L avventura del Conte Verde di Enrico Cernuschi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L avventura del Conte Verde di Enrico Cernuschi"

Transcript

1 L avventura del Conte Verde di Enrico Cernuschi Storia di un transatlantico italiano sui mari della Cina tra il 1937 e il 1943 Mercy ships, ovverosia navi della misericordia, è un termine difficilmente traducibile in italiano. Con questa definizione si identificano, infatti, i bastimenti adibiti a compiti umanitari diversi dalle navi ospedale. L espressione utilizzata nella nostra lingua è, a sua volta, navi protette in quanto l attività e le singole missioni di queste unità (solitamente navi passeggeri adattate per una particolare bisogna), nei conflitti devono essere concordate e riconosciute preventivamente da tutte le parti in causa. Adibite solitamente a scambi di prigionieri e al rimpatrio di internati civili e di personale protetto (a partire dai rispettivi corpi diplomatici delle nazioni in guerra) o, talvolta, al rifornimento di viveri e di medicinali a favore delle popolazioni civili, le navi in questione sono state protagoniste, nel corso del XX Secolo, di numerose e singolari avventure, quasi tutte poco o punto note, perché la riservatezza e la scarsa pubblicità data alle loro navigazioni rappresentava la migliore garanzia di successo di queste difficili missioni. Una delle poche eccezioni in questo senso è rappresentata dalle tre impegnative traversate effettuate, tra il 1942 e l anno successivo, da alcuni transatlantici italiani utilizzati per rimpatriare dall Etiopia oltre ventimila nostri connazionali. Furono belle imprese, rese possibili da una fattiva collaborazione umanitaria messa in atto, prima e durante la Seconda Guerra Mondiale, dai Governi di Washington, Roma e Berna, che riuscirono, infatti, a persuadere, dopo quasi un anno di sforzi, il Gabinetto inglese ad aprire le porte dei campi di concentramento dove erano stati internati, dopo l occupazione dell Africa Orientale, i civili italiani, uomini donne e bambini, residenti in Etiopia. Un altra vicenda per certi aspetti simile, anche se di proporzioni decisamente inferiori, ebbe luogo nel 1942 in acque diverse ma, ancora una volta, con un transatlantico italiano nelle vesti del protagonista: si tratta del rimpatrio di parte dei civili statunitensi sorpresi in Cina nel dicembre 1941 dall inizio della guerra del Pacifico e restituiti, infine, ai loro compatrioti grazie a una missione, condotta in modo impeccabile nonostante contrattempi a dir poco romanzeschi, realizzata dal piroscafo passeggeri Conte Verde. Si tratta di una storia inedita che viene narrata oggi, per la prima volta nella sua interezza, ai nostri lettori. La nave Tutte le navi hanno un anima. Quella del Conte Verde aveva, evidentemente, una vocazione umanitaria. Ordinata nel 1919 dal Lloyd Sabaudo l unità in questione rappresentò, assieme al gemello Conte Rosso di tonnellate, un atteso e deciso salto di qualità per la marineria italiana rispetto alle precedenti, più piccole, navi passeggeri di lusso Principessa Jolanda e Principessa Mafalda da t. Varato il 21 ottobre 1922 ed entrato in servizio l anno successivo, il Conte Verde navigò per anni su e giù per l Atlantico fino a quando non passò, nel 1932, alla linea con l Estremo Oriente andando incontro al proprio destino. settembre-ottobre

2 Il Conte Rosso (a sinistra) e il Conte Verde in banchina alla Stazione Marittima di Genova, in una vecchia cartolina illustrata; in apertura un manifesto del Lloyd Sabaudo che pubblicizza la tratta Italia Brasile - Argentina sulla quale prestava servizio il transatlantico La prima vicenda drammatica in cui incorse la nave, fino a quel momento nota, più che altro, per la qualità e regolarità del servizio e per l ottima cucina italiana, fu il tifone che la colse a Hong Kong il 2 settembre Ricordato ancora oggi come The Great Typhoon quell evento causò diverse migliaia di morti tra gli abitanti strappando, tra l altro, gli ormeggi della motonave passeggeri giapponese Asama Maru, di t. L unità nipponica, fuori controllo, entrò in collisione con il transatlantico italiano provocando gravi danni riparati, infine, dopo oltre un anno di lavori. Mentre i cantieri di Hong Kong dapprima e di Trieste poi provvedevano alla rimessa in linea del piroscafo italiano, i nazisti austriaci, dopo essersi riuniti finalmente al Grande Reich, accelerarono il congedo degli ebrei già in atto sin dal Sia la spoliazione sia l allontanamento di quella minoranza non crearono, in verità, particolari problemi, ma la loro definitiva partenza si rivelò, sin dall inizio, piuttosto complicata poiché tutte le nazioni, a partire dalla Gran Bretagna nella sua qualità di titolare del mandato della Società delle Nazioni in Palestina, si rifiutarono di accogliere i profughi. Alla fine, in seguito a una complicata combinazione tra statunitensi, cinesi, giapponesi ed italiani, saltarono fuori, dall autunno 1938 in poi, diverse migliaia di visti per la Concessione internazionale di Shanghai. Le compagnie di navigazione italiane, prima tra tutte il Lloyd Triestino, proprietario dal 1938 del Conte Verde, offrirono una quota fissa di posti riservati a quei disgraziati a condizioni subito giudicate di favore dagli interessati e nel giro di due anni oltre ebrei (alcune fonti parlano, però, di quasi ) raggiunsero quel l im pre ve - dibile terra promessa nonostante le vivaci proteste avanzate, sin dall inizio del 1939, dagli inglesi. Il Conte Verde partecipò lui pure, con partenze da Trieste e da Venezia, a questo traffico, lasciando un buon ricordo tra i passeggeri israeliti d origine tedesca, austriaca e ceca. Lo scoppio della guerra, infine, il 10 giugno 1940, sorprese la nave a Shanghai, dove rimase inattiva per oltre un anno e mezzo, avendo i giapponesi comunicato immediatamente agli italiani, ai britannici e ai francesi che non avrebbero tollerato atti di ostilità in quel territorio (formalmente posto sotto un regime internazionale ma, in pratica, sotto il controllo militare di Tokyo sin dall autunno 1937) costringendo, di conseguenza, i vari nemici europei a una dignitosa indifferenza reciproca. La missione Meno di una settimana dopo l inizio, il 7 dicembre 1941, della Guerra del Pacifico, le autorità italiane a Roma e in Estremo Oriente furono interessate, tramite la Svizzera e il Comitato Internazionale della Croce Rossa, in merito alla richiesta statunitense di poter dar corso, tramite il Conte Verde, al rimpatrio dei propri civili rimasti bloccati in Cina. La risposta di Roma fu immediatamente positiva ed ebbe così inizio una serie di lunghe trattative che culminarono, infine, in una prima missione di scambio di internati civili tra statunitensi e giapponesi (i britannici preferirono dar corso a trattative separate) affidata, da una parte, al transatlantico svedese Gripsholm, noleggiato dal governo di Washington, e dall altra al Conte Verde e al precedentemente ricordato Asama Maru, completato nel 1929 e noto per essere la più elegante e lussuosa motonave passeggeri nipponica del tempo. Le tre navi avrebbero dovuto incontrarsi nel porto neutrale portoghese di Lorenço Marques, in Mozambico. 10 settembre-ottobre 2012

3 La caduta dell Africa Orientale Italiana, o dell Impero come si usava dire, celebrata in una cartolina propagandistica del famoso illustratore Gino Boccasile; sul campo di battaglia troneggia la figura del Duca d Aosta Dopo un viaggio in Giappone, il piroscafo italiano partì da Shanghai, la sera del 29 giugno 1942 con a bordo il console generale statunitense Frank Lockhart e 599 cittadini americani. I civili in questione, uomini, donne e bambini, in massima parte missionari, diplomatici, uomini d affari e giornalisti, avevano trascorso i mesi precedenti agli arresti domiciliari in Cina e in Giappone oppure ristretti in alcuni alloggiamenti di fortuna. Le condizioni di vita non dovevano essere state delle migliori visto che la cosa che più colpì la maggioranza degli internati, una volta arrivati a bordo, ciascuno con non più di due valigie a testa e accolti dal personale italiano, fu la vista abbagliante delle tovaglie bianche e delle lenzuola pulite!. Il cibo italiano, anche se gli spaghetti erano stati fatti col riso, fu molto apprezzato, ma il maggior successo fu riscosso dalla delightful music dell applauditissima Italian orchestra, destinata ad accompagnare quella lunga traversata di oltre seimila miglia e a lasciare un ricordo incancellabile tra i passeggeri, strappando ben presto dalle labbra del severissimo capo della In una copertina di Vittorio Pisani per la Tribuna Illustrata, in Africa Orientale la guarnigione dell Amba Alagi, ultima resistenza italiana, alla fine deve soccombere agli inglesi le cui truppe, dopo la resa, tributano l onore delle armi al valoroso nemico vinto missione metodista un The Resurrection has come! destinato a diventare il motto di quella navigazione. Poche ore dopo la partenza, alle sette del mattino del 30 giugno, il Conte Verde, dipinto di grigio, illuminato e contraddistinto da grandi croci bianche (circondate da lampadine dello stesso colore) verniciate sulle murate e sui fumaioli e dal sole rosso giapponese in campo bianco a centronave, fu avvistato, a meno di metri di distanza, dal sommergibile statunitense Plunger. Il comandante del battello, il tenente di vascello David C. White, soprannominato Trigger Happy, ovvero Grilletto Facile, ordinò immediatamente la manovra d attacco. Per un benigno caso della sorte il secondo si ricordò, essendo la nave illuminata, di aver letto un messaggio inviato qualche tempo prima a questo proposito dal Comando in capo della US Navy nel Pacifico. Dopo averlo ritrovato nel brogliaccio, l intraprendente XO (Executive Officer) si precipitò in camera di manovra quando ormai la distanza era scesa a 800 metri e i tubi di prora erano già stati allagati. Tutto si ridusse, alla fine, a una fotografia del transatlantico scattata al periscopio e a un sospiro di delusione del comandansettembre-ottobre

4 te del sommergibile per le ventimila tonnellate mancate. Il 5 luglio, uno dei rimpatriandi, il missionario luterano Dot - tor Edwins, arrivato a bordo in barella, morì e fu sepolto in mare. Il 6 luglio, il Conte Verde arrivò a Singapore, dove incontrò l Asama Maru (con a bordo l ambasciatore americano a Tokyo Joseph C. Grew e altri 800 civili statunitensi) e imbarcò acqua, nafta e viveri freschi. Il 9 luglio, quando ormai la nave, pronta a muovere, era ormeggiata sui cavi leggeri e con le caldaie in pressione, ebbe infine luogo un incidente internazionale inatteso e imprevedibile quando fu avvistata una motolancia che dirigeva a tutta velocità verso la nave italiana. Joseph e Wendy O Flanagan Accostatasi al piroscafo, l imbarcazione comunicò di avere a bordo due bambini statunitensi, fratello e sorella, di età inferiore ai dieci anni. I due piccoli, dalla testa rapata a zero, erano accompagnati da un capitano di corvetta della Marina Imperiale giapponese: erano Joseph e Wendy O Flanagan, figli di un uomo d affari americano imbarcato sull Asama Maru, in quel momento già alla fonda. Dispersi nell immensa Cina dopo l inizio delle ostilità erano stati inclusi, nonostante tutto, nel dicembre 1941, nelle liste dei civili da rimpatriare. Finiti, dopo alcune avventure, sotto la protezione di quell ufficiale giapponese, i due bambini, ciascuno con una piccola valigetta in mano, avrebbero dovuto essere riuniti al loro genitore. Il colonnello nipponico preposto allo scambio, però, si oppose in quanto i loro nomi non figuravano nella lista d imbarco. Il rappresentante svizzero, a sua volta, si chiamò subito fuori, lasciando la grana nelle mani del comandante italiano Edmondo Chinca. Uomo di cuore (il comandante Marino Iannucci della Regia Nave coloniale Eritrea, a quel tempo in Cina, parlò di lui nelle proprie memorie definendolo il buon Chinca ) cercò a sua volta di far ragionare, senza successo, il responsabile giapponese. Il transatlantico svedese Gripsholm che, con la livrea diplomatica che vediamo in questa foto, prenderà parte a questa incredibile missione di scambio di internati 12 Come ultimo argomento l italiano disse che, essendo morto quattro giorni prima un passeggero adulto, poteva benissimo imbarcare e nutrire due bambini. A quest osservazione il suo interlocutore, probabilmente istruito in precedenza affinché non tirasse troppo la corda con quegli strani alleati che il caso aveva messo a fianco dell Imperatore, rispose che ne avrebbe accettato uno solo lasciando, subito dopo, con magnanimità, ai bambini il diritto di scegliere. Subito il fratello maggiore, interpellato, disse di prendere a bordo la sorellina mentre la bambina affermò a sua volta che non l avrebbe mai abbandonato. A questo punto chiesero urgentemente di entrare nel salotto del comandante il commissario di bordo, allontanatosi pochi minuti prima, e il medico capo del Conte Verde. Entrambi comunicarono che la dottoressa Sheila Roberts, moglie del console statunitense a Chefoo e ricoverata sin dall imbarco in infermeria, era spirata. Il colonnello giapponese chiese di vedere il cadavere, ma il medico replicò che si trattava, con ogni probabilità, di una forma contagiosa e che comunque, in quel momento, i mormoni avevano invaso l infermeria chiudendosi dentro per i loro complicati riti funebri. Richiesti dal comandante di confermare il decesso entrambi gli ufficiali firmarono, senza esitare, il registro di bordo. Subito dopo Chinca affermò, con un tono che non ammetteva repliche, che i conti tornavano e che non aveva altro tempo da perdere per due mocciosi, visto che ormai si rischiava di partire in ritardo. Dopo una serie di scattanti saluti tra lo Stato Maggiore della nave italiana e l impenetrabile ufficiale di Marina nipponico, subito tornato a bordo della lancia ed allontanatosi, l unica concessione (subito accordata) chiesta dal colonnello per non perdere la faccia, fu quella di confinare i due bambini in una cabina a bordo per tutta la navigazione senza farli mai uscire. In realtà la signora Roberts, gravemente ammalata, morì soltanto l 11 luglio. La sua disgrazia, come talvolta accade, fu la fortuna per un altra famiglia divisettembre-ottobre 2012

5 sa dalla guerra, oltre che per tutti coloro che si erano gettati, senza tanto pensare, in quel ginepraio internazionale. La storia, però, non era ancora finita. Dato il regime di assoluto divieto di comunicazioni tra gli internati a bordo delle due navi il commissario di bordo del Conte Verde dovette provvedere di persona, una volta arrivati a destinazione, ad informare, con le dovute maniere, il padre dei due coraggiosi bambini per evitare il rischio, tutt altro che remoto, di un accidente al momento del loro incredibile incontro in terra africana. Chi muore e chi nasce La nascita a bordo, il 14 luglio, di un bambino del peso di 2 chili e settecento grammi battezzato Cristoforo, in italiano, in onore di Colombo, non causò per contro (e per fortuna) ulteriori problemi di contabilità se non in sede storica, visto che si deve a questo lieto evento, festeggiato sia dagli statunitensi sia dagli italiani (i quali donarono il corredo per il neonato) il fatto che le poche storie pubblicate in merito a queste vicende parlino, ancora oggi, di circa 600 rimpatriati non sapendo oggettivamente come definire il nuovo arrivo, cui fu attribuita, tra l altro, anche la cittadinanza italiana, essendo venuto al mondo sotto il tricolore. Le due successive settimane di navigazione consistettero, una volta che si prescinda dalla sopravvenuta necessità di razionare l acqua potabile in seguito a problemi al distillatore, in una sorta di gara tra il Conte Verde e l Asama Maru. La nave giapponese, infatti, doveva aprire per principio la formazione, ma nonostante fosse di dieci anni più giovane si rivelò ben presto meno marina del piroscafo italiano, tanto che questo, nel corso del monsone estivo, fu più volte costretto a rallentare, a compiere volte tonde o, addirittura, a fermarsi per far passare per prima l unità alleata, con grande divertimento sportivo dei passeggeri statunitensi i quali definirono ben presto il Conte Verde come una piccola città o, meglio, una sorta di seconda Brooklyn italo-americana galleggiante. Il pomeriggio del 22 luglio, infine, le due navi passeggeri dell Asse entrarono a Lorenço Marques dove La motonave giapponese Asama Maru, famosa per essere considerata il più bel transatlantico della marina mercantile nipponica, prese parte alla missione trasportando oltre 800 civili americani trovarono, splendente nei colori svedesi blu e oro, il Gripsholm. Mercantili di tutte le nazioni, in guerra e neutrali, italiani inclusi (il piroscafo Gerusalemme), erano ormeggiati in quel porto. La più scassata e rugginosa tra tutte, però, nel ricordo dei presenti, era senz altro una vecchia carretta statunitense, casualmente presente quel giorno. L età della nave e lo stato della vernice non impedirono, tuttavia, al suo equipaggio di sventolare per l occasione una bandiera a stelle e strisce extra large confezionata la notte precedente e di segnalare un fragoroso benvenuto, fischiato dalla sirena e dalla gente, oltre a issare un gran pavese d eccezione per dare il benvenuto ai propri connazionali, parecchi dei quali piansero, a quel punto, senza ritegno. Dopo 24 ore, il successivo scambio avvenne rapidamente: due lunghe file di passeggeri scesero, rispettivamente, da poppa e imbarcarono da prora, senza incrociarsi. I nuovi ospiti giapponesi della nave italiana, tutti in condizioni decisamente migliori rispetto ai loro predecessori, si chiusero, a loro volta, in un assoluto silenzio durante il viaggio di ritorno oppure tradirono, specialmente quelli provenienti dall America latina, un certo rimpianto per il loro forzato rientro. Le due navi giunte dall Oriente imbarcarono in Mozambico anche pacchi ciascuna contenenti viveri, medicinali e posta confezionati dalla Croce Rossa e destinati, nominativamente, agli internati anglo-americani in mano nipponica. La felice consegna del materiale affidato agli italiani fu certificata personalmente, fino all ultimo dei colli, dai regi consoli distaccati in Cina e in Giappone tra il settembre 1942 e il gennaio dell anno successivo. Quelli presi in carico dai giapponesi arrivarono ansettembre-ottobre

6 Tra il 1942 e il 1943, in una missione analoga, un gruppo di transatlantici italiani (Vulcania, Saturnia, Duilio e Giulio Cesare trasformati in Mercy Ships) verrà impiegato per rimpatriare dall Africa Orientale nostri connazionali civili internati dagli inglesi dopo la caduta dell Impero; nella foto, il Vulcania nel 1942 ch essi a destinazione, ma non furono mai rimessi ai destinatari venendo ritrovati intatti, dopo la fine della guerra, nei campi in quanto gli impegni assunti dal governo di Tokyo prevedevano l arrivo dei materiali, ma non la loro distribuzione. Quest interpretazione dei patti costò certamente la vita a più di un internato o prigioniero anglosassone e l impiccagione, dopo il 1946, di almeno tre diplomatici e militari nipponici coinvolti in quel gioco di parole di dubbio gusto. Il seguito Ripartito il 26 luglio 1942 il Conte Verde arrivò a Shanghai, dopo due scali a Singapore e in Giappone, l 8 settembre Chiesto vanamente dal Governo di Tokyo nel corso del 1943, il transatlantico italiano fu militarizzato quello stesso anno, a scanso di guai, restando sempre con la bandiera tricolore della Mercantile al picco (non essendo stato né requisito dalla Regia Marina né iscritto nei ruoli del naviglio ausiliario dello Stato) ed equipaggio interamente nazionale mentre il comandante Chinca rispolverava, per l occasione, il proprio grado di capitano di corvetta di complemento. Destinato a una nuova missione umanitaria da perfezionare, questa volta a Goa, nell India portoghese, incontrando, assieme alla nave passeggeri Teia Maru (alias l ex transatlantico francese Aramis, sequestrato senza tanti complimenti dai giapponesi nel 1942), e il solito Gripsholm, l approntamento del transatlantico italiano fu però ostacolato, dopo il 25 luglio 1943, dai nipponici, anche a costo di rimandare la data del nuovo scambio, fissato originariamente per il 1 settembre 1943 e posticipato, il 24 agosto, a metà ottobre. Il 9 settembre 1943, infine, alle ore 7.30 del mattino, l equipaggio del transatlantico, obbedendo disciplinatamente al proprio comandante, quantunque tutti sapessero bene di andare incontro, nella migliore delle ipotesi, a maltrattamenti d ogni genere, incendiò e autoaffondò la propria nave, ora dipinta con due enormi insegne della Croce Rossa sui due fianchi. Le altre navi italiane in Cina e in Giappone fecero lo stesso. I nipponici tentarono subito di recuperare il transatlantico ribattezzandolo, amministrativamente, Kotobuki Maru, con l intenzione di farne un trasporto truppe. Risollevata dal fondo nel luglio 1944 la nave fu però nuovamente affondata, l 8 agosto 1944, da un bombardamento aereo statunitense. Ridotta a un rottame e sempre con il nome italiano a poppa, fu rimorchiata in Giappone e demolita, infine, nel 1951 dopo essere stata restituita, formalmente, all Italia. Non si sfugge al destino e la sorte del Conte Verde era, evidentemente, quella di una Mercy Ship o, se vogliamo, di un unità militarizzata, ma non di una nave ausiliaria d animo e bandiera diversa da quella italiana. 14 settembre-ottobre 2012

Le Tre Gemelle Fabio Oss

Le Tre Gemelle Fabio Oss Curiosità LE TRE GEMELLE Quando il 10 aprile 1912, quella che venne definita la più grande nave del mondo, per di più inaffondabile, salpò da Southampton, per il viaggio inaugurale, nello stesso porto

Dettagli

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE I CAVALLI La prima guerra mondiale sfruttò moltissimo gli animali; cani, asini, muli, cavalli e piccioni vennero largamente usati nelle operazioni militari, in un

Dettagli

I garibaldini fecero irruzione nella via verso la Fiera Vecchia, oggi via Garibaldi. Qualche finestra si aperse, qualche testa si sporse, ma gente

I garibaldini fecero irruzione nella via verso la Fiera Vecchia, oggi via Garibaldi. Qualche finestra si aperse, qualche testa si sporse, ma gente GARIBALDI A PALERMO Giuseppe Cesare Abba nella sua Storia dei Mille fornisce un racconto dettagliato degli incredibili giorni che segnarono la fine del dominio borbonico a Palermo. Dopo lo sbarco a Marsala

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

Genio ALTRE ARMI E CORPI

Genio ALTRE ARMI E CORPI ALTRE ARMI E CORPI I Caduti varesini che militavano in altre Armi, Corpi e Servizi, oltre alla Fanteria e all Artiglieria, furono 487 così suddivisi: Genio Zappatori 73 Genio Telegrafisti 31 Genio Pontieri

Dettagli

Andar per mare di Ciro Paoletti e Loredana Vannacci

Andar per mare di Ciro Paoletti e Loredana Vannacci Andar per mare di Ciro Paoletti e Loredana Vannacci La rappresentazione delle navi nella pubblicità delle Compagnie di navigazione italiane 1919-1939 costruzione galleggiante di NAVE: grandi dimensioni,

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011

LA GRANDE AVVENTURA. dagli 11 anni. Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 dagli 11 anni LA GRANDE AVVENTURA Robert Westall Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 74 Pagine: 304 Codice: 978-88-566-4002-1 Anno di pubblicazione: 2011 L autore Scrittore inglese, nato nel 1929

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 Alla fine del 1940 l Italia invade la Grecia. L impresa è più difficile del previsto e deve chiedere aiuto ai tedeschi L esercito italiano e quello tedesco combattono

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013

GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013 RACCONTIAMO DI LUOGHI E DI FATTI CHE NON DEVONO ESSERE DIMENTICATI RICORDIAMO COLORO CHE HANNO AVUTO IL CORAGGIO DI SCEGLIERE IL BENE Classe v Scuola Primaria di

Dettagli

Convenzione concernente certe restrizioni all esercizio del diritto di cattura nella guerra marittima Conchiusa all Aja il 18 ottobre 1907

Convenzione concernente certe restrizioni all esercizio del diritto di cattura nella guerra marittima Conchiusa all Aja il 18 ottobre 1907 Convenzione concernente certe restrizioni all esercizio del diritto di cattura nella guerra marittima Conchiusa all Aja il 18 ottobre 1907 Sua Maestà l Imperatore di Germania, Re di Prussia; il Presidente

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO

CROCE ROSSA ITALIANA DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO CROCE ROSSA ITALIANA DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Perché questa lezione? E compito di ogni volontario di Croce Rossa comprendere e diffondere i principi e gli scopi del Diritto Internazionale Umanitario,

Dettagli

La storia di Charlie a cura della scuola Primaria di Gorno

La storia di Charlie a cura della scuola Primaria di Gorno Intrappolato in una miniera d'oro La storia di Charlie a cura della scuola Primaria di Gorno A Gorno c'erano le miniere di zinco e piombo, i proprietari gestivano anche le miniere d'oro in Australia. Spesso,

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI

GRUPPO DI EBREI ADOTTATI GRUPPO DI EBREI ADOTTATI Il 15 giugno 2009, pranzai presso la Villa Immacolata a Torreglia (PD), nello stesso tavolo con la signora Alberoni Angelina detta Imelda di Vigodarzere. In quella circostanza

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1 La prima Guerra Mondiale IV F La prima guerra mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici La voce de "Gli Amici" Testo più grande Cerca domenica 2 maggio 2004 Home page News Newsletter Disabili mentali: amici senza limiti Handicap e Vangelo Pagina precedente Gli Amici La mostra di pittura Scarica

Dettagli

Dieci regole d oro per una scrittura più chiara

Dieci regole d oro per una scrittura più chiara Dieci regole d oro per una scrittura più chiara 1. Mantieni corte le frasi; 2. Preferisci il semplice al complesso; 3. Preferisci le parole familiari, più conosciute; 4. Evita le parole inutili; 5. Metti

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA. Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin

IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA. Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin Le donne occuparono un ruolo molto importante durante la seconda guerra mondiale. Prima

Dettagli

GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN

GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN GLI ASCARI ERITREI E LA BATTAGLIA DI CHEREN Ho ricevuto queste foto da Angelo Granara che a sua volta le ha avute da suo nipote Enrico e quest ultimo dall Ambasciata Italiana in Eritrea. Senza indugi le

Dettagli

RELITTO BARON GAUTSCH RELITTO DRAGA

RELITTO BARON GAUTSCH RELITTO DRAGA RELITTO BARON GAUTSCH Distanza dal centro: 14 NM Massima profondità: 39 metri Minima profondità: 28 metri Lunghezza: 89 metri Questa e la nave di passeggeri Austriaca ed e la più conosciuta destinazione

Dettagli

L età delle scoperte geografiche

L età delle scoperte geografiche L età delle scoperte geografiche L Europa medievale si concentrava nell area del mar Mediterraneo. Per gli antichi l Oceano Atlantico era il simbolo della fine del mondo, l estremo limite oltre il quale

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Omaggio a Giacomo Bove grande esploratore italiano

Omaggio a Giacomo Bove grande esploratore italiano FOCUS STORIA E MEMORIA Verso la conclusione del IV Anno Polare Internazionale Omaggio a Giacomo Bove grande esploratore italiano Fu tra gli scopritori del mitico Passaggio a Nord-Est Dalle terre polari

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «NEI PERICOLI È MEGLIO ESSERE IN «E SE CI TROVIAMO IN UNA BATTAGLIA?

MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «NEI PERICOLI È MEGLIO ESSERE IN «E SE CI TROVIAMO IN UNA BATTAGLIA? CAPITOLO XXX MENTRE I TRE SI AVVICINAVANO ALLA VALLE, TROVARONO COMPAGNI CHE ANDAVANO NELLA STESSA DIREZIONE: «TANTA GENTE ATTIRA I SOLDATI. POVERO ME!» BORBOTTAVA DON ABBONDIO. «NEI PERICOLI È MEGLIO

Dettagli

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012

RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 RISPOSTA ORALE ALL INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI LONFERNINI E MENICUCCI, DEPOSITATA IL 27.02.2012 Interpelliamo il Governo per conoscere dettagliatamente 1) le modalità del trattamento riservato a un giovane

Dettagli

Pietro Brakus STORIE DI CONTAGIO

Pietro Brakus STORIE DI CONTAGIO Storie di contagio Pietro Brakus STORIE DI CONTAGIO www.booksprintedizioni.it Copyright 2011 Pietro Brakus Tutti i diritti riservati Capitolo 1 NX 129 - LA NUOVA SPECIE 5 La cura per il virus NX 129

Dettagli

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti

Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Facoltà di Scienze Politiche Università di Bari Corso di Economia Internazionale Prof. Gianfranco Viesti Modulo 7 Breve storia delle politiche commerciali Krugman-Obstfeld, cap 9 (seconda parte), integrato

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale La Germania Era l'ultima tra le potenze arrivate Per poter conquistare e mantenere le proprie colonie, potenzia l'esercito e la flotta più delle altre nazioni europee, che non

Dettagli

Comune di S. Giuliano Terme. LA GRANDE GUERRA A S. GIULIANO attraverso i documenti dell Archivio Storico Comunale (1915-1918)

Comune di S. Giuliano Terme. LA GRANDE GUERRA A S. GIULIANO attraverso i documenti dell Archivio Storico Comunale (1915-1918) Comune di S. Giuliano Terme UNITA DIDATTICA LA GRANDE GUERRA A S. GIULIANO attraverso i documenti dell Archivio Storico Comunale (1915-1918) S. Giuliano Terme monumento ai caduti della Grande Guerra nei

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Giornalisti uccisi in guerra - Il prezzo per la verità di Rosa Schiano

Giornalisti uccisi in guerra - Il prezzo per la verità di Rosa Schiano Tra le vittime della recente guerra israeliana contro Gaza, denominata "Pillar of cloud" (14 novembre 2012-21 novembre 2012), vi sono anche tre giornalisti uccisi intenzionalmente e brutalmente in due

Dettagli

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo

La Combriccola della Mezza Luna. pae e di e nd r e. illustrato da Ottavia Rizzo La Combriccola della Mezza Luna pae e di e nd r e illustrato da Ottavia Rizzo www.lacombriccoladellamezzaluna.it A quelli che sanno sognare, perché non debbano mai smettere. A quelli che non sanno sognare,

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

CRISTOFORO COLOMBO BUSCAR EL LEVANTE POR EL PONIENTE

CRISTOFORO COLOMBO BUSCAR EL LEVANTE POR EL PONIENTE CRISTOFORO COLOMBO CRISTOFORO COLOMBO NACQUE A GENOVA NEL 1451. SUO PADRE ERA UN POVERO CARDATORE DI LANA. GIOVANISSIMO SCELSE LA CARRIERA DEL MARE. NEI SUOI NUMEROSI VIAGGI MATURÒ UNA GRANDE ESPERIENZA

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

I cinesi, i cinesi, i cinesi

I cinesi, i cinesi, i cinesi I cinesi, i cinesi, i cinesi Si fa un gran parlare dei cinesi. Stanno invadendo tutto, dicono. Naturalmente da un punto di vista economico. Si sono adeguati al mercato globale, hanno accettato le regole

Dettagli

Prima regola non cadere

Prima regola non cadere Prima regola non cadere 14 giugno 2012 2 La cintura di sicurezza Tanti anni fa, quando iniziai la scuola di alpinismo il mio istruttore mi disse: La prima regola è non cadere Sembrerebbe che debba valere

Dettagli

Progetto dell UNICEF Svizzera. «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho

Progetto dell UNICEF Svizzera. «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho Progetto dell UNICEF Svizzera «Il mio quarto bimbo è sopravvissuto: è venuto al mondo senza HIV» Marafelie Khechane, Lesotho Quasi ogni minuto nasce un bebè sieropositivo. Senza un oppo la metà di loro

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

I bambini vengono costretti a lavorare

I bambini vengono costretti a lavorare Un continente segnato dalle violenze, dai soprusi e dalle ingiustizie. Il destino di schiavitù che nei secoli scorsi ha colpito l'africa non si è esaurito nemmeno nel Terzo millennio. Nell'Ottocento, uomini

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

un tubicino che gli entrava nell'ombelico.

un tubicino che gli entrava nell'ombelico. Un altro Miracolo Quel bimbo non aveva un nome né sapeva se era un maschietto o una femminuccia. Inoltre non riusciva a vedere, non poteva parlare, non poteva camminare né giocare. Riusciva a muoversi

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

LA DISTRUZIONE DEL BALLO

LA DISTRUZIONE DEL BALLO LA DISTRUZIONE DEL BALLO Un bel giorno una ballerina era a casa a guardare la TV quando, all improvviso,suonò il campanello. Andò ad aprire era un uomo che non aveva mai visto il quale disse: Smetti di

Dettagli

IL FRONTE OCCIDENTALE

IL FRONTE OCCIDENTALE IL FRONTE OCCIDENTALE QUESTO TESTO E QUESTA CARTINA TRATTANO DELLA SITUAZIONE SUL FRONTE OCCIDENTALE. VEDRAI ANCHE COME VIVEVANO I SOLDATI IN TRINCEA. All inizio della guerra, la Germania invade il Belgio,

Dettagli

Omaggio a Umberto Nobile grande esploratore italiano

Omaggio a Umberto Nobile grande esploratore italiano FOCUS STORIA E MEMORIA Verso la conclusione del IV Anno Polare Internazionale Omaggio a Umberto Nobile grande esploratore italiano Nell 80 Anniversario della tragedia del dirigibile Italia (1928-2008)

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo:

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo: 01 Perchè si ha il ascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra Nel dopoguerra (alla fine della prima Guerra Mondiale, che si chiama anche Grande Guerra) l Italia si trova in una situazione difficile. In

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

DUE SORELLE. Cutter Italiano adibito al trasporto di marmo e vino nel periodo 1920-1960. Marina di campo - Isola d Elba - ITALIA

DUE SORELLE. Cutter Italiano adibito al trasporto di marmo e vino nel periodo 1920-1960. Marina di campo - Isola d Elba - ITALIA DUE SORELLE Cutter Italiano adibito al trasporto di marmo e vino nel periodo 1920-1960 Marina di campo - Isola d Elba - ITALIA Costruttore: Cantieri navali CELLI di Viareggio Proprietario: MATTERA GABRIELLO

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Museo del Risorgimento:

Museo del Risorgimento: Museo del Risorgimento: Il giorno 14 gennaio la classe 3C ha visitato il museo del Risorgimento. Il museo, prima di diventare tale,è stato la residenza di casa de Marchi, il quale una volta morto, ha donato

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Introduzione Risultati del Progetto Storie di Sofferenza Una donna di Gerusalemme Parità retributiva in Italia tra uomini e donne

Introduzione Risultati del Progetto Storie di Sofferenza Una donna di Gerusalemme Parità retributiva in Italia tra uomini e donne Newsletter n 6 Ottobre e Novembre 2011 Newsletter mensile pubblicata da: Al-Maqdese per lo sviluppo della società in arabo, inglese, italiano Promozione delle opportunità di pace attraverso la fine dello

Dettagli

VII CONVENZIONE AJA 1907. concernente la trasformazione delle navi di commercio. in bastimenti da guerra

VII CONVENZIONE AJA 1907. concernente la trasformazione delle navi di commercio. in bastimenti da guerra VII CONVENZIONE AJA 1907 concernente la trasformazione delle navi di commercio in bastimenti da guerra Conchiusa all Aja il 18 ottobre 1907 Sua Maestà l Imperatore di Germania, Re di Prussia; il Presidente

Dettagli

ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime

ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime ALL 05 Fonti visive: monumenti ai caduti, musei della guerra, francobolli, propaganda di regime Contestualizzazione: La guerra ha prodotto anche un esaltazione di se stessa (attraverso la propaganda di

Dettagli

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la

Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la Migranti nel mondo Dalla presentazione Ocse di Berlino Integration von Zuwanderern: OECD-Indikatoren 2012, 03/12/2012. Sviluppo del tasso di occupazione tra la popolazione immigrata periodo 2000/2001

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore Il nazismo al potere La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo Lezioni d'autore Dal sito: www.biography.com La Repubblica di Weimar (1919-1933) 3 ottobre 1918: Il Reich tedesco-prussiano

Dettagli

Il 16 settembre è stata inaugurata a Roma la mostra organizzata dalla Marina Militare

Il 16 settembre è stata inaugurata a Roma la mostra organizzata dalla Marina Militare L ingresso principale sul Lungotevere delle Navi dove si trovano le ancore delle due corazzate austriache della prima guerra mondiale: Viribus Unitis e Tegetthoff. Il 16 settembre è stata inaugurata a

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

Identificazione Utenti

Identificazione Utenti ALLEGATO: DESCRIZIONE DEL TEST DI USABILITÀ BritishAirways a. OBIETTIVI DEL TEST Verificare la correttezza delle funzionalità principali del sito, trovare eventuali ambiguità e ridondanze. b. METODOLOGIA

Dettagli

Newsletter. Notiziario settimanale 13-19 maggio 2002. Stop del Garante allo spamming. Condannata società. Privacy e informazione. Convegno ad Imperia

Newsletter. Notiziario settimanale 13-19 maggio 2002. Stop del Garante allo spamming. Condannata società. Privacy e informazione. Convegno ad Imperia Newsletter Notiziario settimanale Stop del Garante allo spamming. Condannata società Privacy e informazione. Convegno ad Imperia Privacy e imprese: sondaggi mostrano un crescente bisogno di regole 1 Newsletter

Dettagli

I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA

I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA PORTOGALLO NELLA PRIMA META' DEL '400 VIVE UNA CONDIZIONE ECONOMICA MOLTO DIFFICILE: - L'AGRICOLTURA E' SCARSA A CAUSA DEL TERRENO POCO FERTILE - LE ROTTE COMMERCIALI

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna 2008

Annuario Statistico della Sardegna 2008 Annuario Statistico della Sardegna 2008 TRASPORTI Trasporti interni Le statistiche sui trasporti interni pubblicate in questa sezione costituiscono il risultato di un insieme di rilevazioni curate direttamente

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Dal documentario di Piero e Alberto Angela

Dal documentario di Piero e Alberto Angela Dal documentario di Piero e Alberto Angela Elaborato di Mattia C, Margherita e Marco. 1B Pompei e le altre città Pompei fu fondata intorno all VIII secolo a.c. dagli Oschi che si insediarono, distinti

Dettagli

PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870

PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870 PIAZZA VENEZIA LA PICCOLA PIAZZA VENEZIA, NEL 1870 A DESTRA, PALAZZO VENEZIA; IN FONDO, PALAZZETTO VENEZIA CHE SARA INTERAMENTE SMONTATO E RIMONTATO ALCUNE DECINE DI METRI PIU INDIETRO PER DARE SPAZIO

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi,

Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi, le bombe su londra Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi, distruzioni, convogli affondati in mare, grandi e piccole nazioni già occupate. Insomma, il massacro

Dettagli

14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance

14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance Comunicato Stampa 14 Barometro Vacanze Ipsos - Europ Assistance La vacanza rimane sacra per gli Italiani: degli 80 euro del Governo 37 potrebbero essere investiti in viaggi. Il Belpaese meta europea preferita

Dettagli

Napoli Le BOMBE. E l Ultima Guerra. Di Gerardo Caffarelli. www.vesuvioweb.com. A cura di Aniello Langella

Napoli Le BOMBE. E l Ultima Guerra. Di Gerardo Caffarelli. www.vesuvioweb.com. A cura di Aniello Langella Napoli Le BOMBE E l Ultima Guerra Di Gerardo Caffarelli A cura di Aniello Langella www.vesuvioweb.com Capita per caso, parlando tra amici di incontrare persone particolarmente interessate alle storie della

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B 08/06/2015 COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE (ITALIANO) classe 1^B - Grammatica: svolgi tutti gli esercizi da p. 3 a p. 19 (tranne l es. 6 p. 19) + leggi p. 24-25 (ripasso del verbo) e svolgi gli es. da 1

Dettagli

IL GATTO RAPITO. dai 7 anni. ErMInIA DELL OrO

IL GATTO RAPITO. dai 7 anni. ErMInIA DELL OrO dai 7 anni IL GATTO RAPITO ErMInIA DELL OrO Illustrazioni di Matteo Piana Serie Azzurra n 129 Pagine: 112 Codice: 566-2584-4 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE La scrittrice vive a Milano, ma è nata

Dettagli

STORIA DELLA CROCE ROSSA

STORIA DELLA CROCE ROSSA STORIA DELLA CROCE ROSSA Corso Base Volontari Trento 28 gennaio 2013 Istruttore DIU Michele Beretta Perché?!?! Battaglia di Solferino/San Martino 24.06.1859 JEAN HENRY DUNANT (08.05.1828 30.10.1910) Creazione

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

Il1968 è anno di rottura col passato

Il1968 è anno di rottura col passato Il1968 è anno di rottura col passato Evento chiave: la guerra in Vietnam perché non si riconosce all intervento di Usa quella valenza di tutela della libertà contro i rischi del comunismo Giovani di paesi

Dettagli

Lo scoppio della guerra fredda

Lo scoppio della guerra fredda Lo scoppio della guerra fredda 1) 1945: muta la percezione americana dell URSS da alleato ad avversario e nemico 2) 1946: ambio dibattito interno all amministrazione Truman sulla svolta in politica estera

Dettagli

Emissioni in tempo di guerra

Emissioni in tempo di guerra Emissioni in tempo di guerra Prima guerra mondiale Campo di concentramento dell Asinara I biglietti creati per la circolazione dei campi di prigionia ripetono le caratteristiche della carta moneta a corso

Dettagli