w w w. i l f a t t o. n e t Molfetta Quindicinale gratuito di informazione, Tiratura copie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "w w w. i l f a t t o. n e t Molfetta Quindicinale gratuito di informazione, Tiratura copie 20.000."

Transcript

1 w w w. i l f a t t o. n e t Molfetta Quindicinale gratuito di informazione, Tiratura copie giovedì 11 dicembre 2008 n 25 Cronaca Fiamme al Beatles Pub : locale chiuso e nessuna solidarietà dei commercianti per i proprietari. Politica Pino Amato lancia l allarme Multiservizi. Maurizio Solimini ridimensiona il caso. Cronaca Natale di Stelle : presentato il programma delle manifestazioni natalizie in città. Sport Assegnati dal Panathlon Club il premio Fair Play e il premio Tonino Gioia. pagina 9 pagina 10 pagina 19 pagina 21 Inchiesta Ritorno al passato Un anno con voi il Fatto ha festeggiato il suo primo compleanno. Al Place Blanc Cafè decine di amici e lettori. L intervento del vice sindaco Pietro Uva e delle emittenti televisive regionali. La presentazione del primo albo del fumetto Mr. Villain di Salvatore Modugno ed una grande torta offerta dal maestro pasticcere Franco Lanza. pag. 3 Il mare è sano ne siete convinti? Dopo i nostri video, le denuncie anche dei quotidiani, le analisi svolte dall Università di Napoli che esistono ma non ci sono e il tentativo da parte dell Arpa Puglia di smontare il caso, ecco cosa racconta la cronaca degli ultimi giorni: pescatori molfettesi sempre più preoccupati per la loro salute. pag. 7

2 Piazza Effrem Zona Centro Vendiamo appartamento di 100 mq composto da 3 vani e accessori con affacci su Corso Umberto. Via Massimo D azeglio Zona Centro vendiamo appartamento/ufficio di 150 mq circa composto da sei vani + bagno + deposito ed atrio. Via Capitano De Candia Zona Centro Levante, in una delle principali Traverse di Via Baccarini vendiamo locale di 70 mq circa di 3 vani e bagno. Prezzo interessante!! Via Sant Orsola VENDIAMO caratteristico appartamento di 70 mq circa composto da 2 vani + accessori + veranda panoramica e accesso in spiaggia. Via Domenico Picca Tranquillità nel centro della città: vendiamo prestigioso appartamento di 160 mq circa dislocati su 2 livelli, oltre a 50 mq di interrato ed a un giardino di 300 mq circa. Via Cesare Boccardi Zona Rione Paradiso vendiamo appartamento di 100 mq circa composto da 4 vani + accessori. Viale Pio XI VENDIAMO appartamento mq 100 di 4 vani + accessori + veranda mq 21 + balcone mq 24. Comparto 7 Nella nuova zona residenziale affittiamo o Vendiamo appartamento di 85 mq circa composto da 3 vani + accessori + box auto. Via Samarelli Sole e Luce a pochi passi dal centro, vendiamo grazioso appartamento al 4 piano di circa 90 mq composto da 3 vani + accessori con affaccio panoramico. Ideale per giovani coppie. - Via Maggiore Sallustio Zona levante nelle immediate vicinaze del Lungomare Colonna Vendiamo appartamento di circa 100 mq. di 3 + acc.prezzo interessate!!! Via Baccarini Tutto a portata di mano.. vendiamo rifinito ed ampio appartamento di 125 mq circa composto da 3 vani + accessori. Completamente ristrutturato. Via G. Bovio In una traversa di Via Felice Cavallotti e a pochi passi da Piazza Vittorio Emanuele VEN- DIAMO appartamento di 70 mq circa composto da 2 vani + accessori. Via Carlo Alberto A pochi passi dal centro Vendiamo in stabile tranquillo e ben abitato appartamento di 80 mq ristrutturato composto da 3 vani + accessori. Via Mario Pagano Vendiamo appartamento al 1 piano di uno stabile tranquillo e ben abitato di 80 mq circa composto da 3 vani + accessori Via Nino Bixio Zona Ponente Vendiamo appartamento di 80 mq. completamente ristrutturato. Via Rattazzi A pochi passi da Via De Luca VENDIAMO appartamento di 86 mq circa composto da 3 vani + accessori. Via Ten. Pappalepore Zona Ponente VENDIAMO appartamento di 45 mq circa composto da un vano + accessori Via I. Nievo In zona Ponente VENDIAMO appartamento di 50 mq circa composto da 2 vani + accessori. Via Amente VENDIAMO appartamento mq 90 di 3 vani + accessori. Via Generale dalla Chiesa Alle spalle dalla stazione VENDIAMO attico di nuova costruzione di 50 mq + veranda di 100 mq. Comparto 15 In zona residenziale già urbanizzata e abitata, VENDIAMO appartamenti di imminente realizzazione. Rifiniture di pregio ed interni personalizzabili. BISCEGLIE - Via S. Andrea In zona Tranquilla, VENDIAMO appartamento di 85 mq circa composto da 3 vani + accessori. Dotato di posto auto scoperto nella recinzione. BISCEGLIE - Viale La Testa In stabile tranquillo e ben abitato vendiamo rifinito appartamento di 70 mq circa composto da 3 vani + accessori + posto auto assegnato. Via Nino Bixio Zona Ponente in una traversa di Corso Fornari... AFFITTIAMO appartamento di 50 mq circa composto da due vani + acc. Via Cap. Azzarita Zona Levante affittiamo appartamento in stabile tranquillo e ben abitato di 80 mq circa composto da 3 vani + accessori Corso Fornari Ampio e luminoso...in zona ponente affittiamo appartamento di 110 mq circa composto da 4 vani + accessori. Corso Umberto Nella zona centrale e commerciale della città, affittiamo ampio e luminoso appartamento di 100 mq circa composto da 3 vani + accessori. Corso Margherita di Savoia In pieno centro, vendiamo o affittiamo ampio e luminoso locale di 235 mq + 70 mq di soppalco. Via San Domenico Zona Centro nei pressi del porto VENDIAMO locale di 300 mq da ristrutturare. Ottimo investimento. Via Capitano De Candia Zona Centro Levante, in una delle principali Traverse di Via Baccarini vendiamo locale di 70 mq circa di 3 vani e bagno. Prezzo interessante!! Corso Dante A pochi passi dal borgo antico vandiamo caratteristico locale di 200 mq circa composto da 4 vani + accessori. Prezzo interessante. Corso Umberto Nella zona commerciale di Molfetta vendiamo ampio e luminoso locale di 260 mq circa composto da 6 vani + bagno. TERLIZZI Strada Prov. Molfetta Terlizzi VENDIAMO villa di 150 composto da 6 vani + accessori. Nuova Costruzione. Contrada Strada Vicinale San Giacomo A pochi minuti da casa: Privacy e Relax al mare. Direttamente sulla spiaggia, a un chilometro dal centro abitato VENDIAMO grazioso villetta composta da un vano + accessori. Prezzo interessante. Ricerca gli immobili in tutta Italia consultando il sito ufficiale Mondocasa VORRESTI APRIRE UNA AGENZIA IMMOBILIARE a Molfetta senza dover sostenere i costi di apertura e riducendo al minimo le spese mensili? ABBIAMO LA SOLUZIONE PER TE! Contatta direttamente MONDO CASA IMMOBILIARE Piazza Effrem, 12 - Molfetta - Tel Fax oppure a mezzo

3 giovedì 11 dicembre 2008 Un anno con Voi Una grande festa per il Fatto Decine di persone hanno preso parte all appuntamento organizzato per celebrare il nostro primo compleanno. 849 Una festa fuori dagli schemi, senza relatori e senza palco. Una festa fatta per gli amici, per i lettori, per chi in un anno di lavoro ha imparato a conoscere, apprezzare ed amare il Fatto. Così lunedì 1 dicembre all interno del Place Blanc Cafè di piazza Margherita di Savoia a Molfetta il primo quindicinale free dedicato interamente alla cronaca locale ha festeggiato il suo primo compleanno. Decine e decine di persone hanno affollato il locale per salutare la squadra che da dodici mesi porta l informazione locale nelle case di tutti i molfettesi con tutti gli strumenti a disposizione: dalla classica forma cartacea al quotidiano on line www. ilfatto.net, passando per la web tv che in 365 giorni di attività ha prodotto centinaia di video-servizi spesso rimbalzati anche da emittenti televisive nazionali (Rai 1, Canale 5, Italia 1 e Telenorba) e locali (Telesveva). I festeggiamenti sono stati aperti dal direttore responsabile della testata giornalistica il Fatto, Corrado Germinario, che nel ringraziare tutti gli intervenuti ha tracciato il bilancio di questo primo anno di attività: Oltre mezzo milione di copie distribuite in città, migliaia di notizie diffuse attraverso il periodico e internet, progetti importanti come la diffusione via web delle sedute del Consiglio Comunale o la maratona radiofonica in collaborazione con Primarardio organizzata in occasione delle ultime elezioni amministrative. Germinario ha poi salutato e ringraziato uno per uno tutti coloro che il Fatto lo realizzano ogni giorno: dall editore ed anima del progetto Giulio Cosentino, ai responsabili amministrativi e commerciali Mara Samarelli e Alfredo Castriota. Ed ancora i grafici Vincenzo de Pinto e Nello Poli, per finire ai collaboratori della redazione Pasquale Sasanelli, Matteo Diamante, Lella Salvemini e Marco Spadavecchia. Non poteva mancare un ringraziamento agli sponsor che, con la loro attenzione, hanno reso possibile tagliare il traguardo del primo anno di età. Alla grande festa ha preso parte, in rappresentanza dell Amministrazione comunale il vice sindaco Pietro Uva. Presenti anche i consiglieri comunali Giovanni Mezzina e Nicola Piergiovanni, gli ex sindaci Tommaso Minervini e Annalisa Altomare. Ed ancora Antonio de Gioia, Giuseppe Turi, Angela Pansini e Nico Aurora de l altra Molfetta, Alfonso Centrone del Corriere del Mezzogiorno, Lucrezia d Ambrosio della Gazzetta del Mezzogiorno, Lorenzo Pisani di Molfetta Live e le troupe televisive di Telenorba e Telesveva. Insomma una festa per l intero mondo dell informazione locale che, come ha detto Germinario ha dimostrato di aver apprezzato il nostro lavoro riconoscendone l importanza per l intera collettività. Nel corso della serata è stato anche presentato l ultimo progetto editoriale della Activa Srl, il fumetto in quattro albi intitolato Mr. Villain, opera del giovane fumettista molfettese Salvatore Modugno che ha così visto realizzato il sogno di poter pubblicare il suo primo lavoro. Per celebrare la ricorrenza non poteva mancare una grande torta di compleanno: realizzata dal maestro pasticcere Franco Lanza, è andata letteralmente a ruba per la gioia dei golosi. Appuntamento ora per i prossimi importanti traguardi de il Fatto. Nel frattempo vi rimandiamo a foto e video della festa nelle sezioni web tv e galleria fotografica f del sito internet Una grande torta bianca con la riproduzione del logo della nostra testata ben in risalto: è stato questo il regalo che il maestro pasticcere Franco Lanza (nella foto) a nome suo personale e dell intera Associazione Cuochi Baresi ha voluto riservare alla nostra testata giornalistica. Cos altro regalare ad un periodico che nel portare l informazione locale nelle case di tutti i molfettesi ci ha consentito di essere parte integrante Lanza: Ecco il mio regalo per voi 850 Una grande torta offerta anche in rappresentanza dell Associazione Cuochi Baresi. della sua programmazione, ha dichiarato Franco Lanza. Ed infatti già da poche settimane dopo la nascita del periodico, l Associazione Cuochi Baresi cura integralmente la rubrica dedicata alle ricette, una rubrica che ha riscosso così tanti successi da essere collezionata da tante persone che oggi già possiedono un vero e proprio ricettario di qualità. Un ricettario garantito dall Associazione Cuochi Baresi. Avete conquistato la fiducia dei lettori Lo ha dichiarato il vice sindaco Pietro Uva intervenuto in rappresentanza dell amministrazione comunale. 851 Non posso che essere orgoglioso di prendere parte a questo importante evento per la celebrazione di un traguardo importante e fondamentale nella vita di un organo di stampa e dell intera città, con queste parole il vice sindaco della città Pietro Uva intervenuto alla festa per il primo compleanno de il Fatto ha introdotto il saluto portato a nome dell amministrazione comunale. In un anno di attività ha proseguito Uva siete riusciti a conquistare la fiducia e il rispetto di cittadini e istituzioni. Non possiamo non darvi merito di aver condotto una informazione fatta di cronaca e fatti raccontati sempre sforzandovi di presentare la realtà di ogni evento e lasciando ai lettori il compito di commentare. L attività dei giornalisti ha concluso il vice sindaco è fondamentale per la democrazia e per la crescita della città: è per questo che oltre a farvi tanti auguri vi ringrazio per ciò che avete fatto e sono certo continuerete a fare per l intera comunità.

4 Un anno con Voi giovedì 11 dicembre 2008 Presentato Mr. Villain : ed è già un successo Il lavoro a fumetti di Salvatore Modugno è già disponibile nelle migliori edicole cittadine o rivolgendosi all indirizzo 852 Alla fine Mr. Villain è divenuto realtà. In barba a quanti non ci credevano o pensavano si trattasse di una semplice trovata pubblicitaria. Ed invece nella grande serata organizzata per celebrare il primo compleanno de il Fatto ecco che le prime copie del lavoro di Salvatore Modugno hanno fatto capolino tra i tavoli del Place Blanc e poi, quasi in una corsa all acquisto, ecco che decine di copie hanno preso il volo nelle mani di giovani appassionati e di adulti incuriositi da una copertina intrigante e, soprattutto, dal volto di un giovane disegnatore che, mascherando bene l emozione, ha spiegato ad un pubblico attento cosa c è dietro gli inconfondibili tratti di penna che hanno dato vita al più simpatico tra i cattivi, Mr. Villain appunto. La storia realizzata da Salvatore Modugno ed edita dalla Activa Srl di Giulio Cosentino è raccontata in quattro albi, il primo dei quali è già disponibile, al costo di 5 euro (3,50 per quanti lo avevano prenotato nei mesi scorsi) nelle migliori edicole cittadine o via mail scrivendo all indirizzo Il primo volume conta ventotto pagine per cinquantasei tavole. Tutte realizzate in bianco e nero si presentano su carta di ottima qualità, ideale per essere sfogliata e risfogliata prima di trovare posto in libreria tra i grandi classici della letteratura. Dedico il mio lavoro ha detto durante la presentazione Salvatore Modugno a quanti mi hanno sempre sostenuto e mi sostengono ancora e soprattutto a quanti credevano in me ma non hanno mai potuto vedere il frutto del loro sostegno, il riferimento tra gli altri è stato all avvocato Nicola Morgese che fu il primo a lanciare Salvatore nel mondo dell editoria ospitando i suoi lavori sulle pagine del mensile l altra Molfetta. Siamo felici di aver fatto partire questo importante progetto editoriale ha detto Giulio Cosentino specie perché frutto della collaborazione tra un giovane molfettese ed una altrettanto giovane casa editrice. Certamente non siamo stati spinti da ragioni di natura economica: la nostra è una vera e propria scommessa e anche il modo migliore per chiedere attenzione da parte di istituzioni ed investitori privati verso il lavoro di tanti giovani nati nella nostra terra e che qui vogliono ed hanno il diritto di crescere e di realizzarsi umanamente e professionalmente. Il lavoro di Salvatore Modugno del resto è l esempio concreto di quanto possa essere facile costruire importanti vie di crescita professionale soltanto con il contributo ed il sostegno di chi è già ben consolidato nel territorio. Sponsorizzare il Fatto o un lavoro come quello di Salvatore ha concluso Cosentino consente di ottenere grande visibilità e soprattutto contribuisce al radicamento di importanti realtà che non possono che far bene al territorio.

5

6 L opinione giovedì 11 dicembre 2008 Quel nulla che succede in città Che succede di nuovo a Molfetta?. È la domanda dell amico trovato per caso, che, ritenendo di avere a che fare con qualcuno ben informato, s aspetta grandi rivelazioni. Il problema è non tanto capire cosa succede, ma se succede qualcosa. Senza tirare in ballo la vecchia tiritera, per cui i paesi limitrofi sono sempre meglio ed è lì che bisogna spostarsi se si vuole mangiare, divertirsi, far alcunché, risulta difficile individuare il cuore pulsante di questa città, capire dove si sceglie, dove si progetta, dove c è la vita. La politica dovrebbe essere il luogo delle decisioni collettive, ma quella locale bisogna andare a cercarsela con pazienza e non è detto che si riesca a trovarla. Con un sindaco/senatore a governare praticamente in solitudine, re sole di provincia, che avrà pure in testa un suo modello di città, ma non lo condivide. Decide, urla, impone, senza lasciar spazio al confronto, neppure all interno del suo schieramento politico. Nel Consiglio Comunale si dovrebbe far sintesi dei diversi interessi e posizioni e bisogni cittadini, ma, da quando Antonio Azzollini è sindaco, si vede andare in scena sempre lo stesso rito: l opposizione si sgola per far sentire la sua, alla fine i rappresentanti della maggioranza, al comando del domatore, alzano le mani ed approvano, tutto. Insomma, non è nel Consiglio Comunale che le cose succedono, pure gli stessi consiglieri ne sembrano sconsolatamente consapevoli. Ed i partiti seguono a ruota, Forza Italia, Alleanza Nazionale, la nuova formazione del Popolo della Libertà, avranno anche la maggioranza dei consensi a Molfetta, ma fra una campagna elettorale e l altra scompaiono; un simpatizzante non saprebbe a chi rivolgersi per proporre o criticare, nel migliore dei casi producono ogni tanto un 853 comunicato stampa, che costa poco, poi il nulla. E se succede qualcosa, così da dar soddisfazione agli amici che vorrebbero sapere quel che c è da sapere, è incomprensibile, come l opposizione del sindaco alla costruzione della nuova capitaneria, pure al momento delle decisioni approvata tranquillamente dalla stessa amministrazione che ora strepita e la definisce nientemeno che la nuova Punta Perotti, in una città in cui le reali punte perotti, ad esempio gli edifici sorti nei pressi della prima cala, svettano a chiudere lo sguardo, senza che nessuno ne sia turbato. Nel centro sinistra, ancora a leccarsi le ferite dopo la sconfitta alle ultime elezioni, non va meglio. Una fortuna che il movimento degli studenti contro la Gelmini abbia dato una scossa e fornito un motivo per convocare qualche manifestazione pubblica, altrimenti non ci sarebbero stati segni della sua esistenza, anche se da qualche parte sicuramente già si fanno e disfanno i candidati per le prossime elezioni. La domanda dell amico rischia quindi di rimanere senza risposta? Non si può negare, però, che questa città abbia capacità e idee e voglia di fare; non c è praticamente sera che a Molfetta non si organizzi una conferenza, un incontro pubblico, una lezione sui temi più disparati. La città pullula di associazioni, culturali o meno, gruppi teatrali, circoli e cose varie, ognuno impegnato nella sua attività, con prodotti a volte pregevoli, ma senza che questo faccia sistema, come se ognuno si fosse chiuso a curare il suo giardinetto che, per quanto capace di far sbocciare fiori bellissimi, rimane un isola felice in una città grigia dove, ebbene sì, non succede nulla, tranne il proprio privatissimo tirare la carretta, giorno dopo giorno. Lella Salvemini

7 giovedì 11 dicembre 2008 Cronaca Vogliamo capire cosa c è nel nostro mare? 854 Se l alga tossica con il freddo è dormiente allora cosa provoca ai pescatori quelle ustioni sulle mani. Forse sarà la magistratura a chiarire il mistero. Il mare sottocosta non è più marrone come accadeva fino a qualche settimana fa. Quella strana colorazione, lo hanno confermato in tutte le salse anche gli esperti dell Arpa, l agenzia regionale che si occupa di ambiente, era riconducibile alla presenza considerevole di ostreopsis ovata, l alga tossica di origine tropicale che da qualche anno in estate popola i nostri mari. Le temperature miti di settembre e di ottobre ne avevano favorito la fioritura anche in autunno. Sempre all alga tossica erano riconducibili le piaghe sulla pelle e le difficoltà respiratorie dei nostri pescatori. Ora, come è presumibile, con l abbassamento della temperatura l alga non è più in fioritura. Tornerà con la bella stagione. Tanto che la colorazione del mare, adesso, è naturale. Stupisce invece il fatto che i pescatori, a cui è stato raccontato di pazientare e di imparare a convivere con gli effetti dell alga, pur in assenza di questo killer del mare, continuino ad accusare problemi. Per loro non è cambiato nulla. Anzi se è possibile la situazione è peggiorata. Tanto che il 27 novembre corso è stata depositata in Procura a Trani una denuncia contro ignoti. I pescatori vogliono che si faccia chiarezza. Se l alga non c è più in mare c è da chiedersi cosa provoca quelle ferite dolorose sulla loro pelle. Ed è proprio per tramite dell interessamento della magistratura che i pescatori vogliono andare fino in fondo. Nel frattempo il numero dei referti del pronto soccorso continua ad aumentare. La pelle dei pescatori gonfia si apre, lacerata, quasi che sia venuta a contatto con una sostanza chimica. Ipotesi esclusa dall Arpa che ha perfino indetto una conferenza stampa per tranquillizzare l opinione pubblica. E forse sarebbe il caso che anche le istituzioni locali, anche politiche, cominciassero ad occuparsi della vicenda. Le foto che pubblichiamo, fornite dai pescatori e scattate da Paolo de Gennaro dell associazione Marevivo sono molto più eloquenti di qualsiasi parola.

8

9 giovedì 11 dicembre 2008 Il Pub Beatles a fuoco: nessun gesto di solidarietà per il titolare Cronaca 855 Le indagini dei carabinieri procedono ma, senza testimoni, sarà davvero difficile giungere all imputazione di qualcuno. Nel frattempo un mucchio di sospetti avvelenano l aria e il pub resta chiuso. È probabile che non si arrivi mai all autore materiale o al mandante dell incendio doloso che ha distrutto tutti gli arredi interni del Beatles, uno dei pub più frequentati del Lungomare. È così perché nessuno parla. Nessuno ha visto né sentito nulla. I carabinieri indagano sull episodio. Ci sono sospetti ma da soli non bastano. Non ci sono prove, non ci sono neppure indizi concreti. Insomma, c è il nulla. Al momento è anche difficile azzardare ipotesi sui tempi di riapertura del locale sempre che il titolare, demotivato e deluso, decida di rimboccarsi le maniche e ricominciare. E la delusione è tanta anche perché da nessuna parte, neppure dai colleghi, sono arrivate attestazioni di solidarietà nei confronti del titolare del locale, un silenzio che fa male. Quell incendio non ha distrutto solo gli arredi. Ha anche consumato le ultime energie rimaste ad un esercente costretto a fare i conti con una crisi dilagante e con una serie di problemi direttamente o indirettamente connessi alla propria attività ritenuta ora troppo rumorosa, per via della musica, ora troppo invadente. Ad oggi, e sono trascorsi circa venti giorni, l incendio è divampato nella notte tra il 17 e il 18 novembre scorsi, all interno del pub è cambiato poco. L ambiente è spettrale. Chi ha commesso il reato sapeva bene quello che stava facendo. Ha dosato il liquido infiammabile, benzina, in modo che distruggesse l interno del pub ma non arrecasse danni né ai muri, né al palazzo sovrastante. Soprattutto ha fatto in modo che non ci fossero esplosioni eccessivamente rumorose che potessero svegliare i condomini. Qualcuno però ha rotto un vetro della porta finestra del pub e ha appiccato l incendio. Le fiamme hanno lavorato per ore. Il fuoco si è estinto da solo, lentamente. È stato il titolare del locale ad accorgersi di quanto era accaduto solo il mattino seguente quando ormai non c era più nulla da fare. Scartata l ipotesi della matrice estorsiva dell incendio resta quella, piuttosto debole per la verità, dell atto vandalico ad opera di ignoti. Gli investigatori non hanno mai scartato anche la possibilità che l episodio possa ricondurre a questioni personali, a cui il titolare del locale non ha dato importanza, a qualche conto in sospeso tra l uomo e qualcuno che, evidentemente, non ha esitato a far ricorso al fuoco per far sentire le proprie ragioni. In assenza di riscontri oggettivi non si può puntare l indice a caso e l odore acre del fumo continuerà ad essere padrone di quel locale ormai chiuso.

10 10 Politica giovedì Amato lancia l allarme Multiservizi Il presidente Solimini invece ridimensiona la situazione e dà speranze ai lavoratori. 856 La strana storia della foresteria Riprendono i lavori e prosegue la battaglia legale. Mentre il Consiglio Comunale non viene informato di nulla dicembre 2008 La lettera incriminata è datata 26 novembre ed è stata scritta dal dottor Domenico Cocola, amministratore delegato della Molfetta Multiservizi Spa. I destinatari sono dieci dipendenti dell azienda attualmente assegnati al settore tecnico e amministrativo. A renderla pubblica è stato il consigliere comunale dell UdC Pino Amato che nel corso dell ultima seduta del Consiglio ha chiesto all amministrazione (proprietaria del 51% delle quote) una spiegazione su quanto sta avvenendo all interno dell azienda stessa. In sostanza la lettera della Multiservizi comunica che per una serie di circostanze si è determinato un grave squilibrio tra la struttura tecnico-amministrativa e quella produttiva, squilibrio che andrà risolto ridimensionando il numero degli addetti a tale struttura in misura non inferiore alle quattro unità. Praticamente si chiede ad alcuni dei lavoratori di acconsentire al loro trasferimento ad altre mansioni. Una circostanza che Pino Amato ha duramente criticato ritenendola comunque l anticamera di un provvedimento di licenziamento. Affermazioni smentite dal presidente della Multiservizi Maurizio Solimini che, fuori città per impegni, ha specificato che è tutt ora in corso una trattativa con i sindacati poiché nessuno vuol licenziare alcun lavoratore, è però necessaria una riorganizzazione della struttura, in sintesi si potrebbe andare in contro oltre che a cambi di mansione anche a rideterminazioni dell orario lavorativo. Una cosa però Solimini ha tenuto a specificare: Per quanto riguarda le indennità degli amministratori questo sono attualmente inesistenti, bisognerebbe invece eliminare o ridurre quelle di alcuni dipendenti. Solo così, forse, si potrebbero trovare concrete soluzioni al momento di difficoltà che sta vivendo l azienda. Continua a trascinarsi la vicenda relativa alla costruzione della foresteria della Capitaneria di Porto. Il giudice amministrativo regionale su richiesta di Provveditorato alle Opere Pubbliche e ditta esecutrice dei lavori, in attesa di discutere il caso nell udienza fissata per il 3 dicembre, aveva deciso senza nemmeno ascoltare le ragioni del Comune, di disporre la sospensione del provvedimento sindacale con cui Antonio Azzollini aveva imposto un nuovo stop ai lavori. Nel frattempo, il 2 dicembre i legali del Comune di Molfetta hanno presentato un ricorso incidentale con l evidente scopo di posticipare le decisioni della magistratura. Scopo evidentemente non raggiunto poiché il Tar Ritenuto che il ricorso sia sfornito di fumus atteso che risulta del tutto erroneo ed errato il richiamo reso nell atto gravato all art. 54 D.Lgs. 267/00 atteso che il relativo potere è correlato all esistenza di situazioni eccezionali, impreviste, e che costituiscano minaccia per la pubblica incolumità, situazioni che anche da un punto di vista logico non si riscontrano nel caso in cui si controverte in ordine alla realizzazione di un opera pubblica e sulla quale lo stesso Comune si era in precedenza e positivamente espresso. Il Tar ha inoltre definito contraddittoria la posizione del sindaco il quale intende agire come Ufficiale di governo per contrastare l attività di una Amministrazione dello Stato bloccando la realizzazione di un opera pubblica e osservato poi, quanto al ricorso incidentale esperito dall Amministrazione Comunale, che lo stesso si ravvisa del tutto irrituale. Per questo l ordinanza di sospensione dei lavori è stata annullata dal Tar. Ci auguriamo che almeno adesso il sindaco sentirà di bisogno di riferire in Consiglio Comunale su quanto sta avvenendo e, soprattutto, su quanto denaro pubblico sta spendendo l intera comunità in questa vicenda.

11 giovedì 11 dicembre 2008 Primo Piano 11 Sicurezza e nuove aule per le scuole superiori di Molfetta 858 Un bilancio dei lavori della Provincia con l assessore Zaza. Edifici scolastici messi a norma e quindi più sicuri, nuove aule e laboratori, garanzia di pieno accesso agli alunni disabili, manutenzione regolare; è quanto fatto in questi anni dalla Provincia per gli istituti superiori di Molfetta. Ne abbiamo parlato con l assessore provinciale Antonello Zaza che, pur con la delega alla Socialità, si è impegnato a risolvere quelle che lui definisce le sofferenze croniche dell edilizia scolastica cittadina. La sede di via Giovinazzo dell Alberghiero è stata liberata dall amianto, con una spesa di 336mila euro; la bonifica aprì la strada al trasferimento all Apicella, diventata poi una seconda sede, adeguata nel 2006 con lavori di messa a norma e sicurezza per un investimento di 640mila euro. Dopo tramezzature, pitturazione, sistemazione dell area esterna e degli impianti, presso l Apicella sono state collocate 36 classi, eliminando i doppi turni. Al professionale Don Tonino Bello manutenzione, rifacimento dell impianto igienico sanitario, elettrico e idrico, ripristino del sistema antincendio e dell autoclave, sistemazione della palestra coperta, prima inagibile, e nel 2006 il recupero di tre nuove aule, mentre è in corso il completamento dell auditorium (140mila euro), mai utilizzato, se non come deposito. È stato recentemente approvato il progetto preliminare di ampliamento (700mila euro), attraverso l utilizzo del seminterrato, così da recuperare aule e far rientrare le classi prima ospitate dal Magistrale ed ora situate presso la ex Kolbe, per le quali la Provincia paga 70mila euro l anno. Anche per il Tecnico Commerciale lavori di messa a norma e sicurezza per 656mila euro; è in fase di approvazione il progetto definitivo di 500mila euro per il recupero della casa del custode e del seminterrato, qui saranno collocati i laboratori, liberando aule e rendendo possibile il rientro delle cinque classi collocate presso la scuola elementare Berlinguer. Per l Industriale nel 2006 la Provincia ha provveduto a lavori di consolidamento statico per evitare un cedimento strutturale ( euro) e poi di risanamento delle murature (140mila euro); rifatta la recinzione esterna posteriore e collocati ringhiera, cancelli e impianto di illuminazione per l intero Polivalente. Il mese scorso la Provincia ha approvato il progetto preliminare per la costruzione di 15 nuove aule, 5 laboratori e una nuova palestra coperta (3 milioni e 500mila euro), ciò consentirà di far rientrare nella sede di via Togliatti le 15 classi che attualmente sono sistemate all Apicella. Al Magistrale lavori per il risanamento statico (44mila euro), oltre a manutenzioni varie, nel 2006 adeguamento alle norme di sicurezza (247mila euro). Anche per l Ipsiam la Provincia ha provveduto alla messa in sicurezza e a lavori di manutenzione per tetto, pavimentazione, facciata ed infissi, di cui vi è continua necessità, data la vicinanza con il mare. Per lo Scientifico interventi di messa in agibilità di ambienti didattici. Per il Classico nel 2006 un investimento di 110mila euro per il rifacimento della palestra coperta, mentre sono in corso lavori per la messa a norma e la sicurezza (600 mila euro). L attività della Provincia afferma l assessore Antonello Zaza ha avuto l obiettivo di risolvere i problemi cronici di alcuni istituti, recuperare nuove aule per gli studenti, consentendo di far rientrare le comunità scolastiche in un unico plesso e liberare sedi staccate per le quali la Provincia pagava un fitto annuo, come i 70mila euro per la ex Kolbe. Ci siamo poi impegnati in interventi tesi a garantire la massima sicurezza degli edifici e l accesso agli alunni disabili. l.s.

12

13 giovedì 27 novembre 2008 Inchiesta 13 Pulo: una storia a lieto fine La dolina carsica è stata riaperta al pubblico. Per venti anni la comunità ne è stata privata a causa di stupide beghe di natura politica. 859 Dopo tante passerelle elettorali. Tanti nastri tagliati a favore di cameraman e giornalisti. Dopo tante promesse finite nel dimenticatoio in un batter di ciglia forse, lasciateci ancora essere cauti, il Pulo di Molfetta è stato finalmente restituito all intera comunità molfettese e, perché no, a tutta la Nazione. Con una cerimonia tanto semplice e altrettanto partecipata è stato riaperto quel cancello che per oltre un ventennio ha separato il quotidiano della nostra città da una storia millenaria fatta di rigogliosa e selvaggia vegetazione, tracce di un passato ancora da raccontare ma, anche stupide beghe di natura politica e incontrollato vandalismo che hanno rischiato di demolire per sempre quella che a giusta ragione può essere considerata un opera d arte naturale. Da oggi e almeno per i prossimi cinque anni il Pulo di Molfetta potrà essere visitato, fotografato, analizzato ed ascoltato da chiunque ne avrà voglia. Da tutti coloro che decideranno di staccare la spina per due ore, di lasciarsi alle spalle la routine quotidiana per immergersi nella natura stando a due passi da casa. Insomma, il Pulo si candida a divenire non solo meta di studio ma anche luogo di recupero di emozioni e sensazioni che la frenesia quotidiana mettono costantemente a dura prova. Dietro tutte queste belle cose però ci sono anni di lotte intestine tra due enti, la provincia di Bari ed il Comune di Molfetta: il primo ente proprietario del sito, il secondo competente per territorio. Una lotta fatta di carte bollate, conferenze di servizi disertate e quotidiani scarica barile cui i cittadini hanno spesso dovuto assistere impotenti. Risultato? Pulo chiuso e consegnato alla mercé di ladri, vandali e violentatori del territorio. Milioni di vecchie lire spese inutilmente e lavori di recupero che hanno in più occasioni avuto necessità di essere interamente rifatti. Insomma, una vera e propria storia all italiana che stranamente non è mai stata documentata dalle telecamere di note trasmissioni satiriche e di denuncia in onda sulle emittenti nazionali. Forse perché di ironia nella storia del Pulo non ce n era poi tanta: si trattava unicamente di amara e cruda realtà. Una realtà che aveva (e ci auguriamo non avrà più in futuro) come protagoniste due pubbliche amministrazioni impegnate a farsi la guerra. Un po come quello che sta avvenendo proprio in queste settimane all ombra dello storico Teatro Petruzzelli di Bari: lotte intestine tra poteri politici che privano la comunità di ciò che effettivamente gli appartiene. Storie di tutti i giorni insomma. Come quella del parco della zona 167, o dell edificio scolastico di Lama Scotella o del Museo di Casina Cappelluti. Storie incominciate tanto, troppo tempo fa e che aspettano che qualcuno ne scriva la fine. Magari lieta. Come è stato per il Pulo di Molfetta.

14 14 Inchiesta Zaza: Siamo felici ma non abbassiamo la guardia. 860 Antonello Zaza, assessore provinciale della giunta di centro sinistra guidata da Vincenzo Divella è moderatamente soddisfatto per la riapertura del Pulo. Una moderazione derivante dalla volontà di non lasciarsi andare a facili entusiasmi anche in considerazione di ciò che attorno al Pulo è avvenuto negli ultimi anni. Riapriamo e non inauguriamo il Pulo ha detto Zaza e lo facciamo stando con i piedi ben piantati per terra. La nostra principale preoccupazione in questo memento è di evitare in tutti i modi che possa nei prossimi mesi ripetersi una beffa per la città ed i cittadini: il Pulo è stato riaperto e così dovrà rimanere. Una parte fondamentale nella risoluzione del problema Pulo l ha avuto al Provincia di Bari che, oltre a garantire i fondi per i lavori di ripristino e messa a norma delle strutture, ha anche garantito i fondi per la gestione della dolina. L ente che rappresento ha precisato Zaza ha messo a disposizione del consorzio Polje che gestirà il Pulo nei prossimi cinque anni un contributo annuo di quarantamila euro. Si tratta indubbiamente di una cifra che garantirà la sopravvivenza del consorzio evitando che la gestione della dolina possa divenire con il tempo onerosa e difficile da portare avanti. La riapertura del Pulo ha commentato Zaza mentre con i primi visitatori si addentrava nell enorme cavità carsica è oggi un dato di fatto. Si tratta comunque di una tappa e non di un punto di arrivo. Il prossimo obiettivo è l apertura del museo archeologico in cui verranno esposti i reperti e che completerà il Sistema Pulo. Un sistema che avremo il dovere di far entrare a far parte dei più importanti percorsi turistici e culturali del Mezzogiorno d Italia. Insomma la strada è tracciata: riaperto il Pulo è ora necessario premere sull acceleratore per arrivare all apertura del museo e per portare i turisti di tutto il mondo qui a Molfetta. Il Pulo di Molfetta ha detto ancora Zaza offre straordinarie ricchezze non solo di carattere storico e archeologico, ma anche naturalistico: offerte che non è facile trovare tutte insieme e che meritano l attenzione degli operatori del settore. Una delle principali preoccupazioni è costituita dalla famelica aggressione da parte dei vandali: Faccio appello ai cittadini affinché si sentano responsabili di questo patrimonio della comunità e perché vigilino affiancando l opera di carabinieri e guardie campestri che monitoreranno il sito anche attraverso un impianto di radio allarme. Signore e signori ecco a noi il Ticket di ingresso per tutti, visite guidate per adulti e bambini. È arrivato con un mese di anticipo il regalo di fine anno. Adesso incomincia l avventura Con tre euro, due per i più piccoli e gli studenti, si va a spasso nella storia. Il ticket di ingresso per visitare il Pulo ha il costo di un cono gelato. È un motivo in più per non lasciarsi sfuggire l occasione di scendere nella dolina, in compagnia delle guide, per arrivare fino in fondo, dove c è la nitriera borbonica, fermandosi, qua e là, ad ammirare le strutture recuperate e la vegetazione. L intesa raggiunta tra la Provincia di Bari, proprietaria del sito, e il consorzio di associazioni Polje ha consentito la riapertura al pubblico della dolina che, confidando nella buona sorte, sarà garantita per i prossimi cinque anni. Le prime visite guidate, domenica 30 novembre scorso, hanno fatto il pienone. D ora in avanti sarà possibile visitare la dolina tutti i fine settimana e i festivi dalle ore 9.00 alle ore (turni di visita alle 9, alle e alle 12). Da marzo ad ottobre la dolina sarà aperta anche nelle ore pomeridiane dalle 16 alle 19 (turni di visita alle 16 e alle 17.30). Negli altri giorni sarà possibile organizzare visite guidate su prenotazione. Le discese saranno consentite a gruppi fino a trenta persone. Per prenotare si potrà far ricorso all indirizzo ai numeri di telefono (Pro Loco), (Raffaele Annese, presidente di Polje). Molte, già adesso, sono le scuole in lista d attesa per le visite. Per questo sarà indispensabile la collaborazione con il Comune che, se non potrà intervenire con forme di cofinanziamento, potrà farlo in termini di servizi offerti, magari con bus navetta per il trasporto dei turisti dal centro cittadino alla dolina, oppure con bus per il trasporto degli alunni. Già nei mesi scorsi il Consorzio ha predisposto una rete che ha coinvolto le scuole, gli operatori del settore turistico, le associazioni e anche altre realtà ricche di storia e natura sul territorio al fine di garantire un offerta turistica di qualità. Ha realizzato una brochure ed una guida illustrata. Ha formato settanta guide. Ha messo a punto un programma di iniziative per far confluire il maggior numero persone anche in pieno inverno. Presto sarà attivato anche un sito internet che consentirà una interazione maggiore anche oltre i confini nazionali. 861 Per il Pulo un consorzio di volontari 862 Cinque associazioni per una gestione ragionata della dolina. Fanno parte del Consorzio Polje le associazioni Terrae, Archeoclub, Wwf, Ictius, Pro Loco, Legambiente. Il Consorzio si è costituito, con apposito atto notarile, il 2 ottobre del 2007, poco più di un anno fa. Nei fatti esisteva già da luglio dello stesso anno, da quando cioè i responsabili delle diverse associazioni avevano sottoscritto una intesa di massima. Per il lavoro svolto il Consorzio non ha percepito nulla. A Pollje la Provincia riconoscerà, ma solo a presentazione delle fatture e delle spese sostenute, quarantamila euro all anno per i prossimi cinque anni. La somma non sarà sufficiente per gestire il sito e per questo il Consorzio dovrà attivare una serie di iniziative per auto finanziarsi attraverso sponsorizzazioni, lo sbigliettamento all ingresso, la vendita di pubblicazioni inerenti la storia della dolina e di gadget che al momento sono allo studio. U U t O s t t t z a r d d I t p l t c t e e s t l d p I

15 giovedì 11 dicembre i il Pulo Quando la dolina ospitava il presepe vivente. 864 Dal 1973 al 1979 il Pulo di Molfetta è stato anche scenario di uno degli appuntamenti più attesi nel periodo natalizio. È infatti nella grande dolina carsica che il Circolo Base 31 organizzava un grande presepe vivente capace di richiamare nei giorni di apertura migliaia di visitatori provenienti da ogni parte della regione e non solo. Oltre cento erano i figuranti, tutti rigorosamente in abito di scena, impegnati nella realizzazione dell evento che trovava degno scenario tra la vegetazione, i sentieri e le cavità della dolina. Per ogni edizione sono stati contati oltre ventimila visitatori: un dato enorme e che dà il senso di quanto importante fosse divenuta la manifestazione. Manifestazione che dovette interrompersi per ragioni di sicurezza all indomani del terremoto dell Irpinia. Per rivivere le emozioni di quel presepe vivente è oggi possibile guardare il video che ne racconta l edizione del 1979 disponibile sul sito internet e gentilmente concesso da Enzo Balducci. Un percorso ad ostacoli prima della riapertura Una serie di problemi a cominciare dal 2007 quando la Provincia decise di intervenire in modo convinto per restituire il sito al pubblico. Il 2008 l anno della svolta. 863 Oltre tre milioni di euro, spicciolo più spicciolo meno, tanto è costato rimettere in sesto il Pulo. Il grosso degli interventi si riferisce agli anni compresi tra il 1995 e il Ma piccole iniezioni di denaro sono state necessarie anche negli anni a seguire. L ultima risale ai mesi scorsi con l intervento dell ente provinciale per un importo di oltre centocinquantamila euro. Il Pulo, dolina carsica che si trova in territorio comunale di Molfetta, è proprietà della Provincia di Bari. La dolina, in seguito ai danni provocati dal terremoto dell Irpinia, nel 1981, fu chiusa al pubblico. Tutto rimase inalterato fino al 1995, quando, con fondi europei erogati dalla Regione Puglia e dalla Provincia, furono disposti una serie di lavori di recupero e riattamento che però non permisero di salvare le grotte, disposte sulle pareti della dolina, che comunque non si potranno più visitare. In un primo momento furono stanziati ,60 euro, l 85% dalla Regione, ed il rimanente 15% dalla Provincia. Poi furono erogati altri finanziamenti. Tra le priorità individuate c era la ripresa della ricerca archeologica, in particolare sul fondo e sulle pendici della dolina. Ma poi si passò anche alla salvaguardia e al recupero della vegetazione, al restauro della nitriera Borbonica, vero e proprio monumento di archeologia industriale, portata alla luce proprio in seguito ai lavori di scavo. Nel corso dei lavori furono anche realizzati interventi di ingegneria naturalistica finalizzati a migliorare la stabilità dei pendii e a riqualificare i percorsi per i visitatori. Gli interventi, eseguiti sotto la direzione dei tecnici della Provincia e la supervisione della Sovrintendenza ai beni archeologici, furono divisi in tre tranche, l ultima delle quali dal luglio 2002 al gennaio Proprio in quel periodo furono realizzati parcheggi e servizi igienici a disposizione dei visitatori, poi completamente distrutti e ora ricostruiti. Negli ultimi anni il Pulo è stato inaugurato e chiuso almeno tre volte, in una circostanza l apertura è durata meno di dodici ore. Tra il 2005 e il 2007 i bivacchi in fondo alla dolina sono diventati una costante e quasi sempre si sono accompagnati a distruzione e a furti. Qualcuno rubò anche tutti i cavi dell impianto elettrico, distrusse ogni forma di arredo, portò via mattonelle, sanitari, porte e finestre, colorò i sentieri con vernice spray, estirpò le piante. Fu all inizio del 2007 che la Provincia decise di intervenire in modo convinto. Aprì alle associazioni che si dicevano pronte a costituirsi in consorzio per gestire il sito; individuò fondi sia per i lavori di ripristino della dolina sia per l avvio della gestione. Ma è stato il 2008 l anno della svolta. Il 30 novembre i cancelli del Pulo si sono riaperti. La dolina è stata restituita al pubblico.

16 16 Inchiesta giovedì La storia del Pulo raccontata da Polje 11 dicembre Ecco come il consorzio di gestione presenta la dolina in un pieghevole distribuito gratuitamente a turisti e visitatori. La dolina del Pulo si trova a due chilometri dal centro urbano di Molfetta. È un ampia formazione di origine carsica con un perimetro di 600 metri, un diametro massimo di 170 metri ed una profondità di 30 metri, sulle cui pareti verticali si aprono numerose grotte. Il Pulo è una interessante oasi naturalistica che presenta specie floristiche spontanee ma anche introdotte dall uomo ed un gran numero di specie faunistiche, caratteristiche della fascia costiera del nord barese. Il sito ha rilevante interesse archeologico per una frequentazione umana che copre un ampio arco cronologico, a partire da 7000 anni fa, sino al XIX secolo. L età preistorica, in special modo il Neolitico, è testimoniata da importanti reperti archeologici. La ceramimca impressa, definita nelle classificazioni scientifiche come Civiltà di Molfetta, è l espressione dell importante cultura fiorita sui margini della dolina. Nella prima metà del XVI secolo una comunità religiosa di Monaci Cappuccini costruisce sul ciglio occidentale della dolina un piccolo monastero che, dominando dall alto il territorio, costituisce non solo luogo di meditazione ma anche un osservatorio privilegiato dei singolari fenomeni naturalistici del luogo. Nella seconda metà del XVIII secolo il Pulo con le sue grotte ricche di nitrati, prezioso componente naturale della polvere da sparo, diventa il centro dell interesse scientifico ed economico del Regno di Napoli e dei Borbone che favoriscono sopralluoghi e analisi per la costruzione di una nitriera. Le strutture produttive acquistano ben presto rinomanza e vengono descritte nelle relazioni e nelle immagini di importanti studiosi dell epoca. L interesse per la nitriera declina rapidamente già alla fine del Settecento e la struttura cade progressivamente in rovina. A quegli stessi anni risalgono i primi ritrovamenti in dolina di materiali preistorici litici e ceramici e l Abate Giovene, insigne studioso e collezionista molfettese, intuendo l eccezionalità della scoperta, cura la raccolta dei reperti che costituiranno il primo nucleo del museo del Seminario Vescovile di Molfetta. Nel primo decennio del XX secolo, sui campi circostanti la dolina iniziano sistematiche campagne di scavi, condotte da importanti archeologi, quli Mayer e Mosso che riportano alla luce i resti di una necropoli e di un villaggio capannicolo neolitico. Tali scoperte costituiscono una pietra miliare negli studi sul neolitico europeo.

17 giovedì 11 dicembre 2008 In Città 17 Lettere anonime alla Municipale Destinatari il comandante ed il suo vice. Indagini in corso. Tra pochi mesi un nuovo corso Umberto Ad assicurarlo l assessore al commercio Corrieri. Intanto continuano le lamentele dei cittadini. Le denuncie ai carabinieri sono state presentate e le indagini sono in corso. Presto probabilmente l autore o gli autori delle lettere anonime che da alcuni mesi stanno arrivando al comando di Polizia Municipale avranno un identità. Già in passato missive anonime erano state inviate ai vertici della polizia locale e puntualmente gli episodi erano stati segnalati. L obiettivo era sempre il comandante del corpo, il dottor Mauro Giuseppe Gadaleta, in passato vittima anche di minacce da parte di un commerciante poi denunciato e condannato dal tribunale. Oggi l interesse si è spostato anche sul vice di Gadaleta, il tenente Gaetano Camporeale, destinatario di missive anonime, una delle quali recapitata direttamente a casa. Come del resto era già successo a Gadaleta. Pare, ma la notizia non viene confermata, che in una delle lettere vengano citati anche i famigliari di uno degli ufficiali del corpo. Insomma, se potrebbe essere escluso che le lettere costituiscano una vera minaccia per i destinatari, certo è che qualcuno cui probabilmente sono stati pestati i piedi ha deciso di rendere ancor più difficile la vita del responsabile del corpo e del suo vice. Da primi riscontri eseguiti sulle missive, sembrerebbe che seppur scritte con grafie contraffatte, siano state nella maggior parte dei casi redatte dalla stessa mano che laddove ha posto una firma in calce ha utilizzato o nominativi falsi o di persone realmente esistenti che interpellate hanno escluso di aver mai redatto simili lettere. Non ci sentiamo minacciati ha dichiarato Gadaleta ma certamente la storia ci crea disagio specie quando vengono coinvolte le nostre famiglie. Una cosa è però certa: se l autore o gli autori credono di poter interrompere la nostra attività di controllo sul territorio, allora è completamente fuori strada, continueremo a lavorare con solerzia e con impegno. Come abbiamo sempre fatto. Continuano a piovere in redazione lamentele sullo stato di abbandono in cui versa corso Umberto, strada centrale che un salotto non può essere considerato soprattutto a causa dello stato di totale abbandono in cui versa l arredo urbano. Mesi fa lo stato di degrado delle panche-fioriere presenti lungo l arteria aveva spinto l amministrazione a sostituirle provvisoriamente con dei freddi pannelli pubblicitari. Un nostro anziano lettore, in una telefonata, ha lamentato proprio l impossibilità di sedersi a Corso Umberto e godere del passeggio. L Amministrazione Comunale non ha certo dimenticato questa annosa questione ci ha detto l assessore al commercio Domenico Corrieri si tratta di uno dei prossimi obiettivi per il 2009 per la riqualificazione del centro cittadino e per il rilancio del commercio locale. In questi giorni siamo a lavoro per predisporre un appropriato piano strategico per quanto riguarda l arredo urbano e tutto sarà pronto entro l estate Al momento ha continuato Corrieri non sono in grado di fornire ulteriori particolari circa le tipologie strutturali degli arredi in quanto il tutto è ancora in fase di studio e di progettazione, ma sicuramente posso assicurare tutti i cittadini che quei cartelloni pubblicitari sistemati su corso Umberto molto presto torneranno a fare spazio ad un arredo più consono alla nostra città. L obiettivo è quello non soltanto di migliorare l aspetto estetico del centro cittadino ma soprattutto di favorire quel rilancio del commercio locale compromesso in parte dall apertura di grossi centri commerciali nella zona Asi e dalla crisi finanziaria dell ultimo periodo. È quanto si augurano anche i commercianti e le relative associazioni di categoria, che da tempo sembrano aver messo da parte l ascia di guerra nei confronti dei grandi distributori, facendo leva soprattutto sull Amministrazione Comunale e sul progetto dell ipermercato all aperto. Matteo Diamante Addio piccolo Willy Il randagino, protagonista di una vera storia d amore, è stato travolto da un treno. 868 Cardiopatico e senza lavoro: chiede aiuto 869 La storia di Willy (nella foto) e Maya, due randagi divenuti in qualche modo simbolo della città, ormai può essere raccontata soltanto al passato. Qualche giorno fa infatti il piccolo Willy ha perso la vita. Il piccolo cagnolino bianco é stato travolto da un treno in corsa... stava seguendo la sua Maya ma non ha fatto in tempo a raggiungerla. Noi tutti della Lega Cani di Molfetta ha commentato la dottoressa La Volpe vogliamo ricordare il piccolo Willy, un esserino che ha pagato con la propria vita la sua voglia di libertà. Il piccolo Willy ci ha insegnato, come molti animali fanno, che l amore e la libertà sono i beni più preziosi che ogni essere vivente possiede. L amore per la sua compagna e la gioia di correre libero con lei gli sono costati la vita. Ma lui sfidava anche il mostro sulle rotaie. Addio Willy, dove sei ora nessuno potrà più farti del male, nessun uomo ti rinchiuderà dietro quattro sbarre, ora puoi davvero correre felice. Ci mancherai tanto e mancherai tanto alla tua Maya. Ti vogliamo bene e non ti dimenticheremo mai". m.d. Giuseppe ha 34 anni. Cerca un lavoro per sopravvivere. Giuseppe ha 34 anni e un solo desiderio: poter lavorare. Un desiderio che purtroppo è tale per molti giovani della sua età. Ma Giuseppe ha un problema in più: è cardiopatico e in attesa di un trapianto di cuore. Non potrebbe fare sforzi. Non potrebbe fare lavori faticosi. Non potrebbe ma lo fa. Per necessità aiuta sua sorella nella pulizia di alcuni uffici. Per lui sinora nessun lavoro compatibile con la sua condizione fisica. Eppure Giuseppe è iscritto da anni nelle liste di collocamento e avrebbe diritto ad aiuti concreti da parte delle istituzioni. Non voglio l elemosina ci ha detto voglio lavorare per mantenermi e per contribuire alle spese di casa. Giuseppe infatti vive con l anziana madre, vedova, che ha già perso tre figli sempre per problemi cardiaci. In due sopravvivono con circa settecento euro al mese: da quei soldi bisogna pagare l affitto di casa, le medicine e le spese di ogni giorno. Mi sono più volte rivolto ai servizi sociali ha ricordato Giuseppe ma mi dicono che per il momento non possono fare nulla. Ho contattato tante aziende della nostra zona artigianale ma nessuno mi ha dato la possibilità di poter lavorare. Giuseppe ora è disperato. Ha bisogno di una mano. Una mano per vivere e farlo con dignità.

18 18 In Città giovedì Save the Children: è l invito di Tony Per Natale acqua in regalo dicembre 2008 Un enorme telo pubblicitario è stato sistemato su di una impalcatura. La Fondiaria-Sai di Molfetta coinvolta in un progetto per il Burkina Faso. Antonio Vernola, Tony per gli amici, titolare di una ditta che si occupa di lavori edili, il volontariato e l impegno sociale si può proprio dire ce l abbia nel sangue: è stato uno dei fondatori e dei principali animatori di quella importante realtà che si chiama Sermolfetta. In città è molto conosciuto, forse più nella sua veste di volontario che in quella di piccolo imprenditore. Due abiti che Tony non fatica a scambiare l uno con l altro e che spesso trova il modo di accomunare. Come è accaduto all inizio del mese di dicembre, quando chiamato ad eseguire lavori di ristrutturazione di uno stabile in corso Umberto gli è saltata in mente una idea: perché non destinare i soldi spesi ogni anno per i soliti gadget natalizi ad una attività di beneficenza? E così Tony ed i suoi operai dopo aver realizzato una impalcatura utile ai lavori che si protrarranno sino a gennaio, sfruttando l enorme struttura metallica hanno sistemato un telo pubblicitario, alto nove metri e lungo venti, su cui c è stampato un invito a contribuire ai progetti dell associazione internazionale Save the Children che si occupa di progetti in favore dei minori nei paesi del Terzo Mondo. Il telo, commissionato e pagato da Tony, è costato circa 3mila euro. Soldi investiti con la speranza in tanti vedendolo possano contribuire alle iniziative della importante organizzazione. Fondiaria-Sai, rappresentata da Francesco de Palma a Molfetta, e le Suore Apostole del Sacro Cuore attive da 25 anni in Burkina Faso, insieme per la solidarietà. A Molfetta sono arrivate suor Gloria, Madre Superiora dell Istituto, e suor Martina, che hanno incontrato i diretti interessati all iniziativa. Le SASC sono un Istituto fondato nel 1936 da Maria Gargani a Volturara Appula. Donne e bambini sono sin dall origine al centro della loro attività. Nel piccolo villaggio di Nanoro sono poste le basi di un attività che ha portato all edificazione di un centro di promozione per la donna. Taglio, cucito, nozioni basiche di igiene, un autentica scuola con l obiettivo di concludere il percorso di indipendenza della donna dopo un triennio di lezioni. Fulcro dell attività delle missionarie è la realizzazione di pozzi per ricavare acqua. Oggi Nanoro è diventata una vera città, con un grande ospedale fondato da un chirurgo torinese, con una buona formazione agricola. Eppure le condizioni di donne e bambini, sono sempre drammatiche e la carenza d acqua è ancora un problema. Ecco il senso della campagna per la raccolta fondi promossa dalla Fondiaria di Molfetta. I clienti dell agenzia avranno la possibilità di dare un contributo a sostegno delle attività delle SASC: invece dei consueti gadget, qualcosa di molto più condiviso e utile, un gesto di sensibilità e di vicinanza ad un mondo, quello dell Africa, che non conosce il senso della parola crisi perché abituato ad una quotidianità di sofferenze e sacrifici. Vogliamo creare un processo virtuoso, porre le basi di una collaborazione continuativa con le SASC ha affermato de Palma da quando ho ascoltato la prima volta le parole di suor Gloria, sono rimasto scosso. Dare una piccola mano non è difficile. Seguiremo da vicino l attività delle SASC, saremo fortemente coinvolti nella realizzazione di pozzi in Burkina Faso.

19 giovedì 11 dicembre 2008 Cultura 19 La città e il suo Natale di Stelle 872 Numerosi appuntamenti organizzati dall Amministrazione Comunale in collaborazione con le associazioni dei commercianti e la compagnia teatrale Il Carro dei Comici. Natale in città per i cittadini. È questa l idea alla base del ricco programma di eventi e manifestazioni pensati e programmati dall Amministrazione Comunale per allietare l intero mese di dicembre e battezzato Natale di Stelle. Un ciclo di eventi e iniziative organizzato con il contributo degli assessorati al commercio e al marketing territoriale e con la collaborazione della compagnia teatrale Il Carro dei Comici. In un periodo in cui la crisi economica e finanziaria continua a caratterizzare le sorti di piccoli e grandi consumatori, il Comune di Molfetta ha deciso di investire circa 26mila euro per manifestazioni artistiche e teatrali che saranno tenute principalmente da artisti di strada locali. Inoltre il fitto programma di eventi stilato in collaborazione con tutte le associazioni di commercianti rappresenta un notevole passo in avanti verso un intesa futura sulle prossime strategie per il commercio locale. Il 2009, secondo il sindaco Antonio Azzollini, sarà l anno del tanto atteso ipermercato all aperto, con parcheggi e arredo urbano e della Cittadella degli artisti che dovrebbe essere consegnata entro settembre del prossimo anno. Grazie a questa serie di manifestazioni ha detto Azzollini confidiamo di aver tracciato delle linee generali per un accordo futuro con le associazioni di categoria dei commercianti, mentre ritengo che coinvolgendo gli artisti locali diamo il via a quello che sarà il vero scopo della Cittadella degli artisti. Oggi per l economia è fondamentale ha concluso il Sindaco attirare il consumatore anche attraverso eventi di questa portata. Quest anno il Comune non ha erogato un centesimo di euro per le luminarie natalizie; al contrario invece risorse economiche sono state investite per eventi culturali che si spera possano anche favorire il commercio locale oltre che allietare cittadini e visitatori. Si tratta di una strategia importante per intercettare il flusso dei consumatori ha commentato l assessore al commercio Mimmo Corrieri che nell ultimo periodo passa più per la periferia estrema della città. Sulla stessa linea si è espresso l assessore al marketing Giacomo Spadavecchia ribadendo che i soldi vanno spesi bene in questo periodo di magra ed è per questo che riproporre le solite luminarie natalizie non avrebbe avuto molto senso da un punto di vista del marketing cittadino. La maggior parte degli eventi portano il marchio de Il Carro dei Comici, compagnia teatrale che negli ultimi anni ha dimostrato professionalità e interesse nel privilegiare particolari aspetti artistici. In questo programma di eventi natalizi ha affermato Francesco Tammacco abbiamo voluto coinvolgere artisti e musicisti molto giovani la cui bravura e professionalità è indiscussa. Inoltre abbiamo concordato le location delle manifestazioni con gli stessi commercianti, vagliate anche dalla Polizia Municipale. Scegliere di lavorare con artisti locali significa anche avere la possibilità di concordare date diverse in caso di problemi di carattere meteorologico. Gli eventi del programma Natale di Stelle sono partiti giovedì 4 dicembre con il Quartetto d archi Dvorak e con Le Guartelle e si concluderanno martedì 23 dicembre con il Carro trainato da cavalli alla presenza di cavalieri medievali e trampolieri. Tra le manifestazioni natalizie spiccano inoltre quella del 14 dicembre, quando un vero e proprio planetario gonfiabile verrà allestito in Piazza Principe di Napoli, e quella del 21 dicembre con Sergio Vacca e il gruppo di Ottopanzer. Infine allo scopo di stimolare tutte le attività commerciali presenti sul territorio è stato indetto il primo concorso per premiare la migliore vetrina a tema natalizio. Al concorso La mègghie vetrine potranno partecipare tutti i commercianti del territorio, anche quelli non iscritti ad associazioni di categoria. Le migliori vetrine verranno giudicate tenendo in considerazione sia le valutazioni di un apposita giuria istituita per l occasione e sia i voti popolari che potranno essere espressi tramite sms al numero o via mail all indirizzo Matteo Diamante

20 20 Cultura giovedì 11 dicembre 2008 Suoni dal Mediterraneo nelle serate molfettesi 873 Cultura, musica e tradizioni. Tutto questo sono i Mascarimirì, gruppo salentino di musica popolare nato tra il 1997 e il 1998 e fondato da Claudio Cavallo Giagnotti (voce, fiati, tamburi a cornice) leader della band insieme a suo fratello Cosimo Giagnotti (voce, chitarra acustica, tamburello a cornice), Vito Giannone (voce, tres e mandolino, artigiano di tamburo a cornice e castagnette) e Emanuele Licci (chitarre). La parola Mascarimirì ci dice Claudio Giagnotti in un intervista raccolta a Molfetta nel corso della Fiera delle Autoproduzioni è una esclamazione di etnia rom che ha il significato di Madonna mia. La scelta di questo nome è legata alla mia famiglia e al dialetto delle sue origini. Claudio Cavallo è stato per ben cinque anni protagonista de La Notte della Taranta e già dagli inizi della sua avventura musicale aveva voglia di sperimentare, creare spettacolo sul palco e far incontrare il tamburello con altri suoni del mediterraneo. Purtroppo però ha sottolineato Claudio La Notte della Taranta negli ultimi anni ha I Mascarimirì ospiti alle Macerie nel corso della Fiera delle Autoproduzioni. guardato poco all aspetto tarantolato. Forse è anche per questo che nel 2003 fonda a Muro Leccese Dilinò un centro di musiche alternative del Mediterraneo dove continua la ricerca dei suoni del Mediterraneo, la sperimentazione dei suoni tradizionali e originali con base elettronica, la raccolta di tutti gli strumenti tradizionali, l aspetto grafico e realizza anche una radio e una sala prove. Un posto perfetto per seguire un progetto dall inizio alla fine e creare un prodotto veramente alternativo e originale. Il genere di musica che i Mascarimirì producono è una sintesi tra la tradizione musicale salentina-mediterranea e le sonorità contemporanee come il dub. Il gruppo attualmente è in giro per l Europa a presentare il filmato documentario sulla storia dei loro ultimi 10 anni: dai primi colpi di tamburreddhu nella storica Curte de lu Dunatu di Muro Leccese, luogo che ha visto la rinascita della musica tradizionale salentina, si viaggia nella storia del gruppo arrivando fino a Marsiglia, città dove trova forma il concetto di tradinnovazione. La tappa molfettese è stata organizzata grazie all amicizia col musicista molfettese Giovannangelo de Gennaro. Per il 2009 sono in preparazione due nuovi dischi: uno è il cd live che racchiude i migliori pezzi di dieci anni di vita del gruppo Mascarimirì e l altro è la colonna sonora del film Mascarimirì: 10 anni la Storia in questo album ci saranno due inediti Gira gira lu munnu brano scritto e mai pubblicato e una strepitosa Kalinifta registrata in live a Marsiglia al concerto del 2001 al Balthazar. Vincenzo de Pinto

21 giovedì 11 dicembre 2008 Sport 21 Un premio per lo sport Il Panathlon Club di Molfetta ha assegnato tre prestigiosi riconoscimenti. Un premio per riconoscere meriti sportivi e impegno culturale. Questo il significato dei riconoscimenti attribuiti dal Panathlon Club International di Molfetta alcuni giorni fa a tre protagonisti del mondo sportivo locale. La cerimonia di consegna si è svolta con grande partecipazione di pubblico nella sala consiliare di Palazzo Giovene. A coordinare la cerimonia il presidente del Club, Lillino de Robertis che ha accolto gli ospiti intervenuti e che hanno dato vita ad un dibattito sul tema L etica nel giornalismo sportivo. Hanno così preso la parola Giulio Calvani, direttore responsabile de L altra Molfetta, che ha ricordato come il giornalista sportivo deve attenersi al codice di deontologia ed avere il massimo rispetto della verità dei fatti. Il giornalista ha continuato Calvani deve selezionare le notizie e raccontarle con spirito di verità e di onestà anche se non è facile mantenere il giusto equilibrio tra etica e giornalismo. A seguire l intervento di Franco Castellano, giornalista de La Gazzetta del Mezzogiorno oltre che vice presidente regionale del CONI e presidente della sezione UNVS di Bari, che ha proposto il tema dei nuovi mezzi di informazione e della rapidità di strumenti quali internet. Al termine della conferenza si è quindi proceduto al conferimento dei premi. Il presidente De Robertis ha evidenziato che il Premio Fair Play viene conferito annualmente per il gesto sportivo, per la promozione sportiva e per la carriera. Per l anno 2008 il Premio per il gesto, consegnato dal Nicola Cerverizzo, è stato conferito all assistente arbitrale Emanuele Prenna (nella foto a sinistra con il presidente de Robertis e Giuseppe Turi) della Sezione AIA Paolo Poli di Molfetta. Prenna, laureato in Scienze Motorie all Università di Foggia e con oltre trecento gare dirette, è arbitro dal 1998, poi transitato 874 nel ruolo degli assistenti arbitrali nella stagione sportiva 2004/05 e da questa stagione a disposizione della Commissione Nazionale di Serie D. Il premio è stato conferito per un gesto semplicemente speciale (come lo avevamo definito dalle pagine di questo periodico anche se nessuno dell organizzazione ne ha fatto cenno n.d.r) avvenuto il 13 gennaio scorso nel corso della gara Minervino-Apricena del Campionato Regionale di Promozione: dopo uno scontro di gioco il calciatore locale Di Trizio, rimasto a terra privo di conoscenza, veniva soccorso subito dall assistente Prenna che, resosi conto della gravità dell infortunio, riusciva ad aprirgli la bocca e ad estrarne la lingua, consentendo la ripresa della funzione respiratoria e salvando così la vita del calciatore. Il Premio Fair Play 2008 per la promozione sportiva è stato invece conferito alla Società Sportiva DIAZ di Bisceglie e consegnato nelle mani di Domenico Di Lecce, fondatore e presidente della società che da sempre partecipa ai campionati di calcio nelle categorie pulcini, esordienti, giovanissimi ed allievi e si è particolarmente distinta vincendo ben ventitré Coppe Disciplina e quindici tornei. Infine, è stato conferito il nuovo premio riservato ai giornalisti sportivi intitolato alla memoria di Tonino Gioia, bandiera del calcio molfettese degli anni 50. Il premio è stato assegnato a Giuseppe (Peppino per gli amici) Turi, giornalista de L altra Molfetta, che scrive di sport con dedizione e diligenza, cercando sempre direttamente la notizia senza fermarsi ai si dice ed alle indiscrezioni di corridoio. Il riconoscimento è stato consegnato da Annamaria Gioia, figlia del valoroso atleta. Al termine il presidente ha dato appuntamento alla Messa dello Sportivo che si celebrerà nel Duomo di Molfetta domenica 14 dicembre. Il Real è tornato galacticos Vittorie importanti nelle ultime due uscite rilanciano le quotazioni dei molfettesi. 875 Seconda Categoria sempre frizzante Bari Sport e Milan Club giocano bene e divertono i calciofili molfettesi. 876 Torna in maglia biancorossa Antonio Modugno (foto), arrivano gli argentini Paglia e Marengo Gonzalo, che a dispetto del cognome non sono imparentati, e il Real Molfetta di mister Pazienza sembra aver definitivamente quadrato il cerchio tornando prepotentemente a candidarsi come squadra da battere nella lunga volata che a fine anno decreterà chi avrà l onore e l onere di approdare nel campionato di Serie B. Tutto questo grazie alle vittorie contro Pellegrino (3-0) e Virtus Mola (4-1) e nonostante in classifica si sia al secondo posto ma distaccati di un punto appena dalla battistrada Castellana. Nelle prossime due settimane contro Ruvo prima e poi a Sava si tenterà l assalto alla prima posizione sperando in un passo falso della capolista. Ultime due settimane positive per il Bari Sport ed il Milan Club, formazioni molfettesi impegnate nel campionato regionale di Seconda Categoria. Se da una parte i biancorossi di mister Germinario continuano a guidare la graduatoria dall alto dei loro 32 punti, dall altra i diavoli di Mininni non sono da meno e proseguono il loro cammino rispettando le previsioni della vigilia. Il 30 novembre per il Bari Sport è arrivato il pareggio casalingo con il risultato di 0-0 contro il Conversano. Stesso giorno e stesso risultato per il Milan Club a Capurso. Sette giorni dopo ancora un pareggio, questa volta per 1-1 in casa contro il Bitritto per il Milan Club, Bari Sport invece vittorioso ad Altamura per 3 a 0. Domenica 14 formazioni molfettesi impegnate in due match delicati: Bari Sport riceve il Palo, Milan Club va a Bisceglie. Poi nell ultima gara del 2008 derby da non perdere con le due locali impegnate sul sintetico del Benedetto Petrone.

22 22 Sport giovedì Virtus: brutta e senz anima Molfetta sogna sui pattini 11 dicembre Biancoazzurri relegati in fondo alla classifica. E le prospettive non sono certo delle migliori. Il 21 spazio al pattinaggio artistico. Intanto l Hockey Club continua a vincere. A questo punto non ci possono essere più giustificazioni o recriminazioni. Dopo Palestrina, anche a Firenze la Virtus sciupa malamente e maldestramente una ghiotta occasione per centrare la prima vittoria in campo avverso e soprattutto per ridare fiato ad una classifica a questo punto davvero pericolosa. Nelle ultime due settimane la compagine del presidente Andrea Bellifemine e del general manager Leonardo Scardigno riesce nell impresa di collezionare due figuracce in campo avverso con il risultato di ritrovarsi nei bassissimi fondi della classifica con appena quattro punti conquistati. E se da una parte si può comprendere il duro impatto con la categoria superiore, dall altra non si possono certo giustificare cali mentali oltre che fisici come quelli visti nelle ultime due gare disputate. A Palestrina (sconfitta per 76 a 71) la colpa è andata agli arbitri rei negli ultimi minuti di gara di aver fischiato passi e tecnici dubbi ai molfettesi, anche se a rivedere le immagini forse di passi dubbi si può parlare solo in una occasione. I tecnici poi sono evitabilissimi: quando mancano pochi secondi alla fine, la vittoria è ancora possibile e bisogna tentare il tutto per tutto non è consentito protestare con gli arbitri. E nemmeno perdere tempo a chiedere giustificazioni: chi è causa del suo male pianga se stesso. A Firenze sette giorni dopo si è consumata una vera e propria tragedia sportiva : Virtus padrona del campo per tre quarti di gara e padroni di casa inconsistenti. Vantaggio massimo di 17 punti per Maggi e compagni: poi nell ultimo quarto tutti a nanna. E Firenze a festeggiare con il finale a proprio favore di 67 a 71 e giocatori molfettesi negli spogliatoi a testa bassa, senza avere nemmeno la forza di salutare i fedelissimi tifosi giunti in Toscana per seguire la gara giocata alle 21 di un venerdì di inizio dicembre. Nei prossimi quindici giorni arriva il Sant Antimo (14 dicembre) e poi si va a far visita al Matera dell ex Longobardi (21). Le prospettive però non sono certo delle migliori. Domenica 21 dicembre alle ore 17.30, presso il Pala Don Sturzo, le rotelle dei pattini, accompagnate dalle melodie musicali, daranno vita a Pattinando sotto l albero, grande manifestazione regionale di pattinaggio artistico. L esibizione è organizzata dalla Asd Green Roller Molfetta di Arianna e Valentina Calò con la collaborazione di Damiano Soriano. L associazione molfettese proporrà quattro performance: gli atleti più piccoli porteranno sulla pista Il magico mondo dei folletti e From Italy ; i più grandi invece danzeranno con Le cirque du soleil e Pearl Harbor. Nel corso di quello che sarà un vero e proprio gran galà sette associazioni sfileranno e danzeranno in un vero e proprio binomio di difficoltà tecnico-coreografiche e scelte musicali. Sport e arte si fonderanno tra preparazione atletica e coreografia. Le associazioni presenti, oltre alla Green Roller, saranno Azzurro Skating Bari, Aspa Giovinazzo, Angiulli, Rotellistica Manduria, Skating Trani e Asd Molfetta Skate. L ingresso alla manifestazione sarà gratuito. Sempre per rimanere in tema di pattini, l Hockey Club ha conquistato due vittorie nelle ultime due uscite: 7-3 a Lodi e 5-4 in casa con il Thiene. Nelle prossime due settimane trasferta contro il Modena (13 dicembre) e chiusura d anno in casa contro il Matera (20 dicembre).

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario

Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Le 5 regole per capire DAVVERO come guadagnare da un investimento finanziario Scopri come i grandi investitori hanno posto le basi per il loro successo. Tutto quello che devi assolutamente conoscere prima

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/14

ANNO SCOLASTICO 2013/14 ANNO SCOLASTICO 2013/14 LA LETTERA AL SINDACO L INVITO DEL SINDACO Palermo, 6 Novembre 2013 Caro Sindaco, siamo gli alunni della classe 4^ C della scuola Francesco Orestano che si trova a Brancaccio, in

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 31 MAGGIO 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DEL CANDIDATO LORENZA OREFICE PREMESSA La nostra città ha bisogno di normalità. Dopo tanti anni di proclami e di promesse credo che sia giunto

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

Manuale per i Volontari Angeli del Bello INDICE

Manuale per i Volontari Angeli del Bello INDICE Manuale per i Volontari Angeli del Bello INDICE PRIMA DI TUTTO, GRAZIE... 2 CHI SIAMO... 2 VOLLI, SEMPRE VOLLI, FORTISSIMAMENTE VOLLI... 2 ANGELO A CHI?... 2 NON BASTA FARE IL BENE, BISOGNA ANCHE FARLO

Dettagli

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO

LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO LA COLONIA MARITTIMA VITTORIO EMANUELE III V. CANTALUPO - D. CERAUDO - V. FRASCA - S. MASTROGIACOMO 1 Argomento FASE STORICA 1 FASE : La prima colonia marina di Ostia nacque nel 1916, su progetto dell'architetto

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai.

Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Quello che i libri sulle diete e sul fitness non ti diranno mai. Prima di tutto voglio farti i complimenti per l apertura mentale che ti ha portato a voler scaricare questo mini ebook. Infatti, non è da

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE La 5 cose che devi fare per avere successo in questa attività! Sai cosa fa la differenza tra una formula di successo e

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Concorso L'Italia incompiuta. Titolo dell'opera: L'altra Vecellio

Concorso L'Italia incompiuta. Titolo dell'opera: L'altra Vecellio ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO" Viale S.Marco, 67-30173 VE-MESTRE tel. 041/958791 fax 041/952921 Scuola primaria Tiziano Vecellio Concorso L'Italia incompiuta Titolo dell'opera: L'altra Vecellio

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4

ECCOCI. Sommario. Ottobre 2014 - n. 7. Alle famiglie 1. Pronti...partenza...via... 2. Tempo di nuove conoscenze. Una vacanza speciale 4 ECCOCI Sommario Alle famiglie 1 Pronti...partenza...via... 2 Tempo di nuove conoscenze al CSE Una vacanza speciale 4 Sempre più creativi... insieme Tappi e non solo 6 Prossimi appuntamenti 7 Recapiti 8

Dettagli

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori

Capannori. Speciale lavori pubblici 3. - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Capannori Speciale lavori pubblici 3 - Inaugurazione nuovo casello autostradale di Capannori Nel trentennale dello spostamento del municipio da Lucca a Capannori festeggiamo una delle più grandi opere

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi)

Copertina: Gabriele Simili, Phasar, Firenze Immagine di copertina: Rita Altarocca Stampa: Global Print, Gorgonzola (Mi) Elena Ana Boata Il viaggio di Anna Proprietà letteraria riservata. 2007 Elena Ana Boata 2007 Phasar Edizioni, Firenze. www.phasar.net I diritti di riproduzione e traduzione sono riservati. Nessuna parte

Dettagli

Marco Federici e i suoi "Angeli tra le Macerie"

Marco Federici e i suoi Angeli tra le Macerie "Angeli tra le macerie" aiuta la Protezione civile in Abruzzo È stato consegnato alla Protezione civile il ricavato della vendita del libro «Angeli tra le macerie», scritto dal giornalista della Gazzetta

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA 2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA

PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO GOZZI-OLIVETTI PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA PIANO DI EVACUAZIONE ED EMERGENZA 2 Premessa Il presente Piano di Evacuazione ed Emergenza individua

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti

Se la nonna impenna la moto e cade La grande truffa dei falsi incidenti Corriere della Sera http://www.corriere.it/cronache/11_settembre_29/fasano-nonna-moto-cade_b1ce4c46... Page 1 of 2 03/10/2011 stampa chiudi IL RECORD DI TARANTO, 321 INDAGATI. E LE FRODI FANNO SALIRE IL

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ

ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ: 2008-2009 Μάθημα: Ιταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια : 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE - BARI

MERCATO IMMOBILIARE - BARI MERCATO IMMOBILIARE - BARI Nel corso del 2007 le quotazioni immobiliari di Bari sono diminuite del 3.3%, con una particolare flessione nella seconda parte dell anno (-2.9%). 2000 2001 2002 2003 2004 2005

Dettagli

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO

UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO UN INCONTRO CON LA STORIA UN CLARINETTO NEL LAGER ALDO VALERIO CACCO 5 FEBBRAIO 2015 Villafranca Padovana Classe terza A del plesso Dante Alighieri Insegnante: professoressa Barbara Bettini Il valore della

Dettagli

La strada che non andava in nessun posto

La strada che non andava in nessun posto La strada che non andava in nessun posto All uscita del paese si dividevano tre strade: una andava verso il mare, la seconda verso la città e la terza non andava in nessun posto. Martino lo sapeva perché

Dettagli

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi Settembre 2013 Vita di campo Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi T re giorni nelle zone rurali visitando la comunità di João do Vale casa per casa, da mattina

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE Guiducci Martina, insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni XXIII, Castellarano (RE) Il Progetto Tutoring, attivo nella

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci

IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci IL CAVALIERE DEL LAVORO Di Sigfrido Ranucci Qualcosa che va nella direzione giusta ogni tanto c è. Domenica scorsa avevamo parlato del Cavalier Tanzi e del suo presunto tesoro nascosto. GIORNALISTA Io

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELLA RISERVA NATURALE DI MONTE MARIO

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELLA RISERVA NATURALE DI MONTE MARIO PRESENTATO DALL ON. FEDERICO GUIDI ALLA PRESENZA DEL SINDACO ALEMANNO E DEL COMMISSARIO DI ROMA NATURA LIVIO PROIETTI IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DELLA RISERVA NATURALE CON LA FINALITA DI ELIMINARE

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE

COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE Conversazioni e consigli di dieci famiglie italiane Disegni di Alfredo Pompilio Dellisanti MARTINO CARRIERI COME ARRIVARE DI NUOVO A FINE MESE (Conversazioni

Dettagli

ANNIVERSARIO IN ARRIVO?

ANNIVERSARIO IN ARRIVO? ANNIVERSARIO IN ARRIVO? Scopri chi può aiutarti a sorprenderla! 1 CON QUESTA GUIDA SCOPRIRAI: > Perché festeggiare un anniversario di nozze > Quali sono le coppie più felici > I momenti che ricorderai

Dettagli

UNITI PER UNA......SCUOLA SICURA!

UNITI PER UNA......SCUOLA SICURA! UNITI PER UNA......SCUOLA SICURA! Un colore per ogni azione Abbiamo progettato un sistema impostato sul colore per favorire l'apprendimento dei vari comportamenti. Vignette e fumetti sono colorati per

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

Illustrato da Michele Bettio

Illustrato da Michele Bettio Da una conversazione avvenuta in viaggio Simona: Sai Giorgio, sono stata ad una conferenza di Eugenio Perazza, fondatore di Magis Design. Ha raccontato una bella storia, si intitola Martino Testadura.

Dettagli

Anno scolastico 2007-2008

Anno scolastico 2007-2008 Anno scolastico 2007-2008 I BAMBINI CHE SI PERDONO NEL BOSCO di Andrea Canevaro Quando un bambino va a scuola, è come se fosse portato nel bosco, lontano da casa. Ci sono bambini che si riempiono le tasche

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

SERVIZI OFFERTI. Sempre aperto. Area giochi per bambini. Servizio di concierge 24 ore. Vasto parco con querce. Piscina 20 x 8 metri

SERVIZI OFFERTI. Sempre aperto. Area giochi per bambini. Servizio di concierge 24 ore. Vasto parco con querce. Piscina 20 x 8 metri Villaggio Le Querce All interno del Parco Archeologico-Naturale delle Città del Tufo, nella Maremma Toscana si trova il Villaggio Le Querce, situato ai margini del borgo medioevale di Sorano immerso in

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

l intervento, la ricerca che si sta progettando)

l intervento, la ricerca che si sta progettando) Definizione delle motivazioni che richiedono l attuazione del progetto (contesto e target) Il motivo è quello di lasciare a tutti un pensiero sull essere felici. Definizione chiara e coerente degli obiettivi

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

Regolamento per il funzionamento. e l utilizzo del Parco delle Terme, degli edifici e del bunker di Kesselring

Regolamento per il funzionamento. e l utilizzo del Parco delle Terme, degli edifici e del bunker di Kesselring Regolamento per il funzionamento e l utilizzo del Parco delle Terme, degli edifici e del bunker di Kesselring 1 Art.1 PREMESSA STORICO ARTISTICA Il complesso termale di Recoaro, situato all intero di un

Dettagli

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata

Palomba Chiara 2D. Alice si è ora svegliata ISIS F.S. NITTI Palomba Chiara 2D Alice si è ora svegliata La mia storia ha inizio sei anni fa,quando ho conosciuto quello che pensavo fosse l amore della mia vita. All inizio era tutto perfetto: c era

Dettagli

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE.

OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro

Favorire l inserimento umano delle giovani leve nel mondo del lavoro I giovani non sono otri da riempire ma lampade da accendere Igino Petrone Federazione Maestri del lavoro d Italia Consolato Regionale del Molise Il Progetto Pianeta Giovani in tutto il suo percorso, è

Dettagli

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI.

CONAPO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE PROVINCIALE ING. VINCENZO GIORDANO SUL FUNZIONAMENTO DEL DISTACCAMENTO DI BRONI. CONAPO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" Sezione Provinciale PAVIA email : conapo.pavia@conapo.it uuu SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO BOTTA E RISPOSTA TRA IL CONAPO DI PAVIA ED IL COMANDANTE

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

LA STORIA pagine per l insegnante Per far capire agli alunni il concetto di Storia, mostriamo loro un immagine allegorica e guidiamoli a comprenderne

LA STORIA pagine per l insegnante Per far capire agli alunni il concetto di Storia, mostriamo loro un immagine allegorica e guidiamoli a comprenderne LA STORIA pagine per l insegnante Per far capire agli alunni il concetto di Storia, mostriamo loro un immagine allegorica e guidiamoli a comprenderne la simbologia con domande stimolo: - Perché la Storia

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR.

SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco. (Confucio) Numero 3 SEDUTA DEL 15.02.2011: ti racconto la mia esperienza al CCR. Nell ultima seduta del Consiglio sono state graditissime ospiti

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

MIGRANTI. La classe I B. incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti. Progetto di intercultura

MIGRANTI. La classe I B. incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti. Progetto di intercultura MIGRANTI La classe I B incontra la professoressa Giovanna Cipollari (CVM) docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti Progetto di intercultura Essere giovani nella società globale: in viaggio da me a

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

Un'Esperienza leggendaria

Un'Esperienza leggendaria Un'Esperienza leggendaria In inverno In estate Rifugio Nambino Una struttura ricettiva raffinata e confortevole sulle rive del Lago Nambino, nel cuore del Parco Naturale dell Adamello Brenta. Vi basterà

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto

COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Provincia di Grosseto COMUNE DI CASTIGLIONE DELLA PESCAIA Comunicato stampa venerdì 13 gennaio 2012 INCHIESTA DELL ASSESSORATO AL TURISMO SUL NATALE APPENA TRASCORSO: I CITTADINI RISPONDONO In conclusione del Natale, il Comune

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI

PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III II QUADRIMESTRE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI ITALIANO CLASSE III ANNO SCOLASTICO II QUADRIMESTRE ALUNNO/A PROVE DI VERIFICA PERIODO: SECONDO

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO. La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda!

365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO. La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda! 365 GIORNI PER REALIZZARE UN SOGNO La fatidica dichiarazione è arrivata e con lei il momento di iniziare a pianificare la vostra agenda! - 12 mesi: se siete legate ad una data in particolare iniziate prenotando

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

PINO PACE VINCENZO MANGHISI 1. Il Museo Speleologico Franco Anelli a Castellana Grotte

PINO PACE VINCENZO MANGHISI 1. Il Museo Speleologico Franco Anelli a Castellana Grotte PINO PACE VINCENZO MANGHISI 1 Il Museo Speleologico Franco Anelli a Castellana Grotte Premessa Le Grotte di Castellana hanno finalmente il loro museo; dopo quasi cinquant anni, il 23 gennaio 2000 è stato

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud

Paolo DÊAmbrosio. La finestra sul mare. una storia del Sud Paolo DÊAmbrosio La finestra sul mare una storia del Sud Paolo D Ambrosio La finestra sul mare Proprietà letteraria riservata 2011 Paolo D Ambrosio Kion Editrice, Terni Prima edizione luglio 2011 ISBN

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

COMUNITA LA CRISALIDE

COMUNITA LA CRISALIDE COMUNITA LA CRISALIDE Via Aquila 144 80143 Napoli Tel. Fax. 081 269834 cell: 335235916 e-mail: ass.margherita@fastwebnet.it sito: www.casafamiglialacrisalide.it LA FALSA DOMANDA Quante volte abbiamo detto,

Dettagli