Parte l ampliamento dei porti turistici

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Parte l ampliamento dei porti turistici"

Transcript

1 di Federica Ameglio Turismo nautico Parte l ampliamento dei porti turistici Dappertutto, in Italia, si assiste alla crescita del turismo nautico, assecondata da interventi governativi, pianificazioni regionali e iniziative private. Merito, in parte, del leasing nautico e soprattutto della nuova legge per il riordino e il rilancio della nautica da diporto, che ha collocato questa forma di turismo in una nuova prospettiva, dandole la dignità di ramo economico capace di garantire interessanti profitti. Basta ricordare, per capirne l importanza, che questo settore ha tassi di crescita intorno al 10%, e che ogni darsena creata è in grado di generare dai 10 ai 20 nuovi posti di lavoro. Nel panorama delle nuove tipologie di turismo, poi, quello nautico è fra i più rappresentati in Italia, dove vanta un rapporto di un imbarcazione ogni circa 70 abitanti. Il diportista nautico, insomma, non è più un utente di servizi di nicchia, ma agisce in un mercato strategico per molte regioni o località della costa italiana, e per questo le sue esigenze meritano le dovute attenzioni. A oggi, però, l offerta di infrastrutture e di servizi risulta ancora inadeguata per la soddisfazione di questa specifica domanda turistica e dei suoi sviluppi potenziali. Secondo varie stime, infatti, sarebbero quasi le richieste di nuovi ormeggi, e i progetti in corso non sembrano in grado di soddisfarle tutte. La concorrenza e il paragone con le iniziative dei paesi vicini, come Francia e Croazia, poi, non può che spaventarci. La Croazia ha favorito massicciamente gli investimenti privati, e ha potenziato la fruibilità nautica di aree ad alto interesse naturale (come nel parco marino attrezzato di Brioni); mentre la Francia ha mobilitato i grandi gruppi immobiliari per avviare una cinquantina di nuovi progetti. Da noi, invece, l offerta di posti barca mostra ancora il limite di una diffusione a macchia di leopardo, con una forte concentrazione in alcune regioni e carenze storiche in altre. A esempio, mentre la Liguria può vantare un primato, con la sua recettività di oltre posti barca, la situazione è del tutto inadeguata in Sicilia, dove la mancanza di approdi pone problemi alla sicurezza della navigazione. Non dimentichiamo, poi, che sta crescendo la tendenza all acquisto di barche di grandi dimensioni, proprio quelle che la maggior parte dei nostri marina Da Trieste a Ventimiglia, le coste italiane si stanno popolando di nuove darsene e contemporaneamente si assiste a un ampliamento di quelle esistenti. Solovela ha voluto fare un quadro dettagliato delle iniziative avviate o da poco concluse, per i propri lettori. L importanza e la complessità dell argomento obbligano però ad alcune riflessioni non sono attrezzati ad accogliere. Senza contare, che la legge sulla nautica ha introdotto una nuova categoria di navi: gli yachts da diporto (imbarcazioni superiori ai 24 metri destinate esclusivamente al noleggio per finalità turistiche) che presto vorranno trovare spazi adeguati nei nostri porti. Per di più, la nostra legislazione in materia portuale è ancora estremamente contraddittoria, e il conferimento delle competenze sul demanio marittimo alle regioni ha generato differenze di regolamentazione sul territorio: ci sono regioni che hanno sfruttato la devolution per avviare una seria attività di potenziamento delle strutture dedicate alla nautica da diporto, e altre che hanno rivelato poca chiarezza negli intenti. Infine, bisogna fare i conti con la mancanza di fondi privati a supporto delle iniziative: in Sicilia, per esempio, le gare d appalto per la costruzione di due marina sono andate deserte. D altronde, le soluzioni per migliorare questo scenario e permettere una diffusione più equilibrata degli approdi ci sono già. Basterebbe utilizzare meglio gli strumenti esistenti e stimolare l attuazione dei progetti già avviati, eliminando gli intoppi burocratici e la mancanza di fondi che spesso fanno abortire molte idee. Proponiamo quindi alcuni suggerimenti: * prima di tutto, si dovrebbe costruire un quadro normativo di riferimento più chiaro in tema di porti turistici, e una precisa definizione dei limiti di competenza e delle funzioni operative connesse alla gestione del demanio marittimo e portuale. L attività legislativa in corso per la redazione del nuovo Codice sul diporto nautico potrebbe costituirne l occasione, in quanto dovrebbe comportare il coordinamento e l armonizzazione di tutte le normative relative alla materia della nautica da diporto; * sicuramente prioritario è anche evitare progetti faraonici che poi non riescono a decollare, o che comunque non sarebbero eco-sostenibili. Valga per tutte l esperienza del porto di Fiumicino, dove è stato necessario giungere a un ridimensionamento del programma originario per far partire i lavori, con conseguente allungamento dei tempi di realizzazione; * sarebbe inoltre auspicabile promuovere maggiori sinergie pubblico-private tramite forme innovative di finanziamento, come il project financing. Questo è, infatti, lo strumento ideale per finanziare, con il concorso di capitali prevalentemente o totalmente privati, infrastrutture di pubblica utilità. Esso si configura, in termini generali, come un operazione di credito (solitamente bancario) a favore di un soggetto promotore (a esempio, la società che ha conseguito l appalto dei lavori di costruzione e gestione di una darsena), in cui il rimborso del prestito è costituito dai ricavi che l infrastruttura stessa genererà una volta realizzata. D altra parte, il project financing è compatibile anche con la contemporanea erogazione di finanziamenti pubblici, com è avvenuto, ad esempio, in Francia e in Gran Bretagna (dove, proprio ricorrendo al project financing, sono stati realizzati il tunnel sotto la Manica o Eurodisney). In Italia se ne prevede già l adozione per la creazione di sei porti turistici in Campania e per l ampliamento delle strutture che ospitano il Salone Nautico di Genova; * andrebbero inoltre meglio impiegate le opportunità offerte dai fondi strutturali europei, soprattutto in Campania, Calabria e Puglia, regioni che, fino al 2013, continueranno a beneficiare degli aiuti dell Unione per le aree in ritardo economico. In Sicilia, grazie ai fondi comunitari, si prevede la realizzazione di oltre 3000 nuovi 30 31

2 posti barca entro il 2006; * infine, per trovare i fondi necessari alla creazione o all ampliamento dei porti turistici, le società gestrici potrebbero fare maggior ricorso a un articolo un po dimenticato, ma molto importante, della nuova legge sulla nautica: quello che permette alle darsene l emissione di quote azionarie che i diportisti possono acquistare. Queste azioni non costituiscono uno strumento finanziario, quindi il loro collocamento è molto facile e veloce, e non sono sottoposte ad alcuna fluttuazione di mercato. In pratica, chi acquista un azione diventa automaticamente socio del marina e, come tale, si assicura il diritto di usufruire del bene e dei servizi che la società mette a disposizione, con una sorta di diritto d uso perenne. CENSIMENTO DELLE INIZIATIVE Potrebbero essere circa 60 le strutture che saranno avviate o concluse entro i prossimi tre anni, determinando un incremento di circa posti barca. Molte iniziative sono state sostenute dal Governo attraverso propri strumenti, altre vedono le regioni o i comuni in prima linea nella realizzazione, ma determinante è anche l intervento dei privati. Con il progetto Cento Porti, il Ministero per le Infrastrutture ed i Trasporti aveva previsto investimenti per 2 miliardi di euro per creare una rete di approdi adeguati ogni venticinque miglia del territorio nazionale costiero. La mappatura delle strutture ricettive era già stata stilata a fine 2003, ma il piano attende ancora l avvio. Ha invece già prodotto i primi risultati l impegno del Ministero del Tesoro che, attraverso la propria finanziaria Sviluppo Italia, ha creato un apposita società: Italia Navigando Spa, con l obiettivo di valorizzare le località portuali turistiche e sostenere le regioni e gli enti locali nella creazione o ristrutturazione di darsene, riequilibrando l offerta delle diverse aree geografiche a beneficio del Mezzogiorno. A tale scopo, Italia Navigando ha promosso un progetto di creazione di una rete di 50 marina, 40 dei quali nel Centro-Sud, attraverso un programma di sviluppo su otto-nove anni con un investimento di almeno 600 milioni di euro nei primi sei. Le risorse sono state reperite tramite appositi stanziamenti deliberati dal CI- PE (Comitato Interministeriale per l Economia ed il Risparmio), ma non è escluso che nel futuro sia incoraggiato l ingresso di soggetti privati nel capitale della stessa Italia Navigando. Il piano prevede la realizzazione di alcuni porti turistici totalmente nuovi; ma buona parte del programma si concentra sulla ristrutturazione e/o l adeguamento funzionale di numerose strutture già esistenti. Il contributo economico di Italia Navigando non viene comunque elargito direttamente alle amministrazioni locali. Per ciascun porto turistico, infatti, Italia Navigando interviene (in partnership con operatori privati ed enti locali territoriali) fornendo i capitali necessari per costituire una società ad hoc, incaricata di realizzare ex novo o ampliare l infrastruttura portuale. Sarà questa stessa società che avrà il compito di gestire il porto turistico una volta completati i lavori. Italia Navigando è già intervenuta in un considerevole numero di progetti: fra le infrastrutture realizzate rientrano il porto di Capri, Villa Igiea a Palermo, Portisco, Teulada in Sardegna e Marina di Brindisi; altre iniziative (come quelle di Vigliena presso Napoli, di Fiumicino e di Procida) sono state recentemente avviate. Per una visione completa della situazione complessiva, comunque, analizziamo regione per regione i progetti pubblici e privati in corso di attuazione o recentemente conclusi, con l indicazione, dove è possibile, del numero di posti barca già agibili o in fase di creazione. LIGURIA E la Regione con maggior recettività, ed è stata anche la prima a dare attuazione (con il suo Piano della Costa del 2000) al passaggio delle competenze in tema d utilizzazione del demanio marittimo, permettendo un discreto adeguamento e sviluppo del sistema della propria portualità turistica. Il Piano della Costa prevedeva un incremento di posti barca, da attuarsi prioritariamente attraverso il riutilizzo dei bacini dimessi o l ampliamento e l adeguamento dei porti esistenti. Gli interventi già in corso o conclusi sono stati fatti in parte con finanziamenti pubblici, in parte con investimenti privati. A esempio, i 300 posti (che potranno anche diventare 360) previsti a San Lorenzo al Mare saranno realizzati dal Comune, e accoglieranno barche fino a 20 metri. I lavori sono iniziati nel marzo 2004 e se ne prevede il completamento entro 3 anni. Un investimento privato di tutto riguardo (65 milioni di Euro) è invece quello destinato al Marina di Varazze, che sorgerà nell insenatura tra Punta Aspera e Punta della Mola. Le opere a mare prevedono la costruzione di una banchina alla quale si ancoreranno tre diversi tipi di pontili principali fissi, con altri trasversali per l ormeggio di barche tra i 10 e i 30 metri disposti ad anfiteatro, e di due dighe foranee. I lavori sono già iniziati e la conclusione è stimata entro il Sempre in corso anche i lavori d ampliamento del porto di Loano per elevarne la capienza a posti barca. Già conclusi invece i lavori al porticciolo di Marina di Andora, situato a est dell abitato, lavori che hanno portato alla costruzione di un molo di sottoflutto che ha permesso di aprire una nuova darsena con quattro pontili galleggianti. Conclusi anche i lavori di Marina Aregai a Porto S.Stefano. Il porto è agibile, anche se sono ancora in corso alcuni lavori di completamento. Fra i progetti ancora in fase d approvazione, invece, c è quello del porto di Finale, LIGURIA Queste le previsioni di massima degli incrementi ammessi dal Piano della portualità della Regione Liguria riferiti al 2003: Porto Stato attuale Previsioni di massima Stato finale Ventimiglia Bordighera San Lorenzo Porto Maurizio Diano Marina Andora Alassio Alberga Loano Finale Ligure Noli - Spotorno Vado Ligure Albisola Varazze Arenzano Genova Voltri/Pra/Pegli Genova Sestri Ponente Santa Margherita Ligure Moneglia Le Grazie La Spezia - Mirabello Pertusola Sopra, Marina di Porto Antico a Genova. In questa immagine, la darsena dell area fieristica del capoluogo ligure Da sopra in senso antiorario, Imperia Porto Maurizio, Andora, Diano Marina, il vecchio porticciolo di Loano, e Finale Ligure mentre è fermo al momento il maxi-progetto del marina turistico d Imperia, esaminato il 23 luglio 2003 da una commissione ad hoc, dopo il visto in consiglio comunale. A oggi, il passaggio alla fase attuativa appare ancora lontano, soprattutto per la complessità dell opera (circa 1000 posti barca). La creazione di un porto turistico nel tratto costiero sottostante il centro storico di Ventimiglia è anch essa in fase di progetto; mentre è già stata avviata la procedura per l ampliamento del porto a Bordighera. Si prevede, inoltre, di creare un porticciolo turistico al confine tra i Comuni di Savona e Albisola Marina ed è già stato elaborato un progetto per Alassio. Esiste inoltre una proposta di una società privata per la costruzione di un porto turistico su un area di 12 ettari nel territorio compreso tra i comuni di Noli e Spotorno. Dell ampliamento dovrà occuparsi Gestioni Municipali Spa, società controllata dal Comune di Diano Marina. Sulla riviera opposta, invece, la necessità di realizzare, per motivi di sicurezza della navigazione, un porto turistico nel tratto di costa tra Sestri Levante e Portovenere si scontra con la conformazione dei fondali e con la necessità di salvaguardare le caratteristiche delle Cinque Terre, paesi dalla tradizione spiccatamente balneare piuttosto che nautica. Infine, tra gli interventi a sostegno del Salone Nautico, è previsto il raddoppio del porticciolo utilizzato in occasione della Fiera a Genova, con un investimento di 26 milioni solo per le opere a mare

3 Marina di Carrara. A destra, Viareggio. Sotto, Marina Cala de Medici MARINA SAN ROCCO Marina di Campo. Sotto, Marina di Grosseto Marina di San Rocco ricade nel piano di ampliamento delle strutture portuali che si sta attuando in Italia da alcuni anni. Moderno e costruito facendo esperienza di quanto già realizzato in fatto di marine private, la Marina di San Rocco è tra le più moderne strutture di questo tipo della Toscana e sicuramente una delle più belle. La sua posizione è strategica. Uscendo dal porto si possono facilmente raggiungere TOSCANA Il bilancio della Toscana, che già nel 1997 si era dotata di un piano per i porti turistici, può essere considerato discreto, viste le infrastrutture entrate da poco in servizio o che stanno per essere completate. Emerge però la necessità di migliorare la qualità delle strutture con più anni alle spalle, trasformando anche gli ormeggi sparsi lungo la costa in porti e approdi per far fronte alla domanda sempre crescente, soprattutto nei mesi estivi. L intervento più rilevante, oramai quasi ultimato, è oggi quello del Marina di Cala de Medici a Rosignano, a metà strada tra Viareggio e Punta Ala, che ha già avviato l attività nel 2003, quattro anni dopo l inizio dei lavori. A oggi la struttura richiede ancora alcuni completamenti (da concludersi entro l anno) che non impediscono l agibilità del porto; e la società concessionaria (in maggioranza della pisana Teseco, con una partecipazione isole quali l Elba, la Capraia, Giannutri e Giglio, senza dimenticare la costa che si estende a sud e nord del marina che già di per sé stessa è motivo sufficiente per visitare il marina stesso. Il porto della Maremma, come è anche conosciuto il Marina di San Rocco, è altresì la porta a questa terra meravigliosa dal grande interesse archeologico e culturale. Qui, borghi medioevali, monasteri, abbazie e siti archeologici, si uniscono alle bellezze della natura dei parchi, le grandi pinete che costeggiano il mare, le spiaggie lunghissime e sempre pulite. Dati tecnici Coordinate Porto - Lat Nord Long Est Posti barca 561 (di cui 56 al transito) Lunghezza massima 14 metri Profondità in banchina 2,5 metri Profondità imboccatura 3,0 metri Ormeggio corpo morto Tipo di fondale Sabbia Vento di traversia III e IV quadrante Contatti: tel web: Fiat) ha già venduto molti dei 650 posti totali previsti, la maggior parte dei quali per barche superiori ai 10 metri. Ultimati anche i lavori di rifinitura del Porto canale di Scarlino, aperto all ormeggio dall agosto La capacità recettiva ha raggiunto ora i massimi valori progettuali di circa 1000 posti barca. Fra i lavori conclusi dal 2003, figura anche il Marina di San Rocco a Marina di Grosseto, con 560 posti barca. In particolare, presso questa darsena è stata offerta la possibilità di prolungare il periodo d utilizzo del posto da 30 a 60 anni con una minima spesa. Anche il piccolo porto di Marina di Campo (Isola d Elba) ha subito lavori d adeguamento conclusi nel 2003, mentre un ampio progetto di sviluppo portuale è previsto per il porto turistico di Marina di Carrara. Infatti, l Autorità portuale ha redatto un nuovo piano regolatore che prevede (oltre a un nuovo bacino destinato al traffico commerciale) un ampliamento della zona destinata al diporto, con un aumento dagli attuali 250 a 1400 ormeggi. A Livorno, la riqualificazione urbana va di pari passo con nuove strutture portuali e cantieristiche, che la Azimut-Benetti si appresta a realizzare, dopo aver acquistato la proprietà dei cantieri Orlando nonché la quota di maggioranza nella Società Porta a Mare che dovrà gestire la riqualificazione di tutta la zona del Porto mediceo (l altro socio è il Comune di Livorno). E previsto un investimento di 75 milioni di euro. Fra i progetti ancora da stendere, infine, l ampliamento di Marina di Salivoli a Piombino (il marina ha iniziato la sua attività nel 2001) e del porto di Castiglione della Pescaia. Riva di Traiano. A destra, Ostia. Sotto, Fiumara Sperlonga. Sopra, il marina Flavio Gioia a Gaeta LAZIO La costa laziale offre già una buona disponibilità di porti e approdi, ma anche qui non mancano iniziative, con progettualità pubblica e privata, essenzialmente mirate all ampliamento o alla ristrutturazione delle infrastrutture già esistenti. La Regione ha affidato all Università il compito di effettuare una ricerca sul quadro d insieme delle infrastrutture portuali. Prendendo le mosse dallo studio effettuato, molti progetti sono stati promossi e portati avanti, altri sono stati variati o abbandonati. Tra le opere più ambiziose e urgenti (per garantire un approdo turistico nel tratto che va da Civitavecchia all Argentario) c è quella del porto turistico di Tarquinia, che la società Martana Srl vorrebbe realizzare alla foce del fiume Marta, e che dovrebbe essere costituito da due darsene interne collegate al mare attraverso il fiume per un totale di circa posti barca. Il disegno ha già ricevuto l approvazione dal Comune di Tarquinia e della Regione Lazio. Fra le iniziative portate avanti da Italia Navigando, invece, rientrano i lavori per la costruzione del Marina di Fiumicino, che cominceranno alla fine del 2004, dopo che un precedente progetto era stato bocciato (ridimensionamento a 2000 posti dai 5000 originari). Anche la creazione del nuovo porto di Anzio avverrà tramite Italia Navigando, che ha deciso di acquistare il 49% della Capo D Anzio Spa (il restante 51% è del Comune di Anzio). I posti barca previsti sono circa , e si otterranno mediante la trasformazione del bacino esistente e l allungamento dell attuale diga foranea. Sta inoltre procedendo l iter di valutazione dell impatto ambientale per il porto di Ostia, un iniziativa presentata da una società privata che prevede un nuovo porto turistico di 800 posti barca. Un progetto è stato presentato anche per far fronte alla forte richiesta di posti barca a Ladispoli dove, in assenza di porto turistico, le numerose imbarcazioni da diporto (fino a 8 m di lunghezza) vengono alate e varate sulle spiagge del litorale comunale. Sempre presso Roma, a Fiumara Grande (Porto Romano) è terminata la costruzione di una banchina di transito interamente in legno per imbarcazioni sino a 50 metri di lunghezza e 3,50 di pescaggio, che completa i 200 posti barca attualmente disponibili. Sempre per l ormeggio d imbarcazioni fino a 50 metri di lunghezza, una nuova banchina è a disposizione dal 1 giugno 2004 presso la base nautica Flavio Gioia a Gaeta. Di più difficile attuazione, sia per i vincoli ambientali che per la conformazione dei fondali, è l ampliamento dell approdo turistico a Sperlonga. Un progetto per creare un bacino esterno, localizzato nella zona antistante la Torre Truglia e in parte sulla spiaggia di Sperlonga, era stato presentato dal Comune. Fra le iniziative non realizzate per il parere contrario della Protezione Civile, rientra quella sostenuta sia dalle Amministrazioni locali (Comuni di Latina e Sabaudia e 34 35

4 Provincia di Latina), che da imprenditori privati, nella località di Rio Martino, fra i porti di Nettuno e del Circeo. Mai realizzato è anche un progetto di porto turistico e peschereccio per circa 600 posti barca presso la foce del fiume Fiora (Montalto di Castro). Anche la richiesta avanzata da una società privata per la messa in opera di un porto turistico con capacità ricettiva di 320 imbarcazioni a S.Severa, non ha avuto accoglienza favorevole. Determinante è stata l opposizione della Sovrintendenza ai Beni Ambientali. Infine, l ampliamento del porto di Civitavecchia imporrà l eliminazione di alcuni approdi che adesso accolgono circa 250 imbarcazioni da diporto per lo più utilizzate da residenti. Per predisporre ormeggi alternativi, il Comune di Civitavecchia propone la realizzazione di due piccoli approdi (da collocare nelle località di Molo Matteuzzi e la Frasca) con una ricettività complessiva di circa 400 posti barca. LA COSTA CAMPANA Questi i comuni interessati dal progetto integrato della portualità turistica della Regione Campania: Vibonati, Ispani, San Giovanni a Piro, Sapri (due progetti), Salerno, Serrara Fontana, Forio, Casamicciola, Meta, Vico Equense, Sant Agnello, Piana di Sorrento (due progetti), Torre Annunziata, Castellammare di Stabia, Portici, Torre del Greco (due progetti), Castel Volturno. Mergellina a Napoli. A destra, Maiori sulla Costiera amalfitana. Sotto, Castellammare di Stabbia CAMPANIA E uno dei luoghi in cui l attività progettuale è più dinamica. Infatti, la Regione è intervenuta con un proprio Progetto Integrato, che si pone come obiettivo la riqualificazione e il potenziamento del sistema portuale turistico. A oggi, sono stati approvati i progetti e i relativi finanziamenti per venti interventi: si tratta di un investimento complessivo di circa 105 milioni di euro, fra cui 36,5 provenienti da fondi della Regione, 31,7 da altri fondi pubblici (Comuni e Autorità portuali) e 36,8 da capitali privati. Entro il 2006 saranno avviati tutti i lavori ed entro il 2008 la Campania sarà in grado di offrire almeno 1000 nuovi posti barca. Fra i lavori già avviati figurano quelli del Marina di Stabia presso Napoli (più di posti barca, agibili entro ottobre 2005). Un cantiere aperto da tempo è anche quello di Pozzuoli, dove dovrebbe nascere un nuovo approdo per il diporto e i traghetti. Avrà 400 posti barca, finanziati con 20 milioni di euro provenienti dalla legge speciale post-terremoto e con fondi dell Unione europea. I lavori, che comportano un allungamento del molo esistente, procedono con circospezione per la necessità di effettuare di pari passo i saggi archeologici, obbligatori in un territorio ricco di reperti sommersi come quello antistante Pozzuoli. Segna il passo, invece, il Piano per la risistemazione del porto di Napoli, un intervento che dovrebbe anche riguardare la riqualificazione del porticciolo di Mergellina (si attendono da qualche anno i pontili galleggianti per ormeggiare i grandi yachts) e la realizzazione del porto turistico nell area ex-italsider della zona di Bagnoli. Parallelamente, Italia Navigando ha avviato i lavori per la costruzione del marina di Vigliena presso Napoli, e ha individuato in Acropoli il sito in cui poter realizzare un porto da posti, mentre Procida Navigando (società controllata sempre da Italia Navigando) ha terminato una prima tranche di lavori per il porto Sancho Cattolico, dove molti dei 470 nuovi posti barca previsti saranno riservati alle imbarcazioni di grande stazza. Fra le opere già concluse invece rientra il porto di Maiori inaugurato nel mese d aprile, scalo atteso da oltre dieci anni, con 2 pontili galleggianti per l ormeggio delle imbarcazioni e circa 150 posti barca, tra cui quelli per i pescatori. Il marina di Tropea CALABRIA La Calabria è fra le regioni che richiedono il più accurato impegno, vista la lunghezza delle sue coste, attualmente povere d approdi per i diportisti. D intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la Regione ha elaborato, già nel 2002, un accordo di programma-quadro per le infrastrutture di trasporto, in cui ampio spazio è dedicato al miglioramento delle strutture portuali esistenti, con una specifica attenzione anche per le esigenze della portualità turistica. Per l attuazione di questo programma, i cui cantieri sono però ancora tutti da avviare, sono state stanziate risorse tramite il trasferimento di fondi statali e interventi di privati. Sono oramai divenuti esecutivi i progetti dei nuovi porti turistici di Porto Paola, di Porto Trebisacce e Porto Diamante, e quello di completamento del porto turistico di Cetraro e di Bova Marina. Conclusa anche la progettazione di un nuovo porto turistico a Lamezia Terme e del completamento del porto turistico di Bagnara Calabra, mentre altri proget- ti sono in elaborazione a Pizzo Calabro (nuovo porto), ad Amantea (adeguamento del porto turistico esistente) a Rossano, a Porto Nicotera e a Satriano. Altri studi riguardano i porti turistici di Catanzaro Lido, Ricardi, Scalea e Reggio Calabria. Uno studio di fattibilità è stato fatto anche per l approdo di Bonifati e per il completamento del porto turistico a Cariati. Due progetti sono stati approvati per completare le strutture dei due porti rifugio di Porto Palmi e di Porto Scilla, mentre altri progetti preliminari sono stati stesi per Crotone (costruzione banchine, darsene e relativi piazzali ed escavazione dei fondali per il porto nuovo, nonché prolungamento del molo foraneo del porto vecchio). Spicca invece fra le strutture realizzate il porto di Tropea, atteso da anni. Sono in corso i lavori di ultimazione, ma le strutture esistenti permettono già dal 2003 un ormeggio sicuro a 60 barche di lunghezza fino a 25 metri

5 Sopra, Portorotondo. A destra, dall alto, Calasetta e Carloforte sull isola di S.Pietro In alto, Cala Gavetta alla Maddalena. Qui sopra, Marina di Portisco In alto a destra, S.Maria Navarrese. Qui, Cala Gonone SARDEGNA Aumentare i posti barca è un impegno che la Regione Sardegna ha preso sul serio, prevedendo ingenti investimenti per rispondere alla crescita esponenziale di domande da parte dei diportisti. Nel marzo 2004 è stata promossa la gara per l appalto dei lavori di completamento del porto turistico di Cannigione (Arzachena), e a Golfo Aranci la collaborazione fra settore privato e Regione ha condotto alla progettazione di un nuovo porto turistico, che si affiancherà al porto commerciale. La struttura sarà aperta tutto l anno e offrirà 620 posti barca. Anche le iniziative comunali non mancano: il Piano urbanistico comunale di Gairo prevede la nascita di un nuovo porto turistico come motore di sviluppo; mentre a Su Birboni sorgerà una struttura per la nautica da diporto in alternativa al complesso Arbatax-Santa Maria Navarrese. Cantieri aperti anche nei porti commerciali di Cagliari e Olbia, che dovrebbero in poco tempo offrire 2000 nuovi posti barca, ed entro i prossimi sette anni saranno completate le strutture pubbliche di Cala Gonone, Carloforte, Bosa, Calasetta e forse anche La Maddalena. Inoltre, grazie alla creazione di una società mista pubblico-privata (in cui agisce anche Italia Navigando) è giunta a conclusione la costruzione del primo lotto del porto turistico di Teulada. Ora il porto ha una capienza di 150 posti barca, ma presto partiranno altri lavori destinati ad aumentare la ricettività e a dotare di negozi e servizi la struttura. Appartiene invece a un consorzio interamente privato il Marina di Portisco, che ha subito fra il 2000 e il 2003 ingenti ampliamenti, e oggi offre fino a oltre 540 posti. Infine, a Porto Rotondo la messa a disposizione di 8 nuovi posti barca per super yacht (oltre 40 metri) ha coinciso con l ampliamento dei locali per lo Yacht Club. SICILIA La Regione Sicilia è in assoluto quella che richiede un nuovo assetto in materia di porti e approdi. Nel 2003 la Regione ha costituito un Ufficio speciale per la programmazione dei porti turistici, che ha elaborato un Piano di sviluppo della nautica da diporto proprio per migliorare la recettività delle coste, con interventi che dovrebbero portare alla creazione di circa 3000 nuovi posti (oggi sono circa 8900). Purtroppo si dovranno rifare le gare per l appalto dell intervento nel porto turistico di Marina di Ragusa (990 posti barca) e a Porto Palo di Menfi (150 posti barca), andate deserte per la mancanza d interesse dei privati, sebbene la Regione avesse offerto la copertura del 50% dei costi, stanziando 34 milioni di euro per Ragusa e 9 milioni per Menfi. Altre difficoltà sono state incontrate nell avvio dei lavori al porto turistico di Balestrate (circa 100 nuovi posti barca) dove è previsto un finanziamento da parte dell Unione Europea di circa 5 milioni di euro. Invece, la gara d appalto per realizzare circa 200 posti barca nel porto di Sant Erasmo a Palermo si è chiusa recentemente, e si stanno esaminando le offerte per affidare la costruzione e la gestione del nuovo porto turistico da 200 posti (stanziati 5 milioni di fondi pubblici). A Lampedusa, grazie a un intervento pubblico pari a 4 milioni di euro, è stato stipulato a marzo il contratto con l impresa che realizzerà le infrastrutture di ampliamento del porto. A Santa Marina di Salina (Isole Eolie), sono già in fase avanzata i lavori di creazione della darsena turistica, grazie all importo di 3 milioni di euro stanziato dalla Regione per la realizzazione di circa 100 ulteriori posti barca. Il banchinamento di riva è completato, ed è in fase di progettazione il nuovo molo di sottoflutto e il prolungamento della diga foranea. Intanto, a Catania, l Au- L isola di Stromboli Sopra da sinistra, la darsena turistica a S.Marina di Salina; la planimetria e la foto del marina del Nettuno a Messina Fossa del Gallo a nord di Palermo Planimetria e foto di Balestrate A sinistra e sopra il nuovo marina di Riposto. Sotto, Porto Ulisse a Catania 38 39

6 A destra, il porto grande di Siracusa. Sotto, Marina di Ragusa Sopra, le planimetrie di Porto Palo di Menfi e Licata. A lato, il porto di Pantelleria torità portuale ha messo a punto un piano di recupero del water front cittadino, in cui sono contemplati un porto turistico e una serie d ormeggi per megayachts, e a Siracusa sta prendendo corpo il progetto di recupero della zona vecchia della città, che prevede un porto turistico con circa 600 posti barca. In arrivo anche un porticciolo turistico a Capo D Orlando: grazie a 2 milioni di euro investiti da Italia Navigando, i lavori sono già in corso. Fra gli interventi conclusi spicca la creazione di un porto turistico (380 posti) già perfettamente funzionante a Riposto (a metà strada tra l aeroporto di Catania e Taormina), anche se sono ancora in corso alcuni lavori per il prolungamento del molo di sottoflutto e la costruzione di un pennello antirisacca. A Messina il Marina del Nettuno, di recente costruzione (inaugurato il 20 giugno 1998) ha in progetto di realizzare circa 140 ulteriori posti rispetto ai 160 esistenti Lampedusa (stanziamento pubblico previsto: 3 milioni di euro). Sono ancora ferme invece le iniziative per il completamento del porto a S.Agata di Militello (ora le imbarcazioni da diporto trovano ormeggio in un piccolo tratto di banchina di riva, insufficiente a soddisfare la domanda) e a Stromboli Ficogrande, dove il molo, adesso in rovina, attende la ristrutturazione secondo un progetto d iniziativa comunale. Progetti di porti turistici d iniziativa privata sono stati presentati per un porto turistico a Licata (ora adibito soltanto a porto peschereccio), a Villagonia (Taormina) e a S. Alessio Siculo. Inseriti nei programmi d aiuto comunitario sono inoltre il progetto di completamento del porto turistico S.Nicola L Arena (Trabia), Pantelleria, (circa 300 ulteriori posti barca) e Fossa del Gallo (fuori Palermo). In quest ultimo approdo, il completamento delle opere di difesa dal mare permetterà di creare 140 posti barca. PUGLIA Nella Regione Puglia l incremento della portualità turistica è un esigenza avvertita particolarmente sia dai turisti italiani che stranieri, in cerca d approdi per il successivo salto verso la Grecia o la Croazia. La domanda di almeno altri posti barca in più rispetto ai circa già esistenti sta ora lentamente trovando soddisfazione, grazie a molte iniziative pubbliche e private. Oltre al Marina Bocca di Puglia a Brindisi, realizzato nel 2003, che è già in grado di ospitare fino a 640 barche tra i 6 e 35 metri, Italia Navigando ha redatto un progetto preliminare anche per la realizzazione di un nuovo porto turistico a Gallipoli, dove una parziale riconversione del porto mercantile sarà in grado di ospitare barche in due insediamenti articolati all interno dello scalo. L approvazione del Comune c è già, e il progetto è ora all esame degli organi competenti. L interesse di Italia Navigando è anche servito per la conclusione dell iniziativa promossa a Vieste, con la creazione di 600 nuovi posti barca. Anche la Regione e gli enti locali hanno portato avanti varie iniziative: a Bisceglie la Bisceglie Approdi Srl (controllata dal Comune) ha appena reso operativo un porto da 480 posti barca, mentre nell ambito del Piano dei trasporti, approvato dalla Regione, è stata avviata la fase finale di realizzazione del porto turistico di Otranto, dove sono stati già resi disponibili 30 nuovi posti barca. Fra gli interventi statali previsti nel porto di Taranto, inoltre, figura anche la realizzazione di una darsena a ovest del molo sporgente. Lavori di ristrutturazione sono inoltre in previsione a Trani (500 posti) per il consolidamento della banchina S. Teresa, e altri sono attualmente in corso a Molfetta (200 posti), dove si sta procedendo al radicamento a terra e all ampliamento della diga antemurale. A S.Foca di Meledugno sono stati realizzati 500 nuovi posti barca prolungando il molo del porticciolo esistente e aggiungendo nuovi pontili. Invece non si sa più nulla, al momento, del progetto di un nuovo porto turistico a Bari, e di quello di Torre Mileto (Comune di Sannicandro Garganico) che doveva essere costruito in corrispondenza del promontorio roccioso a nord dei laghi costieri di Varano e di Lesina, in una località particolarmente indicata per la ridotta distanza dalle isole Tremiti. Un accurato studio delle potenzialità del piano aveva mostrato una capacità ricettiva pari a circa 350 imbarcazioni di lunghezza compresa fra 6,5 e 25 metri. Sopra, Taranto. Gallipoli. A destra, Otranto Sopra e a sinistra due immagini di Trani. Sotto, l area portuale di Bari 40 41

7 ABRUZZO E MOLISE Le due regioni hanno fatto molto e continuano a essere impegnate nella portualità turistica, ma le coste sabbiose causano spesso difficoltà di progettazione, e la necessità di tenere sgomberi i canali d accesso impone frequenti lavori di dragaggio. In Abruzzo, attraverso il progetto Sicora, è in corso di creazione un database completo delle coste regionali per favorire azioni di sostegno ai comuni nella realizzazione di opere di difesa costiera e attività di pianificazione. Inoltre, per favorire il miglioramento dei trasporti marittimi, sempre in Abruzzo è previsto un progetto volto a impedire l attuale sovrapposizione di attività turistiche e commerciali nel porto di Vasto; mentre nel Marina di Pescara sono in corso lavori per la realizzazione del nuovo molo di levante e di nuove banchine esternamente al primo braccio della diga foranea. Infine, in corrispondenza della foce del fiume Tronto, è iniziata nel 2000 la costruzione un porticciolo per la piccola pesca e per il diporto. In Molise, esiste un progetto, peraltro molto contrastato dagli ambientalisti, d inserimen- Foce del Tronto Sopra due immagini di Vasto Punta Penna. A destra dall alto, il porto turistico di Pescara, e Termoli to di nuove banchine adibite al diporto nel porto di Termoli. Sempre in Molise, In questi ultimi tempi è stato approvato definitivamente il progetto di un porto nel Comune di Montenero di Biscaccia. MARCHE Sebbene le Marche siano interessate da un intensa attività progettuale nel campo della portualità (ingenti fondi sono stati destinati ai porti di Ancona, Civitanova e Senigallia nell ambito del cosiddetto Corridoio Adriatico ), pochi appaiono i progetti per la nautica da diporto, anche se l apertura del Marina dei Cesari a Fano, inaugurato nel 2003 a tempo di record, rendendo subito disponibili i primi 150 posti barca (oggi può ospitare oltre 500 unità dai 6 ai 30 m di lunghezza con pescaggio massimo di 3,5 m.) ha incrementato la recettività della regione. Un progetto di nuova darsena turistica esiste per il porto di Ancona, dove peraltro già opera il Marina Dorica, nato nel Infine, è di recente realizzazione la darsena turistica di S.Benedetto del Tronto, situata a sud dello scalo d alaggio. Sopra, il porto di Fano. A destra, Senigallia Civitanova il porto di Ancona e, a lato, il Marina Dorica sempre ad Ancona. Sotto, S.Benedetto del Tronto ITALIA NAVIGANDO Italia Navigando, società del gruppo Sviluppo Italia, sta costituendo una rete di porti turistici che, al termine di un programma della durata di nove anni, sarà composta da cinquanta porti, per la maggior parte collocati al sud. Lo scopo è quello di creare nuovi posti barca sia per la nautica maggiore, che per quella minore e fissare uno standard di servizi che possa attrarre anche il turismo nautico internazionale. La società a capitale pubblico è guidata dall Ingegnere Renato Marconi che abbiamo intervistato. Sino all ultimo salone di Genova, si sentiva parlare poco di Italia Navigando, ora invece si comincia a leggere di voi sia sulle riviste di settore, sia nei quotidiani, cosa è successo? Non volendo parlare solo di quello che avremmo fatto, abbiamo atteso di avere le prime cose concrete da mostrare. Ora, dopo un anno e mezzo di lavoro, il nostro progetto comincia a segnare i primi risultati e quindi se ne può parlare. Ing. Renato Marconi, amministratore delegato di Italia Navigando State costruendo una rete di porti; quali vantaggi otterrà il diportista italiano, quello che naviga con la sua barca a vela d estate lungo le nostre coste? Nel Meridione esistono molte piccole strutture che con le loro sole forze difficilmente riusciranno ad ampliarsi; l intervento di Italia Navigando, permette a queste realtà di crescere, organizzarsi e rendersi visibili attraverso il network che stiamo creando. Dal punto di vista del diportista il vantaggio sarà quello di poter navigare di porto in porto sapendo già quale saranno i servizi che troverà una volta a terra. Avrà la possibilità di prenotare il posto barca con anticipo, di poter contattare una struttura molto organizzata per avere informazioni immediate sulla disponibilità di posti barca, sulle condizioni meteo nella zona d arrivo, o semplicemente, per chiedere quale rotta è preferibile seguire per raggiungere il porto, meta della navigazione. I porti della rete sono di vostra proprietà? Solo una piccola percentuale, nella maggior parte dei casi entriamo nella compagine societaria. A volte acquisendo la maggioranza e a volte limitandoci a pacchetti di minoranza. Nella rete entrano solo porti già esistenti e funzionanti o ne costruirete di nuovi? Alcuni porti, come a esempio quello di Fiumicino a Roma, verranno costruiti partendo da zero, in molte altre situazioni ci saranno delle ristrutturazioni, ampliamenti o riqualificazioni. Nessuna realtà, comunque, rimarrà quale è. nella maggior parte dei casi entriamo nella compagine societaria Italia Navigando è una società a capitale pubblico, questo implica il fatto che cercherete di calmierare i prezzi dei posti barca? La nostra è una società a capitale pubblico che opera come le società a capitale privato e, come queste, ha lo scopo di generare profitti. Inoltre non è nostro interesse fare concorrenza ai porti che sono al di fuori della rete, perciò i prezzi dei nostri posti barca saranno quelli di mercato. Certamente aumentando i posti disponibili, i loro prezzi diminuiranno. Molte delle strutture che voi state riqualificando o costruendo, sono situate in zone dove non c è un numero di barche sufficiente a far pensare che queste possano lavorare al di fuori del breve periodo estivo. E vero, infatti, la destagionalizzazione dei porti è tra i nostri obbiettivi primari. Stiamo lavorando per cercare di far sì che un certo numero di diportisti rimangano nel porto per tutto l anno. Per raggiungere questo obbietivo cosa state facendo? Da una parte organizzeremo delle manifestazioni ed eventi in collaborazione con le autorità locali per attrarre diportisti anche in periodi di bassa stagione, dall altra stiamo favorendo l acquisto di un certo numero di posti barca, come abbiamo fatto, a esempio, a Portisco. Qui abbiamo favorito l ac

8 L area turistica del porto di Rimini e, sotto, un particolare del suo piazzale EMILIA ROMAGNA I 130 km del litorale emiliano-romagnolo, in base ai dati di un indagine condotta per l osservatorio turistico regionale, non sembrano richiedere grandi interventi. Infatti, la Regione ha portato avanti, a partire dal 2000, un intenso programma nel settore della portualità turistica, e gli oltre posti barca sono stati in buona parte rinnovati o ultimati negli ultimi due anni. Si avverte però il bisogno di un aumento dei servizi di alaggio e rimessaggio, secondo quanto affermato recentemente dall assessore regionale al turismo Guido Pasi. Dopo molti anni di lavori è stato inaugurato nel 2002 il porto di Marina di Rimini (700 imbarcazioni) e di recente costruzione è anche la seconda darsena del Porto Verde di Misano Adriatico (350 posti). Queste darsene sono in grado di ospitare barche superiori ai 25 metri. A Marina di Ravenna, il porto turistico internazionale Marinara (situato tra la diga foranea sud e il molo sud del canale Baiona), è già in parte operativo e, una volta ultimato, sarà in grado di ospitare oltre 1200 barche fino a 36 metri. Al momento sono già disponibili circa 500 ormeggi, gestiti dai circoli velici locali. Inoltre, sono in corso i lavori di costruzione di case e villette, cantieri navali e rimessaggi invernali. Infine, nel porto di Goro (porto peschereccio) è stata realizzata di recente una struttura turistica fornita di pontili galleggianti gestiti dal Club Goronautica (124 posti barca da 6 a 12 metri). Da sinistra, Goro, Ravenna e Misano adriatico LA RETE OGGI quisto di posti barca da parte di diportisti locali, attraverso una politica di prezzi scontati. Cercherete di portare anche turismo nautico dal nord Europa? Dal nord Europa e non solo. La rete prevede una serie di porti principali, una sorta di snodi nautici, molti vicini ad aeroporti,che possano essere raggiunti facilmente dall estero. In questi cercheremo di facilitare l arrivo e la permanenza di diportisti stranieri. Nell ambito di queste iniziative, abbiamo chiuso, proprio nei giorni scorsi e lo ratificheremo a Dusseldorf a gennaio, un accordo con l Adac, l Automobil Club tedesco che è anche la più grande associazione di diportisti in Europa. L Adac si è impegnata a rendere visibile la rete di Italia Navigando sul loro materiale pubblicitario e nei loro siti web, in cambio, Italia Navigando, garantirà uno sconto del 10% e un assistenza particolare ai diportisti tedeschi. Oltre l accordo con l Adac, stiamo dialogando con diverse compagnie aeree per facilitare l arrivo dei turisti in questi porti. I porti che sono interessati dalla rete sono quasi tutti situati in zone particolarmente interessanti per il charter nautico, state facendo qualcosa per favorire le società di charter? Dopo alcuni malintesi con le società di noleggio che ci vedevano come un ostacolo alla loro attività, abbiamo iniziato a collaborare insieme. Già sono stati fatti quattro contratti con altrettante società. Queste utilizzeranno i posti barca dei nostri marina a prezzi scontati nei giorni in cui cambiano gli equipaggi.negli altri giorni saranno a disposizione dei nostri clienti. In questo modo riusciremo a ottimizzare l utilizzo dei posti barca. Sempre nel campo del charter, insieme a Sviluppo Italia, stiamo studiando la possibilità di fare un consorzio di società di charter per poterle meglio sponsorizzare. stiamo studiando la possibilità di fare un consorzio di società di charter A cosa è dovuto questo vostro interessamento alle società di charter? Sviluppo Italia, ha finanziato molte di queste società per l acquisto delle barche, e dai controlli fatti su chi ha beneficiato dei finanziamenti, è emerso che sono realtà troppo piccole per riuscire a contrastare la concorrenza delle società estere; da qui la necessità di consorziarle per dargli maggior peso all interno del mercato e far sì che non siano più obbligate a svendere le settimane di noleggio pur di riempirle. Avete anche creato un call center per rispondere alle esigienze dei vostri clienti? Si è disponibile, da quest anno probabilmente solo nel periodo primaveraestate, un call center con il numero , dove l utente potrà rivolgersi per prenotare un posto barca, sapere della situazione meteo, conoscere i tipi di servizio che si trovano in un porto della rete o quale è la rotta migliore per arrivarvi. Ho l impressione che il progetto sia molto capillare e ben studiato e soprattutto che questo vada a creare situazioni pratiche, tangibili. Vuol dire che stiamo lavorando bene, è vero. La rete di Italia Navigando con l ultima arrivata, Cala dei Normanni, conta oggi nove porti in rete di cui la maggior parte sono già stati realizzati o sono in via di riqualificazione, mentre quello di Policoro è in costruzione. Si consideri che Cala dei Normanni, oltre ad avere posti in acqua, ha anche 250 posti a terra per piccole imbarcazioni Nome Numero Dimensioni Porto posti imbarcazioni Marina di Brindisi a 11 Marina di Capri a 60 Marina di Policoro a 18 Marina di Portisco a 80 Marina di Procida a 14 Marina di Taranto a 40 Marina di Teulada a 30 Marina di Villa Igiea 347 7,5 a 25 Cala dei Normanni 80 sino a

9 Sotto, Marina del Cavallino a Jesolo. A destra, Chioggia Malcesine sul lago di Garda A lato, Peschiera del Garda. Sotto e in basso a sinistra, due immagini di Venezia VENETO Buona la situazione anche in quest ultima regione, con posti già disponibili e 15 porti turistici. Eppure in Veneto gli utenti continuano a chiedere nuove infrastrutture. Dal 2000, infatti, sono aumentate nella regione le immatricolazioni, soprattutto di grandi imbarcazioni. Inoltre, l aumento delle strutture e una migliore qualità dei servizi potrebbero costituire una risposta all agguerrita concorrenza delle coste croate. Molti interventi sono concentrati soprattutto su Venezia, che costituisce un polo d attrazione fondamentale per le grandi imbarcazioni da diporto. Nel capoluogo regionale, quindi, si pensa già di destinare l attracco di Riva dei Sette Martiri alle imbarcazioni di lusso, togliendo posto ai transatlantici da crociera. I megayachts troveranno spazio pure alla punta della Dogana e presso le banchine delle Zattere, anch esse in fase di costruzione. Sempre a Venezia, si prevede la riqualificazione di un ex cantiere navale, di fronte all isola di Sant Elena, con la creazione di un porticciolo di transito per imbarcazioni fino a 20 metri. A S.Nicolò del Lido, poi, entro fine 2004 partirà l asta d aggiudicazione dell appalto per i lavori di costruzione di una nuova darsena di 200 posti, che avrà pontili modulari galleggianti ad ali di gabbiano e infrastrutture a terra. E al momento bloccato invece, per le proteste degli abitanti, il progetto di creazione di un porto turistico con relative strutture abitative nel Palalvo, la zona lagunare dell Alto Adriatico fra Caorle e Bilione, sebbene il piano, concepito per accogliere barche di lunghezza superiore ai 7 metri, fosse stato a suo tempo approvato da tutti i sindaci del litorale. Nel campo della portualità per piccole imbarcazioni, invece, sta per essere attuato il progetto Coast to Coast promosso dalla Regione Veneto e realizzato dall Ente Parco Delta del Po con un contributo pubblico pari al 70%, che prevede la realizzazione di approdi turistici con relative strutture alle foci del fiume. A Jesolo, intanto, si pensa di aumentare i già numerosi posti disponibili nelle quattro darsene esistenti, mentre è pronto il progetto definitivo per la darsena di San Felice a Chioggia, che prevede la creazione di 400 ormeggi in aggiunta agli approdi esistenti. La progettazione, da poco avviata, di una darsena con 250 posti barca, abitazioni e parcheggio a Marina di Portegrandi, là dove il fiume Sile si incontra con la laguna, è costata invece l attribuzione di una bandiera nera al Comune di Quarto d Altino da parte di Legambiente. Sul lago di Garda, infine, è quasi finita la creazione di una nuova darsena da 200 posti barca nel porto di Malcesine. Sempre sul Garda, un progetto porterà alla creazione di un ormeggio per barche di lunghezza fino a 18 metri a Lazise, mentre a Peschiera si prevede l aumento dei posti barca esistenti, e a Desenzano sono stati eseguiti gli interventi di ristrutturazione dei locali portuali. Sopra, Lignano Sabbiadoro. A destra, Monfalcone Sopra, Marina di Lepanto. due immagini di Trieste. Sotto a destra, Marina di S.Giusto FRIULI VENEZIA GIULIA Al Friuli Venezia Giulia non mancano certo le strutture portuali turistiche, ma, per le caratteristiche dei lidi, i porti sorgono spesso all interno di lunghi canali d accesso dal mare e, sebbene la manutenzione e i dragaggi siano frequenti, le imbarcazioni con maggiore pescaggio incontrano non poche difficoltà (è comunque previsto un piano di dragaggio periodico per l ingresso di Lignano Sabbiadoro). Fra i progetti avviati rientra la darsena Marina San Giusto a Trieste, in cui è previsto un attracco attrezzato per barche da diporto fino a 40 metri, con ormeggi in grado di annullare l usura agli scafi dovuta alle maree e alla risacca, garantendo anche migliori condizioni di sicurezza. Nel monfalconese è prevista la creazione di un grande complesso abitativo, con darsena annessa, nella penisola di Panzano (Marina Flavia). Saranno realizzati 390 posti barca in un luogo in cui la profondità va dai 7 ai 14 metri. Recente invece l ingresso sul mercato, sempre a Monfalcone, del Marina di Lepanto (250 posti) e del Marina di Sant Andrea sul fiume Aussa-Corno che possono ospitare barche fino a 20 metri. Invece, rimane ancora nel limbo il piano del porto nella baia di Sistiana, a pochi chilometri da Trieste. Il Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) per il Friuli-Venezia Giulia ha infatti accolto il ricorso, presentato dal Wwf Italia e da Italia Nostra, contro il piano (di iniziativa privata) che prevedeva la creazione di una darsena attrezzata nella piccola insenatura. A lato, Marina di S.Andrea la Penisola di Panzano 46 47

LA PROVINCIA DI GROSSETO E L ECONOMIA DEL MARE

LA PROVINCIA DI GROSSETO E L ECONOMIA DEL MARE LA PROVINCIA DI GROSSETO E L ECONOMIA DEL MARE A cura di: Koinè MultiMedia - Pisa I FATTORI DI DEBOLEZZA DELLA PROVINCIA DI GROSSETO STANNO DIVENENDO ARMI VINCENTI NATURA AGRICOLTURA ALIMENTARI ARTIGIANATO

Dettagli

Taranto confermata sede dell' Autorità portuale

Taranto confermata sede dell' Autorità portuale Taranto confermata sede dell' Autorità portuale Con sfida in tre mosse il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio vuole far recuperare alla portualità italiana il tempo perso, per cogliere l opportunità

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione

Dettagli

Aziende di promozione turistica dovevano individuare gli ambiti territoriali turisticamente rilevanti.

Aziende di promozione turistica dovevano individuare gli ambiti territoriali turisticamente rilevanti. Promozione, informazione e accoglienza turistica = compiti amministrativi in materie in cui per le Regioni speciali la competenza legislativa è primaria o esclusiva e per le Regioni ordinarie è ora di

Dettagli

EPUBBLICA ITALIANA R E G I O N E S I C I L I A N A ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI

EPUBBLICA ITALIANA R E G I O N E S I C I L I A N A ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI EPUBBLICA ITALIANA R E G I O N E S I C I L I A N A ASSESSORATO REGIONALE DEL TURISMO DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI DIPARTIMENTO DEL TURISMO DELLO SPORT E DELLO SPETTACOLO Visto lo Statuto della Regione

Dettagli

LA NAUTICA: CONFRONTO SICILIA E SARDEGNA

LA NAUTICA: CONFRONTO SICILIA E SARDEGNA OSSERVATORIO SUL TURISMO DELLE ISOLE EUROPEE OBSERVATORY ON TOURISM IN THE EUROPEAN ISLANDS OBSERVATOIRE SUR LE TOURISME DANS LES ILES EUROPÉENNES DIPARTIMENTO RICERCA CODICE: PA-2/08-I LA NAUTICA: CONFRONTO

Dettagli

Il Sud si muove. Si muove l Europa.

Il Sud si muove. Si muove l Europa. Il Sud si muove. Si muove l Europa. PON TRASPORTI 2000-2006 Programma di sviluppo infrastrutturale della rete trasporti nel Sud Italia Il Programma Nell ambito delle politiche cofinanziate dai Fondi strutturali

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO. Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione

TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO. Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione TAPPA N 0 DA TRIESTE A SAN BENEDETTO 27 APRILE 1 MAGGIO Partenza da Chioggia il 27 mattina dopo la cerimonia organizzata dalla locale Sezione Arrivo a Venezia in tarda mattinata dove si sosta Giovedì 28

Dettagli

Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per

Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per Progetto di riqualificazione funzionale ed architettonica area muro paraonde Molo Generale Malta - Banchina Cortese del Porto di Vibo Marina per escursionismo, turismo nautico e crocieristico Credere

Dettagli

RISORSA SUD. Il Mediterraneo del Nord Un opportunità per l Italia

RISORSA SUD. Il Mediterraneo del Nord Un opportunità per l Italia Il Mediterraneo del Nord Un opportunità per l Italia Presentazione 10 settembre 2015, ore 11 SVIMEZ Via di Porta Pinciana, 6 Roma #RisorsaSud Tre aree di intervento Rilancio degli investimenti produttivi

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le Infrastrutture, i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi e Statistici Ufficio di Statistica Sistema

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020

STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI NEI PROGRAMMI 2014-2020 Verso un utilizzo più strategico imparando dall esperienza maturata Roberto D Auria Mario Guido Gruppo di lavoro Competitività Roma, 28 ottobre 2013 L esperienza

Dettagli

REGIONE LAZIO ASSESSORATO AL TURISMO E MARKETING DEL MADE IN LAZIO

REGIONE LAZIO ASSESSORATO AL TURISMO E MARKETING DEL MADE IN LAZIO REGIONE LAZIO ASSESSORATO AL TURISMO E MARKETING DEL MADE IN LAZIO Avviso pubblico per manifestazione d interesse. Concessione di contributi per la valorizzazione turistica del litorale del Lazio Premesso

Dettagli

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia

Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Osservatorio banda larga e ultralarga e digital divide regioni Italia Qual è la percentuale di popolazione in Italia raggiunta da servizi di accesso a Internet a banda larga e a banda ultralarga? Quanto

Dettagli

ROADSHOW PMI TURISMO E PMI

ROADSHOW PMI TURISMO E PMI ROADSHOW PMI TURISMO E PMI Cagliari, 29 maggio 2009 Per il 67,2% delle Pmi del turismo la situazione economica del Paese è peggiorata nei primi cinque mesi del 2009 rispetto al secondo semestre del 2008.

Dettagli

FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA.

FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA. FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA. NOI E L'EUROPA, INSIEME PER LO SVILUPPO. L'azione dell'unione Europea mira a ridurre il divario tra i livelli di sviluppo delle varie regioni e il ritardo

Dettagli

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale

Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Il turismo sportivo nello sviluppo del marketing territoriale Caorle, 25 maggio 2013 Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Srl Il mestiere di promuovere i territori (città, province,

Dettagli

Il Diporto Nautico in Italia

Il Diporto Nautico in Italia Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per i Sistemi Informativi, Statistici e la Comunicazione

Dettagli

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente!

Corriamo. 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente. per l ambiente! Corriamo 5 EDIZIONE i percorsi le associazioni le attività a favore di sport & ambiente per l ambiente! E la più grande corsa a tappe a favore dell e dello ambiente sport E una manifestazione non competitiva,

Dettagli

CAMPAGNA CONCENTRATA NAZIONALE DI TUTELA AMBIENTALE - ESTATE 2014 -

CAMPAGNA CONCENTRATA NAZIONALE DI TUTELA AMBIENTALE - ESTATE 2014 - CAMPAGNA CONCENTRATA NAZIONALE DI TUTELA AMBIENTALE - ESTATE 2014-1 SOMMARIO Premessa.......PAG. 2 Principali obiettivi della campagna...pag. 2 Ulteriori obiettivi della campagna.......... PAG. 2 I mezzi

Dettagli

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie CREDITO AL CONSUMO: GLI EFFETTI DELLA CRISI Da uno studio della Banca d Italia 1, che valuta gli effetti della crisi sul mercato del credito al consumo in Italia, emerge una situazione attuale diversa

Dettagli

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE

UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 1 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA IL RILANCIO DELLA PORTUALITÀ NAZIONALE 2 UNO SGUARDO ALLA PORTUALITA ITALIANA 3 IMPORT EXPORT NAZIONALE ATTRAVERSO I PORTI QUANTITÀ Milioni di tonnellate IMPORT 199,8

Dettagli

Roma, 21 settembre 2015

Roma, 21 settembre 2015 Roma, 21 settembre 2015 CREDITO, SVIMEZ: CONFIDI AL SUD TROPPO PICCOLI E POVERI, EROGANO IL 25% RISPETTO A QUELLI DEL CENTRO-NORD La SVIMEZ: Servono interventi organici nell ambito del credito e dei Confidi

Dettagli

Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi

Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi Intervento del Prof. Carlo Pace all incontro Il Sud Est d Italia: nuovo polo europeo di attrazione degli investimenti produttivi Bari, Fiera del Levante, 12 settembre 2002 Il programma di Sviluppo Italia

Dettagli

per portarti nel futuro

per portarti nel futuro DALLA FERROVIA AL PORTO, ALL AEROPORTO 1848 Inaugurazuione linea ferroviaria Padova-Venezia 1869-1880 si sposta il porto dal bacino di San Marco ad un area prossima alla testata del ponte ferroviario,

Dettagli

1 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO ESECUTIVO

1 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO ESECUTIVO 1 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO ESECUTIVO Il Comune di Rimini con finanziamento della Giunta Regionale dell Emilia Romagna (delibere G.R. n. 2552/2003 del 09/12/2003 e n. 2334/2005 del 29/12/2005)

Dettagli

Gli effetti della manovra. a cura della Direzione scientifica IFEL

Gli effetti della manovra. a cura della Direzione scientifica IFEL Gli effetti della manovra a cura della Direzione scientifica IFEL Roma, 15 settembre 2011 Effetti delle manovre finanziarie sui Comuni 2011 2012 2013 Obiettivo Patto 2.160 3.700 4.500 Taglio trasferimenti

Dettagli

F LY A D V 2013 PUBBLICITA AEREA ESTATE 2013

F LY A D V 2013 PUBBLICITA AEREA ESTATE 2013 F LY A D V 2013 PUBBLICITA AEREA ESTATE 2013 SIT3000 L AZIENDA SIT3000 nasce nell ambito televisivo, gode di una affermata esperienza nel campo della produzione e pianificazione di spot e televendita da

Dettagli

MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI

MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI MASTER GESTIONE DEI SERVIZI PORTUALI GESTIONE DELLE INFRASTRUTTURE PORTUALI E MARITTIME FRANCESCO GRANATA 1 Le banchine Sono quelle strutture che separano il bacino liquido dalla terraferma. Si distinguono

Dettagli

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Roma Risorse per Roma Spa Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Piano

Dettagli

Prefattibilità dell Aeroporto di Latina. Latina, 28/02/2007

Prefattibilità dell Aeroporto di Latina. Latina, 28/02/2007 Prefattibilità dell Aeroporto di Latina Latina, 28/02/2007 Attività svolte 1. Definizione dello scenario di riferimento 2. Identificazione dei fattori di successo dell aeroportualità minore a livello europeo

Dettagli

La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari

La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari La nuova Linea di Alta Capacità Napoli-Bari Dario Gentile - aprile 2009 1 LE TAPPE DEL PROGETTO DELLA LINEA DI ALTA CAPACITÀ NAPOLI-BARI Il rilancio della linea Napoli-Bari è stato possibile dopo anni

Dettagli

PROGETTO IL MARE CHE UNISCE: L ITALIA A VELA A.S. 2011-12. MIUR e FIV IN COLLABORAZIONE CON: LEGA NAVALE ITALIANA

PROGETTO IL MARE CHE UNISCE: L ITALIA A VELA A.S. 2011-12. MIUR e FIV IN COLLABORAZIONE CON: LEGA NAVALE ITALIANA PROGETTO IL MARE CHE UNISCE: L ITALIA A VELA A.S. 2011-12 MIUR e FIV IN COLLABORAZIONE CON: LEGA NAVALE ITALIANA E con MARINA MILITARE-CAPITANERIA DI PORTO UCINA Il mare che unisce: l Italia a vela PREMESSA

Dettagli

Come raggiungere la Sicilia

Come raggiungere la Sicilia Come raggiungere la Sicilia Via aereo, nave, treno o pullman? Raggiungere le favolose mete siciliane non è difficile. La terra del sole, grazie ai numerosi collegamenti, è a portata di mano. Aerei, traghetti,

Dettagli

DYNASHIP YACHT DESIGN

DYNASHIP YACHT DESIGN DYNASHIP YACHT DESIGN La Dynaship Yacht Design nasce nel 1990 dalla volontà dell Arch. Franco Gnessi che, avendo maturato una corposa esperienza nella progettazione e nella realizzazione di imbarcazioni

Dettagli

Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione

Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione Lo sviluppo asiatico e il business logistico Roma, 24 gennaio 2007 Intervento di Anna Maria Artoni Spunti di discussione Il Mediterraneo torna al centro del mondo Nel mercato globale - e nella Grande Europa

Dettagli

7.1 CONSIDERAZIONI GENERALI

7.1 CONSIDERAZIONI GENERALI CAPITOLO VII INDICATORI TURISTICI IN SICILIA 7.1 CONSIDERAZIONI GENERALI Per una più completa comprensione dei fenomeni turistici e delle dinamiche di utilizzazione del suolo, che interessano il territorio

Dettagli

IL SETTORE DELLA NAUTICA IN FRIULI VENEZIA GIULIA Giugno 2014

IL SETTORE DELLA NAUTICA IN FRIULI VENEZIA GIULIA Giugno 2014 IL SETTORE DELLA NAUTICA IN FRIULI VENEZIA GIULIA Giugno 2014 Via Morpurgo 4-33100 Udine - Tel. +39 0432 273200 273219 - fax +39 0432 509469 - email: statistica@ud.camcom.it Indicatori sulle unità da diporto

Dettagli

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 Piattaforma Tecnologica Nazionale Marittima PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 PROPOSTA DI Azioni Connesse sulle Tecnologie Marine {1} 4/09 L Italia e il Mare L Italia ha oltre 8.000 chilometri di coste ed una innata

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA Studio generale 2008 a cura di Federico Della Puppa con la collaborazione di Dem.Co Indice Risultati principali, 3 Presentazione,

Dettagli

11. Implicazioni economiche del Masterplan

11. Implicazioni economiche del Masterplan 11. Implicazioni economiche del Masterplan Il presente capitolo, a conclusione di quanto fin qui esposto si propone di esporre quali sono le implicazioni economiche che il Masterplan, con le indicazioni

Dettagli

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015 Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità Ferrara - Novembre 2015 1 Invitalia per la crescita e la competitività del sistema produttivo Sosteniamo la nascita di nuove imprese la realizzazione

Dettagli

Regolamento delle agevolazioni alle imprese italiane che avviano imprese miste nei PVS previste dall articolo 7 della legge 49/87.

Regolamento delle agevolazioni alle imprese italiane che avviano imprese miste nei PVS previste dall articolo 7 della legge 49/87. Regolamento delle agevolazioni alle imprese italiane che avviano imprese miste nei PVS previste dall articolo 7 della legge 49/87. Delibera 92 del CIPE approvata il 6 novembre 2009 Premesse Visto l articolo

Dettagli

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara

Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Competitività, sistema produttivo e infrastrutture. Il caso di SIPRO Agenzia per lo sviluppo Ferrara Gabriele Ghetti, Presidente Piacenza, 27 ottobre 2005 Profilo Soci SIPRO è una Società per Azioni, con

Dettagli

Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica UFF. XV Patti Territoriali e Contratti d Area PATTI TERRITORIALI

Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica UFF. XV Patti Territoriali e Contratti d Area PATTI TERRITORIALI Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica UFF. XV Patti Territoriali e Contratti d Area PATTI TERRITORIALI 1 Patti Territoriali Gli strumenti di programmazione

Dettagli

Il Progetto LIFE+ del mese

Il Progetto LIFE+ del mese Il Progetto LIFE+ del mese LIFE12 INF/IT/000571 Beneficiario coordinatore: Regione Lazio Direzione Regionale Infrastrutture, Ambiente e Politiche abitative Area Parchi e Riserve Naturali Via Rosa Raimondi

Dettagli

POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA. Roma, ottobre 2008

POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA. Roma, ottobre 2008 POLITICHE SULLA RETE DISTRIBUTIVA E DI ASSISTENZA Roma, ottobre 2008 La rete distributiva diretta SPECIALIZZAZIONE NEI GRANDI IMPIANTI Le biglietterie XXL XL L specializzano la propria attività esclusivamente

Dettagli

Studio sul settore del commercio in sede fissa

Studio sul settore del commercio in sede fissa COMUNE DI MASSA (Provincia di Massa Carrara) Studio sul settore del commercio in sede fissa Valutazioni finalizzate alla predisposizione delle norme di pianificazione commerciale da inserire nel Regolamento

Dettagli

Comune di Vado Ligure Progetto di sviluppo portuale e di riqualificazione della fascia costiera di Vado Ligure

Comune di Vado Ligure Progetto di sviluppo portuale e di riqualificazione della fascia costiera di Vado Ligure Comune di Vado Ligure Progetto di sviluppo portuale e di riqualificazione della fascia costiera di Vado Ligure Illustrazione ai cittadini Prospetto passeggiata a mare da Porto Vado La piattaforma e il

Dettagli

Torre Annunziata, la filiera termale e il Parco Nazionale del Vesuvio. (Laboratorio di integrazione di strumenti)

Torre Annunziata, la filiera termale e il Parco Nazionale del Vesuvio. (Laboratorio di integrazione di strumenti) REGIONE CAMPANIA Torre Annunziata, la filiera termale e il Parco Nazionale del Vesuvio. (Laboratorio di integrazione di strumenti) Arturo Polese ( ), Elvira Sacco (*), ( ) Nucleo di Valutazione e Verifica

Dettagli

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013 INVESTIMENTI DEGLI ENTI TERRITORIALI E PATTO DI STABILITA INTERNO - L incompatibilità dei vincoli di finanza pubblica con una politica di sviluppo del territorio A cura della Direzione Affari Economici

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti di associazioni e cooperative 14 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione promosso

Dettagli

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una ABSTRACT: LA NUOVA POLITICA DEI TRASPORTI NAZIONALE ED EUROPEA A FRONTE DELLA CRESCENTE DOMANDA DI MOBILITA. EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A ottobre 2011, la Commissione europea ha adottato alcune proposte legislative per la politica di coesione 2014-2020 La presente scheda

Dettagli

Città metropolitane e PON Metro

Città metropolitane e PON Metro Città metropolitane e PON Metro Corso di Pubblica Amministrazione e Sviluppo Locale Massimo La Nave 1 L area delle operazioni del PON Il pilastro del PON Metro è l identificazione dei Comuni capoluogo

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Vela. Relatore: Giuseppe Rotta Centro Velico Caprera. TURISMO ATTIVO Seminario tecnico regionale. 3-4 dicembre 2009 Geovillage, Hotel Melià - Olbia

Vela. Relatore: Giuseppe Rotta Centro Velico Caprera. TURISMO ATTIVO Seminario tecnico regionale. 3-4 dicembre 2009 Geovillage, Hotel Melià - Olbia TURISMO ATTIVO Vela Relatore: Giuseppe Rotta Centro Velico Caprera Focus sul Mercato Globale Descrizione del segmento specifico: La vela La Vela, è uno sport ricco di variabili, per la diversità offerta

Dettagli

Sirio Tardella Direttore Servizio Statistico e Amministrativo. Bologna, 15 Maggio 2008

Sirio Tardella Direttore Servizio Statistico e Amministrativo. Bologna, 15 Maggio 2008 Sirio Tardella Direttore Servizio Statistico e Amministrativo Bologna, 15 Maggio 2008 Il mercato dell auto in Italia 5.500.000 5.000.000 4.500.000 4.000.000 3.500.000 3.000.000 2.500.000 2.000.000 1.500.000

Dettagli

a trieste approda il futuro

a trieste approda il futuro company profile Una società, ma con la forza di quattro. Per un progetto di riqualificazione architettonica e urbanistica imponente come quello appena avviato nel Porto Vecchio di Trieste risultano vincenti

Dettagli

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero

Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Sezione Industria del Turismo e del Tempo Libero Programma di Attività 2011-2015 2015 ROBERTO N. RAJATA 12 maggio 2011 Introduzione Il turismo nella Regione Lazio è profondamente mutato nel corso degli

Dettagli

Il traffico crocieristico in Italia nel 2011

Il traffico crocieristico in Italia nel 2011 IL TRAFFICO CROCIERISTICO IN ITALIA NEL 2011 Risposte Turismo realizza per il secondo anno uno speciale dedicato al turismo crocieristico, dedicato in particolare all analisi dell andamento del settore

Dettagli

COMUNE DI MELICUCCA. Provincia di Reggio Calabria www.comune.melicucca.rc.it STUDIO DI FATTIBILITA

COMUNE DI MELICUCCA. Provincia di Reggio Calabria www.comune.melicucca.rc.it STUDIO DI FATTIBILITA COMUNE DI MELICUCCA Provincia di Reggio Calabria www.comune.melicucca.rc.it Sommario STUDIO DI FATTIBILITA PROJECT FINANCING INTERVENTO INSERITO NEL BILANCIO 2010-2012 REALIZZAZIONE DELL AMPLIAMENTO DEL

Dettagli

Manifesto delle Città Metropolitane italiane

Manifesto delle Città Metropolitane italiane Manifesto delle Città Metropolitane italiane Le aree metropolitane sono il motore delle economie nazionali e hanno un ruolo sempre più rilevante negli scenari economici, sociali e istituzionali globali.

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL RECENTE STUDIO DELLA SVIMEZ CONFERMA NOTEVOLI DIFFERENZE TERRITORIALI ED EVIDENZIA SVANTAGGI COMPETITIVI ANCE SALERNO: CREDITO, CONFIDI A DUE VELOCITA Nel 2013 su oltre 22 miliardi

Dettagli

Laboratorio Provincia di Pisa Dipartimento Sviluppo Locale Workshop 6 marzo 2012

Laboratorio Provincia di Pisa Dipartimento Sviluppo Locale Workshop 6 marzo 2012 Laboratorio Provincia di Pisa Dipartimento Sviluppo Locale Workshop 6 marzo 2012 30 settembre 2011 PRIMO SCENARIO DI DISCUSSIONE INCILE Le Vie d Acqua PORTO Circuito d Acqua Canale Fiume SCOLMATORE Mare

Dettagli

Gli Ambiti territoriali sociali: dimensionamento e prospettive Franco Pesaresi Jesi, 27 giugno 2014. Convegno regionale

Gli Ambiti territoriali sociali: dimensionamento e prospettive Franco Pesaresi Jesi, 27 giugno 2014. Convegno regionale Gli Ambiti territoriali sociali: dimensionamento e prospettive Franco Pesaresi Jesi, 27 giugno 2014 Convegno regionale Ciò che occorre fare Sono passati 12 anni da quando gli Ambiti sociali hanno iniziato

Dettagli

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno

COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno Reg. Pubblicazioni n. COPIA COMUNE DI PORTOFERRAIO Provincia di Livorno DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 132 DEL 26/05/2016 L anno duemilasedici e in questo giorno ventisei del mese di Maggio alle

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO DEL PROJECT FINANCING IN ITALIA Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Dicembre 213 Sommario IL MERCATO DEL PROJECT

Dettagli

PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua

PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua PIÙ ENERGIA PER LA LOGISTICA. SOLARE, OVVIAMENTE. Continua CONTENUTO Conosciamo CONOSCIAMO IL VOSTRO SETTORE Conosciamo Nell ultimo decennio il settore dell energia solare ha registrato una crescita senza

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Primo Rapporto sul turismo in Sicilia V REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEL TURISMO, DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI TURISMO IN SICILIA

Primo Rapporto sul turismo in Sicilia V REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEL TURISMO, DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI TURISMO IN SICILIA Primo Rapporto sul turismo in Sicilia V REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEL TURISMO, DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI PRIMO RAPPORTO SUL TURISMO IN SICILIA VI Mercury S.r.l. RAPPORTO SUL TURISMO IN SICILIA

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

Progetti di legge regionali e nazionali

Progetti di legge regionali e nazionali CONSIGLIO REGIONALE DELL EMILIA ROMAGNA OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE Roma 8-9 febbraio 2007 Progetti di legge regionali e nazionali A cura di: di Giovanni Fantozzi PROPOSTA DI LEGGE N. 108 Di

Dettagli

Interventi urgenti a sostegno della crescita

Interventi urgenti a sostegno della crescita Interventi urgenti a sostegno della crescita Misure di accelerazione dell utilizzo delle risorse della politica di coesione (Fondo Sviluppo e Coesione, Piano Azione Coesione e Programmi dei Fondi Strutturali

Dettagli

Rassegna stampa 14/05/2014 Il Resto del Carlino

Rassegna stampa 14/05/2014 Il Resto del Carlino Rassegna stampa 14/05/2014 Il Resto del Carlino «L Idrovia rilancerà il welfare, ricerca e turismo», pag.20 La Nuova Ferrara Sull Idrovia ok all intesa tra Provincia e Comune, pag. 18 Estense.com Idrovia,

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree.

Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. COMUNE DI VERNAZZA Provincia della Spezia PARCO NAZIONALE DELLE CINQUE TERRE Area Marina Protetta Cinque Terre Patrimonio dell'u.n.e.s.c.o. Regolamento del porticciolo di Vernazza e sue aree. Articolo

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

LA FONDAZIONE PER IL SUD

LA FONDAZIONE PER IL SUD LA FONDAZIONE PER IL SUD Sostiene la costituzione di Fondazioni di Comunità nelle Regioni del Sud Italia che rientrano nelle regioni ammissibili all obiettivo prioritario 1 come da regolamento CE n. 1260

Dettagli

La governance. dei sistemi di welfare regionali

La governance. dei sistemi di welfare regionali Università Ca Foscari Venezia Università Cattolica Milano La governance I punti focali dell analisi sulla governance delle regioni aderenti al: dei sistemi di welfare regionali Progetto sperimentale di

Dettagli

Minori stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti

Minori stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti stranieri non accompagnati Secondo Rapporto Anci 2007 Monia Giovannetti Dipartimento Immigrazione 7 aprile 2008 L'arrivo di minori stranieri soli sui nostri territori non è un fenomeno nuovo - risale significativamente

Dettagli

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Roma 2 dicembre 2014 AGENDA 1. INTRODUZIONE: IL CONTESTO 2. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

La tematica dell intervento del capitale

La tematica dell intervento del capitale A&T 41 Il project financing nel settore idrico A cura di Francesco Saverio Coppola, Alessandro Panaro Associazione Studi e Ricerche per il Mezzogiorno La tematica dell intervento del capitale privato nelle

Dettagli

PALAZZO MOLIN VENEZIA Scheda Immobile

PALAZZO MOLIN VENEZIA Scheda Immobile PALAZZO MOLIN VENEZIA Scheda Immobile INTRODUZIONE Tirrenia di Navigazione S.p.A. in amministrazione straordinaria, è proprietaria dell immobile denominato Palazzo Molin situato nel centro storico di Venezia,

Dettagli

Turismo: una risorsa in crescita per Brescia I dati sulle presenze 2014, i progetti per Expo 2015 e le attese dalla nuova legge Franceschini

Turismo: una risorsa in crescita per Brescia I dati sulle presenze 2014, i progetti per Expo 2015 e le attese dalla nuova legge Franceschini Turismo: una risorsa in crescita per Brescia I dati sulle presenze 2014, i progetti per Expo 2015 e le attese dalla nuova legge Franceschini Brescia 1 agosto I due Infopoint cittadini fanno registrare

Dettagli

Le spiagge per nudisti in Liguria

Le spiagge per nudisti in Liguria Le spiagge per nudisti in Liguria 1. La spiaggia di Chiavari E' la spiaggia per nudisti più rinomata della Liguria, ben frequentata, capita anche di trovarci qualche famiglia. Situata ai piedi della Collina

Dettagli

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide)

COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA. (in rosso le aree in Digital Divide) COPERTURA BANDA LARGA IN ITALIA (in rosso le aree in Digital Divide) AL VIA BANDI PER 900 MLN DI EURO PER AZZERARE DIGITAL DIVIDE E BANDA ULTRALARGA Internet veloce per 7 mln. di cittadini, 5000 nuovi

Dettagli

Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese?

Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese? Il Riutilizzo degli Scarti Verdi dei Vivai Paolo Marzialetti - Ce.Spe.Vi. Centro Sperimentale Vivaismo di Pistoia Energie Rinnovabili ed Efficienza Energetica - Un Volano per lo Sviluppo Economico Pistoiese?

Dettagli

UNO STRUMENTO CHE PER FUNZIONARE HA BISOGNO DI FINANZIAMENTI ADEGUATI E DEL GOVERNO DELLA DINAMICA DEI CANONI.

UNO STRUMENTO CHE PER FUNZIONARE HA BISOGNO DI FINANZIAMENTI ADEGUATI E DEL GOVERNO DELLA DINAMICA DEI CANONI. UNO STRUMENTO CHE PER FUNZIONARE HA BISOGNO DI FINANZIAMENTI ADEGUATI E DEL GOVERNO DELLA DINAMICA DEI CANONI. Il Fondo Sociale è un aiuto economico per pagare l affitto, indirizzato alle famiglie con

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

IL COMPLEANNO DI ELENO BARUFFALDI

IL COMPLEANNO DI ELENO BARUFFALDI IL COMPLEANNO DI ELENO BARUFFALDI Oggi 15 novembre Eleno Baruffaldi festeggia il suo 76 compleanno; ci è sembrato giu sto ripercorrere la sua carriera di costruttore che negli anni ha dato lustro alla

Dettagli

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA

Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA ISTITUTO DI RICERCHE ECONOMICHE E SOCIALI Osservatorio Energia Scheda LE FONTI RINNOVABILI, IL RISPARMIO E L EFFICIENZA ENERGETICA PREMESSA Nel marzo 2007, l Unione europea ha varato il primo concreto

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

COMUNE DI CHIOGGIA LA GESTIONE DELLE RETI ABBANDONATE E DEI RIFIUTI DELLA PESCA A CHIOGGIA

COMUNE DI CHIOGGIA LA GESTIONE DELLE RETI ABBANDONATE E DEI RIFIUTI DELLA PESCA A CHIOGGIA COMUNE DI CHIOGGIA LA GESTIONE DELLE RETI ABBANDONATE E DEI RIFIUTI DELLA PESCA A CHIOGGIA Presentazione a cura Stefania Galera di Veritas S.p.A. 11/12/2015 CHIOGGIA BANCHINA DI PUNTA POLI 02/2014 2 NORMATIVA

Dettagli

Linee per la definizione del Sistema regionale di portualità turistica

Linee per la definizione del Sistema regionale di portualità turistica Linee per la definizione del Sistema regionale di portualità turistica Sintesi 1 ASSESSORATO AL TURISMO E INDUSTRIA ALBERGHIERA Linee per la definizione del Sistema regionale di portualità turistica Sintesi

Dettagli