Ottobre missionario. La scuola di padre Alberto. pagina 4. Il card. Scola a Milano L ingresso del vescovo successore di san Carlo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ottobre missionario. La scuola di padre Alberto. pagina 4. Il card. Scola a Milano L ingresso del vescovo successore di san Carlo"

Transcript

1 SABATO 1 OTTOBRE 2011 ANNO 86 - N. 37 SETTIMANALE CATTOLICO CREMASCO D INFORMAZIONE FONDATO NEL 1926 UNA COPIA 1,00 ABBONAMENTO ANNUO 40 DIREZIONE: VIA GOLDANIGA 2/A CREMA POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA GIORNALE LOCALE ROC Ottobre missionario La scuola di padre Alberto A pagina 3 GIORNATA di DOMANI SI CELEBRA IN DIOCESI LA GIORNATA DI PROMOZIONE DEL QUOTIDIANO DEI CATTOLICI ITALIANI AVVENIRE. NELLE CHIESE SARÀ DISPONIBILE UN CERTO NUMERO DI COPIE GRATIS. IL NOSTRO GIORNALE HA INTERVISTATO IL DIRETTORE MARCO TARQUINIO - a pagina 5 - pagina 4 Il card. Scola a Milano L ingresso del vescovo successore di san Carlo OGGI Libera Artigiani A cura della Libera Associazione Artigiani Il vero Bagnasco Ancora una volta sono costretto a sottolineare con correttezza quanto il card. Bagnasco ha detto nella prolusione al Consiglio permanente della Cei. Essa ha scatenato reazioni a senso unico da coloro che ormai hanno piegato anche la morale a interessi politici. Non sono qui, per far l esegesi del testo del cardinale e dire se ha bocciato, sì o no, tanto o poco, il presidente Berlusconi. Non mi interessa. Mi fa piacere che i comportamenti moralmente scorretti vengano ripresi, di chiunque essi siano. Mi interessa invece sottolineare quanto d altro Bagnasco ha detto e nessuno ha voluto cogliere. Solo qualche spunto, ovviamente. Il presidente della Cei, ha parlato della recrudescenza della crisi contestando che la globalizzazione resta non governata, e sempre più tende ad agire dispoticamente prescindendo dalla politica. Una stoccata anche alle agenzie di raiting che continuano a far valere la loro autarchica e misteriosa influenza, imponendo ulteriori carichi alle democrazie. Una frase, quest ultima, pesante anche dal punto di vista etico. Forte la critica all Europa che ha fatto fronte in ritardo e di malavoglia alle emergenze, incapace di esprimere una visione comunitaria. E in Italia? Bisogna correggere abitudini e stili di vita. Non parla dell acqua minerale, ma dell assenza di un confronto serio e responsabile sul generale calo demografico principale causa della stagnazione. E poi amareggia (...) che il regolamento dei conti personali sia prevalente rispetto ai compiti istituzionali. Rattrista il deterioramento del costume e del linguaggio pubblico, nonché la reciproca, sistematica denigrazione. Mortifica soprattutto dover prendere atto di comportamenti non solo contrari al pubblico decoro, ma intrinsecamente tristi e vacui. Come colpisce l ingente mole di strumenti di indagine messa in campo su questi versanti, quando altri restano disattesi e indisturbati. E colpisce la dovizia delle cronache a ciò dedicate. Infatti la questione morale, non è una debolezza esclusiva di una parte soltanto e non riguarda semplicemente i singoli, ma gruppi, strutture, ordinamenti. E parla di corruzione, di comitati di affari, di paurosa evasione fiscale, definita cancro sociale. E qui chi è senza peccato? Il cardinale saluta gli studenti e chiede di valorizzare anche il patrimonio della scuola cattolica, sostenendo il diritto dei genitori di scegliere l educazione per i propri figli. Chi l ha applaudito? Alla fine propone un nuovo protagonismo dei cattolici in politica. Un nuovo partito? Molti hanno paura. Messa del giovedì mattina da giovedì 6 ottobre - ore 6.45 chiesa di santa Chiara Centro Giovanile San Luigi - Crema articolo a pag. 16 A seguire colazione insieme presso il bar del San Luigi Troppi i furbetti del cartellino L aumento dell Iva e la lotta dei consumatori di NICOLA SALVAGNIN andavano bene: perché non approfittare per arrotondare solo se c è sconto o promozione, con i consuma- ancor più i guadagni? Certi aumenti, tori diventati agili come cavallette nel saltellare Se la chiamano furbizia italica, qualche motivo fatti in simili momenti, sembrano avere la giustificazione scolastica incorporata: Signora mia, niente o del sottocosto più allettante. di qua o di là alla ricerca della spesa più conve- ci sarà. Il Governo ha recentemente aumentato l aliquota Iva dal 20 al 21%, e solo quella: sono cresciute le tasse, l Iva.... Ecco, questa è pure la contromossa che qualsiasi invariate le altre due al 10% e al 4%. Un aliquota che non si applica ai generi di prima necessità: consumatore può adottare contro i furbetti Anche alla pompa di benzina ci sono state parecchie sorprese: visti i prezzi stratosferici, del cartellino (prezzi): cambiare bar, comprare gli alimentari, ad esempio. E su un automobile del valore di 10 mila euro, comporta una maggiorazione di prezzo di 100 euro. Teorica. Perché è talmente risibile che in molti l hanno assorbita nel vecchio prezzo, in pratica abbassandolo dell 1%. Piuttosto che ritoccare i listini di vendita, in tempi così grami... Eppure, chissà come mai, c è chi ha approfittato del momento per cancellare i vecchi prezzi e scriverci i nuovi, ben più maggiorati rispetto le compagnie distributrici avrebbero potuto serenamente assorbire quel punto percentuale. Al contrario, molti prezzi sono cresciuti e ben di più dell inezia prevista. Ma qui non si capisce più se è per colpa dell Iva, di Gheddafi, della speculazione internazionale, del freddo o del caldo. L unica cosa certa è che il gasolio è costato ovunque di più. Il che fa intuire una grande armonia tra presunti concorrenti quando si tratta di stabilire il prezzo di vendita dei carburanti. il pane nell altro forno, non subire insomma ma sperimentare le virtù della concorrenza. Almeno laddove c è. Perché un altro grande problema italico è quello dei settori economici ingessati, dei monopòli, dei cartelli dei prezzi, dei blocchi che vengono posti da chi sta dentro un fortino ben remunerato e non intende né abbassare gli introiti, né spartirli. L Istituto Bruno Leoni ha misurato, come ogni anno, quali e quanti siano i settori economici all 1% in questione. Oppure su prodotti che nulla in cui la parola concorrenza mette brivi- È così che rischiano di avverarsi le paure di hanno a che fare con l aliquota Iva. Il pane, ad chi paventava una crescita dell inflazione (a redditi di se non orrore. Energia, infrastrutture, traspor- esempio: fioccano i casi di michette e ciabatte inchiodati), per tale decisione governativa. ti, certe prestazioni professionali e altro ancora. a 10 centesimi in più al chilo; o il cornetto con cappuccino più caro nelle grandi città, come ha denunciato Il Sole 24 Ore. Tutti casi in cui le vendite per una ragione o per l altra In teoria non avrebbe dovuto accadere, proprio perché i consumi sono in forte stagnazione. Non è un opinione: uno dei barometri più sensibili è quello delle vendite al dettaglio di super e ipermercati. Dopo tanti anni di continua crescita, le vendite sono in contrazione così come i fatturati e i margini della stessa grande distribuzione Se il consumatore può far molto laddove abbia possibilità di scelta, può invece solo subire un costo del metano che in Italia è di media il 20% superiore al resto dell Europa, o servizi postali e ferroviari che non hanno quasi mai alternativa. Questa è una riforma che la grandissima lobby dei cittadini-consumatori deve pretendere organizzata: si vende dalla politica; anche se quasi sempre l hanno vinta le piccole ma agguerrite lobby di chi, da tale immobilismo, ha solo da ingrassarsi.

2 2 SABATO 1 OTTOBRE 2011

3 SABATO 1 OTTOBRE 2011 In primo piano 3 PADRE ALBERTO Galleria fotografica sul nostro sito La mia parrocchia ivoriana LE NOSTRE INTERVISTE Padre Alberto Sambusiti di Santa Maria della Croce, si è preparato al sacerdozio nel seminario di Crema, fino alla vigilia del diaconato, quando ha risposto alla vocazione missionaria ed è entrato nel PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) dove è stato ordinato sacerdote nel I primi sei anni di servizio li ha vissuti in Italia come vicerettore nei seminari del PIME, tre anni a Sotto il Monte e tre a Treviso. Dopo alcuni mesi trascorsi in Francia per imparare la lingua, nell 81 è partito per il Camerun dove ha lavorato per dieci anni fino al Richiamato in Italia per un servizio di animazione missionaria di sei anni a Treviso, è ripartito ancora per il Camerun nel Nel 2003 è stato richiamato in Italia per assumere il compito di rettore della Casa Generalizia di Roma. Infine, il superiore generale del Pime padre Gian Battista Zanchi di Montodine, lo ha destinato, nel 2006, alla Costa D Avorio, ad Abidjan nella parrocchia di Santa Bernadette, quartiere di Vridi Canal. Nello stesso tempo l ha nominato superiore delegato dei padri del PIME in Costa d Avorio. Don Alberto è in Italia proprio per una riunione di tutti i superiori delle missioni del PIME che s è tenuta a Milano (sede della Casa Madre in via Monterosa 81) dal 2 al 18 settembre. Ora riparte per la Costa D Avorio. Prima però è passato al nostro giornale per raccontare ai cremaschi la sua esperienza. di GIORGIO ZUCCHELLI Padre Alberto, cremasco doc e missionario del PIME, in Italia per un incontro dei superiori dell Istituto, ci racconta la sua esperienza missionaria in Costa D Avorio, nel desiderio di intessere un sempre più forte legame con i cremaschi. Alberto, qual è il campo della tua missione? La nostra parrocchia di Santa Bernadette è situata nel quartiere di Vridi Canal, nella zona del porto di Abidjan, la capitale commerciale ivoriana. La gente vi si è installata piano piano, dopo la costruzione di questo canale, avvenuta negli anni cinquanta. La parrocchia conta circa cattolici su una popolazione di circa abitanti. Il resto sono musulmani, cristiani di varie sette e animisti tradizionali. È divisa in due comunità: Vridi Canal dove risiediamo e, a circa due chilometri, un altra comunità che si chiama Vridi 3. Con me lavora un altro padre del PIME, è brasiliano con un esperienza di 15 anni in Costa D Avorio. Il Pime è venuto in questa parrocchia, proposta dal vescovo nel 2005, dopo averne lasciato tre nella diocesi di Bouaké al centro del Paese. Pastoralmente siamo organizzati con dieci CEB (Comunità ecclesiali di base) che si riuniscono ogni settimana per riflettere sulla parola di Dio e pregare insieme; con 16 associazioni e movimenti ecclesiali. Com è la situazione sociale del quartiere? È molto precaria. Non sempre c è un lavoro fisso e quindi le famiglie sono abbastanza povere, prive di mezzi sufficienti per vivere dignitosamente. Essendo una parrocchia di porto, molti sono i problemi sociali: droga, prostituzione, corruzione e anche molte malattie, come la tubercolosi, l Aids e altre patologie infettive. La parrocchia si dà da fare? Di fronte a questi problemi sociali la nostra Caritas parrocchiale si mobilita con i pochi mezzi che ha a disposizione; aiuta la gente, soprattutto a livello medico, pagando le ricette mediche (non esiste infatti l assistenza sanitaria gratuita). In parrocchia recentemente abbiamo costruito anche una piccola infermeria con dispensario all interno di due container. Ultimamente la Caritas ha assistito 600 rifugiati provenienti da altri quartieri della città dove ha imperversato la guerra civile per via delle elezioni presidenziali. Molte case sono state incendiate, molte persone uccise..., il nostro quartiere dava una certa sicurezza e la gente vi si è assiepata presso parenti e amici. Come si organizzano le vostre CEB? Le CEB sono la Chiesa nel quartiere. Hanno un responsabile o una responsabile che coordina le attività sociali, spirituali e liturgiche. La presenza del sacerdote è fondamentale, infatti noi ci teniamo a visitarle e a essere presenti alle loro riunioni il più possibile. Del resto gli incontri sono presieduti dagli animatori che presentano il tema di riflessione preparato con i sacerdoti alcuni giorni prima. Il missionario, quando è presente, assiste e, se necessario, aiuta a capire meglio la Parola di Dio. Durante queste riunioni tutti possono intervenire portando il loro apporto di esperienza personale e spirituale. Alcune volte queste comunità prendono anche iniziative sociali, aiutando i fratelli nei momenti di gioia e di dolore. Non dobbiamo idealizzare queste CEB, perché sono difficili da gestire e non NELLE FOTO, DALL ALTO IN BASSO: PADRE ALBERTO SAMBUSITI, LA CHIESA DI SANTA BERNADETTE AD ABIDJAN CON LA GROTTA DI LOURDES, UN MOMENTO DELLA COSTRUZIONE DELLA SCUOLA DELLA MISSIONE E LA GRANDE BASILICA INTITOLATA A NOSTRA SIGNORA DELLA PACE, COSTRUITA SUL MODELLO DI SAN PIETRO IN VATICANO DAL PRIMO PRESIDENTE DELLA COSTA D AVORIO, NELLA CITTÀ DI YAMUSSOKRO mancano i problemi. C è però la buona volontà di vivere la fraternità cristiana. Premesso che ogni domenica in parrocchia si celebrano le Messe a cui tutti partecipano, noi sacerdoti, a turno, andiamo a celebrare la Messa in queste CEB e ogni tre mesi ne celebriamo una per tutte le dieci CEB. E le associazioni? Le associazioni e i movimenti hanno i loro assistenti che siamo noi stessi: io come parroco delle Associazioni e movimenti adulti, il mio confratello brasiliano dei ragazzi e giovani. Le associazioni adulti sono: la Legione di Maria, il Rinnovamento nello Spirito, le Donne cattoliche, le Famiglie cristiane. Quelle per i ragazzi-giovani: i Cuori e anime viventi (corrisponde alla nostra Acr), la Jec (Gioventù studentesca cattolica), il Comitato dei giovani. Hanno le loro attività, programmate fin dall inizio dell anno, sia all interno della parrocchia sia all esterno in diocesi. Mi hai parlato di catecumenato, com è organizzato? Si tratta di tre anni di catechesi per tutti coloro che chiedono il battesimo, sotto la guida di una cinquantina di catechisti. Noi raramente diamo il battesimo ai neonati, solo su richiesta della famiglia, perché la maggior parte di coloro che lo chiedono vengono dalle religioni tradizionali e quindi hanno bisogno di un periodo lungo di preparazione. La prassi normale è battezzare a partire dall adolescenza, dopo che i ragazzi hanno fatto un percorso di catecumenato. Ovviamente la stessa cosa per i giovani e gli adulti. Quest anno abbiamo avuto 500 catecumeni e una trentina di battesimi. Come formate i formatori? Tengo molto alla preparazione del laicato. Organizzo, all inizio dell anno pastorale, una tregiorni di formazione per ciascuna di tutte le categorie: i responsabili delle CEB, i responsabili delle associazioni, i catechisti, i volontari della Caritas e il Consiglio Pastorale Parrocchiale. Pare che lo spirito missionario nella nostra diocesi sia un po spento. Cosa proponi per rilanciarlo? Mi è un po difficile dire cosa fare. Certamente l Ufficio Missionario con il suo responsabile e i vostri confratelli rientrati dalle missioni e presenti tra di voi sono i primi a darvi questo spirito missionario. Per quanto mi riguarda, quando rientro in Italia, vado volentieri nelle parrocchie che mi invitano. Quando capita che sono presente nella giornata missionaria volentieri partecipo alla preghiera che si fa in duomo. Bisognerebbe che in tutte le parrocchie vi sia un gruppo missionario seguito e animato dai sacerdoti. Infine va incentivata la sensibilità missionaria nei sacerdoti, fin dal seminario. Com è il rapporto con la nostra diocesi? Non è un rapporto continuo, si riduce ai miei rientri, ogni tre anni, quando incontro alcuni confratelli sacerdoti che hanno vissuto gli anni di seminario con me, e agli articoli su Il Nuovo Torrazzo. Ho ricevuto comunque anche aiuti economici, dall Ufficio Missionario e da tanti amici e sacerdoti che mi hanno permesso di realizzare la piccola infermeria e il piccolo dispensario nel quartiere e, attualmente, l asilo e la scuola a Vridi 3. Rinnovo il mio ringraziamento a tutti, amici e parenti, per la vicinanza e la preghiera costante e contraccambio anch io con la mia preghiera. ORO BIANCO - Haloterapia Prova i benefici della stanza del sale Terapia del sale raccomandata nei casi di: * Frequenti infezioni virali * Tosse e raffreddore * Asma *Malattie polmonari ostruttive * Sinusiti, faringiti * Tosse del fumatore * Bronchiti * Raffreddori allergici * Eczema e dermatite * Psoriasi * Rafforzamento sistema immunitario * Stress e instabilità nervosa * Allergie * Fibrosi cistica INAUGURAZIONE OGGI SABATO 1 OTTOBRE dalle ore 11,00 alle ore 18,00 * prova gratuita * Haloterapia - ORO BIANCO, Crema (CR) - via Luciano Chiodo, 18 (Portanova) Tel RITIRO ORO CREMA CREMA P.zza Marconi, 36 Cell PAGO CONTANTI CASTELLEONE CASTELLEONE Via Roma, 40 Cell RITIRO ORO PAGO CONTANTI

4 Dall Italia e dal mondo 4 SABATO 1 OTTOBRE 2011 e non vi abbiamo compre- se non siamo stati Ssi capaci di ascoltarvi come si doveva (oggi) vi invitiamo: venite ed ascoltate. Il cuore del primo discorso del neo arcivescovo di Milano Angelo Scola sta soprattutto qui, in questa citazione di Giovan Battista Montini, che da arcivescovo di Milano nel 1956 volle indire una Missione cittadina, sulla scia di quanto già accadeva in Francia. Una decisione rivoluzionaria per la Chiesa di allora, che da Milano volle aprirsi per conoscere le sofferenze delle realtà sociali, in primo luogo il mondo del lavoro. Venite ed ascoltate ripete Scola ai fedeli che fuori e dentro il Duomo di Milano ascoltano la prima omelia del neo arcivescovo che si colloca dunque chiaramente sulla scia di colui che, passato dalla cattedra di Ambrogio, una volta diventato Papa, raccolse l eredità del Concilio indetto da Giovanni XXIII. MILANO ABBRACCIA IL SUO ARCIVESCOVO Fuori dalla cattedrale sono migliaia i fedeli che dal primo pomeriggio si mettono in fila per entrare. Ci sono le associazioni: l Azione Cattolica, la Fuci, di cui il cardinale Scola ha fatto parte prima di entrare nel Movimento di Comunione e Liberazione, ci sono gli scout. Tante le persone che hanno preso parte anche agli altri due precedenti ingressi, quello degli arcivescovi Martini e Tettamanzi. Lungo via Torino, la strada che collega la Basilica di Sant Eustorgio, prima tappa di Scola nella città al Duomo, tanti i cartelli di benvenuto, tante le richieste di una mano stretta, di una benedizione. IL SUCCESSORE DI SAN CARLO Card. Scola: il suo cuore per Milano NEL SOLCO DI MONTINI IL PRIMO DISCORSO IN CATTEDRALE A MALGRATE, TRA LA SUA GENTE Prima di arrivare a Milano l arcivescovo ha fatto tappa nella sua città Natale, Malgrate. La sosta sulla tomba del padre e della madre, l incontro con i fedeli in chiesa. Noi le saremo sempre vicini con la preghiera e l amicizia dice il parroco, don Luciano Capra, che Scola ha scelto come segretario e desideriamo che in questo momento di inizio del suo ministero milanese lei lo sappia. Glielo dimostra il fatto che oggi io parto con lei. Insieme lasciamo questa terra benedetta che ci ha visto crescere in età e ruoli diversi ma che ci ha dato molto e alla quale saremo sempre legati e molto debitori. Non potremo mai ricambiare a sufficienza il bene immenso che abbiamo ricevuto. NEL NOME DI MONTINI È dunque chiaro il primo riferimento programmatico dell arcivescovo Scola: se la fede non incarna la vita quotidiana non ha ragione di essere. E questo vuole dire fin da subito a Milano: Nel giovane Montini afferma Scola era ben chiara una convinzione: un cristianesimo che non investa tutte le forme di vita quotidiana degli uomini, cioè che non diventi cultura, non è più in grado di comunicarsi. Da qui il processo che avrebbe portato inesorabilmente alla separazione tra la fede e la vita cui il magistero di Paolo VI fece spesso riferimento e avrebbe condotto al massiccio abbandono della pratica cristiana con grave detrimento per la vita personale e comunitaria della Chiesa e della società civile. Nei vent anni del mio ministero episcopale prosegue ho avuto dolorosa e crescente conferma dell attualità di questa diagnosi, soprattutto per gli uomini e le donne delle generazioni intermedie. Essi sembrano sopraffatti dal mestiere di vivere. Normalmente non sono contrari al senso cristiano dell esistenza, ma non riescono a vederne la convenienza per la vita quotidiana loro e dei loro cari. L AGENDA DELLA CHIESA DI MILANO L incontro mondiale delle famiglie è così la prima tappa del cammino del cardinale Scola con la sua Chiesa. Ma fin da subito, a cominciare da martedì prossimo, forte sarà anche l attenzione al mondo della fragilità: Siamo appunto nella condizione di non avere quaggiù una città stabile, dice ancora nell omelia il neo arcivescovo. Questa posizione umana è vertiginosa. E tuttavia non fa del cristiano un alienato. Anche se non è di questo mondo, egli è pienamente nel mondo. Lo abita lasciandosi abbracciare da Gesù, centro del cosmo e della storia. Egli edifica in tal modo la propria casa sulla roccia, sull amore oggettivo ed effettivo. Nel dono totale di sé, reso possibile dalla sequela di Gesù, la vita fiorisce. Il VII Incontro Mondiale delle Famiglie del maggio prossimo, in cui avremo il dono della presenza tra noi di Benedetto XVI, ci consentirà di riflettere sul significato dell uomodonna, del matrimonio, della famiglia e della vita. Aspetti che con il lavoro ed il riposo (la festa), l edificazione di una città giusta, la condivisione magnanima e perciò equilibrata delle fragilità, delle forme di emarginazione, del travaglio NELLE FOTO, IL CARD. SCOLA IN PIAZZA DUOMO A MILANO, IL BACIO DEL CROCIFISSO, LO SCAMBIO DEL PASTORALE DI SAN CARLO, L INCONTRO FRA SCOLA E TETTAMANZI. NELLA FOTO PICCOLA, LA PRIMA OMELIA DEL NUOVO ARCIVESCOVO dell immigrazione descrivono l esperienza comune di ogni uomo. Ho bisogno di voi, di tutti voi, per poter svolgere nella gioia e non nel lamento questo gravoso compito, di cui ne sono ben consapevole dovrò render conto. Per questo cercherò di far mie le parole che il Santo Padre ha rivolto a me e ai Vescovi Ausiliari mercoledì scorso consegnandomi il pallio: l Arcivescovo viene da Milano e tutto il suo cuore sarà per Milano. Ma anche voi, come osserva acutamente il testo sacro, non dovrete mai dimenticare che la gioia del vostro pastore è un vantaggio per voi (cf. Seconda Lettura, Eb 13,17). IL PASTORALE E LE GUGLIE VIVENTI All inizio della celebrazione, presenti anche le massime autorità civili e militari, il cardinale Dionigi Tettamanzi aveva rivolto un omaggio al neo arcivescovo: Non è tanto il Vescovo a portare il pastorale, quanto il pastorale stesso a portare il Vescovo. Dico il pastorale come segno di una ricchezza di fede e di un dinamismo di grazia che si sprigionano dalla preghiera e dalla santità di tanti fedeli passati e presenti della Chiesa ambrosiana. È stato poi il momento, atteso, del solenne passaggio del pastorale di San Carlo, accolto dai fedeli con un lungo e commosso applauso. Anche dall arciprete del Duomo, monsignor Luigi Manganini, un saluto all arcivescovo Scola: Auguriamo che lo stuolo di guglie viventi, la preghiera cioè di tutti i fedeli per il loro Arcivescovo la sostenga nel compito di guidare la nostra Chiesa, perché sul rigoglioso albero della sua tradizione, antica e recente, spuntino nuovi e promettenti virgulti. a cura di Francesca Lozito Piscina comunale di Crema Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle Sabato dalle 9.00 alle Domenica dalle 9.00 alle Ecco i nuovi orari!!! S.C.S. Servizi Locali srl Piscina comunale di Crema: Via indipendenza, 97 - Tel Comune di Crema

5 SABATO 1 OTTOBRE 2011 In primo piano LA GIORNATA DI AVVENIRE 5 NOSTRA INTERVISTA ESCLUSIVA AL DIRETTORE DEL QUOTIDIANO NAZIONALE D ISPIRAZIONE CATTOLICA MARCO TARQUINIO: SIAMO FIERI DELLA NOSTRA IDENTITÀ. OFFRIAMO UN INFORMAZIONE COMPLETA E DICIAMO QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO SIAMO IL GIORNALE DELLA FORESTA CHE CRESCE Nella foto, il direttore di Avvenire Marco Tarquinio Domani, domenica 2 ottobre, si celebra in diocesi la Giornata di Avvenire. La giornata di promozione del quotidiano dei cattolici italiani. Nelle chiese saranno disponibili un certo numero di copie del giornale che i fedeli potranno ritirare gratuitamente. Avvenire è stato voluto da Paolo VI, come giornale nazionale di ispirazione cattolica. Il primo numero uscì nelle edicole il 4 dicembre 1968 con la firma del direttore Leonardo Valente. A partire dalla metà degli anni Novanta, con la direzione di Dino Boffo, il quotidiano ha ampliato l attenzione alla società civile e ha lanciato Agorà, una delle migliori sezioni culturali della stampa italiana. Numerose anche le altre iniziative: unica nel suo genere Popotus (dal febbraio 1996), giornale di informazione bisettimanale per ragazzi. Altre iniziative editoriali sono il magazine Luoghi dell Infinito e Noi Genitori e Figli, e gli inserti È vita, Non Profit, Lavoro. In occasione della giornata il nostro giornale ha intervistato il direttore di Avvenire Marco Tarquinio che ringraziamo sentitamente. di GIORGIO ZUCCHELLI Direttore, domani celebriamo a Crema la giornata di Avvenire, mi dica in due parole: perché conviene leggerlo? Offriamo un informazione completa come ogni altro grande quotidiano nazionale, ma diciamo anche quello che gli altri non dicono. Quali i punti di forza che vi distinguono? Qual è il bello che il lettore vi può trovare? E quali i punti deboli da migliorare? Avvenire racconta non solo l albero che cade (le notizie negative, quelle che fanno ovviamente rumore), ma s impegna per dare spazio alla foresta che cresce (le storie esemplari di coraggio civile e personale, le buone pratiche e tutto ciò che di positivo accade e sembra non far rumore). Sappiamo, poi, che rispettare la realtà dei fatti è il primo dovere di un giornalista e soprattutto, a differenza di non pochi altri, lo rispettiamo davvero. Le nostre opinioni le mettiamo accanto agli eventi e alle persone che ne sono protagoniste, non sopra fatti e persone fino a renderli irriconoscibili, ingannando i lettori. E, poi, abbiamo uno sguardo sul mondo davvero unico, acuto e completo: se qualcuno vuol farsi un idea su che cosa l umanità sta combinando e dove sta andando è costretto a leggerci. Produciamo per di più cultura e diciamo cose della scienza più avanzata come della Chiesa e dei vitalissimi mondi cattolici che gli altri fingono di non vedere. I punti deboli? Vorrei avere ancora più pagine. Ma so anche che i giornali sono già tutti troppo spessi e grossi, non si riesce più a leggerli interamente in un giorno solo Meglio scegliere bene, e dimagrire un po! Perché, secondo Lei, i cattolici e anche molti sacerdoti sono attratti da altre testate laiche e non leggono Avvenire? Manca di appeal o sono incalliti pregiudizi a non favorirne la simpatia? Non giudico i non-lettori di Avvenire, sacerdoti o laici che siano, ma una cosa da dire loro ce l ho: provate a leggerci, e scoprirete che c è almeno un giornale in Italia che non si arrende in alcun modo ripeto: in alcun modo alle logiche dell informazionedeformazione e dell informazioneaffermazione di potere. Grazie al nostro editore siamo liberi, più di tanti che si proclamano tali. E in un tempo di continui allineamenti al politicamente corretto siamo fuori dal coro, non per vezzo, ma per buone ragioni. In questi ultimi tempi Avvenire è stato l unico quotidiano italiano ad aumentare copie. Perché? È vero: tutti hanno perso molto, e noi invece abbiamo tenuto e ci siamo rafforzati. Perché? Perché chi comincia a leggere Avvenire, si lega a questo giornale che parla chiaro ma non strilla, che critica ma non insulta, che dà notizie e non le getta in faccia ai lettori Lo definiscono il quotidiano dei Vescovi, è giusto? Dico sempre che siamo l unico giornale in Italia che ha nome e cognome. Gli altri sono tutti figli di nessuno, anche se hanno alle spalle grandi banche, grandi industriali, potenti costruttori, voraci finanzieri Noi siamo il quotidiano nazionale d ispirazione cattolica. E siamo consapevoli e fieri della nostra carta d identità. Quali le innovazioni che vorrebbe lanciare in futuro? Il futuro è già qui, e noi stiamo continuando a rafforzare la nostra presenza nei nuovi media: Internet, ipad, i telefoni cellulari avanzati Il nostro sito ha appena fatto un salto di qualità per essere all altezza dei crescenti contatti e dei continui picchi di attenzione per le nostre battaglie culturali e civili. L applicazione di Avvenire per i telefonini è ottima, quella per il tablet semplicemente straordinaria. Inoltre sulle piattaforme digitali Avvenire è interamente a colori. Verificare per credere. Che ne dice di una mia vecchia proposta di fare di Avvenire il dorso nazionale di una serie di quotidiani locali autonomi prodotti dai settimanali Fisc più forti? Suggestiva, davvero suggestiva. Soprattutto per chi come me ha un grande amore e uno straordinario rispetto per l informazione del territorio, quella nella quale mi sono formato nella mia Umbria. Anni fa, Eugenio Scalfari in una sussiegosa polemica con noi di Avvenire ci definì cronisti di un giornale di provincia. Gli rispondemmo che per noi era un vero onore venire descritti così Che dire della sua proposta? Peccato che la legge impedisca i quotidiani-panino. Bisognerebbe perciò affinare l idea alla luce di questo, e accompagnarla con le ovvie e serie valutazioni economico-organizzative. Nel 2002, con una svolta nell impaginazione e nello stesso logo-testata, siete diventati un giornale all avanguardia in campo grafico. Oggi tutti gli altri hanno riguadagnato terreno Avete in programma novità? Stiamo usando al meglio la bella grafica di Avvenire e la tradizionale suddivisione delle sezioni del giornale, interpretando l una e le altre se posso dirlo alla mia maniera. Alcune piccole innovazioni che abbiamo già fatto sono maturate grazie alle professionalità interne alla redazione. Non ci sono, insomma, altre rivoluzioni in vista. Il giornale funziona, pesa ed è rispettato. E questo è ciò che conta. Un ultima domanda obbligata: nell era di Internet, dell informazione in tempo reale, c è un futuro per Avvenire e per tutta la carta stampata? In generale, credo che carta stampata e Internet siano destinati a convivere, con un progressivo rafforzamento della componente digitale di questa informazione a due (e più) gambe. Per quanto ci riguarda, mi pare di aver già risposto almeno in parte: ci siamo attrezzati e stiamo lavorando per vivere nei due ambienti, ovvero la realtà stampata e le piattaforme digitali. L autorevolezza di Avvenire dell Avvenire che va in edicola e a casa dei nostri abbonati (che hanno accesso pieno anche all edizione online) è la nostra forza anche nell avvio di questa nuova era della multimedialità. OTTOBRE: MESE DELLA PREVENZIONE Nuova Lente Progressiva La lente che fonde in una unica lavorazione l intera prescrizione adattandosi al portatore e migliorandone l efficacia visiva SCONTO 50% lenti a contatto apparecchi acustici R CREMA - via Mazzini, 82 - Tel / TRESCORE CR. (CR) - via Carioni, 15 - Tel / Ricci Group Vip CARAVAGGIO (BG) - P.zza Locatelli, 14 - Tel / CASTELLEONE (CR) - via Garibaldi, 29 - Tel / SERGNANO (CR) - via Giana, 3 - Tel / 41700

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

Il Vescovo di Crema. 2. Risorse

Il Vescovo di Crema. 2. Risorse Il Vescovo di Crema Alla Comunità parrocchiale di Ripalta Guerina, al parroco don Elio Costi, ai membri del consiglio pastorale, ai catechisti e ai diversi collaboratori Sono state veramente giornate intense

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari

Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Omelia del Vescovo Mons. Ottorino Assolari Anzitutto voglio dare il mio saluto cordiale ed affettuoso a questa cara comunità di Gorle che già mi accoglie da diversi anni, quindi esprimo la mia riconoscenza

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014

PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 PROPOSTE DI ATTIVITA PER PREPARAZIONE ALLA FESTA DELLA PACE 2014 Carissimi Educatori, come anticipato prima di Natale con alcune informazioni sulla Festa diocesana della Pace del 16 febbraio 2014, vi proponiamo

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi

Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Cammino 3-6 anni 13 gennaio 2015 Accompagnare i bambini 3-6 anni attraverso la liturgia nella diversità di tempi e spazi Premessa Prima di condividere con voi le idee che come equipe abbiamo pensato di

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

principale del gruppo è

principale del gruppo è Ufficio Diocesano di Pastorale Familiare e Vita I GRUPPI FAMIGLIA PARROCCHIALI luogo di crescita nella fede e nella spiritualità propria dello stato coniugale; momento di apertura alla vita parrocchiale

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Leggete le Beatitudini, vi farà bene.

Leggete le Beatitudini, vi farà bene. Il tema della XXXI Giornata Mondiale della gioventù Cracovia 2016 - è racchiuso nelle parole Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia (Mt 5:7). Il Santo Padre Francesco ha scelto la quinta

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

Andrea Carlo Ferrari.

Andrea Carlo Ferrari. Per questo ammirabile esercizio di carità tutti vedevano in Lui il santo e lo dichiaravano apertamente.. Il Servo di Dio praticava le opere di misericordia sia spirituali che corporali.. Andrea Carlo Ferrari.

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Il percorso dell educatore

Il percorso dell educatore Il percorso dell educatore 1. IL RUOLO DELL EDUCATORE Il servizio educativo è innanzitutto una vocazione, una chiamata da parte del Signore alla quale ognuno di noi ha scelto di rispondere sì; un si libero,

Dettagli

Dal Progetto alla Regola

Dal Progetto alla Regola Grande gioco FESTA DEL CIAO per GIOVANI e GIOVANISSIMI Dal Progetto alla Regola OBIETTIVO: Il gioco è pensato per trasmettere ai giovani l importanza del percorso formativo che l AC propone a tutti i suoi

Dettagli

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27)

Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Maschio e femmina li creò (Gen 1, 27) Un messaggio sul sacramento del matrimonio Lettera pastorale per la Quaresima 2011 di Mons. Dr. Vito Huonder Vescovo di Coira Cari fratelli e sorelle nel Signore La

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

LA FAMIGLIA CHE EDUCA

LA FAMIGLIA CHE EDUCA LA FAMIGLIA CHE EDUCA Messaggio alle famiglie - Pasqua 2009 Diocesi di Fano Fossombrone Cagli Pergola L educazione delle virtù umane è alla base dell educazione cristiana Il senso dell autorità La famiglia

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio

Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Vicariato di Verona centro Percorsi per fidanzati in cammino verso il matrimonio Parrocchia della Cattedrale Ogni incontro vorrà essere sempre un esperienza di ecclesialità e tenendo presente i seguenti

Dettagli

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V

Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Istituto Comprensivo G Pascoli - Gozzano Anno scolastico 2013/2014 Programmazione annuale RELIGIONE CATTOLICA CLASSI I II III IV V Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola

Dettagli

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986

La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 La Santa Sede PELLEGRINAGGIO APOSTOLICO IN AUSTRALIA DISCORSO DI GIOVANNI PAOLO II AL «WILLSON TRAINING CENTRE» Hobart (Australia), 27 novembre 1986 Cari, amici, cari abitanti della Tasmania. 1. La mia

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Azione Cattolica Diocesi di Chioggia LINEE PROGRAMMATICHE 2014-2015. Coraggio, sono io. Rimanere, andare, gioire

Azione Cattolica Diocesi di Chioggia LINEE PROGRAMMATICHE 2014-2015. Coraggio, sono io. Rimanere, andare, gioire Azione Cattolica Diocesi di Chioggia LINEE PROGRAMMATICHE 2014-2015 Coraggio, sono io Rimanere, andare, gioire La salvezza che Dio ci offre è opera della sua misericordia. Non esiste azione umana, per

Dettagli

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi

Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi Card. Stanisław Ryłko Presidente Pontificio Consiglio per i Laici Città del Vaticano GIOVANNI PAOLO II: AMICO DEI GIOVANI Porto dentro di me una grande sollecitudine, ed è una sollecitudine per voi 1.

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO L entrata alla scuola dell infanzia rappresenta per il bambino una tappa fondamentale di crescita. La scuola è il luogo dove il bambino prende coscienza della sua abilità

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona

PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona PIETRE VIVE DELLA CHIESA L appartenenza alla Chiesa come proposta di vita buona Introduzione alla nuova edizione - Non ha Dio come padre chi non ha la Chiesa come madre. La celebre intuizione di san Cipriano

Dettagli

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio

Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio X Forum Internazionale dei Giovani - Rocca di Papa (Roma), 24-28 marzo 2010 Testimonianze: Vivere la sessualità secondo il disegno di Dio Fabian Lair, Austria PREMESSA Viviamo in un mondo in cui tutto

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria...2 CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria...4

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE NON DI SOLO PANE Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE Questo secondo anno pastorale vuole continuare il cammino iniziato in quello precedente e portato avanti

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE

COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Registro 6 COME PARLARE DI CULTURA ONLINE Consigli per gestire contenuti e pubblico creando un magazine di successo TIPS&TRICKS DI SIMONE SBARBATI INDEX 3 5 8 13 15 Introduzione Senza nome resta (sempre)

Dettagli

Si X X Cipielle 1994 26 min Giovani

Si X X Cipielle 1994 26 min Giovani Segni e simboli nei sacramenti "In quanto essere corporale e spirituale insieme, l'uomo esprime e percepisce le realtà spirituali attraverso segni e simboli materiali" (CCC, n. 1146). Gesù, con i segni

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Grazie per l attenzione che riserverai alla lettura di questi messaggi, al di là di quello che potrai poi fare.

Grazie per l attenzione che riserverai alla lettura di questi messaggi, al di là di quello che potrai poi fare. FONDAZIONE GEDAMA onlus organizzazione non lucrativa di utilità sociale - Iscritta nel Registro Prefettizio delle Persone Giuridiche della Prefettura di Bergamo al n. 17 della parte 1^ ( parte generale)

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE

S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE S I N O D O D E I V E S C O V I III ASSEMBLEA GENERALE STRAORDINARIA LE SFIDE PASTORALI SULLA FAMIGLIA NEL CONTESTO DELL EVANGELIZZAZIONE III - Questionario Le seguenti domande permettono alle Chiese particolari

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo

SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015. 2 Anno. L uomo in Cristo SCUOLA di FORMAZIONE TEOLOGICA per LAICI 2014-2015 2 Anno L uomo in Cristo DIOCESI DI MILANO Zona Pastorale IV Decanato di Bollate INTRODUZIONE La rivelazione cristiana, oltre a comunicarci il volto di

Dettagli

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA

PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PRIMA DOMENICA DI QUARESIMA: LE TENTAZIONI QUARESIMA PREGHIERA DIGIUNO tutto crede, tutto spera, tutto sopporta tutto copre, carita Esercizi spirituali sull Amore che possiamo vivere in famiglia Esercizi

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella.

CANTORI DELLA STELLA. Non è mai troppo tardi. per le strade del ticino. per formare un gruppo di Cantori della Stella. Non è mai troppo tardi per formare un gruppo di Cantori della Stella. Se desiderate formare un gruppo e volete una mano non esitate a chiamarci. Abbiamo fatto tesoro dei consigli e dell esperienza dei

Dettagli

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa?

Il matrimonio cristiano. chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Il matrimonio cristiano chi si sposa in chiesa sa quello che fa? Antonio Tavilla IL MATRIMONIO CRISTIANO chi si sposa in chiesa sa quello che fa? religione e spiritualità www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Periodico della Comunità Cristiana di Castelletto d Orba

Periodico della Comunità Cristiana di Castelletto d Orba Periodico della Comunità Cristiana di Castelletto d Orba Carissimi parrocchiani, con questo nuovo numero del nostro periodico vi raggiungo nelle vostre case in prossimità delle feste pasquale per porgere

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

La gatta Arcibalda e altre storie

La gatta Arcibalda e altre storie ADRIANA ZARRI La gatta Arcibalda e altre storie Riflessioni sugli animali e sulla natura prefazione di MONS. LUIGI BETTAZZI postilla di NATALE FIORETTO 2011 PREFAZIONE Adriana Zarri era una donna di fede.

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale)

via Giuseppe La Farina 15-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale) Dalla Comune e Provincia di Milano - Diocesi di Milano - Zona Pastorale Prima - Prefettura Nord - Decanato di Niguarda via Giuseppe La Farina 1-20126 Milano - telefono e fax 02.66117340 (segreteria parrocchiale)

Dettagli

Udienza a bambini e ragazzi di Scuole italiane, partecipanti alla manifestazione promossa da La Fabbrica della Pace

Udienza a bambini e ragazzi di Scuole italiane, partecipanti alla manifestazione promossa da La Fabbrica della Pace N. 0358 Lunedì 11.05.2015 Udienza a bambini e ragazzi di Scuole italiane, partecipanti alla manifestazione promossa da La Fabbrica della Pace Dialogo del Papa con i bambini partecipanti all incontro Discorso

Dettagli

Si parla molto oggi di quanti preferiscono

Si parla molto oggi di quanti preferiscono COPERTINA Natale: una grata dipendenza da Cristo Il messaggio per i lettori di 30Giorni di sua grazia Rowan Williams, arcivescovo di Canterbury Si parla molto oggi di quanti preferiscono spiritualità a

Dettagli

Caro Sindaco, ti scrivo...

Caro Sindaco, ti scrivo... a cura di Nadia Mazzon e Francesco Vivacqua Caro Sindaco, ti scrivo... I bambini si rivolgono al Sindaco di Milano Giuliano Pisapia www.culturasolidarieta.it Indice. Prefazione. Analisi pedagogica. Analisi

Dettagli

PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE

PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE PARROCCHIE O.F.M. PIEMONTE PARROCCHIA SAN BERNARDINO DA SIENA TORINO 1907: anno di fondazione della Parrocchia 20.000: abitanti della Parrocchia 5 frati operanti in Parrocchia 1 diacono permanente diocesano

Dettagli

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre

CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE. -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre CLASSE PRIMA CONOSCENZE ABILITA COMPETENZE -Scoprire un mondo intorno a sé; un dono stupendo il creato -Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre -L alunno/a sa: -riflettere su Dio

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

Sante Messe della Settimana

Sante Messe della Settimana Sante Messe della Settimana Domenica 5 maggio 2013 VI Domenica di Pasqua C Ore 10.30 Pro populo, In ringraziamento Bet Vittorio e Moschet Anna Maria, In ringraziamento Famiglia Pasqualetto, Defunti Famiglie

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

U na celebre affermazione di. Spiritualità. e dei sacramenti che si celebrano per diventare cristiani. A livello antropologico

U na celebre affermazione di. Spiritualità. e dei sacramenti che si celebrano per diventare cristiani. A livello antropologico Spiritualità L iniziazione Liniziazione CRISTIA di don GIUSEPPE RUPPI U na celebre affermazione di Tertulliano recita: «Cristiani non si nasce ma si diventa». In base a questa convinzione, fin dai primi

Dettagli

CAMMINARE INSIEME Padrini collaboratori dei genitori

CAMMINARE INSIEME Padrini collaboratori dei genitori Sesta catechesi post-battesimale dei padrini Obiettivi CAMMINARE INSIEME Padrini collaboratori dei genitori Chi accoglie questo bambino nel mio nome, dice Gesù, accoglie me (Luca 9,48) L incontro -possibilmente

Dettagli

STATUTO Art. 1 Natura Art. 2 Personalità giuridica Art. 3 Compiti

STATUTO Art. 1 Natura Art. 2 Personalità giuridica Art. 3 Compiti STATUTO Art. 1 Natura La Caritas diocesana di Locri-Gerace è l organismo pastorale istituito dal Vescovo al fine dì promuovere latestimonianza della carità della comunità diocesana e delle comunità parrocchiali,

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987-

APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- APPARIZIONI DI NOSTRA SIGNORA DI ANGUERA (BRASILE), 1987- Anguera, 05 giugno 2010 Ciò che vi ho rivelato qui non l ho mai rivelato prima in nessuna delle mie apparizioni nel mondo. Solo in questa terra

Dettagli