Edizione Gli enti si presentano Informazione e prevenzione Regole di comportamento Organizzazione e procedure d intervento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Edizione 2005. Gli enti si presentano Informazione e prevenzione Regole di comportamento Organizzazione e procedure d intervento"

Transcript

1 Edizione 2005 Gli enti si presentano Informazione e prevenzione Regole di comportamento Organizzazione e procedure d intervento

2

3 Impressum Editore Edimen Sagl. CH-6904 Lugano Direttore editoriale Pietro Izzi Redattore responsabile Stefano Pescia In redazione per la Polizia Cantonale: Luca Bieri Romano Piazzini Mario Ritter per la Fed. Cantonale Ticinese Corpi Pompieri: Giampiero Butti Michele Casari Lionello Sacchi per la Fed. Cantonale Ticinese Servizi Autoambulanze: Luciano Anselmi Roberto Cianella Giuseppe Savary Amministrazione e pubblicità Edimen Sagl. Via Monte Boglia 1 Casella postale 4622 CH-6904 Lugano Tel. +41 (0) Fax +41 (0) Grafica e impaginazione Adriano Sigg - Edimen Sagl. Stampa TBS, La Buona Stampa sa CH-6963 Pregassona Sommario 5 Editoriale 7 Saluto dei Consiglieri di Stato 9 Numeri d emergenza 11 Polizia Cantonale ticinese 12 Stato Maggiore 15 Gendarmeria Territoriale e Gendarmeria Mobile 17 Gendarmeria 21 Polizia Giudiziaria 29 Servizi Generali 32 Regole di comportamento 41 Saluto del presidente FCTCP 42 La Federazione cantonale ticinese dei corpi pompieri 45 La distribuzione dei corpi pompieri urbani sul territorio 49 Cinque strati di sicurezza per mille pompieri ticinesi 50 Il Corpo Civici Pompieri di Biasca 53 Il centro di soccorso di Bellinzona 55 Cronaca di un intervento - È scoppiato un grande incendio 56 Il Corpo Civici Pompieri di Locarno 59 Il Corpo Civici Pompieri di Lugano 63 Il centro di soccorso di Mendrisio 66 Il centro di soccorso chimico regionale di Chiasso 70 L ambulanza nel Canton Ticino 73 Ticino Soccorso Statistiche delle missioni di Ticino Soccorso nel L associazione Tre Valli Soccorso 82 Croce Verde Bellinzona 85 Il Servizio Ambulanza del Moesano 86 SALVA - Servizio Ambulanza Locarnese e Valli 89 Croce Verde Lugano 92 L Associazione Servizio Autoambulanza Mendrisiotto 97 Una storia a lieto fine: Non finisce male ciò che comincia male visore notturno binoculare dal 1927 OTTICO MICHEL vedere per sapere Lugano via Nassa 9 Tel Fax

4

5 Editoriale Più informazioni per una maggiore prevenzione e sicurezza Gli ideatori di SOS, (da sin.) Stefano Pescia, redattore responsabile e Pietro Izzi direttore della Edimen Sagl. L idea di un annuario come SOS nasce con l intento di divulgare delle informazioni e delle immagini che permettano al lettore di comprendere la preparazione, la competenza e l organizzazione delle coordinate attività degli Enti di pubblica sicurezza e di soccorso in Ticino. La nuova iniziativa editoriale, unica nel suo genere nel nostro Cantone e in Svizzera, è stata voluta per divulgare, sensibilizzare e valorizzare il contatto e la fiducia tra gli operatori del settore e gli utenti. Una duplice opportunità che si unisce in un unico obiettivo. Da una parte l annuario permette a Polizia, Pompieri e Ambulanza, di ampliare e diffondere la professionale struttura della propria organizzazione. Dall altro lato la pubblicazione SOS spazia dalla chiamata d emergenza all intervento, dalle sinergie tra gli Enti alla loro formazione professionale, in modo che il lettore possa meglio comprendere i molteplici aspetti che una tempestiva ed efficace operazione di primo intervento o di soccorso richiede. Per offrire una informazione trasparente e corretta la Polizia Cantonale, la Federazione Cantonale Ticinese dei Corpi Pompieri e la Federazione Cantonale Ticinese Servizi Ambulanze hanno delegato un loro rappresentante che si è occupato, in prima persona, del coordinamento e dei contatti all interno del proprio Ente e di fornire i testi e le fotografie alla redazione di SOS. Il promotore, l agenzia di marketing e di comunicazione Edimen Sagl, ha invece provveduto all impaginazione con il proprio grafico, alla gestione della stampa, all acquisizione della pubblicità e alla successiva distribuzione di SOS. Per queste sue specificità siamo persuasi che il nuovo annuario SOS possa rappresentare per i lettori, gli Enti di primo intervento e gli inserzionisti, un valido prodotto per sviluppare e dialogare in modo costruttivo, innovativo e mirato, attraverso delle informazioni che permettono di aumentare la prevenzione e la sicurezza della popolazione. Stefano Pescia redattore responsabile 5

6

7 Saluto dei Consiglieri di Stato Avv. Marina Masoni, Presidente del Consiglio di Stato, direttrice del Dipartimento delle finanze e dell economia Per tutti noi le strutture e i servizi che intervengono per prestare soccorso in caso di incidente o di calamità, a tutela della nostra sicurezza, di quella di edifici, infrastrutture e paesaggio, sono una presenza scontata. Sappiamo che, in caso di bisogno, basta chiamare un numero di telefono per ricevere rapidamente l aiuto più adeguato. Dietro questo meccanismo per noi automatico ci sono l impegno civico, la preparazione e il coordinamento di numerose persone alle quali dobbiamo dimostrare gratitudine e riconoscenza. Polizia, Croce Verde, Pompieri garantiscono questa efficace rete di intervento. Saluto quindi con particolare favore la pubblicazione del nuovo annuario informativo SOS, che offre al lettore l occasione di conoscere meglio e più da vicino l attività dei tre enti di primo intervento operanti nel nostro cantone. Nonostante il progresso tecnologico, l affinamento delle norme di sicurezza in tutti gli ambiti e le campagne di sensibilizzazione, non è purtroppo immaginabile una società a rischio zero: non saremo mai del tutto al riparo da eventi naturali avversi o da incidenti. Sono quindi basilari la preparazione, le competenze e la prontezza dei soccorritori. Essere informati su tutti questi aspetti ci può dare un senso di maggiore sicurezza. Avv. Luigi Pedrazzini, direttore del Dipartimento delle istituzioni Alcuni dei settori legati alla sicurezza delle persone sono di competenza del Dipartimento Istituzioni; penso soprattutto alla Polizia, che ogni giorno svolge interventi d urgenza. Essa ha poi il compito, spesso, di coordinare i vari partner sul terreno in caso di incidenti, eventi climatici, ecc. Le parole chiave sono due: emergenza e collaborazione. Sulla collaborazione ci si concentra da tempo, con preparazioni ed esercitazioni in comune tra i partner (Polizia, pompieri, soccorritori, Protezione civile, ecc.). In questo ambito, l obiettivo è di migliorare e chiarire ulteriormente le responsabilità e le relazioni tra i partner grazie alla nuova Legge sulla protezione della popolazione, di prossima presentazione. Per la Polizia un buon miglioramento sul fronte emergenza è rappresentato dall introduzione (metà 2005) della Polizia Mobile, con la quale si è voluta accrescere la presenza sul territorio e la capacità di intervento rapido. La presenza delle forze dell ordine sul terreno è al contempo un fattore preventivo e reattivo: l aumento del controllo scoraggia i comportamenti scorretti e permette, in caso di problemi, un intervento rapido in aiuto al cittadino. Conoscere meglio il mondo di chi ogni giorno lavora per la nostra sicurezza è un modo per capire il valore di quanto viene fatto. Avv. Patrizia Pesenti, direttrice del Dipartimento della sanità e della salute In molti campi dell agire umano la tempestività risulta il fattore decisivo. In particolare la tempestività è un elemento cardine per gli interventi di primo soccorso sanitario, vale a dire per gli interventi d urgenza destinati alla popolazione. Proprio dieci anni fa, nel settembre 1995, prendeva avvio la centrale unificata di Ticino Soccorso più comunemente nota come il 144. Un recapito telefonico unico per dirottare il pronto intervento sul luogo del soccorso il più rapidamente possibile. Nel 2001 vedeva poi la luce la Legge autoambulanze nel cui ambito sta concludendosi la fase di riorganizzazione del servizio preospedaliero di soccorso con la fusione fra Croce Verde di Ascona e Servizio Autolettiga di Locarno. Da tredici organizzazioni di intervento d urgenza siamo così scesi a cinque (Alto Ticino, Bellinzonese, Locarnese, Luganese e Mendrisiotto). Ben strutturate, fanno capo a più di 130 professionisti e 500 volontari, dispongono di una cinquantina di mezzi di trasporto e di intervento. L anno scorso, 2004, hanno ricevuto circa richieste, hanno operato oltre interventi e trattato quasi pazienti. Tutto all insegna della tempestività. Last but not least, il costo: il servizio di Ticino Soccorso presenta un onere finanziario inferiore all 1 per cento di quello globale ticinese nel campo della salute: meno di 19 milioni, dunque, su 2,4 miliardi di conto sanitario globale. 7

8 PUBBLIREDAZIONALE Da oltre trent anni leader nel settore della tecnica e nell ambiente di lavoro Dick e Figli SA Un bell esempio di come l imprenditoria ticinese ha saputo adeguarsi con professionalità alle innovazioni tecnologiche e a un selettivo mercato che tende vieppiù a privilegiare l alta qualità e la competenza. uffici, sottolinea ancora Dick». Un altra peculiarità della Dick & Figli è la vasta gamma di cataloghi messi a disposizione della clientela per la scelta dell arredamento e dei macchinari per ufficio. Cataloghi di marche prestigiose e affidabili, come la Lista, azienda svizzera ai vertici del settore mondiale che attraverso la Dick distribuisce arredamenti e mobili per ufficio e strutture industriali; come Sedus Stoll e Girsberger e Vitra, fabbricanti di sedie per ufficio molto diffuse in tutta la Svizzera e in Ticino; come la Ricoh ed Infotec, colossi giapponesi che si occupano di macchinari multifunzionali, fotocopiatrici, scanner, stampanti e via elencando. Fondata nel 1971 da Felice Dick, padre dell attuale responsabile Diego, la ditta è letteralmente «scoppiata» in questi trent anni, trasformandosi da solo rivenditore di macchine da scrivere e per ufficio all aggiunta di mobili per ufficio e arredo industriale migliorando il servizio e creando un impresa di notevoli dimensioni. Oggi la sana azienda ticinese occupa 17 persone e 2 apprendisti impiegati in qualità di venditori, tecnici, montatori e amministratori che generano un giro d affari di circa 6 milioni di franchi all anno. Ampliare una società significa spesso perdere di vista l essenza del commercio: il contatto con il cliente. Diego Dick va invece giustamente fiero di poter offrire un servizio «cucito» su misura. Siamo flessibili e in grado di assicurare un attività di progettazione e consulenza per l arredamento di uffici, magazzini e infrastrutture simili, sottolinea Diego Dick. Siamo in grado di presentare un offerta di mobili e componenti per ufficio di prim ordine. Il cliente, continua ancora, viene seguito a 360 : dalla scelta dei materiali e dell arredamento allo sfruttamento ottimale degli spazi, dalla progettazione alla fornitura e installazione del mobilio fino alla messa in funzione delle apparecchiature tecniche. Con il CAD, Computer Aided Design, possiamo fornire un progetto elaborato su scala tridimensionale preciso fin nei minimi dettagli e che fornisce il vantaggio di offrire un idea precisa di come sarà la disposizione dei vari elementi all interno della stanza o degli Con continuità, competenza, entusiasmo ed operosità la ditta intende in particolare intensificare la sua attività proponendo servizi ancor più ricchi nel dettaglio, mantenendo prezzi competitivi, soddisfando ancor meglio le attese dell utenza». Tutto questo non significa mutare le buone abitudini: «preferiamo poter contare su partner di grande e provata qualità, che assicurano pure il vantaggio di poter risolvere in tempi limitati i problemi di ogni cliente». Non da ultimo garantendo con personale proprio, la consegna, il montaggio e l assistenza dopo vendita. La Dick & Figli SA occupa uno spazio espositivo permanente di 600 m 2 dedicato in particolare all assortimento di armadi, librerie, scrivanie, sedie, poltroncine, arredi industriali ed apparecchiature tecniche. Inoltre, dispone di ampio posteggio per la clientela. Gli orari d apertura sono: Lu-Ve 07:30-12:00/13:30-17:30 sabato su appuntamento. Dick & Figli SA via Giuseppe Buffi 10, 6900 Lugano Tel (0) Fax + 41 (0)

9 Numeri d emergenza Chi chiamare e cosa fare in caso d emergenza Numero generale d emergenza in Svizzera. Risponde il comando di polizia più vicino. Polizia cantonale Risponde il comando della polizia cantonale. Pompieri Risponde il centro di soccorso più vicino. Emergenza sanitaria Risponde la centrale cantonale di Ticino Soccorso. Altri numeri utili REGA - Soccorso aereo 1414 Casi urgenti di intossicazione 145 Telefono amico 143 Linea per bambini e giovani Vi serve aiuto? Chiamate la polizia con il 117! Dite chi siete. Cos'è successo, dov'è successo... Aspettate l arrivo della Polizia! Non intervenite (es. in caso di ladri) Osservate tutto attentamente, per fornire indicazioni alla polizia (es. sulle persone) 118 Incendio? Chiamate il 118! Dite chi siete, dove brucia e cosa brucia? Chiudete porte e finestre! Informate gli altri inquilini e mettetevi in salvo. Se vi sono estintori cercate di spegnere l incendio. Odore di gas? Non usate il telefono di casa o il cellulare! Non accendete luci, non usate il campanello e non usate il lift! Chiudete i rubinetti del gas di casa e principale in cantina. Avvisate gli altri inquilini, non usate i campanelli. Abbandonate l'edificio. Portatevi fuori dalla zona a rischio e chiamate i pompieri (118)! Aprite porte e finestre. 144 Emergenza sanitaria? Chiamate il 144! Dite chi siete, cosa è successo e dove? Quanti sono gli infortunati? In caso di avvelenamento chiamate il 144 o il 145 L infortunato è svenuto? Distendetelo cautamente su un fianco per evitare il rischio di soffocamento da vomito. L'infortunato non respira? Posizionatelo con la massima cautela disteso sulla schiena. Premete la mandibola contro la mascella superiore e spingete con cautela la testa all indietro. Praticate colpi di respirazione artificiale attraverso il naso e controllate se la gabbia toracica si solleva e si abbassa. Se l infortunato respira, distendetelo cautamente su un fianco. 9

10

11 Polizia Polizia Cantonale ticinese Al vostro fianco per un Ticino più sicuro e accogliente La lotta alla grande e media criminalità è stata affidata alla Polizia Giudiziaria, suddivisa in sezioni specialistiche e commissariati locali. La lotta alla criminalità di massa e la sicurezza locale sono state attribuite alla Gendarmeria Territoriale, chiamata a garantire la consulenza al cittadino in materia di sicurezza e ordine pubblico. All intervento d urgenza e al soccorso, sono deputati i reparti di Polizia Mobile. Infine, l attività di coordinamento è affidata allo Stato Maggiore, mentre il supporto è garantito dai Servizi Generali. Questa è la formazione con la quale la Polizia Cantonale conta di raccogliere le sfide cui il Ticino sarà confrontato nei prossimi anni. La sicurezza è, oggi più che mai, il prodotto di un sistema complesso. La varietà delle forme di minaccia, dalla criminalità diffusa e locale a quella organizzata e transnazionale, richiama l intervento di molteplici componenti che devono interagire sempre più strettamente sul territorio e a stretto contatto con i suoi abitanti. Di qui la necessità di adattare costantemente ai cambiamenti del contesto le strutture organizzative, le strategie e gli strumenti di lavoro. In quest ottica la Polizia Cantonale si è dotata di una struttura flessibile e moderna basata sui principali servizi. Alla base di questa struttura sta il poliziotto, persona accuratamente selezionata e formata alla Scuola Cantonale di Polizia per un intero anno. A questa formazione di base, si aggiungono poi, in corso di carriera, una formazione permanente, una specialistica e una riservata ai quadri. L elevato grado di competenza che ne deriva e che coniuga il saper fare al saper essere, è premessa indispensabile per una efficace e professionale attività sul terreno, dove, di volta in volta, a dipendenza delle circostanze, occorre dar prova, in dosi proporzionate, di cortesia e fermezza, coraggio e umanità. Il Comandante, Romano Piazzini Comandante Servizio compiti speciali Stato Maggiore Gendarmeria Polizia Giudiziaria Servizi Generali Il Servizio Compiti Speciali è l'organo preposto ad eseguire a livello cantonale i mandati attribuiti dalla Legge Federale nell'ambito delle misure per la salvaguardia della sicurezza interna. 11

12 Polizia Nell organigramma di Polizia lo... Stato Maggiore...svolge i compiti di gestione delle risorse umane e finanziarie, di pianificazione dell attività, di comunicazione interna ed esterna e di formazione. Inoltre, si occupa di pianificazione strategica, di controllo della qualità, collabora con il Comandante nella direzione del Corpo. I suoi strumenti sono: Finanze La gestione di queste risorse riveste una notevole importanza, in particolare nella gestione delle attività del Corpo. Va dall allestimento del preventivo per l anno successivo, attraverso puntuali proposte che tengono conto delle richieste pervenute dalle aree e delle vigenti normative del Consiglio di Stato. La successiva disponibilità finanziaria, di competenza degli organi politici, viene a sua volta ripartita sulle varie voci di spesa, tenuto conto degli andamenti degli esercizi precedenti. Per ottimizzare al meglio l utilizzo delle risorse è stato implementato un sistema di controlling interno, attraverso il monitoraggio dei costi e dei ricavi, tramite indicatori finanziari con puntuali informazioni alla Direzione ed ai singoli responsabili dei conti. Coloro che operano in questo ambito hanno il compito del controllo e della registrazione delle fatture; la fatturazione di una buona parte delle prestazioni fornite a terzi come pure la gestione degli incassi con carte di credito. Gli investimenti inseriti a piano finanziario (inizialmente senza base legale) sono inseriti dai rispettivi responsabili del settore, per la realizzazione di una determinata opera, comprensiva dell eventuale rincaro previsto sino alla sua attuazione. Stato Maggiore Staff Risorse umane Pianificazione e impiego Formazione Strategia e qualità Finanze e contabilità Lo Stato Maggiore ha mansioni di pianificazione, gestione e coordinamento delle risorse umane e finanziarie, pianifica le attività, svolge compiti di comunicazione interna e con i media, collabora con il Comandante nella direzione del corpo. 12

13 I dati devono corrispondere con quelli del messaggio che sarà approvato dal Consiglio di Stato, rispettivamente dal Gran Consiglio per l ottenimento della base legale e l inizio dei lavori. Risorse umane Rappresentano una delle risorse più preziose e più critiche in un organizzazione come la nostra. La gestione di queste risorse è diventata un attività fondamentale che richiede una particolare sensibilità e un attenzione continua nei confronti dei collaboratori. Formazione È una struttura che si occupa di tutto ciò che concerne la formazione di base, la formazione permanente e la formazione continua. Attraverso la Scuola Cantonale di Polizia (SCP) unificata, gli agenti della polizia cantonale, delle polizie comunali e della polizia ferroviaria ricevono una formazione di base. La formazione continua si occupa dell'istruzione particolare dei quadri. La formazione permanente invece pianifica, organizza e coordina tutte le attività di mantenimento e approfondimento delle conoscenze e competenze dei collaboratori. Pianificazione ed impiego Questa struttura pianifica tutti i dispositivi di Polizia permanenti a livello cantonale, allestendo la documentazione necessaria. Nelle operazioni a livello di Polizia, ordinarie o straordinarie, è la struttura che assicura la pianificazione, coordinando tutte le attività di preparazione e operative. Collabora ai preparativi per l intervento in caso di catastrofe con le istanze cantonali competenti. Centrale operativa (CO) Tutte le chiamate d urgenza effettuate con il numero 117 vengono automaticamente convogliate presso la Centrale Operativa, 24 ore su 24. La CO è raggiungibile per i casi non urgenti, anche tramite Essa applica in particolare le prime misure operative (misure d ugenza) per la gestione del primo intervento. Collabora in seguito con il reparto che nel terreno coordinerà l avvenimento, assumendo un compito di supporto. Sono in corso verifiche tecniche finalizzate alla trasformazione del predetto numero telefonico che diventerà (cambio della radice iniziale: 084 invece dell'attuale 091). Attraverso il nuovo numero di collegamento telefonico l'utente potrà raggiungere la polizia cantonale, in particolare alcuni dei suoi servizi specifici in modo mirato. L'eventuale introduzione di questa nuova possibilità di collegamento sarà debitamente annunciata e spiegata al pubblico. Inoltre il numero attuale sarà mantenuto per un determinato periodo di tempo al fine di agevolare l'utenza al passaggio al nuovo collegamento. Comunicazione Questo settore d attività si occupa essenzialmente della comunicazione interna ed esterna al corpo di polizia. Strumenti di comunicazione interna sono in particolare la rivista Polizia ticinese, prodotto stampato per tutti i membri attivi e i pensionati del Corpo, e le pagine dell intranet, che contengono una moltitudine di informazioni attinenti al lavoro quotidiano del personale di polizia. Strumenti di comunicazione esterna, e quindi anche di pubbliche relazioni, sono in particolare il sito internet, il lavoro quotidiano e regolare a favore degli organi dell informazione e molteplici impegni in occasione di fiere e presenze in qualità di relatori nei differenti contesti. Controlling Strumento di gestione aziendale, oramai approdato anche nel settore pubblico, il controlling permette il monitoraggio dell andamento dell attività di polizia. La costante analisi degli indicatori permette di impiegare in modo più mirato le risorse sempre più rare, premessa indispensabile per poter affrontare le sfide importanti con le quali si troverà confrontata anche la società ticinese nei prossimi anni sul fronte della criminalità. Nucleo verifica dati L affidabilità delle banche dati di polizia è l obbiettivo del nucleo verifica dati. Annualmente devono essere verificate circa registrazioni su supporto elettronico con importanza statistico-operativa (come ad esempio incidenti, affari, ricerche, furti, licenze di condurre, ecc.) con l obiettivo di comprimere il margine d errore ad un tasso inferiore all 1% sui dati registrati. 13

14 Operativi alla velocità della luce grazie alle soluzioni comunicative di Swissphone Nel nostro mondo caratterizzato da rapidi cambiamenti e crescente mobilità, la reperibilità è un argomento fondamentale. Quando questa deve essere garantita sempre e ovunque, è necessaria una perfetta sintonia tra persone e tecnica. Garantire le informazioni nel settore della mobilità è compito primario di Swissphone Wireless. Sono richieste soluzioni complessive su misura che siano in grado di soddisfare le esigenze più disparate. Il mondo dinamico per la gestione degli interventi Quando si tratta di vita o di morte, procedure precise e perfetta coordinazione sono indispensabili. In questo delicato ambito del settore della sicurezza, Swissphone si avvale di un ampio know-how a livello di struttura e funzionamento di centrali di comando efficienti ed affidabili; inoltre, offre una consulenza dalla pianificazione fino all installazione chiavi in mano di soluzioni complessive su misura. Durante l intero processo di intervento, la soluzione del sistema di gestione degli interventi secur.cad di Swissphone garantisce una catena funzionale priva di problemi e completamente sviluppata da un punto di vista tecnico: dalla ricezione della chiamata di emergenza all accettazione dell intervento, dalla pianificazione alla segnalazione di allarme, dalla sorveglianza e dal controllo dell intervento all elaborazione successiva. Swissphone Wireless, leader nel mercato svizzero per il settore delle segnalazioni mobili d allarme, conosce da cima a fondo le esigenze delle istituzioni di sicurezza sia pubblica che privata e, grazie a secur.cad, la soluzione allin-one è in grado di offrire una soluzione completa e professionale tramite un unico fornitore di servizi. Ampia uso d applicazione dei sistemi informativi e cercapersone I-SEARCH, il concetto alla base del sistema informativo e cercapersone che ha come punto di riferimento la flessibilità, può essere integrato in diversi ambienti IT e di commutazione utenti. Grazie a I-SEARCH, le persone vengono raggiunte e informate a prescindere dalla loro posizione. Non importa se si trovano all interno dell area aziendale (on-site) o in qualunque parte del Paese (off-site): le comunicazioni possono essere ricevute on-site e off-site da cellulari, comuni telefoni senza fili DECT e pager tradizionali. Semplice interruzione delle comunicazioni, azionamento automatico di allarmi tecnici, ricezione di quando si è in giro, così come gestione del tempo e delle assenze sono le funzioni essenziali di I-SEARCH. La messa in rete di ubicazioni localmente separate, l inoltro velocissimo delle chiamate grazie a «Meet Me» oppure i messaggi di testo individuali con la funzione «Call Me» offrono svariate possibilità di utilizzo e permettono tra l altro di inoltrare in modo preciso le diagnosi remote oppure di istruire o cercare utenti mobili. Swissphone Wireless come one-stopshop Swissphone Wireless è in grado di offrire tutto come unico fornitore dai sistemi di azionamento, alle reti fino ai terminali e con il suo know-how porta maggiore sicurezza nel mondo della comunicazione mobile. La consulenza e l aiuto regionali vengono garantiti dal commercio specializzato concesso in licenza. Swissphone Wireless SA CH-3000 Berna 14 Customer Care tel Distributore ufficiale in Ticino: Telecom Security, Sementina

15 Polizia Gendarmeria Territoriale e Gendarmeria Mobile A partire dal 1º luglio 2005, attraverso un importante riorganizzazione della Gendarmeria, la Polizia Cantonale si propone di fornire al cittadino due prodotti di qualità: 1. interventi d urgenza, rapidi e flessibili mediante pattuglie dei reparti di gendarmeria mobile in costante circolazione 24h/24 sul territorio cantonale; 2. consulenza su misura per il cittadino e diagnosi approfondita dei problemi di sicurezza sul piano regionale e locale ad opera dei posti di gendarmeria territoriale. Fedeli alla nostra visione Per un Ticino più sicuro e accogliente, intendiamo così migliorare ulteriormente il livello di sicurezza del nostro Cantone alla luce dei cambiamenti in atto nel contesto internazionale.! i Emergenze Reparto mobile Sopraceneri Camorino Reparto mobile Sottoceneri Noranco Reparto del traffico Camorino e Airolo Polizia Lacuale Magadino Siamo visibili e raggiungibili anche attraverso: Internet: Posta elettronica: Comando Polizia Cantonale: Agno (Aeroporto) apertura in concomitanza con gli orari dei voli Ascona lunedì-venerdì: 09:00-12:00/14:00-18:00 sabato: 09:00-12:00 BELLINZONA lunedì-venerdì: 08:00-18:00 sabato: 08:00-17:00 Biasca (posto Tre Valli) lunedì-venerdì: 08:00-12:00/14:00-18:00 sabato: 08:00-12:00/14:00-17:00 Caslano lunedì-venerdì: 08:00-12:00 Cevio lunedì-venerdì: 08:00-12:00 CHIASSO lunedì-venerdì: 08:00-18:00 sabato: 08:00-17:00 Faido lunedì, mercoledì e venerdì: 09:00-11:00 Giubiasco lunedì-venerdì: 08:00-12:00/14:00-18:00 Lamone (posto Vedeggio) lunedì-venerdì: 08:00-12:00 LOCARNO lunedì-venerdì: 08:00-18:00 / sabato: 08:00-17:00 LUGANO lunedì-venerdì: 08:00-18:00 sabato: 08:00-17:00 Magadino lunedì-venerdì: 08:00-12:00 Mendrisio lunedì-venerdì: 08: /14:00-18:00 sabato: 08:00-12:00/14:00-17:00 Olivone martedì, giovedì e sabato: 09:00-11:00 15

16

17 Polizia Sull intero territorio cantonale, opera 24 ore su 24 Gendarmeria È articolata in attività di polizia di prossimità (posti di gendarmeria territoriale capillarmente distribuiti nel territorio) e di polizia mobile (reparti mobili), svolge prevalentemente compiti di intervento, soccorso, prevenzione e sicurezza. constatazione decessi; incendi; servizi di mantenimento dell ordine. Questi compiti sono garantiti da una struttura composta da gruppi operativi che si alternano, a turni, sull arco delle 24 ore tutti i giorni dell anno. Gli agenti dei Reparti mobili operano di regola in uniforme. I reparti mobili Sopra- e Sottoceneri Assicurano gli interventi straordinari e non pianificati, d urgenza e di soccorso, il fermo o l arresto di persone, nonché il servizio di pattuglia con compiti generali di prevenzione e repressione. Sono pure di loro competenza gli interventi atti a garantire la sicurezza di persone e cose, fissare lo stato dei luoghi e preservare le tracce. Reparto mobile speciale Il Reparto mobile speciale assicura sull intero territorio cantonale gli interventi specialistici e a rischio elevato. Esso è composto da tre Sezioni che garantiscono l intervento sulle 24 ore. Il Reparto dispone di attrezzature ed equipaggiamenti particolari. Gli agenti, rigorosamente selezionati, dispongono di una formazione che li rende adatti ad operare in questo delicato settore della polizia cantonale. Compiti principali: prevenzione, segnatamente tramite presenza sul territorio, controllo del traffico e delle persone; constatazione incidenti della circolazione stradale; incidenti aviatori e ferroviari; constatazione furti, rapine e danneggiamenti; infortuni domestici e sul lavoro; intervento per risse, aggressioni e violenze domestiche; Gendarmeria Staff Gendarmeria territoriale Reparto mobile Sopraceneri Reparto mobile Sottoceneri Reparto mobile speciale Reparto del traffico La Gendarmeria svolge il proprio servizio prevalentemente in uniforme. È suddivisa in reparti mobili e del traffico, che assicurano l'intervento 24 ore su 24, nella gendarmeria territoriale che cura il contatto e la consulenza alle persone e si occupa della criminalità minore. 17

18 Paging Sicurezza provata. Paging la tecnologia mobile più sicura e aggiornata che mai. Swissphone Wireless SA 3000 Berna 14, tel Distributore ufficiale in Ticino: Telecom Security, Sementina

19 Polizia Compiti principali della Sezione gruppi d intervento: fermo e arresto di persone in ambiti particolarmente pericolosi; intervento di contrasto in caso di reati violenti o particolarmente gravi, quali estorsioni, rapine, sequestri di persona, pirateria aerea; interventi per allarmi bomba e disinnesco di esplosivi; scorta e protezione di persone. Compiti principali della Sezione lacuale: prevenzione e promozione della sicurezza; ricerca e salvataggio sui laghi e nei fiumi; indagini e constatazione di incidenti della navigazione e infortuni sui corsi d acqua. svolgimento delle inchieste per querele penali; monitoraggio e controllo operativo degli stranieri sul territorio cantonale, in particolare richiedenti l asilo, nomadi e clandestini; monitoraggio e controllo operativo degli esercizi pubblici; controllo dei passeggeri in partenza e arrivo all aeroporto di Lugano-Agno. Questi compiti sono assicurati da agenti che operano di regola in uniforme, decentrati nei posti principali e secondari di Gendarmeria. Compiti principali della Sezione cinofila: ricerca di persone, oggetti e sostanze (in particolare stupefacenti). Gendarmeria territoriale La Gendarmeria territoriale assicura, principalmente durante le fasce orarie diurne o maggiormente sollecitate, la consulenza al cittadino, sia presso gli sportelli di polizia sia sul terreno. Può effettuare, secondo i bisogni, servizi mirati e pianificati sull arco delle 24 ore. Svolge attività di polizia giudiziaria legata alla microcriminalità, indagando sui reati minori. Effettua, inoltre, accertamenti richiesti da altri enti o servizi dello Stato. È responsabile dei controlli e della sicurezza dell aeroporto di Lugano-Agno. Promuove la stretta collaborazione con le polizie comunali. Compiti principali: prevenzione strutturale e pianificata tramite l analisi locale o puntuale della sicurezza; consulenza al cittadino; inchieste per reati di microcriminalità, quali furti, danneggiamenti e taccheggi; ricezione delle denunce; Reparto del traffico Il Reparto del traffico assicura, sull arco delle 24 ore e principalmente sull asse autostradale, la sorveglianza del traffico e gli interventi d urgenza e di soccorso. Effettua, inoltre, pattuglie con compiti di prevenzione e repressione. Coordina i controlli di velocità sull intero territorio cantonale. Sorveglia la sicurezza del traffico nelle gallerie autostradali, in particolare in quella del San Gottardo, in alternanza con la polizia del Canton Uri. Compiti principali: prevenzione, segnatamente tramite presenza sul territorio, controllo del traffico e delle persone; sorveglianza del traffico e constatazione incidenti della circolazione sull autostrada; educazione stradale nelle scuole materne e elementari; formazione di autisti addetti al trasporto di merci pericolose; sorveglianza e controllo del traffico pesante; controlli tecnici (segnatamente delle merci pericolose) e della velocità; scorte di convogli speciali. Questi compiti sono garantiti da una struttura composta da gruppi operativi che si alternano, a turni, sull arco delle 24 ore tutti i giorni dell anno. Gli agenti del Reparto del traffico operano di regola in uniforme. 19

20

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa,

Il Comitato dei Ministri, ai sensi dell'articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d'europa, CONSIGLIO D EUROPA Raccomandazione CM/REC(2014) 3 del Comitato dei Ministri agli Stati Membri relativa ai delinquenti pericolosi (adottata dal Comitato dei Ministri il 19 febbraio 2014 nel corso della

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori Giovani e violenza Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori La polizia e la Prevenzione Svizzera della Criminalità (PSC) un centro intercantonale della Conferenza delle direttrici e dei direttori

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all Indagine Fort Knox Roma, 08 aprile 2014 Indagine Fort Knox Indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Arezzo, che ha permesso di disvelare un articolato sodalizio criminale finalizzato all

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Documentazione per la formazione

Documentazione per la formazione La mia formazione professionale di base come assistente di farmacia Documentazione per la formazione Versione luglio 2007 Nome/cognome Farmacia Inizio della formazione professionale Fine della formazione

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte;

1. non intraprendere trattative di affari con operatori senza prima aver raccolto informazioni sull esistenza e l affidabilita della controparte; CAUTELE NELLE TRATTATIVE CON OPERATORI CINESI La Cina rappresenta in genere un partner commerciale ottimo ed affidabile come dimostrato dagli straordinari dati di interscambio di questo Paese con il resto

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA

163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO CATANZARO VENERDÌ 22 MAGGIO 2015 DISCORSO DEL QUESTORE GIUSEPPE RACCA Sig. Prefetto, Sig. Sindaco, Sig. Presidente della Provincia, Eccellenza Reverendissima,

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici

Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici Legge federale per la protezione degli stemmi pubblici e di altri segni pubblici 232.21 del 5 giugno 1931 (Stato 1 agosto 2008) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, in virtù degli articoli

Dettagli

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo Aggreko Process Services Soluzioni rapide per il miglioramento dei processi Aggreko può consentire rapidi miglioramenti dei processi

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Un sistema europeo comune di asilo. Affari interni

Un sistema europeo comune di asilo. Affari interni Un sistema europeo comune di asilo Affari interni Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea. Numero verde unico (*):

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Signor Presidente, signore Consigliere comunali, signori Consiglieri comunali,

Signor Presidente, signore Consigliere comunali, signori Consiglieri comunali, Messaggio municipale 7/2012 accompagnante la richiesta di un credito di fr. 700'000 per la progettazione definitiva della tappa prioritaria della rete tram Signor Presidente, signore Consigliere comunali,

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP

ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP Vista la Legge N 228 del 24/12/2012 (entrata in vigore il 01/01/2013) e la circolare n 18/2013 Prot. N. 11054, nell ottica di procedere in modo uniforme all

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani 2011 Censite 535,595 2021Stimate 909,000 Età 80+ 2.7% della popolazione nel 2011 14% dal 2006 2041-1397,000 7.3% della popolazione nel 2041 La maggior

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli