PROCEDURA RISTRETTA PROGETTO PER LA FORNITURA CHIAVI IN MANO DEL. UMANE (Si-HR) PER LA REALIZZAZIONE DEL NUOVO SISTEMA INFORMATIVO PER L AREA RISORSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA RISTRETTA PROGETTO PER LA FORNITURA CHIAVI IN MANO DEL. UMANE (Si-HR) PER LA REALIZZAZIONE DEL NUOVO SISTEMA INFORMATIVO PER L AREA RISORSE"

Transcript

1 PROCEDURA RISTRETTA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO PER LA FORNITURA CHIAVI IN MANO DEL NUOVO SISTEMA INFORMATIVO PER L AREA RISORSE UMANE (Si-HR) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 1 di 29

2 INDICE 1. Premessa Oggetto della gara Durata dell appalto Piano generale delle attività Architettura del sistema Caratteristiche generali del sistema Caratteristiche funzionali del sistema Servizi da informatizzare Base dati Gestione giuridico Gestione economica Gestione rilevazione presenze/assenze Gestione pianta organica Gestione T.F.R Gestione trattamento contributivo e previdenziale Gestione formazione Gestione missioni Portale del dipendente Fascicolo elettronico del personale Servizi Opzionali da informatizzare Gestione della valutazione Gestione sistema premiante Gestione concorsi e selezioni Recupero dei dati pregressi Utenti del sistema Normativa di riferimento Assistenza all Avviamento ed all Esercizio del sistema Documentazione operativa e tecnica I Terminali per la Rilevazione degli Accessi alle sedi regionali Schema dell Offerta tecnica Schema dell Offerta Economica...6 ALLEGATO A : Specifiche tecniche del SIGRU Sistema informativo per la Gestione delle Risorse Umane..6 ALLEGATO B : Service Level Agreement - S.L.A. previsti per il nuovo Sistema Informativo per l area Risorse Umane (Si HR)...6 ALLEGATO C : Standard tecnologici dei Sistemi Informativi Regionali...6 ALLEGATO D : Infrastruttura tecnologica target del nuovo Sistema Informativo per l area Risorse Umane (Si HR)...6 ALLEGATO E : Modalità di erogazione dei servizi: MEV e Consulenza...6 ALLEGATO F : Schema dell Offerta Tecnica...6 ALLEGATO G : Schema dell Offerta Economica AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 2 di 29

3 1. PREMESSA L Ente Regione Basilicata si è dotato, da molti anni, di sistemi informativi per la gestione dell area risorse umane, attualmente è in esercizio un sistema informativo completo ed efficiente, costituito dai seguenti sottosistemi: Giuridico; Pianta Organica; Rilevazione presenze; Paghe; Servizi web; tutti operativi e correntemente utilizzati dal personale degli Uffici preposti. Le specifiche tecniche e funzionali del sistema informativo in esercizio sono riportate in modo sintetico nell allegata documentazione (rif. Allegato A), e riguardano l architettura ed i sistemi (hw e swb e d ambiente), le funzionalità dell applicativo, i tracciati records, ed altro ancora. Il nuovo sistema informativo che si va ad acquisire, deve, pertanto, in primo luogo: assicurare le attuali funzionalità come ad esempio: trattamento economico, status giuridico, carriera, curricula, organizzazione e gestione dell organico, rilevazione delle presenze/assenze, ecc.; garantire la continuità operativa e le attuali funzionalità operative presso gli uffici del personale, nonché il recupero dei dati pregressi; deve, inoltre, consentire di: perseguire, grazie alla introduzione di un più spinto utilizzo delle tecnologie ICT, la razionalizzazione e la reingegnerizzazione delle procedure e dei processi amministrativi, i prinicipi della semplificazione amministrativa ed una logica di innalzamento della qualità dei servizi offerti; introdurre strumenti di workflow atti a supportare e guidare il personale dell Amministrazione nello svolgimento dei procedimenti ; prevedere la gestione documentale sia degli atti procedimentali che del fascicolo personale, in modo da evitare la consultazione del materiale cartaceo dalla gestione dei procedimenti amministrativi; fornire al una piattaforma di conoscenza che consenta di effettuare analisi e valutazioni sui dati storici integrati; mettere a disposizione degli utenti del sistema, siano essi operatori degli uffici o dipendenti, servizi informativi interattivi basati su tecnologie Web; introdurre un modello di servizio predefinito e modalità operative di monitoraggio e controllo della qualità del servizio offerto, in coerenza con i sistemi di gestione del C.R.M. Customer Relationship Management e degli S.L.A. Service Level Agreement in uso presso l Amministrazione. 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 3 di 29

4 2. OGGETTO DELLA GARA L oggetto della gara è così individuato: 1. Fornitura chiavi in mano del nuovo Sistema Informativo per l area Risorse Umane dell Amministrazione comprendente: A. la fornitura in licenza d uso illimitata e perpetua di un Sistema Informativo per l area Risorse Umane (Si HR) ; B. il recupero dei dati pregressi; C. l installazione e l avviamento; D. la personalizzazione del sistema secondo le specifiche dell Amministrazione; E. la formazione del personale preposto alla conduzione ed all utilizzo del sistema; F. la informazione e l addestramento dei dipendenti regionale sui nuovi servizi on-line; G. il parallelo tra il vecchio ed il nuovo sistema, e la messa in esercizio; 2. Assistenza, supporto e manutenzione del Sistema Informativo per l area Risorse Umane: H. l assistenza e il supporto alla conduzione del sistema; I. la manutenzione correttiva ed adeguativa (MAC); J. la manutenzione evolutiva (MEV) ed i servizi di consulenza; 3. Fornitura all Amministrazione della licenza d uso multipla illimitata e perpetua del Sistema Informativo per l area Risorse Umane (Si HR) da mettere a disposizione degli enti locali territoriali regionali, collegati alla Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione Regionale (RUPAR), che ne facessero richiesta. Le Ditte offerenti, a pena di esclusione, nell offerta tecnica dovranno esplicitamente dichiarare che si impegnano a realizzare la fornitura chiavi in mano del nuovo Sistema Informativo per l area Risorse Umane e che, pertanto, con la messa in esercizio del nuovo sistema informativo vengono assicurate: tutte le funzionalità attualmente operative presso gli uffici del personale ( come ad esempio: trattamento economico, status giuridico, carriera, curricula, organizzazione e gestione dell organico, rilevazione delle presenze/assenze, ecc.); il recupero dei dati pregressi; la continuità operativa. Di seguito si espone una breve descrizione delle principali sottovoci di fornitura. 1. Fornitura chiavi in mano del nuovo Sistema Informativo per l area Risorse Umane 1.A. La fornitura in licenza d uso illimitata e perpetua di un Sistema Informativo per l area Risorse Umane (Si HR) La fornitura dovrà prevedere, a pena di esclusione, tutti i servizi elencati al successivo Art. 8; mentre per quanto riguarda i servizi informativi opzionali previsti all Art. 9, precisato che non sono obbligatori e, quindi, non devono essere necessariamente compresi nella offerta, si chiede di 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 4 di 29

5 proporli e quotarli economicamente, anche assieme ad altri servizi, ai fini della eventuale acquisizione nel corso dell appalto. 1.B. Il recupero dei dati pregressi Le attività di recupero dei dati pregressi, per un periodo non inferiore a 10 anni, hanno l obiettivo di permettere la continuità operativa per tutte quelle funzionalità che fanno ricorso a dati o informazioni storicizzate, tra cui particolarmente significative sono: 1.B.1-1.B.2-1.B.3 - il ricalcalo del cedolino; la ricostruzione dello stato giuridico del dipendente; i contenziosi in corso. 1.C L installazione e l avviamento L installazione del nuovo sistema informativo deve essere effettuata sulla Infrastruttura tecnologica target, come specificata in Allegato 4, mentre l avviamento deve essere coerente con il Piano generale di avvio di cui al successivo Articolo 4. Eventuali installazioni di prova dovranno avvenire su apparecchiature appositamente messe a disposizione dall Aggiudicatario. 1.D. Personalizzazione del sistema secondo le specifiche dell Amministrazione Le attività di personalizzazione, da concordare con gli Uffici del Personale dell Amministrazione, si riferiscono ad interventi di: 1.D.1 - adeguamento di formati e lay-out; 1.D.2 - realizzazione di funzionalità, oggi operative, che non siano previste, neanche in forma diversa, dal nuovo sistema informativo; 1.D.3 - personalizzazione del sistema per la gestione di procedimenti, oggi operativi, che non rispondano appieno alle esigenze degli Uffici del Personale; 1.D.4 - realizzazione della interoperabilità, tramite web services, con i sistemi informativi trasversali (ad esempio: Atti amministrativi,. Sistema Informativo Contabile, Protocollo, Catasto progetti, Identity manager) in uso presso l Amministrazione; 1.D.5 - realizzazione degli interventi tecnici necessari alla attivazione delle misure minime di sicurezza previste dal documento Misure di Sicurezza Adottate per il nuovo Sistema informativo (predisposto nel rispetto degli Standard ICT adottati dall Amministrazione). 1.E La formazione del personale preposto alla conduzione ed all utilizzo del sistema L attività di formazione dovrà essere rivolta alle tipologie di utenti definiti al successivo art. 11. Per il gruppo utenti amministratori l attività di formazione dovrà prevedere sessioni formative preliminarmente al rilascio in esercizio dei moduli del sistema. Per il gruppo utenti gestionali preposti alla conduzione ed all utilizzo del sistema l attività di formazione dovrà prevedere, almeno: lezioni in aula di introduzione alle funzionalità (generiche, di presentazione dell intero progetto, e per singoli moduli); 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 5 di 29

6 formazione individualizzata mediante training on the job per singole aree operative, in affiancamento a personale esperto. Per il gruppo utenti dirigenziali l attività di formazione dovrà prevedere uno specifico modulo dedicato ad una presentazione generale del sistema e delle funzionalità offerte dai diversi moduli ( es. consultazione, stampa, estrazione, analisi etc.). Tutta la documentazione cartacea e/o materiale audiovisivo necessario sarà a cura dall Aggiudicatario. Le modalità di erogazione dovrà essere dettagliata nel Piano Operativo di Dettaglio, l attività di formazione dovrà essere prevista almeno ogni qualvolta vengono rilasciati nuovi moduli. L Amministrazione, ove lo ritenesse necessario, si riserva la facoltà di organizzare i corsi di formazione presso le sedi periferiche dell Ente. 1.F L informazione e l addestramento dei dipendenti regionale sui nuovi servizi on-line Per il gruppo utenti generici, considerato il numero considerevole del personale a cui sarà rivolta la formazione (circa 1300), l Aggiudicatario dovrà prevedere la fornitura di opportuni moduli formativi in modalità E-learning, da pubblicare sul sito dell Amministrazione. 2. Assistenza, supporto e manutenzione del Sistema Informativo per l area Risorse Umane Terminate le attività propedeutiche alla messa in esercizio del nuovo sistema informativo, e fino al termine del contratto, vanno assicurate tutte quelle attività di assistenza tecnica ed operativa necessarie al buon funzionamento dello stesso. di: 2. H. Assistenza e supporto alla conduzione del sistema Le attività di assistenza e il supporto alla conduzione del sistema si riferiscono ad interventi 2.H.1 - erogazione del servizio di help-desk sia al personale preposto che ai dipendenti, attraverso un punto unico di accesso dove presentare le richieste di assistenza e manutenzione, segnalare malfunzionamenti degli applicativi, ecc. e che provvede ad accettare e smistare le richieste di intervento, il tutto utilizzando obbligatoriamente il sistema informatico di gestione dei servizi di assistenza (GSA) in uso presso l Amministrazione; 2.H.2 - supporto operativo al personale dell Amministrazione per adempimenti periodici ed implementazioni normative e contrattuali; 2.H.3 - supporto operativo al personale dell'amministrazione all'uso delle eventuali nuove versioni del software applicativo del sistema informativo e delle eventuali nuove funzionalità rilasciate; 2.H.4 - affiancamento al personale dell Amministrazione nella esecuzione di: procedure giornaliere procedure periodiche (es. elaborazioni stipendi, ecc.) procedure saltuarie (es. adempimenti normative e contrattuali, ecc.) altri interventi inerenti la corretta e completa gestione del Sistema Informativo. 2. I. - Manutenzione correttiva ed adeguativa (MAC) 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 6 di 29

7 Le attività di manutenzione correttiva ed adeguativa (MAC) si riferiscono ad interventi di: 2.I.1-2.I.2-2.I.3-2.I.4-2.I.5 - ripristino delle caratteristiche del software applicativo in esercizio venute meno a seguito di difetti manifestatisi dopo il rilascio (manutenzione correttiva); il mantenimento delle caratteristiche operative e/o di funzionamento a fronte di adeguamento e/o miglioramento dell infrastruttura tecnologica della Server Farm (manutenzione adeguativa); il miglioramento del Sistema Informativo relativamente a: prestazioni, facilità d uso, robustezza del swa e sicurezza ; costante, efficace e tempestivo aggiornamento delle funzionalità del software per esigenze derivanti da variazioni normative e/o organizzative, espressamente previste dal Leggi, Normative e da Deliberazioni della Giunta Regionale e del Consigli Regionale ripristino di malfunzionamenti sia hardware che software che si dovessero verificare sui terminali orologio di rilevazione presenze tranne, fatta eccezione per guasti prodotti da atti vandalici. 2. J. - Manutenzione evolutiva (MEV) e Servizi di Consulenza Le attività di manutenzione evolutiva (MEV) e dei servizi di consulenza, si riferiscono ad interventi di: 2.J.1-2.J.2-2.J.3-2.J.4-2.J.5 - aggiornamento e/o evoluzione delle funzionalità del software applicativo a seguito di specifica richiesta dell Amministrazione, da erogarsi nel rispetto delle Modalità di erogazione dei servizi: MEV e Consulenza riportate in Allegato E, e da fatturare a consumo. la realizzazione di studi di fattibilità e di eventuali schemi di documenti esecutivi ad essi correlati; la predisposizione di piani di continuità ed emergenza correlati al sistema informativo: il trasferimento di conoscenze e competenze (knowledge transfer) dalla DA al personale dell Amministrazione; altri supporti consulenziali.da erogarsi nel rispetto delle Modalità di erogazione dei servizi: MEV e Consulenza riportate in Allegato E. Infine si precisa che le specifiche di dettaglio dei livelli di servizio richiesti sono riportati nell allegato documento S.L.A. -Service Level Agreement previsto per il nuovo Sistema Informativo per l area Risorse Umane (Si HR) (rif.: Allegato B) 3. DURATA DELL APPALTO La durata dell appalto è fissata in 36 (trentasei) mesi, a partire dalla data di stipula del contratto. 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 7 di 29

8 4. PIANO GENERALE DELLE ATTIVITÀ Ferma restando la durata complessiva dell appalto,, il P.O.D. (Piano Operativo di Dettaglio) che le Ditte offerenti andranno a proporre, dovrà rispettare, il seguente piano generale delle attività: a. entro 12 mesi dalla data di stipula del contratto la Ditta aggiudicataria dovrà realizzare tutte le attività specificate ai punti: 1. fornitura chiavi in mano del nuovo Sistema Informativo per l area Risorse Umane 3. fornitura alla Regione Basilicata della licenza d uso multipla illimitata del Sistema Informativo per l area Risorse Umane (Si HR) da mettere a disposizione degli enti locali territoriali regionali che ne facessero richiesta del precedente Art. 2 - Oggetto della gara; b. entro il 31 dicembre dell anno di stipula del contratto la Ditta aggiudicataria dovrà realizzare prioritariamente, tra tutte le attività previste al precedente comma 1. e limitatamente ai soli sottosistemi gestione economica e rilevazione presenze/assenze, quelle previste alle lettere 1.A., 1.B., 1.C., 1.D., 1.E. ed 1.G del precedente Art. 2, tanto al fine di consentire la messa in esercizio del nuovo sistema informativo con l avvio del nuovo anno solare; c. entro 9 mesi dalla data di stipula del contratto, la Ditta aggiudicataria dovrà completare tutte le attività previste in riferimento alle lettere 1.A., 1.B., 1.C., 1.D., 1.E. ed 1.G del precedente Art. 2: d. entro 12 mesi dalla data di stipula del contratto, la Ditta aggiudicataria dovrà completare ogni altra attività prevista per la fornitura chiavi in mano del nuovo sistema informativo (Si-HR). e. dalla data di messa in esercizio dei singoli sottosistemi e per tutta la durata dell appalto, la Ditta aggiudicataria dovrà assicurare il regolare svolgimento delle attività previste dal punto 2. Assistenza, supporto e manutenzione del Sistema Informativo per l area Risorse Umane, del precedente Art. 2 - Oggetto della gara; 5. ARCHITETTURA DEL SISTEMA L architettura del nuovo Sistema informativo deve essere conforme agli standard tecnologici dei Sistemi Informativi Regionali individuati dall Ufficio Sistema Informativo Regionale e Statistica (S.I.R.S.) del Dipartimento Presidenza della Giunta (rif.: Allegato C); inoltre dovrà essere installato sulla Infrastruttura tecnologica target specificata (rif.: Allegato D). Inoltre il sistema informativo deve essere stato sviluppato, a pena l esclusione, utilizzando una stessa base di dati per tutti moduli, ovvero non è ammessa alcuna duplicazione, anche parziale, di dati e/o informazioni. Nell Offerta tecnica dovrà essere esplicitamente dichiarata la conformità e la compatibilità con l architettura di sistema appena indicata. 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 8 di 29

9 6. CARATTERISTICHE GENERALI DEL SISTEMA Il Sistema informativo offerto deve essere sviluppato utilizzando tecnologie WEB-based e garantire l'interoperabilità e la cooperazione applicativa con diversi sistemi informativi in uso nell Amministrazione a mezzo di web-services, oltre ad un elevato grado di flessibilità nella gestione dei dati, nella modellazione dei processi e nelle logiche di elaborazione e poter consentire l esportazione di dati e funzionalità. Il Sistema informativo offerto, inoltre, dovrà : garantire l accesso e l autenticazione al sistema tramite smart-card e/o login e password; essere predisposto per l utilizzo con le tecnologie previste e regolamentate dal D. L.g.vo 7 marzo 2005, N. 82 Codice dell Amministrazione digitale (come ad esempio: firma digitale, posta certificata, trasmissione telematica delle informazioni, etc.); avere già implementate idonee e preventive misure di sicurezza atte ad eliminare o, comunque, a ridurre al minimo qualsiasi rischio di distribuzione o perdita, anche accidentale dei dati personali trattati, ovvero di accesso non autorizzato o il trattamento non consentito o non conforme, nel rispetto delle disposizioni contenute nel D. Lgs. 196/2003; essere utilizzabile attraverso un semplice browser, e, quindi, senza la necessità di alcun software applicativo sul client ; essere realizzato in modo chei servizi web siano realizzati in conformità alle disposizioni della Legge 4/2004 e s.m.i. Disposizioni per favorire l accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici, ; prevedere servizi e/o funzionalità per lo scambio di flussi di dati in ingresso ed in uscita; essere dotato di un sistema automatico di salvataggio dei dati (Backup) e di recupero degli stessi (Restore) su supporto removibile; essere dotato di apposite funzionalità per mantenimento e la consultazione del diario delle operazioni effettuate sul sistema, diario che dovrà contenere la data e l'ora di esecuzione dell'operazione, il codice dell'operatore, l'operazione effettuata, il contenuto delle informazioni prima e dopo l'aggiornamento. Il Sistema dovrà rispondere ai requisiti di seguito descritti: gestione in modo parametrico e tabellare dei dati variabili e delle formule di calcolo; storicizzazione delle informazioni presenti sulla base dati; accesso selettivo con modalità non predefinite alla base dati per effettuare elaborazioni di tipo matematico e statistico con possibilità di output su video e/o su stampante anche sotto forma di rappresentazione grafica, nonché su archivi elettronici definiti estemporaneamente dallo stesso Ente; consentire la preparazione di elaborati che riassumono le previsioni di spesa o di costo, in considerazione di eventuali proiezioni o rinnovi contrattuali, necessari alla predisposizione del bilancio di previsione; modifica a cascata delle informazioni della base dati logicamente correlate, al verificarsi di una o più condizioni definite dinamicamente dall'utente; sfruttamento delle potenzialità dell architettura tecnologica web. Il software del sistema offerto dovrà, rispondere ai seguenti requisiti di qualità: funzionalità: capacità di fornire funzioni che soddisfano esigenze stabilite ed implicite quando il software è usato sotto condizioni specificate (attributi: adeguatezza, accuratezza, interoperabilità, sicurezza); 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 9 di 29

10 affidabilità: capacità di mantenere le prestazioni stabilite nelle condizioni e nei tempi fissati (attributi: maturità, tolleranza agli errori, ricuperabilità); usabilità: capacità del software di essere compreso, appreso, usato con soddisfazione in determinate condizioni d uso (attributi: comprensibilità, apprendibilità, operabilità, attrattività/piacevolezza); efficienza: capacità di fornire appropriate prestazioni relativamente alla quantità di risorse usate (attributi: prestazioni temporali e uso delle risorse); manutenibilità: capacità del software di essere modificato con un impegno contenuto (attributi (analizzabilità, modificabilità, stabilità, verificabilità); portabilità, ovvero capacità del software di essere trasferito da un ambiente ad un altro (attributi: adattabilità, installabilità, coesistenza, sostituibilità)); L'utente finale dovrà essere supportato costantemente dal sistema per ottenere massima efficienza operativa e correttezza dei dati immessi. 7. CARATTERISTICHE FUNZIONALI DEL SISTEMA Il Sistema informativo offerto deve possedere le caratteristiche funzionali di seguito elencate: i dati elementari saranno di proprietà di ben determinate tipologie di utenza, che potranno, esse soltanto, inserirli o modificarli; conformemente con l alta flessibilità richiesta, il sistema dovrà consentire la definizione, degli utenti amministratori, dei dati visibili e/o modificabili e delle funzionalità disponibili agli altri utenti; tutte le informazioni di interesse dovranno essere ricercabili sia attraverso funzioni standard, che automatizzino le richieste ricorrenti con maggiore frequenza (utenti gestionali), sia in maniera non predefinita, secondo le diverse esigenze e privilegi degli utenti amministratori. I risultati delle interrogazioni dovranno poter essere visualizzati, stampati ed esportati in locale in ambiente Microsoft Office (ad esempio Excel, Access, Word ) o con quelli della suite OpenOffice; essere dotato di un workflow interno in grado di gestire a più livelli tutte le attività degli iter autorizzativi dei vari processi (missioni, presenze, ferie, valutazione, ecc.); sulla base di determinate regole dovrà essere reso possibile inviare automaticamente, o su scelta, messaggi di al personale individuato da opportuni criteri di selezione; contenere funzioni di help contestuale on-line sulle diverse funzionalità; le pagine di help dovranno essere esposte, per tutte le funzioni utente, in lingua italiana; consentire l archiviazione sostitutiva di legge degli output (rispondente alle specifiche CNIPA); acquisire i dati forniti dai terminali per la rilevazione delle presenze/assenze (raccolta timbrature), installati presso le varie sedi Regionali (attualmente i terminali installati sono n. 50, con collegamento in rete); dovrà permettere: la gestione multiente ; la gestione multicontratto; la gestione di tutti gli aspetti giuridici, economici, presenze/assenze, previdenziale, assistenziale, fiscale e statistico, fine rapporto di lavoro, formazione, valutazione e incentivazione, progressione di carriera orizzontale e verticale; 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 10 di 29

11 garantire, a fronte di situazioni che influiscano sul trattamento economico pregresso, il ricalcalo automatico di tutte le voci stipendiali interessate; al fine di garantire le prestazioni, consentire la storicizzazione di tutti i dati, secondo regole che saranno definite nell analisi di dettaglio nonché la possibilità di ricostruire qualsiasi situazione ad una certa data e, quindi, ad esempio: lo status giuridico/economico del singolo dipendente o di gruppi omogenei (per categoria, per struttura, per profilo, per tipologia assunzione, per indennità percepite, etc ) ; la situazione dei dipendenti in servizio ad una certa data presso una struttura o gruppi di strutture; la presenza /assenza del personale (entrate/uscite) relativamente ad una struttura o gruppi di strutture in riferimento ad un determinato periodo; permettere di poter personalizzare i report ( intestazioni, inserimenti/modifica nuovi campi); consentire l esposizione di servizi mediante tecnologia web-services. 8. SERVIZI DA INFORMATIZZARE Si elencano di seguito i principali servizi di cui si chiede la informatizzazione, per ciascuno si riporta una breve descrizione che non intende essere esaustiva, ma ha l obiettivo di fornire elementi di riferimento per i partecipanti alla gara, affinché possano valutare le esigenze dell Amministrazione e proporre soluzioni quanto più aderenti possibile. Si sottolinea, ancora una volta che, a pena di esclusione, dovranno essere assicurati tutti i servizi informativi e le funzionalità attualmente presenti nel SIGRU ed utilizzati presso gli Uffici del Personale dell Amministrazione. 8.1 BASE DATI Il Sistema offerto dovrà avere una base dati unica, dovrà garantire l acquisizione e la gestione di tutte le informazioni necessarie per tutti i servizi di gestione delle risorse umane. La base dati dovrà conservare i dati nella loro evoluzione storica registrando la modifica dei dati e gli eventi lavorativi del singolo dipendente. Le molteplici tipologie di dati archiviabili per ciascun dipendente possono essere così riassunte: dati anagrafici di base: nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, matricola, stato civile, ecc.; dati organizzativi: Dipartimento, Ufficio, Servizio, settore, sede di servizio, mansione, anzianità, provenienza da altri enti; dati contrattuali-amministrativi: contratto di lavoro, qualifica, livello retributivo, categorie protette, INPDAP e INAIL, ecc.; dati retributivi: voci retributive di base, indennità ed elementi variabili della retribuzione; reperibilità: dati indirizzi privati, reperibilità ufficio, cellulare privato e/o aziendale; eventi: rilevanti della vita lavorativa del dipendente (assunzione, mobilità, cessazione rapporto di lavoro, ecc.); dati bancari: riferimenti bancari; formazione: percorso storico formativo; dati sindacali: associazioni sindacali, voci retributive di riferimento. 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 11 di 29

12 8.2 GESTIONE GIURIDICO Il modulo dovrà consentire la gestione dei dati giuridici del personale che costituiscono la base propedeutica alla gestione economica di ogni dipendente a partire dall inizio del suo rapporto di lavoro con l Amministrazione fino alla sua cessazione. Questo modulo gestisce quindi l'insieme di informazioni di cui l Amministrazione necessita per un completo inquadramento nelle proprie strutture del personale dipendente, quali, oltre a tutti i dati anagrafici e di inquadramento giuridico i titoli acquisiti, gli aggiornamenti professionali, le variazioni dello stato di servizio, i periodi di servizio nelle sedi di servizio/unità organizzative, le eventuali sanzioni disciplinari, le annotazioni di merito e relativi provvedimenti avuti, le assenze di rilevanza giuridica, etc Le funzionalità principali riguardano: l archiviazione dei dati relative al Fascicolo Dipendente, comprensiva della acquisizione elettronica della fotocopia di atti e documenti; la predisposizione e l emissione dei Certificati di Servizio e di altri eventuali documenti/comunicazioni riguardanti il personale; la predisposizione della carta di riconoscimento (archiviazione foto, stampa) per il personale interno ed esterno. 8.3 GESTIONE ECONOMICA Il modulo dovrà comprendere tutte le funzionalità necessarie al calcolo delle retribuzioni, essere flessibile in modo da consentire il diretto intervento da parte di personale dell Amministrazione della modifica delle regole stesse, che possono scaturire da ogni possibile variazione normativa, e dovrà essere in grado di gestire contemporaneamente diversi contratti di lavoro, ed in particolare: Organi Politici (Presidente, Assessori e Consiglieri); Dirigenti Generali; Personale regionale dirigente; Personale regionale dipendente; Personale comandato; Personale convenzionato; Il sistema dovrà assicurare la presenza delle seguenti funzionalità per l espletamento delle elaborazioni stipendiali mensili e gli adempimenti degli obblighi contrattuali, sindacali, contabili, previdenziali: calcolo e stampa dei cedolini; adempimenti previdenziali. stampa bollettini postali; riepilogo IRAP; distinta IRPEF; elenco netti a pagare; stampa cedolino da storico; risultati ricalcoli: prospetto con i risultati dei ricalcoli effettuati, con evidenza del periodo di riferimento, la voce ricalcolata, l importo storico, il nuovo importo e la differenza; situazione rapporti rateali; cedolino annuale; riepiloghi per capitoli e centro di costo; 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 12 di 29

13 gestione 770; gestione CUD; importazione dati 730 provenienti dai CAF; gestione INPAD ( dichiarazione mensile e annuale); gestione DMA (denuncia mensile analitica); gestione dei progressivi annui fiscali, previdenziali e statistici, dovrà consentire la visualizzazione dei dati contabili riepilogativi annuali di carattere generale come i vari imponibili previdenziali e fiscali con le relative trattenute; gestione delle detrazioni fiscali mensili ed annuali. Il sistema dovrà consentire il ricalcolo automatico di eventuali conguagli dovuti sia a rinnovi contrattuali che a variazioni della situazione contrattuale del dipendente (passaggi di categoria, qualifica, di mansione, ecc.) che abbiano effetto retroattivo. La profondità storica dei dati stipendiali memorizzabili dovrà essere di almeno 10 anni. 8.4 GESTIONE RILEVAZIONE PRESENZE/ASSENZE Il modulo dovrà garantire una gestione multiutenza e multicontratto, quindi molto flessibilile nel definire tutti gli elementi che concorrono alla composizione del cartellino mensile e quindi al calcolo, oltre che ad una adeguata storicizzazione dei dati. Di seguito si specificano alcune funzionalità che sono ritenute essenziali: Il modulo dovrà dare la possibilità di definizione di profili indicanti, per ogni giorno della settimana, i possibili orari cui il dipendente si deve attenere e garantire la definizione completa dei modelli di orario giornalieri secondo le tipologie più disparate e sostanzialmente: orari flessibili; orari elastici; orari liberi; orari a turni. Il modulo dovrà gestire tutte le possibili causali ed alle norme nazionali o quant altre sono attualmente vigenti in tema di gestione dei rapporti di lavoro. Le tipologie di assenze attualmente gestite possono essere sintetizzate come segue: ferie; assenze per malattia; congedi parentali; maternità; gravidanza a rischio; permessi non retribuiti; scioperi; permessi retribuiti; permessi L. 104/1992 (disabili e parenti portatori di handicap); aspettative varie; sindacali (permessi, assemblee). Le tipologie di assenze/presenze possono essere sintetizzate come segue: missioni; assenze per motivi di servizio; festività soppresse; riposo compensativo. 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 13 di 29

14 Il modulo dovrà poter conteggiare le prestazioni giornaliere, mensili ed annuali per ogni singolo dipendente potendo alla fine definire: maggiori prestazioni nel mese; minori prestazioni nel mese da recuperare; minori prestazioni nel mese da decurtare dalla busta paga; maggiori prestazioni non autorizzate dal dirigente; ore da recuperare il mese successivo. Per quanto riguarda la gestione dei dati di natura stipendiale derivanti dalla presenzaassenza del personale dovranno essere gestite le seguenti esigenze: calcolo giornaliero della prestazione del dipendente rispetto ad un orario teorico; lavoro straordinario nelle diverse aliquote di maggiorazione economica; indennità di diverse tipologie; indennità festive intere e ridotte; buoni pasto; assenze che comportano riduzione stipendiale (scioperi aspettative-malattie astensioni post-partum). Il sistema dovrà prevedere la gestione dei budget della spesa per straordinario per ogni singola struttura della Amministrazione attualmente gestita a 2 livelli: livello più alto (es. Dipartimento): un unico valore annuale; livello interno al precedente (es. Ufficio): un valore annuale per ogni tipo di contratto. Definizione annuale del budget a livello di Dipartimento/Ufficio sulla base di stanziamento annuale, ogni mese il budget annuale viene detratto progressivamente dalla spesa effettuata per i dipendenti in carico alla struttura. I budget così definiti vengono abbattuti mese per mese da (nell ordine): ore di maggior prestazione rilevate a fine mese ed autorizzato dal dirigente della struttura; ore di riposo compensativo. Fra le altre funzionalità, sono ritenute importanti anche in relazione ad un utilizzo decentrato che vedrà coinvolti i dipendenti nella consultazione dei dati: cartellino interattivo; Il sistema dovrà rendere possibile: vedere il consuntivo di ogni giorno (ore rese riconosciute e saldo giornaliero); vedere le assenze fatte fino a quel momento ed i residui di assenza per le assenze che prevedono tetti massimi di fruizione; visualizzare, correggere, giustificare le anomalie; l attivazione di funzioni di aiuto alla comprensione dei risultati (conteggi) esposti nel cartellino; stampa del cartellino mensile (o periodi del mese). 8.5 GESTIONE PIANTA ORGANICA Il modulo dovrà consentire la completa gestione della pianta organica dell Ente con ampie possibilità di interrogazioni per verifiche e controlli. Il modulo dovrà fornire funzionalità quali: definizione della struttura organizzativa; gestione del cambiamento della struttura organizzativa (storica); pianificazione degli organici; definizione delle posizioni organizzative; definizione dei profili professionali; 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 14 di 29

15 report di controllo e statistiche. 8.6 GESTIONE T.F.R. Il modulo dovrà occuparsi della gestione completa di tutti gli aspetti funzionali del Trattamento di Fine Rapporto del personale dipendente. 8.7 GESTIONE TRATTAMENTO CONTRIBUTIVO E PREVIDENZIALE Il modulo dovrà occuparsi della gestione completa di tutti gli aspetti contributivi e previdenziale del personale. 8.8 GESTIONE FORMAZIONE Il modulo dovrà occuparsi della gestione completa degli eventi formativi: dall attività di pianificazione all organizzazione degli eventi stessi, in modo da rendere possibile un completo coordinamento dell intero flusso di informazioni. Dovrà gestire la corrispondenza relativa ai diversi momenti gestionali dell evento formativo (iscrizione, cancellazione, trasferimento, ecc.). Attraverso opportune funzionalità previste nella intranet della Amministrazione, i dipendenti potranno verificare il catalogo dei corsi a disposizione, effettuare una ricerca per competenze, iscriversi al corso, ecc. I responsabili potranno ricevere la notifica di richiesta di iscrizione ed approvare la partecipazione al corso. I risultati ottenuti vengono registrati nel sistema e i meccanismi di valutazione permettono di analizzare il successo dei corsi svolti. Principali funzionalità richieste: definizione dei fabbisogni formativi; definizione e acquisizione dei calendari di formazione; gestione delle iscrizioni ai corsi; valutazione dei risultati della formazione. In caso di concorso per selezione interna, i dipendenti dovranno avere la possibilità di richiedere la partecipazione accedendo al portale del dipendente. Mediante opportune funzionalità il dipendente dovrà avere la possibilità di inviare una notifica per comunicare la propria partecipazione. L Ufficio del personale potrà raccogliere le informazioni aggiornate del dipendente relative ai titoli di studio, alle qualifiche professionali ed eventualmente ad un curriculum vitae e procederà nella verifica per l'ammissione alla partecipazione al concorso. 8.9 GESTIONE MISSIONI Il modulo di gestione delle missioni dovrà consentire la gestione completa del processo di acquisizione, contabilizzazione e pianificazione delle trasferte dei dipendenti. In tal senso, tale modulo si occupa dell intera procedura di trasferta dalla richiesta e autorizzazione (o eventuale rigetto), fino alla registrazione delle spese e eventualmente alla successiva rettifica con calcolo retroattivo. Il modulo applicativo dovrà permettere al singolo dipendente di effettuare direttamente la registrazione a sistema della propria richiesta di trasferta (inclusa eventualmente la richiesta di anticipo), il dirigente responsabile autorizza la richiesta tramite un programma di autorizzazione e l anticipo viene erogato dal cassiere regionale o da un funzionario delegato. 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 15 di 29

16 Dopo la trasferta, il dipendente stesso potrà integrare con i dati mancanti la richiesta precedentemente registrata e consegnare i giustificativi originali all ufficio competente. L ufficio competente controllerà e validerà le trasferte. Successivamente la trasferta verrà conteggiata ed eseguito il relativo scarico dei costi. Il sistema dovrà mettere a disposizione dell utente una vasta gamma di indagini reportistiche standard tese al monitoraggio delle trasferte dei dipendenti. Il modulo dovrà contenere le seguenti funzionalità minimali: automazione della raccolta dei dati connessi alle trasferte; gestione della autorizzazione missione; gestione della documentazione di viaggio (note spese, biglietti, ecc.); gestione delle anticipazioni; effettuazione dei calcoli; archiviazione storica dei dati; effettuazione di ricalcoli retroattivi; produzione di report riepilogativi PORTALE DEL DIPENDENTE Il Sistema dovrà prevedere dei servizi innovativi per il personale dipendente fruibili attraverso il portale del dipendente. Il portale WEB sarà la finestra di accesso da parte del dipendente all Ufficio Personale con possibilità di interagire online con i numerosi processi gestionali tradizionalmente svolti dal personale amministrativo delle segreterie Dipartimentali. Dovrà essere possibile, per ogni singolo soggetto, consultare, gestire e modificare alcune informazioni associate alla propria posizione lavorativa. In relazione a ciò, l obiettivo prioritario è quello di fornire al personale un pratico strumento per accedere a dati ed informazioni sempre aggiornati, in grado di soddisfare la necessità di rendere l organizzazione maggiormente snella e flessibile. Potranno quindi essere espletate dai dipendenti, attraverso l accesso autorizzato sul portale del personale, le seguenti funzionalità: richiedere certificati di servizio; richiedere ferie e permessi; modifica dei dati personali; riepilogo delle prestazioni mensili (cedolino); visualizzazione monte ore; visualizzazione cartellino orologio; visualizzare, correggere, giustificare le anomalie; visualizzazione risultati calcolo della retribuzione e relativa stampa; riepilogo retribuzione totale annuale; consultazione CUD annuali; inserimento/aggiornamento/visualizzazione dati anagrafici personali; inserimento/aggiornamento/visualizzazione dati di residenza e reperibilità; inserimento/aggiornamento/visualizzazione dati di riferimento bancari; inserimento/aggiornamento/visualizzazione dati curriculum formativo; visualizzazione catalogo corsi di formazione; inserimento/aggiornamento richiesta di iscrizione evento di formazione; visualizzazione risultati valutazione delle prestazioni; possibilità di registrare osservazioni sulla valutazione; consultazione dati pensionistici fondamentali; predisposizione/variazione domanda di assegno per nucleo familiare; 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 16 di 29

17 simulazione trattamento di fine rapporto. Sul portale si potranno rendere disponibili anche delle sezioni informative per comunicazioni ai dipendenti, messa in linea di documentazione elettronica scaricabile, indirizzi di posta elettronica, forum di discussione, etc. L obbiettivo è quello di migliorare il servizio al dipendente, snellendo contemporaneamente il lavoro dell Ufficio, riducendo cioè le file allo sportello, velocizzando la ricezione delle richieste dei dipendenti, riducendo alcune operazioni manuali di consultazione sul sistema abilitando il dipendente ad effettuarle autonomamente anche da remoto FASCICOLO ELETTRONICO DEL PERSONALE Il trattamento giuridico del personale deve prevedere la costituzione di un fascicolo individuale che rappresenta la trasposizione elettronica del fascicolo cartaceo contenente le informazioni relative alla carriera del dipendente. Questa applicazione, da un lato alimenta e gestisce per gli aspetti giuridici la Banca Dati del Personale (rendendo possibile la produzione dello stato matricolare del dipendente nonché una serie di interrogazioni predefinite e estemporanee), dall altra deve legare le informazioni strutturate presenti nella banca dati con i documenti da cui queste informazioni nascono. 9. SERVIZI OPZIONALI DA INFORMATIZZARE Si elencano di seguito i Servizi opzionali da informatizzare, ovvero quei servizi che l Amministrazione potrebbe avere interesse ad acquisire nel corso dell appalto, che le Ditte offerenti possono o meno proporre, e che comunque l Amministrazione si riserva di acquisire nel corso dell appalto ai patti ed alle condizioni previste in offerta. Per ciascuno dei Servizi opzionali richiesti si riporta di seguito una breve descrizione. 9.1 GESTIONE DELLA VALUTAZIONE Tra gli strumenti di gestione delle risorse umane ruolo fondamentale è rappresentato dai sistemi di valutazione del personale. Il sistema di valutazione riguarda pertanto essenzialmente la valutazione delle posizioni e delle prestazioni. Il modulo dovrà mettere a disposizione un sistema per la valutazione delle posizioni, un sistema per la valutazione delle prestazioni e un sistema di valutazione delle competenze. Dovrà inoltre consentire di registrare per ciascuna posizione la valutazione definita dai responsabili della struttura, mediante un sistema predefinito e pronto per il suo utilizzo. La valutazione dei dirigenti riguarda sostanzialmente la valutazione delle prestazioni; mentre la valutazione delle prestazioni dei dipendenti è composta dalla valutazione complessiva della persona rispetto alla prestazione, dalla valutazione del comportamento e dalla valutazione dei risultati rispetto ai progetti obiettivo. I risultati della valutazione delle prestazioni dei dipendenti potranno determinare, tra l'altro, la remunerazione da prestazione e gli incentivi individuali o di gruppo. Principali funzionalità richieste: valutazione del potenziale in assoluto e del potenziale relativo rispetto ad uno o più profili; visualizzazione degli scostamenti tra potenzialità valutate e capacità richieste; 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 17 di 29

18 valutazione quantitativa e qualitativa delle prestazioni; validazione delle schede con memorizzazione di tutte le informazioni storiche. 9.2 GESTIONE SISTEMA PREMIANTE Il modulo dovrà avere le possibilità di definire opportuni sistemi di remunerazione del rendimento annuale del personale. I criteri da applicare riguardano la definizione di un budget o una gerarchia di unità di budget che rispecchiano la struttura organizzativa dell Amministrazione (un budget per Dipartimento o per Ufficio). Il modulo dovrà consentire l attribuzione di importi ad ogni singola unità organizzativa, ottenendo un controllo automatico (vincolante o meno) tra il totale degli importi assegnati individualmente e il budget distribuito inizialmente. Il sistema potrà essere relazionato direttamente al sistema di valutazione delle prestazioni. Principali funzionalità richieste: distribuzione del budget per Dipartimento o per Ufficio; possibilità di immissione di criteri dinamici nella distribuzione delle risorse finanziarie; possibilità di remunerazione in relazione alla valutazione qualitativa e/o quantitativa; produzione di prospetti riepilogativi. 9.3 GESTIONE CONCORSI E SELEZIONI Il sistema di gestione delle selezioni dovrà essere in grado di supportare le diverse tipologie di selezione tipicamente applicate in ambito pubblico: selezione interna per la progressione orizzontale e verticale; selezione tramite concorso; selezione per borse di studio e stagisti. Il modulo applicativo dovrà prevedere le seguenti funzionalità principali: specifica del concorso e dei suoi attributi; definizione delle fasi del concorso; esecuzione della fase di reclutamento; registrazione dei partecipanti; esecuzione del processo di selezione; registrazione dei risultati del concorso; registrazione dei punteggi attribuiti in graduatoria; nomina del vincitore; trasferimento dei dati del candidato all anagrafica dei dipendenti. 10. RECUPERO DEI DATI PREGRESSI Le attività di recupero dei dati pregressi è certamente un elemento essenziale della fornitura chiavi in mano del nuovo Sistema informativo, rientrando a pieno titolo nelle attività assolutamente necessarie per garantire la continuità operativa per tutte quelle funzionalità che fanno ricorso a dati o informazioni storiche. Ai fini del recupero dei dati pregressi, si evidenzia che, oltre alla documentazione presente in Allegato 1 (ovvero nelle Specifiche tecniche del SIGRU), l Amministrazione assicurerà alla Ditta aggiudicataria anche la collaborazione della Società che sinora ha manutenuto il sistema SIGRU, visto che tale disponibilità è specificamente prevista nel contratto attualmente in essere. 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 18 di 29

19 La Ditta offerente deve prevedere esplicitamente, nel Piano Operativo di Dettaglio (sempre nel rispetto del Piano generale delle attività previsto al precedente Articolo 4) una fase di recupero dei dati pregressi, la cui chiusura è subordinata alla verifica e validazione finale da parte degli Uffici del Personale dell Amministrazione. Fermo restando quanto appena esposto, l attività di recupero dei dati è ad esclusivo carico della Ditta aggiudicataria, che resta l unica responsabile della riuscita dell attività. 11. UTENTI DEL SISTEMA Gli utenti abilitati all accesso al sistema devono essere associabili in raggruppamenti logici, che possono essere proposti dalle ditte offerenti, ma devono almeno prevedere: il gruppo utenti amministratori : gli utenti che hanno il compito di amministrare i parametri generali del sistema e di monitorare il suo corretto funzionamento; il gruppo utenti gestionali : gli utenti degli Uffici del Personale dell Amministrazione preposti alla gestione degli specifici procedimenti; il gruppo utenti generici : i dipendenti che accedono alle sole informazioni che li riguardano personalmente, come, ad esempio, nella consultazione del proprio fascicolo personale o nell inserimento nel sistema di specifiche comunicazioni all Amministrazione (ad esempio richiesta di ferie, variazione di residenza, estremi bancari, etc.). il gruppo utenti dirigenziali : Dirigenti Generali o Dirigenti di Ufficio che accedono, sulla base della loro posizione nell organigramma dell Ente, a dati ed elaborazioni relativi al solo personale delle strutture ad essi sottoposte: A titolo esemplificativo si espongono di seguito le principali tematiche di interesse degli utenti dirigenziali: Dirigenti Generali: consultazione del fascicolo personale; consultazione e approvazione delle valutazioni individuali; attribuzione delle posizioni individuali; autorizzazioni per la spesa sul budget missioni annuale; autorizzazioni per la spesa sul budget straordinario annuale; autorizzazione interventi formativi; interventi sul sistema premiante; accesso sul sistema dei carichi di lavoro per simulazioni sulle linee di attività e risorse umane disponibili; pubblicazione, sul portale del personale, di informative di interesse specifico; analisi sui costi del personale; consultazione della rappresentatività sindacale. Dirigenti di Ufficio consultazione dei fascicoli personali individuali; preparazione delle valutazioni individuali periodiche; autorizzazioni alla missioni per il personale in carico; autorizzazioni alla erogazione di compensi straordinari individuali; proposta di interventi formativi extra piani formativi generali; interventi sul sistema premiante; definizione di orari di lavoro. 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 19 di 29

20 Ogni utente del sistema appartiene almeno alla tipologia di utente generico, ma può appartenere contemporaneamente anche a più tipologie di utenza. La tabella seguente fornisce una stima di massima del numero di utenti per ognuna delle tipologie sopra esposte: Tipologia utenti utenti utenti Utenti amministratori gestionali generici Dirigenziali Gestione Paghe (economica ) Gestione Giuridica Gestione Pianta Organica Gestione Rilevazione Presenze Gestione T.F.R Gestione trattamento contributivo e previdenziale Gestione Formazione Gestione della Valutazione Sistema Premiante Gestione Concorsi e Selezioni Gestione Missioni Portale del Dipendente Fascicolo elettronico del Personale I privilegi utente andranno individuati dall Aggiudicatario in una apposita fase di analisi da tenersi assieme agli Uffici del Personale dell Amministrazione, e dovranno consentire a ciascun utente di poter accedere, con differenti modalità (ad esempio in: consultazione, modifica, cancellazione, avvio/chiusura di un processo) ed in modo selettivo (ad esempio:su interi processi, in determinate fasi dei processi, su specifiche informazioni) al sistema. 12. NORMATIVA DI RIFERIMENTO Al fine di disporre elementi utili alla presentazione dell offerta, l Aggiudicatario dovrà fare riferimento alle seguenti normative: Contratto Dirigenti Generali; CCNL comparto Regioni Autonomie Locali area per la Dirigenza; CCNL comparto Regioni Autonomie Locali per il Personale; CCNL Giornalisti; Contratti Atipici; Contratto Operai Forestali; D. Lgs. 335/95 Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare ; D. Lgs. 165/2001 Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche ; D. Lgs. 66/2003 Attuazione delle direttive 93/104/CE e 2000/34/CE concernenti taluni aspetti dell'organizzazione dell'orario di lavoro ; 71AM_Gara Si-HR_Capitolato speciale_ pag. 20 di 29

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013

PASSEPARTOUT SPA Contenuti aggiornati a Giugno 2013 UNA SOLUZIONE INNOVATIVA Businesspass è la soluzione Cloud Computing, usufruibile anche tramite Tablet, ipad, iphone o Smartphone, per gestire l intero processo amministrativo e gestionale dello Studio,

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

NoiPA " Censimento Operatori del Sistema"

NoiPA  Censimento Operatori del Sistema NoiPA " Censimento Operatori del Sistema" Roma, 23 luglio2013 Percorso fatto di attivazione del servizio: ultima Click scadenze to edit Master title style Procedura operativa per la Configurazione Tracciati

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Il Part-Time in Poste Italiane

Il Part-Time in Poste Italiane Il Part-Time in Poste Italiane Vademecum Che cos è? Il contratto a tempo parziale è un contratto di lavoro subordinato che prevede una prestazione di lavoro di durata inferiore rispetto alle 36 ore settimanali

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013

Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 Circolare della Funzione Pubblica n. 5 del 21 novembre 2013 sul DL 101/2013 La circolare del dipartimento funzione pubblica esplicativa dell articolo 4 del Decreto Legge n. 101 del 31 agosto 2013, convertito

Dettagli

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente Contratto

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli