INDICE CENNI STORICI E MISSION PRODOTTI E BREVETTI ANALISI DEL PORTER E SWOT ANALISI ECONOMICO-FINANZIARIA ANALISI STRATEGICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE CENNI STORICI E MISSION PRODOTTI E BREVETTI ANALISI DEL PORTER E SWOT ANALISI ECONOMICO-FINANZIARIA ANALISI STRATEGICA"

Transcript

1

2 INDICE CENNI STORICI E MISSION STRUTTURA AZIENDALE PRODOTTI E BREVETTI ANALISI DEL PORTER E SWOT ANALISI ECONOMICO-FINANZIARIA ANALISI STRATEGICA

3

4 CENNI STORICI Primi anni 90: Mario Moretti Polegato brevetta una nuova tecnologia sulle suole in gomma: la scarpa che respira 1995: Polegatofonda Geox migliorando il brevetto iniziale 1999: la tecnologia Geox viene applicata all abbigliamento (giacche, giacconi e giubbotti)

5 2000: consolidati i primi successi in Italia, il Gruppo comincia ad espandere la propria attività commerciale a livello internazionale, diventando in pochi anni il primo marchio di calzature in Italia e il quarto nel Mondo. Per favorire la penetrazione nei mercati esteri, il Gruppo decide inoltre di aprire i primi negozi monomarca Geox Shop nelle principali capitali europee. 2001: viene brevettata la tecnologia del cuoio impermeabile Nazione Italia 2138 Austria e 514 Svizzera Benelux 613 Francia 1224 Germania 1626 Pen.Iberica 1285 USA 206 Altri Paesi 379 Totale Estero punti vendita multimarca (anno 2004) 5829 Totale 7967

6 QUOTAZIONE IN BORSA Il 1 dicembre 2004 Geox S.p.A. si quota alla Borsa Italiana. I motivi di tale quotazione possono essere cosi riassunti: I motivi di tale quotazione possono essere cosi riassunti: 1. Facilitare la raccolta di liquidità 2. Accrescere la visibilità internazionale 3. Rafforzare il legame con il proprio top management 4. Attirare nuovi talenti nel progetto 5. Accelerare il processo di ingresso nei principali mercati europei e americani

7 2005: Geox inaugura il suo megastore di 600mq a New York nella via dello shopping in Madison Avenue, all incrocio con la 57 strada. 2008: dopo 4 anni di ricerca nei laboratori dell azienda Geox presenta il nuovo brevetto NET System con l obiettivo di garantire la massima traspirabilità anche nelle scarpe per lo sport 2010: Geox apre a Milano il suo più grande negozio monomarca, il Palazzo che Respira.

8 MISSION Nel mercato estremamente competitivo delle calzature e dell abbigliamento, Geox si caratterizza per saper far respirare i suoi prodotti. Il nome del marchio nasce dalla fusione della parola greca geo (terra), sulla quale tutti camminiamo, ed x, letteraelemento che simboleggia la tecnologia. La missiondi Geox si concretizza nell offerta di benessere, attraverso il continuo sviluppo di nuove tecnologie al servizio delle persone e nel rispetto dell etica interpersonale ed aziendale.

9

10 STRUTTURA ORGANIZZATIVA Consiglio di Amministrazione Vice presidente Enrico Moretti Polegato Presidente Mario Moretti Polegato Amministratore Delegato Diego Bolzonello Comitato Esecutivo Corporate Managing Director Massimo Stefanello Direttore Finanziario Livio Libralesso

11 CONTROLLO DELLA SOCIETÀ LIR S.r.l. detiene la partecipazione di controllo nel capitale di Geox S.p.A. con una quota pari al 71,08%. LIR S.r.l., con sede legale in Montebelluna (TV) Italia, è una holding di partecipazioni interamente posseduta da Mario Moretti Polegatoed Enrico Moretti Polegato(rispettivamente titolari dell 85% e del 15% del capitale sociale). FLOTTANTE: 29% delle azioni totali

12 STRUTTURA DEL GRUPPO La struttura del Gruppo è suddivisa in tre macro-gruppi di società: Società commerciali extra-ue Hanno il compito di sviluppare e presidiare il business nei mercati di riferimento. Società commerciali UE Hanno il compito di gestire direttamente i negozi di proprietà nei vari paesi appartenenti all Unione Europea. Società tecnico-produttive NotechN.H. Kftè la società a cui facevano capo le attività produttive del Gruppo in Europa, che nel corso del 2009 sono state trasferite a fornitori terzi.

13 I NUMERI DIGEOX 103 paesi presidiati oltre 50 diversi brevetti per invenzione Fatturato: 865 milioni di euro (60% estero) circa punti vendita multimarca nel mondo punti vendita monomarca Geox Shop al 31 dicembre 2010 Numero dipendenti: ROE: 15,56% ROI: 37,22%

14

15 LA PRODUZIONE Il Gruppo Geox è attivo nella creazione, produzione e distribuzione di calzature ed abbigliamento caratterizzati dall applicazione di soluzioni innovative e tecnologiche in grado di garantire traspirabilità ed impermeabilità. Calzature 88,6% Abbigliamento 11,4%

16 IL SISTEMA DISTRIBUTIVO Geox distribuisce i propri prodotti in oltre punti vendita multimarca e tramite una rete di negozi monomarca gestiti direttamente (Directly Operated Stores) o affiliati con contratti di franchising. Al 31 dicembre 2009 il numero totale dei Geox Shop era pari a di cui 764 in franchising e 244 DOS. Italia 327 Europa 306 Nord America 56 Altri paesi 146 Paesi con contratto di licenza 173

17 IL SISTEMA PRODUTTIVO Il sistema produttivo di Geox è organizzato in modo da perseguire il raggiungimento di tre obiettivi strategici: mantenimento di elevati standard qualitativi miglioramento continuo della flessibilità e del time to market aumento della produttività e contenimento dei costi

18 IL PERSONALE Anno 2004 Anno 2006 Anno 2008 Anno 2009 Operai Impiegati Dipendenti negozi Quadri Dirigenti 2009: Trasferimento della produzione a terzi

19 GEOX NEL MONDO GeoxShop dicui DOS GeoxShop di cui DOS GeoxShop Italia Europa Nord America dicui DOS Altri Paesi Paesi con contratto di licenza 169 / 149 / 39 / Totale

20

21 Il Gruppo è attivo nella produzione e commercializzazione di calzature di fascia media e medio/alta (l 86% dei ricavi consolidati al 31 dicembre 2010) e in misura minore di abbigliamento (il 14% dei ricavi consolidati al 31 dicembre 2010). Il posizionamento trasversale dei prodotti, in termini di età e sesso della clientela, fa del marchio Geox un family brand. Il gruppo Geox, infatti, realizza tre diverse tipologie di prodotti che si distinguono a seconda del consumatore finale: i prodotti per donna, per uomo e per bambino.

22 DISTRIBUZIONE DEI PRODOTTI Uomo 30% Bambino 30% Donna 40%

23 I BREVETTI L elemento distintivo del gruppo Geox è l aver individuato, brevettato ed attuato soluzioni innovative e tecnologiche che, tramite l impiego di particolari materiali, consentono la combinazione delle qualità della traspirabilità e dell impermeabilità.

24 IL BREVETTO PER LA GOMMA La soluzione individuata da Geox combina tre diversi elementi: una parte inferiore perforata (il battistrada), una parte superiore anch essa forata (l intersuola) nonché un terzo elemento, posto tra il battistrada e l intersuola, definito nel brevetto come membrana permeabile al vapore ma impermeabile all acqua. La combinazione della membrana, caratterizzata da una porosità selettiva, con i fori praticati su battistrada e sottopiede, consente di raggiungere il risultato della fuoriuscita del vapore, impedendo il passaggio dell acqua.

25 ALTRI BREVETTI Brevetto per il cuoio Brevetto per l abbigliamento Brevetto per lo sport

26 PUNTI DI FORZA -Tecnologia: soluzioni innovative e tecnologiche coperte da brevetto VANTAGGIO COMPETITIVO -Riconoscibilità del marchio: efficace comunicazione ( far respirare ) -Focus sul consumatore: posizionamento trasversale dei propri prodotti e fascia di prezzo medio-alta - Internazionalizzazione - Distribuzione: negozi monomarca Geox Shop e distribuzione capillare multimarca - Supply Chain: outsourcing e mantenimento delle fasi critiche in capo alla Società SWOT PUNTI DI DEBOLEZZA -Importanza di alcune figure chiave che hanno contribuito in maniera significativa allo sviluppo dell azienda - Problemi relativi all outsourcing: dipendenza dalla fornitura esterna e possibile diminuzione degli standard qualitativi OPPORTUNITA - Rete di franchising: contenimento del rischio - Diversificazione del prodotto MINACCE - Concorrenza elevata - Basse barriere all entrata

27

28 ANALISI ECONOMICO-FINANZIARIA CAGR (2004,2009) Sales ,53% EBITDA ,45% Amortization EBIT ,99% Net Profit ,86% Net Capital Employed % ROE 35,00% 36,92% 35,16% 34,45% 27,51% 15,56% -14,97% ROI 58,99% 65,12% 65,54% 71,02% 45,76% 37,22% -8,8%

29 CONSIDERAZIONI PRELIMINARI La performance di Geox negli anni appare sensibilmente influenzata dall ambiente macroeconomico. La quasi totalità delle variabili considerate presenta un andamento positivo solo fino al 2007 In particolare, il valore delle vendite è aumentato fino al 2008, mentre l EBIT solo fino al Questo è avvenuto a causa delle maggiori svalutazioni che Geox ha dovuto applicare per adattare il bilancio alle aspettative negative sul ritorno dei propri investimenti Rispetto al 2004 (anno della quotazione in Borsa), Geox ha più che raddoppiato il valore delle vendite e il capitale investito netto e ha quasi raddoppiato l EBITDA Nel 2009 gli indici ROE e ROI, seppur caratterizzati da una buona performance, presentano un significativo peggioramento rispetto ai valori del 2004

30 COMPOSIZIONE NCE NCE Fisso Circolante Circolante Fisso

31 COMPOSIZIONE DEL CAPITALE INVESTITO FISSO Capitale Investito Fisso Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Altre attività non correnti Altri debiti non correnti Altro (netto) Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni immateriali

32 COMPOSIZIONE DEL CAPITALE INVESTITO CIRCOLANTE Capitale Investito Circolante Rimanenze Crediti verso clienti Debiti verso fornitori Altre attività correnti Altre passività correnti Rimanenze Crediti verso clienti Debiti verso fornitori Altro (netto)

33 CAUSE ANDAMENTO DEL NCE Il capitale investito fisso netto e quello circolante netto hanno andamenti simili: crescono fino al 2008 e poi diminuiscono L aumento del capitale investito fisso è dovuto ad investimenti sia in immobilizzazioni immateriali che materiali, dovuti all espansione di Geox nel mondo Tra le componenti del capitale investito circolante, sono soprattutto le rimanenze ad aumentare. La riduzione del NCE avvenuta nel 2009 è da imputarsi quasi esclusivamente alla riduzione, tramite l esternalizzazione della produzione, delle rimanenze

34 FINANZIAMENTO DEL NCE Debiti v/banche Patrimonio netto Fondo TFR Cassa (50.570) (61.513) (84.926) ( ) (68.672) ( ) Altre att/pass finanziarie (153) (15.789) (1.431) NCE Importanza di patrimonio netto e cassa

35 ROI: ANDAMENTO E COMPOSIZIONE Net Capital Employed EBIT ROI

36 ROE: ANDAMENTO E COMPOSIZIONE

37 DIVIDENDI 100% 80% 60% 40% 20% 0% Utile non distribuito Pay Out Ratio Dividendi

38 PATRIMONIO NETTO: COMPOSIZIONE Patrimonio Netto

39 POSIZIONE FINANZIARIA NETTA E INVESTIMENTI Pos finanz netta Investimenti netti

40 ROI: il NCE aumenta fino al 2008, l EBIT fino al 2007 ROE: il patrimonio netto aumenta per tutto il periodo considerato, gli utili solo fino al 2007 Il patrimonio netto è caratterizzato da un aumento costante dovuto principalmente al continuo accantonamento di utili a nuovo La politica dei dividendi sembra dettata dall esigenza di: Remunerare gli azionisti attraverso la cassa Diminuire la quota di utili a nuovo ad incremento del patrimonio netto contenimento del peggioramento del ROE

41 EVA EBIT Tax% Tax NOPAT = EBIT Tax NCE(Net Capital Employed) ROCE = NOPAT/NCE 39,52% 43,63% 43,91% 47,59% 30,66% 24,94% WACC 8,00 % 8,00 % 8,10 % 9,00 % 9,50 % 9,50 % SPREAD = ROCE WACC 31,52% 35,63% 35,81% 38,59% 21,16% 15,44% EVA = NOPAT WACC * NCE

42 EVA: ANDAMENTO ,00 EVA , ,00 0, L EVA è sempre positivo, ed è crescente fino al Riteniamo che la riduzione dell EVA dal 2007 sia dovuta alle peggiorate performance di Geox in seguito allo sfavorevole scenario macroeconomico

43

44 STRATEGIA ATTUALE CONSOLIDAMENTO DELLA LEADERSHIP IN ITALIA Apertura di nuovi punti vendita Geox Shop Aumento e fidelizzazione dei clienti multimarca ESPANSIONE INTERNAZIONALE Apertura di nuovi punti vendita Geox Shop nei principali centri urbani e commerciali Aumento e fidelizzazione dei clienti multimarca INNOVAZIONE DEL PRODOTTO Mantenimento e sviluppo del vantaggio competitivo di Geox CONTENIMENTO DEI COSTI Strategia di outsourcing

45 CONSIDERAZIONI STRATEGICHE Incerto scenario macroeconomico Il settore di attività di Geox è ad alta competitività Riteniamo che una strategia di breve periodo debba comportare un rallentamento dell espansione di Geox per evitare un peggioramento eccessivo dei margini E che l espansione debba privilegiare la rete in franchising rispetto ai DOS (contenimento del rischio) Nonostante il negativo scenario macroeconomico, Geox è comunque riuscita a produrre ricchezza La strategia di lungo periododeve allora puntare all espansione e al consolidamento del vantaggio competitivo di differenziazione soprattutto dove è meno riconoscibile (paesi diversi dall Italia)

INDICE Cartella stampa - Aggiornata al 31 marzo 2012

INDICE Cartella stampa - Aggiornata al 31 marzo 2012 INDICE Cartella stampa - Aggiornata al 31 marzo 2012 1.0 Company profile pag. 3 2.0 Geox: elementi distintivi pag. 4 3.0 I numeri di Geox pag. 6 4.0 Storia: le tappe principali pag. 7 5.0 I prodotti pag.

Dettagli

Geox S.p.A. Sede: Biadene di Montebelluna (Tv) - Via Feltrina Centro, 16 www.geox.it. A cura della Direzione Generale di Geox S.p.A.

Geox S.p.A. Sede: Biadene di Montebelluna (Tv) - Via Feltrina Centro, 16 www.geox.it. A cura della Direzione Generale di Geox S.p.A. Geox S.p.A. Sede: Biadene di Montebelluna (Tv) - Via Feltrina Centro, 16 www.geox.it A cura della Direzione Generale di Geox S.p.A. 1 Geox S.p.A. Anno fondazione: 1992 Sede: Biadene di Montebelluna (Tv)

Dettagli

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 1

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 1 MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 1 MONCLER: RICAVI IN CRESCITA DEL 18% A TASSI DI CAMBIO COSTANTI Ricavi Consolidati: Euro

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2014 SOMMARIO Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1 - Int. versato Codice fiscale

Dettagli

Milano, 30 marzo 2004

Milano, 30 marzo 2004 Milano, 30 marzo 2004 Gruppo TOD S: crescita del fatturato (+8.1% a cambi costanti). Continua la politica di forte sviluppo degli investimenti. 24 nuovi punti vendita nel 2003. TOD S Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti Milano, 12 novembre 2014 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1% circa nel terzo trimestre del 2014; margine EBITDA del 21,7% nei 9 mesi, a cambi costanti Approvato dal Consiglio di Amministrazione il

Dettagli

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DEL GRUPPO GEOX NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2006

RELAZIONE SULL ANDAMENTO DEL GRUPPO GEOX NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2006 RELAZIONE SULL ANDAMENTO DEL GRUPPO GEOX NEL PRIMO TRIMESTRE DEL 2006 Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.884.400 = int. versato Codice fiscale

Dettagli

TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del 2012 ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6%

TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del 2012 ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6% Milano, 13 novembre TOD S S.p.A. Solida crescita del Gruppo nei primi nove mesi del ricavi: +7,3% (Tod s: +16,9%); il margine Ebitda sale al 26,6% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3%

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Milano, 11 novembre 2015 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione

Dettagli

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. %

valori in milioni di Euro esercizio 2005 esercizio 2004 var. % Milano, 30 marzo 2006 TOD S S.p.A.: eccellenti risultati nell esercizio 2005 (Ricavi: +19,5%, EBITDA: +27%, EBIT: +34%, utile netto: +39%). Dividendo 2005: 1 Euro per azione, più che raddoppiato rispetto

Dettagli

BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2010

BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2010 BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2010 Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1= int. versato Codice fiscale ed iscrizione

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012

BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 SOMMARIO Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1 - Int. versato Codice fiscale ed iscrizione

Dettagli

TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel 2014 sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre.

TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel 2014 sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre. Sant Elpidio a Mare, 22 gennaio 2015 TOD S S.p.A. i ricavi del Gruppo nel sono pari a 965,6 milioni di Euro, allineati all anno precedente; +4,5% nel quarto trimestre. Approvati dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

INDICE Cartella stampa - Aggiornata al 31 dicembre 2012

INDICE Cartella stampa - Aggiornata al 31 dicembre 2012 INDICE Cartella stampa - Aggiornata al 31 dicembre 2012 1.0 Company profile pag. 3 2.0 Geox: elementi distintivi pag. 4 3.0 I numeri di Geox pag. 6 4.0 Storia: le tappe principali pag. 7 5.0 I prodotti

Dettagli

A u m e n t o d i c a p i t a l e. M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4

A u m e n t o d i c a p i t a l e. M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4 A u m e n t o d i c a p i t a l e M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4 Contenuti La struttura e l attività del Gruppo BasicNet Il Business System L acquisizione del marchio K-Way e della licenza del marchio

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013 Sant Elpidio a Mare, 14 maggio TOD S S.p.A. Forte crescita dei ricavi all estero (Cina: +55,4%, Americhe: +31%). Italia: -26,7%. Solida crescita nei DOS (+16,8%). Confermata l ottima redditività del Gruppo,

Dettagli

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria.

TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Milano, 14 maggio TOD S S.p.A. continua lo sviluppo internazionale del Gruppo. Rafforzata la posizione finanziaria. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013 Milano, 13 novembre 2013 TOD S S.p.A. Solida crescita dei ricavi all estero (Greater China: +28%, Americhe: +14%). Confermata l ottima redditività del Gruppo (margine Ebitda: 26,5%). Aumentate le disponibilità

Dettagli

BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2011

BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2011 BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2011 Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1 - int. versato Codice fiscale ed iscrizione

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre 2015.

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre 2015. Milano, 13 maggio TOD S S.p.A. crescita dei ricavi dell 1,5% nel primo trimestre. Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i dati preliminari di vendita dell esercizio 2013

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i dati preliminari di vendita dell esercizio 2013 Sant Elpidio a Mare, 29 gennaio 2014 TOD S S.p.A.: i ricavi del Gruppo, a cambi costanti, salgono a 979,2 milioni nell (+1,7%); crescita a doppia cifra in Greater China e nelle Americhe. Ottima performance

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.:

COMUNICATO STAMPA. Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: COMUNICATO STAMPA Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: - Approvato il Progetto di Bilancio d esercizio e il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2012 Principali Risultati del Gruppo Enervit al

Dettagli

Ricavi consolidati 2015 pari a 268,8 milioni di Euro, rispetto ai 251,5 milioni di Euro dell esercizio 2014 (+7% a cambi correnti)

Ricavi consolidati 2015 pari a 268,8 milioni di Euro, rispetto ai 251,5 milioni di Euro dell esercizio 2014 (+7% a cambi correnti) COMUNICATO STAMPA AEFFE: Approvati I Risultati Dell 2015 San Giovanni in Marignano, 10 Marzo 2016 Il Consiglio di Amministrazione di Aeffe Spa - società del lusso, quotata al segmento STAR di Borsa Italiana,

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014 SOMMARIO Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1 - Int. versato Codice fiscale ed

Dettagli

BILANCIO DI ESERCIZIO GEOX S.p.A. 2005

BILANCIO DI ESERCIZIO GEOX S.p.A. 2005 BILANCIO DI ESERCIZIO GEOX S.p.A. 2005 Relazione sulla gestione al bilancio di esercizio Geox S.p.A. Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.884.400

Dettagli

TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%).

TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%). Milano, 12 marzo 2015 TOD S S.p.A.: Ricavi del Gruppo pari a 965,5 milioni nell esercizio 2014; margine EBITDA del 20%. Dividendo a 2 Euro (con pay-out del 63%). Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2014 CONTINUA LA CRESCITA DI ITALIA INDEPENDENT GROUP

COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2014 CONTINUA LA CRESCITA DI ITALIA INDEPENDENT GROUP COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DELL ESERCIZIO 2014 CONTINUA LA CRESCITA DI ITALIA INDEPENDENT GROUP - Fatturato netto del Gruppo + 32,1% pari a 32,9 milioni di euro (24,9 milioni di euro al 31

Dettagli

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA

NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE. Dott. Fabio CIGNA NUOVA RELAZIONE SULLA GESTIONE INDICATORI FINANZIARI DI RISULTATO Dott. Fabio CIGNA Gli indicatori di risultato finanziari: Stato Patrimoniale e Conto Economico riclassificati Analisi degli indicatori

Dettagli

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL PRIMO TRIMESTRE 2014 1

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL PRIMO TRIMESTRE 2014 1 MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL PRIMO TRIMESTRE 2014 1 MONCLER: RICAVI IN CRESCITA NEL PRIMO TRIMESTRE 2014, +19% A CAMBI COSTANTI Ricavi

Dettagli

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE HA APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2013

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE HA APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2013 MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE HA APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO RELATIVO ALL ESERCIZIO 2013 MONCLER: CONTINUA ANCHE NEL 2013 LA CRESCITA DEI RICAVI E DEGLI UTILI PROPOSTO DIVIDENDO

Dettagli

MISSION & VISION. MISSION: Coniugare i valori di immagine, stile, innovazione e qualità con un sistema aziendale competitivo nell' home fashion.

MISSION & VISION. MISSION: Coniugare i valori di immagine, stile, innovazione e qualità con un sistema aziendale competitivo nell' home fashion. MISSION & VISION MISSION: Coniugare i valori di immagine, stile, innovazione e qualità con un sistema aziendale competitivo nell' home fashion. VISION: Logica manageriale orientata alla creazione di valore

Dettagli

TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%)

TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%) Sant Elpidio a Mare, 7 agosto 2013 TOD S S.p.A. Crescita dei ricavi e miglioramento della redditività nel secondo trimestre 2013 (ricavi: +8,4%, EBITDA: +15,9%) Approvata dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Correggio (RE), 27 marzo 2015

COMUNICATO STAMPA Correggio (RE), 27 marzo 2015 MODELLERIA BRAMBILLA: valore della produzione in crescita del 30% a Euro 16,5 milioni nel 2014, utile netto pari a Euro 0,2 milioni (dati IAS 17 Adjusted) Valore della produzione in crescita del 30% a

Dettagli

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Valore della produzione di Primi sui Motori SpA 2013 pari a Euro 11,5 milioni, +9,4% rispetto al 2012 (Euro 10,5 milioni)

Dettagli

Fidia SpA approva i risultati del primo trimestre 2005

Fidia SpA approva i risultati del primo trimestre 2005 comunicato stampa Fidia SpA approva i risultati del primo trimestre 2005 Torino, 12 maggio 2005 Il Consiglio di Amministrazione di Fidia SpA, Gruppo leader nella tecnologia del controllo numerico e dei

Dettagli

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio

Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Esercitazioni svolte 2014 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 10 Calcolo e commento dei principali indici di bilancio Antonia Mente COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE Interpretare i sistemi aziendali nei loro

Dettagli

Allegato D Demo a supporto della produzione delle informazioni relative al progetto imprenditoriale

Allegato D Demo a supporto della produzione delle informazioni relative al progetto imprenditoriale Allegato D Demo a supporto della produzione delle informazioni relative al progetto imprenditoriale Documento di supporto alla presentazione dell idea imprenditoriale Milano, 18/12/2009 2 Indice 1 Premessa...

Dettagli

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto

Attivo anno n+1 anno n Passivo anno n+1 anno n A) Crediti verso i soci per versamenti ancora dovuti. - - A) Patrimonio netto ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Analisi di bilancio per indici di Lucia BARALE Materie: Economia aziendale (Classe 5 a IGEA) La verifica consente di valutare le conoscenze e le abilità acquisite dagli studenti sulla

Dettagli

L ECONOMICITÀ AZIENDALE

L ECONOMICITÀ AZIENDALE L ECONOMICITÀ AZIENDALE IMPRESA tende alla sopravvivenza (autonoma) nel tempo 1 a condizione: Equilibrio economico Risorse consumo (utilizzazione) Collocamento l azienda deve conseguire in volume di ricavi

Dettagli

EUROTECH: IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2008

EUROTECH: IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2008 : IL CDA APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO 2008 Amaro (UD), 16 marzo 2009 Ricavi consolidati: +20%, da 76,54 milioni di Euro a 91,73 milioni di Euro Primo margine consolidato: +32%,

Dettagli

Enervit: crescono gli utili e i ricavi

Enervit: crescono gli utili e i ricavi COMUNICATO STAMPA Enervit: crescono gli utili e i ricavi Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A. ha approvato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2014 Principali risultati consolidati

Dettagli

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 1

MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 1 MONCLER S.P.A.: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA IL RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 31 MARZO 2015 1 MONCLER: RICAVI IN CRESCITA DEL 30% A CAMBI COSTANTI. UTILE NETTO A EURO 40 MILIONI (+69%)

Dettagli

Vita Società Editoriale S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011

Vita Società Editoriale S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011 Vita Società Editoriale S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011 Fatturato consolidato a 2,2 mln euro nel I semestre 2011, +34%

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

AIM INVESTOR DAY. II Edizione. Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015

AIM INVESTOR DAY. II Edizione. Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015 AIM INVESTOR DAY II Edizione Palazzo Mezzanotte 15 aprile 2015 0 Agenda INDICE Chi siamo pag. 2 Business model pag. 3 I nostri punti di forza pag. 4 Strategia pag. 10 Business Plan 2015-2017 pag. 12 Dividend

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011

COMUNICATO STAMPA. Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: Approvato il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011 Principali risultati consolidati del primo trimestre 2011: Ricavi: pari

Dettagli

I piani economico-finanziari per il risanamento aziendale. Andrea Lionzo Professore Associato Economia aziendale Università degli Studi di Verona

I piani economico-finanziari per il risanamento aziendale. Andrea Lionzo Professore Associato Economia aziendale Università degli Studi di Verona I piani economico-finanziari per il risanamento aziendale Andrea Lionzo Professore Associato Economia aziendale Università degli Studi di Verona 1. 2. 3. 4. 5. La logica e i contenuti del Piano Le assumptions

Dettagli

SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE

SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE CORSO DI CORPORATE BANKING AND FINANCE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE - la metodologia EVA - Qual è il fine dell impresa nella logica della finanza aziendale? Massimizzare la creazione del

Dettagli

PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2014

PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2014 PROGETTO DI BILANCIO D ESERCIZIO GEOX S.p.A. AL 31 DICEMBRE 2014 SOMMARIO Geox S.p.A. Sede in Biadene di Montebelluna (TV) - Via Feltrina Centro 16 Capitale Sociale euro 25.920.733,1 - int. versato Codice

Dettagli

Salvatore Ferragamo S.p.A.

Salvatore Ferragamo S.p.A. COMUNICATO STAMPA Salvatore Ferragamo S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 Continua la crescita dei Ricavi e dei Profitti del

Dettagli

Bilanci previsionali 20.. 20. 20. Stato Patrimoniale

Bilanci previsionali 20.. 20. 20. Stato Patrimoniale MODULO PER LA VALUTAZIONE DELLE IMPRESE DI RECENTE COSTITUZIONE PER FINANZIAMENTI DI IMPORTO SUPERIORE A 50.000,00 EURO (importi in migliaia di Euro) Immobilizzazioni Rimanenze Disponibilità Bilanci previsionali

Dettagli

a cura di: Fabio Barone Marcello Canetti Mariangela Di Pinto

a cura di: Fabio Barone Marcello Canetti Mariangela Di Pinto a cura di: Fabio Barone Marcello Canetti Mariangela Di Pinto 1 Company profile Business idea Responsabili chiave: l imprenditore Business Struttura del gruppo Analisi economica Strategia competitiva Marketing

Dettagli

Corso di Strategie d impresa

Corso di Strategie d impresa Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani CASO J- BasicNet strategy Un sistema innovativo basato su tecnologia e stile A cura di: Sara Barone e Alessandra

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015

Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015 Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015 Data/Ora Ricezione 28 Agosto 2015 14:19:15 MTA Societa' : ENERVIT Identificativo Informazione Regolamentata : 62597 Nome utilizzatore : ENERVITN03 - Raciti Tipologia

Dettagli

Gruppo Salini Costruttori TRIMESTRALE SETTEMBRE 2011

Gruppo Salini Costruttori TRIMESTRALE SETTEMBRE 2011 TRIMESTRALE SETTEMBRE 2011 Situazione Contabile Consolidata INDICE INFORMAZIONI DI CARATTERE GENERALE Cariche Sociali pag. 3 INFORMAZIONI SULLA GESTIONE Note di commento all andamento gestionale del trimestre

Dettagli

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo...

Premessa... 1. Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3. Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... Esame e analisi critica di un business plan Premessa... 1 Indagine sul processo di pianificazione del business plan... 3 Verifica dell accuratezza storica di budget e piani di sviluppo... 3 Analisi di

Dettagli

Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%).

Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%). COMUNICATO STAMPA Eccellenti risultati nel primo semestre 2011, il migliore di sempre. Crescono il fatturato (+8%), l Ebitda (+16%) e l Utile netto (+11%). Fatturato: 125,2 milioni di euro (115,6 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nel trimestre ricavi a 598 milioni di euro, in calo del 3,8% EBIT a 13,9 milioni di euro, rispetto ai 20,9 milioni del periodo 2012

COMUNICATO STAMPA. Nel trimestre ricavi a 598 milioni di euro, in calo del 3,8% EBIT a 13,9 milioni di euro, rispetto ai 20,9 milioni del periodo 2012 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Indesit Company ha esaminato i dati del primo trimestre 2013 e approvato il Resoconto Intermedio di Gestione In un contesto di arretramento del mercato

Dettagli

Comunicato stampa della Giorgio Fedon & Figli S.p.A.

Comunicato stampa della Giorgio Fedon & Figli S.p.A. Comunicato stampa della Giorgio Fedon & Figli S.p.A. RAGIONE SOCIALE - SEDE LEGALE Giorgio Fedon & Figli S.p.A. Via dell Occhiale, 11 - Vallesella 32040 Domegge di Cadore (BL) Codice fiscale e Partita

Dettagli

La quotazione sul MAC 15 Novembre 2007

La quotazione sul MAC 15 Novembre 2007 La quotazione sul MAC 15 Novembre 2007 Index La Tessitura Pontelambro 3 Dati finanziari 6 Strategia 9 La scelta del Mac 10 Offerta globale Struttura dell operazione 13 Il risultato 14 L esperienza sul

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005 COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati preliminari del primo semestre 2005 Wireline: continua la crescita dei ricavi, +2,1% rispetto al primo semestre 2004 (+2,3% crescita

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 41 13.11.2013 Analisi di bilancio Analisi per indici, per margini e rendiconto finanziario Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie In moltissimi

Dettagli

Relazione sulla gestione Bilancio ordinario al 31/12/2014

Relazione sulla gestione Bilancio ordinario al 31/12/2014 COLFERT S.P.A. Sede legale: VIA DEI MILLE N. 32 - FRESCADA PREGANZIOL (TV) Iscritta al Registro Imprese di TREVISO C.F. e numero iscrizione: 00401460266 Iscritta al R.E.A. di TREVISO n. 120644 Capitale

Dettagli

EQUILIBRI DI GESTIONE

EQUILIBRI DI GESTIONE EQUILIBRI DI GESTIONE MAPPA DEGLI EQUILIBRI GESTIONALI Gestione caratteristica Equilibrio economico Gestione extra-caratteristica costi ricavi oneri proventi di lungo periodo fonti impieghi Equilibrio

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

Salvatore Ferragamo S.p.A.

Salvatore Ferragamo S.p.A. COMUNICATO STAMPA Dati Preliminari di Vendita del Gruppo per l Esercizio 2014 Continua la crescita delle vendite del Gruppo Salvatore Ferragamo Ricavi dell anno 2014 a 1.332 milioni di euro, in aumento

Dettagli

valutazione delle aziende; EVA.

valutazione delle aziende; EVA. Oggi parliamo di: valutazione delle aziende; calcolo del capitale economico; EVA. Quando è necessario stimare il valore di un azienda? GARANZIE SOCIETARIE STRATEGIE DI SVILUPPO VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Dettagli

BUSINESS PLAN EDIZIONE 2011/2012

BUSINESS PLAN EDIZIONE 2011/2012 BUSINESS PLAN EDIZIONE 2011/2012 6 Una cooperativa, come ogni impresa, per stare sul mercato deve remunerare i fattori produttivi in modo da avere un saldo positivo e dunque redigere un bilancio in utile.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Interpump Group: risultati del terzo trimestre 2003

COMUNICATO STAMPA. Interpump Group: risultati del terzo trimestre 2003 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: risultati del terzo trimestre 2003 Ricavi netti: +1,3% a 106,7 milioni di euro Ricavi netti dei primi nove mesi 2003: +2,6% a 384,5 milioni di euro In ottobre la crescita

Dettagli

BIOERA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2007 RICAVI TOTALI CONSOLIDATI +55,6% ED EBIT

BIOERA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2007 RICAVI TOTALI CONSOLIDATI +55,6% ED EBIT COMUNICATO STAMPA BIOERA S.p.A. Cavriago, 28 settembre 2007 BIOERA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2007 RICAVI TOTALI CONSOLIDATI +55,6% ED EBIT +17,2% Ricavi totali consolidati:

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

Aprile 2006: Numero 7

Aprile 2006: Numero 7 Aprile 2006: Numero 7 NEWSLETTER FINANZIARIA POLIGRAFICA SAN FAUSTINO La Newsletter è disponibile online all indirizzo www.psf.it Alberto Frigoli In questo numero: - Lettera del Presidente - Evoluzione

Dettagli

SALUGGIA, 8 NOVEMBRE 2013 IL CDA DI DIASORIN S.P.A

SALUGGIA, 8 NOVEMBRE 2013 IL CDA DI DIASORIN S.P.A Comunicato Stampa SALUGGIA, 8 NOVEMBRE 2013 IL CDA DI DIASORIN S.P.A. APPROVA I RISULTATI DEL 3 TRIMESTRE 2013: ACCELERAZIONE DELLE VENDITE A CAMBI COSTANTI E CONTINUA ESPANSIONE DELLA BASE INSTALLATA

Dettagli

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan TRIESTE 25 gennaio - 15 febbraio 2014 Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan GIORGIO VALENTINUZ DEAMS «Bruno de Finetti» Università di Trieste www.deams.units.it Il business

Dettagli

Prefazione Prefazione all edizione italiana Introduzione. PARTE 1 Opportunità imprenditoriali, definizione del business, strategia competitiva 1

Prefazione Prefazione all edizione italiana Introduzione. PARTE 1 Opportunità imprenditoriali, definizione del business, strategia competitiva 1 INDICE Prefazione Prefazione all edizione italiana Introduzione Autori IX XVII XIX XXV PARTE 1 Opportunità imprenditoriali, definizione del business, strategia competitiva 1 Capitolo 1 Sviluppo economico

Dettagli

- Business Plan DENOMINAZIONE IMPRESA ALLEGATO N. 1 SCHEMA DI RIFERIMENTO BUSINESS PLAN

- Business Plan DENOMINAZIONE IMPRESA ALLEGATO N. 1 SCHEMA DI RIFERIMENTO BUSINESS PLAN ALLEGATO N. 1 SCHEMA DI RIFERIMENTO BUSINESS PLAN Avviso Pubblico 2 BANDO Invito a presentare proposte per progetti finalizzati alla creazione e sviluppo di imprese innovative attraverso l inserimento

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2015

Comunicato Stampa 12 novembre 2015 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 settembre 2015 Fatturato pari a Euro 145,6 mln (Euro 173,9 mln al 30 settembre 2014) EBITDA pari a Euro 1,9 mln (Euro 14,1 mln al 30 settembre 2014) EBIT pari

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

GRUPPO CAD IT IL GRUPPO CAD IT. 3 Road Show del Nuovo Mercato. Milano, 20 novembre 2002

GRUPPO CAD IT IL GRUPPO CAD IT. 3 Road Show del Nuovo Mercato. Milano, 20 novembre 2002 GRUPPO CAD IT 3 Road Show del Nuovo Mercato IL GRUPPO CAD IT Milano, 20 novembre 2002 1 2 1 Overview del gruppo CAD IT: Azionariato e Corporate Governance Il gruppo CAD IT, fondato nel 1977, sviluppa e

Dettagli

Analisi Fondamentale Buzzi Unicem

Analisi Fondamentale Buzzi Unicem Analisi Fondamentale Buzzi Unicem Dati Societari Azioni in circolazione: 206,061 mln. Pagella Redditività : Solidità : Capitalizzazione: 3.067,40 mln. EURO Crescita : Rischio : Rating : HOLD Profilo Societario

Dettagli

FATTURATO 2015 A 212,3 MILIONI e PRIMO TRIMESTRE 2016 A +12,6%

FATTURATO 2015 A 212,3 MILIONI e PRIMO TRIMESTRE 2016 A +12,6% COMUNICATO STAMPA FATTURATO 2015 A 212,3 MILIONI e PRIMO TRIMESTRE 2016 A +12,6 Il Presidente Dott. Iginio Liberali ha dichiarato: Nel 2015, abbiamo conseguito un risultato importante, nonostante un quadro

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Data/Ora Ricezione 23 Ottobre 2015 14:23:44 MTA - Star Societa' : SOGEFI Identificativo Informazione Regolamentata : 64513 Nome utilizzatore : SOGEFIN01 - ALBRAND

Dettagli

Responsabilità sociale d impresa e performance aziendale. Dicembre 2013

Responsabilità sociale d impresa e performance aziendale. Dicembre 2013 Responsabilità sociale d impresa e performance aziendale Dicembre 2013 Sommario Premessa e sintesi dei risultati Il lavoro svolto Risultati aziende italiane Risultati aziende europee 2 Premessa L obiettivo

Dettagli

* * * Questo comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.sesa.it

* * * Questo comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.sesa.it COMUNICATO STAMPA APPROVAZIONE DEL RESOCONTO INTERMEDIO CONSOLIDATO DI GESTIONE PER IL PERIODO DI 9 MESI AL 31 GENNAIO 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Sesa S.p.A. riunitosi in data odierna ha approvato

Dettagli

Comunicato Stampa. ricavi consolidati pari a 57,4 milioni contro 60,9 milioni al 31 dicembre 2012

Comunicato Stampa. ricavi consolidati pari a 57,4 milioni contro 60,9 milioni al 31 dicembre 2012 Comunicato Stampa In data 18 marzo 2014 si è riunito a Bologna il Consiglio di Amministrazione di Poligrafici Printing S.p.A. per l approvazione del bilancio d esercizio e consolidato al 31 dicembre 2013:

Dettagli

Comunicato Stampa 13 marzo 2015

Comunicato Stampa 13 marzo 2015 Landi Renzo: ricavi, marginalità e flussi finanziari di cassa in miglioramento nel 2014 Fatturato pari a Euro 233,2 mln, +5% rispetto a Euro 222,8 mln nel 2013 EBITDA pari a Euro 18,3 mln, +66% rispetto

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2013

Comunicato Stampa 12 novembre 2013 Landi Renzo: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 settembre 2013. o Fatturato pari a 164,6 (203,4 milioni di euro al 30 settembre 2012) o EBITDA pari a 8,1 milioni di euro (23,7 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Ricavi Consolidati relativi all esercizio 2011

COMUNICATO STAMPA. Ricavi Consolidati relativi all esercizio 2011 COMUNICATO STAMPA Crescita record per il Gruppo Salvatore Ferragamo: Ricavi dell anno a 986 milioni di euro (+26,2%), Risultato Operativo a 157 milioni di euro (+81,2%) e Utile Netto a 103 milioni di euro

Dettagli

Indici di bilancio. a. Cosa sono? b. A cosa servono? c. Come si leggono? d. Come sono classificati? e. Quali sono? f. Come sono collegati tra loro?

Indici di bilancio. a. Cosa sono? b. A cosa servono? c. Come si leggono? d. Come sono classificati? e. Quali sono? f. Come sono collegati tra loro? Analisi per indici Indici di bilancio a. Cosa sono? b. A cosa servono? c. Come si leggono? d. Come sono classificati? e. Quali sono? f. Come sono collegati tra loro? 2 a. Cosa sono Relazioni fra grandezze

Dettagli

SOSTE NIBILITÀ ECO NOMICA

SOSTE NIBILITÀ ECO NOMICA SOSTE NIBILITÀ ECO NOMICA Invio Codice di Condotta ai fornitori Ricaduta sul territorio: il 62% dei fornitori ha sede nel distretto della Concia di Arzignano 54% Circa il 54% dei fornitori è dotato di

Dettagli

Business plan. (schema di riferimento ) DENOMINAZIONE IMPRESA:

Business plan. (schema di riferimento ) DENOMINAZIONE IMPRESA: Business plan (schema di riferimento ) DENOMINAZIONE IMPRESA: 1 Dati progettuali di sintesi Nome impresa Indirizzo (sede legale) Forma giuridica Data di costituzione Numero soci Capitale sociale Attività

Dettagli

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo

L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo L ANALISI DI BILANCIO: Caso esemplificativo Partendo dal bilancio di verifica della società TWENTY SpA si effettui un analisi delle tre dimensioni della: - Liquidità - Solidità - Redditività STATO PATRIMONIALE

Dettagli

Analisi di bilancio per indici

Analisi di bilancio per indici Analisi di bilancio per indici Al 31/12/n la Carrubba spa, svolgente attività industriale, presenta la seguente situazione contabile finale: SITUAZIONE PATRIMONIALE Software 20.000,00 Fondo ammortamento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015.

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. COMUNICATO STAMPA Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. Fatturato consolidato a Euro 450,5 milioni, in crescita del 29,0% rispetto allo

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Approvati dal Consiglio i risultati 2014: il bilancio consolidato 2014 conferma sostanzialmente i risultati già riportati nel resoconto intermedio

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

Riclassificazione di bilancio

Riclassificazione di bilancio Riclassificazione di bilancio Riclassificazione di bilancio a. Cos è b. Finalità c. Criteri 2 1 a. Cos è Operazione di predisposizione dei dati di bilancio per l analisi economico-finanziaria e patrimoniale

Dettagli