Ottobre missionario. La scuola di padre Alberto. pagina 4. Il card. Scola a Milano L ingresso del vescovo successore di san Carlo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ottobre missionario. La scuola di padre Alberto. pagina 4. Il card. Scola a Milano L ingresso del vescovo successore di san Carlo"

Transcript

1 SABATO 1 OTTOBRE 2011 ANNO 86 - N. 37 SETTIMANALE CATTOLICO CREMASCO D INFORMAZIONE FONDATO NEL 1926 UNA COPIA 1,00 ABBONAMENTO ANNUO 40 DIREZIONE: VIA GOLDANIGA 2/A CREMA POSTE ITALIANE SPA - SPEDIZIONE IN ABBONAMENTO POSTALE - D.L. 353/2003 (CONV. IN L. 27/02/2004 N. 46) ART. 1, COMMA 1, DCB CREMONA GIORNALE LOCALE ROC Ottobre missionario La scuola di padre Alberto A pagina 3 GIORNATA di DOMANI SI CELEBRA IN DIOCESI LA GIORNATA DI PROMOZIONE DEL QUOTIDIANO DEI CATTOLICI ITALIANI AVVENIRE. NELLE CHIESE SARÀ DISPONIBILE UN CERTO NUMERO DI COPIE GRATIS. IL NOSTRO GIORNALE HA INTERVISTATO IL DIRETTORE MARCO TARQUINIO - a pagina 5 - pagina 4 Il card. Scola a Milano L ingresso del vescovo successore di san Carlo OGGI Libera Artigiani A cura della Libera Associazione Artigiani Il vero Bagnasco Ancora una volta sono costretto a sottolineare con correttezza quanto il card. Bagnasco ha detto nella prolusione al Consiglio permanente della Cei. Essa ha scatenato reazioni a senso unico da coloro che ormai hanno piegato anche la morale a interessi politici. Non sono qui, per far l esegesi del testo del cardinale e dire se ha bocciato, sì o no, tanto o poco, il presidente Berlusconi. Non mi interessa. Mi fa piacere che i comportamenti moralmente scorretti vengano ripresi, di chiunque essi siano. Mi interessa invece sottolineare quanto d altro Bagnasco ha detto e nessuno ha voluto cogliere. Solo qualche spunto, ovviamente. Il presidente della Cei, ha parlato della recrudescenza della crisi contestando che la globalizzazione resta non governata, e sempre più tende ad agire dispoticamente prescindendo dalla politica. Una stoccata anche alle agenzie di raiting che continuano a far valere la loro autarchica e misteriosa influenza, imponendo ulteriori carichi alle democrazie. Una frase, quest ultima, pesante anche dal punto di vista etico. Forte la critica all Europa che ha fatto fronte in ritardo e di malavoglia alle emergenze, incapace di esprimere una visione comunitaria. E in Italia? Bisogna correggere abitudini e stili di vita. Non parla dell acqua minerale, ma dell assenza di un confronto serio e responsabile sul generale calo demografico principale causa della stagnazione. E poi amareggia (...) che il regolamento dei conti personali sia prevalente rispetto ai compiti istituzionali. Rattrista il deterioramento del costume e del linguaggio pubblico, nonché la reciproca, sistematica denigrazione. Mortifica soprattutto dover prendere atto di comportamenti non solo contrari al pubblico decoro, ma intrinsecamente tristi e vacui. Come colpisce l ingente mole di strumenti di indagine messa in campo su questi versanti, quando altri restano disattesi e indisturbati. E colpisce la dovizia delle cronache a ciò dedicate. Infatti la questione morale, non è una debolezza esclusiva di una parte soltanto e non riguarda semplicemente i singoli, ma gruppi, strutture, ordinamenti. E parla di corruzione, di comitati di affari, di paurosa evasione fiscale, definita cancro sociale. E qui chi è senza peccato? Il cardinale saluta gli studenti e chiede di valorizzare anche il patrimonio della scuola cattolica, sostenendo il diritto dei genitori di scegliere l educazione per i propri figli. Chi l ha applaudito? Alla fine propone un nuovo protagonismo dei cattolici in politica. Un nuovo partito? Molti hanno paura. Messa del giovedì mattina da giovedì 6 ottobre - ore 6.45 chiesa di santa Chiara Centro Giovanile San Luigi - Crema articolo a pag. 16 A seguire colazione insieme presso il bar del San Luigi Troppi i furbetti del cartellino L aumento dell Iva e la lotta dei consumatori di NICOLA SALVAGNIN andavano bene: perché non approfittare per arrotondare solo se c è sconto o promozione, con i consuma- ancor più i guadagni? Certi aumenti, tori diventati agili come cavallette nel saltellare Se la chiamano furbizia italica, qualche motivo fatti in simili momenti, sembrano avere la giustificazione scolastica incorporata: Signora mia, niente o del sottocosto più allettante. di qua o di là alla ricerca della spesa più conve- ci sarà. Il Governo ha recentemente aumentato l aliquota Iva dal 20 al 21%, e solo quella: sono cresciute le tasse, l Iva.... Ecco, questa è pure la contromossa che qualsiasi invariate le altre due al 10% e al 4%. Un aliquota che non si applica ai generi di prima necessità: consumatore può adottare contro i furbetti Anche alla pompa di benzina ci sono state parecchie sorprese: visti i prezzi stratosferici, del cartellino (prezzi): cambiare bar, comprare gli alimentari, ad esempio. E su un automobile del valore di 10 mila euro, comporta una maggiorazione di prezzo di 100 euro. Teorica. Perché è talmente risibile che in molti l hanno assorbita nel vecchio prezzo, in pratica abbassandolo dell 1%. Piuttosto che ritoccare i listini di vendita, in tempi così grami... Eppure, chissà come mai, c è chi ha approfittato del momento per cancellare i vecchi prezzi e scriverci i nuovi, ben più maggiorati rispetto le compagnie distributrici avrebbero potuto serenamente assorbire quel punto percentuale. Al contrario, molti prezzi sono cresciuti e ben di più dell inezia prevista. Ma qui non si capisce più se è per colpa dell Iva, di Gheddafi, della speculazione internazionale, del freddo o del caldo. L unica cosa certa è che il gasolio è costato ovunque di più. Il che fa intuire una grande armonia tra presunti concorrenti quando si tratta di stabilire il prezzo di vendita dei carburanti. il pane nell altro forno, non subire insomma ma sperimentare le virtù della concorrenza. Almeno laddove c è. Perché un altro grande problema italico è quello dei settori economici ingessati, dei monopòli, dei cartelli dei prezzi, dei blocchi che vengono posti da chi sta dentro un fortino ben remunerato e non intende né abbassare gli introiti, né spartirli. L Istituto Bruno Leoni ha misurato, come ogni anno, quali e quanti siano i settori economici all 1% in questione. Oppure su prodotti che nulla in cui la parola concorrenza mette brivi- È così che rischiano di avverarsi le paure di hanno a che fare con l aliquota Iva. Il pane, ad chi paventava una crescita dell inflazione (a redditi di se non orrore. Energia, infrastrutture, traspor- esempio: fioccano i casi di michette e ciabatte inchiodati), per tale decisione governativa. ti, certe prestazioni professionali e altro ancora. a 10 centesimi in più al chilo; o il cornetto con cappuccino più caro nelle grandi città, come ha denunciato Il Sole 24 Ore. Tutti casi in cui le vendite per una ragione o per l altra In teoria non avrebbe dovuto accadere, proprio perché i consumi sono in forte stagnazione. Non è un opinione: uno dei barometri più sensibili è quello delle vendite al dettaglio di super e ipermercati. Dopo tanti anni di continua crescita, le vendite sono in contrazione così come i fatturati e i margini della stessa grande distribuzione Se il consumatore può far molto laddove abbia possibilità di scelta, può invece solo subire un costo del metano che in Italia è di media il 20% superiore al resto dell Europa, o servizi postali e ferroviari che non hanno quasi mai alternativa. Questa è una riforma che la grandissima lobby dei cittadini-consumatori deve pretendere organizzata: si vende dalla politica; anche se quasi sempre l hanno vinta le piccole ma agguerrite lobby di chi, da tale immobilismo, ha solo da ingrassarsi.

2 2 SABATO 1 OTTOBRE 2011

3 SABATO 1 OTTOBRE 2011 In primo piano 3 PADRE ALBERTO Galleria fotografica sul nostro sito La mia parrocchia ivoriana LE NOSTRE INTERVISTE Padre Alberto Sambusiti di Santa Maria della Croce, si è preparato al sacerdozio nel seminario di Crema, fino alla vigilia del diaconato, quando ha risposto alla vocazione missionaria ed è entrato nel PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere) dove è stato ordinato sacerdote nel I primi sei anni di servizio li ha vissuti in Italia come vicerettore nei seminari del PIME, tre anni a Sotto il Monte e tre a Treviso. Dopo alcuni mesi trascorsi in Francia per imparare la lingua, nell 81 è partito per il Camerun dove ha lavorato per dieci anni fino al Richiamato in Italia per un servizio di animazione missionaria di sei anni a Treviso, è ripartito ancora per il Camerun nel Nel 2003 è stato richiamato in Italia per assumere il compito di rettore della Casa Generalizia di Roma. Infine, il superiore generale del Pime padre Gian Battista Zanchi di Montodine, lo ha destinato, nel 2006, alla Costa D Avorio, ad Abidjan nella parrocchia di Santa Bernadette, quartiere di Vridi Canal. Nello stesso tempo l ha nominato superiore delegato dei padri del PIME in Costa d Avorio. Don Alberto è in Italia proprio per una riunione di tutti i superiori delle missioni del PIME che s è tenuta a Milano (sede della Casa Madre in via Monterosa 81) dal 2 al 18 settembre. Ora riparte per la Costa D Avorio. Prima però è passato al nostro giornale per raccontare ai cremaschi la sua esperienza. di GIORGIO ZUCCHELLI Padre Alberto, cremasco doc e missionario del PIME, in Italia per un incontro dei superiori dell Istituto, ci racconta la sua esperienza missionaria in Costa D Avorio, nel desiderio di intessere un sempre più forte legame con i cremaschi. Alberto, qual è il campo della tua missione? La nostra parrocchia di Santa Bernadette è situata nel quartiere di Vridi Canal, nella zona del porto di Abidjan, la capitale commerciale ivoriana. La gente vi si è installata piano piano, dopo la costruzione di questo canale, avvenuta negli anni cinquanta. La parrocchia conta circa cattolici su una popolazione di circa abitanti. Il resto sono musulmani, cristiani di varie sette e animisti tradizionali. È divisa in due comunità: Vridi Canal dove risiediamo e, a circa due chilometri, un altra comunità che si chiama Vridi 3. Con me lavora un altro padre del PIME, è brasiliano con un esperienza di 15 anni in Costa D Avorio. Il Pime è venuto in questa parrocchia, proposta dal vescovo nel 2005, dopo averne lasciato tre nella diocesi di Bouaké al centro del Paese. Pastoralmente siamo organizzati con dieci CEB (Comunità ecclesiali di base) che si riuniscono ogni settimana per riflettere sulla parola di Dio e pregare insieme; con 16 associazioni e movimenti ecclesiali. Com è la situazione sociale del quartiere? È molto precaria. Non sempre c è un lavoro fisso e quindi le famiglie sono abbastanza povere, prive di mezzi sufficienti per vivere dignitosamente. Essendo una parrocchia di porto, molti sono i problemi sociali: droga, prostituzione, corruzione e anche molte malattie, come la tubercolosi, l Aids e altre patologie infettive. La parrocchia si dà da fare? Di fronte a questi problemi sociali la nostra Caritas parrocchiale si mobilita con i pochi mezzi che ha a disposizione; aiuta la gente, soprattutto a livello medico, pagando le ricette mediche (non esiste infatti l assistenza sanitaria gratuita). In parrocchia recentemente abbiamo costruito anche una piccola infermeria con dispensario all interno di due container. Ultimamente la Caritas ha assistito 600 rifugiati provenienti da altri quartieri della città dove ha imperversato la guerra civile per via delle elezioni presidenziali. Molte case sono state incendiate, molte persone uccise..., il nostro quartiere dava una certa sicurezza e la gente vi si è assiepata presso parenti e amici. Come si organizzano le vostre CEB? Le CEB sono la Chiesa nel quartiere. Hanno un responsabile o una responsabile che coordina le attività sociali, spirituali e liturgiche. La presenza del sacerdote è fondamentale, infatti noi ci teniamo a visitarle e a essere presenti alle loro riunioni il più possibile. Del resto gli incontri sono presieduti dagli animatori che presentano il tema di riflessione preparato con i sacerdoti alcuni giorni prima. Il missionario, quando è presente, assiste e, se necessario, aiuta a capire meglio la Parola di Dio. Durante queste riunioni tutti possono intervenire portando il loro apporto di esperienza personale e spirituale. Alcune volte queste comunità prendono anche iniziative sociali, aiutando i fratelli nei momenti di gioia e di dolore. Non dobbiamo idealizzare queste CEB, perché sono difficili da gestire e non NELLE FOTO, DALL ALTO IN BASSO: PADRE ALBERTO SAMBUSITI, LA CHIESA DI SANTA BERNADETTE AD ABIDJAN CON LA GROTTA DI LOURDES, UN MOMENTO DELLA COSTRUZIONE DELLA SCUOLA DELLA MISSIONE E LA GRANDE BASILICA INTITOLATA A NOSTRA SIGNORA DELLA PACE, COSTRUITA SUL MODELLO DI SAN PIETRO IN VATICANO DAL PRIMO PRESIDENTE DELLA COSTA D AVORIO, NELLA CITTÀ DI YAMUSSOKRO mancano i problemi. C è però la buona volontà di vivere la fraternità cristiana. Premesso che ogni domenica in parrocchia si celebrano le Messe a cui tutti partecipano, noi sacerdoti, a turno, andiamo a celebrare la Messa in queste CEB e ogni tre mesi ne celebriamo una per tutte le dieci CEB. E le associazioni? Le associazioni e i movimenti hanno i loro assistenti che siamo noi stessi: io come parroco delle Associazioni e movimenti adulti, il mio confratello brasiliano dei ragazzi e giovani. Le associazioni adulti sono: la Legione di Maria, il Rinnovamento nello Spirito, le Donne cattoliche, le Famiglie cristiane. Quelle per i ragazzi-giovani: i Cuori e anime viventi (corrisponde alla nostra Acr), la Jec (Gioventù studentesca cattolica), il Comitato dei giovani. Hanno le loro attività, programmate fin dall inizio dell anno, sia all interno della parrocchia sia all esterno in diocesi. Mi hai parlato di catecumenato, com è organizzato? Si tratta di tre anni di catechesi per tutti coloro che chiedono il battesimo, sotto la guida di una cinquantina di catechisti. Noi raramente diamo il battesimo ai neonati, solo su richiesta della famiglia, perché la maggior parte di coloro che lo chiedono vengono dalle religioni tradizionali e quindi hanno bisogno di un periodo lungo di preparazione. La prassi normale è battezzare a partire dall adolescenza, dopo che i ragazzi hanno fatto un percorso di catecumenato. Ovviamente la stessa cosa per i giovani e gli adulti. Quest anno abbiamo avuto 500 catecumeni e una trentina di battesimi. Come formate i formatori? Tengo molto alla preparazione del laicato. Organizzo, all inizio dell anno pastorale, una tregiorni di formazione per ciascuna di tutte le categorie: i responsabili delle CEB, i responsabili delle associazioni, i catechisti, i volontari della Caritas e il Consiglio Pastorale Parrocchiale. Pare che lo spirito missionario nella nostra diocesi sia un po spento. Cosa proponi per rilanciarlo? Mi è un po difficile dire cosa fare. Certamente l Ufficio Missionario con il suo responsabile e i vostri confratelli rientrati dalle missioni e presenti tra di voi sono i primi a darvi questo spirito missionario. Per quanto mi riguarda, quando rientro in Italia, vado volentieri nelle parrocchie che mi invitano. Quando capita che sono presente nella giornata missionaria volentieri partecipo alla preghiera che si fa in duomo. Bisognerebbe che in tutte le parrocchie vi sia un gruppo missionario seguito e animato dai sacerdoti. Infine va incentivata la sensibilità missionaria nei sacerdoti, fin dal seminario. Com è il rapporto con la nostra diocesi? Non è un rapporto continuo, si riduce ai miei rientri, ogni tre anni, quando incontro alcuni confratelli sacerdoti che hanno vissuto gli anni di seminario con me, e agli articoli su Il Nuovo Torrazzo. Ho ricevuto comunque anche aiuti economici, dall Ufficio Missionario e da tanti amici e sacerdoti che mi hanno permesso di realizzare la piccola infermeria e il piccolo dispensario nel quartiere e, attualmente, l asilo e la scuola a Vridi 3. Rinnovo il mio ringraziamento a tutti, amici e parenti, per la vicinanza e la preghiera costante e contraccambio anch io con la mia preghiera. ORO BIANCO - Haloterapia Prova i benefici della stanza del sale Terapia del sale raccomandata nei casi di: * Frequenti infezioni virali * Tosse e raffreddore * Asma *Malattie polmonari ostruttive * Sinusiti, faringiti * Tosse del fumatore * Bronchiti * Raffreddori allergici * Eczema e dermatite * Psoriasi * Rafforzamento sistema immunitario * Stress e instabilità nervosa * Allergie * Fibrosi cistica INAUGURAZIONE OGGI SABATO 1 OTTOBRE dalle ore 11,00 alle ore 18,00 * prova gratuita * Haloterapia - ORO BIANCO, Crema (CR) - via Luciano Chiodo, 18 (Portanova) Tel RITIRO ORO CREMA CREMA P.zza Marconi, 36 Cell PAGO CONTANTI CASTELLEONE CASTELLEONE Via Roma, 40 Cell RITIRO ORO PAGO CONTANTI

4 Dall Italia e dal mondo 4 SABATO 1 OTTOBRE 2011 e non vi abbiamo compre- se non siamo stati Ssi capaci di ascoltarvi come si doveva (oggi) vi invitiamo: venite ed ascoltate. Il cuore del primo discorso del neo arcivescovo di Milano Angelo Scola sta soprattutto qui, in questa citazione di Giovan Battista Montini, che da arcivescovo di Milano nel 1956 volle indire una Missione cittadina, sulla scia di quanto già accadeva in Francia. Una decisione rivoluzionaria per la Chiesa di allora, che da Milano volle aprirsi per conoscere le sofferenze delle realtà sociali, in primo luogo il mondo del lavoro. Venite ed ascoltate ripete Scola ai fedeli che fuori e dentro il Duomo di Milano ascoltano la prima omelia del neo arcivescovo che si colloca dunque chiaramente sulla scia di colui che, passato dalla cattedra di Ambrogio, una volta diventato Papa, raccolse l eredità del Concilio indetto da Giovanni XXIII. MILANO ABBRACCIA IL SUO ARCIVESCOVO Fuori dalla cattedrale sono migliaia i fedeli che dal primo pomeriggio si mettono in fila per entrare. Ci sono le associazioni: l Azione Cattolica, la Fuci, di cui il cardinale Scola ha fatto parte prima di entrare nel Movimento di Comunione e Liberazione, ci sono gli scout. Tante le persone che hanno preso parte anche agli altri due precedenti ingressi, quello degli arcivescovi Martini e Tettamanzi. Lungo via Torino, la strada che collega la Basilica di Sant Eustorgio, prima tappa di Scola nella città al Duomo, tanti i cartelli di benvenuto, tante le richieste di una mano stretta, di una benedizione. IL SUCCESSORE DI SAN CARLO Card. Scola: il suo cuore per Milano NEL SOLCO DI MONTINI IL PRIMO DISCORSO IN CATTEDRALE A MALGRATE, TRA LA SUA GENTE Prima di arrivare a Milano l arcivescovo ha fatto tappa nella sua città Natale, Malgrate. La sosta sulla tomba del padre e della madre, l incontro con i fedeli in chiesa. Noi le saremo sempre vicini con la preghiera e l amicizia dice il parroco, don Luciano Capra, che Scola ha scelto come segretario e desideriamo che in questo momento di inizio del suo ministero milanese lei lo sappia. Glielo dimostra il fatto che oggi io parto con lei. Insieme lasciamo questa terra benedetta che ci ha visto crescere in età e ruoli diversi ma che ci ha dato molto e alla quale saremo sempre legati e molto debitori. Non potremo mai ricambiare a sufficienza il bene immenso che abbiamo ricevuto. NEL NOME DI MONTINI È dunque chiaro il primo riferimento programmatico dell arcivescovo Scola: se la fede non incarna la vita quotidiana non ha ragione di essere. E questo vuole dire fin da subito a Milano: Nel giovane Montini afferma Scola era ben chiara una convinzione: un cristianesimo che non investa tutte le forme di vita quotidiana degli uomini, cioè che non diventi cultura, non è più in grado di comunicarsi. Da qui il processo che avrebbe portato inesorabilmente alla separazione tra la fede e la vita cui il magistero di Paolo VI fece spesso riferimento e avrebbe condotto al massiccio abbandono della pratica cristiana con grave detrimento per la vita personale e comunitaria della Chiesa e della società civile. Nei vent anni del mio ministero episcopale prosegue ho avuto dolorosa e crescente conferma dell attualità di questa diagnosi, soprattutto per gli uomini e le donne delle generazioni intermedie. Essi sembrano sopraffatti dal mestiere di vivere. Normalmente non sono contrari al senso cristiano dell esistenza, ma non riescono a vederne la convenienza per la vita quotidiana loro e dei loro cari. L AGENDA DELLA CHIESA DI MILANO L incontro mondiale delle famiglie è così la prima tappa del cammino del cardinale Scola con la sua Chiesa. Ma fin da subito, a cominciare da martedì prossimo, forte sarà anche l attenzione al mondo della fragilità: Siamo appunto nella condizione di non avere quaggiù una città stabile, dice ancora nell omelia il neo arcivescovo. Questa posizione umana è vertiginosa. E tuttavia non fa del cristiano un alienato. Anche se non è di questo mondo, egli è pienamente nel mondo. Lo abita lasciandosi abbracciare da Gesù, centro del cosmo e della storia. Egli edifica in tal modo la propria casa sulla roccia, sull amore oggettivo ed effettivo. Nel dono totale di sé, reso possibile dalla sequela di Gesù, la vita fiorisce. Il VII Incontro Mondiale delle Famiglie del maggio prossimo, in cui avremo il dono della presenza tra noi di Benedetto XVI, ci consentirà di riflettere sul significato dell uomodonna, del matrimonio, della famiglia e della vita. Aspetti che con il lavoro ed il riposo (la festa), l edificazione di una città giusta, la condivisione magnanima e perciò equilibrata delle fragilità, delle forme di emarginazione, del travaglio NELLE FOTO, IL CARD. SCOLA IN PIAZZA DUOMO A MILANO, IL BACIO DEL CROCIFISSO, LO SCAMBIO DEL PASTORALE DI SAN CARLO, L INCONTRO FRA SCOLA E TETTAMANZI. NELLA FOTO PICCOLA, LA PRIMA OMELIA DEL NUOVO ARCIVESCOVO dell immigrazione descrivono l esperienza comune di ogni uomo. Ho bisogno di voi, di tutti voi, per poter svolgere nella gioia e non nel lamento questo gravoso compito, di cui ne sono ben consapevole dovrò render conto. Per questo cercherò di far mie le parole che il Santo Padre ha rivolto a me e ai Vescovi Ausiliari mercoledì scorso consegnandomi il pallio: l Arcivescovo viene da Milano e tutto il suo cuore sarà per Milano. Ma anche voi, come osserva acutamente il testo sacro, non dovrete mai dimenticare che la gioia del vostro pastore è un vantaggio per voi (cf. Seconda Lettura, Eb 13,17). IL PASTORALE E LE GUGLIE VIVENTI All inizio della celebrazione, presenti anche le massime autorità civili e militari, il cardinale Dionigi Tettamanzi aveva rivolto un omaggio al neo arcivescovo: Non è tanto il Vescovo a portare il pastorale, quanto il pastorale stesso a portare il Vescovo. Dico il pastorale come segno di una ricchezza di fede e di un dinamismo di grazia che si sprigionano dalla preghiera e dalla santità di tanti fedeli passati e presenti della Chiesa ambrosiana. È stato poi il momento, atteso, del solenne passaggio del pastorale di San Carlo, accolto dai fedeli con un lungo e commosso applauso. Anche dall arciprete del Duomo, monsignor Luigi Manganini, un saluto all arcivescovo Scola: Auguriamo che lo stuolo di guglie viventi, la preghiera cioè di tutti i fedeli per il loro Arcivescovo la sostenga nel compito di guidare la nostra Chiesa, perché sul rigoglioso albero della sua tradizione, antica e recente, spuntino nuovi e promettenti virgulti. a cura di Francesca Lozito Piscina comunale di Crema Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle Sabato dalle 9.00 alle Domenica dalle 9.00 alle Ecco i nuovi orari!!! S.C.S. Servizi Locali srl Piscina comunale di Crema: Via indipendenza, 97 - Tel Comune di Crema

5 SABATO 1 OTTOBRE 2011 In primo piano LA GIORNATA DI AVVENIRE 5 NOSTRA INTERVISTA ESCLUSIVA AL DIRETTORE DEL QUOTIDIANO NAZIONALE D ISPIRAZIONE CATTOLICA MARCO TARQUINIO: SIAMO FIERI DELLA NOSTRA IDENTITÀ. OFFRIAMO UN INFORMAZIONE COMPLETA E DICIAMO QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO SIAMO IL GIORNALE DELLA FORESTA CHE CRESCE Nella foto, il direttore di Avvenire Marco Tarquinio Domani, domenica 2 ottobre, si celebra in diocesi la Giornata di Avvenire. La giornata di promozione del quotidiano dei cattolici italiani. Nelle chiese saranno disponibili un certo numero di copie del giornale che i fedeli potranno ritirare gratuitamente. Avvenire è stato voluto da Paolo VI, come giornale nazionale di ispirazione cattolica. Il primo numero uscì nelle edicole il 4 dicembre 1968 con la firma del direttore Leonardo Valente. A partire dalla metà degli anni Novanta, con la direzione di Dino Boffo, il quotidiano ha ampliato l attenzione alla società civile e ha lanciato Agorà, una delle migliori sezioni culturali della stampa italiana. Numerose anche le altre iniziative: unica nel suo genere Popotus (dal febbraio 1996), giornale di informazione bisettimanale per ragazzi. Altre iniziative editoriali sono il magazine Luoghi dell Infinito e Noi Genitori e Figli, e gli inserti È vita, Non Profit, Lavoro. In occasione della giornata il nostro giornale ha intervistato il direttore di Avvenire Marco Tarquinio che ringraziamo sentitamente. di GIORGIO ZUCCHELLI Direttore, domani celebriamo a Crema la giornata di Avvenire, mi dica in due parole: perché conviene leggerlo? Offriamo un informazione completa come ogni altro grande quotidiano nazionale, ma diciamo anche quello che gli altri non dicono. Quali i punti di forza che vi distinguono? Qual è il bello che il lettore vi può trovare? E quali i punti deboli da migliorare? Avvenire racconta non solo l albero che cade (le notizie negative, quelle che fanno ovviamente rumore), ma s impegna per dare spazio alla foresta che cresce (le storie esemplari di coraggio civile e personale, le buone pratiche e tutto ciò che di positivo accade e sembra non far rumore). Sappiamo, poi, che rispettare la realtà dei fatti è il primo dovere di un giornalista e soprattutto, a differenza di non pochi altri, lo rispettiamo davvero. Le nostre opinioni le mettiamo accanto agli eventi e alle persone che ne sono protagoniste, non sopra fatti e persone fino a renderli irriconoscibili, ingannando i lettori. E, poi, abbiamo uno sguardo sul mondo davvero unico, acuto e completo: se qualcuno vuol farsi un idea su che cosa l umanità sta combinando e dove sta andando è costretto a leggerci. Produciamo per di più cultura e diciamo cose della scienza più avanzata come della Chiesa e dei vitalissimi mondi cattolici che gli altri fingono di non vedere. I punti deboli? Vorrei avere ancora più pagine. Ma so anche che i giornali sono già tutti troppo spessi e grossi, non si riesce più a leggerli interamente in un giorno solo Meglio scegliere bene, e dimagrire un po! Perché, secondo Lei, i cattolici e anche molti sacerdoti sono attratti da altre testate laiche e non leggono Avvenire? Manca di appeal o sono incalliti pregiudizi a non favorirne la simpatia? Non giudico i non-lettori di Avvenire, sacerdoti o laici che siano, ma una cosa da dire loro ce l ho: provate a leggerci, e scoprirete che c è almeno un giornale in Italia che non si arrende in alcun modo ripeto: in alcun modo alle logiche dell informazionedeformazione e dell informazioneaffermazione di potere. Grazie al nostro editore siamo liberi, più di tanti che si proclamano tali. E in un tempo di continui allineamenti al politicamente corretto siamo fuori dal coro, non per vezzo, ma per buone ragioni. In questi ultimi tempi Avvenire è stato l unico quotidiano italiano ad aumentare copie. Perché? È vero: tutti hanno perso molto, e noi invece abbiamo tenuto e ci siamo rafforzati. Perché? Perché chi comincia a leggere Avvenire, si lega a questo giornale che parla chiaro ma non strilla, che critica ma non insulta, che dà notizie e non le getta in faccia ai lettori Lo definiscono il quotidiano dei Vescovi, è giusto? Dico sempre che siamo l unico giornale in Italia che ha nome e cognome. Gli altri sono tutti figli di nessuno, anche se hanno alle spalle grandi banche, grandi industriali, potenti costruttori, voraci finanzieri Noi siamo il quotidiano nazionale d ispirazione cattolica. E siamo consapevoli e fieri della nostra carta d identità. Quali le innovazioni che vorrebbe lanciare in futuro? Il futuro è già qui, e noi stiamo continuando a rafforzare la nostra presenza nei nuovi media: Internet, ipad, i telefoni cellulari avanzati Il nostro sito ha appena fatto un salto di qualità per essere all altezza dei crescenti contatti e dei continui picchi di attenzione per le nostre battaglie culturali e civili. L applicazione di Avvenire per i telefonini è ottima, quella per il tablet semplicemente straordinaria. Inoltre sulle piattaforme digitali Avvenire è interamente a colori. Verificare per credere. Che ne dice di una mia vecchia proposta di fare di Avvenire il dorso nazionale di una serie di quotidiani locali autonomi prodotti dai settimanali Fisc più forti? Suggestiva, davvero suggestiva. Soprattutto per chi come me ha un grande amore e uno straordinario rispetto per l informazione del territorio, quella nella quale mi sono formato nella mia Umbria. Anni fa, Eugenio Scalfari in una sussiegosa polemica con noi di Avvenire ci definì cronisti di un giornale di provincia. Gli rispondemmo che per noi era un vero onore venire descritti così Che dire della sua proposta? Peccato che la legge impedisca i quotidiani-panino. Bisognerebbe perciò affinare l idea alla luce di questo, e accompagnarla con le ovvie e serie valutazioni economico-organizzative. Nel 2002, con una svolta nell impaginazione e nello stesso logo-testata, siete diventati un giornale all avanguardia in campo grafico. Oggi tutti gli altri hanno riguadagnato terreno Avete in programma novità? Stiamo usando al meglio la bella grafica di Avvenire e la tradizionale suddivisione delle sezioni del giornale, interpretando l una e le altre se posso dirlo alla mia maniera. Alcune piccole innovazioni che abbiamo già fatto sono maturate grazie alle professionalità interne alla redazione. Non ci sono, insomma, altre rivoluzioni in vista. Il giornale funziona, pesa ed è rispettato. E questo è ciò che conta. Un ultima domanda obbligata: nell era di Internet, dell informazione in tempo reale, c è un futuro per Avvenire e per tutta la carta stampata? In generale, credo che carta stampata e Internet siano destinati a convivere, con un progressivo rafforzamento della componente digitale di questa informazione a due (e più) gambe. Per quanto ci riguarda, mi pare di aver già risposto almeno in parte: ci siamo attrezzati e stiamo lavorando per vivere nei due ambienti, ovvero la realtà stampata e le piattaforme digitali. L autorevolezza di Avvenire dell Avvenire che va in edicola e a casa dei nostri abbonati (che hanno accesso pieno anche all edizione online) è la nostra forza anche nell avvio di questa nuova era della multimedialità. OTTOBRE: MESE DELLA PREVENZIONE Nuova Lente Progressiva La lente che fonde in una unica lavorazione l intera prescrizione adattandosi al portatore e migliorandone l efficacia visiva SCONTO 50% lenti a contatto apparecchi acustici R CREMA - via Mazzini, 82 - Tel / TRESCORE CR. (CR) - via Carioni, 15 - Tel / Ricci Group Vip CARAVAGGIO (BG) - P.zza Locatelli, 14 - Tel / CASTELLEONE (CR) - via Garibaldi, 29 - Tel / SERGNANO (CR) - via Giana, 3 - Tel / 41700

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 I lavori svolti in questo laboratorio hanno messo in luce tre aspetti che definiremmo di carattere generale: In primo luogo

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA Percorsi di fede dalla Prima Elementare alla Prima Media Anno Pastorale 2008/2009 Famiglia diventa anima del mondo 1 MOMENTI PER TUTTI I GENITORI Mercoledì 24 settembre Ln

Dettagli

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998)

Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Celebrazione del Matrimonio (6 gennaio 1998) Senigallia, 6 gennaio 1998 Solennità dell Epifania Ai Parroci Ai Rettori di Chiese Ai Religiosi A tutti i Sacerdoti Oggetto: Celebrazione del Matrimonio Cari

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE

Gruppo G.R.E.M. Piemonte e Valle d Aosta. Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Gruppo G.R.E.M Piemonte e Valle d Aosta Attività di animazione: LA FAMIGLIA KIT DI ANIMAZIONE Il kit, pensato per l animazione di bambini, ragazzi e adulti sul tema famiglia è così composto: - 1 gioco

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO

OSSERVATORIO SOCIO-RELIGIOSO TRIVENETO - Documentazione grafica - CONFERENZA STAMPA Zelarino, giovedì 16 febbraio 2012 1 Identità religiose del Nord Est - stime - 3,3 8,2 1,4 11,6 75,6 italiani cattolici immigrati cattolici italiani di altre

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione,

L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, INTRODUZIONE L introduzione è forse l unica parte seria di questa pubblicazione, ma quello che segue, che si spera sia anche divertente, dovrebbe essere anche più istruttivo. Però un paio di cose serie

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr

PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco. ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'acr - TAPPA MISTAGOGICA (POST-CRESIMA) 1 anno - 2 anno. Testo del Catechismo

Dettagli

Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza

Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza Commissione Nuovi stili di vita Diocesi di Padova Novembre 2011: Mese del Creato Una terra ospitale educhiamo all accoglienza Dal mese della Missione al Mese del Creato C È POSTO PER TUTTI L ospitalità

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO L entrata alla scuola dell infanzia rappresenta per il bambino una tappa fondamentale di crescita. La scuola è il luogo dove il bambino prende coscienza della sua abilità

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI

PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI PARROCCHIA DELLA B.V. DEL CARMINE UDINE AVVENTO 2015 ANIMAZIONE DELLE MESSE DA PARTE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI Quarta Domenica di Avvento 20 dicembre 2015 Accensione della Candela della Corona dell

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

E se iscrivessi mio figlio al catechismo?

E se iscrivessi mio figlio al catechismo? E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Don Alberto Abreu www.pietrascartata.com E se iscrivessi mio figlio al catechismo? Perché andare al Catechismo La Parola catechismo deriva dal latino catechismus

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12. E pace in terra raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.2007 INTRODUZIONE Il lavoro è stato svolto all interno di tre classi

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015:

ISCRIZIONE AL CATECHISMO 2014/2015: COMUNITÀ PASTORALE MARIA MADRE DELLA SPERANZA, SAMARATE Incontro con i genitori all inizio dell anno oratoriano 2014/2015 Carissimi genitori, all inizio di questo nuovo anno ci lasciamo guidare dalle parole

Dettagli

STATUTO AZIONE CATTOLICA

STATUTO AZIONE CATTOLICA STATUTO AZIONE CATTOLICA 1. L Azione Cattolica Italiana è una Associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale

Catecumenato. (Nei mesi di metà Gennaio fino a Giugno 2009) La storia della salvezza: sguardo generale Conoscere, amare, seguire, testimoniare Gesù Itinerario d incontro e di formazione; liturgico - esperienziale. «Non abbiate paura di accogliere Cristo! Non abbiate paura! Aprite, anzi, spalancate le porte

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

MISSIONARIO VINCENZIANO

MISSIONARIO VINCENZIANO GMV: origini, identità, attività... GRUPPO MISSIONARIO VINCENZIANO Origine e storia Bisogna risalire ai primi anni del dopoguerra per trovare la fonte da cui scaturì il MOVIMENTO MISSIONARIO VINCENZIANO.

Dettagli

Questionario. Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio.

Questionario. Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio. Questionario 1 Sulla vita della nostra Comunità parrocchiale + La crocetta si può fare anche su più risposte. + Fare il possibile per esprimere la propria opinione, nello spazio Per spiegarmi meglio. +

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu-

6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea. E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- Vincent Van Gogh, Il Seminatore al tramonto, 1888 6 gennaio 1936 6 gennaio 2006: 70 anniversario della Prima idea E il testamento spirituale che Germana ha preparato alle missionarie e per l Istitu- to.

Dettagli

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGETTO ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA sez. B FARFALLE Anno scolastico 2012-2013 Insegnante: Bordignon Claudia PERCORSO DIDATTICO (ATTIVITÀ) per bambini di 3,4 e 5 anni PREMESSA La scuola dell infanzia rivolge

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014

PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014 PROGETTO EDUCATIVO ORATORIO SAN VIGILIO - SPIAZZO - ANNO PASTORALE 2013-2014 Chi vuole fare sul serio qualcosa, trova una strada; gli altri, una scusa. (Proverbio Africano) Come un uomo saggio che trae

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale AZIONE CATTOLICA ITALIANA ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI TORINO Corso Matteotti, 11 10121 TORINO Tel. 011.562.32.85 Fax 011.562.48.95 E-mail: presidenza.ac@diocesi.to.it Partecipazione e responsabilità dei

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI

ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI Scuola dell infanzia Programmazione Religione Cattolica Anno scolastico 2013 2014 Insegnante:BINACO MARIA CRISTINA Motivazione dell itinerario annuale Il percorso per l I.R.C.

Dettagli

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola

Andando insegnate... /Italia 23. A catechismo con. Padre Pianzola. di Sannazzaro e di Pieve Albignola Andando insegnate... /Italia 23 A catechismo con Padre Pianzola Dalle immagini del DVD alla realtà di Sartirana: a Sannazzaro e a Pieve Albignola un esperienza di catechismo-laboratorio sul Beato Le catechiste

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di vatican Service News

www.korazym.org - Le anticipazioni con foto della puntata 140 di <i>vatican Service News</i> Pagina 4 Angelus dell Acr con il papa in Vaticano, i Messaggi pontifici per la Giornata Mondiale del Malato e la Giornata Mondiale della Comunicazioni Sociali, l AdunanzA Eucaristica a Catanzaro, una giovane

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio»

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «Mi presento a voi come la Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato, Regina del Cielo, Madre delle famiglie, Portatrice di Pace nei vostri cuori». del 25 agosto

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

Circolo Didattico di Angera

Circolo Didattico di Angera Circolo Didattico di Angera COME AIUTARE I PROPRI FIGLI A STUDIARE E A FARE I COMPITI Indicazioni della scuola per i genitori degli alunni Linee guida redatte dal Nucleo di Autovalutazione e Qualità PREMESSA

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

Conclusioni. Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014

Conclusioni. Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014 Conclusioni Incontro continentale LMC America Guatemala, 15-20 Settembre 2014 La terza Assemblea continentale dei Laici Missionari Comboniani (LMC) si è celebrata a Città del Guatemala dal 15 al 20 settembre

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.

Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale. Piazza Duomo 1-81100 Caserta. Tel.Fax 0823/322493. Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta. Parrocchia S.Michele Arcangelo Cattedrale Piazza Duomo 1-81100 Caserta Tel.Fax 0823/322493 Sito web: www.parrocchiacattedralecasrta.org Pastorale Familiare Sito web. : www.famigliadifamiglie.it e-mail

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA

Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA Attività didattica per le scuole primarie GUIDA PER LA FAMIGLIA CHI È BAMA? Siamo un azienda tutta italiana che da oltre tre decenni rende la vostra quotidianità più comoda e più allegra, grazie a prodotti

Dettagli

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre.

- a far del bene con la sofferenza; - a far del bene a chi soffre. Non siamo i «cercatori» di sofferenza..., e nemmeno gli «entusiasti» per la sofferenza. Siamo persone che si sforzano di «vivere» la loro sofferenza «come Gesù»..., non solo nella contemplazione di Lui

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli