TRASPORTO LOCALE: INTESA REGIONE-PROVINCE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRASPORTO LOCALE: INTESA REGIONE-PROVINCE"

Transcript

1 M a g a z i n e d e i T R A S P O R T I e d e l T U R I S M O - A n n o I V - N u m e r o 1 - editoriale F e b b r a i o FATTI E PAROLE Il Governo e Parlamento, ognuno nell ambito delle rispettive competenze, hanno proposto ed approvato diversi provvedimenti legislativi, all interno dei quali, seppur timidamente, viene indicato un percorso chiaro da seguire per gli Enti proprietari di aziende. Trasferire quote societarie di proprietà, o quote di servizi dalle stesse gestiti, almeno nella misura del 20% ad aziende private. A fronte di tale operazione le aziende pubbliche potranno usufruire di ulteriori due anni di gestione diretta. In Abruzzo le suddette leggi possono avere una portata storica. La Regione Abruzzo, proprietaria di un bel numero di aziende (almeno sei), che complessivamente detengono oltre l 85% di tutti i servizi regionali, ora ha anche la norma che le fornisce gli stimoli ad operare una strategia nella direzione della liberalizzazione dei servizi pubblici. Stimoli che la Regione Abruzzo non si trova nelle condizioni di poter ignorare stante la propria posizione di conflitto d interessi. È infatti alquanto imbarazzante, nelle riunioni istituzionali indette dall Assessorato ai Trasporti Regionale con le Associazioni di Categoria, dover discutere di regole con interlocutori che scherzosamente abbiamo definito colleghi. Ci auguriamo, per il prossimo futuro, di poter affrontare le complesse tematiche del trasporto pubblico con rappresentanti degli Enti Concedenti nella posizione super partes senza che gli stessi abbiano la preoccupazione di dover tener conto degli interessi diretti (aziende pubbliche), ma soltanto di interessi diffusi. Agostino Ballone Presidente e Amm.re Delegato Gruppo Baltour TRASPORTO LOCALE: INTESA REGIONE-PROVINCE Un'intesa tra Regione Abruzzo e le quattro Province per redigere i bacini di traffico del trasporto pubblico locale. L'hanno sottoscritta, il 12 gennaio, a Pescara, l'assessore regionale ai Trasporti Tommaso Ginoble ed i rappresentanti delle quattro amministrazioni provinciali. Per Pescara e Chieti erano presenti i presidenti Pino De Dominicis e Tommaso Coletti, oltre all'assessore ai Traporti Giovanni Di Fonzo, per L'Aquila l'assessore alla viabilità Pio Alleva e per Teramo il vicepresidente Giulio Sottanelli. "Finalmente si comincia dare attuazione concreta al PRIT, il Piano Regionale Integrato dei Trasporti" ha commentato l'assessore Ginoble "con questo atto, infatti, le Province vengono responsabilizzate alla redazione di piani più rispondenti alle esigenze degli utenti. Inoltre, pur conservando la Regione un ruolo guida per le tratte interprovinciali e per i servizi ferroviari a lunga percorrenza" ha proseguito Ginoble "saranno le Province a diventare le protagoniste assolute dei bacini del trasporto pubblico locale ed è questa la novità più importante". In sostanza, si tratta di un'azione combinata che mira a favorire una integrazione ottimale tra il trasporto su gomma e quello su ferro, ad incentivare il trasporto pubblico, ad armonizzare gli orari delle varie corse e ad evitare sovrapposizioni di linee. A beneficiarne, in modo particolare, sarà il pendolarismo di breve raggio ma i positivi effetti si potranno verificare sull'intero territorio regionale. "L'efficienza del sistema di trasporto" ha affermato l'assessore Ginoble "rappresenta, dopo la sanità, la questione più importante perchè incide direttamente sulla qualità di vita dei cittadini. E' per questo motivo" ha aggiunto "che ci prefiggiamo di far entrare a regime i piani di bacino entro il 2007". Intanto, è in via di definizione la gara per la individuazione della società che affiancherà la struttura regionale nella predisposizione del progetto di integrazione tariffaria regionale. Un progetto per la Cona a pag. 3 Giulio Sottanelli Tommaso Ginoble Baltour ISO 9001 a pag. 6

2 IN VIA PO UN TRAFFICO METROPOLITANO Il Comune ha terminato da poco le rilevazioni sui flussi di traffico in città. Impressionanti i dati, che dimostrano in maniera scientifica come in alcune zone di Teramo il caos raggiunga livelli quasi metropolitani. I due professionisti incaricati gli ingegneri Luciano Cera, che ha già lavorato a progetti analoghi in provincia, e Ignazio Morici, esperto del settore a livello nazionale hanno concluso la prima fase e consegnato all amministrazione i risultati dell indagine compiuta dalle squadre di rilevatori. I risultati, come si può immaginare, non sono assolutamente incoraggianti. Le statistiche, in particolare, puntano l indice contro via Po, giudicata tra le strade di ingresso alla città quella più a rischio di collasso. Nel confronto incrociato tra le strade di accesso più importanti (viale Bovio, via Cona, viale Crispi, via Po), a dare risultati sorprendenti è infatti stata soprattutto la prova effettuata all incrocio tra l uscita dalla superstrada e l imbocco di via Po, all altezza dell Agip. Il flusso dei veicoli registrati è stato talmente notevole ha spiegato Cera - che siamo stati costretti a ripetere la rilevazione per il timore che si fosse verificato un errore. La nuova registrazione non ha lasciato adito a dubbi: i flussi erano ugualmente notevoli. L indagine è stata compiuta tra le 7,30 e le 8,30 del mattino. Via Po è l unica delle quatto strade ad andare in capienza, cioè a contenere tutte le macchine possibili prima che si formi la coda, già dopo un quarto d ora dall inizio del flusso di traffico. Alle 7,45, insomma, già comincia ad esserci la fila. Stessa cosa non accade in viale Crispi che pur essendo comunque una strada molto trafficata - alla stessa ora risulta al 50 % delle proprie possibilità. Berardo Rabbuffo Viale Crispi

3 UNA VIABILITÀ SICURA PER IL QUARTIERE CONA Nelle intenzioni dell amministrazione comunale dovrebbe essere la risposta ad un quartiere martoriato da traffico e incidenti. Si tratta del progetto per il miglioramento della sicurezza in via Cona. L intervento prevede sviluppo ed adeguamento dell attuale assetto viario e delle modalità di spostamento pendolare, nonché il potenziamento delle opere infrastrutturali complementari ed alternative. Il progetto è stato finanziato con un contributo di 500 mila euro dalla legge Finanziaria regionale Lo scopo è quello di realizzare 2 rotatorie stradali e 9 passaggi pedonali rialzati lungo la statale 80. Le ragioni della scelta progettuale discendono dalla possibilità di conseguire un duplice obiettivo: aumentare la capacità di deflusso rendendo più fluida l attuale condizione del traffico e, contemporaneamente, determinare una riduzione della velocità di scorrimento dei mezzi. Tra gli obiettivi di particolare interesse quello di assicurare una uniforme velocità di percorrenza (50 km/h) in tutte le condizioni di traffico ed a tutte le ore. Ciò consentirebbe a ciclisti e pedoni di attraversare la strada in condizioni di sicurezza. Sempre. L obiettivo, secondo il progetto, può essere raggiunto con i 9 passaggi pedonali rialzati il cui effetto è il cosiddetto traffic calming, cioè la moderazione del traffico. Si ottiene con una sopraelevazione di 10 centimetri del passaggio pedonale zebrato, che durante la notte è segnalato dalla disposizione di catadiottri a impulsi luminosi. Giunta Comunale Traffico e studenti in via Cona

4 Antonio Gatti UNO SGUARDO SU TERAMO: INTERVISTA AD ANTONIO GATTI Proseguono le interviste ai protagonisti della vita politica cittadina di ieri e di oggi. È la volta di Antonio Gatti, sindaco di Teramo dal 1993 al Lo diventò dopo aver ricoperto diversi incarichi di assessore nelle giunte democristiane. Gatti è stato un vero e proprio recordman di voti (la tradizione ora la continua il figlio Paolo) ma la sua vera professione è un altra. Dopo la laurea in Medicina Veterinaria, conseguita con il massimo dei voti e la lode a Napoli nel 1971, Gatti si è sempre dedicato all insegnamento universitario. Attualmente è titolare a Teramo dell insegnamento di Parassitologia e malattie parassitarie degli animali. Quando ha cominciato a fare politica? Mi sono avvicinato alla politica a 33 anni, dopo che da un punto di vista professionale mi ero già affermato. Ho iniziato nel 1980, candidandomi nelle liste della Dc. Mi sono iscritto al partito ed alcuni giorni dopo mi hanno offerto la candidatura alle elezioni comunali. Non mi rendevo conto di quanto fosse difficile ottenere voti. Ero a digiuno di tutto. Feci fare dei bigliettini da visita al posto dei santini (risate). Cosa si doveva fare per essere eletti? Era difficile. All incirca erano necessari, almeno nel caso della Dc, mille voti. Nel 1980 io ne presi e fui eletto consigliere. Era l anno in cui fu nominato sindaco Gennaro Valeri. Nel 1985 mi candidai di nuovo e raddoppiai i consensi ottenendo voti. La volta successiva, con voti, fui il primo degli eletti davanti a Marco Pannella. Il suo primo incarico da assessore? Fui nominato assessore per la prima volta nel 1985, quando diventò sindaco Pietro D Ignazio. Ebbi una delega molto difficile: nettezza urbana, polizia urbana, traffico, trasporti, impianti tecnologici. All epoca disponevamo di appena 20 o 25 netturbini ed in città era stata avviata da poco la sistemazione dei cassonetti. Le esigenze, però, erano cresciute a dismisura: la raccolta era passata da poche tonnellate di rifiuti a ben 20 tonnellate al giorno. Uno degli effetti del progresso, si può dire. Pensai che era necessario potenziare il servizio. Ci trovammo anche nella necessità di realizzare una discarica provvisoria, prima a Monticelli e poi a Poggio Cono ed a Poggio San Vittorino. Nel 90, quando si tornò alle elezioni, qualcuno disse che non sarei stato eletto avendo gestito i guai della città. Fui invece il primo. Rifiutai la carica di vice sindaco ed accettai l incarico di assessore all edilizia privata, al centro storico ed al verde pubblico. Tra le altre cose, realizzammo il piano del colore e gestimmo la normativa che elargiva contributi a chi ristrutturasse le abitazioni in centro. Quando diventò sindaco? Il 18 febbraio Diventai sindaco in seguito ad un rimpasto che favorì l ingresso dei socialisti. Quelli che seguirono furono anni intensi. Realizzammo la discarica cittadina, costituimmo la Teramo Ambiente e concedemmo l autonomia all università. In consiglio, per l autonomia dell ateneo, ci furono tre giorni di dibattito. Ad eccezione dei docenti di Veterinaria e del personale amministrativo, tutti erano contrari. Compreso l ex rettore Russi, compresi gli studenti. La minoranza era contraria. Nonostante i nostri tentennamenti interni, gli incerti si convinsero e devo dire che facemmo un ottima scelta. Quali altre opere realizzaste in quegli anni? In quel periodo realizzammo anche il Parco del Vezzola, un altro parto difficile dato il rischio di perdita dei finanziamenti, e completammo i mega parcheggi. Furono due anni produttivi ma terribili. Erano gli anni di Tangentopoli: c era un clima di sospetto sui politici e sui funzionari (a Teramo, in quel periodo, sindaco e giunta furono interdetti per 60 giorni in seguito alla vicenda dei cosiddetti fuori posto. In seguito è stata dimostrata la loro assoluta estraneità ai fatti contestati, ndr). Ora, per fortuna, quel cima di sospetto non c è più. Nel 95 cosa accadde? Non mi presentai alle elezioni. Sono stato quindi l ultimo sindaco eletto dal consiglio. In quel periodo la Dc si divise in Popolari da una parte e Udc dall altra. Ricoprii per qualche anno l incarico di segretario provinciale dell Udc. Nel 2000 mi candidai alle elezioni regionali ed ottenni preferenze. Fui purtroppo il solo a prendere voti, a Teramo secondo solo a Salini in termini di preferenze. Poi non mi sono più candidato. Cosa penso? Che c è un tempo per la politica e un tempo per starsene a casa. In molti dovrebbero capirlo. Cosa rimprovera ai politici di oggi? La scarsa coerenza. Oggi si cambia troppo spesso casacca. Amministrare bene cosa vuol dire? Far funzionare i servizi. Oggi, però, amministrare è diventato difficile: le risorse sono poche e le esigenze sono aumentate. Consigli all attuale sindaco Chiodi? Con Chiodi c è stata una folata di novità. Bisogna però curare molto il personale. Solo così si possono far funzionare i servizi. La domanda è d obbligo, vista la parentela. Consigli a suo figlio, Paolo Gatti, assessore nella giunta Chiodi? Non dovrebbe mai commettere l errore di confondere la politica con la professione.

5 CONTRIBUTI ALLE AZIENDE DI TRASPORTO: LA POSIZIONE DELL ANAV Alle aziende pubbliche e private, che nella regione Abruzzo esercitano il Trasporto Pubblico Locale su gomma, indebitamente vengono sottratti dalla Regione Abruzzo contributi nella misura di circa 15 milioni di euro (trenta miliardi di vecchie lire). Tale ammanco deriva dal fatto che la manovra tariffaria regionale, dalla quale dovrebbero pervenire alle aziende risorse pari al 35% del costo standardizzato del servizio, è in effetti assolutamente inadeguata al perseguimento del predetto obiettivo. Le motivazioni sono le seguenti: 1) Il riallineamento delle tariffe all andamento dei costi è per legge annuale. Ma ciò è solo teoria in quanto, in pratica, il meccanismo di revisione tariffaria scatta, mediamente, ogni 2 anni. Nella legge finanziaria regionale del 2005 il Legislatore aveva comunque imposto alla Giunta Regionale, in sede di revisione tariffaria, di dichiarare la percentuale dei costi da coprire con le tariffe da essa stabilite. Il nuovo Legislatore regionale, in sede di revisione della legge stessa, ha pensato bene di cassare tale norma che avrebbe immediatamente evidenziato la grave distorsione all attuale sistema contributivo e tariffario che attribuisce alle aziende di trasporto ricavi assolutamente fantasiosi e, quindi, contributi d esercizio insufficienti per il buon funzionamento delle aziende; 2) La legislazione regionale dispone che, talune categorie di utenti, possano beneficiare della libera circolazione (senza pagamento di alcun ticket) sull intera rete del trasporto Sandro Chiacchiaretta pubblico regionale. Qualche anno fa la Regione Abruzzo ha delegato le funzioni amministrative per il rilascio delle predette tessere ai comuni abruzzesi di tal che, oggi, risulta anche molto difficile conoscere l entità numerica delle tessere in circolazione che, in via presuntiva, comunque, possiamo stimare non inferiori a 15 mila. A fronte di tale situazione numerica il bilancio regionale continua a stanziare rimborsi alle aziende per un ammontare di circa 1 milione di euro, mentre il valore di mercato delle tessere rilasciate è superiore di circa 15 volte allo stanziamento di cui sopra. Occorre altresì aggiungere che, a fronte di aumenti reali nei costi d esercizio nella misura del 6 7% annuo (per il solo gasolio l aumento dell ultimo biennio è del 32% che tradotto in maggior costo del carburante parliamo solo in Abruzzo di circa 7 milioni di euro annui) i contributi a favore delle aziende concessionarie si muovono in misura non superiore all 1,5% (tasso inflazione programmato), mentre i ricavi derivanti dai titoli di viaggio sono pressoché fermi. Da tutto quanto sopra esposto deriva che il settore Trasporto Pubblico Locale in Abruzzo, come nel resto d Italia, viaggia con un consistente ed insopportabile deficit finanziario ed economico (in Abruzzo 20 milioni di euro; in Italia 4 miliardi di euro) che penalizza il buon funzionamento delle aziende costrette ad un endemico indebitamento col sistema bancario che drena ingenti risorse finanziarie che più proficuamente potrebbero essere destinate agli investimenti sia in materiale rotabile che infrastrutturale. La scrivente associazione fa inoltre presente che le blande regole economiche/giuridiche esistenti nel nostro settore derivano dalla prevaricante e distorcente (rispetto al mercato) presenza degli enti pubblici nel capitale delle imprese concessionarie di autolinee (in Abruzzo circa l 80% del capitale è in mano alla sola Regione che, paradossalmente, detta anche le regole del gioco, nella doppia veste, quindi, di ente regolatore che opera direttamente nello stesso mercato) che costringono il settore in una persistente apnea finanziaria che, di fatto, impedisce alle nostre aziende di attestarsi agli standards europei sia in termini di risultati economici che di possibilità di espandersi sul mercato. Se le istituzioni non capiranno che la possibilità di conservare vero capitale di rischio e, quindi, vera imprenditorialità nel nostro settore passa attraverso un passo indietro del capitale pubblico a favore del capitale privato, affinché questo possa avere un adeguata consistenza tecnica e finanziaria per competere nei prossimi anni, se le istituzioni non capiranno questo, ribadisco, allora anche in Abruzzo, fra un po, assisteremo al fenomeno già consistentemente in atto nel nord Italia, di assorbimento di capitale (sia privato che pubblico) da parte di importanti gruppi stranieri di varia nazionalità (inglesi, francesi, tedeschi). Sandro Chiacchiaretta Presidente Anav (Associazione nazionale autotrasporto viaggiatori) Abruzzo

6 CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ AL GRUPPO BALTOUR Il gruppo Baltour, del quale fanno parte le società: Staur, concessionaria del servizio di trasporto pubblico urbano della Città di Teramo, Baltour Ciarrocchi, concessionaria della rete delle autolinee Intercity, e Baltour Tour Operator, leader del turismo incoming in Abruzzo, ha ottenuto la Certificazione di Qualità ISO 9001:2000. L ente certificatore, RINA, ha dunque riconosciuto il sistema gestionale delle tre società conforme alle norme ISO 9001:2000. L importante riconoscimento, attribuito da un prestigioso ente quale RINA all intero gruppo, conferma l alta professionalità e competenze del management e di tutto il personale dipendente e la puntualità, la sicurezza e il comfort dei servizi offerti alla vasta clientela. UN CALENDARIO ARTISTICO PER I TIGLI Il liceo artistico di Teramo, con il patrocinio del Comune di Teramo e la partecipazione di "Baltour", dopo aver organizzato una serie di conferenze sulla fotografia creativa condotte da Umberto Palestini, direttore dell Accademia delle Belle Arti di Urbino, e un corso teorico-pratico svolto da Armando Di Antonio e Fausto Cheng, ha realizzato un calendario dal titolo "I TIGLI": dodici fotografie, che interpretano uno dei più noti angoli della città, scattate dagli studenti che hanno frequentato il corso (nella foto di fianco l immagine relativa al mese di settembre). Il calendario è stato presentato in Comune, a dicembre, alla presenza del sindaco Gianni Chiodi, dell'assessore alla cultura Mauro Di Dalmazio, del critico d'arte Umberto Palestini, del preside del liceo artistico Vincenzo Rofi e di Bruno Ballone coordinatore Marketing del Gruppo Baltour.

7 PASQUA 2006 Agriturismi e Country House SELVELLA Agriturismo Orvieto 3HB E195,00 IL COLOMBAIO Agriturismo Orvieto 3HB E201,00 LA CAPRETTA Agriturismo Orvieto 3HB+Pranzo di Pasqua E162,00 LA GINESTRELLA Agriturismo Perugia 3HB E192,00 POGGIO DELLE CIVITELLE Agriturismo Assisi 3HB E219,00 Eventuale pranzo di Pasqua E60/persona BORGO MONTECUCCO Agriturismo Todi 3B&B E138,00 LA LOCANDA DEL BORGO Country House Pietralunga 3HB E240,00 Le tariffe si intendono per persona in camera doppia Hotels GRAND HOTEL ASSISI **** Assisi 2B&B+Pranzo di Pasqua E205,00 DAL MORO GALLERY **** Assisi 3HB E270,00 CAVALIERE PALACE **** Spoleto 3B&B+Pranzo di Pasqua E399,00 HOTEL BENIAMINO UBALDI *** Gubbio 2B&B+Pranzo di Pasqua E145,00 PERUSIA & LA VILLA **** Perugia 2B&B E140,00 ETRUSCAN CHOCOHOTEL *** Perugia 3HB E237,00 ALI SUL LAGO *** Lago Trasimeno 3HB E172,50 VILLA MONTE SOLARE *** Lago Trasimeno 3HB+Pacchetto Benessere E499,00 HOTEL DEL LAGO *** Piediluco 3FB E265,00 HOLIDAY HILL *** Todi 3HB E186,00 Le tariffe si intendono per persona in camera doppia Appartamenti RESIDENZE S. MARTINO Lago Trasimeno TRILO 4+1 pl. E400,00 - QUADRI 6 pl. E450,00 COSTA DEL LOCO Todi BILO 2+2 pl. E420,00 - TRILO 4+2 pl. E540,00 LE TRE ISOLE Lago Trasimeno MONO 2 pl. E243,00 - BILO 2+2 pl. E354,00 POGGIOVALLE Lago Trasimeno BILO 2+2 pl. E390,00 - TRILO 4+2 pl. E490,00 ANTICO BORGO DI GHIORA Arezzo BILO 2+2 pl. E360,00 - TRILO 4+2 pl. E460,00 Le tariffe si intendono per appartamento per 3 notti Domina Coral Bay Resort&Casino***** Sharm El Sheikh PENSIONE COMPLETA SOFT DRINKS, VINO E BIRRA LOCALI ALLA SPINA INCLUSI SISTEMAZIONE ALL HOTEL OASIS***** E A COPPIA La quota si intende per persona e comprende: volo ITC a/r + trasferimenti apt/htl/apt + soggiorno 7 notti in camera doppia Oasis con trattamento di FBB (soft drinks, vino e birra locali alla spina). Spese apertura pratica E 50 p.p. - Visto Egitto E 22 p.p. - Ass.ne da E 30 p.p Addizionale comunale diritti d imbarco E 2 p.p. Organizzazione tecnica Domina Vip Travel Spa - L offerta non è retroattiva ed è soggetta a disponibilità limitata. Commissione 10% Per informazioni BALTOUR VIAGGI AGENZIA DI TERAMO AGENZIA DI PESCARA

8 TARIFFE SERVIZIO URBANO Biglietto una corsa G 0,75 Biglietto* Biglietto* orario (90 min) giornaliero G 0,85 G 1,90 * Biglietto valido per tutte le corse Abbonamento mensile per una linea nominativo G 15,20 Abbonamento mensile per una linea a vista G 22,60 Abbonamento per tutte le linee nominativo G 21,10 Abbonamento per tutte le linee a vista G 29,50 Aggiornata al 20/02/2006 MAPPA LINEE LINEA 1 (CONA - COLLEATTERRATO BASSO) CONA, P.ZZA GARIBALDI, C.NE RAGUSA, P.TE S. FERDINANDO, STAZIONE, V.LE CRISPI, V.LE EUROPA, V. S. BENEDETTO, COLLEATTERRATO BASSO ORA INIZIO 05:10 ORA FINE 22:56 FREQUENZA 30 MIN LINEA 1/ (CONA - COLLEATTERRATO BASSO) CONA, P.ZZA GARIBALDI, C.NE RAGUSA, P.TE S. FERDINANDO, STAZIONE, V.LE CRISPI, COLLEATTERRATO ALTO, ZONA 167, COLLEATTERRATO BASSO, VILLA PAVONE ORA INIZIO 07:00 ORA FINE 20:50 FREQUENZA 30 MIN LINEA 2 (TERAMO - OSPEDALE CIVILE) P.ZZA GARIBALDI, C.NE RAGUSA, P.LE S. FRANCESCO, V. S. MARINO, OSPEDALE ORA INIZIO 06:50 ORA FINE 21:25 FREQUENZA 20 MIN LINEA 3 (PUTIGNANO - VILLA MOSCA) ZONA PEEP, PUTIGNANO, P.ZZA GARIBALDI, C.NE RAGUSA, P.TE S. FERDINANDO, V. FONTE REGINA, V. FLAIANI,VILLA MOSCA ORA INIZIO 06:20 ORA FINE 20:42 FREQUENZA 30 MIN LINEA 4 (FONTE BAIANO - CAMPO FIERA) FONTE BAIANO, P.NO SOLARE, P.ZZA GARIBALDI, C.NE RAGUSA, CAMPO FIERA, VIA SAVINI, VIA DELFICO, PIAZZA GARIBALDI, FONTE BAIANO ORA INIZIO 07:30 ORA FINE 20:29 FREQUENZA 30 MIN LINEA 5 (SAN VENANZIO - GAMMARANA) SAN VENANZIO, P.ZZA GARIBALDI, C.NE RAGUSA, V. AEREOPORTO, V. GAMMARANA, V. TEVERE, V. ARNO, VIA FONTE REGINA, PORTA REALE, VIA SAVINI, VIA DELFICO, PIAZZA GARIBALDI, SAN VENANZIO ORA INIZIO 06:55 ORA FINE 20:03 FREQUENZA 45 MIN LINEA 6 (P.ZZA GARIBALDI - COLLEPARCO) P.ZZA GARIBALDI, C.NE RAGUSA, P.TE S. FRANCESCO, COLLEPARCO ORA INIZIO 07:10 ORA FINE 20:45 FREQUENZA 30 MIN LINEA 7 (P.ZZA GARIBALDI - COLLEPARCO UNIVERSITÀ) P.ZZA GARIBALDI, C.NE RAGUSA, P.TE S. FRANCESCO, STAZIONE, P.LE S. FRANCESCO, COLLEPARCO ORA INIZIO 07:25 ORA FINE 20:00 FREQUENZA 15 MIN COINCIDENZA CON TRENI DA/PER TERAMO N.B.: NON CIRCOLA IL SABATO E LA DOMENICA LINEA 8 (CIRCOLARE CENTRO STORICO - BUS NAVETTA) P.LE SAN FRANCESCO, PORTA REALE, VIA SAVINI, VIA DELFICO, PIAZZA GARIBALDI, CIRCONVALLAZIONE RAGUSA, P.LE SAN FRANCESCO ORA INIZIO 07:30 ORA FINE 20:29 FREQUENZA 15 MIN N.B.: IL SABATO IL SERVIZIO INIZIA ALLE ORE 15:00 NON CIRCOLA LA DOMENICA NUMERI UTILI EMERGENZE ACI - Soccorso stradale Tel ENEL GAS - Emergenza guasti TEL ACAR - Acquedotto guasti TEL ENEL - Guasti TEL CARABINIERI - Pronto intervento TEL. 112 CROCE ROSSA ITALIANA Servizio Ambulanze TEL. 0861/ EMERGENZA SANITARIA Ospedale Civile - TEL. 118 GUARDIA MEDICA Ospedale Civile - TEL. 0861/ ASL Centro Unico di Prenotazione TEL POLIZIA Soccorso Pubblico TEL. 113 QUESTURA Viale Bovio, 22 - TEL. 0861/2591 (centr.) POSTO DI POLIZIA c/o Ospedale Civile - TEL. 0861/4291 VIGILI DEL FUOCO TEL. 115 VIGILI URBANI Piazzale S. Francesco - TEL. 0861/ Potete inviare i vostri suggerimenti, commenti e quesiti via fax al numero oppure a mezzo posta all indirizzo: TeRAMo News c/o STAUR Srl Contrada Piano Delfico Teramo e via all indirizzo: TeRAMo News Magazine dei TRASPORTI e del TURISMO della Staur Srl Anno IV - Numero 1 - Febbraio 2006 Redazione Contrada Piano Delfico tel fax Direttore editoriale Agostino Ballone Direttore responsabile Nicola Catenaro Redazione Giselda Bruni Domenico Di Roberto Bruno Puglia Bruno Ballone Antonella Ballone Servizi fotografici Luciano Adriani Iscrizione Reg. Stampa Tribunale di Teramo N. 4/03 dell 11 febbraio 2003 Progetto grafico CARSA spa Stampa Edigrafital srl Sant Atto (Teramo)

CON LA FUSIONE DI ARPA, GTM E SANGRITANA ARRIVA LA SOCIETÀ UNICA

CON LA FUSIONE DI ARPA, GTM E SANGRITANA ARRIVA LA SOCIETÀ UNICA M a g a z i n e d e i T R A S P O R T I e d e l T U R I S M O - A n n o V I - N u m e r o editoriale GIOCHI DI PAROLE CHE CREANO SOSTANZA Abbiamo trattato, ultimamente, con una certa frequenza la problematica

Dettagli

ISOLA PEDONALE OFF-LIMITS CON I VARCHI ELETTRONICI

ISOLA PEDONALE OFF-LIMITS CON I VARCHI ELETTRONICI editoriale M a g a z i n e d e i T R A S P O R T I e d e l T U R I S M O - N u m e r o 1 5 - L u g l i o 2 0 0 5 ISOLA PEDONALE OFF-LIMITS CON I VARCHI ELETTRONICI LA GIUSTA VIA Siamo usciti dal lungo

Dettagli

Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti

Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti Provincia di Milano Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti Giunta Provinciale 11 settembre 2006 Atti n. 187671/11.1/2006/9255 pag. 1 La Giunta

Dettagli

Trasporto pubblico locale: efficienza e qualità in Lombardia

Trasporto pubblico locale: efficienza e qualità in Lombardia MCE 2010 Trasporto pubblico locale: efficienza e qualità in Lombardia 9 febbraio 2010 Giuliano Asperti, Vice Presidente di Assolombarda Saluto di apertura Premessa Nella giornata di apertura della Mobility

Dettagli

AUTOBUS OLTRE I 15 ANNI: RECORD NEGATIVO PER L ABRUZZO

AUTOBUS OLTRE I 15 ANNI: RECORD NEGATIVO PER L ABRUZZO M a g a z i n e d e i T R A S P O R T I e d e l T U R I S M O - A n n o V - N u m e r o editoriale 1 - M a r z o / A p r i l e 2 0 0 7 LIBERALIZZAZIONI ABRUZZESI Abbiamo assistito recentemente ad un pubblico

Dettagli

MOBILITY MANAGEMENT: ESEMPI VIRTUOSI ITALIANI 1. Sabrina Spaghi Collaboratrice Università di Pavia, Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

MOBILITY MANAGEMENT: ESEMPI VIRTUOSI ITALIANI 1. Sabrina Spaghi Collaboratrice Università di Pavia, Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali MOBILITY MANAGEMENT: ESEMPI VIRTUOSI ITALIANI 1 Sabrina Spaghi Collaboratrice Università di Pavia, Dipartimento di Scienze Politiche

Dettagli

QUADERNO N.2: IL PEDAGGIO DELLE RETI FERROVIARIE IN EUROPA

QUADERNO N.2: IL PEDAGGIO DELLE RETI FERROVIARIE IN EUROPA Ufficio Studi di NTV QUADERNO N.2: IL PEDAGGIO DELLE RETI FERROVIARIE IN EUROPA Le tariffe che le Imprese ferroviarie (IF) pagano al Gestore dell infrastruttura (GI) sono molto più che un semplice strumento

Dettagli

Quale futuro per i treni a media percorrenza / media velocità? Quale futuro per i servizi di trasporto per i nostri territori?

Quale futuro per i treni a media percorrenza / media velocità? Quale futuro per i servizi di trasporto per i nostri territori? Comitato Pendolari Roma-Firenze Quale futuro per i treni a media percorrenza / media velocità? Quale futuro per i servizi di trasporto per i nostri territori? 1 Il comitato Pendolari Roma-Firenze con questo

Dettagli

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso

Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Centro Studi Cafasso del Dr. Nino Carmine Cafasso Consulenza Amministrativa del Lavoro 80122 Napoli Viale A. Gramsci,15 Tel. 081/2461068 - Fax 081/2404414 Email info@cafassoefigli.it Napoli, lì 12 giugno

Dettagli

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una ABSTRACT: LA NUOVA POLITICA DEI TRASPORTI NAZIONALE ED EUROPEA A FRONTE DELLA CRESCENTE DOMANDA DI MOBILITA. EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno

Dettagli

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico

Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico Liberalizzazione dei mercati dell energia: prime misure per tutelare e accompagnare gli utenti verso la totale apertura del mercato elettrico La Direttiva 2003/54/CE prevede che gli Stati membri mettano

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

La modifica è conseguenza delle mutate condizioni dei mercati finanziari rispetto all epoca della formazione del bilancio 2009.

La modifica è conseguenza delle mutate condizioni dei mercati finanziari rispetto all epoca della formazione del bilancio 2009. D.L. N.457 Modifiche e integrazioni alla L.R. 24.12.2008 n. 43 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale della Regione Liguria (Legge finanziaria 2009). Articolo 1 L articolo stabilisce

Dettagli

Delibera G.C. N.175 Prot. 864. Seduta del 11.3.2004. Oggetto: ZTL BUS variazioni tariffarie. LA GIUNTA COMUNALE

Delibera G.C. N.175 Prot. 864. Seduta del 11.3.2004. Oggetto: ZTL BUS variazioni tariffarie. LA GIUNTA COMUNALE Delibera G.C. N.175 Prot. 864 Seduta del 11.3.2004 Oggetto: ZTL BUS variazioni tariffarie. LA GIUNTA COMUNALE Su proposta dell Assessore al Turismo, Cultura e Comunicazione di concerto con il Vice Sindaco

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT

Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT Il ministro dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Alfonso Pecoraro Scanio, intervenendo alla presentazione del III Rapporto APAT sulla Qualità dell Ambiente Urbano edizione 2006, ha sottolineato

Dettagli

Università degli Studi di Napoli Parthenope

Università degli Studi di Napoli Parthenope Pos. AG IL RETTORE Decreto n. 425 VISTO VISTO il DM 270/04 ed in particolare l art.3 comma 9 che recita Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 6 della legge 19 novembre 1990, n. 341, in materia

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO PER VIAGGI DI ISTRUZIONE (approvazione con delibera del Consiglio d'istituto del 07/10/2013)

REGOLAMENTO INTERNO PER VIAGGI DI ISTRUZIONE (approvazione con delibera del Consiglio d'istituto del 07/10/2013) ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO, ISTITUTO STATALE D ARTE V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) tel. 0588 86055 - fax 0588

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE Comune di Casalecchio di Reno Provincia di Bologna REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 2005

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Norme attuative. della. Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali

Norme attuative. della. Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali Scuola sullo Sviluppo Locale Università di Trento School on Local Development University of Trento Norme attuative della Scuola di Dottorato Internazionale in Sviluppo Locale e Dinamiche Globali 1 Indice

Dettagli

LA STRADA MARCIAPIEDE CORSIA CORSIA RISERVATA. Normalmente la strada è composta da:

LA STRADA MARCIAPIEDE CORSIA CORSIA RISERVATA. Normalmente la strada è composta da: COMUNE DI SIENA L uomo, nell antichità, si spostava a piedi o a dorso di animali, l invenzione della ruota portò una grande innovazione, i trasporti si fecero sempre più veloci ed i commerci favorirono

Dettagli

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti

MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti MOdena e REggio Emilia Città Amiche degli Studenti L 1 r C d P p S i d M m I m S n L ATENEO DI MODENA E REGGIO EMILIA 12 Facoltà, 31 Dipartimenti, quasi 19.000 iscritti ai soli corsi di studio, un numero

Dettagli

COMUNE DI PARMA / PROVINCIA DI PARMA / SMTP SPA

COMUNE DI PARMA / PROVINCIA DI PARMA / SMTP SPA COMUNE DI PARMA / PROVINCIA DI PARMA / SMTP SPA AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DELL AMBITO TARO - RELAZIONE DI CUI ALL ART. 34, COMMA 20, DEL DECRETO LEGGE 179/2012. L art. 34, comma

Dettagli

LE RISORSE PER IL D.S.U. IN LOMBARDIA

LE RISORSE PER IL D.S.U. IN LOMBARDIA LE RISORSE PER IL D.S.U. IN LOMBARDIA di Gianluigi Monticelli L'articolo 17 della legge n. 33/94 della Regione Lombardia stabilisce "patrimonio e mezzi finanziari" per il funzionamento degli Enti per il

Dettagli

VELOCITÀ COMMERCIALE. editoriale. Teramo corre ma non abbastanza. P e r i o d i c o d. i n f o r m a z i o n e d e l l a S T A U R S r l - N u m e r o

VELOCITÀ COMMERCIALE. editoriale. Teramo corre ma non abbastanza. P e r i o d i c o d. i n f o r m a z i o n e d e l l a S T A U R S r l - N u m e r o P e r i o d i c o d editoriale Nelle frequenti trasferte di lavoro che sono chiamato ad effettuare per assolvere al mio ufficio, per una sorta di deformazione professionale, osservo con attenzione la rete

Dettagli

AGGIORNAMENTO ATTIVITA ASSOCIAZIONE PROPRIETARI SAN MARTINO

AGGIORNAMENTO ATTIVITA ASSOCIAZIONE PROPRIETARI SAN MARTINO Montebelluna, 4.12.2015 AGGIORNAMENTO ATTIVITA ASSOCIAZIONE PROPRIETARI SAN MARTINO Egregi signori, in vista dell apertura della prossima stagione invernale desideriamo aggiornarvi sulle attività in corso

Dettagli

UN PIANO STRATEGICO PER LA CITTÁ

UN PIANO STRATEGICO PER LA CITTÁ M a g a z i n e d e i T R A S P O R T I e d e l T U R I S M O - N u m e r o 1 3 editoriale LA MOLTIPLICAZIONE DEI PANI E DEI PESCI La Bit (Borsa Internazionale Turismo), che tradizionalmente si svolge

Dettagli

La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso. Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano

La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso. Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano La Bicicletta un mezzo semplice in un sistema di trasporto complesso Daniele Yari Stati Libero Ateneo del Ciclismo Urbano Il perché di un corso sull uso della bicicletta Il motore della bicicletta e la

Dettagli

Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana

Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana Regolamento Finanziario del Partito Democratico della Toscana Art. 1 Validità Il presente Regolamento è approvato dalla direzione regionale. Le norme in esso contenute sono in attuazione degli statuti

Dettagli

Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità

Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità TESTATA: 247.LIBERO.IT TITOLO: Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali tra diritti e opportunità 23/11/12 Bari - Il ruolo della donna oggi all interno degli organi decisionali

Dettagli

UN NUOVO SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE AUTOMOBILISTICO E MARITTIMO PER IL FRIULI VENEZIA GIULIA

UN NUOVO SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE AUTOMOBILISTICO E MARITTIMO PER IL FRIULI VENEZIA GIULIA UN NUOVO SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE AUTOMOBILISTICO E MARITTIMO PER IL FRIULI VENEZIA GIULIA [CONFERENZA STAMPA] Udine - 27 Ottobre 2014 Assessorato Infrastrutture, Mobilità, Pianificazione

Dettagli

IL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO A MADRID

IL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO A MADRID IL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO A MADRID 1) I soggetti regolatori Comunidad de Madrid: in base all articolo 26.5 del suo Statuto, la Comunità Autonoma di Madrid ha pieni poteri normativi in materia di

Dettagli

SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE MASTER DI PRIMO LIVELLO IN: SICUREZZA DEL LAVORO NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FACOLTA DI SCIENZE MM.FF.NN. - VARESE Anno accademico 2010-2011 Varese, settembre 2010 PREMESSA Il progresso civile, sociale

Dettagli

INDICE pag. 01. 1.1.) Le infrastrutture pag. 02. 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03

INDICE pag. 01. 1.1.) Le infrastrutture pag. 02. 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03 INDICE pag. 01 1.) Le infrastrutture e le previsioni del P.R.G. pag. 02 1.1.) Le infrastrutture pag. 02 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03 2.) Gli effetti delle previsioni della Variante al P.R.G.

Dettagli

TARIFFE BUS, INVARIATI ABBONAMENTI E SERVIZI URBANI

TARIFFE BUS, INVARIATI ABBONAMENTI E SERVIZI URBANI anno 9> numero 1>febbraio 2014 TARIFFE BUS, INVARIATI ABBONAMENTI E SERVIZI URBANI Nessun aumento per gli abbonamenti ordinari mensili e annuali e nessun aumento per i biglietti di corsa semplice urbana

Dettagli

Deliberazione 24 novembre 2011 ARG/elt 168/11

Deliberazione 24 novembre 2011 ARG/elt 168/11 Deliberazione 24 novembre 2011 ARG/elt 168/11 Regime di perequazione specifica aziendale per le imprese di distribuzione elettrica con meno di 5.000 punti di prelievo, ai sensi dell articolo 38, comma

Dettagli

PROPOSTE OPERATIVE DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE INGEGNERIA DELLA SICUREZZA

PROPOSTE OPERATIVE DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE INGEGNERIA DELLA SICUREZZA PROPOSTE OPERATIVE DELL ASSOCIAZIONE NAZIONALE INGEGNERIA DELLA SICUREZZA 1) Potenziamento e riassetto degli Organi di Vigilanza 2) Formazione e promozione della cultura della prevenzione. Inserimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI CORSI PER MASTER UNIVERSITARI E DEI CORSI DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE (integrato con modifiche apportate dal Senato Accademico con delibera n 994

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

Decreto 16 marzo 2001. Programma Tetti fotovoltaici. (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001)

Decreto 16 marzo 2001. Programma Tetti fotovoltaici. (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001) Decreto 16 marzo 2001 Programma Tetti fotovoltaici (Gazzetta Ufficiale n.74 del 29/03/2001) Vista la delibera del CIPE del 19 novembre 1998 "Linee guida per le politiche e misure nazionali di riduzione

Dettagli

Allegato II. La durata ed i contenuti della formazione sono da considerarsi minimi. 3. Soggetti formatori e sistema di accreditamento

Allegato II. La durata ed i contenuti della formazione sono da considerarsi minimi. 3. Soggetti formatori e sistema di accreditamento Allegato II Schema di corsi di formazione per preposti e lavoratori, addetti alle attività di pianificazione, controllo e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

In convenzione con DELLA TOSCANA $ $ 5 ( *2 / $ 0(172

In convenzione con DELLA TOSCANA $ $ 5 ( *2 / $ 0(172 81,9(56,7 '(*/,678',',6,(1$ ',3$57,0(172',',5,772'(// (&2120,$ )$&2/7 ',(&2120,$³5,&+$5'0*22':,1 In convenzione con UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PISA DIPARTIMENTO DI DIRITTO PUBBLICO AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

Olivia Postorino: Regione Lombardia-D.G. Infrastrutture e Mobilità

Olivia Postorino: Regione Lombardia-D.G. Infrastrutture e Mobilità Olivia Postorino: Regione Lombardia-D.G. Infrastrutture e Mobilità Intervento Convegno ANAV del 17 /2/2004. (Noleggio autobus ai sensi della l. 218/2003) Con la legge quadro n. 218/2003, entrata in vigore

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI 1 AREA TECNICA Direttore Ing. Carlo Faccin Titolo Raccomandazioni ad indirizzo dell attività degli

Dettagli

Assessore allíuniversità e Ricerca Scientifica, Innovazione Tecnologica e Nuova Economia, Sistemi Informativi e Statistica: Prof.

Assessore allíuniversità e Ricerca Scientifica, Innovazione Tecnologica e Nuova Economia, Sistemi Informativi e Statistica: Prof. Assessore allíuniversità e Ricerca Scientifica, Innovazione Tecnologica e Nuova Economia, Sistemi Informativi e Statistica: Prof. Luigi Nicolais Coordinatore Area e Dirigente Settore Sistemi Informativi

Dettagli

LAVORI SULL A24, DISCO VERDE DELL ANAS

LAVORI SULL A24, DISCO VERDE DELL ANAS M a g a z i n e d e i T R A S P O R T I e d e l T U R I S M O - A n n o I V - N u m e r o 2 - editoriale M a g g i o 2 0 0 6 PROCEDURE CONCORSUALI NEL 2007? La Corte Costituzionale ha sancito, con assoluta

Dettagli

PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI

PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI PROPOSTE DEL GRUPPO DI LAVORO INARCASSA PER L ASSEMBLEA DEI PRESIDENTI L Assemblea dei Presidenti degli Ordini degli ingegneri d Italia (AdP) del 14 giugno 2013 ha riconosciuto che la previdenza è fattore

Dettagli

DENOMINAZIONE DATI STATISTICI (*) ATTIVITÀ DI RAZIONALIZZAZIONE TEMPI DI ATTUAZIONE E RISPARMI DA CONSEGUIRE Azienda Multiutility Acqua e gas AMAG

DENOMINAZIONE DATI STATISTICI (*) ATTIVITÀ DI RAZIONALIZZAZIONE TEMPI DI ATTUAZIONE E RISPARMI DA CONSEGUIRE Azienda Multiutility Acqua e gas AMAG PIANO OPERATIVO DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETÀ PARTECIPATE DENOMINAZIONE DATI STATISTICI (*) ATTIVITÀ DI RAZIONALIZZAZIONE TEMPI DI ATTUAZIONE E RISPARMI DA CONSEGUIRE Azienda Multiutility Acqua e

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA POLITECNICA E DELLE SCIENZE DI BASE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, EDILE E AMBIENTALE CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE

Dettagli

LANGUAGE.IT! VOLETE IMPARARE L ITALIANO IN UN MODO DIFFERENTE? PROVATE LANGUAGE.IT MILANO

LANGUAGE.IT! VOLETE IMPARARE L ITALIANO IN UN MODO DIFFERENTE? PROVATE LANGUAGE.IT MILANO LANGUAGE.IT! VOLETE IMPARARE L ITALIANO IN UN MODO DIFFERENTE? PROVATE LANGUAGE.IT MILANO VOLETE IMPARARE L ITALIANO IN UN MODO DIFFERENTE? PROVATE LANGUAGE.IT MILANO Corsi individuali e di gruppo di italiano

Dettagli

In quale scenario? UN CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE PER GUIDE TURISTICHE e ACCOMPAGNATORI TURISTICI - I EDIZIONE. FormApulia e AGTRP presentano:

In quale scenario? UN CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE PER GUIDE TURISTICHE e ACCOMPAGNATORI TURISTICI - I EDIZIONE. FormApulia e AGTRP presentano: FormApulia e AGTRP presentano: UN CORSO DI ALTA SPECIALIZZAZIONE PER GUIDE TURISTICHE e ACCOMPAGNATORI TURISTICI - I EDIZIONE In quale scenario? Oggi il settore del turismo si segnala come un settore in

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA 1/6 La seduta inizia alle 18.29. PRESIDENTE. Siamo in audizione durante la seconda missione in Puglia come Commissione parlamentare

Dettagli

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56)

LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) LAUREA MAGISTRALE BIENNALE IN SCIENZE ECONOMICHE (LM-56) Il corso di laurea in breve Il corso di laurea magistrale in Scienze Economiche, in modalità E-learning, mira a consentire l'acquisizione di conoscenze

Dettagli

1. Oggetto e struttura del disegno di legge

1. Oggetto e struttura del disegno di legge Delega al Governo per l attuazione dell articolo 117, secondo comma, lettera p) della Costituzione, per l istituzione delle Città metropolitane e per l ordinamento di Roma Capitale della Repubblica. Disposizioni

Dettagli

UNIVERSITA DI VERONA: INIZIATIVE DI MOBILITA SOSTENIBILE 1

UNIVERSITA DI VERONA: INIZIATIVE DI MOBILITA SOSTENIBILE 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali UNIVERSITA DI VERONA: INIZIATIVE DI MOBILITA SOSTENIBILE 1 Sabrina Spaghi Collaboratrice Università di Pavia, Dipartimento di

Dettagli

Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 26/01/2010 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 26/01/2010 73

Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 26/01/2010 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 26/01/2010 73 Bollettino Ufficiale n. 4/I-II del 26/01/2010 / Amtsblatt Nr. 4/I-II vom 26/01/2010 73 56384 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2009 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Dalle Province alle Città metropolitane. Firenze 22 ottobre 2013

Dalle Province alle Città metropolitane. Firenze 22 ottobre 2013 Dalle Province alle Città metropolitane Firenze 22 ottobre 2013 1 Il caos del Disegno di legge del Governo: una legge in attesa di Il Disegno di Legge sulle Città metropolitane riscrive le leggi su queste

Dettagli

CONSULTA NAZIONALE SULLA SICUREZZA STRADALE - RICERCHE E SERVIZI PER IL TERRITORIO

CONSULTA NAZIONALE SULLA SICUREZZA STRADALE - RICERCHE E SERVIZI PER IL TERRITORIO Le analisi e le elaborazioni che sono alla base del presente documento sono state realizzate dalla RST, Ricerche e Servizi per il Territorio, nell ambito del Laboratorio per il Governo e la Sicurezza Stradale,

Dettagli

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo

Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo Assessorato ai Trasporti Convegno Infrastructura L innovazione nelle infrastrutture di trasporto IV Sessione Le esigenze delle utenze e le modalità di utilizzo La mobilità delle persone in ambito urbano

Dettagli

I MEZZI PUBBLICI ITALIANI SONO DAVVERO CARI? 1. Lorenzo Minetti Università di Pavia, Collaboratore Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

I MEZZI PUBBLICI ITALIANI SONO DAVVERO CARI? 1. Lorenzo Minetti Università di Pavia, Collaboratore Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali I MEZZI PUBBLICI ITALIANI SONO DAVVERO CARI? 1 Lorenzo Minetti Università di Pavia, Collaboratore Dipartimento di Scienze Politiche

Dettagli

Presentazione dell intervento Mobility Management Zona Fiera

Presentazione dell intervento Mobility Management Zona Fiera Direzione Generale Reti infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità Presentazione dell intervento Mobility Management Zona Fiera Fabio Formentin Mobility Manager Regione Emilia-Romagna Settimana

Dettagli

SEDE DI CAGLIARI. Il credito all economia regionale: Il ruolo degli Intermediari e la nuova regolamentazione di settore

SEDE DI CAGLIARI. Il credito all economia regionale: Il ruolo degli Intermediari e la nuova regolamentazione di settore FORUM PERMANENTE SUL CREDITO E LA FINANZA II^ CONFERENZA REGIONALE SUL CREDITO E LA FINANZA PER LO SVILUPPO Il credito all economia regionale: Il ruolo degli Intermediari e la nuova regolamentazione di

Dettagli

Il Sud si muove. Si muove l Europa.

Il Sud si muove. Si muove l Europa. Il Sud si muove. Si muove l Europa. PON TRASPORTI 2000-2006 Programma di sviluppo infrastrutturale della rete trasporti nel Sud Italia Il Programma Nell ambito delle politiche cofinanziate dai Fondi strutturali

Dettagli

IL TURISMO IN GINOCCHIO NELL ABRUZZO FERITO LA NOSTRA REGIONE DEVE RIPARTIRE SUBITO

IL TURISMO IN GINOCCHIO NELL ABRUZZO FERITO LA NOSTRA REGIONE DEVE RIPARTIRE SUBITO M a g a z i n e d e i T R A S P O R T I e d e l T U R I S M O - A n n o V I I - N u m e r o editoriale 2 - M a g g i o 2 0 0 9 L ONERE DI GOVERNARE La nuova Giunta Regionale è ormai al lavoro da alcuni

Dettagli

ITALIA TURISMO Luglio 2012

ITALIA TURISMO Luglio 2012 ITALIA TURISMO Luglio 2012 LE VACANZE DEGLI ITALIANI IN TEMPO DI CRISI Cancellati 41 milioni di viaggi e 195 milioni di giornate di vacanza in cinque anni Gli ultimi aggiornamenti sull andamento del turismo

Dettagli

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita

Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Economia > News > Italia - lunedì 13 gennaio 2014, 16:00 www.lindro.it Segnali positivi Le banche tra tassi e risparmiatori Famiglie e banche: interessi più bassi e depositi in crescita Antonio Forte La

Dettagli

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO

TITOLO I CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO REGOLAMENTO DI ATENEO PER LA STIPULA DI CONTRATTI PER ATTIVITA DI INSEGNAMENTO A TITOLO ONEROSO O GRATUITO E DI ATTIVITA INTEGRATIVE AI SENSI DELL ART. 23 DELLA LEGGE 240/2010 Emanato con DR. 11460/I/003

Dettagli

Regol@mento istitutivo del fondo di assistenza e previdenza complementare

Regol@mento istitutivo del fondo di assistenza e previdenza complementare Comune di Spoleto Direzione Politiche della Viabilità Regol@mento istitutivo del fondo di assistenza e previdenza complementare Il Regolamento istitutivo del fondo di assistenza e previdenza complementare

Dettagli

366/98, DM 557/99, L.R.

366/98, DM 557/99, L.R. BILITÀ DI DELI BERAZI ONE UNTA REGI ONALE ionale della Sicurezza Stradale Variazione al Bilancio di previsione 2014 ai sensi dell art. 42 E GESTIONE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE 1 L Assessore alle Infrastrutture

Dettagli

Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web

Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web Le 5 cose da sapere prima di scegliere un preventivo per un nuovo sito web Sono sempre di più i liberi professionisti e le imprese che vogliono avviare o espandere la propria attività e hanno compreso

Dettagli

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO 1. Premessa Nei mesi scorsi Assolombarda ha espresso all Amministrazione Comunale la propria contrarietà alla congestion charge, ritenendola un provvedimento

Dettagli

Regolamento Visite e Viaggi

Regolamento Visite e Viaggi Regolamento Visite e Viaggi Regolamento Visite e Viaggi Premessa Come è noto sono state a tutt'oggi emanate numerose circolari in materia di visite guidate e viaggi di istruzione. Alla luce dell'esperienza

Dettagli

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale

Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Regione Emilia Romagna, Enti locali, Agenzie e imprese TPL: un sistema per le innovazioni a servizio dei utenti Paolo Ferrecchi, Direttore generale Reti Infrastrutturali, Logistica e Sistemi di mobilità

Dettagli

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono 1 Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono presentati sul mercato del lavoro. Tali informazioni provengono

Dettagli

ervizi erogati da atc MP

ervizi erogati da atc MP atc Mobilità e Parcheggi SpA (nel seguito della Carta MP ) è una società per azioni fondata nel mese di dicembre del 2004 alla Spezia, che ha iniziato ad operare dal 4 aprile 2005. La società, costituita

Dettagli

AMAZING ABRUZZO PROGETTO DI COSTITUZIONE DI RETE TRA OPERATORI DEL TURISMO PER LA VALORIZZAZIONE DELL INCOMING ABRUZZESE

AMAZING ABRUZZO PROGETTO DI COSTITUZIONE DI RETE TRA OPERATORI DEL TURISMO PER LA VALORIZZAZIONE DELL INCOMING ABRUZZESE AMAZING ABRUZZO PROGETTO DI COSTITUZIONE DI RETE TRA OPERATORI DEL TURISMO PER LA VALORIZZAZIONE DELL INCOMING ABRUZZESE Che cosa vogliamo fare? Creare una rete di ALBERGHI ed OPERATORI DEL TURISMO (vettori

Dettagli

statuto Testo approvato dalla XXXI Assemblea Generale congressuale Roma, 1 dicembre 2004

statuto Testo approvato dalla XXXI Assemblea Generale congressuale Roma, 1 dicembre 2004 statuto Testo approvato dalla XXXI Assemblea Generale congressuale Roma, 1 dicembre 2004 Art. 1 DENOMINAZIONE E SEDE È costituita dal 1908 l Unione delle Province d Italia (U.P.I.). Essa ha sede in Roma.

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI SPINEA C.C.d.R. Art. 1

STATUTO DEL CONSIGLIO DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI SPINEA C.C.d.R. Art. 1 STATUTO DEL CONSIGLIO DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI DI SPINEA C.C.d.R. Art. 1 Costituzione del Consiglio Materie di cui si occupa Scopi È costituito il Consiglio delle ragazze e dei ragazzi di Spinea. Le

Dettagli

ENRICO LEVIZZANI Curriculum vitae

ENRICO LEVIZZANI Curriculum vitae ENRICO LEVIZZANI Curriculum vitae DATI PERSONALI Nato a Carpi (MO) Residente a Carpi (MO) ISTRUZIONE Diploma di maturità scientifica conseguito presso il Liceo Manfredo Fanti di Carpi nell anno scolastico

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Cronologia progetto Tempi della scuola

Cronologia progetto Tempi della scuola Progetto pilota Tempi della Scuola Cronologia progetto Tempi della scuola progettazione studi attuazione gennaio 1998 marzo - aprile 1998 aprile 1998 Interviste a sindaco, assessori, segretario comunale

Dettagli

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE. La presente deliberazione è stata affissa all'albo comunale in data odierna e vi rimarrà per quindici

ATTESTATO DI PUBBLICAZIONE. La presente deliberazione è stata affissa all'albo comunale in data odierna e vi rimarrà per quindici Letto, confermato e sottoscritto Il Sindaco f.to dr.ssa Elisabetta Pian Il Segretario Comunale f.to dr.ssa Ivana Bianchi Copia conforme all originale ad uso amministrativo. Addì, 3 luglio 2015 dr.ssa Francesca

Dettagli

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014

Delibera di G.C. N. 15 del 7 febbraio 2014 Avviso pubblico e Regolamento per la concessione di contributi a parziale concorso delle spese di organizzazione di viaggi in provincia di Napoli in periodi di bassa e media stagione Annualità 2014 Delibera

Dettagli

Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami"

Università, paradossale guerra ai fuori corso Gli atenei finiranno per regalare gli esami INCHIESTA Università, paradossale guerra ai fuori corso "Gli atenei finiranno per regalare gli esami" Il ministero, nell'erogare i fondi, adesso penalizza i centri con troppi studenti in ritardo con le

Dettagli

soluzioni a impatto vero

soluzioni a impatto vero soluzioni a impatto vero @/\ tecniche, servizi e soluzioni: in una parola te.s.s. Un acronimo che racchiude un insieme intero di competenze all insegna della professionalità volte a trovare le giuste soluzioni

Dettagli

-Il Sindaco,prima di dare risposta specifica al Consigliere Carbone,ritenendolo utile,dà lettura della proposta e del Regolamento.

-Il Sindaco,prima di dare risposta specifica al Consigliere Carbone,ritenendolo utile,dà lettura della proposta e del Regolamento. REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGI EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI CHE RISIEDONO FUORI DEL CAPOLUOGO DEL COMUNE PER LA PARTECIPAZIONE ALLE SEDUTE DEGLI ORGANI ASSEMBLEARI ED

Dettagli

Alla cortese attenzione degli assessori Viabilità (Claudio Lubatti) ed Ambiente (Enzo La Volta) del Comune di Torino

Alla cortese attenzione degli assessori Viabilità (Claudio Lubatti) ed Ambiente (Enzo La Volta) del Comune di Torino Alla cortese attenzione degli assessori Viabilità (Claudio Lubatti) ed Ambiente (Enzo La Volta) del Comune di Torino Coerentemente con quanto dichiarato e nelle intenzioni del Biciplan di Torino approvato

Dettagli

Emergenza sanitaria e associazioni di volontariato nelle Marche

Emergenza sanitaria e associazioni di volontariato nelle Marche Emergenza sanitaria e associazioni di volontariato nelle Marche Franco Pesaresi Direttore ASP Ambito 9 Jesi (AN) 08/06/ Il presente articolo, seppur autonomo nella sua struttura, costituisce la naturale

Dettagli

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing 1 Premessa Nel processo di armonizzazione dell Ingegneria Europea, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri,

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL RECENTE STUDIO DELLA SVIMEZ CONFERMA NOTEVOLI DIFFERENZE TERRITORIALI ED EVIDENZIA SVANTAGGI COMPETITIVI ANCE SALERNO: CREDITO, CONFIDI A DUE VELOCITA Nel 2013 su oltre 22 miliardi

Dettagli

CENTRO TURISTICO STUDENTESCO E GIOVANILE IL NETWORK CTS

CENTRO TURISTICO STUDENTESCO E GIOVANILE IL NETWORK CTS CENTRO TURISTICO STUDENTESCO E GIOVANILE IL NETWORK CTS I partecipanti all Assemblea Generale CTS del 2004 ad Atene PROTAGONISTI CON CTS Il Centro Turistico Studentesco e giovanile (CTS) è l associazione

Dettagli

5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO

5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO 5 - SINTESI DELLA LINEA D INDIRIZZO RAPPORTI CON IL TERRITORIO RAT - Linea d indirizzo Rapporti con il territorio Missione, visione e valori dell Ateneo: La Linea d indirizzo Rapporti con il territorio

Dettagli

RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009

RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009 RIUNIONE COMITATO REGIONALE ANPI LOMBARDIA 19 NOVEMBRE 2009 Antonio PIZZINATO scaletta Relazione -Teniamo questa riunione del Comitato regionale ANPI Lombardia, per compiere una riflessione sull attuale

Dettagli

QUESTURA DI CHIETI UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

QUESTURA DI CHIETI UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO QUESTURA DI CHIETI UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO REGOLAMENTO INTERNO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO E MISURE ORGANIZZATIVE SUL DIRITTO DI ACCESSO CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto del regolamento.

Dettagli

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli. Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche Facoltà di Medicina e Chirurgia A. Gemelli Corso di Laurea Magistrale in Scienze infermieristiche e Manifesto degli studi Anno Accademico 2014-2015 CLASSE DI LAUREA DI APPARTENENZA: LM/SNT1 SCIENZE INFERMIERISTICHE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCARICHI DI INSEGNAMENTO Emanato con D.R. n. 128 del 06/05/2013 Modificato con D.R. n. 107 del 28/02/2014. TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli