E-tag: verso una rete di oggetti intelligenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E-tag: verso una rete di oggetti intelligenti"

Transcript

1 CONOSCENZA E COMUNICAZIONE E-tag: verso una rete di oggetti intelligenti

2 Sommario Aspetti tecnologici delle e-tag Gli standard Sicurezza e privacy Potenzialita applicative Il ruolo di Telecom Italia 2

3 Che cosa sono le e-tag Le e-tag anche dette smart tag, smart label, RFID (Radio Frequency IDentification) sono sostanzialmente delle memorie dotate di un apparato rice-trasmettitore. Esse si compongono di tre elementi: Chip: si tratta di una memoria contenente le informazioni relative all oggetto fisico al quale la e-tag è applicata Antenna: utilizzata per trasmettere e ricevere le informazioni Packaging: ingloba il chip e l antenna consentendo alla e-tag di essere applicata agli oggetti fisici Il sistema e costituito da un reader (fisso o portatile) che comunica via radio con una o piu e-tag (o transponder). Il reader, anche detto transceiver, e in grado di scrivere e leggere le informazioni contenute nelle e-tag (codice identificativo, ecc.). Un algoritmo di anti-collisione consente la lettura contemporanea di piu e-tag. IC Reader RFID Tag antenna antenna 3

4 Tipologie di e-tag Cosa sono le E-Tag di tipo passivo? Etichette elettroniche che non possiedono alcuna batteria,, la corrente necessaria al funzionamento viene ricavata dalla sorgente RF esterna (il reader). L energia RF viene convertita dall antenna in energia elettrica, raddrizzata e portata ad un condensatore che funge da minuscola batteria. Caratteristiche Basse frequenze (125 KHz,, MHz,, 868/915 MHz) Memoria limitata: 64 Bit ROM o 1Kbit EEPROM Raggio di azione limitato (<1.5 m, 4 m) Nessuna funzionalità aggiuntiva (sensori, microprocessore, ecc.) Produttori: Philips,, Teas Instruments, LabID, Intermec,, EHAG, Matrics, Oley Inc., RFID Inc., Sokymat, Spectra ID, ST Microelectronics,, Tek Ind., Trolley Scan, TagSys,, Zebra Tech. Dimensioni tipiche: 35cm (spessore 0.1mm) Esempi Esempidi di E-Tag E-Tag passive passive 4

5 Tipologie di e-tag Cosa sono le E-Tag di tipo attivo? Etichette elettroniche con un alimentazione interna che consente di superare le principali limitazioni delle tag passive, ma introduce nuove problematiche legate a dimensioni, consumi e costo. Caratteristiche: Frequenze tipiche: 433, 868/915 MHz,, 2.45 o 5.8 GHz Ampio raggio di azione (fino a 100 m) Funzioni di elaborazione complesse (microprocessore, memoria EEPROM 8 o 32Kbit, sensori) Produttori: Alien Tech, Active Wave, Avon Wood, Identec,, RF Code, Savi Tech., Softwork, Transcore, Wavetrend, WhereNet, Dimensioni tipiche: ø 1 cm (spessore 0.5 cm); 58cm (spessore 2mm) Esempi Esempidi di E-Tag E-Tag attive attive 5

6 Diffusione dei vari tipi di e-tag e frequenze utilizzate 15% Diffusione delle diverse tipologie di e-tag 7% 8% 10% 60% 125 KHz 13.56MHz 433MHz 868/915MHz GHz Distanze m Tag passive Accoppiamento induttivo (avvolgimenti): P(d) α 1/d 3 Tag attive Propagazione RF (Antenne a λ/4) P(d) α 1/d 2 Distanze < 1 m Distanze 2-4 m Tag passive backscattering 6

7 Il costo della tecnologia 0.9 Costo ($) per Tag passive 20 Costo ($) per Tag attive Fonte: Forrester Costo ($) Volumi Applicazioni abilitate Costo ($) Volumi Applicazioni abilitate 1.00 Milioni Accesso Veicoli, Controllo Accessi, Pallet Tracking 15 Centinaia Tracking di Veicoli, Telepass Evoluti 0.30 Centinaia di milioni Bagagli, Imballaggi 13 Migliaia Servizi informativi a valore aggiunto Miliardi Centinaia di miliardi Migliaia di miliardi Smart Ticket, Scatole confezioni Beni di basso valore Sostituzione codice a barre e francobolli Decine migliaia Centinaia di migliaia Milioni Beni di lusso Pallet e controllo Distribuzione Logistica e gestione magazzino 7

8 Lettori di e-tag Lettori di E-tag passive - emettono un elevata potenza (ma 4W) per attivare le e-tag passive - consumi di potenza elevati (qualche W) - operano a distanze limitate al ma a qualche metro - possono leggere contemporaneamente un numero n di e-tag (es. decine di e-tag) con velocita dell ordine di qualche secondo (per n>100) - comprendono un antenna, un sistema di gestione dell anticollisione (microprocessore + SW + memoria), un ricetrasmettitore RF, eventuali interfacce di rete (Ethernet, Wi-Fi, GSM, ecc.) Lettori di E-tag attive - emettono meno potenza (10-20 mw) - consumi di potenza ridotti (qualche mw) che facilitano l integrazione - raggiungono distanze maggiori ( m) - possono leggere contemporaneamente diverse e-tag (es. centinaia di e-tag) a velocita superiori (qualche ms) - comprendono un antenna (piu facilmente integrabile), un sistema di gestione dell anticollisione (microprocessore + SW + memoria), un ricetrasmettitore RF, eventuali interfacce di rete (Ethernet, Wi-Fi, GSM, ecc.) 8

9 Sommario Aspetti tecnologici delle e-tag Gli standard Sicurezza e privacy Potenzialita applicative Il ruolo di Telecom Italia 9

10 Standard ISO/IEC Gli RFID sono soggetti a standardizzazione da parte dell International Organization for Standardization (ISO) congiuntamente con l IEC (International Electrotecnical Commission) Questo standard e diffuso principalmente in Europa ed e nato dalla collaborazione di: Intermec, Philips Semiconductors, RFIP Solutions, Rafsec, SAMSys, TAGSYS and Teas Instruments Ente Oggetto Smart card contactless Norme ISO/IEC (Smart Card proimity) ISO/IEC (Smart Card vicinity) RFID for Item Management ISO/IEC Part 1-7 (Smart tag) Allo stadio di FDIS nel comitato ISO/IEC JTC 1/SC 31/WG4 Frequenze previste dallo standard ISO ( KHz, 13.56MHz, 433 MHz, MHz, 2.45 GHz, 5.8 GHz) 10

11 Standard EPCGlobal Auto-ID Center: Promosso dal Massachussetts Institute of Technology (MIT): Da novembre 2003 e confluito in EPC Global. Auto-ID LAB mantiene le funzioni di ricerca Joint venture tra EAN International e Uniform Code Council Standard Classe 1 Versione 2 ancora da definire (scelto da Wal-Mart e DoD per Pallet Tagging a partire dal 2005) Utenti (Wal-Mart, Colgate-Palmolive, GlaoSmithKlein, Kraft, Nestlé e Pepsi) e manifatturiere (Matrics, Alien) Networked Physical World: tentativo di standardizzare rete di componenti RFID Protocollo Classe 0 Classe 0 Plus Classe 1 Classe 1 Ver.. 2 Classe 2 EPC Code - Address: Frequenza UHF UHF HF/UHF UHF UHF Class 0-64 bits Class 1-96 bits Class 2-128/256 bits Descrizione Read-Only Programmato da manifatturiera Read-Write Write-once, Read-Many (WORM) WORM; unisce classe 0, 1 ISO? Read-Write Tag UHF: 868-MHz-to-956-MHz range HF: 13.56MHz range 11

12 La visione del MIT 12

13 Soluzione ZigBee PC Ad hoc Network: maglia-stella APPLICATION ZIGBEE STACK SILICON IEEE Customer ZigBee Alliance ZigBee Alliance +50 compagnie: : semiconductor manufacturers, IP providers, OEMs, TLC Operators, etc. In via di definizione i livelli superiori della pila protocollare: da rete a livello applicativo 250Kbps con portante a 2.45GHz Primi risultati pubblicati a meta 2003 IEEE Working Group Definisce i livelli inferiori della pila protocollare ZigBee: : MAC and PHY (2.45GHz, 915MHz, 868MHz ) Full protocol stack <32 kbyte Node-stack ~4 kbyte 13

14 ZigBee Alliance Promoters: Alcuni Participanti: 14

15 Standard RTLS Real Time Locating System (RTLS) promosso da INCITS (InterNational Committee for Information Technology Standards) e approvato da ANSI (INCITS T ) Proposto all ISO (Agosto 2003) ISO/IEC JTC 1 SC 31 Dispositivi piu complessi (tipicamente tag attivi,, long- range con caratteristiche di localizzazione) Frequenze supportate: : 2.45GHz (INCITS 371.1), 433MHz (INCITS 371.2) Organizzazioni rappresentate: Savi Technologies, RFCode,, EDS, Wherenet,, Oak Ridge National Laboratory, Symbol Technologies 15

16 Sommario Aspetti tecnologici delle e-tag Gli standard Sicurezza e privacy Potenzialita applicative Il ruolo di Telecom Italia 16

17 Potenze consentite nelle varie bande di frequenze Frequenza 125 khz 13,56 MHz 433 MHz- Band 868 MHz MHz MHz 2,45 GHz 5,8 GHz Regioni di Applicabilita Internazionale, 4W Internazionale, 4W Internazionale, 500 mw Short Range Devices in Europa 500 mw North- e South America, Taiwan 4Watt Australia, New Zealand, South Africa, China 1Watt Internazionale Europa, 4W In Italia 25 mw 2,45 GHz Internazionale USA 1000 mw UK 100 mw Belgio 25 mw Finlandia 10 mw Francia 500 mw Israel 100 mw Giappone 230 mw S. Korea 300 mw Spagna 100 mw Svezia 500 mw Altri in EU 500 mw 17

18 Limiti di esposizione ai campi prodotti da RFID Standard europeo EN50364 (2001) emesso dal CENELEC per la valutazione dei limiti di esposizione ai campi prodotti da sistemi RFID. Si richiede la conformità alle linee guida relative alla raccomandazione europea ICNIRP (Commissione internazionale sulla protezione dalle radiazioni non ionizzanti) La richiesta di conformità prevede che l esposizione non porti ad un aumento della temperatura corporea di 1 C (livello critico per i tessuti). Tale aumento si ha per un tasso di assorbimento di energia specifica superiore a 4 W/kg per 30 min. La norma stabilisce un fattore di sicurezza di 50 (0.08W/kg). Nei sistemi ove le RF-ID tag hanno funzione di antitaccheggio si ha un segnale sinusoidale modulato ad impulsi larghi 1 ms e con ampiezza di circa 15 µt. A titolo di paragone, i metal detector aeroportuali emettono un segnale modulato largo 0,5ms e con ampiezza di circa 70 µt. Campi RFID in prossimità di barriere antitaccheggio 18

19 Problematiche di privacy e sicurezza Le e-tag sono spesso associate direttamente alle persone, pertanto le problematiche relative alla privacy e alla sicurezza possono condizionarne fortemente l utilizzo di e-tag per servizi legati al mercato Consumer L offerta di servizi deve garantire la privacy e la sicurezza delle informazioni per arrivare ad una diffusione di massa delle e-tag nel mercato consumer Problematiche oprivacy (disattivazione delle e-tag per soluzione problemi di location privacy ): - Propagation Control - Blocker Tag -KillTag osicurezza informazioni trasmesse (di scarso interesse per la logistica): - Controllo dell accesso alle informazioni contenute nelle e-tag - Soluzioni di cifratura dei dati 19

20 Problematiche di privacy I Gli accorgimenti per raggiungere l obiettivo di preservare la privacy nonostante l uso di RFID sono molteplici e non si è pervenuti ancora ad una sintesi univoca all interno degli standard ISO Le soluzioni considerate più efficienti sono principalmente 3: - Propagation Control - Blocker Tag -KillTag Controllo del raggio di azione di un Reader Propagation Control: viene realizzato con questa soluzione il controllo dell area di copertura di un nodo di trasmissione (ad esempio attraverso la riduzione dell area di copertura di un Reader di E-tag): tipica per applicazioni di prossimità, garantisce la riservatezza dei dati con una riduzione del raggio di azione dei micro-dispositivi. È una soluzione che ad oggi si applica bene per componenti RFID a 13.56MHz, ma si scontra con le esigenze, oggi crescenti, di uso di RFID per applicazioni long range 20

21 Problematiche di privacy II Blocker Tag: è una soluzione più complessa della precedente, presentata in occasione di RFID Security Worshop (Nov. 15, 2003) presso il MIT. Si utilizza una e-tag bloccante, ossia un dispositivo che crea una collisione con i segnali trasmessi da altre e-tag (che devono essere protette): in questo modo viene perturbato l algoritmo di anticollisione utilizzato dal Reader per leggere gli identificativi delle e-tag, creando interferenza e vanificando la lettura. Questa e-tag bloccante può essere realizzata in modo da rispondere ad un sottoinsieme di codici, preservando in questo modo la segretezza solo degli oggetti personali, e può essere attivata o meno da parte degli utenti (abilitando in questo modo contemporaneamente alla lettura tutte le e-tag precedentemente bloccate). La Blocker-Tag simula tutti i (miliardi) possibili numeri seriali delle tag!! 1,2,3,, 2023 codici generati (errore nella lettura) 21

22 Problematiche di privacy III Kill Tag: è la soluzione più semplice per il mantenimento della privacy e prevede la disattivazione del micro-dispositivo: nei casi tipici il componente viene disabilitato definitivamente e non può essere riattivato; nel caso di e-tag a costo più elevato è previsto invece lo spegnimento della e-tag (ad esempio per e-tag attive). Il problema legato a questo tipo di soluzione è la forte limitazione che deriva dall uso di questi componenti: il fatto di potere utilizzare le e-tag solo per un periodo molto limitato, ossia fino alla disattivazione ad opera degli utenti, rende meno conveniente il loro utilizzo (gli utenti infatti non possono più riattivarle per usufruire di altri servizi). Inoltre occorre disabilitare singolarmente ogni etichetta. Kill RFID tags Problema: Le RFID tags diventano limitate ad un singolo utilizzo 22

23 Sommario Aspetti tecnologici delle e-tag Gli standard Sicurezza e privacy Potenzialita applicative Il ruolo di Telecom Italia 23

24 Ambiti applicativi vs settori merceologici LOGISTICA Gestione magazzino Localizzazione merci Gestione prodotti Distribuzione merci Gestione bagagli Cargo Smaltimento rifiuti Gestione archivi/biblioteche PRODUZIONE Controllo della qualita Controllo linee di produzione SICUREZZA Controllo accessi Controllo bagagli-passeggeri Sorveglianza, metronotte Individuazione furti GESTIONE PARCHEGGI Pagamento sosta differenziato Ricerca posti liberi Accessi a zone a traffico controllato TRASPORTI ENTERPRISE GDO PAL PAC SANITA FINANCE ICT e MEDIA 24

25 Ambiti applicativi vs settori merceologici PAGAMENTO PEDAGGI/BIGLIETTI LOCALIZZAZIONE Anziani/bambini Animali Oggetti di valore TURISMO GIOCHI Info monumenti/musei Info ristoranti/cinema/teatri TRASPORTI ENTERPRISE GDO PAL PAC SANITA FINANCE ICT e MEDIA 25

26 Etichetta intelligente per Logistica (Gestione magazzino, Controllo carico- scarico merci, Controllo della distribuzione) Gestione prodotti (scadenza, prezzi, offerte etc.) Etichettatura merce supermercato e addebito automatico (grandi magazzini o vendite all ingrosso) Riduzione furti Riduzione contraffazioni Applicazioni nella GDO 26

27 Confronto tra RFID e codice a barre Bar-code RFID Bar-code RFID Trasmissione dati ottica elettromagnetica Contraffazzione Facile Difficile Volume dati Byte 128 Byte-8KByte Prevenzione furti Non possibile Possibile Modifica/acquisizione nuove info Non possibile Possibile Contatto visivo Necessario Non necessario Forma/dimensione desiderata Non possibile Possibile Orientamento verso il lettore Necessario Non necessario Recuperabilita Non possibile Possibile Anticollisione Non possibile Possibile Lettura multipla Non possibile Possibile Durata Breve Lunga Ambienti sporchi Non consigliato Consigliato Resistenza alte temperature Non possibile Possibile 27

28 GDO - Case Study: WAL*MART Stores, Inc. Recentemente Wal Mart ha annunciato che i suoi 100 principali fornitori adotteranno la tecnologia RFID Tag entro il Wal Mart, seguendo l iniziativa della multinazionale Gillette, ha ordinato alla Alien Technology 500 milioni di tag per metterle sui suoi prodotti. Benefici nei centri di distribuzione: I lettori di tag distribuiti lungo le scaffalature consentono un interrogazione real time della disponibilità della merce. Possibilità di inventario automatico della merce Veloce movimentazione di ricevimento e spedizione della merce. Facile tracciabilità dei movimenti della merce destinata ai supermercati. Benefici nei supermercati Eliminazione della coda alle casse. Riduzione dello stoccaggio di magazzino. Drastica riduzione dei tempi di inventario Migliore prevenzione dei furti Tracciabilità dei prodotti e facilità a ritirarli in massa nel caso di scadenza o alterazione ù dovuta ad atti di natura criminale/terroristica. Quando il carrello della spesa giunge alla cassa, il lettore di tag ha già computato il totale dell acquisto 28

29 Logistica - Case Study: AVOS (Newcastle Brown Ale) Sistema sviluppato dalla Scottish Courage Un progetto sviluppato in 5 anni Electronic Tagging di 1.9 millioni di contenitori Equipaggiamento di 26 magazzini e 600 veicoli per funzionalita di Tracking Formazione di 2000 dipendenti Database per tracciare il movimento di 32 millioni di contenitori all anno Un insieme completo di informazioni di gestione Investimento di 13 milioni di $ Vantaggi: Ottimizzazione inventario Guadagno in produttivita Riduzione furti e contraffazioni Automazione del magazzino E-TAG 29

30 Controllo bagagli Case study: Aeroporto San Francisco Negli Stati Uniti si spenderanno, nei prossimi 5 anni, circa 5 miliardi m di dollari per aggiornare i sistemi di identificazione dei bagagli negli aeroporti, in osservanza alle le nuove leggi antiterrorismo. Oltre ai problemi legati alla sicurezza, le linee aeree statunitensi perdono 4 bagagli ogni 1000 passeggeri e ritengono che il sistema di identificazione tramite TAG possa ridurre sensibilmente questi numeri. L aeroporto di San Francisco, tramite un sistema di RFID tags, identifica i bagagli di passeggeri considerati pericolosi, rimuovendoli automaticamente dal nastro trasportatore ed inviandoli ad un rilevatore di esplosivi. A breve, questo aeroporto estenderà a tutti i passeggeri (stimati in 50 milioni/anno) il sistema di TAG ed altri aeroporti seguiranno l esempio. Secondo scanner per verificare che nessun bagaglio sia andato perso La Delta Air Lines, di concerto con la Transportation Security Administration (TSA), rilascia al check-in due TAG a 900MHz, una al viaggiatore ed una posta sui propri bagagli. Un sistema di lettori di TAG monitora gli spostamenti utente-bagaglio, segnalando un anomalia qualora le coppie di TAG prendano direzioni anomale (casi classici: dimenticanza del bagaglio oppure sua destinazione errata) Bagagli tagged al check-in RFID Scanner RFID Scanner Smistamento Identificazione dei bagagli selezionati Eplosive Detection System Dopo lo screening le tag vengono rimosse 30

31 Controllo su linee di produzione - Case Study: Ford Motor Company La e-tag e riscrivibile posta ad esempio sul motore registra le varie fasi f di montaggio e invia queste informazioni al data base del centro controllo E possibile verificare, in tempo reale, il corretto svolgimento o di tutte le operazioni ed applicare eventuali azioni correttive. Oppure, a fine lavorazione, se in una delle varie fasi di montaggio e stata registrata un anomalia, si puo risalire a quale problema si e verificato, leggendo la memoria della e-tage Sistema di controllo che utilizza e-tag in fase di produzione dei motori, nella fabbrica della Ford Motor Company di Esse (Canada). Tale fabbrica produce motori all anno di 11 diversi modelli. Ogni motore passa circa 2000 diverse fasi di lavorazione. Ognuna di queste viene registrata insieme ai dati salienti ad essa associati sulla relativa e-tag 31

32 Sommario Aspetti tecnologici delle e-tag Gli standard Sicurezza e privacy Potenzialita applicative Il ruolo di Telecom Italia 32

33 E-tag e Scenario Telecom Fino ad oggi i processi di telecomunicazione sono sempre stati attivati da persone, computer e terminali evoluti. Con l utilizzo delle e-tag a basso costo anche oggetti semplici possono dar vita ad un processo di telecomunicazione. E-TAG Embedded World Reader Server TAG Services Database Network IP Crescita esponenziale del traffico dati di tipo low bit rate, sia wireline che wireless Integrazione della tecnologia delle E-TAG con l infrastruttura di rete (fissa e mobile) esistente 33

34 Architettura funzionale E-TAG Trasmissione RF Lettore E-TAG Connettività al centro elaborazione dati Sistema di gestione Wireless/wireline Data Base centralizzato (Wi-fi,, GPRS, DSL) internet 34

35 RFID l offerta di Telecom Italia Progetto ed Implementazione di una architettura ad hoc Interfaccia con la rete esistente, sia fissa (Ethernet, WLAN, ADSL) che mobile (GSM/GPRS/UMTS), eventualmente customizzata per ottimizzare l integrazione dei nuovi servizi RFID Data-Collection basata su una Storage Area Network, sfruttando i vantaggi di Telecom Italia come Network Operator Sviluppo del Software di controllo e gestione Politiche di sicurezza per i dati sensibili (Firewall e VPN) Metodi di Localizzazione usando la sinergia di GPS/GSM/UMTS con RFID Real Time Locating System (RTLS) (ottimizzazione( della precisione e riduzione dei costi) Soluzione Verticale 35

36 Gestione di magazzino e integrazione con la rete Gestione delle risorse e controllo dei processi Integrazione delle funzionalità di logistica (gestione magazzino) attraverso l utilizzo di e-tag e relativi lettori Controllo del processo di produzione e consegna Raccolta in tempo reale e gestione delle informazioni su Data Base remoto centralizzato VPN Distribution Distribution Network Network VPN Storage Area Network Integrazione con la rete Creazione di una rete aziendale Ad hoc o interfaccia con la rete preesistente (ADSL, Ethernet, Wi-Fi) Gestione dell accesso alla rete pubblica e comunicazione sicura mediante Virtual Private Network (VPN) Controllo remoto delle informazioni raccolte attraverso un Centro Servizi 36

37 Controllo di carico/scarico e della distribuzione Ogni prodotto che deve essere trasportato è dotato di e-tag e che lo identifica univocamente. Ogni volta che un prodotto viene preso in carico da un mezzo, l operatore, tramite un lettore portatile di e-tag, e aggiorna in modo automatico, ad esempio via rete mobile, il DB del centro servizi. Ogni passaggio di mano del prodotto, (da un mezzo ad un altro, da un magazzino all altro), fino alla consegna finale, viene segnalato al DB centrale e l informazione e relativa alla posizione viene registrata sulla stessa e-tag. e Quando il destinatario dei prodotti chiede la posizione degli stessi, il centro servizi la fornisce. Volendo essere estremamente precisi e anche possibile, tramite sistema di localizzazione dei mezzi di trasporto (per esempio dotati di GPS), comunicare, in tempo reale, r il mezzo che li ha in carico e dove si trova tale mezzo. RFID TAG Lettore TAG quando un prodotto viene caricato su un mezzo l informazione, rilevata tramite lettore di TAG, viene inviata al centro servizi il cliente può sapere, in tempo reale, collegandosi via internet al centro servizi, dove è il prodotto a lui destinato GSM/GPRS i mezzi sono localizzabili per localizzare un prodotto è sufficiente localizzare il mezzo che lo ha in carico associazione Merci / mezzi localizzazione internet 37

38 E-tag/RFID per esposizioni Localizzazione, Controllo accessi e Controllo anti-taccheggio (sia in fase di allestimento che durante la fiera) Statistiche personalizzate e gestione delle informazioni relative alle presenze/visite Accesso al Database che contiene le informazioni aggiornate in tempo reale (ad es. statistiche sui visitatori, datasheets, brochures scaricabili attraverso WLAN, ADSL, Ethernet Informazioni per i visitatori (percorso seguito tra gli stand, percorso più veloce per raggiungere punti di ristoro o stand particolari) Database Ehibitor Booth INTERNET Access Point Wi-Fi Hot Spot E-Tag Reader Visitors Visitor E-Tag/badge Visitors 38

39 E-tag e applicazioni per il turismo Servizi di informazioni turistiche Indoor/Outdoor (musei, monumenti, ) o servizi pubblicitari e di pubblica utilità (ristoranti, parcheggi, teatri, ) Oggetti etichettati (ad es. quadri in un museo, insegne di ristoranti): la E-TAG suggerisce la presenza di informazioni interessanti per l utente READER situato nel terminale utente Una breve descrizione dell oggetto e direttamente contenuta nella E-TAG La descrizioni dettagliata e ottenuta accedendo ad un Database attraverso la rete mobile (GSM/GPRS/UMTS). E-TAG E-TAG suggerisce la sua presenza L utente puo ricevere informazioni dettagliate GSM/GPRS/UMTS DB E-TAG 39

40 E-tag per info di pubblica utilita Palina Intelligente: alle fermate degli autobus, info relative a orari, itinerari, coincidenze TTS DB Internet E-Tag Terminale Mobile con lettore di e-tag integrato Lo stesso cellulare si puo utilizzare per il Pagamento a bordo dell autobus: utilizzando le funzionalita di borsellino elettronico presenti ad esempio sulla SIM (meccanismi di autenticazione per autorizzazione al pagamento e ricarica via rete) 40

41 E-tag per info in Autostrada o InfoSci Servizi Servizi di informazione basate su terminali mobili dotati di tag L Informazione e e fornita mediante messaggio vocale/sms/mms (con rete GSM/GPRS) Possibilità da parte dell utente di disabilitare o abilitare la lettura delle Tag a scelta (privacy) Autostrade Pagamenti elettronici Electronic Toll Collection (Telepass) Informazioni dettagliate (ad es. traffico e meteo) basate sulla localizzazione mediante RFID e ritagliate sul profilo utente InfoSci Il Il telepass telepass e e una una E-TAG! E-TAG! Pagamenti elettronici Ski-pass elettronico Informazioni dettagliate basate sulla localizzazione mediante e-tag e ritagliate sul profilo utente: condizioni della neve, code agli ski-lift, statistiche personali (ad es. tempo trascorso sugli sci e distanze percorse) 41

42 Ad-hoc networks e i giochi di gruppo Internet GSM/GPRS/UMTS AP wi-fi I terminali mobili dotati di e-tag intelligenti si riconoscono e decidono di giocare, l applicativo si scarica da rete e il gioco comincia. Il gioco si puo allargare ad altri giocatori piu lontani attraverso il passaggio da un AP wi-fi oppure attraverso GSM/UMTS/GPRS scenari per ad-hoc gaming? TM con e-tag intelligente 42

43 Il futuro: verso i WIMS La Smart Tag diventa un sistema integrato wireless (WIMS-Wireless Integrated Micro-System) realizzato con tecnologia MEMS in cui sensori/attuatori, circuiti di elaborazione elettronici e sistemi di trasmissione wireless sono integrati su un unico chip La frequenza di utilizzo dovrà essere coerente con i sistemi wireless 4G Il campo applicativo si estende in settori come: controllo traffico, bio-medico (somministrazione di medicinali, monitoraggio di pazienti), militare ( smart dust ), ambientale (rilevazioni sismiche), manifatturiero (assemblaggio automatico e intelligente), sistemi di sorveglianza Alimentazione Tipica architettura di un WIMS µ-processore EEPROM/ FLASH Interfaccia Wireless RAM Attuatori Sensori 43

44 Conclusioni Aspetti tecnologici delle e-tag Gli standard Sicurezza e privacy Potenzialita applicative Il ruolo di Telecom Italia 44

Scenari tecnologici e prospettive di business per l operatore

Scenari tecnologici e prospettive di business per l operatore BLOG 3 Business e Tecnologia Scenari tecnologici e prospettive di business per l operatore, Telecom Italia Lab Sommario Tecnologia RFID Principali caratteristiche Standard Scenari tecnologici Mercato Tecnologia

Dettagli

Introduzione (2/3) A seconda dei casi, l elemento di accoppiamento è costituito da una spira o da una antenna

Introduzione (2/3) A seconda dei casi, l elemento di accoppiamento è costituito da una spira o da una antenna Introduzione (1/3) Radio Frequency IDentification (RFID) = possibilità di acquisire informazioni su di un oggetto per mezzo della radio-comunicazione ( contactless) fra un Tag ( etichetta ) fisicamente

Dettagli

RFID: stato dell arte e prospettive

RFID: stato dell arte e prospettive Roma, 30 gennaio 2007 RFID: stato dell arte e prospettive Tiziana Tambosso Telecom Consultant Sommario Introduzione: breve storia Tecnologie Standard Sicurezza e privacy Applicazioni Prospettive future

Dettagli

Eagle RFId Supply Chain Management

Eagle RFId Supply Chain Management RFId Supply Chain management 24 marzo 2010 Il team per le Soluzioni RFID La società svizzera che aggrega le competenze RFID e ICT per fornire soluzioni di elevata competenza ed esperienza La società di

Dettagli

SOLUZIONI RFID ZEBRA

SOLUZIONI RFID ZEBRA SOLUZIONI RFID ZEBRA EMEA_Zebra_RFID_Capabilities_brochure_6pp_italian.indd 3 12/01/2011 16:18 La più ampia gamma di codificatori/stampanti RFID Supportata da una comprovata esperienza nell ambito dell

Dettagli

Radio Frequency Identification Risorsa per il Manufacturing e la Logistica

Radio Frequency Identification Risorsa per il Manufacturing e la Logistica Tecnologia RFID struttura, potenzialità, benefits e trend del mercato visti da un player centrale. La gestione del processo di produzione e della logistica tramite tecnologia RFID nel mercato della pietra

Dettagli

per Global Sensing Srl RFID Asset Management - 1

per Global Sensing Srl RFID Asset Management - 1 per Global Sensing Srl RFID Asset Management - 1 La tecnologia RFID è la soluzione per aumentare l efficienza e ridurre i costi delle attività di Asset Management permettendo di ottenere: Aumento sostanziale

Dettagli

Nexsoft. Business Solutions. Tracciabilità dei cicli di lavoro

Nexsoft. Business Solutions. Tracciabilità dei cicli di lavoro Nexsoft Business Solutions Tracciabilità dei cicli di lavoro Tracciabilità e Rintracciabilità La Tracciabilità è la capacità di risalire alla storia e all uso o alla localizzazione di una entità mediante

Dettagli

INNOVAZIONE RFID. Soluzioni customizzate di tracciabilità per la filiera enologica. Produttori Distributori Rivenditori

INNOVAZIONE RFID. Soluzioni customizzate di tracciabilità per la filiera enologica. Produttori Distributori Rivenditori INNOVAZIONE RFID Soluzioni customizzate di tracciabilità per la filiera enologica Produttori Distributori Rivenditori Follow Me: perché? perché sappiamo che la capacità di distinguersi fa la differenza

Dettagli

Un sistema RFID si basa sui due seguenti elementi:

Un sistema RFID si basa sui due seguenti elementi: La RFID LA RFID (RADIO FREQUENCY IDENTIFICATION) È UNA TECNOLOGIA DI IDENTIFICAZIONE CHE RICORRE AD UN SEGNALE IN RADIOFREQUENZA QUALE SUPPORTO DI DIALOGO TRA L OGGETTO DA IDENTIFICARE E IL DISPOSITIVO

Dettagli

I principi dell RFID: comprendere e utilizzare l identificazione a radiofrequenza

I principi dell RFID: comprendere e utilizzare l identificazione a radiofrequenza White paper I principi dell RFID: comprendere e utilizzare l identificazione a radiofrequenza INDICE Introduzione 2 Funzionamento della tecnologia RFID 2 Tag (transponder) 2 Opzioni 3 Uso dell RFID 4 Conclusioni

Dettagli

Progettazione di sistemi basati su tecnologie RFID: potenzialità tecnologiche e casi applicativi reali

Progettazione di sistemi basati su tecnologie RFID: potenzialità tecnologiche e casi applicativi reali Progettazione di sistemi basati su tecnologie RFID: potenzialità tecnologiche e casi applicativi reali Prof. Giuliano Manara Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Pisa Presidente CUBIT

Dettagli

WiFi: Connessione senza fili. di Andreas Zoeschg

WiFi: Connessione senza fili. di Andreas Zoeschg WiFi: Connessione senza fili di Andreas Zoeschg Introduzione Le tecnologie wireless risultano particolarmente adatte qualora sia necessario supportare la mobilità dei dispositivi utenti o per il deployment

Dettagli

La tecnologia RFId nel settore Fashion. Milano, Gennaio 2014

La tecnologia RFId nel settore Fashion. Milano, Gennaio 2014 La tecnologia RFId nel settore Fashion Milano, Gennaio 2014 Eximia: il miglior partner per soluzioni RFId Fondata nel 2003, Eximia è totalmente focalizzata su soluzioni RFId chiavi in mano Coprendo l'intera

Dettagli

SinerAccess. Sistema integrato per controllo accessi e videosorveglianza. Sviluppo Innovazione Ricerca

SinerAccess. Sistema integrato per controllo accessi e videosorveglianza. Sviluppo Innovazione Ricerca SinerAccess Sistema integrato per controllo accessi e videosorveglianza Sviluppo Innovazione Ricerca Tecnologie RFiD RFId (acronimo di Radio Frequency Identification) è una tecnologia per la identificazione

Dettagli

RFID: UN ALTERNATIVA AL CODICE A BARRE PER

RFID: UN ALTERNATIVA AL CODICE A BARRE PER RFID: UN ALTERNATIVA AL CODICE A BARRE PER L IDENTIFICAZIONE AUTOMATICA Maggio 2002 I diritti di riproduzione, di memorizzazione elettronica e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo, compresi

Dettagli

SISTEMI DI TRACCIABILITÀ

SISTEMI DI TRACCIABILITÀ LABEL ELETTRONICA S.r.l. Via della Repubblica, 18 35010 LIMENA (Padova) Tel: +39 049 8848130 Fax: +39 049 8848096 Per ulteriori informazioni: SISTEMI DI TRACCIABILITÀ www.labelelettronica.it ENRICO RAMI

Dettagli

Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie

Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie Innovazione nelle strategie d azienda e nelle tecnologie Graziella Spinelli Telecom Italia Lab, tema.mobility Consortium Andrea Bragagnini Telecom Italia Lab, Enabling Technologies for Innovation Nuovi

Dettagli

La tecnologia RFID: applicazioni/opportunità in campo sanitario

La tecnologia RFID: applicazioni/opportunità in campo sanitario La tecnologia RFID: applicazioni/opportunità in campo sanitario Marina Buzzi, Marina.Buzzi@iit.cnr.it Marco Conti, Marco.Conti@iit.cnr.it Caterina Senette, Caterina.Senette@iit.cnr.it 2 Luglio 2009 - IIT,

Dettagli

Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless. P&STech Genova 22/11/2010

Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless. P&STech Genova 22/11/2010 Internet of Things: Interoperabilità dei sistemi di identificazione RFID e Contactless P&STech Genova 22/11/2010 Marco Magnarosa CUBIT CUBIT Consortium Ubiquitous it Technologies nasce nel 2007 per volontà

Dettagli

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Wireless Mesh a banda larga Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless multihop

Dettagli

SINER ACCESS. Sistema per il controllo degli accessi

SINER ACCESS. Sistema per il controllo degli accessi SINER ACCESS Sistema per il controllo degli accessi INTRODUZIONE Sia in ambito civile che industriale, è da anni costantemente più avvertita l esigenza di sviluppare forme evolute di controllo di determinate

Dettagli

Costanzo Fabrizio. Facoltà di Ingegneria. La tecnologia RFID : Aspetti di sicurezza. Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni

Costanzo Fabrizio. Facoltà di Ingegneria. La tecnologia RFID : Aspetti di sicurezza. Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni Tesi di Laurea di Primo Livello La tecnologia RFID : Aspetti di sicurezza Laureando: Costanzo Fabrizio Matricola : 801491 Relatore

Dettagli

Infrastrutture Elettroniche per l Habitat a.a. 2005-2006

Infrastrutture Elettroniche per l Habitat a.a. 2005-2006 Infrastrutture Elettroniche per l Habitat a.a. 2005-2006 Giuseppe Iannaccone Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Via Caruso 16, Pisa email: g.iannaccone@iet.unipi.it tel: 050-2217677 home page:

Dettagli

Opportunità, Controllo e Performance

Opportunità, Controllo e Performance RFID: LA TECNOLOGIA Opportunità, Controllo e Performance info@mizar-consulting.com 01/26 RFID: La Tecnologia Un sistema di identificazione automatica a radiofrequenza (RFID = Radio Frequency Identification)

Dettagli

La comunicazione tra gli oggetti: RFID & Microdevice wireless networks

La comunicazione tra gli oggetti: RFID & Microdevice wireless networks TECNOLOGIE La comunicazione tra gli oggetti: RFID & Microdevice wireless networks LUIGI LICCIARDI Le tecnologie RFID (Radio Frequency Identificator) promettono di rivoluzionare il mondo dell automazione

Dettagli

SISTEMI DI CONTROLLO ACCESSI

SISTEMI DI CONTROLLO ACCESSI WWW.PARCHEGGI.COM Advanced access control solutions SISTEMI DI CONTROLLO ACCESSI SESAMO ACCESSI Registrare gli eventi Fornire la visibilità sugli eventi Controllare gli eventi Generare eventi di consenso

Dettagli

Intier Seating ha risolto il problema della consegna sequenziale di parti (Sequenced Part Delivery, SPD) grazie ai sistemi RFID EMS

Intier Seating ha risolto il problema della consegna sequenziale di parti (Sequenced Part Delivery, SPD) grazie ai sistemi RFID EMS Case study Intier Seating ha risolto il problema della consegna sequenziale di parti (Sequenced Part Delivery, SPD) grazie ai sistemi RFID EMS La consegna sequenziale delle parti (Sequenced Part Delivery,

Dettagli

Capitolo 1. RFID in generale. 1.1 Introduzione ai sistemi RFID

Capitolo 1. RFID in generale. 1.1 Introduzione ai sistemi RFID Sommario Il lavoro proposto da Iuzzolino Giacomo è una tesi sperimentale per il conseguimento della laurea specialistica al Politecnico di Torino in Ingegneria Elettronica (Nuovo Ordinamento). La tesi

Dettagli

mobile working application

mobile working application tracciabilità, monitoraggio, certificazione e rendicontazione delle attività di vigilanza mobile working application 1 Vigilanza WEB dispositivo mobile L OTTO GSM per la rilevazione automatica dei dati

Dettagli

L ambiente mobile. Ing. Gianfranco Pontevolpe. Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Programma

L ambiente mobile. Ing. Gianfranco Pontevolpe. Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Programma L ambiente mobile Ing. Gianfranco Pontevolpe Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Programma I sistemi cellulari Lo standard GSM I problemi di sicurezza del GSM Lo standard

Dettagli

LO STANDARD LTE COME ELEMENTO CHIAVE PER LA REALIZZAZIONE DELLE SMART NETWORK INFRASTRUCTURES

LO STANDARD LTE COME ELEMENTO CHIAVE PER LA REALIZZAZIONE DELLE SMART NETWORK INFRASTRUCTURES LO STANDARD LTE COME ELEMENTO CHIAVE PER LA REALIZZAZIONE DELLE SMART NETWORK INFRASTRUCTURES VITTORIO MOSCATELLI SALES DIRECTOR TIESSE S.P.A 20 Maggio 2014 INNOVAZIONE MADE IN ITALY TIESSE il Gruppo New

Dettagli

Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011

Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011 Internet delle cose: la questione dell interoperabilità e dell integrazione dei sistemi contactless Ing. Marco Magnarosa CEO CUBIT Il Nuovo Mondo, Bologna 29/11/2011 CUBIT Consortium Ubiquitous Technologies

Dettagli

Una soluzione software integrata : dal magazzino al test automatico delle unità con utilizzo di RFID/Barcode.

Una soluzione software integrata : dal magazzino al test automatico delle unità con utilizzo di RFID/Barcode. areakappa software solutions MapWarehouse Una soluzione software integrata : dal magazzino al test automatico delle unità con utilizzo di RFID/Barcode. www.areakappa.com 1 areakappa software solutions

Dettagli

RFID e sensori wireless

RFID e sensori wireless UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SIENA Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Tecnologie per la tracciabilità: RFID e sensori wireless Giuliano Benelli Tracciabilità e nuove tecnologie Identificazione e

Dettagli

BioMoving - monitoraggio della temperatura e tracciabilità nel trasporto di campioni organici

BioMoving - monitoraggio della temperatura e tracciabilità nel trasporto di campioni organici BioMoving - monitoraggio della temperatura e tracciabilità nel trasporto di campioni organici Esigenza Un esigenza fondamentale per chi effettua analisi di campioni organici è che, dal momento del prelievo,

Dettagli

SISTEMA DI TELETTURA CONTATORI

SISTEMA DI TELETTURA CONTATORI SISTEMA DI TELETTURA CONTATORI PALMARE CONTATORE SERVER CONCENTRATORE SISTEMA I sistemi di telelettura sono di 2 tipi : - Centralizzato Consiste nella raccolta dei dati in un database centrale grazie alla

Dettagli

WLAN 802.11. Local Area Network (LAN)

WLAN 802.11. Local Area Network (LAN) WLAN 802.11 1 Local Area Network (LAN) Ethernet Server Hub Internet 2 1 Wireless Local Area Network (WLAN) Ethernet Server Access Point Internet 3 Perchè le Wireless LAN Riduzione costi di manutenzione

Dettagli

SISTEMA COMPLETO PER PARCHEGGI A PAGAMENTO

SISTEMA COMPLETO PER PARCHEGGI A PAGAMENTO SISTEMA COMPLETO PER PARCHEGGI A PAGAMENTO Lo stato dell arte, il futuro già presente dei sistemi parcheggio: Came presenta PS ONE, l innovativa soluzione con tecnologia web-based per parcheggi a pagamento,

Dettagli

Global Sensing Srl - www.globalsensing.it

Global Sensing Srl - www.globalsensing.it RFID (Radio Frequency IDentification) è la tecnologia per l'identificazione automatica di oggetti, persone, animali che permette l'acquisizione dati e l'identificazione a distanza con la totale automazione

Dettagli

INFORMAZIONE ALL UTENZA. Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT FEDERATED SEARCH NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS

INFORMAZIONE ALL UTENZA. Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT FEDERATED SEARCH NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS INFORMAZIONE ALL UTENZA MICRO-TPL.HYPERSPOT FEDERATED SEARCH Microdata MICRO-TPL. HYPERSPOT NAVIGAZIONE E SERVIZI INTERNET A BORDO BUS Microdata S.r.l. Software, Servizi & Soluzioni Società soggetta a

Dettagli

Tracciamento e localizzazione per il mercato consumer: elementi costitutivi e prospettive

Tracciamento e localizzazione per il mercato consumer: elementi costitutivi e prospettive Tracciamento e localizzazione per il mercato consumer: elementi costitutivi e prospettive BAMES Group Vimercate Technology Park Ottobre 2008 Struttura Societaria Bartolini After Market Electronics Services

Dettagli

Prodotti industriali di identificazione a radio frequenza (RFID) RFID ICODE ad alta frequenza (13,56 MHz) con interfaccia EtherNet/IP

Prodotti industriali di identificazione a radio frequenza (RFID) RFID ICODE ad alta frequenza (13,56 MHz) con interfaccia EtherNet/IP Prodotti industriali di identificazione a radio frequenza (RFID) RFID ICODE ad alta frequenza (13,56 MHz) con interfaccia EtherNet/IP COMPONENTI SISTEMA RFID Blocco interfaccia Riceve i dati dal ricetrasmettitore

Dettagli

RF-ID. Un supporto valido per una gestione snella ed efficiente. ICT Information & Communication Technology

RF-ID. Un supporto valido per una gestione snella ed efficiente. ICT Information & Communication Technology RF-ID Un supporto valido per una gestione snella ed efficiente Communication Technology Semplificare le operazioni I produttori di beni industriali sono indotti spesso a ridurre i costi di produzione e

Dettagli

sommario l approccio nebri-tech l innovazione

sommario l approccio nebri-tech l innovazione RFID SYSTEMS sommario 4 OUR company 6 8 l approccio nebri-tech 10 12 14 RFID: cos è LA TRACCIABiLITà L ANTICONTRAFFAZIONE SETTORI DI APPLICAZIONE 16 PRODOTTI e servizi 18 l innovazione 4 5 OUR COMPANY

Dettagli

EM4102/EM4100. A proposito di EM4102/EM4100 IC: Caratteristica fondamentale di EM4102/EM4100 Card: Opzione di stampa: Opzioni su carta standard:

EM4102/EM4100. A proposito di EM4102/EM4100 IC: Caratteristica fondamentale di EM4102/EM4100 Card: Opzione di stampa: Opzioni su carta standard: EM4102/EM4100 Tessera Di Prossimità Sola Lettura 125KHz EM4100/4102 unici / EM Marin è molto maturo, semplice e largamente usata tecnologia RFID. Il chip che incorpora nella carta è originale da EM Microelectronic.

Dettagli

SOFTWORK e la sua mission nell RFID. RFID: principi di funzionamento. Dettaglio della radiofrequenza: le frequenze e norme

SOFTWORK e la sua mission nell RFID. RFID: principi di funzionamento. Dettaglio della radiofrequenza: le frequenze e norme RFID OGGI STANDARD, FREQU APPLICABILI SOFTWORK e la sua mission nell RFID Value-added global provider per le Tecnologie e Soluzioni integrate RFID, SOFTWORK è un punto di riferimento nel mercato italiano

Dettagli

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE

PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE PRIMA GIORNATA DELL INNOVAZIONE LIVORNO - 5 Dicembre 2008 Dott. Luca Cattermol General Manager DAXO DAXO è una società operante nel settore delle Information and Communication Technologies (ICT), specializzata

Dettagli

Negozio con RFID. Una soluzione innovativa per l'identificazione dei prodotti. Negozio con RFID. RF:: Radio Frequency ID:: IDentification

Negozio con RFID. Una soluzione innovativa per l'identificazione dei prodotti. Negozio con RFID. RF:: Radio Frequency ID:: IDentification Una soluzione innovativa per l'identificazione dei prodotti RF:: Radio Frequency ID:: IDentification Ha un costo per etichetta che, per volumi molto grandi (ordine del milione di pezzi), può arrivare a

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Martedì 26-05-2015 1 Confronto tra switch

Dettagli

Impieghi pratici della tecnologia RFID nelle applicazioni di produzione e distribuzione

Impieghi pratici della tecnologia RFID nelle applicazioni di produzione e distribuzione White paper Impieghi pratici della tecnologia RFID nelle applicazioni di produzione e distribuzione INDICE L RFID semplifica i processi aziendali 2 Cos è l RFID? 2 Funzionamento dell RFID 2 I vantaggi

Dettagli

INFORMATION TECHNOLOGY PER LA LOGISTICA DI MAGAZZINO

INFORMATION TECHNOLOGY PER LA LOGISTICA DI MAGAZZINO INFORMATION TECHNOLOGY PER LA LOGISTICA DI MAGAZZINO Una logistica di successo Esperienza e competenza nate per garantire l implementazione di una efficiente Supply Chain Execution in mercati competitivi,

Dettagli

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica

Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Smart grid e metering: il consumo intelligente di energia elettrica Fabrizio De Nisi, IC (Integrated Circuit) Consultant Il rapido sviluppo industriale in atto in numerose parti del mondo, sta generando

Dettagli

Internet delle cose. Maura Turolla, Antonio Varriale. HW SW Innovation Dept. - Access & Terminals. Maura Turolla, Antonio Varriale

Internet delle cose. Maura Turolla, Antonio Varriale. HW SW Innovation Dept. - Access & Terminals. Maura Turolla, Antonio Varriale Internet delle cose HW SW Innovation Dept. - Access & Terminals Un mondo di cose Gestione traffico Parcheggi Autodiagnosi e Teleassistenza TeraByte di informazioni da raccogliere, aggregare ed elaborare

Dettagli

UTILIZZO DI RFID IN AMBITO DOMESTICO: RILEVAMENTO E IDENTIFICAZIONE DEI PRODOTTI

UTILIZZO DI RFID IN AMBITO DOMESTICO: RILEVAMENTO E IDENTIFICAZIONE DEI PRODOTTI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BOLOGNA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Scienze dell Informazione UTILIZZO DI RFID IN AMBITO DOMESTICO: RILEVAMENTO E IDENTIFICAZIONE DEI

Dettagli

Wireless LAN. Scritto da BigDaD

Wireless LAN. Scritto da BigDaD Una Wireless local area network, WLAN, è un sistema di comunicazione flessibile e implementabile nella sua estensione, o alternativo, ad una rete fissa (wired LAN). In una W-LAN viene utilizzata una tecnologia

Dettagli

Introduzione alle reti LE RETI INFORMATICHE. A cosa serve una rete. Perché... TECNOLOGIE E PRINCIPI DI COSTRUZIONE

Introduzione alle reti LE RETI INFORMATICHE. A cosa serve una rete. Perché... TECNOLOGIE E PRINCIPI DI COSTRUZIONE TECNOLOGIE E PRINCIPI DI COSTRUZIONE Introduzione alle reti 1 2 Perché... All inizio degli anni 80 sono nati i PC, in contrapposizione ai grossi sistemi presenti allora nelle aziende che collegavano terminali

Dettagli

SMART SERVICES di TELECOM ITALIA

SMART SERVICES di TELECOM ITALIA SMART SERVICES di TELECOM ITALIA Risorse Comuni Palazzo delle Stelline Milano, 18 Novembre 2009 Cosa sono gli SMART SERVICES? Un servizio funziona quando è semplice, è lineare, è ben disegnato e risponde

Dettagli

Wireless Internet Banda Larga

Wireless Internet Banda Larga Wireless Internet Banda Larga SERVIZI FORNITI DA ROMAGNA RIPETITORI Romagna Ripetitori Srl Via Lasie 10/L - Imola (BO) www.romagnaripetitori.it info@romagnaripetitori.it Tel. 0542.066536 Fax. 051.3764109

Dettagli

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto

Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti. Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto Le Aziende del Distretto Green & High Tech presentano i loro progetti Valorizzare le sinergie della rete per creare valore aggiunto SEM Communication Maurizio Colombo Presidente CdA 10-15 Aprile 2014 APA

Dettagli

xfid an open RF Library identification system

xfid an open RF Library identification system FrancoRicci Maggio2010 franco.ricci@phys.uniroma1.it xfid an open RF Library identification system IlDipartimentodiFisica,insiemealCASPURhaavviatopiùdidueannifalosviluppodiunsistemadiauto prestito per

Dettagli

The future behind. Milano, 15 Aprile 2008. ID - S olutions

The future behind. Milano, 15 Aprile 2008. ID - S olutions The future behind Milano, 15 Aprile 2008 Agenda Id-Solutions e RFID Lab di Parma Tecnologia RFID EPC e EPC Network Esempi di applicazioni Chi è Id-Solutions? Id-Solutions è una società di Spin-Off accademico

Dettagli

Nuove frontiere dell efficienza nei rapporti Industria-GDO. Pula 2 aprile 2008 Massimo Bolchini Indicod-ECR

Nuove frontiere dell efficienza nei rapporti Industria-GDO. Pula 2 aprile 2008 Massimo Bolchini Indicod-ECR Nuove frontiere dell efficienza nei rapporti Industria-GDO Pula 2 aprile 2008 Massimo Bolchini Indicod-ECR RFID: l iniziativa GS1 Necessità di sviluppo di nuove tecniche e linguaggi per l identificazione

Dettagli

Sistemi di Energy Harvesting e telealimentazione da radiazione elettromagnetica a RF per wireless sensor network

Sistemi di Energy Harvesting e telealimentazione da radiazione elettromagnetica a RF per wireless sensor network Sistemi di Energy Harvesting e telealimentazione da radiazione elettromagnetica a RF per wireless sensor network Alessandro Bertacchini alessandro.bertacchini@unimore.it Sommario Concetti base sull Energy

Dettagli

>>>>>>>>>> >>>>>>>>>> La ragione in magazzino. mobile. connect. control

>>>>>>>>>> >>>>>>>>>> La ragione in magazzino. mobile. connect. control La ragione in magazzino Warehouse è la soluzione dedicata alla gestione delle attività di magazzino che integra in un unica piattaforma informatica le tecnologie per l identificazione Automatica dei Dati:

Dettagli

Transponder RFID. Contactless Identification

Transponder RFID. Contactless Identification Contactless Identification RFID Transponder Tag Technology srl Via Don Locatelli 51-20040 Roncello - MI - Italy tel. +39 039 6957454 - fax +39 039 6820475 e-mail: info@tagtechnology.it - www.tagtechnology.it

Dettagli

Gestione Globale delle Risorse Mobili

Gestione Globale delle Risorse Mobili Gestione Globale delle Risorse Mobili Localizza e Controlla con un unica Soluzione La Tecnologia Qastrack è la soluzione Qascom per la localizzazione ed il monitoraggio remoto delle risorse mobili, siano

Dettagli

Base del sistema è la centralina di raccolta, memorizzazione e trasmissione dati, denominata TELEaQua/S.

Base del sistema è la centralina di raccolta, memorizzazione e trasmissione dati, denominata TELEaQua/S. GENERALITA Base del sistema è la centralina di raccolta, memorizzazione e trasmissione dati, denominata TELEaQua/S. Alla centralina possono pervenire direttamente (tramite cavo) gli impulsi di un massimo

Dettagli

CONTROLLO E TRACCIABILITÀ DELLA CONSEGNA MERCE

CONTROLLO E TRACCIABILITÀ DELLA CONSEGNA MERCE CONTROLLO E TRACCIABILITÀ DELLA CONSEGNA MERCE Da oltre un decennio InFarma è leader nazionale nella fornitura di soluzioni tecnologiche e servizi al mercato della distribuzione farmaceutica. La verticalizzazione

Dettagli

RFID, WIRELESS e GPS: nuovi orizzonti nell automazione

RFID, WIRELESS e GPS: nuovi orizzonti nell automazione Piero G. Squizzato RFID, WIRELESS e GPS: nuovi orizzonti nell automazione Le trasmissioni in radiofrequenza hanno avuto continue evoluzioni nell ultimo decennio che, oltre a diffondersi in ogni campo della

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Giovedì 22-05-2014 1 Reti wireless Una

Dettagli

AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31

AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31 AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 31 Z-RTU Unità remota di telecontrollo serie Z-PC UNITÀ DI CONTROLLO MODULI I/O DIGITALI MODULI I/O ANALOGICI MODULI SPECIALI MODULI DI COMUNICAZIONE SOFTWARE E ACCESSORI I/O

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli

MobiMESH. Presentazione tecnico-commerciale. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Presentazione tecnico-commerciale. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Presentazione tecnico-commerciale Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless

Dettagli

MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY. Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia.

MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY. Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia. MERLOMOBILITY - IT MERLOMOBILITY Tutto sotto controllo. Costruttori di fiducia. MerloMobility l infomobilità del Gruppo Merlo. MerloMobility controllo totale. MerloMobility offre vantaggi in esclusiva

Dettagli

Rilheva. La soluzione per il monitoraggio

Rilheva. La soluzione per il monitoraggio Rilheva. La soluzione per il monitoraggio non presidiato. Vemer-Siber Group S.p.A. - Sede Commerciale di Brugherio - Via Belvedere, 11-20047 Brugherio (MI) Tel. 039 20901 - Fax 039 2090222 - www.vemersiber.it

Dettagli

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione --------------- RX-AUDIO-2.4 Caratteristiche Nessuna compressione per alta qualità del suono, latenza di 0.5 ms. Audio digitale con frequenza di campionamento a 44.1 KHz e 16-bit di risoluzione. Demodulazione

Dettagli

Applicazioni delle Wireless Sensor

Applicazioni delle Wireless Sensor UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Applicazioni delle Wireless Sensor Network nel campo bio-medicale Candidato: Luca Maranzano Relatore: Chiar. mo Prof. Ing. Sandro Zappatore 9 marzo

Dettagli

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Automa 1 A&D$srl#GalleriaSpagna,35 35127PADOVA#Tel.+390498792400#404r.a.#Fax+390498792408 SedeLegale:GalleriaSpagna,35#35127Padova(PD) E#mail:commerciale@aedsrl.it#R.E.A.Padova242740#Iscr.Reg.ImpresePadovan.41922#Cod.Fisc./PartitaIVA01434710289

Dettagli

Tracciabilità automatica. Davide Quaglia

Tracciabilità automatica. Davide Quaglia Tracciabilità automatica Davide Quaglia Sommario Introduzione Definizioni Problematiche Tag attivi Standard esistenti Lo standard EPCGlobal I codici a barre Principio di funzionamento Standard esistenti

Dettagli

Agilent U1177A Adattatore da IR a Bluetooth

Agilent U1177A Adattatore da IR a Bluetooth Agilent U1177A Adattatore da IR a Bluetooth Scheda tecnica Caratteristiche Abilita il collegamento via Bluetooth con i multimetri digitali palmari Agilent Facile da installare, si inserisce nella porta

Dettagli

Metodologie di supporto decisionale per l'ottimizzazione delle attività di controllo

Metodologie di supporto decisionale per l'ottimizzazione delle attività di controllo Convegno La scienza e la tecnica rendono sicuro il lavoro Genova 29-30 Ottobre 2009 Metodologie di supporto decisionale per l'ottimizzazione delle attività di controllo Ing. Maria Grazia Gnoni Dipartimento

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT

INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT INTEGRAZIONE ED ESPANSIONE DEL SISTEMA DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL COMUNE DI CASTELLAMMARE DI STABIA TITOLO ELABORATO: MODULO ISOLE WI-FI HOT SPOT INDICE 1. PREMESSA 4 2. ARCHITETTURA RETI MESH 5 3. DISPOSITIVI

Dettagli

TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing

TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing TeleMobility Forum Centro Lingotto Torino, 27/28 settembre 2012 Certificazione di qualità ed interoperabilità nei sistemi di e-ticketing Marco Magnarosa C.E.O. CUBIT Certificazione di qualità ed interoperabilità

Dettagli

Una Azienda di Logistica si differenzia sul mercato innanzitutto per la capacità di gestire flussi multi segmento con l ausilio di un sistema informativo integrato. Se un'azienda vuole operare nel mercato

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI FISICA. MASTER di II livello. Metodologie e tecnologie per lo

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI FISICA. MASTER di II livello. Metodologie e tecnologie per lo UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO DIPARTIMENTO DI FISICA MASTER di II livello Metodologie e tecnologie per lo sviluppo di infrastrutture digitali" TESI DI LAUREA IN BASI DI DATI E XML Waste Monitoring

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL

ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL Seminario Nazionale ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL 10 luglio 2009 Sala Fernando Santi - CGIL nazionale - Corso d Italia 25 - Roma PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Wi-Fi CGIL All interno del Progetto nazionale

Dettagli

ProCurve Radio Port 230

ProCurve Radio Port 230 La ProCurve Radio Port 230, con integrato il supporto per le funzioni wireless IEEE 802.11a e IEEE 802.11g, è in grado di lavorare congiuntamente ai moduli ProCurve Wireless Edge Services xl e zl, per

Dettagli

WiFiBus. La soluzione low cost di WiFi a bordo sui Bus

WiFiBus. La soluzione low cost di WiFi a bordo sui Bus WiFiBus La soluzione low cost di WiFi a bordo sui Bus WiFiBus PRO è un router 3G/4G professionale che si collega ad internet, tramite la rete cellulare e ridistribuisce il segnale a bordo mediante WiFi.

Dettagli

Fixed asset management. Servizi e applicazioni Censit RFID per gestione patrimoniale, identificazione e tracciabilità

Fixed asset management. Servizi e applicazioni Censit RFID per gestione patrimoniale, identificazione e tracciabilità Fixed asset management Servizi e applicazioni Censit RFID per gestione patrimoniale, identificazione e tracciabilità CHI SIAMO COME LE IDEE... Censit nasce dall esperienza pluriennale di una società COMMERCIAL

Dettagli

Waste Management Solutions

Waste Management Solutions SOLUZIONI RFID PER SISTEMI GESTIONE, TRACCIAMENTO E SMALTIMENTO RIFIUTI TagItalia è leader nella fornitura di prodotti e soluzioni per il Waste Management ovvero il settore di attività che comprende raccolta,

Dettagli

I sistemi RFID: caratteristiche e applicazioni

I sistemi RFID: caratteristiche e applicazioni I sistemi RFID: caratteristiche e applicazioni Ottobre 2008 CENTRO DI RICERCA PER LE POLITICHE DELL INNOVAZIONE CERPI Centro di Ricerca per le Politiche dell Innovazione Il CERPI è un centro di ricerca

Dettagli

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Anno Accademico 2013-2014 Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Introduzione ( parte II) Prof. Sebastiano Pizzutilo Dipartimento di Informatica

Dettagli

Introduzione al mondo RFID

Introduzione al mondo RFID Introduzione al mondo RFID RFID è l acronimo di Radio-Frequency Identification, una tecnologia che permette il riconoscimento a distanza di un oggetto tramite la trasmissione di onde elettromagnetiche.

Dettagli

Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma.

Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma. Genova, Port & Shipping Tech 2011 Smart city & city logistics: soluzioni tecnologiche per una smart governance della città. I casi di Pisa e Parma. Paolo Lanari / CEO paolo.lanari@infomobilitysuite.com

Dettagli

Il quarto stadio evolutivo della logistica integrata

Il quarto stadio evolutivo della logistica integrata insider reports COLLANA WHITE PAPERS Con i link alle lezioni di Marco Locatelli sulla logistica integrata real-time Il quarto stadio evolutivo della logistica integrata Come le nuove tecnologie di identificazione

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30 Internet e il World Wide Web 30 Tecnologia delle Telecomunicazioni Uso di dispositivi e sistemi elettromagnetici per effettuare la comunicazione a lunghe distanze (telefoni, televisione, radio, etc) Comunicazione

Dettagli

Compatto e robusto. Trasmissione dati e comunicazione. Datalogic 8600

Compatto e robusto. Trasmissione dati e comunicazione. Datalogic 8600 Opzioni radio WLan 802.11b o OpenAir Ampio ed innovativo display (160 x 240 pixel) Tastiera siliconica completa Modularità (lettore laser, PC Card WLan) Ampia autonomia, pacco batteria Ni Mh o Li Ion Gestione

Dettagli