PICO Controller 2+2. Manuale d'uso. IMPORTANTE! Conservare questo Foglio. Inviarlo alla Manutenzione o ai Supervisori della dispensa utensili.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PICO Controller 2+2. Manuale d'uso. IMPORTANTE! Conservare questo Foglio. Inviarlo alla Manutenzione o ai Supervisori della dispensa utensili."

Transcript

1 PICO Controller 2+2 Manuale d'uso IMPORTANTE! Conservare questo Foglio. Inviarlo alla Manutenzione o ai Supervisori della dispensa utensili. Per consultare i manuali EFD e i file PDF elettronici, visitare il sito

2 Indice Introduzione Note generali Istruzioni per la sicurezza Validità del manuale d'uso Termini della garanzia Uso previsto Disimballaggio e ispezione Descrizione Specifiche tecniche Autorizzazioni e certificazioni Design e interfacce del PICO Controller Viste dei pannelli anteriore e posteriore Vista del pannello anteriore con elementi di comando Vista del pannello posteriore con interfacce elettriche Aggiunta di una scheda di espansione per i canali 3 e Assegnazione delle prese e livello del segnale Tensione di alimentazione Interfacce di canale Interfaccia CAN Interfaccia di aggiornamento Sorgenti per i livelli di segnale Impulsi in uscita Parametri e intervalli dei valori Comunicazione dati via CAN Bus Telegramma dati CAN Struttura dell'identificatore, campo dati e comandi CAN Esempio di un telegramma CAN...27

3 3 Struttura del programma e menu operativo Menu principale del PICO Controller Menu operativo del PICO Controller Possibili impostazioni dei parametri selezionati/variabili Struttura del menu - Disegno principale Programmi di controllo Cicli di programma, file di programma, impostazioni predefinite Funzioni di un programma di controllo Esempi di programma Avviare un PICO Controller Checklist di avviamento Note sulla funzione ARRESTO D'EMERGENZA Manutenzione e pulizia del PICO Controller Manutenzione Pulizia Sostituzione della batteria Guasti, cause e azioni correttive Appendici Appendice 1: Schema di cablaggio (PICO Controller 2+2-potenziale... interno) Appendice 2: Schema di cablaggio (potenziale esterno) Appendice 3: Disegno 2 canali Appendice 4: Disegno 4 canali...55 Indirizzi dell'assistenza e garanzia...retrocopertina 3

4 Introduzione Nordson EFD è un'azienda globale leader nella distribuzione dei fluidi e il sistema di distribuzione PICO è un'apparecchiatura di qualità eccezionale ed estremamente affidabile. Il sistema di distribuzione PICO è stato progettato appositamente per applicazioni industriali e garantisce un'efficienza notevole per lungo tempo. Il presente manuale contiene informazioni utili per sfruttare al massimo le caratteristiche del sistema di distribuzione PICO. Dedicate alcuni minuti a familiarizzarvi con i suoi comandi e le sue caratteristiche e seguite le procedure di collaudo qui raccomandate. Il contenuto del manuale si basa sull'esperienza ultratrentennale nella distribuzione industriale. La presente guida risponderà alla maggior parte dei vostri interrogativi. Tuttavia, se doveste comunque avere bisogno di assistenza, non esitate a contattare Nordson EFD o il vostro distributore Nordson EFD autorizzato. In Asia, chiamare il numero +86 (21) In Europa, chiamare il numero +44 (0) In Italia chiamare il numero verde In tutti gli altri paesi rivolgersi al distributore Nordson EFD autorizzato o chiamare il numero La promessa di EFD EFD è certa che i suoi prodotti saranno di vostra completa soddisfazione. EFD è impegnata ad assicurare che tutti i suoi prodotti vengano realizzati secondo i suoi inderogabili standard di qualità. Qualora aveste la sensazione di non ricevere tutta l'assistenza di cui avete bisogno, o per sottoporre quesiti o commenti, vi invito a scrivermi o a chiamarmi personalmente. Il nostro obiettivo non è solo costruire le apparecchiature e i componenti più efficienti, ma anche quello di creare relazioni durature con i nostri clienti, basate sul massimo livello di qualità, di servizio e di fiducia. 4 Ken Forden, Presidente

5 Note generali 1.1 Istruzioni per la sicurezza Attenzione! Per evitare danni all'unità L'unità può essere riparata solo da personale addestrato e qualificato*). Prima di effettuare operazioni di manutenzione o riparazione, scollegare l'apparecchiatura dall'alimentazione. Ciò vale specialmente per la connessione e lo scollegamento dei cavi al PICO Controller 2+2 per la manutenzione, la riparazione o la preparazione e l'esecuzione di operazioni di manutenzione e riparazione. Attenzione! General engineering rules apply to use of the equipment. Il PICO Controller 2+2 deve essere installato in modo che le interfacce elettriche siano facilmente accessibili e gestibili e che i componenti di visualizzazione siano chiaramente visibili. Il PICO Controller 2+2 è dotato di tecnologie all'avanguardia ed è un'apparecchiatura affidabile e semplice da utilizzare. Eventuali interventi di manutenzione erronei effettuati da personale non adeguatamente qualificato possono implicare notevoli rischi. Per tale motivo, gli operatori devono essere appositamente addestrati. Attenzione! Modifications to Hardware and Software Per motivi di sicurezza, le riparazioni e le sostituzioni dei componenti hardware dell'unità devono essere effettuate solo dal produttore. Il PICO Controller 2+2 può essere utilizzato esclusivamente per attivare i driver PICO o valvole Nordson EFD da 24 V. Utilizzare l'apparecchiatura in conformità alle condizioni e ai parametri operativi specificati dal produttore e riportati nel presente manuale. Il mancato rispetto delle istruzioni per la sicurezza può implicare una limitazione o la perdita completa delle responsabilità del produttore. Ciò vale anche per le apparecchiature e gli accessori acquistati da altri fornitori. *) Il personale qualificato (in virtù della preparazione, dell'addestramento, dell'esperienza e della perfetta conoscenza delle normative, delle disposizioni, dei regolamenti per la prevenzione degli incidenti e delle condizioni di funzionamento) è stato autorizzato dal responsabile della sicurezza del sistema all'esecuzione delle operazioni necessarie ed è in grado di identificare e prevenire potenziali rischi (la definizione di "specialista" è conforme agli standard VDE 105 e ICE 364). 5

6 6 1.2 Validità del manuale d'uso Questo manuale riguarda solo le unità con le release seguenti o successive: release 2.0 per hardware e software. Questi dati di sistema sono reperibili alla voce di menu "System Data" dell'unità. 1.3 Termini della garanzia Il presente manuale non contiene garanzie. La garanzia per i prodotti Nordson EFD è limitata a quanto riportato nella versione aggiornata dei termini e delle condizioni standard generali. La garanzia è valida solo quando l'unità viene utilizzata correttamente e in conformità alle condizioni specificate. Il produttore non si assume alcuna responsabilità per danni conseguenti di qualunque tipo che dovessero verificarsi a causa di guasti o malfunzionamenti dell'apparecchiatura. 1.4 Utilizzo previsto I macchinari e i dispositivi elettrici descritti sono destinati agli impianti industriali. Il PICO Controller 2+2 è un dispositivo elettronico per l'attivazione programmata dei driver PICO. Trasmette segnali elettrici di livello costante e durata variabile (programmabile) sotto forma di linee impulsi/pause e di blocchi impulsi/pause. Questa sequenza di impulsi ha un effetto immediato sui dispositivi successivi. Le sequenze di impulsi in uscita sono costituite da linee impulsi/pause preprogrammate interconnesse. I parametri variabili come il tempo di erogazione, la durata del ciclo, il ritardo e il numero di impulsi sono immessi mediante una scheda di memoria SD. I dati vengono memorizzati su una scheda SD in un PC esterno con un qualsiasi editor di testo o con programmi quali Excel, Access o altri. Il PICO Controller 2+2 non deve essere collegato direttamente a un PC. I parametri operativi possono essere modificati "sul posto" entro i limiti specificati nel programma del PICO Controller 2+2, utilizzando un encoder incrementale e due tasti (ENTER e ESC) sulla parte anteriore del dispositivo. Il PICO Controller 2+2 dispone di una funzione che consente di calcolare il materiale rimasto nel contenitore. Ogni quantità misurata viene sottratta dalla quantità originale presente nel contenitore. Al raggiungimento di un limite di quantità residua precedentemente specificato, un messaggio viene visualizzato sul display e un segnale di stato trasmesso al dispositivo di controllo di livello superiore.

7 Il dispositivo è progettato come cassetta a inserimento per chassis da 19". L'emissione dei segnali impulso/pausa avviene attraverso due (in via opzionale quattro) canali che operano in modo indipendentemente l'uno dall'altro. Il processo di controllo (che inizia con l'emissione dell'impulso di controllo) eseguito dal PICO Controller 2+2 può essere attivato da canale, ad es. dal PLC, mediante 10 singoli segnali binari, via CAN bus o manualmente. Quando la funzione ARRESTO D'EMERGENZA è attiva per un canale, l'impulso di erogazione in corso viene terminato o interrotto, in base alla posizione dell'interruttore software. Si interrompe quindi la trasmissione di altri segnali di controllo. Il PICO Controller 2+2 è progettato per il funzionamento con corrente continua da 24 V DC. Per garantire il corretto funzionamento, una lunga durata e la conformità agli usi a cui è destinata l'apparecchiatura, attenersi scrupolosamente alle condizioni di utilizzo e alle istruzioni specificate nel presente manuale. 1.5 Disimballaggio e ispezione Dopo aver rimosso l'imballo dell'apparecchiatura, accertarsi che la fornitura sia completa e che le condizioni di utilizzo nell'impianto siano conformi ai dati riportati sulla targhetta di identificazione. Contenuto della confezione: 1 x PICO Controller x cavo di alimentazione, 2 m di lunghezza 1 x scheda di memoria SD e un lettore di schede USB 1 x manuale d'uso su CD-ROM. 7

8 2 Descrizione 2.1 Specifiche tecniche Involucro Materiale Dimensioni Lx Hx P Peso Cassetta a inserimento 19"; alluminio, anodizzato nero 142 x 129 x 171 mm (3HE, 28 TE) ca. 1.5 kg Temperatura di esercizio 5 50 C Temperatura di stoccaggio C Umidità relativa - di esercizio max. 80 % Umidità relativa - di stoccaggio max. 90 % Grado di protezione Posizione operativa Dati elettrici IP20 Tensione di alimentazione 24 Vcc ±10% Assorbimento di corrente max. 2.5 W Pico Controller 2+2 (senza carico) Display nella parte anteriore, prese facilmente accessibili 8 Connessioni elettriche Tensione di alimentazione Ingressi/uscite per canale Interfaccia CAN Interfaccia di aggiornamento Funzionamento Modalità di funzionamento nominale Funzionamento Inserimento manuale dei parametri Display Memorizzazione dati Segnali Altezza impulso Intervalli di tempo Tempo di misurazione (durata impulso) Durata del periodo Ritardo Numero di canali Stato canale display Connettore a 4 piedini nel pannello posteriore Presa Sub-D a 25 piedini per canale Presa Sub-D a 9 piedini, possibilità di comunicare con dispositivi di controllo di livello superiore Presa a 8 piedini per aggiornamento software Funzionamento continuo Menu operativo in tedesco, inglese e francese Mediante encoder incrementale e due tasti operativi Display grafico blu/bianco 128 x 64 pixel Memoria non volatile (EEPROM e flash); scheda SD ca. 24 VDC Assegnati singolarmente per linea e canale 0; 0, ,09 ms ±5 µs per impulso (incremento 10 µs) 0,05 ms; 0, ,99 ms ±5 µs per periodo (incremento 10 µs) s tra 2 linee collegate; incremento 1 ms 2 (opzionalmente 4) canali di uscita, indipendenti l'uno dall'altro 1 LED verde per canale

9 Segnali in ingresso / Canale 1 ingresso analogico 0 10 V; per tempi di pausa variabili (tra 0 e ritardo; ritardo = 0, ,99 ms) 10 segnali in ingresso binari ciascuno Per l'attivazione di una linea (o blocco) impulsi/pause Stop / arresto d'emergenza Temp. materiale di misurazione Errore sequenza di misurazione Annullamento immediato della sequenza di misurazione in corso Allarme quando la temperatura del materiale di misurazione supera il limite impostato (segnale da Pico Driver 100 all'unità di controllo di livello superiore) Allarme quando si verifica un errore nella sequenza di misurazione (segnale da Pico Driver all'unità di controllo di livello superiore) Impedenze di ingresso Per ingresso analogico: Ri > 300 kohm per ingresso binario: Ri > 5.3 kohm Livelli logici degli ingressi binari L = 0 5 V H = V Segnali in uscita / canali Uscite impulsi-pause Sistema pronto Fine della sequenza di impulsi Temp. materiale di misurazione Errore sequenza di misurazione Impulsi elettrici 24 V per il controllo della sequenza di misurazione 0 V= non pronto 24 V= pronto Impulso 24 V, durata 100 ms 24 V= normale 0 V= temperatura superata 24 V= normale 0 V= errore sequenza di misurazione (limite raggiunto al controllo del livello oppure driver Pico difettoso o mancante) Uscita analogica T setpoint (configurabile da 0 a 5 V oppure da 0 a 10 V) setpoint per la temperatura del materiale Carico uscita Per uscita impulsi: max. 2 W (80 ma) per uscita analogica: max. 10 ma per altra uscita: max. 0.5 W (20 ma) Nota: 24 V è sempre un valore nominale. 2.2 Autorizzazioni e certificazioni Il PICO Controller 2+2 è destinato all'uso con corrente continua 24 V ed è conforme alla direttiva EMC 2004/108/CE. L'unità è provvista del marchio di conformità CE. L'unità è stata ispezionata secondo il metodo di prova ambientale IEC 68. 9

10 2.3 Design e interfacce del PICO Controller 2+2 Il PICO Controller 2+2 dispone delle interfacce illustrate nel disegno sopra riportato. I canali opzionali 3 e 4 possono essere aggiunti in un secondo tempo con una scheda a innesto. Eseguendo l'attivazione con il PLC, è consigliabile fornire segnali di comunicazione binari con la tensione di esercizio del PLC, isolati galvanicamente dal generatore di impulsi (fare riferimento all'appendice 7 e 7.2). Il PICO Controller 2+2 è basato su microprocessore. L'impostazione dei parametri avviene mediante scheda SD con un file ASCII. I parametri possono anche essere regolati "sul posto" entro i limiti impostati, utilizzando un encoder incrementale e i due tasti presenti sulla parte anteriore dell'unità. Il display visualizza i valori correnti. 10

11 2.4 Viste dei pannelli anteriore e posteriore Vista del pannello anteriore con elementi di comando (dimensioni L x H = ca. 142 x 129 mm) Slot per scheda SD Display grafico blu/bianco 128 x 64 pixel 4 viti prigioniere per il fissaggio all'armadio elettrico LED verdi per visualizzare lo stato dei canali da 1 a 4 Tasto ESC Interruttore on/off / Tensione di alimentazione I = on 0 = off Menu di codifica incrementale con tasto ENTER integrato 4 viti a brugola esterne M3 per il fissaggio del pannello anteriore alla custodia 11

12 2.4.2 Vista del pannello posteriore con interfacce elettriche (dimensioni L x H = ca. 138 x 106 mm) Interfaccia Targhetta di identificazione aggiornamento Prese per canali 1 e 2 Prese per canali 3 e 4 (sotto l'etichetta, se ne possono aggiungere altre) Presa cavo di alimentazione Presa per CAN bus Connessione Alimentazione Canali 1-4 CAN-Bus Interfaccia aggiornamento Note Connettore a 4 piedini (Binder, serie 680) per il cavo che fornisce la tensione Una presa Sub-D a 25 piedini per canale, per la connessione dei segnali necessari per il controllo dell'erogazione. I canali 1 e 2 sono di serie; i canali 3 e 4 possono essere aggiunti; i condotti delle prese 3 e 4 sono predisposti e coperti con un'etichetta. Presa Sub-D a 9 piedini per il collegamento opzionale di un'unità di controllo di livello superiore con comunicazione CAN bus Connettore a 8 piedini (Binder, serie 581) per l'interfacciamento con l'adattatore 12

13 2.5 Aggiunta di una scheda di espansione per i canali 3 e 4 L'equipaggiamento di serie del PICO Controller 2+2 prevede i canali 1 e 2. Se necessario è possibile aggiungere i canali 3 e 4 installando una scheda di espansione. Le interfacce necessarie sono già predisposte. La versione software corrente del PICO Controller 2+2 è già implementata sulla scheda di espansione. Se si desidera aggiungere la scheda di espansione per i canali 3 e 4, contattare direttamente Nordson EFD. 2.6 Assegnazione delle prese e livello del segnale Tensione di alimentazione Posizione del connettore a 4 piedini per il collegamento Piedino Segnale Note V Tensione di esercizio +24 VDC 2 -- Non assegnato 3 -- Non assegnato 4 GND Potenziale di riferimento della tensione di esercizio Interfacce di canale Posizione delle prese Sub-D a 25 piedini per il collegamento: Ogni canale del PICO Controller 2+2 è dotato di una presa Sub-D a 25 piedini. Il cavo di collegamento a Y cod. art viene usato normalmente tra il PICO Controller 2+2 / driver PICO e il PLC. I segnali in ingresso da IN1 a IN10 e IN_STOP servono per controllare i segnali in uscita del canale (blocchi impulsi-pause). Questi segnali in ingresso possono essere generati da interruttori (interruttore manuale o a pedale, interruttore di finecorsa, relè, fotocellula, ecc.) o da dispositivi di controllo elettronici (PLC o simili). Per ricevere un segnale chiaro e senza rimbalzi, è necessario un relè a semiconduttori. Il termine ingresso/uscita nella tabella che segue si riferisce ai collegamenti del cavo di collegamento a Y cod. art

