FERRANIA SOLIS. 20 Novembre URL: Tel / 4094 / 4609

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FERRANIA SOLIS. 20 Novembre 2014. URL: http://www.ferraniasolis.com e-mail: info@ferraniasolis.com Tel. +39 019 522 4310 / 4094 / 4609"

Transcript

1 FERRANIA SOLIS 20 Novembre 2014 URL: Tel / 4094 / Fax

2 Note Storiche 1915 SIPE Produzione esplosivi F.I.L.M. Cappelli (Ferrania) Conversione alle tecnologie fotografiche M Information and Imaging Technologies 1996 Gruppo IMATION (Spin-off di 3M) Ferrania Imaging Technologies 2005 Ferrania Technologies Luglio 2008 Aprile 2009 Gennaio 2010 Settembre 2010 Giugno 2011 La famiglia Messina assume il controllo di Ferrania Technologies con tutto il sito di Ferrania. diventa operativa: varato business plan esecutivo e sua attuazione. Inizio produzione industriale moduli fotovoltaici. Capacità produttiva di circa 15MW/anno. Aumento capacità produttiva a 23MW/anno. Aumento capacità produttiva a 60MW/anno. Ottobre 2014 Superati i moduli (più di 93MW) prodotti da inizioi i Personale: 73 persone. 2

3 Sintesi analisi di Mercato 3

4 Mondo: Capacità PV Installata Cumulativa Globale Dati: EPIA Maggio

5 Mondo: Evoluzione Capacità PV Cumulativa Globale Dati: EPIA Maggio

6 Mondo: Installazione di nuovi impianti fotovoltaici Dati: EPIA Maggio

7 Impianti FV: potenza installata t in EU nel 2013 e potenza cumulata nei principali paesi mondiali L Italia è stata il 3 Mercato Mondiale nel 2013 in termini di capacità installata cumulata. Potenza FV cumulata a fine 2013 nel mondo Dati: EPIA Maggio 2014 Potenza FV installata nel 2013 in EU 7

8 Previsione i di sviluppo del mercato FV in Italia al 2016 Curve cumulative MW Dati: EPIA 8

9 Potenza Installata in Italia Totale Nazione Potenza Potenza Numero Potenza per unità pro di [MW] capite superficie [W] [kw/km 2 ] Tutti gli impianti ,65 58,48 Dettaglio Regioni ABRUZZO , ,05 BASILICATA ,83 35,32 CALABRIA ,74 29,57 CAMPANIA ,24 47,75 EMILIA ROMAGNA ,98 78,57 FRIULI V. GIULIA ,65 58,93 LAZIO ,65 66,13 LIGURIA ,24 14,39 LOMBARDIA ,51 81,26 MARCHE ,15 108,16 MOLISE ,73 36,73 PIEMONTE ,39 56,58 PUGLIA ,06 129,09 SARDEGNA ,08 28,10 SICILIA ,96 46,96 TOSCANA ,94 29,84 TRENTINO A.A ,33 28,07 UMBRIA ,39 52,03 VALLE D'AOSTA ,17 5,82 VENETO ,04 87,27 Fonte: GSE ATLASOLE Aggiornamento Gennaio

10 Potenza Connessa mensilmente in Italia nel 2014 (kwp) Dati Gaudì Fonte ANIE Rinnovabili 10

11 Bilancio energia elettrica in Italia: serie storica produzione di energia elettrica per tipologia di fonte Dati 11

12 Evoluzione della % di energia prodotta da fonte fotovoltaica in Italia rispetto alla richiesta complessiva di energia elettrica Anno % FV ,21% ,57% ,79% ,60% ,98% 2014 ytd 9,55% 12

13 La filiera del silicio cristallino e l area di business di Ferrania Solis Ferrania Solis ha scelto la tecnologia produttiva del Silicio Cristallino in quanto le altre tecnologie alternative, pur apparse promettenti, hanno presentato e presentano tuttora problemi di efficienza, durata nel tempo, smaltimento/riciclo oltre ai costi di produzione ed investimento non più competitivi. Feedstock Silicio Wafer Silicio Celle Moduli Commercio EPC Sviluppatori Produzione di energia ed utilizzo/vendita Scopo operatori PV Scopo Ferrania Solis Opportunità di partnership Produzione e commercializzazione i moduli fotovoltaici i Assistenza a clienti per progettazione/ installazione impianti fv anche chiavi in mano 13

14 Ferrania Solis: Mission Creare a Ferrania un Polo Tecnologico ed Industriale di eccellenza nel campo delle energie rinnovabili, sfruttando le potenzialità presenti in termini di risorse umane, know-how ed infrastrutture mediante lo sviluppo di attività di: 1. Produzione e commercializzazione di moduli fotovoltaici 2. Progettazione, commercializzazione ed installazione di impianti fotovoltaici 3. Ricerca e sviluppo per l ottimizzazione dei processi produttivi, lo sviluppo di nuove tecnologie e relativa industrializzazione Operare in condizioni di qualità totale e di massima sicurezza, nel rispetto dell ambiente e con l obiettivoo della massima soddisfazioneione dei clienti, dipendenti, azionisti, fornitori e delle comunità locali e di attrarre altre attività industriali e di ricerca. 14

15 Ferrania Solis S.r.l. Capitale Sociale 2,800 Mio EUR SOCI - Ferrania Technologies S.p.A. 50% - Finemme S.p.A. 50% Area Investimenti m 2 12,2 Mio EUR 15

16 Banca CARIGE Banca CARISA Elenco Banche di riferimento Banca Popolare di Milano Intesa Sanpaolo Banca Passadore Findomestic Deutsche Bank Unicredit (assessment ICIM per bancabilità) Mediocredito dit Italiano (assessment RINA per bancabilità) bilità) 16

17 Ferrania Solis Aggiornamento Novembre 2014 Produzione: Capacità N di moduli MW * Personale: Unità Fatturato Mio EUR * Capacità attuale 60MW/y Con nuova stringatrice: 100MW/y 17

18 Celle Celle in entrata Stringatura celle Posizionamento stringhe su vetro + film Interconnessione stringhe Laminazione Incorniciatura e applicazione scatola di giunzione Test finali Classificazione e Codifica Imballaggio Immagazzinamento Trasporto Modulo Selezione dei fornitori Prove sui materiali Visite dei siti produttivi Dichiarazione di conformità Controllo celle Proprietà P i elettriche Colore e spessore Eventuali difettosità e macchie Controllo saldature Simulatore solare di stringa -> ottimizzazione parametri di stringatura Elettroluminescenza di stringa -> rilevazione hot spot Ispezione visiva Eventuali difettosità sulla lastra di vetro Corretto layout delle stringhe Verifica funzionalità incapsulante Su ogni nuovo lotto determinazione Gel Content Controllo isolamento Per classe II test a 2500 Volts Test al simulatore solare Misura proprietà elettriche in STC Tracking System Serial number del modulo Lotto materie prime e Componenti Dati di processo Controlli Qualità su Moduli Ferrania Solis Materiali e progetto di modulo per prestazioni qualitative ti superiori. i Elevato numero ed accuratezza dei controlli di processo e di rilascio. Classificazione elettrica precisa e fine per ridurre il mismatching. Confezionamento robusto e funzionale. 18

19 Certificazione di Eccellenza e D.Lgs 231/01 Ferrania Solis S.r.l. è stata la prima azienda italiana nel settore del fotovoltaico a realizzare un Sistema di Gestione Integrato e ad ottenere le tre certificazioni ISO 9001:2008, ISO 14001:2004 e OHSAS 18001:2007 applicate a tutte le attività aziendali (produzione moduli, R&D, EPC) soddisfacendo i requisiti richiesti da tutti i conti energia, Regole Applicative GSE e Guida CEI Il Certificato di Eccellenza è un riconoscimento riservato alle sole imprese che rappresentano una nicchia virtuosa ed all'avanguardia avendo dimostrato un impegno volontario responsabile nella propria governance aziendale. Ferrania Solis S.r.l. adotta anche un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo conforme alle prescrizioni del D.Lgs 231/2001 con lo scopo di aumentare la trasparenza e l efficienza i nella gestione delle attività i e di migliorare l organizzazione i mediante la definizione di procedure dedicate e di specifiche norme comportamentali. 19

20 Certificazioni i i Moduli Standard d e Senza cornice Ferrania Solis Approvazione di tipo e Certificazioni di Conformità & Factory Inspection. - Test di resistenza alla nebbia salina Uso in zone marittime e costiere. - Test di resistenza all ammoniaca Uso in ambienti agricoli (stalle, pollai). - Test di resistenza meccanica-moduli moduli senza cornice Uso in impianti integrati innovativi. - Test equivalente 40 anni di vita (2000h caldo/umido) Robustezza e durata nel tempo. - Test di reazione al fuoco (Classe I) - Factory Inspection Attestation Premialità sugli incentivi italiani per l uso lusodi componenti Made in EU. - Factory Inspection Attestation Per ottenere con i moduli senza cornice la tariffa incentivante degli impianti integrati innovativi. - Registrazione INMETRO per vendite in Brasile. - Certificazione MCS (Kitemark TM Licence BSI) per vendite nel Regno Unito. - Moduli PID Free in accordo al draft standard IEC 62804/1.0 Stabilità e durata nel tempo. 20

21 Associazioni, i i Attestazioni t i e Smaltimento/Riciclo t i l Ferrania Solis S.r.l. è associata ANIE RINNOVABILI associazione che raggruppa le imprese costruttrici di componenti e impianti chiavi in mano per la produzione di energia da fotovoltaico, eolico, biomasse e geotermia, mini i idraulico. Ferrania Solis S.r.l. è iscritta al COBAT, Sistema Collettivo accreditato per ritiro, trasporto, trattamento e recupero moduli FV a fine vita per soddisfare i requisiti del Decreto sui RAEE n. 49 del 14 marzo 2014, dei conti energia e delle Regole applicative GSE Ferrania a Solis S.r.l. è associata ata PV CYCLE ASSOCIATION AISBL che organizza lo smaltimento ed il riciclo dei moduli fotovoltaici a fine vita in Europa. Ferrania Solis S.r.l. ha ottenuto la qualificazione all'esecuzione di lavori pubblici (SOA) Cat. OG9 - Classifica IV. 21

22 Prestazioni dei Moduli Ferrania Solis I moduli Ferrania Solis risultano i più performanti in assoluto tra i moduli europei e tra i primi due a livello mondiale Resa in kwh/kw Moduli Ferrania Solis 117,3 Media altri moduli 113,11 Test di resa eseguiti presso il laboratorio PHOTON e pubblicati in tutte le principali lingue mondiali nel numero di Settembre 2011 della rivista. 22

23 Attività ità di Ricerca e Sviluppo In parallelo alle produzioni industriali si perseguono continue attività (anche in collaborazione con altre realtà presenti sul territorio e a livello nazionale) di R&S per: Ottimizzazione del processo produttivo (Efficienza, resa produttiva, nuovi materiali, costi) Sviluppo di nuove tipologie i di moduli (neri, ibridi, resistenti in ambienti marini [nebbia salina], resistenti in ambienti critici [ammoniaca], antiriflesso per applicazioni aeroportuali, vetro-vetro, micro-inverter, inverter laminati per sistemi integrati innovativi, ecc.) Diversificazione tecnologica per sfruttare le sinergie col know-how disponibileibil a Ferrania (Attenzione allo sviluppo di efficienza del prodotto ed, eventualmente, di nuove tecnologie mirate sia alla riduzione costi che al progresso qualitativo). Verticalizzazioni lungo la filiera del Silicio e, con altri partners, possibilità di integrazione con altre tecnologie (Cristallizzazione, i Wafer, Silicioi metallurgico, componenti per impiantii fotovoltaici, storage, ecc.) 23

24 Nuova Linea di Produzione Chemical Plant Area and R&D ex Photocolor Area Greenfield Area Nuova fabbrica fotovoltaica (2011) Situazione pregressa (2009) 24

25 Prima Linea Produttiva (2010) 25

26 Nuova Linea Produttiva (2011) 26

27 Impianti a Ferrania e sul Terminal Messina realizzati con moduli Ferrania Solis Primo impianto nel Porto di Genova in attuazione del nuovo PEAP Ferrania Technologies Sito: Ferrania (SV) Potenza: 199,89 KWp Nuova Fabbrica Fotovoltaica Sito: Ferrania (SV) Potenza: 194 KWp R&S - Impianti test moduli (+ ibridi) Sito: Ferrania (SV) Potenza: 1,8 + 1,8 KWp R&S - Impianto Girasole Sito: Ferrania (SV) Potenza: 8,1 KWp Terminal Messina Sito: Calata Derna (GE) Potenza: 189,45 KWp 27

28 Altri impianti i realizzati con moduli Ferrania Solis Sito: Potenza: Vado Ligure (SV) 1,6 MWp Sito: Potenza: Ottana (NU) 997,20 KWp Sito: Potenza: Salmour (CN) 729 KWp Sito: Molfetta (Ba) Sito: Stazzano (AL) Sito: Savona (SV) Potenza: 266 KWp Potenza: 244,8 KWp Potenza: 5,4 KWp 28

29 Organigramma aziendale C.d.A. *Serv. Prevenzione&Protezione e Gestione Rifiuti Servizi Generali Amministrazione Personale Servizi tecnici e Taratura Strumenti Presidente E. Salamoni Progett. e Direz. Lavori Fabbricati e Cap. Industriale P.Matranga A.D. (D.L.) F.Bochicchio Rel.Ist.& OOSS G.Cortesi Produzione Pianificazione & Logistica F.Casella R&D / Q.A. S.Massirio Key Account Rappres. Direzione Qualità/Ambiente Sicurezza D. Brignone Commerciale & Impianti Acquisti, I&M Servizi Ingegneria Sistemi Informativi e per le telecom. Ammin. e Finanza, Controllo Gestione, Servizio Personale F. Bochicchio (ad interim) T. Manconi R.Scorzoni F. Lugaro Processo & Manutenzione R. Araldo Customer Service e Produzione Segret. Comm. 55 D. Baccino Pianificazione e Logistica F. Minetti B. Squarci N. Barisone P. Descovich Commerciale e Marketing L. Di Giulio A. Gagliardo C. Ghigo L. Tavella Totale: M. Carpentieri P. Descovich 73 unità NOTE * = in service parziale 29

30 Contatti operativi Presidente Ernesto Salamoni Cell: Tel: Amministratore Delegato eegato Franco Bochicchio Cell: Tel: Marketing e Vendite Luca Di Giulio Cell: Tel: Andrea Gagliardo Cell: Tel: Carlo Ghigo Cell: Tel: Luisa Tavella Cell: Tel: Commerciale e Key Account Management Diego Brignone (ResponsabileSistema Gestione Integrato, Rappresentante Direzione Q-A-SL e Formazione) Cell: Tel: Acquisti e Progettazione Impianti Tullio Manconi Cell: Tel:

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Il Laboratorio Fotovoltaico: Attività Svolte e Agenda dei Lavori. Alfonso Damiano

Il Laboratorio Fotovoltaico: Attività Svolte e Agenda dei Lavori. Alfonso Damiano Il Laboratorio Fotovoltaico: Attività Svolte e Agenda dei Lavori Alfonso Damiano 1 Sommario Analisi di Contesto Descrizione delle Attività Svolte Descrizione delle Attività in Itinere 2 Gli obiettivi comunitari

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia.

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia. Fondazione Impresa Via Torre Belfredo 81/e 30174 Mestre Venezia + 39 340 2388841 info@fondazioneimpresa.it www.fondazioneimpresa.it CAMPANIA, SARDEGNA E BASILICATA: I MIGLIORI MIX DI ENERGIA RINNOVABILE

Dettagli

>> Fotovoltaico: situazione attuale e prospettive delletecnologiee del mercato

>> Fotovoltaico: situazione attuale e prospettive delletecnologiee del mercato >> Fotovoltaico: situazione attuale e prospettive delletecnologiee del mercato IMPIANTI FOTOVOLTAICI Tecnologie attuali e nuovi modelli Bari 11 Dicembre 2007 ore 15,30 1 >> Fotovoltaico: situazione attuale

Dettagli

Il costo medio di realizzazione dell impianto varia da ca. 4.000 kwp (P < 50 kwp), a ca. 3.600 /kwp (50kWp 200kWp).

