DISTRETTO SCOLASTICO N. 15

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISTRETTO SCOLASTICO N. 15"

Transcript

1 DISTRETTO SCOLASTICO N. 15 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE ANTONIO MEUCCI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ANTONIO MEUCCI ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI CARLO CATTANEO Via dello Sport, 3 Tel. 059/ [Bidelleria], 059/688551[Presidenza], Fax 059/ Posta elettronica: Indirizzo web: CARPI (MO) DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (L. n.425\97 e Regolamento DPR 323\98) CLASSE 5G INDIRIZZO E.R.I.C.A. Anno scolastico 2013 /2014 ALUNNI 1. ALBERTINI CHIARA 13. LUGLI FRANCESCO 2. CALZOLARI LEILA 14. MALAGOLI ELEONORA 3. CARRETTI MORENA 15. MARTINELLI GRETA 4. CASTALDO YLENIA 16. MELEGARI FEDERICA 5. CAVAZZUTI ANITA 17. RAMILLANO ANNA MARIA GIOIA 6. CONTE LUISANA 18. RICCIARDO MARIAGIULIA 7. GHOUFIRI HANANE 19. RUFFONI ELEONORA 8. HARCHAOUI DALILA 20. SAPIO VERONICA 9. HICHAMI SARA 21. TARALLO ASSUNTA 10. KOUDOU SERY FRANK SANDERS 22. UZUN DOINA 11. KOUKPAKI YENNELLE SANDRA 23. VELLANI GLENDA 12. LI ELENA 24. ZANIBONI RICCARDO 1

2 CONSIGLIO DI CLASSE PROFESSORI MATERIA D INSEGNAMENTO 1. BENAGLIA MARINELLA ITALIANO - STORIA 2. ROSA ANNA MARIA STORIA DELL ARTE 3. SIGHINOLFI CLELIA INGLESE (prima lingua) 4. MARTELLO SILVA FRANCESE (seconda lingua) 5. RANDIGHIERI CHIARA SPAGNOLO (terza lingua) 6. GANDOLFI CECILIA MATEMATICA 7. TORRISI ANTONINO EDUCAZIONE FISICA 8. VILLAVERDE MARIA CONV. SPAGNOLO 9. BARTHELEM ELISABETH CONV. FRANCESE 10. LEONI DANIELA GEOGRAFIA 11. PIRONDI PAOLA DIRITTO ED ECONOMIA PER L AZIENDA 12. GALLI CECILIA RELIGIONE 2

3 PRESENTAZIONE DELLA CLASSE La classe 5^G è composta da 21 studentesse e 3 studenti, tutti provenienti dalla 4^G, classe nella quale si sono inserite lo scorso anno due alunne provenienti l una da diverso corso, l altra da diversa scuola. Nel corso del triennio c è stata continuità didattica in tutte le discipline, tranne che per diritto ed economia per l azienda, geografia antropica e spagnolo. Gli studenti hanno potuto sviluppare un percorso regolare di apprendimento, raggiungendo un discreto livello di formazione; hanno inoltre mostrato disponibilità al dialogo educativo, così come attenzione e impegno nei confronti del lavoro comune. I rapporti tra gli studenti sono stati positivi; quelli con gli insegnanti improntati a rispetto e cordialità. L atteggiamento collaborativo nei confronti della realtà scolastica ha permesso loro di fare proprie le occasioni formative proposte dalla scuola sia dal punto di vista linguistico che culturale ed educativo. Il gruppo classe evidenzia profitti diversificati nelle singole discipline, nella quali talvolta emergono eccellenze accanto a esiti discreti o buoni, mentre un piccolo numero di studenti ha raggiunto una preparazione meno soddisfacente e prevalentemente scolastica. Una parte della classe mostra attitudini per le discipline linguistiche ed un buon interesse per gli aspetti letterari ed artistici; la propensione per l'approfondimento delle discipline storico-culturali è in genere stata sostenuta da studio adeguato. Da tutti gli alunni è stato condiviso l interesse nei confronti dei principali avvenimenti di natura sociale, politica o economica legati all attualità analizzati in classe. Per quanto riguarda l'area tecnico-scientifica, l'interesse e il profitto sono stati più che sufficienti. Alcuni alunni della classe hanno dimostrato nel corso del triennio volontà nel recuperare, rispetto ad una situazione che era in parte lacunosa. Nella generalità degli ambiti disciplinari, gli studenti sono riusciti a sviluppare conoscenze, competenze e abilità corrispondenti agli obiettivi della classe. Il livello medio delle conoscenze è da considerarsi soddisfacente, così come quello delle competenze disciplinari. Per quanto riguarda le abilità, parte della classe sa anche operare collegamenti interdisciplinari, permangono incertezze in alcuni alunni, la cui preparazione risulta più scolastica. 3

4 OBIETTIVI GENERALI E SPECIFICI DELL INDIRIZZO Obiettivi generali 1. Possedere una solida cultura generale. 2. Possedere capacità linguistico-espressive, interpretative e rielaborative. 3. Raggiungere un certo grado di capacità critica. 4. Acquisire abitudine al collegamento pluridisciplinare. 5. Saper utilizzare le conoscenze acquisite in diversi ambiti. 6. Raggiungere un grado di consapevolezza che consenta di effettuare scelte autonome. 7. Esprimersi con un linguaggio appropriato nei diversi ambiti disciplinari. Obiettivi specifici 1. Leggere e analizzare in modo consapevole i testi letterari italiani. 2. Produrre testi scritti in italiano corretto su argomenti di genere vario. 3. Leggere, interpretare testi scritti in lingua straniera su argomenti letterari, turistici, economici e di attualità. 4. Produrre testi scritti in lingua straniera su argomenti letterari, turistici, economici e di attualità. 5. Dimostrare sensibilità estetica e capacità critica nell analisi dei vari linguaggi artisticoletterari. 6. Leggere, redigere ed interpretare i più diffusi documenti contabili 7. Elaborare dati e rappresentarli per favorire i processi decisionali. 8. Documentare adeguatamente il proprio lavoro. 9. Comunicare utilizzando appropriato linguaggio specifico. 10. Effettuare scelte e prendere decisioni ricercando ed assumendo le informazioni necessarie. 11. Partecipare in modo costruttivo al lavoro organizzato, individuale o di gruppo. 4

5 Per i contenuti (programma svolto, criteri di selezione, strutturazione, organizzazione, metodologia seguita) si fa riferimento agli allegati. METODI, MEZZI, STRUMENTI (Attività scuola / lavoro, partecipazione a stage, percorsi integrati, conferenze, seminari, visite guidate ad aziende) Lezione frontale Lavori di gruppo Uso di laboratori e sussidi audiovisivi (in particolare film nelle diverse lingue studiate) Uso della LIM Ricerche Discussione Internet Conferenze e iniziative varie a. Partecipazione a iniziative varie per orientamento post-diploma; b. Incontro con A.V.I.S.; c. Partecipazione a un incontro sul volontariato europeo; d. Partecipazione di una studentessa all iniziativa Un treno per Auschwitz ; e. Partecipazione al progetto Quotidiano in classe f. Partecipazione all incontro proposto dall Associazione Nazionale Magistrati con il giudice Gratteri g. Incontro con volontari del 118 h. Progetto LAPAM curriculum Vitae in inglese e simulazione colloquio per assunzione in lingua inglese i. Partecipazione alla conferenza sul gioco d'azzardo Fate il nostro gioco Visite culturali: visita di istruzione alla Pinacoteca di Brera e alla mostra di Andy Warroll a Milano visita di istruzione Verso Monet a Verona Stage Al termine del quarto anno, gli studenti hanno svolto una attività di stage della durata di tre settimane. La relativa documentazione è nella cartella personale dei candidati. 5

6 PROVE SCRITTE (scelta delle tipologie e delle caratteristiche formali delle prove, con particolare riguardo alla 1 a e alla 3 a prova scritta). Prova scritta d italiano: si sono tenute presenti le tipologie assegnate dal ministero da quando è entrato in vigore il nuovo esame di stato. Sono stati assegnati - analisi testuali sulla base di comprensione complessiva, analisi del testo ed inquadramento culturale; - redazioni di articoli di giornale o di saggi brevi relativamente ad argomenti di ambito artisticoletterario, socio-economico, storico-politico e tecnico-scientifico. - temi storici e di ordine generale. Seconda prova scritta (lingua straniera): sono state sottoposte prove assegnate dal Ministero negli anni precedenti. Terza prova: sono state sottoposte alla classe due verifiche pluridisciplinari secondo la tipologia B. VERIFICHE: (eventuali prove d ingresso, frequenza e caratteristiche delle verifiche e tipologia delle prove utilizzate). La frequenza e le caratteristiche delle verifiche variano secondo le materie, ma tutte le discipline hanno effettuato un numero di prove congruo e sufficiente ad acquisire elementi idonei a una valutazione completa. La tipologia delle verifiche scritte include prove tradizionali, test a risposta multipla, singola o aperta; per le verifiche orali ci si è avvalsi sia delle interrogazioni tradizionali che di prove strutturate e microinterrogazioni. VALUTAZIONE: (criteri e strumenti della misurazione con chiara ed esplicita indicazione del livello di sufficienza, griglia di valutazione, indicatori e descrittori utilizzati per l attribuzione dei voti). I criteri e gli strumenti della misurazione e della valutazione adottati durante l anno sono quelli inseriti nel Piano dell Offerta Formativa e approvati dal Collegio dei Docenti. 6

7 Per ciò che riguarda la simulazione del colloquio orale, che si ritiene di realizzare nella parte finale dell anno scolastico, saranno utilizzati i criteri di valutazione indicati nella griglia allegata. COMPOSIZIONE DELLE AREE DISCIPLINARI Area linguistico-storico-letteraria Italiano, Storia, Geografia, Storia dell Arte e Lingue straniere Area scientifico-tecnica Diritto ed Economia per l azienda, Matematica e Educazione Fisica Si allegano: 1) Scheda informativa relativa alla simulazione di Prima, Seconda e Terza Prova 2) Griglie di valutazione:... Al legato A (Prova scritta d Italiano)... Al legato B (Prova scritta di Lingua Straniera)... Al legato C (Terza prova scritta)... Al legato D (Colloquio) 3) Programmi svolti. IL DIRIGENTE SCOLASTICO Margherita Zanasi 7

8 1) SCHEDA INFORMATIVA RELATIVA ALLA SIMULAZIONE di PRIMA, SECONDA E TERZA PROVA Data di Tempo svolgimento Assegnato PRIMA PROVA 15 aprile ore SECONDA 28 aprile ore PROVA TERZA PROVA Materie coinvolte Tipologia di verifica Storia dell arte, matematica, B 21 gennaio ore francese, inglese Lingua 2 e lingua 3, B 5 maggio ore Matematica, Storia dell arte 8

9 2) GRIGLIE DI VALUTAZIONE ALLEGATO A GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER LA PRIMA PROVA (ITALIANO) Indicatori/Obiettivi Insufficiente Sufficiente Discreto Buono/Ottimo Punteggio attribuito 1. Correttezza e proprietà nell uso della lingua (ortografia, lessico, morfologia, sintassi, punteggiatura). < 2 2 2, Pertinenza alle traccia e alle richieste specifiche in essa < 2 2 2,5 3 contenute. 3. Conoscenza dell argomento, qualità e ricchezza dell informazione < 2 2 2, Articolazione, coerenza ed < 2 2 2,5 3 organicità dell argomentazione 5. Approfondimenti critici personali ed originali < 2 2 2,5 3 Totale TOTALE PUNTI. /15 9

10 ALLEGATO B GRIGLIA DI VALUTAZIONE SECONDA PROVA ( LINGUA STRANIERA) COMPRENSIONE DEL TESTO PUNTI RISPOSTE RIASSUNTO PRODUZIONE (solo per risposte e riassunto ) Dettagliata Globale 2, Parziale 1, Errata 0, CONTENUTO Pertinente ed esauriente 3 Completo, abbastanza pertinente, 2,5-2 anche se parzialmente ripreso dal testo Parzialmente pertinente, generico 1,5-1 Errato, non risponde 0,5-0 FORMA / ESPOSIZIONE Chiara, scorrevole, sintetica 3 Comprensibile, talvolta involuta 2,5-2 Elementare e non sempre chiara, 1,5-1 ricalca la forma italiana Incomprensibile 0,5-0 LESSICO Vario, appropriato, con sinonimi 3 Abbastanza appropriato, talvolta tratto 2,5-2 dal testo Elementare, comune, tratto solo dal 1,5-1 testo Incomprensibile 0,5-0 LIVELLO MORFOSINTATTICO Corretto, registro adeguato 3 Abbastanza corretto, la comprensione è 2,5-2 assicurata Con errori diffusi 1,5-1 Con errori diffusi e molto gravi 0,5-0 RIELABORAZIONE ( Produzione ) Personale, documentata, logica Personale, abbastanza coerente 2, Appena accennata 1, Inesistente 0, TOTALE PUNTEGGIO Parz: Parz: Parz: PUNTEGGIO /15 1 0

11 ALLEGATO C GRIGLIA DI VALUTAZIONE DELLA TERZA PROVA Aspetti Livelli di giudizio Punti Gravemente insufficiente 1-2 Insufficiente 3 Punteggio massimo Punteggio conseguito CONOSCENZA DEI CONTENUTI Non del tutto sufficiente 3.5 Sufficiente 4 Discreta 5 Buona 5.5 Ottima 6 6 CAPACITA DI UTILIZZARE E INTEGRARE LE CONOSCENZE Gravemente insufficiente 1-2 Insufficiente 3 Non del tutto sufficiente 3.5 Sufficiente 4 Discreta 5 Buona 5.5 Ottima 6 6 PRECISONE E PROPRIETA DI LINGUAGGIO Insufficiente 1 Non del tutto sufficiente 1.5 Sufficiente 2 Discreta 2.5 Buona 3 3 TOTALE 15./15 1 1

12 ALLEGATO D GRIGLIA DI VALUTAZIONE DEL COLLOQUIO CANDIDATO CLASSE sez. SOMMA DEI PUNTEGGI VALUTAZIONE PUNTI GIUDIZIO SINTETICO 1-10 Il candidato non si orienta e non riesce, nonostante le sollecitazioni, a sostenere il colloquio Il candidato articola il discorso in modo non sempre coerente ed evidenzia gravi difficoltà espositive. Non conosce i contenuti essenziali Il candidato si orienta a fatica e si esprime con difficoltà. Anche guidato non sempre è in grado di cogliere i concetti chiave Il candidato conosce superficialmente i contenuti proposti e si esprime con un linguaggio non sempre corretto Il candidato conosce i concetti-base Il candidato si esprime con proprietà di linguaggio dimostrando di conoscere i contenuti discretamente Il candidato conosce i temi trattati in modo approfondito e sa esporli con un linguaggio specifico riuscendo ad operare semplici collegamenti Il candidato si esprime con linguaggio pertinente, articolando il discorso in modo organico. Stabilisce efficaci collegamenti e formula opportuni giudizi. 1 2

13 3) RELAZIONI E PROGRAMMI SVOLTI Prof. Benaglia Marinella (italiano e storia) Programma di Italiano Testo in adozione: Paolo di Sacco, Le basi della letteratura 3a 3b, Bruno Mondadori Il positivismo La nuova immagine della scienza La filosofia del positivismo L attenzione al vero Naturalismo e verismo Giovanni Verga: vita, contesto storico di riferimento. L inizio della stagione verista: Nedda Regressione e discorso indiretto libero L eclissi del narratore e l impersonalità Il ciclo dei vinti La brama del meglio e la sconfitta nella lotta per la vita da I Malavoglia (la lettura del testo integrale è stata affidata agli allievi) Prefazione La famiglia toscano Le novità del progresso viste da Trezza L addio alla casa del nespolo da Vita dei Campi : Lettera prefazione a L amante di Gramigna Fantasticheria La lupa Cavalleria rusticana da Novelle rusticane : Libertà da Mastro Don Gesualdo : Gesualdo e Diodata parte 1 cap 4 Il Simbolismo europeo e la nuova poesia La cultura del primo 900 La crisi del positivismo: fine del secolo tramonto dell occidente Le nuove teorie scientifiche La fine delle certezze tradizionali Società e cultura di massa Il ruolo del poeta Cenni alla lirica simbolista francese Simbolismo e rinnovamento del linguaggio poetico Giovanni Pascoli: vita, contesto storico di riferimento. L infanzia Il lutto L impegno politico Il nido 1 3

14 Il fanciullino Il simbolismo pascoliano La scoperta degli oggetti Nuovi soggetti poetici La negazione della retorica La poetica impressionistica Una natura non verista Il linguaggio fono-simbolico da Il fanciullino, Il fanciullo che è in noi cap. I e III Il poeta è poeta e non oratore e predicatore, cap XI da Myricae : Lavandare Arano Novembre Il lampo Il tuono X Agosto L assiuolo da Canti di Castelvecchio : La mia sera Il gelsomino notturno Da Poemetti : Digitale purpurea Gabriele d Annunzio: vita, contesto storico di riferimento. L esordio Il cronista mondano La politica Gli amori La guerra La crisi di fine secolo Il manipolatore della folla Il preziosismo formale L antropomorfismo L esteta da Alcyone : La sera fiesolana La pioggia nel pineto da Il piacere : L attesa di Elena Ritratto d esteta Il Futurismo:La sola vera avanguardia italiana L ideologia del futuro e i suoi limiti Simbolismo e futurismo Filippo Tommaso Marinetti da Zang tumb tuum : Bombardamento La narrativa della crisi Il romanzo tra Ottocento e Novecento L analisi dell interiorità 1 4

15 Il mondo dalla parte dell io Non più i fatti ma la coscienza Il ruolo della psicanalisi Il personaggio relativizzato L uomo senza qualità Il nuovo ruolo dell autore Luigi Pirandello: vita, contesto storico di riferimento. L ambiente siciliano Il teatro, l adesione al fascismo, la fama internazionale La personalità molteplice Il relativismo della coscienza Il sentimento del contrario L umorismo La disarticolazione del personaggio Il teatro nel teatro La maschera La follia come fuga dai condizionamenti Il fallimento del dramma borghese da L umorismo : Esempi di umorismo parte II passim da Il fu Mattia Pascal : Adriano Meis Io sono il fu Mattia Pascal La lanterninosofia (L opera è stata letta integralmente dagli studenti) da Novelle per un anno : La patente Il treno ha fischiato La carriola da Uno Nessuno e centomila : Il naso di Vitangelo Moscarda Da: Sei personaggi in cerca di autore : L ingresso dei sei personaggi Italo Svevo: vita, contesto storico di riferimento. Trieste mitteleuropea L incontro con Joyce L influenza del Naturalismo L incapacità di vivere L inettitudine Salute e malattia La scelta del realismo da La coscienza di Zeno : Il fumo Il funerale mancato Psico-analisi (La lettura del romanzo è stata affidata agli studenti) Una vita e Senilità sono stati studiati in funzione del confronto con la coscienza di Zeno in quanto all evoluzione del personaggio La cultura del dopoguerra Il tramonto dei valori dell Occidente La società fascista La nuova poesia novecentesca in Italia L ermetismo I cinque caratteri salienti della poesia moderna 1 5

16 Giuseppe Ungaretti: vita, contesto storico di riferimento. La giovinezza da Alessandria a Parigi L interventismo L essenzialità dell Allegria Il sistema dell analogia da L Allegria : Il porto sepolto Veglia Sono una creatura I fiumi Soldati Fratelli San Martino del Carso Allegria di naufragi Mattina Natale da: Sentimento del tempo La madre Eugenio Montale: vita, contesto storico di riferimento. Lingua poetica e paesaggio interiore Il mal di vivere Il mito del mare e lo scacco dell uomo moderno Lo sbaglio di natura Il varco La formula al negativo di Montale Il correlativo oggettivo L indifferenza e lo scorrere del tempo da Ossi di seppia : I limoni Non chiederci la parola Meriggiare pallido e assorto Cigola la carrucola del pozzo Spesso il mal di vivere ho incontrato da Occasioni : Non recidere, forbice, quel volto da Satura : Ho sceso dandoti il braccio, almeno un milione di scale Gli assetti internazionali del secondo dopoguerra Il Neorealismo in Italia, la letteratura e i valori della resistenza. Il bisogno dell impegno Una nuovo poetica sociale e pedagogica Narrativa di guerra e resistenza Primo Levi da Se questo è un uomo : Cap. II, Sul fondo 1 6

17 Programma di storia Testo in adozione: F. M. Feltri M. M. Bertazzoni, Chiaro Scuro vol. 3, SEI Le nuove masse e il potere Mobilitazione delle masse L'età giolittiana La prima guerra mondiale Il comunismo in Russia Il fascismo in Italia Il nazismo in Germania La grande depressione La guerra civile spagnola La seconda guerra mondiale L'Italia nella seconda guerra mondiale Lo sterminio degli ebrei La guerra fredda L'Italia repubblicana: la nascita della Repubblica, gli anni di piombo. Cenni alla questione mediorientale. Prof. Sighinolfi Clelia (inglese prima lingua) Relazione sul Programma Il programma di lingua inglese per le classi quinte Erica si articola nei tre ambiti: commerciale, turistico e letterario. Relativamente al settore commerciale si è presa in considerazione l economia del Regno Unito, nei diversi settori di produzione, con particolare riferimento alle principali zone produttive. Trattando il settore terziario è stata presentata la Borsa Valori di Londra, la sua origine, la sua evoluzione e chi vi opera. Si è fatto riferimento anche alla Borsa Valori di New York e al mercato azionario NASDAQ. Gli studenti sanno redigere il proprio CV e la lettera di richiesta di un posto di lavoro e sanno simulare un colloquio di lavoro. Nell ambito del turismo si è considerata l importanza che il turismo riveste all interno dell economia del Regno Unito e ci si è soffermati sull impulso registrato negli ultimi anni e sulle mete più ambite dai turisti. Sono stati elencati i diversi tipi di viaggi e vacanze, sollecitando gli studenti ad esprimere preferenze e a motivarle. Sono state presentate le forme del linguaggio settoriale e, in contesti di simulazione, gli studenti sono stati coinvolti sia nella produzione orale che in quella scritta (redazione di ) per richiedere e dare informazioni su tour, escursioni e diversi tipi di vacanze. Attraverso la presentazione di alcune tra le mete turistiche più rinomate in Italia ed in Gran Bretagna si è cercato di fare acquisire le competenze necessarie al 1 7

18 fine di stilare un programma di viaggio, di escursioni e gite, come spesso richiesto nella seconda prova dell Esame di Stato. Il programma di letteratura rappresenta sicuramente una parte importante e consistente all interno del programma generale della disciplina, in quanto il corso Erica nel nostro istituto si è sempre caratterizzato per la sua forte connotazione umanistico-linguistica. Lo studio della letteratura inglese, anche quest anno, ha coinvolto in modo positivo gli studenti: dopo un inquadramento del momento storico e culturale, con particolare riferimento alle condizioni sociali ed economiche, si è proceduto alla presentazione degli autori, visti attraverso le loro opere. L analisi dei testi si è svolta in classe e gli studenti sono stati incoraggiati a fornire commenti personali e ad effettuare semplici collegamenti con le altre letterature studiate. Per quanto riguarda la valutazione, nelle prove orali si sono valutate le conoscenze dei contenuti, la scioltezza espositiva e la rielaborazione personale; non si è data particolare importanza alla correttezza grammaticale, per incoraggiare gli studenti all uso dell inglese come mezzo di comunicazione. Le verifiche scritte sono state improntate sulla modalità della seconda e terza prova e la valutazione ha tenuto conto della pertinenza e completezza delle risposte(contenuto), della correttezza grammaticale e lessicale e della autonomia espressiva (forma). Per la valutazione delle prove scritte si sono utilizzate le griglie di valutazione allegate al documento del 15 maggio. Programma svolto all 08/05/ Commerce Testo in adozione: Flavia Bentini, B. Richardson, V. Vaugham, In business, Pearson-Longman MODULE 1. ECONOMY Types of economy Sectors of the economy UK s Economy Channels of distribution Job application and CV MODULE 2. FINANCE The Stock Exchange Bears and Bulls The London Stock Exchange The New York Stock Exchange NASDAQ 2. Tourism Testo in adozione: Ducati- Gardella-Allen, Gateway to Tourism-New Edition, Lang Ed. MODULE 1. TOURISM IN THE UK (fotocopie) 1 8

19 Why tourism matters Britain s inbound tourism Key destinations, journey purpose and seasonal spread MODULE 2. TOURS & HOLIDAYS Inclusive tours and holidays: holiday villages Cruises Special interest holidays: study holidays, stay on a farm, Spa holidays Incentive holidays, conferences and trade fairs Tourism Correspondence: letters of enquiries and replies to enquiries asking for/giving information about tours, cruises, holidays, conferences and trade fairs; CV and letter of application. 3. Literature Testo in adozione: Silvia Maglioni-Graeme Thomson, Lyterary Hyperlinks Concise, Black Cat MODULE 1. THE ROMANTIC AGE ( ) The Age of Revolutions Literature in the Romantic Age Precursors of Romanticism: Gray and Blake First and second generation of Romantic Poets The Lyrical Ballads and The Manifesto of English Romanticism Poetry: text analysis Early Romantic Poetry: Thomas Gray, Elegy written in a Country Churchyard William Blake, The Lamb, William Blake, The Tiger Romantic Poetry: William Wordsworth, Daffodils S.T. Coleridge: The Rime of the Ancient Mariner, There was a ship P.B. Shelley, England in 1819 The novel in the Romantic Age The Novel of Manners: text analysis Jane Austen, Pride and Prejudice - Mr and Mrs Bennet, Art: Landscape Painting: J.M.W.Turner, Snow Storm,1842, Tate Gallery, London J.M.W.Turner, Rain, Steam and Speed, 1844, The National Gallery, London J.Constable, The Hay Wain, J.Constable, Cloud Study with Birds, 1821,New Haven MODULE 2. THE VICTORIAN AGE ( ) The Age of Empire The Age of Expansion and Reforms The impact of Darwin s theories The Victorian Novel Early and late Victorian novelists British Realism and Naturalism Aestheticism & Decadence The Victorian Novel: text analysis Colonialist Fiction: Rudyard Kipling, The Mission of the Colonizer Charles Dickens, Hard Times - A man of realities Oliver Twist Jacob s Island 1 9

20 Charlotte Bronte, Jane Eyre - The madwoman in the attic Emily Bronte, Wuthering Heights I am Heathcliff! Thomas Hardy, Tess of the Urbervilles - Sorrow the Undesired Oscar Wilde, The Picture of Dorian Gray I would give my soul for that The Victorian Poetry Victorian Poetry: text analysis Christina Rossetti, Remember MODULE 3. THE MODERN AGE ( ) A time of war Suffragettes and the right to vote The Irish Question India s Independence The influence of Freud, Einstein, Bergson and James on literature The Stream of Consciousness The Interior Monologue Modern novel: J. Joice and Virginia Woolf James Joyce, Dubliners, Eveline She was fast Asleep The Dead, His riot of emotions Ulysses I was thinking so many things (Molly s Monologue) Virginia Woolf, Mrs Dalloway She would not say To the lighthouse The window PROGRAMMA CHE SI PRESUME DI SVOLGERE OLTRE IL 10/05/2014: Poetry in the Modern Age The war poets Wilfred Owen and Anthem for Doomed Youth Prof. Martello Silva (francese seconda lingua) Programma Il programma di francese seconda lingua ha toccato 2 ambiti: Un ambito storico letterario che ha cercato di mettere in luce gli aspetti salienti della storia francese attraverso lo studio dei fatti storico- politico-economici importanti del XIX e del XX secolo e della letteratura dello stesso periodo attraverso alcuni degli autori più significativi. La presentazione ha seguito un ordine cronologico. Un ambito turistico ( la continuazione di un lavoro iniziato nella classe IV ) che si è soffermato in particolare su alcuni aspetti teorici come : l evoluzione del turismo dagli inizi del Novecento fino ai giorni nostri, le diverse forme di turismo praticabili in Francia, l importanza del turismo per l economia, le diverse forme di alloggio e su alcuni aspetti pratici come la richiesta di informazioni ad un hotel, la prenotazione, l annullamento il reclamo, la lettre de motivation et le 2 0

21 CV e sullo sviluppo della capacità di presentare un quartiere, un itinerario, un monumento e la capacità di leggere un quadro e di presentarlo ELENCO DEGLI AUTORI E DELLE OPERE PRESENTATE Si fa riferimento al libro di testo Bovini, Jamet Kaléidoscope C Ed. Valmartina o alle fotocopie proposte agli alunni Argomenti e temi trattati MODULE 1 : De Napoléon à la révolution de 1848 F.R. de CHATEAUBRIAND Le mal du siècle Madame de Staël et V. Hugo : les théoriciens du romantisme Les principales caractéristiques du mouvement romantique V. HUGO Le roman historique La technique narrative La rupture des règles Les personnages et l histoire MODULE 2 DE NAPOLEON III A LA TROISIEME REPUBLIQUE Lista degli autori,delle opere e dei testi selezionati Panorama historique pp David «Le Sacre de Napoléon» Delacroix «La Liberté guidant le peuple» p 20 René 1802 o L étrange blessure de mon cœur p o V. HUGO La préface de Cromwell 1827 o La critique de trois unités p. 55 Mme DE STAEL De l Allemagne 1813 o Poésie classique et poésie romantique p.90 Les Contemplations 1856 o Demain, dès l aube p.58 Notre-Dame de Paris ( fiches ) o Fatalité o La Grande Salle o Le pape des fous o La danse de la Esméralda o La cathédrale de Notre-Dame o Panorama historique pp L affaire Dreyfus La révolution industrielle et sociale du siècle, les transformations de Paris Les grandes découvertes scientifiques Paris : architecture et urbanisme p.122 G. COURBET Un enterrement à Ornans Les travaux du baron Haussmann à Paris : la modernisation de la ville L industrialisation transforme les villes Le Paris d Haussmann La situation de la ville avant et après Haussmann Paris à l occasion de l exposition universelle G. FLAUBERT La technique de l impersonnalité Le bovarysme Madame Bovary 1857 ( fiches ) o L éducation d Emma o L ennui o Les comices agricoles o La mort d Emma 2 1

22 E. ZOLA Les caractères principaux de l œuvre et de l écrivain naturaliste Le Cycle des Rougon-Macquart : la race, le milieu, le moment historique La masse ouvrière : protagoniste du roman C. BAUDELAIRE L organisation des Fleurs du Mal Le malaise existentiel : le Spleen La fonction du poète L évolution de la poésie après le Romantisme J.K. HUYSMANS L idéal de l esthète L IMPRESSIONISME p. 199 Analisi del movimento attraverso lo studio di 2 quadri ANALYSE D UN TABLEAU AU CHOIX PRESENTER UN QUARTIER, UN ITINERAIRE DANS UN QUARTIER ET UN MONUMENT MODULE 3 TEMPS DE GUERRE M. PROUST Le temps et la mémoire La critique à la société Le rôle de l art dans la vie J accuse p.121 Germinal 1885 o Une masse affamée p. 162 L Assommoir o Un idéal simple ( fiche ) o Un fameux coup de fourchette ( fiche) Les Fleurs du mal 1857 o Spleen p 167 o Elévation p 168 o L albatros ( fiche ) o Correspondances p 175 Le Spleen de Paris ( 1859) o Enivrez-vous o L Etranger L'art pour l'art et Les Parnassiens p Le Décadentisme p. 194 Le symbolisme p. 195 A rebours 1884 o La Tortue ( fiche ) Monet : La grenouillière Renoir : La grenouillière Ogni alunno ha analizzato un quadro a sua scelta fra quelli presentati nell ambito dello studio della materia storia dell arte Ogni alunno ha presentato a sua scelta un quartiere o un monumento o ha scelto di illustrare un itinerario nella città di Parigi Panorama historique pp La Belle Epoque La première guerre mondiale L entre 2 guerres : la crise morale, démographique, économique et les grands changements sociaux. Les années folles La seconde guerre mondiale La République de Vichy Les accords de Yalta o Du coté de chez Swann 1913 o La petite madeleine p 236 o Un amour de Swann 1913 o Le clan de Verdurin p. 239 o Le temps retrouvé 1927 o La vraie vie p. 241 A. BRETON Le manifeste du surréalisme p. 256 Le dadaisme 2 2

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO

LICEO GINNASIO STATALE VIRGILIO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO SIMULAZIONE III PROVA ESAMI DI STATO Classe V F Liceo Internazionale Spagnolo Discipline: Francese/Inglese, Filosofia, Matematica, Scienze, Storia dell'arte Data 12 dicembre 2013 Tipologia A Durata ore

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO

CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO CRITERI DI VALUTAZIONE ITALIANO PRIMO BIENNIO Voti RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVI DESCRITTORI Fino a 3 Del tutto insufficiente Assenza di conoscenze. Errori ortografici e morfo-sintattici numerosi e gravi. 4

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa

ED.FISICA Il doping. STORIA Gli anni 20 negli Usa SCIENZE La genetica ED.FISICA Il doping TECNOLOGIA L automobile e la Ford ED.ARTIST. Il cubismo e Braque STORIA Gli anni 20 negli Usa GEOGRAFIA Gli Usa ITALIANO Il Decadentis mo e Svevo INGLESE ED.MUSICA

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009

Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Griglia di correzione Fascicolo di Italiano Prova Nazionale anno scolastico 2008-2009 Il buon nome - Chiavi di risposta e classificazione degli item Item Risposta corretta Ambito di valutazione Processi

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO TRIENNIO Classe: 3 A Corso: INDUSTRIA RELIGIONE 9788839302229 MARINONI GIANMARIO / CASSINOTTI DOMANDA DELL'UOMO (LA) - VOLUME UNICO - EDIZIONE AZZURRA / CORSO DI RELIGIONE

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione

Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione Una breve guida per la lettura e l utilizzo delle Indicazioni Nazionali nell elaborazione di un curricolo

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa

Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa Nota dell ASLI sull insegnamento dell italiano nella scuola secondaria di secondo grado Premessa L insegnamento della lingua materna nella scuola secondaria superiore si dimostra particolarmente importante

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) STUDENTE... SUFFICIENTE Punti 10. GRIGLIA DI VALUTAZIONE PER L ANALISI E IL COMMENTO DI UN TESTO LETTERARIO (Tipologia A) IN (min. 5- max. 7,5) DISCRETO BUONO E (max 5) Analisi dei livelli e degli elementi del testo incompleta incompleta

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a.

SIS Piemonte. Parlare del futuro, fare delle previsioni. Specializzata: Paola Barale. Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi. a.a. SIS Piemonte Parlare del futuro, fare delle previsioni Specializzata: Paola Barale Supervisore di tirocinio: Anna Maria Crimi a.a. 2003-2004 1 1. Contesto Liceo linguistico, secondo anno 2. Livello A2

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE RELIGIONE 9788842674061 CONTADINI M ITINERARI DI IRC 2.0 VOLUME UNICO + DVD LIBRO DIGITALE

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10)

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) Classe: 1 A Corso: I.F.P.OPERATORE MECCANICO (ACCORDO DEL 29.4.10) RELIGIONE 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO GIORDA, DIRITTI DI CARTA U SEI 16,35

Dettagli

Sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile IL CANOCCHIALE DI GALILEO Sviluppo sostenibile Progetto asse scientifico tecnologico con il coinvolgimento del Consiglio di Classe 2 GLI STUDENTI - a.s. 2012-13 due classi prime: AMBIENTE-ENERGIA - a.s.

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno

Programmazione Generale. Matematica e Complementi. Classi: 2 Biennio Quarta. Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Generale Matematica e Complementi Classi: 2 Biennio Quarta I Docenti della Disciplina Salerno, lì 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

Compiti di prestazione e prove di competenza

Compiti di prestazione e prove di competenza SPF www.successoformativo.it Compiti di prestazione e prove di competenza Maurizio Gentile www.successoformativo.it www.iprase.tn.it www.erickson.it Definizione 2 I compiti di prestazione possono essere

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA. SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11

Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA. SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11 Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11 Commissione tecnica per l elaborazione dei materiali d esame di Sociologia:

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

Prof. Luigi d Alonzo

Prof. Luigi d Alonzo La complessità in classe Prof. Luigi d Alonzo Università Cattolica Ordinario di Pedagogia Speciale Centro Studi e Ricerche sulla Disabilità e Marginalità Presidente della Società Italiana di Pedagogia

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

PROGRAMMA MODULO B Didattica delle discipline CLASSI A245 A246 AREA COMUNE Data lezione Docente Numero

PROGRAMMA MODULO B Didattica delle discipline CLASSI A245 A246 AREA COMUNE Data lezione Docente Numero PROGRAMMA MODULO B Didattica delle discipline CLASSI A245 A246 AREA COMUNE Data lezione Docente Numero modulo Titolo Venerdì 14/11 Martinelli 1 Le quattro abilità linguistiche di base. I livelli di competenza

Dettagli

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio

nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Strumee nti materiali per la certificazione delle competenze Diritto D ed E conomia primo biennio Giorgia Lorenzato 2011 by Mondadori Education S.p.A., Milano Tutti i diritti riservati www.mondadorieducation.it

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015

Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C. del 27/05/2015 Allegato IV simulazione della Terza Prova, TIP. B+C del 27/05/2015 Istituto d Istruzione Superiore Liceo Classico Statale G. Garibaldi Via Roma, 164 87012 Castrovillari ( CS ) Tel. e fax 0981.209049 Anno

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Classe: 1 A U SEI 17,75 No No Mo ITALIANO GRAMMATICA 9788842448839 GINI GIANNI / SINGUAROLI MASSIMILIANO GRAM.COM / EDIZIONE BLU - VOL. UNICO U B.MONDADORI 25,20 No Si No ITALIANO ANTOLOGIE 9788826814865

Dettagli

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007 A STATISTICA (A-K) a.a. 007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 007 STESS N.O. RD 00 GORU N.O. RD 006 ) La distribuzione del numero degli occupati (valori x 000) in una provincia

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 Pagina 1 di 73 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUA ITALIANA DISCIPLINE

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana CRITERI DI VALUTAZIONE PER LE PROVE SCRITTE L obiettivo del valutatore, nella correzione delle prove

Dettagli

Risultati delle prove di ingresso delle classi prime e raffigurazione del profilo medio delle conoscenze e abilità degli allievi.

Risultati delle prove di ingresso delle classi prime e raffigurazione del profilo medio delle conoscenze e abilità degli allievi. Risultati delle prove di ingresso delle classi prime e raffigurazione del profilo medio delle abilità degli allievi. I risultati sono stati raccolti in un foglio elettronico e visualizzati con grafici,

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo

IIS D ORIA - UFC. PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO INDIRIZZO _professionale promozione commerciale pubblicitaria MATERIA Inglese ANNO DI CORSO Terzo INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Graphics U nits 1-2 2 Graphics U nits 3-4 3 Cultura e società DETTAGLIO UFC N. 1 DENOMINAZIONE GRAPHICS (Units 1-2) ASSE CULTURALE DI RIFERIMENTO LINGUISTICO COMPETENZE

Dettagli

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016 decima edizione In collaborazione con Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Dipartimento di Scienze linguistiche e letterature straniere

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli