Associazione Culturale IL MASCHERONE Spoleto fonte di cultura polivalente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Associazione Culturale IL MASCHERONE Spoleto fonte di cultura polivalente"

Transcript

1 Associazione Culturale IL MASCHERONE Spoleto fonte di cultura polivalente Origine e Storia dello Sport

2 ORIGINE E STORIA DELLO SPORT Lo sviluppo dello sport nel corso della storia dimostra i cambiamenti sociali attraverso i secoli e la diversa concezione dell'attività sportiva nelle varie culture. Scena di caccia con l'arco nel graffito di una lastra tombale (Dinastia Han, Parigi, Museo Cernuschi)

3 L attività sportiva era già presente nelle civiltà preistoriche ed era rappresentata dalla corsa, dalla caccia, dalla lotta, attività ità che consentivano la sopravvivenza.

4 Esempi di arte rupestre, come quelli di Lascaux, in Francia, dimostrano come in tempi preistorici, le cerimonie sacrali sottintendevano un'attività fisica dei partecipanti. ti Alcuni di questi ritrovamenti sono stati fatti risalire ad almeno anni fa. Arciere in una pittura rupestre preistorica della grotta della Saltadora, Castillon de la Plana (Spagna)

5 I graffiti dimostrano come gli uomini delle caverne non praticassero l attività fisica solo per la sopravvivenza, per cercare cibo, o per difendersi, ma anche come svago o nel coso di riti propiziatori prima della caccia. Nella grotta dell'addaura troviamo un eccezionale testimonianza: una scena dove ci sono una decina di figure maschili che circonda due uomini sdraiati per terra, e figure di animali. Secondo gli studiosi si tratta di una scena di iniziazione, forse a carattere religioso. Arte Parietale: Grotta dell'addaura (Palermo)

6 E indubbio che nei secoli si è verificato un processo evolutivo. Studi sulle tribù primitive dell Africa, dell America, ed anche dell Oceania, analizzate da etnografi già nell'ottocento, hanno dimostrato che l attività fisica dal suo originario significato di attività pratica finalizzata alla sopravvivenza, si è trasformata in manifestazione rituale, per poi scivolare verso un attività ludica. Graffito preistorico raffigurante giochi di acrobati Grotta dell' Addaura (Palermo)

7 Nell Antico Egitto al tempo dei faraoni, come dimostrano numerose iscrizioni sugli antichi monumenti egiziani, si praticavano molte attività sportive a scopo ludico: lotta, ginnastica, pugilato, nuoto, canottaggio, pesca, atletica e vari generi e di giochi con la palla. a Verso il 2500 a.c. in Egitto era diffusa la lotta e la scherma con il bastone. Dalla traduzione di alcuni geroglifici gli studiosi hanno stabilito che Dalla traduzione di alcuni geroglifici, gli studiosi hanno stabilito che millenni prima dei greci, gli egiziani organizzavano giochi con regole precise affidate all imparzialità di un sorta di arbitro.

8 I vincitori venivano onorati con collari di forme particolari ed in perfetto spirito sportivo, veniva reso omaggio al vincitore per la sua maggiore capacità ed al perdente per la sua partecipazione.

9 Gli Ebrei si dedicavano al tiro della fionda, al tiro con l arco ed in particolare ad una prova di forza che consisteva nel sollevare un enorme masso chiamata "gioco della pietra di paragone".

10 Anche presso i Babilonesi, gli Assiri, i Medi, i Persiani, gli Etruschi, i Cretesi, si praticavano giochi basati sulla forza fisica, il tiro con l arco non era solamente utilizzato nel momento della caccia. Spesso queste attività fisiche erano presenti nelle cerimonie sacre di implorazione e di propiziazione, insieme alla danza, oppure nelle cerimonie funebri di re o valorosi capi e servivano per decretarne il successore.

11 In Persia e nel Tibet veniva praticato il gioco del polo. Per alcuni studiosi il termine polo deriva dal nome delle competizioni a cavallo giocate in Persia, chiamate pulu, mentre per altri pulu o pullu indicava la palla in Tibet.

12 Abbiamo testimonianze del primo sciatore, effigiato in una grotta in Norvegia ed è datato intorno al 2500 a.c. Incisione rupestre raffigurante un cacciatore sugli sci. (Rodoy, Norvegia)

13 Le testimonianze di edifici antichi dimostrano che anche la civiltà cinese ha iniziato a praticare attività atletiche fin dal 4000 a. C. In Cina si svilupparono molto anche la Arti marziali e acrobatiche.

14 La ginnastica fu sicuramente l attività sportiva più diffusa nell'antica Cina, soprattutto dovuta alle dottrine dei monaci buddisti, (risalenti all'anno 2700 a.c.), che avevano regole di vita ferree: secondo gli insegnamenti dei maestri del Tao, la ginnastica garantiva la salute del corpo e l'immortalità dell'anima. Antica tela cinese che ritrae il grande maestro 'Yang Chen Fu' in allenamento con il bastone lungo 'kun'

15 Fu in Grecia che il concetto di cultura fisica e attività sportiva iniziò a manifestarsi con analogie palesi rispetto alla moderna attribuzione condivisa del termine. La corsa nella decorazione di un vaso attico (Atene, Museo Nazionale)

16 L attività fisica era parte della paidèia: nell'educazione dei giovani, nei ginnasi, lo sport era considerato come elemento indispensabile dell'educazione, come esercizio del corpo e anche dello spirito. Mentre per i Romani l attività fisica rappresentava un allenamento per la vita militare, per i Greci era propedeutica anche alla formazione del carattere dell'individuo.

17 Troviamo una testimonianza di competizione pubblica nell'iliade Iliade, nei giochi funebri per Patroclo riservati ai capi Achei: lotta libera, pugilato, tiro con l arco, lancio del giavellotto, del disco e corsa. N ll'odi 'è lt di t i di ti ll Nell'Odissea c'è un altra dimostrazione di gara sportiva, nelle espressioni di antipatia tra Alcinoo e Ulisse, con gare di pugilato lotta, corsa, salto e danza.

18 Nella Roma antica l esaltazione della competizione fisica si realizzava prevalentemente nelle feste religiose, durante le quali erano organizzate gare che, oltre alla sacralità del momento, costituivano una spettacolarizzazione dell evento evento ed un occasione di intrattenimento pubblico.

19 Terme di Diocleziano L'attività sportiva non agonistica veniva praticata più che altro nell'ambito delle terme come cultura del benessere.

20 A Roma l attività sportiva si concretizzava in celebrazioni di carattere propiziatorio, nelle ricorrenze religiose o come spettacolo pubblico. Queste gare si chiamavano ludi, cioè giochi pubblici Il termine ludi, giochi, competizioni sportive, organizzati dai membri della classe sacerdotale, deriva molto probabilmente dall'etrusco; gli sport o i giochi più antichi praticati comprendevano anche specialità olimpiche greche, ma il pubblico preferiva i giochi più violenti, la lotta il pancrazio.

21 I combattimenti dei gladiatori, che vennero ben presto utilizzati come stabilizzatori sociali, erano molto popolari. I giochi si svolgevano al Circo Massimo.

22 IL PUGILATO Il pugilato, disciplina antichissima, agli inizi veniva disputato a mani nude, poi si passò all uso di rudimentali guantoni costituiti da corregge di bue intrecciate. I Greci li chiamarono imantes, i Romani cesti. Non esistevano categorie di peso nè di età, e anche se il pugilato fu uno sport con regole e tecniche precise alle volte si assisteva a combattimenti del tutto impari.

23 Gli incontri secondo il rituale olimpico, si svolgevano a mezzogiorno e proseguivano fino all'atterramento atterramento di uno dei due contendenti, che doveva dichiarare la sua sconfitta, sollevando la mano.

24 Alcuni scavi nella zona di Bagdad hanno portato alla luce statuine di Alcuni scavi nella zona di Bagdad hanno portato alla luce statuine di bronzo del terzo millennio a.c. che costituiscono una prova degli incontri di pugilato che si svolgevano tra atleti.

25 Il Pancrazio, deriva dal greco pan-krates = tutta la forza, onnipotente; era un misto di lotta e pugilato; gli atleti si afferravano con le mani, con le dita, erano ammessi calci, fratture e si poteva anche tentare di soffocare l avversario avversario. (Galeno)

26 LA LOTTA La lotta fu inserita nelle discipline olimpiche nel 708 a.c. alla diciottesima Olimpiade. Esistevano tre specialità di lotta: l orthopale, l che aveva la caratteristica della spettacolarità (si vinceva dopo tre atterramenti); l alindissis, praticata durante gli allenamenti (l incontro terminava solo quando uno dei contendenti si dichiarava vinto); l acrochirismòs, incuii i lottatori si servivano esclusivamente delle dita ed era certamente la più violenta. Gli incontri si svolgevano solitamente in piedi, solo più tardi il combattimento si spostò a terra. Prima della gara gli atleti si ungevano di olio e foderavano tutto il corpo di uno strato di polvere.

27 Le prime arti marziali erano praticate solo con il corpo, le armi sarebbero state introdotte in seguito; tra queste primissime discipline doveva esserci anche l embrione del pugilato. YGMACHIA E PUGILATUS CAESTIS

28 Fonti iconografiche come dipinti e bassorilievi ci informano che questa attività o comunque un combattimento di percussione veniva praticato fin dal III millennio a.c. presso le civiltà mediorientali e in Egitto. Un affresco cretese ci mostra due combattenti con le mani fasciate: si tratta molto probabilmente di una fase in cui la pygmachia, come verrà poi chiamata in Grecia, è già uscita da un contesto esclusivamente guerresco per diventare uno sport.

29 Il concetto attuale di sportività non rientrava nel modo di pensare degli atleti dell antichità, per i quali la gara era da vincere alla stregua di un combattimento. t La Pygmachia greca, compare già nei poemi omerici e possiamo vederne molti esempi nelle pitture vascolari. Letteralmente pygmachia significa combattere con i pugni, ma in realtà erano ammesse anche tecniche di gamba, perciò si trattava di un antenato della moderna kickboxing: i giudici di gara non avrebbero considerato sanzionabile la morte di uno dei due atleti.

30 Non esisteva neanche il concetto di protezione e gli atleti combattevano nudi, con le mani fasciate dagli himantes, strisce di cuoio imbevute in olio d oliva, lunghe circa quattro metri, che si avvolgevano attorno alle dita e al palmo della mano. Nel IV secolo a.c. comparve una nuova versione di queste bende, pensata per far male più che per proteggere, i cosiddetti oxis. Nel I sec d.c. vennero appunto introdotti i caestus, micidiali guanti con punte e parti in metallo, sotto i quali si indossava a volte un coprinocche di bronzo. In certi casi, una sola tecnica bastava a finire i l incontro. La pygmachia come il pugilatus caestis vennero proibiti con il cristianesimo nel IV secolo d.c., quando l imperatore Teodosio interruppe le olimpiadi.

31 LA CORSA DEI CARRI L idea di aggiogare g il cavallo ad un veicolo fu attribuito ai Greci: Prometeo fu colui che avrebbe inventato la biga, e Erittonio, la quadriga. la biga di Monteleone conservata presso il Metropolitan Museum of Art di New York

32 Nelle quadrighe solo i due cavalli al centro venivano accoppiati, mentre i due esterni erano uniti agli altri solo da una correggia, che rendeva più difficile la guida.

33 La corsa dei carri era una delle competizioni più popolari e diffuse sia nella Grecia antica che nel mondo romano. Si trattava di gare spesso molto pericolose per l'incolumità sia degli aurighi che dei cavalli, che potevano subire gravi infortuni e, talvolta, trovavano anche la morte. mosaico della villa romana del Casale di piazza Armerina in Sicilia

34 LANCIO DEL DISCO Il lancio del disco risulta essere tra le più antiche discipline, praticata dai Greci fin dal periodo omerico, molto popolare anche presso gli Etruschi, non altrettanto presso i Romani.

35 Di solito il disco veniva cosparso di sabbia, per permettere una presa più salda. L'atleta eseguiva il lancio da una base di partenza, delimitata frontalmente e lateralmente.

36 L atleta Latleta, dopo aver afferrato il disco, lo lanciava dalla piazzola di tiro (balbis) con una tecnica molto diversa da quella attuale: sollevava il disco all indietro con il braccio teso, si ripiegava su se stesso e si alzava di scatto per scagliarlo in avanti. Erano previsti cinque lanci.

37 I CAVALLI MONTATI La corsa dei cavalli montati si svolgeva su un percorso di 6 stadi (circa 1150 metri); il cavallo che per primo, con o senza fantino, tagliava il traguardo era vincitore. Nel mondo classico si passò dalla monta a pelo all uso di coperture o gualdrappe, più o meno imbottite. Solo in epoca imperiale si passò ad una sella equestre comparabile a quella dei nostri giorni. Le staffe comparvero solo nel I secolo d.c. Esistevano invece il morso e le briglie.

38 IL NUOTO Il nuoto faceva parte della prima educazione dei giovani ateniesi. Alcune raffigurazioni artistiche testimoniano l uso del crawl, mentre da una scrittura Egiziana si deduce la pratica dello stile a rana. Il nuoto però rappresentava solo un allenamento e non faceva parte delle gare olimpiche né di altre manifestazione sportive.

39 LE REGATE Le regate in origine costituivano solo un attività con scopi pratici, ma in Grecia, un iscrizione testimonia che le regate erano comprese nel programma delle annuali feste Panatenaiche. gli Efebi di Atene disputavano una corsa di canotti nel porto di Munichia. Le gare più antiche furono disputate con triremi o quadriremi, poi si usarono imbarcazioni ad un solo banco di rematori.

40 LANCIO DEL GIAVELLOTTO Il lancio del giavellotto fu inserito nella specialità del Pentatlon solo successivamente: era costituito da una lancia dritta, di sambuco o di bronzo, con un estremità protetta da una capsula di metallo. Il lancio poteva avvenire da fermo oppure con una rincorsa; senza superare un determinato limite, pena la squalifica. La misura media di un buon lancio si aggirava intorno ai 46 metri. Ogni concorrente aveva a disposizione due giavellotti. Il giavellotto era usato anche per gare di tiro al bersaglio a piedi o a cavallo.

41 Il SALTO Il salto, fu inserito nella disciplina del Pentatlon solo in tempi successivi e divenne una tra le gare più importanti. Gli studiosi ritengono che si trattasse del salto in lungo. Il salto in alto in Grecia, non rientrava nelle gare e probabilmente si limitava solo come allenamento in palestra. Un reale miglioramento avvenne nella diciottesima Olimpiade quando fu introdotto l uso degli halteres, una sorta di manubri di pietra o di piombo che servivano da contrappeso al saltatore.

42 LA CORSA La corsa più antica fu lo Stadio o corsa semplice, che fu disputata nelle prime 13 Olimpiadi. Alla quattordicesima Olimpiade fu istituito il diaulo, due volte la lunghezza dello stadio (1200 piedi). M ll ti hità i ti Ma nell antichità si praticavano varie specialità di corsa in base alla lunghezza del percorso come ad esempio la corsa lunga o dolico.

43 Questa specialità ebbe origine dai corridori-messaggeri, che dovevano recapitare notizie sull andamento della guerra alla madrepatria. Era praticata anche una corsa sulla lunghezza dei 4 stadi, chiamata Ippodromo, che corrispondeva alla lunghezza del giro di pista dei cavalli nell ippodromo ippodromo. La pista non aveva un andamento circolare, ma era chiusa dai due lati corti da due fasce di pietra, Anche la corsa, come le altre discipline sportive, veniva praticata a corpo nudo e senza l uso dei calzari.

44 OPLITODROMIA E assai probabile che prima di diventare una disciplina sportiva la Oplitodromia fu un attività preparatoria alla guerra, esercitata dai militari. Nelle prime gare l atleta che correva era nudo, indossava solo elmo, scudo e schinieri, in seguito solo lo scudo di bronzo. La corsa oplitica fu ammessa ai giochi olimpici nel 520 a.c. durante la 65a edizione.

45 Gli Emerodromi, erano uomini i che correvano per una giornata intera, per portare notizie che potevano valere la vita di tutto un popolo, come colui che dalle Termopili andò a gridare ad Atene la vittoria sui Persiani. Possiamo considerare Filippide, che corse per oltre 42 chilometri per portare ad Atene la notizia della vittoria sui persiani (490 a.c.), l inventore della maratona.

46 LAMPADEDROMIA La lampadedromia d ha le sue origini nei riti sacri. Secondo Luciano di Samosata, sofista che poi abbracciò una diversa filosofia,,gli ateniesi disputavano ogni anno una corsa con le fiaccole in onore di Pan, che li avrebbe aiutati nella battaglia di Maratona.

47 La corsa era una staffetta a più squadre composte in genere da atleti appartenenti alla stessa tribù. "Il testimone" era una torcia che il corridore passava al suo compagno di squadra, come nelle moderne staffette.

48 La sacra scintilla del fuoco fu rubata agli Dei da Prometeo che la portò sulla terra: secondo la mitologia i greca è simbolo della ragione e della libertà.

49 Associazione Culturale IL MASCHERONE Spoleto fonte di cultura polivalente

La corsa. La città di Olimpia. Olimpia. Le Olimpiadi nel mondo Greco. Il pugilato. La corsa dei carri. Il giavellotto Il salto Il disco

La corsa. La città di Olimpia. Olimpia. Le Olimpiadi nel mondo Greco. Il pugilato. La corsa dei carri. Il giavellotto Il salto Il disco La città di Olimpia La corsa La lotta La corsa dei carri Olimpia Le Olimpiadi nel mondo Greco Il pugilato Il giavellotto Il salto Il disco Le origini dei Giochi sono circondate da miti e leggende, ma la

Dettagli

Lo sport nell'antica Roma

Lo sport nell'antica Roma Lo sport nell'antica Roma A Roma gli spettacoli sportivi più praticati erano le corse dei cavalli,che si tenevano al Circo Massimo,che sorgeva nell avvallamento tra il colle Palatino e l Aventino. Si diceva

Dettagli

ATLETICA LEGGERA. Un po di storia

ATLETICA LEGGERA. Un po di storia ATLETICA LEGGERA Un po di storia L atletica leggera è nata insieme all uomo, il quale, per muoversi, per procurarsi il cibo e per ogni necessità era costretto a correre, a saltare, a lanciare un sasso,

Dettagli

TIRO CON L ARCO. Un po di storia

TIRO CON L ARCO. Un po di storia TIRO CON L ARCO Un po di storia Le prime tracce evidenti dell uso dell arco e delle frecce risalgono all uomo preistorico di venticinquemila anni fa. Questo tipo di arma resta importantissimo nel corso

Dettagli

2. Nelle Olimpiadi dell antichità potevano gareggiare: A gli uomini greci e stranieri C gli uomini e le donne della Grecia

2. Nelle Olimpiadi dell antichità potevano gareggiare: A gli uomini greci e stranieri C gli uomini e le donne della Grecia 1 ognome... Nome... lasse... ata... LE OLIMPII OLIMPII NTIHE 1. Le Olimpiadi dell antichità si disputarono per: circa 100 anni circa 1000 anni circa 500 anni circa 10 000 anni 2. Nelle Olimpiadi dell antichità

Dettagli

Corso di Storia delle Arti visive. 2. L origine dell arte

Corso di Storia delle Arti visive. 2. L origine dell arte Corso di Storia delle Arti visive 2. L origine dell arte 1 Il mondo antico: l origine dell arte L arte figurativa del Paleolitico ha lo scopo di favorire la caccia per cui vengono rappresentati prevalentemente

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI

REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI 1) Ogni gioco popolare inserito nel programma del Palio delle Borgate contribuisce alla classifica generale come evento singolo. TIRO ALLA FUNE 2) La gara inizia quando

Dettagli

Scultura greca. Scultura dedalica e arcaica

Scultura greca. Scultura dedalica e arcaica Scultura greca Scultura dedalica e arcaica Scultura geometrica (VIII secolo a.c.) Piccole statuette in bronzo e avoriofigure umane, divine e cavalli Scultura dedalica (VII secolo a.c.) La grande statuaria

Dettagli

Museo Archeologico Nazionale di Venezia

Museo Archeologico Nazionale di Venezia Museo Archeologico Nazionale di Venezia Attività didattica 2014/2015 PERCORSI DIDATTICI a cura degli Assistenti del Museo Scuole primarie Scuole secondarie di I grado Scuole secondarie di II grado SERVIZIO

Dettagli

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9

2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8. 4.Conclusione... 9 1.Introduzione... 2.Cos è il nuoto sincronizzato...4-3. Penalità... 7-8 4.Conclusione... 9 Elisa Boffi 2009/2010 Opzione Storia 2 1) Introduzione In questo lavoro parlerò del mio sport, il nuoto sincronizzato.

Dettagli

Corso di Storia delle Arti visive. 4. Gli Etruschi

Corso di Storia delle Arti visive. 4. Gli Etruschi Corso di Storia delle Arti visive 4. Gli Etruschi 1 Le civiltà classiche: gli Etruschi Il popolo etrusco si era insediato nel territorio corrispondente alle attuali Toscana, Umbria e Lazio intorno al IX

Dettagli

LE ORIGINI: IL MEDITERRANEO E L EUROPA

LE ORIGINI: IL MEDITERRANEO E L EUROPA LA STORIA DELLO SPORT E DELL EDUCAZIONE FISICA LE ORIGINI: IL MEDITERRANEO E L EUROPA GLI ASSIRI E GLI EGIZI Le prime attività sportive furono derivate da quelle stesse occupazioni alle quali l uomo si

Dettagli

Quando l uomo scoprì di esistere

Quando l uomo scoprì di esistere laboratorio Prerequisiti 1 conoscere i contenuti relativi alla preistoria collocare i contenuti appresi nello spazio e nel tempo comprendere e conoscere il concetto-chiave di cultura Obiettivi riflettere

Dettagli

Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A. Giardina- B. Gregari, Il mosaico e gli specchi, Editori Laterza

Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A. Giardina- B. Gregari, Il mosaico e gli specchi, Editori Laterza Istituto di Istruzione Cittadella T.L.Caro a.s. 2007/2008 PROGRAMMA di STORIA classe I A Docente: prof. Maurizio Tessaro Il programma svolto ha seguito la scansione del testo in adozione: B. Corradi -A.

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Il teatro a Roma e nel mondo romano

Il teatro a Roma e nel mondo romano Il teatro a Roma e nel mondo romano Il Mediterraneo Romano nel II secolo d. C. e la diffusione dei teatri nelle province romane Per quanto riguarda gli edifici teatrali romani, è necessario fare alcune

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI

NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI NASCE UN NUOVO POPOLO: I GRECI Intorno al 1200 a.c. nuovi popoli arrivano in Grecia. Questi popoli partono dal Nord dell'asia e dal Nord dell'europa. Queste persone diventano i nuovi padroni del territorio.

Dettagli

ARTE MINOICA prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it. 4a. ARTE MINOICA CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE

ARTE MINOICA prof.ssa Emanuela Pulvirenti www.didatticarte.it. 4a. ARTE MINOICA CORSO DI DISEGNO E STORIA DELL ARTE 4a. ARTE MINOICA ALLE ORIGINI DELL ARTE GRECA La civiltà cretese (o minoica) e quella micenea prendono il nome dai principali centri di sviluppo: l isola di Creta (situata nel mar Egeo, fra la Grecia e

Dettagli

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra

1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra 1 Dalle prime forme di vita alle prime civiltà 1Le origini. Una storia che parte dal centro della Terra º 1. Dalle origini della Terra alle origini della vita 4 º 2. L origine delle specie 6 º 3. La nascita

Dettagli

DENTRO E FUORI IL MUSEO INGRESSO LIBERO!

DENTRO E FUORI IL MUSEO INGRESSO LIBERO! DENTRO E FUORI IL MUSEO INGRESSO LIBERO! Attività didattica 2012-2013 del Civico Museo Luoghi e Genti dell Auser Presentazione Il Civico Museo Luoghi e Genti dell Auser si avvia a compiere il suo secondo

Dettagli

Storia delle immagini

Storia delle immagini Anno 2004 Massimo A. Cirullo Storia delle immagini 1 arte della preistoria Egitto Creta e Micene Dispensa elettronica in formato PDF per i miei studenti di prima media arte della preistoria e più antiche

Dettagli

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA

EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA EVOLUZIONE NELLA PREISTORIA PREISTORIA SCIMMIE ANTROPOMORFE: SONO SIMILI ALL UOMO VIVONO SUGLI ALBERI NELLE FORESTE DELL AFRICA DIVENTANO ONNIVORE: MANGIANO TUTTO, ANCHE LA CARNE DA QUADRUPEDI DIVENTANO

Dettagli

Esito del sit test Maschi Femmine

Esito del sit test Maschi Femmine TC 1 Test dell accovacciamento (sit test) È una prova estremamente semplice da eseguire, ma che richiede buona coordinazione e un perfetto equilibrio muscolare tra estensori e flessori del ginocchio. Dove

Dettagli

Questo mese ricorre...

Questo mese ricorre... Questo mese ricorre... rubrica mensile di lavoretti per i più piccoli a cura di Valentina Biletta QING MING JIE Qing Ming Jie è una delle più importanti feste della tradizione cinese: celebra il ricongiungimento

Dettagli

ffllffl EO! ITr Guida alle attività didattiche MUSEO REGIONE TOSCANA Comune di Grosseto MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA

ffllffl EO! ITr Guida alle attività didattiche MUSEO REGIONE TOSCANA Comune di Grosseto MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA Comune di Grosseto AL EO! Guida alle attività didattiche REGIONE TOSCANA ITr,M :,; I i[ 1,1.A MAREMMA MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA ffllffl MUSEO ARCHEOLOGICO E D'ARTE DELLA MAREMMA Coordinamento:

Dettagli

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI

PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI PRIMA DI INIZIARE: CERCA LA GRECIA SU UNA CARTA GEOGRAFICA I GRECI MOLTO TEMPO FA IN GRECIA C'ERA LA CIVILTÀ MICENEA. NEL 1200 A. C. I DORI (UN POPOLO CHE VENIVA DALL'EUROPA) INVASERO LA GRECIA. I DORI

Dettagli

LA DONNA E IL GUERRIERO NEL MONDO ANTICO Percorso per le classi quinte della scuola primaria

LA DONNA E IL GUERRIERO NEL MONDO ANTICO Percorso per le classi quinte della scuola primaria LA DONNA E IL GUERRIERO NEL MONDO ANTICO Percorso per le classi quinte della scuola primaria Obiettivi di questo breve approfondimento tematico sono: l esame del mondo femminile nell antichità, mirato

Dettagli

Indice del volume. 1 le prime civiltà. 1.1 La preistoria. 1.2 Mesopotamia e Egitto

Indice del volume. 1 le prime civiltà. 1.1 La preistoria. 1.2 Mesopotamia e Egitto ndice del volume 1 le prime civiltà TEST ONLNE 1.1 La preistoria 1.1.1 Cacciatori e agricoltori 2 1.1.2 Pittura e scultura nel Paleolitico 3 Le Grotte di Lascaux 4 1.1.3 L arte del Neolitico 7 Le tecniche

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

Dieci regole d oro per una scrittura più chiara

Dieci regole d oro per una scrittura più chiara Dieci regole d oro per una scrittura più chiara 1. Mantieni corte le frasi; 2. Preferisci il semplice al complesso; 3. Preferisci le parole familiari, più conosciute; 4. Evita le parole inutili; 5. Metti

Dettagli

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA

CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO PALLAVOLO TIRO ALLA FUNE FRECCETTE STAFFETTA CORSA DEI MILLEPIEDI IL PUNGIGLIONE BASKET 3C3 CAPITAN DADO FLEBO IN CORSA CALCETTO Dimensioni Gare Palio Dimensioni Lunghezza m. 38 Larghezza m. 18,40

Dettagli

SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD. STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO

SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD. STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO SCUOLA BOTTEGA S. POLO A. s. 2014 /2015 CLASSE 1CD STORIA E GEOGRAFIA (Prof.ssa Manuela Magurno) RECUPERO /POTENZIAMENTO ESTIVO Civiltà minoica e micenea Quale civiltà si sviluppò nell isola di Creta?

Dettagli

Il racconto per immagini

Il racconto per immagini Arte cretese Pittura vascolare: Aiace e Achille Altare di Pergamo L opera artistica pittorica o scultorea talvolta riproduce immagini che descrivono episodi tratti da storie fantastiche o da fatti realmente

Dettagli

ESTRATTO DALLE REGOLE SPORTIVE Special Olympics International

ESTRATTO DALLE REGOLE SPORTIVE Special Olympics International Aggiornamento Giugno 2009 INDICE Art.1 Estratto Regolamento Internazionale pag. 3 Regolamento Tecnico di Nuoto pag. 4 Categorie di età pag. 4 Regola dello Sforzo Onesto pag. 4 Eventi pag. 6 Scelta della

Dettagli

Indice_del volume. capitolo 1_La preistoria. capitolo 2_Imperi e culture del Vicino Oriente

Indice_del volume. capitolo 1_La preistoria. capitolo 2_Imperi e culture del Vicino Oriente Indice_del volume capitolo 1_La preistoria 1_Prima della storia 2 2_Problemi di sopravvivenza e capacità di adattamento 2 Le Parole della Storia_Uomo 3 3_«Uomini» 5 4_La diffusione della specie umana 6

Dettagli

TITOLO: La pittura vascolare

TITOLO: La pittura vascolare 1E 120308_CaloriPitturavascolare, Pagina 1 di 5 TITOLO: La pittura vascolare La pittura vascolare: tutto ciò che resta della pittura greca Vario utilizzo e tipologie dei vasi Vari stili di pittura vascolare

Dettagli

Indice del volume. Le tecniche pittoriche primitive 4. La rappresentazione della figura umana e la pittura a secco presso gli Egizi 34

Indice del volume. Le tecniche pittoriche primitive 4. La rappresentazione della figura umana e la pittura a secco presso gli Egizi 34 ndice del volume 1 LE PRME CVLTÀ 1.1 La preistoria TEST ONLNE 1.1.1 Cacciatori e agricoltori 2 1.1.2 Pittura e scultura nel Paleolitico 2 Le tecniche pittoriche primitive 4 Le Grotte di Lascaux 6 1.1.3

Dettagli

[Gli Sport - Tuffi] Tuffi

[Gli Sport - Tuffi] Tuffi Tuffi Le origini In un bassorilievo proveniente dagli scavi di Ninive e risalente a 5.000 anni fa è possibile vedere un gruppo di guerrieri Assiri che si lancia in acqua per sfuggire ai nemici. È datato

Dettagli

WTKA LIGHT CONTACT/POINT FIGHTING TUTTE LE TECNICHE DEVONO ESSERE CONTROLLATE

WTKA LIGHT CONTACT/POINT FIGHTING TUTTE LE TECNICHE DEVONO ESSERE CONTROLLATE WTKA LIGHT CONTACT/POINT FIGHTING TUTTE LE TECNICHE DEVONO ESSERE CONTROLLATE Nota Bene: NON E AMMESSO IL K.O.! 1. AREA DI GARA Il Tatami deve misurare 6m. per 6m. o 8m. per 8 m. 2. UNIFORMI E PROTEZIONI

Dettagli

Federazione Italiana Rugby

Federazione Italiana Rugby 1 Federazione Italiana Rugby Norme che disciplinano l attività di Coppa Italia a 7 Femminile per la stagione sportiva 2014/2015. Coppa Italia a 7 Femminile 2014/2015. La Coppa Italia è considerata una

Dettagli

Agli inizi dell arte

Agli inizi dell arte Calendario incontri mercoledì 27.10 e giovedì 11, 18 e 25.11.2010 Mercoledì, 27 ottobre Auditorium, terzo piano Giovedì, 11 novembre Auditorium, terzo piano Giovedì 18 novembre, Aula 11, Palazzo Rosso

Dettagli

LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA

LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA Creta è l isola più grande dell arcipelago greco. Si trova al centro del Mar Mediterraneo. L isola aveva un territorio fertile. Queste caratteristiche dell isola hanno permesso

Dettagli

La Grecia classica. DELLA CASA Sebastiano OBERTO Marta PITTORI Elisa RAIMONDI Francesco RUBINETTI Greta. Storia dell arte - prof.

La Grecia classica. DELLA CASA Sebastiano OBERTO Marta PITTORI Elisa RAIMONDI Francesco RUBINETTI Greta. Storia dell arte - prof. Dettaglio del Partenone, Atene La Grecia classica Storia dell arte - prof.ssa Tolosano DELLA CASA Sebastiano OBERTO Marta PITTORI Elisa RAIMONDI Francesco RUBINETTI Greta 480 a. C. I Greci sono sconfitti

Dettagli

PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08

PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08 PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08 PALLAVOLO BASKET ATLETICA SCHERMA TAMBURELLO ORIENTAMENTO CLASSI IV e V Insegnante

Dettagli

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE LE GUERRE PERSIANE Mentre le città greche si sviluppavano, i Persiani crearono un vastissimo impero sottomettendo tutti i popoli conquistati. Sparta e Atene, piuttosto di perdere la propria libertà affrontarono

Dettagli

º 1. Perché sono necessari il sistema di riferimento

º 1. Perché sono necessari il sistema di riferimento Gli uomini e la storia º 1. Che cos è la storia 1 º 2. Le coordinate della storia: il tempo e lo spazio 2 º 3. Le molte domande della storia 4 º 4. Il documento 5 º 5. Il mestiere dello storico 6 º 6.

Dettagli

Unità di apprendimento semplificata

Unità di apprendimento semplificata Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero Testo di Amalia Guzzelloni, IP Bertarelli, Milano La prof.ssa Guzzelloni

Dettagli

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net

La civiltà greca. scaricato da www.risorsedidattiche.net La civiltà greca I CRETESI Tra il 2.500 a.c. e il 1.500 a.c. nell'isola di Creta fiorì la civiltà cretese. Essa si basava sull'artigianato, e sul commercio. I Cretesi vivevano in città costituite da un

Dettagli

REGOLAMENTO GIOCHI IN PIAZZA

REGOLAMENTO GIOCHI IN PIAZZA 53 edizione REGOLAMENTO GIOCHI IN PIAZZA 26 SETTEMBRE 2015 (aggiornato con modifiche approvate dal Consiglio Direttivo maggio 2015) 53 PALIO DE SAN MICHELE PROGRAMMA DEI GIOCHI IN PIAZZA Piazza Mazzini,

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

ESTRATTO DALLE REGOLE SPORTIVE Special Olympics International

ESTRATTO DALLE REGOLE SPORTIVE Special Olympics International AGGIORNAMENTO Giugno 2009 INDICE Art.1 Estratto Regolamento Internazionale pag. 3 Regolamento Tecnico Atletica Leggera pag. 4 Categorie di età pag. 4 Regola dello Sforzo Onesto pag. 4 Divisioni 1/2/3/4

Dettagli

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA Per accompagnare e approfondire l insegnamento scolastico delle antiche civiltà, si propone una serie incontri che si potranno adottare o per

Dettagli

piscina - palazzetto

piscina - palazzetto Programma 2015-2016 piscina - palazzetto scuola nuoto propaganda scuola calcio Scuola tennis Scuola Twirling tiro con l arco kudo daido juko calcetto pallavolo Si trova in via della Pace 1 a Varallo Pombia,

Dettagli

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE

PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE PROPOSTA SCUOLE PRIMARIE La Macchina del Tempo Il progetto ideato e realizzato da L Asino d Oro Associazione Culturale per le scuole primarie, dal titolo La Macchina del Tempo, si propone come uno strumento

Dettagli

LE PRIME CIVILTA. A cura di ANNA CARMELITANO SI SVILUPPARONO. Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO

LE PRIME CIVILTA. A cura di ANNA CARMELITANO SI SVILUPPARONO. Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO A cura di ANNA CARMELITANO LE PRIME CIVILTA SI SVILUPPARONO Vicino ai FIUMI TIGRI, EUFRATE NILO INDO GIALLO VISSERO VISSERO VISSERO VISSERO I SUMERI, GLI EGIZI GLI INDIANI I CINESI I BABILONESI GLI ASSIRI

Dettagli

REGOLAMENTO GIOCHI RIONALI "PERUGIA 1416 - Passaggio tra Medioevo e Rinascimento"

REGOLAMENTO GIOCHI RIONALI PERUGIA 1416 - Passaggio tra Medioevo e Rinascimento REGOLAMENTO GIOCHI RIONALI "PERUGIA 1416 - Passaggio tra Medioevo e Rinascimento" Art.1 Denominazione e colori dei Rioni Il territorio comunale di Perugia è suddiviso in 5 Rioni denominati Rione Porta

Dettagli

I LABORATORI. del SABATO al MUSEO Il maggio museale della Sapienza

I LABORATORI. del SABATO al MUSEO Il maggio museale della Sapienza I LABORATORI del SABATO al MUSEO Il maggio museale della Sapienza 7, 14, 21 e 28 maggio 2016 7 maggio 2016 Circolando L avventuroso viaggio del sangue attraverso le vie del corpo umano. Prima un filmato

Dettagli

TEST SCIENZE MOTORIE Classe di abilitazione 29A e 30A n. 1

TEST SCIENZE MOTORIE Classe di abilitazione 29A e 30A n. 1 1) La ritmizzazione è: a) Un prerequisito funzionale b) Una capacità coordinativa speciale c) Una capacità condizionale d) Una capacità coordinativa di base TEST SCIENZE MOTORIE Classe di abilitazione

Dettagli

PICCOLA STORIA DELLO SPORT

PICCOLA STORIA DELLO SPORT Aldo Pollini PICCOLA STORIA DELLO SPORT Pubblichiamo questo simpatico libercolo che Aldo Pollini, in collaborazione con i Lions Club Colonne di Vigevano, ha edito sul sito del distretto Lions 108ib3 1

Dettagli

* L attività è stata pensata specificamente per quelle classi che vogliono avvicinarsi all istituzione Museo.

* L attività è stata pensata specificamente per quelle classi che vogliono avvicinarsi all istituzione Museo. Associazione culturale per la tutela e la valorizzazione Tel. : 345-4418830 E-mail: info@heredia.it Web: www.heredia.it storico-ambientale della Centuriazione a nord-est di Padova. PROPOSTE DIDATTICHE

Dettagli

NUOTO NORME DI ATTUAZIONE E REGOLAMENTO TECNICO

NUOTO NORME DI ATTUAZIONE E REGOLAMENTO TECNICO NUOTO NORME DI ATTUAZIONE E REGOLAMENTO TECNICO Stagione Sportiva 2003/2004 Modalità di partecipazione: I prerequisiti per poter partecipare alle gare di nuoto per Disabili Intellettivi e Relazionali sono

Dettagli

Allenatore ee. Istruttore. Maestro N. B.: Per Cinture Nere 1 grado

Allenatore ee. Istruttore. Maestro N. B.: Per Cinture Nere 1 grado PROGRAMMA DI ESAMI PER QUALIFICHE Allenatore ee N 2 ore di prove tecniche generali (Stage). Presentazione teorica di una lezione, per principianti, della durata di 90 minuti circa. Relazione sul sistema

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

CAVALLO DI BASTONI FERRARA

CAVALLO DI BASTONI FERRARA CUS FERRARA RUGBY OLD CAVALLO DI BASTONI FERRARA 2 TORNEO RUGBY OLD MEMORIAL ISIDORO QUAGLIO 1 GIUGNO 2014 FERRARA IMPIANTI CUS FERRARA RUGBY VIA GRAMICIA, 41 FERRARA Ritrovo ore 12 Calcio d inizio ore

Dettagli

L uso di imbalsamare i corpi fu probabilmente suggerito agli antichi Egizi dall osservazione di un fenomeno naturale: i morti, sepolti

L uso di imbalsamare i corpi fu probabilmente suggerito agli antichi Egizi dall osservazione di un fenomeno naturale: i morti, sepolti La mummificazione o imbalsamazione è il metodo con cui gli antichi Egizi conservavano i corpi dei defunti, preservandoli dalla decomposizione. Questo risultato era particolarmente importante perché, secondo

Dettagli

STORIA CONTENUTI E TEMPI

STORIA CONTENUTI E TEMPI ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI STORIA CLASSE 1ª Z TUR DOCENTE SERRACCHIOLI IRENE STORIA COMPETENZE DISCIPLINARI Conoscenza

Dettagli

Ufficio Coordinamento Servizi Educazione Motoria Fisica e Sportiva SCHEDA RILEVAZIONE Impianti Sportivi Scolastici

Ufficio Coordinamento Servizi Educazione Motoria Fisica e Sportiva SCHEDA RILEVAZIONE Impianti Sportivi Scolastici Ufficio Coordinamento Servizi Educazione Motoria Fisica e Sportiva SCHEDA RILEVAZIONE Impianti Sportivi Scolastici Inserire il codice Meccanografico della Scuola e salvare il "file con nome" riportando

Dettagli

Gli Etruschi. Roma Caput Tour della D.ssa Marta De Tommaso telefono 333.4854287 www.romacaputour.it info@romacaputour.it partita iva 02158020566

Gli Etruschi. Roma Caput Tour della D.ssa Marta De Tommaso telefono 333.4854287 www.romacaputour.it info@romacaputour.it partita iva 02158020566 Gli Etruschi Ori, bronzi e terracotte etrusche nel Museo etrusco di Villa Giulia Alla scoperta dei corredi funerari etruschi nel Museo Gregoriano etrusco dei Musei Vaticani Dove riposano gli antenati dei

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA

1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA 1 CIRCOLO DIDATTICO DI ISCHIA PROGETTO GIOCO SPORT FINALITA Il Progetto Gioco-Sport intende rendere evidente e far comprendere il valore altamente educativo delle attività sportive, individuali e collettive

Dettagli

!" # " $% &'"!" ( # #!" #) * * ! * #"! 0# &!0 " #. 1-! #

! #  $% &'! ( # #! #) * * ! * #! 0# &!0  #. 1-! # ! # $% &'! ( # #! #) * * +, -.) # )- ) -# )- /)- # )-! )-# #! # -! * #! 0# &!0 #. 1-! # ( 2 &3'' ' '324% & 2%432 5 / # # # 0# # 0) #! *! 1! ) /5 )! 0 # #) )!0! #) 6 # 0#.0 #.1! - # ) 75/+88/8+7679$/$7

Dettagli

Lo scontro fra la Grecia e la Persia

Lo scontro fra la Grecia e la Persia Lo scontro fra la Grecia e la Persia Un conflitto di civiltà Ø nel corso del VI secolo a. C. le città greche della costa occidentale dell Asia Minore (odierna Turchia) crescono in ricchezza e potenza,

Dettagli

01 Statua Barberini I sec ac Marmo 165 cm Roma Musei Capitolini

01 Statua Barberini I sec ac Marmo 165 cm Roma Musei Capitolini Ritrattistica Repubblicana per il culto antenati Realistica Ritrattistica Augustea Patrizia e Aulica tra realismo e simbolismo Arte Plebea e Storico Celebrativa Simbolica 01 Statua Barberini I sec ac Marmo

Dettagli

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi

Mythos: dei ed eroi nelle sculture antiche della Galleria degli Uffizi Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Firenze SEZIONE DIDATTICA 2011 Schede

Dettagli

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO Estate 2013 LABORATORI PER I CENTRI ESTIVI OGGI FACCIO UN VASO Ai bambini verranno mostrate alcune semplici immagini per illustrare le attività di estrazione,

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO FIKB

REGOLAMENTO SANITARIO FIKB REGOLAMENTO SANITARIO FIKB FEDERAZIONE ITALIANA KICKBOXING DSAS DELIBERA CONI N. 1258/04 VIA A-MANZONI 18 20052 MONZA TEL.039321804 FAX 0392328901 E-MAIL info@fikb.it REGOLAMENTO SANITARIO FIKB 1. VISITE

Dettagli

LA NAZIONALE DEL COMMENTO OLIMPICO DI SKY

LA NAZIONALE DEL COMMENTO OLIMPICO DI SKY LA NAZIONALE DEL COMMENTO OLIMPICO DI SKY Fiona May 2 medaglie olimpiche 3 partecipazioni Primatista italiana di origine britannica di salto in lungo. E stata due volte campionessa mondiale della specialità,

Dettagli

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno

Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Dalle guerre persiane ad Alessandro Magno Il periodo storico che viene trattato in questa unità didattica va dagli inizi del V secolo a.c. alla fine del I secolo a.c. e riguarda la Grecia, la Macedonia

Dettagli

Proposte didattiche del Museo Civico di Pizzighettone

Proposte didattiche del Museo Civico di Pizzighettone Proposte didattiche del Museo Civico di Pizzighettone Il Museo Civico di Pizzighettone è uno fra i più antichi della provincia di Cremona: inaugurato nel 1907 in seguito a donazioni private, dopo il 25

Dettagli

I popoli italici. Mondadori Education

I popoli italici. Mondadori Education I popoli italici Fin dalla Preistoria l Italia è stata abitata da popolazioni provenienti dall Europa centrale. Questi popoli avevano origini, lingue e culture differenti e si stabilirono in diverse zone

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011

SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011 SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011 Gli Etruschi dell Etruria Padana, nel VI secolo a.c., vivevano vicino al fiume Eridano ( il Po ), in villaggi di capanne

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE EUROLIGA SANDA

REGOLAMENTO UFFICIALE EUROLIGA SANDA REGOLAMENTO UFFICIALE EUROLIGA SANDA REGOLAMENTO TECNICO SANDA PREMESSA La gara deve essere un momento di prova per il marzialista e deve essere vissuta con spirito sportivo, seguendo la filosofia delle

Dettagli

L attività sportiva e la disabilità sensoriale visiva. Margherita Chiari Fontanellato, 6 giugno 2014

L attività sportiva e la disabilità sensoriale visiva. Margherita Chiari Fontanellato, 6 giugno 2014 L attività sportiva e la disabilità sensoriale visiva Margherita Chiari Fontanellato, 6 giugno 2014 Non solo muscoli La normale funzione visiva è un presupposto per sviluppare una buona coordinazione

Dettagli

Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008

Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008 Milano Movimento Gioco Sport 2007-2008 1 1^- 2^ ELEMENTARE Il percorso ginnico individuale Giocatori: Tutti gli alunni si mettono in fila ed uno alla volta eseguono il percorso tracciato Campo di gioco:

Dettagli

G R E C I UNITA DIDATTICA FACILITATA LA CIVILTA GRECA. La Grecia è una penisola bagnata dal Mar Mediterraneo, circondata da altre isole più piccole.

G R E C I UNITA DIDATTICA FACILITATA LA CIVILTA GRECA. La Grecia è una penisola bagnata dal Mar Mediterraneo, circondata da altre isole più piccole. I G R E C I UNITA DIDATTICA FACILITATA LA CIVILTA GRECA La Grecia è una penisola bagnata dal Mar Mediterraneo, circondata da altre isole più piccole. PENISOLA: territorio bagnato tre parti dal mare ed

Dettagli

In quanti modi posso lanciare ed afferrare la palla? Chi riesce a?

In quanti modi posso lanciare ed afferrare la palla? Chi riesce a? CARATTERISTICHE GENERALI DEI GIOCHI INDIVIDUALI CON UN ATTREZZO Gioco con l attrezzo Manipolazioni, da solo: lanciare, afferrare, Per riuscire a gestire far rotolare, l attrezzo. calciare. Per riuscire

Dettagli

ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015

ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015 ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015 MANIFESTAZIONI PROVINCIALI E REGIONALI MINI-HANDBALL / GIOCHI PROPEDEUTICI / PALLAMANO / MINI BEACH CATEGORIA UNDER 6 Gioco base 4+1 Palla Re Mini Beach CATEGORIA UNDER

Dettagli

MUSEO ARCHEOLOGICO POLVERIERA GUZMAN ORBETELLO OFFERTA DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015

MUSEO ARCHEOLOGICO POLVERIERA GUZMAN ORBETELLO OFFERTA DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 MUSEO ARCHEOLOGICO POLVERIERA GUZMAN ORBETELLO OFFERTA DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 1 MOTIVAZIONI E FINALITÀ Il Museo Archeologico di Orbetello ha predisposto per l anno scolastico 2014-2015 un

Dettagli

LA STORIA E L EVOLUZIONE DEL FITNESS

LA STORIA E L EVOLUZIONE DEL FITNESS LA STORIA E L EVOLUZIONE DEL FITNESS A partire dal 20 secolo si inizia a celebrare con un grande e continuo successo l attività della palestra e l esercizio che comporta fin dall inizio della sua esistenza.

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 Piano di Studio di Istituto SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PREMESSA Partendo dalle indicazioni delle Linee Guida per i Piani di Studio Provinciali del Primo ciclo di Istruzione,

Dettagli

Le carte Ti aiutano a collocare meglio nello spazio e nel tempo gli eventi trattati.

Le carte Ti aiutano a collocare meglio nello spazio e nel tempo gli eventi trattati. per studiare L approccio narrativo ai fatti del passato e la riflessione guidata sui temi e problemi della storia che caratterizzano Correva l anno ti offrono un avvicinamento critico alla storia politico-istituzionale

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma. PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento)

LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma. PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento) LICEO SCIENTIFICO STATALE MORGAGNI di Roma PIANO di LAVORO di STORIA e CITTADINANZA E COSTITUZIONE CLASSI PRIME (Nuovo Ordinamento) Al termine dell'obbligo scolastico gli studenti dovranno essere in possesso

Dettagli

piscina - palazzetto

piscina - palazzetto Programma 2014-2015 piscina - palazzetto scuola nuoto propaganda scuola calcio Scuola tennis Scuola Twirling calcetto pallavolo basket corsi di tennis PER ADULTI, BAMBINI E RAGAZZI Corso monosettimanale:

Dettagli

Sport di strada. Tutto iniziò così

Sport di strada. Tutto iniziò così Sport di strada 1 Tutto iniziò così A differenza degli sport di antica tradizione, come l atletica e la ginnastica, e di quelli ideati da brillanti tecnici per allenare gli atleti anche al coperto, come

Dettagli

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO VALSAMOGGIA

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO VALSAMOGGIA MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO VALSAMOGGIA Estate 2015 LABORATORI PER I CENTRI ESTIVI OGGI FACCIO UN VASO (4 a bambino) Si mostrano alcune semplici immagini per illustrare ai bambini

Dettagli

Grande gioco. Cerimonia iniziale

Grande gioco. Cerimonia iniziale Grande gioco Regolamento Il numero degli stand è pari a quello degli educatori e le squadre sono una in meno rispetto agli stand (ciò per essere sicuri che ci sia sempre un gioco libero). I ragazzi scelgono

Dettagli

LE GUERRE PERSIANE. I Persiani, di Eschilo Le Storie, di Erodoto. Prof. Grimoldi Maria

LE GUERRE PERSIANE. I Persiani, di Eschilo Le Storie, di Erodoto. Prof. Grimoldi Maria LE GUERRE PERSIANE I Persiani, di Eschilo Le Storie, di Erodoto Prof. Grimoldi Maria Un impero minaccia la Grecia Nello stesso periodo in cui le poleis greche si affermano come autonome e indipendenti

Dettagli

Gli spettacoli a Roma

Gli spettacoli a Roma Gli spettacoli a Roma I ludi A Roma il teatro non ha propria autonomia artistica, gli spettacoli teatrali si collocano all interno dei ludi. Ludus (s.) = gioco e divertimento nella sua più vasta accezione

Dettagli

regolamento giochi medievalia 2015 Palio delle Botte Palo della Cuccagna Corsa nel sacco Palio della Botte Junior Lancio degli anelli Junior

regolamento giochi medievalia 2015 Palio delle Botte Palo della Cuccagna Corsa nel sacco Palio della Botte Junior Lancio degli anelli Junior regolamento giochi medievalia 2015 I giochi sono articolati in tre giorni, 04/05/06 settembre 2015, devono essere svolti solo ed esclusivamente da persone residenti a Faicchio oppure stabilitesi a Faicchio.

Dettagli

PREFAZIONE 1. CONFERIMENTO

PREFAZIONE 1. CONFERIMENTO PREFAZIONE Il Deutsches Sportabzeichen è l onorificenza sportiva del DOSB ed è riconosciuta dallo stato Tedesco. Lo Sportabzeichen brevetto sportivo e un onorificenza per una buona e molteplice prestazione

Dettagli