ARCHITETTURA A DOPPIA CONVERSIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ARCHITETTURA A DOPPIA CONVERSIONE"

Transcript

1 GRUPPI DI CONTINUITA UPS/ADV SERIE SFP/UNI ARCHITETTURA A DOPPIA CONVERSIONE In OUR operation 100% ON-SCHEDULE Quality Performance is not a desiderable goal it is the MINIMUM REQUIREMENT.

2 U R E IN T HE AZ C TRO N I C Preg.mo Cliente, siamo lieti che la Sua scelta si sia orientata su un'apparecchiatura di nostra produzione, così come siamo certi di averle fornito un dispositivo che, con un funzionamento sempre ottimale negli anni, La ricompenserà ampiamente di questa Sua-attenzione verso la nostra realtà produttiva. La nostra azienda, pur essendo di giovane costituzione, possiede una lunga esperienza nel settore della "Conversione/Controllo-Energia", è in fatti una dei membri del Consorzio di Ricerca in alta-tecnologia "TECNAP GROUP", dal cui supporto-base formato, ha potuto strutturare l'ampia biblioteca hardware/software di cui oggi dispone e che la rendono: - innovativa nelle soluzioni; - affidabile nelle architetture sviluppate; - competitiva nelle proposte di commercializzazione. Come concezione aziendale Le evidenziamo che qualsiasi Suo consiglio/suggerimento, ci giungerà sempre utile e voglia nell'occasione gradire un nostro cordiale saluto, insieme ad un vivo ringraziamento per la fiducia mostrataci.

3 Contiene: 1. Descrizione funzionale pag Le innovazioni tecnologiche....pag Le procedure installative...pag Il quadro-sinottico e le interfacce...pag La strumentazione di bordo. pag Gli optional disponibili..pag Lo schema elettrotecnico. pag Lo schema elettronico..pag La configurazione meccanica.pag I nomogrammi dell'autonomia pag Il software di controllo.....pag I modelli in produzione....pag I codici operativi, d'installazione e di errore..pag Le Caratteristiche tecniche....pag. 24 Il dispositivo illustrato nel presente manuale è conforme alle norme CE La potenzialità del nostro Gruppo di Ricerca, insieme alla flessibilità della tecnologia adottata, ci porta ad effettuare miglioramenti nel tempo; ci riserviamo conseguentemente di attuare modifiche anche senza preavviso. UPS/ADV Pag.0

4 I dispositivi UPS/ADV sono stati progettati con un target molto avanzato al fine di soddisfare, senza alcuna difficoltà, le esigenti necessità delle utenze elettroniche di oggi. Lo schema a blocchi del dispositivo è visibile in fig.1, da cui si può evincere che a caratterizzare il dispositivo concorrono: 1. Una Sezione AC/DC che provvede a trasformare la corrente alternata di rete in corrente continua perfettamente livellata e capace di operare sia come alimentatore (per la successiva sezione di conversione DC/AC), che come carica-batterie. Il blocco a sua volta è caratterizzato da: EMI-FILTER: sezione che blocca le emissioni/immissioni di disturbi (secondo le Norme CE) e che conferiscono al dispositivo una elevata affidabilità. POWER-FACTORING-CORRECTION: sezione che ottimizza le armoniche di assorbimento (per come previsto dalle Norme CE). DELAYED-POWER-ON: sezione che evita, nelle fasi di accensione del dispositivo, il forte assorbimento iniziale che caratterizza le apparecchiature di questa potenza. RECTIFIER: sezione che trasforma la corrente alternata di rete in corrente continua, necessaria per alimentare la successiva sezione elettronica (inverter DC/DC). INVERTER DC/DC: convertitore P.W.M. (Pulse Width Modulation), realizzato ad IGBT con frequenza a 23 KHz e architettura a doppio-forward che, grazie ai trasformatori in ferrite che lo caratterizzano, permette di alimentare gli stadi successivi (parco batteria ed inverter DC/AC), con una completa separazione galvanica. 2. Un Parco-Batteria, per assicurare l alimentazione del carico con continuità che può essere: INTERNO: quando l autonomia richiesta è molto ridotta (tipicamente 10 ) e solo per le versioni fino a 6 KVA. UPS/ADV Pag.1

5 UN ARCHITETTURA A DOPPIA-CONVERSIONE MICROCOMPUTER DI CONTROLLO INTERFACCE V ingresso INGRESSO RETE Variazione di frequenza EMI FILTER + POW_FACT_COR + DEL_POW_ON + RECTIFIER INVERTER DC/DC INVERTER DC /AC a 1st CONVERSION BLOCK BATT.PACK. BLOCCO 2 a CONVERS. Interferenze sovratensioni + t V uscita + CARICO t ESTERNO: quando si vuole maggiore autonomia, oppure la potenza del dispositivo è maggiore di 6 KVA. 3. Una Sezione DC/AC che provvede a trasformare la corrente continua dell alimentatore e/o del parco-batteria, nella corrente alternata da fornire all utenza. A caratterizzare questo blocco concorrono: UN CONVERTITORE PWM A DOPPIO PONTE: in tecnologia MOS-POWER e comandato da un generatore di onda sinusoidale a-matrice-digitale. UN TRASFORMATORE DI USCITA: il quale adatta la tensione del generatore al necessario valore di uscita ed attua una nuova separazione galvanica fra la sezione DC (parco-batteria) ed il carico connesso (migliorando ulteriormente l immunità complessiva del sistema). UN CIRCUITO AUTOMATICO DI BY-PASS: il quale permette in ogni situazione (manutenzione, assistenza, etc.) di continuare ad alimentare il carico connesso. 4. Un MicroComputer di controllo, corredato delle relative interfacce, il quale elabora/gestisce tutte le funzioni operative (descritte nei successivi paragrafi). UPS/ADV Pag.2

