Il ministro della Difesa Mario Mauro: «Le nostre missioni di pace per adempiere la Costituzione». 13 pagine speciali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il ministro della Difesa Mario Mauro: «Le nostre missioni di pace per adempiere la Costituzione». 13 pagine speciali"

Transcript

1 settimanale diretto da luigi amicone anno 19 numero dicembre ,00 Poste italiane spa - spedizione in a. p. D.L. 353/03 (conv. L. 46/04) art. 1 comma 1, NE/VR Il ministro della Difesa Mario Mauro: «Le nostre missioni di pace per adempiere la Costituzione». 13 pagine speciali

2

3 EDITORIALI L INDISPENSABILE COMPAGNIA DEI PARIA Il mondo non capirà papa Francesco finché avrà schifo della sua comunità Il nostro è un mondo dove gli uomini sono soli. Soli davanti ai problemi così come davanti agli indici di Borsa che hanno lo stesso potere di vita o di morte che aveva l indice di Nerone. Potere irresistibile. E all apparenza soverchiante anche il piccolo gesto di un vescovo indiano che, postosi alla testa di un corteo di paria (i cosiddetti intoccabili, collocati nel punto più basso della divisione in caste della società induista), è stato pestato e arrestato dalla polizia. Ecco cosa ci fa una Chiesa cattolica in questo mondo. Non fa, come vorrebbe la cultura dominante, il cagnolino di compagnia per dirla con il vangelo di un noto cantautore al «credo che a questo mondo esista solo una grande chiesa che parte da Che Guevara e arriva fino a Madre Teresa». Fa, invece, compagnia e da vincastro alla ricerca di felicità di ogni uomo. Di questa pregnanza c è segno potente nel papato di Francesco fin dalle motivazioni che egli diede alla scelta di alloggiare alla camera 201. «Per me davvero fondamentale è la comunità» disse alla Civiltà Cattolica. «Ho bisogno di vivere la mia vita insieme agli altri». È vero, ammoniva Eliot, «non esiste vita se non nella comunità. E non esiste comunità se non è vissuta in lode di Dio». Forse, è proprio da questa tendenza alla lode di Dio senza comunità (così consona a una cultura dominante individualista e narcisista) che Francesco vuole metterci in guardia anche con gesti che hanno così vasta risonanza perché in essi tutti possiamo riconoscere una concreta compagnia da uomo tra gli uomini. Giacché quello che Cristo fece tra gli uomini e concretamente fece dando se stesso fino alla morte, fu precisamente dare se stesso in una comunità di uomini che arriva fino ai paria di oggi. LE LINEE GUIDA CHE IGNOREREMO Se il ministero ci detta perfino cosa pensare su omosessualità e diritti Lgbt Tanto per portarsi avanti rispetto al ddl Scalfarotto il cui obiettivo è introdurre lo psicoreato e tappare la bocca a chi non condivide il credo della chiesa gay, l 11 dicembre il ministero italiano per le Pari opportunità ha presentato le Linee guida per un informazione rispettosa delle persone Lgbt. Trattasi del compendio di direttive Ue che prescrive cosa sia corretto pensare e scrivere. E noi dovremmo accettare di dividere le persone in categorie Lgbt, eterosessuali e poi magari anche in sottocategorie di diversamente abili Lgbt, diversamente abili eterosessuali eccetera? Perché mai, come italiani e come europei, dovremmo rassegnarci a questo ormai martellante programma di indottrinamento e di irregimentazione? Perché non dovremmo imparare dalla Russia di Putin, dall India di Singh e perfino dalla Cina di Li Keqiang, a opporci a questa tendenza sovvertitrice della realtà fino alla violazione più spudorata del diritto dei bambini ad avere una mamma e un papà? Sappiano i lettori di Tempi che qui non troveranno mai l adeguazione dell intelletto all irrealtà. E se le direttive ci raccomandano di non pensare e scrivere mai più in termini di mamma e papà, uomini e donne ma solo in termini di genitori A e B e di genere neutro, noi disobbediamo. Meno male che Putin c è. E, altro che populismi caro Letta, meno male che a maggio 2014 PERCHé MAI, COME ITALIANI e COME EUROPEI, DOBBIAMO RASSEGNARCI a questo MARTELLANTE PROGRAMMA DI IRREGIMENTAzIONE? «PER ME È fondamentale LA COMUNITà» DISSE BERGOGLIO alla CivILTà CATTOLICA. «Ho BISOGNO DI vivere LA MIA vita INSIEME AGLI ALTRI» si vota per le europee e, ce lo auguriamo di cuore, i cittadini delle nazioni sapranno sovvertire con il loro voto questa Europa da regime. Questo regime di politicamente corretto che, soprattutto le sinistre, hanno edificato nel tradimento della realtà e dei popoli che fondano l Europa. FOGLIETTO Uruguay? No grazie. L idea della cannabis di Stato è uno sballo solo per chi è rimasto agli anni Settanta è totale ma va benissimo. Vado in Uruguay «Non a marzo». Così Emma Bonino ha commentato l approvazione al Senato di Montevideo della legalizzazione della marijuana: si potrà coltivare in casa o acquistare in farmacia, e lo Stato seguirà l intera catena, dalla produzione al consumo. Non è chiaro se l annuncio del ministro degli Esteri italiano sia una conseguenza dell aver reso l erba libera o sia una coincidenza. È chiaro invece che la scelta dell Uruguay è diventata occasione per il rilancio in Italia della modifica della legge sulla droga: la Commissione Giustizia della Camera ha avviato una indagine conoscitiva, affidandone la relazione all antiproibizionista Daniele Farina, di Sel, animatore del Leoncavallo di Milano, mentre i media si chiedono perché non anche da noi. Riesumando argomenti vecchi di decenni: lo spinello non fa male, e quand anche facesse male, ognuno decide della propria salute senza intromissioni dello Stato. Bisognerà riprendere un lavoro culturale, sociale e politico. Per spiegare, dati alla mano, che non va ripristinata la distinzione fra droghe pesanti e leggere, semplicemente perché è falsa: dove è la leggerezza della canna nel momento in cui il Thc, il suo principio, è oggi venti volte superiore che negli spinelli di un quarto di secolo fa, che pure non erano innocui? E per ricordare, circa la pretesa libertà di autodistruggersi, che nessuno ha mai contestato la legge che impone il casco alla guida delle moto. Perché la Costituzione e il buon senso apprezzano il principio di solidarietà, che si articola in diritti (per esempio di ricevere cure in caso di difficoltà) e in doveri: nel momento in cui io ledo di proposito la mia salute, mi sottraggo all adempimento dei quei doveri, e costringo le istituzioni a impiegare risorse per soccorrermi. Perché l identica logica non dovrebbe valere anche per gli stupefacenti? Alfredo Mantovano 25 dicembre

4

5

6 settimanale diretto da luigi amicone anno 19 numero dicembre ,00 SOMMARIO 08 PRIMALINEA UN AVVENIMENTO AD ALTA PERICOLOSITÀ TEGGI, MADDALENA NUMERO 51 Poste italiane spa - spedizione in a. p. d.l. 353/03 (conv. l. 46/04) art. 1 comma 1, ne/vr Il ministro della Difesa Mario Mauro: «Le nostre missioni di pace per adempiere la Costituzione». 13 pagine speciali La gioia bambina viene a esplodere in mezzo a noi, ma ieri come oggi il potere tenta di neutralizzarla con la giustizia di Erode LA SETTIMANA 14 INTERNI LA GIORNATA SULLA GIUSTIZIA FESTA 28 ESTERI L UNIONE EUROASIATICA DI PUTIN CASADEI Foglietto Alfredo Mantovano...3 Esteri Roberto Barducci...22 Presa d aria Paolo Togni...54 Mamma Oca Annalena Valenti...55 Post Apocalypto Aldo Trento...60 Sport über alles Fred Perri...62 Cartolina dal Paradiso Pippo Corigliano...63 Le nuove lettere di Berlicche...66 RUBRICHE 34 ESTERI A PIEDI NUDI A CHIPATA (ZAMBIA) TURCI 38 SPECIALE DIFESA PARLA IL MINISTRO MAURO Stili di vita...54 Per Piacere...57 Motorpedia...58 Lettere al direttore...62 Taz&Bao...64 Foto: AP/LaPresse, Miglio Reg. del Trib. di Milano n. 332 dell 11/6/1994 settimanale di cronaca, giudizio, libera circolazione di idee Anno 19 N. 51 dal 19 al 25 dicembre 2013 DIRETTORE RESPONSABILE: LUIGI AMICONE REDAZIONE: Laura Borselli, Rodolfo Casadei (inviato speciale), Caterina Giojelli, Daniele Guarneri, Pietro Piccinini PROGETTO GRAFICO: Enrico Bagnoli, Francesco Camagna UFFICIO GRAFICO: Matteo Cattaneo (Art Director), Davide Viganò FOTOLITO E STAMPA: Roto2000 S.p.A., Via L. da Vinci, 18/20, Casarile (MI) DISTRIBUZIONE a cura della Press Di Srl SEDE REDAZIONE: Corso Sempione 4, Milano, tel. 02/ , fax 02/ , EDITORE: Tempi Società Cooperativa, Corso Sempione 4, Milano La testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250 CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITà: Editoriale Tempi Duri Srl tel. 02/ , fax 02/ GESTIONE ABBONAMENTI: Tempi, Corso Sempione Milano, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 tel. 02/ , fax 02/ Abbonamento annuale cartaceo + digitale 60 euro. Abbonamento annuale digitale 42,99 euro. Per abbonarti: GARANZIA DI RISERVATEZZA PER GLI ABBONATI: L Editore garantisce la massima riservatezza dei dati forniti dagli abbonati e la possibilità di richiederne gratuitamente la rettifica o la cancellazione scrivendo a: Tempi Società Cooperativa, Corso Sempione, Milano. Le informazioni custodite nell archivio elettronico di Tempi Società Cooperativa verranno utilizzate al solo scopo di inviare agli abbonati la testata e gli allegati, anche pubblicitari, di interesse pubblico (D.LEG. 196/2003 tutela dati personali).

7

8

9 UN AVVENIMENTO AD ALTA PERICOLOSITÀ DI ANNALISA TEGGI Gesù bandito Il Vangelo sul Natale racconta la novità esplosiva che è la nascita di un Bambino, ma anche tutti i tentativi di disinnescarla: prima si chiudono le porte in faccia a quella famiglia, poi arriva la spada di Erode. Oggi, tra la procreazione responsabile e la pietosa eutanasia infantile, la guerra continua 25 dicembre

10 Sarebbe stato bello avere la borsa di Mary Poppins, qualche giorno fa. Trovandomi a corto di alternative, ho portato con me a una riunione di lavoro mio figlio di tre anni, età di piena esuberanza corporea e linguistica. Mi ero attrezzata con macchinine, biscotti e succhi sperando che il mio pinguino talebano (è tenerissimo, ma tremendo) procurasse danni moderati, magari in un luogo appartato. Inutile. Si è piazzato al centro della scena e, ad alta voce, ha interrotto la conversazione dei presenti per raccontare certe imprese avventurose del suo pirata Lego. È stato allora che, guardando la mia borsa, ho desiderato le risorse del formidabile accessorio di Mary Poppins per riuscire ad arginare l esplosione in atto. Ma mi è stata data una bella lezione. Uno dei colleghi ha preso spunto dall intromissione di mio figlio per affermare che, quando in una conversazione è presente un interlocutore interessato, l attenzione di tutti si focalizza meglio; e ne è derivata una proposta per risolvere una delle questioni per cui ci eravamo riuniti. La mia preoccupazione contenitiva è stata messa all angolo dalla contentezza di mio figlio. È curioso: contenuto e contento sono parole con la stessa origine, eppure il viaggio che per entrambe è cominciato dal verbo contenere ha portato a significati molto diversi, perché variabilissimi sono i modi di trattare ciò che teniamo con noi. Io avrei voluto contenere l energia del figlio che avevo per le mani, mio figlio era contento del pirata che aveva in mano; la mia azione parlava di porre un recinto, quella di mio figlio esprimeva una condivisione. E il mio collega ha fatto come Mary Poppins, ha guardato dalla parte giusta quella del bambino contento. Perché Mary Poppins compare in risposta alla lettera dei bambini e usa quell accessorio formidabile che è la sua borsa non come volevo fare io, cioè per disinnescare la vitalità infantile, ma innanzitutto per estrarre gli oggetti che le occorrono per abitare nella cameretta insieme a loro. Dal momento in cui lei arriva, planando dal cielo col suo ombrel dicembre 2013

11 UN AVVENIMENTO AD ALTA PERICOLOSITÀ PRIMALINEA Arizona, Durante il parto cesareo, la minuscola mano di Nevaeh Atkins si aggrappa a quella del medico lino, il centro di quella dimora si sposta dal salotto alla stanza dei bambini. Sono i genitori a dover spostare gli occhi dai loro vari progetti (il lavoro in banca, la causa delle Suffragette, il rigore domestico) per accorgersi che la casa non è una scatola piena di stanze, ma un vincolo vivo di persone reciprocamente affezionate. C è sempre bisogno di qualcuno che si precipiti giù dal cielo per farci rendere conto che contenuto e contento possono essere sinonimi. È il mestiere di Babbo Natale, che si intrufola dal camino per donarci pacchi che ci fanno lieti. È il mistero a cui volgiamo gli occhi ogni anno a Natale: cantando Tu scendi dalle stelle e guardando la capanna di Betlemme, ci ricordiamo che la gioia ven- ne ad abitare sotto un tetto improvvisato. Per scardinare i nostri recinti c è bisogno dell incursione ardita di un paracadutista che atterri nel nostro giardino con un fuoco d artificio: nel descrivere il paradosso dell Incarnazione, Gilbert Chesterton paragonò Dio a un brigante che scelse di minare il mondo dal basso, mettendo il suo pirotecnico esplosivo in una grotta. E ne L uomo eterno descrisse questa sorpresa deflagrante di Dio dicendo di Gesù Bambino: «Le mani che avevano fatto il sole e le stelle si erano fatte troppo piccole per arrivare alle grosse teste degli animali». Le mani sono la miccia con cui il bambino mette in subbuglio il mondo, con esse manifesta candidamente un tratto distintivo della natura umana, e cioè il nostro essere creature relative. Una bella stretta di mano All inizio del 2013 è dilagata sul web l immagine della nascita della piccola Nevaeh Atkins. Il fatto, accaduto in Arizona, è stato immortalato dal papà, che ha scattato una foto durante il parto cesareo di sua moglie, in cui si vede la minuscola mano della bimba che spunta dal grembo materno aggrappandosi alla mano del medico che la sta facendo nascere. Nascere è una bella stretta di mano, l inizio di quel tripudio di relazioni continue che è la vita. Ed è nell infanzia che l essenza relativa dell uomo si mostra nella sua forma fondamentale ed estrema. Se vogliamo, il bambino è proprio un estremista e un fondamentalista, rivendica il suo posto di interlocutore interessato a tutti gli interlocutori: i verbi adatti a lui sono ridere, piangere, correre, afferrare, spingere, le parole che usa sono sempre, mai, mio, perché, voglio, ancora. Con la voce e con le mani accende il suo contenuto, che è una materia infiammabile, perché si nutre del legame vivo con ciò che incontra. A ben vedere, gli eventi narrati dal Vangelo sul Natale contengono, oltre alla novità esplosiva che è la nascita di un bambino, anche tutti i tentativi di disinnescare un soggetto a così alta pericolosità: prima si chiudono le porte in faccia a quella famiglia, poi arriva la spada di Erode. Prima si prova a tenere fuori, poi a fare fuori. Perché non c era posto per loro nell albergo. Da allora non è cambiato nulla; attorno a noi il mondo si fa sempre meno ospitale alla vita, come scrive Michael O Brien: «L uomo è arrivato a credere, consciamente o meno, che la salute, la fertilità, la generosità siano problemi che occorre limitare, cambiare o controllare a ogni costo» e aggiunge: «La nostra società sta costruendo un mondo in cui non ci sono più stanze. Voglio dire che ci sono sempre meno stanze nel cuore degli uomini moderni. Se il mondo sta diventando qualcosa di inadatto per i bambini, allora cambiamo il mondo, non eliminiamo i bambini, perché eliminare i bambini rende il mondo un luogo in cui è assolutamente inadatto vivere» (da L Attesa). Le nostre scatole troppo piccole Certi contenuti ostentati come battaglie di civiltà non renderanno la nostra vita più contenta, perché stanno chiusi in scatole molto piccole. Scatole di preservativi, in lode alla procreazione responsabile e a estemporanei incontri senza contatto; relazioni senza vincoli relativi. Blister di pillole, in lode alla libertà della donna di fare le proprie scelte, offrendole la premura di esercitare questo diritto in perfetta solitudine. Scatole per educare i bambini, come la sex-box distribuita negli asili della Svizzera (un kit formativo per introdurre i bambini di età prescolare a conoscere tutte le declinazioni esperienziali legate alle pratiche sessuali e al piacere responsabile che ne deriva). Un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la 25 dicembre

12 terra. Il potere fa sempre i suoi controlli e i suoi bilanci; di recente ci si è messi a fare censimenti sui medici obiettori di coscienza, quelli che negli ospedali esercitano il diritto di non praticare aborti, e ci si scandalizza che siano in aumento. Dalle colonne de L Espresso si è anche puntato il dito contro la Regione Lombardia, che ha confermato i finanziamenti ai Centri di aiuto alla vita quasi fossero organizzazioni terroristiche. E alle misure contenitive si affianca la violenza della spada. «Erode ebbe senza dubbio scrive sempre Michael O Brien delle importanti argomentazioni per commettere la strage degli innocenti e immagino che il motivo principale fosse la necessità di tutelare il bene del suo popolo, l economia, la sicurezza interna del paese, tutte cose che non significano altro che la tutela della sua corona». Il caso del Belgio, in cui la legge sull eutanasia è stata estesa ai bambini, è emblematico di quanto una spada possa camuffarsi da medicina. Si può fare una strage, proprio mentre si vuol far credere che ci si sta prendendo cura dell uomo. La testa fuori dalla finestra Il contenuto muore se viene solo contenuto, cioè sigillato dentro scatole a tenuta stagna. Invece, del bravo creativo si dice che pensa out of the box; in altre parole, si sporge oltre il recinto della propria testa e guarda da vivo un mondo che è vivo. Faceva così anche il signor Pickwick, le cui avventure ci racconta Charles Dickens cominciano il giorno in cui, guardando la via trafficata fuori dalla «Erode scrive O BrIEn EBBE senza dubbio importanti argomentazioni per compiere la strage degli innocenti e immagino che IL motivo principale fosse la necessità di tutelare IL BEne del popolo, l economia, la sicurezza, TUTTE cose che significano SOLO la tutela della corona» sua stanza, riflette sul fatto che a molti basterebbe guardare quel via vai di uomini da dietro il vetro di una finestra: «Tali sono gli angusti criteri di quei filosofi che tenendosi paghi all esame delle cose direttamente tangibili, non guardano alle verità che vi si nascondono. Allo stesso modo, io potrei esser soddisfatto di contemplare per sempre questa via, senza fare alcuno sforzo per penetrare nelle misteriose regioni che da ogni lato la circondano». Pickwick esce di casa con valigia, cannocchiale e quaderno degli appunti; sale su una carrozza e osserva ciò che incontra sporgendo la sua testa fuori dal finestrino di quella vettura in corsa. Il tumulto del mondo è un grande fermento di eventi insospettabili, a cui l uomo partecipa con la variabile altrettanto grande che è la sua libera capacità relativa. «È difficile dire se il Big Bang sia stato un bene o un male», affermava poco tempo fa Claudio Magris dalle colonne del Corriere della sera, in un articolo dedicato al valore della vita e a temi drammatici come l eutanasia e il suicidio. Considerando la cosa in termini generali, non è affatto scontato dire che il contenuto dell esplosione primordiale ci lasci contenti. Su questo argomento le scatole anguste della pura teoria possono offrire infinite analisi, interpretazioni e pensieri; il Creatore, invece, ha pensato out of the box. Dio mise la testa fuori dalla finestra della sua eternità, si lanciò nel mondo e fu adagiato in una mangiatoia. E fu come se l attenzione del mondo si spostasse dal salotto degli adulti alla cameretta dei bambini. In fondo, una bella sorpresa può essere avvolta anche in una scatola semplice e per accogliere una vita non occorre il lusso. In Finlandia il governo fornisce a ogni donna in attesa una scatola di cartone piena del necessario per accudire i neonati nei loro primi mesi di vita, e la scatola stessa può essere usata come primo letto per il bimbo. Tra le pareti altrettanto semplici di un rifugio improvvisato si udì il pianto di Gesù Bambino e quello resta l unico scoppio vitale in grado di garantirci che per quanto difficile sia stare dentro il contenuto del Big Bang, non è solo sentimentale esserne contenti. Il primo respiro di Oliver Twist Dickens direbbe che, a chiunque abbia voglia di ascoltarlo, il pianto di un bambino ha sempre una storia da raccontare: «Non sono disposto a dire che venire alla luce tra quelle squallide pareti sia una fortuna, ma affermo tuttavia che nel caso particolare di Oliver Twist non sarebbe potuto accadere niente di meglio. In effetti, solo con gran difficoltà fu anzitutto indotto a respirare operazione noiosa, ma tuttavia necessaria alla nostra esistenza. Per un poco rimase steso e boccheggiante su di un materasso, più nel mondo di là che nel mondo di qua. Orbene, se in quel breve periodo Oliver avesse avuto intorno a sé nonne prudenti, zie ansiose, infermiere esperte e abilissimi medici, sarebbe certo stato subito ammazzato. Ma non essendo presente che una povera vecchia, un po confusa per aver bevuto un insolita razione di birra, la questione fu dibattuta tra Oliver e la Natura. Con il risultato che, dopo alcuni sussulti, il bambino respirò, starnutì ed informò tutti che quell ospizio aveva un nuovo fardello da sostenere e lo fece con gli strilli più acuti che ci si potesse aspettare da un maschietto, venuto in possesso da non più di 3 minuti e 15 secondi di quell utile accessorio che è la voce». n dicembre 2013

13 UN AVVENIMENTO AD ALTA PERICOLOSITÀ PRIMALINEA FINE DI UN ILLUSIONE Tolta la carne resta solo il potere DI GIOVANNI MADDALENA O il pensiero sgorga da una vita oppure non esiste scampo al dominio della tecnica. Cristiana o atea che sia. Così se ne rese conto anche Foucault È appena uscito in Francia il libretto L origine de l hermenéutique de soi (L origine dell ermeneutica del sé), trascrizione delle lezioni tenute dal celebre filosofo Michel Foucault al Dartmouth College nel Si tratta di conferenze in parte note ma l edizione è nuova, curata e preziosa e l editore Vrin la espone nelle sue vetrine davanti alla Sorbona. Nell occasione vale la pena ripensare a quanto Foucault qui propone perché ha a che fare con la nostra condizione attuale, nel bene e nel male. Foucault è il teorico della genealogia del sé come frutto di relazioni di potere. L io, il soggetto, non è altro che il frutto di una storia di tecniche di dominazione. E di tutte le dominazioni, secondo Foucault, quella cristiana è stata forse la più decisiva. È il cristianesimo a cui è dedicata una delle due conferenze che ha messo sotto controllo, e persino sotto auto-controllo, il pensiero interiore tramite tecniche di confessione gestuali e verbali molto concrete ed efficaci. La filosofia cartesiana e il mondo moderno che da essa nasce hanno solo tradotto queste tecniche in altre forme di sapere, scientifico e umanistico, concretizzato in accademie e manicomi, nelle morali borghesi o negli stati totalitari. Contrariamente agli illuministi, ai marxisti e agli idealisti, per Foucault non c è possibilità di liberazione o di miglioramento tramite il sapere, né che esistano vie politiche di riscatto dal dominio sociale e personale che controlla tutto, dal sesso al pensiero. Come egli stesso dice nell interessante dibattito finale riportato nel libro, se nei primi anni Settanta aveva potuto pensare che esistesse un esperienza nuova e libera, più fedele alla vita stessa, ora questa illusione è svanita nel crudo riconoscimento di una tecnica onnipervasiva. Immagino che Foucault avrebbe letto in questo senso la globalizzazione informatica: l estensione di tecniche di controllo del pensiero. Ci sono molti aspetti interessanti in questa visione. Innanzitutto il fatto che Foucault svolga sempre un analisi non teorica, incarnata in forme storiche. Un pensiero lo vedi nel gesto che lo esprime, non in una lezione analitica. Si capisce il cristianesimo dal gesto della confessione più che dal trattato. In secondo luogo, Foucault spiega la pervasività e la violenza del potere che sembra portarci ad avere tutti gli stessi giudizi, volenti o nolenti. Omologazione, la chiamava Pasolini. Infine, il pensatore francese mette al centro del dibattito il cristianesimo. Chiaro, secondo Foucault il cristianesimo ha intensificato il controllo su di sé e sul pensiero, una concezione astratta di verità come sapere dominante e dogma invece che come utilità alla vita, un asfissiante tecnica di sacrificio per eliminare ciò che non è conforme alla verità intellettuale certificata. Il fallimento di noi moderni Nel dibattito Foucault descrive la storia del pensiero moderno come il tentativo di costruire un interpretazione positiva del soggetto senza sacrificio e dolore, che arrivi a una verità che non sia quella della dottrina. Abbiamo fallito, dice Foucault, e dovremmo finalmente accettare che non ci siano verità e bene ma solo tecnica e potere. Oppure, il lettore si chiede: visto che si è fallito, non è meglio tornare a quel cristianesimo? Se il cristianesimo è quello di Foucault fatto di dominazione, sapere e sofferenza, non è tollerabile. Ma il cristianesimo di cui parla Foucault corrisponde alla vera natura del fatto cristiano? Certo, molte volte il cristianesimo sembra essere solo questo, soprattutto nella versione clericale e spiritualista degli ultimi secoli. Esiste un altra versione del cristianesimo? Questa è la domanda che nasce sentendo nelle parole del grande intellettuale francese la nostalgia per una verità fatta di carne e di felicità, densa di gesti e non di pensieri disincarnati, frutto di relazioni libere e non di dominio clericale, nella quale il sacrificio sia per amore di qualcuno e non per certificare un dogma. Est-il possible? 25 dicembre

14 INTERNI la madre della crisi italiana Senza vero Diritto la stabilità è sogno Testimonianze da pugno nello stomaco ed esperienze dal cuore di tenebra di un sistema giudiziario che resiste al cambiamento e allo spirito di riconciliazione nazionale. Nella giornata sulla giustizia promossa da Tempi-Panorama magistrati e avvocati finalmente uniti nell urgere riforme DI Lodovico Festa dicembre 2013

15 25 dicembre

16

17 LA MADRE DELLA CRISI ITALIANA INTERNI Una sessantina di presenti, una trentina di interventi, dalle alle (con un breve break per un paio di tramezzini) cioè cinque ore e.it GLI INTERVENTI Per non perdersi nulla Da Antonio Lattanzi, arrestato preventivamente quattro volte e assolto dopo dieci anni, all ex ministro dell Ambiente Corrado Clini. E poi il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Molte testimonianze degli intervenuti alla giornata sulla giustizia si possono leggere integralmente sul sito del settimanale Tempi. mezza di discussione: questi alcuni numeri sulla giornata di studio sulla giustizia, magari ristretta ma sicuramente massacrante, promossa sabato 14 dicembre alla libreria Mondadori di piazza Duomo da Panorama e Tempi, coordinata dai due direttori, Giorgio Mulé e Luigi Amicone, e da un principe del giornalismo giudiziario come Maurizio Tortorella, con l affettuosa e produttiva collaborazione di Radio Radicale (la videoregistrazione integrale della giornata è visibile su rappresentata dal garantista per eccellenza Michele Bordin. Giornata di studio, ma certamente non tradizionale. Per comprenderlo bastano i potenti pugni allo stomaco che hanno inferto alcuni tra i primi intervenuti: da Marcello Gualtieri, manager di Telocom Italia tenuto in galera per mesi e poi assolto, a Mario Rossetti, manager di Fastweb anche lui a lungo incarcerato, spogliato dei suoi beni e poi assolto, ad Antonio Lattanzi, assessore di un comune abruzzese «arrestato quattro volte consecutivamente» e poi assolto. Nonché l intervento (con un video) dell ex ministro Corrado Clini che ha documentato come l azione di settori della procura di Taranto contrapposta a quella delle varie istanze dello Stato ha determinato drammatici guasti produttivi impedendo insieme concreti interventi risolutivi delle questioni ambientali: più tardi Marco Boato, in un contributo per altri versi notevole, ha preso le difese dei pm sostenendo però una linea di intervento emergenzialista della magistratura che in tutti gli altri casi indicava come guasto decisivo. Emozionanti poi le parole di don Gino Rigoldi su come affrontare compiti di assorbimento e rieducazione delle devianze giovanili senza puntare tutte le carte sulla giustizia penale. Insomma, tutto tranne che una discussione in punta di penna bensì radicata nella carne viva di uomini messi alla gogna dal circuito mediatico giudiziario scatenatosi in specie dopo il 92, che accompa- In queste immagini alcuni momenti dell incontro di sabato scorso. A lato, da sinistra a destra, il direttore di Panorama Giorgio Mulé, il direttore di Tempi Luigi Amicone e il giornalista di giudiziaria Maurizio Tortorella. Sotto, da sinistra a destra, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia; il cappellano del Beccaria don Gino Rigoldi; Cosimo Ferri, magistrato e oggi sottosegretario alla Giustizia del governo di Enrico Letta gna ai comunque terribili effetti della carcerazione, la tortura psicologica più devastante per la consapevolezza che non sarai mai riscattato da media che dedicano titoli da nove colonne alla tua incriminazione e nove righe alla tua assoluzione. Per superare le divisioni Partire dalle persone: questa una chiave per superare quelle divisioni che hanno impedito di affrontare concretamente la crisi tra Stato e sistema giudiziario che tutti gli intervenuti hanno in qualche modo riconosciuto. In un appassionata telefonata, Clemente Mastella ha ricordato le sue traversie (ancora più terrorizzanti perché altri guardasigilli nelle sue condizioni, da Filippo Mancuso ad Anna Maria Cancellieri, hanno subito lo stesso trattamento) quando nel governo Prodi tentò di avviare provvedimenti di riforma della giustizia. Parimenti terrificante la ricostruzione di Boato della Bicamerale del 1997 quando da relatore sulla questione delle garan- 25 dicembre

18 INTERNI LA MADRE DELLA CRISI ITALIANA zie presentò una bozza (gran parte delle questioni sollevate nella giornata di studio del 14 dicembre sul profilo dei reati ricorda l ex senatore i ruoli di pm e giudici, la difesa della privacy erano nella bozza ben concretamente affrontate) che fu approvata a larga maggioranza (contro solo Rifondazione). Il giorno dopo ricorda sempre Boato si svolse il congresso dell Anm la cui presidente Elena Paciotti disse di non approvare della bozza neanche le virgole. Poi intervenne il presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro che (preferendo il sindacato dei magistrati alla solenne commissione interparlamentare per la riforma dello Stato) disse di condividere le parole della Paciotti dalla prima all ultima. Boato dice che alla fine decisiva fu la ritirata di Silvio Berlusconi: qualcuno dubita che vi fosse ancora un clima in grado di riformare alcunché. Un associazione unitaria Forse la giornata di studio può vantare un risultato nell avere introdotto un piccolo elemento di pacificazione, un invito a disarmare in parte le reciproche fazioni (garantisti/giustizialisti, destra/sinistra, magistrati/avvocati) per aprire uno spiraglio agli interventi più necessari: preziose in questo senso le parole del sindaco di Milano Giuliano Pisapia (da sempre garantista ma particolarmente sbilanciato alla ricerca di pacificazione). Di due parlamentari, uno del Pd (Enzo Carbone) e uno di Forza Italia (Luca D Alessandro); di due principi del foro considerati particolarmente duri come Maurizio Paniz e Grazia Volo, di due magistrati come Luigi Bitto e Nicola Cerrato nonché di Stefano Dambruoso, già magistrato e ora di destra o di sinistra, chiunque IN questi vent anni ha provato a RIformaRE la giustizia È stato fermato. da UN capo dello stato O dalla macchina del fango parlamentare di Scelta civica. Forse proprio questa apertura a un clima nuovo è la cosa più preziosa di questa giornata anche se, se sono rose si vedrà solo quando e se fioriranno. Peraltro, poi, va evitato il rischio di dimenticare tanti specifici contributi di particolare qualità: da quelli di avvocati come Vittorio Spigarelli (presidente delle Camere penali) che ci ha ricordato come i diritti non sono indivisibili (neanche quelli dei mostri ), di Claudio Caiazza sulla custodia cautelare, di Filippo Dinacci sul rapporto codice/reato, di Carlo Cerami su giustizia e amministrazione pubblica, di Domenico Aiello sulla volatilità del concetto di obbligatorietà dell azione penale, di Giuseppe Lucibello sul segreto istruttorio. In parte un po meno conciliante è stato lo splendido intervento di Nicolò Zanon su come la pervasività della magistratura nello Stato italiano (il ministero della Giustizia finisce di fatto nelle mani dei magistrati distaccati e anche i membri laici del Csm sono condizionati dai loro segretari magistrati distaccati e naturalmente ben divisi tra le correnti del sindacalismo togato) sia elemento decisivo del carattere chiuso del nostro Stato evidentemente in crisi. A lui ha risposto Cosimo Ferri, magistrato e oggi sottosegretario alla Giustizia del governo Letta, con la massima cortesia, con diverse aperture riformiste ma mantenendo ben ferme le classiche posizioni conservatrici della Anm su separazione delle carriere e mantenimento della sezione disciplinare all interno del Csm. Infine tre interventi di grande interesse: Fulvio Giacomassi della segreteria confederale della Cisl che ha richiamato alcune perplessità sollevate da Raffaele Bonanni su decisioni di tribunali o della Corte costituzionale, ricordando una delle caratteristiche fondamentali del sindacato fondato da Giulio Pastore: le sue radici sono in fabbrica e negli accordi, mentre la via giudiziaria alle lotte porta solo a svuotare il sindacato. Poi Valentino Maimone, venuto da Roma insieme a Benedetto Lattanzi, ha spiegato l esperienza del suo sito errorigiudiziari.com, la migliore banca dati in Italia sui casi di malagiustizia, base anche per proposte immediate e in un certo senso minime (come la patente di innocenza o condizioni razionali per i risarcimenti da errore giudiziario). Rilevante l intervento di un leader storico dei radicali milanesi, Lorenzo Strik Lievers, che ha ricordato le basi delle grandi battaglie garantiste dei pannelliani impegnati anche questo Natale in una marcia per l amnistia. Un punto è un po mancato nel dibattito: quello del rapporto impresa/giustizia, fattore critico delle difficoltà economiche nazionali. Comunque va ricordato come questa giornata costituisca l avvio di un lavoro che recupererà almeno si spera i temi tralasciati. Infine non è male sottolineare come il successo di una giornata di questo tipo non si misuri solo da chi parla ma anche da chi viene ad ascoltare e così si predispone a interloquire, tra questi segnaliamo: Gabriele Albertini, Paolo Barbi, Cesare Cavalleri, Franco Debenedetti, Emiliano Franzoni, Ugo Finetti, Mariastella Gelmini, Stefano Parisi, Antonio Pilati e il giurista torinese Michele Rosboch. Non finisce qui, hanno assicurato i due promotori, Amicone e Mulè, dalla «giornata sarà ricavata una piattaforma che sarà inviata ai partecipanti per cercare di dare vita a un associazione unitaria». A occhio la prossima iniziativa potrebbe essere organizzata per febbraio n dicembre 2013

19

20

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO

LA PERLA IL TESORO PREZIOSO LA PERLA E IL TESORO PREZIOSO In quel tempo, Gesù disse alla folla: Il regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi va, pieno di gioia, vende

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA

Mariapia Veladiano PAROlE di SCuOlA Mar iap ia Veladiano parole di scuola indice Albus Silente 9 Ogni parola 13 Da dove cominciare. Integrazione 19 Da dove cominciare. Armonia 21 Tante paure 27 Paura (ancora) 33 Dell identità 35 Nomi di

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

La Costituzione Italiana per i ragazzi

La Costituzione Italiana per i ragazzi The International Association of Lions Clubs Distretto 108 Ib2 La Costituzione Italiana per i ragazzi www.accademiasantagiulia.it Cari ragazzi, vi domanderete chi sono i Lions e perché distribuiscono opuscoli

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano

Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano Cinema, La bugia bianca : il dramma dello stupro etnico raccontato da un siciliano di Redazione Sicilia Journal - 25, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/cinema-la-bugia-bianca-il-dramma-dello-stupro-etnico-raccontato-da-unsiciliano/

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

LE SFIDE SULLE SPALLE!

LE SFIDE SULLE SPALLE! LE SFIDE Questo quarto incontro vuole aiutare a riflettere sulle sfide che l animatore si trova a vivere, sia in rapporto all educazione dei ragazzi, sia in riferimento alla propria crescita. Le attività

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR

PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR PRESENTAZIONE DEL LIBRO Siria MON AMOUR Reading del libro a cura dei ragazzi della IIIA della scuola media n. 2 "S. Farina" Con la collaborazione della libreria Il Labirinto di Alghero Un matrimonio combinato,

Dettagli

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO

DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO DISCORSO DEL SINDACO DI MILANO GIULIANO PISAPIA ALLA CERIMONIA DEI GIUSTI DEL 17 APRILE 2012, GIARDINO DEI GIUSTI DI TUTTO IL MONDO, MILANO Cari amici, oggi siamo qui per ricordare e per testimoniare la

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti III. 1958-1961 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 914 Anno 1961 A Luigi Pellizzer Pavia, 22 settembre 1961 Caro Avvocato, io credo che la discussione

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE

SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA I.C. di CRESPELLANO PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/16 INSEGNANTI: Chirico Cecilia Calì Angela Bevilacqua Marianna CLASSE PRIMA Competenze Disciplinari Competenze

Dettagli

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi

Crescere nella Fede. alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Crescere nella Fede alcune idee di fondo sul cammino di catechesi Due mentalità, due logiche Un cammino di fede Un corso di dottrina Due approcci educativi Strada La Rivelazione cristiana incontrare la

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE

1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Newsletter dell associazione La Casa sull Albero, anno III, mese di aprile 2013 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Nella città di Firenze, lo scorso 16 marzo, migliaia e migliaia

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti'

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Merate Hanno deciso di condividere con studenti, professori, amici e parenti

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

Mio figlio ha ricevuto in

Mio figlio ha ricevuto in Appunti di una Lego terapia Mio figlio ha ricevuto in regalo per i suoi 5 anni la casetta Lego. Consiglio di acquistarlo per le sue potenzialità psicopedagogiche. Il piccolo G. ha subito proiettato se

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ

Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta SOGNANDO LA FELICITÀ Flavia Volta, Sognando la felicità Copyright 2014 Edizioni del Faro Gruppo Editoriale Tangram Srl Via Verdi, 9/A 38122 Trento www.edizionidelfaro.it info@edizionidelfaro.it

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

LA GRANDE GUERRA sui media

LA GRANDE GUERRA sui media LA GRANDE GUERRA sui media 1 IL CENTRO http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2015/11/21/news/marini-la-grande-guerra-e-il-terrorismo- 1.12485624 Il CENTRO 22 novembre 2015 2 Il Messaggero 22 novembre

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne

Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne 25 Novembre 2013 Giornata internazionale per l eliminazione della violenza contro le donne il nostro impegno l iniziativa di Torino 22 Novembre 2013 Organizzata dal segretario dell Utl Luca Pantanella

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Educazione di genere: impossibile non farla

Educazione di genere: impossibile non farla Educazione di genere: impossibile non farla Inizia prima della nascita Riguarda loro, ma innanzitutto noi Riguarda la soggettività individuale ma anche la struttura sociale E la struttura sociale a sua

Dettagli

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi

La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi La convenzione dell ONU sui diritti del fanciullo riscritta dai bambini con Mario Lodi Articolo 1: Il bambino (o bambina) è ogni essere umano fino a 18 anni. Articolo 2: Gli Stati devono rispettare, nel

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Quale pensi sia la scelta migliore?

Quale pensi sia la scelta migliore? Quale pensi sia la scelta migliore? Sul nostro sito www.respect4me.org puoi vedere le loro storie e le situazioni in cui si trovano Per ogni storia c è un breve filmato che la introduce Poi, puoi vedere

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Claudio Bencivenga IL PINGUINO

Claudio Bencivenga IL PINGUINO Claudio Bencivenga IL PINGUINO 1 by Claudio Bencivenga tutti i diritti riservati 2 a mia Madre che mi raccontò la storia del pignuino Nino a Barbara che mi aiuta sempre in tutto 3 4 1. IL PINGUINO C era

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI Milano Expo Padiglione Italia Giovedì 2 luglio 2015 La città di Roma, con la votazione favorevole dell Assemblea Capitolina il 25 giugno scorso, ha detto sì alla candidatura

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1)

Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Abbi il piacere di leggere fino alla fine...(poi pensa... E scegli l opzione numero 1) Cos è il virtu@le? Un giorno entrai di fretta e molto affamato in un ristorante. Scelsi un tavolo lontano da tutti,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15)

(Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) SIATE SANTI COME IL PADRE VOSTRO è SANTO (Mt 5, 48) (Memoria dei santi e dei martiri della vita consacrata) (Fori Imperiali, Roma 19/09/15) Ci siamo riuniti nel cuore della città di Roma per fare un pellegrinaggio,

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA CHI È BAMA? Siamo un azienda tutta italiana che da oltre tre decenni rende la vostra quotidianità più comoda e più allegra, grazie a prodotti

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

Il caso della Scuola Oliver Twist

Il caso della Scuola Oliver Twist Il caso della Scuola Oliver Twist di Giorgio Vittadini C è un opinione che oggi va per la maggiore: quella secondo cui, per poter essere efficacemente impegnati nella realtà, occorre partire da una visione

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli