Voice over IP. Voice over IP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Voice over IP. Voice over IP"

Transcript

1 Voice over IP Voice over IP VoIP 1

2 Outline Limiti Elementi costitutivi Codec SIP H.323 MGCP VoIP 2

3 Limiti Alla fine i vincoli sono sul MOS (qualità percepita) I flussi multimediali sono non elastici Idealmente Latenza Jitter Perdita BER sorgente destinazione VoIP 3

4 Limiti (2) Limite rigido sulla latenza Garanzie rigide di real time Non tollerano perdite o eccessivo jitter sul ritardo Il jitter viene eliminato con l introduzione di un buffer Più grande il jitter che si vuole eliminare più profondo il buffer Più profondo il buffer più grande la latenza Esiste un limite preciso sul valore di jitter ammissibile VoIP 4

5 Limiti (3) Impossibile usare TCP si deve usare UDP Packet loss e Bit error rate Producono lo stesso effetto Pacchettizzazione Si introduce un overhead Non è tollerabile un overhead maggiore di un dato valore Si perderebbe una buona parte dei vantaggi del VoIP VoIP 5

6 Limiti (4) IP introduce un overhead di 20 ottetti UDP introduce un overhead di 8 ottetti Non è possibile trasferire uno stream dall applicazione ad UDP Bisogna introdurre un ulteriore layer: RTP RTP introduce un overhaed di 12 ottetti Overhead totale: = 40 ottetti Non è pensabile trasmettere pacchetti PCM isolati perché si avrebbe un overhead del 4000 % Riunione di molti campioni in un unico pacchetto Presenza però di vincoli riguardanti la rete VoIP 6

7 Limiti (5) Non è bene generare pacchetti più lunghi della MTU È allora opportuno fare pacchetti di D MTU In questo modo: 1. Si ottimizza il rapporto payload/header 2. Si minimizza la probabilità di perdita che aumenta con la frammentazione MTU ~ 1500 bytes per link IP wireline (val. max pacchetto Ethernet) ~ 100 bytes in ambienti wireless VoIP 7

8 Esempio RTP Trasmissione video con qualità DVD 30 frame/s, risoluzione 720x480, 3 byte per pixel Rate grezzo byte/s Rate dopo compressione (100 x) byte/s MTU = 1500 byte /1460 = 213 pacchetti/s - > byte/s (throughput richiesto con overhead incluso) VoIP 8

9 UDP segment Header IP Protocol field = 17 Source port UDP length Destination port UDP checksum Data VoIP 9

10 UDP e RTP Per trasmettere dati multimediali su Ip servono degli elementi aggiuntivi Forniti dal protocollo RTP (RFC 3550) VoIP 10

11 Real Time Protocol RTP Utilizza UDP Definisce i formati delle informazioni aggiuntive richieste dall applicazione Utilizza un insieme di messaggi di un protocollo aggiuntivo (RTCP) per lo scambio di report periodici Una sessione RTP per un flusso di media VoIP 11

12 RTP Audio PCM RTP UDP IP Ethernet Video MPEG2 RTP UDP IP Frame Relay Applicazione Trasporto Rete Data Link Dal punto di vista dello sviluppatore RTP appartiene di più allo strato di applicazione che a quello di trasporto VoIP 12

13 RTP (2) RTP header V=2 P X CC M PT Seq. Number Timestamp Synchronization source (SSRC) identifier Contributing source (CSRC) identifier P - Padding X - extension PT Payload Type CC CSRC Count M Marker (profile dependent) VoIP 13

14 RTP (3) P Flag di presenza di padding CC Numero dei CSRC eccedenti quello iniziale M Marker specificato nel profilo Timestamp Riflette l istante di campionamento del primo ottetto del pacchetto RTP VoIP 14

15 RTP (4) RTP apre due porte per la comunicazione Una per lo stream di media (porta con numero pari) Una per controllo (RTCP) I numeri delle porte non sono definiti rigidamente ma dipendono dalle applicazioni VoIP 15

16 RTCP RTCP (Real-Time Control Protocol) Aggiunge informazione per: Packet Loss Jitter Delay Signal Level Call Quality Metrics Echo Return Loss etc. VoIP 16

17 RTCP (2) RTCP è basato sulla trasmissione periodica di pacchetti di controllo a tutti i partecipanti alla sessione usando lo stesso meccanismo di distribuzione dei pacchetti dati Il protocollo sottostante deve provvedere il multiplexing dei pacchetti dati e controllo per esempio usando porte diverse con UDP È raccomandato che la frazione della banda di sessione allocata ad RTCP sia il 5% VoIP 17

18 RTCP (3) SR Sender Report (per la trasmissione e ricezione di statistiche dai partecipanti che sono sender attivi) RR Receiver Report (per la ricezione di statistiche dai partecipanti che non sono sender attivi) SDES - Source DEScription items (inclusi CNAME e RTP source identifier) BYE Indica la fine della partecipazione APP Funzioni specifiche dell applicazione VoIP 18

19 RTCP (4) Feedback in RTCP Reports di Sender e Receiver (SR e RR) I Timestamp consentono il calcolo del Round-Trip Time RTT = T4-T3+T2-T1 Conta dei pacchetti Jitter (ottenuto dalla variazione del delay) Frazione di pacchetti perduti, valore cumulativo dei pacchetti perduti Numero di pacchetti che ci si attende di avere ricevuti Stima della banda disponibile VoIP 19

20 RTCP (5) VoIP 20

21 RTCP (6) VoIP 21

22 CODEC Il segnale vocale è analogico. Per trasmetterlo su una rete a pacchetto bisgna prima codificarlo con un codec Esistono molti tipi di codec con differenti qualità del suono, banda richiesta, requisiti computazionali etc GIPS family - bit rate 13,3 Kbps ed oltre Tecnologia usata da Skype GSM - RPE-LTP EFR HR 13 Kbps 13 Kbps 6,5 Kbps VoIP 22

23 Alcuni codec Standard body ITU-T ITU-T ITU-T ITU-T ITU-T ITU-T ETSI Recc. G.711 G.726 G.728 G.729 G.729A G GSM (FR) Tipo PCM ADPCM LD-CELP CD-ACELP CS-ACELP MPC-MLQ e ACELP RPE-LTP Anno Bit rate [Kbps] ,3 e 5,3 13 Quality Toll Toll Toll Toll Toll Toll < Toll MOS 4,4 2 4,3 4,1 4,2 4,2 3,5 4 3,9 Complexity [Mips] RAM [Kbyte] Frame size [ms] Look-ahead [ms] Algorithmic delay [ms] << 1 0,001 0, ,25 1 < 0,05 0, , , , , ,2 30 7,5 67,5 4, VoIP 23

