ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG"

Transcript

1 ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del ) Numero Quesito Quando ha effetto la disposizione testamentaria nella quale la persona dell'erede o del legatario è stata erroneamente indicata? Risposta 1 Quando dal contesto del testamento o altrimenti risulta in modo non equivoco quale persona il testatore voleva nominare Risposta 2 In nessun caso Esclusivamente quando dal contesto del testamento, e non altrimenti, risulta in modo non equivoco quale persona il testatore voleva nominare Risposta 4 In ogni caso Numero Quesito A norma del codice civile, ha effetto la disposizione testamentaria quando la cosa che ne forma oggetto è stata erroneamente indicata o descritta? Risposta 1 Sì, purchè sia certo a quale cosa il testatore intendeva riferirsi Risposta 2 Sì, anche se non è certo a quale cosa il testatore intendeva riferirsi, mai Risposta 4 Sì, ma esclusivamente quando la disposizione testamentaria abbia ad oggetto una cosa mobile Numero Quesito Se la persona dell'erede o del legatario è stata erroneamente indicata, la disposizione: Risposta 1 Ha effetto quando dal contesto del testamento o altrimenti risulta, in modo non equivoco, quale persona il testatore voleva nominare Risposta 2 Ha effetto quando solo dal contesto del testamento, e non anche altrimenti, risulti in modo non equivoco quale persona il testatore voleva nominare n ha mai effetto Risposta 4 Ha sempre effetto Numero Quesito A norma del codice civile, quando il motivo illecito rende nulla la disposizione testamentaria? Risposta 1 Quando risulta dal testamento ed è il solo che ha determinato il testatore a disporre Risposta 2 In ogni caso In nessun caso Risposta 4 Quando risulta dal contesto del testamento o altrimenti può essere individuato, anche se non è il solo che ha determinato il testatore a disporre Numero Quesito Il motivo illecito, quando risulta dal testamento ed è il solo che ha determinato il testatore a disporre, rende la disposizione testamentaria: Risposta 1 Nulla Risposta 2 Annullabile Inefficace, ancorchè valida Risposta 4 Annullabile, ma solo se il testatore non ha indicato nella disposizione un soggetto che ne curi l'esecuzione Numero 02005

2 Quesito In quali casi il motivo illecito rende nulla la disposizione testamentaria? Risposta 1 Quando risulta dal testamento ed è il solo che ha determinato il testatore a disporre Risposta 2 Quando è il solo che ha determinato il testatore a disporre anche se non risulta dal testamento In nessun caso Risposta 4 In ogni caso Numero Quesito A norma del codice civile, è ammessa azione in giudizio per accertare che le disposizioni fatte a favore di persona dichiarata nel testamento sono soltanto apparenti e che in realtà riguardano altra persona, qualora espressioni del testamento possano indicare o far presumere che si tratti di persona interposta? Risposta 1 No, salvo il caso in cui l'istituzione o il legato sono impugnati come fatti per interposta persona a favore di incapaci a ricevere Risposta 2 Sì, sempre Sì, ma solo nel caso di disposizioni a titolo particolare Risposta 4 No, mai Liv. diff. 2 Numero Quesito In tema di disposizioni fiduciarie, nel caso in cui la persona dichiarata nel testamento abbia spontaneamente eseguito la disposizione fiduciaria trasferendo i beni alla persona, non incapace di ricevere, voluta dal testatore, è esperibile l'azione di ripetizione? Risposta 1 No, salvo che la persona dichiarata nel testamento e che ha spontaneamente eseguito la disposizione fiduciaria sia un incapace Risposta 2 Sì, purchè non sia stata ancora effettuata la consegna materiale dei beni Sì, sempre Risposta 4 Sì, salvo che la persona dichiarata nel testamento e che ha spontaneamente eseguito la disposizione fiduciaria sia un incapace Numero Quesito In materia di disposizioni testamentarie fiduciarie, è ammessa azione in giudizio per accertare che le disposizioni fatte a favore di persona dichiarata nel testamento sono soltanto apparenti e che in realtà riguardano altra persona, che sia capace di ricevere? Risposta 1 Non è ammessa, anche se espressioni del testamento possono indicare o far presumere che si tratta di persona interposta Risposta 2 E' ammessa quando espressioni del testamento indicano che si tratta di persona interposta n è ammessa, salvo che si tratti di disposizioni testamentarie a titolo particolare Risposta 4 E' ammessa quando espressioni del testamento possono far presumere che si tratta di persona interposta Liv. diff. 2 Numero Quesito La disposizione testamentaria fatta a favore di persona che sia indicata in modo da non poter essere determinata: E' valida Risposta 4 E' valida, ma inopponibile ai soggetti beneficiari delle altre disposizioni testamentarie

3 Numero Quesito A norma del codice civile, le disposizioni testamentarie a favore dell'anima si considerano come: Risposta 1 Un onere a carico dell'erede o del legatario Risposta 2 Un legato a favore di una persona o di un ente, il cui contenuto e durata sono fissati dal testatore Una condizione sospensiva potestativa apposta alla disposizione testamentaria Risposta 4 Una condizione risolutiva apposta alla disposizione testamentaria Numero Quesito E' consentita al testatore la designazione di una persona che curi l'esecuzione di una disposizione testamentaria a favore dell'anima? Risposta 1 Sì, anche nel caso in cui manchi un interessato a richiedere l'adempimento Risposta 2 Sì, ma esclusivamente nel caso in cui i beni da destinarsi a tal fine siano immobili Risposta 4 Sì, ma solo nel caso in cui vi sia un interessato a richiedere l'adempimento Numero Quesito A norma del codice civile, quando sono valide le disposizioni testamentarie a favore dell'anima? Risposta 1 Qualora siano determinati i beni o possa essere determinata la somma da impiegarsi a tal fine Risposta 2 Quando pur non essendo determinati i beni o non possa essere determinata la somma da impiegarsi a tal fine, è determinata la durata della disposizione In ogni caso Risposta 4 Nel solo caso in cui il testatore abbia espressamente indicato nella disposizione l'ente ecclesiastico che dovrà curarne l'esecuzione, ancorchè non siano determinati i beni nè possa essere determinata la somma da impiegarsi a tal fine Numero Quesito In quali casi sono valide le disposizioni a favore dell'anima contenute in un testamento? Risposta 1 Solo se sono determinati i beni o possa essere determinata la somma da impiegarsi a tale fine Risposta 2 Solo se sia stata designata una persona che curi l'esecuzione della disposizione Sempre Risposta 4 Mai Numero Quesito Le disposizioni a favore dei poveri ed altre simili, espresse genericamente, senza che si determini l'uso o il pubblico istituto a cui beneficio sono fatte: Risposta 1 S'intendono fatte in favore dei poveri del luogo in cui il testatore aveva il domicilio al tempo della sua morte, ed i beni sono devoluti al Comune Risposta 2 Sono nulle in ogni caso S'intendono fatte in ogni caso a favore dello Stato Risposta 4 S'intendono fatte a favore di associazioni umanitarie aventi la sede principale nel luogo in cui il testatore ha principalmente avuto la sua residenza Numero Quesito La disposizione testamentaria con la quale si fa dipendere dall'arbitrio di un terzo

4 l'indicazione dell'erede: E' valida nel solo caso in cui il terzo indichi come erede un legittimario Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui il terzo indichi come erede un parente del testatore entro il terzo grado Numero Quesito La disposizione testamentaria con la quale si fa dipendere dall'arbitrio di un terzo la determinazione della quota di eredità: E' valida nel caso in cui le passività non superino o siano equivalenti alle attività Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui del compendio ereditario facciano parte esclusivamente beni mobili Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato o da un terzo tra più persone determinate dal testatore o appartenenti a famiglie o categorie di persone da lui determinate: Risposta 1 E' valida in ogni caso E' annullabile Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui la disposizione testamentaria sia a favore di poveri, purchè residenti nel luogo ove il testatore aveva l'ultimo domicilio Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare a favore di uno tra più enti determinati dal testatore e da scegliersi dall'onerato o da un terzo: Risposta 1 E' valida E' annullabile Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui gli enti indicati perseguano finalità culturali ed abbiano la sede principale nel luogo ove il testatore aveva l'ultimo domicilio Numero Quesito A norma del codice civile, se in una disposizione a titolo particolare il testatore ha indicato quale beneficiario, in modo alternativo, più persone determinate o appartenenti a famiglie o categorie di persone da lui determinate e non è stabilito chi deve fare la scelta, questa si considera: Risposta 1 Lasciata all'onerato Risposta 2 Lasciata al tribunale del luogo in cui si è aperta la Lasciata ad un arbitro nominato congiuntamente da tutte le persone indicate dal testatore alternativamente quali beneficiari Risposta 4 Lasciata ad un arbitro nominato dal presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la Numero Quesito A norma del codice civile, nel caso di disposizione a titolo particolare in favore di persona da scegliere dall'onerato o da un terzo tra più persone determinate dal

5 testatore o appartenenti a famiglie o categorie di persone da lui determinate, se l'onerato o il terzo non può o non vuole fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto dal presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto dal tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la, dopo aver Con provvedimento dal prefetto territorialmente competente, dopo aver assunto le opportune informazioni Risposta 4 Da un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Liv. diff. 2 Numero Quesito A norma del codice civile, nel caso di disposizione a titolo particolare a favore di un ente da scegliersi dall'onerato o da un terzo tra più enti determinati dal testatore, se l'onerato o il terzo non può o non vuole fare la scelta, questa è fatta: Risposta 1 Con decreto dal presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto dal tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la, dopo aver Con provvedimento dal prefetto territorialmente competente, dopo aver assunto le opportune informazioni Risposta 4 Da un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Liv. diff. 2 Numero Quesito A norma del codice civile, se in una disposizione a titolo particolare il testatore ha indicato, quale beneficiario, un soggetto da scegliersi fra più persone determinate in modo alternativo e non è stabilito chi deve fare la scelta, questa si considera: Risposta 1 Lasciata all'onerato Risposta 2 Lasciata al tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la Lasciata ad un arbitro nominato congiuntamente da tutte le persone indicate dal testatore in modo alternativo quali beneficiari Risposta 4 Lasciata ad un arbitro nominato dal presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la Numero Quesito A norma del codice civile, se in una disposizione a titolo particolare il testatore ha indicato quale beneficiario un soggetto da scegliersi fra più persone appartenenti a famiglie da lui determinate e non è stabilito chi deve fare la scelta: Risposta 1 La disposizione è valida e la scelta si considera lasciata all'onerato Risposta 2 La disposizione è nulla La disposizione è valida e la scelta si considera lasciata ad un terzo nominato congiuntamente dalle stesse persone indicate alternativamente dal testatore quali beneficiari Risposta 4 La disposizione è valida e la scelta si considera lasciata ad un arbitro nominato dal presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la Numero Quesito A norma del codice civile, se in una disposizione a titolo particolare il testatore ha indicato quale beneficiario un soggetto fra più persone da lui determinate in modo

6 alternativo e non è stabilito chi deve fare la scelta: Risposta 1 La disposizione è valida e la scelta si considera lasciata all'onerato Risposta 2 La disposizione è nulla La disposizione è valida e la scelta si considera lasciata ad un terzo nominato congiuntamente dalle stesse persone determinate dal testatore alternativamente quali beneficiari Risposta 4 La disposizione è valida e la scelta si considera lasciata ad un arbitro nominato dal presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la Numero Quesito La disposizione testamentaria con la quale si fa dipendere dall'arbitrio di un terzo l'indicazione dell'erede: E' valida nel solo caso in cui l'erede sia da scegliere fra più persone determinate in modo alternativo dal testatore Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui l'erede sia da scegliere fra più persone appartenenti a famiglie determinate dal testatore Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone determinate dal testatore: Risposta 1 E' valida E' annullabile Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui la disposizione abbia ad oggetto beni mobili registrati Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone appartenenti a famiglie determinate dal testatore: Risposta 1 E' valida E' annullabile Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui la disposizione abbia ad oggetto beni mobili registrati Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone appartenenti a categorie di persone determinate dal testatore: Risposta 1 E' valida E' valida nel solo caso in cui la disposizione abbia ad oggetto beni mobili registrati Risposta 4 E' annullabile Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone determinate dal testatore: Risposta 1 E' valida E' valida nel solo caso in cui la disposizione abbia ad oggetto beni mobili

7 Risposta 4 E' annullabile Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone appartenenti a famiglie determinate dal testatore: Risposta 1 E' valida E' valida nel solo caso in cui la disposizione abbia ad oggetto beni immobili strumentali ai bisogni della famiglia Risposta 4 E' annullabile Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone appartenenti a categorie di persone determinate dal testatore: Risposta 1 E' valida E' valida nel solo caso in cui la disposizione abbia ad oggetto beni mobili registrati Risposta 4 E' annullabile Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di un ente da scegliersi dall'onerato tra più enti determinati dal testatore: Risposta 1 E' valida E' valida nel solo caso in cui gli enti indicati perseguano finalità culturali ed abbiano la sede principale nel luogo ove il testatore aveva l'ultimo domicilio Risposta 4 E' annullabile Numero Quesito La disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di un ente da scegliersi da un terzo tra più enti determinati dal testatore: Risposta 1 E' valida E' valida nel solo caso in cui gli enti indicati perseguano finalità culturali ed abbiano la sede principale nel luogo ove il testatore aveva l'ultimo domicilio Risposta 4 E' annullabile Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone determinate dal testatore, se l'onerato non può fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale

8 Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone appartenenti a famiglie determinate dal testatore, se l'onerato non può fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone appartenenti a categorie di persone determinate dal testatore, se l'onerato non può fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone determinate dal testatore, se il terzo non può fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone appartenenti a famiglie determinate dal testatore, se il terzo non può fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del

9 tribunale Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone appartenenti a categorie di persone determinate dal testatore, se il terzo non può fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Risposta 4 Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Risposta 4 Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone determinate dal testatore, se l'onerato non vuole fare la scelta questa è fatta: Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone appartenenti a famiglie determinate dal testatore, se l'onerato non vuole fare la scelta questa è fatta: Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi dall'onerato tra più persone appartenenti a categorie di persone determinate dal testatore, se l'onerato non vuole fare la scelta questa è fatta: Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver

10 Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone determinate dal testatore, se il terzo non vuole fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone appartenenti a famiglie determinate dal testatore, se il terzo non vuole fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare in favore di persona da scegliersi da un terzo tra più persone appartenenti a categorie di persone determinate dal testatore, se il terzo non vuole fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Numero Quesito Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare a favore di ente da scegliersi dall'onerato tra più enti determinati dal testatore, se l'onerato non può fare la scelta questa è fatta: Risposta 1 Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto del tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver

11 Risposta 4 Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Risposta 4 Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Risposta 4 Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Risposta 4 Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare a favore di ente da scegliersi da un terzo tra più enti determinati dal testatore, se il terzo non può fare la scelta questa è fatta: Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con decreto del tribunale nella cui giurisdizione si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare a favore di ente da scegliersi dall'onerato tra più enti determinati dal testatore, se l'onerato non vuole fare la scelta questa è fatta: Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con decreto del tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Nel caso di disposizione testamentaria a titolo particolare a favore di ente da scegliersi da un terzo tra più enti determinati dal testatore, se il terzo non vuole fare la scelta questa è fatta: Con decreto del presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con decreto del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con provvedimento del prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con lodo di un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale in camera di consiglio Tizio muore senza lasciare legittimari e la sua è regolata da testamento con il quale viene nominato erede universale Filano, fratello del defunto, ed inoltre viene legata la somma di euro venticinquemila alla persona che lo stesso Filano dovrà scegliere fra i figli degli altri fratelli del defunto. L'erede onerato si reca dal notaio per sapere se la disposizione a titolo particolare è valida. Il notaio gli risponderà che: E' valida E' nulla E' valida solo decorso il termine di dieci anni dall'apertura della se i

12 nipoti non scelti non si siano opposti e solo decorso detto termine la disposizione potrà essere eseguita Risposta 4 E' annullabile Numero Quesito Sempronio muore senza lasciare legittimari e la sua è regolata da testamento con il quale viene nominato erede universale Filano, fratello del defunto, ed inoltre viene legato un quadro di valore, appartenente al defunto, alla persona che Mevio dovrà scegliere fra i figli degli altri fratelli del defunto. Mevio, dovendo operare la scelta, si reca dal notaio per sapere se la disposizione a titolo particolare è valida. Il notaio gli risponderà che: Risposta 1 E' valida E' valida solo decorso il termine di dieci anni dall'apertura della se l'erede non si sia opposto e solo decorso detto termine la disposizione potrà essere eseguita Risposta 4 E' annullabile Numero Quesito Tizio, celebre avvocato penalista, con testamento olografo ha istituito erede universale l'unico figlio Caio ed ha legato tutti i propri libri ad un avvocato penalista che Caio avrebbe dovuto scegliere tra quelli con studio in Roma. Se Caio non vuole fare la scelta, questa è fatta: Risposta 1 Con decreto dal presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto dal tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la Con provvedimento dal prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con lodo da un arbitro bonario compositore nominato con provvedimento del tribunale Numero Quesito Tizio, vedovo, ha istituito erede universale del suo ingente patrimonio il suo unico figlio Caio ed ha disposto il lascito della sua fornitissima biblioteca scientifica in favore di un istituto di ricerca sulle malattie psichiche da scegliersi da parte di Caio tra gli istituti universitari italiani. Dopo la morte del padre, però, Caio non può operare la scelta perchè le sue condizioni psichiche si aggravano improvvisamente. In tal caso la scelta è fatta: Risposta 1 Con decreto dal presidente del tribunale del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 2 Con decreto dal tribunale competente in relazione al luogo in cui si è aperta la, dopo aver Con provvedimento dal prefetto del luogo in cui si è aperta la, dopo aver Risposta 4 Con decreto dal tribunale del luogo in cui risiede l'erede onerato, dopo aver assunto le opportune informazioni Numero Quesito A norma del codice civile, la disposizione che lascia al mero arbitrio dell'onerato o di un terzo la determinazione dell'oggetto del legato, nel caso in cui questo non sia stato

13 fatto a titolo di rimunerazione per i servizi prestati al testatore: E' valida purchè operata nell'ambito del valore della disponibile Risposta 4 E' valida esclusivamente nel caso in cui il legatario sia anche erede legittimo Numero Quesito A norma del codice civile, la disposizione che lascia al mero arbitrio dell'onerato o di un terzo la determinazione della quantità del legato, nel caso in cui questo non sia stato fatto a titolo di rimunerazione per i servizi prestati al testatore: E' sempre valida Risposta 4 E' valida esclusivamente nel caso in cui la disposizione riguardi beni fungibili Numero Quesito La disposizione che lascia all'arbitrio dell'onerato o di un terzo di determinare l'oggetto o la quantità del legato fatto a titolo di rimunerazione per i servizi prestati al testatore è: Risposta 1 Valida Risposta 2 Nulla Annullabile Risposta 4 Valida se il legatario è un erede legittimo, nulla negli altri casi Numero Quesito La disposizione testamentaria che lascia al mero arbitrio dell'onerato la determinazione dell'oggetto del legato non fatto a titolo di rimunerazione per i servizi prestati al testatore: E' valida Risposta 4 E' valida esclusivamente nel caso in cui la disposizione abbia ad oggetto beni immobili Numero Quesito La disposizione testamentaria che lascia al mero arbitrio di un terzo la determinazione dell'oggetto del legato non fatto a titolo di rimunerazione per i servizi prestati al testatore: E' valida Risposta 4 E' valida esclusivamente nel caso in cui la disposizione abbia ad oggetto beni immobili Numero Quesito La disposizione testamentaria che lascia al mero arbitrio dell'onerato la determinazione della quantità del legato non fatto a titolo di rimunerazione per i servizi prestati al testatore:

14 E' valida Risposta 4 E' valida esclusivamente nel caso in cui la disposizione abbia ad oggetto merce non deteriorabile Numero Quesito La disposizione che lascia al mero arbitrio di un terzo la determinazione della quantità del legato non fatto a titolo di rimunerazione per i servizi prestati al testatore: E' valida Risposta 4 E' valida esclusivamente nel caso in cui la disposizione abbia ad oggetto merce non deteriorabile Numero Quesito A norma del codice civile, le disposizioni testamentarie a titolo universale possono farsi sotto condizione sospensiva? Risposta 1 Sì Risposta 2 No Sì, ma soltanto qualora la disposizione riguardi i legittimari Risposta 4 Sì, ma soltanto qualora la disposizione abbia ad oggetto beni immobili Numero Quesito A norma del codice civile, le disposizioni testamentarie a titolo universale possono farsi sotto condizione risolutiva? Risposta 1 Sì Risposta 2 No Sì, ma soltanto qualora la disposizione riguardi i legittimari Risposta 4 Sì, ma soltanto qualora la disposizione abbia ad oggetto beni immobili Numero Quesito A norma del codice civile, le disposizioni testamentarie a titolo particolare possono farsi sotto condizione sospensiva? Risposta 1 Sì Risposta 2 No Sì, ma soltanto qualora la disposizione riguardi i legittimari Risposta 4 Sì, ma soltanto qualora la disposizione abbia ad oggetto beni futuri Numero Quesito A norma del codice civile, le disposizioni testamentarie a titolo particolare possono farsi sotto condizione risolutiva? Risposta 1 Sì Risposta 2 No Sì, ma soltanto qualora la disposizione riguardi i legittimari Risposta 4 Sì, ma soltanto qualora la disposizione abbia ad oggetto beni immobili Numero Quesito Tizio, celibe e senza discendenti nè ascendenti, volendo disporre delle proprie sostanze per testamento si reca dal notaio e gli manifesta la volontà di nominare suo erede universale Sempronio, figlio della premorta sorella Caia, sottoponendo la disposizione testamentaria alla condizione risolutiva che l'istituito non prosegua per

15 Risposta 1 Risposta 2 Risposta 4 Liv. diff. 2 Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Risposta 4 Liv. diff. 2 Numero Quesito Risposta 1 Risposta 2 Risposta 4 almeno dieci anni dopo la morte del testatore l'assegnazione del \"Premio Annuale Tizio\" a favore di uno studente meritevole e bisognoso. Il notaio dirà che l'istituzione di Sempronio: può farsi sotto la condizione risolutiva prospettata da Tizio, trattandosi di condizione possibile e lecita non può farsi sotto alcuna condizione, trattandosi di disposizione a titolo universale non può farsi sotto alcuna condizione, rientrando Sempronio, per rappresentazione, nella categoria dei legittimari di Tizio può farsi sotto condizione sospensiva ma non sotto condizione risolutiva, trattandosi di disposizione a titolo universale Caio, celibe e senza figli nè ascendenti, volendo disporre per testamento si reca dal notaio e gli espone: di voler nominare suo erede universale il nipote Filano, di voler lasciare a titolo di legato all'altro nipote Mevio il fondo Tuscolano, condizionando sospensivamente quest'ultima disposizione al fatto che Mevio porti a compimento gli studi universitari da lui liberamente e brillantemente intrapresi. Il notaio riguardo alla disposizione a favore di Mevio dirà che: Può farsi sotto condizione sospensiva Non può farsi sotto condizione trattandosi di disposizione a titolo particolare Non può farsi sotto condizione trattandosi di disposizione a titolo particolare avente ad oggetto un bene immobile Può farsi solo sotto condizione risolutiva trattandosi di disposizione a titolo particolare Martino, celibe e senza figli nè ascendenti, volendo disporre per testamento si reca dal notaio e gli espone: di voler nominare suo erede universale il nipote Mevio, di voler lasciare all'altro suo nipote Tizio a titolo di legato l'appartamento in Venezia sottoponendo quest'ultima disposizione alla condizione risolutiva che il legatario non prosegua, per dieci anni dopo la morte del testatore, l'assegnazione del \"Premio Annuale Martino\" a favore di uno studente meritevole e bisognoso. Il notaio riguardo alla disposizione a favore di Tizio dirà che: Può farsi sotto condizione risolutiva Non può farsi sotto condizione trattandosi di disposizione a titolo particolare Non può farsi sotto condizione rientrando Tizio nelle categorie degli eredi legittimi Può farsi solo sotto condizione sospensiva trattandosi di disposizione a titolo particolare Liv. diff. 2 Numero Quesito La condizione contraria a norme imperative, apposta ad una istituzione di erede e che costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre: Risposta 1 Rende la disposizione testamentaria nulla Risposta 2 Rende la disposizione testamentaria annullabile Si considera come non apposta Risposta 4 Rende la disposizione testamentaria inefficace, ancorché valida Numero Quesito La condizione contraria a norme imperative, apposta a una istituzione di erede e che costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre, rende la

16 disposizione testamentaria: Risposta 1 Nulla Risposta 2 Annullabile Valida Risposta 4 Inefficace, ancorchè valida Numero Quesito La condizione contraria all'ordine pubblico, apposta ad una disposizione testamentaria e che costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre, rende la disposizione testamentaria: Risposta 1 Nulla Risposta 2 Annullabile Valida Risposta 4 Inefficace, ancorchè valida Numero Quesito La condizione contraria al buon costume, apposta ad una disposizione testamentaria e che costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre, rende la disposizione testamentaria: Risposta 1 Nulla Risposta 2 Annullabile Valida Risposta 4 Inefficace, ancorchè valida Numero Quesito La condizione impossibile contenuta in una disposizione testamentaria e che non costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre: Risposta 1 Si considera non apposta Risposta 2 Si considera validamente apposta, se sospensiva Rende nulla la disposizione testamentaria, se risolutiva Risposta 4 Rende annullabile la disposizione testamentaria Numero Quesito La condizione contraria a norme imperative contenuta in una disposizione testamentaria e che non costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre: Risposta 1 Si considera non apposta Risposta 2 Si considera validamente apposta, se sospensiva Rende nulla la disposizione testamentaria, se risolutiva Risposta 4 Rende annullabile la disposizione testamentaria Numero Quesito La condizione contraria all'ordine pubblico contenuta in una disposizione testamentaria e che non costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre: Risposta 1 Si considera non apposta Risposta 2 Si considera validamente apposta Rende nulla la disposizione testamentaria Risposta 4 Rende annullabile la disposizione testamentaria

17 Numero Quesito La condizione contraria al buon costume contenuta in una disposizione testamentaria e che non costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre: Risposta 1 Si considera non apposta Risposta 2 Si considera validamente apposta Rende nulla la disposizione testamentaria Risposta 4 Rende annullabile la disposizione testamentaria Numero Quesito La disposizione testamentaria, cui sia apposta una condizione impossibile che non costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre, è: Risposta 1 Valida e la condizione si considera non apposta Risposta 2 Nulla Annullabile Risposta 4 Valida se la condizione è sospensiva, nulla se la condizione è risolutiva Numero Quesito La disposizione testamentaria, cui sia apposta una condizione contraria a norme imperative che non costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre, è: Risposta 1 Valida e la condizione si considera non apposta Risposta 2 Nulla Annullabile Risposta 4 Valida se la condizione è sospensiva, nulla se la condizione è risolutiva Numero Quesito La disposizione testamentaria, cui sia apposta una condizione contraria all'ordine pubblico che non costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre, è: Risposta 1 Valida e la condizione si considera non apposta Risposta 2 Nulla Annullabile Risposta 4 Valida se la condizione è risolutiva, nulla se la condizione è sospensiva Numero Quesito La disposizione testamentaria, cui sia apposta una condizione contraria al buon costume che non costituisca l'unico motivo che ha determinato il testatore a disporre, è: Risposta 1 Valida e la condizione si considera non apposta Risposta 2 Nulla Annullabile Risposta 4 Valida se la condizione è sospensiva, nulla se la condizione è risolutiva Numero Quesito La disposizione a titolo universale fatta dal testatore a condizione di essere a sua volta avvantaggiato nel testamento dell'erede: E' valida Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui erede sia il coniuge del testatore

18 Numero Quesito La disposizione a titolo particolare fatta dal testatore a condizione di essere a sua volta avvantaggiato nel testamento del legatario: E' valida Risposta 4 E' valida nel solo caso in cui il legatario sia discendente naturale del testatore. Numero Quesito La condizione, contenuta in una disposizione testamentaria a titolo universale, che impedisce le prime nozze: Risposta 1 E' illecita Risposta 2 E' lecita E' lecita esclusivamente se la disposizione riguarda discendenti del testatore Risposta 4 E' illecita esclusivamente se la disposizione riguarda discendenti del testatore Numero Quesito La condizione, contenuta in una disposizione testamentaria a titolo universale, che impedisce le nozze ulteriori: Risposta 1 E' illecita Risposta 2 E' lecita E' lecita esclusivamente se la disposizione riguarda il coniuge del testatore Risposta 4 E' illecita esclusivamente se la disposizione riguarda il coniuge del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di usufrutto su un bene, disposto in suo favore per il caso del celibato, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante il celibato Risposta 2 Sì, anche dopo contratto il matrimonio Risposta 4 Sì, anche dopo contratto il matrimonio se la disposizione non sia fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di usufrutto su un bene, disposto in suo favore per il tempo del celibato, può goderne? Risposta 1 Sì, ma solo per il tempo del celibato Risposta 2 Sì, anche dopo contratto il matrimonio, in quanto il legato è nullo Risposta 4 Sì, anche dopo contratto il matrimonio se la disposizione non sia fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di usufrutto su un bene, disposto in suo favore per il caso di vedovanza, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante la vedovanza Risposta 2 Sì, anche dopo contratte nuove nozze Risposta 4 Sì, anche dopo contratte nuove nozze se la disposizione non sia fatta in favore di

19 discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di usufrutto su un bene, disposto in suo favore per il tempo della vedovanza, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante la vedovanza Risposta 2 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze Risposta 4 No Sì, anche dopo contratte nuove nozze se la disposizione non sia fatta in favore di discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di uso su un bene, disposto in suo favore per il caso del celibato, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante il celibato Risposta 2 Sì, anche dopo contratto il matrimonio Risposta 4 Sì, anche dopo contratto il matrimonio se la disposizione non sia fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di uso su un bene, disposto in suo favore per il tempo del celibato, può goderne? Risposta 1 Sì, ma solo durante il celibato Risposta 2 Sì, anche dopo contratto il matrimonio, mai Risposta 4 Sì, anche dopo contratto il matrimonio se il legatario è un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di uso su un bene, disposto in suo favore per il caso di vedovanza, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante la vedovanza Risposta 2 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze, mai Risposta 4 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze se il legatario è un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di uso su un bene, disposto in suo favore per il tempo della vedovanza, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante la vedovanza Risposta 2 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze Risposta 4 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze se la disposizione non sia fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di diritto di abitazione su di un immobile non adibito a residenza familiare del defunto, disposto in suo favore per il caso del celibato, può goderne?

20 Risposta 1 Sì, esclusivamente durante il celibato Risposta 2 Sì, anche dopo contratto il matrimonio Risposta 4 Sì, anche dopo contratto il matrimonio se la disposizione non sia fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di diritto di abitazione su di un immobile non adibito a residenza familiare del defunto, disposto in suo favore per il tempo del celibato, può goderne? Risposta 1 Sì, ma solo durante il celibato Risposta 2 Sì, anche dopo contratto matrimonio Risposta 4 Sì, anche dopo contratto il matrimonio se la disposizione non sia fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di diritto di abitazione su di un immobile non adibito a residenza familiare del defunto, disposto in suo favore per il caso della vedovanza, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante la vedovanza Risposta 2 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze Risposta 4 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze se la disposizione non sia fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di diritto di abitazione su di un immobile non adibito a residenza familiare del defunto, disposto in suo favore per il tempo della vedovanza, può goderne? Risposta 1 Sì, ma solo durante la vedovanza Risposta 2 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze Risposta 4 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze purchè la disposizione sia fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di pensione o di altra prestazione periodica, disposto in suo favore per il caso del celibato, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante il celibato Risposta 2 Sì, anche dopo contratto il matrimonio Risposta 4 Sì, anche dopo contratto il matrimonio se la disposizione è fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di pensione ovvero di altra prestazione periodica, disposto in suo favore per il tempo del celibato, può goderne? Risposta 1 Sì, ma solo durante il celibato Risposta 2 Sì, anche dopo contratto il matrimonio

21 Sì, anche dopo contratto il matrimonio per due intere annualità scadute successivamente Risposta 4 Sì, anche dopo contratto il matrimonio se la disposizione è fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di pensione ovvero di altra prestazione periodica, disposto in suo favore per il caso della vedovanza, può goderne? Risposta 1 Sì, esclusivamente durante la vedovanza Risposta 2 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze Risposta 4 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze se la disposizione è fatta in favore di un discendente del testatore Numero Quesito Il beneficiario di legato di pensione ovvero di altra prestazione periodica, disposto in suo favore per il tempo della vedovanza, può goderne? Risposta 1 Sì, ma solo durante la vedovanza Risposta 2 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze Risposta 4 Sì, anche dopo aver contratto nuove nozze se la disposizione non è fatta in favore di un discendente del testatore

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario.

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. 1000 A norma del codice civile, é soggetta a prescrizione l'azione di annullamento del testamento pubblico per 1001 A norma del codice civile, é soggetta a prescrizione l'azione di annullamento del testamento

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

INDICE SOMMARIO LIBRO SECONDO DELLE SUCCESSIONI

INDICE SOMMARIO LIBRO SECONDO DELLE SUCCESSIONI INDICE SOMMARIO LIBRO SECONDO DELLE SUCCESSIONI TITOLO III Delle successioni testamentarie CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 587. Testamento..................................... 1» 588. Disposizioni a

Dettagli

Collegio dei geometri Della Provincia di Barletta - Andria - Trani. CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTI TECNICI DI UFFICIO Maggio 2014

Collegio dei geometri Della Provincia di Barletta - Andria - Trani. CORSO DI FORMAZIONE PER CONSULENTI TECNICI DI UFFICIO Maggio 2014 Successioni ereditarie: generalità La morte di una persona non comporta lo scioglimento di tutti i vincoli economici e giuridici che esistevano fra il defunto e le altre persone che con lui avevano rapporti.

Dettagli

Quesiti frequenti sulle successioni

Quesiti frequenti sulle successioni Quesiti frequenti sulle successioni Le successioni ereditarie comportano questioni delicate e talvolta difficili da risolvere. Rivolgetevi ad un nostro sportello per ricevere informazioni dettagliate relative

Dettagli

ESAME ABILITAZIONE GEOMETRI - ANNO 2014 Corso praticanti DIRITTO E CONDOMINIO - MAGGIO 2014

ESAME ABILITAZIONE GEOMETRI - ANNO 2014 Corso praticanti DIRITTO E CONDOMINIO - MAGGIO 2014 LA SUCCESSIONE La successione per causa di morte è il passaggio di beni e di diritti da una persona defunta agli aventi diritto. Normalmente, come previsto dal codice civile, l'apertura della successione

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato.

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato. SUCCESSIONI EREDITARIE 1) Che cos è la successione? La successione è il trasferimento dei beni dal defunto ( de cuius) agli aventi diritto, che possono essere eredi quando c è un legame di parentela o

Dettagli

Principi di diritto successorio

Principi di diritto successorio Principi di diritto successorio Introduzione Quando una persona muore, alcune situazioni giuridiche ad essa ricollegabili si trasferiscono ad altri soggetti e si parla di c.d. successione mortis causa.

Dettagli

AD ACCOGLIERE ASCOLTARE E DONARSI

AD ACCOGLIERE ASCOLTARE E DONARSI TUTTI POSSIAMO SPERIMENTARE LA CARITà IMPARANDO AD ACCOGLIERE ASCOLTARE E DONARSI Papa Francesco 28 aprile 2015 Scegli di fare un lascito. i tuoi beni continueranno a vivere nei gesti e nei sorrisi delle

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione.

LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. LA PIANIFICAZIONE PATRIMONIALE IV: La successione. La società fiduciaria, attraverso l ampio novero di soluzioni applicabili, risulta essere uno strumento molto valido al fine di soddisfare le esigenze

Dettagli

ALESSANDRO NAZARI ENRICO ZECCHINATO GALLO NOTAI ASSOCIATI

ALESSANDRO NAZARI ENRICO ZECCHINATO GALLO NOTAI ASSOCIATI 1 NOZIONE DI SUCCESSIONE Si ha successione quando uno o più soggetti (successori o aventi causa) subentrano a un altro soggetto (autore o dante causa) nella titolarità di diritti o obblighi di carattere

Dettagli

Tipi di testamento Testamento Olografo

Tipi di testamento Testamento Olografo L eredità viene trasmessa secondo quanto disposto nel testamento, oppure in assenza di questo, secondo quanto stabilito per legge (successione legittima). Chi intende regolare la propria successione secondo

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

DIRITTO SUCCESSORIO. III^ Lezione. Diritto Civile. CORSO PER L ESAME DI AVVOCATO 2016 Scuola Forense dell Ordine di Milano

DIRITTO SUCCESSORIO. III^ Lezione. Diritto Civile. CORSO PER L ESAME DI AVVOCATO 2016 Scuola Forense dell Ordine di Milano CORSO PER L ESAME DI AVVOCATO 2016 Diritto Civile III^ Lezione DIRITTO SUCCESSORIO Prof. Avv. Riccardo Campione Dott. Enrico Mazzoletti SINTESI DEL FENOMENO SUCCESSORIO APERTURA Si ha al momento della

Dettagli

Il dopo di noi La sostituzione fedecommissaria L usufrutto

Il dopo di noi La sostituzione fedecommissaria L usufrutto Il dopo di noi E comune, per i genitori o per il coniuge o comunque per gli stretti parenti di una persona con disabilità, la preoccupazione per l ipotesi in cui il loro familiare abbia da sopravvivere

Dettagli

I Venerdì dell Avvocatura

I Venerdì dell Avvocatura Arcidiocesi di Milano Curia Arcivescovile Avvocatura I Venerdì dell Avvocatura Le successioni e le donazioni Introduzione 3 incontro 13 dicembre 2013 SUCCESSIONI La successione mortis causa rappresenta

Dettagli

Guida ai Lasciti Testamentari. In questa guida trovi informazioni utili per redigere il testamento in piena libertà

Guida ai Lasciti Testamentari. In questa guida trovi informazioni utili per redigere il testamento in piena libertà Guida ai Lasciti Testamentari In questa guida trovi informazioni utili per redigere il testamento in piena libertà Glossario n Testamento Il testamento è un atto revocabile con il quale taluno dispone,

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

http://alca.intra.infocamere.it/esam/esamiquestservlet

http://alca.intra.infocamere.it/esam/esamiquestservlet Page 1 of 10 DIRITTO DI FAMIGLIA - SUCCESSIONI - DONAZIONI 1) Quale dei seguenti beni non rientra nella comunione legale dei beni? A [ ] beni immobili acquistati dopo il matrimonio B [*] beni immobili

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

Parere su quesito di diritto civile

Parere su quesito di diritto civile Parere su quesito di diritto civile Quesito n. 51 Con testamento olografo Tizio disponeva delle proprie sostanze in favore dei due figli Caio e Sempronia. In particolare, con suddetto testamento olografo

Dettagli

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima delle successioni ereditarie. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss

ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO. Stima delle successioni ereditarie. Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10. Prof. Romano Oss ITG A. POZZO LEZIONI DI ESTIMO Stima delle successioni ereditarie Classi 5^ LB-LC-SA Anno scolastico 2009/10 Prof. Romano Oss Si ha successione quando uno o più soggetti (successori o aventi causa) subentrano

Dettagli

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile La successione a causa di morte Normativa di diritto civile Le regole della successione a causa di morte disciplinano il passaggio del patrimonio e la continuazione di tutti i rapporti giuridici attivi

Dettagli

La successione ereditaria

La successione ereditaria La successione ereditaria La successione ereditaria è legata ad un evento triste e spesso rimosso dai propri pensieri: la morte; essa è, però, ineludibile, per questo a tutti sarebbe utile conoscere i

Dettagli

La tua scelta è il suo futuro

La tua scelta è il suo futuro Care & Share La tua scelta è il suo futuro Il testamento è un atto semplice, libero e sempre revocabile. I diversi tipi di testamento Sostanzialmente i testamenti possono essere di 3 tipi: 1) Testamento

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

R E P U B B L I C A I T A L I A N A N. 435/012 R.A.C.C. R E P U B B L I C A I T A L I A N A TRIBUNALE DI UDINE- SEZIONE II CIVILE IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il dott. Gianfranco PELLIZZONI, in funzione di GIUDICE UNICO, ha pronunciato la

Dettagli

SUCCESSIONI N O T A I O E M A N U E L E D E M I C H E L I

SUCCESSIONI N O T A I O E M A N U E L E D E M I C H E L I SUCCESSIONI A SPETTI TEORICI E PRATICI D ELLE SUCCESSIONI MORTIS C A U SA N O T A I O E M A N U E L E D E M I C H E L I Fonti normative Codice Civile II LIBRO - artt. 456 ss. Definizione La successione

Dettagli

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE Art. 5 D.lgs. 4 marzo 2010 n. 28 Chi intende esercitare in giudizio un azione relativa ad una controversia in material di succession ereditarie

Dettagli

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE

APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE APPUNTI IN MATERIA DI SUCCESSIONI UTILI PER IL MEDIATORE CIVILE Art. 5 D.lgs. 4 marzo 2010 n. 28 Chi intende esercitare in giudizio un azione relativa ad una controversia in material di succession ereditarie

Dettagli

INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME

INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME INDICE TITOLO II: DELLE SUCCESSIONI LEGITTIME Art. 565 (Categorie dei successibili) 1. Successione legittima e famiglia: dalla Riforma del 75 al progetto di Riforma della filiazione.............................

Dettagli

La tua volontà, il nostro impegno

La tua volontà, il nostro impegno Con il patrocinio e la collaborazione del Voglio lasciare al mondo il futuro che ho sempre sognato La tua volontà, il nostro impegno Chi siamo 3 Il testamento solidale 4 Il nostro impegno 7 La tua volontà

Dettagli

15. Posizione del successibile prima dell apertura della successione... 29

15. Posizione del successibile prima dell apertura della successione... 29 INDICE-SOMMARIO Capitolo I. NOZIONI INTRODUTTIVE 1. La successione a causa di morte............... 1 2. Fondamento della successione a causa di morte. Successione testamentaria e successione legittima.....................

Dettagli

Libro Secondo Delle successioni. Titolo III Delle successioni testamentarie

Libro Secondo Delle successioni. Titolo III Delle successioni testamentarie Libro Secondo Delle successioni Titolo III Delle successioni testamentarie Capo I Disposizioni generali Art. 587. Testamento. Il testamento è un atto revocabile con il quale taluno dispone, per il tempo

Dettagli

Il Consiglio Notarile di Pavia

Il Consiglio Notarile di Pavia Il Consiglio Notarile di Pavia per l Università del suo territorio L Universita di Pavia, con il suo passato e il suo presente di eccellenza, offre molti modi per entrare nel futuro PERSONE LUOGHI STRUMENTI

Dettagli

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. Da 900 a 999

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. Da 900 a 999 900 A norma del codice civile le spese dell'inventario e di ogni altro atto dipendente dall'accettazione con beneficio d'inventario sono a carico: 901 La separazione dei beni del defunto da quelli dell'erede

Dettagli

Il lascito ereditario di qualsiasi genere e importanza economica è vitale per progetti e attività dell Ente Nazionale Protezione Animali.

Il lascito ereditario di qualsiasi genere e importanza economica è vitale per progetti e attività dell Ente Nazionale Protezione Animali. IL TESTAMENTO A FAVORE DEGLI ANIMALI Il testamento è l atto con il quale si dispone la destinazione dei propri beni in caso di decesso, a garanzia di rispetto delle proprie In mancanza di questo documento

Dettagli

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario.

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. 1100 A norma del codice civile, le disposizioni testamentarie a titolo particolare possono farsi sotto condizione risolutiva? 1101 A norma del codice civile, le disposizioni testamentarie a titolo particolare

Dettagli

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario.

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. 1300 La revocazione totale di un testamento può a sua volta essere revocata, tra l'altro: 1301 La revocazione parziale di un testamento può a sua volta essere revocata, tra l'altro: 1302 La revocazione

Dettagli

STIMA PER SUCCESSIONI EREDITARIE (CAP. 19)

STIMA PER SUCCESSIONI EREDITARIE (CAP. 19) STIMA PER SUCCESSIONI EREDITARIE (CAP. 19) Appunti di estimo PAROLE CHIAVE De cuius Successione Discendenti Ascendenti Quota disponibile Quota di legittima o di riserva Riunione fittizia e asse ereditario

Dettagli

CONVEGNO Gli assetti successori delle famiglie ricomposte dopo la L. 219/2012 e il D.lgs 154/2013

CONVEGNO Gli assetti successori delle famiglie ricomposte dopo la L. 219/2012 e il D.lgs 154/2013 CONVEGNO Gli assetti successori delle famiglie ricomposte dopo la L. 219/2012 e il D.lgs 154/2013 Bolzano 21 marzo 2014 DIRITTO EREDITARIO E CASISTICA NOTARILE PRIMA E DOPO LA L. 219/2012 E IL D.LGS 154/2013

Dettagli

Testamento e condizione di matrimonio

Testamento e condizione di matrimonio Testamento e condizione di matrimonio Quesito n. 15 Tizio, con testamento olografo, istituisce eredi universali i due figli, Caio e Sempronia, e assegna loro, con due legati, un immobile ciascuno. Il testamento

Dettagli

Successione e Pratiche Testamentarie

Successione e Pratiche Testamentarie Successione e Pratiche Testamentarie La scelta dell Amministratore di Sostegno Incontro di Sensibilizzazione Progetto AdS- Brescia Nel nostro sistema giuridico possiamo sostanzialmente individuare due

Dettagli

Ordine dei Dottori Agronomi. delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara

Ordine dei Dottori Agronomi. delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara LA SUCCESSIONE EREDITARIA Norme previste dal Codice Civile Consistenza dell asse ereditario Valutazione dell

Dettagli

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 1999. www.notaio.org

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 1999. www.notaio.org Tracce Prove Scritte Concorso Notarile 1999 Atto inter vivos Tizio, cittadino italiano, intende acquistare in Roma, luogo di residenza della sua famiglia, un appartamento e due locali ad uso autorimessa

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

Codice civile Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 1942, n. 79. Approvato con regio decreto 16 marzo 1942, n. 262

Codice civile Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 1942, n. 79. Approvato con regio decreto 16 marzo 1942, n. 262 Codice civile Gazzetta Ufficiale del 4 aprile 1942, n. 79 Approvato con regio decreto 16 marzo 1942, n. 262 LIBRO SECONDO. Delle successioni - TITOLO PRIMO. Disposizioni generali sulle successioni - CAPO

Dettagli

La successione per causa di morte

La successione per causa di morte L impresa di famiglia alla prova del passaggio generazionale: l importanza della pianificazione La successione dell imprenditore: destino o pianificazione? La successione per causa di morte Relatori notai

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

Un lascito per crescere.

Un lascito per crescere. Un lascito per crescere. La tua eredità per il futuro dei nostri bambini. Guida ai lasciti testamentari O N L U S una casa per crescere 1 oikos_brochure_1.12.14.indd 1 05/12/14 14.00 Un piccolo gesto può

Dettagli

STUDIO DE POLI - VENEZIA

STUDIO DE POLI - VENEZIA IL TRUST: COS È, IN BREVE di Ilaria Della Vedova Avvocato dello Studio De Poli Venezia Membro dell organismo Professionisti Accreditati in materia di Trust 1) Che cos è il trust? È un istituto di origine

Dettagli

LA GESTIONE DEL PATRIMONIO

LA GESTIONE DEL PATRIMONIO LA GESTIONE DEL PATRIMONIO (Successione, accertamento patrimoniale, trust) Avv. Marco Avanza Studio Legale Avanza Simeone ACCERTAMENTO PATRIMONIALE Individuazione dei beni che compongono il patrimonio

Dettagli

La legislazione del codice civile e la fiscalità

La legislazione del codice civile e la fiscalità La legislazione del codice civile e la fiscalità Guida alla pianificazione successoria VISION OBIETTIVO Guida alla pianificazione successoria: di cosa parliamo Questo documento ti consentirà di comprendere

Dettagli

PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA

PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA di Vincenzo D Andò PREMESSA La Legge 14.2.2006, n. 55 (pubblicata sulla G.U. n. 50 del 1.3.2006) ha introdotto nel

Dettagli

La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela

La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela Pubblicata su FiscoOggi.it (http://www.fiscooggi.it) Analisi e commenti LA SUCCESSIONE (4) La successione legittima: devoluzione, esclusione del coniuge dall'eredità, minori, gradi di parentela 4. La succesione

Dettagli

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario.

Indice dei quesiti di diritto Civile per la preselezione informatica del concorso a 350 posti di uditore giudiziario. 1400 In materia di divisione ereditaria, le norme sulla divisione dell'intero asse si osservano anche nelle suddivisioni tra i componenti di ciascuna stirpe? 1401 Tizio muore attribuendo a titolo di legato

Dettagli

Che cos'è la dichiarazione di successione e quando va presentata per legge

Che cos'è la dichiarazione di successione e quando va presentata per legge Premessa Affrontare la scomparsa di una persona cara è certamente una delle cose più difficili della nostra vita e non è bello ritrovarsi, dopo poche ore, a dover affrontare anche le questioni burocratiche

Dettagli

Avv. Gian Carlo Sessa

Avv. Gian Carlo Sessa S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LE LITI SUCCESSORIE: LE CONTROVERSIE TIPICHE E QUELLE ATIPICHE, IN PARTICOLARE SOCIETARIE. (Le principali tipologie di liti tipiche e le liti atipiche ) Avv.

Dettagli

PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI

PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI Imposta sulle successioni (imposte ipo- catastali, bollo, tassa ipotecaria) AdempimenE connessi all imposta sui reddie delle persone fisiche

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CAPITOLO PRIMO CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI

INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CAPITOLO PRIMO CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI INDICE SOMMARIO PARTE PRIMA CATEGORIE SUCCESSORIE E INTERESSI FONDAMENTALI CARATTERI DEL SISTEMA TRA RINNOVAMENTO E STASI 1. Interessi successori e strumenti di attuazione....................... p. 4 2.

Dettagli

La disciplina legale e fiscale delle Successioni

La disciplina legale e fiscale delle Successioni Seminario Geo Network Formazione La disciplina legale e fiscale delle Successioni Venerdì 26 Ottobre 2007 dalle 15.00 alle ore 18.00 Pad. 33 Sala Allemanda Bologna Fiera Oggetto: Quesiti e risposte fornite

Dettagli

IL TESTAMENTO. http://www.intrage.it/approfondimenti/societaistituzioni/testamento/testamento.pdf 1

IL TESTAMENTO. http://www.intrage.it/approfondimenti/societaistituzioni/testamento/testamento.pdf 1 IL TESTAMENTO Il testamento è l'atto scritto con il quale una persona (detta testatore) dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di una parte di esse (articolo

Dettagli

Il testamento. Caratteristiche

Il testamento. Caratteristiche Il testamento Il testamento è l'atto scritto con il quale una persona (detta testatore) dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di una parte di esse (articolo

Dettagli

Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995.

Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995. Il testamento olografo alla luce della l. 218/1995. Avv. Monica La Rocca monica.larocca@ssalex.com In data 19 luglio 2010, alle ore 14.40 decedeva presso l ospedale di Weill Cornell Medical Center di Manhattan,

Dettagli

GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni

GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni GLOSSARIO del diritto di famiglia e delle successioni www.leggiitaliane.it Accettazione dell eredità atto negoziale unilaterale mediante il quale il chiamato fa propria l eredità che gli è conferita per

Dettagli

CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile

CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile CONVEGNO Convivenze tutelate e funzione notarile Milano, 7 marzo 2014 TECNICHE REDAZIONALI E CONVIVENZE (ovvero come ovviare sul piano negoziale all assenza di una normativa sulla convivenza) Giovanni

Dettagli

PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI.

PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI. PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI. La legge 14 febbraio 2006, n. 55 ha introdotto l istituto del patto di famiglia. Il nuovo istituto

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

CAPO II. Delle associazioni e delle fondazioni. Le associazioni e le fondazioni devono essere costituite con atto pubblico (1350, 2643).

CAPO II. Delle associazioni e delle fondazioni. Le associazioni e le fondazioni devono essere costituite con atto pubblico (1350, 2643). Estratto Codice Civile Art. 12 Persone giuridiche private Le associazioni, le fondazioni e le altre istituzioni di carattere privato acquistano la personalità giuridica mediante il riconoscimento concesso

Dettagli

VENEZIA 2012. Matteo A. Pollaroli Diritto Privato. 9 luglio 2011

VENEZIA 2012. Matteo A. Pollaroli Diritto Privato. 9 luglio 2011 9 luglio 2011 Le donazioni Contratti e atti onerosi gratuiti atti liberali atti non liberali donazioni comodato Atto di liberalità: atto diretto a realizzare in capo ad un terzo un arricchimento spontaneo

Dettagli

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII

INDICE. Schemi. Prefazione... XIII INDICE Prefazione... XIII Schemi 1 Divieto di patti successori (art. 458 c.c.)... 3 2 Tutela possessoria dei beni ereditari prima dell accettazione dell eredità (artt. 460, c. 1, c.c.; 703 e 704 c.p.c.)...

Dettagli

STUDIO DUCOLI DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI INDICE

STUDIO DUCOLI DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI INDICE Circolare n.9 del 5 Dicembre 2006 Tassazione dei trasferimenti per successione e donazione Novità del DL 3.10.2006 n. 262 convertito nella L. 24.11.2006 n. 286 INDICE 1 Nuova tassazione delle successioni

Dettagli

Immobile di Puegnago del Garda (BS): primo lascito testamentario. del Rinnovamento nello Spirito Santo ONLUS

Immobile di Puegnago del Garda (BS): primo lascito testamentario. del Rinnovamento nello Spirito Santo ONLUS Immobile di Puegnago del Garda (BS): primo lascito testamentario. Per sostenere FONDAZIONE ALLEANZA del Rinnovamento nello Spirito Santo ONLUS DONAZIONI c/c postale intestato a Fondazione Alleanza del

Dettagli

EREDITA e TESTAMENTO ======== LE SUCCESSIONI PER CAUSA DI MORTE Dott. Enzo Rovere

EREDITA e TESTAMENTO ======== LE SUCCESSIONI PER CAUSA DI MORTE Dott. Enzo Rovere EREDITA e TESTAMENTO ======== LE SUCCESSIONI PER CAUSA DI MORTE Dott. Enzo Rovere La successione per causa di morte è il passaggio di beni e di diritti da una persona defunta agli aventi diritto (eredi

Dettagli

Settembre 2015. La legge applicabile alla successione: le novità del Regolamento (UE) n. 650/2012

Settembre 2015. La legge applicabile alla successione: le novità del Regolamento (UE) n. 650/2012 Settembre 2015 La legge applicabile alla successione: le novità del Regolamento (UE) n. 650/2012 Alberto Gallarati Il Regolamento (UE) N. 650/2012, rispetto al quale la Danimarca ha esercitato la facoltà

Dettagli

U ATTENZIONE ? INQUADRAMENTO NORMATIVO. Contribuente FRONTESPIZIO. Dichiarazione congiunta. Persona incapace o minore

U ATTENZIONE ? INQUADRAMENTO NORMATIVO. Contribuente FRONTESPIZIO. Dichiarazione congiunta. Persona incapace o minore ? INQUADRAMENTO NORMATIVO Tratto da: Collana Dichiarazioni Fiscali 2009 Dichiarazione 730, a cura di R. Artina. - V. Artina Contribuente Nella prima sezione del Mod. 730/2009 deve essere indicata la tipologia

Dettagli

Erede legittimario e calcolo della quota

Erede legittimario e calcolo della quota Quesito n. 16 Erede legittimario e calcolo della quota Tizio, vedovo da molti anni, per ricompensare la sua badante dei servigi resigli le dona un immobile sito in via Dante del valore di euro 350.000,00.

Dettagli

DALLA FIDUCIA AL TRUST IL TRUST COS E, IL SUO RICONOSCIMENTO IN ITALIA, LE APPLICAZIONI AL DIRITTO DI FAMIGLIA

DALLA FIDUCIA AL TRUST IL TRUST COS E, IL SUO RICONOSCIMENTO IN ITALIA, LE APPLICAZIONI AL DIRITTO DI FAMIGLIA DALLA FIDUCIA AL TRUST IL TRUST COS E, IL SUO RICONOSCIMENTO IN ITALIA, LE APPLICAZIONI AL DIRITTO DI FAMIGLIA Trissino Sabato 10 aprile 2010 1 La definizione di TRUST rapporto fiduciario in virtù del

Dettagli

Prof. Giovanni Furgiuele DIRITTO DI FAMIGLIA E DELLE SUCCESSIONI Lezioni a cura dalla Dr.ssa Giulia Tesi

Prof. Giovanni Furgiuele DIRITTO DI FAMIGLIA E DELLE SUCCESSIONI Lezioni a cura dalla Dr.ssa Giulia Tesi Prof. Giovanni Furgiuele DIRITTO DI FAMIGLIA E DELLE SUCCESSIONI Lezioni a cura dalla Dr.ssa Giulia Tesi (Continua Capitolo 6: LA SOSTITUZIONE ORDINARIA E FEDECOMMISSARIA) 2. L eventuale sanatoria di una

Dettagli

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI Gli aggiornamenti più recenti dichiarazione di successione imposte ipotecaria e catastale aggiornamento gennaio 2015 ALIQUOTE FRANCHIGIA MODELLO 4 PRIMA CASA IMPOSTA

Dettagli

Sostienici. Altre modalità per sostenerci 5 1000 LASCITI TESTAMENTARI AZIENDE AMICHE DIVENTA VOLONTARIO

Sostienici. Altre modalità per sostenerci 5 1000 LASCITI TESTAMENTARI AZIENDE AMICHE DIVENTA VOLONTARIO Sostienici La Cooperativa Call O.n.l.u.s. grazie all aiuto di privati e imprese può garantire la continuità di molte attività e di molti servizi diversamente non realizzabili. Inoltre, grazie alle donazioni

Dettagli

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 2009. www.notaio.org

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 2009. www.notaio.org Tracce Prove Scritte Concorso Notarile 2009 Atto inter vivos - Diritto Civile I fratelli Tizio, Caio e Filano, cittadini italiani, sono comproprietari dei fondi Tuscolano, Appio e Laurentano, con sovrastanti

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi Riferimenti normativi Estratto dal Codice Civile Libro Primo Delle persone e della famiglia Titolo IV Dell'assenza e della dichiarazione di morte presunta Capo I Dell'assenza Art. 48. Curatore dello scomparso.

Dettagli

CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO

CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO Le successioni Successioni, iter di gestione Disposizione dei beni acquisiti in via successoria I rapporti con un Beneficiario psichiatrico Il supporto

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

Negoziazione Assistita L. 162/2014

Negoziazione Assistita L. 162/2014 Avv. Grazia Cristina Battiato Via Olmetto, 5 20123 Milano Tel 02.34931737 - Fax 02.3313664 e-mail: studio.legale@live.it Negoziazione Assistita L. 162/2014 Problemi pratici ed applicativi. L. 162/2014

Dettagli

NUOVE INTERPRETAZIONI DELLA NORMATIVA TESTAMENTARIA AD OPERA. Una recente sentenza della Cassazione Civile in materia

NUOVE INTERPRETAZIONI DELLA NORMATIVA TESTAMENTARIA AD OPERA. Una recente sentenza della Cassazione Civile in materia NUOVE INTERPRETAZIONI DELLA NORMATIVA TESTAMENTARIA AD OPERA DELLA CASSAZIONE. Una recente sentenza della Cassazione Civile in materia testamentaria datata 7 luglio 2009 ha modificato l'interpretazione

Dettagli

va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione

va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione Indicare l Ufficio Territoriale della Direzione Provinciale nella cui circoscrizione era l ultima residenza del defunto. In caso di

Dettagli

LA RIFORMA DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI

LA RIFORMA DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI Nota per la stampa LA RIFORMA DEI DIRITTI RISERVATI AI LEGITTIMARI 1. Scopo della riforma Il fondamento della successione necessaria e il conseguente riconoscimento ai legittimari di un intangibile diritto

Dettagli

Il Registro dei testamenti

Il Registro dei testamenti La successione: legittima, testamentaria, necessaria Il Registro dei testamenti Il Registro Generale dei Testamenti, che ha sede presso l'ufficio Centrale degli archivi notarili, consente agli interessati

Dettagli

Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie

Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Tutela del patrimonio: le successioni e le donazioni Aspetti civilistici; cenni generali e inquadramento delle fattispecie Avv. Mario Cozza 23 ottobre 2014

Dettagli

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG

ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG ARCHIVIO INFORMATICO DELLE DOMANDE AI FINI DELLA PROVA DI PRESELEZIONE AL CONCORSO, PER ESAME, A 200 POSTI DI NOTAIO (DDG 20.12.2002) (Pubblicato nel supplemento straordinario alla G.U. - 4^ s.s. del 28.03.2003)

Dettagli

COLLANA I CODICI DEL PROFESSIONISTA. Diretta da R. GAROFOLI

COLLANA I CODICI DEL PROFESSIONISTA. Diretta da R. GAROFOLI COLLANA I CODICI DEL PROFESSIONISTA Diretta da R. GAROFOLI Francesco MACARIO - Giuseppe INFANTINI CODICE DELLE SUCCESSIONI E DONAZIONI ANNOTATO CON DOTTRINA, GIURISPRUDENZA E FORMULE 2015-2016 SOMMARIO

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI

LA PENSIONE AI SUPERSTITI LA PENSIONE AI SUPERSTITI CHE COS'È È la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del suo nucleo familiare. Questa pensione può essere: di reversibilità: se

Dettagli

DISPOSIZIONI DEL CODICE CIVILE (Libro I, Titolo II, Capo II)

DISPOSIZIONI DEL CODICE CIVILE (Libro I, Titolo II, Capo II) DISPOSIZIONI DEL CODICE CIVILE (Libro I, Titolo II, Capo II) CODICE CIVILE Artt. 14-42 CAPO II Delle associazioni e delle fondazioni Art. 14. Atto costitutivo Art. 15.Revoca dell atto costitutivo della

Dettagli