Istituto Comprensivo P.D. Pollidori Fossacesia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto Comprensivo P.D. Pollidori Fossacesia"

Transcript

1 Istituto Comprensivo P.D. Pollidori Fossacesia Delibera Collegio dei Docenti scuola dell infanzia D 90 del Delibera Consiglio d Istituto n. 22 del e Delibera n. 8 del INDICE LA SCUOLA DELL INFANZIA PAG. 2 ISCRIZIONI/GRADUATORIE PAG. 2 DECADENZA.. PAG. 3 FORMAZIONE DELLE SEZIONI PAG. 3 INSERIMENTO ALUNNI AD ANNO INIZIATO.. PAG. 3 CALENDARIO SCOLASTICO PAG. 3 ORARIO DI FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA PAG. 4 ENTRATA-USCITA. PAG. 4 VIGILANZA PAG. 5 USCITE DIDATTICHE PAG. 5 MALESSERI/INCIDENTI PAG. 5 INCONTRI SCUOLA-FAMIGLIA PAG. 6 ASSENZE-MALATTIE PAG. 6 FESTE E COMPLEANNI PAG. 7 RETTE PAG. 7 Pag. 1

2 LA SCUOLA DELL INFANZIA La Scuola dell Infanzia accoglie bambini/e di età compresa tra i tre e i cinque anni compiuti entro il 31 dicembre dell anno scolastico di riferimento. Su richiesta delle famiglie sono iscritti alla scuola dell infanzia, le bambini e i bambini che compiono tre anni entro il 30 aprile dell anno scolastico di riferimento. Al fine di garantire qualità pedagogica, flessibilità e specificità dell offerta educativa, in coerenza con la particolare fascia di età interessata, l inserimento dei bambini ammessi alla frequenza anticipata è disposto alle seguenti condizioni: disponibilità dei posti; accertamento dell avvenuto esaurimento di eventuali liste di attesa; disponibilità di locali e dotazioni idonei sotto il profili dell agibilità e funzionalità, tali da rispondere alle diverse esigenze dei bambini di età inferiore a tre anni; le docenti possono prevedere la frequenza limitata al solo turno antimeridiano per un periodo che verrà valutato a seconda delle esigenze dei singoli bambini, per garantire tempi giusti di accoglienza e ambientamento. L orario di funzionamento della scuola dell infanzia è stabilito in 40 ore settimanali, con possibilità di estensione fino a 50 ore. Permane la possibilità, prevista dalle norme vigenti, di chiedere, da parte delle famiglie, un tempo scuola ridotto, limitato alla sola fascia del mattino, per complessive 25 ore settimanali. Tali orari sono comprensivi dell insegnamento della religione cattolica. E auspicabile, per garantire continuità educativa, che i bambini e le bambine della scuola dell infanzia svolgano e completino il loro percorso educativo-didattico nella scuola di prima iscrizione. ISCRIZIONI/GRADUATORIE Le iscrizioni hanno luogo secondo le modalità dettate dalle O.M. e da eventuali circolari applicative emesse dal MIUR. Per l iscrizione si richiedono: modulo di ammissione debitamente compilato e firmato (da ritirare e poi consegnare in Segreteria); certificato delle vaccinazioni. Al fine di stabilire l ammissione alla frequenza del primo anno di scuola dell Infanzia, in caso di domande eccedenti rispetto ai posti disponibili, si procederà alla formazione di una graduatoria degli esclusi secondo i seguenti criteri: precedenza ai bambini residenti nei Comuni dove sono ubicate le scuole; precedenza ai bambini di età maggiore. Le domande pervenute oltre i termini di iscrizione stabiliti verranno accolte in ordine di arrivo, procedendo agli inserimenti solo in caso di posti liberi, a seguito dell esaurimento di eventuali liste di attesa. Pag. 2

3 DECADENZA In caso di assenza prolungata superiore a 30 giorni e non giustificata da condizioni adeguatamente certificate, la scuola decide la decadenza dell iscrizione dell alunno, inserendo, in sostituzione, i richiedenti presenti in lista d attesa. FORMAZIONE DELLE SEZIONI Le sezioni di scuola dell infanzia sono costituite da un massimo di 28 alunni, oppure da un massimo di 25 alunni qualora nella sezione vi sia un alunno disabile. I criteri per la formazione delle sezioni sono i seguenti: equilibrio numerico tra i sessi; equa distribuzione nelle sezioni degli alunni stranieri e/o di religione diversa; equa ripartizione degli alunni iperattivi, con disagi psicoaffettivi, con difficoltà di apprendimento; equa ripartizione degli alunni residenti nelle frazioni e di quelli residenti nel centro urbano per favorire l integrazione e la socializzazione; equa distribuzione tra le sezioni dei bambini anticipatari. INSERIMENTO ALUNNI AD ANNO INIZIATO L inserimento di nuovi alunni durante l anno avverrà tenendo conto delle disponibilità e comunque sempre nella salvaguardia del numero massimo di alunni consentito per ogni sezione. Gli alunni non anticipatari che si trasferiscono in entrata in corso d anno hanno priorità rispetto i bambini anticipatari Qualora si verifichi la disponibilità di posti in corso d anno, un alunno frequentante un plesso può essere trasferito al plesso per il quale aveva inizialmente optato e non era stato accolto. CALENDARIO SCOLASTICO L apertura delle scuole segue il calendario scolastico regionale. Il servizio mensa verrà attivato a partire dal mese di ottobre. Nei giorni precedenti le scuole funzioneranno con solo orario antimeridiano e con la compresenza degli insegnanti di sezione, per favorire l inserimento o il riadattamento dei bambini nell organizzazione scolastica. Nel periodo intercorrente tra il termine delle lezioni nella scuola primaria ed il termine delle attività didattiche, la scuola dell infanzia funziona con le seguenti modalità: funzionamento fino alle ore 13,30 oppure fino alle ore 16,30 per i genitori che avanzeranno richiesta specifica su apposito modulo predisposto dal Dirigente; Pag. 3

4 le opzioni dei genitori possono essere relative alla seconda, terza e quarta settimana del mese di giugno; il funzionamento della scuola fino alle ore 16,30 è garantito a condizione che siano state prodotte almeno 15 richieste per plesso da parte dei genitori. ORARIO DI FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA Le scuole dell infanzia sono aperte dal lunedì al venerdì secondo gli orari di seguito indicati. ENTRATA: dalle 8,30 alle 9,15 e non oltre USCITA: dalle 16,15 alle 16,30 e non oltre I genitori sono tenuti al rigoroso rispetto degli orari di entrata e di uscita della scuola per non creare disfunzioni al servizio scolastico. In caso di possibili ritardi motivati (medico, dentista, accertamenti clinici ) al mattino, è necessario avvisare precedentemente gli insegnanti. ENTRATA - USCITA Sia all entrata che all uscita i genitori devono lasciare o riprendere i propri bambini avvisando gli insegnanti. Gli insegnanti non possono affidare i bambini ai minori di 18 anni. Qualora i bambini dovessero essere ritirati da persone diverse dai genitori, occorre compilare preventivamente un modulo di delega, da consegnare in segreteria per la convalida da parte del Dirigente Scolastico. In caso di uscite anticipate, i genitori devono compilare e consegnare un apposito modulo di richiesta. Inoltre i genitori devono attendere l uscita dei bambini all ingresso, onde evitare interruzioni dell attività didattica in corso. Nei momenti di entrata e di uscita dalla scuola, i genitori devono trattenersi solo lo stretto indispensabile, onde non intralciare le attività educative in corso. Poiché le scuole sono fornite di materiale ludico, i genitori vigileranno sui bambini affinché non vengano portati a scuola giochi da casa. Gli insegnanti non sono comunque responsabili dello smarrimento e/o rottura di oggetti portati da casa. Qualsiasi informazione inerente il bambino dovrà essere comunicata dal genitore esclusivamente al personale docente. In caso di coniugi separati, le insegnanti dovranno essere informate attraverso estratto della copia delle disposizioni del tribunale. Pag. 4

5 VIGILANZA I compiti di vigilanza spettano al personale docente, nell ambito degli obblighi previsti dalla legge. L obbligo della vigilanza si esplicita nell ambito scolastico e durante lo svolgimento delle attività extrascolastiche e delle visite guidate, regolarmente autorizzate. I docenti svolgono compiti di vigilanza durante tutto l orario di permanenza dei bambini all interno della scuola, Il collaboratore scolastico coadiuva il docente nel servizio di vigilanza durante l ingresso/uscita dei bambini e durante l orario scolastico, secondo le disposizioni di servizio, vigilando altresì i bambini affidati in caso di particolare necessità. Qualora i genitori dimenticassero o ritardassero di ritirare il figlio da scuola, l alunno verrà affidato alla sorveglianza della polizia municipale. USCITE DIDATTICHE Le uscite didattiche possono essere effettuate previa programmazione didattica. Va fatta richiesta di autorizzazione al Dirigente scolastico almeno 15 giorni prima. E necessario acquisire per iscritto le autorizzazioni dei genitori. In caso di presenza di alunni diversamente abili, è prevista la presenza dell insegnante di sostegno o dell assistente. MALESSERI/INCIDENTI In caso di malessere di un alunno, il docente o il collaboratore scolastico contatterà telefonicamente la famiglia, affinché possa provvedere tempestivamente ad assicurare l assistenza al figlio. In caso di incidente, il docente presente: provvede alle cure; avvisa o fa avvisare la famiglia; fa chiamare un medico o, se lo ritiene opportuno, chiama il118; stende, entro le 24 ore successive, circostanziata denuncia al Dirigente scolastico mediante compilazione dell apposita modulistica. I genitori forniranno all inizio di ogni anno scolastico il numero di telefono della sede di reperimento in caso di urgenza. La scuola dovrà essere dotata di tutto il materiale necessario al pronto soccorso. INCONTRI SCUOLA-FAMIGLIA Pag. 5

6 La collaborazione tra scuole e famiglie è molto importante per concordare strategie educative comuni. Una buona intesa tra genitori e insegnanti e lo scambio di opinioni e di proposte, contribuiscono a migliorare la qualità della scuola. Per questi motivi, nel corso dell anno scolastico, sono previsti momenti di incontro istituzionali comunicati preventivamente ai genitori. In particolare: individuali: in merito alle richieste dei genitori o delle insegnanti, ogni primo giovedì del mese, previo precedente appuntamento, dalle ore 17,00 alle ore 18,00; assemblee: iniziale per l avvio dell anno scolastico; elezione del rappresentante di sezione (ottobre); verifiche andamento educativo didattico; organizzazione iniziative (feste, spettacoli) in corso d anno; In occasione degli incontri scuola-famiglia è vietato ai genitori portare i bambini per motivi di sicurezza. ASSENZE MALATTIE La regolarità della frequenza da parte dei bambini è premessa necessaria per assicurare una positiva ed ottimale esperienza educativa, oltre che un corretto funzionamento della scuola. Ogni assenza va giustificata verbalmente o telefonicamente. In caso di assenze per malattia superiori a 5 giorni consecutivi (compresi festivi), i genitori sono tenuti a presentare certificato medico il giorno stesso del ritorno a scuola del bambino e comunque prima che il bambino sia accolto dalla scuola. Al fine di garantire l igiene e la sanità pubblica, i bambini possono essere allontanati dalla comunità scolastica dai docenti nel caso di sospetta malattia infettiva o nei casi seguenti: febbre superiore a 37 ; vomito ricorrente; scariche diarroiche ricorrenti; secrezione congiuntivale; altri casi sospetti. Pag. 6

7 Se l assenza è dovuta a motivi familiari e supera i 5 gg è necessario che i genitori avvertano preventivamente le insegnanti per iscritto. I docenti e il personale scolastico non sono autorizzati a somministrare alcun farmaco, ad eccezione dei cosiddetti farmaci salvavita, per i quali va fatta richiesta al Dirigente, predisponendo la necessaria documentazione. Nell ambito della refezione scolastica possono venire allestiti menù speciali solo previa presentazione di un certificato medico comprovante allergie/intolleranze alimentari gravi. Al fine di consentire al bambino di muoversi liberamente, di svolgere le attività di gioco e di manipolazione in maniera creativa, e al fine di favorire lo sviluppo dell autonomia, si richiede un abbigliamento comodo; in particolare si richiede di evitare bretelle, cinture, salopette, scarpe con lacci, ecc Ogni ulteriore segnalazione di qualche rilievo (episodi convulsivi, malattie croniche) va effettuata direttamente ai docenti di sezione. FESTE E COMPLEANNI In occasione di compleanni e feste scolastiche è consentito, ai genitori che ne facessero richiesta anticipata alle insegnanti, portare a scuola solo pasticceria secca munita di scontrino fiscale. E severamente vietato portare caramelle e simili all interno della scuola. Non si effettuano colazione e merenda, eccetto nei casi in cui sia la mensa scolastica a fornirle. RETTE Ai genitori dei bambini che usufruiscono dei pasti è richiesto il pagamento di una retta mensile da parte dell Amministrazione Comunale. I buoni pasto vanno ritirati presso il Comune e vanno consegnati a scuola tutte le mattine, debitamente compilati (nome del bambino e data). Pag. 7

Protocollo per l accoglienza alle scuole dell infanzia dell I.C. di Bariano ( Criteri e punteggi per la compilazione delle liste d attesa )

Protocollo per l accoglienza alle scuole dell infanzia dell I.C. di Bariano ( Criteri e punteggi per la compilazione delle liste d attesa ) APPENDICE E Protocollo per l accoglienza alle scuole dell infanzia dell I.C. di Bariano ( Criteri e punteggi per la compilazione delle liste d attesa ) NORME GENERALI Le iscrizioni alle scuole dell infanzia

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA Entrata 8.10 8.15 Chiusura cancelli: 8.20 Ingresso Gli alunni non possono accedere nei locali scolastici se non 5 minuti prima dell inizio delle lezioni. L ingresso

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA CATERINA CITTADINI SUORE ORSOLINE DI SOMASCA VIA GRAN PARADISO, 31 00139 ROMA. Regolamento interno

SCUOLA DELL INFANZIA CATERINA CITTADINI SUORE ORSOLINE DI SOMASCA VIA GRAN PARADISO, 31 00139 ROMA. Regolamento interno SCUOLADELL INFANZIA CATERINACITTADINI SUOREORSOLINEDISOMASCA VIAGRANPARADISO,31 00139ROMA Regolamento interno REGOLAMENTO INTERNO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA E PATTO SOCIALE DI CORRESPONSABILITA TRA SCUOLA

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado M.E.Lepido. Presenza dei genitori a scuola anno scolastico 2014-2015

Scuola Secondaria di Primo Grado M.E.Lepido. Presenza dei genitori a scuola anno scolastico 2014-2015 ISTITUTO COMPRENSIVO "MARCO EMILIO LEPIDO" Via Premuda 34 - REGGIO EMILIA Tel. e Fax. 0522/301282-0522/300221 E-mail: segretlep@tin.it (segreteria) - Sito internet: www.iclepido.gov.it Scuola Secondaria

Dettagli

REGOLAMENTO ANNO SCOLASTICO 2014 2015

REGOLAMENTO ANNO SCOLASTICO 2014 2015 REGOLAMENTO ANNO SCOLASTICO 2014 2015 - 1 - INDICE Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo 6 Articolo 7 Articolo 8 Articolo 9 Articolo 10 Articolo 11 Articolo 12 Articolo 13 Articolo

Dettagli

ROMA CAPITALE MUNICIPIO 13 IL NIDO SERVIZIO EDUCATIVO PER BAMBINI FINO A TRE ANNI

ROMA CAPITALE MUNICIPIO 13 IL NIDO SERVIZIO EDUCATIVO PER BAMBINI FINO A TRE ANNI ROMA CAPITALE MUNICIPIO 13 IL NIDO SERVIZIO EDUCATIVO PER BAMBINI FINO A TRE ANNI INDICE FINALITA pag. 1 COME FUNZIONA IL NIDO pag. 2 L ORGANIZZAZIONE DEL NIDO pag.3 LA GIORNATA AL NIDO pag. 4 L ALIMENTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTICELLI D ONGINA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 29/11/2013 Indice Art. 1. Oggetto e finalità del servizio

Dettagli

Circ. n. 13 Prot. n 4485/A39 Montebello Vic.no, 23.09.2014 IAF/rc

Circ. n. 13 Prot. n 4485/A39 Montebello Vic.no, 23.09.2014 IAF/rc Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI MONTEBELLO VICENTINO (VI) 36054 - MONTEBELLO VIC.NO - Via G. Gentile, 7 Tel. 0444/649086 - Fax 0444/649016 - e-mail:

Dettagli

SCUOLE DELL INFANZIA DI CORZANO E LONGHENA REGOLAMENTO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016

SCUOLE DELL INFANZIA DI CORZANO E LONGHENA REGOLAMENTO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLE DELL INFANZIA DI CORZANO E LONGHENA REGOLAMENTO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 1.ORARIO SCOLASTICO L orario delle lezioni è il seguente: CORZANO LONGHENA Entrata dalle ore 8.05 alle 9.00 Entrata

Dettagli

REGOLAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE

REGOLAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE Città di Somma Lombardo REGOLAMENTO GESTIONE ASILO NIDO COMUNALE Approvato con deliberazione CC n. 38 del 20 giugno 2008 Ultima modifica con deliberazione CC n. 52 del 26 luglio 2014 Ripubblicato all Albo

Dettagli

Centro per l infanzia Piccoli Artisti Via Ragusa, 23 Ancona. www.asilopiccoliartisti.it. tel. 3493012251

Centro per l infanzia Piccoli Artisti Via Ragusa, 23 Ancona. www.asilopiccoliartisti.it. tel. 3493012251 Centro per l infanzia Piccoli Artisti Via Ragusa, 23 Ancona www.asilopiccoliartisti.it tel. 3493012251 Regolamento Centro per l infanzia Piccoli Artisti Il centro per l infanzia Piccoli Artisti sito in

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 10 VICENZA

ISTITUTO COMPRENSIVO 10 VICENZA ISTITUTO COMPRENSIVO 10 VICENZA Scuola dell infanzia Carlo Collodi REGOLAMENTO DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI La scuola è un ambiente educativo sereno, governato dal rispetto dei diritti e dei doveri di ognuno.

Dettagli

CITTÀ DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

CITTÀ DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA CITTÀ DI ARZIGNANO PROVINCIA DI VICENZA REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione di C.C. n 88 del 20/12/2010 1 2 ART. 1 - OGGETTO 1. La mensa scolastica

Dettagli

LE ATTIVITA E I SERVIZI OFFERTI

LE ATTIVITA E I SERVIZI OFFERTI SERVIZI SCOLASTICI L ufficio Pubblica Istruzione si trova in Piazza XXVI Aprile, n. 16. L ufficio è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 Telefono 030 7479225 - E-mail:

Dettagli

Regolamento per il servizio di refezione scolastica

Regolamento per il servizio di refezione scolastica Regolamento per il servizio di refezione scolastica Approvato con deliberazione di C.C. n. 24 del 26.06.2003 Modificato con deliberazione di C.C. n. 10 del 16.03.2004-1 - Indice pag. ART. 1 - FINALITA...3

Dettagli

REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA Anno scolastico 2010/11

REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA Anno scolastico 2010/11 Fondazione Scuola dell infanzia Alessandra Benvenuti Via San Colombano, 4-24123 Bergamo P.I. 02428020164 C.F. 80024430169 Tel.035234286 - Fax 0355095765 info@scuolamaternabenvenuti.it www.scuolamaternabenvenuti.it

Dettagli

Asilo infantile T. A. GALIMBERTI

Asilo infantile T. A. GALIMBERTI La scuola dell Infanzia T.A. Galimberti ha come fine l educazione integrale dei bambini. Per un miglior funzionamento dei diversi momenti dell attività scolastica, riteniamo opportuno esplicitare alcune

Dettagli

R E G O L A M E N T O A S S E N Z E, R I T A R D I E U S C I T E A N T I C I P A T E D E G L I A L U N N I

R E G O L A M E N T O A S S E N Z E, R I T A R D I E U S C I T E A N T I C I P A T E D E G L I A L U N N I ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GONNESA Via Dettori, 10-09010 Gonnesa -CI Tel. e Fax 0781/45018 Codice Fiscale 90016590920- cod. meccanografico CAIC81400E e-mail caic81400e@istruzione.it CAIC81400E@Pec.istruzione.it

Dettagli

Regolamento di Istituto

Regolamento di Istituto Regolamento di Istituto 1. L iscrizione o la riconferma dell alunno è annuale ed è di competenza della Direzione della Scuola. Il termine per l iscrizione alla Scuola dell Infanzia e alla classe prima

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE

REGOLAMENTO DI GESTIONE La scuola dell infanzia Stella Mattutina ha un progetto educativo di formazione umana, cristiana e culturale dei bambini dai 2 anni e mezzo ai 6. Attraverso il gioco, l esplorazione, la ricerca e la vita

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO

REGOLAMENTO D ISTITUTO REGOLAMENTO DELLE SCUOLE DELL'INFANZIA Premessa La scuola dell infanzia è il luogo dell apprendimento e della socializzazione, l ambiente in cui i bambini sviluppano le capacità di interazione con la realtà

Dettagli

LA SCUOLA SI PRESENTA La Scuola dell Infanzia Statale La Rocca si trova in Via Risorgimento, 1 a Scandiano (RE). Il numero di telefono è 0522/ 855594.

LA SCUOLA SI PRESENTA La Scuola dell Infanzia Statale La Rocca si trova in Via Risorgimento, 1 a Scandiano (RE). Il numero di telefono è 0522/ 855594. LA SCUOLA SI PRESENTA La Scuola dell Infanzia Statale La Rocca si trova in Via Risorgimento, 1 a Scandiano (RE). Il numero di telefono è 0522/ 855594. La scuola dipende dall ISTITUTO COMPRENSIVO LAZZARO

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Comune di Azzano San Paolo Assessorato Pubblica Istruzione P.zza IV nov. Tel. 035/530130 Fax 035/530073 C.F./IVA n. 00681530168 REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione di C.C.

Dettagli

Comune di Rovello Porro Prov. di Como

Comune di Rovello Porro Prov. di Como Comune di Rovello Porro Prov. di Como REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA 1. Oggetto del Regolamento e finalità del servizio. Le norme del presente Regolamento si applicano al servizio

Dettagli

Circ. n.6 alunni San Zenone degli Ezzelini, 15 /09/2014

Circ. n.6 alunni San Zenone degli Ezzelini, 15 /09/2014 SAN ZENONE DEGLI EZZELINI Via A.Canova,2 Tel. 0423/567080 Fax0423/964574 e-mail tvic862003@istruzione.it TVIC862003@pec.istruzione.it - sito web www.comprensivosanzenone.gov.it CM.TVIC862003 CF.92026890266

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA CITTA DI TRAVAGLIATO (Provincia di Brescia) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - C.F. 80006380929 - C.M. CAEE033002

I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - C.F. 80006380929 - C.M. CAEE033002 I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - C.F. 80006380929 - C.M. CAEE033002 e-mail: caee033002@istruzione.it pec: caee033002@pec.istruzione.it www.primocircolosestu.gov.it

Dettagli

REGOLAMENTO MICRONIDO COMUNALE.

REGOLAMENTO MICRONIDO COMUNALE. REGOLAMENTO MICRONIDO COMUNALE. ART. 1 PRINCIPI GENERALI 1. Il Micronido comunale di Villafranca Piemonte è un servizio socio educativo di interesse pubblico che ha il duplice scopo di favorire da un lato

Dettagli

CITTÁ DI TRAVAGLIATO Provincia di Brescia. Servizio Istruzione. Regolamento mensa scolastica 1

CITTÁ DI TRAVAGLIATO Provincia di Brescia. Servizio Istruzione. Regolamento mensa scolastica 1 CITTÁ DI TRAVAGLIATO Provincia di Brescia Servizio Istruzione Regolamento mensa scolastica 1 ART. 1 GESTIONE La mensa scolastica è gestita dal Comune di Travagliato in collaborazione con la Direzione Didattica.

Dettagli

PATTO DI CORRESPONSABILITA E REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA

PATTO DI CORRESPONSABILITA E REGOLAMENTO SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia- Scuola Primaria Scuola secondaria di 1 grado Tel/Fax 0832/361100 e-mail leic89900c@istruzione.it e-mail certificata: leic89900c@pec.istruzione.it c.f. 80019410754

Dettagli

FAQ Scuola dell Infanzia

FAQ Scuola dell Infanzia FAQ Scuola dell Infanzia Come iscrivere il/la proprio/a figlio/a alla scuola dell infanzia comunale? (Come e quando presentare la domanda di iscrizione?) Le domande di iscrizione alla scuola dell infanzia

Dettagli

- La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale;

- La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale; REGOLAMENTO INTERNO DELLA SCUOLA PRIMARIA Art. 1 Funzionamento della scuola - La scuola è aperta dal mese di settembre al mese di giugno in piena sintonia con il calendario scolastico regionale; - L orario

Dettagli

Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo

Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E COMMISSIONE MENSA Approvato con deliberazione del C.C. n.43 del 28.11.2000 Modificato con deliberazione

Dettagli

Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Comune di Figline Valdarno (Provincia di Firenze) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 46 del 13.4.2010 ART. 1 FINALITA 1. Il servizio

Dettagli

Comune di Caselle Landi Provincia di Lodi REGOLAMENTO TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA

Comune di Caselle Landi Provincia di Lodi REGOLAMENTO TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA Comune di Caselle Landi Provincia di Lodi REGOLAMENTO TRASPORTO E MENSA SCOLASTICA anno 2007 TITOLO I NORME GENERALI Articolo 1 I servizi di trasporto e mensa scolastica nella fascia di istruzione dalla

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO. INSERIMENTO L inizio della fase di inserimento (di norma non inferiore a due settimane) sarà concordato con le famiglie.

REGOLAMENTO INTERNO. INSERIMENTO L inizio della fase di inserimento (di norma non inferiore a due settimane) sarà concordato con le famiglie. REGOLAMENTO INTERNO Il micronido LA MONGOLFIERA, attraverso il proprio regolamento si impegna ad erogare un servizio di qualità in una struttura a norma e autorizzata, in modo serio e trasparente. Le famiglie

Dettagli

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 -

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - ART. 19 Orario 1. All inizio dell anno scolastico vene definito l orario

Dettagli

Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto

Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto Ai Sigg. Genitori della Scuola Primaria Oggetto: principali disposizioni regolamentari relative al funzionamento dell Istituto Si portano a conoscenza dei genitori degli alunni iscritti alla Scuola Primaria

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA

REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA REGOLAMENTO COMUNALE SCUOLE DELL INFANZIA ART. 1 - NATURA E FINALITA La Scuola comunale dell infanzia concorre, nell ambito del sistema scolastico, a promuovere la formazione integrale della personalità

Dettagli

COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI MONTELANICO PROVINCIA DI ROMA REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 22 dell 8/10/2013 1 INDICE TITOLO I CONTENUTI E FINALITA DEL

Dettagli

Comune di Montevecchia Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELL ASILO NIDO DEL COMUNE DI MONTEVECCHIA

Comune di Montevecchia Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELL ASILO NIDO DEL COMUNE DI MONTEVECCHIA Comune di Montevecchia Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELL ASILO NIDO DEL COMUNE DI MONTEVECCHIA APPROVATO CON DELIBERA DEL CONSIGLIO COMUNALE N.37 DEL 30/09/2011 ART. 1 - FINALITÀ DEL SERVIZIO Il Comune

Dettagli

C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA C O M U N E D I C A L A T A B I A N O PROVINCIA DI CATANIA REGOLAMENTO SUL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 I N D I C E ART. 1 - FINALITA ART. 2 - UTENZA ART. 3 - FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO ART. 4 - ACCESSO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO L.ANGELINI DI ALMENNO S.BARTOLOMEO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE DI PALAZZAGO REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DI PALAZZAGO

ISTITUTO COMPRENSIVO L.ANGELINI DI ALMENNO S.BARTOLOMEO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE DI PALAZZAGO REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DI PALAZZAGO ISTITUTO COMPRENSIVO L.ANGELINI DI ALMENNO S.BARTOLOMEO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE DI PALAZZAGO Al Dirigente Scolastico Sig. Prezzati Al Presidente del Consiglio d Istituto A tutti i membri del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014

REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 REGOLAMENTO DI ACCESSO AL DOPOSCUOLA AUTOGESTITO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DANTE ALIGHIERI DI FERRARA. ANNO SCOLASTICO 2013-2014 1) Sono ammissibili al doposcuola, tutti gli allievi che frequentano

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA COMUNALE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA COMUNALE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO MENSA COMUNALE Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 47 del 30.09.2003 pubblicata in data 06.10.2003 Modificato con delibera Consiglio Comunale n. 49 del 03.11.2004 pubblicata

Dettagli

REGOLAMENTO. Via Deomini, 10 27029 VIGEVANO (PV) Tel. 0381.84264 Fax 0381.82822 e-mail: segreteria@sangiuseppevigevano.eu

REGOLAMENTO. Via Deomini, 10 27029 VIGEVANO (PV) Tel. 0381.84264 Fax 0381.82822 e-mail: segreteria@sangiuseppevigevano.eu REGOLAMENTO Il presente regolamento, approvato dal collegio docenti, sintetizza e rende note tutte le regole che rendono agevole la collaborazione tra i componenti della scuola; il rispetto di tali regole

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA. Al Dirigente scolastico dell I.C. VIA T. MOMMSEN, 20 Roma

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA. Al Dirigente scolastico dell I.C. VIA T. MOMMSEN, 20 Roma MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA T. MOMMSEN, 20 00179 Roma Via T. Mommsen n.20 fax-tel.06 787849 tel. 06 7839807

Dettagli

Regolamento del Servizio di Asilo Nido

Regolamento del Servizio di Asilo Nido COMUNE DI TAGLIO DI PO Provincia di Rovigo Regolamento del Servizio di Asilo Nido (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n.61 del 9/08/2005) (Modificato con deliberazione di Consiglio comunale

Dettagli

Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014. AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola)

Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014. AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola) Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014 AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola) ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2014-15 Si comunica che il termine ultimo per la

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CENTRO ESTIVO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CENTRO ESTIVO COMUNE DI ROSTA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL CENTRO ESTIVO Approvato con deliberazione C.C. n. 8 del 28.03.2011 Modificato con deliberazione C.C. n. 5 del 03.04.2014 Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO

REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO R E G O L A M E N T O C O M U N A L E P E R I L T R A S P O R T O S C O L A S T I C O Adottato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 22 del 09/07/2007 Modificato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

FAQ PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

FAQ PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE FAQ PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE 1. Quando si possono presentare le domande? Le domande possono essere presentate durante tutto l anno, ma le graduatorie vengono fatte due volte l anno: con le domande presentate

Dettagli

PARTE PRIMA ISCRIZIONI. Art. 1 Accesso alla scuola dell infanzia

PARTE PRIMA ISCRIZIONI. Art. 1 Accesso alla scuola dell infanzia MODALITA OPERATIVE PER RACCOLTA ISCRIZIONI E FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA PER L ACCESSO ALLE SCUOLE DELL INFANZIA STATALI E COMUNALI DEL COMUNE DI BUDRIO (BO) Il Consiglio d Istituto nella seduta del 12/01/2015

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Giuseppe Garibaldi VIA RIMEMBRANZA N. 72 81058 VAIRANO PATENORA (CE) 0823 985250 D.S. 0823 643210 /0823 643907 - Fax 0823/985250 C.F. 95003860616 < ceic885003@istruzione.it

Dettagli

CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII. CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA MENSA Presso Scuola Primaria

CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII. CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA MENSA Presso Scuola Primaria CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO SCRITTURA PRIVATA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA MENSA Presso Scuola Primaria ORIGINALE REG. N. (Per l attuazione delle iniziative

Dettagli

Articolo 3 - orario di funzionamento della scuola nel primo periodo dell anno scolastico

Articolo 3 - orario di funzionamento della scuola nel primo periodo dell anno scolastico 1 INDICE Premessa Articolo 1- orario Articolo 2 - sicurezza dei minori Articolo 3 - orario di funzionamento della scuola nel primo periodo dell anno scolastico Articolo 4 - assenza dei bambini Articolo

Dettagli

COMUNE DI TAVERNERIO Regolamento Comunale della Mensa Scolastica

COMUNE DI TAVERNERIO Regolamento Comunale della Mensa Scolastica COMUNE DI TAVERNERIO Regolamento Comunale della Mensa Scolastica Art. 1 Finalità Il servizio di mensa scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze stabilite dalla legislazione

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A. G. BRAVI Istituto Comprensivo di Cologno al Serio Via Rosmini, 12 24055 COLOGNO AL SERIO Tel. fax 0354872415-035896031 e-mail ministeriale: bgic89900p@istruzione.it http://www.iccolognoalserio.gov.it/ SCUOLA SECONDARIA

Dettagli

C O M U N E D I S E N O R B I Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

C O M U N E D I S E N O R B I Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA C O M U N E D I S E N O R B I Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato con delibera di C.C. n 28 del 29.05.2003 1 INDICE ART. 1 Finalita'.. Pag. 3 ART. 2 - Modalita

Dettagli

Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione

Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 26 del 25.09.2008 Articolo 1 Oggetto e finalità Il presente Regolamento disciplina il servizio di refezione scolastica che il Comune gestisce nell

Dettagli

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016 Brescia 2015-2016 LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE definiscono nel POF le articolazioni del tempo-scuola le Famiglie potranno RICHIEDERE Uno dei modelli a richiesta Tempo 30 ore Tempo Pieno 40 ore Scuola primaria

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (revisione dell 11/02/2014)

REGOLAMENTO INTERNO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (revisione dell 11/02/2014) ISTITUTO COMPRENSIVO DI TERTENIA Scuola Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado REGOLAMENTO INTERNO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (revisione dell 11/02/2014) ORARIO DAL LUNEDI AL VENERDI : Entrata

Dettagli

CRITERI PER L AMMISSIONE DELLE ISCRIZIONI ALLA SCUOLA DELL INFANZIA- PRIMARIA- SECONDARIA di 1 GRADO.

CRITERI PER L AMMISSIONE DELLE ISCRIZIONI ALLA SCUOLA DELL INFANZIA- PRIMARIA- SECONDARIA di 1 GRADO. ISTITUTO COMPRENSIVO COMO LAGO Scuola Infanzia Primaria Secondaria I Via Brambilla 49-22100 Como tel. 031/308552 e-mail: COIC809002@PEC.ISTRUZIONE.IT uffici coic809002@istruzione.it c.f. 95064880131 CRITERI

Dettagli

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica

Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica www.comune.bottanuco.bg.it Regolamento per l attuazione del servizio di Mensa Scolastica (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 40 del 29.9.2005 e modificato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO BABY GIROTONDO

REGOLAMENTO BABY GIROTONDO REGOLAMENTO BABY GIROTONDO COS'E' IL BABY PARKING: Il Baby Girotondo è un luogo nato per intrattenere i bambini attraverso attività ludiche le cui finalità sono la scoperta, la socializzazione e la crescita.

Dettagli

REGOLAMENTO ISCRIZIONI E RETTE SCUOLE DELL INFANZIA

REGOLAMENTO ISCRIZIONI E RETTE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNE DI CESENA SETTORE CULTURA E PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCUOLE E NIDI D INFANZIA REGOLAMENTO ISCRIZIONI E RETTE SCUOLE DELL INFANZIA APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 10/2004 E MODIFICATO CON DELIBERE

Dettagli

ISCRIZIONI PER L A.S. 2014/15 ESTRATTO DAL REGOLAMENTO DI CIRCOLO

ISCRIZIONI PER L A.S. 2014/15 ESTRATTO DAL REGOLAMENTO DI CIRCOLO DIREZIONE DIDATTICA 1 CIRCOLO BRA ISCRIZIONI PER L A.S. 2014/15 ESTRATTO DAL REGOLAMENTO DI CIRCOLO ART. 8 ISCRIZIONE DEGLI ALUNNI ALLA SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA 1. Le iscrizioni dei bambini alla

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA 1 REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEL SERVIZIO Il servizio di refezione scolastica è realizzato dal Comune nell ambito delle proprie competenze. Il servizio

Dettagli

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA. NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E SICUREZZA DEGLI ALUNNI

PROCEDURA DEL SISTEMA QUALITA. NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E SICUREZZA DEGLI ALUNNI NORME UNI EN ISO 9001:2008 Data 28/01/2015 Pag. 1 di 6 CONTROLLO E DEGLI ALUNNI Indice 1. SCOPO 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3. RESPONSABILITA' 4. PROCEDURA 4.1 Rilascio del diario 4.2 Assenze 4.2.1 Assenze

Dettagli

COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI BREBBIA PROVINCIA DI VARESE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 40 del 25.11.2013 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART.

Dettagli

Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Comune di Airuno REGOLAMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Deliberazione di Consiglio Comunale 31 25.09.2002 Approvazione Deliberazione di Consiglio Comunale 14 29.06.2005 Modifica Deliberazione di Consiglio

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO

ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTO I PITIGLIANO Anni scolastici 2010/2011-2011/2012 2012/2013 Approvato con delibera n. 17 del Consiglio di Istituto del 23/11/2010 ( Validità triennale ) In considerazione del

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Approvata con deliberazione C.C. n. 4 del 18.02.1999 integrata con deliberazione C.C. n. 18 del 09.03.1999. ART. 1 FINALITA ART. 2 FUNZIONAMENTO ART. 3 MODALITA

Dettagli

Regolamento Iscrizioni a. s. 2015 / 2016 (Delibera C.I. del 07/01/2015) Scuola dell Infanzia. Classi prime scuola Primaria

Regolamento Iscrizioni a. s. 2015 / 2016 (Delibera C.I. del 07/01/2015) Scuola dell Infanzia. Classi prime scuola Primaria Regolamento Iscrizioni a. s. 2015 / 2016 (Delibera C.I. del 07/01/2015) Scuola dell Infanzia Classi prime scuola Primaria Classi prime scuola Secondaria di I Grado Istituto Comprensivo G. Montelucci Via

Dettagli

REGOLAMENTO CENTRO ESTIVO 1 CIRCOLO EBOLI

REGOLAMENTO CENTRO ESTIVO 1 CIRCOLO EBOLI REGOLAMENTO CENTRO ESTIVO 1 CIRCOLO EBOLI ART. 1 - Informazioni Generali Il presente Regolamento disciplina i criteri e le modalità generali per la fruizione del servizio del Centro Estivo organizzato

Dettagli

Art.22. Premesse. Art.23. Criteri generali. Art.24. Assegnazione ai plessi

Art.22. Premesse. Art.23. Criteri generali. Art.24. Assegnazione ai plessi Capo 3. Funzionamento delle scuole Art.22. Premesse a) Il processo di realizzazione dell autonomia deve essere inteso come l acquisizione graduale, da parte di tutti i plessi dell Istituto, di responsabilità

Dettagli

Comune di Fornovo San Giovanni

Comune di Fornovo San Giovanni CRITERI DI AMMISSIONE ALLO SPAZIO GIOCO COMUNALE Le domande di iscrizione allo Spazio Gioco Comunale devono essere presentate presso l Ufficio protocollo entro il 07.10.2015, su apposito modulo fornito

Dettagli

PATTO EDUCATIVO TRA LE FAMIGLIE E LE INSEGNANTI DELLE SCUOLE DELL INFANZIA di Albuzzano, Belgioioso, Linarolo, San Zenone Po, Valle Salimbene.

PATTO EDUCATIVO TRA LE FAMIGLIE E LE INSEGNANTI DELLE SCUOLE DELL INFANZIA di Albuzzano, Belgioioso, Linarolo, San Zenone Po, Valle Salimbene. Ministero dell Istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo di Belgioioso Via F.lli Cervi, 4 27011 Belgioioso (PV) Tel: 0382969143/ 0382960306 Fax: 0382972315 e-mail uffici: pvmm01000r@istruzione.it

Dettagli

Comune di Caselle Torinese Settore Servizi alla Persona MANUALE PER COMMISSIONI MENSA GUIDA PER I COMPONENTI DELLA COMMISSIONE MENSA

Comune di Caselle Torinese Settore Servizi alla Persona MANUALE PER COMMISSIONI MENSA GUIDA PER I COMPONENTI DELLA COMMISSIONE MENSA COS E LA COMMISSIONE MENSA Comune di Caselle Torinese Settore Servizi alla Persona MANUALE PER COMMISSIONI MENSA GUIDA PER I COMPONENTI DELLA COMMISSIONE MENSA Per consentire un controllo più accurato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GENTILI - CARRARA

ISTITUTO COMPRENSIVO GENTILI - CARRARA ISTITUTO COMPRENSIVO GENTILI - CARRARA MANSIONARIO SCUOLA DELL INFANZIA IL SEGUENTE MANSIONARIO RIPORTA LE PRASSI CONDIVISE E GLI AMBITI ORGANIZZATIVI INTERNI UTILI A GARANTIRE LA MIGLIORE SINTONIA D'INTENTI

Dettagli

GUIDA PER GLI UTENTI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

GUIDA PER GLI UTENTI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA A. Parazzi Viadana (MN) Sede centrale: Via E. Sanfelice, 4 46019 Viadana (Mn) Tel: 0375781079 Fax: 0375821362 Sito: www.icparazziviadana.gov.it e-mail: mnic83100g@ istruzione.it mnic83100g@pec.istruzione.it

Dettagli

degli alunni delle classi 3^ Sc I grado Lorenzo Viani I.C. Marco Polo Viani

degli alunni delle classi 3^ Sc I grado Lorenzo Viani I.C. Marco Polo Viani ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "MARCO POLO - VIANI" SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E MEDIA Via Pistoia 68-55049 - Viareggio (LU) Tel.0584/51302 Fax 0584/53865 e-mail luic819009@istruzione.it C.F. 91022950462

Dettagli

SCUOLA dell INFANZIA VIALE EUROPA, BAGNOLO OVEST. Come funziona la scuola dell Infanzia

SCUOLA dell INFANZIA VIALE EUROPA, BAGNOLO OVEST. Come funziona la scuola dell Infanzia SCUOLA dell INFANZIA VIALE EUROPA, BAGNOLO OVEST VIA BELLAVER AVERE,, BAGNOLO EST Come funziona la scuola dell Infanzia 1 Informazioni utili per l accoglienza dei bambini con cittadinanza non italiana

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA COMUNE DI BUDRIO Provincia di Bologna Settore Servizi alla Persona e alla Famiglia REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA Approvato con deliberazione consiliare n. 66 in data 13 luglio 2005 Indice 1.

Dettagli

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA

SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA Comune di CASTELLAMONTE Provincia di Torino REGOLAMENTO SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 65 del 30 settembre 2009) 1 INDICE Art. 1 - Oggetto del regolamento,

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 REGOLAMENTO

SEZIONE PRIMAVERA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 REGOLAMENTO SEZIONE PRIMAVERA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 REGOLAMENTO La scuola presenta alle famiglie, all inizio di ogni anno scolastico, il POF ( Piano dell offerta Formativa) ed il PEI ( Progetto Educativo d Istituto).

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO SCOLASTICO

REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO SCOLASTICO REGOLAMENTO PER IL TRASPORTO SCOLASTICO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 09.04.2013 Pagina 1 SOMMARIO ART. 1 OGGETTO 3 ART. 2 MODALITA DI ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO 3 ART. 3 UTENTI

Dettagli

CAPO V ALUNNI. Norme di comportamento

CAPO V ALUNNI. Norme di comportamento CAPO V ALUNNI Art. 8 Norme di comportamento 1. Gli alunni sono tenuti ad avere, nei confronti del Dirigente Scolastico, dei docenti, di tutto il personale e dei compagni, un atteggiamento rispettoso della

Dettagli

PROTOCOLLO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA DELL INFANZIA IL GIRASOLE DI CONSELVE

PROTOCOLLO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA DELL INFANZIA IL GIRASOLE DI CONSELVE PROTOCOLLO DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SCUOLA DELL INFANZIA IL GIRASOLE DI CONSELVE N.B. il seguente protocollo fa riferimento al regolamento d Istituto, adeguandolo alle esigenze del plesso. ORGANIZZAZIONE

Dettagli

La voce dei bambini. Asilo nido bilingue ad indirizzo montessoriano accreditato con il Comune di Firenze REGOLAMENTO DEL SERVIZIO

La voce dei bambini. Asilo nido bilingue ad indirizzo montessoriano accreditato con il Comune di Firenze REGOLAMENTO DEL SERVIZIO > pag. 1 di 6 Allegato 3 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO In vigore dall anno educativo 2014/2015 e tuttora valido Art. 1 L asilo Nido La voce dei bambini è un servizio socio-educativo di interesse pubblico, che

Dettagli

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA COMUNE DI GERMAGNANO PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 25 del 29.07.2010 ART. 1 - FINALITÀ' DEL SERVIZIO La refezione scolastica è un servizio comunale

Dettagli

INDICE REGOLAMENTO DELLE USCITE DIDATTICHE, DEI VIAGGI D'ISTRUZIONE E DELLE VISITE GUIDATE E OCCASIONALI. Delibera n. 4 del Consiglio di istituto

INDICE REGOLAMENTO DELLE USCITE DIDATTICHE, DEI VIAGGI D'ISTRUZIONE E DELLE VISITE GUIDATE E OCCASIONALI. Delibera n. 4 del Consiglio di istituto Istituto comprensivo Statale G. Carducci Porto Azzurro REGOLAMENTO DELLE USCITE DIDATTICHE, DEI VIAGGI D'ISTRUZIONE E DELLE VISITE GUIDATE E OCCASIONALI Delibera n. 4 del Consiglio di istituto Data: 16/12/09

Dettagli

R E G O L A M E N T O

R E G O L A M E N T O SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA RISTORAZIONE SCOLASTICA R E G O L A M E N T O REGOLAMENTO RISTORAZIONE SCOLASTICA - DALL ANNO SCOLASTICO 2013/2014 1 PREMESSA L ambiente scolastico, in quanto comunità

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO

DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO Via D Azeglio 64/2, tel. 055-4216500 - fax 055-4218259 50019 SESTO FIORENTINO Mail: fiee56000v@istruzione.it - Pec: Fiee56000v@pec.istruzione.it C.M. FIEE56000V -

Dettagli

Istituto Scolastico MICHELANGELO BUONARROTI Ponte A Egola - San Miniato www.istitutocomprensivobuonarroti.it

Istituto Scolastico MICHELANGELO BUONARROTI Ponte A Egola - San Miniato www.istitutocomprensivobuonarroti.it Istituto Scolastico MICHELANGELO BUONARROTI Ponte A Egola - San Miniato www.istitutocomprensivobuonarroti.it SCUOLA dell INFANZIA 2016 2017 L ISTITUTO COMPRENSIVO è un Istituto Scolastico che raggruppa

Dettagli

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA FRUIZIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI I DISPOSIZIONI GENERALI

COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA FRUIZIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI I DISPOSIZIONI GENERALI COMUNE DI COMO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA FRUIZIONE DEI SERVIZI SCOLASTICI I DISPOSIZIONI GENERALI art. 1 - Servizi scolastici erogati dal Comune Il Comune di Como, compatibilmente con le risorse

Dettagli

PROT. n 2261/B19a Curno, 09.09.2011

PROT. n 2261/B19a Curno, 09.09.2011 Email : bgic84500a@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CURNO Via De Amicis, 13 24035 CURNO (Bg) +39 035 614445 +39 035 613112 Sito web

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI REVELLO SCUOLA PRIMARIA REVELLO - ENVIE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI REVELLO SCUOLA PRIMARIA REVELLO - ENVIE ISTITUTO COMPRENSIVO DI REVELLO SCUOLA PRIMARIA REVELLO - ENVIE ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OFFERTA FORMATIVA Ogni alunno ha diritto ad un intervento educativo e didattico che rispetti la sua

Dettagli

Giuda pratica per conoscere la nostra scuola. a.s. 2015/16. Istituto Comprensivo di Langhirano

Giuda pratica per conoscere la nostra scuola. a.s. 2015/16. Istituto Comprensivo di Langhirano Istituto Comprensivo di Langhirano Giuda pratica per conoscere la nostra scuola a.s. 2015/16 Scuola dell infanzia questa sconosciuta pag. 3 Organizzazione e personale pag. 4 I servizi scolastici comunali

Dettagli