STEKIO 2008 Alientech S.r.l.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STEKIO 2008 Alientech S.r.l."

Transcript

1 STEKIO 2008 Alientech S.r.l.

2 INTRODUZIONE... 3 PRESENTAZIONE... 3 AVVERTENZE... 3 CAPITOLO 1 INFORMAZIONI GENERALI... 4 SCHERMO, TASTI E CONNETTORI... 4 INSTALLAZIONE DEL PROGRAMMA STKPRO... 5 CAVI E ACCESSORI COLLEGABILI... 5 Accessori...7 CAPITOLO 2 - FUNZIONAMENTO DI STEKIO... 8 MESSAGGI DELL INTERFACCIA GRAFICA... 8 CALIBRAZIONE MISURAZIONE DEL RAPPORTO LAMBDA O VALORE AIR-FUEL-RATIO Come capire la carburazione misurando con scale differenti...11 Posizionamento del sensore ossigeno BOSCH esterno...11 Collegamento ai sensori ossigeno di bordo...12 RIVELAZIONE PRESENZA DEL BATTITO IN TESTA Posizionamento del sensore di battito...14 DIAGNOSI DEI PRINCIPALI SENSORI DI BORDO Collegamento ai principali sensori di bordo...15 USCITA ANALOGICA PROGRAMMABILE Come preparare l uscita analogica...16 CAPITOLO 3 FUNZIONAMENTO DEL PROGRAMMA STKPRO FINESTRA PRINCIPALE DEL PROGRAMMA STKPRO PULSANTI DEL RIQUADRO STEKIO Collegamento Informazioni sul prodotto Modifica Bandiere e selezione Allinea automaticamente a Stekio...19 PULSANTI DEL RIQUADRO DATI Registrazioni in memoria Acquisizione in tempo reale Parametri funzionamento...25 PULSANTI DEL RIQUADRO IMPOSTAZIONI Cavo Lambda universale e sensore di battito Cavo sonde Bosch esterne Cavo Multilink Impostazioni avanzate...29 Finestra assegna visualizzazione...31 CAPITOLO 4 INFORMAZIONI AVANZATE COME USARE STEKIO LA PRIMA VOLTA LIMITI DELLA GARANZIA DATI TECNICI SUGGERIMENTI E PRECAUZIONI TABELLA CODICI ERRORE E RISOLUZIONE DEI PROBLEMI TABELLA MESSAGGI DI AVVERTIMENTO Il presente documento è strettamente di proprietà della azienda Alientech S.r.l., ogni forma di riproduzione grafica, meccanica o elettronica, senza esplicito permesso scritto da parte del possessore dei diritti, è severamente vietata Alientech S.r.l. 2

3 Introduzione In questo documento sono contenute tutte le indicazioni che vi permetteranno d imparare ad usare Stekio ed il programma utente STKpro, oltre a tutti i consigli pratici per aiutarvi a comprendere meglio le informazioni che potrete raccogliere durante le vostre misurazioni. Presentazione Stekio è lo strumento più efficace e completo per analizzare il corretto funzionamento del vostro veicolo, attraverso la misurazione digitale del rapporto stechiometrico di carburazione Lambda(λ) o Aria-Combustibile(AFR), la rivelazione della presenza del pericoloso battito in testa(detonazione) e la diagnosi dei principali sensori elettronici di bordo. Stekio è progettato per essere collegato alla vostra macchina attraverso i cablaggi di cui è fornito e visualizzare i segnali acquisiti sul suo schermo. Se volete, può essere anche installato permanentemente sul vostro veicolo. Potrete collegarvi a Stekio con il vostro computer per scaricare e rivedere le registrazioni dei segnali misurati dalla vostra macchina, ma anche acquisire i dati in tempo reale e visualizzarli direttamente sullo schermo del vostro PC, utilizzando il programma dedicato STKpro. Con Stekio potrete anche effettuare la diagnosi dei principali sensori elettronici di bordo della vostra vettura. Avvertenze ATTENZIONE Per un usare correttamente Stekio vi raccomandiamo di leggere attentamente l intero documento. Lo strumento utilizza sonde lambda (sensori ossigeno) che durante il loro normale funzionamento diventano molto calde. Si raccomanda di rispettare le seguenti precauzioni per evitare danni a persone o cose: 1. Usare sempre dei guanti resistenti al calore quando maneggiate le sonde lambda. 2. Installare le sonde lambda a macchina spenta. 3. Collegare sempre le sonde lambda a Stekio prima di avviare il motore e seguire le istruzioni che appaiono sullo schermo dello strumento per attivarle. 4. Non toccare per nessun motivo le sonde lambda durante il funzionamento di Stekio o del motore. 5. Lasciare raffreddare le sonde lambda prima di maneggiarle. 6. Non utilizzare le sonde lambda vicino a sostanze infiammabili. 7. Utilizzare solo le sonde lambda fornite da Alientech srl. Non rispettare le istruzioni contenute in questo documento e usare Stekio in modo diverso da come descritto, può causare la rottura del dispositivo. Per controllare i limiti la garanzia leggere la sezione Limiti della garanzia del Capitolo 4. Si ricorda che le sonde lambda collegate allo scarico di un autoveicolo non alimentate, possono danneggiarsi rapidamente se esposte ai gas di scarico ad alta temperatura Alientech S.r.l. 3

4 Capitolo 1 Informazioni generali GUIDA UTENTE STEKIO In questo capitolo troverete tutte le informazioni che vi daranno una mano a conoscere Stekio, in modo da prepararlo rapidamente al vostro lavoro. Di seguito sono descritti tutti i gli ingressi presenti sul contenitore dello strumento ai quali possono essere collegati i cablaggi per prelevare i segnali. Schermo, tasti e connettori Nella parte anteriore di Stekio(Figura 1) si trova la mascherina con al centro lo schermo LCD ed i sei tasti di funzionamento, che servono per spostarsi tra le schermate dell interfaccia grafica. I tasti sono divisi in: 1. Quattro frecce di navigazione. 2. Due tasti di decisione: Y per confermare e N per annullare un azione. Figura 1: parte anteriore, mascherina. Sul lato superiore(figura 2) sono presenti tre connettori che servono a collegare tutti cablaggi di Stekio, in particolare: 1. Connettore per il Cavo sonde BOSCH esterne da 12 poli. 2. Connettore per il Cavo di alimentazione da 9 poli(in futuro anche per il Cavo diagnosi EOBD/OBD2 ). 3. Connettore per il Cavo Lambda universale e sensore di battito e per il Cavo Multilink da 20 poli. Figura 2: lato superiore, connettori per cablaggi. Sul lato inferiore(figura 3) è posizionata la presa USB, per collegare Stekio al vostro computer utilizzando il cavo in dotazione Alientech S.r.l. 4

5 Installazione del programma STKpro Figura 3: lato inferiore, connettore USB. Per poter usare Stekio è necessario che sul vostro computer sia installato il programma utente STKpro e che il PC sia provvisto di una porta USB. Per installare il programma STKpro seguite i passi scritti di seguito: 1. Procuratevi il file d installazione scaricandolo dal nostro sito o inviate una all indirizzo specificando che richiedete il file per installare il programma STKpro. 2. Eseguite il file STKpro.exe; sarete guidati durante il processo d installazione(figure 4 e 5). Figure 4 e 5: passi installazione. 3. Dopo aver installato il programma, eseguite STKpro dall icona che compare sul Desktop o eseguite il file Stekio.exe che si trova nella cartella C:\Programmi\AlienTech\STKpro. 4. A questo punto collegate Stekio al computer con il cavo USB in dotazione e cliccate sul pulsante Collegamento. Cavi e accessori collegabili Stekio può essere collegato a diversi cablaggi per effettuare le vostre misurazioni; è possibile che elementi descritti di seguito non facciano parte del pacchetto che avete acquistato, perché appartenenti a kit differenti (confezioni di vendita). Vi consigliamo di verificare la presenza di tutti gli elementi all interno del kit. Cavo di alimentazione(figura 6): serve per alimentare Stekio dalla batteria 12 Volt del vostro veicolo; per compiere qualunque misura dovete lasciare inserito il cavo alla presa accendisigari della vettura e collegarlo allo strumento. Vi ricordiamo che l alimentazione fornita dal cavo USB non è sufficiente a fare funzionare Stekio durante una generica fase di misurazione Alientech S.r.l. 5

6 Figura 6: cavo di alimentazione. Cavo sonde BOSCH esterne (Figura 7): serve per connettere fino a due sonde lambda(sensori ossigeno) e pilotarle da Stekio, per eseguire il calcolare del rapporto stechiometrico Lambda o del valore AFR(Air-Fuel-Ratio) misurato dai sensori installati nel collettore di scarico. Figura 7: cavo sonde BOSCH esterne. Adattatore per lo scarico (Figura 8): serve per fissare una sonda lambda all esterno del terminale di scarico; l adattatore è dotato di una comoda vite che serve per installarlo velocemente a qualsiasi marmitta e di un foro filettato per avvitare la sonda. Figura 8: adattatore per lo scarico. Cavo USB (Figura 9): serve per connettere Stekio al vostro computer e permettervi di impostare tutte le sue funzioni, oltre a poter scaricare le registrazioni presenti nella memoria e a realizzare l acquisizione in tempo reale dallo strumento. Figura 9: cavo USB. Cavo Lambda universale e sensore di battito(figura 10): serve per prelevare da un qualsiasi sensore ossigeno BOSCH, installato a bordo della vostra vettura, il segnale che rappresenta la stima della carburazione Alientech S.r.l. 6

7 Il cavo è anche provvisto di un connettore che permette di collegare un sensore di battito; il cablaggio è chiamato Universale proprio perché può collegarsi sia al tipo tradizionale di sonda(narrowband, fino 4 fili) che al nuovo tipo lineare(wideband, 5-6 fili). Figura 10: cavo Lambda universale e sensore battito. Cavo Multilink(Figura 11): serve per collegarsi a due sonde lambda di bordo(qualunque tipo di sensori ossigeno BOSCH), due sensori di battito, sei segnali elettrici con escursione 0-5 Volt, un segnale giri motore(rpm) e un uscita analogica programmabile. Accessori Figura 11: cavo Multilink. Vi consigliamo di collegarvi periodicamente al nostro sito(www.alientech.to) per controllare la disponibilità di nuovi accessori per Stekio. Sono attualmente in fase di studi un cavo con connettore OBD(Presa Diagnosi) per la comunicazione con la centralina di bordo(ecu) e un accessorio per calcolare l'accelerazione(accelerometro longitudinale e laterale) provvisto di due ingressi per sonde di temperatura(termocoppie tipo K) Alientech S.r.l. 7

8 Capitolo 2 - Funzionamento di Stekio GUIDA UTENTE STEKIO In questo capitolo sono contenute le informazioni che vi permettono di imparare ad usare Stekio e a capire come collegare lo strumento al veicolo, per eseguire le vostre misure. Ogni sezione è spiegata in dettaglio e, dove serve, è illustrata con delle utili immagini. Messaggi dell interfaccia grafica L interfaccia grafica è l insieme di tutti i messaggi che appaiono sul display di Stekio e vi permettono di accedere a tutte le sue funzioni; l interfaccia è stata progettata per essere intuitiva. In figura 12 potete osservare la struttura, che indica tutte le voci che compaiono all interno di ogni menù. Figura 12: struttura dell interfaccia grafica. Per spostarsi da una schermata all altra basta usare le quattro frecce di direzione e i due tasti decisionali Y e N presenti sulla mascherina di Stekio, che servono a Confermare o Annullare una scelta. In alcune schermate le funzioni associate alle frecce possono essere diverse dal solito; in questi casi le schermate mostreranno la spiegazione delle nuove funzionalità dei tasti direzionali. Menù Principale Le tre voci del Menu PRINCIPALE vi permettono di accedere rapidamente ai sottomenù associati. Per accedere ai sottomenù basta spostarsi con le frecce sulla voce desiderata e premere il tasto Y. Di seguito sono elencate le tre voci del Menù PRINCIPALE: 1. Misurazione: per accedere al sottomenù Menu MISURAZIONE. 2. Setup Stekio: per accedere al sottomenù Menu SETUP STEKIO. 3. Calibrazione: per accedere al sottomenù Menu CALIBRAZIONE Alientech S.r.l. 8

9 1 Menù MISURAZIONE Il Menù MISURAZIONE, serve per iniziare una nuova misurazione e controllare eventualmente se le impostazioni di visualizzazione, registrazione e acquisizione in tempo reale sono quelle volute. 1. Inizia misura: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, potrete iniziare una nuova misurazione. 2. Registrazione: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, potrete vedere l elenco dei segnali che può acquisire a Stekio e, a lato di ogni nome, le icone che indicano se il segnale è attivo per essere visualizzato(icona con gli Occhi), registrato nella memoria di Stekio(icona con la Matita) o acquisito in tempo reale sul PC(icona con la Cinepresa). 2 Menù SETUP STEKIO Il Menù SETUP STEKIO, serve per controllare tutte le impostazioni attuali che sono caricate nello strumento e le informazioni su memoria e versione hardware(leggere la voce info strumento). 1. Anteprima Video: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, potrete vedere l immagine che rappresenta la schermata con i segnali che Stekio mostrerà al momento della misurazione. 2. Carburante: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, potrete vedere l elenco dei segnali Lambda(ingressi sonde BOSCH, ingressi Wideband e ingressi Narrowband) e a lato le scale di conversione associate ad ogni ingresso. 3. Info Memoria: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, potrete accedere al sottomenù INFO MEMORIA; leggere la sezione Menù INFO MEMORIA. 4. Info Strumento: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, verranno mostrate le informazioni che riguardano il numero seriale e la versione del vostro strumento. Menù INFO MEMORIA Il Menù INFO MEMORIA, serve per controllare tutte le informazioni che riguardano le registrazioni salvate nella memoria di Stekio. 1. Stato memoria: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, verranno mostrate le informazioni sulla percentuale di memoria occupata ed il numero delle registrazioni presenti nella memoria. 2. Cambia nome file: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, verranno mostrate tutte le registrazioni presenti, con il nome del file inserito, ordinate per numero successivo. 3 Menù CALIBRAZIONE Il Menù CALIBRAZIONE, serve per mettere a punto Stekio per svolgere le misurazioni con i due tipi di sensori che si possono collegare direttamente allo strumento, che sono le sonde BOSCH LSU 4.2 e i sensori di battito Alientech S.r.l. 9

10 1. Sonde BOSCH: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, sarete guidati nella procedura per calibrare i sensori BOSCH LSU 4.2; fate attenzione a collegare bene i cablaggi ed alimentare Stekio dalla spina accendisigari. La procedura è illustrata nella sezione Calibrazione di questo capitolo e anche nella sezione Come usare Stekio la prima volta del Capitolo Sensori battito: scegliendo questa voce e premendo il tasto Y, sarete guidati nella procedura per calibrare i sensori di battito; fate attenzione a collegare bene i cablaggi ed alimentare Stekio dalla spina accendisigari. La procedura è utile anche per testare se la posizione dove avete fissato il sensore di battito vi permette di vedere un buon segnale. Calibrazione Come anticipato nella sezione precedente, a Stekio possono essere direttamente collegati due tipi di sensori: le sonde BOSCH LSU 4.2 e i sensori di battito. Per avere uno strumento tarato in modo preciso dovete ripetere periodicamente la calibrazione di tali sensori e controllare che i cablaggi non siano danneggiati. Ricordate sempre che per realizzare la calibrazione è necessario che Stekio sia alimentato dalla presa accendisigari e che i sensori che si vogliono calibrare siano già connessi con i relativi cablaggi allo strumento. Misurazione del rapporto Lambda o valore Air-Fuel-Ratio La funzione principale di Stekio, da cui deriva anche il proprio nome, è la misurazione della composizione stechiometrica nei gas di scarico della miscela carburante/aria bruciata da un motore a combustione interna. La descrizione precedente si può riassumere con una sola semplice parola: Carburazione. Per misurare la carburazione con Stekio, potrete procedere in due modi: 1. Utilizzare il sensore ossigeno Bosch LSU 4.2(leggere la sezione Posizionamento del sensore ossigeno BOSCH esterno di questo capitolo per maggiori informazioni). 2. Utilizzare le gli ingressi Lambda di serie per agganciarsi ai sensori lambda a bordo del veicolo(leggere la sezione Collegamento ai sensori ossigeno di bordo di questo capitolo per maggiori informazioni), sia che essi siano di tipo tradizionale a banda stretta(narrowband), sia che siano di tipo recente a banda larga o lineare(wideband). In tutti e due i casi Stekio esegue la misura digitale del rapporto λ o del valore AFR della carburazione. Per aiutarvi a capire il valore numerico della carburazione che misura lo strumento, è possibile scegliere tra 8 differenti scale di conversione, che comunque significano la stessa cosa in forma diversa. Grazie al programma STKpro potrete scegliere la scala di conversione con la quale preferite vedere rappresentato il valore di carburazione. La scale di conversione si può scegliere tra: 1. AFR Benzina: il valore stechiometrico è 14.7 che corrisponde a λ=1 e λ -1 = AFR Gasolio: il valore stechiometrico è 14.5 che corrisponde a λ=1 e λ -1 = AFR GPL: il valore stechiometrico è 15.5 che corrisponde a λ=1 e λ -1 = AFR Metano: il valore stechiometrico è 17.2 che corrisponde a λ=1 e λ -1 = AFR Etanolo: il valore stechiometrico è 9.0 che corrisponde a λ=1 e λ -1 = AFR Metanolo: il valore stechiometrico è 6.4 che corrisponde a λ=1 e λ -1 = Scala Lambda naturale λ: il valore stechiometrico è 1.0 che corrisponde a λ -1 = Alientech S.r.l. 10

11 8. Scala Lambda inversa λ -1 (moltiplicata per 1000): il valore stechiometrico è 1000 che corrisponde a λ=1. Come capire la carburazione misurando con scale differenti A seconda della scala di conversione scelta per misurare la carburazione, bisogna fare attenzione a come interpretare i valori. Le scale si possono raggruppare in tre categorie: 1. Scale di conversione AFR: scegliendo una tra queste scale, la carburazione è MAGRA(POVERA) se il valore misurato è più grande di quello stechiometrico(per esempio: Benzina 14.7) e la carburazione è GRASSA(RICCA) se è più piccolo. 2. Scala di conversione Lambda naturale λ: scegliendo questa scala, la carburazione è MAGRA(POVERA) se il valore misurato è più grande di quello stechiometrico(λ=1) e la carburazione è GRASSA(RICCA) se è più piccolo. 3. Scala di conversione Lambda inversa λ -1 : scegliendo questa scala, la carburazione è GRASSA(RICCA) se il valore misurato è più grande di quello stechiometrico(λ=1000) e la carburazione è MAGRA(POVERA) se è più piccolo. Posizionamento del sensore ossigeno BOSCH esterno Se per eseguire la misura della carburazione, volete utilizzare la sonda lambda BOSCH LSU 4.2 pilotata da Stekio, potete procedere in due modi: 1. Perforare il tubo di scarico e saldare un raccordo filettato M18x1,5 prima del catalizzatore e avvitare il sensore ossigeno(figura 13). Figura 13: raccordo M18x1,5 saldato nel collettore di scarico. 2. Utilizzare l adattatore per lo scarico(figura 14)per posizionare il sensore all uscita del terminale di scarico. Figura 14: adattatore per lo scarico Alientech S.r.l. 11

12 In tutti e due i casi dovete seguire alcune precauzioni, per evitare di danneggiare la sonda o il suo cavo: 1. I sensori ossigeno vanno sempre connessi con il Cavo sonde BOSCH esterne e Stekio deve essere alimentato dalla spina accendisigari prima di accendere il motore. Se il sensore ossigeno non è alimentato correttamente(sensore spento o freddo) può danneggiarsi rapidamente se viene esposto al flusso dei gas di scarico bollenti. 2. I sensori ossigeno sono progettati per controllare la carburazione dei motori a benzina senza piombo(pb-free). Misurare motori alimentati con benzina al piombo o diesel particolarmente fumosi, riduce fortemente la durata del loro funzionamento. Nel caso volete misurare la carburazione di un motore TURBO forando il collettore di scarico, è necessario collocare il sensore più vicino possibile al catalizzatore perché la pressione e la temperatura elevate dei motori TURBO possono falsare la misura del valore AFR o del rapporto λ, e danneggiare il sensore stesso. Collegamento ai sensori ossigeno di bordo Se per svolgere la misura della carburazione volete collegarvi alle sonde di serie del veicolo, è necessario saper riconoscere quale versione è installata a bordo. Stekio è stato progettato per essere collegato solo a sensori di produzione BOSCH o compatibili. Sensori prodotti da altri costruttori(ad esempio NTK) non sono compatibili; nel tal caso, procedete a misurare la carburazione usando il sensore BOSCH esterno e quindi il Cavo sonde BOSCH esterne. Per riconoscere quale tipo di sensore BOSCH è installato nel veicolo, basta contare il numero di fili che formano il cablaggio che è diretto alla centralina elettronica(ecu). I sensori BOSCH montati sui veicoli si possono raggruppare i due categorie: 1. Tradizionali, a banda stretta(narrowband): fino a 4 fili. 2. Recenti, a banda larga o lineari(wideband): 5-6 fili. Indipendentemente dal tipo di sonda installata a bordo dal veicolo, per prelevare il segnale e calcolare la carburazione, dovete usare i cablaggi: cavo Lambda universale e sensore di battito oppure il cavo Multilink. Se volete collegarvi a delle sonde BOSCH tradizionali a banda stretta, fate riferimento alla figura 15. Figura 15: cablaggio sonda tradizionale. Le pinze vanno sempre collegate sul filo Nero (pinza rossa/positivo) e Grigio (pinza nera/negativo); non ci sono obblighi per collegare le pinze ruba-corrente. Se volete collegarvi a delle sonde BOSCH recenti a banda larga o lineari, fate riferimento alla figura Alientech S.r.l. 12

13 Figura 16: cablaggio sonda recente a banda larga o lineare. Le pinze vanno sempre collegate sul filo Verde (pinza rossa/positivo) e Rosso (pinza nera/negativo). Se i colori dei fili non dovessero rispettare lo schema, nella prossima tabella sono elencati i collegamenti per alcuni sensori Bosch LSU a banda larga. Codice Rcal Ip Vs/Ip Vs H- H+ Bosch Le pinze ruba-corrente vanno sempre montate sul cavo con attaccato il sensore, vicino al connettore plastico, come rappresentato in figura 17, e non dalla parte che si collega alla centralina(ecu). Figura 17: posizione delle pinze ruba-corrente. Rivelazione presenza del battito in testa Per effettuare un ottima messa a punto si rivela necessario sapere se il motore che state testando possa presentare anomalie quali battito in testa. Questo pericoloso fenomeno si può verificare in tutti i motori a combustione interna, ma è particolarmente frequente per i motori benzina; può essere causato da una cattiva carburazione o da una regolazione dell anticipo non corretta. Anche per un orecchio allenato, risulta difficile riconoscere tale problema e nel caso poi testiate motori a due bancate, sentire che il motore batte in testa non vi aiuta a sapere su quale bancata dovete lavorare. Stekio è stato progettato per poter collegare fino a due sensori di battito (a seconda del cablaggio utilizzato) in modo da semplificare la rilevazione del battito sul qualsiasi motore. Per collegare i sensori di battito a Stekio si possono utilizzare i seguenti cablaggi: 2008 Alientech S.r.l. 13

14 1. Cavo Lambda universale e sensore di battito: si può collegare un solo sensore di battito. 2. Cavo Multilink: si possono collegare fino a due sensori di battito. Attivando la visualizzazione del segnale di battito sul display di Stekio con il programma STKpro, potrete vedere il livello di rumore del vostro motore, distinguendo perfettamente la presenza del battito, senza avere l orecchio di un meccanico esperto ma solo i vostri occhi. Con il programma STKpro potrete scegliere visualizzare in modo diverso il segnale del battito; vi consigliamo le funzioni Analizzatore di spettro e Oscilloscopio perché la prima vi permette di vedere la forma del segnale(per distinguere tra frequenza del rumore motore e battito) e la seconda il livello di volume di rumore(andamento nel tempo). Posizionamento del sensore di battito Per esseri sicuri di rivelare in modo corretto la presenza del battito in testa, seguite questi consigli su dove e come posizionare i sensori: 1. Fissate il sensore direttamente al corpo motore. 2. Posizionate il sensore vicino al fine corsa superiore del primo cilindro(punto morto superiore). 3. State lontani dalle valvole: il loro rumore potrebbe falsare la rilevazione. 4. Fissate il sensore con un bullone senza stringere troppo. 5. Se la prova è su un motore a due bancate sistemate un sensore in testa ad ogni bancata (primo cilindro). 6. Se la prova è su un motore a singola bancata, ma volete usare due sensori, sistemate un sensore sul primo cilindro e l altro sull ultimo. Prima di cominciare una misura potrete verificare se i segnali rilevati sono buoni, eseguendo la Calibrazione dei sensori di battito. Nella figura 18 è evidenziato il punto più adatto dove fissare il sensore di battito al motore perché più vicino alla posizione del punto morto superiore del cilindro, dove appunto si può rilevare meglio la presenza del pericoloso battito in testa. Figura 18: sensore di battito posizionato correttamente. Nella figura 19 è evidenziato il punto meno adatto dove fissare il sensore di battito al motore perché più vicino alla posizione del punto morto inferiore del cilindro, dove risulta meno adatto posizionare il sensore Alientech S.r.l. 14

15 Figura 19: sensore di battito posizionato non correttamente. Diagnosi dei principali sensori di bordo Stekio è dotato di 6 ingressi analogici che potrete utilizzare per collegarci i segnali che provengono dai principali sensori installati sul vostro veicolo; ricordate che per collegarvi ai sensori ossigeno di serie, Stekio possiede degli ingressi dedicati(leggete la sezione Misurazione del rapporto Lambda o valore Air-Fuel-Ratio di questo capitolo). Per fare un controllo completo del motore, potrete acquisire i segnali provenienti, per esempio, da sensori di pressione, temperatura, posizione, ecc. Per collegarvi ai sensori di bordo dovete utilizzare il cavo Multilink che è dotato di una morsettiera dedicata(figura 20). Figura 20: cavo Multilink, particolare morsettiera ingressi analogici. Gli ingressi analogici sono progettati per ricevere un segnale elettrico con escursione 0-5 Volt; per sapere come collegarli al cavo Multilink, leggete la sezione Collegamento ai principali sensori di bordo di questo capitolo. Per attivare gli ingressi analogici ad essere visualizzati sullo schermo dello strumento, usate il programma STKpro. Collegamento ai principali sensori di bordo Per collegare a Stekio i segnali dei sensori di bordo occorre prima sapere se il segnale elettrico generato ha un escursione compresa tra 0-5 Volt; prima di attaccare i fili alla morsettiera è bene controllare con un Voltmetro a quali contatti collegare i fili Alientech S.r.l. 15

16 I principali sensori di bordo possiedono tre fili: un alimentazione (5 Volt), una massa (0 Volt) e il filo di segnale(0-5 Volt). Per fare un rapido controllo: 1. Impostate il vostro Voltmetro per accettare una corrente continua (DC) e posizionate il puntale negativo alla massa della batteria. 2. Posizionare il puntale positivo del Voltmetro sui tre terminali del sensore a turno. 3. Il terminale che darà tensione di 0 Volt è la massa(gnd) da collegare alla morsettiera del cavo STK Multilink. 4. Il terminale che darà tensione 5 Volt è l alimentazione della sonda che non va collegata; se la tensione è superiore a 5 Volt, il sensore non è compatibile con le specifiche del dispositivo. 5. Collegare quindi l ultimo terminale del sensore alla morsettiera del cavo STK Multilink: questo è per esclusione il terminale del segnale (0-5 Volt). Nel caso in cui non sia possibile effettuare i controlli precedenti non collegare alla morsettiera i sensori di bordo per nessun motivo: potreste danneggiare irrimediabilmente il sensore. Uscita analogica programmabile Stekio è dotato di un uscita analogica programmabile che serve a replicare uno tra tutti i segnali che possono essere acquisiti dallo strumento; potrete usare l uscita analogica per collegarvi ad uno strumento provvisto di un ingresso analogico(0 +5Volt), come ad esempio un banco prova (a motore o a rulli). Come preparare l uscita analogica Di seguito è spiegata la procedura per preparare l uscita analogica per essere collegata ad un dispositivo dotato di un ingresso analogico (0 +5 Volt); vi consigliamo di controllare che il dispositivo al quale volete collegare l uscita analogica sia effettivamente dotato di un ingresso 0 +5 Volt in maniera da non causare danni. Prima di cominciare la procedura, collegate Stekio al PC con il cavo USB. 1. Eseguite il programma STKpro dall icona che compare sul Desktop o eseguite il file Stekio.exe che si trova nella cartella C:\Programmi\AlienTech\STKpro; se non avete ancora installato STKpro leggete la sezione Installazione del programma STKpro del Capitolo Premete il pulsante Collegamento e scegliete la lingua dal riquadro Lingua STKpro che compare in alto a destra nella finestra principale del programma. 3. Premete il pulsante Impostazioni avanzate che compare nella parte inferiore della finestra principale del programma. Si aprirà la nuova finestra Impostazioni dove, in basso a sinistra, comparirà il riquadro Uscita analogica che contiene il menù a tendina dei segnali. Scegliete il segnale che volete replicare. 4. Preparate a parte il Cavo Multilink, collegando alla morsettiera due fili (meglio sarebbe un cavo schermato) per il segnale (OUT) e la massa (GND), come mostrato in figura 21 e poi al dispositivo dotato di ingresso analogico Alientech S.r.l. 16

17 Figura 21: cavo Multilink, particolare morsettiera RPM e uscita analogica. 5. A questo punto, dal programma, premete il pulsante Applica per caricare nella memoria di Stekio le nuove impostazioni dell uscita analogica; ora collegate il Cavo Multilink. Iniziando una misurazione, Stekio provvederà a trasmettere il segnale al dispositivo collegato Alientech S.r.l. 17

18 Capitolo 3 Funzionamento del programma STKpro GUIDA UTENTE STEKIO In questo capitolo sono contenute tutte le informazioni che riguardano il programma STKpro, che vi aiuteranno a usare Stekio in tutte le sue funzioni. Vi consigliamo di leggere attentamente questo capitolo, in modo da imparare velocemente a preparare lo strumento per il vostro lavoro. Vi ricordiamo che con il programma STKpro potrete rivedere le registrazioni salvate nella memoria di Stekio, acquisire in tempo reale i dati dei sensori e vederli direttamente sullo schermo del vostro PC utilizzando il cavo USB e salvare tutti i dati. Tutti i parametri che controllano il funzionamento dello strumento si possono cambiare solo attraverso il programma STKpro. Finestra principale del programma STKpro La finestra principale del programma STKpro è semplice da capire e da utilizzare perché sono presenti tutti i pulsanti che servono a mettere a punto velocemente Stekio per il vostro lavoro. Potete notare (Figura 22) che la finestra è divisa in tre riquadri, che sottolineano le tre principali funzioni di STKpro. 1. Riquadro Stekio. 2. Riquadro Dati. 3. Riquadro Impostazioni. Figura 22: finestra principale STKpro. Di seguito sono spiegate nei particolari le funzioni che svolgono i pulsanti racchiusi nei tre riquadri della finestra principale, descrivendo anche le finestre che vengono aperte cliccando su ogni pulsante Alientech S.r.l. 18

19 Pulsanti del riquadro Stekio Il riquadro Stekio (Figura 23), che compare nella finestra principale del programma STKpro in alto a sinistra, raggruppa i pulsanti: 1. Collegamento. 2. Informazioni sul prodotto. 3. Modifica. 4. Le bandiere della lingua e la selezione Allinea automaticamente a Stekio. 1 - Collegamento Figura 23: riquadro Stekio, particolare pulsanti. Il pulsante Collegamento (Figura 23, particolare 1) serve per controllare la comunicazione con lo strumento; deve essere premuto solo dopo aver collegato Stekio, con il cavo USB in dotazione, al PC dove è stato installato il programma STKpro. Il programma verifica anche se lo strumento connesso necessita di aggiornamenti e, nel caso sia necessario, vi avvertirà che sta procedendo ad aggiornarlo. 2 - Informazioni sul prodotto Dopo aver premuto Collegamento compariranno, nelle righe sottostanti al pulsante, tutte le informazioni che riguardano il vostro Stekio (Figura 23, particolare 2); queste informazioni potrebbero esservi richieste nel caso dovreste necessitare di assistenza tecnica. 3 - Modifica Il pulsante Modifica (Figura 23, particolare 3) serve per cambiare la lingua dei messaggi che vengono mostrati sullo schermo di Stekio. Premendo il pulsante comparirà un elenco che comprende tutte le lingue disponibili per lo strumento. Il cambiamento della lingua può durare diversi secondi e richiede che Stekio sia collegato al computer tramite il cavo USB. 4 - Bandiere e selezione Allinea automaticamente a Stekio Le Bandiere (Figura 23, particolare 4) che compaiono nella finestra principale del software servono per cambiare la lingua del programma STKpro. Attivando la selezione Allinea automaticamente a Stekio (Figura 23, particolare 4) il programma presenterà la stessa lingua contenuta nella memoria di Stekio. Il cambiamento della lingua del programma STKpro non richiede che il vostro strumento sia collegato al computer Alientech S.r.l. 19

20 Pulsanti del riquadro Dati Il riquadro Dati (Figura 24), che compare nella finestra principale del programma STKpro in alto a destra, raggruppa i pulsanti: 1. Registrazioni in memoria. 2. Acquisizione in tempo reale. 3. Parametri di funzionamento. 1 - Registrazioni in memoria Figura 24: riquadro Dati, particolare pulsanti. Il pulsante Registrazioni in memoria serve per aprire la finestra Registrazioni effettuate (Figura 25), con cui potere leggere e salvare le registrazioni immagazzinate nella memoria interna di Stekio oppure caricare una registrazione presente nel computer. Le funzioni dei pulsanti sono elencate di seguito. Figura 25: finestra Registrazioni effettuate Alientech S.r.l. 20

21 1. Menù Registrazioni: la voce Registrazioni raggruppa le funzioni che si possono applicare ad una registrazione; le voci Carica registrazione e Salva registrazione servono per richiamare una registrazione dalla memoria o salvarla in essa. 2. Elenco a tendina: dopo aver premuto il pulsante Leggi indice, comparirà l elenco delle registrazioni immagazzinate nella memoria interna di Stekio. 3. Leggi registrazione selezionata: dopo aver scelto una registrazione dall elenco a tendina, premendo questo pulsante comparirà il grafico della registrazione selezionata. 4. Cancella tutte le registrazioni: serve per svuotare la memoria interna di Stekio dalle registrazioni effettuate. 5. Dettagli: serve per comprimere o espandere le descrizioni dei segnali attivi; premendo il pulsante compaiono o scompaiono anche i colori associati alle tracce. 6. Leggi indice: serve per leggere dalla memoria interna di Stekio l elenco delle registrazioni presenti. 7. Area del grafico: quando viene caricata una registrazione, il grafico visualizza le tracce di tutti i segnali memorizzati, con l indicazione del tempo sull asse orizzontale. 8. Elenco segnali attivi: quando viene caricata una registrazione, i segnali attivi sono scritti in nero e presentano un valore numerico, mentre quelli inattivi sono trasparenti. 9. Valori numerici dei segnali attivi: indicano il valore del segnale in quel particolare istante; alcuni segnali possono essere visualizzati con diverse scale (Figura 26). 10. Colori assegnati ai segnali attivi: ogni traccia del grafico ha un proprio colore che può essere cambiato a piacimento (Figura 28). 11. Cursore di scorrimento: serve per scorrere tutta la registrazione e osservare l andamento delle tracce dei segnali registrati. 12. Zoom: serve per espandere in orizzontale il grafico della registrazione visualizzata. 13. Secondi: rappresenta la larghezza temporale dello Zoom; la finestra temporale è predefinita a 30 secondi e può raggiungere un minimo di 1 secondo. Cliccando con il tasto destro del mouse sul valore numerico che compare a fianco di un segnale attivo, comparirà l elenco delle scale di conversione che si possono scegliere; in figura 26 potete vedere l elenco delle scale di conversione che si possono scegliere per un segnale lambda. Ricordate che non tutti i segnali che acquisisce Stekio hanno più scale di conversione. Figura 26: elenco scale di conversione carburanti Alientech S.r.l. 21

22 Cliccando con il tasto sinistro del mouse sul valore numerico che compare a fianco di un segnale attivo, comparirà la finestra (figura 27) che serve per cambiare la posizione verticale e l ampiezza della traccia sul grafico; le funzioni che si possono applicare ad una traccia selezionata sono elencate di seguito. 1. Offset verticale: serve per spostare verso l alto o il basso la posizione verticale della traccia selezionata. 2. Ampiezza: serve per ingrandire o rimpicciolire l escursione verticale della traccia selezionata. 3. Cancella: serve per tornare alla finestra precedente(registrazioni effettuate) senza salvare i cambiamenti apportati alla finestra per modificare la forma della traccia. 4. Azzera: serve per riportare i valori di Offset Verticale e Ampiezza ai valori predefiniti (Offset verticale a 0 e Ampiezza a 0). 5. Chiudi: serve per tornare alla finestra precedente(registrazioni effettuate) salvando i cambiamenti apportati alla finestra per modificare la forma della traccia. Figura 27: finestra per cambiare la forma della traccia. Cliccando con il tasto sinistro del mouse sulla casella del colore che compare a fianco di un segnale attivo, comparirà la finestra (figura 28) che serve per cambiare il colore della traccia sul grafico. Questa funzione diventa utile nel caso la vostra registrazione comprende più segnali che appartengono allo stesso gruppo; per esempio, registrando tutti i segnali del gruppo Ingressi ausiliari, il grafico presenterebbe 6 tracce dello stesso colore. In questo caso la finestra per cambiare il colore della traccia vi è di molto aiuto. Figura 28: finestra per cambiare il colore alla traccia Alientech S.r.l. 22

23 2 - Acquisizione in tempo reale Il pulsante Acquisizione in tempo reale serve per aprire la finestra Acquisizione dati in tempo reale (Figura 29), con cui potere visualizzare sullo schermo del vostro computer il flusso di dati provenienti da Stekio; al termine di un acquisizione potete salvare i vostri dati nella memoria del PC e rivederli in un secondo momento dalla finestra Registrazioni effettuate. Ricordate che per effettuare un acquisizione dati è necessario che Stekio sia collegato al PC tramite il cavo USB in dotazione. E importante ricordare che Stekio deve sempre essere alimentato dalla spina accendisigari, l alimentazione fornita dall USB non è sufficiente ad effettuare le misurazioni. Figura 29: finestra Acquisizione in tempo reale. Le funzioni dei pulsanti sono elencate di seguito. 1. Menù Acquisizione dati: la voce raggruppa le principali funzioni che si possono applicare ad una acquisizione; le voci Attiva e Termina controllano l inizio e la fine della ricezione dati e Salva acquisizione permette di memorizzare i dati sul vostro computer. 2. Periodo: il menù a tendina Periodo, serve a scegliere l intervallo di tempo tra un campionamento e il successivo: minimo 100ms, massimo 500ms. 3. Attiva: serve a dare inizio alla comunicazione dei dati tra Stekio e il computer. 4. Registra: serve per far partire la registrazione dei dati acquisiti tramite il cavo USB. 5. Pausa: serve per sospendere temporaneamente dei dati acquisiti tramite il cavo USB Alientech S.r.l. 23

24 6. Termina: serve per terminare la registrazione del flusso di dati; dopo aver premuto il pulsante Termina, il programma STKpro vi chiederà se volete salvare l acquisizione. 7. Dettagli: serve per comprimere o espandere le descrizioni dei segnali attivi; premendo il pulsante compaiono o scompaiono anche i colori associati alle tracce. 8. Elenco segnali attivi: quando si attiva un acquisizione, i segnali attivi sono scritti in nero e presentano un valore numerico, mentre quelli inattivi sono trasparenti. 9. Valori numerici dei segnali attivi: indicano il valore istantaneo del segnale acquisito; alcuni segnali possono essere visualizzati con diverse scale (Figura 30). 10. Colori assegnati ai segnali attivi: ogni traccia del grafico ha un proprio colore che può essere cambiato a piacimento (Figura 31). 11. Cursore di scorrimento: serve per scorrere tutta l acquisizione. 12. Zoom: serve per espandere in orizzontale il grafico dell acquisizione attuale. 13. Secondi: rappresenta la larghezza temporale dello Zoom; la finestra temporale è predefinita a 30 secondi e può raggiungere un minimo di 1 secondo. Cliccando con il tasto destro del mouse sul valore numerico che compare a fianco di un segnale attivo, comparirà l elenco delle scale di conversione che si possono scegliere (Figura 30). Figura 30: elenco scale di conversione carburanti. Cliccando con il tasto sinistro del mouse sulla casella del colore che compare a fianco di un segnale attivo, comparirà la finestra (Figura 31) che serve per cambiare il colore della traccia sul grafico. Figura 31: finestra per cambiare il colore alla traccia Alientech S.r.l. 24

25 3 - Parametri funzionamento Il pulsante Parametri di funzionamento serve per aprire la finestra Parametri di funzionamento (Figura 32), che serve a controllare il corretto funzionamento di Stekio e a cambiare alcuni parametri operativi. La finestra serve anche per verificare il numero di errori verificati durante l utilizzo di Stekio. Figura 32: finestra Parametri di funzionamento. Le funzioni dei pulsanti sono elencate di seguito. 1. Riquadro Collegamento: il riquadro raggruppa i due pulsanti Leggi impostazioni e Applica a Stekio, che servono rispettivamente per richiedere i parametri interni e caricare gli eventuali cambiamenti apportati nella finestra. 2. Riquadro Parametri di registrazione: il riquadro raggruppa le informazioni del numero di registrazioni totali effettuate con Stekio; è possibile anche cambiare la frequenza con cui vengono registrati i segnali durante una normale registrazione oppure usare il valore iniziale premendo il pulsante Predefinita. 3. Riquadro Calibrazione sonde BOSCH: il riquadro mostra il valore della calibrazione attuale dei due sensori ossigeno che si possono collegare a Stekio. E possibile reimpostare la calibrazione dei sensori ai valori predefiniti premendo il pulsante Valori predefiniti. 4. Riquadro Calibrazione sensori di battito esterni: il riquadro mostra il valore della calibrazione attuale dei due sensori di battito che si possono collegare a Stekio. E possibile reimpostare la calibrazione dei sensori ai valori predefiniti premendo il pulsante Valori predefiniti Alientech S.r.l. 25

26 5. Cursore Velocità di aggiornamento dello schermo: il cursore serve a cambiare la velocità con la quale vengono aggiornati i dati che appaiono sullo schermo di Stekio durante una misurazione. 6. Diario (LOG): ogni volta che premete il pulsante Leggi impostazioni, il programma STKpro provvede ad aggiornare un diario interno. Nel caso necessitiate di assistenza tecnica, è possibile che vi venga richiesto di inviare il file STEKIO.LOG. 7. Tabella Errori: la tabella mostra il numero degli errori che possono verificarsi durante l utilizzo dello strumento. E possibile azzerare i dati della Tabella errori premendo il pulsante Azzera errori e successivamente Applica a Stekio. Pulsanti del riquadro Impostazioni Il riquadro Impostazioni (Figura 33), che compare nella parte inferiore della finestra principale del programma STKpro, raggruppa i pulsanti: 1. Cavo Lambda universale e sensore di battito. 2. Cavo sonde Bosch esterne. 3. Cavo Multilink. 4. Impostazioni avanzate. Figura 33: riquadro Impostazioni, particolare pulsanti. I primi tre pulsanti del riquadro corrispondono ai principali cablaggi che si attaccano a Stekio; se per svolgere una misura usate un solo cablaggio, questi tre pulsanti vi permettono di risparmiare tempo ad impostare i parametri dei segnali. Se invece utilizzate più cavi assieme, o volete costruirvi una schermata personalizzata, usate il pulsante Impostazioni avanzate. 1 - Cavo Lambda universale e sensore di battito Il pulsante Cavo Lambda universale e sensore di battito serve per aprire la finestra Cavo Lambda universale e sensore di battito (Figura 34), che serve a impostare velocemente tutti i parametri dei segnali che si possono collegare al cavo Lambda universale e sensore di battito Alientech S.r.l. 26

27 Le funzioni dei pulsanti sono elencate di seguito. GUIDA UTENTE STEKIO 1. Sensore Lambda: la casella di selezione serve per scegliere di visualizzare il segnale proveniente da un sensore ossigeno montato a bordo del vostro veicolo. 2. Anteprima visuale: l immagine rispecchia la visualizzazione che si vedrà durante la misura. 3. Tipo segnale: serve per impostare il tipo di sensore montato a bordo del vostro veicolo. 4. Scala carburante: serve per scegliere con quale scala numerica volete vedere rappresentato il valore della carburazione. 5. Sensore di battito: la casella di selezione serve per scegliere di visualizzare il segnale proveniente dal sensore di battito collegato direttamente. 6. Riquadro Datalog: nel riquadro sono presenti le selezioni Registra nella memoria di Stekio e Acquisisci in tempo reale sul PC, che si estendono a tutti i segnali selezionati per essere visualizzati. 7. Riepilogo scelte effettuate: serve per ricontrollare le scelte che avete effettuato per preparare Stekio ad una misura. Figura 34: finestra Cavo Lambda universale e sensore di battito. 2 - Cavo sonde Bosch esterne Il pulsante Cavo sonde BOSCH esterne serve per aprire la finestra Impostazioni sonde BOSCH (Figura 35), che serve a impostare velocemente tutti i parametri dei segnali che corrispondono ai due sensori BOSCH pilotati direttamente da Stekio. Le funzioni dei pulsanti sono elencate di seguito. 1. Selezione sonde Bosch: serve per indicare su quale canale è collegata la sonda Alientech S.r.l. 27

28 2. Anteprima visuale: il riquadro mostra le informazioni dei i segnali che sono stati attivati in visualizzazione, ma al posto della immagine viene mostrata la scala di conversione associata e la sua occupazione sullo schermo. 3. Scala carburante: serve per scegliere con quale scala numerica volete vedere rappresentato il valore della carburazione. 4. Visualizza a schermo intero: la selezione vi permette, nel caso selezioniate un solo sensore, di utilizzare la visualizzazione a schermo intero. 5. Riquadro Datalog: nel riquadro sono presenti le selezioni Registra nella memoria di Stekio e Acquisisci in tempo reale sul PC, che si estendono a tutti i segnali selezionati per essere visualizzati. 6. Riepilogo scelte effettuate: serve per ricontrollare le scelte che avete selezionato prima di comunicarle a Stekio, premendo il pulsante Avanti. 3 - Cavo Multilink Figura 35: finestra Impostazioni sonda Bosch. Il pulsante Cavo Multilink serve per aprire la finestra Cavo Multilink (Figura 36), che serve a impostare velocemente tutti i parametri dei segnali che si possono collegare al cavo. Le funzioni dei pulsanti sono elencate di seguito. 1. Selezione canali: serve per indicare quale cavo Lambda universale e sensore di battito è collegato al cavo Multilink. 2. Ingresso RPM: serve per attivare l ingresso del segnale giri motore. 3. Ingressi ausiliari: le selezioni servono per attivare gli ingressi ausiliari (0 +5 Volt). 4. Riquadro parametri sonde lambda: nel riquadro comprende la selezione del tipo di sensore ossigeno e le scale di conversione numerica Alientech S.r.l. 28

29 5. Anteprima visuale: l immagine rispecchia la visualizzazione che si vedrà durante la misura. 6. Uscita analogica: l elenco a tendina serve per selezionare quale segnale replicare sull uscita analogica. 7. Riquadro Datalog: nel riquadro sono presenti le selezioni Registra nella memoria di Stekio e Acquisisci in tempo reale sul PC, che si estendono a tutti i segnali selezionati per essere visualizzati. 8. Riepilogo scelte effettuate: serve per ricontrollare le scelte che avete effettuato per preparare Stekio ad una misura. 4 - Impostazioni avanzate Figura 36: finestra Cavo Multilink. Il pulsante Impostazioni avanzate serve per aprire la finestra Impostazioni (Figura 37), che serve per attivare uno ad uno i segnali che si possono prelevare con i cablaggi di cui è fornito lo strumento. Le funzioni dei pulsanti sono elencate di seguito. 1. Metà sinistra schermo display: il pulsante serve per aprire la finestra che serve ad assegnare una visualizzazione per il segnale selezionato nella metà sinistra dello schermo. 2. Metà destra schermo display: il pulsante serve per aprire la finestra che serve ad assegnare una visualizzazione per il segnale selezionato nella metà destra dello schermo Alientech S.r.l. 29

30 3. Selezione REC: serve per attivare la registrazione per il segnale selezionato. 4. Casella selezione R/T: serve per attivare l acquisizione in tempo reale per il segnale selezionato. 5. Pulsante : premendo il pulsante si aprirà la finestra che vi permette di caricare un file.sts, per trasferirlo nella memoria di Stekio o modificare le selezioni. 6. Elenco segnali: nella parte sinistra dello schermo sono elencati tutti i segnali che si possono visualizzare con Stekio. 7. Visualizza a schermo intero: il pulsante vi permette, nel caso selezionate un solo sensore, di utilizzare la visualizzazione a schermo intero. Figura 37: finestra Impostazioni. 8. Segnale attivo: il pulsante colorato di azzurro significa che il segnale è attivo per essere visualizzato durante una misurazione. 9. Salva file: premendo il pulsante si aprirà la finestra che vi permette di salvare le selezioni in un file.sts, in modo da riprenderlo successivamente. 10. Anteprima schermo: premendo il pulsante si aprirà la finestra con l anteprima della schermata di Stekio durante una misurazione. 11. Uscita analogica: l elenco a tendina serve per scegliere quale segnale replicare sull uscita analogica Alientech S.r.l. 30

31 12. Pulizia display: il pulsante serve per annullare solo le selezioni che riguardano la visualizzazione dei segnali. 13. Cancella tutto: il pulsante serve per eliminare tutte le selezioni di visualizzazione, registrazione e acquisizione in tempo reale precedentemente scelte nella finestra. 14. Lettura: il pulsante serve per leggere le impostazioni che sono caricate attualmente nella memoria di Stekio. 15. Applica: il pulsante serve per caricare nella memoria di Stekio le impostazioni appena scelte. Finestra assegna visualizzazione Come spiegato nella sezione precedente al punto 1 e 2 dell elenco (Figura 37, particolari 1 e 2), è possibile assegnare per ogni segnale una visualizzazione per la parte sinistra e una per la parte destra dello schermo (Figura 38). Figura 38: finestra di creazione visuale per lo schermo di Stekio. Di seguito sono spiegate le selezioni che si possono impostare nella finestra per la creazione dello schermo: 1. Non visualizzato: il segnale non è visualizzato. 2. Oscilloscopio: il segnale è visualizzato con un grafico a 2 dimensioni (asse x = tempo, y = ampiezza) che indica il suo andamento nel tempo Alientech S.r.l. 31

LCU ONE Analog Manuale utente

LCU ONE Analog Manuale utente LCU ONE Analog Manuale utente INDICE Capitolo 1 Descrizione LCU-ONE...2 Capitolo 2 Montaggio di LCU-ONE e sonda Lambda...3 Capitolo 3 Configurazione...4 3.1 Configurazione standard di LCU-ONE CAN+Analog...

Dettagli

INDICE. A.E.B. S.r.l. - Cavriago (RE) Italy

INDICE. A.E.B. S.r.l. - Cavriago (RE) Italy INDICE Procedura di aggiornamento... Pag. 3 Collegamento per riprogrammazione... Pag. 3 Aggiornamento software... Pag. 4 Tipi di connessione attualmente disponibili... Pag. 4 Descrizione Generale del Tester...

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM

SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM SISTEMA SEQUENZIALE FASATO SEQUENTIAL FUEL SYSTEM INTEGRAZIONE AL MANUALE DEL S.W 2.9 Tartarini Auto S.p.a Via Bonazzi 43 40013 Castel Maggiore (Bo) Italy Tel.:+39 051 632 24 11 Fax: 051 632 24 00 E-mail:

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

Sensori di temperatura a termocoppia K Guida Utente

Sensori di temperatura a termocoppia K Guida Utente Sensori di temperatura a termocoppia K Guida Utente 1 INDICE: 1 INTRODUZIONE... 2 2 APPLICAZIONI TIPICHE:... 2 3 NORME DI INSTALLAZIONE:... 2 3.1 Connessione elettrica su acquisitori M1 ed MD4:... 2 3.2

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

Serie 70. The Future Starts Now. Termometro digitale Temp70. Temp70 RTD Professional

Serie 70. The Future Starts Now. Termometro digitale Temp70. Temp70 RTD Professional Serie 70 Termometro digitale Temp70 Temp70 RTD Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD 0,01 C da -99,99 a +99,99 C 0,1 C da -200,0 a +999,9 C Termometro Temp70 _ Ver. 1.0 01/2014 Indice dei contenuti

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente

Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente Sensori di posizione lineari Magnetostrittivi Guida Utente INDICE: 1 DESCRIZIONE... 1 1.1 Relazione segnale-posizione... 1 1.2 Area utile (attiva) del sensore magnetostrittivo da 75mm... 2 1.3 Area utile

Dettagli

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più Le operazioni più comuni Le operazioni più comuni Personalizzare l interfaccia Creare un nuovo file Ieri ci siamo occupati di descrivere l interfaccia del nuovo Office, ma non abbiamo ancora spiegato come

Dettagli

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù

SoftWare DMGraphics. Indice. Manuale d uso. 1) Introduzione. 2) Pagine grafiche. 3) Grafici. 4) Menù SoftWare DMGraphics Manuale d uso Indice 1) Introduzione 2) Pagine grafiche. 2.1) Pagina grafica 2.2) Concetti generali 2.3) Scale dei valori 2.4) Posizionamento elementi nel grafico 3) Grafici 3.1) Grafici

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO

5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO Capittol lo 5 File 5-1 FILE: CREAZIONE NUOVO DOCUMENTO In Word è possibile creare documenti completamente nuovi oppure risparmiare tempo utilizzando autocomposizioni o modelli, che consentono di creare

Dettagli

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento.

2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. Uso del computer e gestione dei file 57 2.2.2.1 Identificare le diverse parti di una finestra: barra del titolo, barra dei menu, barra degli strumenti, barra di stato, barra di scorrimento. All interno

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Bike SetApp MANUALE D USO Versione 2.30

Bike SetApp MANUALE D USO Versione 2.30 Bike SetApp MANUALE D USO Versione 2.30 Bike SetApp 2.30 Pag. 1 Introduzione Bike SetApp è un app studiata per memorizzare su un dispositivo Android (telefono, tablet o PC) i settaggi principali delle

Dettagli

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino -

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino - Capitolo3 LAVORARE CON LE IMMAGINI E certo che l impatto visivo in un sito internet è molto importante ma è bene tenere presente che immagini e fotografie, pur arricchendo la struttura grafica di un web,

Dettagli

UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701

UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701 UTILIZZARE I SINOTTICI NEL PROGRAMMA DI TELEGESTIONE SWC701 GENERALITÁ I sinottici sono disegni che rappresentano graficamente uno o più impianti tecnici. Questi disegni sono completi di tutti gli accessori

Dettagli

File, Modifica, Visualizza, Strumenti, Messaggio

File, Modifica, Visualizza, Strumenti, Messaggio Guida installare account in Outlook Express Introduzione Questa guida riguarda di sicuro uno dei programmi maggiormente usati oggi: il client di posta elettronica. Tutti, ormai, siamo abituati a ricevere

Dettagli

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH

LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH F42-LAB-pag 11-13-ok 27-04-2006 16:15 Pagina 11 LA SCHEDA DEL MODULO BLUETOOTH COMPONENTI 1. Il componente allegato a questo fascicolo è il più sofisticato di tutta la fase di assemblaggio: con esso il

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437

41126 Cognento (MODENA) Italy Via Bottego 33/A Tel: +39-(0)59 346441 Internet: http://www.aep.it E-mail: aep@aep.it Fax: +39-(0)59-346437 QUICK ANALYZER Manuale Operativo Versione 5.3 Sommario 1.0 Generalità... 2 CONTRATTO DI LICENZA... 3 2.0 Configurazione dei Canali... 4 2.1 Gestione DataLogger IdroScan... 7 3.0 Risultati di Prova... 9

Dettagli

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente

EasyPrint v4.15. Gadget e calendari. Manuale Utente EasyPrint v4.15 Gadget e calendari Manuale Utente Lo strumento di impaginazione gadget e calendari consiste in una nuova funzione del software da banco EasyPrint 4 che permette di ordinare in maniera semplice

Dettagli

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso.

Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. Software Rowan Key Manager C400RKM rel.4.xx / C350RKM rel.2.xx Istruzioni per l uso. -Introduzione. Il software consente, tramite opportuna interfaccia USB Rowan C426S, di leggere e scrivere i dati presenti

Dettagli

Light controller PRO Manuale utente Cod. 112955/112956

Light controller PRO Manuale utente Cod. 112955/112956 Centralina di controllo di luci programmabile per applicazioni RC! 2. Introduzione Light controller è una scheda elettronica per sistemi RC programmabile che controlla fino a sei canali indipendenti ed

Dettagli

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA...

BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... INDICE 1) SOMMARIO... 1 2) PRIMO AVVIO... 1 3) BARRA LATERALE AD APERTURA AUTOMATICA... 2 4) DATI AZIENDALI... 3 5) CONFIGURAZIONE DEL PROGRAMMA... 4 6) ARCHIVIO CLIENTI E FORNITORI... 5 7) CREAZIONE PREVENTIVO...

Dettagli

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1

Introduzione. Strumenti di Presentazione Power Point. Risultato finale. Slide. Power Point. Primi Passi 1 Introduzione Strumenti di Presentazione Power Point Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Con il termine STRUMENTI DI PRESENTAZIONE, si indicano programmi in grado di preparare presentazioni

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC

MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC MERIDESTER SOFTWARE DI COMUNICAZIONE PER PC Requisiti del sistema sistema operativo Windows XP o Vista processore Pentium 4 o equivalente RAM 512 Mb Video 1024x768 Porta USB USB 1.1 o 2.0 full speed Scheda

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6

Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 6 Lezione 1: Introduzione Struttura e aspetto di PowerPoint Sviluppare una presentazione Anno 2009/2010 Syllabus 5.0 Microsoft PowerPoint è un software progettato

Dettagli

Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica

Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica Servizio on-line di Analisi e Refertazione Elettrocardiografica Guida utente Scopo del servizio... 2 Prerequisiti hardware e software... 3 Accesso all applicazione... 4 Modifica della password... 7 Struttura

Dettagli

Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE

Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE Esposimetro HD450 con registrazione dati INTRODUZIONE AL SOFTWARE Questo programma può raccogliere dati provenienti dall HD450 quando l apparecchio è collegato a un PC e anche scaricare dati memorizzati

Dettagli

DOCTOR LINER. Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE

DOCTOR LINER. Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE DOCTOR LINER Sistema di misurazione elettronica USO E MANUTENZIONE 1 INTRODUZIONE 1.1 Oggetto TERMOMECANICA GL è lieta di proporle questo innovativo Sistema di Misura Digitale, frutto dell'esperienza e

Dettagli

lanciare il collegamento e alla finestra di log scrivere admin con eventuale password. Vedi sotto

lanciare il collegamento e alla finestra di log scrivere admin con eventuale password. Vedi sotto SOMMARIO 1. Preparazione del collegamento a IdmNext.exe pag. 2 2. Loggarsi nel pannello come Admin pag. 3 3. La gestione accounts Insegnanti pag. 4 4. La creazione di una chiave Usb pag. 5 5. Gli Strumenti

Dettagli

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility Procedure per l upgrade del firmware dell Agility L aggiornamento firmware, qualsiasi sia il metodo usato, normalmente non comporta il ripristino dei valori di fabbrica della Centrale tranne quando l aggiornamento

Dettagli

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi

MANUALE D'USO. NAVIGATOR Primi Passi NAVIGATOR Primi Passi Guida con i Primi Passi per conoscere il software NAVIGATOR per la visualizzazione, registrazione e centralizzazione degli impianti IP Megapixel Professionali. Versione: 1.0.0.72

Dettagli

Il controllo della visualizzazione

Il controllo della visualizzazione Capitolo 3 Il controllo della visualizzazione Per disegnare in modo preciso è necessario regolare continuamente l inquadratura in modo da vedere la parte di disegno che interessa. Saper utilizzare gli

Dettagli

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto

paragrafo. Testo Incorniciato Con bordo completo Testo Incorniciato Con bordo incompleto Applicare bordi e sfondi ai paragrafi Word permette di creare un bordo attorno ad un intera pagina o solo attorno a paragrafi selezionati. Il testo risulta incorniciato in un rettangolo completo dei quattro

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

LCMobile Restaurant. Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant.

LCMobile Restaurant. Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant. LCMobile Restaurant Guida su come usare il software per palmare LCMobile Restaurant. Per prima cosa bisogna installare il file LCMobile-Restaurant.exe sul proprio PC dove e collegata la base del palmare.

Dettagli

Manuale d istruzioni My Custom Design

Manuale d istruzioni My Custom Design Manuale d istruzioni My Custom Design Leggere questo documento prima di utilizzare la macchina. Si consiglia di conservare questo documento nelle vicinanze per un eventuale riferimento futuro. Introduzione

Dettagli

softest & softest plus

softest & softest plus DIMENSIONE SPORT softest & softest plus CONTROLLO SONDA LAMBDA, PRESSIONE TURBO, % INIEZIONE DIMENSIONE SPORT s.r.l. via Pontestura, 122-15020 CAMINO (AL) tel. 0142/469373 - fax 0142/469533 http://www.dimsport.it

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Manuale Utente 1 Ultimo aggiornamento: 2015/12/22 ifatt

Manuale Utente 1 Ultimo aggiornamento: 2015/12/22 ifatt Manuale Utente 1 Ultimo aggiornamento: 2015/12/22 ifatt Indice Introduzione... 1 Interfaccia... 2 Introduzione La fatturazione cambia volto. Semplice, certa, elettronica ifatt cambia il modo di gestire

Dettagli

Geass-Link Manuale di istruzione

Geass-Link Manuale di istruzione Geass-Link Manuale di istruzione GEASS S.r.l. - Via Ambrosini 8/2 10151 Torino - Tel. 011.22.91.578 - Fax 011.27.45.418 - info@geass.com - www.geass.com GEASS-LINK V.1.0.4 Software di Gestione e Acquisizione

Dettagli

TERRATEC Home Cinema Manuale del software

TERRATEC Home Cinema Manuale del software TV Software TERRATEC Home Cinema Manuale del software Nederlands Italiano Deutsch English Française Version 6.1-03/2011 55 Manuale TERRATEC Home Cinema 56 Contenuti Introduzione: il TERRATEC Home Cinema...

Dettagli

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini Le immagini Gestione delle immagini Office 2007 presenta molte interessanti novità anche nella gestione delle immagini. Le immagini si gestiscono in modo identico in Word, Excel e PowerPoint. Naturalmente

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

Manuale dell utente. Ahead Software AG

Manuale dell utente. Ahead Software AG Manuale dell utente Ahead Software AG Indice 1 Informazioni su InCD...3 1.1 Cos è InCD?...3 1.2 Requisiti per l uso di InCD...3 1.3 Aggiornamenti...4 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...4 2

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA

GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR. PJ-623/PJ-663 Stampante mobile. Versione 0 ITA GUIDA DELL'UTENTE PER IL SOFTWARE P-TOUCH EDITOR PJ-6/PJ-66 Stampante mobile Versione 0 ITA Introduzione Le stampanti mobili Brother, modelli PJ-6 e PJ-66 (con Bluetooth), sono compatibili con numerose

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione Modello Black List 2015

PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione Modello Black List 2015 SPESOMETRO ANNO 2015 COMUNICAZIONE POLIVALENTE Procedura Gestionale: SPRING SQ PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione

Dettagli

Manuale d uso. rev. 270406

Manuale d uso. rev. 270406 Manuale d uso istudio rev. 270406 1 Indice Capitolo 1: istudio il convertitore di film e musica per ipod Capitolo 2: Primi passi Come fare per...5 Installazione...5 Capitolo 3: Usare istudio Impostazioni...7

Dettagli

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08

CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 CdL in Medicina Veterinaria - STPA AA 2007-08 Microsoft Windows Funzionalità di un S.O. Gestione dei file Gestione dei dispositivi di ingresso/uscita Comandi per l attivazione e la gestione di programmi

Dettagli

Cominciamo dalla barra multifunzione, ossia la struttura a schede che ha sostituito la barra dei menu e la barra delle icone (Figura 1).

Cominciamo dalla barra multifunzione, ossia la struttura a schede che ha sostituito la barra dei menu e la barra delle icone (Figura 1). La barra multifunzione La barra multifunzione e il pulsante Microsoft Office Se avete lavorato per tanti anni con la suite da ufficio Office, questa nuova versione 2007 può disorientarvi davvero molto.

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA 1

CORSO DI INFORMATICA 1 CORSO DI INFORMATICA 1 All interno del computer ci sono dei dispositivi che permettono di memorizzare i lavori che vengono creati. Questi dispositivi sono l HARD-DISK (o DISCO FISSO) e il LETTORE E MASTERIZZATORE

Dettagli

DUPLIKO! Manuale Utente

DUPLIKO! Manuale Utente DUPLIKO Manuale Utente Indice 1. Introduzione 1.1 Scopo 1.2 Generalità 2. Menu Principale 2.1 Interfaccia 2.2 Il Menu Principale 3. Archivi 3.1 Tabelle Generiche 4. Gestione 4.1 Caricare un anagrafica

Dettagli

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base

ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base ANALISI SOSPENSIONI Modalità Base INTRODUZIONE Nella versione 2.30.04 di Race Studio 2 è stata introdotta una nuova funzionalità relativa allo strumento di Analisi delle sospensioni presente all interno

Dettagli

FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0

FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0 FRERVIEW2: PROGRAMMA PER LA SUPERVISIONE DELLE MISURE ELETTRICHE Vers. 3.0 Descrizione Generale E un programma di monitoraggio e supervisione in grado di leggere, memorizzare, preparare reports, visualizzare

Dettagli

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android)

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android) IRISPen Air 7 Guida rapida per l uso (Android) La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare IRISPen Air TM 7. Leggere la guida prima di utilizzare lo scanner e il relativo software.

Dettagli

Manuale d istruzioni del registratore dati di datalogger PCE -T D 60

Manuale d istruzioni del registratore dati di datalogger PCE -T D 60 PCE Italia s.r.l. Via Pesciatina 878 / B-Interno 6 55010 LOC. GRAGNANO - CAPANNORI (LUCCA) Italia Telefono: +39 0583 975 114 Fax: +39 0583 974 824 info@pce-italia.it www.pce-instruments.com/italiano Manuale

Dettagli

Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso.

Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso. Funzionamento normale: Contachilometri parzializzatore Terratrip 101. Istruzioni per l'uso. Premere il tasto PWR per accendere il T101. Lo schermo mostrerà il logo Terratrip per un breve periodo, mentre

Dettagli

Programmatore per telaio scheller

Programmatore per telaio scheller Divo Di Lupo Sistemi per telai Cotton Bentley Monk Textima Scheller Closa Boehringer http://www.divodilupo.191.it/ Programmatore per telaio scheller Attuatore USB semplificato Numero totale di pagine =

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

manuale per l installatore - 1/3 tipologie d installazione - 2/3 manuale del software - 3/3

manuale per l installatore - 1/3 tipologie d installazione - 2/3 manuale del software - 3/3 M.T.M. s.r.l. Via La Morra, 06 - Cherasco (Cn) - Italy Tel. +9 07 486040 Fax +9 07 4887 manuale per l installatore - / tipologie d installazione - / manuale del software - / Sequent con / e riduttore Genius

Dettagli

PROCEDURA. progetto pyou card MANUALE OPERATORE POS

PROCEDURA. progetto pyou card MANUALE OPERATORE POS PROCEDURA progetto pyou card MANUALE OPERATORE Vers. 0.3 del 04/12/2012 VERSIONI Versione Data Autore Modifiche Apportate 0.1 25/10/2012 Fabio Bachetti Prima stesura 0.2 13/11/2012 Fabio Bachetti Aggiornamento

Dettagli

EM4576/EM4578 - Scheda di rete wireless USB

EM4576/EM4578 - Scheda di rete wireless USB EM4576/EM4578 - Scheda di rete wireless USB 2 ITALIANO EM4576/EM4578 - Scheda di rete wireless USB Avvertenze ed elementi cui necessita prestare attenzione In virtù delle leggi, delle direttive e dei regolamenti

Dettagli

Microsoft Word 2007 Avanzato Lezione 16. Dimensione delle immagini

Microsoft Word 2007 Avanzato Lezione 16. Dimensione delle immagini Dimensione delle immagini e Scorrimento del testo Dimensione delle immagini Anche oggi parliamo di immagini. Cominciamo proponendo qualche considerazione circa le dimensioni e il ritaglio dell immagine

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2 Le Palette (parte prima) Come abbiamo accennato le Palette permettono di controllare e modificare il vostro lavoro. Le potete spostare e nascondere come spiegato nella prima lezione. Cominciamo a vedere

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

TACHOSAFE Lite. Requisiti di sistema: Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali.

TACHOSAFE Lite. Requisiti di sistema: Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali. TACHOSAFE Lite Il TachoSafe Lite è un software per la gestione dei Dati dei tachigrafi digitali. Requisiti di sistema: Prima di iniziare l'installazione assicuratevi che il vostro PC è conforme alle seguenti

Dettagli

Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni:

Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni: 1 - FILE FIGURA 1.1 Il menu File contiene tutti i comandi relativi alle seguenti operazioni: - apertura e salvataggio di disegni nuovi ed esistenti; - spedizione di disegni tramite email; - collegamento

Dettagli

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net Your Detecting Connection Manuale utente support@xchange2.net 4901-0133-4 ii Sommario Sommario Installazione... 4 Termini e condizioni dell applicazione XChange 2...4 Configurazione delle Preferenze utente...

Dettagli

Il personale docente e la segreteria didattica per effettuare la gestione degli scrutini dovranno eseguire semplici operazioni.

Il personale docente e la segreteria didattica per effettuare la gestione degli scrutini dovranno eseguire semplici operazioni. GESTIONE SCRUTINI SEGRETERIA - DOCENTI Il personale docente e la segreteria didattica per effettuare la gestione degli scrutini dovranno eseguire semplici operazioni. Per quanto riguarda il personale Docente

Dettagli

REOL-Services Quick Reference Ver. 1.1 Contabilità [Base] Tecno Press Srl. 1

REOL-Services Quick Reference Ver. 1.1 Contabilità [Base] Tecno Press Srl. 1 In questa semplice guida sono riportate tutte le informazioni relative al prodotto Contabilità che vi permette, nella versione base, di gestire le anagrafiche dei clienti e dei fornitori, l emissione e

Dettagli

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2

CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 CAPITOLO 1 Impostare progetti, spazio di lavoro, e programma-2 Che cos'è EDIUS EDIUS è un software di editing non lineare per il montaggio video su PC. Questo programma offre una vasta gamma di possibilità

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

Cambia vincite. Documento tecnico Aggiornamento tarature per lettore di banconote Smart Payout. Cod. DQMBI00001.0IT Rev. 1.

Cambia vincite. Documento tecnico Aggiornamento tarature per lettore di banconote Smart Payout. Cod. DQMBI00001.0IT Rev. 1. Nexus PRO Cambia vincite IT Documento tecnico Aggiornamento tarature per lettore di banconote Smart Payout Cod. DQMBI00001.0IT Rev. 1.0 06 10 2015 Aggiornamento delle tarature per erogatore di banconote

Dettagli

Utilizzo del Terminalino

Utilizzo del Terminalino Utilizzo del Terminalino Tasti: - ENT: funzionano come INVIO - SCAN: per attivare il lettore di barcode - ESC: per uscire dal Menù in cui si è entrati - BKSP: per cancellare l ultimo carattere digitato

Dettagli

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

Scrutinio Argo Software s.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 INDICE INDICE...2 PREMESSA...3 MENÙ PRINCIPALE...4 ICONE UTILIZZATE PER ACCEDERE ALLE PROCEDURE PIÙ FREQUENTEMENTE USATE...5 ICONE UTILIZZATE NELLE PROCEDURE DI STAMPA...6 SISTEMA...7 SCRUTINI...7 CARICAMENTO

Dettagli

TYRECONTROL «P» A-187

TYRECONTROL «P» A-187 TYRECONTROL «P» A-187 Manuale (IT) 2 Presentazione TYRECONTROL «P» caratteristiche : - Misura e regola la pressione dei pneumatici - Memorizza i dati fino a 99 set ( 1 set = memorizza fino a 4 valori di

Dettagli

Olga Scotti. Basi di Informatica. Il sistema operativo Windows

Olga Scotti. Basi di Informatica. Il sistema operativo Windows Basi di Informatica Il sistema operativo Windows Perchè Windows? MS-DOS: Interfaccia di solo testo Indispensabile conoscere i comandi Linux & Co. : Meno diffuso soprattutto nelle aziende Bella interfaccia

Dettagli

Addendum AvMap Geosat 5 BLU / Geosat 5 GT

Addendum AvMap Geosat 5 BLU / Geosat 5 GT IT Addendum AvMap Geosat 5 BLU / Geosat 5 GT Indice I. Addendum Specifiche tecniche Geosat 5 BLU I.I Specifiche tecniche I.II Contenuto della scatola I.III Accessori disponibili I.IV Descrizione Hardware

Dettagli

SMARTBOARD. Cosa si può fare con una smartboard?

SMARTBOARD. Cosa si può fare con una smartboard? SMARTBOARD Cosa si può fare con una smartboard? si può scrivere come si farebbe su una lavagna, con il vantaggio di poter poi salvare quanto scritto; si può andare ad interagire con una presentazione PowerPoint

Dettagli

Guida rapida Cisco SPA 504G

Guida rapida Cisco SPA 504G Guida rapida Cisco SPA 504G Indice Indice Introduzione 3 Panoramica del telefono 4 Gestione delle chiamate 6 Effettuare una chiamata 6 Rispondere a una chiamata 6 Concludere una chiamata 7 Mettere una

Dettagli

Manuale di Skanlite. Kåre Särs Anne-Marie Mahfouf Traduzione della documentazione: Federico Zenith

Manuale di Skanlite. Kåre Särs Anne-Marie Mahfouf Traduzione della documentazione: Federico Zenith Kåre Särs Anne-Marie Mahfouf Traduzione della documentazione: Federico Zenith 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Usare Skanlite 6 2.1 Selezione dello scanner................................... 6 3 Finestra principale

Dettagli

2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa

2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa 2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa SIDA CD Quiz Casa è il cd che permette al candidato di esercitarsi a casa sui quiz ministeriali e personalizzati. L autoscuola può consegnare il cd al candidato

Dettagli