24 Elementi costitutivi Call Control e Signaling H.323 H.225 Signaling e Gateway Control Media Audio/ Video H.245 Q.931 RAS SIP MGCP RTP RTCP RTSP TCP SCTP UDP IP H.323 Version 1 e 2 supporta H.245 over TCP, Q.931 over TCP e RAS over UDP H.323 Version 3 e 4 supporta H.245 over UDP/TCP e Q.931 over UDP/TCP e RAS over UDP SIP supporta TCP e UDP VoIP 24

25 H.323 Describes terminals and other entities that provide multimedia communications services over Packet Based Networks (PBN) which may not provide a guaranteed Quality of Service. H.323 entities may provide real-time audio, video and/or data communications ITU-T Recommendation H.323 Version 4 VoIP 25

26 H.323 Framework H.323 definisce: Call establishment and teardown Audio visual or multimedia conferencing VoIP 26

27 Elementi di H.323 Gatekeeper Multipoint Control Unit Terminal Packet Based Networks Gateway Circuit Switched Networks VoIP 27

28 Terminali H.323 I terminali H.323 sono dei client endpoint che devono supportare: Call control signaling H.225 Control channel signaling H.245 Protocolli RTP/RTCP per pacchetti di segnale Codec audio Il supporto dei codec video è facoltativo VoIP 28

29 Gateway H.323 Un gateway fornisce un servizio di traduzione: Ad esempio, un gateway può fornire traduzione tra entità poste in una rete a commutazione di pacchetto (p.e. rete IP) e reti a commutazione di circuito (p.e. rete PSTN) I gateway possono anche fornire cambiamento del formato di trasmissione, cambiamento delle procedure di comunicazione, traduzione tra endpoints H.323 e non-h.323 endpoints o cambaiamento di codec VoIP 29

30 Gatekeeper H.323 I gatekeeper H.323 forniscono le funzioni: Address translation Admission control Bandwidth control Zone management Call authorization (facoltativo) Call control signalling (facoltativo) Bandwidth management (facoltativo) Call management (facoltativo) I gatekeeper sono facoltativi ma, se sono presenti in un sistema H.323, tutti gli endpoint H.323 prima di effettuare una chiamata si devono registrare con esso e ricevere il permesso VoIP 30

31 Multipoint Control Unit H.323 Una Multipoint Control Unit (MCU) fornisce supporto per conferenze fra tre o più endpoint Una MCU è formata da: Multipoint Controller (MC) fornisce funzioni di controllo Un Multipoint Processor (MP) riceve ed elabora audio, video e/o data stream VoIP 31

32 H.323 è una specifica ampia Media H.261 and H.263 Video codecs H.323 G.711, G.723, G.729 Audio codecs RTP/RTCP Media Media Data/Fax Call Control and Signaling Data/Fax T.120 Data conferencing T.38 Fax Audio Codec G.711 G.723 G.729 Video Codec H.261 H.263 RTCP T.120 T.38 H.225 Q.931 H.225 RAS H.245 Call Control e Signalling H Capabilities advertisement, media channel establishment, e conference control H.225 Q call signalling e call setup RAS - registration e altri controlli di ammisisone con un gatekeeper RTP UDP TCP IP TCP UDP TCP VoIP 32

33 Altre raccomandazioni ITU-T Protocollo Descrizione H.235 Definisce la sicurezza e la encryption per i terminali basati su H.323 e H.245 H.450.N Specifica il framework per i servizi supplementari. La Recc. H.450.N specifica servizi supplementari come call transfer, call diversion, call hold, call park, call waiting, message waiting indication, name identification, call completion, call offer, e call intrusion H.246 Specifica l internetworking tra i terminali della serie H e i terminali a commutazione di circuito VoIP 33

34 Componenti e segnalazione H.323 H.225/RAS messages over RAS channel H.225/RAS messages over RAS channel H.225/Q.931 (optional) H.225/Q.931 (optional) H.245 messages (optional) Gatekeeper H.245 messages (optional) H.225/Q.931 messages over call signaling channel PSTN Terminal H.245 messages over call control channel Gateway H.245 Protocollo per gli annunci di capacità, instaurazione di media channel e controllo di conferenza H Call Control Q.931 Protocollo per il call control e il call setup RAS Protocollo per registrazione, ammisione e stato usato per comunicazioni tra endpoint H.323 e gatekeeper VoIP 34

35 Instaurazione di una comunicazione Una comunicazione con H.323 si svolge in 5 fasi: 1. Call setup 2. Comunicazione iniziale e scambio della capacità 3. Instaurazione della comunicazione audio/video 4. Call dei servizi 5. Terminazione della chiamata VoIP 35

36 Call setup semplificato Entrambi gli endpoint si sono in precedenza registrati con il gatekeeper Il terminale A inizia la chiamata al gatekeeper (scambio di messaggi RAS) Il gatekeeper fornisce al terminale A l informazione per contattare B Il terminale A invia un messaggio di setup al terminale B Il terminale B risponde con un messaggio Call proceeding e contatta il gatekeeper per ottenere il permesso Il terminale B invia un messaggio Alerting e successivamente un messaggio Connect I terminali si scambiano messaggi H.245 per conoscere le capacità dei terminali e eprire i canali logici Terminale A 1. ARQ 2. ACF Gatekeeper 3. SETUP 4. Call proceeding 5. ARQ 6. ACF 7. Alerting 8. Connect Messaggi H.245 RTP Media Path RAS messages Call signalling messages I terminali stabiliscono i media path RTP presenta altri scenari di call setup VoIP 36 Terminale B N.B.: Il diagramma illustra un semplice call setup point-to-point in cui la segnalazione di chiamata non è routed verso il gatekeeper. La Recc. H.323

37 Versioni di H.323 Versione Data H.323 Versione 1 Maggio 1996 H.323 Versione 2 Gennaio 1998 H.323 Versione 3 Settembre 1999 H.323 Versione 4 Novembre 2000 VoIP 37

38 MGCP Media Gateway Control Protocol A protocol for controlling telephony gateways from external call control elements called media gateway controllers or call agents IETF RFC 2705 Media Gateway Control Protocol È un protocollo conforme alle linee guida della API Media Gateway Control Protocol Architecture and Requirements specificata nella RFC 2805 VoIP 38

39 Elementi Struttura minima di un PoP PSTN SG SIGTRAN MG RTP MGCP MGC (Call Agent) SIP/H.323 Remote CA VoIP 39

40 Componenti Il Call Agent o Media Gateway Controller: Fornisce al MG il call signalling, il controllo e l intelligenza di elaborazion Informa il MG degli eventi che devono essere comunicati al MGC Informa il MG circa la connessione tra gli endpoints Comunica al MG i segnali da trasmettere agli endpoints Scambia con il MG comandi e controlli Il Media Gateway: Fornisce la traduzione tra reti circuit switched e reti packet switched Esegue i comandi provenienti dal Call Agent Trasmette al call agent le notizie circa gli eventi negli endpoints VoIP 40

41 Flusso di chiamata (semplificato) Call Agent (MGC) Quando phone A sgancia, il MG A trasmette un segnale al MGC Il MG A genera i toni di selezione e raccoglie le cifre selezionate MGCP MGCP Le diverse cifre sono forwarded al Call Agent Media Gateway A RTP/RTCP Media Gateway B Il Call Agent determina come instradare la call Il Call Agent trasmette i comandi al Media Gateway B MG B trasmette il ringing a phone B * 8 # Analog phone A * 8 # Analog phone B Il Call Agent invia a entrambi i MG i comandi per stabilire le sessioni RTP/RTCP VoIP 41

42 Caratteristiche di MGCP Protocollo master/slave Usato tra i Call Agent e i Media Gateway MGCP presume che gli endpoint siano dotati di intelligenza limitata e che questa sia concentrata nei Call Agent Diverso da SIP e H.323 che sono protocolli peer-to-peer Interlavora con SIP e H.323 VoIP 42

43 Messaggi MGCP In MGCP i pacchetti sono di tipo command o response In MGCP, ogni command ha una sua transaction ID e riceve un response I command iniziano con nome di 4 lettere (verb) indicante un azione I response iniziano con un response code di 3 cifre Esistono 8 verb diversi per 5 gruppi di comandi AUEP, AUCX, CRCX, DLCX, MDCX, NTFY, RQNT, RSIP VoIP 43

44 Messaggi MGCP (2) Interrogazione circa lo stato di un MG Gestione (da parte di un MGC ma anche di un MG) di una connessione RTP su un MG Richiesta al MG della notifica di eventi Indicazione al MGC di un evento per cui aveva richiesto notifica AUEP - Audit Endpoint AUCX - Audit Connection CRCX - Create Connection DLCX - Delete Connection MDCX - Modify Connection RQNT - Request for Notification NTFY - Notify Indicazione al MGC dello stato di restarting RSIP - Restart In Progress VoIP 44

45 Messaggi MGCP (3) Response code formati da 3 cifre 7 gruppi di response code definiti dalla prima cifra 0xx 1xx 2xx 4xx 5xx 8xx 9xx Response acknowledgement Provisional response Successful completation Transient error Permanent error Package specific Reason VoIP 45

46 MGCP, SIP e H.323 MGCP divide tra le funzioni di call setup/control e di media establishment MGCP non sostituisce SIP o H.323. SIP e H.323 forniscono un call setup/control symmetrico o peer-to-peer MGCP interopera con H.323 e SIP Un MGC accetta richieste di call setup SIP o H.323 Il MGC usa MGCP per controllare il MG Nella figura, un gateway H.323 è decomposto in: Un MGC che fornisce segnalazione Un gateway che gestisce i media Il protocollo MGCP è usato per controllare il gateway Gateway H.323 MGC MGCP H.323 Gateway H.323 RTP/RTCP Il MG instaura delle media session con altri endpoint H.323 o SIP VoIP 46 MG

47 Esempio di confronto H.323 MGCP 1. Un utente solleva la cornetta e seleziona un numero 2. Il gateway determina come instradare la call 3. I 2 gateway scambiano le informazioni di capability 4. Il gateway answering effettua il ringing 1. Un utente solleva la cornetta e seleziona un numero 2. Il gateway notifica l evento dell endpoint al Call Agent 3. Il MGC determina le capability e le informazioni di routing e trasmette ai MG i comandi per aprire la sessione 5. I 2 gateway stabiliscono una sessione RTP/RTCP 3 2 MGC 1 H.323 Gateway 5.RTP/ RTCP H.323 Gateway 4 1 MG A RTP RTCP MG B VoIP 47

48 MeGaCo Un protocollo che si è evoluto a partire da MGCP ed è stato sviluppato in modo congiunto da ITU e IETF: Megaco IETF H.248 or H.GCP - ITU Ulteriori informazioni: VoIP 48

VoIP H.323. Corso di Laboratorio di Telematica A.A. 2004-2005. Francesco Chiti Andrea De Cristofaro

VoIP H.323. Corso di Laboratorio di Telematica A.A. 2004-2005. Francesco Chiti Andrea De Cristofaro Corso di Laboratorio di Telematica A.A. 2004-2005 Francesco Chiti Andrea De Cristofaro VoIP H.323 Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per usi didattici Vedere i termini di uso in

Dettagli

VoIP. Corso di Laboratorio di Telematica A.A. 2004-2005. Francesco Chiti Andrea De Cristofaro

VoIP. Corso di Laboratorio di Telematica A.A. 2004-2005. Francesco Chiti Andrea De Cristofaro Corso di Laboratorio di Telematica A.A. 2004-2005 Francesco Chiti Andrea De Cristofaro VoIP Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per usi didattici Vedere i termini di uso in appendice

Dettagli

Voce su IP. Il flusso vocale. Fulvio Risso. Politecnico di Torino

Voce su IP. Il flusso vocale. Fulvio Risso. Politecnico di Torino Voce su IP Il flusso vocale Fulvio Risso Politecnico di Torino fulvio.risso[at]polito.it http://netgroup.polito.it/netlibrary/voip-intro/text.htm#9 Mario Baldi Politecnico di Torino mario.baldi[at]polito.it

Dettagli

VoIP. Introduzione. Telefonia VoIP Prima fase. Telefonia tradizionale

VoIP. Introduzione. Telefonia VoIP Prima fase. Telefonia tradizionale Introduzione VoIP Introduzione Il VoIP (Voice over IP) è la trasmissione della voce in tempo reale su una rete IP Rispetto alla rete telefonica tradizionale (PSTN - Public Switched Telephon Network) Consente

Dettagli

Il Trasporto di Dati Real-time

Il Trasporto di Dati Real-time Il Trasporto di Dati Real-time Ormai molte applicazioni scambiano informazioni in cui le relazioni temporali sono molto importanti. La Telefonia via Internet, Videoconferenza, Lezioni a distanza, Meeting

Dettagli

Real Time Transport Protocol. Maria Luisa MERANI

Real Time Transport Protocol. Maria Luisa MERANI RTP Real Time Transport Protocol e RTCP, RTP Control Protocol Maria Luisa MERANI 1 PREMESSA Dal momento che le applicazioni real-time (o near realtime) dovrebbero fare la parte del leone sulla Internet

Dettagli

Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti. Architettura di riferimento

Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti. Architettura di riferimento INDICE Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti Architettura di riferimento La codifica vocale Il trasporto RTP e RTCP QoS in reti IP e requirements La segnalazione H.323 SIP Cenni

Dettagli

RETI INTERNET MULTIMEDIALI. VoIP: Problematiche di Deployment

RETI INTERNET MULTIMEDIALI. VoIP: Problematiche di Deployment RETI INTERNET MULTIMEDIALI VoIP: Problematiche di Deployment IL DIMENSIONAMENTO SU LAN Soluzione IPTel (PBX virtuali) Gateway con rete PSTN ISDN/PSTN IP Eth. phones Call manager (gatekeeper) Server H.323

Dettagli

VoIP (Voice over IP) Organizzazione del modulo

VoIP (Voice over IP) Organizzazione del modulo VoIP (Voice over IP) Rosario. arroppo ruppo di Ricerca in Reti di Telecomunicazioni (Netroup) wwwtlc.iet.unipi.it Organizzazione del modulo Introduzione alla voce su IP Applicazioni li standard Architettura

Dettagli

Trasporto traffico multimediale in Internet

Trasporto traffico multimediale in Internet Trasporto traffico multimediale in Internet Andrea BIANCO Andrea.Bianco@polito.it http://www.telematica.polito.it/ MULTIMEDIA IN INTERNET - 1 Tassonomia delle applicazioni Due classi (dal punto di vista

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

VoIP Security. Studenti: Angelo Reppucci matr. 0521/000728 Antonio Picardi matr. 0521/000730. Docente: Alfredo De Santis

VoIP Security. Studenti: Angelo Reppucci matr. 0521/000728 Antonio Picardi matr. 0521/000730. Docente: Alfredo De Santis VoIP Security Studenti: Angelo Reppucci matr. 0521/000728 Antonio Picardi matr. 0521/000730 Docente: Alfredo De Santis Anno accademico 2007/2008 Indice Public Switched Telephone Network Vantaggi del VoIP

Dettagli

Trasporto traffico multimediale in Internet

Trasporto traffico multimediale in Internet Trasporto traffico multimediale in Internet Andrea BIANCO Andrea.Bianco@polito.it http://www.telematica.polito.it/ MULTIMEDIA IN INTERNET - 1 Tassonomia delle applicazioni Due classi (dal punto di vista

Dettagli

Protocolli a supporto delle applicazioni multimediali distribuite in Internet Corso di Applicazioni Telematiche

Protocolli a supporto delle applicazioni multimediali distribuite in Internet Corso di Applicazioni Telematiche Protocolli a supporto delle applicazioni multimediali distribuite in Internet Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2006-07 Lezione n.3 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico

Dettagli

Corso di Applicazioni Telematiche

Corso di Applicazioni Telematiche Corso di Applicazioni Telematiche A.A. 2008-09 Lezione n.4 Prof. Roberto Canonico Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Trasferimento di informazioni multimediali in Internet

Dettagli

Principi fondamentali

Principi fondamentali Principi fondamentali Elementi di base Definizione di rete di calcolatori Tipologia di connessioni Architettura di rete Prestazioni di una rete di calcolatori Conclusioni 1 1 Bit e Byte BIT = BInary digit

Dettagli

VoIP. (L implementazione AdR-BO) Franco Tinarelli

VoIP. (L implementazione AdR-BO) Franco Tinarelli VoIP (L implementazione AdR-BO) Voice over IP: definizioni VoIP è l acronimo di Voice over IP (Voce trasportata dal Protocollo Internet). Raggruppa le tecnologie, hardware e software, in grado di permettere

Dettagli

Università di Genova Facoltà di Ingegneria

Università di Genova Facoltà di Ingegneria Università di Genova Facoltà di Ingegneria Reti di Telecomunicazioni e Telemedicina 1 9. Servizi Multimediali e Qualità del Servizio (QdS) su IP Prof. Raffaele Bolla dist Reti per servizi multimediali

Dettagli

Tecniche di Comunicazione Multimediale

Tecniche di Comunicazione Multimediale Tecniche di Comunicazione Multimediale Standard di Comunicazione Multimediale Le applicazioni multimediali richiedono l uso congiunto di diversi tipi di media che devono essere integrati per la rappresentazione.

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

Multimedialità e Web. VoIP

Multimedialità e Web. VoIP Università degli Studi di Napoli Parthenope Multimedialità e Web VoIP M. Del Prete A. Guadagno 1 Sommario 1. VoIp concetti generali 2. La tecnologia di base Rete telefonica e commutazione di circuito Rete

Dettagli

Protocollo RTP/RTCP. di Sebastiano Vascon 788442. A.A 2008/2009 Corso di Reti di Calcolatori Docente S. Balsamo

Protocollo RTP/RTCP. di Sebastiano Vascon 788442. A.A 2008/2009 Corso di Reti di Calcolatori Docente S. Balsamo Protocollo RTP/RTCP di Sebastiano Vascon 788442 A.A 2008/2009 Corso di Reti di Calcolatori Docente S. Balsamo Comunicazione Real-Time Definiremo Real-Time una comunicazione tra due o più host nella quale

Dettagli

RETI INTERNET MULTIMEDIALI

RETI INTERNET MULTIMEDIALI RETI INTERNET MULTIMEDIALI VoIP: Problematiche di Deployment Il documento è adattato da materiale cortesemente messo a disposizione dai Prof. Antonio Capone, Flaminio Borgonovo e Stefano Paris IL DIMENSIONAMENTO

Dettagli

Lucidi delle lezioni del corso di SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONE

Lucidi delle lezioni del corso di SERVIZI DI TELECOMUNICAZIONE Telefonia su IP Voice over IP Traffico vocale storicamente associato alla commutazione di circuito Dal 1995 possibilità di veicolare segnali vocali su reti per computer caratterizzate dall uso della commutazione

Dettagli

Università di Genova Facoltà di Ingegneria

Università di Genova Facoltà di Ingegneria Università di Genova Facoltà di Ingegneria 1. Servizi Multimediali e Qualità del Servizio (QdS) su IP 1.6 RTP - SDP Prof. Raffaele Bolla Telematica 2 Trasporto di flussi multimediali! La rete è stata concepita

Dettagli

Voice Over IP 1. TELEFONARE SU INTERNET

Voice Over IP 1. TELEFONARE SU INTERNET Voice Over IP In pochi anni la telefonia fissa è stata superata dal traffico di quella mobile. È lecito aspettarsi che nei prossimi anni la trasmissione dati supererà quella della voce raccogliendo una

Dettagli

4 - Il livello di trasporto

4 - Il livello di trasporto Università di Bergamo Dipartimento di Ingegneria Gestionale e dell Informazione 4 - Il livello di trasporto Architetture e Protocolli per Internet Servizio di trasporto il livello di trasporto ha il compito

Dettagli

Panasonic. KX-TDA Hybrid IP -PBX Systems Informazioni di base per connessioni Voice Over IP

Panasonic. KX-TDA Hybrid IP -PBX Systems Informazioni di base per connessioni Voice Over IP Panasonic PIT-BC-PBX Panasonic KX-TDA Hybrid IP -PBX Systems Informazioni di base per connessioni Voice Over IP Centrali Telefoniche KX-TDA 15/30/100/200 Informazione Tecnica N 021 Panasonic Italia S.p.A.

Dettagli

Distribuzione di contenuti multimediali

Distribuzione di contenuti multimediali PARTE 13 Distribuzione di contenuti multimediali Parte 13 Modulo 1: Introduzione Contenuti multimediali La definizione di multimediale è molto arbitraria Tipicamente, si intende la combinazione di più

Dettagli

Applicazioni Multimediali Reti per la multimedialità. Applicazioni multimediali: audio e video in rete ( continuous media )

Applicazioni Multimediali Reti per la multimedialità. Applicazioni multimediali: audio e video in rete ( continuous media ) Applicazioni Multimediali Reti per la multimedialità Applicazioni multimediali: audio e video in rete ( continuous media ) 1 Applicazioni Multimediali Tipicamente sensibili a ritardi ed alle variazioni

Dettagli

Reti di Trasporto Ing. Stefano Salsano AA2006/07 - Blocco 6

Reti di Trasporto Ing. Stefano Salsano AA2006/07 - Blocco 6 Reti di Trasporto Ing. Stefano Salsano AA2006/07 - Blocco 6 1 Programma del corso Rete di accesso e rete di trasporto Tecniche di multiplazione, PCM, PDH SDH Evoluzione tecnologie per reti per dati ATM

Dettagli

TECN.PROG.SIST.INF. TCP/IP Livello TRASPORTO. 2015 - Roberta Gerboni

TECN.PROG.SIST.INF. TCP/IP Livello TRASPORTO. 2015 - Roberta Gerboni 2015 - Roberta Gerboni Caratteristiche del livello Trasporto Il livello Trasporto si occupa del trasferimento delle informazioni, chiamate segmenti, tra due processi in esecuzione su due computer collegati

Dettagli

Sistemi e servizi di comunicazione audio/video attraverso Internet: dalla telefonia su IP alla videoconferenza e la teledidattica

Sistemi e servizi di comunicazione audio/video attraverso Internet: dalla telefonia su IP alla videoconferenza e la teledidattica Sistemi e servizi di comunicazione audio/video attraverso Internet: dalla telefonia su IP alla videoconferenza e la teledidattica Prof. Giovanni Schembra Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle

Dettagli

Reti di Calcolatori in Tecnologia IP

Reti di Calcolatori in Tecnologia IP Reti di Calcolatori in Tecnologia IP Il Livello Transport e TCP Dott. Marco Bianchi 04/12/2001 1 Agenda Introduzione Indirizzamento Protocolli di livello transport Attivazione e rilascio di una connessione

Dettagli

Il VoIP. Ing. Mario Terranova

Il VoIP. Ing. Mario Terranova Il VoIP Ing. Mario Terranova Ufficio Servizi sicurezza e Certificazione Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione terranova@cnipa.it SOMMARIO Le tecnologie La convergenza Problematiche

Dettagli

3) Real time protocol (RTP).

3) Real time protocol (RTP). 3) Real time protocol (RTP). 3.1 Introduzione a RTP. In questo capitolo vedremo il protocollo RTP, il quale costituisce un valido supporto per il trasferimento dati in tempo reale, come per esempio gli

Dettagli

La tecnologia VoIP: architettura e protocolli

La tecnologia VoIP: architettura e protocolli Fieldbus & Networks La tecnologia VoIP: architettura e protocolli Mariano Severi Sono ormai passati oltre cento anni da quando, nel 1876, Alexander Graham Bell realizzò la prima trasmissione vocale su

Dettagli

Atlantis Land Technical Resources Product: A02-RAV211 Subject: TECNOLOGIA VoIP Language: Italiano

Atlantis Land Technical Resources Product: A02-RAV211 Subject: TECNOLOGIA VoIP Language: Italiano Atlantis Land Technical Resources Product: A02-RAV211 Subject: TECNOLOGIA VoIP Language: Italiano TECNOLOGIA VoIP INTRODUZIONE In questo documento verranno trattati i caratteri principali della tecnologia

Dettagli

Voce su IP La vostra rete e pronta?

Voce su IP La vostra rete e pronta? Voce su IP La vostra rete e pronta? Servizio di classe operatore Ricordate l ultima volta che avete chiamato la vostra compagnia telefonica per ringraziarli dell affidabilita del servizio fornito? Questo

Dettagli

Livello Trasporto. Liv. Applic. Liv. Transport. Transport Entity. Liv. Network. Trasporto

Livello Trasporto. Liv. Applic. Liv. Transport. Transport Entity. Liv. Network. Trasporto Livello Trasporto Fornire un trasporto affidabile ed efficace dall'host di origine a quello di destinazione, indipendentemente dalla rete utilizzata Gestisce una conversazione diretta fra sorgente e destinazione

Dettagli

Universita' di Verona Dipartimento di Informatica

Universita' di Verona Dipartimento di Informatica Universita' di Verona Dipartimento di Informatica 1 2 Problematiche Conferenza e sessione sono la generalizzazione della telefonata Fare una chiamata (protocollo di segnalazione) trovare l'utente negoziare

Dettagli

esercizi-voip-v1.doc (era esercizi-2007-04-v6.doc) Esercizio 1

esercizi-voip-v1.doc (era esercizi-2007-04-v6.doc) Esercizio 1 esercizi-voip-v1.doc (era esercizi-2007-04-v6.doc) Esercizio 1 Si consideri un sistema VoIP che operi con codifica GSM a R=13 kb/s. L'intervallo di pacchettizzazione è fissato a T=40ms. Si abbia a disposizione

Dettagli

Anno 2009_Numero 118. apporti. tecnici. Il sistema di videoconferenza dell INGV. Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Anno 2009_Numero 118. apporti. tecnici. Il sistema di videoconferenza dell INGV. Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia t Anno 2009_Numero 118 apporti tecnici Il sistema di videoconferenza dell INGV Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Direttore Enzo Boschi Editorial Board Raffaele Azzaro (CT) Sara Barsotti (PI)

Dettagli

GLOSSARIO. 3G rete: ADSL:

GLOSSARIO. 3G rete: ADSL: GLOSSARIO 3G rete: ADSL: APP: Bit: Bitrate: Broadband: Byte: CallBack: Channel: DTMF: Ethernet: (detta anche rete UMTS "Universal Mobile Telecommunications System") UMTS rappresenta non solo un evoluzione

Dettagli

Il protocollo IP (Internet Protocol)

Il protocollo IP (Internet Protocol) Politecnico di Milano Advanced Network Technologies Laboratory Il protocollo IP (Internet Protocol) -Servizi offerti da IP -Formato del pacchetto IP 1 Il servizio di comunicazione offerto da IP Connectionless

Dettagli

Tecnologia VoIP e aspetti applicativi

Tecnologia VoIP e aspetti applicativi Tecnologia Vo e aspetti applicativi Giuseppe Tetti Convergenza voce dati 1-1 Architettura tradizionale PSTN Quartiere Generale Sedi remote Convergenza voce dati 1-2 Convergenza voce/dati Quartiere Generale

Dettagli

Internet Protocol Versione 4: aspetti generali

Internet Protocol Versione 4: aspetti generali Internet Protocol Versione 4: aspetti generali L architettura di base del protocollo IP versione 4 e una panoramica sulle regole fondamentali del mondo TCP/IP 1 Cenni storici Introduzione della tecnologia

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Lunedì 7 Febbraio 2005, ore 15.00

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Lunedì 7 Febbraio 2005, ore 15.00 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Lunedì 7 Febbraio 2005, ore 15.00 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette. Cognome: Nome:

Dettagli

VideoStreaming su IP

VideoStreaming su IP VideoStreaming su IP Anno Accademico 2007/2008 Agenda Principi di video Streaming Come prevenire gli errori e come mascherarli Appendice Come si realizza la codifica/decodifca Protocollidirete Overview

Dettagli

Gestione dei servizi nelle reti di TLC: dalla Rete di Segnalazione alla Rete Intelligente

Gestione dei servizi nelle reti di TLC: dalla Rete di Segnalazione alla Rete Intelligente Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Gestione dei servizi nelle reti di TLC: dalla Rete di Segnalazione alla Rete Intelligente Ing. Francesco Chiti chiti@lenst.det.unifi.it 1 Sommario 1. Introduzione

Dettagli

VoIP. Definizioni. Limiti del servizio best-effort. Rimozione del jitter audio. Recupero dei pacchetti perduti. I protocolli RTP, RTCP,

VoIP. Definizioni. Limiti del servizio best-effort. Rimozione del jitter audio. Recupero dei pacchetti perduti. I protocolli RTP, RTCP, VoIP Definizioni. Limiti del servizio best-effort. Rimozione del jitter audio. Recupero dei pacchetti perduti. I protocolli RTP, RTCP, SIP, H.323, ENUM Parte delle slide sono riadattate da : Reti di calcolatori

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

VoIP. Sistemi per la Codifica e latrasmissione di Segnali Multimediali CdL Ing. TLC (INF) Specialistica. L. A. Grieco

VoIP. Sistemi per la Codifica e latrasmissione di Segnali Multimediali CdL Ing. TLC (INF) Specialistica. L. A. Grieco VoIP Sistemi per la Codifica e latrasmissione di Segnali Multimediali CdL Ing. TLC (INF) Specialistica L. A. Grieco VoIP: vantaggi Il controllo delle chiamate può essere accentrato perché i sistemi di

Dettagli

Indice. Prefazione XIII

Indice. Prefazione XIII Indice Prefazione XIII 1 Introduzione 1 1.1 Breve storia della rete Internet 1 1.2 Protocolli e standard 6 1.3 Le organizzazioni che definiscono gli standard 7 1.4 Gli standard Internet 10 1.5 Amministrazione

Dettagli

Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti. Architettura di riferimento

Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti. Architettura di riferimento INDICE Motivazioni Integrazione dei servizi Vantaggi e problemi aperti Architettura di riferimento La codifica vocale Il trasporto RTP e RTCP QoS in reti IP e requirements La segnalazione H.323 SIP Cenni

Dettagli

Qualità di Servizio (QoS) in Internet

Qualità di Servizio (QoS) in Internet Marco Listanti Qualità di Servizio (QoS) in Internet QoS in IP: Aspetti Generali (1) Il servizio di trasferimento offerto da Internet è punto-punto, p connectionless, best effort Non è adatto alle applicazioni

Dettagli

ICMP OSI. Internet Protocol Suite. Telnet FTP SMTP SNMP TCP e UDP NFS. Application XDR. Presentation. Session RPC. Transport.

ICMP OSI. Internet Protocol Suite. Telnet FTP SMTP SNMP TCP e UDP NFS. Application XDR. Presentation. Session RPC. Transport. ICMP Application Presentation Session Transport Telnet FTP SMTP SNMP TCP e UDP NFS XDR RPC Network Data Link Physical OSI ICMP ARP e RARP IP Non Specificati Protocolli di routing Internet Protocol Suite

Dettagli

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet )

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) PARTE 2 SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) Parte 2 Modulo 1: Stack TCP/IP TCP/IP Protocol Stack (standard de facto) Basato su 5 livelli invece che sui 7 dello stack ISO/OSI Application

Dettagli

User. Belluno. Group. Soluzioni Linux per il VoIP. Soluzioni Linux per il Voip. Linux. Davide Dalla Rosa e Massimo De Nadal. Belluno, 27 novembre 2004

User. Belluno. Group. Soluzioni Linux per il VoIP. Soluzioni Linux per il Voip. Linux. Davide Dalla Rosa e Massimo De Nadal. Belluno, 27 novembre 2004 Soluzioni per il Voip ak_71@libero.it - maxx@digital-system.it, 27 novembre 2004, 27 novembre 2004 , 27 novembre 2004 Soluzioni per il Voip VoIP: Voice Over IP Tecnologia che permette la comunicazione

Dettagli

ICMP. Internet Control Message Protocol. Silvano GAI. sgai[at]cisco.com. Mario BALDI. mario.baldi[at]polito.it http://staff.polito.it/mario.

ICMP. Internet Control Message Protocol. Silvano GAI. sgai[at]cisco.com. Mario BALDI. mario.baldi[at]polito.it http://staff.polito.it/mario. ICMP Internet Control Message Protocol Silvano GAI sgai[at]cisco.com Mario BALDI mario.baldi[at]polito.it http://staff.polito.it/mario.baldi Fulvio RISSO fulvio.risso[at]polito.it ICMP - 1 Copyright: si

Dettagli

* Sistemi Mobili e VOIP *

* Sistemi Mobili e VOIP * * Sistemi Mobili e VOIP * Luca Leone lleone@thundersystems.it Sommario VoIP Dispositivi mobili e VoIP Protocolli Firewall e VoIP Skype VoIP Voice Over Internet Protocol Tecnologia che rende possibile una

Dettagli

Introduzione al VoIP

Introduzione al VoIP Introduzione al VoIP Cos è il VoIP (Voice over IP)? tecnica che consente la comunicazione telefonica attraverso Internet Reso possibile da prestazioni di accesso ad Internet in rapida crescita negli ultimi

Dettagli

Valutazione di tecniche di sagomatura del traffico applicate a videoconferenza H.323 su S.O. Linux.

Valutazione di tecniche di sagomatura del traffico applicate a videoconferenza H.323 su S.O. Linux. Introduzione L evoluzione tecnologica e la necessità di minimizzare i costi razionalizzando i progetti hanno già da tempo spinto le varie realtà della comunicazione a cercare piattaforme comuni di sviluppo

Dettagli

L architettura di TCP/IP

L architettura di TCP/IP L architettura di TCP/IP Mentre non esiste un accordo unanime su come descrivere il modello a strati di TCP/IP, è generalmente accettato il fatto che sia descritto da un numero di livelli inferiore ai

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO TESI DI LAUREA. Voce su IP

POLITECNICO DI TORINO TESI DI LAUREA. Voce su IP POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni TESI DI LAUREA Voce su IP Analisi di soluzioni di rete e sperimentazione Relatore prof. Marco Ajmone Marsan

Dettagli

Internet e Reti di Calcolatori

Internet e Reti di Calcolatori Internet e Reti di Calcolatori Sommario cosa è Internet cosa è un protocollo? network edge network core rete di accesso, mezzi fisici prestazioni: loss (perdita), delay (ritardo) strati di un protocollo

Dettagli

I protocolli UDP e TCP

I protocolli UDP e TCP I protocolli UDP e TCP A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il livello di trasporto in Internet APP. APP. TCP UDP IP collegamento logico tra diversi processi applicativi collegamento logico tra diversi host IP

Dettagli

Reti di calcolatori: Introduzione

Reti di calcolatori: Introduzione Reti di calcolatori: Introduzione Vittorio Maniezzo Università di Bologna Reti di computer e Internet Rete: sistema di collegamento di più computer mediante una singola tecnologia di trasmissione Internet:

Dettagli

IP Multimedia Subsystem

IP Multimedia Subsystem Introduzione 2 IP Multimedia Subsystem Gli standard tecnologici per la fornitura di servizi VoIP stanno evolvendo verso architetture IP Multimedia Subsystem (IMS) in grado di erogare tramite un unica piattaforma

Dettagli

RETI INTERNET MULTIMEDIALI. Esercitazione 2

RETI INTERNET MULTIMEDIALI. Esercitazione 2 RETI INTERNET MULTIMEDIALI Esercitazione 2 1 VOIP 2 Esercizio 1 Dimensionamento Si consideri un sistema VoIP che operi con codifica G.729 a r=8 kbit/s. L'intervallo di pacchettizzazione è fissato a T=20ms.

Dettagli

l'introduzione a Voice over IP

l'introduzione a Voice over IP Voice over IP (VoIP) l'introduzione a Voice over IP Voice Over IP (VoIP), noto anche come telefonia tramite Internet, è una tecnologia che consente di effettuare chiamate telefoniche tramite una rete di

Dettagli

Reti: unità di misura

Reti: unità di misura Reti: unità di misura bandwidth: range di frequenze usate per la trasmissione del segnale elettromagnetico che codifica l informazione misurata in Hertz (Hz) bit rate: #bit trasmissibili su canale per

Dettagli

Reti di Trasporto 2008- Quesiti verifica parte 3 e parte 4

Reti di Trasporto 2008- Quesiti verifica parte 3 e parte 4 Quesiti-verifica2-08-con-soluzioni-v1.doc Reti di Trasporto 2008- Quesiti verifica parte 3 e parte 4 1 Si consideri il segmento di rete ATM mostrato in figura in cui i nodi A, B, E e F sono commutatori

Dettagli

Antonio Capone. Politecnico di Milano. Dipartimento di Elettronica e Informazione - 1 -

Antonio Capone. Politecnico di Milano. Dipartimento di Elettronica e Informazione - 1 - Antonio Capone Politecnico di Milano Dipartimento di Elettronica e Informazione - 1 - Introduzione - 2 - Perché IP Telephony L integrazione di telefonia e IP rappresenta l opportunità di realizzare un

Dettagli

RETI INTERNET MULTIMEDIALI

RETI INTERNET MULTIMEDIALI RETI INTERNET MULTIMEDIALI H.323 (Multimedia Conferencing) Il materiale presentato in questa sequenza di diapositive è stato cortesemente messo a disposizione dal Prof. Antonio Capone e dal Prof. Flaminio

Dettagli

Modelli di comunicazione

Modelli di comunicazione omunicazione End-to-end o Relayed UNIVERSIT DEGLI STUDI DI PRM Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Luca Veltri (mail.to: luca.veltri@unipr.it) orso di Reti di Telecomunicazione, a.a. 0/0 http://www.tlc.unipr.it/veltri

Dettagli

Prova in itinere - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Mercoledì 23 Maggio 2007, ore 15.00

Prova in itinere - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Mercoledì 23 Maggio 2007, ore 15.00 Prova in itinere - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Mercoledì 23 Maggio 2007, ore 15.00 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette. Cognome:

Dettagli

Il livello trasporto Protocolli TCP e UDP

Il livello trasporto Protocolli TCP e UDP Il livello trasporto Protocolli TCP e UDP Standard: OSi vs TCP/IP Application Presentation Session NFS XDR RPC Telnet, FTP SMTP, HTTP SNMP, DNS RTP,... Protocolli per la comunicazione tra applicativi:

Dettagli

VoIP e IPSec: uno studio sulla coesistenza e cooperazione

VoIP e IPSec: uno studio sulla coesistenza e cooperazione Università degli Studi di Siena Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni VoIP e IPSec: uno studio sulla coesistenza e cooperazione Relatore: Chiar.mo Prof. Giuliano Benelli

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche per la fornitura del servizio di Interconnessione IP/VOIP su rete TISCALI ITALIA per l anno 2013

Condizioni tecniche ed economiche per la fornitura del servizio di Interconnessione IP/VOIP su rete TISCALI ITALIA per l anno 2013 Condizioni tecniche ed economiche per la fornitura del servizio di Interconnessione IP/VOIP su rete TISCALI ITALIA per l anno 2013 1 Sommario 1. PREMESSA... 3 2. SERVIZIO TERMINAZIONE DI CHIAMATE DESTINATE

Dettagli

Standard: OSi vs TCP/IP. Il livello di trasporto. TCP e UDP. TCP: Transmission Control Protocol. TCP: funzionalità

Standard: OSi vs TCP/IP. Il livello di trasporto. TCP e UDP. TCP: Transmission Control Protocol. TCP: funzionalità Standard: OSi vs TCP/IP Application Presentation Session NFS XDR RPC Telnet, FTP SMTP, HTTP SNMP, DNS RTP,... Protocolli per la comunicazione tra applicativi: le raisons d etre della rete Transport TCP

Dettagli

PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UNA RETE VoIP CON ASTERISK

PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UNA RETE VoIP CON ASTERISK PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UNA RETE VoIP CON ASTERISK Facoltà di Ingegneria Corso di laurea in Telecomunicazioni Relatore Prof. Roberto Cusani Canditato Gabriele Carrozzi 789502 A/A 2007/2008 INDICE

Dettagli

Tappe evolutive della rete Internet

Tappe evolutive della rete Internet UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ANCONA FACOLTA DI INGEGNERIA Dipartimento di Elettronica e Automatica Internet della nuova generazione: protocolli e prestazioni Laureando: ANDREA CAPRIOTTI Relatore: Ing. E.GAMBI

Dettagli

Il livello Network del TCP/IP. Il protocollo IP (versione 4)

Il livello Network del TCP/IP. Il protocollo IP (versione 4) Il livello Network del TCP/IP. Il protocollo IP (versione 4) L architettura TCP/IP (il cui nome più preciso è ) è formata da diversi componenti, che si posizionano nello stack dei protocolli a partire

Dettagli

INTRODUZIONE. Prima di affrontare più direttamente le

INTRODUZIONE. Prima di affrontare più direttamente le & imparare & approfondire di GRAZIA ANCONA INTRODUZIONE al VoIP(parte VoIP seconda) Continuiamo la trattazione introducendo le tecniche e i protocolli adottati per ottimizzare le comunicazioni in tempo

Dettagli

IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP

IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP Reti di Calcolatori IL LIVELLO RETE IN INTERNET Protocollo IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 4-1 Il Protocollo IP IPv4 Datagram IP: formato Indirizzi IP: formato Protocolli di controllo IP mobile

Dettagli

5 Architettura protocollare

5 Architettura protocollare 5 Architettura protocollare L architettura protocollare del GPRS è basata sul principio della stratificazione dei protocolli, in accordo col modello ISO/OSI; lo standard GPRS distingue due tipi di piani

Dettagli

Reti di calcolatori e Internet

Reti di calcolatori e Internet Corso di Laboratorio di Tecnologie dell'informazione Reti di calcolatori e Internet Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per usi didattici Cos è Internet: visione dei componenti Milioni

Dettagli

Modelli di comunicazione. Modelli di comunicazione. Comunicazione End-to. o Relayed. Comunicazione Unicast,, Multicast, Broadcast.

Modelli di comunicazione. Modelli di comunicazione. Comunicazione End-to. o Relayed. Comunicazione Unicast,, Multicast, Broadcast. omunicazione End-to to-end o Relayed Luca Veltri (mail.to: luca.veltri@.veltri@unipr.it) orso di Reti di Telecomunicazioni, a.a. 00/0 http:// ://www.tlc.unipr unipr.it/veltri omunicazione end-to-end quando

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 6

Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Reti di Telecomunicazione Lezione 6 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Lo strato di applicazione protocolli Programma della lezione Applicazioni di rete client - server

Dettagli

Internet Control Message Protocol ICMP. Struttura di un Messaggio ICMP. Segnalazione degli Errori

Internet Control Message Protocol ICMP. Struttura di un Messaggio ICMP. Segnalazione degli Errori I semestre 03/04 Internet Control Message Protocol ICMP Comunica messaggi di errore o altre situazioni che richiedono intervento Errore di indirizzo o di istradamento Congestione in un router Richiesta

Dettagli

Modelli di comunicazione. Modelli di comunicazione. o Relayed. Comunicazione End-to. Comunicazione Unicast,, Multicast, Broadcast.

Modelli di comunicazione. Modelli di comunicazione. o Relayed. Comunicazione End-to. Comunicazione Unicast,, Multicast, Broadcast. omunicazione End-to to-end o Relayed Luca Veltri (mail.to: luca.veltri@.veltri@unipr.it) orso di Reti di Telecomunicazione, a.a. 0/0 http:// ://www.tlc.unipr unipr.it/veltri omunicazione end-to-end quando

Dettagli

Guida Installazione IP Telephony

Guida Installazione IP Telephony Ed. 00 Guida Installazione IP Telephony 11. 2006 COPYRIGHT Il presente manuale è esclusivo della SAMSUNG Electronics Italia S.p.A. ed è protetto da copyright. Nessuna informazione in esso contenuta può

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 1 Martedì 4-03-2014 1 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI

Dettagli

RETI INTERNET MULTIMEDIALI

RETI INTERNET MULTIMEDIALI RETI INTERNET MULTIMEDIALI Protocolli di segnalazione VoIP H.323 e SIP Il documento è adattato da materiale cortesemente messo a disposizione dai Prof. Stefano Paris, Vittorio Trecordi, Antonio Capone

Dettagli

UDP. Livello di Trasporto. Demultiplexing dei Messaggi. Esempio di Demultiplexing

UDP. Livello di Trasporto. Demultiplexing dei Messaggi. Esempio di Demultiplexing a.a. 2002/03 Livello di Trasporto UDP Descrive la comunicazione tra due dispositivi Fornisce un meccanismo per il trasferimento di dati tra sistemi terminali (end user) Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it

Dettagli

Protocollo ICMP, comandi ping e traceroute

Protocollo ICMP, comandi ping e traceroute Protocollo ICMP, comandi ping e traceroute Internet Control Message Protocol Internet Control Message Protocol (ICMP): usato dagli host, router e gateway per comunicare informazioni riguardanti il livello

Dettagli

CONFIGURAZIONE VIA WEB BROWSER

CONFIGURAZIONE VIA WEB BROWSER CONFIGURAZIONE VIA WEB BROWSER Prima di procedere con la configurazione del vostro Pirelli NetGate VoIP via WEB Browser è importante che vi assicuriate di avere a disposizione i dati della connessione

Dettagli