Destinatari Classe quinta elementare: 4 gruppi da 5-6 allievi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Destinatari Classe quinta elementare: 4 gruppi da 5-6 allievi"

Transcript

1

2 Obiettivi trasversali Le iniziative avviate nelle scuole per commemorare il 150 anniversario dell Unità d Italia sono diverse e variano dalle attività teatrali a quelle musicali, gastronomiche, ecc. Con questa attività di gioco orienteering si vuole dare un contributo interdisciplinare nel sensibilizzare gli allievi agli ideali risorgimentali che hanno portato all Unità d Italia. Con la convinzione e la speranza che alcuni passaggi salienti dell Inno di Mameli, che richiamano all unità sotto un unica bandiera, proposti in un contesto di gioco di squadra (sinonimo di coesione, di unità), possano fare breccia nell animo del ragazzi. Obiettivi specifici L attività si pone come obiettivo operativo lo sviluppo dei prerequisiti della tecnica orientistica: memoria visiva, conoscenza della simbologia di base, orientamento intuitivo con la carta. Destinatari Classe quinta elementare: 4 gruppi da 5-6 allievi Discipline coinvolte Educazione Fisica Educazione Musicale Storia Geografia Educazione Artistica

3 Fase preparatoria Fasi didattiche 1. preparare le lanterne a forma di prisma di 20 cm (fig. 1), in alternativa si possono utilizzare dei conetti (fig. 1a) e numerarli con carta adesiva; 2. su cartone (riciclare il cartoncino delle scatole delle scarpe) scrivere tante lettere dell alfabeto quante ne servono per costruire tutte frasi(fig. 2), e ritagliare(fig. 3);

4 Fase preparatoria 3. con un pennarello, scrivere su quattro pannelli di polisterolo o di cartone le frasi come nella tabella e disegnare i sottostanti quadratini per attaccare le lettera corrispondenti(fig. 4); Squadra A Squadra B Squadra C Squadra D Noi fummo da secolicalpesti, derisi Ci raccolga un'unica bandiera La speranzadi fonderci insieme Uniti, con Dio,chi vincer ci può?... * Per aver un numero di lettere uguale per ogni squadra, riportare in anticipo nei quadratini alcune lettere delle frasi più lunghe.

5 Fase preparatoria 4. Realizzare in una metà campo di calcio la formadell Italiaconlacalceoconilnastro segnalatore(fig. 5);

6 Fase preparatoria 5. posizionare le 21 lanterne quante sono le lettere dell alfabeto(fig. 6);

7 Gioco orienteering Caccia alla lanterna: Gli allievi di ogni squadra, partendo a gruppo, devono riportare l esatta collocazione delle lanterne con un cerchio rosso su unamappa bianca(fig. 7), avendo cura di segnare nei cerchi il numero rilevato sulla carta adesiva di ogni lanterna o conetto. Si stila una classifica con assegnazione di punti in base all ordine di arrivo, prevedendo penalizzazioni per ogni errore di collocazione;

8 Gioco orienteering Costruisci la frase: L insegnante pone i gruppi di lettere ritagliate nelle lanterne o sotto i conetti (poste in buste postali) in base alle mappe preventivamente preparate (fig. 8), inoltre segna il punto di partenza e di arrivo che corrispondono al punto dove viene collocato il pannello con la frase da costruire.

9 Costruisci la frase Ogni squadra, servendosi della mappa di fig. 8, deve cercare progressivamente le lettere che compongono la propria frase; i componenti della squadra si muovono tutti insieme, trovando e riportando una lettera alla volta: ad ogni corsa tutti rientrano nella zona base (fig. 9) per attaccare la lettera, pena la ripetizione della corsa. Se il tentativo di trovare la lettera fallisce si torna al pannello per poi ripartire (si può guardare solo in una lanterna o conetto per ogni corsa). Si stila una classifica assegnando dei punti in base al tempo di completamento della frase.

10

11 Variante: se è difficile disegnare la forma dell Italia così grande, in alternativa, si può utilizzare l intero campo sportivo avendo cura di posizionare le lanterne adeguatamente(fig. 9).

12 Gioco caccia alla lanterna : Compilazione classifiche 1ª squadra che completa il gioco -punti 30 2ª -punti 25 3ª -punti 20 ecc. - 5 punti di penalizzazioni per ogni errore di collocazione; + 5 punti di bonus, indipendentemente dall ordine d arrivo, se non c è nessuno errore di collocazione. Squadra Classifica gioco caccia alla lanterna Arrivo punti Penalità Punti Bonus Totale punti A / / B / / C / / D / / E / /

13 Gioco costruisci la frase : 1ª squadra che completa il gioco -punti 30 2ª -punti 25 3ª -punti 20 ecc. 5 punti di bonus, indipendentemente dall ordine d arrivo, se non c è nessun tentativo a vuoto e se non c è nessun errore nella zona base. Squadra Classifica gioco costruisci la frase Arrivo punti Penalità Punti Totale punti A / / B / / C / / D / / E / /

14 Classifica finale Squadra A B C D E Classifica finale Gioco Orienteering Punti caccia alla lanterna Punti costruisci la frase Totale punti Posto Vince il gioco orienteering la squadra che totalizza più punti nei due singoli giochi. Prof. Salvatore Vinci Ist. Prof. De Filippis Vibo Valentia

SCHEDA SINTETICA DOCUMENTASCUOLA

SCHEDA SINTETICA DOCUMENTASCUOLA SCHEDA SINTETICA DOCUMENTASCUOLA TITOLO: Caccia ai tesori.. Scuola: Primaria di Fagagna Anno scolastico: 2011/12 Istituto Comprensivo di Fagagna Sede: 33034 Fagagna (UD) - Via del Castello 1 Tel. 0432

Dettagli

LE FIGURE GEOMETRICHE: Dalle scatole alle forme. ISTITUTO CO MPRENSIVO DI BARBERINO MUGELLO, SCUOLA PRIMARIA 1 e 2 CLASSE

LE FIGURE GEOMETRICHE: Dalle scatole alle forme. ISTITUTO CO MPRENSIVO DI BARBERINO MUGELLO, SCUOLA PRIMARIA 1 e 2 CLASSE LE FIGURE GEOMETRICHE: Dalle scatole alle forme ISTITUTO CO MPRENSIVO DI BARBERINO MUGELLO, SCUOLA PRIMARIA 1 e 2 CLASSE Il percorso Dalle scatole alle forme apre il curricolo di geometria della scuola

Dettagli

Titolo: IL QUADERNINO DEI RETICOLI

Titolo: IL QUADERNINO DEI RETICOLI Titolo: IL QUADERNINO DEI RETICOLI Autore: giulianamassaro@gmail.com Descrittori: geografia, tecnologia, Motivazione e contesto di applicazione La rappresentazione dello spazio: strumenti e strategie Le

Dettagli

C.O. fotografica. Contenuto. Svolgimento p. 2. Tempi p. 5. Lista del materiale p. 6. Esempio : foglio con foto p. 7. Base: foglio per foto p.

C.O. fotografica. Contenuto. Svolgimento p. 2. Tempi p. 5. Lista del materiale p. 6. Esempio : foglio con foto p. 7. Base: foglio per foto p. Contenuto Svolgimento p. 2 Tempi p. 5 Lista del materiale p. 6 Esempio : foglio con foto p. 7 Base: foglio per foto p. 8 Piano p. 9 Base: testimone p. 10 Lista di partenza p. 11 Verbale d arrivo p. 12

Dettagli

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING per bambini di 4-6 anni di CRISTINA RUINI Esperienze di gioco-orienteering svolte nell anno scolastico 2009-2010 alla scuola d infanzia di Longera (Trieste) Questa è una raccolta

Dettagli

Esercizi di Calcolo delle Probabilità (calcolo combinatorio)

Esercizi di Calcolo delle Probabilità (calcolo combinatorio) Esercizi di Calcolo delle Probabilità (calcolo combinatorio 1. Lanciamo due dadi regolari. Qual è la probabilità che la somma delle facce rivolte verso l alto sia pari a 7? 1/6 2. Due palline vengono estratte

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM Località Villaggio 84047 CAPACCIO (SA) - C.M. SAIC8AZ00C Tel. 0828725413/0828724471 Fax. 0828720747/0828724771 e-mail SAIC8AZ00C@istruzione.it Ascolta i bambini

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTAZIONE

SCHEDA DI PROGETTAZIONE SCHEDA DI PROGETTAZIONE 1. IL CONTESTO DELLA LEZIONE 1.1. Titolo dell attività di Apprendimento Turisti non per caso 1.2. Scuola/Classe Scuola: A. Stainer - Lavis Classe: I E Grado: secondaria di primo

Dettagli

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI 58 DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI Elaborazione della figura strumentale per il curricolo e la valutazione ins. Dott. Sabini Maria Rosaria 59 Indicatore Disciplinare

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

Lezione «Corri, lancia, misura»

Lezione «Corri, lancia, misura» Nel primo ciclo l educazione fisica promuove la conoscenza di sé e delle proprie potenzialità nella costante relazione con l ambiente, gli altri, gli oggetti. (Indicazioni per il curricolo, 2012) Il candidato

Dettagli

All Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia. A tutte le Scuole di 1 e 2 grado della Regione Sicilia. AL C.O.N.I. Regionale della Sicilia

All Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia. A tutte le Scuole di 1 e 2 grado della Regione Sicilia. AL C.O.N.I. Regionale della Sicilia All Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia Ai Coordinatori di E. Fisica degli U.S.P. di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa,Trapani A tutte le Scuole di 1 e

Dettagli

C.O. normale. Contenuto. Svolgimento p. 2. Tempi p. 5. Lista del materiale p. 6. Esempio : cartina p. 7. Piano p. 8. Base: testimone p.

C.O. normale. Contenuto. Svolgimento p. 2. Tempi p. 5. Lista del materiale p. 6. Esempio : cartina p. 7. Piano p. 8. Base: testimone p. Contenuto Svolgimento p. 2 Tempi p. 5 Lista del materiale p. 6 Esempio : cartina p. 7 Piano p. 8 Base: testimone p. 9 Lista di partenza p. 10 Verbale d arrivo p. 11 Classifica p. 12 1 Svolgimento Idea

Dettagli

DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA

DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA Scuola Primaria G. Sordini Istituto Comprensivo Spoleto 2 Indicatori per la scheda di valutazione della classe I ITALIANO: Narrare brevi esperienze

Dettagli

Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia. GRUPPO FRAZIONI SCUOLA PRIMARIA-CLASSE IV a.s.

Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia. GRUPPO FRAZIONI SCUOLA PRIMARIA-CLASSE IV a.s. Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia GRUPPO FRAZIONI SCUOLA PRIMARIA-CLASSE IV a.s.2009/2010 2 Componenti del gruppo L attività si è svolta in cinque classi quarte

Dettagli

WWW.MUMAC.IT/EDUCATION

WWW.MUMAC.IT/EDUCATION MUMAC Il museo della macchina per caffè espresso, viene inaugurato nel 2012 in occasione del centenario dalla nascita del La Cimbali al fine di diffondere la conoscenza della storia e dell evoluzione delle

Dettagli

CON CHE SI GIOCAVA....UNA VOLTA

CON CHE SI GIOCAVA....UNA VOLTA CON CHE SI GIOCAVA....UNA VOLTA Tutto l occorrente per il laboratorio è a disposizione sui tavoli comprese le istruzioni per la realizzazione dei giochi. I gruppi sono tre e ognuno creerà i giochi di una

Dettagli

TUTTE LE CLASSI. Storie di Legno. Blu, rosso, giallo, bianco e nero: caccia al colore

TUTTE LE CLASSI. Storie di Legno. Blu, rosso, giallo, bianco e nero: caccia al colore TUTTE LE CLASSI Storie di Legno -osservare un opera d arte partendo dalla sua materia -sviluppare la manualità (manipolazione della pasta di legno) Filo conduttore della visita alle collezioni del MVSA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ALI TERME PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE P.O.F. 2013-2014 I TRE ORDINI DI SCUOLA DELL ISTITUTO TITOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ALI TERME PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE P.O.F. 2013-2014 I TRE ORDINI DI SCUOLA DELL ISTITUTO TITOLO ISTITUTO COMPRENSIVO DI ALI TERME PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE I TRE ORDINI DI SCUOLA DELL ISTITUTO P.O.F. 2013-2014 TITOLO I docenti dell Istituto Comprensivo, in base alle disposizioni dell art. 230

Dettagli

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Alla C.A. del dirigente scolastico Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Da realizzarsi nel corso dell anno scolastico 2013-2014 Foto di gruppo Salone internazionale

Dettagli

SECONDARIA DI PRIMO GRADO. SPUNTI PER UN LABORATORIO di ORIENTEERING URBANO

SECONDARIA DI PRIMO GRADO. SPUNTI PER UN LABORATORIO di ORIENTEERING URBANO RAGAZZI IN GAMBA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO +MOVIMENTO TV = OK! SPUNTI PER UN LABORATORIO di ORIENTEERING URBANO Laboratorio sperimentale per la ricerca di una maggiore consapevolezza e conoscenza

Dettagli

GLI OGGETTI E LE LORO PROPRIETA

GLI OGGETTI E LE LORO PROPRIETA GLI OGGETTI E LE LORO PROPRIETA PERCORSO DIDATTICO PER LE CLASSI PRIMA E SECONDA DELLA SCUOLA PRIMARIA (prima parte) SCUOLA PRIMARIA G. MAZZINI BARBERINO MUGELLO Partendo dall osservazione e dalla manipolazione

Dettagli

ALBUM PER FOTOGRAFIE

ALBUM PER FOTOGRAFIE Settore HOME Attività Creative Studio dell ambiente Italiano Tema Il riciclaggio: creazione di carta ecologica per un album fotografico Classi Quinta elementare Autori Gabriella Forrer-Rossetti ALBUM PER

Dettagli

MEDIAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE A FAVORE DEI MINORI DI ORIGINE STRANIERA. Anno scolastico 2010-2011

MEDIAZIONE LINGUISTICA INTERCULTURALE A FAVORE DEI MINORI DI ORIGINE STRANIERA. Anno scolastico 2010-2011 Istituto Comprensivo Parziale E. Fermi Via E. Fermi 400 21044 Cavaria con Premezzo (Va) con sezioni di Scuola Secondaria di 1 grado di Cavaria e Jerago e Scuola Primaria di Cavaria, Jerago e Orago Tel:

Dettagli

La poesia e l immagine poetica educano il cuore e lo sguardo. Se impariamo ad ascoltare e a guardare con cura dentro di noi, impariamo anche a farlo

La poesia e l immagine poetica educano il cuore e lo sguardo. Se impariamo ad ascoltare e a guardare con cura dentro di noi, impariamo anche a farlo La poesia e l immagine poetica educano il cuore e lo sguardo. Se impariamo ad ascoltare e a guardare con cura dentro di noi, impariamo anche a farlo meglio con gli altri. E a trovare le parole per l incontro.

Dettagli

IL GIOCO DELL OCA GIOCO DELL OCA

IL GIOCO DELL OCA GIOCO DELL OCA RI-GIOCHI IL TETRAECO L idea del TetraECO nasce da un divertente gioco che ha animato numerosi pomeriggi piovosi della nostra infanzia, che metteva d accordo grandi e piccini, che portava i giocatori a

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA Programma PARTE PRIMA (tre ore) I N P A L E S T R A QUATTRO GIOCHI CON LA PALLA PER ARRIVARE AL BASEBALL/SOFTBALL 1. TIRA E CORRI

Dettagli

L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio

L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio REGOLAMENTO FANTA PLAZET: ISCRIZIONE E SOLDI L iscrizione al fantacalcio è di Euro 25 a squadra da consegnare al contabile prima dell inizio del mercato. Oltre ai 25 Euro dovranno essere consegnati ulteriori

Dettagli

DI SEGNARE PER IMPARARE

DI SEGNARE PER IMPARARE DI SEGNARE PER IMPARARE A scuola di Guggenheim è un programma formativo, arrivato alla sua decima edizione, rivolto a tutte le scuole del Veneto, di ogni ordine e grado, realizzato attraverso la collaborazione

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE G.C.S.G. 2013/14

REGOLAMENTO UFFICIALE G.C.S.G. 2013/14 REGOLAMENTO UFFICIALE G.C.S.G. 2013/14 Ciao, tu non mi conosci ma io conosco te. Voglio fare un gioco. Regola numero uno: rispetta le regole del gioco! Regola numero due: ricorda, io sono l Enigmista:

Dettagli

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

INTRODUZIONE. Obiettivo IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA 1 INTRODUZIONE Carissimo, la Festa Diocesana degli Incontri, prevista per il 17 maggio 2015 presso il Palazzetto dello Sport Palachicoli di Terlizzi, costituisce per i piccoli di Ac un occasione per sperimentare

Dettagli

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda di valutazione delle classi di Scuola Primaria C. Goldoni

Dettagli

Quarta opzione 2 151

Quarta opzione 2 151 Quarta opzione 2 151 Gianni Hoffmann Educazione visiva Classe: opz.2 Argomento Immagine e funzione Tema Manifesto modella Descrittivo dell attività (finalità riflessioni) Estrapolazione di motivi decorativi

Dettagli

PIANI DI STUDIO TECNOLOGIA REDATTI NELL'ANNO SCOLASTICO 2012 / 2013

PIANI DI STUDIO TECNOLOGIA REDATTI NELL'ANNO SCOLASTICO 2012 / 2013 PIANI DI STUDIO TECNOLOGIA REDATTI NELL'ANNO SCOLASTICO 2012 / 2013 Istituti coinvolti : I.C. Bassa Anaunia,Revò, Fondo,Cles,Taio, PREMESSA: La tecnologia si pone come laboratorio di analisi e ambiente

Dettagli

ALLA SCOPERTA DELL ORIENTEERING

ALLA SCOPERTA DELL ORIENTEERING Milano, Settembre 2014 ALLA SCOPERTA DELL ORIENTEERING Quando lo sport incontra la natura Modulo di in-formazione per docenti Giovedì 23 e 30 Ottobre 2014 PERCORSO STABILE DI ORIENTEERING - Parco Cassinis

Dettagli

1. LE REGOLE EDUCAZIONE ALLA LEGALITA OBIETTIVI

1. LE REGOLE EDUCAZIONE ALLA LEGALITA OBIETTIVI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA 1. LE REGOLE OBIETTIVI Sapere: Che la convivenza tra soggetti diversi ha bisogno di regole. Conoscere il significato della parola Regola della forte connessione tra regole e valori.

Dettagli

PARROCCHIA DI SANTA RITA PORTOGRUARO Cioccogrest 2010 CACCIA AL TESORO

PARROCCHIA DI SANTA RITA PORTOGRUARO Cioccogrest 2010 CACCIA AL TESORO Durata: un ora al giorno circa per due giorni Personale: 7 animatori, tanta sorveglianza PARROCCHIA DI SANTA RITA PORTOGRUARO Cioccogrest 2010 CACCIA AL TESORO Occorrente: (sono sottolineati i materiali

Dettagli

A SPASSO NELL UNIVERSO CON LA TUA FANTABICI

A SPASSO NELL UNIVERSO CON LA TUA FANTABICI promuove CONCORSO GRAFICO/LETTERARIO PER LE SCUOLE A SPASSO NELL UNIVERSO CON LA TUA FANTABICI Viaggio a 2 ruote verso nuovi mondi possibili Rivolto ai bambini e ai ragazzi delle Scuole dell Infanzia,

Dettagli

Gina Milano Maria Rita Pece

Gina Milano Maria Rita Pece Insegnanti: anno scolastico 2007/2008 Gina Milano Maria Rita Pece Ins. Gina Milano 1 INTRODUZIONE. Il seguente logo rappresenta: Ins. Gina Milano 2 INTRODUZIONE L obiettivo principale del nostro Piano

Dettagli

GIOCHI CON I FIAMMIFERI

GIOCHI CON I FIAMMIFERI Anita Marietta GIOCHI CON I FIAMMIFERI I numeri romani con i fiammiferi 1 20 2 30 3 40 4 50 5 60 Materiali 45 carte colorate per il gioco; 45 carte risposta. Regolamento gioco Scatola fiammiferi 6 70 7

Dettagli

Descrizione dell unità. Titolo Frazioni con la LIM. Autore Barbara Bianconi

Descrizione dell unità. Titolo Frazioni con la LIM. Autore Barbara Bianconi Descrizione dell unità Titolo Frazioni con la LIM Autore Barbara Bianconi Tematica Come si traducono nel linguaggio della matematica un quarto in musica, una fetta di pizza, un terzo di un percorso prestabilito?

Dettagli

1ª settimana 2ª settimana 3ª settimana 4ª settimana 5ª settimana 6ª settimana 7ª settimana 8ª settimana 9ª settimana 10ª settimana 11ª settimana 12ª settimana 13ª settimana 14ª settimana 15ª settimana

Dettagli

I BAMBINI MI FANNO VENIRE I BRUFOLI

I BAMBINI MI FANNO VENIRE I BRUFOLI 1 I BAMBINI MI FANNO VENIRE I BRUFOLI C era una volta uno stregone malvagio che non preparava filtri magici come facevano gli altri stregoni, ma scriveva libri per bambini con lo scopo di farli piangere.

Dettagli

CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE

CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE CRESCERE CON IL RITMO GIUSTO LABORATORIO DI PROPEDEUTICA MUSICALE Docente Responsabile: Prof. Marco Carnevale A.S. 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO n. 2 ALBINO BERNARDINI SINISCOLA PROGETTO POTENZIAMENTO

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI

CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI Il Consorzio Servizi Rifiuti del novese, tortonese, acquese ed ovadese, in collaborazione con la SRT S.p.a. (società per il trattamento e recupero dei rifiuti urbani), le

Dettagli

L ambiente come risorsa, la scuola come biblioteca : esempi di possibili percorsi

L ambiente come risorsa, la scuola come biblioteca : esempi di possibili percorsi 1/7 L ambiente come risorsa, la scuola come biblioteca : esempi di possibili percorsi Il grande vantaggio di insegnare una lingua che è parlata nell ambiente, la lingua nazionale, è che insegnante e allievi

Dettagli

Indicazioni per il montaggio Mostra Mondi locali. bisogni, energie, opportunità

Indicazioni per il montaggio Mostra Mondi locali. bisogni, energie, opportunità Indicazioni per il montaggio Mostra Mondi locali. bisogni, energie, opportunità La mostra è stata pensata per essere organizzata in 5 zone: - introduzione alla mostra - area 1 il valore delle persone -

Dettagli

VALUTAZIONI RELATIVE ALL ACCERTAMENTO DEI PREREQUISITI E DEI LIVELLI DI PARTENZA

VALUTAZIONI RELATIVE ALL ACCERTAMENTO DEI PREREQUISITI E DEI LIVELLI DI PARTENZA 48 VALUTAZIONI RELATIVE ALL ACCERTAMENTO DEI PREREQUISITI E DEI LIVELLI DI PARTENZA Nel presente documento vengono elencate le competenze d ingresso relative alla classe prima in continuità con la scuola

Dettagli

VOLUME E CAPACITA matematica, scienze o educazione ambientale?

VOLUME E CAPACITA matematica, scienze o educazione ambientale? VOLUME E CAPACITA matematica, scienze o educazione ambientale? Percorso didattico per la quinta classe della scuola primaria Seconda parte Anna Dallai, Elena Scubla, 2013 IL volume dei liquidi viene, generalmente,

Dettagli

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI UNIVERSALMENTE CONOSCIUTI TRA COSTITUZIONE ITALIANA E LEGISLAZIONE INTERNAZIONALE

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI UNIVERSALMENTE CONOSCIUTI TRA COSTITUZIONE ITALIANA E LEGISLAZIONE INTERNAZIONALE PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Scuola secondaria di secondo grado ******************************* Anno scolastico 2015 2016 LA CULTURA DEI DIRITTI UMANI UNIVERSALMENTE CONOSCIUTI TRA COSTITUZIONE

Dettagli

Accoglienza: lavoretti

Accoglienza: lavoretti Accoglienza: lavoretti Un appello speciale Ecco un modo simpatico di fare l appello: disegniamo la nostra scuola su cartoncino o su un foglio di polistirolo, poi incolliamoci sopra un altro cartoncino

Dettagli

CONCORSO DI DISEGNO. Gentilezza a scuola

CONCORSO DI DISEGNO. Gentilezza a scuola Promuove un CONCORSO DI DISEGNO Sul tema: Gentilezza a scuola Rivolto a tutti i ragazzi delle seguenti scuole: Infanzia Elementari Medie Speciali del Canton Ticino 1 Premessa Gentletude Switzerland persegue

Dettagli

Insegnare il coding. In Italia tra le linee guida del governo sulla «Buona scuola» «L educazione al pensiero computazionale e al coding»

Insegnare il coding. In Italia tra le linee guida del governo sulla «Buona scuola» «L educazione al pensiero computazionale e al coding» Il codingnella nella didattica metacognitiva Cos è il coding? Per coding si intende la stesura di un programma, cioè di una sequenza di istruzioni che eseguite da un calcolatore danno vita alla maggior

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale «A. Vespucci» Vibo Marina

Istituto Comprensivo Statale «A. Vespucci» Vibo Marina Istituto Comprensivo Statale «A. Vespucci» Vibo Marina Dirigente scolastico Dott.sa Maria Salvia docente tutor d istituto Marina Babusci L attività ha inizio con una richiesta ben precisa: immaginare di

Dettagli

TUTTI RICICLABILI, RICICLABILI DA TUTTI

TUTTI RICICLABILI, RICICLABILI DA TUTTI TUTTI RICICLABILI, RICICLABILI DA TUTTI XVI Istituto Comprensivo Plesso Temistocle Classe IV A Anno scolastico 2011 2012 Il concetto di ambiente è ricco di significati filosofici, educativi, storici, geografici,

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

IMMAGINARTE Laboratori di educazione all immagine

IMMAGINARTE Laboratori di educazione all immagine Il nostro gruppo lavoro, formato da persone che da anni operano nel settore dell illustrazione, della grafica e della didattica, propone laboratori di educazione all immagine, rivolti agli studenti delle

Dettagli

MESSA A PUNTO DI UNA SITUAZIONE A-DIDATTICA

MESSA A PUNTO DI UNA SITUAZIONE A-DIDATTICA MESSA A PUNTO DI UNA SITUAZIONE A-DIDATTICA IL GIOCO: COSTRUIAMO L AIUOLA L obiettivo generale del gioco è quello di far acquisire operativamente, tramite un tipo di apprendimento per scoperta che parte

Dettagli

1 Programmazione didattica

1 Programmazione didattica TURISTICO ALBERGHIERO RISTORAZIONE 1 Programmazione didattica PIANO DELLE ATTIVITÀ CLASSE PRIMA Conoscere le principali tecniche di comunicazione e accoglienza al front office. Finalità educative Gli argomenti

Dettagli

Camp Fondazione Atm. L Orma Via De Rolandi, 12 20156 (MI) Tel: 02 33002932 Fax: 02 33000525 Iscritta al Registro Provinciale APS n 133

Camp Fondazione Atm. L Orma Via De Rolandi, 12 20156 (MI) Tel: 02 33002932 Fax: 02 33000525 Iscritta al Registro Provinciale APS n 133 PRESENTA Camp Fondazione Atm IL PROGETTO EDUCATIVO DESCRIZIONE DELL INIZIATIVA Il soggiorno estivo rivolto ai bambini e ragazzi della Fondazione Atm è un percorso di azione formativa all interno del quale

Dettagli

Consiglio della settimana 33/2011 a scuola. Un arbitro in ciascun giocatore

Consiglio della settimana 33/2011 a scuola. Un arbitro in ciascun giocatore A scuola Consiglio della settimana 33/2011 a scuola Un arbitro in ciascun giocatore Che ne dite di iniziare il nuovo anno scolastico con un torneo di calcio speciale per far incontrare le classi, gli alunni

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Tecniche Professionali dei Servizi Grafici Disegno Grafico

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Tecniche Professionali dei Servizi Grafici Disegno Grafico Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE via Galvani, 7-24047 Treviglio Tel. 0363 303 046 Fax 0363 302 494 e-mail:info@zenale.it Anno scolastico 2008/2009 KIT ESTIVO Tecniche Professionali

Dettagli

Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema. Laboratori del Sapere Scientifico

Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema. Laboratori del Sapere Scientifico Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema Laboratori del Sapere Scientifico CURRICOLO DI SCIENZE A.S. 2013-2014 I MATERIALI: CLASSE PRIMA

Dettagli

CENTRI RICREATIVI ESTIVI DAL 1 AL 31 LUGLIO 2009

CENTRI RICREATIVI ESTIVI DAL 1 AL 31 LUGLIO 2009 CENTRI RICREATIVI ESTIVI DAL 1 AL 31 LUGLIO 2009 I Centri Ricreativi Estivi SPORT ESTATE 2009 si svolgeranno presso le nuove scuole medie di Saonara e le scuole elementari di Villatora. DESTINATARI: Tutti

Dettagli

Formazione storica ed educazione linguistica: Diverse chiavi per conoscere i pensieri ei bambini Luciana Coltri e Ornella Mandelli

Formazione storica ed educazione linguistica: Diverse chiavi per conoscere i pensieri ei bambini Luciana Coltri e Ornella Mandelli XX SCUOLA ESTIVA DI ARCEVIA (AN) CORSO DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI DI STORIA E DI ITALIANO Martedì - Venerdì 30 agosto 2013 Istituto comprensivo di Arcevia, Montecarotto, Serra de Conti Arcevia (AN) Formazione

Dettagli

www.besport.org/places

www.besport.org/places GUIDA E FAQ BE SPORT PLACES 1. COSA E BE SPORT PLACES 2. COME ACCEDERE AL PROPRIO BE SPORT PLACES 3. SCHERMATA PRINCIPALE 4. GALLERY 5. AGGIUNGERE E MODIFICARE UN EVENTO 6. INVIARE O RICEVERE MESSAGGI

Dettagli

3 ISTITUTO COMPRENSIVO S. Lucia SCUOLA INFANZIA,PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

3 ISTITUTO COMPRENSIVO S. Lucia SCUOLA INFANZIA,PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 3 ISTITUTO COMPRENSIVO S. Lucia SCUOLA INFANZIA,PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Viale Teocrito,63 96100 Siracusa tel. fax 0931/60376-0931/461327 E-mail:SRIC828009@PEC.ISTRUZIONE.IT - SRIC828009@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

Attività Descrizione Materiali utilizzati

Attività Descrizione Materiali utilizzati Voglio un(a) Prato per giocare: ragazzina, colorata e accogliente Percorso di pianificazione partecipata e comunicativa per la definizione di linee guida per il nuovo Piano Strutturale del Comune di Prato

Dettagli

PERCORSI DIDATTICI. La superficie. scuola: Matematica. scheda n : 6 ATTIVITA

PERCORSI DIDATTICI. La superficie. scuola: Matematica. scheda n : 6 ATTIVITA di: Anna Galli PERCORSI DIDATTICI La superficie scuola: F. Conti (I. C. Jesi Centro) area tematica: Matematica pensato per: 8-9 anni scheda n : 6 OBIETTIVI - Introduzione al concetto di superficie - Scoperta

Dettagli

Cenni sul calcolo combinatorio

Cenni sul calcolo combinatorio Cenni sul calcolo combinatorio Disposizioni semplici Le disposizioni semplici di n elementi distinti di classe k con kn sono tutti i gruppi di k elementi scelti fra gli n, che differiscono per almeno un

Dettagli

Laboratorio n 8. I materiali poveri possono trasformarsi in strumenti per interventi didattici di supporto per apprendimenti complessi

Laboratorio n 8. I materiali poveri possono trasformarsi in strumenti per interventi didattici di supporto per apprendimenti complessi Zanzani Maria Laura Soriano Letizia Torelli Arianna Laboratorio n 8 I materiali poveri possono trasformarsi in strumenti per interventi didattici di supporto per apprendimenti complessi Ottobre 2009-Maggio

Dettagli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli

L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione. Dario Nicoli L alternanza scuola-lavoro e il riordino del secondo ciclo di istruzione Dario Nicoli I Regolamenti sul Riordino Nei nuovi Regolamenti sul Riordino dei diversi istituti secondari di II grado (Istituti

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Laboratori sulla costituzione PERCHE' QUESTO PROGETTO

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Laboratori sulla costituzione PERCHE' QUESTO PROGETTO PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Laboratori sulla costituzione PERCHE' QUESTO PROGETTO La scuola contemporanea diventa sempre più un luogo di incontro di bambini e ragazzi che provengono da origini, storie di

Dettagli

GRIGLIA PER L ACCERTAMENTO DEI PREREQUISITI SCUOLA PRIMARIA

GRIGLIA PER L ACCERTAMENTO DEI PREREQUISITI SCUOLA PRIMARIA GRIGLIA PER L ACCERTAMENTO DEI PREREQUISITI SCUOLA PRIMARIA Alunno CLASSI PRIME Valutazione Competenze trasversali Sì In parte NO Riconosce i colori fondamentali Riconosce le forme Riconosce le varie grandezze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI VARALLO ORDINE DI SCUOLA: SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: ARTE E IMMAGINE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI VARALLO ORDINE DI SCUOLA: SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI VARALLO ORDINE DI SCUOLA: SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: ARTE E IMMAGINE Competenze attese al termine delle classi: Prima/Seconda/Terza -Seguire con attenzione spettacoli di vario

Dettagli

Io un po Kandinsky Cristiana Lanciotti e Ines Marazzani

Io un po Kandinsky Cristiana Lanciotti e Ines Marazzani Io un po Kandinsky Cristiana Lanciotti e Ines Marazzani Lanciotti C., Marazzani I. (2003). Io un po Kandinsky. Scuola dell infanzia. 7, 24-27. Ogni giorno abbiamo modo di osservare come i bambini possiedano

Dettagli

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE

PROGRAMMA DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2009-2010 NOVITA SCUOLE MATERNE NOVITA SCUOLE MATERNE FINESTRA O SPECCHIO? Scuola materna ed elementare Il percorso prevede la visita della collezione della Pinacoteca Agnelli, con un approfondimento sulle opere di Henri Matisse. La

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE DI MATEMATICA - Cl.3^ COMPETENZE SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA

PROGETTAZIONE ANNUALE DI MATEMATICA - Cl.3^ COMPETENZE SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA PROGETTAZIONE ANNUALE DI MATEMATICA - Cl.3^ COMPETENZE SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA CLASSI 1^-2^-3^-4^-5^ 1-L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali. 2-Riconosce

Dettagli

IL MINIVOLLEY. MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014. Progetto: "UNA REGIONE IN MOVIMENTO

IL MINIVOLLEY. MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014. Progetto: UNA REGIONE IN MOVIMENTO MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Ambito Territoriale Vibo Valentia A.S. 2013-2014 Progetto: "UNA REGIONE IN MOVIMENTO IL MINIVOLLEY Prof. Carmine Cavallaro GIOCOSPORT Premessa Mentre dagli

Dettagli

ESERCIZI DI CALCOLO COMBINATORIO

ESERCIZI DI CALCOLO COMBINATORIO ESERCIZI DI CALCOLO COMBINATORIO 1. Calcolare il numero degli anagrammi che possono essere formati con le lettere della parola Amore. [120] 2. Quante partite di poker diverse possono essere giocate da

Dettagli

Gruppo di lavoro La comunicazione sociale

Gruppo di lavoro La comunicazione sociale Gruppo di lavoro La comunicazione sociale Il mondo Afsai è in fermento, con nuove attività e nuovi progetti. In occasione dell Assemblea Generale vorremmo quindi raccogliere proposte per organizzare i

Dettagli

SCHEMA DI PROGETTAZIONE ESPERTO a.s. 2012/13

SCHEMA DI PROGETTAZIONE ESPERTO a.s. 2012/13 Alfabetizzazione motoria nella scuola primaria U.S.R. C.O.N.I. Emilia Romagna SCHEMA DI PROGETTAZIONE ESPERTO a.s. 2012/13 Dati esperto Dati sulla scuola Cognome e nome BARALDI GIULIETTA Scuola Primaria

Dettagli

Ogni primino sa che...

Ogni primino sa che... Ogni primino sa che... A cura della équipe di matematica 25 giugno 2015 Competenze in ingresso Tradizionalmente, nei primi giorni di scuola, gli studenti delle classi prime del Pascal sostengono una prova

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012 PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012 NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO DI SVILUPPO UDA N. 1 UDA N. 2 Unità di apprendimento

Dettagli

Progetto: In acqua per crescere

Progetto: In acqua per crescere Progetto: In acqua per crescere Scuola Secondaria di Primo Grado A. Caperle Classe 1 A Docenti: Panzieri Maddalena (Arte immagine) Mattioli Elisa (Educazione Fisica) Il progetto si propone, attraverso

Dettagli

COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE A. Progettare e realizzare semplici manufatti e strumenti spiegando le fasi del processo.

COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE A. Progettare e realizzare semplici manufatti e strumenti spiegando le fasi del processo. SEZIONE A: Traguardi formativi CLASSE TERZA COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE A. Progettare e realizzare semplici manufatti e strumenti spiegando le fasi del processo. B. Utilizzare con dimestichezza le più

Dettagli

Idee e proposta di lezione per il fumetto «Sulle tracce di» Tema: «Chi si nasconde lì dietro?»

Idee e proposta di lezione per il fumetto «Sulle tracce di» Tema: «Chi si nasconde lì dietro?» Pagina 1 NetLa materiale didattico 1 Idee e proposta di lezione per il fumetto «Sulle tracce di» Tema: «Chi si nasconde lì dietro?» Informazioni sull'unità didattica... pagina 1 Basi per l'insegnante...

Dettagli

Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità

Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità Il nostro progetto di Circolo per l Educazione alla Pace e alla Legalità Il progetto del IV Circolo di Rivoli, di educazione alla Pace e alla Legalità, CITTADINI EUROPEI. COMINCIAMO DA PICCOLI... coinvolge

Dettagli

NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013

NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013 NORME ATTIVITA' PROMOZIONALE 2013 ESORDIENTI M/F (6-11 anni) NORME GENERALI Gli Esordienti sono suddivisi in tre fasce d età secondo il seguente schema: Esordienti C 6-7 anni (nati negli anni 2007-2006)

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE, VIAGGI D ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO MARCO POLO Via Luigi Fabbri, 1-60044 FABRIANO (ANCONA) Tel. 0732 21971 Fax 0732 4797 C.F. 90016680424 sito web icmpolo.it

Dettagli

LA CITTA CHE NON C E

LA CITTA CHE NON C E LA CITTA CHE NON C E Alunni: Paul Bram, Giuseppe Curcio, Emanuele D Enrico, Pietro Fraone, Michela Pascuzzi, Roberto Votta ( Scuola Secondaria di I grado IC Sant Eufemia Lamezia Terme CZ ) Referente: Diamante

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE

CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE ARTE E IMMAGINE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE DI AMBITO ABILITA CONOSCENZE ESPERIENZE DI APPRENDIMENTO 1 ESPRIMERSI E COMUNICARE

Dettagli

Progetto per l insegnamento della lingua inglese. Motivazione e Organizzazione del progetto. Motivazione

Progetto per l insegnamento della lingua inglese. Motivazione e Organizzazione del progetto. Motivazione CURIOSANDO NELL INGLESE Anno scolastico 2014/2015 Tipo di intervento: Laboratori pomeridiani Destinatari del progetto: Alunni classi prime scuola primaria Progetto per l insegnamento della lingua inglese

Dettagli

A tutte le Scuole di 1 e 2 grado della Regione Sicilia. AL C.O.N.I. Regionale della Sicilia

A tutte le Scuole di 1 e 2 grado della Regione Sicilia. AL C.O.N.I. Regionale della Sicilia Catania 28-03-2014 All Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia Ai Coordinatori di E. Fisica degli U.S.P. di Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa,Trapani A tutte

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

Solar System Tour quinta edizione

Solar System Tour quinta edizione Solar System Tour quinta edizione Catania, 30 Novembre 2013 Descrizione Il Solar System Tour è una manifestazione sportivo-culturale organizzata, nell ambito delle proprie iniziative divulgative per le

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 SANTA LUCIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO 2 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE UNITA DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 SANTA LUCIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO 2 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE UNITA DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 SANTA LUCIA UNITÀ DI APPRENDIMENTO 2 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE Denominazione LA CIVILTA DEI ROMANI UNITA DI APPRENDIMENTO Compito-prodotto Rappresentazione grafica

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO «DON LORENZO MILANI» DI AQUILEIA IL TEMA DEI FENOMENI OTTICI IN PROSPETTIVA VERTICALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO «DON LORENZO MILANI» DI AQUILEIA IL TEMA DEI FENOMENI OTTICI IN PROSPETTIVA VERTICALE NELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO «DON LORENZO MILANI» DI AQUILEIA IL TEMA DEI FENOMENI OTTICI IN PROSPETTIVA VERTICALE NELLA SCUOLA PRIMARIA SEQUENZA CONCETTUALE AFFRONTATA 1. FORMULAZIONESCRITTADAPARTEDEIBAMBINI

Dettagli

Giocare con le parole in palestra

Giocare con le parole in palestra Anita Piazza IX ciclo SSIS anno scolastico 2007/08 Unità didattica di lingua italiana L2 Giocare con le parole in palestra Destinatari: prime classi di scuola secondaria di primo grado, con presenza di

Dettagli