DATA: DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE E INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL'ACQUACOLTURA UNITA' ORGANIZZATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DATA: DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE EUROPEE E INTERNAZIONALI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL'ACQUACOLTURA UNITA' ORGANIZZATIVA"

Transcript

1 VALUTATO DR. PLINIO CONTE PEMAC I - AFFARI GENERALI E PERSONALE, - RAPPORTI CON IL DIPARTIMENTO, - CONTROLLO D I GESTIONE AI SENSI DELL'ART. 1 DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 LUGLIO 1999, N. 286, - AMMINISTRAZIONE DEI CAPITOLI DI BILANCIO RELATIVI AL FUNZIONAMENTO ORDINARIO DELLA DIREZIONE GENERALE 25 AMMINISTRATIVO / CONTABILI RIUNIONI RICHIESTI/ EFFETTUATI PARTECIPAZIONE A RIUNIONI INDETTE, MATERIA DI PESCA - APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA COMUNITARIA IN TEMA DI CONTROLLO E DI VIGILANZA SULLE ATTIVITA' DI PESCA ED ACQUACOLTURA. - COORDINAMENTO IN MATERIA DI RICERCA SCIENTIFICA. - CONTROLLI DERIVANTI DALL'APPLICAZIONE DELLA POLITICA COMUNE DELLA PESCA 40 AMMINISTRATIVO / CONTABILI RIUNIONI RICHIESTI/ EFFETTUATI PARTECIPAZIONE A RIUNIONI INDETTE ALTRO 10

2 OME E COGNOME DEL VALUTATO DR. SSA ISABELLA VERARDI PEMAC II ATTUAZIONE REG. (CE) 1224/09 IN MATERIA DI CONTROLLI 15 PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI CONTROLLI PROVVEDIMENTI IN MATERIA DI CONTROLLI/ N. 3 E VIGILANZA DELL'ATTIVITA' DELLA PESCA RAPPORTI CON L'UNIONE EUROPEA, ORGANISMI, ENTI ED ORGANIZZAZIONI MULTILATERALI, ACCORDI CON PAESI TERZI, ORGANIZZAZIONE COMUNE DEI MERCATI E COMMERCIO INTERNAZIONALE 40 RAPPORTI CONSEGUENTI L'ATTIVITA' INTERNAZIONALE RAPPORTI CONSEGUENTI L'ATTIVITA' INTERNAZIONALE / N. 3 MATERIA DI PESCA DEFINIZIONE DI NUOVE STRATEGIE PER IL CONTRASTO ALLA PESCA ILLEGALE - Reg. (CE) 1005/08. ALTRO 10 FORUM / INCONTRI REALIZZAZIONE FORUM/INCONTRI PESCA ILLEGALE / N E VIGILANZA DELL'ATTIVITA' DELLA PESCA

3 VALUTATO DR. VINCENZO DE MARTINO Rosaroll PEMAC III COORDINAMENTO, AI FINI DELLA CONSERVAZIONE DELLE RISORSE, DELLE MISURE TECNICHE RELATIVE ALL'ATTIVITA' DI PESCA.LICENZE DI PESCA. 40 ELABORAZIONE LICENZE ELABORAZIONE LICENZE/ PROGRAMMATE ARCHIVIO DI FLOTTA 25 Invio dati flotta snapshot inviati/programmati (4) ALTRO 10

4 VALUTATO DR.SSA MARIA SEVERINA LIBERATI PEMAC IV OBIETTIVO PROGRAMMA NAZIONALE TRIENNALE DELLA PESCA E DELL'ACQUACOLTURA: Finanziamento programmi Associazioni di categoria e sindacali - Attività afferenti i sistemi statistrici - Fondo di solidarietà nazionale della pesca e dell'acquacoltura - Iniziative a sostegno dell'attività ittica - Collaborazione con il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto - Relativo Contenzioso 35 Istruttoria decreti/provvedimenti Adempimenti relativi alla gestione delle risorse finanziarie assegnate - Riunioni programmatiche I MISURE SOCIO ECONOMICHE E GESTIONE DEI CAPITOLI AFFERENTI INTERVENTI A SOSTEGNO DEL SETTORE Fondo di assistenza per le famiglie dei pescatori destinato alla corresponsione di contributi agli eredi dei deceduti in mare- Fondo per lo sviluppo dell'imprenditoria giovanile in agricoltura Concessione trattamento economico per la sospensione per l'attività di pesca Aiuti di Stato e "de minimis" Relativo Contenzioso 25 struttoria decreti/provvedimenti Decreti/provvedimenti, Partecipazione a riunioni indette LEGISLAZIONE NAZIONALE ANCHE IN APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA COMUNITARIA Attività inerenti il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura 15 Predisposizione atti di disciplina del settore Provvedimenti attuativi - Circolari attuative - Riunioni programmatiche

5 VALUTATO DR. SSA ROSSELLA SALVATORI (AREA III F6) SEGRETERIA TECNICA SALVAGUARDIA SPECIE ITTICA TUNNUS TINUS (TONNO ROSSO) 60 PROVVEDIMENTI EMANAZIONE PROVVEDIMENTI: N. 10 E VIGILANZA DELL'ATTIVITA' DELLA PESCA ALTRO 15

6 VALUTATO DR. PIETRO GASPARRI PEMAC V PROGRAMMA F.E.P. EX REG. 1198/ EMANAZIONE PROVVEDIMENTI EMANAZIONE PROVVEDIMENTI: E VIGILANZA DELL'ATTIVITA' DELLA PESCA N. 300 GESTIONE, EROGAZIONE E VIGILANZA SUI FONDI COMUNITARI. INIZIATIVE IN MATERIA STRUTTURALE 10 EMANAZIONE PROVVEDIMENTI EMANAZIONE PROVVEDIMENTI NORMATIVA COMUNITARIA: N. 5 ALTRO 5

C U R R I C U L U M V I T A E. Rossella SALVATORI. Data e luogo di nascita : 11.11.1948, Ceccano (prov. Frosinone)

C U R R I C U L U M V I T A E. Rossella SALVATORI. Data e luogo di nascita : 11.11.1948, Ceccano (prov. Frosinone) C U R R I C U L U M V I T A E Rossella SALVATORI Dati Personali Nome e Cognome: Rossella Salvatori Data e luogo di nascita : 11.11.1948, Ceccano (prov. Frosinone) Nazionalità: italiana Indirizzo residenza

Dettagli

Il Sottosegretario di Stato delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Sottosegretario di Stato delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2005, e successive modificazioni, recante il Codice dell'amministrazione digitale; VISTO il Decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n. 1639,

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali D.M. 58/2014 Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE, DELLA QUALITA AGROALIMENTARE, IPPICHE E DELLA PESCA DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole DIPARTIMENTO DELLE FILIERE AGRICOLE E AGROALIMENTARI DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA VISTO il decreto legislativo 26 maggio 2004, n. 154,

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali L approccio sistemico dell Amministrazione per l applicazione degli strumenti innovativi introdotti dal Reg. (CE) 1224/2009 Maria Severina Liberati

Dettagli

Allegato alla determinazione n 4996 del 10/07/2015. Unità Organizzative e competenze

Allegato alla determinazione n 4996 del 10/07/2015. Unità Organizzative e competenze Unità Organizzative e competenze Servizio delle Istruttorie Competitività delle aziende agricole e di trasformazione Agroambiente e spazio rurale Imprenditorialità agricola e consulenza aziendale Organizzazioni

Dettagli

Regolamento recante riordino dell'ismea e revisione del relativo statuto IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Regolamento recante riordino dell'ismea e revisione del relativo statuto IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA D.P.R. 31 marzo 2001, n. 200 (1). Regolamento recante riordino dell'ismea e revisione del relativo statuto (2). IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto l'articolo 87, comma quinto, della Costituzione; Visto

Dettagli

FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA' DI PESCA FONTI COMUNITARIE

FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA' DI PESCA FONTI COMUNITARIE PRINCIPALI STRUMENTI NORMATIVI VIGENTI DI FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA' DI PESCA Ricerca prodotta nell'ambito del progetto Promozione dei prodotti della pesca dell'area della provincia di Palermo e azioni

Dettagli

DIREZIONE GENERALE. SICUREZZA 626 Datore di lavoro SEGRETERIA DIRETTORE GENERALE. Coordinamento dirigenze. Formazione dirigenti

DIREZIONE GENERALE. SICUREZZA 626 Datore di lavoro SEGRETERIA DIRETTORE GENERALE. Coordinamento dirigenze. Formazione dirigenti DIREZIONE GENERALE SICUREZZA 626 Datore di lavoro DIRETTORE GENERALE SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI, MONITORAGGIO, VALUTAZIONE E QUALITA TOTALE COORDINAMENTO DEI DIRIGENTI FORMAZIONE E CONTRATTI COLLETTIVI

Dettagli

COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PAGANI PROVINCIA DI SALERNO Numero 14 Data 28/01/2014 Originale DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA CON I POTERI DI GIUNTA COMUNALE Oggetto: APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE PER LA

Dettagli

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale

Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale Apprendimento generale: Ente Parco Nazionale Area Contabilità e Finanza - ex VII qualifica funzionale metodi e strumenti di lavoro di tipo generale pubblica amministrazione e ambiente processi di lavoro

Dettagli

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO

IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO VISTA la legge. 24 dicembre 2012 n. 234, recante norme generali sulla partecipazione dell'italia alla formazione e all'attuazione della normativa e delle politiche dell'unione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 INDICE PREMESSA 1. Organizzazione e funzioni dell amministrazione 2. Obiettivi strategici in materia di trasparenza e integrità

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali 1. Il Dipartimento delle politiche competitive, della qualità agroalimentare e della pesca, con acronimo DIQPI, è articolato in tre Direzioni generali: a) Direzione generale per la promozione della qualità

Dettagli

ENTE PROVINCIALE PER IL TURISMO DI SALERNO

ENTE PROVINCIALE PER IL TURISMO DI SALERNO ENTE PROVINCIALE PER IL TURISMO DI SALERNO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA ANNI 2013 2014 2015 PREMESSA Dalle leggi Bassanini ad oggi, la Pubblica Amministrazione è stata interessata da normative

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2014-2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza e pubblicato nella sezione Amministrazione trasparente del sito web istituzionale www.venetoagricoltura.org

Dettagli

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI

CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI Allegato alla Delib.G.R. n. 50/27 del 10.11.2009 CONCORSO DI INTERESSI SU PRESTITI CONCESSI ALLE PMI ADERENTI AI CONSORZI DI GARANZIA COLLETTIVI FIDI L.R.10 gennaio 2001 n.. 2 Titolo T II DIRETTIVE DI

Dettagli

Comune di Pontassieve

Comune di Pontassieve Comune di Pontassieve PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA. PRIME MISURE ALLEGATO 1 MAPPATURA DEI RISCHI Legenda Rischio 1: Basso Rischio 2: Medio basso Rischio

Dettagli

Burc n. 77 del 16 Novembre 2015

Burc n. 77 del 16 Novembre 2015 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 8 AGRICOLTURA E RISORSE AGROALIMENTARI SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico e faunistico DECRETO DEL

Dettagli

Tassi di Assenza e Presenza rilevati nel mese di Settembre 2014

Tassi di Assenza e Presenza rilevati nel mese di Settembre 2014 REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA 2562 7,29 % 15,95 % 76,76 % 10001000 SERVIZIO PROGRAMMAZIONE, PIANIFICAZIONE STRATEGICA, CONTROLLO DI GESTIONE E STATISTICA 13 7,69 % 13,29 % 79,02 % 10002000 SERVIZIO AUDIT

Dettagli

Misura 4.1 Sviluppo sostenibile delle zone di pesca

Misura 4.1 Sviluppo sostenibile delle zone di pesca Misura 4.1 Sviluppo sostenibile delle zone di pesca Allegato C Regione Siciliana Assessorato Regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Dipartimento degli interventi per la pesca ASSE IV SVILUPPO SOSTENIBILE

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Direzione Centrale per Servizi di Ragioneria Direttore Centrale Dott. Francesco RICCIARDI DENOMINAZIONE SERVIZIO/UFFICIO DIRIGENZIALE Ufficio programmazione e analisi

Dettagli

Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi. Regolamento di Attuazione

Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi. Regolamento di Attuazione UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE Contributi per processi di aggregazione dei Consorzi Fidi Regolamento di Attuazione L.R. 7/2006 art. 25 L.R. n.

Dettagli

Competenze dei settori operativi

Competenze dei settori operativi CONSORZIO DI BONIFICA BACCHIGLIONE PIANO DI ORGANIZZAZIONE VARIABILE - adottato dall Assemblea con delibera n. 04/07 del 21 maggio 2010, e definitivamente approvato con modifiche con Decreto del Presidente

Dettagli

Missione 7 - Ordine pubblico e sicurezza. Programma 7.6 - Sicurezza pubblica in ambito rurale e montano

Missione 7 - Ordine pubblico e sicurezza. Programma 7.6 - Sicurezza pubblica in ambito rurale e montano Missione 7 - Ordine pubblico e sicurezza Programma 7.6 - Sicurezza pubblica in ambito rurale e montano Attività 1 Concorso al mantenimento dell'ordine e della sicurezza pubblica con particolare riferimento

Dettagli

Servizio Piccole filiere e supporto tecnico - organizzativo alle produzioni agricole ********* DETERMINAZIONE

Servizio Piccole filiere e supporto tecnico - organizzativo alle produzioni agricole ********* DETERMINAZIONE PROVINCIA DI PIACENZA Servizio Piccole filiere e supporto tecnico - organizzativo alle produzioni agricole ********* DETERMINAZIONE Proposta n. SRFILIER 86/2014 Determ. n. 58 del 17/01/2014 Oggetto: PROGETTO

Dettagli

Città di Campi Salentina

Città di Campi Salentina Città di Campi Salentina PROVINCIA DI LECCE ORIGINALE DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE Settore 1. Organizzazione, Affari Istituzionali e Generali N. 90 del Reg. Data 21/05/2013 N. 460 del Reg.

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTA la legge 24 novembre 1981 n. 689, recante modifiche al sistema penale; VISTO il decreto ministeriale del 26 luglio 1995 recante Disciplina del rilascio delle licenze di pesca ; VISTO il regolamento

Dettagli

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE CONSULENTE TECNICO E POLITICO AMMINISTRATIVO DEL SINDACO AVVOCATURA COMUNICAZIONE SEGRETERIA GENERALE

Dettagli

DIREZIONE GENERALE POLITICA COMMERCIALE INTERNAZIONALE

DIREZIONE GENERALE POLITICA COMMERCIALE INTERNAZIONALE DIREZIONE GENERALE POLITICA COMMERCIALE INTERNAZIONALE DIREZIONE GENERALE POLITICA COMMERCIALE INTERNAZIONALE Scheda obiettivo strutturale (All ) Missione/Programma 06.004 Risorse complessive per la realizzazione

Dettagli

LEGISLATIVE)) DATABASE)

LEGISLATIVE)) DATABASE) www.fishinmed.eu& LEGISLATIVE)) DATABASE) ITALY& D.&Lgs.&154/2004&& & Modernizzazione&del&settore&della&pesca&e& dell acquacoltura& & TAG& Definition&of&fishery&MultiGFunctionality& Fishery&licenses& Marine&aquaculture&

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE 36016 Thiene (VI) N. 102/2015 di reg. DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Con l'assistenza dei signori: In data: 29/01/2015 Direttore Amministrativo Direttore Sanitario Direttore dei Servizi Sociali e

Dettagli

Allegato al Decreto dell Assessore dell Agricoltura e Riforma Agro-pastorale n. 1624/DecA/43 del 10.11.2014

Allegato al Decreto dell Assessore dell Agricoltura e Riforma Agro-pastorale n. 1624/DecA/43 del 10.11.2014 Allegato al Decreto dell Assessore dell Agricoltura e Riforma Agro-pastorale n. 1624/DecA/43 del 10.11.2014 Direttive per l azione amministrativa e la gestione della Misura 2.3 dell Asse II del Fondo Europeo

Dettagli

COMUNE DI CADEO. Nuova struttura organizzativa dell'ente. Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 154 del 03/12/2013

COMUNE DI CADEO. Nuova struttura organizzativa dell'ente. Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 154 del 03/12/2013 COMUNE DI CADEO Nuova struttura organizzativa dell'ente Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale n. 154 del 03/12/2013 Sindaco - Giunta Nucleo di Valutazione Gabinetto del Sindaco Settore Polizia

Dettagli

Regolamento (CE) 104/2000 Regolamento (CE) 2065/2001 Regolamento (CE) 1224/2009 Regolamento (CE) 404/2011

Regolamento (CE) 104/2000 Regolamento (CE) 2065/2001 Regolamento (CE) 1224/2009 Regolamento (CE) 404/2011 1. L obbligo della rintracciabilità è stato assunto dal Consiglio della Comunità Europea, quale principio attraverso il quale organizzare i mercati in tale settore, tenendo conto dell evoluzione del mercato,

Dettagli

Aree funzionali. Presidente. Segretario/Direttore Generale. Gabinetto della Presidenza. Polizia Provinciale. Rapporti Internazionali.

Aree funzionali. Presidente. Segretario/Direttore Generale. Gabinetto della Presidenza. Polizia Provinciale. Rapporti Internazionali. Aree funzionali Presidente Gabinetto della Presidenza Polizia Provinciale Rapporti Internazionali Segretario/Direttore Generale Avvocatura Area I Amministrativa Area II Finanziaria Area III Servizi alla

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Libri sociali Novembre 2013 Indice 1. Analisi dei verbali degli organi sociali 2. Obiettivi della verifica dei libri sociali 3. Elenco dei libri sociali 2 1 Analisi dei verbali

Dettagli

CAPITANERIA DI PORTO DI OLBIA ORDINANZA N. 75/2013 Disciplina del prelievo del riccio di mare (Paracentrotus lividus) nell'area Marina Protetta

CAPITANERIA DI PORTO DI OLBIA ORDINANZA N. 75/2013 Disciplina del prelievo del riccio di mare (Paracentrotus lividus) nell'area Marina Protetta CAPITANERIA DI PORTO DI OLBIA ORDINANZA N. 75/2013 Disciplina del prelievo del riccio di mare (Paracentrotus lividus) nell'area Marina Protetta "Tavolara - Punta Coda Cavallo" II sottoscritto Capitano

Dettagli

Regolamento degli uffici e dei servizi. Allegato C1

Regolamento degli uffici e dei servizi. Allegato C1 Allegato C1 FUNZIIONIIGRAMMA AREA AMMIINIISTRATIIVA E AFFARII GENERALII. personale gestiti dall Area; Contratti di competenza dell Area e tenuta del repertorio dei contratti rogati dall Ente Archivio storico

Dettagli

Allegato 1 Manifestazione di interesse

Allegato 1 Manifestazione di interesse Allegato 1 Manifestazione di interesse OSTELLI DELLA GIOVENTU INVITO ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A MANIFESTARE IL PROPRIO INTERESSE PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI DI ADEGUAMENTO AL REGOLAMENTO REGIONALE

Dettagli

Servizi provinciali della Motorizzazione Civile LORO SEDI

Servizi provinciali della Motorizzazione Civile LORO SEDI Palermo Prot. n. 99264 del 02 dicembre 2010 Allegati n.1 OGGETTO: Procedure per l espletamento delle attività già di competenza dei soppressi comitati provinciali per l albo degli autotrasportatori di

Dettagli

Action Plan Italia. Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca

Action Plan Italia. Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca Action Plan Italia Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca Genesi del provvedimento Il 17 dicembre 2012 la Commissione europea richiama l Italia sulle sue

Dettagli

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE

ART A. Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE Unità direttiva Segreteria di Direzione ART A Agenzia Regionale Toscana Erogazioni Agricoltura (L.R. 19 novembre 1999, n. 60) DIREZIONE a) assistenza agli organi dell Agenzia b) istruttoria preliminare

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Visto l articolo 1 della legge 4 marzo 1958, n. 199 recante devoluzione al Ministero dell agricoltura e delle foreste dell esercizio delle attribuzioni

Dettagli

Rintracciabilità e tracciabilità strumenti di valorizzazione i del prodotto

Rintracciabilità e tracciabilità strumenti di valorizzazione i del prodotto MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI Direzione generale della pesca marittima e dell acquacoltura Aggiornamento in acquacoltura Corso di formazione Firenze 12/04/2013 Rintracciabilità

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Visto il decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2012, e successive modificazioni, recante

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Visto il decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2012, e successive modificazioni, recante Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Visto il decreto legislativo n. 82 del 7 marzo 2012, e successive modificazioni, recante il Codice dell'amministrazione digitale; Visto il regolamento

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO IL RUOLO DELLE CAPITANERIE DI PORTO NELLA FILIERA ITTICA Torino, 17 Giugno 2013 C.V. (CP) Enrico MORETTI NORMATIVA DI RIFERIMENTO REGOLAMENTO (CE) N. 1224/2009 che istituisce un regime di controllo comunitario

Dettagli

WaZ'it*r"*. PRESIDEI\ZA

WaZ'it*r*. PRESIDEI\ZA D.D.G. n. RI,PT]BBLICA ITALIAI{A WaZ'it*r"*. PRESIDEI\ZA DIPARTIMENTO REGIONALE DEL PERSONALE, DEI SERVIZI GENERALI, DI QUIESCEI{ZA, PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEL PERSONALE IL DIRIGENTE GENERALE VISTO il

Dettagli

Settore Segreteria Generale. Settore Servizi Amministrativi. Settore Polizia Provinciale. Settore Risorse Umane e Finanziarie. Settore Servizi Tecnici

Settore Segreteria Generale. Settore Servizi Amministrativi. Settore Polizia Provinciale. Settore Risorse Umane e Finanziarie. Settore Servizi Tecnici Settore Segreteria Generale Segretario Generale: Giulio Nardi e-mail: giulio.nardi@provincia.siena.it Telefono: 0577 241360 Fax: 0577 241321 Orario di ricevimento: su appuntamento Settore Servizi Amministrativi

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DIPARTIMENTO DEGLI INTERVENTI PER LA PESCA

ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DIPARTIMENTO DEGLI INTERVENTI PER LA PESCA ASSESSORATO REGIONALE DELLE RISORSE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI DIPARTIMENTO DEGLI INTERVENTI PER LA PESCA Linee guida per la rendicontazione degli interventi a sostegno della pesca e dell'acquacoltura

Dettagli

Burc n. 13 del 27 Febbraio 2015

Burc n. 13 del 27 Febbraio 2015 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA - FORESTE FORESTAZIONE SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico e faunistico DECRETO DEL DIRIGENTE

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 235

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 235 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 15 dicembre 2011, n. 235 Regolamento recante la disciplina sull'organizzazione e la dotazione delle risorse umane e strumentali per il funzionamento dell'agenzia

Dettagli

Curriculum professionale

Curriculum professionale Curriculum professionale Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Toro Anna Indirizzo(i) Telefono(i) Mobile 348-0192566 Data di nascita Istruzione Titolo e qualifica rilasciata Esperienza professionale

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.

DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12. N. 375 del Reg. Decreti del 19/06/2013 DECRETO DEL DIRETTORE GENERALE - Dott. Arturo Orsini - nominato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale del Veneto n. 237 del 29.12.2012 OGGETTO: Quote

Dettagli

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet)

Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Decreto del Direttore generale nr. 192 del 30/12/2015 Proponente: Marta Bachechi Affari Generali Pubblicità/Pubblicazione: Atto soggetto a pubblicazione integrale (sito internet) Visto per la pubblicazione

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA

PROVINCIA DI PISTOIA PROVINCIA DI PISTOIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE Seduta del lo APRILE 2010 Atto n. 37 OGGETTO: APPROVAZIONE DEI TARGET PRIORITARI DI CUI ALL'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RICOLLOCAZIONE

Dettagli

Descrizione del fabbisogno e definizione dell oggetto dell incarico

Descrizione del fabbisogno e definizione dell oggetto dell incarico Allegato n. 2 Fabbisogno Assistenza Tecnica AdG e AdC Fabbisogno di n. 26 esperti per l espletamento di attività di Assistenza tecnica indirizzata alla gestione, sorveglianza, valutazione, informazione

Dettagli

Struttura Organizzativa: Soc Affari Generali Direttore: Dott.ssa Patrizia Davì. anrovigo.it pec: asl18.rovigo@actalis certymail.it

Struttura Organizzativa: Soc Affari Generali Direttore: Dott.ssa Patrizia Davì. anrovigo.it pec: asl18.rovigo@actalis certymail.it Nr Descrizione del procedimento amministrativo Normativa di riferimento Responsabile del Procedimento Soggetto a cui è attribuito, in caso di inerzia, il potere sostitutivo Responsabile del Provvedimento

Dettagli

Attività anno 2014. (decreto legislativo 33 del 14 marzo 2013) Documento di supporto alla verifica OIV del 29 gennaio 2015 Delibera ANAC 148/2014

Attività anno 2014. (decreto legislativo 33 del 14 marzo 2013) Documento di supporto alla verifica OIV del 29 gennaio 2015 Delibera ANAC 148/2014 Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 6 VICENZA Viale F. Rodolfi n. 37 36100 VICENZA COD. REGIONE 050 COD. U.L.SS. 106 COD.FISC. E P.IVA 02441500242 Cod. ipa AUV Tel. 0444 753111

Dettagli

Asse I Misure per l adeguamento della flotta da pesca comunitaria. 1.4 Piccola pesca costiera

Asse I Misure per l adeguamento della flotta da pesca comunitaria. 1.4 Piccola pesca costiera Asse I Misure per l adeguamento della flotta da pesca comunitaria 1.4 Piccola pesca costiera Obiettivo La misura consente l erogazione di premi a favore di pescatori professionali, proprietari, armatori

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Data 24.03.2011 Atto n 807 OGGETTO: Approvazione Organizzazione Interna della Direzione Generale. IL DIRETTORE GENERALE Premesso

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza

DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza MODULARIO INTERNO-314 MOD. 4 P.S.C.. DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza N.557/RS/01/100/^5f Roma, 7 marzo 2008 OGGETTO: Attuazione art. 36 della legge

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 872/2014 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno martedì 17 del mese di giugno dell' anno 2014 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori: via

Dettagli

Il Direttore Generale

Il Direttore Generale Oggetto: L.R. 3/2006, art. 11. Fondo di solidarietà regionale della pesca - Eventi meteo-marini anno 2008. Rigetto ricorso gerarchico della ditta Pusole Livio (c.f.: PSLLVI59R06I752E). Il Direttore Generale

Dettagli

LA GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE

LA GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE LA GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE La programmazione comunitaria 2014-2020: le risorse per l Italia Nel periodo 2014-2020, con il nuovo Accordo di partenariato tra Italia e Commissione Europea, l

Dettagli

Funzionigramma della Provincia di Trieste. Allegato

Funzionigramma della Provincia di Trieste. Allegato Funzionigramma della Provincia di Trieste Allegato FUNZIONIGRAMMA SEGRETARIO GENERALE SEGRETARIO GENERALE Pianificazione Controllo strategico e Valutazione Segretario Generale Assistenza giuridica amministrativa

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Decreto Legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura, a norma

Dettagli

NUMERO/I TELEFONICO/I DI RIFERIMENTO DELL UFFICIO DIRIGENTE RESPONSABILE

NUMERO/I TELEFONICO/I DI RIFERIMENTO DELL UFFICIO DIRIGENTE RESPONSABILE DENOMINAZIONE DELL AFFARI GENERALI E PERSONALE SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA DATI SULL ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI (ART. 13 DEL D. LGS. 14 MARZO 2013, N. 33) CAPO DELLA SEGRETERIA

Dettagli

SERVIZIO ISPETTORATO PROVINCIALE DELL AGRICOLTURA DI CATANIA

SERVIZIO ISPETTORATO PROVINCIALE DELL AGRICOLTURA DI CATANIA SERVIZIO ISPETTORATO PROVINCIALE DELL AGRICOLTURA DI CATANIA Il Servizio si articola nell Ufficio di segreteria, nelle Unità Operative con sede presso lo stesso e presso le sedi decentrate denominate Condotte

Dettagli

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria ALLEGATO 1 SU CARTA INTESTATA DELL AZIENDA MARCA DA BOLLO 16,00 Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria Spett.le Regione Siciliana

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali DM 2 AGOSTO 2012 n. 12081 registrato alla Corte dei Conti il 27/8/12, reg. 10 fgl. 22 VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, recante "Riforma dell'organizzazione del Governo, a norma dell'articolo

Dettagli

Alla CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PARMA Servizio Affari Economici PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it

Alla CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PARMA Servizio Affari Economici PEC: protocollo@pr.legalmail.camcom.it Riservato all Ufficio Agevolazioni Economiche PROT. AGEF- Spese ammesse: Euro Contributo richiesto: Euro Spese finanziabili: Euro Contributo concesso: Euro Associaz. di categoria di riferimento: Riservato

Dettagli

PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL RICONOSCIMENTO DELLA QUALIFICA DI GUARDIA VOLONTARIA VENATORIA E ITTICA

PROVINCIA DI AREZZO REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL RICONOSCIMENTO DELLA QUALIFICA DI GUARDIA VOLONTARIA VENATORIA E ITTICA REGOLAMENTO PER IL RILASCIO DEL RICONOSCIMENTO DELLA QUALIFICA DI GUARDIA VOLONTARIA VENATORIA E ITTICA Approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 42 del 14.04.2009 Art. 1 Finalità ed ambito

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013. COMUNE DI VERNANTE CUMÜNA DAL VERNANT APPARTENENTE ALLA MINORANZA LINGUISTICA STORICA OCCITANA PROVINCIA DI CUNEO VIA UMBERTO I N 87 CAP. 12019 Tel. 0171/920104 -Fax 0171/920698 P.IVA C.F. 00457660041

Dettagli

CURRICULUM VITAE Dati anagrafici Titoli culturali, specializzazioni e abilitazioni professionali posseduti

CURRICULUM VITAE Dati anagrafici Titoli culturali, specializzazioni e abilitazioni professionali posseduti CURRICULUM VITAE Dati anagrafici Nome e cognome: Maria ANDREOZZI Luogo e data di nascita: Aversa (CE) 02/08/1962 Residenza: Roma Via Col di nava, 4 cap. 00141 Titoli culturali, specializzazioni e abilitazioni

Dettagli

ESPERIENZE PROFESSIONALI ATTUALE INCARICO Posizione. ANVUR Dirigente di II fascia responsabile dell Area Amministrativocontabile ESPERIENZE PREGRESSE

ESPERIENZE PROFESSIONALI ATTUALE INCARICO Posizione. ANVUR Dirigente di II fascia responsabile dell Area Amministrativocontabile ESPERIENZE PREGRESSE Curriculum vitae di Valter BRANCATI INFORMAZIONI PERSONALI Nome e cognome Valter Brancati Luogo e data di nascita Reggio Calabria, 21/11/1962 Codice fiscale BRNVTR62S21H224N telefono e-mail valter.brancati@anvur.org

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 luglio 2014, n. 975

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 luglio 2014, n. 975 6306 N. 31 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE BASILICATA - 16-8-2014 Parte I DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 30 luglio 2014, n. 975 P. S. R. Basilicata 2007-2013. II Bando Misura 313 - Piccoli investimenti

Dettagli

Programma per la trasparenza e l'integrità anni 2014/2015/2016 Nuovo Decreto Trasparenza (D.Lgs 14 marzo 2013, n. 33)

Programma per la trasparenza e l'integrità anni 2014/2015/2016 Nuovo Decreto Trasparenza (D.Lgs 14 marzo 2013, n. 33) Programma per la trasparenza e l'integrità anni 2014/2015/2016 Nuovo Decreto Trasparenza (D.Lgs 14 marzo 2013, n. 33) La redazione del Piano Triennale della Trasparenza e Integrità è strutturata in sezioni

Dettagli

LA MICROSTRUTTURA COORDINAMENTO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI. Coordinamento Risorse umane e Relazioni sindacali. Formazione

LA MICROSTRUTTURA COORDINAMENTO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI. Coordinamento Risorse umane e Relazioni sindacali. Formazione Coordinamento Risorse umane e Relazioni sindacali Organo Amministrativo Segreteria Direzione Generale Personale Formazione Relazioni sindacali Ufficio Gestione del Personale Ufficio Amministrazione del

Dettagli

128 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 10 - Mercoledì 05 marzo 2014

128 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 10 - Mercoledì 05 marzo 2014 128 Bollettino Ufficiale D.G. Sport e politiche per i giovani D.d.u.o. 26 febbraio 2014 - n. 1541 Incentivi per la riqualificazione degli ostelli della gioventù di proprietà di enti pubblici attraverso

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n.. del. Premessa: Il presente programma triennale

Dettagli

definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea convertito in legge, con modificazioni, dall articolo 1, della legge 11 agosto

definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea convertito in legge, con modificazioni, dall articolo 1, della legge 11 agosto Prot.uscita Mipaaf N.272 del 13/01/2015 Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali di concerto con Il Ministro dello sviluppo economico e Il Ministro dell'economia e delle finanze VISTO

Dettagli

ELENCO TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO. Unità Organizzativa: Ufficio VI-Selezione e reclutamento del personale e borse di studio

ELENCO TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO. Unità Organizzativa: Ufficio VI-Selezione e reclutamento del personale e borse di studio ELENCO TIPOLOGIE DI PROCEDIMENTO Unità Organizzativa: Ufficio VI-Selezione e reclutamento del personale e borse di studio EMANAZIONE BANDO CONCORSI ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO CCNL Enti di ricerca

Dettagli

Prot. n. 3265 Del 23/02/2011

Prot. n. 3265 Del 23/02/2011 Prot. n. 3265 Del 23/02/2011 ASSESSORATO DELL AGRICOLTURA E RIFORMA AGRO-PASTORALE Oggetto: Circolare esplicativa del bando di attuazione della misura 1.3 del Fondo Europeo per la Pesca 2007-2013. Investimenti

Dettagli

Direzione Attività Produttive (Turismo, Commercio, Artigianato, Agricoltura)

Direzione Attività Produttive (Turismo, Commercio, Artigianato, Agricoltura) Direzione Attività Produttive (Turismo, Commercio, Artigianato, Agricoltura) UFFICIO SVILUPPO LOCALE, SEGRETERIA E AFFARI GENERALI Realizzazione attività connesse all'adesione rete transnazionale ASSOCIAZIONE

Dettagli

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE. DECRETO N. 53 del 04/08/2015

COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE. DECRETO N. 53 del 04/08/2015 1 COMUNE DI FORLÌ SERVIZIO DIREZIONE GENERALE DECRETO N. 53 del 04/08/2015 OGGETTO: NOMINA RESPONSABILE DELLA TRASPARENZA E ADEGUAMENTO INCARICO DI DIREZIONE DELLA SEGRETERIA GENERALE - SEGRETARIO GENERALE

Dettagli

Oggetto: ISTITUZIONE POSIZIONI ORGANIZZATIVE E ASSEGNAZIONE RELATIVI INCARICHI AREA TECNICA TERRITORIO AMBIENTE IL DIRIGENTE

Oggetto: ISTITUZIONE POSIZIONI ORGANIZZATIVE E ASSEGNAZIONE RELATIVI INCARICHI AREA TECNICA TERRITORIO AMBIENTE IL DIRIGENTE COMUNE DI SENIGALLIA AREA TECNICA, TERRITORIO, AMBIENTE U F F I C I O DIRIGENTE AREA TECNICA, TERRITORIO, AMBIENTE DETERMINAZIONE DIRIGENTE n 29 del 23/01/2014 Oggetto: ISTITUZIONE POSIZIONI ORGANIZZATIVE

Dettagli

9.3.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10 DELIBERAZIONE 28 febbraio 2011, n. 104

9.3.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10 DELIBERAZIONE 28 febbraio 2011, n. 104 9.3.2011 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 10 DELIBERAZIONE 28 febbraio 2011, n. 104 Indirizzi per l attività di gestione degli elenchi regionali degli operatori biologici e dei concessionari

Dettagli

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI

LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI LEGGI ED ALTRI ATTI NORMATIVI DECRETO-LEGGE 23 gennaio 2014, n. 3. Disposizioni temporanee e urgenti in materia di proroga degli automatismi stipendiali del personale della scuola. IL PRESIDENTE DELLA

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE PROMOZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Agricoltura

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE PROMOZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Agricoltura REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE PROMOZIONE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Agricoltura Proposta nr. 27 del 26/06/2014 - Determinazione nr. 1613 del 26/06/2014 OGGETTO: LR 6/2010, art.13 -

Dettagli

Prot. n. 24708 IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n.

Prot. n. 24708 IL DIRETTORE. VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. Prot. n. 24708 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI in particolare gli articoli 6, comma 3, e 1, comma 1, del decreto

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014 2015-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014 2015-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014 2015-2016 VISTO il Decreto legislativo 22 ottobre 2009 n. 150 all art. 11 definisce la trasparenza come accessibilità totale, anche attraverso

Dettagli

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI

PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI PROVINCIA DI BARLETTA ANDRIA TRANI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 2942 DEL 25/10/2013 VI Settore - Politiche del Lavoro, Formazione Professionale, Pubblica Istruzione e I.T.A. (Provincia BAT) N. 721 Reg.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ Triennio (2015-2017) Allegato 1 al Piano triennale di Premessa In attuazione della delega contenuta nella Legge 6 novembre 2012, n. 190 ( Disposizioni

Dettagli

DIREZIONE GENERALE POLITICHE AMBIENTALI, ENERGIA E CAMBIAMENTI CLIMATICI

DIREZIONE GENERALE POLITICHE AMBIENTALI, ENERGIA E CAMBIAMENTI CLIMATICI REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE POLITICHE AMBIENTALI, ENERGIA E CAMBIAMENTI CLIMATICI SETTORE ENERGIA, TUTELA DELLA QUALITA' DELL'ARIA E DALL'INQUINAMENTO ELETTROMAGNETICO E ACUSTICO Il Dirigente Responsabile:

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE ECONOMICA DIREZIONE GENERALE PER L INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITA IMPRENDITORIALI IL DIRETTORE GENERALE Vista la legge 27 dicembre

Dettagli

(PROVINCIA DI CATANIA)

(PROVINCIA DI CATANIA) (PROVINCIA DI CATANIA) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012 2014 1. OGGETTO E OBIETTIVI La trasparenza consiste nella accessibilità delle informazioni sulla organizzazione, degli

Dettagli

LEGGE REGIONALE 31 maggio 2002, n. 9#LR-ER-2002-9#

LEGGE REGIONALE 31 maggio 2002, n. 9#LR-ER-2002-9# 1 1 LEGGE REGIONALE 31 maggio 2002, n. 9#LR-ER-2002-9# DISCIPLINA DELL'ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DEMANIO MARITTIMO E DI ZONE DI MARE TERRITORIALE Testo coordinato con le modifiche

Dettagli

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia;

Visto il decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia; DECRETO LEGISLATIVO RECANTE ULTERIORI DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE DELLA DELEGA DI CUI ALL ARTICOLO 33 COMMA 1, LETTERA E), DELLA LEGGE 7 LUGLIO 2009, N. 88 Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione;

Dettagli