PIANO DELLE ATTIVITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO DELLE ATTIVITA"

Transcript

1 ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE ISTITUTO PROF.LE DI STATO PER L'AGRICOLTURA E L'AMBIENTE Sito : Via delle Cascine, 5044 FIRENZE Tel. 055/36..6 Fax 055/ anno scolastico 0/0 PIANO DELLE ATTIVITA Il Dirigente Scolastico (Prof. Ronaldo Lancioni)

2 piano delle attività 0/0 INDICE Premessa Calendario scolastico 3 Le attività curricolari 3 L'organizzazione dei laboratori 5 Le attività non curricolari 8 Commissioni di lavoro e referenti Gli interventi e i servizi per gli studenti I progetti formativi 7 L'organizzazione dei servizi didattici 7 I servizi di supporto organizzativo 30 L'organizzazione dei servizi generali e amministrativi 3 Il calendario degli impegni Premessa Il Piano attuativo del Piano dell'offerta Formativa dell Istituto tecnico agrario e dell Istituto professionale per l agricoltura e l ambiente di Firenze, si inserisce nel seguente quadro di riferimento: "Piano dell'offerta Formativa" approvato dal Collegio e adottato dal Consiglio di Istituto con le integrazioni per la parie finanziaria e organizzativa generale e operante a partire dal C.C.N.L. vigente Calendario scolastico previsto per 'a.s. 0/ Il piano delle attività è coerente con le disposizioni dell'autonomia degli Istituti Scolastici. I presente piano-programma, elaborato dal Dirigente Scolastico con i suoi collaboratori, è stato approvato dagli OO.CC. Il piano delle attività si caratterizza per i seguenti elementi: Coerenza con le linee essenziali dei P.O.F. di cui è la parte attuativa e quindi con i principi, le finalità e gli obbiettivi formativi, pedagogici e didattici e con gli aspetti organizzativi, in esso contenuti e contenuti nella Carta dei Servizi. Aderenza ai criteri di efficienza, efficacia, regolarità di un servizio scolastico ispirato alla programmazione, organizzazione, monitoraggio, valutazione dei risultati durante ed al termine delle attività. Rispondenza alle aspettative di formazione, istruzione e cultura che provengono dal territorio intorno alla scuola cosi come consolidatesi nel corso degli anni e presenti nel documento del P.O.F. Valutazione delle prospettive concrete di fattibilità per l'esistenza delle condizioni di personale, finanziarie e delle strutture necessarie per realizzarle. Apertura a quelle integrazioni e correzioni che nel corso dell'anno si renderanno opportune e necessarie per l'insorgere di nuove possibilità o esigenze.

3 piano delle attività 0/0 II Piano delle attività è un documento pubblico che sarà diffuso e distribuito nei luoghi di consultazione della scuola alle varie componenti scolastiche e, assieme alle linee essenziali del P.O.F., all esterno dell Istituto CALENDARIO SCOLASTICO Calendario scolastico della Regione Toscana per l anno scolastico 0-0 Inizio delle lezioni Mercoledì 4 Settembre 0 Termine delle lezioni Sabato 9 Giugno 0 All'interno di tale periodo i seguenti giorni hanno carattere di festività; Novembre 0, festa di Tutti i Santi 8 Dicembre 0, Immacolata Concezione dal 3 Dicembre 0 al 8 Gennaio 0 compresi, vacanze natalizie dal 5 Aprile 0 al 0 Aprile 0 compresi, vacanze pasquali 5 Aprile 0, anniversario della Liberazione Maggio 0, festa del lavoro Giugno 0, festa della Repubblica Si ricorda agli studenti e alle famiglie che per quest anno scolastico il Calendario Regionale della Regione Toscana prevede la facoltà del Consiglio di Istituto di decretare sospensioni dell'attività didattica solo nel caso sia stata anticipata la data di inizio delle lezioni, per garantire comunque 08 giorni di lezione. Nel nostro istituto il Collegio docenti ed il Consiglio di Istituto hanno deliberato l anticipo dell inizio delle lezioni al giorno settembre 0 e giorni di sospensione delle attività didattiche il 3 e 4 Aprile 0. Il Calendario ha validità sia per l'istituto Tecnico che per l'istituto Professionale. LE ATTIVITA CURRICOLARI Il percorso di studi dell istituto tecnico agrario (ITAGR) è articolato su cinque anni e segue:. il riordino dell istruzione tecnica, DPR 5 marzo 00, indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria che si articola in a) un primo biennio ai fini dell assolvimento dell obbligo di istruzione e dell acquisizione dei saperi e delle competenze di indirizzo in funzione orientativa, anche per favorire la reversibilità delle scelte degli studenti; b) un secondo biennio e il quinto anno che costituiscono articolazioni, all interno di un complessivo triennio nel quale, oltre all area di istruzione generale, comune a tutti i percorsi, i contenuti scientifici, economico-giuridici e tecnici delle aree di indirizzo vengono approfonditi e assumono connotazioni specifiche che consentono agli studenti di raggiungere, nel quinto anno con il conseguimento del Diploma di Perito Agrario, una 3

4 piano delle attività 0/0 adeguata competenza professionale di settore, idonea sia all inserimento nel mondo del lavoro ma anche per la prosecuzione degli studi a livello di istruzione e formazione superiore con particolare riferimento all esercizio delle professioni tecniche.. l ordinamento Cerere unitario derivante da un progetto sperimentale assistito dal Ministero, intrapreso dal nostro Istituto nell a.s (ad esaurimento) Sono attualmente attivate le seguenti aree modulari: Vivaismo e colture protette Agroambientale Agroindustriale Valorizzazione delle produzioni animali Agroterritoriale 3. il Corso Ordinario o di ordinamento. (ad esaurimento) Il percorso di studi dell istituto professionale per l agricoltura e l ambiente (IPSAA) segue il riordino dell istruzione tecnica, DPR 5 marzo 00, Indirizzo Servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale articolati in due bienni e un quinto anno. II primo biennio è finalizzato al raggiungimento dei saperi e delle competenze relative agli assi culturali dell obbligo di istruzione. Il secondo biennio è articolato in due distinte annualità al fine di consentire un raccordo con i percorsi di istruzione e formazione professionale. Il quinto anno è finalizzato al raggiungimento di un'adeguata competenza professionale di settore (diploma di agrotecnico) idonea sia all'inserimento diretto nel mondo del lavoro, sia al proseguimento degli studi. il progetto 9 (ad esaurimento) è articolato su un biennio generale, un monoennio di qualifica e un biennio di post qualifica. Sono aattualmente attivati i seguenti indirizzi di qualifica professionale: Agroambientale Agroindustriale Nelle attività curriculari dei due istituti sono previste ore di esercitazioni pratiche che prevedono la frequenza di tutti i laboratori e delle aziende agrarie annesse alle singole scuole nell ottica di un sempre maggiore utilizzo della didattica laboratoriale. L orario delle lezioni è articolato su sei giorni settimanali rispettando criteri didattici e di un razionale uso dei laboratori e delle altre risorse. Presso l Istituto Tecnico è attivo inoltre un Corso Serale per il conferimento di diploma di perito agrario. Tale corso fa riferimento al Corso Cerere ad indirizzo Agroambientale. Il corso comprende le classi del Triennio: attualmente risulta attivato un triennio completo. L orario delle lezioni è adeguato alle caratteristiche del corso (30 h settimanali). CORSO SERALE PER PERITO AGRARIO INDIRIZZO AGROAMBIENTALE Obiettivi Organizzazione delle attività Risorse umane Risorse tecniche Il conseguimento del diploma di perito agrario da realizzarsi in orario serale per studenti lavoratori Percorso realizzato secondo lo schema ministeriale Cerere Unitario mod. agroambientale Docenti Aule e laboratori Itagr Prof. Amodei Antonio 4

5 piano delle attività 0/0 L ORGANIZZAZIONE DEI LABORATORI LABORATORIO DI CHIMICA AGROALIMENTARE Obiettivi Organizzazione delle attività Evidenziare, attraverso esperienze chimico analitiche guidate, i fenomeni trattati in via teorica Sviluppare negli allievi capacità analitiche e di uso corretto degli strumenti Promuovere negli allievi del triennio la capacità di condurre correttamente le principali metodiche relative alle analisi chimico-agrarie L orario delle lezioni viene elaborato in modo da consentire a tutte le classi l uso dei laboratori Risorse umane Docente coordinatore del laboratorio Docenti teorici e tecnico pratici di Chimica e laboratorio e di chimica agraria e tecniche agroalimentari Assistenti tecnici Prof. Coleschi (ITAGR) Prof. Pirri (IPSAA) LABORATORIO DI SCIENZE E BIOLOGIA Obiettivi Organizzazione delle attività Acquisizione di una metodologia sperimentale di lavoro che sia di supporto ai contenuti delle discipline scientifiche. L orario delle lezioni viene elaborato in modo da consentire a tutte le classi l uso dei laboratori Risorse umane Docente coordinatore del laboratorio docenti teorici e tecnico pratici di Scienze e biologia applicata e di tecniche di produzione vegetale assistenti tecnici Prof. Merciai (ITAGR) LABORATORIO DI MICROPROPAGAZIONE Obiettivi Organizzazione delle attività Acquisizione di una metodologia sperimentale di lavoro che sia di supporto ai contenuti delle discipline scientifiche. L orario delle lezioni viene elaborato in modo da consentire alle classi quarte e quinte (ITAGR) l uso del laboratorio Risorse umane Docente coordinatore del laboratorio docenti teorici e tecnico pratici di Scienze e biologia applicata e di tecniche di produzione vegetale assistenti tecnici Prof. Merciai (ITAGR) 5

6 piano delle attività 0/0 LABORATORIO DI FISICA Obiettivi Organizzazione delle attività Acquisizione di un insieme organico di metodi e contenuti finalizzati ad una interpretazione critica dei fenomeni naturali L orario delle lezioni viene elaborato in modo da consentire alle classi del biennio l uso del laboratorio Risorse umane Docente coordinatore del laboratorio docenti teorici e tecnico pratici di fisica assistenti tecnici in ore disponibili dal laboratorio di chimica Prof. Martinelli (ITAGR) LABORATORIO DEGLI AUDIOVISIVI Obiettivi Supporto alle presentazioni multimediali utilizzate come documentazione e ausilio a progetti e lavori individuali degli studenti Organizzazione delle attività L uso delle attrezzature e dell aula Magna viene concordato con il docente coordinatore del laboratorio che assicura a domanda la fruizione a tutti i docenti con criterio di avvicendamento delle classi Risorse umane Docente coordinatore del laboratorio assistenti tecnici di informatica Prof. Mazzocchi (IPSAA) LABORATORIO DI TOPOGRAFIA Obiettivi Apprendimento dell uso degli strumenti topografici e raggiungimento degli obiettivi di competenze specifiche della disciplina. Organizzazione delle attività L orario delle lezioni viene elaborato in modo da consentire a tutte le classi l uso degli strumenti topografici presenti nel laboratorio Risorse umane Docente coordinatore del laboratorio docenti teorici e tecnico pratici di topografia e costruzioni Prof. Simonelli (ITAGR) LABORATORIO DI INFORMATICA Obiettivi Apprendimento e uso di programmi applicativi finalizzati alle discipline di indirizzo e di formazione di base Organizzazione L orario delle lezioni viene elaborato in modo da consentire a tutte le delle attività classi l uso dei due laboratori Risorse umane Docente coordinatore del laboratorio docenti teorici e tecnico pratici di tutte le discipline dove si ritiene necessario l applicazione di strumenti informatici, (in particolare matematica e informatica, topografia e costruzioni, tecnica di gestione, disegno e cartografia) assistenti tecnici 6

7 piano delle attività 0/0 Prof. Sabatini (ITAGR) Prof. Geraci (IPSAA) LABORATORIO DI SCIENZE AGRARIE (Prod. vegetali, prod. animali, tec. di gestione) Obiettivi Organizzazione delle attività Supportare le attività pratiche nella didattica di alcune discipline di indirizzo per attività legate all uso di mezzi audiovisivi e multimediali L orario delle lezioni viene elaborato in modo da consentire a tutte le classi l uso del laboratorio Risorse umane Docente coordinatore del laboratorio docenti teorici e tecnico pratici di tecnica delle produzioni vegetali, tecnica delle produzioni animali e tecniche di gestione Prof. La Torre (ITAGR) AZIENDA AGRARIA ANNESSA ALL ISTITUTO Generalità Obiettivi Organizzazione delle attività L azienda agraria annessa all Istituto rappresenta una realtà economica produttiva indipendente, ma funzionale alla didattica, e pertanto tutto il piano delle attività tiene conto delle condizioni oggettive di possibile impiego della struttura Consentire lo svolgimento di esercitazioni per tutte le discipline tecnico professionali e consolidare negli allievi le conoscenze delle tecniche agrarie anche a fini orientativi L orario delle lezioni viene elaborato in modo da consentire a tutte le classi l accesso all azienda agraria. Gruppi di allievi potranno effettuare operazioni in azienda in momenti significativi annuali (vendemmia, raccolte, progetti, ecc.) oppure secondo criteri di flessibilità dell organizzazione dell orario settimanale. Risorse umane Docente coordinatore dell azienda docenti teorici e tecnico pratici delle discipline tecnico professionali assistenti tecnici Prof. Coppola - Prof. Giannone (per il settore allevamenti) 7

8 piano delle attività 0/0 LE ATTIVITA NON CURRICOLARI VISITE GUIDATE VIAGGI DI ISTRUZIONE SCAMBI CULTURALI CON ALTRE SCUOLE Obiettivi Organizzazione delle attività Risorse umane Commissione Approfondire la preparazione degli studenti promuovendo la possibilità di conoscere aspetti paesaggistici, monumentali e culturali, di entrare in contatto con realtà economiche e produttive attinenti all'indirizzo di studio, e di partecipare ad attività sportive, attraverso progetti articolati chi si configurino come esperienze di apprendimento. Favorire, con queste iniziative didattico-culturali, lo sviluppo della socializzazione degli studenti tra loro, e con i/le docenti, abituando anche al confronto con realtà geografiche, culturali e linguistiche diverse. Precisare i criteri generali per attuare le visite guidate e i viaggi di istruzione chiarendo compiti ed adempimenti delle varie componenti scolastiche. Proporre tempi e scadenze delle varie fasi organizzative, coordinando le singole iniziative, e predisponendo la modulistica opportuna. Rendere disponibili le sintesi delle attività programmate e, a consuntivo, delle attività svolte. Secondo il regolamento di istituto su visite e viaggi di istruzione allegato, da aggiornare man mano alle esigenze emergenti Docente coordinatore dell attività, responsabili dei viaggi e delle visite e docenti accompagnatori Prof. Coleschi, Bagnoli Viviana (ITAGR), Amodei (corso Serale) Prof. Mazzocchi (IPSAA) AT De Felice ATTIVITÀ CULTURALI: CINEMA Obiettivi Organizzazione delle attività Risorse umane Risorse tecniche Conoscenza degli elementi fondamentali del linguaggio cinematografico Fruizione critica delle opere e formazione del gusto al consumo culturale Relazione del linguaggio cinematografico con quello letterario e teatrale Cinema come fonte e agente di storia Indagine sul proprio mondo interiore ed occasione di espressione individuale Proiezioni in sala ed incontri con autori e critici cinematografici Laboratori con materiali in video (analisi formale dei testi cinematografici) Elaborazione di schede, saggi critici, articoli di giornale Partecipazione al Progetto Cinema e scuola (Provincia di Firenze) Docente coordinatore dell attività e docenti delle classi interessate (in particolare di lettere) Sale cinematografiche Laboratori per una o due classi in aula o biblioteca Prof. Di Genova (ITAGR) Prof. Buonfiglio (IPSAA) 8

9 piano delle attività 0/0 LA SCUOLA IN OSPEDALE Destinatari Alunni ITAGR e IPSAA Obiettivi Successo formativo per alunni affetti da gravi malattie e con periodici ricoveri in Ospedale Azioni Interventi didattici in ospedale e domiciliari. Soggetti coinvolti prof.ssa Gordiano e i Docenti interni Scansione temporale L'intero anno scolastico Prof.sa Gordiano Franca ATTIVITÀ CULTURALI: LABORATORIO VIDEO Obiettivi Organizzazione delle attività Risorse umane Risorse tecniche Costituzione di una memoria audiovisiva alla quale attingere per la fruizione didattica Costruzione di un repertorio di immagini utilizzabili per il montaggio di semplici prodotti audiovisivi o a completamento delle risorse di biblioteca per gli approfondimenti autonomi degli studenti Favorire lo sviluppo di capacità espressive e comunicative attraverso l'esperienza diretta della realizzazione video Apertura del laboratorio alle iniziative didattiche e formative della Provincia di Firenze come previsto dalla specifica convenzione Documentazione delle attività culturali (progetti didattici, interviste a registi, scrittori, critici, registrazione dei dibattiti e degli incontri) Realizzazione di piccoli saggi di documentazione o di scrittura creativa in video proposti da docenti o da gruppi di studenti Docente coordinatore dell attività e docenti delle classi interessate Strumentazione essenziale per la ripresa e il montaggio video che permette agli allievi l'acquisizione delle competenze necessarie alla realizzazione di semplici ma efficaci prodotti audiovisivi Prof. Buonfiglio Vincenzo EDUCAZIONE AMBIENTALE Obiettivi Organizzazione delle attività Risorse umane Risorse tecniche Coordinatori Educare gli studenti ad un corretto rapporto con l ambiente Lezioni ed interventi di esperti Progetti ed iniziative proposte da vari enti ed Associazioni del territorio: Lab. Didattico Ambientale Provincia di Firenze, Quadrifoglio, Amici della Terra, Legambiente ecc. Docenti Aula multimediale Prof. Baldini Angela (ITAGR) Prof. Mazzocchi Paolo (IPSAA) ATTIVITÀ SPORTIVE Obiettivi Offrire agli alunni più occasioni per poter praticare attività di movimento e discipline sportive, anche meno conosciute, che possano servire come arricchimento delle proprie abilità motorie. 9

10 piano delle attività 0/0 Organizzazione delle attività Risorse umane Risorse tecniche Le attività si svolgono sia in orario scolastico in modo coordinato con le lezioni e in orari pomeridiani tramite progetti per gruppi sportivi Docenti di educazione fisica Palestra dopolavoro ferroviario Campo atletica leggera A.S.S.I Altri spazi degli Istituti Prof. Giustarini (ITAGR) Prof. Mansani (IPSAA) 0

11 piano delle attività 0/0 Commissioni di lavoro ACQUISTI Coordinatori COLLAUDO Coordinatori Prof. Coleschi (ITAGR), Prof. Nencini (IPSAA) Prof. Bagnoli Valter, Sabatini, Giannone RIORDINO ISTRUZIOE E FORMAZIONE PROFESSIONALE Prof. Pirri-Di Virgilio Coordinatori QUALITA NELLA SCUOLA (secondo il modello CAF) Prof. Baldini (ITAGR) Prof. Pirri (IPSAA) ACCOGLIENZA ALUNNI DSA Prof. Baldini, Campanella, Landi, Vicario (ITAGR) Prof. Campanella, Dei, Di Virgilio, Livi (IPSAA) REFERENTI: Accreditamento ITAGR IPSAA Orario IPSAA Salute ITAGR-IPSAA comitato tecnico scientifico Orario serale ITAGR Alunni diversamente abili SECCI-PIRRI PETRI MANCIAGLI- DI VIRGILIO MANCIAGLI AMODEI IT.AGR. VICARIO IPSAA MASI

12 piano delle attività 0/0 INTERVENTI E SERVIZI PER GLI STUDENTI ACCOGLIENZA E ORIENTAMENTO Destinatari alunni di terza media e studenti delle classi quinte dell'itagr e dell'ipsaa Obiettivi Azioni Soggetti Coinvolti Scansione temporale Far conoscere gli Istituti, le rispettive realtà e gli sbocchi post-diploma Facilitare la scelta degli allievi delle scuole medie, rendendoli consapevoli e motivati Informazione e orientamento degli alunni dell istituto sulle scelte postdiploma Predisposizione ed invio alle scuole medie di materiale informativo Adesione e partecipazione a manifestazioni organizzate dalle scuole e dai quartieri (es."le scuole si presentano") Interventi a richiesta presso le Scuole Medie Percorsi guidati all'interno dell'istituto Tecnico e/o Professionale ed in Azienda e partecipazione alle lezioni. Open-day pomeridiani Visite individuali di allievi e famiglie concordate con i responsabili dell'orientamento. Nell'ambito delle attività di orientamento l'istituto è aperto al Territorio durante tutto l'anno scolastico con visite guidate per Scuole dell'infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado. Visite guidate su appuntamento al Museo della didattica in Agricoltura. Visite guidate su appuntamento al giardino tattile e profumato. Organizzazione di incontri con professori universitari per la presentazione delle varie facoltà e dei successivi sbocchi lavorativi; Stesura, raccolta, elaborazione questionario per conoscere intenzioni e interessi degli studenti di quarta e di quinta rispetto al loro futuro scolastico e/o lavorativo Organizzazione incontri con docenti di facoltà universitarie che possono interessare gli alunni dell'istituto. Personale interno: vari Docenti e personale ATA e figura funzionale per l orientamento personale esterno: Proff. Universitari, rappresentanti dell'albo dei Periti Agrari e degli Agrotecnici. Da ottobre 0 a maggio 0 Coordinatori Prof. Valter Bagnoli Prof. Francesca Pirri Prof. Patrizia Di Virgilio ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Destinatari alunni delle classi 3 e 4 ITAGR e delle classi 4 e 5 IPSAA Obiettivi Organizzazione Collegare la formazione in aula alla formazione in azienda attraverso modalità di apprendimento flessibili; acquisire competenze spendibili nel mondo del lavoro; favorire l orientamento dei ragazzi, collegare la scuola al mondo del lavoro e correlare l offerta formativa della scuola allo sviluppo economico e culturale del territorio svolgimento di attività curricolare (3 ore per Itagr- 7 ore Ipsaa) presso aziende

13 piano delle attività 0/0 delle attività Risorse umane Coordinatori del territorio per gli alunni ITAGR e IPSAA (una settimana nel mese di febbraio) e presso l azienda della scuola alunni dell IPSAA. gli alunni saranno seguiti da due/tre tutor scolastici individuati dai consigli di classe e dai tutor aziendali che, dettagliatamente informati delle finalità del progetto, avranno il compito di registrare e valutare la partecipazione dello studente e di guidarlo nel raggiungimento degli obiettivi prefissati. Docenti interni (Tutor scolastici), Tutor aziendali Prof: Vieri Baldocci (ITAGR) Prof. Francesca Pirri (IPSAA) STAGES Destinatari alunni delle classi terze e quarte dell ITAGR e quarte e quinte dell IPSAA Obiettivi integrazione delle attività curricolari con il mondo del lavoro. Gli stages verranno effettuati, su richiesta degli studenti, presso Aziende del Organizzazione delle territorio. Avranno la durata di settimane a partire dalla fine dell anno attività scolastico. Le aziende saranno selezionate in base agli interessi ed all indirizzo di studi dei singoli alunni. I contenuti saranno concordati con le aziende e si riferiranno ai singoli piani di studio di ogni stagista. Risorse umane Docenti interni. Enti: Aziende del territorio fiorentino Prof. Vieri Baldocci Prof. Francesca Pirri STAGE ESTIVI-INVERNALI NELL AZIENDA SCOLASTICA Destinatari Studenti delle clessi prime, seconde, terze e quarte in gruppi max di 0 unità Obiettivi Approfondire ed integrare le conoscenze acquisite durante le lezioni teoriche Completare lo studio delle tecniche agricole di molte specie che terminano il ciclo produttivo nel periodo estivo Sviluppare la capacità di comprendere l organizzazione delle attività aziendali Azioni Esercitazioni pratiche nelle aziende agrarie dell Itagr e dell Ipsaa Prof. Franca Nardi ATTIVITA' DI RECUPERO E DI POTENZIAMENTO Obiettivi Organizzazione delle attività Risorse umane Evitare la dispersione scolastica Fornire e trasmettere conoscenze Recuperare le carenze e potenziare le conoscenze Corsi per il recupero dei Debiti formativi Prove di verifica per il superamento dei debiti formativi Pausa didattica (da stabilire in sede di c.d.c) Corsi di recupero (da stabilire in sede di c.d.c.) Attività di sportello per recupero e potenziamento (a richiesta) Docenti interni Itagr e Ipsaa Prof. Costantina Di Giglio 3

14 piano delle attività 0/0 PREVENZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E DIRITTO DOVERE ALL ISTRUZIONE (Progetto organico di istituto - Riorientamento) Destinatari Obiettivi Organizzazione delle attività Risorse umane Coordinatori alunni delle classi prime e seconde dell ITAGR e dell IPSAA Ridurre i fattori di incidenza sulla dispersione scolastica in entrata e durante il corso di studio. Adottare le misure opportune che permettano di rendere quanto più possibile operativo l obbligo scolastico e formativo Coordinare e migliorare l attività di analisi dei bisogni formativi e delle abilità curriculari e trasversali degli allievi per il migliore inserimento (questionari, inchieste e analisi) Favorire le iniziative, anche promosse dagli stessi allievi, utili a migliorare le capacità di relazione con l ambiente scolastico e la maturazione intellettuale (discussioni, giornali, incontri, forum) creando le condizioni migliori per stare bene a scuola con profitto Rapporti con le altre scuole per l organizzazione di passaggi e corsi integrativi Orientare/riorientare gli allievi che dichiareranno di voler uscire dalla scuola per frequentare l ultimo anno dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale Fasi: individuazione soggetti a rischio dispersione; orientamento di gruppo: orientamento individuale Docenti interni e orientatori agenzia formativa ENAIP Prof. Baldocci (ITAGR) - Prof. Pirri (IPSAA) PROGETTO DISABILITA IPSAA-ITAGR Destinatari Tutti gli allievi in situazione di handicap o di disagio, le loro classi e loro famiglie. Obiettivi Organizzare il lavoro dei docenti di sostegno per rispondere alle esigenze didattiche degli allievi in situazione di handicap; creare clima favorevole agli alunni portatori di handicap e a quelli in situazione di disagio; promuovere attività di rinforzo e sostegno in piccoli gruppi. Azioni Coordinamento delle riunioni periodiche del gruppo di sostegno (una al mese), fissare calendario PEI per IPSAA/ITAGR; organizzazione orario docenti sostegno ed educatori; organizzazione rapporti con famiglie, NPI, ASL, DS, segreteria, CSA, Ufficio Assistenza Comune Firenze curare realizzazione percorsi integrati scuola-lavoro informazione su/organizzazione di convegni etc. su tematiche relative a didattica in situazioni con handicap. Soggetti coinvolti Personale interno (tutti i docenti di sostegno) ed esterno (personale delle ASL, aziende per percorsi integrati). Scansione temporale Coordinamento riunioni docenti sostegno, Rapporti CSA e Ufficio Integrazione, Collaborazione con Segr. Didattica: da Settembre a Maggio; formulazione orario Settembre- Ottobre; formulazione calendario PEI: Sett-Ott, Mar-Apr; incontri ufficio Assist. Scol. Comune: Sett-Ott, Apr-Mag. Prof. Maria Varano 4

15 piano delle attività 0/0 BIBLIOTECA Destinatari alunni, docenti e personale ATA dell ITAGR e dell IPSAA Obiettivi valorizzare la biblioteca scolastica quale ambiente per la lettura e la gestione dei documenti posseduti catalogazione, collocazione ed amministrazione del patrimonio librario gestione dell apertura per prestito interno Azioni Fasce orarie di apertura settimanale Prof. Maria Vincenza Tota MUSEO DELLA DIDATTICA IN AGRICOLTURA Destinatari Studenti, genitori, personale docente e non docente, cittadinanza. Obiettivi abituare gli studenti ad apprezzare un contesto museale e promuovere un maggiore senso di appartenenza all istituzione scolastica in cui operano approfondire la conoscenza delle singole discipline attraverso la fruizione del museo stesso Azioni Revisione, aggiornamento e completamento dell inventario Riorganizzazione basata su aree tematiche Integrazione con il circuito dei musei fiorentini per favorire la visibilità del museo Creare materiale illustrativo ed audiovisivo per divulgare la conoscenza del museo sul territorio Prof. Luciano Messana Destinatari QUALITA E ACCREDITAMENTO le famiglie; gli allievi; le istituzioni sul territorio e il mondo del lavoro. Obiettivi Ottenere l accreditamento e la certificazione di qualità (CAF); Riconoscimento dell istituzione scolastica come agenzia formativa; Costruire un sistema di autovalutazione di Istituto; Fare della scuola un centro di iniziativa per la qualità; Diffondere le migliori pratiche all'interno della scuola e in rete sul territorio Azioni Costituzione del gruppo qualità; Organizzazione dell autovalutazione; Conduzione del processo di autovalutazione; Raccolta e valutazione dei risultati di performance; Redazione del rapporto di autovalutazione; Piano di miglioramento; Scelta delle priorità e implementazione Soggetti coinvolti Docenti interni, personale ATA, studenti e genitori Scansione temporale Da settembre 0 a maggio 0 riunioni del gruppo qualità; preparazione dei questionari di soddisfazione; rilevamento a campione tra le componenti degli studenti, genitori, ATA, docenti e aziende del settore e somministrazione del questionario; 5

16 piano delle attività 0/0 Coordinatori raccolta dati dei questionari; elaborazione dei dati scaturiti; stesura del rapporto di autovalutazione seguendo il modello CAF; elaborazione di un piano di miglioramento; implementazione del piano di miglioramento; pianificare la successiva autovalutazione. Partecipazione al riconoscimento Ecu-label e al premio qualità Prof. Angela Baldini - Francesca Pirri Anna Maria Donatella Secci GESTIONE SITO WEB Destinatari studenti, famiglie, docenti, personale ATA utenti esterni Obiettivi migliorare la comunicazione tra tutte le componenti della scuola fornire informazioni e materiale utile sia per la didattica che per gli utenti esterni divulgare le varie potenzialità e specificità della scuola (Azienda, Uff. Vendite, Laboratori, Museo, Progetti ecc.). valido strumento per l attività di orientamento). Azioni Il sito va aggiornato per quanto riguarda lo staff, i libri di testo, gli orari, e tutte quelle attività comprese nel piano dell offerta formativa che puntualmente mutano. Inoltre verranno inserite le informazioni riguardanti i corsi di aggiornamento che ogni anno vengono attivati dalla scuola, oltre a documentazione che può essere scaricata dall utenza. Nell anno scolastico 0-0 sarebbe necessario inoltre un restailing ed una ristrutturazione per rendere più agevole l utente nella ricerca di info sia nella sezione del Tecnico che del Professionale I contenuti suddivisi in varie sezioni saranno diretti alle informazioni sia per il personale interno (studenti, famiglie, docenti, personale ATA) che per gli utenti esterni della scuola. Oltre a dare informazioni in linea generale, esiste una parte di modulistica e una sezione con accesso riservato Soggetti coinvolti Docenti interni, personale ATA, studenti e genitori Coordinatori Supervisione Prof. Angela Baldini AT Claudia Tarchiani Dirigente Scolastico DSGA 6

17 piano delle attività 0/0 I PROGETTI FORMATIVI REALIZZAZIONE DI UN CENTRO AVICOLO PER LA CONSEVAZIONE DELLE RAZZE AUTOCTONE Obiettivi recupero delle razze autoctone e dei loro prodotti rigorosamente collegati al territorio attribuzione da parte degli studenti di un punteggio di merito ad ogni singolo soggetto controllato attraverso varie misurazioni e successiva rielaborazione dati. Vendita di uova da consumo Vendita di uova per l incubazione e di soggetti da riproduzione Azioni attivare una stazione genetica selezionare un gruppo di riproduttori manutenzione e rinnovamento delle strutture Prof. Mario Giannone REALIZZAZIONE DI UNA FATTORIA DIDATTICA Destinatari Tutti i fruitori dell istituto (studenti, famiglie, altre scuole del territorio, cittadinanza) Obiettivi studio di fattibilità e delle normative attuali ipotesi di percorsi di visita e laboratoriali Azioni valorizzazione del museo, casa colonica, allevamento avicolo, casa colonica con fienile e silos, serre storiche, ottagono, giardino odoroso, parco delle conifere Prof. Mario Giannone RECUPERO E MANUTENZIONE GIARDINO Destinatari studenti classe quinta modulo agroambientale per tutti gli ambiti di intervento, studenti di tutte le altre classi interessate per la fase operativa. Tutti i fruitori del giardino dell istituto (studenti, famiglie, cittadinanza) Obiettivi Migliorare la fruibilità e la conoscenza del giardino della scuola Approfondire le conoscenze delle materie curricolari attraverso la loro applicazione pratica Stimolare gli studenti alla ricerca, osservazione, progettazione attraverso la metodologia del lavoro di gruppo ed abituarli al rispetto dei tempi di consegna. Azioni Inventario aggiornato del materiale vegetale esistente, reintroduzione delle fallanze, revisione dei pannelli illustrativi e cartellinatura piante nel parco delle conifere, collezione di agrumi, giardino odoroso e aiuole del giardino del Nettuno. Catalogo con descrizione ed immagini del materiale vegetale da pubblicare sul sito della scuola. Progettazione e stampa di una guida botanica delle specie presenti nel giardino odoroso Visite guidate alle varie sezioni del giardino durante la Festa di Primavera 7

18 piano delle attività 0/0 Prof. Angela Baldini COMUNITA SCOLASTICHE SOSTENIBILI Destinatari Studenti della classe quarta del Modulo Agroambientale ITAGR con allargamento successivo all intera comunità scolastica Obiettivi Far riflettere la comunità scolastica su comportamenti, scelte e prassi del vivere quotidiano e su come esse incidano sull impatto ambientale prodotto dalla scuola; attraverso problematizzazione e partecipazione, giungere ad una progressiva riduzione dell impatto ecologico della comunità scolastica; collaborare con Enti pubblici e privati; imparare a lavorare in team. Azioni Monitoraggio e miglioramento delle strategie messe in atto negli anni precedenti per la riduzione dell'impatto ecologico dell Istituto ed azioni conseguenti (organizzazione della raccolta differenziata interna alla scuola con particolare riguardo allo smaltimento dei rifiuti degli edifici scolatici e dell azienda agraria compost utilizzabile nella produzioni delle serre e del vivaio del nostro Istituto); Indagine sui consumi energetici e sulla Classe energetica degli edifici scolastici, sull uso razionale degli edifici stessi con la prospettiva di un miglioramento dell efficienza energetica anche attraverso l impiego di fonti rinnovabili; Prof. Luciano Messana FESTA DI ISTITUTO ( di Primavera ) 0 Destinatari Studenti, genitori, docenti; manifestazione aperta alla città. Obiettivi Creare un evento che metta al centro la nostra scuola e ne faccia conoscere alla città le migliori caratteristiche e leghi il nostro Istituto al contesto sociale e territoriale. Lo scopo è far incontrare, in un clima sereno e piacevole, le componenti della vita scolastica docenti, allievi, genitori con i visitatori che vorranno intervenire in attività e percorsi appositamente ideati, rendendo in tal modo gli studenti protagonisti della giornata. Azioni Creazione di un gruppo di lavoro di docenti coordinato dal DS e coadiuvato dalle funzioni strumentali che darà le linee guida della manifestazione; in collaborazione con genitori e studenti progettazione e realizzazione delle varie attività che saranno con anticipo pubblicizzate all esterno. La manifestazione si svolgerà in due parti, mattina e pomeriggio. Mattina: conferenze e tavole rotonde su temi di rilevante interesse tecnico e professionale. Pomeriggio: Suddivisione dello spazio azienda e del giardino in settori, ciascuno con allestimento e attività proprie; valorizzazione di zone legate ad attività curriculari o a progetti; realizzazione di mostre in alcune aule dell Istituto; ospitalità a eventuali iniziative che coinvolgano la cittadinanza e, in particolare, i giovani. Soggetti coinvolti Docenti interni, personale ATA. Studenti Genitori Scansione temporale Preparazione: Novembre-Dicembre 0; organizzazione: Gennaio- 8

19 piano delle attività 0/0 svolgimento festa: 6 Maggio 0 Prof. Mario Giannone LA POTATURA DEGLI ALBERI ORNAMENTALI Destinatari Tutte le classi quarte dell' ITAGR, docenti, genitori, esterni Obiettivi Contribuire alla formazione di tecnici preparati che dovranno operare anche nell ambito del verde pubblico Azioni Scopi della potatura degli alberi d alto fusto Danni da potature scorrette Tecniche e mezzi di potatura Prof. Stefania Giubilaro PROGETTO DISABILITA IPSAA-ITAGR Di seguito le attività ed i laboratori approvati per l a.s. 0/0. Dalla serra al campo Destinatari Alunni diversamente abili ITAGR e IPSAA Obiettivi Accrescere l'autonomia personale degli alunni attraverso l impostazione e l esecuzione di un lavoro manuale in un contesto di lavoro di gruppo. Azioni Attività pratiche di ortoflorovivaismo e di lavorazione della creta Impostazione ed esecuzione di tutte le azioni per la cura di un orto Soggetti coinvolti Personale tecnico e insegnanti di sostegno e curriculari dell'itagr e dell'ipsaa Scansione temporale Da Ottobre a Maggio Coordinatori Prof. Giuseppe Ferrarelli. E ora di piantarla 5 Destinatari Alunni diversamente abili che seguono una programmazione differenziata Obiettivi Accrescere l'autonomia personale degli alunni Azioni Attività pratiche di ortoflorovivaismo Soggetti coinvolti Personale tecnico e insegnanti di sostegno e curriculari dell'itagr e dell'ipsaa Scansione temporale Da Ottobre a Giugno Prof. Filippo Masi 3. Laboratorio di musica di insieme Destinatari Alunni diversamente abili che seguono una programmazione differenziata Obiettivi Accrescere l'autonomia personale degli alunni attraverso l educazione ad un ascolto attento e consapevole Azioni Ascolto eproduzione musicale sia singola che in gruppo Creazione di un gruppo vocale e/o strumentale Costruzione di semplici strumenti musicali Soggetti coinvolti Personale tecnico e insegnanti di sostegno ed educatori Scansione temporale Da Ottobre a Giugno Coordinatori Prof. Bientinesi, prof.vicario 9

20 piano delle attività 0/0 EDUCAZIONE ALLA SALUTE Destinatari Allievi classi, 3, 4, 5, ITAGR e IPSAA. Obiettivi Promuovere la salute ed il benessere favorendo stili di vita sani e la percezione dei rischi Azioni Prevenzione dalle dipendenze (classi seconde) Uso consapevole dei farmaci (classi terze) Sensibilizzazione alla donazione e trapianto di organi e tessuti (classi quinte ) Sensibilizzazione alla donazione del sangue e altri tessuti (classi quarte) Sessualità, affettività e giovani (per tutte le classi) Soggetti coinvolti Docenti interni ed esperti esterni Scansione temporale Coordinamento incontri allievi-esperti Ott, Nov, Dic; Coordinamento incontri docenti-esperti Ott, Nov, Dic; Incontri esperti con i gruppi classe. da Gennaio a Maggio. Prof. Patrizia Di Virgilio PROGETTO MEMORIA E TRENO DELLA MEMORIA Destinatari Un gruppo di alunni motivati delle classi quarte e quinte dell IPSAA e dell ITAGR Obiettivi Attraverso la partecipazione ad un viaggio di grande interesse storico ed emotivo viene approfondita la conoscenza di una terribile tragedia del passato, ma con problematiche che, talvolta, sono riscontrabili ancora nella nostra epoca. Gli alunni, acquisita consapevolezza diventeranno i nuovi testimoni nella società dei drammi scaturiti dalla seconda guerra, dalle deportazioni e dalle stragi nazi-fasciste. Azioni argomenti di interesse storico, sociale ed umano. Corso di storia che tratterà gli eventi storici legati al viaggio della memoria ma anche considerazioni sulle discriminazioni in genere in modo da permettere una riflessione legata alle situazioni attuali. Soggetti coinvolti Docenti interni. Scansione temporale Partner Provincia di Firenze Novembre-gennaio lezioni preparatorie Gennaio viaggio (treno della memoria IPSAA) Gennaio- aprile lezioni preparatorie Aprile viaggio (viaggio della memoria ITAGR se prescelti dalla Provincia) Prof. Enrico Petri NOI CON GLI ALTRI - KENIA Destinatari Studenti delle classi quarte ITAS e IPSAA e rispettive famiglie. fase: 0 studenti classi quarte ITAGR e 0 delle classi quarte IPSAA viaggio: delegazione di 4 studenti ITAGR e 3 studenti IPSAA e rispettive famiglie 4 fase: 0 studenti classi quarte ITAGR e 0 delle classi quarte IPSAA Obiettivi Diventare consapevoli dell ambiente che ci circonda e delle relazioni che esistono tra questo ed il resto del mondo. Riflessione sul futuro in una prospettiva collettiva analizzando le connessioni tra i comportamenti quotidiani e quelli sociali. 0

21 piano delle attività 0/0 Allenarsi a diventare fattori di cambiamento: come le buone pratiche possano essere esempio per gli altri. Far vivere ai ragazzi un esperienza in realtà lontane dalla loro dimensione per sviluppare azioni di confronto e dialogo. Azioni Integrare il percorso in loco dai padri Comboniani e dal Progetto Internazionale dell Onu Ethical Fashion. Supportare il bisogno di solidarietà dei ragazzi di strada di Nairobi e offrire agli studenti dell ITAGR e dell IPSAA di Firenze un opportunità di crescita attraverso un contatto diretto e concreto in realtà lontane dal loro vissuto quotidiano. Durante il soggiorno in Kenia i nostri studenti si metteranno in gioco lavorando in un centro di accoglienza, trasmettendo ai loro coetanei, alcune tecnologie agricole e di allevamento apprese nell ambito scolastico, dopodiché avrà inizio il processo di messa a coltura di alcuni terreni agricoli nella zona delle N Gong Hills vicino a Nairobi. Soggetti coinvolti Docenti interni; Unicoop Firenze, META Coop sociale onlus. In collaborazione con: Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Regione Toscana. Scansione temporale 0 incontri di ore ciascuno in orario extrascolastico Prima fase: evento al cinema odeon 4--0dedicato al cinema keniano e momento di adesione al progetto (coinvolgimento di circa 5-6 alunni per classe. Seconda fase: nov-dic 0 3 incontri di ore ciascuno in orario extrascolastico (informazioni, riflessioni e azioni) Terza fase:gen- dic incontri di ore in orario extrascolastico (preparazione del viaggio e del lavoro da svolgere in Kenia) Viaggio in Kenia Quarta fase mar-apr 0 3 incontri di ore in orario extrascolastico. Evento finale in orario scolastico Prof. Carlo Di Marco FONDAMENTA SICURE DI CITTADINANZA Destinatari una classe seconda ( D) e, per le attività di peer education, tutte le classi prime del Tecnico; una classe quarta (da individuare) e per le attività di peer education tutte le classi terze del Tecnico e del Professionale. Obiettivi formazione "nelle giovani generazioni di una cultura civico-sociale e della cittadinanza che intrecci lo sguardo locale e regionale con i più ampi orizzonti nazionali, europei e internazionali, traducendosi in adesione consapevole al quadro valoriale espresso dalla Carta Costituzionale a cui si ispirano atteggiamenti, comportamenti e pratiche quotidiane". L'educazione alla cittadinanza non può trascurare la sicurezza nella comunità scolastica e nella società civile, con riferimento alla responsabilità individuale e sociale Azioni Una classe di biennio progetterà e realizzerà azioni finalizzate all uso responsabile di spazi, strumenti e strutture scolastiche: obiettivo sarà applicare con concrete azioni la pratica del rispetto e della cura del bene comune, per il quale ogni cittadino/studente/operatore scolastico è chiamato in causa. Ulteriore obiettivo sarà quello di attivare azioni volte ad implementare nelle classi prime atteggiamenti di consapevolezza e responsabilità sul rispetto del bene comune.

22 piano delle attività 0/0 Una classe del triennio, valorizzando e rielaborando la propria esperienza di alternanza scuola/lavoro, produrrà un manuale di comportamento per le esperienze di stage e tirocinio, incentrato sul rispetto delle regole degli ambiente di lavoro e della sicurezza oltre che sul rispetto dell ambiente, con un glossario d uso ed una tabella di autovalutazione dei comportamenti attivati. Soggetti coinvolti Docenti interni; personale ATA, rete di istituzioni formative (Istituto Professionale Sassetti Peruzzi Firenze, Istituto Professionale Adriano Olivetti Monza, ITCG Maffeo Pantaleoni Roma, Liceo Copernico Prato, ISISS Cicognini Rodari Prato, Istituto Tecnico Agrario di Firenze, Nexus Srl Scansione temporale Ottobre 0- Giugno 0 Coordinatori Prof. Silvana Taglianini CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO Destinatari Tutti gli alunni della scuola Obiettivi Il C.S.S. rappresenta un importante momento di aggregazione, una grande opportunità di crescita personale e un occasione per abituare gli allievi alla pratica sportiva come sano e corretto stile di vita, dando l opportunità di praticare e conoscere diverse discipline sportive anche a chi non ne avrebbe ed anche ai diversamente abili. Azioni Corsa campestre di istituto e provinciale; campionati studenteschi di atletica leggera; campionati studenteschi di nuoto; campionati studenteschi di orienteering di istituto e provinciali; tornei tra classi di pallavolo e calcio a 5; avviamento e perfezionamento al tiro con l arco e partecipazione ai campionati studenteschi; campionati studenteschi provinciali di tennis Soggetti coinvolti Personale interno: Tutti i Docenti di Educazione Fisica dell I.T.A.G.R. e dell I.P.S.A.A.; ufficio scolastico provinciale, associazioni sportive del territorio. Scansione temporale Organizzazione: ottobre 0 Corsa campestre: Novembre 0; Torneo di pallavolo tra classi: Novembre-Dicembre 0; corso di tiro con l arco, inizio Gennaio 0; Campionati di nuoto: Febbraio 0 Torneo di calcetto tra classi, Campionati di orienteering, tennis : Marzo, Aprile 0.; premiazione: Giugno 0 Prof. Luciana Giustarini IL QUOTIDIANO IN CLASSE Destinatari alunni di 5 classi dell ITAGR e 9 classi IPSAA. Obiettivi Accompagnare i ragazzi nella conoscenza del mondo che li circonda, allargando interessi ed orizzonti; far comprendere agli studenti l importanza dell approfondimento e quindi profondità attraverso lettura critica e ragionata, fondamento di cultura, memoria collettiva, esperienza umana; sviluppare la curiosità per formarsi un opinione individuale e coscienza critica motore di democrazia e libertà di pensiero; studio quotidiano della lingua contro l impoverimento della stessa. Azioni Lettura di quotidiani, riviste, testi scientifici in classe insieme ai Docenti.

23 piano delle attività 0/0 Distribuzione settimanale di quotidiani (La Nazione, il Corriere della Sera ed Il Sole 4 Ore). Sarà presentata la struttura del quotidiano, le sezioni in cui si divide. Saranno analizzati articoli su argomenti vari, cercando di sviluppare il senso critico e la capacità di comprendere che uno stesso avvenimento può essere analizzato da più punti di vista Soggetti coinvolti Docenti interni; personale ATA, l Osservatorio Permanente Giovani Editori. Scansione temporale Ottobre 00- giugno 0 Coordinatori Prof. Anna Birello (ITAS) Prof. Di Virgilio Patrizia (IPSAA) ITINERA Destinatari studenti e studentesse degli ultimi tre anni (in particolar modo alle classi IV ) delle scuole superiori della Toscana. Obiettivi Accompagnare i ragazzi nella conoscenza del mondo del lavoro per una maggiore consapevolezza per l orientamento in uscita Azioni un modulo di 3 ore consecutive per classe, condotto da Consulenti per l Orientamento al Lavoro nel corso del quale vengono affrontati vari argomenti quali ad esempio, le caratteristiche del mercato del lavoro nel nostro territorio, i fattori che influenzano l impiegabilità individuale, l orientamento al lavoro (presentazione delle APL e dei Centri per l Impiego, la redazione del curriculum) e la formazione post-diploma. Soggetti coinvolti Docenti interni; Amministrazioni provinciali ed i suoi Orientatori al lavoro, Form-Temp e le Agenzie per il Lavoro (A.P.L.) Scansione temporale incontro di 3 ore Novembre 0/Febbraio 0 Coordinatori Prof. Bagnoli Valter (ITAGR) Prof. Pirri Francesca (IPSAA) LA MUSICA NELLA SCUOLA Destinatari Tutti gli studenti dell ITAGR e dell IPSAA ed in particolare quelli del triennio. Obiettivi Dare l'opportunità agli studenti di conoscere importanti opere musicali eliriche proposte da Enti culturali del comprensorio fiorentino e di frequentare alcune manifestazioni musicali in programma nelle rappresentazioni ordinarie; fornire agli studenti una educazione musicale come complemento essenziale alla loro formazione promuovere la consapevolezza del valore storico-culturale dell espressione musicale. Azioni Partecipazione alle rappresentazioni ordinarie in programma nei nostri teatri, in particolare presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, struttura che prevede iniziative in favore dei giovani; Partecipazione ad incontri formativi e informativi prima delle rappresentazioni della durata di ora in orario scolastico a cura di esperti: Partecipazione ad alcune prove generali delle rappresentazioni durante l'orario scolastico Soggetti coinvolti Docenti interni; esperti in musica esterni per interventi di preparazione. Scansione temporale Ottobre 0-maggio 0 Prof. Rosarita Tartufoli 3

24 piano delle attività 0/0 LABORATORIO TEATRALE Destinatari Allievi dell ITAGR e dell IPSAA interessati Obiettivi Valorizzare e potenziare le capacità espressive Consentire l approccio ai testi letterari da un punto di vista diverso Sviluppare la capacità di relazione Azioni Serie di incontri pomeridiani con un esperto Studio di uno piu testi teatrali Messa in scena del testo scelto Soggetti coinvolti Docenti interni, attore Andrea Bruno Savelli Compagnia Pupi e Fresedde Scansione temporale Novembre 0-maggio0 Prof. Patrizia Di VIrgilio SCAMBIO CONVERSAZIONE ITALIANO-INGLESE Destinatari Alunni delle classi seconde terze e quarte ITAGR e IPSAA Obiettivi Migliorare la padronanza del lessico, espressione e comprensione orale. Azioni conversazioni con studenti statunitensi che studiano a Firenze, dopo un lavoro di preparazione in classe Soggetti coinvolti docenti interni Scansione temporale novembre- marzo 0: -3 incontri di minuti ciascuno Prof. Annalisa Campanella CERTIFICAZIONE LINGUA INGLESE Trinity College-London Destinatari Tutti gli Alunni ITAGR e IPSAA che desiderano prendere una certificazione linguistica esterna valida in tutta Europa Obiettivi Certificare la padronanza del lessico, espressione e comprensione orale. Azioni Somministrazione di un questionario agli studenti ed alle loro famiglie per raccogliere le adesioni al progetto In base al numero di iscrizioni l Ente Certificatore manderà a scuola un suo esaminatore che esaminerà singolarmente gli alunni. Soggetti coinvolti docenti interni di lingua inglese Scansione temporale novembre- marzo 0: -3 incontri di minuti ciascuno Prof. Annalisa Campanella CAMPUS Destinatari classi A e B IPSAA Obiettivi promuovere le life skills nel contesto scolastico promuovere stili di vita sani attraverso l esperienza dei campus imparare costruire un percorso di trekking conoscere confrontarsi con le associazioni del territorio Azioni 8 incontri di ore per ogni classe con un tutor giornate con un pernottamento in rifugio consigliato dai responsabili ASL Soggetti coinvolti docenti interni, ASL 0 di Firenze Scansione temporale gen-apr 0: incontri in classe maggio 0 trekking di giorni Prof. Patrizia Di Virgilio 4

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO Prof. Paola Perrone PREMESSA Nell attuale contesto storico, che ha acquisito la tematica europea dell orientamento lungo

Dettagli

Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA

Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA Piano Offerta formativa 2009-2010 AREA 1: RIDUZIONE DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA 1.1 Attività di recupero e sostegno In ottemperanza con le i disposizioni ministeriali e proseguendo sulla linea da anni

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL ISTITUTO AGRARIO DI FIRENZE

PRESENTAZIONE DELL ISTITUTO AGRARIO DI FIRENZE PRESENTAZIONE DELL ISTITUTO AGRARIO DI FIRENZE Tipologia e storia L Istituto d Istruzione Superiore Istituto Agrario di Firenze (Polo Fiorentino dell Istruzione Agraria) si propone come luogo di crescita

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015

FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16. Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 FUNZIONIGRAMMA D ISTITUTO A.S. 2015-16 Approvato dal C.d.D. del 24/09/2015 Staff del Dirigente e Funzioni strumentali al POF 2 FS1 - Qualità e valutazione di sistema Gestisce la documentazione relativa

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE

PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE PERCORSI FORMATIVI TEMPO NORMALE corsi A-B-C( Villa S. Giuseppe) corsi E--G SEDE CENTRALE Discipline o gruppi di discipline I classe II classe III classe Italiano 5 5 5 Storia + laboratorio di Cittadinanza

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO

4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO 4. PROGETTI FORMATIVI IN ATTO NELL ISTITUTO Il sistema scolastico deve essere efficace ed efficiente affinché l alunno raggiunga il successo formativo e sia in grado di decodificare ed interagire in modo

Dettagli

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) VISTO il DPR 8 marzo 1999, n. 275 art. 3, c.3: Il Piano dell'offerta formativa è elaborato

Dettagli

Denominazion ScuoLavoro Alternanza Scuola-Lavoro

Denominazion ScuoLavoro Alternanza Scuola-Lavoro POLO PROFESSIONALE PROVINCIALE ALA PONZONE CIMINO - FORTUNATO MARAZZI Via Gerolamo da Cremona, 23 26100 Cremona Tel. 0372/35179 Fax 0372/457603 C.F. 80003480193 http://www.poloapcmarazzi.gov.it/ email

Dettagli

SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici: 74 14 14barrato 18 Treno: stazione Lingotto (fronte istituto)

SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici: 74 14 14barrato 18 Treno: stazione Lingotto (fronte istituto) Liceo Scientifico Statale Niccolò Copernico C.so Caio Plinio 2 10127 Torino Tel: 011616197-011618622 fax: 0113172352 Sito:www.copernico.to.it E-Mail: lsscopernico@virgilio.it SINTESI DEL P.O.F. Mezzi pubblici:

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale BENEDETTO CASTELLI

Istituto Tecnico Industriale BENEDETTO CASTELLI Istituto Tecnico Industriale BENEDETTO CASTELLI Sede: Brescia via Cantore 9 tel. 030/3700267 fax 030/395205 Indirizzo posta elettronica: itisbs@numerica.it COSA SI STUDIA I diversi corsi di studio Al "Castelli"

Dettagli

Presentazione dei lavori laboratoriali

Presentazione dei lavori laboratoriali Presentazione dei lavori laboratoriali «Progetto NEVERSTOPLEARNING» Istituto Tecnico Tecnologico Statale Alessandro Volta Dott.ssa Raffaella Gentile Psicologa Insegnante organizzazione: gli insegnanti

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

Liceo Scientifico "Corradino D'Ascanio" Montesilvano

Liceo Scientifico Corradino D'Ascanio Montesilvano Liceo Scientifico Statale Galilei Pescara - Capofila - Liceo Scientifico Statale D Ascanio - Montesilvano Scuola Secondaria I Grado Rossetti-Mazzini Pescara Associazione Focolare Maria Regina onlus che

Dettagli

Scandura Rosaria Palazzo Agata Torrisi Silvana Portuese Ferdinando Giannotta Corrado Colombo Concetto Murolo Laura Pennisi Angelo Petralia Venera

Scandura Rosaria Palazzo Agata Torrisi Silvana Portuese Ferdinando Giannotta Corrado Colombo Concetto Murolo Laura Pennisi Angelo Petralia Venera Docenti: Gruppo N. 4 Gruppo di lavoro per la progettazione di Alternanza Scuola Lavoro costituito da: Scandura Rosaria Palazzo Agata Torrisi Silvana Portuese Ferdinando Giannotta Corrado Colombo Concetto

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe II sezione B Data di approvazione 24 ottobre -

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino

LA SCUOLA PRIMARIA. Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino LA SCUOLA PRIMARIA Le parole insegnano, gli esempi trascinano solo i fatti danno credibilità alle parole. Sant Agostino 1 Istituto Comprensivo Savignano sul Panaro PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 2014-2015

Dettagli

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado.

L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado. Offerta formativa L istituto comprensivo include : quattro scuole dell infanzia due plessi di scuola primaria la scuola secondaria di primo grado Vi operano Il dirigente scolastico La collaboratrice del

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA

PIANO OFFERTA FORMATIVA PIANO OFFERTA FORMATIVA La scuola Falcone Borsellino appartiene all Istituto comprensivo Arbe Zara SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO FALCONE BORSELLINO scuola PRIMARIA S.T.Fabbri di viale Zara 96 ISTITUTO

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

Piano scolastico di orientamento a.s. 2014/2015

Piano scolastico di orientamento a.s. 2014/2015 I S T I T U T O O M N I C O M P R E N S I V O SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 Santa Croce di Magliano (CB) Tel 0874728014 Fax 0874729822

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA

Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA Liceo Scientifico Luigi Cremona Metro Il Liceo Scientifico Cremona è facilmente raggiungibile MM3 Zara Maciachini

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

Concretamente ogni docente potrà utilizzare: Test e questionari di autovalutazione e autoanalisi. Test preliminari di autorientamento.

Concretamente ogni docente potrà utilizzare: Test e questionari di autovalutazione e autoanalisi. Test preliminari di autorientamento. ISTITUTO COMPRENSIVO ENRICO FERMI MONTOPOLI DI SABINA PIANO OFFERTA FORMATIVA A. S. 2012/2013 SINTESI DI PROPOSTA DI ATTIVITA - Sezione 1 Descrittiva 1.1 Denominazione attività Orientamento scolastico

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO IC SAN SPERATO CARDETO ISTITUTO COMPRENSIVO San Sperato - Cardeto Via Riparo Cannavò, 24-89133 Reggio Calabria Telefono 0965/672052-683088 - 673553 - Fax 0965/673650 COD. MEC. RCIC875006- Cod. Fisc. 92081250802

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

SCHEDA DI ATTIVITÀ LICEO COPERNICO

SCHEDA DI ATTIVITÀ LICEO COPERNICO SCHEDA DI ATTIVITÀ LICEO COPERNICO Progetto / Attività Titolo PROGETTO INTERCULTURA 2011-2012 Coordinatore/ referente di Progetto Prof./Prof.ssa Saura Lascialfari Presentazione Il Progetto Intercultura

Dettagli

Infanzia. Girasoli. Primaria. A. da Rosciate. Infanzia. Arcobaleno. Secondaria. Galgario. Primaria. Secondaria. Codussi. Ghisleri

Infanzia. Girasoli. Primaria. A. da Rosciate. Infanzia. Arcobaleno. Secondaria. Galgario. Primaria. Secondaria. Codussi. Ghisleri ISTITUTO COMPRENSIVO A. DA ROSCIATE - BERGAMO VIA CODUSSI, 7 TEL 035243373 FAX 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it bgic81400p@pec.istruzione.it Sito web: www.darosciate.it Infanzia Girasoli (Via

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA ANNO SCOLASTICO 2014/15 PROGETTO ACCOGLIENZA A.S. 2014-2015 Premessa L accoglienza di nuove persone è un momento fondamentale nella dinamica di una Scuola dove l inserimento di nuovi

Dettagli

Via Gorki 106 - Cinisello Balsamo Tel. 02/6173001-6173828 - Fax 02/61290579 Sito Internet: www.liceocasiraghi.net e-mail: licasira@tiscali.

Via Gorki 106 - Cinisello Balsamo Tel. 02/6173001-6173828 - Fax 02/61290579 Sito Internet: www.liceocasiraghi.net e-mail: licasira@tiscali. LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, LINGUSTICO G.CASIRAGHI sede Via Gorki 106 - Cinisello Balsamo Tel. 02/6173001-6173828 - Fax 02/61290579 Sito Internet: www.liceocasiraghi.net e-mail: licasira@tiscali.it mezzi

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco

Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco Istituto Comprensivo Via Aldo Moro Buccinasco La Scuola Classi : scuola formata da 7 corsi completi 21 classi 14 tempo normale e 7 tempo prolungato Organico docenti: circa 55 docenti quasi tutti di ruolo

Dettagli

Liceo Scientifico Filippo Buonarroti Pisa

Liceo Scientifico Filippo Buonarroti Pisa Liceo Scientifico Filippo Buonarroti Pisa 1974/2014 Quaranta anni di impegno per l'innovazione nell'apprendimento Liceo Scientifico F.Buonarroti Largo C.Marchesi Pisa 050570339- Fax 050570180 email: pips04000g@istruzione.it

Dettagli

LICEO MOLINO. PIACENZA Scuola aperta 2010-2011

LICEO MOLINO. PIACENZA Scuola aperta 2010-2011 LICEO GIULIA MOLINO COLOMBINI PIACENZA Scuola aperta 2010-2011 dirigenza Dirigente scolastico: Prof. MARGHERITA FIENGO Docente Vicario: Prof. ANNAMARIA TRIOLI Da 150 anni nella storia di Piacenza fondato

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO

PROGETTO ORIENTAMENTO PROGETTO Istituto Comprensivo F. De Andrè San Frediano a Settimo ANNO SCOLASTICO 2015 2016 REFERENTE Prof. Maurizio Anna Maria PROGETTO CLASSI PRIME a. s. 2015/2016 REFERENTE: Prof.ssa Maurizio DESTINATARI

Dettagli

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria

A tutti i genitori degli alunni e delle alunne delle classi quinte della Scuola primaria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI BOTTICINO Via Udine, 6 25080 Botticino Mattina - CF 80064290176 - Tel. 030 2693113 Fax: 030 2191205 email: ddbottic@provincia.brescia.it

Dettagli

Tre plessi e tre ordini di scuola

Tre plessi e tre ordini di scuola LANCUSI FRAZIONE DI FISCIANO (SA Tre plessi e tre ordini di scuola Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Uff. Dirigenza/Segreteria Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola sec. di primo grado Scuola

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO CHI SIAMO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO SI TROVA IN VIA MAGELLANO 42 FA PARTE DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI VIA RAIBERTI DIRIGENTE SCOLASTICO: Dott.

Dettagli

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO

SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE NICOLA MORESCHI SETTORE ECONOMICO Amministrazione, finanza e marketing Relazioni internazionali per il marketing Sistemi informativi aziendali LICEO SCIENTIFICO Viale San

Dettagli

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011

Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 Istituto Comprensivo Aldo Moro Saronno OPEN DAY 2011 L alunno al centro RISPETTO DELLE INDIVIDUALITA ATTENZIONE ALLE SPECIFICITA PERSONALI ATTENZIONE AI DIVERSI STILI DI APPRENDIMENTO CURA DELLE RELAZIONI

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA

Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA Istituto di Istruzione Superiore del COSSATESE e VALLE STRONA LICEO SCIENTIFICO COSSATO & VALLEMOSSO LICEO DELLE SCIENZE UMANE COSSATO LICEO LINGUISTICO COSSATO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

Dettagli

IV CAPITOLO Scelte disciplinari, didattiche e progettuali

IV CAPITOLO Scelte disciplinari, didattiche e progettuali 4.1 Le discipline IV CAPITOLO Scelte disciplinari, didattiche e progettuali Il Regolamento in materia di autonomia scolastica consente alle Istituzione scolastiche di definire i curricoli e le quote orarie

Dettagli

L Istituto mantiene infine contatti costanti con genitori e studenti

L Istituto mantiene infine contatti costanti con genitori e studenti Offerta formativa Istituto Tecnico Commerciale - Liceo Socio-Psicopedagogico Via Bonistallo, 73-50053 EMPOLI Tel. 0571-80614/81696 Fax 0571-82189/946803 Indirizzo ERICA Indirizzo ERICA SPORT Indirizzo

Dettagli

IMPARIAMO A CONOSCERCI

IMPARIAMO A CONOSCERCI Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado ISTITUTO COMPRENSIVO CESARE CANTÙ Via Dei Braschi 12 Milano 0288448318 026468664 Codice fiscale 80124430150 Codice meccanografico MIIC8CF006

Dettagli

Il mio futuro lo scelgo oggi

Il mio futuro lo scelgo oggi CARATTERISTICHE DEL PROGETTO TITOLO Il mio futuro lo scelgo oggi OBIETTIVI : sperimentare percorsi educativi didattici e metodologici comuni innovativi che permettano ai giovani di autogestire efficacemente

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SIMAXIS -VILLAURBANA DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO VIA ROMA, 2-09088 SIMAXIS (OR) - Tel. 0783 405013/Fax 0783 406452 C.F. 80005050952 - E-Mail

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. LICEO ARTISTICO Triennio Indirizzo: GRAFICA

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. LICEO ARTISTICO Triennio Indirizzo: GRAFICA SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE LICEO ARTISTICO Triennio Indirizzo: GRAFICA Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe 3 sezione U Data di approvazione 24 / 10 / 2012 PROFILO DELLA

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com

E-Mail: parentucelli@hotmail.com. http://www.parentucelli.com 0187610831 E-Mail: parentucelli@hotmail.com http://www.parentucelli.com Gli ambienti Laboratori multimediali Informatico Linguistico Nuove Tecnologie Gli ambienti I Laboratori di Scienze Chimica Biologia

Dettagli

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi:

Nella crescita sociale l Istituto vuole aiutare lo studente ad aprirsi: OFFERTA FORMATIVA FINALITÁ EDUCATIVE GENERALI Nel corso dei cinque anni d articolazione dei corsi, l Istituto intende garantire agli studenti una formazione integrata che armonizzi la crescita personale,

Dettagli

PROGETTI SPECIFICI. I PROGETTI svolti da personale esperto del settore SARANNO EFFETTUATI A CONDIZIONE CHE SUSSISTANO LE RISORSE ECONOMICHE E UMANE.

PROGETTI SPECIFICI. I PROGETTI svolti da personale esperto del settore SARANNO EFFETTUATI A CONDIZIONE CHE SUSSISTANO LE RISORSE ECONOMICHE E UMANE. PROGETTI SPECIFICI Scuola dell infanzia di Cuasso al Monte I PROGETTI svolti da personale esperto del settore SARANNO EFFETTUATI A CONDIZIONE CHE SUSSISTANO LE RISORSE ECONOMICHE E UMANE. Attività psicomotoria

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI SCUOLA MEDIA ARMANDO DIAZ OLBIA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PREMESSA Da alcuni anni la nostra scuola è frequentata da alunni stranieri provenienti da paesi europei ed extraeuropei, da

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

Melissa Bassi. Istituto Statale di Istruzione Superiore. Guida alla scelta dei corsi TECNICO ECONOMICO Amministrazione, Finanza e Marketing - Turismo

Melissa Bassi. Istituto Statale di Istruzione Superiore. Guida alla scelta dei corsi TECNICO ECONOMICO Amministrazione, Finanza e Marketing - Turismo Istituto Statale di Istruzione Superiore Melissa Bassi 2014-2020 PER LA SCUOLA - COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO (FSE-FESR) Guida alla scelta dei corsi TECNICO ECONOMICO Amministrazione, Finanza

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività)

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) I dati si riferiscono all anno scolastico 2013/2014 Approvato nel Collegio dei Docenti del 13 giugno 2014 1 Gli alunni certificati in base alla Legge 104/1992 Tabella

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. VERONESE LICEO: SCIENTIFICO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE - CLASSICO - SCIENZE UMANE - LINGUISTICO Via Togliatti, 833 30015 - CHIOGGIA (VE) - Tel. 041/5542997-5543371

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA di MATEMATICA Classi QUINTE PROFESSIONALI A.S. 2015/2016 Note Il presente documento va inviato in formato elettronico all indirizzo piani.lavoro@majorana.org a cura del Coordinatore della Riunione Disciplinare. Il Registro Elettronico SigmaSchool è il canale

Dettagli

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA

Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22. Al Collegio dei Docenti. E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Torino, 10 novembre 2015 Prot. n.1906/a22 Al Collegio dei Docenti E p.c. Al Consiglio di Istituto All Albo Al Personale ATA Oggetto : Pubblicazione Atto di Indirizzo del Dirigente Scolastico per la predisposizione

Dettagli

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO L alternanza scuola-lavoro, istituita tramite L. 53/2003 e Decreto Legislativo n. 77 del 15 aprile 2005 e successivamente innovata e regolamentata con i D.P.R. 15 marzo

Dettagli

I.I.S. De LIGUORI. Piano dell Offerta Formativa 2014-2015. www.deliguori.gov.it. bnis013008@istruzione.it bnis013008@pec.istruzione.

I.I.S. De LIGUORI. Piano dell Offerta Formativa 2014-2015. www.deliguori.gov.it. bnis013008@istruzione.it bnis013008@pec.istruzione. I.I.S. De LIGUORI Piano dell Offerta Formativa 2014-2015 www.deliguori.gov.it bnis013008@istruzione.it bnis013008@pec.istruzione.it LE NOSTRE SEDI ISTITUTO TECNICO Settore Economico: settore turistico

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO

TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO IIS GIUSEPPE PEANO LINGUISTICO TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO LICEO ISTITUTO sede mezzi di trasporto accessibilità studenti disabili Via Andrea Doria, n 2

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI AD INDIRIZZO MUSICALE CHI SIAMO LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ARDIGO BELLANI DI MONZA E FORMATA DA DUE PLESSI : PLESSO ARDIGO : via Magellano, 42 PLESSO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D AREA DI GEOGRAFIA

PROGRAMMAZIONE D AREA DI GEOGRAFIA ALLEGATO N 2 AL VERBALE N. 1 PROGRAMMAZIONE D AREA DI GEOGRAFIA SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO TURISMO ANNO SCOLASTICO 2015-2016 IN STAMPATELLO BONALUMI ANTONELLA FIRMA Presezzo, 28 settembre 2015 Programmazione

Dettagli

4.1 Novità e caratteristiche

4.1 Novità e caratteristiche 34 4.1 Novità e caratteristiche Gli istituti professionali fanno parte a pieno titolo del sistema di istruzione assieme ai licei e agli istituti tecnici e si distinguono nettamente da questi ultimi, perché

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR) Prot. n. 4723/A01 Cassino 19 settembre2015 Ai docenti dell istituto comprensivo Loro sedi Atti Oggetto: indicazioni e chiarimenti in merito al POF 2015/16 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n.107/2015

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE PAOLO SAVI VITERBO MODERNI NELLA TRADIZIONE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING INDIRIZZO TURISMO ARTICOLAZIONE SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI ORIENTAMENTO SPORTIVO

Dettagli

P i a n A n n u a l e

P i a n A n n u a l e ISTITUTO COMPRENSIVO VADO - MONZUNO P i a n o A n n u a l e dell Inclusività ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Quadro di sintesi delle risorse a disposizione della scuola : Risorse di personale : Dirigente Scolastico,

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO DELLE SCIENZE UMANE (Potenziamento Linguistico - Antropologico) Il Liceo delle Scienze Umane completa la formazione umanistica con materie relative all area psicologica, sociale e formativa allo

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale

Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale Liceo statale delle Scienze umane A. Sanvitale Piazzale San Sepolcro, 4100 Parma Tel. 051/8176 Fax 051/0641 e-mail albertina@sanvitale.net Web www.sanvitale.net Dove siamo Sede: Piazzale San Sepolcro,

Dettagli

SCUOLA DEL PRIMO CICLO Il primo ciclo di istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado.

SCUOLA DEL PRIMO CICLO Il primo ciclo di istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. c) Compilazione del quadro sintetico riassuntivo d) Analisi dei dati a cura dei docenti e Funzione Strumentale e individuazione degli alunni a rischio e) Valutazione approfondita alunni a rischio entro

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO RESPONSABILE DEL PIANO La Dirigente scolastica Grassi Grazia RIELABORAZIONE DEL PIANO Dall Osso Silvia

Dettagli

Milano, 22/09/2015. Dirigente Scolastico Prof.ssa Angela Izzuti 15.15-16.15 GIOVEDI 1/10 16.15-17.15 14.15-15.15 15.15 16.15 VENERDI 2/10 16.15 17.

Milano, 22/09/2015. Dirigente Scolastico Prof.ssa Angela Izzuti 15.15-16.15 GIOVEDI 1/10 16.15-17.15 14.15-15.15 15.15 16.15 VENERDI 2/10 16.15 17. Circolare n. 14 A Docenti corsi diurni Oggetto: Consigli di Classe Sono convocati i Consigli di Classe, secondo il calendario allegato, con il seguente OdG 1. Andamento didattico disciplinare (per le classi

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015

ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI LANCIANO A.S. 2014-2015 RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE INTEGRAZIONE ED INCLUSIONE SCOLASTICA Prof.ssa Mariagrazia Mastrangelo Durante

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli LICEO DELLE SCIENZE UMANE ed OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE DI SANGANO Sez. associata del Liceo Scientifico Darwin di Rivoli via San Giorgio 10090 Sangano - TO - tel. 011 90 87 184. e-mail: darwin@liceodarwin.rivoli.to.it

Dettagli

ORGANIGRAMMA A.S. 2015-2016

ORGANIGRAMMA A.S. 2015-2016 I.I.S.S. LUIGI EINAUDI ISTITUTO TECNICO STATALE COMMERCIALE, TURISTICO E PER GEOMETRI Viale Paolo Borsellino, 20 74024 Manduria (TA) Centralino: Tel./Fax 099/9711152 ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE SERVIZI

Dettagli

9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15

9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15 9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15 CENTRO DI INFORMAZIONE E CONSULENZA (C.I.C.) Il servizio prevede la consultazione psicologica individuale aperta a tutte le componenti scolastiche:

Dettagli

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI

I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI I CORSI DI STUDIO I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto offre quattro diversi profili professionali: ENOGASTRONOMIA CUCINA SERVIZI DI SALA E DI VENDITA ENOGASTRONOMIA PROD. DOLCIARI ARTIGIANALI E INDUSTRIALI

Dettagli

Indirizzo Servizi socio sanitari

Indirizzo Servizi socio sanitari UNIONE EUROPEA R.A.S ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE I.P.S.A.A. e I.P.S.S.A.R. "DON DEODATO MELONI" SETTORE SERVIZI PER L AGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE E SERVIZI PER L ENOGASTRONOMIA E L OSPITALITA

Dettagli

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare,

La scuola dell infanzia è un ambiente educativo di esperienze concrete e di apprendimento riflessivo che integra le differenti forme del fare, ITALIA Introduzione La riforma del sistema italiano è stata oggetto di numerose discussioni e polemiche. La legge di riforma dell ordinamento varata nel 2000 è stata successivamente abrogata dal nuovo

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA. a.s. 2014/2015 CLASSE I I D

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA. a.s. 2014/2015 CLASSE I I D ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VERONESE MARCONI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA a.s. 2014/2015 CLASSE I I D Indirizzo Scientifico opzione Scienze Applicate COORDINATRICE: prof.ssa Serena Crivellari

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado F. Montanari di Mirandola PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA P.A.I. Anno scolastico 2014/2015

Scuola Secondaria di Primo Grado F. Montanari di Mirandola PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA P.A.I. Anno scolastico 2014/2015 Scuola Secondaria di Primo Grado F. Montanari di Mirandola PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA P.A.I. Anno scolastico 2014/2015 Nel piano annuale per l inclusività sono riassunti i principali dati inerenti

Dettagli

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità Circolare n. 31 del 24/09/2014 Inoltro telematico a fiis00300c@istruzione.it in data 24/09/2014 Pubblicazione sul sito web (sezione Circolari / Comunicazioni DS) in data 24/09/2014 OGGETTO: Presentazione

Dettagli

SERVIZI DI POTENZIAMENTO

SERVIZI DI POTENZIAMENTO SERVIZI DI POTENZIAMENTO PROGETTI DI ARRICCHIMENTO DELL'OFFERTA FORMATIVA RIVOLTI A TUTTI GLI STUDENTI Il nostro Istituto si caratterizza per una vasta offerta formativa fortemente improntata, come già

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico Prot. 4828/A22 Surbo, 25/09/2015 LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018 PREMESSA La Legge 107/2015 di Riforma del sistema nazionale di istruzione e

Dettagli