I PROGETTI APPROVATI E FINANZIABILI CON I FONDI STRUTTURALI IN CROAZIA 2014/2015

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I PROGETTI APPROVATI E FINANZIABILI CON I FONDI STRUTTURALI IN CROAZIA 2014/2015"

Transcript

1 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia I PROGETTI APPROVATI E FINANZIABILI CON I FONDI STRUTTURALI IN CROAZIA 2014/2015 Redatto da: Dr.ssa Edita Bilaver Galinec responsabile DESK Fondi strutturali UE ICE Agenzia - Zagabria Zagabria, gennaio 2015 Ufficio di Zagabria ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione Masarykova 24, Zagreb delle imprese italiane T F Via Liszt 21, Roma, Italia T Cod. Fisc. e Part. Iva Certificazione UNI EN ISO9001 1

2 SETTORE AMBIENTE I progetti piu importanti presentati nel settore dei rifiuti e gli importi d investimento previsti nel 2015/2016 sono: Denominazione progetto Stima del valore (milioni di Euro) Centro regionale per la gestione dei rifiuti di Mariščina 35,8 Centro regionale per la gestione dei rifiuti di Kaštijun 34,8 Centri per la gestione dei rifiuti a Piškornica, Biljane Donje e Bikarac 17,0 totale: 87,6 In base alla lista dei progetti da finanziare di cui al Programma Operativo si prevedono investimenti per le risorse idriche per un valore di 819 milioni di euro. I più importanti progetti sono: Denominazione del progetto Importo (mil Euro) Realizzazione entro anno: Miglioramento della rete idrica e di scarico della citta di Slavonski Brod 29, Miglioramento della rete idrica e di scarico della citta di Knin 15, Programma delle acque reflue per la citta di Sisak 32, Costruzione della rete idrica regionale nella Contea Bjelovarsko-bilogorska 55 Costruzione della rete idrica regionale nella Contea Koprivničko-Križevačka 52 Costruzione rete idrica compreso il collettore e centro per il trattamento delle acque reflue a Osijek Impianto per il trattamento delle acque reflue a Velika Gorica Rete di fognatura ed impianto per il trattamento delle acque di scarico in Poreč 67, Miglioramento della rete idrica nella citta di Vukovar 48, Sistema per la protezione delle acque in Istria Sistema regionale per l approvvigionamento idrico, sottosistema Zagreb Est Rete di fognatura ed impianto per il trattamento/depurazione delle acque reflue a Kaštel- Trogir 99, Sistema regionale per l approvvigionamento idrico, Slavonia est 75 Impianto per il trattamento delle acque reflue a Zabok- Zlatar Rete di fognatura ed impianto per il trattamento/depurazione delle acque reflue a Rijeka TOTALE DEGLI INVESTIMENTI NELL ECONOMIA IDRICA 819,0 2

3 Dal totale dei progetti gestiti dall ente pubblico per la gestione delle acque - HRVATSKE VODE i principali progetti in realizzazione nel 2015/2016 sono i seguenti: Progetto Piano per il 2014/2015 (milioni di ) IPA SISAK Progetto Programma delle acque reflue per la città di Sisak cofinanziato dai fondi EU 9,77 IPA OSIJEK Progetto Miglioramento dell'infrastruttura 8,69 idrica Osijek IPA POREČ Progetto Gestione acque reflue ed impianto 8,06 per il trattamento di acque reflue Poreč KNIN Progetto Miglioramento dell'infrastruttura idrica 5,04 Knin Progetto di controllo dell'inquinamento acqua nelle città 4,52 costiere Rijeka Canale di alimentazione per l'irrigazione e la bonifica del 4,37 campo Biđ-bosutsko (Biđ-bosutsko polje) Progetto di controllo dell'inquinamento acqua nelle città 4,31 costiere Pula Progetto di costruzione del sistema di irrigazione Kapinci- 4,00 Vaška Progetto di controllo dell'inquinamento di acqua nelle città 3,95 costiere Dubrovnik 3

4 SETTORE INFRASTRUTTURE Denominazione del progetto Costruzione della nuova linea ferroviaria e del secondo binario su alcuni tratti Hrvatski Leskovac Karlovac Costruzione della nuova linea ferroviaria a due binari Goljak Skradnik NON indicato nel Piano Strategico del Ministero della Marineria, dei Trasporti e delle Infrastrutture per il periodo : Ammodernamento, rinnovo e costruzione della nuova linea a due binari sulle tratte della linea ferroviariadugo Selo Novska,fase I Ammodernamento, rinnovo e costruzione della nuova linea a due binari sulle tratte della linea ferroviaria Dugo Selo Novska, tratto Novoselec - Novska, fase IIa Ammodernamento, rinnovo e costruzione della nuova linea a due binari sulle tratte della linea ferroviaria Dugo Selo Novska, fase IIb Costruzione del secondo binario e ricostruzione della linea ferroviaria sul tratto Križevci Koprivnica Confine dello Stato Ricostruzione della linea ferroviaria sul tratto Okučani - Nova Kapela- Batrina NB: Questo tratto fa parte del tratto ferroviario Okučani-Vinkovci per il quale e stato aperto il bando per i lavori di progettazione in data 2 gennaio 2014 per un valore di 12,2 milioni di euro Valore Totale (mln ) 356,00 650,00 165,00 317,50 275,00 STATUS del progetto fase di progettazione in corso, inizio lavori di costruzione previsto nel fase di progettazione in corso, inizio lavori di costruzione previsto nel fase prima; valore del progetto 90 milioni (lavori di progettazione e di costruzione), fase di progettazione in corso, inizio lavori di costruzione previsto nel 2015 fase seconda e terza (IIa e IIb); ammodernamento, rinnovo e costruzione della nuova linea a due binari sulle tratte della linea ferroviaria Dugo Selo Novska, fasi 2 e 3; valore del progetto 482,5 milioni (lavori di progettazione e di costruzione), fase di progettazione in corso, inizio lavori di costruzione previsto nel 2017 fase di progettazione in corso, inizio lavori di costruzioni previsto nel 110,00 In fase preparatoria 4

5 Costruzione di una nuova linea ferroviaria a due binari per il traffico della merce Zaprešić - Horvati - Turopolje - Dugo Selo Costruzione del tratto ferroviario Sveti Ivan Žabno Gradec per il traffico suburbano Costruzione della linea ferroviaria sul tratto ferroviario Podsused Samobor - Perivoj per il traffico suburbano Ricostruzione e elettrificazione della linea ferroviaria sul tratto Zaprešić Zabok bypass ,00 48,00 65,00 Preavviso di gara pubblicato, avviso di gara per la preparazione della documentazione neccesaria ancora non pubblicato apertura del bando per i lavori di costruzione in attesa, il completamento dei lavori di costruzione previsto nel dicembre valore del progetto 27,3 mil varia dal valore del progetto complessivo perche' hanno diminuito il valore per i lavori preparatori per la costruzione (hanno sopravalutato il valore) fase della progettazione in corso - il valore del progetto pari a 105 milioni (lavori di costruzione) non corrisponde al valore qui indicato perche' gli studi di fattibilita' hanno prodotto una diversa analisi del valore totale del progetto 68,00 fase della progettazione in corso Ricostruzione ed elettrificazione del binario della linea ferroviaria Vinkovci Vukovar 51,50 processo di appalto pubblico per i lavori di progettazione in corso, inizio lavori di costruzione previsto nel 2016 TOTALE (in mln ): 2.886,00 5

6 SETTORE ENERGIA SETTORE ENERGETICO - finanziamenti pianificati dal settore pubblico nel 2015/2016 Denominazione del Progetto/Azienda statale I progetti piu' importanti Importo (mil HRK) Importo (mil Euro) HEP e HOPS - il totale Programma di costruzione e di miglioramento della rete elettrica Costruzione del blocco C della centrale termoelettrica (TE) SISAK Ammodernamento della centrale idroelettrica ZAKUČAC Costruzione del blocco C della centrale termoelettrica (TE) PLOMIN C Investimenti nell'implementazione di una rete intelligente Ammodernamento della centrale idroelettrica SENJ Collegamento del quartiere Dubrava sulla rete CTS Trasmissione di energia elettrica (infrastruttura) PEHLIN - ammodernamento Trasmissione di energia elettrica (conessione di rete) PEHLIN - TURNIĆ totale

PROGETTI PRIORITARI DA FINANZIARE CON I FONDI UE

PROGETTI PRIORITARI DA FINANZIARE CON I FONDI UE ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA PROGETTI PRIORITARI DA FINANZIARE CON

Dettagli

CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 INVITI A PRESENTARE PROPOSTE PER LE PMI NEL 2015

CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 INVITI A PRESENTARE PROPOSTE PER LE PMI NEL 2015 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 INVITI

Dettagli

CROAZIA SCHEDA SETTORIALE AMBIENTE

CROAZIA SCHEDA SETTORIALE AMBIENTE ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA SCHEDA SETTORIALE AMBIENTE Redatto dal

Dettagli

SCHEDA SETTORIALE TRASPORTI E INFRASTRUTTURE

SCHEDA SETTORIALE TRASPORTI E INFRASTRUTTURE ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA SCHEDA SETTORIALE TRASPORTI E INFRASTRUTTURE

Dettagli

SCHEDA SETTORIALE TRASPORTI ED INFRASTRUTTURE

SCHEDA SETTORIALE TRASPORTI ED INFRASTRUTTURE ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA SCHEDA SETTORIALE TRASPORTI ED INFRASTRUTTURE

Dettagli

FONDI EUROPEI 2007-2013

FONDI EUROPEI 2007-2013 FONDI EUROPEI 2007-2013 OPPORTUNITA PER LE IMPRESE ITALIANE IN POLONIA Torino, 20 ottobre 2008 La Polonia nella UE La Polonia è Paese Membro dell UE dal 1 maggio 2004 e negli anni 2007-2013 diventerà il

Dettagli

!"#$%"&&"'()"$*(( #*0%("%12$!! 34565746859:4!! "#$%&!$'()&$'*+!,)! -&&.,)$'/+$%&!0+.!)*! ".&1.'//'!,)!2#$-3+.!)$! 4.&'()'!

!#$%&&'()$*(( #*0%(%12$!! 34565746859:4!! #$%&!$'()&$'*+!,)! -&&.,)$'/+$%&!0+.!)*! .&1.'//'!,)!2#$-3+.!)$! 4.&'()'! "#$%&$'("%(%&%)*"% ++,-.+/ Le microimprese, le piccole e promozione delle attivita'. "#$%"&&"'()"$*(( #*0%("%12$ 34565746859:4 "#$%&$'()&$'*+,) -&&.,)$'/+$%&0+.)* ".&1.'//',)2#$-3+.)$ 4.&'()' "';$*

Dettagli

ICE AGENZIA ZAGABRIA 03/2015 NEWSLETTER DESK. PMI finanziamneti PROGRAMMA "IMPULSO IMPRENDITORIALE 2015" PER UN VALORE DI 613 MILIONI DI EURO

ICE AGENZIA ZAGABRIA 03/2015 NEWSLETTER DESK. PMI finanziamneti PROGRAMMA IMPULSO IMPRENDITORIALE 2015 PER UN VALORE DI 613 MILIONI DI EURO Le microimprese, le piccole e l'artigianato, Fondi provenienti dai fondi UE e Piu facile accesso ai finanziamenti. Per le micro e piccole imprese e l'artigianato sono previsti 119 milioni di kune (ca.

Dettagli

FONDI EUROPEI 2014-2020

FONDI EUROPEI 2014-2020 FONDI EUROPEI 2014-2020 UNGHERIA Redatto da ICE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Budapest Desk Fondi Strutturali Budapest, marzo 2015 1

Dettagli

Bando nell ambito della misura 8.1 Sostegno alle attività economiche nell ambito della e-economy del Programma Operativo Economia Innovativa

Bando nell ambito della misura 8.1 Sostegno alle attività economiche nell ambito della e-economy del Programma Operativo Economia Innovativa !" #$%%& %!" # $$"$ $ $ %$&# Nella prospettiva finanziaria UE 2007-2013 la Polonia è destinataria di ingenti risorse finanziarie comunitarie oltre 80 miliardi di Euro, di cui 67,3 miliardi provengono dai

Dettagli

ICE AGENZIA ZAGABRIA 06/2015 NEWSLETTER DESK. RURALE finanziamneti APPROVATO IL

ICE AGENZIA ZAGABRIA 06/2015 NEWSLETTER DESK. RURALE finanziamneti APPROVATO IL Le microimprese, le piccole e l'artigianato, Fondi provenienti dai fondi UE e Piu facile accesso ai finanziamenti. Per le micro e piccole imprese e l'artigianato sono previsti 119 milioni di kune (ca.

Dettagli

Trattato sulla Comunità Energetica del Sud-Est Europeo. Settore Energetico: Serbia (Kosovo) Montenegro Bosnia-Erzegovina Macedonia

Trattato sulla Comunità Energetica del Sud-Est Europeo. Settore Energetico: Serbia (Kosovo) Montenegro Bosnia-Erzegovina Macedonia Trattato sulla Comunità Energetica del Sud-Est Europeo Settore Energetico: Serbia (Kosovo) Montenegro Bosnia-Erzegovina Macedonia Introduzione La cooperazione in campo energetico per assicurare nella regione

Dettagli

PERCHÈ INVESTIRE IN CROAZIA

PERCHÈ INVESTIRE IN CROAZIA PERCHÈ INVESTIRE IN CROAZIA Ancora, 11 Febbraio 2011 Relatore: Roberto Teso (Procurator and Country Manager) IL SISTEMA PAESE 2 Principali dati Paese Popolazione : 4,5 mln. abitanti dati 2009 Crescita

Dettagli

ICE AGENZIA ZAGABRIA 10/2015 NEWSLETTER DESK

ICE AGENZIA ZAGABRIA 10/2015 NEWSLETTER DESK Le microimprese, le piccole e promozione delle attivita'. NEWSLETTER DESK CROAZIA-UE finanziamneti APERTO IL PRIMO INVITO A PRESENTARE PROPOSTE NEL QUADRO DEL NUOVO INTERREG MED 2014-2020 INTERVISTA INTERVISTA

Dettagli

GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA. La disciplina degli investimenti in Bulgaria è regolata dalla Legge sulla promozione degli investimenti.

GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA. La disciplina degli investimenti in Bulgaria è regolata dalla Legge sulla promozione degli investimenti. Sezione per la Promozione degli Scambi dell Ambasciata d Italia Ufficio di Sofia Ufficio di Sofia Dipartimenti e Aree aggiornamento febbraio 2015 GLI INCENTIVI AGLI INVESTIMENTI IN BULGARIA La disciplina

Dettagli

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE SCHEDA PAESE: CROAZIA Settembre 2009 INDICE Il bilancio energetico ed il ruolo delle energie

Dettagli

La Mobilità nella Programmazione Comunitaria 2014-2020

La Mobilità nella Programmazione Comunitaria 2014-2020 La Mobilità nella Programmazione Comunitaria 2014-2020 Dott.ssa Maria Pia Redaelli Direttore Funzione Specialistica Autorità di Gestione FSE E FESR 2014-2020, Programmazione Europea e Politiche Di Coesione

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

CENNI SUL SETTORE ICT IN CROAZIA

CENNI SUL SETTORE ICT IN CROAZIA ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia Premessa CENNI SUL SETTORE ICT IN CROAZIA La Croazia è un paese relativamente

Dettagli

CROAZIA SCHEDA SETTORIALE ENERGIA. a cura del DESK fondi strutturali ICE Agenzia Zagabria. Zagabria, dicembre 2015

CROAZIA SCHEDA SETTORIALE ENERGIA. a cura del DESK fondi strutturali ICE Agenzia Zagabria. Zagabria, dicembre 2015 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA SCHEDA SETTORIALE ENERGIA a cura del

Dettagli

Approcci e strategie per il risparmio energetico. Amministratore Delegato di Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A.

Approcci e strategie per il risparmio energetico. Amministratore Delegato di Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A. Approcci e strategie per il risparmio energetico Amministratore Delegato di Romagna Acque Società delle Fonti S.p.A. LA SOCIETÀ HA UN RUOLO RILEVANTE PER LO SVILUPPO NEL TERRITORIO DI INFRASTRUTTURE STRATEGICHE

Dettagli

Il nuovo regolamento sugli appalti pubblici D.P.R. 34/2000 del 21.01.2000

Il nuovo regolamento sugli appalti pubblici D.P.R. 34/2000 del 21.01.2000 Il nuovo regolamento sugli appalti pubblici D.P.R. 34/2000 del 21.01.2000 Premessa (1/3) Con il Decreto Bargone - D.P.R. 34/2000 del 21.01.00, si dà una svolta definitiva al nuovo regolamento sugli appalti

Dettagli

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi A21 -- Ambiente nel 21 secolo Tel. 030 7995986 - Cell. 335 8130355 mail: info@a21.it - www.a21.it

Dettagli

Sostenibilità Ambientale dell investimento

Sostenibilità Ambientale dell investimento Sostenibilità Ambientale dell investimento Sezione 5a Verranno valutati potivamente i progetti che contribuiranno a migliorare la sostenibilità ambientale dell investimento proposto. Nello specifico farà

Dettagli

CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 ENTI INTERMEDIARI DEL PROGRAMMA OPERATIVO COMPETITIVITA E COESIONE 2014-2020

CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 ENTI INTERMEDIARI DEL PROGRAMMA OPERATIVO COMPETITIVITA E COESIONE 2014-2020 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA: FONDI EUROPEI PER 2014-2020 ENTI INTERMEDIARI

Dettagli

Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia. Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013

Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia. Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013 Banda Larga e Banda Ultra Larga in Regione Lombardia Raffaele Tiscar Firenze Settembre 2013 IL PROGETTO BANDA LARGA 2 Il progetto di Banda Larga 95 M Investimento totale 41 M 918 Contributo pubblico (FESR)

Dettagli

Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE

Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE Milano, 4 giugno 2015 Le politiche energetiche ambientali: nuovi obiettivi occupazionali Lavoro Formazione Sicurezza INTRODUZIONE La liberalizzazione del mercato dell energia elettrica e del gas in Italia

Dettagli

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE SCHEDA PAESE: SLOVENIA Settembre 2009 INDICE Il bilancio energetico ed il ruolo delle

Dettagli

Gruppo Iren: la storia

Gruppo Iren: la storia Iren Mercato Gruppo Iren: la storia > 1905 > 1907 > 1922 > 1962 > 1971 Nasce l azienda Municipale di Parma Nasce l azienda Municipale di Torino Nasce l azienda Municipale di Genova Nasce l azienda Municipale

Dettagli

Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche

Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche Il nuovo POR FESR a sostegno delle politiche energetiche degli attori regionali Fabio Travagliati PF Politiche Comunitarie e Autorità di gestione dei Fondi FESR e FSE della Regione Marche 1 Il ciclo di

Dettagli

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012 TORINOSMARTCITY DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY: IL PERCORSO DELLA CITTA DI TORINO ROMA - 9 Febbraio 2012 1 LE TAPPE 29 gennaio 2008 nell ambito della seconda edizione della Settimana Europea dell energia

Dettagli

Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro

Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro COMUNICATO Energia: da ottobre elettricità +3,4%, gas +2,4%, ma nel 2015 risparmi per 60 euro Milano, 29 settembre 2015 Dopo i ribassi nei primi 9 mesi dell anno, in aumento le bollette nell ultimo trimestre,

Dettagli

Etra, la multiutility dei cittadini per un futuro sostenibile. Bassano del Grappa, 29 aprile 2014

Etra, la multiutility dei cittadini per un futuro sostenibile. Bassano del Grappa, 29 aprile 2014 Etra, la multiutility dei cittadini per un futuro sostenibile Bassano del Grappa, 29 aprile 2014 Dalla buona gestione del territorio, una più alta qualità della vita per tutti Il contesto territorio in

Dettagli

Il nuovo meccanismo ELENA

Il nuovo meccanismo ELENA Il nuovo meccanismo ELENA (European Local Energy Assistance) Sintesi Power house Italy - Toolkit (European Local Energy Assistance) La Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti (BEI)

Dettagli

IL CONI PER L AMBIENTE

IL CONI PER L AMBIENTE 6 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE L IMPATTO AMBIENTALE DEL CONI 116 CONI BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2013 IL CONI PER L AMBIENTE LA POLITICA AMBIENTALE Il CONI pone una particolare attenzione

Dettagli

workshop: GSE Corrente incontra le imprese italiane

workshop: GSE Corrente incontra le imprese italiane Milan, 9 May 2014 workshop: GSE Corrente incontra le imprese italiane il GSE con Corrente aggrega e promuove la filiera italiana delle tecnologie sostenibili Il Supporto alla filiera Alla luce degli impegni

Dettagli

Ancona 11 febbraio 2011. Rapporti economici Italia-Croazia, con particolare riferimento al comparto delle costruzioni

Ancona 11 febbraio 2011. Rapporti economici Italia-Croazia, con particolare riferimento al comparto delle costruzioni Ancona 11 febbraio 2011 Rapporti economici Italia-Croazia, con particolare riferimento al comparto delle costruzioni Alessandro Liberatori Direttore ICE ZAGABRIA CROAZIA - INFORMAZIONI GENERALI Superficie

Dettagli

La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende Italiane

La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende Italiane Sintesi del seminario organizzato dall ICE il 22/03/2011 in Roma Le migliori aziende per le energie rinnovabili La Banca Mondiale per le energie rinnovabili Opportunità e Progetti Finanziabili per le Aziende

Dettagli

FLAEI-Cisl. Segreteria Nazionale FLAEI Cisl Via Salaria 83, 00198 Roma Tel. 06 8440421 email: nazionale@flaeicisl.org

FLAEI-Cisl. Segreteria Nazionale FLAEI Cisl Via Salaria 83, 00198 Roma Tel. 06 8440421 email: nazionale@flaeicisl.org 3-4-5 giugno Il Lavoro #adottaungiovanedisoccupatoo La Formazione #adottaungiovanefuturoo ANALISI E PROPOSTE DELLA FLAEI-Cisl Il Sistema Elettrico Nazionale tra passato, presente e futuro Le politiche

Dettagli

Efficienza per pianificare l energia

Efficienza per pianificare l energia Efficienza per pianificare l energia Simona Murroni - Assessorato Industria - Servizio Energia La RAS - Assessorato Industria Servizio Energia Sta redigendo il Piano Energetico Regionale Ambientale di

Dettagli

Relazione Tecnica SALUZZO NUOVA CENTRALE DI COGENERAZIONE DENOMINATA CHP4 SITA A SALUZZO. Allegato n 3. Autorizzazione Integrata Ambientale

Relazione Tecnica SALUZZO NUOVA CENTRALE DI COGENERAZIONE DENOMINATA CHP4 SITA A SALUZZO. Allegato n 3. Autorizzazione Integrata Ambientale Relazione Tecnica Allegato n 3 Autorizzazione Integrata Ambientale Impianto IPPC SEDAMYL S.p.A. (AIA n.1018 del 12/10/2007) Comune SALUZZO NUOVA CENTRALE DI COGENERAZIONE DENOMINATA CHP4 SITA A SALUZZO.

Dettagli

Cos è un APEA? Una nuova opportunità per le imprese insediate. Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata IL POLO AGROALIMENTARE FILAGNI

Cos è un APEA? Una nuova opportunità per le imprese insediate. Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata IL POLO AGROALIMENTARE FILAGNI Cos è un APEA? IL POLO AGROALIMENTARE FILAGNI L AREA PRODUTTIVA ECOLOGICAMENTE ATTREZZATA (APEA) Una nuova opportunità per le imprese insediate Area Produttiva Ecologicamente Attrezzata Elevati standard

Dettagli

BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI. DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia

BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI. DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia BREVE INFO PROGRAMMA SVILUPPO RURALE CROAZIA - I PRIMI RISULTATI DEI BANDI PUBBLICATI DESK FONDI STRUTTURALI ICE ZAGABRIA Croazia Programma Sviluppo Rurale introduzione La prima bozza del Programma per

Dettagli

Spett.le. OGGETTO: D. Lgs 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni. Domanda di autorizzazione allo scarico di acque meteoriche di dilavamento

Spett.le. OGGETTO: D. Lgs 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni. Domanda di autorizzazione allo scarico di acque meteoriche di dilavamento PROVINCIA DI MATERA Ufficio Ambiente Servizio di vigilanza e controllo Via Ridola, 60 tel. 0835/306245-322 Marca da Bollo Spett.le PROVINCIA di Matera Ufficio Ambiente Via Ridola,60 75100 MATERA OGGETTO:

Dettagli

Mauro Fasano Dirigente Energia e Sviluppo Sostenibile, DG Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Regione Lombardia

Mauro Fasano Dirigente Energia e Sviluppo Sostenibile, DG Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Regione Lombardia Mauro Fasano Dirigente Energia e Sviluppo Sostenibile, DG Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Regione Lombardia IL PEAR VERSO L APPROVAZIONE FINALE 2012 2013 Avvio del procedimento di Valutazione

Dettagli

- Per l'allegato III i Tribunali dinanzi ai quali possono essere presentati i ricorsi in appello di cui all'art. 43 comma 2 sono :

- Per l'allegato III i Tribunali dinanzi ai quali possono essere presentati i ricorsi in appello di cui all'art. 43 comma 2 sono : ALLEGATO 1. ) In conformità dell'articolo 74, comma 1, del regolamento del Consiglio ( CE) n 44/2001 del 22 dicembre 2000 concernente la competenza giurisdizionale, il riconoscimento e l' esecuzione delle

Dettagli

Finanziamenti regionali per le P.M.I. per la realizzazione di audit energetici (misura co finanziata dal MI.S.E.)

Finanziamenti regionali per le P.M.I. per la realizzazione di audit energetici (misura co finanziata dal MI.S.E.) In collaborazione con: Finanziamenti regionali per le P.M.I. per la realizzazione di audit energetici (misura co finanziata dal MI.S.E.) Stefania Ghidorzi Direzione Energia Infrastrutture Lombarde Comitato

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

ISPA SCHEDA INFORMATIVA

ISPA SCHEDA INFORMATIVA ISPA SCHEDA INFORMATIVA N : 2000/PL/16/P/PE/015 Titolo della misura: Trattamento delle acque reflue e approvvigionamento idrico nella città di Poznan Autorità responsabile dell attuazione della misura

Dettagli

CROAZIA: Strategia per la Macroregione Adriatico-Ionica 2014-2020

CROAZIA: Strategia per la Macroregione Adriatico-Ionica 2014-2020 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA: Strategia per la Macroregione Adriatico-Ionica

Dettagli

2013 DATI DI SINTESI

2013 DATI DI SINTESI 2013 DATI DI SINTESI BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ DEL GRUPPO ACEA ACEA E LA SOSTENIBILITÀ LE ATTIVITÀ CORE DEL GRUPPO ACEA Il BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2013 è il 16 report pubblicato dal Gruppo Acea per rendicontare

Dettagli

Allegato C Classificazione dei settori di intervento

Allegato C Classificazione dei settori di intervento Allegato C Classificazione dei settori di intervento L'accluso elenco dei campi d'intervento dei Fondi strutturali, compilato ai sensi dell'articolo 36 della proposta di regolamento generale, intende fornire

Dettagli

Osservatorio UE, Focus Croazia Edizione Speciale N 4, 8 Marzo 2011

Osservatorio UE, Focus Croazia Edizione Speciale N 4, 8 Marzo 2011 Osservatorio UE, Focus Croazia Edizione Speciale N 4, 8 Marzo 2011 12 Preinformazioni, 5 Informazioni di Gare, 6 finanziamenti Bei, 3 finanziamenti BERS Il presente Osservatorio UE è stato curato dall

Dettagli

RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA

RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2014 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA Il finanziamento degli investimenti degli Enti locali e territoriali: gli strumenti ed il loro utilizzo Alessandro Panaro Milano, 23 gennaio 2015 Le fonti

Dettagli

Opportunitá di finanziamento per gli enti locali

Opportunitá di finanziamento per gli enti locali Opportunitá di finanziamento per gli enti locali Smart Cities. Un opportunitá per i Cittadini e le Amministrazioni Locali del Sud 2 Aprile 2014 #smartsud2014 Finanziare la PA Finanziare la Pubblica Amministrazione

Dettagli

L ARCHITETTO e L EUROPA L opportunità per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva nella Regione Toscana

L ARCHITETTO e L EUROPA L opportunità per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva nella Regione Toscana Sarebbe quindi un modo originale di vivere quello di chi tentasse una buona volta di non comportarsi come un individuo definito in un mondo definito dove, direi non c è che da girare due o tre bottoni

Dettagli

LE2C. Lombardy Energy Cleantech Cluster. Gestione e depurazione delle acque

LE2C. Lombardy Energy Cleantech Cluster. Gestione e depurazione delle acque Lombardy Energy Cleantech Cluster LE2C Gestione e depurazione delle acque 26 febbraio 2015 Regione Lombardia Piazza Città di Lombardia, 1-20124 Milano ATTIVITÀ DELLA COMMISSIONE n. 6 COMMISSIONE TEMATICA

Dettagli

PROGRAMMA DEGLI INVESTIMENTI 2015-2017 AMMINISTRAZIONE GESTIONE GOVERNATIVA FERROVIA CIRCUMETNEA ARTICOLAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA N. progr. Cod. Int. Amm.ne CODICE ISTAT STIMA DEI COSTI DEL PROGRAMMA

Dettagli

La linea Firenze-Empoli-Pisa

La linea Firenze-Empoli-Pisa La linea Firenze-Empoli-Pisa La variante Signa-Montelupo La variante Signa-Montelupo La realizzazione della variante Signa-Montelupo sulla linea Firenze-Empoli-Pisa consentirà il potenziamento del servizio

Dettagli

SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria. Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016

SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria. Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016 SEMINARIO FONDI STRUTTURALI DELL UE: Focus su Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria Loggia dei Mercanti, Ancona 4 febbraio 2016 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 BUDGET ASSEGNATO: circa 33 miliardi di

Dettagli

Tutela e sicurezza dei cittadini

Tutela e sicurezza dei cittadini Opportunità di finanziamento per Enti locali e privati Tutela e sicurezza dei cittadini Sommario Finanziamenti Europei pag. 2 Altre Opportunità pag. 4 Anno 2015 Numero 9 Ottobre/Novembre 2015 PROVINCIA

Dettagli

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA IL SISTEMA PRODUTTIVO DELL EMILIA EMILIA-ROMAGNA ALCUNI PUNTI DI FORZA ALCUNI PUNTI DI DEBOLEZZA ALTO LIVELLO

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

Le politiche della Commissione per l Energia. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014

Le politiche della Commissione per l Energia. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014 Le politiche della Commissione per l Energia Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Bergamo, 03 Ottobre 2014 Indice Il contesto Gli obiettivi Art. 194 TFUE Quadro generale Obiettivo EE Le

Dettagli

PRO MEMORIA PUBBLICAZIONI. Riepilogo pubblicità

PRO MEMORIA PUBBLICAZIONI. Riepilogo pubblicità Avviso di () preinformazione Bando di gara Avviso esito di gara () PRO MEMORIA PUBBLICAZIONI Riepilogo pubblicità LAVORI (articoli, e del decreto legislativo n. del 00) Ambiti: Locale Nazionale Comunitario

Dettagli

Italia-Brescia: Servizi di pulizia e di spazzamento delle strade 2015/S 027-045364. Bando di gara. Servizi

Italia-Brescia: Servizi di pulizia e di spazzamento delle strade 2015/S 027-045364. Bando di gara. Servizi 1/5 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:45364-2015:text:it:html Italia-Brescia: Servizi di pulizia e di spazzamento delle strade 2015/S 027-045364 Bando di gara Servizi Direttiva

Dettagli

Info day Le Province italiane incontrano la BEI Roma, venerdì 30 aprile 2010

Info day Le Province italiane incontrano la BEI Roma, venerdì 30 aprile 2010 Info day Le Province italiane incontrano la BEI Cinzia Secchi Direttore Centrale Risorse Ambientali Provincia di Milano Roma, venerdì 30 aprile 2010 Gli Obiettivi Il Programma Provinciale di Efficienza

Dettagli

18 Dicembre 2013. ICE - Agenzia Tirana 1. Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

18 Dicembre 2013. ICE - Agenzia Tirana 1. Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia a Tirana Dipartimenti e Aree NORMATIVA SULLE CONCESSIONI

Dettagli

CROAZIA SCHEDA SETTORIALE ENERGIA. Aggiornato dal DESK fondi strutturali ICE Agenzia Zagabria. Zagabria, novembre 2014

CROAZIA SCHEDA SETTORIALE ENERGIA. Aggiornato dal DESK fondi strutturali ICE Agenzia Zagabria. Zagabria, novembre 2014 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia CROAZIA SCHEDA SETTORIALE ENERGIA Aggiornato

Dettagli

IL PROGRAMMA ELENA. Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010

IL PROGRAMMA ELENA. Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010 IL PROGRAMMA ELENA Ralf Goldmann / Angela Mancinelli Banca europea per gli investimenti (BEI) Roma, 30.04.2010 03/05/2010 Banca europea per gli investimenti / Programma ELENA 1 Indice 1. Introduzione 2.

Dettagli

Progetto Lumière Cos è?

Progetto Lumière Cos è? Progetto Lumière Cos è? Lumière è un Progetto di Ricerca e Trasferimento strutturato da ENEA con l obiettivo di promuovere l efficienza energetica nel settore dell illuminazione pubblica ed in particolare

Dettagli

Sintesi dell Accordo di Partenariato con la Croazia 2014-2020

Sintesi dell Accordo di Partenariato con la Croazia 2014-2020 ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Sezione per la promozione degli scambi dell Ambasciata d Italia Sintesi dell Accordo di Partenariato con la

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2014-20 del 14/01/2014 Oggetto Sezione Provinciale di Piacenza.

Dettagli

Tuzi Costruzioni Generali S.p.A. infrastrutture civili e ferroviarie

Tuzi Costruzioni Generali S.p.A. infrastrutture civili e ferroviarie BREVE PRESENTAZIONE DELLA SOCIETA La Tuzi Costruzioni Generali S.p.A. opera nel campo delle costruzioni generali e nel campo delle specializzazioni dell armamento ferroviario e della trazione elettrica.

Dettagli

POLONIA Newsletter FONDI UE

POLONIA Newsletter FONDI UE POLONIA Newsletter FONDI UE n.23, marzo - aprile 2013 POLONIA Newsletter FONDI UE n. 23, marzo aprile 2013 DESK FONDI EUROPEI ul. Marszałkowska 72, 00-545 Varsavia tel. +48 22 628 02 43 e-mail: promo.polska@ice.it

Dettagli

RICHIESTA DI CLASSIFICAZIONE/AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO: INSEDIAMENTO PRODUTTIVO/COMMERCIALE Pagina 1 di 7

RICHIESTA DI CLASSIFICAZIONE/AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO: INSEDIAMENTO PRODUTTIVO/COMMERCIALE Pagina 1 di 7 PRODUTTIVO/COMMERCIALE Pagina 1 di 7 Questo modulo, compilato in ogni sua parte e corredato degli allegati richiesti deve essere consegnato in duplice/triplice copia al Comune/SUAP di pertinenza della

Dettagli

D.Lgs n. 102 del 04/07/2014 Art. 8: Diagnosi Energetiche. Obbligo normativo

D.Lgs n. 102 del 04/07/2014 Art. 8: Diagnosi Energetiche. Obbligo normativo D.Lgs n. 102 del 04/07/2014 : Diagnosi Energetiche Obbligo normativo D.Lgs. 102/2014 Art. 3 SCOPO: Il decreto si inserisce nel piano di misure volte al raggiungimento dell obiettivo nazionale, da perseguire

Dettagli

Città: Roma Codice postale: 00135 Paese: IT. Ulteriori informazioni sono disponibili presso: X I punti di contatto sopra indicati

Città: Roma Codice postale: 00135 Paese: IT. Ulteriori informazioni sono disponibili presso: X I punti di contatto sopra indicati CONI SERVIZI SPA BANDO DI GARA per N 4 procedure ristrette relative all affidamento dei servizi di pulizia, smaltimento rifiuti (compresi quelli speciali) per un periodo di 36 mesi BANDO DI GARA SEZIONE

Dettagli

Ciò al fine di evidenziare le opportunità commerciali e di investimento per le imprese italiane.

Ciò al fine di evidenziare le opportunità commerciali e di investimento per le imprese italiane. 1. Confederazione Generale dell Agricoltura Italiana Dipartimento Economico ed Organizzativo Circolare n. 14062 Direzione Economica Prot. n. 1234 Politiche Internazionali Progetti Internazionali DE.GB.anc

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

Verso la Strategia Energetico Ambientale Regionale 2014 2020 L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI: OPPORTUNITÀ PER OPERATORI PUBBLICI E PRIVATI

Verso la Strategia Energetico Ambientale Regionale 2014 2020 L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI: OPPORTUNITÀ PER OPERATORI PUBBLICI E PRIVATI Verso la Strategia Energetico Ambientale Regionale 2014 2020 L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI: OPPORTUNITÀ PER OPERATORI PUBBLICI E PRIVATI L efficienza energetica nell AGENDA URBANA e nella

Dettagli

Piano Industriale 2015 2018 Sintesi

Piano Industriale 2015 2018 Sintesi Piano Industriale 2015 2018 Sintesi Overview Chi siamo Acquedotto Pugliese S.p.A. (AQP) nasce dalla trasformazione in società per azioni dell Ente Autonomo Acquedotto Pugliese (E.A.A.P.), ai sensi del

Dettagli

Al centro della. tecnologia. e dell innovazione. www.anienergia.it

Al centro della. tecnologia. e dell innovazione. www.anienergia.it www.anienergia.it Al centro della tecnologia e dell innovazione Smart energy / Reti elettriche intelligenti / Mobilità elettrica / Energia sostenibile / Energia rinnovabile / Accumulo elettrico / Generazione

Dettagli

La BEI in Italia nel 2013

La BEI in Italia nel 2013 La BEI in Italia nel 2013 Ministero dell Economia e delle Finanze Roma, 31 gennaio 2014 DATI PRINCIPALI Nuovi prestiti 2013 in Italia: 10,4 miliardi (+ 50% rispetto 2012) con 71 progetti. Anno record per

Dettagli

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34

UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 UNIONE ITALIANA DEL LAVORO SEDE NAZIONALE SEDE EUROPEA SEGRETERIA CONFEDERALE 00187 ROMA VIA LUCULLO 6 R. DU GOVERNEMENT PROVISOIRE 34 TELEFONO 47531 1000 BRUXELLES TELEX 622425 TELEFONO 00322 / 2178838

Dettagli

Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea

Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea Workshop Governance e rete dell energia Il Gruppo Acea Intervento di Giuseppe SGARAMELLA Responsabile

Dettagli

Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali

Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali ALLEGATO INCENTIVI E STRUMENTI DI FINANZIAMENTO Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali Programmi UE: ELENA (European Local

Dettagli

Improve the energyfuture! improve. the smart. future!

Improve the energyfuture! improve. the smart. future! improve Improve the energyfuture! thegreen future! improve the smart future! Indice INDICE: Programma del Seminario Città Sostenibile 2013 Ecomondo eambiente Coodinatore Scientifico di Città Acqua: 4 proposte

Dettagli

Marca da bollo Alla Regione Lazio Area Sanità Veterinaria Via R. Raimondi Garibaldi, 7 00145 Roma

Marca da bollo Alla Regione Lazio Area Sanità Veterinaria Via R. Raimondi Garibaldi, 7 00145 Roma ISTANZA RICONOSCIMENTO AI SENSI DEL REG. (CE) 853/2004 Marca da bollo Alla Regione Lazio Area Sanità Veterinaria Via R. Raimondi Garibaldi, 7 00145 Roma Per il tramite del Servizio Veterinario Asl di Rieti

Dettagli

Il GSE a supporto della Pubblica Amministrazione Luca Benedetti

Il GSE a supporto della Pubblica Amministrazione Luca Benedetti Il GSE a supporto della Pubblica Amministrazione Luca Benedetti Responsabile Unità Studi Perugia 12 marzo 2014 Non solo energia elettrica INDICE Efficienza energetica e fonti rinnovabili per la PA: alcuni

Dettagli

Recupero ambientale, funzionale e produzione di energia pulita nella struttura ex Tubimar nell area portuale di Ancona

Recupero ambientale, funzionale e produzione di energia pulita nella struttura ex Tubimar nell area portuale di Ancona Recupero ambientale, funzionale e produzione di energia pulita nella struttura ex Tubimar nell area portuale di Ancona Ing. Paolo Zoppi Incaricato Autorità Portuale di Ancona Venezia Mestre Lunedì 15 Ottobre

Dettagli

GRUPPO AIMAG 2013-2015

GRUPPO AIMAG 2013-2015 GRUPPO AIMAG PIANO INDUSTRIALE 2013-2015 Scenario Il sisma ha provocato danni alle infrastrutture, (impianti di compostaggio e torri piezometriche soprattutto), per il ripristino delle quali sono disponibili

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Nota introduttiva... Pag. V. Capitolo I INTRODUZIONE AL DIRITTO DELL ENERGIA

INDICE SOMMARIO. Nota introduttiva... Pag. V. Capitolo I INTRODUZIONE AL DIRITTO DELL ENERGIA Nota introduttiva... Pag. V PARTE GENERALE Capitolo I INTRODUZIONE AL DIRITTO DELL ENERGIA 1. Il «diritto dell energia» e ambito della trattazione... Pag. 3 2. Il mercato energetico e la relativa legislazione

Dettagli

COMUNE DI MATTINATA. ooooooooo BANDO DI GARA

COMUNE DI MATTINATA. ooooooooo BANDO DI GARA COMUNE DI MATTINATA Provincia di Foggia www.comune.mattinata.fg.it tecnico@comune.mattinata.fg.it Corso Matino n. 68, Mattinata C. F. 83001290713 P. IVA 01009880715 SETTORE 3 SERVIZIO 1: PROGRAMMAZIONE

Dettagli

E-mobility: Quadro di riferimento. Stato d'avanzamento Comune di Milano A2A

E-mobility: Quadro di riferimento. Stato d'avanzamento Comune di Milano A2A A. E-mobility: Quadro di riferimento B. Stato d'avanzamento Comune di Milano A2A Rispetto alle auto tradizionali, l'auto elettrica è dotata di un motore a zero emissioni Confronto tra le tecnologie Auto

Dettagli

link alla pagina Approfondimenti

link alla pagina Approfondimenti link alla pagina Approfondimenti VESTA Vesta è la società per azioni che si occupa di servizi pubblici locali nel comune di Venezia ed altri comuni della provincia, con un bacino di utenza di circa 300.000

Dettagli

Agenzia per gli Investimenti e la Competitività

Agenzia per gli Investimenti e la Competitività Agenzia per gli Investimenti e la Competitività I contenuti di questa pubblicazione, compresa ogni figura, tavola ed illustrazione, sono di proprietà intellettuale dell Agenzia per gli Investimenti e la

Dettagli

LA SPESA AMBIENTALE DELLE AMMINISTRAZIONI REGIONALI

LA SPESA AMBIENTALE DELLE AMMINISTRAZIONI REGIONALI 4. suolo e risanamento acque del sottosuolo e di superficie 10. risorse idriche 6. biodiversità e paesaggio 2. acque reflue 11. risorse forestali 3. rifiuti 13. materie prime energetiche 1. aria e clima

Dettagli