Patologia dell apparato respiratorio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Patologia dell apparato respiratorio"

Transcript

1 Patologia dell apparato respiratorio

2 Piccolo ripasso di anatomia

3

4

5

6 Le riniti Rinite acuta infettiva: il tipico raffreddore Eziologia: Eziologia virale, raramente batterica Sintomatologia: Sintomatologia rinorrea, ostruzione nasale, starnuti, febbricola Terapia: Terapia sintomatica Il quadro si risolve in 5-7 giorni; se si prolunga, probabile complicanze: sinusiti, adenoiditi

7 La rinite allergica Infiammazione della mucosa nasale da reazione IgE mediata. mediata stagionale: pollini perenne: muffe, acari, forfore animali Clinica: Clinica starnuti, prurito, congestione nasale, respirazione orale, rinorrea acquosa, con scolo retronasale che causa tosse. Spesso si associa a congiuntivite

8 Diagnosi: Diagnosi accertamenti allergologici (PRIST, RAST, prick test, esame citologico del secreto nasale Terapia: Terapia - profilassi ambientale - antiistaminici sistemici -cortisonici topici - ITS quando la farmacoterapia non funziona

9 Sinusite Processo infiammatorio dei seni paranasali; paranasali rappresenta la complicanza del 5-10% di tutte le infezioni delle vie aeree superiori. Si distinguono: forme acute: acute durata da 10 a 29 gg forme subacute da 10 a 29 gg forme croniche: croniche oltre 120 gg

10 Eziologia: Eziologia forme perlopiù batteriche Clinica: Clinica rinorrea mucosa o purulenta, tosse diurna, febbricola, alitosi, cefalea Diagnosi: Diagnosi clinica, Rx seni paranasali, TAC RMN Terapia: Terapia - antibiotico - lavaggi nasali - cortisonici topici

11 Sinusite La sinusite è l'infiammazione della mucosa che riveste i seni paranasali. paranasali Prima dei sei anni di età sono presenti solo i seni mascellari, mascellari mentre dopo questa età si sviluppano anche i seni frontali. frontali La scarsa vascolarizzazione dei seni paranasali rende molto difficile l'eradicazione dei germi responsabili anche mediante una terapia antibiotica, tanto da rendere necessario, in alcuni casi, l'intervento chirurgico. Le forme acute si manifestano con febbre, febbre anche piuttosto elevata, mal di testa che si accentua con le improvvise variazioni di temperatura e tosse catarrale irritante dovuta a secrezione mucopurolenta che, in posizione sdraiata, scende dai seni paranasali al naso e alla trachea. Le forme croniche possono dare una tosse irritante prevalentemente notturna, mal di testa e possono essere causa di ripetute rinofaringiti e anche di forme asmatiche

12 Adenoidismo Le adenoidi sono degli organi linfatici situati in fondo alla cavità nasale. In particolare per i bambini sono uno dei principali filtri di difesa contro le infezioni delle prime vie aeree e delle orecchie. Quando il loro ingrandimento diventa eccessivo, può creare un ostacolo alla respirazione nasale, costringendo la persona a respirare a bocca aperta. Possibile conseguenza: irritare la gola e trachea e favorire le malattie da raffreddamento. Una idonea integrazione alimentare con Vitamina C, Bioflavonoidi e Vitamina A o Betacarotene, in associazione alle terapie omeopatiche e naturali del caso, può portare alla riduzione marcata dei sintomi che ne derivano e alla normalizzazione delle adenoidi stesse.

13 Facies adenoidea

14 Faringite E l'infiammazione della gola determinata, nella maggior parte dei casi, da virus e più raramente da batteri, ma anche legata a fattori irritativi esterni quali lo smog o il fumo di sigaretta. Può essere anche cronica, cronica oppure recidivare con estrema frequenza nel periodo autunno-inverno. Se si tratta di una faringite cronica o recidivante con frequenza, soprattutto nell'adulto, occorre ricercare le cause determinanti, oltre a quelle favorenti; spesso si tratta di allergie ad agenti inalanti (come la polvere) o di intolleranze alimentari. alimentari I sintomi principali sono mal di gola, gola soprattutto durante la deglutizione o il parlare, spesso voce rauca e febbre; febbre la gola è in genere arrossata e il suo colore può variare dal roso rubino al violaceo, anche con presenza di piccole punteggiature bianche o colata di muco-pus nel retrofaringe; i linfonodi del collo possono essere aumentati di volume e dolenti

15 Tonsillite La tonsillite è un'infezione virale o batterica delle tonsille palatine, cioè gli organi linfatici posti in fondo alla gola. I sintomi principali sono rappresentati da mal di gola con dolore alla deglutizione, febbre, malessere generale, disfonia; spesso sono associati sintomi catarrali quali rinite o tosse e può essere presente un aumento di volume, di colore rosso, spesso con presenza di punteggiatura biancastra. Può essere presente muco e catarro nel retrofaringe.

16

17 Laringite Processo infiammatorio che si distingue, a seconda della localizzazione in: laringiti sopraglottiche (epiglottite) laringiti ipoglottiche

18 Laringite La laringite è l'infiammazione della laringe, laringe dovuta il più delle volte a infezione virale, e più raramente a infezione batterica. Di solito compare in seguito a raffreddamento, raffreddamento talvolta come complicanza o estensione di una rinite o di un'influenza. Il processo infiammatorio può estendersi verso trachea e bronchi. bronchi Nei bambini piccoli l'infezione virale laringea può essere particolarmente intensa con tosse abbaiante e stridore laringeo. laringeo La laringite può essere anche provocata da intossicazioni ambientali (inquinamento). inquinamento La raucedine, raucedine che può arrivare sino all'afonia, è il sintomo principale della laringite nell'adulto: in genere è presente un modico dolore alla parte bassa sella gola e all'inizio del torace, in particolare se è presente tosse.

19 Diagnosi: Diagnosi clinica Terapia: Terapia - umidificazione ambientale - aerosol con cortisonici inalatori - aerosol con adrenalina - Aerosol + cortisonici sistemici Forme più gravi

20 La Tosse La tosse è un riflesso di difesa del nostro organismo in risposta a un'azione irritante sulla trachea o sui bronchi; inizia con una profonda inspirazione cui segue un'espirazione forzata, esplosiva, che ha lo scopo di espellere o smuovere l'agente irritante. La tosse non è quindi una malattia, malattia ma un sintomo. sintomo Può trattarsi di una forma Infettiva da virus o da batteri Allergica da acari, da pollini, spesso anche da alimenti Infiammatoria da agenti chimici o termici Secondaria legata al cattivo funzionamento del cuore, come a volte avviene nei soggetti anziani.

21 Tosse secca tipica delle situazioni irritative delle alte vie aeree e dei bronchi; si presenta con assenza di catarro, senza espettorazione, con un rumore appunto secco, accompagnata spesso da fastidio o solletico in gola, da dolore al petto o da mal di testa; generalmente si presenta con accessi di tosse ripetuti e/o ravvicinati, respirando aria fredda o di notte, coricati; spesso gli accessi esitano in vomito.

22 Mucosa respiratoria ad alto ingrandimento

23 Tosse umida accompagnata da rumori umidi, di gorgoglio a livello della trachea o dei bronchi, che indicano la presenza di un eccesso di catarro; può essere produttiva, cioè dar luogo all'espettorazione, ovvero all'eliminazione del catarro, oppure no.

24 Bergamotto Il Bergamotto è un albero della famiglia delle Rutacee, genere Citrus, alto da tre a quattro metri - Il frutto è di tipo globulare poco più piccolo di un arancia media, il suo peso varia da 90 a 200 grammi. Il suo habitat più idoneo ed esclusivo è costituito dalla sottile striscia costiera lunga un centinaio di chilometri e profonda circa tre, che va da Villa San Giovanni a Locri. L essenza di bergamotto si ricava dagli otricoli che si trovano nella buccia. Possiede odore delicato e persistente; si caratterizza rispetto alle altre essenze agrumarie per il suo effetto fissativo: la capacità cioè di fissare ed evidenziare i componenti chimici degli olii essenziali con cui viene a contatto. contatto

25 La moderna ricerca ha dato fondamento scientifico agli usi tradizionali dell essenza di bergamotto. Studi recenti condotti presso importanti istituti e università italiane hanno dimostrato che l essenza di bergamotto (ricca di almeno 345 componenti chimici) possiede numerose ed importanti proprietà terapeutiche. Tra le più importanti per il mondo salutistico sottolineiamo le capacità antisettica ed antibatterica, che conferiscono a tale prodotto potenzialità d uso che richiamano gli antibiotici: grazie a queste proprietà, l essenza di bergamotto è utilizzata per il riequilibrio di parti dell organismo facilmente sottoposte a rischio di infezione da parte di parassiti, funghi, virus e batteri, quali ad esempio la cavità orale e le zone del viso affette da foruncolosi. L olio essenziale di bergamotto è di notevole importanza in farmacologia per la sua efficacia antivirale. Questo ne accresce le indicazioni nel campo della prevenzione e della cura di svariati disturbi infettivi. Recenti ricerche ne hanno, infatti, evidenziato sia la capacità antivirale che quella antifungina mettendone in risalto l attività contro 51 ceppi del genere Candida.

26 Il Bergamotto

27 INDICAZIONI PRINCIPALI Malattie ricorrenti dell apparato respiratorio Patologie infettive a decorso torpido Cistiti acute e croniche Sindromi da disadattamento Dermatiti a tendenza settica Astenia fisica Neurastenia ASSOCIAZIONI SINERGICHE Echinacea patologie infettive ricorrenti o croniche Propoli Ribes Nigrum Partenio Tanacetum Astragalo rinforzo delle difese immunitarie Antinfiammatorio a largo spettro blando analgesico sensibilità ai virus respiratori

28 ECHINACEA PROPRIETA ATTUALI Potenzia le difese immunitarie antimicrobiche tramite un azione provata di stimolo sulla produzione di granulociti neutrofili (sottopopolazione di globuli bianchi immunocompetenti) IN CORSO DI EVIDENZIAZIONE Possibilità di impiego incorso di malattie infettive a lungo decorso (artriti settiche, reumatismo articolare, uretriti). Sono interessanti gli studi circa la possibilità di impiegare l Echinacea come antineoplasatico, specie nelle forme leucemiche. INDICAZIONI PRINCIPALI Stimolo delle difese immunitarie antibatteriche Coadiuvante nella cura di patologie infettive subacute, croniche o recidivanti Nella profilassi delle patologie batteriche delle alte vie respiratorie dell infanzia Localmente, nel trattamento di lesioni dermiche impetiginizzate o trofiche Acne pustolosa Ferite superficiali (tagli, ustioni, abrasioni)

29 Echinacea Angustifolia

30 PROPOLI COMPONENTI ATTIVI Principi attivi, di varia natura, sono distribuiti in modo molto eterogeneo in tutte le frazioni e rappresentano il 10-20% sul totale. Una composizione così varia ci lascia immaginare che sono presenti molte sostanze, quali vitamine A, B, C, E, oligoelementi. oligoelementi La parte più studiata è sicuramente quella dei flavonoidi (flavonoidi, flavonoidi fenolacidi e loro esteri, alcoli e aldeidi con nucleo aromatico). Nella propoli ne sono stati trovati e studiati oltre una decina. PROPRIETA Sperimentazioni effettuate un po' in tutto il mondo hanno dimostrato in vivo ed in vitro le proprietà batteriostatiche della propoli. L'attività è stata provata sull'inibizione di crescita di ceppi batterici Gram-positivi come: Escherichia Coli, Mycobacterium tubercolosis, Proteus vulgaris, Bacillus alvei, B.larvaae, B.mesentericus, B.subtilis, nonché su ceppi Gram-negativi come le Salmonelle: choloerae, suis, enteriditis, typhii, ed ancora sullo Streptococcus faecalis.

31 Le proprietà antivirali della propoli sono da attribuirsi ai suoi componenti idrosolubili, che dimostrano un'attività antivirale di inibizione su herpes simplex, corona virus, influenza A e B, para-influenza 1, 2 e 3, adeno virus, ed altri virus respiratori. INDICAZIONI PRINCIPALI Patologie ORL ricorrenti Sinusiti Dermatomicosi Candidosi genitali Bronchiti acute, subacute e croniche Sindromi influenzali da raffreddamento Impetigine Deficit del sistema immunitario ASSOCIAZIONI SINERGICHE Echinacea Ribes nigrum Angelica Noce nera Manganese Rame patologie batteriche ricorrenti, Gram + e Gram deficit immunitari patologie flogistiche delle vie respiratorie dermatosi impetiginizzate e da funghi; candidosi flogosi ricorrenti; diatesi iporeattiva

32 PROPRIETA ASTRAGALO Studi eseguiti sia in vitro che in vivo hanno confermato l'efficacia dell'astragalo nella stimolazione del sistema immunitario. I polisaccaridi isolati dalla pianta sono in grado di aumentare l'indice di crescita in colture miste di linfociti e la granulopessia dei macrofagi o dei polimorfonucleati. Sono state evidenziate l'attivazione del sistema reticoloendoteliale, l'induzione di alfa- e gamma-interferone, l aumento dell'attività dei Thelper e della chemiotassi dei macrofagi, oltre ad altre azioni nell ambito della inibizione della moltiplicazione virale. In conclusione: i polisaccaridi dell'astragalo mostrano una notevole attività immunostimolante nei confronti sia del sistema umorale che di quello cellulo-mediato.

33

34

35 La Profilassi Siamo nel vero terreno di predilezione per le terapie naturali; è qui dove la differenza con i presidi tradizionali fa valere le proprietà riequilibratrici delle nostre essenze. È però necessario decidere cosa rinforzare, dovendo operare delle scelte di fondo. In pratica si deve differenziare tra 3 opzioni:

36 a. l Individuo Necessario in soggetti longilinei astenici, vagotonici, detti anche linfatici. Si usano: Lithotamnium: si caratterizza per la forte presenza di sostanze minerali altamente biodisponibili per il metabolismo del connettivo. Abies Pectinata favorisce il metabolismo dei Sali minerali costituenti la matrice ossea e dell ertitropoiesi Spirulina contiene elementi essenziali come la vitamina A, C ed E e i minerali. La sua ricchezza in proteine permette di sostenere lo sforzo fisico, mentre le vitamine e gli acidi grassi apportano tono e vitalità.

37 b. il Sistema Immunitario Soggetti picnici, brevilinei in sovrappeso, con ricorrenti patologie febbrili catarrali da sbalzi modesti di clima eo temperature Morinda C. azione di stimolo del sistema immunitario (frutto) Echinacea A. incrementa la sintesi di neutrofili Astragalo M. attivazione del sistema reticoloendoteliale, l'induzione di alfa- e gamma-interferone, inibizione della moltiplicazione virale.

38 c. le Mucose respiratorie Carpinus B. tropismo per le mucose sinusali, ove migliora la clearance mucociliare Viburnum L. in grado di ridurre gli spasmi bronchiali con un azione simil-b2-stimolante che permette il rilascio della muscolatura liscia circolare della parete bronchiolare Alnus Glutinosa migliora il microcircolo a livello delle mucose, potenziandone le naturali risorse in corso di flogosi acute e ricorrenti

39 Malattie dei bronchi Bronchite acuta Infiammazione acuta dell albero bronchiale a diversa eziologia, estensione e gravità. Quasi sempre si associa a tracheite Eziologia: Eziologia infettiva (batteri, virus), chimica (gas tossici, fumi e vapori) Sintomatologia: Sintomatologia tosse inizialmente secca e stizzosa, successivamente produttiva. Febbre, malessere generale

40 Diagnosi: essenzialmente clinica; quando il decorso è prolungato esami sierologici per ricerca di microorganismi particolari Terapia: - terapia sintomatica: mucolitici, antitosse, eventuali broncodilatatori - terapia antibiotica, se la sintomatologia non si risolve in 6-8gg.

41 Bronchite cronica processo infiammatorio cronico con tosse e catarro mucoso/mucopurulento per la maggior parte dei giorni di un periodo di almeno tre mesi e per almeno due anni consecutivi. Eziologia: Eziologia batteri virus, polveri gas, fumo di sigaretta, smog. Sintomatologia: Sintomatologia tosse con catarro filante, febbre nelle forme che si riacutizzano (soprattutto nei mesi invernali), dispnea

42 Terapia: Terapia - corretto stile di vita (alimentazione equilibrata, eliminare fumo di sigarette etc.) - mucolitici, corticosteroidi e broncodilatatori inalatori - antibiotici nelle forme riacutizzate L infiammazione cronica dell albero bronchiale può complicarsi con quadri più o meno estesi di enfisema polmonare

43 Malattie dei polmoni Polmoniti infettive Infezioni della porzione alveolare dei polmoni e degli spazi aerei circostanti (i bronchi sono quasi sempre interessati: broncopolmonite) Eziologia: Eziologia virus e batteri Clinica: Clinica le forme virali danno in genere una sintomatologia meno grave con febbre, tosse secca o produttiva,; nelle forme batteriche febbre elevata, tosse, dispnea, tachipnea, dolore addominale, anoressia

44 Diagnosi: Diagnosi - Clinica - Rx torace - Esami ematologici - Esami microbiologici Terapia: Terapia - Antibiotici - Aerosolterapia (di supporto)

45 Nei casi più severi il quadro si può complicare e il processo infiammatorio si può estendere alla pleura: pleurite Clinica: dolore toracico, dispnea, stato generale compromesso Diagnosi: Diagnosi rx torace Terapia: Terapia - cura della malattia di base - eventuale toracocentesi

46 Asma bronchiale Malattia infiammatoria cronica delle vie aeree respiratorie caratterizzata da ipereattività bronchiale. Eziopatogenesi: Eziopatogenesi l asma può essere allergico non allergico

47 Nell asma allergico gli allergeni più frequentemente in causa sono gli inalanti (pollini, muffe, acari, forfore di animali), più di rado gli alimenti Nell asma non allergico tra i fattori più importanti ricordiamo le infezioni, il reflusso GE, lo sforzo fisico, polveri e fumi (es. particolari attività lavorative)

48 Clinica: Clinica tosse, respiro sibilante, dispnea, rientramenti al giugulo ed intercostali di vario grado a seconda della gravità; vi sono forme lievi, moderate e gravi Diagnosi: Diagnosi - test di funzionalità respiratoria (spirometria, test da sforzo, test di broncoprovocazione etc.) - indagini allergologiche

49 Terapia: Terapia -profilassi ambientale: evitare contatto con gli allergeni e altre sostanze irritanti (es. fumo di sigaretta). La terapia farmacologica si basa essenzialmente sull uso farmaci per via inalatoria somministrati attraverso nebulizzatori, spray predosati o erogatori di polveri secche: - broncodilatatori - cortisonici topici - eventuali cortisonici per via sistemica e teofillinici, nei casi più gravi

50 Viburnum Lantana Il Viburnum lantana è il più importante rimedio dell asma allergica: si colloca tra l azione del Ribes nigrum (allergia acuta) e quella del Rosmarinus officinalis (allergia cronica scompensata). Questa essenza è in grado di ridurre gli spasmi bronchiali con un azione simil-b2-stimolante che permette il rilascio della muscolatura liscia circolare della parete bronchiolare; è così in grado di promuovere la normale funzione respiratoria. è spesso usato in medicina naturale per sostituire o affiancare l'uso dei dilatatori bronchiali come il salbutamolo (Ventolin) o prodotti analoghi.

51 Thymus vulgaris E' un piccolo arbusto, alto cm, legnoso nella parte inferiore, il fusto è abbondantemente ramificato con piccole foglie. E' comunemente coltivato negli orti, cresce qua e là in luoghi soleggiati e aridi d'italia dal mare alle regioni montane. E' consuetudine pensare al timo come condimento alimentare per le sue caratteristiche aromatiche e antisettiche che nei cibi ne prolunga la loro conservazione. Non è da sottovalutare però la sua proprietà medicinale che ne fa uno dei migliori antisettici naturali utile per disinfettare apparato respiratorio e intestino. Combatte le fermentazioni e infezioni intestinali e per la sua proprietà balsamica è fluidificante catarrale, benefico per pertosse e asma

52 Enfisema polmonare Abnorme o permanente aumento di volume degli spazi aerei con distruzione dei setti alveolari (azione di enzimi proteolitici endogeni). Eziopatogenesi: Eziopatogenesi fattori di ordine genetico (predisposizione), fattori ambientali (fumo di sigaretta e altri inquinanti), esiti di bronchiti croniche

53 Corilus Avellana ATTIVITA del Nocciolo antinfiammatorio, vasoprotettore, astringente, antiemorragico, rinfrescante, depurativo, utile nelle varici, edemi, disturbi circolatori, infiammazioni intestinali, enfisema, bronchite, epatopatie Si tratta di un antisclerotico che favorisce il mantemnimento del tono elastinico nelle membrane basali specie a livello delle basse vie respiratorie, contrastando la fibrosi che porta alla rottura della parete alveolare

54 Pneumotorace Penetrazione di aria nel cavo pleurico Eziologia: Eziologia creazione di una bolla di enfisema, apertura di un processo infettivo, oppure creazione di una comunicazione fra atmosfera e cavità pleurica (ferita penetrante). trattamento: da Pronto Soccorso immediato

55 Fitoterapia e drenaggi Si faranno delle toccature locali o degli sciacqui con Plantago major TM, indicatissima per le mucose boccali sofferenti. Può usarsi anche Propoli al 20% sempre per toccature locali. Foglie di Salvia e di Menta, oppure dei petali freschi di Rosa, tenuti in bocca direttamente sulle lesioni per un po' di tempo, riducono nettamente l'infiammazione locale. Si possono attuare anche dei gargarismi con decotto di Ortica (una manciata per mezzo litro di acqua, per 20 minuti di bollitura), che saranno utili anche in caso di mughetto.

56 A queste essenze dobbiamo poi abbinare tre grandi rimedi per uso topico, che si fanno apprezzare in situazioni specifiche: Phytolacca decandra, la cui T.M., diluita al 15-20% in soluzione fisiologica, è indicata come analgesico del cavo orale nelle stomatiti da chemioterapia o radioterapia; in questa direzione, naturali complementi sono ancora il Bergamotto, per la nota azione antimicotica (il famoso Mughetto da Candida Albicans), e che utilizzandosene l olio essenziale - viene addizionato con altri componenti vegetali e naturali che garantiscono freschezza e aiutano le naturali difese della cavità orale; per terminare la triade abbiamo la Calendula Officinalis, sempre T.M. al %, per l effetto cicatrizzante sulle mucose oltre che antibatterico ed antivirale che le vengono riconosciute.

57 Fitoterapia e drenaggi: le vie aeree Ribes nigrum in associazione con i due prodotti seguenti. Ha intensa azione antinfiammatoria. Rosa canina svolge più specificamente la sua azione antinfiammatoria sul distretto gola-bocca-naso. Carpinus betulus La sua è un'azione che favorisce la riparazione dei tessuti infiammati ed escoriati. Bergamotto azione di superficie, favorisce l equilibrio della flora batterica delle mucose respiratorie Echinacea ang. favorisce i processi immunocompetenti antibatterici, stimolando la produzione di neutrofili

58 Convalescenza Spirulina La caratteristica principale della sua composizione chimica è la ricchezza di proteine ed il tenore in aminoacidi, ma non meno importante è la presenza di carotenoidi e di acidi grassi essenziali (acido gammalinoleico). La spirulina contiene elementi essenziali come la vitamina A, C ed E e i minerali. La sua ricchezza in proteine permette di sostenere lo sforzo fisico, mentre le vitamine e gli acidi grassi apportano tono e vitalità. Ha azione antivirale, riduce le sostanze tossiche renali, ha effetti positivi anche sul SISTEMA IMMUNITARIO, protegge dalle infezioni virali e dall HERPES Simplex (frequente complicanza della febbre). Carpinus Rimedio delle mucose ORL, antitussigeno ed antispasmodico; favorisce la clearance mucociliare Betula verrucosa Valido antiflogistico, grazie all attivazione del sistema reticolenbdoloteliale

59 Morinda citrifolia (Noni ) è una pianta tropicale dalla quale si sviluppano frutti di consistenza granulosa, con sapore e odore poco gradevoli a maturazione. La pianta di Noni veniva e viene utilizzata dalle popolazioni tropicali sia come alimento sia come ricostituente, grazie alle sue qualità, genuinità e benefici. Incuriositi dai miracoli secolari compiuti dal Noni, i ricercatori hanno cominciato a fare studi sul Noni sperando di svelare i segreti ed i notevolissimi benefici che ha sul corpo umano. Da queste ricerche è emerso che il Noni contiene vitamine, minerali, enzimi, oligoelemeti e steroli; contiene inoltre l'intero spettro di aminoacidi, che fanno di essa una perfetta fonte di precursori proteici.

60 Anche la scienza occidentale moderna ha confermato la validità terapeutica del Noni, in particolare la sua azione di stimolo del sistema immunitario (frutto), e delle funzioni digestive (foglia). Oltre a ciò è stata dimostrata la sua attività analgesica, la stessa che era già conosciuta tra le popolazioni caraibiche che infatti chiamano il Noni "Albero Antidolorifico".

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme

Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme 1 Gli obiettivi del terzo modulo possono essere così riassunti: Illustrare i segni associati alla rinite acuta, differenziandone le principali forme cliniche Descrivere le possibili complicanze che possono

Dettagli

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato

Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato PROGETTO ARIA ITALIA GESTIONE DELLA RINITE ALLERGICA E DEL SUO IMPATTO SULL ASMA ALLERGIC RHINITIS IMPACT ON AND ITS AST H MA TM Asma e Rinite Allergica: per un controllo bilanciato in collaborazione con

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)?

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è un quadro nosologico caratterizzato dalla progressiva limitazione del flusso aereo che non è completamente

Dettagli

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica.

Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. A Allergene - Molecola con la capacità di stimolare il sistema immunitario a produrre anticorpi IgE, propri della reazione allergica. Allergia - Ipersensibilità dell'organismo verso una sostanza di origine

Dettagli

PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari. www.fisiokinesiterapia.biz

PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari. www.fisiokinesiterapia.biz PATOLOGIA POLMONARE Le infezioni polmonari www.fisiokinesiterapia.biz Infezioni polmonari Vie di ingresso dei microorganismi: Inalazione (attraverso le alte vie respiratorie): batteri e virus Aspirazione

Dettagli

PER DIFESE IMMUNITARIE FORTI E PRONTE

PER DIFESE IMMUNITARIE FORTI E PRONTE GUIDA AI PRODOTTI PER DIFESE IMMUNITARIE FORTI E PRONTE Per aiutare le nostre difese immunitarie e rimanere in salute, specialmente nella stagione fredda, vitamine e minerali sono i nostri alleati principali.

Dettagli

ATENA PLUS. ATENA PLUS E' nota la fitoterapia, che utilizza estratti vegetali per il trattamento di

ATENA PLUS. ATENA PLUS E' nota la fitoterapia, che utilizza estratti vegetali per il trattamento di Scheda Tecnica Titolo COMPOSIZIONE DI ESTRATTI VEGETALI ATENA PLUS A61K - PREPARAZIONI PER USO MEDICO, DENTARIO E PER TOELETTE, INTEGRATORE ALIMENTARE, FITTOTERAPICO Classe Il presente brevetto è attinente

Dettagli

Causa. La polmonite è abbastanza comune, era la principale causa di morte prima della scoperta degli antibiotici

Causa. La polmonite è abbastanza comune, era la principale causa di morte prima della scoperta degli antibiotici La polmonite è la malattia dei polmoni e del sistema respiratorio in cui gli alveoli polmonari si infiammano e si riempiono di liquido, ostacolando la funzione respiratoria. Frequentemente anche i bronchi

Dettagli

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie

LE CURE TERMALI. Le cure inalatorie LE CURE TERMALI Le cure inalatorie LE ACQUE TERMALI DI COMANO Curano la pelle, migliorano la vita L acqua di Comano è un acqua oligominerale caratterizzata dalla presenza di sali di bicarbonato, calcio,

Dettagli

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili.

ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. ALLERGIA RESPIRATORIA? Consigli utili. MED Utile nella protezione delle mucose nasali in caso di congestioni rino-faringee. Think Green. Live Green. Cos è l allergia. L allergia è un disturbo del sistema

Dettagli

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016)

INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) INFLUENZA E VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE (Campagna vaccinale antinfluenzale 2015-2016) L influenza è un infezione respiratoria provocata da un virus. È molto contagiosa, perché si trasmette facilmente attraverso

Dettagli

Sommario. Capitolo 1. Capitolo 2. Capitolo 3. Capitolo 4. È la natura l arma di difesa migliore 7. I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19

Sommario. Capitolo 1. Capitolo 2. Capitolo 3. Capitolo 4. È la natura l arma di difesa migliore 7. I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19 Sommario Capitolo 1 È la natura l arma di difesa migliore 7 Capitolo 2 I rimedi più effi caci contro virus e batteri 19 Capitolo 3 Come affrontare le principali infezioni 73 Capitolo 4 Mangia così e non

Dettagli

Raffreddori Consigli utili Quello che dovreste sapere su mal di gola, raffreddore, mucosa nasale secca, tosse, febbre e spossatezza

Raffreddori Consigli utili Quello che dovreste sapere su mal di gola, raffreddore, mucosa nasale secca, tosse, febbre e spossatezza Raffreddori utili Quello che dovreste sapere su mal di gola, raffreddore, mucosa nasale secca, tosse, febbre e spossatezza Quelli con l arcobaleno Editoriale Con l abbassamento delle temperature aumenta

Dettagli

Materiale non divulgabile Riservato agli operatori del settore. Materiale riservato agli operatori del settore

Materiale non divulgabile Riservato agli operatori del settore. Materiale riservato agli operatori del settore Materiale non divulgabile Riservato agli operatori del settore Materiale riservato agli operatori del settore Il sistema Immunitario Quando arriva la stagione fredda, fisiologicamente il nostro organismo

Dettagli

Il Bambino con dispnea

Il Bambino con dispnea Il Bambino con dispnea PARAMETRI VITALI PEDIATRICI FC VEGLIA FC SONNO FR P.A. SISTOLICA P.A. DIASTOLICA NEONATO 100-180 80-160 40-60 60-90 20-60 LATTANTE (1-12 mesi) 100-160 75-160 30-60 87-105 53-66 INFANZIA

Dettagli

Apparato respiratorio: anatomia,fisiologia e patologia. Anatomia (2) Anatomia (1) Anatomia (3) Anatomia (4) O 2 CO 2

Apparato respiratorio: anatomia,fisiologia e patologia. Anatomia (2) Anatomia (1) Anatomia (3) Anatomia (4) O 2 CO 2 P.A. Lombardia Soccorso Corso di Formazione Base per Volontari-Soccorritori A cosa serve? Apparato respiratorio: anatomia,fisiologia e patologia F. Sangalli APPARATO RESPIRATORIO: Insieme di organi che

Dettagli

MAL DI GOLA Che cos'è Come si manifesta

MAL DI GOLA Che cos'è Come si manifesta MAL DI GOLA Che cos'è Il mal di gola può essere dovuto ad una malattia, come una infezione virale e batterica, o il segno di una irritazione dovuta al fumo, ad un eccessivo uso di bevande alcoliche oppure

Dettagli

Riconoscere i sintomi dell'allergia ai pollini

Riconoscere i sintomi dell'allergia ai pollini ALLERGIE STAGIONALI É arrivata la primavera, la natura si risveglia, i microscopici granuli, contenuti negli stami dei fiori, cominciano a svolazzare numerosissimi per l aria, è il ciclo della natura che

Dettagli

raffreddore TOSSE e CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI

raffreddore TOSSE e CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI INTERNO-tosse.qxd 3-06-2004 12:23 Pagina 1 TOSSE e raffreddore CONSIGLI PRATICI PER I GENITORI Cari genitori, il modo migliore per aiutarvi nella non facile impresa della crescita dei figli è accompagnarvi

Dettagli

APPARATO RESPIRATORIO RESPIRATORIO

APPARATO RESPIRATORIO RESPIRATORIO APPARATO RESPIRATORIO TURBE del RESPIRO SINDROME da ANNEGAMENTO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APPARATO RESPIRATORIO Le TURBE DEL RESPIRO: INSUFFICIENZA

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

3/5. La tosse Il mal di gola 7/8 TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO!

3/5. La tosse Il mal di gola 7/8 TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO! Tosse e mal di gola 3/5 La tosse Il mal di gola 7/8 TUTTO QUESTO E MOLTO ALTRO! sommario La tosse I farmaci La tosse nei bambini Il mal di gola I farmaci Quando essere cauti 3 4 6 8 9 11 GENNAIO 2009 -

Dettagli

ALLERGI E, INTOLLE R A N Z E, VACCINA Z I O N I

ALLERGI E, INTOLLE R A N Z E, VACCINA Z I O N I ALLERGI E, INTOLLE R A N Z E, VACCINA Z I O N I 1 Le allergie sono una patologia frequente nella nostra generazione, in particolare nei bambini e nei giovani. Questo fenomeno, raro all inizio del secolo,

Dettagli

Le Schede informative di... LA SINUSITE

Le Schede informative di... LA SINUSITE Le Schede informative di... LA SINUSITE Cos'è la sinusite: Il naso chiuso è un sintomo piuttosto diffuso e fastidioso ma per fortuna di breve durata. Quando perdura a lungo liquidarlo con un semplice raffreddore

Dettagli

Modalità d uso : per via orale

Modalità d uso : per via orale Modalità d uso : per via orale - da 30 a 50 gocce sotto la lingua per 2 o 3 volte al giorno per 5 o 6 giorni dipende dalla gravita dell infezione, comunque un sovradosaggio del prodotto non porta alcun

Dettagli

Domande e risposte 30 novembre 2010. Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati?

Domande e risposte 30 novembre 2010. Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati? Domande e risposte 30 novembre 2010 Informazioni sulla tosse nei bambini sotto i 2 anni d età: perché i mucolitici non devono più essere utilizzati? In sintesi: La tosse è un sintomo comune nei bambini

Dettagli

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA

INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA UNITA OPERATIVA COMPLESSA DI OTORINOLARINGOIATRIA Direttore: Carlo Alicandri Ciufelli NOTA ORL 02 Revisione 1 del 09.09.2010 Pagina 1 di 4 INFORMAZIONI MEDICHE PER L INTERVENTO CHIRURGICO DI ADENOTONSILLECTOMIA

Dettagli

Gli obiettivi del secondo modulo possono essere così riassunti: Identificare le cause principali e fornire una stima epidemiologica delle forme più

Gli obiettivi del secondo modulo possono essere così riassunti: Identificare le cause principali e fornire una stima epidemiologica delle forme più 1 Gli obiettivi del secondo modulo possono essere così riassunti: Identificare le cause principali e fornire una stima epidemiologica delle forme più diffuse di rinite acuta Evidenziare come il raffreddore,

Dettagli

La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata

La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata La rinosinusite nel bambino: una patologia troppo spesso sottovalutata Mario La Rosa Dipartimento di Pediatria, Università degli Studi di Catania UO di Broncopneumologia, Allergologia e Fibrosi Cistica

Dettagli

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA)

NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE DELL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) Novembre 2010 MUCOLITICI PER USO ORALE E RETTALE: CONTROINDICAZIONE NEI BAMBINI AL DI SOTTO DEI 2 ANNI Gentile Dottoressa, Gentile Dottore,

Dettagli

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica

Asma : cos è. Fattori scatenanti : Allergeni, inquinamento ambientale, fumo, virus, infezioni, polveri sottili, attività fisica Asma : cos è L'asma è una malattia infiammatoria cronica del polmone. Nei soggetti predisposti l Asma provoca episodi ricorrenti di respiro sibilante, difficoltà respiratoria, senso di costrizione toracica

Dettagli

AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I

AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I AZIENDA POLICLINICO UMBERTO I CARTA DEI SERVIZI BRONCOPNEUMOPATIE CRONICHE E ASMA GRAVE 2015-2016 Con la Sponsorizzazione di BCPO La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia delle vie

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

PROGETTO INDOOR SCHOOL

PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria degli scolari e degli adolescenti

Dettagli

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI LE ALLERGIE RESPIRATORIE Cosa sono e come si manifestano LA REAZIONE ALLERGICA Le allergie sono una reazione eccessiva

Dettagli

Dispnea, tosse secca incessante con sensazione di pizzicore e costrizione laringea,

Dispnea, tosse secca incessante con sensazione di pizzicore e costrizione laringea, Materia medica comparata delle sindromi respiratorie I.R.M.S.O. dott Alviani ISTITUTO DI RICERCA MEDICO SCIENTIFICA OMEOPATICA ACONITUM Dispnea, tosse secca incessante con sensazione di pizzicore e costrizione

Dettagli

Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma?

Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma? Respiro sibilante e tosse nel bambino: è asma? Massimo Pifferi Emanuela De Marco Vincenzo Ragazzo Fisiopatologia Respiratoria e Allergologia - Clinica Pediatrica I Azienda Ospedaliera - Università di Pisa

Dettagli

Folder_farmaci5.qxd 28-09-2006 12:12 Pagina 1 FARMACI E MALI DI STAGIONE. SCOPRI COME METTERTI AL RIPARO.

Folder_farmaci5.qxd 28-09-2006 12:12 Pagina 1 FARMACI E MALI DI STAGIONE. SCOPRI COME METTERTI AL RIPARO. Folder_farmaci5.qxd 28-09-2006 12:12 Pagina 1 FARMACI E MALI DI STAGIONE. SCOPRI COME METTERTI AL RIPARO. 5 Folder_farmaci5.qxd 28-09-2006 12:12 Pagina 2 Ai primi freddi arrivano puntuali e colpiscono

Dettagli

"2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5

2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5 "2 Corso ECM per Farmacisti MODULO 5 VIDEOANIMAZIONE E DISCUSSIONE SU CASI SIMULATI SUL TEMA: I SINTOMI E LA GESTIONE DELLE ALLERGIE RESPIRATORIE E SINDROMI CORRELATE (RUOLO DEL PAZIENTE, DEL FARMACISTA

Dettagli

Istituto di Chirurgia Generale e Programma di Chirurgica Toracica Direttore: Prof. G. Cavallesco PNEUMOTORACE

Istituto di Chirurgia Generale e Programma di Chirurgica Toracica Direttore: Prof. G. Cavallesco PNEUMOTORACE Istituto di Chirurgia Generale e Programma di Chirurgica Toracica Direttore: Prof. G. Cavallesco PNEUMOTORACE Principi generali - Definizione Raccolta di aria nello spazio pleurico con conseguente collasso

Dettagli

INTOLLERANZE ALIMENTARI

INTOLLERANZE ALIMENTARI Dott. Lorenzo Grandini Naturopata iridologo Biologo nutrizionista INTOLLERANZE ALIMENTARI VERO O FALSO? LA STORIA Hare (1905) pubblica The food factor in Disease Shannon (1922) e Duke (1925) pubblicano

Dettagli

respiratorie La salute Informazioni e consigli per la prevenzione e il benessere delle vie respiratorie. Società Italiana di Medicina Generale

respiratorie La salute Informazioni e consigli per la prevenzione e il benessere delle vie respiratorie. Società Italiana di Medicina Generale La salute dellevie respiratorie Informazioni e consigli per la prevenzione e il benessere delle vie respiratorie. IN COLLABORAZIONE CON Società Italiana di Medicina Generale Apoteca Natura è una rete di

Dettagli

I bambini alle terme e l uso inalatorio delle acque termali. Guido Brusoni

I bambini alle terme e l uso inalatorio delle acque termali. Guido Brusoni I bambini alle terme e l uso inalatorio delle acque termali Guido Brusoni XVIII Congresso Nazionale SIPPS - Un infanzia da difendere: il ruolo del Pediatra - Lecce, 28 31 ottobre 2006 Acque termali di

Dettagli

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie

Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Allergico o no? Patient Diagnostics Test Rapidi per Allergie Gli unici test rapidi a domicilio per allergie Test allergico generico (IgE) Test allergico alle uova Test intolleranza al glutine Test allergico

Dettagli

LA CITOLOGIA NASALE A cura di Carlo De Luca Direttore dell Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Clinica Villa Maria - Campobasso

LA CITOLOGIA NASALE A cura di Carlo De Luca Direttore dell Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Clinica Villa Maria - Campobasso LA CITOLOGIA NASALE A cura di Carlo De Luca Direttore dell Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Clinica Villa Maria - Campobasso INTRODUZIONE Questo articolo ha solo uno scopo pratico di rapida consultazione,

Dettagli

APPARATO RESPIRATORIO

APPARATO RESPIRATORIO APPARATO RESPIRATORIO FUNZIONI - fornisce una superficie deputata a scambi gassosi tra apparato e ambiente esterno, - condurre l'aria da e verso le superfici di scambio (umidificandola e riscaldandola),

Dettagli

Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari

Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari Pseudoasthmatic syndromes through the ages: what should be the best diagnostic flow chart? Gian Luigi Marseglia Amelia Licari Università degli Studi di Pavia Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo INTERPRETARE

Dettagli

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA

ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dipartimento di Area Medica per Intensità di Cure Resp. Dott. Livio Simioni La primavera è la stagione della rinascita ma anche delle allergie ALLERGIE IN PRIMAVERA LA RINITE ALLERGICA Dott. Pietro Tartaro

Dettagli

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie

Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie ASMA BRONCHIALE Cosa è l asma? L asma è una frequente patologia cronica che dura tutta la vita caratterizzata dall infiammazione e dal restringimento delle vie 2 aeree. Il restringimento è intermittente

Dettagli

miniguida alla GEMMOTERAPIA

miniguida alla GEMMOTERAPIA miniguida alla GEMMOTERAPIA LA GEMMOTERAPIA La gemmoterapia è una medicina naturale, una branca della fitoterapia che utilizza specifiche parti della pianta: le gemme. Nata negli anni 50 dal dottor Pol

Dettagli

Corso di Medicina dello Sport

Corso di Medicina dello Sport Corso di Medicina dello Sport Prof. Attilio Parisi Anno Accademico 2011-2012 LA FISIOPATOLOGIA DA SPORT: APPARATO RESPIRATORIO ADATTAMENTI dell apparato respiratorio all esercizio fisico Aumento della

Dettagli

PUMP FAILURE LUNG FAILURE FATIGUE MECCANISMI FISIOPATOLOGICI DELLA I.R.A. Compromissione della ventilazione. Compromissione dello scambio gassoso

PUMP FAILURE LUNG FAILURE FATIGUE MECCANISMI FISIOPATOLOGICI DELLA I.R.A. Compromissione della ventilazione. Compromissione dello scambio gassoso MECCANISMI FISIOPATOLOGICI DELLA I.R.A. LUNG FAILURE (EPA, ARDS, etc.) Compromissione dello scambio gassoso IPOSSIEMIA PUMP FAILURE (BPCO, cifoscoliosi, etc.) Compromissione della ventilazione IPOSSIEMIA

Dettagli

REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI. R E A C T - Lombardia. Case Record Form - Questionario

REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI. R E A C T - Lombardia. Case Record Form - Questionario REGISTRO REGIONALE DI GRAVI EVENTI AVVERSI DERMATOLOGICI ATTRIBUIBILI A FARMACI R E A C T - Lombardia Case Record Form - Questionario ospedale numero screening numero SJS/TEN AGEP HSS/DRESS ALTRO Questo

Dettagli

Le micotossine. L analisi consiste nella ricerca di IgG / IgA / IgM / IgE specifiche per Mycotssine, Muffe e Candida albicans nel nostro sangue.

Le micotossine. L analisi consiste nella ricerca di IgG / IgA / IgM / IgE specifiche per Mycotssine, Muffe e Candida albicans nel nostro sangue. Le micotossine Fin dal 1978 gli studi del Professor Truss evidenziarono come la trasformazione da spora a fungo della Candida Albicans (un micete normalmente presente nell'organismo della quasi totalita

Dettagli

Cure Termali. Le patologie convenzionate con il S.S.N. trattate presso le Terme di Telese sono le seguenti : (ex D.M. Salute 17.12.

Cure Termali. Le patologie convenzionate con il S.S.N. trattate presso le Terme di Telese sono le seguenti : (ex D.M. Salute 17.12. Cure Termali Le patologie convenzionate con il S.S.N. trattate presso le Terme di Telese sono le seguenti : (ex D.M. Salute 17.12.07) Accesso alle cure termali Ogni cittadino ha diritto ad usufruire di

Dettagli

Campagna Tematica GENNAIO - FEBBRAIO 2011

Campagna Tematica GENNAIO - FEBBRAIO 2011 Gentile farmacista Alphega, per il bimestre in oggetto il tema della campagna sarà: Sintomi influenzali: non farne una malattia Ilperiodo più freddo dell anno è naturalmente quello in cui si concentrano

Dettagli

campagna TEMATICA NOVEMBRE 2007

campagna TEMATICA NOVEMBRE 2007 24 Ottobre 2007 - Numero 42 TOTALE PAGINE: 5 Gentile Dottoressa, Egregio Dottore, Pag. 1/5 la campagna alphega del mese di novembre ha per tema : INFLUENZA E RAFFREDDORE. E in questa prima fase che conviene

Dettagli

Che fatica respirare!

Che fatica respirare! SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA SPECIALE: ASMA Che fatica respirare! L asma: una malatttia cronica che colpisce un bambino su 10. Facciamogli l identikit Silvia

Dettagli

da "SPORT E SALUTE" (Anno I, numero 2 - Novembre 2004)

da SPORT E SALUTE (Anno I, numero 2 - Novembre 2004) IL RAFFREDDORE Lino Di Rienzo Businco (Otorinolaringoiatra e Audiologo Ospedale S. Eugenio di Roma) da "SPORT E SALUTE" (Anno I, numero 2 - Novembre 2004) Conosciamo almeno 250 ceppi virali di quello che

Dettagli

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie

L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie L immunoterapia specifica nelle allergie respiratorie Nelle ultime decadi la prevalenza delle malattie allergiche dell apparato respiratorio (asma bronchiale e rinite allergica) è progressivamente aumentata.

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

LA deviazione del setto nasale e le sinusiti croniche.

LA deviazione del setto nasale e le sinusiti croniche. LA deviazione del setto nasale e le sinusiti croniche. LA deviazione del setto La respirazione umana passa dal naso e dalla bocca. L Otorinolaringoiatra ha il compito di consentire il corretto passaggio

Dettagli

Finalmente UNA LINEA COMPLETA DI INTEGRATORI ALIMENTARI

Finalmente UNA LINEA COMPLETA DI INTEGRATORI ALIMENTARI INTEGRATORI ALIMENTARI Finalmente UNA LINEA COMPLETA DI PRODOTTI A BASE DI PROPOLI ITALIANA E BIOLOGICA PER DISINFETTARE E LENIRE LE INFIAMMAZIONI DELLA GOLA E DI TUTTO IL CAVO ORALE Propoli italiana biologica

Dettagli

Il sistema immunitario utilizza strategie diverse di difesa che operano in tempi e con meccanismi diversi. Ci sono numerosi e complessi meccanismi

Il sistema immunitario utilizza strategie diverse di difesa che operano in tempi e con meccanismi diversi. Ci sono numerosi e complessi meccanismi Il sistema immunitario utilizza strategie diverse di difesa che operano in tempi e con meccanismi diversi. Ci sono numerosi e complessi meccanismi che impediscono agli invasori di entrare dentro all organismo

Dettagli

Rinite allergica: quando, come e perché curarsi

Rinite allergica: quando, come e perché curarsi 1 / 8 2 / 8 La mucosa polvere manifesta rappresenta su dell infanzia. 6. rinite Nella e nasale allergica con peli popolazione il congestione quinto di a animali. seguito è definita disturbo pediatrica

Dettagli

IN UN CICLO RESPIRATORIO SI HA UNA DIMINUZIONE DI OSSIGENO ED UN AUMENTO DI ANIDRIDE CARBONICA. CORSO OSS DISCIPLINA: PRIMO SOCCORSO MASSIMO FRANZIN

IN UN CICLO RESPIRATORIO SI HA UNA DIMINUZIONE DI OSSIGENO ED UN AUMENTO DI ANIDRIDE CARBONICA. CORSO OSS DISCIPLINA: PRIMO SOCCORSO MASSIMO FRANZIN PRIMO SOCCORSO PATOLOGIE RESPIRATORIE ANATOMIA E FISIOLOGIA LA FUNZIONE PRINCIPALE DELL APPARATO RESPIRATORIO È DI FORNIRE AI TESSUTI UN SUFFICIENTE APPORTO DI OSSIGENO PER SODDISFARNE LE RICHIESTE ENERGETICHE

Dettagli

A - Primo stadio dei prodromi

A - Primo stadio dei prodromi SALUS INFIRMORUM snc Sede Fiscale: Via Piovese, 181 35127 Padova - - - Sede Operativa: Via Friuli, 17-35030 Tencarola (PD) Tel. 340-1201963 Fax 049-2106981 - P.I. 02661820288 E-mail: edizionisalus@gmail.com

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

05/06/2014. Tracheobronchite infettiva del cane Kennel cough

05/06/2014. Tracheobronchite infettiva del cane Kennel cough LA TOSSE DEI CANILI Tracheobronchite infettiva del cane Kennel cough DEFINIZIONE Malattia infettiva contagiosa ad andamento acuto del cane, caratterizzata da tosse e scolo oculo-nasale Malattia ad eziologia

Dettagli

L APPARATO RESPIRATORIO

L APPARATO RESPIRATORIO L APPARATO RESPIRATORIO Indice - Mappa concettuale - Funzioni - Struttura - Collocazione organi e parti dell'apparato - Organi e apparati connessi - Malattie Funzioni L apparato respiratorio permette al

Dettagli

(jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia

(jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia (jos. a. bellanti) Storia naturale dell asma nell infanzia L asma é un disturbo infiammatorio cronico nel quale l infiammazione delle vie aeree porta ad iperreattivita bronchiale verso una miriade di fattori

Dettagli

ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO

ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO ELENCO DEI COMPLESSI SYNERGIPLUS PER APPARATO APPARATI VARI 3 ASTERIAPLUS gocce Adenopatie e mastiti 7 BORILYR collirio Congiuntivite 1 goccia 3-6 1 CISTUSPLUS gocce Linfatismo 10-15 gtt 2/3 4 EUPHRASIALYR

Dettagli

CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA CICLO DI CURA DEI POSTUMI DI FLEBOPATIE DI TIPO CRONICO

CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA CICLO DI CURA DEI POSTUMI DI FLEBOPATIE DI TIPO CRONICO CURE TERMALI SEDUTE INALATORIE CICLO DI CURA DELLA SORDITA RINOGENA FANGHI E BAGNI TERAPEUTICI CURE IN GROTTA CICLO INTEGRATO DI VENTILAZIONE POLMONARE CONTROLLATA IRRIGAZIONI VAGINALI E BAGNI CICLO DI

Dettagli

ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5

ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO G Dgr n. del pag. 1/5 PATOLOGIE TRATTABILI IN AMBITO TERMALE E RELATIVO CICLO DI CURA CONSIGLIATO CATEGORIA DIAGNOSTICA EX D.M. 15.12.94 Rinopatia vasomotoria Faringolaringite

Dettagli

Meglio informati sul raffreddore

Meglio informati sul raffreddore Informazioni per i pazienti Meglio informati sul raffreddore Quelli con l arcobaleno Informazioni sul raffreddore Il naso sano La mucosa nasale sana produce muco 1, che trattiene le particelle di polvere

Dettagli

INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE. N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007

INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE. N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007 INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007 PRINCIPALI FONTI DI INQUINAMENTO traffico veicolare sistemi di produzione di

Dettagli

COMPLICANZE RESPIRATORIE

COMPLICANZE RESPIRATORIE ATELETTASIA: collasso di gruppi di alveoli che continuano ad essere vascolarizzati (ma non sono più ventilati! Quindi c è un alterazione degli scambi O2/CO2) Più l atelettasia dura nel tempo, più difficile

Dettagli

L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE

L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE SCUOLA ITALIANA per lo STUDIO e la DIVULGAZIONE dell' OMEOPATIA HAHNEMANNIANA I serata 14/5/2013 L OMEOPATIA NELLA CURA DELLE PATOLOGIE ACUTE Il video della serata è disponibile su YouTube sul canale:

Dettagli

Madonna che tosse! SPECIALE TOSSE

Madonna che tosse! SPECIALE TOSSE SPECIALE TOSSE Madonna che tosse! Pertosse, tosse convulsa, tosse canina, tosse asinina o addirittura tosse cattiva, come veniva chiamata in Toscana; sono tutti nomi che indicano una malattia molto diffusa

Dettagli

l Allergia agli Acari

l Allergia agli Acari l Allergia agli Acari SINTOMI DELL ALLERGIA AGLI ACARI I sintomi dell allergia agli acari sono soprattutto respiratori, durano tutto l anno ma possono intensificarsi durante due periodi chiave: il mese

Dettagli

ALTITUDINE E MALATTIE RESPIRATORIE

ALTITUDINE E MALATTIE RESPIRATORIE CLUB ALPINO ITALIANO COMMISSIONE INTERREGIONALE MEDICA VFG 2 CONVEGNO INTERREGIONALE MONTAGNA PER TUTTI: PROBLEMATICHE MEDICHE Centro di Formazione per la Montagna Passo Pordoi 9-10 ottobre 2004 ALTITUDINE

Dettagli

PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE

PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE Direttore: Prof. L.M. Fabbri Progetto PnemoWeb E-medicine per la formazione e la gestione di Asma e BPCO PERCORSI DIAGNOSTICO TERAPEUTICI DELL ASMA BRONCHIALE Dr.ssa Elisabetta Rovatti Modena 17 gennaio

Dettagli

PROGETTO DI APPRENDIMENTO

PROGETTO DI APPRENDIMENTO A.S.O. S. Giovanni Battista di Torino Organizzazione e Sviluppo Risorse Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie Corso di Laurea in Infermieristica Università degli Studi di Torino Facoltà di Medicina

Dettagli

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Le muffe fanno parte, insieme ai lieviti e ai funghi a cappello sia mangerecci sia velenosi, di un vastissimo quanto eterogeneo gruppo di organismi,

Dettagli

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini IN QUESTA GUIDA Indice GUIDA PER I GENITORI 5 Introduzione Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini Fisiopatologia 8 Cos è l occlusione

Dettagli

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori NOVITà Indicazione pediatrica Guida per i genitori Che cos è la vaccinazione antiallergica? 3 n Rinocongiuntivite allergica: una condizione diffusa 3 n La vaccinazione antiallergica 4 Che cos è GRAZAX?

Dettagli

Definizione. L Asma bronchiale professionale è causata da agenti specifici presenti in ambiente di lavoro

Definizione. L Asma bronchiale professionale è causata da agenti specifici presenti in ambiente di lavoro ASMA PROFESSIONALE Definizione L Asma bronchiale è una malattia respiratoria caratterizzata da broncocostrizione totalmente o parzialmente reversibile, iperreattività bronchiale e infiammazione delle vie

Dettagli

L APPARATO RESPIRATORIO

L APPARATO RESPIRATORIO L APPARATO RESPIRATORIO Per comprendere la funzione dell'apparato respiratorio dobbiamo sapere che gli alimenti introdotti nell'organismo, una volta digeriti e assorbiti dal sangue, raggiungono tutte le

Dettagli

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza 3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro Protezione Vie Respiratorie Guida ai rischi Prendi a cuore la tua sicurezza A ogni respiro, possiamo inalare milioni di particelle. Le particelle nocive non sono

Dettagli

Si intende per tiroiditi un gruppo di. condizioni infiammatorie o simil. infiammatorie che colpiscono la tiroide

Si intende per tiroiditi un gruppo di. condizioni infiammatorie o simil. infiammatorie che colpiscono la tiroide Si intende per tiroiditi un gruppo di condizioni infiammatorie o simil infiammatorie che colpiscono la tiroide Classificazione Tiroidite infettiva Tiroidite autoimmune Tiroidite di De Quervain Tiroidite

Dettagli

Herpes zoster. (fuoco di Sant Antonio)

Herpes zoster. (fuoco di Sant Antonio) (fuoco di Sant Antonio) Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è Cosa è (Cosa è L è un infezione causata dal virus Varicella Zoster (che per semplicità chiameremo VZV) che è caratterizzata dalla

Dettagli

La malattia asmatica viene distinta in: asma intrinseco e asma estrinseco.

La malattia asmatica viene distinta in: asma intrinseco e asma estrinseco. ASMA BRONCHIALE E BRONCHITE ASMATICA Definizioni Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità: L asma è una malattia caratterizzata da dispnea, indotta da agenti diversi o sforzo muscolare, accompagnata

Dettagli

REFLUSSO GASTROESOFAGEO. Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005

REFLUSSO GASTROESOFAGEO. Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005 REFLUSSO GASTROESOFAGEO Paolo Franceschi franceschipao@libero.it Tel.0198404231 Savona 19 Dicembre 2005 MRGE: sintomi extraesofagei MRGE: molto diffusa e frequente nella pratica clinica. Manifestazioni

Dettagli

IL LATTE. Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1

IL LATTE. Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1 IL LATTE Lo conosciamo davvero bene? 19/06/12 1 IL LATTE Il latte costituisce l alimento primordiale per tutti i mammiferi. È composto da sostanze provenienti dal sangue per filtrazione diretta e da componenti

Dettagli

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Dequadin 0,25 mg compresse Dequalinio cloruro

Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore. Dequadin 0,25 mg compresse Dequalinio cloruro Foglio illustrativo: informazioni per l utilizzatore Dequadin 0,25 mg compresse Dequalinio cloruro Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale perché contiene importanti informazioni

Dettagli

Igiene ed autoprotezione

Igiene ed autoprotezione Igiene ed autoprotezione Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana Recapiti: E-mail: alessio.riitano@gmail.com Web: http://www.aleritty.net Creative Commons BY-NC-SA Riepilogo Il nostro organismo

Dettagli

Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze. Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo

Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze. Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo Allergie, ipersensibilità, reazioni avverse ai cibi, intolleranze Alterazioni della risposta immunitaria e del metabolismo 1 Categorie di reazioni ai cibi reazioni immunologiche mediate da anticorpi IgE

Dettagli

Clinica Otorinolaringoiatrica (Dir. Prof. Francesco Meloni) RINITI CRONICHE. Le riniti croniche sono schematicamente riassumibili in:

Clinica Otorinolaringoiatrica (Dir. Prof. Francesco Meloni) RINITI CRONICHE. Le riniti croniche sono schematicamente riassumibili in: Università degli studi di sassari Clinica Otorinolaringoiatrica (Dir. Prof. Francesco Meloni) RINITI CRONICHE Le riniti croniche sono schematicamente riassumibili in: rinite ipertrofica rinite medicamentosa

Dettagli

UTILIZZO DEI PRODOTTI A BASE DI ALOE VERA IN VETERINARIA

UTILIZZO DEI PRODOTTI A BASE DI ALOE VERA IN VETERINARIA UTILIZZO DEI PRODOTTI A BASE DI ALOE VERA IN VETERINARIA Le maggiori caratteristiche della pianta, Aloe Vera, sono: - Immunomodulante (grazie alla presenza di acemannano) - Cicatrizzante ed antibatterica

Dettagli