Il costo medio di realizzazione dell impianto varia da ca. 4.000 kwp (P < 50 kwp), a ca. 3.600 /kwp (50kWp<P<200kWp) a ca. 3.100 /kwp (P> 200kWp). Il CETRI-TIRES, Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale ha condotto una simulazione su dati GSE, Terna, ATLASOLE e su dati di contabilità industriale di aziende del settore fotovoltaico aderenti

Dettagli

Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale. Dott.ssa Rita Montagni

Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale. Dott.ssa Rita Montagni Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale Dott.ssa Rita Montagni Direttiva 2009/28/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio OBBIETTIVO 2020: ITALIA del 23 aprile 2009 17% del consumo

Dettagli

La situazione delle energie rinnovabili. Il bilancio del Conto Energia. MEF (Ministero dell Economia e delle Finanze)

La situazione delle energie rinnovabili. Il bilancio del Conto Energia. MEF (Ministero dell Economia e delle Finanze) Il gruppo GSE MSE (Ministero dello Sviluppo Economico) Direttive MEF (Ministero dell Economia e delle Finanze) Proprietà 100% AEEG (Autorità per l Energial Elettrica ed il Gas ) Delibere Fiera di Verona,

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa Il Progetto di Confindustria per competere in rete Bologna 8 marzo 2014 Luca De Vita - RetImpresa La rete d impresa: Non ha: sovrastrutture (burocratiche e parapubbliche) Limiti territoriali Limiti settoriali

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA. Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011

ENERGIA FOTOVOLTAICA. Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011 ENERGIA FOTOVOLTAICA Quarto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.05.2011 - G.U. n. 109 del 12.05.2011 3 Meccanismo di finanziamento per il fotovoltaico Collana prodotta dal Servizio Pianificazione

Dettagli

Il Fotovoltaico. Risultati del Conto Energia al 31 dicembre 2008. a cura dell Ufficio Statistiche

Il Fotovoltaico. Risultati del Conto Energia al 31 dicembre 2008. a cura dell Ufficio Statistiche Il Fotovoltaico Risultati del Conto Energia al 31 dicembre 2008 a cura dell Ufficio Statistiche 2 3 Introduzione Il presente lavoro intende fornire, attraverso alcune sintetiche elaborazioni a cura dell

Dettagli

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013

Il Progetto di Confindustria per competere in rete. Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Il Progetto di Confindustria per competere in rete Milano - FederlegnoArredo, 13 giugno 2013 Esigenze espresse dalle Imprese Volontà di: Aggregazione su programmi/progetti Superamento del localismo distrettuale

Dettagli

ENERGIA FOTOVOLTAICA

ENERGIA FOTOVOLTAICA ENERGIA FOTOVOLTAICA Quinto Conto Energia Decreto Ministeriale del 05.07.2012 - G.U. 10.07.2012 Incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici 3 Meccanismo di finanziamento

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

offerta esclusiva riservata all istallazione congiunta con solare termico

offerta esclusiva riservata all istallazione congiunta con solare termico Stock limitato COD. KCRWS021 2,00 kwp offerta esclusiva riservata all istallazione congiunta con solare termico SolarWorld Sunmodule Plus SW 250W poly SMA Sunny Boy 2.5 con ESS NON 5 anni inverter Materiali

Dettagli

Verona 15 Maggio 2008 SOLAREXPO. Luisa Calleri. APER Associazione Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili

Verona 15 Maggio 2008 SOLAREXPO. Luisa Calleri. APER Associazione Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili Verona 15 Maggio 2008 SOLAREXPO Workshop FIRE APER Fonti rinnovabili: guida per i decisori pubblici e i manager Luisa Calleri APER Associazione Produttori di Energia da Fonti Rinnovabili L Associazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

Guida al IV Conto Energia. DM 5 maggio 2011 2011-2016

Guida al IV Conto Energia. DM 5 maggio 2011 2011-2016 Guida al IV Conto Energia DM 5 maggio 2011 2011-2016 Periodo di applicazione dal 1 giugno 2011 al 31 dicembre 2016 Criteri del regime di sostegno Il regime di sostegno è assicurato secondo : obiettivi

Dettagli

Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5%

Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5% Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5% I dati definitivi sul bilancio elettrico del 2014 fanno registrare una riduzione

Dettagli

Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili

Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili Evoluzione del sistema degli incentivi delle energie rinnovabili Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa Convegno FederUtility Fonti rinnovabili ed efficienza energetica Le prospettive per le Aziende

Dettagli

IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO

IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO convegno nazionale & question time IL CONTO ENERGIA IL REGIME FISCALE DEL FOTOVOLTAICO Evoluzione del Conto Energia. Risultati e prospettive Gerardo Montanino, Direttore Divisione Operativa, GSE Fiera

Dettagli

SOLVIS è un produttore croato di Pannelli Fotovoltaici, sistemi FV integrati su tetto e moduli FV custom progettati e realizzati su misura, offrendo

SOLVIS è un produttore croato di Pannelli Fotovoltaici, sistemi FV integrati su tetto e moduli FV custom progettati e realizzati su misura, offrendo SOLVIS è un produttore croato di Pannelli Fotovoltaici, sistemi FV integrati su tetto e moduli FV custom progettati e realizzati su misura, offrendo una vasta e completa gamma di soluzioni per sistemi

Dettagli

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico OBIETTIVO CRESCITA Impresa, banca, territorio Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale

Dettagli

I dati della ricerca

I dati della ricerca Relazioni con i Media Tel. 02/8515.5288/5224 Comunicati www.mi.camcom.it I dati della ricerca Il mercato fotovoltaico in Europa e nel mondo. È l Europa il mercato di sbocco principale per il fotovoltaico,

Dettagli

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*)

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) Regioni e province 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 ABRUZZO 15,07 19,62

Dettagli

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 TELEFONO 47531 1000 BRUXELLES TELEX 622425 TELEFONO 00322 / 2178838

Dettagli

Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico. Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012

Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico. Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012 Il 5 Conto Energia e il futuro degli incentivi nel settore fotovoltaico Riccardo Frisinghelli Tecno Spot Srl Bolzano, 20 settembre 2012 Contenuti Il 5 Conto Energia I punti principali Genesi Opportunità

Dettagli

anche operatori del recupero ed associazioni della filiera cartaria.

anche operatori del recupero ed associazioni della filiera cartaria. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI Carta dei Servizi 3 Premessa Per assicurare il riciclo degli imballaggi, in Italia è operativo un sistema consortile costituito da sei Consorzi di filiera, uno per

Dettagli

2.1 ENERGIA. Roberto Primerano

2.1 ENERGIA. Roberto Primerano 2.1 ENERGIA Roberto Primerano 45 Introduzione Gli indicatori proposti sono ripresi dal rapporto Energy and Environment in the European Union redatto dall Agenzia Europea dell Ambiente con la finalità di

Dettagli

Averaldo Farri, Consigliere ANIE/GIFI Reggio Emilia, 25 luglio 2012

Averaldo Farri, Consigliere ANIE/GIFI Reggio Emilia, 25 luglio 2012 5 Conto Energia: opportunità e criticità introdotte dal nuovo Decreto Averaldo Farri, Consigliere ANIE/GIFI Reggio Emilia, 25 luglio 2012 Obbiettivi raggiunti Il contributo del fotovoltaico in Italia influisce

Dettagli

Gli approcci alla Qualità Lo scenario della Certificazione Lezione introduttiva

Gli approcci alla Qualità Lo scenario della Certificazione Lezione introduttiva MARIA GISELLA CONCA GESTIONE DELLA QUALITÀ Gli approcci alla Qualità Lo scenario della Certificazione Lezione introduttiva LIUC - Castellanza febbraio - maggio 2001 CERTIFICAZIONE: DIFFUSIONE E NORMATIVA

Dettagli

L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo

L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo Festival della Soft Economy - Symbola Università degli Studi di Camerino 25 Giugno 2014 L ENERGIA: QUANTI E QUALI FALSI MITI DA SFATARE Non è vero che il fotovoltaico costa troppo Andrea Zaghi Responsabile

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014 Novara, 11 giugno 2014 "Il Nuovo SET (Servizio Emergenze Trasporti), uno strumento operativo per la gestione delle emergenze a supporto delle Autorità Pubbliche e delle Imprese". Francesca Belinghieri

Dettagli

Electra Italia S.p.A.

Electra Italia S.p.A. Electra Italia S.p.A. Il trading come facilitator delle PMI nella gestione della efficienza del mercato Andrea Chinellato Milano 18 Ottobre 2010 page 1 Electra Italia S.p.A. Electra Italia è una società

Dettagli

Certificati di malattia digitali

Certificati di malattia digitali Certificati di malattia digitali Decreto legislativo n. 150/2009 in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni Roma,

Dettagli

Solare Termico. sopralluogo gratuito. Potenza 4,16 kwp COD. Se installi anche un impianto

Solare Termico. sopralluogo gratuito. Potenza 4,16 kwp COD. Se installi anche un impianto COD. KCR0A041 Potenza 4,16 kwp N.16pz N.1pz Moduli fotovoltaici Solarwatt Blue 60P 260Wp Inverter ABB String Inverter UNO 4.2-TL-OUTD Profili, morsetti, giunti e calotte per montaggio Quadro elettrico

Dettagli

LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE

LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE LE REGOLE DELLA LIBERALIZZAZIONE Prof. Massimo Beccarello Autorità per l energia elettrica e il gas Direzione Strategie, Studi e Documentazione 22 dicembre 2004 Questa presentazione non è un documento

Dettagli

L attrazione di investimenti nei servizi di CRM: l assistenza di Sviluppo Italia nel caso Transcom

L attrazione di investimenti nei servizi di CRM: l assistenza di Sviluppo Italia nel caso Transcom L attrazione di investimenti nei servizi di CRM: l assistenza di Sviluppo Italia nel caso Transcom Roma, 23 aprile 2004 Michele Resta Area Attrazione Investimenti Sviluppo Italia: una mission, tre linee

Dettagli

PRIMA NOTA SULLE FONTI RINNOVABILI IN TOSCANA

PRIMA NOTA SULLE FONTI RINNOVABILI IN TOSCANA PRIMA NOTA SULLE FONTI RINNOVABILI IN TOSCANA Luglio 2009 A cura del Centro Studi Ance Toscana/Confindustria Toscana (Sara Pucci e Anna Taorchini) I confronti internazionali Negli ultimi anni le fonti

Dettagli

LO SVILUPPO DELL ECONOMIA DIGITALE: ALCUNE CONSIDERAZIONI PER OPPORTUNITA DI SVILUPPO

LO SVILUPPO DELL ECONOMIA DIGITALE: ALCUNE CONSIDERAZIONI PER OPPORTUNITA DI SVILUPPO LO SVILUPPO DELL ECONOMIA DIGITALE: ALCUNE CONSIDERAZIONI PER OPPORTUNITA DI SVILUPPO 1 Applicando questa metodologia, nel 2009 il valore a livello mondiale dell internet economy poteva essere stimato,

Dettagli

Produzione: crescono le rinnovabili (+11,1%), si conferma primato del gas nella produzione termica (67,1%)

Produzione: crescono le rinnovabili (+11,1%), si conferma primato del gas nella produzione termica (67,1%) Nota di sintesi Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2010 CRESCE LA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2010: +3,2% E il valore di crescita più alto del decennio 2001-2010, eguagliato l incremento

Dettagli

Il ruolo dei verificatori ambientali

Il ruolo dei verificatori ambientali Il ruolo dei verificatori ambientali Certiquality Direttore Marketing Armando Romaniello 1 CERTIQUALITY SALUTE E SICUREZZA Certiquality è stata fondata quasi vent anni fa da Federchimica ed Assolombarda

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

EnErgia particolare.

EnErgia particolare. Energia particolare. LA STRUTTURA DEL GRUPPO. Gruppo UNOGAS aree di attività: Area vendita gas Area vendita energia Area servizi energetici e impiantistica Area importazione e trading ABBIAMO FATTO MOLTA

Dettagli

3.927 1.905 2.526 2.468

3.927 1.905 2.526 2.468 N accessi alla Procedura Risorse senza requisiti Domande inserite Art. 43 Domande presenti in graduatoria Residenti a L Aquila 3.927 1.905 2.526 58 2.468 17 CAUSALI ASSENZA DEI REQUISITI >20 gg. di malattia

Dettagli

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA N 4/2011 I trim. 2011 Direzione Affari Economici e Centro Studi IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA INDICE I MUTUI PER NUOVI INVESTIMENTI IN COSTRUZIONI --------------------------------------------------------

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI ED INCENTIVI REGIONALI PER EDILIZIA SOSTENIBILE. Aggiornato al 30 Ottobre 2008

RIFERIMENTI NORMATIVI ED INCENTIVI REGIONALI PER EDILIZIA SOSTENIBILE. Aggiornato al 30 Ottobre 2008 RIFERIMENTI NORMATIVI ED INCENTIVI REGIONALI PER EDILIZIA SOSTENIBILE Aggiornato al 30 Ottobre 2008 PROVINCIA DI TRENTO LP 14/1980 LP 22/1991 LP 16/2007 Del. Prov. 825/2007 Distretto tecnologico Incentivi

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

INFOTEL SISTEMI E CENTRO ALTA FORMAZIONE

INFOTEL SISTEMI E CENTRO ALTA FORMAZIONE INFOTEL SISTEMI E CENTRO ALTA FORMAZIONE CERTIFICATA PROGRAMMA INCENTIVI INAIL Bando ISI INAIL 2013 per interventi da avviare nel 2014 CHI SIAMO INFOTEL SISTEMI (www.infotelsistemi.com) è un azienda che

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

Riorganizzazione Trenitalia. 14 luglio 2005

Riorganizzazione Trenitalia. 14 luglio 2005 Riorganizzazione Trenitalia 14 luglio 2005 2 Riorganizzazione processi di manutenzione Strutture centrali Pianificazione industriale (Nuova) Ingegneria degli impianti e della manutenzione (riorganizz.

Dettagli

INCONTRO ANNUALE 2010

INCONTRO ANNUALE 2010 Cagliari,14-15 ottobre 2010 INCONTRO ANNUALE 2010 tra la Commissione Europea e le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi FESR La ricerca nei POR 1 Presentazione 1. Attività di ricerca delle imprese

Dettagli

A ggiornament i sul mercat o fotovoltaico e sulla situazione legislativa dopo l'emanazione del Decreto sulle le Rinn ovabili

A ggiornament i sul mercat o fotovoltaico e sulla situazione legislativa dopo l'emanazione del Decreto sulle le Rinn ovabili A ggiornament i sul mercat o fotovoltaico e sulla situazione legislativa dopo l'emanazione del Decreto sulle le Rinn ovabili Giorgia Colombo Consigliere ANIE/GIFI Bologna - 24 Marzo 2011 1 Cont enut i

Dettagli

I principali temi. Crescita dimensionale. Reti d impresa e altre forme di alleanza. Innovazione e ricerca. Capitale umano e formazione

I principali temi. Crescita dimensionale. Reti d impresa e altre forme di alleanza. Innovazione e ricerca. Capitale umano e formazione I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale umano e formazione Internazionalizzazione: Esportazioni Investimenti diretti esteri Efficienza

Dettagli

La certificazione dell impianto come. uno strumento di mitigazione del rischio

La certificazione dell impianto come. uno strumento di mitigazione del rischio La certificazione dell impianto come garanzia della qualità e delle prestazioni: uno strumento di mitigazione del rischio Paolo Gianoglio, Direttore 7 maggio 2010 Dove c è innovazione, c è ICIM ICIM, nel

Dettagli

II FORUM GREEN ENERGY

II FORUM GREEN ENERGY II FORUM GREEN ENERGY OSSERVATORIO RINNOVABILI Prime evidenze della Rilevazione «Il ruolo delle banche nello sviluppo delle green energy» Francesca Rosati Senior Research Analyst ABI Lab Marco Marino Ufficio

Dettagli

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010 Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO La ricerca sviluppata ha preso in esame tutte le segnalazioni pervenute al Centro Operativo Nazionale del

Dettagli

Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano

Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano Padova, 19 marzo 2014 Pierluigi Sodini Definizione L articolo 25, comma 2 del decreto legge 18 ottobre

Dettagli

LA VISION 2000 (UNI EN ISO 9001:2000)

LA VISION 2000 (UNI EN ISO 9001:2000) NORMA ISO 9001:2000 LA VISION 2000 (UNI EN ISO 9001:2000) 1 SVILUPPO DEL PROGETTO VISION 2000 Lug. 1998 CD1 (comitato ISO/TC 176) Feb. 1999 CD2 Nov. 1999 ISO/DIS Set. 2000 Final ISO/DIS 15 Dic. 2000 ISO

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO APRILE 2016

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO APRILE 2016 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO APRILE 2016 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo aprile 2016 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia Commento

Dettagli

Il GSE a supporto delle Pubbliche Amministrazioni Ennio Ferrero Responsabile Unità Servizi Specialistici

Il GSE a supporto delle Pubbliche Amministrazioni Ennio Ferrero Responsabile Unità Servizi Specialistici Il GSE a supporto delle Pubbliche Amministrazioni Ennio Ferrero Responsabile Unità Servizi Specialistici Bologna - 22 novembre 2010 Indice Le attività del Gestore dei Servizi Energetici La situazione delle

Dettagli

Produzione di energia elettrica in Italia

Produzione di energia elettrica in Italia PRODUZIONE Produzione di energia elettrica in Italia Tabella 25 Lorda Idro Termo Eol. Fotov. Totale Idro Termo Eol. Fotov. Totale B 2008 2009 Produttori 46.351,0 248.963,5 5.050,4 300.364,9 52.553,9 212.596,6

Dettagli

Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di gas naturale

Scheda di confrontabilità per clienti finali domestici di gas naturale FC-VECA.A-I_SW_DOM_ DOM_DUAL - All.8 Sconta prezzo gas sul valore della componente commercializzazione all'ingrosso (componente relativa alla materia prima Materia Prima Gas (CCI) /Smc 0,414734 L offerta

Dettagli

03/11/2015. Lo stato dell'arte del programma di farmacovigilanza in Italia. Ugo Moretti

03/11/2015. Lo stato dell'arte del programma di farmacovigilanza in Italia. Ugo Moretti Lo stato dell'arte del programma di farmacovigilanza in Italia Ugo Moretti 1 Farmacovigilanza La scienza e le attività collegate alla identificazione, valutazione, conoscenza e prevenzione delle reazioni

Dettagli

Gestore dei Servizi Energetici GSE spa

Gestore dei Servizi Energetici GSE spa Gestore dei Servizi Energetici GSE spa Emilio Cremona Presidente www.gse.it www.gsel.it 2 Indice Il GSE Le fonti rinnovabili: presente e futuro CORRENTE GSE a supporto delle amministrazioni pubbliche 3

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Produzione di energia elettrica in Italia

Produzione di energia elettrica in Italia PRODUZIONE Produzione di energia elettrica in Italia Tabella 25 (*) Lorda Idro Termo Eol. Fotov. B Totale Idro Termo Eol. Fotov. Totale B 2012 2013 Produttori 43.280,7 207.669,9 13.407,1 18.861,7 283.219,5

Dettagli

GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI

GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI Famiglia gioco Numero Concessioni GIOCHI A BASE SPORTIVA E IPPICA 398 CONCESSIONI GIOCO ON LINE (GAD) 144 GIOCHI NUMERICI A TOTALIZZATORE 1 LOTTO E LOTTERIE 1 BINGO

Dettagli

L Italia delle fonti rinnovabili

L Italia delle fonti rinnovabili L Italia delle fonti rinnovabili Le fonti rinnovabili in Italia Il GSE, Gestore dei Servizi Energetici, pubblica periodicamente dati e statistiche sulle fonti rinnovabili utilizzate in Italia. L uscita

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo maggio 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia Commento

Dettagli

IT IMPRESA E TERRITORIO SRL FINANZA COMUNITARIA PER IMPRESE ED ENTI LOCALI

IT IMPRESA E TERRITORIO SRL FINANZA COMUNITARIA PER IMPRESE ED ENTI LOCALI IT IMPRESA E TERRITORIO SRL FINANZA COMUNITARIA PER IMPRESE ED ENTI LOCALI PRESENTAZIONE La società opera nel settore della consulenza aziendale e dello sviluppo imprenditoriale con riferimento, in particolare,

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Factoring e convenzione fornitori

Factoring e convenzione fornitori Factoring e convenzione fornitori Reggio Emilia, 25 marzo 2015 Giuliano Casagrande Direttore Commerciale Credemfactor S.p.A. Il Factoring Il concetto può essere sintetizzato in 4 parole chiave: 1. Valutazione

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

A 16 anni dall approvazione del decreto Ronchi è in corso una rivoluzione della gestione dei rifiuti: - che sta cambiando gli stili di vita

A 16 anni dall approvazione del decreto Ronchi è in corso una rivoluzione della gestione dei rifiuti: - che sta cambiando gli stili di vita A 16 anni dall approvazione del decreto Ronchi è in corso una rivoluzione della gestione dei rifiuti: - che sta cambiando gli stili di vita (battaglia vinta contro i sacchetti di plastica non compostabile);

Dettagli

Europa 2020 Obiettivi:

Europa 2020 Obiettivi: Europa 2020 Obiettivi: 1. Occupazione 2. R&S innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni) dell'ue aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al

Dettagli

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012 Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Dott.ssa Giuseppina Galluzzo Roma, 14 Dicembre 2012 il mercato elettronico della p.a. cosa è Il Mercato Elettronico della P.A. è un mercato

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE. www.gsel.it

L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE. www.gsel.it L incentivazione del Fotovoltaico e il ruolo del GSE www.gsel.it 2 Indice II GSE Gestore dei Servizi Elettrici L incentivazione del Fotovoltaico: : il conto energia Il Decreto 19 febbraio 2007 3 Il GSE

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE. L uso dei farmaci in Italia SULL IMPIEGO DEI MEDICINALI gennaio-settembre 2008-4 -

OSSERVATORIO NAZIONALE. L uso dei farmaci in Italia SULL IMPIEGO DEI MEDICINALI gennaio-settembre 2008-4 - - 2 - - 3 - - 4 - - 1 - 1 Art. 9 comma 1 del D.L. 31 dicembre 2007 n. 248, convertito in legge 28 febbraio 2008 n. 31-2 - - 3 - - 4 - - 5 - - 6 - - 7 - - 8 - - 9 - - 10 - Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE

LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE Carte Diem Roma, Relatore: Alessandro Messina LO SCENARIO DEL CREDITO IN ITALIA A giugno 2008 lo stock di impieghi era pari a 1.543 MLD Di questi, rivolti

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati Contesto europeo Secondo i dati resi disponibili da Eurostat, integrati con i dati ISPRA per quanto riguarda l Italia, nel 2011 i 27 Stati membri dell

Dettagli

GLI INVESTIMENTI IN OGGETTI PROMOZIONALI DELLE AZIENDE ITALIANE

GLI INVESTIMENTI IN OGGETTI PROMOZIONALI DELLE AZIENDE ITALIANE GLI INVESTIMENTI IN OGGETTI PROMOZIONALI DELLE AZIENDE ITALIANE Presentazione dei risultati Indagine effettuata per PROMOTION MILANO, marzo 2000 1 OBIETTIVI GENERALI Analizzare la domanda di prodotti promozionali

Dettagli

Infratel Italia. marzo 2014

Infratel Italia. marzo 2014 Infratel Italia marzo 2014 La missione Estendere le opportunità di accesso alla banda larga, in tutte le aree sottoutilizzate del Paese, attraverso la realizzazione e l integrazione d infrastrutture di

Dettagli

Fotovoltaico: un'opportunità di business per le aziende di smaltimento dell'amianto

Fotovoltaico: un'opportunità di business per le aziende di smaltimento dell'amianto Fotovoltaico: un'opportunità di business per le aziende di smaltimento dell'amianto Ing. Pietro Pecchini Resp. Business Unit tetti Industriali Enerqos Solar technologies Forum Milano, 14 Ottobre 2010 La

Dettagli

Chi siamo. L affidabilità ed elevata professionalità di Secsun è comprovata dalla presenza di un team nutrito di 40 TECNICI SPECIALIZZATI:

Chi siamo. L affidabilità ed elevata professionalità di Secsun è comprovata dalla presenza di un team nutrito di 40 TECNICI SPECIALIZZATI: COMPANY PROFILE INDICE 03. Chi siamo 04. Mission 06. Risorse 07. Struttura Aziendale 08. Le divisioni aziendali 09. Prodotti - divisione quadri 10. Linea quadri di campo 11. Linea quadri in alternata e

Dettagli

Il senso di una analisi storica sui trasferimenti dallo Stato ai Comuni

Il senso di una analisi storica sui trasferimenti dallo Stato ai Comuni I TRASFERIMENTI ERARIALI COME LEVA DI GOVERNO NEI RAPPORTI STATO COMUNI Copyright SDA Copyright Bocconi 2005 SDA Bocconi 2005 SDA Bocconi per Anci Veneto 1 Il senso di una analisi storica sui trasferimenti

Dettagli

UNIAMO LE ENERGIE. 7-11 ottobre 2009 Torino Esposizioni

UNIAMO LE ENERGIE. 7-11 ottobre 2009 Torino Esposizioni UNIAMO LE ENERGIE 7-11 ottobre 2009 Torino Esposizioni L impianto fotovoltaico di Zeta Polimeri Luciano Filippi Indice 1. Chi è Making ME Energy 2. L impianto Zeta Polimeri 3. Obiettivi e soluzioni 4.

Dettagli

Consorzio ABN a & b Network Sociale. Luglio 2012

Consorzio ABN a & b Network Sociale. Luglio 2012 Consorzio ABN a & b Network Sociale Luglio 2012 1 1) Il company profile: ABN Impresa Sociale 2) L Approccio Sociale 3) Il settore energia in generale 4) Il settore energia: il modello comunitario 2 Cooperative

Dettagli

La storia. Gennaio 2015. Novembre Dicembre 2014

La storia. Gennaio 2015. Novembre Dicembre 2014 La storia Lettera Presidente Renzi; 1650 Comuni segnalano oltre 3300 richieste. (insieme eterogeneo) Incarico a DIPE per inizio istruttoria sui finanziamenti del DL DPCM 28/10 su allentamento Patto di

Dettagli

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Francesco Fioretto, Responsabile Succursale Emilia Romagna Parma, 25 marzo 2010 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Marketing CRIBIS D&B Agenda Analisi dei Fallimenti in Italia Company Profile Gli Strumenti Utilizzati e Metodologia 2 Tipologia di analisi

Dettagli

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA

I GIOVANI REGISTRATI AL PROGRAMMA SUPERANO LE 746 MILA UNITÀ, 13 MILA IN PIÙ RISPETTO ALLA SCORSA SETTIMANA Roma, 11 Settembre 2015 I giovani presi in carico sono 441.589. A quasi 159 mila è stata proposta almeno una misura. Il Ministro Poletti ha dato il via al progetto Crescere in Digitale durante la conferenza

Dettagli

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA

DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA DECRETO MINISTERIALE V CONTO ENERGIA NOTA SINTETICA Entrata in vigore: Il nuovo regime di incentivazione previsto dal V conto energia entrerà in vigore 45 giorni dopo il raggiungimento di un costo indicativo

Dettagli

Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia

Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia Ing. Paolo Ricci Consigliere Delegato di TerniEnergia Milano - 30 novembre 2009 1 TerniEnergia TerniEnergia, costituita nel mese di settembre del 2005 e parte del Gruppo Terni Research, opera nel settore

Dettagli