01:03. Sistema di alimentazione. Manuale di installazione. Motori industriali DC 9, DC 13, DC 16. Edizione 2. Scania CV AB 2011, Sweden

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "01:03. Sistema di alimentazione. Manuale di installazione. Motori industriali DC 9, DC 13, DC 16. Edizione 2. Scania CV AB 2011, Sweden"

Transcript

1 01:03 Edizione 2 it Sistema di alimentazione Manuale di installazione Motori industriali DC 9, DC 13, DC 16 Scania CV AB 2011, Sweden

2 Sommario Sommario Introduzione... 3 Serbatoio carburante Ubicazione... 5 Struttura del serbatoio... 6 Serbatoio principale e serbatoio intermedio... 7 Specifica carburante e potenza per motori PDE... 8 Tubazioni carburante... 9 Filtro carburante per motori PDE Riscaldatore carburante per motori XPI Portate pompa di alimentazione Motori XPI Motori PDE Flusso e pressione per motori XPI Flusso e pressione per motori PDE Pericolo d'incendio Scania CV AB 2011, Sweden 01:03

3 Introduzione Introduzione Nelle installazioni con più motori, il sistema carburante deve essere essere suddiviso in almeno due sistemi indipendenti in modo che un guasto nella tubazione carburante non causi l'arresto di tutti i motori. 01:03 Scania CV AB 2011, Sweden 3

4 Introduzione Esempio di installazione sistema di alimentazione per un motore industriale fisso 1 Tubo di ritorno. (Sui motori XPI deve entrare al di sotto del livello inferiore del carburante) 2 Tubo di aspirazione 3 Tubo di sfiato 4 Indicazione livello e sensore livello 5 Filtro a retina inferiore 6 Tappo di scarico con separatore acqua 7 Rubinetti di chiusura 8 Filtro carburante aggiuntivo con separatore acqua Nota: non per motori XPI 9 Tubi flessibili carburante 10 Serbatoio intermedio 11 Tubo di alimentazione 12 Tubo di ritorno 13 Pompa di iniezione con pompa di alimentazione 14 Valvola di spurgo 15 Valvole a 3 vie 16 Pompa di alimentazione 17 Pompa manuale 18 Sportello per ispezione 19 Indicatore livello carburante 20 Protezione rifornimento eccessivo 21 Tappo bocchettone di rifornimento 22 Serbatoio principale 23 Rubinetto di scarico 4 Scania CV AB 2011, Sweden 01:03

5 Serbatoio carburante Serbatoio carburante Ubicazione Se il serbatoio carburante è montato in posizione superiore rispetto alla pompa di alimentazione motore, è necessario montare un rubinetto di chiusura nella tubazione carburante collegata alla pompa di alimentazione. Durante le soste, questo rubinetto deve essere chiuso. Il livello più alto di carburante nel serbatoio non deve essere superiore a 3 m rispetto alla pompa di alimentazione. Se il serbatoio è montato in posizione inferiore rispetto all'altezza di aspirazione massima o se è richiesto un serbatoio di grosse dimensioni e non è possibile montarlo vicino al motore, è necessario montare un serbatoio intermedio a una distanza e altezza adeguate. ragione, tutti i serbatoi devono essere dotati di un tappo di scarico per scaricare l'acqua. Di solito il serbatoio deve essere scaricato una volta all'anno, ma questo può variare a seconda della qualità del carburante. Motori PDE Il serbatoio del carburante deve essere montato in modo che l'altezza di aspirazione non superi 2 m. Il rischio di fuoriuscita d'aria dal tubo di aspirazione aumenta con l'aumentare della depressione. L'altezza di aspirazione è calcolata dalla parte inferiore del serbatoio. Nei gruppi elettrogeni di emergenza, si consiglia di posizionare sempre il serbatoio sopra il livello del collettore carburante per evitare lo scarico del sistema carburante in caso di perdite. Se il serbatoio o i serbatoi sono integrati, è necessario ventilare opportunamente l'area. Motori XPI Il serbatoio del carburante deve essere montato in modo che l'altezza di aspirazione non superi 1 m. Il rischio di fuoriuscita d'aria dal tubo di aspirazione aumenta con l'aumentare della depressione. L'altezza di aspirazione è calcolata dalla parte inferiore del serbatoio. Se il serbatoio è posizionato in modo che l'altezza di aspirazione superi 1 m, una pompa di alimentazione deve essere montata direttamente dopo il serbatoio. Il flusso per la pompa di alimentazione ausiliaria deve essere superiore di almeno il 15% rispetto al flusso riportato nella tabella alla voce Portate flusso pompa di alimentazione. Tutti i motori XPI sono dotati di un filtro separatore acqua. L'acqua che viene separata segue nella tubazione di ritorno. Per questa 01:03 Scania CV AB 2011, Sweden 5

6 Serbatoio carburante Struttura del serbatoio Preferibilmente il materiale utilizzato per i serbatoi deve essere resistente alla corrosione come l'acciaio inossidabile o l'alluminio. La lamiera in acciaio deve essere trattata contro la corrosione. Nota Alcuni materiali quali il rame o le lamiere in acciaio zincato non sono adatti all'utilizzo con gasolio. I serbatoi devono essere saldati completamente e devono presentare deflettori quando vengono utilizzati nelle installazioni mobili. I serbatoi carburante devono inoltre avere i seguenti dispositivi: Tappo di scarico per la morchia e l'acqua che scende sulla parte inferiore. I serbatoi prodotti con materiali che non sono resistenti alla corrosione devono essere trattati all'esterno con della vernice protettiva. Si noti che i serbatoi non devono essere verniciati all'interno e non devono essere zincati. I serbatoi posizionati all'esterno devono essere dipinti con colori brillanti termoriflettenti, soprattutto in presenza di climi caldi con forti raggi solari. È importante che i serbatoi siano posizionati in un luogo il più fresco possibile poiché la tubazione di ritorno è bollente e pertanto fa aumentare la temperatura del carburante nel serbatoio. La correzione della potenza dovuta all'aumento della temperatura carburante è riportata nelle tabelle seguenti alla voce Specifica carburante e potenza. La parte superiore del serbatoio deve avere un collegamento con l'aria esterna, ad esempio attraverso un tubo di sfiato speciale o un foro di ventilazione nel tappo del bocchettone di rifornimento per evitare una depressione nel serbatoio. In ambienti polverosi, questo collegamento deve comprendere un filtro per evitare l'ingresso di impurità nel serbatoio. Sia i componenti di rifornimento carburante che il serbatoio devono essere collegati a massa per impedire scintille causate da elettricità statica. Protezione o filtro per prevenire l'ingresso di contaminanti durante il rifornimento. Dispositivo di aspirazione carburante con protezione troppo pieno elettronica per impedire fuoriuscite di gasolio. I serbatoi principali devono essere dotati di sportelli di ispezione in modo che possano essere ispezionati e puliti all'interno. I serbatoi nuovi devono essere puliti attentamente e risciacquati all'interno utilizzando del carburante pulito. È inoltre necessario sottoporli al controllo della pressione a 0,3 bar. 6 Scania CV AB 2011, Sweden 01:03

7 Serbatoio carburante Serbatoio principale e serbatoio intermedio Altrimenti, attenersi alle istruzioni riportate in "Struttura del serbatoio". Se l'installazione ha un serbatoio intermedio e un serbatoio principale, tali serbatoi devono essere costruiti come segue: Il serbatoio principale deve presentare un fondo inclinato o essere posizionato leggermente in pendenza (circa 3-5 ) e deve essere dotato di un rubinetto nella parte più bassa per lo scarico della condensa. I raccordi della tubazione devono essere collegati e disposti a circa 50 mm dalla parte inferiore e dotati di filtro a retina inferiore. Valido sia per il serbatoio intermedio che per il serbatoio principale. Le tubazioni al serbatoio intermedio devono essere corte il più possibile e devono essere montate in modo che non siano esposte a danni meccanici. Il trasferimento di carburante dal serbatoio principale al serbatoio intermedio deve essere ottenuto utilizzando una pompa elettrica collegata in modo che pompi solo quando il motore è funzionante. Ciò evita eventuali perdite gravi in caso di motore non funzionante. La pompa elettrica deve avere una capacità superiore del 30-40% in relazione al consumo del motore. Ciò consente di garantire una quantità del carburante di ritorno sufficiente per la lubrificazione e il raffreddamento. Deve essere presente un tubo di ritorno dal serbatoio intermedio al serbatoio principale che consente al carburante in eccesso di ritornare al serbatoio principale. Il tubo di ritorno dal motore deve essere disposto verso la parte superiore del serbatoio intermedio. Il serbatoio intermedio deve inoltre essere dotato di un rubinetto di scarico per la condensa. I serbatoi interrati devono essere dotati di una tubazione di scarico sul fondo per eliminare la morchia e l'acqua. 01:03 Scania CV AB 2011, Sweden 7

8 Specifica carburante e potenza per motori PDE Specifica carburante e potenza per motori PDE Diversi fattori relativi al carburante, quali la viscosità, la densità e la temperatura influiscono sulla potenza motore disponibile; vedere i grafici. Le potenze motore elencate presuppongono l'utilizzo di carburante con una densità di 0,84 kg/dm 3 e un valore calorifico specifico di kj/kg a una temperatura carburante di +15 C. Poiché è difficile misurare il valore calorifico specifico per il carburante in questione, è possibile utilizzare viscosità, densità e temperatura per ottenere una potenza motore corretta in percentuale per ciascuna delle caratteristiche. Potenza del motore dipendente dalla viscosità del carburante. Il valore normale è circa 3 cst a +40 C Le potenze motore corrette rilevate in percentuale dai dati devono essere innanzitutto sommate per ottenere la potenza motore finale corretta. Tale potenza viene poi moltiplicata per la potenza motore fornita da Scania per ottenere una potenza motore corretta in kw, che a sua volta viene aggiunta alla o sottratta dalla potenza specificata da Scania per ottenere la potenza corretta entro le tolleranze previste. Se si è invece misurata la potenza corrente di un motore specifico e si desidera convertirla in potenza normale, modificare il segno prima delle potenze motore corrette nei grafici. Potenza del motore dipendente dalla densità del carburante. Il valore normale è 0,84 kg/dm 3 a +15 C. Potenza del motore dipendente dalla densità del carburante. +35 C è la temperatura di riferimento. 8 Scania CV AB 2011, Sweden 01:03

9 Tubazioni carburante Tubazioni carburante Le tubazioni carburante devono essere disposte in modo che il carburante non possa essere riscaldato dal calore irradiato dal motore. La relazione tra potenza motore e temperatura carburante è riportata nella tabella. La temperatura carburante massima consentita nella tubazione di entrata è di +70 C. Il diametro interno minimo del tubo di aspirazione carburante è indicato nella tabella a destra. Il tubo di ritorno dalla valvola di troppopieno deve essere collegato al serbatoio carburante o al serbatoio intermedio (se in uso). Lunghezza delle tubazioni carburante: Meno di 3 m Più di 3 m Tipo di Ø (mm) Ø (mm) motore DC DC DC DC 16 a a. Per motori DC 16 con sistema XPI. Nota Il tubo di ritorno non deve essere collegato al tubo di aspirazione. Il tubo di ritorno e il tubo di aspirazione devono avere lo stesso diametro. Per i motori PDE sia il tubo di ritorno che il tubo di aspirazione sono collegati al lato superiore del serbatoio. Di norma l'ingresso del tubo di ritorno deve essere sopra il livello massimo del carburante. IMPORTANTE Per i motori XPI il tubo di ritorno carburante deve entrare al di sotto del livello più basso del carburante nel serbatoio carburante. Il tubo di aspirazione nel serbatoio deve essere posizionato ad almeno 50 mm dalla parte inferiore del serbatoio. Tale distanza è valida anche per il filtro a retina di aspirazione. Nelle installazioni con più motori, ciascun motore deve presentare tubazioni carburante separate. Il materiale utilizzato per le tubazioni carburante non deve essere il rame poiché sussiste il rischio di ossidazione causata dalla condensa. La percentuale di zolfo nel carburante può avere un impatto sul rame. 01:03 Scania CV AB 2011, Sweden 9

10 Filtro carburante per motori PDE Filtro carburante per motori PDE I motori sono dotati di serie di filtri carburante in carta. Tutti i motori devono avere un prefiltro con separatore d'acqua di serie. I prefiltri con i riscaldatori carburante sono disponibili anche su richiesta. Il prefiltro non deve essere posizionato direttamente sul motore e un rubinetto di chiusura deve essere montato a monte del filtro. Nota Tutti i filtri separatori acqua devono essere montati a monte della pompa di alimentazione e devono essere bassi in relazione al serbatoio, in modo che il carburante venga forzato nel filtro. Ciò evita l'aspirazione dell'aria nel filtro durante lo scarico. Tutte le connessioni sul lato di aspirazione della pompa di alimentazione devono essere sigillate attentamente in modo che non vi sia aspirazione di aria durante il funzionamento. Durante il montaggio di filtri non standard, si consiglia di utilizzare filtri di massimo 30 micrometri. Filtro separatore acqua con riscaldatore carburante Il filtro separatore acqua deve essere sostituito in base allo stesso intervallo di sostituzione del filtro principale. Nelle installazioni con più motori, devono esserci dei filtri carburante aggiuntivi tra ciascun motore e il serbatoio. La pressione del carburante deve sempre essere controllata dopo il montaggio. Pressione del carburante minima permessa a giri/min. 5,5 bar a 800 giri/min. 4,8 bar 10 Scania CV AB 2011, Sweden 01:03

11 Riscaldatore carburante per motori XPI Riscaldatore carburante per motori XPI Descrizione L'interruttore presenta tre posizioni (vedere lo schema) e una spia si accende quando il riscaldatore carburante è inserito: 2 terminali cavo: ( ) 2-4 mm 2. Manicotto termorestringente tra connettore e cavo: Raychem tipo HTAT, dimensioni 24/6. Posizione "0": una posizione fissa in cui il riscaldatore carburante è completamente disinserito. Posizione "1": una posizione fissa in cui il riscaldatore carburante è in modalità standby. Per l'attivazione automatica del riscaldatore carburante, è necessario che il motore sia in funzione e che l'alternatore fornisca una carica sufficiente alle batterie. Se il riscaldatore carburante è attivo, la spia nell'interruttore si accende. La potenza del riscaldatore carburante viene regolata automaticamente in base alla temperatura del carburante. Posizione "2": questa posizione è caricata a molla e ritorna alla posizione "0". Il riscaldatore carburante funziona solo a batteria. Prima di avviare il motore, procedere come segue: 1 Ruotare la chiave nella posizione di marcia. 2 Tenere l'interruttore premuto nella posizione "2" per circa 60 secondi in modo da preriscaldare il carburante. 3 Avviare il motore. Se il motore perde potenza durante la marcia: Impostare l'interruttore sulla posizione "1". Il riscaldatore viene attivato automaticamente se il motore è in funzione e se l'alternatore fornisce una carica sufficiente alle batterie. Materiale: Connettore a 2 pin DTP: (DTP06-2S- CE09) con manicotto termorestringente (terminale a crimpare). Elemento di bloccaggio: (WP2S) 01:03 Scania CV AB 2011, Sweden 11

12 Portate pompa di alimentazione Portate pompa di alimentazione Motori XPI Le portate della pompa di alimentazione mostrate nel diagramma sono valide alla normale pressione di esercizio. Motori PDE Le portate della pompa di alimentazione indicate nella tabella seguente sono valide alla normale temperatura di esercizio (4-6 bar). L/min 6 Tabella delle portate della pompa di alimentazione Regime motore DC 9, 13 e 16 (l per ora) (giri/min) rpm DC 16 2 DC 9, DC Scania CV AB 2011, Sweden 01:03

13 Flusso e pressione per motori XPI Flusso e pressione per motori XPI Il sistema di alimentazione esterno deve essere progettato in modo che l'eventuale depressione sul raccordo con il filtro di aspirazione motore sia superiore a 0,25 bar per filtri puliti e max 0,40 bar prima di sostituire il filtro. Se il filtro si blocca, la pressione nella pompa di alimentazione potrebbe aumentare. Per impedire un funzionamento difettoso, la contropressione a valle della pompa di alimentazione deve superare i 14 bar, ossia la capacità massima della pompa di alimentazione. Flusso di ritorno alla massima pressione nel collettore carburante e alla potenza max DC 9 DC 13 DC 16 0,5-3,5 l/min 0,5-3,5 l/min 0,5-5 l/min Flusso di ritorno aperto MDV 3-6 l/min 3-6 l/min 6-12 l/min Massima contropressione ammessa nel 350 mbar 350 mbar 350 mbar tubo di ritorno carburante 01:03 Scania CV AB 2011, Sweden 13

14 Flusso e pressione per motori PDE Flusso e pressione per motori PDE Il sistema di alimentazione esterno è progettato in modo che un'eventuale depressione nel tubo di aspirazione della pompa di alimentazione dovuta all'altezza di aspirazione statica, resistenza allo scorrimento nelle tubazioni o filtri carburante aggiuntivi non superi 0,55 bar. Se il filtro si blocca, la pressione nella pompa di alimentazione potrebbe aumentare. Per impedire un funzionamento difettoso, la contropressione a valle della pompa di alimentazione deve superare i 10 bar, ossia la capacità massima della pompa di alimentazione. Una valvola di troppopieno con una pressione di esercizio di 6 bar è montata sul collettore carburante per garantire che la pompa di alimentazione sia sempre rifornita di carburante per consentire l'avviamento del motore. 14 Scania CV AB 2011, Sweden 01:03

15 Pericolo d'incendio Pericolo d'incendio Quando si eseguono interventi sul sistema di alimentazione o si maneggia il gasolio, osservare le norme consuete per il trattamento delle sostanze infiammabili. Qualsiasi fonte di accensione deve essere monitorata o tenuta lontana dall'area o dal materiale infiammabile: Esempi di circostanze che possono causare accensione: saldatura fumo smerigliatura con smerigliatrice scintille provenienti dall'elettricità statica o da un'apparecchiatura elettrica La ventilazione nel vano motore deve essere sufficiente per lo scarico dei vapori di carburante. Prestare attenzione durante il rifornimento del serbatoio carburante. Se il serbatoio è vicino al motore, spegnere il motore e lasciarlo raffreddare. AVVERTENZA! Il gasolio riscaldato costituisce un pericolo di esplosione. 01:03 Scania CV AB 2011, Sweden 15

16 01:05 Edizione 1 it-it Sistema di raffreddamento Manuale di installazione Motori industriali DC9, DC13, DC16 Scania CV AB 2010, Sweden

17 Sommario Sommario Introduzione... 3 Dimensionamento... 4 Serbatoio di espansione... 5 Calo di pressione e flusso di liquido di raffreddamento necessario... 6 Installazione di radiatore e ventola... 8 Capacità di raffreddamento e ventole di raffreddamento Termostati Collegamento a fonti di calore esterne Raffreddamento dell olio cambio Collegamento di uno scambiatore di calore olio ausiliario Informazioni generali DC 9 e DC DC Riscaldatore del motore Riscaldamento continuo Riscaldamento breve Installazione con più motori e sistema di raffreddamento comune Rilevatore di livello Rifornimento del liquido di raffreddamento Scania CV AB 2010, Sweden 01:05

18 Introduzione Introduzione Il design del sistema di raffreddamento è un fattore importante dell installazione del motore e, pertanto, deve essere pianificato con attenzione quando si ordina il motore. I requisiti di raffreddamento del motore dipendono dalla potenza, dalla disposizione dell installazione del motore e dall ambiente in cui funziona. Maggiori informazioni sui sistemi di raffreddamento disponibili sono contenute nel libretto "Dati tecnici". Se il motore viene fornito da Scania senza sistema di raffreddamento, accertarsi che i radiatori utilizzati abbiano una capacità sufficiente per le condizioni di esercizio specifiche. Scania non è responsabile per il funzionamento dei sistemi di raffreddamento calcolati e installati senza seguire le istruzioni impartite da Scania. Nota È responsabilità dell installatore assicurare che il sistema di raffreddamento sia dimensionato e controllato in modo che funzioni correttamente nelle condizioni di esercizio specifiche. 01:05 Scania CV AB 2010, Sweden 3

19 Dimensionamento Dimensionamento Il libretto "Dati tecnici" contiene le raccomandazioni relative al sistema di raffreddamento per tutti i motori. Se le condizioni di installazione e di esercizio sono diverse da quelle indicate nelle raccomandazioni, quella determinata installazione deve essere dimensionata separatamente. Durante il dimensionamento di un sistema di raffreddamento, è necessario disporre dei seguenti dati: Vedere anche il libretto "Dati tecnici". 1 Il calore che il sistema di raffreddamento deve asportare dal motore. Fare riferimento al documento "Dati tecnici". 2 Capacità della ventola. 3 Capacità della pompa: portata di liquido di raffreddamento in funzione del regime motore rispetto al calo di pressione. Fare riferimento a Calo di pressione e flusso di liquido di raffreddamento necessario. 4 La massima temperatura ambiente alla quale il motore deve funzionare. Il sistema di raffreddamento deve essere dimensionato con un margine di almeno 5 C per compensare l eventuale ostruzione del radiatore. Inoltre è necessario considerare i seguenti fattori durante il dimensionamento del sistema di raffreddamento. Con una ventola soffiante, l aria di raffreddamento viene riscaldata man mano che passa attraverso il motore. Il riscaldamento è di circa +10 C con le normali ventole Scania. Inoltre, altri componenti che generano calore contribuiscono al riscaldamento. Ulteriore calore proveniente da altri componenti collegati al sistema di raffreddamento. 4 Scania CV AB 2010, Sweden 01:05

20 Serbatoio di espansione Serbatoio di espansione Il sistema di raffreddamento deve essere sempre progettato in modo che il liquido di raffreddamento possa espandersi in un serbatoio di espansione. Il serbatoio di espansione deve essere posizionato leggermente più in alto rispetto al punto più alto del resto del sistema di raffreddamento. L area di espansione (percentuale dell aria) nel serbatoio di espansione deve almeno 3% del volume totale del liquido di raffreddamento nel sistema di raffreddamento. Il volume di riserva (percentuale del liquido di raffreddamento) nel serbatoio di espansione deve essere almeno 5%. AVVERTENZA Il serbatoio di espansione non deve essere posizionato più di 8,5 m al di sopra dell aspirazione della pompa del liquido di raffreddamento. Questa altezza corrisponde ad una pressione statica di 0,85 bar, ovvero la massima pressione consentita sul lato di aspirazione della pompa per evitare perdite. Il serbatoio di espansione deve essere collegato al lato di aspirazione della pompa di raffreddamento con una tubazione statica, per ridurre il rischio di accumulo di vapore e fenomeni di cavitazione nella pompa. Questa connessione deve avere un alzata il più uniforme possibile per evitare sacche d aria. Requisito! Il diametro esterno della tubazione oppure il diametro interno del flessibile deve essere di almeno 32 mm. Deve esserci sempre una tubazione di sfiato tra la parte superiore del radiatore e il serbatoio di espansione, per impedire l ingresso di aria nel sistema di raffreddamento. Il diametro interno della tubazione di sfiato non deve superare 8 mm per evitare che il flusso aumenti eccessivamente. Deve esserci una tubazione di sfiato che collega la luce di sfiato sulle testate al serbatoio di espansione. 01:05 Scania CV AB 2010, Sweden 5

21 Calo di pressione e flusso di liquido di raffreddamento necessario Calo di pressione e flusso di liquido di raffreddamento necessario I raccordi delle tubazioni e dei flessibili del liquido di raffreddamento tra il motore e il radiatore devono essere dimensionati in modo da impedire una riduzione della capacità di raffreddamento. Attraverso le tubazioni e il radiatore deve passare una quantità adeguata di liquido di raffreddamento e aria di raffreddamento. Il collegamento di componenti o limitatori di flusso nel sistema riduce la quantità di liquido di raffreddamento che passa attraverso il radiatore e, di conseguenza, la capacità di raffreddamento. Allo stesso tempo, questo fa aumentare la pressione nelle scatole dei termostati, nei flessibili e nei radiatori. Requisito! Il diametro delle tubazioni del liquido di raffreddamento deve essere di 57 mm. Questo valore si riferisce al diametro esterno per le tubazioni e al diametro interno per i flessibili. Le tubazioni del liquido di raffreddamento devono essere costituite da tubo e gomito uniti tramite flessibili corti e diritti. L uso di flessibili rigati può ostacolare il flusso. Il calo di pressione massimo consentito e il flusso di liquido di raffreddamento minimo necessario per i vari rapporti di trasmissione della pompa sono illustrati alla pagina seguente. In caso di dubbi, controllare che il calo di pressione sull intero sistema esterno non superi i valori consentiti. Per determinare il calo di pressione, si deve misurare la differenza di pressione tra la scatola del termostato e l entrata alla pompa del liquido di raffreddamento con i termostati bloccati in posizione di apertura (8 mm di apertura) e senza tappo pressurizzato. 6 Scania CV AB 2010, Sweden 01:05

22 Calo di pressione e flusso di liquido di raffreddamento necessario Dp bar 2 1,75 1, r/min 1, r/min r/min 0, r/min 0, r/min 0,25 0 L/min Calo di pressione massimo consentito (D p) sul sistema di raffreddamento esterno e flusso di liquido di raffreddamento minimo a vari regimi. 01:05 Scania CV AB 2010, Sweden 7

23 Installazione di radiatore e ventola Installazione di radiatore e ventola Per sfruttare al massimo la capacità del radiatore e della ventola, è necessario montare un coperchio ventola con anello ventola tra il radiatore e la ventola. La distanza tra il radiatore e la ventola e la distanza tra la ventola e l anello ventola sono fattori importanti per assicurare un raffreddamento efficiente. La distanza ottimale tra ventola e radiatore è 0,3 x il diametro della ventola. Tuttavia questa distanza spesso non è ottenibile per mancanza di spazio. L esperienza dimostra che, in genere, una distanza di mm è accettabile. È preferibile che la distanza tra le pale della ventola e l anello ventola non superi 6 mm. Vedere la figura alla pagina seguente. Nei motori con supporto in gomma morbida, il movimento del motore può causare il contatto tra la ventola e l anello ventola, se è montato sul radiatore. L alternativa è di montare l anello ventola sul motore e sigillare l anello e il coperchio ventola con un distanziale elastico. L anello ventola deve essere posizionato in modo che le punte delle pale della ventola siano allineate al bordo posteriore dell anello ventola per la ventola aspirante. Vedere la figura alla pagina successiva. È essenziale che l aria proveniente dal radiatore e, quindi, riscaldata non venga ricircolata in modo che passi di nuovo attraverso il radiatore. Pertanto potrebbe essere necessario posizionare un riparo intorno al radiatore per impedire il ricircolo. 8 Scania CV AB 2010, Sweden 01:05

24 Installazione di radiatore e ventola Installazione di anello e coperchio ventola A Distanza tra ventola e radiatore. Deve essere preferibilmente 0,3 x diametro ventola ( mm è accettabile come distanza minima). 1 Radiatore 2 Coperchio ventola 3 Anello di tenuta elastico 4 Anello ventola 5 Ventola 01:05 Scania CV AB 2010, Sweden 9

25 Capacità di raffreddamento e ventole di raffreddamento Capacità di raffreddamento e ventole di raffreddamento Per poter determinare il margine di sicurezza, la temperatura effettiva del liquido di raffreddamento (t) deve essere misurata in corrispondenza dell uscita dalla scatola del termostato quando il motore funziona alla massima potenza con i termostati completamente aperti (apertura comandata se necessario). A questo punto è possibile calcolare il valore T max, ovvero la temperatura ambiente massima alla quale il motore può funzionare a pieno carico, utilizzando la seguente formula: T max = L - t +T laddove L = limite di allarme per temperatura liquido di raffreddamento T = temperatura ambiente durante la prova t = temperatura liquido di raffreddamento effettiva alla massima potenza T max = temperatura ambiente massima alla quale il motore può funzionare senza attivare l allarme temperatura motore troppo alta Dal confronto del valore "T max" ottenuto con la temperatura ambiente per cui l installazione è stata progettata, è possibile ricavare il margine di sicurezza. Il margine deve essere sempre superiore a +5 C per compensare l eventuale ostruzione del radiatore. I motori possono essere equipaggiati con due tipi di ventola di raffreddamento: aspirante o soffiante. Le figure alla pagina seguente mostrano che la differenza principale tra i due sistemi è che la ventola aspirante offre una distribuzione più uniforme del flusso di aria attraverso il radiatore. 10 Scania CV AB 2010, Sweden 01:05

26 Capacità di raffreddamento e ventole di raffreddamento Inoltre con la ventola soffiante la capacità di raffreddamento diminuisce, in quanto l aria di raffreddamento viene riscaldata quando passa attraverso il motore, la tubazione di scarico e l unità comandata. La ventola soffiante comporta anche un calo di pressione maggiore sul radiatore, poiché la distribuzione sulla superficie del radiatore non è molto efficiente. Ciò significa che un radiatore di determinate dimensioni dotato di ventola soffiante richiede una quantità di aria maggiore per ottenere la stessa capacità di raffreddamento Pertanto è necessario che l anello ventola sia progettato e posizionato correttamente affinché la ventola raggiunga la massima portata d aria e assicuri una distribuzione sul radiatore il più efficiente possibile. Vedere la sezione "Installazione di radiatore e ventola". Flusso di aria attraverso il radiatore con ventola soffiante Per ottimizzare la capacità di raffreddamento, si deve innanzitutto controllare che l aria riscaldata non venga ricircolata. Nel caso venga ricircolata, è necessario montare un riparo adatto. In secondo luogo si devono aumentare le dimensioni del radiatore. Per incrementare la capacità si può ottimizzare la velocità della ventola o il diametro della ventola. Modificando le dimensioni o la velocità della ventola, aumentano anche i requisiti di potenza e il livello di rumorosità. Per le combinazioni consentite, vedere il libretto "Dati tecnici". L uso di una ventola soffiante può contribuire ad evitare il riscaldamento del vano motore dissipando il calore irradiato dal motore, dalla tubazione di scarico e dall unità comandata. Flusso di aria attraverso il radiatore con ventola aspirante :05 Scania CV AB 2010, Sweden 11

Uscita liquido di raffreddamento per riscaldamento esterno

Uscita liquido di raffreddamento per riscaldamento esterno Il liquido di raffreddamento del motore può essere usato per riscaldare gli elementi esterni. Questi possono essere ad esempio cassoni, cabine gru e cassette portaoggetti. Il calore viene prelevato dal

Dettagli

Descrizione del funzionamento

Descrizione del funzionamento Descrizione del funzionamento Laddomat 21 ha la funzione di......all accensione, fare raggiungere velocemente alla caldaia una temperatura di funzionamento elevata....durante il riempimento, preriscaldare

Dettagli

Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. GAMMA INDUSTRIALE Aperto Powered by HIMOINSA

Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. GAMMA INDUSTRIALE Aperto Powered by HIMOINSA AK3 RAFFREDDATO AD ACQUA TRIFASE 60 HZ NON CONFORME EPA DIESEL Dati del gruppo Servizio PRP STANDBY Potenza kva 156 170 Potenza kw 125 136 Velocità r.p.m. 1.800 Tensione standard V 480/277 Tensione disponibile

Dettagli

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A

Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A Compressore a vite K A E S E R con profilo S I G M A modello AIRCENTER 12 10 bar - 400 V / 50 Hz - SIGMA CONTROL BASIC unità completa compressore - essiccatore - serbatoio completamente automatico, monostadio,

Dettagli

Installazione Sistema Ibrido Beta Marine

Installazione Sistema Ibrido Beta Marine Installazione Sistema Ibrido Beta Marine Foto 1 L installazione di un sistema ibrido è ragionevolmente semplice. Seguendo le indicazioni date in questo manuale non si dovrebbero incontrare particolari

Dettagli

Lista di controllo per la messa in servizio

Lista di controllo per la messa in servizio Sempre al tuo fianco Lista di controllo per la messa in servizio Thesi R Condensing 45 kw - 65 kw Tecnico abilitato Sede dell impianto Tecnico del Servizio di Assistenza Clienti Nome Nome Nome Via/n.

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale Il circuito acqua di raffreddamento deve asportare e dissipare il calore generato dalle tre fonti principali, precisamente: Cilindri motore; Olio lubrificante; Aria di sovralimentazione. Il circuito è

Dettagli

HTW-2020 T6. Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. MEDIA TENSIONE GAMMA Aperto Powered by MITSUBISHI

HTW-2020 T6. Dati del gruppo. Servizio PRP STANDBY. MEDIA TENSIONE GAMMA Aperto Powered by MITSUBISHI APERTO RAFFREDDATO AD ACQUA TRIFASE 60 HZ DIESEL Dati del gruppo Servizio PRP STANDBY Potenza kva 2262 2510 Potenza kw 1810 2008 Velocità r.p.m. 1.800 Tensione standard KV 13,8 Tensione disponibile KV

Dettagli

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL MANUALE DI USO E MANUTENZIONE CALDAIE A LEGNA Mod. CL centopercento Made in Italy 1 Dati Tecnici Installazione, uso e manutenzione della caldaia combinata nella quale è possibile bruciare gasolio, gas

Dettagli

Voci di capitolato. Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22

Voci di capitolato. Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22 Generatore termofrigorifero EcoPower Accorroni mod. HPE/C 22 Classificazione apparecchio: Pompa di calore monoblocco aria/acqua per installazione da esterno con integrato generatore termico a gas metano.

Dettagli

S5000 230V50HZ #AVR #CONN

S5000 230V50HZ #AVR #CONN S5000 230V50HZ #AVR #CONN DOTAZIONE COMPLETA Generatore professionale con caratteristiche e dotazioni necessarie per ottenere un prodotto di classe superiore. Modello caratterizzato da un potente motoalternatore,

Dettagli

Smontaggio del motore. Informazioni generali. Attrezzi. Intervento. Operazioni preliminari

Smontaggio del motore. Informazioni generali. Attrezzi. Intervento. Operazioni preliminari Informazioni generali Informazioni generali Applicabile ai motori da 9 e 13 litri con XPI, PDE o GAS e monoblocco di 2ª generazione. Attrezzi Esempi di attrezzi idonei forniti da Scania: Codice componente

Dettagli

MACCHINE DA TINTURA VERTICALI MODELLO GS

MACCHINE DA TINTURA VERTICALI MODELLO GS MACCHINE DA TINTURA VERTICALI MODELLO GS Queste macchine verticali di tintura ad alta temperatura e pressione sono il risultato di una costante e continua ricerca di miglioramenti, lavorando in stretto

Dettagli

Modifica del sistema di scarico. Limiti alla modifica del sistema di scarico. Limitazioni generali per tutti i tipi di motore e per i sistemi

Modifica del sistema di scarico. Limiti alla modifica del sistema di scarico. Limitazioni generali per tutti i tipi di motore e per i sistemi Limiti alla modifica del sistema di scarico Limiti alla modifica del sistema di scarico Limitazioni generali per tutti i tipi di motore e per i sistemi di scarico IMPORTANTE In generale non è consentito

Dettagli

COMUNE DI GAVARDO (BS)

COMUNE DI GAVARDO (BS) COMUNE DI GAVARDO (BS) Progetto Definitivo IMPIANTO DI COGENERAZIONE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA E TERMICA DA BIOMASSE LEGNOSE doc. N 006_2014 H02 00 DESCRIZIONE FUNZIONALE SETTEMBRE 2014 IL

Dettagli

Riparazione e Manutenzione

Riparazione e Manutenzione Riparazione e Manutenzione Ampia selezione in una singola marca. Esclusivi design duraturi. Prestazioni rapide e affidabili. Descrizione Versioni Pagina Pompe prova impianti 2 9.2 Congelatubi 2 9.3 Pompe

Dettagli

INFORMAZIONE DI PRODOTTO

INFORMAZIONE DI PRODOTTO Ci curiamo del Vostro futuro INFORMAZIONE DI PRODOTTO Bollitore combinato pipe in tank Centrale di calore HTC Manuale tecnico Solarbayer Italia srl 1 Indice Breve descrizione 2 Caratteristiche tecniche

Dettagli

S5000 400V50HZ #CONN DOTAZIONE COMPLETA

S5000 400V50HZ #CONN DOTAZIONE COMPLETA S5000 400V50HZ #CONN DOTAZIONE COMPLETA Generatore professionale con caratteristiche e dotazioni necessarie per ottenere un prodotto di classe superiore. Modello caratterizzato da un potente motoalternatore,

Dettagli

SUPER SIRIO Vip. Libretto istruzioni. Installatore Utente Tecnico. Caldaie a basamento con accumulo a camera aperta (tipo B) e tiraggio naturale

SUPER SIRIO Vip. Libretto istruzioni. Installatore Utente Tecnico. Caldaie a basamento con accumulo a camera aperta (tipo B) e tiraggio naturale SUPER SIRIO Vip Caldaie a basamento con accumulo a camera aperta (tipo B) e tiraggio naturale Libretto istruzioni Installatore Utente Tecnico 1. Pompa di circolazione. Le caldaie serie Super Sirio Vip

Dettagli

Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo

Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo Workshop: Gestire la Sicurezza di Processo ing. Nicola Mazzei Laboratorio Infiammabilità ed Esplosioni Innovhub - Stazioni Sperimentali per l Industria Tel: 02-51604.256 Fax: 02-514286 mazzei@ssc.it 1

Dettagli

Collettore Solare Tipo Integrato MANUALE ISTRUZIONI

Collettore Solare Tipo Integrato MANUALE ISTRUZIONI Collettore Solare Tipo Integrato SISTEMA NON PRESSURIZZATO MANUALE ISTRUZIONI Serie S-CN-58 COLLETTORE SOLARE TIPO INTEGRATO SISTEMA NON PRESSURIZZATO Grazie per aver scelto un prodotto Laminox! L apparecchio

Dettagli

Informazioni Prodotto

Informazioni Prodotto Energia. Calore. Innovazione. Informazioni Prodotto www.a-tron.de Informazioni generali Il VARMECO NOVA-TRON basato sul principio tecnico della cogenerazione, viene utilizzato per sistemi che necessitano

Dettagli

Introduzione - Teoria - Esercizi - Caso Studio - Conclusioni

Introduzione - Teoria - Esercizi - Caso Studio - Conclusioni 1 Sommario Introduzione Teoria Approccio (alcune osservazioni) Componenti principali Portata d aria Usi inappropriati Perdite Parametri che influenzano i consumi Esercizi Caso Studio Conclusioni 2 3 L

Dettagli

Atlas Copco Compressori rotativi a vite a iniezione di olio. GX 2-11 2-11 kw/3-15 CV

Atlas Copco Compressori rotativi a vite a iniezione di olio. GX 2-11 2-11 kw/3-15 CV Atlas Copco Compressori rotativi a vite a iniezione di olio GX 2-11 2-11 kw/3-15 CV Nuova serie GX: compressori a vite progettati per durare I compressori a vite Atlas Copco rappresentano da sempre lo

Dettagli

PURIFICATORE DI GASOLIO MECCANICO PER PULIZIA CISTERNE FB 800

PURIFICATORE DI GASOLIO MECCANICO PER PULIZIA CISTERNE FB 800 PURIFICATORE DI GASOLIO MECCANICO PER PULIZIA CISTERNE FB 800 FB 800 SPECIFICHE TECNICHE Alimentazione: 220 V Frequenza: 50 Hz Max. Variazioni: tensione: + / - 5% del valore nominale Frequenza: + / -2%

Dettagli

I NUOVI MOTOCOMPRESSORI DALLA QUALITA GARANTITA, RESISTENTI E DI FACILE IMPIEGO

I NUOVI MOTOCOMPRESSORI DALLA QUALITA GARANTITA, RESISTENTI E DI FACILE IMPIEGO Motocompressore GDP I NUOVI MOTOCOMPRESSORI DALLA QUALITA GARANTITA, RESISTENTI E DI FACILE IMPIEGO GRUPPO VITE Il nuovo gruppo vite è stato sviluppato per assicurare elevate prestazioni ed è munito di

Dettagli

CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI 1.IM 300

CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI 1.IM 300 CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI.IM 300 INTRODUZIONE CON QUESTA PICCOLA MA ESAURIENTE GUIDA SI VUOLE METTERE A DISPOSIZIONE DELL UTENTE UNO STRUMENTO

Dettagli

CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP

CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP CALDAIE PER COMBUSTIBILI SOLIDI MODELLO SASP Caldaie in acciaio per la produzione di acqua calda ad inversione di fumi, funzionanti a scarti di legno, trucioli, pelet, segatura, cippati, bricchetti, gasolio,

Dettagli

MISCELATORE TERMOSTATICO BICOMANDO PER DOCCE GUIDA DELL'UTENTE

MISCELATORE TERMOSTATICO BICOMANDO PER DOCCE GUIDA DELL'UTENTE MISCELATORE TERMOSTATICO BICOMANDO PER DOCCE Le manopole di comando del miscelatore e la piastra di incasso possono variare in funzione del modello scelto GUIDA DELL'UTENTE EDIZIONE 02 Queste istruzioni

Dettagli

Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100

Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100 Caldaie a condensazione murali IDRA CONDENS 4100 Caldaie a condensazione a gas **** CE Scambiatore in acciaio inox 316 a dissipazione radiale forzata Bruciatore a premiscelazione totale Potenza da 20 a

Dettagli

Pompa elettrica di alimentazione carburante

Pompa elettrica di alimentazione carburante Pagina 1/8 Pompe elettriche di alimentazione carburante Panoramica del prodotto per l utilizzo universale PRODuCT INFORMATION Veicolo/utilizzo Prodotto PIeRbuRg n. vedere catalogo/cd TecDoc Pompa elettrica

Dettagli

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel Compressore con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità Portata effettiva Massima pressione operativa

Dettagli

Varial. varial: la semplicità della versatilità

Varial. varial: la semplicità della versatilità varial: la semplicità della versatilità Fernando Installatore Varial Caldaia a condensazione murale con scambiatore in alluminio Bruciatore modulante premiscelato da 35 a 150 kw www.ygnis.it L evoluzione

Dettagli

L90 L250. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology

L90 L250. Compressori rotativi a vite a iniezione d olio. Intelligent Air Technology L90 L250 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio Intelligent Air Technology L90 L250 Compressori rotativi a vite a iniezione d olio La nuovissima gamma CompAir di compressori rotativi a vite a iniezione

Dettagli

news PISTOLE PER ADBLUE ADATTATORI PINZA FRENI 3PZ Italia Marzo 2015

news PISTOLE PER ADBLUE ADATTATORI PINZA FRENI 3PZ Italia Marzo 2015 PISTOLE PER ADBLUE Pistola manuale caratterizzata da elevata efficienza, dovuta alla bassa resistenza al flusso, unita ad una notevole economicità. Erogazione massima 40 lt/min - ingresso 3/4 BSP - Uscita

Dettagli

MICROCOGENERATORI EVOLUTI. Enrico Bianchi

MICROCOGENERATORI EVOLUTI. Enrico Bianchi LA COGENERAZIONE DIFFUSA E UN OPZIONE VALIDA PER LA PRODUZIONE DEI FLUSSI ENERGETICI NECESSARI? Lunedì, 27 ottobre 2003 Auditorium CESI Via Rubattino, 54 Milano MICROCOGENERATORI EVOLUTI Enrico Bianchi

Dettagli

Futura Soluzione per il Riscaldamento Domestico. Da aria in acqua

Futura Soluzione per il Riscaldamento Domestico. Da aria in acqua Futura Soluzione per il Domestico Da aria in acqua TIPO SPLIT Modello Elevata potenza WSHK160DA9 NUOVO TIPO SPLIT Modello Confort WSHA050DA WSHA065DA WSHA080DA WSHA095DA WSHA128DA WSHA5DA WOHK112LAT NUOVO

Dettagli

Microcogeneratori Heron

Microcogeneratori Heron Microcogeneratori Heron 2015 Un'esclusiva MALUX SA per tutta la Svizzera e il Liechtenstein Heron: la cogenerazione accessibile a tutti. Heron è un microcogeneratore a basso costo adatto per le piccole

Dettagli

La manutenzione per ridurre i costi dell aria compressa ed incrementare l efficienza degli impianti

La manutenzione per ridurre i costi dell aria compressa ed incrementare l efficienza degli impianti Maintenance Stories Fatti di Manutenzione Kilometro Rosso - Bergamo 13 novembre 2013 La manutenzione per ridurre i costi dell aria compressa ed incrementare l efficienza degli impianti Guido Belforte Politecnico

Dettagli

RECUPERATORI DI CALORE PER ACQUA CALDA SANITARIA O ALTRI USI IN ACCIAIO INOX

RECUPERATORI DI CALORE PER ACQUA CALDA SANITARIA O ALTRI USI IN ACCIAIO INOX RECUPERATORI DI CALORE PER ACQUA CALDA SANITARIA O ALTRI USI IN ACCIAIO INOX Serie mod. da ø a ø MODELLI DISPONIBILI SOLO IN VERSIONE TRM u u u u SIGNIFICATO DELLE SIGLE IDENTIFICATIVE Recuperatore acqua

Dettagli

IMPIANTI DI RAFFREDDAMENTO

IMPIANTI DI RAFFREDDAMENTO IMPIANTI DI RAFFREDDAMENTO i Informazioni per i conducenti Il meglio dalla vostra auto RAFFREDDAMENTO Nei giorni dei primi film, nuvole di fumo provenienti da un radiatore bollente erano parte integrante

Dettagli

ALLEGATO - C ATTIVITA' DI CONDUZIONE IMPIANTI

ALLEGATO - C ATTIVITA' DI CONDUZIONE IMPIANTI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DELLA GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA CONDUZIONE E DELLA MANUTENZIONE DEL MAXXI - MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO ALLEGATO - C Generatore di acqua

Dettagli

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550 CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK DI 550 Il cingolato da cava DI 550 è una macchina di perforazione progettata per l'utilizzo con martello a fondo foro da 4", 5" o 6. Il cingolato è equipaggiato con cabina per

Dettagli

PALA GOMMATA JCB 457ZX PRELIMINARE

PALA GOMMATA JCB 457ZX PRELIMINARE PALA GOMMATA JCB 457ZX PRELIMINARE MOTORE CUMMINS QSL 8.9 POTENZA LORDA (SAE J1995) 186 kw POTENZA NETTA (SAE J1349) 185 kw PESO OPERATIVO da 18,8 t a 19,5 t CAPACITA' BENNA da 3 a 7 m³ DIMENSIONI STATICHE

Dettagli

T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica

T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica Pompe di Calore Herz - Scheda Tecnica EnergyCenter SW WW Rev.713 T-CONTROL T-CONTROL Pompa di calore Geotermica Salamoia/Acqua SW 3~ (3x4 VAC) 1~ (1x23 VAC) Commotherm SW,7 kw 4,8 kw Commotherm 7 SW 7,3

Dettagli

CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4

CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4 CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4 Schema elettrico TCM00085 1 TCM00085 2 TCM00085 3 Descrizione dei componenti A01 ELETTROPOMPA CARBURANTE Azionare la pompa del carburante per misurarne la portata

Dettagli

LAME D ARIA STANDARD STANDARD

LAME D ARIA STANDARD STANDARD Sez. B.3 Sistemi e tecnologie ad aria compressa, di ausilio alla produzione DC COOLING Alternative cooling solutions LAME D ARIA STANDARD STANDARD Air blade TM Air knives Documentazione non registrata,

Dettagli

INDICE. I dati tecnici e dimensionali riportati nella presente documentazione possono subire variazioni orientate al miglioramento del prodotto.

INDICE. I dati tecnici e dimensionali riportati nella presente documentazione possono subire variazioni orientate al miglioramento del prodotto. MANUALE TECNICO aerotermi a soffitto S80 I INDICE 1 GENERALITA'... 2 2 CARATTERISTICHE TECNICHE NOMINALI... 3 3 RESE TERMICHE... 4 3.1 Resa termica con funzionamento ad acqua... - 11 4 FUNZIONAMENTO A

Dettagli

Funzionamento del motore 4 tempi I componenti fondamentali del motore 4 tempi I componenti ausiliari del motore 4 tempi La trasmissione del moto Le innovazioni motoristiche L influenza dell aerodinamica

Dettagli

EASYLEV ISTRUZIONI D USO I BETRIEBSANLEITUNGEN. Cod. 71503505/0

EASYLEV ISTRUZIONI D USO I BETRIEBSANLEITUNGEN. Cod. 71503505/0 BETRIEBSANLEITUNGEN EASYLEV ISTRUZIONI D USO Cod. 71503505/0 ATTENZIONE!!! LE SEGUENTI OPERAZIONI E QUELLE EVIDENZIATE DAL SIMBOLO A LATO SONO SEVERAMENTE VIETATE A CHI UTILIZZA LA MACCHINA 1. CARATTERISTICHE

Dettagli

Sistemi di riscaldamento ad unità tubolare compatta

Sistemi di riscaldamento ad unità tubolare compatta unità tubolare compatta Oltre il 91,5% NETTO di efficienza! Struttura compatta - ideale quando lo spazio è importante Per installazione a camera stagna o svasata Bruciatori automatici di accensione con

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105. Cod. 523.0000.102

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105. Cod. 523.0000.102 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO LOR-THERM 105 Cod. 523.0000.102 Perché la garanzia sia valida, installare e utilizzare il prodotto secondo le istruzioni contenute nel presente manuale. È perciò di fondamentale

Dettagli

Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500

Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500 Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500 Dati tecnici Riscaldamento Larghezza max. di riscaldamento Potenza calorifica max. Radiatori Lunghezza del gruppo radiante anteriore Lunghezza del gruppo radiante posteriore

Dettagli

PRIME NEW. Caldaie murali a gas a condensazione ideali per la sostituzione di caldaie convenzionali

PRIME NEW. Caldaie murali a gas a condensazione ideali per la sostituzione di caldaie convenzionali PRIME NEW Caldaie murali a gas a condensazione ideali per la sostituzione di caldaie convenzionali Ideale per la sostituzione di caldaie convenzionali La nuova gamma a condensazione Prime si articola in

Dettagli

Compressori a pistoni PROpack e SILpack

Compressori a pistoni PROpack e SILpack Compressori a pistoni PROpack e SILpack Intelligent Air Technology Compressori a pistoni PROpack e SILpack I compressori CompAir PROpack e SILpack offrono un erogazione di aria compressa economica e affidabile.

Dettagli

Impianti di riscaldamento convenzionali

Impianti di riscaldamento convenzionali Impianti di riscaldamento convenzionali convenzionale Impianti di riscaldamento Schema di un impianto con caldaia Combustibile Generazione regolazione emissione Carichi termici Distribuzione Impianti di

Dettagli

Istruzioni per l uso ed il montaggio. Montaggio ADS

Istruzioni per l uso ed il montaggio. Montaggio ADS ADS La serie ADS è stata progettata sulla base della comprovata serie di ammortizzatori per carichi pesanti LDS da utilizzare su ascensori per persone e carichi. La prova di omologazione garantisce che

Dettagli

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE

menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE menoenergia MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PISCINE Principio di funzionamento Nelle piscine medio grandi, la normativa prevede una ricambio giornaliero dell acqua totale delle vasche, nella

Dettagli

10006 MOTOPOMPA PORTATILE WILDFIRE MINI STRIKER / MOSKITO

10006 MOTOPOMPA PORTATILE WILDFIRE MINI STRIKER / MOSKITO 10006 MOTOPOMPA PORTATILE WILDFIRE MINI STRIKER / MOSKITO Pompa Centrifuga mono stadio con corpo e girante in lega leggera Avviamento Manuale a strappo Questa pompa è progettata per un utilizzo dove viene

Dettagli

Allestimenti veicoli commerciali Sistemi pulizia strade post incidente

Allestimenti veicoli commerciali Sistemi pulizia strade post incidente via Carducci, 36-37059 Campagnola di Zevio (VR) P.IVA 02965140235 2 Allestimenti e sistemi per la pulizia stradale post incidente Il sistema Road Cleaner permette il ripristino del manto stradale a seguito

Dettagli

Via ALDO ROSSI 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500. Canalizzabile. Bassa Prevalenza. Dati Tecnici Prodotto CB09L N12

Via ALDO ROSSI 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500. Canalizzabile. Bassa Prevalenza. Dati Tecnici Prodotto CB09L N12 Via ALDO ROS 4 20149 Milano(MI) Tel.02518011- Fax 0251801.500 Canalizzabile Bassa Prevalenza Dati Tecnici Prodotto CB09L N12 1 UNITA CANALIZZABILI PER STEMI MULTI Egregi Signori, Vi inviamo la presentazione

Dettagli

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar.

HQ03. pompa singola a palette tipo. 20 a 23 gpm) a 1000 rpm e 7 bar. HQ3 Descrizione generale Pompa a palette a cilindrata fissa, idraulicamente bilanciata, con portata determinata dal tipo di cartuccia utilizzato e dalla velocità di rotazione. La pompa è disponibile in

Dettagli

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI LINEE GUIDA PER IL MONTAGGIO GPL INIEZIONE SEQUENZIALE IN FASE GASSOSA AUTOMOBILI TRASFORMABILI AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE ASPIRATO AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE TURBO AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

Dettagli

PTT di 3.500 Kg e pertanto conducibile con Patente B. Pagina 1

PTT di 3.500 Kg e pertanto conducibile con Patente B. Pagina 1 SPAZZATRICE ASPIRANTE VELOCE mod. MINOR m 3 2 La Spazzatrice Aspirante Scarab Minor è una delle più potenti spazzatrici compatte per aree urbane. E allestita con motore Diesel VM sovralimentato (conforme

Dettagli

Gruppi termici a condensazione con integrazione solare PRIME SOLAR

Gruppi termici a condensazione con integrazione solare PRIME SOLAR Gruppi termici a condensazione con integrazione solare PRIME SOLAR PR Imperativo Risparmio Energetico La principale voce di spesa di un abitazione è relativa alla climatizzazione invernale. I consumi energetici

Dettagli

Tower GREEN Tower GREEN 28 B.S.I. 130 Tower GREEN Tower GREEN Tower GREEN TOP 28 B.S.I. 130

Tower GREEN Tower GREEN 28 B.S.I. 130 Tower GREEN Tower GREEN Tower GREEN TOP 28 B.S.I. 130 Tower Green Tower GREEN è una caldaia a basamento a condensazione equipaggiata di serie con bollitore da 137 litri e separatore idraulico. Nella versione Tower GREEN 28 B.S.I. 130 può gestire una zona

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale Impianti di propulsione navale Motori diesel 4T Circuito acqua raffreddamento Il circuito acqua di raffreddamento asporta il calore generato dalle seguenti fonti principali: Cilindri motore; Aria di sovralimentazione;

Dettagli

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG).

Una gamma completa. di serie fino a -15 C (modelli AG). Meteo Meteo è una gamma completa di caldaie specifiche per esterni. Gli elevati contenuti tecnologici ne esaltano al massimo le caratteristiche specifiche: dimensioni, pannello comandi remoto di serie,

Dettagli

ALLESTIMENTI VEICOLI COMMERCIALI

ALLESTIMENTI VEICOLI COMMERCIALI ALLESTIMENTI VEICOLI COMMERCIALI Catalogo n. C CT ii SA030 00 HYDRO BLOCK BLOCCO IDRAULICO Dimensioni: 445x717x500 mm (LxPxH) - Peso: 82,00 Kg Il nuovo blocco idraulico HYDRO-BLOCK ha gli attacchi rapidi

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Miglioramenti Energetici Solare Termico. Aslam Magenta - Ing. Mauro Mazzucchelli Anno Scolastico 2014-2015 81

Miglioramenti Energetici Solare Termico. Aslam Magenta - Ing. Mauro Mazzucchelli Anno Scolastico 2014-2015 81 Miglioramenti Energetici Solare Termico Scolastico 2014-2015 81 Sostituzione Generatore di Calore Sostituzione adeguamento sistema di Distribuzione Sostituzione del sistema di emissione Installazione Solare

Dettagli

Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350

Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350 Istruzioni di servizio per la caldaia a vapore della serie di produzione S 350 Posizione della caldaia 1. Per garantire un funzionamento perfetto della caldaia è necessario che la stessa, per mezzo della

Dettagli

SISTEMI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA AD ALTA EFFICIENZA BIOGAS DA DISCARICA DEPURATORI REFLUI

SISTEMI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA AD ALTA EFFICIENZA BIOGAS DA DISCARICA DEPURATORI REFLUI PROGETTO COGEN+ BIO 205 kwe / 400 kwe SISTEMI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA AD ALTA EFFICIENZA BIOGAS DA DISCARICA DEPURATORI REFLUI COGEN+ BIO 200-400 kwe DISCARICHE-depuratori.doc - pag.1 di 7 1 PREMESSA

Dettagli

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA

GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA ST.01.01.00 GRUPPI DI RILANCIO PER LA REGOLAZIONE TERMICA Art. 2170 Gruppo di rilancio completo di: - Valvola miscelatrice con servocomando a 3 punti - Circolatore a tre velocità - Valvole d intercettazione

Dettagli

MONOSTADIO PLUS DI PRODOTTO. monostadio a basse emissioni inquinanti

MONOSTADIO PLUS DI PRODOTTO. monostadio a basse emissioni inquinanti MONOSTADIO monostadio a basse emissioni inquinanti Bruciatori di gasolio monostadio a basse emissioni di NOx (< 90 mg/kwh) e sonore (< 60 dba). Sono dotati di corpo in alluminio, struttura con un sistema

Dettagli

Serie SPINN da 2,2 a 11 kw

Serie SPINN da 2,2 a 11 kw Serie da 2,2 a 11 kw L aria compressa al vostro servizio Approfittate dei vantaggi ABAC Fin dal 1980, ABAC offre il giusto mix di flessibilità ed esperienza per il mercato industriale, professionale e

Dettagli

COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti -

COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti - COMUNITA MONTANA ALBURNI AREA TECNICA - Ufficio Gare e Contratti - P.S.R. 2007/2013 Misura 226 Azione d) (Acquisto di attrezzature e mezzi innovativi per il potenziamento degli interventi di prevenzione

Dettagli

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA

PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE E TRATTAMENTO ARIA COMPRESSA Comando pneumatico: è costituito da un insieme di tubazioni e valvole, percorse da aria compressa, che collegano una centrale di compressione ad una

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTI A SECCO A N T A

ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTI A SECCO A N T A ISTRUZIONI PER L USO IMPIANTI A SECCO A N T A 1 ANTA DATI TECNICI Alimentazione: 230V/50Hz Modello Numero vie di spillatura Potenza installata [W] Capacità di spillatura [lt/ora] Peso [kg] Dimensioni larghezza

Dettagli

ACCUMULATORI IDRAULICI

ACCUMULATORI IDRAULICI In generale, un accumulatore idraulico può accumulare liquido sotto pressione e restituirlo in caso di necessità; IMPIEGHI 1/2 Riserva di liquido Nei circuiti idraulici per i quali le condizioni di esercizio

Dettagli

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE

VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE CONDENSATI AD ARIA refrigerante R410A RSA-EF A solo condizionamento, standard RSA-EF S solo condizionamento, silenziata RSA-EF SS solo condizionamento, supersilenziata RSA-EF HA pompa di calore, standard

Dettagli

cogeneratore FVG-TRON

cogeneratore FVG-TRON caratteristiche generali bassa rumorosità FVG-TRON basato sul principio tecnico della cogenerazione, viene utilizzato per sistemi che necessitano di avere una bassa rumorosità in poco spazio. motore moderno

Dettagli

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK-BPI TITON 300

CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK-BPI TITON 300 CINGOLATO IDRAULICO SANDVIK-BPI TITON 300 Il cingolato da cava Titon 300 è una macchina di perforazione progettata per l'utilizzo con martello a fondo foro da 3" o 4". Il cingolato è equipaggiato con cabina

Dettagli

GENERATORI D ARIA GBI/GBO

GENERATORI D ARIA GBI/GBO DESCRIZIONE PER CAPITOLATO I generatori d aria calda GBI e GBO sono costituiti da un telaio in alluminio e da una pannellatura esterna in lamiera preverniciata: i pannelli sono isolati all interno con

Dettagli

Genset Marini serie LMG

Genset Marini serie LMG Genset Marini serie LMG MANUTENZIONE Per facilitare la manutenzione, il gruppo è stato progettato in modo da dare la possibilità di effettuare solo da un lato i principali controlli sulle parti del motore,

Dettagli

Riunione agenti 2015

Riunione agenti 2015 Riunione agenti 2015 2. Dielle Carinci Progetto stufe a pellet 2. Filosofia Dielle Dielle è ricerca, innovazione, rispetto della natura, miglioramento continuo, per una totale soddisfazione del cliente.

Dettagli

SISTEMA SOLARE BSTD. Manuale di montaggio e messa in funzione

SISTEMA SOLARE BSTD. Manuale di montaggio e messa in funzione SISTEMA SOLARE BSTD Manuale di montaggio e messa in funzione 1 INDICE AVVERTENZE PER LA SICUREZZA 3 ELENCO DEI COMPONENTI 4 INFORMAZIONI GENERALI 4 ACCUMULO BSTD 4 Descrizione generale 4 Dati tecnici 5

Dettagli

STUDIO ED OTTIMIZZAZIONE DEL SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO PER UN MOTORE FUORIBORDO

STUDIO ED OTTIMIZZAZIONE DEL SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO PER UN MOTORE FUORIBORDO STUDIO ED OTTIMIZZAZIONE DEL SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO PER UN MOTORE FUORIBORDO Tesi di laurea di: FEDERICO MORSELLI Relatore: Prof. Ing. LUCA PIANCASTELLI Università degli Studi di Bologna Facoltà di

Dettagli

Informazioni sulla Macchina

Informazioni sulla Macchina 8620-14DC Informazioni sulla Macchina INDICE: DESCRIZIONE E CARATTERISTICHE PRINCIPALI LAYOUT DATI TECNICI NOMINALI CONFIGURAZIONE Sealed Air S.r.l. Via Trento 7 Casella Postale 108 I-20017 Passirana di

Dettagli

KOMSA - LINEA 3 BLINDOTUBO 920/1500. Sistemi di aspirazione gas di scarico. Alta efficienza di aspirazione. Facile da usare.

KOMSA - LINEA 3 BLINDOTUBO 920/1500. Sistemi di aspirazione gas di scarico. Alta efficienza di aspirazione. Facile da usare. BLINDOTUBO 920/1500 SISTEMA QUALITA ISO 9001 SISTEMA AMBIENTALE ISO 14001 Alta efficienza di aspirazione Facile da usare Design moderno Aspirazione gas di scarico di veicoli in sosta (furgoni, TIR) Aspirazione

Dettagli

ITALIANO. Manuale del telecomando. Sommario. Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO...

ITALIANO. Manuale del telecomando. Sommario. Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO... Manuale del telecomando ITALIANO Sommario PRECAUZIONI... 1-2 USO DEL TELECOMANDO...3... 4-12 Grazie per aver scelto il nostro condizionatore d aria Prima di avviare il climatizzatore, leggere con attenzione

Dettagli

Luna3 Comfort Air - Silver Space

Luna3 Comfort Air - Silver Space Luna3 Comfort Air - Silver Space Controllo remoto programmabile con termoregolazione m o d u l a n t e (secondo DL 311/06) D I S E R I E Caldaie murali a gas per esterni Le soluzioni da esterno di BAXI

Dettagli

DFP 13 100/112 ID POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA SERIE 20 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO CARATTERISTICHE TECNICHE SIMBOLO IDRAULICO.

DFP 13 100/112 ID POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA SERIE 20 PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO CARATTERISTICHE TECNICHE SIMBOLO IDRAULICO. 3 00/ ID DFP POMPE A PALETTE A CILINDRATA FISSA PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO Le pompe DFP sono pompe a palette a cilindrata fissa, realizzate in quattro diverse grandezze, divise a loro volta in cinque dimensioni

Dettagli

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr.

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr. Modell 1256 03.0/2011 Art.-Nr. 684112 560725 Fonterra Kleinflächenregelstation A 2 Fonterra Kleinflächenregelstation B C D E F G 3 Istruzioni per l uso della stazione di regolazione per superfici ridotte

Dettagli

Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw

Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw Gruppi Frigo a Pompa di Calore Digital Scroll 230/400V 05 16 Kw 1 2 3 4 5 1. Adotta refrigerante R410A, amico del nostro ambiente. 2. Design compatto: Unità con pompa acqua e vaso di espansione, basta

Dettagli

Air Conditioning Division

Air Conditioning Division Air Conditioning Division ARGOMENTI TRATTATI PAG Caratteristiche salienti 2 Tipologia unità interne collegabili 3 Caratteristiche tecniche 4 Tavole di configurazione 5 Fattori di correzione (capacità)

Dettagli

Attivazione presa di forza ED. Funzione

Attivazione presa di forza ED. Funzione Funzione Attivazione presa di forza ED La funzione consente di attivare la presa di forza dal posto guida e dall esterno dalla cabina. La presa di forza è controllata dalla centralina BCI. Una presa di

Dettagli

METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA

METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA Corso di formazione ed aggiornamento professionale per Energy Managers-Trenitalia BOLOGNA 15-16 Giugno 2011 METODOLOGIE DI RISPARMIO DI ENERGIA TERMICA Ing. Nino Di Franco ENEA-UTEE-IND IL CONTROLLO DELLA

Dettagli

Minimaster PRODOTTO BREVETTATO MANUALE D USO

Minimaster PRODOTTO BREVETTATO MANUALE D USO Minimaster PRODOTTO BREVETTATO MANUALE D USO MASTERLUBE SYSTEMS LTD Unit 8, All Saints Ind. Est. Shildon, Co. Durham DL4 2RD Tel +44 (0) 1388 772276 Fax +44 (0) 1388 778893 www.bignall.co.uk 2 SOMMARIO

Dettagli

* (Le variazioni esposte, dipendono dal tipo di motore e possono variare da veicolo a veicolo).

* (Le variazioni esposte, dipendono dal tipo di motore e possono variare da veicolo a veicolo). Cosa è Hiclone? Hiclone è un semplice dispositivo, esente da manutenzione che si inserisce all'interno dei tubi di induzione dell aria, adatto per i motori a Benzina, Gasolio e GPL; aspirati, ad iniezione,

Dettagli