali (2.139) Altri servizi (326) Affitti passivi CONSULENZE Altre consulenze professionali MATERIALE DI CONSUMO Cancelleria e stampati Riviste e quotidiani Stampa publicazioni e gadget (524) Pasti (115) Altro materiale di consumo INSTALLAZIONE, MANUTENZIONE E RIPARAZIONI (1.782) Hardware e software (1.528) Apparecchiature diverse 254 (254) AMMORTAMENTI BENI IMMATERIALI ammortamenti beni immateriali AMMORTAMENTI BENI MATERIALI ammortamenti beni materiali ONERI DIVERSI DI GESTIONE (529) oneri diversi (128) Imposta registro e altre imposte (401) Arrotondamenti passivi Totale oneri attività gestite direttamente (G) Aumento o (riduzione) dei fondi per attività gestite direttamente (15.140) (28.081) Risorse destinate a riserva o patrimonio (A***+B***+C***+D***) (36.368) 0 Bilancio al 31/12/2011 Pagina 6

7 Premessa Fondazione della Comunità Bergamasca ONLUS NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011 La Fondazione della Comunità Bergamasca ONLUS è stata costituita in Bergamo il 17 ottobre 2002 avanti al Notaio Giovanni Vacirca, su iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio delle Province Lombarde; ha caratteristiche di organizzazione non lucrativa di utilità sociale, non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente fini di solidarietà sociale nell ambito territoriale della provincia di Bergamo. Alla Fondazione si applicano le norme previste dal Codice Civile, e quelle fiscali previste dal DPR 633/72, DPR 600/73, DPR 917/86 nonché del D.lgs 460/97. La Fondazione ha presentato regolare istanza per il riconoscimento dei requisiti di organizzazione non lucrativa di utilità sociale acquisendo il diritto all uso dell acronimo ONLUS. Attività / Finalità perseguite nell esercizio Nel corso dell esercizio 2011 sono state perseguite le finalità statutarie di incremento patrimoniale e finanziamento di progetti non lucrativi sul territorio bergamasco. A tal fine è stato avviato un progetto innovativo espressamente dedicato al fund raising, con l attivazione di contatti mirati e azioni di sensibilizzazione dei soggetti già implicati con la Fondazione. Per quanto riguarda la classificazione dei Fondi Patrimoniali gestiti dalla Fondazione, per una maggior chiarezza e immediatezza di lettura dei dati si è preferito nel corso dell anno abolire le precedenti classificazioni (Fondi Area Geografica, Fondi Destinati, Fondi per Area di Interesse) e far confluire tutti i fondi sotto la comune dicitura di Fondi con Diritto di Utilizzo, che già riuniva la maggior parte dei Fondi amministrati. Criteri di formazione Il bilancio chiuso al 31 dicembre 2011 è stato redatto secondo i principi di formazione conformi alle disposizioni del Codice Civile, opportunamente adattati alla realtà della Fondazione e sulla base dei principi contabili formulati dall ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili in materia di rendiconto degli enti non profit. La presente Nota Integrativa costituisce, con lo Stato Patrimoniale e il Conto Economico, parte integrante del bilancio, risultando con esso un tutto inscindibile ai sensi dell art c.c. Al fine di fornire un quadro fedele la Nota Integrativa, redatta in forma abbreviata, contiene tutte le informazioni previste dall articolo 2435 bis del c.c., oltre ad informazioni ritenute utili e necessarie dall organo amministrativo. Il presente bilancio è redatto in unità di Euro. Criteri di valutazione La valutazione delle voci è stata fatta ispirandosi a criteri generali di prudenza e competenza, nella prospettiva di continuazione dell attività. In ottemperanza al principio di competenza, l effetto delle operazioni e degli altri eventi è stato rilevato contabilmente ed attribuito all esercizio al quale tali operazioni si riferiscono, e non a quello in cui si concretizzano i relativi movimenti numerari di incasso e pagamento. I criteri di valutazione adottati nella elaborazione del presente bilancio, omogenei a quelli adottati per la redazione del bilancio del precedente esercizio. Immobilizzazioni Bilancio al 31/12/2011 Pagina 7

8 Le immobilizzazioni materiali sono iscritte al costo di acquisto o al loro valore di mercato se oggetto di donazione, comprensivo di eventuali oneri accessori, e rettificate dalle corrispondenti quote di ammortamento accantonate nei vari esercizi. Le quote di ammortamento, imputate al rendiconto gestionale, sono state calcolate attesi l utilizzo, la destinazione e la durata economico tecnica dei cespiti, sulla base della loro residua possibilità di utilizzo. Il suddetto criterio di ammortamento a quote costanti, viene adeguato laddove venga accertata una vita economica utile residua del bene diversa da quella originariamente stimata. Nel corso dell esercizio, non sono state effettuate svalutazioni, né ripristini di valore a seguito di svalutazioni di esercizi precedenti. Le immobilizzazioni immateriali sono iscritte al costo storico di acquisto rettificato degli ammortamenti effettuati nel corso degli esercizi. Le immobilizzazioni finanziarie Nel bilancio al 31/12/2011 si è ritenuto opportuno effettuare una riclassificazione tra le immobilizzazioni finanziarie di alcuni titoli precedentemente iscritti nell attivo circolante, al fine di fornire una corretta rappresentazione patrimoniale. In particolare, sono state riclassificate nell attivo immobilizzato le azioni UBI Banca e Credito Bergamasco, destinate ragionevolmente a rimanere durevolmente in portafoglio. Al fine di assicurare la comparabilità dei dati e delle informazioni dell esercizio 2011 con quelli dell esercizio 2010, è stata effettuata la riclassifica delle suddette voci anche per tale ultima annualità. Le immobilizzazioni finanziarie sono rappresentate da azioni quotate alla Borsa Italiana, iscritte al costo storico di acquisizione, non rettificato in funzione della minore valorizzazione attualmente espressa dal mercato, sia perché ritenuta non durevole, sia perché le azioni in oggetto non risultano di imminente cessione. Titolo N. titoli in Valore unitario Valore unitario Valore unitario portafoglio di carico al al UBI Banca ,3375 3,17 3,40 Credito Bergamasco ,30 19,59 19,10 Titolo Valore di carico titoli in bilancio Valore titoli da quotazione 31/12/2011 Valore titoli da quotazione 28/02/2012 Minusvalenza incorporata al 31/12/2011 UBI Banca ( ) Credito Bergamasco ( ) Totale ( ) Si precisa che le sopra evidenziate potenziali minusvalenze su titoli azionari, risultano ampiamente coperte dalle riserve patrimoniali presenti in bilancio; riserve - peraltro che l organo amministrativo non intende destinare a disponibilità e/o distribuizione. Crediti per liberalità da ricevere Trattasi di liberalità già deliberate a favore della Fondazione Comunità Bergamasca dalla Fondazione Cariplo, al 31/12/2011 non ancora incassate. Altri crediti Trattasi prevalentemente di crediti verso l erario iscritti al valore nominale. Azioni 505,16 728,38 (223) Bilancio al 31/12/2011 Pagina 8

9 La Fondazione detiene esclusivamente azioni di società quotate, iscritte nell attivo circolante del proprio bilancio al costo di acquisto e/o sottoscrizione non rettificato in funzione della minore valorizzazione attualmente espressa dal mercato, in quanto non ritenuta durevole. E noto come il legislatore, con il D.L. 29 novembre 2008 n. 185, le cui disposizioni sono state successivamente prorogate fino ad esplicare i propri effetti anche sui bilanci di esercizio chiusi al , abbia inteso introdurre una deroga eccezionale al normale criterio di valutazione delle partecipazioni iscritte negli attivi circolanti delle società sulla base del minore tra il valore di costo ed il valore di presunto realizzo, riconoscendo considerata l eccezionale situazione di turbolenza dei mercati finanziari la facoltà di sospendere la svalutazione dei titoli che conseguirebbe dall applicazione di tale criterio. In sostanza anche il legislatore ha evidenziato come le quotazioni borsistiche depresse che si registrano attualmente siano principalmente figlie di un periodo storico caratterizzato da grande volatilità dei corsi, e che, pertanto, le capitalizzazioni conseguenti non siano rappresentative degli effettivi valori economici delle Società in oggetto. Per completezza di informazione si espongono, comunque, nella tabella che segue, i valori storici di carico delle partecipazioni in portafoglio, i valori registrati al e quelli al 28 febbraio 2012, con indicazione della minusvalenza teoricamente incorporata. Titolo Azioni Telecom Azioni A2A ( ) Azioni ENI ORD ( ) Azioni Banco Popolare (42.434) Azioni ENEL ( ) Totale ( ) N. titoli in Valore unitario Valore unitario Valore unitario Titolo portafoglio di carico al al Telecom Italia risp ,99 0,69 0,72 Titolo Valore di carico titoli in bilancio Valore titoli da quotazione 31/12/2011 Valore titoli da quotazione 28/02/2012 Minusvalenza incorporata al 31/12/2011 Telecom Italia risp ( ) Totale ( ) Obbligazioni Le obbligazioni sono iscritte nell attivo patrimoniale al costo di acquisto e/o sottoscrizione, quasi sempre coincidente con il valore nominale del titolo e complessivamente inferiore alla quota capitale rimborsabile a scadenza ( ) Il dettaglio della voce in esame risulta la seguente: Obbligazione Valore di carico Valore nominale Quotazione 31/12/2011 Obbligazioni Centrobanca Obbligazioni Centrobanca Obbligazioni Acea Intesa San Paolo 4,125% Intesa San Paolo 4% Italcementi 5,375% Monte Paschi Fiat Fin 5,625% Obbligazioni Banco di Brescia Totale Solo a mero titolo informativo si da conto di come, nel periodo intercorso tra la data di chiusura del bilancio ed il 28 febbraio 2012, i corsi dei titoli obbligazionari abbiano registrato, a motivo delle Bilancio al 31/12/2011 Pagina 9

10 mutate condizioni macroeconomiche, un deciso recupero. Al tale ultima data il valore complessivo delle obbligazioni in portafoglio risulta incrementato, rispetto alla data del 31 dicembre 2011 di importo pari a circa 5,458 mln. Fondi comuni di investimento: Descrizione Saldo al 31/12/2011 Saldo al 31/12/2010 Fondo Pramerica Euro Cash Fondo Capital top Plus Totale Altre attività finanziarie Descrizione Saldo al 31/12/2011 Saldo al 31/12/2010 Intesa S.P. Private Banking Titoli di Stato Titoli Ubi_Banco Brescia Intesa San Paolo Private Banking gestione integrata Altre attività finanziarie Totale Cassa e depositi bancari e postali Rappresentano le disponibilità liquide della Fondazione alla data di chiusura dell esercizio. Cassa: Saldo al 31/12/2011 Saldo al 31/12/2010 Variazione Depositi bancari: Saldo al 31/12/2011 Saldo al 31/12/2010 Variazione ( ) Ratei e risconti attivi I ratei e i risconti attivi sono determinati secondo il criterio dell effettiva competenza temporale dell esercizio. Ratei attivi (15.451) Trattasi interamente degli interessi maturati sulle cedole obbligazionarie al 31/12/2011 iscritti al lordo della relativa ritenuta del 20% che verrà applicata al momento della loro percezione, riclassificata tra i ratei passivi. Risconti attivi (387) La voce è costituita dal risconto dei canoni di assistenza software per euro e dal risconto dell assicurazione a copertura rischi per euro 158. Bilancio al 31/12/2011 Pagina 10

11 Disponibilità sui fondi La voce in esame è costituita dalla disponibilità che i singoli fondi hanno a loro disposizione per finanziare progetti non profit coerenti con il loro statuto e con l attività istituzionale della Fondazione della Comunità Bergamasca ( ) Disponibilità per attività erogative Trattasi di disponibilità residue precedentemente accantonate dalla Fondazione della Comunità Bergamasca per finanziare progetti non profit poi revocati o non erogati. La voce è contabilizzata per competenza (38.238) Disponibilità per gestione Rappresentano le disponibilità dei fondi già deliberati a copertura dei costi di gestione amministrativa della Fondazione della Comunità Bergamasca (15.140) Debito per TFR Rappresenta il trattamento di fine rapporto maturato a favore dei dipendenti della Fondazione della Comunità Bergamasca Debiti per contributi ancora da pagare La voce rappresenta il valore nominale dei contributi che la Fondazione della Comunità Bergamasca ha già destinato a progetti non profit, ma che al 31/12/2011 non ha ancora erogato in quanto i progetti sono tuttora in corso o in attesa di rendicontazione. Debiti verso fornitori I debiti verso i fornitori di beni e servizi della Fondazione della Comunità Bergamasca sono rilevati al valore nominale, al netto di abbuoni e/o sconti accordati al 31/12/ Debiti Tributari I debiti tributari, tutti correnti, sono esclusivamente rappresentati dalle ritenute di acconto trattenute e non ancora versate al 31/12/ (3.447) Debiti verso istituti di previdenza e sicurezza sociale Rappresentano i debiti correnti INPS ed INAIL relativi alle retribuzioni dei dipendenti (392) Debiti nei confronti del personale Rappresentano i debiti correnti INPS ed INAIL relativi alle retribuzioni dei dipendenti. Bilancio al 31/12/2011 Pagina 11

12 Ratei e risconti passivi Rappresentano le partite di collegamento determinate secondo il criterio dell effettiva competenza temporale dell esercizio La voce è costituita per Euro dalla quota di ferie e quattordicesima mensilità maturate al 31/12/2011 a favore dei dipendenti e per Euro dall imposta sostitutiva del 20% relativa alla cedole obbligazionarie al maturate al 31/12/2011. Patrimonio Netto Descrizione Fondo di dotazione Fondi patrimoniali Riserve Totale Variazioni PN Variazioni Da gestione reddituale (36.368) Da apporti patrimoniali ( ) Totale ( ) Conti d ordine Sono alimentati dal valore dei beni di terzi utilizzati dalla Fondazione. La voce non ha subito alcuna variazione rispetto all esercizio precedente. Gestione Finanziaria e Patrimoniale Il risultato della gestione in esame rappresenta il risultato, al netto delle imposte sostitutive e degli oneri di gestione, della gestione finanziaria del patrimonio investito in titoli, azioni ed obbligazioni contabilizzato per competenza. Descrizione Interessi attivi dep.bancari e post.li (12.474) Interessi su titoli ( ) Plusvalenze (86.799) Dividendi (29.185) Totale proventi ( ) Svalutazioni su titoli di proprietà (66.900) ( ) Minusvalenze su titoli di proprietà ( ) (20.763) ( ) Commissioni e spese bancarie (31.129) (51.928) Commissioni e spese postali 0 (13) 13 Imposta sostitutiva su interessi (20.260) (53.758) Imposta sostitutiva su capital gain (24.170) (52.458) Imposta di bollo (254) (214) (40) Ritenute d'imposta su interessi c/c (2.736) (5.953) Totale oneri ( ) ( ) ( ) Risultato gestione finanziaria ( ) Riguardo le minusvalenze su titoli di proprietà pari, per l esercizio 2011, ad Euro si segnala che le stesse risultano quasi interamente costituite dalla minor valorizzazione del patrimonio della gestione dinamica amministrata dal private banking Banca Intesa. Buona parte del patrimonio risulta al 31/12/2011 investito in obbligazioni valorizzate al corso di mercato di fine anno, negativamente Bilancio al 31/12/2011 Pagina 12

13 influenzato dalle vicende economico politiche che hanno interessato l Italia dei mesi di novembre e dicembre. La minusvalenza contabilizzata, quindi, non risulta effettivamente realizzata e risulta oggi ampiamente recuperata. Proventi ed oneri straordinari Descrizione Sopravvenienze attive (6.320) Sopravvenienze passive (15.903) Totale (9.583) Le voci in analisi rappresentano maggiori o minori costi di gestione della Fondazione della Comunità Bergamasca di competenza degli esercizi precedenti, non contabilizzati nei rispettivi bilanci. Attività di raccolta fondi La voce in esame rappresenta le liberalità deliberate a favore delle Fondazione della Comunità Bergamasca nel corso del 2011, sia per la copertura dei costi di gestioni, sia a sostegno dell attività istituzionale. Si precisa che, in via prudenziale, vengono contabilizzate per competenza solo le liberalità deliberate dalla Fondazione Cariplo, risultando invece contabilizzate per cassa le restanti liberalità. Descrizione Liberalità per attività istituzionale Liberalità per gestione Totale Si specifica che le liberalità per la gestione dell esercizio 2011 sono state elargite per Euro dalla Conferenza dei Sindaci della Provincia di Bergamo per il monitoraggio del bando triennale a sostegno della Grave marginalità sociale e per la restante parte dalla Fondazione Cariplo per la gestione delle erogazioni di fondi territoriali. Altre disponibilità attività erogativa La voce accoglie i contributi destinati nei precedenti esercizi a progetti non profit non partiti e non realizzati; contributi, quindi, nel 2011 revocati e rappresentatesi disponibili per altre finalità istituzionali. Descrizione Contributi revocati (32.635) Attività erogativa La categoria in esame rappresenta le somme destinate nel corso dell esercizio 2011 a favore dei progetti non profit sostenuti dalla Fondazione della Comunità Bergamasca. Descrizione Erogazioni istituzionali Erogazioni connesse (23.000) Totale Attività di gestione La voce include tutti i costi della gestione amministrativa della Fondazione della Comunità Bergamasca, contabilizzati per competenza. Descrizione Retribuzioni Bilancio al 31/12/2011 Pagina 13

14 Accantonamento TFR Contributi previdenziali e ass.li Rimborsi spese (318) Altri costi personale 0 11 (11) Servizi (1.142) Consulenze Materiale di consumo Installazione e manutenzioni (1.782) Amm. beni imm.li Amm. beni mat.li Oneri diversi di gestione (529) Totale L incremento dei costi di gestione amministrativa dell esercizio 2011 rispetto a quello precedente è riconducibile all attività di fund raising implementata con contratto a progetto e al già menzionato monitoraggio del bando dedicato alla Grave marginalità. Imposte La Fondazione gode dei requisiti di esenzione fiscale e tributaria, ad esclusione delle ritenute sui proventi finanziari e dell IRES sui dividendi incassati contabilizzati per competenza, da cui l IRES iscritta nel presente bilancio di Euro Il Presidente del consiglio di Amministrazione Bilancio al 31/12/2011 Pagina 14

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

I componenti straordinari di reddito

I componenti straordinari di reddito I componenti straordinari di reito Possono essere così classificati: - PLUSVALENZE E MINUSVALENZE. Si originano nel caso di cessione di un cespite, se il valore contabile è diverso dal prezzo di vendita.

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT

ATTO DI INDIRIZZO LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO AGENZIA PER LE ONLUS DEGLI ENTI NON PROFIT AGENZIA PER LE ONLUS ATTO DI INDIRIZZO ai sensi dell art. 3, comma 1, lett. a) del D.P.C.M. 21 marzo 2001 n. 329 LINEE GUIDA E SCHEMI PER LA REDAZIONE DEI BILANCI DI ESERCIZIO DEGLI ENTI NON PROFIT Approvato

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro 10.372.791 interamente versato Codice Fiscale 13051480153 Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n. 1611128 BILANCIO

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE.

LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. LA TRASFORMAZIONE DEI SISTEMI AMMINISTRATIVI E CONTABILI: IL PASSAGGIO DALLA CONTABILITÀ FINANZIARIA AI NUOVI SISTEMI CONTABILI (CO.GE. E COAN) Prof.ssa Claudia SALVATORE Università degli Studi del Molise

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito OdV Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito di Sebastiano Di Diego* Nell articolo viene descritto il variegato regime fiscale, ai fini IRES, delle associazioni

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 MONDO ACQUA S.P.A. Codice fiscale 02778560041 Partita iva 02778560041 VIA VENEZIA n. 6/B - 12084 MONDOVI' CN Numero R.E.A. 235902 - CN Registro Imprese di CUNEO n. 02778560041 Capitale Sociale 1.100.000,00

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio INDICI DI BILANCIO 1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio Perché sia possibile un calcolo automatico degli indici di bilancio (ratios) è necessario che le informazioni siano memorizzate seguendo i

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti.

Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti. LINEA INVESTIMENTO GUIDA AI PRODOTTI Crescere e far crescere. Finalmente la composizione ideale per i tuoi investimenti!

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

PARTECIPAZIONI. Università Roma Tre Facoltà di Economia Federico Caffè. Prof. Ugo Marinelli Anno accademico 10-11. Page 1

PARTECIPAZIONI. Università Roma Tre Facoltà di Economia Federico Caffè. Prof. Ugo Marinelli Anno accademico 10-11. Page 1 PARTECIPAZIONI Università Roma Tre Facoltà di Economia Federico Caffè Prof. Ugo Marinelli Anno accademico 10-11 Page 1 Generalità Art. 2424 b iii immobilizzazioni finanziarie. Partecipazioni Crediti Altri

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI SOMMARIO IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI 1. Premessa 2. Funzioni del rendiconto della gestione 3. Quadro normativo di riferimento 4. Attività operative per la predisposizione del rendiconto

Dettagli

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000 ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLE TRE VENEZIE L'INSERTO 2 Analisi della rilevanza ai fini IRAP delle voci del Conto Economico A cura

Dettagli

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Sezione IX Del bilancio Art. 2423. Redazione del bilancio. Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 genzia ntrate 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 Il contribuente, per la compilazione

Dettagli

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti

IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011. Elementi innovativi e principali impatti IL PROCESSO DI ARMONIZZAZIONE CONTABILE DEGLI ENTI TERRITORIALI EX D.LGS. 118/2011 Elementi innovativi e principali impatti Agenda 1. Il modello contabile previsto dal D.lgs 118/2011 Contesto normativo

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il decreto del Ministro dello sviluppo economico 8 marzo 2013, pubblicato nella Gazzetta

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Crediti Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rimanenze Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli