PROGRESSI DELL UMANITÀ E IMMAGINI DI VITA VISSUTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRESSI DELL UMANITÀ E IMMAGINI DI VITA VISSUTA"

Transcript

1 PROGRESSI DELL UMANITÀ E IMMAGINI DI VITA VISSUTA Pier Federico Barnaba Edizioni APVE Associazione Pionieri e Veterani Eni Aprile

2 INDICE 1. Introduzione pag Parte prima Evoluzione e conquiste dell Uomo Invenzioni e scoperte Scoperte geografiche Nuove invenzioni e scoperte Conquiste spaziali Considerazioni sui progressi dell Umanità L Uomo e le credenze religiose Premessa Giudaismo o Ebraismo Induismo Buddismo Islamismo Cristianesimo Parte seconda Vita in Collegio Il Direttore del Collegio Alternative allo studio Il Professore di Lettere La chirurgia fatta in casa Tempi di guerra La liberazione Lezione di matematica Ultimo giorno di Liceo Vittoria sportiva Tra Università e Industria Agadir, una drammatica esperienza Un elicottero fortunato Da ieri a oggi Benessere, energia e ambiente Bibliografia 35 2

3 PROGRESSI DELL UMANITÀ E IMMAGINI DI VITA VISSUTA 1. INTRODUZIONE Pier Federico Barnaba Ho riflettuto e poi deciso di riunire in questo libretto vari argomenti di natura e provenienza diversi, ma tutti strettamente legati alla presenza del fattore umano: da un lato i progressi fatti dall Umanità nel suo percorso terrestre, dall altro una serie di immagini raccontate di vita personale. E così, in una prima parte ho descritto le varie tappe che hanno contraddistinto i successi ottenuti dall Uomo nel tempo, man mano che le sue facoltà intellettive gli hanno consentito di avanzare verso una vita migliore e verso un sempre più accentuato dominio del proprio ambiente. Le tracce della presenza umana sulla Terra sono ovunque presenti e sono estremamente diffuse; esse ricoprono ogni spazio disponibile all Uomo, la cui opera si riconosce nel progressivo sviluppo delle civiltà, nelle invenzioni, nelle scoperte, nelle conquiste e nella cultura delle credenze e delle religioni. Molto spesso questi successi sono stati accompagnati da guerre, devastazioni e soprusi, nonché da un certo decadimento ecologico, ma pare che tali conseguenze non siano altro che la naturale, immancabile contropartita del progresso. La seconda parte è dedicata invece ad alcune personali testimonianze di gioventù e di vita adulta, vissute in differenti situazioni, quali il Collegio, il Liceo pubblico, la seconda Guerra mondiale, la Famiglia, lo Sport, il Lavoro nell Industria e nell Università e altre ancora, ispirate a vicende non sempre liete e festose. Si tratta naturalmente di esperienze risalenti a tempi passati, la cui descrizione rispecchia talora comportamenti e abitudini diversi dagli attuali e questo, unitamente ai toni piuttosto spigliati di alcuni episodi descritti, potrebbe destare qualche sorpresa; rimane comunque la certezza che i fatti e i pensieri raccontati corrispondono alla realtà del momento cui si riferiscono. Emergono da queste esperienze alcuni ricordi che la mia memoria si rifiuta di cancellare: a parte le vicende drammatiche purtroppo sperimentate, appaiono inaccettabili la ferrea disciplina e le assurde imposizioni sofferte nei Collegi di studio, i discutibili modi di comportarsi di certi Educatori nei confronti degli allievi, i duri sacrifici, le incontrollabili paure e i dolori imposti dalla Guerra. A tale proposito qualcuno sostiene che detti disagi siano controbilanciati dal calore che ciascuno può trovare nell ambiente familiare e da qualche momento di soddisfazione duramente conquistato, ma i Benpensanti affermano con fermezza che la vera contropartita dei sacrifici sopportati è costituita impagabilmente da quanto viene acquisito di persona in cambio delle sofferenze, e cioè i sani principi di vita, una valida cultura di base ed una equilibrata disciplina. A parte le considerazioni di ordine morale, mi auguro che la varietà e la differente natura degli argomenti di seguito esposti possano costituire un motivo di interesse e favoriscano il commento e la critica, accompagnata eventualmente da uno scambio amichevole di opinioni. 2. PARTE PRIMA 2.1. EVOLUZIONE E CONQUISTE DELL UOMO Nell affrontare il tema delle conquiste fatte dall Uomo sulla Terra, viene spontaneo di chiederci: da quanto tempo l Uomo è qui? Le credenze giudeo-cristiane erano ancorate ad un concetto fondamentale, quello di una Terra giovane e di una Creazione risalente a meno di dieci mila anni prima di Cristo; concetto che è stato radicalmente modificato meno di due secoli fa, quando le intuizioni darwiniane e i numerosi ritrovamenti di testimoni fossili dimostrarono che la realtà era ben diversa da quella fino ad allora 3

4 immaginata, dando così ragione ai tanti dubbi che già si erano manifestati in passato da parte di scienziati e di studiosi del mondo intero. Con la divulgazione delle opinioni e delle testimonianze raccolte da Darwin e Huxley negli anni intorno al 1870, l età della Terra e quindi del Sistema solare e dell Universo ha subìto un severo invecchiamento e si è cominciato a parlare di miliardi di anni, mentre per l origine dell Uomo ci si è orientati su qualche milione di anni. quale il progresso stesso si è manifestato nel tempo. Ad esempio, per superare il periodo primitivo, quello che dalla Pietra si estende fino all inizio dell età del Ferro, l Uomo impiegò circa tre milioni di anni, mentre per passare dall età del Ferro alla bomba atomica furono sufficienti tre mila anni. L accelerazione che caratterizza le conquiste dell Uomo è dovuta soprattutto al miglioramento fisico e culturale che ha accompagnato l essere umano nel tempo, principalmente il progressivo aumento del volume cerebrale, e alla maturazione delle esperienze direttamente affrontate o indirettamente acquisite. Una influenza positiva nel progresso delle conoscenze e delle scoperte è stata certamente determinata dall incremento demografico e, di conseguenza, dai più facili e frequenti contatti tra gli esseri umani INVENZIONI E SCOPERTE fig.1. Ominide di 250 mila anni fa. Le nuove idee portarono a considerazioni personali non sempre in armonia col prossimo e, a questo proposito, il sopra citato Mr.Huxley, rivolgendosi a un Vescovo inglese in un dibattito sull evoluzione, affermò di non essere dispiaciuto di avere una scimmia per nonno. E pure da osservare che le credenze, anche nei tempi passati, non furono uguali per tutti; infatti alcune Civiltà come quelle dei Maya e degli Indù, a differenza della nostra, erano propense ad attribuire al tempo la caratteristica dell esteso o addirittura dell infinito, da cui derivava la visione di una Terra non certo giovane, ma decisamente matura. Prendendo in esame il progresso che le azioni dell Uomo hanno manifestato fin dalle sue origini, è da sottolineare in primo luogo la velocità crescente, cioè l accelerazione, con la Volendo ripercorrere l itinerario tracciato dall Uomo nel passato, ricordiamo che i resti umani più antichi, rinvenuti in Africa, risalgono a circa 6 milioni di anni fa; i più vecchi testimoni di utensili in pietra costruiti dall Uomo hanno invece un età di circa 2 milioni e mezzo di anni; in base a questi elementi si può pensare che l Uomo abbia impiegato più di 3 milioni di anni per imparare a costruirsi un attrezzo per uso personale. fig.2. Amigdale, utensili in pietra di 130 mila anni fa. 4

5 Un altra riflessione riguarda il fuoco, un elemento essenziale per la vita umana; il fuoco è sempre esistito, fin dai primordi dell Universo, per cui siamo certi che l Uomo ha conosciuto il fuoco da quando è venuto al mondo e l ha potuto utilizzare, prelevandolo da zone vulcaniche o dai cosiddetti fuochi spontanei; ma si è trovato di fronte al grave problema di conservarlo, cioè di mantenere accesa la fiamma. Pare che il problema sia stato risolto soltanto 800 mila anni fa, quando l Uomo scoprì finalmente il modo di produrlo in proprio, con selci od altro. Non sappiamo molto di più di questi primi passi dell umanità. Tuttavia, utilizzando le informazioni fornite dai vari testimoni fossili rinvenuti, possiamo ricostruire le linee essenziali dell evoluzione psico-fisica maturata dal nostro antenato attraverso i millenni, evoluzione che l ha portato ad espandere la sua presenza sull intero pianeta Terra. Rivolgendo il pensiero a 6 milioni di anni fa e scendendo sulla Terra, incontriamo un essere umano che possiamo definire decisamente primitivo; ha una capacità cranica piuttosto limitata, inferiore a un litro, cioè poco più della metà della nostra attuale, e possiede facoltà intellettali pari a quelle di un nostro bimbo di due anni; il suo habitat è geograficamente ridotto, in quanto i suoi resti sono stati trovati soltanto in Africa, in particolare in Etiopia, Kenia e Sud Africa. Se poi ci spostiamo in avanti di qualche milione di anni, riscontriamo nell Uomo un rilevante progresso sia fisico che intellettuale; ci troviamo ora nel periodo tra il milione e i centomila anni fa, siamo nell epoca del Homo erectus, che ha raggiunto una capacità cranica di 1,3 litri, corrispondente alle facoltà mentali di un nostro bambino di quattro o cinque anni. Questo Uomo ha superato brillantemente le glaciazioni del Paleolitico inferiore, ha imparato a lavorare la pietra con ottime capacità, testimoniate dall Industria Acheuleana, e ha esteso notevolmente il suo habitat, espandendosi nel Nord Africa, nell Europa Occidentale (Spagna, Francia, Germania), in Grecia e nell Estremo Oriente (Giava e Cina); si ciba soprattutto di frutta e di vegetali. La popolazione umana sulla Terra è, a quel momento, stimata in mezzo milione di individui. L evoluzione prosegue con il passare del tempo; esaminando la situazione tra i 100 mila e i 35 mila anni fa, entriamo in contatto con l Homo sapiens e con il coevo Uomo di Neanderthal, i quali stanno estendendo ulteriormente il popolamento terrestre, oltre che in Africa e in Europa, anche nel Medio ed Estremo Oriente e, mediante il passaggio attraverso lo Stretto di Bering, riescono a stabilire qualche insediamento anche nel Continente Americano. La caccia e la pesca hanno subìto un notevole sviluppo e altrettanto avviene per le coltivazioni agricole. Si osservano le prime manifestazioni religiose, artistiche, di stregoneria, di combattimento e di danza. La popolazione presente sulla Terra è aumentata a circa un milione e mezzo di anime. Facciamo un altro passo avanti trasferendoci nel tempo tra i 35 mila e i 10 mila anni fa; siamo in presenza di un Uomo, definito ormai sapiens sapiens, intellettualmente evoluto che, dopo la conclusione del lungo periodo freddo causato dall ultima glaciazione, prosegue il popolamento di nuovi territori, in particolare in America del Nord, in America del Sud e in Australia. La popolazione mondiale è aumentata ulteriormente ed è stimata tra i 3 e i 5 milioni. Siamo però ancora nell Età della Pietra e per arrivare alla Civiltà dei Metalli mancano 3 mila anni e altri 3 mila per la nascita di Cristo. Gli ultimi mila anni sono dominati da una dinamica demografica molto spinta, che riguarda non soltanto l Uomo, ma tutte le specie viventi. Sono in aumento i siti abitati collettivamente, le aree coltivate, le piantagioni, gli allevamenti di bestiame per uso alimentare; molti animali vengono addomesticati per l utilizzo al servizio dell Uomo. Tra le abitudini alimentari, i cinesi si cibano di riso fin da 8 mila anni a.c.; i peruviani sono invece dediti soprattutto alla patata. I primi tessuti vengono prodotti in Turchia 7 mila anni a.c. I primi denari in oro entrano ufficialmente negli scambi commerciali intorno ai 5 mila anni a.c. Negli anni 3600 a.c. si scopre la lega metallica composta dal 5

6 rame e lo stagno e si entra così nell Età del Bronzo. I Sumeri inventano la scrittura, mentre in Mesopotamia si scopre l utilità della ruota ed in Egitto quella della candela di sego (3 mila a.c.). Gli egizi nel 1500 a.c. costruiscono il primo strumento per la misurazione del tempo, la Meridiana. Cinquecento anni dopo è la volta dei cinesi, che scoprono di poter usare il carbone come combustibile e il ghiaccio come refrigerante per la conservazione degli alimenti. Nel 530 a.c. il greco Pitagora annuncia il suo famoso teorema matematico. Poco dopo gli egizi inventano il primo calcolatore, l abaco, mentre i babilonesi si dedicano seriamente alla scienza degli oroscopi, legandola alle posizioni delle stelle e dei pianeti. Nel 387 a.c. Platone fonda ad Atene la prima Università (l Accademia). Nel 250 a.c. la più importante Scuola di Medicina al mondo è quella di Alessandria d Egitto. Nel 200 a.c. i greci inventano l astrolabio, che viene utilizzato per la navigazione con le stelle. I cinesi sono particolarmente interessati all Universo e documentano un fenomeno eccezionale: l esplosione di una stella (supernova); osservano inoltre le variazioni delle macchie solari. Tra i 150 e i 100 anni a.c. la Scuola greca di Ipparco riesce a calcolare in maniera corretta la distanza tra la Terra e la Luna; compìla inoltre un primo catalogo astronomico. Nel 46 dopo Cristo, Giulio Cesare introduce il Calendario giuliano, in cui l anno è suddiviso in 12 mesi e comprende 365 giorni e 6 ore; esso migliora il calendario egiziano fino ad allora in uso. Nel 50 d.c. l egiziano Erone costruisce la prima macchina a vapore e interviene nel campo agrario sperimentando la rotazione delle colture. Nell anno 105 i cinesi inventano la carta, che sarà introdotta in Europa più di un migliaio anni dopo (nel 1320). Nel 270 i cinesi, addizionando il salnitro allo zolfo, scoprono la polvere da sparo; un centinaio di anni dopo gli stessi cinesi inventano la carriola. Nel 499 l indiano Aryabhata afferma giustamente che la Terra ruota su sé stessa e il cielo stellato è fermo. Nel 595 gli indiani utilizzano per la prima volta un loro nuovo sistema numerico, che sarà in seguito adottato dagli arabi e, nel 1500, dagli europei. Il 622 è l anno zero del calendario musulmano, ricorda la fuga di Maometto dalla Mecca a Medina. Nel 700 i Maya (America centrale) applicano un loro sistema numerico per i calcoli su grandi cifre; nello stesso periodo i cinesi inventano la porcellana e i persiani inventano il mulino a vento, che verrà importato in Europa dai Crociati nel XII secolo. Nel 708 i cinesi bevono il thè, in anticipo di oltre ottocento anni sugli europei, che lo apprezzeranno soltanto a partire dal Nel 751 gli arabi fabbricano la carta, secondo la tecnica cinese. Mentre gli arabi bevono il caffè nel 851, gli europei attenderanno altri sette secoli (intorno al 1600) prima di gustarlo. Nell 868 in Cina si pubblica il primo libro a stampa; sei anni più tardi gli irlandesi scoprono l Islanda. E arriviamo al 1041, quando i cinesi applicano alla stampa i caratteri tipografici mobili. Nel 1050 i francesi costruiscono la prima arma meccanica, la balestra. Vent anni più tardi in Europa si smette di mangiare con le mani e il coltello e si comincia a usare la forchetta. Nel 1148 i crociati importano in Europa lo zucchero. Nel 1200 in Europa si sente la necessità di curarsi e si creano nuove Scuole di medicina in Italia, Francia e Inghilterra. Nel 1249 le prime lenti per occhiali compaiono in Cina e in Europa. Nel 1288 la Cina costruisce il primo cannone. Venezia produce invece il primo vetro trasparente per finestre e Marco Polo pubblica Il Milione sul suo viaggio in Cina. Nel 1300 nascono i primi orologi azionati dal peso, mentre qualche anno dopo si diffonde anche in Europa l uso della carta per la stampa, inventata dalla Cina undici secoli prima. La peste nera, scoppiata in Europa nel 1348 e poi diffusa in Asia e Africa settentrionale, provoca la morte di circa un terzo della popolazione. Nel 1450 gli olandesi inventano il fucile e quattro anni più tardi Gutemberg stampa in Europa il primo libro su carta, servendosi di caratteri tipografici mobili, secondo l uso cinese. Nel 1470 nasce l orologio a molla. 6

7 2.3. SCOPERTE GEOGRAFICHE Le manifestazioni più ardite e, nello stesso tempo, più spregiudicate che l uomo abbia compiuto nel tempo sono probabilmente rappresentate dalle grandi esplorazioni geografiche che portarono alla conquista di nuove terre nel periodo tra il 1400 ed il 1700 d.c. E stato il periodo in cui, dapprima i portoghesi e gli spagnoli e poi gli inglesi, i francesi e gli olandesi, reduci da un povero, triste e bellicoso medioevo europeo, spinti dalla fame di oro, si sono avventurati attraverso gli oceani alla ricerca dell immaginario Eldorado; l hanno fatto perché erano ben consci di poter contare sulla raggiunta affidabilità dei loro mezzi navali e soprattutto sugli armamenti che possedevano, che sarebbero stati in grado di facilitare l invasione e la conquista di territori abitati da popolazioni non dotate di armi da fuoco. L Europa mancava allora di capitali e di forza-lavoro, falcidiata dalla peste nera del 1348; l impossibilità di uno sviluppo economico incoraggiava quindi a ricercare nuove mete e nuovi orizzonti di espansione, contando anche su una superiorità tecnologica che poteva garantire il controllo dei mari e delle zone costiere. Tra il 1400 e il 1480 i portoghesi condussero una lunga e fruttuosa campagna esplorativa lungo le coste atlantiche africane, dalle Isole Canarie all Angola, e in seguito anche in Mozambico e in Somalia. Gli spagnoli puntarono invece sull oltre- Atlantico, con l obiettivo di raggiungere l Estremo Oriente, cioè le Indie Occidentali. fig.3. Caravelle di Cristoforo Colombo (1492) Nella prima spedizione del 1492, che portò alla cosiddetta scoperta dell America, Colombo sbarcò nell arcipelago delle attuali Bahamas, convinto di aver raggiunto l isola giapponese di Cipango; l anno successivo lo stesso Colombo, con una seconda spedizione, si spinse fino a Cuba e Haiti, dove fu insediato il primo nucleo di colonizzatori europei, nel nome e per conto di Isabella di Castiglia e di Francesco d Aragona, Reali di Spagna. In questo clima di conquiste intervenne anche il pontefice Alessandro VI che, nel maggio 1493, sulla base di una concezione giuridica medievale, decise di assegnare definitivamente alla Spagna e al Portogallo le terre da questi rispettivamente conquistate lungo le coste atlantiche; ciò avvenne con una bolla pontificia appositamente emessa. Tale decisione si dimostrò più tardi un vero e proprio eccesso di potere e sollevò pesanti critiche da parte di alcuni Paesi europei. Da parte dei portoghesi, tra il 1498 e i primi anni del 1500, si ebbe la ripresa dell attività espansionistica, che fu indirizzata, con la collaborazione di Vasco de Gama, alla conquista dei mercati (più che dei territori) dell India, di Giava e della Cina; non mancarono in questa occasione le resistenze da parte dei musulmani, che già controllavano il traffico tra Cina e Mar Rosso. Gli interessi di allora riguardavano soprattutto spezie, pelli, cuoio, coloranti per tessuti e pesce; il tutto era gestito, dai punti di vista commerciale, militare e mercantile, da una organizzazione portoghese, che assicurava il successo nelle operazioni di scambio delle merci. Tra la fine del XV e i primi anni del XVI secolo, gli spagnoli, pur soffrendo di un pesante debito finanziario, si apprestarono, con l aiuto delle Banche di Genova e di Firenze, a realizzare la conquista e la colonizzazione dei territori già scoperti; furono organizzate così numerose spedizioni di persone e materiali che comprendevano militari, religiosi, intere famiglie con donne e bambini, animali, armi, mezzi e strumenti vari, cioè tutto quanto era necessario per poter 7

8 costituire nuclei autonomi in grado di insediarsi definitivamente nelle terre di conquista. fig.4. Resti di Machu Picchu, città inca del XV secolo, a m di altitudine, nella Cordigliera peruviana. Non si trattò sempre di conquiste pacifiche, anzi nella maggior parte dei casi si verificarono saccheggi, deportazioni e talora massacri della popolazione indigena, improvvida e carente di adeguate armi di difesa; il tutto avveniva con la pretestuosa giustificazione da parte dei conquistadores di essere portatori di civiltà, di una nuova religione, quella cristiana, e di garantire il futuro benessere agli sprovveduti abitanti del luogo, considerati miseri barbari indiani. Hernàn Cortès fu il primo conquistatore spagnolo del Messico, dove le atrocità della conquista furono particolarmente severe; le testimonianze affermano che la popolazione originaria del paese subì una drammatica decimazione tra l arrivo di Cortès, nel 1519, e la fine del secolo: i residenti originari si ridussero dai venticinque milioni a soltanto un milione e mezzo, a causa delle eliminazioni, repressioni, deportazioni, lavori forzati e malattie europee (vaiolo, morbillo, ecc.) subìti in quel periodo. I colonizzatori spagnoli furono attivi anche nell America tropicale (Perù, Cile, Equador, Guatemala), in particolare nelle zone interne degli altipiani, con alla guida Francisco Pizzarro. Il dramma dell America Centrale coinvolse pertanto anche le famose civiltà dei Maya, degli Incas e degli Aztechi, civiltà che godevano allora di una organizzazione e di una cultura che poco o nulla avevano da invidiare a quelle del mondo europeo. La disintegrazione di queste civiltà fu facilitata dalla mancanza di esperienze di mare e di mezzi di navigazione, che certamente non potevano essere proprie di popolazioni insediate in zone interne, lontane dal mare. Anche la Francia e l Inghilterra, non appena liberatesi dal lungo conflitto europeo dei Cento anni ( ), rivolsero le loro mire espansionistiche verso il continente americano. Nacque così un dissidio tra francesi e portoghesi per il possesso delle coste brasiliane, scoperte da questi ultimi nel 1500, ma divenute degne di interesse per i portoghesi soltanto in seguito al tentativo francese di appropriarsene intorno al Re Giovanni III di Portogallo, al fine di preservare i diritti di conquista e colonizzazione, suddivise il territorio brasiliano in dodici concessioni, confermandone il possesso, nel rispetto della bolla pontificia del Fu così che i francesi e gli inglesi ritennero opportuno volgere lo sguardo verso il Nord America, considerato che il Centro e il Sud America erano ormai preda degli iberici. Le spedizioni francesi e inglesi ebbero dapprima per meta l attuale Canada, la zona dei Grandi Laghi, il Golfo di S.Lorenzo, la Virginia, la Carolina del Nord (1585). La colonizzazione avvenne in maniera non sempre tranquilla, pur trattandosi di zone scarsamente abitate. Nel 1624 vi fu un importante intervento degli olandesi nell isola di Manhattan (oggi New 8

9 York), che proseguì con l esplorazione lungo il fiume Hudson. La colonizzazione di questa zona passò successivamente in mano inglese e fu estesa verso sud su buona parte dell attuale territorio statunitense. L acquisizione da parte degli europei di tante nuove aree destinate alle coltivazioni agricole e all allevamento provocò una forte richiesta di mano d opera, per cui si rese necessario il ricorso ad una massiccia importazione di lavoratori dall estero; da questa necessità nacque e proliferò uno spietato schiavismo, di cui furono principali tributari i paesi africani della costa atlantica. Per l insieme dei tragici eventi causati, la conquista europea dell America è stata definita a ragione uno dei capitoli più oscuri dell umanità, soprattutto per gli effetti procurati dallo smembramento della struttura sociale delle comunità indiane e dalla dispersione dei nuclei familiari. L altra brutale conseguenza addebitabile alle grandi scoperte geografiche fu il fenomeno della tratta degli schiavi, che diede avvio, come già accennato, ad un vero e proprio commercio umano, legato a interessi finanziari così importanti da eliminare qualsiasi senso di umanità; si parla di cinquanta milioni di vittime dello schiavismo, ma probabilmente ora sono molte di più, in quanto il fenomeno è tuttora in essere. In periodi successivi alle conquiste dei territori americani, tra la fine del XVIII e l inizio del XX secolo furono avviate altre colonizzazioni da parte dei francesi, degli inglesi e degli olandesi. I francesi si concentrarono in particolare sull Africa nordoccidentale, dall Algeria al Gabon, e poi sul Madagascar e sull Indocina, mentre gli inglesi colonizzarono la Nigeria e i Paesi africani che dall Egitto si estendono verso sud fino al Sudafrica, attraverso Sudan, Kenya e Tanzania, ai quali si aggiunsero l India e l Australia. Gli olandesi acquisirono invece i possedimenti del Suriname, dell Indonesia e della Nuova Guinea. Molto limitate furono invece le iniziative coloniali italiane e tedesche. Al periodo dell espansione coloniale fece poi seguito, soprattutto a partire dalla fine del XIX secolo, il progressivo ritiro dei colonizzatori dai possedimenti conquistati e la restituzione dell indipendenza ai vari Paesi che erano stati oggetto di sottomissione. Ma non per tutti i Paesi i problemi essenziali per le popolazioni furono così risolti. A proposito di scoperte geografiche, possiamo ricordare infine una diatriba sorta tra inglesi e portoghesi sulla scoperta del Continente australiano; fino a poco tempo fa si riteneva che il primo europeo sbarcato in Australia fosse l esploratore inglese James Cook nel 1770, ma il recente ritrovamento di fig.5. Navi di James Cook in una baia hawaiana (1760). alcuni documenti cartografici risalenti al XVI secolo testimoniano che la scoperta dell Australia dovrebbe essere invece assegnata al portoghese Christopher de Mendonca, che sbarcò nella zona dell attuale Melbourne nel 1523, ben 247 anni prima di Cook NUOVE INVENZIONI E SCOPERTE Nel 1510 Leonardo da Vinci inventa la ruota idraulica, che prelude alla moderna turbina. Qualche anno più tardi vengono adottati i segni + e per la somma e la sottrazione, mentre per il segno = (uguale) bisognerà attendere una cinquantina di anni. Negli anni vengono introdotti in Europa dall America i peperoni, le arance, le patate, le zucche, il mais ed altri prodotti cerealicoli. Nel 1540 viene adottato l oppio come farmaco. Dieci anni dopo viene importata in Europa la pianta del tabacco. Nel 1543, alla morte di Copernico, astronomo polacco, già erano noti i pianeti visibili a occhio nudo, cioè Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, oltre alla Luna; nello stesso periodo fu 9

10 elaborata la teoria eliocentrica, cioè il Sole al centro del Sistema e tale teoria fu decisamente contrastata dall ortodossia cattolica, che sosteneva la teoria geocentrica; a causa delle diverse vedute sull argomento, Galilei fu accusato di eresia e condannato al confino ad Arcetri. Per la stessa ragione, nel 1835, la Chiesa condannò all Indice la principale opera pubblicata da Copernico che si rifaceva, tra l altro, anche ai risultati delle antiche osservazioni astronomiche effettuate dai caldei, dagli arabi e dagli egizi. Nel 1582 viene introdotto il calendario gregoriano, più preciso di quello giuliano. Tra il 1589 e il 1596 entrano in funzione il termometro (Galilei), la macchina per maglieria (Inghilterra), il microscopio (Olanda) e il WC (Inghilterra). Nel 1600 il filosofo Giordano Bruno, accusato dall Inquisizione romana di eresia, muore sul rogo. Nel 1610 Galilei compie numerosi studi astronomici e sul movimento pendolare. In Europa nel 1615 entra in uso la gomma, ricavata dalla vegetazione proveniente dalla giungla asiatica. Negli anni si svolge la triste diatriba tra la Chiesa e la fig 6. Il telescopio di Galilei (1610). Scienza, a seguito della quale la teoria eliocentrica di Copernico viene dichiarata eretica e Galileo viene condannato agli arresti domiciliari. Nel 1628 vengono sperimentati i primi modelli di macchina a vapore. Due anni dopo viene usato per la prima volta il forcipe per neonati e viene emesso un primo manuale di pronto soccorso; la prima trasfusione di sangue viene effettuata nel L anno successivo Newton scruta il cielo utilizzando il primo telescopio riflettore e nel 1673 l italiano Cassinis calcola con successo la distanza tra la Terra e il Sole. Nel 1698 il frate francese Dom Perignon inventa lo Champagne. Nel 1712 si diffonde in Inghilterra la macchina a vapore, mentre Halley scopre che le stelle non sono fisse, ma sono dotate di un lento movimento. Nel 1734 il botanico svedese Linneo presenta il suo sistema di classificazione delle piante vegetali, mentre pochi anni dopo Celsius, pure lui svedese, propone la nuova scala delle temperature, successivamente adottata. Nel 1751 in Francia viene pubblicata la prima Enciclopedia, mentre Franklin inventa il parafulmine. Negli anni successivi viene individuato un nuovo elemento, l idrogeno; viene anche ideata l acqua gassata (Pristley), viene inoltre scoperto il pianeta Urano e i fratelli Montgolfier inventano il pallone ad aria calda, detta mongolfiera. I francesi inventano il sistema metrico decimale e finalmente, nel 1796, viene sperimentata felicemente la vaccinazione antivaiolosa. Nel 1800 Alessandro Volta inventa la pila. Nel 1816, l auscultazione degli organi interni beneficia di una importante novità: lo stetoscopio. Soltanto nel 1817 si scopre la clorofilla e nel 1822 i francesi eseguono la prima fotografia. Nel 1828 gli olandesi producono il cioccolato. Due anni più tardi Lyell pubblica il primo trattato sui principi di geologia. La Scienza e la Tecnologia spingono violentemente verso nuove iniziative: nel 1831 Darwin si imbarca sul Beagle che lo condurrà a scoperte di immenso interesse naturalistico nel suo lungo viaggio nei mari del Sud e Centro America; qualche tempo dopo Faraday inventa il generatore di corrente elettrica senza uso di batterie, Morse brevetta il telegrafo elettrico e un medico americano effettua il primo intervento 10

11 chirurgico in anestesia totale (grande conquista anche per noi pazienti!). Le scoperte si susseguono con ritmo accelerato: nel 1866 Nobel inventa un esplosivo molto potente, la dinamite, Meucci inventa il telefono, seguito da Bell; nel 1876 il tedesco Otto inventa il motore a combustione, che trova pieno impiego ancora oggi; tre anni più tardi si accendono le lampadine elettriche, grazie a Edison e nel 1882 viene individuato il batterio della tubercolosi, per merito del tedesco Koch. studiosi norvegesi, i primi studi sulla meteorologia. Nel 1905 Albert Einstein enuncia la sua teoria sulla relatività ristretta. Nel 1912 Wegener espone la teoria della deriva dei Continenti; si scopre l esistenza fig.8. Aereo dei fratelli Wright (1905). fig.7. Treno dell Ovest (1800). Nel 1884 si decide di nobilitare il meridiano di Greenwich, assegnandogli il riferimento zero nella sfera terrestre. L anno successivo nasce la bicicletta, per merito dell inglese Stanley e nascono i primi esemplari di automobili, artefice il tedesco Benz. Nel 1889, ad opera di un certo Singer, viene prodotta la prima macchina da cucire elettrica. Nel 1895 i francesi fratelli Lumière inventano il cinematografo e nello stesso anno il nostro Marconi sperimenta le onde radio ricetrasmittenti senza fili, ottenendo i primi successi, comunicando direttamente tra Inghilterra e Canada (1901). Nel frattempo Marie e Pierre Curie compiono studi ed esperimenti su radio e polonio, introducendo il mondo nel campo della radioattività. Pure nel 1901 vengono scoperti da Roentgen i raggi X, cui sono legate le note applicazioni in campo medico. Nel 1903 si ha il primo decollo, con 12 secondi di permanenza in volo, di un aereo a motore in North Carolina, da parte dei fratelli Orville e Wilbur; l anno successivo trovano sviluppo, da parte di dello strato di ozono; il danese Bohr rivoluziona le conoscenze sulla composizione dell atomo; nel 1905 un aereo più evoluto dei precedenti è portato in volo dai fratelli Wright. Einstein ritorna sulla relatività, enunciando quella generale, sui rapporti tempo-spazio (1916). Alla fine della prima guerra mondiale l americano Shapley è in grado di precisare la posizione del sistema solare in seno alla nostra Galassia, la Via Lattea. Nel 1926 l astronomo americano Hubble scopre vari tipi di Galassie e annuncia che l Universo è in espansione. fig.9. Nebulose e polvere cosmica. Negli anni successivi si scoprono le differenze tra batteri e virus, si inventa l encefalogramma, i primi impieghi della penicillina, scoperta da Fleming; viene individuato il pianeta Plutone (oggi in 11

12 discussione), mentre si stabilisce la scala Richter per valutare l intensità dei terremoti; fig 10. La Galassia a spirale M81. si inventa il radar, con le sue infinite applicazioni moderne, e si inventa pure una nuova fibra artificiale, denominata nylon. Nel 1938 viene sperimentata in Germania l applicazione dell energia dell atomo, preludio alla bomba atomica. Siamo ormai prossimi all inizio della seconda guerra mondiale. Nel 1941, in vista dell entrata in guerra degli Stati Uniti, Roosevelt dà l ordine a Fermi e collaboratori di sviluppare la bomba atomica. L anno successivo la Germania lancia il primo missile V2, precursore dei missili spaziali. Nel 1944 il canadese Avery fa la rilevante scoperta del DNA. Nel 1945 viene fatta esplodere nel deserto messicano la prima bomba atomica sperimentale, cui fanno seguito, dopo qualche mese, le catastrofiche due atomiche lanciate su Hiroshima e Nagasaki in Giappone. Nel 1946, cessata la guerra, esce il primo calcolatore elettronico dall Università statunitense di Harvard. L anno successivo, a cura dell americano Libby, viene studiato l impiego del C 14 per la determinazione dell età nei reperti antichi; viene immesso in commercio il primo forno a microonde. Nel 1948 entra in uso il telescopio di M.Palomar con specchio di 5 m di diametro. Nel 1949 l Urss, nell ambito della corsa agli armamenti, fa esplodere la sua prima bomba atomica; l anno successivo entra in commercio la prima fotocopiatrice Xerox. Nel 1951 viene trasmesso il primo programma TV a colori, che in Usa diverrà commerciale tre anni più tardi. Nel 1953 l americano Salk svolge le prime sperimentazioni sul vaccino anti-poliomielite. Nel 1957 viene inviato nello spazio dall Urss un missile con a bordo la cagnetta Laika. Nel 1960 negli Stati Uniti si studiano le caratteristiche del raggio Laser, che troverà numerose applicazioni pratiche. Nel 1961 il primo essere umano, Gagarin, viene lanciato nello spazio dall Urss. Nel 1965 vengono rinvenuti alcuni organismi unicellulari che sono vissuti sulla Terra 3,5 miliardi di anni fa, confermando la validità di alcune vedute su questo dibattuto tema. Nel 1967 viene realizzata la clonazione, cioè la produzione di una copia identica di un essere vivente. Nel 1970 viene costruito dalla Intel-Usa il primo microprocessore, il cervello dei computer. Due anni dopo esordisce in ambito medico la Tomografia assiale computerizzata (TAC), associazione di raggi X e computer. Nel 1974 si compiono studi particolari sui gas-serra e sullo strato di ozono in relazione ai problemi ambientali emergenti. Nel 1975 vengono commercializzati i primi computer negli Stati Uniti. Nel 1978 viene alla luce la prima bambina nata con il metodo della fecondazione in provetta. Nel 1982 viene individuata una grave malattia (AIDS) che distrugge il sistema immunitario. In questi anni si susseguono le imprese spaziali, di cui si riferisce in un capitolo a parte. Nel 1984, in seguito a studi eseguiti sul DNA, emergono nuove prove sull esistenza di un progenitore comune tra Uomo e Scimmia; viene costruito inoltre un nuovo telescopio nelle Hawaii di 10 m di diametro; si scopre un buco dell ozono sopra l Antartide. Nel 1988 vengono avanzati seri dubbi e preoccupazioni sul riscaldamento terrestre in atto, messo in relazione con l inquinamento atmosferico e l effetto-serra. Nel 1989 viene datata a 3960 milioni anni la pietra terrestre ritenuta più antica. Nel 1990 è lanciato in orbita, al di sopra dell atmosfera terrestre, il telescopio Hubble, che consentirà di migliorare enormemente l osservazione dell Universo. Nel 1996 vengono trovate tracce di organismi unicellulari in un meteorite caduto nell Antartide. Gli avvenimenti di questi ultimi anni sono noti a tutti noi, in quanto li abbiamo almeno parzialmente vissuti personalmente e 12

13 possiamo dire che si sono susseguiti con la solita accelerazione, a conferma di quanto avevamo osservato fin dalle note introduttive; man mano che si va avanti tutto procede infatti in maniera più rapida e convulsa, essendo la vita dominata da un violento crescendo di fatti e di cose nuove CONQUISTE SPAZIALI Nell ambito dell astronomia, si ebbe un primo periodo di dati raccolti a occhio nudo, durato circa quattromila anni, al quale seguì l era del cannocchiale e del telescopio, che permise di ampliare notevolmente le conoscenze e la cui durata fu di circa quattrocento anni; si giunse infine alla fase più recente, quella spaziale, dallo Sputnik del 1957 in poi, che in meno di cinquant anni, mediante l utilizzo di missili, razzi-vettori, sonde e robot, portò l Uomo al contatto diretto o ravvicinato con la maggior parte dei componenti del sistema solare. Quattro anni dopo il lancio in orbita del primo satellite artificiale, nel 1961 ci fu l invio del primo uomo nello spazio: il sovietico Jurij Gagarin, che fu seguito un mese dopo dall americano John Glen. Da allora l impegno spaziale delle due maggiori potenze mondiali (Usa e Urss) portò ad una serie di successi che, dapprima riguardarono i pianeti più vicini alla Terra, i cosiddetti Pianeti rocciosi interni (in particolare Mercurio, Marte e Venere, oltre alla Luna) e successivamente i Pianeti giganti gassosi esterni (Giove, Saturno, ecc.). Nel le sonde Mariner 4 e 5 trasmisero le prime foto ravvicinate di Marte; nel 1969 due astronauti americani posarono per primi il piede sulla Luna e avviarono un avventura umana sul satellite che durò tre anni; in seguito la presenza dell Uomo nello spazio è proseguita con oltre un centinaio di astronauti, impegnati in prevalenza nella gestione della stazione spaziale internazionale, tuttora attiva, orbitante a circa 400 chilometri di altezza. Nel 1970 una sonda sovietica scese sul suolo di Venere e l anno successivo sonde di fig.11. Razzo spaziale (anni 1950). provenienza americana e sovietica scesero su Marte. Nel frattempo la Nasa (Usa) diede inizio all esplorazione dello spazio interplanetario, al di fuori del sistema solare, lanciando alcune sonde che attualmente, dopo anni di viaggio nello spazio, stanno uscendo dall influenza solare. Tra queste la Pioneer 10, che sarà in grado di raggiungere Aldebaran, una delle stelle a noi più vicine, tra due milioni di anni, mentre la Pioneer 11 avrà un viaggio ancora più lungo, essendo previsto il suo arrivo nella costellazione Aquila tra non meno di quattro milioni di anni.tutto questo fa riflettere sulle enormi distanze che ci separano dal mondo delle stelle. E da ricordare che gli obiettivi di questi impegnativi e costosi progetti spaziali sono principalmente quelli di migliorare le conoscenze sull origine del nostro sistema planetario e di ricercare forme di vita eventualmente presenti su altri pianeti, sia all interno del sistema solare che al di fuori di questo. 13

14 I risultati raggiunti consentono già ora di affermare che la ricerca spaziale negli ultimi cinquant anni ha accumulato una mole di informazioni e di conoscenze talmente vasta da non potersi minimamente confrontare con quanto era stato acquisito dall Uomo nel precedente passato. Ritornando alle operazioni spaziali, ricordiamo i principali avvenimenti che si sono succeduti a partire dagli anni Settanta: esplorazione di Mercurio (1974); installazione di due laboratori scientifici su Marte (1977); avvìo della missione Nasa (1979) per l esplorazione dei pianeti più lontani (Giove, Saturno, Urano e Nettuno); partecipazione alle operazioni da parte di alcuni Paesi europei, di Giappone e di Cina, in aggiunta a Stati Uniti e Russia; invio di sonde alla Cometa di Halley (1986); esplorazione di Giove e suoi satelliti ( ); invio su Marte di un robot mobile da parte della Nasa (1996); esplorazione ravvicinata su Saturno e suoi anelli, da parte dell organizzazione spaziale internazionale, con invio di una sonda sul suolo del satellite Titano (1997); due nuovi robot inviati sul suolo di Marte per la raccolta e l analisi di campioni (2004); studi sulla presenza di acqua e sulla circolazione atmosferica di Marte ( ). La Luna è ricca di crateri e di montagne, la più alta delle quali, il Monte Hadley, supera i 4450 metri. La superficie di Mercurio è cosparsa di crateri, che sono più fitti che sulla Luna, mentre le montagne non superano i 2000 metri; è il pianeta più vicino al Sole e per questo la temperatura supera i +420 C di giorno, mentre la notte scende a 170. Su Venere ci sono molti vulcani e le temperature medie variano tra i +480 e i 33. Su Marte la forza di gravità è eccezionalmente bassa e ciò provoca qualche difficoltà negli atterraggi delle sonde terrestri; lo spessore della sua atmosfera è piuttosto limitato e le temperature misurate dai robot sono di circa 50 C; i venti sono molto forti, ma certamente inferiori a quelli di Saturno, che pare superino talora il migliaio di km/h. Nello spazio tra Marte e Giove si estende una fascia particolarmente ricca di asteroidi e polveri, che costituisce un pericolo, se non un ostacolo, per i veicoli spaziali che la attraversano. Una nota sull atmosfera di qualche pianeta: quella di Saturno è costituita da ammoniaca ghiacciata, quella di Nettuno è formata invece da nubi di metano. Infine qualche altra temperatura media: Giove 150, Saturno 180, Urano, Nettuno e Plutone, i più lontani dal Sole, 220 circa. 2.6.CONSIDERAZIONI SUI PROGRESSI DELL UMANITA fig. 12. Uomo sulla Luna (missioni Apollo ). E qui di seguito riportiamo alcune notizie e particolarità che riguardano propriamente alcuni protagonisti del nostro sistema solare. Non possiamo comunque lamentarci, beneficiamo di tante cose piacevoli rispetto ai nostri antenati: la casa, il riscaldamento, l aria condizionata, la comunicazione, l informazione e l intrattenimento della radio, della televisione, del telefonino, lo sport, l arte, l assistenza medica, l asilo, la scuola, l amore, l affetto; con il lavoro cominciano i dolori: non riusciamo infatti a innamorarci del nostro lavoro, come accadeva in tempi passati, perdippiù oggi l occupazione è meno sicura di una volta e guai a perderla. Facciamoci in ogni caso un pensiero di rispetto e, se necessario, un bell egoistico sospiro di sollievo nel pensare che altri stanno meno bene di noi, in particolare nei Paesi dove regnano purtroppo fame, miseria e 14

15 malattie e le persone coinvolte non sono poche. Noi, Uomo di oggi, con un volume cerebrale accettabile, ci lamentiamo per il terrorismo incombente, per la maleducazione crescente, per la fede religiosa in declino, per la crisi climatica globale, per gli scandali finanziari, politici, sportivi, per i rumori e gli inquinamenti, per l immigrazione incontrollata, per il traffico automobilistico sempre più caotico; ma riflettiamo un istante sul fatto che una buona parte dei disagi sono causati dall esplosione demografica verificatasi in questi ultimi due secoli. Gli abitanti della Terra, che erano circa un miliardo nei primi anni del 1800 hanno superato oggi i 7 miliardi (secondo le previsioni, saranno raggiunti i dieci miliardi entro il 2050); ciò ha comportato e continua a provocare quotidianamente un rilevante incremento dei consumi energetici, idrici e alimentari, e quindi dell inquinamento in generale, come pure una preoccupante riduzione degli spazi disponibili, da cui anche la crescente scarsità di aree coltivabili da una parte e il traffico sempre più caotico dall altra; il tutto contribuisce a peggiorare la qualità dell aria, oltre che gli equilibri sociali. Possiamo concludere questa breve digressione con la fiduciosa speranza che l Umanità si renda conto, prima di superare il limite del non ritorno, della necessità di attuare con fermezza un programma di difesa dell ambiente e di controllo delle nascite, per poter garantire ai futuri terrestri un esistenza gradevole su un pianeta come il nostro, che ha il grande vantaggio, a differenza di tanti altri pianeti individuati nell Universo, di possedere condizioni particolarmente favorevoli all esistenza e alla conservazione della vita umana. dell Uomo. Le difficoltà del rapporto umano tra nuclei di credenza religiosa diversa è oggi tristemente testimoniato dal dissidio permanente tra ebrei e palestinesi, nonchè dalla tensione tra il mondo musulmano e quello occidentale. Il fenomeno religioso rimane comunque una componente fondamentale della civiltà umana e per tale merita un commento. Sarebbe un grave errore di presunzione pensare di condensare in poche righe o in alcune pagine un tema delicato come quello della credenza religiosa, ma qui ci limiteremo a qualche accenno, evitando di toccare gli aspetti puramente teologici. L Uomo ha sempre sentito intimamente, fin dalle origini, la necessità di credere in un Essere superiore, sovraumano, al quale rivolgersi per ottenere aiuto, conforto e protezione, con la speranza di poter anche trovare una risposta ai misteri, passati e futuri, della vita umana. Cento mila anni fa, già allora l Uomo (di Neanderthal) si rivolgeva al cielo con ricche cerimonie funebri, chiedendo protezione per le anime dei propri morti e oggi gli animisti del Madagascar ne stanno seguendo l esempio, con la loro usanza di riesumare e ripulire periodicamente le spoglie mortali dei loro avi L UOMO E LE CREDENZE RELIGIOSE Premessa Le incomprensioni e le violenze che si stanno manifestando con crescente intensità in questi ultimi tempi tra popoli di differente fede religiosa dimostrano l immensa importanza che la religione ha sempre avuto nella vita fig.13. Adad, dio dell atmosfera per gli Assiri (1800 a.c.). 15

16 fig.14. Simboli delle divinità fenicie a Byblos (XIX secolo a.c.). Un altra particolare credenza, che risale a sette mila anni fa, era quella delle donne Sumere che dedicavano la loro devozione alla Divinità femminile Ishtar, per implorarne l assistenza in vista del parto. La diffusione delle religioni risente delle influenze popolari e varia da luogo a luogo e con il passare del tempo. In passato hanno dominato dapprima le religioni di ispirazione animista e politeista, con tante Divinità da adorare, particolarmente diffuse nell epoca greco-romana, seguite poi dalla cultura monoteista, del Dio unico, che ha conquistato tanti fedeli nel mondo, dapprima con il giudaismo e poi con il cristianesimo e l islamismo. Nella regione asiatica la prevalenza è delle credenze moralfilosofiche del Buddismo e dell Induismo. Da notare inoltre una strana particolarità: che una prima espressione di fede monoteista si era già manifestata in epoca molto antica in un popolo africano molto arretrato e isolato, quello dei Pigmei. Le tre religioni di origine semitica (giudaismo, cristianesimo e islamismo) hanno una base comune: un unico e medesimo Dio secondo l eredità abramitica, come affermano sia l Antico Testamento che il Corano. Il cristianesimo deriva dal giudaismo, mentre l islamismo è una riformulazione del modello giudaico-cristiano. Ciascuna delle tre religioni monoteiste possiede un punto che non è accettabile da parte delle altre due e questo perché il giudaismo sostiene la propria elezione esclusiva a Popolo di Dio, il cristianesimo afferma che Gesù Cristo è Figlio di Dio e l islamismo sostiene che la dottrina del Corano è Parola di Dio. Attualmente l islamismo rappresenta un credo religioso in via di espansione, mentre il giudaismo è stazionario o addirittura in fase di contrazione; tra le religioni morte viene citato il manicheismo, che in passato aveva trovato seguito in Persia. Seguono alcune brevi note sulle principali religioni oggi praticate, desunte dalla letteratura corrente e corredate di dati numerici e percentuali, che sono riferiti al periodo , quando la popolazione mondiale era inferiore di oltre due miliardi rispetto all attuale; da osservare inoltre che in queste valutazioni è ben difficile quantificare ciò che, a rigore, è un atteggiamento personale, non inquadrabile in nessuna struttura organizzata. Le cifre riportate sono quindi approssimative, ma risultano ugualmente indicative del loro valore ponderale anche in rapporto con le altre voci considerate. fig.15. Mito solare dell antico Egitto Giudaismo o ebraismo E la religione degli Ebrei, da prendere in considerazione per prima, a mio parere, in quanto rappresenta la base della fede monoteistica, è ricca di storia e di testimonianze scritte e costituisce la genitrice della religione cristiana, la quale è attualmente la più diffusa nel mondo ed è la 16

17 religione maggioritaria (più del 50% della popolazione) in ben 138 Stati. Il Giudaismo fa parte delle religioni semitiche (da Sem, figlio di Noè, il Patriarca che si era salvato dal Diluvio), rappresenta il seguito delle credenze religiose delle antiche tribù di Israele e ha inizio, storicamente, con l esilio temporaneo degli Ebrei in Babilonia nel 586 a.c. Attualmente gli Ebrei sono 18 milioni, pari allo 0,4% della popolazione mondiale. La religione ebraica è diffusa in 112 paesi; il 44% degli Ebrei vive negli Stati Uniti, il 22% nell Asia meridionale e il 18% nei paesi dell area russa. In Europa vivono un milione e mezzo di Ebrei, presenti soprattutto in Francia e in Gran Bretagna Induismo E la terza religione al mondo per diffusione, dopo la cristiana e l islamica. Più che una religione è un insieme di norme di vita, sia dal punto di vista individuale che universale. Le prime elaborazioni filosofiche dell Induismo risalgono all inizio del primo millennio avanti Cristo. Nella storia delle religioni dell India l Induismo costituisce la terza e ultima fase di sviluppo, dopo il Vedismo, attivo tra il 1500 e il 900 a.c., e il Brahmanesimo. L Induismo è definito come religione indoiranica, anche se il sistema religioso si è sviluppato nel subcontinente indiano e raccorda molteplici aspetti della vita e della religione degli Indiani nel complesso sistema delle caste. In questa religione ciascuno ha il proprio dharma, con i suoi doveri in campo sociale. Sono sei i sistemi filosofici induisti classici, il più antico dei quali è il Sanscrito. Il Dio Visnù e il Dio Siva sono alla base dei due indirizzi religiosi indù più diffusi tra le varie sette. L induismo tollera le altre religioni, al contrario di altre che le combattono per sopraffarle. Appartengono complessivamente all induismo, che è diffuso soprattutto nell Asia meridionale, 610 milioni di fedeli, che rappresentano il 13% della popolazione mondiale Buddhismo E la quarta religione al mondo; è un insieme di religione e di filosofia che fa seguito al Brahmanesimo e ha origine in India. Le dottrine distintive sono la trasmigrazione delle anime ed il ciclo delle esistenze. Siddharta raggiunse il Nirvana (483 a.c.) e divenne il Buddha, che non è un Dio, ma un espositore di idee, per cui Dio è un illusione, l anima non è eterna, non esistono né beatitudine, né dannazione, quindi nè paradiso, né inferno. Le norme basilari secondo Buddha sono: non uccidere, non rubare, evitare la dissolutezza sessuale, astenersi dalle bevande inebrianti. Importante è l adattamento alle norme in vigore nella misura in cui esse non contrastano con i principi dell agire morale. Le nostre limitate facoltà conoscitive non ci permettono di comprendere l Universo e sarebbe insensato cercare di capirlo. L ideale etico buddhista è di non recare danno ai viventi (uomo, animali, vegetali); sotto questo profilo, l etica buddhista è superiore anche a quella cristiana. L uomo è ritenuto comunque una forma superiore di esistenza, anche perché ricerca la salvezza, seguendo i suggerimenti (non comandamenti) del Buddha. La maggiore diffusione del Buddhismo si ha in Cina (dal 67 d.c.) e in Giappone, mentre in India è stato quasi annientato tra l XI e il XIII secolo dai musulmani. In Giappone il Buddhismo si è integrato con lo Shintoismo, la religione animistica che in passato, fin dal VI secolo a.c., aveva prevalso tra i giapponesi. Attualmente la Comunità buddista nel mondo è di 296 milioni di fedeli, pari al 6,5% della popolazione mondiale Islamismo Per diffusione è attualmente la seconda religione nel mondo e comprende circa 800 milioni di fedeli, che corrispondono al 17% della popolazione mondiale; il 65% dei musulmani vive nell Asia meridionale e occidentale, il 26% in Africa. Maometto, profeta arabo, nato nel 570 d.c., introdusse nell ambiente politeista della 17

18 Mecca una voce nuova, il monoteismo, citando Mosè, Gesù, Noè e Abramo. La diffusione del pensiero di Maometto, trasmessa attraverso il Corano, ebbe successo. Il termine muslim, musulmano, significa dedito a Dio. I principali precetti dell Islam sono: professare e diffondere la fede, rivolgersi a Dio con la preghiera cinque volte al giorno; osservare il mese di digiuno, il pellegrinaggio alla Mecca e la tassa in favore dei poveri, dal 2,5 al 10% dei guadagni. Sono ammesse 4 mogli e varie concubine. Secondo il Corano, i Profeti sono semplici messaggeri, attraverso i quali Dio comunica con i fedeli; Gesù è un uomo, non è Figlio di Dio. Nell Islam i Capi della Chiesa, gli Ulema per i Sanniti e gli Ayatollah per gli Sciiti, esercitano non solo la funzione di guida religiosa del popolo, ma anche il potere politico Cristianesimo E la fede religiosa più diffusa nel mondo, comprendendo all incirca un miliardo e mezzo di credenti, che rappresentano il 32% della popolazione mondiale; il 27 % dei cristiani vive in Europa e il 25% nell America latina. La religione cristiana è nata per distacco dal Giudaismo intorno al 70 d.c., per opera degli Apostoli e dei Discepoli di Gesù Cristo a Gerusalemme. La nascita di Gesù viene riferita al periodo tra il 4 e il 7 a.c. I seguaci del Cristianesimo sono oggi organizzati in diverse Chiese e Comunità, differenziate tra loro in base alla professione di fede o confessione. Le più grandi fra le Comunità organizzate sono le Chiese Orientali, le Chiese Ortodosse, la Chiesa Cattolica, la Chiesa Anglicana e quelle Protestanti. Le Chiese Orientali comprendono le Comunità religiose nate nell antico Impero Romano d Oriente tra il 374 e il 550 (Armena, Abissina, Copta e altre) e le Chiese Ortodosse, sorte dalle deliberazioni teologiche dei Concili tenuti tra il 325 e il 451 e legate al rito bizantino e all uso della lingua locale. Nell insieme delle Chiese Orientali aderiscono 130 milioni di fedeli, pari a circa l 8% dei Cristiani. Gli Ortodossi sono così distribuiti: 48% nei paesi dell area russa, 37% in Europa con prevalenza in Romania (17 milioni) e Grecia (13 milioni). La Chiesa Cattolica (di Roma) è la Chiesa concettualmente universale, istituita da Gesù Cristo per tutti, in contrapposizione ai gruppi scismatici ed eretici. In seguito alla Riforma del XVI secolo si è avuta la separazione tra le Chiese che si ricollegano a quella di Roma nel Cattolicesimo, riconoscendo il Papa quale Capo universale, e quelle aderenti alla Riforma, che hanno creato il movimento Protestante o Evangelico. La Chiesa Cattolica segue il rito romano con la lingua latina, ora sostituita liberamente dalla lingua parlata in loco. In comunione con la Chiesa Cattolica ci sono anche alcune Chiese orientali, dette Uniate (non Unite) che seguono riti diversi dal latino (Antiochia, Bizantino) e si distinguono per alcuni aspetti della vita ecclesiastica, per esempio il matrimonio permesso a preti e diaconi. I fedeli delle Uniate sono stimati in circa 9 milioni. La Religione Cattolica è la maggioritaria tra le Chiese Cristiane: conta attualmente 884 milioni di fedeli, corrispondenti al 57% dei Cristiani; la maggior parte dei Cattolici vive nell America latina (41%) e in Europa (28%). Il Paese con la maggiore presenza di Cattolici è il Brasile con 110 milioni. La Chiesa Anglicana, la Chiesa di Stato in Inghilterra dal 1534, con a Capo il Re o la Regina, ha un seguito di 68 milioni di credenti, pari al 4% dei Cristiani, il 49% dei quali vive in Europa e il 28% in Africa (32 milioni in Gran Bretagna, 7 milioni in Nigeria). Nella Chiesa Anglicana sono presenti tre correnti: la Low Church, del cristianesimo operoso, la High, rituale e conservatrice e la Broad, liberale e storico-critica. Le Chiese Protestanti o Evangeliche comprendono le varie correnti di pensiero che 18

19 si rifanno alla Riforma del 1529; i credenti sono oltre 292 milioni, corrispondenti al 18% dei Cristiani nel mondo; il 32% dei Protestanti vive in Nord America (89 milioni negli Stati Uniti) e il 27% in Europa (29 milioni in Germania). Le Comunità e Congregazioni principali sono: Luterani (43 milioni), Presbiteriani e Riformati a costituire le cosiddette Chiese Riunite (32 milioni); a queste si aggiungono altre Congregazioni, quali: Battisti (35 milioni), Metodisti (26 milioni), Quaccheri (500 mila), Avventisti, Testimoni di Geova, Valdesi, Pentecostali, Indipendenti, ed altri. Nota: Secondo G.J.Bellinger (vedi Bibliografia), per completare il quadro statistico mondiale è necessario aggiungere ai dati riguardanti le comunità religiose di cui sopra i dati corrispondenti ai non religiosi e in particolare: gli areligiosi e aconfessionali (ovvero non religiosi e non confessionali), che cioè non appartengono ad alcuna religione e che, in maniera differente dagli atei, hanno una concezione della Divinità indifferente a qualsiasi tradizione religiosa esistente. Il loro numero totale ammonta a più di 800 milioni, pari al 17% della popolazione mondiale; il 70% di questi vivono in Asia e il 10% in area russa. A questi sono da aggiungere inoltre gli Atei dichiarati, che sono valutati in circa 200 milioni, e gli Agnostici (non valutabili). 3. PARTE SECONDA Ciascuno di noi porta con sé i segni della vita trascorsa, ricordi lieti o tristi, momenti felici o drammatici, che di tanto in tanto si ripresentano alla mente, riportandoci indietro nel tempo. Riordinando le scartoffie, ho ritrovato alcuni fogli di appunti e di note da me scritti in passato, che hanno destato la mia attenzione e il desiderio di proporli, soprattutto perché testimoni di tempi lontani e riferibili in particolare ad ambienti, abitudini e comportamenti umani spesso molto diversi dagli attuali. I contenuti di queste note sono normali racconti di vita vissuta, che ritengo possano comunque interessare per la loro immediatezza e semplicità. Sono infatti immagini di un mondo passato, con i suoi difetti, ma spesso rispettoso di tanti sani principi che ora sono in parte superati, scomparsi o dimenticati. Possono risultare forse irriverenti o talora infantili i toni di qualche racconto, ma essi sono almeno in parte giustificati dalla realtà delle singole situazioni rappresentate. Queste testimonianze di età giovanile sono seguite da alcuni altri racconti di vita più recente, che ci portano fino ad oggi, attraverso qualche episodio vissuto con incisività e piena partecipazione VITA IN COLLEGIO Quasi quattro anni di Collegio, dalla quinta elementare alla terza Ginnasio (non c era ancora la scuola Media), dai miei undici anni ai quattordici, in periodo di guerra, tra la fine del 1939 e il Mio padre, capitano degli Alpini, richiamato alle armi sul fronte occidentale; mia madre, insegnante alle elementari di Buja, perdippiù severamente impegnata, con l aiuto tecnico di 19

20 tre bravissimi giovani aiutanti, a seguire l attività di due Studi fotografici, a Buja e San Daniele del Friuli; mia sorella, di tre anni più giovane di me, frequentava invece le elementari in paese. E per me era stata scelta, anche per esigenze logistiche, la soluzione del Collegio! Non saprei come definire la vita di collegio: una vita di convento, di seminario, di prigione o altro di simile. Insomma una vita dura, non facile da sopportare per lungo tempo. A parte le brevi parentesi di ricreazione, il silenzio e la disciplina ferrea dominano severamente l atmosfera collegiale dei Salesiani qui al Don Bosco di Pordenone. Quando ci si trova nella sala-studio, una sala immensa in cui ti senti un pulcino, viene imposto il silenzio assoluto e non puoi chiedere nemmeno un consiglio ad un compagno. Vieni addirittura richiamato se rivolgi lo sguardo alla finestra e, nel caso tu venga sorpreso dall Assistente, ti trovi castigato a copiare una serie di verbi latini. Sei in cortile e non puoi dare un calcio ad una palla, altrimenti vieni inviato alla colonna (fermo in piedi vicino al colonnato dell edificio). Sei in camerata e non puoi dire una parola se vuoi evitare di essere punito ai piedi del letto. Tutte le mattine devi rifarti il letto, pulirti le scarpe e tacere, sempre oppresso da un silenzio di tomba. Dalle 20,30, quando si entra in chiesa per le preghiere fino alle 8,30 del mattino non è ammesso di aprir bocca e comunicare; dodici ore senza poter parlare è veramente inammissibile per un bambino o ragazzo che sia, eppure i preti lo esigono e non esitano ad assegnare le punizioni. Il collegio è per me una continua sofferenza; lo considero come una vera prigione dove, per giunta, si è costretti a studiare e pregare, pregare e studiare. Non per niente vicino all entrata qualcuno ha imbrattato il muro con una scritta, ormai scolorita, che dice: qui si entra nel carcere duro, qui si entra nella quasi eterna pena. Quando il mercoledì pomeriggio usciamo per la passeggiata settimanale ci sembra di sognare nel rivedere il vero mondo che vive all esterno: le strade, le case, la gente, e ci auguriamo che il tempo rallenti la sua corsa. Ci viene imposto di camminare allineati tre per tre come soldati, andando al passo in silenzio, ma siamo ugualmente felici e gioiosi alla vista degli esseri liberi e indipendenti e ci godiamo così la bella parentesi di mezza settimana. Dopo qualche chilometro di marcia in direzione di Aviano, arriviamo nei prati della Comina, dove finalmente possiamo scatenarci, sempre sotto controllo, giocando al pallone. Triste e dolente è poi il rientro tra le pesanti mura del collegio. I preti riprendono le vesti di carcerieri e così ricomincia la vita severa di tutti i giorni. Osservando i miei compagni, noto un po di malinconia e di tristezza nei loro volti, che le brevi ricreazioni concesse non riescono a cancellare. Ovviamente non è consentito fumare, nemmeno ai vecchi del liceo, e non è consentito uscire dal collegio, nemmeno con i genitori in visita, a meno che non si riesca ad ottenere un permesso straordinario dal Direttore. Pare che i preti del collegio, anche loro segregati come noi, trovino particolare soddisfazione quando hanno la possibilità di castigarci; forse è questo il modo più spontaneo per sfogare i loro problemi psicofisici causati dalla clausura voluta dal regolamento interno IL DIRETTORE DEL COLLEGIO Questo racconto testimonia l infimo livello culturale e pedagogico di un singolare personaggio, per di più religioso, incaricato di provvedere all educazione dei giovani. Fortunatamente è un caso più unico che raro, una vera eccezione tra i vari Superiori del Collegio, che sono di ben più elevato livello culturale e pedagogico. Sono le 19,30, siamo più di 150 studenti in refettorio, per la a cena ed è già stato dato il permesso di parlare. Entra il nuovo Direttore, un sacerdote di origini venete, passa tra i tavoli guardandoci come delle bestie rare; si ferma davanti al mio vicino di posto, un tipo 20

L età delle scoperte geografiche

L età delle scoperte geografiche L età delle scoperte geografiche L Europa medievale si concentrava nell area del mar Mediterraneo. Per gli antichi l Oceano Atlantico era il simbolo della fine del mondo, l estremo limite oltre il quale

Dettagli

SCIENZE. Il Sistema Solare. Introduzione. il testo: 2012/2013 La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri IPSIA A.

SCIENZE. Il Sistema Solare. Introduzione. il testo: 2012/2013 La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri IPSIA A. 01 Introduzione è formato dal Sole, da otto pianeti e da altre parti di materia (vedi figura 1). Figura1.. Tutte le parti del Sistema Solare si sono formate quasi 5 miliardi di anni fa. Esse si sono formate

Dettagli

URANO E NETTUNO. I due pianeti glaciali del Sistema Solare. Ricerca Astronomia" 1

URANO E NETTUNO. I due pianeti glaciali del Sistema Solare. Ricerca Astronomia 1 URANO E NETTUNO I due pianeti glaciali del Sistema Solare Ricerca Astronomia" 1 Introduzione: Urano e Nettuno fanno parte dei pianeti recenti, ovvero quelli scoperti nel 19 secolo. Sono infatti stati i

Dettagli

Scoperte geografiche

Scoperte geografiche Durante il Medioevo gli scambi commerciali con l'oriente erano sempre stati intensi. Genova e Venezia controllavano il Mediterraneo e quest'ultima si spingeva fino all'estremo Oriente. Con i mercanti arabi

Dettagli

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella

Cristianesimo, Ebraismo e Islam. Sofia Tavella Cristianesimo, Ebraismo e Islam Sofia Tavella Che cos è una religione? Ritenendo che il termine RELIGIO derivi dal verbo latino RE-LIGARE che significa legare insieme, la religione indica il RAPPORTO tra

Dettagli

invenzionii i La 2^ Rivoluzione industriale scoperte

invenzionii i La 2^ Rivoluzione industriale scoperte telefono Telegrafo senza fili automobile invenzionii i 1800 Sviluppo Industriale elettricità aereo cinema La 2^ Rivoluzione industriale Italia e altri paesi medicina ferro scoperte progressi petrolio coloranti

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. MODULO 1: l Europa feudale PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. Il sistema feudale 1.1 Vassallaggio e beneficio nell Europa carolingia 1.2 I feudi verso

Dettagli

Le scoperte geografiche. Vasco de Gama circumnaviga (gira attorno) l Africa e arriva in India.

Le scoperte geografiche. Vasco de Gama circumnaviga (gira attorno) l Africa e arriva in India. 01 Scoperte e conquiste territoriali (di nuove terre) Gli storici pensano che la scoperta dell America nel 1492 è una data importante nella storia: infatti in questo anno finisce il periodo storico che

Dettagli

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi

Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi Classe III F A.S. 2013/2014 Docente: Patrizia Marirossi ISIS I. Calvino -Città della Pieve Liceo scientifico Programma di STORIA LIBRO DI TESTO: GIARDINA-SABBATUCCI-VIDOTTO, Storia, Nuovi programmi, vol.

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

L'Asia Il continente più vasto del mondo

L'Asia Il continente più vasto del mondo L'Asia Il continente più vasto del mondo Morfologia L Asia è il continente più vasto del mondo. Si estende dal Polo Nord all Equatore e dal Mediterraneo all oceano Pacifico. È separata dall Europa dai

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. La Francia e l Inghilterra a loro volta intervennero a sua difesa. Cosi Hitler

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO 1 1. I tre mondi dell alto medioevo I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO INTRODUZIONE. MEDIOEVO SIGNIFICA ETÀ DI MEZZO, CIOÈ IN MEZZO TRA L ETÀ ANTICA E L ETÀ MODERNA ( MEDIO = MEZZO; EVO = ETÀ). IL MEDIOEVO

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

La volta celeste. SMS di Piancavallo 1

La volta celeste. SMS di Piancavallo 1 La volta celeste L Astronomia è la scienza che studia l Universo e le sue origini. Le origini dello studio della volta celeste si perdono nella notte dei tempi, perché l uomo è sempre stato attratto ed

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015. Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1

PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015. Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1 PROGRAMMA FINALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 CLASSE III D Professoressa Cocchi Monica Programma svolto di storia Libro di testo: F. Bertini Storia. Fatti e interpretazioni Ed. Mursia scuola Vol. 1 Istituzioni,

Dettagli

Portolano attribuito a Paolo Del Pozzo Toscanelli

Portolano attribuito a Paolo Del Pozzo Toscanelli Scuola Elementare 143 Circolo Didattico Roma Fabrizia Liberati L arte di rappresentare la Terra Paolo Del Pozzo Toscanelli (1397-1482) Ritratto di Toscanelli disegnato da un bambino. La carta di Toscanelli.

Dettagli

2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA

2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA 2.6 IL SUOLO RAPPRESENTATO: LA CARTOGRAFIA Si ringrazia per il sostegno DA DOVE VIENI? DOVE VAI? RAPPRESENTAZIONI DEL SUOLO Nel suo abitare il suolo l uomo ha una prima esigenza: definirne i confini e

Dettagli

Le grandi scoperte geografiche

Le grandi scoperte geografiche LE PRIME ESPLORAZIONI fine della pax mongolica espansione ottomana (1453 conquista di Costantinopoli) controllo VENEZIANO sul Mediterraneo orientale crisi del commercio terrestre con l Oriente Genova ricerca

Dettagli

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado

Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado ISTITUTO COMPRENSIVO G. MARCONI di Castelfranco Emilia Mo Via Guglielmo Marconi, 1 Tel 059 926254 - fax 059 926148 email: MOIC825001@istruzione.it Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado Anno

Dettagli

ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA

ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA ELENCO MATERIALE DI STORIA E GEOGRAFIA Conoscere il mondo (ed. Principato) Le civiltà dei fiumi (ed. De Agostini) L Italia, il mio paese (ed. ATLAS) Avventure e conquiste nei secoli (ed. Confalonieri)

Dettagli

I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano

I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano Corso di Astronomia I filosofi greci del IV secolo a.c. come Platone e Aristotele ritenevano che le stelle fossero oggetti celesti eterni e immutabili, che ruotavano attorno alla Terra con orbite circolari.

Dettagli

IL SOLE. STRUTTURA del SOLE. CONFRONTO TRA sole e terra. macchie solari SOLE ATTIVO E SOLE TRANQUILLO

IL SOLE. STRUTTURA del SOLE. CONFRONTO TRA sole e terra. macchie solari SOLE ATTIVO E SOLE TRANQUILLO IL SOLE Nell universo ci sono tantissime stelle, ma il Sole è quella più vicina a noi, attorno alla quale ruotiamo insieme agli altri pianeti del sistema solare. E nato circa 5 miliardi di anni fa ed è

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Il Sistema Solare. Il suo diametro è di 1400000Km e la sua massa è pari a 328000 volte la massa del nostro pianeta.

Il Sistema Solare. Il suo diametro è di 1400000Km e la sua massa è pari a 328000 volte la massa del nostro pianeta. Il Sistema Solare Il Sole Il Sole è nato circa cinque miliardi d anni fa e, secondo gli scienziati, vivrà per altri cinque miliardi di anni. Esso ci appare come un enorme palla di fuoco solo per la sua

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

La conquista dell America. Lezioni d'autore

La conquista dell America. Lezioni d'autore La conquista dell America Lezioni d'autore Dal sito www.cittacapitali.it Lo sterminio totale delle popolazioni autoctone americane, avvenuto dopo la scoperta di Colombo, fu la sconfitta dell etica universalistica

Dettagli

MATEMATICA E RELIGIONE

MATEMATICA E RELIGIONE MATEMATICA E RELIGIONE STATISTICHE SULLE RELIGIONI Quanto sono importanti i numeri nella religione? E la matematica? Si può fare l esempio della kabbalah ebraica: attraverso i numeri ed alcune regole matematiche,

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

CHARLES DARWIN di Fabio Ferrari

CHARLES DARWIN di Fabio Ferrari CHARLES DARWIN di Fabio Ferrari La vita Le scoperte Le conseguenze delle sue teorie La vita Un ritratto di Darwin da giovane Charles Darwin nacque nel 1809 in Inghilterra da una famiglia colta e portata

Dettagli

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE ANNI

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE ANNI APPENDICE: INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZA CHIAVE EUROPEA RELIGIONE CATTOLICA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO TRE ANNI QUATTRO ANNI CINQUE

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

IL SISTEMA SOLARE. Obiettivi: Livello linguistico: B1. Strategie di studio: lettura selettiva ATTIVITÁ DI PRE-LETTURA

IL SISTEMA SOLARE. Obiettivi: Livello linguistico: B1. Strategie di studio: lettura selettiva ATTIVITÁ DI PRE-LETTURA IL SISTEMA SOLARE LC.17.03.06 Prerequisiti: conoscenza del sistema metrico decimale e delle figure geometriche conoscenza simboli chimici capacità di lettura di mappe concettuali Obiettivi: fare ipotesi

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Le stelle nascono all'interno di enormi nuvole di gas e polvere, come quella mostrata nella figura a sinistra, dove, a causa di qualche "disturbo"

Le stelle nascono all'interno di enormi nuvole di gas e polvere, come quella mostrata nella figura a sinistra, dove, a causa di qualche disturbo Le stelle nascono all'interno di enormi nuvole di gas e polvere, come quella mostrata nella figura a sinistra, dove, a causa di qualche "disturbo" esterno, si iniziano a formare dei "grumi" più densi che

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

STORIA. La preistoria. Tutti gli esseri umani sono figli di homo sapiens sapiens. il testo:

STORIA. La preistoria. Tutti gli esseri umani sono figli di homo sapiens sapiens. il testo: il testo: 01 Tutti gli esseri umani sono figli di homo sapiens sapiens La foto a pag.18 fa vedere un immagine del film 2001 Odissea nello spazio. Nella foto si vede un ominide che tiene in mano un osso.

Dettagli

IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE

IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE IL METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE A. Completa il testo a buchi inserendo le seguenti parole: metodo - leggi - fenomeni - scienziati - Galileo Galilei - metodo scientifico sperimentale Le persone che si

Dettagli

GALILEO GALILEI (Pisa 1564- Arcetri 1642)

GALILEO GALILEI (Pisa 1564- Arcetri 1642) GALILEO GALILEI (Pisa 1564- Arcetri 1642) Opere maggiori: - Sidereus nuncius 1610 - Il Saggiatore 1623 - Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo 1632 - Discorsi e dimostrazioni matematiche intorno

Dettagli

AFRICA. Le pianure sono poche, lungo le coste. IDROGRAFIA

AFRICA. Le pianure sono poche, lungo le coste. IDROGRAFIA AFRICA È il terzo continente per estensione. Ha forma triangolare. È tagliata in due dall'equatore. Ricca di tavolati e altipiani, altitudine media (700 m). Nella zona centro-orientale c'è una spaccatura

Dettagli

La chiesa primitiva e l Impero Romano

La chiesa primitiva e l Impero Romano La chiesa primitiva e l Impero Romano L Impero Romano La situazione dell Impero L Impero romano e l Ellenismo 323 a.c.-1 sec. d.c. Il Giudaismo tradizionale e quello ellenizzato. Impero Romano: circa 50

Dettagli

La crisi del XVII secolo

La crisi del XVII secolo La crisi del XVII secolo L Europa visse nel XVII una grave emergenza economica e sociale. Nel XV e nel XVI secolo la popolazione era aumentata era necessario accrescere anche la produzione agricola. Le

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO

MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO MATERIA: Geografia Generale e Turistica ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMA SVOLTO CLASSE: Prima C Unità 1 GLI STRUMENTI DI BASE Forma e misura della terra Le carte geografiche L informatica applicata

Dettagli

Esami di Idoneità/Integrativi. Liceo delle Scienze Umane / Economico Sociale / Linguistico

Esami di Idoneità/Integrativi. Liceo delle Scienze Umane / Economico Sociale / Linguistico Esami di Idoneità/Integrativi Liceo delle Scienze Umane / Economico Sociale / Linguistico Materia: Storia/Geografia Alla Classe seconda Contenuti essenziali di Storia Modulo 1: Dalla Preistoria alla Storia

Dettagli

COSA NE SAPPIAMO DEL SAHEL? QUIZ SICUREZZA ALIMENTARE

COSA NE SAPPIAMO DEL SAHEL? QUIZ SICUREZZA ALIMENTARE Tipo di attività/strumento Quiz a risposta multipla Spunti didattici COSA NE SAPPIAMO DEL SAHEL? QUIZ SICUREZZA ALIMENTARE Conoscenza e approfondimento dei concetti di sicurezza e sovranità alimentare.

Dettagli

Il viaggio di Colombo

Il viaggio di Colombo Centro Territoriale Intercultura, CTI 3 Chiari CIS - Centro di Italiano per Stranieri - Università degli Studi di Bergamo Insegnare nella classe plurilingue: stesura di un sillabo delle competenze in Italiano

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012

PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 PIANI DI STUDIO D ISTITUTO INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA AS 2012 CURRICOLO DI BASE PER IL PRIMO BIENNIO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ABILITA Scoprire che gli altri sono importanti per la vita. Saper

Dettagli

L'Africa La culla dell'umanità

L'Africa La culla dell'umanità L'Africa La culla dell'umanità Morfologia L Africa è un continente completamente circondato dal mare, a eccezione di una piccola zona in corrispondenza con l istmo di Suez, dove la penisola del Sinai lo

Dettagli

Emigrare per sopravvivere

Emigrare per sopravvivere VOLUME 3 PER LA PROVA INVALSI Unità 16 La mondialità Emigrare per sopravvivere Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? Nedo Rossi, docente universitario, ed Enzo Tiezzi (1938), insegnante di Chimica

Dettagli

Nascita e morte delle stelle

Nascita e morte delle stelle Nascita e morte delle stelle Se la materia che componeva l universo primordiale fosse stata tutta perfettamente omogenea e diffusa in modo uguale, non esisterebbero né stelle né pianeti. C erano invece

Dettagli

STORIA E GEOGRAFIA NEL PRIMO BIENNIO

STORIA E GEOGRAFIA NEL PRIMO BIENNIO STORIA E GEOGRAFIA NEL PRIMO BIENNIO Storia: introduzione Considerata come fondamentale l acquisizione del senso storico, inteso come consapevolezza dell esistenza, nel tempo, di realtà sociali diverse,

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

Le meteoriti. Meteoriti in Antartide

Le meteoriti. Meteoriti in Antartide Le meteoriti sono rocce di origine extraterrestre, catturate dal campo gravitazionale della Terra. Al loro ingresso nell'atmosfera danno luogo a scie luminose e boati che le hanno rese evidenti sin dall'antichità.

Dettagli

I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA

I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA I VIAGGI DI ESPLORAZIONE E SCOPERTA PORTOGALLO NELLA PRIMA META' DEL '400 VIVE UNA CONDIZIONE ECONOMICA MOLTO DIFFICILE: - L'AGRICOLTURA E' SCARSA A CAUSA DEL TERRENO POCO FERTILE - LE ROTTE COMMERCIALI

Dettagli

LE SCOPERTE GEOGRAFICHE

LE SCOPERTE GEOGRAFICHE Azione 1 Italiano come L2- La lingua per studiare Disciplina: Storia Livello: A2 B1 LE SCOPERTE GEOGRAFICHE Gruppo 7 Autori: Olivotto Daniela, Raccanelli Maria Pia, Stival Alessandra Obiettivi didattici:

Dettagli

IL RISPARMIO ENERGETICO

IL RISPARMIO ENERGETICO IL RISPARMIO ENERGETICO L aumento della popolazione e lo sviluppo del benessere pongono il problema di una crescente richiesta di energia. La società umana esige per la sua stessa esistenza un flusso affidabile

Dettagli

PROGETTO SCUOLA LEZIONI-SPETTACOLO E LABORATORI IN UN'UNICA USCITA ALTRE VISITE COORDINATE A RICHIESTA SEMPLICITA' E RISPARMIO

PROGETTO SCUOLA LEZIONI-SPETTACOLO E LABORATORI IN UN'UNICA USCITA ALTRE VISITE COORDINATE A RICHIESTA SEMPLICITA' E RISPARMIO PROGETTO SCUOLA LEZIONI-SPETTACOLO E LABORATORI IN UN'UNICA USCITA Il Planetario di Padova offre alle scuole di ogni ordine e grado la possibilità di fare varie attività ed esperienze scientifiche, di

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA

CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA - SCUOLA PRIMARIA L alunno esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l aiuto dell insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO STORIA e GEOGRAFIA Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO STORIA e GEOGRAFIA Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014 1 PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO e Biennio Scienze Umane a.s. 2013-2014 OBIETTIVI GENERALI Le discipline di Storia e Geografia sono finalizzate a Approfondire il legame tra la Geografia e la Storia, portando

Dettagli

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove)

pianeti terrestri pianeti gioviani migliaia di asteroidi (nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove) mappa 3. Il sistema solare IL SISTEMA SOLARE il Sole Mercurio pianeti terrestri Venere Terra Marte 8 pianeti Giove Il Sistema solare 69 satelliti principali pianeti gioviani Saturno Urano Nettuno migliaia

Dettagli

Ciao! Una sola raccomandazione: non fissare mai il Sole direttamente, può danneggiarti gli occhi!

Ciao! Una sola raccomandazione: non fissare mai il Sole direttamente, può danneggiarti gli occhi! 1 Ciao! Il tuo Osservatorio di Monte Rosa si apre questa mattina e così inizia questa avventura alla scoperta del Cielo, per conoscere e comprendere quel che succede nell Universo, di cui la nostra Terra

Dettagli

Programmazione annuale

Programmazione annuale Istituto Comprensivo Bassa Anaunia Denno AREA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale Anno scolastico 2012/13 Docenti: SP BORGHESI PATRIZIA GRANDI MARISA LEONARDI VIOLA ZUECH GIUDITTA

Dettagli

Storia dello Zafferano

Storia dello Zafferano Riso e zafferano Riso Zafferano Origine: India Orientale Arriva in Europa: grazie alla conquista dell Asia da parte di Alessandro Magno All'inizio viene utilizzato: a scopo terapeutico Trionfa definitivamente

Dettagli

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù.

Conoscere l ambiente geografico, storico, culturale della Palestina al tempo di Gesù. RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I U A OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI CONTENUTI/ ATTIVIT À COMPETENZE PERIODO UA n 1 Unici e speciali Cogliere la diversità tra compagni ed amici come valore e ricchezza.

Dettagli

Il sistema solare SOLE. Terra

Il sistema solare SOLE. Terra Il sistema solare SOLE Terra Il Sole, la stella a noi più vicina In quanti modi si può vedere il Sole? Luce bianca Luce da atomi di Calcio Luce da atomi di idrogeno Luce ultravioletta Raggi X Onde radio

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno riflette su Dio Creatore e Padre significato cristiano del Natale L alunno riflette sui dati fondamentali

Dettagli

Bozza Little Darwin SCHEDA DI ANALISI DI ITALIANO. 1. Chi è Alice? Che tipo di ragazza ti sembra? Prova a descrivere la sua personalità.

Bozza Little Darwin SCHEDA DI ANALISI DI ITALIANO. 1. Chi è Alice? Che tipo di ragazza ti sembra? Prova a descrivere la sua personalità. Bozza Little Darwin SCHEDA DI ANALISI DI ITALIANO 1. Chi è Alice? Che tipo di ragazza ti sembra? Prova a descrivere la sua personalità. 2. All inizio del romanzo la madre di Alice dice alla figlia Basta

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO

ISTITUTO COMPRENSIVO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA ASIGLIANO VERCELLESE Scuola primaria Antonelli VIA VEZZOLANO, 20 - TORINO Anno scolastico 2009/2010 RELIGIONE CATTOLICA classe 1^ Scoprire la grandezza dell

Dettagli

1.3. La nuova geografia economica mondiale

1.3. La nuova geografia economica mondiale 28 A cavallo della tigre 1.3. La nuova geografia economica mondiale Internet, elettronica, auto: da Occidente a Oriente Negli ultimi tre-cinque anni si sono verificati mutamenti molto profondi nell importanza

Dettagli

Bambini e ragazzi tra scienza e fede

Bambini e ragazzi tra scienza e fede Bambini e ragazzi tra scienza e fede Come educarli a un approccio equilibrato e serio 1) ALLA RICERCA DELLA VERITÀ L uomo è da sempre alla ricerca della verità su ogni cosa : del proprio corpo, di ciò

Dettagli

ELENCO MATERIALE DI SCIENZE

ELENCO MATERIALE DI SCIENZE ELENCO MATERIALE DI SCIENZE Disney - Esplora: tutto il mondo delle Scienze L acqua (ed. De Agostini Disney - Esplora: tutto il mondo delle Scienze Il pianeta Terra (ed. De Disney - Esplora: tutto il mondo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO MAFFI PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA Ins. Marina Striolo Marianna Chieppa Cinzia Di Folco ANNO SCOLASTICO 2015/2016 L IRC, come le altre discipline scolastiche della

Dettagli

Galileo Galilei. Anna-Cinzia Colavita

Galileo Galilei. Anna-Cinzia Colavita Galileo Galilei Anna-Cinzia Colavita Padova, 1610 (all inizio dell anno) : un uomo osserva il cielo dalla finestra - rivoluzionerà lo stato delle conoscenze astronomiche e scientifiche. Si può considerare

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO INSEGNANTI: CATERINA PIRROTTA ANTONELLA BORDONARO CLASSE I OBIETTIVI GENERALI Portare il bambino alla scoperta di se stesso in rapporto con gli altri. Far scoprire

Dettagli

Le tre invenzioni dell età moderna.

Le tre invenzioni dell età moderna. Le tre invenzioni dell età moderna. La bussola: è l era delle spedizioni geografiche. La polvere da sparo: i cannoni, montati sulle navi, sono all origine della superiorità degli Europei sul mare. La stampa:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

CDD - CATALOGAZIONE DECIMALE DEWEY

CDD - CATALOGAZIONE DECIMALE DEWEY CDD - CATALOGAZIONE DECIMALE DEWEY 000 GENERALITÀ 002 Il libro 003 Sistemi 004 Elaborazione dei dati. Scienza degli elaboratori. Informatica. 005 Programmazione, programmi, dati. 005.1 Programmazione 005.13

Dettagli

SALUTE, MALATTIA E MORTE IN OTTICA INTERCULTURALE

SALUTE, MALATTIA E MORTE IN OTTICA INTERCULTURALE 1 SALUTE, MALATTIA E MORTE IN OTTICA INTERCULTURALE Varese, 22 novembre 2013 Obiettivi 2 Approfondire i concetti di salute, malattia e morte nelle loro peculiarità culturali Favorire il dialogo interculturale

Dettagli

L INVENZIONE DELLA STAMPA

L INVENZIONE DELLA STAMPA L INVENZIONE DELLA STAMPA L invenzione della stampa è una rivoluzione (= cambiamento molto grande) perché la stampa fa riprodurre velocemente uno stesso testo in un grande numero di copie. La stampa riduce

Dettagli

Indice A. DIMENSIONI DEL DIALOGO. Prefazione... 5 Introduzione... 11

Indice A. DIMENSIONI DEL DIALOGO. Prefazione... 5 Introduzione... 11 Indice Prefazione................................... 5 Introduzione................................. 11 A. DIMENSIONI DEL DIALOGO 1. La nuova presenza dei musulmani in Europa. Sfide e opportunità per i

Dettagli

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A

PROGRAMMA D ESAME STORIA E GEOGRAFIA Classe III A Scuola Media Seghetti Figlie del sacro Cuore di Gesù Piazza Cittadella, 10 VERONA PROGRAMMA D ESAME E Classe III A ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Prof.ssa Ruffo Laura DIRITTI UMANI E VIOLAZIONI, LIBERTÀ, FORME

Dettagli

1. Il mondo della religione

1. Il mondo della religione Attività di potenziamento e recupero 1. Il mondo della religione ATTIVITA DI POTENZIAMENTO Il mondo della religione (attività e verifiche) 1 Dopo aver studiato attentamente le diverse religioni, con un

Dettagli

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti

Istituto d Istruzione Superiore Francesco Algarotti Istituto d Istruzione Superiore Istituto Tecnico Turistico MATERIA: disciplina alternativa alla RC CLASSE IV Sezione I A.S. 2014/15 L educazione un processo continuo Educazione e comunicazione La comunicazione

Dettagli

ISTITUTO S. GIULIANA FALCONIERI Anno Scolastico 2013-2014

ISTITUTO S. GIULIANA FALCONIERI Anno Scolastico 2013-2014 I LICEO EUROPEO FINALITA FORMATIVE: L alunno deve riconoscere che la domanda di assoluto è presente in ogni uomo e quindi come la religione sia fortemente ancorata alla dimensione esistenziale dell uomo

Dettagli

Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU)

Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU) Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU) Marcello Flores Il 10 dicembre 1948 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava la Dichiarazione Universale dei Diritti

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ISIS

INFORMAZIONI SULL ISIS INFORMAZIONI SULL ISIS Brevi linee di storia da Maometto all ISIS 1 2 3 L ISIS OGGI 4 IL MEDIO ORIENTE Superficie Italia kmq. 300.000 Superficie Iraq kmq. 430.000 Superficie Iran kmq. 1.640.000 Superficie

Dettagli

2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 COS È LA RELIGIONE? Funzionalismo: la religione è fattore di integrazione sociale (Parsons) Prospettiva del conflitto: Le religioni sono il prodotto di lotte: inter-religiose

Dettagli

Il nostro Universo. Che differenza c è tra stella, satellite e pianeta

Il nostro Universo. Che differenza c è tra stella, satellite e pianeta Il nostro Universo Che cosa sono i corpi celesti? Che differenza c è tra stella, satellite e pianeta Come si sono formati il sole ed i pianeti Quanto sono grandi la terra, il sole e l universo? Perchè

Dettagli

I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE Anno 2014-2015

I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE Anno 2014-2015 I A ISTITUTO TECNICO L. EINAUDI MURAVERA MATERIA:RELIGIONE. PROFESSORE: FAEDDA SIMONE 1. Unità di apprendimento: IL MISTERO DELL ESISTENZA - Chi sono io? Le domande di senso nell esistenza di qualsiasi

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 SETTEMBRE 1939 - GERMANIA INVADE POLONIA Il 1 settembre 1939 l esercito tedesco invade la Polonia. La Gran Bretagna e la Francia dichiarano guerra alla Germania. I generali

Dettagli

Il mio libro di storia Nome alunno classe as.2013/14 maestra Valeria

Il mio libro di storia Nome alunno classe as.2013/14 maestra Valeria Il mio libro di storia Nome alunno classe as.2013/14 maestra Valeria INIZIA Indice arcaica Bang Big primaria secondaria terziaria La Pangea quaternaria Le ere L' evoluzione dell'uomo ETA DELLA PIETRA NEOLITICO

Dettagli