lavoro Votazioni Primo maggio «No» alla riduzione del Tasso di conversione Prossimo numero: 11 marzo 2009 Parte padronale spudorata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "lavoro Votazioni Primo maggio «No» alla riduzione del Tasso di conversione Prossimo numero: 11 marzo 2009 Parte padronale spudorata"

Transcript

1 lavoro Giornale dell'organizzazione cristiano-sociale ticinese 25 febbraio Anno LXV - N.3 - CHF G.A.A Lugano Prossimo numero: 11 marzo 2009 pagina 5 Gessatori Parte padronale spudorata pagina 6 pagina pagine Votazioni «No» alla riduzione del Tasso di conversione Primo maggio Congresso cantonale a Lugano pagina 9 Frontalieri Le ultime sul «Monitoraggio fiscale» pagina 13 Caritas in veritate Spunti di approfondimento Redazione Il Lavoro - Via Balestra Lugano Tel Fax

2 2 Attualità Votazioni 25 febbraio 2010 il Lavoro Votazioni sulla Legge previdenza professionale «No» alla riduzione del tasso di conversione Meinrado Robbiani L a prima revisione della Legge sulla previdenza professionale, entrata in vigore ad inizio 2005, ha codificato una riduzione graduale del tasso di conversione dall iniziale 7,2 per cento al 6,8 per cento entro il In considerazione del deteriorato contesto finanziario e del costante prolungamento della vita, il parlamento federale ha ora optato per una decurtazione ancora più radicale che, sovrapponendosi a quella in atto, porterebbe il tasso al 6,4 per cento entro il Questa ulteriore riduzione, sulla quale il popolo è chiamato a pronunciarsi nella votazione del prossimo 7 marzo, è avversata dall OCST, che ne ha in particolare dibattuto in occasione della seduta del Comitato direttivo svoltasi lo scorso 9 febbraio a Lugano. Un parametro di lungo termine Il tasso di conversione deve sì mantenersi in sintonia con l evoluzione della durata della vita e dei rendimenti dei capitali previdenziali, in modo da preservare una situazione finanziariamente equilibrata nelle istituzioni di previdenza. Questi due fattori (durata della vita oltre i 65 anni di età e rendimenti sui capitali previdenziali), che concorrono a determinare il tasso di conversione, vanno tuttavia valutati sul lungo termine e cioè in riferimento ad un arco temporale di 20/25 anni (periodo durante il quale il pensionato e i superstiti percepiscono mediamente la rendita). La riduzione al 6,4 per cento appare perciò visibilmente precipitosa e in contrasto con il carattere di lungo termine del tasso di conversione. Risulta anche eccessivamente condizionata dalle difficoltà più recenti dei mercati finanziari. Un impatto sociale rilevante La riduzione del tasso di conversione incide in misura pesante sulle rendite dei futuri pensionati. Rispetto alla contrazione già in atto, le rendite subirebbero un ulteriore taglio di circa il 6 per cento. Considerando che numerosi lavoratori giungono al pensionamento con un avere previdenziale modesto poiché assoggettati obbligatoriamente al secondo pilastro solo a partire dal 1985 (si è cioè a metà di un normale percorso contributivo), con il nuovo tasso disporrebbero di rendite ancora inferiori. L obiettivo sociale assegnato alla previdenza professionale è perciò intaccato. Una fiducia incrinata Oltre a sottovalutarne l impatto sociale, la decisione di ridurre il tasso di conversione corrode anche la credibilità del secondo pilastro. Modificando troppo sovente i parametri più decisivi si finisce per incrinare la fiducia degli assicurati. Le loro previsioni di reddito per il periodo del pensionamento subiscono variazioni eccessive, che rendono particolarmente incerta la stima. Si corre in questo modo il pericolo di incentivare il ritiro del capitale previdenziale rispetto alla percezione di una rendita, ciò che contrasta con la finalità più corretta della previdenza professionale. La soluzione adottata dal parlamento parte inoltre dal presupposto che i fattori, sui quali è costruito il tasso di conversione, evolvano solo in negativo. Non viene adeguatamente affrontata l eventualità di un inversione di tendenza nel rendimento dei capitali previdenziali. Siccome la rendita è fissata al momento del pensionamento e rimane generalmente invariata nel tempo, in caso di miglioramento nei rendimenti i pensionati risulterebbero svantaggiati. Carenza di condizioni all indirizzo degli assicuratori Un eventuale adeguamento del tasso di conversione avrebbe anche dovuto indurre a porre precise condizioni alle compagnie di assicurazione, dalle quali giungono le pressioni più acute per una sua riduzione. Non solo sussistono zone d ombra nella ge-...continua nella pagina seguente Che cos è il Tasso di conversione? Il Tasso di conversione è definito come la percentuale mediante la quale il capitale di vecchiaia viene convertito in una rendita di vecchiaia. Si tratta in sostanza di questo: nel corso della propria vita lavorativa si cumula un capitale che viene gestito da una cassa. Al momento della pensione questo capitale viene convertito in una rendita che viene versata all interessato. Se un lavoratore ha cumulato un capitale di Fr ed il tasso di conversione è del 6,8 per cento, riceverà Fr all anno. La riduzione del tasso di conversione decurta in modo rilevante le rendite.

3 25 febbraio 2010 il Lavoro Attualità Votazioni 3 stione dei capitali pensionistici e soprattutto nella ripartizione degli utili. Non solo vigono premi di rischio e spese amministrative particolarmente elevate. Gli interrogativi riguardano anche il terreno stesso del tasso di conversione. Nella previdenza sovraobbligatoria operano infatti da tempo con tassi notevolmente inferiori al 6,4 per cento. È inammissibile che il Parlamento riduca il tasso per la parte obbligatoria senza chiedere garanzie e concessioni per la parte sovra-obbligatoria. Un convinto «NO» Il Comitato direttivo dell Organizzazione cristiano-sociale ticinese sollecita perciò le lavoratrici, i lavoratori e l intera popolazione a votare contro la modifica della legge sulla previdenza professionale e la conseguente riduzione del tasso di conversione al 6,4 per cento. È importante che si concluda il passaggio al 6,8 per cento già deciso in occasione della prima revisione della LPP per valutarne accuratamente l effetto e per vagliare la fondatezza e l opportunità di eventuali altri adeguamenti, che dovranno in ogni caso considerare la necessità di preservare l obiettivo sociale e la credibilità del secondo pilastro. Un business per i gestori di capitali Manteniamo il carattere sociale della previdenza professionale Si configura un doppio business per i gestori di capitali: si spinge per abbassare il tasso di interesse degli averi di vecchiaia e il tasso di conversione previsti nella Lpp; in questo modo si dà più importanza al risparmio individuale (3 pilastro). Gianni Guidicelli* «La riduzione dell aliquota di conversione operata dalle casse pensioni, ossia della percentuale dell avere di vecchiaia risparmiato che viene versato annualmente, comporta una rendita nettamente più bassa. Di conseguenza si è purtroppo costretti a fare dolorose rinunce». Questa frase non è stata tratta dalla documentazione dei sostenitori del referendum contro l abbassamento del tasso di conversione nella previdenza professionale, sul quale dovremo pronunciarci il prossimo 7 marzo, ma da un recentissimo prospetto che offre una copertura assicurativa per la vecchiaia della Generali assicurazione. Uno degli attori che opera nel settore è favorevole alla riduzione, di cui normalmente minimizza l impatto finanziario per i pensionati. Questo fatto dimostra come si possa dare Inserzione anche un altra chiave di lettura alla decisione adottata dalle camere federali di abbassare il tasso di conversione. La motivazione tecnica dell innalzamento della speranza di vita ha evidentemente una sua coerenza e non si può più non considerarla. La soluzione adottata non rispetta però i principi legati agli obiettivi sociali fissati nell articolo 113 della Costituzione federale che indica come la previdenza professionale, in aggiunta all AVS, debba permettere agli assicurati di mantenere il tenore di vita precedente il pensionamento. Al momento dell introduzione della LPP, nel 1985, le prestazioni dell AVS e del secondo pilastro dovevano garantire circa il 60 per cento del reddito precedente il pensionamento. Questo obiettivo sarà sempre più difficile da raggiungere a seguito dei diversi cambiamenti già avvenuti nell'ambito della LPP; la riduzione del tasso d interesse sugli averi di vecchiaia, attualmente situato al 2 per cento rispetto ad un 4 per cento fino al 2002 e la riduzione del tasso di conversione dal 7,2 per cento al 6,8 per cento previsto nell ambito della prima revisione della LPP. Bisogna inoltre considerare come il mondo del lavoro, dal 1985 ad oggi, si sia profondamente modificato. Il lavoro diventa sempre più flessibile e precario e momenti di occupazione si alternano sempre più spesso a momenti di disoccupazione o di ulteriore formazione o riqualificazione. I giovani tendono inoltre ad entrare nel mondo del lavoro sempre più tardi. Questo comporta un accumulo del risparmio nell ambito della previdenza professionale inferiore a quanto si prevedeva nel 1985, con prestazioni quindi ridotte al momento del pensionamento. Sta quindi prendendo sempre maggiore importanza il risparmio individuale, per esempio attraverso il terzo pilastro, che è molto diffuso grazie anche ai vantaggi fiscali collegati. L offerta della Generali assicurazione che ho indicato in precedenza rientra quindi in questa strategia. La previdenza sociale obbligatoria sta gradatamente perdendo d importanza a favore della previdenza privata individuale che però non tutti si possono permettere. Previdenza privata individuale che evidentemente fa gola alle compagnie assicurative e agli istituti di credito. Se vogliamo garantire un assicurazione sociale a favore di tutti e non ulteriormente accentuare i divari di reddito anche tra i pensionati, dobbiamo respingere la proposta di riduzione del tasso di conversione della previdenza professionale. Ci sono altre misure che si possono adottare per garantire solidità nel tempo al secondo pilastro che, se il referendum riuscirà, potranno essere discusse e applicate. sindacalista OCST deputato PPD al Gran Consiglio Brevi sulla votazione Contrari anche alcuni operatori del settore Una quarantina di membri dei consigli di fondazione ed esperti sono contrari alla riduzione del tasso di conversione. Tra questi Christoph Häberli, presidente del consiglio di fondazione della Ssic-ch che ha sottolineato che «I costi amministrativi delle casse pensioni sono sei volte superiori rispetto ai risparmi derivanti dalla revisione della legge». Anche Brigitte Martig, membro del consiglio di fondazione della Cassa di pensione autonoma della Novartis non sostiene la riforma. Infatti una riduzione ulteriore del tasso di conversione non pemetterebbe di garantire una rendita dignitosa. Jorge Serra, ha invece ricordato che gli assicurati sono vittime di una campagna scandalosa delle casse, e soprattutto di quelle collettive, ai loro danni.

4 Sindacato Formazione 4 25 febbraio 2010 il Lavoro In evidenza Corsi gratuiti per italiani residenti in ticino CFP-OCST/Enaip I l Centro di formazione professionale dell OCST ed ENAIP realizzeranno cinque progetti di formazione in Ticino finanziati dal Ministero italiano del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali per italiani residenti in Svizzera. Questi corsi consentiranno ad una cinquantina di persone di intraprendere percorsi di perfezionamento professionale completamente gratuiti. Si tratta di un occasione da non perdere. Gli interventi formativi proposti sono finalizzati allo sviluppo delle conoscenze di base nel settore delle nuove tecnologie informatiche, nonché all aggiornamento professionale in ambiti più tradizionali. In particolare, si prevedono interventi di formazione per lo sviluppo delle pari opportunità con percorsi tesi a promuovere l inserimento delle donne nel mercato del lavoro. In particolare vengono proposti i corsi: Custode di immobile (diurno, intensivo) con la possibilità di prepararsi all esame professionale federale (APF); Re-inserimento lavorativo per donne: per tutte le donne che vogliono rientrare nel mondo del lavoro a livello di segretariato aziendale; Network Manager CISCO, rivolto a chi già opera nel settore delle reti informatiche con la possibilità di certificarsi secondo gli standard della CISCO Network Academy; Web Creator, per quanti vogliono creare in proprio una pagina web professionale; Restauro del mobile, corso di aggiornamento professionale per persone occupate ma con l interesse ad approfondire alcune tecniche in questo ambito specifico. Info CFP OCST Via S. Balestra Lugano Tel Fax PeRCORSI di formazione PROfeSSIONale PeR ItalIaNI ReSIdeNtI IN ticino ENAIP Svizzera e il Centro di formazione professionale dell OCST informano che sono aperte le iscrizioni ai corsi gratuiti di: Custode di immobile (diurno, intensivo), 398 ore dal al Re-inserimento lavorativo per donne (diurno), 250 ore dal al Network Manager CISCO, 400 ore dal al Web Creator, 220 ore dal 16.3 al Restauro del mobile, 400 ore dal al SeRata INfORMatIva: giovedì alle 18:00 presso il Circolo ACLI in via Simen 9 a Lugano Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Corsi gratuiti Tutti gli interventi formativi elencati sono interamente finanziati dal Ministero italiano del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali. Gli interessati possono richiedere la documentazione informativa al Centro di formazione professionale dell OCST, via S. Balestra 19, 6901 Lugano, tel. 091/ CORSI DI FORMAZIONE Via S. Balestra Lugano Tel Fax ff INFORMATICA B B ECDL Start 2007, dal 16 marzo, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 90 ore. Costo: fr soci, fr. 1'590.- non soci. B BIntroduzione all informatica, dal 15 marzo, minimo 10 partecipanti, lu-mer, , 36 ore. Costo: fr soci, fr non soci. ff LINGUE B B Inglese A1 (1 modulo), dall 8 marzo, minimo 10 partecipanti, gio, , 48 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Inglese A1 (2 modulo), dal 25 febbraio, minimo 10 partecipanti, gio, , 48 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Inglese A1 (2 modulo), dal 13 aprile, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 48 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Inglese A2 (1 modulo), dal 1. marzo, minimo 10 partecipanti, lu-ve, , 48 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Inglese B1 (1 modulo), dal 16 marzo, minimo 10 partecipanti, ma, , 48 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Tedesco A2 (1 modulo), da aprile, minimo 10 partecipanti, mer, , 48 ore. Costo: fr soci, fr non soci. BB Inglese B2 preparazione al FCE (First Certificate English), data da definire, minimo 10 partecipanti, due sere la settimana, , 96 ore. Costo: fr soci, fr non soci. BB Tedesco B1 preparazione al ZD (Zertifikat Deutsch), data da definire, minimo 10 partecipanti, due sere la settimana, , 96 ore. Costo: fr soci, fr non soci. ff CONTABILITÀ B B Contabilità Banana 5.0, dal 23 febbraio, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 40 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Contabilità teoria base, dal 20 aprile, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 30 ore. Costo: fr soci, fr non soci. ff edilizia B B Lettura del disegno edile, da marzo 2010, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 45 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B BArchiCAD 12 2D, da marzo, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 33 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B AutoCAD avanzato, dall 8 marzo, minimo 10 partecipanti, lu-mer, , 30 ore. Costo: fr soci, fr non soci. ff VENDITA, Corsi a mendrisio B B Inglese per venditori, da marzo, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 30 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Tedesco per venditori continuazione, dal 9 marzo, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 30 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Allestimento vetrine, da marzo, minimo 10 partecipanti, mer-ve, , 30 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Tecnica della vendita, dal 9 marzo, minimo 10 partecipanti, ma-gio, , 30 ore. Costo: fr soci, fr non soci. B B Visual merchandising, dal 9 marzo, minimo 10 partecipanti, ma-ve, , 30 ore. Costo: fr soci, fr non soci. ff altri corsi B B Corso di segretariato 6 edizione, da marzo, minimo 10 partecipanti, lu o ve, e , 130 ore. Costo: fr soci, fr non soci. BBProfessionista del marketing e della comunicazione, già iniziato, tutti i giorni, 7 ore al giorno, ore. Costo: gratuito

5 25 febbraio 2010 il Lavoro Sindacato Edilizia 5 Trattative nel ramo della gessatura Senza vergogna! padronale ticinese nel ramo della gessatura, continua L associazione a stupire i propri lavoratori: invece di reagire ad un imbarbarimento del settore, costellato da offerte sottocosto (nella migliore delle ipotesi, offerte che coprono solamente i costi), da subappalti a catena (il lavoro lo prendo io, poi lo passo a te, poi a mia volta lo passo ad una quarta ditta), da contratti e norme di sicurezza e igiene non rispettati (lavoratori ai quali non si garantiscono le «tariffe» vigenti in cantone Ticino... sino a lavoratori che dormono - nel senso del dormire di notte - sui cantieri)... cosa fannno? Si arrendono e si avvitano su se stessi! L ultima prova, purtroppo, l associazione padronale di categoria ce l ha fornita lunedì 22 febbraio, in occasione delle trattative salariali per l anno Di fronte ad una richiesta sindacale, ragionevole e equa, di aumentare i salari in linea ai settori affini all edilizia (dai 20 ai 45 cts all ora), l associazione continua ad oltranza ad offrire un pugno di mosche: 10 cts all ora di aumento e «che basti per tutto l anno»! Non ci siamo: tanto che le trattative salariali sono state decretate fallite (nessun risultato). Ed ora? Nelle prossime settimane sarà indetta un assemblea di protesta (o, in alternativa, tre assemblee regionali in contemporanea) per analizzare assieme ai lavoratori la situazione e decidere quali passi intraprendere: dalla prima assemblea di fine gennaio 2010 era emersa una suggestione, condivisibile, di pianificare una strategia di pressione a lungo respiro (sino a fine anno 2010) mettendo assieme il mancato accordo salariale 2010 e la trattativa di rinnovo del CCL-TI che scadrà a fine anno. Affaire à suivre. Il CCL cantonale, da un punto di vista formale e sostanziale, sarà ritenuto valido sino a fine anno 2010: a partire dal 1. gennaio 2011 il settore sarà quindi sottoposto al Contratto Nazionale mantello nel settore della gessatura e pittura (con diverse modifiche contrattuali, sulle quali ritorneremo su queste pagine nelle prossime settimane). L Associazione padronale ticinese dei gessatori, ha quindi incanalato la discussione complessiva verso il marasma generale: CCL a rischio, nessun aumento salariale, controlli sui cantieri eseguiti solo da rappresentanti padronali, modesta lotta al lavoro nero e di sabato, messa in discussione finanziaria dei corsi di formazione professionale. Foto: Eros Verdi Complimenti! La strategia padronale e populista del «così fan tutti e quindi lo faccio anche io», seppur perdente, assumerà sempre più spessore. Continuate così, cari membri dell ATMG (Associazione ticinese mastri gessatori): senza vergogna. P.L. Fabbricazione di piastrelle e prodotti in cemento del Mendrisiotto Un aumento dell 1 per cento N el mese di febbraio sono stati comunicati gli adeguamenti salariali di una piccola realtà contrattuale del Mendrisiotto cui appartengono le due ditte Capoferri SA di Riva S.Vitale e Gaffuri SA di Coldrerio, specializzare nella produzione di pietre artificiali, prefabbricati e manufatti in cemento, pavimentazioni e arredo giardino. Nonostante un indice del costo della vita negativo rispetto allo scorso anno di 0,9 punti, le parti hanno convenuto di adeguare i salari reali e minimi dell 1 per cento. I nostri recapiti Via S.Balestra Lugano Tel Fax Vacanze collettive 2010 Nel settore edile, le vacanze collettive sono state fissate da sabato 31 luglio a domenica 15 agosto 2010 compresi. Edilizia e affini del Mendrisiotto Assemblea annnuale L'annuale Assemblea ordinaria del settore edilizia e rami affini del Mendrisiotto, si terrà Mercoledì 3 marzo 2010 alle presso il Ristorante federale Starna in Corso San Gottardo 53 a Balerna. Ordine del giorno Situazione contrattuale, Paolo Locatelli, responsabile cantonale OCST Ediliza e affini Congresso OCST, 1. maggio 2010 Scudo fiscale Onore ai fedelissimi Seguirà una cenetta offerta dalla sezione Iscrizioni Iscriversi entro venerdì 26 febbraio telefonando allo o scrivendo a: OCST, via Lanz, 6850 Mendrisio.

6 6 Sindacato Appuntamenti 25 febbraio 2010 il Lavoro Congresso cantonale OCST del 1 Maggio 2010 Affermare il primato del lavoro nella crisi Partecipate alle occasioni di incontro e preparazione al Congresso che si svolgerà il 1 Maggio a Lugano. I l segretariato cantonale dell'ocst annuncia che il prossimo 1. maggio si svolgerà a Lugano il Congresso cantonale. I delegati avranno modo di approfondire in primo luogo gli indirizzi futuri della politica sindacale dell Organizzazione. Potranno pure esprimere le valutazioni e le attese delle lavoratrici e dei lavoratori in questo periodo di crisi economica ed occupazionale, venuta ad innestarsi su un processo già in atto di profonda trasformazione del mondo del lavoro. Il Congresso sarà anche chiamato ad eleggere i membri degli organismi direttivi del movimento. Invitiamo sin d ora a partecipare alle occasioni di incontro in preparazione al Congresso che saranno organizzate nelle diverse regioni. I delegati riceveranno a tempo debito la convocazione e la documentazione completa. Riforme, risparmi e un cambiamento generazionale in corso... Un convegno sul ruolo del docente in una scuola che cambia Il Sindacato OCST Docenti invita al convegno «Scuola che cambia: quale figura professionale per il docente?» che si terrà sabato 13 marzo alle 9.30 presso l Auditorio dell Università della Svizzera italiana a Lugano. Abbiamo chiesto a Pietro Ortelli, presidente del sindacato OCST Docenti e moderatore dell incontro, di spiegare gli obiettivi del convegno. Renato Ricciardi Il sindacato OCST Docenti si è impegnato a fondo in questi anni spesso anche da solo per ottenere corrette condizioni di lavoro per gli insegnanti (rincaro integrale, abolizione della penalizzazione salariale dei docenti neoassunti ecc.) senza tuttavia tralasciare un azione pubblica forte per rivalutare il ruolo dell insegnante in Ticino. Ora lancia un convegno per dibattere su quale figura professionale di docente vogliamo nel nostro cantone. Con quali intendimenti? «Penso non abbia molto senso, per quanto riguarda la professione dell insegnante, un azione sindacale che non sia sostenuta da una chiara visione di politica scolastica: che non abbia il suo fondamento in una concezione dell insegnamento, della scuola e della sua funzione. Il fattore decisivo per la qualità della formazione (molto più di riforme e programmi) è la qualità dei docenti: buona scuola uguale buoni docenti. Lo diciamo da anni. Per questo una buona politica scolastica non può non mettere al centro la figura del docente: bisogna porre in atto ogni sforzo per mantenere attrattiva la professione, in modo da trattenere nella scuola, come in passato, anche i giovani dal profilo formativo più alto. La politica scolastica degli ultimi quindici anni, e non solo dal profilo salariale, ha invece condotto a un progressivo deterioramento che non mancherà di causare, se non si introducono correttivi sostanziali, un abbassamento complessivo della qualità della formazione. Da qui l idea del convegno: in funzione del rilancio di un immagine professionale alta e ambiziosa, adeguatamente promossa e tutelata sul piano del riconoscimento politico, sociale ed economico». L OCST si sta preparando a un congresso cantonale che metterà al centro dei suoi lavori una riflessione su come uscire dalla crisi economica ripartendo dal valore e dal significato del lavoro. Qual è il contributo che può dare la scuola? «La scuola interessa la società, ma anche l economia. Questo a parole lo riconoscono tutti, anche se non tutti ne tirano poi le conseguenze, ossia che le spese per la scuola sono un investimento: la qualità della scuola è decisiva sul duplice piano della formazione della cittadinanza e della responsabilità sociale da una parte, e del buon funzionamento dell economia dall altra». Scuola che cambia: quale figura professionale per il docente? Sabato 13 marzo 2010 Auditorio dell Università della Svizzera Italiana a Lugano Programma Introduzione e interventi dei relatori Pausa Dibattito con la partecipazione del pubblico Interverranno Mauro Baranzini professore presso la Facoltà di scienze economiche dell Università della Svizzera Italiana Alberto Cotti presidente della Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana Annamaria Gélil presidente del Movimento della Scuola 40 anni di riforme 15 anni di risparmi Un cambiamento generazionale in corso L ASP che diventa DFA Introduce Pietro Ortelli docente e presidente del Sindacato OCST Docenti

7 25 febbraio 2010 il Lavoro Attualità Occupazione 7 Economia ed occupazione Piazza finanziaria ticinese Quale strategia per il futuro? Nella scia di quanto già espresso da qualche esponente di spicco del settore, il comitato dell Associazione Bancaria Ticinese (ABT) ha tracciato in questi giorni, con un apposito comunicato, una valutazione tranquillizzante dell andamento dell attività. Il volume dei patrimoni amministrati ha sì subìto una contrazione per effetto dello scudo fiscale italiano (contrazione d altronde preventivabile in una piazza prevalentemente innestata sulla gestione patrimoniale per la clientela di quel Paese). Pur senza fornire indicazioni precise, tra le righe se ne ridimensiona tuttavia l impatto grazie agli effetti compensativi del favorevole andamento del mercato. Meinrado Robbiani* Una carenza di strategia Considerando il decisivo apporto fornito dalla piazza finanziaria all economia e all occupazione in Ticino, il comunicato dell ABT può da un lato attenuare le preoccupazioni iniziali. La presa di posizione dell associazione bancaria è però anche fonte di perplessità e delusione per l assenza di qualsiasi indicazione sulla strategia futura del settore. Il contesto delle attività finanziarie sta irreversibilmente mutando. Il segreto bancario, che ha fatto la prosperità della piazza finanziaria svizzera, continuerà a subire pressioni dirompenti. Pur annotando con minore inquietudine le ricadute dello scudo fiscale, il settore bancario, coordinato dall ABT, deve perciò sapere imboccare una via rinnovata, riuscendo in particolare a costruire una più ampia diversificazione dei servizi bancari e finanziari. Le competenze presenti nel settore e i contributi che possono essere forniti dall esterno, segnatamente dall Università della Svizzera italiana e dalla sua facoltà di economia, devono essere mobilitate con urgenza con l obiettivo di approfondire possibili scenari per il futuro della piazza finanziaria. Sempre l USI, adeguatamente potenziata, può anche costituire un centro di formazione e di competenza per ulteriori funzioni offerte dalla piazza finanziaria ticinese. È perciò indispensabile che il settore avvii senza tentennamenti un impegno di riflessione che consenta di adeguare, rimodellandoli, gli indirizzi di sviluppo del settore. Qualora emergano tergiversazioni e rallentamenti, è compito dell autorità politica (in primo luogo il DFE) farsi carico, coinvolgendo tutte le parti interessate, del compito di delineare una rinnovata strategia per il futuro della piazza finanziaria. Guardare all occupazione Il comunicato dell ABT fornisce indicazioni più precise sulla riduzione dei posti di lavoro nelle banche. Si tratta di 250 unità, con un calo di circa il 3% delle persone occupate. Viene pure precisato che i licenziamenti sono stati particolarmente contenuti, essendo stato possibile agire attraverso la normale fluttuazione del personale. Sul versante occupazionale, le acque non possono tuttavia essere considerate ferme. Si avvertono movimenti che potrebbero sfociare in ulteriori chiusure, fusioni o rilevamenti di istituti. In considerazione delle particolari difficoltà che si riscontrano nel ricollocamento del personale bancario, è perciò indispensabile che anche dal profilo occupazionale l Associazione bancaria adotti una politica attiva di salvaguardia e se necessario di ridistribuzione dell impiego. L OCST rinnova in questo ambito le considerazioni e proposte già formulate e sottoposte all ABT lo scorso autunno (comunicato 18 novembre 2009). *Segretariato cantonale OCST Fatevi un bel regalo! Un libro molto ben scritto che è lo specchio del suo autore: divertente, pieno di spirito e nello stesso tempo intelligente e profondo. «In quanto handicappato nessuno in verità ha mai preteso nulla da me. Sono sempre e soltanto io che devo sfidare me stesso, così da spostare man mano l asticella di un centimetro più in su come fa l atleta nel salto in alto. E a me viene più facile saltar di cervello perchè la mia patologia ostacola l allenamento fisico massiccio» Il ricavato andrà alla Fondazione Romulus per sostenere finanziariamente il fabbisogno di quelle cure terapeutiche che non vengono coperte dalle casse malati e dalle assicurazioni sociali. Verrà inoltre istituita una borsa di studio a favore di disabili che desiderano frequentare le scuole superiori. Spasticoide di Romolo Pignone Desidero ricevere n. copie del libro «Spasticoide», Ed. Ritter, 174 pagine, 25 fr. o 17 Nome Cognome Indirizzo Nap Città Compilare e inviare a: Redazione Il Lavoro, Via Balestra 19, 6900 Lugano, Fax

8 Sindacato Attualità 8 25 febbraio 2010 il Lavoro Colonie Leone XIII Vacanze a Sonogno in Valle Verzasca Paola Mauri È ormai consuetudine in questo periodo rivolgerci a voi, cari genitori, invitandovi a pensare alle vacanze estive dei vostri figli. La nostra casa di Sonogno, moderna e ben attrezzata, inserita in un tipico villaggio ticinese di montagna situato a 900 m. d altitudine, dispone di una sala polivalente di 200 posti dotata di apparecchiature audiovisive, una moderna cucina, camere a 6 letti, camere doppie e locali infermeria. Il nostro personale è ben felice di accogliere i ragazzi che hanno voglia di stare in compagnia, divertirsi e condividere con altri compagni della loro età questa bella esperienza di vacanza in colonia. Come sempre proponiamo diverse attività, quali lavoretti manuali, gare sportive, passeggiate nella natura e tanto altro. Il periodo di vacanza è suddiviso in due turni: 1 turno: dal 3 luglio al 17 luglio; 2 turno: dal 18 luglio al 1 agosto. Lasciate che i vostri bambini si facciano sorprendere da una vacanza speciale e indimenticabile in colonia. Info Sig.ra Paola Mauri Associazione Centri di Vacanza Leone XIII via Balestra 19, 6900 Lugano tel Ricerca di personale La direzione dell'associazione Centri di Vacanza Leone XIII è alla ricerca di personale: didattico (età minima 18 anni) e ausiliario per la colonia estiva di Sonogno, con bambini dai 6 ai 12 anni. Inserzione AUTOLINEE REGIONALI LUGANESI VIA AL LIDO 2A 6962 VIGANELLO Tel Fax Per le vostre pubblicità su «il Lavoro» contattate Tel Fax Comfort, sicurezza ed efficienza la nostra forza!

9 25 febbraio 2010 il Lavoro Sindacato Frontalieri e lavoratori esteri 9 Politiche discriminatorie e confusione da scudo fiscale Lavoratori fuori dalla frontiera e dalla visione politica Nando Ceruso T ra rimesse dirette e fattori indotti gli italiani nel mondo assicurano all Italia un volume finanziario e d affari annuo valutabile sui 55 miliardi di euro, di cui almeno tre riversati dai circa 70 mila lavoratori frontalieri, oltre 50 mila dei quali lavorano in Svizzera, che rimettono mediamente 40 milioni di franchi (50 milioni nel 2009) di gettito fiscale all erario italiano. Si tratta di enormi risorse finanziarie che gli Italiani all estero riversano annualmente in Italia, anche se sono sempre stati discriminati e mal considerati dai diversi governi che si sono succeduti almeno negli ultimi cinquant anni. L attuale Governo non fa eccezione alla regola, anzi si distingue per attivismo, nel proporre ordinanze, leggi e leggine che creano altri disagi e apprensione nella comunità degli italiani che vivono e lavorano fuori dai confini nazionali. Tralasciando di fare il lungo elenco delle manchevolezze di cui si sono rese responsabili tutte le parti politiche nei confronti dei lavoratori italiani all estero, focalizziamo l attenzione sugli abusi e le discriminazioni di cui oggi sono oggetto i lavoratori frontalieri che varcano giornalmente i confini nazionali per ragioni di lavoro. Ingiustizie sociali avallate dalla politica Per un accordo iniquo e discriminatorio - siglato tra l Italia e la Svizzera i lavoratori frontalieri, pur pagando gli oneri assicurativi contro i rischi di disoccupazione nel sistema Svizzero, in caso di disoccupazione sono assoggettati a prestazioni penalizzanti, rispetto al sistema Svizzero, che versa all Italia dopo avere incamerato sostanziosi contributi pagati dagli stessi frontalieri. Appare alquanto sospetto, dunque, che i politici di turno al posto di mediare un accordo orientato alla parità di trattamento tra i lavoratori frontalieri e i colleghi residenti in Svizzera abbiano preferito fare cassa di Stato, per incamerare i milioni delle quote assicurative pagate dai frontalieri in Svizzera riversando poi indennità di disoccupazione al ribasso. Vale a dire che i frontalieri pagano gli stessi contributi assicurativi dei lavoratori che risiedono in Svizzera, a prescindere dalla nazionalità, ma in caso di disoccupazione al posto di percepire l indennità di disoccupazione per un periodo quadro di due anni, come prevede la Legge in Svizzera, la ricevono in Italia decurtata del percento e per il periodo quadro di un solo anno. E mentre i frontalieri subiscono tali deplorevoli ingiustizie, sulle casse italiane si è accumulato un fondo attivo che supera i 280 milioni di euro, metà del quale vorrebbero scipparlo ai frontalieri attraverso le solite forzature politiche, col fine di destinarlo ad altri scopi e non per quello per il quale è stato costituito. Un vero atto d illegalità e di pirateria politica che fa molto discutere e stimola a insorgere vedendo calpestati i più elementari diritti di quella moltitudine di lavoratori e lavoratrici che varcano giornalmente la frontiera per guadagnarsi dignitosamente il salario. Scudo per chi elude, preoccupazioni e oneri ai frontalieri Inoltre, con trattamento peggiorativo rispetto ai veri evasori fiscali, i frontalieri sono stati inseriti nel decreto ministeriale definito «scudo fiscale», proposto dal ministro dell economia Giulio Tremonti e fortemente sospinto dalla Lega Nord. Questi lavoratori oggi sono confrontati con una sorta di sopruso di Stato teso a mettere sotto controllo i loro conti stipendi per monitorarli e spremerli fino all osso dal profilo fiscale. Per le stesse finalità anche i capitali previdenziali accumulati nel sistema integrativo pensionistico svizzero (secondo pilastro), al quale anche i lavoratori frontalieri sono assoggettati per obbligo di legge, sono stati inseriti nel monitoraggio (macina) fiscale sancito da uno scudo fiscale che tende a favorire chi elude e colpisce i più deboli, in questo caso tutti i lavoratori frontalieri. Con ciò vogliono imporre l obbligo di notificare all erario italiano non solo il numero del conto stipendio in Svizzera, ma anche l ammontare dei contributi previdenziali versati nel secondo pilastro. Tali misure, che appaiono sempre più da regime, oltre che incrementare i costi delle famiglie dei lavoratori, accentuano la già abnorme burocrazia di cui è infarcito tutto il sistema amministrativo e aggiungono ulteriori problemi ai già tanti che pesano su tutta la classe lavoratrice frontaliera. Considerata la sordità finora dimostrata dalla classe politica verso le richieste delle forze sindacali e dei lavoratori frontalieri, è giunto il momento di mettere in campo le azioni concrete che i 70 mila frontalieri e le loro famiglie (ma anche tutti gli italiani della circoscrizione estera) possono mettere in atto nelle prossime tornate elettorali. Monitoraggio fiscale A che punto siamo A ttorno al monitoraggio fiscale stanno prolificando le informazioni più diverse, che alimentano incertezza e insicurezza. L OCST, consapevole dell importanza decisiva di questo argomento per le lavoratrici e i lavoratori frontalieri, ne sta seguendo l evoluzione con il massimo rigore, intervenendo sul versante italiano congiuntamente alla CISL e mantenendo costanti contatti con parlamentari italiani. L OCST intende perciò precisare che: la scadenza per la compilazione dell RW rimane fissata al 30 aprile 2010; malgrado la richiesta in tal senso dei sindacati e dei Caaf, per il momento il secondo pilastro rimane inserito nel monitoraggio. Il Senato italiano, nell ambito del decreto «mille proroghe», non ha infatti escluso il secondo pilastro dal modulo RW. Si attende ora la posizione dell altra Camera del Parlamento. La circolare chiarificatrice, promessa il 27 gennaio dall Agenzia delle entrate, non è ancora stata emanata. Rimangono perciò aperti non pochi interrogativi. Al momento attuale valgono perciò le indicazioni precedentemente fornite dall OCST, che segue attentamente la questione per potere offrire, appena le direttive ufficiali saranno definitive, un aiuto puntuale nell adempimento dell obbligo di monitoraggio. Si rammenta che a partire da giugno 2010 si dovrà compilare un nuovo RW riferito al 2009 e così di seguito ogni anno. Info OCST Segretariato frontalieri Lugano, Cisl Como Caf, Frontalieri, Sondrio Caf, Frontalieri, Varese Caf, Frontalieri, Verbania Caf, Frontalieri, ,

10 10 Lavoro Opportunità 25 febbraio 2010 il Lavoro In internet RICERCHE di collaboratori X X farmacista gerente in centro a Lugano. Interessati tel , dalle 13. cucitrici con esperienza su macchine industriali (Lineari, Tagliacuci, ecc.) età tra i 20 e i 42 anni. Cruna SA, Chiasso. Tel X X sarta qualificata, max 45 anni, per sartoria nel Luganese. Tel rappresentante ben introdotto per la vendita di materiali edilizi. Retribuzione a provvigione. Auto e telefono a disposizione. Tel badanti, A.S.A, O.S.S., CH, I, o carta identità Ital. (EU 1.a fascia + Polonia, Ungheria) in casa con anziani autosufficienti e non in Ticino. Contratto economia domestica + vitto e alloggio. C.V. fotocopia documenti e attestati a: ch o Info: ; Per le posizioni seguenti curriculum a: Tel: X X collaboratrice domestica per la pulizia e il riordino degli uffici. Richiesta massima serietà, per azienda di servizi del Mendrisiotto. X X carrozziere verniciatore per battilamiera e utilizzo vernice ad acqua. Persona precisa ed esperta. Sede di lavoro: Mendrisiotto. X X governante, persona di esperienza e grande fiducia. Possibilità tempo pieno o parziale (75% mattino). Zona di lavoro: Bellinzonese / Luganese. Ottime referenze ed esperienza nel settore. un/a giovane team leader, carattere solare, ottime conoscenze lingue nazionali. Inglese e spagnolo costituiscono un plus, per azienda nel Mendrisiotto attiva settore comunicazione. X Xun/a impiegato/a contatto clienti, ottime conoscenze tedesco o svizzero tedesco per lavoro a tempo indeterminato in solida azienda Luganese. X X un/a contabile, ottime conoscenze SAP, buon inglese, tempo indeterminato. Eventuale supporto ad altri reparti per mansioni più commerciali. un fotomodello e una fotomodella per diversi shooting. Azienda del Mendrisiotto che si occupa di abbigliamento e accessori moda. stampatore per industria settore cartonaggio nel Mendrisiotto, esperienza nell utilizzo di macchine BOBST per lo stampaggio meccanico. Foglio Ufficiale N. 12 del 12 febbraio dipendente al 50%, CH, presso segreteria istituto scolastico comunale Stabio. Operaio generico, CH. Scadenza: 5 marzo. Info: tel X X operaio/a CH o domicilio, (tempo parziale) addetto pulizie edifici Municipio Sorengo. Scadenza: 2 marzo. Info: tel sig. Bernasconi. Foglio Ufficiale N. 14 del 19 febbraio un/a architetto/ingegnere SUPSI o tecnico SSS. Municipio Paradiso. Scadenza: 15 marzo. albo comunale/concorsi X X un/a contabile Municipio Bellinzona. Scadenza: Info: tel sig. Paola Antonietti. OFFERTE di collaborazione 30enne, autista magazziniere esperto, operatore CNC, ev. qualsiasi lavoro. Tel X X giovane, diploma commercio, inglese ottimo, buone conoscenze PC, disposto a viaggiare, buone doti relazionali, 1 impiego. Tel , Monica. X X fattorino, autista, corriere, esperto e responsabile per lavoro a tempo parziale. Tel siliconista specializzato per ditte piastrelle, serramenti, giunti, ecc. Tel , X X meccanico diplomato con maturità professionale, esperienza multimarca, lingue nazionali. Patente B, C e nautica. Tel X X assistenza anziani diurna, certificato CRS, esperienza, zona Luganese. Tel X Xpanificatore,operaio generico esperto. Zona Sottoceneri. Tel , autista, trasporto persone, fattorino, con esperienza, full o part-time. Tel X X domestica, assistenza anziani, aiuto cuoco, stiro, baby sitter. Tel X X tecnico PC, assistenza a domicilio. Tel X X montatore binari, esperto. Tel X X assistente anziani esperta, full o part-time, zona Luganese. Tel X X custode d'immobili, disponibile full o part-time. Tel magazziniere, settore alimentari o altro, esperto, con patente muletto. Tel X X badante, pulizie, case anziani, alberghi, esperta, baby sitting, aiuto compiti, zona Luganese. Tel X X operaio polivalente, 37enne, referenze, ottima manualità, pat. B, o autista. Tel X X impiegata/centralinista, 1962, zona Luganese/Bellinzonese/Mendrisiotto. Buone conoscenze PC, I/F/D, esperienza, referenze. ch X X operaio, magazziniere esperto. Patente carrelli elevatori, disponibile turni. Tel signora tuttofare, aiuto cucina in ristorante scolastico, badante o commessa. Zona Luganese. Tel X X aiuto domiciliare anziani o in istituti privati. Infermiera CRS, esperta, affidabile, tel operaio fabbrica venditore, buon Ingl e F. Ottime conoscenze informatiche.tel enne, laureata, buon inglese e PC, comunicativa e professionale, pluriennale esperienza impiegatizia front-back office, tel X X vetraio esperto, aiuto metalcostruttore, posa serramenti. Luganese, M'siotto. Tel X X laurea scienze economiche e sociali, esperienza amministrativa e contabile, buona conoscenza F/E, discreto D, buona conoscenza office, al 50%, tempo indeterminato. Tel X X segretaria/contabile al 50% (2.5 giorni settimanali), esperta. Lingue: I/F/D, inglese scolastico, zona Luganese. X X giardiniere, manutenzione o muratore, esperto. Tel X X signora per pulizie o stiro, part-time, zona Chiasso. Tel elettronico elettricista, 28 anni, esperienza, zona Sottoceneri. Tel baby sitter, assistenza anziani notturna, ev. pulizie, esperienza infermiera CRS. Tel X X barman, cameriere o lavapiatti. Tel X X custode, autista, fattorino, magazziniere, zona Sottoceneri. Tel ragazzo 22 anni, amante fotografia e creazione video, ottimo ingl. Tel OCST Chiasso. X X segretaria, aiuto-contabile, 50%, buone conoscenze PC. I/F/D discreto, zona Luganese. Tel X X cameriere sala o barman, esperto, lingue nazionali + ingl.permesso, X X disponente traffici, esperto, trilingue. Tel giovane aiuto pasticciere o panettiere, zona Mendrisiotto. Tel X X coll. domestica, con esperienza, per 1 giorno o Pubblichiamo inserzioni solo per soci e abbonati, gratuite 2 a settimana, zona Luganese. Tel X Xcameriera da sala, caffetteria, 39 anni, con esperienza. Permesso. Tel badante esperta, compagnia anziani, basso Ceresio e Mendrisiotto. Tel meccanico, patente B, conoscenze Windows, office e mac. tel CH, laurea economia e comm., lavoro contabileamministrativo part-time, zona Chiasso. F e Ingl. Esperta. Tel X X fotografo esperto ripresa fotografica e postproduzione, collabor. con fotografi, giornali, case editrici, agenzie pubblicitarie. Tel operaio esperto e affidabile, disponibile ai tre turni, patente carrelli elevatori. Tel contabile, bilanci, IVA, salari, inglese, esperienza pluriennale, M'siotto e Luganese. Tel X X domestica esperta, zona Luganese, disponibile al mattino. Tel venditrice con esperienza, zona Luganese e Mendrisiotto. Tel X X cuoco o aiuto cuoco, zona Sottoceneri. tel X X domestica, impresa pulizie, badante di giorno, operaia. Tel X X infermiera professionale, 15 anni esperienza in Ticino, tel X X fattorino per consegne, tel X X pizzaiolo zona Bellinzonese. Tel X X geometra, esperienza cantieri CH, buona conoscenza Autocad, Archicad, Office, 3D, Photoshop. Tel signora di fiducia, CH, grande esperienza pulizia in case private o compagnia anziani, zona Medio Vedeggio. Tel ; X X venditore qualificato esperto, zona Sottoceneri, ev. part-time. Lingue nazionali + inglese, informatica. Tel X X magazziniere, autista, fattorino, ragioniere, AS400, patente C, referenze. Tel X X infermiera CRS, esperta. Tel , X X disegnatore Autocad 2D/3D in campo meccanico, elettrico, idraulico. Tel X X badante esperta. Tel X X impiegato, fattorino, autista, magazziniere, ex impiegato statale. Tedesco ottimo + altre lingue. Zona Sopraceneri. Tel X Xassistente per dentisti, odontotecnica, ev. venditrice o cameriera. X X assicurato AI per impiego amministrativo, ev. venditore anche di responsabilità, CH, referenze, buone capacità gestionali. Tel X X impiegata di commercio, CH, per 2 o 3 giorni alla settimana. Lingue:D/I/E/F. Tel X X sarta su misura, esperta per riparazioni in proprio laboratorio, Mendrisiotto. Tel tecnico ST in elettromeccanica Tel ragazza per impiego part-time, Lugano. Consocenze PC e linguistiche. Tel X X perito industriale esperto telecomunicazioni, tel ; X X odontotecnico 21.enne, ottima manualità,corone oro, michigan-riparazioni. X X impiegato/assist. amministr. esperto. Buon inglese, informatica ottima. Zona Mendrisiotto. Tel X X estetista truccatore, breve esperienza parrucchiere, eventuali lavori affini. Tel impiegata, ricezionista, CH, lingue I,F,E, dipl. commerciale, esperienza fiduciaria, zona Luganese. Tel X X manovale edile, 23 anni, tel grafica e web designer, tel

11 25 febbraio 2010 il Lavoro Sindacato Attualità 11 Asssemblea al Fox Town Nasce il nuovo Comitato trait d union con il sindacato Diana Camenzind N ella serata di giovedì 4 febbraio si è svolta a Balerna, con l ottima partecipazione di oltre un centinaio di aderenti, l annuale assemblea dei dipendenti del Fox Town. Dopo aver ascoltato con attenzione la relazione del segretario Regionale Sandro Mecatti riguardante varie tematiche legate all andamento del settore della vendita, ed in particolare alla realtà del Centro Commerciale, l assemblea unanime ha accolto con entusiasmo il neonato Comitato Fox Town, nuovo punto di riferimento e trait d union tra il sindacato OCST e i dipendenti stessi. Ecco i nominativi dei dipendenti che si sono messi a disposizione per far parte di questo nuovo ed importante organo di rappresentanza, e che sono stati tutti confermati con un applauso generale: Giovanna Rotelli (Hugo Boss), Filippo Ratti (Ferrari), Nelson Fumagalli (VFG), Anna Radice (Freddy), Massimo Mascetti (Tommy Hilfiger), Lino Beretta (Hackett London), Massimiliano Gregori (Polo Ralph Lauren), Maria Pompa (Lacoste), Davide Pisciotta (Datch), Erica De Vita (Marina Yachting), Paola Strambini (Romeo Gigli), Alessandra Clobas (Nike) e Stefania Schembri (La Perla). La sezione OCST dei dipendenti Fox Town ringrazia sentitamente questi colleghi per l impegno assunto e augura loro un proficuo lavoro a favore della comunità contrattuale. È stata anche l occasione per scegliere e nominare i quattro delegati che con entusiasmo hanno accettato di far parte della delegazione che rappresenterà il settore vendita e commercio del Mendrisiotto al Congresso OCST del 1 maggio. A complemento d informazione su un tema che sta particolarmente a cuore ai dipendenti frontalieri, il responsabile OCST del frontalierato Giancarlo Bosisio ha potuto soffermarsi sulla spinosa questione del monitoraggio fiscale italiano e al termine della presentazione è stato dato ampio spazio agli interrogativi e alle domande dei presenti. Al termine, una cenetta all insegna dell amicizia e del buonumore ha allietato la serata. Via Penate Verranno posate le nuove strisce pedonali I l Municipio di Mendrisio ha fatto pubblicare sul Foglio ufficiale del canton Ticino n. 13 del 16 febbraio, l intenzione di posare un secondo passaggio pedonale, dall altra parte del cavalcavia rispetto all attuale. Sono possibili opposizioni entro 15 giorni dalla pubblicazione. Passato questo termine, se non ci saranno opposizioni e quando la decisione diventerà esecutiva, i nuovi segnali saranno posati. L OCST si è molto impegnata negli ultimi anni per sollecitare un intervento del Municipio in favore della sicurezza dei pedoni. In particolare, in occasione dell incidente mortale che ha coinvolto Mariangela Parisi nel mese di gennaio era stata promossa una raccolta di firme cui avevano aderito quasi mille persone. Lavoro al femminile La vita, una corsa a ostacoli? L a Federazione Associazioni femminili Ticino (Faft), in collaborazione con l OCST, Dialogare, Formazione Orientamento Consulenza, Confederazione Svizzera, Dipartimento federale dell interno (Dfi), Ufficio federale per l uguaglianza fra uomo e donna (Ufu) e Aiuti finanziari in base alla legge sulla parità dei sessi, organizzano una serie di incontri, suddivisi in cinque moduli, per conoscere e acquisire alcuni strumenti utili ad affrontare e gestire le difficoltà che le donne possono incontrare nella vita e nel lavoro. Gli incontri si terranno il martedì dalle ore alle in via Lanz 15 a Mendrisio, presso la sede del sindacato OCST. BB Diritto del lavoro e Legge sulla parità dei sessi, 16 marzo e 23 marzo il contratto di lavoro. Disdetta del contratto di lavoro. Il pagamento del salario in caso di malattia e infortunio. I diritti delle lavoratrici in caso di gravidanza. La legge sulla parità dei sessi (Lpar). Cosa fare in caso di discriminazione? Cosa fare in caso di molestie sessuali? B B Contratti collettivi di lavoro, 30 marzo il Contratto collettivo della vendita; il Contratto collettivo del Fox Town; il Contratto collettivo per il settore sociosanitario; Altri contratti collettivi. Relatrice: Davina Fitas, sindacalista OCST B B I diritti delle frontaliere, 13 aprile imposte alla fonte; assicurazioni sociali (AVS, invalidità, infortunio, indennità perdita di guadagno in caso di malattia, diritti durante la gravidanza); previdenza professionale; permessi di lavoro. Relatore: Giancarlo Bosisio, Responsabile settore frontalieri OCST B B Le assicurazioni sociali, 20 aprile l AVS/AI/IPG; le prestazioni sociali (assegno prima infanzia, assegni integrativi per figli, sussidi e borse di studio); la LPP; la legge sulla disoccupazione (LADI). Relatrici: Nora Jardini Croci Torti, Avvocata Davina Fitas, Sindacalista OCST B B Strategie per trovare lavoro, 27 aprile Curriculum vitae Bilancio professionale. Info e iscrizioni Iscrizioni entro il 15 marzo

12 12 Attualità 25 febbraio 2010 il Lavoro Scuola Incontri informativi per allievi di III e IV media ESPOprofessioni 8-13 marzo a Lugano Il Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport, attraverso l Ufficio dell orientamento scolastico e professionale della Divisione della scuola, pubblica il calendario degli incontri informativi sui percorsi formativi professionali destinati agli allievi di III e IV media. N ei prossimi mesi gli allievi che termineranno la scuola media, sostenuti dalle famiglie e dagli orientatori professionali saranno chiamati ad operare una scelta scolastica-professionale ben precisa. Per sostenerli al meglio nel loro percorso di scelta, da febbraio a maggio, 14 scuole professionali saranno presentate per i 6 seguenti settori: natura: Scuola agraria di Mezzana a Balerna; moda: Scuola d arti e mestieri della sartoria (SAMS) di Viganello, Scuola specializzata superiore dell abbigliamento e della moda Porte aperte SAMT, SAA-CSIA, e Scuola per le professioni sanitarie e sociali (STA) di Viganello e Scuola d arti e mestieri della sartoria (SAMS) di Biasca; arte e progetto: Centro scolastico per le industrie artistiche (CSIA), Scuola d arte applicata, Liceo artistico e Scuola specializzata superiore a Lugano; industria e artigianato tecnico: Scuola d arti e mestieri (SAMB) di Bellinzona e Scuola d arti e mestieri (SAMT) di Trevano; sanitario e sociale: Scuola specializzata per le professioni sanitarie e sociali (SSPSS) di Canobbio; commercio: Scuola professionale per sportivi d élite (SPSE) di Tenero, Centri professionali commerciali (CPC) di Bellinzona, Locarno, Chiasso e Lugano, Scuola di commercio di Lugano e Istituto Elvetico di Lugano. Gli incontri informativi si svolgono il mercoledì pomeriggio direttamente nelle scuole professionali, da febbraio a maggio 2010 secondo il calendario pubblicato in Internet all indirizzo basta presentarsi direttamente nella sede scolastica. Inserzione E SPOprofessioni rappresenta una sorta di finestra sul mondo del lavoro, un mondo vasto e diversificato, che contempla un ampia gamma di professioni in costante evoluzione e che si rivela estremamente dinamico e polivalente. A ESPOprofessioni sono presenti varie associazioni, istituzioni e scuole professionali per mostrare al vasto pubblico il ventaglio delle numerose possibilità formative offerte nel nostro Cantone. ESPOprofessioni nasce nel 1991 presso il Centro d arti e mestieri di Bellinzona, su iniziativa della locale Scuola professionale artigianale e industriale. Tre anni dopo nel 1994, grazie all intervento del Cantone attraverso la Divisione della formazione professionale, l esposizione viene spostata negli spazi dell Espocentro di Bellinzona dove verrà organizzata a cadenza biennale fino al L ultima edizione è stata nel 2008, al Centro Esposizioni di Lugano, dove si terrà anche l edizione di quest anno. ESPOprofessioni propone sei giornate intense durante le quali studenti, insegnanti e genitori avranno la possibilità di avvicinarsi al mondo professionale. dell orientamento scolastico e professionale del Dipartimento dell educazione, della cultura L Ufficio e dello sport (DECS), in collaborazione con le direzioni dei diversi istituti organizza dei pomeriggi informativi mercoledì 3 marzo, ore 14.15, presso l aula magna Scuola professionale artigianale industriale di Trevano, con visita alla Scuola d Arti e Mestieri (SAMT) di Trevano-Canobbio. Verranno presentate le vie di formazione alle professioni di disegnatore, di elettronico multimediale e di informatico e la maturità professionale tecnica. Saranno fornite informazioni sui requisiti e condizioni di ammissione, sui programmi e sulle possibilità di perfezionamento e specializzazione dopo il tirocinio. Seguirà una visita guidata ai laboratori. mercoledì 17 marzo, ore 14.15, presso l aula magna dell istituto Scuola d arte applicata (SAA) in Via Brentani 18 a Lugano, meglio conosciuta come Centro scolastico per le industrie artistiche (CSIA). La manifestazione è destinata ai giovani, ai genitori e agli interessati a questa scuola professionale di arte applicata, unica nella Svizzera italiana. Oltre a informazioni sulle modalità d accesso, verranno illustrate le caratteristiche delle varie sezioni professionali e la struttura del liceo artistico che conduce alla maturità liceale artistica di diritto cantonale. Verranno presentate le possibilità di perfezionamento al termine dei curricoli di base. mercoledì 17 marzo, ore Formazione Operatore sociosanitario (OSS) e ore 16 Formazione Operatore socioassistenziale (OSA) presso la sede della Scuola specializzata per le professioni sanitarie e sociali a Canobbio. Oltre alle informazioni sulle professioni del settore (indirizzo assistenza all infanzia e indirizzo assistenza agli handicappati), sui programmi, e sugli sbocchi offerti, verranno forniti ragguagli sulla maturità professionale sanitaria e sociale. La partecipazione al pomeriggio informativo è obbligatoria per gli allievi che intendono iscriversi alla scuola. Info Ufficio dell orientamento scolastico e professionale (sedi di Bellinzona, Biasca, Locarno, Breganzona, Manno e Mendrisio); Direzione dell Ufficio dell orientamento scolastico e professionale di Bellinzona, dir. Rita Beltrami, tel , Formare apprendisti... Perchè? Perchè per noi rappresenta un valore. La formazione dei giovani nella nostra azienda è un valore fondato sulla professionalità e sulla tecnologia d avanguardia. Per questo investiamo nel Centro di Formazione Apprendisti. Quale professione vorresti intraprendere? Polimeccanico? Impiegato di commercio? Progettista meccanico? Elettronico? Il concorso d ammissione per nuovi apprendisti è aperto. Hai volontà e sei interessato ad una strada con molte opportunità per il futuro? Iscrizione per esami telefonando al no entro il 12 marzo 2010 oppure scaricando il modulo dal sito AGIE SA Via dei Pioppi 2 CH-6616 Losone

13 25 febbraio 2010 il Lavoro Attualità Cultura 13 Profitto e gratuità L egoismo non produce ricchezza duratura Quaresima Partecipare alla vita con il cuore stesso di Dio Il pensiero sociale cristiano considera il profitto come uno strumento al servizio dell uomo; la tendenza ad assolutizzarlo e a togliere di mezzo la gratuità lo ha privato di senso e del suo fondamento sociale. Ecco l origine della crisi attuale: l egoismo non produce ricchezza. Prof. Dr. Markus Krienke obiettivo del profitto, se mal prodotto e senza il bene comune come fine «L esclusivo ultimo, rischia di distruggere ricchezza e creare povertà» (CV 21). Ci sono due passi importanti che Benedetto XVI ha voluto compiere con questa frase e che segnano due punti cardine del pensiero sociale cristiano. Assolutizzare il profitto... Evinciamo il primo passo dal contesto della citazione: in precedenza si parla infatti dell utilità del profitto, e quindi della sua funzione positiva in quanto mezzo: considerare il profitto come mezzo e non come fine significa dargli il giusto peso e il giusto significato. Un azienda, per esempio, se impiega bene i fattori produttivi produce ricchezza che poi può essere distribuita e che così è di vantaggio di tutti. In questo senso, l enciclica sociale del 1991, la Centesimus annus, parla della «giusta funzione del profitto» (CA 35). L obiettivo del profitto costringe gli uomini a non sprecare quanto hanno a disposizione e a lavorare a livello sociale con l impiego minimo di risorse. Per l etica cristiana tutto questo è utile, ma l obiettivo ultimo è quello di realizzare una società per l uomo e che valorizzi la sua dignità. Al profitto spetta quindi di assicurare la base materiale per poter poi realizzare la comunità degli uomini nelle loro relazioni reciproche. È questo il senso e il fine del profitto. Ma di per sé, secondo il Papa, la dimensione delle relazioni veramente umane non funziona secondo la logica del profitto, ma solo secondo la logica del «dono» e della «gratuità». Questa si realizza se l uomo dà non perché deve, non perché è costretto da un contratto, ma perché agisce per il bene e per il valore dell altro. Con il dono l uomo intuisce e sperimenta l essenza della sua propria dignità e della sua umanità infatti la dignità dell uomo fiorisce non nella brama egoistica del «profitto», ma nell esperienza del «dono» e del «perdono». In questi momenti l uomo capisce che non è l egoismo della fissazione sul profitto ad essere il centro e il fine di tutta la vita, ma che egli deve aprirsi da questo egoismo e rivolgersi gratuitamente all altro: è questo che succede nei momenti del «dono» e del «perdono». Questa apertura è la sua «trascendenza», perché qui egli sperimenta ed incontra quel «senso» della sua vita che in ultima analisi è Dio. È ciò che intende l attuale enciclica quando scrive nel paragrafo 34: «l essere umano è fatto per il dono, che ne esprime ed attua la dimensione di trascendenza»....non produce profitto Ma la citazione iniziale dal paragrafo 21 contiene un secondo momento interessante: cioè che i livelli del mezzo cioè del profitto e del fine ossia del suo senso cioè delle relazioni umane caratterizzate di dono e di gratuità non sono scollegati ma sono invece interdipendenti. L egoismo del profitto non solo distrugge le relazioni umane di gratuità, ma diventa controproducente anche per l obiettivo di creare ricchezza: perché una società con relazioni umane intatte produce anche economicamente più profitto che non una società di meri egoisti che non curino moralmente le loro relazioni sociali con gli altri. In modo fondamentale lo formulava già Adam Smith: le relazioni contrattuali si basano sui sentimenti morali e prima di tutto sulla «simpatia». Ossia in altre parole: voler incrementare il profitto senza badare contemporaneamente anche al tessuto relazionale e morale di una società al suo «bene comune» è miope, perché incentiva momentaneamente il profitto ma alla lunga, dice Benedetto XVI, distrugge la ricchezza e crea povertà. Un mercato che non conosce la dimensione della «gratuità» ma solo quella del «profitto», nella situazione economica odierna deve imparare dalla crisi che la seconda senza la prima non sta in piedi, anzi che la «gratuità» non è contraria al profitto ma è la sua base indispensabile. Coltivare il tessuto sociale, riconoscere la dignità umana e creare le occasioni di dono e perdono sono quindi i fattori per ridare all economia la base sociale che negli ultimi decenni ha perso. I due aspetti che il pensiero sociale cristiano evidenzia sul profitto sono quindi che, da un lato, il profitto non viene condannato ma considerato come un buono strumento al servizio della società; d altra parte purtroppo ultimamente la tendenza al profitto è diventata assoluta e lo ha privato del suo senso, cioè che il vero «fine» della società sono le relazioni di «gratuità»: di «dono» e di «perdono». In questo senso, proprio il valore assoluto dato al profitto il «profitto mal prodotto» ha condotto alla crisi perché ha fatto perdere di vista il suo fondamento sociale. Ma analizzata in questo modo, la crisi diventa anche un «occasione di discernimento e di nuova progettualità. In questa chiave, fiduciosa piuttosto che rassegnata, conviene affrontare le difficoltà del momento presente» (CV 21). * prof. ass. presso la Facoltà di Teologia di Lugano; Dir. della Cattedra «Antonio Rosmini», prof. invitato presso la Pontificia Università Lateranense. Andrea Fontana L a Quaresima orienta inevitabilmente il nostro pensiero in quel deserto nel quale Gesù ha passato quaranta giorni, o in quello che ha attraversato il popolo di Dio camminandovi quarant anni. Basterebbe riprendere questi due fondamentali episodi biblici per cogliere alcuni aspetti fondamentali di questa nuova Quaresima che ci è donata. Il deserto è in qualche modo il luogo del confronto. Si tratta del conflitto della luce e delle tenebre, del positivo e del negativo della storia del mondo e di ogni esistenza. Perchè questo accade per ogni esistenza: «avete davanti la vita e la morte, scegliete». Quello che deve ritenersi irrinunciabile in tutto il gioco è la liberta della scelta, è la tua insostituibilità. Nessuno ti condizioni, e men che meno nessuno scelga per te. Sei tu che devi misurarti con le tue responsabilità. 40 giorni, 40 anni: un numero che intende descrivere e abbracciare l intero arco dell esistenza dell uomo e di un popolo. È espressione di un periodo nel quale siamo invitati a ri-scoprire Dio non nell alto dei cieli, ma negli eventi della vita. Dio si propone di accompagnarci ancora in un cammino di liberazione. Occorre ricordare però che solo la verità ci renderà liberi. Cristo è venuto a svelarci il senso (la verità) della nostra esistenza. L invito alla conversione che caratterizza questo tempo non ci fa volgere a noi stessi in una introspezione o in un perfezionismo individuale, è piuttosto l accoglimento di un evento che trasfigura la vita. E questo evento è una persona: Cristo Gesù. Siamo invitati a seguirlo nel suo cammino verso Gerusalemme. Come percorso che ci conduce alla Pasqua la Quaresima non può essere un tempo di austerità o di tristezza, né un periodo per coltivare la colpa, ma un momento per cantare la gioia del perdono. Dovremmo imparare come diceva frère Roger a vedere la Quaresima come quaranta giorni per prepararsi a riscoprire delle piccole primavere nelle nostre esistenze. Durante la Quaresima, noi vorremmo volgerci verso Dio per accogliere il suo perdono. Cristo ha vinto il male e il suo costante perdono ci permette di rinnovare una vita interiore. Cristo è l uomo nuovo (pienezza di umanità) nella quale possiamo vivere la nostra umanità e il nostro rapporto con Dio in maniera autentica. Tradizionalmente tra gli impegni che la Chiesa propone vi è anche quello dell elemosina (gli altri impegni sono la preghiera e il digiuno). È un termine che francamente non amo perché fa pensare esclusivamente al portafoglio e ad un superfluo di cui ci priviamo quasi esclusivamente per sentirci un po più buoni. Provo allora a tradurlo diversamente: siamo invitati a partecipare alla vita con il cuore stesso di Dio. Ed è tutta un altra cosa.

14 Info Balcani 14 Pagina a cura di Slavko Bojanic 25 febbraio 2010 il Lavoro Iz «Oslobodjenja» Kultura i lifestyle Post - za mnoge dijeta, za rijetke čišćenje duše Matthias Lemme / Marina Martinović Neki kršćani i danas prakticiraju dane posta samo uz vodu i kruh Ludo vrijeme karnevala, maškara je prošlo. Kod kršćana je nastupila korizma - vrijeme 40-dnevnog posta. Post danas, međutim, mnogima znači dijeta - onima koji su zaboravili da je post ustvari stvar religije. «Učini svome tijelu neko dobro, kako bi tvoja duša bila voljna stanovati u njemu.» - Ova rečenica se pripisuje Svetoj Tereziji Avilskoj, mističarki iz 16. stoljeća. Rečenica prilično jasno opisuje o čemu se radi kad je post u pitanju: o čišćenju duše, pokori, o težnji za srećom. Onaj tko posti, pazi na sebe i pazi na druge. Oni koji istinski poste za korizmu se žele približiti Bogu Post poznaju skoro sve religije Sama riječ post u biti znači «posmatrati» ili «biti ustrajan». U gotovo svim religijama se posti. Židovi poste na «Dan pomirenja», tzv. Yom Kippur, a muslimani za vrijeme ramazana. Kršćanska tradicija posta je vezana uz priču o Isusu Kristu, koji je 40 dana proveo u pustinji, gdje je bio sam i daleko od svih kušnji. Upravo u pustinji je Isus Krist, prema Novom zavjetu, imao susret s Bogom. Iris Macke iz ekumenskog društva «Druga vremena» objašnjava da se kršćani danas za vrijeme korizme također pripremaju za susret s Bogom. Kako bismo se mogli na to koncentrirati, postimo. S druge strane je post dobar i za tijelo i dušu - ubaciti u manju brzinu i jednostavno gledati što to zapravo čini život,» kaže Iris Macke. Neki se odreknu cigareta, drugi televizije, a treći se odlučuju za «povratak prirodi» Od 4. stoljeća kršćani svjesno poste za korizmu - vrijeme između Pepelnice i Uskrsa. Time simbolično prate Isusa Krista na njegovom križnom putu. Kako će postiti i čega će se pritom odreći, to ovisi o vlastitim navikama. Neki se odreknu alkoholnih pića i cigareta, drugi se odreknu televizije, treći pak odlučuju da će više izlaziti u prirodu za to vrijeme, baviti se sportom ili svakog jutra čitati po jedan psalam. Iza svih tih nastojanja se kod mnogih krije želja približavanja Bogu. Tijelo i dušu povezati - za vrijeme korizme vjernici to pokušavaju. Ne isključivo zbog toga da u nečemu ustraju ili da nekomu nešto dokažu, nego jednostavno da očiste dušu i tijelo. Isus Krist je proveo 40 dana u pustinji posteći Iz Bosone Sarajevski rulet P olovinom januara godine, u prostorijama Bošnjačkog udruženja BOSONA u Mezzovicu, održana je promocija knjiga bosanskohercegovačkog alpiniste i publiciste Muhameda Gafića. Posjetiocima su predstavljene knjige Sarajevski rulet, Odiseja 7000 i Monografija specijalnog odreda Bosna. Gdin Muhamed Gafić bio je učesnik i vođa brojnih alpinističkih i himalajskih ekspedicija. Kao rezultat toga, nastala je knjiga Odiseja 7000, ali, prije svega, Muhamed Gafić je bosanskohercegovački sportista i borac tokom agresije na BiH od do godine. Bio je pripadnik Specijalne jedinice MUP-a Republike Bosne i Hercegovine, a kao svjedočenje o odbrani Bosne i Sarajeva nastala je knjiga Sarajevski rulet. Nakon rata, napisao je i knjigu Monografija Specijalne jedinica MUP-a R BIH Odred policije BOSNA u kojoj je sačuvana uspomena na njene poginule i preživjele heroje. S autorom se nakon promocije moglo raygovarati o bitnom periodu bosanske historije, kao i o velikim sportskim rezultatima bosanskohercegovačkog alpinizma. Zainteresirani za ove knjige mogu kontaktirati direktno udruženje BOSONA.

15 25 febbraio 2010 il Lavoro Attualità 15 Guida per lavorare in Italia Dedicata alle imprese ticinesi N ell intento di risolvere le difficoltà evidenziate dalle aziende ticinesi interessate a lavorare in Italia, così come per dare una risposta concreta alle critiche sulla mancanza di reciprocità, il DFE in collaborazione con la Camera di commercio, l Associazione Industrie Ticinesi, la Società Svizzera Impresa Costruttori Sezione Ticino e la Regio Insubrica ha sviluppato una guida on-line per agevolare gli artigiani e le imprese ticinesi che intendono svolgere la propria attività in Italia per un periodo non superiore a 90 giorni di lavoro effettivo per anno civile. Info Sezione della promozione economica Ufficio per la sorveglianza del mercato del lavoro Repubblica e Cantone Ticino Quartiere Piazza 6500 Bellinzona Tel Questa guida si pone l obbiettivo di diventare il punto di riferimento sul tema ed è disponibile solo su internet per poter essere uno strumento costantemente aggiornato. L aggiornamento avverrà in funzione dell evoluzione della situazione, riportando tempestivamente i risultati delle discussioni in corso tra Italia e Svizzera su diversi aspetti pratici. Anche gli utenti saranno chiamati a contribuire all aggiornamento, in modo che sia favorita la diffusione delle informazioni. Navigando nel sito si capirà, anche grazie ad alcune testimonianze, che andare a lavorare in Italia significa soprattutto aprirsi a nuove opportunità di business. La guida vuole in questo senso essere un primo passo del DFE per promuovere una miglior penetrazione in un mercato che ha grandi possibilità per lo sviluppo delle aziende ticinesi. Conferenza informativa e di studio Integrazione e coesione sociale I l Centro OCST di competenze per l integrazione, in collaborazione con il Dicastero Integrazione e informazione sociale della città di Lugano e il Dicastero attività sociali di Chiasso propone la seconda conferenza informativa e di studio sui processi migratori e l integrazione. Martedì 2 marzo Sala Conferenze Camera di Commercio Corso Elvezia 16 - Lugano Ore Apertura della serata. Ore Attività del Dicastero d integrazione Lugano, Sabrina Antorini Massa Ore Immigrazione Processi d integrazione, nuove povertà, Antonello Grimaldi. Antonello Grimaldi, si occupa dei servizi e degli interventi a favore dell inclusione sociale con particolare riferimento a quelli delle fasce deboli della popolazione. Cura lo sviluppo e ricerca interventi sperimentali per il miglioramento dei servizi. Collabora al monitoraggio dei Piani di Zona che coordinano i servizi e Missão Católica de lingua Portuguesa gli interventi nei Distretti socio sanitari delle ASL. Coordina la programmazione delle attività dell ORIM (Osservatorio regionale per l integrazione e la multietnicità) e della rete degli Osservatori provinciali sull immigrazione. Ore Discussione Ore Chiusura dei lavori. Alla conferenza sono invitati in particolare i rappresentanti delle comunità estere e delle loro associazioni, per un diretto coinvolgimento nelle iniziative e azioni di sviluppo dell integrazione e della partecipazione alla vita sociale. Info Datas das Missas em Ticino Tel. +41 (0) Rassegne cinematografiche E vissero felici e contenti (IUFFP) Rassegna gratuita, a entrata libera al Cinema Lux di Massagno, dalle ore Giovedì 25 febbraio, Stella (di Sylvie Verheyde, Francia, 2008, 99 minuti). Relatore: Fabio Pusterla Tema della serata: la scuola come opportunità e via per superare le disparità sociali Giovedì 11 marzo, Tutta la vita davanti (di Paolo Virzì, Italia, 116 minuti). Relatore: Fabio Merlini Tema della serata: l inserimento professionale dei giovani nei difficili contesti lavorativi del I secolo. L altra Lei, storie di donne al cinema Cinema Teatro Chiasso, ore marzo, Figli della crisi di Gabriele Scotti. e Lo spazio bianco di Francesca Comencini. 9 marzo, In galera ci vanno i fessi di Antonella Grieco e Chaque jour est une fête di Dima El-Horr. 16 marzo, White Sex, di Rita Casdia e Poesia che mi guardi di Marina Spada. 23 marzo, Zene Ala di Castagna, Fornaci, Sposari e Pandora s box, di Yesim Ustaoglu. Biglietti A serata Fr. 12.-, ridotto Fr. 10.-; Tessera per le 4 serate: Fr. 45.-, ridotto Fr de fevereiro (domingo) às na paróquia Sacro Cuore de Lugano; 13 de março (sábado) às na igreja paroquial de Balerna; 28 de março (domingo) às na igreja Sacro Cuore de Lugano Data das Missas em Gordola Todas as terceiras sextas feiras de cada mes às 20 horas se celebra a missa na igreja paroquial de Gordola sempre com um aperitivo após a missa. Cada participante é convidado a trazer um prato de salgadinho, torta, bolos, doces e bebidas para compartilharem. Ensaios do Coro O coro é aberto a quem quiser participar. Nos encontramos todas as 4.a feiras às 20 horas no oratório de Balerna. Quem souber tocar algum instrumento e quiser participar é muito bem vindo(a)! Celebrantes Padre Iraildo tel / (Sottoceneri) padre Carlos e Padre Brás tel (Sopraceneri) Vendo 2 Sedie a rotelle, 1 Letto elettrico 1 Materasso antidecubito 1 Lift per vasca da bagno e diversi altri mezzi a prezzo interessante QUASI NUOVI ANCORA IN GARANZIA Telefonare allo:

16 16 Info Aziende 25 febbraio 2010 il Lavoro Mercedes-Benz Automobili SA di Vezia Un azienda che valorizza i dipendenti L a Mercedes-Benz Automobili SA di Vezia e Gordola è un azienda altamente qualificata nel settore della vendita e manutenzione di veicoli commerciali, industriali e nel dopoventita delle autovetture. Le sedi di Vezia e Gordola appartengono al gruppo Merbach che conta 32 concessionarie distribuite su tutto il territorio elvetico. In Ticino sono presenti 4 succursali, due che si occupano prevalentemente della vendita e manutenzione di autovetture, Pazzallo e Mendrisio, e due di veicoli commerciali-industriali, Gordola e, appunto, Vezia, che inoltre ha anche una modernissima carrozzeria ed un officina per autovetture. Solo nelle sedi di Vezia e Gordola, dirette da Ruggero Bozzini, sono occupate quasi 60 persone. Se è vero che, come diceva Mons. Luigi Del-Pietro, «sono i buoni dirigenti e i buoni sistemi di direzione che producono i buoni dipendenti» (1973), dal profilo della qualità dei suoi prodotti e delle risorse umane, entrando nelle strutture Mercedes di Vezia e Gordola questa massima ha trovato la giusta applicazione pratica, e i risultati si vedono. Nei diversi comparti dell azienda una serie di particolari colpiscono l attenzione: l ordine, la professionalità, ma anche la serenità del personale determinata dall ottimo ambiente di lavoro. Abbiamo parlato di questo con il direttor Ruggero Bozzini. Che tipo di professionalità sono presenti in azienda? A Vezia sono presenti un ufficio vendita, una carrozzeria per vetture e trasporter, un officina per le vetture e una per i veicoli pesanti. Mentre a Gordola abbiamo un officina per veicoli commerciali e industriali ed un relativo ufficio vendita. È presente inoltre il magazzino centrale di tutto il Ticino per quel che riguarda i pezzi di ricambio dei veicoli commerciali e industriali che è anche il punto di riferimento nel Sottoceneri per le autovetture. Quali sono le priorità della vostra azienda? La nostra priorità è certamente quella di dare ai clienti un servizio qualificato di ottimo livello. Ma ciò che ci consente di offrire questo è certamente la professionalità e la passione dei nostri collaboratori. Per questo, soprattutto negli ultimi anni, ci siamo impegnati nel creare un ambiente positivo di collaborazione ed abbiamo investito sulle infrastrutture per facilitare il lavoro dei nostri dipendenti. Cosa significa «un ambiente positivo di collaborazione»? Ciò di cui le persone hanno bisogno sul posto di lavoro è soprattutto di essere valorizzate. Io sono il direttore dell azienda, ma sono consapevole che su alcune questioni non posso decidere senza far riferimento all esperienza e alla competenza dei miei collaboratori. Per questo sono benvenuti i loro commenti e i loro suggerimenti. Va da sè che il rapporto di lavoro deve essere suggellato da un contratto con dei significativi contenuti sociali e salariali. Anche quest anno, per esempio, abbiamo concesso un adeguamento salariale sebbene l indice del costo della vita fosse invariato rispetto allo scorso anno. L ambiente positivo prevede comunque un impegno da entrambe le parti. Come azienda ci aspettiamo infatti che i lavoratori diano il massimo. Che tipo di investimenti avete fatto? Nella sede di Vezia abbiamo completamente rinnovato lo stabile e ne abbiamo costruito uno nuovo. Le priorità nella progettazione di questo lavoro sono state di incrementare i livelli di sicurezza, creare un maggiore confort per i dipendenti e una maggiore efficienza energetica. Per la sicurezza, abbiamo lavorato in stretto contatto con la Suva che ha effettuato delle analisi dei rischi. Ora non abbiamo quasi più infortuni. Molti dei nostri dipendenti lavorano in officina, per questo abbiamo introdotto un sistema automatico di apertura e chiusura dei portoni, che consente di ottenere un ambiente climatizzato, attenuando il freddo d inverno e il caldo d estate. A Vezia siamo inoltre dotati di un sistema di climatizzazione che rinfresca l aria in estate in maniera ecologica ed è più sano e confortevole rispetto all aria condizionata. I macchinari e gli strumenti a disposizione del personale sono inoltre di ultima generazione. Abbiamo, per esempio, acquistato di recente un nuovo forno per la verniciatura che ci consente di trattare anche solo alcune zone della carrozzeria. Investite anche sulla formazione? Certamente, in questo campo la casa madre mette a disposizione una vasta offerta di corsi di aggiornamento e di formazione. Noi ci siamo impegnati affinchè i nostri dipendenti avessero la possibilità di formarsi nella loro lingua madre: l italiano. Per questo abbiamo ottenuto, grazie ad un accordo, la possibilità per i dipendenti delle sedi ticinesi di poter frequentare i corsi presso la sede milanese della Mercedes-Benz Italia. I corsi di formazione gratificano i nostri dipendenti perchè li qualificano e li aiutano nel loro lavoro. Cosa fate per la protezione dell ambiente? Oltre ad avere, in fase di ristrutturazione, aumentato notevolmente l efficienza energetica degli stabili, abbiamo introdotto un sistema di smaltimento dei rifiuti che ci permette di riciclare l'80 per cento di quanto produciamo. Per questo in parte ci sono di supporto delle aziende specializzate ed in parte facciamo riferimento ai servizi del comune. In particolare ricicliamo metallo, plastica, carta e cartone, vetro e le batterie. Siamo anche dotati di un sistema di depurazione delle acque. Come ha inciso la crisi sulle vostre attività dello scorso anno? Abbiamo resistito bene all impatto della crisi puntando in particolare sulla professionalità dei dipendenti. Infatti, se il settore della vendita ha avuto un calo contenuto, la manutenzione ha aumentato il giro d affari. Visitate il nostro nuovo sito, troverete proposte di viaggi fino a dicembre 2010! CH-6900 Lugano Cassarate - Viale dei Faggi 10 - Tel Fax Kos &go Club Ammos Beach Village volo da Malpensa - all inclusive - animazione dal 19 giugno al 17 luglio, la settimana a partire da Rodi &go Club Royal Mare Nefeli Beach volo da Malpensa - all inclusive - animazione dal 20 giugno al 18 luglio la settimana a partire da Karpathos Hotel Blue Sea volo da Malpensa - mezza pensione dal 22 giugno al 20 luglio la settimana a partire da Visitate il nuovo sito dove troverete altre proposte di vacanza per l estate 2010

17 25 febbraio 2010 il Lavoro Attualità 17 Terremoto Una nuova amicizia tra Haiti e la Repubblica dominicana? Dopo il terremoto che ha provocato decine di migliaia di senza tetto in seno alla popolazione haitiana, la Repubblica dominicana, vicina insulare di Haiti, si sta trasformando in una base per le operazioni umanitarie. E ppure gli operatori umanitari del governo dominicano si mostrano circospetti di fronte alla prospettiva dell afflusso di migranti haitiani: i due paesi condividono un isola di chilometri quadrati, divisa da una frontiera di 380 chilometri, che delimita il loro sanguinoso passato e il loro delicato presente politico, segnato da ripetuti casi di discriminazione verso gli Haitiani. «Saremo criticati se l opinione pubblica pensasse che scacciamo gli Haitiani, ma come fare per accoglierne un numero tanto elevato? Ce ne sono migliaia, ora, negli ospedali di frontiera. Vorranno partire? Non si può far fronte ai bisogni di tutti», ha affermato a IRIN Edwin Luciano, direttore dei servizi d aiuto alle vittime di catastrofi, a Santo Domingo, capitale della Repubblica dominicana, tre giorni dopo il sisma ad Haiti. «Ci criticano alla luce delle azioni che abbiamo commesso nel passato; non possiamo sottrarci a questo fatto», ha aggiunto M. Luciano, che dirige anche il centro governativo delle operazioni d urgenza. Secondo M. Luciano, che lavora da venti anni nel settore dell aiuto alle vittime in caso di catastrofi, il sisma del 12 gennaio è uno dei più complessi mai avvenuti, a causa delle sue sensibilità sociopolitiche. Il passato Nel 1937, per rinforzare il suo potere, il presidente Rafael Trujillo aveva ordinato il massacro di oltre Haitiani nella Repubblica dominicana. Nel 2005, la Corte interamericana dei diritti dell uomo aveva giudicato che il sistema dominicano per l ottenimento della nazionalità era anticostituzionale e che violava i diritti di due bambini ai quali era stato rifiutato il rilascio dei certificati di nascita. Senza i documenti attestanti la propria nazionalità, i bambini non potevano essere scolarizzati, com è il caso di numerosi altri bambini dominicani di origine haitiana, secondo gli organi di difesa dei diritti dell uomo dei due paesi. Le persone di origine haitiana che non possiedono un permesso di soggiorno valido in Repubblica dominicana vengono periodicamente rimpatriate in massa e con la forza, secondo il Gruppo di aiuto ai rimpatriati e ai rifugiati (GARR), organismo di coordinazione delle organizzazioni non governative (ONG) e organismo di difesa dei diritti umani haitiani. Secondo le stime, all incirca Dominicani di origine haitiana vivono attualmente in Repubblica dominicana. Emergenza Haiti Anche con poco possiamo fare molto N ella tragedia che ha colpito Haiti, sono i bambini sopravvissuti che più ci fanno stringere il cuore. Il modo migliore per sostenere chi sta lavorando sul posto è quello di aiutare i bambini con un adozione a distanza, tramite un impegno a medio-lungo termine. L ONG AVSI-AVAID è presente dal 1999 ad Haiti su richiesta del nunzio apostolico, con progetti di sviluppo rurale e di sostegno a centinaia di bambini, adolescenti ed ex-combattenti nella bidonville di cité soleil a Port-au-Prince. AVSI-AVAID già prima del sisma sosteneva 600 bambini adottati a distanza. Chi desidera impegnarsi in questo senso per dare un futuro a questi bambini può contattare la sede AVAID a Lugano per ricevere informazioni e dettagli. Tel ch Colletta per Haiti Per versare un contributo finanziario: ccp intestato ad «AVAID», Corso Pestalozzi 14, 6900 Lugano Causale: «Terrremoto Haiti» Il presente Nei due paesi, i responsabili delle Nazioni Unite hanno affermato che la Repubblica dominicana sarebbe la principale base logistica delle operazioni umanitarie dirette ad Haiti: l aeroporto di Haiti possiede unicamente una pista di atterraggio, le capacità di coordinazione del paese sono compromesse e la sua rete telefonica si rimette lentamente in marcia dopo la catastrofe. «La pressione è estrema, ad Haiti, oggi. Cerchiamo di diminuirla con tutti i mezzi possibili: questa frontiera tra i due paesi è una boa di salvataggio», ha dichiarato a IRIN Andrew Stanhope, coordinatore logistico delle Nazioni Unite, da Port-au-Prince, capitale di Haiti. I primi aiuti sono giunti ad Haiti sotto scorta della polizia dell Onu dall aeroporto di Barahona, situato sulla costa sud dominicana, e dalla base militare di San Isidro, a 25 chilometri ad est di Santo Domingo. Un mezzo da sbarco sarà inoltre installato a Barahona per trasportare i soccorsi a Jacmel, la quarta città haitiana, situata sulla costa sud, dove oltre persone sono state dislocate. La società americana di trasporti DHL deve inoltre aprire tra poco tempo un deposito all aeroporto Las Americas di Santo Domingo per stoccarvi gli aiuti d urgenza. «Lavoro da molti anni nel settore umanitario ed è la prima volta che vedo un governo ed i suoi cittadini agire tanto rapidamente: tutto ciò che le Nazioni Unite hanno richiesto è stato loro accordato», ha affermato a IRIN Valérie Julliand, Coordinatrice residente delle Nazioni Unite nella Repubblica Dominicana. La reazione dominicana è senza precedenti, ha affermato. «Rilascio di visti per il personale umanitario che deve transitare sul territorio? Nessun problema. Un aiuto logistico nella base militare per depositare materiale? Accordato. Una cucina mobile interamente equipaggiata? Materiale e personale sono in loco lungo la frontiera. Una cooperazione per aprire un corridoio umanitario affinché arrivino i soccorsi fino ad Haiti? Accordato». Interrogata sul modo con cui le Nazioni Unite prevedono gestire l afflusso di migranti haitiani in cerca di soccorso e di aiuti medici in Repubblica dominicana, la signora Julliand ha dichiarato che le Nazioni Unite sosterrebbero gli sforzi spiegati dal governo per soccorrere i sopravvissuti al sisma. Secondo Luciano, dei servizi di aiuto alle vittime di catastrofi, il governo dominicano non sa ancora per quanto tempo e in quale modo potrà aiutare. «Dobbiamo mostrarci molto prudenti; in caso contrario, rischiamo d essere criticati e condannati». Infosud/IRIN per Alliance Sud Traduzione Lara Argenta Info: Comunità di lavoro Swissaid - Sacrificio Quaresimale Pane per tutti - Helvetas - Caritas - Aces

18 18 Sindacato Interprofessionale - Pagina a cura di Angela M. Carlucci 25 febbraio 2010 il Lavoro Amianto Campagna di informazione per i lavoratori I lavoratori italiani che in passato sono stati esposti all amianto nelle imprese svizzere possono tuttora farsi visitare da un medico in caso di sospetta malattia da amianto. Per poter informare in maniera corretta i diretti interessati sui loro diritti, i sindacati, i patronati italiani e la Suva stanno portando avanti una capillare campagna d informazione in Svizzera e in Italia. Sino alla fine degli anni ottanta l amianto era ampiamente utilizzato. Molte categorie professionali sono entrate in contatto con questo materiale, le cui fibre possono causare malattie incurabili anche dopo 20, 30, 40 anni o anche più dalla prima esposizione. Per questo motivo il numero dei decessi da amianto continua ad aumentare, anche se in Svizzera il divieto è stato introdotto nel Fino ad oggi la Suva ha registrato 1141 casi di malattie da amianto con esito mortale. Le patologie da amianto di origine professionale sono considerate in Svizzera malattie professionali. Se una malattia da amianto viene diagnosticata e riconosciuta, la persona interessata ha diritto per legge a determinate prestazioni assicurative. È sempre possibile chiedere che vengano svolti degli esami per accertare la presenza di una malattia professionale. Info Per informazioni e sostegno rivolgersi ai Segretariati regionali Syna. I nostri collaboratori e collaboratrici sono a disposizione delle vittime dell amianto e dei loro famigliari. L opuscolo informativo può essere richiesto presso il proprio segretariato Syna oppure scaricato dal sito Internet Suva (www.suva. ch/amianto). Collaborazione ancora più stretta tra INAIL e Suva La Suva e l omologa INAIL, Istituto Nazionale per l Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, in collaborazione con le associazioni dei medici italiani, hanno siglato un accordo nell estate del 2009, in base al quale intendono informare gli ex lavoratori italiani in Svizzera rientrati in patria sui loro possibili diritti alle prestazioni assicurative. La campagna di informazione e sensibilizzazione è portata avanti dalla Suva, in collaborazione con i sindacati e i patronati italiani ACLI, INAS, INCA e ITAL. Un nuovo opuscolo informa i lavoratori rientrati in patria nonché parenti, amici e conoscenti tuttora residenti Avete lavorato in questi settori in Svizzera prima del 1990? Fabbricazione, lavorazione o posa di prodotti contenenti amianto quali: pavimenti, guarnizioni, isolazioni, funi, tessili, freni, mastici, ecc. Professioni quali: isolatori, addetti alla costruzione e al montaggio di cucine, forni, caldaie, installatori di impianti a vapore o elettrici, addetti al trasporto / scarico di amianto o materiali friabili contenenti amianto, addetti alla costruzione e /o alla manutenzione di vagoni, ecc. La Suva raccomanda di rivolgersi al Patronato di fiducia o al tuo medico di famiglia per segnalare il caso all Inail. in Svizzera e spiega cosa fare in caso di sospetta malattia professionale da amianto. Oltre 500 milioni di franchi per le vittime dell amianto Le persone affette da una malattia professionale da amianto riconosciuta in Svizzera hanno diritto alle prestazioni della Suva. Dall entrata in vigore della legge sulla assicurazione contro gli infortuni nel 1984, la Suva ha corrisposto oltre 530 milioni di franchi in prestazioni assicurative, di cui 400 milioni sotto forma di rendite per superstiti. Dal 1939 sino alla fine del 2007 la statistica Suva ha registrato complessivamente 2308 malattie professionali da amianto. 3 4 no In uno dei seguenti settori? Produzione di cementoamianto, applicazione di amianto floccato ecc. (vedi pag. 5) sì Hai lavorato in Svizzera? Prima del 1990? Sei stato esposto regolarmente per diversi mesi o anni oppure per periodi brevi ad elevate concentrazioni di amianto? Sospetti di aver lavorato esposto all amianto? Raccomandiamo di rivolgerti al Patronato di fiducia o al tuo medico di famiglia per segnalare il caso all'inail (vedi pag. 6) Nessuna procedura necessaria Fonte: Suva sì sì sì no no no sì no Schema

19 25 febbraio 2010 il Lavoro Pagina a cura di Rogerio Sampaio Sindacato Interprofessionale 19 2 Pilar Querem destruir o 2 Pilar T ravail.suisse diz não à redução da taxa de conversão, porque é apressada e irresponsável. Não é orientada para o bem dos segurados, mas para aximização dos lucros das companhias de seguros de vida. Não a redução apressada das anuidades porque as expectativas de vida elevados foram tidas em conta. A última redução foi decidida há alguns anos, com base em expectativas de vida alto. Até 2014, a taxa de conversão será reduzida gradualmente para 6,8 por cento. No momento não há nenhuma razão para reduzir ainda mais à taxa de conversão. Não à redução das anuidades, porque se trata de uma reacção desproporcionada em relação à crise financeira. A taxa de conversão depende, nomeadamente, do rendimento obtido com recursos da aposentadoria. A remuneração média dos investimentos feitos pelos fundos de pensões à partir de 1985, mostram que não é necessário continuar a redução. Não acumular mais excedente adicional para as companhias de seguro de vida. Enquanto as companhias de seguro de vida realizam anos de elevados lucros excedentários graças a contribuições de empregadores e empregados, que ruidosamente exigem uma redução na conversão. Uma grande parte do capital de previdência é depois distribuída entre os accionistas e manager. Em consequência reduzem a taxa de conversão. É importante votar não no próximo dia 7 de Março, em defesa de uma renda justa, ganha com o nosso trabalho. Construção civil cantão de Zurique Contrato Colectivo de Trabalho (CCT) Informação A partir de 1 de Janeiro 2010 aumento geral de salários para todos. Salário mínimo em 1% para todos os trabalhadores da construção civil. O Subsídio de almoço será aumentado Fr. 1. Salários mínimos para 2010 V Q A B C Capatazes (ajudante) mínimo Fr Trabalhador c/carteira prof. mínimo Fr Trabalhador-qualificado mínimo Fr Tabalhador com experiência mínimo Fr Trabalhador s/experiência mínimo Fr Férias: De 20.anos completos até 50.anos de idade 5 semanas Até 20.anos e acima dos 50. anos de idade 6 semanas Feriados: Até 9 feriados por ano pagos 13 Salário mensal: Desde o início do trabalho têm direito a 13 Salário mensal. Não existe um pro-rata Subsídio de Almoço: Novo, a partir de 1 Janeiro de 2010 o subsídio mínimo para o almoço passa de 13 para 14 francos. Tempo de viagem: 30 minutos por dia não é remunerado, tempo de viagem adicional é considerado tempo de trabalho. Doença /acidente: Doença: subsídio doença 80%; à partir de 2 dia Acidente: subsídio 80% do 1 dia AHV, ALV, IV, BVG: Por favor contacte o Secretariado: segundafeira - sexta-feira 9-17; na quinta-feira até às horas. Info Syna secretariado regional Schaffhauserstrasse 409, 8050 Zurique Tel Rogério Sampaio Tel

20 AAPI Età d'argento, a cura dell Associazione Anziani Pensionati Invalidi febbraio 2010 il Lavoro AAPI-OCS T Votazioni del 7 marzo No alla modifica della previdenza professionale Il 7 marzo andremo a votare in merito ad un ulteriore modifica del sistema pensionistico del nostro Paese: l adeguamento dell aliquota minima di conversione al 6,4 per cento. Claudio Franscella* È da oltre un decennio che siamo confrontati con proposte di modifica di ogni genere che, il più delle volte, hanno portato di fatto ad un peggioramento del livello delle pensioni. A questo proposito ricordo ad esempio, per quanto riguarda l AVS, l aumento dell età di pensionamento per le donne da 62 anni a 64 anni e alla discussione, oramai in atto, per aumentare l età del pensionamento per tutti a 67 anni o 70 anni. A livello di secondo pilastro, ricordo la recente precedente conversione dell aliquota dal 7,2 al 6,8 per cento, la riduzione del tasso di rimunerazione dal 4 al 2 per cento e l adeguamento parziale o addirittura nullo delle rendite al rincaro. Tutti riconoscono le difficoltà che si incontrano nel riformare il sistema pensionistico in quanto esistono molti interessi divergenti. A giudizio dell Ufficio presidenziale dell AAPI però, anche per una migliore solidarietà generazionale, deve essere privilegiata la ricerca di una soluzione più efficace, duratura e sicuramente meno penalizzante per i pensionati del futuro che dovranno comunque poter mantenere un tenore di vita dignitoso e pure più equo anche nei confronti dei giovani che continueranno a versare di più per ricevere sempre meno. È quindi importante che l Ente pubblico partecipi maggiormente al finanziamento delle rendite (la Confederazione in fondo ha dimostrato che in caso di bisogno le risorse si possono anche trovare). Sarà poi necessario fare in modo che la discussione sull età del pensionamento possa essere congiunta a quella sull onere lavorativo, tenuto conto che in Svizzera vige l orario più elevato di tutto il mondo industrializzato e sarà pure indispensabile affrontare con decisione la questione del potenziamento delle rendite AVS e del conseguente riequilibrio tra AVS e ll pilastro. Il mondo politico dovrà quindi attivarsi maggiormente per trovare altre soluzioni per garantire, se non un miglioramento, perlomeno il mantenimento delle pensioni attuali. E questo lo dovrà fare conformemente al mandato costituzionale e nell interesse di tutte le generazioni, soprattutto quelle che si troveranno in futuro nella fascia della terza età. Con queste premesse l AAPI, assieme al Consiglio degli Anziani del Cantone Ticino, invita quindi a respingere la proposta in votazione il 7 marzo concernente la riduzione delle prestazioni della Previdenza professionale. *Segretario cantonale AAPI-OCST Inserzione In breve L'AAPI su Radio Fiume Ticino La trasmissione «EVERGRE- EN», curata dal segretario cantonale Claudio Franscella a nome della nostra Associazione, sulle frequenze di radio Fiume Ticino va in onda ogni mercoledì alle 18:50 (con replica alla domenica alle 8.00). Le frequenze sono: Bellinzona, Blenio, Leventina e Riviera: 90.6 Locarnese e Vallemaggia: e Luganese: Grigioni italiano: 93.0 Buon compleanno, Mariuccia! Per festeggiare i primi cent anni- appena compiuti- di Mariuccia Medici, regina incontrastata del teatro popolare ticinese, la RSI le ha dedicato una programmazione tutta speciale, e non solo. In particolare, per rendere indelebile la semplicità e la verve che contraddistinguono Mariuccia Medici e rendere omaggio ai suoi meravigliosi cent anni, la RSI ha raccolto in un cofanetto alcuni dei lavori che meglio rappresentano il suo percorso artistico: Quattro bücer e na gazosa, uno dei primi lavori televisivi con Sergio Maspoli, del 1978, Felicita Colombo, al fianco di Ernesto Calindri, del 1982, e Riünion da condominio, del Il cofanetto, che contiene 3 DVD, costa 30 franchi e può essere acquistato online sul sito o per telefono allo o scrivendo a: RSI shop, cp, 6903 Lugano. Corsi in acqua per anziani Nei dieci anni appena trascorsi il centro Acquasana di Muralto ha voluto orientare le sue attività soprattutto verso i più piccoli, i disabili e gli anziani. La struttura può contare su di una piscina con fondo mobile che facilita l accesso a questi utenti. Durante questi 10 anni il Centro si è contraddistinto per la sua professionalità nelle attività acquatiche con monitori riconosciuti dalle casse malati e da Qualitop. Nel 2009 ha ottenuto inoltre un importante riconoscimento da parte di Swimmsports.ch il marchio di aquality, ovvero il marchio di qualità nell insegnamento del nuoto. Info: o tel

Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI

Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati XVI LEGISLATURA DISEGNI DI LEGGE E RELAZIONI DOCUMENTI CAMERA DEI DEPUTATI Atti Parlamentari - 1 - Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NARDUCCI Modifica agli articoli 1, 2, 3 e 4 della legge 5 giugno 1997, n. 147, concernente la

Dettagli

Informazione aggiornata La previdenza sociale in Svizzera

Informazione aggiornata La previdenza sociale in Svizzera Informazione aggiornata La previdenza sociale in Svizzera Prestazioni Assicurati/Aventi diritto Basi per calcolare l ammontare delle prestazioni per cura, assistenza, guarigione AVS/AI Sono assicurate

Dettagli

Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport 6501 Bellinzona

Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport 6501 Bellinzona Segretariato Cantonale Via Balestra 19 CH - 6901 Lugano tel.: 091-91 15 51 fax: 091-93 53 65 Dipartimento dell educazione, della cultura e dello sport 6501 Bellinzona N. rif. V. rif. Lugano, 14 marzo 008

Dettagli

Centro di formazione professionale OCST

Centro di formazione professionale OCST Centro di formazione professionale OCST Lingua Sagl CFP Il Centro di Formazione Professionale dell OCST è un associazione senza scopo di lucro che dal 1995 promuove corsi nell ambito della formazione continua

Dettagli

Sono obbligatoriamente assicurate all AVS e dunque hanno diritto alle relative prestazioni:

Sono obbligatoriamente assicurate all AVS e dunque hanno diritto alle relative prestazioni: IL SISTEMA PREVIDENZIALE SVIZZERO A SEGUITO DELL ENTRATA IN VIGORE DEI PATTI BILATERALI Come funziona a grandi linee il sistema previdenziale svizzero? Il sistema pensionistico svizzero può sembrare effettivamente

Dettagli

Domande frequenti sul CCL Personale a prestito Versione del 20.2.2012

Domande frequenti sul CCL Personale a prestito Versione del 20.2.2012 S. 1 Domande frequenti sul CCL Personale a prestito Versione del 20.2.2012 Nuovo nell edizione dal 20.02.2012 Campo d applicazione Chi è soggetto al CCL Personale a prestito e chi no? Tutti i membri di

Dettagli

FISCALE Per Titolare/Responsabile Amministrativo LE NUOVE REGOLE PER LAVORARE IN CANTON TICINO DOPO L ENTRATA IN VIGORE DELLA LIA

FISCALE Per Titolare/Responsabile Amministrativo LE NUOVE REGOLE PER LAVORARE IN CANTON TICINO DOPO L ENTRATA IN VIGORE DELLA LIA (SB/sb) FISCALE Per Titolare/Responsabile Amministrativo LE NUOVE REGOLE PER LAVORARE IN CANTON TICINO DOPO L ENTRATA IN VIGORE DELLA LIA Lo scorso 20 gennaio 2016 gli organi cantonali ticinesi hanno deliberato

Dettagli

EDILIZIA INDUSTRIA ARTIGIANATO ARCHITETTURA INGEGNERIA 7.12.2015

EDILIZIA INDUSTRIA ARTIGIANATO ARCHITETTURA INGEGNERIA 7.12.2015 Organizzazione Cristiano-Sociale Ticinese Offerte tratte da internet e quotidiani ticinesi Segretariati Bellinzona 091 821 41 51/2/3 Biasca 091 873 01 20 Chiasso 091 682 55 01 Lamone 091 966 00 63 Locarno

Dettagli

CENTRO PER L IMPIEGO DI IMPERIA Piazza Roma, 2 - tel.0183/704228 704474- fax 0183.666.289 pietro.anfossi@provincia.imperia.it

CENTRO PER L IMPIEGO DI IMPERIA Piazza Roma, 2 - tel.0183/704228 704474- fax 0183.666.289 pietro.anfossi@provincia.imperia.it CENTRO PER L IMPIEGO DI Piazza Roma, - tel.083/7048 704474- fax 083.666.89 pietro.anfossi@provincia.imperia.it giorgio.alberti@provincia.imperia.it Gli interessati alle offerte di lavoro dovranno presentarsi

Dettagli

Principio dei tre pilastri

Principio dei tre pilastri Dipartimento federale dell interno/ Ufficio federale delle assicurazioni sociali Incontro con i media del 26 maggio 2003 (Ile Saint-Pierre) - Documentazione Garanzia ed evoluzione della previdenza professionale

Dettagli

Previdenza per la vecchiaia. Dossier per altre scuole

Previdenza per la vecchiaia. Dossier per altre scuole Previdenza per la vecchiaia Dossier per altre scuole Indice Fondamenti... 3 Obiettivi didattici... 3 Introduzione... 3 Dal salario lordo al netto... 4 Il modello a tre pilastri della previdenza per la

Dettagli

Lì, 06 febbraio 2014. BACHECA LAVORO - Richiesta lavoro:

Lì, 06 febbraio 2014. BACHECA LAVORO - Richiesta lavoro: Il Sindaco Riccardo Lotto COMUNE DI MONTEGALDA PROVINCIA DI VICENZA C.F. e Partita I.V.A. 00545030249 TELEFONO 0444/736415-736413 FAX 0444/636567 Piazza Marconi 40-36047 Montegalda e-mail segreteria@comune.montegalda.vi.it

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Cantieri

Dettagli

lavoro Mikron Prossimo numero: 21 gennaio 2010 Un passo nella direzione sbagliata Confermati 102 licenziamenti Aumenti salariali 2010

lavoro Mikron Prossimo numero: 21 gennaio 2010 Un passo nella direzione sbagliata Confermati 102 licenziamenti Aumenti salariali 2010 lavoro Giornale dell'organizzazione cristiano-sociale ticinese 17 dicembre 2009 - Anno LXIV - N.20 - CHF 1.00 - G.A.A. 6900 Lugano Prossimo numero: 21 gennaio 2010 pagina 2 AD Un passo nella direzione

Dettagli

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali

Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE. Informazioni generali Cassa Disoccupazione CRISTIANO SOCIALE Informazioni generali sull assicurazione contro la disoccupazione 1. Disdetta del rapporto di lavoro 2. Annuncio 3. Diritto alle indennità 4. Informazioni varie 1.

Dettagli

info-apprendisti INDIRIZZI UTILI: Lugano via Balestra 19 091 921 15 51 segretariato.luganese@ocst.com

info-apprendisti INDIRIZZI UTILI: Lugano via Balestra 19 091 921 15 51 segretariato.luganese@ocst.com INDIRIZZI UTILI: Lugano via Balestra 19 091 921 15 51 segretariato.luganese@ocst.com Bellinzona via Magoria 19 091 821 41 51 segretariato.bellinzona@ocst.com Mendrisio via Lanz 25 091 640 51 11 segretariato.mendrisio@ocst.com

Dettagli

2.09 Stato al 1 gennaio 2013

2.09 Stato al 1 gennaio 2013 2.09 Stato al 1 gennaio 2013 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi

1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi 2.09 Stato al 1 gennaio 2010 Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere In generale 1 Il presente promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Censimento delle mense e dei doposcuola Scuole dell infanzia, scuole elementari e scuole medie pubbliche del Cantone Ticino Anno scolastico 2010/11

Censimento delle mense e dei doposcuola Scuole dell infanzia, scuole elementari e scuole medie pubbliche del Cantone Ticino Anno scolastico 2010/11 Michela Crespi Branca Luana Tozzini Paglia Censimento delle mense e dei doposcuola Scuole dell infanzia, scuole elementari e scuole medie pubbliche del Cantone Ticino Anno scolastico 2010/11 Documenti

Dettagli

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia.

Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale. assegni famiglia. Assicurazioni sociali e lavoro a tempo parziale importanti per tutti coloro che lavorano a tempo parziale e allevano figli o assistono familiari. sull AVS, l AI, la previdenza professionale, nonché sull

Dettagli

Dipartimento FP CGIL LOMBARDIA - Graphic Designer Mirko Esposito

Dipartimento FP CGIL LOMBARDIA - Graphic Designer Mirko Esposito PREMESSA Dal 1992 in poi i vari Governi che si sono succeduti hanno messo mano al sistema previdenziale obbligatorio per renderlo compatibile con le ridotte risorse economiche a disposizione. Pertanto

Dettagli

1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale

1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale 1 pilastro, AVS / AI Garanzia del minimo esistenziale La previdenza statale, nell ambito dell AVS/ AI, garantisce il minimo di sussistenza a tutta la popolazione. 1. Contesto In Svizzera la previdenza

Dettagli

L offerta di mense e doposcuola nelle scuole pubbliche del Cantone Ticino

L offerta di mense e doposcuola nelle scuole pubbliche del Cantone Ticino di Michela Crespi Branca e Luana Tozzini Paglia* L Ufficio del monitoraggio e dello sviluppo scolastico (UMSS) ha effettuato nell anno scolastico il censimento dei servizi pasti a mezzogiorno e dei doposcuola

Dettagli

Alle Colleghe e ai Colleghi Iscritti FISAC/CGIL

Alle Colleghe e ai Colleghi Iscritti FISAC/CGIL Alle Colleghe e ai Colleghi Iscritti FISAC/CGIL Care colleghe e cari colleghi, come già sapete, dopo circa un anno di trattative con Federcasse, nella notte di venerdì 21 dicembre è stata sottoscritta

Dettagli

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013

La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Relazione dei Presidente CIDA, Silvestre Bertolini La cultura manageriale per il rilancio del Paese Roma, 18 novembre 2013 Prima di iniziare, vorrei ringraziare le autorità presenti in sala, che è sempre

Dettagli

PREVIDENZA INTEGRATIVA O COMPLEMENTARE Cap. IV-5

PREVIDENZA INTEGRATIVA O COMPLEMENTARE Cap. IV-5 International Association of Lions and Leo Clubs Distretto 108-Ia1 IL LAVORO E L IMPRESA PREVIDENZA INTEGRATIVA O COMPLEMENTARE Cap. IV-5 illustrazione di Gianni Chiostri Comitato Assise Italo Francesi

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

Per un tasso di conversione equo

Per un tasso di conversione equo Per un tasso di conversione equo Il secondo pilastro rappresenta un elemento importante del sistema svizzero di previdenza vecchiaia. Attualmente, le prestazioni promesse rispetto alla speranza di vita

Dettagli

Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva.

Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva. Conto d esercizio 2010. Assicurazione vita collettiva. 2010 Semplice. Chiedete a noi. T 058 280 1000 (24 h), www.helvetia.ch Trasparenti per convinzione, vincenti per lungimiranza. sul modello dell assicurazione

Dettagli

ADDETTO/A PAGHE E CONTRIBUTI

ADDETTO/A PAGHE E CONTRIBUTI 15/11/2011 ESTETISTE Sede: Como OFFERTA 151101 Nuovo centro estetico all'avanguardia cerca estetista con diploma in estetica, esperienza lavorativa di almeno cinque anni nel campo del benessere, totale

Dettagli

Conferenza pubblica transfrontaliera L anziano è protagonista Milano, 30 novembre 2011

Conferenza pubblica transfrontaliera L anziano è protagonista Milano, 30 novembre 2011 Conferenza pubblica transfrontaliera L anziano è protagonista Milano, 30 novembre 2011 Signor Remigio Ratti, Presidente di Coscienza Svizzera, signor Achille Crivelli, Delegato al progetto, signor Giulio

Dettagli

e s a i b d za n e id v re P

e s a i b d za n e id v re P Previdenza di base INTRODUZIONE ALLA PREVIDENZA DI BASE Spesso si usa il termine previdenziale per indicare il sistema pensionistico, tuttavia previdenza ha un significato, più ampio poiché ricomprende

Dettagli

Elenco degli Annunci Trovati

Elenco degli Annunci Trovati Elenco degli Annunci Trovati Riepilogo Limiti Impostati: Da Data Scadenza 01/03/2016 A Data Scadenza 12/03/2016 Riepilogo Filtri Impostati: Inviato al Periodico: Internet Categoria Selezionata: CERCO LAVORO

Dettagli

Offerte di lavoro nel Settore Privato

Offerte di lavoro nel Settore Privato Provincia di Centro per l'impiego di Via Massarotti, 48/a - 2600 Tel. 0372 22060-0372 457480 - Fax 0372 4056 e-mail: centro.impiego.cremona@provincia.cremona.it Orari di apertura al pubblico: Lunedì 9.00-3.00

Dettagli

credito privato Conveniente e trasparente

credito privato Conveniente e trasparente credito privato Conveniente e trasparente Sulle copie dei documenti d identità deve essere ben visibile quanto segue: cognome e nome data di nascita nazionalità e attinenza fotografia numero del documento

Dettagli

Relazione presidenziale all'assemblea della sezione dei dipendenti dello Stato

Relazione presidenziale all'assemblea della sezione dei dipendenti dello Stato Relazione presidenziale all'assemblea della sezione dei dipendenti dello Stato Lugano, 11 dicembre 2009 Care colleghe e cari colleghi La parte più difficile nella preparazione di una relazione assembleare

Dettagli

Le condizioni attuali della CPS non hanno niente di «lussuoso»

Le condizioni attuali della CPS non hanno niente di «lussuoso» NO a una riduzione ineluttabile delle rendite Che un istituto di previdenza sia gestito secondo il primato delle prestazioni o dei contributi non cambia nulla al fatto che per la cassa il costo di una

Dettagli

Cosa bisogna sapere sulla Assicurazione contro la disoccupazione

Cosa bisogna sapere sulla Assicurazione contro la disoccupazione Cosa bisogna sapere sulla Assicurazione contro la disoccupazione Cara assicurata, Caro assicurato, per facilitarle il contatto diretto con i problemi burocratici relativi alla disoccupazione e con i vari

Dettagli

Legge sull orientamento scolastico e professionale e sulla formazione professionale e continua (Lorform) (del 4 febbraio 1998)

Legge sull orientamento scolastico e professionale e sulla formazione professionale e continua (Lorform) (del 4 febbraio 1998) Legge sull orientamento scolastico e professionale e sulla formazione professionale e continua (Lorform) (del febbraio 1998) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO - visto il messaggio 1 marzo

Dettagli

COMUNE DI NOVAGGIO. Che accompagna la richiesta di approvazione del preventivo del comune di Novaggio per l anno 2014

COMUNE DI NOVAGGIO. Che accompagna la richiesta di approvazione del preventivo del comune di Novaggio per l anno 2014 Messaggio Municipale No. 11-2013 Che accompagna la richiesta di approvazione del preventivo del comune di Novaggio per l anno 2014 Ris.Mun 9330 Data 11.11.13 Dicastero Finanze Per esame della commissione

Dettagli

Legge federale sull assicurazione per la maternità

Legge federale sull assicurazione per la maternità Termine di referendum: 9 aprile 1999 Legge federale sull assicurazione per la maternità (LAMat) del 18 dicembre 1998 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 34 quinquies capoverso

Dettagli

Fondo Pensione Complementare

Fondo Pensione Complementare Fondo Pensione Complementare Per i lavoratori dei Ministeri, Enti Pubblici non Economici, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell Enac e del Cnel Sirio incontra i lavoratori dell Università La

Dettagli

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015

Guida all assicurazione sociale per i dipendenti. Edizione 2015 Guida all assicurazione sociale per i dipendenti Edizione 2015 Indice Introduzione...3 Cambiamento di impiego...4 Disoccupazione...6 Congedo non pagato, perfezionamento professionale, soggiorni linguistici,

Dettagli

AUDIZIONE. Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI

AUDIZIONE. Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI AUDIZIONE Commissione Lavoro Pubblico e Privato Camera dei Deputati LIBRO VERDE SULLE PENSIONI ROMA, 14 OTTOBRE 2010 I sistemi di sicurezza sociale sono sviluppati in Europa più che in altre parti del

Dettagli

Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero

Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero Ordinanza concernente il promovimento dell istruzione dei giovani Svizzeri all estero (Ordinanza sull istruzione degli Svizzeri all estero, OISE) 418.01 del 29 giugno 1988 (Stato 1 gennaio 2008) Il Consiglio

Dettagli

Nella capitalizzazione previdenziale bisogna trovare un investimento che oltre a dare la rendita difenda il capitale dalla svalutazione

Nella capitalizzazione previdenziale bisogna trovare un investimento che oltre a dare la rendita difenda il capitale dalla svalutazione LE PENSIONI COMPLEMENTARI a cura di Marco Perelli Ercolini Nella capitalizzazione previdenziale bisogna trovare un investimento che oltre a dare la rendita difenda il capitale dalla svalutazione La riforma

Dettagli

LO SAPEVATE CHE...? DDL "CONCORRENZA": MEGLIO PREPARARSI

LO SAPEVATE CHE...? DDL CONCORRENZA: MEGLIO PREPARARSI LO SAPEVATE CHE...? DDL "CONCORRENZA": MEGLIO PREPARARSI Dopo una pausa nella pubblicazione del nostro mensile, dovuta alle modifiche legislative che hanno assorbito tutto il personale del Fondo, torniamo

Dettagli

Maternità e lavoro Agevolare i genitori al lavoro e non disperdere esperienze e competenze. Comunicato

Maternità e lavoro Agevolare i genitori al lavoro e non disperdere esperienze e competenze. Comunicato Maternità e lavoro Agevolare i genitori al lavoro e non disperdere esperienze e competenze Comunicato La Svizzera soffre, come altri paesi, di mancanza di personale qualificato. La diagnosi è chiara e

Dettagli

07-08-2015 Questa settimana sono attive 42 offerte di lavoro nei Centri per l Impiego Centro per l Impiego di Cremona

07-08-2015 Questa settimana sono attive 42 offerte di lavoro nei Centri per l Impiego  Centro per l Impiego di Cremona 07-08-2015 Questa settimana sono attive 42 offerte di lavoro nei Centri per l Impiego Per candidarsi ad un'offerta di lavoro verificare prima il possesso dei requisiti previsti. Presentare poi la propria

Dettagli

ADDETTO/A A TELEMARKETING

ADDETTO/A A TELEMARKETING 02/10/2012 ADDETTO/A A TELEMARKETING Sede: Rovello Porro OFFERTA 021001 Agenzia cerca un/a ADDETTO/A A TELEMARKETING che si occupi di ricercare e contattare telefonicamente i clienti potenziali per fissare

Dettagli

Malattia oncologica e poi Quali ripercurssioni a livello sociale

Malattia oncologica e poi Quali ripercurssioni a livello sociale Malattia oncologica e poi Quali ripercurssioni a livello sociale Doris Cippà, assistente sociale presso la Lega ticinese contro il cancro GIOTI 12 novembre 2015 Non più malata, ma non ancora sana: la situazione

Dettagli

Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro.

Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Cambiamento nella vita professionale. La previdenza dopo lo scioglimento del rapporto di lavoro. Inizio

Dettagli

Offerte di lavoro nel Settore Privato

Offerte di lavoro nel Settore Privato Provincia di Centro per l'impiego di Via Massarotti, 48/a - 600 Tel. 037 060-037 457480 - Fax 037 4056 Offerte di lavoro nel Settore Privato Orari di apertura al pubblico: Lunedì 9.00-3.00 e 4.00-7.00

Dettagli

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni

Portrait. Contributi e prestazioni. Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Portrait Contributi e prestazioni Piani assicurativi e le loro possibilità di combinazione Disposizioni comuni Sono determinanti le disposizioni del Regolamento Berna, febbraio 2008 I nostri Piani delle

Dettagli

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO

STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO 3. Legno e arredo STRUTTURA E EVOLUZIONE DELL INDUSTRIA LEGNO-ARREDO IN TICINO Maggio 211 Giubiasco, 3 maggio 211 I COMPARTI ANALIZZATI SETTORE SECONDARIO 1. EDILIZIA E COSTRUZIONI 2. CHIMICA E FARMACEUTICA

Dettagli

Sicurezza sociale. Ecco come siete assicurati in Svizzera secondo la legge. (Stato: gennaio 2015) ASSICURAZIONI SOCIALI DELLA SVIZZERA

Sicurezza sociale. Ecco come siete assicurati in Svizzera secondo la legge. (Stato: gennaio 2015) ASSICURAZIONI SOCIALI DELLA SVIZZERA sozialversicherungen der Schweiz ASSICURAZIONI SOCIALI DELLA SVIZZERA Sicurezza sociale. Ecco come siete assicurati in Svizzera secondo la legge. (Stato: gennaio 2015) Prestazioni Assicurazione per la

Dettagli

Commissione Parlamentare di controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale

Commissione Parlamentare di controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale Commissione Parlamentare di controllo sull'attività degli enti gestori di forme obbligatorie di previdenza e assistenza sociale Audizione su Indagine conoscitiva sulla funzionalità del sistema previdenziale

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014

2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 2.06 Stato al 1 o gennaio 2014 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010

ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010 INDICE Introduzione.3 1. Il settore sociale 3 2. Il settore dello spettacolo.5 3. Il settore della sicurezza..6 4.

Dettagli

CENTRO PER L IMPIEGO DI SANREMO Via Pietro Agosti n 245 - tel. +39.0184/577.099 fax +39.0184/577.005 ci.sanremo@provincia.imperia.

CENTRO PER L IMPIEGO DI SANREMO Via Pietro Agosti n 245 - tel. +39.0184/577.099 fax +39.0184/577.005 ci.sanremo@provincia.imperia. CENTRO PER L IMPIEGO DI SANREMO Via Pietro Agosti n 245 - tel. +39.084/577.099 fax +39.084/577.005 ci.sanremo@provincia.imperia.it Gli interessati alle offerte di lavoro dovranno presentarsi personalmente

Dettagli

Offerte di lavoro nel Settore Privato

Offerte di lavoro nel Settore Privato Provincia di Centro per l'impiego di Via Massarotti, 48/a - 600 Tel. 037 060-037 457480 - Fax 037 4056 Orari di apertura al pubblico: Lunedì 9.00-3.00 e 4.00-7.00 (al pomeriggio su prenotazione) Mercoledì

Dettagli

Informazioni per la dichiarazione dei salari. Quaderno dei salari 2014

Informazioni per la dichiarazione dei salari. Quaderno dei salari 2014 Informazioni per la dichiarazione dei salari Quaderno dei salari 2014 Indice Novità AVS/AI/IPG 1 Cassa pensione 1 Assicurazione malattia e infortuni (SWICA) 1 Attestazione dei salari 1 Annuncio dei salari

Dettagli

REPUBBLICA DI SAN MARINO

REPUBBLICA DI SAN MARINO REPUBBLICA DI SAN MARINO Noi Capitani Reggenti la Serenissima Repubblica di San Marino Visto l articolo 4 della Legge Costituzionale n.185/2005 e l articolo 6 della Legge Qualificata n.186/2005; Promulghiamo

Dettagli

Precarietà e previdenza Intervento di Sandro Delfattore Resp.Dipartimento nazionale Welfare della Cgil Claudio mi ha chiamato in causa rispetto a

Precarietà e previdenza Intervento di Sandro Delfattore Resp.Dipartimento nazionale Welfare della Cgil Claudio mi ha chiamato in causa rispetto a Precarietà e previdenza Intervento di Sandro Delfattore Resp.Dipartimento nazionale Welfare della Cgil Claudio mi ha chiamato in causa rispetto a quanto è accaduto sulla previdenza nelle ultime settimane.da

Dettagli

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi.

------ Tuttavia, la previdenza complementare si sta sviluppando lentamente e, a dieci anni dall avvio, necessita di ulteriori impulsi. COMUNICATO STAMPA COVIP: la crisi dei mercati finanziari ha sottoposto i fondi pensione a una prova severa, ma il sistema della previdenza complementare ha tenuto. A marzo 2009 sono 4,9 milioni gli iscritti

Dettagli

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl Grazie a tutti Voi per essere qui dalle fabbriche del Legno, del Cemento, dei materiali

Dettagli

2.06 Stato al 1 o gennaio 2011

2.06 Stato al 1 o gennaio 2011 2.06 Stato al 1 o gennaio 2011 Lavoro domestico Quali attività sono considerate lavori domestici? 1 Si intendono, ad esempio, le attività delle seguenti persone: addetta/addetto alle pulizie, bambinaia

Dettagli

Studenti e Lavoro Provincia di Lecco

Studenti e Lavoro Provincia di Lecco Studenti e Lavoro Provincia di Lecco Luglio 2010 - Settembre 2012 Osservatorio del Mercato del Lavoro della Provincia di Lecco Rapporto a cura di: Centro di Ricerca Interuniversitario per i Servizi di

Dettagli

Disoccupati registrati (+368, +5.2%)

Disoccupati registrati (+368, +5.2%) Disoccupati registrati (+368, +5.2%) Persone in cerca di impiego registrate (+319, +3.0%) Tasso di disoccupazione (+0.2 punti percentuali) Documentazione per la stampa della Sezione del lavoro / 9 gennaio

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

CENTRO PER L IMPIEGO DI IMPERIA Piazza Roma, 2 - tel.0183/704228 704474- fax 0183.666.289 pietro.anfossi@provincia.imperia.it

CENTRO PER L IMPIEGO DI IMPERIA Piazza Roma, 2 - tel.0183/704228 704474- fax 0183.666.289 pietro.anfossi@provincia.imperia.it CENTRO PER L IMPIEGO DI Piazza Roma, - tel.083/7048 704474- fax 083.666.89 pietro.anfossi@provincia.imperia.it giorgio.alberti@provincia.imperia.it Gli interessati alle offerte di lavoro dovranno presentarsi

Dettagli

è importante sapere - edizione 2015 - L'OCST mette a tua disposizione i propri segretariati in ogni regione del Cantone. SEGRETARIATO CANTONALE

è importante sapere - edizione 2015 - L'OCST mette a tua disposizione i propri segretariati in ogni regione del Cantone. SEGRETARIATO CANTONALE L'OCST mette a tua disposizione i propri segretariati in ogni regione del Cantone. SEGRETARIATO CANTONALE v. Balestra 19 6900 Lugano +41 91 921 15 51 SEGRETARIATI REGIONALI (con prefisso +41 91) Bellinzona

Dettagli

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani

Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR. Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 2 TFR Scegliere oggi pensando al domani Progetto 105x210 19-02-2007 15:07 Pagina 4 Cara lavoratrice, caro lavoratore come certamente saprai, dal primo gennaio è

Dettagli

FISSATE LE BASI PER IL VOSTRO FUTURO LA PREVIDENZA SOCIALE IN SVIZZERA

FISSATE LE BASI PER IL VOSTRO FUTURO LA PREVIDENZA SOCIALE IN SVIZZERA 2015 FISSATE LE BASI PER IL VOSTRO FUTURO LA PREVIDENZA SOCIALE IN SVIZZERA IL MODELLO UNICO A TRE PILASTRI Previdenza statale, professionale e individuale. Il modello a tre pilastri è la flessibile risposta

Dettagli

Alla proposta di istituzione di un nuovo corso di laurea in Design della moda

Alla proposta di istituzione di un nuovo corso di laurea in Design della moda Nucleo di valutazione interna RELAZIONE TECNICA In ordine Alla proposta di istituzione di un nuovo corso di laurea in Design della moda per l a.a. 2005/2006 Venezia, 17 febbraio 2005 1 Indice 1. Premessa...

Dettagli

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare

La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare La Cisl Informa: il TFR e la previdenza complementare Le riforme del sistema previdenziale attuate negli anni 90 hanno apportato una serie di interventi restrittivi alle pensioni erogate dal sistema pubblico,

Dettagli

Il personale occupato nel settore bancario ticinese: un indagine dell ABT

Il personale occupato nel settore bancario ticinese: un indagine dell ABT Il personale occupato nel settore bancario ticinese: un indagine dell ABT Franco Citterio, Associazione Bancaria Ticinese L Associazione Bancaria Ticinese (ABT) effettua ogni anno un indagine volta a radiografare

Dettagli

Cassa pensione e proprietà abitativa/

Cassa pensione e proprietà abitativa/ Promozione della proprietà abitativa (PPA) Cassa pensione e proprietà abitativa/ Prelievo anticipato e costituzione in pegno di fondi del 2 pilastro Sommario Reperimento di capitale per l acquisto di un

Dettagli

una (potenziale) realtà

una (potenziale) realtà Analisi IL DISTRETTO TICINESE DI SERVIZI FINANZIARI una (potenziale) realtà René Chopard Centro di Studi Bancari 75 Non potevamo mancare al consueto appuntamento di settembre con dati, statistiche e società

Dettagli

Se la sussidiarietà diventa un voucher

Se la sussidiarietà diventa un voucher Voucher universale: ragioni e obiettivi della proposta Perché istituire un voucher universale per i servizi alla persona e alla famiglia? Quali sono i risultati attesi della riforma? di Roberto Cicciomessere

Dettagli

La spesa per la sicurezza sociale

La spesa per la sicurezza sociale I SISTEMI DI SICUREZZA SOCIALE I sistemi di sicurezza sociale, hanno lo scopo di garantire alle persone condizioni di vita adeguate e di fronteggiare gravi situazioni di bisogno. Le forme di tutela sono:

Dettagli

Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera

Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera Informazioni utili per il soggiorno in Svizzera CH-4501 Soletta Dornacherstrasse 28A Casella postale 246 Telefono 032 346 18 18 Telefax 032 346 18 02 info@ch-go.ch www.ch-go.ch Indice Introduzione... 3

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

Manovra Finanziaria 2010:

Manovra Finanziaria 2010: Manovra Finanziaria 2010: Confermati i tagli agli enti locali. Blocco degli stipendi per gli statali. Dal 2015 si alza l età per la pensione. Pensioni Dal 2015 i requisiti di età e la somma tra età e contributi

Dettagli

Competenze connesse. Regolamento di previdenza

Competenze connesse. Regolamento di previdenza Regolamento di previdenza Versione abbreviata Indice Qual è lo scopo del presente opuscolo? 3 Primo, secondo, terzo pilastro: Cosa significa per voi personalmente? 3 Il primo pilastro: l AVS / AI Il secondo

Dettagli

I Fondi pensione nel pubblico impiego

I Fondi pensione nel pubblico impiego 38 I Fondi pensione destinati ai lavoratori dipendenti delle pubbliche amministrazioni dello Stato, il cui rapporto di lavoro è disciplinato tramite contrattazione collettiva, possono essere istituiti

Dettagli

Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro

Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro Conferenza stampa Professionisti: a quali condizioni? Le condizioni di lavoro Daniele Di Nunzio (IRES-CGIL) Presentazione n. 06/2011 Roma, 27 aprile 2011 I gruppi professionali Questionario on-line: per

Dettagli

Entusiasmo? «Soluzioni particolari per esigenze particolari.»

Entusiasmo? «Soluzioni particolari per esigenze particolari.» Entusiasmo? «Soluzioni particolari per esigenze particolari.» Helvetia Previdenza per i quadri. Un complemento brillante alla previdenza professionale. La Sua Assicurazione svizzera. 1/8 Helvetia Previdenza

Dettagli

4500-01 DICHIARAZIONI DELL'OFFERENTE

4500-01 DICHIARAZIONI DELL'OFFERENTE DIPARTIMENTO DEL TERRITORIO DIVISIONE DELLE COSTRUZIONI AREA DEL SUPPORTO E DEL COORDINAMENTO CASELLA POSTALE 2170-6501 BELLINZONA Lotto o incarto N 4500-01 DICHIARAZIONI DELL'OFFERENTE Avvertenza importante:

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

La previdenza in Europa

La previdenza in Europa La previdenza in Europa Dati tratti da: «LEGISLAZIONE STRANIERA. MATERIALI DI LEGISLAZIONE COMPARATA» Camera dei Deputati, giugno 2013 Una premessa Le pensioni, in Italia come negli altri paesi europei,

Dettagli

Regolamento delle scuole professionali (del 1 luglio 2015)

Regolamento delle scuole professionali (del 1 luglio 2015) Regolamento delle scuole professionali (del 1 luglio 2015) 5.2.2.1.1 IL CONSIGLIO DI STATO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visti: la legge federale sulla formazione professionale del 13 dicembre 2002;

Dettagli

NEWSLETTER N 16 DEL 19/05/2015

NEWSLETTER N 16 DEL 19/05/2015 OFFERTE DI LAVORO NEWSLETTER N 16 DEL 19/05/2015 ASSOCIAZIONE PROMETEO ONLUS CERCA OPERATORI/OPERATRICI SOCIALI E UN COORDINATORE NOTE: Disponibilità ad accompagnare un gruppo di giovani ragazzi disabili

Dettagli

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI Il mio programma elettorale è frutto della voce delle persone che ho incontrato lungo il mio cammino e che sto incontrando nel corso della mia campagna elettorale SANITA Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Legge federale sugli assegni familiari

Legge federale sugli assegni familiari Termine di referendum: 13 luglio 2006 Legge federale sugli assegni familiari (Legge sugli assegni familiari, LAFam) del 24 marzo 2006 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo

Dettagli

SE TI INTERESSA UNA DELLE OFFERTE DESCRITTE E VUOI AVERE I RIFERIMENTI PER CANDIDARTI, CHIAMA O PASSA AGLI SPORTELLI IN QUESTI ORARI:

SE TI INTERESSA UNA DELLE OFFERTE DESCRITTE E VUOI AVERE I RIFERIMENTI PER CANDIDARTI, CHIAMA O PASSA AGLI SPORTELLI IN QUESTI ORARI: 18/12/2012 TECNICO PRIVACY Sede: Cantù OFFERTA 181201 Agenzia per il Lavoro ricerca per azienda cliente 1 tecnico privacy. Il candidato, inserito nel team dell'ufficio Privacy seguirà tutte le fasi di

Dettagli

FEDERAZIONE TICINESE DEL COMMERCIO. per Espoprofessioni 2014. istock.com/valuavitaly

FEDERAZIONE TICINESE DEL COMMERCIO. per Espoprofessioni 2014. istock.com/valuavitaly FEDERAZIONE TICINESE DEL COMMERCIO per Espoprofessioni 2014 istock.com/valuavitaly Chi siamo Federcommercio è l associazione mantello del commercio al dettaglio ticinese. Ne fanno parte le società e le

Dettagli