Edizione Gli enti si presentano Informazione e prevenzione Regole di comportamento Organizzazione e procedure d intervento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Edizione 2005. Gli enti si presentano Informazione e prevenzione Regole di comportamento Organizzazione e procedure d intervento"

Transcript

1 Edizione 2005 Gli enti si presentano Informazione e prevenzione Regole di comportamento Organizzazione e procedure d intervento

2

3 Impressum Editore Edimen Sagl. CH-6904 Lugano Direttore editoriale Pietro Izzi Redattore responsabile Stefano Pescia In redazione per la Polizia Cantonale: Luca Bieri Romano Piazzini Mario Ritter per la Fed. Cantonale Ticinese Corpi Pompieri: Giampiero Butti Michele Casari Lionello Sacchi per la Fed. Cantonale Ticinese Servizi Autoambulanze: Luciano Anselmi Roberto Cianella Giuseppe Savary Amministrazione e pubblicità Edimen Sagl. Via Monte Boglia 1 Casella postale 4622 CH-6904 Lugano Tel. +41 (0) Fax +41 (0) Grafica e impaginazione Adriano Sigg - Edimen Sagl. Stampa TBS, La Buona Stampa sa CH-6963 Pregassona Sommario 5 Editoriale 7 Saluto dei Consiglieri di Stato 9 Numeri d emergenza 11 Polizia Cantonale ticinese 12 Stato Maggiore 15 Gendarmeria Territoriale e Gendarmeria Mobile 17 Gendarmeria 21 Polizia Giudiziaria 29 Servizi Generali 32 Regole di comportamento 41 Saluto del presidente FCTCP 42 La Federazione cantonale ticinese dei corpi pompieri 45 La distribuzione dei corpi pompieri urbani sul territorio 49 Cinque strati di sicurezza per mille pompieri ticinesi 50 Il Corpo Civici Pompieri di Biasca 53 Il centro di soccorso di Bellinzona 55 Cronaca di un intervento - È scoppiato un grande incendio 56 Il Corpo Civici Pompieri di Locarno 59 Il Corpo Civici Pompieri di Lugano 63 Il centro di soccorso di Mendrisio 66 Il centro di soccorso chimico regionale di Chiasso 70 L ambulanza nel Canton Ticino 73 Ticino Soccorso Statistiche delle missioni di Ticino Soccorso nel L associazione Tre Valli Soccorso 82 Croce Verde Bellinzona 85 Il Servizio Ambulanza del Moesano 86 SALVA - Servizio Ambulanza Locarnese e Valli 89 Croce Verde Lugano 92 L Associazione Servizio Autoambulanza Mendrisiotto 97 Una storia a lieto fine: Non finisce male ciò che comincia male visore notturno binoculare dal 1927 OTTICO MICHEL vedere per sapere Lugano via Nassa 9 Tel Fax

4

5 Editoriale Più informazioni per una maggiore prevenzione e sicurezza Gli ideatori di SOS, (da sin.) Stefano Pescia, redattore responsabile e Pietro Izzi direttore della Edimen Sagl. L idea di un annuario come SOS nasce con l intento di divulgare delle informazioni e delle immagini che permettano al lettore di comprendere la preparazione, la competenza e l organizzazione delle coordinate attività degli Enti di pubblica sicurezza e di soccorso in Ticino. La nuova iniziativa editoriale, unica nel suo genere nel nostro Cantone e in Svizzera, è stata voluta per divulgare, sensibilizzare e valorizzare il contatto e la fiducia tra gli operatori del settore e gli utenti. Una duplice opportunità che si unisce in un unico obiettivo. Da una parte l annuario permette a Polizia, Pompieri e Ambulanza, di ampliare e diffondere la professionale struttura della propria organizzazione. Dall altro lato la pubblicazione SOS spazia dalla chiamata d emergenza all intervento, dalle sinergie tra gli Enti alla loro formazione professionale, in modo che il lettore possa meglio comprendere i molteplici aspetti che una tempestiva ed efficace operazione di primo intervento o di soccorso richiede. Per offrire una informazione trasparente e corretta la Polizia Cantonale, la Federazione Cantonale Ticinese dei Corpi Pompieri e la Federazione Cantonale Ticinese Servizi Ambulanze hanno delegato un loro rappresentante che si è occupato, in prima persona, del coordinamento e dei contatti all interno del proprio Ente e di fornire i testi e le fotografie alla redazione di SOS. Il promotore, l agenzia di marketing e di comunicazione Edimen Sagl, ha invece provveduto all impaginazione con il proprio grafico, alla gestione della stampa, all acquisizione della pubblicità e alla successiva distribuzione di SOS. Per queste sue specificità siamo persuasi che il nuovo annuario SOS possa rappresentare per i lettori, gli Enti di primo intervento e gli inserzionisti, un valido prodotto per sviluppare e dialogare in modo costruttivo, innovativo e mirato, attraverso delle informazioni che permettono di aumentare la prevenzione e la sicurezza della popolazione. Stefano Pescia redattore responsabile 5

6

7 Saluto dei Consiglieri di Stato Avv. Marina Masoni, Presidente del Consiglio di Stato, direttrice del Dipartimento delle finanze e dell economia Per tutti noi le strutture e i servizi che intervengono per prestare soccorso in caso di incidente o di calamità, a tutela della nostra sicurezza, di quella di edifici, infrastrutture e paesaggio, sono una presenza scontata. Sappiamo che, in caso di bisogno, basta chiamare un numero di telefono per ricevere rapidamente l aiuto più adeguato. Dietro questo meccanismo per noi automatico ci sono l impegno civico, la preparazione e il coordinamento di numerose persone alle quali dobbiamo dimostrare gratitudine e riconoscenza. Polizia, Croce Verde, Pompieri garantiscono questa efficace rete di intervento. Saluto quindi con particolare favore la pubblicazione del nuovo annuario informativo SOS, che offre al lettore l occasione di conoscere meglio e più da vicino l attività dei tre enti di primo intervento operanti nel nostro cantone. Nonostante il progresso tecnologico, l affinamento delle norme di sicurezza in tutti gli ambiti e le campagne di sensibilizzazione, non è purtroppo immaginabile una società a rischio zero: non saremo mai del tutto al riparo da eventi naturali avversi o da incidenti. Sono quindi basilari la preparazione, le competenze e la prontezza dei soccorritori. Essere informati su tutti questi aspetti ci può dare un senso di maggiore sicurezza. Avv. Luigi Pedrazzini, direttore del Dipartimento delle istituzioni Alcuni dei settori legati alla sicurezza delle persone sono di competenza del Dipartimento Istituzioni; penso soprattutto alla Polizia, che ogni giorno svolge interventi d urgenza. Essa ha poi il compito, spesso, di coordinare i vari partner sul terreno in caso di incidenti, eventi climatici, ecc. Le parole chiave sono due: emergenza e collaborazione. Sulla collaborazione ci si concentra da tempo, con preparazioni ed esercitazioni in comune tra i partner (Polizia, pompieri, soccorritori, Protezione civile, ecc.). In questo ambito, l obiettivo è di migliorare e chiarire ulteriormente le responsabilità e le relazioni tra i partner grazie alla nuova Legge sulla protezione della popolazione, di prossima presentazione. Per la Polizia un buon miglioramento sul fronte emergenza è rappresentato dall introduzione (metà 2005) della Polizia Mobile, con la quale si è voluta accrescere la presenza sul territorio e la capacità di intervento rapido. La presenza delle forze dell ordine sul terreno è al contempo un fattore preventivo e reattivo: l aumento del controllo scoraggia i comportamenti scorretti e permette, in caso di problemi, un intervento rapido in aiuto al cittadino. Conoscere meglio il mondo di chi ogni giorno lavora per la nostra sicurezza è un modo per capire il valore di quanto viene fatto. Avv. Patrizia Pesenti, direttrice del Dipartimento della sanità e della salute In molti campi dell agire umano la tempestività risulta il fattore decisivo. In particolare la tempestività è un elemento cardine per gli interventi di primo soccorso sanitario, vale a dire per gli interventi d urgenza destinati alla popolazione. Proprio dieci anni fa, nel settembre 1995, prendeva avvio la centrale unificata di Ticino Soccorso più comunemente nota come il 144. Un recapito telefonico unico per dirottare il pronto intervento sul luogo del soccorso il più rapidamente possibile. Nel 2001 vedeva poi la luce la Legge autoambulanze nel cui ambito sta concludendosi la fase di riorganizzazione del servizio preospedaliero di soccorso con la fusione fra Croce Verde di Ascona e Servizio Autolettiga di Locarno. Da tredici organizzazioni di intervento d urgenza siamo così scesi a cinque (Alto Ticino, Bellinzonese, Locarnese, Luganese e Mendrisiotto). Ben strutturate, fanno capo a più di 130 professionisti e 500 volontari, dispongono di una cinquantina di mezzi di trasporto e di intervento. L anno scorso, 2004, hanno ricevuto circa richieste, hanno operato oltre interventi e trattato quasi pazienti. Tutto all insegna della tempestività. Last but not least, il costo: il servizio di Ticino Soccorso presenta un onere finanziario inferiore all 1 per cento di quello globale ticinese nel campo della salute: meno di 19 milioni, dunque, su 2,4 miliardi di conto sanitario globale. 7

8 PUBBLIREDAZIONALE Da oltre trent anni leader nel settore della tecnica e nell ambiente di lavoro Dick e Figli SA Un bell esempio di come l imprenditoria ticinese ha saputo adeguarsi con professionalità alle innovazioni tecnologiche e a un selettivo mercato che tende vieppiù a privilegiare l alta qualità e la competenza. uffici, sottolinea ancora Dick». Un altra peculiarità della Dick & Figli è la vasta gamma di cataloghi messi a disposizione della clientela per la scelta dell arredamento e dei macchinari per ufficio. Cataloghi di marche prestigiose e affidabili, come la Lista, azienda svizzera ai vertici del settore mondiale che attraverso la Dick distribuisce arredamenti e mobili per ufficio e strutture industriali; come Sedus Stoll e Girsberger e Vitra, fabbricanti di sedie per ufficio molto diffuse in tutta la Svizzera e in Ticino; come la Ricoh ed Infotec, colossi giapponesi che si occupano di macchinari multifunzionali, fotocopiatrici, scanner, stampanti e via elencando. Fondata nel 1971 da Felice Dick, padre dell attuale responsabile Diego, la ditta è letteralmente «scoppiata» in questi trent anni, trasformandosi da solo rivenditore di macchine da scrivere e per ufficio all aggiunta di mobili per ufficio e arredo industriale migliorando il servizio e creando un impresa di notevoli dimensioni. Oggi la sana azienda ticinese occupa 17 persone e 2 apprendisti impiegati in qualità di venditori, tecnici, montatori e amministratori che generano un giro d affari di circa 6 milioni di franchi all anno. Ampliare una società significa spesso perdere di vista l essenza del commercio: il contatto con il cliente. Diego Dick va invece giustamente fiero di poter offrire un servizio «cucito» su misura. Siamo flessibili e in grado di assicurare un attività di progettazione e consulenza per l arredamento di uffici, magazzini e infrastrutture simili, sottolinea Diego Dick. Siamo in grado di presentare un offerta di mobili e componenti per ufficio di prim ordine. Il cliente, continua ancora, viene seguito a 360 : dalla scelta dei materiali e dell arredamento allo sfruttamento ottimale degli spazi, dalla progettazione alla fornitura e installazione del mobilio fino alla messa in funzione delle apparecchiature tecniche. Con il CAD, Computer Aided Design, possiamo fornire un progetto elaborato su scala tridimensionale preciso fin nei minimi dettagli e che fornisce il vantaggio di offrire un idea precisa di come sarà la disposizione dei vari elementi all interno della stanza o degli Con continuità, competenza, entusiasmo ed operosità la ditta intende in particolare intensificare la sua attività proponendo servizi ancor più ricchi nel dettaglio, mantenendo prezzi competitivi, soddisfando ancor meglio le attese dell utenza». Tutto questo non significa mutare le buone abitudini: «preferiamo poter contare su partner di grande e provata qualità, che assicurano pure il vantaggio di poter risolvere in tempi limitati i problemi di ogni cliente». Non da ultimo garantendo con personale proprio, la consegna, il montaggio e l assistenza dopo vendita. La Dick & Figli SA occupa uno spazio espositivo permanente di 600 m 2 dedicato in particolare all assortimento di armadi, librerie, scrivanie, sedie, poltroncine, arredi industriali ed apparecchiature tecniche. Inoltre, dispone di ampio posteggio per la clientela. Gli orari d apertura sono: Lu-Ve 07:30-12:00/13:30-17:30 sabato su appuntamento. Dick & Figli SA via Giuseppe Buffi 10, 6900 Lugano Tel (0) Fax + 41 (0)

9 Numeri d emergenza Chi chiamare e cosa fare in caso d emergenza Numero generale d emergenza in Svizzera. Risponde il comando di polizia più vicino. Polizia cantonale Risponde il comando della polizia cantonale. Pompieri Risponde il centro di soccorso più vicino. Emergenza sanitaria Risponde la centrale cantonale di Ticino Soccorso. Altri numeri utili REGA - Soccorso aereo 1414 Casi urgenti di intossicazione 145 Telefono amico 143 Linea per bambini e giovani Vi serve aiuto? Chiamate la polizia con il 117! Dite chi siete. Cos'è successo, dov'è successo... Aspettate l arrivo della Polizia! Non intervenite (es. in caso di ladri) Osservate tutto attentamente, per fornire indicazioni alla polizia (es. sulle persone) 118 Incendio? Chiamate il 118! Dite chi siete, dove brucia e cosa brucia? Chiudete porte e finestre! Informate gli altri inquilini e mettetevi in salvo. Se vi sono estintori cercate di spegnere l incendio. Odore di gas? Non usate il telefono di casa o il cellulare! Non accendete luci, non usate il campanello e non usate il lift! Chiudete i rubinetti del gas di casa e principale in cantina. Avvisate gli altri inquilini, non usate i campanelli. Abbandonate l'edificio. Portatevi fuori dalla zona a rischio e chiamate i pompieri (118)! Aprite porte e finestre. 144 Emergenza sanitaria? Chiamate il 144! Dite chi siete, cosa è successo e dove? Quanti sono gli infortunati? In caso di avvelenamento chiamate il 144 o il 145 L infortunato è svenuto? Distendetelo cautamente su un fianco per evitare il rischio di soffocamento da vomito. L'infortunato non respira? Posizionatelo con la massima cautela disteso sulla schiena. Premete la mandibola contro la mascella superiore e spingete con cautela la testa all indietro. Praticate colpi di respirazione artificiale attraverso il naso e controllate se la gabbia toracica si solleva e si abbassa. Se l infortunato respira, distendetelo cautamente su un fianco. 9

10

11 Polizia Polizia Cantonale ticinese Al vostro fianco per un Ticino più sicuro e accogliente La lotta alla grande e media criminalità è stata affidata alla Polizia Giudiziaria, suddivisa in sezioni specialistiche e commissariati locali. La lotta alla criminalità di massa e la sicurezza locale sono state attribuite alla Gendarmeria Territoriale, chiamata a garantire la consulenza al cittadino in materia di sicurezza e ordine pubblico. All intervento d urgenza e al soccorso, sono deputati i reparti di Polizia Mobile. Infine, l attività di coordinamento è affidata allo Stato Maggiore, mentre il supporto è garantito dai Servizi Generali. Questa è la formazione con la quale la Polizia Cantonale conta di raccogliere le sfide cui il Ticino sarà confrontato nei prossimi anni. La sicurezza è, oggi più che mai, il prodotto di un sistema complesso. La varietà delle forme di minaccia, dalla criminalità diffusa e locale a quella organizzata e transnazionale, richiama l intervento di molteplici componenti che devono interagire sempre più strettamente sul territorio e a stretto contatto con i suoi abitanti. Di qui la necessità di adattare costantemente ai cambiamenti del contesto le strutture organizzative, le strategie e gli strumenti di lavoro. In quest ottica la Polizia Cantonale si è dotata di una struttura flessibile e moderna basata sui principali servizi. Alla base di questa struttura sta il poliziotto, persona accuratamente selezionata e formata alla Scuola Cantonale di Polizia per un intero anno. A questa formazione di base, si aggiungono poi, in corso di carriera, una formazione permanente, una specialistica e una riservata ai quadri. L elevato grado di competenza che ne deriva e che coniuga il saper fare al saper essere, è premessa indispensabile per una efficace e professionale attività sul terreno, dove, di volta in volta, a dipendenza delle circostanze, occorre dar prova, in dosi proporzionate, di cortesia e fermezza, coraggio e umanità. Il Comandante, Romano Piazzini Comandante Servizio compiti speciali Stato Maggiore Gendarmeria Polizia Giudiziaria Servizi Generali Il Servizio Compiti Speciali è l'organo preposto ad eseguire a livello cantonale i mandati attribuiti dalla Legge Federale nell'ambito delle misure per la salvaguardia della sicurezza interna. 11

12 Polizia Nell organigramma di Polizia lo... Stato Maggiore...svolge i compiti di gestione delle risorse umane e finanziarie, di pianificazione dell attività, di comunicazione interna ed esterna e di formazione. Inoltre, si occupa di pianificazione strategica, di controllo della qualità, collabora con il Comandante nella direzione del Corpo. I suoi strumenti sono: Finanze La gestione di queste risorse riveste una notevole importanza, in particolare nella gestione delle attività del Corpo. Va dall allestimento del preventivo per l anno successivo, attraverso puntuali proposte che tengono conto delle richieste pervenute dalle aree e delle vigenti normative del Consiglio di Stato. La successiva disponibilità finanziaria, di competenza degli organi politici, viene a sua volta ripartita sulle varie voci di spesa, tenuto conto degli andamenti degli esercizi precedenti. Per ottimizzare al meglio l utilizzo delle risorse è stato implementato un sistema di controlling interno, attraverso il monitoraggio dei costi e dei ricavi, tramite indicatori finanziari con puntuali informazioni alla Direzione ed ai singoli responsabili dei conti. Coloro che operano in questo ambito hanno il compito del controllo e della registrazione delle fatture; la fatturazione di una buona parte delle prestazioni fornite a terzi come pure la gestione degli incassi con carte di credito. Gli investimenti inseriti a piano finanziario (inizialmente senza base legale) sono inseriti dai rispettivi responsabili del settore, per la realizzazione di una determinata opera, comprensiva dell eventuale rincaro previsto sino alla sua attuazione. Stato Maggiore Staff Risorse umane Pianificazione e impiego Formazione Strategia e qualità Finanze e contabilità Lo Stato Maggiore ha mansioni di pianificazione, gestione e coordinamento delle risorse umane e finanziarie, pianifica le attività, svolge compiti di comunicazione interna e con i media, collabora con il Comandante nella direzione del corpo. 12

13 I dati devono corrispondere con quelli del messaggio che sarà approvato dal Consiglio di Stato, rispettivamente dal Gran Consiglio per l ottenimento della base legale e l inizio dei lavori. Risorse umane Rappresentano una delle risorse più preziose e più critiche in un organizzazione come la nostra. La gestione di queste risorse è diventata un attività fondamentale che richiede una particolare sensibilità e un attenzione continua nei confronti dei collaboratori. Formazione È una struttura che si occupa di tutto ciò che concerne la formazione di base, la formazione permanente e la formazione continua. Attraverso la Scuola Cantonale di Polizia (SCP) unificata, gli agenti della polizia cantonale, delle polizie comunali e della polizia ferroviaria ricevono una formazione di base. La formazione continua si occupa dell'istruzione particolare dei quadri. La formazione permanente invece pianifica, organizza e coordina tutte le attività di mantenimento e approfondimento delle conoscenze e competenze dei collaboratori. Pianificazione ed impiego Questa struttura pianifica tutti i dispositivi di Polizia permanenti a livello cantonale, allestendo la documentazione necessaria. Nelle operazioni a livello di Polizia, ordinarie o straordinarie, è la struttura che assicura la pianificazione, coordinando tutte le attività di preparazione e operative. Collabora ai preparativi per l intervento in caso di catastrofe con le istanze cantonali competenti. Centrale operativa (CO) Tutte le chiamate d urgenza effettuate con il numero 117 vengono automaticamente convogliate presso la Centrale Operativa, 24 ore su 24. La CO è raggiungibile per i casi non urgenti, anche tramite Essa applica in particolare le prime misure operative (misure d ugenza) per la gestione del primo intervento. Collabora in seguito con il reparto che nel terreno coordinerà l avvenimento, assumendo un compito di supporto. Sono in corso verifiche tecniche finalizzate alla trasformazione del predetto numero telefonico che diventerà (cambio della radice iniziale: 084 invece dell'attuale 091). Attraverso il nuovo numero di collegamento telefonico l'utente potrà raggiungere la polizia cantonale, in particolare alcuni dei suoi servizi specifici in modo mirato. L'eventuale introduzione di questa nuova possibilità di collegamento sarà debitamente annunciata e spiegata al pubblico. Inoltre il numero attuale sarà mantenuto per un determinato periodo di tempo al fine di agevolare l'utenza al passaggio al nuovo collegamento. Comunicazione Questo settore d attività si occupa essenzialmente della comunicazione interna ed esterna al corpo di polizia. Strumenti di comunicazione interna sono in particolare la rivista Polizia ticinese, prodotto stampato per tutti i membri attivi e i pensionati del Corpo, e le pagine dell intranet, che contengono una moltitudine di informazioni attinenti al lavoro quotidiano del personale di polizia. Strumenti di comunicazione esterna, e quindi anche di pubbliche relazioni, sono in particolare il sito internet, il lavoro quotidiano e regolare a favore degli organi dell informazione e molteplici impegni in occasione di fiere e presenze in qualità di relatori nei differenti contesti. Controlling Strumento di gestione aziendale, oramai approdato anche nel settore pubblico, il controlling permette il monitoraggio dell andamento dell attività di polizia. La costante analisi degli indicatori permette di impiegare in modo più mirato le risorse sempre più rare, premessa indispensabile per poter affrontare le sfide importanti con le quali si troverà confrontata anche la società ticinese nei prossimi anni sul fronte della criminalità. Nucleo verifica dati L affidabilità delle banche dati di polizia è l obbiettivo del nucleo verifica dati. Annualmente devono essere verificate circa registrazioni su supporto elettronico con importanza statistico-operativa (come ad esempio incidenti, affari, ricerche, furti, licenze di condurre, ecc.) con l obiettivo di comprimere il margine d errore ad un tasso inferiore all 1% sui dati registrati. 13

14 Operativi alla velocità della luce grazie alle soluzioni comunicative di Swissphone Nel nostro mondo caratterizzato da rapidi cambiamenti e crescente mobilità, la reperibilità è un argomento fondamentale. Quando questa deve essere garantita sempre e ovunque, è necessaria una perfetta sintonia tra persone e tecnica. Garantire le informazioni nel settore della mobilità è compito primario di Swissphone Wireless. Sono richieste soluzioni complessive su misura che siano in grado di soddisfare le esigenze più disparate. Il mondo dinamico per la gestione degli interventi Quando si tratta di vita o di morte, procedure precise e perfetta coordinazione sono indispensabili. In questo delicato ambito del settore della sicurezza, Swissphone si avvale di un ampio know-how a livello di struttura e funzionamento di centrali di comando efficienti ed affidabili; inoltre, offre una consulenza dalla pianificazione fino all installazione chiavi in mano di soluzioni complessive su misura. Durante l intero processo di intervento, la soluzione del sistema di gestione degli interventi secur.cad di Swissphone garantisce una catena funzionale priva di problemi e completamente sviluppata da un punto di vista tecnico: dalla ricezione della chiamata di emergenza all accettazione dell intervento, dalla pianificazione alla segnalazione di allarme, dalla sorveglianza e dal controllo dell intervento all elaborazione successiva. Swissphone Wireless, leader nel mercato svizzero per il settore delle segnalazioni mobili d allarme, conosce da cima a fondo le esigenze delle istituzioni di sicurezza sia pubblica che privata e, grazie a secur.cad, la soluzione allin-one è in grado di offrire una soluzione completa e professionale tramite un unico fornitore di servizi. Ampia uso d applicazione dei sistemi informativi e cercapersone I-SEARCH, il concetto alla base del sistema informativo e cercapersone che ha come punto di riferimento la flessibilità, può essere integrato in diversi ambienti IT e di commutazione utenti. Grazie a I-SEARCH, le persone vengono raggiunte e informate a prescindere dalla loro posizione. Non importa se si trovano all interno dell area aziendale (on-site) o in qualunque parte del Paese (off-site): le comunicazioni possono essere ricevute on-site e off-site da cellulari, comuni telefoni senza fili DECT e pager tradizionali. Semplice interruzione delle comunicazioni, azionamento automatico di allarmi tecnici, ricezione di quando si è in giro, così come gestione del tempo e delle assenze sono le funzioni essenziali di I-SEARCH. La messa in rete di ubicazioni localmente separate, l inoltro velocissimo delle chiamate grazie a «Meet Me» oppure i messaggi di testo individuali con la funzione «Call Me» offrono svariate possibilità di utilizzo e permettono tra l altro di inoltrare in modo preciso le diagnosi remote oppure di istruire o cercare utenti mobili. Swissphone Wireless come one-stopshop Swissphone Wireless è in grado di offrire tutto come unico fornitore dai sistemi di azionamento, alle reti fino ai terminali e con il suo know-how porta maggiore sicurezza nel mondo della comunicazione mobile. La consulenza e l aiuto regionali vengono garantiti dal commercio specializzato concesso in licenza. Swissphone Wireless SA CH-3000 Berna 14 Customer Care tel Distributore ufficiale in Ticino: Telecom Security, Sementina

15 Polizia Gendarmeria Territoriale e Gendarmeria Mobile A partire dal 1º luglio 2005, attraverso un importante riorganizzazione della Gendarmeria, la Polizia Cantonale si propone di fornire al cittadino due prodotti di qualità: 1. interventi d urgenza, rapidi e flessibili mediante pattuglie dei reparti di gendarmeria mobile in costante circolazione 24h/24 sul territorio cantonale; 2. consulenza su misura per il cittadino e diagnosi approfondita dei problemi di sicurezza sul piano regionale e locale ad opera dei posti di gendarmeria territoriale. Fedeli alla nostra visione Per un Ticino più sicuro e accogliente, intendiamo così migliorare ulteriormente il livello di sicurezza del nostro Cantone alla luce dei cambiamenti in atto nel contesto internazionale.! i Emergenze Reparto mobile Sopraceneri Camorino Reparto mobile Sottoceneri Noranco Reparto del traffico Camorino e Airolo Polizia Lacuale Magadino Siamo visibili e raggiungibili anche attraverso: Internet: Posta elettronica: Comando Polizia Cantonale: Agno (Aeroporto) apertura in concomitanza con gli orari dei voli Ascona lunedì-venerdì: 09:00-12:00/14:00-18:00 sabato: 09:00-12:00 BELLINZONA lunedì-venerdì: 08:00-18:00 sabato: 08:00-17:00 Biasca (posto Tre Valli) lunedì-venerdì: 08:00-12:00/14:00-18:00 sabato: 08:00-12:00/14:00-17:00 Caslano lunedì-venerdì: 08:00-12:00 Cevio lunedì-venerdì: 08:00-12:00 CHIASSO lunedì-venerdì: 08:00-18:00 sabato: 08:00-17:00 Faido lunedì, mercoledì e venerdì: 09:00-11:00 Giubiasco lunedì-venerdì: 08:00-12:00/14:00-18:00 Lamone (posto Vedeggio) lunedì-venerdì: 08:00-12:00 LOCARNO lunedì-venerdì: 08:00-18:00 / sabato: 08:00-17:00 LUGANO lunedì-venerdì: 08:00-18:00 sabato: 08:00-17:00 Magadino lunedì-venerdì: 08:00-12:00 Mendrisio lunedì-venerdì: 08: /14:00-18:00 sabato: 08:00-12:00/14:00-17:00 Olivone martedì, giovedì e sabato: 09:00-11:00 15

16

17 Polizia Sull intero territorio cantonale, opera 24 ore su 24 Gendarmeria È articolata in attività di polizia di prossimità (posti di gendarmeria territoriale capillarmente distribuiti nel territorio) e di polizia mobile (reparti mobili), svolge prevalentemente compiti di intervento, soccorso, prevenzione e sicurezza. constatazione decessi; incendi; servizi di mantenimento dell ordine. Questi compiti sono garantiti da una struttura composta da gruppi operativi che si alternano, a turni, sull arco delle 24 ore tutti i giorni dell anno. Gli agenti dei Reparti mobili operano di regola in uniforme. I reparti mobili Sopra- e Sottoceneri Assicurano gli interventi straordinari e non pianificati, d urgenza e di soccorso, il fermo o l arresto di persone, nonché il servizio di pattuglia con compiti generali di prevenzione e repressione. Sono pure di loro competenza gli interventi atti a garantire la sicurezza di persone e cose, fissare lo stato dei luoghi e preservare le tracce. Reparto mobile speciale Il Reparto mobile speciale assicura sull intero territorio cantonale gli interventi specialistici e a rischio elevato. Esso è composto da tre Sezioni che garantiscono l intervento sulle 24 ore. Il Reparto dispone di attrezzature ed equipaggiamenti particolari. Gli agenti, rigorosamente selezionati, dispongono di una formazione che li rende adatti ad operare in questo delicato settore della polizia cantonale. Compiti principali: prevenzione, segnatamente tramite presenza sul territorio, controllo del traffico e delle persone; constatazione incidenti della circolazione stradale; incidenti aviatori e ferroviari; constatazione furti, rapine e danneggiamenti; infortuni domestici e sul lavoro; intervento per risse, aggressioni e violenze domestiche; Gendarmeria Staff Gendarmeria territoriale Reparto mobile Sopraceneri Reparto mobile Sottoceneri Reparto mobile speciale Reparto del traffico La Gendarmeria svolge il proprio servizio prevalentemente in uniforme. È suddivisa in reparti mobili e del traffico, che assicurano l'intervento 24 ore su 24, nella gendarmeria territoriale che cura il contatto e la consulenza alle persone e si occupa della criminalità minore. 17

18 Paging Sicurezza provata. Paging la tecnologia mobile più sicura e aggiornata che mai. Swissphone Wireless SA 3000 Berna 14, tel Distributore ufficiale in Ticino: Telecom Security, Sementina

19 Polizia Compiti principali della Sezione gruppi d intervento: fermo e arresto di persone in ambiti particolarmente pericolosi; intervento di contrasto in caso di reati violenti o particolarmente gravi, quali estorsioni, rapine, sequestri di persona, pirateria aerea; interventi per allarmi bomba e disinnesco di esplosivi; scorta e protezione di persone. Compiti principali della Sezione lacuale: prevenzione e promozione della sicurezza; ricerca e salvataggio sui laghi e nei fiumi; indagini e constatazione di incidenti della navigazione e infortuni sui corsi d acqua. svolgimento delle inchieste per querele penali; monitoraggio e controllo operativo degli stranieri sul territorio cantonale, in particolare richiedenti l asilo, nomadi e clandestini; monitoraggio e controllo operativo degli esercizi pubblici; controllo dei passeggeri in partenza e arrivo all aeroporto di Lugano-Agno. Questi compiti sono assicurati da agenti che operano di regola in uniforme, decentrati nei posti principali e secondari di Gendarmeria. Compiti principali della Sezione cinofila: ricerca di persone, oggetti e sostanze (in particolare stupefacenti). Gendarmeria territoriale La Gendarmeria territoriale assicura, principalmente durante le fasce orarie diurne o maggiormente sollecitate, la consulenza al cittadino, sia presso gli sportelli di polizia sia sul terreno. Può effettuare, secondo i bisogni, servizi mirati e pianificati sull arco delle 24 ore. Svolge attività di polizia giudiziaria legata alla microcriminalità, indagando sui reati minori. Effettua, inoltre, accertamenti richiesti da altri enti o servizi dello Stato. È responsabile dei controlli e della sicurezza dell aeroporto di Lugano-Agno. Promuove la stretta collaborazione con le polizie comunali. Compiti principali: prevenzione strutturale e pianificata tramite l analisi locale o puntuale della sicurezza; consulenza al cittadino; inchieste per reati di microcriminalità, quali furti, danneggiamenti e taccheggi; ricezione delle denunce; Reparto del traffico Il Reparto del traffico assicura, sull arco delle 24 ore e principalmente sull asse autostradale, la sorveglianza del traffico e gli interventi d urgenza e di soccorso. Effettua, inoltre, pattuglie con compiti di prevenzione e repressione. Coordina i controlli di velocità sull intero territorio cantonale. Sorveglia la sicurezza del traffico nelle gallerie autostradali, in particolare in quella del San Gottardo, in alternanza con la polizia del Canton Uri. Compiti principali: prevenzione, segnatamente tramite presenza sul territorio, controllo del traffico e delle persone; sorveglianza del traffico e constatazione incidenti della circolazione sull autostrada; educazione stradale nelle scuole materne e elementari; formazione di autisti addetti al trasporto di merci pericolose; sorveglianza e controllo del traffico pesante; controlli tecnici (segnatamente delle merci pericolose) e della velocità; scorte di convogli speciali. Questi compiti sono garantiti da una struttura composta da gruppi operativi che si alternano, a turni, sull arco delle 24 ore tutti i giorni dell anno. Gli agenti del Reparto del traffico operano di regola in uniforme. 19

20

Criminalità transfrontaliera. Piano sicurezza transfrontaliera per Expo 2015. Rapporto in adempimento del postulato Romano 14.3324

Criminalità transfrontaliera. Piano sicurezza transfrontaliera per Expo 2015. Rapporto in adempimento del postulato Romano 14.3324 Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di polizia fedpol 22 aprile 2015 Criminalità transfrontaliera. Piano sicurezza transfrontaliera per Expo 2015 Rapporto in adempimento

Dettagli

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000

Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall Assemblea federale il 20 aprile 1999 1 Entrato in vigore mediante scambio di note il 1 maggio 2000 Testo originale 0.360.454.1 Accordo tra la Confederazione Svizzera e la Repubblica italiana relativo alla cooperazione tra le autorità di polizia e doganali Concluso il 10 settembre 1998 Approvato dall

Dettagli

Le lingue di lavoro nell ambito della cooperazione sono l italiano e il tedesco, o, in alternativa, l inglese (articolo 32).

Le lingue di lavoro nell ambito della cooperazione sono l italiano e il tedesco, o, in alternativa, l inglese (articolo 32). DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELL ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA D AUSTRIA IN MATERIA IN MATERIA DI COOPERAZIONE DI POLIZIA, FATTO A VIENNA

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione.

NOI CON. Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. NOI CON VIi VOi Il nostro impegno e le nostre prestazioni per voi. Gli uffici regionali di collocamento e le casse di disoccupazione. Una campagna dell Assicurazione contro la disoccupazione in collaborazione

Dettagli

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE Comune di Ronco Scrivia (Provincia di Genova) PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE INTRODUZIONE Il Piano per la comunicazione e la partecipazione è uno strumento flessibile e quindi in condizione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA

TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L AMBIENTE, L ENERGIA E LA SICUREZZA IN AZIENDA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

Cosa fare? Chi chiamare? Come essere pronti? Guida comunale. in caso di emergenza

Cosa fare? Chi chiamare? Come essere pronti? Guida comunale. in caso di emergenza Cosa fare? Chi chiamare? Come essere pronti? Guida comunale in caso di emergenza Informazioni comunali I Comuni ticinesi, in collaborazione con la Sezione del Militare e della Protezione della Popolazione

Dettagli

Comune di Stabio. Cosa fare? Chi chiamare? Come essere pronti? Guida comunale. in caso di emergenza

Comune di Stabio. Cosa fare? Chi chiamare? Come essere pronti? Guida comunale. in caso di emergenza Comune di Stabio Cosa fare? Chi chiamare? Come essere pronti? Guida comunale in caso di emergenza Informazioni comunali Il Comune di Stabio, in collaborazione con la Sezione del Militare e della Protezione

Dettagli

generalità 2 importanza del miglioramento continuo 2 Impegno professionale 2 Rispetto delle persone 2 Integrità 2 Lealtà 3 Partecipazione 3

generalità 2 importanza del miglioramento continuo 2 Impegno professionale 2 Rispetto delle persone 2 Integrità 2 Lealtà 3 Partecipazione 3 Codice etico Allegato del Modello di Organizzazione e di Gestione articolo 25-septies e articolo 25 undecies del D.Lgs. 231/01 20/01/2012 Approvato dal Consiglio di Amministrazione SOMMARIO generalità

Dettagli

Comune di Lodrino. Cosa fare? Chi Chiamare? Come essere pronti? Guida Comunale. in Caso di emergenza

Comune di Lodrino. Cosa fare? Chi Chiamare? Come essere pronti? Guida Comunale. in Caso di emergenza Comune di Lodrino Cosa fare? Chi Chiamare? Come essere pronti? Guida Comunale in Caso di emergenza informa zioni Comunali Il Comune di Lodrino, in collaborazione con la Sezione del Militare e della Protezione

Dettagli

POLITICA DELLA QUALITA

POLITICA DELLA QUALITA 05.3 LE POLITICHE DEL GRUPPO GAVIO POLITICA DELLA QUALITA Fornire un servizio di trasporto che soddisfi pienamente richieste, esigenze ed aspettative dei Clienti; Fornire un servizio di trasporto conforme

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nuovi indici immobiliari ticinesi CAEX e APEX

COMUNICATO STAMPA. Nuovi indici immobiliari ticinesi CAEX e APEX Nuovi indici immobiliari ticinesi CAEX e APEX La Banca dello Stato del Cantone Ticino lancia, in collaborazione con CIFI SA, due nuovi indici immobiliari ticinesi: CAEX per le case unifamiliari e APEX

Dettagli

Credit Suisse Invest La nuova consulenza d investimento

Credit Suisse Invest La nuova consulenza d investimento Credit Suisse Invest La nuova consulenza d investimento Le vostre esigenze prima di tutto Credit Suisse Invest Mandate Expert Partner Compact 2 / 20 4 Tante buone ragioni Per ottenere ciò che vi aspettate

Dettagli

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO

REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA UFFICIO AUTONOMIE LOCALI E DECENTRAMENTO AMMINISTRATIVO PROGETTO FORMATIVO POLIZIA LOCALE 1 Premesse 1. IL COSTANTE E RAPIDO CAMBIAMENTO DI NORME

Dettagli

SCOPRI G2 AUTOMOTIVE L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS.

SCOPRI G2 AUTOMOTIVE L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS. SCOPRI G2 AUTOMOTIVE L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS. Efficiente, rapido, su misura. G2 Automotive è l innovativo sistema di gestione specifico

Dettagli

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE

INDICE. p. 3 AZIENDA. p. 4. FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua. p. 6 RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE Indice INDICE AZIENDA FORMAZIONE - Formazione Finanziata - Formazione Obbligatoria - Formazione Continua RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE CONSULENZA - Risorse Umane - Sviluppo Organizzativo - Commerciale

Dettagli

Mandato e attività CENTRO REGIONALE FORMAZIONE DI POLIZIA. Polizia cantonale SM Sezione formazione

Mandato e attività CENTRO REGIONALE FORMAZIONE DI POLIZIA. Polizia cantonale SM Sezione formazione Repubblica e Cantone Ticino Dipartimento delle istituzioni Polizia cantonale SM Sezione formazione CENTRO REGIONALE FORMAZIONE DI POLIZIA Mandato e attività Via Ferriere 5 6512 Giubiasco Tel 091 814 68

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

SCOPRI G2 AUTOMOTIVE. L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS.

SCOPRI G2 AUTOMOTIVE. L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS. SCOPRI G2 AUTOMOTIVE. L ESCLUSIVO SISTEMA PERSONALIZZATO CHE GESTISCE IL TUO PARCO CLIENTI. E GENERA NUOVO BUSINESS. Efficiente, rapido, su misura. G2 Automotive è l innovativo sistema di gestione specifico

Dettagli

Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) IL MANUALE

Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) IL MANUALE Fondazione OTAF Via Collina d Oro 3 6924 Sorengo Tel. 091 985 33 33 Fax 091 985 33 66 info@otaf.ch Sistema di Gestione della Qualità (SGQ) IL MANUALE Introduzione al manuale della qualità Il nostro Sistema

Dettagli

CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE

CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE Aggiornato il 12 Marzo 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE (Approvato con Delibera del Commissario Straordinario n. 15 del 01/02/2002) Art. 1 Istituzione del Servizio E istituito

Dettagli

FEDERAZIONE TICINESE DEL COMMERCIO. per Espoprofessioni 2014. istock.com/valuavitaly

FEDERAZIONE TICINESE DEL COMMERCIO. per Espoprofessioni 2014. istock.com/valuavitaly FEDERAZIONE TICINESE DEL COMMERCIO per Espoprofessioni 2014 istock.com/valuavitaly Chi siamo Federcommercio è l associazione mantello del commercio al dettaglio ticinese. Ne fanno parte le società e le

Dettagli

Polizia di prossimità ed agenti di quartiere

Polizia di prossimità ed agenti di quartiere Lugano, 22/08/2007 Polizia di prossimità ed agenti di quartiere Concetto operativo Avv. R. Torrente Comandante Polizia Città di Lugano Cdo Polizia Città di Lugano 1 A. NOZIONI DI BASE B. GLI STRUMENTI

Dettagli

la mission Soft System Soft System

la mission Soft System Soft System la mission In Soft System, società customer oriented, poniamo il Cliente al centro di ogni scelta aziendale. Operiamo con e per le aziende affinché possano essere costantemente aggiornate sui progressi

Dettagli

Università degli Studi Roma Tre Dipartimento di Giurisprudenza

Università degli Studi Roma Tre Dipartimento di Giurisprudenza Università degli Studi Roma Tre Dipartimento di Giurisprudenza Master in Scienza e Tecnica delle Investigazioni Forensi (Master di II Livello) Indicazioni Generali Il Master nasce con lo scopo di formare

Dettagli

Obiettivo servizi. di Qualità

Obiettivo servizi. di Qualità Obiettivo servizi di Qualità I nostri servizi Reception & Security Centralino telefonico Reception Custodia/guardiania L offerta di Ferco affronta e risolve in modo competitivo tutti i problemi che - collaterali

Dettagli

! " #!# $ "% &%'( )*'+',&+%' -./000 " 1 )*'+',&+%*

!  #!# $ % &%'( )*'+',&+%' -./000  1 )*'+',&+%* ! " #!# $ "% &%'( )*'+',&+%' -./000 " 1 )*'+',&+%* Messaggio del Comandante della Polizia cantonale In un mondo in continua evoluzione, dove anche i valori sui cui si fonda la nostra società subiscono

Dettagli

GESTIONE DEI PERICOLI NATURALI IN TICINO Rapporto strategico

GESTIONE DEI PERICOLI NATURALI IN TICINO Rapporto strategico GESTIONE DEI PERICOLI NATURALI IN TICINO Rapporto strategico Conferenza stampa 16 ottobre 2015 Sala del CC Comune di Morcote Roland David Caposezione forestale Presidente CPNat Repubblica e Cantone Ticino

Dettagli

una (potenziale) realtà

una (potenziale) realtà Analisi IL DISTRETTO TICINESE DI SERVIZI FINANZIARI una (potenziale) realtà René Chopard Centro di Studi Bancari 75 Non potevamo mancare al consueto appuntamento di settembre con dati, statistiche e società

Dettagli

perché Monitoraggio Merci Pericolose?

perché Monitoraggio Merci Pericolose? Relatore p.i Antonio Magnani Convegno Telemobility Monza 14-15 novembre 2007 perché Monitoraggio Merci Pericolose? Esempio utilizzo OrangeBOX 22/11/2007 TracciaService srl 1 OrangeBOX Premessa: Il trasporto

Dettagli

La vostra azienda è pronta per un server?

La vostra azienda è pronta per un server? La vostra azienda è pronta per un server? Guida per le aziende che utilizzano da 2 a 50 computer La vostra azienda è pronta per un server? Sommario La vostra azienda è pronta per un server? 2 Panoramica

Dettagli

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica Obblighi e responsabilità derivanti dal D.Lgs. 81/08 La sicurezza nell ambito dell attività Paolo Troncana infermieristica Attività di R.S.P.P. e

Dettagli

Galileo Assistenza & Post Vendita

Galileo Assistenza & Post Vendita Galileo Assistenza & Post Vendita SOMMARIO PRESENTAZIONE... 2 AREE DI INTERESSE... 2 PUNTI DI FORZA... 2 Caratteristiche... 3 Funzioni Svolte... 4 ESEMPI.7-1 - PRESENTAZIONE Sempre più spesso ci si riferisce

Dettagli

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento

Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Ricerca scientifica e assistenza tecnica per affrontare con successo i processi di cambiamento Edizione 2015 40 anni di analisi e ricerca sulle trasformazioni economiche e sociali in Italia e in Europa:

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEL BUSINESS PLAN COS È IL BUSINESS PLAN E QUAL È LA SUA UTILITÀ? Il business plan è un documento scritto che descrive la vostra azienda, i suoi obiettivi e le sue strategie, i

Dettagli

http://www.ti.ch/can/argomenti/legislaz/rleggi/rl/dati_rl/f/s/16.htm

http://www.ti.ch/can/argomenti/legislaz/rleggi/rl/dati_rl/f/s/16.htm Pagina 1 di 5 Legge sulle attività private di investigazione e di sorveglianza (dell 8 novembre 1976) 1.4.3.1 IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 10 aprile 1974 n. 1958

Dettagli

Campagna federale per la verifica delle ditte attive nel settore delle disinfestazioni risultati per il Ticino

Campagna federale per la verifica delle ditte attive nel settore delle disinfestazioni risultati per il Ticino Campagna federale per la verifica delle ditte attive nel settore delle disinfestazioni risultati per il Ticino Introduzione La lotta a organismi infestanti quali roditori o insetti, viene spesso eseguita

Dettagli

prima della gestione.

prima della gestione. 1 Il Business Plan per l impresa alberghiera è uno strumento fondamentale per programmare e controllare la gestione delle attività alberghiere volto ad esplicitare, esaminare e motivare in modo completo

Dettagli

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA

CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA CORSO DI OPERATORE/TRICE ADDETTO/A AI SERVIZI AMMINISTRATIVI D IMPRESA Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, gestito da un consorzio di Comuni che

Dettagli

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni

Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Le surveys nelle Pubbliche Amministrazioni Introduzione alla direttiva del Dipartimento della Funzione Pubblica I principali campi di indagine Le fasi del processo di rilevazione (c) IdWeb S.r.l. Ottobre

Dettagli

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA

In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA In Collaborazione con LA CARTA DI ROMA APPELLO PER UN PIANO D AZIONE GLOBALE PER PROTEGGERE I BAMBINI DEL MONDO E PER FERMARE LA VIOLAZIONE DEI LORO DIRITTI Roma, Italia 3 novembre 2011 Ogni bambino è

Dettagli

Legge federale sulla prevenzione e la promozione della salute. (Legge sulla prevenzione, LPrev)

Legge federale sulla prevenzione e la promozione della salute. (Legge sulla prevenzione, LPrev) Legge federale sulla prevenzione e la promozione della salute (Legge sulla prevenzione, LPrev) del L'Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 117 capoverso 1 e 118 capoverso

Dettagli

Allegato del Modello di Organizzazione e di Gestione (D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 e art. 30 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n.81)

Allegato del Modello di Organizzazione e di Gestione (D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 e art. 30 del D. Lgs. 9 aprile 2008, n.81) Sommario 2 3 6 8 Principi di comportamento Principi d azione Rispetto della legalità Rispetto della salute e della sicurezza sul lavoro Rispetto dell ambiente e della collettività Rapporti con fornitori

Dettagli

C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO

C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO Sommario PREMESSA... 1 1 - MISSIONE DEL CENTRO... 2 2 - VALORI ETICI - SOCIALI... 3 3 - CONDUZIONE DEGLI AFFARI... 4 3.1 Principi generali...

Dettagli

1. INTRODUZIONE... 1 2. SITUAZIONE ATTUALE... 3 3. IL NUOVO CONCETTO ABC... 4 4. EFFETTI ATTESI E PROSSIMI PASSI... 7

1. INTRODUZIONE... 1 2. SITUAZIONE ATTUALE... 3 3. IL NUOVO CONCETTO ABC... 4 4. EFFETTI ATTESI E PROSSIMI PASSI... 7 1. INTRODUZIONE... 1 2. SITUAZIONE ATTUALE... 3 3. IL NUOVO CONCETTO ABC... 4 4. EFFETTI ATTESI E PROSSIMI PASSI... 7 I Nel 1986 un grande deposito di prodotti chimici industriali a Schweizerhalle (Basilea

Dettagli

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG Avete un progetto d installazione, acquisto,

Dettagli

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere

Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale. Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere Comunicazione e Marketing Organizzazione Aziendale Industria & ICT Energia Consumer Hi-Tech Cosmesi Turismo & Benessere MultiPiani si occupa dal 1994 di Comunicazione e Marketing strategico, rivolgendosi

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 187, FATTA A GINEVRA IL 15 GIUGNO

DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 187, FATTA A GINEVRA IL 15 GIUGNO DISEGNO DI LEGGE RECANTE RATIFICA ED ESECUZIONE DELLA CONVENZIONE SULLA SALUTE E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI, N. 155, FATTA A GINEVRA IL 22 GIUGNO 1981, E RELATIVO PROTOCOLLO, FATTO A GINEVRA IL 22 GIUGNO

Dettagli

Investire nella formazione

Investire nella formazione Repubblica e Cantone Ticino Investire nella formazione Concetto 2006 per la formazione dei Segretari comunali, dei Quadri dirigenti e dei Funzionari amministrativi Dipartimento dell educazione, della cultura

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

La scatola rosa a Milano. trasformazioni sociali e nuovi modelli

La scatola rosa a Milano. trasformazioni sociali e nuovi modelli La scatola rosa a Milano Le donne al volante tra trasformazioni sociali e nuovi modelli 24 novembre 2008 Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale: chi siamo La Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale

Dettagli

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire

NON CHIUDERE UN OCCHIO. La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire La violenza domestica si deve prevenire si può prevenire Perché questo progetto? La violenza domestica o intrafamiliare è una violenza di genere (il più delle volte le vittime sono le donne, i responsabili

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

Linee guida per la gestione del rischio nel settore beni culturali

Linee guida per la gestione del rischio nel settore beni culturali Linee guida per la gestione del rischio nel settore beni culturali Conservazione, cura e protezione di beni culturali La conservazione, a favore delle prossime generazioni, dei nostri beni culturali è

Dettagli

EDILIZIA INDUSTRIA ARTIGIANATO ARCHITETTURA INGEGNERIA 7.12.2015

EDILIZIA INDUSTRIA ARTIGIANATO ARCHITETTURA INGEGNERIA 7.12.2015 Organizzazione Cristiano-Sociale Ticinese Offerte tratte da internet e quotidiani ticinesi Segretariati Bellinzona 091 821 41 51/2/3 Biasca 091 873 01 20 Chiasso 091 682 55 01 Lamone 091 966 00 63 Locarno

Dettagli

8. ORGANIZZAZIONE, PERSONALE E GESTIONE FINANZIARIA

8. ORGANIZZAZIONE, PERSONALE E GESTIONE FINANZIARIA 8. ORGANIZZAZIONE, PERSONALE E GESTIONE FINANZIARIA FUNZIONAMENTO E ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI 213 Le norme che disciplinano l organizzazione interna sono state adottate in base all autonomia che la legge

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

Come operare in sicurezza al CSCS

Come operare in sicurezza al CSCS Come operare in sicurezza al CSCS Cosa fare in caso di emergenza Sicurezza, salute e ambiente (Sicherheit, Gesundheit und Umwelt SGU) 2 Indice Introduzione... 5 Segnalazioni emergenze concetti di base...

Dettagli

Valloufficio Soluzioni s.a.s.

Valloufficio Soluzioni s.a.s. Spett.le ORDINE degli AVVOCATI di AVELLINO Palazzo di Giustizia, Stanza n. 85 83100 AVELLINO Alla Cortese Attenzione del Presidente Dott. Avv. Fabio Benigni Salerno, 7 maggio 2015. Oggetto: Convenzione

Dettagli

persona in formazione è stipulato dall azienda o organizzazione di riferimento. Art. 9 Ubicazione della formazione di base ad impostazione aziendale

persona in formazione è stipulato dall azienda o organizzazione di riferimento. Art. 9 Ubicazione della formazione di base ad impostazione aziendale Promemoria 19 Reti di aziende formatrici Cos è una rete di aziende formatrici? Una rete di aziende formatrici è un unione di aziende che, non sono in grado o preferiscono non dover offrire una formazione

Dettagli

COMMUNICATION ON PROGRESS 2012

COMMUNICATION ON PROGRESS 2012 COMMUNICATION ON PROGRESS 2012 Messaggio della Bruschi Spa attraverso il suo CEO A distanza di 1 anno dalla prima adesione all iniziativa Global Compact siamo lieti di confermare il nostro impegno a proseguire

Dettagli

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE

PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA Doc. XXII n. 12 PROPOSTA DI INCHIESTA PARLAMENTARE d iniziativa del senatore MICHELONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 23 OTTOBRE 2013 Istituzione di una Commissione

Dettagli

31 marzo 2011. Rapporto www.ch.ch/publicjobs 2010

31 marzo 2011. Rapporto www.ch.ch/publicjobs 2010 31 marzo 2011 Rapporto www.ch.ch/publicjobs 2010 Indice 1. Premesse... 3 1.1. Basi legali... 3 1.2. Organizzazione... 3 1.3. Strategia... 3 2. Rapporto di attività... 4 2.1. Ampliamento / ottimizzazioni...

Dettagli

COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.)

COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.) COORDINAMENTO PROVINCIALE SQUADRA PROVINCIALE ANTINCENDIO BOSCHIVO (A.I.B.) Provincia di Varese Atto costitutivo Sommario Art. 1. Premessa... 1 Art. 2. Costituzione, finalità e ambiti di competenza del

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ

TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E DELL INTERMODALITÀ STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DEI TRASPORTI E

Dettagli

In caso di catastrofe AiTecc è con voi!

In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In questo documento teniamo a mettere in evidenza i fattori di maggior importanza per una prevenzione ottimale. 1. Prevenzione Prevenire una situazione catastrofica

Dettagli

Rete svizzera per la prevenzione degli abusi sessuali nei confronti dei bambini e degli adolescenti

Rete svizzera per la prevenzione degli abusi sessuali nei confronti dei bambini e degli adolescenti Comunicato stampa Berna, 22 maggio 2007 Embargo: 22 maggio 2007 Unire le forze La piattaforma trilingue www.ditelo.ch è ora attiva! Rete svizzera per la prevenzione degli abusi sessuali nei confronti dei

Dettagli

SOS Telefono Azzurro Onlus

SOS Telefono Azzurro Onlus SOS Telefono Azzurro Onlus L Associazione Italiana che ascolta e aiuta bambini e adolescenti intervenendo con passione e competenza, anche in emergenza, per contrastare la violenza e riportare la serenità.

Dettagli

L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI

L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI L OFFERTA ELETTRICA SUL LIBERO MERCATO PER I CLIENTI RESIDENZIALI Veronica Venturini, Daniele Forni, Dario Di Santo (FIRE) Il recepimento della Direttiva Comunitaria 96/92/CE con il decreto legislativo

Dettagli

Cos e EDV Global Foundation?

Cos e EDV Global Foundation? Cos e EDV Global Foundation? EDV Global Foundation si propone di diventare un organizzazione leader a livello mondiale in tema di violenza domestica, contribuendo a combattere per la sua eliminazione.

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV

PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV SONDALO SONDRIO MORBEGNO CHIAVENNA PIANO AZIENDALE DI COMUNICAZIONE AOVV DETERIMAZIONI IN ORDINE AGLI OBIETTIVI DI INTERESSE REGIONALE DEI DIRETTORI GENERALI DELLE AZIENDE OSPEDALIERE PER L ANNO 2008,

Dettagli

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO

IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO ... Legge sull Università della Svizzera italiana, sulla Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana e sugli Istituti di ricerca (del ottobre 99) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE

Dettagli

In mani sicure/ Soluzioni flessibili per ogni tipologia di studio medico. Protezione in ogni ambito di vita. Portale online MyRight.

In mani sicure/ Soluzioni flessibili per ogni tipologia di studio medico. Protezione in ogni ambito di vita. Portale online MyRight. Assicurazione di protezione giuridica per medici e personale medico In mani sicure/ I rischi giuridici che si corrono nell ambito sanitario non sono paragonabili a quelli di nessun altro settore. Solo

Dettagli

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO MODULO 6 IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO LEGGI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Introduzione La prevenzione degli infortuni lavorativi e delle malattie professionali è stata sempre al centro dell interesse

Dettagli

M.M. no. 53 concernente il nuovo regolamento sulla videosorveglianza

M.M. no. 53 concernente il nuovo regolamento sulla videosorveglianza M.M. no. 53 concernente il nuovo regolamento sulla videosorveglianza Locarno, 31 luglio 2014 Al Consiglio Comunale L o c a r n o Egregi Signori Presidente e Consiglieri, 1. Premessa. Purtroppo da tempo

Dettagli

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione

Introduzione. Articolazione della dispensa. Il sistema del controllo di gestione. Introduzione. Controllo di Gestione Introduzione Perché il controllo di gestione? L azienda, come tutte le altre organizzazioni, è un sistema che è rivolto alla trasformazione di input (risorse tecniche, finanziarie e umane) in output (risultati

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO

OPERATORE ELETTRONICO CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E PER L EDUCAZIONE PERMANENTE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, che organizza, in diversi settori

Dettagli

COMPANY PROFILE G LI S PECIALISTI D ELLA S ICUREZZA

COMPANY PROFILE G LI S PECIALISTI D ELLA S ICUREZZA COMPANY PROFILE G LI S PECIALISTI D ELLA S ICUREZZA IL NOSTRO È UN GRUPPO SOLIDO, DINAMICO, CON GRANDI COMPETENZE. UN GRUPPO FONDATO SU UNA FORTE CULTURA DELLA SICUREZZA E DELLA TUTELA DELL UOMO, DELL

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato,

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato, DALLE TARIFFE ALLA CRESCITA UN ASSICURATORE GLOBALE CHE COPRE I BISOGNI DEL CLIENTE ANCHE IN AMBITI COME LA SALUTE, L ABITAZIONE, LA SICUREZZA PATRIMONIALE. TRA RIGORE TECNICO, RICHIESTA DI FLESSIBILITÀ

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

CODICE EUROPEO DI ETICA SPORTIVA

CODICE EUROPEO DI ETICA SPORTIVA CODICE EUROPEO DI ETICA SPORTIVA (approvato dai Ministri europei responsabili per lo Sport, riuniti a Rodi per la loro 7^ conferenza, 13-15 maggio 1992) FAIR PLAY - IL MODO VINCENTE CHI GIOCA LEALMENTE

Dettagli

Conoscersi meglio per un legame solido. Consulenza aziendale BancaStato

Conoscersi meglio per un legame solido. Consulenza aziendale BancaStato Conoscersi meglio per un legame solido Consulenza aziendale BancaStato 1 Fondamenta solide basate sulla tradizione BancaStato è una banca solida e moderna. Offre prodotti e servizi concorrenziali e trasparenti

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

TABELLE DEGLI STANDARD

TABELLE DEGLI STANDARD TABELLE DEGLI STANDARD Accessibilità ai servizi capillarità 106 Uffici Territoriali, oltre 5500 sportelli telematici collegati al PRA Utilizzo effettivo Accessibilità virtuale ed interattività Con l adozione

Dettagli

All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona. Bellinzona, 20 aprile 2012

All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona. Bellinzona, 20 aprile 2012 All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona Bellinzona, 20 aprile 2012 Onorevoli Consiglieri di Stato, è con piacere che il comitato del

Dettagli

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica Obblighi e responsabilità derivanti dal D.Lgs. 81/08 Perché investire in sicurezza cos è la sicurezza? a cosa serve? Tutti soldi e tempo buttati?

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Livello strategico Mission L Istituto Aurelia Fevola opera da anni nel settore della formazione attraverso una vasta offerta formativa che si basa principalmente

Dettagli

PC-esse di Carlo Laurin Consulenza Direzionale ed Operativa, Servizi Tecnologici

PC-esse di Carlo Laurin Consulenza Direzionale ed Operativa, Servizi Tecnologici Cosa offriamo come Consulenza Direzionale Web, social network ed e-mail marketing, i nuovi strumenti tecnologici per la vostra azienda. Il cliente connesso Oggi più che mai i clienti sono connessi e hanno

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO L organizzazione di un progetto è la realizzazione del processo di pianificazione. In altre parole, organizzare significa far funzionare le cose. Nello specifico, implica una

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: GlocalzzAzione SETTORE e Area di Intervento: ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Comunicato stampa. Bellinzona, venerdì 16 dicembre 2011

Comunicato stampa. Bellinzona, venerdì 16 dicembre 2011 Bellinzona, venerdì 16 dicembre 2011 Comunicato stampa Bernardino Bulla nominato Presidente della Direzione generale della Banca dello Stato del Cantone Ticino Bernardino Bulla nominato Presidente della

Dettagli

Foglio ufficiale. 1 Atti legislativi e dell Amministrazione. Legge sui cani. 16/2008 Venerdì 22 febbraio 1457

Foglio ufficiale. 1 Atti legislativi e dell Amministrazione. Legge sui cani. 16/2008 Venerdì 22 febbraio 1457 16/2008 Venerdì 22 febbraio 1457 Foglio ufficiale 1 Atti legislativi e dell Amministrazione Legge sui cani Scopi Identificazione e registrazione a) procedura b) controllo Tassa IL GRAN CONSIGLIO DELLA

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA.

LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA. LEGGE REGIONALE N. 23 DEL 29-08-2006 REGIONE MOLISE ISTITUZIONE DEL SERVIZIO REGIONALE DI VIGILANZA AMBIENTALE VOLONTARIA. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE MOLISE N. 25 del 1 settembre 2006 IL

Dettagli

studio hs La missione sicurezza e salute del lavoro valutazione dei rischi delle imprese creiamo la giusta armonia in simbiosi con la legislazione

studio hs La missione sicurezza e salute del lavoro valutazione dei rischi delle imprese creiamo la giusta armonia in simbiosi con la legislazione soluzione sicurezza 2 1 studio hs La missione STUDIOHS si occupa di sicurezza sul lavoro, argomento disciplinato da molte normative, che necessita di grande competenza e professionalità, per il quale noi

Dettagli

Via sicura Scheda informativa

Via sicura Scheda informativa Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Via sicura Scheda informativa 1. Misure da portare avanti 1.1 Modifica di legge necessaria Requisiti concernenti

Dettagli