COME LA BEI - BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI - FINANZIA LA PRODUZIONE E L UTILIZZO DI ENERGIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COME LA BEI - BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI - FINANZIA LA PRODUZIONE E L UTILIZZO DI ENERGIA"

Transcript

1 COME LA BEI - BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI - FINANZIA LA PRODUZIONE E L UTILIZZO DI ENERGIA Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 1

2 1. Aspetti istituzionali 2. Obiettivi 3. Progetti 4. Tipologie di prestito Prestito intermediato 5. Impianto Fotovoltaico Sviluppo del piano finanziario Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 2

3 1. Aspetti istituzionali Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 3

4 La Banca europea per gli investimenti (BEI) La Banca per i finanziamenti a lungo termine dell Unione europea è stata creata nel 1958 dal Trattato di Roma. Azionisti: i 27 Stati membri dell UE Rating AAA/AAA/Aaa Istituzione not-for-profit: le risorse raccolte alle migliori condizioni sui mercati dei capitali vengono messe a disposizione dei progetti in una logica di copertura dei costi amministrativi e di credito. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 4

5 Ripartizione del capitale della BEI Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 5

6 Key figures 2010 Prestiti firmati: euro 71,8 miliardi (stock di bilancio euro 451 miliardi) Prestiti firmati in Italia: euro 8,8 miliardi (stock di bilancio euro 55,3 miliardi) Raccolta: euro 67 miliardi Capitale sottoscritto: euro 232,4 miliardi (al ) Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 6

7 Attivita in Italia Nel biennio il totale dei prestiti firmati da BEI in Italia è stato di 18,5 miliardi. Più di un terzo dei finanziamenti ha sostenuto progetti con valenza ambientale. 1,2 miliardi sono stati destinati a progetti nel settore dell energia rinnovabile. Anno 2010 suddivisione per settore dell intervento BEI Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 7

8 2. Obiettivi Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 8

9 Gli obiettivi prioritari europei di BEI per i corporates Sostenibilita ambientale/azioni contro il cambiamento climatico Energia sostenibile, competitiva e sicura Convergenza Knowledge Economy Costituiscono obiettivi prioritari BEI anche: il sostegno alle PMI e alle aziende Mid-Cap (realizzato con linee dedicate agli istituti bancari nazionali e regionali per investimenti promossi da aziende rispettivamente con massimo di 250 o dipendenti); il finanziamento delle reti TENs (sia di trasporto che energia) Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 9

10 Sostenibilita ambientale Azioni contro il cambiamento climatico Iniziative dedicate al supporto di investimenti nell ambito del cambiamento climatico (riduzione delle emissioni di gas a effetto serra), sviluppo sostenibile e benessere sociale. Nel 2010 prestiti per complessivi euro 20,5 miliardi finalizzati a: la promozione della gestione dei rifiuti e dell utilizzo sostenibile delle risorse naturali il miglioramento dell ambiente urbano la diminuzione dell inquinamento la riduzione degli effetti legati al cambiamento climatico Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 10

11 Energia sostenibile, competitiva e sicura Aree prioritarie: energia rinnovabile efficienza energetica RSI diversificazione e sicurezza degli approvvigionamenti interni sicurezza energetica esterna e sviluppo economico Nel 2010, in Italia euro 2,6 miliardi a favore di progetti riguardanti le energie rinnovabili Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 11

12 3. Progetti Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 12

13 Caratteristiche del progetto Il progetto deve: Corrispondere ad almeno uno degli obiettivi di finanziamento BEI Essere tecnicamente valido Essere finanziariamente sostenibile Avere un accettabile ritorno economico Rispettare le vigenti normative nazionali ed europee in tema di appalti, ambiente e aiuti di Stato Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 13

14 4. Tipologie di Prestito Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 14

15 Tipologie di Prestito Prestiti Diretti / Individuali Prestiti Intermediati Importo MINIMO del progetto 60 milioni Importo MASSIMO del progetto 25 milioni BEI eventuale garanzia Finanziamento (tasso BEI 1 ) Banca BEI Finanziamento (tasso BEI) Finanziamento (tasso BEI + margine rischio banca). Trasparenza nel trasferimento del vantaggio BEI Beneficiario (promotore) Beneficiario (promotore) 1 Euribor 6M + spread Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 15

16 Prestito intermediato Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 16

17 Prestito intermediato Il ciclo del progetto BEI - Banca Europea per gli Investimenti prestito Aziende beneficiarie A) determina caratteristiche dei finanziamenti B) determina il plafond da assegnare alle banche C) condivide il testo del contratto di finanziamento D) acquisisce la cessione del credito verso il beneficiario finale PMI (max 250 dip.) MID CAP (max dip.) A) Seleziona i progetti da finanziare con fondi BEI B) Delibera l operazione e hiede l assegnazione del progetto C) Chiede a BEI il tiraggio dei fondi D) Eroga i crediti assumendosene il rischio Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 17

18 Prestito intermediato Caratteristiche del prestito e del progetto Beneficiari 1.Società italiane operanti in tutti i settori economici (vedasi settori esclusi per UE/BEI) classificabili come: PMI (micro, piccole e medie imprese) autonome con meno di 250 addetti; MID CAP indipendenti con meno di addetti 1.Che non rientrino nei settori economici esclusi dalla UE Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 18

19 Requisiti per l autonomia delle PMI Le PMI sono considerate autonome se: meno del 25% del capitale sociale è detenuto da un'altra società; 25% o più del capitale sociale è detenuto da un'altra società, ma l'organico di gruppo consolidato resta inferiore ai 250 dipendenti; 25% o più del capitale sociale è detenuto da un ente locale con un budget annuo inferiore a 10 milioni di euro e con meno di abitanti; 25% o più del capitale sociale è detenuto da società od istituzioni incluse nelle eccezioni di cui alla raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 6 maggio 2003, articolo 3, paragrafo 2 (esempio: fondi di capitale di rischio o business angels per investimenti inferiori a 1,25 milioni di euro, università o centri di ricerca non profit, investitori istituzionali inclusi fondi di sviluppo regionale). Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 19

20 Requisiti per l indipendenza delle MID-CAP Le MID-CAP sono considerate autonome se: meno del 25% del capitale sociale è detenuto da un'altra società; 25% o più del capitale sociale è detenuto da un'altra società, ma l'organico di gruppo consolidato resta inferiore ai dipendenti; 25% o più del capitale sociale è detenuto da un ente locale con un budget annuo inferiore a 10 milioni di euro e con meno di abitanti; massimo il 50% del capitale sociale è detenuto da società od istituzioni incluse nelle eccezioni di cui alla raccomandazione della Commissione 2003/361/CE del 6 maggio 2003, articolo 3, paragrafo 2 (esempio: fondi di capitale di rischio o business angels per investimenti inferiori a 1,25 milioni di euro, università o centri di ricerca non profit, investitori istituzionali inclusi fondi di sviluppo regionale). Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 20

21 Settori esclusi dalla UE/BEI: produzione di armi e munizioni, armamenti, equipaggiamenti o infrastrutture militari o di polizia, nonché equipaggiamenti o infrastrutture che limitino i diritti e le libertà personali (es. penitenziari e centri di detenzione); gioco d azzardo e attrezzature correlate; fabbricazione, lavorazione o distribuzione del tabacco; attività che implichino l utilizzo di animali vivi a fini scientifici e sperimentali; attività il cui impatto ambientale non risulti attenuato e/o compensato tramite misure appropriate; settori considerati eticamente o moralmente discutibili (es. ricerca sulla clonazione umana); attività di puro sviluppo immobiliare. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 21

22 Scopo dell investimento nuovi investimenti produttivi industriali, per la realizzazione di progetti relativi a nuovi impianti, ampliamenti e ammodernamenti, compresi gli aumenti permanenti del magazzino (materie prime, semilavorati, ecc.) e le necessità per il capitale circolante; realizzazione da parte di soggetti privati di infrastrutture nei settori: del trasporto del turismo dell energia (fonti rinnovabili) della tutela ambientale, del rinnovamento e dello sviluppo urbano del capitale umano e precisamente dei servizi sanitari (ospedalieri, centri di soccorso, studi medici, laboratori di analisi chimiche, servizi di ambulanze, ecc.) dell'assistenza sociale (attività residenziale a favore di handicappati, anziani, ecc.) dell'istruzione (istituti scolastici, centri di formazione, residenze universitarie), delle residenze sociali (housing sociale in genere) Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 22

23 Spese finanziabili Tutti gli investimenti e le spese sostenute nell'ambito di un coerente progetto di sviluppo delle PMI e delle MID-CAP. Può trattarsi di: nuovi investimenti in corso di esecuzione alla data della presentazione della domanda di finanziamento; investimenti già eseguiti, a condizione che risultino ultimati da non oltre sei mesi precedenti la data di presentazione della domanda. Progetto = insieme omogeneo di investimenti e spese in beni identificabili in termini di ubicazione, progettazione e conseguenti benefici derivanti dalla loro realizzazione. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 23

24 Tipologia degli investimenti Acquisto di beni materiali diversi da terreni (salvo il caso in cui sia strettamente strumentale alla realizzazione delle altre componenti del progetto); Investimento in beni immateriali quali, a titolo esemplificativo: spese di sviluppo, progettazione e finanziamento nella fase di realizzazione del progetto; spese di ricerca e sviluppo (onorari, costi di sviluppo e retribuzioni lorde direttamente associate a componenti di ricerca, sviluppo e innovazione dell'attività); realizzazione di reti distributive sui mercati nazionali o comunitari (acquisizione di beni e/o di marchi commerciali, costi d'esercizio e spese per il personale); ricambio generazionale o trasmissione societaria, al fine di garantire la continuazione dell'attività (sia l'acquirente, sia l'ente venduto siano PMI e per un importo non superiore a 1 milione di euro); Incremento permanente del capitale circolante (in quota modesta) necessario all'espansione delle attività commerciali a seguito degli investimenti effettuati. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 24

25 Non sono in ogni caso finanziabili: gli investimenti immobiliari puri e semplici effettuati a solo scopo speculativo; l acquisto di azioni o di quote di società; il riacquisto di impianti già finanziati dalla BEI o dalla banca. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 25

26 Arco temporale dell investimento Si possono includere nel progetto (che non deve essere già ultimato al momento della richiesta alla banca): 1.gli investimenti e le spese già effettuati nel corso dei due anni solari antecedenti alla richiesta (alla banca) di finanziamento; 2.gli investimenti futuri previsti in un arco di massimo tre anni (pari alla durata massima del preammortamento -> frazione d anno in corso alla domanda + 2 anni successivi). Nel periodo di preammortamento sono possibili erogazioni a Stato Avanzamento Lavori (SAL). La firma del contratto di finanziamento tra l'istituto Intermediario e il Beneficiario Finale non deve avvenire oltre i 6 mesi rispetto alla data di presentazione dei Progetti alla BEI per l'allocazione dei fondi. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 26

27 Importo del finanziamento Fino al 100% delle spese ammissibili con minimo di euro (fissato da BPS) e un massimo di euro Il costo di ogni progetto finanziato non può comunque eccedere l importo di euro 25 milioni. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 27

28 Durata Progetti industria -> fino 12 anni compreso un periodo di preammortamento di massimo 3 anni (obbligatorio un primo periodo variabile sino alla prima scadenza semestrale). Progetti infrastrutture a carattere generale energia, turismo, trasporti, ecc. -> fino a 15 anni compreso un periodo di preammortamento di massimo 3 anni (obbligatorio un primo periodo variabile sino alla prima scadenza semestrale). Progetti infrastrutture nel capitale umano -> fino a 20 anni compreso un periodo di preammortamento di massimo 3 anni (obbligatorio un primo periodo variabile sino alla prima scadenza semestrale). Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 28

29 Ammortamento (per BPS) Normalmente in rate semestrali comprensive di capitale e interessi scadenti il 31/1 e il 31/7 di ogni anno. Per i prestiti a tasso variabile l'ammortamento avverrà in rate semestrali costanti per capitale (ammortamento uniforme o italiano). Per i prestiti a tasso fisso (di norma, taglio minimo superiore a euro 1 milione) l'ammortamento avverrà in rate semestrali costanti per capitale e interessi (ammortamento francese). Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 29

30 Tasso d interesse variabile, indicizzato al tasso dell Euribor 6 mesi, maggiorato di uno spread; fisso, pari al tasso comunicatoci dalla BEI entro i dieci gg. precedenti la data di stipula, maggiorato di uno spread. Imposta sostitutiva Esente In sostanza il mutuatario "risparmia" l'imposta sostitutiva pari allo 0,25% sul capitale erogato, prevista per le normali operazioni a M/LT ipotecarie. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 30

31 Cumulabilità Il finanziamento a valere su fondi BEI di per sé non rientra in alcun ambito di agevolazione. E possibile cumulare l intervento con forme di finanziamento agevolato perseguibili dal soggetto finanziato. Nel caso in cui i progetti in esame usufruiscano da parte dell Unione Europea di altri finanziamenti sovvenzioni in conto capitale l importo complessivo dell assegnazione BEI e delle altre risorse finanziarie comunitarie non può superare il 100% del costo del progetto stesso. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 31

32 Estinzione anticipata Possibile, previo consenso scritto rilasciato dalla BEI, in coincidenza con le date di revisione del tasso di interesse. Le richieste devono essere effettuate per iscritto con preavviso di almeno 60 giorni. Penali per anticipata estinzione contratto a tasso variabile: pari all'1% del capitale anticipatamente rimborsato oltre alle altre spese eventualmente richieste da BEI a titolo di indennizzo; contratto a tasso fisso: pari al valore attuale di rimpiazzo, cioè pari al valore della differenza degli interessi conteggiati al tasso applicato alla specifica provvista fatta da BEI al nostro istituto e il tasso di reimpiego (pari al tasso di provvista da BEI, in vigore un mese prima della data di estinzione anticipata, diminuito di 15 punti base). Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 32

33 5. Impianto fotovoltaico Sviluppo del piano finanziario Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 33

34 Impianto fotovoltaico - esempio Azienda che sul tetto del proprio stabilimento installa un impianto da 980 Kwp. Autoconsumo di ca kwh/anno (9% della produzione). Collegamento alla rete entro il 31/12/2011. Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 34

35 Tariffa onnicomprensiva 4 conto energia IMPIANTI CONVENZIONALI ANNO 2011 Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 35

36 Costi Manutenzione e assicurazione Imprevisti Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 36

37 Risparmi (autoconsumo) e Ricavi (tariffa + vendita energia) Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 37

38 Totale dei costi nel periodo di durata della tariffa Remunerazione dell EQUITY Finanziamento del 75% dell investimento (netto IVA) Tasso 5,100 % Durata 15 anni Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 38

39 Totale dei ricavi/risparmi e margini nel periodo di durata della tariffa Differenza Costi ricavi Prima delle TASSE Attualizzazione dei margini Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 39

40 Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 40

41 GRAZIE E ARRIVEDERCI Antonio Noiosi Crediti Speciali e Mediotermine Tel / BANCA POPOLARE DI SONDRIO Piazza Garibaldi, SONDRIO SO Milano, 11 ottobre 2011 Auditorium di Federchimica 41

DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia

DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia DIREZIONE FINANZA Cristiano Vincenzi Responsabile Funzione Finanza Agevolata ed Enti di Garanzia Banca Europea per gli Investimenti: nuove linee di approvvigionamento Centro Servzi Marmo Volargno di Dolcè,

Dettagli

Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento. Finanza Agevolata - Novembre 2015

Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento. Finanza Agevolata - Novembre 2015 Banca Europea per gli Investimenti Linee di approvvigionamento Finanza Agevolata - Novembre 2015 Profilo sintetico della Banca Europea per gli Investimenti La Banca Europea per gli Investimenti è un istituzione

Dettagli

Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA

Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA Gli strumenti Agevolativi presso BNL SpA D.Bartolo Divisione Corporate Gestione Operativa Agevolati, Incentivi e Innovazione Finanziamenti Agevolati Internazionali Portobuffolè, 29/09/2014 Agenda 1. I

Dettagli

I finanziamenti per investire all estero con fondi della Banca Europea per gli Investimenti

I finanziamenti per investire all estero con fondi della Banca Europea per gli Investimenti I finanziamenti per investire all estero con fondi della Banca Europea per gli Investimenti BEI Banca Europea per gli Investimenti introduzione La BEI viene istituita nel 1958 con il trattato di Roma.

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Nuove opportunita di crescita per le imprese orientate all innovazione Le linee di credito dedicate alle PMI e alle Midcap Anna Fusari 17 luglio 2013

Dettagli

C i r c o l a r e d e l 29 m a r z o 2016 P a g. 1 di 5. Sostegno finanziario alle PMI: i fondi BEI e FEI. Contenuto

C i r c o l a r e d e l 29 m a r z o 2016 P a g. 1 di 5. Sostegno finanziario alle PMI: i fondi BEI e FEI. Contenuto C i r c o l a r e d e l 29 m a r z o 2016 P a g. 1 di 5 Circolare Numero 8/2016 Oggetto Sostegno finanziario alle PMI: i fondi BEI e FEI. Sommario Lo scorso autunno la Commissione Europea ha varato il

Dettagli

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato

I J del codice di classificazione ISTAT con le esclusioni previste dalle regole di eligibilità BEI; - Il finanziamento deve essere destinato Allegato 1 Invito alle banche a presentare manifestazione di interesse per la gestione di un plafond di 130 milioni di euro di provvista BEI da destinare a finanziamenti alle PMI della Regione Emilia-Romagna

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE La BEI per le Piccole e Medie Imprese Anna Fusari 25 novembre 2013 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo termine

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Il sostegno della BEI e del FEI alle imprese Anna Fusari 26 settembre 2013 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo

Dettagli

PRESTITO BEI - REGIONE MARCHE - Istituto Gestore Banca Popolare di Ancona

PRESTITO BEI - REGIONE MARCHE - Istituto Gestore Banca Popolare di Ancona Finalità e Spese finanziabili Sono finanziabili tutti gli investimenti e le spese sostenute nell ambito di un coerente programma di sviluppo delle PMI, ad eccezione di pure transazioni finanziarie, sviluppo

Dettagli

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002).

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002). Commissione Agricoltura Senato - Roma, 25 Luglio 2013 Presentazione ISA è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf),

Dettagli

Banca europea per gli investimenti

Banca europea per gli investimenti Banca europea per gli investimenti La banca dell UE Andrea Clerici Napoli, 18.06.2014 La Banca europea per gli investimenti La Banca per i finanziamenti a lungo termine a sostegno dei progetti europei

Dettagli

Tasso variabile: da 19 a 60 mesi Tasso fisso: 3 anni - 47 mesi - 5 anni

Tasso variabile: da 19 a 60 mesi Tasso fisso: 3 anni - 47 mesi - 5 anni Linea: Prodotto: Deutsche Bank PMI investimenti CHIROGRAFARIO Tipologia di intervento Beneficiari Importo Acquisto di macchine, attrezzature ed autoveicoli nuovi ovvero usati, posti al servizio dell'attività

Dettagli

Confidi Abruzzo Banca dell Adriatico FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS

Confidi Abruzzo Banca dell Adriatico FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS Finanziamento a medio lungo termine finalizzato a sostenere ogni tipologia di investimento correlato all attività economica professionale della azienda Small Business.

Dettagli

Confidi Abruzzo Banca dell Adriatico FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS

Confidi Abruzzo Banca dell Adriatico FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS Finanziamento a medio lungo termine finalizzato a sostenere ogni tipologia di investimento correlato all attività economica professionale della azienda Small Business.

Dettagli

BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI La banca dei progetti europei

BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI La banca dei progetti europei BANCA EUROPEA PER GLI INVESTIMENTI La banca dei progetti europei II^ GIORNATA DELLE RETI D IMPRESA Roma, 10 gennaio 2013 Anna Fusari La (BEI) La banca per i finanziamenti a lungo termine a sostegno dei

Dettagli

FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA

FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA LINEE D INTERVENTO: 1. SVILUPPO AZIENDALE; 2. INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO; 3. APPLICAZIONE INDUSTRIALE DI RISULTATI DELLA RICERCA; 4. CRESCITA DIMENSIONALE

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI FABRIANO E CUPRAMONTANA

CASSA DI RISPARMIO DI FABRIANO E CUPRAMONTANA CASSA DI RISPARMIO DI FABRIANO E CUPRAMONTANA LINEE DI CREDITO * CONTI CORRENTI * PORTAFOGLIO E CONTO ANTICIPI * MUTUO CHIROGRAFARIO * MUTUO FONDIARIO - IPOTECARIO condizioni con decorrenza 01 / 3 / 2015

Dettagli

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014

Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI. Bergamo, Ottobre 2014 Strumenti finanziari agevolati a sostegno delle PMI Bergamo, Ottobre 2014 Agenda Interventi Nazionali Interventi Regione Lombardia Interventi Regione Piemonte Interventi Regione Puglia 2 Agenda Interventi

Dettagli

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg.

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg. NUOVA FINANZA PER PMI Credito Adesso La migliore soluzione per anticipare i contratti e finanziare il fabbisogno di capitale circolante CREDITO ADESSO Caratteristiche dell intervento A chi si rivolge?

Dettagli

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto

VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto VENETO SVILUPPO S.P.A. La finanziaria che fa crescere il Veneto 2 Veneto Sviluppo: la Finanziaria della Regione del LA MISSION: Veneto Istituita con Legge Regionale n. 47 del 1975 FAVORIRE CRESCITA SISTEMA

Dettagli

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50%

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50% Anticipo export L anticipo all esportazione rende disponibili all azienda i mezzi finanziari necessari per la predisposizione della fornitura da vendere all estero, oppure reintegrare i mezzi finanziari

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1, comma 845 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che prevede che il Ministro dello Sviluppo economico con proprio decreto istituisca appositi regimi

Dettagli

JEREMIE SICILIA PMI. Un nuovo strumento finanziario "a condizioni agevolate" per le Imprese siciliane

JEREMIE SICILIA PMI. Un nuovo strumento finanziario a condizioni agevolate per le Imprese siciliane JEREMIE SICILIA PMI Un nuovo strumento finanziario "a condizioni agevolate" per le Imprese siciliane Riccardo Benanti Specialista di Finanza d'impresa Commerciale Corporate Region Sicilia Catania, 31 Marzo

Dettagli

Presentazione intermediazione finanziaria finanziamenti partecipazioni sostegno di nuovi investimenti e/o di progetti di sviluppo supporto al Mipaaf

Presentazione intermediazione finanziaria finanziamenti partecipazioni sostegno di nuovi investimenti e/o di progetti di sviluppo supporto al Mipaaf Reggio Emilia, 13 febbraio 2014 Presentazione è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf), iscritta agli artt.

Dettagli

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI Si riportano di seguito le schede prodotto con le relative condizioni economiche dedicate a tutte le Aziende associate a Confesercenti con fatturato

Dettagli

FINANZIAMENTI AGEVOLATI CON FONDI GESTITI DALLA FINPIEMONTE S.P.A. PER CONTO DELLA REGIONE PIEMONTE

FINANZIAMENTI AGEVOLATI CON FONDI GESTITI DALLA FINPIEMONTE S.P.A. PER CONTO DELLA REGIONE PIEMONTE Pag. 1 / 26 1.1.7 Prodotti della Banca Altri Finanziamenti Finanziamenti agevolati FINANZIAMENTI AGEVOLATI CON FONDI GESTITI DALLA FINPIEMONTE S.P.A. PER CONTO DELLA REGIONE PIEMONTE INFORMAZIONI SULLA

Dettagli

FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO CON PROVVISTA B.E.I. RISERVATI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO CON PROVVISTA B.E.I. RISERVATI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Foglio Informativo FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO RISERVATI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA TERCAS S.p.a. società per azioni con socio unico Sede legale in Teramo, Corso San Giorgio

Dettagli

Guida alla garanzia RSI/FEI

Guida alla garanzia RSI/FEI Guida alla garanzia RSI/FEI Ottobre 2013 Cos è il FEI? Il Fondo Europeo per gli Investimenti (FEI) è stato istituito con sede in Lussemburgo nel 1994 allo scopo di sostenere le piccole e medie imprese

Dettagli

La Banca europea per gli Investimenti

La Banca europea per gli Investimenti La Banca europea per gli Investimenti 1 1. Aspetti istituzionali 2 La Banca europea per gli investimenti (BEI) La Banca per i finanziamenti a lungo termine a sostegno dei progetti di interesse europeo

Dettagli

Art. 1 Oggetto e procedura dell appalto. Art. 2 Norma di salvaguardia. Art. 3 Normativa di riferimento. Art. 4 Vincolatività delle offerte

Art. 1 Oggetto e procedura dell appalto. Art. 2 Norma di salvaguardia. Art. 3 Normativa di riferimento. Art. 4 Vincolatività delle offerte Università per Stranieri di Siena CAPITOLATO D ONERI APPALTO PER LA CONTRAZIONE DI UN MUTUO IPOTECARIO TRENTENNALE A TASSO FISSO PER UN IMPORTO COMPRESO FRA UN MINIMO DI EURO 13.635.204,00 ED UN MASSIMO

Dettagli

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale

Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale Ambito di applicazione L obiettivo della misura è quello di favorire il turnover in agricoltura e sostenere i giovani

Dettagli

Allegato 1. Finanziamenti SACE e Mutui con Fondi BEI fino ad esaurimento linee disponibili.

Allegato 1. Finanziamenti SACE e Mutui con Fondi BEI fino ad esaurimento linee disponibili. Accordo di collaborazione con Unindustria Reggio Emilia ottobre 2013 Finanziamenti BPER a valere su di un plafond complessivo di 40 (quaranta) milioni valido, salvo esaurimento, fino a tutto il 30 settembre

Dettagli

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro.

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro. AVVISO per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane misura Intervento straordinario per la competitività Sul BURC del 2 novembre 2015

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE A cura di Leopoldo Noventa 1 Che cosa sono? I finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese operanti nella Regione Veneto sono finanziamenti erogati

Dettagli

OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE

OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE SEMINARIO LE IMPRESE E L AMBIENTE Come le imprese partecipano oggi alla tutela dell ambiente? 15 Aprile 2011 OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE Bando

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A FUSIGNANO Art. 1 - Premessa Il Comune di Fusignano, pone in essere azioni finalizzate a favorire l incremento

Dettagli

Il Fondo Kyoto finanzia i progetti in uno o più dei seguenti settori, elencati nella Parte Prima, Capitolo II, della Circolare:

Il Fondo Kyoto finanzia i progetti in uno o più dei seguenti settori, elencati nella Parte Prima, Capitolo II, della Circolare: Nota di approfondimento Il Fondo Kyoto Cambia la disciplina del Fondo rotativo Kyoto, istituito dalla Legge Finanziaria 2007 e originariamente regolamentato dal D.M. 25 novembre 2008 e s.m.i. e dalla relativa

Dettagli

LEGGE NAZIONALE N. 598/94: FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA E LA TUTELA AMBIENTALE

LEGGE NAZIONALE N. 598/94: FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA E LA TUTELA AMBIENTALE LEGGE NAZIONALE N. 598/94: FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA E LA TUTELA AMBIENTALE FINALITÀ: Sostenere investimenti in innovazione tecnologica, tutela dell'ambiente e interventi volti

Dettagli

LA NUOVA LEGGE SABATINI

LA NUOVA LEGGE SABATINI LA NUOVA LEGGE SABATINI (DECRETO FARE Decreto Legge 69/2013 convertito con modificazioni dalla legge 98/2013) I DESTINATARI La Nuova Legge Sabatini, prevista dal Decreto del Fare, si rivolge alle micro,

Dettagli

Assolombarda e Mediocredito Italiano

Assolombarda e Mediocredito Italiano AGGIORNATO AL 8 LUGLIO 2010 Assolombarda e Mediocredito Italiano Pag. 1. Riequilibrio Finanziario Finanziamento a medio termine finalizzato al sostegno di programmi di riequilibrio finanziario delle imprese,

Dettagli

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO OPERATIVITÀ A MEDIO/LUNGO TERMINE FINANZIAMENTI PER CONSOLIDAMENTO DI PASSIVITÀ A BREVE TERMINE Finalità: favorire il rafforzamento della struttura finanziaria aziendale attraverso la concessione di finanziamenti

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI

FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI FOGLIO INFORMATIVO C/4 MUTUI IPOTECARI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca ) Sede Legale e Direzione Generale: Viale Europa, 65,

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO

EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO Gianmarco Manzone Divisione Banca dei Territori Ufficio Finanziamenti e Confidi 1 Roma, 22 ottobre 2008 La storia di Intesa Sanpaolo 1998 2000

Dettagli

DEL CONTRATTO DI MUTUO PRIMA CASA A TASSO VARIABILE

DEL CONTRATTO DI MUTUO PRIMA CASA A TASSO VARIABILE Copia per la Banca DOCUMENTO DI SINTESI DEL CONTRATTO DI MUTUO PRIMA CASA A TASSO VARIABILE REDATTO AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 1 SETTEMBRE 1993, N. 385 DELIBERA CICR DEL 4 MARZO 2003 E DEL PROVVEDIMENTO

Dettagli

- tasso fisso e tasso variabile -

- tasso fisso e tasso variabile - Foglio Informativo del Servizio/Prodotto SOVVENZIONI CHIROGRAFARIE AD IMPRESE CON LA COGARANZIA DELLA C.C.I.A.A. DI ROMA E DEI CONSORZI FIDI INFORMAZIONI SULLA BANCA - tasso fisso e tasso variabile - Serie

Dettagli

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo Limiti di importo Impegni commerciali esclusione del settore armamenti, con fatturato annuo fino a 10 Finanziamento a breve termine,

Dettagli

Regione Lombardia Fondo di Rotazione Per l imprenditorialità

Regione Lombardia Fondo di Rotazione Per l imprenditorialità Regione Lombardia Fondo di Rotazione Per l imprenditorialità MISURE 1. Sviluppo aziendale basato su processi di ammodernamento e ampliamento produttivo 2. Innovazione di prodotto e di processo 3. Applicazione

Dettagli

INCENTIVI NAZIONALI LEGGE 46/82 RETE ITALIANA PER LA DIFFUSIONE DELL INNOVAZIONE E IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO ALLE IMPRESE

INCENTIVI NAZIONALI LEGGE 46/82 RETE ITALIANA PER LA DIFFUSIONE DELL INNOVAZIONE E IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO ALLE IMPRESE RETE ITALIANA PER LA DIFFUSIONE DELL INNOVAZIONE E IL TRASFERIMENTO TECNOLOGICO ALLE IMPRESE INCENTIVI NAZIONALI LEGGE 46/82 Direzione Trasferimento di Conoscenza e Innovazione Dipartimento Centri e Reti

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Roma Via Vittorio Veneto 119 - Indirizzo Internet http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016

Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016 Circolare N. 43 del 18 Marzo 2016 Attività agricole: il subentro ed il rilancio delle attività gode di un finanziamento agevolato Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con il decreto

Dettagli

Il ruolo di BNL nell intermediazione dei fondi BEI

Il ruolo di BNL nell intermediazione dei fondi BEI Il ruolo di BNL nell intermediazione dei fondi BEI NUOVI STRUMENTI PER R&I E PER LE PMI ACCORDO CONFINDUSTRIA - BEI - ABI Roma, 24 febbraio 2010 Unione degli Industriali e delle Imprese di Roma Divisione

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002

FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 FONDO DI ROTAZIONE PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE PMI ARTIGIANE Legge Regionale n. 2/2002 Disciplina di riferimento DGR n. 3985 del 16 dicembre 2008 (BUR n. 106 del 26 dicembre 2008)

Dettagli

Fascia Merito creditizio Spread Fascia A (RT 1-3) 3,00% Fascia B (RT 4-5) 3,65% Fascia C (RT 6-7) 4,30%

Fascia Merito creditizio Spread Fascia A (RT 1-3) 3,00% Fascia B (RT 4-5) 3,65% Fascia C (RT 6-7) 4,30% Si riporta, di seguito, l offerta commerciale dedicata alle aziende associate ad Ipe Coop Confidi a valere sull operatività con la CCIAA di Roma. Le condizioni riportate nel presente documento sono valide

Dettagli

FINANZIAMENTI FONTI RINNOVABILI & RISPARMIO ENERGETICO

FINANZIAMENTI FONTI RINNOVABILI & RISPARMIO ENERGETICO FINANZIAMENTI FONTI RINNOVABILI & RISPARMIO ENERGETICO Banca Popolare di Milano per l ambiente Direzione Mercato Coordinamento Centrale Aziende Milano 23 Aprile 2015 Carta d Identità Banca Popolare di

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE AGEVOLAZIONI ED IMPRESE BANDO ISI INAIL 2016 BENEFICIARI: Pmi, anche individuali,ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura AGEVOLAZIONE:

Dettagli

Casi di inadempimento: 1) mancato pagamento e mancato rispetto degli impegni contrattuali. 2) insolvenza ed altre procedure concorsuali

Casi di inadempimento: 1) mancato pagamento e mancato rispetto degli impegni contrattuali. 2) insolvenza ed altre procedure concorsuali CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DELLA GARA RELATIVA AL SERVIZIO DI FINANZIAMENTO DELLA SOCIETA ART. 1 OGGETTO DEL FINANZIAMENTO La procedura aperta ha per oggetto il finanziamento degli investimenti da effettuare

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA

CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA Decorrenza: 17.11.2011 Linee di credito di breve termine Finanziamento a Breve termine Liquidità aziendale Apertura di credito in c/c Importo Max 200.000 Max 18 mesi

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUI PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE 1^ CASA

FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUI PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE 1^ CASA FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUI PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE 1^ CASA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni (di seguito la Banca

Dettagli

Scheda Bandi. Invitalia- Contratto di Sviluppo Programma di sviluppo di attività turistiche

Scheda Bandi. Invitalia- Contratto di Sviluppo Programma di sviluppo di attività turistiche Invitalia- Contratto di Sviluppo Programma di sviluppo di attività turistiche Normativa Ente gestore Data chiusura DM 29/12/2014 Sui Contratti di Sviluppo DM 14/02/2015 N 97 Riforma disciplina del contratti

Dettagli

Finanziamenti con provvista. Finanza Agevolata - Novembre 2015

Finanziamenti con provvista. Finanza Agevolata - Novembre 2015 Finanziamenti con provvista Cassa Depositi e Prestiti Finanza Agevolata - Novembre 2015 Cassa Depositi e Prestiti Identità e missione (1/2) La Cassa Depositi e Prestiti (CDP) è una società per azioni a

Dettagli

Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp

Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp DIPARTIMENTO POLITICHE PER LO SVILUPPO Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp La normativa nazionale di supporto agli investimenti delle imprese cooperative ed altre opportunità

Dettagli

RELAZIONI SUL VII PROGRAMMA QUADRO PRESENTATE AL CONSIGLIO SCIENTIFICO GENERALE DEL CNR (BRUXELLES, 27/28 febbraio 2007)

RELAZIONI SUL VII PROGRAMMA QUADRO PRESENTATE AL CONSIGLIO SCIENTIFICO GENERALE DEL CNR (BRUXELLES, 27/28 febbraio 2007) RELAZIONI SUL VII PROGRAMMA QUADRO PRESENTATE AL CONSIGLIO SCIENTIFICO GENERALE DEL CNR (BRUXELLES, 27/28 febbraio 2007) 8. BEI: Interventi di specifico interesse CNR Orlando Arango (BEI) CNR Bruxelles,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUO CASA PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE IMMOBILI AD USO ABITATIVO

FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUO CASA PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE IMMOBILI AD USO ABITATIVO FOGLIO INFORMATIVO C/3 MUTUO CASA PER ACQUISTO/COSTRUZIONE/COMPLETAMENTO/RISTRUTTURAZIONE IMMOBILI AD USO ABITATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Agricola Popolare di Ragusa Società Cooperativa per Azioni

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Per gli investimenti pubblici

Cassa depositi e prestiti. Per gli investimenti pubblici Cassa depositi e prestiti Per gli investimenti pubblici CDP per lo sviluppo del territorio Oltre a finanziare gli investimenti della PA, CDP opera a favore dello sviluppo del territorio, supportando le

Dettagli

Alcune opportunità di accesso al credito per le Imprese

Alcune opportunità di accesso al credito per le Imprese Alcune opportunità di accesso al credito per le Imprese Focus su mutui per ricapitalizzazione aziendale e capital light Riccardo Benanti Specialista di Finanza d'impresa Commerciale Corporate Region Sicilia

Dettagli

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA

Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA Art. 82 L.R. 8/02 FONDO DI ROTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGRAMMI PLURIENNALI DI EDILIZIA RESIDENZIALE AGEVOLATA CONVENZIONE CON ISTITUTI DI CREDITO Tra: Sviluppo Lazio S.p.A. (di seguito Sviluppo

Dettagli

UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA CONFIDI LAZIO AREA RETAIL E CORPORATE (DECORRENZA 30/01/2012) Condizioni economiche Garanzia sussidiaria

UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA CONFIDI LAZIO AREA RETAIL E CORPORATE (DECORRENZA 30/01/2012) Condizioni economiche Garanzia sussidiaria UNICREDIT SPA (*) CONVENZIONE CON GARANZIA CONFIDI LAZIO AREA RETAIL E CORPORATE (DECORRENZA 30/01/2012) Condizioni economiche Garanzia sussidiaria Mutuo Chirografario a 5 anni Prestito Partecipativo,

Dettagli

BANCA POPOLARE DI VICENZA

BANCA POPOLARE DI VICENZA Finanziamenti per l investimento Finanziamento utilizzabile per operazioni immobiliari aziendali, acquisto macchinari, attrezzature in genere e mezzi di trasporto strumentali all attività dell impresa.

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 Disciplina di riferimento POR Veneto 2007-2013, parte FESR. Asse 1 Linea d intervento 1.2 Ingegneria Finanziaria Azione 1.2.3. DGR

Dettagli

MARKETING INFORMATION

MARKETING INFORMATION Gentile Concessionario, Come sicuramente avrete visto negli ultimi giorni, con una circolare il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via alle agevolazioni della NUOVA LEGGE SABATINI per lo sviluppo

Dettagli

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI

CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI CONVEGNO GLI ATTUALI FINANZIAMENTI AGEVOLATI ALLE IMPRESE, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AI BREVETTI E AI MARCHI CONNESSI Bergamo, 8 Novembre 2011 CONVEGNO FRIM LINEA D INTERVENTO N 8 START UP D IMPRESA

Dettagli

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo esclusione del settore armamenti, con fatturato annuo fino a 10 Finanziamento a breve termine, con piano di ammortamento e covenant

Dettagli

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale FONDO PER LO STUDIO

MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale FONDO PER LO STUDIO Modulo n. MECL63 Agg. n. 005 Data aggiornamento 27.05.2016 MODULO INFORMAZIONI PUBBLICITARIE Prestito Personale FONDO PER LO STUDIO Il prestito personale Fondo per lo studio è venduto da UniCredit S.p.A.

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO FINANZIAMENTI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO FINANZIAMENTI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE Pagina 1 FINANZIAMENTI AGEVOLATI DELLE SPESE PER L'APERTURA DI STRUTTURE ALL'ESTERO PER IL LANCIO E LA DIFFUSIONE DI NUOVI PRODOTTI E SERVIZI O L'ACQUISIZIONE DI NUOVI MERCATI - DECRETO LEGGE 112-2008

Dettagli

INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE

INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE INTERVENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DELLA COOPERAZIONE Roberto Camazzini Vice Direttore Generale di Iccrea Banca Fanzolo di Vedelago, 16 maggio 2009 1 Indice 1. Il Credito Cooperativo e il Gruppo bancario

Dettagli

Mutuo ipotecario GRADUATO LINEA CASA Versione: 2011/2 Data: 13/04/2011

Mutuo ipotecario GRADUATO LINEA CASA Versione: 2011/2 Data: 13/04/2011 Deutsche Bank Mutui S.p.A. con socio unico Deutsche Bank S.p.A. - Sede Sociale e Direzione Generale: Via Melchiorre Gioia, 8, 20124 Milano Capitale Sociale 48.000.000 Partita IVA 08226630153 iscritta all

Dettagli

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti OPERATIVITA A BREVE TERMINE I finanziamenti a breve termine sono regolati a tasso variabile, pari all Euribor maggiorato dei seguenti spread: Spread

Dettagli

A relazione del Presidente Cota: Richiamate:

A relazione del Presidente Cota: Richiamate: REGIONE PIEMONTE BU33 14/08/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 2-6205 Contratto di Prestito con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) - "Prestito - Regione Piemonte Loan

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA INFORMAZIONI GENERALI SULLE DIVERSE TIPOLOGIE DI MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ACQUISTO DELL ABITAZIONE PRINCIPALE (ai sensi del D.L. n. 185/2008)

Dettagli

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Segmento Corporate : condizioni indicativamente praticabili per il mese di Novembre 2011 Segmento Retail : condizioni valide dal 01.04.2012 sino al 30.06.2012 SEGMENTO CORPORATE

Dettagli

BNL GRUPPO BNP PARIBAS

BNL GRUPPO BNP PARIBAS BNL GRUPPO BNP PARIBAS Condizioni valide fino al 31 dicembre 2014 SEGMENTO RETAIL (PMI con fatturato < 5 mln e/o aziende prospect di nuova acquisizione BNL fino a 7,5 mln) Linee di credito di breve termine

Dettagli

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85)

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino-Firenze)

Dettagli

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE DI FINALE EMILIA

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE DI FINALE EMILIA FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE DI FINALE EMILIA Questo finanziamento è ancora disponibili grazie ad un nuovo intervento del Comune di Finale Emilia a sostegno del rafforzamento e dello sviluppo dell imprenditoria

Dettagli

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO OPERATIVITÀ A MEDIO/LUNGO TERMINE FINANZIAMENTI PER CONSOLIDAMENTO DI PASSIVITÀ A BREVE TERMINE Finalità: favorire il rafforzamento della struttura finanziaria aziendale attraverso la concessione di finanziamenti

Dettagli

FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO CON PROVVISTA B.E.I. RISERVATI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E ALLE MID CAP

FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO CON PROVVISTA B.E.I. RISERVATI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E ALLE MID CAP Foglio Informativo FINANZIAMENTO CHIROGRAFARIO RISERVATI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E ALLE MID CAP INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA TERCAS S.p.a. società per azioni con socio unico Sede legale in Teramo,

Dettagli

Art. 1 (Finalità) Art. 2 (2) (Soggetti beneficiari)

Art. 1 (Finalità) Art. 2 (2) (Soggetti beneficiari) L.R. 01 Settembre 1999, n. 19 Istituzione del prestito d'onore (1) Art. 1 (Finalità) 1. La presente legge disciplina la concessione di finanziamenti a favore di soggetti inoccupati e disoccupati per la

Dettagli

Fiscal News N. 114. La circolare di aggiornamento professionale. 08.03.2012 Fondo Kyoto: al via i finanziamenti per l ambiente. Premessa e obiettivi

Fiscal News N. 114. La circolare di aggiornamento professionale. 08.03.2012 Fondo Kyoto: al via i finanziamenti per l ambiente. Premessa e obiettivi Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 114 08.03.2012 Fondo Kyoto: al via i finanziamenti per l ambiente A cura di Carlo De Luca Categoria: Agevolazioni Sottocategoria: Varie Con il

Dettagli

Finanziamenti a tasso agevolato concessi tramite il Fondo Kyoto

Finanziamenti a tasso agevolato concessi tramite il Fondo Kyoto SCHEDA INFORMATIVA Finanziamenti a tasso agevolato concessi tramite il Fondo Kyoto 1. Cos è il Fondo Kyoto e come funziona? La legge finanziaria 2007 (n. 296/2006) ha istituito presso la Cassa Depositi

Dettagli

1. FINANZIAMENTI A LUNGO TERMINE E LEASING IMMOBILIARE (finito o costruendo)

1. FINANZIAMENTI A LUNGO TERMINE E LEASING IMMOBILIARE (finito o costruendo) CREDITO EMILIANO SPA Capogruppo del Gruppo bancario Credito Emiliano - Credem - Capitale versato euro 332.392.107 - Codice Fiscale e Registro Imprese di Reggio Emilia 01806740153 - P. IVA 00766790356 -

Dettagli

Attività C2 Servizi finanziari alle PMI. POR 2007-2013 - Regione Umbria. cofinanziato dal FESR

Attività C2 Servizi finanziari alle PMI. POR 2007-2013 - Regione Umbria. cofinanziato dal FESR ATI Prisma 2 Brochure - Versione 4 ottobre 2013 Attività C2 Servizi finanziari alle PMI POR 2007-2013 - Regione Umbria cofinanziato dal FESR Sito internet: www.atiprisma2.it La brochure ha esclusivamente

Dettagli

FINANZIAMENTI AGEVOLATI CON FONDI DELLA REGIONE LOMBARDIA

FINANZIAMENTI AGEVOLATI CON FONDI DELLA REGIONE LOMBARDIA Pag. 1 / 15 Finanziamenti agevolati Finlombarda FINANZIAMENTI AGEVOLATI CON FONDI DELLA REGIONE LOMBARDIA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DELLA GARA RELATIVA AL SERVIZIO DI FINANZIAMENTO DEL CONSORZIO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DELLA GARA RELATIVA AL SERVIZIO DI FINANZIAMENTO DEL CONSORZIO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DELLA GARA RELATIVA AL SERVIZIO DI FINANZIAMENTO DEL CONSORZIO ART. 1 OGGETTO DEL FINANZIAMENTO La procedura aperta ha per oggetto il finanziamento delle azioni che il Consorzio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE 1 C O M U N E D I S C I A R A P R O V I N C I A D I P A L E R M O REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI PER ATTIVITA AGRICOLE IV SETTORE : CORPO POLIZIA MUNICIPALE ED ATTIVITÀ

Dettagli

servizi finanziari schede di prodotto

servizi finanziari schede di prodotto servizi finanziari schede di prodotto aumento di capitale sociale p. 03 socio sovventore p. 05 consolidamento indebitamento a breve termine p. 07 liquidità p. 09 sostegno agli investimenti p. 15 finanziamento

Dettagli

ACCORDO INTEGRATIVO DELLA CONVENZIONE PER IL CONCORSO NEL FINANZIAMENTO PIANO STRAORDINARIO PER L OCCUPAZIONE

ACCORDO INTEGRATIVO DELLA CONVENZIONE PER IL CONCORSO NEL FINANZIAMENTO PIANO STRAORDINARIO PER L OCCUPAZIONE ACCORDO INTEGRATIVO DELLA CONVENZIONE PER IL CONCORSO NEL FINANZIAMENTO PIANO STRAORDINARIO PER L OCCUPAZIONE ASSE IV Misura IV.1 Agevolazioni per il rafforzamento della struttura patrimoniale delle piccole

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO CON PROVVISTA B.E.I. RISERVATO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MUTUO IPOTECARIO CON PROVVISTA B.E.I. RISERVATO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Foglio Informativo MUTUO IPOTECARIO CON PROVVISTA B.E.I. RISERVATO ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA TERCAS S.p.a. società per azioni con socio unico Sede legale in Teramo, Corso

Dettagli

Small Business. Il credito per gli investimenti in efficienza energetica. Convegno FIRE Sirmione, 19.11.2009

Small Business. Il credito per gli investimenti in efficienza energetica. Convegno FIRE Sirmione, 19.11.2009 Small Business Il credito per gli investimenti in efficienza energetica Convegno FIRE Sirmione, 19.11.2009 1 Indice. Intesa Sanpaolo per gli investimenti energetici Il credito alle Esco Prossimi passi

Dettagli