14 La tabella seguente mostra l'assegnazione dei piedini delle prese Sub-D: Piedino Segnale Livello Note Ingresso 1 DGND 0 V Potenziale di riferimento interno 2 GND_IO 0 V Potenziale di riferimento per ingressi e uscite 4 24 V_IO Alimentazione esterna +24 V per le uscite 5 IN1 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 6 IN2 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 7 IN3 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 8 IN4 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 9 IN5 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 10 IN6 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 11 IN7 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 12 IN8 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 13 IN9 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 14 IN10 0V/24V Per attivare un blocco (riferimento GND_IO) 15 IN_STOP 0V/24V Arresto di emergenza: 24 V= unità pronta 0 V= unità ferma 16 *) (0V / 24V) Uso interno (IN_TEMP_PLC- bin. Ingresso driver Pico "Limite di temperatura per erogazione materiale raggiunto" (riferimento DGND)) 17 *) (0V / 24V) Uso interno (IN_FAULT_PLC- bin. Ingresso driver Pico "Errore nella sequenza di erogazione" (riferimento DGND)) 18 IN_ANALOG 0 10 V Per controllare il tempo di pausa assegnato tra 0,12 ms e ritardo (riferimento DGND) 25 DGND 0 V Potenziale di riferimento interno Piedino Segnale Livello Note Uscita 3 24 V 24 V L'alimentazione 24 V interna all'unità è stata sfilata fuori dall'unità per essere utilizzata come potenziale per gli ingressi binari e le uscite binarie 19 OUT_READY 0V/24V Messaggio che segnala che il canale è pronto (riferimento GND_IO); max.20ma 24 V= OK 20 OUT_LINE_END 0V/24V max.20ma 21 OUT_TEMP_PLC 0V/24V max.20ma 22 OUT_FAULT_PLC 0V/24V max.20ma 23 OUT_ANALOG 24 PULS_OUT 0 5/10 V max.10ma 0V/24V max.80ma *) Piedini 16 e 17: Non collegare esternamente! Messaggio che segnala la fine dell'emissione dell'impulso nel canale 24 V/ 100 ms (riferimento GND_IO) Stato temperatura in uscita, confronto tra temperatura effettiva e setpoint della valvola (24 V= OK); riferimento GND_IO Stato errori uscita. Vengono controllate le seguenti funzioni: - Collegamento valvola (ENA) - Tensione azionamento - Riscaldatore (cortocircuito / cavo rotto) - Sensore temperatura (cortocircuito / cavo rotto) - Sovratemperatura - Controllo livello raggiunto 24 V= OK, 0 V= errore Testpoint 0 5/10 V per specificare la temperatura ai driver PICO; regolabile con l'interruttore software Segnale in uscita blocco impulsi-pause (riferimento DGND) ai driver PICO Note (alle interfacce di canale) L'erogazione può essere avviata solo quando l'alto livello (da +12 a +30 V) è sul piedino 17. Attivando la funzione di ARRESTO D'EMERGENZA anche l'alto livello deve essere sul piedino 15. I piedini possono essere collegati per l'esecuzione di prove senza un driver PICO. Piedini 1 e 2: eliminazione dell'isolamento galvanico. Piedino 3, 4, 15 e 17: uso del potenziale interno e simulazione di un funzionamento senza guasti. 14

15 2.6.3 Interfaccia CAN Posizione della presa Sub-D a 9 piedini per il collegamento: attraverso un'interfaccia CAN, il PICO Controller 2+2 può comunicare con un dispositivo di livello superiore via CAN bus. Senza comunicazione, l'unità opera autonomamente. Piedino Segnale Note 1 -- Non assegnato 2 CAN_LOW Linea dati 3 GND Potenziale di riferimento CAN 4 -- Non assegnato 5 -- Non assegnato 6 -- Non assegnato 7 CAN_HIGH Linea dati 8 -- Non assegnato 9 -- Non assegnato Interfaccia aggiornamento Questa presa a 8 piedini può essere usata per caricare gli aggiornamenti del firmware per l'unità di base e per la scheda di espansione separatamente, senza dover aprire l'unità. Per ottenere gli aggiornamenti del firmware, contattare direttamente Nordson EFD (fare riferimento al capitolo 7.3). 15

16 2.6.5 Sorgenti per i livelli di segnale I seguenti livelli di segnale si applicano ai segnali in ingresso e in uscita. I livelli / potenziali di segnale dei segnali binari in ingresso e in uscita possono essere forniti dall'alimentazione interna del PICO Controller 2+2 o da una sorgente separata (PLC, alimentatore o simile). Le fasi di commutazione dei segnali binari in ingresso e in uscita del PICO Controller 2+2 sono isolate galvanicamente dall'alimentazione di fabbrica. In funzione della sorgente di potenziale scelta, è necessario seguire la seguenti istruzioni per i collegamento della presa Sub-D a 25 piedini (canali da 1 a 4). Livello di ingresso Basso, V Alto, V Influisce su IN1.. IN10 IN1... IN10 inattivi IN1... IN10 attivati Influisce su IN_STOP IN_STOPactive = arresto d'emergenza IN_STOPnot active = nessun arresto d'emergenza Livello di uscita 0 V 24 V Significato di OUT_READY 0 V= non pronto 24 V= pronto Significato di OUT_LINE_END indicazione non chiara Impulso 24 V, durata 100 ms = fine dell'emissione dell'impulso OUT_TEMP_PLC 0 V= temperatura materiale di erogazione errore 24 V= temperatura materiale di erogazione normale OUT_FAULT_PLC 0 V= errore di processo 24 V= processo normale Canali segnali in uscita V= nessuna sequenza di erogazione 24 V= sequenza di erogazione attiva 16

17 Potenziale interno all'unità Uso Il potenziale interno è fornito dall'alimentazione del PICO Controller 2+2. Questa versione viene usata principalmente quando per attivare le sequenze di impulsi sono utilizzati interruttori e tasti a potenziale zero. Necessaria azione con potenziale interno (fare riferimento all'appendice 1, capitolo 7.1) Per collegare internamente il potenziale, i seguenti punti elettrici devono essere collegati alle prese a 25 piedini dei rispettivi canali: i punti DGND e GND_IO (ovvero il collegamento dei PIN 1 e 2) così come i punti 24 V e 24 V_IO (ovvero il collegamento dei PIN 3 e 4). Ciò consente di eliminare l'isolamento galvanico delle singole fasi di commutazione. Il potenziale 24 V si applica ai contatti in chiusura (IN1... IN10) ai contatti in apertura (IN_STOP) e, dopo l'azionamento di questi interruttori, ne causa l'attivazione (avviamento di una sequenza di impulsi o arresto d'emergenza). Con questa applicazione, i segnali in uscita possono essere utilizzati ad esempio come segnalazioni ottiche ed acustiche per l'operatore. La massima capacità di carico delle uscite deve essere rispettata (fare riferimento al capitolo 2.1). Potenziale di sorgenti separate Uso Il potenziale separato viene utilizzato principalmente quando il dispositivo di controllo dispone di un alimentatore proprio (PLC, elettronica di controllo, ecc.) e gli ingressi IN1.. IN10 e IN_STOP sono attivati direttamente da segnali binari. Per questo scopo, un collegamento elettrico deve essere stabilito tra la tensione di alimentazione esterna e gli stadi di ingresso e uscita del PICO Controller 2+2. Necessaria azione con potenziale esterno (fare riferimento all'appendice 2, capitolo 7.2) 24 V_IO e GND_IO devono essere collegati ai rispettivi morsetti dell'alimentazione esterna. I segnali in ingresso IN1... IN10 devono essere attivati direttamente. Con questa applicazione, i segnali in uscita OUT_READY e OUT_LINE_END servono principalmente come conferma per il programma di controllo. 17

18 2.7 Impulsi in uscita Ogni canale dispone di una propria sezione nella memoria del programma. Un programma per una sequenza di erogazione è costituito da 1 a 99 linee. Le linee e i blocchi sono compilati con un editor di testo per ogni canale su un PC come file.txt. Sono memorizzati nel buffer di una scheda SD e quindi caricati nella memoria del PICO Controller 2+2. Un blocco di impulsipause viene avviato con i segnali in ingresso da IN1 a IN10 o manualmente attraverso il menu operativo. Linee di impulsi-pause Una linea di impulsi-pause è costituita da 1 a 999 cicli identici (ripetizioni). Un ciclo è composto dalla durata di un impulso e dalla durata di una pausa. Un tempo di erogazione può essere 0 o minimo 0,05 ms. Con un tempo di erogazione di 0 ms, un ritardo costante o variabile può precedere la sequenza di erogazione. Ciò avviene immettendo il rispettivo valore numerico o una v nella linea corrispondente, nel campo Pause Time nel programma di controllo. Il tempo di pausa tra due impulsi di erogazione deve essere come minimo 0,12 ms. Un segnale continuo (erogazione continua) può essere programmato quando il tempo di pausa è 0 ms. Ciò consente di applicare una linea o un tratto senza interruzioni. L'andamento generale di una linea di impulsi-pause è illustrato nella figura seguente. Le variabili di una linea di impulsi-pause (= linea ) sono il tempo di erogazione, il tempo di pausa e il numero di impulsi. Per facilitare una regolazione di precisione, sull'unità è impostato il periodo al posto del tempo di pausa. L'altezza dell'impulso è costante a +24 V DC; non può essere modificata. Una linea può essere attivata singolarmente o collegata in un blocco. 18 Figura 1: Schema generale dell'andamento di una linea di impulsi-pause (una linea è costituita da 1 a 999 cicli di impulsi-pause).

19 Nella memoria di programma del PICO Controller 2+2 possono essere memorizzate fino a 99 linee di impulsi-pause diverse. Una linea viene avviata con un segnale binario in ingresso, da IN1 a IN10, passivamente collegandola alla linea precedente oppure attivandola alla voce di menu Manual Mode. Blocchi di impulsi-pause Un blocco di 2 fino a 99 linee di impulsi-pause è denominato blocco di impulsi-pause. Un ritardo da 0 a s (in step di 1 ms) può essere inserito tra due linee che devono essere collegate. Un blocco viene avviato per ogni canale con un segnale binario IN1 IN 10 o attraverso il programma operativo premendo un tasto. Quando le linee sono collegate, la linea completata attiva la successiva (collegata) senza che sia necessario un altro segnale di avvio (attivazione passiva). È possibile anche programmare loop infiniti. Nota: un loop infinito può essere interrotto solo con il segnale IN_STOP oppure, nella modalità manuale, con ESC. Eseguire sempre prove approfondite! I segnali binari (segnali di avvio) possono essere generati mediante tasto o interruttore manuale, a pedale o di finecorsa, oppure da un PLC, un PC industriale, ecc. Il segnale binario che deve attivare l'avvio di una linea deve essere specificato nel programma della linea. Il seguente schema di andamento mostra l'esempio di un blocco di impulsi-pause costituito da tre linee interconnesse. Figure 2: Example 1 - Pulse-pause block with constant pause times Il blocco illustrato nell'esempio 1 è composto da tre linee con tempi diversi di impulso e di pausa e con un numero diverso di cicli di impulsi per linea. La linea 1 viene avviata con il segnale in ingresso IN1 IN10. Le linee 2 e 3 collegate vengono avviate al completamento della linea precedente. Un ritardo è stato inserito tra le linee 1 e 2 e tra le linee 2 e 3. È possibile selezionare un ritardo compreso tra 0 e ms. 19

20 v = f(uean) UEan = V UEan: tensione ingresso analogico; assegnazione all'interno del programma: 0 V 0.12 ms, 10 V Ritardo Ritardo: selezionabile tra 0 e 9999,99 ms Figura 3: Esempio 2 - Blocco di impulsi-pause con tempi di pausa costanti e variabili Linea Tempo di erogazione Tempo di pausa Ritardo 1 0 v (variabile) 0 2 DZ2 (constante) PZ2 (constante) 0 3 DZ3 (constante) v (variabile) 0 Il blocco illustrato nell'esempio 2 è costituito da tre linee con tempi di pausa costanti e variabili. Una pausa di lunghezza variabile è realizzata nella linea 1 (non un impulso!). La linea 2 contiene due impulsi e due pause, ciascuno di lunghezza costante, mentre la linea 3 contiene un impulso di lunghezza costante e un tempo di pausa variabile. Il blocco dell'esempio 2 viene avviato con il segnale in ingresso IN1. Nessun ritardo è stato inserito tra le linee. 20

21 2.8 Parametri e intervalli dei valori Parametro Contenitore, pieno [ ,99 g] Limite quantità residua [ ,99 g] Campo di regolazione [ % o v = gamma completa] Temperatura [ C] Stop 0 = off; 1 = on 2 = arresto d'emergenza Ritardo [ ,99 ms, risoluzione 10 bit] *) Linea [ ] Tempo di erogazione [0 o 0,05 ms ,99 ms] Periodo [v, 0,05 ms o 0, ,99 ms] Numero di impulsi [ ] IN [IN= , IN=0] Linea V [ ] Ritardo: [ ms] Numero di blocchi [ ] Quantità [ ,99 mg] Seg. cont. est. 0 = routine standard 1 = routine speciale Spiegazione Quantità totale del materiale in un contenitore pieno (questa quantità è disponibile per l'erogazione dal contenitore pieno) Quando il materiale nel contenitore scende a questo livello, il sistema emette un segnale che consente di prendere le misure necessarie in tempo (ad es. cambio contenitore) (quantità residua = quantità nel contenitore pieno meno la quantità utilizzata) Indicazione delle possibili variazioni sui driver PICO (in percentuale del tempo di erogazione, del tempo di pausa, del numero di impulsi); il campo di regolazione consente di modificare l'intera gamma di valori (la gamma completa). Indicazione della temperatura del materiale nella valvola di erogazione; il valore si applica a tutte le sequenze di erogazione nel canale La funzione ARRESTO D'EMERGENZA si attiva interrompendo l'invio del segnale 24 V al piedino 15; molti parametri possono essere modificati con gli interruttori software: 0: off / non attivo 1: on (l'impulso di erogazione corrente viene eseguito completamente) 2: arresto d'emergenza (l'emissione dell'impulso viene annullata il più rapidamente possibile) Valore massimo di un tempo di pausa variabile; la durata della pausa varia proporzionalmente alla tensione dell'ingresso analogico, da 0 a 10 V, entro l'intervallo di 0,12 ms rispetto al ritardo (0 V 0.12 ms; 10 V ritardo) Numero crescente delle linee di programma; è possibile memorizzare da 1 a 99 linee per canale Durata di un impulso di erogazione in questo periodo di tempo si ha la misurazione del materiale; 0,05 ms tempo di erogazione minimo per una valvola; 0 ms se la sequenza di erogazione deve iniziare con una pausa Durata di un impulso di erogazione + pausa; durante la pausa il materiale non viene erogato; se il tempo di erogazione = periodo serve per inanellare gli impulsi in un segnale continuo; quando il tempo di pausa v è variabile, il segnale di ingresso analogico regola la pausa tra 0,12 ms e il tempo di ritardo Numero di impulsi di erogazione (uniformi) in una linea; un impulso è costituito dal tempo di erogazione e dal tempo di pausa Segnale in ingresso per l'avvio di una linea; i trasmettitori di segnale possono essere tasti, interruttori, fotocellule, PLC, ecc.; IN= 0: la linea non può essere avviata dal segnale in ingresso, l'attivazione si verifica solo se collegata come linea V o nella modalità manuale Una linea è collegata ad una linea V (linea successiva); un ritardo può essere inserito tra le linee collegate; tutte le linee esistenti tra 1 e 99 possono essere collegate tra di loro in qualsiasi ordine; linea 0 significa nessuna collegamento (fine della linea) Ritardo tra due linee collegate (ad es. durata del trasferimento di un componente ad una nuova posizione di erogazione) Numero di cicli di una linea (o blocco); per linee (blocchi) avviabili, il numero di blocchi deve essere minimo 1. Nota: se un blocco costituito da linee multiple deve essere ripetuto, il numero di ripetizioni deve essere memorizzato nella linea di partenza del blocco alla voce Numero di blocchi. Numero di linee di materiale consumato per blocco; questa quantità serve per calcolare il consumo di materiale (numero di linee moltiplicato per la quantità/linea); la quantità per linea deve essere determinata per tentativi 0 = nessun segnale continuo esterno, significa che l'erogazione segue la routine standard (avvio sequenze di erogazione con IN1... IN10); 1 = il segnale continuo esterno è attivo; per tutta la sua durata di applicazione, l'erogazione segue una routine speciale. Il programma di erogazione memorizzato nella rispettiva linea viene eseguito come loop infinito e si arresta all'interruzione del segnale continuo: gli impulsi di erogazione che sono già stati avviati vengono completati per evitare la formazione di gocce *) Per via del cablaggio, solo circa 800 di 210 = 1024 step potenzialmente possibili sono effettivamente in uso. 21

Manuale di Prodotto. Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S

Manuale di Prodotto. Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S Manuale di Prodotto Mylos KNX Modulo 2 ingressi binari con interruttori a bilanciere 2CSYK1002C/S 2CSYK1003C/S Sommario Sommario 1 Caratteristiche tecniche... 4 1.1 Modulo 2 ingressi binario 1 interruttore...

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S

ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Manuale di prodotto ABB i-bus EIB / KNX Terminali di ingresso binari BE/S Sistemi di installazione intelligente Questo manuale descrive il funzionamento dei terminali di ingresso binari BE/S. Questo manuale

Dettagli

Calibratore di loop Druck UPS-III

Calibratore di loop Druck UPS-III GE Sensing Calibratore di loop Druck UPS-III Manuale utente - KI0317 Centri di assistenza autorizzati Per l'elenco dei centri di assistenza consultare il sito: www.gesensing.com Simboli Questa apparecchiatura

Dettagli

Descrizione dell Applicazione

Descrizione dell Applicazione IC00B01DMXFI01010004 Descrizione dell Applicazione Gateway KNX / DMX IC00B01DMX 1/12 DESCRIZIONE GENERALE Il Gateway KNX/DMX è un interfaccia tra il bus KNX ed il bus DMX512. Combina elementi building

Dettagli

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798

Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 10 798 GW 12 798 GW 14 798 Ricevitore RF 8 canali EIB - da incasso GW 0 798 GW 798 GW 4 798 3 8 A 3 4 5 4 0 5 9 6 7 6 Pulsante di test canali EIB 3 4 5 6 LED multifunzione LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione

Dettagli

Scheda di controllo 1,5 assi

Scheda di controllo 1,5 assi CHARGE POWER RUN RD 5 000000 STS SD R88A-MCW5-@ Scheda di controllo,5 assi Schede controllo assi Controllo avanzato del movimento remoto. Collegabile direttamente a un servoazionamento della serie Sigma-II

Dettagli

Interfaccia EIB - centrali antifurto

Interfaccia EIB - centrali antifurto Interfaccia EIB - centrali antifurto GW 20 476 A 1 2 3 1 2 3 4 5 Terminali bus LED di programmazione indirizzo fisico Tasto di programmazione indirizzo fisico Cavo di alimentazione linea seriale Connettore

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE

MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE MANUALE D ISTRUZIONI MOTORE PER CANCELLO SCORREVOLE BM_500B-7 BM_500M-7 Indice 1. Dotazione. 2 2. Funzioni. 3 3. Installazione. 3 4. Programmazione. 9 5. Specifiche tecniche. 13 6. Manutenzione. 13 7.

Dettagli

Solo le persone in gamba leggono i manuali.

Solo le persone in gamba leggono i manuali. Solo le persone in gamba leggono i manuali. Sommario Introduzione...1 Accensione e spegnimento sicuri dell'unità... 1 Scollegamento delle unità esata e 1394... 2 Unità esata... 3 Unità 1394... 4 Installazione

Dettagli

Indicatori digitali per montaggio a pannello Modello DI35

Indicatori digitali per montaggio a pannello Modello DI35 Accessori Indicatori digitali per montaggio a pannello Modello DI35 Scheda tecnica WIKA AC 80.03 Applicazioni Costruzione di macchine e impianti Banchi prova Misura di livello Applicazioni industriali

Dettagli

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET

Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET ValveConnectionSystem Sistema di collegamento per elettrovalvole e distributori, compatibile con i bus di campo PROFIBUS-DP, INTERBUS-S, DEVICE-NET P20.IT.R0a IL SISTEMA V.C.S Il VCS è un sistema che assicura

Dettagli

Back-UPS Pro 1200/1500 230 V Installazione e funzionamento

Back-UPS Pro 1200/1500 230 V Installazione e funzionamento Back-UPS Pro 1200/1500 230 V Installazione e funzionamento Contenuto Sicurezza bu001a (2) Non installare l'unità Back-UPS alla luce solare diretta, in condizioni di calore o umidità eccessivi o a contatto

Dettagli

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X

MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MULTIPLEXER 4 CANALI CON FUNZIONAMENTO DUPLEX E VIDEO A COLORI AXECD4X MANUALE D INSTALLAZIONE LEGGERE ATTENTAMENTE IL PRESENTE MANUALE PRIMA DI METTERE IN FUNZIONE L'APPARECCHIATURA. INDICE Caratteristiche

Dettagli

Software di applicazione Tebis

Software di applicazione Tebis Software di applicazione Tebis Prodotti ingresso / Uscita Tapparella / Uscita radio Caratteristiche elettriche / meccaniche: vedi manuale prodotto Riferimento prodotto Denominazione prodotto Prodotto filare

Dettagli

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013

Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Istruzioni per l'uso originali Pulsante di emergenza con modulo di sicurezza AS-i integrato AC011S 7390990/00 05/2013 Indice 1 Premessa3 1.1 Spiegazione dei simboli 3 2 Indicazioni di sicurezza 4 2.1 Requisiti

Dettagli

Interfaccia di Comunicazione DFTS Manuale d'uso

Interfaccia di Comunicazione DFTS Manuale d'uso Domino Domino Interfaccia di Comunicazione DFTS Manuale d'uso Versione 1.2 - Giugno 2002 srl Via Longhena 4-20139 MILANO Tel. 02/57300377 - FAX 02/55213686 Domino - DFTS: Manuale d'uso r.1.2 Indice 1-

Dettagli

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia

Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Regolatore per gruppo compatto di collegamento e gestione energia Serie 2850.. Manuale di installazione e messa in servizio Grazie per aver acquistato questo apparecchio. Leggere attentamente queste istruzioni

Dettagli

Pos.n. 510158. CONTROLLER 2518 Manuale utente

Pos.n. 510158. CONTROLLER 2518 Manuale utente Pos.n. 510158 CONTROLLER 2518 Manuale utente Sezione 1 INTRODUZIONE Grazie per aver scelto il controller Martin 2518. E un controller DMX facile da usare e robusto, che resterà affidabile per molti anni

Dettagli

- 15G0078A120 - MODULO DEVICENET ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB

- 15G0078A120 - MODULO DEVICENET ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB - 5G0078A0 - MODULO DEVICENET ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-/ASAB Emesso il 5/06/0 R. 0 Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le avvertenze

Dettagli

Manuale Termostato. Simbologia: Attenzione! Pericolo. Nota. La sezione contrassegnata con questo simbolo contiene informazioni aggiuntive importanti.

Manuale Termostato. Simbologia: Attenzione! Pericolo. Nota. La sezione contrassegnata con questo simbolo contiene informazioni aggiuntive importanti. Manuale Termostato 1. Informazioni sul manuale Leggere attentamente il presente manuale prima di usare il dispositivo. Il manuale contiene importanti informazioni sull uso previsto per il dispositivo.

Dettagli

Istruzioni per l uso CAMILLE BAUER METRAWATT METRAOHM 413 3-348-776-37 2/9.97. Ohmmetro per piccole resistenze

Istruzioni per l uso CAMILLE BAUER METRAWATT METRAOHM 413 3-348-776-37 2/9.97. Ohmmetro per piccole resistenze Istruzioni per l uso METRAOHM 413 Ohmmetro per piccole resistenze GOSSEN METRAWATT CAMILLE BAUER 3-348-776-37 2/9.97 V 8 6 5 4 20 200 PE-TEST 7 1 20 200 + /- METRAOHM 413 3 2 10 9 1 Tasto misura (accendere

Dettagli

Vista dall alto del connettore dello Slave. Vista dall alto del connettore dello Slave. Vista dall alto del connettore dello Slave

Vista dall alto del connettore dello Slave. Vista dall alto del connettore dello Slave. Vista dall alto del connettore dello Slave Accessori Serie 00 Presa diritta alimentazione PG9 00.F0.00.00 0 V SHIELD + NODO + UTILIZZI 00..00-0..00-00..08I - 00..6I Spina diritta per bus DeviceNet 00.M0.00.00 (CAN_SHIELD) (CAN_V+) CAN_GND CAN_H

Dettagli

Centralina SC3. cod.3401005

Centralina SC3. cod.3401005 cod.3401005 Descrizione Centralina per sistemi di riscaldamento e di riscaldamento ad energia solare, a 3 circuiti 3 uscite con regolazione del numero di giri e 1 uscita a potenziale zero, 8 ingressi per

Dettagli

Installazione del trasmettitore. ACom6

Installazione del trasmettitore. ACom6 Installazione del trasmettitore CBC (Europe) Ltd. Via E.majorana, 21 20054 Nova Milanese (MI) tel: +39 (0)362 365079 fax: +39 (0)362 40012 1 Precauzioni Il dispositivo non deve essere esposto a pioggia

Dettagli

MODULO DEVICENET. Soluzione comunicazione. Guida dell utente. trasmesso all utente finale. DATA RATE 500 kb PGM 250 kb 125 kb

MODULO DEVICENET. Soluzione comunicazione. Guida dell utente. trasmesso all utente finale. DATA RATE 500 kb PGM 250 kb 125 kb 4374 it - 011.11 / c Stop Ready Run Start Trip Reset Local LCL RMT Questo manuale deve essere trasmesso all utente finale DATA RATE 500 kb PGM 50 kb 15 kb NODE ADDRESS ( 00-63, PGM ) 4 0 PGM MSD 0 8 LSD

Dettagli

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT

Manuale. Disinserzione sicura per MOVIAXIS. Condizioni. Edizione 08/2006 11523042 / IT Motoriduttori \ Riduttori industriali \ Azionamenti e convertitori \ Automazione \ Servizi Disinserzione sicura per MOVIAXIS Condizioni Edizione 08/2006 1152302 / IT Manuale SEW-EURODRIVE Driving the world

Dettagli

Istruzioni per l uso originali Pulsante di emergenza di sicurezza AS-i AC012S 7390991/00 05/2013

Istruzioni per l uso originali Pulsante di emergenza di sicurezza AS-i AC012S 7390991/00 05/2013 Istruzioni per l uso originali Pulsante di emergenza di sicurezza AS-i AC012S 7390991/00 05/2013 Indice 1 Premessa3 1.1 Spiegazione dei simboli 3 2 Indicazioni di sicurezza 4 2.1 Requisiti tecnici di sicurezza

Dettagli

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Danfoss CLX Series. Guida rapida CLX GM SOLAR INVERTERS

MAKING MODERN LIVING POSSIBLE. Danfoss CLX Series. Guida rapida CLX GM SOLAR INVERTERS MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Danfoss CLX Series Guida rapida CLX GM SOLAR INVERTERS Sommario Sommario 1. Istruzioni importanti 2 Introduzione 2 Simboli 2 Istruzioni di sicurezza 2 2. Panoramica del prodotto

Dettagli

Istruzioni per l'uso. Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00

Istruzioni per l'uso. Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00 Edizione 07.2014 610.00260.60.600 Manuale d'uso originale Italiano Istruzioni per l'uso Unità di Controllo Manuale MMI 2FX4520-0ER00 Indice 1 Riguardo alle presenti istruzioni... 3 1.1 Conservazione della

Dettagli

SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA. Asciugabiancheria a condensa con pompa di calore ENV06 HP

SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA. Asciugabiancheria a condensa con pompa di calore ENV06 HP SERVICE MANUAL ASCIUGABIANCHERIA Electrolux Home Italia S.p.A. Numero di pubblicazione Corso Lino Zanussi, 30 I - 33080 Porcia PN - 599 71 61 36 Fax: + 39 0434 394096 IT Asciugabiancheria a condensa con

Dettagli

Hometronic Interfaccia Vocale e Web HCI200IT-E Installazione e funzionamento

Hometronic Interfaccia Vocale e Web HCI200IT-E Installazione e funzionamento Honeywell Hometronic Interfaccia Vocale e Web HCI200IT-E Installazione e funzionamento Indice Indice Requisiti di sistema 3 Versione software per HCM200 3 Telefono 3 Panoramica 4 Informazioni generali

Dettagli

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO!

LOGO! Avvio alla programmazione. Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! LOGO! Avvio alla programmazione Versione 1.0 Guida pratica per compiere i primi passi con LOGO! [Digitare il testo] [Digitare il testo] [Digitare il testo] CONTENUTI 1 INTRODUZIONE... 3 2 PRIMI PASSI PER

Dettagli

Guida rapida. Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com

Guida rapida. Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com Guida rapida Collegamento indipendente nella rete GAMMA instabus EIB/KNX (LOGO! e modulo EIB/KNX) www.siemens.com s Campi d impiego... 3 Collegamento dei moduli LOGO! - KNX... 10 Conclusioni... 21 Descrizione

Dettagli

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione

CE1_AD/P2 DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE. Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione DISPOSITIVO ELETTRONICO PROGRAMMABILE CE1_AD/P2 Caratteristiche tecniche Collegamenti elettrici Calibratura Note di funzionamento e installazione Versione 01.10/12 CE1_AD/P2: dispositivo elettronico programmabile

Dettagli

PowerView. Modello PV-101 Manuale utente. Rev 02-16-07 00-02-0605 Sezione catalogo 78

PowerView. Modello PV-101 Manuale utente. Rev 02-16-07 00-02-0605 Sezione catalogo 78 PowerView Modello PV-101 Manuale utente Rev 02-16-07 00-02-0605 Sezione catalogo 78 Per offrire ai nostri clienti prodotti di altissima qualità e sempre aggiornati, ci riserviamo il diritto di modificare

Dettagli

Istruzioni rapide Sensore 3D per macchine mobili. O3M15x 80222723/00 08/2014

Istruzioni rapide Sensore 3D per macchine mobili. O3M15x 80222723/00 08/2014 Istruzioni rapide Sensore 3D per macchine mobili O3M15x 80222723/00 08/2014 Indice 1 A proposito di questo manuale 4 1.1 Simboli utilizzati 4 1.2 Avvertenze utilizzate 4 2 Indicazioni di sicurezza 4 3

Dettagli

Sensori ad ultrasuoni ADVANCED con IO-Link. Disegno quotato

Sensori ad ultrasuoni ADVANCED con IO-Link. Disegno quotato Sensori ad ultrasuoni ADVANCED con IO-Link Disegno quotato HTU418B- DMU418B- HTU430B- DMU430B- it 02-2015/01 50122144 4...20 ma 0...10 V 25 400mm 150 1300mm 300 3000mm 15-30 V DC Con riserva di modifiche

Dettagli

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller.

Istruzioni per l uso. Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. Istruzioni per l uso Controller B 170 (MB 1) Leggere attentamente le presenti istruzioni per l uso prima di mettere in funzione il controller. T( C) Controller B 170 T1 7 4 8 5 9 6 Eurotherm 2132i start

Dettagli

Software EasyKool. Istruzioni per l'uso

Software EasyKool. Istruzioni per l'uso Software EasyKool Istruzioni per l'uso 2 1 Indice 1 Indice 1 Indice... 3 1.1. In questo manuale... 5 2 Descrizione delle prestazioni... 5 2.1. Utilizzo... 5 2.2. Requisiti di sistema... 6 3 Prima di utilizzare

Dettagli

Registratore Dati G-Force a 3 assi

Registratore Dati G-Force a 3 assi Manuale d'istruzioni Registratore Dati G-Force a 3 assi Modello VB300 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Registratore Dati G-Force VB300. Il Modello VB300 può misurare e registrare urti

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

Accessori. Applicazioni. Caratteristiche distintive. Descrizione

Accessori. Applicazioni. Caratteristiche distintive. Descrizione Accessori Indicatori digitali di alta qualità per montaggio a pannello Modello DI35-M con ingresso multifunzione Modello DI35-D, con due ingressi per segnali normalizzati Scheda tecnica WIKA AC 80.03 Applicazioni

Dettagli

Modelli disponibili---------------------------------------------------------------------------

Modelli disponibili--------------------------------------------------------------------------- OMRON Modulo di controllo 1,5 assi R88A-MCW151-(DRT)-E Si installa direttamente su un servoazionamento della serie W diventando un potente sistema di controllo assi decentralizzato. Due modelli disponibili:

Dettagli

Guida rapida. Informazioni sul pannello operatore. Informazioni sulle spie del pannello operatore. Guida rapida

Guida rapida. Informazioni sul pannello operatore. Informazioni sulle spie del pannello operatore. Guida rapida Guida rapida Informazioni sul pannello operatore Il pannello operatore della stampante dispone di due pulsanti e sei spie (il pulsante è anche una spia). Le spie indicano lo stato della stampante mentre

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

1 OPERAZIONI PRELIMINARI

1 OPERAZIONI PRELIMINARI 1 Contenuti: DIGIAIR PRO T2/C Descrizione... 3 1 OPERAZIONI PRELIMINARI 4 1.1 ACCENSIONE ON/OFF 4 1.2 ALIMENTAZIONE E BATTERIA. 4 1.3 COME UTILIZZARE LO STRUMENTO. 4 ATTENUATORE 5 2 DESCRIZIONE DELLE FUNZIONI...

Dettagli

Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE. IntellyGate Guida di installazione ed uso

Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE. IntellyGate Guida di installazione ed uso Guida di installazione ed uso per IntellyGate PASSI DA SEGUIRE PER L'INSTALLAZIONE Di seguito vengono riassunti i passi da seguire per installare l'intellygate. 1. Accedere alle pagine web di configurazione

Dettagli

DUEMMEGI. VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso. Versione 1.0 - Gennaio 2007

DUEMMEGI. VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso. Versione 1.0 - Gennaio 2007 DUEMMEGI minidisp2 minidisp2 VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI Manuale d'uso Versione 1.0 - Gennaio 2007 HOME AND BUILDING AUTOMATION Via Longhena 4-20139 MILANO Tel. 02/57300377 - FAX 02/55213686 www.duemmegi.it

Dettagli

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015

IT DA2 Kit Guida al a programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 DA2 Kit IT Guida alla programmazione per lettori di banconote NV9 NV9 USB NV10 NV10 USB NV11 - BV100 Rev. 1.4 10 09 2015 GUIDA AI SIMBOLI DI QUESTO MANUALE Al fine di agevolare la consultazione del documento

Dettagli

Sielco Elettronica S.r.l. via Edison 209 20019 Settimo Milanese (MI ) Italia http://www.sielcoelettronica.com info@sielcoelettronica.

Sielco Elettronica S.r.l. via Edison 209 20019 Settimo Milanese (MI ) Italia http://www.sielcoelettronica.com info@sielcoelettronica. Sielco Elettronica S.r.l. via Edison 209 20019 Settimo Milanese (MI ) Italia http://www.sielcoelettronica.com info@sielcoelettronica.com Sommario 1 Installazione... 1 1.1 Verifica della confezione...1

Dettagli

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso

VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2. Manuale d uso VISUALIZZATORE DI ALLARMI E MESSAGGI DISP 2 Manuale d uso Note: Le informazioni contenute in questa documentazione possono essere modificate senza preavviso. Per ulteriori informazioni contattare: DUEMMEGI

Dettagli

TeleButler FHS C2. Istruzioni per l uso Versione 3.0 / 1130

TeleButler FHS C2. Istruzioni per l uso Versione 3.0 / 1130 TeleButler FHS C2 Istruzioni per l uso Versione 3.0 / 1130 Indice PRIMA MESSA IN FUNZIONE... -3- DESCRIZIONE DEL PRODOTTO... -3- AVVISI DI SICUREZZA... -3- CONTENUTO DELLA CONFEZIONE... -3- CONTROLLO TRAMITE

Dettagli

EUROPLUS - SOFT Art.: 4096

EUROPLUS - SOFT Art.: 4096 LINCE ITALIA S.p.A. REG.N.4796 UNI EN ISO 9001:2008 EUROPLUS - SOFT Art.: 4096 MANUALE DI INSTALLAZIONE, PROGRAMMAZIONE ED USO MADE IN ITALY SOMMARIO 1 Informazioni generali... 3 1.1 Requisiti di sistema...

Dettagli

SOLAR VIEW. pv data logger. - Manuale d installazione e uso -

SOLAR VIEW. pv data logger. - Manuale d installazione e uso - SOLAR VIEW pv data logger - Manuale d installazione e uso - INTRODUZIONE Vi ringraziamo per la scelta del nostro prodotto. L apparecchio descritto in questo manuale è un prodotto di alta qualità, attentamente

Dettagli

FLS M9.50 CONTROLLORE DI TRAVASO. Istruzioni per la sicurezza. Contenuto della confezione

FLS M9.50 CONTROLLORE DI TRAVASO. Istruzioni per la sicurezza. Contenuto della confezione FLS M9.50 CONTROLLORE DI TRAVASO Istruzioni per la sicurezza Istruzioni generali Installare e utilizzare il prodotto attenendosi scrupolosamente al manuale di istruzioni. Questo prodotto è progettato per

Dettagli

Rilevatore di presenza Tipo: 6132-2x-102

Rilevatore di presenza Tipo: 6132-2x-102 396704 Il sensore di movimento si collega al bus mediante un dispositivo di accoppiamento da incasso. È in grado di trasmettere telegrammi per la commutazione di attuatori EIB. Tramite un commutatore a

Dettagli

MODULO TECNOALARM MANUALE UTENTE COD. KNX-TALM VERSIONE 2.0.6 PER LA GESTIONE INTEGRATA DI CENTRALI ANTIFURTO IN KONNEXION

MODULO TECNOALARM MANUALE UTENTE COD. KNX-TALM VERSIONE 2.0.6 PER LA GESTIONE INTEGRATA DI CENTRALI ANTIFURTO IN KONNEXION MODULO TECNOALARM PER LA GESTIONE INTEGRATA DI CENTRALI ANTIFURTO IN KONNEXION MANUALE UTENTE COD. KNX-TALM VERSIONE 2.0.6 1 INSTALLAZIONE 1.1 REQUISITI Il modulo abilita il controller di supervisione

Dettagli

fog machines FX5 Show division

fog machines FX5 Show division Show division INDICE CARATTERISTICHE TECNICHE PAG 3 1 IMPORTANTI INFORMAZIONI DI SICUREZZA PAG 4 2 CONNESSIONE ALLA RETE ELETTRICA PAG 5 3 COLLEGAMENTO DMX PAG 5 4 INDIRIZZI DMX PAG 6 5 CAMBIO FUSIBILE

Dettagli

ENA 50-60 Appendice. Istruzioni d'installazione e d'impiego. Flamco www.flamcogroup.com

ENA 50-60 Appendice. Istruzioni d'installazione e d'impiego. Flamco www.flamcogroup.com ENA 50-60 Appendice d'impiego Flamco www.flamcogroup.com Edizione 2010 / IT Indice Pagina 1. Messa in servizio 3 1.1. Messa in servizio di ENA 50/60 3 1.2. Parametri per la messa in servizio 3 2. Voci

Dettagli

E tube Project. Manuale d'uso

E tube Project. Manuale d'uso E tube Project Manuale d'uso SOMMARIO INTRODUZIONE...3 NOMI DELLE PARTI...4 INFORMAZIONI SU E TUBE PROJECT...5 SPECIFICHE TECNICHE DELL'APPLICAZIONE...6 INSTALLAZIONE DEL DRIVER DI SM PCE1...7 COLLEGAMENTO

Dettagli

Mobile Acuity. LT Sistema di monitoraggio centralizzato. Guida all'installazione. Software versione 8.x

Mobile Acuity. LT Sistema di monitoraggio centralizzato. Guida all'installazione. Software versione 8.x Mobile Acuity LT Sistema di monitoraggio centralizzato Guida all'installazione Software versione 8.x 2013, Welch Allyn REF 105497 DIR 80018483 Ver A Stampato negli USA Welch Allyn, Acuity, Propaq e Micropaq

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI ATTACK e ATTACK IR

MANUALE DI ISTRUZIONI ATTACK e ATTACK IR MANUALE DI ISTRUZIONI ATTACK e ATTACK IR ISTRUZIONI OPERATIVE Di cosa avete bisogno: 1) Una o più schede SD (vedere appendice A per raccomandazioni); 2) Otto batterie stilo AA; 3) Quando Ambush IR è acceso,

Dettagli

Manuale DVM 70. Digital Voice Master

Manuale DVM 70. Digital Voice Master Manuale DVM 70 Digital Voice Master Kapitelbezeichnung Kapitelbezeichnung X.X Unterpunkt SCHAEFER GmbH Winterlinger Str. 4 72488 Sigmaringen Germania Telefono +49 7571 722-0 Telefax +49 7571 722-99 info@ws-schaefer.de

Dettagli

MANUALE D ISTRUZIONI. Contatore di particelle video con fotocamera integrata. Modello VPC300

MANUALE D ISTRUZIONI. Contatore di particelle video con fotocamera integrata. Modello VPC300 MANUALE D ISTRUZIONI Contatore di particelle video con fotocamera integrata Modello VPC300 Introduzione Grazie per aver scelto il Contatore di particelle con fotocamera Modello VPC300 di Extech Instruments.

Dettagli

PRESENTAZIONE. 1. Schermo touch screen 2. Porta USB 3. Porta Ethernet

PRESENTAZIONE. 1. Schermo touch screen 2. Porta USB 3. Porta Ethernet INDICE PRESENTAZIONE... 3 CONFIGURAZIONE... 4 Panoramica... 4 Interazioni di base... 7 Descrizione dei Menù... 8 Misure... 8 Dati storici... 9 Configurazione... 12 Allarmi e stati... 24 Azioni... 25 Informazioni...

Dettagli

6 Pulsante Stop Interrompere tutte le attività delle stampante. Tornare alla schermata principale. Per tornare alla schermata iniziale.

6 Pulsante Stop Interrompere tutte le attività delle stampante. Tornare alla schermata principale. Per tornare alla schermata iniziale. Guida rapida Informazioni sulla stampante Utilizzare Per 6 Pulsante Stop Interrompere tutte le attività delle stampante. 7 Pulsante Indietro 8 Pulsante di pagina iniziale Tornare alla schermata principale.

Dettagli

DDM/S615/24Vdc VISUALIZZATORE DI MESSAGGI

DDM/S615/24Vdc VISUALIZZATORE DI MESSAGGI DDM/S615/24Vdc DDM/S615/24Vdc = 24 Vdc VISUALIZZATORE DI MESSAGGI Indicatore a 32 caratteri (due righe da 16 caratteri) retroilluminato Sino a 251 (0 250) messaggi memorizzati richiamabili attraverso 8

Dettagli

Istruzioni per l uso NW-A1000 / A3000. 2005 Sony Corporation 2-659-086-51 (1)

Istruzioni per l uso NW-A1000 / A3000. 2005 Sony Corporation 2-659-086-51 (1) Istruzioni per l uso NW-A1000 / A3000 2005 Sony Corporation 2-659-086-51 (1) 2 Informazioni sui manuali La Guida rapida e le presenti Istruzioni per l uso in formato PDF sono fornite con il lettore. Inoltre,

Dettagli

MANUALE - PROFIBUS DP

MANUALE - PROFIBUS DP MANUALE - PROFIBUS DP Le valvole Heavy Duty Multimach - Profibus DP consentono il collegamento di isole HDM ad una rete Profibus. Conformi alle specifiche Profibus DP DIN E 19245, offrono funzioni di diagnostica

Dettagli

Il PLC per tutti PRATICA

Il PLC per tutti PRATICA Settima parte: Settembre 2007 I Relays e la gestione dei dati Ottava parte: Ottobre 2007 Utilizzare il modulo Led a 7 segmenti giganti Nona parte: Novembre 2007 Applicazioni con i display a 7 segmenti

Dettagli

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO

MODULO APPLICAZIONI DI POMPAGGIO 4377 it - 2010.09 / b Motor supply Mains supply Low/High pressure switches Low/high pressure input Questo manuale deve essere trasmesso all utente finale Water flow P Check valve MOTOR Temperature

Dettagli

QL-500 QL-560 QL-570 QL-650TD QL-1050

QL-500 QL-560 QL-570 QL-650TD QL-1050 QL-500 QL-560 QL-570 QL-650TD QL-1050 Guida di installazione del software Italiano LB9155001 Introduzione Caratteristiche P-touch Editor Driver stampante P-touch Address Book (solo Windows ) Consente di

Dettagli

M1600 Ingresso/Uscita parallelo

M1600 Ingresso/Uscita parallelo M1600 Ingresso / uscita parallelo M1600 Ingresso/Uscita parallelo Descrizione tecnica Eiserstraße 5 Telefon 05246/963-0 33415 Verl Telefax 05246/963-149 Data : 12.7.95 Versione : 2.0 Pagina 1 di 14 M1600

Dettagli

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252

POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 CEBORA S.p.A. 1 POWER ROD 1365 GENERATORE art. 252 MANUALE DI SERVIZIO CEBORA S.p.A. 2 SOMMARIO 1 - INFORMAZIONI GENERALI... 3 1.1 - Introduzione... 3 1.2 - Filosofia generale d assistenza.... 3 1.3 -

Dettagli

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI

FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH DISTRIBUTORI FIELDBUS CM CLEVER MULTIMACH 1 INTRODUZIONE INTRODUZIONE DATI TECNICI GENERALI Connessioni bocche valvole Attacco alimentazione piloti sul terminale tipo 1-11 Numero massimo piloti Numero massimo valvole

Dettagli

Rilevatore di vibrazioni per recinzione perimetrale

Rilevatore di vibrazioni per recinzione perimetrale Rilevatore di vibrazioni per recinzione perimetrale Manuale prodotto AGOSTO 2010 INDICE 3 Tecnologia DSGIP 3 Terminali di uscita relè 3 Terminale RS485 (opzionale) 3 Installazione 3 Installazione unità

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4

ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 ABB i-bus EIB / KNX KIT INTERFACCIAMENTO DOMUSLINK EIB/KNX ED 029 4 Sistemi di installazione intelligente INDICE 1 GENERALE... 4 2 CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 2.1 DATI TECNICI... 5 3 MESSA IN SERVIZIO...

Dettagli

naturasign Pad Comfort

naturasign Pad Comfort SCHEDA TECNICA naturasign Pad Comfort Dati tecnici del dispositivo naturasign Pad Comfort Il pad naturasign Comfort, dotato di brillante display a colori e connessione micro USB, è attualmente il modello

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali

MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE. Funzione. Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici. Caratteristiche funzionali 28111.03 www.caleffi.com Regolatore digitale SOLCAL 1 Copyright 2012 Caleffi Serie 257 MANUALE DI INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO INDICE Funzione 1 Dati tecnici Dimensioni Collegamenti elettrici 3 Caratteristiche

Dettagli

- 15G0078A100 - MODULO MODBUS ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB

- 15G0078A100 - MODULO MODBUS ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-0/ASAC-1/ASAB - 5G78A - MODULO MODBUS ISTRUZIONI INTERFACCIA PER ASAC-/ASAC-/ASAB Emesso il 5/6/22 R. Il presente manuale costituisce parte integrante ed essenziale del prodotto. Leggere attentamente le avvertenze contenute

Dettagli

WIN6. Limitatore di carico. Limitazione del carico rilevato tramite l intervento di soglie di allarme e preallarme.

WIN6. Limitatore di carico. Limitazione del carico rilevato tramite l intervento di soglie di allarme e preallarme. WIN6 Limitatore di carico Limitazione del carico rilevato tramite l intervento di soglie di allarme e preallarme. Limitazione del carico a doppia sicurezza mediante connessione di 2 unità. Limitazione

Dettagli

-V- Novità. Unità operative FED, Front End Display 7.1. Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6.

-V- Novità. Unità operative FED, Front End Display 7.1. Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6. D07_01_010_F-FED D07_01_009_E-FED Unità operative FED, Interfaccia Ethernet (opzionale) Semplice progettazione con l editor designer 6.02 Interfaccia PC/stampante (FED-90) Clock interno 2003/10 Con riserva

Dettagli

EasyCon GSM. Manuale di Installazione

EasyCon GSM. Manuale di Installazione Manuale di Installazione SOMMARIO Descrizione delle funzioni del dispositivo... pag. 3 Descrizione dei terminali della morsettiera... pag. 3 Istruzioni per l installazione... pag. 3 Segnalazioni LED...

Dettagli

Sistema di controllo per tracciamento elettrico

Sistema di controllo per tracciamento elettrico DIGITRACE HTC-915-CONT Sistema di controllo per tracciamento elettrico Descrizione del prodotto Il sistema DigiTrace HTC-915 è un unità di controllo compatta per circuiti di tracciamento elettrico, funzionalmente

Dettagli

TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI

TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI TENERE a distanza le persone non qualificate e non autorizzate dell area del test DISPORRE le stazioni di test in maniera sicura e ordinata MAI toccare prodotti o connessioni durante lo svolgimento di

Dettagli

GW 90 762: ATTUATORE ANALOGICO

GW 90 762: ATTUATORE ANALOGICO FUNZIONE MONTAGGIO L Attuatore Analogico a due canali serve a estendere la gamma di applicazione dell EIB tramite l elaborazione di grandezze analogiche. Per controllare variabili differenti (es. servomotore)

Dettagli

Software di applicazione Tebis

Software di applicazione Tebis Software di applicazione Tebis Interfaccia allarme LS / KNX filare Caratteristiche elettriche / meccaniche: vedi manuale prodotto Riferimento prodotto Denominazione prodotto Rif. software di applicazione

Dettagli

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850

BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE. Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 BY10870 AVVISATORE DISTACCO/RIPRISTINO DA DISTRIBUTORE Sistema di sorveglianza e avviso GSM via SMS per sistema BY10850 (versione firmware: BY10850-M1-V2) La presente documentazione è di proprietà esclusiva

Dettagli

Pannello comandi a distanza

Pannello comandi a distanza Pannello comandi a distanza 6-7 1-5 Istruzioni d uso INFORMAZIONI GENERALI PER UN USO CORRETTO DEL PANNELLO COMANDI A DISTANZA VI INVITIAMO A LEG- GERE ATTENTAMENTE IL CONTENUTO DEL PRESENTE MANUALE. AVVERTENZE

Dettagli

BICI 2000 - Versione 1.9

BICI 2000 - Versione 1.9 Pagina 1/8 BICI 2000 - Versione 1.9 Il controllo BICI 2000 nasce per il pilotaggio di piccoli motori a magnete permanente in alta frequenza per veicoli unidirezionali alimentati da batteria. La sua applicazione

Dettagli

Manuale per l utente di Ethernet

Manuale per l utente di Ethernet Manuale per l utente di Ethernet Indice 1. Nome della scheda dell interfaccia & stampante disponibile... 2 2. Specifiche... 3 3. Modalità d installazione... 4 4. Configurazione della scheda dell interfaccia

Dettagli

Sistema di gestione e controllo interno del compressore

Sistema di gestione e controllo interno del compressore Sistema di gestione e controllo interno del compressore L intelligenza nel compressore: la nuova generazione Con un sistema modulare completamente nuovo, KAESER segna il futuro dei sistemi di gestione

Dettagli

A01. Chiave universale di programmazione per la strumentazione Ascon Tecnologic. MANUALE D USO Cod.: ISTR-MA01ITA03 - Vr. 3.3 (IT)

A01. Chiave universale di programmazione per la strumentazione Ascon Tecnologic. MANUALE D USO Cod.: ISTR-MA01ITA03 - Vr. 3.3 (IT) A01 Chiave universale di programmazione per la strumentazione Ascon Tecnologic MANUALE D USO Cod.: ISTR-MA01ITA03 - Vr. 3.3 (IT) Ascon Tecnologic S.r.l. Viale Indipendenza 56, 27029 Vigevano (PV) - ITALY

Dettagli

Manuale per gli utenti di Bluetooth

Manuale per gli utenti di Bluetooth Manuale per gli utenti di Bluetooth (RIF-BT10) Indice 1. Che cosa è Bluetooth?... 3 2. Funzioni dell adattatore Bluetooth (RIF-BT10)... 4 3. Descrizione del prodotto... 5 4. Configurazione del sistema...

Dettagli

Contatto FXPRO2. FXPRO2: Programmatore- Tester per bus. Contatto

Contatto FXPRO2. FXPRO2: Programmatore- Tester per bus. Contatto FXRO2: rogrammatore- Tester per bus FXRO2 è uno strumento portatile per l'assegnazione dell'indirizzo ai moduli ; inoltre consente anche di eseguire funzioni di diagnostica ed in particolare il test della

Dettagli

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso. Assorbimento di corrente A 60 + corrente al solenoide. V ma

Alimentazione V CC 12 30 ripple incluso. Assorbimento di corrente A 60 + corrente al solenoide. V ma 89 500/115 ID EWM-P-AA SCHEDA DIGITALE PER IL CONTROLLO DI PRESSIONE (FORZA) IN SISTEMI AD ANELLO CHIUSO PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO MONTAGGIO SU GUIDA TIPO: DIN EN 50022 La scheda EWM-P-AA è pensata per

Dettagli

OROLOGIO PROIEZIONE INTRODUZIONE. Manuale di istruzioni

OROLOGIO PROIEZIONE INTRODUZIONE. Manuale di istruzioni OROLOGIO PROIEZIONE I Manuale di istruzioni INTRODUZIONE Congratulazioni per aver acquistato Orologio proiezione. Questo orologio è un dispositivo ricco di funzioni che permette di sincronizzare automaticamente

Dettagli

TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato. TFPS-5 Alimentatore indirizzato. Gruppo di alimentazione TFPS-5

TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato. TFPS-5 Alimentatore indirizzato. Gruppo di alimentazione TFPS-5 Gruppo di alimentazione indirizzato Gruppo di alimentazione Gruppo di alimentazione supplementare indirizzato per sistemi di rivelazione e di segnalazione d incendio per edifici. Tensione nominale di alimentazione

Dettagli