Installazione di Linux da server NFS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Installazione di Linux da server NFS"

Transcript

1 Installazione di Linux da server NFS

2 Table of Contents Installazione di Linux da server NFS Introduzione Storia delle revisioni Commenti e correzioni Politica di distribuzione e note legali Requisiti Configurazione del server NFS Verifica del kernel ed eventuale ricompilazione Configurazione della rete Installazione dei demoni nfs-server e portmap Impostazione della directory da condividere Impostazione delle interfacce di rete Installazione di Debian GNU/Linux Creazione dischetti di installazione e driver Avvio dell'installazione Riavvio ed installazione dei pacchetti Installazione di Debian GNU/Linux Creazione dischetti di installazione e driver Avvio dell'installazione Riavvio ed installazione dei pacchetti Installazione di Red Hat Linux Creazione del dischetto di installazione Avvio dell'installazione Conclusione dell'installazione Installazione di SuSE Linux Creazione dischetti di installazione e driver Avvio dell'installazione Conclusione dell'installazione Riferimenti...17 I

3 Installazione di Linux da server NFS Giuseppe Bordoni, Vers , Novembre 2000 Questo documento è una piccola guida all'installazione di Debian GNU/Linux (versioni 2.1 e 2.2), Red Hat Linux 6.0 e SuSE Linux 6.1 da un server NFS; tale modalità d'installazione (spesso ignorata dalla documentazione ufficiale delle varie distribuzioni) è utile in particolar modo quando si vuole installare Linux su una macchina sprovvista di lettore CDRom ma con la possibilità di accedere ad un server Linux attraverso una scheda di rete o un collegamento delle porte parallele (PLIP). 1

4 1. Introduzione Lo scopo del presente documento è dare delle indicazioni sull'installazione delle distribuzioni Debian GNU/Linux (versioni 2.1 e 2.2), Red Hat Linux 6.0 e SuSE Linux 6.1 da un server NFS; tale modalità di installazione può risultare particolarmente utile quando si vuole utilizzare un vecchio computer sprovvisto di lettore CDRom ma collegato in rete grazie ad una scheda di rete Ethernet (negli esempi sono state prese in considerazione le schede NE2000 compatibili) o per mezzo della porta parallela (connessione PLIP). Questo documento non vuole essere una guida esaustiva sull'installazione delle distribuzioni di cui sopra ma illustrare gli aspetti specifici dell'installazione da server NFS spesso ignorati nella documentazione ufficiale contenuta nei CDRom di installazione; tale documentazione resta comunque di fondamentale importanza e ne consiglio la lettura prima di affrontare l'installazione in special modo se si è (come me ;-)) alle prime armi con questo sistema operativo. 1.1 Storia delle revisioni Vers. 1.0, Ottobre 1999 Prima stesura del documento. Vers. 1.1, Ottobre 2000 Aggiunta di una sezione sull'installazione di Debian GNU/Linux 2.2. Semplificazione della sezione relativa a Debian GNU/Linux 2.1. Adozione del formato sgml per la stesura del testo sorgente e disponibilità del documento in svariati formati (testo, html, dvi, ps, pdf). Distribuzione secondo i termini della GNU General Public License. Vers , Novembre 2000 Correzione di qualche imprecisione (soprattutto in relazione alla configurazione del server e all'installazione della distribuzione Debian). 1.2 Commenti e correzioni Critiche, correzioni, consigli e suggerimenti per migliorare questo testo saranno apprezzati moltissimo: contattatemi pure tramite posta elettronica ( 1.3 Politica di distribuzione e note legali Copyright Giuseppe Bordoni 2

5 This information is free; you can redistribute it and/or modify it under the terms of the GNU General Public License as published by the Free Software Foundation; either version 2 of the License, or (at your option) any later version. This work is distributed in the hope that it will be useful, but WITHOUT ANY WARRANTY; without even the implied warranty of MERCHANTABILITY or FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE. See the GNU General Public License for more details. You should have received a copy of the GNU General Public License along with this work; if not, write to the Free Software Foundation, Inc., 675 Mass Ave, Cambridge, MA 02139, USA. La licenza GNU General Public License, versione 2, può essere consultata al seguente indirizzo: Nomi e marchi citati nel testo sono generalmente depositati o registrati dalle rispettive case produttrici. L'ultima versione di questo documento è reperibile al seguente indirizzo: 3

6 2. Requisiti Per l'installazione è necessario disporre di un server NFS (un computer che metterà a disposizione del client il contenuto del CDRom di installazione). Il server dovrà essere dotato di: Sistema operativo Linux correttamente installato e funzionante; Floppy Disk drive; Lettore CDRom; Scheda di rete Ethernet o porta parallela corredati da opportuni cablaggi. Per quanto riguarda il client (il computer sul quale si vuole installare Linux) oltre ai requisiti minimi indicati nella documentazione delle varie distribuzioni è richiesta una scheda di rete Ethernet o una porta parallela correttamente collegate. Requisito fondamentale è infine una grossa dose di pazienza :-). 4

7 3. Configurazione del server NFS In questa sezione vengono descritte le operazione necessarie alla configurazione del server NFS. 3.1 Verifica del kernel ed eventuale ricompilazione Occorre innanzitutto accertarsi che il kernel utilizzato supporti la connessione in rete spostandosi nella directory contenente i sorgenti del kernel (solitamente /usr/src/linux) e digitando: make menuconfig oppure se operate in ambiente X Window: make xconfig Si deve quindi verificare che le seguenti voci siano abilitate: Loadable module support Enable loadable module support Kernel module loader General setup Parallel port support PC-style hardware (necessario per collegamento PLIP) (necessario per collegamento PLIP) Networking options TCP/IP networking Network device support Ethernet (10 or 100Mbit) Il supporto per la vostra scheda di rete oppure, in alternativa: PLIP (parallel port) support Nel caso in cui almeno una di tali opzioni non fosse abilitata sarà necessario ricompilare ed installare il kernel ed i moduli; da notare il fatto che in questo documento è stato ipotizzato che il supporto della scheda di rete e del collegamento PLIP siano stati compilati come moduli. Se avete una scheda NE2000 compatibile può essere necessario inserire nel file /etc/conf.modules (in alcune distribuzioni il file potrebbe essere /etc/modules.conf) la linea: options ne io=0x300 irq=5 (indicare dopo io ed irq rispettivamente l'indirizzo I/O e l'interrupt utilizzati dalla scheda di rete). Se viene invece utilizzato un collegamento PLIP dovreste inserire nel file /etc/conf.modules (o /etc/modules.conf) le seguenti righe: alias parport_lowlevel parport_pc options partport_pc io=0x378 irq=7 (indicare dopo io ed irq rispettivamente l'indirizzo I/O e l'interrupt utilizzati dalla porta parallela). Sempre nel file /etc/conf.modules (o /etc/modules.conf) è possibile inserire le righe: 5

8 alias net-pf-4 off alias net-pf-5 off al fine di evitare la visualizzazione di alcuni messaggi di errore all'avvio della macchina nel caso non si utilizzassero i moduli ipx e appletalk. 3.2 Configurazione della rete Nel presente documento assegneremo ai due computer i seguenti nomi ed indirizzi IP: Descrizione Nome Indirizzo IP Server NFS server Client NFS client Il dominio sarà denominato dom.it. Occorre a questo punto inserire tali dati nei file di configurazione: /etc/hosts localhost server.dom.it server client.dom.it client /etc/hostname (/etc/hostname per la distribuzione Red Hat e quelle derivate) server.dom.it 3.3 Installazione dei demoni nfs-server e portmap Se nel server non fossero già installati i demoni nfs-server e portmap occorrerà installarli ad esempio utilizzando i relativi pacchetti (esempio: nfs-server-2.2beta37-1.i386.rpm, portmap i386.rpm, nfs-server_2.2beta37-1.deb, ecc.) che possono essere reperiti dai CDRom di installazione o scaricati dai siti FTP delle varie distribuzioni. 3.4 Impostazione della directory da condividere A questo punto è possibile inserire nel file /etc/exports il percorso ed il nome della directory che contiene i file di installazione (nel nostro caso è il CDRom e quindi occorrerà scrivere qualcosa come: /cdrom o /mnt/cdrom). Ovviamente è necessario inserire nel lettore CDRom il CD di installazione e montarlo digitando: mount -t iso9660 /dev/cdrom /cdrom mount -t iso9660 /dev/hdb /mnt/cdrom o qualcosa del genere. 6

9 L'ultima cosa da controllare è che il contenuto dei file /etc/hosts.allow e /etc/hosts.deny permetta l'accesso da parte del client. 3.5 Impostazione delle interfacce di rete Dopo aver riavviato la macchina possiamo caricare i moduli relativi alla periferica di rete utilizzata: Esempio di caricamento dei moduli necessari ad una scheda di rete PCI compatibile NE2000: insmod 8390 insmod ne2k-pci oppure semplicemente: modprobe ne2k-pci Esempio di caricamento dei moduli necessari al collegamento PLIP: insmod parport insmod plip oppure semplicemente: modprobe parport In questo modo dovremmo avere a disposizione un'interfaccia di rete denominata eth0 nel caso di una scheda di rete o plip0 nel caso di un collegamento PLIP. Ora potremo impostare l'interfaccia di rete digitando: ifconfig eth netmask oppure: ifconfig plip pointopoint netmask Attenzione: la numerazione delle interfacce di rete parallele può variare in base al kernel adottato per cui se il comando precedente non dovesse aver successo si può tentare con plip1 o plip2. In ogni modo in risposta al comando ifconfig dovremmo ottenere qualcosa di simile a questo: eth0 Link encap:ethernet HWaddr 00:C0:DF:EF:5B:20 inet addr: Bcast: Mask: UP BROADCAST RUNNING MULTICAST MTU:1500 Metric:1 RX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0 TX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0 collisions:0 Interrupt:9 Base address:0x6100 plip0 Link encap:ethernet HWaddr FC:FC:C0:A8:01:02 inet addr: P-t-P: Mask: UP POINTOPOINT RUNNING NOARP MTU:1500 Metric:1 RX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 frame:0 TX packets:0 errors:0 dropped:0 overruns:0 carrier:0 collisions:0 Interrupt:7 Base address:0x378 7

10 4. Installazione di Debian GNU/Linux 2.1 Cominciamo a descrivere l'installazione di Linux sul client prendendo in considerazione la distribuzione Debian GNU/Linux Creazione dischetti di installazione e driver Per l'installazione di Debian GNU/Linux 2.1 occorre innanzitutto creare il dischetto di installazione (rescue) e quello dei driver; le immagini dei due dischetti sono contenute nel CDRom di installazione e possono essere utilizzate sia con il computer che usiamo come server NFS che con qualsiasi sistema MS DOS/MS Windows. Per la creazione dei dischetti di installazione e driver ci si deve innanzitutto spostare nella directory contenente le relative immagini; il file per il dischetto di installazione si può trovare in directory abbastanza semplici da individuare (ad esempio boot o install) mentre per l'immagine del dischetto dei driver occorre impegnarsi un po' di più (dovrebbe trovarsi in debian/dists/stable/main/disks-i386/current). I file immagine da utilizzare solitamente sono resc1440.bin e drv1440.bin (nel caso in cui il floppy utilizzato sia quello da 5,25" occorre utilizzare i file resc1200.bin e drv1200.bin; nel caso si avessero invece problemi si può tentare con i file resc1440tecra.bin e drv1440tecra.bin). Creazione del dischetto di installazione da Linux: dd if=resc1440.bin of=/dev/fd0 Creazione del dischetto di installazione da DOS: in questo caso si può utilizzare l'utility rawrite2.exe contenuta nella stessa directory dei file immagine o in tools. rawrite2 -f resc1440.bin -d a: Creazione del dischetto driver da Linux: dd if=drv1440.bin of=/dev/fd0 Creazione del dischetto driver da DOS: rawrite2 -f drv1440.bin -d a: Nota: se si utilizza Linux, dopo aver inserito il dischetto nel drive, non è necessario montarlo nel filesystem. 4.2 Avvio dell'installazione Possiamo finalmente inserire il dischetto di installazione nel drive del client ed avviarlo; dopo aver premuto [Invio] al prompt boot: viene caricato il programma dbootstrap che eseguirà l'installazione. La prima cosa che viene richiesta è la scelta del tipo di monitor (bianco/nero o colori) e, di seguito, della tastiera utilizzata; si può quindi procedere al partizionamento dell'hard disk e, successivamente, 8

11 all'inizializzazione delle partizioni ed al mount del root filesystem. Si può procedere quindi scegliendo la voce del menù Install Operating System Kernel and Modules. Lasciando inserito il dischetto di rescue, scegliere come sorgente /dev/fd0; quando richiesto inserire il floppy dei driver. Al termine della copia dei moduli dal dischetto driver, scegliendo Configure Device Driver Modules, si possono caricare i moduli necessari all'installazione. Un modulo fondamentale è ovviamente nfs contenuto nella sezione fs; importanti sono poi i moduli relativi all'interfaccia di rete utilizzata: ad esempio, per una scheda di rete ISA compatibile NE2000, dovranno i moduli 8390 e ne contenuti nella sezione net; per quest'ultimo modulo occorre indicare l'indirizzo I/O e l'interrupt utilizzato con le opzioni io ed irq (esempio: io=0x300 irq=5). In modo analogo per un collegamento attraverso la porta parallela sarà necessario caricare il modulo plip della sezione net. A questo punto si debbono inserire alcuni dati richiesti dall'opzione Configure the Network: Inserire il nome della macchina: client Rispondere yes alla domanda Is your system connected to a network? Inserire il nome del dominio: dom.it Confermare il nome completo del vostro computer (client.dom.it) Inserire l'indirizzo IP di client: Digitare la netmask: Scegliere l'indirizzo IP di broadcast: dovrebbe andar bene Rispondere alla domanda sulla presenza di un gateway nella vostra rete (eventualmente specificarne l'indirizzo IP) Specificare le informazioni relative all'eventuale server DNS (se non esiste scegliere there will be no DNS server) Confermare il riepilogo delle informazioni fornite fino ad ora Scegliere l'interfaccia di rete adottata (eth0 o plip) In questo modo si ritorna ritorna al menù principale dal quale di può scegliere la voce Install the Base System e quindi scegliere il tipo di media da utilizzare per l'installazione (naturalmente NFS); alla richiesta di specificare il server NFS ed il path potremmo indicare: :/cdrom (al posto di /cdrom occorre indicare la directory condivisa come descritto precedentemente. Riguardo al path per raggiungere gli archivi della distribuzione potremmo invece indicare: /debian. Viene ora richiesta la directory contenente il file base2_1.tgz nel quale è compresso il sistema di base: scegliendo il metodo automatico si procede alla ricerca del file sul cdrom altrimenti si può optare per il metodo manuale inserendo il seguente path: /instmnt/debian/dists/stable/main/disks-i386/current. Dopo qualche minuto sarà possibile continuare scegliendo la voce Configure the Base System dal menù principale; si può selezionare ora la Timezone e scegliere il tipo di avvio di Linux desiderato ed infine riavviare il sistema. 4.3 Riavvio ed installazione dei pacchetti Se tutto procede bene, al riavvio del sistema secondo la modalità scelta precedentemente, verrà richiesta la password per il super-utente (root) e si avrà la possibilità di creare l'account per un utente normale, di utilizzare 9

12 le shadows passwords ed eventualmente di rimuovere dal kernel la parte relativa al supporto PCMCIA. A questo punto viene richiesto se volete utilizzare dei profili predefiniti per l'installazione dei pacchetti e quindi viene eseguito dselect: occorre innanzitutto scegliere la modalità di accesso ([A]ccess) ai pacchetti da installare; nel nostro caso sceglieremo multi_nfs o nfs. Verranno quindi richieste le seguenti informazioni (dopo i due punti viene indicata la risposta): Nome del server NFS: Directory del server contenente i file Debian: /cdrom Directory principale della distribuzione: /debian/dists/stable Se le parti main, contrib e non-free, non-us e local della distribuzione non sono disponibili verrà richiesto di specificare il percorso esatto o digitare none se non esistono. Se precedentemente non è stato scelto un profilo predefinito è necessario ora selezionare quali pacchetti installare con l'opzione [S]elect. Si può quindi procedere con l'installazione scegliendo [I]nstall e, al termine dell'operazione, si può uscire con [Q]uit. 10

13 5. Installazione di Debian GNU/Linux 2.2 La fase d'installazione di Debian GNU/Linux 2.2 è del tutto analoga a quella della versione precedente quindi, in questa sezione, saranno discussi soprattutto i nuovi aspetti. 5.1 Creazione dischetti di installazione e driver La prima fase dell'installazione di Debian GNU/Linux 2.2 è sempre la creazione dei dischetti di avvio. La directory /dists/stable/main/disks-i386/current/images-1.44/ contiene diversi set di immagini dei floppy di avvio (simpaticamente denominati flavors); consultando la documentazione presente nel CDRom dovreste scegliere il flavor più adatto al vostro PC (io trovo abbastanza comodo il flavor compact in quanto permette l'installazione con soli tre floppy). Utilizzando il comando dd di Linux o l'utility MS DOS rawrite si dovranno creare i seguenti dischetti: Floppy di rescue (rescue.bin) Dischetto di root (root.bin) Uno o più floppy contenenti i driver (driver-n.bin) 5.2 Avvio dell'installazione Con il dischetto di rescue è possibile avviare il PC e, quando viene richiesto, si deve inserire il floppy di root. Dopo aver selezionato la tastiera utilizzata si può procedere al partizionamento dell'hard disk ed all'inizializzazione delle partizioni ed al mount del root filesystem. Si può procedere quindi scegliendo la voce del menù Install Operating System Kernel and Modules. Inserendo il dischetto di rescue, scegliere come sorgente /dev/fd0; quando richiesto inserire il floppy dei driver. Al termine della copia dei moduli dal dischetto driver, scegliendo Configure Device Driver Modules, si possono caricare i moduli necessari all'installazione in modo del tutto analogo a quello visto per la versione 2.1. Dopo aver installato i moduli necessari si procede con la voce di menù Configure the Network inserendo il nome del PC; nella successiva finestra (Automatic Network Configuration) occorre indicare se esistono server DHCP o BOOTP oppure se bisogna configurare manualmente il sistema; nel secondo sarà necessario inserire i seguenti dati: L'indirizzo IP del client: La netmask: L'indirizzo IP dell'eventuale gateway della vostra rete Inserire il nome del dominio: dom.it Le informazioni relative all'eventuale server DNS 11

14 In questo modo si ritorna ritorna al menù principale dal quale di può scegliere la voce Install the Base System e quindi scegliere il tipo di media da utilizzare per l'installazione (naturalmente NFS); alla richiesta di specificare il server NFS ed il path potremmo indicare: :/cdrom (al posto di /cdrom occorre indicare la directory condivisa come descritto precedentemente. Occorre inserire ora il path degli archivi Debian all'interno del filesystem nfs montato (/instmnt/dists/stable/main) e la posizione del file che contiene il sistema di base (base2_2.tgz): scegliendo il metodo automatico si procede alla ricerca del file sul cdrom altrimenti si può optare per il metodo manuale inserendo il seguente path: /instmnt/dists/stable/main/disks-i386/current/. Dopo qualche minuto sarà possibile continuare scegliendo la voce Configure the Base System dal menù principale; si può selezionare ora la Timezone e scegliere il tipo di avvio di Linux desiderato ed infine riavviare il sistema. 5.3 Riavvio ed installazione dei pacchetti In modo simile e quello dell'installazione della versione 2.1, dopo il riavvio del PC, viene richiesto se abilitare le codifiche MD5 e shadow delle password e quindi viene chiesta la password di root e se si vuole è possibile creare un account normale. Viene chiesto se rimuovere i moduli relativi all'interfaccia PCMCIA e se si vuole impostare il servizio PPP per accedere ad Internet per scaricare i pacchetti software da installare. Si procede quindi con la configurazione di apt (la nuova utility per la gestione dei pacchetti): occorre innanzitutto scegliere filesystem come metodo di accesso ai package e quindi si decide se installare software non-us, non-free, contrib. Quando viene quindi chiesto il path dei pacchetti, si deve aprire un secondo terminale virtuale premendo i tasti [Alt]+[F2] ed eseguire il login come root; i moduli relativi alla rete e al nfs filesystem dovrebbero essere caricati correttamente quindi si può montare il cdrom del server con: mount -t nfs :/cdrom /mnt Si ritorna quindi al menù dell'installazione con la combinazione di tasti [Alt]+[F1] e si imposta il path /mnt/ L'utility apt analizza i pacchetti presenti nel cdrom e quindi chiede se si vogliono utilizzare delle sorgenti aggiuntive. L'installazione di Debian GNU/Linux 2.2 continua normalmente con la richiesta della modalità di selezione dei pacchetti da installare: con l'opzione semplice si utilizza l'utility tasksel per la selezione di gruppi omogenei di pacchetti (profile o task) necessari agli usi più comuni; scegliendo l'opzione avanzata i package devono essere selezionati singolarmente. 12

15 6. Installazione di Red Hat Linux 6.0 Rispetto all'installazione di Debian GNU/Linux questa è molto più semplice tant'è che un po' mi vergogno di scrivere questa sezione. ;-) 6.1 Creazione del dischetto di installazione Per l'installazione di Red Hat Linux 6.0 occorre innanzitutto creare il dischetto di installazione; le immagini dei dischetti sono contenute nel CDRom di installazione e possono essere utilizzate sia con il computer che usiamo come server NFS che con qualsiasi sistema MS DOS/MS Windows. Per la creazione del dischetto di installazione ci si deve innanzitutto spostare nella directory images che dovrebbe contenere il file immagine bootnet.img da utilizzare per l'installazione da server NFS. Se si usa Linux, dopo aver inserito un dischetto nel drive, si può digitare: dd if=bootnet.img of=/dev/fd0 Nel caso in cui si utilizzasse DOS/Windows si dovrà utilizzare il programma rawrite.exe che dovrebbe essere nella directory dosutils del CDRom di installazione: cd dosutils rawrite -f..\images\bootnet.img -d a: 6.2 Avvio dell'installazione Si inserisce il dischetto di installazione nel drive del client e lo si avvia; dopo aver premuto [Invio] al prompt boot: viene caricato il programma che eseguirà l'installazione. La prima cosa che viene richiesta è la scelta della lingua da utilizzare e, di seguito, il tipo di tastiera; si può quindi scegliere il supporto su cui sono installati i pacchetti da installare: NFS image. A questo punto occorre specificare il driver da utilizzare per la scheda di rete o l'interfaccia PLIP quindi il protocollo di boot (nel nostro caso sceglieremo Indirizzo IP statico). Verranno quindi richieste le seguenti informazioni (dopo i due punti viene indicata la risposta): Indirizzo IP del client: Netmask: Indirizzo IP del gateway: lasciare il campo vuoto se non esiste DNS server primario: anche in questo caso lasciare vuoto il campo se non esiste un DNS. Dominio: dom.it Nome dell'host: client.dom.it Eventuali DNS secondari Nome (o indirizzo IP) del server NFS:

16 Directory contenente la distribuzione Red Hat: indicare la directory condivisa come descritto precedentemente; nel nostro esempio: /cdrom. Se tutto procede correttamente ora dovremmo scegliere il tipo di installazione (nuova installazione o aggiornamento) e la classe (workstation, server, custom). Dopo aver configurato eventuali adattatori SCSI si potrà procedere al partizionamento dell'hard disk e, successivamente, all'inizializzazione delle partizioni ed al mount del root filesystem. Si possono scegliere, a questo punto, i pacchetti da installare ed attendere pazientemente la fine dell'operazione. 6.3 Conclusione dell'installazione Per concludere l'installazione di Red Hat Linux 6.0 si può consultare l'esauriente documentazione presente nel CDRom di installazione. 14

17 7. Installazione di SuSE Linux 6.1 Qualcuno di voi si rotolerà per terra dalle risate pensando che ho perso tempo a descrivere una operazione così banale. : ( 7.1 Creazione dischetti di installazione e driver Per l'installazione di SuSE Linux 6.1 occorre innanzitutto creare i dischetti di installazione e moduli; le immagini dei due dischetti sono contenute nel CDRom di installazione e possono essere utilizzate sia con il computer che usiamo come server NFS che con qualsiasi sistema MS DOS/MS Windows. Per la creazione dei dischetti di installazione e driver ci si deve innanzitutto spostare nella directory contenente le relative immagini (dovrebbe essere all'incirca suse/disks). I file immagine da utilizzare solitamente sono eidexx o scsixx (a seconda del controller dell'hard disk utilizzato) e modules; nel nome dei file immagine ho inserito XX per indicare l'esistenza di diversi file il cui nome differisce per le ultime due cifre: occorre leggere il file README che dovrebbe essere nella stessa directory delle immagini per scegliere il file giusto per la propria configurazione. Creazione del dischetto di installazione da Linux: dd if=eide01 of=/dev/fd0 Creazione del dischetto di installazione da DOS: in questo caso si può utilizzare l'utility rawrite.exe contenuta nella directory suse/dosutils/rawrite: rawrite -f..\..\eide01 -d a: Creazione del dischetto moduli da Linux: dd if=modules of=/dev/fd0 Creazione del dischetto moduli da DOS: rawrite -f..\..\modules -d a: Nota: se si utilizza Linux, dopo aver inserito il dischetto nel drive, non è necessario montarlo nel filesystem. 7.2 Avvio dell'installazione Si inserisce il dischetto di installazione nel drive del client e lo si avvia; dopo aver premuto [Invio] al prompt boot: viene caricato il programma che eseguirà l'installazione. La prima cosa che viene richiesta è la scelta della lingua da adottare e, di seguito, del tipo di monitor (bianco/nero o colori) e della tastiera utilizzata. Verrà ora presentato il Menù principale dal quale invece di scegliere la voce predefinita (Installazione / iniziare il sistema) opteremo per Modulo-Kernel (Hardware-Driver) e quindi per Caricare i driver per la rete; verranno elencati alcuni moduli relativi alle schede di rete; se il vostro dispositivo di rete non è presente nell'elenco (il collegamento PLIP non lo è di 15

18 sicuro) è possibile estrarre il dischetto d'installazione, inserire quello dei moduli e scegliere la voce di menu Più moduli. Una volta scelta la periferica di rete ed averne specificato gli eventuali parametri (indirizzo Input/Output ed interrupt; ad esempio per la mia scheda NE2000 compatibile ho inserito: io=0x300, irq=5) potremo tornare al menu principale scegliendo Indietro e procedere con Installazione / iniziare il sistema e Iniziare l'installazione. Alla richiesta di selezione del media contenente i file della distribuzione potremo rispondere Rete (NFS) rinunciando alla successiva proposta di configurazione automatica via bootp. In seguito verranno richieste le seguenti informazioni (dopo i due punti viene indicata la risposta): Indirizzo IP del client: Netmask: Indirizzo IP del gateway: se non esiste un gateway inserire l'indirizzo IP del client: DNS server primario: se non esiste un DNS premere [Esc] Indirizzo IP del server NFS: Directory contenente la distribuzione SuSE: indicare la directory condivisa come descritto precedentemente; nel nostro esempio: /cdrom. Dopo qualche minuto verrà proposto il menù Tipo dell'installazione dal quale protremmo scegliere Nuova installazione di Linux; verranno quindi chieste disposizioni per il partizionamento e l'inizializzazione dell'hard disk. A questo punto viene lanciato YaST, il programma di installazione pacchetti e configurazione di SuSE Linux, per mezzo del quale sarà possibile ad esempio selezionare la voce di menù Caricare la configurazione, scegliere uno dei profili di installazione predefiniti e quindi optare per la voce di menù Iniziare l'installazione. 7.3 Conclusione dell'installazione Per concludere l'installazione di SuSE Linux 6.1 si può consultare la documentazione che dovrebbe essere presente nel CDRom di installazione. 16

19 8. Riferimenti NFS HOWTO NET 3-HOWTO Kernel HOWTO PLIP mini-howto Pluto Journal Aprile Costruiamo una rete locale

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Carlo Perassi carlo@linux.it Un breve documento, utile per la presentazione dei principali protocolli di livello Sessione dello stack TCP/IP e dei principali

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router)

Guida rapida - rete casalinga (con router) Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

Configurazione di una rete locale con Linux

Configurazione di una rete locale con Linux Configurazione di una rete locale con Linux paolo palmerini paolo@progettoarcobaleno.it http://www.progettoarcobaleno.it 1 Lavorare in rete Che hardware serve per installare una rete? Indirizzi IP, network

Dettagli

Configurazione di una rete locale con Linux

Configurazione di una rete locale con Linux Configurazione di una rete locale con Linux paolo palmerini paolo@progettoarcobaleno.it http://www.progettoarcobaleno.it 1 Lavorare in rete Che hardware serve per installare una rete? Paolo Palmerini Linux

Dettagli

Istruzioni per utilizzare la BCD 2000 con Traktor 3 e 2

Istruzioni per utilizzare la BCD 2000 con Traktor 3 e 2 Istruzioni per utilizzare la BCD 2000 con 3 e 2 Informazioni BCD2000-3 - Cycokrauts Extended Flavor A abilita in modo semplice e avanzato, l utilizzo della Behringer BCD2000 con 3. Requisiti di sistema

Dettagli

Networking. Notare che le modifiche apportate attraverso ifconfig riguardano lo stato attuale del sistema e non sono persistenti.

Networking. Notare che le modifiche apportate attraverso ifconfig riguardano lo stato attuale del sistema e non sono persistenti. Networking A ogni scheda di rete e' assegnata una o piu' interfacce di rete. Su linux le interfacce di tipo ethernet sono enumerate a partire da eth0. Possiamo alterare la configurazione dell'interfaccia

Dettagli

Bozza Guida ufficiale vs 1.0

Bozza Guida ufficiale vs 1.0 Bozza Guida ufficiale vs 1.0 Caratteristiche del software Videocopen è un software open source di videoconferenza. Sviluppato in php per la parte web e macromedia flash per la videoconferenza, sfrutta

Dettagli

SMOOTHWALL EXPRESS Traduzione in Italiano TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0.

SMOOTHWALL EXPRESS Traduzione in Italiano TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0. TRADUZIONE DA INGLESE A ITALIANO DELLA GUIDA DI INSTALLAZIONE DI SMOOTHWALL EXPRESS 2.0 by kjamrio9 Il prodotto è sotto licenza GPL (Gnu Public License) e Open Source Software, per semplicità non riporto

Dettagli

Bonding. Matteo Carli www.matteocarli.com matteo@matteocarli.com. Ridondanza e load balancing con schede di rete.

Bonding. Matteo Carli www.matteocarli.com matteo@matteocarli.com. Ridondanza e load balancing con schede di rete. Bonding Ridondanza e load balancing con schede di rete Matteo Carli www.matteocarli.com matteo@matteocarli.com Matteo Carli 1/24 Chi sono Socio e attivista di LUG ACROS e Gentoo Linux. Svolgo attività

Dettagli

Informazioni Generali (1/2)

Informazioni Generali (1/2) Prima Esercitazione Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite e-mail). E-mail d.deguglielmo@iet.unipi.it specificare come oggetto Reti Informatiche 2 Informazioni Generali (2/2)

Dettagli

SATA-RAID con chipset ICH5R e kernel 2.4.21

SATA-RAID con chipset ICH5R e kernel 2.4.21 SATA-RAID con chipset ICH5R e kernel 2.4.21 HI-Lab * the Social Technology http://www.hi-lab.net - info@hi-lab.net (mailto:info@hi-lab.net) SATA-RAID con chipset ICH5R e kernel 2.4.21 HI-Lab * the Social

Dettagli

3. Come realizzare un Web Server

3. Come realizzare un Web Server 3. Come realizzare un Web Server 3.1 Che cos'è un web server Il web server, è un programma che ha come scopo principale quello di ospitare delle pagine web che possono essere consultate da un qualsiasi

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Installare GNU/Linux

Installare GNU/Linux Installare GNU/Linux Installare GNU/Linux Linux non è più difficile da installare ed usare di qualunque altro sistema operativo Una buona percentuale di utenti medi si troverebbe in difficoltà ad installare

Dettagli

INSTALLAZIONE DI KUBUNTU

INSTALLAZIONE DI KUBUNTU INSTALLAZIONE DI KUBUNTU Tutorial passo-passo per l'installazione di Kubuntu 6.06 per sistemi x86 32bit. La distro-live distribuita dal FoLUG al LINUX-DAY 2006. Per le informazioni su Kubuntu si rimanda

Dettagli

mailto:gearloose@fastwebnet.itgilbert O Sullivan v1.99.8 10-05-2006

mailto:gearloose@fastwebnet.itgilbert O Sullivan v1.99.8 10-05-2006 Configuration HOWTO mailto:gearloose@fastwebnet.itgilbert O Sullivan v1.99.8 10-05-2006 Questo HOWTO vuole essere il documento principale a cui tutti possano fare riferimento per configurare i più comuni

Dettagli

17.2. Configurazione di un server di Samba

17.2. Configurazione di un server di Samba 17.2. Configurazione di un server di Samba Il file di configurazione di default (/etc/samba/smb.conf) consente agli utenti di visualizzare le proprie home directory di Red Hat Linux come una condivisione

Dettagli

Configurare una rete con PC Window s 98

Configurare una rete con PC Window s 98 Configurare una rete con PC Window s 98 In estrema sintesi, creare una rete di computer significa: realizzare un sistema di connessione tra i PC condividere qualcosa con gli altri utenti della rete. Anche

Dettagli

Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza

Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza Pagina 1 di 11 Dischetti di emergenza per sistemi Linux Creazione ed utilizzo di dischetti di emergenza Questo approfondimento vuole introdurre gli strumenti essenziali per il recupero di un sistema Linux

Dettagli

CONNESSIONE IPv6 tramite tunnelling Freenet6

CONNESSIONE IPv6 tramite tunnelling Freenet6 Guida all attivazione di una CONNESSIONE IPv6 tramite tunnelling Freenet6 Emanuele Goldoni Università degli studi di Pavia Sede di Mantova Laboratorio di Reti di Calcolatori 2006 1 Introduzione A distanza

Dettagli

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Attività svolta dal dr. Alessi e dal dr. Farolfi Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Milano Knoppix è una distribuzione

Dettagli

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0 BACKUP APPLIANCE User guide Rev 1.0 1.1 Connessione dell apparato... 2 1.2 Primo accesso all appliance... 2 1.3 Configurazione parametri di rete... 4 1.4 Configurazione Server di posta in uscita... 5 1.5

Dettagli

Guida ai collegamenti

Guida ai collegamenti Pagina 1 di 6 Guida ai collegamenti Sistemi operativi supportati Il CD Software e documentazione consente di installare il software della stampante sui seguenti sistemi operativi: Windows 7 Windows Server

Dettagli

Nokia C110/C111 scheda LAN senza filo Manuale di installazione

Nokia C110/C111 scheda LAN senza filo Manuale di installazione Nokia C110/C111 scheda LAN senza filo Manuale di installazione DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA MOBILE PHONES Ltd dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che i prodotti DTN-10 e DTN-11

Dettagli

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 7

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 7 Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 7 La gestione del file system Uso di partizioni locali NFS e SAMBA per condividere i file SAMBA e CUPS per condividere le stampanti I contenuti di questo documento, salvo diversa

Dettagli

Manuale per la configurazione della connessione remota tramite telefono alla rete Internet - Connessione Dial-Up/PPP. (Revisione 1999-11-26)

Manuale per la configurazione della connessione remota tramite telefono alla rete Internet - Connessione Dial-Up/PPP. (Revisione 1999-11-26) Università degli studi di Roma Tor Vergata Centro di Calcolo e Documentazione Via Orazio Raimondo 18 I - 00173 Roma http://www.ccd.uniroma2.it Tel. +39 06 7259.2150 Fax. +39 06 7259.2125 Email: Info@CCD.UniRoma2.It

Dettagli

MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX

MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX MODEM USB MDC525UP Guida Rapida LINUX Sommario Introduzione... 2 Requisiti minimi... 2 Contenuto del CD-ROM... 2 Procedura di installazione per Driver e Software di connessione... 3 Installazione/rimozione

Dettagli

Manuale Utente. Linux Fedora, Debian e Ubuntu

Manuale Utente. Linux Fedora, Debian e Ubuntu Manuale Utente Linux Fedora, Debian e Ubuntu Chiavet ta Internet MDC525UPA Via Del Lavoro 9 1 1 Sommario Introduzione... 3 Requisiti minimi... 3 Contenuto del CD-ROM... 3 1. Installazione Driver e Software

Dettagli

CONFIGURARE SAMBA 3 SU SUSE LINUX 9.1/9.2

CONFIGURARE SAMBA 3 SU SUSE LINUX 9.1/9.2 CONFIGURARE SAMBA 3 SU SUSE LINUX 9.1/9.2 1. INTRODUZIONE In questa guida si illustra la procedura di configurazione di samba 3 su SuSE Linux 9.1 e su SuSE Linux 9.2. Saranno brevemente illustrate le operazioni

Dettagli

Gruppo Utenti Linux Cagliari h...

Gruppo Utenti Linux Cagliari h... Realizzare una piccola rete privata Marco Marongiu Gruppo Utenti Linux Cagliari Sommario Materiale occorrente Configurazione NAT Configurazione server DNS interno Configurazione server DHCP interno Configurazione

Dettagli

Reti. Reti. IPv4: concetti fondamentali. arp (address resolution protocol) Architettura a livelli (modello OSI)

Reti. Reti. IPv4: concetti fondamentali. arp (address resolution protocol) Architettura a livelli (modello OSI) Reti Architettura a livelli (modello OSI) Prevede sette livelli: applicazione, presentazione, sessione, trasporto, rete, collegamento dei dati (datalink), fisico. TCP/IP: si può analizzare in maniera analoga

Dettagli

Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash

Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash Compilazione Kernel 2.6x con supporto BootSplash HowTo scritto da: Ed3n E-Mail: ed3nuzzo[at]gmail[dot]com WebSite: www.linux.le.it Licenza: Gnu Fdl Sistema Operativo: Debian Gnu/Linux Sid E' permesso copiare,

Dettagli

Procedura di installazione Linux Red Hat

Procedura di installazione Linux Red Hat Servizio Calcolo e Reti Bollettino N. 2/02 28 Giugno 2002 Procedura di installazione Linux Red Hat (Servizio.Calcolo@pv.infn.it) Abstract Questa breve nota descrive la procedura consigliata per l installazione

Dettagli

Progettare una Rete Locale "Client/Server

Progettare una Rete Locale Client/Server Progettare una Rete Locale "Client/Server Premessa - Cos'è una rete Locale o LAN (Local Area Network)? Le reti locali si estendono su di un'area geografica piuttosto limitata; si tratta per lo più di reti

Dettagli

Guida all'installazione del software

Guida all'installazione del software Guida all'installazione del software Il manuale spiega come installare il software con una connessione USB o di rete. La connessione di rete non è disponibile per i modelli SP 200/200S/203S/203SF/204SF.

Dettagli

Rootkit. Dott. Ing. Igino Corona. Corso Sicurezza Informatica 2014/2015. igino.corona (at) diee.unica.it. Pattern Recognition and Applications Lab

Rootkit. Dott. Ing. Igino Corona. Corso Sicurezza Informatica 2014/2015. igino.corona (at) diee.unica.it. Pattern Recognition and Applications Lab Pattern Recognition and Applications Lab Rootkit Dott. Ing. Igino Corona igino.corona (at) diee.unica.it Corso Sicurezza Informatica 2014/2015 Department of Electrical and Electronic Engineering University

Dettagli

DSL-G604T Wireless ADSL Router

DSL-G604T Wireless ADSL Router Il presente prodotto può essere configurato con un browser web aggiornato come Internet Explorer 6 o Netscape Navigator 6.2.3. DSL-G604T Wireless ADSL Router Prima di cominciare 1. Se si intende utilizzare

Dettagli

Hosting Applicativo Installazione Web Client

Hosting Applicativo Installazione Web Client Hosting Applicativo Installazione Web Client Utilizzo del portale di accesso e guida all installazione dei client Versione ridotta Marzo 2012 Hosting Applicativo Installazione Web Client 21 1 - Prerequisiti

Dettagli

Sommario. 1. Introduzione. Samba - Monografia per il Corso di "Laboratorio di Sistemi Operativi".

Sommario. 1. Introduzione. Samba - Monografia per il Corso di Laboratorio di Sistemi Operativi. Sommario SAMBA Raphael Pfattner 10 Giugno 2004 Diario delle revisioni Revisione 1 10 Giugno 2004 pralph@sbox.tugraz.at Revisione 0 17 Marzo 2004 roberto.alfieri@unipr.it Samba - Monografia per il Corso

Dettagli

Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers. Guida rapida all'installazione

Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers. Guida rapida all'installazione Symantec Backup Exec 12.5 for Windows Servers Guida rapida all'installazione 13897290 Installazione di Backup Exec Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Prima dell'installazione

Dettagli

Lezione n.9 LPR- Informatica Applicata

Lezione n.9 LPR- Informatica Applicata Lezione n.9 LPR- Informatica Applicata LINUX Gestione della Rete 3/4/2006 Laura Ricci Laura Ricci 1 INDIRIZZI RISERVATI Alcuni indirizzi all interno di una rete sono riservati: indirizzo di rete e broadcast.

Dettagli

Procedura rapida di installazione da CD-ROM

Procedura rapida di installazione da CD-ROM Macintosh Questo argomento include le seguenti sezioni: "Requisiti" a pagina 3-32 "Procedura rapida di installazione da CD-ROM" a pagina 3-32 "Abilitazione e uso di EtherTalk per Mac OS 9.x" a pagina 3-32

Dettagli

VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida

VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida VERITAS Backup Exec 9.1 for Windows Servers Manuale di installazione rapida N109548 Dichiarazione di non responsabilità Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono soggette a modifica senza

Dettagli

Introduzione al sistema operativo GNU/Linux. Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari UgoLopez.it Ing. Francesco Cellamare

Introduzione al sistema operativo GNU/Linux. Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari UgoLopez.it Ing. Francesco Cellamare Introduzione al sistema operativo GNU/Linux Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari UgoLopez.it Ing. Francesco Cellamare 1 UgoLopez.it Consulenza, Formazione e Certificazioni informatiche via Aurelio

Dettagli

Monitor Wall 4.0. Manuale d'installazione ed operativo

Monitor Wall 4.0. Manuale d'installazione ed operativo Monitor Wall 4.0 it Manuale d'installazione ed operativo Monitor Wall 4.0 Sommario it 3 Sommario 1 Introduzione 4 1.1 Informazioni sul manuale 4 1.2 Convenzioni utilizzate nel manuale 4 1.3 Requisiti

Dettagli

SUSE Linux Enterprise Desktop 10

SUSE Linux Enterprise Desktop 10 SUSE Linux Enterprise Desktop 10 Riferimento ramarpido di installazione SP1 Novell SUSE Linux Enterprise Desktop 10 GUIDA RAPIDA Marzo 2007 www.novell.com SUSE Linux Enterprise Desktop Utilizzare i seguenti

Dettagli

Laboratorio di Informatica (a matematica)

Laboratorio di Informatica (a matematica) Laboratorio di Informatica (a matematica) schermo schermo stampante SERVER WMAT22 WMAT18 WMAT20 WMAT19 WMAT16 WMAT17 WMAT21 WMAT15 WMAT 10 WMAT9 WMAT8 WMAT7 WMAT6 WMAT?? WMAT13 WMAT14 WMAT12 server WMATT??

Dettagli

Installazione di Windows NT Server 4.0 Passo dopo Passo

Installazione di Windows NT Server 4.0 Passo dopo Passo Installazione di Windows NT Server 4.0 Passo dopo Passo Installare NT non è mai stato così semplice! Con questa guida, comodamente stampabile anche in formato PDF, sarete in grado di installare in piena

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Introduzione Il sistema operativo Linux è oggi una delle principali distribuzioni di Unix, in grado di portare in ogni PC tutta la potenza e la flessibilità di una workstation Unix e un set completo di

Dettagli

Tunneling con Linux. NETLinK S.a.S. Progettazione e Realizzazione Sistemi Informativi. Prefazione. Esempi di Utilizzo di una VPN

Tunneling con Linux. NETLinK S.a.S. Progettazione e Realizzazione Sistemi Informativi. Prefazione. Esempi di Utilizzo di una VPN Tunneling con Linux Prefazione Metterlo in piedi mi è costato molto, più che altro per colpa mia, così ho pensato che qualcuno potesse, leggendo questo documento non commettere i miei errori. Visto che

Dettagli

Setup dell ambiente virtuale

Setup dell ambiente virtuale Setup dell ambiente virtuale 1.1 L immagine per le macchine virtuali Il file mininet-vm-x86 64.qcow è l immagine di una memoria di massa su cui è installato un sistema Linux 3.13 Ubuntu 14.04.1 LTS SMP

Dettagli

ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE SIP PHONE ALLNET ALL7950 Guida all installazione Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL TELEFONO ALL7950...3

Dettagli

Guida all'installazione del software

Guida all'installazione del software Guida all'installazione del software Il manuale spiega come installare il software con una connessione USB o di rete. La connessione di rete non è disponibile per i modelli SP 200/200S/203S/203SF/204SF.

Dettagli

Red Hat Linux 7.0. The Official Red Hat Linux Installation Guide

Red Hat Linux 7.0. The Official Red Hat Linux Installation Guide Red Hat Linux 7.0 The Official Red Hat Linux Installation Guide ISBN: N/A Red Hat, Inc. 2600 Meridian Parkway Durham NC 27713 US 919-547-0012 1-888-733-4281 919-547-0024 docs@redhat.com 13588 Research

Dettagli

D-LINK DPH-140S SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE

D-LINK DPH-140S SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE D-LINK DPH-140S SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE SIP PHONE D-LINK DPH-140S Guida all installazione Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL DPH-140S...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

Networking Wireless con Windows XP

Networking Wireless con Windows XP Networking Wireless con Windows XP Creare una rete wireless AD HOC Clic destro su Risorse del computer e quindi su Proprietà Clic sulla scheda Nome computer e quindi sul pulsante Cambia Digitare il nome

Dettagli

Per la connessione del router 3Com Office Connect Remote 812 ad un singolo computer è sufficiente rispettare il seguente schema:

Per la connessione del router 3Com Office Connect Remote 812 ad un singolo computer è sufficiente rispettare il seguente schema: MC-link Connessione e configurazione del router 3Com Office Connect Remote 812 ADSL per l accesso ad MC-link in ADSL A cura del supporto tecnico di MC-link Per la connessione del router 3Com Office Connect

Dettagli

Connessioni e indirizzo IP

Connessioni e indirizzo IP Connessioni e indirizzo IP Questo argomento include le seguenti sezioni: "Installazione della stampante" a pagina 3-2 "Impostazione della connessione" a pagina 3-6 Installazione della stampante Le informazioni

Dettagli

Fiery EXP8000 Color Server SERVER & CONTROLLER SOLUTIONS. Stampa da Windows

Fiery EXP8000 Color Server SERVER & CONTROLLER SOLUTIONS. Stampa da Windows Fiery EXP8000 Color Server SERVER & CONTROLLER SOLUTIONS Stampa da Windows 2004 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione

Dettagli

Fiery Color Server per Xerox DocuColor 242/252/260. Stampa da Mac OS

Fiery Color Server per Xerox DocuColor 242/252/260. Stampa da Mac OS Fiery Color Server per Xerox DocuColor 242/252/260 Stampa da Mac OS 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

SIP-Phone 302 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP

SIP-Phone 302 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIP-Phone 302 GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE EUTELIAVOIP SIP-Phone 302 Guida alla Configurazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SCOPO...3 COME ACCEDERE ALLA CONFIGURAZIONE...3 Accesso all IP Phone quando il

Dettagli

Linux-Unix. Pregi di Linux

Linux-Unix. Pregi di Linux Linux-Unix Linux è un termine che può assumere più di un significato. A seconda del contesto infatti può indicare il kernel originariamente sviluppato da Linus Torvalds, oppure il sistema operativo basato

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Linux. Update 5. Manuale d'installazione

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Linux. Update 5. Manuale d'installazione Acronis Backup & Recovery 10 Server for Linux Update 5 Manuale d'installazione Sommario 1 Prima dell'installazione... 3 1.1 Componenti di Acronis Backup & Recovery 10... 3 1.1.1 Agente per Linux... 3 1.1.2

Dettagli

ATTENZIONE: è molto importante collegare i cavi solo quando l'installazione lo richiederà.

ATTENZIONE: è molto importante collegare i cavi solo quando l'installazione lo richiederà. MC-link Connessione e configurazione del modem 3Com Home Connect Modem ADSL Dualink per l accesso ad MC-link in ADSL A cura del supporto tecnico di MC-link La confezione comprende, oltre al modem: un cavo

Dettagli

1 Contenuto della confezione

1 Contenuto della confezione 1 Contenuto della confezione VERIFICARE DI DISPORRE DI TUTTI GLI ELEMENTI ELENCATI DI SEGUITO: Connettore per stampante LPT1 Indicatore di rete Connettore Ethernet Connettore di alimentazione esterna Connettore

Dettagli

Guida di rete. Configurazione di Windows Utilizzo di un server di stampa Monitoraggio e configurazione della stampante Appendice

Guida di rete. Configurazione di Windows Utilizzo di un server di stampa Monitoraggio e configurazione della stampante Appendice Guida di rete 1 2 3 4 Configurazione di Windows Utilizzo di un server di stampa Monitoraggio e configurazione della stampante Appendice Si prega di leggere attentamente questo manuale prima di utilizzare

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Versione 2 (scheda + controllo ethernet + playlist web)

Versione 2 (scheda + controllo ethernet + playlist web) Versione 2 (scheda + controllo ethernet + playlist web) Manuale e Documentazioni progetto ideato e realizzato da Sam - sam@cinemacareni.it Si ringrazia in modo particolare: Marco Contessotto, per la realizzazione

Dettagli

SELEZIONE DELLA PRIORITA' DI BOOT

SELEZIONE DELLA PRIORITA' DI BOOT In questa piccola guida esamineremo l'installazione di un sistema Windows XP Professional, ma tali operazioni sono del tutto simili se non identiche anche su sistemi Windows 2000 Professional. SELEZIONE

Dettagli

Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit. Windows 95/98/ME Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2

Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit. Windows 95/98/ME Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2 Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit I Windows 95/98/ME Istruzioni per l'installazione Internet-Starter-Kit 3.2 Bluewin SA Telefono Customer Care Services: Hardturmstrasse 3 HighWay 0900 900

Dettagli

Istruzioni per l installazione di Fiery in WorkCentre 7300 Series

Istruzioni per l installazione di Fiery in WorkCentre 7300 Series Istruzioni per l installazione di Fiery in WorkCentre 7300 Series Il presente documento descrive come installare e configurare il controller di rete Fiery per WorkCentre 7300 Series. IMPORTANTE: L installazione

Dettagli

Hosting Applicativo Installazione Web Client

Hosting Applicativo Installazione Web Client Hosting Applicativo Installazione Web Client Utilizzo del portale di accesso e guida all installazione dei client Marzo 2012 Hosting Applicativo Installazione Web Client Introduzione Le applicazioni CIA,

Dettagli

Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit. Windows 95/98 Istruzioni dell'installazione Internet-Starter-Kit 3.0

Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit. Windows 95/98 Istruzioni dell'installazione Internet-Starter-Kit 3.0 Manuale per l installazione Internet-Starter-Kit I Windows 95/98 Istruzioni dell'installazione Internet-Starter-Kit 3.0 Bluewin SA Telefono Customer Care Services: Hardturmstrasse 3 HighWay 0900 900 777

Dettagli

D-LINK DPH-140S SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE

D-LINK DPH-140S SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.1 D-LINK DPH-140S SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.2 INDICE SERVIZIO VOIP SKYPHO...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL DPH-140S...3 COLLEGAMENTO FISICO APPARATO...4 ACCESSO ALL'APPARATO...6

Dettagli

Installazione e caratteristiche generali 1

Installazione e caratteristiche generali 1 Installazione e caratteristiche generali 1 Installazione di SIGLA SIGLA viene fornito su un CDROM contenente la procedura d installazione. La procedura può essere installata eseguendo il programma SIGLASetup.exe

Dettagli

Versione 2 - r3 (scheda + controllo ethernet + playlist web)

Versione 2 - r3 (scheda + controllo ethernet + playlist web) Versione 2 - r3 (scheda + controllo ethernet + playlist web) Manuale e Documentazioni progetto ideato e realizzato da Sam - sam@cinemacareni.it Si ringrazia in modo particolare: Marco Contessotto, per

Dettagli

Backup Exec 2012. Guida rapida all'installazione

Backup Exec 2012. Guida rapida all'installazione Backup Exec 2012 Guida rapida all'installazione Installazione Il documento contiene i seguenti argomenti: Requisiti di sistema Elenco di controllo pre-installazione di Backup Exec Esecuzione di un'installazione

Dettagli

ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.1 ALLNET ALL7950 SIP PHONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE pag.2 INDICE SERVIZIO VOIP SKYPHO...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL ALL7950...3 COLLEGAMENTO FISICO APPARATO...4 ACCESSO ALL'APPARATO...6

Dettagli

DEFINIZIONI VM: abbreviazione di Virtual Machine (macchina virtuale).

DEFINIZIONI VM: abbreviazione di Virtual Machine (macchina virtuale). DEFINIZIONI VM: abbreviazione di Virtual Machine (macchina virtuale). Ambiente autonomo composto da diversi dispositivi hardware, che per quanto emulati possono essere gestiti come se fossero reali. Host

Dettagli

Installazione interfaccia e software di controllo mediante PC Installing the PC communication interface and control software

Installazione interfaccia e software di controllo mediante PC Installing the PC communication interface and control software Windows 7 Installazione interfaccia e software di controllo mediante PC Installing the PC communication interface and control software Contenuto del kit cod. 20046946: - Interfaccia PC-scheda (comprensiva

Dettagli

jt - joetex - percorsi didattici

jt - joetex - percorsi didattici jt - joetex - percorsi didattici Primi passi con linux Avvio della macchina Spegnere (o riavviare) il Computer Installare su HD il programma Linux EduKnoppix a. Avvio della macchina Una volta spento il

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA...2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)...2 2. Guida alla configurazione

Dettagli

CONFIGURATION MANUAL

CONFIGURATION MANUAL RELAY PROTOCOL CONFIGURATION TYPE CONFIGURATION MANUAL Copyright 2010 Data 18.06.2013 Rev. 1 Pag. 1 of 15 1. ENG General connection information for the IEC 61850 board 3 2. ENG Steps to retrieve and connect

Dettagli

Informazioni più recenti: versione del firmware 5.10

Informazioni più recenti: versione del firmware 5.10 Server di CD/DVD-ROM HP SureStore Informazioni più recenti: versione del firmware 5.10 Nota per gli aggiornamenti Per le versioni del firmware 5.10 e quelle successive, queste Informazioni più recenti

Dettagli

Impostazione di Scansione su e-mail

Impostazione di Scansione su e-mail Guida rapida all'impostazione delle funzioni di scansione XE3024IT0-2 Questa guida contiene istruzioni per: Impostazione di Scansione su e-mail a pagina 1 Impostazione di Scansione su mailbox a pagina

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

DUAL BOOT WINDOWS-LINUX.

DUAL BOOT WINDOWS-LINUX. DUAL BOOT WINDOWS-LINUX. Realizzato da Jona Lelmi Nickname PyLinx Iniziato il giorno 5 Luglio 2010 - terminato il giorno 8 Luglio 2010 email autore: jona.jona@ymail.com Canale Youtube http://www.youtube.com/user/pylinx

Dettagli

FreeNAS non è un semplice sistema operativo specializzato nell'archiviazione dati, come questo ad esempio.

FreeNAS non è un semplice sistema operativo specializzato nell'archiviazione dati, come questo ad esempio. FreeNAS guida FreeNAS FreeNAS non è un semplice sistema operativo specializzato nell'archiviazione dati, come questo ad esempio. Supporta molti protocolli di comunicazione, fornisce servizi multimediali

Dettagli

UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse

UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse UBUNTU: gli strumenti di condivisione risorse condivisione 1o1 a cura di Danio Campolunghi La condivisione di risorse Verranno qui proposti gli strumenti grafici di serie messi a disposizione da Ubuntu

Dettagli

VIDEOCAMERA DI RETE SFERICA AVANZATA GUIDA ALL'INSTALLAZIONE

VIDEOCAMERA DI RETE SFERICA AVANZATA GUIDA ALL'INSTALLAZIONE VIDEOCAMERA DI RETE SFERICA AVANZATA GUIDA ALL'INSTALLAZIONE Vi preghiamo di leggere queste istruzioni attentamente prima di del funzionamento e conservatele come riferimento futuro. 1. PANORAMICA 1.1

Dettagli

Indice 1 L architettura di un sistema GNU/Linux 1 1.1 L architettura del sistema................................ 1 1.1.1 L architettura di base.............................. 1 1.1.2 Il funzionamento del

Dettagli

Implementazione di VLAN multiple per l utilizzo della rete wireless

Implementazione di VLAN multiple per l utilizzo della rete wireless Servizio Calcolo e Reti Pavia, 15 Agosto 2006 Implementazione di VLAN multiple per l utilizzo della rete wireless Andrea Rappoldi 1 Introduzione 2 Configurazione degli switch Catalyst Occorre definire

Dettagli

NT OS Loader + Linux mini-howto

NT OS Loader + Linux mini-howto NT OS Loader + Linux mini-howto Bernd Reichert, v1.11, 2 settembre 1997 Questo documento descrive l uso del boot Loader di Windows NT per avviare Linux. La procedura è stata provata

Dettagli

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID

Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID Guida all installazione degli Hard Disk SATA ed alla configurazione del RAID 1. Guida all installazione degli Hard Disk SATA... 2 1.1 Installazione di Hard disk Serial ATA (SATA)... 2 2. Guida alla configurazione

Dettagli

In quest attività sarà installato il sistema operativo Windows XP Professional.

In quest attività sarà installato il sistema operativo Windows XP Professional. 5.4.2 Laboratorio: Installazione di Windows XP Introduzione Stampare e completare questo laboratorio. In quest attività sarà installato il sistema operativo Windows XP Professional. Apparecchiatura Raccomandata

Dettagli

Guida di installazione per Fedora core 4

Guida di installazione per Fedora core 4 Guida di installazione per Fedora core 4 Centro Servizi per la Ricerca Università di Pisa Dipartimento di Informatica Guida di installazione per Fedora core 4 Centro Servizi per la Ricerca Copyright 2005

Dettagli