CONVENZIONE PREMESSO CHE TRA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONVENZIONE PREMESSO CHE TRA"

Transcript

1 CONVENZIONE

2 CONVENZIONE TRA - l Associazione ItaliaCamp, con sede in viale Pola, 12, Roma (di seguito, ItaliaCamp ), nella persona del Presidente Pier Luigi Celli, nato a Verucchio (Rimini) l 8 luglio 1942, munito dei necessari poteri, E - l Associazione Rete per l Eccellenza Nazionale (di seguito, RENA e, unitamente a ItaliaCamp, le Parti ), con sede in via Potenziani, 10, Rieti, nella persona del Presidente Alessandro Fusacchia, nato a Rieti il 2 marzo 1978, munito dei necessari poteri. PREMESSO CHE 1. ItaliaCamp è un associazione senza scopo di lucro liberamente costituita al fine di promuovere una coscienza partecipativa, sociale, intergenerazionale per il raggiungimento di fini di utilità pubblica, la cui attività è costantemente ispirata ed orientata alla cura e alla promozione degli interessi generali della società civile italiana; 2. ItaliaCamp, per il raggiungimento dei propri scopi, e a titolo esemplificativo, promuove, partecipa, coordina, collabora a: analisi delle problematiche di attualità nel dibattito politico e sociale e all elaborazione delle conseguenti strategie e soluzioni; scambi di esperienze, conferenze, dibattiti, manifestazioni aperte al pubblico ed altre forme di incontro ritenute utili per realizzare le finalità dell associazione; proposte aventi ad oggetto questioni specifiche da sottoporre all attenzione del mondo politico, istituzionale, economico ed imprenditoriale; e relativa comunicazione pubblica; 3. ItaliaCamp, per la realizzazione delle proprie finalità può aderire ad altre associazioni, federazioni, gruppi, fondazioni, società di persone e/o di capitali, che perseguano scopi analoghi o di comune interesse; 2

3 4. ItaliaCamp, in questo quadro, ha individuato in RENA un partner strategico, con il quale formalizzare un rapporto regolare di scambio di idee ed esperienze, collaborazione su progetti, nonché per l attuazione del proprio Concorso come definito al punto che segue; 5. ItaliaCamp ha promosso a livello nazionale e internazionale, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, un Concorso, denominato La Tua Idea per il Paese, attualmente in corso di svolgimento, che intende raccogliere e realizzare idee e proposte per l innovazione sociale in Italia (di seguito, il Concorso ); 6. Il Concorso è un processo di raccolta e di selezione delle idee strutturato mediante l organizzazione, da parte di ItaliaCamp, di quattro eventi denominati Barcamp, di cui tre in Italia (Roma, Lecce, Milano) ed uno all estero (Bruxelles). 7. ItaliaCamp dichiara di conoscere la missione e la struttura organizzativa di RENA e di condividerne i valori e i principi operativi; 8. RENA è un associazione senza scopo di lucro, indipendente, animata da giovani che operano nei diversi settori pubblici e privati, a livello locale, nazionale, europeo ed internazionale, e che vogliono fare dell Italia un paese aperto, responsabile, trasparente, equilibrato; 9. RENA ha tra i suoi scopi quello di mobilitare idee e persone al fine di concepire, diffondere, sperimentare azioni e politiche per la promozione e l aggregazione dell eccellenza italiana; 10.RENA offre a giovani professionisti italiani attivi in diversi settori un occasione esclusiva per mettere in rete competenze diverse, con l intento di condividere le migliori esperienze, locali, nazionali, europee e internazionali, in modo da rafforzare e radicare in Italia una cultura dell innovazione pubblica; 11.RENA è aperta a collaborazioni con altre associazioni, federazioni, gruppi, fondazioni, società di persone e/o di capitali, che perseguano scopi analoghi o di comune interesse e che condividano i propri valori associativi. A tal fine ha individuato in ItaliaCamp un attore di particolare rilevanza, per il fine che persegue e per il metodo innovativo (c.d. barcamp ) con cui porta avanti la mobilitazione delle migliori idee per il Paese; 12.RENA dichiara di ben conoscere il Concorso promosso da ItaliaCamp, nei suoi termini e modalità di svolgimento, e di rispettarne pienamente il relativo regolamento; 13.Le Parti hanno individuato nel Concorso il primo terreno di collaborazione comune e in tale ambito riservandosi eventuali futuri sviluppi intendono regolare la propria collaborazione, mediante la presente Convenzione; 3

4 ALLO SCOPO DI 14.contribuire a mobilitare persone e attori del tessuto socio-economico, politico e istituzionale italiano, tenuto conto anche della ricorrenza dei 150 anni dell unità d Italia, al fine di rafforzare il senso di comunità basato su valori, aspirazioni, ed obiettivi di crescita economica, sociale, culturale e civile del Paese, e favorire a tal fine l emersione di nuove idee e progetti; 15.permettere la creazione di una rete sempre più ampia di persone, fisiche e giuridiche, pubbliche e private, interessate a diffondere in Italia i valori di apertura, responsabilità, trasparenza ed equilibrio, così come una cultura dell innovazione, del merito, di senso civico; NEL PIENO E MUTUO RISPETTO DELLA PROPRIA AUTONOMIA, E DEI RISPETTIVI MEZZI A DISPOSIZIONE, LE PARTI CONVENGONO DI: 16.riconoscere reciprocamente lo status di partner strategico dell altra Parte, mediante la messa a disposizione delle rispettive reti, lo scambio di informazioni e la facilitazione di contatti; 17.contribuire allo sviluppo delle rispettive iniziative, in armonia con i rispettivi obiettivi statutari, nei limiti delle risorse a disposizione; 18.lavorare ad eventuali iniziative congiunte; 19.laddove opportuno e/o necessario, prevedere forme di comunicazione congiunta verso le proprie reti rispettive o verso terzi; 20.predisporre sui rispettivi siti internet una finestra/banner (con logo) di rinvio al sito internet dell altra Parte; 4

5 A TAL FINE ITALIACAMP SI IMPEGNA A: 21.assicurare visibilità e diffusione alle iniziative di RENA, nel quadro dello svolgimento delle fasi del Concorso relative ai barcamp, e in particolare per quello di Bruxelles, che sarà realizzato in collaborazione con il gruppo di Bruxelles dell Associazione Laureati LUISS Guido Carli (secondo i termini generali dell Allegato alla presente Convenzione); 22.tenere RENA informata degli sviluppi e dell andamento della propria attività associativa, per quanto attinente alla collaborazione di cui alla presente Convenzione e nell ambito del Concorso, mettendo a disposizione un proprio referente, il cui nominativo e recapiti verranno successivamente comunicati a RENA; 23.diffondere attraverso i propri canali le iniziative e gli obiettivi promossi da RENA, per quanto attinente al Concorso e nell ambito dei barcamp ad esso connessi; RENA SI IMPEGNA A: 24.sostenere ItaliaCamp per assicurare la migliore riuscita del Concorso, in particolare fornendo assistenza all organizzazione del barcamp di Bruxelles, in collaborazione con il gruppo di Bruxelles dell Associazione Laureati LUISS Guido Carli (secondo i termini generali dell Allegato alla presente Convenzione); 25.tenere ItaliaCamp informata degli sviluppi e dell andamento della propria attività associativa, mettendo a disposizione un proprio referente, il cui nominativo e recapiti verranno successivamente comunicati a ItaliaCamp; 26.diffondere attraverso i propri canali le iniziative e gli obiettivi promossi da ItaliaCamp; LE PARTI SI IMPEGNANO A: 27.identificare, di comune accordo, un rappresentante di RENA, dotato dei necessari requisiti, da inserire nel Comitato Scientifico del Concorso, incaricato della valutazione delle idee (così come definito nel regolamento del Concorso), al fine di rafforzare la sinergia tra le Parti; 5

6 ONERI RELATIVI ALLA COLLABORAZIONE 28.La presente Convenzione è stipulata a titolo gratuito e non comporta oneri per le Parti. 29.Ciascuna parte rimane responsabile dei costi e delle spese inerenti alla collaborazione oggetto della presente Convenzione, senza che mai nulla possa pretendere dall altra Parte. 30.Gli eventuali costi o spese inerenti la collaborazione, che dovessero essere sostenuti a favore dell altra Parte, in particolare con riferimento all organizzazione dei barcamp, dovranno essere preventivamente autorizzate per iscritto dall altra Parte. PUBBLICITÀ DELLA CONVENZIONE 31.La presente Convenzione è pubblica, e sarà resa disponibile sui siti delle Parti. 32.Le Parti daranno la massima visibilità alla firma e attuazione della presente Convenzione, sia al proprio interno, presso i rispettivi soci ed organi, sia all esterno, ogni volta che questo sia ritenuto utile e/o necessario per il raggiungimento dei fini delle Parti. CONTROVERSIE 33.La presente Convenzione è regolata dalla legge italiana. Qualsiasi controversia che dovesse insorgere tra le Parti in relazione alla presente Convenzione sarà oggetto di composizione amichevole mediante il procedimento di mediazione di cui al D. Lgs. n. 28/2010. L organismo di mediazione dovrà avere sede a Roma. In caso di mancata composizione amichevole avanti al mediatore, le Parti si impegnano a deferire la controversia ad un arbitrato irrituale monocratico. L arbitro sarà nominato, su istanza della parte più diligente, dal Presidente del Tribunale di Roma e la decisione resa senza formalità di procedura avrà valore di contratto tra le Parti. RISERVATEZZA 34.Le Parti si impegnano a mantenere strettamente riservate tutte le informazioni e i documenti di cui vengano a conoscenza o in possesso nell ambito della presente Convenzione e del Concorso. L eventuale comunicazione a terzi di tali informazioni e/o documenti dovrà essere preventivamente autorizzata per iscritto dall altra Parte. 6

7 DURATA E RINNOVO, VALUTAZIONE DELLA CONVENZIONE 35.La presente Convenzione scade il 31 dicembre Le parti potranno rinnovare la Convenzione sulla base di una valutazione in merito ai risultati conseguiti rispetto agli obiettivi prefissati, in base a ciò che riterranno rispettivamente conveniente e in totale indipendenza, senza che mai l altra Parte possa opporre alcunché o pretendere a causa del mancato rinnovo. Fatto a Roma e Bruxelles, il 15 novembre per ItaliaCamp, Il Presidente per RENA, Il Presidente 7

8 ALLEGATO Il BarCamp a Bruxelles Le Parti concordano che l organizzazione e la realizzazione del BarCamp di Bruxelles (punti 21 e 24 della presente Convenzione), avvenga in collaborazione tra loro e con il gruppo di Bruxelles dell Associazione Laureati LUISS. Un gruppo di lavoro (di seguito denominato gruppo Barcamp Bruxelles ) è costituito a questo fine, guidato da un comitato pilota e composto da soci delle Parti, da membri del gruppo ALL-Bruxelles, ed eventualmente aperto anche a persone terze interessate a contribuire alla migliore riuscita dell evento. Il gruppo Barcamp Bruxelles, al meglio delle competenze e della disponibilità dei suoi membri, e nell ambito dei ruoli e dei compiti concordati con le Parti, in riferimento al barcamp a Bruxelles è incaricato di: pianificare l evento (compresi ambito, partecipanti, e declinazione locale delle aree tematiche); coordinarne le attività organizzative (comprese le attività di comunicazione, la preselezione delle idee da sottoporre al comitato scientifico, l individuazione degli sponsor locali e la negoziazione dei contratti); offrire supporto logistico (comprese l individuazione e la selezione degli spazi per la realizzazione dell evento, e la presenza allo stesso); indicare fino a sei persone per il Comitato Scientifico del Concorso, ed una persona per il Comitato Strategico; indicare il numero delle persone che comporranno il Gruppo Preliminare di Valutazione, nell ambito del Concorso sviluppare un specifica strategia di fundraising territoriale per il finanziamento dei costi di organizzazione dell evento; fornire contenuti e materiale pubblicitario in lingua inglese. L organizzazione del Concorso metterà a disposizione, per la realizzazione del barcamp a Bruxelles: i fondi necessari allo svolgimento delle attività da terziarizzare (a titolo di esempio: locali, materiali tecnici, catering, hostess), salva preventiva autorizzazione scritta da parte di ItaliaCamp, in base alle esigenze manifestate e documentate dal gruppo Barcamp Bruxelles; ove ritenuto opportuno, un agenzia di comunicazione integrata, con una forte specializzazione in eventi internazionali, che darà supporto strutturato, tramite risorse dedicate, alle attività di comunicazione, alle attività organizzative e alla logistica dell evento; ove ritenuto opportuno, i materiali di comunicazione in lingua inglese. Rimane inteso che il gruppo Barcamp Bruxelles non ha la legittimazione a compiere atti idonei ad la impegnare giuridicamente l associazione ItaliaCamp nei confronti di terzi e che tutti gli accordi relativi all organizzazione del barcamp di Bruxelles dovranno essere preventivamente sottoposti all autorizzazione di ItaliaCamp. Per tutto quanto non specificamente indicato nel presente allegato, si rinvia al contenuto della Convenzione tra ItaliaCamp e RENA. 8

REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE. della Regione

REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE. della Regione REGOLAMENTO CONVOL REGIONALE della Regione Art. 1 Costituzione E costituita su delibera della ConVol nazionale la Rete regionale ConVol della Regione come articolazione regionale della ConVol nazionale,

Dettagli

Regolamento del Concorso. La tua Idea per il Paese. Edizione 2013. Articolo 1

Regolamento del Concorso. La tua Idea per il Paese. Edizione 2013. Articolo 1 Regolamento del Concorso La tua Idea per il Paese Edizione 2013 Articolo 1 (Soggetti promotori, finalità e svolgimento del concorso) L Associazione ItaliaCamp, con il supporto del la Presidenza del Consiglio

Dettagli

VIENE STIPULATO IL SEGUENTE PROTOCOLLO D INTESA

VIENE STIPULATO IL SEGUENTE PROTOCOLLO D INTESA PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DI UN PARTENARIATO PUBBLICO / PRIVATO A FAVORE DELLA MOBILITA EUROPEA GEOGRAFICA E PROFESSIONALE DEI LAVORATORI NELL AMBITO DEL PROGRAMMA COMUNITARIO EURES (EUROPEAN

Dettagli

Regolamento del concorso La tua Idea per il Paese Edizione 2012-2013. Articolo 1 (Soggetti promotori, finalità e svolgimento del concorso)

Regolamento del concorso La tua Idea per il Paese Edizione 2012-2013. Articolo 1 (Soggetti promotori, finalità e svolgimento del concorso) Regolamento del concorso La tua Idea per il Paese Edizione 2012-2013 Articolo 1 (Soggetti promotori, finalità e svolgimento del concorso) L Associazione ItaliaCamp, con il supporto del la Presidenza del

Dettagli

Allegato alla Delibera n. 89 CdA del 9 luglio 2014 ACCORDO QUADRO

Allegato alla Delibera n. 89 CdA del 9 luglio 2014 ACCORDO QUADRO ACCORDO QUADRO tra Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (di seguito denominato CNR), C.F. 80054330586, con sede in Roma, Piazzale Aldo Moro n. 7, rappresentato dal Prof. Luigi Nicolais, in qualità di

Dettagli

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese

Obiettivo: EQUITY! Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Obiettivo: EQUITY! 0 Programma di assistenza per l accesso ai capitali di rischio da parte delle neo, piccole e medie imprese Settembre 2012 IL PROGRAMMA Il Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Dettagli

Protocollo d intesa Ordine degli ingegneri di Pescara-Synergie Italia S.p.A.

Protocollo d intesa Ordine degli ingegneri di Pescara-Synergie Italia S.p.A. Protocollo d intesa Ordine degli ingegneri di Pescara-Synergie Italia S.p.A. L Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pescara, con sede legale in Pescara cap 65121 (PE), in piazza dello Spirito Santo

Dettagli

ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO. Tra

ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO. Tra ACCORDO PRELIMINARE DI ADESIONE AL GRUPPO D ACQUISTO Associazione TVpopolare, con sede legale in Milano, Via Paleocapa n. 6 (Mi), CF e P. IVA n. 97575300153, in persona del legale rappresentante Maurizio

Dettagli

CONVENZIONE PER L ADESIONE ALL ASSOCIAZIONE UNI-ITALIA

CONVENZIONE PER L ADESIONE ALL ASSOCIAZIONE UNI-ITALIA CONVENZIONE PER L ADESIONE ALL ASSOCIAZIONE UNI-ITALIA L Associazione UNI-ITALIA (d ora in avanti denominata l Associazione), con Direzione Generale in Roma, Viale Pasteur, 10, rappresentata dal Presidente

Dettagli

RENA. Rete per l Eccellenza Nazionale

RENA. Rete per l Eccellenza Nazionale RENA Rete per l Eccellenza Nazionale Indice Il contesto e la nuova strategia. L obiettivo generale. Gli obiettivi strumentali. Le azioni specifiche. Gli obiettivi strumentali e le azioni specifiche. pag.

Dettagli

ALLEGATO 1 SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL PARTENARIATO TER- PREMESSO:

ALLEGATO 1 SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL PARTENARIATO TER- PREMESSO: ALLEGATO 1 SCHEMA DI PROTOCOLLO DI INTESA PER LA COSTITUZIONE DEL PARTENARIATO TER- RITORIALE DEL SISTEMA AMBIENTALE E CULTURALE DI [INSERIRE DENOMINAZIONE SAC] PREMESSO: che il Programma Operativo (PO)

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE IL BASTIONE

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE IL BASTIONE STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE IL BASTIONE Logo regolarmente registrato presso C.C.I.A.A. della Spezia Il giorno 01 maggio 2001 alla Spezia in Via Cadorna 24, viene costituita l Associazione Culturale

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE POLITICA INDUSTRIALE E COMPETITIVITA

Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE POLITICA INDUSTRIALE E COMPETITIVITA SPORTELLI INFORMATIVI TERRITORIALI REACH PROTOCOLLO D INTESA TRA Il Ministero dello Sviluppo Economico, di seguito denominato Ministero, con sede in Roma Via Molise 2 codice fiscale n. 80230390587, La

Dettagli

Pagina 1 di 7. Protocollo d intesa

Pagina 1 di 7. Protocollo d intesa Protocollo d intesa La Regione Puglia, di seguito denominata Regione, con sede in Bari, Lungomare Nazario Sauro n. 33, (C.F. 80017210727), qui rappresentata dal Presidente della Giunta regionale, on.le

Dettagli

Guida degli Sportelli

Guida degli Sportelli Guida degli Sportelli Nuova Guida, perché? Nuovo ruolo degli Sportelli APRE Aggiornamento del Manuale Transtracc Ruolo dello Sportello Le principali attività svolte dallo Sportello sono: promozione della

Dettagli

valutata la richiesta di rinnovo di tale protocollo d intesa da parte del Centro Unesco di Torino, prot. n. 25214 del 20 maggio 2015 ;

valutata la richiesta di rinnovo di tale protocollo d intesa da parte del Centro Unesco di Torino, prot. n. 25214 del 20 maggio 2015 ; REGIONE PIEMONTE BU32 13/08/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 6 luglio 2015, n. 35-1688 Approvazione dello schema di Protocollo d'intesa annuale tra la Regione Piemonte, l'ufficio Scolastico regionale

Dettagli

PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE CONVENZIONE QUADRO PER LA REALIZZAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO AI SENSI DEL DECRETO DEL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE DEL 25 MARZO 1998, N. 142. Tra il Politecnico di

Dettagli

I ] ~~:i:~:~ delle ACCORDO CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE FONDAZIONE ITALIACAMP TRA. os. CrfR rc '.(-08/;f S. REP. e.n.. ~g~g.

I ] ~~:i:~:~ delle ACCORDO CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE FONDAZIONE ITALIACAMP TRA. os. CrfR rc '.(-08/;f S. REP. e.n.. ~g~g. I ] ~~:i:~:~ delle os. CrfR rc '.(-08/;f S REP. e.n.. ~g~g ACCORDO TRA CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE E FONDAZIONE ITALIACAMP ,// CO Consiglio N~zionale delle ACCORDO TRA ""Consiglio Nazionale delle

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Tra

PROTOCOLLO D INTESA. Tra ALLEGATO A PROTOCOLLO D INTESA Tra Poste Italiane S.p.A. con sede legale in Roma, Viale Europa 190, rappresentata dall Ing. Massimo Sarmi, (omissis) nella sua qualità di Amministratore Delegato di Poste

Dettagli

STATUTO NAZIONALE. Art. 1 COSTITUZIONE

STATUTO NAZIONALE. Art. 1 COSTITUZIONE GRUPPO GIOVANI SPEDIZIONIERI STATUTO NAZIONALE Art. 1 COSTITUZIONE Nell ambito della e su iniziativa della stessa è costituito con sede in Milano il Gruppo Giovani Spedizionieri, di seguito denominato

Dettagli

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015 CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 10 del 22 ottobre 2015 La (di seguito Fondazione Lilly) e la Fondazione Cariplo vogliono rispondere all esigenza di incoraggiare la ricerca

Dettagli

A regola d ARTE. Manuale di lavoro RENA

A regola d ARTE. Manuale di lavoro RENA A regola d ARTE Manuale di lavoro RENA Che cos è RENA? Intelligenza collettiva al servizio dell Italia La Rete per l eccellenza nazionale (RENA) è un associazione indipendente e plurale, animata da giovani

Dettagli

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014

CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014 CONCORSO PER PROGETTI DI RICERCA PER GIOVANI RICERCATORI Bando n 9 del 11 febbraio 2014 La (di seguito Fondazione Lilly) vuole rispondere all esigenza di incoraggiare la ricerca scientifica in campo biomedico

Dettagli

PO FESR Sicilia 2007/2013 Piano di Comunicazione

PO FESR Sicilia 2007/2013 Piano di Comunicazione REPUBBLICA ITALIANA Unione Europea Regione Siciliana PRESIDENZA DIPARTIMENTO REGIONALE DELLA PROGRAMMAZIONE Area Coordinamento, Comunicazione, Assistenza tecnica UOB I - Servizi della Comunicazione PO

Dettagli

Linee guida per il Volontariato Civico del Comune di Monza

Linee guida per il Volontariato Civico del Comune di Monza Settore Servizi Sociali, Politiche Giovanili, Partecipazione, Pari Opportunità Linee guida per il Volontariato Civico del Comune di Monza Art 1. Oggetto e finalità Il Comune di Monza intende promuovere

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA AVIS REGIONALE SICILIA. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI PEDAGOGISTI ITALIANI (di seguito denominata ANPE- SICILIA)

PROTOCOLLO D'INTESA TRA AVIS REGIONALE SICILIA. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI PEDAGOGISTI ITALIANI (di seguito denominata ANPE- SICILIA) PROTOCOLLO D'INTESA TRA AVIS REGIONALE SICILIA E ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI PEDAGOGISTI ITALIANI (di seguito denominata ANPE- SICILIA) Avis Regionale Sicilia con sede a Palermo, Viale Regione Siciliana

Dettagli

CONVENZIONE DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE NELLA MATERIA TRIBUTARIA

CONVENZIONE DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE NELLA MATERIA TRIBUTARIA CONVENZIONE DI FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE NELLA MATERIA TRIBUTARIA tra Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Liguria, rappresentata dal Direttore Regionale, Alberta De Sensi e Università

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LORENZO MOSSA

LICEO SCIENTIFICO STATALE LORENZO MOSSA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SPONSORIZZAZIONI (Delibera del Consiglio d Istituto n 10/2013 del 22 aprile 2013) ART.1 OGGETTO E FINALITA Il presente regolamento, formulato nel rispetto del regolamento

Dettagli

TRA PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

TRA PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE REP. N. 12223 REGIONE PIEMONTE CONVENZIONE QUADRO PER LA REALIZZAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO AI SENSI DEL DECRETO DEL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE DEL 25 MARZO 1998,

Dettagli

CONVENZIONE PER CONDIVISIONE DI PERSONALE TRA IL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE UNIVERSITÁ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI

CONVENZIONE PER CONDIVISIONE DI PERSONALE TRA IL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE UNIVERSITÁ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI CONVENZIONE PER CONDIVISIONE DI PERSONALE TRA IL CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE E UNIVERSITÁ DEGLI STUDI GUGLIELMO MARCONI 1 di 6 CONVENZIONE TRA CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE E UNIVERSITA /POLITECNICO

Dettagli

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR

IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA MIUR E LA SOCIETA DANTE ALIGHIERI Protocollo d'intesa Tra

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica

Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica Bando di selezione per il conferimento di un incarico di consulenza specialistica E indetta una selezione per il conferimento di n. 1 (uno) incarico di consulenza specialistica per l individuazione delle

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA

PROTOCOLLO D INTESA TRA PROTOCOLLO D INTESA TRA Federlazio, con sede in Roma, Viale Libano n. 62, Codice Fiscale e Partita IVA 80204610580, in persona di MAURIZIO FLAMMINI, nella sua qualità di Presidente; E Provincia di Roma

Dettagli

CONVENZIONE QUADRO PER ATTIVITÀ DI COLLABORAZIONE SCIENTIFICA

CONVENZIONE QUADRO PER ATTIVITÀ DI COLLABORAZIONE SCIENTIFICA CONVENZIONE QUADRO PER ATTIVITÀ DI COLLABORAZIONE SCIENTIFICA Tra l Ente Regionale per i Servizi all Agricoltura ed alle Foreste (ERSAF), con sede legale in via Copernico 38-20125 MIlano, C.F. n. 03609320969,

Dettagli

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Zona delle Politiche sociali dell Ambito territoriale

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA TRA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA S.p.A.

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida. STAFF del SINDACO PROTOCOLLO DI INTESA

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida. STAFF del SINDACO PROTOCOLLO DI INTESA CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida STAFF del SINDACO PROTOCOLLO DI INTESA Per la creazione di uno Sportello Comunale del Consumatore In attuazione

Dettagli

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i

salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, finalizzate anche al conseguimento di una preparazione multidisciplinare in grado di consentire a i CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI 15 BORSE DI STUDIO PER GLI STUDENTI DEL MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN SCIENZA E TECNICHE DELLA PREVENZIONE E DELLA SICUREZZA A.A. 2015-16 TRA L Università Ca Foscari

Dettagli

Protocollo D Intesa. Tra. L Ufficio Scolastico Regionale Per L Umbria. Il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia

Protocollo D Intesa. Tra. L Ufficio Scolastico Regionale Per L Umbria. Il Conservatorio F. Morlacchi di Perugia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Direzione Regionale Protocollo D Intesa Tra L Ufficio Scolastico Regionale Per L Umbria E Il Conservatorio

Dettagli

COMUNE DI CAMPI BISENZIO Provincia di Firenze

COMUNE DI CAMPI BISENZIO Provincia di Firenze COMUNE DI CAMPI BISENZIO Provincia di Firenze CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CAMPI BISENZIO E COOPERATIVA SOCIALE MACRAME PER LA REALIZZAZIONE DEI PROGETTI CULTURALI UN MERCOLEDI DA SCRITTORI E FOGLI DI

Dettagli

UNIONCAMERE Unione Italiana dene Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura PROTOCOLLO D'INTESA TRA

UNIONCAMERE Unione Italiana dene Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura PROTOCOLLO D'INTESA TRA r MOD~LARIO MAF. - ex 60 ex ("'od. ~~ ~~~ 6J UNIONCAMERE Unione Italiana dene Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura PROTOCOLLO D'INTESA TRA MINISTERO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE, di seguito

Dettagli

ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO

ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO ORGANISMO FORENSE DI MEDIAZIONE E ARBITRATO DI URBINO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI URBINO STATUTO ****** ****** TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art.1 (Costituzione) Ai sensi dell art.18 del Decreto Legislativo

Dettagli

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune

AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita. L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune AFFILIARSI AL Consorzio Ingauno Energia Pulita L unione fa la forza: unirsi per uno scopo comune Il Consorzio Ingauno Energia Pulita: scopi e principali attività Perché unirsi Diritti e doveri del Consorzio

Dettagli

law firm of the year Chambers Europe Awards

law firm of the year Chambers Europe Awards Oltre 360 avvocati 4 volte Law Firm of the Year agli IFLR Awards nell ultimo decennio (2011, 2010, 2006, 2004) 9 sedi, 5 in Italia e 4 all estero law firm of the year Chambers Europe Awards for excellence

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO

PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE E AGENZIA DELLE ENTRATE E GUARDIA DI FINANZA E FONDAZIONE PER L EDUCAZIONE FINANZIARIA E AL RISPARMIO Direzione Regionale del Lazio PROTOCOLLO D INTESA TRA ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI, GIOVANI E PARI OPPORTUNITA E AGENZIA DELLE ENTRATE DIREZIONE REGIONALE DEL LAZIO E GUARDIA

Dettagli

CONVENZIONE EXPO IN CITTÀ TRA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E. AGRICOLTURA DI MILANO (di seguito anche Camera di Commercio ), con

CONVENZIONE EXPO IN CITTÀ TRA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E. AGRICOLTURA DI MILANO (di seguito anche Camera di Commercio ), con CONVENZIONE EXPO IN CITTÀ TRA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI MILANO (di seguito anche Camera di Commercio ), con sede in Milano, Via Meravigli 9/b, P. IVA 04917150155, in persona

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e ItaliaNostra onlus Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale VISTO

Dettagli

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015

Corso di formazione gratuito. ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Milano 2015 Il corso di formazione Associazioni Migranti per il Co-sviluppo, promosso dall Organizzazione Internazionale

Dettagli

TRA. Il Comune di Pomezia, rappresentata dal Sindaco Fabio Fucci o suo delegato nato a il in qualità di

TRA. Il Comune di Pomezia, rappresentata dal Sindaco Fabio Fucci o suo delegato nato a il in qualità di Inserire logo del Comune PROTOCOLLO D INTESA TRA IL COMUNE DI POMEZIA E LA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI POMEZIA - PER ATTIVITA DI VOLONTARIATO DI SUPPORTO ALL ASSISTENZA SANITARIA DA ATTUARSI

Dettagli

A STIPULARSI TRA. il MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA (di seguito MIUR ), rappresentato dal Capo Dipartimento, Marco MANCINI,

A STIPULARSI TRA. il MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA (di seguito MIUR ), rappresentato dal Capo Dipartimento, Marco MANCINI, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ACCORDO ATTUATIVO dell Accordo di collaborazione per la valorizzazione e l integrazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA

SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA PROGETTO TRASFERIMENTO BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO SCHEDA PROGETTO BCNL - SCUOLA Piano di attività integrate fra i progetti: Ministero Pubblica Istruzione - Impresa Formativa Simulata e Ministero

Dettagli

Wine & Fashion Magazine Wine & Fashion Tv

Wine & Fashion Magazine Wine & Fashion Tv Scopo primario dell Associazione Internazionale Wine Fashion Europe (http://www.winefashioneurope.com/ ) è il sollecitare tutte le componenti sociali affinchè il marchio Italia, il "Made in Italy" e le

Dettagli

E LE SINERGIE TRA GENERAZIONI

E LE SINERGIE TRA GENERAZIONI Friuli Venezia Giulia Protocollo d intesa REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA AUSER FVG FEDERSANITA ANCI FVG ANCI FVG PER L INVECCHIAMENTO ATTIVO E LE SINERGIE TRA GENERAZIONI 1 PROTOCOLLO D INTESA TRA REGIONE

Dettagli

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO VISTO l art. 15 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 che prevede per le Amministrazioni Pubbliche la possibilità di concludere tra loro accordi

Dettagli

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY

PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PATTO DI INDIRIZZO PER LE SMART CITY PREMESSO CHE: Il Panel Inter-Governativo sui Cambiamenti Climatici (IPCC) ha confermato che il cambiamento climatico é una realtà e la cui causa principale é l utilizzo

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

tra Provincia di Lecce, Provincia di Torino, Camera di Commercio I.A.A. di Lecce e BIC Lazio

tra Provincia di Lecce, Provincia di Torino, Camera di Commercio I.A.A. di Lecce e BIC Lazio PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DELLE RETI D IMPRESA In data tra Provincia di Lecce, Provincia di Torino, Camera di Commercio I.A.A. di Lecce e BIC Lazio premesso che Con l'art. 3, comma 4-ter, del

Dettagli

BANDO COLTIVA BARRIERA!

BANDO COLTIVA BARRIERA! BANDO COLTIVA BARRIERA! Art. 1 Oggetto e finalità Il Comitato Urban Barriera di Milano (di seguito Comitato) e la Circoscrizione 6, facendo riferimento al Regolamento degli orti urbani della Città di Torino

Dettagli

REGOLAMENTO CENTRI DI RICERCA

REGOLAMENTO CENTRI DI RICERCA REGOLAMENTO CENTRI DI RICERCA (con la modifiche proposta al Senato Accademico nella seduta del 25 novembre 2014 e deliberate dal Comitato Esecutivo nella seduta del 10 dicembre 2014) Regolamento del Centro

Dettagli

dicembre 2014 - ver.1.0 Indice

dicembre 2014 - ver.1.0 Indice Linee guida strategiche e policy operativa in tema di valorizzazione della ricerca e di diritti di proprietà intellettuale all Università degli Studi di Brescia dicembre 2014 - ver.1.0 Indice 1. Premessa

Dettagli

LINEE GUIDA DEL CoLAP (a cura della Dott.ssa Alessandrucci)

LINEE GUIDA DEL CoLAP (a cura della Dott.ssa Alessandrucci) LINEE GUIDA DEL CoLAP (a cura della Dott.ssa Alessandrucci) REQUISITI RICHIESTI ALLE ASSOCIAZIONI PER L ISCRIZIONE NELL ELENCO WEB TENUTO DAL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Premessa (articolo 1, 2

Dettagli

Codice Etico del Gruppo Poste Italiane

Codice Etico del Gruppo Poste Italiane Codice Etico del Gruppo Poste Italiane 28 settembre 2009 Approvato nell adunanza del 28 settembre 2009 del Consiglio di Amministrazione Indice 1. PREMESSA E OBIETTIVI............................. 2 2.

Dettagli

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito

Servizi di - Informazione e orientamento. sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese. - Formazione - Credito 2009 per immigrati di Milano e provincia Servizi di - Informazione e orientamento sul mettersi in proprio e sullo sviluppo delle imprese - Formazione - Credito ASIIM - Associazione per lo Sviluppo dell

Dettagli

International Scientific And Technical Commitee For Developement Of Digital Skills STATUTO. ver. 3.0

International Scientific And Technical Commitee For Developement Of Digital Skills STATUTO. ver. 3.0 International Scientific And Technical Commitee For Developement Of Digital Skills STATUTO ver. 3.0 Pagina 1 di 4 Art. 1 Costituzione dell International Scientific And Tecnhincal Committe For Developement

Dettagli

Statuto dell Associazione ALUMNI UNIVDA

Statuto dell Associazione ALUMNI UNIVDA Statuto dell Associazione ALUMNI UNIVDA Art. 1 Costituzione, denominazione, sede e durata 1. E costituita in Aosta, ai sensi dell art. 36 del Codice Civile, un Associazione denominata Associazione Alumni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO. ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO. ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE GAMBARO ARTICOLO 1 Oggetto e Finalità Il presente regolamento disciplina l uso e la gestione del Centro Socio Culturale Gambaro, denominato

Dettagli

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 1 CALL INTERNAZIONALE DI IDEE PER LO SVILUPPO DEL PROGRAMMA CULTURALE DEL SPAZIO ESPOSITIVO DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione

Dettagli

Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO.

Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Corso di formazione gratuito ASSOCIAZIONI DI MIGRANTI PER IL CO-SVILUPPO A.MI.CO. Il corso di formazione Associazioni Migranti per il Co-sviluppo, promosso dall Organizzazione Internazionale per le Migrazioni

Dettagli

BANDO PUBBLICO PROGRAMMA INMP 2015 PER PROGETTI DI SANITÀ PUBBLICA IN TEMA DI SALUTE, MIGRAZIONE E POVERTA

BANDO PUBBLICO PROGRAMMA INMP 2015 PER PROGETTI DI SANITÀ PUBBLICA IN TEMA DI SALUTE, MIGRAZIONE E POVERTA BANDO PUBBLICO PROGRAMMA INMP 2015 PER PROGETTI DI SANITÀ PUBBLICA IN TEMA DI SALUTE, MIGRAZIONE E POVERTA RAZIONALE Il progetto interregionale 2014 prevede, al paragrafo E.5, che l INMP persegua i propri

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO

CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO PRESENTAZIONE OPERATORE CARTA DEI SERVIZI AL LAVORO La Cooperativa Sociale Conedia è stata costituita a maggio 2011, come emanazione dell Associazione F.L.E.G. Formazione Lavoro e Gioventù. Ha come oggetto

Dettagli

IL MINISTRO per la pubblica amministrazione e l innovazione. On. Renato Brunetta AGENZIA PER LA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE

IL MINISTRO per la pubblica amministrazione e l innovazione. On. Renato Brunetta AGENZIA PER LA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE IL MINISTRO per la pubblica amministrazione e l innovazione On. Renato Brunetta AGENZIA PER LA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE PER L INNOVAZIONE Milano, 28 novembre 2008 1 Indice Presentazione dell Agenzia

Dettagli

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica

Comitato codau per il coordinamento degli uffici ricerca scientifica Comitato CODAU per il Coordinamento degli Uffici di Supporto alla Ricerca Scientifica Promosso da dieci università: Università di Torino, Pavia, Modena e Reggio Emilia, Bologna, Roma La Sapienza, Palermo,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI INTENTI

DICHIARAZIONE DI INTENTI DICHIARAZIONE DI INTENTI Pledge to Peace tra I RAPPRESENTANTI DELLE ISTITUZIONI, ENTI PUBBLICI E PRIVATI ED ORGANIZZAZIONI COMPARENTI, singolarmente identificati in calce al presente atto da ora in poi

Dettagli

CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO

CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO CONVENZIONE-QUADRO TRA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO E COMUNE DI BERGAMO Premesse L'Università degli Studi di Bergamo e il Comune di Bergamo intendono instaurare un rapporto non episodico di collaborazione,

Dettagli

AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa

AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa AIBE ED EXPO 2015 S.p.A. Protocollo d intesa Siglato a Milano il 17 Maggio 2010 PROTOCOLLO D INTESA TRA Associazione fra le Banche Estere in Italia (di seguito AIBE ), con sede in Milano in Piazzale Cadorna

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI MEDEA

CARTA DEI SERVIZI MEDEA CARTA DEI SERVIZI MEDEA Indice 1. Introduzione 2. MEDEA e la Carta dei Servizi: chi siamo, obiettivi e finalità 3. I principi fondamentali 4. Standard qualitativi 5. I servizi erogati 6. Validità della

Dettagli

Sono inoltre previste menzioni speciali per i migliori lavori digitali realizzati e per l animazione dell ambiente di innovazione Phyrtual.

Sono inoltre previste menzioni speciali per i migliori lavori digitali realizzati e per l animazione dell ambiente di innovazione Phyrtual. BANDO DI CONCORSO VOLONTARI DELLA CONOSCENZA 4ª edizione, premiazione a maggio 2014 OBIETTIVI Nel passaggio tra l Anno europeo dei cittadini (2013) e l Anno europeo della conciliazione famiglia-lavoro

Dettagli

Coopstartup FarmAbility

Coopstartup FarmAbility Coopstartup FarmAbility Bando per la selezione di idee di impresa cooperativa innovativa nell agroalimentare Art. 1 Contesto e obiettivi Coopstartup FarmAbility è un progetto sperimentale per favorire

Dettagli

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante

Delibera del Collegio dei Docenti. Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Delibera del Collegio dei Docenti Piano annuale di Formazione e Aggiornamento del personale insegnante Anno scolastico 2013/2014 IL COLLEGIO DEI DOCENTI VISTI CONSIDERATO ESAMINATE PRESO ATTO TENUTO CONTO

Dettagli

Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi

Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi Statuto dell Associazione LAUS Vol. LAUS Volontariato della Provincia di Lodi Art.1 - Costituzione e sede E costituita, con sede legale a Lodi, l Associazione denominata: LAUS Volontariato della Provincia

Dettagli

FRA. il (Soggetto Consultante), in rappresentanza dei propri associati, rappresentato da, nato a il, C.F., che interviene nella qualità di del,

FRA. il (Soggetto Consultante), in rappresentanza dei propri associati, rappresentato da, nato a il, C.F., che interviene nella qualità di del, SCHEMA DI CONVENZIONE FRA LA PROVINCIA DI BOLOGNA E (SOGGETTO CONSULTANTE) PER LA PARTECIPAZIONE DI QUEST ULTIMO, QUALE INTERMEDIARIO DEL CITTADINO, ALLA FASE DI SPERIMENTAZIONE DI EROGAZIONE DEI SERVIZI

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE

STATUTO DI ASSOCIAZIONE STATUTO DI ASSOCIAZIONE ART 1 DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA È costituita l Associazione Centro Europeo Formazione e Orientamento, da ora definita Associazione. L Associazione ha sede in Roma, Largo Jacobini,

Dettagli

promozione sociale Le associazioni di Requisiti per diventare associazione di promozione sociale.28 Il registro dell associazionismo...

promozione sociale Le associazioni di Requisiti per diventare associazione di promozione sociale.28 Il registro dell associazionismo... Le associazioni di promozione sociale ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE Requisiti per diventare associazione di promozione sociale.28 Il registro dell associazionismo...29 Procedura per l iscrizione...31

Dettagli

A relazione dell'assessore Cerutti:

A relazione dell'assessore Cerutti: REGIONE PIEMONTE BU33 20/08/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 6 luglio 2015, n. 20-1673 L.R. 24/2009, articolo 2 - L.R. 6/1977, articoli 1 lett. c) e 4, primo comma. Adesione della Regione Piemonte

Dettagli

STATUTO DI ASSOCIAZIONE

STATUTO DI ASSOCIAZIONE STATUTO DI ASSOCIAZIONE ART 1 DENOMINAZIONE, SEDE E DURATA È costituita l Associazione Centro Europeo Formazione e Orientamento, da ora definita Associazione. L Associazione ha sede in Roma. L Associazione

Dettagli

LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA (di seguito Assessorato)

LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA (di seguito Assessorato) PROTOCOLLO D INTESA PER LA INDIVIDUAZIONE DI AZIONI COMUNI VOLTE A MIGLIORARE LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE DELLE CITTA D ARTE DELLA SICILIA TRA LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI

Dettagli

L'Istituto nazionale di statistica (di seguito denominato ISTAT) con sede in Roma, Via Cesare Balbo, n. 16, C.F. 80111810588, rappresentato da

L'Istituto nazionale di statistica (di seguito denominato ISTAT) con sede in Roma, Via Cesare Balbo, n. 16, C.F. 80111810588, rappresentato da PROTOCOLLO D'INTESA TRA L ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA E L ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO PER LA COLLABORAZIONE IN AMBITO STATISTICO L'Istituto nazionale di

Dettagli

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI

STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI STATUTO ASSOCIAZIONE SOCI GIOVANI BCC DON RIZZO CAPO I - PRINCIPI FONDAMENTALI Art. 1 Costituzione e sede L Associazione SOCI GIOVANI BCC Don Rizzo costituitasi in Alcamo per volere di un gruppo di giovani

Dettagli

Chiesi Foundation Onlus Regolamento per la concessione del patrocinio e l utilizzo del logo istituzionale Chiesi Foundation

Chiesi Foundation Onlus Regolamento per la concessione del patrocinio e l utilizzo del logo istituzionale Chiesi Foundation Chiesi Foundation Onlus Regolamento per la concessione del patrocinio e l utilizzo del logo istituzionale Chiesi Foundation 1. Oggetto e scopo Il presente regolamento disciplina le modalità mediante le

Dettagli

ACCORDO QUADRO DI COOPERAZIONE INTERISTITUZIONALE TRA LA CORPORACION ANDINA DE FOMENTO LA REGIONE LOMBARDIA

ACCORDO QUADRO DI COOPERAZIONE INTERISTITUZIONALE TRA LA CORPORACION ANDINA DE FOMENTO LA REGIONE LOMBARDIA ACCORDO QUADRO DI COOPERAZIONE INTERISTITUZIONALE TRA LA CORPORACION ANDINA DE FOMENTO E LA REGIONE LOMBARDIA 2009 ACCORDO QUADRO DI COOPERAZIONE INTERISTITUZIONALE TRA LA REGIONE LOMBARDIA E LA CORPORACION

Dettagli

ACCESSO DELLE IMPRENDITRICI ALLE FONTI DI FINANZIAMENTO TRA

ACCESSO DELLE IMPRENDITRICI ALLE FONTI DI FINANZIAMENTO TRA L anno 2002, il giorno 01 del mese di ottobre ACCESSO DELLE IMPRENDITRICI ALLE FONTI DI FINANZIAMENTO TRA il Comitato per la Promozione dell Imprenditorialità Femminile costituita presso la Camera di Commercio,

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

E costituita il giorno l Associazione Universitaria denominata DISMI SQUAD, con sede legale in

E costituita il giorno l Associazione Universitaria denominata DISMI SQUAD, con sede legale in Associazione Universitaria Studentesca DISMI_cREw COSTITUZIONE E SCOPI Art. 1 E costituita il giorno l Associazione Universitaria denominata DISMI SQUAD, con sede legale in Reggio Emilia, via Amendola

Dettagli

LA GIUNTA PROVINCIALE

LA GIUNTA PROVINCIALE LA GIUNTA PROVINCIALE Premesso che: con Legge n. 64 del 06/03/2001 è stato istituito il Servizio Civile Volontario Nazionale, le cui finalità contemplano: il concorso al dovere di difendere la Patria con

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM!

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE E LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITÀ CONGIUNTE IN ATTUAZIONE DEL PROGETTO PROVACI ANCORA, SAM! Premessa Provaci ancora Sam! è un Progetto integrato e interistituzionale

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli