Il protocollo HTTP e HTTPS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il protocollo HTTP e HTTPS"

Transcript

1 Il protocollo HTTP e HTTPS Guida Apache di Openskills Introduzione al protocollo HTTP Il protocollo HTTP (Hyper Text Transfer Protocol) viene usato da tutti i client e server web e gestisce il modo con cui questi si scambiano pagine HTML o altri file. Il client web (cioè un browser come Microsoft Internet Explorer, Netscape Navigator, Opera ecc.) utilizza l'http per richiedere file al server web. In primo luogo vengono richieste pagine HTML, che dopo essere state ricevute, vengono processate dal browser che provvede a fare richiesta di eventuali nuovi file richiamati nel codice HTML (immagini, fogli di stile css, script esterni ecc.) e a visualizzare il tutto sul monitor dell'utente. Ogni richiesta http consta di: - Metodo (GET, HEAD, PUT...) - URI (Uniform Resource Identifier) Il path o indirizzo completo della risorsa richiesta. - Versione del protocollo (HTTP/1.0 o HTTP/1.1) Un esempio tipico di una richiesta HTTP è: GET / HTTP/1.0 Alla richiesta possono seguire degli HTTP headers come Accept-Language, Date, Expires e vari altri (possono essere arbitrariamente definiti fra broswer e server). Esistono attualmente 3 specifiche del protocollo HTTP: HTTP/0.9 - Di fatto non è più utilizzato da nessuna parte HTTP/1.0 - Ancora abbastanza utilizzato e supportato da ogni browser e web server HTTP/1.1 - Introduce nuovi metodi (OPTIONS, TRACE, DELETE, PUT, CONNECT) e la gestione di Virtual Host. E' supportato da tutti i browser e server non troppo vecchi ed è utilizzato nella maggior parte dei casi. I metodi HTTP Un metodo HTTP può considerarsi un comando proprio del protocollo HTTP che il client richiede al server. Ne esistono vari, ma di fatto i più utilizzati sono GET (per richiedere un file) e POST (per inviare informazioni al server). GET - Richiede un file al server. La risposta è composta da vari header separati con due Carriage Return dalla risorsa effettivamente richiesta (il file HTML che contiene l'home page del sito). All'inizio della risposta viene specificato il protocollo usato (HTTP/1.1) e lo Status Code che indica l'esito della richiesta fatta (200 OK vuol dire che la richiesta ha avuto successo e il server ha fornito i dati chiesti). GET / HTTP/1.0 HTTP/ OK Date: Wed, 23 Oct :18:47 GMT Server: Apache/ (Unix) PHP/4.2.3 X-Powered-By: PHP/4.2.3 Set-Cookie: PHPSESSID=8fd7c6a69c84da e18a3067b85; path=/ Expires: Thu, 19 Nov :52:00 GMT Cache-Control: no-store, no-cache, must-revalidate, post-check=0, pre-check=0

2 Pragma: no-cache Connection: close Content-Type: text/html [Contenuto della pagina HTML..] HEAD - Richiede solo l'header, senza la risorsa (il file HTML, l'immagine, ecc.). Di fatto viene usato soprattutto per diagnostica. HEAD / HTTP/1.0 HTTP/ OK Date: Wed, 23 Oct :31:36 GMT Server: Apache/ (Unix) PHP/4.2.3 X-Powered-By: PHP/4.2.3 Set-Cookie: PHPSESSID=d ad2282fd9e2d9f6fb868b92a; path=/ Expires: Thu, 19 Nov :52:00 GMT Cache-Control: no-store, no-cache, must-revalidate, post-check=0, pre-check=0 Pragma: no-cache Connection: close Content-Type: text/html POST - Invia informazioni all'uri specificato. Le informazioni sono presenti in coppie attributo=valore&attributo=valore e vengono processate dal server sulla base di come è configurato e di come è fatto il file a cui vengono postate. Viene qui riportato il POST di un browser reale, con tutti gli header inviati dal browser stesso e l'inizio delle coppie attributo=valore. POST /modify/modify.php HTTP/1.1 User-Agent: Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-us; rv:0.9.9) Gecko/ Accept: text/xml,application/xml,application/xhtml+xml,text/html;q=0.9,text/plain;q=0.8,video/xmng,image/png,image/jpeg,image/gif;q=0.2,text/css,*/*;q=0.1 Accept-Language: en-us, en;q=0.50 Accept-Encoding: gzip, deflate, compress;q=0.9 Accept-Charset: ISO , utf-8;q=0.66, *;q=0.66 Keep-Alive: 300 Connection: keep-alive Cookie: PHPSESSID=fdcb56ecb694a7564dc814b422dd2a7d Referer: =ita Content-Type: application/x-www-form-urlencoded Content-Length: 2431 IDbox=357&box_title=I+metodi+HTTP&[attributi=valori] HTTP/ OK Date: Wed, 23 Oct :38:51 GMT Server: Apache/ (Unix) PHP/4.2.3 X-Powered-By: PHP/4.2.3 Expires: Thu, 19 Nov :52:00 GMT Cache-Control: no-store, no-cache, must-revalidate, post-check=0, pre-check=0 Pragma: no-cache Keep-Alive: timeout=25, max=85 Connection: Keep-Alive

3 Transfer-Encoding: chunked Content-Type: text/html [HTML della pagina di risposta] I metodi finora elencati sono comuni sia al protocollo HTTP/1.0 che all'http/1.1, quelli che seguono invece sono esclusivi del HTTP/1.1 e, spesso, non vengono permessi dai server. Nella configurazione di default di Apache, per esempio, sono disattivati. Se si prova ad utilizzarli su server che non li permettono si ottiene uno Status code: 405 Method not allowed. Quando si usa il protocollo HTTP/1.1 è necessario specificare l'host a cui si intende fare la richiesta. OPTIONS - Richiede l'elenco dei metodi permessi dal server. OPTIONS * HTTP/1.1 TRACE - Traccia una richiesta, visualizzando come viene trattata dal server. TRACE * HTTP/1.1 DELETE - Cancella una risorsa (file) sul server. L'utente con cui gira il web server deve poter avere permessi in scrittura sul file indicato e il server deve essere configurato per poterlo fare. DELETE /info.html HTTP/1.1 PUT - Uploada un file sul server, creandolo o riscrivendolo, con il nome indicato e i contenuti specificati nella parte che segue gli header. PUT /info.html HTTP/1.1 [Contenuto file] Gli header HTTP Gli header HTTP vengono trasferiti fra client e server e generalmente contengono metainformazioni sul contenuto effettivo della risorsa (file) trasferita. Il loro formato è: NomeHeader: Valore (CRLF) in una richiesta o una risposta HTTP possono esistere un numero arbitrario di header, il loro ordine non è importante ma è raccomandato un ordine sulla base delle categorie sotto indicate. Esistono 4 categorie di header, di queste citiamo solo le voci più significative: 1 - GENERAL HEADERS Contengono informazioni generali non relative al server, al client, al dato trasferito o al protocollo HTTP. Cache-Control: direttive - Definisce le direttive sia associate a richieste che a risposte (separate da virgola) a cui devono obbedire tutti i sistemi di caching fra client e server. Quando sul proprio browser si cambiano le impostazioni relative alla cache, di fatto si modificano le direttive gestite con questo header. Date: data_rfc (es: Wed, 23 Oct :59:12 GMT) La data è quella in cui il messaggio viene originato. Pragma: no-cache - Il contenuto richiesto non deve essere messo in alcuna cache (del browser, di un proxy ecc.). Fondamentale per pagine dinamiche che devono essere sempre aggiornate.

4 Via: protocollo host_ricevente [commento] - Va aggiunto da proxy o gateway per indicare i protocolli e gli host intermedi fra client e server attraverso i quali è passata la richiesta. Upgrade: protocollo/versione - Permette al client di specificare che supporta una versione di protocollo superiore a quella che si sta utilizzando (tipicamente HTTP/1.1 rispetto a HTTP/1.0) e al server di indicare su quale protocollo ha switchato. 2 - REQUEST HEADERS Sono riservati alla richieste che il client esegue e contengono informazioni riguardo la richiesta stessa o il client. Accept: tipo/sottotipo [;q=valore] - Indica quali tipi di file sono accettati dal client, in formato MIME (es: text/html). Con il parametro q (valori da 0 a 1) si definisce la preferenza relativa al tipo indicato (es: Accept: text/plain; q=0.5, text/html; q=0.8). Accept-Charset: charset [;q=valore] - Indica i charset (set di caratteri per le diverse lingue) il client accetta e in che ordine. Accept-Encoding: encoding-type [;q=valore] - Indica il tipo di encoding che il client può accettare (es: Accept-Encoding: gzip, default, compress;q=0.9). Accept-Language: lingua [;q=valore] - Indica la lingua che il client preferisce e quali può comunque accettare (es: Accept-Language: en-us, en;q=0.5). Authorization: credenziali - Quando l'utente si è autenticato e accede a pagine protette, il client con questo header fornisce le credenziali richeste ed evita ultetiori richieste di autenticazione da sottoporre all'utente. 3 - RESPONSE HEADERS Sono riservati alle risposte del server e contengono info sul server stesso o sulla risorsa richiesta. Fra questi: Age: secondi - Tempo stimato da quando è stata generata la risposta sul server. Server string - Contiene informazioni sulla versione del software utilizzata dal server 4 -ENTITY HEADERS Contengono meta-informazioni sull'entità (file) trasferito. Content-Encoding: encoding - Indica quali tipi di encoding (es: gzip) sono stati fatte sul contenuto del messaggio, per permettere al client di decodificarlo. Content-Language: lingue - Indica la lingua presunta dell'utente che riceve il file, si basa sull'analogo Request header Accept-Languages. Content-Lenght: bytes - Indica la lunghezza in byte del file servito. Expires: data - Indica la data dopo la quale il file servito è da considerare obsoleto. Va considerata da tutti i meccanismi di cache coinvolti nella richiesta. Last-Modified: data - Indica la data di ultima modifica del file. Link: Quick reference to HTTP headers: Object Header lines in HTTP: Source: RFC 2616 Hypertext Transfer Protocol -- HTTP/1.1: I server HTTP rispondono utilizzando linee di status che informano il client sull'esito della richiesta. Gli status contengono 3 campi: versione del protocollo HTTP, status code e descrizione. Lo status code è dato da un numero a 3 cifre con i seguenti significati: 1XX - Informational 2XX - Client request successful 3XX - Client request redirected, futher action necessary 4XX - Client request incomplete

5 5XX - Server errors 1xx - INFORMATIONAL Questa classe di status consiste solo nella status line e in headers opzionali. HTTP/1.0 non definisce nessuno status code 1XX. 100 Continue - Il client può continuare con la sua richiesta. Questa risposta intermedia è inviata al client dal server per informarlo che la parte iniziale della sua richiesta non è stata respinta. Il client ora può completarla o ignorare la risposta se la richiesta è gia stata inviata per intero. Quando la richiesta è stata completamente inviata il server invierà una risposta finale. 101 Switching Protocols - Il server riceve una richiesta per il cambiamento del protocollo per quella connessione. 2xx - SUCCESSFUL CLIENT REQUEST I seguenti status code indicano che la richiesta da parte del client è stata ricevuta, capita e accettata. 200 OK - La richiesta è stata accolta, il server risponde con i dati richiesti. E' la risposta normale per un file correttamente trasferito. 201 Created - La richiesta è stata effettuata ed una nuova risorsa è stata creata. L'URI rinviato nella risposta fa riferimento alla nuova risorsa creata. 202 Accepted - La richiesta è stata accettata ma non ancora processata. 203 Non-Authorative Information - L'insieme delle informazioni rimandate contenute nell'entityheader non è l'insieme di informazioni mandate dal server di origine ma provengono da una copia fatta in locale o da terzi. 204 No Content - Il server ha effettuato la richiesta ma non si necessita il rinvio dell'entity-body. A questa risposta il browser non dovrebbe aggiornare il documento visualizzato. 205 Reset Content - Il browser alla ricezione di questo status code dovrebbe resettare il contenuto del form che ha causato l'invio della richiesta. 206 Partial Content - Il server ha effettuato un GET parziale della risorsa. Questo succede quando risponde a una richiesta contenente un Range header. 3xx - CLIENT REQUEST REDIRECTED Questa classe di status indica che si necessita di un'ulteriore azione per far si che la richiesta sia correttamente effettuata. 300 Multiple Choices L'URI richiesto corrisponde a piu documenti (per esempio un documento disponibile in piu lingue). 301 Moved Permanently - La risorsa richiesta è stata assegnata definitivamente ad un nuovo URI. 302 Moved Temporarily - La risorsa richiesta è stata assegnata temporaneamente ad un nuovo URI. Il client può usare il nuovo URI per le attuali richieste, ma in futuro (quando non vi sarà piu redirezione) dovrà usare il vecchio URI. 303 See Other - La risorsa richiesta si trova in un altro URI specificato nel Location header. 304 Not Modified - Il Client ha effettuato una richiesta GET condizionale usando l'if-modified- Since header, ma la risorsa non è stata ancora modificata. La risorsa non viene mandata in quanto il client la possiede gia in locale. 305 Use Proxy - La risorsa richiesta deve passare per un proxy il cui l'uri è dato nel Location field. 4xx - CLIENT REQUEST ERRORS La classe di status 4XX è riservata ai casi in cui il client commette degli errori. 400 Bad Request - Richiesta non capita dal server causa sintassi errata. 401 Authorization Required - Questo risultato è dato dal WWW-Authenticate header per indicare che la richiesta era sprovvista dell'autorizzazione che quella determinata risorsa richiede. 402 Payment Required - Questo codice è riservato ad usi futuri. 403 Forbidden - Il server capisce la richiesta ma si rifiuta di compierla. La richiesta non dovrebbe essere ripetuta.

6 404 Not Found - Il server non ha trovato nulla che corrisponda all'uri richiesto. Dopo il codice 200, questo è tipicamente quello più riscontrato nei log dei server web. 405 Method Not Allowed - Il metodo specificato nella request line non è disponibile per l'uri richiesto 406 Not Acceptable (encoding) - La risorsa identificata tramite richiesta può solo generare una risposta che ha caratteristiche incompatibili con gli accept headers contenuti nella richiesta. 407 Proxy Authentication Required - Questo codice indica che il client deve prima autenticarsi con il proxy, usando l'header Proxy-Authenticate. 408 Request Timed Out - Il client non ha fornito una richiesta nel tempo massimo di attesa del server. 409 Conflict - La richiesta non puo essere completata causa conflitto con il corrente stato della risorsa. 410 Gone - La risorsa richiesta non è piu disponibile sul server e il server non conosce indirizzi su cui ridirezionare. 411 Length Required - Il server si rifiuta di accettare la richiesta in quanto il client non ha definito il Content-Length. 412 Precondition Failed - Una o piu condizioni specificate negli IF request headers è risultata falsa al momento del test del server. 413 Request Entity Too Large - La richiesta è piu grande rispetto a quello che il server può processare. 414 Request URI Too Long - L'URI richiesto è troppo lungo per essere interpretato dal server. 415 Unsupported Media Type - Il corpo della richiesta è in un formato non supportato. 5xx - SERVER ERRORS Questa classe di status è riservata ai casi in cui il server commette un errore o non è in grado di performare la richiesta. In genere richiede un intervento sistemistico sul server. 500 Internal Server Error - Il server è in una situazione inaspettata e non può rispondere alle richieste. 501 Not Implemented - Il server non è implementato per rispondere correttamente alla richiesta effettuata. 502 Bad Gateway - Il server collegato ad un gateway o ad un proxy, riceve una risposta non valida da questo. 503 Service Unavailable - Il server non può rispondere causa temporaneo overload. 504 Gateway Timeout - Il server collegato ad un gateway o ad un proxy, non riceve una risposta da questo nel tempo di attesa massimo impostato. 505 HTTP Version Not Supported - Il server non supporta la versione del protocollo HTTP utilizzato per fare la richiesta.

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP

Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Anno Accademico 2009/2010 Sicurezza delle applicazioni web: protocollo HTTP Roberto Paleari roberto@security.dico.unimi.it

Dettagli

Attacchi Web - Introduzione alla sicurezza nelle applicazioni Web

Attacchi Web - Introduzione alla sicurezza nelle applicazioni Web Attacchi Web Introduzione alla sicurezza nelle applicazioni Web Davide Marrone davide@security.dico.unimi.it Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Dipartimento

Dettagli

Architetture Web Protocolli di Comunicazione

Architetture Web Protocolli di Comunicazione Architetture Web Protocolli di Comunicazione Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 10 Maggio 2011 Architetture Web Architetture Web Protocolli di Comunicazione Il Client Side Il Server Side

Dettagli

Web e HTTP. path name. host name Realizzato da Roberto Savino. www.someschool.edu/somedept/pic.gif

Web e HTTP. path name. host name Realizzato da Roberto Savino. www.someschool.edu/somedept/pic.gif Web e HTTP Terminologia Una pagina web consiste di oggetti Un oggetto può essere un file HTML, una immagine JPG, ecc. Una pagina web consiste di un file HTML base che fa riferimento a diversi oggetti al

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. lez 5 World Wide Web (cont)

INFORMATICA DISTRIBUITA. lez 5 World Wide Web (cont) INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 5 World Wide Web (cont) Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 Protocolli usabili nelle URL http: ftp: : http://www.dico.unimi.it/

Dettagli

Architetture Applicative Il Web

Architetture Applicative Il Web Architetture Applicative Il Web Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 18 Marzo 2014 Architetture Architetture Web L Architettura Client-Server HTTP Protocolli di Comunicazione Fondamenti

Dettagli

Caratteristiche del protocollo HTTP. Il protocollo HTTP. Messaggi HTTP. Versioni del protocollo

Caratteristiche del protocollo HTTP. Il protocollo HTTP. Messaggi HTTP. Versioni del protocollo Caratteristiche del protocollo HTTP Scambio di messaggi di richiesta e risposta Transazione HTTP o Web Il protocollo HTTP Protocollo stateless Basato sul meccanismo di naming degli URI per identificare

Dettagli

WWW: world wide web. protocollo HTTP. Tre standard. Web identifiers. Francesco Dalla Libera. a documenti tra loro collegati (ipertesto - ipermedia)

WWW: world wide web. protocollo HTTP. Tre standard. Web identifiers. Francesco Dalla Libera. a documenti tra loro collegati (ipertesto - ipermedia) WWW: world wide web protocollo HTTP Francesco Dalla Libera! Sistema distribuito che consente l!accesso l a documenti tra loro collegati (ipertesto - ipermedia) " 1989 inizio del progetto, Tim Berners-Lee

Dettagli

Il protocollo HTTP. Ringraziamenti. Caratteristiche di HTTP. Introduzione

Il protocollo HTTP. Ringraziamenti. Caratteristiche di HTTP. Introduzione Il protocollo HTTP Ringraziamenti Parte del materiale presentato è tratto dal Corso di Tecnologie Web, prof. Fabio Vitali, Università di Bologna Moreno Marzolla INFN Sezione di Padova moreno.marzolla@pd.infn.it

Dettagli

Capitolo 2 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 2 - parte 2. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 2 - parte 2 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella La nascita del World Wide Web L idea fu nel 1989 di Tim Berners Lee, fisico del CERN di Ginevra. Vi era la necessità di far collaborare

Dettagli

Stack protocolli TCP/IP

Stack protocolli TCP/IP Stack protocolli TCP/IP Application Layer Transport Layer Internet Layer Host-to-Nework Layer DNS SMTP Telnet HTTP TCP UDP IP Insieme di eterogenei sistemi di rete... 1 Concetti base Differenza tra i concetti

Dettagli

Il protocollo HTTP. Caratteristiche del protocollo HTTP

Il protocollo HTTP. Caratteristiche del protocollo HTTP Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Il protocollo HTTP Corso di Sistemi Distribuiti Valeria Cardellini Anno accademico 2008/09 Caratteristiche del protocollo HTTP Scambio di

Dettagli

Applicazioni Web, HTTP e REST. Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ Milano XP User Group, 3 ottobre 2007

Applicazioni Web, HTTP e REST. Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ Milano XP User Group, 3 ottobre 2007 Applicazioni Web, HTTP e REST Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ Milano XP User Group, 3 ottobre 2007 1 Applicazioni Web? Applicazione Web: un'applicazione clientserver in cui il client è un semplice

Dettagli

Seminario WebServer. Contenuti. Come funziona la navigazione web. Struttura Client/Server. WebServer: Apache e IIS

Seminario WebServer. Contenuti. Come funziona la navigazione web. Struttura Client/Server. WebServer: Apache e IIS Seminario WebServer Contenuti Come funziona la navigazione web Struttura Client/Server WebServer: Apache e IIS Hardware: i requisiti per un webserver DNS: Domain Name System Il Protocollo HTTP Script lato

Dettagli

Applicazioni software per il Commercio Elettronico

Applicazioni software per il Commercio Elettronico Applicazioni software per il Commercio Elettronico Moreno Marzolla Dipartimento di Informatica Università Ca' Foscari di Venezia marzolla@dsi.unive.it http://www.dsi.unive.it/~marzolla Che tipo di applicazione

Dettagli

Cos'è l'http applicazioni della rete protocolli dello strato dell'applicazione lato client server URI (Uniform Resource Identifier)

Cos'è l'http applicazioni della rete protocolli dello strato dell'applicazione lato client server URI (Uniform Resource Identifier) Http Cos'è l'http L'HyperText Transfer Protocol, protocollo dello strato dell'applicazione, costituisce il cuore del web. E' importante distinguere fra applicazioni della rete e protocolli dello strato

Dettagli

Un po' di storia di HTTP. Il protocollo HTTP. (HyperText Transfer Protocol) Il protocollo HTTP 1.0. Connessione stateless (HTTP/1.

Un po' di storia di HTTP. Il protocollo HTTP. (HyperText Transfer Protocol) Il protocollo HTTP 1.0. Connessione stateless (HTTP/1. Un po' di storia di HTTP Il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol) Antonio Lioy < lioy@polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica protocollo client-server ideato per la richiesta

Dettagli

Protocolli applicativi basati su TCP/IP

Protocolli applicativi basati su TCP/IP Protocolli applicativi basati su TCP/IP A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Protocolli applicativi Sono i protocolli utilizzati dalle applicazioni per scambiarsi informazioni attraverso la rete Esempi: HTTP

Dettagli

Corso LAMP. Linux Apache Mysql Php

Corso LAMP. Linux Apache Mysql Php Corso LAMP Linux Apache Mysql Php Terzo Incontro * Reti basate su TCP/IP * Impostazione della rete su GNU/Linux * Gestione del software su Debian e derivate * Il web Server Apache * Configurazione principale

Dettagli

Capitolo 3. Il protocollo HTTP

Capitolo 3. Il protocollo HTTP Capitolo 3 Il protocollo HTTP Il concetto fondamentale che dobbiamo trattare a questo punto è il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol), che costituisce il meccanismo di trasferimento alla base

Dettagli

Reti di Calcolatori. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 2

Reti di Calcolatori. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 2 Reti di Calcolatori Sommario Software di rete TCP/IP Livello Applicazione Http Livello Trasporto (TCP) Livello Rete (IP, Routing, ICMP) Livello di Collegamento (Data-Link) I Protocolli di comunicazione

Dettagli

Protocolli per il Web. Impianti Informatici. Protocolli applicativi

Protocolli per il Web. Impianti Informatici. Protocolli applicativi Protocolli per il Web Protocolli applicativi I protocolli applicativi 2 Applicazioni Socket interface HTTP (WEB) SMTP (E-MAIL) FTP... NFS RPC DNS... Trasporto TCP UDP Rete ICMP RIP OSPF IP ARP RARP Non

Dettagli

Protocolli applicativi: FTP

Protocolli applicativi: FTP Protocolli applicativi: FTP FTP: File Transfer Protocol. Implementa un meccanismo per il trasferimento di file tra due host. Prevede l accesso interattivo al file system remoto; Prevede un autenticazione

Dettagli

Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1

Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1 Advanced Network Technologies Laboratory Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1 Stefano Napoli Alberto Pollastro Politecnico di Milano Laboratori Responsabili di Laboratorio: Stefano Napoli

Dettagli

PANORAMICA SUI PRINCIPALI PROTOCOLLI E SERVIZI APPLICATIVI

PANORAMICA SUI PRINCIPALI PROTOCOLLI E SERVIZI APPLICATIVI 1 PANORAMICA SUI PRINCIPALI PROTOCOLLI E SERVIZI APPLICATIVI Vittorio Prisco - vittorio.prisco@email.it - 2 HTTP E il protocollo di trasferimento di un ipertesto. Usato da tutti i client e server web e

Dettagli

Assignment (1) - Varie

Assignment (1) - Varie Elementi di Sicurezza e Privatezza Laboratorio 6 - Vulnerabilità di applicazioni Web (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Assignment (1) - Varie Al link http://www.dti.unimi.it/braghin/ elementi/lab/lista_consegnati.pdf

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Laboratorio 6 - Vulnerabilità di applicazioni Web (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it!

Elementi di Sicurezza e Privatezza Laboratorio 6 - Vulnerabilità di applicazioni Web (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Elementi di Sicurezza e Privatezza Laboratorio 6 - Vulnerabilità di applicazioni Web (1) Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it! Assignment (1) - Varie Al link http://www.dti.unimi.it/braghin/ elementi/lab/lista_consegnati.pdf

Dettagli

INFORMATICA DISTRIBUITA. lez 6 World Wide Web (cont)

INFORMATICA DISTRIBUITA. lez 6 World Wide Web (cont) INFORMATICA DISTRIBUITA prof. lez 6 World Wide Web (cont) Università degli Studi di Milano Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale a.a. 2009-2010 Scripting Invece di avere un programma esterno,

Dettagli

Protocolli strato applicazione in Internet

Protocolli strato applicazione in Internet Protocolli strato applicazione in Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.tlc-networks.polito.it/ Protocolli di strato applicativo - 1 Modello client-server Tipica applicazione tra client

Dettagli

Protocolli strato applicazione in Internet

Protocolli strato applicazione in Internet Protocolli strato applicazione in Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.tlc-networks.polito.it/ Protocolli di strato applicativo - 1 Modello client-server Tipica applicazione tra client

Dettagli

Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1

Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1 Advanced Network Technologies Laboratory Infrastrutture e Protocolli per Internet Laboratorio 1 Stefano Napoli Alberto Pollastro Politecnico di Milano Laboratori Responsabili di Laboratorio: Stefano Napoli

Dettagli

Livello applicativo. Obiettivi specifici: Protocolli specifici: Obiettivi generali:

Livello applicativo. Obiettivi specifici: Protocolli specifici: Obiettivi generali: Livello applicativo Obiettivi generali: Aspetti concettuali/ implementativi dei protocolli applicativi Paradigma client server Modelli dei servizi Obiettivi specifici: Protocolli specifici: http ftp smtp

Dettagli

Università di Verona, Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Insegnamento di Reti di Calcolatori. Applicazioni TCP/IP. Davide Quaglia

Università di Verona, Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Insegnamento di Reti di Calcolatori. Applicazioni TCP/IP. Davide Quaglia Università di Verona, Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Insegnamento di Reti di Calcolatori Applicazioni TCP/IP Davide Quaglia Scopo di questa esercitazione è: 1) illustrare il funzionamento del Domain Name

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 12 Web Security Chiara Braghin chiara.braghin@unimi.it Dalla lezione precedente Formato della HTTP Request: Metodo URL Versione protocollo Header GET /index.html

Dettagli

Applicazioni Web 2014/15

Applicazioni Web 2014/15 Applicazioni Web 2014/15 Lezione 1 - Il protocollo HTTP Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ matteo.vaccari@uninsubria.it (cc) Alcuni diritti riservati.! Informazioni http://matteo.vaccari.name/aw

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 5 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 5 Martedì 18-03-2014 1 Livello di applicazione Architetture

Dettagli

Indice generale. Parte I Anatomia del Web...21. Introduzione...xiii

Indice generale. Parte I Anatomia del Web...21. Introduzione...xiii Indice generale Introduzione...xiii Capitolo 1 La sicurezza nel mondo delle applicazioni web...1 La sicurezza delle informazioni in sintesi... 1 Primi approcci con le soluzioni formali... 2 Introduzione

Dettagli

Applicazioni Web 2013/14

Applicazioni Web 2013/14 Applicazioni Web 2013/14 Lezione 1 - Il protocollo HTTP Matteo Vaccari http://matteo.vaccari.name/ matteo.vaccari@uninsubria.it (cc) Alcuni diritti riservati. 1 Informazioni http://matteo.vaccari.name/aw

Dettagli

Telnet, SMTP, HTTP, FTP

Telnet, SMTP, HTTP, FTP Corso di Laboratorio di Telematica AA. 2004-2005 Francesco Chiti Telnet, SMTP, HTTP, FTP Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per usi didattici Vedere i termini di uso in appendice

Dettagli

OSOR. Applicazioni di Rete

OSOR. Applicazioni di Rete OSOR Applicazioni di Rete 1 Client-Server in Sistemi Distribuiti Host A Host B Client TCP/UDP IP Network Interface Internet Risultati Server TCP/UDP IP Network Interface Richiesta Applicazioni di Rete

Dettagli

Requisiti richiesti principalmente: o autonomia o eterogeneità o distribuzione dell informazione

Requisiti richiesti principalmente: o autonomia o eterogeneità o distribuzione dell informazione Seminari di Sistemi Informatici Adattamento di Sistemi Informativi per il il Web Ing Roberto De Virgilio rde79@yahoo.com 9 Maggio 2005 Web Information System Web Information System Web Information System

Dettagli

Protocolli di applicazione

Protocolli di applicazione Reti di Calcolatori AA 2011/2012 http://disi.unitn.it/locigno/index.php/teaching-duties/computer-networks Protocolli di applicazione Csaba Kiraly Renato Lo Cigno Livello di applicazione A note on the use

Dettagli

Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi

Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi Indice Standard ISO/OSI e TCP/IP Telematica II 7. Introduzione ai protocolli applicativi Modello Client / Server I Socket Il World Wide Web Protocollo HTTP Corso di Laurea in Ingegneria Informatica A.A.

Dettagli

ARCHITETTURE DISTRIBUITE

ARCHITETTURE DISTRIBUITE ARCHITETTURE DISTRIBUITE 1 Client Server Client: consumatori di servizi - A richiesta del proprio utente, iniziano il processo di interazione attraverso una richiesta di servizio verso un server - Elaborano

Dettagli

Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML

Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML Gianluca Moro gianluca.moro@unibo.it Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica G. Moro - Università di Bologna World

Dettagli

Posta Elettronica e Web

Posta Elettronica e Web a.a. 2002/03 Posta Elettronica e Web Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Posta Elettronica

Dettagli

World Wide Web. Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML. Il Successo del Web. Protocolli di accesso

World Wide Web. Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML. Il Successo del Web. Protocolli di accesso Web e Server-side Computing: Richiami sulla tecnologia Web e FORM HTML Gianluca Moro gmoro@deis.unibo.it Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemistica Università di Bologna World Wide Web nato

Dettagli

Complementi di Tecnologie Web

Complementi di Tecnologie Web Complementi di Tecnologie Web Gli argomenti trattati nel corso sono divisi in due moduli: Tecnologie web lato server Docenti: Vincenzo Della Mea, Ivan Scagnetto Tecnologie XML Docente: Massimo Franceschet

Dettagli

5 - Protocolli Applicativi

5 - Protocolli Applicativi Università di Bergamo Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Metodi Matematici 5 - Protocolli Applicativi Architetture e Protocolli per Internet 1 Processi e Protocolli Processi in esecuzione su

Dettagli

L amministrazione dei servizi web

L amministrazione dei servizi web L amministrazione dei servizi web Simone Piccardi piccardi@truelite.it Revisione: 1350 Truelite Srl http://www.truelite.it info@truelite.it ii L amministrazione dei servizi web Prima edizione Simone Piccardi

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

Livello cinque (Livello application)

Livello cinque (Livello application) Cap. VII Livello Application pag. 1 Livello cinque (Livello application) 7. Generalità: In questo livello viene effettivamente svolto il lavoro utile per l'utente, contiene al suo interno diverse tipologie

Dettagli

1 WWW - introduzione. 2 Web Clients. 1.2 Componenti semantici del Web. URI (Uniform Resource Identifier), HTML, HTTP.

1 WWW - introduzione. 2 Web Clients. 1.2 Componenti semantici del Web. URI (Uniform Resource Identifier), HTML, HTTP. 1 WWW - introduzione 1.2 Componenti semantici del Web URI (Uniform Resource Identifier), HTML, HTTP. 2 Web Clients Tre tipi di client: browser, spider, agent software. Le funzioni del browser sono legate

Dettagli

Database & WWW. Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone

Database & WWW. Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone Database & WWW Capitolo 4 Basi di dati Architetture e linee di evoluzione P. Atzeni, S. Ceri, P. Fraternali, S. Paraboschi, R. Torlone 1 Sommario Protocollo HTTP CGI Java Servlet Server-side scripting

Dettagli

Livello applicativo. Obiettivi specifici: ! Protocolli specifici: " http " ftp " smtp " pop " dns " Programmazione di applicazioni

Livello applicativo. Obiettivi specifici: ! Protocolli specifici:  http  ftp  smtp  pop  dns  Programmazione di applicazioni Livello applicativo Obiettivi generali:! Aspetti concettuali/ implementativi dei protocolli applicativi " Paradigma client " Modelli dei servizi Obiettivi specifici:! Protocolli specifici: " http " ftp

Dettagli

Guida dell'api REST di Livebase

Guida dell'api REST di Livebase Guida dell'api REST di Livebase 1. Descrizione dell'api... 1 1.1. URI di base... 1 1.2. Autenticazione e diritti del client... 1 1.3. Formati supportati... 1 1.4. Tipi di risorse... 1 1.5. Parametri delle

Dettagli

A. A. 2014-2015. Introduzione alle Reti di Calcolatori e Architettura del World Wide Web

A. A. 2014-2015. Introduzione alle Reti di Calcolatori e Architettura del World Wide Web Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale Corso di Sistemi Informativi: II Modulo A. A. 2014-2015 Introduzione alle Reti di Calcolatori e Architettura del World Wide Web Indice Reti di calcolatori

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security. Chiara Braghin

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security. Chiara Braghin Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security Chiara Braghin Cookie e Sicurezza HTTP e i cookie (1) Vi ricordate? I Web server in genere sono stateless: una serie di richieste dallo stesso

Dettagli

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security. Chiara Braghin. Cookie e Sicurezza

Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security. Chiara Braghin. Cookie e Sicurezza Elementi di Sicurezza e Privatezza Lezione 13 Web Security Chiara Braghin Cookie e Sicurezza 1 HTTP e i cookie (1) Vi ricordate? I Web server in genere sono stateless: una serie di richieste dallo stesso

Dettagli

Reti di Calcolatori. Application

Reti di Calcolatori. Application Reti di Calcolatori Application Dove siamo? 2 Livello applicativo Applicazioni che utilizzano i servizi di rete Porte TCP o UDP host LAN 3 Applicazioni Programmi applicativi e servizi usati dagli utenti

Dettagli

REST; WebSocket (RFC 6455)

REST; WebSocket (RFC 6455) Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web II modulo Tecnologie e Sistemi Web-oriented A. A. 2014-2015 LINGUAGGI E TECNOLOGIE WEB REST; WebSocket (RFC 6455)

Dettagli

Che tipo di transport service è necessario per una applicazione? Protocolli application-layer (cont). Applicazioni e protocolli application-layer

Che tipo di transport service è necessario per una applicazione? Protocolli application-layer (cont). Applicazioni e protocolli application-layer Il Livello Applicazione Applicazioni e protocolli -layer Principali Obiettivi: Aspetti concettuali + implementativi dei protocolli di rete del livello applicazione paradigma Modelli di servizio Impareremo

Dettagli

Uso di ACL per la protezione di una rete

Uso di ACL per la protezione di una rete Uso di ACL per la protezione di una rete Claudio Telmon Dipertimento di Informatica Università di Pisa Claudio Telmon - ACL per la protezione-1 Raccolta di informazioni Raccolta

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 7 Martedì 25-03-2014 1 Il protocollo FTP

Dettagli

1 di 7 01/09/2015 19:26

1 di 7 01/09/2015 19:26 Statistiche di comune.genivolta.gov.it (-08) - main 1 di 7 01/09/ 19:26 Ultimo Aggiornamento: 01 Set / 05:26 Periodo di riferimento: OK Periodo di Mese Ago riferimento Prima visita01 Ago / 00:16 Ultima

Dettagli

Omeka PURL Plugin. Torino, 30 settembre 2013. Emilio Remogna

Omeka PURL Plugin. Torino, 30 settembre 2013. Emilio Remogna Omeka PURL Plugin Torino, 30 settembre 2013 Emilio Remogna 1 Estendere Omeka 1.1 Plugin - Plugin: componente software che aggiunge - se installato - una specifica funzionalità ad una applicazione (software)

Dettagli

HTTP adaptation layer per generico protocollo di scambio dati

HTTP adaptation layer per generico protocollo di scambio dati HTTP adaptation layer per generico protocollo di scambio dati Sandro Cavalieri Foschini 101786 Emanuele Richiardone 101790 Programmazione in Ambienti Distribuiti I - 01FQT prof. Antonio Lioy A.A. 2002-2003

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Programma del Corso. Laboratorio

Programma del Corso. Laboratorio Programma del Corso Introduzione alle applicazioni web Introduzione a PHP i costrutti di base Il database MySQL Accesso a MySQL in PHP Progetto Finale Seminari Il WWW Oreste Signore - responsabile W3C

Dettagli

Lucidi a cura di Andrea Colombari, Carlo Drioli e Barbara Oliboni. Lezione 4

Lucidi a cura di Andrea Colombari, Carlo Drioli e Barbara Oliboni. Lezione 4 Lucidi a cura di Andrea Colombari, Carlo Drioli e Barbara Oliboni Lezione 4 Introduzione alle reti Materiale tratto dai lucidi ufficiali a corredo del testo: D. Sciuto, G. Buonanno e L. Mari Introduzione

Dettagli

RETI INTERNET MULTIMEDIALI

RETI INTERNET MULTIMEDIALI RETI INTERNET MULTIMEDIALI Content Delivery Networks Il documento è adattato da materiale cortesemente messo a disposizione dal Prof. Vittorio Trecordi 1 Nuove esigenze e nuove strategie La diffusione

Dettagli

Tecnologia database per l analisi di log file di Web server

Tecnologia database per l analisi di log file di Web server Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Facoltà di Ingegneria Sede di Modena Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Nuovo Ordinamento Tecnologia database per l analisi di log file di Web server

Dettagli

Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1

Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1 Nicolò Carandini HTTP, Web Services e RestSharp (II parte) 1 HTTP, Web Services e RestSharp Dopo aver descritto nella prima parte di quest articolo 1 le basi su cui poggia la comunicazione nel Word Wide

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

Modelli previsionali di utenti di siti Internet basati su tecniche evolutive

Modelli previsionali di utenti di siti Internet basati su tecniche evolutive POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria dell Informazione Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica Tesi di Laurea Modelli previsionali di utenti di siti Internet basati su tecniche evolutive Relatori:

Dettagli

Il livello Applicazione: Telnet,, DNS, HTTP, E-mail e Telnet

Il livello Applicazione: Telnet,, DNS, HTTP, E-mail e Telnet Reti di Calcolatori in Tecnologia IP Il livello Applicazione: Telnet,, DNS, HTTP, E-mail e Telnet 1 Il livello Application Modello OSI e pila TCP/IP Application Presentation Session Transport Network Data

Dettagli

Vallarino Simone. Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS

Vallarino Simone. Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS Vallarino Simone Corso di sicurezza A.A. 2003/2004 HTTPS INTRODUZIONE Per cominciare a parlare di https è necessario aprire la discussione ricordando le caratteristiche dell http: HTTP Nel sistema telematico

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Apache e Internet. Apache: anatomia di un server di rete

Apache e Internet. Apache: anatomia di un server di rete 1 Apache e Internet Questo capitolo è un introduzione ad Apache, HTTP (Hypertext Transfer Protocol) e alle problematiche delle reti. È destinato a coloro che non hanno mai utilizzato Apache e i server

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI AREA CIVILE Specifiche di Interfaccia tra

Dettagli

Reti Informatiche Terza Esercitazione. Apache Server

Reti Informatiche Terza Esercitazione. Apache Server Reti Informatiche Terza Esercitazione Apache Server Sommario Aspetti preliminari architettura di riferimento cenni al protocollo HTTP Uniform Resource Identifier (URI) Configurazione del server web Apache

Dettagli

Ottava Esercitazione

Ottava Esercitazione Ottava Esercitazione Sommario Aspetti preliminari architettura di riferimento cenni al protocollo HTTP Uniform Resource Identifier (URI) Configurazione del server web Apache file di configurazione invocazione

Dettagli

Esempi di applicazioni internet. WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS)

Esempi di applicazioni internet. WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS) Esempi di applicazioni internet WEB Trasferimento File Posta Elettronica Sistema dei nomi di dominio (DNS) 17 Il Web: terminologia Pagina Web: consiste di oggetti indirizzati da un URL (Uniform Resource

Dettagli

Sicurezza delle applicazioni di rete

Sicurezza delle applicazioni di rete Sicurezza delle applicazioni di rete Antonio Lioy < lioy @ polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica Sicurezza di canale autenticazione (singola o mutua), integrità e segretezza solo

Dettagli

4.1 Introduzione al protocollo RTSP

4.1 Introduzione al protocollo RTSP 4.1 Introduzione al protocollo RTSP Il Real Time Streaming Protocol (RTSP) [Schulzrinne e altri, 98] è un protocollo di livello applicazione, che fornisce un framework estensibile utile per implementare

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Architettura Server Web

Architettura Server Web Database e Web - Tutorial ASP - Andrea Proli proliand@csr.unibo.it Laboratorio di Basi di Dati A.A. 2006/2007 Architettura Server Web n Si dispone di: Diverse macchine client (sulle quali siete loggati)

Dettagli

Come funziona internet

Come funziona internet Come funziona internet Architettura client server URL/URI Richiesta (Request) Risposta (Response) Pagina url e uri Uno Uniform Resource Identifier (URI, acronimo più generico rispetto ad "URL") è una stringa

Dettagli

Documento: SMS WEB. infosmsweb.pdf. Data ult. rev.: 23/04/2010 Versione: 1.0. Destinatari: programmatori / sistemisti

Documento: SMS WEB. infosmsweb.pdf. Data ult. rev.: 23/04/2010 Versione: 1.0. Destinatari: programmatori / sistemisti Documento: SMS WEB infosmsweb.pdf Data ult. rev.: 23/04/2010 Versione: 1.0 Destinatari: programmatori / sistemisti Pag. 1 di 12 Indice FUNZIONAMENTO... 3 SPEDIZIONI BATCH... 665 I MESSAGGI MULTI... 8 NOTIFICA

Dettagli

1 di 7 01/08/2015 08:50

1 di 7 01/08/2015 08:50 Statistiche di comunesalvirola.gov.it (-07) - main 1 di 7 01/08/ 08:50 Ultimo Aggiornamento: 01 Ago / 05:28 Periodo di riferimento: OK Periodo di Mese Lug riferimento Prima visita 01 Lug / 00:00 Ultima

Dettagli

Provider e Mail server

Provider e Mail server Il servizio di elettronica Provider e Mail server Il servizio di elettronica o e-mail nasce per scambiarsi messaggi di puro testo o altri tipi di informazioni (file di immagini, video, ecc.) fra utenti

Dettagli

Tecnologie per il Web Dinamico

Tecnologie per il Web Dinamico PARTE 4 Tecnologie per il Web Dinamico Parte 4 Modulo 1: Classificazione Risorse dinamiche Alcune risorse Web non sono file multimediali, ma richiedono l esecuzione di (uno o più) programmi L utente non

Dettagli

Navigare in Internet

Navigare in Internet Navigare in Internet Navigare in Internet Scopo del modulo Gli scopi del modulo consistono nel mettere in grado di : Usare particolari tipi di file e protocolli e di meccanismi di accesso remoto Usare

Dettagli

Network Troubleshooting 101

Network Troubleshooting 101 ICT Security n. 16, Ottobre 2003 p. 1 di 5 Network Troubleshooting 101 Il titolo prettamente americano vuole rispondere al momento di panico capitato a tutti quando qualche cosa non funziona più: si è

Dettagli

di 7 01/08/2015 16:25

di 7 01/08/2015 16:25 Statistiche di comune.sanbassano.gov.it (-07) - main di 7 01/08/ 16:25 Ultimo Aggiornamento: 01 Ago / 05:26 Periodo di riferimento: OK Periodo di Mese Lug riferimento Prima visita NA Ultima 31 Lug / 22:01

Dettagli

Tecnologie e Programmazione Web

Tecnologie e Programmazione Web Presentazione 1 Tecnologie e Programmazione Web Html, JavaScript e PHP RgLUG Ragusa Linux Users Group SOftware LIbero RAgusa http://www.solira.org - Nunzio Brugaletta (ennebi) - Reti 2 Scopi di una rete

Dettagli

in collaborazione con l'università degli studi di Bergamo Facoltà d'ingegneria presenta:

in collaborazione con l'università degli studi di Bergamo Facoltà d'ingegneria presenta: in collaborazione con l'università degli studi di Bergamo Facoltà d'ingegneria presenta: Linux Day 29 novembre 2003 Marco Morosini Linux Day 29 novembre 2003 Una breve panoramica sul proxy più utilizzato

Dettagli

Processi dell applicazione, socket e il sottostante protocollo di trasporto. Protocolli application-layer (cont).

Processi dell applicazione, socket e il sottostante protocollo di trasporto. Protocolli application-layer (cont). Il Livello Applicazione Applicazioni e protocolli -layer Principali Obiettivi : Aspetti concettuali implementatividei protocolli di retedel livello applicazione paradigma Modelli di servizio Impareremo

Dettagli

Reti di calcolatori e Internet (Parte II) Sistemi e Tecnologie Informatiche

Reti di calcolatori e Internet (Parte II) Sistemi e Tecnologie Informatiche Reti di calcolatori e Internet (Parte II) Application layer Application Transport Network Link & Physical Si colloca al di sopra del livello Transport ed è il livello nel quale viene svolto il lavoro utile

Dettagli