6 Molte innovazioni tecnologiche che caratterizzano il dispositivo UPS/ADV, sono una vera novità per il taglio di potenza a cui il prodotto appartiene, alcune sono probabilmente poco-tangibili per l Utente, il quale le percepisce solo in modo indiretto (perché magari nota un buon rapporto costo/prestazioni del dispositivo, oppure perché verifica un funzionamento sempre ottimale negli anni; sono di questa tipologia Up-Grade: COMPONENTISTICA USATA: tutta molto avanzata ed innovativa, come: IGBT (per l inverter AC/DC), MOSPOWER (per l inverter DC/AC), PERMALLOY (per i filtri L/C dei circuiti PWM), MICRO-COMPUTER (per il controllo/gestione generale), etc. INGEGNERIZZAZIONE DEL PRODOTTO: molto curata sia nell impostazione meccanica che elettrotecnica/elettronica, infatti: il contenitore è strutturato in modo da permettere un facile accesso a tutte le sezioni; l intera sezione di potenza è compattata su un blocco unico (intrinsecamente più immune e più facilmente controllabile), etc. I COMANDI/CONTROLLI ATTUATI CON RETE ADC/DAC (Analogic-Digital-Converter/Digital-Analogic-Converter): una strutturazione fortemente avanzata ed affidabile che indica un'architettura capace di permettere al MicroComputer di gestione, un continuo controllo di reciprocità fra comando e azione corrispondente. Fra gli Up-Grade TANGIBILI all Utente evidenziamo invece: LA COMMUTAZIONE AUTOMATICA UPS/RETE : una predisposizione molto comoda che permette di alimentare sempre il carico inserito (dalla Sezione-Inverter oppure dalla Rete-Esterna), senza effettuare sul dispositivo alcuna manovra aggiuntiva. La sconnessione del carico, può quindi avvenire solo azionando l interruttore generale. L OTTIMA SILENZIOSITA OPERATIVA: la ventilazione verti-cale usata (intrinsecamente più efficace di quella orizzontale); il tipo di ventola impiegata (tangenziale a bassa velocità e buona pressione); la sezione inverter operante a 23 KHz (quindi una frequenza più elevata della banda delle frequenze foniche), consentono al dispositivo di poter operare anche vicino all UOMO, senza alcun problema. UPS/ADV Pag.3

7 Fig. 2 IL QUADRO-COMANDO (Fig.2) COMPLETO DI UNA EF-FICACE STRUMENTAZIONE E DI DIAGRAMMA SINOTTICO DEI PERCORSI ENERGETICI: un altra caratteristica che evidenzia il target-di-qualità con cui è stato affrontato il progetto. Tutto è stato infatti predisposto al fine di permettere all Utente di avere, con immediatezza, una completa condizione dello stato funzionale del dispositivo, infatti: la condizione funzionale dei vari blocchi operativi è evidenziata con dei Led a concezione semaforica (rosso= spento o in errore; verde= in funzionamento corretto o di regime); la strumentazione tutta digitale e composta da: Voltmetro sulla rete; Voltmetro sul Parco-Batteria; Voltmetro e Wattmetro sul carico di uscita, oltre alla intrinseca qualità che la caratterizza (essendo in linea con i parametri ADC elaborati dal MicroComputer di bordo) è oggettivamente molto completa ed utilissima nel normale utilizzo. UPS/ADV Pag.4

8 Molta cura è stata posta affinché la procedura installativa, corredata di un insieme di efficaci controlli, sia eseguibile in modo abbastanza semplice. Qui di seguito illustriamo le previste sequenze installative, esiguitele con la necessaria attenzione, in modo da porre il dispositivo in condizioni operative ottimali, evitando l insorgere di inutili disservizi. FASE INSTALLATIVA N 1 Leggete le indicazioni di sicurezza serigrafate sul frontale del dispositivo e procedere nel seguente modo: posizionate ad OFF l interruttore generale SWG (Fig.3) ed il sezionatore batteria SWB ; ponete in "Rete" il selettore RETE/UPS (By-pass attivo - fig. 5); collegate il cavo di terra e la rete esterna (monofase o trifase in base alla versione scelta), sugli appositi morsetti predisposti e nei punti indicati sull apposita serigrafia interna, presente sul dispositivo; collegate il carico sulle apposite uscite: F (Fase), N (Neutro) e GND (Terra), indicate all interno; collegate i cavi positivo e negativo della batteria sugli appositi ingressi Batt + (positivo) e Batt - (negativo), indicati all interno; collegate, nel caso che il Parco-batteria sia esterno, i controlli di blocco previsti per l apertura del Box-Batteria (controllo di sicurezza previsto dalle norme), nei punti CS1 e CS2, indicati all interno. FASE INSTALLATIVA N 2 & N 3 Accendete l interruttore generale SWG e verificate: l attivazione del quadro-comando, attraverso l accensione sequen-ziale dei led che formano i dispaly a 7-segmenti; il messaggio del MicroComputer, a fine scansione dei dispaly, In.1 (che indica la prima fase di inizializzazione), seguito da In.2 e infine In.3. presentando il messaggio In.3 il dispositivo attiva anche il buzzer per meglio indicare che è pronto a ricevere anche l alimentazione delle batterie. Chiudete quindi anche il sezionatore-batteria SWB. A QUESTO PUNTO LA FASE INSTALLATIVA PUO' CONSIDERARSI COMPLETA E SI PROCEDE ALLE SUCCESSIVE FASI DI VERIFICA. UPS/ADV Pag.5

9 MORSET. AT SWG - INTERRUTTO RE NOTA2: Nella sezione ingresso/uscita, in alto a sinistra (fig.8/p.1), è disponibile il tasto di RESTART, il quale permette di sbloccare l'azione di "cut-off" anche senza l'arrivo della rete esterna (può quindi riattivarsi il dispositivo inizializzandolo solo attraverso il parcobatteria). TELERUT- TORE DI BY-PASS MORSETTIERA BB GND R S T GND CS1 CS2 GND F N GND Batt- Batt+ INGRESSO RETE 380V50Hz FUSIBILI INGRESSO ELETTRONICO CS1 & CS2 Contatti di SICUREZZA USCITA 220V PARCO BATTERIA SWB FUSE 85A FASE DI VERIFICA Scopo di queste prove è quello di controllare che l installazione sia avvenuta correttamente e che ci sia una buona corrispondenza fra la potenza del carico inserito e la potenza del dispositivo installato. Procedere nel seguente modo: controllare che in questa condizione, By-Pass-attivo, il carico venga normalmente alimentato dalla rete-esterna; commutare (ad utenze spente), il selettore RETE/UPS, nella posizione UPS e verificare che, inserendo i vari carichi, non si verifichino condizioni di errore e che tutto funzioni normalmente (se appaiono dei messaggi sul display "Volt Rete/Codici", controllare la sezione: I Codici Operativi ); inserire il massimo carico previsto nel ciclo operativo e verificare che ci sia un margine di tolleranza nella potenza erogabile dal dispositivo.. Simulare delle condizioni di Black-Out e verificare che, il dispositivo ed i carichi connessi, continuino a funzionare senza alcuna difficoltà NOTA1: Verificare con attenzione la potenza del carico connesso, poiché una sua errata valutazione è spesso causa di notevoli disservizi; UPS/ADV Pag.6

10 Sinottico Misur Carica Batteria Carica Float(Verde) Carica Boost (Rosso) Parco Batteria Okay (Spenta) Avaria (Rosso) Controller AC/DC Inverter Rete ok (Verde) Rete ko (Rosso) DC/AC Inverter On UPS (Verde) On rete ext. (Rosso) Ingresso SWG Interruttore generale ATTENZIONE:Solo aprendo l interruttore generale SWG si sconnette la tensione in uscita sul carico. La Rip Commutatore Automatico Rete- Uscita Il Quadro Sinottico (Fig. 4) permette, in modo rapido ed efficace, di fornire all Utente una completa visione dei percorsi energetici e dello stato funzionale del dispositivo; è caratterizzato da: UN BLOCCO CARICABATTERIA: il cui scopo è quello di indicare la condizione di carica del parco-batteria. Dispone di un LEDbicolore che: se rosso, indica che è attivo un processo di ricarica a fondo, mentre se è verde, che la fase di ricarica è completa e che l intera autonomia, prevista in progetto, è disponibile per l Utente. UN BLOCCO PARCO-BATTERIA: controlla la qualità del Parco- Batteria. Quando l apposito indicatore è acceso significa che sicuramente l autonomia non è quella prevista in progetto (è quindi necessario verificarne le cause). UN BLOCCO INVERTER AC/DC: indica lo stato operativo di questa sezione. E dotato di un LED-bicolore a concezione semaforica dove il ROSSO ne indica il blocco ed il VERDE la sua attivazione. UN BLOCCO INVERTER DC/AC: indica lo stato operativo di questa sezione. E dotato di un LED-bicolore a concezione semaforica dove il ROSSO indica il blocco ed il VERDE la sua attivazione. Si completa questa sezione con la schematizzazione del percorso elettrotecnico dell energia, ponendo in evidenza l esatta configurazione: dell ingresso rete, dell interruttore generale SWG, del teleruttore di commutazione UPS/RETE-ESTERNA e dell uscita che alimenta il carico. UPS/ADV Pag.7

11 Controllo Aux/Remot. A RL1(Allarmi) R1 C1 3 Rete Ups B L1 R2 C2 L2 RL2 (Rete) Selettore Rete/UPS Il dispositivo è dotato di due interfacce-utente, capaci di fornire all esterno complete indicazioni del suo stato funzionale; una prestazione molto utili per realizzare quadri-remoti, azionamenti in impianti non presidiati, etc. Le interfacce-utente disponibili sono: INTERFACCIA A CONTATTI-DEDICATI (Indicata con A in fig.5): composta da due relè RL1 e RL2, da collegare come schematizzato in fig.6 ed i cui contatti indicano rispettivamente se: sono presenti condizioni di allarme e/o di disservizio; la rete esterna è presente ed è nei parametri di accettazione; INTERFACCIA SERIALE RS-232 (Indicata con B in fig.5): permette, utilizzando il nostro apposito protocollo TX-ADV, di visionare dall esterno e in modo completo, lo stato operativo del dispositivo e tutti i suoi parametri funzionali; può quindi utilizzarsi come comando: per la nostra unità remota ADV/RMT (Vedi Sezione Optional); per il nostro software evoluto CTR-UPS-ADV, che installato sul computer dell Utente, permette di monitorare il dispositivo nel suo ciclo funzionale e di attuare azioni di Back-Up automatico in caso di fine-autonomia; per il nostro software evoluto ASST-ADV ; software di supporto utilissimo nelle fasi di installazione/assistenza. UPS/ADV Pag.8

12 VOLT RETE V. Batteria C o A u CODICI Il carico è commutato nella rete esterna Il Parco-Batteria è sconnesso/avariato Il carico assorbe moltissima potenza L alimentazione-rete non viene accettata Il dispositivo lavora in sovraccarico L aerazione interna non è sufficiente Il Parco-Batteria ha esaurito l autonomia Codici di errori con x = identificazione. (Con ERROR Xcontattare il CENTRO ASSISTENZA) RETE Volt uscita K Watt uscita S e l R e La strumentazione di Bordo, a corredo di UPS/ADV è, per come visibile in fig.7, una delle più complete oggi disponibili in-linea per questa tipologia di dispositivi. Tutte le misure presentate, sono ottenute da conversione Analogica/Digitale ad 8 bit (precisione 1/255) ed opportunamente elaborate dal MicroComputer di-bordo. Oltre alla misura dei vari parametri, il display, dedicato alla visualizzazione della tensione di rete, svolge anche la funzione di visualizzatore di massaggi, cioè di particolari codici che segnalano all Utente possibili condizioni di variazione funzionale (vedere allo scopo la Sezione: I Codici Operativi). La strumentazione a corredo di UPS/ADV è caratterizzata da: VOLTMETRO SULLA TENSIONE DI RETE: una misura con tempo-di-monitor a 20 millisec. per un migliore controllo del sistema (è per questo che, in zone disagiate, spesso si osservano rapide variazioni del valore di misura visualizzato); VOLTMETRO SULLA TENSIONE BATTERIA; VOLTMETRO SULLA TENSIONE IN USCITA; WATTMETRO SULLA LA POTENZA IN USCITA: questa conversione è elaborata in Watt per permettere una facile valutazione dell autonomia (Vedi Sezione: I nomogrammi dell autonomia). UPS/ADV Pag.9

13 E Carica Float (Verde) CA ARI C A BA A T E R IIA Carica Boost (Rosso) Rete OK (Verde) NV E R T E R Rete KO (Rosso) CO ON T R O L E R Okay (Spenta) ARC O AT T E RI A Avaria (Rosso) NV E R T E R On UPS (Verde) On Rete-Ext. (Rosso) Lavoro Interruttore Generale Riposo ATTENZIONE: Commutatore Automatico Solo aprendo l'interruttore Rete-Esterna/Gruppo-di-Continuità generale SWG si sconnette la tensione in uscita sul carico. OL T RR E T E VV.. BB A T T E RI A Il carico è commutato sulla rete-esterna. Il Parco-Batteria è sconnesso/avariato. Il carico assorbe moltissima potenza. L'alimentazione-rete non viene accettata. Il dispositivo lavora in sovraccarico. L'aerazione interna non è sufficiente. Il Parco-Batteria ha esaurito l'autonomia. Codici di Errore con "x"= identificazione. (Con Error.X -> Contattare il CENTRO-ASSISTENZA) OL T UU S C IIT A AT T UU S C IIT A ON T R O L O UX / E M O T.. E L E T O R E E T E / P S I BOX-BATTERIA: Sono dei contenitori a Norma di sicurezza e appositamente costruiti per contenere un parco-batteria senza rabbocco. Sono completi di tutti gli optional che l utilizzo abbinato ad un gruppo di continutà richiede: cavi di interconnesione, interruttori di sicurezza per il blocco operativo, sezionatori su vari livelli di tensione, etc. EDP Sinottico I AC N // DC Ingresso SWG UNINTERRUPTIBLE POWER SUPPLY Release: SFP/ Gruppo di Continuità - Mod. UPS/ADV Misure P B A A I DC N // AC Uscita VV O VV O CODICI KK W A Made in E.E.C. CC O AA U Rete SS E RR E /RR E /UU P "A" "B" Ups IL CONTROLLO REMOTO: Questo optional (ADV/RMT) è un pannello elettronico che permette il controllo/ comando del dispositivo da una postazione remota (max 100 metri). Come può vedersi in figura sia il quadro sinottico, che la strumentazione di bordo sono perfettamente duplicate e permettono all Utente una condizione di controllo uguale a quella che avrebbe se il dispositivo fosse ubicato vicino. IL DISSIPATORE DI CONTROL- LO: E un dispositivo (dedicato soprattutto ai tecnici), che permette in modo automatico di misurare/ certificare l autonomia del Parco-Batteria connesso sul dispositivo. E una misura ormai obbligatoria in molte applicazioni (ad esempio le Sale- Operatorie) e tutte le procedure necessarie per una valutazione ottimale (pre-scarica, ricarica). UPS/ADV Pag.10

14 MORSETTIERA AT GND R S SW INTERRUTTORE GENERALE AC- TM/BY- T N 10 CONT ATTO BB2 BB1 AA2 AA1 SELEZIONAT ORE FUSIBILE DI Misure Cmd Sicur. AC Inp. INTERFACCIA ELETTRONICA DI: I/O EMI FILTER AC-NET SHIELD PONTE RADDRIZZ. DELAYED POWER-ON POWER FACTORING CORRECTION INVERTER DC/DC VENTOL A UPS/ADV Pag.11

15 AA1 AA2 (CTRL USCITA) MORSETTIERA BB BATT+ TM/BY- BATT- GND PARCO BATTERI N F USCITA 220V GND SELEZIONAT ORE FUSIBILE SW CS2 CS1 GND Contatti di sicurezza SELEZIONAT ORE FUSIBILE DI BB 1 (CTRL INVERTER) SHIELD EMI FILTER OUTPUT + POWER FACTORING CORRECTION INVERTER DC/DC RETTIFICAT. & FILTRO - INVERTER DC/AC UPS/ADV Pag.12

16 MICROCOMPUTER INPUT RETE INPUT BATT. ALD UCMD UACDC UDCAC IAN CTRG ICM INTF MSVS INTF ALRM INTF RS232 AC/DC SEZIONE SECTION AC/DC PR PFC D1 L1 + C DFWD INVERTER D2 C1 DPO D3 RSH - AC/DC SEZIONE SECTION DC/AC SWE1 SWE2 C 0A C 180A SWE3 L0 L 180 V CA C 0B C 180B SWE4 FILTRO B.F. UPS/ADV Pag.13

17 ALD: Alimentatore a doppio ingresso (può funzionare alimentandosi sia dalle batteria che dalla rete esterna). CTRG: Computer generale di controllo. UCMD - Uscita per interfaccia di comando. UACDC - Uscita per coordinare la sezione AC/DC. UDCAC - Uscita per coordinare la sezione DC/AC. IAN - Ingresso per le misure analogiche. ICM - Ingresso per la sezione comandi. INTMSVS - Interfacce di visualizzazione (Sinottico e Misure in fig.2). INTALRM - Interfacce con i segnali di allarme. INTRS232 - Interfaccia seriale RS232. PR: D.P.O.: P.F.C.: =========================== Ponte raddrizzatore. Circuito di "Delayed-Power-On". Power Factoring Correction. C: Capacità del filtro d'ingresso. INV.DFWD: Inverter a doppio forward. D1/D2/D3: Diodi-Fast di rettificazione e recupero. L1/C1: Filtro L/C di uscita. =========================== SWE1/2: Ponte elettronico per generare la sinusoide a 0. SWE3/4: Ponte elettronico per generare la sinusoide a 180. L 0 /C 0A -C 0B :Filtro PWM/V CA per l'integrazione dell'onda sinusoidale a 0. L 180 /C 180A -C 180B :Filtro PWM/V CA per l'integrazione dell'onda sinusoidale a 180 UPS/ADV Pag.14

18 MORSETTIERA "AT" "SWG"-INTERRUTTORE GENERALE GND R S T INGRESSO 380V/ RETE 50Hz TELERRUTTORE ELETTRONICO MORSETTIERA "BB" GND CS1CS2GND F SICUREZZA N GND Bat -Bat+ "SWB" PARCO FUSE 85A BATTERIA 2 POSIZIONAMENTI DELLE VARIE SEZIONI 1 DI BY-PASS FUSIBILI INGRESSO CS1&CS2 Contati di USCITA 220V 4B A 4B 5 6 SEZIONE DI INGRESSO/USCITA: vi è allocata la componentistica di protezione, di by-pass e la morsettiera per la connessione di: ingresso-rete, carico, parcobatteria (quando occorre posizionarlo all esterno) e servizi ausiliari. QUADRO DI CONTROLLO: vi è posizionata la strumentazione di misura/controllo, il quadro sinottico, il comando "Rete/UPS) e le interfacce. ALLOGGIAMENTO PARCO-BATTERIE: negli utilizzi che richiedono poca autonomia (tipicamente 10 ), si utilizza questa sezione interna, appositamente predisposta, per installare il parco-batteria. NOTA: Nelle versioni >6KVA questo spazio è occupato dal secondo modulo elettronico di conversione energia. FILTRI EMI 4A & 4B : sono installati in questa posizione perché è la più idonea per attuare una eccellente azione di EMI-Filter (punto di separazione schermata fra la sezione di elettrotecnica di ingresso e quella elettronica). L EMI-Filter di Ingresso-rete è indicato con 4A, mentre quello di Uscita/Batteria è indicato con 4B. MODULO ELETTRONICO: contiene la sezione elettronica di conversione; le sue parti sono meglio evidenziate nella pagina successiva. SEZIONE DI USCITA: è caratterizzata da un trasformatore di uscita schermato e dai relativi condensatori di filtro. L utilizzo di quest ultima sezione, permette di poter collegare il negativo batteria a massa, utilizzare una tensione batteria non molto elevata (96 Vn.) e fornire una ulteriore azione di schermo verso il carico connesso (prestazioni generalmente molto apprezzate dagli installatori). UPS/ADV Pag.15

19 POSIZIONAMENTO DELLA SEZIONE ELETTRONICA A B C D E 2' 1' 4 A 3' F A B C D E F SEZIONE AC/DC: in questa prima parte risiedono i circuiti di accettazione dell ingresso e di rettificazione, essi sono caratterizzati da: Raddrizzatore, Delayed-Power-On, Power-Factoring-Correction e Condensatori di Filtro. INVERTER DC/DC: vi risiede l inverter in PWM (Pulse-Width-Modulation) e la rela-tiva elettronica di controllo. E realizzato in Doppio-Forward ad IGBT, una configurazione ampiamente sperimentata ed affi-dabile. TRASFORMATORI IN FERRITE: progettati e costruiti con particolari soluzioni tecniche e con schermatura fra primario e secondario, permettono una conversione energia con ottimi parametri: di peso, ingombro, rendimento. RETTIFICATORE/FILTRO PER PWM: è la sezione che rettifica e stabilizza la conversione-energia effettuata dall inverter DC/DC. Utilizza componenti di alta qualità ed elevate prestazioni come: bobine in permalloy, condensatori a basso ESR, etc. INVERTER DC/AC: è caratterizzato da un doppio ponte in PWM, controllato da un sequenziatore digitale di sinusoide, il quale, a sua volta, è correlato ad un sistema lineare di verifica ed al Comando-Main del MicroComputer di bordo. ADATTATORE/FILTRO AC : scopo di quest ultima sezione è quello di adattare il valore della tensione generata dall inverter DC/AC (direttamente operativo con la tensione delle batteria), ai parametri di ingresso-rete. Il successivo filtro svolge infine un azione migliorativa verso le armoniche residue. UPS/ADV Pag.16

20 Questa sezione ha lo scopo di permettere all Utente di poter conoscere, in caso di black-out, l autonomia di cui può ancora disporre. L elaborazione è stata strutturata per nomogrammi, per cui senza dover ricorrere a calcoli complicati, basta solo conoscere la capacità del proprio parco-batteria (amperora delle batterie acquistate), leggere la potenza del carico connesso (è per questo che lo strumento che visualizza la potenza opera in Watt, invece che in VA) e correlando questo parametro con la tensione del parco-batteria (anche questo presente sul blocco misura), trova il punto di interpolazione del grafico e da questo ricava i minuti di autonomia ancora disponibili. Si evidenzia all Utente, che è possibile chiedendo il dispositivo con l'estensione "AT", visualizzare il "parametro autonomia" in modo diretto. Volt Batteria AUTONOMIA CON PARCO-BATTERIA DA 24 Ah Minuti di autonomia AUTONOMIA CON PARCO-BATTERIA DA 44 Ah Volt Batteria Minuti di autonomia UPS/ADV Pag.17

21 AUTONOMIA CON PARCO-BATTERIA DA 66 Ah Volt Batteria Minuti di autonomia AUTONOMIA CON PARCO-BATTERIA DA 100 Ah Volt Batteria Minuti di autonomia AUTONOMIA CON PARCO-BATTERIA DA 150 Ah Volt Batteria Minuti di autonomia UPS/ADV Pag.18

22 I-Batteria INIT D EL AY ED P.-ON V.Rete Tipo Ric. OV ER TE MP. V EN T OL A C OMA N D I V% I% FL OA T BOOS T R IS.1 R IS.2 C OM A ND I % B Y -PA S S Il programma CTR- UPS-ADV Programma di Monitoraggio/Controllo M acro Settaggio Uttilità A iuto Porta Autonomia Carica delle batterie COM2 000 Lista programmi attivi Questo programma, attivo sotto ambiente Windows, permette di poter monitorare il dispositivo durante il suo ciclo funzionale. Diventano così facilmente evidenziabili, oltre ai normali parametri elettrici, anche informazioni del tipo: ore di lavoro eseguite; cicli di scarica/ricarica del parco-batteria; cause delle ultime 24 avarie; etc. Volt Rete IBatt./Inverter Volt Batteria Gruppo In funzione Rete ENEL Mar 10 Feb Settando inoltre la capacità del parcobatteria connesso, il programma permette anche di: informare l Utente dei minuti di autonomia disponibili; salvare/chiudere in automatico i vari File-operativi, prima di attivare l azione di Cut-Off per fine autonomia. Il Programma ASST- ADV Programma per il Controllo Operativo. R & P GROUP - V R S AC NET V S T Selettori Low High 220V 380V Pulse Fissa Sez. AC/DC Parco-BATT Sez. DC/AC I A C /D C C O N T R O L L I. UPS/ADV/SYSTEM V BA T T. I B A T T. I D C /A C V OU T TEMPERATURA C F Vers. 1.0 Premere Q per uscire... Questo programma, in ambiente DOS, è dedicato ai tecnici di assistenza/ controllo. Presenta sotto forma-sinottica i vari moduli che caratterizzano il dispositivo ed i parametri più importanti che li interessano: DAC, ADC, FLAG, etc. Permette quindi di effettuare un analisi molto corretta del dispositivo e della sua storia operativa, permettendo, in modo rapido ed efficace, un controllo dell'apparato che con le tecniche tradizionali richiederebbe una maggiore esperienza specifica. UPS/ADV Pag.19

23 I MODELLI IN PRODUZIONE DELLA SERIE: UPS/ADV Questa sezione ha lo scopo di informare l Utente dell intera gamma di produzione di questa serie. Si sottolinea che, oltre ai prodotti illustrati, siamo da sempre disponibili a prototipare soluzioni custom dedicate a specifiche esigenze dell Utente. L identificazione del prodotto è facilmente ottenibile dal Name-Plate, con la seguente logica: Matr. ADV/xx/yyy - (ext) Dove: XX = Indica la release del progetto software; YYY = Indica la potenza del dispositivo ed è espressa in KVA; (non KVAi - espressione tecnicamente "poco-seria" della Potenza-Informatica) ext = Indica le estensioni (particolarità del progetto), che tipicamente possono essere: (A) = Il dispositivo è in Configurazione-Standard, il Cliente non ha quindi richiesto nessuna caratterizzazione; (AT) = Il dispositivo è predisposto per indicare, nelle fasi di Black-Out, i minuti di autonomia; (CF) = Il dispositivo è predisposto per operare come convertitore di frequenza (ad esempio: 60 Hz di uscita per alimentare apparati funzionanti in base agli standard USA); (MT) = Il dispositivo, alimentandosi da un ingresso monofase, è predisposto per fornire in uscita una tensione trifase; (TT) = Il dispositivo, alimentandosi da un ingresso trifase, è predisposto per fornire in uscita una tensione trifase; (ML) = Il dispositivo è predisposto per fornire in uscita una frequenza di 400/440 Hz (applicazioni tipiche sono su: navi, aerei, etc.). ALTRI MODELLI DI UPS IN PRODUZIONE SONO: UPS/QD & UPS/QDH= Gruppo di continuità adatto a piccole utenze; è realizzato per potenze comprese fra 300 -: VA; UPS/MD= Gruppo di continuità a commutazione (più economico della doppia conversione); è realizzato per potenze comprese fra : VA; UPS/ELTM= Gruppo di continuità strutturato in base alla Norma-64-4 (applicazioni nel settore elettromedicale); è realizzato per potenze comprese fra : VA (il limite max VA è una Norma di Legge); UPS/MDL= Gruppo di continuità strutturato ad Architettura-Modulare per soddisfare esigenze di alta-potenza ed alta-affidabilità; è realizzato per potenze comprese fra : VA. UPS/ADV Pag.20

24 E attiva la commutazione di: BY-PASS. Il carico, in questa condizione funzionale, non è connesso sul gruppo-di-continuità, ma direttamente sulla rete-esterna. Codice di errore che si attiva quando il Micro- Computer rileva un Parco-Batteria sconnesso o fortemente avariato. NOTA: controllare che SWB sia regolarmente connesso e che il suo fusibile non sia rotto. Codice di errore che si attiva quando la Potenza richiesta dal carico è molto più grande, rispetto a quella fornita dal dispositivo. NOTA: controllare che sulla linea di uscita del dispositivo non sia presente un Corto- Circuito. Controllare la potenza del carico connesso. Codice di errore che si attiva quando la rete-esterna, anche se presente, non viene accettata dal dispositivo. NOTA: controllare se il valore della rete-esterna è nei parametri accettati dal dispositivo. Controllare se le protezioni (fusibili) sono normalmente connesse. Codice di errore che si attiva quando la Potenza richiesta dal carico è superiore a quella fornibile dal dispositivo. NOTA: controllare la potenza del carico connesso e riportarla nei parametri-di-targa del dispo-sitivo. Codice di errore che si attiva quando la temperatura interna del dispositivo è superiore ai valori di progetto. NOTA: controllare che non siano ostruiti i fori di areazione. Controllare che la temperatura ambiente, dove opera il dispositivo, non sia superiore alla massima ammessa. Codice di errore che si attiva quando il Parco-Batteria ha esaurito la propria autonomia. NOTA: aspettare il ripristino della rete-esterna, in modo che si riattivi il normale processo di ricarica del Parco-batteria UPS/ADV Pag.21

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE.

TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. TESTER PROVA ALIMENTATORI A 12 VOLT CC CON CARICO VARIABILE MEDIANTE COMMUTATORI DA 4,2 A 29,4 AMPÉRE. Nello Mastrobuoni, SWL 368/00 (ver. 1, 06/12/2011) Questo strumento è utile per verificare se gli

Dettagli

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA

U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA U.D. 6.2 CONTROLLO DI VELOCITÀ DI UN MOTORE IN CORRENTE ALTERNATA Mod. 6 Applicazioni dei sistemi di controllo 6.2.1 - Generalità 6.2.2 - Scelta del convertitore di frequenza (Inverter) 6.2.3 - Confronto

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A

Avviatore d emergenza 12-24 Volts 4500-2250 A 443 00 49960 443 00 49961 443 00 49366 443 00 49630 443 00 49963 443 00 49964 443 00 49965 976-12 V 2250 A AVVIATORE 976 C-CARICATORE AUTOM. 220V/RICAMBIO 918 BATT-BATTERIA 12 V 2250 A/RICAMBIO 955 CAVO

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI

INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI APPUNTI DI ELETTROTECNICA INVERTER per MOTORI ASINCRONI TRIFASI A cosa servono e come funzionano A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Versione n. 3.3 - Marzo 2013 Inverter Guida Tecnica Ver 3.3 Pag.

Dettagli

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA Dell Smart-UPS 100 000 VA 0 V Protezione interattiva avanzata dell'alimentazione per server e apparecchiature di rete Affidabile. Razionale. Efficiente. Gestibile. Dell Smart-UPS, è l'ups progettato da

Dettagli

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 Doc. MII11166 Rev. 2.21 Pag. 2 di 138 REVISIONI SOMMARIO VISTO N PAGINE DATA

Dettagli

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO

DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO DC AC POWER INVERTERS ONDA SINOSOIDALE PURA AP12-1000NS / AP12-1500NS AP24-1000NS / AP24-1500NS LIBRETTO PER LA MESSA IN SERVIZIO E L UTILIZZO - PRECAUZIONI DI SICUREZZA - LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DELL

Dettagli

COME predisporre l'oscilloscopio

COME predisporre l'oscilloscopio Se vi chiedessimo quale tipo di strumento sia necessario per misurare una frequenza, tutti istintivamente rispondereste: un ''frequenzimetro digitale". Pochi infatti sanno che questa misura si può eseguire

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Facoltà di Ingegneria Corso di laurea specialistica in Ingegneria Elettrica AZIONAMENTI ELETTRICI ANALISI E SIMULAZIONE DI UN CONVERTITORE A TRE LIVELLI PER

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280

Manuale d'istruzioni. Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 Manuale d'istruzioni Alimentatore DC Programmabile 200 Watt (40 Volt / 5 Amp) Modello 382280 382280 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato l'alimentatore DC Programmabile 382280 della Extech.

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

Corso di Informatica Industriale

Corso di Informatica Industriale Corso di Informatica Industriale Prof. Giorgio Buttazzo Dipartimento di Informatica e Sistemistica Università di Pavia E-mail: buttazzo@unipv.it Informazioni varie Telefono: 0382-505.755 Email: Dispense:

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

Impianti di pressurizzazione Alimentazione idrica Industria Edilizia Lavaggi

Impianti di pressurizzazione Alimentazione idrica Industria Edilizia Lavaggi NOCCHI CPS Facile da installare, Basso consumo energetico, Dimensioni compatte CPS è un dispositivo elettronico in grado di variare la frequenza di un elettropompa. Integrato direttamente sul motore permette

Dettagli

ATTIVATORE STABILIZZATO PER BOBINE DI SGANCIO A LANCIO DI CORRENTE.

ATTIVATORE STABILIZZATO PER BOBINE DI SGANCIO A LANCIO DI CORRENTE. Compatibilità totale con ogni apparato. Si usa con pulsanti normalmente chiusi. ella linea dei pulsanti c'è il 24Vcc. Insensibile alle interruzioni di rete. Insensibile agli sbalzi di tensione. Realizzazione

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica

Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica SPECIALE TECNICO Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica Francesco Groppi Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI, CT82, Working Group 2 Inverter) SPONSOR www.fronius.com www.mastervoltsolar.it

Dettagli

MANUALE TECNICO 080406 E SMS

MANUALE TECNICO 080406 E SMS IT MANUALE TECNICO 080406 E SMS MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore E-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili a numeri telefonici preimpostati e di attivare uscite

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

THE WORLD OF DC/DC-CONVERTERS. SCEGLIERE UN CONVERTITORE DC / DC Convertitori DC/DC, quali sono i criteri più importanti?

THE WORLD OF DC/DC-CONVERTERS. SCEGLIERE UN CONVERTITORE DC / DC Convertitori DC/DC, quali sono i criteri più importanti? SCEGLIERE UN CONVERTITORE DC / DC Convertitori DC/DC, quali sono i criteri più importanti? Un convertitore DC / DC è utilizzato, generalmente, quando la tensione di alimentazione disponibile non è compatibile

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

UPS Communicator. UPS Communicator - Manuale Italiano Release 1.16 1

UPS Communicator. UPS Communicator - Manuale Italiano Release 1.16 1 UPS Communicator 1 Licenza d uso L'uso del SOFTWARE prodotto da Legrand (il PRODUTTORE) è gratuito. Procedendo di spontanea volontà all'installazione l UTENTE (persona fisica o giuridica) accetta i rischi

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47 Ed. 2.2-1/47 INDICE Pagina 1 SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3 NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4 DEFINIZIONI 3 5 CRITERI GENERALI 4 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

Catalogo 2013. Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza

Catalogo 2013. Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza Catalogo 2013 Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza Contatori di energia EQ Meters Raggiungere l equilibrio perfetto I consumi di energia sono in aumento a livello

Dettagli

Centralina rivelazione e spegnimento

Centralina rivelazione e spegnimento Centralina rivelazione e spegnimento 3 zone rivelazione e 1 zona spegnimento Certificata CPD in accordo alle EN 12094-1:2003, 54-2 e 54-4 Manuale D uso 1 INTRODUZIONE 4 1.1 Scopo del manuale 4 1.2 Prima

Dettagli

CATALOGO. Soluzioni per la protezione della potenza di apparecchiature di rete e IT

CATALOGO. Soluzioni per la protezione della potenza di apparecchiature di rete e IT CATALOGO Soluzioni per la protezione della potenza di apparecchiature di rete e IT 0 0 Scelta della soluzione su misura per la protezione Tecnologie UPS VFD offline (Voltage and Frequency Dependent) Le

Dettagli

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo Interfacce V /D con relé e zoccolo ± Interfacce a giorno con comune ingresso negativo o positivo e comune contatti unico odice 0 0 0 0 0 0 0 00 V ± 0% V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D contatti 0

Dettagli

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR

Manuale d Istruzioni. Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Manuale d Istruzioni Extech EX820 Pinza Amperometrica 1000 A RMS con Termometro IR Introduzione Congratulazioni per aver acquistato la Pinza Amperometrica Extech EX820 da 1000 A RMS. Questo strumento misura

Dettagli

Progetto di un alimentatore con Vo = +5 V e Io = 1 A

Progetto di un alimentatore con Vo = +5 V e Io = 1 A Progetto di un alimentatore con o +5 e Io A U LM7805/TO IN OUT S F T 5 4 8 - ~ ~ + + C GND + C + C3 3 R D LED Si presuppongono noti i contenuti dei documenti Ponte di Graetz Circuito raddrizzatore duale

Dettagli

CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO. Prof. Silvio Stasi Dott. Ing. Nadia Salvatore Dott. Ing. Michele Debenedictis

CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO. Prof. Silvio Stasi Dott. Ing. Nadia Salvatore Dott. Ing. Michele Debenedictis CONTROLLO SCALARE V/Hz DEL MOTORE ASINCRONO SCHEMA DELL AZIONAMENTO A CATENA APERTA AZIONAMENTO L azionamento a catena aperta comprende il motore asincrono e il relativo convertitore statico che riceve

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile

Elegant ECM. La serie è composta da 12 modelli: la versione RE-ECM, Condizionatore Pensile Elegant ECM Condizionatore Pensile I condizionatori Elegant ECM Sabiana permettono, con costi molto contenuti, di riscaldare e raffrescare piccoli e medi ambienti, quali negozi, sale di esposizione, autorimesse,

Dettagli

GV3000/SE Inverter per la regolazione di frequenza in modi Volt / Hertz o vettoriale SW-Versione 6.0

GV3000/SE Inverter per la regolazione di frequenza in modi Volt / Hertz o vettoriale SW-Versione 6.0 GV3000/SE Inverter per la regolazione di frequenza in modi Volt / Hertz o vettoriale SW-Versione 6.0 Istruzioni di servizio C U R L No. Referenzia: 899.07.73 No. Firmware: 790.46.00 / 790.51.60 Pubblicazione:

Dettagli

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico CATALOGO 2010 MAS Nuovi quadri ad uso medico INDICE NUOVI QUADRI PER LOCALI AD USO MEDICO 2 TUTTI I VANTAGGI DELLA GAMMA MAS 4 NUOVI SORVEGLIATORI E PANNELLI RIPETITORI 6 CATALOGO 8 INFORMAZIONI TECNICHE

Dettagli

Galaxy Dimension. Manuale di installazione. Honeywell Security

Galaxy Dimension. Manuale di installazione. Honeywell Security Galaxy Dimension Manuale di installazione Honeywell Security Sommario Sommario INTRODUZIONE... 1-1 Varianti disponibili... 1-1 SEZIONE 1: CONFIGURAZIONE RAPIDA... 1-3 SEZIONE 2: ARCHITETTURA DI SISTEMA...

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Guida tecnica N. 6. Guida alle armoniche negli azionamenti in c.a.

Guida tecnica N. 6. Guida alle armoniche negli azionamenti in c.a. Guida tecnica N. 6 Guida alle armoniche negli azionamenti in c.a. 2 Guida tecnica N.6 - Guida alle armoniche negli azionamenti in c.a. Indice 1. Introduzione... 5 2. Nozioni di base sul fenomeno delle

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico prof. Gianluca Venturi Indice generale Richiami delle leggi principali...2 La prima

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Istruzioni per l uso. GEOHM 5 Misuratore di Terra 3-349-418-10 1/6.09

Istruzioni per l uso. GEOHM 5 Misuratore di Terra 3-349-418-10 1/6.09 Istruzioni per l uso GEOHM 5 Misuratore di Terra 3-349-418-10 1/6.09 Significato dei simboli sullo strumento Isolamento continuo doppio o rinforzato Segnalazione di un pericolo, (Attenzione, consultare

Dettagli

PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO

PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO I354 I 0712 31100174 PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO ATTENZIONE!! Leggere attentamente il manuale prima dell utilizzo e l installazione. Questi apparecchi devono essere installati

Dettagli

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche

Dettagli

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/750090 Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) 04675009 Export department (+9)

Dettagli

AMPLIFICATORE LINEARE 2KW A STATO SOLIDO COMPLETAMENTE AUTOMATICO

AMPLIFICATORE LINEARE 2KW A STATO SOLIDO COMPLETAMENTE AUTOMATICO AMPLIFICATORE LINEARE 2KW A STATO SOLIDO COMPLETAMENTE AUTOMATICO MANUALE D USO Rev. 1.1 Indice IMPORTANTE... 4 PRECAUZIONI... 4 DISIMBALLAGGIO... 7 Accessori forniti in dotazione... 7 1. DESCRIZIONE DEI

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico

MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA. Catalogo Tecnico MOTORI ELETTRICI IN CORRENTE CONTINUA Catalogo Tecnico Aprile 21 L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel 23 a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce

Dettagli

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP

COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI 7,5-10 - 15-20 HP LABORATORI INDUSTRIA COMPRESSORE ROTATIVO A VITE CSM MAXI HP SERVIZIO CLIENTI CSM Maxi la Gamma MAXI HP Una soluzione per ogni esigenza Versione su Basamento Particolarmente indicato per installazioni

Dettagli

1. Instruzioni d uso 2

1. Instruzioni d uso 2 1. Instruzioni d uso 2 1.0 Prefazione Leggere attentamente queste instruzione d uso per utilizzare in modo ottimale tutte le funzioni dell interruttore orario. Il progetto di questo interruttore orario

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved.

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved. ADC-20/ADC-24 Registratori di dati ad alta risoluzione Manuale d'uso I Indice Indice 1 Introduzione...1...1 1 Panoramica 2 Informazioni...2...2 1 Avviso sulla sicurezza...3 2 Informazioni leg ali...3 3

Dettagli

Alimentatore tuttofare da 10 A

Alimentatore tuttofare da 10 A IK0RKS - Francesco Silvi, v. Col di Lana, 88 00043 - Ciampino (RM) E_Mail : francescosilvi@libero.it Alimentatore tuttofare da 10 A E questa la costruzione di un alimentatore portatile che accompagna i

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

Serduino - SERRA CON ARDUINO

Serduino - SERRA CON ARDUINO Serduino - SERRA CON ARDUINO 1 Componenti Facchini Riccardo (responsabile parte hardware) Guglielmetti Andrea (responsabile parte software) Laurenti Lorenzo (progettazione hardware) Rigolli Andrea (reparto

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

Unità di controllo gruppi elettrogeni

Unità di controllo gruppi elettrogeni Unità di controllo gruppi elettrogeni Pag. 8 Pag. 9 CONTROLLORI PROTEZIONE MOTORE Avviamento con o senza selettore a chiave. Ingressi e uscite programmabili. LED frontali diagnostica e allarmi motore.

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Programmazione TELXXC

Programmazione TELXXC Manuale Programmazione Versione 5.0 Programmazione TELXXC TELLAB Via Monviso, 1/B 24010 Sorisole (Bg) info@tellab.it INDICE Programmazione e comandi... 2 Messaggio comando multiplo.. Formato... 3 Messaggi

Dettagli

AMPLIFICATORE LINEARE 1KW A STATO SOLIDO COMPLETAMENTE AUTOMATICO MANUALE D USO

AMPLIFICATORE LINEARE 1KW A STATO SOLIDO COMPLETAMENTE AUTOMATICO MANUALE D USO AMPLIFICATORE LINEARE 1KW A STATO SOLIDO COMPLETAMENTE AUTOMATICO MANUALE D USO SECONDA SERIE CERTIFICATO CE/FCC Pag. 2 di 2 Indice IMPORTANTE...5 PRECAUZIONI...5 DISIMBALLAGGIO...7 1. DESCRIZIONE DEI

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI. 5.5.2.3 Configurazione 410 controllo sensorless a orientamento di campo

5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI. 5.5.2.3 Configurazione 410 controllo sensorless a orientamento di campo 5.5.2.2 Configurazione 111 controllo sensorless semplice con regolatore PI La configurazione 111 amplia la configurazione di controllo con un controllore PI per applicazioni specifiche tipiche di regolazione

Dettagli

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148

MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 MODULO TERMOSTATO A PANNELLO VM148 Modulo termostato a pannello 4 COLLEGAMENTO 9-12V DC/ 500mA L1 L2 ~ Riscaldatore/Aria condizionata Max. 3A Max. 2m Sensore di temperatura Per prolungare il sensore, utilizzare

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli