STRUMENTAZIONE. Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. APPARATI SINGOLI MASTER RETE LOCALE SUPERVISIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STRUMENTAZIONE. Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. APPARATI SINGOLI MASTER RETE LOCALE SUPERVISIONE"

Transcript

1 Il Sistema di supervisione e acquisizione dati: S.C.A.D.A. Ing.Francesco M. Raimondi Lezioni del corso di Automazione Industriale Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei Sistemi PIRAMIDE DI CONTROLLO OPERATORE ESPERTO HMI SCADA (HOST-SYSTEM) MTU MASTER TERMINAL UNIT RTU REMOTE TERMINAL UNIT RETE Actuator SensorInterface SUPERVISIONE MASTER SLAVE RETE LOCALE CELLE DI LAVORO APPARATI SINGOLI CAMPO: SENSORI E ATTUATORI STRUMENTAZIONE Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 2 TOPOLOGIA DI CONTROLLO INDUSTRIALE Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 3

2 S.C.A.D. A. (Supervisory Control and Data Acquisition) DEFINIZIONE : Sistema, a struttura software modulare, che consente di supervisionare, controllare e acquisire dati, di processi automatizzati sia a livello locale che dislocati remotamente sul territorio, da una postazione centralizzata denominata control room. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 4 COMPONENTI DI BASE DI UN SISTEMA S.C.A.D.A. HOST SYSTEM : E IL CUORE DEL SISTEMA SCADA, DOVE AVVIENE LA RACCOLTA DEI DATI DI PROCESSO E IL COORDINAMENTO DELE AZIONI DI CONTROLLO E SUPERVISIONE. COSTITUITO DA UNA PIATTAFORMA DI CALCOLO BASATA SU TECNOLOGIA INDUSTRIAL PC, CON APPLICATIVO PACCHETTO SOFTWARE CHE CONSENTE DI EFFETTUARE TUTTE LE ATTIVITA DI SUPERVISIONE, CONTROLLO A ACQUISIZIONE DATI. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 5 SISTEMA S.C.A.D.A. CONTROL ROOM CON VISUALIZZAZIONE MULTIMONITOR Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 6

3 ARCHITETTURA DI ACQUISIZIONE E CONTROLLO DISTRIBUITA: RTU (REMOTE TERMINAL UNIT) : STAZIONI DI COMUNICAZIONE E CONTROLLO REMOTE, OVVERO FISICAMENTE DISCLOCATE VICINO ALLE ENTITA DA CONTROLLARE, GENERALMENTE COSTITUITE DA POCHI SEGNALI DI INGRESSO/USCITA. SONO NORMALMNETE UNATTENDED OVVERO NON PRESIDIATE DA OPERATORI ESPERI, E DISLOCATE A VOLTE ANCHE A NOTEVOLE DISTANZA DALLA POSTAZIONE DI CONTROLLO CENTRALE. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 7 ARCHITETTURA DI ACQUISIZIONE E CONTROLLO DISTRIBUITA: MTU (MASTER TERMINAL UNIT) : CONCENTRATORE DI DATI DI PROCESSO PROVENIENTI DALLE STAZIONI DI CONTROLLO REMOTE (RTU). DIALOGA CON HOST SYSTEM TRAMITE SU RETE DI COMUNICAZIONE LOCALE, O SU RADIOLINK PUBBLICO O DEDICATO UTILIZZANDO TRASMISSIONE DIGITALE. I RECENTI SISTEMI SCADA ACCENTRANO IN UN UNICA ENTITA (INDUSTRIAL PC) LE FUNZIONI DI HOST SYSTEM E MTU. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 8 ARCHITETTURA DI ACQUISIZIONE E CONTROLLO DISTRIBUITA: A CAUSA DELLA CARATTERISTICA FONDAMENTALE DI UN SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO (DCS) CHE E QUELLA DELLA DISCLOCAZIONE SUL TERRITORIO, E DI FONDAMENTALE IMPORTANZA L ASPETTO DELLA COMUNICAZIONE TRA LE RTU ED IL SISTEMA DI CONTROLLO CENTRALIZZATO, DENOMINATO COME IL SISTEMA DI TELEMETRIA. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 9

4 ARCHITETTURA DI ACQUISIZIONE E CONTROLLO DISTRIBUITA: SISTEMA DI TELEMETRIA : E COSTITUITO DALLA MODALITA DI COMUNICAZIONE TRA L HOST (MTU) E LE RTU, OLTRE AI MEZZI TRASMISSIVI UTILIZZATI. TOPOLOGIE DI TELEMETRIA: LA TOPOLOGIA E LA DISPOSIZIONE GEOMETRICA DEI NODI E DEI COLLEGAMENTI CHE COMPONGONO UNA RETE. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 10 ARCHITETTURA DI ACQUISIZIONE E CONTROLLO DISTRIBUITA: TOPOLOGIA PUNTO A PUNTO : COLLEGAMENTO SEMPLICE TRA DUE SOLE STAZIONI GENERALMENTE CON CAVI SCHERMATI A DUE CONDUTTORI. LE DUE STAZIONI COMUNICANO DIRETTAMENTE IN MODALITA SERIALE. LINK RADIO NON ISOTROPI, ALLE FREQUENZE CONCESSE IN USO, SONO IMPLEMENTABILI. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 11 LA STAZIONE PUO ESSERE COLLEGATA ANCHE TRAMITE: CAVI O LINEE PUBBLICHE PERMANENTI COME LINEE TELEFONICHE IN CONCESSIONE O SERVIZI DATI DIGITALI. CONNESSIONI TEMPORANEE COME TRASMISSIONI SU LINEE COMMUTATE O A MICROONDE, VIA RADIO O SATELLITARI. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 12

5 ARCHITETTURA DI ACQUISIZIONE E CONTROLLO DISTRIBUITA: TOPOLOGIA MULTIDROP : COLLEGAMENTO TRA TRE O PIU STAZIONI CON UNA STAZIONE CHE FUNZIONA DA ARBITRO DELLA COMUNICAZIONE (MASTER) E CHE CONTROLLA QUANDO LE ALTRE STAZIONI (STAZIONI REMOTE) SONO IN GRADO DI COMUNICARE. COLLEGAMENTO GENERALMENTE A QUATTRO CONDUTTORI. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 13 MEZZI TRASMISSIVI: RETE TELEFONICA PUBBLICA A COMMUTAZIONE : MEZZO ECONOMICO PER APPLICAZIONI DEL TIPO: RACCOLTA DATI BREVI, OCCASIONALI DA POSTI REMOTI. IL POSTO REMOTO CHE CHIAMA IL POSTO CENTRALE. SPESSO LE APPLICAZIONI DA PUNTO A PUNTO HANNO U N COLLEGAMENTO A COMMUTAZIONE COME BACK-UP DEI MEZZI DI COLLEGAMENTO PRINCIPALE Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 14 MEZZI TRASMISSIVI: LINEA PRIVATA DEDICATA: MEZZO ECONOMICO PER APPLICAZIONI DEL TIPO: PER APPLICAZIONI CHE RICHIEDONO GRANDI QUANTITA DI DATI DA RACCOGLIERE DI FREQUENTE DA POSTI REMOTI E/O RICHIEDONO CHE I POSTI REMOTI ABBIANO UN COLLEGAMENTO COSTANTE CON LA STAZIONE PRINCIPALE. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 15

6 MEZZI TRASMISSIVI: SERVIZI PER DATI DIGITALI; RADIO-MODEM; RADIO MODEM GSM/GPRS; Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 16 MEZZI TRASMISSIVI: PONTI RADIO DEDICATI; FIBRE OTTICHE; SATELLITI GEOSTAZIONARI; Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 17 STRUTTURA SOFTWARE SCADA: IL CUORE DI UN SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO E ACQUISIZIONE DATI E RAPPRESENTATO DA UNA STRUTTURA SOFTWARE MODULARE CON TECNOLOGIA CLIENT/SERVER; IL NUCLEO E RAPPRESENTATO DALLA BASE DI DATI DI PROCESSO CUI TUTTI GLI ALTRI MODULI CHE COMPONGONO IL SISTEMA FANNO RIFERIMENTO; IL SISTEMA PRESENTA DI SOLITO UNA STRUTTURA CON: MODULI DI ARCHIVIAZIONE STORICA DEI DATI; GESTIONE DEGLI ALLARMI; SISTEMA ESPERTO; PROGRAMMAZIONE DEL SISTEMA STESSO E DELLE RTU; GENERAZIONE RAPPORTI; GESTIONE RICETTE; CONTROLLO STATISTICO DI PROCESSO; SUPPORTO ALLA MANUTENZIONE; COMUNICAZIONE; IL SISTEMA SCADA AFFIANCA O SOSTITUISCE DEL TUTTO I QUADRI SINOTTICI. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 18

7 QUADRO SINOTTICO CON ELEMENTI SERIGRAFATI, E MONITOR SCADA Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 19 GESTIONE ALLARMI GESTIONE RICETTE TREND E RAPPORTI PROGRAMMAZIONE INTERFACCIA OPERATORE BASE DATI DI PROCESSO SUPPORTO ALLA MANUTENZIONE CONTROLLO STATISTICO DI PROCESSO DRIVER SISTEMA ESPERTO DISPOSITIVI DI CONTROLLO Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 20 MODULO BASE DI DATI DI PROCESSO: RAPPRESENTA IL NUCLEO DI OGNI SISTEMA DI SUPERVISIONE E ACQUISIZIONE DATI, ESSENDO IL MODULO A CUI TUTTI GLI ALTRI MODULI FANNO RIFERIMENTO. COSTITUITO DA UN INSIEME DI CAMPI RECORD DENOMINATI TAG DOVE RISIEDONO TUTTI I DATI DEL PROCESSO CONTROLLATO; Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 21

8 MODULO BASE DI DATI DI PROCESSO: ESEMPIO DI TAG ANALOGICO CODICE DELLA VARIABILE: T24 DESCRIZIONE: TEMPERATURA FORNO TIPO: IAN INDIRIZZO FISICO VARIABILE: 2:26/42 UNITA : GRADI CELSIUS VALORE MINIMO: 45.0 VALORE MASSIMO: 75.0 CAMPIONAMENTO (S): 10 CLASSE DI ALLARME: 2 VALORE GREZZO: VALORE CONVERTITO: 74.2 STATO DI ALLARME: 1 Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 22 MODULO BASE DI DATI DI PROCESSO: ESEMPIO DI TAG DIGITALE CODICE DELLA VARIABILE: Y026 DESCRIZIONE: ELETTROVALVOLA TIPO: IBI INDIRIZZO VARIABILE: 5:86/46 UNITA : STATO ON OFF STATO 1: ON STATO 0: OFF CAMPIONAMENTO (S): 6 CLASSE DI ALLARME: 3 VALORE GREZZO: 0 VALORE CONVERTITO: ON STATO DI ALLARME: 0 Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 23 MODULO DI COMUNICAZIONE: TALE MODULO, INDICATO CON IL NOME DI DRIVER, SI OCCUPA DELLA GESTIONE DELLE COMUNICAZIONE CON I VARI DISPOSITIVI E DEL TRASPORTO DEI DATI DI PROCESSO. ACCEDE IN MANIERA CONTEMPORANEA AI DISPOSITIVI DI CONTROLLO DI DIFFERENTI COSTRUTTORI (PLC REGOLATORI PID). SI OCCUPA ANCHE DELL INTERPRETAZIONE DEI MESSAGGI E DEL LEGAME BIDIREZIONALE TRA BASE DI DATI DEL PROCESSO E DISPOSITIVI E RELATIVE VARIABILI DI PROCESSO. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 24

9 INTERFACCIA HMI (HUMAN MACHINE INTERFACE). SOSTITUISCE I QUADRI SINOTTICI MEDIANTE UN MODULO DI VISUALIZZAZIONE CHE PRESENTA PAGINE GRAFICHE CHE RAPPRESENTANO PANNELLI DI COMANDO E QUADRI SINOTTICI DELL INTERO IMPIANTO O PARTI DI ESSO. I PANNELLI DI COMANDI CONSENTONO ALL OPERATORE DI INVIARE COMANDI ALL IMPIANTO ATTRAVERSO SIMBOLI GRAFICI CHE RAPPRESENTANO PULSANTI, MANOPOLE, COMANDI A SLITTA E ALTRI SIMBOLI. SI INDIVIDUANO LA PRESENZA DI ELEMENTI GRAFICI STATICI ED ELEMENTI GRAFICI DINAMICI. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 25 GESTIONE ALLARMI : ALLARMI A INSORGENZA, CHE VENGONO ATTIVATI DAL VERIFICARSI DELL EVENTO E POI PERMANGONO NEL LORO STATO DI ATTIVAZIONE FINO ALLA REINIZIALIZZAZIONE DEL SISTEMA.; A INSORGENZA E RICONOSCIMENTO, DOPO LA LORO ATTIVAZIONE POSSONO ESSERE DISATTIVATI IN SEGUITO AL RICONOSCIMENTO DA PARTE DELL OPERATORE, COMANDANDONE LA DISATTIVAZIONE. A INSORGENZA, RICONOSCIMENTO E RIENTRO, PER LA DISATTIVAZIONE E RICHIESTO, OLTRE AL RICONOSCIMENTO ESPLICITO DELL OPERATORE, IL VENIR MENO DELLA CONDIZIONE O CAUSA DELL ALLARME. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 26 GESTIONE DELLE RICETTE: TALE MODULO SI OCCUPA DELLA GESTIONE DI RICETTE (LOTTI O BATCH) OVVERO DELLA GESTIONE DI SEQUENZE DI OPERAZIONI PREDEFINITE; TALI RICETTE VENGONO ESEGUITE SULLA BASE DI SCADENZE TEMPORALI, O AL VERIFICARSI DI EVENTI PARTICOLARI O IMMEDIATAMENTE ALLA RICHIESTA DELL OPERATORE. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 27

10 GESTIONE RICETTE: IN GENERE SERVONO AD IMPOSTARE, IN UN AMBIENTE MULTIPROCESSO, I DATI DELL IMPIANTO PER CIASCUN PROCESSO, OPPURE, NEL CASO DI UN PROCESSO MULTIPRODOTTO, I DATI RELATIVI A CIASCUN PRODOTTO. TALI DATI RAPPRESENTANO I PARAMETRI CHE DEBBONO ESSERE FORNITI ALLE MACCHINE CHE ESEGUONO LE VARIE FASI DEL PROCESSO O DEI PROCESSI IN LAVORAZIONE. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 28 TENDENZE E RAPPORTI: UN ALTRO COMPITO CHE VIENE DI SOLITO AFFIDATO AI SISTEMI SCADA E QUELLO DI TENERE TRACCIA DEI RITMI DI PRODUZIONE SIA PER IL PASSATO, ATTRAVERSO LA COSTRUZIONE DI SERIE STORICHE DEI VALORI DI ALCUNE VARIABILI DI PROCESSO, SIA PER IL PRESENTE, ATTRAVERSO LA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA IN TEMPO REALE DELL EVOLUZIONE DI TALI VALORI. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 29 TENDENZE E RAPPORTI: TALE SERIE STORICHE RISULTANO UTILI PER RICERCARE LE CAUSE DI EVENTUALI ANOMALIE DI FUNZIONAMENTO, O IN ALCUNI SETTORI PRODUTTIVI PUO ESSERE IMPOSTA DA OBBLIGHI DI LEGGE. LA RAPPRESENTAZIONE IN TEMPO REALE DELLE TENDENZE DELLE VARIABILI PERMETTE ALL OPERATORE DI TENERE SOTTO CONTROLLO L EVOLUZIONE DEL PROCESSO PRODUTTIVO. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 30

11 SUPPORTO ALLA MANUTENZIONE: LE AZIONI DI MANUTENZIONE SI SUDDIVIDONO IN: MANUTENZIONE CORRETTIVA O STRAORDINARIA. PER RIPARARE DISPOSITIVI CHE SI GUASTANO INASPETTATAMENTE; MANUTENZIONE PREVENTIVA O PROGRAMMATA, PER MANTENERE L IMPIANTO IN CONDIZIONI OTTIME DI FUNZIONAMENTO. L OPERATORE PUO IDENTIFICARE IN MANIERA PUNTUALE L AREA DI MALFUNZIONAMENTO E LE POSSIBILI CAUSE. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 31 PROGRAMMAZIONE: LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE DEDICATI; TIPO PROCEDURALE CON L ESPLICITAZIONE DI TUTTE LE ISTRUZIONI; TIPO DESCRITTIVO CHE TRATTANO I DATI E LE OPERAZIONI AD ESSI CORRELATE CON RELAZIONI GRAFICHE. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 32 SISTEMA ESPERTO: MODULO DI INTELLIGENZA ARTIFICIALE; CHE INTERVIENE ALLA DECISIONE, IN SOSTITUZIONE DELL OPERATORE UMANO, IN SITUAZIONI DI EMERGENZA DELL IMPIANTO. MOTORE INFERENZIALE, BASATO SU UN DATA BASE DI REGOLE CODIFICATE, CHE COSTITUISCONO LA BASE DELLA CONOSCENZE CHE E CAPACE DI INFERIRE DA TALI REGOLE IL COMPORTAMENTO DA TENERE IN SITUAZIONI NON SPECIFICATE INTERVENTO DELL OPERATORE ESPERTO VIENE RIDOTTO. Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 33

12 ALRE INTERFACCE OPERATORE: PANNELLI OPERATORE LCD; MONITOR DI SEGNALAZIONE; SEGNALATORI MULTICOLORE; PAGINE GRAFICHE DI COMUNICAZIONE; VIDEATE DA TELECAMERE DI CONTROLLO SU SCADA; IMPIANTI DI SORVEGLIANZA; SINTETIZZATORI DI VOCE UMANA; Ing. F.M. Raimondi Automazione Industriale 34

SCADA: struttura modulare

SCADA: struttura modulare Sistemi per il controllo di supervisione e l acquisizione dati o (Supervisory Control And Data Acquisition) Sistema informatico di misura e controllo distribuito per il monitoraggio di processi fisici

Dettagli

Sistemi di supervisione e acquisizione dati

Sistemi di supervisione e acquisizione dati Generalità Sistemi di supervisione e acquisizione dati Esempio: circuito con interruttore e lampadina Indica la presenza di un oggetto, lo stato di accensione di un motore, l occorrenza di un malfunzionamento,

Dettagli

SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI

SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI SUPERVISIONE, AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO DI UN IMPIANTO DI TRATTAMENTO E BONIFICA DI ACQUE DI SCARICO CIVILI E INDUSTRIALI Nel corso degli anni 2000 2007 s.d.i. automazione industriale ha realizzato,

Dettagli

Sistemi SCADA. Supervisory Control And Data Acquisition. Reti e Sistemi per l Automazione. Stefano Panzieri SCADA - 1

Sistemi SCADA. Supervisory Control And Data Acquisition. Reti e Sistemi per l Automazione. Stefano Panzieri SCADA - 1 Sistemi SCADA Supervisory Control And Data Acquisition Stefano Panzieri SCADA - 1 Distributed Control System CAMPO SCADA Stefano Panzieri SCADA - 2 Sistemi SCADA MTU (master terminal unit) Sistema centrale

Dettagli

Componenti per l automazione industriale

Componenti per l automazione industriale Componenti per l automazione industriale Gest. Aziend. Pian. Prod. EDP PIMS Supervisione Controllo di base SCADA PLC / PID DCS Misura e comando Sensori e attuatori Architettura a singolo anello Realizzata

Dettagli

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it

Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Automazione industriale dispense del corso 2. Introduzione al controllo logico Luigi Piroddi piroddi@elet.polimi.it Modello CIM Un moderno sistema di produzione è conforme al modello CIM (Computer Integrated

Dettagli

Computer Integrated Manufacturing

Computer Integrated Manufacturing Computer Integrated Manufacturing Sistemi per l automazione industriale Ing. Stefano MAGGI Dipartimento di Elettrotecnica Politecnico di Milano lunedì 10 novembre 2008 Contenuti Il processo e l impianto

Dettagli

Panoramica sui Sistemi di

Panoramica sui Sistemi di Laboratorio per l innovazione Panoramica sui Sistemi di Monitoraggio i Avanzato Ing. Marco Grasso www.musp.it Introduzione Monitoraggio: Caratterizzazione di un sistema o di un processo attraverso l analisi

Dettagli

Dott. Davide Tamellini Ing. Vittorio Agostinelli. Automazione. AssoAutomazione

Dott. Davide Tamellini Ing. Vittorio Agostinelli. Automazione. AssoAutomazione La gestione dell IP dinamico in rete GPRS con utilizzo del protocollo IEC60870: il concetto di Plc Gprs Manager, nella comunicazione wireless con standard IEC, applicato alle reti idriche geograficamente

Dettagli

I bus di campo nell automazione industriale

I bus di campo nell automazione industriale I bus di campo nell automazione industriale Fabio Giorgi Introduzione Aspetti di comunicazione nell automazione industriale Esempio di cella di lavorazione Passaggio dal controllo centralizzato al controllo

Dettagli

SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI

SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI SISTEMI INTERESSATI ALL ACQUISIZIONE DATI Strumenti dedicati a particolari fasi operative (esempio: analizzatori di bus di campo, sniffer, strumenti per il monitoraggio della distribuzione dell energia,..)

Dettagli

Applicazione ferroviaria di una rete di SCADA: il sistema di supervisione e controllo di RFI (Rete Ferroviaria Italiana)

Applicazione ferroviaria di una rete di SCADA: il sistema di supervisione e controllo di RFI (Rete Ferroviaria Italiana) Applicazione ferroviaria di una rete di SCADA: il sistema di supervisione e controllo di RFI (Rete Ferroviaria Italiana) ha fornito per Telesistemi Ferroviari, una applicazione di telecontrollo basata

Dettagli

GAMMA SOFREL S5OO. Stazioni remote di telegestione modulari

GAMMA SOFREL S5OO. Stazioni remote di telegestione modulari GAMMA SOFREL S5OO Stazioni remote di telegestione modulari Grazie ad una esperienza di oltre 30 anni nel campo della telegestione e dell uso delle tecnologie più avanzate, la gamma di Stazioni remote SOFREL

Dettagli

TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI

TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI TELECONTROLLO DELLA DISTRIBUZIONE ACQUA POTABILE E COLLETTAMENTO ACQUE REFLUE PER AZIENDA GARDESANA SERVIZI s.d.i. automazione industriale ha realizzato per l Azienda Gardesana Servizi (AGS) di Peschiera

Dettagli

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa

Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Reti di telecontrollo per le acque: i vantaggi nella modernizzazione degli impianti Cesare Pallucca Application Engineer Manager Omron Electronics Spa Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma

Dettagli

AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM

AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM AMBIENTE INDUSTRIALE: INTRODUZIONE AL CIM CIM = Computer Integrated Manufacturing Fabbrica completamente automatizzata fabbrica ottimizzata Obiettivi di una strategia CIM incremento della qualità del prodotto

Dettagli

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE

TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE TELEFLUX 2000 PLUS SISTEMA DI SUPERVISIONE CONTROLLO ED AQUISIZIONE DATI PER LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE CS072-ST-01 0 09/01/2006 Implementazione CODICE REV. DATA MODIFICA VERIFICATO RT APPROVATO AMM Pagina

Dettagli

automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere

automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere Contatto: DUECI PROGETTI srl Emanuele Colombo +39 335 8339312 automazione impianti produzione calcestruzzo per alimentazione vibropresse e tubiere Realizzato con Unigest-DP PRESENTAZIONE Si tratta di un

Dettagli

Trasmissione e raccolta dati

Trasmissione e raccolta dati Trasmissione e raccolta dati Esempi applicativi Gestione dati macchina Il sistema di acquisizione dati descritto nel seguito, utilizza una rete Ethernet/CANBus come supporto per integrare i dati all'interno

Dettagli

Telecontrollo. Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto

Telecontrollo. Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto Telecontrollo Come poter controllare in remoto l efficienza del vostro impianto AUTORE: Andrea Borroni Weidmüller S.r.l. Tel. 0266068.1 Fax.026124945 aborroni@weidmuller.it www.weidmuller.it Ethernet nelle

Dettagli

LASER NAVIGATION LASER NAVIGATION S.r.l. Unipersonale

LASER NAVIGATION LASER NAVIGATION S.r.l. Unipersonale 1 Attraverso i nostri servizi di: Radiolocalizzazione tramite nostra Centrale Operativa Portale Internet Centrale Operativa chiavi in mano Servizio di Pianificazione di Tratta e grazie all installazione

Dettagli

MONITORAGGI STRUTTURALI WIRELESS A LETTURA REMOTA

MONITORAGGI STRUTTURALI WIRELESS A LETTURA REMOTA ESSEBI Srl NUOVE FRONTIERE DEL MONITORAGGIO STRUTTURALE MONITORAGGI STRUTTURALI WIRELESS A LETTURA REMOTA Roma, 4 maggio 2011 Facoltà di Architettura via Gramsci, 53 Roma MONITORAGGIO WIRELESS I principali

Dettagli

Le Reti di Computer. Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione. I.S.I.S.S. Sartor CASTELFRANCO V.TO. Prof. Mattia Amadori

Le Reti di Computer. Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione. I.S.I.S.S. Sartor CASTELFRANCO V.TO. Prof. Mattia Amadori I.S.I.S.S. Sartor CASTELFRANCO V.TO Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione Le Reti di Computer Prof. Mattia Amadori Anno Scolastico 2015/2016 COS È UNA RETE DI COMPUTER? Rete di computer è

Dettagli

Sistema di telegestione per impianti fotovoltaici. L. MIRAGLIOTTA C. LEONE Giuseppe PITTARI CSN APPLICATION NOTE:

Sistema di telegestione per impianti fotovoltaici. L. MIRAGLIOTTA C. LEONE Giuseppe PITTARI CSN APPLICATION NOTE: per impianti fotovoltaici APPLICATION NOTE: SISTEMA DI TELEGESTIONE PER IMPIANTI FOTOVOLTAICI 200907ANN01 @ MMIX, INGECO WWW.COM2000.IT Pagina 1 di 8 Sommario Introduzione...3 I vantaggi del sistema di

Dettagli

Controllo della temperatura di fermentazione del vino

Controllo della temperatura di fermentazione del vino Controllo della temperatura di fermentazione del vino Il futuro è di chi lo sa immaginare. Benefici e Sviluppi - E la giusta risposta a una richiesta di innovazione tecnologica, per qualsiasi tipo di impianto.

Dettagli

Produzione di Speck e Salumi tenuta sotto controllo dal software di supervisione zenon

Produzione di Speck e Salumi tenuta sotto controllo dal software di supervisione zenon Produzione di Speck e Salumi tenuta sotto controllo dal software di supervisione zenon Alla fine del 1998 la ditta Senfter SPA di San Candido (BZ), noto produttore di Speck e Salumi, ha deciso di modernizzare

Dettagli

Telecontrollo con soluzione PLC GPRS Manager per le reti di Pubblica Utilità.

Telecontrollo con soluzione PLC GPRS Manager per le reti di Pubblica Utilità. Relatore: Ing. Recchia Simone Responsabile Tecnico Panasonic Electric Works Italia Telecontrollo con soluzione PLC Manager per le reti di Pubblica Utilità. Case history di un automazione distribuita per

Dettagli

" Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 "

 Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 " Soluzioni avanzate di telecontrollo con componenti standard di automazione: tecnologie Internet, M2M, IEC60870 " Obiettivi Prevenzione malfunzionamenti riduzione disservizi conformità a standard minimi

Dettagli

Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata

Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata Il sistema Mitrol si presenta come un pannello operatore dotato di display LCD a colori con Touch Screen, all interno del quale è installata tipicamente una monoscheda, contenente tutte le CPU richieste

Dettagli

Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici

Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici Sistema di monitoraggio remoto per impianti fotovoltaici Powered by 1 INFORMAZIONI GENERALI AMPERYA EYES Amperya EYES è la nuova soluzione di telecontrollo creata da Amperya per la supervisione di tutti

Dettagli

RETI INDUSTRIALI. Sistemi di rete a cablatura tradizionale. Sistemi di rete a cablatura innovativa Bus. Introduzione GERARCHIA DI CONTROLLO

RETI INDUSTRIALI. Sistemi di rete a cablatura tradizionale. Sistemi di rete a cablatura innovativa Bus. Introduzione GERARCHIA DI CONTROLLO RETI INDUSTRIALI Ing.Francesco M. Raimondi www.unipa.it\fmraimondi Lezioni del corso di Automazione Industriale Dipartimento di Ingegneria dell Automazione e dei Sistemi GERARCHIA DI CONTROLLO Ing. F.M.

Dettagli

Hardware & Software Development

Hardware & Software Development Hardware & Software Development MISSION Realizzare prodotti ad alta innovazione tecnologica e fornire servizi con elevati standard qualitativi 3 AZIENDA ATTIVITÀ Prodotti 4 6 8 10 5 AZIENDA ISER Tech

Dettagli

ODP piattaforma per concetti aperti di telecontrollo via GPRS

ODP piattaforma per concetti aperti di telecontrollo via GPRS ODP piattaforma per concetti aperti di telecontrollo via GPRS trasmissione sicura via GPRS uso di componenti standard (PLC e modem) uso di protocolli e interfacce standard struttura aperta per la connessione

Dettagli

OMNI3 Powered by OMNICON Srl Via Petrarca 14/a 20843 Verano Brianza (MB) lunedì 18 novembre 13

OMNI3 Powered by OMNICON Srl Via Petrarca 14/a 20843 Verano Brianza (MB) lunedì 18 novembre 13 1 Monitoraggio Impianti Fotovoltaici e servizi relativi l energia Centro servizi per la gestione dei consumi 2 OMNI3 Il monitoraggio degli impianti Il tema della sostenibilità ambientale diventa sempre

Dettagli

Telecontrollo con soluzione PLC GPRS Manager per le reti di Pubblica Utilità.

Telecontrollo con soluzione PLC GPRS Manager per le reti di Pubblica Utilità. Relatore: Ing. Recchia Simone Responsabile Tecnico Panasonic Electric Works Italia Telecontrollo con soluzione PLC Manager per le reti di Pubblica Utilità. Case history di un automazione distribuita per

Dettagli

Soluzioni per la Building Automation

Soluzioni per la Building Automation Pag. 1 di 9 Soluzioni per la Building Automation SISTEMA GIST. : TVCC Pag. 2 di 9 1. INTRODUZIONE Il sistema GIST (Gestione Integrata Sistemi Tecnologici) è costituito da un SW di integrazione in grado

Dettagli

Gestione allarmi Trends

Gestione allarmi Trends Il sistema di visualizzazione rappresenta una soluzione semplice e compatta per accedere alle principali funzionalità di controllo di un abitazione. Composto di uno schermo LCD touch screen retroilluminato

Dettagli

Sistemi di Controllo Industriali

Sistemi di Controllo Industriali Sistemi di Controllo Industriali 14 aprile 2015 Ing. foglietta.chiara@gmail.com Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale Agenda Sistemi di controllo 2 Il termine SCADA è l acronimo di

Dettagli

I sistemi di controllo supervisivo e acquisizione dati

I sistemi di controllo supervisivo e acquisizione dati I sistemi di controllo supervisivo e acquisizione dati Maurizio Pedraglio mauriziopedraglio@libero.it Corso di Automazione Industriale Prof. Luigi Piroddi A.A. 2005/2006 Obbiettivi del seminario le problematiche

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 Applicazione Integrazione di tutta la gamma di Centrali Techno (Technodin, Techno32, Techno88 e Techno200)

Dettagli

Tecnologie e soluzioni innovative per aumentare l efficienza delle Reti Idriche. Ing. Emilio Benati Presidente di FAST SpA

Tecnologie e soluzioni innovative per aumentare l efficienza delle Reti Idriche. Ing. Emilio Benati Presidente di FAST SpA Tecnologie e soluzioni innovative per aumentare l efficienza delle Reti Idriche Ing. Emilio Benati Presidente di FAST SpA «Competitività e Sostenibilità. Progetti e tecnologie al servizio delle reti di

Dettagli

Tecnologie di Campo nell Automazione Industriale

Tecnologie di Campo nell Automazione Industriale Tecnologie di Campo nell Automazione Industriale Reti per l Automazione Stefano Panzieri Lan e Bus di Campo - 1 Stefano Panzieri Al livello più basso Misura e acquisizione delle grandezze di interesse

Dettagli

Sistema Integrato Gestione Cantine Febbraio 2008

Sistema Integrato Gestione Cantine Febbraio 2008 Sistema Integrato Gestione Cantine Febbraio 2008 Controllo del Processo Gestione della Produzione Tracciabilità Controllo Qualità Soluzioni per l industria del vino Sautech s.r.l. è un system integrator

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

A.0.0 ACCENTRA WEB PER ACQUISIZIONE DATI

A.0.0 ACCENTRA WEB PER ACQUISIZIONE DATI A.0.0 ACCENTRA WEB PER ACQUISIZIONE DATI Il programma Accentra Web fornito, installato dall utente sui PC Accentratori di sorveglianza ( 1 principale +3secondari), permette la comunicazione in rete Ethernet

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara

Università degli Studi di Ferrara Università degli Studi di Ferrara Corso di Laurea in Informatica Relatore Dott. Mirco Andreotti Laureando Simoni Alfred Anno accademico 2005/2006 Riepilogo Processo di produzione dei laterizi PLC ( Programable

Dettagli

Messaggi di allarme DMR

Messaggi di allarme DMR Messaggi di allarme DMR Radio Activity S.r.l. Registrazione CCIAA Milano N 1728248 P.I./C.F.: 04135130963 Sede legale e operativa: Via Ponte Nuovo 8 20128 Milano Tel.: 0236 514 205 - Fax: +39 0236 514

Dettagli

SISTEMI DI TELECONTROLLO A SUPPORTO DEL RISPARMIO IDRICO MONITORAGGIO PERMANENTE: PREVENZIONE E SOLUZIONE DELLE EMERGENZE

SISTEMI DI TELECONTROLLO A SUPPORTO DEL RISPARMIO IDRICO MONITORAGGIO PERMANENTE: PREVENZIONE E SOLUZIONE DELLE EMERGENZE Presentazione a cura di Ing. Emilio Benati, presidente di FAST SpA L attività del gestore di una rete idrica è piuttosto articolata e complicata dovendo rispondere e garantire all utenza una qualità e

Dettagli

Sistema integrato di gestione dei carichi elettrici nel settore OIL&GAS

Sistema integrato di gestione dei carichi elettrici nel settore OIL&GAS Sistema integrato di gestione dei carichi elettrici nel settore OIL&GAS Luigi A. Borghi (Didelme) Federico Marguati (Wonderware Invensys) Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre

Dettagli

Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione

Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione Strategie di rinnovo dei sistemi di automazione di stazione Massimo Petrini TERNA SpA Emiliano Casale TERNA SpA Maurizio Pareti SELTA SpA Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre

Dettagli

scada SCADA (Supervisory Control And Data Acquisition) L acronimo SCADA Scada e industria integrata

scada SCADA (Supervisory Control And Data Acquisition) L acronimo SCADA Scada e industria integrata SCADA (Supervisory Control And Data Acquisition) L acronimo SCADA L acronimo SCADA sta per Supervisory Control And Data Acquisition ed è nient altro che l enumerazione delle tre funzionalità principali

Dettagli

Introduzione al sistema di telemetria MONEYTOR

Introduzione al sistema di telemetria MONEYTOR Introduzione al sistema di telemetria MONEYTOR è Un sistema bi-direzionale di telemetria e controllo a distanza per Distributori Automatici 2 I vantaggi principali derivanti dall uso di MONEYTOR Maggiore

Dettagli

Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni

Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni PAG. 1 PAG. 2 VISUALIZZATORE POSIZIONATORE e Applicazioni Aprile 2009 Visualizzatore Posizionatore e Applicazioni VISUALIZZATORE di QUOTE - TELEMACO Il VisualizzatoreTelemaco è costituito da una unità

Dettagli

Power-Studio è un semplice, veloce potente ed intuitivo applicativo software di monitoraggio e supervisione energetica che consente di realizzare:

Power-Studio è un semplice, veloce potente ed intuitivo applicativo software di monitoraggio e supervisione energetica che consente di realizzare: Software di monitoraggio e supervisione energetica Power-Studio & Scada Power-Studio è un semplice, veloce potente ed intuitivo applicativo software di monitoraggio e supervisione energetica che consente

Dettagli

Centralizzazione. Centralizzazione Gams

Centralizzazione. Centralizzazione Gams Centralizzazione H3 Centralizzazione Gams Il nuovo e potente software di centralizzazione immagini H3 dedicato alla gestione di sistemi di video sorveglianza basati su apparati GAMS, offre straordinarie

Dettagli

Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza

Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza Sistemi di rivelazione: certificazione SIL, impianti ridondati. Il mondo dell energia chiede sempre maggiore sicurezza FORUM di PREVENZIONE FORUM di PREVENZIONE Certificazione SIL (Safety Integrity Level)

Dettagli

GAMMA SOFREL LS/LT. Data logger GSM/GPRS

GAMMA SOFREL LS/LT. Data logger GSM/GPRS GAMMA SOFREL LS/LT Data logger GSM/GPRS I data logger SOFREL LS e LT comunicano tramite collegamento GSM o GPRS. Sono ideati appositamente per il controllo a distanza di piccoli impianti all interno delle

Dettagli

La produzione di Biodiesel si fa raffinata..

La produzione di Biodiesel si fa raffinata.. La produzione di Biodiesel si fa raffinata.. La richiesta di biocarburanti è in sensibile aumento. Ecco come la tecnologia permette di migliorare la produttività e l efficienza anche nel settore dei prodotti

Dettagli

Cronoprogramma e Quadro Economico

Cronoprogramma e Quadro Economico Tutela della Biodiversità nel parco Regionale dei Castelli Romani Cronoprogramma e Quadro Economico 1 Indice generale 1 PREMESSA... 3 2 DESCRIZIONE DELLE COMPONENTI DEL PROGETTO PER LA CONSERVAZIONE DELLA

Dettagli

Controllo integrato in tempo reale di impianti tecnologici URMET IS IN YOUR LIFE

Controllo integrato in tempo reale di impianti tecnologici URMET IS IN YOUR LIFE Controllo integrato in tempo reale di impianti tecnologici URMET IS IN YOUR LIFE SISTEMA DI GESTIONE IMPIANTI DI SICUREZZA OLTRE LA SICUREZZA DEL SINGOLO LUOGO, VERSO IL CONTROLLO INTEGRATO DEGLI ASSET

Dettagli

CIM Computer Integrated Manufacturing

CIM Computer Integrated Manufacturing INDICE CIM IN CONFIGURAZIONE BASE CIM IN CONFIGURAZIONE AVANZATA CIM IN CONFIGURAZIONE COMPLETA DL CIM A DL CIM B DL CIM C DL CIM C DL CIM B DL CIM A Il Computer Integrated Manufacturing (CIM) è un metodo

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

La tecnica proporzionale

La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale Regolatori di pressione La tecnica proporzionale La tecnica proporzionale Controllo direzione e flusso La tecnica proporzionale

Dettagli

SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA

SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA SISTEMI SCADA DMS PER LA SUPERVISIONE E TELCONTROLLO DELLA RETE MT/BT DELLE CITTA DI BRESCIA E VERONA s.d.i. automazione industriale ha realizzato i sistemi di telecontrollo e automazione della rete di

Dettagli

EVOLUZIONE DI UN SISTEMA DI TELECONTROLLO A SERVIZIO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: L ACQUEDOTTO CAMPANO. Giuseppe Mario Patti Proxima S.r.l.

EVOLUZIONE DI UN SISTEMA DI TELECONTROLLO A SERVIZIO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: L ACQUEDOTTO CAMPANO. Giuseppe Mario Patti Proxima S.r.l. EVOLUZIONE DI UN SISTEMA DI TELECONTROLLO A SERVIZIO DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE: L ACQUEDOTTO CAMPANO Giuseppe Mario Patti Proxima S.r.l. «Competitività e Sostenibilità. Progetti e tecnologie al servizio

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PROGETTO ESECUTIVO

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PROGETTO ESECUTIVO PROVINCIA DI AREZZO Piano Regionale Agricolo Forestale (PRAF 2012/2015) - Fondi 2015- Misura A.2.11 azione a Realizzazione di interventi finalizzati alla valorizzazione delle risorse superficiali ed al

Dettagli

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST

SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST SISTEMA DI REGOLAZIONE NEST La regolazione è il cuore efficiente del sistema NEST di riscaldamento e di raffrescamento degli ambienti. Il sistema permette in primo luogo di tenere sotto controllo continuamente

Dettagli

Gli Standard applicati alle Soluzioni di Telecontrollo: dal ciclo idrico integrato alla raccolta differenziata, con l orizzonte nella smart community

Gli Standard applicati alle Soluzioni di Telecontrollo: dal ciclo idrico integrato alla raccolta differenziata, con l orizzonte nella smart community Ing. Vittorio Agostinelli Product Manager Factory Automation Gli Standard applicati alle Soluzioni di Telecontrollo: dal ciclo idrico integrato alla raccolta differenziata, con l orizzonte nella smart

Dettagli

H3R. Videoregistrazione Digitale. Principali caratteristiche. Video Management Software GAMS

H3R. Videoregistrazione Digitale. Principali caratteristiche. Video Management Software GAMS è il software di centralizzazione immagini dedicato alla gestione di sistemi di videosorveglianza basati su apparati GAMS analogici e IP, che offre straordinarie potenzialità sia su reti cablate che wireless

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA

Dettagli

SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA

SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA INTRODUZIONE Al fine di migliorare il servizio di trasporto pubblico è necessario dotarsi di sistemi tecnologici avanzati di supporto alla gestione

Dettagli

SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE

SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE SISTEMA DI MONITORAGGIO E TELECONTROLLO DA CENTRO REMOTO E/O LOCALE, PER LAMPIONE A LED INTELLIGENTE - itrpled - INDICE 1. GENERALITA 2. DESCRIZIONE DEL SISTEMA 3. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA 4. VANTAGGI

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

Automazione di imbarcazioni di lusso

Automazione di imbarcazioni di lusso Automazione di imbarcazioni di lusso Intelligent Transportation Systems - Marine Italia Introduzione del progetto: La B&B Automation s.r.l di Grinzane Cavour (CN) ha sviluppato un progetto per l automazione

Dettagli

Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX. M. Nobili, A. Assettati, G. Messina, L. Pagliari. Report RdS/PAR2013/267

Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX. M. Nobili, A. Assettati, G. Messina, L. Pagliari. Report RdS/PAR2013/267 c Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Installazione della turbina TURBEC T100 presso la piattaforma ZECOMIX M. Nobili,

Dettagli

WIN-ALARM SOFTWARE PER CENTRI SERVIZI DI TELECONTROLLO E TELEGESTIONE

WIN-ALARM SOFTWARE PER CENTRI SERVIZI DI TELECONTROLLO E TELEGESTIONE WIN-ALARM SOFTWARE PER CENTRI SERVIZI DI TELECONTROLLO E TELEGESTIONE Cos'è la Telegestione La Telegestione consente il controllo continuo ed automatizzato del funzionamento di un'installazione remota,

Dettagli

HABITAT ITALIANA s.r.l. Via Serenissima, 7 25135 Brescia - Italy. Tel.+390302350081 fax+390303363050 www.habitatitaliana.it

HABITAT ITALIANA s.r.l. Via Serenissima, 7 25135 Brescia - Italy. Tel.+390302350081 fax+390303363050 www.habitatitaliana.it 1.1 INTRODUZIONE Scopo della presente offerta è la fornitura presso la casa di riposo del sistema di sorveglianza e controllo delle evasioni di ospiti non consapevoli con limitate capacità cognitive. 1.2

Dettagli

La telegestione. a distanza degli impianti

La telegestione. a distanza degli impianti La telegestione L o s t r u m e n t o o t t i m a l e p e r i l c o n t r o l l o e l a g e s t i o n e a distanza degli impianti Campi di applicazione Acqua potabile Controllo e gestione di tutti gli

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Le reti telematiche e Internet

Laboratorio di Informatica. Le reti telematiche e Internet Le reti telematiche e Internet Lezione 6 1 Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro computer distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate

Dettagli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli INTERNET Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli PARTE 1 INTERNET: LA RETE DELLE RETI 2 È ALQUANTO DIFFICILE RIUSCIRE A DARE UNA DEFINIZIONE ESAUSTIVA E CHIARA DI INTERNET IN POCHE PAROLE

Dettagli

SPAGNOL si prende cura delle cose che crescono. siamo progettisti per natura.

SPAGNOL si prende cura delle cose che crescono. siamo progettisti per natura. SPAGNOL si prende cura delle cose che crescono. siamo progettisti per natura. supervisione SPAGNOL SPAGNOL MCSMS, telecontrollo dell impianto dal proprio telefono cellulare mediante messaggi SMS. Situazione

Dettagli

Le reti di calcolatori

Le reti di calcolatori Le reti di calcolatori 1 La storia Computer grandi e costosi Gli utenti potevano accerdervi tramite telescriventi per i telex o i telegrammi usando le normali linee telefoniche Successivamente le macchine

Dettagli

DARCA HERITAGE V2 TOUR

DARCA HERITAGE V2 TOUR Sez.02 - SOLUZIONI PER DIAGNOSTICA E TELECONTROLLO - Pagina 02.2.4 1/8 DARCA HERITAGE V2 TOUR 1. SUDDIVISIONE IN ZONE DI MONITORAGGIO Darca Heritage V2 ti permette di analizzare i dati in riferimento al

Dettagli

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps

SMS-GPS MANAGER. Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps SOFTWARE PER LA GESTIONE DEI TELECONTROLLI SMS-GPS MANAGER Software per la gestione remota ed automatizzata dei telecontrolli gsm con e senza gps Rev.0911 Pag.1 di 8 www.carrideo.it INDICE 1. DESCRIZIONE

Dettagli

«Telecontrollo in tecnologia wireless Internet (GPRS) di una rete di siti a rischio inquinamento ambientale»

«Telecontrollo in tecnologia wireless Internet (GPRS) di una rete di siti a rischio inquinamento ambientale» ASSOAUTOMAZIONE ASSOCIAZIONE ITALIANA AUTOMAZIONE E MISURA «Telecontrollo in tecnologia wireless Internet (GPRS) di una rete di siti a rischio inquinamento ambientale» Relatore: Ing. Michele Frare Divisione

Dettagli

PRESENTAZIONE SOLUZIONE GESTIONALE WORKGEST

PRESENTAZIONE SOLUZIONE GESTIONALE WORKGEST PRESENTAZIONE SOLUZIONE GESTIONALE WORKGEST Cos è WORKGEST? Workgest è un software progettato per la gestione e l'automazione delle celle di lavoro in linea. Con il termine Cella di Lavoro intendiamo un

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica di Base A -- Rossano Gaeta 1

Internet e il World Wide Web. Informatica di Base A -- Rossano Gaeta 1 Internet e il World Wide Web 1 Domande chiave 2.1 Quali sono i mezzi di connessione a Internet e qual è la loro velocità? 2.2 Quali sono i tre tipi di provider Internet e quali tipi di servizi offrono?

Dettagli

Videosorveglianza: nuovi contributi specifici ai processi operativi per la gestione dei requisiti di sicurezza

Videosorveglianza: nuovi contributi specifici ai processi operativi per la gestione dei requisiti di sicurezza Videosorveglianza: nuovi contributi specifici ai processi operativi per la gestione dei requisiti di sicurezza Soluzioni per la rilevazione real time dell effettiva esposizione al rischio Nicola Giradin

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Sistemi operativi di rete (locale) In una LAN si vogliono condividere

Dettagli

PLC Sistemi a Logica Programmabile

PLC Sistemi a Logica Programmabile PLC Sistemi a Logica Programmabile Prof. Nicola Ingrosso Guida di riferimento all applicazione applicazione dei Microcontrollori Programmabili IPSIA G.Ferraris Brindisi nicola.ingrosso @ ipsiaferraris.it

Dettagli

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa.

Per essere inviato il dato deve essere opportunamente codificato in modo da poter essere trasformato in SEGNALE, elettrico oppure onda luminosa. La trasmissione dell informazione N.R2 La comunicazione tra due calcolatori si realizza tramite lo scambio di dati su un canale di comunicazione, esiste quindi un TRASMETTITORE che invia dei dati e un

Dettagli

«Messa in sicurezza di uno stabilimento per acque minerali tramite soluzioni integrate di networking e telecontrollo»

«Messa in sicurezza di uno stabilimento per acque minerali tramite soluzioni integrate di networking e telecontrollo» AssoAutomazione Associazione Italiana Automazione e Misura «Messa in sicurezza di uno stabilimento per acque minerali tramite soluzioni integrate di networking e telecontrollo» Relatori: Ing. Antonio Allocca

Dettagli

Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica http://www.fis.unipr.it. La sicurezza aziendale a 360 La sicurezza periferica e ambientale

Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica http://www.fis.unipr.it. La sicurezza aziendale a 360 La sicurezza periferica e ambientale Università degli Studi di Parma Dipartimento di Fisica http://www.fis.unipr.it La sicurezza aziendale a 360 La sicurezza periferica e ambientale Cesare Chiodelli http://www.eleusysgroup.com La sicurezza

Dettagli

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale.

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale. Informatica Lezione 5a e World Wide Web Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate dedicati/condivisi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Curricolo 2014/2015 Infanzia-Primaria-Secondaria di I grado COMPETENZE DIGITALI

Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Curricolo 2014/2015 Infanzia-Primaria-Secondaria di I grado COMPETENZE DIGITALI Dal Curricolo Scuola Primaria e Secondaria di I grado di Franca Da Re Indicazioni Nazionali 2012 La competenza digitale è ritenuta dall Unione Europea competenza chiave, per la sua importanza e pervasività

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE L. EINAUDI ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "L. EINAUDI" ALBA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE 5 I Disciplina: TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI ELETTRICI ED ELETTRONICI PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE Elaborata

Dettagli

COMANDI PER RIBOBINATRICI SUPERVISORE APPROFONDIMENTO TECNICO

COMANDI PER RIBOBINATRICI SUPERVISORE APPROFONDIMENTO TECNICO COMANDI PER RIBOBINATRICI SUPERVISORE APPROFONDIMENTO TECNICO STRUTTURA SOFTWARE Il sistema si basa sulla gestione di svariate basi di dati, alle quali accede in modo dinamico ed in realtime l interfaccia

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

12 - INTRODUZIONE ALLA BUILDING AUTOMATION

12 - INTRODUZIONE ALLA BUILDING AUTOMATION 12 - INTRODUZIONE LA BUILDING AUTOMATION Sommario Dalla Home alla Building Automation La configurazione in S-Mode L architettura e la topologia La gamma Master Chorus: supervisione ed integrazione 2 Obiettivi

Dettagli